Issuu on Google+

ANNO IV - N° 245 - VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO AD ANTONIO DI PIETRO

La faraonica opera del ponte sullo Stretto di Messina non si farà. Forse mai più. Il merito è in parte anche di Antonio Di Pietro che ieri si è visto approvare una mozione che di fatto impegna il governo Berlusconi a sopprimere i finanziamenti. Il testo è passato, complice la paura di andare di nuovo sotto alla Camera, anche con il parere favorevole del governo. Dopo il secco no dell’Europa dei giorni scorsi, un’altra tegola si abbatte sulla testa del premier che delle grandi opere aveva fatto il suo cavallo di battaglia. A nulla sono valse le rassicurazioni del ministro Matteoli (Infrastrutture) che appena due settimane fa puntualizzava sulla priorità di un ponte che costerebbe quasi 2 miliardi di euro per collegare la Calabria alla Sicilia. Tutto congelato. Con tanti ringraziamenti al nostro Tonino.

IL TAPIRO DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO

CAMPOBASSO

Ah, Gino, Gino. Il secondo in due giorni. E non tanto per la notizia che, dal 2008 al 2009, un asilo nido comunale ha chiuso battenti. Ma perché solo il 3,2% dell’utenza potenziale in regione sceglie il servizio pubblico. Leggendo i dati divulgati da Cittadinanzattiva (pagina 2 di questa testata) ci è venuto qualche dubbio: ma vuoi vedere che il nostro caro sindaco durante la campagna elettorale di Michele Iorio era altrove? Vuoi vedere che non ha inteso quanto il presidente abbia puntato sui giovani. Su di loro Iorio ha costruito buon parte della sua vittoria. Sulla loro istruzione e formazione. Invece Di Bartolemeo che fa? Incassa la sfiducia per il servizio scolastico. Un tapiro d’incoraggiamento al sindaco va lo stesso. Anzi un tapiro per due, dato che nel calderone delle responsabilità (secondo Cittadinanzattiva) ci finirebbe anche il primo cittadino d’Isernia Gabriele Melogli. Motivazione: venire snobbati dal 96,8% dei “poppanti” non deve essere piacevole.

TERMOLI

CAMPOBASSO

Tornano alla carica i ladri di oro rosso La scorsa notte rubati 80 metri di cavi in rame Usura, il molisano ai domicialiri ha chiarito la sua posizione dinanzi al gip A PAG. 9

La macellazione clandestina dietro i furti di animali Questa l’ipotesi della Forestale A PAG. 7

A PAG. 7

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Asili nido comunali: pochi e costosi Uno studio di Cittadinanzattiva rivela la sfiducia dei molisani: solo il 3,2% dell’utenza potenziale sceglie una struttura pubblica CAMPOBASSO - Quanto costa iscrivere il proprio figlio ad un asilo nido comunale? Questa la domanda alla base dell’analisi formulata dall’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanza attiva. Lo studio, condotto su dati relativi agli anni scolastici 2008 - 2009 e 2010 2011, ha interessato anche il Molise, con particolare riferimento agli asili nido presenti, alle iscrizioni ed alle rette mensili per le città di Campobasso ed Isernia. Numeri che risultano incoraggianti in rapporto al quadro nazionale, ma che rivelano come la maggioranza delle famiglie nutra poca fiducia nel pubblico. Solo il 3,2% delle potenziali utenze, infatti, sceglie un asilo comunale a fronte del 6,2% nazionale. Un’opzione che vale 222 euro di retta mensile media: 80 euro in meno rispetto al corrispondente quadro nazionale. Scorporati, i dati rivelano oneri per 195 euro nel capoluogo di regione e 250 per quanto concerne Isernia, con un più 55 euro dovuto alla presenza di servizio a tempo pieno. Il campione, costituito da famiglie tipo di tre persone (genitori con figlio 0 - 3 anni) con reddito Isee pari a

19mila 900 euro, ha rivelato come, più che la retta - comunque gravosa trattandosi di giovani coppie - a creare disagio siano le lunghe liste d’attesa cui si è costretti in regione prima di accedere alle strutture pubbliche. Secondo quanto raccolto dalla banca dati del Ministero dell’Interno, infatti, nel 2009 il 17% dei richiedenti è rimasto al palo a fronte del 25% nazionale.

Percentuale che aumenta in riferimento alla situazione particolare della provincia di Isernia, lì dove la lista d’attesa è tappa obbligata addirittura per il 38% dei facente richiesta, con un incremento di trenta punti percentuale rispetto al 2008. Confortante, di contro, il dato provinciale di Campobasso con il 13% delle famiglie costrette ad spettare che si liberi un posto

per il proprio figlio. Tutto ciò considerando la presenza, ad oggi, di 6 strutture comunali - una in meno rispetto al 2008 - per un totale di 300 posti disponibili: 270 nella provincia di Campobasso, 30 in provincia di Isernia. “Si sconta un grosso ritardo - è stato il commento del vicesegretario di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso -. Chiaro che in Italia l’attenzione

alle esigenze delle giovani coppie resta solo sulla carta”. E la situazione non migliorerà “con i tagli agli enti locali previsti dalla nuova manovra finanziaria nazionale”. E così, ora come ora, “per una famiglia la spesa media mensile per la retta del nido comunale ammonta al 12% della spesa media mensile totale”. SG

Il 40° concorso nazionale dell’Eip Italia ha dedicato una sezione a uno dei piccoli angeli di San Giuliano di Puglia ROMA – Luigi Petacciato era uno dei 27 angeli di San Giuliano di Puglia rimasto sepolto dal crollo della scuola durante il terremoto del 31 ottobre 2002. Da quella tragedia sono passati quasi nove anni, ma l’accorato appello alle istituzioni di “mamma coraggio”, Nunziatina Porrazzo, sulla mancanza di prevenzione e sicurezza nelle scuole, continua a risuonare con la stesso fervore. Lo testimonia il premio intitolato alla memoria di Luigi all’interno del XL concorso nazionale dell’Eip Italia (Ecole Instrument de Paix) per le scuole italiane in occasione dell’Unità d’Italia dal tema “L’Unità nella diversità”. Nunziatina, infatti, da anni è al lavoro per la sensibilizzazione in Italia sulla sicurezza dei bimbi che frequentano le scuole. L’associazione non governativa Eip ha così riconosciuto la validità della battaglia e dedicato una sezione del concorso in ricordo del piccolo Luigi. I premi sono stati così suddivisi: primo premio è consistito in 250 euro per lavori e progetti della scuola primaria, primo premio di 250 euro per la scuola secondaria di primo grado e primo premio di

2 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011

Sicurezza nelle scuole, un premio in ricordo di Luigi Petacciato In lizza oltre 600 istituti da tutta Italia: incetta di riconoscimenti per quelli molisani 500 euro per la scuola secondaria di secondo grado. Hanno partecipato alla selezione circa 600 istituti, tra cui diversi dal Molise, i quali hanno incassato vari riconoscimenti. La cerimonia si è tenuta mercoledì scorso alla Biblioteca nazionale centrale di Roma e tra i premiati spiccano gli istituti di Trivento, Campobasso, Isernia, Santa Croce di Magliano e Agnone. Tra i presenti alla cerimonia, il ministro agli Affari Esteri, Franco Frattini, che ribadito il concetto della sicurezza intesa come prevenzione e non da “rispolverare” dopo che le tragedie sono accadute. E gli esempi, purtroppo, sono lì a confermarlo. Adimo

Napolitano: fase complessa, garantire stabilità

Bankitalia: nel 2012 pressione fiscale al 43,8%

ROMA – “Per chi abbia la missione di garantire la stabilità monetaria e finanziaria in Italia e in Europa, anche al fine di sostenere nuove prospettive di crescita economica e sociale” è una “fase di particolare complessità e difficoltà”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ricevendo il prossimo presidente della Bce, Draghi, e il nuovo governatore di Bankitalia, Visco.

ROMA – La pressione fiscale in Italia continua a crescere e al 2012, secondo quanto prevede il Def, si attesterebbe al massimo storico intorno al 43,8%. È quanto afferma il capo dell'area ricerca economica della Banca d'Italia, Daniele Franco, nell'audizione alla Commissione Bilancio riunite di Camera e Senato.


PRIMO PIANO Una vittoria ridimensionata sempre vittoria è La commissione elettorale di Campobasso ha radiografato i verbali: Frattura guadagna 200 voti, Iorio ne perde 150 Il risultato però non cambia

Errori di comunicazione alla base delle incongruenze emerse

CAMPOBASSO – Nel 2006 il governatore Michele Iorio è stato proclamato dopo 14 giorni dalle elezioni. Alle scorse provinciali il presidente Rosario De Matteis è riuscito a mettere piede dentro palazzo Magno dopo 11 lunghe notti da quella che comunque decretò la sua vittoria. Questo per dire che la mancata ufficializzazione della terza vittoria consecutiva di Iorio non nasconde alcun mistero. Figurarsi un ribaltone. Ieri la commissione circoscrizionale di Campobasso ha chiuso i lavori e portato le buste alla Corte d’Appello che al massimo entro lunedì

dovrebbe sciogliere i dubbi sollevati dagli sconfitti del centrosinistra. Ma cosa è veramente successo? Come mai quella che è nella realtà normale prassi, si è trasformata in un Watergate in salsa molisana? Meglio fare una premessa: i dati diffusi dalla prefettura di Campobasso, su cui la stampa si attiene per raccontare il responso delle urne, non sono altro che i numeri trasmessi dai presidenti di seggio ai loro Comuni dopo due giorni di intenso lavoro e magari pure a notte fonda. Comuni che a loro volta girano i dati al palazzo di go-

Oggi chiude i lavori anche Isernia. E la proclamazione slitta ancora

CAMPOBASSO – Addio ai vitalizi per i consiglieri regionali entro sei mesi. Il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Vasco Errani, e il presidente della conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, Davide Boni, confermano la decisione all’unanimità delle rispettive Assemblee. L’abolizione avrà effetti a partire dal prossimo rinnovo delle assemblee e dei Consigli regionali. “Serve un’accelerazione nel processo di autoriforma che le regioni stanno studiando. Per questo abbiamo deciso che entro sei mesi in ogni assemblea regionale sarà presentata una proposta condivisa

verno. E’ chiaro che se i presidenti, magari per stanchezza o una banale distrazione, comunicano i dati di lista sul regionale anziché sul provinciale (e viceversa) qualcosa potrebbe non tornare. Si verificherebbe, in pratica, che le schede bianche, nulle e valide non corrispondano al totale dei votanti che in quei due giorni si è recato ai seggi. Cosa fa a quel punto l’ufficio elettorale? Apre i 263 verbali redatti e se trova un’incongruenza prepara un allegato. Mette mano, cioè, alle tabelle (quelle in cui materialmente gli scrutatori hanno assegnato i voti con una x) e, calcolatrice alla mano, fa la somma. Tutto qui. Sebbene manchi ancora la provincia di Isernia (dove però le operazioni sembrano procedere senza intoppi) ieri gli ultimi numeri davano Paolo di Laura Frattura con 200 voti in più. A Iorio, invece, salterebbero 150 p r e f e r e n z e. Quindi la vittoria di ques t ’ u l t i m o, già ottenuta per il rotto d e l l a

cuffia, si assottiglia ulteriormente. Ma sempre vittoria è. Se poi qualcuno farà ricorso tra un annetto al massimo si saprà se i molisani saranno chiamati di nuovo ad esprimersi. redpol

Consiglieri regionali, addio vitalizi Entro sei mesi le assemblee dovranno varare i provvedimenti taglia-assegni che entreranno in vigore dalla prossima legislatura Iorio: abbiamo risposto con i fatti al vento dell’antipolitica per l’abrogazione dei vitalizi”, ha sottolineato il vicepresidente della Conferenza delle Regioni e governatore del Molise, Michele Iorio, che ieri mattina è tornato a partecipare alla riunione subito dopo il successo elettorale (anche se ancora in attesa della proclamazione). Iorio ha poi aggiunto

che “bisogna rispondere con fatti al vento dell’antipolitica e oggi le regioni lo hanno fatto”. Per il numero uno di via Parigi, Vasco Errani, infine, si tratta di “un passaggio fondamentale nel processo di autoriforma dell’istituzione regionale che stiamo portando avanti”. Soddisfatto, infine,

anche il leader della conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome, Davide Boni, che rimarca “la centralità di questo lavoro comune delle Assemblee legislative e dei Governi regionali portato avanti nell’interesse dei cittadini”.


REGIONE

Fondi comunitari, summit romano tra Anci e Ue L’associazione dei Comuni lancia l’allarme: “Il patto di stabilità ci taglia le gambe” CAMPOBASSO - Come evitare che il patto di stabilità condizioni l’utilizzo dei fondi Ue. Questo il problema principale scaturito dal meeting romano sulla politica di coesione comunitaria 2014 -2020 tenuto dal commissario europeo Johannes Hahn. Presente l’Anci che, con il delegato Micaela Fanelli, ha rilevato come la clausola paventata dall’Unione possa minare alla base l’azione di enti tutt’altro che morosi o che in alcun modo partecipano al disavanzo nazionale. Contrarietà assoluta, quella mostrata dall’Associazione dei Comuni d’Italia, rispetto ad una

prospettiva che, tuttavia, andrebbe letteralmente capovolta con una dimostrazione di gestione oculata da parte del Governo nazionale in primis. La bassa percentuale di utilizzo di finanziamenti comunitari - un 12% che relega l’Italia al terzultimo posto in Europa nella capacità di sfruttamento - secondo l’Anci è il campanello d’allarme. Di qui “la necessità di una forte coerenza tra gli strumenti interni che finanziano sviluppo, dal Fas agli altri strumenti di rilancio di politiche industriali e territoriali”. Ovvero: Stato e Regioni creino azioni concrete ed accelerino l’utilizzo delle risorse.

