Issuu on Google+

Ss 17, ancora teatro di incidenti

Arrestato a Pescara giovane termolese

BOJANO - Ancora un incidente sulla statale 17. Un ennesimo tamponamento, fortunatamente senza gravi conseguenze, tra un’auto ed un furgone portavalori. Intanto ieri i funerali del 60enne vittima dell’incidente che mercoledì ha macchiato il tratto di strada incriminato. A pag. 8

TERMOLI - Giovane termolese già ai domiciliari per droga finisce in carcere: nella sua abitazione di Pescara i carabinieri hanno trovato mezzo chilo di cocaina custodita in una scatola di scarpe. Il 24enne in passato era stato arrestato altre tre volte. A pag 16

ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: Poligrafica Ruggiero srl - 83100 Avellino - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

Perquisita la villa dell’onorevole De Camillis Indagato il marito www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALLA MAGGIORANZA COMUNALE “Non ci sono soldi nemmeno per un gelato”. Lo disse mesi fa il sindaco Gino Di Bartolomeo che da quando è stato eletto si lamenta spesso e volentieri di aver trovato i conti in rosso. Quando però si tratta di spostare la statua di San Giorgio dentro villa dei Cannoni, dalle casse comunali possono uscire anche 250mila euro. Lo ha deciso la sua maggioranza approvando il Bilancio di previsione forse perché quella scultura di Gino Marotta ricorda un po’ la vecchia quercia dei Ds e non deve essere troppo gradita agli attuali inquilini. Anche se Marotta è l’unico campobassano del XX secolo che ha esposto al Louvre di Parigi citato finanche nei libri di storia dell’arte. Quando si dice la sensibilità…

L’OSCAR DEL GIORNO AL MARE MOLISANO Il nostro mare è balneabile al 100%. Il rapporto del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali premia a pieni voti le acque molisane. In questo modo, la stagione estiva inizia nel migliore dei modi per la nostra regione che può, in questo modo, dare una prima risposta alla crisi economica che sta ancora attraversando. Infatti, il turismo balneare è uno dei “cavalli di battaglia” del nostro territorio. Ora, la sfida è tutta nella sua valorizzazione attraverso servizi efficienti, ambiente pulito e calore verso i turisti. Con questo riconoscimento, è una partita che si può vincere. E il merito (e l’oscar del giorno)… veleggiano sulle nostre acque.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Dopo il varo del decreto legislativo 78/2010 che pone un tetto di spesa, Palazzo Vidoni ha iniziato il monitoraggio negli Enti locali

Troppe auto blu in circolazione Inizia la crociata del ministro Brunetta

CAMPOBASSO – Al 31 marzo scorso, le auto blu circolanti in Italia sono risultate 629.120. Parcheggiate l’una accanto all’altra, occuperebbero 1.200 campi di calcio. Ora il ministro Brunetta, sull’esempio del governo inglese di Cameron-Clegg, ha intenzione di ridurle anche in Italia. Il “rombo” dei motori delle auto blu in Molise (nonostante la limitata estensione territoriale) si avverte chiaramente in tutto il resto della penisola. A denunciare l’abbondanza di questo particolare “parco vetture” è stato all’inizio del mese il consigliere regionale del Pd, Michele Petraroia, attraverso un’interrogazione a Palazzo Moffa. Per l’ex sindacalista, la “mobilità” degli amministratori regionali costa circa 1,5 milioni di euro all’anno e, nello scorso 2007, sono state noleggiate otto autovetture “Lancia Thesis” assegnate agli assessori. Poche settimane prima, la giunta aveva noleggiato altre otto berline “Audi A6” e tra-

2 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010

sferito le “Lancia Thesis” al servizio Affari Generali, oltre all’“Audi A8 4.2” assegnata al presidente, Michele Iorio. In tre anni, ha ricordato il consigliere, “sono stati spesi sono stati spesi circa 700mila euro”, cui vanno aggiunti gli altri costi generali: autisti, assicurazioni, carburanti. Petraroia aveva proposto di dimezzare la spesa limitando l’uso delle auto di rappresentanza solo per motivi istituzionali, “dall’Ufficio regionale alle sedi di incontro istituzionale, escludendo anche il trasferimento dalla propria abitazione alla sede di lavoro”. In considerazione di questi dati poco rassicuranti per le casse pubbliche molisane, la “crociata” del ministro Brunetta è iniziata lo scorso 15 maggio. Il Decreto Legislativo numero 78 del 2010 ha stabilito che, per la voce auto blu e buoni taxi, nel 2011 le Pa non possano superare l’80% della spesa sostenuta nel 2009. Nel maggio 2010 la direttiva numero

In Molise costano 1,5 milioni di euro all’anno: oltre alle 17 della Regione, l’Università ne ha una in uso esclusivo e 13 in servizio

6 del ministro Brunetta ha chiesto non solo di fotografare, attraverso una nuova rilevazione, la realtà delle auto blu, ma anche certificare la spesa sostenuta nel 2009. Palazzo Vidoni ha, quindi, affidato a Formez P.a. il monitoraggio delle pubbliche amministrazioni italiane. L’Università degli Studi del Molise è stata tra gli “Enti rispondenti”. Secondo i dati in possesso del dicastero, l’ateneo molisano aveva un’auto in uso esclusivo nel 2008, una nel 2009; 13 in servizio nel 2008 e altrettante nel 2009; una in uso esclusivo nel 2010 (dato di aprile) e 13 in servizio nello stesso anno. Nel complesso, il questionario è stato inviato 9.199 amministrazioni centrali e locali. Finora hanno compilato on line il questionario 2.221 amministrazioni. Secondo le stime sui dati fin qui

disponibili, nel 2010 il parco auto delle pubbliche amministrazioni (con esclusione delle auto con targhe speciali e/o dedicate a finalità di sicurezza e vigilanza) risulta di circa 90mila, con una importante distinzione fra: auto “blu blu”(di rappresentanza politico/istituzionale, circa 10mila, a disposizione di autorità e alte cariche dello Stato e delle amministrazioni locali); auto “blu” (di servizio, circa 20mila, con autista a disposizione di dirigenti apicali); auto “grigie” (senza autista, a disposizione degli uffici per attività strettamente operative: visite ispettive, controlli, manutenzioni, sopralluoghi e quant’altro). In

base alla rilevazione in corso, si stima che il costo medio annuale di utilizzo per ogni singola auto ammonti a circa 3.300 euro. Il personale impegnato per il parco auto è di 1,4 unità per autovettura. In base a questi numeri, l’Italia guida anche la poco invidiabile classifica mondiale (Sud Africa a parte) dell’utilizzo di queste macchine: batte, tra gli altri, gli Stati Uniti e la Francia, rispettivamente al secondo e terzo posto (fonte: Contribuenti.it). Il belpaese del buonismo e della comodità, insomma, va ancora di moda. Ma fino a quando lo consentiranno le finanze pubbliche? Adimo

Mastella rinuncia all’Isola dei Famosi

Il Quirinale:“Brancher non ha ministero da organizzare”

ROMA - Clemente Mastella rinuncia a partecipare all'Isola dei Famosi. Rispondendo a una domanda dei giornalisti, l'ex ministro ha detto di aver deciso di rinunciare alla proposta fattagli dal produttore Giorgio Gori. “Per qualche settimana sono stato in dubbio se accettare anche perchè Gori mi assicurava che avrei avuto una grande audience ma il mio scopo sarebbe stato comunque costringermi a fare un po' di dieta”.

ROMA - Sul caso Brancher il Quirinale rileva che “non c'è nessun nuovo Ministero da organizzare in quanto l'on. Brancher è stato nominato semplicemente ministro senza portafoglio”. La necessità di organizzare il nuovo ministero era il motivo del legittimo impedimento eccepito in base alla legge giovedì a Milano dai legali del ministro per l'Attuazione del federalismo, imputato con la moglie in uno stralcio del processo per il tentativo di scalata ad Antonveneta.


PRIMO PIANO Nel mirino della Procura frentana la gestione dell’Imam, l’istituto di musica di Larino voluto e diretto fino a qualche mese fa dal consorte della deputata del Pdl

Imam: perquisita la casa dei coniugi Venditti-De Camillis Indagato il cavaliere

LARINO – E’ iscritto nel registro degli indagati il Cavaliere Gaetano Venditti, fondatore dell’Istituto di arte e musica del Molise (Imam di Larino) con le accuse di truffa e falso. A dare la notizia è il quotidiano telematico Primonumero.it che racconta anche di una recentissima perquisizione a Villa del

sole, l’abitazione privata dell’ex presidente della scuola frentana e di sua moglie: la deputata del Pdl Sabrina De Camillis. L’indagine dei carabinieri vuole fare chiarezza sulla gestione dell’Imam e coinvolge anche altri nomi eccellenti: funzionari e politici della Regione Molise e del Comune di Larino, pare, per i finanziamenti pubblici concessi e per la cessione gratuita dell’ex carcere di via Cluenzio, oggi sede dell’istituto. Il sospetto su Venditti è che siano state emesse fatture gonfiate. Mancherebbe inoltre rispondenza tra la rendicontazione finanziaria e gli strumenti musicali acquistati. Ecco spiegato il blitz nella casa dei coniugi larinesi di qualche giorni fa. Subito dopo quello all’Imam (e

non è la prima volta) da cui è uscito un nutrito dossier di carte, atti, fascicoli e file dai computer attualmente al vaglio dei militari. Chitarre, bassi e batterie comunque non sono stati ancora ritrovati né dentro né fuori Villa del Sole. Ed è parecchio strano essendo stati comprati proprio con quella prima tranche di finanziamento erogata dal presidente Iorio (tranche da 100mila euro a cui sono seguite altre due di identico importo). Dopo la perquisizione è seguito l’avviso di garanzia. Tra i reati ipotizzati a carico del Cavaliere c’è la truffa ai danni di Regione e Comune e il falso materiale. Ma gli inquirenti vogliono vederci chiaro anche sulle assunzioni del perso-

nale che a vario titolo opera dentro la scuola di musica che ha preso (e avrebbe anche speso) oltre alle tre tranche di finanziamento pubblico, pure i successivi 600mila euro del secondo accordo di programma sottoscritto ancora una volta dal presidente della Giunta regionale per la sala di incisione. Il fatto è che nonostante lo startup sia stato così generosamente foraggiato dalla casse pubbliche, i debiti accumulati dalla scuola hanno costretto i creditori ad avviare i pignoramenti. Oltre ai conti dell’Istituto si stanno verificando anche eventuali e specifiche responsabilità di sindaco e Giunta. A che titolo – si domanda Primonumero - e per quali ragioni l’amministrazione fa-

vorisce in modo tanto vistoso la scuola? Noi invece vorremmo sapere per quali ragioni ad aprile di quest’anno Venditti si è improvvisamente dimesso dall’Imam passando il testimone a una imprenditrice agricola. red

Por Molise 2000-2006, bilancio positivo Approvata la relazione finale di esecuzione del Programma operativo. Tanti i progetti conclusi in materia di reti idriche, metanizzazione ed energie rinnovabili. Ora si guarda al Por-Fesr 2007-2013 CAMPOBASSO – Si è chiuso con un bilancio positivo il Por Molise 2000-2006. Il Programma operativo, di cui ieri mattina alla Cittadella dell’economia di Selva Piana è stato approvato il rapporto finale di esecuzione, ha infatti cofinanziato 3799 progetti di cui 1600 nel comparto agricolo, 1545 cofinanziati dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale, 600 per lo sviluppo delle risorse umane (Fondo sociale) e 18 nel settore della pesca. Nel polo fieristico anche il Comitato di sorveglianza del Por Fesr 2007-2013 di cui sono stati invece approvati tutti i punti all’ordine del giorno. Soddisfazione è stata espressa dai rappresentanti della commissione europea anche per l’anticipo con cui la nostra Regione si è mossa rispetto alla scadenza prevista (30 settembre 2010) che per la consegna del rapporto. Ad aprire i lavori l’Autorità di gestione rappresentata dal dottor Antonio Francioni (de-

legato dall’assessore Vitagliano) che ha presentato i documenti del Rfe, la sintesi degli interventi realizzati e dei risultati ottenuti dal punto di vista finanziario, fisico e qualitativo Il Comitato si è espresso positivamente per l’approvazione, sollevando solo osservazioni formali e dando mandato all’Autorità di gestione di apportare le modifiche suggerite, anche ai fini di una maggiore semplificazione, e di inviare la versione definitiva ai componenti del Comitato di sorveglianza. In particolare, i rappresentanti della commissione europea (Andrea Murgia per la Dg Regio e Maurizio Corradetti per la Dg Occupazione), hanno espresso parole di elogio anche sugli interventi realizzati di cui soltanto 8 non sono ancora conclusi. Utilissimo si è rivelato il cofinanziamento dei Fondi europei. Con gli interventi della Misura 1.1 (Ciclo idrico integrato) sono stati realizzati circa 130 chilometri di reti idriche e fognanti, di cui 16 di captazione ed adduzione primaria, e

realizzate 17 postazioni di telecontrollo, consentendo a circa il 16% di famiglie che subivano la riduzione della distribuzione dell’acqua, di averne un apporto regolare. Con la Misura 1.4 (Monitoraggio ambientale) invece è stata potenziata la rete di monitoraggio ambientale dotando il territorio regionale di centraline per il controllo della qualità dell’acqua e dell’aria nei centri urbani a più alta densità abitativa. Con gli interventi della Misura 1.8 (Metanizzazione e Energie rinnovabili) sono stati realizzati circa 145 chilometri di rete di metanizzazione e si è riusciti a portare a totale copertura l’intero territorio regionale nonché ad avviare la produzione di energia da fonti alternative con 22 interventi di fotovoltaico. Il Molise è stata la prima Regione a completare la propria rete di metanizzazione. Grandi risultati hanno raggiunto anche le Misure per la Difesa del suolo, per la Pesca, per il sostegno in agricoltura, per la valorizzazione delle risorse culturali della nostra Regione e per il sostegno

alle politiche del lavoro. Rispetto al Comitato di sorveglianza del Por Fesr Molise 2007/13 invece, sono stati approvati, si diceva, tutti i punti posti all’Odg (piano annuale di esecuzione 2009, stato di attuazione del programma, le previsioni di spesa per il biennio 2010-11, le attività annuali di comunicazione, valutazione, controllo). Il presidente del Comitato Gianfranco Vitagliano ha evidenziato la complicazione del meccanismo, tutto italiano, di applicare i condizionamenti del Patto di stabilità, su diversi livelli amministrativi, senza possibilità di compensazioni, che pure in altri paesi europei determinano condizioni di maggiore serenità e le difficoltà contingenti che, in questi anni, le imprese e gli enti esprimono nei confronti degli investimenti. Importante il contributo del partenariato istituzionale e socio-economico, con un impegno condiviso a velocizzare le procedure pubbliche ma anche a fornire progetti di maggiore qualità, sostenibilità e concentrazione.


