Page 1

BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO. TORNEREMO IN DISTRIBUZIONE IL 4 GENNAIO ANNO III - N° 285 - VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL GOVERNO BERLUSCONI Sono passati cinque mesi dal violento nubifragio in basso Molise e le proteste per i mancati finanziamenti si moltiplicano. L’ultima in ordine di tempo è quella di una lettrice che cita il decreto Milleproroghe e l’assenza di notizie sull’arrivo dei fondi per l’area flagellata dal maltempo, mentre per le Province di Genova, Savona e Salerno e la Regione Veneto, le risorse sarebbero già state stanziate. La domanda sorge spontanea: come mai al Molise ancora niente? L’interrogativo della lettrice, che è anche il nostro, ci stimola giocoforza ad assegnare al governo il tapiro del giorno.

L’OSCAR DEL GIORNO A GIOVANNI DE GAETANO Il direttore dei laboratori di ricerca dell’Università Cattolica di Campobasso è stato premiato ieri sera, nell’ambito della tradizionale cena di Natale organizzata dall’Ordine dei medici della Provincia di Campobasso, con l’Oscar medicina e cultura 2010. Un riconoscimento che premia non solo De Gaetano ma anche tutto il gruppo di ricerca della struttura campobassana, distintosi ancora una volta per la grande efficienza dimostrata; un attestato di merito che rappresenta un buon auspicio in vista del nuovo anno, ormai alle porte.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Siti archeologici aperti a Natale e Capodanno. Ecco tutti gli orari CAMPOBASSO – Durante il periodo natalizio resteranno aperti in Molise diversi siti archeologici. Lo comunica la Soprintendenza per i Beni Archeologici nell’ambito del progetto nazionale “Apertura Straordinaria del 25 dicembre 2010 e del 1° gennaio 2011” promosso dal ministero per i Beni e le Attività culturali. Il museo provinciale sannitico di Campobasso con “Il dono di Dioniso” sarà aperto il giorno di Natale dalle 8 alle 14 e a Capodanno dalle 8 alle 20; l’area archeologica di Alitilia e il museo di Sepino con “Altilia e il suo territorio dal Paleolitico al Me-

dioevo” il 25 dalle 8 alle 14 e il 1° allo stesso orario; l’anfiteatro di Larino con “L’anfiteatro e le venationes” lo stesso orario negli stessi giorni; il museo di Santa Maria delle Monache di Isernia con “Lungo le rotte dei Micenei e l’insediamento dell’età del bronzo di Monteroduni” sarà aperto dalle 8 alle 20 nei due giorni festivi; il museo Santa Chiara di Venafro con “Agricoltura e paesaggio nel territorio di Venafro” aperto dalle 8 alle 14 a Natale e Capodanno e l’area archeologica di Pietrabbondante con “Gli edifici templari nel santuario italico” negli stessi orari e nei medesimi giorni.

Alluvioni, soldi ovunque tranne che in Molise

Riceviamo e pubblichiamo il commento di una lettrice Cinque mesi dopo il violento nubifragio che si è abbattuto sul Basso Molise nel luglio scorso e nonostante il decreto Milleproroghe in discussione in parlamento, non abbiamo nessuna notizia né dal governo né tantomeno dalla regione Molise. Ciò nonostante diverse regioni d’Italia, colpite da simili eventi, ab-

biano già ottenuto dei finanziamenti attraverso l’emanazione di alcune ordinanze a firma del presidente del Consiglio dei ministri. Ben 10 milioni per gli eventi alluvionali che hanno colpito le province di Genova e Savona; altri 5 milioni alla provincia di Salerno e 300mila euro alla regione Veneto. 1mi-

lione e 500mila euro per eventi meteorologici eccezionali alla Liguria e altrettanti per le violente mareggiate alla regione Emilia Romagna. E al Molise, come mai ancora niente? Come mai la nostra illustre classe politica non dà risposte serie? Ci prendono forse in giro? Eduardo Mignogna

Consorzi agrari, Coldiretti: “Grandi passi avanti” CAMPOBASSO – Giungono segnali di ottimismo dalla prima assemblea annuale dei Consorzi agrari d’Italia (Cai) aderenti alla Coldiretti (Copcoldiretti), tenutasi a Roma, cui hanno preso parte anche il presidente regionale della Coldiretti, Amodio De Angelis, ed il direttore regionale della Coldiretti Molise, Angelo Milo. Nel corso dei lavori sono stati evidenziati i grandi passi avanti fatti nel progetto per una ‘Filiera Agricola tutta Italiana’ compiuti dal Cai. Numerosi sono stati i progetti attuati da maggio 2010. Il primo ha riguardato l’immissione sul mercato della pasta prodotta con grano interamente italiano. Nello stesso mese, poi, è stato sottoscritto con il Gruppo Maccaferri il più grande contratto europeo di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili da biomasse tutte italiane, con la compartecipazione degli agricoltori, dal valore di 1,5 miliardi di euro. A giugno, invece, è stata costituita la

più grande società di trading europea dei cereali degli agricoltori tra Consorzi Agrari e cooperative (Fits). Ad ottobre, poi, è stato siglato l’accordo fra Coldiretti e Intesa San Paolo, per un miliardo e mezzo di euro di finanziamenti, nell’ambito del progetto e a novembre 2010 è stato presentato il nuovo pastificio Ghigi per la produzione di pasta ottenuta esclusivamente con grano italiano. Nello stesso mese è stata inoltre stipulata l’intesa tra Coldiretti ed Enel per l’energia verde dai campi italiani. Sempre a novembre, infine, è nata Creditagri Italia, primo confidi nazionale agroalimentare. Intanto, in questi ultimi giorni, è diventato operativo il Fondo immobiliare tra Consorzi Agrari che rappresenta il volano per il finanziamento dei nuovi investimenti della ‘Filiera Agricola Italiana’ e per dare sostegno allo sviluppo della rete nelle zone ancora non coperte del Mezzogiorno, come previsto nel Piano per il Sud.


PRIMO PIANO Conti Iacp

Lepore respinge le accuse Pierluigi Lepore non ci sta e respinge ogni addebito. Nella conferenza stampa convocata ieri mattina nella sede dello Iacp di Campobasso, il commissario straordinario ha replicato alla accuse mossegli nei giorni scorsi, definendo una vera e propria “operazione di Palazzo” quella che lo ha colpito: “Si tratta di attacchi strumentali, cominciati sui quotidiani e finiti in Procura addirittura prima che io, il diretto interessato, ricevessi la notifica”. Indici puntati, in particolare, su presunte irregolarità riscontrate nel corso delle analisi condotte dai sindaci revisori sui viaggi istituzionali, sui rimborsi trasferte e sull’ delle auto aziendali: “Mi hanno contestato l’uso della macchina di servizio e di quella personale per motivi di lavoro. InnanziMaurizio tutto c’è da dire Gasparri che il regolamento consente

l’uso dell’auto personale ed in secondo luogo che avevo già provveduto, in tempi non sospetti, a farmi decurtare del 20% i rimborsi per il chilometraggio effettuato: tutto questo per non dare adito al benché minimo dubbio. La confusione è nata dal fatto che a volte si è verificato un uso concomitante, nell’ambito della stessa giornata lavorativa, dell’auto aziendale quanto di quella personale: una necessità che nasceva dal semplice fatto di non poter disporre di un autista per 15 ore ogni giorno” – ha spiegato il vertice dell’Istituto autonomo case popolari. Sulla querelle dei cosiddetti viaggi istituzionali: “Ho sempre visto

Pierluigi Lepore

la politica come un servizio reso alla comunità ed è in quest’ottica che mi sono sempre mosso. I viaggi effettuati sono stati esclusivamente di carattere professionale: anche grazie a queste trasferte lo Iacp ha raggiunto risultati importanti ed investimenti che hanno permesso interventi fondamentali sul territorio di competenza”. Il consigliere regionale Petraroia – a quanto pare – dovrà quindi rinunciare ai propositi ‘revisionisti’ che aveva indirizzato ai piani alti di via Montegrappa: Lepore resterà sul trono ancora per molto. E’arrivata proprio questa mattina, infatti, la conferma dell’incarico – in scadenza il prossimo 28 dicembre – in seno all’istituto di edilizia popolare campobassano. Lu.a.

E in giornata arriva una strenna… Riconfermato al vertice dell’Istituto nonostante i guai giudiziari. Il ‘regalo’ di Iorio e Valardi per Natale?

P

ierluigi Lepore è stato riconfermato alla guida dello Iacp di Campobasso. La buona novella l’ha appresa lui stesso ieri mattina, quando ha ricevuto la telefonata tanto attesa che lo ha di fatto riconfermato alla guida dell’Istituto autonomo delle case popolari per i prossimi 3 mesi. Sull’opportunità di prorogargli l’incarico che, va detto, non ha ottenuto partecipando ad un concorso pubblico ma per chiamata diretta da parte della Regione Molise, si era già interrogato il consigliere regionale Michele Petraroia. L’ex sindacalista della Cgil, una settimana fa, aveva preso carta e penna per chiedere al governatore Michele Iorio e all’assessore al Lavori pubblici Luigi Velardi di evitare questo ‘regalo’ di Natale. Lepore in-

fatti è stato recentemente raggiunto da un avviso di garanzia su fatti relativi agli anni 2006-2008, quando cioè era presidente dell’Arsiam. Il suo attuale contratto scade questo martedì, ma evidentemente per fargli trascorrere un sereno Natale presidente e assessore hanno optato per la strenna. Meritata oppure no, sarà la magistratura a deciderlo. Non sarà né il commissario, che ieri ha convocato la stampa per spiegare il suo punto di vista sulla vicenda dei rimborsi e dei viaggi istituzionali, né la stampa che in questi giorni lo ‘tormenta’ . Ma politicamente la riconferma ha un significato ben preciso: Iorio e Velardi, in

barba alla faccenda giudiziaria, di Lepore si fidano. E si fidano talmente tanto da rinominarlo al vertice dell’istituto. Ma a ben guardare non è certo la prima volta che riceve

Michele Iorio

Luigi Velardi

questi ‘doni’ dal governatore. La sua è probabilmente una delle storie politiche più singolari del Molise. Il commissario è stato l’assessore più fulmineo della storia della Regione. Nominato come ‘esterno’ nell’esecutivo alla fine del 2001 fu sollevato dall’incarico appena 12 giorni dopo. Una vera e propria sommossa politica dentro e fuori Aenne, partito in cui militava anche perché ‘amicissimo’ di Maurizio Gasparri lo costrinse ad abbandonare la poltrona. Ma memmeno in quell’occasione rimase a bocca asciutta: in quota al partito di Fini venne poi nominato al Nucleo industriale di Termoli. Successivamente è stato all’Arsiam e oggi allo Iacp. A quanto pare la ruota gira… ma non per tutti. Redazione politica


REGIONE Il consigliere Idv: tensione nel centrosinistra e silenzi imbarazzanti

D’Ascanio sul Cosib: “Di Pietro? Dimissioni tardive ma necessarie” CAMPOBASSO - “Saluto con apprezzamento le tardive ma necessarie dimissioni del Consigliere Di Pietro”. Così il presidente della Provincia di Campobasso, Nicola D’Ascanio, ha commentato gli ultimi sviluppi istituzionali della vicenda Cosib. Era stato lo stesso numero uno di via Roma a defenestrare l’esponente Idv che, spiega D’Ascanio, avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni “all’atto della sua uscita dalla maggioranza, come hanno fatto i suoi colleghi di partito che, astenendosi da atteggiamenti polemici, abbandonarono tutti gli incarichi fiduciari”. Cristiano Di Pietro era infatti il rappresentante dell’ente nel consorzio industriale di Termoli ma - secondo il presidente - la sua attività politica è ormai orientata a “rancorose vendette che non

eludono la sua responsabilità da errori politici che sono sotto gli occhi di tutti”. Non poteva tardare la replica dell’interessato: “Ho svolto il mio dovere al meglio, lavorando sempre nell’inte-

resse del centrosinistra e per il buon nome della Provincia”. Le dimissioni? “Un atto di responsabilità dice Cristiano Di Pietro.

