Issuu on Google+

ANNO IV - N° 67 - MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A MICHELE PICCIANO

Il presidente del Consiglio regionale dà una bella sforbiciata ai costi della politica. Dando piena applicazione alle direttive della legge finanziaria volute dal ministro Tremonti, manda a dire ai consiglieri che non ci saranno più rimborsi per le missioni. Se vogliono, la benzina se la paghino da soli. I rubinetti della spesa infatti si chiudono e per ricevere nuove indennità bisognerà aspettare il 2012. Picciano strappa pure gli applausi di Michele Petraroia che esprime “massimo apprezzamento” per la fermezza del numero uno di palazzo Moffa. Non derogare oggi sui costi delle istituzioni, non è solo un atto di serietà istituzionale ma anche di coraggio politico. Una decisione da oscar!

IL TAPIRO DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO

Evidentemente, le continue lamentele del sindaco Di Bartolomeo – condite da altrettante ‘minacce’, più o meno velate, di dimissioni – non hanno giovato alla sua popolarità. A inchiodare, impietosamente, il primo cittadino di palazzo San Giorgio è stata anche la classifica dell’indagine Monitor Città, che ha rilevato il livello di consenso degli amministratori locali per il secondo semestre del 2010. Ebbene, l’indice di gradimento di big Gino sembra esser sceso oltre i minimi storici, scivolando addirittura fuori graduatoria. Quale miglior premio del nostro tapiro del giorno?

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

Omicidio Marinalva: Fortini condannato a 18 anni di carcere

Grossa operazione antidroga a Pescara: coinvolto anche il Molise

I ladri tornano a colpire Svaligiate abitazioni a San Martino in Pensilis

A PAG. 7

A PAG. 9

A PAG. 9

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO VIABILITA’ CAMPOBASSO - I problemi della rete viaria regionale, lo stato di attuazione degli interventi e la programmazione delle opere di competenza del compartimento regionale dell’Anas al centro dell’incontro di ieri mattina tra il presidente dell’Ance Molise, Edoardo Falcione e l’ingegnere Valter Bortolan. L’Anas ha fornito il quadro delle opere appaltate e di quelle progettate in attesa di finanziamento. Particolare attenzione è stata riservata alla situazione dell’autostrada Termoli-S.Vittore, in merito alla quale Bortolan ha espresso la convinzione che l’opera, nonostante alcuni ritardi, sarà comunque appaltata. Al tavolo anche il presidente di Assindustria, Michele Scasserra, il quale ha rappresentato la necessità per il Molise di dotarsi in tempi brevi di un’adeguata rete infrastrutturale che consenta agli imprenditori di uscire rapidamente dall’attuale situazione di isolamento migliorando il livello di qualità dei servizi per i cittadini della regione.

Faccia a faccia tra Bortolan e Falcione Il capo compartimento dell’Anas ha incontrato il vertice dell’Ance Rassicurazioni per la Termoli-San Vittore che a breve sarà appaltata

Edoardo Falcione

Valter Bortolan

Gradimento sindaci, big Gino precipita Il primo cittadino di Campobasso perde posizioni e non raggiunge la soglia minima per entrare nella classifica di Monitor città. In calo anche Melogli (Isernia) CAMPOBASSO – E’ in calo il gradimento dei sindaci Gabriele Melogli e Gino Di Bartolomeo. Lo dice la quattordicesima edizione dell’indagine Monitor Città, dell’istituto di ricerca Fullresearch, che ha rilevato il livello di consenso dei due amministratori per il secondo semestre del 2010. Il primo cittadino di Isernia ha perso, rispetto ai primi mesi dello stesso anno, 11 posizioni (-1,3%), mentre quello del capoluogo non è nemmeno entrato nell’elenco perché al di sotto

del 55%, che rappresenta la soglia minima. Si conferma al vertice della classifica Matteo Renzi, sindaco di Firenze che divide il primato con il collega di Verona, Flavio Tosi, seguito a ruota da Sergio Chiamparino, sindaco uscente di Torino, che con un +1,7 raggiunge quota 65,9% di giudizi positivi. Un ennesimo brutto colpo per l’ex senatore con il sogno di diventare sindaco della sua amata città. Gino Di Bartolomeo è stanco e minaccia dimissioni a ogni piè sospinto. I citta-

dini, che nel giugno del 2009 hanno tributato a big Gino il 65% dei consensi, hanno evidentemente avvertito il suo indebolimento tagliandolo fuori dalla speciale classifica dei super sindaci. Solo 6 mesi prima Di Bartolomeo rientrava per il rotto della cuffia con il 58,9% di gradimento, ora si trova, suo malgrado, al di sotto del limite minimo necessario per poter dire che è ancora amato dai campobassani. redpol

Eolico selvaggio, la Rete: presidio ad oltranza Anche la Provincia si unisce alla protesta contro “l’ennesimo assalto speculativo” CAMPOBASSO – “Resteremo qui a tempo indeterminato o, almeno, fino a quando il presidente Iorio non ascolterà le nostre richieste”. La Rete delle dei comitati e delle associazioni contro i rifiuti extra regionali, l’eolico e il fotovoltaico selvaggio nel Molise (ieri al secondo giorno di presidio davanti alla sede della giunta regionale) è ferma, decisa e senza tentennamenti nel portare avanti la sua battaglia. Una lotta su più fronti: dalla difesa della legge regionale numero 23/2010 (che tutela i siti archeologici e paesaggistici) innanzi alla Corte Costituzionale, alla “scandalosa” impugnativa del governo Berlusconi, solo per citare i più recenti. Inoltre, non bisogna dimenticare la minaccia nucleare (ancor più impellente dopo i fatti del Giappone) che rischia di coinvolgere direttamente il Molise con l’installazione di una centrale a Termoli e per cui la Rete chiede alla Regione una “ferma opposizione”. Per cui, sarebbe suicida abbassare la guardia anche dopo che due giorni fa il ministro allo Sviluppo economico, Paolo Romani, ha annunciato lo stop, pensando alle prossime scadenze elettorali, non certo agli interessi e al pa-

rere dei cittadini. Una battaglia condivisa anche dalla Provincia di Campobasso che, con gli assessori Nicola Occhionero e Giovanni Norante, ha partecipato domenica pomeriggio alla manifestazione contro l’eolico selvaggio che si è tenuta in località Sant’Elena, vicino all’omonima chiesa in territorio di San Giuliano di Puglia. Qui il pericolo è rappresentato da una serie di progetti presentata da più imprese che, se approvata, porterebbe alla costruzione di circa 200 pale eoliche nel raggio di pochi chilometri. Eppure, c’è qualcuno che gioca spigliatamente su due tavoli. Legambiente da sempre dice di battersi contro il nucleare, ma sembra, secondo l’associazione ASTe di Urbania (provincia di Pesaro-Urbino) che collabori con aziende che, direttamente o indirettamente, traggono parte dei propri profitti dall’atomo. L’iniziativa “Il vento per amico”, promossa da International Power in collaborazione con la stessa Legambiente, è partita a fine 2010 per sensibilizzare gli studenti delle scuole primarie e secondarie, e le loro famiglie, sul problema del risparmio energetico. L’iniziativa, realizzata con la direzione scientifica

di Legambiente, coinvolge anche il Molise oltre a Basilicata, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, 37 Comuni patrocinanti del sud Italia e delle isole, e oltre 3mila ragazzi delle scuole elementari e medie, nell’anno scolastico 2010-11. Il progetto prevede che esperti dell’associazione ambientalista, accompagnati dai tecnici di International Power, tengano lezioni nelle scuole. Ma qual è il ruolo di questa azienda in Italia? International Power è il primo produttore di energia elettrica da fonte eolica nel Paese 40 parchi eolici connessi in rete dislocati su 35 comuni in Molise, Campania, Puglia, Basilicata. Ma se si approfondisce meglio scopriamo che International Power fa parte del gruppo francese Gas de France Suez tramite la società New International Power. L’impresa transalpina, che opera anche in Italia, per la sua produzione di energia elettrica (decima a livello globale), sfrutta il nucleare per il 16%. Non solo. Sul suo sito Internet italiano, tra gli obiettivi, si legge: “Partecipazione al rilancio del programma nucleare”. Non è che a Legambiente questo “piccolo” particolare sia sfuggito? Adimo

AVVISO

ASREM Azienda Sanitaria Regionale Molise comunica che, venerdì 25 marzo 2011, verranno attivate le operazioni di migrazione telefonica dalla vecchia alla nuova centrale telefonica. Verrà quindi sospeso dalle ore 14,30 alle ore 18,30 il n. telefonico del centralino ASREM 4091. Per contattare il centralino ASREM saranno attivi i seguenti numeri:

0874-438104 0874-92245 3662094667 3292508023 Il servizio di Emergenza Territoriale “118” funzionerà regolarmente e potrà essere contattato senza alcun disservizio.


PRIMO PIANO Tredici milioni per guarire dal terremoto e dall’alluvione La Regione anticipa fondi per accelerare la ricostruzione nel cratere, ancora alle prese con gli effetti del sisma CAMPOBASSO – Dopo l’alluvione e la grandinata, piove denaro sul Molise. La Regione ha deciso di anticipare gli aiuti economici dello stato centrale, per incentivare la ricostruzione nel cratere, dopo il sisma del 2002 e per rilanciare le aree colpite dall’alluvione dell’anno seguente. La giunta regionale mette pertanto mano al portafoglio e, grazie alla mozione congiunta degli assessori Vitagliano e Di Sandro, dà il via libera all’erogazione di contributi in favore dei residenti “allocati nei villaggi provvisori”. Tredici milioni di euro, equamente divisi tra contributi per l’acquisto o la ricostruzione di immobili e agevolazioni tariffarie sul consumo di energia elettrica. Soldi che arriveranno subito nei comuni di Agnone, Bagnoli del Trigno, Fossalto, Lupara, Mafalda, Petacciato, San Giacomo degli Schiavoni, Santa Croce di Magliano, Tavenna, Toro e Trivento, per la soddisfazione degli abitanti e del governatore Iorio: “Abbiamo finanziato un piano straordinario approvato dalla Protezione civile nazionale, per ridare una casa a quei molisani che tra il 23 e il 25 gennaio del 2003 hanno subito danni irreparabili, fino all’inagibilità totale nell’abitazione di

proprietà”. I fondi saranno gestiti direttamente dalla Protezione civile, “senza intrusioni politiche” precisa l’assessore al Bilancio, Gianfranco Vitagliano, che poi spiega le ragioni che hanno spinto palazzo Moffa ad accelerare l’erogazione dei fondi. “Il governo regionale punta ad una rapida attuazione, perciò ha voluto anticipare queste risorse. Sarà poi com-

pito mio e del presidente Iorio riottenere dallo stato centrale, come ci è stato garantito dal Ministro Fitto nella recente visita a Campobasso, il rimborso” del finanziamento. Una boccata d’ossigeno dunque, tanto per i privati, titolari del diritto di proprietà o con regolare contratto d’affitto, che per le amministrazioni pubbliche, le quali potranno rivalersi delle spese sostenute per il ri-

pristino delle sedi e delle reti (viarie, idriche o elettriche). “In questo modo e in tempi brevi – conclude Michele Iorio – saranno risolti i problemi derivanti dalle calamità” del medio-basso Molise. Soddisfazione viene espressa anche dal capogruppo del Pd, Pardo Antonio D’Alete. Secondo la minoranza tuttavia, “le famiglie hanno dovuto affrontare da sole, per oltre un anno,

il costo altissimo” delle bollette energetiche. “Infatti – spiega il consigliere dei democratici – le strutture provvisorie in legno sono sprovviste di allacci del gas rendendo necessario un utilizzo eccezionale di elettricità”. Sulla pioggia di milioni dopo l’alluvione, in ogni caso, sotto tutti d’accordo. È una schiarita a lungo attesa nell’inverno del cratere. afv

Risarcimento danni, la Corte d’Appello accoglie il ricorso del Comune di San Giuliano

Luigi Barbieri sindaco di San Giuliano

Il ricorso presentato dall’avvocato Domenico Marinelli è stato accolto dal tribunale di Campobasso. La Corte d’Appello del capoluogo ha infatti stabilito che il comune di San Giuliano di Puglia non dovrà anticipare i risarcimenti alle famiglie che si sono costituite parte civile dopo il crollo della scuola Jovine a seguito del terribile terremoto del 2002, circostanza in cui persero la vita 27 bambini ed una insegnante. I giudici hanno infatti ritenuto che le somme a dispo-

sizione dell’amministrazione, ammontanti a circa 16 milioni di euro, non possono essere pignorate come invece aveva disposto il tribunale delle esecuzioni di Larino lo scorso febbraio. Quei fondi sono legati alla ricostruzione e non possono essere utilizzati per altri fini. Grande rammarico per le famiglie mentre il sindaco di San Giuliano di Puglia, Luigi Barbieri ha comunque ribadito che verranno cercate delle alternative per coprire i risarcimenti dovuti.


