Page 1

Incidente sulla ss 87, muore un agricoltore

Mago Bruno condannato ad 8 anni di reclusione

CAMPOBASSO - E' morto sul colpo l'ottentenne agricoltore rimasto coinvolto nel terribile incidente stradale di ieri sulla statale 87. A bordo della sua Fiat Punto, forse a causa di un malore, ha invaso l'altra carreggiata finendo contro una Mercedes. A PAG. 8

CAMPOBASSO - Nel tardo pomeriggio di ieri la sentenza a carico di Bruno Battista, alias Mago Bruno. I giudice del Tribunale del capoluogo lo hanno ritenuto colpevole di truffa, circonvenzione di incapace e violenza sessuale. Per Battista 8 anni di reclusione. A PAG. 7

ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A NICOLA PASSARELLI Alla fine del mese terminerà il suo mandato di assessore regionale alla Sanità. Ma ieri ha fatto capire di essere già con la testa rivolta altrove. Nicola Passarelli, interpellato sui motivi della mancata presenza del Molise nel rapporto della commissione parlamentare sui casi di malasanità nelle regioni italiane, è caduto dalle nuvole. Poi ha ricordato che a fine settembre era arrivata la convocazione del presidente dell’organismo, Leoluca Orlando, e che lui non poteva essere presente, visto che non aveva ancora ricevuto la proroga del mandato. Mandato che volge al termine e che si chiuderà con un Passarelli alquanto attapirato.

L’OSCAR DEL GIORNO ALL’API MOLISE L’associazione delle piccole imprese centra un traguardo significativo, annunciando un progetto di formazione sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, in partnership con Cgil, Cisl e Uil. Una serie di programmi formativi specifici, calibrati sulle peculiarità di dieci aziende e finanziati con fondi Fapi. Era ora:dopo l’indignazione del Presidente Napolitano per le morti bianche del 2010 e proprio quando la crisi impone una compressione degli investimenti in sicurezza sul lavoro, l’Api punta i fari sul tema. Ben fatto.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO I genitori di San Giuliano di Puglia

Lettera aperta al Presidente della Repubblica Napolitano I

llustrissimo signor Presidente, con l'approssimarsi dell'ottavo anniversario dal sisma del 31 ottobre del 2002, che ha colpito particolarmente e tragicamente San Giuliano di Puglia con il crollo della scuola, stiamo per assistere all'ennesima discriminazione nei confronti dei bambini sopravvissuti al crollo della scuola "F. Jovine", che rimasero intrappolati sotto le macerie dell'edificio scolastico per lunghe e interminabili ore. Gli effetti provocati dal sisma sono ormai noti a tutti e hanno sconvolto gli animi, la vita, il modo di fare, le abitudini e i rapporti sociali. Oggi questi bambini nel bene o nel male rappresentano il futuro di questa comunità. Purtroppo constatiamo l'insensibilità e l'indifferenza verso i sopravvissuti con il conferimento delle onorificenze al valor civile alle varie componenti presenti all'interno dell'edificio scolastico, il giorno del terremoto, con l'esclusione dei soli alunni superstiti. Ci chiediamo perché tutto questo? Non erano anche loro alunni che sta-

vano adempiendo al loro dovere? Per la ripresa psicofisica, per la loro crescita e per tutto quello che hanno dovuto vedere e sopportare nell'indifferenza generale vi hanno pensato e vi penseranno solo le famiglie. A questo punto è lecito chiedersi: devono forse vergognarsi di essere rimasti vivi?

Come valorizzare le produzioni agricole molisane? Al centro del convegno promosso ieri dall’Arsiam - l’Ente strumentale della Regione - in collaborazione con l’Università del Molise c’era proprio questo interrogativo. In un momento critico per l’industria agroalimentare molisana, già claudicante in un mercato votato al ribasso dove la qualità non emerge, è fondamentale definire una strategia di rilancio delle produzioni locali. Dobbiamo “reinventare l’agricoltura”, così il commissario del Consorzio Agrario, Mario Pierucci scuote la sala, ricordando che “importiamo più del 60% delle produzioni agricole” perché non siamo stati fin qui capaci “di mettere in campo uno sforzo innovativo” utile al rilancio della nostra economia. Abbiamo - attacca Pierucci - ceduto ettari di coltivazioni alla produzione energetica mediante l’istallazione del fotovoltaico, “danneggiando il patrimonio vegetale molisano che è inestimabile”. Per uscire dal guado servono

Considerato che ad oggi non hanno ricevuto dallo Stato e dalle Istituzioni scolastiche alcunché se non l'affetto dei propri genitori. Considerato che anche la soluzione normativa, utile a garantire una tutela straordinaria a carico degli studenti sopravvissuti al tragico sisma, oltre

alle buone intenzioni e le dichiarazioni, sono rimaste nell'oblio ministeriale. Quindi ci rivolgiamo a Lei affinché sia riconosciuto anche ai sopravvissuti il giusto valore dimostrato nel compimento del proprio dovere di studente.

Arsiam e Unimol: valorizzare la tradizione innovando le colture Un convegno sulle strategie di rilancio dell’agroalimentare molisano investimenti in qualità ma, alza subito le mani il sindaco Di Bartolomeo: “è finito il tempo dei finanziamenti a mani basse, senza controlli per misurarne le ricadute sul territorio”. E non è un caso, affonda il sindaco di Campobasso “che ci siano pochi rappresentanti politici, gli intermediari che dovrebbero darci una mano”. C’era invece l’Università del Molise, partner strategico nella sfida dei produttori molisani per un’economia biosostenibile, eppur remunerativa. “Il nostro sforzo palesa Sebastiano Delfine, Unimol - è

qualificare la biodiversità in ottica di mercato. Dobbiamo conservare, salvaguardare” le peculiarità del territorio molisano “in quanto ricchezza non rinnovabile, destinata a sparire se non tutelata”. Per restituire il reddito a chi coltiva, servono innovazione e ricerca, dunque. In tal senso va letto il tentativo dell’Arsiam, sostenuto dai dipartimenti Sava, Staam e Spes del polo universitario regionale che ha mappato le risorse genetiche vegetali molisane, individuando colture erbacee alternative a quelle tradizionali. “L’isolamento geografico del Molise - spiega Delfine nasconde alla produzione tesori alimentari che andrebbero protetti e soprattutto valorizzati”, garantendo tassi maggiori di redditività per chi produce. Il progetto nasce nel programma dell’ex art. 15, finanziato dalla Regione Molise nel 2006 e spalmato nel triennio successivo, ha

avuto il sostegno di partner privati, evidentemente concordi con l’impostazione del commissario del Consorzio agrario, Picciano: “E’ inaccettabile che la nostra ricchezza agroalimentare vada all’estero, svenduta a prezzi irrisori”. Gli fanno eco i produttori, senza risparmiare una nota critica: “in un mercato che paga l’olio meno di due euro al litro, ricerca e investimenti servono a poco”. La ricetta proposta però è la diversificazione, con la scelta di colture che cada da un lato sulla quantità dei ricavi e dall’altra su prodotti che paiono ‘dimenticati’ (orzo, avena e legumi). Colture spesso ignorate per la complessità del processo produttivo che rappresentano un tesoro accantonato e un’opportunità di rilancio dell’agroalimentare molisano. Resta ora lo scoglio di concretizzare i risultati - di sicuro interesse delle ricerche effettuate. (afv)


PRIMO PIANO Sblocco fondi Fas… ma non per tutti Campania e Lazio promosse dal ministro alla Salute che libera le risorse. Le Regioni commissariate per il disavanzo sanitario questa settimana alla verifica tecnica con il Molise resta nel pantano CAMPOBASSO – La logica è quella del bastone e la carota: il premio (i fondi Fas in questo caso, quelli per lo sviluppo della aree sottoutilizzate del Paese) a chi dimostra di aver dato vita a un corso virtuoso in materia di sanità. Hanno già passato l’esame dei tecnici del ministero Lazio e Campania. Oggi toccherà alla Calabria. Si tratta di governi che, esattamente come il Molise, si ritrovano a dover fare i conti con il disavanzo. La verifica in

atto questa settimana serve proprio a capire se è possibile sbloccare quel denaro che diversi mesi fa il governo nazionale ha deciso di tenere in ‘ostaggio’ per chi era indebitato. Da quell’annuncio i governatori, con Iorio in testa, hanno iniziato la difficile battaglia per sbloccarli. Una battaglia che almeno per Renata Polverini e Stefano Caldoro ha dato i suoi frutti. “In pochi mesi – ha detto il ministro alla Salute Ferruccio Fazio - i governatori, commissari

ad acta, di Lazio e Campania hanno fatto un ottimo lavoro in considerazione dei debiti pregressi che hanno trovato”. Benedicendo insomma i loro piani di rientro ha aggiunto: “Ho avuto ragione ad essere ottimista, sono personalmente molto soddisfatto perché noi vogliamo che le cose funzionino. Si tratta di due regioni molto grandi, con tantissimi cittadini e malati e quindi anche per la dimensione che hanno sono due regioni im-

Il Vietri di Larino

Martedì nuovo vertice dei segretari regionali che vogliono accelerare su tempi e modi delle prossime campagne elettorali

portanti per la vita del Paese”. E nel concludere ha detto: “Non che quelle più piccole non siano importanti, ma la sfida di queste due regioni era cruciale, ora guardiamo con ottimismo anche alle altre”. Le parole di Fazio però sollevano qualche interrogativo. Tanto per cominciare il ministro parla di Lazio e Campania che a differenza del Molise il disavanzo se lo sono ritrovato in eredità dal centrosinistra dopo l’elezione di quest’anno. E quindi in qualche modo sembra giustificarli. Quindi, a questo punto, ci si domanda cosa ne sarà del ‘piccolo’ Molise. Iorio ha detto e ridetto che non vuole chiudere i tre ospedali di Larino, Venafro e Agnone. L’accordo per il budget di Neuromed e Cattolica resta legato alla sentenza di merito, mentre per gli altri provvedimenti adottati il tavolo tecnico non ha espresso un giudizio positivo. Come si diceva già qualche giorno fa le ipotesi sono due: o che Iorio venga rimosso dall’incarico di commissario ad acta (ma con le elezioni in vista forse non conviene neanche a Berlu-

scono privarsi di un alleato così prezioso) oppure che arrivi un commissario ad actum. Cioè un esterno per adottare un singolo provvedimento, quello che il presidente rigetta da mesi. E i Fas? Per ora restano un lontano ricordo… redazionepolitica

Centrosinistra, una settimana per decidere CAMPOBASSO – Tra meno di una settimana il centrosinistra tornerà a riunirsi. Ma questa volta sul tavolo occorrerà portare delle proposte chiare e concrete perché almeno su una cosa tutti i partiti sono d’accordo: il tempo stringe e bisogna decidere se e come stare insieme. Martedì prossimo dunque nuova riunione a via Petrella dove, nella sede del Pd, i segretari regionali si sono confrontati anche ieri pomeriggio. “Non c’è alcun ultimatum - e questo vogliono precisarlo sia il segretario Nagni (Idv) che Leva (Pd) - quanto piuttosto la necessità di accorciare le distanze per individuare il metodo con cui verranno scelti i candidati presidenti per la

Provincia di Campobasso (dove si voterà la prossima primavera, ndr) e la Regione (novembre, salvo imprevisti)”. Nemmeno i toni sono

da ultimatum, e infatti il vertice pare sia andato piuttosto bene. Ma nemmeno si può negare che il segretario dei dipietristi abbia già

messo gli occhi sull’ente di via Roma dove aspira alla poltrona più alta. Occorre capire se gli altri della coalizione vorranno dargli appoggio. Caso contrario la via potrebbe essere quella delle primarie, volute soprattutto dai democratici, ma viste come l’ultima spiaggia dall’Idv. Nagni ieri ha detto che “nemmeno si possono fare le primarie per accontentare solo chi le vuole, non è questo il loro scopo”. Ma nemmeno – verrebbe da ribattere – non si devono fare perché c’è qualcuno che non le vuole e preferisce una trattativa tutta interna ai partiti senza scomodare gli elettori. Metteranno ai voti anche il metodo? redazionepolitica


REGIONE Il senatore del Pdl ha presentato un disegno di legge

Di Giacomo: più tutela per i padri separati CAMPOBASSO – In caso di separazione tra genitori è di solito con la madre che resta il bambino. Una decisione giusta e condivisibile che però, fino a poco tempo fa, sembrava più una via obbligata che una reale opportunità per il figlio. Nel vivace dibattito in corso è interve-

nuto anche il senatore Ulisse Di Giacomo (Pdl) che ha presentato in Senato un disegno di legge avente per oggetto Nuove disposizioni a sostegno dei padri separati che versino in condizioni di disagio. “Si tratta – scrive oggi il senatore - di una proposta assolutamente neces-

saria in un paese, come il nostro, in cui la legislazione vigente ha sempre tutelato, in caso di separazione, la figura della madre, trascurando del tutto il ruolo e la condizione del padre. Questa esigenza è venuta fuori anche in un recente convegno svoltosi ad Isernia, sul tema del di-

sagio giovanile. In quella occasione fu lanciata la proposta di chiedere alla delegazione parlamentare molisana la presentazione, al riguardo, di una proposta di legge. Credo di aver assolto ad un compito, quindi, che era richiesto dalla società civile”.

