Page 1

ANNO IV - N° 119 - MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO

Meno burocrazia, più risparmio: a questo duplice obiettivo tende la nuova disposizione di palazzo San Giorgio, che prevede la possibilità di pagare la tassa sui rifiuti e sul canone idrico direttamente al Comune, rendendo così più facile la vita dei cittadini. Gli importi relativi alle due imposte verranno riscosse in tre rate mensili consecutive e di pari importo, ma sarà possibile anche provvedere al pagamento in un’unica soluzione. Un’innovazione che - se si concretizzerà senza fastidiosi inconvenienti - sembra già destinata a raccogliere parecchi consensi: ecco perché, a titolo di rappresentanza, assegniamo al sindaco Di Bartolomeo l’oscar del giorno.

IL TAPIRO DEL GIORNO A FABRIZIO RUSSO

I voti che Sinistra ecologia e libertà ha preso alle ultime elezioni comunali a Bojano sono un discorso. Quello delle provinciali è tutta un’altra cosa. Ma evidentemente il segretario del circolo Berlinguer del centro matesino, Fabrizio Russo, fa confusione. Lui che si vanta dei 400 voti presi a Bojano, sa bene che quelle erano preferenze date ad una lista civica di centrosinistra dove il consenso ottenuto era più che altro merito di Costruire democrazia. Quello di cui Russo dovrebbe occuparsi, anche per il suo ruolo di segretario, sarebbero quegli scarsi 50-60 voti raccattati nella competizione provinciale. Un flop di cui non si vanta affatto. E non certo per caso. Ecco perché il nostro tapiro di oggi va a Fabrizio Russo.

BARANELLO

CAMPOBASSO

SANTA CROCE DI M.

Raggira parenti e amici promettendo facili guadagni Ingegnere nei guai

Da oggi gli operai forestali al lavoro sulla collina Monforte

Non passa la fiducia in Consiglio comunale Il sindaco Florio si dimette

A PAG. 5

A PAG. 4

A PAG. 18

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Partita la transumanza d’Italia Domani l’arrivo sulla montagna di Frosolone CAMPOBASSO – È partita ieri da San Marco in Lamis (in provincia di Foggia) e arriverà domani sulla montagna di Frosolone. La Transumanza d’Italia si è ripetuta come ogni anno al fine di valorizzare i tratturi. Allo stesso tempo stesso riparte un nuovo programma “Vie e Civiltà della Transumanza Patrimonio dell’Umanità”. Si tratta di un progetto con il quale un partenariato europeo intende confrontarsi per tutelare e recuperare i tratturi e la pratica della transumanza in Italia, Francia,

Spagna e Svezia. Questo è il messaggio che i partner del progetto, tra gli altri il Moligal, il Gal Gargano e Daunia rurale per la Puglia, il Gal Alto Tammaro per la Campania, Arca Abruzzo e la famiglia Colantuono di Frosolone, vogliono portare avanti con convinzione. In Italia le regioni coinvolte sono cinque: Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Campania. Pubblico e privato sono scesi in campo per dare il pieno contributo al progetto. Le Regioni, le amministrazioni provinciali e i

Comuni, in questa prima fase verranno affiancati da soggetti privati interessati a recuperare diverse porzioni dei tratturi, per identificare un unico itinerario che da monte Sant’Angelo in Puglia, arriverà prima a Castel di Sangro e successivamente al Gran Sasso in Abruzzo, attraversando il territorio della Regione Molise. Avviata, infine, anche l’operazione di recupero del tratturo che dalla provincia di Benevento entra in Molise e prosegue nella stessa direzione verso l’Abruzzo.

Giornata del sollievo, Iorio Almanacco del Molise, la presentazione Appuntamento alle 17 e 30 al convitto Mario Pagano rappresenta le Regioni Il presidente della Regione Molise Michele Iorio parteciperà oggi a Roma, alle ore 11.30, nell’Auditorium del Ministero della Salute in via Lungotevere Ripa n. 1, alla Conferenza Stampa di presentazione della “Decima Giornata Nazionale del Sollievo”, promossa dal Ministero della Salute, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dalla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti. Sarà Presente il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio e il Presidente della Fondazione Gigi Ghirotti,i Bruno Vespa. Il Presidente Iorio, nella veste di Vice Presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome, oltre al suo intervento nel merito dell’iniziativa, consegnerà insieme al giornalista Bruno Vespa il Premio “Gerbera d’Oro 2011”. Il Premio è stato istituito dalla stessa Conferenza delle Regioni e Province autonome e dalla Fondazione Gigi Ghirotti.

Il governatore molisano alla conferenza stampa di oggi a Roma

CAMPOBASSO - Sarà presentato oggi alle 17 e 30 presso l’aula magna del convitto “M. Pagano” di Campobasso, l’Almanacco del Molise 2011. Il volume, patrocinato dalla presidenza del Consiglio regionale e dedicato quest’anno alla memoria di Renato Lalli, è tra le iniziative più brillanti e suggestive del panorama editoriale molisano. Alla presentazione interverranno il presidente del Consiglio regionale Michele Picciano, l’architetto Franco Valente, la prof.ssa Antonella Presutti, il coordinatore della biblioteca dell’università degli studi del Molise, Giorgio Palmieri, il giornalista Andrea Silvaroli, l’editore Vincenzo Manocchio e il curatore della pubblicazione Antonio Santoriello.

Sanità, immobili regionali venduti da società esterne CAMPOBASSO – Il consigliere regionale del Pd, Michele Petraroia, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al commissario alla Sanità, Michele Iorio, e all’assessore ai Lavori pubblici, Luigi Velardi, sul conferimento degli incarichi per la vendita dei beni immobili regionali destinata alla copertura del debito. Nel documento, Petraroia chiede di conoscere “le motivazioni che inducono l’Asrem e il commissario ad acta a rivolgersi a società esterne, professionisti e tecnici, per l’alienazione di beni immobili regionali destinati alla copertura del debito sanitario regionale quando nell’organico della Regione Molise sono presenti professionalità in grado di assolvere a tali adempimenti” e di revocare, quindi, “il decreto numero 27 del 15 giugno 2010 in favore delle professionalità interne all’amministrazione regionale”. Nel provvedimento, infatti, l’incarico è stato conferito alla Rpg Investimenti S.r.l., società operante nel settore della consulenza immobiliare avente sede a Ripalimosani, per un importo complessivo di 20mila euro oltre l’Iva, così come il direttore generale dell’Asrem, Angelo Percopo, con il provvedimento numero 511 del 18 aprile scorso ha avviato la procedura per il conferimento di incarico professionale per l’alienazione degli immobili di proprietà dell’Asrem per un importo a base d’asta di 95mila euro oltre l’Iva.


PRIMO PIANO Zuccherificio, il pressing di Cavaliere funziona L’assessore regionale all’Agricoltura ottiene garanzie per lo stabilimento di Termoli per pagare i bieticoltori e i trasportatori Critiche dal centrosinistra nella seduta di ieri a palazzo Moffa

CAMPOBASSO – Dopo una lunga pausa elettorale, sono ripresi ieri mattina i lavori in Consiglio regionale. Il dibattito si è subito infiammato non appena la discussione si è focalizzata sullo Zuccherificio di Termoli. La minoranza, compatta, ha avanzato chiarimenti sugli operai che da settimane non percepiscono lo stipendio, sui bieticoltori preoccupati e sulle aziende dell’indotto prive delle necessarie garanzie. Insomma, per il centrosinistra di palazzo Moffa, è indispensabile fare il punto sulla prospettiva occupazionale e industriale dello stabilimento. Mera strumentalizzazione politica per l’assessore regionale all’Agricoltura “che in questo momento è assolutamente controproducente”. Il numero uno di via Nazario Sauro è per il rilancio di tutta la filiera. Rilancio che passa anche attraverso i rapporti cordiali instaurati tra lui e il ministro Paolo Saverio Romano, a Campobasso appena una decina di giorni fa. Le sollecitazioni di Cavaliere hanno fatto fare qualche passo in avanti nella difficile trattativa per lo sblocco dei fondi Cipe. “Non saranno 86 milioni di euro – ha però precisato l’assessore – ma 64”. Che non sono certo bruscolini, anche se questo era l’importo previsto nella delibera

del 18 novembre 2010. A breve lo Zuccherificio del Molise potrà accedere a parte di quel denaro (circa 9 milioni e 500 mila euro) usufruendo di un anticipo bancario ‘garantito’ dalla nota che Cavaliere ha inviato all’Agea, il soggetto attuatore, per far riconoscere il credito vantato dall’azienda del basso Molise. In questo modo bieticoltori e trasportatori saranno in parte liquidati. “I vertici aziendali - ha spiegato - potranno far valere la lettera dell’Agea quale titolo di credito per le anticipazioni delle somme per pagare le relative spettanze ai bieticoltori che hanno conferito il prodotto nella campagna bieticola 2009-2010”. Ma c’è un’ulteriore nota inviata al ministero per lo sbocco di ulteriori 21 milioni di euro (accantonati per il momento nel bilancio Agea) e per i quali occorrerà un provvedimento della Camera dei deputati che possa impegnarli a favore del nostro stabilimento. “Oggi posso dire che gli impegni presi, sia pure con un po’ di ritardo, si sono concretizzati a conferma, dunque, dell’attenzione che il governo regionale ripone nei confronti del settore agricolo che continua a rappresentare un punto di forza dell’intera economia molisana”. AD

LA POLEMICA

Romano: il mio padrone sono i cittadini

CAMPOBASSO – Ieri durante la seduta di Consiglio regionale è stato diffuso un comunicato stampa attribuito a sigle delle categorie dei bieticoltori (Anb, Cnb, Abi, Cast) con il quale si ringraziava il presidente Iorio per aver accolto la richiesta urgente di incontro sul tema bieticolo saccarifero, ma anche per chiedere un ulteriore sforzo alla classe dirigente per trovare forme certe di pagamento. Le associazioni bieticole hanno chiesto un tavolo tecnico prima dell'inizio della prossima campagna di conferimento, che si evitino polemiche politiche sul rilancio della filiera e hanno annunciato che “da questo momento in poi non sarà più tollerato un simile comportamento e, se necessario, mobiliteremo l'intero comparto per difendere le centinaia di posti di lavoro messi in pericolo da improvvisati, incompetenti politicanti dell’ultima ora”. E dev’essersi sentito chiamato in causa il consigliere regionale Massimo Romano che nel pomeriggio ha scritto: Non ci giriamo intorno, “l’improvvisato e incompetente politicante dell’ultima ora” sono io, quindi potevano anche metterci nome e cognome che tanto non ho paura, visto che in questi anni ho condotto una battaglia, molto spesso solitaria e troppo spesso anche contro fette dell’opposizione (diverLa minoranza a palazzo Moffa samente concorde), in difesa del corretto utilizzo dei soldi pubblici e dei lavoratori e dei bieticoltori. Sono sconvolto. Prendo atto che ormai, sullo Zuccherificio come su altre vicende societarie sempre finanziate con soldi pubblici della Regione, siamo alle neppure troppo sottili minacce e al palese tentativo intimidatorio di costringere al silenzio chi, come il sottoscritto, ha ritenuto e ritiene di svolgere il proprio mandato elettivo fino in fondo, con coscienza e nell’esclusivo interesse dei cittadini molisani a conoscere

Il comu della d nicato iscordi a

come vengono spesi i loro soldi e proprio nell’interesse di quegli operatori economici del comparto bieticolo che hanno sempre tenuto la bocca cucita (pubblicamente) e che oggi si svegliano da un lungo letargo per prendersela con chi sin dall’inizio ha avuto il coraggio di avvertire sui rischi a cui sarebbe incorso il comparto se la Regione avesse affidato la società a personaggi ben noti alle cronache per pregressi fallimenti in altre industrie (tessili) beneficiari di milioni e milioni di soldi pubblici che hanno gettato sul lastrico centinaia di lavoratori con le loro famiglie. Provassero a chiedere, i coraggiosi firmatari (ammesso che non sia un falso), alle centinaia di famiglie dei lavoratori della Pantrem, della Pop 84, della GTR, dell’HDM, che sono finiti sul lastrico nonostante i proprietari avessero beneficiato di soldi pubblici. Sul punto, ribadisco l’appello, sono pronto a un confronto pubblico con chiunque voglia provare a smentirmi, anche se fino ad ora nessuno ci ha mai provato e nessuno mi ha mai querelato. In ogni caso, io continuo a fare il mio lavoro, per il quale vengo profumatamente pagato, che mi impone di difendere “il mio datore di lavoro” che sono i cittadini contribuenti molisani che mi hanno votato ed eletto, e dunque anche degli agricoltori e dei lavoratori dello Zuccherificio”.


