Issuu on Google+

In Consiglio regionale arriva il piano casa

Pacchetto anticrisi, sos delle organizzazioni

CAMPOBASSO - Il piano casa finalmente in Consiglio regionale. Le minacce del Governo sono servite per accelerare i tempi. Ma in Regione tiene banco soprattutto la vicenda Arco che avrebbe rifiutato la Fondazione Cultura. A pag. 5

CAMPOBASSO - Le organizzazioni datoriali lanciano l’allarme: restrizione dell’accesso al credito da parte del sistema bancario locale e inapplicazione delle misure di contrasto alla crisi economia. A pag. 2.

ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Botta e risposta www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A LORENZO LOMMANO Le radici linguistiche campobassane, quello sì che è un problema urgente. Altro che emigrazione e disoccupazione, Di Bartolomeo dovrebbe proprio tenere un Consiglio comunale in dialetto cambuasciano. Questa l’ultima proposta di Lorenzo Lommano. L’ideatore del movimento Lega Sannita pur di ottenere un po’ di visibilità farebbe qualsiasi cosa, “perché noi alla politica spazzatura rispondiamo con i fatti”… quali, verrebbe da chiedergli?

L’OSCAR DEL GIORNO A EDMONDO FALCIONE Il suo marchio ha varcato anche i confini del Paese delle aquile. La Falcione Costruzioni ha realizzato numerose ed importanti infrastrutture in Albania, come ha ricordato il presidente Iorio nell’incontro con il console italiano. Un esempio autentico del made in Italy o, meglio, in Molise, di successo, favorito anche dalla crescita economica vertiginosa della nazione albanese, con opere dal valore di oltre un miliardo di euro. Per questo, la Falcione Costruzioni merita un premio dal valore simbolico ancor più elevato: la nostra statuetta.

www.gazzettadelmolise.com 20.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Al palo le domande presentate alla Finmolise: istruita una sola e poi bocciata perchè priva di requisiti

Misure anticrisi, il mondo del lavoro fa la voce grossa: bloccate perfino quelle ordinarie Tra le richieste urgenti la riattivazione della legge regionale n.32/2000 e un congruo rifinanziamento di Artigiancassa

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

CAMPOBASSO – La riattivazione della legge regionale n.32 del 2000, un congruo rifinanziamento di Artigiancassa nonché l’attivazione ed il completamento delle misure straordinarie anticrisi. Tre provvedimenti urgenti per arginare il gravissimo pericolo che l’intera economia regionale sta correndo a causa della restrizione per l’accesso al credito da parte del sistema bancario locale e per la perdurante in applicazione delle misure di contrasto alla crisi economica e finanziarie in sede regionale. In calce al documento la firma delle più importanti organizzazioni datoriali: Api, Assindu-

stria, Cia, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Casartigiani, Confartigianato, Ciaaai, Cna e Coldiretti.Non succede mica tutti i giorni che tante sigle si mettano d’accordo. Segno che il momento è davvero difficile. Malgrado l’impegno dell’assessore Vitagliano il pacchetto di misure anticrisi stenta a decollare in quanto molti ostacoli non vengono ancora rimossi. Il problema era già stato evidenziato. Si era detto: alla Finmolise nessuna pratica è stata ancora istruita. E a quanto pare le cose stanno ancora così. Anzi, forse sono peggiorate. Perché nel frattempo una sola domanda - peraltro respinta per mancanza di parametri richiesti dal bando regionale - è stata esaminata a fronte di centinaia di prenotazioni che intanto si stanno accumulando presso la finanziaria regionale Ma la cosa più allarmante, dicono le organizzazioni datoriali che hanno firmato il documento, è che sono bloccate perfino le misure ordinarie di sostegno alle im-

prese. Insomma una paralisi totale in un momento in cui l’economia avrebbe bisogno di maggiore aiuto. Per far fronte a questa situazione di vera emergenza le organizzazioni chiedono tre cose: innanzitutto la riattivazione della legge regionale 32/2000 per le imprese artigiane, per il tramite delle Cooperative di Garanzia Fidi, e dell’Artigiancassa, i cui finanziamenti a tasso agevolato sono stati di recente estesi anche ad imprese commerciali ed alle piccole e medie imprese in generale. Misure che hanno funzionato in maniera efficace con impatto eccellente sull’economia delle piccole e piccolissime imprese molisane - dicono Assindustria & Co incidendo inoltre in maniera molto limitata sul bilancio regionale ma che oggi, dopo decenni di normale e proficua attività, nel momento più nero di una crisi epocale, non sono più in grado di funzionare in quanto

Cisl: un nuovo patto fiscale per rilanciare salari e pensioni

non adeguatamente rifinanziate (Artigiancassa) o perché rischiano addirittura di sparire, come è accaduto, con una semplice sconcertante comunicazione di poche righe inviata nei giorni scorsi ai Confidi artigiani, per la legge 32. Onde evitare che l’attuale pericolosissima situazione di empasse, si trasformi nel default di un’intera economia, concludono le organizzazioni confidando nella già manifestata sensibilità dell’assessore Vitagliano e di tutti i soggetti coinvolti nel buon funzionamento del sistema finanziario molisano, invocano, in tempi brevissimi atti decisivi ed urgenti quali: la riattivazione della L.R. 32/2000; il congruo rifinanziamento di Artigiancassa; l’attivazione ed il completamento delle misure straordinarie anticrisi”.

Venerdì l’incontro nella sede centrale di Campobasso. Sabato convegno a Termoli con il segretario nazionale Bonanni

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009

CAMPOBASSO – La Cisl proporrà il nuovo “Patto fiscale”, così come richiesto al governo centrale, da condividere con le parti economiche, sociali e le categorie professionali interessate. Sarà questo il tema dell’incontro di venerdì prossimo alle 10:30 nella sede centrale di Campobasso. Il sindacato ribadirà le proprie po-

Rotondi:“Pausa pranzo, danno per tutti” MILANO - “La pausa pranzo è un danno per il lavoro, ma anche per l'armonia della giornata. Non mi è mai piaciuta questa ritualità che blocca tutta l'Italia”. A sostenerlo è Gianfranco Rotondi, ministro per l'attuazione del programma di governo. Che aggiunge: “Non possiamo imporre ai lavoratori quando mangiare, ma ho scoperto che le ore più produttive sono proprio quelle in cui ci si accinge a pranzare. Chiunque svolga un'attività in modo autonomo, abolirebbe la pausa pranzo”.

sizioni in materia di riforma fiscale, crescita dei salari e delle pensioni, riduzione dell’imposta sul reddito personale per incrementare salario e pensioni e rilanciare i consumi, sostegno alle famiglie con il nuovo assegno familiare, la detassazione dei premi erogati tramite contratti collettivi aziendali o territoriali, lotta al-

l’evasione fiscale, riduzione del peso del fisco sulle imprese. Tutto questo alla luce del federalismo fiscale, approvato con la legge delega numero 42 del 5 maggio scorso. Contemporaneamente, sarà anche illustrato il convegno voluto sempre dalla Cisl regionale per sabato prossimo dal titolo “Il Molise e il Fe-

deralismo fiscale” che si terrà a Termoli, con inizio alle 9, presso l’Hotel Mistral, al quale prenderà parte anche il segretario generale nazionale Cisl, Raffaele Bonanni. Introdurrà i lavori il segretario generale regionale, Pietro Iocca. Previsto anche l’intervento del presidente della Regione, Michele Iorio.

Giustizia, Berlusconi: parlerò agli italiani MILANO - Per adesso non vuole parlarne. Afferma che arriverà il “momento opportuno” per farlo. Ma sulla riforma della giustizia, e sulle polemiche politiche degli ultimi giorni, Silvio Berlusconi annuncia che spiegherà agli italiani “qual è la situazione in cui siamo”. Il premier, infastidito anche dalle recenti polemiche interne alla stessa maggioranza, lascia insomma intendere che si rivolgerà direttamente agli elettori per chiarire i prossimi passi del governo in materia di giustizia.


PRIMO PIANO Ieri il presidente della Provincia di Campobasso ha precisato: abbiamo fatto tutto quanto era nelle nostre competenza, spetta ora al sindaco decidere sul cambio di destinazione d’uso. Qualcuno sta strumentalizzando la protesa

Romita, botta e risposta tra D’Ascanio e Di Bartolomeo CAMPOBASSO – La premessa è dell’assessore provinciale all’Edilizia scolastica. Giacomo D’Aquila ci tiene a specificare che “il bando che la Provincia di Campobasso ha fatto per trovare un immobile destinato a sede provvisoria del liceo scientifico ‘Romita’ è regolare. Hanno fatto le ore piccole i nostri impiegati e i dirigenti del settore per risolvere la questione, alla gara ha risposto una sola ditta (la Giangiobbe Srl) e solo quando ci avrà fornito tutta la documentazione stipuleremo il contratto definitivo”. Il tono del sindaco di Vinchiaturo è perentorio. Il presidente Nicola D’Ascanio la pensa come lui, tanto che ieri pomeriggio a Palazzo Magno ha chiarito la sua posizione anche alla luce delle accuse mosse dal sindaco Gino Di Bartolomeo. Per il primo cittadino l’anomalia è proprio nel bando “e non è certo colpa mia se non rilascio oggi il cambio di destinazione d’uso che Giangiobbe mi ha richiesto. Quel capannone, costruito dal vecchio proprietario con un finanziamento regionale (i cosiddetti Prust, programmi di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio) aveva finalità commerciali e adesso io dovrei autorizzarne l’uso

scolastico”. D’Ascanio ha preparato la replica, dopo che ieri mattina la protesta studentesca si è spostata da piazza Municipio a via Roma, ‘armato’ di tutta la documentazione. “I ragazzi sono stati strumentalizzati, è evidente che le nostre competenze sono limitate e che più di questo non potevamo fare. E’ il Comune che deve prendere la decisone, solo quando avrà concesso il cambio di destinazione d’uso noi potremo perfezionare l’atto e permettere ai ragazzi di tornare tutti insieme a studiare nella sede provvisoria. Non possiamo inoltrare la richiesta a Di Bartolomeo perché non siamo proprietari, ma nemmeno possiamo obbligarlo a rilasciare la concessione”. Tutto questo il sindaco lo sa almeno dal 17 novembre, quando cioè da Palazzo Magno è arrivata sulla sua scrivania una lettera con i dettagli. Se la vicenda che interessa 1200 ragazzi, sparsi al momento in tre istituti, non giungerà a conclusione dipende probabilmente da altri fattori che nulla hanno a che fare né con le reticenze del primo cittadino (che forse forse vuole solo capirci qualcosa) e tantomeno con l’avviso

pubblico della Provincia, in cui era peraltro già messo nero su bianco che Giangiobbe avrebbe dovuto fornire le carte entro 60 giorni (non ancora trascorsi). Ma il rischio resta. Appena la scadenza sarà superata la Provincia potrà anche recedere dall’accordo. E non avrà colpa di alcun genere anche se la società (“che io non conosco personalmente” come ha detto il capo dell’esecutivo di via Roma) intanto avrà terminato i lavori di adeguamento. Solo una cosa continua a non essere chiarita dalle parti che singolarmente hanno incontrato il prefetto, tirato per la giacca in veste

di mediatore. Perché solo Giangiobbe ha risposto all’avviso? Credeva forse che sarebbe stato semplice ottenere il cambio di destinazione d’uso della struttura a via Facchienetti? E per quale ragione nessuna altra ditta ha ritenuto succoso l’affare facendosi avanti? Intanto i ragazzi del ‘Romita’ restano in agitazione. Tra loro circola voce che una volta lasciato il ‘Pilla’ altri studenti di altre scuole potreb-

Scandalo Marrazzo, ipotesi di omicidio anche per Cafasso

Ue, D’Alema bocciato Schulz: colpa di Berlusconi

ROMA - L'ipotesi dell'assassinio diventa sempre più probabile dopo i risultati ufficiosi delle nuove perizie. Rischia infatti di essere rubricata come omicidio la morte di Gianguerino Cafasso, il pusher dei trans di Roma nord, deceduto lo scorso 12 settembre, ufficialmente per un infarto da overdose, mentre si trovava in una stanza d'albergo alla periferia di Roma con il trans Jennifer.

