Page 1

ANNO VIII - N° 216 - VENERDÌ 28 SETTEMBRE 2012 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso atto n. 05 del 05/03/2005 - Direttore Responsabile: Franco Boccia - Direttore Editoriale: Diana Esposito Blob di A. Piccirillo sede legale: via Veneto, 113 - 80054 Gragnano (NA) Tel. 0874.438918 - Fax 0874.318087 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it Stampa: Centro Offset Meridionale srl Caserta Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita

GIORNALE SATIRICO

30.000 copie in omaggio

www.lagazzettadelmolise.it | redazione@lagazzettadelmolise.it

L’Oscar del giorno a Renato Sparacino

L'Oscar del giorno lo assegniamo al sindaco di Scapoli, Renato Sparacino. Ha avuto il merito di sollevare la questione dell'Imu e di far votare in Consiglio comunale un regolamento che abbatte l'imposta per chi ha perso il posto di lavoro, per i disabili e per le piccole attività commerciali e produttive. "Se il governo vuol fare morire i piccoli paesi e chi vi ci abita - ha detto in Consiglio lo dica chiaramente. Io non posso ammazzare di tasse chi di soldi non ne ha più". Mentre si parla di una politica corrotta un sindaco di un piccolo paese ha preso il coraggio a due mani.

Il Tapiro del giorno a Michele Scasserra

SOCIALE Il Tapiro del giorno lo diamo all'assessore regionale alle Attività produttive, Michele Scasserra. Aveva garantito la riduzione dei nuclei industriali da tre a uno, l'avvio di una seria e mirata politica per il settore e, al contrario, è rimasto intrappolato da chi, pure, nel passato non è stato capace di indirizzare i pur cospicui fondi su politiche industriali reali e non surrettizie come dimostrano i casi di Solagrital e dello Zuccherificio. Ci si attendeva uno scatto d'orgoglio del giovane assessore che, purtroppo, non abbiamo registrato nei fatti.

In ginocchio il settore che si occupa dei servizi domiciliari e dei più deboli A PAG. 7

REGIONE

In attesa del taglio del numero dei consiglieri, si parla di legge elettorale A PAG. 4

ECONOMIA

L’assenza di una politica industriale mette a rischio le attività produttive A PAG. 2


TAaglio lto

2 28 settembre 2012

La questione. Le crisi aziendali hanno messo in vista l’assenza di una strategia complessiva

CAMPOBASSO. Qualcuno avrà anche delle responsabilità politiche per non avere portato avanti un'organica politica di investimenti per il settore industria nel suo complesso in tutti questi anni. Così come non si è riuscito nell'intento di ridurre i Nuclei industriali da tre a uno. I casi Zuccherificio e Solagrital, alla luce di quanto oggi in essere, devono, pure, dimostrare qualcosa. Come l'assenza dell'Università del Molise dalle politiche per il territorio nonostante i copiosi fondi dirottati alla stessa dalla Regione. In verità, bisogna fare un passo indietro per vedere che la questione si pone diversamente, e per fare questo è necessario porre un quesito fondamentale: gli incentivi sono stati effettivamente progettati come strumenti di politiche finalizzate ad incidere e orientare le scelte delle imprese verso obiettivi economicamente e socialmente rilevanti? I fatti mettono in l u c e come ciò non sia accaduto e come, p i u t t o s t o, l’orientamento delle politiche che si sono andate affermando sia stato di fatto quello di non intervenire a modifica delle caratteristiche del sistema produttivo a cui erano rivolte. L’attuale clamore che circonda il tema della “riconversione ambientale” dell’economia attraverso la produzione di energia da fonti rinnovabili, con prospettive quasi miracolistiche di recupero della stagnazione

Il fatto. Le risorse impegnate non sono rette da una visione complessiva di rilancio e sviluppo

Industria, è mancata una politica di progetto L’invito.

“Solagrital, vanno affrontate iniziative istituzionali serie” CAMPOBASSO. "Le drammatiche condizioni in cui versano i lavoratori della Solagrital, ci obbligano ad assumere iniziative istituzionali immediate per affrontare i nodi di una vertenza complessa che si preannuncia più difficile di quella del 1992-97". Lo sostiene il consigliere regionale Michele Petraroia che ha scritto una lettera al sindaco di Bojano chiedendo uno sforzo a tutte le istituzioni. "L’ultima mensilità percepita dai lavoratori si riferisce ad aprile, e non servono commenti per immaginare la ten-

economica, ne è un ulteriore emblematico esempio. Bisogna considerare come alla base di quell’inefficacia a cui si è fatto appello per screditare il ricorso alle politiche industriali stia proprio quell’abbandono di “visione” della politica industriale registrata fino ad oggi. Un paradosso, questo, che sembra non trovare limiti nella sua capacità di accrescimento. Guardando al Molise, le insufficienze del sistema industriale e dell’intervento pubblico per le imprese assumono, infatti, pro-

L’intervento. La crisi e le politiche del governo Monti non fanno che approfondire il divario tra nord e sud. E’ quando si evince dall’ impietoso rapporto presentato dallo Svimez, che fotografa un paese sempre più spezzato in due. Se l'Italia fatica ad andare avanti, il sud va indietro in maniera impressionante. Tutti gli indicatori segnalano che il meridione si sta avvitando in una spirale spaventosa: calano il Pil e la ricchezza pro

porzioni ancor più rilevanti. Il circolo vizioso si è ormai però innescato: l’incapacità delle politiche industriali di agire per quello che ora sono, lascia gioco facile nel dimostrare che ogni euro in più speso dallo Stato è un euro sprecato e che, per questo, bisogna “lasciar fare” al mercato. In questi ultimi anni la politica ha fallito, non perché non abbia messo risorse e buona volontà, ma perché è mancata la capacità di analisi e di monitoraggio del contesto e, quindi, di porvi rimedio. Sembra che il rilancio industriale non interessi il Molise: l’assessore Michele Scasserra farebbe bene ad assumersi l’impegno nella ripresa effettiva di questo comparto perché la situazione di oggi è veramente drammatica.

sione che si vive in quelle case dove la fatica quotidiana delle famiglie e gli affanni si amplificano impedendo ogni tranquillità. La crisi devastante di questo periodo colpisce l’Europa, assilla l’Italia, aggredisce il Sud e tartassa il Molise. L’economia arranca, non c’è lavoro, non girano soldi e le fasce più deboli non sanno come muoversi. Per questo sollecito un deliberato consiliare comunale che indichi un percorso unitario ai lavoratori, agli allevatori e agli occupati dell’indotto, aprendo una vertenza col Governo e un chiarimento con la proprietà, con la dirigenza e con la Regione Molise. Si pensi all’acquisto dei libri scolastici, ai fitti delle case, ai mutui, alle imposte locali, alla mensa, alle bollette e alle spese per i generi di prima necessità. Il ruolo della pubblica amministrazione- chiude Petraroia - può spaziare su tanti aspetti che messi assieme offrono un aiuto materiale ed un sostegno morale a lavoratori indifesi".

Le sciagurate politiche dei governi nazionale e regionale capite, chiudono le imprese e aumenta la disoccupazione, specialmente dei giovani e delle donne, e di conseguenza cresce l'emigrazione. Per i giovani molisani nessun dato fa ben sperare: si tratta di vera emergenza occupazionale. In Molise dal 2008 al 2011 l’occupazione risulta in calo di 1.100 unità. Si può certamente affermare che quanto

emerge dal rapporto Svimez sul Mezzogiorno è il segnale, l’ultimo di una lunga serie, della drammaticità della situazione economica del Molise. Le politiche del governo regionale di Michele Iorio, hanno prodotto solo precarietà, disoccupazione e nuova emigrazione. A tutto ciò bisogna aggiungere che le politiche di austerità e dei tagli del governo Monti e della sua

maggioranza parlamentare non faranno altro che aggravare la crisi. Iorio e Monti ci stanno portando dritti nel precipizio; è necessario rovesciare urgentemente queste politiche mettendo al centro un piano pubblico per l’occupazione e la tassazione delle grandi ricchezze. Italo Di Sabato Segretario regionale Prc Molise


TAaglio lto

3 28 settembre 2012

La questione. La possibile nascita di un terzo centro commerciale nel Capoluogo fa discutere La nota

Immaginiamo un turista che arriva a Campobasso di Giuseppe Di Iorio CAMPOBASSO. ...Immaginiamo un turista che arriva a Campobasso. La prima cosa che si aspetta è un itinerario turistico delle bellezze locali. Nulla. Prova a districarsi da solo per la città. Nota subito un traffico esagerato, a pochi metri dal centro, "ma chi studia la viabilità a Campobasso, un pazzo?", tesi confermata appena si reca in centro, "il centro-città aperto al traffico e inoltre congestionato? Ma nel resto d'Italia, quasi tutti i centri città sono pedonali, oppure ad accesso solo per mezzi pubblici!". Si aspetta di vedere una serie di piccole botteghe che promuovono l'artigianato e la cucina locale. Poco o niente. "Cosa si porta come souvenir da Campobasso?". Negozi chiusi. Oppure semivuoti. si dice "magari è solo per oggi", poi scopre che nel raggio di pochi chilometri vi sono ben due centri commerciali, con parcheggi gratuiti e un terzo che potrebbe sorgere a breve a San Giovannello. 50mila e passa abitanti serviti da ben 2 centri commerciali, per giunta dentro la città, "quasi ovunque i centri commerciali sono fuori città e di certo, per una piccola città così, due sono ben troppi". Cerca una connessione WiFi gratuita, attivata solo recentemente e mal funzionante. Ha trovato il posto dove non portare i miei figli e dove non tornare più. Una città che si fa sopraffare dal traffico automobilistico, mal servita dai mezzi pubblici che hanno costi esorbitanti, piste ciclabili assenti, che ammazza il commercio locale con due centri commerciali e uno in previsione, scarsa valorizzazione degli edifici storici. "Qualcuno ha le responsabilità su tutto questo", si chiede. Riparte dalla città e mentre la collina Monforte s'allontana dalla sua vista, si immagina come sarebbe stato bello visitare a fondo il Castello (una fortezza fruibile, ma che viene lasciata a se stessa), il complesso di S. Giorgio e San Bartolomeo e la torre Terzano, i Palazzi lungo le scalinate, la zona che 'degrada' verso Sant'Antonio Abate, gli angoli e le piazzette interne come Fondaco della Farina, la Cattedrale. Pensa che non esiste un grande parco verde! E che non si punta sulla mobilità sostenibile. Come uccidere il potenziale economico derivante dal turismo. Questa città lo sta facendo bene, ringraziamo la classe dirigente attuale e passata. In queste condizioni, invece, la città non avrà futuro. Se non quello di uno spopolamento, per morte o per fuga.

I numeri. Gli indici sono tutti a favore delle grandi aree con la distruzione delle piccole attività Punti vendita media e grande distribuzione in Molise

85 72.132 23

+36,2%

Punti vendita

Rispetto al 2011

Superficie mq

mq x 100 abitanti

Come ammazzare il commercio in poche mosse CAMPOBASSO. Lo 'spettro' della possibilità della realizzazione di un altro complesso commerciale per la grande distribuzione a Campobasso, nel bel mezzo dell'area di San Giovannello, sta mettendo in agitazione l'ambiente del piccolo e medio commercio ma anche di quanti temono l'ennesimo intasamento della città in una zona che già vede altre due simili strutture di vendita. Sarebbe una sciagura qualora l'ipotesi sollevata in queste ore dovesse trovare conferma. Una sciagura per quei pochi commercianti ancora in essere, per le altre due strutture aperte e per l'impatto dal punto di vista urbanistico. Eppure i dati del commercio sono già assai pesanti in regione. Nell’alimentare, la componente che ha mostrato le maggiori difficoltà a livello territoriale, il Molise ha fatto segnare il meno 2,6%. La performance negativa delle vendite di prodotti durevoli per la casa, come l’arredamento, ha ridimensionato il numero dei negozi di mobili e di articoli di arredamento che, rispetto al 2010, vede la riduzione dei punti vendita molto accentuata in Molise (-3,7%). Questi amministratori continuano indisturbati, nel silenzio assordante della società civile, a cementificare il nostro territorio ed a distruggere la rete commerciale, uccidere i centri storici e mettere sul lastrico, complessivamente, migliaia di piccole imprese. La Grande Distribuzione riduce le aree di mercato e progressivamente distrugge i settori economici tradizionali, i quali si vengono a trovare in una perenne situazione di crisi e dipendenza dalle elemosine statali che le mantengono in uno stato vegetativo. Questo processo, realizzato attraverso una retorica del progresso e dell’inesorabile evoluzione dell’economia, gradualmente allontana le nuove generazioni dai settori real-

L’area di San Giovannello a Campobasso dove si sta pensando di costruire un altro centro commerciale mente produttivi e tradizionali, imponendo una monocoltura economica ed un’economia di dipendenza, per cui l’unico lavoro possibile sembra essere quello del cassiere, del magazziniere, o del cameriere per la “stagione” nonostante le proprie aspirazioni siano ben diverse. Da questo punto di vista non è un caso che i centri commerciali dilaghino proprio nella nostra regione e in particolare in quelle zone sacrificate maggiormente all’economia di dipendenza. La Grande Distribuzione è un’altra delle facce del colonialismo europeo che distrugge la nostra possibilità di sviluppo economico e sociale. Per questo, riteniamo che l'ipotesi di nuovi centri commerciali fagocitino terreni preziosi distruggendo il paesaggio, l’economia locale promuovendo solo le multinazionali. Uno studio della Camera di Commercio nazionale afferma che per ogni nuovo posto di lavoro in un centro commerciale se ne bruciano 7 nel raggio di 50 km. A Campobasso, qualcuno dovrebbe fare un'attenta riflessione sull'eventuale variante al piano regolatore o a procedimenti amministrativi finalizzati all'apertura di nuove aree di vendita.