REGIONE Gli operai da oggi sulla collina per ripulirla e rimboschirla

Forestali in azione al castello Monforte CAMPOBASSO - Da oggi una squadra di operai forestali sarà al lavoro per riportare l’habitat ambientale e forestale della collina Monforte di Campobasso, a condizioni più rispondenti all’importanza che il sito riveste per la città capoluogo. Prosegue, dunque, il progetto avviato lo scorso anno che ha visto la Regione Molise ‘adottare’ lo storico sito, emblema della città di Campobasso. L’iniziativa, dell’assessore Nicola Cavaliere, che ha ricevuto il plauso delle associazioni ambientaliste è stata disposta dall’assessorato all’Agricoltura con propria delibera in collaborazione con l’Arsiam.

Il documento individua la zona della collina Monforte quale ‘area prioritaria da tutelare, recuperare e valorizzare dal punto di vista selvicolturale e ambientale’. “Il provvedimento – ha detto Cavaliere – è stato adottato in considerazione del ruolo di primaria importanza che riveste il sito in materia di beni ambientali, storico-culturali, artistici e religiosi. Il sacrario dei caduti in guerra e il viale delle rimembranze – ha aggiunto l’assessore – fanno del sito un simbolo dell’unità nazionale e, per questo, la collina Monforte rappresenta un bene di enorme valore non solo per il Comune di Campobasso, ma per tutta la regione. Negli ultimi anni l’intera area si è venuta a trovare in uno stato di degrado che va urgentemente risanato. Tra gli interventi prioritari che l’assessorato all’Agricoltura metterà in campo – ha concluso – rientrano le opere di miglioramento forestale, di rimboschimento e di prevenzione incendi che saranno effettuate dagli operai forestali della Regione”.

Dc, ritorno ‘trionfale’sulla scena Il circolo bojanese di Sel: pretestuose le divisioni nel centrosinistra BOJANO – Il circolo bojanese di Sinistra, ecologia e libertà ha analizzato il risultato elettorale che ha riconfermato sindaco Antonio Silvestri. “Il dato elettorale emerso lunedì scorso confermava che per la peggiore amministrazione che Bojano ricordi dal dopoguerra, non ci sarebbe stata partita opponendole una sola lista in cui tutto il mondo del centro sinistra e dell’associazionismo fossero adeguatamente rappresentati. Invece le forze avversarie a tale compagine, all’inizio unite tutte in una precisa dichiarazione di intenti, si sono spaccate creando la formazione di due liste: ‘Insieme per Bojano democratica’, capitanata da Luigi Amorosa e sostenuta dal Pd, e ‘Bojano che vogliamo’, il cui candidato sindaco Gianni Mainelli era nuovo alla politica. Sel e Costruire democrazia hanno sostenuto tenacemente questa ipotesi di rinnovamento.

4 ANNO IV - N° 119 MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011

Nonostante queste parole – prosegue il circolo Sel – non si capisce come mai i rappresentanti dei gruppi consiliari si siano ostinati fino alla rottura del tavolo nel proporre l’unico nome di Amorosa, mentre Sel e Cd, dopo aver inutilmente lasciato agli altri ogni decisione in me-

rito alla individuazione di un possibile candidato, proponevano altri soggetti, tra i quali Gianni Mainelli; tutti tenacemente rifiutati con motivazioni chiaramente pretestuose. La nostra posizione – concludono – ancora più valore dopo le recenti dichiarazioni di Amorosa che, a quanto pare, rinuncerà al seggio in consiglio comunale tra le fila dell’opposizione”.

CAMPOBASSO – “Dopo 15 anni di assenza dallo scenario politico, la Democrazia Cristiana riparte ottenendo un buon 5% dei voti complessivi della coalizione del centrodestra”. Questa la considerazione unanime del comitato regionale del partito riunitosi nei giorni scorsi nel capoluogo regionale alla presenza di tutti i candidati Dc alla recente competizione provinciale. “La nostra assenza totale sul territorio – scrive il segretario regionale Di Rocco - senza nessun riferimento e strumento di gestione o di potere, con un simbolo sdoganato solo da pochi mesi, possiamo

dire di aver ottenuto un buon successo, e comunque un ottimo riavvio. Ora dobbiamo operare una serie di rinforzi agli ormeggi del partito. Dobbiamo ripartire dai validi, alcuni validissimi, candidati della recente competizione elettorale, dobbiamo definire alcune strategie politiche che mirino ad un sicuro successo alle prossime elezioni regionali. Sulle alleanze e le future scelte di campo, l’organo regionale Dc tornerà ancora a discuterne in quanto è ancora troppo presto per definirle, considerato anche la presenza di un vento di autonomisti all’interno dello stesso”.

Provincia, domani alle 12 la proclamazione degli eletti CAMPOBASSO – L’attesa è ormai finita. Dopo il tira e molla degli ultimi giorni sul presunto errore nella ripartizione dei seggi tra maggioranza e opposizione, si terrà domani alle 12,

nella sede della Provincia di Campobasso, la proclamazione del presidente eletto, Rosario De Matteis, insieme a quella del nuovo Consiglio che si insedierà a Palazzo Magno.


CAMPOBASSO Guardia di finanza sgomina un giro impressionante di raggiri: manette e denunce

Truffa concittadini per 3 milioni: ingegnere nei guai

Una serie di raggiri impressionante. Promettevano di premiare con tassi di interesse altissimi chi decideva di affidare loro i risparmi di una vita: così una banda criminale ha truffato diversi clienti, anche nell’hinterland campobassano. Non solo il capoluogo, ma anche i comuni limitrofi ed in modo particolare quello di Baranello, figurerebbero nella lunga lista delle location in cui i malfattori hanno colpito. Basti pensare che solo nel piccolo centro molisano il valore degli illeciti perpetrati ai danni delle malcapitate vittime si aggirerebbe intorno ai tre milioni di euro. Una circostanza molto probabilmente favorita dalla presenza, tra i membri della ‘combriccola’, di un ingegnere di Baranello, che avrebbe truffato molti concittadini e conoscenti finendo così - insieme ad altri quattro arrestati e alle cinque persone già arrestate – al

Auto contro moto sulla Ss 17: 28enne in ospedale Ancora un brutto incidente sulla statale 17. Ieri pomeriggio, poco prima delle 18, un’auto e una moto sono venute ad impattare all’altezza del bivio per Cantalupo nel Sannio: ad avere la peggio un 28enne, trasportato al Cardarelli di Campobasso a causa di un trauma cranico. Le sue condizioni, ad ogni modo, non sembrerebbero destare particolari preoccupazioni.

centro del filone investigativo cominciato nell’ottobre del 2009 dalla Procura della Repubblica di Roma. Le risultanze delle indagini avrebbero infatti condotto gli

inquirenti ad appurare che il gruppo di frodatori aveva ormai maturato un’esperienza ultradecennale nel campo in questione. Almeno in un primo tempo, i

truffatori avrebbero cercato di insediarsi sul mercato portando a termine operazioni realmente vantaggiose per i clienti, conquistandone così la fiducia. Di lì in avanti l’escalation di frodi si

sarebbe consumata in crescendo. Il danaro incassato veniva successivamente investito in strumenti finanziari tramite altre società del Regno Unito e dell’Irlanda in particolare, che sarebbero poi risultate abusive. Anche l’ingegnere baranellese, dunque, è ora accusato di aver dato vita ad un’organizzazione dedita a raccogliere danaro senza avere competenze, né requisiti necessari e previsti dalla legge. Il reato profilato, quindi, sarebbe quello di associazione a delinquere di carattere transazionale e finalizzata a reati di abusivismo finanziario, al compimento dei reati di truffa e appropriazione indebita. L’ammontare del danno economico causato sarebbe di oltre 170 milioni: ecco perché il Gip ha già predisposto il sequestro di beni mobili e immobili per il medesimo valore.

Falsa le registrazioni del cronotachigrafo, camionista beccato dalla Polstrada E’toccato ad un camionista originario di Campobasso, stavolta, fare i conti con le accurate verifiche condotte dalla Polizia stradale. Nell’ambito di un normale controllo, infatti, gli agenti di Rimini hanno fermato l’uomo proprio nelle scorse ore, mentre era a bordo del mezzo usato per lavoro. Le autorità hanno sorpreso l’autista in possesso di alcuni fogli di registrazione che alteravano i dati effettivi del cronotachigrafo, lo strumento che segnalala le informazioni relative a tempistiche e spostamenti del mezzo su cui viene installato, compresi il chilometraggio percorso nonché le ore di lavoro effettuate. Per il camionista, oltre alla multa di oltre 1000 euro, è scattata anche la decurtazione di 10 punti dalla patente di guida.

Guerra del 15-18: il giorno del ricordo per i caduti molisani Per non dimenticare. Il giorno del ricordo – profondo, nobile, indelebile – è arrivato anche per i molisani caduti nel corso della prima guerra mondiale. Il loro sacrificio, eroico e prezioso, è stato celebrato ieri mattina nel sacrario militare di Campobasso: a distanza di novantasei anni, le imprese e l’onore di chi ha scelto di difendere così arditamente patria e identità proprie sono ancora impresse nei cuori di

tantissimi conterranei, oltre che nella storia. Una ricorrenza che ha premiato anche l’impegno delle associazioni degli ex combattenti, da sempre attente e sensibili ad iniziative che valorizzano la portata storica ed emotiva di questi eventi. Alla cerimonia di ieri erano presenti anche i genitori di Alessandro Di Lisio, il caporal maggiore tragicamente scomparso in Afghanistan nel luglio 2009 e ricordato anche dal cappellano militare, Mons. Gabriele Teti: “Il momento della preghiera è molto importante, soprattutto in queste occasioni. A volte si dimentica che i militari sono i primi sostenitori della pace, come era il nostro Alessandro Di Lisio”.


CAMPOBASSO Turbogas, ad autorizzarla fu una determina Lunga udienza, ieri nel Tribunale di Campobasso, del processo sulle presunte irregolarità nella realizzazione della centrale Turbogas a Termoli. In aula l’escussione dei testi dell’accusa. A rispondere per primo alle domande del pubblico ministero Fabio Papa e dei numerosi difensori un ingegnere, all’epoca dei fatti segretario generale dell’autorità di bacino. Come spiegato da quest’ultimo, dal Ministero dell’Ambiente giunse la richiesta di un parere. In proposito fu rilevato che l’area in cui doveva essere installata la centrale era pericolosa. “Inizialmente – ha spiegato l’ingegnere - si fece riferimento allo studio idrogeologico della Regione che presentava una pericolosità idraulica da 30 a 100 anni. Successivamente furono tenuti in considerazione gli studi del piano di assetto idrogeologico il cui livello di pericolosità mutò: da alto a moderato, con un rischio idraulico fino a 200 anni”. A parlare anche il sindaco di Campobasso, Luigi Di Bartolomeo. Nel 2001 era assessore all’Ambiente della giunta Di Stasi. In quel periodo, come ribadito in aula, gli fu sottoposta la delibera relativa la Turbogas e sulla quale avrebbe dovuto esprimere un parere, ma poi il governo regionale cadde perchè furono annullate le elezioni e non ebbe il tempo di visionare il documento in questione. “Venni a conoscenza dell’ipotesi di costruzione della centrale verso la fine

In Consiglio regionale furono presentate ed approvate due mozioni per bloccare l’iter di installazione della centrale

della legislatura Di Stasi – ha sottolineato Italo Di Sabato, consigliere regionale dal 1995 al 2006 – Presentai in merito una interrogazione senza alcuna risposta, eppure ero a conoscenza del fatto che era stata pubblicata una determina nel bollettino ufficiale della regione che autorizzava l’installazione. Non riuscendo ad accedere alla stessa presentai anche un esposto alla que-

stura. Riuscendo a visionare la determina appurai che ci fu parere favorevole da parte dell’assessore all’ambiente di allora. Nel gennaio del 2002 presentai un’altra mozione per sospendere l’iter autorizzativo della centrale finchè la regione non approvasse il piano energetico. Fu approvata dal Consiglio regionale, ma nonostante questo l’iter andò avanti. Una seconda mozione da

me presentata fu approvata. Nulla però cambiò”. Ed ancora, ascoltati un tecnico della Provincia di Campobasso, il senatore Augusto Massa (all’epoca presidente dell’Ente di via Roma) e l’attuale assessore regionale Filoteo Di Sandro, Presenti durante l’udienza solo due dei sei imputati accusati, a vario titolo, di abuso d’ufficio e falso ideologico, l’assessore regionale alla programmazione Gianfranco Vitagliano ed il funzionario regionale Francesco Fimiano (responsabile del Servizio di Opere idrauliche e Marittime). Assenti invece Giancarlo Giordano (responsabile della sezione Tutela ed Igiene Ambientale), il presidente della Regione Michele Iorio ed i due dirigenti della Sorgenia (società che gestisce la Turbogas) Massimo Orlandi e Francesco Dini.

