Issuu on Google+

ANNO IV - N° 22 - VENERDÌ 28 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO AL PREFETTO TROTTA

Documenti e oggetti da museo per arricchire la memoria collettiva sulla Shoah. L’iniziativa, promossa dalla presidenza del Consiglio dei ministri, dal ministero dell’Interno e da quello per i Beni e le attività culturali, in partnership con le Poste italiane, la fondazione museo della Shoah di Roma e altre fondazioni italiane, è stata prontamente recepita dalla Prefettura di Campobasso. Il rappresentante del Governo, Stefano Trotta, raccoglierà quindi il materiale fornito da chiunque volesse contribuire, oltre naturalmente al nostro oscar del giorno.

IL TAPIRO DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO

Un tapiro che vale doppio quello che oggi assegnamo al sindaco di Campobasso Gino Di Bartolomeo. Che l’ambiente non fosse per lui proprio una priorità, si capisce dall’imminente riapertura al traffico dell’unica isola pedonale della città e dall’insensibilità dimostrata rispetto alla vicenda degli animali ammassati senza riparo in un recinto di via Toscana. Questa amministrazione, che già pecca sulla manutenzione delle strade, segna così un ulteriore punto a suo sfavore. Segnalazioni e raccolte firme non bastano a convincere il primo cittadino che un suo intervento sarebbe auspicabile e necessario. E forse nemmeno questo ennesimo tapiro ci riuscirà.

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

Primarie del centrodestra Domani la chiusura dei nostri seggi

Isole pedonali addio Il Consiglio comunale vota il parcheggio

Dal 1 febbraio chiusa la Ss 647 per la demolizione del viadotto Ingotte

A PAG. 5

A PAG. 6

A PAG. 7

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Le performances della Pubblica Amministrazione Il gruppo Zucchetti Molise – Padigitale Adriatica di Campobasso al fianco dei manager pubblici per il raggiungimento degli obiettivi in termini di efficacia e risultati con efficienza CAMPOBASSO. Tre giorni fa da queste pagine lanciavamo un allarme poiche’ nessun Ente Pubblico Molisano ancora risponde al ministro Brunetta in termini di trasparenza ma, riceviamo e volentieri pubblichiamo, una nota a firma di Massimo Palange, Direttore Tecnico del Gruppo Zucchetti Molise – PA DIGITALE Adriatica di Campobasso, dalla quale apprendiamo che lo stesso Gruppo ha lanciato gia’ dall’inizio dell’anno una campagna promozionale dedicata particolarmente agli Enti Pubblici regionali ma comunque all’intero territorio nazionale. Si tratta di una iniziativa estremamente interessante ed in perfetta linea con gli obiettivi che il Ministro Brunetta vuole raggiungere. Anche in termini di misurazione dell’efficienza della P.A.. In pratica il progetto denominato “punto informativo egov2012 - mettiamoci la faccia”, messo a punto dal Gruppo Zucchetti Molise, prende spunto dalla legge del 18 giugno 2009 n. 69 che all’art. 32 comma 5 ha reso obbligatoria la pubblicazione di tutti gli atti dal 1° gennaio 2011 in un Albo Pretorio on line a pena di nullita’ degli stessi che non avrebbero quindi efficacia in caso di mancata pubblicizzazione digitale. La Zucchetti Molise - PADIGITALE ADRIATICA ha offerto

2 ANNO IV - N° 22 VENERDÌ 28 GENNAIO 2011

la possibilità di creare un punto di consultazione Internet tramite un “Kiosk Monitor Touch Screen Full HD” ( che andrà a sostituire la vecchia bacheca dell’ Albo Pretorio ) completo di micro scanner in grado di individuare e selezionare i codici a barre emessi da una stampante integrata che rilascia il pass agli utenti per qualsiasi livello di espressione di soddisfazione da manifestare al management dell’Ente dopo essere stati “serviti” dai Funzionari. Il punto collegato ad internet localizzabile all’entrata degli Enti , consentira’ agli Utenti-Cittadini in generale la possibilità di avere nei servizi on line e nell’ Albo Pretorio On

line gli accessi per visioni, richieste di certificazioni, prenotazioni di sportello, interrogazioni di atti amministrativi dell’Ente, pubblicazioni, eventi e comunicazioni dal sito web. Tanto piu’ interessante perche’ e’ un servizio aggiuntivo che l’Ente mete a disposizione per garantire quei Cittadini che potrebbero anche non avere una connessione internet o strumenti necessari al collegamento per la visualizzazione degli pubblicazioni. In questo modo sarebbero maggiormente coinvolti e tutelati dai cambiamenti in vigore. In questo servizio e’ inclusa l’attivazione dell’azione forte-

mente voluta dal Ministro Brunetta "Mettiamoci la faccia" che anticipa la riforma nelle Pubbliche Amministrazioni ( D.lgs 150/09 in termini di valutazione e misurazione della performance attraverso la rilevazione del grado di soddisfazione dei destinatari dei servizi erogati ). E’ noto che l’iniziativa e’ promossa dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, in partnership con Enti Nazionali ed Ammini-

strazioni periferiche dello Stato, per rilevare in maniera sistematica, attraverso l'utilizzo di emoticons, la soddisfazione di cittadini ed utenti per i servizi pubblici erogati agli sportelli o attraverso altri canali quali il web. I risultati saranno necessari ai fini del miglioramento interno dei servizi e delle azioni interne e alla divulgazione esterna dei risultati ai propri destinatari ( pubblicando mensilmente i risultati sul proprio sito internet ). ’applicativo è integrabile anche al sito istituzionale dell’ente per valutare l’efficacia dei servizi proposti e delle informazioni contenute. Considerato che grande successo e’ stato riportato dal Gruppo Zucchetti Molise - PADIGITALE Adriatica di Campobasso per l’attivazione del progetto in molti Enti di livello nazionale, e’ da augurarsi che anche il Molise finalmente aderisca ad una iniziativa imprenditoriale che affiancano in maniera efficiente l’azione del governo per migliorare i servizi al Cittadino cioe’ a tutti noi.

Ruby, la giunta rinvia gli atti alla Procura

Ruby, Bersani: “Situazione insostenibile”

ROMA – La Giunta per le autorizzazioni della Camera ha votato la proposta del Pdl di restituire gli atti alla procura di Milano sul caso Ruby, che vede il premier Silvio Berlusconi indagato per concussione e prostituzione minorile. I “sì” sono stati 11, 8 i “no”. La proposta ora deve passare l’esame dell’Aula.

ROMA – “Le carte che arrivano ancora in Parlamento certificano di una situazione ormai insostenibile – dichiara Pier Luigi Bersani, segretario del Pd –. Chi, anche nel centrodestra, ha a cuore gli interessi fondamentali della nostra casa comune, deve finalmente indurre Berlusconi a fare un passo indietro e a liberare il Paese da un disagio non più sopportabile”.


PRIMO PIANO La riunione alle 16 nella sede dei democratici

Elezioni, Pd e Idv a braccetto CAMPOBASSO – Quella di ieri è stata una giornata di svolta per il centrosinistra molisano. Una giornata che ha sancito la definitiva ricucitura dei rapporti tra l’Italia dei valori e il Partito democratico. In una nota congiunta i segretari regionali Danilo Leva e Pierpaolo Nagni (con la benedizione del figlio dell’ex pm di Mani pulite, Cristiano Di Pietro) annunciano che “parteciperanno uniti alle competizioni elettorali che verranno, sicuri della condivisione delle segreterie regionali del Molise di Sinistra ecologia e libertà, dei Comunisti italiani e dei socialisti, impegnate da tempo nella ricerca di un percorso unitario”. Quello che doveva succedere è semplicemente successo. La pace, che arriva in tempo di guerra vista l’imminenza delle consultazioni per la Provincia di Campobasso e per la Regione, viene sottoscritta alla vigilia del tavolo dei segretari di centrosinistra che oggi pomeriggio alle 16 si riuniranno nella sede del Pd a via Ugo Petrella. E’ la ratifica finale. Già, perché all’accordo si è giunti senza che troppe teste pensanti lo condividessero. E se Nagni, che da sempre punta al vertice di palazzo Magno, lo ha sottoscritto, significa che potrebbero anche aver deciso chi correrà a primavera contro il candidato del centrodestra Rosario De Matteis. Ovvio che adesso Pd e Idv auspichino “la partecipazione convinta al progetto unitario di tutti coloro che hanno a cuore le sorti del