REGIONE Il rapporto 2009 del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali promuove a pieni voti il nostro mare

Le coste del Molise balneabili al 100% CAMPOBASSO – Le coste del Molise sono baleneabili al 100%. Il rapporto del 2009 del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali promuove a pieni voti le acque molisane. La rilevazione si basa sui risultati delle analisi delle acque di balneazione ottenuti nella stagione balneare precedente, prodotti dalle Agenzie Regionali per l’Ambiente. Nel complesso, i dati rappresentati nel rapporto fotografano la situazione delle acque marine, evidenziando una sostanziale stabilità dei risultati rispetto agli ultimi anni. Tuttavia, non si esclude la possibilità che alcuni siti balneabili si possano

inquinare durante la stagione balneare in corso per inquinamento dovuto all’azione dell’uomo, provocato dall’avvento dell’onda turistica estiva o, viceversa, che siti vietati alla balneazione lo scorso anno vengano riaperti a seguito di risanamento e analisi favorevoli. Nell’analisi, c’è da considerare che l’Italia ha adottato valori limite più restrittivi rispetto agli altri Paesi europei. Inoltre, il nostro Paese, al fine di tutelare la salute dei cittadini, vieta la balneazione nelle zone inquinate e ne consente la riapertura solo a seguito di risanamento ambientale ed

esito favorevole delle analisi eseguite per un intero periodo di analisi. Ciò significa che, a differenza degli altri Stati membri che non applicano i seguenti criteri cautelativi, l’Italia denuncia 302 siti come vietati alla balneazione (prevalentemente foci di fiumi). Un altro elemento esplicativo dei risultati italiani sta nella densità di popolazione costiera che è la più elevata del continente europeo e che conseguentemente porta un carico ambientale biologico necessariamente più alto. Senza dimenticare che l’Italia è il Paese europeo con il maggior numero di spiagge. E quelle mo-

lisane, con il loro mare baleneabile nella sua totalità sono pronte ad accogliere i bagnati

per rilanciare e valorizzare una delle attrattive di punta del nostro territorio.

Una legge regionale per dire No alla centrale nucleare L’appello dell’assessore Di Sandro al Consiglio e al presidente della commissione competente dov’è fermo il provvedimento “Molise denuclearizzato”

CAMPOBASSO - Dopo il responso della Corte costituzione che ha bocciato il ricorso presentato da dieci Regioni italiane,. tra cui il Molise, si riaffaccia l’incubo nucleare. Ma a smorzare i timori è l’assessore Filoteo Di Sandro - ex titolare della delega all’Ambiente e oggi responsabile all’Istruzione, Beni culturali, Protezioni civile e Politiche del territorio - che fa affidamento su due grandi deterrenti: la vulnerabilità del territorio molisano giàparecchio scosso dal terremoto del 2002 e la turbo-

4 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010

gas di Termoli che pone il Molise tra quelli che hanno già dato in termini di energia. In virtù di questi motivi Di Sandro torna a ribadire il suo pù netto dissenso: “La sentenza della Corte costituzionale di questi giorni riapre la discussione e aumenta le possibilità che nella nostra regione possa realizzarsi la centrale. Una evenienza del genere - dice il politico di Colli - rappresenterebbe una vera e propria sciagura per il nostro territorio e per il paesaggio con gravi ripercussioni sul turismo, ed un colpo mortale per le attività come la pesca praticata lungo le nostre coste. In una regione ad alta

vulnerabilità sismica, con un dissesto idrogeologico imponente e che interessa la quasi totalità del territorio, con il rischio di alluvioni e con una pressione ambientale già importante per la presenza di una centrale turbogas, industrie chimiche, discariche, ecc. diventa improponibile un progetto del genere”. Da qui l’invito al Consiglio regionale di far sentire il proprio no accelerando i tempi per l’approvazione della sua proposta di legge Molise denuclearizzato, provvedimento fermo in commissione. “Rivolgo, quindi, un appello accorato al presidente della

Commissione - dice Di Sandro - affinchè voglia, in tempi rapidi, portare all’approvazione la proposta di legge. Ribadisco che la mia contrarietà si esprime sia per la difesa del patrimonio paesaggistico, sia per la difesa ambientale e dell’ecosistema mare (si pensi solo a quali sconvolgimenti porterebbero i lavori di realizzazione di una tale opera) ed alla difesa dell’intero sistema turistico che verrebbe, in breve, annientato. Non possiamo permettere che le solite

multinazionali considerino il Molise una terra di conquista e che sul nostro territorio vengano ogni volta a sperimentare quello che altrove non gli viene permesso. Sono convinto che in questa battaglia sarò supportato da tutta la popolazione molisana anche se la legge approvata dovesse essere osservata per incostituzionalità sarebbe un modo istituzionale ed unanime per dire al governo nazionale no alla centrale nucleare in Molise”.

Picchetto di 200 sindaci davanti alla residenza del premier

Sciopero Cgil, Di Pietro a Napoli: partita fondamentale sui diritti

MILANO - Circa 200 sindaci di Comuni situati al confine con Regioni a statuto speciale hanno manifestato ieri ad Arcore (Monza) di fronte alla residenza del premier Berlusconi. I primi cittadini, arrivati con circa 40 pullman, hanno tenuto un picchetto davanti villa San Martino per protestare contro il blocco dei finanziamenti a loro destinati, 91 milioni di euro, e contenuti nella scorsa finanziaria.

NAPOLI - “È una giornata importante in tutta Italia ma soprattutto a Napoli e in Campania dove si sta giocando una partita fondamentale sui diritti. Siamo di fronte a una logica dell'impresa che produce schiavi e purtroppo la politica si è accontentata, su Pomigliano, del male minore. Io non mi accontento”. Lo ha detto Di Pietro partecipando ieri, a Napoli, alla manifestazione organizzata dalla dalla Cgil.


REGIONE Braccio di ferro Tremonti-Regioni Romagnuolo: finanziaria ingiusta e sproporzionata

CAMPOBASSO – Il consigliere regionale di Progetto Molise, Nicola Eugenio Romaguolo, interviene sul braccio di ferro in atto tra le Regioni e il ministro Tremonti. “La linea che le Regioni stanno portando avanti per cambiare le pesanti misure previste in Finanziaria è quella che il presidente Iorio ha prospettato fin dall’inizio sottolineando le diverse esigenze di ogni singola realtà territoriale – ha affermato –. I tagli e gli interventi previsti dal ministro rappresentano un fatto grave per la gestione del territorio e

dei servizi ai cittadini che non possono essere mortificati da una Finanziaria ingiusta e sproporzionata tra i diversi livelli di governo. Una manovra – sottolinea Romaguolo – che si abbatte sugli Enti locali e non consente agli stessi di esercitare senza disagi deleghe e competenze. Il presidente Iorio, con forza e caparbietà, aveva già sottolineato anche nella questione del deficit sanitario, le specificità delle Regioni, come il Molise, rispetto alla situazione generale. Per questo è necessario rivedere la manovra e andare

incontro alle richieste di ogni territorio. All’inizio – rimarca – quella di Iorio era un’unica voce che poi è diventata unanime con l’approvazione di un documento da parte di tutte le Regioni che respingono le misure del ministro Tremonti pur ribadendo la disponibilità a collaborare per risanare i conti pubblici. Sono sicuro – conclude il consigliere di Progetto Molise – che grazie all’impegno di Iorio e dei presidenti delle altre realtà regionali arriveranno presto risposte positive dal governo nazionale”.

Un corteo numeroso ha sfilato per le vie di Campobasso contro i tagli del governo

La Cgil: è una manovra falsa, paghino ricchi ed evasori fiscali Erminia Mignelli: non vogliamo assistenza, ma lavoro nel rispetto di tutti i diritti CAMPOBASSO – Sono stati oltre un milione, secondo la Cgil, i lavoratori scesi nelle piazze italiane ieri in occasione dello sciopero generale contro la manovra del governo considerata “sbagliata e ingiusta”. A Campobasso, un lungo corteo si è snodato da piazza San Francesco a piazza Pepe per dire no alla provvedimento economico del Governo. Trombe, fischi e canti hanno accompagnato la marcia fino al palco, dove la segretaria regionale della Cgil, Erminia Mignelli, ha esortato tutti: “È arrivato il momento di alzare la testa, possiamo farcela, noi siamo testardi”. Principali “bersagli” della manifestazione “l’arroganza di Fiat e Confindustria, la manovra del Governo, la nuova legislazione del lavoro”; mentre il sindacato si è schierato in difesa dell’occupazione, dei salari, dei diritti, per il contratto nazionale, per l’estensione degli ammortizzatori sociali, per il blocco dei licenziamenti, “perché paghino i ricchi e gli evasori fiscali, per lo Statuto dei lavoratori, per il diritto di sciopero e per difendere la Costituzione”. Sono confluiti nel capoluogo da ogni parte della regione, lavoratori, pensionati, famiglie, cassintegrati, giovani e meno giovani. In viale Elena, il corteo si è sovrapposto, per un attimo, all’anniversario della Guardia di Finanza che, nel frattempo, si stava celebrando in piazza Municipio ma, a parte qualche fischio, ha proseguito il suo cammino ed è arrivato in piazza Pepe. Sul palco i rappresentanti sindacali, lavoratori, esponenti

del modo della scuola, delle aziende in crisi, giovani e pensionati hanno ribadito il loro netto rifiuto alla manovra finanziaria di Palazzo Chigi. “È una manovra falsa – ha affermato la Mignelli –. I privilegiati non saranno toccati, mentre invece i cittadini pagheranno ancora più tasse; in Molise la manovra aggraverà la situazione dei tanti lavoratori già fortemente penalizzati da questo Governo regionale; non vogliamo assistenza, vogliamo lavoro e allo stesso tempo vogliamo che i diritti vengano rispettati. Basta con la gestione clientelare del

Molise – ha attaccato –. La Regione non propone soluzioni, gli stati generali convocati dall’assessore alla Programmazione, Gianfranco Vitagliano, saranno l’ennesima ‘passerella’ di fine legislatura. Noi non vogliamo un contentino – ha concluso il segretario della Cgil Molise –, possiamo farcela, non ci arrendiamo e andremo avanti nella difesa dei lavoratori, degli studenti, dei pensionati e delle famiglie”. Coloro che, dati alla mano, hanno di meno e ai quali sarebbe illogico chiedere ulteriori sacrifici. Hanno già dato. Adimo

primapaginamolise.it

Referendum dei lavoratori Fiat a Pomigliano,Totaro: ora l’azienda tenga fede gli impegni CAMPOBASSO – Il vice segretario regionale del Pd, Francesco Totaro, dice la sua sul referendum relativo all’accordo tra la Fiat e i lavoratori di Pomigliano d’Arco. “I dipendenti si sono espressi in un referendum aziendale che, se da una parte rimanda le lotte per i diritti sul luogo di lavoro indietro di almeno vent’anni, dall’altra garantisce la possibilità di continuare a vivere nella terra di appartenenza – afferma –. La Fiat

aveva chiesto un accordo oneroso ai sindacati, che in gran parte l’hanno accettato; lo stesso hanno fatto i lavoratori, ora la Fiat deve rispettare i propri impegni e garantire nello stabilimento campano la produzione della Panda. La vicenda Pomigliano – sottolinea Totaro – deve costituire un esempio di reciproco sacrificio per obiettivi comuni, quelli del lavoro e della ripresa economica. La Fiat entrerà presto a regime

con uno stabilimento in Serbia e, naturalmente, l’eco dei timori che si registrano in questi giorni ‘caldi’ davanti ai cancelli di Pomigliano, potrebbero arrivare anche da noi. La concertazione, sociale, politica ed economica – nota Totaro – deve giocare un ruolo essenziale in questi delicati frangenti. Per questo, il mio auspicio è che Pomigliano non si trasformi in un’altra pagina di dolore per il mondo del lavoro del sud, e so-

prattutto che a nessuno venga in mente di replicare in altre aree di presenza Fiat strategie ricattatorie come quella messa in campo dalla casa automobilistica. Forse all’estero l’impresa italiana – conclude l’esponente del Pd – trova costi di manodopera più bassi, ma certamente è in Italia che trova l’orgoglio, la voglia e il senso di un lavoro che può permettere a Fiat di uscire dalla crisi del mercato”.


CAMPOBASSO “La maggioranza non rispetta le regole” “Il sindaco dice che non ci sono soldi e poi vuole spendere 250mila euro per trasferire la statua di San Giorgio al posto della quercia di Marotta” Una questione di rispetto. Delle regole però. Quelle che non sono prese troppo in considerazione dalla maggioranza consiliare di Campobasso, che due giorni fa ha approvato il Bilancio di previsione andando avanti ad oltranza con i lavori. La seduta conclusiva per la discussione di uno dei documenti più importanti di palazzo San Giorgio era infatti fissata per ieri. Ma nella serata di giovedì, con un colpo a sorpresa, si è giunti all’approvazione ‘bulgara’ con la minoranza di centrosinistra che delusa si è allontanata dall’aula. Nel pomeriggio di ieri i consiglieri di Costruire democrazia e del Pd hanno convocato la stampa per spiegare le loro ragioni. “C’è stata una conferenza dei capigruppo – ha annunciato Battista – per calendarizzare i lavori. Ma non ci hanno messo nelle condizioni di votare contro il Bilancio, mandando gambe all’aria l’accordo precedente. Non c’era davvero nessuna urgenza, e avremmo potuto tranquillamente continuare la discussione questa mattina (ieri per chi legge, ndr). Ma sembra ormai un vizietto molto diffuso a tutti i livelli di governo quello di cambiare le regole in corso d’opera”.