Con Articoliamoci diventano protagonisti i ragazzi disabili Si chiama ‘Articoliamoci-percorsi artistici per la valorizzazione di nuovi strumenti comunicativi’ il progetto promosso dal coordinamento nazionale Insegnanti Specializzati (sez. di Campobasso) e finanziato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri, dipartimento per le pari opportunità. Ieri, nella sala riunioni della Direzione scolastica regionale la presentazione dell’importante iniziativa rivolta ai ragazzi con disabilità di età compresa tra i 10 ed i 16 anni. Saranno proprio loro, infatti, ad accedere ad alcune discipline artistiche quali teatro, danza e musicoterapia. Nel corso dell’intero progetto ogni bambino/ragazzo sarà considerato protagonista dell’ap-

prendimento di nuove conoscenze qualunque siano le sue capacità, le sue potenzialità e i suoi limiti, rispettandone i ritmi e gli stili di apprendimento, operando in un’ottica di “cooperative learning” così come raccomandato dal Miur. Il Cnis auspica che quanto realizzato attraverso “Articoliamoci” porti alla individuazione di buone prassi da trasferire dal mondo dell’arte a quello dell’istruzione, favorendo il processo di inserimento sociale e scolastico. Il progetto si avvale anche del contributo specialistico dell’associazione “PerfomingArts”, la quale considera l'espressione artistica, prima ancora che uno straordinario patrimonio nazionale ed ambito di coltivazione dei talenti

in vista di una professione creativa, un’impareggiabile opportunità data ad ogni persona di comunicare, creare, acquisire consapevolezza di sé. La metodologia da loro usata è in grado, attraverso l’applicazione dei suoi cinque fondamenti (elementarietà, creatività, interdisciplinarietà, alta formazione e transnazionalità) di superare concezioni anguste e riduttive rispetto alle interazioni sociali tra persone normodotate e persone con disabilità, arrivando a liberare “creatività” e “innovazione” verso nuove forme d’integrazione che includano la soggettività della persona disabile. Il ruolo di PerfomingArts sarà quello di organizzare e gestire uno stage full immersion

dal tema "La performance artistico/creativa come processo di integrazione dei soggetti disabili". Il progetto si pone, in conclusione, di realizzare un’integrazione dei molteplici

linguaggi espressivi (musica, teatro, danza) e di unificarli al fine di applicarli nella manifestazione finale, che si farà nel febbraio 2012, e trasferirli nei diversi contesti sociali.

7 ANNO IV - N° 119 MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011


CAMPOBASSO Tarsu e acqua ora riscosse dal Comune Tassa sui rifiuti e canone idrico saranno pagati direttamente a palazzo San Giorgio che così risparmia denaro e semplifica la vita ai suoi cittadini Il Comune di Campobasso ha avviato un percorso di razionalizzazione della gestione delle proprie entrate e di semplificazione dei rapporti con i cittadini. Pertanto, a decorrere dal 2011, la tassa per lo smaltimento rifiuti (Tarsu) ed i canoni idrici saranno riscossi direttamente dal Comune, giusta delibera del Consiglio comunale n. 42 del 27.12.2010. Il pagamento verrà effettuato tramite il Tesoriere comunale – UniCredit Spa - utilizzando il servizio di incasso Mav. Per il pagamento i cittadini potranno utilizzare tutti gli sportelli di qualsiasi istituto bancario, in modo totalmente gratuito, ovvero tutti gli sportelli postali, con applicazione, in tal caso, delle commissioni postali previste. La tassa per lo smaltimento rifiuti ed i canoni idrici verranno riscossi in tre rate mensili consecutive, di pari importo. Sarà comunque possibile effettuare il pagamento in unica soluzione entro la scadenza della prima rata. I cittadini riceveranno direttamente un avviso di pagamento nel quale sono riportate tutte le indicazioni in base alle quali è stato determinato l’importo dovuto. Allegati all’avviso di pagamento i cittadini riceveranno tre bollettini precompilati, da utilizzare singolarmente alle scadenze indicate in ciascuno di essi. Qualora si voglia effettuare il pagamento in unica soluzione, entro la scadenza della prima

rata, dovranno essere utilizzati contemporaneamente i tre bollettini. I primi avvisi di pagamento che saranno spediti riguarderanno la tassa per lo smaltimento dei rifiuti per l’anno 2011, che verrà riscossa in tre rate mensili consecutive scadenti rispettivamente il giorno 30 dei mesi di maggio, giugno e luglio. Trattandosi di una modalità innovativa di gestione delle entrate per il Comune, è possibile che, nella fase di avvio, si verifichino disguidi

nel recapito degli avvisi, che potrebbero pervenire oltre la scadenza della prima rata. In questo caso il ritardo nel pagamento della rata non comporterà alcun onere aggiuntivo per il contribuente. Per ulteriori informazioni e in caso di mancato recapito degli avvisi di pagamenti è possibile rivolgersi all’Ufficio Tributi del Comune sito in Campobasso, piazza Cuoco n. 22, tel. 0874405449 – 0874405556, indirizzo mail tributi@comune.campobasso.it.


SPETTACOLI In scena gli attori della compagnia Bonaventura di Torino

La storia spiegata agli alunni Tre bizzarri appuntamenti sul Risorgimento italiano di Charles N. Papa

CINEMA

CAMPOBASSO - Un volo trasversale nel Risorgimento italiano, per spiegarlo e portarlo in scena in modo leggero. Per scrollare tutta la noia che di suo, la storia a volte porta con sè, il triplo appuntamento oggi e domani al teatro Savoia, al Caffè Teatro e alla biblioteca Albino si esplica in un viaggio che accompagna i bambini delle scuole primarie e medie in un ‘viaggio visionario e bizzarro nelle vicende che hanno segnato il Risorgimento italiano’. L’evento rientra in “Ti racconto un libro” che l’Uli porta a compimento con l’undicesima edizione. Questa mattina al teatro Savoia alle ore 9.15 e alle 11.00 in scena “Pazza storia al museo” con Giuseppina Francia, Ilenia Speranza e Davide Miano della compagnia Bonaventura di Torino. Una carrellata di eventi tra cavalli e cannoni con il piglio dei tempi comici, per confermare che, a seconda dei punti di vista, anche la storia può far ridere.Un modo questo per l’Uli, di rendere omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con il museo del Risorgimento di Torino.Questo pomeriggio alle 16.30, la compagnia piemontese si esibirà al Caffè Teatro in via Ferrari con “Favole a merenda”, fiabe e racconti fantastici, intervallati da gustose merende. Domani, alle 9.30 e alle 11.15 alla biblioteca Albino in scena “Shh, si legge!”, incontri di lettura ad alta voce con gli attori già in scena. In programma in autunno gli altri appuntamenti di Ti racconto un libro infanzia. Info 087496622.

Il Kimera film festival giunge alla nona edizione CAMPOBASSO - Oggi alle 17.30 presso la sala consiliare di palazzo San Giorgio, si terrà la conferenza stampa di presentazione della nona edizione del Kimera Film Festival. Saranno 32 i paesi in concorso con propri lavori. I lavori verranno illustrati dal direttore artistico della manifestazione Domenico Farina. Presenzieranno il cineasta bosniaco Ahmed Imamovic, il produttore Samir Smajc e il montatore Midhat Mujkic. Altre info 3473157032.

Concerto JELSI - L’inossidabile Enzo Avitabile sarà in concerto a Jelsi sabato 28 maggio. Sul palco, come ormai da anni con lui, i Bottari.

On stage S A N G I O VA N N I I N GALDO - Prime battute del tour estivo per la folk band molisana dei Noflaizon. Saranno in concerto lunedì 30 maggio in piazza a San Giovanni in galdo.

FLASH CAMPOBASSO - Sabato 28 maggio al Move club live della Riserva Moac. CAMPOBASSO - Domani Manhattan swing trio live nel giardino dell’enoteca Vinalia in via Mazzini. TERMOLI - Questo sabato inaugura la discoteca Villa Paraiso. BOJANO - Sabato presso enoteca Vicolo stretto, MG Duo live.

Live

Arte concettuale

“BiblioTech”

LARINO - Dal salento una delle band più amate dal pubblico italiano, i Sud Sound System. Saranno in concerto sabato 28 maggio a Larino.

10 ANNO IV - N° 119 MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011

CAMPOBASSO - Sul sito web della Biblioteca provinciale Albino, è stata ampliata l’offerta di fonti informative come le rassegne bibliografiche a tema scaricabili gratuitamente in appositi formati, vengono inseriti approfondimenti mensili su vari e diversi aspetti del mondo librario e da questo mese parte una nuova ideazione, ovvero BiblioTech, la rassegna stampa sull’editoria digitale e le nuove forme di lettura, che ogni quindici giorni verrà inserita sul sito e resa scaricabile on line dall’apposito spazio.Ogni quindici giorni su Bibliotech sarà possibile trovare alcuni degli articoli più importanti ed interessanti pubblicati sul web e riguardanti tutto ciò che ruota intorno al mondo della lettura e in particolare della lettura in forma digitale, ovvero eBook e quant’altro.

TERMOLI - Presso l’Officina Solare Gallery a Termoli, si terrà, sino al 2 giugno, la mostra “Images in spite of all”, a cura di T o m m a s o Evangelista. Espongono Maria G.Colasanto, Alessandra e Michele Peri, Valentino Robbio. Aperto tutti giorni, ore 19.00 20.30.

Trapelano indizi sul nuovo Batman

Dopo Sinclar la Carrà con i Pink Martini

Comincia a diradarsi la nebbia che avvolgeva l'attesissimo terzo episodio della saga di Batman firmata da Christopher Nolan. Nei giorni scorsi altri tre nomi sono stati aggiunti al cast, quelli di Matthew Modine, Tom Conti e Joey King e adesso anche una prima immagine di uno dei cattivi, Bane, è stata postata via Twitter.

E' il "Tuca tuca" di Raffaella Carrà il nuovo brano rivisitato dai Pink Martini. L'orchestra di Portland ha pubblicato la sua versione della canzone interpretata da una giovanissima Carrà nel 1971, e ballata con il coreografo Enzo Paolo Turchi. Il "Tuca tuca", un pezzo di storia della canzone italiana, accosta ora sonorità jazz e lounge.


ANNO IV - N° 119 - MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it OSCAR DEL GIORNO A FLAVIO PITOCCO

Brillante affermazione dello studente Flavio Pitocco della quarta A liceo Scientifico dell’Istituto Giordani di Venafro alle Olimpiadi della Chimica, fase regionale. Pitocco si è classificato al primo posto nella competizione che ha visto impegnati gli studenti delle scuole molisane. La manifestazione è la prima volta che si svolge in regione. Le prove si sono svolte presso la facoltà di Scienze fisiche e naturali dell’Università del Molise, lo scorso 14 maggio. Lo scorso 23 maggio, presso l’Università degli Studi di Isernia, plesso di Pesche, c’è stata la premiazione e a Flavio Pitocco è stata consegnata una coppa per il primo posto. Per Flavio Pitocco si aprono le porte delle fasi nazionali. Infatti il 27 e 28 maggio prossimi a Frascati, ci sarà la finale nazionale delle Olimpiadi della Chimica e vedrà la partecipazione dei primi classificati di ogni regione.