REGIONE Indecisione democratica Ieri faccia a faccia tra Leva, Fanelli e i partiti del centrosinistra Oggi l’assemblea del Pd, ancora in bilico tra il sindaco e Nagni CAMPOBASSO – Vertice top secret ieri sera in via Petrella. In vista dell’assemblea regionale del Pd di oggi, Danilo Leva e la minoranza dei democratici hanno fatto il punto sulle imminenti elezioni provinciali. Intorno al tavolo però, oltre al solito Roberto Ruta, c’erano pure Micaela Fanelli e gli esponenti dei partiti che hanno annunciato di voler sostenere il sindaco di Riccia nella corsa a palazzo Magno. Danilo Leva A sor-

presa è apparso pure Carmelo Parpiglia, a riprova del fatto che fino all’ultimo si sta cercando una mediazione con gli autoconvocati. Gli stessi che hanno chiesto un passo indietro sia di Nagni che della Fanelli, per individuare una soluzione terza e unanime. Quella di oggi dovrebbe pertanto essere l’ennesima giornata agitata in casa democrats, anche se non è dato sapere il perché dei musi lunghi della dirigenza del centrosinistra. Il numero uno del Pd infatti tiene la bocca chiusa: “Prima dell’assemblea non parlo”, ripete instancabile. Peccato che l’agitazione generale sia foriera di cambiamenti e che l’asse Di Pietro – Bersani non preannunci nulla di buono. Almeno per un Pd che dopo

aver faticosamente scelto la sua candidata, deve (forse) ricominciare daccapo. Pierpaolo Nagni resta alla finestra, cercando di scorgere le sagome di chi entra e di chi esce dalla sede del Pd: “A noi interessa trovare una quadra, però non corro dietro alle voci. Ogni giorno se ne sente una nuova e francamente io preferisco lavorare alla mia campagna elettorale”. Eppure il segretario regionale dell’Idv si lascia sfuggire uno sfogo, marchiando l’adunanza delle ultime ore come “un’operazioni tattica, poco interessante. Se vogliamo andare uniti – conclude Nagni – mi facciano capire qual è la proposta, al di là dei passi indietro. La valuteremo seriamente”. afv

Antonio Di Pietro

La Tintilia del Molise diventa Doc CAMPOBASSO – Il comitato Vitivinicolo nazionale ha sancito il riconoscimento e la relativa iscrizione della “D.o.c. Molise Tintilia” all’albo nazionale di tutela delle stesse. Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore regionale, Nicola Cavaliere: “È il riconoscimento della dedizione, della tenacia e della passione dei vitivinicoltori molisani che hanno dato e continuano a dare un contributo fondamentale al patrimonio enologico di eccellenza della nostra regione, nonché per le tradizioni e la storia di un territorio. Sono orgoglioso di questo riconoscimento perché la Tintilia del Molise – ha sottolineato – è uno dei prodotti eccellenti del nostro patrimonio agroalimentare. È un risultato che abbiamo forte-

Nicola Cavaliere: piena tutela per un grande simbolo mente voluto, conseguito attraverso l’attivazione, con la struttura tecnica dell’assessorato, di tutte le iniziative necessarie per imprimere una notevole accelerazione all’iter previsto per il riconoscimento, arenatosi per una serie di motivazioni. Il percorso – spiega Cavaliere – è stato ripreso anche grazie alle richieste che ci sono pervenute dal consorzio per la Tutela dei Vini del Molise, dalla Coldiretti e dalla filiera tutta, che hanno sostenuto con forza la posizione della Regione, rispetto alla necessità di riconoscere e certificare quel legame indissolubile, tra territorio e viticoltura, che

da secoli caratterizza la storia della nostra Regione”. Cavaliere, inoltre, riconosce che “i prodotti enogastronomici tipici e di qualità, sono centrali nelle strategie di marketing rivolte a consumatori e turisti, non solo per le loro apprezzate caratteristiche, ma soprattutto perché rappresentano e rispecchiano tutte le varietà del territorio. Il traguardo raggiunto è il segno di un sistema che funziona, di un movimento in continua crescita e sicuramente in questo percorso – ha concluso – non mancherà di certo un’attenzione particolare da parte delle istituzioni regionali”.

Laurea honoris causa a Cannata I complimenti del presidente Iorio CAMPOBASSO – Il presidente della Regione, Michele Iorio, ha inviato un messaggio di congratulazioni al magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise, Giovanni Cannata, per l’attribuzione, da parte della Valahia University in Târgoviste (Romania), della laurea Honoris Causa in Ingegneria Ambientale

e Biotecnologie. “Ti invio a nome mio personale, del governo Regionale e di tutto il Molise le più vive congratulazioni per il prestigioso riconoscimento, ricevuto da una delle più importanti e affermate università rumene – scrive Iorio –. È questo l’ennesimo apprezzamento per il tuo incessante

lavoro, profuso con instancabile passione per promuovere l’Università del Molise e attivare iniziative di collaborazione tra atenei, al fine mettere in campo progetti didattici e scientifici comuni e di riconosciuto spessore innovativo. Siamo da tempo abituati al tuo attivismo e all’entusiasmo che poni in ogni nuova

‘frontiera’. Quell’attivismo e quell’entusiasmo che ti hanno visto affrontare e vincere insieme alla tua, alla nostra, università tante sfide. Sono sicuro – conclude il governatore – che questa laurea ad honoris ti incoraggerà a fare sempre meglio per il bene del tuo ateneo e di chi vi studia e lavora”.


REGIONE De Matteis parla da presidente “Siamo diversi dal centrosinistra, molto più uniti Al parolaio e allo scontro vogliamo sostituire la sinergia tra Provincia e Regione, per il bene del territorio” di Aldo Fabio Venditto Una domanda a bruciapelo, De Matteis sarà il prossimo presidente della Provincia di Campobasso? “Io me lo auguro e penso di non peccare di presunzione nell’affermarlo. Le premesse sono buone, anche se si tratta sempre di una competizione elettorale ed è il caso di avere i piedi piantati per terra”. La sua coalizione sembra coesa e pare che il centrosinistra voglia darle una mano.

“Nel centrodestra c’è unità d’intenti, nonostante ci sia ancora qualcosa da limare… Stiamo lavorando per poter recuperare quelle forze (Niro e Velardi, ndr) che in prima battuta sembrerebbero ostacolare il mio cammino. Resto convinto, e per questo mi sto adoperando, affinché gli amici di tante battaglie rientrino con noi. Puntiamo ad un’alleanza forte e perciò vincente; sono sicuro che alla fine sarà così”. Il centrosinistra invece? “La situazione dei nostri avversari è sotto gli occhi di tutti. Le continue divergenze e le frantumazioni hanno allonta-

nato l’intesa e, almeno ad oggi, ci sono separazioni con tre candidature diverse. Questo però a noi non deve interessare, siamo abituati ad un centrosinistra inconcludente e parolaio, capace di fallire in tutti i luoghi dove ha governato e amministrato. In Molise, l’ultimo baluardo è la Provincia e noi cercheremo, anzi sono convinto che la riprenderemo”. Anche perché le elezioni provinciali sono un test per le regionali di novembre. “Certamente, tutto deve servire in ottica delle regionali. Avere i due enti dello stesso colore politico ci permetterebbe di affrontare con serenità i problemi e i programmi nell’interesse del territorio”. Così non è stato nel caso della diatriba sul Cosib, ad esempio. “Tra Regione e Provincia c’è sempre stata tensione a causa della guida di centrosinistra (dell’ente di via Roma, ndr). Penso al Cosib, alla sicurezza delle scuole; loro hanno inteso rinunciare al dialogo e invece sarebbe stato opportuno agire diversamente. Basti pensare che tutte le risorse le gestisce la Regione che le alloca tramite i trasferimenti”. Il consigliere fa una smorfia di disappunto e poi ricomincia: “Ci vuole maggiore condivisione e a tal proposito, sto lavorando con la coalizione per un programma in cui il ruolo della Regione sia ben evidente: non si può prescindere dalla centralità della prima istituzione molisana”.

Ne deduco che il giudizio sull’operato amministrativo e politico del centrosinistra alla Provincia è negativo. “È negativo, anche se non mi va di accusare D’Ascanio. Sul fronte politico non c’è mai stata una maggioranza compatta: prima l’Idv è uscito dalla giunta, poi addirittura il Pd era pronto ad andare dal notaio per firmare la sfiducia. Insomma, un fallimento. Sul fronte amministrativo, proprio l’assenza di una maggioranza stabile non ha permesso di affrontare i problemi che tutt’ora permangono”. Invece De Matteis rappresenta la stabilità? “Io credo di sì. Almeno ci sono le premesse: ritengo infatti di avere una squadra forte e unita che può dare risultati amministrativi positivi, rispondendo alle necessità del territorio”. E quali sono le priorità della Provincia? “Il programma lo stiamo sviluppando e non sarà fatto di proclami. Puntiamo principalmente sulla tutela dell’ambiente, dell’acqua e sulla gestione dei rifiuti, senza tralasciare la promozione del turismo naturalistico. Sappiamo poi quanto importanti siano le politiche del lavoro e vogliamo affrontare la sfida occupazionale in maniera trasparente, non come avvenuto fin qui. Infine, c’è la questione delle scuole sicure che affronteremo di concerto con la Regione, così come la viabilità”. Ambiente, rifiuti, lavoro, scuola e viabilità. De Matteis vuole diventare segretario del Pd?

Il consigliere sorride, scuotendo la tesa. “No grazie. Dico solo che le esigenze del territorio sono queste e su questi punti si concentrerà la nostra azione di governo. Però una cosa la voglia aggiungere, dobbiamo puntare sulla cultura, sulla valorizzazione effettiva del teatro Savoia come centro della nostra vita artistica”. A sinistra dicono che lei è l’uomo del presidente, scelto già prima di avviare il confronto tra i segretari dei partiti. Imposto da Michele Iorio. “La sinistra da anni mette in campo solo populismo e chiacchiere. I segretari del centrosinistra dovrebbero guardare alle divergenze dei loro partiti, visto che sono oggetto delle critiche dei loro elettori per la scelta di candidare Micaela Fanelli. Decisione per nulla condivisa, con Nagni che se n’è andato per la sua strada e gli autoconvocati che chiedono di rimettere tutto in discussione. Da noi si sceglie in modo diverso”. È quello che dice pure Danilo Leva. “L’unico obiettivo della minoranza è attaccare il presidente. Lo fanno da anni, senza alternative. La verità è che dopo il confronto, a un certo punto bisogna decidere. Noi lo facciamo, loro no”.


CAMPOBASSO Ieri la decisione della Corte d’Appello di Campobasso che ha ridotto di tre anni la pena a carico del geometra campano

Omicidio Marinalva, 18 anni di reclusione per Ignazio Fortini Pena ridotta di tre anni per Ignazio Fortini. Il geometra di Letino, condannato in primo grado a 21 anni di reclusione dovrà scontare 18 anni di carcere per l’omicidio di Marinalva Costa Silva. Ieri, in serata, la sentenza della Corte d’Appello di Campobasso. Dopo oltre sei ore di camera di consiglio è giunta le decisione. Lo sguardo dell’imputato impietrito. Sconforto e dolore per i familiari dell’uomo presenti in

aula. Rigettato, dunque, il ricorso della Procura. Il procuratore generale Di Ruzza, infatti, aveva chiesto per Fortini l’ergastolo. Accolte invece alcune attenuanti. Adesso sono attese le motivazioni che usciranno tra 90 giorni. Solo dopo, la difesa, rappresentata dagli avvocati Messere e Stellato, valuterà il ricorso in Cassazione. Per il procuratore generale “si è trattato di una pena esemplare, di una sentenza giu-

sta, del riconoscimento di colpevolezza dell’imputato”. Ieri, la lunga arringa dell’avvocato Messere in cui aveva ribadito la mancanza di prove certe che attestassero la responsabilità di Fortini. Il legale si era soffermato sul non corretto svolgimento delle indagini e sulla privazione delle garanzie riconosciute dalla legge nei confronti del geometra. Del resto da sempre la difesa ha parlato di elementi solo indiziari: “Non c’è l’arma del delitto, non si conosce bene l’ora della morte”. Prima del ritiro dei giudici anche le spontanee dichiarazioni di Fortini: “Sono 2 anni ed 8 mesi che sono in carcere e non ho ucciso nessuno. Chiedo una sentenza giusta, così finisce questo incubo. Sono innocente e spero che presto venga fuori la verità”. Aveva 48 anni Marinalva quando fu uccisa.

Le indagini degli inquirenti portarono all’arresto del giovane geometra, il quale ammise di essere stato a casa della donna e di avere avuto dei rapporti sessuali con lei qualche ora prima della morte. Per la Procura, alla base del delitto, un litigio legato al

La Provincia ‘tira le orecchie’ all’Arpa I prelievi al Cosib effettuati con la turbogas spenta. Lo ha ammesso anche l’agenzia regionale La centrale turbogas non era in funzione quando l’Arpa Molise ha effettuato i prelievi per attestare la conformità dei livelli di cloruri e fosfati presenti nei reflui aziendali del Cosib di Termoli. A dirlo è la Provincia di Campobasso che dopo la comunicazione ufficiale dell’agenzia per l’ambiente ironizza sul fatto che “finalmente hanno ammesso di aver effettuato le analisi agli scarichi dell’impianto di depurazione del consorzio quando la turbogas non era in esercizio”. Ecco perché “al fine di poter esercitare concretamente le funzioni di tutela ambientale ad essa demandate dalla legge, è ancora in attesa di ricevere dall’agenzia i dati analitici, più volte richiesti, dello scarico in questione, ma – ovviamente – questa volta con la turbogas in funzione!” Un passaggio necessario anche alla luce della recente sentenza del Tar Molise il quale ha riconosciuto che l’ente guidato da Nicola D’Ascanio ha operato correttamente. redpol

Operazione ‘Diamante’, attesa la decisione del Riesame Discusse ieri nel tribunale di Campobasso le istanze presentate dagli avvocati Claudio Santoro e Maurizio Pio Sono state discusse nel pomeriggio di ieri, nel tribunale di Campobasso, le istanze di riesame presentate dagli avvocati Claudio Santoro e Maurizio Pio circa le posizioni di Antonio Franco, Oriana Mariuta Leanca ed Elio Martino. Tutti coinvolti nell’operazione antiprostituzione denominata ‘Diamante’. Il legale Santoro, per Franco (considerato il capo dell’organizzazione), ha chiesto la scarcerazione o in sostituzione gli arresti domiciliari mentre per Leanca (compagna di Franco) la remissione in libertà e dunque la revoca dei domiciliari. Anche l’avvocato Pio ha richiesto la revoca dei domiciliari per il suo assistito, Martino (ufficialmente il titolare del locale finito sotto sequestro ma in realtà solo il prestanome). Nei guai anche Antonio Astore, buttafuori del night, la cui posizione verrà discussa domani. L’indagine, partita nel febbraio del 2010 a seguito della denuncia di un ragazza di origine rumena ingaggiata dall’organizzazione per lavorare all’interno del night club di via Labanca e

poco dopo licenziata perché non particolarmente compiacente con i clienti, ha consentito alla Squadra Mobile di Campobasso, di accertare che i componenti dell’associazione criminosa reclutavano numerose donne dell’est Europa le quali, a fronte di un contratto da ballerine o intrattenitrici, di fatto erano costrette ad appartarsi con i clienti. Le ragazze offrivano prestazioni sessuali per 20 euro ogni 15 minuti nei separé e per 50 euro ogni 20 minuti nei privè. Risultanze investigative a cui la polizia è giunta grazie ad intercettazioni telefoniche nei confronti di alcuni indagati, ad accessi all’interno del locale con apparecchi per le video riprese abilmente occultati su agenti ed ufficiali di polizia giudiziaria, nonché a servizi di appostamento e di pedinamento effettuati in abitazioni della città utilizzate dall’organizzazione per ospitare le ragazze e del locale notturno sotto inda-

prezzo della prestazione. Un diverbio, un raptus di follia da parte del giovane e poi l’omicidio. Ma Fortini si è da sempre dichiarato innocente. Al termine della sua arringa, l’avvocato Stellato ha chiesto l’assoluzione per il suo assistito.

