Page 1

ULTIM’ORA

Incidente nei pressi del santuario di Castelpetroso, tre feriti CASTELPETROSO - Tre feriti, di cui uno serio è il bilancio di un incidente verificatosi ieri sera sulla statale nei pressi del santuario di Castelpetroso. Un’auto che viaggiava in direzione Isernia, nel tratto

più ripido, ha perso il controllo e si è ribaltata. Una Panda che in quel momento la seguiva non ha potuto evitare l’impatto. Sul posto i vigili del fuoco e la Polizia stradale che hanno effettuato i rilievi.

ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO

L’armata anti-Di Pietro Pietro Tanti ci hanno provato, pochi ci sono riusciti. Le ruspe non sono ancora in azione ma solo per aver messo nero su bianco e progettato le case di edilizia residenziale agevolata Gino Di Bartolomeo già merita l’Oscar della Gazzetta del Molise. I primi appartamenti saranno realizzati a breve in via Facchinetti. Poi via via tutti gli altri. Con questa decisione oltre a garantire (anche se non a tutti) una casa a chi non se la può comprare ai prezzi stabiliti da alcuni imprenditori locali, il sindaco otterrà anche un altro importante obiettivo: calmierare i prezzi degli appartamenti, del nuovo come del vecchio. Ponendo così fine ad una corsa al rialzo senza precedenti nella storia. Sul mattone ha puntato anche big Gino.

IL TAPIRO DEL GIORNO ADRIANO POTALIVO

Le regole vanno rispettate sempre. Oggi l’ex assessore comunale di Montenero di Bisaccia invoca a gran voce il rispetto dello statuto che nel circolo cittadino del Pd, a suo dire, verrebbe sistematicamente violato. Adriano Potalivo si agita e punta il dito perché non viene convocato alle assemblee e perché estromesso dall’organo esecutivo senza plausibili motivazioni. Ma non era lui quello che, in barba a quanto disponeva il Pd, si è recato dal notaio coi dipietristi per disarcionare il sindaco D’Ascenzo? Un bell’esempio di appartenenza politica che gli vale un bel tapiro.

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Bilancio, gli atti sono disponibili da giorni Il presidente Picciano risponde a Petraroia che ritiene illegittima la convocazione di lunedì per la mancanza dei prospetti delle aziende controllate e partecipate CAMPOBASSO – La risposta del presidente del Consiglio regionale, Michele Picciano, a Michele Petraroia sulla presunta mancanza di alcuni atti del bilancio e, quindi, dell’illegittimità della convocazione dell’assemblea, non si è fatta attendere. Il consigliere del Pd diffidava l’inquilino di palazzo Moffa dal riunire, domani e martedì, il consiglio, proprio per la mancanza dei prospetti di alcune aziende controllate dalla Regione, oltre alle informative sulle società partecipate. “Gli atti dei bilanci di

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

previsione degli enti dipendenti e tutto quanto relativo alla manovra 2010 sono stati messi a disposizione della I commissione consiliare fin dalla seduta dello scorso 28 dicembre – ricorda Picciano – per dar modo agli interessati di prenderne visione durante le riunioni della stessa in sede referente. L’organo consiliare ha esaminato gli atti nelle sedute del 28 e 30 dicembre e ha emanato i provvedimenti nella riunione del 4 gennaio, lasciando trascorrere un rilevante intervallo di tempo. Riguardo alla seduta in cui si discuterà della manovra finanziaria, gli atti in questione – sottolinea – oltre a quelli su supporto informatico forniti a tutti i consiglieri dall’assessore al Bilancio, sono stati consegnati gli altri in copia cartacea con i pareri della commissione, a tutti i gruppi consiliari lo scorso 7 gennaio. I tempi descritti – puntualizza Picciano –

CAMPOBASSO – Alle elezioni di marzo ci sarà anche il movimento che fa capo al governatore della Puglia Nichi Vendola. Ieri infatti si è costituito a Termoli il Coordinamento cittadino di Sinistra Ecologia Libertà che parteciperà alle primarie volute dal Partito democratico per la scelta del candidato sindaco della città. Un passaggio indispensabile – dice la sinistra – per restituire ai cittadini il ruolo da protagonisti nella scelta della propria guida amministrativa. Durante i lavori presieduti dal consi-

E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita

2 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010

dotto un’ampia levata di scudi, ma anche qualche voce fuori dal coro. L’inserimento della proposta all’interno di un provvedimento di questa portata, non può che dargli ancor

più rilevanza e zittire le ultime voci dissonanti, anche perché a primavera sarà stilata la carta dei siti in cui insediare le centrali. E il Molise rischia seriamente di rientrarci.

Elezioni a Termoli, Primarie necessarie anche per Sinistra Ecologia Libertà

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it

GIORNALE SATIRICO

sono stati ridotti al minimo consentito e dipendono all’urgenza dell’approvazione della legge di bilancio rappresentata dal presidente della giunta e all’esigenza di assicurare che la gestione del bilancio 2010 si attivi al più presto, senza incorrere nelle limitazioni dell’esercizio provvisorio”. Nell’ambito della legge finanziaria regionale, lo stesso Petraroia ha proposto di inserire, come emendamento, un articolo aggiuntivo con il quale si preclude il territorio molisano all’installazione di centrali nucleari “in assenza di intese con lo Stato in merito alla loro localizzazione”. Una richiesta fondata, anche se bisognerà attendere il parere della maggioranza su una questione che finora ha sì pro-

gliere regionale Mauro Natalini è stata presa in esame la situazione politica locale determinata dalla conclusione anticipata dell’amministrazione Greco. Alla fine il coordinamento ha auspicato la ricomposizione dell’intero centrosinistra sulla base di un programma condiviso capace di rappresentare discontinuità e rinnovamento rispetto alla precedente esperienza ed in grado di portare ad una nuova affermazione dello schieramento contro un centrodestra “deleterio specie sulle tematiche ambientali”.

Natalini

La riforma fiscale, Di Pietro: se equa pronti a votarla ROMA - In un'intervista al quotidiano La Repubblica Berlusconi annuncia l'intenzione di varare una riforma fiscale che preveda due sole aliquote Irpef, una al 23% e l'altra al 33%. Risponde Di Pietro: “La settimana prossima, invece di discutere la legge ad personam, Berlusconi porti in Parlamento la ridistribuzione dell'equità sociale e dell'equità fiscale e noi dell'Italia dei valori voteremo a favore”.

Aiuti alle famiglie, pressing del Cavaliere ROMA— Due ore di incontro ad Arcore. Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, è stato a pranzo a casa del capo del governo. Fra i temi le tasse, la riforma fiscale che il Cavaliere vorrebbe impostare già nei prossimi mesi. Le posizioni non cambiano: Berlusconi chiede più di quanto la linea del rigore, che pur riconosce, sia in grado di concedere.


PRIMO PIANO A Montenero di Bisaccia si rinsalda l’alleanza tra Pd, Costruire democrazia e Sinistra e libertà L’ex pm e il presidente D’Ascanio sempre più isolati. Intanto il movimento Piazza Pulita candida Margherita Rosati e chiede discontinuità col passato: in lista nessun consigliere uscente

Elezioni, una crociata contro Di Pietro CAMPOBASSO – Di Pietro isolato nella sua Montenero di Bisaccia. L’ex pm rischia di correre da solo alle prossime amministrative. Per il momento può contare su un vecchio nemico diventato oggi suo fedele servitore: il presidente della Provincia di Campobasso Nicola D’Ascanio. Intanto gli alleati del centrosinistra hanno fatto un passo importante per ricostruire la coalizione: ieri sera il direttivo del Partito democratico ha infatti deciso che alle elezioni di marzo il cartello elettorale comprenderà anche Sinistra e Libertà e Costruire democrazia, il movimento che fa capo al senatore Peppe Astore e al consigliere regionale Massimo Romano, fuoriusciti dall’Italia dei valori nel momento stesso in cui sono confluiti i dissidenti del Pd guidati dal capo dell’esecutivo di Palazzo Magno. Il clima nel paese dell’ex magistrato più famoso d’Italia è parecchio avvelenato. Una situazione che rispecchia molto quella già vissuta nel lontano 2000. Anche allora Di Pietro scese in campo con un solo obiettivo: discontinuità col passato. Quello stesso passato che dieci anni più tardi, miracoli della politica, gli siede affianco. Oggi il pallino di fare piazza pulita ce l’ha ancora. Ma in paese il fronte antidipietrsta ha imbarcato

nuovi militanti. Il più agguerrito è il sindaco uscente Giuseppe D’Ascenzo, da vecchio alleato di D’Ascanio a suo nemico giurato. Il primo cittadino alla fine ce l’ha fatta a concludere il mandato, mentre l’Italia dei valori è rimasta con un pugno di mosche in mano. Ma ora le consultazioni di primavera rischiano di trasformarsi in una crociata contro il leader dell’Italia dei valori. C’è chi ipotizza e addirittura spinge verso una soluzione estrema: per battere Di Pietro va bene anche un accordo col centrodestra. L’idea accarezzata da qualcuno che vuole togliersi almeno un paio di sassolini dalle scarpe risulta oggettivamente poco realizzabile. A meno che Popolo della libertà e soci rinuncino al loro candidato sindaco. La strada invece sembra già tracciata. L’ipotesi più probabile è che alle elezioni di marzo si giunga con tre liste: quella di centrosinistra, quella dipietrista e quella del centrodestra. Anche se un tentativo per riaggregare ciò che oggi sembra impossibile rimettere insieme lo sta facendo il Movimento Piazza Pulita. Il nome è già un programma: netta discontinuità col passato, il che vuole dire che in lista non ci sarà posto per i consiglieri uscenti. Piena convergenza

invece su Margherita Rosati, medico, dirigente del Pd, presidente della Pro Loco, già avvicinata dai dipietristi. Le sue ‘comprovate capacità di aggregazione e d'impegno sociale’ fanno di lei ‘la garante dei nostri ideali’ nonché il simbolo di rinnovamento e di netta discontinuità con il passato’. Piazza Pulita racconta: “Il 6 gennaio abbiamo incontrato, insieme alla dottoressa Rosati, la coordinatrice locale dell' Italia dei Valori, Simona Contucci. Ad onor del vero la dottoressa era stata contattata parallelamente anche dall' IdV, dopo un repentino ripensamento sulla posizione di Marco Delle Monache (sul quale i dipietristi volevano scommettere all’inizio ndr). Durante l'incontro abbiamo trovato molti punti di contatto che potrebbero dar vita ad una nuova esperienza politica”. Naturalmente ferma la richiesta di non candidare i consiglieri uscenti. L’Idv, secondo quanto racconta il movimento, sembra disposta ad accettare. La stessa proposta fatta al coordinatore del Pd Giuseppe Chiappini non ha sortito lo stesso effetto. E non poteva essere altrimenti. Assecondare le volontà di Piazza pulita significava bollare il fallimento dell’amministrazione uscente di cui il Partito democratico fa parte.