Piccolo dettaglio

4.889 -1,9%

Punti vendita

Rispetto al 2011

di cui

1.559

Punti vendita alimentari

-2,6%

Rispetto al 2011

3.330

Punti vendita non alimentari

-1,6%

Rispetto al 2011


TAaglio lto

4 28 settembre 2012

Dopo i tagli al Consiglio e l a r o t ora serve una nuova let CAMPOBASSO. Il prossimo Consiglio regionale sarà composto di venti consiglieri. Questo è quanto emerso dalla Prima Commissione che senza alcun problema ha dato il via libera alla proposta presentata dal presidente Iorio. Un Consiglio a venti, oltre al governatore ed un esecutivo che non potrà avere più di quattro assessori. Ora la parola passa all’assemblea legislativa di palazzo Moffa che già il prossimo lunedì affronterà l’argomento. Il presidente

Pietracupa, infatti come annunciato, è riuscito ad ottenere l’iscrizione del provvedimento già nella prossima seduta del Consiglio. “Vogliamo dimostrare che facciamo le cose seriamente, che non scherziamo”, aveva annunciato. E così è stato. La proposta di legge, salvo sorprese, dovrebbe essere approvata a tempo di record. Poi toccherà alla riforma della legge elettorale, strettamente collegata alla riduzione del numero dei consiglieri.

e e g g e l

Esisterebbero già delle proposte di riforma, ma al momento di concreto non c’è ancora nulla. C’è chi sostiene la necessità di abolire il listino, chi propone il collegio unico e due soli mandati per consiglieri e presidente. Insomma, ipotesi sulle quali le forze politiche intendono confrontarsi. La materia è delicata e di non facile approccio, ma la politica dovrà co-

La riforma è una necessità anche in vista del pronunciamento sui ricorsi da parte del Consiglio di Stato

minciare ad interrogarsi su come procedere. Perché, se il 16 ottobre il Consiglio di Stato dovesse confermare la sentenza di annullamento del Tar,

le elezioni dovranno svolgersi con il nuovo sistema elettorale. Da qui la necessità di dotare quanto prima la Regione di un nuova legge elettorale.

Riforma elettorale, Ciocca: non è il momento “Sono proporzionalista convinto. Il listino va abolito” CAMPOBASSO. Il centrodestra è pronto ad andare avanti sulla riforma della legge elettorale. Il capogruppo del Pdl. Nicola Cavaliere è deciso a procedere in tempi estremamente rapidi e sembra avere anche le idee chiare. “Al momento siamo nella fase del dibattito politico all’interno coalizione per delineare una legge elettorale che possa essere la più rispondente possibile rispondente alla riduzione del numero dei consiglieri che il Consiglio andrà ad approvare”. Cosa pensa della proposta di abolire il listino? “Va abolito assolutamente. Sono un proporzionalista convinto”. E che dice dell’ipotesi del collegio unico? “Potrebbe essere una soluzione ma credo vada rispettato il territorio di Isernia che andrebbe penalizzato e quindi penso si possa immaginare un doppio collegio”. E’ favorevole all’idea del mandato di due anni per consiglieri e presidente della Giunta? “Non deve esserci alcuna limitazione ai consiglieri ma per il presidente penso sia giusto. Sarà una proposta che porterò avanti. Per i consiglieri non ha senso porre un limite perché l’elezione per molti mandati non significa innescare un processo gestionale. Il presidente della Giunta, invece, gestisce il potere. Dopo dieci anni va cambiata la persona alla guida della Regione”. Il Consiglio regionale riuscirà a fare la riforma in tempo per le eventuali nuove elezioni? “Dobbiamo farlo per forza di cose, perché c’è un nuovo strumento statutario. Dobbiamo mettere mano all’intero impianto. Sono per un sistema proporzionale, per un premio di maggioranza a chi vince, propendo per i due collegi, sono convinto della necessità di porre il limite di due mandati al presidente della Giunta. Credo debba essere posta anche una soglia di sbarramento sulla quale dovremo aprire il confronto”.

L’idea del capogruppo del Pdl Cavaliere è quella di porre un limite al mandato del presidente della Regione

CAMPOBASSO. Dopo la riduzione del numero dei consiglieri regionali, il prossimo appuntamento importante che attende il Consiglio è rappresentato dalla riforma della legge elettorale. Una riforma sulla quale sia la maggioranza che l’opposizione stanno premendo affinché venga realizzata in tempi brevi. Tuttavia c’è una voce fuori dal coro che è quella del consigliere della Federazione della Sinistra, Salvatore Ciocca. Consigliere lei non sostiene la necessità di approvare subito la riforma della legge elettorale. Perché? “Il 16 ottobre è arrivato, ormai ci siamo. In quella data potrà accadere tutto o nulla, nel senso che il Consiglio di Stato potrà decretare lo scioglimento del Consiglio regionale o, al contrario, ribaltare la sentenza del Tar e lasciare le cose come stanno. Io consiglierei di attendere quella data prima di avviare qualsiasi iniziativa. Fare le cose sotto la spinta emotiva del momento non conviene”. Intanto la Commissione ha dato via libera alla riduzione del numero dei consiglieri regionali. “Quel provvedimento andava adottato perché lo impone il Governo. E comunque io non sono d’accordo. Condivido la necessità di ridurre i costi, ma tagliare il numero dei consiglieri equivale ad una limitazione alla democrazia. Si potevano lasciare trenta consiglieri che costassero, però, quanto costano venti. Se avessimo dimezzato i compensi, in molti avrebbero rinunciato. E poi mi chiedo se il Consiglio in questa fase abbia i pieni poteri per legiferare in materia elettorale”. Cosa pensa della proposta di abolire il listino? “Sono favorevole, non serve. I consiglieri vanno votati e quindi eletti”. E cosa dice dell’ipotesi del collegio unico? “Non sono molto favorevole, perché viene a mancare la rappresentanza territoriale. Non si tratta di campanilismo, ma di garantire la rappresentanza democratica. Si creerebbe una discrepanza tra le aree avvantaggiate rispetto a quelle svantaggiate. Io consiglierei di aspettare, evitando di fare passi azzardati. Sarebbe opportuno, a mio giudizio, occuparci di questioni molto più importanti, come il lavoro”.

L’esponente di opposizione suggerisce di attendere il 16 ottobre e dice di non condividere l’idea di un Consiglio a venti


TAaglio lto

5 28 settembre 2012

COSTI DELLA POLITICA

Intanto in Molise scoppia il caso dei Gruppi consiliari e delle indennità degli inquilini di palazzo Moffa

Le Regioni decidono (finalmente) di tagliare di Anna Maria Di Matteo CAMPOBASSO. Verrebbe da dire “meglio tardi che mai”. La politica finalmente comincia a rendersi conto dello sfascio in cui si trova il Paese e solo ora, dopo i tanti scandali, l’ultimo in ordine di tempo ha travolto la Regione Lazio, tenta di correre ai ripari. Corre ai ripari puntando all’attuazione di una serie di provvedimenti per ridurre i costi prodotti dalla casta e per rendere trasparenti i dati che riguardano le spese sostenute dalle istituzioni e dai Gruppi consiliari per il loro funzionamento. Una decisione unanime, racchiusa nella risoluzione votata dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome al termine dell’ultima riunione mercoledì. Ai lavori era presente anche il presidente della Regione Molise, Michele Iorio che già prima che il bubbone scoppiasse con tutta la sua virulenza aveva rilanciato la necessità di avviare un percorso virtuoso per ridurre i costi della politica. Ad ogni modo i governatori hanno preso atto della necessità di avviare una riforma complessiva dell’attuale assetto, a cominciare da una riduzione netta e significativa di tutti i costi della politica, a partire dalla riduzione del numero dei consiglieri regionali. Un provvedimento che recepisce il decreto legge 138 del 2011, che tante polemiche ha scatenato e che sei Regioni hanno impugnato dinanzi alla Corte costi-

La Conferenza ha votato una risoluzione che stabilisce alcuni punti fermi: riduzione del numero dei consiglieri, bilanci trasparenti e spese sottoposte al controllo della Corte dei Conti tuzionale ricevendone parere negativo. Insomma, l’allora governo Berlusconi aveva pieno titolo ad intervenire su una materia di competenza delle Regioni, imponendo un taglio netto al numero dei consiglieri e degli assessori. La Regione Molise si sta adeguando a questa direttiva. La Prima Commissione consiliare, come noto, ha licenziato con parere favorevole ed unanime, il testo proposto dal governatore Iorio che fissa in venti, ol-

tre al presidente, il numero degli eletti ed in quattro il numero massimo degli assessori. Cifre considerate inadeguate per gestire la Regione ma che sono state accettate malgrado tutto. Dunque Consigli regionali più ‘leggeri’ ma anche piena trasparenza sulle somme utilizzate dai Gruppi consiliari e dalle istituzioni. Anche su questo punto il Molise si sta attivando. Il presidente dell’assemblea legislativa di palazzo Moffa, Pietracupa, ha invitato i

capigruppo a produrre la certificazione dei bilanci, attraverso professionisti esterni alla struttura regionale. Tutte quelle spese legate ai costi della politica che ad oggi non sottoposte dal alcun controllo, saranno invece oggetto di verifiche ed accertamenti da parte della Corte dei Conti. Una posizione dunque estremamente chiara, quella assunta dai governatori che proporranno al Governo l’adozione di un provvedimento legislativo urgente e concordato da emanare entro la prossima settimane per omogeneizzare le singole situazioni regionali. Al termine della Conferenza il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto una delegazione della Conferenza delle Regioni guidata dal presidente Vasco Errani che ha illustrato i contenuti della risoluzione. Il capo dello Stato ha espresso apprezzamento per la sensibilità e la disponibilità dimostrata in un momento parti-

Il fatto. Due le misure finanziate con i fondi dell’Ue

Sviluppo rurale, questa mattina la presentazione dei nuovi bandi pubblici

CAMPOBASSO. Questa mattina presentazione dei bandi pubblici di prossima emanazione relativi al Programma di Sviluppo Rurale Molise 2007/2013, Misura 3.1.1 “Diversificazione verso attività non agricole” e Misura 3.1.2 “Sostegno alla creazione ed allo sviluppo di Microimprese”. I bandi hanno l’obiettivo di promuovere l’agricoltura sociale, una pratica nuova che riscuote sempre maggior successo. L'agricoltura nella sua declinazione sociale si pone al servizio dei bisogni dei soggetti più fragili della società, garantisce servizi di

tipo sociosanitario, didattico, formativo ed offre nuove prospettive occupazionali. Il dinamismo di questa realtà, da cui derivano enormi benefici sociali ed economici, è testimoniato dalla massiccia presenza di giovani e donne provenienti anche da settori extra-agricoli. La Regione Molise intende cogliere l’effettivo potenziale dell’agricoltura sociale e valorizzarlo in maniera adeguata, sia per affermare una politica agricola innovativa, che per sostenere lo sviluppo di nuove pratiche di welfare.

colarmente difficile per tutto il Paese. Intanto ieri la Conferenza è tornata a riunirsi per fare il punto della situazione e per avviare le iniziative concordate. Un segnale importante, quello che le Regioni lanciano a tutto il Paese: c’è la necessità di ridurre i costi della politica e soprattutto di attivare forme di controllo affinché non si verifichino altri casi Lusi o Fiorito. In Molise, tuttavia, dopo la decisione di ridurre il numero dei consiglieri regionali, ora il dibattito si sposta su un altro versante, quello dei Gruppi consiliari. C’è chi propone di ridurne il numero, chi di tagliare i trasferimenti. Una situazione che non è più accettabile: la Regione non può più sostenere circa 2 milioni di euro all’anno solo per il funzionamento dei Gruppi. Una cifra esorbitante che, in un momento così difficile, grida vendetta. Come gridano vendetta le indennità dei consiglieri e degli assessori regionali. Se davvero la politica vuole dare un segnale forte di responsabilità e rigore, dovrebbe partire proprio dalle indennità degli inquilini di palazzo Moffa. Un taglio netto che consentirebbe alla Regione di realizzare consistenti economie. Allora sì che la politica tornerebbe ad essere credibile. Ma fino ad allora nessuno più fa affidamento sugli annunci e i buoni propositi. Alle parole ora devono seguire i fatti. Questo è il momento storico per poterlo fare.


