Issuu on Google+

Raggirano un anziano, rom sfrattati dalla Mobile

Manager unico, impugnata la legge

ORATINO - Avevano acquistato una casa senza corrispondere alcuna somma ad un anziano e per questo una famiglia di rom è stata allontanata dall’abitazione dalla Squadra Mobile. Appresi i fatti, sul posto si sono recati diversi zingari del capoluogo. A pag.9

CAMPOBASSO - Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro Fitto, ha impugnato la legge regione che istituisce il manager unico e otto direttori d’area. Il Consiglio di Palazzo Moffa dovrà modificarla perché le retribuzioni previste sono più alte di quello che stabilisce il contratto nazionale collettivo. A pag. 3

ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: Poligrafica Ruggiero srl - 83100 Avellino - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

I due poliziotti

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A LUIGI VELARDI Si dice che le chiacchiere se le porta via il vento e sarà per questo che il Comitato Sottopasso ferroviario di Bojano chiede all’assessore regionale ai Trasporti un impegno formale, ma soprattutto un impegno scritto per la realizzazione dell’opera. E siccome l’assessore Luigi Velardi sull’argomento ci ha speso più di qualche parola noi della Gazzetta gli diamo (in comodato d’uso) il tapiro del giorno. Almeno fino a quando non metterà nero su bianco quanto chiesto dalla popolazione. Assessore, il tapiro lo rivogliamo presto!

L’OSCAR DEL GIORNO A REGIONE E COMUNE Regione Molise e Comune di Campobasso pronti a scendere in campo per difendere la Scuola allievi agenti di polizia del capoluogo. Il presidente Iorio ed il sindaco Di Bartolomeo, infatti, si dicono intenzionati a dare battaglia al governo nazionale per scongiurare la soppressione della struttura, tra le più virtuose d’Italia. La chiusura dell’istituto rappresenterebbe un duro colpo per l’economia della città. Le Istituzioni molisane quindi si schierano al fianco delle organizzazioni sindacali di categoria e per questo motivo meritano il nostro oscar.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Deficit Sanità, Cisl:“Le istituzioni tutelino le fasce più deboli” CAMPOBASSO – Il segretario regionale dei Pensionati Cisl, Luigi Pietrosimone, interviene sul deficit sanitario regionale e sulle conseguenze fiscali che potrebbe comportare. “È evidente che siamo giunti alla resa dei conti – afferma – i nodi verranno al pettine, a prescindere dalle azioni politiche o di ogni altra natura, che si vorrà mettere in atto. Siamo alla vigilia anche del nuovo sistema di federalismo fiscale che troverà a giorni anche qualche iniziale applicazione. Ci apprestiamo,

dunque, ad una fase particolarmente delicata, soprattutto per le fasce cosiddette più deboli. Come rappresentante dei Pensionati Cisl del Molise – continua Pietrosimone – voglio ribadire le difficoltà dei nostri pensionati, costretti a delle pensioni certamente non sufficienti per una vita dignitosa. Oltre a ciò, il rischio è che la pressione fiscale possa aumentare, mentre le agevolazioni promesse si fanno sempre più lontane. Come il caso della non autosufficienza, solo per fare un

esempio. Il mio intervento – conclude il segretario Pensionati Cisl – vuole essere non una accusa, ma un richiamo alle istituzioni, affinché possano operare tutelando, in maniera particolare, quelle fasce più deboli, come i pensionati, i quali sono già chiamati oggi a pesanti sacrifici e, soprattutto, non saranno in grado di sopportare ulteriori gravami. Poi, relativamente al di-

Pietrosimone scorso Sanità, alla luce del sostanzioso disavanzo, ci sarebbe da fare una riflessione sugli eventuali sviluppi relativi ai servizi offerti, anche in questo caso con riferimento alla popolazione anziana”.