In una conferenza-denuncia i consiglieri comunali di centrosinistra hanno spiegato perché non hanno preso parte all’approvazione del Bilancio di previsione 2010

Si consola, comunque, la minoranza comunale sapendo che 6 dei 12 emendamenti presentati sono passati. “Certo l’aumento della Tarsu – ha spiegato ancora Battista – si poteva evitare. Del resto i numeri parlano da soli, e pensare che i campobassani dovranno spendere di più per lo smaltimento dell’immondizia (un +22,7% per il quale il sindaco Di Bartolomeo ha anche chiesto scusa ai cittadini, ndr) quando la comunità Molise Centrale ha già detto che diminuirà i costi per il conferimento in discarica, e che la metà degli

utili della Sea (ben 300mila euro) andranno a rimpinguare le casse dello Stato, non ci conforta affatto”. Ma del resto si sa, la maggioranza vince. La cosa curiosa è che avrebbe vinto ugualmente visto che i consiglieri di centrodestra sono 29 conto i 12 dell’opposizione. E allora viene da domandarsi se non si stiano davvero facendo i dispetti! “In Consiglio – ha raccontato Durante - nessuno ha fatto una piega quando si è deciso di tagliare sui giovani, sulla cultura, sul sociale, di aumentare le tasse

Dipartimento di sanità mentale: progressi e prospettive di sviluppo Disagio e pregiudizio: due ostacoli, due nemici che contribuiscono a creare un’immagine negativa della patologia psichiatrica. Un malessere che il dipartimento di sanità mentale di Campobasso ha deciso di combattere su due fronti: quello dei migliori standard performativi delle cure e quello, non meno importante, dell’adeguata correttezza delle informazioni relative al disturbo psichico. E’proprio in quest’ottica che va inquadrata la convocazione della conferenza stampa che i vertici del dipartimento hanno tenuto ieri nella sala riunioni dell’Asrem di Campobasso: un momento per presentare le iniziative intraprese e per fare un bilancio delle attività condotte negli ultimi anni. Una sorta di ponte tra passato e presente, che getta lo sguardo sulle prospettive future. Ad illustrare i

contenuti dell’incontro è stato il dottor Veltro, soddisfatto dei risultati e del progresso raggiunti dall’ente, soprattutto nell’ultimo decennio: “Dal 2000 ad oggi la realtà è cambiata drasticamente, sia per quanto riguarda l’organizzazione generale, che le pratiche di lavoro e la gestione delle risorse”. Tra gli interventi più rilevanti figurano la migliore e più efficiente strutturazione dello staff medico, la riorganizzazione delle “case famiglia” in apposite “comunità di riabilitazione psichiatrica”, l’istituzione di un centro diurno pronto per l’accoglienza di quindici pazienti gravi e gravosi, la creazione di ben nove ambulatori di psichiatria e del nuovissimo “centro di salute mentale”, ormai prossimo all’inaugurazione. Ma le novità riguardano anche gli aspetti prettamente clinici: “C’è stato un

diverso approccio valutativo e di pianificazione – ha sottolineato Veltro – che ha permesso la definizione di un piano di cura personalizzato per l’assistenza territoriale: un metodo assolutamente innovativo, costruito sulle esigenze di ogni singolo paziente. Particolare importanza, poi, assumono anche gli interventi di provata efficacia che abbiamo introdotto a partire dal 2000, tra questi figurano l’ intervento cognitivo di gruppo in reparto e quello di definizione di obiettivi e valutazione di abilità (il cosiddetto “Vado”), le pratiche di problem solving di gruppo e l’intervento psicoeducativo per il paziente e la famiglia. Grande attenzione meritano anche le attività di empowerment portate avanti dalle associazioni Vivere insieme, Promosam – Cb, Liberamente insieme e dalla cooperativa sociale Laboratorio aperto”. Oltre a garantire i livelli essenziali di assistenza l’ente ha osservato con estremo impegno il perseguimento delle “buone pratiche”, tra cui la corretta somministrazione dei farmaci e la pianificazione di percorsi di inserimento socio – lavorativo per i pazienti. Accanto alle note positive, però, compare anche qualche elemento di criticità: l’esigenza di un budget più generoso e di un organico più ampio per l’attività territoriale, in questo senso, sono problematiche che necessitano di essere affrontate quanto prima. Lu.a.

invece che recuperare soldi combattendo l’evasione fiscale. Non c’è assolutamente nulla sull’ente fiera (a parte l’adeguamento antincendio), per non parlare dell’edilizia pubblica che è stato uno dei cavalli di battaglia di questo sindaco ma che ora sembra più intenzionato a svendere questo patrimonio. E poi si è deciso di spendere 250mila euro per spostare la statua di San Giorgio (che ora si trova nell’atrio del Municipio, ndr) dentro villa dei Cannoni”. E il monumento di Gino Marotta dove andrà a finire? Nes-

suno lo sa ancora. Quello che invece è certo è che le case Cer “da oggi sono aggredibili – come ha spiegato l’ex assessore Parpiglia – e se pure saranno vendute gli introiti andranno a rimpinguare il fondo unico regionale invece di essere reinvestiti”. La conferenza-denuncia si è chiusa con una provocazione di Romano che ora propone di mettere una webcam in Consiglio e mandare le registrazioni in tv. “Con tutte le parole grosse che sono volate, l’audience è assicurato!” Assunta Domeneghetti

Cattolica, oggi il convegno sul “Dolore incidente oncologico”

CAMPOBASSO – Si terrà questa mattina dalle 9 nell’aula Crucitti dell’Università Cattolica di Campobasso, un incontro sul “Dolore incidente oncologico”. Si tratta di una condizione acuta che si sovrappone al dolore di base e affligge molti pazienti tumorali, non sempre di facile risoluzione ed estremamente invalidante per la qualità di vita. Anestesisti algologi, oncologi e medici di famiglia faranno il punto sullo stato dell'arte e metteranno a confronto le loro esperienze, coinvolgendo anche la preziosa figura dell'infermiere.

L’obiettivo è quello di elaborare strategie terapeutiche efficaci e migliorare l’integrazione tra il paziente e le varie figure professionali che insieme devono curare la sua sofferenza. Sono previste relazioni di esperti che provengono da centri italiani qualificati, che già da tempo collaborano scientificamente e professionalmente con il Dipartimento di Anestesia, Terapia Intensiva e Medicina del Dolore del Centro “Giovanni Paolo II” dell'Università Cattolica di Campobasso, diretto dal professor Marco Rossi.


CAMPOBASSO Ieri un altro incidente per fortuna di lieve entità. Mercoledì un tamponamento mortale

Statale 17, la strada del terrore Pronto a rubare, georgiano in manette

Si aggiravano con fare sospetto in via Conte Rosso e Piazza Andrea d’Isernia e per questo motivo hanno destato l’attenzione di un agente di Polizia, libero dal servizio, che da quel momento non li ha persi più di vista. Due di loro entravano nei portoni dei condomini mentre il terzo rimaneva a bordo dell’autovettura, un’Alfa Romeo 56. Accortisi di essere osservati hanno cercato di fuggire, ma uno di loro è stato bloccato dal poliziotto. L’uomo fermato ha quindi subito esibito la fotocopia di un documento di identità, mentre a supporto dell’agente è sopraggiunta una Squadra Volante della Questura di Campobasso. Immediatamente è scattata la perquisizione personale: addosso l’uomo bloccato sono state rinvenute un cacciavite e quattro card utilizzate

probabilmente per aprire le porte degli appartamenti. Accompagnato in Questura e, durante la fase di identificazione, è stato inoltre accertato che il documento di riconoscimento esibito non era il suo. Infatti, il personale del Gabinetto di Polizia Scientifica ha rilevato la sua reale identità: L. B. cittadino georgiano di 30 anni. A suo carico risultava un decreto di espulsione emesso dal Prefetto della provincia di Chieti al quale lo stesso non aveva ottemperato. Il 30enne è stato dunque tratto in arresto e ieri mattina processato con il rito direttissimo. Inoltre, è stato denunciato, in stato di libertà, per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, mancata esibizione di documenti agli agenti di polizia e sostituzione di persona.

Lisa Galuppo oggi compie 18 anni Per lei ora è passata un’epoca, non è più una bambina e potrà vivere la sua vita con più intensità, gioia ed entusiasmo. A Lisa vanno gli auguri più sinceri ed affettuosi degli amici, dei parenti e della redazione della Gazzetta del Molise.

8 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010

E’ una strada pericolosa la statale 17. Luogo di continui incidenti e decessi. Particolarmente rischioso è il tratto al bivio di Bojano dove, ieri mattina, in direzione Campobasso, c’è stato l’ennesimo incidente. Niente di grave fortunatamente: un tamponamento in cui sono rimaste coinvolte un’auto ed un furgone portavalori. Sul posto, ancora una volta, i Carabinieri di Bojano, gli stessi che si stanno occupando della dinamica del sinistro che tre giorni fa ha stroncato la vita del 60enne Pasquale Pacifico. Ieri, nella chiesa di San Paolo a Campobasso i funerali. Mentre resta in grave condizioni, ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale Cardarelli del capoluogo, la 37 enne che viaggiava con lui a bordo

Il Prefetto Scammacca va in pensione e lascia il Molise

della Fiat Punto. La coppia era diretta a San Massimo quando l’auto è stata violentemente tamponata da una Seat Ibiza. Qualche mese fa, sempre sulla SS 17, i trentenni Salvatore Romano e Fausto Salotto, entrambi, a bordo di una Audi A4, tamponarono violentemente, durante la notte un camion che trasportava polli. Il primo morì sul colpo, il secondo un giorno dopo il ricovero in rianimazione al Cardarelli. Nel marzo del 2009 un gravissimo scontro automobilistico costò la vita a due militari in forza alla Compagnia di Bojano, al momento dello scontro in servizio, e ad un uomo di Macchiagodena. Sempre lo scorso anno, ad agosto, in un altro tratto della statale, morì il 36enne di Bojano Saverio Patullo.

Sarà mercoledì prossimo l’ultimo giorno di lavoro del prefetto Stefano Scammacca. Giunto nel capoluogo in sostituzione di Carmela Pagano, Scammacca andrà in pensione lasciando il Molise, dove era giunto lo scorso gennaio. Nato il 25 giugno 1943 ad Altavilla Milicia in provincia di Palermo. Laureato in Giurisprudenza e conseguita l'abilitazione all'esercizio della professione forense, è entrato a far parte dell'Amministrazione Civile dell'Interno nel 1972, prestando servizio presso le Prefetture di Enna, Trapani e Catania, dove è stato Vice Capo di Gabinetto dal 1982, Capo di Gabinetto dal 1984 e Vice Prefetto Vicario dal 1991. Nel 1996 è stato trasferito a Roma presso il Ministero dell'Interno. Nel 1997 è stato nominato Prefetto di Ravenna. Dal 2003 è stato Prefetto di Messina e, dal 2007, Rappresentante del Governo per la Regione Sardegna. Nell'arco della carriera ha ricoperto numerosi incarichi tra cui: Coordinatore in emergenze di Protezione Civile; Commissario governativo antimafia in Comuni sciolti per sospetti di infiltrazioni mafiose; Docente di Diritto Amministrativo per Segretari Comunali e presso la Scuola Superiore dell'Amministrazione dell'Interno. Nel 2003 è stato nominato Commissario del Governo per la realizzazione del porto di Tremestieri di Messina. E'autore di numerosi interventi e relazioni in convegni e riunioni di studio.

A Matrice la “giornata di promozione del territorio” La suggestiva cornice di Santa Maria della strada ospiterà la “giornata di promozione del territorio” in programma a Matrice il prossimo 27 giugno dalle 10 alle 18. Iniziative e interventi in difesa del patrimonio naturale molisano si susseguiranno nel corso della manifestazione, che affronterà in modo particolare l’attualissimo tema dell’”eolico selvaggio”. All’evento parteciperanno associazioni, cittadini, esponenti della classe politica locale, giornalisti e agricoltori. Sono già fatto numerose le adesioni riscontrate, tra cui quelle del comitato nazionale del paesaggio, dell’associazione italiana insegnanti di geografia, del comitato per la difesa del territorio di Matrice,

del movimento consumatori e dell’associazione ambientando Molise. Presenzieranno anche l’Alpa Molise, la sezione regionale del Wwf , la Lipu e l’associazione ecologisti democratici del Molise. L’incontro costituirà un’importante occasione per contrastare la costruzione di torri eoliche; fattore che potrebbe stravolgere le aree di rilevanza culturale e storica del Molise, come il sito archeologica di SaepinumAltilia, il teatro italico di Pietrabbondante oltre, appunto, al territorio di Santa Maria della Strada. Presenzieranno all’iniziativa anche il comitato per la difesa del territorio di Matrice, il movimento consumatori e l’associazione ambientando Molise. Lu.a.

A Roma ‘flash mob’ contro il nucleare

Blitz a Fontana di Trevi, acqua rossa

ROMA - 'Congelati' per un minuto accasciati a terra. Cosi' decine di persone hanno dato vita a un 'flash mob' contro il nucleare, a Roma. L'iniziativa si e' svolta nel pomeriggio di ieri in via del Corso, nel pieno centro, per 'riportare l'attenzione dei cittadini sul ritorno del nucleare in Italia', promossa da 'Greenpeace', gli 'Amici di Beppe Grillo' di Roma e 'Mondo Senza Guerre' e 'Senza Violenza'.

ROMA - Una piccola parte della vasca e dell'acqua di Fontana di Trevi colorata di rosso. Fuori programma stasera per turisti e romani. Meraviglia tra la gente, mentre pompieri e polizia municipale tentano di limitare i danni, armati di secchi e rotoli di carta per evitare che il colore copra altre parti della fontana. Nel 2007 Graziano Cecchini in un'azione da lui definita futurista coloro' tutta l'acqua della vasca di rosso.


CAMPOBASSO Guardia di Finanza, 236 anni di storia Risale al 5 ottobre 1774 la nascita della Guardia di Finanza. In quella data venne costituita la “Legione Truppe Leggere” per volere di Vittorio Amedeo III, Re di Sardegna. Fu il primo esempio in Italia di un Corpo speciale istituito per il servizio di vigilanza finanziaria sui confini, oltre che per la difesa militare. Nel 1862, poi, spazio al “Corpo delle

Guardie Doganali” per la vigilanza doganale, nonché, in tempo di guerra per la difesa dello Stato. Con la L.141/1881, il Corpo assunse la denominazione di “Corpo della Regia Guardia di Finanza” con la funzione di ““…impedire, reprimere e denunciare il contrabbando e qualsiasi contravvenzione e trasgressione alle leggi e regolamenti di finanza………””, di tutelare gli interessi dell’Amministrazione finanziaria e concorrere alla difesa dell’ordine e della sicurezza pubblica. Ieri il 236° Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza, un Corpo considerato il punto di riferimento per il raggiungimento di quegli obiettivi di giustizia ed equità fiscale che costituiscono le basi fondamentali per una sana ed armonica crescita della Nazione e per il rafforzamento della sua identità europea. Il decreto legislativo numero, 19 marzo 2001 nr. 68 ne ha esaltato il ruolo di Forza di Polizia con competenza generale in materia di sicurezza economica e finanziaria a tutela del Bilancio Pubblico, delle Regioni, degli Enti Locali e dell’Unione Europea. Doveroso ricordare, in-

fine, il pesante contributo di sangue offerto dalla Guardia di Finanza alla Patria in occasione dei due conflitti mondiali, per il quale la bandiera di guerra del Corpo è stata insignita della massima onorificenza: la medaglia d’Oro al Valor Militare. Le celebrazioni, ieri, hanno avuto inizio presso la sede del Comando Regionale Molise, con gli onori ai Caduti della Guardia di Finanza e con la deposizione di una corona di alloro sulla lapide dedicata alla memoria del Finanziere molisano Antonio Zara, insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare. La commemorazione è proseguita nella splendida cornice di piazza Vittorio Emanuele II di Campobasso, alla presenza del Comandante Regionale Molise Gen. B. Fernando Verdolotti - ed ha visto la partecipazione delle massime Autorità civili, militari e religiose locali e regionali. Presenti i Gonfaloni della Regione Molise, della Provincia e del Comune di Campobasso, il Meda-

gliere del Nastro Azzurro e le rappresentanze, con labaro, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma. La cerimonia si è svolta con lo schieramento di un reparto in armi, composto da militari del contingente ordinario, di mare e da militari AT.PI., nonché di una rappresentanza di Finanzieri in congedo della locale Sezione Anfi. Dopo la resa degli onori al Comandante Regionale Molise, è stata data lettura dell’ordine del giorno del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Gen. di Corpo d’Armata Nino Di Paolo, primo Ufficiale proveniente dalla Guardia di Finanza a diventare Comandante Generale del Corpo e, successivamente, del messaggio augurale del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Vi è stata quindi una breve allocuzione del Generale Verdolotti, cui ha fatto seguito la consegna delle ricompense di ordine morale ai militari particolarmente distintisi in attività di servizio.