Il programma elaborato da Ruta piace ai segretari che oggi chiederanno la ratifica all’ala più radicale del centrosinistra centrosinistra”. Per arrivare a tirare le somme Leva, Nagni e Di Pietro jr comunicano anche “di essersi incontrati per analizzare la bozza programmatica elaborata da Alternativ@” che è il contenitore ideato dall’ex deputato della Margherita Roberto Ruta, epicentro “di un comune sentire sui temi sviluppati e sulle tesi elaborate dal documento per incidere in modo determinante su un nuovo sviluppo del territorio”. Insomma, il programma che Ruta e gli altri fondatori di Al-

ternativ@ (Massimo Romano, Massimiliano Scarabeo e lo stesso Danilo Leva) hanno faticosamente messo insieme (con incontri sui grandi temi dentro e fuori la rete) “è stato anche un momento di verifica delle condizioni per consolidare, definitivamente, a seguito del buon andamento dei lavori del tavolo di centrosinistra (! Ndr), le basi di una piattaforma programmatica comune da condividere con i partiti del centrosinistra e con tutte le altre forze e soggetti che vogliono costruire un’alternativa all’attuale governo regionale”. Se è prevedibile una reazione forte da parte dei segretari

della sinistra più radicale con l’ipotesi di una candidatura autonoma, è già realtà la candidatura del senatore Giuseppe Astore per le regionali. Lui che ha lasciato l’Idv per costituire il movimento Partecipazione democratica, si sarebbe riavvicinato proprio a Tonino Di Pietro a cui, la scorsa settimana, avrebbe proposto il nome di Micaela Fanelli. Il primo cittadino di Riccia sarebbe in pole per la Provincia. Totonomine che non cesserà di sicuro nelle prossime ore. AD

Pesi e contrappesi, l’insostenibile leggerezza di Danilo Leva CAMPOBASSO - Déjà vu. Il progetto politico del Partito democratico è un film già visto, una seconda visione. La sceneggiatura di Roberto Ruta trova in Danilo Leva un attore non protagonista, fuori luogo nell’elaborazione di una piattaforma da contrapporre al centrodestra e allampanato nel tentativo (fallito) di dare credito e seguito al tavolo dei segretari. I due all’accordo tra i partiti non hanno mai creduto e, finalmente diventa palese, mai lavorato. Il diversivo è stato però utile a far scorrere i giorni, rendendo ormai impossibile il ricorso alle primarie. Tagliate le gambe alle aspirazioni da segretario di Petraroia, il duo Ruta - Leva ci riesce una seconda volta, allontanando lo spet-

tro dell’ammutinamento interno e varando un accordo con Nagni che sa tanto di ultima spiaggia: o i partiti più piccoli lo accettano, o va tutto all’aria. Chi si prenderà la responsabilità di rompere il centrosinistra di Ruta? Resta solo un dubbio: se l’Idv conquista la possibilità di correre per la presidenza della Provincia di Campobasso e Paolo Frattuta (l’uomo di Ruta) si candida per la leadership della colazione in vista delle regionali, al Pd di Danilo Leva che rimane? Comunque vada a finire, l’impalpabile Leva, condanna i democratici ad una sconfitta. Non sono il fulcro del centrosinsitra. afv


REGIONE Il Consiglio regionale ha celebrato la giornata della Memoria con l’ambasciatore croato Vidosevic CAMPOBASSO – Un giorno per non dimenticare gli orrori della Shoah, per riflettere sulla crudeltà umana, per promettere di nuovo che l’umanità non veda più tanto dolore. Anche il Consiglio regionale del Molise ha celebrato ieri la giornata della memoria, alla presenza dell’ambasciatore croato, Tomislav Vidosevic. Per il presidente di Palazzo Moffa, Michele Picciano, “questa commemorazione acquista un significato prezioso per la nostra collettività e per le istituzioni che devono saper rivolgere uno sguardo attento ai giovani al fine di poter concorrere al trionfo del valore civile della ricerca e della verità storica”. E proprio i giovani del liceo Scientifico “Romita”, insieme alla dirigente Anna Gloria Carlini e alla collega del III circolo di Campobasso, Agata Antonelli, e ai docenti Antonella Presutti e Licia Vigliardi, hanno animato la mattinata con la proiezione del video “Geometria della diversità: gli alunni della VI I incontrano Flora Luzzatto”, oltre agli interventi degli alunni della scuola Primaria del III Circolo. La ricorrenza è stata istituita dal Parlamento italiano nel 2000, in “ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti”, anche l’Onu, in seguito alla risoluzione

Shoah, mai più tanto dolore

Il presidente Michele Picciano: si guardi ai giovani per far trionfare il valore civile della ricerca e della verità storica del 1° novembre 2005, ha istituito il 27 di gennaio come il giorno del ricordo della Shoah poiché proprio in questo giorno, nell’anno 1945 le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, arrivando ad Auschwitz, svelarono al mondo gli orrori che erano stati consumati nei campi di sterminio. La Shoah non è altro che il racconto di quello che successe all’interno di quei campi di

concentramento, ma non solo ai danni degli Ebrei, ma oltre a loro, (oltre 6 milioni), furono sterminati quasi 10 milioni di persone tra zingari, testimoni di Geova, oppositori della dittatura nazista, rom e omosessuali insomma, chiunque veniva considerato un diverso o chi non era in linea con gli ideali nazisti. Queste uccisioni non avvenivano come all’inizio tramite fucila-

Il ricordo oltre la celebrazione Presentato in Provincia un saggio storico sulle deportazioni degli ebrei nei campi di sterminio CAMPOBASSO - Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario. Sopravvissuto ad Auschwitz, Primo Levi dedicherà tutta la sua vita alla narrazione dell’olocausto, alla vivisezione del dolore, persuaso che solo una memoria viva avrebbe potuto scongiurare un’altra tragedia di analoga entità. Non una strage, non l’assassinio seriale quanto, come denuncia lo stesso Levi in Se questo è un uomo, la demolizione di ogni sentimento umano. L’annullamento della volontà che fa delle persone, esseri inerti e spenti: “distruggere l’uomo osserva l’autore - è difficile quasi quanto crearlo”. Non dimenticare vuol dire soprattutto rileggere gli avvenimenti, per mezzo di testimonianze e documenti. Esattamente quello che fanno Domenico Cedrone e Gaetano De Angelis Curtis, nel saggio storico Gli ebrei internati a San Donato tra il 1940 e il 1944, presentato ieri presso la Provincia di Campobasso. L’iniziativa è stata organizzata dall’Unione lettori italiani, partecipata dall’assessorato provin-

ciale alla Cultura e presieduta dal numero uno di via Roma, Nicola D’Ascanio. Il testo ricostruisce gli effetti dell’olocausto sulla piccola comunità della Val di Comino, dove furono numerose le famiglie ebree deportate. “Un evento che spero non sia solo celebrativo - ha dichiarato il presidente della Provincia - e che non deve condurre all’annebbiamento dovuto alla distanza che ci separa da quei giorni e alla ritualità che in momenti simili può prendere il sopravvento”. Ricordare dunque, guardando soprattutto alle nuove generazioni. Non a caso, nella sala consiliare erano presenti le studentesse della classe quarta del liceo psicopedagogico e linguistico Galanti. A loro si è rivolto D’Ascanio, auspicando “la trasmissione di queste vicende storiche e culturali”. Un monito che �� soprattutto “la possibilità – conclude il presidente di modificare gli eventi del nostro futuro, attraverso il nostro impegno. Ai giovani, alla nostra speranza per il futuro, il compito di non dimenticare mai”. afv

zione, ma in massa all’interno di grandi stanze, dove veniva introdotto monossido di carbonio eliminando cosi ogni forma di vita all’interno. Sono stati eseguiti anche molti esperimenti medici su bambini vivi, esperimenti che spesso risultavano fatali. Tutto questo, quindi, è la Shoah. Ricordare quelle persone è il minimo che oggi si possa fare.

Tomislav Vidosevic

I vostri oggetti a difesa della memoria CAMPOBASSO - Un ricordo per il bagaglio della memoria collettiva. Questo l’obiettivo della campagna informativa Storia di famiglie, per la raccolta di materiali sulla Shoah. Foto, documenti, oggetti che verranno poi collocati in un museo ad hoc. L’iniziativa è promossa dalla presidenza del Consiglio dei ministri, dal ministero dell’Interno e da quello per i Beni e le attività culturali, in partnership con le Poste italiane, la fondazione museo della Shoah di Roma e altre fondazioni italiane. Chiunque volesse contribuire, potrà consegnare i documenti o gli oggetti, presso la Prefettura di Campobasso, in piazza Pepe, dal lunedì al venerdì. Ulteriori dettagli sul sito del mistero dell’Interno.