L’Area Democratica del Pd molisano alla riunione nazionale di Cortona

“Costuire l’alternativa alla destra” I giovani Comunisti dalla parte dei 67 ricercatori universitari precari del Molise

per l’elezione dei direttivi, dei segretari provinciali e Comunali, con l’inserimento di uno sbarramento provinciale al 5%; obbligo, nella misura del 50%, del trasferimento delle risorse derivanti dalle elezioni regionali da suddividere tra il provinciale ed il comunale; obbligo degli eletti di iscrizione nei gruppi del Pd; l’iscritto Pd che si candida con un altro partito e non viene eletto ha l’impossibilità di iscriversi al Pd”. Questo per evitare, come affermato dal senatore, Franco Marini, “che il Pd venga scambiato per

CAMPOBASSO – C’era anche il gruppo molisano di Area Democratica del Pd alla riunione che si è svolta qualche giorno fa a Cortona (Arezzo) per un confronto interno e l’approvazione di una linea politica che possa far crescere il partito. I punti salienti, approvati dalla Commissione all’unanimità, riguardano “l’impossibilità per i magistrati di candidarsi nella giurisdizione in cui operano; l’inserimento in apposita anagrafe patrimoniale di tutti gli eletti del Pd; criterio proporzionale

un albergo ad ore in occasione delle competizioni elettorali”. È per questo che il segretario del Pd Molise ha deciso di effettuare una serie di “seminari” dove ognuno potrà apportare il proprio contributo e che inizieranno il prossimo 3 giugno. Parlare e discutere pubblicamente “dei problemi esistenti, ma anche delle soluzioni che il Pd ha in mente, diventa quanto mai necessario per costruire l’alternativa alla destra basandosi su proposte concrete e fattibili. Area Democratica non si sottrae a tale impegno”.

Più timori dove ci sono tralicci e ripetitori D’Alete presenta un’interrogazione urgente CAMPOBASSO – I giovani Comunisti Italiani del Molise esprimono solidarietà ai ricercatori precari dell’Università del Molise. “Ci schieriamo dalla parte dei 67 ricercatori precari molisani in sciopero e dei 25.370 di tutti gli atenei italiani. La riforma dell’università – affermano – non elimina sprechi e privilegi, non rivede la governance degli atenei, né tantomeno apre le porte ai giovani puntando sul merito, bensì taglia complessivamente al settore universitario 1,5 miliardi di euro, senza contare il terzo scaglione della legge 133 che impedirà a molti atenei a settembre di chiudere i bilanci”, precisano. In generale, “il nostro Paese

2 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010

dovrà ben presto registrare la chiusura di 15 atenei, il ridimensionamento verticale del corpo docente (30 mila persone in meno entro il 2020 su un totale di 70mila). C’è il rischio – aggiungono – che la mobilitazione si ripieghi in istanze corporative. Al contrario, dovremmo coinvolgere gli studenti trasformando le lezioni in assemblee. Chiunque creda di potersi sentire libero tra le proprie scartoffie o tra i propri appelli e parziali, ignorando quanto stia accadendo attorno a sé – concludono i giovani Comunisti Italiani – sta commettendo un gravissimo errore che le generazioni future di questo paese pagheranno a caro prezzo”.

CAMPOBASSO – Il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Antonio Pardo D’Alete, ha presentato un’interrogazione urgente con risposta scritta ed orale al presidente della Regione, Michele Iorio, “sul presunto aumento delle malattie tumorali nelle zone nelle quali sono presenti tralicci, elettrici e per la comunicazione radio, e cabine elettriche ad alta tensione, strutture vetuste e all’apparenza sovraccariche”. D’Alete ha rilevato “le numerose e ripetute denunce e segnalazioni di alcuni cittadini residenti nei comuni di Santa

Croce di Magliano e di Collotorto” e che “la Regione è ancora sprovvista di un registro regionale dei tumori”. Inoltre, gli stessi tralicci destano “particolare preoccupazione nella cittadinanza locale” perché si trovano “nei pressi di alcuni punti sensibili come il liceo Scientifico ed il poliambulatorio di Santa Croce di Magliano, oltre che nel pieno centro abitato di Colletorto, nei paraggi di via Ponchielli e in via Libertà. Per questi motivi, D’Alete chiede di sapere “quali iniziative il governo regionale intenda assumere, anche nei

confronti degli Enti locali coinvolti e delle autorità preposte al controllo ambientale e sanitario, per accertare la veridicità di tali denunce e la possibile connessione tra la presenza dei suddetti impianti e l’aumento del numero di gravi patologie neoplastiche e leucemiche; se allo stato attuale siano rispettate, tutte le norme atte a garantire la salute delle popolazioni residenti e se, ad oggi, i gestori degli impianti posseggano tutte le autorizzazioni e le certificazioni previste dalla legge nazionale e regionale in materia sanitaria ed ambientale”.