gine”. Franco è stato denunciato anche per il reato di estorsione commesso ai danni di uno dei clienti del night finito sotto sequestro. La vittima, residente in un paese della provincia di Campobasso, è stato costretto a pagare due volte le prestazioni di ragazze appartatesi con lui in un privè. Tra i clienti del locale noti imprenditori, commercianti ed anche dei medici. (ms)


CAMPOBASSO L’operazione ha interessato anche il territorio provinciale campobassano

Blitz anti-droga: pioggia di arresti Le indagini erano partite da tempo. Esattamente dagli sviluppi investigativi seguiti all’omicidio del transessuale Manuela Di Cesare: da quel momento, nel mirino degli uomini della Squadra mobile di Pescara erano rientrati i traffici illeciti di sostanze stupefacenti allestiti da alcuni pregiudicati abruzzesi e campani, insieme ad alcune famiglie nomadi e stranieri di origine albanese. Dopo tre anni di

approfondimenti serrati, è scattato il blitz coordinato dalla Direzione centrale antidroga e dal servizio centrale operativo di Roma: ben trentasei ordinanze di custodia cautelare sono state emesse tra le province di Pescara, Campobasso, Napoli, Chieti, Teramo, Taranto, Macerata e Bergamo; 92 le persone indagate. Il sodalizio criminale smistava nel mercato centro-meridionale

italiano la droga proveniente da Albania, Campania e Lombardia: un commercio il cui valore superava i tre milioni di euro. Il blitz delle autorità, scattato alle prime luci dell’alba di ieri, ha concluso così un indagine ad ampio raggio, che ha portato al sequestro di 37 chili di eroina e cocaina: un altro duro colpo inflitto dalle forze dell’ordine al traffico di sostanze stupefacenti. RedKro

Scuola allievi di Polizia, interviene Berlusconi? Il futuro della struttura ancora in bilico, ma s’intravede una svolta Un destino apparentemente segnato, quello della Scuola allievi agenti di Campobasso. Incertezze e chiaroscuri continuano ad animare una situazione ormai annosa, che da tempo mette in discussione la persistenza dell’istituto campobassano. A nulla sono serviti gli appelli sindacali, le battaglie politiche, gli elogi dell’efficienza e della funzionalità della struttura e del suo personale: nonostante i costi gestionali irrisori, infatti, pare che il complesso si avvii a chiudere definitivamente i battenti. Ma nella giornata di ieri la ‘saga’ relativa al futuro dell’presidio formativo della polizia di Stato si è arricchita di un nuovo capitolo, di una nuova speranza di salvezza.A farsi carico della possibile ‘rifioritura’ del centro, è stata stavolta Sabrina De Camillis, che ieri mattina, dopo aver ricevuto una delegazione dei sindacati di Polizia, ha dichiarato di portare la vicenda all’attenzione del presidente del Consiglio Berlusconi. E, c’è da scommetterci, saranno in molti a sperare che non si tratti della solita bufala dettata da esigenze di campagna elettorale. Ad oggi, infatti, non c’è alcun provvedimento che sancisca l’imminente chiusura della scuola, nonostante l’attività didattica non venga però espletata da tempo, con un effetto negativo importante, oltre che per il territorio, per il personale impiegato nel polo.

Casalciprano, il Consiglio comunale più giovane d’Italia

San Martino, ladri ancora in azione I criminali hanno svaligiato diverse abitazioni nella notte di lunedì Dopo una breve tregua, i cosiddetti ‘topi d’appartamento’ tornano a far danni in Basso Molise. Stavolta, i ladri hanno preso di mira la zona di San Martino in Pensilis, svaligiando alcune abitazioni del paese nella notte tra lunedì e mar-

Un cambiamento, è il caso di dirlo, epocale: Casalciprano, paese di 587 abitanti in provincia di Campobasso, è il Comune italiano con il Consiglio municipale più giovane. Come confermato da Cittalia, l’amministrazione del centro molisano ha un’età media di 29 anni: la più bassa in ambito nazionale. Un primato che soddisfa in primis il sindaco Eliseo Castelli: “In un Paese in cui l'età media della popolazione e quella della politica in particolare sono decisamente alte, guidare un consiglio comunale composto da giovani è

tedì: portati via denaro contante, gioielli ed altri oggetti di valore. Malviventi abili nei ‘colpi’ quanto nella fuga: dopo aver derubato le malcapitate vittime, sono riusciti a darsela a gambe senza lasciare alcuna traccia. I proprietari si sono accorti dei furti perpetrati ai propri danni solamente il mattino seguente, provvedendo così a denunciare l’accaduto ai carabinieri della stazione locale. Non siamo ancora giunti nel periodo estivo, per eccellenza quello prediletto dai ladri d’appartamento, ma la paura sembra esser già tornata tra i residenti della zona. RedKro

stata ed è una sfida quotidiana che mi rende orgoglioso e dà alla mia Regione e a questo Paese un esempio di gioventù costruttiva, un'apertura positiva verso il futuro. Si sente da più parti parlare di ‘svecchiamento della classe dirigente’ , ‘ricambio generazionale’, addirittura di ‘rottamazione’; uscendo fuori dagli schemi della politica tradizionale, senza preordinati passaggi di consegne, siamo riusciti a concretizzare un cambiamento che segna, nel suo piccolo, qualcosa di unico”.


SPETTACOLI Sette brani emozionali per un’ora di musica nuda

La nuova lezione de IRDFDC E’ uscito il terzo disco della band molisana “Lessons 3” Appuntamenti CAMPOBASSO - Inaugura venerdì 25 marzo presso Momà arredi in via Tiberio l’esposizione fotografica di Rosario La Terza. CAMPOBASSO - Venerdì al Move serata latina. CAMPOBASSO - Venerdì al Red Passion serata caraibica. TERMOLI - Venerdì al Jet Set serata “Spring party”. Doppia area. CAMPOBASSO - Sabato 26 marzo alla discoteca Alexander set di Giusy Consoli. CAMPOBASSO - Sabato al Move live di Euphonica. CAMPOBASSO - Sabato al Red Passion serata burlesque con Vittoria Clicquot e le sue dancer. CAMPOBASSO - Sabato alla biblioteca Albino Corso di vocalità per direttori di coro e coristi. ISERNIA - Venerdì 2 aprile ospite al discobar La Strada il dj Christian Marchi. CASACALENDA - Sino al 31 maggio aperte le iscrizioni nell’ambito di Molisecinema per i concorsi di opere quali lungometraggi, corti, documentari.

TRIBUTO di Charles N. Papa La tv spara parole, applausi inutili, liti paradossali, notizie insulse, la radio propone musica si, ma quella decisa con le case discografiche, i concorsi non sempre sono meritocratici, i cd costano troppo, i concerti hanno prezzi semprè più inaccessibili. Insomma la musica tutta costa, non solo per chi ne fruisce, ma anche per chi la produce. Oggi, trovare un produttore, realizzare un disco, è impresa ardua. E riuscire a farlo non vuol dire aver raggiunto l’obiettivo, perchè poi è il mercato che conta, cioè le vendite. L’altro ieri Il rumore del fiore di carta (IRDFDC) ha pubblicato il terzo lavoro “Lesson 3, how to live without sense” dopo “Origami ‘62” (2005) e “Fallen” (2008).L’intenzione musicale è sempre la stessa, ormai

10 ANNO IV - N° 67 MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011

segno identificativo del gruppo, quella di arrivare a toccare corde emozionali che non sempre vengono sollecitate. Per convenzione il loro è post-rock o musica-nuda, ma in realtà è un insieme di sonorità che fanno di “Lesson 3” un album minimale, dove il tappeto sonoro imbastito dall’effettistica di tastiere e synth, diventano un incrocio tra pianoforte e tromba e dove la chitarra si cimenta in picchi generosi che sottolinea i break di batteria o l’imprvvisa impennata di pezzi come “Part-time superhero”. L’album segue un andamento che troverà sicuramente nuovi fan che andranno ad aggiungersi ai già numerosi della band.Un album trasversale che scivola via dai compromessi del mercato o dalle playlist radiofoniche, ma che trova

ampio respiro tra chi è alla ricerca di un disco che faccia per un attimo meditare. Che faccia sedere chi lo ha comprato, e metterlo sù un’altra volta, perchè sicuramente ad ogni ascolto si scopre un suono nuovo. “Lesson 3” si ascolta dopo la discoteca, certo non prima, insomma come dire, un disco che riequilibra la mente, che porta alla riscoperta di territori emozionali spesso poco praticati. Sette le tracce che compongono l’album in quasi un’ora di musica, che si chiude con la perla “The blind cosmonaut under the sea”, delicato momento che tira il sipario sul nuovo lavoro de IRDFDC e cioè Antonio Giambattista (synth), Nazario Graziano (guitars), Alessandro Mastrocola (bass, trumpet), Luciano Mastrocola (guitars) e Alessandro Salzmann (batteria).

LIVE

CAMPOBASSO - Venerdì alle 21.30 tributo a Frank Sinatra al Dopolavoro ferroviario. Sul palco Vincenzo Limongi, Nicola Cordisco, Marco Mancini, Nicola Corso, Donato Cimaglia. Ingresso ai tesserati.

ISERNIA - Venerdì all’ Holzaus il Casotanzino Ent. presenta il concerto di Roipnol witch, band composta da tre ragazze (Giuly, Lady, Tamara) e dal batterista Giorgio. Live dalle 22.30, ingresso libero.

Amarcord a teatro con “Happy days”

Rihanna flop in Usa prevendite scarse

Debutta il 24 marzo al Teatro della Luna di Assago (Milano) il musical "Happy Days", si sposterà poi a Napoli, Torino e Trieste. Prodotto dalla Compagnia della Rancia e ispirato al celebre telefilm americano sugli anni 50, lo show vede sul palco Riccardo Simone Berdini nei panni di Fonzie, Giovanni Boni è Howard Cunningham.

Benché nel resto del mondo i suoi concerti siano ancora richiestissimi, in quella che a tutti gli effetti è la sua patria d'elezione, gli USA, pare che gli affari non stiano andando a gonfie vele: stando a quanto riferito dal New York Post, Rihanna potrebbe essere costretta a cancellare alcuni spettacoli negli Stati Uniti per scarsità di prevendita.


ANNO I1 - N° 67 - MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO A ELIO FRANCESCHELLI

ISERNIA – Sarà Elio Franceschelli il protagonista della puntata de “Il Molise che va”, in onda oggi su Tlt Molise dopo tutti i telegiornali. La mostra «minimalanimal» dell’artista isernino, allestita presso lo storico Palazzo Orlando con il patrocinio del Comune di Isernia. Franceschelli vive e lavora fra l’Italia e New York e con quest’ultima sua esposizione in¬tende proporre una retrospettiva di opere che vanno dal 1990 al 2010. Si tratta d’una mostra di grande impatto visivo e dimensio-nale, che occuperà i tre piani del palazzo. Rimarrà aperta fino al 10 aprile e potrà essere visitata tutti i giorni, dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20. Al microfono di Michele D’Alessio, Elio Franceschelli ha ripercorso la storia e il significato delle sue opere.

IL TAPIRO DEL GIORNO A IL CITTADINO C’E’

Per la serie l’avevamo detto. Dopo tanto clamore sul ridimensionamento dell’ospedale di Agnone ecco finalmente la verità. A renderla nota non siamo noi ma gli stessi medici del presidio altomolisano. Secondo la dottoressa Sferra, infatti, intervenuta in un interessante convegno organizzato dall’associazione Il Glicine, non bisogna creare allarmismi. Certo, la situazione dell’ospedale è quella che è, e i tagli sono sotto gli occhi di tutti. Ma i livelli minimi di assistenza continuano ad essere garantiti. Tanto baccano per nulla, soprattutto da parte del comitato civico Il Cittadino c’è.

VORIA, ULTRA’ SENZA BANDIERE CRONACA

ISERNIA

CONTROLLI

Giallo a Carpinone Entrao in scena i carabinieri del Ris

Nel capoluogo pentro la bolletta dell’acqua più bassa d’Italia

Lavoro nero, denuncia e maxi multa per un imprenditore edile

A PAG. 15

A PAG. 16

A PAG. 14

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Bandiere,Voria spera nei mondiali Indagine tra la gente sulla vicenda tricolori nei magazzini ISERNIA – “Le 5mila euro di bandierine tricolore? Speriamo solo che l’Italia vinca i prossimi mondiali”, è questo uno degli scherzosi commenti degli isernini che hanno voluto dire la loro sul caso della settimana. Per chi non lo sapesse, infatti, il Comune di Isernia aveva acquistato circa 5mila euro di bandierine per tappezzare l’intero capoluogo pentro in occasione del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Ma i tricolori sono rimasti in magazzino. Colpa della pioggia secondo il vicesindaco Voria che

non ha permesso al tecnico di posizionare le bandiere. Lo stesso vicesindaco, scusandosi pubblicamente durante il Consiglio comunale ha annunciato che i tricolori saranno riutilizzati in altre occasioni, magari il giorno dell’arrivo del presidente Napolitano che inaugurerà l’auditorium. Ma cosa ne pensa la gente di questo spreco? Abbiamo ascoltato il parere di alcuni isernini. “Sono cose che possono accadere, purtroppo l’amministrazione non poteva essere a conoscenza delle

condizioni meteorologiche, l’importante che non rimangano negli scatoloni per sempre”, questo uno dei commenti riportati. Ma c’è chi invece, è abbastanza critico: “L’ennesimo sperpero di denaro pubblico, gli stessi soldi sarebbero potuti essere investiti per altri interventi ben più urgenti”. Altri commenti sono stati ancora più duri. E allora forse Voria e l’amministrazione comunale dovranno sperare che davvero l’Italia vinca i prossimi mondiali di calcio. In quel caso bandierine gratis per tutti.