REGIONE Condominio, nuove regole in arrivo Se la Camera dovesse approvare il ddl ci sarebbero meno vincoli per i proprietari CAMPOBASSO - Androni e liti. Il parlamento si appresta a votare una riforma del diritto condominale, con l’intento di ridurre il numero delle controversie negli stabili con più condomini. Chi non ha mai discusso con il vicino per il volume della tv o per la temperatura dei riscaldamenti? In pieno caso Ruby, il parlamento italiano decide di affrontare le riforme strutturali del paese e di riscrivere le norme di coabitazione

condominiale. Numerose le novità: in primis, non sarà più necessaria l’unanimità per le delibere volte alla modifica della destinazione di uso di un bene comune del palazzo. In pratica, per affittare un appartamento sfitto e di proprietà del condominio, basterà la maggioranza dell’assemblea e i due terzi dei millesimi. Più facile sarà pure staccarsi dall’impianto di riscaldamento centralizzato con il solo

primariecb@gmail.com

onere del pagamento delle spese straordinarie e di manutenzione. Migliorie anche sul fronte trasparenza, visto che se un condomino proporrà una delibera, l’amministratore avrà il dovere di convocare l’assemblea entro trenta giorni. Critiche piovono sul provvedimento in particolare da Confedilizia e da altre associazioni degli amministratori: la riforma è inutile, tagliano corto. Redpol2

I dati diffusi da Equitalia sono aggiornati al 31 dicembre 2010

Fisco a rate, il Molise supera i 116 milioni di euro Sarà possibile votare fino alle ore 16 di sabato 29 gennaio

CAMPOBASSO – In Molise sono oltre otto milioni e 700mila per 116.842.071 euro le rateizzazioni concesse dall’Agente della Riscossione. In particolare, secondo i dati di Equitalia, il risultato degli ultimi dati al 31 dicembre 2010, per la provincia di Campobasso i rateizzi sono stati 6.003 per 73.559.545 euro, mentre per la provincia di Isernia i rateizzi sono stati 2.700 per 43.282.526 euro. Le rateizzazioni, secondo Equitalia, sono uno strumento fondamentale per raggiungere l’obiettivo strategico di ottimizzare il rapporto con i contribuenti, come dimostrano, sempre gli stessi dati, che registrano un milione di rateizzazioni concesse dal gruppo per un importo che supera i 14,2 miliardi di euro. “La possibilità di pagare a rate – dichiara l’ad di Equitalia, Polis Benedetto Mineo – agevolando chi vuole mettersi in regola con il fisco non godendo di una disponibilità economica immediata, consente

anche di contribuire al recupero dell’evasione. Inoltre – ha continuato – si traduce in un aiuto concreto a cittadini e imprese, consentendo di ridurre il ricorso a procedure cautelari ed esecutive e permette di ottenere una maggiore efficienza nell’attività di riscossione”. Equitalia Polis per il Molise ha messo in atto un vasto programma di interventi tesi a sviluppare a tutti i livelli il dialogo con i contribuenti. A cominciare dalla realizzazione di sportelli moderni e funzionali, sia a Campobasso, sia ad Isernia che dispongono di tutti i comfort per l’utenza che può godere anche del servizio in una fascia oraria più ampia grazie alle aperture pomeridiane. Inoltre, l’agente della riscossione dispone di un contact center che consente di richiedere informazioni direttamente da casa chiamando al numero verde gratuito 800 354088, oppure collegandosi al sito www.equitaliapolis.it.


CAMPOBASSO Piazza Pepe, cade anche l’ultimo baluardo dell’isola pedonale Bocciata ieri in Consiglio la mozione dell’opposizione sulla sicurezza dei pedoni Si rassegnino quanti sognavano di scacciare l’ “incubo – parcheggio” in piazza Pepe. Ieri mattina, infatti, i lavori del Consiglio comunale hanno liquidato l’ultima proposta che voleva una revisione delle decisioni annunciate dalla maggioranza di Palazzo San Giorgio sull’unica isola pedonale della città. E’stata bocciata infatti la mozione firmata dal consigliere Adriana Izzi - e sostenuta da tutto il gruppo d’opposizione – che invitava ad una maggiore considerazione delle problematiche riguardanti la sicurezza dei pedoni (messa a rischio dalla riapertura della piazza al traffico veicolare) e la viabilità urbana. “Il nostro obiettivo – ha spiegato la Izzi – era quello di rivalutare un tema della nostra campagna elettorale, racchiuso nella volontà di riconsegnare il capoluogo ai cittadini, dando loro la possibilità di riabilitarsi a viverne il centro. Per questo abbiamo invitato l’amministrazione a riflettere e ridisegnare un nuovo piano per due zone fondamentali quali quelle del centro storico e di Piazza Pepe: toglierle ai cittadini significa infliggere una ferita immeritata alla città – ha continuato il

Il sistema cooperativo in Molise, convegno del Circolo Idea

consigliere – oltre che muoversi in una direzione totalmente diversa da quella segnata dai maggiori centri italiani ed europei. Una direzione che non serve a rivalutare il commercio locale, ma che priva i pedoni dell’unica zona a loro disposizione”. Ma l’ordine del giorno ha affrontato anche la questione della variante al progetto dell’isola industriale “Petrucciani” in contrada Taverna del Cortile. Alla fine, la volontà dell’entourage del sindaco Di Bartolomeo di procedere ugualmente alla votazione – nonostante le forti critiche di un centrosinistra che accusava la maggioranza di aver bypassato totalmente il normale procedimento della Commissione edilizia – ha prevalso e le proposte di deliberazione hanno trovato accoglimento, al termine di un dibattito piuttosto acceso. Singolare che ad analizzare i due emendamenti alla proposta di deliberazione, prima che i consiglieri d’opposizione, sia stato il proprietario dei terreni interessati ai lavori in questione: una circostanza che ha spinto il consigliere di Costruire democrazia, Michele Durante, ad abbandonare anzitempo la seduta.

“Le prospettive del metodo cooperativo in Molise”: questo il titolo dell’incontro tematico – di scena oggi pomeriggio a partire dalle 17,30 nella sala convegni della biblioteca provinciale “P.Albino” di Campobasso - promosso dall’associazione culturale “Circolo Ide@” regionale. L’associazione nasce come luogo di una discussione politica e culturale capace

CAMPOBASSO – Un aiuto agli studenti per definire meglio i loro obiettivi, per migliorare la capacità di soluzione dei problemi, a “fare gruppo” attraverso migliori modalità di comunicazione. Saranno presentati oggi dalle 9, nel corso del convegno “Valutazione di efficacia di un intervento di promozione della salute mentale nelle scuole”, i risultati di una ricerca coordinata dal dipartimento di salute mentale di Campobasso,

di costruire occasioni di incontro e confronto per dar voce alle necessità e alle istanze dei cittadini, promuovendo così momenti di formazione rivolti a quanti intendano portare il proprio contributo alla cultura politica locale: “Riteniamo che il sistema cooperativo possa essere un valido strumento e un primo passo importante per sviluppare in ogni campo,

Intrappolato col camion in via delle Frasche

non solo economico, esperienze di crescita e di valorizzazione delle competenze – ha detto il presidente Massimiliano Mucci - ad oggi però tale sistema risulta ancora non adeguatamente valorizzato nella nostra Regione, al contrario di altre realtà dove l’economia e altri settori importanti hanno trovato notevole impulso proprio grazie al metodo cooperativo”.

L’Asrem va nelle scuole in collaborazione con l’Uo di neuropsichiatria infantile di Campobasso, il dipartimento di Salute mentale di Isernia e con l’Istituto superiore di sanità, che si è svolta in tre istituti scolastici (liceo sociopsicopedagogico, istituto per le attività sociali di Campobasso e l’istituto tecnico commerciale di

Isernia). La ricerca-intervento, finanziata dall’assessorato regionale alla Sanità, dall’Asrem e dall’associazione Promosan (associazione culturale per la promozione della salute mentale che opera a Campobasso), è durata 9 mesi. Dopo una breve introduzione a cura degli organizzatori,

del direttore generale dell’Asrem, del Dsm di Campobasso, del direttore generale dell’assessorato alla Sanità, i risultati saranno presentati sia dalle ricercatrici di Promosam-cb, sia dagli studenti e dai dirigenti scolastici. Sarà presente la direttrice del dipartimento di Salute mentale dell’Istituto supe-

Ancora una serata di disagi per gli automobilisti campobassani. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, un camion che trasportava prodotti alimentari è rimasto bloccato sotto il ponte di via delle Frasche. Il conducente del mezzo, nonostante l’evidente divieto, ha tentato ugualmente di attraversarlo. Ma gli è andata male. Intrappolato per circa un’ora, si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco per ristabilire la situazione. Data la chiusura delle due strade circostanti, il traffico ha subito pesanti rallentamenti. Ma non è la prima volta che si verificano fatti del genere. Un episodio simile è accaduto appena due settimane fa. Solo semplici infrazioni?

riore di sanità di Roma, Gigantesco, responsabile nazionale per la diffusione di tale programma. Seguirà un dibattito tra gli assessori alle Politiche sociali, del Comune, della Provincia di Campobasso e della Regione Molise. Le conclusioni saranno a cura della Gigantesco e del dottor Veltro. Modereranno gli interventi la dottoressa Falciglia di Campobasso, il dottor Tartaglione di Isernia e il dottor Malinconico di Termoli.


