Page 1

L’industriale delle bollicine IL TAPIRO DEL GIORNO A SABRINA DE CAMILLIS L’onorevole Sabrina De Camillis, da quando non è più presente sul nostro quotidiano, anche in termini satirici, è letteralmente svanita nel nulla. Non è nemmeno presente su altre testate locali. Ultimamente però, sembra che qualcuno l’abbia letta, o meglio, vista in un reportage fotografico di un settimanale nazionale di gossip che la ritraeva tra alcuni deputati della Camera nel dolce far niente. I fotografi, una sorta di paparazzi in giacca e cravatta, dopo la pubblicazione hanno ricevuto lo stop dall’Ufficio di Presidenza di Montecitorio dal presentarsi nel futuro nell’area loro dedicata sprovvisti di teleobiettivi. Fin qui la Sabrina nazionale. A livello locale sembra invece che abbia conseguito un importante risultato che vale la pena sottolineare… E’ stata nominata vice coordinatore provinciale del Pdl.

L’OSCAR DEL GIORNO A PASQUALINO ARCARO Anche il terremoto e l’aiuto a chi in questo momento ha bisogno diventa per molti un’occasione per trovare un posto di lavoro per qualcuno invece la tragedia che ha colpito la popolazione dell’Aquila e dei comuni vicini è un buon motivo per rimboccarsi seriamente le maniche e prendere addirittura una settimana di ferie per essere vicini, e non solo moralmente, a chi ha pagato sulla propria pelle la furia del sisma. E’ questo il caso di Pasqualino Arcaro, autista dell’assessore alla Programmazione Vitagliano e volontario della Misericordia che ha deciso di allontanarsi per sette giorni dal lavoro mettendosi a completa disposizione della sua associazione partita per i paesi del cratere. Se non è vero volontariato questo!

www.gazzettadelmolise.com 18.000 copie in omaggio ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA


REGIONE La giunta regionale stanzia altre risorse per una somma complessiva di 3 milioni e 500mila euro

Impianti sportivi, fondi per 35 paesi Il presidente Iorio: il miglioramento delle nostre strutture è una priorità per il loro valore aggregativo CAMPOBASSO - La Giunta regionale ha stanziato altri 3 milioni e 500 mila euro per gli impianti sportivi di 35 comuni. Ieri mattina il presidente Iorio ha firmato insieme ai primi cittadini dei paesi interessati l’Accordo di programma che mette a disposizione altre risorse. Già in passato infatti l’esecutivo aveva

Quotidiano del mattino

DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: lagazzettadelmolise@tin.it Sito internet: www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009

Psr, tre bandi in arrivo Da domani sul Bollettino ufficiale CAMPOBASSO – Domani saranno pubblicati sul Bollettino ufficiale della Regione tre bandi su alcune misure del Piano di sviluppo rurale 2007-13. Il primo riguarda le indennità compensative “degli svantaggi naturali” a favore degli agricoltori delle zone montane e le indennità degli agricoltori delle zone caratterizzate da “svantaggi naturali” diverse da quelle montane. Il secondo bando, invece, l’apertura dei termini, della campagna 2009, per la presentazione delle domande di conferma degli impegni pluriennali per il “ritiro dei seminativi della produzione ventennale”. L’ultimo bando è riferito all’imboschimento dei terreni agricoli e riguarda la misura “H” del Piano di sviluppo rurale 2007-2013. Per il bando “Indennità compensative” il termine di scadenza per la presentazione delle domande è fissato al 15 maggio 2009; per gli altri due, il 15 giugno 2009. Per tutte le informazioni e le domande ci si può rivolgere ai Centri di assistenza agricola (Caa) autorizzati che provvederanno ad inoltrare le istanze all’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea). La documentazione per accedere ai benefici per tali investimenti sarà resa disponibile sui siti web: www.regione.molise.it e www.siar.molise.it. “Con questi provvedimenti – ha detto l’assessore Cavaliere – il Governo regionale ha messo in campo ulteriori interventi a favore del settore e delle imprese agricole che operano nella territorio al fine di garantire la continuità delle attività già in cantiere e di quelle programmate”.

I piccoli comuni molisani vicini all’Abruzzo

Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008

2

stanziato a favore delle amministrazioni municipali fondi per l’ammodernamento e la realizzazione di strutture sportive in 40 centri molisani. Durante l’incontro di ieri sono state illustrate le linee guida del documento programmatico e il disciplinare di concessione dei contributi necessari alla concretizzazione o al miglioramento delle strutture sportive. Il governatore in questa sede ha spiegato che “il miglioramento dei nostri impianti sportivi rappresenta, senza dubbio, una priorità, considerato il valore aggregativo che essi hanno per molte comunità sparse in varie zone della regione. Consapevole di questo – ha concluso Iorio il Governo regionale ha impegnato risorse considerevoli per l’impiantistica sportiva cercando di intervenire in ogni comune del Molise. Il tutto mantenendo sempre vivo il rapporto con le amministrazioni comunali, per ascoltarne i bisogni e concretizzare le opere che i cittadini chiedono e che sono utili a migliorare il loro livello di vita”.

Legambiente propone il gemellaggio con le zone terremotate CAMPOBASSO - Un futuro per i piccoli comuni dell’Abruzzo. Sarà questo lo slogan di Legambiente domenica 19 aprile per l’appuntamento di Voler bene all’Italia, la festa dei comuni italiani con meno di 5mila abitanti, organizzata da Legambiente con la collaborazione di Enel Green Power, insieme a un vasto comitato promotore di associazioni ed enti. Una giornata corale, sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica in cui migliaia di borghi valorizzeranno le eccellenze della propria terra, i prodotti tipici, le tradizioni, le culture in un mix di identità e territorio, di innovazione e qua-

lità che è alla base del successo di tante realtà territoriali minori. Un incontro in piazza all’insegna delle tradizioni, dei sapori, del folklore e della musica, ma anche un’occasione per valorizzare i tesori di tante realtà territoriali, le coltivazioni agricole tradizionali, i mestieri e i saperi tramandati alle nuove generazioni. Una giornata durante la quale la Piccola Grande Italia sceglie di essere vicina alle zone terremotate dell’Abruzzo, adottando i piccoli comuni colpiti. Anche i piccoli comuni molisani si mettono a disposizione del Dipartimento re-

gionale di Protezione civile e nazionale, per prestare la propria opera anche quando, passata l’emergenza, si tratterà di riavviare la normalità della vita, con un invito particolare ai comuni molisani: avviare gemellaggi con i piccoli comuni abruzzesi colpiti dal terremoto. L’anteprima di Voler Bene all’Italia sarà venerdì 17 aprile con “Piccoli Comuni Grande scuola”, una giornata in cui entreranno in scena le scuole dei piccoli comuni italiani per difendere, in un periodo di politiche incerte e tagli all’istruzione, il diritto di ogni bambino ad avere un istituto di qualità, anche

nelle aree marginali, in montagna e nelle piccole isole. I piccoli studenti diventeranno così per un giorno ciceroni delle bellezze, della storia e delle bontà del proprio borgo, per testimoniare il valore culturale e sociale della scuola per le piccole comunità. E per domenica prossima l’invito è di visitare i Borghi del Piccolo Grande Molise, che hanno aderito all’iniziativa: i comuni di punta di quest’anno sono San Biase, Borgo della Tintiglia, grazie alla presenza di Marco Giagnacovo, un giovane e lungimirante imprenditore e alla competenza di Michele

Sisma, Astore: il dolore non sia sfruttato per i consensi

Pdl, Di Giacomo e Maggiani riconfermati

CAMPOBASSO - “La ricostruzione per i paesi abruzzesi è un diritto, quindi non deve essere spacciata come atto straordinario di qualcuno o delle istituzioni. E il dolore non sia sfruttato per i consensi. Meno conferenze stampa e più atti concreti che guardino al futuro”. Lo dice il senatore Giuseppe Astore (Idv) di San Giuliano di Puglia.

CAMPOBASSO - Stefano Maggiani è stato riconfermato alla guida dei Giovani per la Libertà del Molise - Forza Italia, mentre Ulisse Di Giacomo ha ricevuto il prestigioso incarico di coordinatore del Pdl molisano. A tal proposito, il leader del movimento giovanile si è congratulato con il senatore, riconoscendo e apprezzando “l’ottimo lavoro svolto in questi anni alla guida di Fi”.

Tanno; Toro, che punta al risparmio e all’autosufficienza nel campo dell’energia da fonti rinnovabili; ma accanto ad essi ci sono anche: Matrice, che vi dà appuntamento a S. Maria della Strada, Pietracatella, Montecilfone, Chiauci, che dedica la giornata alla cultura con un convegno dedicato a Lina Pietravalle, Filignano, che ha da poco inaugurato un impianto fotovoltaico, Castel del Giudice, che detiene la palma della coltivazione delle mele biologiche e che è ormai un eccellente modello di crescita economica nella nostra regione...e tanti tanti altri che trovate sul sito www.piccolagrandeitalia.it.


REGIONE Vertenza giudiziaria tra il patron della Castellina e il comune di Castelpizzuto. Il gip Penta rigetta l’istanza di dissequestro

Colella e la verità dei fatti ISERNIA - Niente da dire, comunque vada di lui si parla sempre. Piccoli guai, grandi guai, tutto fa brodo e tutto nella scia lasciata da un vero e proprio bucaniere della finanza. Parliamo, chiaramente, di Camillo Colella, industriale delle bollicine (acque minerali) che ama fa parlare di sé soprattutto per le sue imprese finanziarie sul filo del rasoio. L’anno scorso finì anche agli arresti domiciliari, nell’ambito di un’inchiesta su una truffa bancaria, Anche lì, come oggi, si atteggiò a vittima. Disse che lo avevano truffato. Oggi, sulla vertenza che lo oppone al comune di Castelpizzuto, che accusa la Castellina di essersi impossessata delle sorgenti comunali, rivolta la frittata e dice che non è lui, ma è il comune che deve essere denunciato perché non ha la concessione per captare l’acqua. Insomma un abile manipolatore della verità dei fatti. Noi della Gazzetta non sappiamo se la verità ce l’ha in tasca Colella o Castelpizzuto, ci limitiamo a riportare integralmente la decisione del Gip di Isernia, Andrea Penta, che rigetta l’istanza di dissequestro delle sorgenti della Castellina, invitandovi a leggerla tutta per capire fino in fondo quello che è accaduto: “Il giudice per le Indagini Preliminari presso il tribunale di Isernia Dr. Andrea Penta Letti gli atti del procedimento penale nei confronti di: Succi Antonio nato a Castelpizzuto il 3.06.1941, ivi residente in via San Lorenzo s.n.c. difeso di fiducia dall’Avv. Eduardo Stefano Berardi del foro di Isernia, con studio in Carovilli (IS) corso Orientale n.7; Colella Camillo nato a Campobasso il 28.01.1959, residente in Isernia Corso Garibaldi n. 5, difeso di fiducia dall’Avv. Eduardo Stefano Berardi del foro di Isernia, con studio in Carovilli (IS) corso Orientale n.7; De Vincenzi Maurizio nato a Isernia il 17.07.10963, residente in Pesche (IS) alla via Chiaia s.n.c., difeso di fiducia dall’Avv. Nicola Di Biase con studio in Frosolone (IS) piazza Cottini, n. 7 Imputati: A) Succi Antonio e Colella Camillo Del delitto p. e. p dagli arti. 81, 624 e