ROMA - D'Alema era il candidato ufficiale dei socialisti europei e se la sua nomina a responsabile della politica estera della Ue non è andata in porto, la colpa è del premier italiano Silvio Berlusconi. Che non avrebbe sostenuto ufficialmente la candidatura dell'ex vicepremier e che anzi avrebbe espressamente chiesto ad alcuni capi di governo conservatori di fare di tutto per affossarne la nomina.

bero trasferirsi a via Veneto. E la ruota allora ricomincerebbe a girare. Assunta Domeneghetti

3 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


REGIONE Regione, il Piano casa oggi in aula Tiene banco la vicenda Arco. Presto l’allargamento della giunta CAMPOBASSO – La questione Arco tiene banco nella maggioranza. Dicono i bene informati che a fine mese l’assessore esterno dovrebbe togliere le tende per piantarle alla Fondazione Molise Cultura. Malgrado i suoi mal di pancia. Veri o pretestuosi che siano. E nonostante i malumori di buona parte degli eletti del centrodestra che pure stavolta dovranno

digerire le volontà del governatore. Che a quanto pare ha stabilito da tempo i dettagli di quella che si appresta ad essere l’operazione politica di fine legislatura. Salvatore Muccilli e Filoteo Di Sandro sono già sulla rampa di lancio. Aspettano solo un cenno del presidente per entrare in giunta. Il primo è una vera e propria new entry. Lo scranno se l’è conquistato por-

tando voti a Progetto Molise (primo eletto del movimento fondato dal governatore stesso e che poi ha abbandonato per approdare all’Mpa). Per il consigliere di Colli, vice coordinatore regionale del Pdl, si tratta di un ritorno. Nominato assessore all’inizio della legislatura, Di Sandro abbandonò l’esecutivo perché non volle dimettersi da consigliere, regola che

Iorio impose a tutti i suoi assessori. Evidentemente ha cambiato idea. Rinunciando allo status di eletti, al loro posto subentreranno Nicola Romagnuolo (oggi sub commissario al terremoto, incarico quest’ultimo che dovrebbe passare nelle mani di Michele Frenza, sindaco di Ripabottoni) e Raffaele Mauro, ex presidente della Provincia di Isernia. Intanto ieri Di Sandro si è

fatto promotore di un incontro coi responsabili dei partiti del centrodestra per fare il punto sullo statuto regionale. Mentre il governatore era a Tirana. Stamane però tutti in Consiglio. C’è da approvare la legge sul piano casa. Siamo una delle regioni maggiormente in ritardo. Il Governo nazionale ha minacciato perfino il commissariamento.

Iorio incontra a Tirana l’ambasciatore italiano e il direttore dell’Istituto per il Commercio con l’Estero

“Le imprese molisane sfruttino la crescita dell’Albania”

CAMPOBASSO – Il presidente della Regione, Michele Iorio, ha incontrato ieri a Tirana, nella sede diplomatica, l’Ambasciatore italiano in Albania, Saba D’Eli, con cui si è intrattenuto a discutere delle possibilità di sviluppare ulteriormente le relazioni economiche, culturali e sociali tra il Molise e le varie realtà del Paese delle aquile. Iorio ha ricordato le tante attività di cooperazione già in atto, come l’attività di alcune importanti aziende molisane, come ad esempio la “Falcione Costruzioni”, nella realizzazione di opere infrastrutturali strategiche per i maggiori centri dell’Albania. “Attività – ha detto il presidente Iorio – che possono e debbono essere implementate; siamo qui proprio per avere una serie di incontri istituzionali per massimizzare gli sforzi e consentire al Molise e alle sue imprese di poter sfruttare questo importante ed esaltante momento che vede l’Albania alle prese con uno strabiliante sviluppo

dell’Ice, Francesco Vitulli, con cui ha parlato di Iorio, infatti, nel 2010 ricoprirà il ruolo di presicon un tasso di crescita tra +2% e iniziative concrete ed operative per le imprese dente del comitato italiano dell’Ipa. L’Amba+3%. Intendiamo lavorare perché molisane in Albania. Iorio, accompagnato dal sciatore D’Elia ha voluto che all’incontro proprio i rapporti interistituzionali suo consigliere per la Cooperazione, Francesco partecipassero tutti i suoi consiglieri economici, che abbiamo creato, e che intenCocco, è poi partito alla volta di Scutari dove commerciali e per i rapporti interistituzionali diamo creare in futuro, servano nella serata di ieri ha firmato un protocollo di (tra cui il molisano Annibale Marinelli). Iorio si come viatico per le nostre imprese”. collaborazione tra le due regioni. poi lungamente intrattenuto con il direttore L’Albania si trova coinvolta nel grande progetto del “Corridoio 8”. “Il Molise è molto interessato a questo tipo di iniziative – ha ribadito Iorio – sia per le sue imprese, sia per il suo apporto diretto in termini di partecitendo di valorizzare e preservare le coltivazioni loCAMPOBASSO – L’Arpa Molise terrà giovedì pazione infrastrutturale al cali. prossimo un convegno sulla gestione dei rifiuti ur“Corridoio 8” con la coCon la vendita dei prodotti alla spina si elimina, bani dalle 9:30 al Mario Pagano di Campobasso. struenda autostrada Terinvece, l’utilizzo degli imballaggi favorendo l’uso di L’incontro è stato programmato per presentare il moli-San Vittore”. bottiglie in vetro e contenitori riutilizzabili. lavoro di indagine sulla gestione dei rifiuti urbani Iorio e D’Elia hanno poi L’evento coincide con la campagna di comunicasvolto dai tecnici dell’Agenzia sul territorio regiodiscusso di una partecipazione ambientale “Settimana Europea di Ridunale. A seguito della ricerca effettuata, è stato reazione diretta del Molise alzione dei Rifiuti“ - “European Week for Waste lizzato un documento e sono stati ricavati i dati sui l ’ i m p o r t a n t e Reduction” nata all’interno del Programma Life+ quantitativi di rifiuti prodotti, recuperati e smaltiti, manifestazione che si terrà della Commissione europea. L’appuntamento può individuando le criticità che ostacolano un corretto a Tirana nel maggio 2010 rappresentare un punto di riflessione per i cittariciclo dei rifiuti urbani e speciali dei contesti urbani. dal titolo “Primavera albadini, affinché adottino comportamenti più responDurante i lavori del convegno verrà, inoltre, presennese”. Il Molise avrà una sabili nel trattamento dei rifiuti prodotti tata la mappatura “Nudi e Crudi” della Filiera corta parte rilevante nell’ attività nell’ambito domestico, e per le Istituzioni, affinché in Molise e dei punti vendita di prodotti alla spina. convegnistica nell’ambito assumano azioni ed interventi finalizzati a preveLa filiera corta rappresenta un canale di vendita del programma di pre-adenire danni al territorio. Al convegno prenderanno diretta, che garantisce qualità e freschezza degli sione dei Paesi non membri parte rappresentati di Enti, istituzioni ed aziende. alimenti rispettandone la stagionalità e permetdell’Ue e denominato “Ipa”.

Gestione dei rifiuti urbani in Molise Giovedì il convegno dell’Arpa

Asili nido, scende in campo la first lady Clio Napolitano

Preservativi in facoltà a soli 20 centesimi

MILANO - L'Italia “spesso non investe abbastanza” negli asili nido. Parola di Clio Napolitano. A Bologna per la festa dei 40 anni del primo asilo nido pubblico italiano, il Patini (che anticipò di due anni la legge nazionale del 1971) la moglie del presidente della Repubblica si è soffermata sull'importanza di nidi e materne.

PARIGI - Preservativi negli atenei francesi a soli 20 centesimi l'uno. È l'ultima novità del governo Sarkozy che ha dato il via libera all'operazione «Sortez-couverts» ('Uscite coperti') firmando un accordo per la localizzazione in tutte le università e i campus di Francia di 1000 distributori di profilattici, disponibili al prezzo di un caffè agli studenti.

5 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


REGIONE Il segretario regionale del Pd porterà all’attenzione del Consiglio la questione dei 300 lavoratori interinali cui non sono state rinnovate le forme contrattuali

Fiat, Leva chiede un incontro con i vertici termolesi CAMPOBASSO – Il segretario regionale del Pd, Danilo Leva, ha richiesto ufficialmente un incontro con i vertici aziendali dello stabilimento Powertrain di Termoli per discutere insieme della prospettive occupazionali e del futuro dello stabilimento molisano. La decisione è stata presa dopo l’incontro di domenica scorsa con una delegazione dei lavoratori, al quale hanno partecipato i capigruppo Totaro e D’Alete, in cui è stata proposta la creazione del circolo aziendale del Pd. “Non vogliamo sostituirci ai sindacati – afferma Leva – ma il nostro obiettivo sarà quello di interloquire propositivamente con l’azienda, affinché si possa guardare al futuro

sempre con maggiore fiducia e speranza”. Leva ha promesso, inoltre, di portare all’attenzione del Consiglio regionale la questione dei 300 interinali ai quali non sono state rinnovate le forme contrattuali, ma che si sono visti “scavalcare” nella loro posizione lavorativa da colleghi di altre realtà territoriali. “È inaccettabile – conclude Leva – che i lavoratori molisani paghino un prezzo così alto dopo che la nostra regione in momenti e passaggi più delicati e stata sempre vicina, anche con risorse proprie, allo stabilimento termolese”.

Tesseramento Idv, Caterina: L’onorevole Cera plaude l’arrivo di Massimiliano Scarabeo nell’Udc “Sono state oltre 700 “Un passo importante verso il rafforzamento le adesioni al partito” del nostro partito anche in Molise” CAMPOBASSO – È terminata venerdì scorso, con la chiusura della campagna adesioni, la prima fase riguardante la riorganizzazione dell’Italia dei Valori volta ad eleggere i 60 delegati regionali che parteciperanno come membri attivi al congresso nazionale Idv del 6 e 7 febbraio 2010. “Il riscontro di questa prima fase è assolutamente positivo – afferma il coordinatore regionale, Giuseppe Caterina – oltre 700 sono state le adesioni all’Italia dei Valori, segno che i cittadini sono al fianco del progetto politico di Antonio Di Pietro e del partito. Vorrei quindi rivolgere un ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati sul territorio. Il mio personale augurio è che il lavoro svolto fino ad ora prosegua adesso attraverso il radicamento dell’Idv sul territorio. “Anche qui in Molise – prosegue – si stanno definendo ed organizzando i Dipartimenti tematici, veri organi di indirizzo po-

litico in merito ad argomenti specifici come le riforme istituzionali e politiche, Giustizia e Sicurezza, Economia e Finanze, Lavoro e Welfare, Ambiente Territorio e Infrastrutture, Ricerca Istruzione e Beni culturali. I Dipartimenti monitoreranno continuamente il territorio, studieranno cosa per la nostra Regione sia meglio ipotizzare, così da consentire al partito di lavorare a quel Cantiere per le Regionali del 2011 lanciato da Antonio Di Pietro in occasione dell’assemblea programmatica del 15 novembre scorso. In questa situazione – conclude Caterina – noi dell’Idv non perderemo mai di vista l’importanza dei rapporti con le altre forze del centrosinistra, ci impegneremo in prima persona affinché venga recuperato un dialogo leale e sereno con gli alleati, specie con il Pd, perché l’obiettivo è unico e comune: sconfiggere il centrodestra e Michele Iorio alle prossime competizioni elettorali”.

