Issuu on Google+

ANNO III - N° 261 - GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A LUIGI VELARDI A causa dei rilievi tecnici sulla Bifernina, per andare da Termoli a Isernia ci vogliono due ore. Un labirinto di deviazioni che fanno il paio con l’interruzione sulla statale 17, all’altezza dell’ospedale Ferdinando Veneziale di Isernia. Partire in queste ore è un dramma per i molisani e chi dovrebbe risolvere la situazione se non l’assessore alle Infrastrutture, ai Lavori pubblici e ai Trasporti? Luigi Velardi non coordina gli interventi con provincia e comuni, facendo piombare la regione nel caos degli ingorghi, nell’irritazione di chi resta in coda e non si spiega perché.

L’OSCAR DEL GIORNO A SALVATORE MUCCILLI Un primato tutto molisano che farà scuola. E’ il progetto di formazione dei vigili urbani che sarà illustrato oggi e domani a Bergamo dall’assessore regionale al ramo Salvatore Muccilli, che partecipa come relatore al settimo congresso nazionale della Polizia locale. Una bella soddisfazione questa iniziativa pilota a cui guardano con interesse i corpi delle altre regioni per creare, anche loro, le graduatorie regionali degli ausiliari dove ‘pescano’ le amministrazioni ad esempio durante l’estate, o i cosiddetti nonni vigili, indispensabili davanti alle scuole.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO EOLICO SELVAGGIO Il vice presidente della commissione cultura contro l’esecutivo per l’installazione di 5mila pale

Siti archeologici molisani a rischio Il senatore Vita interroga il governo CAMPOBASSO – Arrivano segnali positivi per il salvataggio del sito archeologico Saepinum-Altilia dall’eolico selvaggio. Uno è la nota congiunta del ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi, e del presidente Regione Molise, Michele Iorio, l’altro è l’interrogazione al governo presentata del vice presidente della commissione Cultura del Senato, Vincenzo Vita, per evitare l’installazione di 5mila pale eoliche in Molise e salvaguardare le aree archeologiche, il paesaggio e il territorio. La Rete delle 121 associazioni ne prende atto “positivamente”, ma allo stesso tempo “esprime preoccupazione per il mancato avvio del confronto istituzionale sul nuovo Piano regionale dei Rifiuti e per il mancato stop amministrativo del centro di stoccaggio per rifiuti tossici e speciali in agro di Montagano, riservandosi ogni ulteriore mobilitazione in tutte le sedi a tutela dell’incolumità dei cittadini e dell’ambiente”. La grande manifestazione popolare “che ha visto convergere 1.500 cittadini da ogni angolo del Molise ci incoraggia a proseguire un impegno difficile per sostenere un modello di sviluppo ecosostenibile ed ecocompatibile”. Contro l’eolico selvaggio c’è anche chi è fuori dal coro. Legambiente Molise giudica la manifestazione di martedì scorso “una risposta parziale e per certi versi inadeguata rispetto ad una problematica effettivamente esistente, che rischia, se non affrontata con tutti i crismi della razionalità, di alimentare paure e ingenerare malintesi che non giovano né all’ambiente, né tantomeno al territorio e ai suoi cittadini”. L’associazione ambientalista (!) ne ha anche per la Rete delle associazioni: “Il grande movimento di opinione che si è formato in Molise partendo da

Nota congiunta del presidente Iorio e del ministro Bondi Legambiente e Confcommercio fuori dal coro: è solo un ‘no’ pregiudiziale Altilia si è ingrossato come un fiume in piena, inglobando tematiche le più diverse. Perché – chiedono – mettere alla berlina una delle tecnologie più pulite e sicure per i cittadini e l’ambiente confondendola con la gestione spesso criminale dei rifiuti?”. La legge Berardo “va certamente rivista, perché così com’è non giova ad alcuno, né agli operatori del settore, né agli enti locali, né all’ambiente, né alle nostre comunità”. In generale, “l’impressione che Legambiente ha, è quella che si stia dicendo un ‘no’ pregiudiziale all’eolico, aggravato da un uso strumentale dell’area archeologica di Altilia, tanto da meritare una proposta di legge regionale, quasi una sorta di legge ad situm”. Anche la Confcommercio guarda con diffidenza alla manifestazione di ieri l’altro: “Invece di pensare se l’eolico danneggia semplicemente il paesaggio, perché non si cerca di capire chi c’è dietro queste società, spesso oscure S.r.l. che richiedono le autorizzazioni? Perché non si vede se ci sono legami con amministratori lo-

cali, se ci sono frequentazioni, se ci sono connessioni quantomeno da approfondire? Il vero malaffare – sottolineano –, nella confusione creata da queste mobilitazioni, rischia di prosperare ancor di più. Oggi il

mondo è sempre più complicato e ci vuole serietà, studio e impegno per avere risultati duraturi. L’esatto contrario – conclude l’associazione – che questo conglomerato del ‘no’ sta dimostrando invece di pos-

sedere”. Avere, invece, interesse a collaborare ad accertare se esista il malaffare non sarebbe più produttivo nell’interesse di tutti? O è più semplice sparare sulla croce rossa? Adimo

Numeri preoccupanti dall’analisi dei ricercatori Iss e dell’Enea

Crescono i tumori nell’area frentana Le industrie bassomolisane sarebbero tra le cause dell’incidenza CAMPOBASSO – C’è qualcosa che non va nella salute dei cittadini dell’area frentana. La fotografia offerta dai ricercatori Iss e dell’Enea rivela preoccupanti numeri dell’incidenza dei tumori. Sono risultati in eccesso quelli totali e quelli ai polmoni, alla pleura ed alla vescica; in aumento quelli epatici, le malattie respiratorie, quelle del sistema nervoso e il diabete. Nella popolazione femminile si osservano incrementi dei tumori del colon-retto e della mammella. A Guglionesi sono stati registrati, negli uomini, incrementi dei tumori nasali; nelle donne, del mieloma multiplo e del diabete; in entrambi i sessi, delle malattie respiratorie. A San Martino in Pensili, c’è stata una lievitazione della mortalità totale, dei tumori, dei linfomi non-Hodgkin, delle malattie respiratorie negli uomini e dei tumori del colon-retto nelle donne. A Campomarino, i tumori polmonari colpiscono entrambi i sessi; a Ururi, quelli encefalici riguardano pre-

valentemente gli uomini; a Petacciato ed a Portocannone, l’elevata mortalità per cause mal definite suggerirebbe che la certificazione necroscopica sia inadeguata; per il diabete, gli esperti dicono che i fattori ambientali siano l’arsenico e gli organoclorurati. Da ultimo, è Petacciato a vantare il tasso di mortalità da diabete più alto. Probabilmente i numeri sono da collegare alla qualità dell’ambiente. I sette comuni “vigilati” si affacciano sull’area che ospita il Nucleo industriale termolese. Ed è proprio qui che le patologie appaiono superiori alla media nazionale. Allo stato attuale, la possibilità di verificare la presenza ed il peso della contaminazione sul territorio, rimane legata esclusivamente allo studio della documentazione presente negli enti competenti in materia di bonifica. E sono tante le persone che chiedono chiarezza. E, possibilmente, rimedi.


PRIMO PIANO PALAZZO MOFFA CAMPOBASSO – Il Molise vanta un primato molto singolare: accoglie nelle sue discariche il 60% dell’immondizia prodotta da altre regioni. E lo fa andando anche contro la legge che impone a ciascun ente locale di smaltire a ‘casa propria’ la spazzatura. Solo generosità? Forse no. Forse dietro a questo gesto di altruismo c’è l’interesse dei gestori di impianti (privati, ovviamente) a fare soldi con i rifiuti solidi urbani delle altre città. Napoli in testa. Per questa ragione due giorni fa, mentre i manifestanti protestavano contro l’eolico selvaggio, il consigliere regionale del Pd Michele Petraroia ha presentato una mozione per aggiornare l’ormai superato Piano regionale dei rifiuti. Mozione che è stata respinta dall’aula di via IV Novembre, che per di più ha dato il via libera al centro di stoccaggio di rifiuti a Montagano. Lui, l’ex sindacalista della Cgil, non si dà per vinto e scrive “continueremo a lottare contro l’ignavia di una maggioranza politica che non tiene conto della volontà popolare, che calpesta le amministrazioni locali e impone un centro di stoccaggio per rifiuti tossici, speciali e pericolosi a Montagano. Non sarà il voto del Consiglio regionale a fermare la protesta dei cittadini. Al contrario, nei prossimi giorni, riprenderanno con maggiore determinazione le iniziative in ogni sede per fermare l’arrivo di rifiuti-extra-regionali in Molise. Non siamo attrezzati per accoglierli. Ne smaltiamo già 300mila tonnellate annue con una percentuale del 60% provenienti da altri territori. Il Molise è già sottoposto a conseguenze

Bocciate le mozioni e gli ordini del giorno per impedire che nelle nostre discariche arrivi la spazzatura extra regionale

Emergenza monnezza tanto c’è il Molise Muccilli rassicura ...ma senza esito

No dell’aula anche all’aggiornamento del Piano rifiuti e all’istituzione di una commissione d’inchiesta ambientali a rischio con impianti di incenerimento e discariche messe al servizio di altre regioni”. L’allarme è ancora più preoccupante soprattutto alla luce di certe recentissime inchieste giornalistiche che hanno annoverato il Molise tra le regioni coinvolte nel traffico di rifiuti. Lo dicono le Procure della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, Isernia e Larino, come pure i rapporti della Direzione nazionale antimafia. Il dibattito in aula comunque è stato piuttosto vivace. Tra le repliche dell’assessore all’Ambiente Muccilli e la ‘difesa d’ufficio’ del consigliere Raffaele

L’assessore ‘smentito’ dalla Procura di Napoli che indaga sul sistema di controllo usato anche in Molise

Mauro, mozioni (di Petraroia e Chierchia) e ordini del giorno (Natalini, Leva, Pangia e D’Alete) sono state tutte bocciate. Non è passato nemmeno quello a firma dei consiglieri Pietracupa, Tamburro e Chierchia, “inteso a sollecitare iniziative finalizzate al controllo sugli impianti di smaltimento dei rifiuti nonché l’istituzione di una commissione consiliare d’inchiesta che verifichi il corretto utilizzo degli impianti di smaltimento”. Un punto però è passato: quello che regolamenta le aziende faunistico-venatorie senza scopo di lucro. All’unanimità! Assunta Domeneghetti

CAMPOBASSO – Il vivace dibattito che due giorni fa ha infiammato l’aula di palazzo Moffa, ha visto protagonista l’assessore regionale all’Ambiente, Salvatore Muccilli. L’ex sindaco di San Massimo ha rassicurato i consiglieri annunciando che le discariche molisane si avvalgono del progetto Sistri per il monitoraggio costante dei flussi di rifiuti diretti verso i nostri centri di stoccaggio, e che tale sistema garantisce il controllo costante sul tipo di immondizia che arriva su questo territorio. Peccato che il giorno successivo alle sue rassicurazioni, Il Fatto quotidiano abbia pubblicato proprio un articolo sull’indagine aperta dalla Procura di Napoli che ha iscritto nel registro degli indagati il manager di Finmeccanica per il sistema di tracciabilità. A segnalare il ‘pezzo’ è il consigliere regionale di Costruire democrazia Massimo Romano che dopo la bocciatura della mozione del collega Petraroia - con cui si chiedeva l’aggiornamento del Piano di rifiuti risalente al 2003 - si domanda: “Senza voler sollevare polveroni eccessivi, non sarebbe il caso di riaprire il ragionamento sui rifiuti in Molise, forse archiviato con qualche superficialità e con qualche ingenuità di troppo?” In effetti l’inchiesta su Sabatino Stornelli per le irregolarità riscontrate proprio nella gestione del progetto Sistri (che come conferma lo stesso Muccilli è utilizzato anche dagli operatori molisani) solleva più di qualche dubbio. Che di sicuro l’assessore saprà chiarire.


REGIONE Pari opportunità, la Colaci conquista Mara Carfagna Il ministro Mara Carfagna insieme a Rita Colaci

CAMPOBASSO – Sostenere le donne e le fasce più deboli della nostra regione. Questo il tema dell’incontro romano tra la presidente della Commissione regionale per le pari opportunità del Molise, Rita Colaci e il ministro Mara Carfagna. L’occasione è stata utile per dibattere della proposta di legge regionale a tutela delle donne vittime di violenza che auspica l’apertura di una casa di accoglienza. Più in generale si è discusso del ruolo della

donna nelle istituzioni e di politiche a sostegno del loro inserimento lavorativo. Rita Colaci ha espresso la necessità di rinforzare gli organismi di parità territoriali, quali interlocutori primari del territorio. Da parte sua il ministro Carfagna ha manifestato disponibilità ad incontri periodici di aggiornamento, chiedendo pure di essere coinvolta nelle attività delle Crpo come in incontri nella nostra regione.