CAMPOBASSO Cinghiali, asini, capre e daini ammassati in un recinto nel quartiere San Giovanni di Campobasso “Sono li. Sulla neve. Senza ripari”: Geapress torna a parlare degli animali ammassati nel recinto di un’area del quartiere San Giovanni di Campobasso. La settimana scorsa, l’agenzia di stampa specializzata in animali ed ambiente, aveva lanciato l’allarme e La Gazzetta aveva riportato il caso nelle sue pagine. Ora l’attenzione torna sulla vicenda a causa delle abbondanti nevicate ed il freddo pungente di questi giorni che non hanno sicuramente risparmiato i cinghiali, gli asini, le capre, i daini, gli struzzi, presenti in quello spazio. Animali senza un tetto, esposti alle intemperie. Intorno tanta vegetazione, ma in quello spazio un solo albero. “Un pò di neve – sottolinea Geapress - è stata spalata via, solo per depositare la paglia, unico alimento. I poveri animali sono tutti vicini e, come i pinguini, cercano di regalarsi a vicenda un po’ di calore. Un

Animali al gelo e senza riparo è polemica asinello si avvicina alla recinzione, lo sguardo è disperato, gli zoccoli affondano nella neve. Cosa aspetta il sindaco ad affrontare la situazione? Ora è vera emergenza. Quale colpa debbono scontare questi poveri animali? Quella di essere capitati in mano di un aguzzino?”

Ed intanto di cosa si tratti non si è ancora ben capito. Forse uno zoo, un allevamento o un’anticamera di una sicura macellazione. Sicuramente la struttura ha tutte le autorizzazioni visto che si trova a venti metri dalla sede della Polizia Municipale ed a

pochi passi dagli alti condomini che caratterizzano il quartiere. Vicinissimi sono anche degli Uffici sanitari Regionali e la nuova sede della Guardia medica! Alcuni residenti hanno dichiarato a Geapress che, in passato, nel recinto sono stati rinchiusi per più

giorni anche dei cammelli. Soprattutto lamentano il fatto che da lì gli animali vanno e vengono, non sono mai gli stessi”. L’appello, dunque, è per il primo cittadino Gino Di Bartolomeo, ma anche per il prefetto Stefano Trotta, affinchè entrambi intervengano tempestivamente.

Appello respinto per due rumeni colpevoli di furto aggravato

Demolizione Ingotte, da febbraio chiusa la Ss 647 Dal mese prossimo inizieranno i lavori di ricostruzione del viadotto Si preannuncia qualche disagio per gli automobilisti molisani. Lo scorso mercoledì, infatti, negli uffici della Prefettura di Campobasso si è tenuta una riunione per affrontare gli spetti relativi all’imminente chiusura della statale 647, direzione Bifernina, per i lavori di demolizione del viadotto Ingotte, da anni ‘tormentato’ da una frana di notevoli dimensioni. L’intervento – che prevede anche la realizzazione di un nuovo viadotto – sarà curata dall’Anas: a partire dalle 8,30 del 1°febbraio fino alle 17 del 10 febbraio 2011 sarà chiuso al traffico

il tratto dell’arteria compreso tra il chilometro 7,100 e il chilometro 10,100 e, in direzione Termoli, tra il chilometro 5,700 e il chilometro 7,100. Il piano di viabilità alternativa prevede che il traffico proveniente dalla città adriatica e diretto a Campobasso venga fatto confluire lungo la “fondo Valle del Biferno” fino al bivio di Bojano per poi immettersi sulle statali 17 “Appulo sannitica” e 87 “Sannitica”; anche il traffico proveniente da Campobasso e diretto a Termoli sarà deviato sullo steso percorso in senso inverso.

Erano stati condannati, lo scorso anno, in primo grado e con giudizio abbreviato, a 4 anni e a 2 anni e 4 mesi. Si tratta di due rumeni colpevoli di furto aggravato che ieri sono stati nuovamente giudicati in Appello. Un aumento delle pene, di 1 anno e di 6 mesi, le richieste del sostituto procuratore Di Ruzza. I difensori, gli avvocati Lezo e Gioia, hanno invece chiesto per i loro assistiti l’assoluzione o in subordine il ricono-

scimento delle attenuanti generiche. La Corte, presieduta dalla dottoressa Iesulauro ha però rigettato l’Appello riconfermando la precedente sentenza. I due rumeni avevano rubato una BMW in Puglia ed erano stati bloccati in Molise, ad Isernia. In quella circostanza provarono a fuggire portando via una Opel Corsa. Dopo un breve inseguimento furono fermati dalle forze dell’ordine a Venafro ed ammanettati.

Condannato per lesioni gravi, rom rimpatriato ‘Esecuzione del mandato di arresto internazionale, un anno di reclusione e la consegna all’autorità giudiziaria richiedente”: è quanto disposto dalla Corte d’Appello di Campobasso, ieri mattina, per quanto riguarda un rumeno colpevole di lesioni gravi. Il 35enne era stato giudicato dal tribunale del suo paese di origine nel 2007 mentre si tro-

vava già in Italia dove lavorava regolarmente. Dallo scorso 20 dicembre è recluso nel carcere di Campobasso. Il suo difensore, l’avvocato Costanzo aveva fatto ricorso in appello perché il suo assistito era stato condannato in contumacia, cioè senza che lo stesso avesse partecipato al processo per mancato recapito della notifica.


SPETTACOLI Ospiti la violinista Charlotte Crona e la dj Natalia Dolgova

La consolle si tinge di rosa Domani sera alla discoteca Alexander nuovo sabato al femminile CAMPOBASSO - La Svezia e la Russia, rappresentate da due bellezze mozzafiato, due bionde, una musicista/modella e una dj. Saranno loro, domani, le regine della consolle alla discoteca Alexander: Charlotte Crona e Natalia Dolgova. Il duo incarna una miscela di sensualità e professionalità che sarà trasformato in musica per tutta la notte. Charlotte Crona è in Italia dal 2002, tra le sua attività va ricordato che nel 2005 fonda le Maximangels (lei con Nena Ristic, Patricia Regina, Natalia Dolgova) e con loro pubblica un album “Maxim tribut compilation”. Natalia Dolgova inizia un tour nel 2010 nei maggiori club italiani con un set che comprende l’esibizione della Crona al violino dal titolo “Blond label”. Per altre informazioni e prenotazioni 337667648 - 087461123. Ampia sala fumatori e parcheggio riservato.

Una sera per il Nepal CAMPOBASSO - Dopo la presentazione del progetto il 27 dicembre scorso, prende il via oggi il primo di altri appuntamenti di “Un piano per l’Himalaya” al Dopolavoro ferroviario. La serata “Tu chiamale se vuoi...emozioni” prende il via alle 21.30, e vedrà l’intervento di Marco Banchelli (foto), ciclonauta che viaggia in shuttle-bike per portare messaggi di pace nel mondo. Nel 1994 ha concluso il giro del mondo in bici. Sarà al Dlf come testimonial della campagna benefica. Con lui la folk band dei Noflaizon, che si esibirà con una propria scaletta tradizionale. Con loro Andrea Romano, che con la recitazione, completerà la proposta. Nel corso della serata, le foto di Banchelli realizzate in tutto il mondo, faranno da sfondo alle esibizioni. Tutto l’incasso servirà per l’acquisto di un pianoforte per i bambini del centro pastorale dio Godavari in Nepal. Seguiranno molti altri eventi benefici sino a settembre.

8 ANNO IV - N° 22 VENERDÌ 28 GENNAIO 2011

Weekend di live e teatro RIPALIMOSANI - Oggi al Colorado ranch (foto), live di Acoustic tribe. BOJANO - Sabato 29 gennaio alle 19.30 presso il Teatro comunale di Bojano andrà in scena “Non ti pago” di Eduardo De Filippo. L’allestimento è della compagnia Il teatro minimo di Isernia. L’incasso sarà devoluto alla Croce Rossa Italaina, al comitato provinciale di Campobasso, sezione di Bojano. CAMPOBASSO - Sabato alle 18.00 presso la sede dell’associaizone La bottega dell’attore in via Calabria andrà in scena “L’onestà non ha voce”, commedia in due atti di Mariassunta Fedele per la regia di Roberto Sacchetti. BOJANO - Domenica 30 gennaio alle 17.00 presso al sede Sel, ultimo film in programma nel cartellone dell’associaizone Arkè “Mine vaganti” di Ozpetek.

CLUB

CAMPOBASSO - Stasera al Kamaloca è Charme electronique. ISERNIA - Oggi al discobar La Strada serata dance In consolle Pietro Rama e Alessandro Roccia. CAMPOBASSO - Stasera dalle 18.30 apericena al Mama’s cafè in via Scardocchia. ISERNIA - Domani al Kles Five lounge bar, dj set con Charles Papa.