CAMPOBASSO – Il parlamentare Angelo Cera, uno degli esponenti dell’Udc più vicini al presidente Casini e al segretario Cesa, plaude all’arrivo nel partito di Massimiliano Scarabeo. “Il Molise è una regione dalle grandi potenzialità – afferma Cera – ed il nostro partito intende poter continuare a recitare un ruolo di primaria importanza nel locale scacchiere politico. Per questo, l’arrivo dell’amico Scarabeo rappresenta un notevole risultato, che conferma la validità del nostro progetto politico”. Cera, membro della VI Commissione Finanze della Camera dei Deputati, si dice “molto soddisfatto per la scelta compiuta dal consigliere regionale Scarabeo, di cui ho potuto apprezzare le doti politiche ed umane durante gli incontri ai quali, insieme, abbiamo preso parte. Incontri finalizzati soprattutto alla creazione di quella casa comune che si è posta l’obiettivo di riunire tutte le anime centriste che non hanno mai creduto al bipartitismo come unica strada percorribile per dare stabilità politica alla nostra nazione. Sono estremamente lieto dell’arrivo del consigliere Scarabeo – dice ancora il deputato – che, da subito, ha condiviso l’idea di dar vita ad un soggetto politico nuovo ma con ideali stratificati nel più ampio e condiviso concetto di democrazia partecipata, aperto alle indicazioni della gente, pronto a recepire i bisogni e le aspettative provenienti da ogni parte della società. Un soggetto politico non autoreferenziale – prosegue l’esponente dell’Udc nazionale – pronto ad accogliere donne ed uomini liberi da condizionamenti. Certo, la strada da percorrere è lastricata di tanti ostacoli, consci che il giudizio degli elettori sarà commisurato a quello che sapremo proporre loro, ma anche a ciò che saremo capaci di realizzare in termini progettuali. Tuttavia, i margini di crescita sono abbastanza ampi – conclude l’onorevole Cera – ed il nostro progetto politico è seguito con sempre più attenzione sia dai cittadini, ma anche da chi la politica la fa ai vari livelli”.

Il Presidente Napolitano: investire nella ricerca

Ocse: Pil italiano cresce più della media Ue

ROMA – Gli investimenti in ricerca e innovazione sono fondamentali per il futuro del Paese e per uscire dalla crisi economica meglio di prima. Lo ha sottolineato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “C’è la necessità – ha detto – di investire in ricerca e innovazione, perchè su questo ci giochiamo il nostro futuro”.

ROMA – L’economia italiana nel terzo trimestre dell’anno cresce più della media europea. Nel terzo trimestre di quest’anno il prodotto interno lordo è cresciuto nell'area Ocse dello 0,8% rispetto al trimestre precedente; nel secondo trimestre la crescita nei Paesi Ocse si era invece fermata. L'Italia registra un +0,6% rispetto al trimestre precedente, superiore alla media Ue (+0,2%).

7 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


CAMPOBASSO Operazione dei carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Campobasso

Si drogano nel piazzale della scuola Beccati due ventenni Nuove denunce a seguito delle intense attività svolte dai Carabinieri negli ultimi giorni sul territorio provinciale. A Campobasso, gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno segnalato alla Prefettura, quali assuntori di sostanze stupefacenti C.M., 21enne e T.P., 23enne, entrambi del luogo; i due, controllati nel piazzale dell’ Itis Marconi, sono stati trovati in possesso di una siringa contenente residui di eroina utilizzata per iniettarsi lo stupefacente. Denunciato, invece, per ubriachezza, resistenza e violenza a P.U. D.N.G.C.,

un 30enne, pregiudicato del luogo. In questo caso, i militari sono intervenuti nei pressi di un locale pubblico a seguito dell’aggressione subita da due persone da parte dell’uomo, in evidente stato di ubriachezza, venendo a loro volta aggrediti da quest’ultimo e riportando lesioni giudicate guaribili in 7 e 5 gg. dai sanitari nel locale ospedale Cardarelli. Sempre nel capoluogo i Carabinieri del Nor hanno segnalato per guida in stato di ebbrezza alcolica V.A., 37enne del luogo il quale , controllato mentre si trovava alla

guida della propria autovettura, è risultato positivo al test etilometrico. Di conseguenza, la patente di guida gli è stata ritirata. Infine, i militari della Stazione di Torella del Sannio hanno denunciato D.M.G., 20enne, domiciliato a Pietracupa, per simulazione di reato ; il ragazzo aveva falsamente denunciato il furto dell’autovettura Fiat Grande Punto di proprietà di un tassista 48enne romano ,della quale aveva la disponibilità, al fine di sottrarsi alle responsabilità derivanti da un sinistro stradale nel quale era rimasto coinvolto.

Guardia di Finanza, in visita in Molise il generale Bardi Il Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale, il Generale Vito Bardi, quest’oggi, sarà in visita in Molise al Comando Regionale della Guardia di Finanza. In mattinata, presso la Caserma Zara del capoluogo, gli onori militari. L’Alto Ufficiale sarà infatti accolto dal comandante Regionale Molise, il Colonnello Fernando Verdolotti e da tutti gli Ufficiali presenti in Molise. Nel corso della visita il generale Bardi presiederà un briefing istituzionale con i Comandanti

Soddisfatti dei servizi? Parte customer satisfaction Parte anche a Campobasso l’indagine di customer satisfaction che il sistema camerale realizza sul territorio nazionale per le necessità dei propri utenti, con l’obiettivo di offrire servizi sempre più efficienti e di qualità e consentire alle Camere di Commercio di realizzare al meglio la propria missione di istituzioni a supporto dei sistemi produttivi locali. In cosa consiste l’iniziativa? Nella somministrazione di un questionario, che verrà consegnato nei prossimi giorni. Le rilevazioni saranno effettuate attraverso interviste telefoniche.

I dati raccolti verranno poi trattati in modo aggregato ai soli fini statistici e non verranno chieste né informazioni relative a conti correnti postali o bancari, né dati sensibili.

Cucchi colpito a cranio e mandibola ROMA - Lesioni al cranio, alla mandibola e colonna vertebrale. Sono molteplici e recenti - rispetto alla data del decesso - i traumi riscontrati sul corpo di Stefano Cucchi nel primo esame svolto dopo la riesumazione della salma, a un mese dalla morte del giovane romano. Lo ha rivelato il legale della famiglia, il penalista Fabio Anselmo.

La rilevazione verrà effettuata su un campione casuale semplice delle aziende presenti nel registro imprese. Partecipare all’indagine è facoltativo.

dei Reparti dipendenti durante il quale verranno illustrati, dal Colonnello Verdolotti, i dati più significativi concernenti le strutture logistiche dei Reparti della Regione. Sempre in mattinata, previsto un incontro anche con le massime Autorità istituzionali della Regione. In programma, poi, il saluto ad una nutrita rappresentanza di personale in servizio ed in congedo ed i delegati degli Organi di Rappresentanza Militare del Molise.

Brevetti e marchi, seminario sulla pratica telematica E’ in programma questo pomeriggio il seminario, che si terrà alla Camera di Commercio di Campobasso, sulla pratica telematica di brevetti e marchi nella giornata. Tutti i professionisti, le imprese e le associazioni di categoria potranno partecipare, a titolo gratuito, alla giornata di formazione, durante la quale l’Ufficio Brevetti illustrerà i nuovi sistemi informatizzati del servizio. Tutto questo perché la pratica del deposito di brevetti e marchi è stata informatizzata, permettendo, così, all’utente un risparmio di tempo e costi, nonché una maggiore libertà nell’accedere al servizio dal proprio ufficio senza doversi recare fisicamente nella sede della Camera di Commercio.

Furgone contro bus, 1 morto e 13 feriti PONTEDERA (Pisa) - È il conducente del furgone, Marco Becuzzi, 41 anni, di Peccioli (Pisa), la persona morta ieri mattina nello scontro del veicolo con un pullman di linea, bus finito poi in un fossato in provincia di Pisa. Ferito gravemente un passeggero del furgone: si tratta di un marocchino di 42 anni. Lesioni lievi per altri 12 feriti, per lo più ragazzi passeggeri del pullman, diretti a scuola.

9 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


CAMPOBASSO La sentenza della Corte di Strasburgo rappresenta una pericolosa intromissione nel nostro sistema

Comune: giù le mani dal crocifisso Presentato da D’Alessandro un odg bipartisan (manca solo la firma della preside Adriana Izzi) contro la sentenza ‘laica’ ‘Giù le mani dal crocifisso’. E’ ciò che chiede anche l’amministrazione comunale di Campobasso con un ordine del giorno bipartisan inserito nel calendario della prossima assise . A presentare il documento Michele D’Alessandro, ma sotto la sua firma ci sono quelle di tutti i capigruppo (manca solo quella di Adriana Izzi che era assente). I consiglieri senza troppi giri di parole chiedono al sindaco e alla Giunta di farsi interpreti delle esigenze del nostro tempo e di coinvolgere i rappresentanti locali dell’amministrazione scolastica per assicurare la presenza dei crocefissi in ogni aula scola-

stica e al loro ripristino ove siano stati rimossi, nonché – si legge sempre nella nota – ad una riflessione sui valori innanzi richiamati, insiti nella nostra storia, nella nostra cultura, nella nostra tradizione, nelle nostre radici”. Ma con l’ordine del giorno i capigruppo chiedono anche all’esecutivo di schierarsi con il Governo italiano “nel ricorso contro la sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo che costituisce una pericolosa minaccia nei confronti della storia e delle tradizioni dei popoli, nonché una grave intromissione nei confronti del sistema democratico del nostro

Paese”. Insomma un appello accorato affinché non venga osservato il dettato della Corte Europea perché il crocifisso nelle aule non costituisce una violazione del “diritto dei genitori ad educare i figli secondo e proprie convinzioni” né una violazione alla libertà di religione degli alunni. Ma i consiglieri aggiungono pure che “in un sistema dove c’è parlamento eletto democraticamente, la sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo rappresenta una pericolosa intromissione nel nostro sistema democratico poiché di fatto lede l’interesse di un popolo con il pretesto di tutelare i

A Petrella assemblea parrocchiale Tenendo lo sguardo fisso su Gesù, questo il tema dell’assemblea parrocchiale che si terrà il sette dicembre nella chiesa di San Giorgio Martire a Petrella Tifernina. Il programma prevede la corresponsabilità nella prima lettera di Pietro a cura di don Domenico di Franco, seguono Virginia Marinelli

‘vivere la corresponsabilità pastorale’, Vittorio di Lallo con ‘il rinnovo dei consigli pastorali’, Paola Ruscitto con “le scelte operative nei singoli settori della testimonianza e Beatrice Ciaburri con ‘le scelte operative nei singoli settori liturgico e catechistico”. Moderatrice Cinzia Tamburello.

diritti umani e civili di un singolo, diritti che in questo caso, non sono stati assolutamente prevaricati: non risulta infatti che i bambini che hanno promosso il ricorso siano stati maltrattati né in alcun modo discriminati, né che sia stato loro impedita qualsiasi forma di accesso alle aule scolastiche”. Un ragionamento chiaro che il Consiglio vuole portare avanti e su cui non intende soprassedere.

Festa dell’Albero un successo a Pietracatella Grande successo a Pietracatella per la Festa dell’Albero, promossa da Legambiente a livello nazionale, sotto il patrocinio del Comune di Pietracatella e organizzata dalla Pro loco Pietramurata. Alle 10 i 50 bambini delle scuole elementari si sono radunati sul Belvedere. Un quarto d’ora dopo, nella sala consiliare, è stato spiegato ai partecipanti (otto membri della Pro loco, due di Legambiente e lo scopo della manifestazione da parte dei membri della Pro loco e da alcuni di Legambiente, sono stati proiettati dei filmati per meglio far comprendere il messaggio della manifestazione: il cartone “L’uomo che piantava gli alberi” ed un filmato del

10 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009

Tragedia C-130, sono 5 le vittime ROMA - Tutti e cinque i militari a bordo del C-130, precipitato poco dopo il decollo dall'aeroporto di Pisa, sono morti.Si tratta del maggiore pilota Bruno Cavezzana, 40 anni,di Trieste, del tenente pilota Gianluca Minichino, 28 anni, di Napoli, del tenente pilota Salvatore Bidello, 30 anni, di Sorrento (Napoli),del maresciallo Maurizio Ton, 44 anni,di Pisa e del maresciallo Gianluca Larice, 39 anni,di Mestre (Venezia).