Pd, oggi Misiani in Molise

Poste italiane, meno lettere e più finanza

Antonio Misiani

Sarmi impone la svolta: peggiora il servizio di corrispondenza, ma il futuro è la Banca del sud CAMPOBASSO - Chi ha conosciuto le Poste italiane degli anni Settanta e Ottanta, ha in mente un enorme carrozzone, lottizzato dai partiti. Da allora molto è stato fatto e la società per azioni guidata da Massimo Sarmi ha introdotto nuovi servizi, allontanandosi però dal semplice e niente affatto remunerativo recapito postale. La liberalizzazione dei servizi postali che scatterà dal 1 gennaio 2011 e imposta dall’Europa, ha dato il colpo di grazia alle vecchie Poste che dismettono la tenuta da postino e indossano il gessato. Già perché la nuova strategia aziendale vira verso i servizi finanziari, sul modello Bancoposta. Lo conferma lo stesso ad. già a lavoro sul progetto Banca del sud, sponsorizzata dal ministro dell’Economia, Tremonti - e costituita sull’asse Poste - Iccrea

4 ANNO III - N° 261 GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010

attraverso l'acquisizione di Mediocredito centrale. Del resto i seimila sportelli del gruppo offrono una capillarità senza pari e c’è chi è pronto a scommettere che nel primo trimestre del prossimo anno le Poste daranno ulteriore del filo da torcere agli istituti di credito tradizionali. Disinvestire sul recapito pare l’ovvia conseguenza: il servizio è stato al centro di lamentele e polemiche, anche a Campobasso. A tal proposito si registra l’intervento del segretario della Cgil Molise che - parafrasando Giorgio Bocca - parla del 2010 come “anno horribilis”. In una lettera aperta, Franco Battista scrive di dipendenti sottodimensionati e poco motivati, “per effetto di scelte gestionali miopi, di valutazioni delle professionalità incentrate esclusivamente sui ricavi prodotti, piuttosto che sul saper essere,

sulla fedeltà e sulla onestà di coloro che sul territorio danno un volto alla più grande azienda di servizi del paese”. Recentemente Poste e Ministero delle comunicazioni hanno rinnovato il contratto che le lega, dedi-

cando ampio spazio alla qualità del servizio. Ma se l’azienda vuole fare la banca, la situazione del recapito (non solo a Campobasso) non può che peggiorare. afv

TERMOLI – In attesa dell’arrivo del segretario nazionale Pierluigi Bersani, il viavai in Molise è già partito. Oggi è la volta del tesoriere nazionale, nonché vicepresidente della commissione bilancio alla Camera dei Deputati Antonio Misiani. Il programma prevede alle ore 18 una conferenza stampa nella sede del circolo Pd di Termoli in via Cannarsa sul tema Mezzogiorno tradito: il Sud scippato dal governo Bossi-Berlusconi mentre alle 19 Misiani interverrà ad una assemblea pubblica organizzata dal circolo Pd di Montecilfone presso il Centro sociale della parrocchia S. Giorgio Martire, nell’ambito delle iniziative del ‘Porta per Porta’.

Montezemolo: svolta ora, no a superuomini

Università, studenti contro la riforma

ROMA – Presentando il rapporto sull'occupazione giovanile, il presidente di Italia futura Montezemolo attacca Berlusconi: “Quindici anni di non scelte. Abbiamo il dovere di fare qualcosa”. Il numero uno della Ferrari sarebbe pronto a scendere in politica: “Via alla nuova fase, il periodo dei superuomini e degli one man show è finito”.

ROMA – Alcuni studenti hanno interrotto il dibattito sulla riforma dell’università al Senato. Se a palazzo Madama volano le uova, in molte piazze italiane si è assistito ad interventi delle forze dell’ordine. Bloccato per ore l’aeroporto di Pisa. Intanto Bersani sale sul tetto de La Sapienza e Fini definisce “inaccettabile questa violenza”


REGIONE

Comunità montane, il Molise esulta della vittoria altrui Riceviamo e pubblichiamo una nota del presidente In qualità di presidente dell’Unione nazionale comuni comunità ed enti montani del Molise, in relazione alle affermazioni dell’assessore regionale Muccilli, apparse sulla stampa locale e relative al ripristino dei finanziamenti alle Comunità, intendo fare delle precisazioni. Il ripristino del concorso dello Stato al finanziamento delle comunità montane con il fondo nazionale ordinario per gli investimenti, costituisce una vittoria delle regioni che hanno fatto ricorso alla Corte costituzionale (Toscana, Liguria,Campania e Calabria) e non certo del Molise. Invero, la Regione Molise è l’unica regione d’Italia che da oltre tre anni naviga a vista, senza un disegno preciso e organico sul futuro di questi enti, che occupa e controlla con i suoi commissari straordinari e privandoli

di Uncem Molise, Giovanni Fratangelo dei naturali organi rappresentativi del territorio. L’ultimo progetto di legge della Regione Molise, che prevede la soppressione tout court delle Comunità montane, è in palese contraddizione sia con quanto fatto dalle altre regioni d’Italia sia con quanto affermato dalla stessa Corte costituzionale nella sentenza 326/2010. Nel testo si spiega come “non è senza significato che talune disposizioni legislative statali hanno confermato la permanenza delle comunità montane nell’ordinamento”, al fine di svolgere le funzioni fondamentali dei piccoli comuni in via associata. Purtroppo, le proposte dell’Uncem Molise, finalizzate alla razionalizzazione della spesa pubblica,

all’ottimizzazione dei servizi dei piccoli comuni montani ed alla salvaguardia dei posti di lavoro efficienti, non sono mai state ascoltate dalla regione Molise.

I FATTI I tagli ai fondi ordinari delle comunità montane sono illegittimi. Lo scrive nero su bianco la Corte costituzionale nella sentenza 326 del 2010, esortando il governo a tornare sui suoi passi, visto che la disciplina degli enti territoriali è di competenza delle regioni in base all’articolo 119 della Costituzione. La Camera dei deputati corregge il tiro durante la discussione della legge di stabilità 2011 e molti esultano. L’assessore Muccilli a proposito dichiarava: “La Corte ha fatto giustizia”.

Il Molise parla tedesco D’Ascanio, Picciano e Trotta incontrano il console della Germania CAMPOBASSO - Guten morgen vorsitzender D‘Ascanio. Non è dato sapere se abbia esordito proprio così il console tedesco Christian Walter Much che ha fatto visita al presidente della Provincia di Campobasso. Il faccia a faccia è stata l’occasione per un confronto proficuo e cordiale, utile a gettare le basi di una politica di sostegno agli studenti che si cimentano nello studio della lingua tedesca. L’ipotesi al vaglio dell’ente è di incentivare le specializzazioni post diploma con borse di studio per effettuare stage direttamente in Germania. Ma le sinergie non si limitano alle partenze; si è infatti dibattuto di semplificazione dei servizi, prettamente pensionistici, a favore dei nostri emigranti. Idee, abbozzi di proposte su cui lavorare. Dopo palazzo Magno il console tedesco è stato ricevuto dal prefetto di Campobasso Stefano Trotta, con il quale si è intrattenuto a lungo, palesando è quanto apprendiamo da una nota - vivo interesse per le vicende storiche del capoluogo molisano. Munch era in visita di piacere nella nostra regione e di certo non è rimasto deluso. Nei giorni passati aveva incontrato anche il presidente del consiglio regionale Michele Picciano, raccogliendo la solidarietà dei vertici regionali sulla situazione rifiuti campana. Il console tedesco infatti risiede a Napoli, e pare abbia manifestato soddisfazione per la disponibilità con cui Iorio si è detto pronto ad accogliere in Molise una parte dei rifiuti della città partenopea. afv


CAMPOBASSO Trasportano rifiuti non autorizzati: denunciati due romeni La lente d’ingrandimento delle autorità nostrane, in particolar modo in questo periodo, sembra esser focalizzata sui presunti illeciti legati alla questione rifiuti. Lontano dall’affaire Cosib e dalla minaccia del “pattume” proveniente da regioni limitrofe, altri reati – seppur di entità e “portata mediatica” inferiori – continuano a manifestarsi sul territorio molisano percorrendo lo stesso filone. Nei giorni scorsi le forze dell’ordine avevano sorpreso un imprenditore a scaricare liquami non depurati, provenienti dalla sua azienda, in un affluente del Biferno, nel bojanese e a distanza di pochissimi tempo ecco un’ altro “colpo vincente” dei carabinieri

I carabinieri li hanno intercettati a Vinchiaturo prima che potessero smaltire il carico di Campobasso. Questa volta a finire nei guai sono stati due romeni, beccati dai militari “con le mani nel sacco”. Del tutto ignari della presenza delle autorità, infatti, avevano caricato su di un autocarro, pur senza avere le necessarie autorizzazioni, un quantitativo non indifferente di rifiuti solidi speciali per effettuarne lo smaltimento. Intercettati dai carabinieri a Vinchiaturo, nella zona di Santa Maria del Monte, i due – M.C.M., 41enne e C.F.,

di 17 anni, entrambi residenti ad Ari (Ch) – sono stati quindi denunciati in stato di libertà per “attività di gestione di rifiuti non autorizzati”. Tutto il materiale (di origine ferrosa) recuperato nel corso dell’operazione è stato ovviamente posto sotto sequestro insieme al veicolo usato dai trasgressori per il trasporto. Sono tutt’ora in corso gli approfondimenti del caso per stabilire l’effettiva pericolosa dei rifiuti, oltre che la loro provenienza. Lu.a.

Assenteismo a via Sauro Cavaliere: “Non mi risultano novità” L’assessore regionale all’Agricoltura fa spallucce di fronte alla vicenda che ha coinvolto il suo ente Dopo la tempesta il sereno non è ancora arrivato. Per l’assessorato regionale all’agricoltura - ed in particolare per i venti dipendenti che dovranno rispondere del reato di assenteismo – si preannunciano tempi piuttosto difficili; specialmente dopo le indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi, che vorrebbero l’istituzione di un nuovo filone investigativo inaugurato dagli inquirenti al fine di approfondire la posizione dei vertici dirigenziali della Regione. Una misura, questa, che porrebbe al centro delle indagini non solo i semplici funzionari di via Sauro, ma anche i piani alti dell’assessorato. Eventualità di fronte alla quale l’assessore regionale all’agricoltura, Nicola Cavaliere, mantiene una posizione alquanto “cauta”: “Non mi risulta ci siano altre novità rispetto a quelle già note, anche perché non sono io il responsabile del personale dell’assessorato. So solo che i dirigenti non sono soggetti alla timbratura del cartellino, che invece spetta ai funzionari – ha aggiunto Cavaliere - e quindi credo che si tratti di due situazioni ben diverse”.

Rapina di Casalciprano, disposta l’integrazione probatoria Slitta la sentenza a carico del 55enne di Benevento imputato per rapina, porto d’armi e furto d’auto. Ieri, infatti, il collegio penale del Tribunale di Campobasso, ha disposto un’integrazione probatoria. Si tornerà quindi in aula il 16 febbraio. I fatti contestati riguardano due diverse rapine. Era il 6 giugno del 2001 quando, a Colle D’Anchise, con il volto coperto da foulard e calzamaglia, due malviventi si introdussero nell’ufficio postale del paese minacciando il direttore della filiale con dei fucili a canne mozze. I rapinatori si fecero così consegnare 48 milioni delle vecchie lire, fuggendo poi a bordo di una Lancia Thema. Qualche mese dopo, a Casalciprano un nuovo episodio. Il 4 dicembre, sempre due uomini, questa volta a volto scoperto, con cappello di lana, di media altezza, armati di pistola e di un fucile a canna mozza, intimarono ad una impiegata la consegna

del contenuto della cassa. Portarono via 44 milioni di lire. In quell’occasione, ad attenderli fuori la sede postale, un terzo complice. Fuggirono a bordo di una Fiat Croma precedentemente rubata, a metà percorso della statale Cipranense abbandonarono l’auto salendo su un’altra Croma, sempre rubata, e dileguandosi. Proprio sulla scorta di quest’ultimo caso le indagini relative ai fatti di Colle D’Anchise e Casalciprano, se pur condotte inizialmente separatamente, si intrecciarono portando all’individuazione dei due indagati, di cui uno è stato assolto. Ieri, in aula, oggetto della requisitoria del pubblico ministero Nicola D’Angelo, le modalità con le quali vennero effettuati i rilievi e le comparazioni del materiale biologico che avrebbe inchiodato l’imputato. Anche la difesa, sostenuta dall’avvocato Carmine Verde, ha insistito su questo punto.

