Issuu on Google+

Rapinata la banca dell’Adriatico, 2 arresti

Auto contro tir, muore un 31enne

VENAFRO – Hanno 19 e 20 anni e provengono da Secondigliano. E’ stato questo il primo identikit dei rapinatori della filiale locale della banca popolare dell’Adriatico di Corso Campano. Il colpo è stato sventato dai carabinieri che dopo un breve inseguimento li hanno arrestati. A pag 11

MONTECILFONE- Domenico Pantalone,31enne di Montecilfone, è deceduto durante il trasporto in ospedale. Era stato estratto ancora vivo dall’abitacolo della sua Ford Mondeo finita contro un autoarticolato all’altezza del bivio per Larino intorno alle due della notte scorsa. A pag 12

ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Fine della corsa

Jamm’ bell’ Regia di www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A ROBERTO RUTA È come colui che tutti attendono, ma nessuno vede sulla scena. Come nella celebre opera teatrale di Samuel Beckett, “Aspettando Godot”. Roberto Ruta ha rinunciato all’ultimo momento alla candidatura per la segreteria regionale del Partito Democratico. L’ex parlamentare, richiesto incessantemente dalla dirigenza locale per arginare la crescente emorragia di consenso e l’instabilità interna dopo la sconfitta alle Politiche del 2008, ha declinato l’invito. “Non ci sono le condizioni”, si è giustificato. Di più non è dato sapere, ma, in ogni caso, più di qualcuno sarà rimasto deluso. Tra essi ci siamo anche noi che, per riconoscenza, gli regaliamo un bel tapiro.

L’OSCAR DEL GIORNO ALL’AVVOCATURA DI STATO La Regione Molise ha vinto il ricorso contro il reintegro dell’(ex) manager dell’Asrem, Sergio Florio. Il merito è del collegio difensivo composto da Alberta De Lisio, Claudia Angelini (Avvocatura regionale) e Piero Vitello (avvocato dello Stato) che ha preso i classici due piccioni con una fava: causa vinta e nessun costo aggiuntivo per le casse regionali. Si risolve così una situazione spinosa che si trascinava da un po’. Ora la guida dell’Asrem sarà affidata ad Angelo Percopo, già nominato dopo la rimozione di Florio alla scadenza della proroga. Grazie ai “principi del foro” che conquistano un bell’oscar.

redazione@lagazzettadelmolise.it 20.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO A sorpresa Roberto Ruta rinuncia L’ex deputato si tira indietro. Al suo posto candidato per la segreteria regionale del Partito Democratico Danilo Leva che dovrà vedersela con Michele Petraroia, Domenico Di Lisa e Mimì De Angelis CAMPOBASSO – Pochi minuti prima della chiusura dei termini (ieri sera alle 20) per la presentazione delle candidature, arriva il colpo di scena. Roberto Ruta, il cui ritorno era stato caldeggiato a più riprese dalla dirigenza locale, rinuncia a correre per la segreteria regionale del Pd. “Non ci sono le condizioni”, si affretta a spiegare l’ex Margherita, sostenitore della mozione Franceschini. Un forfait all’ultimo minuto che lascia aperti molti interrogativi. Per molti era l’uomo che poteva rimettere insieme i cocci di un partito uscito con le ossa rotte dalle ultime consultazioni Europee ed amministrative e che ha incassato le dimissioni del segretario uscente, Annamaria Macchiarola, le quali hanno portato alla

Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: Redazione

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009

tentennato fino all’ultimo ma, alla fine, sarà della partita. A completare la rosa degli sfidanti, c’è De Angelis che avrà il sostegno dei “dissidenti” del alla Provincia. E sarà ad uno di loro che il Pd affiderà le proprie sorti per la tanto agognata “scossa”. Un cambio di passo, a questo punto, decisivo per il futuro di un partito che man mano ha eroso il buon 33% delle Politiche del 2008 fino al 26,1 delle ultime Europee, per non parlare delle difficoltà nelle amministrazioni locali. E qui il Molise (con l’arrivo del commissario) ha fatto scuola. Ma ora le vacanze (a dispetto del caldo del periodo) sono finite: il 22 ottobre non è poi così lontano. Antonio Di Monaco

La legge sull’eolico uno sfregio senza precedenti per il Molise

Quotidiano del mattino

2

nomina del commissario, Giampiero Bocci, “traghettatore” fino al congresso del prossimo 22 ottobre. Ma la volontà dell’uomo ha deciso diversamente. E allora spazio al consigliere regionale, Danilo Leva, il quale sarebbe sceso in campo solo in alternativa a Ruta. E così è stato. Il giovane isernino dovrà vedersela con Domenico Di Lisa, Michele Petraroia e Domenico De Angelis. Di Lisa, dal canto suo, porta in dote un’etica politica diversa, come hanno dimostrato le sue battaglie (forse – a conti fatti – utopica quella di riunire l’intera sinistra) per ridurre i costi della politica e per il coinvolgimento dei giovani. Petraroia, sostenitore della mozione Bersani, ha

L’onorevole Bocci (Pd) scrive ai ministri Scajola e Prestigiacomo CAMPOBASSO - “Quali iniziative i ministri Scajola e Prestigiacomo intendano adottare per impedire un danno ambientale incalcolabile nel territorio molisano e per consentire l’installazione di pali eolici in numero proporzionato alla dimensione della regione, prevedendo vincoli per i siti di alto valore culturale, naturalistico e paesaggistico”. E’ quanto chiede in un’interrogazione presentata oggi il deputato del Pd Gianpiero Bocci dopo l’approvazione della legge regionale sull’eolico da parte del

Vescovi: congelare il superenalotto ROMA – I vescovi chiedono di “congelare” il superenalotto e destinare il jackpot da 113 milioni di euro ai terremotati dell’Abruzzo. Monsignor Alberto D’Urso, segretario della Consulta nazionale antiusura “Giovanni Paolo II”, che chiede non solo un gesto di solidarietà, ma anche di bloccare l’accanimento verso il gioco d’azzardo che sta diventando l’altra faccia della povertà dell’Italia.

Consiglio di palazzo Moffa. Il responsabile del Partito democratico rimarca il dato più ecaltante: la precedente legge 15/08 prevedeva che il numero massimo di pali eolici installabili nella regione ammontasse a 549; in base alla nuova legge, invece, si potranno costruire un numero illimitato di torri eoliche senza osservare alcuna regola, se non quelle vincolanti stabilite a livello nazionale e comunitario. In soldoni cosa potrebbe accadere da qui a breve in Molise? Sbloccando le sole istruttorie oggi all’esame dell’assessorato

regionale competente si arriverebbe ad oltre 2mila torri eoliche sull’intero territorio. Sarebbe quindi un vero primato: il Molise si troverebbe ad avere da solo più torri eoliche di tutto il resto d’Italia. Insomma una legge che dà il sia libera ad un eolico selvaggio e che non prende minimamente in considerazione il fotovoltaico, il solare termico e tutte le altre fonti di energia rinnovabile che potrebbero svilupparsi sul territorio in modo più armonioso, secondo uno schema di diversificazione delle

fonti energetiche che rappresenta l’obiettivo di una moderna politica energetica. Bocci naturalmente rileva anche il dato politico: la restituzione della delega all’Energia dell’assessore Marinelli in aperto contrasto con un provvedimento che per il responsabile piddino rappresenta un pericolo per l’integrità del territorio molisano. Da qui la richiesta ai monistri comeptenti affinché impediscano uno sfregio senza precedenti all’ambiente e al paesaggio della regione.

Pillola abortiva, il Vaticano: non saremo passivi ROMA – Arriva in Italia la pillola abortiva Ru486. Dopo sei ore di riunione, il CdA dell'Agenzia del Farmaco (Aifa) ne ha autorizzato l'immissione in commercio. “La Chiesa non può mai assistere in maniera passiva a quanto avviene nella società”. Lo afferma monsignor Rino Fisichella, presidente della Pontificia Accademia della Vita.


PRIMO PIANO Sergio Florio sbattuto fuori dall’Asrem anche dai giudici Ribaltata l’ordinanza di reintegro del giudice del lavoro: il super manager dovrà fare le valigie e tornarsene a casa CAMPOBASSO – Battuto il super manager dell’Asrem. Sergio Florio dovrà fare le valige e liberare la poltrona sulla quale era tornato a sedere appena una ventina di giorni fa solo grazie ad una ordinanza del giudice del lavoro. Ieri il verdetto del collegio di garanzia del Tribunale di Campobasso ha ribaltato il giudizio di primo grado dando ragione alla Giunta regionale che alla scadenza della proroga di sei mesi lo aveva sostituito con Angelo Percopo, ex direttore amministrativo dell’azienda. Sarà quest’ultimo, peraltro mai rimosso, a rimpiazzare l’ingegnere campano da anni (grazie a Iorio) al comando della sanità molisana. Il pronunciamento del collegio formato dai giudici Fal-

cione, D’Auria e Russo che ieri hanno ritenuto pienamente legittima la proroga dell’incarico (diversamente si era espressa invece il giudice Maria Rosaria Rinaldi) scongiura così altri contenziosi. Tra i poteri del governatore, da qualche giorno nominato anche commissario della sanità, c’è infatti quello di allontanare e quindi sospendere dalle proprie funzioni il direttore generale dell’Asrem. Visti i precedenti non era difficile immaginare che questo sarebbe presto accaduto. Per buona pace di Florio che, seppure allontanato dal posto di lavoro (perché non più persona di fiducia di Iorio), avrebbe continuato comunque a percepire lo stipendio che non è proprio una miseria. Una vittoria per la Giunta regionale, difesa dall’Avvocatura dello Stato (Piero Vitullo, Alberta Di Lisio e Claudia Angiolini), che in questa controversia non ha dovuto sborsare spese aggiuntive. In questi giorni intanto il super ma-

nager si era messo subito al lavoro facendo già alcune nomine come quella del direttore amministrativo e del primario di Neurochirurgia al Cardarelli. Atti che probabilmente saranno annullati. Ma Florio, tornato ai piani altri dell’Asrem con tanto di ufficiale giudiziario, si era mosso negli ambienti politici locali anche per cercare nuovi supporter alla sua causa. E forse li aveva già trovati in alcuni nemici dichiarati di Iorio. Esattamente una settimana fa era stato pizzicato a cena in riva all’Adriatico con l’editore di Nuovo Molise Giuseppe Ciarrapico. Che evidentemente non gli ha portato fortuna. red