GT ragazzi della Rai (circa la prossima conferenza di Copenaghen e dell’importante apporto che si può dare anche dal piccolo). Alle ore 11 i bambini con lo scuolabus si sono recati nel luogo designato per la piantumazione delle piantine di alloro, nei pressi del campo sportivo (zona poco alberata). Aiutati dai dipendenti comunali ogni bambino ha piantato il proprio alberello (dedicandolo ad altri bambini più piccini). Sono state piantati circa 60 alberelli di alloro. Ma il Comune stesso si riserva di piantare altri arbusti entro la fine del mese. La giornata non poteva che concludersi con le foto di gruppo sul Belvedere.

Denise: udienza dopo 5 anni ROMA - Cinque anni dopo il sequestro approda in un'aula giudiziaria la vicenda della piccola Denise Pipitone.l Si apre infatti domani, davanti al Gup Sergio Gulotta, l'udienza preliminare nei confronti degli unici due indagati: Jessica Pulizzi, 22 anni, sorellastra di Denise,all'epoca era minorenne,e il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb che e' accusato solo di false dichiarazioni.


CAMPOBASSO La maggioranza ha bisogno di tempo per studiare la strategia di rilancio della municipalizzata

Sea, è il giorno delle dimissioni Le dimissioni le hanno chiuse in un cassetto e le renderanno ufficiali stamattina. Il consiglio di amministrazione della Sea ‘tira i remi in barca’ e lascia che della società municipalizzata più chiacchierata della città se ne occupi un gruppo di tecnici del Comune. Si tratta di una si-

tuazione ponte, dicono dalla maggioranza di Palazzo San Giorgio, necessaria per traghettare la Sea almeno fino a gennaio, quando dal Municipio, dovrebbero uscire i nomi dei nuovi reggenti. Ad uscire di scena Vittorio Del Cioppo presidente, con lui se ne vanno

Presente Danilo Rana dell’Unicef

Petrella, è Patrick Garofalo il sindaco dei bambini PETRELLA TIFERNINA – È Patrik Garofalo il sindaco dei bambini di Petrella Tifernina, eletto domenica scorsa dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “L. Girardi”. Il neo baby primo cittadino ha ricevuto una pergamena dorata dal presidente provinciale dell’Unicef, Danilo Rana che recita: “Ognuno di noi ha il potere di cambiare il mondo per e con i bambini non esiste un fine migliore che quello di costruire un mondo in cui tutti i bambini possano crescere realizzandosi pienamente grazie alla salute, alla pace e alla dignità”. (Kofi A. Annan). Il gesto, di alto significato simbolico, cade in occasione del 20esimo anniversario della giornata dei diritti dell’infanzia e rappresenta l’investitura che ricevono il sindaco e i consiglieri neoeletti: Silvia Garofalo, Vladimir Gasbarrino, Emanuele Amoroso, Diletta Camposarcone, Alfonso Marco, Ylenia Aversa, Alex Mattucci, Giuseppe Carosella, Adriana Ruscitto Marinelli. Si chiude così un percorso educativo iniziato con una delibera approvata, all’unanimità, il 4 luglio e realizzato attraverso diversi momenti formativi mirati a fornire ai ragazzi tutti gli strumenti, conoscitivi ed operativi, necessari alla realizzazione del progetto. Preziosa è stata la collaborazione con la scuola, che ha recepito con disponibilità ed apertura la proposta integrandone i contenuti con i programmi curriculari. Numerosi gli auguri e le congratulazioni al nuovo consiglio dei ragazzi, giunti dalle autorità convenute: il sindaco Fulvio di Lisio, il consigliere provinciale Pietro Montanaro, il consigliere comunale di minoranza, Alessandro Amoroso e il parroco don Domenico Di Franco per coltivare l’ambizione di fare di Petrella “una città amica dei bambini” con tanto di requisiti e di attestazioni ancora una volta firmati Unicef.

anche i due amministratori che lo hanno seguito in questa avventura. A prendere le redini dell’azienda nata anni fa e che in città si occupa dello smaltimento dei rifiuti e dello sgombero neve sarà d’Abate. Insieme a da due tecnici del Comune: uno dovrebbe essere Piacentino Salati, l’altro un’avvocatessa di cui però solo oggi si conoscerà la disponibilità. In questo periodo la nuova maggioranza vorrà conoscere un po’ meglio la questione, approfondire la lettura dei conti e magari trivare anche una strategia per migliorare la gestione di una società che da anni continua a fare acqua e ad accumulare debiti.

A reggere la società fino a gennaio un gruppo di tecnici capeggiato da D’Abate

I problemi seri della Lega Sannita Con tanti problemi seri da affrontare ci manca solo che Di Bartolomeo debba interessarsi in Consiglio comunale anche delle radici linguistiche campobassane. E’ plausibile che Lorenzo Lommano, a capo della Lega Sannita, incalzi il suo ufficio stampa per essere presente il più possibile sugli organi d’informazione ma tirare fuori dal cilindro argomenti, che pur se di spessore, poco si adattano al particolare momento che sta vivendo la nuova amministrazione può addirittura essere controproducente. “Sarebbe bellissimo e culturalmente interessante se il sindaco di Campobasso sen. Di Bartolomeo, accettasse la nostra proposta di tenere uno dei prossimi Consigli comunali in dialetto campobassano. Una richiesta ed un invito questo, che rivolgo ufficialmente al verace e tenace “campuascian” sen. Di Bartolomeo, proprio perché non ci vedo nessuno scandalo, anzi l’invito lo rivolgo anche a tutti e 136 sindaci del Molise, affinchè anche loro

possano fare altrettanto”. Questa la nota di Lorenzo Lommano che con la Lega Sannita, oltre ad un posto al sole, vuole anche difendere le tradizioni e l’identità locale molisana. “Dopo la caduta di stile di una personalità istituzionale come Fini - si legge ancora nella nota - noi della Lega Sannita siamo legittimati ad impegnarci ancora di più per difendere il nostro territorio, il Molise, i giovani, il lavoro, i disoccupati, i malati, gli anziani e le fasce sociali più deboli, ma anche a valorizzare e tutelare tutto ciò che rappresenta il nostro modo di essere molisani (un po’ di populismo non guasta quando si cercano proseliti). Ormai, ha concluso Lommano, alla politica spazzatura noi della Lega Sannita rispondiamo con i fatti (quali? ndr) e ci batteremo sempre per un Molise migliore, dove gli attori siano sempre i giovani (ma al vertice del partito ci si è messo proprio lui, Lommano, che i vent’anni li ha passati da un pezzo) e la loro legittima aspirazione ad avere un posto di lavoro”. rp

11 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


“Matrimonio”politico tra Melogli e Scarabeo

Ritrovata ad Isernia auto rubata a Frosinone

Il sindaco di Isernia Gabriele Melogli soddisfatto per l’ingresso di Massimiliano Scarabeo nell’Udc: “Non c'è che da gioire per l'ingresso del consigliere regionale nel nostro partito, Scarabeo darà un notevole e grosso contributo all'Udc”. Melogli, leader del partito centrista ad Isernia, quindi, non nasconde certo auspici e strategie.

È stata ritrovata, nella notte, un’auto rubata. La macchina abbandonata, da tempo, in località Le Piane è frutto di un furto avvenuto circa un mese fa a Frosinone. A scoprire il mezzo, parcheggiato in un’area isolata a nord della Città, gli uomini della Questura di Isernia che, allertati da un allarme scattato in un’abitazione, si sono recati sul posto.

ANNO II - N° 262 MERTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - tel 0865.414168 email: lagazzettaisernia@alice.it

L’OSCAR DEL GIORNO AD ALESSIO PAPA

Alla conquista della Giunta

Per l’ambiente si dovrebbe fare di più e i primi attori protagonisti dovrebbero essere le amministrazioni locali. Sono gli enti che dovrebbero sostenere delle politiche energetiche con l’introduzione di incentivi economici, inserire in Agenda una pianificazione e partecipazione ambientale, pubblicizzare un eco management, volto all’utilizzo di carta riciclata negli uffici, auto ecologiche, magari quelle comunali, raccolta differenziata all’interno delle strutture pubbliche. È per questo che, da anni, la libera associazione per la tutela Socio Ambientale Molisana “Falco” si batte affinché anche gli Enti collaborino per un Molise davvero più pulito e sano. Al Presidente della “Falco” Alessio Papa, per questo impegno quotidiano, va il nostro oscar del giorno.

IL TAPIRO DEL GIORNO AI CITTADINI DI ISERNIA

Il tapiro di oggi va ai cittadini di Isernia che, in quanto ad attenzioni nei confronti dell’ambiente, non sono certo encomiabili. I risultati dell’indagine di Legambiente, vedono infatti la città di Isernia al 95esimo posto nella classifica sull’ecosostenibilità. I bilanci da primati poco invidiabili derivano, oltre da elevate perdite della rete idrica (cosa che non dipendedai cittadini, ma dagli amministratori) da un elevato tasso di motorizzazione ed una quasi inesistente percentuale di raccolta differenziata. Ad Isernia si ha l’abitudine di fare anche pochi metri con l’auto o con il motorino e questo contribuisce ad inquinare la città. Se si continua così, altro che isola felice, Isernia diventerà alla stregua delle grandi ed invivibili metropoli.

www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA “Troppe macchine, sprechi e niente raccolta differenziata, così peggiora la qualità di vita”

CRONACA

Ritrovata auto rubata

Isernia 95esima nella classifica sull’ecosostenibilità La libera associazione per la tutela Socio Ambientale Molisana “Falco”ha nei giorni scorsi esposto e commentato nel corso del convegno presso l’Ist. Comprensivo “A. Notte” di Macchiagodena i dati relativi all’ecosistema urbano delle nostre Province. L’Istituto “Notte”, diretto dalla Dott.ssa Rossella Simeone, ricordiamo ha partecipato alla setti mana DESS (decennio dell’educazione allo sviluppo sostenibile) e per la realizzazione del progetto” città e cittadinanza” l’Ass. Falco ha collaborato con gli studenti e i docenti della scuola Molisana. In occasione della settimana Dess, sono stati resi pubblici quindi i risultati dell’indagine di Legambiente sull’ Ecosistema Urbano. Si tratta di una indagine sulla vivibilità dei capoluoghi molisani. I dati evidenziano una “situazione malconcia” delle nostre cittadine, classificandosi Campobasso al 39° posto e Isernia addirittura al 95° posto. Gli indicatori che vengono presi in considerazione sono l’aria, l’acqua, i rifiuti, i trasporti, l’ambiente urbano e l’energia. “Se da un lato, sostiene il

Alessio Falco, presidente dell’associazione Falco Presidente della “Falco” Alessio Papa, si registrano aspetti positivi per quanto riguarda i bassi consumi idrici ed energetici, la bassa produzione di rifiuti pro capite, una buona qualità dell’aria e dell’acqua, si registrano parimenti dei bilanci da primati poco invidiabili per quanto riguarda le elevate perdite della rete idrica, elevato tasso di motorizzazione, la bassa quantità di verde ur-

bano, e una quasi inesistente percentuale di raccolta differenziata”. Insomma uno scenario che tradisce le aspettative di isola felice che molto spesso viene attribuito all’ambiente Molisano, che poi tanto incontaminato non lo è. Si dovrebbe fare di più e i primi attori protagonisti dovrebbero essere le amministrazioni locali. Sono gli enti che dovrebbero sostenere delle politiche energetiche con l’introduzione di incentivi economici, inserire in Agenda una pianificazione e partecipazione ambientale, pubblicizzare un eco management, volto all’utilizzo di carta riciclata negli uffici, auto ecologiche, magari quelle comunali, raccolta differenziata all’interno delle strutture pubbliche. Insomma un’amministrazione che sappia recepire le numerose disposizioni legislative provenienti dalla Comunità Europea. Ed è quello che l’Ass. Falco chiede da sempre la collaborazione di una amministrazione provinciale e comunale. Attiva su questo versante che faccia della tutela ambientale una vera e propria mission. Inca

Carabinieri in festa per la Virgo Fidelis Nella cattedrale di Isernia, ieri alle 10,30 anche i Carabinieri del Comando Provinciale si sono raccolti per celebrare la ricorrenza della Santa Patrona la “Virgo Fidelis”. La Messa è stata officiata dal vescovo Visco che, nella sua omelia, ha tratteggiato il significato ed il valore che i carabinieri di tutta Italia attribuiscono alla ricorrenza ed alla venerazione della Madonna Patrona della Benemerita. Alla celebrazione hanno partecipato oltre ai Carabinieri della provincia, il prefetto D’Agostino, il presidente del Tribunale Ghionni, il questore Ciaramella ed il comandante provinciale del Corpo Forestale dello Potena e dei Vigili del Fuoco Palano. Al termine della S.Messa il comandante Provinciale Antonio Renzetti , nel ringraziare il vescovo Visco, ha esaltato il valore della “fedeltà” che ogni carabiniere sente e vive quotidianamente nell’adempimento dei propri doveri al servizio della collettività, talora sino all’estremo sacrificio della propria vita.