7 ANNO III - N° 261 GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010


CAMPOBASSO Piazza Prefettura, si va verso l’apertura sperimentale al traffico Oriente (Confesercenti): grazie al Comune che ha recepito le nostre esigenze CAMPOBASSO – Si va verso un accordo per la riapertura al traffico di piazza Prefettura. In cantiere c’è l’apertura sperimentale al traffico, con possibilità di parcheggiare le auto per mezz’ora sul lato negozi alla tariffa di un euro e mezzo. Un’iniziativa che trova il favore della Confesercenti provinciale sulla “nuova collaborazione tra operatori commerciali e ammini-

strazione comunale”. Nell’area “sono presenti anche molti studi professionali e medici e questa scelta sarà certamente apprezzata dal pubblico che per varie ragioni vi si deve recare – spiega Oriente – . I commercianti hanno voluto dimostrare la volontà di cooperare mettendo a disposizione un budget finalizzato al miglioramento dell’arredo urbano, che verrà dunque

rinnovato al fine di rendere più gradevole la cornice già architettonicamente preziosa della piazza. Desideriamo ringraziare – conclude Oriente – l’Amministrazione che ha recepito le esigenze dei commercianti, i quali in questa fase economica tanto delicata sono pronti a mettere in atto azioni positive, incrementando gli sforzi e l’impegno”.

Colletta alimentare, appuntamento con la carità L’iniziativa solidale torna sabato prossimo in numerosi supermercati e centri commerciali del capoluogo Un gesto di carità che necessita dell’impegno di tutti. Anche per questa settimana la fondazione banco alimentare onlus ha promosso l’iniziativa della “spesa solidale”: un’opportunità per offrire sostegno concreto alle famiglie meno abbienti della nostra regione. La manifestazione – che verrà presentata questa mattina

nella conferenza stampa in programma al centro servizi per il volontariato Acesvo Admo del capoluogo, alle 11 - si svolgerà sabato prossimo anche a Campobasso. In molti supermercati, negozi e centri commerciali della regione i volontari delle associazioni che hanno promosso l’evento invite-

ranno le persone a donare alimenti (olio, latte a lunga conservazione, alimenti per l'infanzia, tonno, legumi e carne in scatola in particolare) che verranno raccolti e distribuiti a quanti attraversano una situazione di particolare indigenza. Alla conferenza stampa parteciperanno Cosimo Trivisani, direttore

Bojano dona una zampogna al museo di Ottawa CAMPOBASSO – Il Comune di Bojano donerà al “Canadian Museum of Civilization” di Ottawa una zampogna molisana realizzata dall’artista locale, Franco Sacco, il quale, insieme agli “Zampognari del Matese”, si recherà in Canada anche per una serie di esibizioni molto attese dalla popolazione locale e dai numerosi molisani che risiedono oltreoceano. La donazione dello strumento musicale, vanto della tradizione culturale matesina e molisana, rappresenterà un ulteriore segno del forte legame nato già lo scorso anno, quando gli “Zampognari del Matese” visitarono la cittadina canadese di Trois Rivieres in occasione dell’anniversario dei 300 anni dalla sua fondazione. La zampogna sarà donata al museo di

Ottawa nel corso di una cerimonia alla quale prenderanno parte le autorità locali e il Console italiano in Canada. La formazione matesina sarà presente anche ad una serie di manifestazioni, tra cui il concerto presso la chiesa di Sant’Antonio e l’incontro presso una scuola italiana, il “Centro Giovanile Formativo Italocanadese”, che proprio quest’anno festeggia il 35esimo anniversario dalla sua nascita. All’indomani di questi appuntamenti, gli “Zampognari del Matese” si sposteranno a Ottawa per incontrare anche lì le associazioni molisane e bojanesi. La partenza della formazione è prevista per domani, mentre il rientro in Italia per il 7 dicembre prossimo.

del banco alimentare di Abruzzo e Molise, Umberto Brusciano, del banco di solidarietà di Campobasso, il presidente dell’associa-

zione Auser Nicola Paolino e il coordinatore dell’iniziativa Mirko D’Amario. Lu.a.

“Trasfusione… voce del verbo donare” Oggi alle 17 e 30 convegno a tema alla Cattolica CAMPOBASSO – Donare il sangue può davvero salvare una vita o addirittura più vite. Su questo tema si svolgerà domani dalle 17:30 un convegno all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Campobasso, organizzato dall’ispettorato regionale Donatori di Sangue Cri del Molise, dal titolo “Trasfusione ... voce del Verbo donare”. Dopo gli indirizzi di saluto del Prof. Savino Cannone, Direttore di Sede dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Campobasso, e della dottoressa Vittoria Torresi - Commissario Nazionale Donatori di Sangue C.R.I., interverranno il professor Giovanni De Gaetano, direttore dei laboratori di ricerca dell’Università Cattolica di Campobasso, il dottor Giulio Giordano, dirigente medico dell’Oncoematologia della Cattolica, la dottoressa Silvia Piano del centro trasfusionale di Isernia, la dottoressa Petrella, psicologa del centro antiviolenza Cri, e la dottoressa Maria Rosaria Clemente, commissario regionale donatori di sangue Cri di Campobasso.


SPETTACOLI Il ricavato a favore della prevenzione e cura della fibrosi cistica

La storia dei Pontipee bros. “Sette spose per sette fratelli” stasera al Savoia CAMPOBASSO - La storia dei fratelli Pontipee (Seven brides for seven brothers) inizia nel 1954 con il film “Sette spose per sette fratelli”. Il lungometraggio (oscar per la colonna sonora) è conservato nella National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, per la sua rilevanza e spessore artistico. Il musical prosegue, negli anni, il successo del lungometraggio. Questa sera (ore 21.00) al teatro Savoia, a cura di Ilenia D’Alessio in scena il musical grazie alle scuole Broadway dance school e l’Etoile. Il ricavato sarà devoluto all’associazione molisana fibrosi cistica per l’acquisto di attrezzature di diagnostica di ultima generazione. La storia di Adamo e dei suoi sei fratelli imperversa ancora sui palchi di tutto il mondo.

“Fuori le mura” CAMPOBASSO - Saranno poco più di quaranta gli scatti fotografici che verranno presentati ed esposti nella mostra fotografica “Campobasso. “Per questa esposizione che proporrà un’ottica visuale e non solo estetica della nostra città per come essa si sviluppa nel nostro tempo contemporaneo dichiara Anna Falcone di Noidea - le foto sono state realizzate dalle associazioni fotografiche Camera Chiara e Sei Torri con le quali già abbiamo proficuamente collaborato in occasione della passata mostra dedicata al centro murattiano del capoluogo. La specificità di questa mostra è nell’idea stessa di apertura che abbiamo voluto dare all’intero evento, rendendolo un punto di sintesi per delle proposte di analisi future del nostro territorio cittadino che speriamo, sia come associazione che come cittadini di Campobasso, di poter incentivare anche attraverso manifestazioni artistiche mirate come questa in oggetto”. L’esposizione avrà come nucleo centrale espositivo i locali del nuovo quartiere de La città nella città in corso Bucci a Campobasso e sarà visitabile da venerdì 11 dicembre all’11 gennaio 2011, dal lunedì al sabato, (ore 16.00 - 20.00), domenica e festivi (ore 11.00 13.00/16.00 - 20.00. La cura della location è stata affidata agli architetti Ciaramella e Colagiacomo che hanno cercato di materializzare le idee compositive più appropriate per uno spazio espositivo che renderà dinamico il percorso dei visitatori suggerendo spunti di riflessione e di approfondimento anche testuali. La mostra progettata e organizzata dall’Associazione Culturale Noidea, godrà fra gli altri del patrocinio della Presidenza del consiglio regionale del Molise e della Provincia di Campobasso.

10 ANNO III - N° 261 GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010

FLASH CAMPOBASSO - Domani al Cafè prestige set di Antonio Martino. CAMPOBASSO - Domani al De Anima after dinner con Flavio Emme. ISERNIA - Domani al discobar La Strada guest Lello Mascolo from Radio 105. CAMPOBASSO - Domani da Nef caffetteria in via Cannavina, lounge music after dinner. CAMPOBASSO - Sabato all’Alexander animazione a cura delle Ragazze del coyote ugly. CAMPOBASSO - Sabato dalle 22.00 al Rudy’s lounge bar, set di Charles Papa. CAMPOBASSO - Sabato al Red Passion special guest Catrina Davies. CASTELLONE DI BOJANO Sabato 27 al Caos liquid&sound, live dei D-Trad. RIPALIMOSANI - Il 4 dicembre live di Agricol roots e Piccola orchestra popolare al Blue Note.

Università, inaugurata la mostra “Casalciprano Wall Drawings” CAMPOBASSO – È stata inaugurata ieri all’Aratro (Università del Molise) la mostra “Casalciprano Wall Drawings”. L’esposizione raccoglie bozzetti, disegni e studi preparatori - pittorici, grafici e digitali - del progetto di arte pubblica che è stato recentemente realizzato per recuperare e valorizzare il volto delle abitazioni dell’antico borgo di Casalciprano. L’esposizione è curata dal professor Lorenzo Canova e dagli studenti del suo corso di ‘Organizzazione di eventi culturali e artistici’ – corso di Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione Pubblica, d’Impresa e Pubblicità della Facoltà di Scienze Umane e Sociali. Il complesso delle facciate dipinte costituisce un museo all’aperto di public art ispirato al dialogo ideale tra i linguaggi visivi e l’immaginario del nostro presente da una parte, e la tradizione rurale e l’eredità della cultura contadina, familiare e religiosa dall’altra. Questo confronto tra passato e contemporaneità è basato su un profondo rispetto di quella tradizione, che viene rinnovata ed esaltata attraverso la rielaborazione operata dai codici dell’arte di oggi, in un reciproco scambio di suggestioni, valori e rappresentazioni. Si incontra, così, l’atmosfera misteriosa dei boschi bifernini di Francesco Cervelli, il recupero degli antichi giochi di Marco Colazzo, le memorie di perdute infanzie di Mauro Di Silvestre, i falciatori giganti di Stefania Fabrizi, il ponte tra vecchio e nuovo, tra volto e paesaggio, di Adriano Nardi, il ludico accostamento di macchinari di Marco Verrelli. In questo modo, arte visiva ed architettura, due discipline che da sempre si confrontano, si respingono e si attraggono, cercano di ricomporsi come le due metà di un discorso interrotto. Adimo

Concerto CAMPOBASSO - La 42ma edizione del cartellone “Amici della musica, Walter De Angelis” prevede, sabato 27 novembre alle 18.30 al teatro Savoia, il concerto del Sebastian string quartet, gruppo della gioventù musicale di Zagabria attivo dal 1982.Sul palco Andelko Krpan, Korana Rucner, Nebojsa Floreani, Zlatko Rucner. In programma musiche di Mendelssohn e Ciajkovskij. Ingresso euro 12,00. Al botteghino dalle 18.00, info 0874416374.

Double fantasy per l’assassino

Oasis, lontano ricordo per Noel Gallagher

L'album che venne autografato da John Lennon per Mark Chapman soltanto poche ore prima che l'ex Beatle venisse ucciso dallo stesso Chapman è in vendita per 530 mila sterline. La copia del 1980 di Double Fantasy fu autografata da Lennon quando lasciò la sua casa di New York l'8 dicembre 1980. Venne ucciso 5 ore dopo da Chapman.

Noel Gallagher, dopo aver assorbito la botta in seguito allo scioglimento degli Oasis, Noel Gallagher ricomincia a far sul serio. L'ex chitarrista dei britpopper sta lavorando alacremente sul suo primo album solista. Notizia confermata da Miles Kane ((Last Shadow Puppets), alla chitarra in un pezzo del nuovo disco di Gallagher.