Per l’Anci, come sostenuto dalla Fanelli, un primo passo potrebbe essere “l’aumento delle risorse in bilancio per i comuni, il focus urbano come asse portante degli interventi e l’assenza di qualsiasi forma di condizionalità nell’utilizzo delle risorse”. Se sul primo punto l’Anci ha registrato “il silenzio del ministro Fitto”, per quanto riguarda il secondo aspetto, i comuni “devono puntare è di individuare nell’asse urbano una priorità assoluta”, ovvero “una forma di sovvenzione globale che potremmo anticipare anche da adesso sull’attuale ciclo di programmazione”.

L’appello: l’opposizione sia costruttiva L’invito a Frattura da un ex militante pentito di Forza Italia, Albino Iacovone CAMPOBASSO – In attesa della proclamazione degli eletti arriva un appello allo sconfitto Paolo di Laura Frattura da un ex militante di Forza Italia pentito. L’invito a portare avanti in Consiglio regionale “un’opposizione costruttiva” lo spedisce l’ex primo cittadino di Castelverrino, Albino Iacovone che scrive: “Caro Paolo, sono rammaricato per un successo mancato per poco (certo mi convinco sempre di più che il killeraggio politico, messo in atto dal governo centrale nell’anticipare immotivatamente le elezioni, non ha permesso una più capillare campagna elettorale ed è stato determinante a non recuperare quei pochi centinaia di voti!). E’ stato comunque, soprattutto per la tua determinante figura, una significativa affermazione che, ora, dovrai mettere a disposizione dei cittadini molisani (non solo dei tanti delusi) con una azione incisiva, determinata, forte nell’ambito del Consiglio regionale (dove sei in ottima compagnia con altrettanti validi e competenti amici dell’opposizione). Quindi opposizione costruttiva ma estremamente forte, coinvolgente e propositiva. Fermezza nell’azione di sindacato ispettivo e di controllo sul presidente e sull’esecutivo, con costante informazione all’opinione pubblica. Non tradire e non tradite le aspettative che circa 88.000 molisani hanno riposto in te e in voi. Forza e coraggio e grazie per averci portati ad un passo dalla sperata e attesa, da anni, eliminazione di una cappa di piombo in cui il Molise era immerso”.

4 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011

Mignelli (Cgil): “Le mani del governo nelle tasche dei più deboli” Dal segretario regionale un duro commento alle politiche dell’esecutivo nazionale Un Governo che mette le mani nelle tasche dei più deboli, lavoratori e pensionati, e che sferra tre attacchi mirati: il primo alle norme sul lavoro, dando il via libera al licenziamento, il secondo ai dipendenti pubblici, il terzo alle pensioni, senza indirizzare nessuna delle risorse da recuperare alla previdenza per i giovani. Questo il commento duro del segretario regionale della Cgil Molise, Erminia Mignelli, che nell’annunciare la partecipazione dei molisani alla manifestazione di oggi dello Spi, in piazza del Popolo a Roma, ha condannato i provvedimenti di un esecutivo colpevole di affrontare le questioni in maniera scor-

retta. Momenti critici per tutto il Paese, mentre impazza il tormentone della lettera alla Bce. “Il Governo farebbe bene – ha aggiunto la Mignelli - ad attuare una seria politica antievasione, introducendo la patrimoniale, a verificare e mettere fine agli sprechi della politica, ad attuare una gestione solidaristica del welfare che oggi, come tutti sappiamo, ricade per la maggior parte sulle spalle dei pensionati che soprattutto nel Molise e in tutto il mezzogiorno, fanno fronte alle drammatiche situazioni delle famiglie falcidiate dagli effetti, devastanti della crisi economica e dall’assenza di un Governo Nazionale sui problemi”.

Idv, via premier con nuova maggioranza

Ponte stretto: Misiti, sara' realizzato

ROMA, - ''Premetto che la prima cosa da fare e' quella di ridare immediatamente la parola ai cittadini. Ma prima occorre mandare via questo Governo. Con un po' di buona volonta' e responsabilita' reciproca, non solo delle forze dell'opposizione, ma anche di tutti quei parlamentari che hanno ancora a cuore le sorti del Paese si possono creare le condizioni per una maggioranza di governo alternativa.

ROMA - Il vice ministro Misiti precisa che ''nel dare il parere a nome del Governo'' alla mozione dell'IdV, ''ha proposto una riformulazione che escludesse il ricorso a fondi della societa' Stretto di Messina spa. La riformulazione non e' stata accolta ma si e' lasciata al governo la discrezionalita' di trovare tali fondi da varie fonti.


REGIONE In 60 nanosecondi hanno percorso i 730 chilometri che separano il Cern di Ginevra dal Gran Sasso. Il viaggio lampo dei neutrini – protagonisti dell’esperimento ‘Opera’ - che hanno superato la velocità della luce, al centro di un seminario tenutosi ieri mattina a Campobasso per gli alunni del liceo scientifico Romita. Relatore d’eccezione il ricercatore del Cern, Salvatore Buontempo. Proprio lo studioso, originario di Bojano, dice di andarci piano con i proclami: “La nostra non è una scoperta, ma una misurazione. Sono ancora in corso le analisi per verificare se ci siano stati errori nei calcoli”. In corso nuove repliche dell’esperimento. Il Cern, ora, ha modificato le condizioni del fascio di neutrini, che sarà più stretto e definito, consentendo una precisione più elevata. In corso misurazioni analoghe anche in Usa ed in Giappone. La scienza si muove con cautela nei confronti di un avvenimento dalla portata in-

Neutrini birichini

Dallo scompiglio portato nel mondo scientifico alla gaffe del ministro Gelmini Gli studenti del liceo Romita a lezione con un ricercatore molisano del Cern commensurabile, nel vero senso della parola. Un summit di scienziati si è riunito pochi giorni fa per valutarne le conseguenze. Per adesso, i ricercatori attendono. Neutrini birichini che hanno portato lo scompiglio nel mondo scientifico, tanto da spingere molti ad ipotizzare un superamento delle elaborazioni di ‘nonno’ Einstein. “Per carità – si schermisce Buontempo – nessuno vuole dare una spallata alla teoria della relatività, anche perché ci faremmo molto male – ironizza – La teoria della relatività è constatabile nella realtà, se non

Cooperazione tra realtà produttive, la ricetta di Astore per l’agricoltura molisana Il senatore nominato membro della commissione Agricoltura, detta i tempi della ripresa

CAMPOBASSO - Nuovo incarico per il senatore Giuseppe Astore a Roma. Dopo la presenza all’interno delle commissioni Sanità e Inchiesta su servizio sanitario nazionale, il rappresentante del gruppo misto Partecipazione democratica, ha incassato anche l’ingresso nella commissione Agricoltura e produzione agroalimentare di palazzo Madama. “Pur essendo già impegnato in due commissioni - ha commentato Astore – ho accettato questo ulteriore incarico nella consapevolezza che il settore agricolo e agroalimentare costituisce un importante volano dell’economia molisana”. Agricoltura come motore e ancora di salvezza in “un momento di forte crisi economica, quale quello attuale. Il comparto deve essere messo in grado di dare risposte concrete in termini di competitività, occupazione e sicurezza alimentare”. In tal senso diviene indispensabile, conclude il senatore, “instaurare da subito uno stabile rapporto di collaborazione con categorie produttive e organizzazioni sindacali regionali per un proficuo lavoro congiunto”.

fosse esatta – ha spiegato agli studenti – non funzionerebbero nemmeno i telefoni cellulari o il tom – tom”. Neutrini due volte birichini: hanno indotto il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini ad una gaffe epocale, la costruzione del tunnel che collega il Cern con il Gran Sasso, finanziata con 45 milioni di euro. Buontempo svela l’arcano: un tunnel esiste, è lungo solo un chilometro e serve per il decadimento delle particelle che producono i neutrini. Quello sì che è stato finanziato dall’Italia con i famosi 45 milioni di euro.

Ponte sullo Stretto, stop ai fondi grazie a Di Pietro Passa alla Camera una mozione che obbliga l’esecutivo a sopprimere il finanziamento della discussa opera pubblica

ROMA – Stop ai fondi dello Stato per il ponte sullo Stretto. Il governo Berlusconi assumerà questo impegno dopo che la Camera ha approvato una mozione dell’Idv sul trasporto pubblico locale. Niente più finanziamenti dunque, nonostante lo scorso 16 ottobre il ministro delle Infrastrutture avesse detto che il ponte sullo Stretto di Messina sarebbe stato realizzato “a pre-

scindere dall’eventuale finanziamento della Ue, in quanto le risorse per il manufatto saranno reperite sul mercato, come previsto dal piano finanziario allegato al progetto definitivo. Il ponte - aveva puntualizzato il titolare del dicastero, Altero Matteoli - per il governo resta una priorità essenziale per lo sviluppo del sistema dei trasporti dell’Italia”.

La mozione, approvata con l’astensione della maggioranza, aveva ricevuto parere favorevole da parte del governo, nonostante l’Idv non avesse accolto le modifiche chieste dal viceministro Aurelio Misiti. L’ok ottenuto dai dipietristi obbliga i ministri a sopprimere lo stanziamento pari complessivamente a 1 miliardo e 770 milioni di euro.


CAMPOBASSO Furti di rame, altro colpo nella notte Ladri ancora in azione: trafugati ottanta metri di oro rosso TERMOLI - Hanno sfruttato la complicità del buio per colpire. Nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi i ladri di ‘oro rosso’ sono tornati alla carica in basso Molise, prendendo di mira la cittadina di Termoli: ottanta i metri di cavi in rame che i malfattori hanno trafugato dal sistema di illuminazione pubblica posto nei paraggi della

Negli ultimi tempi in aumento le denunce per furto e smarrimento di bovini

Ipotesi macellazione clandestina, indaga la Forestale Svolta dopo le investigazioni dei berretti verdi: possibili novità a breve CAMPOBASSO - Clamorose indiscrezioni filtrano dal comando provinciale del Corpo forestale dello Stato. Nuovi ed inattesi sviluppi, infatti, potrebbero esserci dietro le indagini che nei giorni scorsi hanno portato i berretti verdi a sanzionare pesantemente un’azienda agricola (17mila euro l’importo dell’ammenda) del capoluogo per omessa custodia di animali, mancanza di documentazione per il trasporto l’identificazione degli stessi, mancata esecuzione dei controlli sierologici per malattie infettive per equini previsti dai servizi veterinari e violazione nella tenuta dei registri di stalla. I risvolti investigativi in mano agli inquirenti, infatti, porterebbero a supporre l’esistenza di un vero e proprio giro d’affari strutturato attorno alla macellazione clandestina, in partico-

lare quella di cavalli di razza. Un sospetto che giustificherebbe la preoccupante escalation di furti e smarrimento di equini verificatisi negli ultimi tempi in Molise; un fenomeno che sembra riguardare anche ovini e bovini. Ma c’è di più. Perché i serrati controlli condotti dalla Forestale negli allevamenti locali hanno evidenziato come in molti casi siano misteriosamente scomparsi anche i passaporti degli animali; un fattore che avrebbe favorito anche gli scambi di identità tra il bestiame. Circostanza che, anche in questo caso, avvalorerebbe le teoria della presenza di un circuito clandestino della macellazione. Intanto, l’azienda ispezionata nei giorni scorsi è tutt’ora sottoposta ad ulteriori controlli che interesserebbero in particolare ovini e bovini”.

rotonda del Sinarca. Il tutto senza destare il minimo sospetto: terminato il blitz, infatti, i furfanti sono riusciti ad allontanarsi dalla zona senza lasciare traccia del loro passaggio. I cavi elettrici scoperti sarebbero stati notati da un passante solo diverse ore più tardi, quando ormai i malviventi

erano già lontani: sul caso indagano adesso le autorità. Numerosi i furti di rame che si stanno verificando negli ultimi tempi nell’hinterland bassomolisano: un’escalation che sembra preoccupare - e non poco – contro cui le forze dell’ordine continueranno a vigilare con attenzione anche nelle prossime ore.

In auto senza patente, scatta la denuncia Nei guai una napoletana 37enne: non aveva mai conseguito il documento di guida SAN MARTINO IN PENSILIS - Si era messa alla guida di un’auto pur non avendo mai conseguito la patente: una ‘bravata’ pagata a caro prezzo da T.A., 37enne napoletana domiciliata a San Martino in Pensilis. Beccata dai carabinieri della stazione locale, la donna è stata denunciata. Sempre a San Martino in Pensilis, i militari hanno intercettato due pregiudicati rumeni C.M. e S.M., rispettivamente di 48 e 25 anni, mentre si aggiravano nel centro abitato con fare sospetto: per loro – entrambi residenti a Francavilla al Mare – è stato richiesto il foglio di via obbligatorio. A finire nei guai anche un 31enne di Lanciano, denunciato dai carabinieri di Gambatesa per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità: S.N. – queste le iniziali dell’uomo - avrebbe infranto il regime di liberta vigilata cui era stato sottoposto. Un controllo effettuato dagli uo-

mini dell’Arma ha infatti colto il giovane fuori dalla struttura della casa famiglia entro cui avrebbe dovuto scontare la misura di sicurezza. Operazione anche a Portocannone, dove il Nas di Campobasso ha sequestrato circa 35 chili di carne congelata in seguito ad un’ispezione condotta presso un esercizio pubblico del posto: gli alimenti erano infatti stati surgelati con attrezzature non idonee e non autorizzate. Per la titolare dell’attività è inevitabilmente scattata la denuncia in stato di libertà.