Eletto il nuovo segretario Uil scuola Il prof. Carlo Di Nezza è stato eletto nuovo segretario della Uil Scuola di Isernia. “Nel porgere al nuovo segretario gli auguri di buon lavoro, e nel ringraziare il segretario uscente Pasqualino Potena (nominato tesoriere) per il lavoro svolto, dalla segreteria della Uil comunicano i nominativi legittimati a rappresentare la Uil Scuola in sede di contrattazione di Istituto. Si tratta di Carlo Di Nezza, Enrico Di Nezza, Pasqualino Potena e Ferdinando A. Mancini.

14 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009

La proposta: conservatorio di musica a Venafro L’Assessore alla cultura Chiara Capobianco, con la collaborazione di più soggetti istituzionali, tra cui il direttore dell’orchestra Molisana Franz Albanese, punta alla realizzazione di un Conservatorio di Musica nella cittadina Molisana. “Venafro sarebbe un sito ideale, spiega l’assessore, per il grande bacino di utenza, che abbraccerebbe le tre Regioni limitrofe”.

È stata ritrovata, nella notte, un’auto rubata. La macchina abbandonata, da tempo, in località Le Piane è frutto di un furto avvenuto circa un mese fa a Frosinone. A scoprire il mezzo, parcheggiato in un’area isolata a nord della Città, gli uomini della Questura di Isernia che, allertati da un allarme scattato in un’abitazione, si sono recati sul posto per ispezionare la zona, troppo spesso nel mirino dei ladri. E se, da un lato, il falso allarme ha rassicurato gli abitanti del luogo, smentendo qualsiasi emergenza in corso, è servito anche ai poliziotti per scoprire qualcosa. Qui ad indicare l’auto ferma da giorni gli stessi proprietari della casa, svegliati dall’antifurto. Solo i successivi controlli hanno permesso di risalire al legittimo proprietario. Si tratta di una persona del frusinate, che ne aveva denunciato il furto nel mese di ottobre. Gli agenti non escludono che l’auto sia stata utilizzata per compiere un furto e poi abbandonata dai malviventi, che hanno fatto perdere ogni traccia di sé. L’auto sarà riconsegnata al proprietario.

Alcol, patenti ritirate Si conferma ancora una volta nel week end l’aumento delle persone che si mettono alla guida dell’auto dopo aver bevuto o consumato alcolici, in modo tale da superare la soglia del limite previsto dal Codice della Strada a tutela della sicurezza stradale. Dai controlli effettuati infatti a cavallo del fine settimana appena trascorso i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Venafro hanno denunciato due giovani, si tratta di un 24enne ed un 30enne residenti in due centri della piana venafrana. L’esito positivo dell’esame dell’etilometro comporta, come noto, oltre che la violazione di una norma penale del Codice della Strada che dà luogo alla denuncia con le conseguenze di affrontare un procedimento penale con sicura condanna poiché non sono previste successive consulenze o incidenti probatori, prevede anche il ritiro del documento di guida ed una sicura sospensione della patente. Inoltre è previsto anche il decurtamento dei punti.

Agnone, presentati alla gli eventi natalizi Oltre ‘Ndocciata, Davvero ricco di eventi il lungo ponte dell’Immacolata teatro, ad Agnone. La Pro-loco del paese alto molisano ha inicinema e ziato la distribuzione della brochure informativa sugli eventi che si svolgeranno in Paese. Il 2 Dicembre si ini- cultura zierà con una rappresentazione teatrale dal titolo”Chat a due Piazze”, seguirà il 5 e 6 Dicembre la proiezione del film “2012”. Sempre il 6, alle ore 17,00, ci sarà un incontro culturale presso Palazzo San Francesco, dal titolo “I fossili linguistici”. La notte del 7 dicembre i cinque gruppi della Ndocciata faranno una grande cena sagra alla quale sono invitati tutti. L’8 invece si svolgerà la tradizionale processione delle Ndocce. Negli stessi giorni le piazze del Paese ospiteranno una mostra mercato di artigianato artistico e dei prodotti tipici molisani. Tante piccole casette daranno vita ad una sorta di villaggio al centro del Paese. Saranno distribuiti nelle piazze tanti Afalò accompagnati da tanta musica e attrazioni. Insomma un appuntamento da non perdere, quanti non potranno parteciparvi sono invitati a farlo il 24 Dicembre, per la seconda Ndocciata.

Da domani il reality per disabili Da martedì andrà in onda su Channel 4, un reality al quale parteciperanno solo disabili.“Cast off ”questo il titolo, gli unici protagonisti loro, i disabili, che si metteranno a confronto e si preparano ad affrontare le mille difficoltà di un’ isola deserta. Il tentativo, ovviamente oltre alla provocazione, è quello di far uscire dal ghetto queste persone.


ISERNIA Il Pdl fonda un gruppo unico e si lancia all’assalto della Giunta Fiocco azzurro in casa Pdl, ad Isernia è nato il gruppo unico del centro destra. Un parto naturale che giunge in maniera spontanea dopo la costituzione del partito unico, lanciato dall’oramai celebre discorso del pedrellino del Presidente Berlusconi. La novità è giunta a margine dell’incontro tra le forze che costituiscono il Popolo delle Libertà, 20 consiglieri più 5 assessori che hanno firmato il documento di costituzione. La nascita del gruppo unico può essere vista

anche come monito all’operato del sindaco Melogli. E così passiamo al tema dell’allargamento di giunta. Il Pdl fa sul serio e vuole le poltrone mancanti: le 2-3 in esecutivo, ma anche quella di Presidente del consiglio. Per far questo il centro destra ha una rosa di candidati agguerriti che annovera i consiglieri Fabrizio, Di Pasquale, Chiacchieri, Sassi, Morelli, Lombardozzi, Potena, tutti ex forzisti ed il solo Cutone, eletto in quota An. L’allargamento di giunta, però, dovrà fare i conti con il ddl approvato dal Consiglio dei Ministri che ridurrà al termine del suo iter di 50 mila unità gli amministratori pubblici in Italia, in maniera graduale rispetto alla popolazione. E’ chiaro, quindi, che

il Molise il nuovo decreto si tradurrà in forti tagli sia al Comune che alla Provincia di Isernia. Secondo le tabelle previste dalla riforma, l’ente comunale dovrebbe passare a 25-30 consiglieri, rispetto agli attuali 40. In quest’ottica gli assessori potrebbero, anzi dovrebbero essere al massimo 6, assestando così un colpo mortale alla voglia di allargamento che sembra pervadere le principali forze politiche di Palazzo san Francesco. Lo stesso “codice delle autonomie”, così come pensato da Bossi e Calderoni, dovrebbe farsi sentire soprattutto nei comuni piccolissimi, decine e decine in regione. Qui scomparirà la giunta ed il sindaco governerà da solo, coaDaCi diuvato dai Consiglieri.

Scarabeo diventa il nuovo alleato di Melogli Il primo a dargli il benvenuto nella nuova famiglia era stato il consigliere regionale Luigi Terzano. Ora, a congratularsi con Massimiliano Scarabeo, è il sindaco di Isernia Gabriele Melogli, che sottolinea con soddisfazione la scelta del consigliere di entrare a far parte dell’Udc: “Non c'è che da gioire per l'ingresso del consigliere regionale nel nostro partito, Scarabeo darà un notevole e grosso contributo all'Udc”. Melogli, leader del partito centrista ad Isernia, quindi, non nasconde certo auspici e strategie: “Il nostro partito - ha aggiunto il primo cittadino - anche qui in Molise, ha grosse ambizioni e non si può che essere soddisfatti che sempre più amministratori ritengano di sposare ideali e progetti dell'Udc. Scarabeo, d'altronde, è da mesi che ha abbracciato il progetto del Grande Centro”. E di fatti di questo passaggio se ne parla addirittura da quest’estate. Già in luglio, era stato il consigliere provinciale Fausto

Pompeo ad auspicare l’entrata di Scarabeo nell’Udc. Pompeo aveva visto giusto, ma a ben guardare l’approdo nell’area di centro non era di difficile previsione. Dopo l’adesione di Patriciello al Pdl, infatti nell’area venafrana l’Udc era rimasta completamente scoperta. Con il “salto” di questi giorni ora per Scarabeo si è aperta una straordinaria opportunità politica. L’Udc, infatti, sembra essere la collocazione ideale per chi, come Scarabeo, in questo momento vuole essere alleato del Governatore Iorio ma senza precludersi altre strade. Il quadro politico quindi è in costante evoluzione e qualcuno comincia pensare a scenari nuovi ed inaspettati allo stesso tempo. Addirittura c’è chi vede nell’apertura di Melogli al nuovo arrivato, una strategia che rientra in un progetto più ampio che vedrebbe il riavvicinamento del sindaco ad Aldo Patriciello.

Automobilisti indisciplinati, Con l’auto in una scarpata, illesa donna diVenafro in città arrivano i rinforzi Il Comune di Isernia ha assunto cinque nuovi agenti di polizia municipale, utilizzando la graduatoria del concorso che venne concluso nel 2005 e le cui procedure finali furono sospese in attesa di sentenza del Consiglio di Stato che, lo scorso mese di settembre, si è pronunciato in modo favorevole all’Ente. “All’inizio del prossimo anno – ha pre-annunciato il sindaco Gabriele Melogli – verranno assunti altri due vigili. Questi sette contratti risolvono gran parte della carenza d’organico del corpo di polizia municipale, e danno altresì risposta alle esigenze occupazionali di alcuni giovani molisani”. “Le nuove assunzioni – ha dichiarato il dirigente del V settore, Giulio Castiello – sono state decise nel rispetto del principio del contenimento della spesa per il personale, previsto dalla legge finanziaria”.

A Venafro un meeting in onore di Padre Pio Si terrà sabato 28 Novembre nella basilica di San Nicandro a Venafro, a partire dalle ore 16 un convegno dal Titolo“Il Giovane Padre Pio a Venafro alla ricerca di Dio”.L’incontro organizzato dai Frati Cappuccini e dal Comitato per i convegni su P.Pio vedrà la realizzazione di un dibattito sulle problematiche e sugli stili di vita dei giovani di oggi e su P.Pio.

Piedi d’argilla torna in aula Dopo il rinvio del 3 novembre scorso, torna in aula l’udienza preliminare per l’inchiesta “Piedi d’argilla”. Il Gup del Tribunale di Cassino, tre settimane fa dispose il rinvio per un difetto di notifica. Otto gli indagati, tra cui spiccano i nomi dei fratelli Aldo e Gaetano Patriciello oltre a quelli di Cesare Di Bucci, Francesco Paolo Furner, Orlando Pallotta, Massimo Zullo, Francesco Paolo e Anna Maria Pirollo. Le accuse vanno dal falso ideologico alla truffa aggravata; le fasi di indagine si aprirono prospettando capi d’imputazione, poi scartati, ben più gravi come quelli relativi a possibili infiltrazioni malavitose nella gestione dei lavori di realizzazione della variante di Venafro.

