Issuu on Google+

Uxoricidio Scalabrino, sentenza il 9 ottobre

Omicidio Guarino, due rinvii a giudizio

CAMPOBASSO – Si conoscerà il 9 ottobre la sentenza a carico di Antonio Scalabrino reo confesso dell’uxoricidio di via Veneto avvenuto il 15 ottobre 2008 nel capoluogo di regione. Per lo psichiatra Salati non è stato un gesto premeditato. A pag 9

BONEFRO - Sono stati rinviati a giudizio i due indagati per l’omicidio di Antonietta Guarino avvenuto in Inghilterra a febbraio. Il processo a loro carico inizierà il prossimo 21 settembre e sarà caratterizzato da tre settimane di udienze. A pag 9

ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Ad un passo dalle dimissioni

Lunedì a Roma l’incontro con la direzione nazionale del Partito democratico

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A MARIO PIETRACUPA Il tempo per Mario Pietracupa è scaduto, ma lui, il presidente uscente del Consiglio regionale, non ne vuole proprio sapere. E così, pur di tenersi stretta la poltrona, rallenta tutta l’attività amministrativa di Palazzo Moffa. Prima ha ignorato l’indicazione della conferenza dei capigruppo (volevano fare la seduta il 16 giugno), poi ieri mattina, quando un gruppetto capeggiato da quello che con buone probabilità sarà il suo successore, Michele Picciano, stava per presentare un’autoconvocazione, si è affrettato a fissare la data del Consiglio al 26 giugno. Il più tardi possibile. Gli basteranno 10 giorni per convincere la maggioranza a rieleggerlo?

L’OSCAR DEL GIORNO A VINCENZO DI GREZIA L’oscar del giorno va a Vincenzo Di Grezia che diventerà il nuovo top manager del Comune di Campobasso. Almeno secondo le ultime voci dei ben informati che danno per certo l’ingresso del direttore generale della Regione a Palazzo San Giorgio, nel posto lasciato in caldo da Antonio Iacobucci che per anni ha ricoperto quel ruolo. L’ingegnere che è stato anche sindaco di Campobasso torna in Municipio con un ruolo di primo piano. Ma solo dopo essere andato in pensione dagli uffici di viale Elena.

www.gazzettadelmolise.com 20.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Gli importi (se rateizzati) devono essere corrisposti entro il 16 di ogni mese

Tributi sospesi, ecco le modalità di versamento CAMPOBASSO – Sono state definite (ai sensi della legge 2/2009) le modalità di versamento dei tributi sospesi per i soggetti aventi sede, residenza o domicilio nei territori delle regioni Molise e Puglia (province di Campobasso e Foggia), colpiti dagli eventi sismici del 31 ottobre 2002, che si sono avvalsi della sospensione dei termini per i versamenti tributari. In particolare, bisogna corrispondere l’ammontare dovuto per ciascun tributo sospeso (ovvero per ciascun carico iscritto a ruolo oggetto di sospensione), al netto dei versamenti già eseguiti, ridotto al quaranta per cento, in centoventi rate mensili, di pari importo, da versare entro il giorno 16 di ciascun mese, a decorrere da martedì prossimo, 16 giugno (art. 2, comma 2, Dl 162/2008).

Il diritto annuale è il tributo obbligatorio al cui versamento sono tenute tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese della Camera di Commercio al 1° gennaio dell’anno di riferimento, iscritte o annotate per almeno un giorno nell'anno stesso. Pertanto, anche per il diritto annuale occorre procedere alla definizione dei versamenti, eventualmente sospesi, per i periodi dal 2002 al 2008. Gli imprenditori potranno scegliere di pagare gli importi in un unico versamento, entro il 16 giugno 2009, ovvero in più rate mensili per un massimo di 120. Gli importi del diritto sospeso sono stati rideterminati secondo le disposizioni di legge, con l’avvertenza che, per le ditte iscritte nella sezione ordinaria, l’importo indicato nel suddetto elenco va confrontato con l’ana-

logo calcolato sulla base del fatturato effettivamente conseguito.Per conoscere l’importo del diritto, dovuto da ciascun soggetto appartenente all’area colpita dall’evento sismico, è possibile consultare il sito camerale www.cb.camcomm.it, contenente l’elenco di tutte le imprese individuate per numero di iscrizione al REA – Repertorio Economico Amministrativo. Sul sito è inoltre disponibile il modello di domanda per rateizzare il pagamento del diritto annuale sospeso.Per ulteriori informazioni, anche sulla modalità di compilazione del modello F24 da utilizzare per il pagamento, rivolgersi all’Ufficio diritto annuale - Camera di Commercio di Campobasso- Tel. 0874/471212Fax. 0874-471712 - 0874-90034, e-mail: diritto.annuale@cb.camcom.it

Le somme da pagare per ogni tipologia di impresa CAMPOBASSO – Questi, dunque, gli importi da versare per le imprese, suddivise per ragione sociale: per le ditte individuali il diritto da versare è pari al 40% di euro 80 per ciascun anno fino al 2007 compreso e di euro 88 per l’anno 2008. Per le società di capitali il diritto da versare è pari al 40% dell’importo base dovuto calcolato dal contribuente in base al fatturato dell’anno precedente a quello di riferimento . Per le società di persone il diritto da versare è pari al 40% di 170 euro per ciascun anno fino al 2007 compreso e va calcolato dal contribuente

2 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009

Clima, non sarà un’estate bollente L'estate 2009 non sarà, con buone probabilità, rovente come nel 1998 o nel 2003. Lo afferma Mario Giuliacci del Centro Epson Meteo. “Quelle estati – spiega Giuliacci – furono eccezionalmente calde a causa di un’anomala prolungata persistenza sul dell'anticiclone Nord africano. Quest'anno vi sono tutte le premesse perché l’estate sia normale, con al massimo 30 giorni di afa”.

in base al fatturato dell’anno precedente a partire dall’anno 2008. Per i consorzi e le cooperative il diritto da versare è pari al 40% di 93 euro per ciascuna anno fino al 2007 compreso e va calcolato dal contribuente in base al fatturato dell’anno precedente a partire dall’anno 2008. Per ciascuna unità locale, l’importo originario, pari al 20% di quanto dovuto per la sede principale, va allo stesso modo ridotto al 40%. Dall’anno 2009, il diritto è dovuto nella sua misura intera stabilita dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico.

Ue: migliora la qualità del mare, Italia stabile Migliora in Europa la qualità delle acque di balneazione: nella stagione 2008 il 96% delle zone di balneazione costiere e il 92% dei siti di balneazione lungo i fiumi e sui laghi ha rispettato gli standard minimi fissati. Lo hanno annunciato ieri a Bruxelles la Commissione e l'Agenzia europea dell'ambiente (Aea). In Italia la percentuale rilevata è un po' sotto la media.


PRIMO PIANO A Palazzo Moffa attività bloccata fino al 26 Pietracupa cerca di guadagnare tempo CAMPOBASSO – Non ha rispettato l'indicazione della conferenza dei capigruppo, e oggi Mario Pietracupa spera di poter cambiare le cose in 15 giorni. Lo scorso 28 maggio sul suo tavolo era arrivata la richiesta presa all'unanimità dai rappresentanti dei partiti. Richiesta necessaria per spingerlo a convocare il Consiglio regionale subito dopo la tornata elettorale (cioè il 16 giugno). La prima l'ha ignorata, ma al rischio di autoconvocazione ieri mattina, Pietracupa ha dovuto fissare la riunione a Palazzo Moffa per il 26. Due settimane per recuperare qualche consenso nella maggioranza, che però avrebbe già individuato il suo successore. Ieri infatti, è scaduto il mandato dell'ex Udc che per trenta mesi è rimasto seduto sullo scranno istituzionale di via IV Novembre. Nessuno, nel centrodestra, a parte i consiglieri più fedeli Chierchia e Tamburro, che con lui hanno condiviso il percorso politico nel partito di Casini (quando l'Udc in Molise si identificava con l'europarlamentare Aldo Patriciello) vorrebbe rinnovargli l'incarico. Per l'eredità ha già dato la sua disponibilità Michele Picciano, tra i favoriti, e pronto a spode-

Il presidente del Consiglio regionale, scaduto ieri, ha convocato la seduta fra due settimane Forse per trovare sostenitori per la sua riconferma? stare Pietracupa, che invece prende tempo. L'azione di ieri mattina conferma quanto ipotizzato. Il presidente uscente, appena saputo che Picciano, alla guida di un gruppo di consiglieri (ne bastano appena sei) si preparava a presentare richiesta di autoconvocazione, si è subito rimboccato le maniche per definire la data della prossima seduta consiliare. Il più tardi possibile comunque. Cosa crede di fare in queste settimane? La riconferma del deputato venafrano a Strasburgo c'entra qualcosa? Per il Consiglio

cambia ben poco, se Pietracupa non era nelle grazie della maggioranza prima delle Europee, perché dovrebbe esserlo oggi? Una cosa però certa. Che fino al 26 giugno l'attività amministrativa resta bloccata. Considerando già la pausa fatta per la campagna elettorale, e quella estiva che sta per cominciare, non si può certo dire che i nostri rappresentanti siano sovraccarichi di lavoro. E intanto l'ordine del giorno continua a crescere senza possibilità di discuterne. E come direbbe Totò: “E io pago!” Giorgia Lollo

Ottaviano: nessuna intenzione di lasciare l’Idv CAMPOBASSO - Il consigliere regionale dell’Idv Nicandro Ottaviano smentisce le voci che lo danno in trotta di collisione col partito e quindi in partenza verso altri lidi. In una nota l’esponente politico venafrano precisa che si tratta delle solite chiacchiere. Perché lui “non ha alcuna intenzione di lasciare l’Italia dei valori. Ancora una volta, il solito quotidiano regionale annuncia per certa la mia fuoriuscita politica dall’Italia dei Valori, per approdare ad altri lidi. Soltanto qualche mese fa, era febbraio, sono stato sbattuto in prima pagina, con l’appellativo poco elegante di saltafosso, attribuendomi l’imminente adesione ad un’altra formazione politica. Siamo a giugno e ci risiamo”. Ottaviano parla poi di certe voci messe in giro ad arte, in ossequio, desumo, ad una precisa strategia politica. L’analisi del voto è inevitabile: “Quanto al risultato elettorale

Fiat, il 18 incontro tra governo, sindacati e azienda ROMA – Dopo la positiva conclusione della vicenda Chrysler, il tavolo Fiat è stato convocato a Palazzo Chigi il 18 giugno alle ore 9. Il presidente del Consiglio Berlusconi presiederà l'incontro con i vertici dell'azienda, il sindacato, e i presidenti delle Regioni dove sono ubicati i principali impianti di produzione.

amministrativo di Venafro, che può sembrare difforme dal trend generale del partito, è evidente che scaturisce da una situazione contestuale, un candidato locale alla presidenza della Provincia anch’egli espressione del centro-sinistra, e, da scelte politiche frutto di errori strategici commessi da una parte della dirigenza del partito, pagati con la mancata alleanza con le altre forze del centro sinistra. Un’alleanza, realmente possibile sfumata esclusivamente per questioni di lana caprina. Ciò è tanto più vero se l’analisi del voto viene fatta confrontando i risultati con i consensi raccolti a Venafro per le Europee, laddove il 19% non costituisce un risultato né marginale né una percentuale tra le più basse d’Italia, anzi! Il risultato conseguito acquista un peso maggiore anche in considerazione della presenza di un forte candidato locale alle Europee”.

Bce: Pil in calo del 4-5% nel 2009 FRANCOFORTE - Una contrazione tra il 5,1% e il 4,1% nel 2009 e poi una possibile crescita nel 2010: sono le previsioni della Bce per il Prodotto interno lordo dell'eurozona. Secondo le stime contenute nel bollettino dell'Eurotower di giugno, per il prossimo anno è prevista una variazione del Pil tra il -1% e il +0,4%.