Ma il movimento (che dicono anche conti molto poco elettoralmente in paese) non si scoraggia e riferisce che alcuni esponenti di spicco del Partito Democratico hanno manifestato in queste ultime ore un forte interesse nel progetto di ‘convergenza’, così come buona parte del gruppo di Rifondazione Comunista. Staremo a vedere. In serata dal paese basso molisano si levano due voci fuori dal coro. Sono quelle di Adriano Potalivo e Antonio Minichilli, che denunciano la violazione sistematica dello statuto dei circoli del Pd in quello di Montenero di Bisaccia. In una nota congiunta i due, provenienti dall’area Ds-Pd (molto vicini a D’Ascanio), puntano l’indice contro la locale dirigenza che li ha estromessi “dall’organo esecutivo senza plausibili motivazioni. Ormai da svariati mesi – scrivono - subiamo anche la beffa di organi di rappresentanza interna al Circolo, eletti senza la partecipazione dell’Assemblea, nonostante le numerose richieste avanzate da parte nostra di essere informati e coinvolti. Un finto coordinatore locale autoinvestitosi di tale ruolo, ha deciso poi di rompere ogni rapporto con l’Italia dei Valori e con il cen-

tro-sinistra, presta il fianco alla destra per emergere come candidato sindaco e ha creato divisione e malcontento all’interno del Circolo”. Non sappiamo se dietro l’accusa dei due si celi un grande suggeritore. E’ vero però che Potalivo era assessore comunale della Giunta D’Ascenzo costretto alle dimissioni dopo essersi recato dal notaio insieme agli amici dipietristi con l’obiettivo di disarcionare il sindaco. Obiettivo fallito perché il centrodestra piuttosto che fare da stampella a Di Pietro ha preferito far cuocere gli avversari nel brodo delle loro contraddizioni. Oggi l’ex assessore dell’esecutivo municipale di Montenero dà lezioni di etica politica ai dirigenti del suo partito, gli stessi che non ha avuto il pudore di interpellare quando ha preso la decisione che il primo cittadino, espressione del centrosinistra, andava abbattuto. red


REGIONE Estrazione di idrocarburi a Rotello. Appello a Giunta e Consiglio per evitare anche il licenziamento di 28 lavoratori

Pangia: la Regione restituisca gli oltre 3 milioni al Comune CAMPOBASSO – Il consigliere regionale dei socialisti, Michele Pangia, presenterà un emendamento per la restituzione delle royalties (compensi) incassate dalla Regione Molise per l’estrazione di idrocarburi nel Comune di Rotello e impegnerà Giunta e Consiglio regionale per evitare il licenziamento di 28 lavoratori. Nonostante i solenni impegni assunti dal presidente Iorio in sede di approvazione del bilancio 2009 quando dichiarò in aula la sua disponibilità a riconoscere al Comune di Rotello la restituzione delle royalties incassate dalla Regione Molise, relative all’estrazione di idrocarburi in contrada Piano Palazzo, Pangia denuncia,

ancora una volta, l’assenza di tali somme nel bilancio 2010 in favore del Comune di Rotello. “Dal 1997, ai sensi del decreto 625/96, la Regione Molise incassa il 55% delle royalties dovute dall’Eni Agip, il Comune di Rotello soltanto il 15%, mentre lo Stato il restante 30 – ha spiegato Pangia –. Da un conteggio effettuato, dal 1997 ad oggi, la Regione ha incassato oltre 3 milioni di euro che devono essere restituiti, senza indugio, al Comune di Rotello. È giunta l’ora che la Regione passi dalle promesse ai fatti, tenendo conto anche della recente scelta operata dall’Eni Agip di smembrare le diverse attività produttive in Italia – tra le

quali quella di Rotello – in tre diverse società, che sono state già poste sul mercato per la dismissione”. Per questi motivi, Pangia preannuncia la presentazione di un emendamento al bilancio 2010 finalizzato alla restituzione delle royalties incassate dalla Regione, con l’istituzione di un nuovo capitolo per la realizzazione di interventi di sviluppo socioeconomico nel Comune di Rotello. Nel contempo, si solleciterà la giunta ed il Consiglio regionale a vigilare costantemente sul futuro dello stabilimento di torrente Tona, per scongiurare il rischio di chiusura e licenziamento dei lavoratori.

Problemi di ‘taratura’ per il nuovo sistema di sicurezza dei treni

Velardi rassicura: viaggiatori tranquilli CAMPOBASSO – L’assessore regionale ai Trasporti, Luigi Velardi, rassicura gli utenti sui nuovi sistemi di sicurezza installati sui treni, dopo le lamentele dei macchinisti. “Innanzitutto occorre tranquillizzare l’utenza perché non è affatto in discussione la sicurezza. Gli inconvenienti segnalati attengono alla ‘taratura’ dei nuovi sistemi di sicurezza installati sia sulla rete che sui treni. Da questa fase di collaudo e taratura del sistema può derivare qualche fastidio per i macchinisti dei treni, ma nessun tipo di pericolo per l’utenza” – ha precisato l’azienda. Velardi, da parte sua, sottolinea che i nuovi sistemi di sicurezza installati pongono in una condizione di maggiore tranquillità i viaggiatori e rispondono pienamente agli standard europei di sicurezza. Il sistema di sicurezza in discussione si chiama Ssc, Sistema di supporto alla condotta, che funziona fornendo un supporto al macchinista segnalando la velocità della linea ed indicando i punti di rallentamento. Sulla rete ferroviaria molisana, l’Ssc è

attivo sulle linee da Termoli a Venafro e da Campobasso a Benevento. Semplificando, si potrebbe dire che le velocità impostate o decodificate dal sistema di sicurezza sono inferiori a quelle consentite lungo quella tratta, per cui il treno si arresta. Tutto questo causa fastidi ed inconvenienti soprattutto al personale di macchina, ma non mette certo in discussione la sicurezza del treno e la incolumità dei viaggiatori. È evidente che il sistema, nella sua complessità, ha bisogno di un periodo di taratura e di ro-

In aumento i debiti delle famiglie italiane

“No a Via Craxi”, manifestazione a Milano

MILANO - L'indebitamento delle famiglie italiane ha raggiunto quota 524,1 miliardi di euro nel 2009. Il dato emerge da uno studio della Cgia di Mestre che sottolinea anche come, seppure in crescita, si tratti di un importo più contenuto di quello registrato nei principali Paesi dell'Ue. In Spagna, ad esempio, il dato ha toccato quota 896,7 miliardi, in Francia 942,4 miliardi, in Germania 1.515,2 miliardi.

MILANO - Oltre un centinaio di persone ha manifestato ieri pomeriggio, sotto un'intensa pioggia, contro l'intenzione dell' amministrazione Moratti di intitolare una via a Bettino Craxi. Al presidio, organizzato da Piero Ricca e dall'associazione “Qui Milano Libera” in piazza Cordusio hanno partecipato tra gli altri anche il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro e il blogger Beppe Grillo.

daggio. L’inconveniente è accaduto in pochi punti specifici della rete ferroviaria sui quali i tecnici sono già intervenuti e stanno lavorando per mettere a punto il sistema di trasmissione dei dati.

5 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010


CAMPOBASSO Il primo blocco di appartamenti sarà costruito a breve (già approvato il porgetto) in via Facchinetti. Sì della giunta al Piano triennale delle opere

Comune, parte la costruzione di 350 case di edilizia agevolata Il Piano triennale delle Opere pubbliche del Comune di Campobasso ha avuto il sì della giunta. Il primo suggello dell’ufficialità è stato quindi apposto. Ora il documento, che contiene una serie di interventi per un totale che si aggira sui 30 milioni di euro, dovrà essere dato in pasto ai cittadini. E per l’amministrazione Di Bartolomeo sarà un’altra piccola prova del nove. In effetti il Piano è una sorta di cartina al tornasole per gli obiettivi che questa maggioranza vuole portare avanti nel prossimo periodo, interventi più o meno consistetti ma che in qualche modo

ridisegneranno l’assetto della città portando delle modifiche alla circolazione, al verde, all’arredo urbano e alla vivibilità del capoluogo in generale. Molta attenzione, almeno sulla carta, è stata riservata alle contrade ‘dove i residenti lamentano una serie di disservizi’ precisano con sarcasmo i consiglieri di centrodestra. Polese e Calvario prima di tutte. Non c’è dubbio che le campagne pagano lo scotto che anni fa pagavano i quartieri periferici. Il problema sostanziale è che le contrade nel giro di pochi anni sono diventate le succursali del centro per via di tanti costruttori che hanno preferito alzare palazzi e villette a schiera lontano dal cuore della città, là dove i terreni hanno ancora prezzi abbordabili e di conseguenza anche le case sono più a buon mercato rispetto all’inspiegabile listino prezzi di certi appartamenti in città, listino che molto somiglia a quello delle me-

tropoli. Ma questa è un’altra storia. Attenzione, nel piano triennale delle opere, è stata riservata anche ad alcune aree poco considerate come via Mazzini (recentemente interessata da un cambio della viabilità che ha snellito il traffico) o

via Manzoni troppo caotica e poco vivibile per essere al centro di un grande quartiere dormitorio quale è Vazzieri. Somme di denaro sono state stanziate anche per i marciapiedi (alcuni sono impraticabili). Ma la notizia più importante di

tutte è che si dà il via anche alla realizzazione delle abitazioni di edilizia residenziale agevolata. Appartamenti probabilmente 350 che serviranno a soddisfare le richieste di chi non può permettersi una casa a prezzi di mercato (tanto per tornare alla qesutione precendente ). I primi alloggi, 35, saranno realizzati in via Facchinetti, (nelle vicinanze dell’ex consorzio agrario e del supermercato Eurospin). Una prima tranche di lavori che darà risposte a trentacinque famiglie che vivono situazioni di precarietà. Insomma una bella notizia che contiene anche una novità: non sarà l’Istituto case popolari a costruire ma direttamente il Comune. Occhi puntati quindi su bandi di gara e sulle spese da sostenere affinché quello che dovrebbe essere un aiuto per chi ha bisogno non si trasformi in un pericoloso boomerang dal doppio effetto negativo. Politico ed economico naturalmente.

“No al processo breve” Avvocati in sciopero Si anima la protesta degli avvocati penalisti molisani. Domani, infatti, toga al chiodo nei tribunali di Campobasso, Isernia e Larino, oltre che nelle sedi distaccate. Le motivazioni dello sciopero si ravvisano tutte nella contrarietà al “processo breve”. “Si tratta di scorciatoie inutili e pericolose, un frutto avvelenato del rapporto tra politica e magistratura e provvedimento che, per come è formulato, è incostituzionale.”: il commento dei giuristi. Gli avvocati con una comunicazione pubblica hanno inteso determinare il

Influenza A: due morti in Friuli UDINE - Due persone, entrambe con gravi patologie preesistenti, sono morte nei giorni scorsi in Friuli Venezia Giulia per l'influenza A/H1N1. Lo riferisce il Messaggero Veneto. I decessi sono avvenuti il 28/12 e il 6/1.Nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Udine e' morta Ines Paviotti (56 anni), di Trivignano Udinese, affetta da sindrome di Down.

minimo disagio per i cittadini, fra l'altro dando tempestiva comunicazione dell'iniziativa mediante pubblicazione sul sito internet dell'Unione delle Camere Penali Italiane www.camerepenali.it. la predetta astensione viene comunicata nei termini prescritti alle Autorità indicate nell'articolo 2 del Codice di Autoregolamentazione. Come da regola tutti i processi previsti in quella data verranno rinviati. A Campobasso e Larino l'adesione dovrebbe essere totale. Dal 12 gennaio, il ddl, sarà in discussione in Aula al Senato, estendendo il tetto mas-

Pulmino Cri fuori strada: un morto PERUGIA - Un pulmino e' uscito fuori strada sulla E45 nella zona di Deruta: la conducente e' morta e un'altra donna e' rimasta ferita. Il mezzo per il trasporto disabili della Croce rossa, sul quale viaggiavano solo le 2 donne, e' finito fuori strada nell'affrontare una doppia curva in un tratto in discesa della E45 mentre nella zona stava piovendo e tirava un forte vento.L'altra donna, una volontaria, e' ricoverata in ospedale.

simo di durata anche ai procedimenti che riguardano i recidivi e i reati di mafia e terrorismo, sia pure con tempi molto più lunghi. L’Associazione nazionale magistrati, contro il decreto ha indetto iniziative di mobilitazione in tutti i tribunali tra il 20 e il 27 gennaio. Nello specifico, il ddl prevede la prescrizione dei processi in corso in primo grado per i reati "inferiori nel massimo ai dieci anni di reclusione" se sono trascorsi più di due anni a partire dalla richiesta di rinvio a giudizio del pubblico ministero senza che sia stata emessa la sentenza.

7 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010


CAMPOBASSO Tante delibere per mettere insieme le somme necessarie alla lunga manifestazione

Errata corrige, il Natale del Comune è costato 180mila euro Se già centosessantamila euro sembrava una cifra esorbitante per un cartellone natalizio figuriamoci come può apparire, agli occhi della gente, (per una volta passi il nostro di populismo) una cifra ancora più elevata. La questione è semplice: per ‘Natale è’ sono stati tirati fuori dalle casse di palazzo San Giorgio 180mila euro che per chi fa i conti alla vecchia maniera si traducono in 360 milioni di vecchie lire. Mica bruscolini. E in effetti la cifra piuttosto sostanziosa, appare ancora più dura da digerire perché sembra lievitare di giorno in giorno. “Per evitare di avere subito contezza della somma complessiva spesa - dicono i consiglieri di Costruire Demo-

crazia che si sono andati a spulciare tutte le carte – la giunta fa fatto più delibere evitando di far venire attacchi di cuore a chi aveva pensato che per queste feste appena passate il comune avesse adottato una linea piuttosto morigerata, all’insegna del risparmio soprattutto per via di quelle casse vuote sbandierate dal sindaco in ogni occasione pubblica. E chissà se fra qualche giorno non scopriremo altre delibere e dovremo rettificare ancora una volta la spesa totale?”. Chissà! Ma 180mila euro sono di certo una grossa somma. rp

Claudia Neri resta a Costruire democrazia Claudia Neri torna nel gruppo di Costruire Democrazia. In verità il verbo più giusto da utilizzare è ‘resta’ visto che un’uscita ufficiale dal movimento non c’è mai stata. I bagagli sembravano già pronti per passare sull’altra sponda poi… il ripensamento. Ecco una breve cronistoria: qualche giorno fa la consigliera eletta nell’Italia dei valori aveva manifestato una certa in-

sofferenza verso il suo gruppo e il centrosinistra più in generale. Pur non avevdo mai detyto che Berlusconi era meglio di Di Pietro, si era detta vicina a certi ideali di centrodestra contestando il metodo usato dai colleghi d’opposizione. Ma prima di fare qualunque passaggio voleva riflettere. Aveva bisogno di tempo per rimettere in ordine le idee. La pressione dei mass media

Caso di Cercemaggiore Il vescovo invita a pregare Sul caso di Cercemaggiore, al centro delle polemiche per via della vicenda di don Felix, interviene anche il vescovo di Campobasso Bregantini. “L’arcivescovo di Campobasso, di fronte al riaccendersi delle polemiche intorno alla realtà di Cercemaggiore, dichiara che il resoconto del suo colloquio con la dott.ssa Lattanzio, apparso su un quotidiano locale, è parziale e incompleto. Però deplora anche l’atteggiamento aggressivo dei genitori di Cercemaggiore nei confronti del Tutore dei Minori e prende le distanze da certe attese intorno al futuro della parrocchia.