Sequestro del CfS a Piana Perrone, interviene il Wwf GUARDIAREGIA – La notizia del sequestro operato dalla Forestale sui 62 ettari di bosco in località Piana Perrone non ha lasciato indifferente il Wwf. In un comunicato ufficiale l’organizzazione, che gestisce la riserva naturale di Guardiaregia, ha detto di monitorare la situazione, sottolineando la decisione di ricorrere “a tutti gli strumenti legali e amministrativi per tutelare l’area e la corretta utilizzazione delle risorse” qualora dovessero essere confermata l’esistenza di abusi “rispetto a quanto previsto dal piano di taglio approvato” .

Ad allarmare il WWF, inoltre, la possibilità “eventuali tagli a danno di esemplari diversi da quelli indicati come idonei al taglio. Il non rispetto delle autorizzazioni e delle indicazioni dell’ente deputato alle valutazioni di carattere scientifico, comporterebbe un gravissimo danno per il patrimonio naturale del territorio (…)”. A breve, l’organizzazione “inoltrerà una nota ai Comuni, alla Comunità Montana e al CFS in cui verrà sollecitato un piano di coordinamento dei tagli ancora previsti in modo da armonizzarli all’interno del programma di gestione della riserva naturale”.

7 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011


CAMPOBASSO Usura, Salvatore risponde al giudice Il molisano sottoposto agli arresti domiciliari ieri è comparso dinanzi il gip Pepe ed il pm Papa E’ toccato a Benito Salvatore, ieri, comparire dinanzi al gip Teresina Pepe ed al pubblico ministero Fabio Papa. Nella tarda mattinata, nel Tribunale di Campobasso, si è svolto l’interrogatorio di garanzia del molisano agli arresti domiciliari, finito nelle maglie della giustizia per fatti relativi a reati di usura. Per il 31enne, la Pepe ha escluso l’associazione a delinquere, il riciclaggio e l’estorsione. Dunque, ieri, Salvatore, assistito dall’avvocato Mariano Prencipe ha risposto alle domande del giudice fornendo una propria versione dei fatti e precisando la presenza di alcuni errori nell’interpretazione delle intercettazione raccolte dagli inquirenti. Parrebbe infatti che più volte sia stato indicato uno dei Germino quale interlocutore di Salvatore, ma che in realtà non si trattasse di lui.

In ogni caso, l’avvocato Prencipe è pronto a presentare una richiesta di attenuazione della misura a carico del suo assistito. Nei giorni scorsi, invece, Carlo ed Antonio Germino (66 e 33 anni), padre e figlio originari di Napoli e residenti nel matesino, attualmente reclusi nel carcere del capoluogo con l’accusa,oltre che di usura anche di estorsione e riciclaggio, difesi dall’avvocato Alfonso Mainelli si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Stessa posizione pure per la convivente di Carlo Germino. La donna è giunta in Tribunale dopo essere stata colpita dal provvedimento di allontanamento dalla regione. L’operazione è stata condotta dagli uomini del Gico della Guardia di Finanza. Le indagini hanno preso il via lo scorso

Crollo ad Oratino, a novembre le prime discussioni Sono previste per il prossimo 22 novembre la requisitoria del pubblico ministero e l’arringa della parte civile. Poi toccherà discutere agli avvocati della difesa. Entro Natale verrà pronunciata la sentenza sul crollo della palazzina di Oratino. A ribadirlo, ieri, il giudice monocratico Maria Rosaria Rinaldi durante l’udienza del processo che vede imputati per omicidio e disastro colposo due persone: il proprietario dell’appartamento in cui era stato lasciato aperto il rubinetto del gas che ha provocato l’esplosione e l’inquilino della stesso, difesi rispettivamente dagli avvocati Cecanese e Prencipe. Era la notte del 1° novembre 2006 quando fu udito il boato. Un rumore assordante che svegliò l’intero paese, con echi anche fino a Campobasso. Due abitazioni ridotte in macerie, una terza lesionata e poi abbattuta per motivi di sicurezza. La vittima, la 73enne vedova Giovanna Testa, fu sorpresa nel sonno e nonostante fu estratta ancora viva dalle rovine morì poco dopo in ambulanza a causa delle gravi ferite riportate. Solo per un caso il bilancio dell’incidente non fu più grave. Non era rientrata a casa una ragazza del capoluogo che si era intrattenuta in città a casa dei genitori. Nel palazzo di Giustizia di viale Elena, ieri, ascoltati tre vigili del fuoco giunti sul posto dopo lo scoppio. Hanno ripercorso le modalità degli interventi e descritto le macerie. L’avvocato Cecanese ha inoltre chiesto l’acquisizione di un dvd realizzato dal proprio assistito e contenente le immagini dei primi interventi dopo il crollo

L’avvocato Mariano Prencipe

Provincia, scontro De Matteis - Fanelli Il presidente replica alle accuse del consigliere d’opposizione: “La Fanelli? Sappiamo che non è uno scienziato” CAMPOBASSO - Speculare sarebbe stato facile. Promettere mare e monti anche. De Matteis, invece, dice di esser stato concreto e realista: “La Provincia non può strafare. Possiamo solo lavorare d’intesa con la Regione”. L’argomento è ancora il documento programmatico presentato in consiglio provinciale. Linee guida di sviluppo che avevano fatto storcere il naso all’opposizione. “Imbarazzante”, aveva sentenziato il consigliere Micaela Fanelli: “Non abbiamo capito cosa vogliono fare”. “Imbarazzante? Beh, che il consigliere non sia uno scienziato non ne avevamo alcun dubbio”, la replica di Rosario De Matteis. Nessun giro di parole. Il presidente affronta di petto l’avversario politico ricordando alla Fanelli che “farebbe bene a guardare prima dentro casa sua dove c’è il nulla”. Il riferimento è al comune di Riccia, lì dove il consigliere ricopre il ruolo di primo cittadino. Un comune che “sembra commissariato” ed un sindaco che “forse sperava in altri risultati alle regionali”. Risultato per cui il centrosinistra di Frattura aveva iniziato ad esultare prima della chiusura dello spoglio. I festeggiamenti per “la vittoria di Pirro per Frattura, o meglio la sconfitta dei voltagabbana”, insegnano: meglio attendere ed avere certezze. Così il presidente, da “amministratore cauto”, ha aspettato la vittoria di Iorio per dar vita “ad un processo di interventi nei settori delineati in consiglio”.

L’Unità d’Italia in un sorso di vino Oggi la degustazione organizzata dall’Onav nella sala della Costituzione di palazzo Magno CAMPOBASSO – L’organizzazione nazionale assaggiatori vino (Onav) di Campobasso, in occasione delle celebrazioni dei festeggiamenti dei 150 anni dall’unità d’Italia, intende raccontare l'evento attraverso una degustazione

anno, quando un noto professionista del capoluogo, il notaio Fiorita Puzone fu arrestato dai militari del Nucleo Polizia Tributaria per peculato: non versava infatti all’Erario imposte raccolte dai clienti nell’ambito dell’attività condotta dal proprio studio. Nei mesi successivi, nonostante il caso sembrasse chiuso, i finanzieri hanno comunque approfondito il contesto di quella vicenda scoprendo che il notaio era rimasto vittima di un sodalizio criminale, in parte già noto alle forze dell’ordine. Mesi di controlli serrati, supportati anche da accertamenti tecnici, riscontri bancari e documentali, nonché pedinamenti anche fuori regione, hanno visto chiudere il cerchio attorno all’organizzazione che applicava interessi dalle percentuali esorbitanti, dal 100 al 400%.

guidata dei vini. L’iniziativa oggi alle 17, nella sala della Costituzione di palazzo Magno. I vini, in quanto legati a personaggi o luoghi, per antonomasia hanno fatto l'unità del paese. Basti pensare alla Tintilia, simbolo della nostra iden-

Quindi, prosegue De Matteis, “non credo di aver presentato un documento vuoto; ho solo relazionato mostrando saggezza e prudenza”. Prudenza di chi non è “abituato a fare proclami per abbindolare la gente, ma a lavorare con i fatti”. I capitoli di spesa da utilizzare, la provenienza dei finanziamenti o l’elencazione dei progetti, dunque, per De Matteis sono dettagli da definire con la Regione. E le obiezioni della Fanelli? Il presidente chiosa: “ Che si rassegni a 5 anni di amministrazione Iorio, a 5 anni di amministrazione De Matteis e ammaini la vela per il comune di Riccia”.

tità regionale o al Barolo, legato al conte Cavour e il Chianti, che richiama la figura di Bettino Ricasoli, presidente del primo parlamento italiano. Il vino Cesanese d'Olevano Romano è invece legato ad Olevano Romano. Immancabile il Marsala, vino per eccellenza del Re. Ben cinque vini che racchiudono la storia di una nazione. Durante la manifestazione, verranno consegnate le tessere Amico Onav a tre personalità regionali vicine e sensibili alle problematiche del qualità e del gusto.

9 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011


SPETTACOLI Abraxas, Altrotheatro e Compagnia stabile del Molise attive con nuovi corsi

Attori, quale futuro lavorativo? Scuole e laboratori di teatro creano nuove aspettative di Charles N. Papa Scuole e laboratori di teatro in Molise, creano illusioni o forgiano gli attori di domani? Evidentemente creano si illusioni, ma sulle quali i futuri artisti dello spettacolo si posano aspettando il momento giusto. Insomma, come dire che in regione non vi sono sbocchi lavorativi, se si va via si può avere qualche chance in più, altrimenti si resta qui e ci si accontenta delle briciole (se ve ne sono). Le opportunità che si creano in Molise, grazie alla volontà di attori che mettono a disposizione la loro preparazione, vanno colte comunque, perchè la preparazione deve farsi largo nel mare dell’improvvisazione che impera in molti luoghi d’arte. Il difficile è farlo diventare poi, un vero lavoro. Ma vediamo dove potersi recare per apprendere i rudimenti dell’arte da palco. A Santa Croce di Magliano sono iniziati i corsi teatrali tenuti da Nicola Macolino, suddivisi per età 7/13, 14/25 e adulti. A Termoli la compagnia l’Altrotheatro diretta da Ugo Ciarfeo, terrà le audizioni per gli iscritti al nuovo corso di recitazione, il 7 novembre. A Bojano la Compagnia stabile del Molise, ha dato il via alla scuola di recitazione per teatro, cinema e fiction lo scorso 25 ottobre. Varie ed interessanti le sezioni. Laboratorio weekend sul comico con Maria Di Biase e Corrado Nuzzo, scenotecnica e scenografia con Edoardo Di Iorio, canto con Mariagrazia Lombardi, teatro/danza con Luciano D’Ambrosio. I corsi andranno avanti sino a giugno 2012. Come si evince dunque da questa piccola panoramica, l’abbrivio per entrare nel mondo dello spettacolo c’è, poi però, chiediamoci ancora: dove poter dare visibiltà della propria preparazione?

Live

Edizione speciale di BiblioTech per Steve Jobs

ISERNIA - Questa sera live alla birreria Holzhaus live di Eva mon amour. La band di Velletri, insieme dal 2008, è composta da: Emanuele Colandrea, Corrado Maria De Santis, Fabrizio Colella. Giugno scorso è stato pubblicato il loro “La malattia dei numeri”. Ingresso libero dalle 21.00.

CONCERTO CAMPOBASSO - Gli eventi culturali al dopolavoro ferroviario, si compongono di musica e teatro per la stagione 2011/12. Dopo l’inaugurazione la settimana scorsa con lo spettacolo “Naples”, questa sera ci sarà il live dello Standard time quartet. Il gruppo è formato da Pino De Vivo (sax), Marco Mancini (piano, foto), Danilo De Vivo (contrabbasso), Donato Cimaglia (batteria). Al termine dell’esibizione, jam session aperta a tutti, basta dunque portare uno strumento per potersi esibire.

10 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011

Disco CAMPOBASSO - Oggi al Move club di via Garibaldi disconight. ISERNIA - Stasera al discobar La strada è Friday night party. CAMPOBASSO - Oggi il Red Passion inuagura il venerdì caraibico. CAMPOBASSO - Oggi e domani Re:groove al Cafè Prestige.

Orchestra CAMPOBASSO - Domani terzo appuntamento per la stagione concertistica al teatro Savoia. Alle 18.30 si esibiranno gli Archi dell’orchestra filarmonica di Torino.