625 n. 7 c.p., perchè nella qualità di Presidenti e Legali rappresentanti della s.r.l. Castellina – con sede in Castelpizzuto – esercente, tra l’altro attività di estrazione, imbottigliamento e vendita di acque minerali, (il Succi dal maggio 2000 a tutto il 2003 ed il Colella dal 2 gennaio 2004 ad oggi), si impossessavano, a fine di trarre profitto per la predetta società, di un quantitativo imprecisato, ma ingente, di acque appartenenti alla sorgente di località “Folgara” destinata a servizio esclusivo del Comune di Castelpizzuto, in particolare, pur essendo la s.p.a. Castellina munita di concessione della Regione Molise per la captazione delle acque da sorgente ben individuata con verbale di delimitazione redatto il 18.04.1997, il Succi e il Colella nelle citate qualità e nei periodi di rispettiva competenza, disponevano e consentivano che l’attività di sfruttamento e prelievo delle acque minerali avvenisse, invece, da diversa sorgente che era a servizio esclusivo del Comune di Castelpizzuto. In agro di Castelpizzuto, in modo continuativo dal maggio dell’anno 2000 e ancora attualmente. B) Succi Antonio, Colella Camillo e De Vincenzi Maurizio Del delitto p. e. p. dagli arti. 110, 81, 480, 479, 482, 640 cpv. n. 1 c.p. perchè in concorso tra loro, con artifici e raggiri consistiti nel rappresentare uno stato dei luoghi difforme dalla realtà e comunque tacendo la circostanza che la s.p.a. Castellina estraeva acqua da sorgente diversa da quella per la quale aveva ottenuto la regolare ed originaria concessione, inducevano in errore la Regione Molise e per essa i funzionari competenti, procurando alla s.f.I. Castellina l’ingiusto profitto di ottenere il rinnovo decennale della concessione mineraria per lo sfruttamento delle sorgenti di acqua minerale in località Casale (originariamente accordata con Decreti del Presidente della Giunta Regione Molise n. 1562 del 26.11.1993 e n. 143 del 17.07.1997), con danno per la Regione Molise ed il Comune di Castelpizzuto. In particolare, il Succi Antonio (che in qualità di Sindaco del Comune di Castelpizzuto aveva verbalmente ed illegittimamente autorizzato e comunque disposto e consentito, dal 1997, la captazione dell’acqua della sorgente comunale da parte della s.p.s. Castellina, della quale sarebbe poi divenuto il legale rappresentante, e dunque consapevole che la predetta società prelevava, in danno del Comune di Castelpizzuto, acqua da un sito per cui non era affatto autorizzata) conferendo incarico a all’ing. De Vin-

Crepuscoli, stamane la presentazione CAMPOBASSO – Questa mattina alle ore 10, presso il Consiglio regionale del Molise, conferenza stampa di presentazione della Mostra fotografica “Crepuscoli, quando il Molise diventa poesia”.All’interno dell’esposizione le immagini dei 136 Comuni molisani, immortalati all’imbrunire.

cenzi Maurizio di predisporre la falsa cartografia da allegare alla istanza di rinnovo della Concessione mineraria, presentata in data 17.02.2004, alla Regione Molise nell’interesse della s.p.a. Castellina.; il Colella Camillo, quale legale rappresentante della s.p.a. Castellina, beneficiaria del provvedimento di rinnovo della citata concessione mineraria, sollecitato con domanda del 17.02.2004 (domanda ispirata, voluta e determinata dal Colella) alla quale fu allegato il falso elaborato e nella quale fu taciuta la rilevante circostanza che la s.p.a. Castellina effettuava l’estrazione dell’acqua minerale da sito diverso da quello oggetto della concessione per la quale chiedeva il rinnovo; il De Vincenzi Maurizio (che avendo già materialmente redatto, nell’interesse della s.p.a. Castellina, la originaria cartografia allegata alla prima richiesta di concessione del 1997, ben conosceva il sito preciso nel quale la predetta società autorizzava alla captazione della acque dalla Regione Molise), nella qualità di ingegnere incaricato, nell’interesse della s.p.a. Castellina, della redazione della citata cartografia da allegare alla domanda di rinnovo della concessione mineraria depositata il 17.02.2004, predisponeva materialmente tale documento – falsamente attestato come conforme all’originale - nel quale prospettava, contrariamente al vero, come autorizzato il prelievo dell’acqua, da parte della s.p.a. Castellina, nel punto in cui vi era, invece, il sito della sorgente a servizio del Comune di Castelpizzuto, senza evidenziare, nella medesima cartografia e comunque tacendo, che la predetta società stava estraendo acqua da un sito diverso da quello per il quale aveva conseguito al originaria concessione; inducevano in errore la Regione Molise, e per essa i funzionari competenti, che concedevano il rinnovo per ulteriori dieci anni della concessione mineraria, rinnovo

che non avrebbero potuto e dovuto concedere qualora fosse stato loro rappresentato, conformemente alla realtà, e/o comunque non taciuto, che la società s.p.a. Castellina stava estraendo acqua da un sito diverso da quello per il quale era stata autorizzata e che quindi, richiedeva la proroga di concessione utilizzata in totale difformità dalle originarie prescrizioni e in danno anche del Comune di Castelpizzuto. Ciò facendo, procuravano un ingiusto profitto alla s.p.a. Castellina, rappresentato dall’illegittimo conseguimento di un provvedimento di rinnovo decennale della concessione mineraria, con danno per la Regione Molise e il Comune di Castelpizzuto. In Campobasso, domanda di rinnovo della concessione mineraria assunta al protocollo della Regione Molise al n. 1004 in data 17.02.2004; provvedimento di rinnovo della concessione emesso il 21.09.2004. C) Colella Camillo Del delitto p. e. p. dall’art. 640 cpv. n. c.p. perchè nella qualità di Presidente e Legale rappresentante della s.p.a. Castellina con sede in Castelpizzuto, con artifici e raggiri consistiti nel tacere la circostanza che la predetta società estraeva acqua da sorgente diversa da quella per la quale aveva ottenuto la regolare ed originaria concessione in località Casale, induceva in errore la Regione Molise, e per essa i funzionari competenti , procurando alla s.r.l. Castellina l’ingiusto profitto di ottenere l’autorizzazione al raddoppio della portata del prelievo d’acqua. In particolare, nella spiegata qualità predisponeva e firmava la domanda protocollata alla Regione Molise al n. 189 del 17.01.2005 volta a conseguire l’autorizzazione il raddoppio del prelievo di acqua dalla sorgente sita in Località Casale (concessione di sfruttamento originariamente accordata con Decreti del Presidente della Giunta Regione Molise n. 1562 del 26.11.1993 e n. 143 del 17.07.1997; sorgente ben individuata con verbale di delimitazione redatto il 18.04.1997), omettendo di prospettare, e dunque tacendo su tale circostanza, che la predetta società prelevava acqua dal sito diverso da quelll per il quale le era stata concessa l’autorizzazione, così inducendo in errore la Regione Molise, e per essa i funzionari competenti, che rilasciavano la richiesta autorizzazione; autorizzazione che non avrebbero potuto e dovuto concedere qualora fosse stato loro rappresentato, conformemente alla realtà, e/o comunque non taciuto, che la società s.p.a. Castellina

Iorio: pronti a ospitare le spoglie di Celestino V CAMPOBASSO - “Siamo disponivbili ad accogliere le spolgie di Celestino V nel periodo di ripristino nell’abbazia di Collemaggio a L’Aquila. Per il Molise che ha dato i natali a questo santo ed illlustre pontefice sarebbe un grosso priviliegio poter ospitare i sui resti mortali “. Lo ha detto il presidente Iorio.

stava estraendo acqua da un sito diverso da quello per il quale era stata autorizzata e che, quindi, richiedeva una autorizzazione al raddoppio di prelievo di acque relativamente ad una concessione utilizzata in un sito diverso ed in totale difformità dalla originarie prescrizioni e in danno anche al Comune di Castelpizzuto, esclusivo titolare della sorgente dalla quale la s.p.a. Castellina stava abusivamente estraendo l’acqua. Ciò facendo, procurava un ingiusto profitto alla s.pa. Castellina, rappresentato dall’illegittimo conseguimento di un provvedimento di autorizzazione al raddoppio del prelievo, con danno per la Regione Molise e per il Comune di Castelpizzuto. In Campobasso domanda di autorizzazione al raddoppio del prelievo di acqua assunta al protocollo della Regione Molise al num. 189 in data 17.01.2005; provvedimento di rinnovo della concessione emesso l’11.04.2005. Identificate le persone offese: Comune di Castelpizzuto nella persona del sindaco pro-tempore, Regione Molise, nella persona del legale rappresentante pro-tempore Letta l’istanza di dissequestro formulata nel corpo del verbale di esecuzione del sequestro preventivo del 6.4.2009 dall’indagato Succi Antonio; visto il parere negativo espresso dal P:M: in sede; rilevato che l’istante non ha dedotto alcuna circostanza dalla quale si evincerebbe il venir meno della necessità di mantenere il sequestro preventivo, rappresentando una mera petizione di principio la deduzione secondo cui il punto di captazione e di adduzione sarebbe “completamente separato” da quello del Comune di Castelpizzuto (peraltro ciò non escluderebbe di per sè la non coincidenza con quello il cui uso è stato autorizzato dalla Regione Molise e la mancata sottrazione di acque in danno dall’ente pubblico) e non potendosi escludere che in occasione di un nuovo periodo estivo caratterizzato dalla siccità il predetto Comune possa trovarsi nella medesima situazione di carenza idrica già verificatasi nel 2007; considerato che l’autorizzazione dell’attuale custode dell’area finalizzata a consentirgli l’accesso ai locali in cui si trovano le pompe di pescaggio (recte, di captazione) dell’acqua in caso di incendio si appalesa allo stato necessaria, in considerazione del fatto che le predette pompe vanno ad alimentare sia il ciclo produttivo che l’impianto antincendio; visto l’articolo 321 del c.p.p. rigetta l’istanza di dissequestro presentata da Antonio Succi”. Re.G.

3 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009


CAMPOBASSO I primi risultati dell’incidente stradale nel quale sono rimaste uccise tre persone

Carabinieri morti, è stato un malore CAMPOBASSO - Claudio Perna, l’appuntato dei carabinieri deceduto nell’incidente stradale di Bojano, è stato colpito da malore. La notizia ufficiale è stata riferita dal medico legale che ha eseguito l’autopsia, Florio Reale. Dopo essersi sentito male avrebbe perso il controllo della sua automobile. Pochi istanti dopo, insieme al vicebrigadiere Pietro di Chiro è sbattuto contro una Fiat Uno di colore blu condotta da Massimo Palmieri il 36enne di Macchiagodena anch’egli deceduto in seguito all’impatto devastante. L’autopsia sul corpo di Claudio Perna è stata effettuata il 27 marzo scorso. I risultati ufficiali sarebbero dovuti arrivare fra un mese. Il clamore che ha suscitato la vicenda ha portato il medico ad esprimersi anche prima

del termine previsto. L’indagine sulla vettura non avrebbe portato a scoprire nulla di irregolare. Il comandante dei carabinieri di Bojano

Pasqua sicura, sette patenti ritirate CAMPOBASSO – Sono sette le patenti ritirate nell’ultimo weekend dagli agenti della polizia stradale. E’ avvenuto durante i normali controlli effettuati dalla polizia stradale intensificati in occasione delle festività pasquali. Ottantadue i conducenti fermati ai posti di blocco. Sei di questi sono risultati alla guida ubriachi. Due di questi hanno subito anche la confisca del veicolo perché guidavano con un tasso alcolico nel sangue superiore ad 1,5 g/l. Gli agenti, coordinati dal dirigente Pietro Primi, sono pienamente soddisfatti del bilancio di pasquetta. Questo perché non si è verificato alcun tipo di incidente. La polstrada, anche per i prossimi fine settimana, ha annunciato di essere inflessibile verso gli utenti che violano le norme di comportamento. Centootto i punti decurtati dalle patenti di guida. Novantasette le persone controllate contro le 55 infrazioni contestate tra le quali 33 per eccesso di velocità. Due i servizi tutor impiantati in autostrada. V.P.

4 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009

Giuseppe Ambrosone ha fugato tutti i dubbi sulle condizioni del conducente della vettura che avrebbe provocato l’incidente. “Nell’esame macroscopico sui tessuti dell’appuntato – ha dichiarato – non emergerà nulla di inquietante. Non c’è nessun elemento probatorio per dire che nel corpo di Claudio Perna erano presenti sostanze tossiche. Nella notte precedente all’impatto aveva dormito in caserma e si esclude quindi qualsiasi elemento che possa dire il contrario”. Nel caso del malore i familiari di Massimo Palmieri non possono avanzare nessuna pretesa di risarcimento danni. Questa motivazione non è altro che l’anticamera della chiusura del caso con la parola “fatalità”. Viviana Pizzi

Lo ha dichiarato il medico legale Florio Reale che ha eseguito l’autopsia su Perna Si esclude che abbia ingerito sostanze tossiche

Minaccia conoscente, 40enne in carcere BOJANO – Minaccia con la pistola una sua conoscente. Per questo motivo ACDG residente in un piccolo paese del beneventano è stato arrestato dai carabinieri. Nella notte tra Pasqua e Pasquetta per futili motivi ha intrapreso una lotta serrata con una sua donna ha messo paura anche ai suoi parenti. Rinvenute 17 cartucce.