3 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009


PRIMO PIANO L’assessore alla Programmazione Gianfranco Vitagliano risponde alle dichiarazioni dell’eurodeputato Aldo Patriciello

Fondi europei: Molise primo per spesa nel Mezzogiorno e sesto in Italia CAMPOBASSO. In una lunga nota l’assessore regionale alla Programmazione, Bilancio e Finanze risponde alle dichiarazioni rilasciate dall’eurodeputato Aldo Patriciello che - forte della rielezione a Strasburgo - ha subito puntato il dito sulla gestione dei fondi europei. Lunga e articolata la risposta di Gianfranco Vitagliano che rispedisce al mittente le inesattezze dette dall’imprenditore venafrano. “Nell’ambito di una intervista rilasciata ad un giornale locale, il parlamentare europeo Aldo Patri-

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: lagazzettadelmolise@tin.it Sito internet: www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

ciello ha dichiarato che ‘alcuni imprenditori avrebbero chiesto di fare piena luce sulla gestione dei fondi europei’ da parte della Regione; che ‘non ancora parte la rendicontazione per il POR 20072013’; che ci sarebbero ‘lamentele per una gestione personalistica da parte dell’assessorato regionale alla programmazione’; che ‘le risorse sarebbero elargite a pioggia, senza tenere minimamente conto delle reali esigenze del territorio’; che ‘l’Assessorato, nell’attuazione, avrebbe scavalcato persino il Consiglio regionale ed, in alcuni casi, anche l’esecutivo’. Nell’evidenziare che le dichiarazioni, nella sostanza, devono ritenersi originate dalla mancanza di informazioni e dalla superficialità di un banale ‘sentito dire’, se ne contesta, in radice, la veridicità. Si deve ricordare al parlamentare europeo che è abitudine, consolidata e doverosa, dell’Assessorato e della relativa Direzione Generale, concertare e condividere con il partenariato tutte le scelte programmatiche ed agire nel pieno rispetto delle prerogative degli organi regionali; che il Programma è stato attuato nel pieno rispetto delle regole comunitarie; che il Molise è la prima Regione nel Mezzogiorno per la spesa e la sesta in Italia; che l’impianto strategico del POR ha permesso di conseguire, appropriatamente, gli obiettivi della politica di coesione per il periodo 2000-2006; che i numerosi interventi finanziati (circa 3900) – molti di grande valenza strategica e, per la quasi totalità, chiusi con successo - hanno consentito di diffondere i finanziamenti europei sull’intero territorio molisano, a beneficio della maggior parte degli Enti locali e, in definitiva, dell’intera popolazione; che gli interventi finanziati, peraltro, hanno più volte superato con successo le verifiche e i controlli effettuati dal Ministero dello Sviluppo economico e della Commissione euro-

Intercettazioni, il ddl passa alla Camera ROMA – Alla Camera passa il disegno di legge sulle intercettazioni con 318 sì, 224 no e un solo astenuto. Il provvedimento passa ora all’esame del Senato. La votazione finale si è tenuta a scrutinio segreto: lo ha indicato il presidente della Camera Gianfranco Fini, spiegando che la richiesta è stata avanzata dal gruppo del Pd.

pea; che la gestione del Programma è stata condotta con la massima trasparenza; che la selezione dei beneficiari è stata effettuata attraverso procedure di evidenza pubblica; che la gestione e la selezione sono attività proprie degli Assessorati competenti e non della Programmazione; che i risultati del Programma sono stati resi pubblici attraverso gli opportuni strumenti di diffusione (Rapporti Annuali di Esecuzione, Comitati di Sorveglianza, incontri partenariali). Per quanto attiene al POR FESR 2007-13, si deve far presente che sono già stati avviati il Bando relativo alla Programmazione territoriale (PIT e PISU) ed i bandi di start-up e spin-off per imprese innovative; che è imminente la pubblicazione dei bandi relativi al risparmio energetico ed alle attività di ricerca ed industrializzazione, per filiere ed imprese; che sono stati definiti, e con successo, tutti gli aspetti gestionali ed organizzativi, richiesti dalla Commissione, per la piena operatività del Programma; che per i bandi rivolti alle imprese, l’attivazione ritardata rispetto ai primi mesi dell’anno consentirà di poter utilizzare un regime di aiuti molto più favorevole, disegnato appositamente per il periodo di crisi, regime autorizzato, dalla Commissione europea per l’Italia, solo pochi giorni fa. Si è certi che, alla luce delle notizie fornite, l’on. Patriciello avrà l’opportunità di rivedere giudizi e dichiarazioni. Non ci si può, però, non dolere per la evidente strumentalità dei tempi e della forma delle affermazioni rese, che lasciano pensare più ai messaggi trasversali, alla valorizzazione delle dicerie, che allo stimolo ed alla critica costruttiva. Evidentemente non interessa l’offesa che si fa alle tante persone che, a vari livelli, in questi anni hanno reso possibile ed efficace l’attuazione del Programma, pur di

utilizzare l’occasione per beghe interne alla politica, nelle quali queste persone non possono essere coinvolte. Quando si fanno accuse imprecise e si spara nel mucchio, si compromette la dignità di tutti ed anche dell’istituzione. E questo è tanto più incomprensibile e compromettente se si pensa al ruolo ed ai doveri che ha un parlam e n tare”.

Influenza, sale a 6 il livello d’allarme GINEVRA - È pandemia. L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) porterà a 6 (il massimo) il livello di allarme per la diffusione dell'influenza A/H1N1. È la prima volta in 41 anni che l'Oms porta a 6 il livello di allarme. Intanto i casi di contagio sono 27.737, i decessi sono 141.

Dichiarazioni originate dalla mancanza di informazione e dalla superficialità di un banale sentito dire

5 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009


REGIONE L’assessore regionale ai Lavori Pubblici Luigi Velardi: ci sarà il rilancio dei piccoli cantieri

Edilizia, s’insedia il comitato anticrisi CAMPOBASSO – Lo scorso mercoledì pomeriggio si è insediato il Comitato regionale per l’edilizia, un tavolo di concertazione presieduto dall’assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Velardi, dai presidenti delle Associazioni dei costruttori edili, Ance ed Ancem, e dai rappresentati di comparto della triplice sindacale. L’iniziativa, fortemente voluta dal presidente della Regione, Michele Iorio, è in sintonia col progetto di rilancio del comparto edilizio che il Governo nazionale sta portando avanti con le misure urgenti in materia di edilizia, urbanistica e di opere pubbliche. I dati economici che interessano il settore sono preoccupanti, soprattutto nel Molise, dove l’unica boccata di ossigeno è venuta dalla

ricostruzione post sisma. C’è una flessione occupazionale di circa il 10% e un calo degli investimenti pari al 9%. Per quanto riguarda gli investimenti pubblici l’Italia, col 2%, è al di sotto della media europea (2,9%). Gli esponenti degli imprenditori edili (Buono, Galasso e Terriaca) e dei sindacati dei lavoratori (Di Martino, Cappucci, Rapone e Staffieri) hanno sollevato il calo degli investimenti pubblici e privati, ma anche questioni che riguardano soprattutto i tanti limiti normativi e burocratici che appesantiscono l’attività edilizia. Saranno tre, quindi, gli impegni assunti dall’assessore Velardi: “Il primo sarà di portare, nel giro di un mese, all’approvazione della Giunta regionale il nuovo prezziario delle opere pubbliche; il se-

condo sarà quello di favorire il recepimento di tutte le nuove normative di settore di promuovere al massimo lo snellimento delle procedure amministrative. Il terzo – ha proseguito – sul quale sarà necessaria una volontà condivisa dell’intera Giunta regionale, è quello di favorire la riapertura dei cantieri piccoli e medi. Dai nostri dati risulta – ha detto Velardi – un ammontare complessivo finanziario di 296 milioni di euro per impegni finalizzati alla realizzazione di opere che fanno capo all’Assessorato ai Lavori Pubblici. Occorre studiare come intervenire nei confronti dei soggetti attuatori per dare una spinta alla realizzazione più rapida dei lavori in modo da favorire una spesa più veloce”.

Arriva la stabilizzazione per 128 lsu, altri 49 possono sperare grazie ai fondi regionali CAMPOBASSO – Il Ministero del Lavoro ha assegnato, alla Regione Molise, 4 milioni e 300mila euro. La somma servirà alla stabilizzazione di 128 Lsu – Lavoratori Socialmente Utili – transitori che usciranno dal bacino di pertinenza regionale per entrare a carico del Fondo per l’Occupazione. La convenzione è stata firmata mercoledì scorso tra il dicastero di via Fornovo, con il sottosegretario Viespoli e l’assessore regionale Angiolina Fusco Perrella. Nel Molise, sono già state avviate le procedure di contrattazione con i Comuni, le Comu-

6 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009

nità montane e gli Enti locali per definire i percorsi e i piani individuali di stabilizzazione. La Regione, inoltre, ha intenzione di stabilizzare con le proprie risorse finanziarie altri 49 Lsu. “Sono soddisfatta dei risultati raggiunti a favore di quei lavoratori – afferma l’assessore Fusco – che da troppo tempo versavano nel precariato. Dopo quasi 15 anni, infatti, è stato conseguito un ulteriore traguardo a sostegno di tale categoria di lavoratori anche grazie all’impegno profuso dalla struttura tecnica dell’assessorato”.

Infangate la mia dignità e la mia storia coniugale MILANO - ‘In queste settimane ho assistito in silenzio, senza reagire mediaticamente, al brutale infangamento della mia persona, della mia dignità e della mia storia coniugale. Certo è che la verità del rapporto tra me e mio marito non è neppure stata sfiorata ....Certo è che l’ho sempre amato e che ho impostato la mia vita in funzione del mio matrimonio e della mia famiglia’. Così Veronica Lario nella lettera inviata al Corriere.

Pluriclassi nella scuola Primaria, Anita Di Giuseppe (IdV) interroga il ministro Gelmini CAMPOBASSO – Il parlamentare dell’Italia dei Valori ed ex sindaco di Campomarino, Anita Di Giuseppe, ha presentato un’interrogazione al ministro all’Istruzione, Mariastella Gelmini, sulla formazione delle pluriclassi nella scuola Primaria. L’esponente IdV chiede lumi su come il ministero intenda provvedere ad una migliore organizzazione della scuola pubblica in Molise, ritenendo che l’attuazione del programma di governo non possa prescindere dal garantire almeno l’efficienza di base del servizio pubblico scolastico e, quindi, imponga di scongiurare i conseguenti annunciati tagli del personale docente e no. Propone, inoltre, una pausa di riflessione affinché si affrontino in un tavolo tecnico le questioni sul sistema unico dell’offerta formativa del Molise, partendo dal dato concreto della popolazione scolastica, dal bisogno di una formazione corrispondente al nuovo contesto europeo, dalla necessità di non abbandonare il patrimonio immobiliare e di attrezzature di cui dispone il sistema scolastico molisano e dall’opportunità di creare un’offerta diversificata e di qualità, capace di offrire ai giovani una formazione più rispondente alle propensioni di ognuno ed utile per accompagnare lo sviluppo della nostra regione. Il ministero della Pubblica istruzione, infatti, ha recentemente trasmesso lo schema di decreto interministeriale recante disposizioni per l’anno scolastico 2008-2009, in ordine alla rilevazione delle dotazioni di organico del personale docente, alla relativa quantificazione a livello nazionale e regionale, ai criteri di riparto da adottare con riferimento alle diverse realtà provinciali e alle singole istituzioni scolastiche. Tale schema, nella regione Molise, prevede una riduzione di organico pari a 215 docenti rispetto a quelli assegnati in organico di diritto per l’anno scolastico 2007-2008. Di questi 102 interessano le scuole primarie, 23 le secondarie di primo grado, 90 le secondarie di secondo grado, cosicché oltre 30 classi non potranno essere autorizzate. Sarà un taglio che si concentrerà nei piccoli Comuni delle aree interne, alcuni di quali fanno parte dell’area del cratere sismico del 2002 ed oggi stanno faticosamente organizzando la propria ricostruzione con un impiego considerevole di risorse finanziarie. Adimo

Ciancimino, indagati quattro politici ROMA — L’accusa è concorso in corruzione aggravata per aver favorito l’associazione mafiosa. I senatori inquisiti Carlo Vizzini (Pdl), Salvatore Cintola, Saverio Romano e Salvatore Cuffaro (Udc) saranno chiamati a risponderne nei prossimi giorni davanti ai magistrati della Procura di Palermo che indagano sul cosiddetto ‘tesoro’ di Vito Ciancimino, l’ex sindaco della città condannato per mafia e morto nel 2002.


REGIONE Si valutano le alternative per evitare che il partito resti allo sbando

Lunedì la segretaria regionale del Pd sarà a Roma per un confronto

Intanto a Palazzo Magno manca ancora il presidente del Consiglio ma c’è una proposta

La Macchiarola pensa di lasciare l’incarico CAMPOBASSO – Quando tutti chiedevano la sua testa, Annamaria Macchiarola non ha mai dato segno di cedimento. Adesso che tutto tace, dopo la 'tranvata' elettorale nel centrosinistra, la segretaria regionale del Partito democratico sembra essere a un passo dalle dimissioni. Sta valutando come muoversi, nessun documento ufficiale comunque, non prima di lunedì, giorno il cui la numero uno del Pd Molise andrà a Roma per un confronto, e soprattutto per trovare una soluzione condivisa con il quartier generale. Il crollo del partito di Franceschini ha il suo peso. Ma se la Macchiarola dovesse abbandonare la segreteria chi prenderà il suo posto? Un fatto è innegabile: che il Pd ha perso. Ma a Campobasso ha perso anche l'IdV, e ha perso ancora di più Nuova primavera democratica, 'l'alternativa del Pd' come amavano definirsi a via Roma, che nella tornata elettorale ha incassato poco più del 3%. Insomma, di lavoro ce n'è da fare, e certamente da Roma non permetteranno di lasciare un partito allo sbando. Potrebbe prendere corpo l'ipotesi lanciata qualche tempo fa dal consigliere regionale Pardo Antonio D'Alete: affiancare cioè all'attuale segretaria, un comitato di saggi. Un gruppo di garanzia insomma, che traghetti il Pd fino al congresso di ottobre. E questa alternativa potrebbe andar bene anche alla dirigenza nazionale. A meno che la Macchiarola non punti i piedi. “Per ora - dice – ci sto riflettendo, mi occorre ancora qualche giorno”.

La pizza Margherita compie 125 anni Una festa all'insegna degli imprevisti e della fantasia quella dedicata alla "regina" delle pizze. Il corteo storico è partito dal teatro San Carlo e ha attraversato le strade del quartiere. Poi l'atteso arrivo della regina Margherita di Savoia, impersonata da una comparsa in costume a bordo di una carrozza: 120 anni e non sentirli.