Commissariamento della sanità, Di Giacomo vs Astore Ho letto l’intervento del Sen. Astore sul commissariamento del sistema sanitario del Molise, e ritengo sia opportuno fare alcune considerazioni. Al di là della malcelata soddisfazione per il provvedimento del Governo (sullo stile “tanto peggio tanto meglio” così caro alla sua parte politica), e tralasciando le sue solite e gratuite accuse (“clientele sfrenate e diseducative” ), ci sono due passaggi del suo comunicato che meritano particolare attenzione. “ La sanità del Molise è sovradimensionata, poco qualificata (questo farà molto piacere a tutti coloro che operano nella sa-

Istat: inflazione a luglio pari a zero ROMA - Crolla l'inflazione. Il tasso di inflazione a luglio è stato pari a zero, dal +0,5% di giugno. Lo comunica l'Istat fornendo la stima provvisoria. Su base mensile i prezzi al consumo hanno registrato una variazione nulla rispetto a giugno. Il tasso di inflazione registrato a luglio, pari a zero, è il più basso dal settembre del 1959 quando era stato del -1.1%.

nità)e con una spesa corrente (quella che serve per pagare gli stipendi, tanto per intenderci )del 70%. Due domande al Sen. Astore: da quando la sanità è sovradimensionata? E lui dov’era, qualche anno fa, quando su un sistema pubblico già appesantito da sei ospedali furono aggiunte strutture private con centinaia di posti letto? “Molta prudenza si dovrà avere anche nella riscrittura dei rapporti con i centri di eccellenza privati, gli unici in grado di produrre cure specializzate e mobilità attiva, mentre andranno eliminati senza esitazione iniziative insostenibili, tra cui il finanzia-

mento della inutile e costosa Facoltà di Medicina”. Questa è una dichiarazione grave e offensiva nei confronti di medici e infermieri della sanità pubblica. In pratica il Sen. Astore afferma: più soldi alla sanità privata (quella, per intenderci, pagata dal Molise con le proprie risorse per dare assistenza ai pazienti delle altre Regioni per circa il 60%) e meno risorse alle strutture pubbliche, che anzi “vanno eliminate”. A cosa si riferisce il Sen. Astore? All’ospedale di Larino, di Venafro oppure di Agnone? E dei dipendenti delle strutture pubbliche, che “portano la spesa corrente al 70%” , cosa

La guida del buon talebano KABUL- In Afghanistan non basta pregare. E nemmeno essere pronti a sacrificare la propria vita per la causa. Perché per essere un buon talebano bisogna rispettare un codice di condotta. Regole per non essere considerati solo dei criminali. Ecco perché il Mullah Omar, guida spirituale dei Mujahideen, ha deciso di scrivere un libro da poi distribuire a tutti i combattenti.

ne facciamo? Ce lo dica Astore. E in ultimo, la Facoltà di Medicina. Ma cosa si sono messi in testa questi molisani? Dopo la ferrovia, la corrente elettrica e l’acqua potabile adesso vogliono finanche la Facoltà di Medicina! Andassero a studiare in Lombardia, piuttosto. Sempre che ci permettano di costruire l’ Autostrada per arrivarci , a Milano. Anzi, ragazzi, non iscrivetevi proprio più a Medicina, così risparmiamo sul Piano di Rientro. Senatore Ulisse Di Giacomo

3 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009


REGIONE Vendita bevande alcoliche in luoghi pubblici L’assessore Marinelli: allarme ingiustificato CAMPOBASSO - L’assessore alle Attività Produttive della Regione Molise, Franco Giorgio Marinelli, interviene a proposito dell’art. 23 della legge n. 88 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 7 luglio 2009 e la sua interpretazione riguardante la vendita e somministrazione di bevande alcoliche in luoghi pubblici. Facendo proprie le preoccupazioni delle categorie interessate, allarmate dai vincoli che tale norma introduce, dice: tale allarme è ingiustificato in quanto la normativa precedente a tale legge non è stata di fatto abrogat,a per cui continuano ad operare le disposizioni già vigenti in materia di vendita o somministrazione di bevande alcoliche. Il chiarimento è stato fornito dal Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per l’Impresa e l’Internazionalizzazione – Direzione Generale per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e Normativa Tecnica con circolare in data 30/07/2009 prot. 0069837, che è stata diramata a seguito di ordine del giorno approvato dalla Camera dei Deputati, secondo cui: “Premesso che la norma in questione potrebbe prestarsi a ingenerare

equivoci ed incertezze in sede interpretativa quanto all’ambito di applicazione delle sanzioni ivi previste, per cui potrebbero risultare penalizzate attività che – nell’intenzione del legislatore – non devono incorrere nelle medesime sanzioni, impegnano il Governo a chiarire che le disposizioni richiamate al primo periodo del comma 2 non si applicano alle attività di vendita o somministrazione di bevande alcoliche in occasione di manifestazioni, sagre, fiere o feste paesane previamente autorizzate ovvero in occasione di manifestazioni in cui si promuovono la produzione ed il commercio di prodotti tipici locali, come anche alle attività di vendita e somministrazione di bevande alcoliche su aree pubbliche da parte di venditori ambulanti autorizzati”. Pertanto - conclude Marinelli - vengono meno le preoccupazioni sollevate dagli esercenti il commercio ambulante su aree pubbliche e dagli organizzatori di fiere, sagre ed altre tipologie di manifestazioni, purché le stesse siano regolarmente autorizzate”.

Aiuti alle famiglie numerose La Regione rimborsa parzialmente le bollette di luce, gas e rifiuti. Sostegno anche per l’acquisto di libri scolastici, mensa, trasporto pubblico e asilo a chi ha un reddito non superiore ai 25mila euro

CAMPOBASSO – Arrivare alla quarta settimana per tante famiglie molisane è diventata davvero un’impresa ardua. Un aiutino adesso arriva dalla Giunta regionale che attraverso fondi propri ha messo in campo importanti azioni finalizzate proprio a soccorrere quei nuclei che per mo-

tivi sociali o sanitari non riescono a soddisfare i bisogni primari. Da una parte col Piano regionale per la non autosufficienza che prevede sostegni economici erogati in favore delle famiglie che si assumono il carico assistenziale di un congiunto in condizione di grave non

autosufficienza; dall’altra con lo Sportello etico che garantisce l’accesso al credito anche a chi non possiede le necessarie al fine di prevenire l’entrata nel circuito assistenziale e a scongiurare possibili reati di usura. Per contrastare la povertà (è di ieri la notizia che nel Sud una fa-

miglia su quattro….) la Regione ha varato, anche per quest’anno, un provvedimento che consente di abbattere i costi dei servizi sostenuti dalle famiglie numerose. In pratica vengono rimborsate parzialmente le spese sostenute, nell’anno 2008, per riscaldamento, energia elettrica, raccolta rifiuti. “Abbiamo ritenuto inoltre opportuno – affermano il presidente della Giunta Michele Iorio e l’assessore alle Politiche Sociali Angiolina Fusco Perrella - includere tra le voci soggette a parziale rimborso anche i servizi scolastici, mensa, trasporto pubblico, ed il pagamento delle quote di iscrizione per i servizi per la prima infanzia, asili nido, classe primavera, scuole materna, primaria, media inferiore ed infine per attività ludico-motorie, formative e culturali”. L’attribuzione del sostegno economico seguirà criteri di assegnazione in base al minor reddito calcolato in base alla certificazione ISEE: un contributo di 800 euro per coloro che hanno un reddito non superiore ad 5mila euro; 600 euro per redditi compresi tra 5.001,00 e 10mila euro;

Cipe, via libera ai 4 miliardi per la Sicilia

Il Copasir si occuperà della strage di via D’Amelio

ROMA - Via libera definitivo dal governo Berlusconi ai fondi per la Sicilia. Come preannunciato nei giorni scorsi, il Cipe ha infatti approvato il piano di azione regionale (Par): i fondi sbloccati ammontano a 4 miliardi e 313 milioni di euro. Il Cipe ha approvato anche i progetti definitivi di 12 opere infrastrutturali su tutto il territorio nazionale per complessivi 3 miliardi di euro.

MILANO - Il Comitato di controllo sull' attività dei Servizi segreti (Copasir) si occuperà delle novità che stanno emergendo dall'inchiesta della Procura di Caltanissetta sulla strage di via d'Amelio in cui morì il giudice Paolo Borsellino. Lo ha annunciato lo stesso presidente del Copasir, Rutelli, sottolineando di aver già incontrato il presidente della Commissione Antimafia Pisanu, per coordinare i lavori.

500 euro destinati a posizioni reddituali comprese tra 10.001,00 e 20mila euro; 400 euro per la fascia tra 20.001,00 e 25mila euro. Il fondo complessivamente è di 780mila euro circa, soldi nazionali e regionali, che verranno attribuiti ai Comuni in base al numero delle famiglie numerose residenti (nuclei con quattro o più figli), e verranno assegnati in base ad un punteggio calcolato sia in funzione del minore reddito, sia in base alla numerosità della prole, delle presenza di disabili, della condizione di disoccupazione, dell’esistenza di un solo genitore. “La deliberazione assunta dall’Esecutivo regionale in data 13 luglio 2009 - aggiungono il governatore Iorio e l’assessore Fusco - contiene misure rivolte a sostenere, anche economicamente le famiglie numerose che per il carico della prole , rischiano di vivere in condizione di disagio sociale”. Le istanze dovranno essere inviate a cura degli interessati al Comune di residenza in conformità con le procedure previste dall’avviso pubblico.