CAMPOBASSO - Decima uscita per BiblioTech, la rassegna stampa quindicinale prodotta dalla Biblioteca provinciale Albino di Campobasso e scaricabile dal web site della struttura gratuitamente in formato pdf. Un numero speciale, una vera special edition, questa nuova uscita completamente dedicata a Steve Jobs, per ricordarne la vita e soprattutto il lavoro da innovatore creativo e tecnologico.Tra le novità presenti in queste nove pagine di BiblioTech sarà possibile trovare l'applicazione dei codici QR all'interno della rassegna, per permettere a chi vorrà, di approfondire attraverso video e altri contenuti multimediali visualizzabili sempre gratuitamente attraverso il proprio smartphone, le principali tappe della carriera del creatore del marchio Apple.

FLASH LARINO - Domani al Royal green pub live di Massimo Coppola quartet. ROCCARASO - Lunedì 31 ottobre, al palaghiaccio, concerto di Amii Stewart. CAMPOBASSO - Halloween al Ragnarok con live dei Ninive e djset Invernomuto. CAMPOBASSO - Per la serata di Halloween la discoteca Alexander presenta dj Provenzano da M2o (foto). CAMPOBASSO - Lunedì 31 al Red Passion animazione speciale con MT Lover.

A Madrid i Coldpaly con il nuovo disco

Linda Lovelace non sarà la Wilde

Tra una conferenza stampa e un concerto tra migliaia di farfalle colorate, i Coldplay hanno presentato a Madrid il nuovo album "Mylo Xyloto". Chris Martin e soci se ne fregano di critiche e accuse e rispondono con un album paragonato a "una torta al cioccolato che non fa ingrassare” e l’unico rimedio è l’amore.

E' super impegnata, ma non vestirà i panni di una pornostar. Nonostante subisca il fascino del personaggio di Linda Lovelace, Olivia Wilde - dopo i rumors assicura che non farà un biopic sulla vita della pornodiva di "Gola Profonda". Sembra infatti che alla fine, presa da mille progetti, l'attrice abbia deciso di rinunciare alla parte.


ANNO IV - N° 245 - VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO AD AGOSTINO IANNELLI

L'oscar oggi lo assegniamo al capitano dei vigili urbani di Isernia, Agostino Iannelli, che è stato nominato vicecomadante del corpo di polizia municipale del capoluogo pentro. Prenderà il posto di Giulio Castiello, il comandante, ogni qualvolta quest'ultimo sarà assente. E non è cosa da poco perchè ricordiamo, ad onore e merito dell'emulo del notaio-poeta Gamberale, che Castiello ha un agenda fitafitta di impegni. Infatti Melogli lo ha nominato, grazie al suo curriculum professionale, capo dell'ufficio ambiente, capo del Suap, capo del settore commercio, capo ecc. ecc. ........ In pratica Castiello e il Comune sono la stessa cosa. Lui fa tutto e bene, ma quando non c'è, non c'è. Per questo ha promosso Iannelli a cui va il nostro oscar.

IL TAPIRO DEL GIORNO A NICANDRO COTUGNO

ISERNIA

VENAFRO

ISERNIA

Forze armate a confronto con gli studenti su sicurezza e unità nazionale A Nicandro Cotugno, sindaco traballante di Venafro, che per salvarsi la poltrona pensa bene di aprire la sua maggioranza al Patto, la lista civica di minoranza che fa riferimento ad Aldo Patriciello. Cotugno ha capito che gli amici di una volta lo hanno scaricato, alle regionali, votando e facendo votare Scarabeo, e per questo vorrebbe mandarli via dalla giunta, ma ha bisogno di un sostegno in consiglio. Ed ecco che viene fuori il Patto, disponibilissimo a fare da stampella. Tapiro a Cotugno perchè pensa che Patriciello lo aiuterà a salvare la testa. Povero illuso. Merita il tapiro.

Servizi comunali, D’Achille (Idv) punta il dito contro la maggioranza: “Perdete tempo” A PAG. 15

Alla scuola San Pietro Celestino visite oculistiche gratuite A PAG. 15

A PAG. 15

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Probabile un rimpasto di giunta. Anche a Venafro Cotugno pensa di “sfiduciare” i franchi tiratori

Provincia, scocca l’ora della resa dei conti Dopo la marea di voti incrociati alle Regionali il presidente Mazzuto pronto a punire i “traditori” ISERNIA. Archiviate le Regionali, scocca l'ora della resa dei conti in vari enti dell'isernino. Il voto del 16 e 17 ottobre ha causato tanti mal di pancia. E i nodi stanno per arrivare al pettine. I vari “tradi-

Nicandro Cotugno

menti”, i conseguenti voti incrociati e l'imminente trasloco dei consiglieri eletti verso Palazzo Moffa rischiano di provocare veri e propri scossoni. Le prime “bombe” potrebbero scoppiare a Venafro. Il sindaco Nicandro Cotugno non ha nascosto al propria delusione per il suo risultato elettorale. Ha preso molti meno voti del previsto. Si è sentito tradito dalla sua stessa maggioranza. Ed ora medita di procedere con un rimasto di giunta. In parole povere potrebbe mettere alla porta chi a suo avviso non ha tirato l'acqua al mulino del primo cittadino. Cotugno dovrebbe comunque mantenere in mano le redini della maggioranza. Perché la rafforzerebbe con l'ingresso del gruppo guidato dall'ex sindaco Vincenzo Cotugno. Magari affidando un assessorato a uno dei nuovi alleati. Del resto il riavvicinamento tra Patriciello e Iorio c'è

stato a livello regionale, ragion per cui è tutt'altro che fantapolitica immaginare la ricucitura dello strappo anche a Venafro. Altro esecutivo a rischio è quello dell'Amministrazione provinciale. L'addio dell'assessore Mimmo Izzi, eletto consigliere regionale, scatenerà inevitabilmente una guerra di successione. A questo punto il presidente Luigi Mazzuto potrebbe cogliere la palla al balzo e azzerare l'esecutivo. Anche in questo caso qualcuno potrebbe ritrovarsi senza poltrona. Il sospetto è che anche nella stanza dei bottoni di via Berta qualcuno si sia cimentato con il nuovo sport diventato di moda grazie a Frattura: il tiro al voto incrociato. Ma ora che il gioco è stato scoperto potrebbe arrivare il benservito. Sotto “osservazione” vi sono due autorevoli esponenti della maggioranza. Dovrebbe invece restare tutto invariato al Co-

A Isernia e Venafro confronto tra studenti e rappresentanti delle forze armate

Sicurezza e unità nazionale, incontri nelle scuole VENAFRO. Ieri mattina una rappresentanza delle Forze Armate del Molise, (Ten.Col. Visidoro Tella del Comando Provinciale Carabinieri di Isernia, Ten. Col.Lino Padula del Comando Militare Regionale Esercito di Campobasso e Cap. Marabese Massimo del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Isernia), hanno incontrato gli studenti delle classi superiori dell’istituto comprensivo “A.Giordano” di Venafro, nell’ambito delle iniziative intraprese dal Ministero della Difesa per celebrare le imminenti ricorrenze del 4 e 6 novembre 2011 concernenti il “Giorno dell'Unità nazionale e giornata delle forze armate”. Gli Ufficiali ricevuti dal capo dell’Istituto, Franco Capone, hanno tenuto una conferenza sul tema della prima Guerra Mondiale ripercorrendo le tappe storiche del conflitto sino alla vittoria

e al “Milite Ignoto”. Nel contesto hanno evidenziato altresì alcuni aspetti fondamentali per far conoscere agli studenti le Forze Armate, gli importanti compiti che esse assolvono nei vari teatri operativi in operazioni di mantenimento della pace nel mondo ed i compiti di pubblica sicurezza, di

polizia giudiziaria e di polizia tributaria ed economica che l’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza svolgono permanentemente sul suolo Patrio a favore della collettività. Un analogo incontro si era tenuto a Isernia con gli studenti dell’Istituto Tecnico Statale “E.Fermi”.

Isernia, visite oculistiche gratuite alla scuola San Pietro Celestino ISERNIA. Prosegue la campagna per la prevenzione oculistica gratuita nelle scuole dell’infanzia “Occhio ai bambini”. Sabato appuntamento a Isernia con le scuole San Pietro Celestino e San Lazzaro. Il medico oculista Isabella Formichelli e l’ortottista Angela Antignani visiteranno gratuitamente i piccoli dai 3 ai 6 anni sull’Unità Mobile Oftalmica dell'Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità – sezione italiana;

che promuove e cura l’iniziativa anche quest’anno in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti di Isernia. Il fine principale della campagna è preservare la salute visiva dei bambini grazie a screening oftalmici precoci. Così possono individuare tempestivamente eventuali disturbi e malattie oculari che altrimenti potrebbero compromettere irrimediabilmente lo sviluppo dell’apparato visivo.

mune di Isernia: anche in questo caso il sindaco, Gabriele Melogli, ha dovuto sorseggiare l'amaro calice della mancata elezione a Palazzo Moffa. Diversi consiglieri hanno fatto meglio di lui. Ma il suo mandato è ormai agli sgoccioli. Un'eventuale crisi nelle fila della maggioranza servirebbe a poco. Al massimo potrebbe finire per indebolire la coalizione. Per questo l'assessore Rosa Iorio, ha invitato tutti alla calma e a lavorare uniti in vista dell'elezione del nuovo sindaco della città, in agenda nella primavera del 2012.

Luigi Mazzuto

D’Achille (Idv) all’attacco

“Servizi comunali, maggioranza irresponsabile” ISERNIA. Sulla gestione di alcuni importanti servizi comunali, interviene il consigliere comunale dell'Idv Maria Teresa D'Achille. Che accusa la maggioranza di perdere tempo, senza preoccuparsi di rinnovare gli accordi o di trattare condizioni più favorevoli per l'ente. Il riferimento è alla gestione dei parcheggi, della riscossione dei tributi, della nettezza urbana e dello sportello Suap. “Per quanto riguarda la Metropark – afferma - il prossimo 11 novembre scadono i termini di preavviso per la disdetta della Convenzione per la gestione della sosta cittadina a pagamento. La Convenzione siglata nel 2004 ha durata di otto anni ma un anno prima della scadenza, quindi agli inizi di novembre 2011, va presentata la disdetta se si intende rescindere il contratto. Rescissione, o comunque modifiche sostanziali, che sono state richieste a più riprese nel corso di questi anni in quanto la Convenzione è poco retributiva con irrisorie percentuali di introiti per il Comune e comunque senza alcun canone annuo minimo garantivo; sono previste poche aree per la sosta lunga, assenza di agevolazioni per residenti, pendolari e chi svolge attività lavorativa. Nel 2008 sono state apportate modifiche integrative minime in cambio di ulteriori soste blu concesse a Metropark. Inoltre, in relazione a tale Convenzione non è stato affrontato il problema dell’acquisizione dell’attuale area Terminal di proprietà Fs. Così come non è stato ancora risolta la questione della trasformazione complessiva dell’area stazione mediante acquisizione. A giorni scadono i termini del preavviso e il Consiglio, come sempre, è ignaro di tutto”. In scadenza, dice ancora la D'Achille anche la gestione del servizio Tributi. Ma anche i questo caso in consiglio non se n'è più discusso. Lo stesso dicasi per la gestione dei rifiuti. Né si sono avute risposte – dice l'esponente dell'Idv – a proposito delle richieste di verifica del funzionamento del servizio Suap (sportello attività produttive). “Questa maggioranza di centro-destra, esautorando il ruolo del Consiglio, si rifiuta di affrontare argomenti importanti per la vita amministrativa e i servizi della città. Tale atteggiamento non è più sopportabile in quanto sono problematiche che si protraggono ormai da tempo. Le responsabilità sono in primo luogo di Sindaco e Giunta ma anche di quei consiglieri che sinora hanno avallato o subito l’operato dell’esecutivo tranne alcuni casi eclatanti in cui hanno alzato la voce”.

Isernia, Agostino Iannelli nominato vice comandante dei Vigili urbani ISERNIA. A Isernia, il comandante della polizia municipale, Giulio Castiello, ha nominato suo vice il capitano Agostino Iannelli, che lo sostituirà ogni qualvolta Castiello non potrà esercitare le proprie funzioni. Si tratta di una nomina destinata a dare nuovo impulso al corpo di polizia municipale, che con l'arrivo di castiello è stato riorganizzato. Il comandante ha in primis cercato di rimediare alla carenza di personale. Ora in questa operazione di “rilancio” ha deciso di farsi affiancare da una persona competente e di fiducia.


TERMOLI Romano ha risposto all’interrogazione presentata dal gruppo dell’Idv

Zuccherificio, il ministro spiega i ritardi degli aiuti La riduzione delle risorse finanziarie del fondo per le aree sottoutilizzate ha comportato una minore disponibilità delle somme da ripartire

Di Giuseppe: l’Agea eroghi le risorse in bilancio

riguardo, devo puntualizzare che la riduzione delle risorse finanziarie del Fondo per le aree sottoutilizzate, ad opera della manovra estiva, ha comportato una minore disponibilità delle somme da ripartire. Ho, pertanto, ritenuto necessario e prioritario, nei giorni scorsi, avviare una verifica con il Ministero per i rapporti con le Regioni e per la coesione territoriale, nonché con la Ragioneria Generale dello Stato al fine di chiarire l'importo delle risorse finanziarie realmente disponibili”. Il Ministro ha volto evidenziare che la questione sugli aiuti nazionali al settore bieticolo - saccarifero è stata da lui riportata all'attenzione del Comitato interministeriale bieticolo saccarifero a Palazzo Chigi nell'ultima riunione che si è tenuta lo scorso 12 Ottobre. “In quella sede – ha concluso Romao -, peraltro, ho già espresso l'intendimento di presentare al Governo una proposta normativa, da inserire nel primo provvedimento legislativo utile, che consenta all'Agenzia per le erogazioni in Agricoltura di sbloccare le risorse già presenti sul proprio bilancio (per l'importo di 21 milioni di euro) da erogare in favore del settore bieticolo – saccarifero”.