Uxoricidio Cianci, processo a rischio L’imputato è ancora ricoverato in ospedale CAMPOBASSO – Potrebbe profilarsi un nuovo rinvio nel processo a carico di Pasqualino Cianci. L’uomo, condannato in primo grado per la morte della moglie Giuliana D’Ascenzo, è ancora ricoverato all’ospedale Bambin Gesù di Roma. Il malore avvertito il giorno antecedente alla prima udienza non sembra averlo abbandonato. I legali Domenico Bruno e Domenico Porfido, nella giornata di oggi, chiederanno un nuovo rinvio del processo. Lo faranno attraverso i certificati di ricovero in formato originale che depositeranno davanti al giudice. Sembrano entrambi ottimisti sulla decisione dei giudici Alfredo Bosco e Pasquale Pensa. Il nuovo differimento del procedimento di secondo grado verrà chiesto per due ordini di motivo. Il primo è riferito alla malattia vera e propria dell’imputato. Il secondo invece è legato alla volontà di Pasqualino Cianci di essere sempre presente in dibattimento. Anche per questo il

processo di primo grado andò per le lunghe e ci vollero più di due anni per ascoltare i testimoni e condannarlo a ventuno anni di reclusione. I giudici potrebbero però anche decidere di non accogliere le motivazioni addotte dai legali e decidere di svolgere comunque il pro-

cesso. In tal caso gli avvocati difensori reitereranno la richiesta di riapertura dell’istruttoria con la richiesta di esame clinico sull’imputato. La sentenza comunque non dovrebbe venir fuori nella giornata di oggi. Vivip

Furto, quattro mesi per un pregiudicato CAMPOBASSO – Quattro mesi di reclusione per furto aggravato. Li dovrà scontare D.D.J. un autista di 40anni residente nel capoluogo di regione. Si sono aperte le porte del carcere proprio in concomitanza con le festività pasquali. Uscirà da via Cavour in piena estate.


CAMPOBASSO

Inchiesta sulla Sea che fine ha fatto? L’assise comunale chiamata a rispondere CAMPOBASSO - Una riunione, quella del consiglio comunale di Campobasso che preannuncia l’apertura della campagna elettorale. Molti gli argomenti da discu-

tere, trasformati tutti in interrogazioni, interpellanze e mozioni. Tutto materiale che servirà a molti consiglieri comunali sia di maggioranza che di opposizione a

farne “carteggio” da utilizzare durante il porta a porta per la questua di voti di preferenza. Poca cosa, comunque, rispetto alle esigenze di un collettività, quella di Campobasso che rimane in attesa di provvedimenti che diano più certezze per il futuro. I commercianti, le famiglie bisognose e i portatori di handicap in particolare vogliono, ognuno per le proprie esigenze una città più vicina ai loro problemi.E’ previsto per la giornata di venerdì 17 aprile la seduta del consiglio comunale di Campobasso. Diversi gli argomenti all’ordine del giorno presentati dagli inquilini di Palazzo san Giorgio. Il Consigliere del partito dei lavoratori D’ilio chiede di sapere a che punto stanno i lavori di ristrutturazione della chiesetta di S.Mercurio. Pilone dell’Udc interroga il Sindaco Di Fabio in relazione al corso per

messo notificatore di cartelle esattoriali organizzato dalla Concessionaria per la riscossione dei tributi e invita l’amministrazione a voler fornire informazioni circa l’attività della commissione speciale sull’attività della Sea, ma Pilone vuole sapere anche il come e il perché è stato bandito un concorso pubblico di selezione per l’individuazione di un amministratore unico dei condomini di proprietà comunale. Colagiovanni del Pdl vuole chiarimenti circa la messa in opera di rallentatori di velocità in via Conte Rosso e le disfunzioni del servizio cimiteriale. Tramontano del Pd ritorna sulla questione del degrado della struttura di via Marche. Tra le mozioni presentate assume rilievo di circostanza quella rela-

tiva allo sblocco dei fondi della Zona Franca Urbana, problematica affrontata dai consiglieri di maggioranza Trivisonno, Maio e D’Ilio. Quattro, invece le proposte di deliberazione sottoposte all’attenzione del consiglio comunale di venerdì, la prima prevede il recupero, da parte di privati degli immobili situati in via Herculanea, la seconda, i criteri per determinazione delle modalità attuative degli interventi per l’edilizia residenziale. Mentre per il settore legato all’ambiente la proposta è quella dell’approvazione del regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani. In ultimo l’attuazione del regolamento della toponomastica e della numerazione civica. D.I.

Programma Orfeo Oratino tra i borghi più belli d’Italia Un corso sulla sicurezza Riferimento nazionale dei camperisti CAMPOBASSO- L’intervento formativo è organizzato da Orfeo Fondimpresa Molise – Ente Bilaterale costituito dall’Associazione Industriali del Molise e le Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil Molise. Inizierà giovedì 16

aprile, alle ore 8,30, a Campobasso presso la sede della Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, la decima edizione del corso di formazione rivolto ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di prima nomina. Il corso che proseguirà nelle successive giornate del 17, 20 e 21 aprile, per complessive 32 ore, impegnerà i lavoratori con funzioni di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Orfeo, inoltre, ha predisposto la prima giornata di aggiornamento dedicata al personale preposto alla sicurezza già nominato . I corsi coinvolgeranno 80 unità provenienti da imprese industriali di vari settori e dimensioni molisane.

Teatro Savoia, De Filippo chiude la stagione La stagione teatrale della Fondazione Teatro Savoia diretta da Fabio Poggiali, aperta nel segno di Eduardo De Filippo, si chiuderà oggi: “Il sindaco del Rione Sanità”, scritto nel 1960. Eduardo prese spunto da un personaggio reale che viveva nel popolare rione Sanità di Napoli. Il ruolo del titolo è ora sostenuto da un magistrale Carlo Giuffrè che, con questo lavoro, ha festeggiato i suoi sessanta anni di teatro, celebrati al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

ORATINO - In occasione del raduno camperisti di Pasqua 2009 organizzato dal club campeggio Molise il comune di Oratino, già presente tra “i Borghi più Belli d'Italia”,è stato insignito del titolo di "Comune amico del turismo itinerante". Prima della visita guidata del paese, il Presidente Giovanni Gallo, alla presenza del Coordinatore Nazionale dell’Unione Club Amici, Ivan Perriera, ha consegnato il Cartello Stradale relativo all’iniziativa, nelle mani del Sindaco Orlando Iannotti. Dopo Baranello, Ripabottoni, Casacalenda, Campobasso, Lucito, Conca Casale e Scapoli, adesso anche il comune di Oratino è entrato a far parte dei "Comuni amici dei camperisti" che, in Molise, continuano ad aumentare grazie anche all'impegno profuso da organizzazioni di settore che riescono a far comprendere l'importanza del turismo itinerante.Presenti all’evento le massime Autorità Cittadine, i vertici del Club Campeggio Molise (organizzatore dell'evento), Ivan Perriera ed i numerosi partecipanti al raduno, provenienti da varie parti d'Italia. Giovanni Gallo, Presidente del Club Campeggio Molise, ha sottolineato nel suo intervento

Ripuliamo il centro storico CAMPOBASSO- Partirà il 19 aprile l’iniziativa delle associazioni ambientalistiche nazionali che nella giornata ecologica prevista in occasione della festa dei piccoli comuni, vedrà il borgo della città interessato dalla pulizia dei vicoli e delle strade. Ai partecipanti sarà distribuito un kit per la raccolta dei rifiuti.

la squisita ospitalità riservata ai tanti partecipanti, ribadendo la disponibilità di tutta l’Amm.ne Comunale, della Pro-loco e di tutti i cittadini di Oratino. Ivan Perriera ha assicurato che darà ampio risalto dell’avvenimento sulle varie testate del Gruppo Editoriale TURIT da lui diretto.

5 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009


CAMPOBASSO Dopo la querelle scatenata dal quotidiano “La Repubblica” interviene il dirigente

Al liceo “Romita” lezioni regolari

La precisazione Oggetto: Liceo Romita di Campobasso. Precisazioni a seguito degli articoli comparsi sulla stampa del 10/04/2009 Gent. Arch. Iannelli, a seguito di quanto apparso nei giorni scorsi sulla stampa, ritengo doveroso chiarire la nostra opinione in relazione alle attività svolte sul Liceo Romita di Campobasso. Le informazioni apparse sui quotidiani sono incomplete, giacché sono evidenziate le carenze strutturali riscontrate ma non i meriti di chi ha operato con tempestività, competenza e lungimiranza. In seguito all’evento sismico dell’ottobre 2002, ENEA eseguì, in collaborazione con ENEL.HYDRO e UNIBAS, delle indagini sperimentali molto accurate, dalle quali emerse che il calcestruzzo prelevato da alcuni elementi strutturali dell’edifico scolastico aveva caratteristiche meccaniche inferiori a quelle necessarie per il rispetto delle norme vigenti. Ciò avveniva in maniera significativa per i Corpi A e B, in misura minore per il Corpo C. Inoltre, sia i corpi A e B, costruiti alla fine degli anni 70, sia il corpo C, la cui costruzione risale ai primi anni 80, erano stati progettati prima dell’inserimento del Comune di Campobasso tra le zone sismiche, avvenuto con D.M. LL.PP. 07/03/1981 (G.U. 27/04/1981, n. 114). I risultati finali delle attività sperimentali e successive elaborazioni, svolte nell’ambito di una convenzione stipulata il 13/08/2003, furono consegnati nell’aprile 2004. In accordo con ENEL.HYDRO e UNIBAS, e tenendo anche conto delle esigenze didattiche, suggerimmo alla Provincia un intervento in due fasi. La prima fase, che ritenemmo urgente, aveva come obiettivo la messa in sicurezza dell’intero complesso scolastico, al fine di renderlo agibile secondo le vigenti disposizioni normative. L’intervento proposto fu il rinforzo degli elementi strutturali verticali attraverso un’azione di confinamento mediante una delle tecniche innovative più affidabili, denominata CAM, e garantiva la perfetta tenuta del complesso scolastico in presenza dei carichi verticali di esercizio e un notevolemiglioramento a fronte di eventuali azioni sismiche. La Provincia eseguì l’intervento con estrema tempestività nell’estate del 2004, in tempo per l’apertura del successivo anno scolastico. La seconda fase consiste nell’adeguamento sismico dei vari corpi utilizzando moderne tecnologie antisismiche e sarà avviata entro il mese di maggio 2009 con la demolizione e ricostruzione del Corpo B. Anche in tal caso ENEA e UNIBAS hanno contribuito fornendo indicazioni di massima sulla progettazione e validando il progetto definitivo, che prevede l’adozione di un sistema d’isolamento sismico alla base, ossia una moderna tecnologia antisismica che garantisce un elevato grado di sicurezza, non perseguibile con tecniche tradizionali. Per quanto detto, si può certamente affermare che nel caso del Liceo Romita sia stato fatto, in tempi brevi, tutto il possibile per la prevenzione del rischio sismico. È un esempio da imitare, soprattutto per gli edifici pubblici, in tutte le aree a elevata sismicità del territorio italiano.

6 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009

Bilancio di mandato La presentazione CAMPOBASSO – Saranno presentati questa mattina, nello spazio dell’Incubatore d’Imprese di via Monsignor Bologna , i risultati le iniziative e le opere realizzate e messe in agenda dall’attuale amministrazione. È questo il contenuto della pubblicazione che contiene il bilancio di mandato 2004-2009. A presentare il volume il sindaco Di Fabio.