5 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009


CAMPOBASSO Intanto la B-Side esprime soddisfazione per le decisioni del gip di Larino Aldo Aceto

Provvidenti festival, interdetta la società organizzatrice PROVVIDENTI – La società di capitali “Provvidenti Borgo per la Musica srl” è stata raggiunta da provvedimento interdittivo del gip del Tribunale di Larino consistente nel divieto di contrarre con la pubblica amministrazione per un anno. E’ questa la nuova tegola che si è abbattuta sulle società che aveva messo in piedi il progetto “Provvidenti borgo per la Musica”. I titolari sono le stesse persone rimesse in libertà due giorni fa attraverso un provvedimento dello stesso gip di Larino che aveva firmato per loro l’ordinanza di custodia cautelare. La società colpita dal nuovo provvedimento è la stessa che ha gestito la manifestazione del luglio 2008 e stava gestendo quella in corso del

2009. Questo avviene proprio mentre proseguono le indagini dei carabinieri di Larino e di Casacalenda, coordinate dalla Procura della Repubblica di Larino. E proprio dai giudici che stanno svolgendo le indagini arriva la precisazione. “Contestualmente – si legge in una nota- sono state rigettate tutte le richieste di revoca di misura cautelare per le sei persone sottoposte a misura personale. Per quattro di loro, i soggetti privati, il giudice ha ritenuto di poter sostituire gli arresti domiciliari con il divieto di dimora nel comune di Provvidenti. Non è così per il sindaco del comune e per la responsabile dell’ufficio ragioneria dello stesso per i

quali è stato ribadito lo stato degli arresti domiciliari in un quadro indiziario venutosi addirittura ad aggravare dopo gli sviluppi investigativi di questi giorni e le dichiarazioni, evidentemente non convincenti, rese al Giudice dai due pubblici funzionari”. Disteso invece il clima all’interno di una delle società che ha costituito la “Provvidenti Borgo della Musica” ossia la B – Side. La nota dell’agenzia è arrivata all’indomani dell’assai positivo risultato conseguito dagli avvocati Roberto Cicerone e Claudio Santoro nella vicenda legata al Borgo della Musica. Ora i componenti dell’agenzia hanno voglia di rimettersi subito a lavorare con la grinta e la passione di sempre, fi-

duciosi di riuscire presto a dimenticare l'esperienza mortificante degli arresti domiciliari. “Oltre all’ottenimento della revoca della su citata misura cautelare – si legge in una nota dell’agenzia - da ieri tutti i soci sono liberi. E’ stata infatti rigettata dal gip di Larino anche la richiesta cautelare interdittiva sul divieto a contrarre con le pubbliche amministrazioni a carico della B-Side srl. La società ritorna, pertanto, alla sua regolare, ordinaria attività. Lo stesso dicasi per la Stlatty di Francesco Niro e Ilario Tudino, società

per la quale invero non era stata nemmeno avanzata richiesta di divieto in tal senso. Per i primi, significativi risultati già ottenuti la B-Side srl nonché Angelo Gargano e Gianluca Fuso ringraziano gli avvocati Cicerone e Santoro per la pregevole assistenza loro prestata – e non solo professionale – e manifestano fiducia sugli ulteriori sviluppi della vicenda nonché il loro sincero e profondo dispiacere per la tristissima situazione che stanno ancora vivendo il Sindaco e la signora Lapenna”. Vivip

“Bisogna puntare tutto sulla prevenzione” Il motto del nuovo comandante della Guardia di Finanza Verdolotti CAMPOBASSO – Bisogna fare più prevenzione che repressione. E’ questo il motto del Colonnello t. st Fernando Verdolotti (nella foto al centro) insediatosi ufficialmente ieri mattina come nuovo comandante regionale della guardia di finanza nel Molise. Secondo il suo modo di vedere bisogna mettere in atto un sistema che possa prevenire infiltrazioni di reati pesanti dal punto di vista fiscale e criminale. Per farlo secondo Verdolotti bisogna mettere più uomini sulla strada e tenerne meno in ufficio. Alla cerimonia svoltasi ieri mattina ha partecipato anche il comandante generale dell’Italia meridionale Vito Bardi. Il suo è un breve augurio al nuovo comandante regionale Verdolotti affinchè possa svolgere al meglio il suo ruolo ed operare in continuità con l’opera di Giovanni Liverini (nella foto a destra) ex comandante regionale del Molise ora trasferito all’ufficio telecomunicazioni di Napoli. Il saluto di Liverini è avvenuto con grande commozione. “Non è questo

6 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009

il tempo di fare bilanci – ha ricordato- è stato fatto in diverse occasioni. Ora è il momento di ringraziare tutte le autorità che mi hanno permesso di lavorare per il bene del Molise.Voglio solo sottolineare che una parte della caserma di Venafro è stata destinata agli allievi delle scuole insicure affinchè si possa garantire il diritto allo studio”.

Foto osé sul web, quattro denunce RIMINI - Tre giovani di Pavia, tra i 18 e i 26 anni, e un 17enne napoletano sono stati denunciati per detenzione e diffusione online di materiale pedopornografico. La Polpost li accusa anche di sostituzione di persona e diffamazione. E' stata una ragazzina a scoprire su un social network, foto osè sue, ma anche di una cugina e di un'amica, tutte minorenni.

Nell’ambito della cerimonia è stato anche reso noto il curriculum del nuovo comandante. E’ nato a Teano (Ce), ha cinquant’anni, è sposato ed ha due figli. E’ laureato in giurisprudenza ed in scienze della sicurezza economico finanziaria, ed è in possesso del master in diritto tributario d’impresa, oltre al corso superiore di polizia tributaria. Ha frequentato numerosi corsi inerenti la materia fiscale, giuridica ed economica. E’iscritto nel registro dei revisori contabili ed è componente del comitato tecnico istituito presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (mi.p.a.a.f.) e comitato interministeriale per la lotta contro le frodi comunitarie. E’ stato insignito dell’onorificenza di ufficiale dell’ordine al merito della Repubblica e si fregia della croce d’oro per anzianità di servizio e della medaglia militare d’oro al merito di lungo comando. Nel corso della sua carriera ha prestato servizio presso varie articolazioni addestrative, operative e

reparti speciali. E’stato comandante di plotone del battaglione allievi finanzieri e aiutante maggiore in seconda a Mondovì, comandante della compagnia di Savona, comandante della sezione verifiche presso il nucleo pt di Napoli, comandante della sezione e comandante del gruppo investigazioni sulla criminalità organizzata (gico) di Napoli, capo ufficio operazioni del nucleo regionale di Catanzaro, comandante del IV gruppo di sezioni del nucleo centrale polizia tributaria di Roma, capo ufficio operazioni del comando interregionale dell’Italia centrale, comandante provinciale di Latina, comandante del nucleo speciale spesa pubblica e repressioni frodi comunitarie. E’ docente presso l’accademia della Guardia di finanza e la scuola di polizia tributaria del corpo. V.P

Bancomat clonati, ventiquattro arresti PESCARA – Una banda criminale rumena clonava carte di credito. Agiva in tutta Europa ma è stata bloccata dalla Polpost abruzzese. L’attività investigativa durata tre anni si è conclusa con la cattura, al momento, di 24 persone in esecuzione di 36 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip Di Fine del Tribunale di Pescara.


CAMPOBASSO Di Bartolomeo non si scompone e aggiunge: siamo in democrazia, è tutto lecito

Ricorso? Vince la volontà popolare “In democrazia tutto è lecito” Gino Di Bartolomeo è sereno, non si scompone. Nonostante la minaccia del ricorso elettorale presentato da Antonio D’Uva, il primo cittadino mantiene la calma. “Mi hanno sempre detto che è la volontà popolare quella che vince e con questo principio vado avanti. Se faccio qualche azione per tutelare la mia posizione? Non muovo un dito aspettiamo e vedremo. Anche perché ho sempre detto di non essere legato alla poltrona di sindaco”. Insomma un’altra tegola si potrebbe abbattere su Palazzo San Giorgio. Un ricorso elettorale che punta a far saltare le elezioni del 6 e 7 giugno. “Quando la volpe non arriva all’uva dice che è acerba”. Il detto popolare sembra più che azzeccato per l’ultima novità firmata da Antonio D’Uva, sonoramente bocciato dall’elettorato che lo ha liquidato con poco più di 160 preferenze. Ora

l’ex vicesindaco e assessore all’Urbanistica di Campobasso, ormai fuori dai giochi, tenta il tutto per tutto per far saltare le elezioni comunali di Campobasso con un ricorso al Tar. Settantasei pagine per denunciare “vizi invalidanti e insanabili e che per giurisprudenza consolidata portano all’annullamento delle elezioni”. Ad assistere D’Uva, nell’eroico tentativo di annullare le amministrative di Palazzo San Giorgio, il ricorsista per eccellenza, l’avvocato Tonino Martino (tanti quelli che ne ha vinti). Quali siano i motivi che si celano dietro la voglia di mandare all’aria la volontà popolare non è ancora chiaro. E’ invece quasi scontato come sia difficile accettare una sconfitta così pesante da parte di chi, come D’Uva, ha ricoperto per anni, per 10 anni, un ruolo da protagonista e che alla fine si è ritrovato con un pugno di mosche in mano in un partito che lui ha scelto dopo aver abbandonato il centrosinistra. Forse a D’Uva non è stato perdonato il cambio di casacca, forse ai cittadini non è piaciuto il suo modo di amministrare o semplicemente hanno deciso di riporre la fiducia in qualcun altro. Ora però la palla passa nelle mani dei giudici che dovranno ricontrollare tutte le operazioni precendenti e quelle post-elezioni. Una questione delicatissima. I tempi? Gino di Bartolomeo, che di ricorsi ne ha visti tanti, sostiene che una risposta potrebbe arrivare entro la metà di aprile. “Staremo a vedere” conclude il primo cittadino senza lanciare il guanto della sfida.

Randagismo, per Durante è arrivato il momento di agire Randagismo. Dopo qualche settimana di silenzio si torna a parlare di una delle piaghe della città. A riprendere il tema è il consigliere comunale dell’Idv Michele Durante. “Negli ultimi giorni, in spregio del minimo senso di civiltà, c’è stato un numero elevato di cani abbandonati. L'indecente prassi ha subìto un'impennata, forse per via della notizia che gli accalappiamenti sono ripresi con continuità. Ecco perché - continua Durante arrivano dai comuni vicini a scaricare in città, come immondizia, i poveri animali. Chiedo all'assessore al ramo ed sindaco di prendere immediatamente e pubblicamente posizione sul tema, rafforzando quanto più possibile il controllo del territorio, attra-

verso l'intervento anche del Corpo Forestale, se ritenuto opportuno, e con l'istituzione immediata di sanzioni esemplari per chi abbandona. Il Comune e la sua cittadinanza, in questo momento, si stanno facendo carico di un numero indefinito di cani, che non hanno il dovere di assistere e per i quali non devono pagare le spese. C'è inoltre l'oggettiva impossibilità di accogliere altri soggetti nelle apposite strutture dedicate. La situazione attuale è al limite e rischia di diventare realmente ingestibile. Ho visitato personalmente, nei giorni scorsi, il canile comunale di San Stefano: c'è sovraffollamento ed alcune aree vanno bonificate. Ho rilevato evidenti inadempienze da parte

della ditta appaltatrice della gestione; è insufficiente la dotazione al servizio veterinario, gran parte della struttura è inadeguata sotto il profilo igienico sanitario. Oltre alle carenze strutturali evidenti, ho trovato tra gli operatori persone in gamba e volonterose”.