L’attesissimo ritorno dei Subsonica

Sanremo, potrebbe arrivare Madonna

Finalmentye sono tornati.Si intitola "Istrice" il primo singolo ufficiale estratto dal nuovo album dei Subsonica "Eden". La band piemontese aveva dato al pubblico un assaggio del loro ultimo lavoro in studio con l'inedito "Eden", brano destinato solamente alla viralizzazione sul web e del quale è stato realizzato un videoclip insieme ai fan.

Potrebbe arrivare Madonna a Sanremo 2011, sulla presenza della quale però- insieme a quella di Lady Gaga, poi smentita dall'agenda della stessa cantante - già si speculò in passato: l'ex "material girl", di certo, sarà presente in veste di regista al Market del Festival di Berlino, fra il 10 e il 20 febbraio, per presentare il suo nuovo film, "W.E.".


ANNO IV - N° 22 - VENERDÌ 28 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO A CATERINA VALENTE

Un oscar che consegnamo al vice prefetto vicario in rappresentanza del Palazzo di Governo isernino. È stata lei, infatti, che ieri mattina ha officiato la cerimonia di consegna delle medaglie per i sette cittadini della provincia pentra che durante il secondo conflitto mondiale sono stati deportati nei campi di concentramento. Toccante e commovente il messaggio del vice prefetto che, nel giorno della Memoria, ha voluto ricordare tutte le vittime di olocausti e di persecuzioni razziali avvenute nel corso della Storia. Il peccato di far cadere queste vittime nell’oblio è ancora più grave di quanto accaduto fino ad ora. Queste le belle parole di Caterina Valente. Complimenti!

IL TAPIRO DEL GIORNO AI ROM ISERNINI

Questa volta l’hanno fatta proprio grossa. Che alcuni di loro gestissero il traffico illecito di sostanze stupefacenti era cosa nota, ma che avessero messo in piedi una vera e propria associazione a delinquere nessuno poteva immaginarlo. E così, mentre la maggior parte dei rom ha promosso o ha aderito ad associazioni e progetti nati per favorire l’integrazione nel capoluogo pentro, c’è chi invece continua a rendersi protagonista di crimini e malefatte. È il caso che chi sa cominci a denunciare questi soggetti che screditano un’intera comunità che ha una storia millenaria, ed ha delle tradizioni meravigliose, dalle quali tutti i cittadini della provincia rimarrebbero affascinati. Basta con la droga!

Cade l’impero della droga ISERNIA

ITTIERRE

AUDITORIUM

Il Comune rassicura: l’Ufficio Tecnico trasferito al Silone

Danilo Leva incontra il nuovo patron Antonio Bianchi

Il sindaco Melogli scrive una lettera a Napolitano

A PAG. 15

A PAG. 14

A PAG. 14

www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA L’inchiesta portata avanti dalla Squadra Mobile pentra e la Dda di Campobasso ha scoperto tre associazioni a delinquere dedite allo spaccio in provincia e in Abruzzo Tra gli indagati cinque donne che avevano un ruolo fondamentale nell’organizzazione

Droga, arrestati quindici rom

ISERNIA - Tre famiglie che gestivano lo spaccio di sostanze stupefacenti in provincia di Isernia e nella Marsica. Tre diverse associazioni a delinquere, con base operativa nel capoluogo pentro, che avevano stipulato un patto di non belligeranza per accrescere la loro attività criminale. Impressionanti i numeri dell’operazione portata a termine dagli agenti della Squadra Mobile di Isernia, coordinati dalla Procura della Repubblica Distrettuale di Campobasso con a capo il procuratore D’Alterio, e dal pubblico ministero Fabio Papa . Ieri mattina all’alba sono stati impiegati circa cinquanta agenti, tra cui le Unità cinofile ed un’unità aerea (elicotteri). Oltre dalla Questura pentra sono partiti agenti anche dal reparto Prevenzione Crimine de L’Aquila. Sono quindici le persone arrestate, tutte di etnia rom. Cinque donne e dieci uomini, la maggior parte residenti ad Isernia e cinque,invece, ad Avezzano (L’Aquila), dove gli indagati avevano grossi giri d’affari, con proprietà ed abitazioni. Tre delle persone arrestate ieri mattina si trovavano già in custodia caute-

10 ANNO IV - N° 22 VENERDÌ 28 GENNAIO 2011

lare in seguito ad altre operazioni di polizia. L’operazione è stata denominata “Impero”, come la nota discoteca di Campobasso dove lavorava come “buttafuori”, un soggetto napoletano che entrò in amicizia con uno degli indagati e a cui si era rivolto per ottenere facili guadagni. Il rom propose al buttafuori di entrare nel commercio illecito degli stupefacenti e gli vendette un’automobile che in realtà non gli fu mai consegnata. Così il giovane campano si recò in Questura per denunciare l’accaduto. Ne è nata un’indagine, partita due anni fa, e condotta in un primo momento dal compianto dirigente Antonio Miele e dall’ex questore Biagio Ciaramella. Indagine che successivamente è stata portata avanti d a l

dottor Di Lalla, attuale dirigente della Squadra Mobile pentra e dal questore Salvatore Torre. Oltre alla Dda di Campobasso, nel corso dell’indagine ha avuto un ruolo importante anche la Procura isernina, guidata da Paolo Albano. Sin dal principio è venuta a galla l’importanza dell’attività illecita della famiglia Di Silvio, di origine isernina ma che concentrava i propri interessi tra il capoluogo pentro ed Avezzano. A causa delle crescenti richieste di droga, nei mesi successivi, sono nate altre due associazioni, che facevano capo alle famiglie isernine dei Sarachella e Morello. Le stesse sono entrate in stretta interdipendenza con la prima, stabilendo un patto di non belligeranza tra di loro. Tutto doveva passare sotto i loro occhi, erano loro che avevano il monopolio dello spaccio in provincia. Tutti dovevano scendere a patti con queste tre organizzazioni criminali, presumibilmente anche i tanti arrestati nelle scorse operazioni Market, Market 2 e Fatal Blow, avvenuti in questi ultimi anni. Un giro d’affari che si aggirava intorno al milione di euro all’anno per un traffico di sostanze stupefacenti pari a sei kg, suddivisi in cobret, crack ed eroina. Sono state più di 50mila le telefonate intercettate e una ventina le perquisizioni effettuate tra Avezzano ed Iser-

nia. “Per la prima volta in provincia di Isernia – hanno spiegato il procuratore D’Alterio, il questore Torre ed il dottor Di Lalla nel corso di una conferenza stampa tenutasi in Questura - si parla di associazioni a delinquere ai fini dello spaccio. I capi delle tre famiglie, infatti, concordavano le decisioni nel proprio nucleo familiare e poi le sottoponevano agli altri capi famiglia. Due dei soggetti arrestati, facevano da collante per tutte e tre le associazioni. Quando partì l’indagine tra gli arrestati di ieri mattina c’era anche un minorenne, che oggi ha circa 20 anni. Queste ultime avevano un unico covo dove nascondevano la droga: un garage posto sottosequestro ad Isernia. Con i proventi dello spaccio, presumibilmente, venivano acquistati beni immobiliari, soprattutto ad Avezzano. Delle vere è proprie organizzazioni malavitose, dunque. Oltre ai capifamiglia c’era una rigorosa gerarchia compresi i corrieri, che servivano l’associazione e procuravano la droga e coloro che si occupavano di mantenere contatti con la clientela e di vendere le dosi ai tossicodipendenti (circa 65 al giorno). Un ruolo fondamentale nell’organizzazione lo avevano le donne. Mogli e madri che gestivano il denaro illecito e che a volte si sostituivano agli uomini stessi nei contatti con gli acquirenti ed altre volte ancora si interessavano direttamente della cessione della droga. Spaccio che avveniva per lo più nelle abita-

zioni degli stessi, nel quartiere isernino San Lazzaro. Oltre che nel carcere isernino, gli arrestati sono stati associati anche a Chieti e Teramo. Intanto le indagini vanno avanti. Non è escluso che nei prossimi giorni possano essere emessi altri provvedimenti di custodia cautelare.

Auditorium, Melogli invita Napolitano

Ittierre, Danilo Leva incontra Bianchi

ISERNIA - Il sindaco Gabriele Melogli ha invitato ufficialmente il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, all’inaugurazione dell’auditorium che, con ogni probabilità, dovrebbe svolgersi il mese di ottobre. Nel suo messaggio, Melogli rivolge a Napolitano parole d’elogio e d’ammirazione, definendolo “un punto di riferimento essenziale”.