CAMPOBASSO – Per gli studenti del liceo scientifico Romita nessun trasloco, almeno per adesso. “Non è vero che ci trasferiremo al Ragioneria di via Veneto, le notizie diffuse da qualche telegiornale sono errate e hanno creato solo confusione”. Il dirigente Anna Gloria Carlini ha passato il pomeriggio di ieri a contattate i ragazzi e a tranquillizzare i genitori preoccupati per il paventato trasferimento di una parte della scolaresca all’istituto Commerciale. “Sulla questione si è fatta molta confusione perché è vero che l’ala B della scuola dovrà essere demolita per costruirla con criteri antisismici ma i lavori verranno effettuati in estate e solo allora decideremo dove trasferire le classi interessate. Per il momento mi preme ribadire che la scuola, anche se non antisismica è comunque una scuola dove i ragazzi possono seguire regolarmente le lezioni. Va anche precisato che non sarà solo l’edificio B ad essere demolito. Pian piano e con tutti i fondi necessari a disposizione dovrà essere costruita, con gli stessi criteri

antisismici tutta la scuola”. Quindi a lezioni regolari al Romita così come deciso nell’incontro di ieri mattina con il presidente della Provincia D’Ascanio e cosi fino alla chiusura dell’anno scolastico. Ed è proprio dal vertice di Palazzo Magno che è stata inviata la nota dell’Enea con la quale si mette fine alla questione sollevata da ‘La Repubblica’ a proposito del Liceo

Romita. Nota che ridà tranquillità all’intera comunità scolastica. La precisazione è dell’ingegner Paolo Clemente, che scrive nella sua espressa qualità di Responsabile della Convenzione sottoscritta tra Enea e Provincia di Campobasso anche a nome del professor Alessandro Martelli, cui erano state attribuite le dichiarazioni riportate dal quotidiano.

Alcuni dati sui lavori che inizieranno a fine scuola CAMPOBASSO – Il finanziamento complessivo dell’intervento del primo lotto è pari a 2 milioni e 600mila euro, somma che è stata messa a disposizione dalla Provincia di Campobasso. Il progetto prevede la demolizione dell’attuale struttura e la successiva ricostruzione del corpo B. La realizzazione prevede l’utilizzo di una tecnica innovativa che sfrutta l’isolamento sismico alla base e che quindi dovrebbe rendere lo stabile sicuro, a prova di sisma. Ad occuparsi dei lavori sarà la ditta Rialto di Caserta che dovrebbe completare l’opera in un paio di anni. Se la ditta esecutrice non rispetterà i tempi fissati dovrà pagare le penali previste nell’accordo con Palazzo Magno.

Intitolare lo stadio a Michele Scorrano? CAMPOBASSO – Oltre alle mille questioni urbanistiche che attanagliano l’amministrazione oggi nel Consiglio comunale di Palazzo San Giorgio si parlerà dell’intitolazione dello stadio di Selvapiana a Michele Scorrano lo storico difensore che ha indossato la maglia del Campobasso per 15 anni con 427 presenze e che partecipò da protagonista alla scalata verso la serie B. A firmare l’ordine del giorno (che in città ha già sollevato un polverone dividendo l’opinione pubblica tra favorevoli e contrari) Lello Bucci, Maurizio Tiberio, Michele D’Alessandro e Nicola Di Anna D’Anchise. Si tratta naturalmente di una proposta che i consiglieri fanno all’assise che può accettare o respingere. Anche nel caso in cui si esprima favorevolmente, quello del Consiglio è comunque un atto di indirizzo perché sarà la Giunta a decidere se assegnare allo stadio il nome del giocatore rossoblù scomparso prematuramente o se lasciare al campo sportivo il nome di Romagnoli.

Oggi si pronuncia il Consiglio comunale Vent’anni dalla morte di fra Immacolato CAMPOBASSO – Solenne celebrazione officiata dal vescovo Bregantini ieri pomeriggio nella Cattedrale di Campobasso per ricordare il ventesimo anno dalla morte di Fra Immacolato Brienza, salito al cielo il 13 aprile del 1989. La cerimonia è iniziata nella casa di Piazza Cuoco in cui il Servo di Dio rimase per anni sofferente.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Maltagliati di Acquaviva Collecroce 450 g di farina 00 (più quella necessaria per la spianatoia) 5 uova 375 g di zucchero semolato

250 g di mandorle sgusciate e tostate un limone non trattato 7 g di ammoniaca per dolci un pizzico di sale

In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi, unite a pioggia la farina continuando a battere. Quando la farina sarà ben incorporata, aggiungete le mandorle e la buccia grattugiata del limone. Amalgamate tutti gli ingredienti, quindi unite delicatamente, mescolando dal basso verso l’alto, gli albumi montati a neve ben ferma con un pizzico di sale. Con il composto ottenuto, formate dei filoni, disponeteli in una teglia rettangolare, unta ed infarinata, e fateli cuocere, per 30 minuti, in forno preriscaldato, a 200°. Trascorso il tempo necessario, toglieteli dal forno, disponeteli sulla spianatoia e tagliateli a fette dello spessore di circa 2 centimetri, ottenendo così i “Maltagliati”. Metteteli di nuovo nella teglia e infornateli per una decina di minuti, fino a quando saranno dorati e croccanti. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO Farmacia di turno CIPOLLA Piazza Cesare Battisti, 11 Tel. 0874.65391 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.414143

TERMOLI Farmacia di turno TRABOCCHI - Via Tevere, 17 - Tel. 0875.705030 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

A D N E AG

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI Partenza Arrivo Feriale 06:02 07:40 06:49 08:35 09:30 11:07 12:20 14:11 14:12 15:56 Festivo 15:44 17:27 Feriale 17:14 19:01 18:23 20:08 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo Feriale 05:46 07:39 06:49 08:23 12:13 13:56 13:22 15:00 14:40 16:25 16:13 17:59 17:14 18:55 20:40 22:30 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza Arrivo Feriale 05:50 08:53 08:28 11:40 14:15 17:16 Festivo 16:28 19:28 Feriale 16:30 19:25 17:00 (cambio) 21:39 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo Feriale 06:15 09:18 07:38 (cambio) 11:05 09:15 12:15 09:45 (cambio) 15:22 10:27 (cambio) 15:22 10:45 (cambio) 16:02 14:15 17:30 15:38 (cambio) 20:15 17:15 20:46 19:40 22:40

Ariete 21 mar - 20 apr

CAMPOBASSO-NAPOLI Partenza Arrivo Feriale 05:18 07:48 05:30 (cambio) 07:56 Festivo 05:50 (cambio) 09:26 Feriale 06:24 09:16 07:30 (cambio) 10:17 Festivo 08:28 (cambio) 12:18 Feriale 13:11 16:02 Festivo 14:15 (cambio) 19:01 Feriale 14:50 (cambio) 17:39 Festivo 16:28 (cambio) 19:54 Feriale 17:00 (cambio) 19:36 18:03 21:00 NAPOLI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo 05:51 (cambio) 08:35 06:48 (cambio) 09:54 08:24 (cambio) 11:05 08:30 (cambio) 12:15 Feriale 12:14 15:22 12:40 (cambio) 16:02 14:15 17:09 Feriale 15:06 (cambio) 17:30 Festivo 15:27 (cambio) 20:46 Feriale 17:30 20:28 18:25 (cambio) 21:14 Festivo 19:41 22:33 Feriale 19:43 22:20 Feriale Festivo

Toro 21 apr - 20 mag

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 AUTOLINEE CERELLA Tel. 0874.61171 CAMPOBASSO-NAPOLI: 4,45-5,156,10-6,50-7,55-8,45-12,50-13,3014,00-15,30 NAPOLI-CAMPOBASSO: 5,40-6,006,20-7,30-8,30-12,25-14,20-15,0016,00-18,00

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-6,30 (anche festivo)-6,45-7,00-7,45 8,00-8,10 (anche festivo)-9,20-10,10 (an- che festivo) -12,00-12,30-12,45 (festivo)-13,3014,00-14,10-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo)-17,45-19,00-20,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,30-6,50-7,00-7,40-8,10 (anche festivo)8,30 (festivo)-9,40 (anche festivo)-11,2012,15-12,40 (festivo) -13,30-13,45 -14,00 (festivo)-14,10-15,15 -15,55-16,20 (festivo)17,15-17,30 (anche festivo) -18,40 -20,0021,35 (festivo)-22,10-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata farete sicuramente dei lenti progressi e questo è importante per voi, perché anche se le vostre condizioni non sono ancora migliorate, riuscite ad intravvedere comunque una speranza per il futuro, ed ora sapete che potete farcela più che in altri momenti più complicati! Cercate di pazientare un po'. Toro - In questa giornata dovreste essere o mostrarvi più disponibili nei confronti delle persone che vi sono intorno, non tanto per dimostrare il vostro altruismo, ma più che altro per aiutare qualcuno che non se la passa altrettanto bene come voi! Non dovete cercare dei compromessi, ma semplicemente cercare di trovare in fondo al vostro cuore, la volontà di mettersi a disposizione. Gemelli - In questa giornata le vostre idee saranno molto apprezzate in qualsiasi campo, poiché avrete modo di mettervi a confronto con le altre persone che vi circondano e soprattutto con quelle che vi interessano e su cui vorreste fare colpo in un modo o nell'altro! La vostra intelligenza potrebbe non venire fuori così come vorreste ma questa è altra storia . Cancro - In questa giornata fareste meglio a concentrarvi sulla vostra sincerità! E' importante dare agli altri il sentore che le proprie parole corrispondano esattamente ai propri sentimenti e alle proprie sensazioni, quelle che effettivamente provate nel momento in cui vi accade qualcosa. Soltanto attraverso questo metodo, acquisterete la fiducia di coloro che non la ripongono più nel prossimo. Leone - In questa giornata potreste accusare un po' di stanchezza o un po' di tristezza che gli altri inevitabilmente scaricheranno su di voi, per rendervi partecipi delle loro emozioni, molto più di quanto vorreste! Evidentemente, in questo periodo, non avete piacere a condividere con gli altri e questo sarà uno dei grandi ostacoli di questa giornata e della vostra vita sociale. Vergine - In questa giornata sarà più complicato del solito per voi cercare di capire gli altri. Per qualche motivo sarete bloccati e qualsiasi argomentazione facciano vi sentirete un pochino confusi ed incerti sulle risposte da dare. Forse è uno smarrimento passeggero o forse non avete ancora chiarito i sentimenti che provate. La conversazione potrebbe aiutarvi a fare chiarezza. Bilancia - In questa giornata fareste bene a controllare meglio la vostra situazione economica, perché è probabile che non abbiate ben considerato alcune spese future che saranno abbastanza onerose per voi e che comporteranno alcuni sacrifici. Non è finito il periodo duro, ma comunque resisterete meglio che in tempi passati, perché sapete che prima o poi otterrete qualcosa di buono. Scorpione - In questa giornata potreste aver poco considerato l'effetto che la vostra personalità ha sulle altre persone, infatti non vi siete resi conto che qualcuno intorno a voi sta cercando di imitarvi, credendo che questa sia la strada migliore per farsi accettare da voi e soprattutto per essere come voi, ottenere i vostri successi! Sagittario - In questa giornata potreste realizzare uno dei vostri piccoli sogni e potreste anche farlo senza il minimo sforzo, divertendovi con gli altri. Mai come in questi giorni avete capito che i momenti che trascorrete con coloro che amate sono più importanti di un lavoro o dei soldi, ed è per questo che sarete più portati a prendervi più pause da dedicare agli affetti e al vostro divertimento. Capricorno - In questa giornata potreste fare una buona impressione alle persone che vi sono vicino in questo momento e questo potrebbe spingerle a comportarsi in modo differente con voi. Infatti, se ad esempio un genitore non vi lasciava uscire, potrebbe cambiare idea, proprio perché si renderà conto che di voi ci si può fidare. Insomma, avrete una opportunità. Acquario - In questa giornata potreste assumere un atteggiamento complicato da decifrare per le persone che vi circondano e che quindi vi chiederanno più volte conto del vostro modo di fare e di comportarvi. Questo potrebbe darvi sui nervi, ma prima capirete che è tutta una conseguenza dei vostri atteggiamenti e prima riuscirete a chiarire con tutti e a ritrovare l'armonia. Pesci - In questa giornata potreste capire che è giunto il momento di rilassarsi e di lasciare che per una volta siano gli altri a prendersi cura di voi! Otterrete maggiori vantaggi se lascerete che menti più giovani e scattanti si occupino al posto vostro di alcune mansioni pesanti per voi, sia fisicamente che mentalmente! Tra un paio di giorni potrete riprendere il normale ritmo, magari dopo il fine settimana.