Mons. Bregantini ritiene che il vero bene della comunità – e quindi dei minori – da una parte e dall’altra possa essere tutelato solo con la saggezza disinteressata, la misura dei sentimenti e dei risentimenti e una riservatezza che non sia né inerzia né complicità ma silenziosa e operosa tutela dei diritti di tutte le persone coinvolte nella sofferta vicenda. L’arcivescovo auspica perciò silenzio, riconciliazione e tanta, tanta preghiera onde ‘tutti possiamo capire non quello che vogliamo noi ma quello che Dio vuole da noi’.”

è stata però piuttosto forte tanto che Cluadia Neri si è sentita in obbligo di prendere subito una decisione, di fare una scelta. Ha continuato a dialogare con Costruire Democrazia e alla fine ha

deciso di rimanere, forse ancora una volta ancorata a quella voglia di lavorare accanto a Massimo Romano la cui candidatura a sindaco l’aveva spinta a scendere in campo e a sostenere la causa. E forse pro-

prio a lui, si deve il ripensamento della giovane professionista che, almeno per ora, non andrà a ingrossare le fila del centrodestra che a Palazzo San Giorgio è già piuttosto consistente.

Assistenza agli anziani Martedì il contratto, intanto la Legaccop scrive al sindaco Martedì, assicura Salvatore Colagiovanni portavoce del sindaco Di Bartolomeo, verrà firmato il contratto che dovrebbe risolvere, in tutto o in parte, le problematiche di chi lavora nella coperativa che si occupa di assistenza domiciliare di cui il Comune di Campobasso è capofila. E mentre i lavoratori sono pronti a scendere in piazza il presidente della legacooperative Molise invia al primo cittadino di Campobasso una lettera aperta. Sig. Sindaco, Le scrivo in relazione al ritardo dei pagamenti del servizio di assistenza domiciliare e alle Sue dichiarazioni, apparse virgolettate su alcuni organi di informazione, secondo cui i ritardi nelle firma del contratto sono dovuti “ alla mancanza di alcuni requisiti essenziali da parte delle cooperative aggiudicatrici del’appalto”. Si tratta di una affermazione falsa che non ha nessun riscontro con la realtà, infatti le Cooperative aggiudicatrici dell’appalto sono tra le maggiori Cooperative Molisane che hanno requisiti giuridici, tecnici e organizzativi, che le permettono di competere con successo e di for-

nire servizi di qualità non solo in Molise ma anche nelle Regioni limitrofe. Considerato la stima che ho per lei stento a credere che lei abbia davvero potuto fare una affermazione simile, credo che lei mai avrebbe danneggiato e denigrato delle imprese Molisane che insieme danno lavoro a oltre mille persone. Penso invece che i casi sono due: o i giornali le hanno messo in bocca dichiarazioni non sue virgolettando delle loro erronee considerazioni, oppure lei è stato tratto in inganno da informazioni inesatte fornitegli da suoi collaboratori. Al fine di consentire a Legacoop Molise di difendere le imprese aderenti, cosi gravemente danneggiate da tali affermazioni, La invito a chiarirne l’origine e, come credo, a smentirle come non sue. Mi permetta in conclusone una amara considerazione sul ritardo culturale con cui la politica molisana, di destra e di sinistra, tratta il mondo della cooperazione. Il tratto comune e tipico della amministrazioni Molisane, di qualunque colore, è Il ritardo nei pagamenti, gli appalti annuali e non triennali, la mancata com-

prensione che le cooperative sono imprese che, per generare lavoro, erogare sevizi di qualità e contribuire allo sviluppo, necessitano di certezze e non di annunci. A completare questo quadro c’è la vicenda del bilancio regionale che si è “dimenticato” di finanziare le leggi sulla cooperazione proprio nel momento in cui maggiore è il bisogno di accompagnare l’uscita dalla crisi con il sostegno alla innovazione tecnica, organizzativa e produttiva. Unitariamente, insieme a Confcooperative ed Agci, abbiamo chiesto a tutti i capogruppo in Consiglio Regionale di uscire dalle sterili polemiche tra maggioranza e opposizione e di approvare un emendamento che rimetta le cose a posto, per il bene di questa Regione spero che ci sia questo salto di qualità e di concretezza nel dibattito politico. Conoscendo la sua concretezza spero di avere l’opportunità di confrontarmi con lei su questi temi per poter contribuire al rilancio del welfare nella città di Campobasso. Il Presidente di Legacoop Molise Dr. Giovanni Cefalogli


CAMPOBASSO Raffica di denunce dei carabinieri di Bojano

Tolleranza zero per chi guida ubriaco Un servizio a largo raggio quello portato avanti dai Carabinieri della Compagnia di Bojano, coordinati dal comandante tenente Gammone, in tutti i comuni di competenza. Con l’impegno di 22 uomini, 11 automezzi sono stati conseguiti consistenti risultati: 124 persone controllate a bordo di 96 autovetture. Durante le attività elevate 2 contravvenzioni per 141 euro, eseguite 10 perquisizioni, controllati 20 esercizi pubblici e 12 casolari abbandonati. Sono poi scattate diverse denunce. Nei guai per "guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti", è finito N.N., 23enne residente a Bojano, celibe, operaio. Il giovane, fermato mentre era al volante della sua autovettura, si è rifiutato di sottoporsi ad accertamenti

A Sant’Elia non c’è alcuna emergenza ‘medico’

Auguri

a

Fiorina De Lisio dal marito

Antonio Giovanelli per il loro 50° anniversario di matrimonio

E’ arrivata pronta la risposta all’articolo pubblicato ieri in cui si lamentava per molte persone la mancanza di un medico di base e l’invito a rivolgersi, in caso di necessità alla guardia medica. Il sindaco di Sant’Elia a Pianisi fa sapere che alla morte del dottor Di Maio è stato inviato in paese, fino al 30 dicembre 2009, temporaneamente dall’Asrem di Campobasso un medico sostituto. Ma il sindaco tiene a puntualizzare che l’ammnistrazione non ha mai invitato i cittadini a rivolgersi alla guardia medica dei paesi limitrifi per tamponare la situazione di emergenza “bensì li ha informati - si legge nella nota - che il dottor Daniele Falcone - medico di base di Sant’Elia a Pianisi, gratuitamente, avrebbe effettuato visite mediche e rilasciato certificazioni per prescrizioni di medicinali almeno fino alla data di soluzione definitiva del problema.

sanitari tendenti ad acclarare se fosse ubriaco. A San Massimo (Cb), per "guida senza patente", denunciato L.A., 29enne, celibe, barista, sorpreso al volante di un veicolo senza il prescritto titolo in quanto mai conseguito. Segnalazione, poi, per "guida in stato d'ebbrezza alcolica", per R.F., 41enne residente a Cantalupo Nel Sannio (Is), autista: l’uomo non ha voluto sottoporsi al test etilometrico. Denunciato, invece, a Cercepiccola (Cb), per “porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere” e per “violazione delle norme sul diritto d’autore”, D.S.G., un operaio 27enne trovato in possesso, a seguito di perquisizione veicolare, di un grosso bastone e di 44 cd musicali privi del marchio Siae sottoposti a sequestro. a sequestro. A Trivento (Cb), per "guida in stato

d'ebbrezza alcolica", C.G., segnalato un 30enne residente a Trivento, celibe, autotrasportatore, perché risultato avere, mentre era al volante del suo automezzo, un tasso alcolemico del sangue superiore a quello consentito. Denunciati all’Ufficio Territoriale del Governo di Campobasso, quali assuntori di sostanza stupefacente: N.N. 23enne ed M.L. 27, entrambi di Bojano trovati in possesso di gr.3 circa di sostanza stupefacente del tipo “hashish”. A Trivento, nei guai M.Q., 29enne celibe, studente, M.B., 31enne, celibe, artigiano e D.A.E., 28enne residente a San Salvo (Ch), nubile infermiera, in quanto trovati complessivamente in possesso di gr.3 circa “marijuana” ed.8 di “hashish”. Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Un risultato eccellente quello ottenuto dal presidente Nicola Moffa

L’Avis di Riccia, un successo che continua di anno in anno

Geppino Ciccaglione

Rosarno: protesta a Roma, agente ferito

Scoppia bombola gas, morta donna

ROMA - Tensione e scontri tra polizia ed esponenti dei centri sociali e immigrati ad un sit in di protesta a Roma contro i fatti di Rosarno. Dopo avere forzato un cordone delle forze dell'ordine all'Esquilino, i manifestanti hanno tentato di dirigersi verso il Viminale. Respinti una prima volta, hanno forzato ancora il blocco per arrivare al ministero ma la polizia li ha caricati.

BRINDISI - Nell'esplosione di una bombola di gas in un appartamento a Brindisi e' morta una donna 77enne e il marito e' rimasto ferito. L'incidente e' avvenuto mentre l'uomo, un 80enne, stava sostituendo la bombola in una stufa nella cucina. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco e agenti di polizia. Non si hanno notizie delle condizioni dell'uomo.

E una bella storia quella dell’Avis Riccia, una storia fatta di sacrifici e di risultati e che affonda le radici molto lontano. A ripercorrere le tappe del lungo cammino è Geppino Ciccaglione il fondatore della sezione. “Era il 1982 quando il compianto Nicola Scarano si assunse l’onere di rilanciare l’Avis in Molise. L’associazione esisteva già ma aveva bisogno di essere più presente sul territorio e fu così che fui chiamato io a fondare la sezione Avis a Riccia. Ci fu subito molto entusiasmo: un centinaio di iscritti ma di donatori effettivi molto meno. Fui nominato, per acclamazione, in quanto donatore più anziano per anni d’iscrizione e per donazioni effettuate. L’avventura ebbe inizio e pian piano raggiungemmo gli 80 donatori effettivi. Privi di sostentamenti economici la sezione organizzò i primi veglioni di carnevale, riuscitissimi. Nel 1988 rilanciò la Festa degli Alberi, da anni abbandonata dalle istituzioni. Via via una serie di iniziative per mantenere sempre in vita un’associazione importante che si è arricchita anche di un gruppo giovane. Poi seguì un periodo di stasi e solo qualche anno fa la sezione è risorta più forte, più rigogliosa ad opera di Nicola Moffa, ufficiale dell’Esercito, che con grande determinazione e passione non comune ha raggiunto e oltrepassato i 400 iscritti, tra soci donatori effettivi, collaboratori e soci emeriti. Ogni anno la sezione fornisce circa 500 sacche di sangue intero. Questo era l’obiettivo: centrato in pieno. E a Nicola Moffa possiamo dire solo grazie”.

11 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010


Geomeccanica, Consiglio di Venafro a caccia di soluzioni

Sesto Campano, fratture in Giunta

C’era anche una rappresentanza della Geomeccanica a Palazzo Cimorelli per il consiglio monotematico convocato d’urgenza sulla crisi dell’azienda venafrana. L’assise civica dopo tre ore circa di discussione ha votato un documento unanime che focalizza due obiettivi in particolare. In primo luogo si chiede l'apertura di un tavolo nazionale.

“Con il presente atto intendo prendere ufficialmente le distanze dalla Amministrazione Epifanio dichiarando praticamente chiusa questa esperienza amministrativ”.Parole dure quelle di Gennaro Macera, presidente del Consiglio Comunale di Sesto Campano che, con una nota, conclude la propria esperienza amministrativa con la Giunta Epifanio.