Un attimo di distrazione che avrebbe potuto costarle davvero caro. Disavventura per fortuna senza conseguenze per una donna di Venafro, rimasta coinvolta ieri mattina in un incidente stradale avvenuto nei pressi di Pozzilli, mentre si stava recando a lavoro a bordo della sua utilitaria. Giunta all’altezza del Nucleo industriale di Isernia-Venafro, per cause comunque al vaglio degli inquirenti, la Ford “Fiesta” sulla quale viaggiava ha sbandato finendo in una piccola scarpata a bordo strada. La scena è stata vista da numerosissimi testimoni, alcuni dei quali hanno subito chiamato i soccorsi. In pochi minuti è giunta sul posto un’ambulanza di “Emergenza Volturno” che ha trasferito la donna, ancora sotto shock, al Santissimo Rosario di Venafro. Le sue condizioni erano tutto sommato buone, il personale medico, infatti le ha curato soltanto alcune lievi ferite. Le indagini del caso sono state affidate al Nucleo Operativo Radiomobile di Venafro, ma stando ai primi rilievi, alcune testimonianze ed il racconto diretto della donna, sembra che la causa dell’incidente sia da imputare ad una banale distrazione.

Cardiologia, convegno a Monteroduni Il 28 novembre 2009,presso il castello di Monteroduni,ci sara' la quinta edizione del Convegno della Cardiologia nel castello, dal titolo Cardiologia 2009,organizzato dal Centro di Prevenzione delle malattie cardiovascolari dell'Ospedale di Isernia.L'organizzatore dell'evento è il dr. Carlo Olivieri.

15 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


TERMOLI Il segretario di circolo del Pd, Claudio Nuonno, esprime perplessità sul senso dei nuovi organi

“Dubbi sulla commissione Sanità”

“Dopo tanto parlare di risparmio, il buco finanziario della sanità molisana non è diminuito” LARINO - Sono passati più giorni dalla decisione, da parte della maggioranza di centro destra, di creare tre nuove commissioni in seno al Consiglio regionale e nes-

sun segnale di ravvedimento si profila all’orizzonte. Pur essendo tutte e tre superflue, è soprattutto quella sulla sanità a lasciare tanti dubbi, perché sopraggiunge

dopo un anno in cui si è parlato solo di tagli e di risparmi (sulla pelle dei cittadini!) nel settore. Per di più, dopo la decisione del governo nazionale di affidare la sanità molisana a chi la ha gestita finora (e quindi, perché commissariare?), dopo la scelta di affiancare al commissario un sub-commissario e di accettare pure un assessore regionale (qual è il loro ruolo, visto che è tutto in mano al commissario?), ha senso costituire una commissione regionale per tale realtà? Se avessimo bisogno di apprendere qualcosa di nuovo, la risposta sarebbe : “è totalmente appropriata ed ha senso”. Ma poiché si sa già quasi tutto col semplice passaparola (siamo soli 350000 abitanti nell’intero Molise!), non credo che potrà indagare fatti, aggiungere novità e non incorrere in risposte di circostanza. Potrà essere precisa e puntuale sul perché sono stati chiusi molti reparti ospedalieri senza risparmiare un centesimo? E sul dove sono finiti i relativi primari, posti

letto ed attrezzature? E sulla capacità di erogare il servizio per il territorio? E poi, sul perché si sono dovuti attendere anni per chiudere le ASL (e c’è voluto l’intervento del governo nazionale)? Chiedersi dove lavorano i vecchi manager ASL? E riconoscere perché, dopo tanto parlare di risparmio, il buco finanziario della sanità molisana non è diminuito, tanto da rendersi necessario il commissariamento? Potrà la commissione dare risposte a tali quesiti del passato e, soprattutto, potrà avvicinarsi alla verità? E per il futuro, potranno le sue conclusioni, quando scomode, incidere sulle decisioni del commissario Iorio? Se la risposta è positiva, essa potrebbe avere un senso. Poiché è molto probabile che la risposta sia negativa, la commissione è del tutto superflua. E senza considerare l’aspetto economico di tutto ciò, che lascia sgomenti per la faciloneria con cui ancora si procede, nonostante i richiami all’ordine, addirittura di un governo amico, quello Berlusconi. Claudio Nuonno Segretario Circolo PD Larino

Controlli e denunce dei carabinieri Continua l'opera di controllo sul territorio da pare dei carabinieri della Compagna di Larino e delle stazioni dipendenti. Nel centro frentano i miliari dell'Arma del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno segnalato alla Questura di Campobasso, e chiesto l'emissione del foglio di via obbligatorio, due fratelli pregiudicati napoletani, M.M., 35enne e M.M., 28 di anni. Entrambi si aggiravano per la cittadina e l loro modo di agire ha insospettito i carabinieri. Alla richiesta del motivo della loro presenza non hanno saputo dare una valida giustificazione e, visi i loro precedenti, é scattata la richiesta del foglio di via. A San Martino in Pensilis i carabinieri della locale Stazione hanno invece denunciato a piede libero P.G.M.., 34enne rumena, residente a Termoli per rifiuto di fornire indicazioni circa la propria identità personale ed inosservanza dell’orario di chiusura dell’attività commerciale. Durane un controllo i militari hanno contestato alla donna, titolare di un esercizio pubblico del paese, che il bar risultasse aperto oltre l’orario di chiusura. Alla richiesta dei suoi documenti la rumena si é rifiutata ed é scattata la sanzione di legge.

16 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009

Piano regolatore, interrogazione al sindaco GUGLIONESI - I consiglieri comunali di Continuità per il Futuro, Marcantonio e Pace, hanno presentato una interrogazione al sindaco chiedendo lumi e le real intenzioni dell'Amministrazione sul Piano Regolatore. Chiedono anche si sapere quali indicazioni sono state date ai progettisti e di ripristinare i link della documentazione nella pagina WEB del Comune.

Vietri, il sindaco incontra il manager dell’Asrem LARINO - Quale futuro per il Laboratorio Analisi dell’ospedale Vietri. Questo il tema di un incontro chiesto dal sindaco Guglielmo Giardino al direttore generale Asrem, Percopo. L'incontro, con relativa conferenza stampa, s terrà alle 12 di oggi in Municipio. L'incontro é stato chiesto dopo le voci di un ridimensionamento della struttura e un possibile trasferimento nell'ospedale di Termoli.


TERMOLI “La città tradita dal sindaco e dai partiti politici che lo sostengono” Bloccata

Campopiano, attacco a testa bassa contro l’amministrazione

TERMOLI – Dopo quelli portati da Albero Montano, ora é Oreste Campopiano cher sferra un duro

attacco all'amministrazione comunale e al sindaco Vincenzo Greco. Il consigliere di opposizione lo

Maestre ammalate sostituite da “bidelle” TERMOLI - Dopo le accuse da parte dei Consiglieri comunali di opposizione sulla instabilità finanziaria del Comune, una conferma giunge da alcune mamme che portano i loro piccoli alla scuola dell'infanzia comunale. Loredana e le altre genitrici denunciano pubblicamene una situazione capitata recentemente. “Sono la mamma di una dei bimbi che frequenta la classe dei Pulcini della scuola dell’infanzia comunale “Madonna delle Grazie”. Pago una retta mensile di 20 e di 80 per l’insegnamento dell’inglese e tante altre spese che qualsiasi scuola comporta. Tutto questo per sentirmi dire un bel giorno di ritirare in anticipo, dall’orario scolastico, i nostri figli perché le maestre sono ammalate e il Comune non ha i soldi per una supplente. Ora basta ! Siamo stanche ! Sono due anni che cerchiamo di andare incontro ai loro problemi”. Non ci sono commenti da fare perché, se tutto é vero e non dubitiamo di ciò, questa é la realtà.

Auguri al dottor Bruno Fraraccio TERMOLI - Bruno Fraraccio ha conseguito la sua 2^ Laurea in Fisioterapia presso L'Università "La Sapienza" di Roma - Facoltà di Medicina e Chirurgia I Polo Didattico del Molise I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli. Il dottore ha discusso la tesi in "Riabilitazione post-chirurgica. Le afasie: l'esercizio terapeutico nella rieducazione del paziente afasico", relatore Chiar.mo Dott.Giampiero Soldati, correlatore Dott.ssa Daneila Petrecca. A lui giungano gli della moglie Esther, il figliolo Eduardo e i familiari tutti. Complimenti anche dalla redazione de “La Gazzetta del Molise”.

fa con uno scritto molto pungente fino ad arrivare ad accusare il primo cittadino e la sua amministrazione di aver tradito Termoli. “Che Termoli sia stata tradita é un fatto difficilmente opinabile. Ed é stata tradita non solo da un uomo che pure aveva le capacità ed i presupposti per assicurare il cambiamento che gli veniva richiesto, ma anche dai partiti politici che hanno sostenuto quell’uomo e che non sono stati capaci di stabilire la rotta, di trasmettere all’elettorato le certezze che chiedeva, di offrire elementi di novità, di dimostrare in una parola quella “cultura di governo” che se non la si possiede, certamente non la si inventa nel volgere di una tornata elettorale. Oggi Termoli – continua Campopiano - oltre che tradita é una città

bloccata. Bloccata nelle attività economiche, nelle iniziative; bloccata nella programmazione, nella voglia di futuro, bloccata nella domanda di idee e strategie, che sole consentirebbero di raggiungere traguardi visibili ed importanti. Ma c’è un elemento di assoluta novità rispetto al passato (anche recente), che va colto per evitare troppo facili conclusioni o troppo superficiali letture del quadro politico locale. Tale elemento é costituito dalla volontà della gente di superare i partiti e gli schieramenti, individuando le donne e gli uomini che dovranno essere classe dirigente, sulla scorta della loro credibilità, novità, capacità di fare squadra, di sollecitare entusiasmi ed emozioni e ciò a prescindere dalla loro col-

nelle attività economiche, nelle iniziative, nella programmazione, nella voglia di futuro, nella domanda di idee e strategie

locazione ideale, culturale e politica. Raccogliere queste indicazioni che provengono dal basso conclude Campopiano -, fare uscire dalla indifferenza e dal diffuso assenteismo le energie migliori della nostra comunità deve diventare l’obiettivo di chi vuole spendersi per far tornare la Politica ad essere servizio e scongiurare il deprimente esodo di tanti giovani che non trovano più i necessari stimoli per guardare al loro futuro nel nostro territorio”.

Pd, sono molti i problemi ancora da affrontare TERMOLI - Ad un mese dalle primarie del PD non riesco ancora a capire perché tanto silenzio e indifferenza (mi si perdoni il termine) nei confronti dei 450 tesserati e degli elettori tutti, da parte del partito. È pur vero che gli impegni del neo eletto Danilo Leva sono tanti, ma è altrettanto vero che di problemi all'interno del PD di Termoli ce ne sono molti e andrebbero affrontati con una certa solerzia. Non me ne vogliano i vari gruppi che sono all'interno dell'Amministrazione comunale termolese. Non sono contro il proliferare di ideali sacrosanti e rispettabili. Le scissioni a volte possono costituire una ricchezza per il Partito se c'è convergenza di intenti. A tutt'oggi questo non ci è

dato sapere. Per questo e per le mille difficoltà che affliggono la nostra città, ritengo sia opportuno avviare un dibattito tra tutti gli iscritti che espliciti in riunione tematiche sui vari problemi; un precongresso che sfoci in un

Carabinieri arrestano donna ricercata

Nucleo Industriale, chiuso l'accesso al viadotto

TERMOLI - I carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Pescara per furto con strappo e simulazione di reato, I.P. 34enne operaia di Montesilvano (PE). La donna era ricercata perché deve scontare una pena di 6 mesi e 13 giorni di reclusione.