7 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009


ISERNIA Rimossi alcuni cartelli con su scritto “non mandiamo i nostri figli in queste aule”

Riaprono le scuole,ma c’è preoccupazione ISERNIA - Oggi si ritorna a scuola in provincia. I genitori sono fortemente preoccupati della sicurezza delle scuole. Un problema che il terremoto dell’Aquila ha fatto tornare prepotentemente alla ribalta. Ieri mattina il personale scolastico in alcuni plessi hanno staccato dei cartelli in cui vi era scritto non mandiamo i nostri figli in queste scuole. Non si tratta di puro allarmismo ma, di una certezza. Il nostro territorio ricade nella zona rossa censita dalla protezione civile nazionale, tra quelle a maggior rischio sismico. Mentre d’altro canto pochissime scuole possiedono un certificato antisismico. Colpa della normativa, colpa delle strutture scolastiche costruite dagli anni 20 fino ai nostri giorni. Comunque nessun genitore condurrà i figli a scuola da domani con tranquillità. Cosa si chiede alle istituzioni. L’abbattimento dei plessi scolastici e la ricostruzione di nuovi stabili adatti a

Torna alla ribalta il problema sicurezza dopo le drammatiche vicende del sisma che ha colpito L’Aquila reggere terremoti di elevata magnitudo. E’ un diritto di tutti i cittadini pretendere la sicurezza dei propri figli. Il futuro sono loro. Abbiamo casi eclatanti nel Molise di impegno e protesta finalizzati con successo alla realizzazione di scuole antisismiche. L’associazione delle mamme

Presentato il simbolo di Sinistra e libertà ISERNIA – “La nascita del Partito democratico conteneva il tentativo di estromettere dal dibattito politico le voci di dissenso verso il neoliberismo e la globalizzazione senza regole, verso quel nuovo ordine economico mondiale foriero di grandi ricchezze per pochi ma anche di nuove povertà per tanti”. È quanto si legge in una nota del movimento politico Sinistra e libertà che proprio ieri ha presentato nel capoluogo pentro il proprio simbolo elettorale. E aggiunge: “In tale contesto nasce la nuova forza politica promossa da Movimento per la Sinistra di Niki Vendola, Sinistra democratica e Partito socialista, con l'obiettivo di mettere insieme tutte le forze critiche del nuovo ordine economico mondiale e costruire un nuovo e grande soggetto politico di sinistra che, all'esito di un vero confronto con il Partito Democratico, possa gettare le basi per un nuovo centrosinistra in grado di governare il Paese”. Il nuovo soggetto politico alle prossime elezioni provinciali di Isernia ha proposto e sostiene il candidato presidente Antonio Sorbo.

10 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009

Venafro, iniziativa per i terremotati ISERNIA - Il comitato spontaneo Live4abruzzo, in collaborazione con Comune e proloco di Venafro, sta organizzando una manifestazione per aiutare la popolazione dell'Abruzzo colpita dal terremoto. Per la buona riuscita della manifestazione, che si terrà il 25 aprile a Venafro, e per dare un ampio eco all'evento di solidarietà..

di Boian, insegnano, incatenate ai cancelli delle scuole per diverse settimane, dopo il terremoto di San Giuliano ottennero plessi scolastici antisismici. E giunto il momento di chiedere a gran forza e di ottenere la tranquillità, la stessa che i giapponesi hanno quando si verifica un terremoto, sono sicuri che i loro immobili non cadranno, perché sanno che la prevenzione è l’unica arma contro le forze della natura e lo Stato investe continuamente in nuove tecnologie antisismiche. In questi giorni di concitazione e di cordoglio per le vittime aquilane. Pochi hanno parlato di una scuola de ‘L’Aquila, letteralmente esplosa nel disastroso sisma del 6 aprile, l’unica fortuna è stata quella che la scossa distruttiva si è manifestata di notte, se si fosse verificata una scossa di tale magnitudo nell’orario diurno delle lezioni si sarebbero registrate solo in quella struttura 300 vittime. Kefa

“Disponibili ad accogliere le spoglie di Celestino V” ISERNIA – Nei giorni scorsi, dopo aver appreso dei danni subiti dalla Basilica di Collemaggio a causa del sisma che ha colpito l’Abruzzo, il sindaco Gabriele Melogli ha inviato una lettera a monsignor Salvatore Visco, vescovo di Isernia-Venafro, chiedendogli di far conoscere all’arcivescovo de L’Aquila la disponibilità ad accogliere nella nostra cattedrale il corpo di papa Celestino V. «Gli Isernini – scrive il primo cittadino –, oltre al profondo dolore provato per la perdita di due concittadini e per le altre vittime del terremoto in Abruzzo, sono preoccupati per il destino delle spoglie di Celestino V. L’apprensione dei fedeli sta crescendo a causa delle continue scosse di assestamento, che potrebbero provocare altri crolli e mettere ulteriormente a rischio i santi resti del Papa isernino.

Interpretando il pensiero di tanti devoti, auspico che le spoglie celestiniane possano essere temporaneamente collocate in un posto più sicuro e adeguato, in attesa che

Santa Maria di Collemaggio venga ri-strutturata. Ritengo che il luogo più adatto, quasi per deputazione sancita dalla storia, possa essere la Cattedrale di Isernia, città che otto secoli fa diede i natali a Pietro Angelerio. Le chiedo, pertanto, ove si concordi con questa aspirazione della Città che rappresento, di farsi tramite presso monsignor Giuseppe Molinari, Arcivescovo de L’Aquila, per porlo a conoscenza della nostra disponibilità ad accogliere, con altissimo amore e totale fede, le spoglie di Celestino V. Isernia saprà religiosamente conservarle per il tempo necessario. Poi le restituirà, con la gioia d’aver potuto adempiere ad un alto compito cristiano. Ciò consentirà di esaltare ancor più i rapporti di fratellanza che ci legano agli Aquilani, legami che il dolore causato dal sisma ha rinsaldato».

Sisma, gli studenti tornano in classe VENAFRO - Oggi le scuole di Venafro riapriranno regolarmente. Intanto, ieri su disposizioni del sindaco, sono state eseguite ulteriori verifiche dai tecnici per avere certezza assoluta sulle condizioni di sicurezza degli edifici scolastici, a seguito del sisma in Abruzzo.


ISERNIA La lite tra le donne è terminata nella stazione della valle del Volturno

Rissa in treno, due le denunce VENAFRO – E’ terminata nella stazione della valle del Volturno la lite tra due donne per un posto in treno. Teatro della rissa è stato il treno che ieri mattina collegava Campobasso a Roma. Quando il convoglio è partito dal capoluogo di regione era già molto affollato. La situazione però è precipitata una volta giunti ad Isernia. Nei vagoni l’aria era diventata asfittica. Tutti cercano un posto a sedere per viaggiare in maniera umana. Ma per qualcuno diventa una vera e propria impresa. Soprattutto per una studentessa ed un’anziana donna. Quest’ultima, proveniente dal capoluogo di regione, si era alzata un attimo lasciando la seggiola vuota. La ragazza ne ha subito approfittato per accomodarsi. Una volta tornata indietro la prima ha preteso che la più piccola si alzasse per ricederle il posto. Ma la giovane si è rifiutata sostenendo la massima: “Chi va a Roma perde la poltrona”. Ma l’anziana si è infuriata ancora di più pretendendo

Una studentessa e un’anziana si azzuffano per il posto a sedere Intervengono i carabinieri la poltroncina in virtù della sua età. Davanti ad un nuovo diniego dell’universitaria la donna ha cominciato ad ingiuriarla e poi a prenderla a schiaffi. La lite è terminata alla stazione di Venafro con l’ingresso sul convoglio di una pattuglia dei carabinieri. Entrambe le donne hanno subito ferite superficiali ed una denuncia per aggressione e rissa. Solo con un treno successivo hanno potuto raggiungere la Capitale. Marina Rimini

“Tossicodipendenze: interroghiamoci” Alla Camera di commercio dibattito sulla prevenzione Terremoto, la solidarietà di Alleanza di centro ISERNIA - Il coordinamento provinciale di Alleanza di centro giovani per la Libertà si stringono al dolore del vicino popolo abruzzese colpito nei giorni scorsi dal tragico sisma che ha provocato numerose vittime. “Un pensiero speciale – si legge in una nota – è dedicato alle famiglie e agli amici dei giovani studenti molisani che hanno pagato il prezzo più alto perdendo i propri cari. Un apprezzamento particolare al lavoro dei Vigili del fuoco, Volontari della Protezione civile, Forze Armate e Forze di polizia svolto con professionalità e spirito di sacrificio, trasmettendo un messaggio positivo per i giovani che li vedono come modelli da seguire e da imitare”.

ISERNIA - Il Sert locale, insieme con il Comitato famiglie dei tossicodipendenti e l’associazione “Pianeta Giovani”, e in collaborazione con la presidenza del Consiglio regionale del Molise, organizza per sabato prossimo un incontro-dibattito sul tema di grande attualità delle tossicodipendenze in Molise. “Tossicodipendenze: interroghiamoci”, questo il titolo dell’incontro che si svolgerà alle 16 presso la Camera di commercio in corso Risorgimento. Sottotitolo: “Costruire un rapporto sinergico tra cittadino e amministratori per una più efficace azione di prevenzione”. L’intento degli organizzatori è infatti, non solo quello di sottolineare quanto si sta facendo sul piano della prevenzione, ma anche quello di porre le basi per un rapporto costruttivo e stabile tra gli amministratori locali e i familiari dei giovani che cadono nel buio vortice della droga. Allo scopo, su

Sorbo:“L’emergenza ha creato unità” VENAFRO – “La tragedia che ha devastato l’Abruzzo ha scosso le coscienze ed ha indotto tutti a mettere in atto tante iniziative per aiutare le popolazioni colpite dal sisma. Finora il Comune ha dato dimostrazione di unità, con maggioranza e opposizione che hanno condiviso la gestione dell’emergenza”. Così il capogruppo della minoranza Sorbo.

indicazione del presidente del Consiglio regionale del Molise, Mario Pietracupa, sono stati invitati i sindaci della provincia di Isernia e il Comitato famiglie. Tra le autorità invitate il prefetto di Isernia, Raffaele D’Agostino, il presidente della Giunta regionale, Michele Iorio, l’assessore alle Politiche sociali Angela Fusco Perrella, il direttore generale dell’Asrem Sergio Florio e il direttore generale dell’Assessorato alle Politiche per la Salute Roberto Fagnano. Interverranno per il Consiglio regionale il vice presidente Pardo Antonio D’Alete, il presidente della IV Commissione Salvatore Muccilli e il consigliere segretario Toni Incollingo. Le relazioni tecniche saranno curate dal direttore del Sert Isernia-Venafro, Salvatore Fucile, e dal Responsabile dell’Area Prevenzione del Sert Isernia-Venafro, Palmerino Capaldi.

Poggio sannita, riaprono gli istituti POGGIO SANNITA - Oggi la scuola dell'infanzia e la scuola elementare riapriranno regolarmente dopo le vacanze pasquali. I sopralluoghi effettuati da parte del sindaco, dal responsabile dell'ufficio tecnico e da quelli esterni incaricati dall'Ente (alla presenza di genitori, insegnanti e altri amministratori) hanno dato esito negativo.

Museo popolare, al via le adesioni ISERNIA – Il Comune vuole allestire un museo della cultura popolare, incentrato principalmente sulla documentazione dei costumi tradizionali che un tempo erano in uso nelle località della nostra provincia. A tal fine, il sindaco Melogli ha interessato i colleghi degli altri Comuni per ottenere una loro adesione all’iniziativa e il conseguente affidamento di abiti popolari d’epoca che possano rappresentare, all’interno della struttura museale, i singoli paesi del comprensorio provinciale. Il materiale sarà valorizzato attraverso l’accurata esposizione arricchita da dettagliate schede descrittive dei costumi, con la spiegazione delle caratteristiche estetiche, funzionali e di manifattura, e con l’indicazione d’ogni altro particolare d’interesse demo-etno-antropologico. Il museo isernino ambisce a diventare luogo d’interesse culturale e turistico.