All’intervento del ministro Romano ha replicato prontamente l’onorevole Anita di Giuseppe per nulla convinta delle precisazioni dette in aula. “Non sono assolutamente soddisfatta della sua risposta Ministro, ma ancor meno lo saranno i dipendenti degli zuccherifici rimasti in vita. Non sono qui a stigmatizzare i dubbi che riguardano la situazione societaria dello Zuccherificio del Molise, devo invece sottolineare che già chi lo ha preceduto , Ministro , era a conoscenza di quanto fossero importanti quegli aiuti di Stato, ammontanti a 86 milioni di euro, per gli stabilimenti rimasti in attività. Diversi sono stati gli emendamenti e gli ordini del giorno presentati dal Gruppo dell’Italia dei Valori su questo argomento e il 23 Marzo 2011 è stata approvata una Risoluzione in Commissione Agricoltura scaturita dalla certezza che AGEA , o meglio nel bilancio di questa Agenzia, fosse presente la somma di 21.624.066 euro destinati al settore bieticolo - saccarifero. Desidero farle presente che il socio privato ha deciso di licenziare in un mese e mezzo ben 207 dipendenti, se al privato questo può non interessare, di contro è compito del governo centrale, ma anche regionale, profondere il dovuto impegno per fare in modo che vengano mantenuti i posti di lavoro. Oggi lei mi dice che ha avviato una verifica per accertare l’importo delle risorse finanziarie disponibili. Siamo ancora a “caro amico”, mi auguro che questa sua verifica duri il tempo di un lampo perché, ripeto, è anche suo dovere assicurare che lo Zuccherificio del Molise rimanga in attività come è suo dovere adoperarsi per il mantenimento dei posti di lavoro. Non basta Ministro esprimere l’intendimento di presentare al Governo una proposta normativa, bisogna far erogare all’AGEA le risorse in bilancio”.

Lo Zuccherificio del Molise, al pari degli altri ancora in attività sul territorio nazionale, non ancora riceve gli aiuti finanziari nazionali. A tal proposito gli onorevoli dell’IdV Antonio Di Pietro e Anita Di Giuseppe hanno presentato una interrogazione a risposta urgente, alla quale ha risposto in aula a Montecitorio il ministro Francesco Saverio Romano. E il ministro, entrando anche nel merito della crisi del settore bieticolo – saccarifero, ha illustratole motivazioni che hanno impedito di dare seguito all'impegno del Governo per la

completa e definitiva erogazione degli aiuti nazionali destinati al settore, per le campagne 2009 e 2010. Romano ha spiegato che il fabbisogno economico per l'attuazione delle misure in argomento è stimato complessivamente in 85 milioni di euro. La relativa copertura finanziaria è stata individuata per un importo di 64 milioni di euro, a valere sulle risorse del Fondo per le aree sottoutilizzate e per i restanti 21 milioni di euro nelle dotazioni di bilancio dell'AGEA. “Con delibera CIPE – ha detto il Ministro - è stato assegnato il primo stanziamento di 64 milioni di euro. Al

L’amministrazione comunale presenta il progetto Educanziano MONTENERO DI BISACCIA – L’assessore alle Politiche Socio - Sanitarie Gianfranca Marchesani, a nome dell’Amministrazione comunale, ha presentato alla cittadinanza il progetto “Educanziano”. L’iniziativa è stata illustrata nel corso di un incontro pubblico che si è tenuto nella Sala Consiliare. Presenti all’iniziativa, oltre a Marchesani, il responsabile del progetto Francesco Basilico, le psicologhe che accompagneranno e guideranno gli anziani nel corso dei prossimi mesi e le assistenti sociali dello Sportello sociale alla cittadinanza e del Servizio sociale professionale del Comune di Montenero. L’incontro è servito per far conoscere nei dettagli il progetto che mira a fornire elementi di base per la riabilitazione della memoria e dell’attenzione, per l’educazione alimentare, per l’educazione informatica di base, per la prevenzione degli incidenti domestici e per l’educazione al movimento. “Lo scopo di questo progetto – ha spiegato l’assessore Marchesani – è quello di far svolgere agli anziani di Montenero alcune attività, sicuramente semplici, ma che siano utili a migliorare la propria qualità di vita. Tutti gli anziani che desiderano ricevere ulteriori informazioni o che vogliono ancora iscriversi, possono farlo presso lo Sportello sociale alla cittadinanza del Comune di Montenero. Viste le numerose richieste, la fascia di età dei soggetti chiamati a partecipare è stata estesa dai 60 anni in poi, con un limite massimo di 80 partecipanti”. Nei prossimi due mesi ogni singolo anziano iscritto verrà contattato dai responsabili del progetto per un colloquio individuale propedeutico all’inizio delle attività, che sono comunque previste per il mese di Gennaio del 2012.

16 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011

Per il Bene Comune, domenica l’assemblea regionale GUGLIONESI - Domenica 30 Ottobre, presso il ristorante RiBo, a Guglionesi, dalle 13 alle 18 si terrà l'assemblea regionale del Molise del Movimento politico di liberazione “Per il Bene Comune”. “Alle recenti elezioni regionali – dichiara Monia Benini, presidente PBC – abbiamo assistito a un ritorno al passato, in Molise. Il PBC riparte da Guglionesi per liberare questa regione da Iorio e dai suoi cloni”. Il PBC, dopo l'assemblea nazionale di Torino, continua a coinvolgere i cittadini di ogni regione sulle proprie analisi politiche e sul nuovo statuto, consultabili sul sito ww.perilbenecomune.net, oltre alle proprie proposte operative. Durante i lavori Monia Benini e il portavoce nazionale, senatore Fernando Rossi, illustreranno le ragioni della svolta politica decisa dal coordinamento nazionale. Lunedì 31 Ottobre, inoltre, come ogni anno una delegazione del PBC si recherà presso il cimitero di San Giuliano di Puglia, per non dimenticare i 27 bambini e la loro maestra, vittime del terremoto del 2001. “Il nostro ricordo di quel giorno di dolore è anche un monito rispetto all'arroganza delle scelte umane”, afferma in merito Monia Benini.

Cassa integrazione ridimensionata alla Fiat TERMOLI – La direzione aziendale di Rivolta del Re ha avuto un incontro con le Rsu dello stabilimento e notificato il nuovo regime di cassa integrazione. Non sarà tutto il personale dello stabilimento a fermarsi ma i lavoratori dei reparti motori 8 e 16 Valvole. Lavoro

normale invece per gli addetti al reparto cambi che si fermeranno da domenica prossima al giorno di Ognissanti compreso. Dunque la Cassa integrazione, che in un primo momento doveva interessare l’intero stabilimento, è stata ridimensionata.


TERMOLI L’amministrazione esprime nuovamente il proprio dissenso sulla decisione dell’azienda

Poste Difesa Grande, il Comune: “No alla chiusura pomeridiana” TERMOLI - Nonostante la Giunta comunale di Termoli abbia espresso la propria contrarietà nei confronti della chiusura pomeridiana dell’ufficio postale di Difesa Grande, la Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni di Campobasso ha comunque ritenuto opportuno, a decorrere dal 24 Ottobre corso, sopprimere l’apertura pomeridiana della succursale di via degli Oleandri. Come già espresso nella nota stampa del 17 Ottobre, l’Amministrazione comunale non com-

prende come mai tale struttura, che da tre anni svolge sul territorio un servizio degno di merito nei confronti dell’utenza, senza nulla togliere al lavoro svolto dalla sede Centrale di Termoli e dalla succursale di via Madonna delle Grazie, si veda costretta a sopprimere l’offerta di un servizio così utile per i cittadini, recando altresì notevoli disagi non solo ai residenti della zona ma anche a tutti coloro che di esso si servono, essendo tale sede una valida alternativa agli uffici

centrali di via Mario Milano, che fino al mese di Giugno 2011 erano, unitamente alla succursale di Difesa Grande, gli unici a garantire l’apertura pomeridiana. Per questo motivo la Giunta comunale di Termoli esprime nuovamente il proprio dissenso nei confronti della decisione adottata dalla Direzione Generale delle Poste e Telecomunicazioni di Campobasso che andrà sicuramente a ripercuotersi sulle aspettative ed esigenze degli utenti del territorio.

Rimpasto in giunta comunale Le riflessioni di Maurizio Cicchetti

Consultorio, due giorni in piazza sull’affido familiare

TERMOLI - In merito alle questioni che stanno avvenendo in questi giorni a seguito delle elezioni regionali, dove, la città di Termoli ha espressamente manifestato il proprio malcontento nei confronti del governatore Iorio e di conseguenza nei confronti dell’amministrazione comunale, ho deciso di fare alcune considerazioni riguardanti l’eventuale rimpasto di Giunta che ritengo fondamentale ai fini della prosecuzione del governo della nostra città. Da primo dei non eletti e da giovane termolese che ha riportato un numero di consensi molto ampio tale da contribuire alla vittoria del Sindaco Di Brino e della lista “Il Popolo di Termoli” che “Vantava” ben due consiglieri (Di Giovine e D’Agostino) ed un assessore (Vergallo) ora mi chiedo e chiedo anche a costoro di quale gruppo facciano parte e con quale criterio abbiano scelto di creare e passare ad uno pseudo-gruppo “Noi Molise” che non ha alcun riferimento politico. Credo di poter affermare senza essere smentito che l’unica ragione sia la pura convenienza personale data la grande influenza che i gruppi hanno in seno al Consiglio tale da superare quella dei partiti e delle liste in barba ai più semplici principi di rappresentanza e di coerenza. Con questa affermazione non voglio dire che non sia lecito o giusto cambiare idea ,ci mancherebbe altro, quella è una prerogativa che lascio ad altri, solo che quando lo si fa per il proprio interesse ed in più senza una scelta di valori condivisa allora la cosa desta sospetto. Ritengo quindi che l’assessore al Turismo e allo Sport, eletta con lo sforzo mio e di altre ventisei persone con la lista civica “Il Popolo di Termoli” e successivamente approdata al gruppo “Noi Molise” e candidata in seguito alle elezioni regionali con la lista “Forza del Sud”non rappresenti più la parte dell’elettorato che le ha permesso di stare seduta su quella poltrona. Inoltre l’iniziale rinuncia al posto in Giunta da parte dei due consiglieri primi eletti della lista, Di Giovine e D’Agostino, non permette loro di accettare ad oggi un posto nell’esecutivo in sostituzione della Vergallo visto il problema della quota rosa e dell’incertezza più che giustificata di Fernanda De Guglielmo di far parte della Giunta. Quindi concludo ricordando al sindaco Di Brino che è stato eletto con gli sforzi di tante persone candidate nelle sue liste e che il suo governo necessita di un immediato cambiamento di rotta tenendo in considerazione non solo gli eletti e le loro personali ambizioni ma anche di tutti coloro che gli hanno permesso di essere il Primo Cittadino. Maurizio Cicchetti Candidato Elezioni comunali Lista Civica “Il Popolo di Termoli”

TERMOLI - Due giornate dedicate all’affido familiare. Sono organizzate dal Consultorio Familiare del distretto Asrem di Termoli in collaborazione con l’Ambito territoriale sociale il 29 e 30 Ottobre. Si tratta di una iniziativa che risponde ai dettami di una direttiva regionale sull’affido. Per l’occasione è stato stilato un programma che si pone due obiettivi: promuovere sul territorio del distretto di Termoli, interventi mirati ad affermare la cultura e la pratica dell’affido familiare quale risorsa a disposizione dei Servizi sociali e socio-sanitari per la tutela dei minori che vivono la mancanza parziale o totale di supporto familiare; promuovere l’istituzione dell’affido inteso come un intervento preventivo e non riparativo. “L’affido familiare – afferma la dottoressa Costantina Licursi, responsabile del Consultorio Familiare di Termoli – è una forma di aiuto alle famiglie in difficoltà. Significa accogliere temporaneamente nella propria casa un minore quando i genitori per diversi motivi non sono in grado di occuparsene adeguatamente. Possono accogliere un bambino in affido, coppie o singoli con o senza figli che, dopo un percorso di preparazione, sono disposti ad occuparsi di un bambino, offrendogli le cure necessarie alla sua crescita fisica ed affettiva. Gli affidatari non sostituiscono i genitori, ma li affiancano nel percorso di crescita e maturazione dei loro figli. Purtroppo nella nostra realtà territoriale – afferma la dottoressa Licursi – c’è ancora molta diffidenza nei confronti dell’affido, soprattutto si teme la responsabilità che esso comporta. Il Consultorio lavora su questi aspetti e cerca di favorire e facilitare il Servizio Sociale di Termoli ad approntare un elenco di famiglie disponibili all’affido”. Sabato prossimo, alle 9, presso il Cinema Sant’Antonio, si terrà un convegno sul tema: “La famiglia una risorsa per l’affido familiare”. Interverranno, tra gli altri, il dottor Nicola Malorni, coordinatore dell’ambito territoriale e sociale di Termoli, il prof. Francesco Montecchi, neuropsichiatra infantile e presidente della Onlus “La cura del girasole”, l’avvocato Teresio Di Pietro, consulente legale del Consultorio Familiare di Termoli. Nel corso dell’incontro alcune famiglie testimonieranno le loro esperienze di affido. Domenica, 30 Ottobre, in Piazza Monumento, sarà allestito uno stand dove gli operatori del Consultorio daranno informazioni dettagliate sull’affido e distribuiranno materiale informativo.