ANNO III - N° 294 DOMENICA 10 GENNAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - tel 0865.414168 email: lagazzettaisernia@alice.it

L’OSCAR DEL GIORNO AL CONS. COMUNALE DI VENAFRO

L’oscar del giorno è collettivo e va all’intero consiglio comunale di Venafro. Chiamata ad discutere sulla crisi della Geomeccanica in riunione monotematica, l’assise civica venafrana ha stilato un documento congiunto e unanime, particolare affatto secondario, che mette in campo proposte chiare e soprattutto pratiche. L’apertura di un tavolo che coinvolga direttamente il governo ed un fondo di solidarietà che serva per le istanze dei lavoratori sono buone basi per cominciare a pensare al risanamento di un’azienda che ha dato tanto all’immagine dell’intera città. L’oscar, anche in questo caso, vuole fungere da sprone a proseguire su questa strada: fermarsi ora potrebbe rivelarsi mortale per le sorti dei lavoratori.

IL TAPIRO DEL GIORNO AD ANTONIO EPIFANIO

Sarà parecchio attapirato il sindaco di Sesto Campano, Antonio Epifanio, per aver perso un pezzo della propria Giunta comunale. A lasciare le fila della maggioranza proprio il presidente del Consiglio, Gennaro Macera. La decisione è arrivata ieri con parole alquanto dure nei confronti del primo cittadino. Macera parla di “assoluta inadeguatezza, incapacità amministrativa nonché gestione esclusiva e personalistica della cosa pubblica da parte del sindaco, preoccupato unicamente di gestire il potere politico, ovviamente inteso nella peggiore accezione del termine”. Beh dopo questa descrizione e dopo aver dovuto risarcire un’azienda locale a seguito di una sbagliata procedura di appalto pubblico, il tapiro del giorno se lo merita tutto.

Maltempo senza tregua, il Volturno fa paura

www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA La Geomeccanica al centro del Consiglio monotematico di Venafro, soluzioni a confronto

Basterà un documento condiviso? C’era anche una rappresentanza della Geomeccanica a Palazzo Cimorelli per il consiglio monotematico convocato d’urgenza sulla crisi dell’azienda venafrana. L’assise civica dopo tre ore circa di discussione ha votato un documento unanime che focalizza due obiettivi in particolare. In primo luogo si chiede l'apertura di un tavolo nazionale con il Ministero delle Attività produttive con il coinvolgimento di Finmeccanica e la verifica della possibilità di attivare alcune procedure previste dalla nuova finanziaria. Seconda mossa, un fondo di solidarietà che serva per le esigenze di tutti i lavoratori. Nel documento si legge: “Geomeccanica, oltre a rappresentare un’impresa che ha contribuito in modo notevole alla crescita economica e sociale di Venafro, è titolare di un marchio prestigioso che ha fatto il giro del mondo rappresentando motivo di orgoglio per

tutti i venafrani. Il Consiglio pertanto ritiene urgente attivare ogni iniziativa finalizzata alla salvaguardia di questo patrimonio in termini economici e sociali e di tutela dei circa novanta posti di lavoro”. Ve-

nafro ha deciso di formare una commissione ad hoc composta dal sindaco, dal presidente del Consiglio comunale, dagli assessori Benedetto Iannacone e da alcuni consiglieri. Gli obiettivi: garantire

Giannini:“Huscher ha commesso troppi errori, la sua avventura in Molise è finita” E’ stato sempre un suo pallino, sin dal giorno del suo arrivo ad Isernia. Ernesto Giannini, presidente dell’associazione “Altiero Spinelli”, da sempre dedica parte della sua attenzione all’operato dell’ex Primario del Veneziale Cristiano Huscher. Un’attenzione che nel corso del tempo ha portato a diverse conferenze stampa come quella di ieri mattina davanti al nosocomio pentro. L’obiettivo: puntualizzare e fare il resoconto dell’attuale posizione dell’ex primario del reparto di chirurgia dopo il recente allontanamento deciso dai vertici dell’Asrem. “Innanzitutto ci tengo a precisare – comincia Giannini – che la mia non è una battaglia contro l’uomo, ma contro il suo operato. In alcuni suoi interventi Huscher si è vantato di aver innalzato sensibilmente la soglia degli interventi portati a termine al Veneziale. Sarebbe giusto però chiedersi – continua – perché l’ex primario non renda pubblici anche i risultati di queste operazioni, che la maggior parte delle volte hanno interessato pazienti affetti da

14 ANNO III - N° 295 DOMENICA 10 GENNAIO 2010

tumore maligno”. Insomma Giannini sembra puntare il dito contro lo stesso modus operandi sconfessato nei giorni scorsi del sostituto di Huscher, il professor Tucci, anch’egli contrario “alla facilità con la quale l’ex primario decideva interventi spesso al limite”. Giannini è chiaro anche quando spiega quali siano state, a parer suo, le motivazioni che hanno portato all’allontanamento del chirurgo. “L’inchiesta di Panorama non è altro che la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso, alla base della decisione ci sono aspetti legati al suo passato lavorativo. Mi tocca ricordare che il 21 gennaio prossimo ci sarà la seconda udienza per la quale il signor Huscher è accusato di omicidio colposo, solo uno dei casi che lo vedono coinvolto”. Il presidente della “Spinelli”, infine, puntualizza: “In questa sede smentisco categoricamente le voci che vorrebbero il professore intrattenere ancora qualsiasi tipo di rapporto con l’Università del Molise. Penso – termina – che la sua avventura nella nostra regione sia già terminata”.

Feste, nel 2010 ci sono meno ponti Brutte notizie: nel 2010 molte delle festivita' cadranno il sabato o la domenica. Gli italiani lavoreranno e produrranno di piu', ma si sposteranno meno e forse consumeranno anche meno. Scorrendo il calendario, si ha il 25 aprile che cade di domenica, il 1° Maggio di sabato, Ferragosto di nuovo di domenica. Anche Natale e Santo Stefano capitano male.

la continuità aziendale ed industriale, difendere gli attuali livelli occupazionali e chiedere alla Regione di intervenire attraverso interventi finanziari diretti o tramite società controllate o interventi a garanzia dei creditori per scongiurare il fallimento. Il documento prevede anche la ricerca di investitori e operatori economici, non solo locali, interessati e disposti ad intervenire finanziariamente ed il coinvolgimento di altre istituzioni o soggetti come Governo, Ministero delle Attività produttive e Ministero del Tesoro che, “insieme alla Regione, agevolino la ricerca di partner imprenditoriali privati senza escludere l’ipotesi di coinvolgere il gruppo Finmeccanica controllato dal Ministero del Tesoro”. Altre soluzioni sarebbero la partecipazione del Comune di Venafro, anche con quote minime e simboliche, nella compagine societaria della Geomeccanica o forme di

LA PROPOSTA

Il consigliere Antonio Sorbo:” La Regione acquisti il capannone ex CMV di proprietà della Geomeccanica in modo da calmare la fame dei creditori” azionariato popolare. Il consigliere Antonio Sorbo inoltre ha proposto all’ente regionale di acquistare il capannone dell’ex Cmv, di proprietà della Geomeccanica , per tentare di “calmare” gli appetiti d3ei creditori con il conseguente controvalore.

Pit e progetti futuri in Voria CAPRACOTTA - È in distribuzione il nuovo numero di Voria, il periodico diretto dal giornalista Danilo Santone. Questi ultimi mesi del 2009 non sono stati facili per l’Amministrazione comunale, impegnata per consentire all’Altissimo Molise di continuare a guardare al futuro con l’occhio della speranza. “La speranza – come spiega il primo cittadino nell’editoriale - di poter proseguire a gestire una realtà che, per quanto possa vivere le difficoltà quotidiane, rappresenta uno dei punti di riferimento dell’intero Molise. Il nostro obiettivo – spiega Monaco - è stato, e sarà, quello di consolidare il ruolo che Capracotta negli anni, ha saputo conseguire, consci che la strada è sempre più irta per la carenza di risorse economiche pubbliche, dovendo fare i conti ogni giorno con i tagli che interessano non solo i bilanci comunali, ma anche i servizi importanti come la scuola pubblica ed i servizi sociali”. Tante le difficoltà e tante le problematiche da affrontare dunque, su cui occorre riflettere con la massima attenzione. “In primo luogo – continua il primo cittadino - è indispensabile abbandonare i campanilismi del passato, deleterie forme di autoreferenzialità che hanno prodotto solo illusori risultati di parte, impedendo uno sviluppo sinergico ed omogeneo del territorio. Si ritiene doveroso immaginare un percorso comune con le amministrazioni limitrofe così da prefiggersi obiettivi di interesse generale ed ipotizzando anche lo svolgimento di servizi in forma associata, sposando reciprocamente progetti di sviluppo del comprensorio che possano dare un impulso all’emersione delle peculiarità del territorio”. Proprio per questo, parte del periodico è dedicato alla Programmazione Integrata Territoriale. L’Amministrazione comunale di Capracotta, coerentemente con le linee guida e le finalità del PIT, ha presentato cinque idee progetto. “Abbiamo aderito ai PIT Alto Molise con diverse idee progettuali, coscienti che non tutto potrà essere finanziato perché le risorse disponibili sono limitate. Basti pensare che i Comuni interessati al PIT Alto Molise hanno presentato progetti per circa 80milioni di euro, a fronte di una disponibilità che nell’immediato sfiora appena i 10milioni di euro”.

Influenza A, quasi nessuno fa il vaccino Un italiano su due, pur contrario al vaccino per l'influenza A, e' pero' diventato piu' rigoroso in fatto di igiene. Da un'indagine dell'istituto di ricerca KeyStone emerge che il 97% non crede al vaccino, mentre l'80% dichiara di aver acquistato un disinfettante per le mani e il 59% ha modificato il proprio comportamento igienico-sanitario.


ISERNIA Sesto Campano, la maggioranza perde i pezzi Gennaro Macera, presidente del Consiglio comunale prende le distanze dall’Amministrazione Epifanio

“Con il presente atto intendo prendere ufficialmente le distanze dalla Amministrazione Epifanio dichiarando praticamente chiusa questa esperienza amministrativa. Questi anni sono bastati per verificare l’assoluta inadeguatezza, l’incapacità amministrativa nonché la gestione esclusiva e personalistica della cosa pubblica da parte del sindaco, preoccupato unicamente di gestire il potere politico, ovviamente inteso nella peggiore accezione del termine”. Parole dure

quelle di Gennaro Macera, presidente del Consiglio Comunale di Sesto Campano che, con una nota, conclude la propria esperienza amministrativa con la Giunta Epifanio. Una frattura quella con la sua maggioranza che si è acuita nel corso delle ultime elezioni provinciali, quando il presidente del Consiglio comunale, presentatosi per una poltrona nell’Ente di Via Berta, si è visto voltare le spalle proprio dai suoi alleati, schieratisi a favore del suo avversario politico Gino Tac-

cone. Solo l’ultima delle gocce che hanno fatto traboccare il vaso. “La mancanza di dialettica politica, di un confronto serio e costruttivo sulle problematiche del paese – spiega Macera - di collegialità nelle scelte amministrative e politiche hanno causato un lento e progressivo appiattimento del dibattito interno L’intento, chiaro e mal celato, di svilire l’entusiasmo, la fattiva e collaborativa vena del sottoscritto, nonché di altri componenti dell’Amministrazione, è stato goffo e

Maltempo, torna l’incubo frane Dopo Agnone, anche Fornelli ed altre zone sono a rischio L’allerta della Protezione civile del Molise ha raggiunto nelle ultime ore il suo livello massimo. La perturbazione che sta interessando la regione da alcuni giorni comincia a far paura sul serio. A testimoniarlo le frane che stanno interessando alcune zone della provincia e la continua, ripida salita del livello di laghi e fiumi. I Vigili del Fuoco della compagnia provinciale lavorano a pieno ritmo e solo nella giornata di ieri hanno portato a termine numerose operazioni. Nei dintorni di Fornelli, precisamente in contrada Lenzi ad esempio, i caschi rossi sono intervenuti per arginare un grosso smottamento che per qualche ora ha minacciato anche una casolare vicino. La situazione, al momento, sembra sotto controllo ma le incessanti precipitazioni che continuano ad interessare la zona non lasciano tranquilli gli esperti. Situazione critica anche sulla statale 158, dove la scorsa notte il forte vento e la pioggia hanno sradicato un albero che ha invaso la carreggiata creando non pochi problemi alla circolazione. A qualche ora di distanza e qualche chilometro più avanti si è anche verificato un incidente stradale. Un giovane napoletano, a causa delle condizioni dell’asfalto bagnato, ha perso il controllo della sua autovettura finendo contro il guard rail nei pressi del bivio per Montaquila. Il giovane ha riportato solo qualche escoriazione. La Protezione civile, inoltre, continua a monitorare le condizioni del fiume Volturno e quelle del lago di Castel San Vincenzo, arrivato ai limiti stagionali. Sotto monitoraggio, con qualche apprensione in più, anche la frana che ha interessato i dintorni di Agnone nella giornata di venerdì. Lo smottamento di circa mille metri quadrati verificatosi in contrada Rigaini è stato bloccato e la zona è stata messa in sicurezza, ma l’allerta resta altissima. Le previsioni per le prossime ore, infatti, non lasciano presagire nulla di buono: oggi, al vento e alla pioggia, potrebbe aggiungersi la neve, anche a quote basse.