Ddl intercettazioni, sit-in di protesta davanti alla Camera

Tg 1, Busi contro Minzolini: “Rinuncio alla conduzione”

ROMA – Sit-in di protesta davanti alla Camera, nel pomeriggio di ieri, contro il ddl intercettazioni, che ha preso il via a piazza Montecitorio. Organizzato da diverse associazioni, tra cui il Popolo Viola, Articolo 21, Valigia Blu, vi hanno aderito molti giornalisti e alcuni partiti come l’Italia dei Valori, Sinistra Ecologia e Libertà e Verdi.

ROMA – Maria Luisa Busi rinuncia alla conduzione del Tg1. Lo scrive lei stessa in una lettera inviata al direttore Augusto Minzolini e affissa ieri mattina nella bacheca della redazione. Una mossa alla quale Minzolini replica affermando che il Tg1 ha sempre dato voce a tutti e non è mai stato di parte.


PRIMO PIANO Il governatore firma il decreto che assegna al Comune circa tre milioni di euro Iorio: ancora una volta abbiamo mantenuto l’impegno con la città

Scuole sicure, fondi per adeguare 18 istituti di Campobasso CAMPOBASSO – Impegno mantenuto: il presidente della Regione Michele Iorio ha firmato il decreto che avvia le procedure per rendere sicure le 18 strutture scolastiche di Campobasso. Il provvedimento, che arriva puntuale dopo la promessa fatta al sindaco Gino Di Bartolomeo, consentirà di adeguare gli edifici alla normativa antisismica. Nello specifico la Regione stanzia circa tre milioni di euro e rientra nel più ampio e complesso programma portato avanti dal Governo Iorio denominato “Scuola Sicura” per la messa in sicurezza di tutti i plessi del Molise. “Ancora una volta abbiamo mantenuto l’impegno con la città capoluogo avviando un programma particolareggiato

per la messa in sicurezza delle sue scuole” ha dichiarato il governatore dopo la firma del provvedimento. I riflettori sugli istituti del Molise, accessi subito dopo il crollo della Jovine di San Giuliano di Puglia che costò la vita a 27 bambini più una maestra, in regione non si sono più spenti. Due i fatti che hanno tenuto banco negli ultimi mesi e finiti in cronaca: quelli del liceo scientifico Romita e della scuola elementare di via Kennedy. Tutti e due gli edifici sono stati evacuati perché inagibili. I ragazzi dello scientifico dopo un primo periodo trascorso da ospiti in altri istituti superiori della città, ora hanno una nuova sede, sia pure temporanea, in via Facchinetti. Si tratta di un

ex opificio trasformato in scuola dall’oggi al domani: qui gli studenti resteranno fino a quando il loro liceo non sarà ricostruito (un’ala è stata già abbattuta). Stessa sorte è toccata agli alunni della ‘Salvo D’Acquisto’ che nel giro di pochi giorni hanno dovuto lasciare l’edificio ed ora sono ospiti della Petrone. Dove, pare, ci rimarranno per sempre visto che si parla di accorpamento dei due istituti.

“Retribuzioni maggiorate” bocciata la legge sul manager unico Per il ministro Fitto, la norma “contrasta con i principi costituzionali di eguaglianza, buon andamento ed imparzialità della pubblica amministrazione” CAMPOBASSO – Piove (ancora) sul bagnato nei rapporti tra il governo nazionale e la Regione. Il Consiglio dei Ministri ha impugnato, su proposta del ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, la legge regionale numero 10/2010 del 23 marzo scorso (quella che istituisce il manager unico affiancato da otto direttori d’area), che prevede che ai dirigenti preposti ad alcune strutture, sia corrisposta una retribuzione di posizione in misura superiore a quanto stabilito dal contratto collettivo nazionale. In una nota, lo stesso ministro Fitto spiega che “la legge regionale è censurabile per le seguenti motivazioni: l’articolo 22 stabilisce ai commi 2, 3 ,4, 5, 6, 7, che gli importi delle retribuzioni di posizione da attribuire al personale ivi previsto, siano corrisposti in misura superiore a quanto stabilito dal vigente contratto collettivo nazionale di comparto. Inoltre, il successivo comma 9, stabilisce che tutti gli incrementi della retribuzione di posizione, di cui al medesimo articolo, non gravino sul fondo del trattamento accessorio. Così disponendo, tali norme si pongono in contrasto con