Controlli dei carabinieri nei cantieri

Agnone, l’Istituto Alberghiero Lavoro nero, denunciato trionfa al concorso dedicato all’Europa un imprenditore edile

Il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Isernia, in stretta collaborazione con il Carabinieri della Compagnia di Agnone, ha effettuato numerosi controlli nel territorio dell’alto Molise, in merito alla sicurezza sui luoghi di lavoro per prevenire il fenomeno delle “morti bianche” ed il rispetto delle normative in materia contributiva ed assicurativa. Durante tali servizi, il titolare di un’impresa operante nel settore edile, di origine straniera già da alcuni anni operante nel settore dell’edilizia, è stato sanzionato per impiego di lavoratori in “nero”. Nei suoi confronti è stato adottato provvedimento di sospensione dell’attività, ed elevate sanzioni amministrative per circa seimila euro. Dovrà anche rispondere alla competente Autorità Giudiziaria per mancato rispetto delle norme imposte a sicurezza dei lavoratori in cantiere, motivo per il quale il personale ispettivo dell’Arma ha proceduto al sequestro penale del cantiere stesso che è stato affidato al proprietario committente.Il giorno precedente lo stesso Nucleo CC Ispettorato Lavoro ha segnalato all’A.G. il titolare di una ditta edile di un centro vicino al capoluogo provinciale, poiché quale responsabile della sicurezza ai sensi del nuovo Testo Unico della Sicurezza sul Lavoro approvato con D. Lgs n.81/2008, ometteva di porre in essere sull’area di cantiere, misure a tutela dei lavoratori.

14 ANNO IV - N° 67 MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011

AGNONE - Vittoria nel concorso scolastico riservato alle scuole superiori del Molise, della classe V sez A dell'Istituto Statale Alberghiero di Agnone. “54 anni insieme nella diversità”, questo il tema del concorso che aveva come centralità l'accrescimento e la consapevolezza dei ragazzi che frequentano gli Istituti superiori molisani sull'UE. "La classe V A dell’ I.P.S.S.A.R. di Agnone - ha affermato la dirigente Tonina Camperchioli - sotto la guida della prof.ssa di Lingua e civiltà straniera francese: Mariachiara Panzera, ha partecipato al concorso bandito dal deputato europeo Aldo Patriciello. Esso prevedeva due parti. Come Prima parte: un saggio di 500 parole massimo come un lavoro collettivo e doveva rispondere alla seguente domanda: “Secondo voi quali sono le maggiori sfide che l'Unione Europea dovrà affrontare nei prossimi 50 anni? Come può gestirle?”, mentre come seconda parte, una composizione visiva quale una presentazione Power Point, un video clip, un breve filmato, un montaggio fotografico (un gruppo di foto) o un poster, incentrati sul tema: “L'Europa nella nostra vita quotidiana”. La classe è risultata vincitrice grazie al saggio in lingua francese dal titolo: “Unie dans la diversitè” ed un videoclip e si recherà a Bruxelles oggi e domani, per visitare il Parlamento Europeo in occasione di una sessione plenaria". Il dirigente scolastico ringrazia gli alunni e i docenti per l’ottimo risultato raggiunto e accompagnerà la classe a Bruxelles.

Isernia, a scuola di archeologia

Incendio a Fornelli Discarica in fiamme

ISERNIA - Si terrà da lunedì 11 aprile a sabato 16 un corso che intende offrire a studenti, a laureati e a personale che a vario titolo è impegnato nella documentazione dei Beni Culturali la possibilità di acquisire esperienza diretta nel disegno dei reperti archeologici. Nato dalla collaborazione tra l’Associazione Culturale ArcheoIdea e il CERP.

FORNELLI - Un vasto incendio si è verificato nel pomeriggio di ieri nel territorio comunale di Fornelli. Le fiamme hanno interessato diversi ettari di bosco ed hanno lambito persino una discarica. Sul posto i Vigili del fuoco di Isernia che hanno chiesto l’intervento di un elicoterro della Protezione Civile per domare il rogo.


ISERNIA Giallo a Carpinone, arrivano i Ris Scurti:“La mia assistita è innocente” I carabinieri capitolini potrebbero analizzare gli oggetti sequestrati L’avvocato della Notargiacomo: “Non ci accontentiamo della derubricazione”

ISERNIA - Sarà chiamato in causa anche il Ris di Roma per far luce sul decesso di Iolanda Palladino, trovata morta nella sua abitazione di Contrada Colle a Carpinone.

Gli inquirenti, infatti, starebbero valutando l’ipotesi di inviare gli oggetti sequestrati nella casa della pensionata, tra cui una spranga di ferro, ai carabinieri del Reparto Investigazioni Scientifiche. In attesa che il medico legale Vincenzo Vecchione renda noti i risultati dell’autopsia. Solo dopo questi risultati si deciderà se inviare il materiale ai militari capitolini. Secondo le prime indiscrezioni sembrerebbe che non ci sia stata una morte violenta, anche se bi-

sognerà capire se l’85enne sia morta per un colpo alla testa o per un infarto in seguito ad un litigio. Al momento l’unica indiziata è la nuora. Brunella Notargiacomo, infermiera 57enne, che si trova agli arresti domiciliari accusata di omicidio preterintenzionale. Il giudice per le indagini preliminari Luigi Cuomo, dopo l’interrogatorio, ha derubricato l’accusa nei suoi confronti. Intanto in mattinata c’è stato un secondo incontro tra il procuratore Albano e il pubblico ministero, Marco Gaeta, titolare del fascicolo. Gli inquirenti stanno studiando e valutando le prossime richieste da presentare al gip Cuomo. Trattandosi di un reato di na-

“Quella di oggi (ieri, ndr) è per ogni molisano una giornata di festa, di riflessione e di spiritualità. Ricorre, infatti, il 123° anniversario dell’apparizione della Madonna Addolorata di Castelpetroso, Patrona del Molise. Dalla visione delle due pastorelle della frazione di Guasto, Bibbiana e Serafina, sono stati migliaia i pellegrini che hanno trovato in questo luogo sostegno morale, valoriale e religioso. Ho avuto modo di constatare personalmente, nei miei viaggi all’estero, come le comunità molisane d’America, d’Australia e del Nord Europa, hanno mantenuto intatta la devozione per questo luogo e per il prodigio che in esso è avvenuto. Una devozione che in tanti casi ha portato questi nostri corregionali a conservare nelle singole abitazioni, come nelle sedi delle associazioni che li rappresentano, un’effige della Madonna dell’Addolorata. Molisani come noi, questi, che non mancano, appena ritornati nella loro terra, di fare visita alla bellissima Chiesa di Castelpetroso e di sostare in preghiera sul luogo delle apparizioni.Come pure in questo giorno riecheggiano le belle riflessioni, che trovarono proprio spunto dal messaggio delle apparizioni, fatte, da Giovanni Paolo II il 19 marzo 1995 nell’omelia dell’affollatissima Messa che celebrò proprio nel piazzale del Santuario, in occasione della Festa di San Giuseppe lavoratore. Questo Santuario, posizionato anche fisicamente nel cuore di questa regione, era, è, e sarà una importante e imprescindibile testimonianza delle tradizioni, della storia, dei valori e della spiritualità più profonda del popolo Molisano. Un gioiello religioso e culturale che tutto il Molise sente fortemente proprio”. Il presidente Michele Iorio

tura familiare, infatti, si sta trovando il modo di evitare un possibile inquinamento delle prove. Intanto nelle prossime ore saranno ascoltati i familiari della vittima che hanno assistito alla scena, per svelare un altro mistero irrisolto: il luogo preciso dove è morta l’85enne.“Sono sicuro che con il tempo riusciremo a dimostrare la completa estraneità ai fatti della mia assistita”, è questo invece il commento di Oreste Scurti, legale dell’infermiera 57enne. “Siamo soddisfatti per quanto ottenuto fino ad ora – ha continuato – ma la derubricazione è un solo un primo passo. Il mio intento è quello di dimostrare, nella lunga fase processuale, l’innocenza della signora”. Ma qual è lo stato d’animo della

donna? “Ovviamente non sta vivendo una situazione facile – ha spiegato l’avvocato – ma al tempo stesso sto tentando di convincerla che tutto si risolverà per il meglio”.

CASTELPETROSO - Ieri al Santuario di Maria SS Addolorata di Castelpetroso (IS) è stato inaugurato il Centro di accoglienza dedicato a don Nicola Lombardi sacerdote e servo di Maria, testimone della storia del Santuario, nell’ambito del 123° anniversario dell’apparizione della Madonna Addolorata(22 marzo 1888 prima apparizione a Bibiana e Serafina). Il centro di accoglienza , situato nell’area antistante al Santuario, è stato inaugurato alla presenza dell’Arcivescovo mons.Giancarlo Bregantini e del Presidente della Regione Molise Sen. Michele Iorio, alle ore 13 dopo il solenne Pontificale (ore 12,00) presieduto dall’Arcivescovo di Campobasso-Bojano. Nell’occasione aperta la prima mostra collettiva d’arte sacra: "La voce dell’arte”. Il Centro dedicato a don Nicola Lombardi è solo la prima opera del grande progetto denominato ” L’abbraccio di Maria”. Un progetto per un significativo sviluppo turistico e religioso in cui si evidenzia l’importanza dell’accoglienza. L’intera opera è vista come un abbraccio della Madre di Dio all’intera umanità per sostenere il cammino della storia verso una crescita umana, culturale e religiosa della nostra regione.

Castelpotroso, la regione ricorda l’apparizione

Messaggio del presidente Iorio

Successo per la festa di San Giuseppe

Prefettura, progetti per l’integrazione

VENAFRO - Il sindaco Cotugno si è congratulato con tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della tradizionale manifestazione dei falò nel giorno di San Giuseppe. Quest’anno, in particolare, grazie ad una straordinaria partecipazione popolare la manifestazione ha avuto grande successo e risonanza.

ISERNIA - Presso la Prefettura del capoluogo pentro riunione del Consiglio Territoriale dell’Immigrazione, nel corso della quale è stato formulato il favorevole parere su due progetti presentati al Ministero dell’Interno per l’ammissione alle erogazioni del Fondo Europeo per l’Integrazione dei Cittadini di Paesi Terzi.

15 ANNO IV - N° 67 MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011


ISERNIA I medici: basta allarmismi, i servizi funzionano. Ma i cittadini sperano nei ricorsi al Tar

Agnone, l’ospedale avrà un futuro CAROVILLI - “I servizi ambulatoriali primari dell’ospedale di Agnone sono tuttora funzionanti. Il reparto di analisi e di anestesia e rianimazione, con un grande sforzo organizzativo e impegno del personale, coprono tutte le esigenze, il reparto di radiografia manca di alcuni aspetti, ma tra qualche giorno anche quello sarà a regime”. Queste le parole della dottoressa Wilma Sferra che vive la difficile realtà del “Caracciolo” e che chiede di evitare che si crei eccessivo allarmismo nella popolazione. Questo è emerso nel corso dell’incontro-dibattito organizzato, con la collaborazione di Unicreditbanca e dell’Ept di Isernia, dall’Associazione “Il Glicine” che si è tenuto a Carovilli. Introducendo il tema dell’incontro il Presidente del “Glicine”, Luciano Scarpitti, ha rappresentato i principi fondamentali che devono animare un sistema sanitario: gli ospedali devono essere al servizio dei cittadini; l’assistenza sanitaria deve essere di elevata qualità; alla qualità si abbina sempre anche l’economia, perché gli sprechi portano in tutti i casi anche inefficienza; l’assistenza efficiente attrae anche pazienti da altre regioni, quindi da un lato consente maggiori entrate e dall’altro minori occasioni di “emigrazioni sanitarie”, quindi minori uscite; in Molise non hanno senso grandi nosocomi perché la popolazione che nelle grandi città è agglomerata in un quartiere, nella nostra regione è distribuita su tutto il territorio regionale. “L’ospedale “Caracciolo” di Agnone – ha dichiarato Scarpitti – rispondeva a tutte queste esigenze inoltre poteva vantare il 25% dei ricoveri provenienti da fuori regione ed un bacino di utenza di oltre 30 mila abitanti”. All’incontro hanno preso parte i rappresentanti del “Comitato Articolo 32” di Agnone, con Franco Di Nucci e Armando Sammartino, e ha dato l’adesione anche l’omonimo Comitato di Castiglione Messer Marino, con Vincenzo Piccirilli, associazioni nate per sensibilizzare le amministrazioni sul problema. “La cittadinanza ha

16 ANNO IV - N° 67 MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011

risposto con prontezza e in massa – ha dichiarato Armando Sammartino – in poche ore sono state raccolte oltre mille firme ed abbiamo potuto presentare due ricorsi al Tar per impedire lo

smembramento dell’ospedale. Noi chiediamo soltanto – ha aggiunto – che la politica si confronti con noi prima di prendere le sue decisioni. Il punto nascita è stato abolito ad Agnone con un

decreto improvviso, senza alcuna consultazione”. “Anche sotto l’aspetto economico – ha aggiunto Franco Di Nucci – il Caracciolo si è dimostrato un punto di eccellenza perché è stato mantenuto un positivo rapporto costibenefici perché pur aumentando tutte le prestazioni ha mantenuto il costo complessivo intorno ai 13 miliardi l’anno, cifra che rappresenta appena il 5% della spesa sanitaria regionale. In ogni caso – ha sottolineato – la Cassazione ha stabilito che la sanità non deve soggiacere a logiche economicistiche. Oltre tutto uno dei principi riconosciuti afferma che devono essere salvaguardati i piccoli ospedali laddove rappresentano una importante risorsa”. “E’ completamente mancata la programmazione – ha denunciato il Sindaco di Carovilli, Antonio Cinocca – ma non solo negli ultimi anni. E non è sufficiente correggere il sistema sanitario, occorre intervenire su tutti i servizi che ormai sono pienamente

integrati: scuola, trasporti, viabilità e così via”. Luigi Falasca, che dall’ospedale di Agnone è stato trasferito a dirigere il reparto di ginecologia di Isernia, si è detto molto preoccupato anche per il punto nascita del “Veneziale” che con soli 8 posti letto non è in grado di soddisfare tutte le esigenze e nel giro di qualche anno probabilmente sarà trasferito a Campobasso. Candido Paglione, della direzione nazionale del Pd, ha voluto sottolineare che la legge della Montagna, in particolare all’articolo 20, stabilisce in modo molto preciso che per le aree disagiate non possono essere fatti calcoli di tipo ragionieristico e non possono essere esaminate al pari delle altre perché hanno la loro specificità. “Nella nostra regione è veramente difficile vivere – ha dichiarato Paglione – perché tutto è più costoso, dalla benzina all’Irap, inoltre la sanità è un bacino in cui la politica è abituata a pescare voti”.