Lo ha deciso la Rete dei comitati nell’assemblea straordinaria di martedì scorso

Eolico selvaggio, manifestazione regionale il 23 novembre

Cgil, allarme rifiuti e Mezzogiorno Chiesti controlli su acqua e aria. Annunciata una due giorni sul tema dell’occupazione Anche la Cgil interviene nel dibattito sullo smaltimento dei rifiuti. E lo fa a gamba tesa, esortando indagini ambientali ed epidemiologiche per valutare la sostenibilità dell’attuale modello di smaltimento, mediante un monitoraggio costante delle caratteristiche qualitative dell’acqua e dell’aria. Secondo il sindacato molisano, la nostra regione si colloca agli ultimi posti in Italia per percentuali di raccolta differenziata e per questo, vanno perseguiti miglioramenti dell’intero ciclo dei rifiuti. Le lamentele e le indignazioni però non finiscono qui. Già annunciato un workshop nazionale di due giorni (a partire dal 27 novembre) a Roma, dal titolo Senza il Mezzogiorno non si va oltre la Crisi. “Bisogna pensare al Mezzogiorno come una grande questione nazionale e agire di conseguenza, generando crescita e occupazione”, tuona Guglielmo Epifani, “mediante un ciclo di investimenti pubblici e privati per dare risposte al dramma occupazionale”. (afv)

Sicurezza sul lavoro, un progetto per le aziende dell’Api Molise

4 ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010

CAMPOBASSO – La Rete delle 89 associazioni e comitati contro l’eolico selvaggio ha definito, nell’assemblea straordinaria di martedì scorso, le prossime iniziative. In particolare, il 23 novembre ci sarà una manifestazione di protesta davanti alla sede del Consiglio regionale. Inoltre, a breve sarà consegnata la prima parte delle firme raccolte sulla proposta di legge di moratoria per lo stop all’eolico selvaggio alle autorità regionali e nazionali e la costituzione di un nucleo tecnico della Rete coordi-

CAMPOBASSO – Per la prima volta il Fapi (Fondo formazione Pmi) finanzierà un progetto in Molise. Si tratta di un’iniziativa che riguarderà imprese e lavoratori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. A dare la notizia una delegazione dell’Api Molise (composta dalla vice presidente Vittoria Beccia, la consigliera nonché coordinatrice di parte imprenditoriale del Fapi Molise Matilde Iosue e dal direttore Gino Di Renzo) che oggi a Roma incontrerà il direttore generale della Confapi Eugenio Feroldi, per dettagliare le modalità organizzative del percorso di formazione ‘La cultura della sicurezza: non un costo... un investimento!’.

nato dall’avvocato Gianluigi Ciamarra e dei tecnici, Giovanni Sardella, e Oreste Rutigliano per l’approntamento della proposta di modifica della legge 22/2009 e sul recepimento delle linee guida nazionali. Infine, è stato proclamato lo stato di mobilitazione generale con iniziative di volantinaggio e di assemblee su tutto il territorio regionale, e con presidi delle principali istituzioni locali (presidenza della giunta regionale, Consiglio, assessorati, Tar, Provincia, e Tribunale).

Il piano che sarà realizzato nelle prossime settimane per una decina di aziende aderenti all’Api Molise, si articola in due seminari (di presentazione e di conclusione lavori) e in otto programmi formativi sulla sicurezza e prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro, calibrati alle specifiche e tipiche esigenze delle Pmi locali. Tra i vari programmi formativi previsti nel piano recentemente approvato, anche quelli inerenti l’uso di attrezzature speciali; Auditor interni per Sgsl; manutenzione di macchine, attrezzature e impianti; analisi e progettazione per la gestione integrata della sicurezza e gestione delle emergenze.

Casa di Montecarlo, Fini: “Non c’era nulla da temere

Capezzone: chi è vicino a Berlusconi, rischia

ROMA – Ora che la vicenda della casa di Montecarlo, affittata al cognato, Giancarlo Tulliani, sta prendendo la strada dell’archiviazione, il presidente della Camera, Gianfranco Fini, resiste sulla linea del Piave sulla quale si è attestato fin dall’estate. “Lasciamo che la magistratura faccia le indagini. Per quanto mi riguarda, non ho nulla da temere e confido nel lavoro dei giudici”.

ROMA – “Chi sta vicino a Silvio Berlusconi rischia troppo e questo non è giusto”. Lo ha detto Daniele Capezzone a proposito dell'aggressione di cui è stato vittima ieri. “Un tipo mi ha colpito ed è scappato”, ha raccontato il portavoce del Pdl. Trasportato in ospedale per accertamenti, è stato dimesso in serata. Unanime solidarietà da tutto il mondo politico, anche di opposizione.


REGIONE Dimensionamento scolastico, si va verso l’accorpamento Di Sandro esulta. L’assessore ha strappato alla giunta regionale l’approvazione del piano di dimensionamento scolastico per il triennio 2011-2013. Una novità assoluta per il Molise che ha obbligato il team dell’assessore alla redazione ex novo di criteri e modalità di organizzazione della rete scolastica. Al piano di dimensionamento scolastico hanno partecipato anche le province di Campobasso ed Isernia, mediante due proposte di soppressione di alcune diri-

genze con l’accorpamento di numerosi plessi scolastici. I rappresentanti di Regione e Province hanno valutato, seduti al tavolo interistituzionale, i suggerimenti del Sindaco di Campobasso e di Termoli, promotori di emendamenti ritenuti significati e pertanto approvati. Un’opera di concerto che spinge l’assessore Di Sandro a parlare di “un modello di scuola possibile e moderno”, capace di “stabilità, rispettando le direttive ministeriali”. Il Molise in-

ESERCIZI COMMERCIALI

In Molise chiuse 22 attività nel I semestre del 2010

CAMPOBASSO – Ventidue esercizi commerciali in meno nel Molise alla fine del primo semestre di quest’anno. Secondo i dati diffusi da Infocamere e rielaborati, per la regione Molise, dall’Osservatorio Economico Statistico Regionale, la provincia di Isernia ne perde 32, mentre quella di Campobasso ne vede nascere dieci in più. Rispetto alle iscrizioni e cessazioni del periodo, è la pro- I dati di Infocamere: vincia di Campobasso a chiudere il periodo, con un saldo di -16 esercizi la provincia commerciali determinato da 158 nuove di Isernia iscrizioni e 174 cancellazioni. Positivo, al contrario, il saldo in provincia di Isernia ne perde 32, con 8 esercizi commerciali in più. La consistenza degli esercizi commerciali, in quella rispetto alle forme costitutive, attribuisce alle imprese individuali, sia a livello di Campobasso nazionale che regionale, i valori più elene nascono 10 vati con una perdita però, rispetto al primo semestre 2009, rispettivamente di 4.829 e 53 esercizi commerciali. Continua, invece, l’incremento delle società di capitali che, a livello regionale, aumentano del 3% con una consistenza di 982 esercizi commerciali. In aumento anche il loro peso, sul totale, che passa dal 13,7% (I semestre 2009) al 14,2% (I semestre 2010).

fatti, rispetto all’anno passato, ha registrato una flessione della popolazione scolastica stimabile nell’ordine delle millecinquecento unità. L’assessore rimarca “la massima condivisione delle scelte da parte delle Istituzioni tecniche e politiche che hanno operato attivamente alla ricerca di una soluzione ottimale”. Ora la palla passa alla commissione consiliare che si farà carico di portare la proposta in Consiglio. (afv)

L’assessore Di Sandro: un modello di scuola possibile e moderno

Aperture domenicali, la Confesercenti: “La nuova legge regionale affonda le piccole imprese molisane” CAMPOBASSO – La Confesercenti si schiera a favore dei piccoli commercianti sulla proposta di legge regionale sul commercio che disciplina le aperture domenicali. Il provvedimento, dopo le modifiche in commissione, concederebbe ampi poteri in materia al sindaco, sposando in pieno la linea della grande distribuzione (in precedenza era stata indicata la soglia delle 32+3 domeniche annuali di apertura). Il direttore

regionale di Confesercenti, Graziano D’Agostino, è netto nel suo giudizio: “La nuova legge regionale sul Commercio ignora un lunghissimo lavoro di concertazione cui avevamo preso parte con forte convinzione e consegna il commercio regionale ad una liberalizzazione indiscriminata e non regolata”. In sostanza, “la legge, così come proposta, è un grande regalo alla grande distribuzione, ai centri commerciali

che fanno capo a società a carattere nazionale, ma è una pietra tombale per le piccole imprese mercantili, che hanno tutto il diritto di sopravvivere”. Per questo, D’Agostino invita la Regione “a valutare bene i nefasti effetti che deriverebbero dal testo licenziato in Commissione, perché la legge proposta porrebbe la Confesercenti davanti ad una decisione non condivisa, I reali interessi delle piccole imprese vengono violati e calpestati, andando anche contro quelli degli stessi consumatori”. Infine, il direttore ricorda che “alcune società della grande distribuzione continuano ad usufruire di interventi agevolati grazie alle addizionali regionali pagate dalle tasche dei cittadini molisani, per posti di lavoro spesso molto precari che poi si tramutano in cassa integrazione e mobilità. Inoltre – conclude –, fatto gravissimo, cade praticamente ogni reale funzione dell’osservatorio regionale per il commercio perché ogni decisione ricadrà sotto il dominio degli amministratori comunali, che notoriamente sono molto influenzabili dalle sollecitazioni della grande distribuzione”.


CAMPOBASSO Ieri in Tribunale la dura requisitoria del pm Venditti, le richieste della parte civile e le arringhe dei difensori dell’imputato

Pesante condanna per Mago Bruno: otto anni di reclusione Otto anni di reclusione, l’interdizione dai pubblici uffici, il pagamento delle spese processuali ed il risarcimento del danno integrale, pari a 20 mila euro, subito da Pasquale Santoianni (unica parte civile del procedimento) , oltre che la copertura delle spese per il legale di quest’ultimo per un ammontare di 5 mila euro. Nel tardo pomeriggio di ieri la sentenza emessa dal collegio penale del Tribunale di Campobasso che ha ritenuto Bruno Battista, alias Mago Bruno, colpevole di truffa, circonvenzione di incapace e violenza sessuale a danno di solo una delle due donne che lo hanno denunciato. Escluse le aggravanti, dunque, per l’imputato due anni in meno rispetto a quanto aveva richiesto l’accusa. Per il pubblico ministero Rossana Venditti, Battista

avrebbe meritato dieci anni: sei per la violenza sessuale e 4 per gli altri reati. Nel suo intervento, il pm aveva ribadito “la pericolosità di Battista per la collettività e la sudditanza psicologica delle vittime” chiedendo inoltre ai giudici, in relazione alla ‘possibile’ irregolarità della registrazione presentata nella precedente udienza dai legali dell’imputato “la trasmissione degli atti al Consiglio dell’Ordine per eventuali provvedimenti disciplinari nei confronti dei due avvocati”. Il legale di parte civile, Daniele Di Gregorio, ha invece sottolineato nuovamente la facile suggestionabilità del proprio assistito (il giovane Santoianni) chiedendo il risarcimento ed il pagamento delle spese così come poi accolto dai giudici. Lunghe e dettagliate le arringhe degli avvocati di Bruno

Battista, Carmine Verde e Cristiana Valentini che ancora una volta hanno rimarcato l’innocenza del proprio assistito per

quanto riguardava tutti i capi di imputazione. Nelle richieste di quest’ultimi la possibilità che il Mago scontasse i domiciliari

non più nella clinica di Genzano (dove è ricoverato da mesi) ma nella propria abitazione e l’opportunità di essere assunto a tempo indeterminato in qualità di operaio. Le arringhe sono terminate in mattinata e alle 17e30, dopo la Camera di Consiglio, la decisione del collegio presieduto dal dottor Mario Iapaolo. Verde e Valentini, intanto hanno annunciato che faranno ricorso in appello. Mentre, per Bruno Battista, la scorsa settimana un nuovo rinvio a giudizio sempre per truffa e violenza sessuale. A denunciare per primo il mago fu Santoinanni, il giovane termolese che si era rivolto a Battista perché si sentiva perseguitato da alcune voci e che nel tempo gli aveva consegnato 12 mila euro. Di li a poco giunsero anche le denunce per violenza sessuale

Furto aggravato, tornano liberi i quattro romeni Tornano in libertà i quattro romeni arrestati due settimana fa per furto aggravato dai carabinieri della Compagnia di Campobasso. Ieri, il Gip Teresina Pepe ha revocato i domiciliari su richiesta dei due difensori Ennio Cerio e Franco Carissimi. I legali dei romeni hanno pat-

L’avvocato Ennio Cerio

teggiato il minimo della pena con la sospensione condizionale della stessa. I quattro erano stati colti in flagranza di reato dai militari che nella notte di 15 giorni fa si erano precipitati, a seguito di una segnalazione, in contrada Feudo a Campobasso. In quella località, i carabinieri avevano

bloccato i romeni intenti a scappare dopo il tentativo di furto di materiale edile in una delle ville in costruzione nella zona. “Siamo soddisfatti di questa decisione, le nostre richieste sono state accolte” – hanno commentato gli avvocati Cerio e Carissimi

Mezzo milione per l’Ipia di Piazza San Francesco Combattere la sclerosi con l’aiuto dell’Aism Approvato dalla Provincia il progetto preliminare relativo ai lavori di miglioramento sismico dell’Ipia di piazza San Francesco a Campobasso. La somma messa in palio è di 500mila euro e la stessa dovrà servire per il rafforzamento delle strutture portanti che comunque non andranno ad alterare lo storico

edificio. Un primo intervento urgente sull’istituto (per un importo di 200mila euro) è stato già approvato dalla Giunta e presto sarà appaltato. Centomila euro è invece la somma che Palazzo Magno ha stanziato per la messa in sicurezza del tratto della “Galdina” che attraversa Campodipietra.

Si è svolto qualche giorno fa nella sezione Aism in via Toti 7 a Campobasso, il congresso elettivo per l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo Provinciale che guiderà la sezione di Campobasso per il prossimo triennio. Il Consiglio eletto risulta così composto: da Remo Pallotta (presidente), Gino Donatelli (vicepresidente), Filomena Staffolani (segretario) e Angela Di Cristinzio (tesoriere). L'impegno della sezione e degli eletti è di

prodigarsi affinché il tenore di vita delle persone con sclerosi multipla e delle loro famiglie sia migliorato e per fare ciò la sezione dovrà diventare un reale punto di riferimento per le persone colpite dalla malattia, e un centro di servizi capace di adoperarsi per l’affermazione dei loro diritti. L’invito rivolto a tutti gli interessati, è, dunque, quello di avvicinarsi alla sezione per rendere tutto ciò possibile.