Sempre meglio lei comunque, che un commissario esterno, che non conosce le varie situazioni e i delicati equilibri del centrosinistra molisano. In fin dei conti durante l'estate non accadono mai cose eclatanti. Le elezioni sono belle che concluse, hanno perso tutti, e il centrodestra si è preso sia la Provincia di Isernia che Palazzo San Giorgio. L'unica situazione sospesa resta quella dell'elezione del presidente del Consiglio provinciale dopo le dimissioni di Remo Grande . Ma anche qui c'è già una proposta risolutiva, che qualche segretario potrebbe porre all'attenzione del presidente D'Ascanio. Un azzeramento di Giunta e, anche alla luce del risultato elettorale di queste Amministrative (e quindi della 'dote' portata da ciascun partito) una ricomposizione più equilibrata. Palazzo Magno è al momento l'unico ente di centrosinistra. Perdere anche questo ultimo vessillo dispiacerebbe a molti elettori sconfitti. Il fatto è che dopo la crisi della scorsa estate (una di quelle rare, politicamente movimentata) non è stato più definita l'appartenenza politica di molti: Dove è andato a finire, ad esempio, l'ex Udeur Angelo Spina? Chi ha preso il posto di Fratipietro

(passato dall'Idv nel centrodestra di Gino Di Bartolomeo giusto in tempo per farsi rieleggere ndr)? E Pierpaolo Nagni, che di fatto ha preso uno scranno che era del Pd, dopo essere stato cacciato non ha mai comunicato la nuova destinazione. Ma lo stesso presidente D'Ascanio, adesso in quale partito milita? C'è infine una voce di corridoio, a cui non conviene dare troppo peso, ma che se con-

Castelli: aumenti dopo treni nuovi “Prima mettiamo i treni nuovi e poi pensiamo ad aumentare le tariffe”. Castelli, viceministro alle Infrastrutture, ha ricordato che il Governo ha stanziato “960 milioni per i treni ma non ce li danno prima di 24 mesi”. Per l'ad delle Ferrovie Moretti, invece, “i biglietti devono costare come in Europa ma in alcuni casi ci vorrebbe un aumento del 100%”.

fermata darebbe adito a molti dei sospetti circolati in Provincia: nessuna elezione per trovare il successore di Remo Grande prima di luglio. Per quale ragione? Pare che il figlio del presidente dell'Italia dei valori, Cristiano Di Pietro, sia piuttosto impegnato: una crociera già prenotata lo attende. Meglio la brezza marina che un Esecutivo più strutturato non c'è che dire... Assunta Domeneghetti

7 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009


CAMPOBASSO E’ il succo della relazione presentata al processo Scalabrino dallo psichiatra Salati

“Il delitto non è stato premeditato” La tesi del consulente della difesa è stata contestata dall’avvocato di parte civile Carmine Verde Il 9 ottobre la discussione con la conseguente sentenza CAMPOBASSO – “Il delitto non è stato premeditato. E’ stato soltanto il frutto di un momento di stress psicologico dell’imputato che ha portato alla morte di Marisa De Benedittis”. E’ questo il contenuto della relazione presentata ieri mattina, nell’ambito del processo con rito abbreviato condizionato, dallo psichiatra Antonio Salati. Riguarda Antonio Scalabrino l’uomo che nella tarda serata del 15 ottobre ha ucciso con tre colpi di fucile la sua consorte nella loro abitazione di via Veneto a Campobasso. Secondo il medico però lo stress psicologico è durato soltanto poche ore e non ha compromesso la capacità di intendere e di volere dell’uomo. La relazione dello psichiatra davanti al Tribunale di Campobasso è durata

circa un’ora. E’ stata ascoltata dall’accusa, dall’avvocato di parte civile Carmine Verde e dai legali della difesa Fabio Albino e Domenico D’Antonio. Sulla premeditazione è scontro. Secondo Verde c’è stata ed è pronto a dimostrarlo durante la discussione spostata al 9 ottobre. Il consulente della difesa non avrebbe fatto altro che dare corpo alla teoria già espressa dai legali all’indomani del fatto di sangue. “Premeditazione o non – ha dichiarato l’avvocato Verde – non potrà spoèstare di molto la pena. Secondo il dottor Salati l’omicidio sarebbe avvenuto perché Scalabrino aveva in mente il valore della sacralità della famiglia e non accettava la decisione della moglie di separarsi da lui. Sempre secondo lo psichiatra quando ha ucciso non ha capito la gravità di quello che stava accadendo”. L’uxoricidio quindi avrebbe fatto terminare un rapporto altalenante. La famiglia di origine di Marisa De Benedittis dopo otto mesi non ha ancora accettato la morte della donna. “La suocera di Scalabrino – ha continuato Verde – non si è fatta una ragione per quanto accaduto. Sta

tentando di colmare il vuoto affettivo che gli ha lasciato la figlia con le cure per il nipote Pietropaolo. Entrambi i figli adottivi della coppia venivano da situazioni difficili. Il primo aveva problemi mentre la minore era stata abbandonata dal padre naturale su una panchina dell’Ucraina. Entrambi hanno trovato affetto nella famiglia De Benedittis.

Il più grande continuerà ad essere curato dalla nonna materna mentre la minorenne, ora affidata ai servizi sociali del Comune di Campobasso, verrà adottata nuovamente da un fratello di Marisa”. Viviana Pizzi

I legali: l’imputato renderà dichiarazioni spontanee CAMPOBASSO – Antonio Scalabrino era presente alla prima udienza del processo con rito abbreviato condizionato per l’omicidio della moglie Marisa De Benedittis. Sembrava molto addolorato e pentito di quanto accaduto. Il 9 ottobre, data della discussione davanti al Tribunale, ha deciso di rendere spontanee dichiarazioni. “Sappiamo già quello che vorrà dire – ha dichiarato il legale Domenico D’Antonio – ma possiamo anticipare ben poco. Forse ribadirà che non voleva uccidere la sua donna e che lo ha fatto preso dalla disperazione derivata dalla volontà di quest’ultima di separarsi”. Dichiarazioni che avvalorerebbero la tesi presentata dai legali sin dal 16 ottobre. “Scalabrino – ha continuato Domenico D’Antonio – non ha né meditato né premeditato l’omicidio della moglie. Solo questo potrebbe venir fuori dalle dichiarazioni del nostro assistito”. Sulla dichiarazione di Salati la difesa si è espressa positivamente. “Il consulente – ha dichiarato Fabio Albino – è sempre stato a disposizione del Tribunale. La sua deposizione è stata molto serena e non si è entrati nel vivo del processo perché è stato deciso di valutare con cautela la relazione presentata dallo psichiatra”. Antonio Scalabrino intanto resta in carcere. Nessuna richiesta alla Corte di Cassazione è stata presentata per farlo uscire dal penitenziario di via Cavour. Lo ha deciso lo stesso imputato non soltanto perché pentito di quanto messo in atto ma anche perché pensa di dover scontare fino in fondo la pena che il Tribunale gli infliggerà. Non sembra sereno. Il dolore per la morte della moglie lo continuerà a perseguitare finché la morte non lo porterà in una dimensione diversa da quella terrena. Vivip

Polacco da estradare, nuovo rinvio dell’udienza La decisione della Corte d’appello arriverà il 18 giugno CAMPOBASSO – Nuovo rinvio della decisione per il polacco 36enne arrestato dai carabinieri di Isernia perché doveva scontare una pena carceraria conseguente al reato di truffa. La Corte d’appello doveva decidere entro la giornata di ieri se estradarlo nel suo paese di origine oppure farlo rimanere in Italia e scontare la pena pecuniaria. Ma non è stato così per-

Rogo tra Montecilfone e Guglionesi CAMPOBASSO -Un vasto rogo è divampato ieri che si e'propagato rapidamente,per le elevate temperature, e ha bruciato oltre due ettari di coltivazione. A fuoco vegetazione spontanea tra Montecilfone e Guglionesi ed un vigneto in Contrada ''Macchie''. Sul posto, allertati da alcuni passanti,sono intervenuti iVigili del fuoco di Termoli.

ché dal Tribunale polacco non è arrivata la documentazione necessaria a dimostrare che il pagamento dall’Italia era arrivato. Per questo motivo l’avvocato difensore dell’uomo Giuseppe Fazio ha chiesto un nuovo rinvio dell’udienza. Non c’è stata opposizione da parte del procuratore generale. I giudici, dopo una breve camera di consiglio, hanno accettato la ri-

Guarino, alla sbarra i due presunti assassini BONEFRO - Sono stati rinviati a giudizio i due presunti colpevoli dell’omicidio di Antonietta Guarino. Il processo a loro carico inizierà il prossimo 21 settembre e sarà caratterizzato da tre settimane di udienze. E’ questa la decisione del giudice del tribunale penale di Bristol per l’omicidio inglese.

chiesta della difesa ed hanno rinviato l’udienza di una settimana. Ora per conoscere la decisione sull’estradizione dell’uomo bisognerà attendere giovedì 18. Fino ad allora rimarrà recluso nel penitenziario di Isernia. Si trova lì dal 24 aprile scorso quando arrivò la richiesta di estradizione dalla Polonia. V.P.

9 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009


CAMPOBASSO La festa entra nel clou. Tre giorni pieni di eventi

Colori e Misteri riempiono la città Il Festival dei misteri è entrato nel vivo. E a un paio di giorni dall’evento clou, la sfilata degli ingegni del di Zinno lungo le strade di Campobasso gli appuntamenti del cartellone si intensificano. Intanto da ieri sera sono state allestite le classiche bancarelle, che il venerdì il sabato e la domenica diventano l’attrazione più importante dell’iniziativa. Le strade del centro e la zona dell’ex Stadio Romagnoli diventano un enorme mercato a cielo aperto dove trovare qualche oggetto che di solito non si trova in città. Scovare l’affare è l’obiettivo di tutti. E allora via di bancarella in bancarella a contrattare per borsette, servizi di piatti, mobili etnici e lampadari che sembrano opera dei maestri vetrai di Murano. La città nei giorni che precedono il Corpus Domini si riempie di gente. Il centro diventa impraticabile, congestionato come non mai. Trovare un parcheggio è come azzeccare i numeri vincenti al lotto, la città si riempie di odori e colori nuovi come fosse un souk arabo e anche le facce degli am-

10 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009

bulanti sembrano ricordare ambienti a sud del Mediterraneo. Insomma una magia che si ripete da anni e che ogni anno trasforma e fa rivivere una città che avrebbe bisogno di essere rivitalizzata più spesso. Ma torniamo al programma di oggi. Alle 18.30 nell’aula magna del Convitto Nazionale M. Pagano concerto dal titolo “Il futuro passato remoto” Ensemble Musica di Corte con strumenti d'epoca con la partecipazione della ballerina Emilia Sintoni. Ad esibirsi musicisti con mandolino, flauto, archi, liuto e chitarra barocca, clavicembalo e voce. Per riprodurre la musica che animava le corti e le case signorili del meridione con autori che appartengono alla tradizione musicale napoletana. Alle note sarà abbinato anche un momento di spettacolo visivo grazie alle evoluzioni della ballerina Emilia Sintoni che ricorderà, attraverso i suoi movimenti e i costumi, le meravigliose macchine del Di Zinno. Sempre oggi ma alle 21.30 in piazza Pepe è di scena lo spettacolo D’aria e fuoco. Trapezio, tessuto, corda, giocoleria sono i materiali per uno spettacolo imperdibile. Le immagini di forte impatto scenico lasceranno gli spettatori a bocca aperta, con il fiato sospeso. Faranno da cornice i momenti di giocoleria e di contact con le sfere di cristallo, numeri suggestivi ed eleganti che si alterneranno al fuoco in un crescendo unico di adrenalina.

Presentato ieri il libro ‘Volatili Misteri’ È stato presentato ieri sera “Volatili Misteri: Festa e città a Campobasso e altre divagazioni immateriali”, testo di alto valore scientifico scritto dalla professoressa Letizia Bindi, un’antropologa, che ha seguito e osservato a fondo il ‘fenomeno’ della festa degli Ingegni.

Al Museo dei Misteri dalle 18 alle 21 ‘Il Volo’ documentario sui Misteri realizzato dal regista Pier Luigi Giorgio. Una grande varietà di appuntamenti, per arrivare allo spettacolo in programma domani sera e proposto dalla B-Side Agency Srl. Sul palco di piazza Pepe alle 21,30 concerto-cabaret di Nino Frassica e Los Plaggers Band, band questa formata da sei bravissimi musicisti che per scegliere il nome si sono ispirati ai Platters e un po’ al plagio. Lo show è un originale e coinvolgente viaggio nella musica. Ma ci sono anche altri appuntamenti collaterali. L’associazione culturale Limiti Inchiusi propone fino al 21 giugno dalle 17 alle 21 nella galleria Limiti inchiusi (ex Onmi): “Futuro anteriore” mostra d'arte contemporanea. In mostra ci sono le opere di sette artisti residenti in Molise. Questi artisti, ciascuno con il proprio linguaggio, dialogano tra loro attraverso la produzione di opere d'arte che interpretano in chiave contemporanea il 'Festival dei Misteri'. Lavori che sono una rivisitazione dell’arte dei Misteri e delle sue potenziali proiezioni nel futuro. Artisti che espongono sono Paolo Borrelli, Fausto Colavecchia, Barbara Esposito, Dante Gentile Lorusso, Luigi Grandillo, Cinzia Laurelli, Mauro Presutti L’Associazione fotografica “Sei Torri” T. Brasiliano propone fino al 19 dalle 17 -21 nell’atrio della scuola elementare

D'Ovidio di via Roma la mostra fotografica “Festival dei Misteri”. I soci della 'Sei Torri' di Campobasso espongono i propri scatti riguardanti il Festival dei Misteri. La stessa associazione propone domenica 14 l’VIII estemporanea fotografica ‘Misteri a Campobasso’ la cui premiazione avverrà sabato 20 giugno, mentre l’esposizione ci sarà dal 20 al 28 giugno dalle 17 alle 21 nell’atrio della scuola elementare D'Ovidio via Roma. Fino al 14 giugno in Piazza V. Emanuele II ci sarà lo stand informativo dell’Ares Ildiavolodeimisteri dove oltre alle informazioni è possibile comprare gadget, libri, oggetti sui Misteri. Punto di riferimento per soddisfare la richiesta di informazioni sulla manifestazione, sulla città, sui luoghi da visitare, sulla ricettività e la ristorazione e dare loro la possibilità di acquistare un gadget, una cartolina di Campobasso e del Festival. Ecco gli orari oggi: 10.30-13 e 18 -21.30. Mentre sabato e domenica dalle 9.30 alle 13,30 e dalle 15 alle 23.