Attività delle fiamme gialle, bilancio degli ultimi mesi Durante la cerimonia per il 236° anniversario della Guardia di Finanza sono stati resi pubblici anche i risultati operativi conseguiti dalle Fiamme Gialle negli ultimi mesi. Per quanto riguarda l’attività di controllo fiscale sono stati ispezionati 325 soggetti economici, di cui 28 sono risultati evasori. A tal proposito sottratti alla tassazione oltre 63 milioni di euro, di 16.771.591 euro le violazioni all’iva e di 423.616 le ritenute non operate o non versate. Nell’intento di incrementare la presenza ispettiva sul territorio e di accrescere l’impegno al contrasto dell’evasione fiscale e contributiva perpetrata tanto dai soggetti “noti al Fisco” quanto da chi opera nel contesto dell’economia sommersa, inoltre, sono state ulteriormente sviluppate anche le innovative metodologie di “lavoro a progetto”, predisposte dai Reparti Speciali e condotte sul campo dai Reparti territoriali. Nello specifico settore del contrasto all’economia som-

mersa, in aderenza alle direttive emanate dall’Autorità di Governo che ha richiesto l’attuazione di specifiche iniziative tese ad incrementare la lotta al lavoro sommerso, sono stati eseguiti anche specifici interventi “a massa”, predisposti su tutto il territorio regionale, per quanto riguarda la lotta al lavoro sommerso (45 i lavoratori in nero, 24 i lavoratori verbalizzati). Per reati fiscali, inoltre, in particolare sono state denunziate 42 persone; 58 le violazioni accertate. Circa i controlli strumentali contestate 233 violazioni. 960 i verbali in merito a controlli su strada e a posteriori. Tra i settori fiscali più delicati quello delle accise dove sono state riscontrate 6 violazioni. Ed ancora di 22.500 euro la frode al bilancio comunitario Nel medesimo settore di servizio, una complessa attività di polizia giudiziaria è stata condotta dal Nucleo di Polizia Tributaria di Campobasso: individuate due imprese del basso Molise che, at-

traverso raggiri e l’utilizzo di false fatture, avevano indebitamente percepito finanziamenti comunitari per un importo complessivo di 200.000 euro, già segnalati per il recupero nel 2009. Le indagini, avviate da oltre un anno, hanno consentito di denunciare 5 soggetti per truffa, falso e reati tributari, Nel contrasto alla Criminalità Organizzata il “G.I.C.O.” (Gruppo Investigativo sulla Criminalità Organizzata) , dopo la denuncia presentata da un cittadino per un tentativo di estorsione, ha condotto una mirata attività di polizia giudiziaria corroborata da indagini di natura tecnica, che ha permesso di individuare due soggetti con gravi pregiudizi penali e collegati alla criminalità organizzata che avevano posto in essere azioni intimidatorie volte ad estorcere alla vittima la somma di 40.000 euro. I due responsabili sono stati tratti in arresto in esecuzione di altrettanti provvedimenti restrittivi emessi dall’Autorità Giudiziaria Particolare impegno, poi, è stato

rivolto alla contraffazione dei marchi ed alla pirateria audiovisiva ed informatica dove sono state riscontrate 5 violazioni con il sequestro di 495 pezzi tra materiale informatico ed audiovisivo. Guardia di finanza impegnata anche sul fronte della lotta al traffico delle sostanze stupefacenti. Portata a termine una complessa indagine di polizia giudiziaria nei confronti di un sodalizio criminoso dedito al traffico internazionale di stupefacenti. L’operazione di servizio denominata “Umbra Maghreb”, iniziatata nel novembre 2007 e conclusa nel mese di marzo 2010, ha consentito di disarticolare una complessa organizzazione criminale composta principalmente da soggetti di origine nordafricana che, grazie ad un collaudato “apparato logistico”, si approvvigionava in Spagna alimentando il mercato dell’hashish nella regione. L’attività investigativa ha

consentito, nel suo complesso, di trarre in arresto 5 responsabili in flagranza di reato, di eseguire 10 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettante persone nonché di sottoporre a sequestro circa 30 Kg di stupefacente. Ed ancora, l’attività svolta dal servizio navale del Corpo di Termoli ha assicurato costantemente la vigilanza in mare, per fini di polizia finanziaria, ed ha concorso attivamente ai servizi di polizia marittima, di assistenza e di segnalazione, nonché a tutela dell’ambiente e dell’inquinamento lungo le coste. La Guardia di Finanza partecipa, in termini di concorso, alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. L’attività viene quotidianamente svolta attraverso i servizi di controllo del territorio, assicurati anche dal servizio di pubblica utilità “117” a cui sono pervenute negli ultimi mesi 62 chiamate.


SPETTACOLI Oggi il concerto del collettivo molisano della Riserva Moac

Musica, collante universale Il Baranello Free Festival giunge alla seconda serata BARANELLO - Il Baranello Free Festival, giunto alla seconda edizione, trova consensi grazie ad una semplice ma efficace scelta musicale. Ieri sera il live della brass band dei Magicaboola, oggi tocca ad uno dei gruppi molisani più noti in ambito nazionale ed internazionale: La Riserva Moac. Il collettivo molisano, è in promozione dell’album “La musica dei popoli” uscito nel 2009. E’ il secondo lavoro, quello che segue “Bienvenido”. Nel nuovo album la commistione tra folk, tradizione e contemporaneo, è più marcata. Nuove sonorità, più electro, si sono affacciate in alcune produzioni. Nel complesso, l’album attesta la Riserva tra i gruppi più bravi nel loro campo. Oggi si parte alle 19.00 con la performance de I Battitori, alle 22.00 La Riserva Moac, tutto in largo Spiano. Organizza la Proloco.

Notte Bianca

Miss Italia Tra le novità del concorso regionale di Miss Italia, il promoter per il Molise Francesco Tomasso, ha voluto dare un’infarinatura di cultura generale e di portamento alle aspiranti miss. Idea certamente consequenziale all’involuzione, spesso, di giovani ragazze abbagliate dal luccichio del palco e ammaliate dalle sirene del succeso, a scapito spesso di una minima preparazione sulla società contemporanea o su cenni storici. Un plauso a Tomasso dunque, per questa scelta di stile che sta portando per questa edizione del concorso. Ieri lo staff è stato ospite del Calypso Discovillage di Petacciato, stamane dalle 10.30 i casting proseguono a Termoli alla Cale dei Longobardi, e alle 16.00 a Campobasso, corso di portamento presso Fisio Pro.

Nardi dj

Denis live PETRELLA TIFERNINA - Dalla scuola di Amici edizione 2009/10, Denis Mascia è stato tra i cantanti più bravi ma anche uno dei più discussi. Domani sera si eisbirà alle 21.30 in piazza Umberto.

Teatro dialettale MONTENERO DI BISACCIA - Oggi secondo appuntamento nel cartellone di teatro dialettale organizzato dalla BCC della valle del Trigno. Alle 21.00 in piazza della Libertà la compagnia teatrale Le voci di dentro propone “Tre pecure vezeieose”, commedia in tre atti in dialetto montefalconese. L’ultimo spettacolo si terrà il 3 luglio a Montefalcone nel Sannio, al lago, con la commedia in tre atti di De Filippo “Non è vero...ma ci credo”, della compagnia i Mercanti del teatro di Mafalda.

Ultima per San Amanzio JELSI - Chiude oggi la Festa di San Amanzio. Il programma prevede: alle 17.00 la processione del Santo, alle 22.00 il live di Radici nel Cemento (foto). A seguire fuochi d’artificio e musica balcanica. Durante la serata stand gastronomico con pane di mais unto con pancetta e peperoni.

VENAFRO - Tra le proposte estive a Venafro, una delle novità è il Palace Club al km 18.8 della ss venafrana. Oggi è ospite della console Filippo Nardi, ex GF2. Nato a Londra nel 1969, Nardi è ora un dj affermato di house, resident al Tenax di Firenze.

ISERNIA - Stasera ci sarà l’edizione 2010 de La Notte Bianca di Isernia (è il quarto anno) . Nel centro storico si sibiranno cinque band locali a partire dalle 22.00, ognuno avrà a disposizione 45 minuti: La Pingra, Sovraimpressione, Luigi Farinaccio, Morigan, Ich my Grandmother. Ci sarà anche teatro, nel chiostro di palazzo san Francecso (ore 22.00) la compagnia Le Maschere Nude propone “Così si ride a Napoli”. Subito dopo, in piazza Trento e Trieste, ci sarà lo spettacolo della cabarettista Laura Leo. Al cast degli ospiti si aggiunge Jonie Falcone (foto), la cantante italo-argentina già più volte in Molise. Si esibirà nel centro storico.

On the beach

FLASH

TERMOLI - Inaugura sabato 3 luglio la Cala dei Longobardi, sul lungomare, a ridosso del centro cittadino. Info 0874581124.

TERMOLI - La programmazione della discoteca Villa Paraiso, prevede questa sera il set di Joe T. Vannelli (foto) uno dei dj italiani più importanti e più famosi al mondo. FROSOLONE - Prosegue il tour di Anima Popolare. Dopo Vastogirardi questa sera saranno live al Queen Valley. BARANELLO - Domani termina il Baranello Free Festival con il concerto dei Noflaizon, in largo Spiano.

Blue Note

RIPALIMOSANI - “Refresh your night”, torna il sabato del Blue Note music club. Questa sera doppia pista, piscina, banchi bar nell’area garden e nella pista coperta. In consolle Angelo Frezza, Pippo Venditti, Faustino, Vito Lolaico.

D’Orazio, dopo i Pooh arriva Aladin

Un anno senza Jacko Eredità immensa

Dopo la separazione artistica dai Pooh, Stefano D’Orazio resta nel campo della musica allestendo e producendo il musical “Aladin” al debutto l’8 agosto al Festioval La Versiliana. Con lui, gli altri membri storici dei Pooh che hanno musiucato tutto lo spettacolo. Nel frattempo, il nuovo drummer della band è Steve Ferrone.

Il 25 giugno moriva Michael Jackson. Un anno senza di lui, ma il suo testamento musicale rimane immenso. Per la sua morte è accusato il medico personale Conrad Murray, mentre La Toya Jackson lancia accuse, affermando che il fratello Michael vale più da morto che da vivo. Vero. Il patrimonio della famiglia è crsciuto di un miliardo di dollari.

11 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010


Finanza, caccia agli evasori isernini

L’eolico passato di moda Si punta sul fotovoltaico

ISERNIA - Anche nel capoluogo pentro si sono svolti i festeggiamenti per i 236esimo anniversario della fondazione della Guardia di Finanza. Nel corso del suo discorso, il comandante d’Apollonio ha fatto il punto della situazione ed ha annuncuato un giro di vite contro gli evasori fiscali.

CAPRACOTTA. Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale approvato uno studio di fattibilità per la realizzazione di un impianto fotovoltaico su aree comunali. L’obiettivo dell’amministrazione è duplice: contribuire alla produzione di energia da fonte rinnovabile e procurare risorse per le casse comunali.

ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO A BIAGIO CIARAMELLA

Oggi il nostro oscar va ad una persona speciale. Ad un uomo che in soli quattro anni è riuscito ad entrare nei cuori di tantissimi isernini. A pochi giorni dal suo trasferimento forzato a Roma ci è sembrato giusto onorare il questore Biagio Ciaramella con questo ambitissimo premio. Per un’autorirà sono certamente importanti medaglie ed altri riconoscimenti, ma crediamo che sia ancora più importante conquistare la stima ed il rispetto della gente. E Ciaramella ci è riuscito in pieno. Complimenti questore e grazie per tutto quello che ha fatto per noi cittadini. Isernia non la dimenticherà tanto facilmente. Torni presto a trovarci perché questa ormai è anche la sua città.

IL TAPIRO DEL GIORNO AI LADRI DI GAZZETTE

Siamo alle solite. Non sono serviti a nulla i nostri appelli. Dopo un periodo di apparente tregua ecco rispuntare il ladro (o i ladri) di Gazzette. Ieri un nostro lettore è arrivato fino in redazione per segnalarci che c’è “qualcuno” che quotidianamente si carica in macchina tutte le copie free press presenti negli appositi contenitori, posizionati in diversi punti della città. Ma che cosa vuole da noi questo signore? Esca allo scoperto e ci faccia capire perché, e se, ce l’ha con noi. La Gazzetta sta diventando un vero e proprio tormentone. In tutte le case dei molisani è presente una copia e costantemente ci chiedono di aumentare il numero dei giornali. Forse questo successo non piace a qualcuno? Siamo scomodi? Se è così ci fa molto piacere.