CAMPOBASSO Terribile schianto sulla ss 87, muore un 80enne Un telo verde ha coperto il corpo di Pietro Paolo per circa un’ora prima di essere trasferito, all’interno di una bara, all’obitorio dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. L’uomo, agricoltore 80enne di Vinchiaturo, ieri mattina, è rimasto vittima di un incedente sulla statale 87, la vecchia strada che dal capoluogo conduce a Ter-

moli. A pochi chilometri da Campobasso il terribile sinistro. Pietro Paolo, alla guida della sua Fiat Punto, forse a causa di un malore, ha perso il controllo dell’auto finendo sulla carreggiata opposta e schiantandosi contro una Mercedes. L’anziano, era partito alla volta del capoluogo per effettuare alcuni controlli me-

dici. A contribuire allo sbandamento, probabilmente, anche l’asfalto reso viscido dall’insistente pioggia. Nell’impatto sono rimaste coinvolte anche altre due auto, una Bmw e una Lancia Libra. Tre le persone che hanno riportato ferite. In particolare, al conducente della Mercedes sono stati ri-

levati gravi traumi e fratture multiple. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco e la polizia stradale

per i rilievi del caso. La strada è rimasta bloccata per circa due ore, mentre il traffico è stato deviato dal personale dell’Anas.

Laboratorio di criminologia, si parte

Di slogan se ne sono sentiti parecchi ieri durante la presentazione del protocollo d’intesa tra il Comune di Campobasso e l’Università degli Studi del Molise per il laboratorio italiano di criminologia. Slogan che forse serviranno ad incoraggiare e ad essere di buon augurio per un la-

boratorio di cui si era già sentito parlare qualche anno fa ma che per alterne vicende non era mai decollato. Ora invece le intenzioni di andare avanti ci sono tutte e le premesse, affinché il progetto si concretizzi, pure. Alla cinferenza stampa di ieri non mancava nessuno: c’era il rettore

Cannata, c’erano i responsabili del laboratorio e c’era pure il sindaco del Comune di Campobasso che appoggia incondizionatamente l’iniziativa. Di cosa si tratta: di un polo di ricerca per la lotta alla criminalità, di uno strumento per l’analisi e la ricerca tecnologica e metodologica della devianza. Concetto questo su cui Di Bartolomeo concentra buona parte delle sue forze perché sa che le devianze generano criminalità. “Quando si parla del Molise come isola felice – ha sottolineato il rettore Cannata – dobbiamo sapere che però un’isola felice non si mantiene da sola ma che c’è bisogno di prevenzione, di vigilanza della microcriminalità urbana. Ma con questa iniziativa non vogliamo scavalcare nessuno, né creare confusione tra le forze che sono già in campo. Ognuno deve fare il

suo”. Insomma l’intenzione è quella di aprire a ogni forma di collaborazione prevedendo anche la possibilità di varcare i confini italiani “perché col localismo non si va da nessuna parte” ha ribadito il rettore aggiungendo che le piccole questioni vanno viste con grandi visioni.

L’osservatorio sugli istituti di vigilanza privata muove i primi passi Predisporre regole trasparenti e condivise per risolvere le problematiche del settore “vigilanza privata” attraverso il confronto e il dialogo con le istituzioni: è nato con questi obiettivi, lo sorso dodici ottobre, l’osservatorio permanente sugli istituti provinciali di vigilanza privata, organo che ha conosciuto proprio ieri la sua seduta di insediamento. All’incontro hanno partecipato il colonnello Tamborrino per il comando provinciale dei carabinieri, il dottor Sforza, delegato della direzione provinciale del lavoro, il vicario del questore Conticchio, il rappresentante

8 ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010

dell’ente bilaterale regionale di vigilanza, nonché i legali rappresentanti degli istituti di interessati e i delegati delle organizzazioni sindacali e datoriali dei lavoratori di categoria. Nel corso dell’appuntamento – andato di scena nella sede istituzionale della Prefettura di Campobasso - sono state affrontate le questioni prioritarie per il settore ed è stata prevista, inoltre, l’istituzione di un tavolo tecnico coordinato dalla Prefettura per la stilazione di principi – guida che aiutino a risolvere in maniera in equivoca le questioni relative alla procedura del cambio di appalto.

Presidente del laboratorio è il sindaco Di Bartolomeo mentre ad assumerne la direzione scientifica è il professor Carmine Barba che ha posto l’accento su dati abbastanza sconcertanti se letti nell’ottica di una città, tutto sommato ancora tranquilla, qual è Campobasso: il 12,1% degli uomini e il 26,8% delle donne hanno il terrore di attraversare di notte le strade della città . Un profondo senso di insicurezza che ha preso piede anche in un’area che sembrava lontana da certi pericoli. “Il Molise – ha detto Barba – è una zona di transito che la criminalità attraversa per raggiungere i suoi scopi. Ed è in questo frangente che si inserisce il nostro lavoro di ricerca che avrà come obiettivo la ricaduta sulla formazione”. A chiudere l’incontro con la stampa il professore di Criminologia dell’Unimol Marco Marchetti: “Questa del laboratorio è un’opportunità unica. Se si conosce la realtà è più facile fare progetti d’intervento”.


CAMPOBASSO Il sacerdote, baluardo della lotta alla mafia, alla Petrone su “Legalità e mondo giovanile, oggi”

Don Ciotti: “La conoscenza rende liberi e responsabili” “E’la cultura che sveglia le coscienze”. Non poteva che cominciare da qui, da un pensiero che è, ad un tempo, consiglio paterno e monito etico, la visita di don Luigi Ciotti all’istituto comprensivo “I. Petrone” di Campobasso. Un incontro che ha letteralmente catturato gli studenti, intervenuti con grande interesse nel dibattito “Legalità e mondo giovanile oggi”: tema di estrema attualità, che tocca da molto vicino la realtà dei ragazzi e dei loro percorsi di vita. Promuovere la

giustizia ed il rispetto contro lo sviluppo dilagante di mafie e corruzioni, combattere silenzi ed egoismi con la forza della memoria e l’impegno appassionato, tutelare la pace e la convivialità per vincere la minaccia delle guerre e dell’intolleranza: questi gli elementi su cui occorre insistere affinché il Molise non diventi terra fertile per il radicamento di sistemi e affari illeciti, che sviliscono la dignità stessa dell’uomo. Nel corso del convegno, promosso proprio

dalla sezione molisana dell’associazione “Libera”, don Ciotti ha insistito sull’esigenza di instaurare nel Paese un clima di giustizia e legalità non solo attraverso il ruolo della politica, ma anche e soprattutto puntando sul senso di speranza che segna la rincorsa al bene supremo della libertà: “La conoscenza rende responsabili e consente di vincere l’indifferenza e la superficialità. Non possiamo pretendere che il progresso arrivi sempre dall’alto, perché il cambiamento ha biso-

gno di ognuno di noi – ha detto il sacerdote veneto, da anni impegnato nella lotta alla mafia L’Italia non è una nazione divisa, ma diseguale e la disuguaglianza è la radice delle emarginazioni, della criminalità; è proprio la disuguaglianza che può generare divisione. Non esiste legalità senza uguaglianza e per tutelarla non basta il mero rispetto dei precetti legali. Se ogni cittadino – ha concluso Don Ciotti – non viene riconosciuto nella propria dignità e nei propri diritti, l’eser-

cizio della legalità può diventare un pericoloso strumento di discriminazione”. Lu.a.

Una strada intitolata al grande Tonino Armagno La targa c’è già ma la cerimonia ufficiale è stata fissata per domenica a Palazzo San Giorgio. A due anni dalla scomparsa di Tonino Armagno l’amministrazione di Campobasso gli ha voluto intitolare una strada: quella che da dietro le Casermette arriva fino alle spalle del pastificio Guacci. Un riconoscimento che il Comune ha voluto conferire a colui che negli anni ha mantenuto viva la cultura del dialetto e delle tradizioni scrivendo non solo volumi ma anche canzoni e poesie. Nella storia della città è rimasta la raccolta di liriche del 1973 dal titolo "Campuasce, paese mie”. Iscritto alla Siae, società degli

autori, socio dell’associazione Nazionale Poeti e Scrittori ha vinto numerosi premi musicali oltre ad essere autore di 12 puntate settimanali radiofoniche trasmesse dalla sede regionale della Rai su “i musicisti molisani”. Ma per riassumere il curriculum di Tonino Armagno servirebbero pagine e pagine di giornale. L’importante però è non dimenticare il suo lavoro e il suo impegno per la salvaguardia delle tradizioni locali. E con una strada a suo nome sarà più facile mantenere vivo il ricordo di un grande personaggio quale è stato Tonino Armagno per la città di Campobasso ma anche per l’intero Molise.

Destinati ai nuclei familiari sottoposti a sfratto

Iacp: 10 nuovi alloggi popolari per la zona di San Giovanello Una novità importante per la città di Campobasso e per la regione intera: è stato introdotto da questa premessa il progetto della costruzione di dieci nuovi alloggi di edilizia popolare nell’area di San Giovanello. Un complesso, quello programmato dall’ufficio tecnico dell’istituto autonomo case popolari del capoluogo, rivolto in maniera prioritaria alle famiglie destinatarie di procedure di sfratto esecutivo. Nei prossimi giorni partiranno i bandi per la gara d’appalto relativa alla costruzione del plesso – che sarà terminato entro il 2011 con una spesa di circa 930mila euro - particolarmente all’avanguardia in termini di antisismicità e risparmio energetico. La struttura, costituita da dieci appartamenti di 54 metri quadrati netti, sarà infatti dotata di un apposito sistema fotovoltaico e di riscal-

damento a basso consumo, nonché di un pannello termico per il riscaldamento dell’acqua. Una notizia che può dunque regalare un po’ di serenità a quanti vivono oggi una situazione di profondo disagio, come ha spiegato anche Pierluigi Lepore, commissario straordinario dello Iacp: “E’un opportunità rivolta a una categoria particolare del ceto sociale, ma anche una risposta ad una situazione di crisi generalizzata. In quest’ottica stiamo portando avanti altre iniziative importanti a livello provinciale, come la ristrutturazione delle case popolari del basso Molise colpite dall’alluvione, nei comuni Larino, Rotello, Mafalda, Tavenna e Palata, nonché la realizzazione di altri 32 alloggi a Campobasso e di 15 a Termoli. Nei prossimi giorni, inoltre, ne verranno consegnati altri 12 a San Giuliano di Puglia”.

Neve e piano anti-disagi, ieri un vertice in Prefettura Si è tenuta ieri mattina alla Prefettura di Campobasso la riunione sul piano neve della provincia di Campobasso. Si Una riunione per organizzare gli interventi e per fronteggiare le situazioni di emergenza legate alle precipitazioni di carattere nevoso. All’incontro hanno partecipato oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine anche i vigili del fuoco, la protezione civile gli enti proprietari delle strade, il 118 e i gestori dei servizi essenziali. Attorno al tavolo anche il sindaco di San Massimo sul cui territorio ricade Campitello Matese e anche il direttore della società che ne gestisce gli impianti per avere

un quadro più specifico sulle esigenze legate all’afflusso di turisti sulle piste della località sciistica. Obiettivo della riunione è quella di garantire la transitabilità delle strade, l’erogazione dei servizi essenziali e il soccorso dei cittadini. E se in Lombardia ci sono già ordinanze precise (in ottemperanza alla legge 29 luglio n. 210) chi non circola con catene o gomme da neve avrà vita difficile, nella provincia di Campobasso sarà garantito il controllo delle forze di Polizia per assicurare che tutti i mezzi in circolazione siano muniti dei necessari dispositivi.


SPETTACOLI Si chiude domenica con il duo Seminara Devecchi

Oggi Mc Allister on stage Prosegue il Festival chitarristico all’Albino CAMPOBASSO - Ha preso il via il 26 ottobre la sesta edizione del “Festival internazionale chitarristico”. Il primo concerto è stato quello di Giorgio Albiani. Questa sera sarà la volta di Matthew McAllister. L’esibizione si terrà alle 20:00 all’auditorium della biblioteca Albino. McAllister rientra nel nugolo di chitarristi classici che si esibiscono in varie formazioni. In duo per esempio, o in qurtetto con il nome Frevo. Nato in Scozia, McAllister ha studiato alla Royal Scottish Academy ed è ora docente all’univesità St. Andrews della Scozia. Sabato 30 alle 19:00 si terrà il concerto degli allievi partecipanti alla masterclass. Si chiude il 31 ottobre con il concerto del duo Seminar-Devecchi. Ingresso gratuito, info 087466142. chp

20 artisti per Kalenarte CAMPOBASSO - Per il ventesimo anniversario di “Kalenarte”, 20 artisti saranno i testimonial della campagna artistica che si tramuta in manifesti sparsi per il capoluogo. La presentazione si terrà il 6 novembre presso Palladino editore. Nella foto il manifesto di Claudio Di Carlo.

Mostre CAMPOBASSO - Si terrà dall’11 dicembre 2010 all’11 gennaio 2011 la mostra “Campobasso fuori le mura”. Organizzazione a cura di Noidea e Altrimedia. CAMPOBASSO - Terminerà il 31 ottobre la personale di Piero Perrino presso Axa Palladino company a Colle delle api. CAMPOBASSO - Sino al 6 novembre presso Momà in via Tiberio, la personale di Elio Cavone “Nero elastico”. CAMPOBASSO - Inaugurata il 16 ottobre, la mostra d’arte contemporanea “Mia solo mia” di Cinzia Laurelli terminerà il 3 novembre. E’ visitabile, presso la galleria Limiti inchiusi in via Muricchio.

APPUNTAMENTI ISERNIA - Oggi serata caraibica con dj Oscar Melchionda. Selezioni di salsa, bachata e merengue. CAMPOBASSO - Domani after dinner al De Anima. Set di Flavio Emme. CAMPOBASSO - Domani dopo cena al Rudy’s lounge bar. Set dj Bit. Sabato “Pane e acqua”, Halloween con Charles Papa. CAMPOBASSO - Venerdì caraibico al Red Passion, ospite Gazebo (I like Chopin), Carmen Russo e Paolo Turchi. Sabato ospite il dj Claudio Coccoluto. CAMPOBASSO - Domani al Physique in via Fusco, apericena dalle 20:30. Dj set Ciacco. CAMPOBASSO - Venerdì è Charme electronique al Kamaloca. CAMPOBASSO - Domani al Sei torri di via Ferrari selzioni musicali di Emmanuel Smith, il 30 dj Uptown. CAMPOMARINO - Presso La pista riprende il venerdì latino, a cura delle scuole di ballo di Termoli. ISERNIA - Gran ritorno nella movida molisana per il discobar La Strada. Venerdì serata dance con i dj resident Pietro Rama e Alessandro Roccia. AMPOBASSO - Sabato alla discoteca Alexander ospite il dj Raf Marchesini. Domenica 31 Massimiliano Lippoli e California dream man.