Molise Security, dipendenti sensa stipendio da mesi La vicenda giudiziaria è ormai cronaca passata ma per i dipendenti della Molise Security il periodo nero purtroppo è ancora presente. Da mesi non percepiscono retribuzioni né la cassa integrazione straordinaria. Una situazione paradossale per i 41 dipendenti dell’istituto di vigilanza finito nell’occhio del ciclone per via del suo titolare finito in manette in seguito all'esposto querela presentato da un noto Istituto di Credito per una presunta appropriazione indebita di somme di denaro ai danni dell'Istituto bancario. Nel mese di maggio la Prefettura di Campobasso revocò il titolo di licenza concesso alla Molise Security s.r.l., indispensabile per svolgere l'attività. Un duro colpo per i lavoratori, che non percepivano lo stipendio già da un paio di mesi. Per far fronte alla difficile situazione in cui si sono ritrovati i dipendenti le organizzazioni sindacali hanno più volte chiesto alla dirigenza della società un incontro per studiare le possibilità a tutela dei diritti dei lavoratori. Nel frattempo la Molise Security è stata rilevata da una società di Bari, e solo dopo numerose sollecitazioni, ha incontrato le parti sociali per discutere sulla migliore soluzione

per ottenere la concessione degli ammortizzatori sociali, prima dinanzi alla Prefettura, poi all'assessorato regionale al Lavoro. L’8 giugno scorso a seguito di discussione congiunta fra le parti, la società ha sottoscritto un accordo per richiedere l'accesso alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria per il periodo compreso tra il 19 maggio e il 19 novembre 2009, in attesa di svolgere le procedure per ottenere nuovamente la licenza prefettizia. Nonostante tutto solo il 10 luglio la Molise Security srl si è decisa ad attivare formalmente la procedura per l'ottenimento della Cigs. Basta fare due conti per accorgersi che i dipendenti non percepiscono nulla dal mese di aprile e che a distanza di tre mesi ancora non ottengono un intervento formale in grado di risolvere definitivamente la questione. È per questa situazione paradossale che i sindacati, Uiltucs Molise e Filcams Cgil, in allarme per i lavoratori e le loro famiglie, oltre a segnalare nuovamente all'opinione pubblica tale deplorevole vicenda, intendono sollecitare le istituzioni deputate alla trattazione della vicenda e ad accelerare, per quanto di competenza, l'iter burocratico per ottenere la Cisg.

Anagrafe canina, nello spot di Telemolise protagonista la Polizia Una bella iniziativa quella della Giunta regionale e dell’assessorato alla Cultura: uno spot di comunicazione sociale. Protagonista la Polizia di Campobasso. Lo spot, realizzato gratuitamente da Telemolise, invita i proprietari di cani a iscriverli nell’apposito registro dell’anagrafe canina. Nel messaggio, trasmesso su tutte le tv locali della regione, si vedono gli agenti di una Volante che fermano un mastino inglese e gli chiedono generalità e documenti. Allo sguardo perplesso del cane segue l’interrogativo che introduce la comunicazione istituzionale: “Ma il tuo padrone non ti ha iscritto all’anagrafe canina?”. Istituita dalla Regione per contrastare il fenomeno dell’abbandono e del randagismo, consentirà di rintracciare rapidamente il proprietario di un cane smarrito e predisporre piani veterinari di intervento per garantire il benessere degli amici a quattro zampe.


SPETTACOLI ST

E T A

E

Questa sera a Carovilli ospite Daniele Silvestri e molti gruppi locali

Oggi in ricordo di Danilo Il festival dedicato allo sfortunato studente molisano MOLISECINEMA CASACALENDA - Ormai è tutto pronto per questa nuova edizione di ‘Molisecinema” che si terrà dal 4 al 9 agosto. Una serie di proiezioni che va a scavare nel tempo, con film che sono pietre miliari nella storia dell’Italia del dopoguerra. I corti, tanti, selezionati da oltre 700 che sono giunti da tutto il mondo. Tra gli ospiti confermati, il ritorno di Elio Germano (foto) ma in veste di musicista, si esibirà infatti live sabato 8 agosto con la sua band, ‘Le bestie rare’.

di Charles N. Papa CAROVILLI - Un tributo per non dimenticare una vita spezzata da una terribile tragedia, il terremoto in Abruzzo. Tra le vittime della tragedia, Danilo Ciolli, studente molisano al quale è stato intitolato il Festival in corso a Carovilli. Oggi la seconda serata con un ospite d’eccezione, Daniele Silvestri. L’autore di “Salirò” e “La paranza” ha accettato senza battere ciglio l’invito degli organizzatori a partecipare alla kermesse che ha preso il via ieri sera.

Emergency e Avis hanno aderito all’iniziativa e, all’unisono, molti altri gruppi musicali come Pentothal, Alessandro Carbonetti, Tabula osca, Loud, Living jazz quartet, Piero e Sonia, Roberto Petruccio, The one’s, Giulio Corda. “Nuvole...chitarre e note” questo il titolo dell’evento dedicato a Danilo, anch’egli musicista. E’ soltanto un modo per tenere viva l’attenzione su persone che vengono a mancare improvvisamente e che restano per sempre, nel cuore di amici e parenti. Tutti i live si tengono in piazza Municipio.

IL FOLK DI RICCIA RICCIA - Terza serata del ‘Riccia folk festival’ oggi. In piazza Umberto a partire dalle 21:00 esibizione del gruppo musicale Abnoba, con musiche tradizionali delle Alpi nord occidentali. Domani si chiude con le ultime due esibizioni, con i live di gruppi provenienti da Turchia e Messico. Allestiti stand gastronomici con prodotti tipici della cucina riccese.

10 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009

Nel gotha dell’house Mr. Claudio Coccoluto TERMOLI - Una serie di ospiti alla discoteca Villa Paraiso di Termoli. Questa sera Claudio Coccoluto, uno dei dj italiani più famosi al mondo, torna ancora una volta in Molise e sceglie Villa Paraiso. Come sempre due piste e prenotazioni 360731652.

EDDIE LANG

NEWS

MONTERODUNI - Edizione numero 19 per l’Eddie Lang jazz festival che si terrà a Monteroduni dal 3 al 9 agosto. Si terrano anche i seminari “We love jazz 2009” con Joey De Francesco, George Cables, Benny Golson tra gli altri. Tutto si svolge al Castello Pugnatelli. Info 3489001390.

GUGLIONESI - Oggi alle 21:00 viaggio nel borgo del paese con raduno a Palzzo celli. TERMOLI - “Le teste sciroccate” si cimentano con il nuovo show e ancora nel socialòe, devolvendo l’incasso (euro 8,00 l’ingresso) all’Ail.

BIKERS

KERMESSE

CERCEMAGGIORE - Stasera, dopo l’esibizione di Kee Marcello (ieri), tocca agli Ufo, storica band inglese nata nel 1969 con all’attivo 34 album. Si chiude con successo il 9° motoraduno “Bikers festival” a Santa Maria.

PETACCIATO - Saranno due gli eventi che si svolgeranno ad agosto a Petacciato. Il 9 “Sabbie mobili” sulla spiaggia del paese con Sud Sound System e Steela. L’11, il 13 e il 21 si terrà invece “Folk festival”. Primo live con Nidi D’Arac in via Pietravalle.

FLASH POZZILLI - Ogni venerdì all’hotel Dora “Garden party”. RIPALIMOSANI - A bordo piscina, e su tre sale, il Blue Note si propone il giovedì e il sabato. MIRANDA - Al campo sportivo l’8 agosto i Pooh in concerto. TERMOLI - Belen Rodriguez l’8 agosto alla discoteca Villa Paraiso. SEPINO - Oggi ‘Festa della trebbiatura’ in località contrada Ponte delle tavole. Inizio ore 10:30. Alle 22:00 elezione Miss Tammaro. TERMOLI - Da oggi e sino al 9 agosto presso Archetyp’Art espone Adamo Fuso. Orario 19:00-21:00. LARINO - Collettiva d’arte presso atrio Palazzo Ducale dal 5 al 12 agosto. MIRABELLO S. - Sabato 8 agosto alle 21:30 a Palazzo Spicciati concerto solo per fisarmonica di Angelo Miele. ROCCAVIVARA - Drupi in concerto il 4 agosto. GUARDIALFIERA - Dal 14 al 23 agosto a palazzo Loreto espone il fotografo Giuseppe Terrigno. BONEFRO - Domani 2 agosto teatro “La nanasse”. LUPARA - Oggi “sagra della ciabbotta”. RIPALIMOSANI - Oggi alle 21:30 Karaoke. MONACILIONI - Stasera esibizione di artisti locali. MACCHIAGODENA - Domani Festa di S.Stefano. CIVITACAMPORANO - Martedì 4 agosto “Sagra dei cavatelli” nel castello Angioino. COLLI AV - Alle 20:30 oggi “Sagra degli gnocchi” e spettacolo musicale di liscio con l’orchestra Magie Romagnole. FROSOLONE - Alle 20:00 di questa sera “Ballo della quadriglia”. GUARDIAREGIA - Estemporanea di pittura.

Il dj glamour Claudio Di Rocco al Baja VASTO - Stasera al Baja Village guest in consolle Claudio Di Rocco. Molto considerato anche all’estero, come al Ministry of Sound, Di Rocco si è affermato in tutta Italia dopo essere diventato resident al Cocoricò. Oggi il suo sound definito glamour al Baja. Info 3284149224.