Rinnovati i vertici della Giovane Italia Giuseppe Giglio è il presidente regionale CAMPOBASSO – Rinnovo ai vertici della Giovane Italia del Molise. Giuseppe Giglio, presidente provinciale uscente di Campobasso, è stato nominato presidente regionale. Al suo posto, nella Federazione provinciale di Campobasso, Marco Masciantonio, assessore alla Cultura del Comune di Casacalenda e militante, come Giuseppe Giglio, della scuola del movimento giovanile Azione Giovani. I due, vicini politicamente all’azione del ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, nel corso degli anni hanno dimostrato impegno e dedizione verso il movimento giovanile di destra, continuando il loro lavoro con la nascita del Popolo delle Libertà. La notizia della nomina di Giglio e Masciantonio “regala una spinta ed entusiasmo per continuare il lavoro avviato dai due nello schieramento di

4 ANNO III - N° 285 VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010

Azione Giovani, in un momento politico altamente instabile. L’impegno è quello di mantenere un rapporto stretto con i giovani, unico vero volano del movimento, tenendo conto dei valori che hanno da sempre contraddistinto l’azione della destra italiana”. “In un momento particolare della politica nazionale – hanno detto Giglio e Masciantonio – vogliamo ringraziare il ministro Meloni per l’opportunità che ci ha offerto di lavorare per la Giovane Italia. Per noi sarà di sicuro un monito per continuare a fare meglio e continuare il lavoro svolto in totale sinergia negli ultimi anni. Siamo sicuri che il ministro Meloni continuerà ad essere vicino alla nostra realtà, e noi vogliamo portare avanti azioni e valori che hanno sempre contraddistinto il movimento di centrodestra”.

Per sgombrare il campo da qualsiasi atto possa diventare alibi di divisioni all’interno della coalizione”. Il consigliere punta l’indice contro quanti - in primis nel Pd - non hanno preso le sue difese nel contenzioso con D’Ascanio: “C’è un momento di tensione nel centrosinistra e i silenzi del Pd sono imbarazzanti. Abbiamo chiesto chiarezza e ha risposto solo Sel”. Del resto, taglia corto Cristiano Di Pietro “al contrario di altri non ci spaventa rinunciare alle poltrone. È giunto il momento di superare l’esperienza devastante legata alla Provincia di Campobasso, di andare oltre gli artifizi e gli specchietti per allodole di chi ha ubbidito solo al suo ego e non all’interesse comune”. afv

11 onoreficenze al merito CAMPOBASSO – Sono state consegnate mercoledì sera le onorificenze al Merito della Repubblica Italiana conferite dal Capo dello Stato a undici cittadini della provincia di Campobasso. La cerimonia, a cui hanno partecipato autorità civili e militari della regione, si è svolta la convitto Mario Pagano. Il prefetto Stefano Trotta, nell’occasione, ha sottolineato che tali onorificenze rappresentano un riconoscimento del Paese per l’impegno e per le doti professionali e culturali poste a servizio della collettività. Al termine della cerimonia ufficiale, si è tenuto un concerto dell’Orchestra sinfonica regionale del Molise diretta dal Maestro Franz Albanese che, dopo l’inno nazionale, ha eseguito musiche di Giuseppe Verdi e Fernando Curinga e ha concluso con un omaggio a Nino Rota.

Riforma università: è legge

Pacchi bombe alle ambasciate

La riforma Gelmini è legge. Ieri il via libera a Palazzo Madama con Fli che ha votato insieme al Pdl. L’Udc invece si astiene. Il ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini parla di “svolta storica per l’università e di un passaggio chiave della legislatura”.

Pacchi bomba alle ambasciate. Esplosioni in quella svizzera e cilena. Falso allarme alla sede diplomatica dell’Ucraina. Allerta in tutte le sedi visti i due feriti coinvolti negli attentati. Il ministro Maroni: “Seguiamo pista anarchica”.


REGIONE Muccio e D’Ascanio, l’antipolitico lancia la sfida al presidente CAMPOBASSO - Le elezione sono una trappola per fessi? Jean Paul Sartre ci aiuta a rispendere a quanti, pur esprimendo la loro preferenza per la leadership della colazione di centrosinistra in vista delle provinciali di Campobasso, ci domanda se i dati delle nostre primarie siano reali o meno. Sono veridici, null’altro che la somma delle vostre e-mail. Perciò continuate a sostenere il vostro candidato e a commentare l’evoluzione del nostro sondaggio. Di seguito una selezione dei vostri messaggi. afv

to, Nonostante tut Nicola D’Ascanio (Giuseppe)

Rivoluzioniam o la politica con Muccio

(edicolaoscar19

Rimescoliamo le carte con Massimo Romano (Sabry)

75)

Soliti nomi fritti e rifritti. Guardatevi attorno e proponete nomi nuovi. (Marcello)

La politica sottovoce. Io voto Annamaria Macchiarola (Luce84)

Nagni: il Molise non è più un’isola felice, serve un’inversione di marcia CAMPOBASSO – Il coordinatore regionale dell’Idv, Pierpaolo Nagni, auspica un futuro migliore per il Molise, ormai non più “un’oasi di felicità”. “Sono sempre più frequenti gli allarmi di malessere che giungono dalla nostra regione e che, indubbiamente, l’impoverimento sociale favorisce – afferma. Non voglio cadere nella trappola della semplice propaganda contro Michele Iorio riconducendo a lui ogni colpa, ma è certo che la politica abbia enormi responsabilità. Credo che sia giunto il momento di un’inversione di marcia per questa regione che sta che pagando l’indifferenza di una classe politica evidentemente inadeguata – nota Nagni –. Siamo governati da politici di centrodestra, non tutti fortunatamente, consapevolmente maneggioni,

Ci pensate a cosa succederebbe se il guerriero se sannita diventas il leader? (roma_59)

che cedono spesso al dio Denaro, privilegiano il profitto accettando persino di mettere in pericolo il territorio dove vivono insieme alle loro famiglie. Ma dove è finita l’etica? – si chiede il coordinatore dell’Idv. Lancio il segnale di una politica diversa, più innamorata del proprio territorio. Il mio è un appello che rivolgo principalmente agli alleati del centrosinistra, da sempre più sensibili ai temi della tutela dell’ambiente e del territorio. Solo la passione per la propria terra potrà salvare la nostra regione. Questo è l’augurio – conclude Nagni – che faccio al Molise per il nuovo anno: la speranza di una ritrovata etica per poter guardare al futuro con un’ottica che vada più verso la modernità delle città del nord che verso l’immobilismo e le problematiche del sud”.

Per guarire la politica il guerriero sannita (Fabio)

, canio D’As anio, c D’As anio. c D’As ltri? Chi a oby77) (R

Dopo la gestion e D’Ascanio non si può rinunciare ad una candidatura unitaria. Voto Nagni (Felice)

Flop Idv le ragioni di Di Pietro “Complimenti per l’idea. È bello quando un giornale s’interessa della situazione politica”. Sui pochi voti arrivati a Nagni, Cristiano Di Pietro dice: “Noi come partito non abbiamo ricevuto nessun indicazione di mobilitarci in sostegno del segretario”. Applicando la proprietà transitiva, vuol dire che altri lo stanno facendo? “Così sembra”.

Trasporti, Romano: stop ai tagli CAMPOBASSO - Scrive al presidente della Regione e all’assessore Velardi, il consigliere regionale Massimo Romano, chiedendo lo stop della recente riorganizzazione della rete dei servizi minimi del trasporto pubblico locale. L’esponente di Costruire democrazia lamenta come “la deliberazione di giunta 972/2010 abbia disposto un taglio medio del 30% del chilometraggio riferito al trasporto pubblico locale”. Secondo stime dello stesso consigliere la riduzione non sarebbe inferiore a 5 milioni di kilometri e innescherebbe però conseguenze assai diverse tra le varie aziende. “A fronte del dato medio - argo-

menta Romano - i tagli ad alcune imprese di trasporti supereranno il 40%, mentre ad altre risulterà di molto inferiore”. Una palese disparità “che configurerebbe una lesione della par condicio in vista della prossima gara d’appalto” regionale. “Se i tagli previsti dalla giunta diventassero efficaci già a partire dal 1 gennaio, dunque prima dell’emanazione della procedura di gara - conclude il consigliere - si profilerebbero anche problemi di ordine socio-occupazionale in quanto le aziende sarebbero costrette a misure di riduzione del personale estremamente drastiche”.


CAMPOBASSO Il gip di Larino ha firmato numerose ordinanze. Nei guai in 13 per associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione

Blitz della Mobile nei night nove persone in manette Nove persone in carcere, due agli arresti domiciliari, due con l’obbligo di firma: è questo il bilancio di ‘Costa Brava’, l’operazione condotta dagli uomini della sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Campobasso, sotto la guida dell’ispettore Savinetti, in collaborazione con i colleghi di Pescara e della Questura di Roma. Ieri notte il blizt in tre locali di Termoli: il ‘Divina Commedia’, il ‘Dreams’ ed il ‘Fashion Club’, tutti finiti sotto sequestro. Gli agenti hanno fatto irruzione arrestando proprietari e gestori con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. Sei mesi di indagini, coordinate dalla Procura di Larino, fino alle ordinanze firmate dal gip Veneziano. Appostamenti, pedinamenti e video realizzati da agenti in borghese. Così è stato smascherato quanto

accadeva nei locali Commedia ARCERE: io del Divina C ar IN et ri E che al loro interno R op A pr L , a (Fg) edia CAUTE ivina Comm ni di Ortanov CUSTODIA possedevano dei ichele, 41 an i, Lituania, gestore del D ivina Commedia M o ar n bo ar ann 1) C del D ia privè in cui i clienti e Meringa, 33 anni, Romania, gestore ina Commed trice del Div 2) Stalionien 23 si appartavano con ra , ’s ca bo ri lla am io co re V , a D oric io del omania 3) Czenke Z le ragazze che vi laa, 25 anni, R b), proprietar am’s ristina Auror nio, 60 anni di Larino (C C re D re l pu de E e or 4) voravano. Giovani am’s inistrat iuseppe Anto tore del Dre o (Cb), amm 5) Di Pilla G tra i venti ed i trenanni di Larin pomarino (Cb), collabora 23 a, ol n ic io N ni di Cam 6) Di Pilla ario del Fash t’anni reclutate soAntonio, 49 an ni di Termoli, propriet del Dream’s an 7) Primiano re prattutto nei paesi 40 to e, Gabriel collabora 8) Mascilongo nio, 51 anni di Termoli, dell’est, alcune proveto n am’s A is n Fa 9) De trice del Dre I: nienti dalla Nigeria, OMICILIAR anni, Rep. Ceca, collabora ice del Dream’s D I T S E R R A tr 21 altre italiane. Si esibiia, collabora va Marketa, 10) Kudlicko Andrea, 31 anni, Slovacch edia vano nei tre locali in va ivina Comm ratore del D 11) Mitringo FIRMA ALLA P.G.: bo balli sensuali, poi gli lla co , b) am’s I i (C OBBLIGO D ichele, 26 anni di Termol oli, collaboratore del Dre approcci nei salottini M m a er T lm di Pa i i n D an ) 12 19 riservati, fino a dei veri go Giuseppe, 13) Mascilon e propri rapporti sessuali che potevano essere consumati in namente venivano accompai night nessuna concorrenza: albergo. Tra i clienti commerlocali. Già da questa mattina i gnate nei locali notturni dalle venivano praticati gli stessi cianti, professionisti e non solo, primi interrogatori nei carceri 22 alle 4 del mattino. Terminato prezzi, gli stessi trattamenti. Un disposti a pagare diverse centidi Larino e Chieti. I dettagli ilil turno di lavoro venivano riindagine accurata che ha preso nai di euro per soddisfare i loro lustrati ieri in una conferenza condotte negli appartamenti. il via da segnalazioni anonime e piaceri. Una volta procacciate, le stampa nella sede della SquaAttività estremamente frutche ha visto finire in carcere ragazze venivano ospitate in aldra Mobile a Campobasso. tuose. Ogni locale incassava pure delle donne di origine ruloggi fuori provincia. Quotidia(ms) fino a 50 mila euro al mese. Tra mene, addette alla gestione dei