le norme contenute nel Titolo III del D.lgs. 165/2001 (Testo Unico in materia di Enti locali, ndr) dall’articolo 40 al 50, le quali obbligano tutte le pubbliche amministrazioni al rispetto della normativa contrattuale e delle procedure da seguire in sede di contrattazione”. Secondo un altro istituto giuridico, la Corte Costituzionale, (sentenza numero 2 del 2004) “l’avvenuta privatizzazione dei rapporti di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni – si legge ancora nella nota – pur determinando l’attrazione della relativa disciplina nell’ambito della materia ‘ordinamento civile’, riservata alla competenza esclusiva dello Stato, non esclude, tuttavia, che le regioni, essendo dotate, a seguito della riforma del Titolo V, di competenza legislativa residuale in materia di ordinamento e organizzazione amministrativa regionale (art. 117, comma 4 Cost.), possano regolamentare aspetti riconducibili alle procedure e alle modalità della contrattazione collettiva, che sono da considerarsi come riservati all’autonomia degli enti direttamente interessati. Nella fattispecie in esame, tuttavia, il legislatore regionale

non si limita a disciplinare il regime procedimentale della contrattazione, ovviamente per la parte di sua competenza, ma incide sulla misura degli importi delle retribuzioni e dei relativi incrementi da corrispondere al personale regionale, che deve essere regolata in sede di contrattazione collettiva. La disposizione regionale lede, pertanto, l’articolo 117, lettera ‘l’ della Costituzione, il quale riserva allo Stato la competenza esclusiva in materia di ordinamento civile e, quindi i rapporti di diritto privato regolabili dal Codice civile (contratti collettivi). Le disposizioni citate si pongono, altresì, in contrasto con i principi costituzionali di eguaglianza, buon andamento ed imparzialità della pubblica amministrazione di cui agli articoli 3 e 97 della Costituzione, in quanto il personale del comparto si troverebbe di fronte ad una diversa qualificazione e quantificazione degli emolumenti da percepire in sede di contrattazione. Per questo – conclude la nota del ministro Fitto – si ritiene di sollevare la questione di legittimità costituzionale della legge regionale dinanzi alla Corte Costituzionale”. Adimo


REGIONE L’opinione di Vincenzo Musacchio, docente dell’Università del Molise

La nuova legislazione sulle intercettazioni di Vincenzo Musacchio * La Commissione giustizia del Senato, nonostante le accese polemiche è riuscita ad approvare l'emendamento del governo al ddl intercettazioni che di fatto riscrive tutta la procedura necessaria ad ottenere l'autorizzazione per il controllo delle utenze. Il presidente della commissione, conta quindi di chiudere presto l'esame del testo e di far approdare il ddl in aula al più presto possibile. Prima di arrivare al voto, il dibattito in Commissione è stato estremamente acceso e non privo di proposte molte delle quali anche fondate sul buon senso. La norma che ha ottenuto il via libera della Commissione è quella che prevede che per intercettare debbano sussistere “gravi indizi di reato”; che le intercettazioni vadano eseguite sulle utenze degli indagati o di terzi che «sulla base di specifici atti di indagine», risultino a conoscenza dei fatti per i quali si procede; che le intercettazioni siano assolutamente indispensabili ai fini della prosecuzione delle indagini. Nell'emendamento del governo si stabilisce che anche le riprese visive vengano effettuate in luoghi che appartengono agli indagati o a soggetti che, sempre «sulla base di specifici atti di indagine», risultino a conoscenza dei fatti per i quali si procede e, in più, sussistano «concreti elementi per ritenere che le relative condotte siano direttamente attinenti ai medesimi fatti». Nella stessa norma si dice anche che il magistrato dovrà chiedere l'autorizzazione ad intercettare al tribunale del capoluogo del distretto in composizione collegiale. Non si potranno più intercettare, inoltre, le utenze «riconducibili» ad agenti dei servizi segreti. È questo il risultato al quale è giunta oggi la Commissione Giustizia di Palazzo Madama bocciando tutti gli emendamenti dell'opposizione che puntavano a sopprimere la norma del ddl intercettazioni. La norma, il comma 14 dell'articolo 1 del testo del Governo, prevede che non si possano più intercettare le utenze «riconducibili» ad appartenenti «al dipartimento delle informazioni per la sicurezza o ai servizi di informazione per la sicurezza». Le proposte delle minoranze si sono scontrate con «il muro di gomma della maggioranza» che va avanti «a tappe forzate verso l'approvazione del ddl». Il testo della maggioranza, così com’è, non vi sono dubbi che appare «grossolano, malfatto, pasticciato e agisce sulla base di un pregiudizio». La vera vergogna è che sono