Oggi il segretario regionale del PD Molise Danilo Leva incontrerà il nuovo AD della Ittierre dr. Antonio Bianchi. L’incontro avverrà presso lo stabilimento di Pettoranello alle ore 10.30. Lo stesso segretario regionale si è auspicato che il nuovo patron possa rilanciare definitivamente l’azienda tessile molisana.


ISERNIA Commovente manifestazione officiata dal vice prefetto vicario Caterina Valente

Sette medaglie per ricordare i deportati nei campi di sterminio

“Una tragedia che ha segnato la storia dell’umanità ma dalla quale è nata la dichiarazione dei diritti dell’uomo”. Con queste parole il viceprefetto vicario Caterina Valente ha consegnato le sette medaglie d’onore ad altrettanti cittadini della provincia di Isernia, deportati ed internati nei

lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra nell’ult i m o conflitto m o n diale. Tra questi solo Orlandino Di Iorio di Pietrabbondante è ancora in vita. Le altre sei medaglie, invece, sono state consegnate ai familiari di Stefano Altieri, Filoteo Giuliano, Antonio Iannetta, Rocco Staffieri, Felice Tella e Maurizio Turilli. Un riconoscimento importante nel giorno in cui si ricorda la

shoah, e la liberazione da parte degli alleati del campo di concentramento di Auschwitz. Un luogo in cui il genere umano ha raggiunto livelli di cattiveria e di crudeltà mai visti fino ad allora. Al tempo stesso, il viceprefetto vicario di Isernia, ha sottolineato come sia importante ricordare anche tutti gli altri crimini nei confronti dell’umanità, commessi, nel corso della storia. Dallo sterminio degli aborigeni ai gulag russi. “E’ necessario – ha spiegato Caterina Valente – che il ricordo di queste persone non finisca nell’oblio, bisogna tener salda la memoria di quanti hanno perso la vita ingiustamente e per motivi razziali. Altrimenti si corre il rischio di commettere contro di loro un’altra violenza che può essere anche peggiore rispetto a quella fisica”. Una manifestazione davvero emozionante. Lo Stato, ottimamente rappresentato dal vice-

Il Comune rassicura: l’Ufficio Tecnico trasferito al Silone Durante l’ultima riunione della giunta comunale di Isernia, l’esecutivo ha vagliato la possibilità di trasferire gli uffici dell’area tecnica nei locali dell’ex scuola “Ignazio Silone”, sollecitato a ciò anche dalla recente richiesta dei dipendenti dell’urbanistica e dei lavori pubblici, che operano in un edificio di via Giovanni XIII da loro ritenuto non del tutto adeguato. L’ex scuola “Silone”, tuttavia, ha bisogno di interventi di ristrutturazione e di adeguamento affinché sia resa idonea ad accogliere gli uffici in questione. Con opportune operazioni di bilancio, quindi, l’amministrazione comunale dovrà prevedere le risorse finanziare necessarie a tali interventi e poi procedere alla loro esecuzione. Intanto nella struttura saranno trasferito lo sportello Suap, che verrà potenziato e ampliato.

prefetto vicario Caterina Valente, ha voluto ricordare con queste medaglie, l’esperienza dei deportati nei lager. Parole commoventi quelle espresse dal viceprefetto Valente, che hanno commosso l’unico superstite e tutti i familiari degli altri medagliati. A rappresentare la Città di Isernia è intervenuto il vicesindaco Celestino Voria che, unitamente al comandante dei Carabinieri, colonnello Antonio Renzetti, ha consegnato l’onorificenza al tenentecolonnello Visidoro Tella e a suo fratello Liberato, che l’hanno ricevuta in quanto figli di Felice Tella che fu soldato sul fronte greco albanese e che dopo l’armistizio venne deportato in Germania.

Arpa, Mazzuto gongola ISERNIA - Arpa, il presidente Luigi Mazzuto rassicurato dalle parole del direttore generale Luigi Petracca che ha smentito la soppressione degli uffici isernini. Lo stesso Petracca ha annunciato un potenziamento dei laboratori isernini. “Delle parole - ha spiegato il presidente Mazzuto - a proseguire l’azione sinergica finora intrapresa tra l’Ente che presiedo e gli altri attori preposti al controllo ambientale attivi sull’area della provincia pentra, in primis l’Arpa, al fine di mantenere sempre desta l’attenzione sul nostro territorio”.

Lutto nella famiglia Di Pasquale

Assaggiatori d’olio Arrivano i diplomi

ISERNIA - Ci associamo al dolore dei familiari e degli amici per la scomparsa di Domenico Di Pasquale, padre del consigliere regionale e provinciale Camillo Di Pasquale. I funerali si terranno questa mattina alle ore 11:00 presso la Cattedrale di Isernia. Condoglianze alla famiglia Di Pasquale dalla redazione de La Gazzetta del Molise.

Si sono conclusi gli esami per i diciotto partecipanti al primo corso per assaggiatori di olio di primo livello. Tutti promossi i corsisti che hanno ricevuto i complimenti per la propria preparazione, l’impegno e l’entusiasmo manifestati, dalla commissione esaminatrice. Lunedì pomeriggio,nella Sala Panel la consegna dei diplomi.

11 ANNO IV - N° 22 VENERDÌ 28 GENNAIO 2011


ANNO IV - N° 22 - VENERDÌ 28 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it DOPO IL SUCCESSO DI SANTARCANGELO IL TRIVENTO PENSA AL DERBY DI AGNONE Neanche il tempo di festeggiare la vittoria di Santarcangelo di Romagna che l’Atletico Trivento si è rimesso subito al lavoro in vista del derby di domenica che vedrà la squadra di Massimiliano Favo affrontare al Civitelle l’Olympia Agnonese. Sulle ali dell’entusiasmo il team gialloblù proverà il colpaccio sul campo altomolisano forte del prestigioso traguardo conquistato mercoledì in terra romagnola e che è valso la qualificazione alle semifinali della Coppa Italia di serie D. Uno dei protagonisti assoluti della gara è stato il giovane attaccante classe 1990 Angelo Lombardi; la sua rete infatti è valsa tre punti pesantissimi. Si tratta di un calciatore molisano, sbocciato calcisticamente nella nostra regione e che a Trivento si sta giocando una carta importante(tre le reti realizzate in gialloblù in questa stagione). A PAG. 21

BASKET SERIE C1, PROSEGUE IL MOMENTO MAGICO DEL TERMOLI Successo per la Martino Group Termoli nel derby molisano contro la Banca Etruria Venafro. Partita risolta alle battute finali, dopo una continua rincorsa da parte dei bianco azzurri nei confronti della squadra ospitante. Questa domenica vanno in doppia cifra Francesco Gori, top score con i suoi 16 punti personali, il capitano Michele Bertinelli e Ivano De Sanctis rispettivamente con 14 punti,Milone con 13 e Vulekovic 12. I venafrani sono trascinati da un Mohamed Loughlimi che accumula 22 punti personali, Augustin Mengoni che ne centra 19 e infine Luciano Trentini con i suoi 18. I primi tre quarti si sono chiusi sempre a favore dei ragazzi del coach Arturo Mascio, ma è l’ultimo quarto che fa ribaltare completamente la situazione che, alla fine del terzo tempo è di 70 - 61. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Zero e Cataruozzolo non hanno superato il provino e sono pronti a fare le valigie

Il colored Ibekwe pronto per Lamezia

L’attaccante è stato provato in coppia con Visconti nell’amichevole di Gaurdialfiera COSI’ IN CAMPO NEL 1° TEMPO 4-4-2

1 ASCANI

L’attaccante Ibekwe

3 SIVILLA

4-4-2

11 SEBARTOLI

6 POSILLIPO

8 FAZIO

5 MINADEO

4 CHIAZZOLINO

3 AGRESTA

9 MURATI

8 CAMMAROTA

1 ASCANI 5 SPLENDIDO MAGLIONE

4 CACCIAGLIA

nell’articolo riguardante il mercato, Vincenzo Cosco vorrebbe un elemento esperto. Nella ripresa il trainer di Santa Croce ha schierato quella che dovrebbe essere la formazione titolare che domenica scenderà in campo in terra calabrese. In porta è andato Ascani; in difesa sono stati impiegati Scudieri e Agresta sulle corsie laterali, con Di Fiordo e Maglione al centro. A centrocampo hanno operato Cacciaglia e Cammarota in mediana, Todino a destra e Monti a sinistra. In attacco Ibekwe a sostegno di Visconti. L’attaccante di colore sembra aver raggiunto una forma accettabile e per-

2 SCUDIERI

Balistreri sostituirà uno tra Murati e Visconti Oggi arriva Marcato, ma domenica non ci sarà Splendido e Formisano in prestito al Bojano sino a giugno