Tendenze 2010, donna a tinta unita e sensuale La Moda Donna 2010, presentata dai nuovi stilisti, cerca di colpire e propone donne tinta unica ma sensualissime. E così su un'unica tonalità vestiamo in ogni momento della giornata. Piccoli accorgimenti ci faranno risaltare. Il monocolore o l’accoppiata di due colori (intramontabile il bianco&nero) arricchito dai particolari di altre tinte, sembra dunque la tendenza.

palese – critica il presidente - Inoltre taluni episodi verificatisi ultimamente, e ampiamente riportati dagli organi di informazione locali, sui quali peraltro pendono indagini da parte della competente Autorità Giudiziaria, hanno spazzato via ogni indugio”. Tra le tante cose, proprio qualche settimana fa il Comune di Sesto Campano è stato condannato a risarcire un imprenditore locale per una procedura di gara di appalto risultata illegittima. “Pertanto – si legge nella nota - ri-

badisco con fermezza e determinazione la mia scelta, conscio della assoluta necessità di proporre una valida alternativa agli ormai vecchi ed obsoleti schemi politici o a minestre riscaldate. Di conseguenza mi dichiaro disponibile a partecipare alla costruzione di un nuovo progetto politico che sappia dare risposte al tessuto socioeconomico e culturale del territorio – conclude - all’insegna dell’onestà, della competenza e del rinnovamento.”

Multe ai disabili, la rabbia e le richieste della Omnic “Il 7 gennaio, gli ausiliari del traffico della Metropark (Gruppo ferrovie dello Stato) in una sorta di accanimento selvaggio hanno elevato decine di multe alle auto dei disabili parcheggiate sulle strisce blu della Città di Isernia, mentre le auto di cittadini fuori legge e disubbidienti, parcheggiate sui posti riservati agli invalidi l’hanno fatto e la fanno franca tutti i giorni, con un“ lascia correre” da parte delle autorità preposte alla vigilanza del traffico.Si può dire semplicemente “ Vergogna” nel momento in cui si è notata una vera e profonda ostilità verso una classe debole e indifesa. Se si voleva mettere in pratica la sentenza del Tar Lazio, per far pagare il parcheggio anche ai disabili, si poteva e si doveva, per ragione di umanità e di senso civico, porre degli avvisi sui parabrezza, delle auto degli invalidi, per comunicare loro il giorno in cui si sarebbero potuto elevate multe. Invece, tutto ha avuto inizio in sordina, solo e soltanto per fare cassa a spese della povera gente che vive già una condizione di vera sofferenza e di umiliazione. L’Amministrazione comunale, in persona del suo Assessore all’assistenza sociale, in questa circostanza, ha fatto finta di niente, sa bene che i posti riservati agli invalidi sono del tutto insufficienti in questa Città e sa bene che tali posti vengono ignobilmente occupati da auto abusive il cui controllo, da parte delle autorità preposte, risulta essere evanescente. Nella qualità di Presidente dell’Associazione ONMIC rivolgo un caloroso invito a S.E. Il Prefetto, persona assai sensibile, affinchè si faccia promotore di iniziative per la salvaguardia degli interessi degli invalidi e che gli stessi non vengano ulteriormente offesi dalla disonorevole azione dei Sigg. della Metropark e che la stessa Metropark si comporti decorosamente mettendo a disposizione,strada dopo strada, di altri posti per il parcheggio delle auto degli invalidi e che faccia revocare le multe effettuate spietatamente. Gli invalidi già vivono una condizione di disagio morale e, forse senza forse, una condizione di indigenza per la misera indennità invalidante che ricevono mensilmente, pari a poco più di 200,00 euro. Questo è l’incipit per la creazione di un Comitato promotore per i risolvere i nostri problemi”. Il Presidente Associazione ONMIC Isernia

Rocchetta, nonni e bambini nel calendario Serata interamente dedicata alla presentazione del nuovo calendario, a partire dalle 18.30 all’interno della sala consiliare. L’iniziativa, voluta dall’assessore Marco Pontarelli, avrà come protagonisti del calendario 2010 tutti i bambini nati nell’ultimo biennio a Rocchetta e i dodici “nonnini” più anziani del popoloso centro della Valle del Volturno.

(Gennaro Viscosi)

15 ANNO III - N° 295 DOMENICA 10 GENNAIO 2010


TERMOLI Molti i temi al centro del dibattito nella riunione della commissione sanità

Ospedale Vietri, si decide il futuro LARINO - Terminate le festività natalizie, l'amministrazione comunale é tornata a lavorare a pieno regime con la convocazione della riunione della commissione sanità. Presenti il presidente Paolo Mancini, Quici e Pontico per la maggioranza, Cataffo e Pizzi per la minoranza, i quali hanno trattato il tema sulla riorganizzazione sanitaria e sul futuro dell’ospedale Vietri. Dopo ampio dibattito, durante il quale sono state formulate varie proposte, all'unanimità i componenti la commissione hanno deciso di creare una delegazione, formata dagli stessi consiglieri, per incontrare il presidente della giunta regionale Michele Iorio. Lo scopo é quello di ottenere dal Governatore regionale delle risposte chiare sul futuro del nosocomio frentano. Il presidente della commissione Mancini non ha nascosto l'esito positivo della riunione: “Sono particolarmente soddisfatto dell’esito dei lavori che si sono svolti in un clima di fattiva collaborazione. E’ questa la strada giusta e ho molta speranza che il Consiglio comunale di Larino, se agirà unito e metterà da parte le polemiche sterili, potrà raggiungere l'importante risultato che ci siamo prefissi in commissione, quello di conservare la piena funzionalità del Vietri e di programmare il suo rilancio. La commissione sanità, con l’effica-

Presentato il libro di Maria Antonietta Battista

cia e la snellezza propria di questa istituzione, farà ogni sforzo per dare il suo massimo contributo”. Certamente la riunione ha portato molti chiarimenti sulle posizioni tra maggioranza ed opposizione che, troppo spesso, si sono trovate in conflitto pur convergendo, ognuna per la sua strada, su un unico obiettivo: la salvezza dell'ospedale. Ora, dopo la riunione della commissione comunale sanità pare ci sia stato un chiarimento e che i due schieramenti possano in futuro continuare a confrontarsi solo ed esclusivamente per il bene della città frentana e de larinesi.

All'unanimità i componenti hanno deciso di formare una delegazione per incontrare il presidente della giunta regionale Iorio

LARINO – Nella sala consiliare del Municipio il Lions Club, con il patrocinio della presidenza del Consiglio comunale, é stato presentato il libro “Dal salotto al ring televisivo. Comunicare ed interagire in televisione”, scritto da Maria Antonietta Battista. Talk show, informazione, intrattenimento e infotainment, sono oggi le arene mediatiche preferite dagli attori politici e più seguite dal pubblico. Le performance dei politici nei diversi programmi televisivi mostrano una politica nuova, trasformata nelle sue storiche funzioni d’integrazione, formazione e rappresentanza, impegnata in una ricerca spasmodica della visibilità e della prevaricazione. La politica, oggi in gran parte, è fatta di rissosità e di scontro personale e politico trasformando il palcoscenico televisivo da salotto di conversazione e dibattito in un ring dove prevale l’aggressività a discapito del confronto formativo e informativo. Il libro nella prima parte ripercorre le tappe della comunicazione politica in Italia, tracciando un excursus storico dall’Italia del dopoguerra a oggi, e si concentra poi sulla comunicazione televisiva, con una attenta analisi delle arene mediatiche e delle

strategie comunicative dei leader politici. I cambiamenti che la comunicazione televisiva ha prodotto sui modi di proporre “visioni” della politica sono una ricca fonte di spunti di riflessione per interpretare le azioni e le situazioni mediali che in qualche modo fanno parte della quotidianità di ogni spettatore televisivo. Analizzare le modalità relazionali e sociali degli attori protagonisti del palcoscenico televisivo è dunque, un modo per formulare una proposta interpretativa della realtà, aggiungendo elementi che caratterizzano la scena televisiva per una valutazione più attenta dell’offerta informativa. Maria Antonietta Battista, nata a Larino nel 1975, dottore di Ricerca in Sociologia e ricerca sociale, è docente a contratto di Comunicazione politica presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università degli Studi del Molise e di Sociologia dei Fenomeni Politici presso la Facoltà di Scienze Politiche, Università La Sapienza di Roma. Ha pubblicato altri saggi sulla comunicazione televisiva tra cui Politica, economia e informazione, Bulzoni, Roma 2008 e Telegiornali e talk show: Forze Armate e informazione, Franco Angeli, Milano 2008.

Nasce il Forum permanente degli operatori culturali del Molise TERMOLI – Gli Operatori Culturali sono una risorsa importante per la Regione Molise. L’organizzazione di eventi culturali ha un valore strategico sia per quanto riguarda il benessere dei cittadini, sia in relazione allo sviluppo turistico ed imprenditoriale generato soprattutto dagli eventi di qualità. Vista la crescente difficoltà ad operare in modo efficace e continuativo sul territorio, l’impossibilità di creare un dialogo costruttivo con le Istituzioni e l’assenza di una rete degli operatori che difenda a spada tratta una categoria ormai praticamente allo sbando, é stata proposta la costituzione di un Forum permanente degli Operatori Culturali del Molise che possa affrontare i problemi del settore e proporre valide soluzioni. Tutti gli Operatori Culturali della regione sono invitati ufficialmente al primo incontro ufficiale del Forum che si terrà oggi alle 11, presso il Teatro Lumiere.

16 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010

I ballerini di“Emozioni Latine”a Pescara PESCARA - I ballerini di “Emozioni latine” di Termoli ieri ed oggi si esibiranno nella categoria “Latino Americano” al Master Danz Open che si sta tenendo al Palasport di Pescara. Cinque le giovani coppie guidate da Cristian Falcone e Mariaclelia Carota, titolari della scuola di Ballo “Emozioni Latine” ed entrambi Competitori Nazionali di classe A.

Silenzio venatorio, denunciato un cacciatore SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI - Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato di Petacciato hanno denunciato a piede libero un cacciatore d 60 anni perché sorpreso con il fucile in un giorno di “silenzio venatorio”. Nell'autovettura dell’uomo, nei pressi di un bosco di San Giacomo, sono stati trovati il fucile da caccia non in custodia e una scatola di cartucce. L'arma e le munizioni sono state sequestrate.


TERMOLI Appello di Astore alla coalizione per un progetto indirizzato alla società civile

Costruire Democrazia: sì alle primarie TERMOLI - Nella città adriatica, in vista della scadenza di marzo del voto per le amministrative, nel centrosinistra si parla di primarie. “Costruire Democrazia", fondata dal senatore Giuseppe Astore dopo che é fuoriuscito dall'IdV -, lancia un appello alla coalizione per far decollare un progetto “politico e culturale indirizzato alla società civile, che dice basta alle clientele, alla cattiva amministrazione, alla sudditanza imposta da una spregiudicata monarchia regionale di governo”. Astore, che sta reclutando vari esponenti politici (si fanno i nomi anche dell'ex vice sindaco d Termoli Caruso, degli ex consiglieri comunali Coscia, Petrella, Casolino oltre che ai vari Maria Lopa, Giuseppe D'Ono-

frio, Di Giannanonio e Guarino, torna sull'amministrazione Greco ritenendo che: “Pur con tutti i limiti che si vogliono, l’esperienza Greco ha aperto una nuova fase a Termoli, seconda città del Molise, saccheggiata per decenni dalle commistioni tra politica e affari e che grazie a questa amministrazione ha vissuto tre anni di onestà e di discontinuità con il passato. Il centrosinistra esce a testa alta da questa esperienza proprio per aver lottato, a forze impari, per liberare la città da una cappa di potere organizzato, teso a catturare il consenso con pratiche clientelari note e che ha imposto politiche di sviluppo contraddittorie come la chimica, la Turbogas, l’eolico in mare ed ora la centrale nucleare. La

chiarezza che è mancata in altre situazioni deve invece guidare il comportamento di tutte le forze in campo, senza furbesche ed inutili fughe in avanti”. Poi la scelta decisa. “Costruire Democrazia – dice ancora Astore -, è assolutamente favorevole al metodo delle primarie. Il nostro movimento ritiene questo strumento il più utile ed efficace per scegliere gli uomini destinati a concretizzare le idee amministrative e di buon governo della coalizione, magari adottando gli opportuni correttivi per evitare che la scelta venga inquinata da forze che non fanno parte della coalizione stessa”. Poi la conclusione ritenendo che “da Termoli deve partire un movimento di popolo da estendersi all’intera regione per costruire l’alternativa”.