ANNO III - N° 261 - GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

Crisi, il Molise prova a rialzarsi

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO A CHI HA FATTO QUESTO (VEDI FOTO) Pochi giorni fa vi avevamo dato la notizia della barbara impiccagione di un cane nelle campagne di Vastogiradi. Un atto incivile ed immondo, che ha provocato sdegno nel cuore di tutti i cittadini. Ieri, l’ennesimo increscioso episodio. Un cane, un meticcio di piccola taglia, è stato trovato con il collo completamente sgozzato. Sul piccolo animale, chiamato Salvo dai veterinari dell’Asrem che lo hanno soccorso, era stata praticata una sommaria sutura della ferita che aveva provocato anche infezioni su tutto il corpo dell’animale. Fortunatamente, grazie proprio all’intervento dei veterinari, Salvo è stato operato e finalmente è fuori pericolo. Adesso si trova presso il canile comunale in attesa di un nuovo padrone. I cittadini sono stachi di queste inciviltà.

L’OSCAR DEL GIORNO A “LA CASA NEL MONDO” Una struttura nata con l’intento di favorire l’integrazione degli stranieri che “sbarcano” nel capoluogo pentro. Inaugurata ieri mattina “Una Casa nel Mondo”, che sarà ospitata nel rinnovato immobile comunale intitolato al “X Settembre”. Il progetto approvato tre anni fa dal Ministero del Lavoro e diretto in fase esecutiva dal Segretario Comunale Michelino Giordano, non solo sarà un luogo di prima accoglienza per gli immigrati, ma permetterà una migliore integrazione, anche culturale, per tutti i cittadini stranieri che scelgono di vivere ad Isernia.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA L’indagine di Bankitalia ha fatto registrare timidi segnali di ripresa. Ecco tutti i dati

Molise, la crisi è ormai alle spalle ISERNIA - Nei primi mesi del 2010 l’economia molisana ha mostrato tenui segnali di ripresa. La grave congiuntura che ha caratterizzato gli ultimi anni è tutt’altro che alle spalle, ma il periodo più buio è alle spalle e, dunque, si può tornare a sperare. Questi i dati emersi dall’indagine effettuata da Bankitalia nella nostra regione e che sono stati illustrati presso la prefettura di Isernia, alla presenza dei prefetti D’Agostino e Trotta, della direttrice della Filiale Molise di Bankitalia, Giuseppina Capozza e di Pietro De Matteis del nucleo ricerche. Per quanto riguarda l’industria, l’intensità della domanda, alimentata anche dalla ripresa degli ordini dall’estero, pari all’8.5% rispetto all’anno precedente, ha determinato un recupero dell’attività produttiva.

presa. Male anche il settore terziario, con le presenze turistiche sempre più in diminuzione. Da segnalare anche l’1,4% in meno nel settore occupazionale anche se il tasso di disoccupazione non è aumentato a causa del fenomeno dei cosiddetti “scoraggiati”, ovvero quelle persone che ormai hanno rinunciato a trovare un lavoro. In regione, inoltre, è in aumento anche l’utilizzo degli ammortizzatori sociali, ed in particolar modo della cassa integrazione. I molisani, infine, ricorrono sempre più spesso ai finanziamenti, i prestiti alle famiglie, infatti, sono cresciuti in maniera maggiore rispetto alla media nazionale. Anche quest’ultimo dato, dunque, può essere visto come un segnale positivo. I consumi, dunque, nel 2011 potrebbero ricominciare a lievitare.

Tuttavia la crisi del settore moda ancora persiste ed è un fattore che ha influenzato in peggio la bilancia commerciale della Regione. Le esportazioni nel settore moda, dunque, sono state in netto calo e sono pari al 28% totale di tutte le esportazioni molisane. Un dato poco incoraggiante visto che fino a qualche anno fa si attestavano intorno al 50%. Anche se con la cessione di Ittierre di Pettoranello di Molise al gruppo comasco Albisetti, il trend potrebbe tornare nuovamente positivo. Un industria su quattro, comunque, ha superato i valori di vendita dell’analogo periodo del 2009. Al tempo stesso, però, due industri su cinque, hanno segnalato un fatturato in diminuzione. L’attività nel settore delle costruzioni, inoltre, non ha mostrato chiari segnali di ri-

Mancini lancia il Partito dei Disoccupati “Vogliono fare la lista dei sindaci? Io farò quella dei disoccupati”. Questa l’ultima provocazione di Giovancarmine Mancini. Il segretario regionale de La Destra propone un innovativo movimento da presentare alle prossime elezioni regionali e da contrapporre alla cosiddetta lista dei sindaci, ideata dal presidente Iorio e che vedrebbe la candidatura dei più importanti primi cittadini della regione, tra cui Gabriele Melogli e Gino Di Bartolomeo. Mancini ha annunciato che il movimento dei disoccupati sarà di appoggio al suo partito.

“I veri elettori di centrodestra – ha spiegato Mancini sono con me e sono stanchi della politica del presidente Iorio e di tutte quelle persone di cui si circonda. La lista dei sindaci è l’ennesimo schiaffo che questo centrodestra ha dato alla politica molisana. Oltre alla presenza delle solite facce note, infatti, molti dei possibili candidati primi cittadini risulterebbero incompatibili con la carica di consigliere regionale. E’ arrivato il momento di occuparsi realmente dei problemi di questa regione.

La foto del giorno

ISERNIA - Il Console Generale della Repubblica Federale di Germania, Christian Much, ha incontrato nel pomeriggio di ieri, presso il Tribunale di Isernia, i massimi esponenti delle Forze dell’Ordine provinciali. Ad accoglierlo il Procuratore Capo della Repubblica di Isernia Albano, il Comandante Proinvicale dei Carabinieri Renzetti, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza D’Appollonio, e il Questore Salvatore Torre. Albano ha regalato al console una targa ricordo della città di Isernia.

Droga, arrestata giovane coppia isernina ISERNIA - Nei giorni scorsi, presso la Stazione Ferroviaria di Isernia, i Carabinieri hanno tratto in arresto due 29enni, un uomo ed una donna, entrambi di Isernia, con l’accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Da diversi giorni, infatti, il comportamento dei due giovani aveva insospettito i militari che hanno così iniziato a monitorarne gli spostamenti. Dalle attività di pedinamento ed osservazione è scaturito il controllo del veicolo a

14 ANNO III - N° 261 GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010

bordo del quale viaggiavano i due arrestati. Le perquisizioni, compiute nell’immediatezza, hanno permesso di rinvenire un ingente quantitativo di dosi di droga, presumibilmente destinate ad approvvigionare il mercato locale. Sono state sequestrate circa 175 dosi di eroina, pronte per essere vendute, 100 grammi di hashish e 800 euro in contanti, probabilmente frutto dello spaccio. La ragazza dopo l’arresto si è sentita male in Caserma, tant’è che sono dovuti intervenire i sani-

tari del 118 per soccorrerla. Tuttavia si è trattato di un semplice malore e la 29enne è apparsa subito in buone condizioni di salute. L’operazione acquisisce maggior rilievo in considerazione del fatto che i militari che l’hanno portata a termine, hanno compiuto l’arresto mentre si trovavano in licenza e cioè liberi dal servizio, dimostrando quindi particolare attaccamento allo spirito istituzionale. Per i due 29enni, si profila nei prossimi giorni un processo per direttissima.

Consiglio Comunale Lunedì in streaming

Sel, oggi confronto su ambiente e turismo

Lunedì prossimo, 29 novembre, sarà possibile seguire via internet la seduta del consiglio comunale di Isernia, collegandosi attraverso il link “consiglio comunale in diretta”, al sito www.comune.isernia.it. La trasmissione audio video della seduta sarà una “prova tecnica”, in attesa della definitiva messa a punto delle apparecchiature.

ISERNIA - Il coordinamento di Sinistra Ecologia e Libertà della provincia di Isernia organizza per oggi, in Piazza Celestino V, nei pressi della Fontana Fraterna un banchetto informativo sulle proposte di Sel inerenti ambiente e turismo. E' prevista una breve conferenza stampa, alle ore 11.30 dal titolo "semplici idee per il cambiamento".


ISERNIA S. Agapito. La denuncia dell’opposizione. Il primo cittadino: “Strumentalizzazioni politiche”

“Il sindaco investe cane e scappa” SANT’AGAPITO – Una notizia battuta anche dalle agenzie nazionali e che è destinata a far discutere. Secondo il capogruppo di minoranza al Comune, Giuseppe Picciano, il sindaco Di Pilla avrebbe accidentalmente investito un cane non prestandogli soccorso. Una notizia stigmatizzata dal primo cittadino che, contattato telefonicamente, ha parlato di “speculazione politica della vicenda”. Lo stesso ha annunciato che in mattinata querelerà l’esponente dell’opposizione, in quanto i fatti riportati nella nota di Picciano non corrisponderebbero al vero. Un comunicato in cui il capogruppo della minoranza ha affermato: “Profondo sdegno qualche giorno fa a

Sant’Agapito per l’investimento di un cagnolino – si legge nella nota di Picciano - nella piazza principale del paese da parte di un pirata della strada che non si era nemmeno fermato a controllare i danni provocati alla povera bestia. A distanza di qualche giorno è stata confermata da diversi testimoni oculari, quella che sembrava solo una leggenda metropolitana, ebbene il pirata della strada è proprio il Sindaco del paese Giuseppe Di Pilla, che a bordo della sua Bmw ed in compagnia di un suo affezionato sostenitore, ha investito il povero animale e resosi conto del danno si è dato poi alla fuga senza curarsi degli strazianti ululati del povero animale che ferito e san-

guinante soccorso dai passanti è a malapena tornato dal padrone che lo ha portato dal veterinario e salvato in extremis. Sembra perlomeno strano che un sindaco, che si è vantato a più riprese di essere baluardo nella difesa degli animali, si comporti nei fatti come un pessimo soggetto dando un esempio di come non ci si debba controllare sfuggendo alle proprie responsabilità per un incidente provocato. Forse la ragione di questo atteggiamento dipende dalla speranza di poter scampare alla giusta riprovazione in quanto protetto dall’omertà provocata dalla sua carica, ma non aveva fatto i conti con il senso civico di alcuni cittadini che hanno dichiarato quello

che hanno visto. Ci attendiamo al più presto delle pubbliche scuse siamo sicuri che per senso di responsabilità non tarderà ad arrivare”. Invece non è tardata ad arrivare la risposta del sindaco Giuseppe Di Pilla: “La storia è stata ingigantita e tirata in ballo a distanza di un mese solo per motivi politici. Sabato 30 ottobre ero fermo con il motore acceso della mia auto nella piazza principale – ha dichiarato il primo cittadino – e stavo parlando con delle persone che stavano montando uno stand. Proprio in quel momento ho sentito un lamento provenire da sotto l’auto. Subito dopo ho visto un cagnolino che zoppicando è scappato via. Ho immediatamente chiesto ai pre-

senti di chi fosse l’animale e loro mi hanno assicurato che la proprietaria si trovava proprio in piazza e che comunque il cane non era ferito gravemente. Solo allora mi sono allontanato. Dopo l’episodio ho scoperto che la proprietaria dell’animale, che ripeto non sanguinava né tantomeno era leso gravemente, è una cittadina schierata politicamente con l’opposizione. Mi dispiace che mi abbiano dipinto in questo modo quando sono stato il primo a regolamentare la tutela degli animali sul territorio comunale. Chiedo alle minoranze di pensare e discutere dei problemi di Sant’Agapito e non compiere questi attacchi strumentali volti ad infangare il mio nome”.

La barbaria degli “uomini” continua Presentato Solidarietà aTeatro Meticcio trovato sgozzato a Isernia Nei giorni scorsi, la terrificante notizia di un cane trovato impiccato nelle campagne di Vastogirardi. L’Associazione AIDA&A che si occupa dei problemi legati al randagismo presenti sul territorio, denuncia un nuovo terribile caso di un randagio seviziato sempre con la stessa logica perversa: Salvo, così è stato chiamato dal veterinario della ASREM della zona, il Dr. Claudio Di Ludovico, che se lo è visto presentare spontaneamente nei corridoi del presidio veterinario ed ha avuto la certezza che il cane fosse andato lì per

chiedergli aiuto. Il povero randagio, un giovane meticcio maschio di circa un anno di taglia piccola (10 kg.) è molto docile e per questo motivo è stato seviziato in maniera cruenta. Lo stesso era già stato segnalato alle autorità poiché nei giorni precedenti si era presentato nel Pronto Soccorso dell’ospedale di Isernia, ridotto in queste terribili condizioni ma fuggiva alla presenza dell’uomo, pertanto è risultato vano il tentativo degli accalappia cani del comune di catturarlo. La scena che si è presentata al Dr. Di Ludovico era raccapricciante: il povero cane stremato è stato quasi completamente sgozzato presumibilmente con un’arma da taglio ed era già stato suturato da mani inesperte con punti strappati che avevano creato un ulteriore danno, provocando una estesa infezione. Ora Salvo non rischia più di morire per setticemia, né dissanguamento, è stato curato presso l’ambulatorio veterinario della ASREM di Isernia e ricoverato nel canile del Comune, verrà sterilizzato nei prossimi giorni e potrà essere adottato. L’associazione AIDA&A denuncia questo ennesimo efferato episodio di maltrattamento e si occuperà della futura adozione del povero Salvo che ha bisogno di una famiglia, di una cuccia calda, tanto affetto e coccole, perché nonostante tutto non ha perso la fiducia nell’uomo.