TERMOLI – Fino al 23 Dicembre resta chiuso al transito il viadotto di accesso alla zona A del Nucleo Industriale, interessato a lavori di manutenzione finanziai dal Cipe. Pertanto si potrà accedere alla zona dall’ingresso presso il casello autostradale da Termoli verso Campobasso e da Campobasso verso Termoli, dalla Sp 161 (ex Ss 16) se si arriva da Campomarino oppure dalla provinciale 84 da Portocannone.

congresso cittadino all'interno del quale ognuno possa eviscerare liberamente il proprio parere con un confronto sereno e democratico. Oggi, più che mai, si ha bisogno di chiarezza, di democrazia. Le scelte vanno fatte democraticamente nel rispetto delle varie anime che compongono il partito e non nelle alcove di una ristretta cerchia di piccoli democratici. Un Partito come il PD, non può e non deve cadere in certi errori di vecchia politica autoritaria. È indispensabile l'autocritica. Solo con un'apertura verso gli altri e con progetti seri ci si può definire Democratici. Il democratismo lasciamolo agli altri. Antonietta Siviero circolo PD Termoli

17 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


Contro il Campobasso anche la sfortuna

Volley, la Katay Isernia risorge in Versilia

Ora ci si è messa anche la sfortuna a condizionare il cammino del Campobasso. I rossoblù hanno rimediato la quarta sconfitta interna in sei gare disputate al Selva Piana, ma questa volta in maniera assolutamente immeritata. A PAG. 20

Katay Geotec vietata ai deboli di cuore! A Forte dei Marmi, contro la Quasar Massa, la compagine biancoazzurra fa “tutto ed il contrario di tutto” nei primi due set; va sotto per 20 e quando, tutti si aspettano il crollo definitivo, trova forza e capacità per ribaltare il risultato e trovare la vittoria al tie-break. A PAG. 22

ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Il Trivento vola... ...e continua a sognare

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI TIFOSI DEL TERMOLI Ma il Termoli domenica non giocava a Guardialfiera? La risposta è sì, ma i supporters della squadra termolese, ultima nel campionato regionale d’Eccellenza, hanno pensato bene di recarsi al Selva Piana per incitare il Chieti che affrontava il Campobasso. Uno striscione giallorosso con scritto ‘Ultras Termoli’ campeggiava in curva sud tra i tifosi del Chieti. Una vera e propria vergogna che i tifosi di una squadra molisana sostengano una formazione abruzzese a discapito di un’altra molisana. Campanilismi ‘provincialotti’ di pochi invidiosi che farebbero bene a girare i campi dell’Eccellenza dove è impegnata la propria squadra. Tapiro inevitabile.

L’OSCAR DEL GIORNO AL VENAFRO CALCIO L’oscar sportivo di questa settimana non può che andare al Venafro che domenica ha conquistato il suo dodicesimo successo in altrettante gare di campionato, stabilendo il record nazionale. Nessuna squadra italiana, dalla serie A all’Eccellenza, è riuscita a far meglio del team guidato da Corrado Urbano che, sempre più lanciato verso il ritorno in interregionale, non sembra conoscere ostacoli né tantomeno rivali all’altezza. E’ una macchina da guerra questo Venafro che sta macinando gioco, punti e record. I tifosi bianconeri possono essere più che soddisfatti.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

IL FILM DELLA PARTITA Fotoservizio a cura di Antonio Rateni

48°: bolide di Manzo che colpisce la traversa

58°: rigore realizzato da Rosa, 0-1

88°: l’ingiusta espulsione di Gherardi

Lupi arrabbiati Sfortuna e arbitro contro i rossoblù Ora ci si è messa anche la sfortuna a condizionare il cammino del Campobasso. I rossoblù hanno rimediato la quarta sconfitta interna in sei gare disputate al Selva Piana, ma questa volta in maniera assolutamente immeritata. La cura La Cava si è vista soprattutto dal carattere e dalla grinta dimostrata dal Campobasso, ma anche dalle tante occasioni da rete create. Due traverse e un palo, oltre a numerosi miracoli del portiere avversario, migliore in

campo al termine del match. Il Chieti ha concluso una sola volta verso la porta difesa da Ascani, oltre al gol realizzato su calcio di rigore. E qui ci sarebbe molto da dire, visto che il penalty è stato completamente regalato dal mediocre Raciti di Acireale. La giacchetta nera non è stata all’altezza della situazione ed ha diretto a senso unico. Probabilmente le pressioni esercitate dal Chieti durante la scorsa settimana, dopo la gara Chieti-Civitanovese, hanno

La formazione di domenica del Campobasso

20 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009

Coppa Italia: Celi arbitrerà Napoli- Cittadella Sarà arbitrata da Domenico Celi Napoli-Cittadella, gara valevole per il 4/o turno di Coppa Italia in programma il 26/11 alle 20.30. Queste le altre designazioni: Chievo-Frosinone (25/11 ore 15): Tommasi; Siena-Novara (25/11 ore 18.30): Doveri; Atalanta-Lumezzane (26/11 ore 15): Guida; Palermo-Reggina (26/11 ore 20.30): Bergonzi.

fatto in modo che l’arbitro subisse una sorta di condizionamento. Un fischietto giovane ed inesperto, che in questa stagione ha ‘rifatto’ l’esordio nella CAN D dopo due anni di congedo, mandato ad arbitrare il big match della giornata davanti ad oltre 2.000 spettatori. Il Chieti ha avuto la meglio grazie al rigore regalato e i rossoblù hanno chiuso in dieci per l’espulsione, ingiusta, di Gherardi. A parte questo il Campobasso ha dominato l’incontro ed ha

Capone deluso a fine gara

avuto l’unico limite di non aver finalizzato. Il calcio è anche questo e la squadra di La Cava, senza far drammi ed abbattersi, deve tornare a lavorare con serenità, pensando ad una partita per volta, senza guardare, per il momento, la classifica generale. Se poi alla riapertura del mercato la situazione in graduatoria non sarà eccessivamente deficitaria si interverrà sul mercato. Mister La Cava ha chiesto a gran voce Tortora e De Carlo, ma molto dipenderà

dalle intenzioni di patron Capone. Tra le note liete della gara di domenica c’è sicuramente quella relativa ad Alfonso De Feo. Il classe ’91 è stato tra i migliori della squadra di casa ed ha arginato alla perfezione un elemento pericoloso come Scibilia. Dunque La Cava avrà un’alternativa importante per il futuro. Gli allenamenti riprenderanno questo pomeriggio e il gruppo inizierà a preparare la difficile trasferta di Porto Recanati. EB

Gherardi incredulo per l’espulsione

Chevanton in prova all'Atalanta Ernesto Chevanton, attaccante ventinovenne del Siviglia, è arrivato in prova per un mese all'Atalanta. L'uruguaiano cercherà di convincere l'allenatore Antonio Conte a tesserarlo. Chevanton negli ultimi tre anni ha giocato pochissime partite per colpa di infortuni e problemi vari: se dimostrerà di averli superati, a gennaio l'Atalanta depositerà in Lega il suo contratto visto che ha già l'accordo col Siviglia per il prestito fino a giugno.


S P O RT CALCIO - SERIE D

La sconfitta all’Acquasantianni ha complicato la posizione di classifica dei ragazzi di Farina

Trivento, poker al Bojano e terzo posto La squadra di Carannante è tornata al successo casalingo superando i matesini con una grande prova Atletico Trivento e Bojano si sono affrontati domenica per la prima volta in serie D. Per i gialloblu di casa si è trattato del secondo derby in campionato, dopo quello casalingo finito in parità con l’Olympia Agnonese. I matesini invece hanno chiuso il ciclo di partite contro le altre molisane, per quanto riguarda il girone di andata, ed il bilancio registra un pareggio, quello casalingo contro gli alto molisani, e due sconfitte in casa del Campobasso e del Trivento. Gara a senso unico quella di domenica all’Acquasantianni: la squadra di Roberto Carannante ha ritrovato la vittoria al cospetto del pubblico di casa(che mancava dal lontano 27 settembre)la settima stagionale in dodici gare disputate, uno score davvero invidiabile quello che sta caratterizzando il campionato dei trignini che al momento hanno subito un solo stop. Dopo un buon avvio degli ospiti che hanno tenuto testa agli avversari apparsi molto determinati sin dalle battute iniziali, la partita dei matesini, complice anche l’espulsione del difensore Anselmo, si è fermata dopo mezz’ora di gioco. Il Bojano di Gianfranco Farina si è spento strada facendo e nulla ha potuto contro un Trivento concreto e cinico che ha concesso poco o nulla agli avversari, sfruttando di contro tutte le occasioni da rete create. Il successo conquistato nel derby ha fatto compiere al Trivento un altro piccolo ma significativo passo in avanti in classifica: ora i gialloblù sono saliti al terzo posto a quota 24 punti,a due lunghezze di distacco dalla vicecapolista L’Aquila e a quattro dalla vetta occupata dalla Val Di Sangro. Per il Bojano invece la strada si fa sempre più in salita, i biancorossi sono scivolati in piena zona play out a quota 10 punti e in compagnia di Canistro e Miglianico. JSV

Nel numero di domani uno speciale dedicato al derby con tutti i protagonisti dentro e fuori dal campo

LE FOTO DEL MATCH

La formazione del Trivento

La formazione del Bojano

Il mister del Bojano Farina

La soddisfazione di mister Carannante

L’espulsione di Anselmo

Il servizio informativo

e di assistenza della

Regione Molise

Voria curato dallo staff medico

Francesco Farina a colloquio con Meo e Di Cristinzi

telefono

e-mail

web

sportelli

0874 4291 0865 4471

www.quiregionemolise.it

contactcenter@regione.molise.it

Campobasso: P.zza Cuoco, 8 Isernia: C.so Garibaldi, 167

21 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009


S P O RT CALCIO SERIE D

Fenice Isernia: dall’Inferno al Paradiso Contro la Quasar Massa, la Katay Geotec, sotto 2-0, è riuscita a recuperare e vincere al tie-break Katay Geotec vietata ai deboli di cuore! A Forte dei Marmi, contro la Quasar Massa (in diretta televisiva su Snai Sat), la compagine biancoazzurra fa “tutto ed il contrario di tutto” nei primi due set; va sotto per 2-0 e quando, tutti si aspettano il crollo definitivo, trova forza e capacità per ribaltare il risultato e trovare la vittoria al tie-break. Dopo un primo set giocato alla pari nella prima frazione e perso dalla squadra di Marco Fenoglio ai vantaggi dopo aver sprecato un paio di set-ball, le due squadre danno vita ad un secondo parziale che ha dell’incredibile. Le due formazioni procedono a “braccetto” fino al secondo time-

out tecnico (16-14 per i padroni di casa); al rientro in campo la Quasar (con un Matteo Bertoli, “ex” di giornata, in gran spolvero) allunga fino al 18-14. A questo punto, però, durante un time-out chiamato da Fenoglio, finalmente gli arbitri danno ascolto alle proteste molisane (costate anche in precedenza un cartellino giallo) e si accorgono di un errore nella rotazione dei toscani. Gara sospesa alcuni minuti, fino a quando i direttori di gara decidono (tra vibranti proteste) di togliere ben nove punti alla Quasar. Si riparte dal 14-9 per la Katay Geotec che prova ad approfittare della situazione. Oro e compagni vanno avanti fino al 20-14, ma,

come successo sette giorni prima con Sora, vengono colpiti da una sorta di black-out generale che permette ai padroni di casa di compiere una strepitosa rimonta e vincere addirittura il set. Sull’orlo del baratro, però, la squadra isernina ritrova il suo gioco e con autorità prima incamera il terzo parziale e poi riesce ad impattare nel conto dei set, malgrado qualche sbandamento nel finale del quarto. Il tie-brek è lo specchio dell’intero incontro. Katay Geotec avanti fino al 9-4. Sembra fatta, ma la Quasar riesce a raggiungere sul 13 pari gli isernini. E’ un attacco out di Rodrigues a consegnare la vittoria ai molisani.