Indagine di Cittadinanzattiva. Molise in testa nella classifica delle regioni

A Isernia l’acqua meno cara d’Italia ISERNIA - Isernia è la città italiana dove l’acqua costa meno. Il dato emerge da un’indagine di Cittadinanzattiva, commissionata in vista della Giornata mondiale del’acqua. Complessivamente in Molise l’acqua per uso domestico costa meno rispetto ad altre regioni. Ma è Isernia, in particolare, a scalare le classifiche. Con 114 euro è seconda solo a Milano (106 euro) tra le città in cui il servizio idrico costa meno. A fronte di una media nazionale di 270€, in Molise il costo annuo dell’acqua per uso domestico è di soli 141 euro: in nessuna regione si paga in media così poco. Come se non bastasse, dal 2008 al 2009 non si è registrato alcun incremento tariffario, a fronte di un dato nazionale che si è attestato sul +6,7%. Isernia si conferma a livello nazionale la seconda città in cui il servizio idrico integrato costa meno (114 euro), superata in questa speciale classifica solo da Milano (106). L’indagine svolta dall’Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva è stata realizzata in tutti i capoluoghi, relati-

vamente all’anno 2009. L’attenzione si è focalizzata sul servizio idrico integrato per uso domestico (acquedotto, canone di fognatura, canone di depurazione, quota fissa o ex nolo contatori). I dati sono riferiti ad una famiglia tipo di tre persone con un consumo annuo di 192 metri cubi di acqua (in linea con quanto calcolato dal Comitato di Vigilanza

sull’Uso delle Risorse Idriche), e sono comprensivi di Iva al 10%. Nell’annuale dossier di Cittadinanzattiva, le contraddizioni del Servizio Idrico Integrato nel nostro Paese, con dati anche sulla dispersione idrica, e il punto su una riforma che in assenza di una Autorità di regolamentazione rischia di traghettare il settore da monopoli pubblici a monopoli privati. Il commento di Antonio Gaudioso, vicesegretario di Cittadinanzattiva: “I cittadini chiedono responsabilità riguardo l'uso e la gestione delle risorse idriche, nella speranza di potersi presto esprimere sui due quesiti referendari. L’escalation senza freni delle tariffe dell’acqua giustifica la richiesta di svincolare le tariffe all’adeguatezza della remunerazione del capitale investito. Contrariamente alle promesse ventilate in favore della privatizzazione delle acque pubbliche, in tutti i casi si è assistito, dopo alcuni mesi dall’introduzione della gestione privata, ad un aumento dei prezzi”.

Olimpiadi neuroscienze Due venafrani in finale

Spettacolo teatrale all’Italo Argentino

VENAFRO – Dopo aver lavorato gomito a gomito con i ricercatori del Neuromed di Pozzilli, i ragazzi del Liceo scientifico Giordano hanno comunicato al Prof. Battaglia, che li ha seguiti durante il progetto “Otto giorni all’università”, che due di loro (Flavio Pio Pitocco e Luigi Simeone) sono arrivati alla finale delle olimpiadi delle neuroscienze.

AGNONE – Prosegue la stagione tetrale dell’Atam ad Agnone. Ieri sera, all’Italo argentino, di scena “Uno nessuno e centomila” di Luigi Pirandello. Si tratta di un adattamento teatrale di Roberto Manfridi. La regia è stata curata da Giancarlo Cauteruccio. Tra gli attori: Fulvio Cauteruccio, Monica Bauco, Laura Bandelloni


TERMOLI Sabato si terrà a Roma la manifestazione nazionale per lanciare la consultazione

Il popolo dell’acqua è pronto al referendum “Bisogna anche fermare il nucleare, per la difesa dei beni comuni, dei diritti e della democrazia” Per sabato prossimo il popolo dell’acqua ha indetto a Roma una grande manifestazione nazionale per 2 Si ai referendum per l’acqua bene comune, per il Si a fermare il nucleare, per la difesa dei beni comuni, dei diritti e della democrazia. Questi referendum, che vedono come primi firmatari: Padre Alex Zanotelli (è stato il 15 Marzo a Termoli ospite di un incontro), Raffaella Bolini, Vincenzo

Miliucci, Paolo Carsetti, Vittorio Cogliati Dezza, Marco Bersani, Maurizio Gubbiotti, Ciro Pesacane, Corrado Oddi, Stefano Leoni, Alfiero Grandi, Giuseppe Onufrio, per gli organizzatori sono fondamentali per tutte le donne e uomini che guardano ad un altro modello di società, di sviluppo e al futuro del pianeta. E’ da anni che i movimenti in difesa dell’acqua bene comune si battono per il suo

Psi, Plescia è il nuovo segretario cittadino URURI - E’ il 31enne Luigi Plescia è il nuovo segretario cittadino del Psi. Plescia ha 31 anni, è dipendente della Fiat di Termoli ed è stato eletto durante i lavori dell'assemblea congressuale. Presenti all'incontro nella sala “Luigi Incoronato” il segreta-

rio regionale del partito, Marcello Miniscalco, il Presidente del Consiglio provinciale Carmine Perugini, e i Consiglieri regionale e provinciale Michele Pangia e Vincenzo Di Narzo- Oltre a Plesia è stato eletto anche il direttivo che è composto da otto persone.

Altri sei mesi di Cig alla Cooptur PETACCIATO – Parziale buona notizia per 25 dipendenti della Cooptur, l'azienda di ristorazione e catering. E' stato infatti comunicato che la Cassa integrazione è stata prorogata per altri sei mesi. E’ stata prorogata di altri sei mesi la cassa integrazione. I lavoratori avevano già beneficiato della Cig per la durata di un anno. Intanto la direzione dell'azienda sta studiando un nuovo piano di rilancio.

riconoscimento quale diritto umano universale, diritto calpestato da diverse norme che vogliamo abrogare con i referendum. “A questa battaglia contro la mercificazione dell’acqua si unisce la battaglia contro il ritorno al nucleare in Italia”. Ad esempio è portato il terremoto che ha colpito di recente il Giappone e la situazione che si é venuta a creare

nella centrale nucleare di Fukushima, con il disastro nucleare tuttora in corso e con conseguenze ancora imprevedibili ma in ogni caso tragiche per la popolazione coinvolta e per l’ambiente dell’intero pianeta. “Per questo chiediamo a tutte le donne e gli uomini di questo Paese, che in queste ore guardano a quegli avvenimenti con crescente angoscia e con altrettanta indignazione, di

Costanzo Della Porta entra nel direttivo nazionale di Fli SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI - Costanzo Della Porta è entrato a far parte del direttivo nazionale di Futuro e Libertà per l’Italia. Una notizia accolta con soddisfazione nel centro bassomolisano, paese natale di Della Porta, a poci chilometri da Termolino, e dai vertici regionali del partito di Gianfranco Fini che vede Quintino Pallante coordinatore per il Molise.”Un incarico prestigioso e meritato – ha detto Pallante - ad un professionista e amministratore giovane, che può però vantare una lunga militanza politica e che saprà sicuramente interpretare le ragioni e le esigenze del territorio molisano”.

Al via corso di danze popolari ACQUAVIVA COLLECROCE – Sono aperte le iscrizioni al laboratorio di danze popolari del basso Molise ormai quasi in disuso, tra cui principalmente la “ Spallata“ e la “ Spallata Doppia“. Il laboratorio è guidato da Carlo Cicanese, in collaborazione del Gruppo “i Girasoli Blu” e dell’Ecomuseo Ituinerari Ffrentani e si terrà nel mese di Aprile nei giorni 5, 9, 12 e 16, dalle 19 alle 21. I corsisti poi potranno esibirsi in occasione della festa del MAJA che si svolge il I° Maggio ad Acquaviva Collecroce. Per informazioni ed iscrizioni si può telefonare al numero: 3476939264.

Successo per la consegna delle borse di studio CASACALENDA – Grande partecipazione alla cerimonia per consegnare le borse di studio della Fondazione “Caradonio Di Blasio” per l’anno scolastico 2010-2011. Cinque i premi assegnati ad altrettanti studenti dell'Istituto Omnicomprensivo: Carlotta Frenza (Liceo delle Scienze Umane), Eleonora D’Imperio (Liceo Linguistico), Giose Vincelli (Scuola Secondaria di I Grado), Luigi Buscio (Istituto Professionale

Industria e Artigianato, Manutenzione e Assistenza Tecnica) e Pamela Mustillo (Istituto tecnico Economia Amministrazione e Finanza). La cerimonia si è aperta con i saluti del presidente della Fondazione, Rosa Marcogliese, seguiti da quelli del dirigente scolastico, Antonio Vesce, del sindaco Marco Gagliardi, della dottoressa Maria Vincenza Maditoso e dell’ingegnere Antonio Vincelli.

dimostrare il proprio rifiuto a scelte dettate da interessi economici e di potere che disprezzano e distruggono il diritto alla vita, all’acqua, alla salute e ai beni comuni delle popolazioni e del pianeta”. Anche i comitati antinucleari, impegnati per fermare il ritorno del nucleare in Italia, hanno fatto appello a mobilitarsi e partecipare alla manifestazione di sabato prossimo.

Il campionato nazionale di potatura dell’olivo nel weekend in Sardegna Venerdì e sabato prossimi in Sardegna si terrà il 9° Campionato Nazionale di potatura. Si sfideranno 60 concorrenti provenienti da tutta Italia, selezionati sulla base dei concorsi regionali tenuti nelle regioni Marche, Sardegna, Abruzzo, Lazio, Umbria, Molise, Emilia Romagna, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e sui di curriculum per le altre regioni. Il Molise sarà rappresentato da: Giovanni Vizzarri, Ettore Di Lena, Pasquale Di Lena (studente ITAS di Larino), Mario Montagano, Franco Campitelli, Giuseppe Mentore (studente ITAS Larino). Il programma inizierà venerdì alle 15,30 con il convegno dal titolo “Origine dell’olio tipico – varietà o territorio?”, che si terrà presso il Centro Congressi Quartè Sayal di Alghero (SS); in occasione del convegno verrà allestita in anteprima la 8^ Rassegna Nazionale degli oli monovarietali (circa 350 oli pervenuti). Sabato avrà luogo la gara di potatura, presso l’Azienda Nure della famiglia Monti, località Monte Sixeri di Alghero.


TERMOLI Spiccano le assenze dei consiglieri di maggioranza del Pdl, Verini e Roberti

Assise civica, via libera a commercio e viabilità nel parco di città Approvato all’unanimità anche il provvedimento per il Consiglio in diretta sul sito internet del Comune TERMOLI – Tranne qualche scaramuccia e assenza, in definitiva è stato un Consiglio comunale che è “scivolato” tranquillamente. Assenti all'appello, non si sa se giustificati o meno, i consiglieri di maggioranza ed esponenti del PdL Bruno Verini e Francesco Roberti. Assenze solo numeriche ma che nel contesto non hanno inciso più di tanto. Ad inizio lavori si è subito affrontato l'argomento sul regolamento per la somministrazione di alimenti e bevande. Ed è stato l’assessore al Commercio, Enzo Ferrazzano, a spiegare le modifiche apportate allo strumento, che dopo lo scorso Consiglio è stato rinviato in commissione. Dall'opposizione si sono levate alcune eccezioni, anche di legittimità (Erminia Gatti, Filippo Monaco e Giu-

Partecipazione Democratica: “Bisogna ritrovare l’unità nel centrosinistra” TERMOLI - Prendendo spunto dalla nota politica del circolo cittadino PD di Termoli, nella quale si invitano tutti i partiti e movimenti della coalizione di centro-sinistra ad impegnarsi per ritrovare unità al loro interno e nei rapporti reciproci, il circolo cittadino di Partecipazione Democratica di Termoli apprezza e sostiene il tentativo di rilanciare un centro-sinistra unito che rappresenti un punto di riferimento chiaro ed efficace per il suo elettorato. Per cui, esclusa ogni pregiudiziale di campanilismo, giudica positiva la proposta di ricercare un candidato presidente della Provincia di Campobasso del centro-sinistra in grado di consolidare quell’unità che tanto si spera di raggiungere, per tentare di vincere i prossimi appuntamenti elettorali sopratutto in sede regionale. E’ necessario ribadire l’importanza di una candidatura unitaria che possa rilanciare un centrosinistra troppe volte ferito e danneggiato da una politica incapace di ascoltare i bisogni della gente e inadeguata a restituire dignità e passione civica ai suoi cittadini. Partecipazione Democratica intende impegnarsi a fondo al fianco di tutti quei movimenti e partiti politici che hanno a cuore il rinnovamento e l’unità del centro-sinistra molisano, affinchè il cambiamento non sia solo di facciata ma di metodo e di merito. Gabriele Vitale Segretario circolo cittadino Partecipazione Democratica Termoli

seppe Mottola). Proprio Filippo Monaco ha anche sottolineato l’aperta violazione del regolamento comunale in quanto la nuova bozza è stata consegnata solo nel pomeriggio”. A tutti ha risposto il presidente del Consiglio comunale, Alberto Montano, il quale ha spiegato che lo scorso 18 Marzo il regolamento è stato emendato in commissione, a conclusione dei lavori, dandone comunicazione all’ufficio di presidenza, che ha trasmesso nella stessa mattinata l’atto al settore, che ha provveduto a modificare tutti gli emendamenti in tempo utile per fornire a tutti la proposta di nuovo regolamento. Dopo l’intervento del sindaco l'argomento è stato approvato a maggioranza. Altro punto all'ordine del giorno, ma rinviato, gli ambiti di

Corte di Giustizia Ue, la Federcoopesca: “Bene la sentenza sulla cattura del tonno” genza improragibile e assoluta di disporre il blocco."La sentenza della Corte – conclude Coccia - ci lascia ben sperare per quanto riguarda la sorte dei nostri ricorsi. La Corte, infatti, sembra indicare che il regolamento riguardi direttamente gli individui, armatori e pescatori, i quali hanno diritto ad un rimedio giurisdizionale; un rimedio che speriamo ben presto possa ridare serenità alle nostre imprese rimettendo in equilibrio una vicenda che ha prodotto notevoli danni".