Presentata ieri mattina nella sala Giunta della Provincia di Isernia la manifestazione “Solidarietà a Teatro”. A illustrarne i contenuti sono stati il Presidente dell’ente di via Berta Luigi Mazzuto e l’assessore alle politiche sociali, Mimmo Izzi. “Rispetto agli anni scorsi – ha detto il Presidente Mazzuto – abbiamo invertito il titolo della manifestazione (precedentemente si intitolava “Teatro e Solidarietà”) perché riteniamo che debba essere dato un segnale forte all’aspetto della solidarietà da parte di un’amministrazione pubblica come la nostra. Infatti, l’incasso degli spettacoli verrà destinato interamente alle associazioni di volontariato. Ma oltre a ciò – ha sottolineato il Presidente – la novità quest’anno sarà anche un’altra: la solidarietà per la prima volta diventerà itinerante in quanto gli spettacoli si svolgeranno non solo a Isernia ma anche a Venafro e ad Agnone”. “In questo periodo di grandi difficoltà finanziarie – ha detto l’assessore Izzi – l’impegno e la disponibilità dell’amministrazione provinciale e del Presidente Mazzuto è stato encomiabile. È stato organizzato un cartellone degli spettacoli di assoluto livello, venendo incontro anche alle esigenze di alcune associazioni. Infatti, – ha concluso l’assessore – alcuni spettacoli si svolgeranno anche di domenica”.

Ritrovato importante reperto archeologico

Cisl Venafro, Macari eletto nuovo segretario

PIETRABBONDANTE - Un importantissimo reperto archeologico e' stato ritrovato durante la campagna di scavi nell'area sannitica di Pietrabbondante. E' una statuina di bronzo che raffigura Ercole. Lo stato di conservazione e' ottimo. Nella stessa area, nota per il complesso del teatro Sannitico, sono stati trovati anche altri reperti.

È stato eletto il nuovo segretario dei Pensionati Cisl della lega di Venafro. L’assemblea sindacale ha eletto il nuovo responsabile territoriale della federazione pensionati, Giuseppe Macari. All’assemblea hanno preso parte anche il segretario generale della Cisl molisana, Pietro Iocca, e quello della federazione pensionati Luigi Pietrosimone.

15 ANNO III - N° 261 GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010


TERMOLI Il primo cittadino di Guglionesi, Leo Antonacci, replica sulla gestione di Vallone Cupo

Discarica, il sindaco: Cantalupo e l’Idv farneticano “A breve nel nostro Comune partirà la raccolta differenziata, quella che la sinistra non ha mai realizzato GUGLIONESI - “Cantalupo e l’Italia dei Valori farneticano”. Questa la reazionne del sindaco Leo Antonacci in risposta alla polemica innescata dal coordinatore cittadino dell'IdV, Antonio Cantalupo, riferita alla gestione della discarica di Vallone Cupo. “Cantalupo – afferma il primo cittadino - se memoria non mi inganna dovrebbe essere lo stesso che sedeva ai nostri tavoli per la formazione delle liste comunali, ben sapendo la nostra chiara appartenenza politica all’area di centro destra; alla faccia della coerenza politica, tira in ballo una presunta mia risposta data alla cittadinanza sulla discarica e Cosib, e sul “negato” diritto di accesso agli atti su “Documenti Ufficiali” riguardante la stessa discarica da “mettere a disposizione dei cittadini in una pubblica assise”. Per correttezza – continua il Sindaco - porto a conoscenza del “Coordinatore” ma soprattutto della cittadinanza intera che mai ho avuto da parte sua nessuna richiesta (ho verificato io stesso presso il protocollo del Comune di Guglionesi ) e che, pertanto, ho mai dato nessuna risposta. Inoltre approfitto dell’occasione per sottolineare che se è vero che la mia amministrazione trae profitto dai

Il Prc critica l'amministrazione: “Si contraddice sui rifiuti” SANTA CROCE DI MAGLIANO – Dopo l'incontro dibattito organizzato dall'Amministrazione comunale per illustrare la propria attività dopo circa un anno e mezzo dall'insediamento, il locale coordinamento PRC ha diramato una nota che stigmatizza i contenuti illustrati ritenendo che ci si sia limitati a posticipare la soluzione di attualiproblemi. “Gravissimi e quindi degni di nota – silegge nel documento -, sono poi a nostro avviso due elementi emersi nel corso del dibattito, ci riferiamo in primo luogo al fatto che, per stessa ammissione del Sindaco e del competente Assessore, ormai da mesi, la buona e civile abitudine acquisita nel corso degli anni precedenti dai nostri concittadini nello smistare e suddividere i rifiuti tra umido, vetro e carta, è diventata una presa in giro in quanto il tutto viene poi nuovamente mischiato all'atto del conferimento all'interno del mezzo che gestisce la raccolta, come dire che i casi Napoli e Palermo nulla hanno insegnato. In secondo luogo va rimarcato negativamente, specie se contestualizzato nel particolare momento economico che stiamo vivendo, il comportamento con-

traddittorio tenuto dall'amministrazione con la nomina di un “consulente esterno - supplente” chiamato ad interessarsi di problematiche rispetto alle quali, il nostro comune già dispone in organico di figure appositamente stipendiate con conseguente aggravio di spesa a danno delle tasche dei cittadini e che, l'ampiezza dei poteri attribuitigli, ci porta a pensare dovrà colmare quelle evidenti lacune amministrative che purtroppo la maggioranza denota e palesa continuamente. Come si faceva notare nel corso del dibattito dagli esponenti di minoranza, la nomina di questo “supplente” è ancora più grave, se si tiene conto che, solo poche settimane prima, ai dipendenti di cui sopra si è riconosciuta una “gratifica” testimonianza del loro buon operato. Quale logica guida queste scelte? Si ritengono i suddetti dipendenti ancora in grado di garantire quegli standard lavorativi che da anni hanno messo a disposizione della collettività? O con ciò si vuole di fatto sollevarli da incarichi che non si ritiene siano capaci di soddisfare?”. Coordinamento Territoriale PRC Santa Croce di Magliano

Corso sulla sicurezza nelle scuole a San Giuliano SAN GIULIANO DI PUGLIA – Domani, organizzato dall'amministrazione comunale, Asrem e Regione, nella scuola Jovine si terrà un corso sul tema della "Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole". Interverranno il sindaco, Luigi Barbieri, il direttore Asrem Angelo Percopo, il presidente della Regione Michele Iorio, l’ingegnere Pasquale Bartollino, responsabile Spp dell’Asrem, la consigliera di parità Giuditta Lembo, Antonella Di Rado, collaboratrice Spp Asrem, Paolo Manuele responsabile di Molise Emergenza, Anna Maria Frontera dell’organo di vigilanza Asrem, Giuliana Petta, responsabile dell’Ufficio scolastico provinciale. Il Corso è riconosciuto dalla Regione Molise come aggiornamento per Dirigenti, Preposti, Rls, Responsabili e Addetti al Spp (modulo B per complessive n°. 4 ore). A tutti i partecipanti verrà consegnato l'attestato di partecipazione e materiale didattico.

Di Sandro incontra il dirigente scolastico di Ururi URURI – Recentemente l'assessore regionale Filoteo Di Sandro é stato in visita ad Ururi dove, tra glialtri, ha incontrato il dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo. In merito al'incontro interviene con una nota il Presidente del Consiglio provinciale di Campobasso Carmine Perugini. “Ritengo che la presenza dell’As-

sessore Di Sandro ad Ururi abbia voluto significare una attestazione di stima e riconoscimento alle realtà scolastiche locali, che spesso riescono ad avere in sé e ad esprimere una forza e un dinamismo positivi e inaspettati. Naturalmente mi auguro che Di Sandro condivida e quindi si disponga positivamente, relativa-

mente agli impegni ed alle scelte operate in sede di Conferenza provinciale per il dimensionamento scolastico, la quale ha stabilito che la Direzione delle scuole, che si sono dovute accorpare resti ad Ururi. Una decisione ben ponderata sulla base di dati oggettivi e deliberata con convinzione e imparzialità”.

proventi della discarica è altrettanto vero che abbiamo anche fatta la scelta di avere una riduzione degli stessi proventi perchè a breve nel nostro Comune partirà la raccolta differenziata, quella cha la tua sinistra ha sognato di realizzare per tanti anni senza riuscirvi. Tutto questo per chiarire che Cantalupo può tranquillamente dare la caccia a streghe, stregoni e fattucchieri vari, ma, per serietà, lascia fuori dalle tue fantasie la “salute dei cittadini. Quella è una cosa seria, e non permetterò mai che sia utilizzata per fini subdoli. Chiudo comunque, invitando l’articolista coordinatore di chiedere secondo le forme richieste (passando per il protocollo) e ritirare tutta la documentazione di cui ha bisogno per organizzare la “sua” pubblica assemblea (se mai la organizzerà) preannunciandogli che mi vedrà presente in platea pronto a dare tutti i chiarimenti, avvalendomi solo delle verità e mai delle fantasie di un farneticatore”.

La Lega Sannita: “Di Pietro resuscita i morti della politica” TERMOLI. “L’onorevole Antonio Di Pietro ha il grande dono di resuscitare i morti della politica molisana e nazionale, perché ogni qualvolta i cittadini riescono finalmente a sbarazzarsi di quei professionisti della politica che nel corso dei loro mandati elettorali hanno procurato solo danni al territorio e ai cittadini, ecco arrivare subito colui che con un tocco di mano li resuscita, li porta a nuova vita, li accoglie nel suo movimento, gli conferisce anche importanti incarichi, senza dimenticare però di far prima cacciare chi da anni militava nel suo partito”. Lo ha dichiarato Lorenzo Lommano, leader della Lega Sannita, dopo le reiterate sparate dell’onorevole Di Pietro fatte ad Isernia. “Manca poco – ha continuato Lommano – che Di Pietro non cominci a camminare anche sull’acqua, considerato che se un trasformista, un ribaltonista o un camaleonte della politica passa nel suo partito non c’è nulla da dire, anzi è legittimo, mentre se invece trasloca armi e bagagli in un altro partito, allora ci troviamo davanti al mercato della vacche. Penso – ha concluso Lommano – che se Di Pietro si sia accorto dell’eolico selvaggio nel Molise e del saccheggio del nostro territorio solo dopo la sensibilità dimostrata da Sgarbi, appare evidente che come Lega Sannita dobbiamo liberarci quanto prima, con un Comitato di Liberazione del Molise, di tutti quei partiti che predicano bene e razzolano male".

Presentato il cartellone teatrale proposto dall'Atam LARINO – Anche per questa stagione é stato stilato il cartellone degli spettazoli teatrali che si terranno al Teatro Risorgimento, organizzati dall'Associazione Teatrale Abruzzese Molisana (ATAM) con l'amministrazione comunale frentana. Le rappresentazioni inizieranno il 17 Dicembre con “Capasciacqua”, interpretata da Marina Confalone, che è anche la regista, e Pino Strabioli. Il 7 Gennaio é la volta di “Nunsense, musical messo in scena dall’accademia dello spettacolo. Il 18 Gennaio, per la regia di Alessandro D'Alatri, sul palco si esibiranno Daniele Pecci e Federica Di Martino in “Scene da un Matrimonio”. Si passa poi al 15 Febbraio con “Pene d'amor perduto” di Shakespeare, con Marina Suma e Stefano Artissunch. Il 25 Febbraio é la volta di Mario Perrotta che con un monologo presenta una rivisitazione dell’Odissea. Infine, il 10 Marzo, Ultimo appuntamento il 10 Marzo con Ottavia Piccolo in “Donna non rieducabile”. Un cartellone abbastanza di qualità come sottolinea l'assessore comunale Massimo Starita. “Sono particolarmente soddisfatto. Mi auguro davvero che i larinesi apprezzino lo sforzo di offrire momenti di grande divertimento, a giudicare da alcune proposte che saranno in scena al Risorgimento, insieme con lavori in cui invece l’approfondimento e la riflessione su temi importanti ed attuali saranno la caratteristica principale. Ci aspettiamo una grande risposta di pubblico, anche dai centri limitrofi e dalla vicina Termoli, visto che Larino sarà una delle poche piazze del basso Molise che offrirà la stagione teatrale, e di questo non possiamo che rallegrarci”.