4 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010

state respinte tutte le molteplici proposte di modifica. La maggior parte delle quali puntava a migliorare il provvedimento visto che si tratta di un ddl scritto male e lacunoso. Si sono persino bocciati tutti gli emendamenti che erano stati presentati in materia di tutela alla riservatezza dei dati relativi al traffico telefonico. È un'assurdità, ma la maggioranza non voluto ascoltare niente e nessuno. Per quanto riguarda il mio giudizio o meglio la mia opinione in merito, conoscerne i punti essenziali a livello giuridico è indispensabile per formulare anche dei giudizi politici consapevoli, ad un livello più alto delle solite polemiche tra i politicanti. Dal complesso delle disposizioni della legge, si possono estrapolare due orientamenti generali, sostanzialmente di natura oggettiva: 1) la possibilità di utilizzare le intercettazioni viene sensibilmente ridotta. 2) nel bilanciamento tra diritto di cronaca e trasparenza dell’attività giudiziaria da una parte e tutela della riservatezza dall’altra, quest’ultima ha sicuramente avuto la meglio. La riforma sopprime un grande principio del codice di procedura penale, secondo il quale “è sempre consentita la pubblicazione del contenuto di atti non coperti dal segreto” (art. 114 c.p.p. comma 7). Questo comma è abrogato, molti divieti si estendono anche agli atti non coperti da segreto e mentre prima, in base a quel comma, in caso di dubbio si imponeva la regola della pubblicazione, ora si andrà caso per caso, in assenza di una regola generale. Restando sempre sul piano generale, la riforma riduce in altri due punti il livello di pubblicità e trasparenza dell’amministrazione della giustizia: 1) è fatto divieto di pubblicare i nomi dei magistrati che si occupano di un dato procedimento (art. 114 6 ter c.p.p.), salvo eccezioni. I cittadini non sapranno più quale magistrato si occupa di cosa. I giornali scriveranno genericamente “un magistrato”. Se questa norma fosse stata vigente in passato, probabilmente non avremmo saputo nulla di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, perché si sarebbe solo parlato di “alcuni magistrati della Procura di Palermo”. 2) la riforma prevede che la ripresa audiovisiva del dibattimento sia possibile solo se c’è l’accordo delle parti, senza eccezioni (abrogazione del vecchio art. 147 comma 2 delle norme di attuazione del codice di procedura penale). Se questa legge fosse stata vigente al tempo del maxi-processo alla mafia di Palermo o del processo