All’Assindustria conferenza sull’aumento tasse regionali Oggi alle ore 15 presso la sede dell’Associazione Industriali del Molise, le organizzazioni di rappresentanza delle imprese delle diverse categorie economiche terranno una conferenza stampa per illustrare la posizione delle imprese sul rischio di aumento della tassazione regionale per coprire in disavanzo della sanità.


L’artista Tàccola lascia Isernia

Rubano un bancomat, due le denunce

ISERNIA - La scorsa settimana, l’artista toscano Umberto Tàccola, che ha vissuto a Isernia per quasi trent’anni, ha lasciato la città per trasferirsi in Sardegna. A pagina 14

ISERNIA - Furto aggravato in concorso è il reato di cui devono rispondere due persone segnalate dai carabinieri di Isernia dopo la scoperta di prelievi fraudolenti su una carta postamat. A pagina 15

ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

ISERNIA

L’affare eolico www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI “FOCOSI” DI PETTORANELLO Scherzosamente il tapiro di oggi lo consegniamo a quei pochissimi focosi che, in quel di Pettoranello di Molise, in occasione degli scrutini delle scorse elezioni, non hanno saputo tener sedati i bollenti spiriti e hanno manifestato il proprio dissenso in modo un po'... irruento. A loro discolpa si comprenda come la tensione e l'antagonismo possano portare a qualche eccesso, e che qualche spintarella ed apostrofamento di troppo siano anche sintomo di forte passione, sentimento sempre preferibile al piatto qualunquismo! Per correttezza, però, estendiamo il tapiro anche ad eventuali altri paesi in cui, nelle medesime circostanze, qualche elettore possa aver manifestato un certo nervosismo.

L’OSCAR DEL GIORNO AI DUE SFIDANTI A SINDACO Di contro non possiamo che assegnare l'oscar proprio ai due capolista Luciano Perna (attuale sindaco) ed Andrea Nini che, sempre in occasione dello spoglio elettorale in Pettoranello di Molise, hanno manifestato correttezza e signorilità, insieme alla maggioranza del paese. Ma poiché, siamo certi, la correttezza ed il rispetto reciproco è patrimonio di tutti gli (ex) avversari politici, nei vari contesti in cui si sono cimentati, non ci rimane che augurare a tutte le maggioranze ed opposizioni un buon lavoro.

www.gazzettadelmolise.com 20.000 copie in omaggio


ISERNIA Oggi il 35 per cento della popolazione è “coperto” dalle pale. Percentuale destinata a salire al 55

Eolico, l’affare dei prossimi anni ISERNIA - Oltre 130 pali eolici nel Molise si registrano già oggi e altri ancora ne dovranno essere installati per un totale di circa 530 nei prossimi anni. Un dato che fino ad ora ha interessato uno studio universitario di approfondimento per quello che concerne l’impatto visivo delle centrali eoliche nella nostra regione. La risultanza attuale è che almeno il 35% della popolazione alzando lo sguardo all’orizzonte osserva le grandi pale. Una percentuale destinata a crescere con il numero delle centrali fino al 55%, vale a dire che tra non molto, sempre alzando lo sguardo ai nostri monti, oltre la metà dei molisani non osserverà le vette innevate d’inverno o i bei tramonti liberi da ostacoli d’estate, vi saranno solo pale e pale ferme, in molti casi e poche in movimento. E’ il prezzo che

L’artista toscanoTàccola lascia Isernia SERNIA - La scorsa settimana, l’artista toscano Umberto Tàccola, che ha vissuto a Isernia per quasi trent’anni, ha lasciato la città per trasfe¬rirsi in Sardegna. Tàccola, apprezzato illustratore, dotato d’un segno grafico ele-gante ed essenziale, è stato un protagonista della scena artistica isernina. Si ricorderà il tour che lo condusse nei cinquantadue centri della pro¬vincia, alla scoperta di scorci suggestivi che raffigurò in bellis¬simi pannelli a china. Notissime sono le sue caricature che propongono personaggi molisani, realizzate con sapiente ironia e con provocatoria capacità di cogliere il ‘difetto’ per trasformarlo in ‘effetto’. Celebri sono anche gli acquerelli prodotti per illustrare al¬cuni volumi di fiabe pubblicati dall’editore Cosmo Iannone. L’amministrazione comunale ha voluto salutare l’artista, donan¬dogli una targa ri¬cordo, una stampa ottocentesca e un libro, nel corso d’una breve cerimonia alla quale hanno parte¬cipato l’asses-sore alla cultura Giovancarmine Mancini e l’ex diret¬tore della bi¬blioteca comunale Fernando Cefalogli. «Sono sempre stato uno spirito nomade – ha detto, un po’commosso, Taccola –. Il luogo in cui mi sono fermato più a lungo è stato Iser¬nia. Quando sono giunto in questa terra, nel 1980, l’ho subito amata e ho deciso di restarvi. Vado via solo perché a ciò mi costringono gli accadimenti della vita. Ma conto di tornare ogni tanto».

Ecco il programma per la festa di sant’Antonio ISERNIA - Ecco il programma religioso dell’annuale festa in onore di Sant’Antonio da Padova. Oggii, alle 19, si concluderà la “tredicina” di preparazione ai festeggiamenti. Alle 21 inizierà la veglia. Alle 24, ci sarà la consueta messa che chiude la vigilia. Domani, dopo le tre funzioni mattutine, nel tardo pomeriggio, alle 18, verrà celebrata la messa solenne, con la benedizione dei bambini e dei “pani di Sant’Antonio”. Seguirà la distribuzione degli scapolari. La processione, con la caratteristica sfilata dei cavalli bardati, inizierà alle ore 19, seguendo un percorso che, partendo dalla chiesa di San Francesco, transiterà lungo le strade e le piazze del centro storico e della zona alta della città.

14 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009

aziende produttrici vendendo pale, tralicci e assistenza tecnica ai gruppi energetici. Vi è poi il professionista ingegnere che per progettare un impianto è capace di introitare anche un miliardo di vecchie lire, magari non disponendo nemmeno di uno strumento Gps saetllitare per il posizionamento delle strutture eoliche. Poi è la volta del contentino alle unità locali che ospitano le pale, si parla di circa 100.000 euro (una tantum) con la risultanza di avere dei monumenti astratti per sempre, difficili anche da smaltire se si volesse in futuro smantellarli. Ed ecco che l’affare è realizzato, perchè l’azienda energetica di base presenta il conto all’Europa ed il gioco è fatto, percepisce per ogni impianto una cifra milionaria, mentre continua ad utilizzare per la produ-

noi gente comune, lontana dal grande business dei gruppi energetici, dobbiamo pagare. Un prezzo elevato, che non risolve minimamente i nostri problemi energetici, quelli regionali, anche perchè l’energia prodotta dall’eolico nostrano è solo un ottimo motivo per accaparrarsi dei contributi comunitari, senza che vi sia una reale produttività energetica o quantomeno benefici al cittadino utente. Se ci poniamo ad osservare gli impianti dislocati in molti comuni montani in provincia di Isernia, ci rendiamo conto che nel 90% dei casi le pale non girano anche se il vento è impetuoso. Il perchè è da ricercare proprio nel falso interesse produttivo che gira intorno a questo settore. Si realizzano impianti dove la prima speculazione la realizzano le

Benefici scolastici, sono pronti i rimborsi VENAFRO - Il consigliere Roberto Oliva, delegato alle Politiche Sociali, informa che sono disponibili i rimborsi relativi al riconoscimento dei benefici scolastici per l’anno scolastico appena finito. Gli aventi diritto possono recarsi presso la filiale di Venafro della Banca Popolare di Ancona, per riscuotere il contributo.

zione di energia il solito petrolio e investe realmente nel futuro nel nucleare. Questo il paradosso energetico di cuii siamo vittime inermi. Non sono servite le prese di posizione dei comitati civici per arginare il fenomeno, le unità locali perennemente in dissesto finanziario, (parliamo naturalmente dei piccoli comuni), privati negli ultimi anni dei trasferimenti statali, trovano nelle famose 100.000 euro un tocca sana per compiere qualche piccolo miracolo economico e far fronte all’ordinaria amministrazione. Come spesso accade anche in Africa, si pone l’affamato nella condizione di avere il tozzo di pane per poi derubarlo delle ricchezze forestali e del sotto suolo con il bene placido del dittatore di turno. Kefa

Elezioni, è resa dei conti nel Pd Amendola: “Ora si avvii la fase congressuale” ISERNIA - E’ tempo di resa dei conti per i vincitori e per i vinti, e le discussioni che si susseguono in questi giorni post elettorali lo confermano. Chiaramente i primi continuano a rivolgere ai propri sostenitori ringraziamenti e si preparano al governo della Provincia. I vinti si soffermano sugli eventuali errori commessi, che probabilmente non sono attribuibili solo al periodo della campagna elettorale, ma vanno ricercati ben oltre. Allora in questo clima si scatenano critiche e si ipotizzano particolari interventi per sanare la situazione devastante che riguarda soprattutto il Partito democratico. Un tempo rappresentante del centrosinistra, il Pd riceve oggi uno smacco pesante dai risultati negativi, e delle elezioni europee e delle provinciali, attestandosi solo il 9% dei consensi. In questa cornice si inseriscono i commenti dei diversi rappresentanti molisani del partito stesso. Qualcuno tenta un “mea culpa”, riferendosi al mancato accordo con l’Italia dei valori che sicuramente avrebbe fatto registrare

un esito positivo, altri lanciano l’idea di azzerare i vertici del partito affidando ad un coordinamento degli amministratori l’azione di rilancio sul territorio, qualcuno ancora definisce gli stessi vertici intransigenti, e punta adesso alla riflessione. Poi c’è qualcuno, che stanco di ogni tipo di polemica invita quanti sono spinti da un bisogno prorompente di sfogarsi, a non farlo. “Basta esternare gli sfoghi, bensì

facciamo un atto di umiltà - sostiene Marco Amendola Segretario Provinciale del Pd - la fase congressuale servirà ad una proposta politica seria”. E continua: “atto di umiltà da parte di coloro che criticano duramente le scelte fatte e che in campagna elettorale non sono nemmeno stai presenti, il futuro sta nelle mani di tutto il partito e dei dirigenti che in questa fase decideranno sulle sorti del Pd”. C.I

Melogli riceve il console americano ISERNIA - Il sindaco Gabriele Melogli e l’assessore Celestino Voria hanno ricevuto, l’altro ieri mattina, la visita ufficiale del Console Generale degli Stati Uniti a Napoli, Patrick Truhn.Il sindaco e il console hanno parlato della possibilità di un’intesa finalizzata alla promozione turistica della città.


ISERNIA Avevano intascato una somma pari a 1500 euro in tre diverse operazioni

Utilizzano un bancoposta rubato, due i denunciati ISERNIA - Furto aggravato in concorso è il reato di cui devono rispondere due persone segnalate dai carabinieri di Isernia dopo la scoperta di prelievi fraudolenti su una carta postamat. L’indagine è scaturita dalla denuncia di una signora. La donna aveva scoperto la sottrazione, presso il suo domicilio, della propria carta postamat. In seconda battuta ha verificato anche un ammanco di 1500 euro dal proprio conto corrente. La macchina investigativa dei militari si è subito messa in moto. Dalla successiva ricostruzione è risultato che i due “compari” avevano effettuato lavori di manutenzione presso l’abitazione della vittima. Proprio in quella occasione avevano sottratto la carta ed

il codice segreto effettuando tre prelievi da euro 500, prima che la titolare del conto si accorgesse dell’ammanco. Per l’identificazione degli autori è stata fondamentale la registrazione di una telecamera di sorveglianza posta nei pressi del postamat dell’ufficio dove erano stati effettuati i tre prelievi. Per evitare fatti incresciosi di tal genere i carabinieri raccomandano vivamente ai titolari di carte bancomat/postamat di non conservare insieme alla stessa appunti scritti riguardanti il codice segreto e meno che mai annotare tale numero sulla carta stessa. Tale codice dovrebbe essere tenuto “a memoria” proprio al fine di non consentire prelievi fraudolenti in caso di sottrazione o

smarrimento del portafogli. In caso di furto/smarrimento della carta, la stessa va immediatamente bloccata

utilizzando verde.

il

previsto

numero V.P.

Veneziale, di nuovo in funzione la sala parto ISERNIA - A partire da ieri presso il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale “Veneziale”, sono state ripristinate tutte le attività legate al punto nascita, sia per i parti spontanei sia per i cesarei, oltre che le attività di urgenza ostetriche e ginecologiche. Le attività erano state temporaneamente sospese dallo scorso 25 maggio per permettere la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria sugli impianti dei gas medicali delle sale operatorie di ostetricia e delle isolette neonatali, oltre che sugli impianti di evacuazione dei gas anestetici delle sale operatorie.