TAPIRO DEL GIORNO A FERROVIE DELLO STATO

E’ ormai trascorsa più di una settimana che i Vigili del Fuoco e gli agenti della Polizia Municipale hanno messo in sicurezza tutta la zona sottostante il viadotto Santo Spirito, nel cuore del capoluogo pentro, e da dove continuano a cadere pezzi di calcinacci e di intonaco. Troppo pericolosa la situazione per non installare delle transenne protettive, in attesa che Ferrovie dello Stato ultimi i lavori di ristrutturazione allo storico ponte isernino. In attesa… perché i lavori in realtà ancora non iniziano. Ed ora i cittadini e gli automobilisti sono sul piede di guerra perché transennando la zona è diventato praticamente impossibile parcheggiare, visto che l’area di sosta è stata inclusa nell’area transennata. I residenti non sanno più dove sostare le proprie auto. La maggior parte delle volte sono costretti a lasciare i mezzi nelle aree a pagamento per interi giorni. Oltre al danno, dunque, anche la beffa.

ASSENTEISMO, E’ L’ORA DELLA VERITA’ AGNONE

BARI

ISERNIA

Carosella vuole una giunta a quattro Pd e Idv sulla strada dell’accordo

Truffa alla Asl di Foggia Il Tribunale concede i domiciliari a Liberato Volpe

Cedono i calcinacci del viadotto Santo Spirito Ancora danni e disagi per i cittadini

A PAG. 14

A PAG. 14

A PAG. 15

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Domani la decisione sulle richieste di rinvio a giudizio

Assenteismo alla Regione Dipendenti isernini dal gup ISERNIA. Timbravano il cartellino e andavano a fare la spesa. Oppure risultava che erano regolarmente al lavoro, mentre in realtà in ufficio non si vedevano affatto. Ora i dipendenti della sede isernina della Regione dovranno dare spiegazioni ai giudici del tribunale pentro. Dovranno dimostrare se gli accertamenti effettuati dalle forze dell'ordine corrispondano al vero, oppure se si sia trattata solo di una montatura. Certo è che per diversi dipendenti è stato chiesto il rinvio a giudizio. Domani, presso il palazzo di giustizia isernino, il giudice per le udienze preliminari darà i primi responsi: dirà se le persone coinvolte

nell'inchiesta (a quanto sembra condotta dai carabinieri) dovranno affrontare il processo, oppure se il caso è da archiviare. Certo è che almeno per alcuni dipendenti non sarà facile dimostrare la propria estraneità ai fatti che vengono lor contestati. Oltre ad aver effettuato degli appostamenti, oltre aver verificato all'interno degli uffici, gli investigatori avrebbero in mano anche dei filmati che testimonierebbero il via vai di alcuni dipendenti dalla sede della Regione di via Farinacci. Una via vai che non corrisponderebbe con gli orari timbrati sui cartellini dei dipendenti finiti sotto la lente della ma-

gistratura. Il blitz negli uffici regionali del capoluogo pentro risale a oltre un anno fa. E avrebbe preso spunto da una segnalazione anonima. Ma il problema dell'assenteismo, a quanto pare, non riguarda solo la Regione. Una vicenda simile in passato ha interessato anche il Veneziale di Isernia. In molti ricordano un'inchiesta di Striscia la notizia. Grazie ad alcune telecamere nascoste gli inviati del tg satirico fecero notare che qualcuno timbrava più di un cartellino alla volta. Non è escluso che anche in questo caso la magistratura inquirente voglia vederci chiaro.

Agnone. Carosella vuole un esecutivo a quattro che dia spazio a tutti i partiti

Truffa alla Asl di Foggia Volpe ai domiciliari

Giunta, prove d’intesa tra Pd e Idv presentata sabato 4 giugno, data probabile del primo consiglio comunale dell'era Carosella. Detto della corsa a due per la poltrona da vice sindaco – in ballo ci sono Nunzia Zarlenga, la più votata in assoluto, e Maurizio Cacciavillani, segretario del Partito democratico – resta da riempire altre due non meno importanti caselle. Seguendo la logica delle preferenze, dopo i due in “lotta” per un posto da vice ci sono Placido Cacciavillani (147 voti personali) e Daniele Saia (che si è fermato, si fa per dire, a quota 115). Con questo criterio la squadra è in pratica Nunzia Zarlenga già pronta. Ma è

AGNONE. Archiviata la vittoria elettorale contro le “armate” di centrodestra, la lista guidata da Michele Carosella lavora per comporre l'esecutivo. La squadra – composta da quattro elementi – dovrebbe essere

14 ANNO IV - N° 119 MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011

pur vero che in questo modo l'esecutivo sarebbe troppo sbilanciato verso il Pd. Ecco, allora, che torna in ballo l'ipotesi di assegnare un posto nell'esecutivo a Giuseppe Attademo, leader locale dell'Italia dei valori. Significherebbe cominciare a mettere in pratica ciò che il neo sindaco predica da tempo e che il centrosinistra tutto dovrebbe mettere a frutto: ritrovare l'unità. Solo così – dimostra proprio il caso delle Comunali di Agnone – si può dare filo da torcere a un centrodestra che all'appuntamento delle regionali resterà comunque più che favorito. Il Pd farà questo gesto di cortesia nei confronti dell'Idv, partito tra l'altro reduce dalla batosta della provinciali di Campobasso? Concederà un assessore agli amici di Di Pietro? Staremo a vedere. Certo è che non sarà facile trovare l'equilibrio. Non sarà facile dire a Placido Cacciavillani e Daniele Saia che uno dei due dovrà farsi da parte.

BARI. Un nuovo punto a favore per Liberato Volpe, il responsabile della Cooperativa servizi sociali di Isernia, indagato insieme a un'altra persona per una presunta truffa ai danni della Asl di Foggia. Ieri il tribunale del Riesame di Bari ha accolto la richiesta del suo avvocato, Mariano Prencipe, concedendo i domiciliari all'imprenditore isernino. I giudici baresi hanno ritenuto convincenti le motivazioni e i documenti prodotti dal legale campobassano. Sin dal primo momento Volpe si è detto innocente. Ha detto che lui non curava direttamente gli affari in terra pugliese. Anzi, a quanto pare fu proprio la Css di isernia a segnalare un pagamento anomalo. La cooperativa pentra, in sostanza, contattò la asl pugliese per segnalare un accredito non dovuto di 40mila euro. Da qui sarebbe poi partita l'inchiesta condotta dalla Finanza. Che vede indagata un'altra persona: Giuseppe Contessa, dipendente della Asl foggiana e parente dei responsabili di alcune cooperative che, attraverso un giro di false fatturazioni e determine con firme fasulle, avrebbero percepito somme non dovute. Si parla di una truffa che avrebbe con-

sentito di incassare un milione di euro. Con il passare dei giorni la posizione di Volpe si sta alleggerendo. Prima è stato disposto il dissequestro della sede isernina della Css, poi è arrivato il via libera ai domiciliari. Ampia, la soddisfazione dell'avvocato Prencipe, nel commentare la decisione del Riesame: “Dopo l’immediata restituzione dei beni sequestrati – ha affermato - il provvedimento del Tribunale di Bari, rappresenta il secondo passo verso l’accertamento di una verità che, nelle notorie tempistiche processuali, non potrà che sancire l’estraneità del Volpe e della Cooperativa a qualsiasi fatto di reato. La straordinarie capacità umane e professionali di Liberato Volpe, che hanno portato la Css a primeggiare nel settore dei servizi socio–sanitari con 460 dipendenti, hanno trovato riconoscimento anche da parte dei lavoratori che, in questo periodo, hanno espresso, con telegrammi e scritti, la loro solidarietà al presidente. L'attività della Css – ha concluso l'avvocato Prencipe - non ha subito né subirà interruzioni o rallentamenti continuando ad assicurare i servizi agli oltre 20 mila utenti sparsi nelle varie regioni”.

Aci, ecco il nuovo direttivo

Pnalm, raccolta fondi per Telethon

ISERNIA - Si è insediato il nuovo Consiglio Direttivo dell’Automobile Club Isernia per il quadriennio 2011– 2015. Il nuovo presidente è Raffaele Sassi. La carica di vicepresidente, invece, è stata affidata a Enrico Gualdaroni. Per quanto riguarda i consiglieri nominati: Manuele Brasiello, Massimo Brasiello, e Antonella Zingaro.

In occasione della grande raccolta fondi Telethon-Federparchi-Parchi a favore della ricerca scientifica sulle malattie genetiche, il Parco, oltre ad organizzare escursioni guidate e allestire punti informativi e di raccolta nell'area protetta promuove, insieme al Comune di Civitella Alfedena, una speciale iniziativa rivolta principalmente ai bambini del territorio.


ISERNIA Chiusa la zona limitrofa al ponte Santo Spirito. I residenti non sanno dove parcheggiare

Il viadotto cade a pezzi Cittadini sul piede di guerra ISERNIA - Disagi per automobilisti e residenti in via Kennedy e via Erennio Ponzio, nel cuore di Isernia. Le zone limitrofe al viadotto ferroviario Santo Spirito sono state transennate dopo che, nei giorni scorsi, ci sono state ripetute cadute di calcinacci ed intonaco dalle arcate del ponte. Dopo un tempestivo inter-

vento dei Vigili del Fuoco e degli agenti della Polizia Municipale, il Comune ha ritenuto opportuno vietare il passaggio nei pressi del viadotto, almeno fino a quando i lavori di ristrutturazione, che dovranno essere eseguiti dalla società ferroviaria, non saranno ultimati. La caduta di pezzi di ponte, infatti, potrebbe rappresentare un pe-

ricolo per quanti si trovassero a passare, sia a piedi che nelle loro auto. Ma di operai, al momento, non se ne vede nemmeno l’ombra. Come sempre i lavori vanno a rilento. Ma questa volta la lentezza con la quale si sta affrontando il problema ha fatto scattare l’ira dei cittadini. Un danno enorme, secondo i

negozianti e per chi lavora negli uffici della zona. Proprio sotto lo storico viadotto isernino, infatti, c’è un’ampia zona di sosta, indispensabile per tutti coloro che risiedono o che quotidianamente si recano nel centralissimo quartiere isernino. Molti cittadini, infatti, sono costretti a parcheggiare la propria auto a

centinaia di metri lontano dalla propria abitazione e per di più, nelle soste a pagamento. Causando, dunque, anche un danno economico a numerosi residenti e ai proprietari delle attività commerciali. Ed ora questi ultimi chiedono al Comune e a Ferrovie dello Stato di accelerare i lavori di messa in sicurezza del viadotto.

Tossic parking, per Melogli è colpa della Sinistra ISERNIA - Il sindaco di Isernia, Gabriele Melogli, interviene sulla que¬stione legata alla riconversione funzionale del parcheggio multi¬piano di via Occiden-tale. “Da alcuni giorni – ha dichiarato il sindaco – i media locali, sollecitati da alcuni cittadini, hanno posto l’attenzione sullo stato di degrado del parcheggio sito in via Occidentale. È bene chiarire che il problema mi è noto da tempo e la giunta municipale ne ha discusso più volte, da ultimo nella riunione del 19 aprile, allor¬quando l’esecutivo ha deciso di verifi¬care la possibilità di usare il parcheggio come deposito, principalmente quale rimessa per gli automezzi di proprietà comunale”. “Si tratta – ha aggiunto Melogli – d’una struttura realizzata circa dieci anni or sono dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco che mi ha preceduto e rivelatasi inutile giacché inu¬tilizzabile, così come altre opere analoghe quali il terminal di Tremolicci. È uno dei tanti problemi lasciatici dal

cen¬trosinistra, quel medesimo centrosinistra che ora si la¬menta dell’abbandono in cui versa il parcheggio pur essendone l’effettivo colpevole”. Melogli ha anche reso noto che il 3 maggio scorso, con appo¬sita de¬lega, ha incaricato il consigliere comunale Vincenzo Bucci di curare le azioni tese al riutilizzo del parcheggio sotterraneo. “Ho già provveduto alle verifiche del caso – ha affermato Bucci –. Co¬adiuvato dai tecnici comunali, mi sono re¬cato più volte nel multipiano di via Occidentale. I sopralluoghi hanno consentito di ac-certare la compati¬bilità della struttura rispetto ad una nuova funzione. Pertanto, a breve si attuerà un in¬tervento di riconversione, destinando il parcheggio a ma¬gazzino-depo¬sito per le attrezzature e i veicoli di proprietà comu¬nale. Ciò con¬sentirà di li¬berare altri immobili dell’ente e alcuni locali con-dotti in lo¬ca¬zione, con evi¬denti benefici logistici ed economici”.