Fai-Cisl: gli immigrati, grande risorsa per l’agricoltura italiana “Il lavoro degli immigrati è una grande risorsa per l’agricoltura italiana”, lo ha detto Rando Devole, Segretario Nazionale della Fai-Cisl, durante la presentazione del dossier statistico Immigrazione 2011 (Caritas/Migrantes). I dati del Dossier, alla cui realizzazione partecipa anche la Federazione agroalimentare della Cisl, dimostrano l’indiscutibile rilevanza del lavoro degli immigrati in agricoltura, la cui presenza è in aumento nel nostro Paese, ma anche le luci e le ombre del settore e dei singoli territori. “Il provvedimento contro l’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, cioè contro il caporalato, inserendolo come reato nel codice penale italiano, va giudicato positivamente – ha affermato Rando Devole - tuttavia, sono necessarie anche misure volte all’integrazione dei lavoratori immigrati, spesso vittime del caporalato”. “La scommessa per una reale

cultura della legalità e per una tutela del lavoro agricolo – ha aggiunto il segretario – passa sì dall’impegno delle istituzioni preposte al controllo del territorio, ma soprattutto dalla qualità delle relazioni sindacali, tradizionalmente partecipative nel settore. Nella bilateralità delle forze sociali, a livello nazionale e territoriale, potrà crescere un impegno comune che promuova la crescita e la competitività del Made in Italy agroalimentare e che gestisca un mercato del lavoro complesso”. Nel presentare i nuovi dati sulla presenza dei lavoratori agricoli stranieri in tutto il territorio nazionale, Rando Devole, ha sottolineato che “i problemi dell’agricoltura e dei lavoratori agricoli, immigrati e non, potranno trovare adeguate soluzioni solo con una straordinaria sinergia tra istituzioni, forze politiche e attori sociali”.

Assemblea dei Balneatori sulle concessioni demaniali

Aperte le iscrizioni all’associazione Terzo millennio

TERMOLI – Oggi alle ore 19, presso la sede della Confesercenti, i balneatori bassomolisani si riuniranno in assemblea per essere informati sull'esito della manifestazione nazionale che si è tenuta sabato scorso a Rimini e sulle nuove iniziative da intraprendere. Pietro D’Andrea, Presidente regionale della Fiba Confesercenti, vista l’importanza del tema trattato, invita a partecipare tutti gli operatori del settore indipendentemente dall’associazione di appartenenza.

TERMOLI - L’Associazione Culturale Terzo Millennio ha aperto il tesseramento per l’anno 2012 e comunica che a giorni inizierà il casting per la seconda edizione della manifestazione“I tre re”, prevista per il prossimo 6 Gennaio. Durante questa manifestazione verrà rievocato l’arrivo dei Re Magi presso la capanna della Natività. Chiunque volesse iscriversi all’associazione o partecipare come figurante, può inviare una mail a terzomillenniotermoli@gmail.com specificando nell’oggetto “Richiesta partecipazione rievocazione storica “I Tre Re”. La partecipazione è totalmente gratuita ed è aperta a tutti.

17 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011


ANNO IV - N° 245 - VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it SERIE D, INFERMERIA AFFOLLATA IN CASA ISERNIA L’allenatore dell’Isernia Fc Silvio Di Prisco sfoglia la margherita. Per la gara esterna contro il San Nicolò il trainer biancoceleste è alle prese con un’infermeria affollatissima che lo costringerà, con molta probabilità, a rivoluzionare l’undici titolare. Al momento sono out infatti Covelli, febbricitante,Alessandrì, Pettrone e Pollidori alle prese con problemi fisici di varia natura, così come Giuliano assente da diverso tempo e che potrebbe tornare in campo la prossima settimana. Alla lunga lista si è aggiunto anche Maglione alle prese con una infiammazione al dente del giudizio. Di Prisco spera ovviamente nelle prossime ore di recuperare qualche pedina in vista di una trasferta davvero insidiosa che vedrà i pentri affrontare una delle squadre più in forma del girone, la matricola terribile San Nicolò, reduce dal roboante 5-1 rifilato domenica scorsa al malcapitato Riccione. Una partita dunque che arriva in un momento cruciale per la squadra molisana che deve necessariamente proseguire la serie positiva per dare fiato ad una classifica che nelle ultime settimane ha restituito entusiasmo e serenità a tutto l’ambiente. A PAG. 21

TRIVENTO, BRANDONI: ‘ENTUSIASMO DOPO LA VITTORIA NEL DERBY’ Cura in maniera impeccabile e con grande professionalità i muscoli dei calciatori dell'Atletico Trivento. Nel calcio si sa, la tenuta atletica è importante per ottenere dei risultati prestigiosi e i gialloblù possono contare su una figura di spessore quale è quella di Walter Brandoni. Il professionista venuto dall'Argentina sa sempre quello che vuole e se i risultati arrivano è anche merito suo. Superati i problemi avuti in ritiro, l'Atletico è quasi al top della condizione. "All'inizio insieme al tecnico Massimo Agovino avevamo stilato un programma che poi, per via dei noti problemi fisici, è stato un po' stravolto - spiega Brandoni - ma comunque siamo in linea con quanto ci eravamo prefissati. Dovevamo essere in forma per la terza partita di campionato, i tempi si sono un po' allungati ma va bene così. Adesso stiamo bene e di questo sono contento". Il Trivento sembra essere più brillante rispetto all'inizio, è d'accordo? "E' vero, ora la squadra sta bene. A PAG. 21

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Quadri sontuoso, Todino finalmente maturo: pessimi Castrgnanò e mister Cozza

Campobasso, paura di vincere I rossoblù hanno surclassato il Catanzaro, ma non hanno raccolto i frutti della superiorità PAURA DI VINCERE. Tanto bello, quanto inesperto. Si può sintetizzare in questi due aggettivi il Campobasso di Provenza. Che nel giro di tre giorni ha dilapidato quattro punti che avrebbe strameritato. Ma i rossoblù sembrano soffrire di crisi di panico nei minuti finali delle partite. Quando occorrerebbe stringere i denti e portare a casa i frutti del lavoro svolto durante tutto l’arco della partita. Anche mercoledì i molisani hanno letteralmente dominato la partita, surclassando un modesto Catanzaro su tutti i piani: tattico, tecnico e atletico. Un vantaggio di 2-0 fino al 90° che sarebbe potuto essere anche più rotondo visto le innumerevoli

GIUDICE SPORTIVO 2 GARE Villa (Chieti) Balzano (Paganese) 1 GARA Amadio (Celano) Bagaglini (Celano) Manzo (Gavorrano) Testoni (Giulianova) Ambrosio (Neapolis) D’Ancona (Ebolitana) Forgione (Campobasso) Ruscio (Fano) Maisto (Catanzaro) Viola (Melfi) Quintoni (Milazzo) Allenatori 3 GARE De Patre (Giulianova) Dirigenti Coscia (Campobasso) fino al 15 novembre Ammende Giulianova (€ 3.500) Paganese (€ 2.000)

occasioni avute. Di contro i calabresi non si sono mai visti dalle parti di Iuliano per tutto l’arco dell’incontro. Bisognava soffrire solo altri 4 minuti, ma è qui che si è verificato il patatrac. Rossoblù in inferiorità numerica, per l’ingenua espulsione di Forgione, si sono chiusi a riccio senza più ripartire. E in due minuti il Catanzaro è riuscito a pareggiare una partita che avrebbe meritato di perdere. Errori di concentrazione, disattenzione, ma soprattutto d’inesperienza, sui quali bisognerà lavorare. Migliorato questo aspetto possiamo affermare, senza tema di smentita, che questa squadra meriterebbe le posizioni di vertice. Per la qualità del gioco, per l’orgoglio e la grinta. DIFESA DA REGISTRARE. La difesa ha bisogna di essere registrata, perché ultimamente soprattutto Modica e Altobello si stanno esprimendo a corrente alternata, mentre Scudieri ed Esposito si confermano su ottimi livelli. QUADRI SONTUOSO. Capitan Quadri merita un capitolo a parte. Un giocatore di ben altra categoria, e questo è evidente, che sta trovando l’ambiente, ma soprattutto il gruppo, per esprimere tutte le sue enormi qualità. E’ lui il motore del Campobasso, è lui la mente e il braccio. Mercoledì è stato praticamente sontuoso, guidando con intelligenza e cuore la sua squadra. E si sta scoprendo anche goleador di razza. TODINO MATURO. L’altra grande conferma è giunta da Peppe Todino. Al suo terzo gol, anche quello contro il Catanzaro di pregevole fattura, in tre partite. Ma reti a parte Todino si sta rivelando vera spina nel fianco per ogni difesa e appare finalmente maturo. Probabilmente sta effettuando quel salto di qualità che sino a questo non gli

CLASSIFICA MARCATORI 12 reti Fioretti (Gavorrano; 4 rigori) 9 reti Clemente (Perugia; 2 rigori) 8 reti Orlando L. (Paganese; 1 rigore) 7 reti Balistreri (Campobasso; 3 rig) 6 reti Morga (Giulianova; 2 rigori) 5 reti Carotenuto (Arzanese; 2 rigori) Carboni (Catanzaro; 1 rigore) Berardino (Chieti; 1 rigore) Doukara (Vibonese) Mancosu (Vigor L.; 2 rigori) 4 reti Ceccarelli (Aprilia; 1 rigore) Foderaro (Aprilia) Incoronato (Arzanese) Masini (Catanzaro; 1 rigore) Fiore (Chieti) Caira (Isola Liri) Improta G. (Isola Liri) Malafronte (Milazzo) Puntoriere (Vibonese) 3 reti Quadri, Todino (Campobasso) 1 rete Forgione, Altobello (Campobasso)

Grande prestazione di capitan Quadri ha consentito di esprimere le sue enormi potenzialità. BOCCIATI CASTRIGNANO’ E COZZA. Stendiamo, infine, un velo pietoso sul sig. Castrignanò di Roma 2, arbitro dell’incontro, e su mister Cozza. Il primo ha diretto in maniera pessima la gara, volendo ergersi a protagonista, ma sbagliando su ambo i fronti. Il secondo ha avuto l’ardire in sala stampa di definire giusto il pareggio della sua

di scena sul rettangolo da gioco di Gavorrano e affronteranno una delle più lunghe trasferte stagionali. Assente certo sarà Forgione, appiedato per un turno dal giudice sportivo dopo l’espulsione di mercoledì, dal giudice sportivo, mentre Balistreri ci sarà nonostante i quattro punti di sutura che gli sono stati applicati al sopracciglio. RS

squadra. Un po’ d’umiltà non guasterebbe, soprattutto da parte di chi ha calcato palcoscenici importanti nel calcio che conta. Siamo certi, almeno per quanto mostrato al Selva Piana, che la sua squadra non farà molta strada, salvo importanti rinforzi. Intanto ieri sono ripresi gli allenamenti del Campobasso che ha iniziato a preparare il match di domenica. I rossoblù saranno

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SUL SETTORE GIOVANILE DEL CAMPOBASSO CON RISULTATI, CLASSIFICHE E PROSSIMI TURNI DI BERRETTI, ALLIEVI E GIOVANISISMI BERRETTI

ALLIEVI

6^ GIORNATA

GIOVANISSIMI

6^ GIORNATA

ANDRIA BAT-PAGANESE APRILIA-LATINA AVELLINO-ISOLA LIRI AVERSA NORMANNA-BARLETTA CAMPOBASSO-SORRENTO CELANO-FROSINONE FOGGIA-FONDI

1-2 1-2 6-0 2-3 0-3 2-1 2-1

6^ GIORNATA

APRILIA-L'AQUILA AVERSA NORMANNA-LATINA BENEVENTO-VIRTUS LANCIANO CELANO-FROSINONE CHIETI-ISOLA LIRI FONDI-AVELLINO CAMPOBASSO-ARZANESE

4-1 1-1 2-2 1-3 2-2 0-3 1-0

ARZANESE-BENEVENTO EBOLITANA-NEAPOLIS JUVE STABIA -NAPOLI MELFI-AVELLINO NOCERINA-PAGANESE CAMPOBASSO-AVERSA N. SORRENTO-FOGGIA

0-1 0-0 1-4 0-4 2-0 (N.D) 0-1

PROSSIMO TURNO (2910.2011)

PROSSIMO TURNO (30.10.2011)

PROSSIMO TURNO (30.10.2011)

ANDRIA BAT-CAMPOBASSO BARLETTA-FONDI CELANO-APRILIA FROSINONE-AVELLINO LATINA-FOGGIA PAGANESE-AVERSA NORMANNA SORRENTO-ISOLA LIRI