DISCHI Il gruppo molisano Ifsounds, ha pubblicato il 26 ottobre il sesto album “Apeirophobia”. Il primo “In the cave” è uscito nel 2004. Il gruppo si inserisce nel filone prog italiano, stile Premiata Forneria Marconi, Banco del Mutuo Soccorso. La line-up è formata da Dario Lastella, Claudio Lapenna, Enzo Bellocchio, Franco Bussoli, Elena Ricci.

“Sulle orme del jazz” CAMPOBASSO - In attesa del cartellone “Young Dlf”, domani sera al dopolavoro ferroviario tributo in musica a Pippo Tiberio. Sul palco dalle 21:30, un nutrito cast musicale per rendere omaggio al trombettista molisano. Nell’occasione verranno rinnovate le tessere dei soci. Info 0874414064.

Augias, racconto a teatro

CAMPOBASSO - “Ti racconto un libro” domani presenta “Raccontare Chopin” e “I segreti del Vaticano” con il giornalista Corrado Augias. Il doppio racconto di Augias, dalle 21:00 al teatro Savoia, sarà accompagnato dalle musiche di Chopin eseguite dal maestro Giuseppe Modugno. Info 087496622.

Grande attesa per i Black Eyed Peas

Madre di Jackson senza soldi

Continuano ad emergere nuovi dettagli su "The beginning", il nuovo album dei Black Eyed Peas, atteso nei negozi alla fine del prossimo novembre: "Il titolo non è casuale", ha specificato il coleader della band Will.I.Am, "L'inizio simbolico è quello dell'era dominata dalle nuove tecnologie, come ad esempio il 3D in cinematografia.

Katherine Jackson non ha ancora ricevuto un soldo dalla morte del figlio. Voci riportano che l'anziana donna, si occupa di tutti e tre i figli lasciati da Michael, sta tirando avanti solamente grazie al supporto finanziario che le offre Janet. La fondazione che cura gli interessi del cantante afferma che sta tentando di ripianare debiti di Michael.

11 ANNO III - N° 238 GIOVEDI’ 28 OTTOBRE 2010


Alla guida senza mai aver avuto la patente

Ruba 4mila euro dalla cassa: denunciato

ISERNIA - È stato fermato dalla Squadra Mobile e successivamente denunciato un rom 26enne di Isernia, sorpreso alla guida di un’auto di grossa cilindrata, senza mai aver conseguito la patente di guida. Il giovane risulta essere recidivo in quanto fermato pochi giorni prima per lo stesso motivo.

VENAFRO - Sottraeva sistematicamente piccole somme di denaro dalla cassa dell’attività in cui lavorava. Fino ad un ammontare di oltre 4mila euro. È finita male per il dipendente “truffatore”, che a seguito della denuncia da parte del titolare è stato sorpreso dai Carabinieri e denunciato all’Autorità Giudiziaria.

ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

Bello e impossibile www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI POLITICI INVIDIOSI È uno dei sette vizi capitali. L’invida viene definita come “un sentimento nei confronti di un'altra persona che l'invidioso non possiede”. Secondo i detti popolari, è proprio “una brutta bestia”. Ad Isernia è un sentimento assai diffuso tra molti politici, soprattutto nei confronti del sindaco Melogli. E così anche se presto potrebbero diventare colleghi di partito, molti personaggi sono pronti a screditare e mettere i bastoni tra le ruote al primo cittadino pentro. Il motivo? Semplice, perchè tutti ambiscono ad una poltrona a Palazzo Moffa, e dover fare i conti con il sindaco di uno dei due capoluoghi regionali non è cosa facile. Ai nostri politici invidiosi va il tapiro del giorno.

L’OSCAR DEL GIORNO AL SINDACO MELOGLI Un playboy non solo con le donne ma anche con i politici. È lui il personaggio più corteggiato dai partiti, Pdl ed Udc in testa. Ma lui da latin lover di vecchio corso ammicca a tutti senza però concedersi a nessuno. Da circa sette anni consecutivi alla guida del Comune di Isernia, il primo cittadino è all’apice della sua carriera politica. Il suo bacino di voti fa gola a molti e potrebbe essere decisivo nelle prossime elezioni regionali. A quale delle tante avances cederà il primo cittadino? Nell’attesa speriamo che accetti almeno il nostro oscar.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA I partiti di centrodestra se lo contendono in vista delle Regionali. E c’è chi è invidioso...

Melogli, un vero playboy Tutti lo vogliono ma lui dice no

ISERNIA – Il sindaco più amato dalle donne da qualche tempo è diventato anche il politico più corteggiato dal centrodestra e dal nascente terzo polo. In vista delle prossime elezioni regionali, infatti, tutti lo cercano, tutti lo chiamano tutti lo vogliono. Ma lui, da vero playboy non ne vuole proprio sapere. Per il momento fa orecchie

da mercante e ai continui corteggiamenti di Pdl e Udc risponde sempre allo stesso modo: “Quando sarà il momento deciderò, per il momento pensare a fare solo il sindaco. E lo voglio fare da indipendente perché credo che chi sia al vertice di un ente pubblico non possa pensare agli interessi del partito di cui fa parte”. È questo il

motivo per cui il primo cittadino quest’anno non ha rinnovato la tessera dell’Udc e per cui, per il momento, non ha intenzione di schierarsi. In effetti ad oggi non ha mai detto apertamente di volersi presentare alle Regionali, figuriamoci se a distanza di un anno voglia sciogliere svelando il suo schieramento. Anche se qualche mese fa aveva dichiarato alla stampa di condividere il pensiero e la linea politica del Pdl. Certo è che tra un anno e mezzo, quando il suo mandato scadrà, non potrà più ripresentarsi essendo ormai al termine della seconda legislatura consecutiva. Chi pensa, dunque, che il primo cittadino sarà uno dei protagonisti delle elezioni Regionali non ci va poi tanto lontano. La campagna elettorale è già iniziata ed i partiti hanno già sondato il terreno per portarsi a casa i pezzi da novanta. E se in molti sono alla ricerca di nuovi movimenti, visti i tanti pretendenti che ci sono nei partiti maggiori, uno come Melogli ha solo l’imbarazzo della scelta. Pdl, Udc, ma anche tutti gli altri movimenti di centrodestra lo vorrebbero. Il primo cittadino è all’apice

Iannelli-Di Ianni, è scontro ISERNIA - Non c’è nessuna volontà di polemizzare con il Coordinatore Regionale di Alleanza per il Molise Luisa Iannelli la quale, forse, non ha ben capito la natura del mio intervento. Non contesto che Alleanza per il Molise possa intervenire su argomenti politici, anzi! Personalmente ho condiviso e apprezzato alcune delle dichiarazioni fatte in passato. Ho invece contestato (e continuo a farlo) la motivazione per cui un movimento presente in maniera importante solamente all’interno dell’amministrazione provinciale di Isernia, di cui è la seconda forza politica, chieda l’allargamento della Giunta comunale. Ribadisco: non mi sembra che Alleanza per il Molise sia in Consiglio comunale. Dunque mi domando: qual è l’interesse di questa richiesta? C’è qualcosa dietro? A chi porta beneficio? Ho chiesto se Alleanza per il Molise ha esponenti e rappresentanti al Comune di Isernia, ovvero se i consiglieri comunali di Isernia

14 ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010

candidati con Alleanza per il Molise alle Provinciali sono schierati a Palazzo San Francesco sotto altre egide di partito, quali il Pdl o l’ex partito di Alleanza Nazionale, o se invece – in coerenza con le scelte fatte alle ultime elezioni Provinciali – si dichiarano esponenti di Alleanza per il Molise e quindi rappresentano tale movimento anche in Consiglio comunale. Su questo argomento, forse, la Iannelli avrebbe potuto e dovuto rispondere, perché mi risulta che uno dei nomi designati dal Pdl per entrare a far parte della Giunta pentra sia stato un suo candidato alle Provinciali. Gradirei quindi sapere, se questa designazione è avvenuta come Pdl in quota ex An o come Alleanza per il Molise. Ad oggi, però, mi risulta che non ci siano rappresentanti di Alleanza per il Molise al Comune di Isernia. Il Coordinatore Provinciale di Progetto Molise Remo Di Ianni

della sua carriera politica. E dopo quasi dieci anni alla guida di Palazzo San Francesco la sua notorietà è salita alle stelle. Un candidato, dunque, che secondo le previsioni dovrebbe fare il classico pienone di voti, magari guadagnandosi anche un posto nella giunta regionale. Motivo per cui fa gola proprio a tutti. Ovviamente diventare il sindaco più amato dalle donne e dai vertici di partito non ha solo aspetti positivi. Melogli, proprio in questi giorni, si trova a fare i conti con il rovescio della medaglia. Molti esponenti del centrodestra isernino, infatti, hanno capito che Melogli potrebbe essere il candidato da battere. Quindi meglio partire d’anticipo e cominciare a mettergli i bastoni tra le ruote. Di questo ne è consapevole lo stesso primo cittadino che durante l’ultima conferenza stampa ha più volte rimarcato che contro di lui sono state mosse critiche strumentali, che hanno motivazioni esclusivamente politiche. Il sindaco, anche se non lo ha detto

apertamente, ha fatto intendere che Testa, Lombardozzi e altri esponenti regionali di centrodestra hanno voglia di acquistare visibilità e al tempo stesso di screditare l’operato dell’amministrazione comunale. Il gioco politico dei suoi avversari, in sostanza, è molto semplice: dare all’opinione pubblica l’impressione che Melogli non sia in grado di gestire una maggioranza in Comune, figuriamoci se possa ambire alla carica di consigliere o addirittura di assessore regionale. Una strategia che ha un solo obiettivo, quello di far cadere il primo cittadino, in modo che se dovesse decidere di presentarsi alle Regioni, lo farà a mani vuote. Ma Melogli non ci sta e con il suo solito atteggiamento da bello e impossibile ha già annunciato: “Se mi candiderò alle Regionali? Ancora non lo so. Certo è che se dovessi candidarmi lo farò da sindaco della città di Isernia”. Per buona pace dei suoi avversari politici e probabili futuri compagni di partito.

LA FOTO DEL GIORNO

Comune, spunta una trappola per aspiranti assessori ISERNIA - Questa foto è stata scattata all’interno del chiostro del Municipio. Agli occhi di tutti può sembrare normalissima trappola per topi. Ma i ben informati sono certi che a mettere la scatola nera sia stato proprio il sindaco Melogli. Il motivo? In realtà si tratta di una trappola per gli aspiranti nuovi assessori. In Comune, infatti, circola la voce che al suo interno non ci sia un prelibato pezzo di formaggio, bensì un documento con cui Melogli autorizzi ad allargare la giunta. Siamo curiosi di scoprire chi sarà il primo consigliere che ci metterà il naso.

Asrem, oggi lo Sportello Diabete

Terminal ancora senza l’orario dei pullman

Oggi, alle ore 11,00, presso i locali del Distretto Sanitario di Base di Isernia, siti in Largo Cappuccini sarà presentato il progetto “Sportello Diabete”. “Con il progetto – spiega il Direttore del Distretto Sanitario di Isernia, Rosa Iorio – offriremo ai portatori di diabete mellito e/o al suo familiare la fruizione di specifici percorsi integrativi socio-sanitari”

Un cittadino ci ha segnalato che al terminal degli autobus di Isernia Stazione, manca ormai da molto tempo, una tabella indicante l'orario di arrivo e partenza degli autobus regionali ed interregionali.Per questo motivo chiediamo all’amministrazione di attivarsi per sopperire a questo disservizio che crea problemi ai pendolari.


ISERNIA Isernia. Diffusi i dati sulle operazioni condotte dopo l’insediamento del nuovo Questore Torre

Criminalità, straordinari per la Polizia di Isernia

ISERNIA - Nel corso dell’ultimo trimestre, l’attività di prevenzione e repressione dei reati è stata notevolmente incrementata grazie all’impulso dato dal nuovo Questore della provincia di Isernia, Salvatore Torre, al fine di garantire la sicurezza su tutto il territorio.

Particolare attenzione è stata prestata nei confronti delle principali arterie stradali che connettono la provincia con le altre regioni, al fine di contrastare l’ingresso di persone malintenzionate. Non è mancato inoltre il controllo di edifici sensibili e di luoghi pubblici

Denunciato 30enne per furto aggravato ISERNIA – I Carabinieri della Compagnia di Isernia hanno arrestato un cittadino extramocunitario, un 31enne di origini senegalesi, in quanto dopo essere stato fermato a un normale posto di blocco, risultava di non aver ottemperato al decreto di espulsione amministrativa che gli era stato disposto dal Prefetto di Isernia. Per questo motivo l’uomo verrà presentato al

rito di convalida e al giudizio per direttissima il prossimo 30 ottobre. A Venafro, invece, dopo la denuncia di un commerciante del posto, i Militari dell’Arma hanno denunciato in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria un 30enne che aveva prelevato in maniera fraudolenta circa 4mila euro dalla cassa del negozio in cui lavorava

frequentati dai giovani. Il bilancio è assolutamente positivo. Sono stati predisposti circa 400 posti di controllo, che hanno permesso alle pattuglie della Polizia di procedere all’identificazione di oltre 3500 persone (+25% rispetto al secondo trimestre 2010 e +87% rispetto al primo trimestre) e al controllo di oltre 2300 veicoli (+17% rispetto al secondo trimestre e + 60% rispetto al primo trimestre). Ben 635 i controlli effettuati a persone sottoposte a misure di prevenzione giudiziaria (+1300% rispetto alla media dei due trimestri precedenti), che hanno permesso di deferire 5 individui all’Autorità Giudiziaria per violazione degli obblighi o per il mancato rispetto delle prescrizioni imposte dalla legge. Si registra un incre-mento anche per quanto riguarda l’eleva-

zione di sanzioni amministrative, abbattendo inoltre il numero di infrazioni commesse dagli automobilisti che hanno violato il codice della strada. Proprio nell’ambito di questi controlli, lo scorso fine settimana la Squadra Mobile di Isernia in Corso Risorgimento, è stata impegnata nel controllo di un’autovettura di grossa cilindrata guidata da S.M., un 26enne del posto con numerosi procedimenti penali a carico e ben noto alle forze dell’ordine. Gli uomini della Squadra Mobile hanno accertato che il giovane, di etnia rom, non ha mai conseguito la patente di guida, ed inoltre la vettura che guidava era sprovvista di copertura assicurativa. Per questi motivi il rom è stato deferito alla locale Autorità Giudiziaria, mentre l’automobile è stata posta sotto sequestro. L’imputato, inoltre,

si è dimostrato recidivo, in quanto pochi giorni prima era stato denunciato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Isernia per il medesimo motivo.