Carpinone, meeting nazionale delle tradizioni popolari CARPINONE - Puntata dedicata a Leonardo Malerba e a Ru Maccature, quella che andrà in onda oggi, dopo tutti i telegiornali ne Il Molise che va. Per problemi di salute, infatti, il geometra Malerba, non ha potuto prendere parte al programma dedicato al gruppo folk di Carpinone tenutosi a Valloni di Colli, nella sede del centro comunitario San Michele Arcangelo. Occasione in cui Malerba è stato ri-

cordato più volte. La figura del geometra, infatti, accomuna sia il centro comunitario che il gruppo folcloristico. E’ stato lui, infatti, uno dei fondatori de Ru Maccature e, al tempo stesso, si è adoperato in prima persona, in modo del tutto gratuito, per realizzare il centro comunitario di Valloni. E così, nel programma in onda oggi, Michele D’Alessio, conduttore e fondatore del centro, con una folta rappresen-

tanza dei Comuni di Colli e Carpinone, hanno incontrato nella sede de Ru Maccature, il geometra Malerba per ringraziarlo pubblicamente e per consegnarli foto e targhe ricordo. Intanto sempre a Carpinone si è tenuto il meeting regionale dell’associazione tradizioni popolari. Presenti tra gli altri il presidente nazionale della federazione Benito Ripoli, ascoltiamolo in questa intervista.

Nucleare, sì della Camera alla fiducia sul dl

Olimpiadi della Chimica, primo un venafrano

ROMA – La Camera ha votato la fiducia al decreto omnibus con 313 sì, 291 no e due astenuti. Il decreto contiene, fra l’altro, le misure che dovrebbero evitare il referendum sul nucleare il prossimo 12 e 13 giugno. Il voto finale è previsto per mercoledì. Proteste dall'opposizione e dal comitato del referendum.

VENAFRO - Brillante affermazione dello studente Flavio Pitocco della quarta A liceo Scientifico dell’Istituto Giordano alle Olimpiadi della Chimica, fase regionale. Pitocco si è classificato al primo posto nella competizione che ha visto impegnati gli studenti delle scuole molisane. La manifestazione è la prima volta che si svolge in regione. Le prove si sono svolte presso la facoltà di Scienze fisiche e naturali dell’Università del Molise

15 ANNO IV - N° 119 MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011


TERMOLI La relazione della Corte dei Conti ha evidenziato “gravi irregolarità” riguardo al rendiconto finanziario 2009

Comune a rischio bancarotta Remo Di Giandomenico: siamo al collasso. Bisogna affrontare la situazione con coraggio e lungimiranza

TERMOLI – Il Comune di Termoli rischia la bancarotta. La relazione di 24 pagine della Corte dei Conti ha rilevato “gravi irregolarità e comportamenti difformi dalla sana gestione

finanziaria”. Il riferimento è al rendiconto finanziario del 2009, da cui emerge “un quadro molto preoccupante sotto il profilo delle casse pubbliche”. La nota è stata protocollata dal Municipio il 15 marzo scorso ed è stata recapitata ai consiglieri solo qualche giorno fa, insieme all’avviso di convocazione dell’assise di venerdì con l’approvazione del bilancio di previsione annuale dell’esercizio finanziario 2011, il bilancio di Previsione pluriennale 2011/2013 e la relazione previsionale programmatica 2011/2013 all’ordine del giorno. Il consigliere Remo Di Giandomenico e i colleghi del gruppo dei Popolari liberali, Giuseppe Mottola e Francesco Panico, hanno ripercorso tutti passaggi chiave della gestione 2009, riconducibile al sindaco, Vincenzo Greco. “Siamo al limite del collasso – ha sottolineato Di Giandomenico – abbiamo ripetutamente sollecitato la necessità di una terapia d’urto che evidenziasse con chia-

rezza la situazione e prospettasse soluzioni idonee alle evidenti criticità del bilancio comunale, anche con la presenza di ispettori ministeriali. Non è che facendo finta di nulla si può pensare di risolvere il problema, rimandando e accantonando le necessarie manovre correttive”. Per l’ex sindaco “bisogna affrontare con coraggio e lungimiranza una problematica che, ove non venisse decisamente impostata immediatamente, potrebbe portare il Comune al tracollo e al dissesto finanziario; di questo siamo oltremodo preoccupati, perché tale evenienza porterebbe a una paralisi assoluta l’ente, in un momento particolarmente difficile per la città”. I tre consiglieri di opposizione hanno, quindi, invitato il sindaco e la giunta ad adottare le manovre correttive opportune per integrare il bilancio comunale presentato al Consiglio per l’approvazione, insieme ad una politica amministrativa che risollevi la città dall’inerzia.

Cancellati 1,3 milioni di oneri di urbanizzazione TERMOLI – “Non tutti i debiti fuori bilancio sono stati riconosciuti per mancanza di copertura finanziaria, cui si cerca di far fronte ipotizzando entrate straordinarie”, si legge in uno dei primi passaggi della relazione della Corte dei Conti. La magistratura contabile rileva anche come l’amministrazione non abbia inteso pronunciarsi sulle criticità del bilancio di Previsione 2009, evidenziate dalla sezione con la deliberazione numero 50 del novembre 2009, e quindi adottare provvedimenti correttivi”. Nel documento viene inoltre messa “in evidenza una sofferenza dei flussi di cassa, cioè delle somme che non vengono incassate a fine anno), nonostante le sollecitazioni dell’organo di revisione a porre maggior cura amministrativa sui tempi d’incasso”. Emerge che “in sede di riaccertamento sono stati cancellati anche i residui attivi, per esempio nel caso di un milione e 300mila euro di oneri di urbanizzazione eliminati in ragione di concessione edilizia non ritirata”. Tra le anomalie segnalate, le modalità con cui si è proce-

duto all’affidamento di “numerosi incarichi esterni per consulenza e mandati professionali legali, di incarichi dirigenziali senza preventiva selezione ad evidenza pubblica e di cui non è stata reperita sul sito dell’ente la pubblicazione dei compensi e delle indennità corrisposte”. La spesa complessivamente sostenuta, secondo quanto messo nero su bianco dai magistrati, per incarichi di collaborazione coordinata e continuativa ammonta a 235.822 euro e per incarichi professionali a 253.528 euro, al di sopra del limite di 170mila euro fissato nel bilancio preventivo. Il dispendio di risorse economiche per il personale risulta inoltre maggiore rispetto a quella dell’anno precedente. La sezione regionale di vigilanza sui conti pubblici ha definito inoltre “inadeguati la conoscenza e controllo del Comune sugli organismi partecipati Sea e Tua, di contro, le suddette ditte denunciano, ancora una volta, risultati di esercizio negativi, e, soprattutto, valori della produzione assenti”, oltre al risultato negativo del conto economico.

Viabilità e scuola Elementare Al Comune 250mila euro dalla Regione LARINO – “Non risponde al vero un articolo apparso su alcuni organi di informazione che sostiene l’esclusione del nostro comune dai finanziamenti regionali per la manutenzione delle strade interne”. È la replica dell’amministrazione di Larino, la quale fa sapere che il Comune di Larino, con delibera della giunta regionale del Molise numero 765 del 13 settembre 2010, ha rice-

vuto un finanziamento di 200mila euro per la realizzazione dell’intervento “messa in sicurezza strade interne”, che saranno utilizzati per il rifacimento del manto bituminoso delle principali strade di Larino. Con stessa delibera, il Comune di Larino ha ottenuto anche un finanziamento di 50mila euro per la messa in sicurezza della scuola Elementare San Leonardo.

Droga, l’appello ai giovani nei versi di Maurizio

CASACALENDA – Oggi il problema della droga è al centro dell'attenzione mediatica per diverse campagne di sensibilizzazione e di lotta a questa dipendenza. Un appello ai tanti giovani che vanno in discoteca e che fanno uso di sostanze stupefacenti lo vuole dare Giuseppe Maurizio di Casacalenda attraverso questa poesia:

Con tutte queste belle parole d’amore siamo uniti e baciamoci ancora. Con tutta questa libertà va tutto bene e ci dobbiamo amare la vita è bella e ce la dobbiamo godere dolcemente, ma con un po di pensieri, per queste cose che stanno accadere con tutti questi stupefacenti, che in discoteca ci vogliono dare, noi rifiutiamo e le denunziamo, solo così la smettono di vagabondare. Ma noi giovani forti, sani e belli dobbiamo usare il cervello, dopo una bella nottata che in discoteca abbiamo passato con tanta gioia e felicità serenamente dobbiamo tornare un po brilli ma intelligenti senza uso di stupefacenti. Questa è una cosa che dobbiamo insegnare a tutti coloro che vogliono amare con tanto amore e fedeltà uniti insieme per l’eternità. Giuseppe Maurizio

X Giornata nazionale del sollievo Domenica all’hospice il cortometraggio “Io ci sono” LARINO - L'Hospice Madre Teresa di Calcutta, in collaborazione con l'Associazione Hospice Madre Teresa di Calcutta onlus, presentano il cortometraggio curato dall'equipe dell'Hospice: “Io ci sono” Fragilità e forza nelle cure palliative. L'appuntamento è per domenica 29 Maggio nella Sala Conferenze Centro Servizi “Il Melograno” in Piazza dei Frentani dove alle 10,30 ci sarà l'incontro con Mario Melazzini, Presidente dell'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica ( AISLA). Seguirà alle 12 la Santa Messa celebrata da Monsignor Gianfranco De Luca, Vescovo della Diocesi di Termoli – Larino.


TERMOLI L’ormai ex primo cittadino era stato eletto nel giugno 2009, espugnando la storica roccaforte del centrosinistra

Il sindaco Florio si dimette Non passa la fiducia nell’ultimo Consiglio comunale: sei contrari, cinque favorevoli e quattro astenuti SANTA CROCE DI MAGLIANO – Il sindaco Alberto Florio getta la spugna. Gli equilibri nella sua maggioranza erano compromessi da tempo e hanno ceduto lunedì sera. Florio, eletto quasi due anni fa, aveva espugnato una storica roccaforte del centrosinistra, non ha superato il banco di prova della messa ai voti della fiducia: sei contrari (tra i quali anche il vicesindaco Donato D’Ambrosio, appena eletto in Consiglio provinciale nelle fila di Fli), cinque i favorevoli e quattro gli astenuti. Poche ore dopo, il primo cittadino ha protocollato le dimissioni, e inviato una lettera di congedo

ai santacrocesi, in cui informa della decisione presa per “salvaguardare la funzione istituzionale ricoperta, da quei comportamenti e da quei modi di intendere il confronto politico che non sono compatibili con la mia visione dell’amministrare la cosa pubblica”. Una scelta giustificata con “assoluta serenità, e nella consapevolezza di aver operato scelte positive a beneficio di tutta la cittadinanza”. Ma Florio ammette anche le difficoltà dei due anni dal suo insediamento, “caratterizzato sin dalle sue prime fasi da grande conflittualità, due anni durante i quali, nonostante tutto, ab-

Oggi gli oriundi argentini molisani in visita in città TERMOLI – Questa mattina arriverà a Termoli la delegazione di Argentini di origine molisana rappresentanti della Federazione Ucima (Unione Commercianti e Industriali Molisani in Argentina), su iniziativa dell’associazione Ring (Recognising Italian National Globally) e della presidenza del Consiglio comunale. Il programma prevede l’arrivo della delegazione in Comune per le 10 circa; qui ci sarà l’incontro istituzionale e il saluto di benvenuto da parte

dell’Amministrazione Comunale. Al termine dell’incontro in sala consiliare agli ospiti verrà offerta una degustazione di prodotti tipici e locali curato dalle associazioni Logen e Gustitaly. Successivamente il nutrito gruppo di molisani argentini sarà poi accompagnato per un mini tour turistico nel Borgo Antico curato dall’Associazione Turismol; un giro in cui gli ospiti potranno ammirare le suggestive vie del borgo e le altre bellezze della città.