L’Erba di Grace, al via gli interrogatori di garanzia Blitz del Corpo forestale: sequestrata discarica abusiva a Ripabottoni Ditta edile scaricava rifiuti nell’area: denunciato il titolare Ancora un colpo vincente per i militari del corpo forestale dello Stato. Gli agenti del comando di Sant’Elia a Pianisi, nella tarda mattinata di ieri, hanno effettuato un blitz in un area di Ripabottoni, sequestrando un’area di circa 500mila metri quadrati. Le indagini condotte nelle scorse settimane, infatti, hanno rivelato come la zona fosse da tempo utilizzata alla stregua di deposito di rifiuti provenienti dall’attività di demolizione e ristrutturazione di immobili gestita da una ditta locale. Nel corso dell’operazione – che rientra nell’ambito dei controlli volti a contrastare e prevenire gli illeciti di carattere ambientale ed edilizio – è stato deferito all’autorità giudiziaria competente il titolare dell’azienda responsabile: dovrà rispondere di gestione e deposito di rifiuti speciali non pericolosi senza le prescritte autorizzazioni

Interrogatori di garanzia ieri mattina, in carcere a Campobasso, per gli arrestati nell’ambito de ‘L’erba di Grace’, l’operazione antidroga portata a termine dai carabinieri del capoluogo nei giorni scorsi. Gli indagati, in presenza del gip Teresina Pepe e del pm Fabio Papa, si sono avvalsi tutti della facoltà di non rispondere. Diverse le posizioni dei difensori. L’avvocato Arturo Messere ha ribadito di voler valutare le risultanze delle indagini per decidere sull’istanza di riesame per la misura cautelare applicata ai suoi assistiti. Nessuna richiesta per gli avvocati Maria Assunta Baranello, Mariano Prencipe e Giovanni Santori. L’avvocato Giuseppe Fazio ha presentato una istanza di misura cautelare meno grave e annunciato contatti con la procura per fare chiarezza sulla posizione del suo assistito. Il legale Mario Petrucciani ha contestato degli addebiti ed ha quindi presentato memorie difensive. Impegnati negli interrogatori a Chieti e Salerno gli avvocati Carmine ed Elena Verde. L’operazione “l’erba di Grace” ha illuminato scenari preoccupanti sul consumo e sul traffico di stupefacenti sul territorio locale. Il blitz dei carabinieri

rappresenta la conclusione di un percorso di indagini avviate ben 15 mesi fa, dopo le segnalazioni di alcuni genitori allarmati da “strani” comportamenti messi in atto dai figli. Circostanza che, unita ai ripetuti viaggi di una delle donne (finita poi in manette) che approfittando delle visite al marito detenuto riforniva il mercato campobassano di grossi quantitativi di droga, ha permesso di sgominare la fitta rete si spaccio. Piazze, strade e anche scuole erano presidiate dai pusher, “braccati” dai militari di via Mazzini nella notte tra lunedì e martedì scorsi. In venti sono finiti agli arresti. Ma a spaventare è il dato anagrafico: tanti i giovanissimi coinvolti, tra i 18 ed i 23 anni, molti dei quali incensurati; emblema inquietante di una problematica che ormai sembra affliggere in maniera seria anche la realtà molisana. Interrogatori imminenti anche per le persone condotte agli arresti domiciliari, che dovranno presentarsi davanti al giudice il prossimo 30 dicembre. In quella circostanza sarà ascoltata anche la 52enne arrestata insieme ai figli e tutt’ora reclusa nel carcere femminile di Chieti: sembra essere proprio lei la “mente” dell’organizzazione.


CAMPOBASSO L’assessore De Benedittis replica al consigliere del Partito Democratico

Inpdap, Comune escluso dalla sospensione CAMPOBASSO – L’assessore comunale al Bilancio, Aldo De Benedittis, risponde al capogruppo del Pd, Antonio Battista, sulla questione dei contributi all’Inpdap dovuti dal Comune e sospesi dopo il sisma del 2002. “Ma dove eri, Battista, allora assessore al Bilancio e Finanze del Comune di Campobasso di centrosinistra, quando in Parlamento (governo

Medicina e cultura l’Odm premia Giovanni De Gaetano L’ordine dei medici della Provincia di Campobasso ha conferito l’oscar “Medicina e cultura 2010” a Giovanni De Gaetano, direttore dei laboratori di ricerca dell’università Cattolica di Campobasso, “medico e ricercatore, attento e instancabile cultore del sapere”: “Questo riconoscimento ha un valore altissimo non solo per me – ha detto De Gaetano – ma per tutto il gruppo di ricerca. Il sostegno dei colleghi è stato fondamentale per la riuscita dei nostri progetti. Mi inorgoglisce ricevere un premio che lega cultura e medicina, perché credo che le due cose non possano che procedere unitamente. Nei propositi per il prossimo anno c’è sicuramente la volontà di rinsaldare questo binomio”.

Prodi) veniva approvato, grazie anche ai parlamentari molisani di centrosinistra, l’articolo 6 comma 1 bis della legge 290/2006 di conversione del decreto legge 263/2006 con il quale veniva stabilito che ‘le disposizioni delle ordinanze di protezione civile che prevedono il beneficio della sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali ed assisten-

ziali e dei premi assicurativi si applicano esclusivamente ai datori di lavoro privati aventi sede legale ed operativa nei comuni individuati da ordinanze di protezione civile’, escludendo di fatto gli Enti pubblici?”. Inoltre, “su mia iniziativa, e della Giunta nel suo complesso (ma questo l’attento Battista non lo sa o fa finta di non sapere), nel mese di maggio, è stata approvata una delibera, la 174 del 26 maggio scorso, con la quale si dava mandato all’ufficio legale di intraprendere tutte le azioni giudiziali a difesa dell’Ente e dei dipendenti contro l’Inpdap. Il problema è la cassa. Essendo la cassa comple-

tamente vuota, non puoi affermare che tali somme sono immediatamente spendibili. Comunque, l’assessore al Personale, che è il sindaco, ha dato mandato al competente dirigente di predisporre una determina per il pagamento delle somme richieste, pari a circa nove milioni di euro. Vedremo se la Ragioneria potrà provvedere all’immediato pagamento, come tu sostieni. Anche perchè, caro Battista – conclude De Benedittis – devi rassegnarti una volta per tutte! Se tutto ti andrà bene politicamente, ma non credo, l’assessore al Comune potrai rifarlo solo tra qualche anno”.

Antonio Battista

La personale di Silvana Di Paola in via Isernia fino al 31 dicembre Le motociclette e la pittura. O meglio le due grandi passioni di Silvana Di Paola che si incontrano sulla tela trovando un punto di contatto tra le migliaia di nuance che colorano le carrozzerie delle più affascinanti ‘due ruote’ e gli olii brillanti che la pittrice molisana, allieva del grande maestro Leo Paglione, utilizza per dar vita alle sue opere. E di moto sulle tele ce ne sono finite davvero tante. Moto ma non solo. Opere a volte costruite, a volte meno, cariche di emozioni o totalmente asettiche, piene di ricordi ma anche semplicemente spontanee. Nel curriculum artistico di Silvana Di Paola trovano posto le nature morte di classica memoria ma anche quelle dalle forme più cubiche. Ci sono originali interni, il suo studio ne è un esempio, ma c’è posto anche per i paesaggi marini, per gli scorci di

romantici laghi e per gruppi di casupole senza tempo. Ci sono i tramonti infuocati e spogli paesaggi invernali ma che sanno comunque scaldare il cuore. Il rosa appena accennato degli alberi fa quasi fatica a distinguersi dal ghiaccio che copre la terra e dalla neve che cade da un candido cielo. Anche le rive del lago sono coperte dalla coltre bianca. Bianco come quello della spuma del mare e delle case dei contadini. Case che si ritrovano negli scorci molisani che l’artista dipinge con i colori e con le emozioni di chi sa apprezzare una terra che non fa troppi regali. Su alcune tele si legge chiaramente l’amore che Silvana Di Paola ha per il suo Molise e del Molise sceglie l’ulivo, una pianta che è diventata il simbolo della regione e della solidità della nostra gente. Una pianta piena di forza come

quella che si ritrova un po’ in tutte le opere della giovane pittrice (la mostra è in via Isernia a Campobasso fino al 31 dicembre) forza cui si aggiunge magia. Per accorgersene basta guardare il

suo ‘Rifugio’: un vecchio tronco d’albero con una cavità, forse la porta d’ingresso per entrare in un mondo che riesce ancora a far sognare. Come solo la pittura può fare.

Alla caso di riposo arriverà oggi Babbo Natale e ci sarà l’elezione di ‘lady Pistilli’ Anche gli ospiti della casa di riposo Pistilli di Campobasso avranno la loro festa di Natale. Come ogni anno gli animatori della struttura hanno organizzato eventi speciali per far trascorrere agli anziani momenti di spensieratezza nel segno della tradizione. Questo pomeriggio alle 16, presso il complesso di via delle Frasche, ci sarà tanta musica, l’arrivo di Babbo Natale e la simpatica iniziativa denominata ‘Lady Pistilli’, con tanto di elezione finale. Agli eventi di questo pomeriggio parteciperanno tutti gli ospiti della ‘Pistilli’, il presidente, la direzione e il personale che colgono l’occasione per augurare un felice e sereno Natale.


SPETTACOLI Tra i nomi: Aida Yespica, Master Freez, Rainer Truby, dj Provenzano

Quelli del Natale in musica Molti gli appuntamenti in discoteca e nei discobar per la sera del 25 Tanta musica e tanti gli appunatementi nei club e in discoteca per la sera del 25, un classico per la movioda. Ad Isernia, ospite del discobar La Strada, la showgirl Aida Yespica, ex di Matteo Ferrari e di Teo Mammucari. Sul palco del privè sarà disponibile per foto e autografi. A Ripalimosani al Blue Note si rinnova la tradizione del Funkydrome, in consolle salirà uno dei padri del nu-jazz, Rainer Truby. Nel capoluogo alla discoteca Alexander, il connubio con Radio M2o si perpetua. Colonna sonora del Natale la musica di dj Provenzano, una certezza dalla consolle. Al discobar Move special guest Master Freez, dj e produttore italiano. La sua sarà una playlist che prebnde spunto dal suo passato di breaker. Al Red Passion in consolle salirà Ben dj, autore del tormentone Smile, una hit che ha spopolato l’anno scorso e che, nel video ha tra le modelle, Nina Senicar. La notte però, sarà lunga in tutti i luoghi, cocktail bar, birrerie, lounge bar. Pattuglie di agenti saranno sulla strada a vigilare e dare conforto.

FLASH ISERNIA - Dopo la riapertura l’enoteca Grapes (foto) in corso Marcelli si propone con Best of 2010, questa sera. FROSOLONE - Al Queen Valley il 25 serata con le selezioni di dj Mimmo Star. CAMPOBASSO - La sera del 25 al Rudy’s lounge bar in via Gazzani, Soul vibes, playlist di Charles Papa. TERMOLI - Al Jet Set la sera

10 ANNO III - N° 285 VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010

di Natale con i dj Nik Di Palma e Mark Di Meo. TERMOLI - Al lido Stella Marina il 25 la seconda edizione di In da mix. ISERNIA - La riapertura de Le Cave, propone nuove serate. Natale sarà Gunners Party. CASTELLONE DI BOJANO - Il cartellone dei live al Caos&liquid termina domani con gli Eridadadà.

Progetto Himalaya CAMPOBASSO - Il connubio musica/solidarietà è, come sempre, vincente se basato su solide certezze. “Un piano per l’Himalaya” è il progetto che è stato messo su da Marco Banchelli (ciclonauta, foto)), e dai Noflaizon (folk band molisana) con la partecipazione di Andrea Romano (attore). La conferenza stampa si terrà lunedì 27 dicembre alle 10.30 al Dopolavoro ferroviario. In collegamento web interverranno Patrizio Roversi e Barbara Monachesi. Altre info 3384971886.