Grazie di cuore www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il primo luglio prenderà servizio al Ministero degli Interni. La provincia lo ringrazia

Il questore Ciaramella va via “Mai nessuno come lui” Al suo posto negli uffici di via Kennedy arriverà Salvatore Torre ISERNIA - Ancora pochi giorni, forse poche ore e il questore Biagio Ciaramella andrà via dagli uffici di via Kennedy. Al suo posto arriverà nel capoluogo pentro Salvatore Torre, attuale vicequestore vicario di Caserta. Stamane Ciaramella saluterà i suoi uomini. Tutti gli agenti che in questi quattro anni gli sono stati vicini e con cui ha portato a compimento numerose operazioni di rilievo. Ma il questore se ne va da Isernia con la consapevolezza di aver fatto qualcosa di davvero importante. Al di là dei meriti professionali, ovviamente indiscutibili, Ciaramella si è fatto apprezzare anche per il suo carattere. Sempre disponibile al dialogo, spesso si è tolto i panni di massima autorità provinciale di pubblica sicurezza per mettersi quelli da confidente ed amico. Non di rado lo abbiamo visto parlare tra i cittadini, per capire quale fossero davvero i problemi di questo territorio. Un modo di affrontare le cose che è

piaciuto a tutti. Come quando decise di i abbellire a sue spese la piazzetta del passaggio a livello, dove c’è una bellissima statua di San Pio, santo a cui il questore è molto devoto. Ciaramella lascia ad Isernia e all’intera provincia il ricordo di un uomo tutto d’un pezzo. Le sua attenzioni sono state rivolte soprattutto ai giovani. Il suo primo obiettivo è stato quello di stroncare l’uso di sostanze stupefacenti tra le nuove generazioni, partendo dalla radice del problema, ovvero affrontare la delicata tematica del disagio giovanile. Per questo motivo, in questi anni, abbiamo visto sempre più poliziotti nelle scuole, per dialogare con gli alunni. In questi giorni sono stati tanti i cittadini che hanno chiamato in redazione per chiedere di pubblicare un saluto, un ringraziamento collettivo al questore Ciaramella. E noi abbiamo voluto accontentarli. Insieme a loro si uniscono ai ringraziamenti anche le auto-

rità locali e regionali. In primis il sindaco Melogli, il presidente della Provincia Mazzuto, il presidente della Regione, Michele Iorio e il senatore della Repubblica, Ulisse Di Giacomo. Il consiglio di amministrazione del Ministero degli Interni ha deciso di trasferirlo a Roma, proprio all’interno degli uffici del dicastero. Si tratta di un premio ad una carriera gloriosa. Un premio che, però, a detta degli isernini poteva essere ben più grande. Se solo dal Ministero si fossero informati meglio su quello che ha fatto Ciaramella ad Isernia, sicuramente il questore, avrebbe potuto ricoprire incarichi ancora più importanti. Ma si sa, la meritocrazia è un principio che in Italia ancora stenta a decollare e, probabilmente, questo vale anche all’interno delle forze dell’ordine. Biagio Ciaramella sarà ricordato anche come il questore che ha fortemente voluto la realizzazione della nuova Questura, in

località Nunziatella. Edificio che sarà inaugurato a fine anno. E per quell’occasione gli isernini si auspicano che ci sia anche Ciaramella. D’altronde è merito suo se la Polizia isernina avrà una nuova sede. Siamo certi che anche il sindaco Melogli, che ha sempre avuto ottimi rapporti con il questore, si impegni a ricordare in qualche modo il “passaggio” di Ciaramella nel territorio pentro. Siamo convinti, insomma, che tra il popolo isernino e il questore non si tratti di un addio, ma solo di un arrivederci.

Guardia di Finanza a caccia di chi non paga le tasse Durante i festeggiamenti per il 236esimo anniversario il comandante D’Apollonio ha tracciato il bilancio

ISERNIA - Nella mattinata di ieri, in Piazza Celestino V, la Guardia di Finanza ha celebrato il suo 236° anniversario di fondazione, con una suggestiva cerimonia militare. Alla presenza delle Autorità, ospiti e di numerosi cittadini, in rappresentanza dei militari del Comando Provinciale, si è schierata una Compagnia che ha reso gli onori di rito ai Gonfaloni della Provincia di Isernia e delle Città decorate al valor militare. Il Reparto è stato,

14 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010

successivamente, passato in rassegna dal Comandante Provinciale di Isernia, Colonnello Giacomo d’Apollonio, il quale, dopo la lettura del messaggio inviato alle Fiamme Gialle dal Capo dello Stato e dell’Ordine del Giorno del Comandante Generale, ha tenuto una breve allocuzione. L’Ufficiale, ha affermato che la ricorrenza sarà ricordata da tutta la famiglia delle Fiamme Gialle perché coincide con un avvenimento importante. Per la

prima volta, nella sua plurisecolare storia, il Corpo vede un ufficiale proveniente dalle sue stesse fila assumere la carica di Comandante Generale. Ha, poi, rappresentato che “la struttura organizzativa della Guardia di Finanza ha subito, nel corso del tempo, continue trasformazioni adattando tempestivamente, le proprie funzioni e le proprie strategie alle esigenze sempre più crescenti e sentite di sicurezza economica dei cittadini, delle imprese, delle Istituzioni. Al suo ruolo “antico” di polizia tributaria, si è sostituito quello più ampio di polizia economico-finanziaria dello Stato Italiano a difesa degli interessi nazionali e di quelli dell’Unione

Europea”. L’Ufficiale ha, infine, illustrato il bilancio dell’attività svolta negli ultimi 12 mesi dal Comando Provinciale, con risultati operativi estremamente lusinghieri c h e , spesso, a ragione della naturale riservatezza che connota l’operato della Guardia di Finanza, sono poco conosciuti

dal vasto pubblico. Sono state, quindi, consegnate ricompense di ordine morale a 4 militari, particolarmente distintisi nell’attività operativa.

Laura diventa maggiorenne ISERNIA - Grande festa per Laura Schioppa, diventata maggiorenne. Auguri dal padre Antonio, dalla mamma Antonella, dal fratello Gino, dal cugino Natalino e da tutti i parenti e gli amici. Auguri anche da La Gazzetta del Molise

Notte Bianca, negozi aperti fino al mattino

La bella Jonie Falcone stasera canta in città

ISERNIA - Con ordinanza dirigenziale è stato disposto che, in concomitanza con la Notte Bianca, tutti gli esercizi di vendita al dettaglio potranno derogare dall’obbligo di chiusura, dalla sera del 26 giugno alle ore 5:30 del mattino successivo.Inoltre, con analogo atto, sono stati disposti vari divieti di sosta e di transito.

Tra i tanti artisti che animeranno la notte bianca ad Isernia, stasera a partire dalle 22, nel centro storico della città si esibirà Jonie Falcone. Dal momento che Aldo Biscardi l’ha voluta per la sigla della sua nuova serie del “Processo”, l’eclettica Jonie Falcone, la cantante italo-argentina è di casa nelle chart discografiche internazionali.


ISERNIA Un’altra lettera dei pazienti che chiedono ai due medici di non andare in pensione

Ospedale, Tucci e Vigliardi non possono tornare a casa ISERNIA - Dopo l’intervento della 59enne, malata di tumore, in redazione nei giorni scorsi è arrivata una nuova lettera. Ce l’ha consegnata un’alta paziente del dottor Tucci. Una lettera che, però, è stata scritta da diversi cittadini che sono stati curati dai medi Tucci e Vigliardi e nella quale chiedono a questi ul-

timi e alle istituzioni di fare qualcosa per non mandare in pen-

Allarme incendi a Venafro, Comune contro piromani VENAFRO - Stante la “Dichiarazione dello stato di grave pericolosità di incendi sul territorio della Regione Molise”, il Presidente della Regione ha emanato un decreto contenente una serie di prescrizioni valide fino al 15 ottobre 2010. Negli ultimi anni, l’andamento climatico della stagione estiva e’ sempre caratterizzato da temperature elevate e scarsità di precipitazioni con derivante innalzamento del livello di rischio e pericolo degli incendi boschivi che, con il loro propagarsi, possono arrecare danni a persone, animali e cose con conseguenze pericolose sia per la sicurezza che per l’ordine pubblico. Il decreto n.149, sulla base dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’ottobre 2007 e dei nuovi piani regionali di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, contiene una serie di prescrizioni che vietano le seguenti attività nelle aree boscate e non, sottoposte a vincolo idrogeologico, nonché nelle pinete litoranee e nelle aree boscate anche non vincolate: Accendere fuochi e far brillare mine; bruciare sui campi la vegetazione spontanea o infestante; usare motori a scoppio, fornelli o inceneritori che producono faville o brace; fumare o compiere altre operazioni che possono creare pericolo di incendio; campeggiare, anche temporaneamente, parcheggiare o sostare con autoveicoli, motocicli e qualsiasi mezzo a motore nelle aree boscate; l’accensione di fuochi anche controllati entro il limite di 200 metri dal margine esterno delle superfici boscate. Gli stessi divieti hanno applicazione nelle aree predisposte e attrezzate per picnic e campeggio. Nei prossimi giorni, saranno affissi dei manifesti, per iniziativa del consigliere delegato all’Ambiente Sergio Petrecca, per richiamare ai cittadini l’esistenza dell’ordinanza sindacale n 49 del 28/05/2009, contenente norme comportamentali mirate a prevenire il pericolo incendi.

sione i due professionis t i . “Siamo tantissimi pazienti del dottor Tucci e Vigliardi ci uniamo a questi cari chirurghi che operano con tanto affetto ed amore al nostro ospedale di Iser-

nia. Sono due angeli custodi e vogliano unirci alla signora 59enne che pochi giorni fa ha rilasciato delle dichiarazioni al vostro giornale. Vogliamo lanciare un appello ai nostri politici o a chi per essi, che noi abbiamo bravi medici nel nostro ospedale, che sanno fare il loro lavoro, non solo con bisturi e forbici, medicine eccetera, ma anche con il sorriso e con la sincerità di dire la verità al malato, e stargli vicino nell’affrontare la malattia così come è successo per la signora 59enne. Ed è questo che conta per noi

malati. Avere al capezzale non solo camici bianchi, ma medici che hanno un cuore, e sia Tucci che Vigliardi hanno un cuore indescrivibile per ogni loro malato. Caro direttore, noi molisani non abbiamo bisogno di medici stranieri. I nostri bravi medici li abbiamo avuti sempre in casa: dal dottor Panzini, Di Pietro, Berardi, Durante. E lo stesso presidente della Regione, Michele Iorio, quando indossava il camice nell’ospedale isernino. Ci lasciassero, dunque, i nostri due bravi medici dal cuore grande”.

Capraccota punta sul fotovoltaico e aderisce al Patto dei sindaci CAPRACOTTA - Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale approvato uno studio di fattibilità per la realizzazione di un impianto fotovoltaico su aree comunali. L’obiettivo dell’amministrazione è duplice: contribuire alla produzione di energia da fonte rinnovabile e procurare risorse per le casse comunali che risentono drasticamente dei tagli imposti dal Governo centrale. L’impianto dovrà essere localizzato in un area in prossimità dell’impianto eolico, così da realizzare una vera e propria area per la produzione di energia verde alla stregua delle positive esperienze già vissute in località oltre confine, specialmente in Germania, dove negli ultimi anni si sono investite notevoli risorse in questo settore raggiungendo il duplice obiettivo di produrre energia pulita e creare occupazione in un momento di gravissima crisi economica internazionale. Risparmio energetico, rispetto per l’ambiente e risorse per il bilancio comunale. Questi sono i tre obiettivi che l’amministrazione comunale di Capracotta intende continuare a perseguire in una progetto che a media scadenza. “ Il consiglio comunale – commenta il Sindaco Monaco - oltre

ad approvare lo studio di fattibilità ha deliberato anche l’adesione al patto dei sindaci, l’ambizioso progetto promosso dalla commissione europea che vuole coinvolgere i Comuni d’Europa nella strategia 20-2020 consentendo ai Comuni che si impegnano a raggiungere questi obiettivi di essere in primo piano nella lotta al cambiamento climatico tramite l’attuazione di politiche locali basate su una migliore efficienza energetica. Per questo si intendono perseguire diverse finalità, produrre energia pulita, garantire entrate alle casse comunali e contribuire alle riduzione di emissione di anidride carbonica di almeno il 20% entro il 2020. Nei prossimi mesi sarà effettuato uno screening del nostro territorio e delle esigenze energetiche; di conseguenza sarà elaborato un ulteriore progetto e trasmesso alla Commissione Europea. L’obiettivo sarà quello di realizzare oltre all’impianto nell’area prevista dallo studio di fattibilità appena approvato, un impianto di dimensioni più ridotte di piena proprietà comunale per i consumi energetici

Carovilli, annullo filatelico per Celestino

Castelpetroso, blitz di Legambiente

CAROVILLI – In occasione della tappa cittadina della Peregrinatio Celestiniana, che consente di offrire alla venerazione dei fedeli le spoglie di San Pietro Celestino, compatrono del Molise, nell’anno giubilare a lui dedicato, Poste Italiane, su richiesta della Parrocchia Santa Maria Assunta, ha predisposto per oggi uno speciale annullo filatelic.o

Ieri alle ore 11 la Carovana degli Appennini di Legambiente si è fermata a Castelpetroso (Santuario) per un blitz a favore del parco del Matese. È stato srotolato un mega striscione e si è tenuta una conferenza stampa. Presente il responsabile Nazionale Aree Protette Antonio Nicoletti ed è stata data lettura di un messaggio di S.E. Mons. Bregantini.

comunali. Quest’ultimo risultato lo si vuole perseguire chiedendo un contributo alla Commissione Europea sulla base delle indicazioni strategiche del “Patto dei Sindaci” ovvero attraverso forme di autofinanziamento derivanti dalle risorse dell’impianto che si vuole realizzare a ridosso di quello eolico. Ultimamente la Provincia di Isernia ha proposto di affiancarsi ai Comuni che aderiscono all’ iniziativa; a questo proposito voglio ricordare che l’amministrazione provinciale già nel passato si era proposta per una simile iniziativa rimasta solo sulla carta, a scapito delle amministrazioni locali che avevano aderito all’iniziativa provinciale senza ottenere alcun risultato. Se la provincia ha proposte concrete le presenti subito, con chiarezza e dando termini certi. Intanto noi andiamo avanti.”