Catena umana contro il nucleare Presente anche il movimento Italia unita TERMOLI – Sabato scorso il movimento Italia Unita era presente ed ha partecipato alla manifestazione contro il nucleare nella città di Termoli. “Abbiamo, insieme ad altri partiti come Pd ed Italia dei Valori, e movimenti ecologisti realizzato una catena umana davanti al Castello Svevo che vuole opporsi a coloro che ritengono che Termoli debba diventare sede di una centrale nucleare. Il nostro movimento –

scrivono – ha già nella direzione nazionale del 26 aprile scorso invitato tutti coloro che sono vicini , gli iscritti ed i collaboratori del movimento, a partecipare al referendum del 12 e 13 giugno votando Sì ai quesiti referendari. Abbiamo salutato Simone Cretella organizzatore della manifestazione e dato la disponibilità a smuovere le coscienze ed invitare i cittadini alla partecipazione referendaria”.

biamo lavorato intensamente”. Eppure, “concludo anticipatamente con la coscienza di non aver mai ceduto a ricatti e di non essermi mai piegato a pressioni improprie, ben sapendo che per alcuni costituiscono il solo corrispettivo di un consenso interessato – scrive ancora Florio nella lettera – rassegno le mie dimissioni non per mia volontà, non per inaspettate difficoltà gestionali, ma per la scelta di alcuni consiglieri, che hanno fatto prevalere tattiche personali o di gruppo, agli interessi del paese, che a noi richiede prima di tutto serenità e dedizione”. La

da primapaginamolise.it chiusura della lettere è per i cittadini: “Ringrazio loro che costituiscono la causa e il fine di tanto impegno, con i quali mi scuso per questo forzato e sofferto saluto anticipato”.

Abuso d’ufficio, assolto l’assessore Catalano GUARDIALFIERA – L’assessore comunale Osvaldo Catalano è stato ieri assolto con formula piena dal Tribunale penale di Larino (presieduto dal giudice Aldo Aceto) dai due reati di abuso d’ufficio nell’ambito della ricostruzione post-sima, “perché il fatto non sussiste”. Lo comunicano gli avvocati Pino Ruta e Fabio Del Vecchio, in qualità di difensori di fiducia dell’assessore. Nella vicenda, si contestava a Catalano di aver deliberato un ingente finanziamento per la ristrutturazione di un immobile di sua proprietà, nonché di un altro immobile (deliberazione per la quale sono imputati, in separato giudizio, tutti gli altri componenti della giunta comunale, nonché il sindaco Giuseppe Bellini e l’ex sindaco Remo Grande).

Nella cantina di De Notariis ancora 200 fusti La Prefettura di Campobasso continua a tenere sotto controllo la situazione Ci sarebbero ancora 200 fusti a Castelmauro, tutti stipati nella cantina del fisico nucleare Quintino De Notariis. I bidoni pare siano vuoti. Forse qualcuno contiene dei rifiuti ospedalieri non tossici. Ma nonostante questo non sono stati rimossi da quel locale murato all’interno della cantina che fino allo scorso anno ne conteneva quasi 2000. Dunque bisognerà aspettare altro tempo prima che la bonifica sia completata, o meglio, prima che gli ultimi bidoni ritrovati vengano trasferiti altrove. Per la Prefettura di Campobasso, infatti, la rimozione è conclusa. Da oltre un anno le tre imprese aggiudicatrici della gara hanno sgomberato la cantina impiegando il milione stanziato dalla Regione e dallo Stato. Questa volta, svuotare il locale, scoperto solo successivamente la rimozione dei bidoni radioattivi sarà certamente meno complicato. La Prefettura del capoluogo ha chiesto alla Presidenza del consiglio come muoversi e quest’ultima ha risposto che non ci sono gli estremi per intervenire, anche perché servirebbero altri fondi. Intanto l’area

resta non accessibile mentre la delegata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri alla rimozione e alla bonifica della cantina di Castelmauro, la dottoressa Laura Scioli del palazzo di Governo di Campobasso ha ribadito che la vicenda è sotto controllo e che già è stato chiesto l’intervento delle istituzioni.

Arte visiva, oggi si apre la mostra al palazzo Ducale LARINO – Si apre oggi alle 18 al Museo civico (Palazzo Ducale) di Larino il vernissage della mostra di arte visiva “Archeologia contemporanea”. La mostra, ideata e curata dal critico d’arte Unisco, Antonio Picariello, ospita

alcune opere tematiche degli artisti visivi Annalisa Cerio e Mario Serra in concomitanza con gli oggetti archeologici del museo. “Archeologia contemporanea” resterà aperta fino a domenica 5 giugno 2011.


ANNO IV - N° 119 - MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it SERIE D, LE NOVITA’ IN CASA AGNONE CI SARANNO LA PROSSIMA SETTIMANA Dopo la tornata elettorale, che ha visto trionfare il primo cittadino Michele Carosella, in casa Olympia Agnonese si comincia a guarda alla prossima stagione sportiva. Il primo passo da compiere sarà la definizione dei nuovi quadri societari, qualora l’attuale presidente Carmine Masciotra decidesse di abbandonare la guida della nave granata, come già manifestato nelle scorse settimane. La dirigenza altomolisana sta lavorando per convincere l’attuale numero uno a non lasciare la carica ma è ovvio che ci si prepara anche al peggio e quindi si sta individuando anche la persona che potrebbe succedere a Masciotra. Una volta definite le questioni societarie si penserà alla squadra ed in primis alla riconferma di Massimo Agovino che siederà sulla panchina agnonese, a meno di clamorosi colpi di scena, per il quinto anno consecutivo. A PAG. 21

FENICE ISERNIA, SPAMPINATO VESTIRA’ ANCORA LA MAGLIA NUMERO 10 Il ventiquattrenne atleta catanese, ma nativo di Cinquefrondi (RC), dopo l'ottima stagione disputata in bianco azzurro, durante la quale ha occupato i vertici delle classifiche di rendimento, torna a vestire la maglia n°10 per il quarto anno non consecutivo. Cresciuto sotto la guida di Giovanni Bonaccorso (con cui vincerà anche un titolo nazionale giovanile) segue il suo allenatore a Latina, insieme al martello Saglimbene (in forza al team pentro nella stagione 2009/10) ed al regista Saitta, dove si dividerà tra il settore giovanile e la serie D. Nel 2005/06 arriva il primo salto di categoria, a Bari in B1 con la promozione in A2. La stagione successiva un’altra esperienza in puglia e poi l’approdo ad Isernia, luogo della consacrazione, che - nonostante la parentesi emiliana - si conferma la sua dimora pallavolistica. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

I tre hanno lavoro con Enrico Coscia. Chance anche per l’outsider Checco Ingenito

Per la panchina si pensa a Provenza L’ex Gela sarebbe in pole position e dovrà battere la concorrenza di Novelli e Grassadonia Chiuso, e male, il capitolo Cosco, sicuramente il miglior allenatore della gestione Capone e non solo, la società è a caccia del suo sostituto. Che avrà una pesante eredità: riuscire a fare meglio del suo predecessore, non solo da un punto di vista tecnico. Al momento sono tre i nomi sul taccuino del responsabile dell’area tecnica Enrico Coscia. Tre allenatori che hanno due comuni denominatori: tutti e tre sono nati a Salerno e tutti e tre hanno lavorato con Coscia alla Salernitana. Si tratta di Nicola Provenza, Raffaele Novelli e Gianluca Grassadonia. Uno dei tre dovrebbe essere il nuovo tecnico del Campobasso e al momento le percentuali sono nettamente in favore di Nicola Provenza. Nato a Salerno nel 1960 Provenza è un medico che ha scelto la carriera da allena-

tore. Dopo la trafila nelle giovanili della Salernitana dal 1992 al 2002, ha iniziato ad allenare nel 2004 a Nocera. Poi Lamezia, Sorrento, Catanzaro e Gela. In Sicilia è stato le ultime due stagioni: la prima in C2 conclusa al 7° posto e la seconda, dopo il ripescaggio estivo, in C1 chiusa con un esonero. Il profilo di Provenza è quello che più corrisponde all’identikit tracciato da Enrico Coscia, anche perché – riferisce la vox populi – abile a lavorare con i giovani. Di Novelli abbiamo già detto, in anteprima due settimane fa, ma attualmente il tecnico della Pro Patria sembrerebbe ambire ad altro, dopo il miracolo in terra lombarda. Infine ci sarebbe la carta Grassadonia che, tuttavia, vista la giovane età la poca esperienza, non sembrerebbe adatto ad una piazza come Campobasso. Del resto è stato lo

LA CARRIERA DI PROVENZA Stagione

Squadra

Serie

‘92/’02 ‘04/’05 ‘05/’06 ‘06/’07 ‘07/’08 ‘08/’09 ‘09/’10 ‘10/’11

Salerniata Nocerina V.Lamezia V.Lamezia Sorrento Catanzaro Gela Gela

giov. C2 C2 C2 C1 C2 C2 C1

stesso direttore sportivo Coscia ad affermare che non si faranno scommesse sull’allenatore. Resport riporta di un interessamento per Checco Ingenito, tecnico della Viribus, ma l’ipotesi dovrà trovare conferme. Al momento per i bookmakers il prossimo allenatore del Campobasso è Nicola Provenza. Ovviamente le previsioni sono rivedibili. mdi

Nicola Provenza

LE PAROLE DI VINCENZO COSCO

QUESTIONE STADIO

Lo sfogo amaro dello ‘Special Wolf’

Ieri l’incontro tra proprietà e comune

‘Il mio interlocutore era e resta il presidente’

Il sindaco: ‘Siamo disponibili, ma valutiamo’

Ha atteso un giorno prima di esternare le proprie opinioni. Ha aspettato che sfogasse la rabbia, ma gli è rimastra tanta amarezza. Questo è Vincezo Cosco il giorno dopo l’incontro con il nuovo responsabile dell’area tecnica del Campobasso. ‘Con il presidente – ha esordito il trainer molisano – in sede di accordo eravamo rimasti che ci saremmo rincontrati al termine della stagione per discutere con calma, valutare le situazione e decidere il da farsi. Cercando di limare qualche problematica che nel frattempo era sorta. Ora è successo tutto molto in fretta. Premetto che sino a lunedì non conoscevo il sig. Coscia e lo avevo visto solo qualche volta alla stadio. Addirittura nella prima circostanza credevo fosse un tifoso, poi mi hanno spiegato che si trattava di un amico del presidente. Aggiungo anche che durante il girone di ritorno ha

Vincenzo Cosco

frequentato lo stadio con una certa insistenza e ciò mi aveva infastidito perché ritenevo potesse essere un elemento di disturbo, soprattutto in considerazione del fatto che il nostro direttore sportivo era Molino. Lunedì mattina – ha proseguito lo ‘Special Wolf’ – mi è giunta una convocazione alle 9, attraverso un telegramma, per una riunione alle 11. Sono partito immediatamente, perché sono un tesserato del Campobasso, convinto di incontrare il presidente. Invece ho trovato il responsabile dell’area tecnica che ha iniziato a parlare esponendomi i programmi futuri e i progetti. Io l’ho stoppato immediatamente ritenendo, con tutto il rispetto, che al momento lui non fosse il mio interlocutore. Perché prima di parlare di futuro avrei dovuto discutere con il presidente Capone del passato. Ho ribadito, pertanto, che non lo riconoscevo come mio interlocutore. Il sig. Coscia è rimasto spiazzato ed è volata qualche parola fuori posto: la cosa è degenerata ed io sono andato via, ribadendo la volontà di parlare con il presidente, perché ho lavorato un anno con Capone. Infine – ha concluso Vincenzo Cosco – il sig. Coscia non si deve permettere di entrare nel merito delle situazioni perché non conosce circostanze, contesti e le tante difficoltà con cui abbiamo dovuto fare i conti. Noi abbiamo fatto 30 punti in 23 partite con problematiche enormi. E non mi venga a parlare di professionalità, visto che lui, da osservatore della Fiorentina ha firmato un comunicato stampa del Campobasso: e questa è professionalità?’ La Gazzetta il saluto al mister lo aveva già fatto, augurandosi, qualche settimana addietro, che fosse un arrivederci. Evidentemente non è stato così. Almeno per il momento. dim