Dove andare il 31

Amche per chi vuole festeggiare l’ultimo dell’anno in musica sono tante le proposte. Queste alcuneNel capoluogo alla discoteca Alexander saranno12 ore non stop con molti ospiti: dalla fiction Romanzo criminale, Patrizia, il bufalo, i fratelli Buffoni. Nel privè la house electro di dj Alicante e nella main room da Radio deejay suonerà Molella. Al Red Passion serata con ospite house, Sam Project (vero nome Samuele Santini). Al Move si parte dal cenone si prosegue con le sleelzioni di Frangetta, carlo Anzovino, Andrea Barletta. A Termoli al Martur resort doppia offerta, cenone e a seguire dance con Rosaria Renna da Rds e il dj Charles Papa. Ad Isernia al discobar La Strada, dopo il cenone in consolle Vincenzo Z, Nico Mascio, Robertino. Special guest nel privè Filippo Nardi.

Arriva il coro gospel Italiano

Skunk Anansie, sold out Milano il 12/2

ROMA - Peppe Vessicchio e Fio Zanotti, due musicisti e arrangiatori noti al grande pubblico, hanno aderito subito all'idea, non di una nazionale di calcio, ma un coro Gospel made in Italy. L' Italian Gospel Choir presentato oggi alla Camera dei deputati e' un progetto artistico e formativo che si propone di rappresentare l'Italia nel Gospel, genere musicale di matrice americana che affonda le proprie radici nel canto religioso popolare.

ROMA - Un ritorno da sold out per una delle rock band piu' amate in Italia: i biglietti per l'unica data italiana degli Skunk Anansie al Mediolanum Forum di Milano sabato 12 febbraio sono andati completamente esauriti. I fortunati possessori dei biglietti potranno finalmente ascoltare dal vivo, vecchi successi e i brani del loro ultimo album di inediti Wonderlustre, uscito il 21 settembre per Carosello Records.


ISERNIA Ittierre. Incontro proficuo: si va verso una riduzione di spese per entrambi i contendenti

Cavalli- Bianchi, verso l’intesa Cavalli-Bianchi, si va verso un accordo. Può definirsi prolifico l’incontro tenutosi ieri tra lo stilista ed il patron di Albisetti, nuovo proprietario della Ittierre. Lo stilista già da tempo aveva fatto reso noto la sua volontà di uscire dall’azienda tessile di Pettornallo. Ed ora è diventato ufficiale. Dal 31 dicembre 2011 la Ittierre non produrrà più i capi griffati dal famoso marchio. Ieri, però, si è discusso soprattutto del possibile accordo economico. Un impegno verbale che a breve (già a gennaio) potrebbe trasformarsi in un atto ufficiale. Cavalli ha chiesto uno sconto sulla penale che sarà costretto a pagare. Stesso discorso per Bianchi, che si è detto non disposto a pagare interamente le roiality per il 2011. E così sulla base di questi comuni intenti, si è pensato ad una riduzione di spese per entrambi i contendenti. Intanto l’ad

Bianchi starebbe già sondando il terreno per l’acquisto di nuovi marchi. La fuoriuscita di Cavalli, infatti, in termini occupazionali significa cento posti di lavoro in

meno. Contatti con diverse case di moda già ci sono stati. E nei primi mesi dell’anno la nuova proprietà potrebbe comunicare sviluppi importanti.

Vigili urbani, decisione del gup rinviata ISERNIA - Non si è pronunciato il gup Messa, aggiornado tutto al 31 marzo, sul rinvio a giudizio di un ex funzionario dei Vigili Urbani e di un sottufficiale del Comando isernino, rispettivamente accusati di abuso d’ufficio e falso ideologico. La vicenda riguarda una sanzione combinata ai danni della Molisana Gomme. Durante l’udienza è stata depositata la costituzione di parte civile di Feliceantonio Di Schiavi e della liquidatrice della società. Intanto Tiziano Di Clemente (Pcl) ha annunciato che presenterà un esposto alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti per la mancata costituzione di parte civile del Comune di Isernia.

Caritas, grande successo per la colletta alimentare ISERNIA - Grande successo per la colletta alimentare che chiuderà i battenti oggi e che è stata promossa dalla Caritas Diocesana. Per il terzo anno consecutivo la colletta organizzato insieme alla direzione del centro commerciale “In Piazza”. Fino ad oggi sono stati raccolti parecchi quintali di alimenti, numerosi generi di vestiari e molti giocattoli. Tutto il ricavato dal 10 gennaio sarà destinato e distribuito alle famiglie in difficoltà della Diocesi. Questa è una delle tante iniziative della Caritas Diocesana di Isernia-Venafro che da anni è al fianco dei più bisognosi. Una squadra numerosa guidata dal direttore don Salvatore Rinaldi, coadiuvato dal responsabile del centro ascolto Paolo Orabona.

14 ANNO III - N° 285 VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010

L’INTERVISTA

Di Salvo: serve una politica cattolica ISERNIA – Fresco di nomina, Marco Di Salvo, neocoordinatore regionale “Giovani Udc”, non ha perso tempo ed è già impegnato quotidianamente sul campo per organizzare il movimento sul territorio. A Di Salvo abbiamo chiesto come sta procedendo il suo lavoro e quali sono gli obiettivi che da qui a breve si è prefissato. Di Salvo, con quale spirito sta affrontando questa nuova esperienza? “Ovviamente con molto entusiasmo, è una nomina che mi impegna ogni giorno, ventiquattro ore su ventiquattro. Ma sono contento perché è un’esperienza che sicuramente mi darà molto, sia dal punto di vista umano che politico. E poi è un piacere lavorare al fianco del coordinatore regionale, Domenico Izzi e del presidente Udc, Luigi Velardi”. Quale riscontro ha notato nella cittadinanza? “Sinceramente non mi aspettavo che tante persone, e soprattutto giovani, fossero così interessate alla costruzione di una nuova classe di cattolici impegnati nella politica. In questi giorni ho ricevuto tanti messaggi di persone, amministratori e politici di varie regioni, che mi stanno esortando a continuare il progetto che ho appena avviato”. Perché i valori cristiani sono così importanti anche nell’ambito politico? “Negli ultimi anni abbiamo avuto un declino di questi valori nella politica. Il cardinal Bagnasco, presidente della Cei, ha espressamente chiesto agli italiani cattolici un maggior impegno in politica per difendere, all’interno delle istituzioni, le radici cristiane, troppe volte dimenticate dalle nuove classi dirigenziali. Sono convinto che chi ha il compito di guidare un ente o una nazione debba essere paladino di virtù come la difesa della vita, la famiglia, il matrimonio tra uomo e donna e la libertà religiosa. Quali saranno le novità del prossimo anno nell’ambito del suo movimento? “A breve organizzeremo in regione la scuola di formazione politica “Un Ponte sul Futuro” con la presenza di vertici nazionali del partito. Inoltre, mi sto già attivando per nominare i vari responsabili cittadini e provinciali del movimento giovanile”.

Comune, attesa per il concerto natalizio

Carsic, dipedenti senza tredicesima

Il prossimo 27 dicembre, alle ore 21, presso l’auditorium dell’università di Isernia, in via Mazzini, l’Orchestra Sinfonica di Chisinau (Moldavia), diretta dal M° Fernando Raucci, terrà il tradizionale concerto natalizio, uno degli eventi programmati dal Comune e dalla Proloco di Isernia in occasione delle festività di fine anno.

“I lavoratori dell’Istituto Carsic di Venafro non vedranno la corresponsione della 13° mensilità e passeranno un Natale poverello”. Questo quanto affermato da alcune sigle sindacali che hanno posto l’accento sulle problematiche di questi lavoratori ed hanno chiesto un intervento immediato delle istituzioni competenti.


ISERNIA Poggio. Il sindaco: “Abbiamo già proposto diverse soluzioni per risolvere il problema”

Palomba: “Canile, abbiamo fatto di tutto per salvare gli animali” POGGIO SANNITA – Non si placano le polemiche intorno al canile del centro altomolisano. Struttura gestita da un’associazione di volontariato e che è finita alla ribalta per le condizioni in cui verserebbero gli animali presenti all’interno. Del caso, oltre ai media locali, se ne è occupato anche le famose trasmissioni nazionali “Striscia la Notizia” e “Forum”. Nei giorni scorsi, inoltre, il canile ha ricevuto la visita dei Nas di Campobasso e di diversi animalisti. Ora a chiarire colpe, ruoli e probabili soluzioni ci ha pensato il sindaco Tonino Palomba. “Il Comune non ha nessuna colpa visto che non si tratta di un canile municipale – ha dichiarato -. Anzi, stiamo facendo di tutto per migliorare le condizioni di vita di questi animali”. “Il rifugio è gestito da un’associazione di volontariato – ha spie-

gato -. Per rientrare in possesso dell’abitazione e del terreno circostante, che negli anni hanno subito deterioramento e degrado, i legittimi proprietari hanno ottenuto sentenza di sfratto dell’immobile da parte del tribunale di Isernia, cui finora non si è potuto dare esecuzione in quanto la struttura ospita circa 150 cani, che in caso di sfratto dovrebbero essere ospitati in strutture idonee ed autorizzate con costi altissimi impossibili da fronteggiare da parte del Comune, cui i cani

sarebbero affidati dal giudice in caso di inadempienza dell’associazione che attualmente ne detiene l'affidamento. Dagli accertamenti svolti dal Servizio veterinario della Asrem di Agnone di concerto con i Carabinieri del NAS di Campobasso, gli animali si presentano in discreto stato di nutrizione e privi di segni di maltrattamenti, parte di essi è affetta da malattie tipiche dei cani, ma nel complesso la situazione sanitaria rapportata al numero degli animali presenti rientra nella normalità. Poggio Sannita piccolo comune di 800 abitanti, che per soli 5 cani randagi accalappiati e ospitati in un canile autorizzato spende oltre 4 mila euro l’anno! Con gli scarsi mezzi a sua disposizione, non ha mai trascurato la questione. I controlli e la presenza in loco sono assidui. L’amministrazione inoltre ha rapporti di collabora-

Elemosina a 10 anni,denunciata la mamma I militari hanno posto fine all’attività illecità che, come previsto dal legislatore con il pacchetto sicurezza del luglio 2009, integra un vero e proprio reato penale, quello dell’impiego dei minori nell’accattonaggio ai sensi dell’art.600 octies del Codice Penale, redigendo al termine dell’intervento una informativa di reato inviata alla

competente Autorità Giudiziaria del capoluogo Pentro.Ed in Alto Molise, un 38enne della provincia di Chieti è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria dai militari di una Stazione dipendente dalla Compagnia di Agnone poiché sorpreso alla guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti. I militari hanno proceduto anche al ritiro della patente di guida dell’utente della strada. Nel contempo il personale operante ha sequestrato anche alcune dosi di sostanza stupefacente tipo cocaina, eroina e metadone sia in possesso del conducente che di un 33enne chietino trasportato. Quest’ultimo è stato segnalato alla Prefettura come assuntore di stupefacenti per fini non terapeutici.

zione con tutte le istituzioni per quanto di loro competenza. Per il miglioramento della qualità della vita e in generale dello stato dei cani, è stato richiesto (e più volte sollecitato) sia l’intervento del Ministero della Sanità, attraverso il Sottosegretario on. Martini, che si occupa del randagismo in Italia, che della regione Molise per ottenere un finanziamento che

renda possibile l’acquisizione e la sistemazione della struttura di Poggio, quanto meno per ripristinare un minimo di condizioni igienico sanitarie.In alternativa, se la struttura poggese non risultasse idonea, è stato proposto di utilizzare alcune delle tante stalle inutilizzate ed ormai abbandonate, presenti sul territorio altomolisano”.