L’opinione

“La maggioranza è priva di idee” Nell’ultimo Consiglio Provinciale, per quanto riguarda la ridefinizione dei collegi, la maggioranza non è stata in grado di formulare una proposta alternativa alle due elaborate dalla Prefettura e che per cercare di nascondere la mancanza di idee e di proposte hanno dovuto rimettersi al lavoro della Prefettura stessa che fino a poche ore prima avevano aspramente criticato. La minoranza ha invece depositato prima in Commissione nelle scorse settimane e poi in Consiglio tre ipotesi alternative che però non sono passate. Registriamo comunque con soddisfazione che tali nostre proposte sono state votate da un autorevole consigliere di maggioranza. A margine di questa vicenda riteniamo comunque che le modalità indicate dal governo nazionale per la ridefinizione dei collegi siano inadeguate. Basti pensare che il dato di partenza fa riferimento agli abitanti dei singoli comuni alla data del censimento del 2001. Da allora ad oggi la situazione è cambiata in modo sostanziale in diverse zone della provincia. Riteniamo pertanto che si chieda al governo di rivedere i criteri e i parametri per la composizione dei nuovi collegi elettorali in modo che essi siano più rispondenti alla realtà del territorio. Antonio Sorbo

La Fiom lancia l’allarme per la SC2

Festa del grano ad Acquaviva

VENAFRO - La crisi rischia di investire anche la società SC2 di stanza nel Nucleo Industriale di Pozzilli, industria che si occupa della produzione di serrature per automobili impiegando trentaquattro lavoratori. Negli ultimi mesi la FIOM Regionale del Molise ha ripetutamente incontrato l’azienda chiedendo un piano industriale di rilancio dell’azienda medesima soprattutto in considerazione del progressivo esaurimento delle commesse attualmente in atto e che riguardano veicoli in fine produzione. L’azienda ha riferito che all’attualità non esiste un piano industriale di salvaguardia dell’occupazione e per tale motivo la scrivente Organizzazione Sindacale, unitamente alle R.S.U. e alle altre Organizzazioni Sindacali, ha fatto richiesta alla Regione Molise, Assessorato al Lavoro e alle Attività Produttive, di convocare un tavolo di confronto con l’amministratore delegato della SOGEMI di Ancona, industria capo filiera nella produzione di serrature di auto e che gestisce direttamente i rapporti con FIAT, per avere chiarimenti e delucidazioni circa le iniziative da adottarsi per la garanzia dei posti di lavoro per il futuro. Per tali ragioni e per la gravità della situazione in cui verte l’azienda, la FIOM CGIL chiede la celere convocazione del tavolo da parte della Regione Molise.

Un ritorno alle origini contadine e un progetto che nasce con l’intento di recuperare le antiche tradizioni. Questo l’intento della Prima Festa del Grano andata in scena ad Acquaviva di Isernia ed organizzata dall’associazione il “Ginepro”. All’evento, oltre a tanti agricoltori e cittadini, hanno preso parte anche i piccoli alunni delle scuole primarie di Acquaviva e Cerro al Volturno. Un vero e proprio tuffo nel passato, dunque, anche se questo è stato solo il primo di una serie di appuntamenti. Una volta effettuata la semina, infatti, bisognerà attendere che il grano maturi e poi si passerà alla raccolta e alla trebbiatura. E l’intento dell’associazione è quello di ripercorrere le tappe fondamentali della coltivazione del grano,mantenendo intatte le tradizioni del passato. Una giornata di intenso lavoro, dunque, in cui però non sono mancati i momenti conviviali. I partecipanti si sono incontrati di buon mattino nella piazza del paese.

Scuola di roccia a Pescopennataro

Mostra Mercato del Tartufo Bianco

Dalle radici della Rock Climbing School di Pescopennataro, nasce l’omonima società sportiva. La scuola di roccia, che vanta nel proprio organico un istruttore qualificato e climbers con esperienza, è in grado di operare in totale autonomia, organizzando corsi base di arrampicata sportiva e corsi avanzati di alpinismo su roccia.

Nei prossimi giorni, e precisamente il 31 ottobre e il 1 novembre, andrà di scena a S.Pietro Avellana la Mostra Mecato del Tartufo Bianco. La kermesse, giunta ormai alla sua XVI edizione, permetterà agli appassionati del pregiato tubero bianco, di trascorrere una giornata ricca di sapori. Sarà presenta anche la tramsissione tv Linea Verde.

15 ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010


TERMOLI La parlamentare dell’Italia dei Valori ha presentato un’interrogazione al ministro

Di Giuseppe a Galan: quali interventi strutturali per l’agricoltura? “Il Molise e il sud sono in un quadro gravemente colpito dalla recessione economica internazionale”

L'onorevole Anita Di Giuseppe ha presentato una interrogazione a risposta immediata in Commissione Agricoltura sulla crisi che sta attraversando il mondo agricolo italiano. Il settore che, in particolar modo al Sud e in Molise, mantiene un peso determinante nell’economia, è stato colpito gravemente dalla recessione economica internazionale. Tra il 2003 e il 2008, l’aumento dei prezzi al consumo e il contemporaneo triplicarsi dei costi medi di produzione hanno determinato una forte contrazione di redditi degli agricoltori, aggravando la loro esposizione verso le banche e gli istituti previdenziali ed innescando una spirale di difficoltà nell’accesso al credito per l’esercizio e per gli investimenti. Secondo dati diffusi dalla Confederazione

Italiana Agricoltori (CIA), dal 2008 i redditi dei produttori hanno subito un taglio del 21 % e tra il 2000 e il 2010 hanno chiuso 500.000 aziende agricole (20.000 solo nel 2010). Entro il 2013, ne potrebbero chiudere altre 150.000. Sulle spese di produzione poi, gravano pesantemente i costi del lavoro, i costi energetici e, specialmente al Sud, la struttura produttiva delle aziende, fatta di piccole imprese, per lo più non organizzate tra loro in associazioni o in filiere di comparto. Non vanno poi dimenticati il problema dell’intermediazione, che fa lievitare i prezzi al consumo, nonché gli effetti della globalizzazione e di un mercato estero sempre più competitivo che minaccia le produzioni italiane. A fronte delle suddette difficoltà del settore, dal-

l’inizio dell’attuale legislatura non sono stati approntati provvedimenti idonei a trovare soluzioni strutturali. L’ultima manovra Finanziaria approvata nello scorso Luglio, che traccia le future linee dell’agenda politica di questo Governo, ha fortemente penalizzato il comparto agroalimentare riducendo gli stanziamenti relativi alla missione “Agricoltura, Politiche agroalimentari e pesca”, per un ammontare pari a 3.880.000 euro per il 2011 e 3.746.000 euro per ciascuno degli anni 2012 e 2013. A ciò vanno aggiunti i considerevoli tagli di risorse al Ministero delle politiche Agricole (anno 2011: 23.274.000 euro - anno 2012: 17.470.000 – anno 2013: 17.491.000) e l’abolizione di due strumenti fondamentali per i produttori: il bonus gasolio e lo sgravio dei contributi previdenziali, con una ricaduta sui costi di produzione che la Federagri quantifica in 200 milioni di euro. Il Governo ha promesso da tempo un piano straordinario di interventi per il comparto, richiesto a gran voce anche dalla Commissione Politiche Agricole della Conferenza Stato-Regioni. Lo stesso disegno di legge per la “Competitività del settore agroalimentare” di iniziativa governativa, approvato in data 6 Ottobre 2010 dalla Camera ed ora all’esame del Senato, presentato inizialmente come un provvedimento ambizioso è arrivato all’esame dell’Aula

Sabato a Roma la festa dell’Azione Cattolica TERMOLI - Saranno circa ottocento i partecipanti dell’Azione Cattolica della diocesi di Termoli – Larino che prenderanno parte all’incontro nazionale dell’ACR e dei giovanissimi, dal titolo “C’è di più. Diventiamo grandi insieme”, che si terrà il prossimo sabato a Roma. Un grande numero di adesioni che richiederà lo spiegamento di venti pullman che partiranno nel cuore della notte per raggiungere la Capitale. La destinazione sarà Piazza San Pietro dove si svolgerà la prima parte della giornata. “C’è di più. Diventiamo grandi insieme” è dedicato ai ragazzi dell’ACR e ai giovanissimi accompagnati dalle famiglie e dagli educatori e pone l’accento sulla possibilità dei più piccoli di essere protagonisti della vita della Chiesa e del mondo, partecipando attivamente alla vita del popolo di Dio e portando il proprio originalissimo contributo all’edificazione del Regno. Il programma prevede, al mattino, l’incontro dei ragazzi e dei giovanissimi con il Santo Padre Benedetto XVI. Un giovanissimo della diocesi di Termoli – Larino, inoltre, insieme ad altri coetanei, avrà l’occasione di fare il baciamano al Papa per portare il saluto dell’intera associazione. Nel pomeriggio sono previsti momenti di festa e di animazione con musica e testimonianze a Piazza di Siena e a Piazza del Popolo. Faranno da cornice tanti ospiti famosi che allieteranno la festa: da Cesare Prandelli a Roberto Vecchioni, da Pietro Napolano dei pQuadro a Luca Zingaretti, don Luigi Ciotti e Simona Atzori.

Ottantamila i partecipanti attesi per l’evento, di cui quattromila provenienti dalla regione ecclesiastica Abruzzo – Molise, che, animati dal senso della corresponsabilità e consapevoli dell’impegno di ciascuno per la buona riuscita dell’incontro, hanno sostenuto personalmente le spese di viaggio e di iscrizione. La diretta televisiva dell’incontro di sabato andrà in onda dalle 11 alle 12 su Rai Uno e per l’intera mattinata su TV2000, mentre la domenica mattina sarà possibile seguire su Rai Uno, alle 11, la Celebrazione Eucaristica trasmessa dalla Basilica di San Paolo fuori le Mura e presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Domenico Sigalini, assistente generale dell’Azione Cattolica.

Aldo Caranfa si è dimesso da consigliere comunale LARINO – Aldo Caranfa, il Consigliere comunale del centro frentano ed assessore nell’Unione dei Comuni Basso Biferno, si è dimesso dall’incarico. La decisione è stata presa a seguito del suo arresto con l’accusa di concussione in flagranza di reato per essere stato trovato in possesso di 5.000 euro, consegnategli da un 36enne disoccupato del posto, con la presunta promessa di farlo assumere allo Zuccherificio del Molise. Le dimissioni di Caranfa hanno preceduto di poco un comunicato di Cristiano Di Pietro che chiedeva le sue dimissioni da assessore dell’Unione. Il rappresentante dell’IdV, che è anche Consigliere dell’Unione, era pronto a presentare una

svuotato di contenuti e di risorse, privo di una forza strutturale di riordino del comparto e con il rischio di trasformarsi in un semplice aggravio sui costi di produzione. Dati Eurostat infine, sembrerebbero confermare l’inadeguatezza di politiche strutturali riguardanti il settore in quanto rilevano che i redditi agricoli reali, in Italia, dal 2000 al 2009, sono diminuiti del 35,8% contro un aumento del

mozione di sfiducia nei suoi confronti. Poi in merito all’accaduto di Pietro ha affermato che: Noi dell’Italia dei Valori, a differenza di altri, la nostra solidarietà la esprimiamo a chi ha avuto il coraggio di denunciare il gravissimo atto subito e non a chi è stato preso con le mani nel sacco. Siamo con chi ha avuto il coraggio di venire allo scoperto dicendo no ad un sistema politico malato, fatto di corruzione e clientele, che purtroppo nella nostra regione rappresenta ancora un fenomeno importante. Riteniamo che l’Unione dei Comuni del Basso Biferno – conclude il comunicato -, debba rimanere del tutto estranea ai reati contestati ad Aldo Caranfa”.

5,3% nei 27 Paesi dell’Unione Europea. “Abbiamo chiesto al Ministro Galan – scrive Di Giuseppe - quali provvedimenti strutturali intende portare avanti per il comparto dell’agricoltura e quali azioni a breve termine intende porre in atto per sostenere i pur deboli segnali di ripresa rilevati dall’Istat nel settore che altrimenti sarà destinato a soccombere pur rappresentando un importante segmento della produttività italiana”.

La gastronomia molisana alla maratona di New York CAMPOMARINO - Il "Don Luigi" che sbanca su tutte le guide più accreditate, il Ramitello che prende 92 punti dalla Rivista “Wine Advocates” di Robert Parker, il giornalista che, più di altri, influenza i consumatori del mondo. L’occasione è il grande evento di Casa Italia Atletica “The Italy that still runs - genuine passion” (l’Italia che corre ancora- genuina passione), il seminario che terrà l’esperto scrittore giornalista Fred Plotkin. Dopo i successi di Madrid e Barcellona, si chiudono, con la Maratona di New York, in programma la prima domenica di Novembre, le iniziative programmate nel 2010 da Casa Italia Atletica con la sua vetrina itinerante delle eccellenze Dop e Igp dell’agroalimentare italiano e dei territori vocati non solo alla bontà di questi prodotti, ma, anche, alla bellezza dei suoi paesaggi ed alla bontà degli ambienti ed alla ricchezza del patrimonio storico – culturale e di quello legato alle tradizioni, con la cucina e il cibo in primo piano. La “Maratona del Gusto e delle Bellezze d’Italia”approda a New York con una serie di iniziative in programma dal 4 al 6 novembre, tra le quali un seminario riservato a giornalisti, operatori commerciali e ristoratori, condotto da un grande esperto della comunicazione, Fred Plotkin, un gior-

nalista e scrittore, amico dell’Italia, che conosce molto bene il Molise per aver dedicato ad esso pagine belle di un libro di successo in America “Italy for the Gourmet traveler”, e alcune visite. Fred Plotkin è anche l’autore di “The Authentic Pasta Book”, il suo primo dei tanti libri dedicati alla gastronomia e ai tanti territori da visitare in Italia, che, con il seminario in programma il 5 di novembre presso il Jolly Hotel di quella capitale del mondo moderno che è New York, presenterà, con Pasquale Di Lena, il Molise con i suoi prodotti. Un seminario importante, quella del 5 novembre, per fare di questi successi e delle bontà degli altri prodotti, un’occasione per presentare il Molise, con l’aiuto anche della pubblicazione, a firma di Pasquale Di Lena, “Molise - il piacere di una scoperta” e dare ad esso l’immagine che merita in quanto a vocazione dei suoi territori, a prodotti unici ed a bellezze incomparabili, che meritano le attenzioni del consumatore più esigente, visto anche le peculiarità dei prodotti, in particolare il tartufo. Tutto questo grazie alla Regione ed al suo Sportello sprint, alle Province di Campobasso e di Isernia ed all’Uprom, l’unione dei due territori provinciali e, grazie alle aziende prima citate che hanno messo a disposizione i loro prodotti.