TAaglio lto

7 28 settembre 2012

La questione. Il grido d’allarme lanciato dalla Legacoop e rivolto alle forze politiche

CAMPOBASSO. Traballa il sistema dei servizi sociali che già quest'anno ha visto la decurtazione dei fondi ministeriali e non c'è certezza per il 2013. A Campobasso l'assemblea delle Cooperative Sociali aderenti a Legacoop Molise. "In questi ultimi anni il sistema ha retto nonostante l’incertezza e la scarsità di risorse e nonostante il basso prezzo di affidamento dei servizi che in Molise è spesso inferiore ai minimi tabellari stabiliti dal Ministero del Lavoro. Il sistema ha retto sopratutto grazie all’impegno del Terzo Settore in genere e in particolare all’impegno degli uomini e delle donne delle cooperative sociali che hanno resistito anche ritar-

Il fatto. A restare privi dei servizi le fasce più deboli della popolazione e gli ammalati

L’assistenza domiciliare senza fondi e al palo dando il pagamento dei propri stipendi a fronte dei gravi ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione". Negli ultimi mesi, però, la situazione si è notevolmente aggravata e si evidenziano prospettive di completo crollo del sistema. Nonostante gli sforzi fatti dal Governo Regionale e da molti comuni per integrare i mancati trasferimenti nazionali, le risorse assegnate per il 2012 sono ampiamente insufficienti a garantire la prosecuzione dei servizi in questo ultimo scorcio di anno. Tanto,

Qualità dell’aria, sulla mozione anche la firma di D’Aimmo CAMPOBASSO. La mozione presentata dai consiglieri regionali Romano, Monaco, Di Donato, Ciocca, Petraroia e Chierchia per chiedere la sospensione di tutte le procedure di autorizzazione per impianti inquinanti e per sollecitare la zonizzazione del territorio come prevede la legge regionale n. 16/2011 ed il d.lg. 155/2010, riceve ulteriori adesioni politiche ed istituzionali. Si tratta del segretario regionale dell’Idv Pierpaolo Nagni che ha confermato la condivisione del documento preannunciando la disponibilità del gruppo consiliare alla sottoscrizione della mozione. Le adesioni pervengono anche dalla maggioranza di centrodestra: il consigliere regionale di Grande Sud, Antonio D’Aimmo, confermando quando già dichiarato in sede di audizione sulle biomasse presso le commissioni congiunte seconda e terza, ha sottoscritto la mozione condividendone lo spirito e le finalità in difesa dell’ambiente e della salute dei cittadini.

che quasi tutti gli ambiti territoriali hanno ridotto, e in qualche caso dimezzato, le ore di assistenza domiciliare ad anziani e disabili, in diversi comuni gli stessi servizi SAD sono stati completamente sospesi, molti servizi per minori non saranno effettuati per il nuovo anno scolastico, sono stati chiusi diversi servizi informativi per immigrati, in qualche caso sono stati dimezzati gli stanziamenti e le ore di apertura di Centri Diurni per Disabili e minori a rischio. In sostanza già oggi diverse

centinaia di anziani, immigrati, minori e disabili sono stati privati di una serie di servizi e di diritti, contemporaneamente c’ è stata la perdita di oltre 50 posti di lavoro e una consistente riduzione delle ore lavorate. Ad oggi non c’è nessuna certezza sulle risorse assegnate per l’anno 2013, è certo però che senza un aumento delle risorse assegnate non sarà possibile assicurare nemmeno i servizi sopravvissuti ai tagli draconiani di questi giorni. "L’Assemblea rileva con

rammarico che le forze politiche e sociali della Regione ancora non dimostrano di avere piena consapevolezza della gravità del problema, e pertanto invita la Presidenza Legacoop e l’Alleanza delle Cooperative ad intensificare l’azione unitaria già intrapresa coinvolgendo gli utenti e le loro associazioni, i Comuni e le organizzazioni sindacali, per predisporre una piattaforma unitaria da sottoporre a tutte le forze politiche Regionali con l'indizione di una grande e unitaria manifestazione".

L’interrogativo. La domanda è stata posta dal consigliere Di Pietro

“Assessore Vitagliano, e il protocollo sicurezza?” CAMPOBASSO. “A che punto è l’iter propedeutico alla sigla finale e all’implementazione dell’atto relativo al Patto per la sicurezza?” È ciò che ha chiesto di sapere il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Cristiano Di Pietro, all’assessore alla programmazione Gianfranco Vitagliano. Ricordiamo che tale protocollo di intesa, finalizzato a garantire l'incolumità dei cittadini e che ha visto, nella sua prima stesura, anche la collaborazione del consigliere Di Pietro, rappresenta un importantissimo strumento di contrasto alla criminalità. “Negli ultimi tempi – ha dichiarato Cristiano Di Pietro – gli episodi criminosi sul nostro territorio stanno dilagando. Ecco perché- ha continuato – occorre portare al più presto a termine l’iter sulla videosorveglianza. Sono certo - ha concluso l’esponente IdV - che anche l’assessore Vitagliano condivida con me l’urgente necessità di dare risposte concrete ai cittadini molisani giungendo così al completamento di quel fruttuoso percorso di collaborazione istituzionale che ha fino ad ora contraddistinto questo progetto”.


8

Regione

28 settembre 2012

‘Puliamo il mondo’ partendo da viale Manzoni Viale Manzoni

Singolare iniziativa sabato a Campobasso in occasione delle olimpiadi delle città pulite CAMPOBASSO. Nessun rifiuto sfuggirà ai volontari della 20esima edizione di Puliamo il Mondo, la più famosa iniziativa di volontariato organizzata da Legambiente. Tante le iniziative in programma anche in Molise. A Campobasso, a d esempio, l’evento organizzato dal circolo ‘E.Cirese’, si svolgerà in collaborazione con il Cus e prevede nella giornata di sabato una pulizia dell’area di viale Manzoni. I volontari sa-

ranno impegnati nella bonifica del parcheggio di viale Manzoni e del viale alberato fino a raggiungere l’area verde e la villetta di fronte il vecchio stadio Romagnoli. E proprio per rendere omaggio al tema delle olimpiadi delle città pulite si è scelto di organizzare la manifestazione insieme al Cus che proprio quest’anno ha affiancato alle tradizionali discipline sportive, il progetto Be green che prevede nuove discipline che

vedono come unico protagonista il rapporto tra l’uomo e la natura in tutte le stagioni dell’anno. La manifestazione si svolgerà sabato pomeriggio a partire dalle ore 15,30 e avrà inizio presso l’ingresso principale del Cus in Viale Manzoni. A Macchia Valfortore domenica mattina si svolgerà invece Puliamo il buio dove dalle prime ore della mattina ci sarà la riqualificazione ambientale di alcune delle centi-

naia di cavità artificiali presenti in questo comune mentre altre manifestazioni saranno organizzate nei comuni

di Pietracatella, Campomarino, Forlì del Sannio, Macchiagodena e Sant’Angelo del Pesco.

in mostra la parte migliore dell’Italia: la bellezza dei luoghi e l’amore dei cittadini per il proprio Paese che combattono il degrado con azioni concrete, dimostrando così la loro voglia di partecipare in prima persona per un mondo migliore. In questi venti anni l’iniziativa ha coinvolto migliaia di volontari in tutta la Penisola , segno che c’è un’Italia che ama il territorio ed è consapevole di quanto sia importante adottare uno stile ecoso-stenibile e produrre meno rifiuti. Il volontariato è un’immensa ricchezza per l’Italia, una risorsa importante per l’intera comunità e siamo con-

vinti che la coesione sociale, la bellezza dei luoghi e la qualità ambientale siano le chiavi vincenti per portare il Paese fuori dalla crisi e rilanciare l’economia. E le Olimpiadi di Legambiente per un mondo pulito anche quest’anno vedranno scendere nelle piazze, nelle strade e nei giardini del Paese, migliaia di cittadini-atleti pronti a fare qualcosa di concreto per l’ambiente. Un gesto che sarà condiviso in tutto il mondo, dato che Puliamo il Mondo è la versione italiana di Clean Up the World, la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale nata a Sidney, in Australia, nel 1989 e portata poi in Italia nel 1993 da Legambiente. Da allora l’iniziativa si è diffusa su tutto il territorio nazionale grazie all'instancabile lavoro dei volontari del Cigno Verde.

La manifestazione. Venti anni d’impegno per un pianeta più pulito ed ecosostenibile. Puliamo il Mondo festeggia quest’anno i suoi venti anni d’iniziativa con un’edizione che rende omaggio alle O l i m p i a d i . Ognuno di noi,

nel suo piccolo, può essere, infatti, un’atleta dell’ambiente contribuendo con un semplice gesto, elegante e decisivo, ad un mondo libero dai rifiuti. L’appuntamento con la più famosa iniziativa di volontariato, organizzata da

Legambiente, è dal 28 al 30 settembre per un week-end ambientalista che vedrà tantissimi cittadini impegnati per ripulire e recuperare aree degradate e rendere più belle e vivibili le città della Penisola. Puliamo il Mondo mette


9

Campobasso

28 settembre 2012

La buona notizia.

Terzo spazio, il Comune fa marcia indietro di Assunta Domeneghetti CAMPOBASSO. Ci sono almeno due ipotesi da valutare per evitare lo sfratto alle 30 associazioni di volontariato che da quasi 10 anni svolgono le loro attività al Terzo spazio di via Mazzini. Una potrebbe essere il trasloco nei locali dell’ex Onmi, in via Muricchio; l’altra, quella di dimezzare i metri quadri attualmente occupati a spese del Comune che recupererebbe qualcosa facendogli pagare le utenze. A prospettarle ieri mattina è stato il consigliere comunale delegato alle politiche sociali, Pasquale Terzano. Sinceramente non sappiamo se queste opzioni sarebbero arrivate ugualmente senza che quelli del Terzo spazio avessero fatto tanto rumore. Ma alla fine dei conti possiamo affermare che per le associazioni si tratta di una piccola vittoria. Quantomeno adesso i soci sanno che potranno restare in via Mazzini fino a quando il Comune non organizzerà - da un punto di vista logistico, burocratico e amministrativo - l’alternativa. E sanno anche che quella lettera del dirigente De Marco, in cui si chiedeva di sbaraccare entro la fine del mese, sarà stracciata dalla stessa amministrazione che dopo le polemiche ha fatto un passo indietro. A ripercorrere le tappe di questa sofferta decisione è stato Terzano che nella sala Mancini di palazzo San Giorgio, alla presenza di molti e agguerriti presidenti e soci delle organizzazioni che per anni hanno offerto gratuitamente servizi alla città, ha spiegato: “Mantenere in vita il Terzo spazio costa alle casse comunali quasi 30mila euro l’anno tra spese per l’affitto e utenze. Purtroppo due anni fa la Provincia si è tirata indietro e anche noi non abbiamo più potuto sobbarcarci i costi per la segreteria (altri 800 euro al mese). Questa amministrazione non ha alcuna

intenzione di penalizzare le associazioni, anch’io provengo dal mondo del volontariato e so quanto bene fate alla città. Ma dovete capire che sono spese che non possiamo più affrontare. Le soluzioni che abbiamo in mente sono due: o vi spostiamo in via Muricchio, dove ci sono anche altre associazioni che sarebbero ben felici di accogliervi (locali e bagni per disabili permettendo, ndr), oppure vi lasceremo in via Mazzini pagando però per la metà degli attuali metri quadri che occupate. E, al pari delle altre associazioni di questa città, dovrete farvi carico delle utenze telefoniche, per luce e riscaldamento”. Tra lunedì e martedì ci sarà un ulteriore momento di confronto, nel frattempo i soci del Terzo spazio potranno vagliare le due alternative che comunque, stando almeno alle prime impressioni di ieri mattina, non dovrebbero scontentarli più di tanto.

Terzano: faremo un’altra lettera per correggere quella del dirigente De Marco che il 13 settembre ha chiesto la riconsegna dei locali entro la fine del mese

La precisazione.