Si è finalmente svolto nella giornata di ieri il summit tra la proprietà del Campobasso e l’amministrazione comunale in merito alla questione stadio. L’incontro si è tenuto a palazzo San Giorgio alla presenza del sindaco Di Bartolomeo, dell’assessore allo sport Colarusso, del consigliere Sanginario, del presidente del Campobasso Capone e del responsabile marketing Anna Favi. Il patron rossoblù ha esposto le problematiche relative all’impianto di Selva Piana illustrando i lavori urgenti da svolgere per poter effettuare l’iscrizione entro il 30 giugno. Di contro il sindaco ha fornito una disponibilità di massima e si è riservato di pronunciare una risposta dopo aver esaminato la documentazione che gli è stata consegnata. ‘La nostra intenzione – ha dichiarato il sindaco Di Bartolomeo – è quella di adempiere alle richieste. Ci auguriamo che ciò sia possibile, ma ci riserviamo, a stretto giro di posta, di comunicare alla società di Capone quello che potremo fare e ciò che non potremo fare. Ovviamente sulla scorta della documentazione che c’è stata consegnata e nel più breve tempo possibile.’ A Di Bartolomeo ha fatto eco il presidente Capone: ‘Abbiamo consegnato una richiesta motivata al sindaco – ha affermato il patron – che riguarda in parte le prescrizioni che ci impone la Lega, in parte gli adeguamenti richiesti dall’art. 68 delle nuove normative sulla sicurezza negli impianti sportivi della Lega professionisti. Questo è quello che abbiamo consegnato al sindaco per la ridiscussione della nuova convenzione, insieme ad una precedente prescrizione della Lega Pro comunicata già il 15 dicembre 2010. Purtroppo si tratta di condizioni essenziali e imprescindibili per ottenere l’iscrizione al prossimo campionato: ciò è stato ribadito anche nella riunione che c’è stata lunedì a Firenze e alla quale abbiamo partecipato. Pertanto invito l’amico Gino – ha proseguito Capone – a valutare con attenzione questa situazione con la sua giunta e magari coinvolgendo anche la regione Molise e il presidente Iorio. I lavori più impellenti da svolgere riguardano l’installazione della videosorveglianza e l’impianto dei tornelli. Poi ci sarebbe da rifare il terreno e svolgere adeguamenti che riguardano i servizi igienici. Tutto al fine di ottenere una capienza di 8.000 posti. Sono prescrizioni che non chiediamo noi, ma ci impone la Lega. Spero di risentire il sindaco nel giro di una settimana, augurandomi che possa soddisfare le nostre esigenze. Ripeto, si tratta di condizioni essenziali per ottenere l’iscrizione. All’amministrazione abbiamo consegnato anche una relazione relativa al progetto di gestione per la nuova stagione, dal quale si evince la nostra volontà di ripartire e di continuare a fare calcio.’ Capone oggi partirà per l’America e al suo ritorno, tra circa una settimana, dovrebbe esserci una nuova riunione con il sindaco per fare un primo punto della situazione. dim

Un momento dell’incontro di ieri


S P O RT CALCIO SERIE D

Agnonese, novità per la prossima settimana Dopo la tornata elettorale, che ha visto trionfare il primo cittadino Michele Carosella, in casa Olympia Agnonese si comincia a guarda alla prossima stagione sportiva. Il primo passo da compiere sarà la definizione dei nuovi quadri societari, qualora l’attuale presidente Carmine Masciotra decidesse di abbandonare la guida della nave granata, come già manifestato nelle scorse settimane. La dirigenza altomolisana sta lavorando per convincere

l’attuale numero uno a non lasciare la carica ma è ovvio che ci si prepara anche al peggio e quindi si sta individuando anche la persona che potrebbe succedere a Masciotra. Una volta definite le questioni societarie si penserà alla squadra ed in primis alla riconferma di Massimo Agovino che siederà sulla panchina agnonese, a meno di clamorosi colpi di scena, per il quinto anno consecutivo. L’allenatore campano ha già annunciato l’intenzione

La Lega Nazionale Dilettanti nei giorni scorsi ha diramato i criteri e le procedure di rispescaggio per i campionati professionistici. I criteri sono gli stessi dello scorso anno. Saranno tenuti presenti tre parametri: 1. piazzamento in classifica (valore 50%); 2. storia del club (25%), 3. media degli spettatori negli ultimi 5 anni (25%).Però si registrano delle novità: innanzitutto, vengono sospesi i commi 6, 7, 8 e 9 dell'art. 52 delle Noif (Titolo Sportivo). Con la sospensione di tali commi viene di fatto "congelato" il Lodo Petrucci che non potrà quindi essere usato da alcuna società che sia di Serie A, B o serie inferiori. Per quanto riguarda i ripescaggi in Lega Pro, quelli che interessano ovviamente a tutte le squadre di Serie D, questi non verranno effettuati a meno che il numero di società tra Prima e Seconda Divisione sia inferiore al numero di 76. Un ipotesi assolutamente poco realistica considerato che numerose sono le squadre che boccheggiano in terza serie. No al doppio salto di catego-

di non voler stravolgere eccessivamente l’attuale organico, ma solo rinforzarlo con l’arrivo di un paio di pedine d’esperienza e con diversi under di qualità. Agli inizi di giugno ci dovrebbe essere la prima riunione ufficiale e dunque solo allora si potrà conoscere, in primis, il destino di Masciotra e poi i programmi dell’Olympia Agnonese per la prossima stagione sportiva. AP

Carmine Masciotra

Ripescaggi in Lega Pro, congelato il Lodo Petrucci ria. La novità è che non saranno più consentiti da quest’anno i doppi salti di categoria. Chi ha vinto il proprio girone di serie D si fermerà in Seconda Divisione e non potrà essere ripescato in Prima Divisione. Chi è stato promosso dall´Eccellenza in serie D non potrà essere ammesso in Seconda Divisione. Nota dolente, capitolo fideiussioni: molto elevati gli importi delle fideiussioni che occorrerà predisporre per il ripescaggio. Per la Prima Di-

visione si parla di 600mila (l´anno scorso 400mila) e per la Seconda di 300mila (l´anno scorso era 200mila). A queste cifre va aggiunto un versamento a fondo perduto a favore della Figc. L’anno scorso era 400mila per la Prima Divisione e 200mila per la Seconda Divisione. Gli attuali importi non sono stati ancora resi noti, anche se si pensa che quello per la Seconda Divisione sarà ridotto. REDSPORT

CALCIO-FINALI ALLIEVI E GIOVANISSIMI

CONI MOLISE

Venafro e Acli Campobasso si laureano campioni 2010/11

Oggi a Campobasso la prima Convention Special Olympics Regionale

Nella giornata di lunedi si sono conclusi, con le finalissime disputate a Montefalcone nel Sannio, i campionati regionali Allievi e Giovanissimi 20102011, con la vittoria del titolo Giovanissimi da parte dell’Atletica Calcio Venafro sulla Pol. Roccaravindola (risultato finale di 5-1) e del titolo Allievi da parte delle Acli Calcio Campobasso, che ha prevalso per 3-0 sul SS. Pietro e Paolo. L’edizione 2010-2011 sicuramente rappresenterà un punto di partenza importantissimo del progetto che il C.R. Molise ha messo in atto per le attività giovanili, ma in particolare per questi campionati. Dalla corrente stagione i campionati regionali si sono svolti in due gironi per la prima fase, sia per gli Allievi sia per i Giovanissimi, e con la formula dei play off nella seconda fase, dalla quale sono scaturite le due finaliste. Tale meccanismo ha creato grande attenzione ed entusiasmo, conferendo anche un maggiore spes-

L'intervento del presidente della Figc Molise Di Cristinzi

sore tecnico agli stessi campionati. Si è rivelata molto importante la scelta del rinnovato campo sportivo di Montefalcone nel Sannio, vero gioiello dell’impiantistica sportiva regionale e sulle cui tribune era presente un numeroso pubblico, che ha assistito alle due gare con entusiasmo e passionalità. Particolarmente gradita è stata la cerimonia finale delle premiazioni delle quattro squadre. Uno speciale ringraziamento all’amministrazione comunale ed alla società Maronea, che hanno offerto con grande disponibilità la propria collaborazione ed hanno espresso grande apprezzamento nei confronti della FIGC molisana per la scelta di questa sede e per l’organizzazione della manifestazione Le società Acli Calcio Campobasso ed Atletico Calcio Venafro affronteranno nella fase nazionale delle rispettive categorie le vincitrici di Abruzzo, Campania e Puglia.

Un momento della premiazione

Si terrà oggi, presso l’Università degli Studi del Molise, la Prima Convention Special Olympics Regionale organizzata dal Team Molise in collaborazione con Unimol ed il Comitato Regionale Coni Molise. Special Olympics è un’organizzazione internazionale che promuove lo sport come mezzo per favorire la crescita personale, l’autonomia e la piena integrazione per bambini, giovani e adulti con disabilità intellettiva. L’apertura della convention, che si terrà presso l’aula Fermi della biblioteca d’ateneo in via Manzoni, sarà affidata al Rettore Cannata. Si parlerà del valore educativo dello sport con “L’ attività fisica adattata nella disabilità intellettiva come prevenzione delle malattie cronico-degenerative dell’apparato locomotore”; ma anche de “L’evoluzione di Special Olympics in Italia e nel mondo – Il team famiglia” . Nel pomeriggio, dopo le 14.00, al Palaunimol Area A ,Area sportiva, si terrà Prova lo sport: Floor hockey, ginnastica, basket, calcio. Poi spazio ad una partita di basket unificato tra team scolastici: finale progetto Europeo Youth Sports Unified Basket. Nell’ Area B, Area medica, è prevista una visita ortopedica per atleti special.


S P O RT VOLLEY MASCHILE SERIE A2

Fenice, Spampinato vestirà ancora la maglia numero10

CURRICULUM Emanuele Spampinato

L'atleta catanese prolunga di un altro anno il contratto che lo legherà al club isernino Il ventiquattrenne atleta catanese, ma nativo di Cinquefrondi (RC), dopo l'ottima stagione disputata in bianco azzurro, durante la quale ha occupato i vertici delle classifiche di rendimento, torna a vestire la maglia n°10 per il quarto anno non consecutivo. Cresciuto sotto la guida di Giovanni Bonaccorso (con cui vincerà anche un titolo nazionale giovanile) segue il suo allenatore a Latina, insieme al martello Saglimbene (in forza al team pentro nella stagione 2009/10) ed al regista Saitta, dove si dividerà tra il settore giovanile e la serie D. Nel 2005/06 arriva il primo salto di categoria, a Bari in B1 con la promozione

in A2. La stagione successiva un’altra esperienza in puglia e poi l’approdo ad Isernia, luogo della consacrazione, che nonostante la parentesi emiliana - si conferma la sua dimora pallavolistica. “Questo ormai è il 4° anno ad Isernia – racconta il regista di seconda linea - la trattativa è stata abbastanza veloce e semplice, grazie anche al DG Fraraccio che mi ha voluto fortemente. Ho deciso di rimanere perchè in questi quattro anni la società e i tifosi di Isernia mi hanno dato tanto: hanno sempre creduto in me”. ”La società in questi anni ha compiuto passi da gigante – continua Spampinato - migliorando anno dopo anno e otte-

nendo sempre buoni risultati su tutti i fronti. Isernia è una piazza dove si lavora bene: si respira aria di pallavolo ovunque vai e conta una delle migliori tifoserie di tutta la serie A. Sono convinto che per costruire una squadra competitiva la Fenice ha bisogno di alcune riconferme. Come tutti sanno ci siamo tolti tante soddisfazioni, e allora perchè non essere il primo? Non vedo l'ora di sapere chi saranno i miei nuovi compagni di squadra, sono sicuro che come ogni anno Isernia allestirà una squadra di tutto rispetto e con coach Giannini riuscirà a raggiungere nuovi traguardi”.

Nato a Cinquefrondi (RC) il 28 novembre 1987 CARRIERA 2001-2002 Rollo Accastello (CT) B2 2002-2004 Icom Latina Giovanili 2004-2005 Pallavolo Catania 2005-2006 Club Atletico Bari 2006-2007 AV Lucera (FG) B1 2007-2008 Olio Pignatelli Isernia A2 2008-2009 Olio Pignatelli Isernia A2 2009-2010 Edilesse Cavriago A2 2010-Geotec Isernia A2

UNITI CON LO SPORT

BASKET SERIE C REGIONALE

La pallatamburello, in cento allo Sturzo

Arriva la salvezza per l’Olimpia Campobasso

Cento alunni delle Scuole Medie di Campobasso hanno popolato il Campo "Sturzo" in occasione della prima manifestazione di pallatamburello organizzata nell'ambito del Progetto Uniti con lo Sport. Una buona partecipazione di studenti per una disciplina poco diffusa ma molto divertente. Protagonisti delle sfide sono stati gli atleti delle scuole partecipanti: "Colozza", "Jovine" e "Montini" presente anche con il plesso di Matrice. Il progetto è stato promosso dal Centro Sportivo Scolastico dell'lstituto Comprensivo "L. Montini" di Campobasso, in collaborazione con I'Ufficio Scolastico Regionale per il Molise e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Molise e del Comitato Provinciale CONI di Campobasso. Si tratta di una iniziativa ideata per celebrare il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia attraverso la promozione sportiva, con una serie di eventi sportivi rivolti agli aiunni delle scuole medie di Campobasso. La finalità del progetto è quella di educare i ragazzi alla partecipazione e alla cooperazione, ad una sana competizione e al confronto costruttivo, al rispetto della diversità e al senso delle regole, ai valori della solidarietà e della pace, contribuire alla formazione di una coscienza civile e sociale.