Veglia della diocesi per i missionari martiri "Al di là dell'aspetto tecnico, c'è una indicazione politica importante. La Corte ha, infatti, sottolineato l'arbitrarietà con la quale ha agito la Commissione. Quella stessa arbitrarietà che ci ha portato a presentare ricorso per tutelare gli interessi dei nostri operatori". Questo il commento di Massimo Coccia, presidente della Federcpoopesca-Confcooprative circa quanto affermato dai giudici della Corte europea di giustizia del Lussemburgo secondo i quali il regolamento che ha chiuso anticipatamente la campagna delle tonniere di pesca al tonno rosso dalla metà di giugno 2008 è "parzialmente invalido", perché viola il principio di "non discriminazione". Il divieto, fa notare la Corte, è entrato in vigore dal 23 giugno per le tonniere spagnole, mentre per quelle maltesi, greche, francesi, italiane e cipriote ha preso effetto dal 16 giugno. Nella sentenza, sottolinea l'associazione, si legge espressamente che se vi era una esigenza urgente ed improrogabile di blocco della attività di pesca, questa doveva riguardare anche la Spagna. Quindi, se la Spagna è stata esclusa dal blocco, questo dovrebbe significare che non vi era una esi-

Scientifico Alfano, va in scena Il medico dei pazzi TERMOLI – Grande attesa per la messa in scena teatrale “Il medico dei pazzi”. Una settantina di studenti del Liceo Scientifico "Alfano" si cimente-

riqualificazione urbana. Sempre a maggioranza è stato approvato il riconoscimento del gruppo folcloristico marinaro "’A Schaffette" come gruppo di interesse comunale in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. All'unanimità è passata invece la mozione proposta dalla minoranza, con la quale è stato richiesto l’impegno della Giunta e del Sindaco a vietare la circolazione veicolare all’interno del parco. All'unanimità approvato anche il provvedimento del Consiglio in streaming sul sito internet del Comune, mentre la maggioranza ha bocciato la richiesta di dare la possibilità ai cittadini di effettuare le riprese audio e video delle sedute consiliari e delle commissioni pubbliche.

ranno in questa interpretazione che si terrà questa mattina al cinema teatro Lumiere. Da sottolineare, oltre a quello degli “attori” l'impegno delle

professoresse Lucia Lucianetti, Maria Teresa Covatta e Carla Ricci, che hanno curato la recitazione, i costumi, scenografia e l'organizzazione.

TERMOLI – La Diocesi di Termoli – Larino ha organizzato una veglia per celebrare la diciannovesima giornata di preghiera e di digiuno in memoria dei Missionari Martiri. Il 24 Marzo alle ore 20,30 presso la Cattedrale della città, il vescovo ha convocato tutte le comunità ecclesiali per ritrovarsi insieme e pregare, onorando in questo modo la memoria di tutti i Martiri Missionari che hanno testimoniato la fedeltà al Vangelo e alla chiesa con il dono e il sacrificio della propria vita. Il vescovo ha invitato, tutti coloro che vorranno, ad impreziosire la giornata aderendo alla proposta del digiuno di condivisione e della preghiera, versando l’equivalente della propria privazione in favore delle popolazioni cristiane del Pakistan. Questa scelta è dettata dal fatto che lo scorso 3 Marzo è stato barbaramente assassinato l’unico ministro cristiano del governo di quel paese. Shahbaz Bhatti ha lasciato un meraviglioso testamento spirituale nel quale ha profuso tutta la ricchezza della sua testimonianza di fedeltà a quel Cristo che ha scelto di seguire rendendolo la luce della sua vita e l’ispirazione dell’azione politica al servizio della sua gente e soprattutto dei più poveri e dei bisognosi. “… Voglio solo un posto ai piedi di Gesù, - dicono alcune espressioni del suo prezioso testamento - voglio che la mia vita, il mio carattere, le mie azioni parlino per me e dicano che sto seguendo Gesù Cristo. Tale desiderio è così forte in me che mi considererei privilegiato qualora – in questo mio sforzo e in questa mia battaglia per aiutare i bisognosi, i poveri, i cristiani perseguitati del Pakistan – Gesù volesse accettare il sacrificio della mia vita. Voglio vivere per Cristo e per Lui voglio morire. Non provo alcuna paura in questo paese”. Ecco come muoiono i martiri: non una vita rubata, ma una vita donata per amore e con amore; espressione di dono, di adesione e di fedeltà testimoniale. La preghiera sarà presieduta dal vescovo diocesano monsignor Gianfranco De Luca.


ANNO IV - N° 67 - MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it TRIVENTO, LOMBARDI FIDUCIOSO ‘CREDIAMO NEI PLAY OFF’ L’Atletico Trivento si gode il suo buon momento e soprattutto l’importante vittoria ottenuta sul quotato Forlì che ha rilanciato le ambizioni di play off della squadra di Massimiliano Favo. Un successo, quello di domenica, impreziosito dalla rete del giovane attaccante gialloblù Angelo Lombardi ,gol che ha strappato gli applausi del pubblico presente all’Acquasantianni. Il classe ’90 di Torella del Sannio è alla sua terza marcatura stagionale(più una realizzata in Coppa Italia) ed ha migliorato già lo score dello scorso campionato. “Sono contento per il gol ma ancor di più per la vittoria. Contro il Forlì era fondamentale riuscire ad ottenere i tre punti e per fortuna è andata bene”. A PAG. 21

UN GOL PER VINCERE INSIEME GRANDE SUCCESSO A VENAFRO In una cornice festosa si è svolta la manifestazione di sport e solidarietà "Un gol per vincere insieme", organizzata dall'Associazione Arcobaleno di Venafro per raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica nel campo delle malattie degenerative. Il ricavato è stato interamente devoluto in favore del Comitato Paolo Balestrazzi, rappresentato dalla Signora Palmina Giannini, che da diversi anni sta coinvolgendo alcuni dei più importanti istituti di ricerca italiani, in questo difficile e delicato campo della medicina specialistica. Il tutto si è svolto secondo programma e ha visto alternarsi partite di calcio a 5 a momenti dedicati al valore dello sport e della ricerca scientifica da parte di alcune personalità intervenute. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Pulitano sbotta: solo ironia Il main sponsor esce allo scoperto: ‘Offese gratuite a chi lo ha affiancato e sostenuto’ Marco Pulitano, main sponsor del Campobasso, è uscito allo scoperto, in seguito alle polemiche dei giorni scorsi, palesando il suo disappunto nei confronti del presidente Ferruccio Capone e chiarendo la situazione, dal suo punto di vista. Lo ha fatto attraverso un comunicato stampa che pubblichiamo integralmente di seguito. “In seguito a quanto apparso sugli organi di stampa, sono costretto, mio malgrado, a venire meno all’atteggiamento che mi ero imposto nell’accingermi ad intavolare trattative con la proprietà del Campobasso Calcio. Infatti, non appena alcuni organi di stampa, hanno preannunciato – secondo una loro autonoma e rispettabile previsione- che stavo per predisporre una richiesta scritta con la quale avrei formalizzato la disponibilità ad aprire un dialogo, previo esame della situazione contabile tramite un commercialista di mia fiducia, il presidente del club si è affrettato a precisare, a mezzo stampa, di non aver ricevuto alcuna lettera, abbandonandosi anche a gratuita ed incomprensibile ironia (“… ho ricevuto soltanto gli auguri per la festa del papà..”). E pensare che lo stesso Presidente Capone in seguito a quanto apparso sulla stampa, circa la mia richiesta, si era precipitato a chiamarmi nel pomeriggio di sabato mentre mi intrattenevo nei pressi

dello stadio con Antonio di Lallo e Federico Mandato, e precisavo al sig. Capone i contenuti della lettera in cui richiedevo di visionare le scritture contabili. Deve apparire chiaro a tutti i tifosi (per rispetto del loro attaccamento alla bandiera ed alle loro esigenze di informazione) che se il Sig. Ferruccio Capone, nonostante sia stato lui a chiedere formalmente aiuto agli imprenditori molisani (ed in particolare al sottoscritto, in quanto già main sponsor della formazione rossoblu) e ad avere manifestato una sua personale difficoltà a fare fronte da solo agli impegni futuri della società, pensa di potere mettere alla berlina quotidianamente chi si mostri seriamente intenzionato a valutare una possibilità di sub ingresso, ha fatto male i suoi conti. Se, facendo banale ironia su qualsiasi passaggio o qualunque iniziativa - che siano direttamente riconducibili ai potenziali acquirenti o anche solo semplici ipotesi degli organi di informazione- ed offendendo gratuitamente chi invece a caro prezzo lo ha affiancato e sostenuto in questa stagione, crede di logorare gli interessati e di poter dimostrare di non avere alternative, gli dico che né io né gli amici imprenditori che mi hanno assicurato una disponibilità di massima, intendiamo prestarci a giochi del genere. Se il Presidente Capone, malgrado le difficoltà finanziarie manifestate e rese

pubbliche da lui stesso, preferisce fare ironia piuttosto che affrontare i problemi reali della programmazione societaria, è libero di farlo ma senza coinvolgere e strumentalizzare persone rispettabili, che amano davvero questa città e i suoi colori, che non si sono fatte avanti spontaneamente e non desiderano effettuare scalate, ma che soprattutto non possono fare né da alibi, né da commedianti, né da agnelli sacrificali. Se Capone pensa di tenere trattative in questo modo e preferisce fornire a mezzo stampa le sue quotidiane esternazioni, con tutta la buona volontà di qualsiasi potenziale interessato, non ci potrà essere mai un vero spazio per una concreta e seria soluzione. A questo punto, è bene che si sappia che, al di là delle apparenze e delle dichiarazioni formali e roboanti, il sig. Capone non vuole aprire a nessuno. D’altronde è suo diritto, così come è diritto di ciascuno non cadere nelle trappole o nelle stucchevoli schermaglie. Il sottoscritto non può far altro che pentirsi amaramente dell’ ”investimento” fatto, spinto dagli amici di quella che i signori Capone chiamano “componente campobassana” che oggi oltretutto si è allontanata dallo stadio non presenziando neanche alle partite. Il rammarico più grande resta il fatto che nessuno dei signori Capone si chieda il perché. Un imprenditore decide di investire nello sport anche per

Capone replica: basta passerelle e pubblicità Per completare il quadro della situazione, a beneficio dei nostri attenti lettori, abbiamo sentito anche l’opinione del presidente Capone. “Innanzitutto – ha esordito il patron – voglio chiarire che sono stato io a telefonare nella giornata di sabato, in quanto eravamo rimasti con Marco (Pulitano ndr) la domenica precedente che ci saremmo sentiti, ma così non è stato. Nella telefonata mi ha detto che non era stato lui parlare della lettera, ma la colpa era della stampa. Fatto sta che non mi è giunta alcuna comunicazione ed io ho fatto la battuta di aver ricevuto solo gli auguri per la festa del papà che mi hanno fatto recapitare tanti sportivi di Campobasso attraverso mail e sms, e di questo li ringrazio. Credo che questa situazione sia un pretesto per defilarsi perché se volesse sa a chi rivolgersi. C’è un commercialista e anche l’avocato Mancini conosce benissimo la situazione. Adesso basta con la pubblicità gratuita.” Pulitano, però, dice che lei non vuole aprire a nessuno. “E’ tutto il contrario, io sono disponibilissimo. Ma bisogna seguire le regole che si utilizzano nelle trattative aziendali. Innanzitutto una lettera di riservatezza con la quale si concordano anche i principi della trattativa. Poi una fidejussione con cui, se i valori dichiarati vengono accertati, si conclude la trattativa, altrimenti il passaggio non avviene. Le chiacchiere non servono. Io quando sono venuto a Campobasso firmai una scrittura privata e successivamente la notizia fu divulgata. In seguito andammo dal notaio, ma prima ci fu un protocollo. Non serve andare in tv e fare passerelle. Come vedete io non sto parlando. E alla fine mi viene addebitata anche la responsabilità di utilizzare il termine ‘componente campobassana’ quando fui io a diffidare tutti dall’usare questa terminologia perché il Campobasso è uno solo. Ad ogni modo – ha concluso Capone – Marco (Pulitano ndr) è un bravo ragazzo che stimo e ringrazio. Ma il suo contribuito è stato ripagato dalla visibilità e ci sono le fatture. Chi è realmente interessato deve fare atti, non chiacchiere.’ mdi

averne dei ritorni d’immagine, un immagine che il proprietario di un team dovrebbe tutelare. Non è certo un beneficio d’immagine che non si paghino gli stipendi ai propri collaboratori.” CAMPOBASSO 22/03/2011 MARCO PULITANO

L’INTERVISTA Questo il contenuto del comunicato, in seguito al quale abbiamo avvicinato l’imprenditore Pulitano per entrare nel merito della questione ed avere dei chiarimenti su specifici aspetti. La lettera, che ha suscitato le polemiche, è stata da lei spedita? “Non si tratta di una lettera, ma di una richiesta scritta in cui si chiedeva accesso agli atti, come si fa nei confronti di qualsiasi ente pubblico. Il nostro interesse era quello di visionare i libri contabili. Per fortuna alla telefonata con il presidente erano presenti anche dei testimoni e Capone, in seguito alla nostra chiacchierata, invece di autorizzare la nostra richiesta, si è divertito a fare ironia. Come dire, almeno così la leggiamo noi, non metteteci mano che è meglio.” Visto che nel comunicato

fa riferimento ad “amici imprenditori che mi hanno assicurato una disponibilità”, può dirci i nomi di questi imprenditori? “I nomi non li dico. Visto che sono stato io dall’inizio il capro espiatorio, preferisco restare tale.” Voi non farete altri passi? “Assolutamente no, è impossibile avere un confronto. Nonostante sia lì e non paghi gli stipendi, fa pure ironia.” mdi