La statua sarà spostata e benedetta il 30 settembre in occasione della Giornata del turismo

Il basamento

I soci potranno restare in via Mazzini fino a quando palazzo San Giorgio non troverà una soluzione Due le ipotesi: trasferimento all’ex Onmi oppure riduzione dei metri quadri occupati e utenze a loro carico

San Giorgio, Bregantini: lo spazio individuato ha tutti i requisiti CAMPOBASSO. Il 30 settembre alle 15 e 30, nell’ambito della 33esima Giornata nazionale del turismo, ci sarà la cerimonia ufficiale di benedizione e sistemazione della statua in piazza Vittorio Emanuele, in una delle aiuole, circondata dal verde. “Uno spazio appositamente progettato con tutti i requisiti idonei alla permanenza stabile dell’artistica statua” come precisa oggi l’arcivescovo Begantini che nel ripercorrere le tappe della nascita della statua “relegata nell’androne del Municipio” invita i cittadini ad una ampia partecipazione alla cerimonia.

L’ufficio marketing de seleziona agenti pubblicitari, con età massima di 38 anni, per le zone di Campobasso, Isernia e Termoli in possesso di partita IVA e auto muniti. La raccolta pubblicitaria è per carta stampata e Quick Reporter, le news in diretta su IPHONE e IPAD. Info: 0874 438918 - fax 0874 318087 E-mail: commerciale@lagazzettadelmolise.it


10 28 settembre 2012

Campobasso

Il consiglio provinciale ha approvato l’assestamento di bilancio.

Spending review: 1,8 mln di euro per far fronte ai tagli CAMPOBASSO. Si è conclusa nel pomeriggio di ieri la seduta del Consiglio Provinciale di Campobasso in riunione sin dalla mattinata per approvare i cinque punti messi all’ordine del giorno. L’assemblea di Via Roma ha approvato il primo assestamento del bilancio 2012, ratificando le delibera della Giunta Provinciale del 18 settembre scorso, con la quale sono stati immessi nel documento contabile 1 milione e ottocentomila euro, per far fronte ai tagli che scatteranno entro il 31 ottobre dai provvedimenti dello spendig review, di cui seicentomila euro provenienti da maggiori entrate, ovvero dall’aumento dell’imposte della Rc auto, argomento sul quale l’opposizione ho votato contro. Subito dopo è stata approvata la verifica del mantenimento degli equilibri finanziari del bilancio di previsione 2012 e la ricognizione dello stato attuazione dei programmi. Anche su quest’argomento l’opposizione ha ritenuto di votare contro poiché le percentuali sulle performance indicate nei programmi non sono state ritenute soddisfacenti. Su impegno del presidente De Matteis, che si è impegnato a trattare dell’argomento direttamente con la Regione Molise, è stata modificata con la firma di consiglieri di entrambi gli schieramenti la mozione presentata dal consigliere di Costruire Democrazia Michele Durante, riguardante gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. “Con il documento si vuole stabilire un patto di legalità – ha commentato Durante – con l’intero territorio, con la

popolazione, con i produttori agricoli, con le associazioni, affinchè il sistema di controlli, il monitoraggio fino all’applicazione del registro tumori, diventi realtà.”. Proprio oggi la conferenza dei capigruppo dovrebbe fissare per la settimana prossima una seduta monotematica sull’argomento che coinvolgerà anche il presidente della Giunta Regionale Iorio. L’aula infine ha approvato due ordini del giorno presentati dai consiglieri Antenucci e Crema riguardanti il servizio di trasporto scolastico per alunni diversamente abili nonché, sullo stesso argomento, l’assistenza alla comunicazione e mediazione scolastica per l’anno scolastico in corso. Argomenti per i quali che l’assessore al ramo ha già predisposto soluzioni all’interno del bilancio. MA.OR.

Gino Calabrese a un corso di fotoreporter di guerra Una partecipazione che ti fa sentire ancora un apprendista, ma che ti pone al centro di un mondo fascinoso come la fotografia. Gino Calabrese, fotoreporter di riconosciuta esperienza professionale, ha accettato con entusiasmo di partecipare al 9° Corso informativo per i giornalisti, finalizzato alla conoscenza e prevenzione del rischio in aree di crisi, organizzato dalla Federazione

Nazionale della Stampa. Il modulo si divide in due fasi. La prima presso il comando operativo di vertice Interforze presso l’aeroporto Baracca di Roma; la seconda presso le unità operative e formative delle Forze armate, nelle basi di Pisa, Livorno e La Spezia. Il corso prenderà avvio lunedì 1 ottobre a Roma e finirà venerdi 12 ottobre a La Spezia, con unità navale.

Autobus anche dal Molise.

Servizi pubblici, oggi lo sciopero generale

Partiranno da Termoli (alle 5), da Campobasso (alle 6), da Isernia (alle 6,40) e da Venafro (alle 7) i pullman che la Cgil Molise ha prenotato per portare i molisani allo sciopero generale dei Servizi Pubblici a Roma La manifestazione è indetta dalla Fp Cgil, dalla Flc Cgil comparti Università e Ricerca e Afam, dalla Uil Pa, dalla Uil Fpl e dalla Uil Rua. “La spending review – come si legge nel comunicato della Cgil - colpisce e stravolge il sistema paese, il suo sistema di protezione sociale, i diritti di cittadinanza dei soliti noti! Il taglio dei servizi pubblici, la riduzione del personale , il licenziamento dei precari, l’indebolimento della ricerca e della cultura, la contrazione dei diritti del lavoro, il forte ridimensionamento del diritto alla salute,si abbatteranno su chi ha da sempre pagato! Mentre si lasciano indisturbati gli evasori, i corruttori, i grandi patrimoni e le grandi ricchezze!”


11

Campobasso

28 settembre 2012

La truffa.

Finto gay adesca uomini per soldi CAMPOBASSO. Si fingeva gay per adescare uomini su Facebook e spillare loro denaro. A scoprire le macchinazioni di un 43enne campobassano, è stata la Polpost del capoluogo che ieri ha arrestato il pregiudicato. Dal pc di casa sua adescava le vittime con la promessa di una vita insieme. E sarebbero tanti gli uomini che hanno ceduto alle sue avances, anche perché la foto del profilo era quella di un bel ragazzo, non ancora identificato (probabilmente si tratta di un’immagine presa da internet), capace di fare gola a chiunque. Dopo essere entrato in confidenza con le sue vittime, l’uomo otteneva il numero di cellulare privato e con squilli e messaggini convinceva i cuori solitari a versare soldi su una carta di credito intestata ad un prestanome. Lo stesso che poi ritirava le somme allo sportello spartendosele col socio in affari. Un sistema infallibile a cui la Polpost ha messo la parola fine.

Succede a Campodipietra.

Trasporto pubblico, oggi presidio davanti alla stazione Il movimento consumatori di Campobasso distribuirà materiale informativo in vista della nascita di un coordinamento nazionale in programma il 6 ottobre a Roma

Eternit in contrada Selva: Comune latitante Il consigliere comunale Idv, Giovanni Barra, sollecita interventi immediati per la bonifica CAMPODIPIETRA. In contrada Selva a Campodipietra, al bivio con la statale per Foggia, il consigliere comunale Idv, Giovanni Barra, segnala la presenza di una struttura, poco visibile dalla strada e dall'altura confinante, che ha destato la sua preoccupazione. “Dalla strada – scrive - si nota un manufatto con il tetto sfondato costituito da una copertura in eternit di oltre 2 mila metri quadri. La struttura che apparteneva a Fasolini Carni è costituita da locali e depositi che servivano alla macellazione di polli ed altro. Dal 2002 tale sito, con i terreni circostanti, dopo il fallimento della ditta citata, è in vendita all'asta per oltre 500 mila euro con l'aggiunta delle spese di smaltimento dell'eternit per chi acquista. Il problema, pur essendo noto all'amministrazione comunale di Campodipietra, viene eluso, ovvero si evita di parlarne, nonostante fu proprio l'allora amministrazione con sindaco Pietrantuono, a stabilire, con l'incarico ad un ingegnere, naturalmente pagato dall'amministrazione, la somma occorrente per lo smaltimento dell'eternit delle coperture del sito in argomento. Purtroppo l’attuale sindaco Cefaratti, da oltre otto anni in carica, non ha provveduto a risolvere il problema. Anche se non si vogliono creare allarmismi, bisogna rendere nota la vicenda. Per questo provvederò ad inviare informativa alla Provincia di Campobasso, quale organo che tu-

tela l’ambiente in ambito provinciale (n.b. il sindaco Cefaratti è anche presidente del consiglio provinciale), all'Arpa all'Arsem, al Corpo Forestale dello Stato, al sindaco di Campodipietra, quale autorità locale, per poter tranquillizzare i residenti della zona. Le lastre piane o ondulate di cemento-amianto, impiegate per copertura in edilizia, sono costituite da materiale non friabile che, se nuovo o in buono stato di conservazione, non tende a liberare fibre spontaneamente. Se, però, tale materiale è esposto ad agenti atmosferici subisce un progressivo degrado per azione delle piogge acide, degli sbalzi termici, dell'erosione eolica e di microrganismi vegetali. Dopo anni dall'installazione si possono determinare alterazioni corrosive superficiali con affioramento delle fibre e fenomeni di liberazione. Ecco perché, chiederò, in relazione ai principali indicatori utili, di valutare lo stato di degrado delle coperture in cemento-amianto, in relazione al potenziale rilascio di fibre, la friabilità del materiale, lo stato della superficie ed in particolare l'evidenza di affioramenti di fibre, la presenza di sfaldamenti, crepe o rotture, la presenza di materiale friabile o polverulento in corrispondenza di scoli d'acqua, grondaie, ecc. e la presenza di materiale polverulento conglobato in piccole stalattiti in corrispondenza dei punti di gocciolamento”.

Il 6 ottobre prossimo, a Roma, tutte le associazioni dei consumatori e le maggiori associazioni ambientaliste organizzano una grande assemblea per costituire un coordinamento autorevole allo scopo di chiedere un radicale cambiamento della gestione del trasporto ferroviario ed in particolare di quello locale. “Noi avevamo già deciso di intraprendere un’azione appena finita l’estate – scrivono oggi dal movimento consumatori del Molise - tanto più che non possiamo mancare questo importantissimo appuntamento per dare maggiore incisività a tutto l’impegno di questi anni su questo tema con la speranza di poter invertire la politica di abbandono, che viviamo ogni giorno, di questo vitale servizio per la nostra regione. Occuparsi del trasporto pubblico è occuparsi del diritto fondamentale alla mobilità, dell’ambiente, dell’economia per la possibilità di scambi, di tutto quello che determina le nostre condizioni di vita. Lamentarsi soltanto non serve a nulla, occorre l’esercizio della responsabilità civica di ognuno”. Intanto oggi quelli del Mc distribuiranno – davanti alla stazione ferroviaria di Campoabasso - materiale informativo per la manifestazione e per sensibilizzare i cittadini al problema


ODONTOIATRI ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DI CAMPOBASSO


ANNO VIII - N° 216 - VENERDÌ 28 SETTEMBRE 2012 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

ISERNIA

30.000 copie in omaggio www.lagazzettadelmolise.it | redazione@lagazzettadelmolise.it


Isernia

15

28 settembre 2012

Carpinone-Sulmona, una linea che non può essere chiusa La manifestazione.

Legambiente lancia l’iniziativa ‘Puliamo il mondo’

ISERNIA. Una delegazione di amministratori locali ed associazioni sarà oggi ad Ancona per porre all’attenzione dei responsabili di RFI – FS (Rete Ferroviaria Italiana) in uno specifico incontro, la questione della riapertura della tratta ferroviaria SULMONA-CARPINONE. "Rinnoviamo l’invito agli Assessori ai Trasporti delle Regioni Abruzzo e Molise di attivare un tavolo negoziale interregionale istituzionale che assuma un’iniziativa unitaria nei confronti del Ministero dei Trasporti, delle competenti Commissioni Parlamentari e dei vertici delle Ferrovie dello Stato". e' quello che sostengono i consiglieri regionali del Pd delle due regioni, Michele Petraroia e Giuseppe Di Pangrazio. Il collegamento Pescara-Napoli potrebbe offrire opportunità aggiuntive anche ad altri vettori del ferro interessati a valorizzare esperienze settoriali radicate sul territorio come la Ferrovia Sangritana o ad altri opera-

tori, non esclusa la stessa Trenitalia. "Prevedere lavori di manutenzione e messa in sicurezza della tratta Sulmona-Carpinone rappresenterebbe un investimento positivo per le due regioni e per RFI-FS, perché si eviterebbe di perdere un patrimonio pubblico importante e si assicurerebbe il diritto alla mobilità in comunità locali, che non hanno meno diritti delle aree urbane, consentendo agli operatori turistici di un comprensorio in cui insiste il Parco Naturale più antico d’Italia di non perdere la possibilità di veicolare flussi di viaggiatori da e verso la costa. Per queste ragioni torniamo a sollecitare un’azione istituzionale unitaria di Abruzzo e Molise sia per individuare propri strumenti d’intervento a tutela della tratta CarpinoneSulmona e sia per porre la questione con maggiore efficacia al Ministero dei Trasporti, ai vertici delle Ferrovie dello Stato e delle direzioni regionali di RFI-Trenitalia coinvolti".