NOTIZIE IN BREVE Incidente, morto il 76enne Gino Caserio MONTENERO DI BISACCIA – E’ deceduto nell’ospedale San Timoteo il 76enne, Gino Caserio .ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva a seguito dei traumi riportati in un incidente stradale avvenuto martedì mattina in territorio di Montenero di Bisaccia. L'anziano si trovava a bordo di un tre ruote Ape quando, per cause in via di accertamento, si

è scontrato con una Citroen. Nell'urto Gino Caserio aveva riportato un forte trauma cranico. Lascia la moglie e tre figli. Guida in stato di ebbrezza, denunciato un 40enne di Palata PALATA – Era alla guida di un'autovettura in stato di ebbrezza alcoolica ed ha provocato un incidente stradale che come bilancio ha avuto due feriti giudicati guaribili in 15 giorni ciscuno. Per questi motivi la Polizia

Stradale di Larino ha denunciato a piede libero un 40enne di Palata che si è visto ririrare anche la patente di guida. Tentato furto al chiosco Mirage PORTOCANNONE – Un tentativo di furto è stato compiuto nella notte tra martedì e ieri nel chiosco Mirage. Ieri mattina il gestore del locale all'orario di apertura ha scoperto che una finestra del locale attiguo al bar era stata divelta. Comunque i ladri non

sono riusciti ad impossessarsi della merce. Medaglie d’oro alle vittime del sisma, domenica Bertolaso a San Giuliano SAN GIULIANO DI PUGLIA - Il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, domenica sarà in paese dove consegnerà le medaglie d’oro del Presidente della Repubblica alle famiglie delle 28 vittime del terremoto (ventisette bambini della scuola Jovine e una maestra).


TERMOLI Indagato per l’inchiesta Black Hole, non è stato ancora chiesto il rinvio a giudizio

Sospeso dal servizio, lettera aperta del capitano Sciarretta “Sembra che le decisioni di qualche politico abbiano sentenziato la ‘morte’ professionale e sociale dell’ufficiale e della sua famiglia” TERMOLI – Il Capitano della Polizia Municipale, Ugo Sciarretta, sospeso dal servizio da circa quattro anni perchè indagato per il caso Black Hole, ha inviato una lettera, che riportiamo, al Presidente della Repubblica, al Procuratore della Repubblica di Larino e al Procuratore Generale della Repubblica di Campobasso. Il Presidente della Giunta Regionale del Molise, Michele Iorio, il Presidente del Consiglio Regionale, Michele Picciano, l'Assessore regionale, Gianfranco Vitagliano, il vice sindaco del Comune di Termoli, Vincenzo Ferrazzano, i Consiglieri comunali Remo Di Giandomenico e Alberto Montano, almeno tre dirigenti, alcuni dipendenti e qualche agente della municipalizzata dello stesso Comune sono indagati per reati penali, ed alcuni di essi risul-

tano già rinviati a giudizio. Negli ultimi anni ci sono stati in Molise anche altri indagati appartenenti all'Arma dei carabinieri ed alla Polizia di Stato, anche tra alti ufficiali e sottufficiali. Ebbene tutti continuano ad esercitare le proprie attività presso le rispettive amministrazioni, cosi come tutti i politici continuano ad avere i loro incarichi. L'unico che da circa quattro anni rimane sospeso dal servizio è il Capitano della poliziaMunicipale di Termoli, Ugo Sciarretta, nonostante non sia ancora stato rinviato a giudizio, anci non sia stata ancora formalizzata neanche la richiesta di rinvio a giudizio, e nonostante abbia ottenuto una sentenza del Giudice del lavoro del Tribunale di Larino per la immediata reintegra nel posto di lavoro: sembrerebbe che la situazione del Capitano Sciarretta

sia l'unica in Italia, sicuramente lo è nel Molise. Peraltro, e questo è un dato di fatto, al suo posto, quale coordinatore della Municipale, è stato nominato il Vigile Pietro Cappella, che sembrerebbe essere cugino “acquisito” dell'attuale sindaco, Antonio Di Brino, di fatto preferito a chi ha ricoperto il ruolo di coordinatore per decenni, in possesso, dunque, delle professionalità necessarie per tale incarico e. soprattutto, “disponibile sul mercato” in quanto tutt'ora dipendente comunale, sebbene sospeso dal servizio. Sembrerebbe che le decisioni di qualche politico locale e non, abbia sentenziato la “morte” professionale e sociale del Capitano Sciarretta e, di conseguenza, della sua famiglia. Alla luce di ciò, non resta che attendere l'intervento della Magistratura. Ugo Sciarretta

Lotta alle infiltrazioni mafiose, mozione Dal 1° novembre prenderà il via la raccolta differenziata dei consiglieri di opposizione TERMOLI – Una nuova mozione è stata presentata dai consiglieri comunali di opposizione al Presidente del Consiglio comunale, Alberto Montano, il quale lo scorso 5 Ottobre si è fatto promotore di un apprezzabile convegno su “Legalità ed etica pubblica” che ha visto la partecipazione di importanti personaggi, tra cui il Prof. Dalla Chiesa. I firmatari del documento ritengono sia necessario affiancare all’azione della magistratura e delle forze dell’ordine una forte iniziativa culturale e politica a tutti i livelli per diffondere la cultura della legalità e della trasparenza nell’amministrazione. A loro volta gli Enti locali, pur non potendo legiferare, possono mettere in campo misure di contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata e di sostegno a chi è vittima delle mafie, del racket e dell’usura. “Il fenomeno mafioso – si legge nel documento - penalizza lo sviluppo dal punto di vista sociale, economico e culturale e reca grave danno all’immagine stessa della città e molti imprenditori e liberi cittadini spesso decidono di non denunciare i propri aguzzini per paura di essere lasciati soli dalle Istituzioni”. Proprio per questi motivi Filippo Monaco, Daniele Paradisi, Paolo Marinucci, Antonio Giuditta, Francesco Caruso, Mario Di Blasio e Antonio Russo ritengono che i Comuni diano un segnale concreto di impegno nella lotta e contrasto alla criminalità organizzata in tutte le sue forme, visto che l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) negli ultimi anni ha più volte ed in diverse maniere espresso il proprio impegno nella lotta alle mafie. I Consiglieri ricordano che all’interno dell’Anci è attiva la Consulta Anci Giovane, che riunisce e rappresenta gli amministratori under 35 d’Italia e che questi rappresentano una generazione di nuovo impegno anche sul versante della partecipazione attiva alla propria comunità e che in occasione della II Assemblea Programmatica Nazionale di Anci Giovane, tenutasi a Taormina il 7/8 maggio 2010, la Consulta ha proposto di chiedere ai Comuni italiani di schierarsi politicamente e con atti amministrativi contro le mafie. Pertanto la mozione impegna l’Amministrazione Comunale a: “costituirsi parte civile nei processi contro le attività criminose di stampo mafioso afferenti il proprio territorio comunale, destinando l’eventuale risarcimento a un fondo a sostegno delle vittime del racket e dell’usura e al sostegno delle realtà associative assegnatarie di immobili confiscati alla criminalità organizzata; a mettere in campo strumenti amministrativi per rafforzare la piena trasparenza delle procedure di appalto, attraverso la verifica accurata dei collegamenti diretti e indiretti tra aziende partecipanti alle gare e controlli sulle aziende subappaltatrici; utilizzare le prerogative assegnate ai Sindaci ed ai Comuni per iniziative, ispirate a principi di trasparenza e legalità, di contrasto a ogni forma di abusivismo (commerciale, edilizio), spaccio di droga, sfruttamento della prostituzione, gioco d’azzardo, riciclaggio e altre attività criminali utili a rimpinguare le casse delle organizzazioni malavitose”. Inoltre ad “attivare percorsi di sensibilizzazione nelle scuole, attraverso incontri, campagne informative, percorsi culturali e sociali al fine di far maturare una nuova coscienza civica tra i più giovani; promuovere forme di partecipazione alla vita democratica locale, incoraggiando il protagonismo dei giovani ed avvicinandoli alle Istituzioni; aderire, come hanno già fatto, molti altri Comuni italiani all’associazione “Libera“ di don Luigi Ciotti fortemente impegnata nella lotta alle associazioni criminali e mafiose”.

SAM GIACOMO DEGLI SCHIAVONI – Gran parte dei residenti ha preso parte alla presentazione del nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti porta porta che prenderà il via ufficialmente dal 1 Novembre prossimo oltre che a San Giacomo anche negli altri centri che fanno parte dell'Unione dei Comuni del Basso Biferno. Dopo i saluti del Sindaco, Antonio Galasso, è stato il responsabile della Tekneko, azienda leader nei servizi di igiene urbana, raccolta differenziata, raccolta rifiuti solidi urbani, gestione discarica e presente in diverse regioni del centro-meridione d'Italia, ha illustrare la metodologia di conferimento e i tempi di raccolta. Una volta conse-

gnati i contenitori, cinque per ogni famiglia, il servizio prenderà il via. Nel contenitore bianco verrà conferita la carta, in quello grigio l'indifferenziata, in quello blu il vetro e metalli, in quello giallo la plastica (per questi rifiuti la raccolta avverrà una volta la settimana), il contenitore marrone per la raccolta dell'umido (tre volte la settimana). Inoltre, per chi volesse, è possibile avere anche un apposito contenitore da giardino dove trasformare fogliame, scarti di legno ed umido ed altro in concime fertilizzante. La raccolta differenziata porta a porta nei Comuni dell'Unione è stata anche possibile grazie ad un contributo di 2,5 milioni di euro messi a disposizione dalla Sorgenia.

“Sapori d’autunno”, serate enogastronomiche allo Spirito Divino TERMOLI – Inizia oggi alle 20 il primo appuntamento con “Sapori d’autunno”, iniziativa enogastronomica organizzata dal winebar “Spirito Divino”. Si tratta di una serie di serate dedicate alla scoperta delle tradizioni e delle eccellenze enogastromiche regionali. L’intento è quello di valorizzare e promuovere i prodotti tipici locali, realizzando

una vera e propria “vetrina” che permetta di far conoscere profumi e sapori di tutto il territorio molisano. Prevista per ciascuna serata una degustazione guidata di prodotti locali, alla presenza di assaggiatori, sommelier ed esperti del settore enogastronomico. L’appuntamento inaugurale questa sera é dedicato alla degustazione delle

specialità del caseificio “La Fonte Nuova” di Casacalenda, raccontate dal titolare dell’azienda Giovanni Nomaro, che guiderà i partecipanti alla scoperta delle tipicità e delle caratteristiche dei suoi prodotti; sarà invece affidata ad un sommelier la presentazione dei vini dell’azienda “Flocco” di Portocannone.

NOTIZIE IN BREVE Cosib, la minoranza consiliare scrive a Berardo e Muccilli TERMOLI - In relazione alla situazione emersa al Nucleo Industriale di Termoli, emergerebbero situazioni allarmanti per la salute e la sicurezza dei cittadini del basso Molise. Pertanto i consiglieri comunali di opposizione hanno inviato una richiesta al presidente della III commissione permanente, Berardo, e all'assessore alle Politiche ambientali, Muccilli, con la quale chiedono di essere auditi con urgenza.

Caso Caranfa, Porfido: un posto allo zuccherificio? Non ci sono assunzioni in vista TERMOLI – In merito all'arresto del Consigliere comunale di Larino, Aldo Caranfa, con la promessa di una presunta assunzione allo Zuccherificio del Molise, interviene con una precisazione il presidente dell'opificio termolese, Domenico Porfido. “Al momento gli unici contratti in scadenza sono quelli degli operai stagionali, e avventizi, visto che la campagna è finita. – Non riesco a immaginare come si sia potuto promettere un posto qui da noi quando non ci sono as-

sunzioni in vista. Anzi abbiamo affidato ad una società la riprogrammazione della pianta organica”. Capitaneria, chiamata d’imbarco per un marittimo TERMOLI – La Capitaneria di Porto ha diramato la chiamata d’imbarco per un marittimo a bordo del motopeschereccio "Perfetto". Gli interessati devono presentarsi presso l’ufficio della Capitaneria di Porto entro le 8 di oggi muniti del libretto di navigazione, tesserino di iscrizione nel registro dei pescatori e certificato medico.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta

Pulite i funghi, lavateli velocemente e tagliateli a fettine, quindi, fateli saltare in una padella con olio e aglio. Salate, pepate, fate cuocere per 15 minuti e aggiungete un trito finissimo di prezzemolo. Togliete i funghi dalla padella e nel loro fondo di cottura sbriciolate la salsiccia e fate cuocere per una decina di minuti. Intanto preparate la polenta: versate nell’apposita pentola l’acqua necessaria, un cucchiaio di olio e un pugno di sale. Appena bolle, fatevi cadere a pioggia la farina, poca per volta, per evitare la formazione di grumi e l’abbassamento della temperatura dell’acqua. Mescolate di continuo la polenta con un cucchiaio di legno, sempre dallo stesso verso, senza spazientirvi, per circa un’ora. A questo punto, continuando a mescolare, unite alla polenta una parte del condimento con salsiccia e funghi, una noce di burro e un’abbondante pioggia di formaggio. Togliete la polenta dal fuoco e versatela sul tagliere bagnato. Con la lama di un coltello, anch’esso bagnato, stendete la polenta fino a raggiungere lo spessore di 2 centimetri e, aiutandovi con un bicchiere, ricavate da essa tanti dischi. Disponete, in una teglia ben oleata, un primo strato di dischi di polenta, condite con una spolverata di formaggio, qualche cucchiaiata di salsiccia e funghi con il loro fondo di cottura e fiocchetti di burro. Coprite con un secondo strato di polenta condita allo stesso modo e mettete in forno preriscaldato, a 180°, per 20 minuti, facendo gratinare la superficie. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