Nasce l'associazione politica Termolise 15°42° TERMOLI - Il 30 novembre 2009 su un giornale telematico, lontano da tempi sospetti, è comparsa la notizia della nascita di una Associazione denominata APT15°42° (Associazione Politica Termolise 15°42°), come un flash che si è acceso per un attimo nella coscienza dei cittadini di Termoli e poi, timidamente è scomparsa travolta dal turbinio degli eventi dell’amministrazione Greco. L’Associazione nasce dall’idea di proseguire il lavoro silenzioso e complicato dell’associazionismo avviato dal Forum Civico di Termoli con l’intento di trasferire quella esperienza partecipativa estendendola come “modello” ad un nuovo concetto di Associazione Politica. Un associazionismo pratico, sollecitato da piccoli e grandi problemi quotidiani: la raccolta differenziata dei rifiuti, la difesa del verde pubblico, lo sviluppo urbanistico compatibile con l’ambiente e la salute, ma soprattutto trasparente. Niente Grandi Sistemi e/o Ideologie: semplicemente una partecipazione ed una protezione della collettività per risvegliare il “senso di appartenenza” a questa città e far sentire la voce del cittadino direttamente, senza filtro di rappresentanza istituzionale. Nelle settimane trascorse abbiamo assistito allo “spettacolo” già noto dell’affollamento dei partiti e dei rappresentanti che, in barba al bipolarismo politico nazionale, sono proliferati paurosamente senza arricchire il dibattito politico. Nessuno di loro si è preoccupato di “ascoltare” i cittadini, le categorie, le associazioni e i quartieri di Termoli. Nessuno ha indicato un pur semplice accenno di punto di programma amministrativo. Allora, se pur timidamente, dopo aver atteso invano qualche segnale che non è arrivato, abbiamo preso il coraggio, spinti dalle sollecitazioni di altre associazioni che si sono fatte sentire sugli organi di stampa, lamentando tali carenze, abbiamo avviato il percorso di avvicinamento di tutti i termolesi alla partecipazione del programma per amministrare la città di Termoli nei prossimi cinque anni. Gli spunti di lavoro per il programma “Termoli venti_quindici 2015” sono: Partecipazione, ambiente, Federalismo solidale, lavoro, Lavori pubblici, Urbanistica. Questi ed altri ancora i temi su cui saranno chiamati a confrontarsi negli incontri che si terranno nella sede dell’Associazione Politica Termolise 15°42° con un solo obiettivo: Termoli e la creazione di una classe dirigente giovane, preparata e libera da condizionamenti. Impossibile? Forse. Ma coloro che credono che nei momenti di difficoltà emergono i talenti, si impegneranno a smentire i pessimisti e trascineranno gli scettici e i nostalgici “all’inversione di rotta”. Il gruppo promotore

Saranno ancora trenta i consiglieri da eleggere TERMOLI – Non 24 ma saranno ancora 30 i Consiglieri che faranno parte della nuova amministrazione comunale. Infatti il Decreto mille proroghe evita che la norma contenuta nella Finanziaria 2010, sul taglio del 20% dei seggi nelle assemblee comunali e provinciali, entrasse in vigore dalla prossima consultazione. Un sospiro d sollievo per i prossimi candidati alle amministrative di Marzo.

“Da Termoli deve partire un movimento di popolo da estendersi all’intera regione per costruire l’alternativa”

Gurriero Sannita pronto per le amministrative a Termoli TERMOLI - Sulla questione della caduta dell'amministrazione Greco entra nel merito il movimento il Guerriero Sannita che non si meraviglia per quanto accaduto a Termoli perché “ormai nella città Molise di frequente accade che politici eletti in un schieramento passano in un altro. La maggior parte delle volte ciò avviene a causa di interessi personali o familiari e solo in pochissime circostanze per ragioni ideologiche”. In un comunicato si legge che in un caso o nell'altro, comunque, raramente qualcuno sente il dovere di fare le proprie scuse al cittadino elettore, che ha ritenuto di esprimere la propria preferenza per il politico appartenente a quel determinato schieramento. “È evidente che il cittadino viene considerato

La Polizia ritrova un’auto rubata TERMOLI- Era sparita nel nulla circa una settimana fa dall'interno di una officina meccanica ma é stata ritrovata abbandonata in un podere in Va dei Pruni alla periferia della città. L'autovettura Alfa Romeo Gtv s trovava n officina per eseguire alcuni controlli quando era sparita nel nulla. Dopo la denuncia alla Polizia l mezzo é stato quindi ritrovato e consegnato al legittimo proprietario.

un mezzo e non un fine. In queste occasioni si alzano i toni e si usano espressioni come "voltagabbana", "mercato delle vacche" ecc. Tutto ciò per il movimento regionale del Guerriero Sannita rappresenta il degrado della politica nella città Molise, di cui, in altre occasioni, ha inteso parlare anche il Presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, affermando che "i fenomeni di degrado politico cui assistiamo oggi" rivelano una "mancanza di progettualità" e una " resa ad interessi di corto respiro". Il movimento lancia anche un appello alle forze sane del mondo imprenditoriale, sociale, artigianale e dell'associazionismo in genere affinché individuano un candidato sindaco con la voglia di cambiare le cose, per il bene comune.

17 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010


Eccellenza, il Cb 1919 supera l’Aurora Ururi

Volley, per la Katay trasferta a Cavriago

Nell’unico anticipo della diciassettesima giornata, seconda del girone di ritorno, che tra l’altro era anche un importante scontro diretto per la permanenza nella massima serie di calcio regionale,il Campobasso 1919 ritrova il sorriso. A PAG. 21

Ancora poche ore e la truppa pentra salperà alla volta di Cavriago, l'obiettivo è vincere e far si che l'esperienza capitolina sia solo una parentesi della fase estremamente positiva (ben quattro vittorie consecutive) che ha portato Katay Geotec Isernia all'ottavo posto in classifica con 20 punti. A PAG. 22

ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Il Selva Piana sarà un pantano Foto di Antonio Rateni

www.lagazzettadelmolise.it PERICOLO NEVE IN ALTO MOLISE L’AGNONE OSPITA LA RECANATESE Pericolo neve in casa Agnone. Alla vigilia del match con la Recanatese in alto Molise si sta facendo i conti con il mal tempo. Venerdì il Civitelle si è completamente allagato a causa delle abbondanti precipitazioni piovose, che sono proseguite nella giornata di ieri e nelle prossime ore potrebbero tramutarsi in neve. E’ questa la preoccupazione maggiore in casa granata, anche se la squadra è concentrata esclusivamente sul match odierno. Alle 14.30 al Civitelle sarà di scena la Recanatese, una delle squadre più ostiche del raggruppamento F della serie D. I marchigiani, infatti, detengono il primato di miglior retroguardia del girone con soli sette gol subiti. A PAG. 20

IL TRIVENTO INSEGUE IL SUCCESSO NELLA TRASFERTA DI MIGLIANICO Dopo la sosta natalizia torna in campo l’Atletico Trivento per l’ultima gara del girone di andata. La squadra di Roberto Carannante sarà impegnata questo pomeriggio sul campo del Miglianico in una sfida che, almeno sulla carta, appare abbordabile per i gialloblù che affronteranno la quartultima in classifica che ha all’attivo soli tredici punti, in coabitazione con il Morro d’Oro, frutto di tre vittorie, quattro pareggi e ben nove sconfitte; seconda peggior difesa del girone F, dopo l’Elpidiense; con ben ventisette reti incassate in sedici partite. Per la gara in terra abruzzese il tecnico dei trignini deve fare i conti con alcune assenze importanti soprattutto in difesa dove mancheranno tre terzini under vale a dire lo squalificato Colella e gli infortunati Ciafardini e Viglione. A PAG. 21

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

I rossoblù dovranno vedersela anche con un terreno da gioco ridotto ad acquitrino dalle copiose piogge

Campobasso pronto alla battaglia Al Selva Piana arriva la Renato Curi e mister La Cava ha numerosi problemi di formazione Dopo una settimana di ritiro il Campobasso è pronto per la battaglia del Selva Piana. I rossoblù ricevono questo pomeriggio la Renato Curi Angolana, una formazione ostica, al di là della classifica. La squadra di La Cava è carica al punto giusto e determinata ad iniziare l’anno nel migliore dei modi in quest’ultimo turno del girone d’andata. Il campionato è fermo da ben 21 giorni visto che l’ultima giornata è stata disputata il 20 dicembre e i rossoblù raccolsero un punto nel derby di Trivento. Molte cose sono cambiate in questo 2010 e mister La Cava ha un gruppo quasi nuovo a sua disposizione. Ma in questo nuovo esordio i problemi non mancano per l’allenatore di Solofra. Tra infortuni e squalifiche saranno ben cinque gli assenti certi questo pomeriggio: mancheranno, infatti, Casapulla, Gargiulol Perna, De Santis e Follera. Gallicchio e Todino non sono al top per rispettivi problemi muscolari, dai quali non hanno recuperato appieno e pertanto, quasi sicuramente, non saranno rischiati dall’inizio. Quindi La Cava dovrà rinunciare dall’inizio a sette pedine importanti nel suo scacchiere. Di contro ci sarà capitan Minadeo

CLASSIFICA

17^ GIORNATA

Atessa VdS Santegidiese L’Aquila O.Agnonese Trivento Civitanovese * Chieti * Casoli Recanatese Campobasso Centobuchi Bojano RC Angolana Miglianico Morro d'Oro L.Canistro * Elpidiense R.Montecchio *

Bojano-Santegidiese Chieti-R. Montecchio Civitanovese-Centobuchi Elpidiense-L. Canistro Miglianico-Trivento Morro d’Oro-Casoli Campobasso-RC Angolana O. Agnonese-Recanatese Val di Sangro-L’Aquila

Il terreno del Selva Piana sarà ancora un pantano (Foto Rateni) che scenderà in campo, seppur stringendo i denti. Ci sarà, poi, l’esordio dall’inizio di Coquin, primo calciatore di colore ad indossare la casacca del Campobasso. Stando così le cose la formazione iniziale appare obbli-

gata. In porta andrà Ascani, la difesa sarà composta da De Feo a destra, Iannitti a sinistra, con Maglione e Minadeo al centro. A centrocampo dovrebbero operare Cordua e Fazio in mediana con Coquin e Ferrentino sugli esterni. In

attacco la coppia Covelli – Alessandrì. Queste le indicazioni di massima, ma non sono da escludere novità dell’ultima ora. Il Campobasso, falcidiato dalle assenze, oltre alla Renato Curi avrà questo pomeriggio un altro avversario. E sarà il terreno da gioco del Selva Piana. Le copiose piogge che hanno interessato negli ultimi giorni il capoluogo di regione, hanno ridotto il terreno in un vero e proprio acquitrino. Il Selva Piana è colmo d’acqua e dopo pochi minuti di gioco diventerà il solito pantano. E sarà un problema per la squadra di casa, costretta a fare la partita. E bisogna considerare anche che i rossoblù vengono da

35 33 30 30 29 27 27 24 22 21 20 20 17 13 13 12 10 6

una settimana di allenamenti sul sintetico e quindi la fatica sarà maggiore. Ad ogni modo in casa del lupo non si cercano scusanti perché la vittoria è l’unico obiettivo perseguibile. Questo ha chiesto la società e i rossoblù sono pronti alla battaglia. EB

OLYMPIA AGNONESE

Pericolo neve in alto Molise I granata ricevono la Recanatese Pericolo neve in casa Agnone. Alla vigilia del match con la Recanatese in alto Molise si sta facendo i conti con il mal tempo. Venerdì il Civitelle si è completamente allagato a causa delle abbondanti precipitazioni piovose, che sono proseguite nella giornata di ieri e nelle prossime ore potrebbero tramutarsi in neve. E’ questa la preoccupazione maggiore in casa granata, anche se la squadra è concentrata esclusivamente sul match odierno. Alle 14.30 al Civitelle sarà di scena la Recanatese, una delle squadre più

20 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010

ostiche del raggruppamento F della serie D. I marchigiani, infatti, detengono il primato di miglior retroguardia del girone con soli sette gol subiti. Avranno dunque vita dura gli avanti granata che sono chiamati a scardinare l’arcigna difesa. Il tridente inedito sarà composto da Di Vito, Orlando e Aquaro, i quali per la prima volta comporranno il reparto avanzato dell’Agnone. In difesa, invece, ci sarà l’esordio, nel ruolo di esterno destro, di Alleruzzo che andrà a costituire il reparto arretrato insieme a

L’Inter non è preoccupata per le sorti di Eto'o Dopo l'attentato al Togo appena giunto in Angola per la Coppa d'Africa, all'Inter non sono molto preoccupati per il camerunense Eto'o.La sua squadra infatti si trova ancora in ritiro a Nairobi in Kenya, fa sapere il club, e l' attaccante nerazzurro con la sua nazionale dovrebbe lasciare Nairobi in queste ore per raggiungere a bordo di un charter privato l' Angola dove esordirà in Coppa d'Africa mercoledì.