15 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010


TERMOLI Nella sua abitazione trovato oltre mezzo chilo di cocaina

Droga, giovane termolese arrestato a Pescara Con precedenti penali specifici si trovava ai domiciliari ed ora è stato nuovamente rinchiuso in carcere PESCARA – E' stato nuovamente arrestato per droga Giampaolo Brandi, il 24enne termolese ma residente a Pescara nella cui abitazione sono stati trovati 750 grammi di cocaina. L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri del centro abruzzese

che durante una perquisizione nella residenza del termolese, dove si trovava ai domiciliari, è stata trovata la droga. La sostanza stupefacente è stata rinvenuta in una scatola di scarpe nascosta sotto una tettoia: sequestrati anche due bilancini di preci-

sione ed altro materiale che gli inquirenti ritengono interessati. Dopo il ritrovamento e il sequestro della cocaina il giovane è stato rinchiuso in carcere. E' la quarta volta che finisce nel mirino delle forze dell'ordine e sempre per fatti legati alla droga. La prima

Federcoopesca: ridisegnare le misure per il settore

“Ora che il decreto sul fermo è stato firmato, possiamo metterci a lavoro per ridisegnare le misure per la pesca, raccogliendo l’invito del ministro Galan”. Queste le parole a caldo del segretario di Federcoopesca Massimo Coccia al via libera del ministro al provvedimento sul fermo pesca 2010, adottato il 21 giugno scorso dall’Unità di crisi. Una misura, quella del fermo, che, secondo l'associazione, nelle prossime stagioni dovrebbe essere più flessibile, in linea con le caratteristiche delle diverse zone di pesca. La proposta della Federazione della Confcooperative prevede: introduzione di un sistema di gestione della pesca che faccia perno su un numero massimo di giornate di pesca nell’arco dell’anno, con ristoro economico per operatori e imprese. “Crediamo- prosegue Coccia-, come sottolineato dal ministro, che il fermo sia sola una delle misure da mettere in campo per affrontare le difficoltà del settore”. Federcoopesca indica le priorità dell’agenda di lavoro dell’Unità di crisi: verifica dell’impatto dell’entrata in vigore del Regolamento comunitario 1967/2006; attuazione del sistema di fermo flessibile basato

16 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010

sul plafond di giornate di pesca; conferma della cassa integrazione; estensione alla pesca del regime speciale Iva agricolo; concessioni di deroghe per la pesca a strascico tra 0,7 e 1,5 miglia dalla costa per tutte quelle aree attualmente non comprese fra quelle in deroga; avvio di un piano di gestione per i rastrelli da natante; avvio del “Fondo per l’imprenditoria giovanile” nella pesca; costituzione di un gruppo di lavoro sulla legge delega, per identificare gli strumenti di regolazione utili per affrontare le nuove condizioni in cui il sistema pesca deve operare; costituzione di un gruppo di lavoro sulla Finanziaria 2011;dichiarazione dello stato di crisi per un utilizzo più agevole degli ammortizzatori sociali; iniziative utili a combattere il fenomeno del caro gasolio (accordo con Assopetroli per sconto sui prodotti petroliferi).“Tutto ciò - conclude Coccia- con la consapevolezza che lo stato di crisi della pesca potrebbe peggiorare quando in autunno saremo chiamati a fronteggiare le ulteriori conseguenze dei limiti posti dalle normative internazionali (pesca del latterino, sciabiche e reti a circuizione senza chiusura, divieto di pesca del pesce spada, per citare alcuni degli argomenti sul tavolo). Federcoopesca c'è e ci sarà e, come ha sempre fatto, darà il proprio sostegno e il proprio contributo di idee e di proposte”.

volta fu arrestato nel 2006 all'aeroporto di Orio al Serio e sottoposto ad esami radiologici allo stomaco si scopri che aveva ingerito 59 ovuli di cocaina. Due anni dopo finì nella rete della Squadra Mobile di Campobasso che lo arrestò perchè, insieme ad un

altro giovane, fu accusato di importare droga dal Sud America per poi rivendera a tossici del basso Molise. Gli furono concessi per la terza volta i domiciliari quando, nel 2009, venne fermato a Verona nell'ambito di un giro di narcotrafficanti.

Giornata di prevenzione malattie cardiologiche BASSO MOLISE - Il Gruppo CNAI Molise (Consociazione Nazionale Associazione Infermieri) in collaborazione con la Direzione Sanitaria del San Timoteo, il Comune di Termoli ed il Collegio Professionale organizza per domani in Piazza Monumento, una giornata di screening sui fattori di rischio cardiologico. Attualmente le malattie vascolari costituiscono la prima causa di morte nei paesi industrializzati. “Paradossalmente – dicono gli organizzatori – sono le malattie che possono essere precocemente prevenute e facilmente curate, prima che provochino danni spesso irreversibili”. Lo scompenso cardiaco è ormai considerato una vera e propria malattia sociale; si presume che nel 2010 ne saranno affetti 10 milioni di italiani. Nel 1991 le morti improvvise si aggirarono tra i 40-45 mila, mentre nel 2009 sono state 63 mila. In occasione della giornata di prevenzione per le malattie cardiovascolari verranno effettuati monitoraggi di ECG e pressione arteriosa, misurata la glicemia, effettuate consulenze cardiologiche e dati consigli utili a sani stili di vita. Sarà anche consegnato un questionario, anonimo, composto da cinque domande sui fattori di rischio più importanti che potrebbero portare ad una patologia cardiaca.

Tremiti, matrimonio collettivo a dodici metri di profondità ISOLE TREMITI – Questa mattina tante coppie giunte da ogni parte dell'Italia si tufferanno nelle acque delle Diomedee per convolare a nozze o per rinnovare il Sì. Tutte le coppie si tufferanno fino a raggiungere la profondità di 12 metri dove si trova ancorata la statua di San Pio. In totale saranno una cinquantina i sub che si immergeranno nelle stupende acque dell'Arcipelago, per un avvenimento organizzato da Don Francecso Ciabattoni, parroco di Monteprandone, nelle Marche, ed istruttore di sub.

Casacalenda: domani la“giornata della solidarietà”

Officina delle Buone Pratiche, oggi la presentazione

CASACALENDA - E’ stata presentata ieri la quinta edizione della giornata della solidarietà, iniziativa inserita nel programma “vivere nell’accoglienza”. L’evento è previsto per domani nell’area del parco Masciotta di Casacalenda. Oltre cinquanta bambini bosniaci, accolti da altrettante famiglie molisane, saranno ospiti di una giornata all’insegna della solidarietà e del divertimento.

TERMOLI – Questa mattina alle 11 in Piazza Duomo verrà presentata ufficialmente l’Associazione “Officina delle Buone Pratiche”. Saranno presenti i soci fondatori che illustreranno le ragioni della nascita dell’Associazione e le iniziative già compiute e da compiere per migliorare in termini culturali, ambientali e sociali il Territorio.


TERMOLI Mario Di Blasio deluso dal cambio di destinazione del mercato del pesce

Museo arcaicontemporaneo, parla l’assessore TERMOLI - Il Consigliere comunale di opposizione ed ex assessore ai Lavori Pubblici nella Giunta Greco, Giacomo Mario Di Blasio, in una nota esprime la propria delusione sulla scelta dell'Amministrazione di modificare la destinazione d'uso dei locali del piano superiore del mercato del pesce di Via Fratelli Brigida, la struttura doveva ospitare la sede del museo arcaicontemporaneo. “Ogni Amministrazione democraticamente eletta ha la prerogativa di attuare il suo programma di mandato ma alcune scelte che la Giunta Di Brino si accinge a adottare sembrano capotiche e dannose per la città. Basti pensare alla rinuncia all’intervento di project financing sul Cimitero o a quella di modificare la destinazione d’uso dei locali comunali di Via Fratelli Brigida ristrutturati dall’Amministrazione Greco per adibirlo a sede del museo arcaicontemporaneo così pervicacemente voluto per dare una prima importante struttura culturale alla Città. Erano stati organizzati dagli Assessorati LLPP e Cultura della Giunta Greco – scrive Di Blasio diversi incontri con la Sovrintendenza

Regionale per concordarne modalità di gestione e fruizione, ricevendone plauso e compiacimento; ora rinviare l’apertura della struttura nasconde la chiara volontà politica di mettere in secondo piano le esigenze culturali della Città. Si può anche concordare sulla migliore adeguatezza dei locali dell’ex Cinema Adriatico o del Palazzo Crema per le attività museali ma è opportuno chiedere: in che modo si pensa di averne disponibilità posto che sono immobili privati oggetto anche di contenziosi?; con quali risorse si potranno acquistare?; con quali risorse si potranno realizzare i costosi interventi di ristrutturazione e adeguamento?; quando potranno essere materialmente fruibili? Certo le esigenze delle Associazioni sono indilazionabili tant’è che l’Amministrazione Greco, al fine di mettere a disposizione adeguati spazi per lo svolgimento delle loro attività, aveva in corso di approvazione il progetto finanziato per realizzazione di una struttura moderna e innovativa per la città nella sede dell’ex mercato di via Cina. Questo progetto – scrive ancora Di Blasio -, che ha ricevuto

i pareri positivi dei VVFF e dei Beni Culturali, prevede la realizzazione di locali uffici per le Associazioni nonché una saletta multimediale, con circa 250 posti a sedere, ove poter svolgere convegni, incontri, dibattiti mediante l’ausilio anche di supporti multimediali. Per questo la prospettata modifica di destinazione d’uso ci appare inopportuna, dilatoria ed antieconomica oltreché in contrasto con le caratteristiche tecniche ed impiantistiche dei locali e le finalità del finanziamento. Ora viene da chiedersi per quale ragione una scelta fatta addirittura dalla Giunta Di Giandomenico, poi condivisa ed avallata da quella Greco, viene rinnegata? Quali sono le motivazioni che animano il sindaco Di Brino? Deve forse scontare qualche debito elettorale verso qualche Associazione? A me poco interessa se non constatare che le scelte amministrative non sono improntate, come si dovrebbe per ogni buon amministratore, al risparmio, all’efficienza ma prima ancora all’interesse generale. Bene farebbe il Sindaco Di Brino – conclude Mario Di Blasio - ad accelerare l’approvazione del progetto di riorganiz-

Polo velico remiero, mozione della minoranza

TERMOLI – Ogni anno, con l'approssimarsi dell'estate e con le calendarizzate gare agonistiche nautiche si torna a parlare del Polo velico remiero. In questo caso sono i consiglieri comunali di opposizione a presentare una mozione e chiedere delucidazioni sui finanziamenti pubblici, lo stato della progettazione esecutiva, i tempi previsti per l’approva-

zione, i tempi stimati di inizio dei lavori. “Il Ministro per il Turismo e lo Spettacolo in data 24.12.1988, con proprio decreto, autorizzava il Comune di Termoli ad accendere con la Cassa Depositi e Prestiti un mutuo di £ 1.275.000, con oneri di ammortamento a carico totale dello Stato per “Misure urgenti per la costruzione e l’ammodernamento di impianti sportivi; per la realizzazione o completamento di strutture di base e per l’utilizzazione dei finanziamenti aggiuntivi a favore di attività di interesse turistico” (“Mondiali Italia ’90). Il Comune di Termoli – continua il testo della mozione - intese destinare queste risorse al completamento degli impianti sportivi del Polo Velico Remiero ma, non riuscendo a dare inizio ai lavori entro il triennio dalla concessione del mutuo, vide sospeso il finanziamento in coerenza con le disposizioni della successiva legge nel piano degli investimenti delle Opere Pubbliche e nel Piano di Gestione del 2007 è stato previsto un ulteriore stanziamento di 400mila euro per il

Sicurezza, annullato il vertice con le forze dell'ordine TERMOLI - E' stato annullato il vertice sulla sicurezza con le Forze dell'Ordine indetto per oggi nella città adriatica. L'annullamento è dovuto in quanto il Prefetto di Campobasso, Stefano Scammacca, ha convocato per mercoledì 30 Giugno il Comitato Provinciale sulla Sicu-

rezza a cui è stato invitato anche il Sindaco di Termoli, Basso Antonio Di Brino. L’incontro istituzionale di Termoli con le forze dell’ordine era stato programmato dal Sindaco dopo gli atti di vandalismo registrati nel Borgo Antico e in vista della stagione estiva.

completamento delle opere relative al Polo Velico Remiero ad integrazione del mutuo che decreti e leggi successive ne consentivano il riutilizzo attraverso la richiesta di devoluzione. Il 30 ottobre 2007 la Giunta comunale approvava il progetto definitivo dei “Lavori di completamento del Polo Velico Remiero”, a seguito di intensa attività di raccordo con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, anche a cura dell’allora Direttore Generale Donato. Petrosino; da ultimo il Comune di Termoli, lo scorso 5 Febbratio, ha chiesto tra l’altro la devoluzione del mutuo per la realizzazione del progetto. A fine Aprile il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha trasmesso al Comune il decreto di devoluzione del mutuo e il 13 Maggio la Giunta comunale ha autorizzato l’affidamento dell’incarico della progettazione esecutiva e direzione dei lavori per i Lavori di completamento del Polo Velico Remiero”. Per questi motivi i Consiglieri di opposizione chiedono di sapere a che punto sono le procedure.

“Alcune scelte che la giunta Di Brino si accinge ad adottare sembrano capotiche e dannose per la città” zazione dell’ex mercato di via Cina perché la Città, oltre che poter mettere a disposizione locali funzionali e

confortevoli per le associazioni, disporrebbe di una saletta multimediale con tante occasioni qualificanti di utilizzo”.

Regata storica San Basso: chi ha vinto la lotteria?

TERMOLI – L'Assessorato competente è al lavoro per definire e stilare il cartellone degli appuntamenti dell'Estate Termolese. Vista la carenza di disponibilità finanziaria comunale il cartellome potrebbe essere ridimensionato fermo restando la festa del patrono San Basso, Sagra del Pesce e incendio del Castello. Non si hanno ancora certezze se nella scaletta verrà inserita la Regata storica di San Basso

che tanto successo ottenne lo scorso anno anche per essere collegata all'omonima lotteria. E a proposito di quella lotteria i premi in palio sono stati ritirati? L'estrazione avvenne nei Cantieri navali MCM alla presenza anche del presidente della Lega Navale di Termoli, Gerardo Covella, e dall'urna furono estratti i biglietti vincenti. Il primo premio, una barca Manò 17, al biglietto serie C 2361; secondo premio, motore Mercury 3.5 CV, al biglietto AO850; terzo premio, Tender 185, al biglietto AO795. La domanda che molti termolesi si pongono è questa: i premi sono stati consegnati ai vincitori?

Oggi sposi, auguri a Vincenzo e Chiara TERMOLI – Boris Corvo e la sua famiglia partecipano alla gioia degli amici Vincenzo Esposito e Chiara Morlacchetti che oggi convolano a nozze. Ai novelli sposi augurano una lunga vita insieme piena di felicità e con l'auspicio che annuncino al più prsto l'arrivo di un erede di spiccata fede milanista. A Vincenzo e Chiara infiniti auguri anche da parte della redazione de “La Gazzetta del Molise”.

Piano casa, l'approvazione in consiglio comunale

Raccolta differenziata, al via terzo ritiro dell'umido

TERMOLI – Il prossimo 30 Giugno alle 18,30 si riunisce il Consiglio comunale. Tra i punti in agenda l'approvazione del Piano casa comunale. Tra gli altro argomenti da discutere la mozione sulla Consulta dello Sport presentata dai Consiglieri di opposizione e un ordine del giorno sempre della minoranza.

TERMOLI – Ha preso il via e durerà fino al 15 settembre il terzo passaggio settimanale per la raccolta dei rifiuti umidi. Il servizio è diviso per settori e il lunedì interessa Rio Vivo, il mercoledì nel centro città, sabato la zona Ovest e domenica la zona Nord. Come ha informato la Teramo ambiente il servizio è riproposto per tutto il periodo estivo.