Balisteri come quarto attaccante. Nel caso in cui questa situazione si risolvesse con la permanenza in rossoblù di Visconti, sarebbe Murati a lasciare il capoluogo di regione. Con la cessione di uno dei due si aprirebbero le porte per Balistreri che sarà uno dei due acquisti in

questo mercato. L’altro dovrà essere un esterno destro: Sebartoli, in prova da alcuni giorni, non dispiace al tecnico Cosco, il quale, però, considerato che in porta ci sarà l’under Ascani, preferirebbe in quel ruolo un elemento esperto. Le richieste del mister, anche in tal senso, sono precise: Cunzi o Potenza. La società ha ceduto in prestito al Bojano, sino al termine della stagione, il portiere Splendido, classe ’92, e l’esterno offensivo Formisano, classe ’93. I due si aggregheranno ai biancorossi a partire dalla prossima settimana, in quanto Splendido domenica servirà ancora al Campobasso. Il portiere sarà il secondo di Ascani nella gara di Lamezia, visto che Marcato, l’estremo difensore proveniente dal Portogruaro, sarà disponibile solo dalla settimana successiva. Tuttavia il neo acquisto, entrato nella trattativa che ha portato Furlan in Veneto, arriverà quest’oggi nel capoluogo di regione. dim

10 IBEKWE 9 VISCONTI

7 TODINO

tanto potrebbe essere spedito nella mischia sin dal primo punto. Nel pomeriggio i rossoblù svolgeranno la seduta sempre a Guardialfiera, mentre domani mattina ci sarà solo scouting, utile per studiare le caratteristiche dei prossimi avversari del lupo. Subito dopo la partenza per la lunga trasferta di Lamezia. Ieri a Guardialfiera ha fatto visita al gruppo anche l’amministratore delegato Gaudiano Capone, di ritorno da Bologna. dim

MERCATO

L’unico obiettivo resta Balistreri. Lo ha ribadito il direttore sportivo Luigi Molino che nel pomeriggio di ieri è stato presente all’amichevole disputata dai rossoblù a Guardialfiera. Il bomber è fortemente voluto da mister Cosco e quindi si farà il possibile per ingaggiare l’attaccante palermitano. Sicuramente andrà via uno tra Murati e Visconti. Il presidente Ferruccio Capone ha chiesto al Bari la comproprietà del giovane attaccante e in caso ciò, come probabile, non avvenisse, Visconti dovrebbe fare le valigie. Nel caso in cui troverà una sistemazione. In tal senso non dovrebbe avere eccessivi problemi e pertanto la sua partenza è sempre più vicina. Il Bari si era mostrato disponibile alla comproprietà, ma è stato il procuratore del calciatore a porre il veto. Questo perché Visconti ha ancora due anni di contratto con il Bari e nel caso la prossima stagione la formazione pugliese retrocedesse in B, Visconti avrebbe l’opportunità di far parte della rosa

11 MONTI

6 DI FIORDO

10 GALLICCHIO

7 CATARUOZZOLO

2 ZERO

Solita amichevole infrasettimanale per il Campobasso che continua a preparare la delicata sfida di Lamezia. Nel pomeriggio di ieri i rossoblù hanno affrontato a Guardialfiera il Biferno. Un test utile all’allenatore molisano sia per valutare le condizioni del gruppo, sia per visionare quegli elementi in prova. Nel primo tempo, infatti, sono stati impiegati il giovane Zero, l’argentino Cataruozzolo e l’esterno Sebartoli. I primi due non hanno superato il provino e pertanto abbandoneranno il gruppo. Anche l’esterno di centrocampo dovrebbe lasciare il capoluogo, ma esclusivamente perché in quel ruolo, come riferiamo

COSI’ IN CAMPO NEL 2° TEMPO

A Termoli la prevendita per la Calabria Piccioni a L’Aquila In occasione della gara Vigor LameziaCampobasso, che si disputerà domenica 30 gennaio 2011 alle ore 14:30 presso lo stadio "G. D' Ippolito" di Lamezia Terme, si comunica che è possibile acquistare i biglietti presso il seguente punto vendita: Agenzia Viaggi Kefrem, Piazza Garibaldi 7, Termoli. L’acquisto dei biglietti nel settore Walter ospiti sarà possibile Piccioni solo previa presentazione della tessera del tifoso e del documento d'identità. Walter Piccioni, attaccante del Campobasso nella stagione 1997/1998, quella degli 80 punti per intenderci, è stato ingaggiato da L’Aquila, squadra impegnata nel girone B della II divisione. Piccioni ha lasciato un ottimo ricordo nel capoluogo molisano e sarebbe potuta essere una buona idea per l’attacco. RS


S P O RT CALCIO SERIE D

Lombardi: ad Agnone per riconfermarci Il giovane attaccante del Trivento, match winner a Santarcangelo, parla del momento positivo della squadra e del derby di domenica Neanche il tempo di festeggiare la vittoria di Santarcangelo di Romagna che l’Atletico Trivento si è rimesso subito al lavoro in vista del derby di domenica che vedrà la squadra di Massimiliano Favo affrontare al Civitelle l’Olympia Agnonese. Sulle ali dell’entusiasmo il team gialloblù proverà il colpaccio sul campo altomolisano forte del prestigioso traguardo conquistato mercoledì in terra romagnola e che è valso la qualificazione alle semifinali della Coppa Italia di serie D. Uno dei protagonisti assoluti della gara è stato il giovane attaccante classe 1990 Angelo Lombardi; la sua rete infatti è valsa tre punti pesantissimi. Si tratta di un cal-

ciatore molisano, sbocciato calcisticamente nella nostra regione e che a Trivento si sta giocando una carta importante(tre le reti realizzate in gialloblù in questa stagione). La Coppa Italia per Lombardi sta rappresentando una vetrina importante e diverse squadre avversarie hanno espresso giudizi positivi sul giocatore che intanto si gode la vittoria di Santarcangelo con un occhio proiettato ovviamente anche sul campionato: “Sono contento per il gol, sto attraversando un periodo positivo e sono in buona forma.Al di la di questo l’importante era vincere a Santarcangelo per il morale ma anche per toglierci qualche sassolino dalla scarpa dopo il pesante 4-0

incassato in terra romagnola in campionato. E’ stato un successo importante che ci permette di salire un gradino in più per tentare di raggiungere la finale di Coppa, un successo che dedico a tutte le persone che ci sono vicine e che non hanno mai smesso di credere in noi”. Un successo che si spera possa segnare la parola fine su un periodo altalenante sotto il profilo dei risultati. A suo avviso che cosa è successo? “Abbiamo cercato di dare delle spiegazioni a questo momento non proprio positivo. I risultati sono frutto sicuramente di nostri demeriti ma anche di tanti episodi sfavorevoli. L’importante è dare una svolta decisa al campionato e

in questo senso il derby di domenica ad Agnone è importantissimo per riconfermmmarci”. Quale potrebbe essere secondo lei l’arma in più per vincere il derby? “Il carattere ed il cuore. Dobbiamo dare tutto sul campo, senza risparmiarci”. C’è un calciatore che teme particolarmente dell’Agnonese? “ E’ una bella squadra che sta facendo bene ed esprime un buon calcio.Ritengo che tutto il collettivo sia valido anche se penso che un giocatore come Alberto Bernardi, che è anche un ex compagno di squadra, può fare la differenza”. ANPA

Caso Evangelisti, respinti i ricorsi di Angolana, Miglianico e Teramo Il Rimini 1912 può dormire sonni tranquilli. Ieri il giudice sportivo ha messo definitivamente la parola fine sul caso Evangelisti respingendo il ricorso presentato dalla Renato Curi Angolana, dal Miglianico e dal Teramo sulla presunta irregolarità del calciatore del Rimini Evangelisti. L’irregolarità riscontrata dalle società abruzzesi riguardava la presenza in campo del centrocampista biancorosso Alessandro Evangelisti che aveva rimediato 3 giornate di squalifica dopo la gara

di Coppa Italia di serie D contro il Real Rimini. La squalifica non era stata poi scontata a causa dell’eliminazione del Rimini dalla competizione, mentre Evangelisti aveva già accumulato 11 presenze in campionato dove presumibilmente doveva scontare le tre gare di squalifica rimediate in Coppa. Il giudice sportivo ha deciso di rigettare il reclamo delle tre società abruzzesi rifacendosi alla decisione del 19 gennaio 2011 della Corte di Giustizia Federale, a Sezioni

Unite, relativa al caso tra Sapri e Forza e Coraggio,secondo la quale le squalifiche comminate a carico di un calciatore debbono essere scontate nella stessa competizione nella quale sono state inflitte, e di convalidare dunque il risultato di 3-2 in favore della squadra di casa. Relativamente alle gare di recupero disputate mercoledì lo stesso ha squalificato per una gara Michele Bisegna del Luco Canistro. AP

TENNIS

Nel week end il 1° Winter Cup L'Associazione Tennis Campobasso in collaborazione con la Molise Tennis Project, organizza:1° TROFEO MOLISE WINTER CUP quadrangolare di rappresentative regionali riservata ai giocatori di 4^Categoria . Presenti atleti in rappresentanza di quattro regioni: Abruzzo, Campania, Marche, Molise.