Bacino Garigliano, non invitato il Comune VENAFRO – Il Comune, in merito alla riunione indetta dall’Autorità di Bacino Liri-Garigliano di cui riferiscono alcuni organi di informazione, tiene a precisare di non aver ricevuto alcun invito o convocazione. Pertanto, non avendo nessuna contezza di tale riunione, non vi prenderà parte. In caso contrario, sarebbe ben lieta di partecipare, soprattutto per affrontare in quella sede la questione “captazione del San Bartolomeo” e quantificare l’importo che dovrà essere riconosciuto al Comune per il dissesto idrogeologico consequenziale l’approvvigionamento idrico alla Campania.

11 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009


TERMOLI Durante il fine settimana solo 300 persone si sono imbarcate per le isole Tremiti

Nel ponte pasquale pochi i vacanzieri Ieri a Termoli le festività sono proseguite con il pellegrinaggio al santuario della Madonna della Vittoria

BASSO MOLISE – Sarà stata colpa della crisi economica o del dramma che ha colpito la provincia dell'Aquila per il terremoto e rispettare il dolore che ha colpito quelle popolazioni, si registrato un drastico calo delle partenze per il ponte di Pasqua. Ad alimentare la voglia di non partire per l fuori porta anche le condizioni meteo incerte Lungo la costa, a parte qualche ristorante pieno per le prenotazioni, si é vista poca gente. All'imbarco per le Isole Tremiti tra sabato, Pasqua e lunedì in Albis si sono presentate poco meno di 300 vacanzieri, un trend negativo rispetto allo scorso anno. Dunque pochi gli affari per l'economia locale ma non é andata meglio anche per le partenze verso altre regioni e

Il Pd per i terremotati dell'Abruzzo

città d’arte. Ora si attendono i prossimi ponti del 25 aprile e del 1 maggio e le prenotazioni per l'estate. Per quest'ultima la prospettiva non pare essere negativa vista la buona quantità di richieste d’informazione che tutte le agenzie della costa e della provincia di Campobasso stanno ricevendo. E ieri a Termoli la festa é continuata per la festività della Madonna della Vittoria. Grazie alle condizioni meteo favorevoli, sin dalle prime ore dl

mattino giovani e persone adulte hanno raggiunto con qualsiasi mezzo il santuario che dista alcuni chilometri dalla città. Oltre alle variopinte bancarelle ci sono stati anche momenti d preghiera e le sante Messe alle 9,30, 11, 16 e 18. Alle 15,30 il raduno dei giovani nel piazzale della Cattedrale e poi il pellegrinaggio verso il Santuario dove, in chiusura, si è tenuta la celebrazione eucaristica animata dai giovani.

BASSO MOLISE – Il Partito democratico si mobilita a favore della popolazione dell'Abruzzo colpita dal terremoto. Pertanto auspica che tutti gli amministratori del Pd del Basso Molise accolgano l'invito a dare una mano devolvendo la quota delle retribuzioni istituzionali di un mese all'Abruzzo. Il Partito democratico si sta impegnando a collaborare attivamente per dimostrare vera vicinanza e sostegno concreto agli amici dell'Abruzzo colpiti dal sisma. A tal proposito tutti gli iscritti, militanti e aderenti del PD e quanti lo riterranno opportuno potranno: per la raccolta delle adesioni volontari per l'emergenza Abruzzo contattare il numero 848-888800 messo a disposizione dal Pd; Per sostenere gli interventi in corso (causale "Terremoto Abruzzo") si possono inviare offerte a Caritas italiana tramite il conto corrente postale 347013 o tramite Unicredit Banca Roma (Iban IT38 K03002 05206 000401120727). Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui: Intesa Sanpaolo (filiale di via Aurelia 796, Roma - Iban: IT19 W030 6905 0921 0000 0000 012), Allianz Bank (filiale di via San Claudio 82, Roma - Iban: IT26 F035 8903 2003 0157 0306 097), Banca Popolare Etica (filiale di via Parigi 17, Roma - Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113) e CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana (06 66177001). Per maggiori informazioni è' attivo uno speciale nella home-page del sito partito democratico.

Commissione pesca Pe su regole conservazione stock Il Parlamento europeo dovrebbe approvare, venerdì 24 aprile a Strasburgo, un compromesso sulla proposta intesa a conservare le risorse alieutiche con misure tecniche. La commissione della pesca del PE ha adottato quasi all'unanimità la relazione di Cornelis Visser (PPE, olandese) che modifica a molti riguardi la proposta iniziale, in particolare sulla norma controversa della rete unica e dimensione minima di sbarco. La proposta prevede che le risorse acquatiche vive che non hanno la dimensione necessaria non siano detenute a bordo né trasbordate, scaricate, trasportate, conservate, vendute, esposte o

12 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009

Convegno su crisi e rilancio impresa TERMOLI - Alle 11 presso gli uffici della Compagnia delle Opere in Via del Molinello a Termoli, sarà presentato il convegno: “Affrontare la crisi, rilanciare l’impresa”. Il convegno, che servirà per affrontare le sfide attuali dell’economia con illustri relatori, si svolgerà venerdì 17 aprile ed é promosso dalla Compagnia delle Opere Abruzzo e Molise. Alla conferenza stampa interverranno: Antonio Dionisio, direttore generale Cdo Abruzzo Molise; Rino Muccino, vicepresidente Cdo Abruzzo Molise; Luigi Brasiello, presidente Centro Estero Molise.

messe alla vendita, ma respinte immediatamente al mare. In deroga a ciò, le sardine, acciughe, suri o sgombri non aventi la dimensione richiesta e catturati per essere utilizzati come esche vive possono essere tenuti a bordo, a condizione che siano detenuti vivi. Un emendamento della commissione parlamentare aggiunge un'altra deroga: nel caso dei piccoli pelagici (sardina, acciuga, aringa, suro e sgombro), “rimane possibile che il 10% delle catture sia costituito da individui di dimensione inferiore al minimo definito„. Giustificazione: queste specie sono in generale catturate in grandi quantità ed è normale

che si trovano mescolati individui adulti ed anche quelli di piccola dimensione. La commissione dell'agricoltura respinge le disposizioni che riguardano la norma della rete unica e su proposta della Commissione, il Consiglio regola i casi nei quali le navi possono trasportare a bordo una combinazione di reti che appartengono a più di una categoria di dimensione delle maglie nel corso della campagna di pesca. Questi criteri tengono conto in particolare della distanza tra il porto d'immatricolazione della nave interessata e la zona di pesca e dell'importanza economica delle specie secondarie rispetto alle specie considerate.

Disservizi per la raccolta differenziata TERMOLI – Ennesimi disservizi per il mancato ritiro dei rifiuti differenziati. Questa volta le lamentele giungono da Via Tremiti dove, accanto ai bidoni della differenziata si sta creando una vera discarica a cielo aperto. I residenti lamentano, e denunciano, che é da sabato che la spazzatura non viene ritirata, i bidono sono colmi e l'utente é costretto a gettare i sacchetti a terra. Sacchetti che ormai sono preda di cani e gatti.


TERMOLI La data dell’udienza preliminare è stata fissata ieri mattina in Tribunale a Larino

Black Hole, il 15 luglio davanti al giudice Le posizioni dei 112 imputati verranno discusse nella sala conferenze dell’Hotel Campitelli 2

LARINO – Una data che in molti aspettavano da tempo. E’ di ieri mattina la notizia che l’udienza preliminare per l’inchiesta Black Hole si svolgerà il 15 luglio. Ma Patrizia De Palma, Remo Di Giandomenico, Mario Verrecchia e i militari coinvolti nel filone sulle spie in procura non verranno giudicati in Tribunale. La decisione del giudice Roberto Veneziano è stata adottata per una ragione di spazio. Infatti le richieste di rinvio a giudi-

zio del pm Nicola Magrone che dovranno essere analizzate ammontano a ben 110. Tutto questo significherebbe la teorica presenza in aula di più di trecento persone. Questo se si somma il numero degli imputati con quello dei legali che li rappresenteranno. In molti casi sono due. Di qui la decisione del gup di trovare un’aula alternativa per celebrare l’udienza preliminare. La scelta è analoga a quella sul processo di primo grado sul crollo della scuola Jovine di San Giuliano di Puglia. Tutti verranno quindi giudicati nella sala conferenze dell’Hotel Campitelli 2. Il procuratore Magrone quindi dovrà di nuovo fronteggiare i suoi rivali in una sala di ristorante. Accade perché in Tribunale a Larino non è stata ancora costruita un’aula capace di fronteggiare questo tipo di processo. Nonostante le attività della procura frentana lievitano di giorno in giorno. L’udienza preliminare, con molta probabilità, potrebbe non terminare in una sola giornata. Troppo diverse le posizioni da esaminare. Si parte dalla

Il Pd risponde alle critiche sulla nomina di Del Torto al Cosib SAN MARTINO IN PENSILIS – Non termina la querelle sulla nomina di Antonio Del Torto a presidente del Cosib di Termoli. A difesa dell'operato del sindaco di San Martino, che ha votato a favore, dice la sua il segretario della locale sezione del Pd Maddalena Iannitti, che risponde ad alcune critiche avanzate dall’assessore provinciale Norante. “Al solo fine di fare definitiva chiarezza, evidenziamo come l’intero circolo del Pd cittadino, nel riconoscersi nella posizione politica assunta dal sindaco Vittorio Facciolla, qualifica quali soggettive, utilitaristiche e sfornite di qualsivoglia valenza politica le dichiarazioni dell’Assessore Norante. Nel rinnovare la disponibilità ad aprire una seria discussione all’interno del centro sinistra, si in-

vita, per il futuro, il Presidente della Provincia D’Ascanio, ad assumere iniziative politiche che non espongano gli assessori provinciali a condotte manifestamente antitetiche alla collegiali determinazioni assunte dai circoli di circoscrizione”.

Festival canoro per bambini “il castello d'argento” TERMOLI - Continuano le iscrizioni per le selezioni della terza edizione del festival canoro per bambini “Il Castello d’Argento”. Le selezioni si effettueranno il mese di Maggio presso la sede dell’agenzia Festa Fun Animation, di Termoli. Le iscrizioni dovranno pervenire entro il 30 Aprile e i moduli si possono compilare presso la sede dell’Organizzazione in Via Sangro 9 o scaricarla dal sito internet www.festafun.it.

Omicidio Di Paolo Amanti ad un bivio

storia degli aborti clandestini che coinvolge l’ex primario del reparto di ginecologia dell’ospedale di Termoli. Si arriva fino alla storia delle spie in procura a Larino che coinvolse l’ex comandante provinciale dei carabinieri Maurizio Coppola.

Due inchieste unificate nelle quali non saranno da escludere rinvii a giudizio veri e propri, richieste di rito abbreviato, patteggiamenti, stralci di posizioni ed anche archiviazioni. Viviana Pizzi

Italia civile esprime cordoglio alle famiglie terremotate TERMOLI - Il presidente dell’Associazione “Italia Civile”, Francesco Fiardi, a nome di tutti gli iscritti, è vicino al dolore dei familiari delle vittime del terremoto di lunedì 6 aprile ed esprime la più sincera solidarietà ai cittadini del vicino Abruzzo per una tragedia così sconcertante. “Anche nel terzo millennio – scrive Fiardi - l’ uomo è vittima delle catastrofi naturali. Tutto ciò può sembrare oltre che doloroso, paradossale se si pensa che la civiltà dell’uomo con il passare del tempo dovrebbe progredire e render certi i fondamentali fattori di tutela della salute pubblica e di sicurezza delle condizioni abitative. Non è certo il giorno delle polemiche ma della speranza di poter trovare in vita altre persone. Un giorno si dovrà recuperare la certezza di poter vivere in case costruite con tutti criteri previsti dal vigente ordinamento”.