IL COMUNICATO STAMPA DELLA SOCIETA’ Gli sportivi di Campobasso, devono sapere che l’interesse vero, reale per il futuro del Nuovo Campobasso Calcio s.r.l., non può essere dimostrato attraverso passerelle in TV e con dichiarazioni “attribuite gratuitamente agli organi di stampa quando ledono”, mentre fanno comodo quando offendono e disprezzano la proprietà del Campobasso Calcio. Ringrazio doverosamente il main sponsor per l’affiancamento economico nel corso della stagione che si sta concludendo e confermo che qualsiasi interesse per una trattativa di acquisizione parziale o totale, seria e concreta va fatta con i crismi della riservatezza e nei termini di legge, ovvero: 1 – si formula una richiesta scritta; 2 – si sottoscrive una lettera di riservatezza; 3 – si produce una fidejussione bancaria a favore della proprietà per garantire il pagamento solo dopo l’espletamento della ‘due diligence’ tra le figure professionali del venditore e del compratore.Orbene, da due mesi ad oggi pomeriggio, non ho ricevuto nessuna comunicazione, ma solo auguri per la festa del Papà. Il signor Marco Pulitano ripetutamente ha promesso incontri ed appuntamenti che mai si sono concretizzati per assenza dello stesso Pulitano, né risultano altri interessi di suoi amici; al contrario qualcuno da me interpellato ha categoricamente smentito.Per cui non vorrei che la battuta alla sua presunta lettera, dapprima spedita, forse da spedire e poi approntata, al di la della polemica, si trasformi in un pretesto per “defilarsi da un interesse futuro al Campobasso Calcio”. D’altronde, benché riservate, le condizioni economiche per trattare sono note al signor Pulitano e la trattativa poteva essere condotta dal consulente dott. Pesiri e dal presidente onorario Franco Mancini su mia delega: ciò sia per trattare con il signor Pulitano, sia con altre “fantomatiche cordate”.Ciò posto, ribadisco quanto da me dichiarato pubblicamente agli SPORTIVI CAMPOBASSANI ed a tutti gli IMPRENDITORI INTERESSATI: l’importanza della programmazione dei prossimi campionati sarà oggetto di valutazione della nuova Compagine Societaria, tutto il resto è aria FRITTA. Se vi è qualcuno strumentalizzato e sfruttato è l’attuale proprietà alla quale è stata riservato questo trattamento forse per gratitudine: ciò si legge dagli organi di stampa.Comunque è opportuno chiarire che il sottoscritto né rimprovera, né incoraggia chi, con concretezza e mezzi finanziari, vuole il bene del Campobasso.Il tempo per le passerelle e per la pubblicità gratuita sta per scadere.La mia coerenza mi spinge a riconoscere che non vi è una componente campobassana, ma questo termine oggi mi viene sfacciatamente addebitato, nonostante la mia costante diffida ad utilizzare detta terminologia.Al Campobasso non servono pretesti e comportamenti alla Rigoletto, ma fatti, coraggio e mezzi finanziari . NB: La nuova compagine si conoscerà solo dopo aver sottoscritto gli atti, così come fece il sottoscritto circa 5 anni fa. Anzi il sottoscritto prima di diventare proprietario, già aveva tirato fuori bei soldini con il rischio di non concludere la trattativa, cosa risaputa a chi all’epoca assistette alle vicende.Il presente comunicato si è reso necessario per stroncare polemiche infantili e strumentali, chi vuole deve agire con professionalità.Un saluto ed una rassicurazione a tutti gli sportivi e tifosi di Campobasso. Montella, lì 22\03\2011 Il presidente Ferruccio Capone


S P O RT CALCIO SERIE D

Play off? Io ci credo

Lo juniores gialloblù Angelo Lombardi

L’attaccante del Trivento Lombardi appare fiducioso ed è convinto che la sua squadra possa ambire alla post season ’90 di Torella del Sannio è alla sua terza marcatura stagionale(più una realizzata in Coppa Italia) ed ha migliorato già lo score dello scorso campionato. “Sono contento per il gol ma ancor di più per la vittoria. Contro il Forlì era fondamentale riuscire ad ottenere i tre punti e per fortuna è andata bene”. Questo successo rilancia le ambizioni del Trivento in chiave play off, credete di poter raggiungere il quinto posto? “Io ci credo e come me ci crede tutta la squadra.Abbiamo una rosa competitiva che ha dimostrato fino a questo momento di potersela giocare ad armi pari con

L’Atletico Trivento si gode il suo buon momento e soprattutto l’importante vittoria ottenuta sul quotato Forlì che ha rilanciato le ambizioni di play off della squadra di Massimiliano Favo. Un successo, quello di domenica, impreziosito dalla rete del giovane attaccante gialloblù Angelo Lombardi ,gol che ha strappato gli applausi del pubblico presente all’Acquasantianni. Il classe

tutti, quindi abbiamo il dovere di crederci fino in fondo e di provarci”. E’ soddisfatto del suo campionato? “Sono soddisfatto di questo campionato nel quale sono riuscito a dare continuità alle prestazioni. Ho anche segnato qualche gol in più rispetto alla scorsa stagione, sicuramente sono contento”. E se dovesse arrivare qualche proposta interessante per il prossimo campionato lascerebbe Trivento? “Per il momento non voglio pensarci. Voglio finire nel miglior modo possibile il campionato a Trivento. Se poi dovessero arrivare proposte importanti se ne parlerà a fine stagione, ri-

peto, in questo momento per me c’è solo il Trivento”. A proposito di presente, domenica vi attende il derby di Venafro. Una partita importantissima per voi. “E’ una partita difficile,a prescindere che si tratti di un derby. Il Venafro è una squadra in ripresa che sta vivendo un momento favorevole sul piano dei risultati e che sta lottando per conquistare la salvezza diretta. Noi dobbiamo continuare a giocare così come abbiamo fatto fino ad ora e mettere il cuore in mezzo al campo, dando il massimo”. ANPA

CALCIO ECCELLENZA

CALCIO E SOLIDARIETA’

Isernia a Vastogirardi senza Panico

Un calcio al pregiudizio Ieri triangolare in Albania

All’attaccante pentro ieri è stato notificato il Daspo della durata di un anno Alla vigilia del recupero contro il Vastogirardi arriva un’altra notizia che scuote l’ambiente biancoceleste. Dopo Taua arriva il Daspo anche per Nicola Panico al quale ieri è stato notificato il provvedimento della durata di un anno. Per l’attaccante del Real Isernia,che non potrà partecipare ad alcuna manifestazione sportiva, la stagione calcistica si conclude anticipatamente.Una brutta tegola per il team del presidente Gianni Monfreda che questo pomeriggio scenderà in campo a Vastogirardi per il recupero che potrebbe significare tanto per la squadra di Silvio Di Prisco che ha a disposizione un solo risultato questo pomeriggio. In caso di successo infatti il Real Isernia che domenica, a sorpresa, è incappato in una sconfitta ad Ururi, aggancerebbe la Turris al secondo posto a quota 59 punti, ad un punto solo di distacco dalla vetta attualmente

CLASSIFICA Montenero Turris Real Isernia Sesto Campano Petacciato (-1) Campobasso 1919 A.Ururi G.M.Dauni Limosano U.S.Fornelli Santangiolese Vastogirardi F.Larino Roccaravindola Miletto Roccasicura

60 59 56 53 43 42 35 31 25 24 23 23 22 22 17 12

occupata dal Montenero. Per la gara di oggi il trainer isernino dovrà dunque rinunciare in attacco a due giocatori fondamentali per lo scacchiere

Panico in azione

biancoceleste, vale a dire Taua e Panico, mentre il suo collega Palazzo dovrà fare a meno dello squalificato Amicone. AP

Triangolare di calcetto e di solidarietà ieri tra utenti dei servizi psichiatrici di Campobasso, di Troia (FG) e dei pazienti delle strutture Residenziali di Skutari, in Albania. L’iniziativa denominata “Si vola alto per dare un calcio al pregiudizio associato alla malattia mentale” rientra tra le azioni di intervento dei servizi psichiatrici promosse dall’Associazione Mondiale di Psichiatria (WPA) di concerto con l’Organizzazione Mondiale della Salute (WHO). Esistono raccomandazioni specifiche su come effettuare queste iniziative, una su tutte avviare azioni concrete, in grado di coinvolgere la comunità (cittadini, in particolare coloro che rivestono un ruolo strategico nella comunità, come giornalisti, imprenditori, ecc.), e soprattutto che non siano episodiche. In quest'ottica è stato organizzato a Skutari un incontro tra le squadre di calcetto dei pazienti di Campobasso, Troia e a Skutari. L'iniziativa rientra nel programma di de-istituzionalizzazione dei pazienti in Albania nell'ambito del progetto di cooperazione internazionale effettuato dal GAL Molise verso il 2000, su cofinanziamento della Regione Molise capofila nazionale. L'evento proposto dalla direzione del Dipartimento di Salute mentale di Campobasso ha avuto già i primi risultati concreti, caratterizzati dal coinvolgimento di imprenditori locali (di Skutari) che hanno sponsorizzato l'iniziativa; qualcuno ha anche assunto un paio di pazienti a tempo determinato. Tale iniziativa prevede anche la produzione di un cortometraggio che testimonierà attraverso la forma del racconto l'esperienza condivisa in Albania che "insieme si puó dare un calcio al pregiudizio". In conclusione come ama ripetere l'Associazione degli utenti di Campobasso "Basta poco, ma quel poco è tanto".

Platini rieletto presidente dell’Uefa

Qatar 2022: nuvola artificiale per assicurare l’ombra

Michel Platini e' stato rieletto presidente dell'Uefa per acclamazione dal congresso dell'organizzazione del calcio europeo in corso a Parigi. Platini, 55 anni, unico candidato, e' stato chiamato ad un secondo mandato quadriennale dai rappresentanti delle 53 federazioni. L'ex fuoriclasse francese era stato eletto la prima volta al vertice dell'Uefa il 26 gennaio 2007 nel congresso di Dusseldorf, battendo lo svedese Lennart Johansson.

Una nuvola artificiale, meccanica, da spostare con telecomando per assicurare un'ombra compatta sugli stadi dove si disputeranno le gare dei Mondiali 2022: e' il progetto presentato da Saud Abdul Ghani, capo dipartimento di ingegneria meccanica dell'Universita' del Qatar.La nuvola - ha detto al quotidiano The Peninsula che pubblica anche la foto - e' realizzata in fibra di carbonio ed e' azionata da 4 motori alimentati ad energia solare.Il costo della nuvola e' ora di 500mila dollari.

21 ANNO IV - N° 67 MERCOLEDÌ 23 MARZO 2011


S P O RT CURIOSITA’

Il Molise… in ginocchio Secondo uno studio una persona viene ricoverata ogni giorno per problemi legati a menisco e legamenti Il ginocchio mette in ginocchio i molisani: quasi una persona ricoverata ogni giorno per lesioni interne del ginocchio. «Menischi e crociati doloranti sono diventati talmente familiari agli italiani che quasi ‘fa notizia’ quando si dichiara di non soffrirne. Ma attenzione al bisturi facile. La parola d’ordine soprattutto dopo i 50 anni è: salvare il menisco. Bisogna applicare il ‘modello dente’: come prima di togliere un dente si fa il possibile per salvarlo così per il menisco. Perché meglio un menisco rotto o riparato che stare senza. E poi, affidarsi a centri specializzati, soprattutto per avere una corretta e tempestiva diagnosi». Un consiglio, che suona quasi come un appello, che viene da uno dei maggiori esperti del ginocchio, Ezio Adriani Responsabile della SportClinique Mater Dei di Roma in occasione della conferenza di presentazione dell’iniziativa ‘Visite Gratuite al Ginocchio’ promossa proprio dalla Mater Dei di Roma. Il Molise in ginocchio…per il ginocchio. tutte le cifre «Quantificare in numeri i molisani che soffrono di problemi al ginocchio equivale proprio ‘a dare i numeri’ – dice Ezio Adriani, Responsabile SportClinique della Mater Dei di Roma- Perché non esiste un registro, un censimento. Volendo, tuttavia, fotografare il fenomeno possiamo ricorrere all’aiuto delle cifre relative ai ricoveri ospedalieri. Si tratta quindi solo di una parte di pazienti, quelli che hanno avuto bisogno del ricovero. Restano fuori – e sono veramente un esercito – tutti coloro che hanno chiesto aiuto al medico senza essere ricoverati. Eppure anche solo dando uno sguardo alle cifre dei ricoveri in Molise (fonte Ministero della Salute, anno 2005 ultimo disponibile) si capisce che si tratta di un problema dai grandi, grandissimi numeri. Anche perché sono talmente tante le voci legate al ginocchio che è impossibile citarle tutte. Se si prende in considerazione la voce ‘lesioni interne del ginocchio’ si scopre che in Molise in un solo anno sono state ricoverate quasi 400 persone, circa una ogni giorno». Imperativo: salvare il menisco. e per il ginocchio scatta ‘il modello dente’ «Meglio stare con un menisco rotto, che senza menisco spiega Ezio Adriani, Responsabile SportClinique Mater Dei