Monteroduni,presepe dei padri vocazionisti Un Natale dalla memoria antica ... e un valore sempre attuale. Nella suggestiva cornice del centro storico di Monteroduni fervono i preparativi. La cittadina dalle antiche origini sannite e romane, col suo bel borgo risalente all’epoca dei Longobardi e dei Normanni, feudo della Regina Giovanna I d’Angiò, è pronta per la rappresentazione della venuta al mondo del Salvatore. Dall’ingresso delle mura di cinta poste a custodia del Castello “Pignatelli”, passando per la Chiesa dei santi Biagio e Nicola, e giungere all’Insigne Collegiata Parrocchia San Michele Arcangelo, luogo della natività, sarà una nuova Betlemme. Piccoli e grandi in un clima di gioiosa e operosa collaborazione partecipano alla rievocazione della nascita di Gesù. Evento centrale della storia della salvezza che sin dal 25 dicembre del 1223 è stato caratterizzato dal “presepe”. Fu il poverello di Assisi, san Francesco, a dar vita per la prima volta a un presepe, a Greccio, nel paesello Umbro. Da allora nel corso degli anni l’inizio dell’esistenza terrena del Cristo ha avuto diverse rappresentazioni, dai presepi lignei del 1400 sino ad arrivare alle raffigurazioni dei nostri giorni. Un fascino dal sapore antico, ma sempre nuovo quello del “presepe”, che attrae sia la new generation, non paga di una società che non si riconosce più nel presepe, sia i nostalgici di un tempo che fu, quando il Natale richiamava tutta la famiglia a costruire il presepe vicino al focolare domestico e ad andare a Messa la notte del 24 dicembre per accogliere il bambinello, segno di una nuova umanità.

Provincia, mostra di Ugo Martino

Convegno sulla tossicodipendenza

La Provincia di Isernia e il suo Paesaggio. È il nome attribuito alla mostra di pittura del Maestro Ugo Martino in esposizione dal 27 al 30 dicembre 2010 presso il Palazzo della Provincia (4° Piano – Assessorato Programmazione e Ambiente). La personale sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 20.

Successo per il “Convegno sulla tossicodipendenza” svoltosi a Roccamandolfi. Erano presenti da parte della prefettura di Isernia Emanuela Costantini, Domenico Barbaro, Mario D’angelo, Giovanni Lombardi infermiere dell’Ospedale di Isernia e il Sindaco di Macchiadena Angelo Iapaolo. L’organizzatore è stato Giovanni Cimino.

15 ANNO III - N° 285 VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010


TERMOLI Anche quest’anno la Pro-loco ha organizzato la rappresentazione della Natività

Presepe vivente a Guardialfiera, parla il centro Studi Le visite saranno aperte il 25 e 26 dicembre e il 1° e il 2 gennaio dalle 17:30 alle 20 GUARDIALFIERA - Anche quest'anno, come di consueto, la Pro Loco ha organizzato il Presepe Vivente a “Piedicastello”, nella parte vecchia del paese. Giunta alla 24^ edizione la Natività si potrà visitare il 25 e 26 dicembre prossimi, 1 e 2 gennaio 2011 dalle ore 17,30 alle 20; il 6 gennaio alle 17,30 tradizionale sfilata dei Magi e dei personaggi per le vie del paese, apertura del Presepe dalle ore 18 alle 20. E su questa ennesima edizione giunge l’annuale riflessione del Centro Studi 2000. Si richiamavano i merli fra i rami nei giorni scorsi sotto i comignoli fumanti di Guardialfiera, mentre volteggiavano ad inchiostro i passeri lungo le spalliere della provinciale che mi portava in paese. Più m'arrampicavo, più la neve era fresca e il tergicristallo in difficoltà, arginava il sovrapporsi dei fiocchi. Un mutevole e rapido alternarsi di rannuvolamenti e sprazzi di luce, col termometro a meno due. Una nevicata prenatalizia quasi a purificazione di un mondo sporco che ci piace sempre meno. E rifletto fra me e me e guardo il cielo. Son tanti secoli che, giorno dopo giorno, una grande turba guarda il cielo. Gli umili, gli sfiduciati, quelli che non hanno niente da perdere, guardano in alto. Aspettano, perché sperano e credono che lassù c'è qualcuno che s'interessa di loro. Penso al Presepe vivente di "Piedicastello ". E mi vien voglia di raccogliere - con la stanchezza dell 'anima che nasce forse dal troppo oziare o ... dal troppo fare - di raccogliere per la 241\ edizione, un pensiero quest 'anno proprio sulla Speranza, la seconda virtù teologale. Sulla speranza che, probabilmente, abbiamo perduta. Perché noi, uomini del quotidiano, abbiamo perduta la caratteristica di credenti. Tendiamo a paradisi che le potenze e gli uomini autorevoli e cialtroni, cercano anc.ora di costruire, trionfando

sulla fame, sull'intrallazzo, sulla schiavitù del lavoro, sulle mazzette. Non abbiamo più la capacità di guardare il cielo, nella prova, nello sconforto, nella sconfitta. Persino nel peccato. Non sappiamo più uscire dalla nostra opinione, dalla nostra delusione, dalle nostre paure per intravedere quel filo si speranza attraverso il quale percepire che nel Presepe "Dio viene a salvarci ". Isaia, il profeta dell'avvento e del natale, rassicura che "la speranza dà forza allo stanco e moltiplica il vigore del volenteroso ". Irrompe il Natale e, intorno a noi, esplode tutto l'arsenale commerciale; la grande fiera di spreco e di superfluo che sembra asfissiare lo spirito profondo della "Capanna ". Ma la speranza tuttavia, affiora nella magìa della cripta, con provocazioni interiori. Assimilando nel Presepe, in quello voluto ed allestito da Angelo, da Tiziana, da Antonio;da tutta la équipe "prolocale ", assimilandolo, avvertiamo disgusto ali 'impasto quotidiano di cronaca, al vocabolario del mondo, ai meccanismi perversi che generano indignazione, alle cause di situazioni disumane che non sono più fatalità. E s'intrecciano, seppur con formalità, come ogni anno, sull'itinerario del Presepio, auguri e annunci silenziosi di liberazione. Lì si riorganizza la speranza Come a dare carne e sangue agli aneliti di tribolati, disoccupati, licenziati, precari, cassintegrati, di studenti adirati e di ricercatori frustrati; di quanti, insomma, anche nel Molise, potremmo chiamare per nome e cognome. La speranza, come quella disegnata, sognata e vissuta da Tonino Bello, il vescovo dei disperati, è l'unica in grado di dissetare la sete di giustizia e soddisfare quel bisogno di felicità sepolto nel nostro cuore inquieto di uomini. Quella speranza che, nella contemplazione del Bimbo che dorme sulla paglia, ci provoca il brivido, ci toglie il sonno e ci fa sentire il guanciale del

Anziani in festa per gli auguri di Natale MONTENERO DI BISACCIA – Un’accoglienza particolarmente gioiosa e festosa è stata riservata al sindaco Nicola Travaglini e agli altri rappresentanti dell’Amministrazione

16 ANNO III - N° 285 VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010

nostro letto, duro come un macigno, finché non avremo assicurato un sonno tranquillo ed un futuro sereno ai nostri figli e ai discendenti nostri. Dio che diventa uomo, ci fa sentire vermi ogni volta che la carriera rappresenta l'idolo della vita ed ogni volta che il sorpasso è compiuto sulla schiena del prossimo. L'incanto nuovo delle scene, il fascino rafforzato dei piazzoli, delle casupole di calcina, lo stupore dei gradini bianchi corrosi dai passi, la fragilità dei pastori, ci ispiri a Guardialfiera la speranza e il desiderio profondo di guardare in alto e di "vivere poveri ", come in quella misera famiglia di Betlemme, dalla quale, paradossalmente, è scaturita la ricchezza più grande e più profonda della storia. Vincenzo Di Sabato

comunale, in occasione degli incontri augurali avuti con gli anziani ospiti della Casa di accoglienza “Villa Santa Maria” e con quelli del Circolo “La Mimosa”, della Sezione ex Combattenti e dell’associazione “Una mano per la vita”. Travaglini ha voluto porgere di persona gli auguri per il Santo Natale agli anziani ospiti della casa di riposo, trascorrendo con loro qualche ora in allegria e condividendo la voglia di festeggiare tipica di questo periodo. Dopo il Sindaco si è recato presso la Sala Polivalente, dove ha incontrato

gli anziani di Montenero aderenti al circolo La Mimosa, alla sezione ex Combattenti e all’associazione Una mano per la vita. Gli incontri sono stati allietati da un gruppo musicale e da alcuni animatori, i quali hanno offerto anche dolci e bevande a tutti i partecipanti. Gli eventi che seguiranno anche nei prossimi giorni rientrano nell’ambito delle iniziative natalizie pensate per esprimere concretamente un segnale di vicinanza a tutte le fasce sociali, soprattutto le più deboli, presenti a Montenero.

Al via il concorso fotografico "La bella Thermulae"

Il 26 dicembre la V edizione del presepe vivente

TERMOLI- Prende il via la prima edizione di "La bella Thermulae", concorso fotografico dedicato alle bellezze del Borgo Antico, organizzata dalle associazioni culturali Turismol e da InArte. Sono ammessi a parteciparvi tutti i maggiorenni che entro il 15 aprile 2011 avranno inviato la documentazione necessaria agli indirizzi mail: turismol@alice.it o info@associazioneinarte.com.

LUCITO - Verrà inaugurata il 26 Dicembre la quinta edizione del Presepe vivente. L’evento é organizzato dalla Parrocchia di San Nicola di Bari, la Pro Loco e l'Amministrazione comunale , la società Agricola Operaia e l'associazione Altair. La rappresentazione, che verrà replicata il 2 Gennaio, è colocata nel Borgo vecchio e si può visitare dalle 17 alle 20.


TERMOLI Sì alla mozione di maggioranza che invita il presidente a valutare se rassegnare le dimissioni

La vicenda Cosib approda in Consiglio comunale Il sindaco Di Brino: se Del Torto è in una situazione di restrizione della libertà, non è etico sfiduciarlo TERMOLI – Il Consiglio comunale, con i voti della maggioranza, nella seduta di mercoledì sera ha approvato la mozione che “invita l’ingegnere Antonio Del Torto nel suo interesse personale e per la salvaguardia del Consorzio di industrializzazione della Valle del Biferno a valutare l’opportunità politica di rassegnare le dimissioni dall’incarico di presidente del Cosib”. E' stato un dibattito molto acceso quello che si é sviluppato durante i lavori dell'assise civica con i Consiglieri dell'opposizione che ci sono andati giù pesante, votando contro: Erminia Gatti non ha partecipato al voto, mentre Panico e Mottola si sono astenuti. A difendere la mozione della maggioranza il sindaco Di Brino che nel suo intervento conclusivo ha dichiarato che: “Credo che questo sia un momento molto delicato per la vita della comunità, questa città è da troppo tempo coinvolta in queste vicende giudiziarie. Sono convinto che sia le forze dell’ordine sia la Magistratura e tutti gli organismi deputati alla sicurezza abbiano bisogno del nostro sostegno e del rispetto di tutti. Ascoltando l’intervento del consigliere Paradisi, qualche brivido nella schiena mi è venuto. Nemmeno i dittatori più violenti della storia del mondo hanno pronunciato le sue parole, di una violenza inaudita. Viviamo in uno stato democratico, in cui nessuno può essere considerato colpevole fino a sentenza definitiva. Ha scomodato l’humana pietas, un valore cattolico. Sono garantista e sono convinto che in questo momento Del Torto non possa ricoprire l’incarico di presidente del Cosib. Soprattutto per una sua garanzia personale. Se Del Torto è in una situazione di restrizione della libertà, non è etico sfiduciare una persona”. Respinta invece la richiesta dell'opposizione che sollecitava il primo cittadino “a farsi promotore in seno all’assemblea generale del Cosib di una mozione di sfiducia nei confronti del presidente Del Torto, a diffidare il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare perché avvii le azioni di risarcimento in un procedimento civile di un’autonoma iniziativa nei confronti dei responsabili di una presunta compromissione dell’ambiente e di costituirsi parte civile per conto di ogni abitante termolese, nell’eventualità di un rinvio a giudizio di almeno un indagato dell’operazione Open Gates”.