COMUNALE 3 Via Toscana, 24 Tel. 0874.65873

DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625

COMUNALE 1 (di appoggio) Via Calabria, 37 Tel. 0874.483629 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CENTRALE - C.so Nazionale, 102 - Tel. 0875.702492 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 05:47 06:49 09:35 12:30 14:12 17:14 17:40 18:23 20:55

Arrivo 07:27 08:39 11:25 14:11 16:02 19:04 19:30 20:13 22:45

Arrivo 07:36 08:15 13:58 15:20 16:20 17:50 18:55 20:30 22:38

Partenza Arrivo 05:50 08:53 07:20 10:10 08:30 11:40 14:15 17:16 16:30 19:25 19:33 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 14:15 14:47 16:45 17:15 18:42 19:40

Arrivo 09:23 12:15 17:30 19:25 20:15 20:44 21:30 22:40

TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 07:20 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:53 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:03 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:35 09:00 09:23 15:22 16:02 17:17 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193

Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432

ANNO III - N° 238

21 apr - 20 mag

AUTOBUS

Municipio 0875.7121

18

Toro

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:25 12:08 13:30 14:30 16:00 17:14 18:40 20:48

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia

Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

un ciuffo di prezzemolo 100 g di formaggio grattugiato misto (50 g di pecorino e 50 g di parmigiano) 50 g di burro una spolverata di pepe macinato al momento q. b. di sale

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI

Polenta alla brigante 750 g di farina di granone 2 litri di acqua 300 g di salsiccia fresca 300 g di funghi porcini freschi 0,5 dl di olio di oliva extravergine uno spicchio di aglio

ORARI

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

A D N E G A

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Invece di condividere con gli altri i vostri sentimenti, fareste bene a tenerveli per voi. Siete sempre molto gelosi delle vostre cose, quindi perché non esserlo anche in questa occasione, che richiede il massimo della discrezione per il vostro bene? Cercate di non dare tutto per scontato quindi, solo perché chi avete di fronte vi sembra una brava persona! Toro - Non parlare dei vostri problemi o di quelli che ritenete tali potrebbe essere un errore, ma anche non parlarne potrebbe esserlo. Cercate pertanto di migliorare il vostro modo di agire, mettendo al correnti le persone che vi vogliono bene e che potrebbero aiutarvi o quanto meno consolarvi o stavi vicino con la loro sensibilità, cosa che a voi in questo momento manca! Gemelli - In questa giornata non potreste giustificare tutte le vostre spese con una semplice asserzione di colpevolezza, con il mostrare la vostra debolezza di fronte ad un certo tipo di shopping, anche perché i soldi sono i vostri e teoricamente potreste farne ciò che volete, se non fosse per un certo tipo di opinione che vi peserà addosso! Cancro - Non siete sempre al centro dell'attenzione come invece vorreste, pertanto questa situazione potrebbe crearvi dei piccoli problemi di gelosia con il partner o con i vostri amici. Essi cercheranno di farvi capire che il bene non si misura da cento telefonate, ma oggi non vorrete proprio sentire ragione e vi abbatterete per nulla! Leone - Sicuramente le stelle vi potranno influenzare positivamente in questa giornata, nonostante il vostro umore poco predisposto per qualsiasi attività di condivisione con il prossimo! Sarebbe davvero un peccato non godere di una giornata così piena di occasioni, sia sociali che lavorative, pertanto riflettete bene non appena vi sveglierete! Vergine - E' tempo di connettervi con le persone con le quali state meglio e trascorrere un po' di tempo con loro in libertà, senza pensare a nulla e senza essere troppo condizionati dal mondo esterno, quello che potreste far scomparire per un attimo se soltanto lo vorreste! Anche se avete scarsa concentrazione oggi, dopo un bel caffè con qualcuno di divertente, vi riprenderete subito! Bilancia - Tutte le idee che avrete in questa giornata verranno messe alla prova dalle persone che vi circonderanno e soprattutto, molte di loro cercheranno di rubarvele se esse si riveleranno molto valide, pertanto, abbiate più riguardo per quella che è la vostra creatività e se si tratterà di deludere qualcuno, fate in modo che non siate voi stessi! Scorpione - Sicuramente la giornata si rivelerà piuttosto interessante da più punti di vista, soprattutto se siete stati invitati a qualche evento mondano particolare che vi metterà di buon umore già dalle prime ore, nelle quali darete il meglio di voi, per essere ancora più in forma in serata, quando dovrete sfoggiare i vostri sorrisi migliori! Sagittario - Oggi incontrerete persone molto agguerrite e disposte a tutto pur di ottenere da voi, ma anche in generale, quello che vogliono. Difficilmente si faranno scrupoli, anche ad investigare sulla vostra vita, quindi voi avete due possibilità: o rendere loro pan per focaccia, oppure tentare di dissuaderli! La terza via sarebbe quella di evitarli, ma in molti casi non potrete! Capricorno - Se non vi piacciono le situazioni irrisolte, allora dovrete fare di tutto per non crearne! Soprattutto con la persona che state frequentando di più in questo momento, perché in un attimo potreste mettere a repentaglio tutto ciò che avete costruito faticosamente e non sarebbe proprio ottimo per la vostragià bassa autostima! Acquario - Se aspetterete troppo per mettere in atto quei cambiamenti, anche piccoli, che avete in mente, allora perderete non soltanto il treno, ma anche l'occasione di fermarvi in un luogo più sicuro per la vostra personalità! Se state meglio a contatto con certe persone piuttosto che con altre, allora cambiate compagnia, in fondo voi siete fatti così, avete bisogno di trasformazioni continue! Pesci - In voi ci sarà una lotta interna in questa giornata, poiché sarete combattutti tra il tenere una linea di condotta serena ed invece mettervi in modo per rivoluzionare completamente una situazione che inizia a stancarvi o ad essere pesante da sostenere! In questo caso dovrete valutare da soli, senza l'apporto e l'aiuto di nessuno!


Fitet: Cosimi e Viglione campioni provinciali

Tennistavolo: a Torino buona prova di Manna

Stefano Cosimi e Danila Viglione, ambedue portacolori dello Shalom Petrella Tufernina, sono i nuovi campioni provinciali di 4° categoria. I due pongisti hanno vinto a mani basse e a punteggio pieno i rispettivi raggruppamenti. A PAG 22

L'atleta bojanese ha concluso il proprio girone di qualificazione al primo posto con risultato pieno impegnato soltanto dall'atleta della nazionale giovanile il perugino Alessandro Baciocchi che ha regolato per 3 set a 2. Meritatissima medaglia di bronzo per Manna. A PAG 22

ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Trivento, vietato mollare www.lagazzettadelmolise.it CAMPOBASSO: ANCORA BIGLIETTI RIDOTTI IN CURVA NORD Domenica il Campobasso dovrà avere un’arma in più. Quell’arma che in queste prime giornate di campionato non è stata mai sfruttata. Il calore del pubblico del Selva Piana dovrà essere un incentivo per i rossoblù e non un elemento di pressione e paura. Il terreno di casa deve tornare ad essere amico, e non più terra di conquista. Aspetto questo che lo ‘Special Wolf’ ha tenuto a sottolineare sin dalla sua presentazione ufficiale. La società vuole una grande presenza di pubblico e così sarà riproposta l’iniziativa presentata nell’ultima gara casalinga. L’amministratore delegato Gaudiano Capone, di concerto con l’avvocato Mancini e la parte campobassana del sodalizio, ha deciso una nuova riduzione dei biglietti per la curva nord. A PAG 20

BASKET: MOMENTO MAGICO PER L’ACCADEMIA BRITANNICA Il morale in casa dell’Accademia Britannica Campobasso è davvero alto. La vittoria ottenuta in esterno su un parquet difficile come quello di Martina Franca ha dato maggiore convinzione ai ragazzi di Montemurro che possono guardare al futuro con tanta fiducia. All’orizzonte per i campobassani c’è la trasferta di Bernalda. Un impegno che sulla carta può apparire semplice, visti i zero punti in classifica dei lucani, ma che in realtà nasconde tantissime insidie. Non bisogna, dunque, abbassare la guardia in nessun modo, come conferma Marco Gandini, giovane playmaker veronese, alla sua prima esperienza nella B Dilettanti. A PAG 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Domenica saranno assenti Ibekwe e Gennarelli. Oggi test con la Berretti all’antistadio

Lupi, vincere l’ansia da Selva Piana Mister Cosco sta lavorando sull’aspetto psicologico e tatticamente sulla fase di possesso Lunga seduta di allenamento nella giornata di ieri per il Campobasso che ha lavorato sotto una pioggia battente. Non c’è stata la doppia, per il solito problema della disponibilità del campo, e così mister Cosco ha optato per un allenamento lungo. Spazio, come consuetudine il mercoledì, alla parte tattica. Lo staff tecnico ha lavorato su alcuni movimenti, soprattutto in fase di possesso. La squadra, infatti, ha dimostrato a Vibo di aver recepito le direttive dell’allenatore per quel che concerne la fase di non possesso e l’idonea copertura degli spazi in mezzo al campo. Difetta ancora, invece, nell’impostazione della manovra, anche se passi in avanti sono stati fatti anche in tal senso. Pertanto il tecnico molisano sta incentrando la sua attenzione proprio su questi movimenti. Domenica occorrerà ‘fare la partita’. E i rossoblù dovranno scrollarsi di dosso l’ansia da prestazione e lo stress del Selva Piana. Come sta ripetendo in questi giorni lo stesso Cosco, bisognerà affrontare il match con la dovuta concentrazione, ma anche con la necessaria calma. Importante sarà l’approccio alla partita, ma bisognerà cercare la via del gol con pazienza. Per la gara con il Matera mister Cosco dovrebbe avere tutti gli uomini a sua disposizione, ad eccezione di Ibekwe e Gennarelli. Il colored rossoblù sarà tenuto a riposo anche per questa settimana,

L’AVVOCATO MANCINI ‘INGAGGIA’ NUOVI SPONSOR

Curva, ancora prezzi ridotti Chiuso l’anello inferiore Gratis i ragazzi sino a 16 anni, biglietteria aperta fino alle 14 di domenica

La grinta di mister Cosco per non rischiare una ricaduta. Sebbene la lesione al muscolo sia di primo grado, Ibekwe sente ancora dolore e così lo staff medico ha deciso di non rischiarlo, tenendolo fermo per un’altra settimana e non affrettando i tempi di recupero. Stesso discorso per il campobassano Gennarelli per il quale i tempi di recupero sono più lunghi visto che per lui la lesione è di secondo grado. Sta recuperando, invece, abbastanza

bene capitan Minadeo dalla distorsione alla caviglia. Domenica dovrebbe essere a disposizione, anche se si valuteranno attentamente le sue condizioni nei prossimi giorni. Oggi è in programma il consueto test infrasettimanale, utile allo staff tecnico per provare uomini e modulo in vista del prossimo impegno di campionato. mdi

CURIOSITA’

Johnny Di Stefano difende Aziz dalla condonna a morte

Domenica il Campobasso dovrà avere un’arma in più. Quell’arma che in queste prime giornate di campionato non è stata mai sfruttata. Il calore del pubblico del Selva Piana dovrà essere un incentivo per i rossoblù e non un elemento di pressione e paura. Il terreno di casa deve tornare ad essere amico, e non più terra di conquista. Aspetto questo che lo ‘Special Wolf’ ha tenuto a sottolineare sin dalla sua presentazione ufficiale. La società vuole una grande presenza di pubblico e così sarà riproposta l’iniziativa presentata nell’ultima gara casalinga. L’amministratore delegato Gaudiano Capone, di concerto con l’avvocato Mancini e la parte campobassana del sodalizio, ha deciso una nuova riduzione dei biglietti per la curva nord. Il tagliando intero costerà 10 euro, mentre quello ridotto 7; l’ingresso resterà gratuito per i ragazzi sino a 16 anni con le stesse modalità di reperimento del biglietto adottate l’ultima volta. La biglietteria del Selva Piana chiuderà alle ore 14.00 e pertanto la società invita gli sportivi di munirsi del tagliando d’ingresso con largo anticipo. Restano attivi i due punti vendita in città, Bet Shop in via Petrella e Intralot a Parco dei Pini. Resterà nuovamente chiuso l’anello inferiore della curva nord, per necessari lavori di manutenzione. Operazioni che stanno interessando anche la sud e con molta probabilità resterà chiuso anche il settore ospiti, ma in tal senso dovrebbero esserci comunicazioni ufficiali nelle prossime ore. Ad ogni modo sarà importante la spinta del pubblico di fede rossoblù che sicuramente affollerà le gradinate della ‘Curva Scorrano’. L’euforia in città, dall’avvento di Vincenzo Cosco e dopo il pari ‘rigenerante’ di domenica scorsa, è palpabile. E anche sulla spinta di quest’entusiasmo i soci campobassani vicini al sodalizio rossoblù stanno aumentando. La componente ‘finanziaria’ riconducibile al capoluogo di regione sta divenendo più corposa. E questo grazie al certosino lavoro dell’avvocato Franco Mancini che da quest’estate è impegnato assiduamente in tal senso. Nelle ultime settimane sono giunte nuove sponsorizzazioni dalla città. dim