ISERNIA I carabinieri sventano il colpo. Sono stati catturati dopo un inseguimento per le vie di Venafro

Rapina alla banca, due campani arrestati VENAFRO – Hanno 19 e 20 anni e provengono da Secondigliano. E’ stato questo il primo identikit dei rapinatori della filiale locale della banca popolare dell’Adriatico di Corso Campano. Il colpo è stato sventato dai carabinieri che dopo un breve inseguimento li hanno arrestati. I due, poco dopo mezzogiorno, immobilizzando il cassiere ed il direttore, entrambi presenti all’interno dell’istituto di credito, erano riusciti ad asportare una somma pari a quattordicimilacinquecento euro in banconote di piccolo taglio. Il denaro è stato prontamente sequestrato dai militari e verrà restituito a breve alla banca. I due hanno agito a volto scoperto e armati di taglierino. In seconda battuta hanno

chiesto la consegna del denaro in cassa. Successivamente sono fuggiti a bordo di una Lancia Y di colore

Il circoloVenafrum:“La situazione delTorrente Rava sta peggiorando” VENAFRO - Acque schiumose, maleodoranti e dal colore verdastro, insetti di vario genere. È la cartolina del Torrente Rava. A raccogliere il grido di allarme dei cittadini che abitano lungo il corso del Rava, Loreto Zullo delegato all’ambiente del Circolo cittadino Venafrum. “La situazione è veramente preoccupante – dice – e con il passare dei giorni, vuoi per il caldo torrido, vuoi per l’assenza di precipitazioni lo stato del Torrente Rava è sotto gli occhi di tutti. Acque schiumose, maleodoranti e dal colore verdastro, insetti di vario genere che infestano le aree intorno al torrente, con gli abitanti della zona costretti a convivere forzatamente con questa situazione. Il quadro, come si può vedere, è desolante, ma ancor più lo sono i proclami che da circa due anni vengono fatti con sistematica precisione circa la realizzazione di opere che dovrebbero abbattere, o quanto meno contenere il livello di inquinamento. In particolar modo – prosegue – mi riferisco alla realizzazione del nuovo collettore al depuratore del Consorzio industriale, opera di cui più volte si è sentito parlare e di cui sembrava a più riprese imminente la realizzazione. Tuttavia, di questo collettore, che dovrebbe avere il compito di contenere le parti più inquinanti provenienti dagli scarichi delle acque reflue delle aziende del Consorzio, non se ne sa assolutamente più nulla. Evidentemente il carico di lavoro al Consorzio è talmente elevato che non si riesce a dare il via libera definitivo alla costruzione del collettore. Spero che un simile ritardo dipenda proprio da questo. Altrimenti – conclude – bisognerà dare ragione al ministro Brunetta quando dice che ci troppi sono enti inutili, oppure di scarsa utilità, che andrebbero sostanzialmente cancellati perché rappresentano un costo che la collettività non può più permettersi”.

Poste, per i vacanzieri il servizio“Aspettami” ISERNIA - Si chiama“Aspettami”il nuovo servizio di Poste Italiane per chi va in ferie e non vuole che la corrispondenza rimanga a lungo all’interno della propria cassetta delle lettere. Tutta la posta (eccetto quella a firma) rimarrà presso Poste Italiane e sarà regolarmente recapitata al termine del periodo per il quale si è richiesto il servizio (da 1 a 4 settimane).

blu. Ma qualcuno dei dipendenti nel frattempo è riuscito a dare l'allarme. Questo ha consentito ai carabinieri di mettersi all'inseguimento dei due banditi che sono stati catturati poco dopo alla periferia di Venafro. Entrambi hanno precedenti penali. Immediatamente dopo l’arresto sono stati prima portati nella caserma dei carabinieri di Venafro e poi trasferiti nel carcere di Ponte San Leonardo ad Isernia. L’interrogatorio di garanzia è stato fissato nella giornata di oggi. Quello di ieri è il secondo colpo con le stesse modalità messo a segno negli ultimi tre mesi nella filiale. Siccome è situata proprio nel cuore del centro cittadino i malviventi sono sempre stati acciuffati. Vivip

Truffa, tre persone finiscono nei guai ISERNIA- Tre denunce in due operazioni. E’il bilancio delle attività della polizia di stato nella provincia. Nel primo caso due persone devono rispondere del reato di truffa. Una persona residente in Lombardia aveva consegnato un assegno di 3500 euro ad un imprenditore locale. Era avvenuto a garanzia di un’ operazione simile avvenuta quando i due lavoravano insieme. Il molisano ha in seguito scoperto che il denaro proveniva da un conto corrente inizialmente aperto in una banca dell’Emilia Romagna ma poi chiuso per assenza di liquidità prima del cambio del titolo da parte della vittima. La terza denuncia riguarda un signore residente in un comune della provincia isernina. Anche quest’ultimo deve rispondere del reato di truffa perché si è reso responsabile di raggiri nei confronti di un’anziana signora della città. Lo aveva fatto vendendogli un aggeggio per la casa di cui non aveva bisogno e che costava molto. Le indagini svolte dalla questura hanno permesso di identificare l’autore della truffa il quale si era adoperato per intestare alla donna il finanziamento del prodotto ma non glielo aveva mai consegnato rivendendolo poi ad altre persone.

Scuole sicure, presto i dati sugli edifici Il comitato: il Comune rompe il suo assordante silenzio ISERNIA - Il 3 agosto saranno ufficializzati i risultati delle verifiche condotte sulla vulnerabilità degli edifici scolastici comunali. La notizia arriva dal Comitato scuole sicure, che da un po’di tempo spingeva per avere questi risultati. “Siamo giunti alla fine del mese – si legge in una nota – e la situazione riguardo alla risoluzione del problema concernente la sicurezza degli edifici scolastici, di proprietà del Comune (scuole dell’infanzia, elementari e medie), sembra essere stata cristallizzata nell’attesa dei risultati delle ulteriori verifiche condotte dalla Protezione civile provinciale”. Il comitato già aveva espresso il suo forte disappunto ritenendo un’inutile perdita di tempo la realizzazione di ulteriori verifiche, elaborate tramite software, sulla vulnerabilità degli edifici scolastici. “Abbiamo ritenuto – continuano i genitori – tali verifiche del tutto ingiustificate perché certamente non sono in grado di modifi-

care, in modo sostanziale, gli esiti riguardanti la stima della vulnerabilità, già a disposizione nelle relazioni peritali allegate ai fascicoli degli edifici scolastici, condotte, negli anni precedenti, da consulenti professionisti su incarico dell’amministrazione comunale, di cui ha disponibilità anche la Protezione Civile provinciale e regionale. Assisteremo al consiglio comunale del 3 agosto sperando che, finalmente, dopo l’ufficializzazione dei dati, l’amministrazione comunale

Veneziale, Huscher presenta il bilancio ISERNIA – In mattinata presso il Veneziale, il professor Huscher tiene una conferenza stampa per illustrare il bilancio di attività del primo trimestre. "L'attività svolta nel primo semestre di quest'anno ha spiegato - dimostra senza tema di smentita come un ospedale del Sud possa conseguire risultati pari o anche superiori alle migliori strutture del nord".

possa mettersi al lavoro realmente, prendendo provvedimenti deliberativi e concludenti tali da attivare tutte le procedure necessarie a garantire, nell’immediatezza, azioni concrete”. E aggiungono: “A settembre, non siamo disposti a mandare i nostri figli in edifici il cui stato sia ancora dubbio, ne accetteremo in alcun modo turnazioni o disagi ulteriori. Inoltre, il comitato informa che il dirigente scolastico Berenice del Castello ha aperto la scuola elementare San Pietro Celestino a un incontro con l’assessore ai Lavori pubblici, con la stessa associazione, i docenti e i genitori tutti per analizzare le problematiche riguardanti la sicurezza dell'edificio scolastico e le possibili soluzioni, anche alla luce dei risultati delle ulteriori verifiche condotte dalla Protezione Civile provinciale. L'incontro si terrà a Isernia, venerdì 7 agosto, presso i locali della scuola elementare San Pietro Celestino.

11 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009


TERMOLI Domenico Pantalone di Montecilfone è deceduto durante il trasporto in ospedale

Bifernina, frontale al bivio per Larino: muore un 31enne L'autovettura sulla quale viaggiava il giovane si é scontrata frontalmente con un mezzo pesante LARINO – Un grande botto e rumore di lamiere contorte e poi un silenzio irreale fino a quando la notte non é stata squarciata dal sinilo delle sirene dei soccorritori. Questo lo scenario dell'incidente stradale avvenuto intorno alle due di eri mattina lungo la Statale Bifernina nei pressi del bivio per Larino dove ha peso la vita Domenico Pantalone, 31 anni di Montecilfone. L'uomo era alla guida di una Ford Mondeo che, per cause in via di accertamento da parte delle forze dell'ordine, si é scontrata frontalmente con un mezzo pesante. L'impatto é stato fortissimo e l'autovettura si é ridotta ad un ammasso di lamiere imprigionando il conducente, mentre il mezzo pesante, che trasportava polli, dopo aver urtato il guard rail si é ribaltato. Scattato

Ripristinata l’erogazione dell’acqua potabile

l'allarme sul posto sono giunti i medici del 118 e volontari della Croce di San Gerardo e una squadra di Vigili del Fuoco del distaccamento di Termoli. Mentre Polizia e carabinieri regolavano il traffico, i Pompieri hanno estratto Domenico Pantalone ancora vivo dall'abitacolo il quale é stato preso in consegna dai medici e trasportato verso l'ospedale San Timoteo di Termoli: purtroppo durante il tragitto ha cessato di vivere. Il corpo dell'uomo é stato ricomposto nella sala mortuaria del nosocomio termolese in attesa

dell'autopsia disposta dal magistrato di turno. Il traffico ha avuto dei rallentamenti durati fino intorno a mezzogiorno di ieri quando il mezzo pesante é stato rimosso. La notizia del decesso di Domenico pantalone si é immediatamente diffusa nel centro bassomolisano gettando nella costernazione i genitori, con i quali viveva, e i due fratelli. Conosciuto e ben voluto da tutti, da poco aveva iniziato a lavorare come operatore ecologico per conto del Comune di Montecilfone.