La concretezza dell’amore di Dio manifestato in Cristo Gesù Una delle caratteristiche della natura di Dio è quella di essere troppo grande ed elevato perché la nostra limitata mente possa comprendere pienamente il suo essere. Ciò comporta che nessun uomo riesce a comprendere, senza scontrarsi con questa incapacità, l’infinito amore di Dio e di conseguenza finisce con farsene un’idea distorta che lo allontana da Dio stesso. L’apostolo Paolo definisce Gesù “espressione dell’amore di Dio per l’uomo”. Nonostante Dio continuasse a dimostrare amore e misericordia per tutta l’umanità, mandando “pioggia e sole sui giusti e sugli ingiusti”, il dono più grande è stato quello di manifestare la prova concreta del suo amore infinito, inviando tra gli uomini il suo unico Figlio: Cristo Gesù. La Legge ebraica imponeva all’uomo d’amare Iddio, la Grazia divina invece insegna che Dio ci ha amato tanto da farsi egli stesso uomo, soffrendo l’atroce morte sulla croce; perciò dobbiamo a Dio una spontanea manifestazione di riconoscenza, di lode e di adorazione. Cristo Gesù ci ha rivelato questo amore con la sua vita, con i suoi insegnamenti, con la sua Resurrezione, dimostrando così di aver adempito in modo perfetto la volontà di Dio per noi, consistente nel perdono dei peccati e nella salvezza eterna. Come servo di Dio, Israele aveva fallito la missione d’amare Dio con tutto il cuore ed estendere questo amore al prossimo, perciò era necessario che “il Servo giusto”, Cristo, compiesse questa missione. L’essenza stessa della natura di Cristo è l’amore e se amare significa donarsi, Cristo lo rispecchia chiaramente. L’amore che sgorga da lui si spande tutto intorno e contagia tutto e tutti, come avvenne per i discepoli quando accettarono di seguirlo durante la sua vita terrena e di proclamare dopo la sua morte il messaggio d’amore che aveva insegnato loro: “Da questo riconosceranno che siete miei discepoli se vi amerete gli uni gli altri” (dal Vangelo di Giovanni cap.13 vers.34). Egli ci amava prima ancora che lo conoscessimo e la misura di questo amore si trova nel sacrificio sulla croce. E’ un amore che ci fa diventare figli di Dio, che ci innalza fino a rendere simili a lui. E’ un amore perfetto che cancella ogni nostra paura, ogni nostro dolore e ci rende vincitori su Satana. E’ un amore che ci corregge perché è attraverso la correzione che Dio vuole fare perfetti quelli che ama e renderli partecipi della sua santità. E’ un amore che ci consola, che ci soccorre ed è

Non ce l’ha fatta il 15enne caduto ieri dal motorino TERMOLI - Non ce l’ha fatta, Luca C., a vincere la sua battaglia più importante: quella per la vita. Ieri sera, infatti, è spirato nonostante un lungo intervento chirugico e il trasferimento in Rianimazione che aveva alimentato qualche speranza. Ieri, in tarda mattinata, il ragazzo stava percorrendo Via Udine, in contrada Porticone, con il suo motorino, quando per cause in via di accertamento, è andato a sbattere contro un muretto. Subito soccorso dai medici del 118 e volontari della Misericordia, é stato trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale San Timoteo dove gli sono stati riscontrati un doppio trauma cranico e addominale per i quali è stato sottoposto ad un delicato intervento. Ma non è bastato a strapparlo alla morte.

eterno. Chi accoglie questo amore nel proprio cuore ne esce trasformato, “è nato di nuovo” e lo diffonde intorno a sé ubbidendo all’insegnamento del Signore Gesù “ama il prossimo tuo come te stesso” (Levitico cap.19 vers.18). L’apostolo Paolo afferma nella lettera ai Galati che “quel che vale è la fede operante per mezzo dell’amore”, pertanto fede ed amore vanno di pari passo ed è proprio l’amore che manifesterà la fede in Cristo Gesù. Se siamo esuberanti nella fede siamo generosi anche nell’amore; infatti, il figliuolo di Dio che cresce nella fede e la esercita sarà sempre più forte nella conoscenza e nella manifestazione dell’amore. Solo sentendo l’amore del Signore nel nostro cuore possiamo amare il prossimo come noi stessi, anche se questi è un nemico. Si può affermare con assoluta certezza che l’amore è il frutto della conoscenza di Cristo ed ha come effetto l’amore verso Dio e verso il prossimo. Il Signore ha amato per primo, il figliuolo di Dio ama perché ha conosciuto l’amore del Signore. Quale senso avrebbe un amore se non si esprimesse in riconoscenza verso colui che ha amato per primo? L’amore unisce, Cristo ha riunito ciò che il peccato aveva separato: Dio e l’uomo. L’amore dimentica sé stesso, Cristo ha dimenticato se stesso salendo sulla croce per dare la salvezza all’uomo. L’amore combatte, Cristo ha combattuto e vinto il peccato e la morte. L’amore è rinuncia, Cristo ha rinunciato a sé stesso per amore del peccatore. L’amore è vita, Cristo con la sua morte ha donato la vita eterna al peccatore pentito. L’amore è gioia, Cristo ha riportato la gioia nel cuore dell’uomo. L’amore è sopportazione e Cristo ha sopportato ogni genere di offesa e di sofferenza. E’ Grazie al lavoro dell’Amministrazione italiana verrà evitato il pericolo del disimpegno l’amore che rende comprensibile ciò che automatico delle risorse del Fondo europeo della pesca”. Lo afferma Massimo Coccia, preè incomprensibile e troppo elevato per la sidente Federcoopesca-Confcooperative che sottolinea “come il traguardo dei 56 milioni di mente umana. Solo così il vero Natale euro, che l’Italia doveva spendere e certificare entro il 31 dicembre 2010, sia praticamente entra nel cuore di ogni uomo e diventa ad un passo dall’essere raggiunto”. In queste ore si stanno ultimando le procedure di cerquotidiano. Lettura consigliata: Efesini tificazione ma, sottolinea l’associazione, ci sono tutte le premesse affinché i fondi comucap.2, vers.1-10 nitari destinati al settore, non debbano rientrare a Bruxelles, perché non utilizzati. L’Italia, CHIESA CRISTIANA EVANGEquindi, non soccomberà alla cosiddetta regola dell’ N+2, ovvero la soppressione degli stanLICA ziamenti comunitari non coperti da pagamento intermedio a due anni dall’iscrizione a biCOLLE MACCHIUZZO, lancio. “In un momento come questo - prosegue Coccia - è indispensabile ottimizzare al via DELLE ORCHIDEE,TERMOLI meglio quello che si ha a disposizione. Va dato atto all’Amministrazione di aver spinto il VIA LATINA,ISERNIA piede sull’acceleratore per raggiungere l’obiettivo, nonostante i numerosi detrattori che www.evangelicatermoli.org. da più parti annunciavano un bilancio catastrofico”. info@evangelicatermoli.org

Fondo europeo della pesca salvo grazie all’amministrazione italiana

I saluti di Natale del sindaco agli studenti

Allievi del minibasket Festa al Palasabetta

TERMOLI- Il sindaco, Antonio Di Brino, accompagnato dagli assessori Cocomazzi e Vergallo hannovisitato tutte le scuole di ogni ordine e grado della città. Classe per classe hanno incontrato docenti e studenti per porgere gli auguri di Natale e buon ammo. Una iniziativa per far sentire la vicinanza dell'Amministrazione comunale ai docenti e studenti e a tutto il mondo della scuola.

TERMOLI – Prima della sosta natalizia gli allievi del mini basket della Virtus Termoli si sono ritrovati nel Palasabetta per festeggiare. Ad organizzare l'avvenimento le istruttrici Valeria Cerrone, Cristina Cannarsa e Alessandra Vetta e Cristina Cannarsa. A fare da cornice agli sfrenati piccoli cestisti alcunii atleti della squadra maschile, prima in classifica nel suo campionato.

17 ANNO III - N° 285 VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:27 08:39 11:25 14:11 16:02 19:04 19:30 20:13 22:45

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta Sformato di patate e spigatelli 1,200 kg di patate a pasta bianca 100 g di burro una manciata di formaggio pecorino maturo grattugiato un dl di latte grani di pepe

200 g di caciocavallo 300 g di salsiccia fresca 600 g di spigatelli già lessati ½ dl d’olio extravergine d’oliva q. b. di pane grattugiato q. b. di sale

Lavate le patate, lessatele in abbondante acqua e, ancora calde, sbucciatele e schiacciatele, facendo cadere la purea in una capace insalatiera. Amalgamate la purea di patate ad un composto ottenuto con le uova battute con sale, burro formaggio ed una spolverata di pepe macinato al momento. Versate l'olio in una padella e fatevi soffriggere dolcemente la salsiccia sbriciolata, aggiungete un po’ d’acqua se necessario, e portate a cottura, a fuoco moderato. Unite gli spigatelli, aggiustate di sale e fate insaporire per alcuni minuti. Ungete abbondantemente una teglia dai bordi piuttosto alti con il burro, spolverizzate di pane grattugiato, quindi ricoprite il fondo con uno strato di purea di patate. Coprite con sottilissime fette di caciocavallo, uno strato di spigatelli salsiccia e condimento e, per ultimo con la purea di patate. Livellate la superficie e spolverizzate lo sformato di pane grattugiato e fate cuocere in forno già caldo, a 180°; appena cotto, fate assestare per una decina di minuti e portate in tavola: gustate lo sformato a fette. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

PAOLO Via Monforte, 63 Tel. 0874.416327

SILVESTRI Via Lazio, 10 Tel. 0865.50789

PICCA (di appoggio) Via Mons. Bologna, 24 Tel. 0874.416177

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CENTRALE - C.so Nazionale, 102 - Tel. 0875.702492 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:46 06:25 12:08 13:30 14:30 16:00 17:14 18:40 20:48

Arrivo 07:36 08:15 13:58 15:20 16:20 17:50 18:55 20:30 22:38

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza 05:50 07:20 08:30 14:15 16:30 19:33

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 05:47 06:49 09:35 12:30 14:12 17:14 17:40 18:23 20:55