di Roma - soprattutto dopo i 40-50 anni. Fino ai 20 anni nel caso di una lesione si deve intervenire, in artroscopia, per ‘riattaccarlo’ con un intervento di sutura meniscale. Spesso è un intervento risolutivo che può portare addirittura alla guarigione. Oltre i 40-50 anni si preferisce non rimuovere il menisco anche se rotto. Si deve intervenire con la fisioterapia, con le infiltrazioni, con i farmaci. Una volta risolta la fase acuta il corpo di adatta e si riprende una vita normale. Non sempre l’intervento conservativo è possibile. E’ fondamentale prima di intervenire chirurgicamente per rimuovere il menisco aver fatto una corretta diagnosi supportata dalla migliore diagnostica radiologica possibile, con la risonanza magnetica. Perché rimuovere o meno il menisco dipende da che tipo di lesione si tratta: se è instabile si deve intervenire, se è stabile si deve aspettare e curare il menisco.Il dilemma avviene intorno 50 anni: cosa fare? Sono pazienti troppo avanti con l’età per fare una sutura del menisco, troppo giovani per non intervenire. E’ una scelta da non fare con leggerezza. Perché chi è senza menisco va più velocemente incontro ad artrosi». La prima regola e’ una corretta e tempestiva diagnosi «Tutti pensano che un giocatore di calcio - dice Ezio Adriani , Responsabile SportClinique Mater Dei di Roma- ritorna così brillantemente in campo perché è stato operato da un grande chirurgo. Sicuramente è anche per questo. Ma la cosa più importante che quel giocatore ha ricevuto è stata una tempestiva e corretta diagnosi. E’ questo il vero segreto. E , a seguire, la giusta indicazione su cosa fare. L’atto chirurgico arriva solo dopo questi due momenti: diagnosi ed indicazione. Una diagnosi sbagliata comporta una terapia sbagliata. E’ la cosa più frequente che verifichiamo quando visitiamo pazienti che da anni combattono alla ricerca della soluzione per il loro ginocchio: hanno ricevuto una diagnosi sbagliata all’inizio. In molti altri casi la diagnosi, invece, non la ricevono affatto. Vengono liquidati con un ‘non è niente, passerà’ e magari c’è una lesione del menisco o di un legamento crociato». Donne in gamba ma con ginocchia fragili «Il ginocchio delle donne è soggetto più facilmente a pro-

blemi, in particolari alle lesioni del legamento crociato anteriore- spiega Ezio Adriani, Responsabile SportClinique Mater Dei di Roma -Alcune statistiche ci dicono che, a parità di attività fisica, sono sei volte più frequenti rispetto agli uomini. Bacino più largo, tendenza al ginocchio valgo, minore massa muscolare e una maggiore debolezza nei legamenti: queste le cause ‘di genere’ alle quali aggiungere atteggiamenti e cattive abitudini. La donna, per esempio, si muove in maniera diversa dall’uomo: ad esempio dopo un’elevazione le donne tendono a ricadere mantenendo il ginocchio esteso e quindi senza ammortizzare il colpo mentre gli uomini ricadono seduti. E poi le cattive abitudini: le donne tendono a scegliere le calzature in base alle mode e non certo in base a ciò che è meglio per l’anatomia del ginocchio o per la postura; si caricano di pesi eccessivi, dalle buste della spesa ai bambini per le scale, ecc». Spiaggia & calcetto, palestra ‘mordi e fuggi’ e la scelta delle scarpe: i consigli degli esperti della Sportclinique mater dei Alcuni incidenti al ginocchio non si possono evitare. Così come l’usura legata all’età o all’artrosi. Ma ci sono traumi che si possono, e si devono prevenire. Dagli esperti della SportClinique Mater Dei di Roma, qualche consiglio. › Sì alle partite di calcetto in spiaggia ma con attenzione: il terreno è instabile e lo spazio ristretto. Quindi i traumi sono in agguato. Non giocare mai senza essere ‘riscaldati’ a livello muscolare. › Sì alla ginnastica in palestra ma prima fare riscaldamento e stretching. No agli allenamenti ‘mordi e fuggi’ per combattere i chili di troppo in previsione dell’estate. Step, spinning, jogging non devono essere fatti caricando troppo sul ginocchio. Ma soprattutto senza un adeguato allenamento muscolare. › Sì alle scarpe con il tacco molto alto solo se sono ‘un’eccezione’. La regola deve essere quella di scarpe con un piccolo tacco e nel caso di scarpe da ginnastica scegliere quelle più adatte allo sport che si pratica, magari con l’utilizzo di un plantare su misura.

CALCIO E SOLIDARIETA’

Un gol per vincere insieme Grande successo a Venafro Carla Caira e Illary Bucci

In una cornice festosa si è svolta la manifestazione di sport e solidarietà "Un gol per vincere insieme", organizzata dall'Associazione Arcobaleno di Venafro per raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica nel campo delle malattie degenerative. Il ricavato è stato interamente devoluto in favore del Comitato Paolo Balestrazzi, rappresentato dalla Signora Palmina Giannini, che da diversi anni sta coinvolgendo alcuni dei più importanti istituti di ricerca italiani, in questo difficile e delicato campo della medicina specialistica. Il tutto si è svolto secondo programma e ha visto alternarsi partite di calcio a 5 a momenti dedicati al valore dello sport e della ricerca scientifica da parte di alcune personalità intervenute, nonché alla presenta-

zione della scuola calcio della Scarabeo Calcio a 5 Venafro, società sportiva che nel territorio venafrano sta promuovendo, con ottimi risultati, la pratica dello sport fra i giovani e i bambini, in previsione della prossima realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport nel Comune di Pozzilli, così come ha voluto ricordare il direttore generale Ernesto Cardarelli. Madrina dell'evento è stata la giovanissima Miss Molise Ilary Bucci, coadiuvata da Francesco Tomasso nella presentazione della manifestazione fino alla premiazione finale delle squadre e alla consegna dei fondi raccolti, nelle mani di Palmina Giannini. Commossa la nostra “madre coraggio” nel ringraziare l'associazione Arcobaleno, nonché tutti i partecipanti e gli intervenuti alla manifestazione, ha voluto sottolineare come questo tipo di eventi siano importanti non solo per la raccolta di risorse finanziarie nel campo della ricerca scientifica, ma anche a promuovere la diffusione e il senso etico e

morale della solidarietà fra i giovani e in tutta la nostra società civile. Per la cronaca, il torneo è stato vinto dall'Associazione Arcobaleno, che ha sconfitto in due match le rappresentative del Comune di Venafro e di Sesto Campano: per problemi dell'ultima ora la rappresentativa del Comune di Pozzilli non ha potuto partecipare all'evento, e quindi si è proceduto a disputare un triangolare. Nelle file della compagine vincente ha giocato anche il consigliere regionale Massimiliano Scarabeo, un buon portiere negli anni della gioventù, che nella maturità ha scoperto una certa dimestichezza con l'area avversaria, e che è stato capocannoniere del torneo. Soddisfatta la presidente dell'associazione Arcobaleno, Carla Caira, che ha prima ringraziato tutti i partecipanti e, poi, con gioia e commozione ha consegnato a Palmina Giannini il ricavato della raccolta fondi: “Sono molto contenta per il clima in cui si è svolta questa manifestazione di sport e solidarietà che la nostra

associazione ha voluto organizzare per cercare di diffondere la pratica sportiva nel nostro territorio, soprattutto fra i bambini. Abbiamo pensato di coniugare lo sport e la solidarietà, due aspetti della nostra società civile che si combinano in maniera armoniosa nella riuscita di ogni tipo di manifestazione. La nostra associazione vuole focalizzare la propria azione su queste tematiche” ha continuato Carla Caira, “visto che c'è molto da fare in questo settore per contrastare modelli culturali e sociali che sviano i nostri giovani dai veri problemi. C'è molto da fare e questo è stato solo un piccolo inizio per l'attività della nostra associazione, che ha l'ambizione di contribuire, insieme alle altre, a dare un futuro migliore a chi è meno fortunato, ai nostri giovani e a tutto il territorio in cui viviamo. Ringrazio tutti gli amministratori che sono intervenuti: devo confessare che è stato simpatico vederli in un campo da gioco. Ringrazio l'amica Ilary Bucci per aver accettato il nostro invito. Un grazie particolare va anche all'organizzazione Lombardi di Venafro che ha messo a disposizione gratuitamente la strumentazione audio, ed infine”, conclude Carla, “un abbraccio di cuore a Palmina, una donna tenace che aiuta tutti noi a non confinare il nostro cuore nell'egoismo, per aprirlo alla solidarietà in nome del rispetto e dell'amore, su cui è basata la civiltà cristiana”.


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 18:58 19:30 20:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta Capretto alla roccasciana 1,4 kg di capretto giovane 4 cipolle bianche d’Isernia ½ dl di olio extravergine d’oliva q. b. di sale Tagliate la carne in 4 porzioni, privatela di eventuali scarti e pellicine. Mondate le cipolle, tagliatele a metà, seguendo il diametro, quindi sistematela In una teglia, disponete i pezzi di carne ben ravvicinati l’uno all’altro, interponendo le mezze cipolle. Salate, oleate, aggiungere due dita di acqua e lasciate cuocere per circa un’ora, a calore moderato e a recipiente coperto, senza mai toccare gli ingredienti. Quando l’acqua si sarà asciugata, mettete la teglia scoperta nel forno e portate a cottura per altri 10 minuti, facendo imbiondire il sughetto. Portate in tavola la preparazione ben calda, affiancando ad ogni porzione di carne le due mezze cipolle. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

PAOLO Via Monforte, 63 Tel. 0874.416327

FORTINI P.zza G. Carducci, 15 Tel. 0865.414123

PICCA (di appoggio) Via Mons. Bologna, 24 Tel. 0874.416177

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno SPAGNOLETTI - Via Molise, 78 - Tel. 0875.703846

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 10:20 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 15:22 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 13:11 14:15 18:01

Arrivo 07:53 09:22 16:13 17:44 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 17:11 17:40 18:18 21:00

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:10 14:29 17:04 17:29 19:30

Arrivo 08:35 08:35 15:22 16:58 17:30 20:04 20:15 22:26

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,30-12,4013,30-13,45 -14,00 (anche festivo)-14,1015,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata potreste ricevere delle buone notizie e quindi quella che inizialmente poteva apparirvi come una giornata storta, sicuramente riprenderà il giusto corso! Aspettatevi anche qualche cambiamento, impercettibile forse ai più, ma ben visibile alla vostra sensibilità! Non siete mai stati più convinti di potercela fare, contate su voi stessi e riuscirete a stupirvi e a stupire. Toro - Ultimamente ci sono delle persone che vi girano intorno, di cui non riuscite proprio a capire le intenzioni! State attenti, poiché concedere troppo di se stessi potrebbe essere un errore se ancora non capite bene da che parte loro stiano. Potrebbe trattarsi del tipico lupo travestito da agnellino, per cui non fatevi prendere in giro, siete troppo furbi per mancare a voi stessi. Gemelli - L'amore in questa giornata potrebbe manifestarsi in diverse forme, per cui non limitate le vostre esperienze, perché vi neghereste una opportunità per essere più sereni. Ci sono delle relazioni che andrebbero portate avanti nonostante le difficoltà, in quanto mai nella vita tutto può filare liscio come ci saremmo aspettati. Affrontarle vi farà invece crescere. Cancro - Qualcuno dei problemi che in questa giornata potrebbero offuscare il vostro cielo, potrebbe essere stato causato in realtà da voi stessi e stenterete a crederci quando qualcuno ve lo farà notare. Eppure è proprio così! Non siete da meno agli altri, anche voi a volte, credendo di fare bene, agite per il peggio ,complicandovi da soli la vita, che in verità, è così semplice. Leone - E' giusto giunto il momento di comportarsi da persone generose, e quindi sarebbe bene guardarsi alle spalle per controllare se forse, non si è lasciati indietro qualcuno che invece meriterebbe più considerazione e soprattutto più ringraziamento. Non avreste potuto fare di meglio se non per merito dell'aiuto di alcune persone che vi hanno sostenuto, seppur silenziosamente. Vergine - In questa giornata sarebbe meglio mettere al sicuro i vostri averi. Potreste avere a che fare durante la mattinata con qualche poco di buono, che potrebbe tirarvi un tiro mancino, nonostante la vostra buona fede. Siete eccessivamente aperti quando ci sarebbe bisogno invece di essere accorti e di prendere precauzioni, mentre invece quando non ci sono pericoli, tendete a fasciarvi la testa! Siete proprio strani. Bilancia - In questa giornata potrebbero esserci un po' di problemi che riguardano una vostra relazione di amicizia, con una persona che si sta rivelando per ciò che non credevate fosse possibile. E' proprio vero che non ci si può fidare di nessuno a questo mondo ed oggi ne avrete un piccolo avvertimento,che non vi farà di certo molto piacere. Stanno crollando alcune vostre certezze in proposito e ciò vi rende tristi. Scorpione - La vostra abilità nell'elaborare i sentimenti complessi è straordinaria, poiché prendete tutto talmente troppo sul serio o troppo superficialmente, che in un modo o nell'altro il complesso assume una parvenza non reale! In pratica avete la tendenza ad esagerare, se non lo avete ancora capito! Ridimensionatevi in questa giornata in cui non è possibile essere troppo. Sagittario - Cercate di essere molto più attenti nello svolgere le vostre azioni in questa giornata! La lentezza assumerà un ruolo importante, soprattutto quando si tratterà di valutare determinati aspetti! Cercate di fare tutto quello che potete, ma fatelo con la consapevolezza che non avrete un altra opportunità per ripetervi, quindi tanto vale soffermarsi laddove ne valga la pena. Capricorno - In questa giornata, nonostante i conflitti che sarete costretti a dirimere, a rallegrare la vostra giornata, ci sarà la comprensione e l'amore di una persona che, per non vedervi così afflitti, cercherà in tutti i modi di farvi sorridere. Cercate di apprezzare almeno lo sforzo, anche se questi non dovessero riuscire nel proprio intento, in quanto almeno hanno provato a fare qualcosa per voi. Acquario - Ci sono cose che al momento non sono necessarie, e il cui svolgimento potrebbe essere tranquillamente rimandato a data da destinarsi! In questa giornata in particolare, qualcuno vi farà notare la vostra ostinazione e perpetrare i vostri errori e voi non sarete molto favorevoli a questa critica, del tutto giustificata invece! Conservate il vostro zelo per il futuro, i tempi duri devono ancora venire. Pesci - In questa giornata vi troverete in una eccellente posizione per cercare di convincere una persona vicino a voi, a cambiare atteggiamento. Probabilmente voi parlate per il loro bene, in quanto vedete bene le loro sofferenze e sapete dove sia meglio intervenire. Tuttavia questa opera di convincimento, non sempre potrà dare i risultati sperati, quindi preparatevi anche a qualche muso lungo per aver osato intromettervi.



lagazzettadelmolise230311a