Tullio De Piscopo in concerto

CAMPOMARINO - Nell’ambito della III Edizione del Programma delle manifestazioni

12 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009

estive “Identità ed Innovazione. Eventi 2009”, la Provincia di Campobasso ha inserito il concerto di uno dei più famosi percussionisti d’Italia, Tullio De Piscopo, che si esibirà a Campomarino in Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa domani

Ambiente, conferenze e musica MONTEFALCONE NEL SANNIO – Anche oggi la zona del Lago Grande ospita alcune manifestazioni organizzate dall’Associazione Culturale Aria Nuova e con il patrocinio del Comune di Montefalcone nel Sannio e della provincia di Campobasso. L'appuntamento si chiama Alter'N'eco e comprende dibattiti e conferenze sull'ambiente ed energie rinnovabili. In serata invece spazio alla musica rock. Scopo dell'appuntamento é quello di divulgare le informazioni necessarie sulle tematiche ambientali ed energetiche in ambito locale.

alle 21,30. Grande soddisfazione è stata espressa dall’Assessore provinciale Nicola Occhionero che ha dichiarato: “Senza dubbio Tullio De Piscopo rappresenta un pezzo di bella musica della nostra Italia. Percussionista di grande valore, apprezzato dai pubblici di tutte le età. La sua indole per il Jazz e la Musica popolare sono sinonimi di innovazione, di miscele di suoni e colori che contraddistinguono le sue performance”. Dalla Provincia sottolineano che per gli spettatori il concerto é gratuito.

GUGLIONESI – Sta tornando alla normalità il flusso idrico nei comuni di Guglionesi, Petacciato e Montenero di Bisaccia. Una delle due pompe di sollevamento é stata riattivata mentre l'altra, ancora con problenmi, dovrebbe rientrare in funzione entro i primi giorni della prossima settimana. E in merito ad alcune accuse sollevate dalla Fillea Cgil all'amministrazione comunale di Guglionesi, la maggioranza che governa il paese risponde per le rime. “Che la diga sia stracolma o che le piogge siano state copiose sino a giugno lo sappiamo tutti, ma che per mandare l’acqua su a Guglionesi, Montenero e Petacciato quest’acqua debba risalire i 350 metri di dislivello necessitano le pompe, al furbetto del quartiere sfugge, come sfugge invece che per Termoli l’acqua arrivi quasi per caduta, ma soprattutto da diversi punti ma non dalle nostre pompe. La cosa più assurda, che

caratterizza un tipico modo di affrontare i problemi della sinistra più esasperata, è il concetto secondo il quale la nostra collettività venga trascurata per "la scarsa considerazione da parte di organi preposti "come se il guasto non esistesse e l’acqua per qualche perverso stratagemma politico, venisse dirottata in qualche altro fantomatico luogo”.

Passeggiando sotto le stelle Visite guidate al borgo GUGLIONESI - L'Associazione di promozione sociale Anteas “Per Guglionesi”, allo scopo di valorizzare. tutelare e diffondere la conoscenza delle “ricchezze” artistiche ed architettoniche presenti nel centro storico e nel museo civico archeologico, organizza la manifestazione “Passeggiando sotto le stelle”, visite guidate nel Centro storico. Il programma avrà inizio alle 21 di oggi e una guida illustrerà, attraverso documenti, i gioielli architettonici del patrimonio

storico guglionesano. Domani, a partre dalle 19, visita guidata al Museo Civico per ammirare gli antichi reperti rinvenuti nell’agro di Guglionesi. Alle 20 proiezione del DVD “Un’oasi nel tempo”: le bellezze paesaggistiche della provincia di Campobasso. Seguirà la proiezione del DVD “Incanto Sacro”: viaggio nei luoghi d’arte sacra di Guglionesi. Al termine ci sarà un rinfresco offerto dal Bar Gelateria “Viale” accompagnato dalle note musicali di Zio Adamo.

Stasera la sagra del vitello argentino PORTOCANNONE – Questa sera a partire dalle 21, nella zona artigianale, Sagra del Vitello Argentino organizzata dal partito del carro che ha vinto la carrese di quest'anno. Oltre a gustare la carne di vitello Argentino cotta allo spiedo da cuochi esperti nella culinaria del sud America, chi interverrà potrà anche cimentarsi in balli ed ascoltare musica. Dunque una serata per soddisfare il palato ma anche per divertirsi in allegria.


TERMOLI Sindaco e giunta avevano declassato il fabbricato di via Milano a “patrimonio disponibile” per venderlo

Abuso in danno del pubblico interesse I motivi della denucia contro il Comune TERMOLI – Ieri abbiamo riportato ampiamente, in linea generale, l'esposto presentato da quattro consiglieri comunali di opposizione nei confronti del Sindaco e dell'Amministrazione per la presunta vendita immobiliare di un'area di terreno pubblico alla società Zeta costruzioni due srl. Una denuncia presentata alla Procura della Repubblica di Larino e al Prefetto di Campobasso affinché intervengano affinché venga represso un abuso in danno del pubblico interesse. Oggi riportiamo nei dettagli i fatti denunciati. Nella realizzazione del fabbricato ubicato in Via Mario Milano (discesa del Panfilo), la Zrta costruzioni srl ha occupato una parte dell'area pubblica che ricade sulla vecchia particella 182 del foglio di mappa 13, per 17 metri quadrati oltre lo spazio degli aggetti dei balconi. Secondo i firmatari della denuncia Oreste Campopiano, Francesco Roberti, Antonio Basso Di Brino e Bruno Verini, il Comune, anziché procedere alla repressione degli abusi commessi ed accertati, ha invece frazionato (a sue spese!) la originaria unica particella (la 182), così costituendo due distinti mappali: la 1469 di 172 metri quadrati e la 1470 di 17 metri quadrati, quest'ultima corrisponde esattamente alla parte dell'area occupata dal fabbricato della Zeta Costruzioni srl. A quel punto per consen-

tire la vendita dell'area (oggetto di contenzioso tra gli eredi Cieri e l'Agnusdei Costruzioni) e “sanare” l'abuso perpetrato dalla società privata con corrispondente danno pubblico, l'Amministrazione ha deciso addirittura di cambiare natura e destinazione “declassandola” a “patrimonio disponibile”, ponendo così in essere un evidente abuso (da

Firmato il decreto sul fermo pesca TERMOLI – Il sottosegretario Buonfiglio giovedi sera ha firmato il decreto che contiene le modalità di arresto temporaneo dell’attività di pesca, per i sistemi a strascico e volante, ad esclusione delle unità abilitate alla pesca oceanica che operano oltre gli stretti. Le date sono quelle precedentemente annunciate: dal 3 agosto al 1 settembre 2009 da Trieste a Bari; dal 31 agosto al 29 settembre 2009 da Brindisi a Imperia. In Abruzzo, a causa degli eventi sismici, il fermo inizierà a metà agosto. Sicilia e Sardegna fisseranno autonomamente il periodo di inattività.

Otto dj in consolle per il Santo Patrono TERMOLI – Martedì 4 agosto appuntamento con la musica al Lido Oasi all'inizio di Rio Vivo Cristoforo Colombo. Dalle 22 saranno ben otto i dj che si alterneranno per la San Basso Music Parade, una serata di musica dedicata al santo patrono. Si esibiranno: Bubu, Mark Di Meo, Francesco Cannarsa, Nicola D’Orio, Sebastian Dk, Lucas, Vins Montera e Madness22. Alle percussioni live Mirko De Filippo mentre la voce sarà quella de Il Conte.

strada o marciapiede pubblico) ad area edificabile privata. Campopiano, Roberti, Di Brino e Verini fanno notare che la tempestività della procedura attivata é davvero sospetta: si consideri che la vicenda é iniziata solo lo scorso 22 maggio a seguito della richiesta indirizzata al Comune dalla Zeta Costruzioni due srl.; che il frazionamento catastale della originaria particella 182 é stato eseguito e trascritto il 12 giugno; che la proposta di Consiglio comunale per la vendita del terreno é del 20 luglio; che il giorno successivo (21 luglio) era già in discussione in terza commissione consiliare (Urbanistica e Territorio); che il 23 veniva nuovamente portata all'esame della terza commissione e, da questa, trasmessa alla seconda (Bilancio e Patrimonio). L'iter della pratica non termina qui perché il 27 luglio veniva licenziata dalla seconda commissione con parere favorevole a maggioranza e che a

Il funzionario comunale: “Il requisito precedente é cessato perché è venuta meno la possibilità del passaggio pedonale sul marciapiede per la presenza dello stabile” seguito di urgente convocazione della conferenza dei capi gruppo del 28 luglio, in modo ritenuto irrituale ed arbitrario ed in violazione del regolamento del Consiglio comunale, é stata fatta oggetto di Ordine del giorno aggiuntivo del Consiglio comunale riunitosi giovedì sera. I Consiglieri denunciati fanno anche presente che in occasione della commissione consiliare del 27 luglio é intervenuto il funzionario comunale, il quale rispondendo a specifica domanda per conoscere le ragioni del “declassamento” dell'area e le normative di riferimento, candidamente ammetteva che: “L'interesse pubblico é cessato” perché “venuta meno la possibilità di passaggio pedonale sul marciapiede in quanto occupato dallo stabile”. In conclusione Campopiano, Roberti, Di Brino e Verini, fanno presente che l'Amministrazione ha sempre rifiutato la vendita di aree pubbliche, anche classificate come patrimonio disponibile, sul presupposto della inesistenza di una apposita normativa regolamentare. Ora i firmatari del documento confidano nel sollecito intervento da parte della Procura di Larino e del Prefetto di Campobasso, anche con provvedimenti di natura cautelare per evitare che l'abuso venga portato a ulteriori conseguenze visto la ristrettezza dei tempi.

L’amministrazione contro le attività “fuorilegge”: concessioni a rischio TERMOLI – Mano pesante dell'Amministrazione comunale nei confronti delle attività che violano il regolamento comunale- Lo ha detto l'assessore Pino Marino durante una conferenza stampa che si é tenuta ieri mattina in Municipio. I primi provvedimenti riguardano una roulotte, posizionata sul retro della galleria Civica dìArte in Piazza Sant'Antonio, e il camioncino del kebabaro sul Lungomare Cristoforo Colombo. Per i loro proprietari sono state avviate le procedure di sospensione della concessione, per aver ricevuto almeno due contestazioni in seguito ad una reiterata violazione del regolamento comunale. Ora entrambe le attività dovranno rimanere chiuse per 20 giorni, e in questo lasso di tempo i proprietari dovranno rimuovere i mezzi altrimenti scatterà la romozione forzata.