SPETTACOLI Ha fondato il portale RevolverLove, in cui vengono segnalati siti di grafica e design

I marziani dipingono il mondo Fantasia e autoironia, per Nazario Graziano sono doti irrinunciabili di Charles N. Papa OSIMO (AN) - Creare un mondo parallelo, dove i colori e la fantasia regnano sovrani, diventa un modo per afferrare la vita, per prenderla da un’altra angolazione. L’autoironia assume un ruolo vitale (come nel rapporto a due) in chi, per lavoro, è un creativo. Essere sempre sul confine tra il serio e il faceto, è da equilibristi, e lui è un abile circense. Senza lasciarsi risucchiare dalle banalità di molti commercial, di manifesti insignificanti, o di frasi fatte, Nazario Graziano 34enne campobassano trapiantato nelle Marche, è oggi un autorevole graphic/designer, nonchè un bravo musicista (milita ne IRDFDC). Suoi intuiti pubblicitari sono stati adottati da brand come Mtv, Toyota, New York magazine, Vodafone. Ma la sua fantasia lo porta a ideare anche flyer per importanti club come Cocoricò, o per appuntamenti fashion in tutto il mondo. Una carriera iniziata nel 1982 quando, in seguito ad un miraggio, vede i marziani, con cui è in guerra dall’età di 7 anni, atterrare in camera sua, sul suo Commodore 64, in quel momento capisce che la sua vita è segnata. Dipingerà il mondo con la fantasia. Ed è questo il punto di partenza di Nazario, basta vedere i suoi lavori per rendersi conto

che la freschezza dei colori, del disegno, ti rimandano subito ad un universo che scorre sopra le nostre teste e che non vediamo, ma basta levarsi la benda, e il gioco è fatto. Sentiamo lui cosa ne pensa. C i vuole più fantasia o ironia per questo lavoro? “Credo che la fantasia o meglio la creatività, sia fondamentale. L'ironia ... dipende dai casi. Visto che spesso ti v i e n e chiesto di disegnare o progettare qualcosa non per forza ironico ma anzi, a volte ti chiedono sobrietà e linearità. Nulla però potrà mai venire fuori se non usi fantasia e creatività”. L’ispirazione è un fatto spontaneo, che ha i suoi tempi, oppure il processo creativo è in uno standard temporale? “Diciamo che sostanzialmente la mente è in continuo lavoro. Quando devo creare qualcosa mi focalizzo sul tema, sugli aspetti salienti e cerco di trovare il giusto tratto, il giusto colore, o il motivo migliore. Sostanzialmente l'idea buona può venirti sotto la doccia, mentre mangi un panino, mentre bevi un caffè o ascolti una canzone. Lo spazio

Collettivo HC al Rock Cafè TERMOLI - Prosegue la collaborazione tra il collettivo HC e il Rock Cafè Pozzo Dolce di Termoli. Concerti previsti il prossimo 20 e 27 giugno. Sabato 20 saliranno sul palco del Rock Cafè i Vibratocore e i Back Jumper, mentre il 27 si chiude con HC Benefit pro Abruzzo.Il Pozzo Dolce è in via Mario Milano.

standard può essere legato poi al mettere il tutto in pratica, su computer o su carta”. Sei un creativo che accontenta il cliente o che invece tende a far arrivare un suo messaggio? “I lavori più standard, i corporate sono rigidi. Su altri molto spesso mi v i e n e chiesto di usare il mio tratto, e li ovviam e n t e vado a nozze”. Ritieni il tuo t r a t t o c o n s e rvatore o progressista? “Non so bene come inquadrarlo, diciamo che mi viene naturale disegnare cosi. Da qualche parte hanno scritto si richiami al dadaismo. Di sicuro uno sguardo al passato o alla tipografia di un certo periodo (‘50’60) c'è”. Mi ha chiamato un marziano, mi ha detto che ti vuole proporre un affare: tu gli colori l’astronave e lui non attacca la terra. “Sarebbe un’ottima soluzione alla guerra che ho iniziato a sette anni”. Prima dei saluti, i tuoi lavori più recenti? “Di recente ho disegnato un disco per un'artista romano, Mannarino, e per un famoso artista inglese Adam Freeland. In questo momento sto lavorando per una linea di t-shirt di New York”. La tua citazione? “La logica ti porta da A a B, l'immaginazione può portarti ovunque”. (Einstein)

DOMANI NINO FRASSICA

LIVE

CAMPOBASSO - Era il 1985 quando la Rai trasmetteva “Quelli della notte”, trasmissione cult di Renzo Arbore dove Nino Frassica, nei panni di frà Antonino da Scasazza ne diceva di tutti i colori. Nacque il personaggio che ancora oggi Frassica, in certi contesti, tiene. Domani sera in piazza Pepe con i Los Plaggers, Frassica rivisita brani italiani e spulcia tra “Cacao meravigliao”, “Grazie dei fiori bis”, “Portobello”, “Mamma mia dammi cento lire”.

Mostre

BREVI POZZILLI - Oggi all’hotel Dora live con i Cumpà. TERMOLI - Oggi a Villa Paraiso, Busy signal. CAMPOBASSO - Domani Nino Frassica live. CASACALENDA - Domani concerto in piazza della cover band dei Pooh, gli Stop. CAMPOBASSO - Domenica 14 giugno Pfm canta De Andrè.

LARINO - Prosegue a Larino sino al 20 giugno la mostra di Nino Barone, mentre sarà inaugurata domenica 15 a Guardialfiera quella di Ninì Continelli. Entrambe rinetrano nell’iniziativa “Quaderni d’arte”.

Disco dance ISERNIA - Questa sera al discobar La Strada si rinnova Positivanight con Charles Papa e Pietro Rama

Dj Debora De Luca al Baja Village VASTO - La consueta programmazione della discoteca Baja Village a Punta Penne, prevede quasi sempre ospiti, e di varia natura. Domani sera tocca alla dj italiana Debora De Luca, più volte anche in Molise. Per altre informazioni 3284149224.

17 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009


TERMOLI Torna in Molise la Goletta Verde di Legambiente TERMOLI - Goletta Verde, l'ormai storica imbarcazione di Legambiente, paladina del mare e delle coste italiane, attraccherà al porto di Termoli anche quest'anno. L'imbarcazione, il cui arrivo si prevede per il pomeriggio del 9 luglio, spiegherà le vele per riprendere la rotta il giorno successivo. Una sosta di ventiquattr'ore ore, nel corso della quale verrà allestito uno stand adibito

alla vendita di gadget a sostegno di Legambiente. La mattina del 10 è prevista una conferenza stampa, in cui verranno espletate quelle che sono le iniziative di Legambiente, che quest'anno si appresta a sostenere, tra l'altro, un impegno che si concretizza in una battaglia contro la nuova direttiva europea che l’Italia conta di recepire e, con la quale il mare rischia di diventare “pulito per decreto” .

Battaglia che Legambiente conta di sostenere fermamente in quanto ben consapevole dei punti critici che vanno necessariamente debellati. Punti che andranno stanati e che giocano da fattori incongruenti al fine di poter dichiarare l'ottimo stato di salute del Mare Nostrum. Solo sulla costa molisana i punti critici denunciati da Legambiente di Termoli Circolo Matese sono due: la foce del Biferno e la ormai tristemente nota foce del Trigno. Dal

1986 per due mesi, ogni estate, il battello ambientalista effettua il periplo della nostra penisola avvistando abusi perpetrati ai danni del mare quali scarichi di sostanze inquinanti, nonché abusi edilizi che deturpano le coste e di queste inoltre, la Goletta effettua un monitoraggio per stabilirne lo stato di erosione. Promuove altresì le bellezze del nostro mare, valorizzando le Aree Protette che giocano a difesa dell'ecosistema marino e per mezzo di campagne

Si assentano da casa e gli piazzano una parabola sul balcone PORTOCANNONE – Una famiglia si assenta dalla propria abitazione per qualche giorno e al suo rientro trova montata una antenna parabolica sul proprio balcone. E' accaduto a Portocan-

18 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009

none, centro di etnia albanese a pochi chilometri da Termoli, in una casa nelle vicinanze della chiesa del Carmine. “Al nostro rientro – ha detto il capofamiglia -, abbiamo visto montata sulla

Pesca, nuovo decreto del ministro LITORALE – Il Ministro delle Politiche Agricole ha emesso un Decreto che adegua la disciplina dell'attrezzatura denominata ferrettara alla normativa comunitaria in modo da assicurare la coerenza dell'ordinamento giuridico italiano con quello comunitario e garantire, conseguentemente, la più ampia tutela delle risorse marine viventi, e consentire l'esercizio dell'attività da parte delle unità da pesca esclusivamente nei limiti di abilitazione alla navigazione.

informative conta di sensibilizzare i cittadini al rispetto verso una delle risorse più importanti per la vita del Pianeta. Biologi di Legambiente effettuano il monitoraggio delle acque di balneazione lungo tutta la costa, prelevando oltre 500 campioni di acqua marina e facendo analisi nei laboratori mobili attrezzati per informare in tempo reale sullo stato di salute delle nostre acque. Ida Petrone

Fai-Cisl: appello al ministro Zaia

loggetta che e adibita come ingresso alla mia abitazione una grossa antenna parabolica che impediva ha lasciato allibiti tutti i componenti della famiglia”. Il proprietario dell'alloggio si é subito informato su chi avesse abusato della sua proprietà scoprendo che era stata una famiglia rumena. La stessa, non senza mostrare insofferenza, ha spostato la parabola ma posizionandola di poco sotto la loggetta. In paese sono in molti a ritenere che da quando é stata chiusa la Caserma dei carabinieri ogni uno si sente in diritto di comportarsi come meglio gli aggrada, senza tralasciare che molti stranieri subaffittano stanze a propri connazionali facendo si che aumenti il movimento di extracomunitari sul territorio locale.

BASSO MOLISE - “La Fai condivide le analisi che il Ministro Zaia ha diramato sulle condizioni e sulle obbligate prospettive dell’agricoltura e dell’intera filiera agroalimentare all’indomani della relazione annuale della Banca d’Italia”. E’ questo il commento della Segreteria nazionale del Sindacato cislino dei lavoratori agricoli e alimentaristi. “Ci permettiamo soltanto – è il commento del Segretario generale Augusto Cianfoni – di ricordare al Ministro il ruolo strategico che hanno i lavoratori dipendenti nelle sfide fondate sulla qualità del made in Italy. Ci aspettiamo dal Ministro Zaia un ruolo determinante nel Consiglio dei Ministri a favore dei lavoratori stagionali che nel Sud l’Inps umilia con l’etichetta di falsi braccianti e il Ministero del lavoro con il gettone orario del vaucher. Dallo stesso Ministro Zaia ci aspettiamo anche un decisivo intervento a favore dei 1.800 operai del Corpo Forestale dello Stato che aspettano il contratto da 29 mesi”.

Riunione per occupazione aule a scuola TERMOLI – Alle 9 di eri mattina in Comune si riuniranno i genitori della scuola media "Oddo Bernacchia" e della elementare "Principe di Piemonte" per discutere e risolvere il problema degli spazi per le lezioni. Infatti la biblioteca comunale é stata trasferita dalla sua sede proprio in locali dei due Istituti sottraendoli alle lezioni. Per pubblicizzare la riunione di questa mattina, nelle due suole sono stati distribuiti dei volantini.


TERMOLI La Procura Generale di Campobasso lo ha chiesto al Gup del Tribunale di Larino

Richiesta di rinvio a giudizio per il capitano Muscatelli Il reato presunto é falsità ideologica e falsità materiale commesso da pubblico ufficiale

TERMOLI – Colpo di scena per una indagine avviata dalla Procura Generale di Campobasso nei confronti del capitano dei carabieri Fabio Muscatelli, comandante la Compagnia di Termoli, artefice dell'inchiesta Black Hole. La Procura ha chiesto al Gup del Tribunale di Larino il rinvio a giudizio dell'Ufficiale per il presunto reato di falsità ideologica (articoli 479 e 476). Le indagini disposte dal Procuratore Generale ed eseguite dalla Guardia di finanza di Campobasso, fanno ri-

Benvenuta Carla Ciao piccolina, sei arrivata anche tu in questo mondo e noi ti auguriamo di essere sempre felice. Credi nell'amore e sii umile nell'imparare, perché solo grazie a ciò potrai vivere davvero per scelte tue. Non è facile il cammino di chi sceglie il giusto, ma devi lottare per far sì che questo messaggio nel mondo scompaia. Credi negli occhi di mamma e papà quando faranno di tutto per proteggerti, ma sfidali, quando avrai imparato a proteggerti da te. Credi nelle meraviglie di ciò che attorno a te si apre senza perdere di vista il tuo cammino. Ogni esperienza conservala per te nel tuo cuore, anche la più dolorosa. Concediti l'Onore di sbagliare due volte. Non sbagliare una terza. Vivi fiduciosa nel tuo presente, apprensiva del tuo passato e guerriera per il tuo futuro. Lotta sempre per i tuoi diritti e accetta ogni sconfitta. Ama più che puoi, perché in questa vita ci sono stati imposti dei limiti: se ami li puoi sorpassare.

ferimento a fatti che sarebbero avvenuti all'interno della Compagnia di Termoli al momento coperti dal segreto istruttorio. Comunque le indagini sarebbero iniziate su segnalazioni per alcuni atti di servizio. Infatti gli articoli 479 e 476, fanno riferimento a reati commessi da pubblico Ufficale, e nello specifico il 479: falsità commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici; mentre il 476: falsità materiale commessa da pubblico ufficiale. Cosa avrebbe fatto Muscatelli per

far ipotizzare certi reati e chi ha portato all'attenzione della Procura Generale le presunte anomalie. Tutto attualmente resta in possesso dei magistrati e i veri motivi si sapranno solo al monmento in cui il Gup dediciderà o meno di accogliere la richiesta e fisserà la data dell'udienza. Comunque la richiesta di rinvio a giudizio ha fatto

molto scalpore negli ambienti giudiziari, militari e specialmente a Termoli dove il capitano Muscatelli ha svolto per anni il suo servizio e seguito varie inchieste su disposizione della Procura della Repubblica di Larino. Oltre che certa la richiesta di rinvio a giudizio, é trapelato che la parte lesa sarebbe lo Stato Italiano.

Richieste del consigliere Cristiano Di Pietro al sindaco MONTENERO DI BISACCIA Ieri mattina il consigliere al Co-

mune di Montenero di Bisaccia, Cristiano Di Pietro, ha presen-

Come mamma Alessandra e papà Gianni che un anno fa si sono giurati amore eterno e con la tua nascita rinnovano il loro amore! Questo è l'importante: oltrepassare i limiti per godere dell'immenso!!! Benvenuta Carla!!! Con tanto affetto… Gli zii Lorella e Bruno e i cugini Giordana e Vittorio.