L’EVENTO

Le Acli in udienza dal Santo Padre Una giornata storica per la scuola calcio USD Acli ed i genitori dei piccoli atleti. Infatti mercoledì scorso l’intera delegazione composta da 420 persone è stata ricevuta in udienza a Roma dal Santo Padre, Benedetto XVI. La comitiva capeggiata dal sindaco di Campobasso Luigi Di Bartolomeo, accompagnato dall’assessore allo sport Pasquale Colarusso, con una carovana di ben 8 autobus alle ore 10.30 ha riempito un intero reparto della sala Paolo VI. Specialissimo

onore è stato riservato alla delkegazione molisana dal protocollo pontificio poiché il sindaco Di Bartolomeo, a nome di tutta la cittadinanza di Campobasso, ha avuto l’enorme privilegio di consegnare a nome della città direttamente al Santo Padre una icona di S. Giorgio, partono del capoluogo, ed un prezioso crocifisso da parte di atleti e dirigenti della società delle Acli. Momento di grande onore e commozione è stato quello in cui il Papa si è rivolto, per un pubblico saluto, esclusi-

vamente verso i ragazzi della società sportiva; un momento che rimarrà indelebile nella storia delle Acli. Al termine dell’incontro, presso il Santuario del Divino Amore, la società ha salutato le autorità e tutte le persone che hanno partecipato in occasione di un pranzo seguito dalla celebrazione di una messa di ringraziamento. All’iniziativa hanno preso parte anche alcuni rappresentanti dell’associazione “Malati fibrosi cistica” con cui le Acli sono in stretta collaborazione.


S P O RT BASKET SERIE C1

Prosegue il momento magico del Termoli La squadra adriatica supera nel derby il Venafro e conserva il secondo posto in classifica Successo per la Martino Group Termoli nel derby molisano contro la Banca Etruria Venafro. Partita risolta alle battute finali, dopo una continua rincorsa da parte dei bianco azzurri nei confronti della squadra ospitante. Questa domenica vanno in doppia cifra Francesco Gori, top score con i suoi 16 punti personali, il capitano Michele Bertinelli e Ivano De Sanctis rispettivamente con 14 punti,Milone con 13 e Vulekovic 12. I venafrani sono trascinati da un Mohamed Loughlimi che accumula 22 punti personali, Augustin Mengoni che ne centra 19 e infine Luciano Trentini con i suoi 18. I primi tre quarti si sono chiusi sempre a favore dei ragazzi del coach Arturo Mascio, ma è l’ultimo quarto che fa ribaltare completamente la situazione che, alla fine del terzo tempo è di 70 - 61. Parte il cronometro degli ultimi bollenti 10 minuti e su assit di Berardi, de Monaco fa un +2, a ruota lo segue Gori che subito dopo subisce fallo dallo stesso De Monaco. I secondi scorrono e Corbetta va a canestro, l’arbitro fischia fallo di Vulekovic e Loughlimi fa 1/2 . La coppia Vulekovic- Gori porta avanti il gioco con una serie di assist e tiri realizzati e il gap di punteggio si riduce ma mancano ancora circa 6 minuti alla sirena finale. Assist di Mengoni su Trentini che realizza, Vulekovic contro-

batte positivamente e anche Corbetta centra il bersaglio e la situazione si porta in parità. 75-75. Fabio Sciarretta subisce fallo e fa 1/2 e per De Monaco stessa sorte, Milone anche subisce fallo e fa 1/2, Mengoni su fallo di Montuori ne fa 2/2 . Ivano De Sanctis realizza da sotto e porta la Martino Group a +1, ormai manca davvero poco alla fine della gara. Vulekovic subisce fallo, realizza 1/2, Francesco Gori in pochi secondi subisce 2 falli e realizza 4/4. Loughlimi tenta di recuperare la gara che ormai è compromessa, realizza a canestro ma proprio negli ultimissimi secondi lo stesso fa fallo su Sciarretta che centra entrambi i tiri liberi assegnati cosi che la partita si chiude a 80- 86. In conclusione della 15° giornata di campionato del girone G della C dilettanti la situazione in classifica è: il Geofarma Mola, dopo la vittoria con l’Alidaunia Trinitapoli continua ad essere sola in cima alla classifica; al secondo posto in solitaria, la vittoriosa Martino Group Termoli e un gradino più sotto la Pinauto Airola che subisce un’insospettata battuta d’arresto contro la Mister Toto Juve Trani. Ancora più giù troviamo la Pallacanestro Pescara che vince nella trasferts di Monteroni; la Dimensione Solare Roseto che vince di +9 sul fanalino di cosa Masoli & Fassa Sulmona. L’ASD Torre

Greco che supera di +12 il Lucera e infine il Globo Giulianova che festeggia a discapito della BioFox Vasto. Il prossimo incontro della Martino Group Termoli sarà tra le mura casalinghe contro la Quarta Caffè Monteroni, che reduce dalla sconfitta contro il Pescara, potrebbe dimostrarsi insidiosa ma la partita è tutta da giocare. L’ appuntamento è per Domenica 30 Gennaio ore 18 al PalaSabetta.

BASKET SERIE C REGIONALE

Sorride il Ripalimosani corsaro a Roseto

Un momento della gara di Roseto Vince bene la Visure online Ripalimosani sull’ostico campo del Basketball Roseto col punteggio di 59-74 e rimane in scia con le grandi del girone. Partenza brillante per la Visure Online che spinta dal solito Antonelli (autore di un’altra buona prestazione) e da un Filipponio tornato a dettar legge in cabina di regia, dopo una prima parte di campionato difficile segnata dagli infortuni, mette subito il naso in avanti. Col passare dei minuti il Maccabi costruisce un minimo vantaggio (12-5 al 5’) che gli per-

mette di giocare senza eccessivi patemi d’animo ed a fine primo quarto (16-18). Il Basketball Roseto reduce dall’ottima gara di Atri dove la vittoria è sfumata solo per un soffio, si è affidata all’estemporaneità delle giocate di Centola (top scorer dell’incontro con 24 p.ti) e Di Nicola. I due per due quarti hanno trascinato la squadra tenendola in scia entro lo scarto della doppia cifra ma nel secondo tempo, causa anche la stanchezza accumulata, sono diventate più rarefatte concedendo dei vantaggi più cospicui ai ripesi. I par-

ziali parlano di un + 14 all’intervallo lungo, di un + 15 alla fine del terzo quarto e di un + 18 al 36’ (47-65). Solo nel finale però una lieve flessione dei giallo blu regala ai padroni di casa qualche sussulto che riscalda l’atmosfera del PalaMaggetti. Difatti due rubate di Centola con altrettanti canestri riducono lo scarto fra le contendenti fino a 10 punti. Ma è un fuoco di paglia perché due giocate targate Antonelli e Di Cristofaro fissano il punteggio sul definitivo 59-74. “Era una gara importantissima per noi” ha dichiarato coach Coppola “Fare un passo avanti in classifica era fondamentale per rafforzare la nostra posizione e restare quindi attaccati al treno delle grandi; ora bisognerà preparare al meglio la gara casalinga contro il Popoli che con il nuovo pivot bulgaro ha dato ancor più spessore al proprio roster”. Appuntamento quindi domenica 30 gennaio ore 18:00 Maccabi Arena per un altro splendido pomeriggio di basket!!! Infine un plauso va fatto ai dirigenti ripesi che anche questa volta hanno dimostrato la loro estrema professionalità garantendo sia l’arrivo puntuale al PalaMaggetti (nonostante il viaggio abbia riservato loro una miriade di problemi tecnici viste le proibitive condizioni climatiche incappate durante il tragitto), sia la diretta audio.

Importante successo esterno per l’Olympia Un colpo gobbo di prima categoria. L’Olimpia Campobasso dimostra di essere squadra corsara e vince ancora una volta in trasferta imponendosi sul parquet di un Penne in piena lotta playoff. La compagine allenata da Mimmo Sabatelli impone il suo gioco veloce e spumeggiante soprattutto nei primi 20 minuti di match dove segna il solco che la separerà dagli avversari privi di Marzoli. Le scelte in attacco sono giuste, le percentuali alte ed ecco spiegato il grande vantaggio che assume proporzioni elefantiache nel terzo parziale quando De Nunzio e compagni toccano anche il più trenta. Nell’ultimo quarto si amministra il risultato ed in questo modo arrivano due punti vitali per il prosieguo della stagione. Da segnalare la buona prestazione di Petrone, autore di 22 punti.



lagazzettadelmolise280111a