TERMOLI L’ospedale termolese ospiterà da oggi gli specialisti che tratteranno dell’uso della terapia elettrica

Corso nazionale di cardiologia al San Timoteo Il seminario punta ad approfondire le conoscenze sul campo e le pratiche migliori da utilizzare TERMOLI - A distanza di un anno l’ospedale San Timoteo sarà nuovamente sede di un corso di aggiornamento per cardiologi sulle possibilità e i limiti della terapia elettrica nelle cardiomiopatie dilatative, nello scompenso e nella prevenzione della morte cardiaca improvvisa. Il corso, riservato ad un ristretto numero di specialisti, si articolerà su due giornate, a partire da oggi. La scelta dell’ospedale San Timoteo non è casuale ma testimonia il crescente credito acquisito nel panorama nazionale dal nosocomio termolese nel settore cardiologico. “Oggi si vive più a

lungo – afferma il prof. Emilio Musacchio, direttore dell’U.O.C. di Cardiologia del San Timoteo e del Cardarelli di Campobasso – e inevitabilmente i cuori si logorano maggiormante, ma fortunatamente esistono anche degli interventi appropriati. Approfondire le conoscenze ed essere preparati a scegliere la metodica da applicare ai diversi casi che si presentano sono i punti focali del seminario di studi. E’ fondamentale conoscere i requisiti per poter intervenire e saper scegliere i pazienti ai quali è possibile impiantare un sistema CRT”. Oggi, dopo una

parte teorica che traccerà i presupposti della CRT e le linee guida all’impianto con l’applicazione delle diverse tecniche e il troubleshooting di casi complessi, ci sarà una sessione pratica di anatomia mediante il sezionamento di cuori di maiale. Domani verrà illustrato come avviene la selezione del paziente, cui seguirà l’impianto di un sistema CRT di risincronizzazione per la terapia dello scompenso cardiaco grave. Direttori del corso sono il dottor Vitale, direttore sanitario del San Timoteo, il professor Musacchio ed il dottor Bontempi.

Gatti: impediamo la perdita di indentità del nostro territorio

TERMOLI - A margine della manifestazione indetta dai comitati spontanei contro il cosiddetto “eolico selvaggio” che si é svolta martedì a Campobasso, è intervenuta Erminia Gatti, coordinatrice regionale di Api. “Mi sembra importante sottolineare il dato delle oltre 4 mila firme raccolte dalla petizione popolare, nella quale si chiede di fermare l’installazione di 5 mila pale eoliche nella nostra regione, che ci porterebbe all’inaccettabile ed assurda media di un palo eolico circa per km quadrato. Si tratta - ha continuato la Gatti - non solo di di-

fendere le nostre aree paesaggistiche, la nostra storia, le aree archeologiche, l’agricoltura ed un modello di sviluppo ecocompatibile, ma anche di evitare che il Molise scateni gli appetiti della criminalità organizzata”. Dietro l’affare dell’eolico che vale oltre 4 miliardi di euro annui, possono nascondersi poteri criminali e interessi affaristici poco trasparenti, secondo l’allarme della Direzione Nazionale Antimafia, che ha già provocato diverse interrogazioni parlamentari ed indagini della Magistratura. “Siamo perfettamente consapevoli dell’importanza della produzione di energia da fonti rinnovabili per il futuro del nostro territorio anche in un’ottica di armonizzazione delle politiche comunitarie. Tuttavia, non si può prescindere da un utilizzo intelligente delle nostre risorse naturali: i dati ci dicono che ad oggi il 72% del fabbisogno regionale di energia è prodotto dai parchi eolici

già attivi a cui si aggiungono gli impianti idroelettrici e termoelettrici, per un totale del 110% rispetto al fabbisogno totale, senza considerare l’energia prodotta dalla Turbogas di Termoli, che da sola supera di ben quattro volte tale soglia. Ci auguriamo – ha concluso la Gatti che l’iniziativa odierna sia di stimolo per una rinnovata e più lungimirante politica legislativa regionale che ad oggi, per effetto della “legge Berardo”, di fatto liberalizza senza vincoli e senza regole la produzione di energie rinnovabili nella regione Molise. Si tratta di impedire la perdita di identità del nostro territorio, ma anche di proteggerlo dai rischi di speculazioni poco trasparenti, che certamente non aiutano la crescita dei nostri fattori di produzione e occupazione ma al contrario deprimono l’intero sistema economico, spostando altrove i reali effetti di investimenti spesso poco tracciabili”.

Oggi la presentazione del testo il “Vangelo Strabico” TERMOLI - Sarà presentata alle 17 di oggi, presso l’auditorium “Giovanni Paolo II”, della parrocchia di Santa Maria degli Angeli, l'ultima fatica editoriale di don Benito Giorgetta: “Il Vangelo strabico, considerazioni sul Vangelo domenicale e festivo” edito dalla Messaggero Edizioni di Padova. Un volume di 256 pagine, con la prefazione di Padre Ermes Ronchi (Commentatore su Avvenire del Vangelo domenicale e conduttore su RAI Uno il sabato, “Le ragioni della Speranza”) e la postfazione di monsignor GianCarlo Bregantini, Arcivescovo di Campobasso - Boiano. Primo di tre volumi, il testo propone delle considerazioni “stra-

biche” sul Vangelo domenicale e festivo. Si inizia con l’anno “A” come viene denominato, liturgicamente, il percorso che sarà avviato con la prima domenica di Avvento il 28 novembre prossimo venturo per i prossimi anni saranno pubblicati i volumi “B” e “C”. Alla presentazione saranno presenti oltre a padre Ronchi e monsignor Bregantini il vescovo diocesano Monsignor De Luca, gli Ambasciatori della Croazia presso la santa Sede e il Quirinale: S.E. Emilio Marin e S. E. Tomislav Vidosevic’, il Dirigente scolastico di S. Croce di Magliano. professor Paolo di Pietro e quello di Casacalenda professor. Antonio Vesce.

Montano presenta un ordine del giorno su Asia Bibi TERMOLI - Il Presidente del Consiglio comunale Alberto Montano ha presentato, per la discussione nella prossima assise, un ordine del giorno relativo alla vicenda di Asia Bibi, la donna pakistana di fede cristiana condannata a morte, secondo la legge sulla blasfemia, per aver rifiutato di abiurare al cristianesimo e convertirsi all’Islam. “La violazione costante dei diritti universali dell’uomo per ragioni etniche o religiose che si realizza costantemente in alcune aree del mondo - afferma il presidente Alberto Montano - sta producendo un ammirevole mobilitazione internazionale a cui dobbiamo sentire il dovere morale di aderire e partecipare. Asia in Pakistan condannata a morte per blasfemia, come Sakineh in Iran condannata a morte per adulterio, sono esempi di vittime innocenti di si-

stemi giudiziari che oltraggiano la dignità delle persone e fanno ripiombare il mondo in un oscuro medioevo. Così come alle pagine più buie della storia ci riportano le persecuzioni e i massacri che le comunità cristiane stanno subendo nel mondo islamico e che non possono più accadere nell’indifferenza dei più” - conclude Montano.

Allo Spirito Divino “Serata con le bollicine…” TERMOLI -Questa sera, a partire dalle 20,30, terzo appuntamento con le serate del winebar Spirito Divino dedicate alla degustazione. La serata vedrà protagonisti una selezione degli spumanti dell’azienda agricola Borgo Molino

di Roncadelle di Ornello(Treviso) in degustazione con i frutti di mare della D’Abramo Nicola di Termoli. Alla serata sarà presente Pietro Nardin della Borgo Molino, che guiderà i partecipanti alla scoperta dei prodotti in degustazione.


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:27 08:39 11:25 14:11 16:02 19:04 19:30 20:13 22:45

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta Ragù di “braciolette” 4 grosse fette di vitello 200 g di lardo di prosciutto 2 spicchi di aglio un ciuffo di prezzemolo ½ cipolla grani di pepe un dl di vino rosso

50 g di pecorino grattugiato un l di passata di pomodori un dl di olio di oliva extravergine q. b. di sale

Allargate le fette di carne sul tavolo da lavoro, spolverizzatele con un trito di aglio e prezzemolo, pepe macinato al momento, formaggio e un pizzico di sale. Aggiungete una strisciolina di lardo, arrotolate le “braciolette” su se stesse e legatele ben strette con dello spago da cucina. Versate l’olio in una “tiella” di terracotta, aggiungete un battuto di aglio cipolla prezzemolo e di lardo e fate soffriggere dolcemente. Unite le” braciolette” e lasciatele rosolare, a fuoco vivace, spruzzandole, di tanto in tanto, con un po’ di vino; fatelo evaporare ed aggiungete la salsa. Insaporite di sale e fate cuocere il ragù a fuoco basso, mescolando, di tanto in tanto con una “cucchiara” di legno, fino a quando la carne sarà ben cotta e la salsa avrà acquistato la giusta consistenza. Togliete la carne dal ragù, eliminate lo spago e servitela come secondo, contornata da peperoni arrostiti, conditi con olio ed un trito finissimo di aglio e prezzemolo, dopo un buon primo piatto di bucatini, ben informaggiati, conditi con abbondante ragù. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

GIAMPAOLO Piazza Pepe Gabriele, 39 Tel. 0874.94076

DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625

CASTIGLIONE (di appoggio) Via XXIV Maggio, 14 Tel. 0874.65105

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno D’ABRAMO - Piazza Garibaldi - Tel. 0875.706769 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:46 06:25 12:08 13:30 14:30 16:00 17:14 18:40 20:48

Arrivo 07:36 08:15 13:58 15:20 16:20 17:50 18:55 20:30 22:38

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza 05:50 07:20 08:30 14:15 16:30 19:33

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 05:47 06:49 09:35 12:30 14:12 17:14 17:40 18:23 20:55

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:16 19:25 22:50

Partenza 06:15 09:15 14:15 14:47 16:45 17:15 18:42 19:40

Arrivo 09:23 12:15 17:30 19:25 20:15 20:44 21:30 22:40

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,10-17,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,30-12,40(anche 13,30-13,45 -14,00 festivo)-14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