LARINO - Rinvio a giudizio o archiviazione del caso. Sono queste le due soluzioni possibile per Anna Vincelli e Domenico Ciarlitto accusati dell’omicidio di Nicola di Paolo. Le accuse sono di sequestro di persona ed occultamento di cadavere. Lo scopo dell’omicidio sarebbe di natura passionale. I due amanti volevano vivere insieme e Nicola, già accusato di maltrattamenti in famiglia, sarebbe stato un ostacolo. Il quarantaquattrenne di Larino era scomparso di casa la sera del 20 luglio 2007. Intorno alle 22,45, dopo aver ricevuto una telefonata da una cabina telefonica accanto al Tribunale, l'uomo è uscito di casa. Da quel momento, nonostante i diversi appelli dei genitori, di lui non si è saputo più nulla. A decidere le sorti degli imputati sarà il giudice Aldo Aceto. Il rinvio a giudizio verrà chiesto dal pm Luca Venturi. I genitori si costituiranno parte civile tramite il legale Gaetano Caterina. L’avvocato non chiederà soldi ma solo giustizia. Vp

Raccolta fondi terremoto Attenti alle truffe I mezzi d'informazione stanno rilanciando il numero telefonico 48580 attivato dalla Protezione Civile per la raccolta di fondi da destinare alle popolazioni terremotate. Gli italiani, come sempre accaduto in queste occasioni, si stanno dimostrando generosi e solidali. Ogni sms inviato attraverso le compagnie Tim-Telecom Italia, Vodafone, Wind e 3 Italia, ha il valore di 1 euro che sarà interamente devoluto alla Protezione Civile per il soccorso e l'assistenza. Attenzione però a digitare correttamente il numero. Infatti il piano di nume-

Statua di San Pio in Iraq BAGHDAD - E’ giunta in Iraq una statua di San Pio da Pietrelcina, donata dall’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, monsignor Domenico D’ambrosio, e dal Superiore del convento dei frati cappuccini, Carlo Maria Laborde. La statua di San Pio era partita due anni fa dall’Italia alla volta di Amman, capitale della Giordania, prima tappa del viaggio verso Baghdad. La statua é stata presa in consegna da monsignor Shleimun Warduni, vescovo cattolico iracheno e patriarca vicario caldeo.

razione nazionale permette di usare numeri molto simili sia per operazioni benefiche, che per attivare servizi meno nobili e spesso truffaldini. Si tratta dei 48xxx. Sbagliando una sola cifra si rischia di trovarsi abbonati ad una chat erotica o di acquistare suonerie per cellulari. L'Agcom, nonostante la cosa sia stata denunciata da numerose associazioni consumatori, continua a tollerare questa situazione. Diffidate inoltre dai tanti siti Internet che annunciano raccolte fondi. Sono molti coloro che si stanno improvvisando enti benefici.

13 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009


S P O RT CALCIO SERIE D

Una dura settimana di lavoro si è aperta ieri in vista dei match di domenica

Le molisane preparano il rush finale CAMPOBASSO - La settimana di lavoro che si è aperta ieri pomeriggio precede il match di domenica prossima col Casoli, è fondamentale per il Campobasso in chiave playoff. La sosta pasquale è servita a Sauro Trillini per cercare di recuperare i numerosi indisponibili e per mettere nelle gambe benzina utile per il rush finale di stagione. Rientrati nei ranghi D’Ippolito e Fazio, il tecnico anconetano spera che il mediano campobassano non risenta delle fatiche di Viareggio in modo da poterlo utilizzare a pieno regime. C’è poi la condizione di un altro ’90 a turbare i sonni di Trillini: si tratta di Sarno, attanagliato dalla pubalgia, che in settimana s’è allenato a corrente alternata avvicendando momenti di brillantezza a periodi di riposo per il riacutizzarsi della patologia. Todino e De Crescenzo, indisponibili nel corso dell’ultima settimana, hanno ormai superato i rispettivi infortuni ma dovranno lavorare per equiparare la condizione dei compagni. Chiudono la lunga lista dei ‘convalescenti’, Perna e Renzi, il primo influenzato, il secondo alle prese con una leggera contrattura: avranno tempo e modo per recuperare essendo entrambi squalificati. TRIVENTO. Una vittoria

contro il Grottammare, domenica, potrebbe dare all’Atletico Trivento la salvezza virtuale. Una volta raggiunta la permanenza in D, il Trivento potrà cercare di raggiungere la migliore posizione nella classifica finale. Smaltite colombe ed uova di cioccolata il Trivento è tornato al lavoro. La truppa gialloblu svolgerà due-tre giorni di scarico, giusto per smaltire il surplus di lavoro della scorsa settimana e ricaricare le pile. Poi allenamenti specifici per farsi trovare pronti in vista della trasferta di Grottammare. C’è da risolvere alla svelta il rebus attacco. L’allenatore ha già qualcosa in mente per ovviare alla totale emergenza che attanaglia il reperto offensivo. Il Trivento dovrà infatti fare a meno in un colpo solo di: Guglielmi e Monaco di Monaco (squalificati), Bernardi e Palombizio infortunati. Se vai a scartabellare la lista alla voce attaccanti restano abili e arruolabili Lazzarini e Aquino. Il peso specifico dell’attacco ha naturalmente visto calare i suoi giri. Ma tant’è, il Trivento dovrà fare di necessità virtù al punto che si susseguono gli attestati di stima nei confronti dei due attaccanti che Carannante utilizzerà per cercare di scardinare la difesa del Grottammare. Chissà, magari

più una strategia per stimolare le due punte che altro… Proprio Aquino potrebbe essere la carta che l’allenatore gialloblu tiene in mente per la trasferta di domenica. In sostanza, la formula tattica potrebbe prevedere il rilancio di Aquino al centro del tridente, Lazzarini dirottato sull’esterno, più un terzo elemento ancora de scegliere. AGNONE. E’ Iniziata nel pomeriggio di ieri una settimana di duro lavoro per l’Olympia Agnonese, chiamata a riscattare le due sconfitte consecutive che hanno rallentato la corsa al traguardo play off. L’incontro di domenica al Civitelle contro la Recanatese è l’occasione giusta per tornare al successo e

per dimenticare le scialbe prestazioni con Casoli e Centobuchi. “La squadra merita i play off”, sprona i suoi il tecnico Massimo Agovino che domenica non sarà in panchina perché squalificato. Al suo posto il preparatore dei portieri Enzo Nunziata. Ma più che la sua squalifica, a preoccupare lo stesso allenatore, la dirigenza e più in generale tutto l’ambiente è la squalifica di Roberto Aquaro che ha rimediato due giornate di stop. Due le alternative: l’impiego di Ruggieri, un difensore che all’occorrenza sa fare il centravanti, in gol con una doppietta nell’amichevole della scorsa settimana con la Capriatese, già utilizzato in quella posizione da Agovino nel

corso della stagione oppure l’utilizzo di Antenucci, under classe 1989, attaccante di mestiere, utilizzato da Agovino come punta esterna ma da sempre punta centrale. Antenucci contro il Vastogirardi ha timbrato il cartellino muovendosi bene. L’under scalpita, vuole giocare, vuole una chance per dimostrare il suo valore. Agovino deciderà nei prossimi giorni. Difficile azzardare pronostici. VENAFRO. Dopo quattro giorni di assoluto riposo, necessari per smaltire le scorie di un campionato stressante e deludente, il Venafro si ritrova al Del Prete per preparare il prossimo impegno, la dura trasferta di domenica prossima sul campo del Sant’Antonio Abate, in casa di una diretta concorrente che ultimamente ha cambiato marcia, avvicinandosi sensibilmente alla quota salvezza. Buccilli verificherà le condizioni generali del gruppo. Verificherà, soprattutto, lo stato di salute del difensore centrale Federico Cavola, reduce da un affaticamento muscolare e da un conseguente periodo di riposo. L’allenatore laziale deve, inoltre, risolvere il problema conseguente la squalifica del centrocampista argentino Caruso, appiedato per un turno dal giudice sportivo.

CALCIO

ECCELLENZA

Esclusione 5 per mille: Lnd verso lo sciopero

Riprendono gli allenamenti

CAMPOBASSO - Nessuna novità sul "fronte 5 per mille": il caso sollevato nei giorni scorsi dalla Lega Nazionale Dilettanti della Figc resta per ora senza risposte da parte del Governo e, al momento, le associazioni sportive dilettantistiche sono state fatte fuori dal decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze nella parte che determina i soggetti che potranno richiedere l'accesso ai fondi del 5 per mille per l'anno 2009. Dopo aver protestato ufficialmente ieri attraverso una lettera aperta inviata al Ministro dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti e trasmessa a tutti gli organi di informazione, il presidente della Lega Nazionale Dilettanti della Figc Carlo Tavecchio (nella foto) ha convocato un Consiglio Direttivo straordinario a Roma per giovedì 16 aprile alle ore 13. L’ordine del giorno è interamente riservato alla valutazione del caso 5 per mille, con la possibilità, in mancanza di una decisione tempestiva da parte del Ministro, di indire uno sciopero generale per tutto il calcio di base, dalla Serie D ai campionati giovanili in tutti i Comitati Regionali e nelle Delegazioni Provinciali. "Una decisione estrema - ha commentato Tavecchio - che la LND è costretta a prendere seriamente in considerazione a causa dell’ennesima discriminazione nei confronti di soggetti che organizzano e svolgono l’attività agonistica di gran

14 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009

parte degli italiani attraverso l’opera di volontariato dei propri tesserati e che impegnano il proprio tempo libero a favore dei giovani e dello sport, con un’importante ricaduta sociale sul territorio in cui operano". La speranza che questo ultimo appello venga accolto, la LND si riserva, nelle prossime 48 ore, di adottare un provvedimento storico, mai prima d'ora attuato in Italia: fermare 1.500.000 calciatori dagli 5 anni in su, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia di fronte ad un provvedimento che toglie risorse proprie allo sport dilettantistico. La Lega Nazionale Dilettanti rappresenta quindicimila Associazioni affiliate alla Federazione Italiana Giuoco Calcio e riconosciute dal CONI, un milione e cinquecentomila affiliati, trentunomila arbitri, ventitremila allenatori, duecentocinquantamila dirigenti, un sistema globale che disputa ben settecentomila partite di calcio l’anno. E’diventata, dopo l’entrata in vigore dell’art. 90 della finanziaria 2003, un contribuente di rilievo. A questi numeri vanno aggiunti anche quelli delle settantamila Associazioni Dilettantistiche che fanno capo alle altre quaranta Federazioni Sportive e che determinano, tutte insieme, la base dell’intero movimento sportivo italiano. Le quali, non è escluso, potrebbero seguire la componente calcistica in questa protesta estrema sul 5 per mille.