Ciarlariello, Scampamorte e Litterio. Per la squadra di Agovino non sarà certamente una gara agevole, ma i granata cercheranno in tutti i modi di allungare la striscia positiva e restare, in tal modo, nelle zone nobili della graduatoria. Anche perché il calendario, in quest’avvio di 2010 non è certamente benevolo con gli alto molisani che nelle prossime due gare dovranno affrontare Atessa e Campobasso. Orlando & co. oggi potranno contare sul consueto caloroso ap-

Carlo Siciliano porto del pubblico di casa che, come al solito, riempirà le gradinate dello stadio. Alle 14.30, a dare il fischio

d’inizio alla gara tra Olympia Agnonese e Recanatese sarà il Sig. Carrisi di Brindisi. GB

Il Togo si ritira dalla Coppa d'Africa Dopo un susseguirsi di voci e smentite, la notizia che motli attendevano e temevano è stata data dal sito della Bbc: il Togo ha deciso di ritirarsi dalla Coppa d'Africa, dopo che il pullman su cui viaggiavano Adebayor e compagni è stato assaltato da un gruppo di ribelli angolani venerdì pomeriggio. La confederazione africana ha ufficialmente confermato la morte, nelle prime ore di ieri, dell'allenatore in seconda e di un addetto stampa, oltre che dell’autista del pullman.


S P O RT CALCIO SERIE D

Il Trivento a caccia del successo A Miglianico i gialloblù sono alla ricerca dei tre punti che fuori casa mancano dal 15 novembre Dopo la sosta natalizia torna in campo l’Atletico Trivento per l’ultima gara del girone di andata. La squadra di Roberto Carannante sarà impegnata questo pomeriggio sul campo del Miglianico in una sfida che, almeno sulla carta, appare abbordabile per i gialloblù che affronteranno la quartultima in classifica che ha all’attivo soli tredici punti, in coabitazione con il Morro d’Oro, frutto di tre vittorie, quattro pareggi e ben nove sconfitte; seconda peggior difesa del girone F, dopo l’Elpidiense; con ben ventisette reti incassate in sedici partite. Per la gara in terra abruzzese il tecnico dei trignini deve fare i conti con alcune assenze importanti soprattutto in difesa dove mancheranno tre terzini under vale a dire lo squalificato Colella e gli infortunati Ciafardini e Viglione( quest’ultimo potrebbe recuperare in extremis ma è in forte dubbio il suo utilizzo sin dal primo minuto). Carannante dunque potrebbe tirare fuori dal cilindro qualche invenzione e, stando alle indicazioni ricevute nel corso dell’amichevole infrasettimanale, la mossa a sorpresa potrebbe essere data dall’utilizzo dell’attaccante Guglielmi in difesa, sulla corsia destra, mentre sulla sinistra dovrebbe essere utilizzato il giovane Ferrara. La coppia centrale invece sarà composta da Varchetta e Voria con quest’ultimo che rientra in campo dopo

Gara proibitiva per il Bojano che affronta la vicecapolista

Torna in campo capitan Corradino un paio di settimane di stop causa infortunio, tra i pali spazio a Quitigliano. A centrocampo torna a disposizione capitan Corradino, dopo l’assenza causa squalifica nel derby casalingo contro il Campobasso, che dovrebbe agire al fianco dei due under Gallo e Leone, con Ferreyra che non in perfette condizioni potrebbe entrare a partita in corso. In avanti il tridente offensivo dovrebbe essere formato da Chicco, Bernardi e Lombardi. Contro il Miglianico il Trivento insegue una vittoria fuori casa che manca dal lontano 15 novem-

bre, in occasione del successo di Morro D’Oro, da allora per i gialloblù sono arrivati, lontano dall’Acquasantianni, un pareggio a Chieti ed una sconfitta a Civitanova Marche. Nelle intenzioni della squadra di Carannante c’è la volontà di iniziare il nuovo anno con una vittoria e l’occasione odierna è di quelle da non lasciarsi sfuggire visto che i padroni di casa hanno ottenuto fino ad ora, dinanzi al pubblico amico, una sola vittoria.A dirigere la gara sarà il fischietto laziale Daniele Stazi della sezione di Ciampino. JSV

Orfano di Francesco Farina che sarà costretto a dare indicazioni alla sua squadra fuori dal rettangolo verde, a causa della squalifica, il Bojano chiuderà il girone di andata con un impegno a dir poco proibitivo. I matesini infatti ospiteranno la vicecapolista Santegidiese in una sfida da seguire con particolare attenzione visto che i biancorossi in occasione dell’ultima uscita stagionale hanno dato spettacolo rifilando una sonora sconfitta alla terza della classe L’Aquila. La matricola molisana è capace di sorprendere, incassando insuccessi inattesi contro squadre alla portata ed invece sfoderando prestazioni incredibili contro avversarie decisamente superiori tecnicamente. Dati questi presupposti è chiaro che ai piedi del Matese questo pomeriggio si assisterà ad una partita aperta ad ogni risultato nonostante i numeri, ovviamente, siano dalla parte del team di Aldo Ammazzalorso che fuori casa ha vinto cinque partite sulle dieci conquistate nelle prime sedici partite. I vibratiani, imbattuti da quattro turni nei quali hanno raccolto un pareggio e tre vittorie consecutive, sono intenzionati a tornare in Abruzzo con i tre punti, in attesa che giungano notizie favorevoli da Val di Sangro dove nel mentre si consumerà l’attesa sfida contro L’Aquila. Per la gara odierna il tecnico Farina dovrà rinunciare a centrocampo allo squalificato Iaboni, mentre il suo collega Ammazzalorso dovrà fare ai meno di Buttazzoni, Corazzini e Traini ma potrà contare in attacco sull’esordio di Califano, esperto attaccante dal curriculum invidiabile, ultimo arrivato in casa teramana. Per quanto riguarda l’undici anti Santegidiese il trainer campano non scopre le carte, ma certamente ha in animo qualche sorpresa, magari il debutto in attacco con la maglia del Bojano del colored Djallo che potrebbe far parte del tridente offensivo al fianco di Fusco e Grillo anche se quest’ultimo in settimana non si allenato con continuità per via di un affaticamento muscolare, se non dovesse farcela al suo posto è pronto ad entrare Raucci. Per quanto riguarda la difesa, in porta dovrebbe essere riconfermato Polise. Al centro potrebbe fare il suo esordio dal primo minuto, al fianco di Gioffè, l’argentino Bearzotti mentre sulle corsie laterali dovrebbero essere impiegati Panico e Carrino, con Ruggieri che dunque verrebbe “sacrificato” a centrocampo dove dovrebbe operare al fianco di Altieri e Parentato. La gara del “Colalillo” sarà diretta da Alessandro Greco della sezione di Lecce. JM

ECCELLENZA

Vittoria casalinga di misura del Campobasso 1919 sull’Ururi Nell’unico anticipo della diciassettesima giornata, seconda del girone di ritorno, che tra l’altro era anche un importante scontro diretto per la permanenza nella massima serie di calcio regionale, il Campobasso

1919 ritrova il sorriso e soprattutto tre punti preziosi in chiave salvezza. Sotto una pioggia battente la squadra di Umberto Lozzi ha superato di misura l’Aurora Ururi all’anristadio di Contrada

Piove sul bagnato in casa Juve: si ferma anche Giovinco Ciro Ferrara perde un'altra pedina. Oltre alle assenze per infortunio di Iaquinta, Trezeguet, Sissoko, Buffon e Camoranesi, e a quella per squalifica di Caceres, il tecnico della Juventus in vista del big-match col Milan perde anche Sebastian Giovinco. Il fantasista bianconero si è procurato un infortunio muscolare durante l'allenamento di venerdi. Sulla base dei relativi accertamenti diagnostici è stato previsto uno stop di almeno quaranta giorni.

Selvapiana grazie alla rete messa a segno da Tedeschi. Con questo successo i rossoblu campobassani raggiungono quota sedici punti in classifica agganciando proprio il team di Tanga. JM

17^ GIORNATA Campobasso 1919-Aurora Ururi 1-0 Sesto Campano-Capriatese Frentana Larino-Real Liscione Real Isernia-Termoli Calcio Montenero-Turris S. Croce Miletto-Vastogirardi Petacciato-Venafro Guglionesi-Virtus M. Santangiolese

La Lazio festeggia i suoi 110 anni La Lazio compie 110 anni ed ha festeggiato l'anniversario della sua fondazione ieri nel salone d'Onore del Coni a Roma.Presenti il sindaco Gianni Alemanno e il presidente del Coni Giovanni Petrucci, la Lazio è la prima polisportiva al mondo per numero di sezioni. 'Commosso' si è detto Alemanno dicendosi convinto che la Carta dello sport sia decisiva per la vita sociale. 'Dobbiamo puntare sui messaggi di solidarietà ed educativi che lo sport veicola'.

Venafro 48 Capriatese 37 Turris S. Croce 33 Petacciato 32 Real Isernia 28 Frentana Larino 25 Vastogirardi 23 Sesto Campano 21 Virtus M. Santangiolese 19 Aurora Ururi 16 Campobasso 1919 16 Miletto 14 Real Liscione 14 Guglionesi 12 Calcio Montenero 11 Termoli 7

C L A S S I F I C A

21 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010


S P O RT VOLLEY MASCHILE

Katay Geotec, operazione riscatto

Dopo lo stop di Roma, un’altra trasferta attende i biancoazzurri di scena oggi a Cavriago Ancora poche ore e la truppa pentra salperà alla volta di Cavriago, l'obiettivo è vincere e far si che l'esperienza capitolina sia solo una parentesi della fase estremamente positiva (ben quattro vittorie consecutive) che ha portato Katay Geotec Isernia all'ottavo posto in classifica con 20 punti. Reduce da un periodo non proprio facile Edilesse Cavriago, ha iniziato il nuovo anno con grinta, determinazione e soprattutto due vittorie importanti, prima con Città di Castello, poi con Gioa del Colle, riducendo così il divario in classifica tra le due squadre di un solo punto. I sei punti conquistati hanno restituito vigore al sestetto emiliano, generalmente composto da Astolfi palleggiatore, Uchinov opposto, i

due martelli Hrazdira e De Paola, Bassoli e Burgsthaler al centro e Spampinato libero. Proprio il giocatore calabrese, per due anni in forza ad Isernia nei campionati 2007-2008/20082009 sarà l'atteso ex di turno della partita. Alla guida del team locale il ravvenate Marco Bonitta, arrivato a metà dicembre con l'obiettivo di salvare l'Edilesse. I risultati danno ragione all'ex tecnico della nazionale femminile campione del mondo nel 2002, che sta probabilmente ricostruendo in terra emiliana la sua carriera nel settore maschile. In casa Isernia si registrano ancora i problemi di formazione palesati contro Crema e Roma. Oro e Fiore sono in forte dubbio, anche se lo staff

medico confida di poter recuperare almeno uno dei due. Se il brasiliano ha un problema muscolare al polpaccio che lo costringe a non rischiare per non peggiorare la situazione, il pugliese dovrebbe aver recuperato le forze per far parte della gara senza troppi affanni. In alternativa scalpitano Di Fino e Di Gabriele, ma anche la soluzione Piovarci nel ruolo di opposto potrebbe essere di nuovo riproposta dopo averla sperimentata con successo contro Crema ed aldilà delle difficoltà palesate a Roma. La partita si giocherà questa sera al Palasport “G.Bigi” di Reggio Emilia alle ore 18.00, non mancheranno gli aggiornamenti live sul sito www.fenicevolleyisernia.it

NUOTO

BASKET SERIE C DILETTANTI

Domani riapre la Piscina di Canneto

Nell’ultima di andata la Mens Sana va a Mola

Per opportuna conoscenza si informa che lunedì 11 gennaio, alle ore 15.00, aprirà ufficialmente, con l’inizio delle attività sportive, la Piscina di Canneto di Roccavivara dopo i lavori di completamento effettuati. L’impianto sportivo di proprietà della Comunità Montana Trigno-Medio-Biferno è sicuramente uno dei migliori presenti in regione con impianti tecnologici di disinfezione all’avanguardia e dotato di due vasche coperte, di cui una semiolimpionica

22 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010

di metri 25 x12,50 ed una adatta ai più piccoli di mt 10 x 6 e con tribune in grado di ospitare numerosi spettatori per le manifestazioni sportive. La gestione è stata affidata all’H2O sport, un associazione sportiva che vanta oltre dieci anni di esperienza e che è tra le più titolate a livello sportivo in regione, con atleti come Toni Iacovino che ha vestito in più di una occasione la maglia azzurra della nazionale e che cogestisce, insieme alla Hidro Sport, la Piscina Comunale di Campobasso. Sarà possibile iscriversi presso la Piscina dalle ore 15.00 alle ore 20.00 per le seguenti attività: scuola nuoto per bambini, ragazzi, nuoto baby, nuoto libero, corsi adulti, aquagym, acquafitness, benessere in gravidanza, preagonistica, nuoto master, riabilitazione in acqua. Mentre l’impianto sarà aperto nei giorni di Lunedì-Martedì-Giovedì-Venerdì dalle ore 15.00 alle 21.30. Tutte le attività saranno dirette da istruttori federali altamente specializzati. Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni, gli interessati possono contattare i seguenti numeri di telefono: 0874-90745, 3398059663 e 333-1179779.