ARZANESE-BENEVENTO AVELLINO-CAMPOBASSO FROSINONE-NEAPOLIS MUGNANO ISOLA LIRI-APRILIA L'AQUILA-AVERSA NORMANNA LATINA-CELANO VIRTUS LANCIANO-CHIETI

AVELLINO-NOCERINA AVERSA NORMANNA-MELFI BENEVENTO-SORRENTO FOGGIA-NEAPOLIS MUGNANO JUVE STABIA -EBOLITANA NAPOLI-CAMPOBASSO PAGANESE-ARZANESE

CLASSIFICA

CLASSIFICA

FROSINONE AVELLINO LATINA BARLETTA APRILIA SORRENTO FOGGIA

FROSINONE APRILIA BENEVENTO AVELLINO AVERSA N. LATINA ISOLA LIRI FONDI

15 13 12 11 10 10 9

CELANO ISOLA LIRI CAMPOBASSO AVERSA N. FONDI PAGANESE ANDRIA BAT

9 8 7 5 4 4 3

CLASSIFICA 13 12 12 10 10 9 9 8

ARZANESE LANCIANO L'AQUILA CHIETI CAMPOBASSO NEAPOLIS CELANO

7 7 6 4 4 3 3

NAPOLI JUVE STABIA EBOLITANA FOGGIA BENEVENTO NEAPOLIS M SORRENTO

18 13 13 12 11 9 9

NOCERINA ARZANESE AVELLINO AVERSA N. PAGANESE CAMPOBASSO MELFI

7 7 6 6 3 3 1


S P O RT CALCIO SERIE D

Isernia, infermeria affollata Ben sei calciatori al momento sono indisponibili, mister Di Prisco incrocia le dita e spera nel recupero in extremis di almeno qualche pedina L’allenatore dell’Isernia Fc Silvio Di Prisco sfoglia la margherita. Per la gara esterna contro il San Nicolò il trainer biancoceleste è alle prese con un’infermeria affollatissima che lo costringerà, con molta probabilità, a rivoluzionare l’undici titolare. Al momento sono out infatti Covelli, febbricitante,Alessandrì, Pettrone e Pollidori alle prese con problemi fisici di varia natura, così come Giuliano assente da diverso tempo e che potrebbe tornare in campo la prossima settimana. Alla lunga lista si è aggiunto anche Maglione alle prese con una infiammazione al dente del giudizio. Di Prisco spera ovviamente nelle prossime ore di recuperare qualche pedina in vista di una trasferta davvero insidiosa che vedrà i pentri affrontare una delle squadre più in forma del girone, la matricola terribile San Nicolò, reduce

dal roboante 5-1 rifilato domenica scorsa al malcapitato Riccione. Una partita dunque che arriva in un momento cruciale per la squadra molisana che deve necessariamente proseguire la serie positiva per dare fiato ad una classifica che nelle ultime settimane ha restituito entusiasmo e serenità a tutto l’ambiente. Sulla gara di domenica contro i pentri si è espresso mister Di Renzo, vice di Calabrese tecnico della formazione abruzzese: “Abbiamo due partite di seguito in casa(la prima quella di domenica stravinta contro il Riccione) e la prossima arriva l’Isernia che è squadra ostica con buone individualità, noi cercheremo di fare quello che abbiamo fatto contro il Riccione cioè scendere in campo con la stessa determinazione vista in campo domenica per fare bottino pieno e aggiungere altri punti alla nostra

GIUDICE SPORTIVO Tre gare D’Agostino (Sambenedettese) Una gara Castracani (Civitanovese) D’Ambrosio (O. Agnonese) Marchetti (Recanatese) Severini (Luco Canistro) ALLENATORI 1 gara Cannone (Civitanovese) AMMENDE Euro 1.500,00 O. Agnonese

classifica. Prima arriviamo alla quota salvezza e prima saremo tranquilli”. AP

TRIVENTO

Brandoni: la vittoria nel derby ci da la carica Cura in maniera impeccabile e con grande professionalità i muscoli dei calciatori dell'Atletico Trivento. Nel calcio si sa, la tenuta atletica è importante per ottenere dei risultati prestigiosi e i gialloblù possono contare su una figura di spessore quale è quella di Walter Brandoni. Il professionista venuto dall'Argentina sa sempre quello che vuole e se i risultati arrivano è anche merito suo. Superati i problemi avuti in ritiro, l'Atletico è quasi al top della condizione. "All'inizio insieme al tecnico Massimo Agovino avevamo stilato un programma che poi, per via dei noti problemi fi-

Walter Brandoni

sici, è stato un po' stravolto spiega Brandoni - ma comunque siamo in linea con quanto ci eravamo prefissati. Dovevamo essere in forma per la terza partita di campionato, i tempi si sono un po' allungati ma va bene così. Adesso stiamo bene e di questo sono contento". Il Trivento sembra essere più brillante rispetto all'inizio, è d'accordo? "E' vero, ora la squadra sta bene. Ha avuto bisogno di un po' di tempo in più per carburare ma farà grandi cose da qui in avanti. Di questo ne sono convinto. Per essere al top del rendimento bisogna tenere bene a mente tre punti fonda-

mentali: motivazioni, energie e obiettivi. Quando ci sono questi tre aspetti tutti insieme si può andare lontano. E il Trivento, reduce da una straordinaria prestazione sul campo dell'Agnone, sia dal punto di vista fisico che tecnico-tattico, può ambire a traguardi prestigiosi". A suo avviso i ragazzi di Agovino sono al top oppure possono crescere ancora? "Ribadisco, devono esserci sempre tre punti cardine per essere sempre al massimo: motivazioni, obiettivi ed energie se viene meno uno di questi tre si fa fatica a correre sul campo per 90'. Rispetto alla partita di Coppa Italia persa in casa contro l'Agnone, domenica ho visto un'evoluzione del 50%, questo vuol dire che la squadra è cresciuta. Se siamo bravi a gestirci saremo avversario tosto per qualsiasi squadra". E' tornato a lavorare con mister Agovino. Il binomio funziona vero? Assolutamente. E' il secondo campionato che faccio con lui ma sembra che lavoriamo insieme da dieci anni. E' un bravo allenatore e una grande persona. Rispetta il mio lavoro e ascolta anche i miei consigli lasciandomi libertà. Rendiamo utile il lavoro l'uno dell'altro e per questo ci troviamo alla grande". A suo avviso dove potrà arrivare l'Atletico Trivento? "Questo dovrà deciderlo la squadra. La meta si fissa nello spogliatoio e si prova a raggiungerla dando il massimo. I ragazzi stanno già dando tanto ma si sono presi del tempo per decidere. Non so adesso quanti punti

Buon test contro il Campodipietra

Bisegna e Di Vito

Ieri doppia seduta di allenamento per i gialloblù con amichevole nel pomeriggio. Nel test infrasettimanale la squadra di Massimo Agovino ha affrontato al Comunale di contrada Acquasantianni il Campodipietra. L’Atletico Trivento è apparso in buona forma e le indicazioni positive non sono mancate al tecnico Agovino nel test infrasettimanale contro il Campodipietra. Il mister ha mischiato le carte e provato diverse soluzioni in vista di una partita che nasconde parecchie insidie. In evidenza nel match odierno Allegretta autore di tre reti e Tammaro andato per due volte a bersaglio. Per il Campodipietra è stata l’occasione di provare quella che dovrà essere la formazione anti-Roccasicura. In gol per i ragazzi di Longo Cretella e Zurlo. Questo l’undici di partenza schierato dagli ospiti: Di Stasi, Cappelletti, Testa, Cefaratti, Polverino, Nardacchione, Vena, Tripodi, Quaranta, D’Abbate, Cretella. potremo raggiungere anche se mi piacerebbe dire che siamo una squadra da settanta punti". Come si trova a Trivento? "Mi trovo alla grande. Ringrazio la società che mi ha dato la possibilità di lavorare. In Molise mi sono sempre trovato bene: sia ad Agnone che a Bojano. A Trivento ho trovato qualcosa di più a livello organizzativo. Ricambierò con il lavoro sul campo la fiducia

che è stata riposta in me". Domenica c'è la trasferta di Pesaro. Che cosa si aspetta? "Io penso che la vittoria di Agnone ci ha dato una spinta incredibile. A Pesaro sono sicuro che faremo risultato. Quando sei convinto delle potenzialità che hai allora puoi battere chiunque. Sono certo che i ragazzi faranno una grande partita".


S P O RT VOLLEY FEMMINILE UNDER 18

La Nuova Pallavolo a caccia del tris Dopo il successo sul campo del Casacalenda le campobassane oggi proveranno a ripetersi con l’Euro Volley La Nuova Pallavolo espugna anche il campo del Casacalenda. Nella seconda gara ufficiale del campionato Under 18 femminile, le ragazze del capoluogo hanno affrontato la squadra del Casacalenda. Anche questa volta è stato portato a casa il risultato in maniera molto netta: 3 - 0 per le campobassane con parziali di 1325; 6-25: 11-25. La partita è stata praticamente a senso unico anche se le padrone di casa hanno combattuto soprattutto in difesa, ma la Nuova Pallavolo si è

dimostrata superiore in ogni settore riuscendo a neutralizzare l'impegno delle avversarie. La formazione di base è rimasta invariata anche se durante l'incontro è stato possibile provare altre soluzioni con innesti dalla panchina con Ferro e Lima L. a centro, Antenucci al posto di Mascioli al palleggio e Lima E. sia da opposta che da schiacciatrice. Ancora una volta il punto forte della Nuova Pallavolo è stato il servizio e il gioco al centro, anche se non è affatto da dimenticare

l'eccellente lavoro svolto da posto 4 e posto 2 con Carfagnini miglior realizzatrice dell'incontro e Trematerra che si sta bene ambientando nel suo nuovo impiego da opposta. Va comunque sottolineata la buona figura del Casacalenda che per essere una realtà giovane con atlete alle prime armi hanno mostrato un buon gioco di insieme. Il prossimo impegno ufficiale è fissato per oggi al Pala De Capoa quando alle ore 20.00 la Nuova Pallavolo affronterà l'Euro Volley.

RUGBY SERIE C

Alice Ianiro

ATLETICA

Il Vasto accarezza la vittoria Podio tutto gialloblù al Lancellotta Un solo punto di distanza per mezz’ora, la vittoria a portata di mano fino a cinque minuti dal termine. Il Vasto Rugby ha accarezzato fin quasi alla fine il sogno di portare a casa la prima vittoria della propria storia. Alla fine la maggiore esperienza dell’Atessa ha fatto la differenza. Il Vasto esce sconfitto per 17-6 dallo stadio Fontecicero nella III giornata della C abruzzese di rugby, ma ancora una volta gli arciglioni possono dirsi orgogliosi della propria prestazione. Al kick-off i vastesi sono scesi in campo costretti a rinunciare a numerosi uomini, fra infortuni e indisponibilità. Ancora una volta molti gli esordienti in campo, ma la grinta e il coraggio hanno rimediato alla grande alle difficoltà. Dopo pochi minuti i gialloneri padroni di casa hanno sfiorato il vantaggio con un piazzato uscito di poco. A metà prima tempo la meta atessana che ha sbloccato la partita. Da una mischia in difesa a cinque metri dalla propria linea di meta, gli arciglioni si sono fatti sfuggire l’ovale, conquistato e schiacciato in meta

Una mischia

22 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011

con destrezza dagli avversari. La reazione degli ospiti è stata eccezionale. I biancorossi hanno conquistato un calcio piazzato nella metà campo avversaria, riuscendo a centrare i pali con l’apertura e capitano Nicola Vitelli. Pochi minuti ed ecco altri tre punti dei vastesi. Da 40 metri è stato l’estremo Mario Barattucci a prendersi l’onere del calcio di punizione. Esecuzione fantastica e applausi del caloroso pubblico vastese al seguito. All’intervallo quindi, Atessa avanti di un solo punto. Nella ripresa i vastesi sono partiti fortissimo, guadagnando una punizione con annesso cartellino giallo al capitano atessano per evidente placcaggio alto. Per i padroni di casa, secondo uomo mandato fuori per 10 minuti a causa di un placcaggio al collo. Ma proprio nel momento più favorevole gli arciglioni non sono riusciti a marcare i punti. L’occasione del sorpasso, passata per il piede potente di Barattucci dalla piazzola, è sfumata con la palla passata a un metro dai pali. L’Atessa ha ripreso coraggio e grazie a un contrattacco è riuscita a marcare una rocambolesca seconda marcatura pesante. La mancata trasformazione ha mantenuto i vastesi attaccati alla partita, ma la chance di accorciare la distanza è stata fallita da Vitelli, con un piazzato finito troppo corto. Speranza accesa fino a cinque minuti dal fischio finale. quando i gialloneri hanno varcato per la terza volta la linea bianca con un’azione degli avanti ben finalizzata dagli uomini veloci al largo. Alla fine della gara complimenti e pacche sulle spalle per il Vasto Rugby, assieme a un pizzico d’amarezza per un risultato che era sembrato alla portata.