De Mita presenta il suo ultimo libro Venerdì 5 ottobre 2012, alle ore 17:00, nella Sala Conferenze del Polo Didattico dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli avrà luogo la presentazione del nuovo lavoro letterario dell’Ex Presidente del Consiglio dei Ministri On. Ciriaco De Mita dal titolo ‘La Storia d’Italia non è finita’. Prenderanno parte all’incontro, nel corso del quale si affronteranno i temi contenuti nell’opera, autorevoli personalità ed esperti nel campo della storia della politica italiana. Relatori, oltre all’autore, il dottor Antonio D’Ambrosio, storico molisano; il professor Giovanni Di Giandomenico, docente presso l’ Università degli Studi del Molise. Moderatore dell’incontro il Dottor Antonio Lupo, giornalista RAI e Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Molise. In un punto imprecisato del tempo pare che il nostro Paese sia entrato in un’altra storia, in cui

occorre immaginare coordinate di senso differenti da quelle del passato. Per farlo, Ciriaco De Mita muove da tre domande. La prima riguarda l’esistenza o meno di un punto critico a partire dal quale la nostra vicenda sarebbe diventata il fantasma di se stessa: esiste questo punto o è solo una bella immagine per indicare una cosa diversa, il cui significato va ricercato su un altro piano? La seconda domanda consiste nel tentativo di ri-vivere la storia d’Italia, che non significa raccontarla ma chiamarla in causa e, insieme, liberarla dagli stereotipi. La terza, più che una domanda, è la scommessa che la storia possa essere pensata, e quindi oltrepassata, in direzione del futuro. A queste domande l’Autore dà una risposta da cui sarà inevitabile per chiunque partire, se intende ancora riflettere e cercare di capire.

ISERNIA. Anche Cerro al Volturno (insieme a Macchiagodena, Forli del Sannio e Sant’Angelo del Pesco, per la provincia di Isernia , e a Campobasso, Campomarino e Pietracatella, per la provincia di Campobasso) prenderà parte all’iniziativa “Puliamo il Mondo”, organizzata da Legambiente nei giorni 28, 29 e 30 settembre prossimi in tutte le città italiane che vi hanno aderito. Indiscusso il valore educativo e civico dell’iniziativa per sensibilizzare oggi tutte le fasce di popolazione rispetto ad un “vivere ogni giorno in maniera sostenibile, con attenzione e rispetto nei confronti dell’ambiente”, la manifestazione è stata promossa dall’Associazione culturale “Quercus Cerri” nella persona del suo presidente Gabriel Paolone ed accolta con vivo interesse dal dirigente Giuseppe Mingione dell’Istituto Comprensivo “D. Alighieri” di Cerro al Volturno, con il sostegno di Legambiente Molise e del Circolo Piccoli Borghi di Isernia. Ricco il programma della tre giorni di attenzione al territorio comunale, che prenderà il via alle ore 9.00 nell’Aula Magna “G. Di Renzo” dell’Istituto comprensivo cerrese (via A. Moro) con la presentazione dell’iniziativa, la consegna agli studenti delle scuole medie del kit Legambiente (cappello, guanti, pettorina) e la loro partecipazione alla Prima Giornata ecologica, che sarà condotta lungo le vie del paese; a seguire, nel pomeriggio, giochi popolari in Piazza “G. Sedati”. Di concreto interesse il momento informativo che avrà luogo nella stessa sede scolastica sabato 29 settembre: Maria Assunta Libertucci (presidente di Legambiente Molise) ed Andrea De Marco (direttore di Legambiente Molise) affronteranno infatti il tema “I piccoli e semplici gesti che salvano l’ambiente: dal risparmio energetico alla raccolta differenziata”; a seguire, la Seconda Giornata ecologica, una conviviale nel piazzale antistante l’edificio scolastico ed ancora giochi popolari. Domenica 30 settembre mattina, la Giornata ecologica sarà invece riservata a quanti, adulti, volessero in questa circostanza contribuire a rendere il proprio ambiente più pulito, se lo slogan della manifestazione suona “Non aspettare che lo facciano gli altri”.


16

28 settembre 2012

Trivellazioni, la protesta non si ferma TERMOLI. A seguito degli incontri tecnici e politici intercorsi nei giorni scorsi finalizzati a scongiurare le trivellazioni petrolifere nell’Adriatico (per l’autorizzazione alle attività di prospezione geologica e geofisica con la tecnica dell’air-gun a largo delle Isole Tremiti, rilasciata il 7 agosto 2012 dal Ministro dell’Ambiente alla Petrolceltic), e considerato il perdurare della situazione, divenuta ormai critica e concreta, la “Rete di associazioni contro le trivellazioni petrolifere” ha deciso di organizzare una manifestazione coinvolgendo tutte le Istituzioni della Puglia,

Molise e Abruzzo nonché quelle presenti sulla Riviera Adriatica, le Associazioni provinciali e regionali, gli Operatori Turistici e quanti interessati al problema. Il giorno 6 ottobre. alle ore 15,30 scenderanno in piazza a Manfredonia insieme alla società civile per una grande manifestazione: una giornata di protesta e sensibilizzazione contro tutte le azioni finalizzate alle trivellazioni nell’Adriatico. La manifestazione si concluderà con un Concerto, che ha la finalità di porre l’attenzione a livello Nazionale ed Internazionale sul problema, e che vedrà la partecipazione di artisti testimonial di questa dura lotta contro le trivellazioni a favore del mare e dell’ambiente, così come fatto dal nostro amatissimo Lucio Dalla. Un contributo decisivo per essere vicini a uno dei temi più importanti legati all’uomo e alla sua sopravvivenza: l’ambiente. "Invitiamo tutti a rimanere uniti e di dimostrare con la partecipazione attiva, che siamo in grado di opporci con determinazione a qualsiasi sopruso che possa causare uno minaccia al meraviglioso equilibrio ambientale dei Nostri Mari e le inevitabili gravi ripercussioni che, lo stesso, porterebbe sull’intero indotto Turistico e sulla nostra Economia, già fortemente provata. Oggi siamo in grado di poter dimostrare che le Manifestazioni e i Grandi Concerti li organizziamo per prevenire le Catastrofi, non dopo per poter rimediare ai danni e per questo abbiamo una grande Responsabilità".

La cultura per il Pdci TERMOLI. La Questione Cultura: è il tema del dibattito pubblico organizzato per questo pomeriggio alle 17 presso l’Officina Solare sita in via Marconi 2 a Termoli dal Comitato regionale del Molise del Partito dei Comunisti Italiani e dal gruppo regionale della Federazione della Sinistra nell’ambito del cantiere del centrosinistra. All’incontro - che sarà presieduto dal segre-

tario regionale del PdCi Nicola Macoretta e introdotto dal responsabile cultura del partito, Nino Barone - interverranno il consigliere regionale PdCi-Fds Salvatore Ciocca, Vincenzo Mascia, Fabio Mastropietro, Nicola Occhionero e Antonio Ruggeri. Sarà presente al dibattito Paolo di Laura Frattura.

Termoli Lettera aperta al Sindaco di Termoli

Piscina sì… Piscina no!

Egr. Sig. Sindaco, questa mattina mi sono recato presso la piscina di Termoli per farmi rimborsare la quota pagata per il corso adulti e la quota associativa. (fattura n° 2236 del 19/09/2012). Davanti a me e dopo di me c’era molta gente per lo stesso motivo. Sembrava un secolo fa, quando Lei con determinazione ha comunicato che Termoli non poteva essere privata di un simile servizio e che pertanto si aprivano le iscrizioni in piscina dal 19/09/2012 con partenza dei corsi il primo di ottobre (dello stesso anno).Decisione presa, a quanto si legge sulla stampa locale, in beata solitudine se anche il consigliere comunale con delega allo sport ne era all’oscuro ed ha pensato bene di rimettere la delega. Nel frattempo la macchina organizzativa si è messa in moto, con manifesti affissi per la città, iscrizioni, magari contratti agli istruttori, etc. Cosa è cambiato nel giro di una settimana o poco meno? La pericolosità dell’amianto non è una novità. Se ne parla da tempo immemore e già agli inizi degli anni ottanta l’attenzione si è spostata anche sulle esposizioni non professionali all’amianto e lo stesso è stato classificato come un forte contaminante ambientale. Sulla base di queste considerazioni, oltre alla Legge 257/92, che vieta nel nostro paese l’estrazione, l’importazione, l’esportazione, la commercializzazione e la produzione di amianto, sono stati emanati alcuni decreti e circolari applicative con l'obiettivo di gestire il potenziale pericolo derivato dalla presenza di amianto negli edifici, manufatti e coperture. Quindi la pericolosità del tetto in amianto della piscina è storia nota e risaputa e ci hanno sempre detto, nel corso di tanti anni, che venivano fatte periodiche ispezioni per monitorare la situazione ambientale e che le stesse non hanno mai dato esito allarmante. Presumo che l’amministrazione comunale sia in possesso degli esiti di queste ispezioni fatte negli anni (forse sarebbe anche il caso di renderle pubbliche), ed allora come mai questa rapidissima marcia indietro fino a sospendere tutto? Le domande vengono spontanee e le riflessioni (non belle) pure: Su quali basi è stata data la comunicazione di apertura della piscina e poi rapidamente annullata? forse le ultime analisi ( fatte quando?) non sono più tranquillizzanti? E da quando? Allora tutto il personale, i frequentatori della piscina e il quartiere sono stati esposti all’amianto? Perché non si è programmato l’intervento in modo da arrecare il meno disturbo possibile alla città? E’ troppo pretendere un minimo di programmazione dalla struttura tecnica, dagli assessori e da tutta l’amministrazione comunale? Troppo facile riversare i disagi tutti sulla comunità e sul personale che lavora all’interno della struttura. Tra i frequentatori abituali della piscina, nel caso ve ne foste dimenticati, ci sono molte persone che devono fare attività fisica in acqua per seri problemi di salute. E’ curioso poi che questa storia capiti in concomitanza con il bando pubblico per l’assegnazione della gestione della struttura sportiva. Forse perché Termoli è territorio da colonizzare da parte delle imprese che provengono da Campobasso e alto Molise a scapito della “ Termolesità” che è stata la sua bandiera delle precedenti elezioni? Comunque la guardiamo questa storia non appare molto edificante. Normalmente si dice: ordine, contrordine uguale a disordine. Complimenti ci siete riusciti in pieno. P/Il Coordinamento EcoDem Molise Elisabetta Brunetti P/Il Circolo EcoDem Termoli Antonio Di Genova


17

Termoli

28 settembre 2012

Il fatto. Conferenza stampa in Comune per fare il punto sulle iniziative fatte in città

“Un cartellone estivo di rispetto e con una spesa davvero minima” TERMOLI. Poco più di 220mila euro per avere sei nomi di fama nazionale a Termoli nel cartellone estivo, con un contributo delle istituzioni territoriali che sfiora i 60mila euro, di cui 45mila dalla Regione Molise, compreso il premio Termoli di arte contemporanea, 6mila dalla Provincia di Campobasso e 6mila e 500 euro dall'Aast. Questo il conto dell’estate termolese, presentato in un’apposita conferenza stampa dall’assessore al Turismo Michele Cocomazzi e dal commissario dell’Azienda di soggiorno Bruno Verini, presente anche il dirigente Carmela Cravero. Funziona il sistema delle compartecipazioni, con artisti del calibro di Ranieri, Salemme, Emma, Raf, Noemi e D’Alessio portati in riva

all’Adriatico senza svenarsi, ma convincendo i promoter a un minimo rischio d’impresa. Rammarico per gli eventi saltati con diverse motivazioni per Giorgia, Russinova e Paganini, mentre per recuperare il festival adriatico delle Musiche si è già al lavoro col direttore Artese. Grande successo degli eventi folclorici e patronali, da San Basso all’incendio del castello con colonna sonora e sagra del pesce, mentre in vista della stagione 2013 si punterà più sulla qualità che sul numero di eventi in programma. Rimane il nodo della programmazione invernale, che la temporanea chiusura del teatro Lumière, per motivi di sicurezza legati alla scala esterna, di fatto preclude ogni possibilità di realizzare il palinsesto Winter, che per anni ha caratterizzato i mesi da ottobre a marzo.