17 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010


Basket, the English Experience verso la fine

Equitazione, risultato storico per Donato Vena

È giunta a metà del percorso l’esperienza inglese (l’iniziativa voluta con forza dal numero uno della Fip territoriale, Marco Lombardi) della delegazione molisana della Federbasket. Il giovedì a Worthing del team affidato alle cure tecniche di Alessandro Di Pasquale con Laura Russo leader del gruppo è stato pieno così come i giorni precedenti. A PAG. 21

“Le aspettative erano elevate e Donato non ha affatto deluso i nostri auspici. Dopo una prima giornata non del tutto positiva dove Donato ha fatto registrare una percentuale punti pari al 66,7% che gli ha permesso di attestarsi al secondo posto, nel secondo giorno di gare Donato ha tirato fuori dal cilindro una performance eccellente ottenendo il primo posto assoluto e di conseguenza il titolo di Campione d’Italia di Equitazione Paralimpica. A PAG. 22

ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it CAMPOBASSO, LA CAMPAGNA ACQUISTI STA ENTRANDO NELLA FASE CRUCIALE Campobasso attivo sul mercato, anche se la campagna acquisti ancora non si apre ufficialmente. Dal 1° luglio, infatti, sarà possibile sottoscrivere i contratti. La dirigenza rossoblù è impegnata in questi giorni su due fronti. Per il capitolo riconferme, oltre a Minadeo e Todino, sono vicini alla firma anche Follera, Maglione e Gallicchio. Per Bernardi l’accordo c’è, ma resta da definire piccolissimi dettagli. In queste ore la dirigenza sta cercando di ingaggiare Verrecchia e strapparlo all’accanita concorrenza. Fernando Verrecchia, classe ‘89, è di proprietà del Benevento detiene il suo cartellino in comproprietà con il Frosinone.Si tratta di un esterno offensivo di centrocampo che ha fatto molto bene negli ultimi anni soprattutto nella Berretti del Benevento. A PAG. 20

SUCCESSO DELL’ISERNIA GOLF CLUB PER LA PITCH E PUTT IN NOTTURNA Mercoledì 23 giugno s’è disputata una gara di ‘Pitch & Putt’ in notturna, in occasione della ‘Golf Cup 2010’ organizzata dalla Banca Mediolanum. Oltre trenta golfisti si sono sfidati sui campi dell’Isernia Golf Club dando vita ad una gara molto tecnica, resa suggestiva dal crepuscolo. La ‘notturna’ organizzata dall’Isernia Golf Club in collaborazione con la Banca Mediolanum rientra in un circuito nazionale la cui finale si disputerà il 24 settembre 2010 presso il Palazzo Arzaga Hotel & Spa Golf Resort in provincia di Brescia. Walter Giancola ha vinto nella prima categoria col punteggio netto di 31. Al secondo posto è giunto David Paul Di Lallo che ha totalizzato 24 punti. A PAG. 20

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

Venafro, torna tutto come prima La parentesi D’Elena è durata poche settimane, ora Patriciello è pronto a riprendersi la società Per il calcio venafrano sembrava essere cominciata una nuova era e già si respirava aria di cambiamento. Dopo dieci anni di presidenza targata Nicandro Patriciello per il club bianconero sembravano essersi spalancate le porte del rinnovamento con l’ingresso in società dell’imprenditore casertano Domenico D’Elena il quale circa un mese fa aveva provveduto all’acquisizione del titolo sportivo dell’Unione Sportiva Venafro e, attraverso la diramazione di un comunicato ufficiale inviato agli organi di informazione, aveva annunciato di essere il nuovo presidente del sodalizio venafrano il cui organigramma societario sarebbe stato rinnovato in tutte le sue componenti. E sempre attraverso un comunicato stampa era stato annunciato qualche settimana fa il nuovo allenatore Pasquale Ussia il quale però, da noi contattato, ha preferito non sbilanciarsi troppo in me-

rito a questa “investitura” adducendo come motivazione la necessità di concludere e puntualizzare alcuni aspetti economici e tecnici prima di potersi definire al 100% l’allenatore del Venafro. E questo è stato senza dubbio il primo campanello di allarme( per cui qualcosa cominciava a scricchiolare) a questo però ne è seguito subito un altro: la mancata presentazione ufficiale al cospetto di stampa e tifosi del nuovo allenatore, annunciata per giorni e mai avvenuta. Infine l’ultima comunicazione ufficiale, quella di mercoledì, che ha messo definitivamente la parola fine alla presidenza “lampo” di D’Elena. A questo punto in primis i tifosi bianconeri, già scossi dalle ultime annate calcistiche e soprattutto apparsi disaffezionati alle vicende sportive del Venafro, si interrogano su quale sarà il futuro della società e quindi della squadra e staff tecnico. Pensare ad un Venafro

Lupi, la campagna acquisti entra nel vivo Campobasso attivo sul mercato, anche se la campagna acquisti ancora non si apre ufficialmente. Dal 1° luglio, infatti, sarà possibile sottoscrivere i contratti. La dirigenza rossoblù è impegnata in questi giorni su due fronti. Per il capitolo riconferme, oltre a Minadeo e Todino, sono vicini alla firma anche Follera, Maglione e Gallicchio. Per Bernardi l’accordo c’è, ma resta da definire piccolissimi dettagli. In queste ore la dirigenza sta cercando di ingaggiare Verrecchia e strapparlo all’accanita Fernando Verrecchia concorrenza. Fernando Verrecchia, classe ‘89, è di proprietà del Benevento detiene il suo cartellino in comproprietà con il Frosinone.Si tratta di un esterno offensivo di centrocampo che ha fatto molto bene negli ultimi anni soprattutto nella Berretti del Benevento. Le operazioni maggiormente complicate si registrano per l’attacco, reparto in cui bisogna effettuare dei sacrifici economici . Sfumato Covelli, che come noto si è accordato con la Sambenedettese, società leader del mercato che è addirittura già partita con la campagna abbonamenti , si stanno seguendo in queste ore piste alternative. Una delle quali porta all’ex Trivento ed Atessa Lazzarini. Ma l’operazione sarebbe complicata per due aspetti: il primo riguarda l’elevato ingaggio economico, il secondo è più meramente tecnico. Lazzarini, infatti, non si trova proprio a sua agio con il 4-3-3 di Carannante, ma preferisce avere accanto a sé una seconda punta: con Miani quest’anno ha fatto meraviglie. Tuttavia non è detto che l’operazione non possa concludersi positivamente. IR

20 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010

senza Patriciello appare realisticamente molto difficile e dunque è ormai scontato un ritorno in sella alla società per proseguire un percorso che ormai va avanti da un decennio. La novità però e che potrebbe non ricoprire il ruolo di presidente che verrebbe affidato ad una persona di fiducia, e novità potrebbero esserci anche per i ruoli di diesse e allenatore per cui le conferme di Capaccione ed Urbano non sembrano affatto scontate. La prossima settimana si comincerà a lavorare sul serio e potrebbero così arrivare le prime ufficializzazioni. JSV

Nicandro Patriciello

Grande successo dell’Isernia Golf Club per la gara di ‘Pitch & Putt’ in notturna Mercoledì 23 giugno s’è disputata una gara di ‘Pitch & Putt’ in notturna, in occasione della ‘Golf Cup 2010’ organizzata dalla Banca Mediolanum. Oltre trenta golfisti si sono sfidati sui campi dell’Isernia Golf Club dando vita ad una gara molto tecnica, resa suggestiva dal crepuscolo. La ‘notturna’ organizzata dall’Isernia Golf Club in collaborazione con la Banca Mediolanum rientra in un circuito nazionale la cui finale si disputerà il 24 settembre 2010 presso il Palazzo Arzaga Hotel & Spa Golf Resort in provincia di Brescia. Walter Giancola ha vinto nella prima categoria col punteggio netto di 31. Al secondo posto è giunto David Paul Di Lallo che ha totalizzato 24 punti. Il primo classificato della seconda categoria è stato Fabrizio Formichelli, giovanissimo golfista molisano dal futuro radioso, capace di concludere la propria performance col punteggio di 38. Alle sue spalle Vincenzo Iovino, distanziato di due lunghezze. Carlo Potena s’è aggiudicato il primo premio nel punteggio netto totalizzando 27. Nella categoria ‘Lady’ ha vinto Raffaela Vizoco con un punteggio lordo di 27. Ovviamente tra gli ‘Junior’ il vincitore è stato Fabrizio Formichelli mentre tra i ‘Senior’ ha prevalso Umberto Martella con un punteggio lordo di 27. Oltre 200 ospiti, in occasione della gara, hanno assiepato la club house dell’Isernia Golf Club per un evento che ha incontrato il gradimento di golfisti e visitatori. Fabrizio Formichelli, Walter Giancola e Carlo Potena, aggiudicandosi le rispettive categorie, hanno ottenuto la possibilità di partecipare alla finale di Arzaga durante la quale proveranno a difendere il prestigio del Molise. Tra gli ospiti, al termine della serata, è stato sorteggiato un fine settimana per due persone nel Tirolo austriaco in un prestigioso resort cui è annesso un campo da golf.

Allegri al Milan:“Sono molto contento di questo giorno”

Cannavaro:“Nulla cancellerà mai il 2006”

La firma sul contratto e poi il pranzo in un noto ristorante milanese: 'Sono molto contento di questo giorno', ha detto Massimiliano Allegri. Il neo tecnico rossonero uscendo dal locale, accompagnato da un Adriano Galliani che pero' non ha rilasciato dichiarazioni, ha aggiunto: 'è stato un mese un po' lungo però sono contento.Ora avremo tutto il tempo per preparare la stagione'.

'Non mi vergogno di dire che ho pianto. Ma nulla potrà mai cancellare quello che abbiamo fatto nel 2006', tiene a dire Cannavaro. Il capitano azzurro argomenta: 'se questa maglia azzurra è più pesante è perché la quarta stella ce l'abbiamo messa noi'. Orgoglio, ma anche un invito: 'Dobbiamo voltare pagina tutti, se restiamo a questo punto ci mettiamo altri 26 anni a vincere un mondiale'. Su Cassano: 'lo rispetto ma con lui abbiamo fatto due Europei e non li abbiamo vinti'.


S P O RT FIP MOLISE

The English Experience verso la conclusione Scuola, playground e World Cup, giornate intense per i ragazzi molisani

Sta giungendo a conclusione l’esperienza inglese (l’iniziativa voluta con forza dal numero un della Fip territoriale, Marco Lombardi) della delegazione molisana della Federbasket. Il giovedì a Worthing del team affidato alle cure tecniche di Alessandro Di Pasquale con Laura Russo leader del gruppo è stato pieno così come i giorni precedenti. Sin dalle nove, infatti, i ragazzi si sono messi sotto per una full immersion al college. Successivamente, la comitiva si è spo-

stata in un vicino playground per dar vita alla sessione di training in cui sono state affrontate delle modalità di gioco e degli schemi sia in attacco che in difesa (tra questi la ‘flex’) che sono stati oggetto d’attenzione venerdì pomeriggio presso la Sporting Hall di Worthing contro un’altra selezione giovanile dei Thunders. Un allenamento di quelli intensi in cui tutto il team ha dato fondo al massimo delle energie con tanto di profusione ulteriore per esercizi supplementari. Un momento di gruppo forte al pari della visione collettiva del match calcistico di Coppa del Mondo tra Italia e Slovacchia (non senza disappunto per la clamorosa eliminazione degli azzurri dalla competizioni iridata e per un match che ha visto i moravi avere la meglio sull’undici di Marcello Lippi per 3-2, nonostante i tanti tentativi di conquistarsi la qualificazione agli ottavi da parte della formazione campione mondiale uscente), ultimo momento protocollare di giornata, prima occasione di relax e prologo ad una serata in famiglia per alcuni, socializzante per altri. Ieri invece, il programma è stato di quelli intensi (scuola, due sessioni, le ultime, tra le 9 e le 11 e tra le 11:15 e le 13:15, e quindi basket con un’amichevole alle 18, le 19 in Italia) ed ha avuto anche tre presenze d’eccezione. Nel tardo pomeriggio (le 5 inglesi circa), hanno raggiunto Worthing il numero uno della Fip Molise

Marco Lombardi, il fischietto internazionale Enrico Sabetta e l’occhio fotografico ufficiale del comitato Luigi Lanzone. Pronti ad assistere ai due match: quello di ieri e, soprattutto, quello di sabato contro la selezione cadetta della fondazione di Luol Deng (il giocatore d’Oltremanica in forza ai Chicago Bulls, peraltro scelto dalla Ea Sports come testimonial per l’Inghilterra per il videogioco Nba Live). Il confronto di domani ieri, intanto, è stato al centro dell’attenzione dei media britannici con diversi operatori delle radiotelevisioni locali e della carta stampata accreditatisi per assistere dal vivo alla contesa in programma alla Sporting Hall di Worthing.

CALCIO A 5

BASKET

A Campodipietra riparte l’atteso torneo

Terzo Molise Basket Camp lunedì l’avvio, martedì la presentazione

Nell’impianto di calcio a cinque in erba sintetica di Campodipietra (CB) si svolgerà nuovamente il Torneo di Calcio a Cinque, un appuntamento dell’estate che raccoglie le adesioni dei tanti amanti del Futsal provenienti sia dal locale paese che dalle zone limitrofe. Nelle passate edizioni il tasso tecnico dei partecipanti è stato alto, tanto da

appassionare i tanti spettatori che hanno la possibilità di assistere alle gare dalle tribune presenti nell’impianto voluto e messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Campodipietra e che potranno anche quest’anno trascorrere belle serate, anche grazie all’area ristoro attrezzata. Mancano ancora poche adesioni per partire e le formazioni che hanno già comunicato la propria partecipazione si daranno certamente battaglia, vista la provenienza “calcistica” dei contendenti, che scenderanno in campo da Lunedì 19 Luglio fino a Domenica 8 Agosto, data della finalissima che assegnerà il trofeo ed il premio finale di €. 1.500,00. Per iscrizioni ed informazioni sul regolamento, sulla quota di iscrizione e sulle modalità organizzative, contattare i seguenti numeri: 329 7719977 Antonello; 333 4422566 Gianni.

Partirà lunedi 28 giugno a Frosolone per terminare sabato 3 luglio la terza edizione del ‘Molise Basket Camp’, la rassegna promossa dal comitato regionale della Federbasket, col coordinamento dell’area eventi il cui è responsabile è Mimmo Sabatelli. Per sei giorni l’area circostante l’hotel ‘La Colombina’ vedrà una sessantina di giovani promesse disimpegnarsi sui playground del centro sannita, oltre che, in caso di maltempo, nel locale Palasport, con, al mattino, anche la possibilità di lavorare in piscina. Lo staff tecnico, coordinato da Vincenzo Di Meglio (che si terrà in diretto contatto con Andrea Capobianco, il tecnico venafrano testimonial del camp impegnato nel collegiale di Bormio con l’Italbasket), responsabile del settore giovanile della Banca Tercas Teramo, sarà composto da Michele Amico, Alessandro Di Pasquale, Marco Florio e Mario Greco col comitato rappresentato sul sito da Laura Russo. La rassegna, patrocinata dall’assessorato allo sport della Regione Molise, sarà presentata ufficialmente martedì 29 giugno nel corso di una conferenza stampa programmata, a partire dalle 18:30, presso la sala riunioni dell’hotel ‘La Colombina’ di Frosolone. Al tavolo saranno presenti Marco Lombardi, numero uno della Fip Molise, il fischietto internazionale Enrico Sabetta ed il coordinatore tecnico sul posto Vincenzo Di Meglio. Così come nelle precedenti edizioni, anche in questa ospiti della rassegna saranno giocatori e fischietti della massima serie, pronti a raggiungere il centro montano fungendo da testimonial per l’evento.