Oggi il sindaco delle Tremiti “ospite”di Gheddafi

Oggi presentazione settimana pari opportunità

SOLE TREMITI – Giuseppe Calabrese, sindaco delle Isole Tremiti, salvo complicazioni oggi sarà a Roma dove incontrerà il leader libico Muammar Gheddafi nell’ambito degli incontri ufficiali che il colonnello avrà anche nei prossimi giorni. Calabrese ha detto di aver ricevuto dall’ambasciata libica l’invito all’incontro e spera che “Gheddafi possa essere in visita alle Tremiti nel mese di luglio”.

TERMOLI – Ieri mattina presso la Sala consiliare del Municipio, si é tenuta la conferenza stampa di presentazione della III Edizione della Settimana delle Pari Opportunità. L'appuntamento, organizzato dalla Consigliera di Parità Provinciale e patrocinato dal Ministero del Lavoro, dalla Provincia di Campobasso e dal Comune di Termoli, si svolgerà a Termoli dal 15 al 20 giugno.

tato due richieste al Sindaco. Nella prima, si chiede di istituire un senso unico in via Ugo Foscolo e nella seconda di spostare la sede del mercato che si svolge nel Comune due volte al mese, da via Madonna di Bisaccia in Piazza della Libertà. “La prima istanza risponde innanzitutto ad una esigenza dei cittadini e residenti di via Ugo Foscolo - afferma il consigliere - vi sono poi motivi di sicurezza legati alla ridotta dimensione della strada, all’elevata pendenza di quest’ultima ed alla presenza di parcheggi laterali che rendono molto pericolosa la viabilità. Il senso dello spostamento del mercato è presto detto: innanzitutto la sua presenza nella piazza principale rilancerebbe anche le attività commerciali della zona, in secondo luogo si ridurrebbero drasticamente i problemi di viabilità legati a quella zona”. Per Cristiano Di Pietro é importante semplificare la praticabilità della rete stradale e potenziare inoltre l’arredo urbano di alcune zone come quella di San Paolo per rendere il quartiere più vivibile e più sicuro.

19 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009


S P O RT 8° Torneo internazionale di tennis “Regione Molise” Women’s Tour - $ 25.000

Cravero e Cabeza-Candela, flop inatteso Eliminate la prima e la seconda testa di serie per mano dell’australiana Holland (6-2, 2-6, 6-3) e dell’ucraina Buryachok (6-2, 7-5) CAMPOBASSO - Cadono cinque teste di serie degli Internazionali di Campobasso e quattro italiane accedono ai quarti di finale dell’ottava edizione del torneo “Regione Molise”. Due anni dopo, Anna Floris ha raggiunto nuovamente i quarti di finale. La sarda, numero 240 al mondo, ha sconfitto la portoghese Frederica Piedade (214) al termine di uno degli incontri più attesi della giornata. E valeva proprio la pena seguirlo: merito soprattutto della Floris, che ha sempre giocato all’attacco senza mai cambiare atteggiamento, nemmeno dopo aver perso il primo set. Ha vinto i successivi due ed ha mandato a casa la testa di serie numero tre del tabellone. Meno avvincente la partita tra Stephanie Vongsouthi e Margalita Chakhnashvili. Anche qui ha vinto la giocatrice sfavorita, la francese. Primo set interminabile, dove nessuna delle due atlete ha rischiato più di tanto. Nel secondo la georgiana ha commesso fin dall’inizio una lunga serie di errori consegnando set e partita all’avversaria. Al di là di ogni aspettativa, a Isabella Holland è riuscita l’impresa di mettere fuori competizione niente meno che Jorgelina Cravero. L’australiana ha vinto in tre set contro l’argentina, la giocatrice più forte del torneo campobassano. Primo set all’australiana che è partita forte ed ha rifilato subito un pesante 5-0 all’avversaria; poi l’argentina ha conquistato 2 giochi di fila, ma il sesto è andato alla Holland. Identico risultato a parti invertite nel secondo parziale: la sudamericana si è portata subito in vantaggio sul 5-1 e quindi ha chiuso la frazione sul 6/2. Nella terza partita, il 4-0 in favore dell’australiana ha stroncato le gambe all’argentina che ha ceduto sul 6-3. La rivelazione del torneo è senza dubbio Federica Di Sarra. L’italiana, proveniente dalle qualificazioni, ha passato il turno ai danni di Ana Jovanovic, numero sette del tabellone. In soli due set l’italiana ha avuto ragione della serba giocando un ottimo tennis: nella prima partita, dopo il 22 iniziale, ha preso il largo e si è portata prima sul 5-2 quindi sul 6-3. Meglio, addirittura, è andata nel secondo parziale in cui ha annichilito

l’avversaria: subito 4-0 e poi 6-2. Applausi a scena aperta anche per Alexia Virgili. Già protagonista di un’impresa nel primo turno, l’italiana ha fatto il bis negli ottavi mettendo fuori dai giochi Anastasia Grymalska. Favorita dalla posizione in classifica, la Virgili ha superato la connazionale senza troppi affanni al termine di una partita dominata in lungo ed in largo, come conferma il punteggio. Alla Grymalska, un solo gioco nel primo set e tre nella seconda frazione. Ha lasciato il torneo anche la testa di serie numero due del tabellone. Estrella Cabeza-Candela ha perso contro Irina Buryachok. Nel primo set la spagnola è stata in partita fino al 3-2; poi ha ceduto il passo all’ucraina. Altra storia, invece, nella seconda partita: sempre avanti la Cabeza-Candela fino al 5-2, poi il “cappotto” della Buryachok che ha rimontato e vinto sul 7-5 set e match. Pronostico rispettato nella partita tra Johanna Larsson e Agustina Lepore. Ha vinto la svedese in due set contro l’argentina che ha fatto quello che ha potuto. Equilibrio in avvio del primo set: un gioco a testa fino al 3-3. Poi la Larsson ha fatto il vuoto e vinto agevolmente il parziale sul 6/3. Con lo stesso punteggio si è conclusa anche la seconda frazione, sempre condotta dalla svedese, mai capace di reagire agli attacchi dell’avversaria. La giornata si è chiusa in bellezza con il derby tutto italiano tra Nathalie Vierin ed Erika Zanchetta. Ha vinto la prima, 237 della classifica mondiale, al termine di un match bello, combattuto ed interessante solo nei primi due set. Nel primo ha meritato la Zanchetta in vantaggio dall’inizio alla fine. Spettacolo di alto livello nel secondo in cui la Vierin, sempre sotto nel punteggio, ha rimontato e vinto al tiebreak. Senza storia il terzo in cui la Vierin, sulle ali dell’entusiasmo, ha infierito sulla Zanchetta alle prese con un risentimento muscolare all’avambraccio. Ora, in Villa “de Capoa”, ci si prepara ad assistere ai quarti di finale del singolare e all’ultimo atto del torneo di doppio. Una coppia italiana è in finale nel torneo di doppio degli Internazionali di Campobasso. Anna Floris e Valentina Sulpizio sfideranno il duo composto da Jorgelina Cravero e Federica Piedade. Il pubblico campobassano, dunque, potrà vedere ancora all’opera la titolata argentina eliminata nel torneo di singolare. La numero uno del tabellone e la portoghese, fuori anche lei dai giochi del torneo di singolare, hanno battuto in due set le italiane Valentine Confalonieri ed Elena Pioppo. Bella partita nel primo set, più combattuto, meno nel secondo a senso unico. Dall’altra parte della rete ci sarà la

coppia “tricolore” che ha sbaragliato la concorrenza delle avversarie Margalita Chaknashvili e Ana Jovanovic. Poche emozioni in un match che ha visto le italiane condurre senza affanni sul duo serbo-georgiano costretto ben presto a gettare la spugna, fermo a due giochi nel primo set e a tre nel secondo parziale. Gli appassionati avranno di che divertirsi in occasione della finalissima in programma sul campo tre dell’Associazione Tennis Campobasso, con inizio alle 19.

Cravero

Cravero, J [1] 6-1 6-1 Holland, Isabella 1-6 6-4 6-3

Holland, Isabella

6-2 2-6 6-4

Vongsouthi 6-3 7- 6 Chakhnashvili, M [5]

Vongsouthi, S

7-6 6-2

6-1 6-4 Larsson, J [4]

6-1 6-1

Larsson, J [4]

6-3 6-3 Lepore, Augustina

6-2 6-0 Zanchetta, Erika 6-2 6-3 Vierin, Nathalie [6]

Vierin, Nathalie [6]

4-6 7-6 6-0

6-2 3-6 6-2 Jovanovic, Ana [7]

6-2 3-6 6-2 Di Sarra, Federica 4-6 6-3 6-2 Floris, Anna 6-2 6-4 Piedade, F [3]

Di Sarra, Federica

6-3 6-2

Floris, Anna

3-6 6-2 6-3

5-7 6-3 7-6 Virgili, Alexia

3-6 7-6 7-6 Grymalska, Anast. 6-4 2-6 6-4 Buryachok, Irina 4-6 6-1 6-1 Cabeza-Candela, E 6-4 4-6 6-3

Virgili, Alexia

6-1 6-3

Buryachok, Irina

6-2 7-5

Cravero


S P O RT CALCIO SERIE D

Dopo partita agitato, Gaudenzi bacchetta i contestatori: «Era difficile fare meglio»

Fano, un pari per chiudere la stagione della rabbia Ammazzalorso ricomincia dalla Santegidiese CAMPOBASSO - Fano fuori dai playoff, ma non è una novità. Fano encomiabile, e anche questo era agli atti. Senza più una vera chance di qualificazione, senza sette giocatori, senza la tenuta necessaria a coprire una partita intera, senza quel sacro fuoco che il dolorosissimo finale di campionato aveva già annacquato e La Spezia definitivamente spento, la squadra granata ha fatto onore a sé stessa, alla sua stagione bella e ingiusta e a chi è venuta a spingerla un’ultima volta. E avrebbe forse potuto regalarsi una vittoria inutile ma di significato morale, se la gamba non l’avesse abbandonata. Il gol rapido di Bartolini ha fatto a lungo da spartiacque, in una gara giocata a ritmi bassi come conveniva di più ai granata, senza che il palleggio prolungato ma poco redditizio del Vico Equense riuscisse a modificarne i tratti. Col tocco sciagurato di Cinque sul cross del generoso Carbonari, prontamente capitalizzato da Bartolini con piroetta e tiro vincente da fuori l’area piccola, i campani si sono consegnati ad una rincorsa che l’assenza di un peso offensivo apprezzabile ha complicato più dello spirito di sacrificio del Fano, che è arrivato dove ha potuto fin quando ha potuto. Quasi solo tiri da lontano e nessuno in porta, per i campani, che in area si erano fatti vivi al 5’ con il colpo di testa di Armellino, ma che fino all’intervallo affiancheranno al possesso esasperato solo le botte imprecise dello stesso Armellino (25’) e di Solimene (38’). Il Fano dosa ogni più piccolo sforzo, ma Gargiulo deve ugualmente chiudere su Bartolini (34’) e Munao intercettare il tocco ravvicinato di Carbonari (37’), liberato sull’asse Chiarabini-Bartolini. E’ nella ripresa, quando il quadro comandi della squadra granata comincia a registrare disfunzioni, che il Vico riesce a fare breccia. Lombardi disinnesca Solimene dal limite (49’) e sulla conclusione ravvicinata di quest’ultimo, favorito da una leggerezza di Barbieri, è super, con Lepre che poi provvede ad arginare Napoli (52’). Chiarabini prova a inventare per Bartolini, preceduto però di un soffio da Munao al 52’, poi sempre più Vico, col Fano che non riesce più a tappare tutte le falle. Al 63’ Lombardi è prodigioso anche sul diagonale di Loreto, con Pentucci in suo soccorso, ma è senza riparo quando Loreto sfonda a destra, Napoli conclude sporco in diagonale e Lupico, da tre metri, corregge in porta. La stanchezza potrebbe fare una differenza ancora più grande, ma il Vico Equense, che ne avrebbe ancora, si accontenta e l’ultima scossa alla partita la dà allora Bartolini, che si avventura in area e in diagonale di sinistro manca il 2-1 di veramente poco. In

curva ci si divide fino all’ultimo fra il plauso alla squadra e i cori contro Gaudenzi, segno che l’indice di gradimento non è più quello di quattro mesi fa. La semifinale è invece un affare tra Vico Equense e Spezia, mentre per il ripescaggio invece la candidatura del Fano resta, anche se nessuno può ancora sapere quanto pesi realmente.«Mancavano elementi importanti, altri non erano in buone condizioni. Non poteva essere il vero Fano, altrimenti avrebbe ottenuto di più. In questa situazione, con tanti giovani in campo, non si poteva chiedere niente di diverso» commenta Gaudenzi (nella foto) a fine gara. Ma non è tanto di quella che parla: «Se siamo arrivati fin qui, è perché c’erano una società seria, un allenatore serio e giocatori seri, anche se non sempre il comportamento di alcuni di loro ha aiutato lo spirito di squadra. Peccato che qualche tifoso voglia rovinare quello che è stato fatto, quando la realtà è che, da gennaio in poi, abbiamo avuto tanti problemi fisici. E che certi altri episodi ci hanno tolto quello che meritavamo». Parole che suonano nuove solo in parte (e forse per nulla all’orecchio di qualcuno), ma che danno comunque la misura di un rapporto logoro. Anche se quando si parla del suo futuro, Gaudenzi puntualizza: «Quello dipende dalla società, non da un gruppetto di tifosi. Ci vedremo e prenderemo una decisione. So che abbiamo fatto un bel lavoro e 70 punti ma so anche che non è facile ripetersi». TERAMO_«Con tanta umiltà mi rimetto in gioco». Aldo Ammazzalorso ricomincia dalla Santegidiese in serie D. «E' una bella sfida- ha aggiunto il tecnico che si gode gli ultimi giorni di mare a Pineto- che per certi versi mi coinvolge visto che proprio alla Santegidiese ha avuto inizio dodici anni fa, la mia lunga rincorsa alla panchina. Non c'è alcun problema a ricominciare dall'Interregionale, perché in qualunque categoria un allenatore va a lavorare serve solo la voglia di fare bene. Ritrovo un ambiente che oramai è cresciuto, mastica buon calcio e quindi appendo la giacca al chiodo, indosso di nuovo la tuta e ricomincio. Ripeto e sottolineo con tanta umiltà per una nuova storia che spero sia soddisfacente per tutti». Ammazzalorso proprio dopo la bella cavalcata alla Santegidiese fu chiamato al Teramo dell'ex presidente Cerulli Irelli con il quale vinse il campionato. Dopo Teramo Ammazzalorso ha allenato Fano, Samb, Avellino, Catania, Treviso, Ascoli, Salerno, Pescara, Cavese. Il direttore della Sant Ennio Cerase non ha dubbi:« Per noi la scelta di Ammazzalorso rappresenta un punto di ripartenza importante e pieno di significati. Aldo è un signore del calcio tanto è vero che siamo sulla parola perché le carte le firmeremo entro la fine settima. Lo abbiamo ritrovato con entremo piacere e pronto a rituffarsi in una categoria che conosce molto bene e noi della società giallorossa crediamo sappia offrirci ancora una volta il calcio che piace a noi tutti».