20 feb - 20 mar

Ariete - Potete benissimo cercare di organizzarvi al meglio in questa giornata, in quanto il tempo non vi manca e anche la vostra predisposizione d'animo sarà la migliore per mettere i puntini sulle "i" e cercare di venire a capo di alcune situazioni che risalgono al vostro più lontano passato e che quindi sarebbe ora di eliminare definivamente! Toro - Dopo alcune giornate trascorse a cercare di decifrare i vostri sentimenti, ebbene oggi finalmente avrete la situazione più che chiara e potrete pertanto agire di conseguenza, senza paura di essere malintesi oppure senza che gli altri vi rimproverino per la vostra proverbiale indecisione. Tutto filerà liscio come l'olio! Gemelli - In questa giornata ci potrebbero essere delle questioni da valutare e da prendere in considerazione molto più che in altri casi, soprattutto in ambito sentimentale, poiché avete proprio bisogno di sentirvi utili e questo potrebbe creare qualche incomprensione con il partner! Cancro - Forse il vostro umore non sarà esattamente quello che gli altri si aspettano e quindi anche voi avrete qualche grattacapo, non solo con le persone che amate, ma anche in ambito professionale, dove potrebbero scambiarvi per persone gelide, poco ospitali o poco esperte solo perché parlerete poco! Leone - Qualche difficoltà anche voi la incontrerete nel corso della giornata, ma queste saranno per lo più legate a questioni professionali, come ad esempio un cliente che non sa cosa vuole o un investitore troppo insistente. Fatto sta che vi provocheranno qualche fastidio ma nulla più o che possa compromettere la vostra ilarità! Vergine - Dovrete cercare di risolvere insieme alle persone che amate i vostri dubbi, poiché soltanto loro sapranno come fare a togliere dalla vostra mente dei pensieri tanto negativi. Talvolta esagerate, ma in questo caso sarete abilmente smentiti da chi vi ama sul serio e saprete come valutare! Bilancia - Fare piani per il futuro potrebbe essere esattamente ciò che vi aspettate anche dalla persona che vi sta vicino, ma questa potrebbe mostrarsi non altrettanto entusiasta. Date ad essa un po’ di tempo per abituarsi all'idea o per metabolizzarla, in fondo se si tratta di questioni importanti è meglio riflettere bene! Scorpione - Forse in questa giornata i vostri contatti potrebbero negarsi alle vostre chiamate ed insistere potrebbe essere controproducente. Tuttavia, incontrare fortuitamente questa gente per strada e fermarla per parlare non è vietato per cui datevi da fare per improvvisarvi investigatori per un giorno che potrebbe valere molto per voi! Sagittario - Forse le vostre finanze hanno bisogno di un po' di incoraggiamento, soprattutto perché avete deciso di affrontare una spesa ingente e quindi avete proprio la necessità di credere in qualcosa fermamente e con decisione, ma che soprattutto possa fruttare molto di più del solito. Troverete quello che cercate se vi guarderete bene intorno! Capricorno - Avete lasciato che questi ultimi giorni passassero senza infamia e senza lode, trascurando delle questioni che al contrario avrebbero avuto una veloce risoluzione se solo vi foste impegnati. Ora vi toccherà impegnarvi il doppio con la metà del tempo a disposizione! Cercate di fare una colazione abbondante almeno! Acquario - Cercate di non perdere totalmente il controllo in questa giornata quando una situazione si volgerà al termine e voi non capirete esattamente come sia potuta finire così presto! Probabilmente siete stati troppo poco attenti ed ora dovete solo accettare le conseguenze ed andare avanti senza troppe storie! Pesci - In questa giornata dovrete condividere una situazione con una persona che non conoscete, quindi invece di assumere la solita aria da persone fredde, fareste bene ad approfondire la conoscenza e mostrarvi un tantino più disponibili, non per chissà quali scopi, ma semplicemente per farvi benvolere da qualcuno!


ANNO III - N° 261 - GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it IL CAMPOBASSO PENSA AL CATANZARO OGGI TEST AMICHEVOLE ALL’ANTISTADIO Campobasso impegnato su più fronti: dalla preparazione della gara di Catanzaro, alle emergenze infortuni, passando per il mercato. Andiamo con ordine iniziando dal lavoro che stanno svolgendo Minadeo & co. in vista della trasferta calabrese. Ieri duro allenamento presso l’antistadio Acli per la truppa di Cosco: il tecnico molisano ha posto l’attenzione prima sull’aspetto atletico e poi su quello tecnico. Come sua consuetudine lo ‘Special Wolf’ non sta tralasciando alcune dettaglio nella preparazione dell’incontro e sta mettendo in guardia i suoi dai possibili rischi che si potranno correre. Questo pomeriggio è in programma la consueta amichevole infrasettimanale. Alle 14.30, all’antistadio, i rossoblù affronteranno la juniores dei Lupi Molinaro in un test che sarà utile allo staff tecnico per effettuare esperimenti e provare soluzioni tattiche alternative. A PAG. 20

AL VIA LE ATTIVITA’ DELLO SCI CLUB CAMPITELLO MATESE Partono ufficialmente le attivita’ dello Sci Club Campitello Matese di Campobasso. Lo storico sodalizio molisano, sotto la guida del Neo Presidente Mario Laudati, si avvia ad affrontare la nuova stagione invernale. Tantissime le attivita’ in cantiere. Si parte con l’uscita della squadra agonistica nel ponte di Sant’Ambrogio. La trasferta quest’anno si terra’ sul giacciaio del Tonale. Ma subito dopo la squadra si trasferira’ a Campitello Matese dove svolgera’ gli allenamenti per tutto il periodo delle festivita’ natalizie. Fitto anche il calendario delle gare di sci alpino che inizieranno ufficialmente il 16 gennaio 2011. Subito dopo le festivita’ natalizie partiranno anche i tanto attesi corsi di avviamento allo sci, che vedono ogni anno la partecipazione di centinaia di neofiti. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Non interessa Giuliano. Oggi test con la juniores dei Lupi Molinaro in vista del Catanzaro

Rossoblù tra mercato e infortuni Oggi giornata decisiva per Pifano. Un mese e mezzo di stop per il nigeriano Ibekwe Campobasso impegnato su più fronti: dalla preparazione della gara di Catanzaro, alle emergenze infortuni, passando per il mercato. Andiamo con ordine iniziando dal lavoro che stanno svolgendo Minadeo & co. in vista della trasferta calabrese. Ieri duro allenamento presso l’antistadio Acli per la truppa di Cosco: il tecnico molisano ha posto l’attenzione prima sull’aspetto atletico e poi su quello tecnico. Come sua consuetudine lo ‘Special Wolf’ non sta tralasciando alcune dettaglio nella preparazione dell’incontro e sta mettendo in guardia i suoi dai possibili rischi che si potranno correre. Questo pomeriggio è in programma la consueta amichevole infrasettimanale. Alle 14.30, all’antistadio, i rossoblù affronteranno la juniores dei Lupi Molinaro in un test che sarà utile allo staff tecnico per effettuare esperimenti e provare soluzioni tattiche alternative.

Passiamo al delicato capitolo infortuni. Partendo dai meno gravi. Chiazzolino è sempre alle prese con una fastidiosa infiammazione muscolare, ma sta stringendo i denti e continua ad allenarsi; pertanto dovrebbe essere a disposizione per domenica. Gennarelli è ancora fermo ai box e dovrebbe riprendere all’inizio della prossima settimana. Questa mattina sia il centrocampista campobassano, sia Chiazzolino si sottoporranno ad ecografia di controllo. Più grave del previsto l’infortunio di Ibekwe: ieri lo staff medico ha ricevuto gli esiti della risonanza magnetica: circa 12 centimetri di lesione muscolare e tempi di recupero che si aggirano intorno alle sei settimane. Ad ogni modo bisognerà effettuare ulteriori accertamenti, ma appare certo che l’attaccante dovrà restare completamente fermo per un mese e ci vorranno poi due settimane di preparazione prima di rivederlo

in campo. Per quel che concerne il mercato quella odierna dovrebbe essere la giornata decisiva per il possibile ingaggio di Pietro Pifano. Nelle ultime ore si sono registrati dei tentennamenti da parte della società del capoluogo di regione, preoccupata della reazione di una parte della tifoseria e dell’eventualità di rompere alcuni equilibri. Ad ogni modo l’Agnonese, che sta curando la posizione del calciatore, e lo stesso Pifano attendono una risposta definitiva che dovrebbe esserci in giornata. Infine il difensore Giuliano, trattativa riportata nella giornata di ieri, non farebbe al caso del Campobasso che in quel reparto è coperto: ‘E’ vero che ho un ottimo rapporto con Giuliano – ha affermato Cosco – ma noi in difesa stiamo benissimo con tre pilastri quali Minadeo, Di Fiordo e Maglione.’ mdi

Più grave del previsto l’infortunio di Ibekwe

IN BREVE

Re Giorgio Corona potrebbe essere ceduto Camorani verso la Paganese di Capuano Corona

20 ANNO III - N° 261 GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010

La Juve Stabia avrebbe in animo di effettuare una minirivoluzione nel mercato di gennaio. Diversi i big sottoesame e tra questi, udite udite, ci sarebbe Re Giorgio Corona. L’attaccante parlemitano ha iniziato la sua avventura campana alla grande con quattro gol in cinque gare. Successivamente un lieve calo, complice anche un’espulsione che gli è costata due giornate di squalifica. La società, qualora trovasse un attaccante di spessore, potrebbe anche decidere di cedere Corona. Alfonso Camorani, altro ex di lusso del Campobasso, potrebbe arrivare a gennaio alla corte della Paganese di Eziolino Capuano. Il centrocampista, che non sta trovando spazio nel Pescara, è fortemente voluto dalla compagine di Pagani che potrebbe ingaggiarlo alla riapertura del mercato.

Camorani

Milazzo, il "Grotta" vicino all’apertura Manca solo l'ufficialità, attesa nella tarda mattinata di oggi. Il "Grotta Polifemo" riaprirà le sue porte dopo sei mesi, per la prima volta per una gara professionistica. Ancora però la "questione stadio" non è del tutto risolta. Il Comune non ha fino ad oggi convocato la commissione del Genio Civile per il collaudo del settore ospiti. Per questo la Lega, per la partita di domenica con il Brindisi, ha chiuso il settore riservato alla tifoseria avversaria ma ha concesso una proroga al regolamento. 2000 e non 2500 sarà la capienza solo per questa gara.

Aic: lo sciopero resta dietro l’angolo

Bologna: mandato di vendita a Consorte

"Lo sciopero resta dietro l'angolo e il 30 novembre, in assenza di accordo, prenderemo le nostre decisioni. La convocazione del primo dicembre presso l'Alta Corte di Giustizia del Coni non incidera' sulle nostre posizioni". Cosi' il segretario generale dell'Assocalciatori, Gianni Grazioli, ribadisce la posizione del sindacato sul tema legato al rinnovo del contratto collettivo, al termine dell'incontro informale in Federcalcio con il presidente Abete e i rappresentanti della Lega di serie A.

Prima un rapido controllo dei conti. Poi la ricerca di investitori a cui vendere il club, operazione che si concludera' entro il 20 dicembre, escludendo un proprio intervento diretto. Questi i punti su cui si struttura il mandato conferito ad Intermedia Finance, societa' guidata dall'ex presidente di Unipol, Giovanni Consorte, dal Bologna Calcio. Intermedia ha formalizzato l'accordo con una nota in cui vengono spiegate le due fasi e la tempistica.


S P O RT CALCIO SERIE D

Il Trivento ha scelto Favo Ieri il nuovo allenatore ha assistito alla gara di Coppa “Mi ha colpito l’entusiasmo della società”ha detto

Massimiliano Favo è il nuovo allenatore dell’Atletico Trivento. Ieri pomeriggio al termine della gara casalinga di Coppa Italia, vinta con il Guidonia per 3 a 0, è stato ufficializzato dalla società. Quarantaquattro anni, nativo di Napoli, il neo mister del Trivento vanta una lunga carriera di giocatore e da centrocampista ha vestito le casacche del Napoli(10 presenze in serie A) e poi esperienze importanti in B con Palermo, Ascoli, Lucchese ed Ancona. Nel 2004 Favo ha deciso di chiudere la carriera di calciatore per intraprendere quella di allenatore: l’esordio nella stagione 2006-2007 sulla panchina

della Primavera dell’Ascoli poi nella stagione successiva l’approdo in C2 a Giulianova dove è stato esonerato a metà campionato. Nella stagione 2008-9 arriva sulla panchina della Viterbese, in serie D, a campionato in corso e nel centro laziale rimarrà anche nell’anno successivo dove viene esonerato nel Febbraio 2010. Mister, come mai la scelta di Trivento? “Sono stato contattato dalla società e martedì sera ho avuto un incontro. Mi ha colpito subito l’entusiasmo della dirigenza e questa cosa è stata determinante ai fini della scelta; non conoscevo personalmente questa realtà anche se nel mondo del calcio se ne parla molto bene. So che ci sono stati contatti con vari allenatori ma alla fine hanno scelto me e questo non può che farmi piacere; ora spero di ricambiare positivamente la fiducia e non vedo l’ora di mettermi al lavoro”. Cosa le ha chiesto la società?