Il 22 di ottobre presso lo Stadio Lancellotta di Isernia, si è disputato il Campionato Regionale di Prove Multiple ed Individuali categoria Ragazzi/e e Cadetti/e. I giovani Virtusini, sono tutti saliti sui gradini del podio indossando con orgoglio e velleità la tanto desiderata medaglia. Già dalla prima gara i portacolori della Virtus hanno intinto di giallo- blù l’agognato podio. Merlo Marco nel salto in alto, con la buona misura di m.1,43 ha vinto la prova e conquistato il titolo di Campione Regionale. Intanto, Giulia Palladino nel lancio del Vortex, si è aggiudicata un meritatissimo 4° posto. I campioncini, ancora in erba, hanno però deciso di continuare a dipingere dei propri colori anche il podio delle gare che di lì a poco si sarebbero svolte. Sono così arrivati, nei 60 m. piani, categoria ragazzi, anche il bronzo di Claudio Tallarino con il crono di 9”98 e l’oro di Marco Merlo con 9” 10. Ed ancora, mentre la gara dei 1000 m. vedeva un podio tutto Virtusino con l’oro di Lorenzo Santoro con in crono di 3’17”, l’argento di Andrea Libertone ed il bronzo di Mario Di Donato, il peso assegnava la medaglia d’argento a Claudio Tallarino con la misura di m. 7,96. Non ancora pienamente soddisfatti dei già grandiosi risultati sin lì ottenuti, Matteo De Francesco diveniva Campione Regionale nei 2 Km marcia con il crono di 12’50”. Nel salto in lungo:2° posto per Lorenzo Santoro e medaglia di bronzo per Andrea Libertone. Di non minore rilievo anche il 5° posto di Giulia Palladino nei 60 m. piani. A.D.D.

Alla maratona di Amsterdam primati personali per la Runners Termoli Sono stati oltre 35 mila i partenti della 36° edizione della Maratona di Amsterdam. Un bella giornata di sole ma temperatura molto fredda . La partenza è stata molto suggestiva con un lungo serpentone che partendo dallo stadio Olimpico si snodava velocemente sulle strade di Amsterdam. Sul percorso veloce tra strade e canali olandesi, circa un migliaio di italiani presenti. La vittoria è andata al keniano Wilson Chebet che ha traguardo con l'eccellente tempo di 2h05'53". In campo femminile traguardo dell’etiope Tiki Gelana con 2h22'08". Molto buona la prestazione di tre atleti termolesi della società Runners Termoli che hanno ottenuto il loro primato personali giungendo rispettivamente: 599° Fernando De Angelis 3h01’04”; 699° Antonio Mangifesta 3h04’28”; 733° Rocco Mugnano 3h05’53”. Tutti altri numeri quelli di Pescara, almeno per quanto riguarda i partecipanti che hanno di poco superato quota mille tra maratona e mezza. Corsa in contemporanea con la sorella maggiore olandese, ha visto la presenza di sette atleti della società adriatica che non sono stati da meno dei compagni di squadra “d’oltralpe”: maratona - Gianni Di Blasio 40° al traguardo nel tempo di 3h12’17” seguito da Giovanni Aprile 41° in 3h12’17” – mezza maratona – primato personale per Luca Santopuoli 1h21’07” seguito da Ciro Di Girolamo 1h31’33”, Oreste Natalizia 1h36’37”, Domenico Iezzi 1h39’24”, Pietrgiorgio Brini 1h51’50”.

Napoli-Bayern, biglietti già esauriti

Di Benedetto:“Lavoriamo per una Roma più forte”

Sono terminati in poco meno di tre ore i biglietti messi a disposizione dei tifosi del Napoli dal Bayern Monaco per la sfida di Champions in programma mercoledi' 2 novembre. Cinquecento tagliandi sono stati venduti on-line, mentre la restante parte e' stata acquistata ai botteghini dello stadio San Paolo dove non sono mancati momenti di tensione con l'intervento delle forze dell'ordine. Le file davanti allo stadio di Fuorigrotta sono iniziate gia' mercoledì sera al termine del match con l'Udinese.

"Sono onorato di svolgere il ruolo di presidente di questa assemblea. E' sorprendete il livello e l'amore dei tifosi della Roma. Voglio assicurare che il gruppo dei miei soci statunitensi ed UniCredit stanno lavorando duramente per rendere la Roma piu' forte ed efficiente a livello di squadra e di staff tecnico". Queste le parole del tycoon statunitense, Thomas DiBenedetto, in occasione dell'apertura dei lavori dell'assemblea degli azionisti della Roma.


Meteo Campobasso Mattino

Oroscopo

ORARI TRENI

Pomeriggio

Isernia

Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Cartoccio di scampi con funghi e scamorza passita, con salsa di peperoni e salsa verde (Ricetta di Bobo) 400 g di scampi senza testa 200 g di funghi porcini o galletti 1/2 scamorza passita

peperoncino, a piacere q. b. di olio extravergine di oliva q. b. di sale

Sgusciate e lavate gli scampi; pulite i funghi, tagliateli a julienne e fateli saltare in padella con un filo di olio, quindi lasciateli raffreddare. Intanto, tagliate la carta fava, che è trasparente, non lascia alcun odore e può sopportare alte temperature, a quadrettoni; al centro di ogni foglio, disponete una cucchiaiata abbondante di funghi, alcuni scampetti sgusciati e una dadolata di scamorza. Insaporite di sale e chiudete la carta formando dei fagottini. Mettete i cartocci in forno preriscaldato, a 170° e, dopo 7 o 8 minuti, toglieteli e serviteli caldi, accompagnati da una salsa di peperoni ed una salsa verde. Per la salsa di peperoni, fate arrostire i peperoni, spellateli e passateli nel frullatore con un po’ di olio a filo ed un pizzico di sale. Per la salsa verde, invece, frullate un ciuffo di prezzemolo e di basilico con alcuni pinoli e un limone sbucciato a vivo senza il bianco e il giallo, tagliato a pezzi. Aggiungete una presa di sale e la quantità di olio extravergine d’oliva necessaria. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno DI TORO P.zza Gabriele, 32 Tel. 0874.311018

COMUNALE 3 (di appoggio) Via Toscana, 24 Tel. 0874.65873

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

TERMOLI Farmacia di turno CAPPELLA - Via Maratona, 1 - Tel. 0875.703233 PARAFARMACIA DI LENA - Tel. 0875.707976 c/c La Fontana (sempre aperta, anche sabato e domenica, orario continuato)

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

A D N E G A

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 15:22 17:11 17:40 18:18 21:00

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 17:05 18:58 19:30 21:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro - Anche se in questa giornata il

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:15 06:23 13:11 14:04 14:15 17:00 18:15

Arrivo 08:20 09:50 16:53 17:44 17:36 20:26 21:54

NAPOLI-CAMPOBASSO CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Notte Termoli

Ariete CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

(NON DIRETTI)

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:37 17:11 17:29 19:30

Arrivo 08:35 08:35 15:28 17:50 20:30 20:15 22:48

Leone 23 lug - 23 ago

FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 11,30-13,30 15,0018,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 15,00-16,3020,00 Venafro: (S.S.85) 13,15-15,35-17,00-20,3022,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 13,45-16,00-17,2520,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 14,10-16,25-18,0021,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 14,30-16,45-18,3021,45-23,15 Termoli: (Terminal) 17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35 - 6,15 (festivo) - 6,30 - 7,00 - 7,45 8,05 (anche festivo) - 11,00 (anche festivo) - 12,35 (anche festivo) - 13,45 - 14,10 (anche festivo) - 14,15 - 16,10 - 17,10 (festivo) 17,20 - 18,05 - 19,55 - 20,35 (anche festivo) TERMOLI-CAMPOBASSO 6,10 (anche festivo) - 6,40 - 6,50 - 7,45 8,15 - 8,30 (festivo) - 10,00 - 12,40 - 13,45 - 14,00 (anche festivo) - 14,10 - 16,05 (anche festivo) - 16,20 - 17,10 - 18,40 (anche festivo) - 19,25 - 20,00 - 21,35 (festivo) 22,10 (anche festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 6.30 7.40 9.10 8.05 (anche festivo) 9.15 10.45 14.15 15.25 16.55 17.10 (festivo) 18.20 19.50 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 11.10 12.40 13.50 14.35 (anche festivo) 16.05 17.15 18.30 20.00 21.10 20.05 (festivo) 21.35 22.45 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI

Bilancia 23 set - 22 ott

DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

Gemelli - Nella giornata di oggi qualcuno potrebbe mettervi alla prova ma questo non influenzerà più di tanto il vostro modo i fare poiché siete sempre convinti che la spontaneità alla fine paghi, ed è effettivamente quello che accadrà a voi stessi. Sicuramente il vostro essere così naturali nel parlare vi renderà più credibili, almeno per questa volta, anche se direte qualche piccola bugia. Cancro - Nella giornata odierna ci sono delle piccole questioni da affrontare che potrebbero riguardare da vicino il vostro ultimo progetto, messo in opera insieme a qualcuno di cui vi fidavate. Evidentemente avete contato un po’ troppo sulle capacità di quest’ultimo ed ora vi toccherà fare un passo indietro e rivedere il vostro rapporto o la vostra amicizia. Leone - In questa giornata tutti i frutti che non avete avuto modo di ottenere in passato, li potrete ottenere con qualche piccolo espediente poiché è giusto che vi sia dato quanto vi spetta. Vi dovete fare furbi in questo mondo, altrimenti è possibile che si vada a finire sempre per terra. Siete capaci di rialzarvi, ma è sempre meglio giocare d’anticipo per certe questioni. per parlare approfonditamente con una persona che da tempo vi mostra il lato peggiore di sé e che pertanto inizia a preoccuparvi. Evidentemente non siete stati loro abbastanza vicini ed avete quindi dei rimorsi in quanto avreste potuto fare prima qualcosa. Forse siete ancora in tempo, ma dovete impegnarvi di più nei rapporti con gli altri.

Bilancia - In questa giornata tanti pensieri potrebbero affollarvi la mente, soprattutto potreste avere quella piacevole confusione dettata da alcuni sentimenti che si alterneranno nel vostro cuore. In altre parole c’è una persona che vi intriga particolarmente e non sapete cosa provate effettivamente. Alternerete stati di felicità a stati di tristezza, quindi per gli altri sarà molto più chiaro che siete invaghiti! Scorpione - Nella giornata di oggi un

Scorpione 23 ott - 22 nov

evento molto speciale potrebbe accadere nella vostra vita e questo potrebbe di certo cambiare le carte in tavola nella situazione sentimentale nella quale vi trovate. Forse il ritorno di un ex o la conoscenza con una persona nuova vi darà talmente tanta carica che prenderete tutto il coraggio che vi serve per rompere una relazione ormai desueta.

Sagittario - L’amore vi riserva sem-

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

pre delle sorprese se è vero amore! Qualche volta può riservarvi anche delle prove, ma queste vi servono di volta in volta a capire quali siano i vostri veri sentimenti e quanto forte sia il legame che avete. Non fermatevi mai all’apparenza o alle sensazioni poiché non è detto che queste siano veritiere. Provate sulla pelle prima e poi decidete.

Capricorno - Nella giornata di oggi ci potrebbe essere un chiarimento con una persona che nei giorni passati vi ha dato del filo da torcere e che per questo motivo non potrà essere annoverata tra i vostri amici. Almeno non per il momento. Tuttavia questo scontro vi è servito per capire chi avete davanti, quindi un grande passo in avanti lo avete fatto e non dovreste più avere questi problemi. Acquario - Nella giornata di oggi ci

LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna

collega vi chiederà l’ennesimo favore, non è detto che dobbiate concederlo per forza. Infatti ci sono parecchie questioni che dovrete affrontare prima di potervi prestare in aiuto a qualcun altro. Prima dovete pensare a voi stessi e solo in un secondo momento potrete soddisfare qualche richiesta.

Vergine - Oggi avrete modo e tempo

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30 Campobasso: (Terminal) 6,10-7,30-9,3013,30-16,00 Bojano: (P.zza Roma) 6,30-7,50-10,0013,55-16,20 Isernia: (P.zza Repubbl.) 7,00-8,20- 10,3014,25-16,50 Venafro: (S.S. 85) 7,25-8,45-10,55-14,5017,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,55-11,2015,15-17,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 9,25-10,30-13,0016,45-19,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,30 Siena: (P.zza Rosselli) 12,55 Firenze: (P.zza Adua) 14,00

Ariete - In questa giornata qualcuno potrebbe avere più pazienza del solito con voi e tentare di prendervi dal lato giusto. Ciò significherà instaurare un rapporto di fiducia e, quando questi vi daranno qualcosa, materialmente o affettivamente, sicuramente non si aspetteranno nulla, ma sarebbe meglio contraccambiare, poiché è così che funzionano i rapporti in genere.

Acquario 21 gen - 19 feb

sono parecchie particolarità che potrebbero affiorare a proposito di un progetto che volevate intraprendere e che ora quindi vi faranno ripensare al vostro eventuale investimento. Sarebbe un peccato guardare indietro proprio ora che avreste potuto guardare solo avanti. il futuro talvolta può essere un incognita.

Pesci - In questa giornata tutti vi da-

Pesci 20 feb - 20 mar

ranno una mano, ma ce ne saranno alcuni che dopo avervi aiutato, vi daranno anche del filo da torcere poiché vorranno qualcosa in cambio. Potrete tranquillamente rifiutarvi di rendere nell’immediato il favore, in quanto nessuno spinge un altro a commettere una buona azione se poi vuole avere qualcosa come controprestazione a tutti i costi!

23 ANNO IV - N° 245 VENERDÌ 28 OTTOBRE 2011



Quotidiano - 28 Ottobre 2011