Mancini-Marsiglia, è quasi fatta Alexandre Amantino 'Mancini', sempre più sul punto di lasciare l'Inter, è atteso lunedì a Marsiglia per firmare con l'Olympique. E' quanto scrive L'Equipe. Mancini non rientra infatti nei piani di Jose' Mourinho che quest'anno non lo ha praticamente mai schierato da titolare. Anche secondo il quotidiano La Provence, il brasiliano è vicinissimo alla formazione di Deschamps: ci sarebbe infatti già l'accordo per un prestito di sei mesi, per una somma di circa 1,8 milioni di euro.

Trasferta difficile, quella di questa sera,10 Gennaio 2010, contro una formazione neo-promossa che ha fino ad oggi, ha confermato il pronostico di matricola terribile. I pugliesi allenati dall’inossidabile coach Tonino Bray, occupano la sesta posizione della classifica con 18 punti e provengono da una striscia positiva di quattro vittorie consecutive. Il roster è ben equilibrato nei ruoli ed ha, come punta di diamante, quel Frank Mazzotta, terzo nella speciale classifica dei marcatori del girone (20.17 punti/partita). Oltre all’ala ex Monopoli, i maggiori pericoli potrebbero venire dal play Giuffrè, dalla guardia Cipulli (ex Ceglie) e dall’ala forte Leo, il giocatore di origini brindisine che vanta fra i pugliesi il miglior curriculum fra B1 e B2. In casa ITALCOM, archiviato il successo contro il Sulmona, c’è grande attesa per questa prima delle due prossime trasferte, al termine delle quali si spera che il vertice della classifica sia finalmente libero da condivisioni. Il gruppo del coach Salvemini, con al seguito uno stuolo di sostenitori, giungerà nella città adriatica al completo e in grande forma. Obiettivo: portare a casa altri due punti che, in caso di contemporanee sconfitte di Francavilla e Ceglie, rispettivamente a Venafro e a Termoli, garantirebbero, per la prima volta nel basket molisano, la prestigiosa partecipazione (in qualità di campione d’inverno del girone G) alla fase finale (Final Eight) di Coppa Italia. Con questi auspici, palla a due alle ore 18.00 nel palazzetto “V. Pinto” di Mola, sotto la direzione dei sigg.ri Luca PELLINO di Terracina (LT) e Andrea ZACCARELLI di Sermoneta (LT).

Razzismo, Coni: “La Figc applichi sanzioni” 'Sui cori razzisti si applichi il regolamento. Le regole ci sono? Bene, la Figc le applichi'. Lo dice il presidente del Coni Giovanni Petrucci.Parlando a margine della celebrazione dei 110 anni della SS Lazio che si è svolta al Foro Italico di Roma, il n.1 dello sport italiano ha anche commentato l'aggressione subita l’altro ieri dalla nazionale togolese:'L'attentato alla nazionale togolese è episodio deprecabile, chi ha la responsabilità intervenga', ha concluso Petrucci.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta “Cavatielle e carne e puorche” 1,5 l di ragù di carne di maiale 500 g di farina 00 (più quella necessaria per la spianatoia)

un kg di patate farinose formaggio pecorino grattugiato a piacere q. b. di sale

Preparate il ragù con gli ingredienti e secondo le indicazioni contenuti nella ricetta “Ragù di carne di maiale alla molisana”. Mentre il ragù cuoce, lavate le patate, ponetele in una pentola, copritele di acqua fredda e fatele lessare. Appena cotte, scolatele e, ancora calde, sbucciatele e schiacciatele con il passaverdura, facendo cadere la purea sulla spianatoia. Incorporatevi la farina, tenendo presente che la quantità dipende molto dalla qualità delle patate, e un pizzico di sale. Ammassate l’impasto, che deve essere morbido ed omogeneo e fate la “panetta”. Da essa staccate un pezzo di pasta per volta, rotolatelo sulla spianatoia infarinata fino ad ottenere un cilindro dello spessore di un dito. Tagliatelo a cubetti di un centimetro e mezzo e cavateli, con una leggera pressione del dito medio. Continuate fino ad esaurire la pasta, disponendo i “cavatielli”, ad uno ad uno, sulla spianatoia abbondantemente infarinata. Quando avrete terminato, ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata, portate a bollore e calatevi i “Cavatielle”. Mescolateli delicatamente e, appena salgono a galla, scolateli con una schiumarola e conditeli, un po’ alla volta, in una “spasa” con abbondante ragù ed una pioggia di formaggio. Il rispetto della tradizione vuole che i “Cavatielli” affoghino nel ragù e siano mangiati raccogliendo il condimento come se si facesse la “scarpetta”. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno COMUNALE 2 Via XXIV Maggio, 180 Tel. 0874.66811 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno SILVESTRI Via Lazio, 10 Tel. 0865.50789 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

TERMOLI Farmacia di turno TRABOCCHI - Via Tevere, 17/G - Tel. 0875.705030 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

A D N E AG

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:52 06:49 08:39 09:35 11:25 12:20 14:11 14:12 16:02 17:14 19:04 17:40 19:30 18:23 20:13 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:36 06:25 08:15 12:08 13:58 13:22 15:12 14:30 16:20 16:00 17:50 17:14 18:55 18:40 20:30 20:40 22:30 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:00 06:24 06:54 13:00 14:15 16:25 18:00

Arrivo 07:48 09:16 10:47 16:03 18:13 20:02 21:00

Partenza Arrivo 05:45 08:53 08:25 11:40 14:10 17:16 14:15 18:00 16:25 19:25 19:35 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

NAPOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

(NON DIRETTI)

Partenza 06:15 08:20 09:15 14:00 14:15 16:00 17:15 19:40

Arrivo 09:25 12:05 12:25 17:30 17:30 20:15 20:50 23:00

Partenza 05:03 05:51 12:14 12:40 14:15 17:30 19:43

Arrivo 08:35 08:55 15:25 16:02 17:10 20:30 22:35

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Imprevisti professionali, soprattutto se hai un fornitore che aspetta un saldo, un socio rompiscatole che vuole una risposta, un consenso. Giove però è dalla tua parte: buone prospettive per chi cerca il primo lavoro, soddisfazioni per i giovani che studiano. Con Venere tesa, l'amore non è un'oasi di emozioni, di tenerezza e complicità: Marte però accende l'eros. Toro - Non disponi di un'eccellente comunicativa, che ti consente di fare colpo sui pezzi grossi della tua azienda, su clienti prestigiosi. Saturno però è con te: puoi ampliare la sfera dei contatti, evento proficuo anche per le finanze. Il prestigio di cui godi ti rende invidiato. Bene anche il settore delle relazioni affettive: single o in coppia, seduci chi desideri. Gemelli - Nel lavoro non essere pigro, rinunciatario: la Luna ti consiglia di non abbandonare un'iniziativa, un progetto che si è rivelato fallimentare. Puoi trovare una valida soluzione, alleanze insospettate. L'amore è romantico, ti innamori come in un sogno: Venere accende la passione, protegge i titolari di una storia clandestina. Cancro - La giornata parte sotto i migliori auspici, grazie alla Luna in trigono: sei di buon umore. Se lavori nell'ambito artistico, godi di benefici influssi planetari che fanno maturare idee, progetti di sicuro successo ma rimani con i piedi per terra. Grande la tenerezza col partner: la serata è da vivere all'insegna del romanticismo, dei moti appassionati del cuore. Leone - Sei a disagio in qualsiasi mansione pratica, sedentaria, monotona. Non contare sulla concentrazione, meglio che rimandi o demandi ogni decisione delicata, economica. Dai il meglio nelle idee, che possono essere geniali. Apri la mente a nuovi progetti, il cuore a nuovi amici: Mercurio è con te. Tanta dolcezza e molta passione in amore. Vergine - La Luna del giorno protegge l'attività dei liberi professionisti, ti dona organizzazione e tatto. Giove segue da vicino, con grande solerzia, l'organizzazione e gli aspetti economici. Vita sociale vivace e dinamica: sei richiesto, carissimo amico. In amore va tutto a gonfie vele, la tua vita di coppia è felice. Se sei single, un incontro è in arrivo. Bilancia - Il partner vuole più attenzioni, si sente trascurato, ma oggi tu preferisci la compagnia degli amici. Pensaci bene, la sua fedeltà è proporzionata alla sua pazienza. Venere è aspra, irritabile. Le nuove iniziative di lavoro stuzzicano la tua ambizione ma vanno vagliate bene: Giove ti protegge dalle sviste. Malumori in famiglia, stanne alla larga. Single soddisfatti. Scorpione - Ci sono cose che non dipendono da te: la puntualità degli altri, il funzionamento dei macchinari. Marte e Giove raccontano che gli imprevisti sono all'ordine del giorno ma meglio che lo accetti senza brontolare. Nel lavoro puoi concludere ottimi affari: c'è Mercurio con te. Una buona notizia ti offre l'occasione per festeggiare con il partner: cena romantica. Sagittario - Ti sembra di vedere solo nuvole all'orizzonte. Forse devi fare una scelta difficile, liquidare una società, abbandonare un progetto importante, ormai troppo dispendioso. Spiacevoli discussioni in famiglia per beni comuni, eredità. Mercurio però ti aiuta a concludere ottimi affari, molto remunerativi. La serata? A luci rosse: parola di Marte. Capricorno - Cerchi consensi nel lavoro ma offri troppe parole e pochi fatti. Così però sembri solo presuntuoso: rimboccati le maniche e dimostra efficienza, concretezza, responsabilità! Non dimenticare che Mercurio, re degli affari e dell'astuzia, è nel tuo segno. Se ci sono state tensioni con un socio in affari, puoi trovare un accordo. Venere regala tanta passione agli accasati e ai single. Acquario - La Luna è dispettosa, ma Giove è ben disposto nei tuoi confronti. Quindi, cerca di convogliare correttamente le tue sensazioni, ciò che vuoi fare non sempre è giusto o possibile, meglio se ci rifletti su ed eviti di agire impulsivamente. Aperto, disponibile e desideroso di scambio con i tuoi colleghi: così si lavora meglio e si produce di più! Tensioni in coppia: Marte è sul sentiero di guerra. Pesci - La Luna mormora che sei concentrato, organizzato, e nello stesso tempo riesci ad essere creativo, a trovare soluzioni inedite. Così equipaggiato, puoi raggiungere importanti risultati negli affari e nel tuo lavoro. Puoi anche dedicare la serata alle cose che più ti danno gioia, insieme al partner o in compagnia degli amici: Mercurio è socievole, allegro e spensierato! Amori felici.

23 ANNO III - N° 06 DOMENICA 10 GENNAIO 2010


lagazzettadelmolise_10-01-10a  

ULTIM’ORA IL TAPIRO DEL GIORNO ADRIANO POTALIVO L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO DISTRIBUZIONE GRATUITA DOMENICA 10 GENNAIO 2010 ANNO...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you