Acquafresca: "Robert al Napoli? Non si sa mai" "Robert - sostiene l’agente di Acquafresca - interessa molto al Napoli in chiave futura ma nel calcio non si sa mai". Paolo Fabbri, procuratore del 21enne attaccante, in un'intervista concessa a tuttonapoli.net, non ha escluso a priori un approdo del suo assistito nella compagine di Donadoni: "De Laurentiis e Preziosi, di comune accordo, hanno deciso che il calciatore ha bisogno di un altro anno di tranquillità utile per concludere il suo ciclo di maturazione ma, se per esempio Atalanta, Parma e Lazio, si ritirano dall’asta si viene a Napoli".

MONDIALI 2010

Brutto tonfo per l’Argentina CAMPOBASSO - Nella 14.a giornata del girone sudamericano di qualificazione mondiali il risultato più eclatante è il ko dell'Argentina. La formazione guidata da Maradona ha perso per 2-0 in Ecuador e adesso è a rischio anche il quarto posto, l'ultimo disponibile per andare direttamente al Mondiale. La sconfitta è maturata nel secondo tempo, dopo che nella prima frazione Tevez si era fatto parare un calcio di rigore. Il mancino Ayvoi ha portato in vantaggio la 'tricolor' al 72' con un potente sinistro da fuori area che si è infilato sotto l'incrocio dei pali. A chiudere la pratica ci ha pensato Palacios con una bella girata dal limite dell'area a sette minuti dalla fine. Il Brasile si prende la vetta solitaria della classifica vincendo per 2-

1 in casa il match clou di giornata contro il Paraguay. Ospiti in vantaggio con Cabanas al 25', poi Robinho e Nilmar ribaltano il risultato per la formazione di Dunga. Al secondo posto nel girone si colloca il Cile, capace di rifilare un poker alla Bolivia grazie anche alle due reti dell'attaccante dell'Udinese Sanchez. Ecco il dettaglio della 14.a giornata: Ecuador-Argentina 2-0 (Marcatori: 72' Ayvoi, 83' Palacios),Venezuela-Uruguay 2-2 (Marcatori: 9' Maldonado (V), 60' Suarez (U), 72' Forlan (U), 75' Rey (V)), Cile-Bolivia 4-0 (Marcatori: 44' Beausejour, 74' Estrada, 78' e 90' Sanchez), Colombia-Perù 1-0 (Marcatori: 25' Falcao), Brasile-Paraguay 2-1 (Marcatori: 25' Cabanas (P), 40' Robinho (B), 49' Nilmar (B)).

FINALI NAZIONALI ALLIEVI

Acli e SS. Pietro e Paolo fuori dai giochi CAMPOBASSO - Domenica amara quella che ha visto entrambe le formazioni molisane impegnate nelle finali nazionali dei campionati Allievi e Giovanissimi perdere con il più classico dei risultati negativi: 0-2. Le Acli nel campionato Allievi vengono sconfitte dalla formazione campana della Mariano Keller all'antistadio di Campobasso e la seconda sconfitta consecutiva nel girone decreta l'automatica esclusione dai giochi

di potere. La terza partita per la formazione di Antonello Toti sarà una pura formalità ed ininfluente ai fini del risultato finale. Analoga sorte è toccata alla formazione Termolese del S.S. Pietro e Paolo che al Cannarsa nel campionato Giovanissimi è stata sconfitta anch'essa da una compagine campana, il San Nicola. La sconfitta decreta anche per la squadra di Pasqualino De Filippis la fine dei sogni con la terza partita che sarà ininfluente per i

Termolesi che non alcuna possibilità di superare il turno.

FISE

Tanti gli impegni per i portacolori del Cip Molise CAMPOBASSO - Mese di giugno decisamente impegnativo per i portacolori del Cip Molise. Ieri a Citta di Castello Michele Ruscitto e Donato Vena prenderanno parte ai Campionati di Equitazione e nel pomeriggio ad Isernia, per la prima volta, inizierà un corso di tiro con l' arco per non vedenti promosso con l’ausilio dell’Unione Italiana Ciechi. Le lezioni saranno tenute dal Maestro Elio Fierro presso la palestra del Liceo Artistico, una volta a settimana, nei mesi di giugno e luglio. Al momento sono sei gli iscritti al corso. Sabato 13 giugno quattro ragazzi non vedenti, aspiranti al Torball, e due ragazze, aspiranti a diventare istruttrici di Torball, si recheranno a Teramo, dove incontreranno Sandro Di Girolamo, capitano della Nazionale, che formerà le due istruttrici e preparerà

Inter, Viera: "Voglio restare, ma deciderà il club" Patrick Vieira rimette il suo futuro nelle mani dell'Inter: “Voglio restare, ma deciderà il club”. Quella appena conclusa non si può certo definire una stagione esaltate per il centrocampista francese che, tra infortuni e scelte tecniche, ha visto il campo solo per pochi scampoli. Il suo nome è uno dei più ricorrenti quando si parla di mercato in uscita tra i nerazzurri, anche perché in patria è ancora molto considerato tanto che due big come Lione e Psg si sono già fatte avanti per averlo.

gli atleti. In programma ci sono anche l’istituzione di un corso Torball a Campobasso. Dal 25 al 28 giugno il Cip Molise sarà a Foggia per i Campionati Italiani di Atletica FISDIR, atleti con disturbi mentali. Tra i quattro ragazzi partecipanti segnaliamo la presenza di Alessandro Acunzo che ha vinto l'argento ai Giochi Sportivi Studenteschi. Intanto il 1° Campionato Italiano Paralimpico FISE è stato inaugurato ieri a Città di Castello. Più di trenta i binomi iscritti provenienti da regioni dove sono stati già disputati anche i Campionati Regionali, come la Lombardia, il Molise, la Valle d’Aosta. In gara anche 3 concorrenti dalla Sicilia e, per la prima volta, anche un’amazzone campana al via. La cerimonia inaugurale si è tenuta alle ore 18.00 alla presenza del Presidente FISE, Andrea Paulgross, che ha assistito all’alzabandiera, alla sfilata di apertura, ed ad una breve dimostrazione di attacchi, offerta da guidatori del Lazio e della Toscana. Questa mattina iniziano le gare con il Campionato di Società, cui seguirà sabato il Campionato Tecnico e per finire, domenica, il Campionato Freestyle. Il Campionato Italiano è anche tappa di selezione per il Campionato Europeo che si terrà nel prossimo agosto a Kristiansand.

21 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009


S P O RT CONFEDERATION CUP

Nel pomeriggio è in programma un’amichevole contro una formazione locale

Due doppiette nell’ultimo test degli azzurri

CAMPOBASSO - Due doppiette, una firmata da Alberto Gilardino e l’altra da Vincenzo Iaquinta, riscaldano la fredda serata di Pretoria. Nell’ultimo collaudo prima dell’inizio della Confederations Cup, l’Italia rischia: per tre volte in svantaggio, riesce a recuperare e poi a superare la Nuova Zelanda (4-3), e sono novanta minuti sofferti, di emozioni, di disattenzioni, ma soprattutto di conferme. E’ un confronto inedito tra le due nazionali, che si preparano alla manifestazione sudafricana: la Nuova Zelanda esordirà domenica contro la Spagna, mentre l’Italia lunedì contro gli Stati Uniti. Come anticipato alla vigilia, Lippi conferma la linea giovane e manda subito in campo Santon e Giuseppe Rossi, lasciando ancora a riposo i giocatori che si sono uniti al gruppo dopo l’amichevole di Pisa. L’Italia, in divisa bianca, schiera Amelia tra i pali, in difesa Santon, Legrottaglie, Gamberini e Dossena, davanti Gattuso e Palombo, a centrocampo Pepe, Rossi e Quagliarella, con Gilardino punta terminale del rombo. Ma, contrariamente a quanto accaduto sabato scorso, l’Italia fatica a prendere in mano il gioco e, soprattutto, non riesce a trovare gli spazi giusti per rendersi pericolosa. Ne approfitta la Nuova Zelanda, forte della sua esuberanza fisica, e al 13’ passa in vantaggio con un perfetto stacco di Smeltz che piazza il pallone all’angolo destro di Amelia. Non avendo particolari doti tecniche, i neozelandesi pensano a chiudersi, e lo

22 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009

fanno bene, per poi ripartire in contropiede. Al 18’ occasione per gli Azzurri con Gilardino, ma è pronto il portiere, mentre al 21’ ancora Smeltz si “mangia” letteralmente il raddoppio. Nel frattempo cresce l’Italia e al 33’, al termine di una bellissima azione in contropiede, pareggia con Gilardino che appoggia in rete di testa uno splendido assist di Quagliarella. Al 42’ nuovo vantaggio dei neozelandesi con Killen che, di testa, corregge in rete anticipando nettamente Amelia. Il primo tempo si chiude, dunque, con la Nuova Zelanda in vantaggio. Nella ripresa Pirlo in campo dall’inizio al posto di Giuseppe Rossi e la musica cambia. L’Italia passa al 4-3-3 con Pirlo a centrosinistra e Gattuso a centrodestra. Dopo due minuti arriva il secondo gol di Gilardino, alla dodicesima rete in azzurro, che firma il 2-2: ancora cross di Quagliarella e ancora Gilardino di testa. Al 9’, però, un pasticcio tra Amelia e Gamberini su Killen co-

Milan, Leonardo: "Dzeko mi piace" Leonardo prova a fermare l’emorragia di campioni: “Non tutte le voci si trasformano in realtà”. Mai come in queste ultime ore, il Milan sembra terra con conquista per i club stranieri. Kakà ha salutato l’Italia per sbarcare nel Real Madrid tornato galattico e i vari Pato, Seedorf, Pirlo e Gattuso sono i sogni di mercato per il Chelsea dell’ex Ancelotti. Il tecnico brasiliano, però non perde il sorriso e si dice ottimista per il futuro.

stringe l’arbitro a fischiare il rigore e consente alla Nuova Zelanda di passare di nuovo in vantaggio dal dischetto con lo stesso Killen. Altri cambi per l’Italia. In campo anche Iaquinta che al 23’, servito da Pirlo, mette al sicuro il 3-3 anticipando il portiere. Quattro minuti e per la prima volta in questa fredda e piovosa serata l’Italia passa in vantaggio con un sinistro ancora di Iaquinta. E’ il 4-3 che regala all’Italia una bella vittoria e a Marcello Lippi qualche certezza in più. Buone notizie per Marcello Lippi: De Rossi si avvia verso il recupero. E' questa la novità arrivata dall'allenamento di ieri mattina dell'Italia, tornata al lavoro, sempre sotto la pioggia, dopo l'amichevole contro la Nuova Zelanda. Lunedì il debutto nella Confederations Cup con gli Stati Uniti: e il centrocampista a questo punto dovrebbe esserci. De Rossi, infatti, è sceso in campo e ha svolto l'intera seduta insieme a Buffon, De Sanctis, Zambrotta, Chiellini, Grosso, Pirlo, Montolivo, Camoranesi, Toni e Iaquinta. i giocatori impiegati poco o nulla contro la Nuova Zelanda. Ancora lavoro a parte per Cannavaro: il capitano, in tribuna ieri sera perché alle prese con un affaticamento muscolare, neppure oggi ha lavorato sul terreno di gioco, limitandosi a una serie di massaggi e a qualche esercizio in palestra. Ma tornerà presto ad allenarsi con i compagni: Cannavaro è stato sottoposto a una risonanza e a una ecografia per controllare il problema al polpaccio e gli esami medici hanno dato esito negativo. Nel pomeriggio è in programma un test amichevole, presso il Super Stadium di Pretoria, contro una formazione locale: come già annunciato, Lippi darà spazio ai giocatori arrivati in ritiro sabato scorso.