Larino: Colle di Lauro, (ri)scoperta una necropoli di tombe romane di Napoleone Stelluti La notizia del ritrovamento risale agli inizi del mese di settembre 2012 durante i lavori per la realizzazione di una rete o metanodotto che parte dal giacimento a Difesa Nuova e deve arrivare fino a Lucera a cura della ditta Società Gasdotti Italia s.p.a. Ma la zona era già conosciuta per essere stata attraversata trenta anni fa, da diversi condotti per l’irrigazione agricola e per il metano, otto tubi che già preesistenti nel sottosuolo, sembra un’autostrada che ha devastato in più direzioni e in diversi livelli il terreno di cui si parla. Il nono tubo di sezione più grande, circa 40 cm., adesso si va a posizionare sugli altri otto tubi. Consultando la bibliografia locale ne parla il Tria nel 1740, il Magliano nel 1895 p.229 “Di esso oggi restano soltanto le tracce della chiesa, incorporata nel fabbricato della masseria Magliano nella contrada ancora chiamata Colle di Lauro” vedi particolare della Tavola II^ del Tria -Diocesi di Larino –del 1743 incisa da Carlo Grandi, dove l’iconografia della chiesetta con il campanile è inglobata nel toponimo ColLau ..ro, il Masciotta nel1952, fra I Casali distrutti di Larino, infine il Magliano in particolare nei Brevi cenni storici sulla città di Larino del 1925 p.100, è ancora più dettagliato ”Casale di Colle di Lauro-Sorgeva nella

contrada omonima,che aveva anticamente anche il nome di Torre Laureto, forse dalla torre avanzo del casale distrutto, che riedificato, fu abitato dagli Albanesi (Greci e Schiavoni ), che furono scacciati (o sfrattati) poi con la capitolazione del 1540 tra l’Università e Pardo Pappacoda (feudatario di Larino).Sorgeva proprio nella masseria Magliano e vi furono trovate varie tombe chiuse da lastroni di terracotta, ma tutte violate.” In realtà a ben vedere la necropoli è abbastanza estesa molte sono le tombe ancora da esplorare, esse sono rivestite di laterizi, con copertura a lastroni di terracotta misto a pietrame, le sepolture secondo il nostro modesto avviso, e della ditta Società LAND S.r.l. indagini territo-

riali e archeologiche di Roma che non ha fatto trapelare niente e con la supervisione della Dott.ssa Angela Di Niro, presentano un minimo di corredo ed in alcuni casi anche qualche moneta ,la cui datazione è riconducibile intorno al I°III° sec. d.C. La cosa che stupisce è che non si è dato molto risalto al ritrovamento di trent’anni fa , e nemmeno oggi ,in altre località basta che si trova un vasetto e ti scatenano un putiferio mediatico tra giornali e televisioni, persino i residenti del posto mi consigliano diplomaticamente di farmi gli affari miei, perché se arriva la Soprintendenza, è la fine, non possiamo più seminare ed è a rischio il raccolto e poi non si può più costruire niente. Insomma

l’esempio di una cultura sbagliata che non aiuta a far crescere e progredire il nostro antico centro ricco di tanta storia , ma ridotto ai minimi termini da una diffidenza collettiva e da cattiva gestione sia della politica centrale che periferica. Insomma è il momento di prendere coscienza una buona volta della grande importanza che assumono i nostri beni culturali,per poi valorizzarli mediante pubblicazioni vedi Eugenio De Felice, che conosceva la zona nel suo volume Larinum 1994,p.178, al “cat.n.296-Sepolcreto- Sul Colle Marullo,in loc.Colle di Lauro,sono sparsi nel terreno (in un’area di m.125x70)frammenti di tegole,di unguentari,di coppe a vernice nera e di ceramica comune appartenenti a tombe di un vasto sepolcreto” .Da allora quindi la necropoli era già nota, chi è che doveva vigilare sui lavori ? Non si è mosso, e lo scempio si poteva evitare mediante scavi sistematici e opportuni finanziamenti della Regione , Provincia e Comune. Ci si augura e speriamo che i danni ora si possano limitare e che tutto si possa recuperare nel migliore dei modi, con delle foto aeree ai raggi infrarossi, per vedere quanto effettivamente sia esteso il sepolcreto e dove si trova la chiesetta inglobata, allo scopo e ai fini della valorizzazione di un territorio non sufficientemente pubblicizzato.


18 28 settembre 2012

Spettacolo

Concerti d’inverno Gli “Amici della musica” al via con venti esibizioni dal 13 ottobre di Charles N. Papa CAMPOBASSO - Il ritorno puntuale, ogni anno, della stagione concertistica dell’associazione “Amici della musica Walter De Angelis” è un punto fermo nella programamzione musicale del Molise. Per il 44mo anno l’Adm torna protagonista con una serie di esibizioni, tutte al teatro Savoia, a partire dal prossimo 13 ottobre, sempre alle 18.30 tranne la prima che si terrà invece alle 21.00. Sarà la Prokofiev Academy Symphony Orchestra ad inaugurare la stagione 2012/13. La formula ideata dal direttore artistico Piero Niro è sempre la stessa, live di varia natura, da orchestre, a quartetti,

terzetti ed esibizioni solistiche. Molte le orchestre come quella di Padove e del Veneto (27 ottobre), la Janacek Czech philarmonic orchestra (8 dicembre), orchestra d’archi di Perugia (26 gennaio), quella Sinfonica abruzzese (23 febbraio, 9 e 23 marzo). Le esibizioni soliste per pianoforte e chitarra come Ramin Bahrami (20 ottobre), Salzburg Solisten (3 novembre), Gloria Campaner (1 dicembre, foto sotto), Angelo Miele (14 dicembre), Barry Douglas (19 gennaio), Fabrizio Baranello (16 febbraio). Tre i quartetti come quelli di Venezia (24 novembre), di Praga (12 gennaio), Tartini (9 febbraio). Gli appuntamenti sono tutti di gran rilievo, e il successo co-

stante, anno dopo anno, premia gli sforzi degli organizzatori con la paltea che gradisce e applaude ogni evento. Esibizioni del duo Janigro (2 marzo), con i violoncelli di Amedeo Cicchese e Paolo Bonomini. L’altro duo è formato da Asuka Sezaki al violino e Marco Grisanti (foto a destra), al pianoforte (16 marzo). Grisanti collabora con il maestro Uto Ughi che segue spesso nei tour mondiali. L’abbonamento ordinario è di euro 100,00. La campagna abbonamenti prende il via l’8 ottobre. Dal 1° ottobre, la sede in via Elena 54, resterà aperta dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00. Altre info 0874416374.

Caffè Letterario

Oggi al Dopolavoro Ferroviario incontro con la Fragomeni Kermesse. Le esibizioni dei cori

Club. Inaugura il Move

La rassegna polifonica CAMPOBASSO - Al via domani la Rassegna Polifonica Internazionale “Città di campobasso”. Il programma: domani alle ore 19,30 nella chiesa di S. Antonio Abate, il Coro “Entropie Armoniche” di Roma, sabato 6 ottobre alle 19,30 nella cripta della chiesa di S. Antonio di Padova, il coro ungherese Vocal Ensemble “Hassler, domenica 7 ottobre alle ore 18,00 nell’Aula Magna del Convitto Nazionale “M. Pagano” i cori “Samnium Concentus” di Campobasso, La Compagnia Virtuosa di Pescara, il coro ungherese Vocal Ensemble “Hassler”.

CAMPOBASSO - Oggi alle 18.00 al Dopolavoro Ferroviario, si terrà l’incontro con la scrittrice Emilia Fragomeni, autrice del libro “Il respiro del tempo”, pubblicato nel 2010. Oltre all’autrice interverrà S.E. Mons. Bregantini.

CAMPOBASSO - Inaugura oggi la stagione 2012/13 il Move club, in via Garibaldi. Novità annunciate e nuova serata, oltre al venerdì, il giovedì con l’aperitivo a aprtire dalle 20.00.

L’aperitivo

Corso di teatro

CAMPOBASSO - Al via questa sera il venerdì del Cafè Prestige, nella zona industriale. Come di consueto, gran buffet e musica. Oggi live dei Cafè Wha! e dj set di Andrea Rizzi e Ciakko.

GUGLIONESI - Sono aperte le iscrizioni alla scuola di teatro al teatro Fulvio di Guglionesi. I corsi sono organizzati dall’associazione “L’altro cantiere”. Nel corso dell’anno accademico stage mirati, tra ottobre e maggio. Informazioni ed iscrizioni 3270419 095.


ANNO VIII - N° 216 - VENERDÌ 28 SETTEMBRE 2012 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

30.000 copie in omaggio www.lagazzettadelmolise.it | redazione@lagazzettadelmolise.it

Serie D, la vittoria in Coppa ha ridato fiducia all’Isernia in vista del campionato

La Juventus Soccer School approda in Molise grazie alla scuola calcio Michele Scorrano

Una boccata d’ossigeno che ci voleva. Dopo una partenza in campionato un po’ sottotono, alla quale sono state accompagnate critiche alla società e allo staff tecnico, in casa Isernia è tornato il sereno dopo il successo di mercoledì in Coppa Italia, nel derby casalingo contro l’Olympia Agnonese, che è valso il passaggio ai sedicesimi di finale dove incontrerà i laziali del Fidene che hanno superato per 2-1 l’Anziolavinio. La competizione tricolore, si sa, non offre ampie garanzie in termini di ripescaggi o quant’altro ma alla squadra pentra il successo sui cugini alto molisani serviva soprattutto per il morale, fiaccato dalla mancanza di vittorie in campionato. Insomma la reazione d’orgoglio e l’iniezione di fiducia sono arrivati ed ora bisogna concentrarsi nuovamente sul campionato e sulla trasferta laziale in casa di un San Cesareo che sicuramente è pronto a dare battaglia alla squadra di mister Farina. A PAG. 21

La società dilettantistica ‘Primavera Calcio’ inizia una nuova avventura, pur continuando a portare avanti i valori del calcio come sport e come laboratorio di educazione ed integrazione. Ha deciso di farlo nel segno del suo uomo simbolo, oltre che fondatore della società, Michele Scorrano, al quale è stata di recente intitolata la scuola calcio. Colonna portante della storia del calcio molisano, per oltre un decennio ha vestito la maglia del Campobasso, con cui ha condiviso l’indimenticabile ascesa dalla serie D fino al campionato cadetto (la promozione in B nel 1982), combattendo sul campo fino all’ultimo minuto di gioco. Bandiera del pubblico rossoblu, fortemente rispettato dai suoi avversari, Michele Scorrano, prima della sua improvvisa scomparsa nel febbraio del 2009, ha trasmesso ai ragazzi la passione del gioco e la grinta per combattere sul campo, oltre che la voglia di vivere. A PAG. 22


20

Sport

28 settembre 2012

Lega Pro - seconda divisione

Coppa Italia.

Lupi, Imbimbo rinuncerà agli under

Mercoledì arriva al Selva Piana il Sorrento La Lega Pro ha comunicato ieri gli orari delle gare per il primo turno di Coppa Italia. Nel primo turno i rossoblù affronteranno, mercoledì 3 ottobre, il Sorrento alle ore 15.00 al Selva Piana. La vincente di questa gara se la vedrà, nel secondo turno con la formazione che uscirà vittoriosa dal match tra Latina e Paganese.

Il tecnico si giocherà il primo jolly stagionale vista l’assenza di giovani in età di Lega: Candrina a sinistra

Ex.

Provenza vicino al Foligno Cariello in D al Pomigliano

CAMPOBASSO I TEMPO 4-3-3

3 CANDRINA

9 SCIARRA 10 D’ALLOCCO

6 BOI 1 CATTENARI

L’ex trainer del Campobasso Nicola Provenza potrebbe essere il prossimo allenatore del Foligno. La squadra umbra è senza tecnico dopo le dimissioni di lunedì di mister Tedesco. Provenza ha manifestato l’intenzione di accettare l’incarico qualora ci fosse una trattativa che, sino a questo momento, non c’è stata. Altrimenti l’ex allenatore del lupo finirà sulla panchina di una squadra estera. Alfredo Cariello ha trovato un accordo con il Pomigliano, club di Serie D. Il giocatore napoletano, ex tra le altre di Campobasso, Frosinone, Crotone e Ascoli, nella scorsa stagione ha militato in Lega Pro con la maglia del Neapolis.

4 RAIS

5 MINADEO

11 MORANTE 8 FORGIONE

2 MODICA

7 KONATE

Sarà l’ennesima formazione sperimentale quella che affronterà domenica il Pontedera. Mister Imbimbo è costretto a nuovi cambiamenti, certamente per colpe non sue. L’assenza di under all’altezza della situazione obbligherà il tecnico a giocarsi il primo, dei tre disponibili, jolly stagionale. Domenica mancheranno Di Libero, infortunato, e Colantoni squalificato. Il primo ieri si è allenato a parte e, anche se il problema muscolare sembra essere superato, difficilmente

Marco Candrina

recupererà per domenica. Pertanto mister Imbimbo sarebbe alle prese con enormi difficoltà per schierare il terzo giovane in età di Lega. E così il tecnico, in una gara già fondamentale per il prosieguo della stagione, rinuncerà al minutaggio. Nel test di ieri pomeriggio all’antistadio Acli il trainer ha provato un undici inedito, principalmente nel pacchetto arretrato dove sino a questo momento si sono registrati i maggiori problemi. Davanti al portiere Cattenari hanno agito Minadeo e Boi

Figc.

centrali, con Modica a destra, e Candrina a sinistra. In mediana hanno operato Rais, D’Allocco e Forgione, mentre il solito tridente è stato composto da Morante, Konate e Sciarra. Si sono scambiati di posizione in mezzo al campo D’Allocco e Rais, con il primo che ha agito a sinistra e il sardo davanti la difesa. Questa mattina ci sarà l’ultima seduta di allenamento settimanale, mentre domani la consueta rifinitura prima della gara con casalinga con il Pontedera.