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:16 19:25 22:50

Partenza 06:15 09:15 14:15 14:47 16:45 17:15 18:42 19:40

Arrivo 09:23 12:15 17:30 19:25 20:15 20:44 21:30 22:40

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,10-17,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,30-12,40(anche 13,30-13,45 -14,00 festivo)-14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata un vostro grande sogno potrebbe essere in procinto di essere realizzato, solo che non dovrete darvi troppa importanza o meglio, non dovrete far capire agli altri ciò che sta succedendo, altrimenti vi distoglieranno ed il vostro obiettivo potrebbe allontanarsi sempre più fino a sfumare del tutto anche per questa settimana! Toro - Il vostro attaccamento alle cose materiali potrà in questa giornata, portarvi a commettere qualche piccolo errore di valutazione e soprattutto potrebbe portarvi ad avere qualche problema con una persona che resterà un pochino insoddisfatta dei vostri atteggiamenti che non corrisponderanno ai vostri sentimenti! Gemelli - Oggi avrete tutte le forze necessarie per affrontare qualche piccolo disguido, il quale arriverà proprio nel momento in cui sarete più impegnati. Ovviamente i vostri colleghi o i membri della vostra famiglia se ne laveranno le mani in quanto anche voi fate così e ciò vi servirà da lezione. Alla fine comunque, troverete il modo per cavarvela ugualmente! Cancro - Siete dell'umore adatto oggi per considerare qualche nuovo aspetto del vostro lavoro o di una vostra relazione. C'è da innovare, da migliorare e potete farlo adesso che avete la predisposizione d'animo giusta e che non avete bisogno di continue conferme, quelle che prima costituivano parte integrante delle vostre decisioni! Leone - In questa giornata l'energia e la spontaneità faranno di voi un concentrato del buon umore e dell'affabilità. Tutti avranno qualcosa da chiedervi e questo vi riempirà di gioia in quanto vi sentirete importanti ed utili allo scopo. Siete voi che di tanto in tanto vi sottovalutate solo perché non vi viene detto che siete i migliori! Vergine - Quando fate dei piani, sarebbe bello poterli portare a termine, altrimenti il vostro sarebbe soltanto fiato sprecato e le persone coinvolte con voi, avrebbero l'ennesima conferma della vostra inaffidabilità. Se volete che nulla di tutto questo accada, allora è bene organizzarsi dalle prime ore del mattino in modo da trovare poi il tempo per tutto e tutti! Bilancia - Talvolta siete proprio abili nel cucinare le persone nel proprio brodo e lo fate quasi con gusto, poiché sapete che lo meritano! Tuttavia in questa giornata qualcuno potrebbe non gradire troppo i vostri giochetti e potreste trovarvi a dover fare un passo indietro e lo farete anche nei rapporti con questa persona! Scorpione - Forse chiedere in questo momento un aumento al vostro capo o chiedere al vostro partner di fare ancora più di quanto non stia già facendo, potrebbe apparire sconveniente, soprattutto perché voi non vi state impegnando affatto e quindi non ci sono ragioni per avere certe strane ambizioni! Sagittario - Provare a fare amicizia o colloquiare con persone che solitamente non attirano la vostra attenzione, vi aiuterà a capire meglio l'ambiente che vi circonda ed entrando così in contatto con esso, ne potrete tirar fuori tutti i lati migliori, in quanto voi siete fatti così, trovate il buono anche dove potrebbe non essercene! Capricorno - In questa giornata le persone che vi sono intorno e che vi conoscono bene potrebbero non capire molto il perché di alcuni vostri comportamenti, soprattutto se questi saranno stravaganti e ribelli. Il vostro carattere è piuttosto tranquillo anche se quando date in escandescenza poi vi trasformate! Acquario - Qualsiasi sia l'opinione di chi vi sta accanto in questo periodo non dovrete farvene un cruccio, nel senso che se essi non saranno d'accordo con qualche vostra decisione non dovrete andare in fissa, in quanto non è la fine del mondo, non ancora almeno! Cercate di essere felici così come conviene! Pesci - In questa giornata dovrete assolutamente lasciare andare alcune questioni che non meritano neppure la vostra attenzione. Soprattutto i pettegolezzi dovranno essere lasciati all'aria, poiché non potete permettervi di certo di fare figuracce con persone che avete conosciuto da poco e che ancora non si formano un’idea su di voi!


ANNO III - N° 285 - VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it CAMPOBASSO, IL PRESIDENTE CAPONE TORNA AL COMANDO DELLA SOCIETA’ Nella serata di ieri, il presidente, Ferruccio Capone, si è recato nel capoluogo di regione per formulare gli auguri di Natale a collaboratori e dirigenti. L’occasione è stata utile anche per chiarire alcuni aspetti societari. Dal summit con l’avvocato Mancini, è emersa la decisione di concludere il periodo di “reggenza” societaria e, pertanto, il patron torna al comando della società. La componente campobassana della società, esaurito il suo compito, torna al precedente ruolo. E’ assicurata la collaborazione, ma comunque ci sarà una sorta di “disimpegno” rispetto agli ultimi mesi. Non è stato affrrontato il discorso relativo ad Anna Favi. La riunione si è conclusa fra brindisi ed abbracci. A PAG. 20

BASKET, L’ACCADEMIA BRITANNICA SI GODE IL MERITATO RIPOSO Archiviata la vittoria con il Ragusa, la Nuova Accademia Britannica si riposa. La squadra si sta godendo qualche giorno di meritata vacanza, prima di rituffarsi nel lavoro. La settimana a cavallo tra il 2010 e 2011 sarà ricca di allenamenti e di impegni. Infatti i molisani il 29 e 30 dicembre saranno impegnati in un torneo a Cecina, per testare stato di forma e per non perdere l’abitudine del ritmo partita. Del resto, alla ripresa del campionato prevista per il 9 gennaio, arriverà nel capoluogo di regione la Viola Reggio Calabria per una partita dalla posta in palio altissima. Chi vincerà, chiuderà il girone di andata al primo posto e potrà prendere parte alle final eight di Coppa Italia. Di questo, della partita contro Ragusa e di altro ancora abbiamo parlato con la guardia Mauro Torresi Lelli. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Il numero uno del Campobasso si è recato in città per gli auguri, ma ha parlato anche di altro

Capone riprende il timone Terminato il periodo di “reggenza”, il patron torna al vertice della società Nella serata di ieri, il presidente, Ferruccio Capone, si è recato nel capoluogo di regione per formulare gli auguri di Natale a collaboratoiri e dirigenti. L’occasione è stata utile anche per chiarire alcuni aspetti societari. Dal summit con l’avvocato Mancini, è emersa la decisione di concludere il periodo di “reggenza” societaria e, pertanto, il patron torna al comando della società. La componente campobassana della società, esaurito il suo compito, torna al precedente ruolo. E’ assicurata la collaborazione, ma comunque ci sarà una sorta di “disimpegno” rispetto agli ultimi mesi. Non è stato affrrontato il discorso relativo ad Anna

Ferruccio Capone

Favi. La riunione si è conclusa fra brindisi ed ab-

bracci. Intanto in queste ore il ds Molino e il tecnico

Cosco sono alla ricerca di quegli elementi che potrebbero integrare l’organico del Campobasso, dopo aver messo su una lista con i nomi di quei giocatori che non fanno più al caso dei rossoblù. Per il momento non ci sono notizie ufficiali, che inizieranno ad arrivare all’apertura della sessione invernale del calciomercato: la finestra si aprirà ufficialmente il 3 gennaio e sarà possibile depositare i contratti in Lega sino al 31 gennaio. Pertanto c’è ancora del tempo utile per lavorare con tranquillità e serenità. Intanto il gruppo è in vacanza e gli allenamenti riprenderanno, come noto, lunedì 27 gennaio. RS

Morte Bearzot, un minuto di silenzio alla ripresa Il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, ha disposto che venga osservato un minuto di silenzio in memoria di Enzo Bearzot, tecnico della Nazionale azzurra campione del mondo nel 1982, alla ripresa di tutti i campionati di calcio. Terminata la pausa per le festività natalizie, la Serie A renderà omaggio a Bearzot nel turno in programma il 6 gennaio, subito dopo toccherà alla Serie B (l'8), alla Prima Divisione (il 9) e alla Seconda Divisione (il 16); anche in tutti i campionati della LND, a cominciare dalla Serie D il 5 gennaio, è previsto il minuto di silenzio per ricordare l'ex ct della Nazionale. Tlp

SERIE D

Iaboni è il vero grande acquisto del Trivento Armando Iaboni è uno di quei giocatori che qualunque società vorrebbe nel proprio organico. Le sue spiccate doti tecniche ed un carattere determinato non lo fanno passare di certo inosservato e se si aggiunge anche una grande maturità calcistica raggiunta negli ultimi anni, allora si può affermare con cognizione di causa che lui è sicuramente uno degli “acquisti” migliori fatti dal Trivento in questa stagione. Spesso e volentieri ha tolto le castagne dal fuoco alla squadra gialloblù e anche domenica scorsa, nonostante un problema alla caviglia lo avesse costretto alla panchina, è stato chiamato in causa ed ha lasciato il segno con una rete che ha aperto la strada al pareggio in casa dell’Atessa. Eppure i suoi dieci gol realizzati(tra Coppa Italia e campio-

nato) non sono bastati a risollevare una classifica che, al termine del girone di andata, resta deficitaria: “Ancora oggi non so spiegarmi il perché abbiamo avuto questo avvio di stagione. Siamo una buona squadra, abbiamo creato tantissime occasioni da rete ogni domenica eppure al minimo errore siamo stati puniti. E’ vero anche che abbiamo subito troppi gol probabilmente per mancanza di concentrazione e su questo aspetto dobbiamo migliorare con la speranza che anche la fortuna possa essere dalla nostra parte nel girone di ritorno che sarà tostissimo e dove incontreremo squadre completamente diverse da quelle affrontate all’andata poichè la maggior parte si è rafforzata con il mercato di riparazione”. Lei è stato fortemente voluto dall’ex tecnico Farina,

con il nuovo allenatore come sta andando? “Molto bene. Favo è un tecnico preparato, posato, umile che lavora sodo ed è molto disponibile al dialogo ed al confronto con tutti. Mi sono trovato subito bene anche con lui”. Il 2010 sta per concludersi, che anno è stato per Armando Iaboni? “Direi che è stato un anno molto positivo. A Bojano ho realizzato dieci gol da centrocampista ed è stato un ottimo score. Abbiamo compiuto un vero e proprio miracolo e la salvezza per noi è equivalsa alla vittoria del campionato. L’esperienza di Trivento personalmente credo sia iniziata bene e spero di continuare così”. Che cosa vorrebbe trovare Iaboni sotto l’albero di Natale? “Il regalo già c’è ed è quello

Armando Iaboni

che mi è stato fatto da mia moglie e da mia figlia”. E sotto quello del Trivento? “Innanzitutto tante vittorie che servono oltre che per il morale anche per scalare la classifica. Inoltre l’augurio è che possiamo arrivare in finale in Coppa Ita-

lia, sarebbe il giusto riconoscimento per una società che ha fatto tanti sacrifici ed un trionfo assoluto per una piccola realtà come Trivento e poi sarebbe una bella ed importante vetrina per i nostri giovani”. ANPA


S P O RT VOLLEY MASCHILE SERIE A2

Dobbiamo mantenere la tensione giusta Il tecnico della Fenice Iserna Cannestracci traccia un bilancio del lavoro svolto dalla squadra Jorge Cannestracci nel corso della conferenza stampa infrasettimanale ha tracciato un bilancio dell’attività svolta dal suo gruppo: “Sono molto contento del lavoro svolto fino ad oggi insieme ai ragazzi. E’ un gruppo sereno, ma fino a un certo punto, perché una delle responsabilità dell’allenatore è proprio quella di mantenere la tensione giusta fino alla prossima partita. Dobbiamo fare punti per tenere a distanza gli avversari diretti, oltre che per dare un segnale ben preciso a chi ci insegue. Non dimentichiamo che il nostro palleggiatore (Rodman Valera) è arrivato solo due setti-

mane prima dell’inizio della stagione, perché impegnato con la Nazionale venezuelana al Mondiale di volley. Probabilmente in alcune gare questo aspetto, da non sottovalutare, ha pesato sul risultato finale. Se analizzo i risultati del girone d’andata sono chiaramente soddisfatto, ma ho urgenza di fare punti, perché altrimenti già tra qualche giornata non parleremo più di situazione rosea”. Questo il bilancio del capitano Rodman Valera: “Con Loreto (si giocherà il prossimo 26 dicembre) sarà una partita equilibrata. Abbiamo entrambi quasi gli stessi

punti, ma giocheremo in trasferta e il fattore campo quest’anno pesa assolutamente. Ho giocato contro di loro solo due anni fa, ma era un’altra squadra, diversa da quella attuale. Tra l’altro tutti gli addetti ai lavori ritengono che Loreto sia un team (guardando gli atleti in campo) persino sottovalutato in questo inizio di stagione. Il girone d’andata ci è servito soprattutto per fare gruppo e alla fine di ogni partita siamo sempre cresciuti tantissimo. Ormai, e mi fa piacere sottolinearlo, ce la giochiamo alla pari con tutti, come nell’ultimo turno con la “corazzata” Marcegaglia Ravenna”.