CALCIO A 5

La Scarabeo Venafro pareggia in trasferta con una formazione rimaneggiata

Il goal di Negri Nell'ottava giornata del Campionato di Serie B la Scarabeo Calcio a 5 Venafro affronta il Manfredonia Calcio a 5 sul campo neutro di Ruvo di Puglia, per squalifica del terreno di gioco dei pugliesi, e pareggia per 3 a 3, avendo condotto la gara sempre in vantaggio. Un incontro equilibrato con i venafrani che hanno giocato una partita molto tattica, vista l'assenza di Moral per influenza, Correa in recupero dopo l'infortunio, Silvestri che potrà giocare a partire da Dicembre, con Terenzi che ha giocato anche se afflitto da problemi gastrointestinali e Natale infortunatosi in fase di riscaldamento. Nel primo tempo il Mister dei venafrani, Adriano Cuzzi, dispone il baricentro della squadra sulla difensiva, per poter sfruttare le ripartenze. La tattica ha i suoi effetti, e dopo nove minuti gli ospiti passano in vantaggio con Valvona, bravo a sfruttare un assist sul secondo palo di Boromeo. I pugliesi pareggiato dopo tre minuti con Di Stefano che recupera su Peluso e sorprende Tomeo in uscita con un tiro debole e fortunato, che passa fra le gambe dell'estremo difensore dei mo-

22 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009

lisani. Al 12' Delli Carpini in pressing ruba palla agli avversari e sigla il suo terzo goal stagionale con un secco e bel tiro ad incrociare il palo opposto, che non lascia scampo al portiere avversario. A poco meno di un minuto dalla fine del primo tempo De Nida ha un bel guizzo sulla destra e con un diagonale a mezza altezza, che riesce a filtrare fra una selva di gambe, segna il goal del 2 a 2. Nella ripresa l'atteggiamento tattico muta un po', con la Scarabeo Venafro più intraprendente in attacco e nel pressing. Buone occasioni da una parte e dall'altra, fino al 15' quando Di Padua si allunga sulla destra e pesca con un tiro teso sul secondo palo la deviazione del “bello della Scarabeo”, Andrea Negri. Passa solo un minuto che il Manfredonia pareggia con Ese, bravo a sfruttare la solita ingenuità della difesa venafrana. Nel finale i ragazzi di Mister Cuzzi ricercano la vittoria con una buona intensità di gioco, a cui risponde un Manfredonia sempre pericoloso. A fine gara il nuovo direttore sportivo Nicandro Ricamato ha così commentato la gara: “Siamo rammaricati di non aver portata a casa l'intera posta in palio, visto che il nostro obiettivo era quello, ma bisogna accettare, come sempre, il risultato maturato sul campo a causa anche delle assenze importanti che già avevamo, a cui si sono aggiunte quella all'ultimo minuto del brasiliano Moral colpito da un improvviso attacco influenzale, l'infortunio di Natale in fase di riscaldamento, e con Terenzi alle prese con problemi gastrointestinali. Per come è andata la partita il risultato ci sta un po' stretto visto che siamo stati sempre in vantaggio e non siamo stati in grado di gestire bene questa condizione favorevole. Da Lunedì ci concentreremo sulla prossima gara contro lo Sporting Altamura, in cui speriamo di avere la rosa quasi al completo, visto che probabilmente avremo in campo per la seconda volta dall'inizio del campionato il brasiliano Correa, con il solo Silvestri che potrà dare il suo contributo solo a partire dal mese di Dicembre”.

Coach Fenoglio

BASKET FEMMINILE

La Women’s batte per la seconda volta il Bari

La Giugliano in azione E tornano a vincere le ragazze della Women’s Basket Campobasso Regione Molise. Dimenticata completamente la partita contro il Potenza la squadra di coach Ladomorzi dimostra di nuovo tutto il suo carattere e la sua grinta. Le campobassane hanno lasciato qualche speranza all’avversaria, ma solo nel primo quarto, chiusosi positivamente per le baresi ma non più replicato durante i restanti 30 minuti di gioco. “Un incontro intenso” commenta l’allenatore della Women’s - “complicato all’inizio e durante il quale una grossa mano ci è stata data dall’infor-

tunio della Pastore, senza dubbio la giocatrice più rappresentativa del Bari. Abbiamo avuto un black out nel secondo quarto ma poi abbiamo ripreso i nostri ritmi di gioco tornando sui binari giusti”. Match delicato e dal risultato importante ma vissuto da protagonista per la Women’s che non ha potuto, però, contare sulle capacità di Ferrazza e Giuliano, assenze tuttavia ben rimpiazzate da Babino e compagne, con ottime azioni di gioco per Lombardo e Anastasio con ben 31 punti a canestro. Di contro una Primadonna Bari diversa da quella incontrata durante la prima fase: una squadra ora più pronta e determinata a vincere che, infatti, ha dato qualche problema alle campobassane le quali, continua coach Ladomorzi “hanno giocato molto meglio in attacco e contro la difesa zona, dimostrando, così, grandi passi in avanti rispetto all’incontro con il Potenza”.

Bari: 30 milioni è l’ offerta del gruppo Meleam

Il presidente del Potenza era già inibito

Un impegno di oltre 30 mln di euro per portare in 5 anni il Bari nell'orbita dell'Europa calcistica. E' l'offerta del gruppo Meleam ai Matarrese. Al Bari, però, non è arrivato ancora nulla di ufficiale, sostiene l'ad Salvatore Matarrese jr. L'offerta della Meleam prevede che tutto avvenga tra l'1/1 2010 e la fine dell'attuale campionato. Se il Bari retrocedesse, ci dovrebbe essere una clausola che riporta la società in mano ai Matarrese. Previsti 12 mln per rilevare il pacchetto azionario.

La Figc ha chiesto di acquisire gli atti dell'inchiesta che ha portato all'arresto del presidente del Potenza Giuseppe Postiglione. Il dirigente era già stato sottoposto a un procedimento di giustizia sportiva per un illecito in Potenza-Salernitana del 20 aprile 2008 per cui era stato inibito fino al febbraio 2009, mentre al Potenza erano stati inflitti 3 punti di penalizzazione nel girone B della 1/a Divisione. La Figc valuterà l'ipotesi della riapertura del processo sportivo.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Castagnole agnonesi o loffe 7 uova 300 g di zucchero n 5 cucchiaini di olio di oliva un cucchiaino di alcol per liquori q. b. di farina 00

Per la copertura: 300 g di zucchero 300 g di acqua 300 g di cioccolato fondente 3 albumi un pizzico di sale

Per le castagnole battere bene in una terrina le uova con lo zucchero fino a renderle spumose, aggiungete mescolando l’olio e l’alcol ed a pioggia tanta farina quanto ne assorbe il composto, che deve essere di giusta consistenza. Versarlo sulla spianatoia, impastate per bene e dal panetto ricavate delle pallotte grosse come una noce. Disponetele in una teglia unta e spolverizzata di farina e fatele cuocere in forno preriscaldato a temperatura media per una quindicina di minuti. Nel frattempo, preparate la copertura: versate l’acqua in una casseruola, fatevi sciogliere a bagnomaria lo zucchero e il cioccolato ridotto a pezzi, mescolando fino ad ottenere uno sciroppo denso e filante. Battete a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale, versateli a filo nello sciroppo poi mescolate delicatamente dal basso verso l’alto. Continuate la cottura a bagnomaria per pochi minuti, quindi togliete lo sciroppo dal fuoco e, ancora caldo, aiutandovi con una forchetta o una pinza immergetevi le castagnole fino ricoprirle interamente. Mettetele d asciugare su una gratella, quindi nei pirottini o in un vassoio. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno CASTIGLIONE Via XXIV Maggio, 14 Tel. 0874.65105 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno FORTINI P.zza G. Carducci, 15 Tel. 0865.414123 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

TERMOLI Farmacia di turno CENTRALE - C.so Nazionale, 102 - Tel. 0875.702492 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:52 06:49 08:39 09:35 11:25 12:30 14:11 14:12 16:02 17:14 19:04 17:40 19:30 18:23 20:13 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:36 06:25 08:15 12:08 13:58 13:22 15:12 14:30 16:20 16:00 17:50 17:14 18:55 18:40 20:30 20:40 22:30 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:00 06:24 06:54 13:00 14:15 16:25 18:00

Arrivo 07:48 09:16 10:47 16:03 18:13 20:02 21:00

Partenza Arrivo 05:45 08:53 08:25 11:40 14:10 17:16 14:15 18:00 16:25 19:25 19:35 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

NAPOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

(NON DIRETTI)

Partenza 06:15 08:20 09:15 14:00 14:15 16:00 17:15 19:40

Arrivo 09:25 12:05 12:25 17:30 17:30 20:15 20:50 23:00

Partenza 05:03 05:51 12:14 12:40 14:15 17:30 19:43

Arrivo 08:35 08:55 15:25 16:02 17:10 20:30 22:35

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

A D N E AG

Ariete - In questa giornata ci sarebbe la possibilità di completare un progetto, in quanto sarete ben predisposti nei confronti dei vostri colleghi, collaboratori o clienti e quindi risulterà molto più semplice lavorare per il raggiungimento di uno scopo davvero valido, che possa portare a tutti un vantaggio! Toro - In questa giornata sarebbe bene iniziare subito a carburare, poiché avete bisogno di una spinta iniziale per poi proseguire con la stessa energia! Non potete permettervi proprio adesso di abbassare la guardia, poiché avete fatto tanto e bene, per poter arrivare a questo punto e non vorrete mica che il vostro capo cambi opinione su di voi! Gemelli - In questa giornata non pensate soltanto a raccimolare notizie positivie per voi stessi, cercate anche di far accadere qualcosa di positivo, ma non soltanto per voi, anche per chi vi sta intorno e cerca di mettervi sulla buona strada! Far contenti coloro che vi incitano ed essere più oculati o più premurosi, sarebbe davvero un buon inizio! Cancro - In questa giornata qualcuno vi chiederà di essere un tantino più giusti nei loro confronti ed evidentemente c'è qualcosa che ultimamente non va nei vostri rapporti sociali, oppure semplicemente c'è un amico che si sente trascurato! Spesso vi trovate voi nella situazione opposta, quindi sapete bene cosa si prova e non è affatto divertente! Leone - In questa giornata inizierete a giocare con una persona che vi è molto vicina ultimamente o che avete consciuto da poco, senza considerare il fatto che questa probabilmente, potrebbe stancarsi presto del vostro modo di fare, poco chiaro e poco esplicito! Cercate di scegliere una strada più seriosa fino a quando potete conservare questa specie di relazione! Vergine - In questa giornata vi dimostrerete un pochino troppo pessimisti nei confronti di situazioni lavorative e private che invece si dimostreranno più semplici del previsto da risolvere o chiarire. Probabilmente è il vostro umore alquanto sensibile a farvi reagire in questo modo, ma come sempre, Oroscopo.it vi consiglia: take it easy! Bilancia - Il vostro approccio con le persone in questa giornata dovrebbe essere leggermente meno espansivo del solito, poiché potrebbero esserci delle ragioni che dovrebbero portarvi a contenervi nelle effusioni affettive. Prima di agire, pensate al periodo che sta attraversando la persona che avete di fronte e vedrete che vi verrà spontaneo non fare troppo "rumore"! Scorpione - In questa giornata amici ed alleati potrebbero esservi molto utili, poiché ci saranno dei momenti in cui avrete bisogno dell'intervento altrui e del supporto di chi vi conosce bene e potrà garantire per voi! Certo, se in passato avreste pensato di più alle conseguenze delle vostre azioni, forse non sareste giunti a questo momento, ma non siete perfetti! Sagittario - Se cambierete troppo spesso il vostro umore, le persone che vi sono intorno, potrebbero anche reagire di conseguenza e per voi potrebbe non rappresentare un vantaggio! Siccome è un periodo positivo soprattutto per la parte affettiva della vostra vita, cercate di essere più positivi anche voi, ma questo vuole essere solo un consiglio spassionato! Capricorno - Oggi non potete pretendere di avere tutte le risposte alle vostre domande e neppure a quelle degli altri, per cui ponetevi dei limiti e soprattutto cercate di riconoscere i vostri limiti! Nessuno potrà restare male se ammetterete candidamente di non poterli aiutare questa volta, perché neppure voi sapete come fare, vedrete che basterà il vostro supporto emotivo! Acquario - Questa sarebbe proprio la giornata giusta per iniziare un nuovo ed entusiasmante progetto, che non dovrà riguardare necessariamente la vostra vita professionale, ma che potrebbe anche essere un hobby. L'importante è che abbiate la spinta e lo stimolo giusto per iniziare qualcosa e portarlo a termine, senza bloccarvi nel mezzo per mancanza di intenti! Pesci - In questa giornata fareste bene a non cercarvi delle situazioni in cui dovrete necessariamente discutere per far valere le vostre ragioni, per c ui evitate il contatto con quel tipo di persona che sapete non pensarla affatto come voi, altrimenti significa che ve lo siete proprio andati a cercare! Ricordate che non c'è niente di meglio farsi i fatti propri per non essere disturbati a propria volta!

23 ANNO II - N° 262 MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2009



lagazzettadelmolise24-11