Oggi il consiglio federale discuterà della riforma dei campionati Si svolgerà oggi la riunione del Consiglio federale: all’ordine del giorno i seguenti argomenti: approvazione verbale riunione del 5 settembre 2012; comunicazioni del presidente; consuntivo semestrale 2012; riforma Campionati Lega Pro: eventuali provvedimenti conseguenti; nomine di competenza; modifiche regolamentari; delibera di estinzione delle ammonizioni dopo la prima fase della Coppa Italia Lega Pro 2012/2013;varie ed eventuali. La riunione avrà inizio alle ore 13 nella sede della Figc.

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SUL SETTORE GIOVANILE DEL CAMPOBASSO CON RISULTATI, CLASSIFICHE E PROSSIMI TURNI DI BERRETTI, ALLIEVI E GIOVANISSIMI BERRETTI

ALLIEVI

1^ GIORNATA

GIOVANISSIMI

2^ GIORNATA

ARZANESE-ASCOLI AVELLINO-L’AQUILA AVERSA N.-BENEVENTO FOLIGNO-APRILIA FROSINONE-CHIETI PERUGIA-LATINA TERAMO-FONDI Riposa: CAMPOBASSO

2-1 4-1 1-3 2-2 3-1 1-0 2-0

2^ GIORNATA

AVERSA N.-V. LANCIANO BENEVENTO-MELFI FONDI-APRILIA FROSINONE-CAMPOBASSO L’AQUILA-PESCARA LATINA-TERAMO LECCE-CHIETI

2-1 4-1 0-1 4-1 0-1 0-1 5-1

ARZANESE-BENEVENTO AVERSA N.-BARLETTA CHIETI-VIRTUS LANCIANO MELFI-ANDRIA CAMPOBASSO-AVELLINO SORRENTO-JUVE STABIA LECCE-BARI

PROSSIMO TURNO (29.09.2012)

PROSSIMO TURNO (30.09.2012)

PROSSIMO TURNO (30.09.2012)

ASCOLI-PERUGIA BENEVENTO-FROSINONE CAMPOBASSO-TERAMO CHIETI-FOLIGNO FONDI-ARZANESE L’AQUILA-AVERSA N. LATINA-AVELLINO Riposa: APRILIA

APRILIA-FROSINONE PESCARA-FONDI MELFI-L’AQUILA CAMPOBASSO-CHIETI TERAMO-AVERSA NORMANNA VIRTUS LANCIANO-BENEVENTO LATINA-LECCE

ANDRIA-ARZANESE AVELLINO-AVERSA NORMANNA BARLETTA-MELFI BENEVENTO-BARI JUVE STABIA-CHIETI V. LANCIANO-CAMPOBASSO SORRENTO-LECCE

CLASSIFICA

CLASSIFICA

CLASSIFICA AVELLINO TERAMO FROSINONE BENEVENTO ARZANESE PERUGIA FOLIGNO APRILIA

3 3 3 3 3 3 1 1

CAMPOBASSO LATINA ASCOLI FONDI AVERSA N. CHIETI L'AQUILA

0 0 0 0 0 0 0

AVERSA N. LECCE FROSINONE APRILIA PESCARA BENEVENTO LATINA

6 6 6 6 6 3 3

TERAMO CAMPOBASSO L'AQUILA FONDI V.LANCIANO CHIETI MELFI

3 3 0 0 0 0 0

V.LANCIANO JUVE STABIA ANDRIA BARI AVELLINO BENEVENTO ARZANESE

6 6 6 4 4 3 3

3-2 1-0 1-4 0-1 1-1 0-3 0-0

BARLETTA AVERSA N. LECCE CAMPOBASSO CHIETI MELFI SORRENTO

3 3 1 1 0 0 0


21

Sport

28 settembre 2012

Calcio serie D

Isernia, fiducia ritrovata in vista del campionato L’approdo ai sedicesimi di Coppa Italia ha messo di buon umore i pentri ora proiettati alla trasferta in casa del San Cesareo Una boccata d’ossigeno che ci voleva. Dopo una partenza in campionato un po’ sottotono, alla quale sono state accompagnate critiche alla società e allo staff tecnico, in casa Isernia è tornato il sereno dopo il successo di mercoledì in Coppa Italia, nel derby casalingo contro l’Olympia Agnonese, che è valso il passaggio ai sedicesimi di finale dove incontrerà i laziali del Fidene che hanno superato per 2-1 l’Anziolavinio. La competizione tricolore, si sa, non offre ampie garanzie in termini di ripescaggi o quant’altro ma alla squadra pentra il successo sui cugini alto molisani serviva soprattutto per il morale, fiaccato dalla mancanza di vittorie in campionato. Insomma la reazione d’orgoglio e l’iniezione di fiducia sono arrivati ed ora bisogna concentrarsi nuovamente sul campionato e sulla trasferta laziale in casa di un San Cesareo che sicuramente è pronto a dare battaglia alla squadra di mister Fa-

rina. L’allenatore dei biancocelesti sa che c’è ancora tanto da lavorare per far si che venga fuori la vera Isernia: “Abbiamo tante difficoltà nella costruzione del gioco. Parto dal presupposto che in quanto allenatore di questa squadra ho le mie responsabilità ma mi piacerebbe che la squadra osasse di più, anche a costo di sbagliare. Paradossalmente giochiamo meglio fuori casa dove forse c’è meno paura. Questa squadra ha bisogno di una punta centrale che ci faccia salire, è vero anche che questa squadra deve trovare ancora un suo assestamento, ogni domenica le tante assenze mi hanno costretto a cambiare formazione. Di positivo ho trovato nella squadra la voglia, la rabbia e questo è un aspetto importante per un gruppo”. Il tecnico campano guarda anche ad aspetti positivi e rivendica con orgoglio una sua scommessa che porta il nome di Donato Vinciguerra, a segno due volte in tre giorni: “Vinci-

guerra è un giocatore di 24 anni e che fino ad ora non aveva mai giocato in serie D. Su di lui punto tanto perché ha tutte le caratteristiche per giocare in una squadra mia. Baricentro basso, sgusciante, è uno che viene incontro e non ha paura di giocare la palla. Il problema è che non ha ancora i novanta minuti nelle gambe, ci stiamo lavorando su e credo che è un giocatore che ci potrà dare una grossa mano”. ANPA

Mister Farina: “Mi piacerebbe che la squadra osasse un po’ di più anche a costo di sbagliare”

L’iniziativa.

Sanniti Calcio, nuovo centro di avviamento allo sport L’attività sportiva, specialmente per i più piccoli, assume sempre più una valenza fondamentale nella loro crescita e sviluppo. E’ importante che i bambini che si affacciano per la prima volta nel mondo del calcio siano guidati da tecnici preparati e soprattutto in grado di guidarli nel loro percorso formativo perché in giovanissima età oltre che validi allenatori bisogna essere ottimi educatori. In questa ottica nasce Sanniti Calcio, il nuovo centro di avviamento allo sport che , tra l’altro, parteciperà ai campionati della Figc Molise Pulcini ed Esordienti. L’età dei bambini partecipanti va dai 4 ai 12 anni e al

momento sono circa cinquanta le iscrizioni, un numero importante se si considera che il centro sportivo è nato di recente. Una donna a capo della direzione del centro Angela Baranello che si avvale della collaborazione di tecnici esperti e qualificati; tra questi c’è lo storico capitano del Campobasso Antonello Corradino e l’ex preparatore atletico dei rossoblù, ma anche dell’Agnonese e del Trivento,Walter Brandoni che si occuperà principalmente dell’attività motoria dei bambini, ma il Centro Sanniti Calcio può contare anche sul lavoro degli allenatori Massimiliano Nugnes e Giuseppe Rubbo. Le attività si svolgeranno presso il centro sportivo “La Baita” di Ferrazzano ed è

Tra i collaboratori anche il calciatore Corradino ed il professor Brandoni previsto anche un servizio navetta. Le iscrizioni sono ancora aperte e c’è la possibilità di effettuare, fino a fine mese, una prova gratuita. Chiunque si iscriverà riceverà un kit gratuito completo per l’attività sportiva e una card che garantirà degli sconti presso alcuni esercizi commerciali. redsport


22

Sport

28 settembre 2012

Calcio giovanile

La Juventus Soccer School approda in Molise La scuola calcio Michele Scorrano ha stretto un accordo con il settore giovanile del club bianconero La società dilettantistica ‘Primavera Calcio’ inizia una nuova avventura, pur continuando a portare avanti i valori del calcio come sport e come laboratorio di educazione ed integrazione. Ha deciso di farlo nel segno del suo uomo simbolo, oltre che fondatore della società, Michele Scorrano, al quale è stata di recente intitolata la scuola calcio. Colonna portante della storia del calcio molisano, per oltre un decennio ha vestito la maglia del Campobasso, con cui ha condiviso l’indimenticabile ascesa dalla serie D fino al campionato cadetto (la promozione in B nel 1982), combattendo sul campo fino all’ultimo minuto di gioco. Bandiera del pubblico rossoblu, fortemente rispettato dai suoi avversari, Michele Scorrano, prima della sua improvvisa scomparsa nel febbraio del 2009, ha trasmesso ai ragazzi la passione del gioco e la grinta per combattere sul campo, oltre che la voglia di vivere. Tutt’oggi l’ex capitano del Campobasso può rappresentare un maestro per le nuove generazioni che si avvicinano sin da piccoli ai campi di calcio, grazie all’esperienza dei suoi amici che per tanti anni hanno collaborato con lui e all’impegno e alla passione dei nuovi elementi, coordinati dal presidente Mirko Di Toro, intenzionati ad apportare un valido contributo per la crescita della società. La linea prettamente ‘sociale’ che ha da sempre adottato la società si è incanalata perfettamente con gli obiettivi dell’Associazione di Quartiere ‘Campobasso Nord’: una stretta collaborazione, se non una vera e propria fusione, destinata ad incrementare i rapporti con le famiglie e le iniziative destinate all’integrazione fra i ragazzi e al sociale. Il ‘patto’ fra Primavera Calcio e Quartiere

Campobasso Nord garantirà un supporto reciproco fra i due gruppi sia a livello logistico, sia a livello organizzativo. La vera novità è però rappresentata dalla partnership instaurata con il settore giovanile della Juventus Academy per la stagione 2012/2013. Il progetto della Juventus Soccer Schools, inaugurato nella stagione sportiva 2004/2005, si rivolge a tutti i ragazzi dai 5 ai 12 anni attraverso la creazione di una rete di scuole calcio bianconere dislocate su tutto il territorio nazionale. Juventus Soccer Schools, infatti, intende individuare le migliori società dilettantistiche per ogni area di riferimento, nel nostro caso l’A.C. Primavera Campobasso, con l'obiettivo di promuovere una corretta conduzione e gestione delle scuole calcio in Italia. I vantaggi dell’affiliazione con la Juventus Soccer Schools comportano: incontri continui con gli istruttori e i responsabili Jss, consistenti in cinque visite di un giorno ciascuna nel corso dell’anno; continui ed intensi corsi di formazione per il personale dirigente e tecnico presso le strutture della Juventus Soccer School; organizzazione del torneo “Juventus National Academy Cup” presso lo Juventus Stadium, riservato alla categoria Esordienti (ragazzi classe 2000 – 2001), a cui parteciperanno 800 ragazzi delle società affiliate di tutta Italia; organizzazione di amichevoli presso la sede della Primavera Campobasso e partecipazione a tornei organizzati da altre società affiliate alla Jss, rivolti ai ragazzi di pari categoria ed infine incontro con selezionatori e osservatori della Juventus Soccer School al fine di individuare ragazzi da inserire nell’organico della Juventus. Grazie alla partnership con la Juventus i ragazzi delle ca-

tegorie Primi Calci, Esordienti e Giovanissimi, potranno disporre del kit Nike Juventus Academy utile per lo svolgimento delle attività. L’affiliazione con la Juventus è visibile anche sul sito internet www.juvesoccerschool.com. Di recente la Primavera Campobasso ha anche aperto un sito internet (www.acdprimavera.com) e un profilo facebook, dove compariranno informazioni di servizio e verrà dato spazio alla conversazione fra gli utenti, e fra questi e la società. Sin dal 1978 la Società Dilettantistica Primavera Calcio è stata una delle prime società regionali ad aver istituito un settore giovanile. Ha permesso a numerosi giovani atleti di partecipare alle manifestazioni sportive della Figc, in particolare ‘Torneo Pulcini Esordienti’, ‘Campionati Giovanissimi e Allievi Regionali’, ‘Campionati Provinciali Giovanissimi’, ‘Centro Avviamento allo Sport Primi Calci’. L’attività della Scuola Calcio si è sempre ispirata a valori quali passione, impegno, lealtà e amicizia. Quest’anno fra i supervisori, oltre al direttore tecnico e preparatore Roberto Barrea, ci sarà il giocatore professionista del Padova Calcio, Matias Cuffa. La Primavera sarà molto attenta alla salute e alla crescita dei ragazzi, che saranno seguiti attraverso strutture specializzate: per la postura, il potenziamento e l’alimentazione saranno seguiti da personale qualificato presso la Palestra Fisioterapica Ricciardi per correggere eventuali disturbi; controllo odontoiatrico con il dottor Fratipietro, al fine di incentivare la prevenzione alla carie e alla funzionalità masticativa dei ragazzi; assistenza psicologica e psicoterapeutica con il dottor De Lellis e supporto mental coach con il dottor Nicola D’Angelo.