Il tavolo della conferenza

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

FISE MOLISE

Le società sportive di atletica scrivono all’amministrazione di Campobasso

Nel 2011 a Staffoli approderà lo Speed Penning

Egregio signor sindaco, signori assessori e consiglieri comunali, abbiamo atteso oltre un anno, sperando che le promesse fatte da Lei e dai rappresentanti di codesta Amministrazione trovassero pratica attuazione. Ma siamo passati da riunione in riunione e il campo di atletica leggera è sempre nelle stesse condizioni. Non c’è bisogno di ricorrere ad esempi biblici per rimarcare che la pazienza si è ormai esaurita. Sono già diverse occasioni che con gesti e parole molto affabili dichiara di voler intitolare l’impianto al tecnico Nicola Palladino. Con molta sincerità La invitiamo a desistere da ulteriori affermazioni di questo tipo. Esse suonano quasi come una provocazione alle società di atletica leggera che lavorano con tanti sacrifici, al Gruppo Sportivo Virtus che da oltre cinquanta anni opera in città, e come mancanza di sensibilità rispetto alla famiglia Palladino e alla memoria di Nicola che è stato un grande in tutti

i sensi. Riprenda questo tema quanto avrà risolto i problemi con i Suoi tecnici e con il Suo apparato amministrativo. Evitino, Lei e i Suoi collaboratori, di convocarci ancora una volta in riunioni inutili: non saremo più presenti, né avremo rapporti con l’Amministrazione comunale che sta distruggendo il nostro movimento. Né è esente da responsabilità l’attuale minoranza la quale, in questo caso, contribuisce a rendere bipartisan l’omissione in atto, ben sapendo che i problemi nascono da inopinate scelte di cui sono stati attori di maggioranza. Nel corso dell’ultimo incontro con il nostro Presidente regionale e alla presenza del Suo entourage, Lei ha chiesto di avere tutti i regolamenti federali per ottenere, finalmente, spiegazioni dagli Uffici comunali competenti al fine di conoscere le motivazioni degli errori tecnici di realizzazione, minacciando sanzioni e provvedimenti a ogni dove. Peccato che, dopo oltre un mese, il responsabile del servizio lavori pubblici del Comune ha affermato di non aver ancora letto le carte. A questo punto, non è il caso che Lei si agiti e si preoccupi oltre: sarà la magistratura ordinaria e contabile a chiudere questa scandalosa questione costata alla comunità di Campobasso 1.500.000,00 euro. Sappia fin da ora che seguiremo la vicenda in sede processuale fin dove ci sarà consentito anche al fine di far reinvestire sull’impianto quanto riconosciuto a titolo di danno per eliminare tutti i macroscopici difetti più volte lamentati. Consuetudine impone di ringraziarLa per l’attenzione. Le società affiliate FIDAL Molise: Runners Termoli, Nuova Atletica Isernia, Atletica Isernia, Atletica Venafro, GS Virtus Campobasso, Atletica Larino, Sporting Club Petrella, Venafro Sport Team, Pol. Molise Campobasso, Atletica Molise Amatori, Podistica Avis Campobasso

CAMPOBASSO – L’Nbha Molise ha intenzione di allargare bil panorama di discipline equestri praticate in regione. Dopo l’espereizna maturta alla Fieracavalli di Verona 2010 il direttivo locale ha eciso di portare in Molise, più precisamente a Staffoli, una nuova disciplina: lo Speed Penning. Lo Speed Penning nasce per offrire, durante le gare di Team Penning, un’alternativa emozionante ed energica dove due Penners nella stessa arena, divisa in due corridoi e con due PEN, si sfidano in una gara testa a testa l’uno contro l’altro in un solo

GO ad eliminazione diretta. Abilità, velocità, tempi, tecniche e capacità di leggere la mandria faranno la differenza tra i due sfidanti. Nello Speed Penning valgono tutte quelle regole che valgono per il Team Penning rispettando i stessi principi e fondamenti, rispetto della mandria, ad eccezione di quelle relative alla Start/Foul Line in quanto quest’ultima non esiste. Una nuova sfida organizzativa e sportiva, dunque, per la Fise Molise che sicuramente troverà numerosi cavalieri disposti a cimentarsi in questa nuova branca del team Penning.


S P O RT PALLACANESTRO SERIE B DILETTANTI

Il Nuovo Basket si gode il meritato riposo Archiviata la vittoria con il Ragusa, la Nuova Accademia Britannica si riposa. La squadra si sta godendo qualche giorno di meritata vacanza, prima di rituffarsi nel lavoro. La settimana a cavallo tra il 2010 e 2011 sarà ricca di allenamenti e di impegni. Infatti i molisani il 29 e 30 dicembre saranno impegnati in un torneo a Cecina, per testare stato di forma e per non perdere l’abitudine del ritmo partita. Del resto, alla ripresa del campionato prevista per il 9 gennaio, arriverà nel capoluogo di regione la Viola Reggio Calabria per una partita dalla posta in palio altissima. Chi vincerà, chiuderà il girone di andata al primo posto e potrà prendere parte alle final eight di Coppa Italia. Di questo, della partita contro Ragusa e di altro ancora abbiamo parlato con la guardia Mauro Torresi Lelli, diventato da subito uno degli idoli della tifoseria campobassana. Il suo primo pensiero è per l’ultima partita vinta in terra siciliana contro un avversario non semplice da addomesticare come il Ragusa: “E’ stata una

partita dura, ma era normale prevederlo. Sia noi che loro dovevamo vincere, visto che venivamo da un periodo non positivo. Entrambe le squadre si volevano rifare. Abbiamo avuto un buon approccio. Nel primo tempo siamo andati avanti, ma loro ci hanno raggiunto. Nel terzo quarto ci siamo sciolti ed abbiamo giocato la nostra pallacanestro, fatta di velocità, aggressività, concentrazione e difesa. Abbiamo fatto il break che ci ha consentito di vincere la partita”. Parliamo un attimo di lei. E’ soddisfatto di quello che sta facendo e di come si sta comportando la sua squadra in questa stagione? “A livello di squadra sono davvero soddisfatto e penso che i risultati siano lì a testimoniarlo. Alla ripresa del campionato ci sarà una gara importante contro la Viola Reggio Calabria. Un’eventuale vittoria ci porterebbe in testa e ci consentirebbe di fare le finali di Coppa e questo sarebbe un bel riconoscimento per la nostra società e per noi giocatori. A livello personale posso dire di essere molto soddisfatto per come stanno

andando le cose. La squadra mi rende partecipe sempre e di questo sono felicissimo”. Forse l’unico rimpianto del suo ottimo campionato è quella gara persa contro Corato? “Ci tenevo a fare bene. Ero l’ex. In quei casi o fai bene o fai male. Non ci sono storie. Purtroppo all’inizio ero teso ed il fatto di non aver segnato mi ha portato ad innervosirmi. Mi sono sbloccato solamente nel terzo quarto. Comunque è andata. Guardiamo avanti”. Ora c’è una sosta lunga. A suo avviso fa bene questo stop alla squadra oppure no? “Io credo che il riposo faccia sempre bene. Dalla prossima settimana ci alleneremo il 27 ed il 28. Poi faremo un torneo a Cecina e questo ci servirà per non allentare la tensione, per giocare e per mantenere alto il ritmo partita”. Un’ultima considerazione. Che cosa si augura per il 2011? “Io spero che nel 2011 possiamo continuare a seguire questa linea. Avremo un gi-

Torresi Lelli

rone di ritorno sicuramente molto più duro. Le squadre si sono rinforzate tanto e quindi possono risalire la china senza problemi. Ora il livello si è alzato maggiormente. In casa dobbiamo evitare battute d’arresto come quella contro il Corato. Dovremo cercare di vincere sempre, anche se già contro Reggio Calabria non sarà per nulla semplice”.

FCI MOLISE

CIP MOLISE

Bilancio positivo per il ciclismo molisano

Per il nuovo anno grandi obiettivi per il tennis in carrozzina

La festa del ciclismo molisano della scorsa settimana è stata l’occasione per fare il bilancio della stagione 2010 e di guardare al 2011. Nel corso della sua relazione iniziale, il presidente del Comitato regionale Fci Silvestro Belpulsi ha scattato la ‘fotografia’ del movimento del pedale regionale: “Siamo la quattordicesima regione d’Italia per rapporto tra tesserati e popolazione, e se facciamo questo confronto prendendo in considerazione i risultati guadagniamo anche qual-

che posizione in alcune categorie. Gli esordienti e gli allievi, in particolare, ci hanno regalato diverse soddisfazioni nell’ultima stagione. Poi abbiamo i nostri fiori all’occhiello, i tre professionisti (due dei quali, Appollonio e Testa, hanno preso parte alla festa) che ci danno lustro anche oltre i confini nazionali”. Raffrontando numeri e risultati del 2010 col 2009, si può notare che il numero di gare organizzate è rimasto praticamente lo stesso. Per quanto riguarda i tesserati, la crescita dell’attività amatoriale compensa un leggero calo nelle categorie giovanili. Calo quest’ultimo, peraltro, comune a tutte le altre regioni, comprese quelle dove il ciclimo è radicato da sempre. Un segnale positivo, per il Molise, è giunto dalla partecipazione di tre società (di solito ne gareggiava soltanto una) al meeting dei giovanissimi. Il 2011 sarà l’anno del ritorno del Giro d’Italia in Molise, con la partenza della tappa che arriverà a Teramo. “Un evento importante, non solo dal punto di vista sportivo. Per la regione, e per Termoli in particolare, sarà un’importante occasione di promozione del territorio. Per noi della Federciclismo un’opportunità

per avvicinare più gente al nostro sport”. Su questo tema è intervenuta Giusy Vergallo, assessore allo sport del Comune di Termoli: “Ci siamo messi in moto con le strutture ricettive della città per accogliere la carovana rosa. Stiamo avviando iniziative di promozione enogastronomica della nostra realtà”. Nicola D’Ascanio, presidente della Provincia di Campobasso, si è soffermato sull’aspetto della sicurezza: “Sono un cicloamatore e conosco il problema. Bisogna affrontarlo, dando alla possibilità agli appassionati di questo splendido sport di poterlo svolgere senza rischiare la propria incolumità”. Flavio Milani, vice-presidente della Federazione nazionale, si è complimentato con la Federciclismo Molise per i risultati raggiunti e per i vari progetti portati avanti. “A livello federale c’è grande attenzione per il movimento del centrosud. Una regione come il Molise sta facendo grandi cose”. E nella prossima stagione, si rinnoveranno gli appuntamenti del Trittico regionale e del Trittico dell’Adriatico. Le date delle gare verranno annunciate in occasione della presentazione del calendario.

CAMPOBASSO – Organizzare a Campobasso un torneo nazionale di tennis in carrozzina e far conoscere maggiormente questo sport ai molisani per potenziare la squadre in vista degli impegni agonistici del 2011. Questi gli obiettivi che il vice presidente del Cip Molise, Pasquale Iacobucci, si è prefisso per il nuovo anno. L’occasione di presentare le nuove “mete” sportive per il settore Cip del tennis in carrozzina è nata durante la dimostrazione che lo stesso Iacobucci ha effettuato insieme a due suoi allievi, Pietro Di Santo e Paolo Paolucci, nei locali del Decathlon di Campobasso. Diversi i curiosi, in special modo bambini e ragazzi, che si sono fermati nei pressi del campo allestito nel corridoio centrale del punto vendita campobassano. “Il 2011 sarà per noi un anno molto impegnativo da un punto di vista strettamente sportivo. Proprio per questo motivo cercheremo di ampliare la rosa della squadra – ha rimarcato Iacobucci – con il preciso intento di costituire un team di tutto rispetto che possa dire la sua su tutti i campi italiani, sia nel singolo sia

nel doppio. A tal proposito vorrei lanciare un messaggio a tutti i ragazzi e ragazze disabili molisani che ancora non si sono avvicinati a questo sport. Veniteci a trovare presso l’impianto di fontana vecchia il venerdì pomeriggio oppure scrivete una mail all’indirizzo molise@comitatoparalimpico.it. Vi assicuro che scoprirete un mondo nuovo e coinvolgente che vi darà la possibilità di viaggiare, praticare sport e conoscere tanti nuovi amici. Vi aspettiamo numerosi – ha concluso Iacobucci – insieme a Pietro, paolo e Giuseppe Maurizio, a vostra disposizione ci saranno delle carrozzine speciali costruite proprio per la pratica in sicurezza del tennis in carrozzina”.


lagazzettadelmolise241210a  

IL TAPIRO DEL GIORNO AL GOVERNO BERLUSCONI L’OSCAR DEL GIORNO A GIOVANNI DE GAETANO ANNO III - N° 285 - VENERDÌ 24 DICEMBRE 2010 - DISTRIBUZ...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you