Decisioni del Giudice Sportivo Il Giudice Sportivo Territoriale del Comitato Regionale Molise della Lega Nazionale Dilettanti, Antonio Persichillo, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A., A.B. Elio Di Rienzo, nella seduta del 10 Giugno 2009, ha adottato le decisioni che di seguito integralmente si riportano: PROMOZIONE A CARICO DI CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per due gare MARONE FABRIZIO (Oratoriana Limosano) PRIMA CATEGORIA – PLAYOFF A CARICO DI CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per una gara PERRELLA EMILIANO (Macchiagodena) PISCOPO FRANCESCO (Rinascita Bussese) NON ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per una gara CARAMANNA NICANDRO (Ciorlano A.S.D.) CANTELMO PAOLO (Domenico De Sisto) BELMONTE GIUSEPPE (Macchiagodena) PETTI LUCA (Maronea Calcio) SECONDA CATEGORIA - PLAYOFF

DECISIONI Gara ALIFE – ACQUAVIVA D’ISERNIA Il Giudice Sportivo Territoriale, letto il referto arbitrale ed il relativo supplemento, rileva che al 90’ l’arbitro decretava la fine della gara in epigrafe sul punteggio di 1– 1, lo stesso risultato della gara di andata. Nonostante le proteste dei tesserati di entrambe le società, l’arbitro non faceva disputare i due tempi supplementari da 15’ ciascuno, sostenendo che il proprio organo tecnico gli aveva comunicato che con nessun punteggio si sarebbero disputati i tempi supplementari. Osserva questo GS. Le modalità di svolgimento delle gare di play off e play out, pubblicate sui vari Comunicati Ufficiali (non ultimo il CU n. 146 del 28 maggio 2009), prevedono invece, in caso di parità al termine delle gare di ritorno delle finali play off, la disputa di due tempi supplementari di 15’ ciascuno e, in caso di ulteriore parità, per determinare la squadra vincente, si tiene conto della migliore posizione di classifica nella stagione regolare. Per tutti questi motivi, visto l’art. 17 comma 4, decide di riconoscere l’errore tecnico dell’arbitro; di rimettere gli atti alla Segreteria del CR Molise per gli adempimenti di competenza, al fine della ripetizione della gara medesima. Gara S. PIETRO AVELLANA - S.ANGELO LIMOSANO Il Giudice Sportivo Territoriale, letti gli atti ufficiali ed il supplemento fatto pervenire da un a.a. federale, rileva che al momento della realizzazione di una rete da parte della squadra di casa lo stesso a.a. veniva pesantemente offeso ed insultato da una persona presente sugli spalti che veniva riconosciuto, senza ombra di dubbio, dallo stesso a.a. come MARONE Fabrizio, tesserato per la società Oratoriana Limosano. Per tutti questi motivi, decide di squalificare il calciatore MARONE Fabrizio (Oratoriana Limosano) per due giornate effettive di gara da scontare nel campionato di

competenza della squadra con la quale sarà tesserato nella stagione sportiva 2009/2010. A CARICO DI MASSAGGIATORI Squalifica fino al 17/ 6/2009 IAVARONE ROSARIO (ALIFE) A CARICO DI CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per una gara D AMBROSIO GIANDOMENICO (Alife) NON ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per una gara CENTRACCHIO EMANUELE (Acquaviva D Isernia) AMATO ALESSANDRO (Alife) D ADDOSIO VINCENZO (Castelnuovo) ROMANO RAFFAELE (Castelnuovo) ANTONUCCI ANTONELLO (Hermes Toro) GRIMANI OTTAVIO (Olimpia Kalena) FRANCO ANTONIO (Rotello) MASCIA LUIGI ANTONIO (Rotello) VIDETTI PASQUALE (Rotello) MINOTTI PAOLO (S.Angelo Limosano) MOLISE CUP DECISIONI A. SESSANO-COLLI A VOLTURNO Il Giudice Sportivo Territoriale, - letto il referto di gara ed il relativo supplemento; - acquisita agli atti la nota del Consigliere Delegato all’organizzazione della gara di finale; - ritenuto che ai sensi dell’art. 35 CGS di non avere la competenza di adottare alcun provvedimento disciplinare in merito a quanto riportato nella nota medesima; decide di rimettere gli atti alla Procura Federale, ai sensi dell’ Art. 34, comma 4, del vigente Codice di Giustizia Sportiva, per quanto di propria competenza. A CARICO DI SOCIETÀ AMMENDE € 200,00 ATLETICO SESSANO “Perché proprio sostenitore, venuto in possesso della coppa assegnata alla squadra seconda classificata, la scaraventava con forza sulla gradinata, provocandone la rottura. Lo stesso, inoltre, teneva comportamento irriguardoso nei confronti di esponenti federali presenti. Recidiva reiterata”. A CARICO DI CALCIATORI ESPULSI DAL CAMPO Squalifica per due gare DI GIOVANNI ANTONIO (A. Sessano) Squalifica per una gara DE SIMONE GIOVANNI (Atletico Sessano) NON ESPULSI DAL CAMPO Squalifica fino al 21/10/2009 PISCITELLI EMANUELE (Colli A Volturno) “Perché al termine della gara rivolgeva gesti gravemente offensivi nei confronti di sostenitori avversari; si scatenava così l'accesa reazione degli stessi e di tesserati avversari. Solo l'intervento della forza pubblica presente, unitamente al fattivo comportamento dei dirigenti, riportava a fatica la situazione alla normalità. L'entità della sanzione tiene conto della sosta estiva dell'attività agonistica”. Squalifica per una gara TOUMI SAMIR (Colli A Volturno) FANTACCIONE FRANCESCO (Atletico Sessano) RICCI FRANCESCO (Colli A Volturno)

Barcellona, Laporta: "A Mourinho piace Eto'o" E’ Samuel Eto’o il jolly del Barcellona per arrivare a Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante africano piace molto a Josè Mourinho e potrebbe costituire una parziale contropartita tecnica in caso di assalto allo svedese, ma a tenere in stallo la trattativa sono le sue richieste economiche. Il contratto del camerunense scade a giugno del 2010 e per questo i dirigenti blaugrana vogliono trovare velocemente una soluzione, cessione o rinnovo che sia, come conferma Joan Laporta.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Cosciotto di capra alle cipolline novelle (Ricetta dell’800) Un kg di cosciotto di capra di sei o sette mesi 800 g di pomodori maturi 400 g di peperoni rossi una cipolla

un peperoncino piccante 3 o 4 chiodi di garofano 20 cipolline novelle un dl di vino bianco secco un dl di olio d’oliva extravergine

Tagliate a pezzi il cosciotto di capra, sistematelo in un tegame di rame e fategli prendere colore nell’olio con peperoncino e cipolla tagliata a fettine sottili. Aggiungete l’acqua calda necessaria, insaporite di sale e fate cuocere per due ore, a fuoco basso, tenendo bene incoperchiato il tegame. Durante la cottura, badate bene di non far asciugare la carne per cui, man mano che l’acqua evapora, aggiungetene altra. Rigirate i pezzi di carne col cucchiaio di legno e, una volta che siano cotti e l’acqua sia evaporata, sfumate con il vino. Unite le cipolline in cui, precedentemente, avrete infilato qualche chiodo di garofano e, infine, i peperoni che interamente si sono fatti cuocere a parte in un tegame con l’olio e i pomodori. Fate insaporire a fuoco lento rigirando e mescolando con la cucchiara. Servire nel tegame di cottura. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO Farmacia di turno GRIMALDI Via Marconi Guglielmo, 3/5 Tel. 0874.311259 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.414143

TERMOLI Farmacia di turno MARINO - C.so Nazionale, 42/44 - Tel. 0875.706234 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI Partenza Arrivo Feriale 06:02 07:40 06:49 08:35 09:30 11:07 12:20 14:11 14:12 15:56 Festivo 15:44 17:27 Feriale 17:14 19:01 18:23 20:08 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo Feriale 05:46 07:39 06:49 08:23 12:13 13:56 13:22 15:00 14:40 16:25 16:13 17:59 17:14 18:55 20:40 22:30 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza Arrivo Feriale 05:50 08:53 08:28 11:40 14:15 17:16 Festivo 16:28 19:28 Feriale 16:30 19:25 17:00 (cambio) 21:39 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo Feriale 06:15 09:18 07:38 (cambio) 11:05 09:15 12:15 09:45 (cambio) 15:22 10:27 (cambio) 15:22 10:45 (cambio) 16:02 14:15 17:30 15:38 (cambio) 20:15 17:15 20:46 19:40 22:40

Ariete 21 mar - 20 apr

CAMPOBASSO-NAPOLI Partenza Arrivo Feriale 05:18 07:48 05:30 (cambio) 07:56 Festivo 05:50 (cambio) 09:26 Feriale 06:24 09:16 07:30 (cambio) 10:17 Festivo 08:28 (cambio) 12:18 Feriale 13:11 16:02 Festivo 14:15 (cambio) 19:01 Feriale 14:50 (cambio) 17:39 Festivo 16:28 (cambio) 19:54 Feriale 17:00 (cambio) 19:36 18:03 21:00 NAPOLI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo 05:51 (cambio) 08:35 06:48 (cambio) 09:54 08:24 (cambio) 11:05 08:30 (cambio) 12:15 Feriale 12:14 15:22 12:40 (cambio) 16:02 14:15 17:09 Feriale 15:06 (cambio) 17:30 Festivo 15:27 (cambio) 20:46 Feriale 17:30 20:28 18:25 (cambio) 21:14 Festivo 19:41 22:33 Feriale 19:43 22:20 Feriale Festivo

Toro 21 apr - 20 mag

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-6,30 (anche festivo)-6,45-7,00-7,45 8,00-8,10 (anche festivo)-9,20-10,10 (an- che festivo) -12,00-12,30-12,45 (festivo)-13,3014,00-14,10-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo)-17,45-19,00-20,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,30-6,50-7,00-7,40-8,10 (anche festivo)8,30 (festivo)-9,40 (anche festivo)-11,2012,15-12,40 (festivo) -13,30-13,45 -14,00 (festivo)-14,10-15,15 -15,55-16,20 (festivo)17,15-17,30 (anche festivo) -18,40 -20,0021,35 (festivo)-22,10-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

A D N E AG

Ariete - In questa giornata fareste bene a tenere le informazioni private, che riguardano la vostra famiglia ed i vostri amici, solo per voi, poiché le persone che vi sono intorno potrebbero non essere adatte a mantenere dei segreti! A volte sarebbe meglio fidarsi meno di chi non si conosce o si conosce poco, poiché non si sa mai cosa possano raccontare in giro. Toro - In questa giornata le persone che vi circondano, soprattutto i componenti della vostra famiglia, potrebbero non essere poi così disponibili come vi hanno fatto credere e quindi poco inclini a sentire le vostre riflessioni su questioni che non hanno un diretto collegamento con loro e con la loro vita! Quindi rivolgetevi altrove se volete avere dei consigli. Gemelli - In questa giornata sarà meglio comportarsi in modo spontaneo, senza pensare a cosa potrebbe venirvene in tasca comportandovi in un modo o nell'altro! Le persone vi apprezzano molto di più quando sanno di poter parlare con la vera faccia di voi, non con la vostra maschera, anche perché questa a volte, è un po' troppo spocchiosa. Cancro - In questa giornata sarà meglio considerare la vostra reputazione, quindi non cercate di comportarvi in modo troppo azzardato o affrettato, poiché potreste pagarla cara! In questo preciso momento ci sono dei rischi che vanno valutati e quindi non potete proprio avere colpi di testa, ma mostrarvi cauti e riflessivi farà il vostro successo. Leone -In questa giornata avrete tutte le ragioni dalla vostra parte, quindi sarà impossibile contraddirvi! Le persone che vorrebbero avervi dalla loro quindi, dovranno rassegnarsi e cercare di adeguarsi per non avere problemi con voi! La prossima volta che cercheranno quindi di prendervi all'improvviso, credendo di potervi abbindolare, ci penseranno due volte. Vergine - In questa giornata una persona da cui aspettavate una risposta, sarà pronta a darvi esattamente ciò che desideravate e che vi eravate immaginati! I vostri interessi in questo momento stanno salendo e di certo non vi lascerete fermare dal primo ostacolo posto sulla vostra strada! Il vostro approccio alle persone e alle situazioni inizia ad essere diverso finalmente e sapete come difendervi. Bilancia - In questa giornata dovrete utilizzare tutte le vostre abilità e le vostre armi per cercare di persuadere una persona che vi è vicino a cambiare idea su una questione che, seppur indirettamente, potrebbe causarvi dei danni o degli intoppi! In fondo non fate nulla di male se usate il vostro fascino per portare sulla retta via qualcuno che l'ha smarrita. Scorpione - In questa giornata dovreste cercare di controllare di più i vostri sentimenti, in quanto le persone che vi sono intorno osservano e potrebbero interpretare i vostri comportamenti in modo errato, rispetto a quello che vorreste! Ci sono momenti in cui proprio non riuscite a trattenervi e questo preoccupa chi non è abituato a vedervi in questo stato! Cercate di contenervi se non volete domande. Sagittario - In questa giornata dovreste cercare di non tirare troppo la corda con le persone che sapete essere facilmente impressionabili, quindi vi converrà al contrario essere con loro ancora più gentili, almeno in apparenza! Non potete sapere cosa accadrà nei prossimi giorni, quindi è bene premunirsi e attendere che gli animi si plachino, prima di sferrare il vostro attacco. Capricorno - La vostra situazione finanziaria al momento richiede tutta la vostra attenzione ed in questa giornata in particolare. Date uno sguardo agli ultimi sviluppi dei vostri progetti, forse troverete cosa c'è che non va e farete in tempo a rimediare e a far risalire le vostre quotazioni! La reputazione nel vostro campo assume grande importanza certe volte. Acquario - In questa giornata potreste non condividere particolarmente alcuni pensieri delle persone che vi sono vicino e che non dimostrano grande stima nei vostri confronti o quanto meno non dimostrano grande fiducia! Se avete scelto una strada, è bene continuare a portarla avanti, in quanto un passo indietro, potrebbe far pensare male a coloro che già non vi appoggiano, mentre andare fino in fondo, vi darà almeno la possibilità di mettervi in discussione. Pesci - Qualche volta, prendete delle decisioni troppo alla svelta e non pensate a ciò che queste potrebbero significare per le persone che vi sono intorno! Anche se voi credete che le conseguenze siano minime, questo non vuol dire che potete tenere tutti all'oscuro! Anche rivelare soltanto una parte dei vostri progetti potrebbe far cambiare opinione sul vostro conto a chi vi vuole bene.

23 ANNO II - N° 133 VENERDÌ 12 GIUGNO 2009



La Gazzetta del Molise - free press - 12/06/2009