“La società mi ha chiesto di fare un buon campionato. So che ad inizio stagione le prospettive erano importanti ma i riusultati fino ad ora non sono arrivati. Mi è stato chiesto di provare a risalire la classifica e di dare al Trivento la posizione importante che merita”. Ha assistito alla gara di Coppa, che impressione ha avuto sulla sua nuova squadra? “Le prime impressioni sono state molto positive anche se l’avversaria era piuttosto modesta e tra l’atro infarcita di giovani perché ha preferito preservare qualche calciatore più importante in vista della gara delicata di domenica contro la Viterbese. Al di là di questo credo che il Trivento abbia un buon organico, nei prossimi giorni avrò la possibilità di valutare tutti i calciatori poi eventalmente con il mercato di dicembre ci sarà la possibilità di fare qualche acquisto per migliorare la squadra”. Conosce già qualche giocatore? “Si, Voria, De Lucia, Fusaro e

Aquaro che ho incontrato l’anno scorso in amichevole con l’Agnonese. Ho visto tanti giovani interessanti, ci sono tutte le componenti per far bene. Ovviamente le aspettative del Trivento in questo momento vanno un po’ a cozzare con quello che è il girone che a mio avviso è qualitativamente molto elevato, ci sono tantissime squadre attrezzate per il vertice e il campionato sarà difficilissimo. Però sono fiducioso e spero che il Trivento potrà far bene”. Che modulo adotterà, ha delle preferenze? “In questo momento è prematuro parlare di moduli. Ho bisogno di valutare attentamente i calciatori e le loro caratteristiche. Sicuramente non è nelle mie intenzioni compiere degli stravolgimenti nell’organico e nel tipo di gioco,anche perché siamo attesi da due mesi intensi, tra impegni ravvicinati di campionato e Coppa Italia,per cui bisogna essere cauti”. ANPA

I gialloblù approdano ai quarti di Coppa Il diesse Grillo ha lasciato la società In casa Atletico Trivento le soddisfazioni arrivano dalla competizione tricolore dove la squadra gialloblù ha superato ieri pomeriggio all’Acquasantianni il Guidonia.Dopo aver battuto l’Olympia Agnonese nel primo turno, il Teramo nei trentaduesimi di finale e lo Sporting Terni e nei sedicesimi la squadra trignina ha avuto la meglio anche sui laziali che militano, con poche fortune, nel girone G della serie D dove hanno avuto un avvio di stagione davvero al di sotto delle aspettative e la Coppa Italia rappresentava per loro probabilmente l’ultima chance per ridare dignità alla propria stagione. Ma il Guidonia ha dovuto fare i conti con un Atletico Trivento voglioso di riassaporare il gusto di una vittoria che mancava da oltre due mesi. L’occasione dunque era di quelle da non lasciarsi sfuggire assolutamente e la squadra, ieri affidata in panchina al tecnico della Juniores Carmine Rienzo ha avuto una reazione d’orgoglio, riuscendo a centrare un obiettivo importantissimo e prestigioso. Un tre a zero che la dice lunga su come sia andata la gara: ad aprire le marcature dei gialloblù, dopo pochi minuti dall’inizio delle ostilità,è stato il solito Iaboni con una bella punizione dai trenta metri. Nella mezz’ora arriva il raddoppio con Guglielmi abile a raccogliere un cross dalla sinistra di Fusaro. Nel finale di gara la terza ed ultima rete dei gilloblù porta la firma di Aquaro. DIMISSIONI DI GRILLO: Da ieri il Trivento non ha più un direttore sportvo. Bruno Grillo, dopo una lunga chiacchierata negli spogliatoi con la squadra al termine della partita di Coppa, ha rassegnato le sue dimissioni. Dimis-

sioni che erano nell’aria dopo le polemiche sollevate all’indomani dell’addio dell’allenatore Francesco Farina. Le divergenze di vedute sul modo in cui è stata condotta la campagna acquisti da entrambi hanno portato, con il tempo, ad una frattura i cui effetti cominciavano ad essere “pesanti” e a ripercuotersi anche sulla squadra ed alla fine la società ha ritenuto necessario ristabilire un equilibrio, azzerando entambe le posizioni. AP

TRIVENTO-GUIDONIA 3-0 TRIVENTO Mariosi Giarrusso(20’st Pistilli) Fusaro Pasciullo Varchetta Voria Corradino Lombardi Aquaro (37’st De Lucia) Iaboni Guglielmi (32’st Ruggieri)

GUIDONIA Opara Niro Renelli Bangrazi Cascini (11’st Lolli) Carletti Tangredi (1’st Viventi) Tamalio Pancrazi Visconti Laurini (11’st Mereu)

GIUDICE SPORTIVO 2 gare Lazzarini (Civitanovese) Zannini (Recanatese) 1 gara Evangelisti (Rimini 1912) Speranza (Cesenatico) Pasciullo (Trivento) Tomacelli (Bojano) Galliano (Bojano) Ogliari (Sambenedettese) Oresti (Sambenedettese) Cerchia (Teramo) Ianni (Teramo) Gattari (Teramo) ALLENATORI 2 gare Iacobelli (Real Rimini) 1 gara Donatelli (Miglianico) D’Angelo (Rimini 1912) DIRIGENTI 1 giornata Meo (Trivento) AMMENDE Euro 1500 e diffida Jesina

Omiccioli nuovo mister della Recanatese L’Unione Sportiva Recanatese ha ufficilaizzato l’esonero degli allenatori Siroti - Baldoni ed ha affidato la conduzione della squadra a Mirco Omiccioli che sarà supportato dall’attuale Responsabile del Settore Giovanile Alberto Virgili. Il Presidente Antonio Gambini, sul sito del club marchigiano, ha così motivato la scelta: "C’era bisogno di una svolta. I risultati negativi delle ultime settimane ci hanno inevitabilmente condotto a questa decisione. Dispiace interrompere il rapporto di collaborazione con Siroti e Baldoni, ma la società, alla luce anche della classifica, è stata messa con le spalle al muro. Ora anche i ragazzi devono sentirsi sotto esame perché insieme ad Omiccioli valuteremo come andare avanti e con chi".

Quattro atleti lasciano la Sambenedettese L'U.S. Sambenedettese nella giornata di ieri ha comunicato che i calciatori Nicola Lima, Valerio Cordova, Gioele Evangelisti e Marco Pergolizzi hanno risolto i rispettivi contratti che li legavano al club rossoblù. La società ringrazia gli atleti per l'impegno profuso durante la loro permanenze in riviera e gli augura le migliori fortune professionali.


S P O RT CAMPITELLO MATESE

Al via le attività dello Sci Club Il nuovo presidente Laudati illustrerà le iniziative in cantiere per la stagione invernale Partono ufficialmente le attivita’ dello Sci Club Campitello Matese di Campobasso. Lo storico sodalizio molisano, sotto la guida del Neo Presidente Mario Laudati, si avvia ad affrontare la nuova stagione invernale. Tantissime le attivita’ in cantiere. Si parte con l’uscita della squadra agonistica nel ponte di Sant’Ambrogio. La trasferta quest’anno si terra’ sul giacciaio del Tonale. Ma subito dopo la squadra si trasferira’ a Campitello Matese dove svolgera’ gli allenamenti per tutto il periodo delle festivita’ natalizie. Fitto anche il calendario delle gare di sci alpino che inizieranno ufficialmente il 16 gennaio 2011. Subito dopo le festivita’ natalizie partiranno anche i tanto attesi corsi di avviamento allo sci, che vedono ogni anno la partecipazione di centinaia di neofiti. E’ questa una delle attività su cui punta il

Presidente Laudati il quale ha dichiarato:”Occorre puntare sulle nuove leve e far si che il maggior numero di persone si avvicini a questo splendido sport”. Ma il sogno del Presidente e’ quello di vedere i Molisani tornare ad affollare le splendide montagne di Campitello Matese e di Capracotta. Mario Laudati ha infatti dichiarato “Siamo una regione prevalentemente collinare e montana. Le montagne sono la nostra storia e sono un punto di riferimento. Bisogna viverle e sfruttare le occasioni sia ludiche sia economiche che possono dare al nostro territorio ed al nostro tessuto sociale. Ma occorre che vi sia una cultura della montagna sia estiva che invernale - Sono tanti i molisani che non conoscono Campitello Matese o Capracotta ed e’ necessario, a questo punto, avvicinare le montagne ai molisani, partendo anche dalle scuole che potrebbero organizzare uscite, anche di

piu’ giorni, al fine di far ammirare e di conseguenza far appassionare i bambini ed i ragazzi al concetto che “Montagna e’ bello” . Non serve molto, basterebbe solo far conoscere questi splendidi posti ai nostri figli e la cultura della montagna che necessariamente e’ legata ad una cultura ambientale sboccerebbe nei loro cuori. Abbiamo posti che non hanno nulla da invidiare a località piu’ rinomate, anzi il fatto che le nostre montagne non risultano essere state sfruttate in modo massivo dal turismo le rende ancora piu’ interessanti ed incantevoli. Il 30 novembre, infine, scade la possibilita’ di acquistare gli Ski Pass a prezzo promozionale, infatti il Consorzio Campitello Matese ha confermato i prezzi dello scorso anno -Stagionale in prevendita fino al 30.11.2010 € 235,00; -Stagionale Feriale in pre-

vendita fino al 30.11.2010 € 150,00; -Per ogni genitore che acquisterà lo Ski Pass Stagionale si avrà diritto ad avere unoSkipass gratuito per il bambino di età non superiore ad 8 anni. Per le iscrizioni ed ulteriori informazioni, la segreteria dello sci

club sita in Campobasso alla Via Pisa 7\a, e’ aperta dalle ore 17:30 alle ore 19:30 a partire dal 15 novembre 2010 tutti i giorni feriali. Maggiori notizie posso essere trovate anche sul sito dello sci club al seguente indirizzo:www.sciclubcampitellomatese.it

BASKET SERIE C1

Ancora una vittoria per la Martino Group

Milone in atto di tiro (foto Selene Braccia)

La corazzata Martino Group è inarrestabile e anche sul parquet del PalaBCC di Vasto mette a segno un’altra vittoria restando cosi in vetta alla classifica in compagnia dell’Airola. Chi, facendo riferimento alla sua penultima posizione in classifica, si aspettava di vedere la Biofox Vasto poco combattiva si è dovuto un po’ ricredere. I vastesi probabilmente volendo sfidare i pronostici che la davano matematicamente sconfitta davanti alla capolista, sono stati graffianti. Dall’altra parte gli uomini del coach Sandro Di Sal-

vatore, non hanno mai creduto che fosse una partita semplice anche perché la storia insegna che le squadre date per “facili” spesso si sono dimostrate delle spine nel fianco. I derby sono sempre delle partite calde e sentite e quello di ieri, tra le due città storicamente rivali, non ha smentito le aspettative del numeroso pubblico presente. Dopo il minuto di silenzio in onore delle vittime della strada, si apre la partita con subito a tabellone un +2 ad opera del neo acquisto Virtus, Mario Milone. Nel primo quarto

sono visibili imprecisioni da entrambe le formazioni e si chiude a 14-18 a favore dei molisani; nel secondo quarto la Martino Group recupera fluidità nel gioco e stacca di 11 lunghezze il Vasto (33-44). Gli ultimi due quarti sono stati i più combattuti. Con l’aumento degli interventi fallosi la tensione in campo cresce, anche in virtù di fischi arbitrali dubbi, soprattutto a danno della Martino Group. Nel terzo quarto i bianco rossi tentano un recupero ma anche in questo caso la Virtus chiude in vantaggio e continua a tenere testa fino alla fine della partita, chiudendola a 67-74. Questa domenica vanno in doppia cifra: il capitano Michele Bertinelli (14 punti) che gioca un ottima partita di regia e di anima che mantiene fino alla fine nonostante il dolore al ginocchio causato da un fallo subito nell’ultimo quarto che lo ha reso visibilmente sofferente nei minuti finali; Montuori top score che con i suoi 16 punti non perde mai la sua velocità e la precisione al tiro e Vulekovic che con i suoi 14 punti personali, conferma un gioco pulito e puntuale. Buona prova per Francesco Gori ma penalizzato dai troppi fischi arbitrali che lo mandano in panchina per 5 falli

nei minuti finali invece Serroni questa volta non riesce ad entrare realmente in partita. Dando uno sguardo alle altre squadre del girone G della C1 vediamo: la Pinauto Airola che batte la Banca Etruria Venafro e va quindi, a mantenere la prima posizione insieme alla Martino Group; il Lucera e il Mola che incassano un inaspettato arresto e restano un passo indietro perdendo rispettivamente contro il Giulianova e il Torregreco; la Pallacanestro Pescara vince con un Sulmona che è ormai da tempo immemore a 2 punti in fondo alla classifica: a seguire la Dimensione Solare Roseto perde con la Juve Trani e infine la Quarta Caffè Monteroni che và a vincere in trasferta con L’Alidaunia Trinitapoli. Il prossimo impegno di campionato della Martino Group sarà un incontro tra vertice e coda e si prospetta senza scossoni data l’avversaria Fasoli & Massa Sulmona ma proprio la partita appena conclusasi ci ha fatto capire che non bisogna mai abbassare la guardia…..appuntamento alle 18.00 al PalaSabetta di Termoli. Ilaria Rivellino



lagazzettadelmolise251110a