Algeria: un giocatore picchia un giornalista

Ballack giocherà con il Leverkusen

La Fifa non ha ancora deciso se aprire un'inchiesta sul brutto episodio accaduto ieri a Pretoria nel dopopartita di Usa-Algeria. Il calciatore Rafik Saifi, della nazionale nordafricana, ha picchiato una giornalista donna del suo paese, apparentemente senza motivo. Il fatto è successo nella 'zona mista' dello stadio Loftus Versfeld. Quando Saifi è passato davanti ai giornalisti ha colpito con uno schiaffo la reporter, Asma Halimi del giornale algerino 'Competition'.

Michael Ballack la prossima stagione giocherà con il Bayer Leverkusen, l'accordo per il suo trasferimento dal Chelsea è stato raggiunto. Il giocatore è prossimo alla firma, annuncia l'agenzia sportiva tedesca Sid. Ballack, 33 anni, ex capitano della nazionale tedesca (non ha potuto partecipare ai Mondiali per un grave infortunio occorsogli nella finale di Coppa d'Inghilterra), firmerà nei prossimi giorni un contratto biennale con il Bayer al suo ritorno dalle vacanze.

21 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010


S P O RT EQUITAZIONE PARALIMPICA

Risultato strepitoso per Donato Vena L’atleta della Ippoform Campobasso ha conquistato l’oro e il titolo di campione d’Italia “Le aspettative erano elevate e Donato non ha affatto deluso i nostri auspici. Dopo una prima giornata non del tutto positiva dove Donato ha fatto registrare una percentuale punti pari al 66,7% che gli ha permesso di attestarsi al secondo posto, nel secondo giorno di gare Donato ha tirato fuori dal cilindro una performance eccellente ottenendo il primo posto assoluto e di conseguenza il titolo di Campione d’Italia di Equitazione Paralimpica Dressage grado 1 con una percentuale punti pari al 71,57%. Un risultato strepitoso che ha premiato in pieno l’impegno che Donato profonde quotidianamente negli allenamenti. Era circa un anno che puntavamo alla conquista del titolo italiano e dopo dodici mesi precisi ci

siamo riusciti”. Così ha aperto la conferenza stampa l’istruttore federale della FISE Molise, Michele Ruscitto, allenatore di Donato Vena portacolori del sodalizio sportivo del capoluogo di regione della Ippoform Campobasso Equitazione. Decisamente soddisfatto ed orgoglioso si è detto il presidente della FISE Molise, Daniele Gagliardi. “Avevo visto Donato molto determinato nel pre-gara ma non avevo detto nulla per non rompere il suo elevato stato di concentrazione. Un risultato ragguardevole se si considera il fatto che il nostro cavaliere si è dovuto confrontare contro atleti medaglisti e titolati tanto da far parte del Team Italia che ha gareggiato lo scorso anno in Fillandia. L’oro ottenuto ad Atina rende

merito ad un atleta che lo scorso anno ha conquistato il bronzo nella medesima manifestazione. Un miglioramento netto di qualità e di tecnica che ci fa ben sperare per il futuro. Con questa vittoria Donato si proietta decisamente nel proscenio internazionale dell’Equitazione Paralimpica”. Complimenti sono giunti anche dal presidente del CIP Molise, Donatella Perrella. “Donato non è nuovo a simili prestazioni e a tagliare traguardi di simile importanza. Quando ho conosciuto Donato mi era sembrato un ragazzo molto timido ma dotato di un sorriso splendente e coinvolgente che in questo momento è simile solo a quello del suo istruttore Ruscitto. Dopo le sue prime esperienze con il Tiro con l’Arco e con il Nuoto Donato ha trovato il suo habitat naturale nell’equitazione dove è riuscito a far esplodere tutte le sue capacità ed abilità sia fisiche che psichiche. La sua medaglia d’oro può essere un tassello importante per ciò che concerne l’attività del CIP Molise impegnato in prima linea proprio nella promozione e divulgazione della pratica sportiva delle discipline paralimpiche su tutto il territorio regionale”. Parole di elogio e di stima anche dal presidente del CONI Molise, Guido Cavaliere. “Vincere un tiolo italiano non è cosa da poco e vincere un alloro simile in questo modo e in una disciplina sportiva come l’equitazione paralimpica è davvero motivo di orgoglio non solo per il CONI ma per l’intero Molise sportivo e non. Per raggiungere simili risultati di prestigio c’è bisogno di forti capacità tec-

niche e psichiche anche perché bisogna saper governare nel migliore dei modi il cavallo che diventa un tutt’uno con il suo cavaliere. I miei complimenti vanno soprattutto alla famiglia e al suo istruttore per aver avvicinato Donato a questo sport e per aver, attraverso le sue gesta sportive, spronato l’opinione pubblica ad aprirsi allo sport per diversamente abili”. Entusiasta si è detto anche il presidente del CONI Provinciale di Campobasso, Antonio Rosari. “Il raggiungimento di un titolo italiano è il giusto merito di un lavoro svolto alacremente in precedenza e quotidianamente durante gli allenamenti. Il duro lavoro ripaga sempre e nulla giunge per caso nel mondo

sportivo. I miei complimenti vanno senza dubbio all’intero staff direttivo e tecnico della FISE Molise che dopo la Federazione Nuoto è la secondo in Molise per attività nel comparto delle discipline paralimpiche. Sono decisamente onorato di poter dire che lo sport paralimpico in Molise da piccolo granello di sabia si è tramutato in una vera ed autentica spiaggia. La dimostrazione più lampante è il traguardo tagliato da Donato Vena a cui oggi il mondo sportivo molisano rende il dovuto omaggio. Mi auguro che Donato possa continuare a divertirsi a lungo, prima di tutto, nella pratica di questo sport e che, senza l’assillo della prestazione, possa conquistare altri preziosi allori”.

L’INIZIATIVA

Al via il motoraduno nazionale ‘Sulle tracce dei Sanniti’ E’ iniziato ieri e proseguirà nella giornata odierna e in quella di domani, a Vinchiaturo, presso l’hotel Le Cupolette, un motoraduno nazionale organizzato dal Ting’avert Molise in collaborazione con il moto club Famoto, denominato “Sulle Tracce dei Sanniti”. Parteciperanno circa 200 equipaggi provenienti da tutta Italia. Gli organizzatori sono estre-

22 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010

mamente soddisfatti della massiccia adesione ricevuta per questo primo evento nazionale che gli stessi hanno voluto organizzare esclusivamente per promuovere il territorio molisano e le loro bellezze paesaggistiche. Nella giornata di ieri alle Cupolette di Vinchiaturo, è stata presentata la proposta di Legge sulla Sicurezza Stradale, (attualmente all’esame in Re-

gione Molise), di iniziativa dei Consiglieri regionali Pietracupa e D’Alete. Nella mattinata di odierna, alle ore 11:00, i partecipanti saranno accompagnati a visitare il Museo dei Misteri a Campobasso, mentre nel pomeriggio inizieranno i motogiri programmati in alcune zone tra le più belle del Molise, come quella di Pietrabbondante e di Campitello Matese.

Italia, Massa: ‘Se giochi male vai a casa’

Libere 125: Marquez il più veloce ad Assen

''La Coppa del mondo è così. Se giochi male vai a casa. E l'Italia non ha giocato bene''. Felipe Massa, il brasiliano della Ferrari, ha visto gli azzurri soffrire e perdere con la Slovacchia insieme ai giornalisti nel motorhome a Valencia dove domenica tornerà in pista la Formula 1. ''Non è stata solo questa - ha aggiunto Massa - sono state tre partite deludenti. E non bastano 15 minuti a salvare una prestazione''

Tre spagnoli davanti a tutti nel 2/o turno di libere del Gp d'Olanda nella 125. Il più veloce è Marc Marquez in sella alla Derbi. Per Marquez tempo di 1'42''563. Secondo tempo per Nico Terol (Aprilia), poi Pol Espargaro' (Derbi). Quarto tempo per l'inglese Bradley Smith (Aprilia). Undicesimo il primo degli italiani, Simone Grotzky Giorgi, staccato dalla vetta di 2,346 secondi.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 06:02 06:49 09:30 12:20 14:12 17:13 17:40 20:55

Arrivo 07:40 08:35 11:07 14:11 15:56 19:02 19:30 22:45

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta “ ‘Mbaniccia e fasciuole” Una pizza di granone 300 g di fagioli “pinte” una costa di sedano, uno spicchio d’aglio, mezza cipolla, un pò di prezzemolo

alcuni pezzi di cotenna di maiale 2 pomodori maturi un peperoncino piccante q. b. di sale

Pulite i fagioli, lavateli e lasciateli a bagno, per 12 ore, in abbondante acqua, con i pezzi di cotenna, ben pulita e tagliata a strisce. Trasferite i fagioli con le cotenne e l’acqua dell’ammollo nella classica “pignata” di terracotta, aggiungete il sedano, insaporite di sale e lasciate cuocere a fuoco lento. Nel frattempo, preparate la “Pizza di granone”, adagiatela sulle foglie di castagno disposte sulla “liscia” calda del focolare, coprite con la “coppa” cosparsa di brace e cenere calda e fate cuocere per circa un’ora. Quando i fagioli saranno cotti, in un tegame fate soffriggere dolcemente un battuto finissimo di cipolla, aglio e odori e, appena il soffritto avrà preso colore, aggiungetevi il pomodoro a pezzetti e qualche mestolo di acqua di cottura dei fagioli, salate e lasciate cuocere per pochi minuti, quindi unitelo ai fagioli con le cotiche e la loro acqua di cottura, aggiustate di sale e fate insaporire tutt’insieme. Quando la pizza è cotta, sbriciolatela in una capace insalatiera, unite i fagioli con il loro sughetto, quindi schiacciate la pizza con una forchetta, amalgamandola ai fagioli, fino ad ottenere una “’mbaniccia” morbida. Fate insaporire per qualche minuto, contornate con pezzi di “cotica” e portate in tavola la pietanza ben calda. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

PAOLO Via Monforte, 63 Tel. 0874.416327

SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310

PICCA (di appoggio) Via Mons. Bologna, 24 Tel. 0874.416177 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno TRABOCCHI - Via Tevere, 17 - Tel. 0875.705030 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:44 12:13 13:22 14:40 16:13 17:14 18:40 20:48

Arrivo 07:39 08:23 13:56 15:00 16:25 17:59 18:55 20:30 22:38

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

(NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432

ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

A D N E G A

CAMPOBASSO-NAPOLI

AUTOBUS

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia

Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

Toro 21 apr - 20 mag

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - La giornata odierna potrebbe trascorrere più in fretta di quanto credete o speriate, poichè sarete talmente tanto indaffarati che non vi renderete conto di quanto i pensieri voleranno via. Avete una buona organizzazione, quindi non vi troverete in difficoltà a dare seguito a tutti i vostri appuntamenti, solo che non ci sarà quella lucidità mentale che in passato vi permetteva di essere sicuri di voi stessi! Toro - La giornata potrebbe non essere poi così eccitante come l'avevate immaginata, ma questo non vorrà dire che non lo sarà, anche se in misura minore. A volte avete delle aspettative troppo alte nei confronti delle persone che vi sono vicino e delle stesse situazioni che iniziano già svantaggiate e che difficilmente quindi, potranno andare in modo diverso! Gemelli - Oggi avrete da pensare al vostro futuro, ma anche al futuro dei vostri rapporti, se ne avete. Il partner potrebbe mettere qualche paletto che sarà bene valutare, per poi non ritrovarsi in futuro a dover litigare per le stesse questioni. Prestate quindi attenzione oggi e vedrete che risolverete tutto in men che non si dica, altrimenti rimanderete l'inevitabile! Cancro - Abbiate pazienza con i più piccoli, con i meno esperti e soprattutto con le persone che sapete avere dei limiti. Lottare contro i mulini a vento certe volte, non serve proprio a nulla e voi perdereste soltanto il vostro tempo! Otterrete molto di più usando la furbizia e cercando di dare un colpo al cerchio ed una alla botte! Leone - La vostra impulsività è bene che vada sempre controllata, soprattutto in questa giornata che potreste trovarvi di fronte a persone che non sono abituate al vostro modo di fare, quindi potrebbero reagire male. Non sempre sono gli altri che devono adeguarsi a voi, ma piuttosto dovreste essere voi ad adeguarvi agli altri. E' un pensiero questi, che raramente vi sfiora! Vergine - Permettere agli altri di mettervi i piedi sopra non è certamente un atteggiamento dei più sensati, soprattutto se siete a capo di una attività e dovete salvaguardare i vostri affari. Solo per ristabilire la pace e la tranquillità infatti, non potete accettare certi comportamenti, che rischiano di ripetersi molto frequentemente se non vi porrete un freno subito! Bilancia - Siete un pochino agitati in queste giornate e ciò potrebbe provocare delle sensazioni spiacevoli alle persone che vi sono vicino e che non comprendono a pieno il vostro stato d'animo, anche perché non permettete a nessuno di avvicinarsi e comunicate poco. Se avete bisogno di supporto, non vi resta altro da fare che aprirvi! Scorpione - La vostra fretta in questa giornata potrebbe portarvi a dimenticare qualcosa di importante o a tralasciare un particolare che avrete comunque voluto curare di più. Siete persone meticolose e quindi da voi ci si aspetta il meglio, in quanto siete perfettamente in grado di darlo! Per queste ragioni, rallentate, rallentate e rallentate! Sagittario - I vostri colleghi oggi potrebbero essere di cattivo umore o non esservi affatto utili per i vostri affari, quindi ignorateli e continuate sulla vostra strada come se nulla fosse. Dovete concentrarvi solo su voi stessi anche in ambito privato, poiché tutti intorno a voi, hanno qualcos'altro a cui pensare. Per oggi è così, domani forse andrà meglio! Capricorno - Oggi sarete particolarmente allegri, anche se non conoscete bene la radice del vostro buon umore. Può capitare che una giornata diventi particolarmente positiva e che voi riusciate a dare seguito ad un sogno che avevate già tentato di realizzare in passato, ma non avevate avuto lo stesso coraggio che invece potreste mostrare ora! Acquario - Datevi da fare oggi, in quanto ci sono molte possibilità per voi, in tutti i campi della vostra vita! In ambito privato avrete la fortuna di trovarvi faccia a faccia con la persona che amate o che vi piace, quindi non dovreste perdere tempo a parlare di cose futili ed in ambito professionale potreste concludere finalmente una questione od un affare, sempre se non vi perderete in chiacchiere! Pesci - La giornata avrà i suoi risvolti positivi, ma a voi, come al solito ultimamente, potrebbero non bastare per rendervi felici o soddisfatti. Avete delle aspettative sempre alte, che vengono puntualmente deluse. Forse sarebbe il caso di smettere di aspettare ed iniziare ad agire, in modo tale che le situazioni diventino a voi più favorevoli!

23 ANNO III - N° 145 SABATO 26 GIUGNO 2010



lagazzettadelmolise260610a