FIDAL MOLISE

Fontanavecchia ha ospitato i Giochi sportivi studenteschi 2011 In un splendida giornata di sole, sabato scorso, a Campobasso, si è svolta la fase regionale dei Giochi sportivi studenteschi del 2011. Nell'impianto di Fontanavecchia, diverse centinaia di atleti delle scuole medie e delle superiori hanno dato vita ad un'entusiasmante kermesse, che è stata, contemporaneamente, una grande festa di sport e di allegria, con grande impegno di giudici di gara, docenti e responsabili FIDAL (in particolare, Andrea Piscopo e Dino Mucci). Dal punto di vista agonistico, il Scuola Media Andrea d'Isernia, del capoluogo pentro, si è affermata nella classifica cadetti e cadette. Per gli allievi, vittoria dell'ISISS di Bojano, mentre tra le pari categoria, al femminile, a primeggiare è stato un altro istituto di Isernia, il Magistrale 'Cuoco'. A Roma, per le finali nazionali in programma giovedì prossimo, 26 maggio, andranno anche alcuni atleti affermatisi a livello individuale: Mario Silvaroli per i 100 hs cadetti (I.C. Colozza di Campobasso), Lucia Ricciuti per gli 80 hs (I.C. Portocannone), Alessia Tonti nella marcia cadette (S.M. Andrea d'Isernia), Martin Zanay per la marcia cadetti (I.C. Portocannone), Francesca Rossodivita (Liceo Galati di Campobasso) e Marcello Sorgente (Liceo Artistico Manzù di Campobasso), entrambi per la marcia categorie rispettivamente allieve ed allievi. "La manifestazione - ha dichiarato il fiduciario tecnico regionale FIDAL, Daniela Sellitto - ha fornito importanti indicazioni su alcuni giovani atleti, il cui futuro potrà essere davvero interessante".

Doveva essere una giornata di gloria e così è stato. Finalmente si sorride in casa dell’Olimpia Campobasso. E’ arrivata la salvezza al termine di un trittico terribile perso con Nereto e vinto poi con Il Basket Ballo Roseto, 77 a 52 il risultato finale. Dopo una partenza a rilento che porta gli abruzzesi a chiudere il primo quarto in vantaggio per 15-21, i biancoblu di coach Sabatelli incominciano a giocare come sanno e fanno fruttare i vantaggi che arrivano dal campo. I tre tempi residui risultano un crescendo continuo per i campobassani che mettono la freccia, superano i rivali e non si voltano più indietro. In questo modo si materializza un successo assolutamente netto nel punteggio (77-52) che fa togliere dagli affanni i ragazzi di Sabatelli che in questo torneo sono stati molto vicino al baratro in più di una circostanza. Da segnalare la buona prestazione di Calcagni autore di ben 20 punti e di tutta la difesa che ha bloccato la bocca da fuoco Neri. Ed ora è tempo di festeggiare per la <crazy gang> .

CONSULTA PROVINCIALE DEGLI STUDENTI DI ISERNIA

All’Itis Mattei si è conclusa la manifestazione Sport Insieme Si è conclusa nei giorni scorsi la prima manifestazione della Consulta Provinciale degli Studenti di Isernia che nell’ambito delle attività complementari ed integrative scolastiche ha organizzato “SportInsieme”manifestazione sportiva promozionale che si è svolta ad Isernia presso l’ITIS MATTEI nei giorni 20 e 21 maggio. La Manifestazione ha visto coinvolti oltre 568 studenti delle scuole superiori di 2 grado della Provincia di Isernia. Gli studenti senza distinzioni di sesso ed età erano distribuiti su 36 squadre di pallavolo ,32 squadre di calcetto 74 coppie per il calcio balilla e 24 coppie x il tennistavolo .Tutti gli studenti hanno partecipato a più gare nello spirito di una sana e leale competizione ,con tanta voglia di stare insieme .Particolari ringraziamenti vanno ai Dirigenti Scolastico ed Amministrativo del ITIS Mattei che hanno gentilmente concesso l’uso degli spazi sportivi della scuola e messo ha disposizione il personale ausiliario. Un sentito ringraziamento per l’aiuto allo

studente dell’Itis Mattei Giuliano e al sostegno alla Manifestazione dell’Amministrazione Provinciale di Isernia ,al Presidente Mazzuto e all’assessore Izzi, al delegato Provinciale della Federazione Italiana Tennis Tavolo Esposito, alla Fenice Volley di Isernia e all’Isernia Calcio a 5 del Presidente Ionata,ma soprattutto al Prof.Ciro Cardinale per la preziosa opera di coordinamento e gestione dell’intera manifestazione.La prossima manifestazione della Consulta provinciale degli Studenti della Provincia di Isernia è la Giornata dell’Arte e della Creatività Studentesca che si svolgerà ad Isernia nei primi giorni di giugno e sarà la degna conclusione delle attività annuali della consulta e sicuramente il momento di maggiore aggregazione degli studenti della Provincia di Isernia. Il Presidente Francesca Testa ed i componenti tutti,insieme al Docente referente Ciro Cardinale sono già all’opera per allestire una giornata che sarà un insieme di spettacolo,arte e creatività giovanile.


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 18:58 19:30 20:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta Baccalà alla carrettiera 600 g di baccalà salato un dl di olio extravergine di oliva un ciuffo di prezzemolo 2 spicchi di aglio 8 piccoli peperoni tondi, rossi e dolci q. b. di sale Mettete a bagno il baccalà in abbondante acqua fredda, avendo l’accortezza di rinnovarla spesso. Quando il baccalà sarà ben dissalato e spugnato e avrà riacquistato l’umidità perduta per l’essiccazione, eliminate le lische più grosse e la pelle e tagliatelo a pezzi. Versate la giusta quantità di acqua in una pentola e, appena alza il bollore, unite il baccalà e fatelo lessare per il tempo necessario; appena cotto, toglietelo dall’acqua, lasciatelo intiepidire, sfogliatelo e disponetelo in un piatto da portata, che terrete in caldo. Intanto, versate l’olio in una padella e fatevi imbiondire gli spicchi di aglio, leggermente schiacciati, in precedenza privati della camicia e dell’anima. Aggiungete i peperoni lavati, asciugati e privati del picciolo e dei semi, e fateli soffriggere, senza bruciarli, e appena cotti, toglieteli dall’olio e con essi contornate il baccalà. Irrorate la pietanza con l’olio dei peperoni, insaporite di sale, spolverizzate con un trito di prezzemolo e portate in tavola. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno GRIMALDI Via Marconi Guglielmo, 3/5 Tel. 0874.311259 GIAMPAOLO (di appoggio) Piazza Pepe Gabriele, 39 Tel. 0874.94076

Farmacia di turno

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

DI TOMMASO C.so G. Garibaldi, 48 Tel. 0865.50891

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CARUSO - Via Delle Querce, 1/F - Tel. 0875.751898 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

A D N E G A

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 10:20 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 15:22 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 13:11 14:04 18:01

Arrivo 07:53 09:22 16:13 17:44 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 17:11 17:40 18:18 21:00

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:10 14:29 17:11 17:29 19:30

Arrivo 08:35 08:35 15:22 16:58 17:30 20:04 20:15 22:26

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI SI AVVISANO I SIGNORI UTENTI CHE DAL 1 APRILE 2011, IN SEGUITO ALL'APPLICAZIONE DEL PIANO DEI SERVIZI MINIMI APPROVATO DALLA REGIONE MOLISE, LE CORSE SUBIRANNO DIVERSE MODIFICHE SULLE LINEE DI:

Bilancia 23 set - 22 ott

CAMPOBASSO-TERMOLI: TERMOLI-CAMPOBASSO

Scorpione 23 ott - 22 nov

CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO PERTANTOVI INVITIAMO, PER EVENTUALI INFORMAZIONI, A RIVOLGERVI ALL’AGENZIA INFORMAZIONI SITA AL TERMINAL DI CAMPOBASSO.

Sagittario 23 nov - 21 dic

Tel. 0874.65050 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

20 feb - 20 mar

Ariete - La giornata potrebbe rivelarsi interessante sotto più punti di vista ma se siete prospettati verso il vostro lavoro, difficilmente vi lascerete distrarre da qualsiasi altra occasione. Siete un po’ troppo categorici certe volte, anche perché perdete delle opportunità e nemmeno ve ne rendete conto! Toro - Oggi potrebbe iniziare all’insegna della solidarietà con i vostri colleghi i quali saranno molto più disponibili nei vostri confronti e non lasceranno che il capo vi sgridi per cose che non avete fatto o comunque vi aiuteranno a coprire qualche piccolo errore. Quando si lavora in questi ambienti è bene tenersi affianco qualcuno di un certo calibro! Gemelli - La giornata forse inizierà in modo abbastanza faticoso ma vi dovrete abituare presto se è vero che volete raggiungere al più presto i vostri obiettivi. Non potete di certo affidarvi alla fortuna ma soltanto alla vostra volontà e alla vostra capacità fisica ed intellettuale. Anche gli altri punteranno su questi vostri fattori, quindi sta a voi! Cancro - Questa è la giornata migliore per rendersi utili e cercare di acquisire un po’ di dimestichezza in certi campi, sia che riguardi la vostra professione, sia che non la riguardi. Si potrebbe infatti trattare anche e semplicemente di questioni di cuore, ma ne vale sempre la pena. Non si è mai abbastanza esperti in certe situazioni! Leone - In questa giornata potreste raggiungere un livello molto alto a livello professionale, considerando vche di solito stentate un pochino a prendere coscienza delle vostre apacità. Finalmente avete aperto gli occhi ed ora la vostra marcia dovrebbe essere tutta in discesa, iniziando da questo momento! Vergine - In questa giornata avrete la prova che le persone che vi sono intorno non pretendono nulla da voi se non un po' di attenzione ed affetto sincero. Quindi non solo sulla carta o a parole, ma anche fattivamente dovrete dimostrare la vostra partecipazione ai sentimenti, altrimenti non potrete più sindacare i loro! Bilancia - Oggi vorrete provare delle emozioni esattamente come nei giorni passati ma è anche possibile che non tutti i giorni siano uguali e che dobbiate accontentarvi di qualche sorriso piuttosto che di qualche dichiarazione d'amore. Nel frattempo cercate di pensare un pochino di più alla vostra carriera! Scorpione - Anche voi oggi cercherete la favola da vivere con l'anima gemella ma avrete proprio sbagliato momento in quanto questo è il momento meno opportuno per lasciarsi andare. Dovreste al contrario dedicarvi alle faccende quotidiane ed al vostro lavoro e forse in serata avrete anche un piccolo spazio per la fantasia sentimentale! Sagittario - Ci saranno molte priorità in questa giornata quindi alla fine vi troverte a dover organizzare anche queste! Insomma, sarete molto impegnati e non potrete delegare altre persone alle vostre mansioni, soprattutto perché le vostre responsabilità sono grandi e non c'è verso di ottenere gli stessi risultati per mano di terzi! Capricorno - Avrete il tempo per affrontare quelle che voi chiamate difficoltà ma sicuramente tutto vi sembrerà estremamente semplice in quanto non avevate considerato il fattore tempo, nel senso che ne impiegherete poco per ogni problema e quindi alla fine capirete che questi ostacoli non erano poi così insormontabili e domani andrà meglio! Acquario - In questa giornata avrete sicuramente a che fare con molte persone e molte di queste non avranno una gran bella cera, per cui è possibile che dobbiate scontrarvi anche se non ne avete voglia. Troverete poca comprensione ma soprattutto avrete modo di conoscere meglio qualcuno di cui non vi aspettavate certe reazioni! Pesci - Il rapporto con le altre persone potrebbe dare i suoi frutti oppure cambiare totalmente e concludersi in modo piuttosto brusco. Non ci si può attendere molta maturità laddove non ce n'è, ma questo dovevate già saperlo senza il bisogno di avere una ulteriore conferma. Per il futuro sarete abbastanza temprati e messi in guardia!

23 ANNO IV - N° 119 MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2011


lagazzettadelmolise250511a  

IL TAPIRO DEL GIORNO A FABRIZIO RUSSO CAMPOBASSO BARANELLO L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO SANTA CROCE DI M. ANNO IV - N° 119 - MERC...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you