TERMOLI - L’Us Termoli torna al lavoro dopo la lunga pausa pasquale. C’è ancora da guadagnare la massima sicurezza per disputare i play off post season. Due partite al termine del campionato e domenica prossima allo stadio Gino Cannarsa arriva il Boiano vincitore già da due domeniche del torneo di Eccellenza molisana. Quest’anno non c’è stata proprio storia, i matesini hanno ucciso il torneo dall’inizio alla fine. Nessuna attenuante tra le inseguitrici tra le quali proprio il Termoli. E’ pur vero che a settembre non ci sono stati proclami da parte della società, l’unico obiettivo dichiarato era quello dei play off e adesso, Anzivino permettendo, si cercherà proprio di raggiungere quel risultato affidandosi principalmente alla sorte e alla fortuna. Tre allenatori. Prima Bartolomeo Antonacci poi Francesco Di Bernardo e infine Donato Anzivino. Poco più di 20 giorni fa le dimissioni di Di Bernardo dopo la sconfitta per 3-1 in trasferta a Petacciato. E’ un Termoli difficile da decifrare, l’obiettivo centrato è stata la coppa Italia regionale che non era mai apparsa nella bacheca dei trofei della società adriatica. E’ possibile anche tracciare un piccolo bilancio con Anzivino in panchina. Due partite in campionato con due pareggi. I più attenti dicono che il tecnico è già riuscito a dare nuova linfa e nuovo brio ai calciatori anche se at-

tualmente il reparto difensivo appare più che decimato. Fuori prima di tutto il centrale Lapiccirella, motivi ancora oscuri che nulla hanno a che fare con l’arrivo del nuovo tecnico ma affonderebbero le radici in alcuni rapporti e dichiarazioni proprio con la società. In difesa non ci sono più neanche Mascilongo e Gallo. Anzivino ha dunque gli uomini contati anche in questo reparto ma forse per un allenatore che arriva all’ultimo minuto è meglio così. Prima il Bojano e poi in trasferta a Vastogirardi. Un cammino altalenante nel torneo. Da oggi pomeriggio al Cannarsa si inizia però a lavorare in ottica Bojano, nel girone di andata fu la prima di Di Bernardo sulla panchina giallorossa. Finì 4-3 per i matesini ma il Termoli a sprazzi fece vedere un buon gioco. Ma poi le lancette dell’orologio si sono nuovamente inceppate. Sei punti a disposizione, il Termoli ne dovrebbe far propri almeno 4 per essere tranquillo fino in fondo. Le gare in programma domenica: Termoli-Bojano, Capriatese Colletorto, Turris Santa Croce-Frentana Larino, Miletto-Guglionesi, Isernia-Monti Dauni, Montenero-Sesto Campano, Petacciato-SGM Basso Molise, Cb 1919-Vastogirardi. Intanto si torna in campo oggi nel massimo torneo molisano per due recuperi: Guglionesi – Turris e Petacciato – Calcio Montenero. Fischio d’inizio alle ore 16.00.

Napoli: Hamsik "Nessuna ragione per andar via"

Bologna: via Mihajlovic ecco Papadopulo

Nonostante l'interesse dei grandi club per Hamsik "Non c'è ragione perché vada via da Napoli", assicura il suo agente. Fulvio Marrucco, il professionista che cura gli interessi del 21enne centrocampista slovacco, ha spiegato anche perché può dichiarare con fermezza che il suo assistito rimarrà in riva al Golfo senza cedere alle sirene di altri club.

Sinisa Mihajlovic (nella foto) non è più l'allenatore del Bologna. Il tecnico serbo è stato esonerato, al suo posto Giuseppe Papadopulo. La decisione, che era nell'aria fin dalle prime ore del mattino, è stata ufficializzata dalla società felsinea con un breve comunicato.


S P O RT VOLLEY A2

Un avversario ostico e di esperienza che ha battuto i pentri due volte in campionato

Fenice, a Gioia per vincere ISERNIA - Senza sosta. E’ stato questo il liet motiv dell’intero 64° campionato di pallavolo maschile Serie A2 TIM che si è chiuso sabato 11 aprile e che ha visto trionfare la Esse-Ti Carilo Loreto. Per conoscere chi accompagnerà i marchigiani nella massima serie bisogna attendere l’esito della lotteria dei play off che, senza sosta, prenderanno il via già domani con fischio di inizio alle 20.30. Gara 2, invece, andrà di scena domenica 19 alle ore 18.00, mentre l’eventuale “bella” è fissata Ad oggi, sempre alle ore 20.30. La classifica ha detto che la Codyeco Santa Croce – seconda a pari punti con Loreto, ma penalizzata da una vittoria in meno – dovrà vedersela con la M. Roma Volley; l’Andreoli Latina ospiterà la Samgas Crema, mentre la Canadiens Mantova andrà a far visita alla Bassano Volley. La Olio Pignatelli Isernia, sesta al termine della stagione regolare e alla sua seconda esperienza ai quarti di finale dei play off promozione, invece, sarà impegnata sul campo della Nava Gioia del Colle, formazione che ha battuto i molisani sia nel girone di andata, con un netto 3-0 che costò la panchina a coach Gia-

cobbe, sia nel girone di ritorno, quando Valera e compagni portarono i biancorossi pugliesi al tie break. Un avversario ostico e di esperienza che ha nell’estroso regista De Giorgi e nella bocca di fuoco Dias i suoi punti di forza e tra le cui fila milita anche l’ex biancoazzurro Michele Gatto. Di certo, però, la Olio Pignatelli non andrà in Puglia a far da semplice comparsa, da domani inizia un nuovo campionato e i pentri hanno tutta la voglia di recitare un ruolo da protagonista. “Loro dovranno dimostrare sul campo di essere più forti di noi – argomenta Marco Fenoglio – e noi non possiamo accontentarci di fare solo bella figura: vogliamo vincere!”. E’ con questo spirito battagliero, che è quello che ha accompagnato la Olio Pignatelli Isernia per gran parte della stagione - in cui, con due gare in meno rispetto alle precedenti – è riuscita ad eguagliare il record di 48 punti frutto di 17 vittorie, che i pentri si avviano verso la Puglia. Ad accoglierli un ambiente caldo e galvanizzato che, dopo due stagioni di digiuno, vuole ritornare immediatamente in A1. Era questo l’obiettivo dichiarato, sin da inizio torneo,

dal presidente Antresini e dal suo entourage; i risultati in campionato, conditi con la finale di TIM Cup A2, dove ha avuto la meglio l’Andreoli Latina, hanno confermato la bontà del progetto. Tuttavia, la squadra di Fenoglio ha le carte in regola per fermare il disegno pugliese e per dipingere di biancoazzurro il quadro dei quarti di finale dei play off promozione.

TENNISTAVOLO

Alla Coppa delle Regioni Molise solo quinto

La Nuova Pallavolo continua a vincere

CAMPOBASSO - Le festività appena trascorse sono state accolte da diversi successi delle compagini giovanili della Nuova Pallavolo Campobasso che in ambito femminile hanno vinto gare molto importanti. Primo tra tutti è sicuramente il successo dell'under 14 ai danni del Riccia, squadra molto temuta dalle ragazze campobassane data la loro ottima padronanza del campo che a

questo livello fa molto. La gara di andata aveva visto vincere la Nuova Pallavolo con non poche difficoltà ma ciò accadeva all'inizio del campionato, nella seconda fase infatti il Riccia ha avuto una rapida ascesa riuscendo anche a conquistare punti con l'altra forza del girone, cioè il Volley Termoli, sintomo di gran miglioramento da parte delle ragazze; la Nuova Pallavolo veniva invece da un paio di settimana un tantino "NO" dato che i vari impegni pallavolistici e non avevano tenuto le ragazze lontane della palestra per un po’ di tempo...si temeva infatti un calo di affiatamento e di lucidità dato che in questo campionato l'equilibrio è sempre sul filo del rasoio! La tensione era tanta ma fortunatamente dopo il fischio di inizio si sono rotti gli indugi e le ragazze hanno giocato come sanno riuscendo a mettere da parte un punto dopo l'altro fino alla vittoria finale. Tutti e 3 i set sono stati molto avvincenti e si sono risolti solo nel finale;

Serie A: squalificati 5 giornate a Melo e Lopez Il giudice sportivo ha squalificato 20 . Tra i provvedimenti eccezionali, spicca la maxi squalifica a Felipe Melo e Lopez, fermati per ben cinque giornate. Tre giornate di stop, invece, sono state inflitte a Mexes (Roma) e Matuzalem (Lazio) protagonisti di una rissa durante il derby capitolino. Una giornata di squalifica anche per il tecnico della Roma, Luciano Spalletti.

il Riccia ha messo in campo la grinta che contraddistingue la squadra da sempre riuscendo a contrastare il gioco della Nuova Pallavolo che seppur soffrendo in qualche frangente è riuscita a risolvere i problemi con una netta superiorità nel binomio servizio-ricezione. Per il momento la vetta della classifica è saldamente incollata ai piedi della Nuova Pallavolo ma nulla è ancora detto visto che è appena cominciato il girone di ritorno e il cammino sarà tutt'altro che tranquillo! Anche le ragazze più grandi non si sono fatte trovare impreparate in quel di Montenero dove hanno agevolmente vinto con un rapidissimo 3-0 nonostante alcune assenze. La fase provinciale sta volgendo al termine e le ragazze sono a punteggio pieno con una media di punti davvero incredibile ma sono già a lavoro per preparare incontri ben più duri che di sicuro arriveranno nelle fasi finali dal campionato. Nella foto Alice Antenucci.

CAMPOBASSO - «Purtroppo non potevamo pretendere di più dai nostri ragazzi in quanto il Molise è stato sorteggiato in un autentico girone di ferro che vedeva in lizza la Lombardia, giunta in finale, il Piemonte, altra selezione di prestigio, la Calabria e San Marino. L'assenza, poi, del nostro numero uno, Daniele Prigioniero di Petrella Tifernina, ha poi influito ancor di più sul risultato finale.L'unica nota positiva è giunta dagli stessi ragazzi che seppur si sono dovuti confrontare con pongisti molto più forti di loro non hanno affatto alzato bandiera bianca ma hanno "combattuto" con grande determinazione e una grinta fuori dal comune. Un carattere di primo piano che per ragazzi e ragazze così giovani non può che essere una ottima base sulla quale poter programmare un futuro più che roseo». Così il presidente della Fitet Molise, Bernardo Cosimi, in merito alla partecipazione della selezione del Molise alla Coppa delle Regioni che si è disputata nella città pugliese di Molfetta. La selezione guidata in panchina dal tecnico Mauro Bernardo è riuscita, malgrado le ovvie difficoltà, comunque a vincere l'incontro contro la selezione del San Marino conquistando, così, il classico punto della bandiera. Con la squadra al completo il compito poteva sembrare già alquanto ostico prima della partenza ma con l'assenza della punta di diamante Daniele Prigioniero le cose si sono leggermente complicate. Nulla da eccepire ai ponogisti che sono scesi in campo a Molfetta e che hanno lottato palla su palla, ma forse il Molise con Prigioniero in campo poteva puntare ad una po-

Inter: Adriano verso il ritorno? Mentre filtrano voci di un possibile riavvicinamento di Adriano all'Inter, i nerazzurri recuperano Julio Cesar con la Juve. Il suo procuratore Gilmar Rinaldi non ha escluso la possibilità che il futuro di Adriano possa parlare ancora milanese. Sponda morattiana, naturalmente. La cura brasiliana, a quanto pare (come accaduto l’anno scorso con i sei mesi trascorsi al Flamengo), sta funzionando: adesso la palla passerà alla società. Oggi dovrebbe trapelare qualcosa in più.

sizione diversa rispetto al quinto posto finale. L'obiettivo della Fitet Molise, comunque, resta sempre quello della valorizzazione e della crescita e maturazione delle giovani leve del comaprto regionale e quanto si è potuto vedere a Molfetta è la riprova della bontù e della validità del lavoro svolto dai tecnici molisani in particolar modo in quel di Petrella Tifernina che sta diventando, a tutti gli effetti, uno dei centri d'eccellenza, se non il migliore, dove il tennistavolo si è fortemente radicato nel territorio e nel tessuto connettivo del territorio comunale e dei centri limitrofi. Un esempio senza dubbio da seguire ed imitare con la stessa abnegazione e volontà di far bene. Sulla stessa linea, poi, si sta orientando anche la neo società del Real Guglionesi con il suo trascinatore Giuseppe Maurizio che malgrado la sua giovane età, per ciò che concerne l'affiliazione alla Fitet Molise, ha già le idee molto chiare sul suo futuro e sul programma sportivoformativo da portare avanti. Su queste basi sia la Fitet Molise che tutti i pongisti locali non potranno che continuare a migliorare e ritagliarsi una nicchia importante all'interno del comparto del tennistavolo italiano e, perchè no, anche internazionale. Esempi illustri sia a livello tecnico che a livello di giocatori ci sono già. Non resta dunque che proseguire e dar seguito ai vari Romualdo manna, Marco De Tullio, Sebastiano Petracca ed Eliseo Litterio. Questi i nomi dei pongisti molisani: Antonio Montanaro, Jlenia Aversa, Alessandra Aversa dello Shalom Petrella Tifernina; Roberto Carmosino del Real Guglionesi.

15 ANNO II - N° 85 MERCOLEDÌ 15 APRILE 2009


La Gazzetta del Molise - free press 15/04/2009  

La Gazzetta del Molise - free press 15/04/2009

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you