IV commissione Scurti si dimette TERMOLI – Il Consigliere comunale Franco Scurti si é dimesso da presidente della IV commissione e l'argomento doveva essere discusso durante il Consiglio comunale di giovedi. E' stato lo stesso Scurti a chiedere il rinvio a settembre di ogni decisione. Posto ai voti il rinvio é stato accettato con 16 si, 2 consiglieri si sono astenuti, e 9 i voti contrari.

13 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009


S P O RT CALCIO SERIE D

Il sindaco Di Bartolomeo interessa della questione la delegazione della Corte dei Conti

Campobasso, la fontana degli sprechi CAMPOBASSO – A sentire Capone, e certa stampa, la fontana della foto è l’unica responsabile del consumo di circa trecentomila euro di acqua addebitata dal Comune di Campobasso alla società rossoblu dal 2002 al 2008. Quella fontana disseta i ciclisti ed i podisti che quotidianamente si esercitano nei pressi dello stadio di contrada Selvapiana e, sporadicamente, le roulotte dei circhi e delle giostre. Dunque, secondo Capone e certa stampa, il Comune avrebbe dovuto annullate le bollette attribuite al consumo dello stadio perché l’acqua fatturata non è stata consumata per annaffiare il campo di gioco due volte al giorno, le docce ed i servizi ma usata dalle persone

che fanno footing . Ha fatto bene il sindaco Gino Di Bartolomeo ad interessare della vicenda la delegazione regionale della Corte dei Conti. Non è giusto che l’intera popolazione di Campobasso, e non solo quella sportiva, paghi le conseguenza di una scellerata gestione sportiva. E’ vero che il signor Capone da solo due anni è il proprietario della società rossoblu ma è altrettanto vero che assumendo la proprietà si acquistano crediti e debiti palesi ed occulti. Inutile, signor Capone, piangere sul latte versato. Ora certa stampa parla di un eventuale fallimento della società ma il gruppo Capone non può certo assumersi l’onere di una bancarotta

che peserebbe anche sulle altre imprese del neo sindaco di Montella. L’unica cosa da fare, per il momento, è quello di procedere senza remore al pagamento delle bollette scadute, compresa quelle del gas, altri cinque lima euro. Certa stampa parla anche di un possibile spostamento della disputa delle gare casalinghe per lasciare definitivamente il Romagnoli. A proposito, poi, del famoso presunto credito di centoventimilioni vantato nei confronti del Comune di Campobasso ci chiediamo, e lo chiediamo al signor Capone, quale lavoro pubblico si fa senza nessuna garanzia scritta e soprattutto senza nessun progetto approvato dall’ente proprietario.

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

RALLY

FIGC

Luigi Valente nominato coordinatore regionale

Quattro equipaggi della motus al “città di Modena”

La Lega Pro ripesca undici club

CAMPOBASSO - Il Presidente Federale della FIGC Giancarlo Abete ha provveduto alla nomina dei Coordinatori Federali Regionali per l’attività del Settore Giovanile e Scolastico, stagione 2009/2010. L’avvocato Luigi Valente, che negli ultimi sei mesi ha collaborato al fianco del Coordinatore del Molise, nonché Vicepresidente f.f. Nazionale del SGS Massimo Giacomini, è stato scelto per guidare le attività del settore giovanile della nostra regione. Valente, che vanta un curriculum di tutto rispetto nel quale figurano titoli importanti come la specializzazione in diritto ed economia dello sport

14 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009

nell’Unione Europea, un master europeo per dirigenti sportivi,nonché diverse esperienze alla presidenza di alcune società sportive dilettantistiche del Molise,ha accolto con grande entusiasmo la nomina a Coordinatore Federale dai vertici nazionali: “Sono felice dell’importante incarico che mi è stato conferito e che a mio avviso rappresenta un riconoscimento importante dell’ottimo lavoro che credo sia stato svolto in questi ultimi mesi dal nuovo staff del Settore Giovanile e Scolastico della Figc Molisana. Questo grande attestato di stima da parte del Consiglio Federale -prosegue Valente- ci spingerà a rafforzare ulteriormente il nostro impegno a continuare a svolgere con dedizione e passione questo incarico e per la nuova stagione sportiva l’attività sarà arricchita con nuove ed interessanti iniziative che puntano a dare maggiore risalto e la dovuta importanza al Settore Giovanile e Scolastico del Molise. Naturalmente operando sempre in stretta collaborazione con il Comitato Regionale LND, presieduto da Piero Di Cristinzi,e con le delegazioni provinciali”.

CAMPOBASSO - Prende il via nel pomeriggio il “34° Rally Citta’ di Modena” uno degli appuntamenti più caldi, non solo per le sicure alte temperature, del il Fiesta Sporting Trophy. Al nastro di partenza ci saranno schierati quattro equipaggi del girone centro, gestiti dall’azienda termolese Motus, pronti a sfidarsi per la conquista della seconda tappa e di punti utili al raggiungimento dei tanto attesi 2 posti che andranno a completare la griglia di partenza per le finali di ottobre. Gara classica da affrontare in tutta la prima parte della giornata di domenica con partenza prevista per le ore 08.31 e con arrivo della prima vettura alle ore 16.45. Le prove speciali saranno 3 da ripetere 3 volte ognuna lungo tutto l’hinterland modenese.

CAMPOBASSO - Sono undici le società ripescate in Lega Pro: Potenza, Alessandria, Andria, e Viareggio per la Prima Divisione. In Seconda Divisione, oltre alla Nocerina che prende il posto della Biellese che ha rinunciato, rientrano Vico Equense, Poggibonsi, Spezia, Valenzana, Fano e Isola Liri. Lo ha ufficializzato il Consiglio federale, riunito oggi a Roma, che ha anche deciso di soprassedere alla copertura dell’ottavo posto disponibile in Seconda Divisione essendo aperta, in sede di Giustizia Amministrativa, la posizione della Pistoiese. Sono tre i criteri di ripescaggio, come ha spiegato il presidente Abete nel corso della conferenza stampa: “Il numero medio degli spettatori, in base alla convenzione con la Siae che ci fornisce i dati registrati nei vari stadi italiani; la storia sportiva della società e, infine, il risultato agonistico collegato alla stagione in atto. E, tramite questi, stiliamo una graduatoria”. Il presidente della Figc ha quindi sottolineato che vengono esclusi quei club “che negli ultimi cinque anni hanno usufruito di due ripescaggi o negli ultimi tre anni del lodo Petrucci”. Attualmente è diverso il criterio di ripescaggio per l’Interregionale, che viene effettuato in base ad una graduatoria dettata dalla Lega Dilettanti. Ma Abete ha annunciato che “il prossimo anno verrà stilata una metodologia unica di punteggio per i ripescaggi sia in Lega Pro che in Interregionale”. E per la prossima stagione sportiva, sarà inserito in maniera vincolante anche il parametro relativo alla disponibilità del campo di gara. Altri argomenti sono stati affrontati dal Consiglio Federale, che ha assunto le seguenti decisioni: Modifiche regolamentari. Il Consiglio ha provveduto a dare il parere di conformità al Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti su alcune modifiche riguardanti l’organizzazione interna. Protezione e incentivazione dei calcia-

tori “locali” per la Serie A. È stata rinnovata la delibera già in vigore nella passata stagione. In base ai principi dell’Unione Europea recepiti dalla UEFA e applicati dalle Federazioni europee, è prevista la regolamentazione relativa all’incentivazione dei calciatori “locali” con il tesseramento programmato nelle rose delle società di Serie A. Per la stagione 2009/2010, la rosa di prima squadra – se composta da un numero di giocatori fino a 25 – dovrà comprendere almeno 8 calciatori “locali”, cioè formatisi nei vivai di società italiane. Ammonizioni TIM Cup Su richiesta della LNP, il Consiglio ha deliberato che al termine della prima fase della TIM Cup 2009/2010, le ammonizioni conseguite dai tesserati delle squadre che vi hanno partecipato sono azzerate e non concorrono con le ammonizioni delle fase successive. Inoltre, nelle comunicazioni introduttive, il Presidente ha riassunto l’attività svolta dalla FIGC nelle ultime settimane; tra gli argomenti principali, i risultati molto importanti del lavoro della Commissione scientifica della FIGC sulla SLA (lunedì scorso si è tenuta una conferenza stampa illustrativa); l’attività delle squadre Nazionali che riprenderà nei prossimi giorni con il raduno della Nazionale femminile in vista degli Europei in Finlandia; le prossime amichevoli (12 agosto) della Nazionale a Basilea contro la Svizzera e dell’Under 21 a San Pietroburgo contro la Russia; la preparazione dell’Under 20 e dell’Under 17 per i rispettivi Campionati Mondiali in Egitto e in Nigeria; la decisione della Commissione di garanzia di riaprire (con scadenza 30 settembre) le candidature per l’integrazione dei Componenti della Corte di Giustizia Federale e della Commissione Disciplinare Nazionale e per la nomina dei Sostituti Procuratori federali, sempre ad integrazione dell’attuale organico dell’Ufficio.

A Civitacampomarano un nuovo campo di calcetto

Volley, Girolamo della Fenice Isernia in azzurro

E’ in programma domenica prossima 2 agosto a Civitacampomarano il varo del nuovo impianto sportivo comunale. Il taglio del nastro è previsto per le 19 con i saluti del sindaco Gianfranco Tetta e del consigliere regionale Rosario De Matteis. Dopo il momento "ufficiale" spazio allo sport con il quadrangolare dell’organizzazione. Verranno allestite quattro squadre con un massimo di 8 giocatori ciascuna. La finale è prevista per le 23.

Continua a tingersi di azzurro l’estate del settore giovanile de La Fenice Volley Isernia; infatti, dopo la convocazione di Andrea Santangelo anche il centrale Roberto Girolamo, classe ’94, da oggi sarà impegnato nel collegiale di Cavalese (TN) agli ordini dei tecnici delle squadre nazionali Luigi Schiavon e Mario Barbiero.