L’ex presidente dei lupi nuovamente alla ribalta internazionale

Nativo di Petrella Tifernina è conosciuto in regione soprattutto per il suo famigerato ‘Abbonatovi’, spot pubblicitario per diffondere la campagna abbonamenti del Campobasso di cui è stato presidente. Da lì Johnny Di Stefano è diventato famoso per questioni che con lo sport hanno poco a che a fare. Prima la difesa di Milosevic, poi quella di Saddam Hussein. Adesso l’avvocato molisano è il legale di Tareq Aziz, stretto

collaboratore di Saddam, condannato alla pena capitale. Martedì un tribunale iracheno ha emesso la condanna a morte per l’ex vice primo ministro iracheno. Dopo la provvidenziale eliminazione di Saddam Hussein, l’Alta corte penale di Baghdad ha deciso che la pena capitale alla quale è stato condannato Tareq Aziz sarà eseguita mediante impiccagione. L’ex governante iracheno è stato condannato nell’ambito del processo relativo alla soppressione dei partiti religiosi. Attualmente Aziz è imputato in sette diversi processi e quello in questione riguardava la repressione avviata dal regime di Saddam contro alcuni partiti politici sciiti filo-iraniani, accusati di complottare contro il governo. In quell’occasione furono eseguiti numerosi

arresti ed alcuni degli accusati furono giustiziati. L’avvocato Giovanni Di Stefano, legale del condannato a morte, ha dichiarato: “La sentenza è stata emessa senza la salvaguardia degli interessi della giustizia e senza gli strumenti normalmente disponibili in appello. Per questo abbiamo presentato un’istanza urgente all’Inter-American Commission on Human Rights per chiedere l’interruzione dell’esecuzione di condanna a morte di Tariq Aziz”. Quindi l’avvocato di origini molisane ha ribadito la tesi dell’eliminazione di un testimone scomodo: “Aziz avrebbe dovuto essere rilasciato il 24 ottobre, dopo aver scontato metà della pena, e cioè 7 anni e 6 mesi, essendosi comportato bene durante il periodo di detenzione. Questa sentenza fasulla arrivata oggi è stata emessa per impedire il suo rilascio, che avrebbe dovuto essere automatico”. RS

I tifosi rossoblù presenti a Vibo


S P O RT CALCIO SERIE D

Mai abbattersi, bisogna guardare avanti Il terzino del Trivento Barbuzzi oggi sarà visitato dal professor Mariani che dovrebbe confermare la lesione del crociato Ritrovarsi dal paradiso all’inferno in pochi attimi. Il calcio è anche questo, questa è la vita. Il giovane terzino dell’Atletico Trivento Andrea Barbuzzi stava vivendo un momento molto positivo: con tanto impegno era riuscito, giorno dopo giorno, domenica dopo domenica, a ritagliarsi uno spazio importante nella rosa titolare gialloblù. A coronare il momento d’oro la notizia dell’interessamento di alcuni club professionistici( Chievo e Grosseto su tutti) per il difensore romano in procinto, a gennaio, di spiccare il volo verso piazze più importanti. In ultimo un altro riconoscimento di rilievo: insieme al suo compagno di squadra Palumbo era stato convocato dal commissario tecnico della rappresentativa juniores di serie D Magrini per uno stage a Roma, nel corso del quale si sarebbero dovuti individuare i giocatori che avrebbero composto la rosa della Rappresentativa della serie D che parteciperà alla prossima edizione del Torneo Di Viareggio. E proprio nel corso del terzo ed ultimo giorno di provini, sul più bello, il ginocchio di Barbuzzi ha ceduto e sin da subito si è capito che l’infortunio fosse piuttosto serio. Oggi è prevista la visita nella capitale dal professor Mariani, noto chirurgo di fama internazionale che ha operato calciatori come Totti e Nesta. Lo specialista dovrebbe confermare la lesione al crociato. “Ora cercheremo di velocizzare i tempi e di intervenire subito chirurgicamente in modo tale da iniziare presto la riabilitazione ed essere pronto tra quattro mesi. Purtroppo questi “incidenti” di percorso accadono sempre quando le cose stanno andando bene. Pazienza, l’importante è non abbattersi, farsi forza ed andare avanti”. Cosa le hanno detto la società e l’allenatore? “Di stare tranquillo. Poi per sdrammatizzare mi hanno rincuorato dicendomi che tutti i grandi calciatori si sono rotti il crociato! Ho dalla mia parte la giovane età, ho 19 anni, che mi permetterà di recuperare dall’infortunio più in fretta rispetto ad un calciatore più grande”. L’infortunio è arrivato nel momento forse più importante della sua carriera, quello che le avrebbe permesso di spiccare il volo nei professionisti. “Si, è vero. Nei giorni precedenti all’infortunio c’è stato un contatto tra una società professionistica ed il Trivento. Diciamo che in linea di massima a gennaio dovrei approdare nei professionisti e sotto questo aspetto sono tran-

Il Venafro anticipa al sabato la gara in casa del Santarcangelo

Oggi test amichevole per i gialloblù Oggi pomeriggio è in programma un test amichevole contro la juniores di mister Rienzo. L’incontro si terrà sul sintetico dello stadio comunale di contrada Acquasantianni con inizio fissato alle ore 15.30.L’occasione servirà al tecnico Farina per provare l’undici che domenica è chiamato ad affrontare in casa la capolista Teramo. Ieri il trainer gialloblù non ha fatto svolgere la consueta doppia seduta di allenamento, lasciando un pomeriggio di libertà ai suoi ragazzi. La squadra ha effettuato solo un allenamento mattutino: hanno svolto un lavoro differenziato Guglielmi e Voria, per loro mattinata in palestra, mentre Corradino ha disertato la seduta in quanto si è sottoposto ad un’ecografia. Il capitano gialloblù dovrà rimanere fermo a causa di un piccolo stiramento al bicipite femorale.

GIUDICE SPORTIVO 3 gare Vitali (Fossombrone) 2 gare Bediako (Jesina) Negro (Jesina) Andrea Barbuzzi

quillo perché ho ricevuto ampie rassicurazioni, nonostante l’infortunio. A Trivento ho trovato un bel gruppo, ho ricevuto tanto ed ho avuto l’occasione per poter crescere. Questo non significa che sono già “arrivato”, per me sarà un punto di partenza e dovrò continuare a lavorare e migliorare sempre”. ANPA

Il Venafro sta ultimando la preparazione in vista della trasferta di Santarcangelo di Romagna. La gara si anticiperà al sabato,30 ottobre, per un accordo intercorso in precedenza tra le due società. La decisione dei due club è stata presa per concedere ai calciatori di tirare un po’ il fiato e di beneficiare di un giorno in più di riposo perchè si ritornerà subito in campo, per un altro turno infrasettimanale,mercoledì 3 novembre quando al “Marchese del Prete” arriverà la Santegidiese.

Furto nella sede del club romagnolo Doppio furto nella scorsa notte negli impianti sportivi di Santarcangelo: i ladri, esperti della struttura sportiva, hanno smurano la cassaforte e facendo sparire 1300 euro più una macchina fotografica professionale, una videocamera, un hard disk esterno, un masterizzatore dvd ed un GPS Sports Recorder. Dalle prime notizie pare che almeno tre persone siano entrate in azione nella notte passando prima dal bar del Circolo del Tennis scassinando i distributori automatici e devastando i locali per poi puntare sullo stadio. Dopo aver scavalcato la recinzione e attraversato le tribune, sono arrivati al tunnel e hanno tagliato la copertura; qui si sono ritrovati davanti a una porta chiusa e, dopo averla scassinata, con una scopa hanno manomesso la telecamera nascosta che riprende l'ingresso. Una volta

dentro si sono diretti agli spogliatoi e li hanno messi a soqquadro per poi entrare nella palestra e impossessarsi di un manubrio di pesistica utilizzato per smurare la cassaforte degli uffici. Non contenti, i malviventi hanno preso i pesi e li hanno utilizzati per forzare la cassaforte e impossessarsi dei 1300 euro che conteneva; una somma considerevole se si pensa che, di solito, conteneva pochi euro per le spese correnti. La sera precedente, infatti, alcuni genitori erano passati per pagare l'iscrizione dei propri figli e quel denaro, questa mattina, sarebbe stato versato in banca. Pare che i tre malviventi siano stati ripresi dalle telecamere a circuito chiuso del Circolo del Tennis.Sul furto indagano i carabinieri di Santarcangelo. www.santarcangelocalcio.it

1 gara Corradino (Trivento) M.Di Monaco (Trivento) Ruggieri (Trivento) Martini (Forlì) Patrizi (Recanatese) Maruggi (Atessa) Lezcano (Atessa) Sabatino (Bojano) Mandorino (Civitanovese) Traini (Santarcangelo) Filaggi (Cesenatico) AMMENDE Euro 1.200.00 alla società A.Trivento


S P O RT BASKET - SERIE B DILETTANTI

Accademia, morale alle stelle Momento magico per la squadra di Montemurro. Gandini: ‘Non dobbiamo abbassare la guardia’ terci in nessun modo dei cali di tensione. Dobbiamo andare concentrati per fare risultato su un campo che è molto caldo e contro una squadra che ha bisogno urgente di punti”. Tornando a domenica scorsa, pensa che la vittoria contro il Martina Franca sia stata la più bella delle quattro sino ad ora ottenute? “E’ stata una vittoria diversa dalle altre, perché l’abbiamo conquistata tenendo alta la nostra concentrazione per tutti i 40 minuti. Nel quarto periodo non c’è stato il calo delle altre volte. Abbiamo mantenuto sempre il controllo della situazione ed abbiamo vinto meritatamente”. Federico Gaido starà fuori per molto tempo. Quest’assenza la responsabilizza ancora di più? “Io credo che responsabilizza tutta la squadra. Dobbiamo fare tutti qualcosa in più rispetto a

Il morale in casa dell’Accademia Britannica Campobasso è davvero alto. La vittoria ottenuta in esterno su un parquet difficile come quello di Martina Franca ha dato maggiore convinzione ai ragazzi di Montemurro che possono guardare al futuro con tanta fiducia. All’orizzonte per i campobassani c’è la trasferta di Bernalda. Un impegno che sulla carta può apparire semplice, visti i zero punti in classifica dei lucani, ma che in realtà nasconde tantissime insidie. Non bisogna, dunque, abbassare la guardia in nessun modo, come conferma Marco Gandini, giovane playmaker veronese, alla sua prima esperienza nella B Dilettanti: “La partita di domenica prossima con il Bernalda è la più dura che ci potesse capitare in questo momento. Non possiamo permet-

Marco Gandini

quando c’era Gaido. Soprattutto noi guardie dovremo dare qualcosa in più. Ad ogni modo quest’assenza responsabilizza molto il sottoscritto”. E’ al suo primo anno in serie B. Come le pare questo campionato? “Ritengo che sia un campionato tosto. La nostra squadra è giovane e quindi con la velocità e l’imprevedibilità può mettere in difficoltà chiunque. L’importante sarà rimanere sempre concentrati per tutta la stagione”. Un’ultima domanda. Questo primato vi sta dando alla testa oppure no? “Assolutamente no. Siamo primi e siamo contenti di essere in vetta, anche perché questo genera entusiasmo e ci fa lavorare bene durante la settimana. Noi vogliamo fare bene, però allo stesso tempo non ci montiamo la testa”.

FISE MOLISE

TENNIS TAVOLO

Si presenta nel pomeriggio l’International Horse Festival

A Torino ottima Cosimi e Viglione sono prestazione dell’atleta i nuovi campioni bojanese Manna provinciali di 4° categoria

Questo pomeriggio alle ore 16.00 presso la sala convegni del Coni Molise, in via Carducci 4 a Campobasso, si svolgerà una conferenza stampa di presentazione della selezione regionale che rappresenterà il Molise alla Fiera cavalli “International Horse Festival” di Verona dal 04 al 07 novembre nell’ambito della Coppa Italia Fise, meglio conosciuta come Coppa delle Regioni, nelle discipline del Pole Bending e del Barrel Racing. Alla conferenza stampa saranno presenti i vertici regionali della Fise Molise, con in testa il presidente Daniele Gagliardi, e i massimi esponenti dell’Nbha Molise.

22 ANNO III - N° 238 GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010

CAMPOBASSO - L'atleta bojanese ha concluso il proprio girone di qualificazione al primo posto con risultato pieno impegnato soltanto dall'atleta della nazionale giovanile il perugino Alessandro Baciocchi che ha regolato per 3 set a 2. Al tabellone ad eliminazione diretta dopo essere passato con la x al primo turno ha superato rispettivamente per 3 a 0 Alessandro Soraci al secondo turno, per 3 a 0 Federico Pavan al terzo turno, Romualdo per 3 a 1 Lorenzo Ragni Manna per poi cedere soltanto dopo una semifinale combattuta per 3 a 1 al campione d'Italia uscente Stefano Tomasi risultato poi il vincitore del torneo stesso. Meritatissima medaglia di bronzo per Romualdo Manna che sta attraversando un ottimo periodo di forma come dimostrato nel torneo nazionale di 1° categoria di Torino al quale hanno partecipato tutti i migliori pongisti del ranking nazionale.

Stefano Cosimi e Danila Viglione, ambedue portacolori dello Shalom Petrella Tufernina, sono i nuovi campioni provinciali di 4° categoria. I due pongisti hanno vinto a mani basse e a punteggio pieno i rispettivi raggruppamenti, andando ad incrementare la già ampia bacheca di allori del sodalizio petrellese. Ovviamente soddisfatto si è detto il presidente dello Shalom Petrella Tifernina, Raffaele Ruscitto per le ottime prestazioni fatte registrare dai propri allievi che, lo ricordiamo per inciso, hanno conquistato l’intero podio nel femminile e ben quattro posizioni nelle prime otto della graduatoria maschile.

Cosimi

Agnelli:“Forse richiederemo i titoli tolti”

Lecce: operato il brasiliano Fabiano

''Una volta accertata la correttezza della societa' negli anni in questione potremmo avanzare la richiesta di riassegnazione dei titoli''. Lo ha detto Andrea Agnelli nel discorso d'apertura dell'assemblea degli azionisti della Juventus in corso a Torino, in merito a Calciopoli. ''Il procedimento giudiziario al Tribunale di Napoli - ha aggiunto il presidente bianconero - e' uno dei due aperti. L'altro riguarda l'esposto che abbiamo presentato per la revoca dello scudetto 2006''.

Il difensore brasiliano del Lecce Fabiano, infortunatosi domenica scorsa contro il Brescia, e' stato sottoposto oggi a un intervento di osteosintesi per la riduzione della frattura dell'ulna dell'avambraccio destro. L'intervento, perfettamente riuscito, è stato eseguito a Perugia dal prof. Giuliano Cerulli.

Viglione


lagazzettadelmolise281010a  

Mago Bruno condannato ad 8 anni di reclusione Incidente sulla ss 87, muore un agricoltore DISTRIBUZIONE GRATUITA GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2010 CAM...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you