L’appuntamento.

Vetrina satellitare stasera per la Tappino- Altilia La ‘maratonina’ molisana verrà trasmesa in differita, a partire dalle ore 21, su Ab Chanel Sky e ReteItalia Non si è ancora spenta l’eco del successo per la Tappino-Altilia numero 29. Una grande gara, caratterizzata dalle vittorie con record di Kimeli Kisorio e Martina Rocco. Chi non ha avuto l’opportunità di apprezzare dal vivo tutti gli aspetti più peculiari della kermesse potrà rifarsi stasera, dalle 21, guardando la tv di casa comodamente seduto in poltrona. Gli Speciali dello sport andranno in onda su ‘Ab–Chanel’ Sky canale 835 e ‘ReteItalia’ digitale terrestre canale 131. L’esercito di podisti lungo il percorso e al traguardo (907 iscritti, 852 arrivati!), la volata straordinaria di Kimeli Kisorio verso il nuovo record con il crono di 1 ora 4’31”, lo spettacolo delle famiglie e dei bambini impegnati nella ‘Passeggiata archeologica’ partita da Sepino, il sorriso contagioso di Martina Rocco, la parata di turisti accorsi nell’antica Saepinum e per finire il bel colpo d’occhio del teatro romano, traboccante di entusiasmo durante le premiazioni: ogni cosa è stata attentamente seguita e commentata dalle telecamere e dai giornalisti presenti. Uno spot per il Molise tutto e per i suoi protagonisti, a conferma della ferma volontà dell’Atletica Molise Amatori, società organizzatrice dell’evento, di amplificare prima di tutto la vocazione promozionale dello stesso. Le duemila presenze totali di domenica mattina tra le colonne del sito archeologico ne sono la prova. Si chiude così, con un riassunto di immagini e di sensazioni, la Tappino-Altlia 2012, un’edizione ancora una volta contraddistinta dai grandi numeri. Uno su tutti: le oltre cento società iscritte, in rappresentanza di quasi tutte le regioni italiane.


Oroscopo Ariete 21 mar - 20 apr

Toro 21 apr - 20 mag

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

Vergine 24 ago - 22 set

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Dubbi e indecisioni potrebbero rendere pesante questo giorno, cercate di reagire con il vostro consueto buonumore. Vi aspettano numerosi imprevisti, specie sul lavoro: chiamate a raccolta il vostro buon senso e la vostra prontezza di riflessi. Mettete ordine e disciplina nella vostra vita dandovi poche, ma salutari regole quotidiane da seguire. Toro - Una manna, la benefica presenza della Luna in Pesci: vi ritagliate una giornata piacevole e anche divertente. Le premesse promettono molto bene, amici e interessi personali vi danno belle soddisfazioni! Il rapporto con la persona amata si rasserena anche se rimangono zone di incomprensione. Se l'amore vi manca, guardatevi attorno con occhi nuovi. Gemelli - Dubbi e sospetti che credevate superati potrebbero, oggi, tornare alla ribalta. Il vostro fiuto forse non sbaglia del tutto, ma è anche vero che, adesso, rischiate di vedere situazioni e persone in modo troppo negativo. Siate più obiettivi! La serata porterà belle ventate di novità nella vita di molti di voi, in particolare tra i più giovani in attesa di nuovi incontri ed emozioni. Cancro - Scintillante di stelle amiche, questo venerdì si prevede positivo per l'amore, gli affari e il divertimento. Spensieratezza e benessere fisico saranno gli ingredienti giusti per trascorrere al meglio la giornata e una bella grinta vi consentirà di promuovere con vantaggio i vostri interessi pratici. In amore attirerete chi vi piace con il vostro indiscusso fascino. Leone - Nel caso foste impegnati in una messa a punto della situazione, potrete contare su intuizioni preziose per sistemare questioni personali. Forse, alla resa dei conti, dovrete fare un piccolo passo indietro, non per incoerenza ma per saggezza. Novità in vista! Chi ha chiuso una storia potrà finalmente metterci una bella pietra sopra: è tempo di aprirsi al nuovo senza rimpianti.

AGENDA

Scorpione - La dinamica Luna, in un favorevole segno di Acqua, riesce ad infiammarvi di entusiasmo. La vostra tenacia vi porterà lontano soprattutto sul piano della creatività: avrete idee eccellenti, alcune delle quali potranno essere sviluppate. La vita di coppia non è più in grado di fornirvi le emozioni dei primi tempi? Non c'è problema, fate lavorare la vostra fantasia! Sagittario - La Luna in Pesci si riflette sul vostro stato d'animo: confusi e taciturni, avete le idee chiare, ma non riuscite ad esprimerle. Oggi correte il rischio di essere fraintesi, perciò è molto meglio evitare discussioni. Un raffreddore o un lieve mal di schiena puo' essere il risultato di qualche sbadataggine; dovreste fare molta più attenzione alle correnti d'aria. Capricorno - La giornata di oggi mette al bando ogni malinconia e promuove occasioni speciali di divertimento, di contatti e di shopping. Bella serata con gli amici oppure con la persona amata, serenità e buonumore. Brillanti successi per molti, specie nei settori legati all'arte e allo spettacolo; fascino e simpatia favoriscono i progressi nella carriera. Belle novità. Acquario - Giornata senza particolari avvenimenti di rilievo. Avete insomma una giornata da plasmare come credete: lavorate di fantasia. Non fa niente se in questo momento non potete permettervi di spendere, ci si puo' divertire anche con poco. L'idea di un salto nel buio, di un viaggio nell'ignoto sentimentale vi ecciterà non poco. Valutate se il gioco vale la candela... Pesci - La Luna, nel segno, vi mostra uno splendido sorriso. Tutto si fa più facile, più piacevole: una meraviglia! Un'opportunità di lavoro, sia pur remota e ancora da definire, vi passa a portata di mano e voi la trasformate in una splendida realtà. Vita sociale intensa, numerosi incontri. Cercate l'anima gemella puntando alla qualità del rapporto, anche sotto il profilo economico.

AUTOBUS

Numeri utili CAMPOBASSO Farmacia di turno COMUNALE 2 Via XXIV Maggio, 180 Tel. 0874.66811

ISERNIA Farmacia di turno

AZIENDA TRASPORTI MOLISANA spa

DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625

Tel. 0874.64744 - 0874.65050 - Fax 0874.629847

CIPOLLA (di appoggio) Piazza Cesare Battisti, 11 Tel. 0874.65391

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Per maggiori informazioni consultare il sito:www.atm-molise.it TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno

CARUSO - Via Delle Querce, 1/F - Tel. 0875.751898 PARAFARMACIA DI LENA - Tel. 0875.707976 c/c La Fontana (sempre aperta, anche sabato e domenica, orario continuato)

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Meteo

Vergine - Questa Luna in Pesci proprio non ci voleva: con la sua problematica angolazione vi rende difficile concludere tutto ciò che avete in ballo. Se non c'è modo di mandare le cose per il verso giusto, la cosa più saggia è cercare di prendere tempo. Con la persona del cuore, soprattutto se la vostra storia è di lunga data, oggi potrebbe esserci qualche incomprensione di troppo. Bilancia - La giornata si apre con un'inconsueta mancanza di dinamismo e di volontà propositiva. Siete stanchi e insolitamente annoiati: gli impegni sono numerosi, ma la voglia di darsi da fare quasi zero. Urge dare uno scossone alla situazione! Anche se sentite le gambe affaticate, non cedete alla tentazione di sospendere le vostre passeggiate quotidiane. Magari accorciatele.

ORARI

Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

TERMOLI-CAMPOBASSO-FIRENZE Il prolungamento per PERUGIA, SIENA e FIRENZE si effettua solo il LUNEDÌ, MERCOLEDÌ E VENERDÌ ESCLUSO FESTIVI 5,10 6,10 6,35 7,05 7,30 8,00 11,30 12,55 14,00

TERMOLI: (Terminal) CAMPOBASSO: (Terminal) BOJANO: (P.zza Roma) ISERNIA: (P.zza Repubbl.) VENAFRO: (S.S. 85) CASSINO: (P.zza Garibaldi) PERUGIA: (Staz. Fontivegge) SIENA: (P.zza Rosselli) FIRENZE: (P.zza Adua)

23,00 22,00 21,35 21,05 20,40 20,10 16,40 15,15 14,10

VENAFRO-ISERNIA-BOIANO-CAMPOBASSO TERMOLI-RIMINI-FORLI’-IMOLA-BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ 5,30 5,55 6,25 6,50 7,50 12,10 13,00 13,45 14,30

VENAFRO ISERNIA BOJANO CAMPOBASSO TERMOLI RIMINI FORLI’ IMOLA BOLOGNA

00,20 23,55 23,25 23,00 22,00 17,40 16,50 16,05 15,20

CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA

TRENI CAMPOBASSO-TERMOLI Partenza Arrivo 06:00 07:42 06:48 08:34 09:40 11:15 12:20 14:11 14:15 15:50 17:18 19:08 17:40 19:30 18:30 20:12 21:00 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo 05:49 07:38 06:49 08:24 12:17 13:58 13:17 15:00 15:00 16:39 16:17 17:53 17:30 19:21 18:40 20:30 20:48 22:38

CAMPOBASSO-ISERNIANAPOLI Partenza IS Arrivo 05:17 06:07 07:53 06:28 07:33 09:22 13:16 14:13 16:13 14:15 17:25 18:00 19:04 21:00

NAPOLI-ISERNIACAMPOBASSO Partenza IS Arrivo 04:56 07:35 08:35 05:20 07:55 08:35 12:11 14:09 15:20 12:43 16:01 14:10 15:57 16:58 14:29 17:30 17:11 19:02 20:00 19:30 21:28 22:25

CAMPOBASSO-ISERNIAROMA TERMINI Partenza IS Arrivo 05:52 06:47 08:53 07:15 08:19 10:14 08:33 09:35 11:40 14:20 15:15 17:19 17:01 17:55 19:54 19:30 20:39 22:54

ROMA TERMINI-ISERNIACAMPOBASSO Partenza IS Arrivo 06:15 08:17 09:15 09:15 11:16 12:13 14:08 16:21 17:26 14:40 17:52 19:00 17:08 19:43 20:44 19:02 21:09 22:00 20:08 22:03 22:55

6.30 8.05 (anche festivo) 14.15 17.10 (festivo)

7.40 9.15 15.25 18.20

9.10 10.45 16.55 19.50

PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 11.10 14.35 (anche festivo) 18.30 20.35 (festivo)

12.40 16.05 20.00 22.05

13.50 17.15 21.10 23.15

CAMPOBASSO-TERMOLI 4,35 - 6,15 (festivo) - 6,30 - 7,00 - 7,45 - 8,05 (anche festivo) - 11,00 (anche festivo) - 12,35 (anche festivo) - 13,45 - 14,10 (anche festivo) 14,15 - 16,00 - 17,10 (festivo) - 17,20 - 18,05 - 19,55 - 20,35 (anche festivo)- 21,45 (anche festivo)

TERMOLI-CAMPOBASSO 5,10 (anche festivo) - 6,05 (anche festivo) - 6,30 - 6,50 - 7,45 - 8,15 8,30 (festivo) - 10,00 -12,30 - 12,40 - 13,45 - 14,00 (anche festivo) 14,10 - 16,05 (anche festivo) - 16,20 - 17,10 - 18,40 (anche festivo) 19,40 - 20,00 - 22,05 (festivo) - 22,10 (anche festivo)

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE


Quotidiano - 28 settembre 2012  

Quotidiano - 28 settembre 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you