S P O RT CALCIO

La bozza normativa elaborata dal presidente Tavecchio disciplinerà tutto lo sport dilettantistico

Legge sul dilettantismo sportivo, la Lnd guarda al futuro CAMPOBASSO - Il Presidente Tavecchio ha presentato la bozza normativa per una legge quadro sul dilettantismo sportivo consegnata nei giorni scorsi al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo sport On. Rocco Crimi. Annunciato già nei mesi scorsi dal Presidente della LND e vicepresidente vicario della Figc Carlo Tavecchio, il documento, elaborato da una apposita commissione composta da professionisti del settore e coordinata dal dott. Gino Tapinassi, ha l'intento di dare valenza legislativa a tutto lo sport dilettantistico, inquadrando in maniera completa e dettagliata la configurazione giuridica, la disciplina, il riconoscimento delle società e delle associazioni sportive; le disposizioni tributarie di loro pertinenza; la tutela sanitaria per i loro tesserati; la questione relativa agli impianti sportivi ed i rapporti con gli enti locali. Sulla base dell’art. 1 della bozza di legge, “la Repubblica riconosce alle società ed associazioni sportive dilettantistiche, quali strutture portanti dello sport italiano e quali sussidiarie della Pubblica Amministrazione, la funzione di promozione umana e sociale e di progresso civile e ne garantisce l’autonomia”. Stabilito questo principio, viene innanzitutto dettagliatamente specificato cosa si intende per società ed associazioni sportive dilettantistiche, quali forme esse possono assumere, le loro modalità di costituzione, il riconoscimento ai fini sportivi e la personalità giuridica. Novità vengono richieste anche sul fronte del trattamento tributario: la bozza, infatti, prevede di modificare alcune disposizioni di legge esistenti, all’art. 90 della legge del 27 dicembre 2002, n. 289 e al Testo Unico sulle imposte sui redditi, aumentando le facilitazioni a favore delle società sportive dilettantistiche. Innovativa anche la proposta di istituire, riguardo la tutela sanitaria, una Banca regionale delle informazioni sanitarie sugli sportivi dilettanti “da istituire presso i Comitati Regionali delle Federazioni Sportive, di concerto con il rispettivo Comitato Regionale del CONI”, così da “verificare le informazioni sanitarie sui singoli sportivi dilettanti, consentire il monitoraggio della loro integrità fisica, nonché di studiare e di predisporre protocolli medici, in grado di prevenire le patologie connesse all’attività sportiva”. La banca dati dovrebbe contenere i libretti sanitari degli atleti, nei quali dovranno essere annotati le generalità dell’atleta; lo sport praticato; la società di appartenenza e quelle precedenti; le date delle visite

d’idoneità, con i dettagli della struttura sanitaria che ha provveduto al rilascio della certificazione; gli accertamenti richiesti ed eseguiti; gli esiti delle visite di controllo. Naturalmente, l’utilizzo dei dati sarebbe disciplinato con appositi regolamenti, d’intesa tra la Regione competente per territorio ed i Comitati Regionali della relativa Federazione. Infine, la bozza impegna il Governo “d’intesa con i Ministeri dell’Economia e delle Finanze, dello Sviluppo Economico, dell’Interno e delle Infrastrutture, sentiti i rappresentanti dell’ANCI, dell’ANPCI, delle Regioni e delle Organizzazioni sportive, previo parere vincolante della Conferenza Stato – Regioni”, ad avviare un piano quadriennale degli interventi straordinari, da destinare alla impiantistica sportiva. Il piano, finalizzato alla realizzazione di interventi di edificazione, ristrutturazione, manutenzione ed adeguamento degli impianti sportivi, nonché alla realizzazione di nuovi complessi sportivi, verrebbe finanziato da un fondo speciale, da costituire attraverso il versamento di una percentuale delle entrate delle lotterie nazionali; la partecipazione di privati, previa la formalizzazione di rapporti con gli Enti locali; specifici finanziamenti della Comunità Europea, attraverso la definizione e l’approvazione di progetti particolari; la possibilità di istituire, anche per il mondo dilettantistico, un concorso settimanale, sul modello della schedina totocalcio. “Con questa proposta – ha concluso Tavecchio - abbiamo la presunzione di rivolgerci all’intero movimento sportivo dilettantistico italiano, non solo a quello calcistico, che nel nostro Paese ha un impatto economico di circa 3,5 miliardi di euro; l’obiettivo è di uniformare un quadro normativo attuale estremamente dissimile che non affronta il tema del dilettantismo alla stessa maniera a Messina e a Bolzano. Abbiamo consegnato la bozza della proposta realizzata da un’apposita commissione della LND al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport Crimi al Presidente del Coni Petrucci e al Presidente Figc Abete e ci aspettiamo che presto possa diventare legge dello Stato, seppur con quei suggerimenti ed integrazioni che saranno evidenziati nel corso di una discussione il più approfondita possibile”. Nella foto: da sinistra Luigi Ferrajolo (presidente USSI), Carlo Tavecchio (Presidente LND e vicevicario Figc), Franco Siddi (segretario FNSI), Antonello Valentini (direttore generale e responsabile relazione esterne FIGC).

Il Basket L’Aquila ospite del Maccabi Ripalimosani CAMPOBASSO –Il Comune di Ripalimosani ospita dal 28 Luglio al 3 Agosto il primo basket camp “Un canestro per l’Abruzzo”, un’iniziativa che unisce sport e solidarietà nata dalla collaborazione tra “The Molise Economic Planning and Development Foundation Inc” e la società cestistica Maccabi Basket Ripalimosani. Dal 28 Luglio, infatti, la formazione degli Under 17 della società G.S. L’Aquila, la più antica società del capoluogo abruzzese, soggiorna nel comune molisano alle porte di Campobasso per una settimana di divertimento che prevede allenamenti, partite con formazioni locali e alcune visite guidate in diverse località del Molise. Il tutto sotto la supervisione dei tecnici Alessandro Di Pasquale, attuale allenatore del Maccabi Basket Ripalimosani (C2 Regionale) e Gianluca Cannavina, ripese di nascita ma attualmente in forza al Giulianova Basket (C1 Gir. D) dove è responsabile anche del settore giovanile. Sono 16 i ragazzi della formazione aquilana che hanno raccolto l’invito lanciato dal Maccabi Ripalimosani e dalla Molise Foundation Inc. che perfezioneranno le tecniche cestistiche insieme ai pari età della società ripese e che, insieme a loro, proveranno a dimenticare, almeno per una settimana, le profonde ferite lasciate dal terremoto che lo scorso 6 aprile ha colpito il capoluogo abruzzese e numerosi altri comuni. “Questo è solo il primo piccolo segnale di vicinanza e di affetto che vogliamo dare agli amici della G.S. L’Aquila – commenta Angelo Cannavina, il Direttore

Sportivo della società ripese - una società colpita profondamente dal terremoto e che, proprio a causa del sisma, non ha potuto disputare le gare di playout che ci vedevano contrapposti. Un’iniziativa che, utilizzando il linguaggio comune della pallacanestro, proverà a riportare un po’ di serenità negli animi dei ragazzi e a riallacciare quel rapporto tra le due società che – conclude Cannavina - si è interrotto bruscamente lo scorso aprile”. I ragazzi, dunque, saranno impegnati nelle attività sportive quotidiane che si terranno alla Maccabi Arena di via Parco del Morgione dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 19.00 ed alloggeranno

presso il locale Palazzo Marchesale sito nella piazza del paese e, come aggiunge il Presidente della società cestistica ripese, Roberto D’Alessandro, “avranno la possibilità di tornare alla normalità toccando con mano la straordinaria solidarietà del Maccabi Basket, dei cittadini ripesi, della Dott.ssa Ruthann “Raffaella Granitto” Niosi, Presidente della Molise Foundation che ha deciso di sposare questa iniziativa di sport e solidarietà unitamente all’ex sindaco del Comune di Ripalimosani Giuseppe Di Nobile, responsabile nazionale della fondazione, sempre vicino alle politiche sociali ripesi.

L’ANNIVERSARIO

Il primo agosto 1926 nasceva il Napoli CAMPOBASSO - Il 1° agosto 1926 l'assemblea dei soci dell'Internaples decide di cambiare nome, costituendo l'Associazione Calcio Napoli. Le origini del calcio a Napoli risalgono però al 1904 venne fondato il Naples Foot-Ball & Cricket Club, la prima squadra calcistica cittadina che nel 1906 prese il nome di Naples Foot-Ball Club.Nel 1912 la componente napoletana si distaccò da quella inglese dando vita all'Unione Sportiva Internazionale Napoli, ma nel 1922 le due compagini attuarono

Coni: inammissibile il ricorso della Pallavolo Pineto

Coppa America: via libera ai motori a bordo

L'Alta Corte di Giustizia, in merito al ricorso proposto dalla Pallavolo Pineto Dilettantistica S.r.l nei confronti della Federazione Italiana Pallavolo e della Lega Pallavolo Serie A maschile, avverso la decisione della Corte di Appello Federale della FIPAV del 27 luglio di non ammissione al Campionato di Serie A1, ha dichiarato il ricorso inammissibile.

Le barche che gareggeranno nella prossima edizione della Coppa America potranno avere a bordo i motori speciali. Lo ha stabilito la Corte Suprema dello Stato di New York, che ha accolto le ragioni di Alinghi. Si tratta dei “ballast”, gli apparati idraulici destinati ad equilibrare il peso sull'imbarcazione, e dei motori che aiutano a gestire le vele.

una nuova fusione, resa necessaria da esigenze di carattere finanziario: diedero così vita al Foot-Ball Club InternazionaleNaples, meglio noto come FBC Internaples. Il 1° agosto 1926 si costituisce l'Associazione Calcio Napoli e Giorgio Ascarelli ottenne la nomina di primo presidente della storia del club. Da allora la società partenopea ha messo nel suo personale palmares 2 scudetti (1987 e 1990) 3 Coppe Italia (1962, 1976 e 1987), una Coppa Uefa (1989) e una Supercoppa italiana (1990).

15 ANNO II - N° 176 SABATO 1 AGOSTO 2009



lagazzettadelmolise_1-8a