di Tangentopoli, il mancato consenso di un solo imputato avrebbe impedito la ripresa audiovisiva del dibattimento e oggi noi non avremmo quelle immagini che abbiamo visto più e più volte. Per quanto riguarda la disciplina delle intercettazioni in senso stretto, la normativa è molto ma molto stringente, quasi senza vitalità. Possiamo riassumere così i vari interventi della legge. A) Viene previsto un tetto di spesa per le intercettazioni. B) Le intercettazioni avranno una durata massima di 40 giorni, prorogabili una sola volta di altri 20 (nuovo art. 267 c.p.p. comma 3 bis). C) Se prima era competente ad autorizzare le intercettazioni il giudice per le indagini preliminari (monocratico) presso ognuno dei 166 tribunali italiani, ora sarà invece competente un collegio di giudici presso ognuno dei 26 tribunali capoluogo di distretto (nuovo art. 267 c.p.p. comma 1). La riforma prevede così nello stesso tempo il passaggio dal giudice monocratico al collegio, che costituirà un filtro più incisivo, e la concentrazione della competenza sulle intercettazioni in soli 26 uffici giudiziari, invece che in 166 come finora. D) Cambiano radicalmente le condizioni per poter autorizzare le intercettazioni. Finora le condizioni erano due: a) dei “gravi indizi di reato”; b) che le intercettazioni fossero “assolutamente indispensabili ai fini della prosecuzione delle indagini”. Un sistema già sufficientemente limitativo, almeno nella lettera. Con la riforma le condizioni sono tre: a) degli “evidenti indizi di colpevolezza”; b) viene conservata la condizione del testo precedente; c) l’esistenza di specifiche e inderogabili esigenze relative ai fatti per i quali si procede, fondate su elementi espressamente e analiticamente indicati nel provvedimento, non limitati ai soli contenuti di conversazioni telefoniche intercettate nel medesimo procedimento e frutto di un’autonoma valutazione da parte del giudice. La differenza tra i due sistemi è sconfinata. I “gravi indizi di reato” costituiscono un’esigenza oggettiva, cioè l’esistenza presunta di un reato, a prescindere di chi ne sia o meno responsabile. “Evidenti indizi di colpevolezza” sono invece una condizione soggettiva, poiché è richiesta la prova di elementi che rendano per lo meno presumibile la colpevolezza di un singolo individuo, prova che peserà come un macigno sui magistrati,

che si sono serviti finora delle intercettazioni proprio per provare quegli indizi di colpevolezza. Sostanzialmente la legge permetterà di effettuare delle intercettazioni quando queste non saranno più necessarie, poiché gli evidenti indizi di colpevolezza sono molto vicini a quanto basta per poter avere direttamente la condanna dell’imputato. Come se non bastasse, la terza condizione pone un altro muro tra il magistrato e l’intercettazione ed è sufficiente la lettura del testo per capire quanto questo muro sia alto. Oltre a renderne difficile l’autorizzazione, la riforma impedisce con una raffica di sanzioni la pubblicazione delle intercettazioni, così come di molti altri atti giudiziari. Ecco le principali novità, che comprimono notevolmente il diritto di cronaca e la libertà d’informazione. A) Tutti i documenti relativi alle intercettazioni che non sono utilizzabili per il procedimento diventano coperti da segreto e quindi la loro pubblicazione abusiva rientra nella fattispecie del reato di “Rivelazione illecita di segreti inerenti ad un procedimento penale” (nuovo art. 279 bis c.p.), punibile con la reclusione fino a cinque anni (nuovo art. 329 bis c.p.) . B) È previsto un nuovo reato, che punisce con la reclusione da sei mesi a tre anni chiunque pubblichi intercettazioni di cui sia stata ordinata la distruzione o che riguardano persone estranee ai fatti (nuovo art. 617 comma 4 c.p.). Si tratta quindi di una sanzione che si aggiunge a quella prevista al punto A). C) Per le intercettazioni che invece sono utilizzabili per il procedimento, è comunque vietata la pubblicazione fino alla fine dell’udienza preliminare o delle indagini preliminari (nuovo art. 114 comma 2 bis c.p.p.). Mediamente, quindi, i giornalisti po-

tranno pubblicare delle intercettazioni solo 2 anni dopo l’inizio delle indagini. D) La pubblicazione illegale di intercettazioni rientrerà nella fattispecie del reato di “Pubblicazione arbitraria di atti di un procedimento penale” (nuovo art. 684 c.p.). È il terzo reato previsto in materia di intercettazioni. E) Un altro reato, “Omesso controllo in relazione alle operazioni di intercettazione”, punisce i magistrati che abbiano permesso, con il loro mancato controllo, la pubblicazione illegale di intercettazioni (nuovo art. 685 bis c.p.). F) Se un giornalista (caso più comune) è soltanto indagato per violazione di uno dei vari divieti di pubblicazione di cui è disseminata la legge, l’organo disciplinare, cioè il consiglio dell’ordine dei giornalisti, è obbligato a sospenderlo in via cautelare dall’esercizio della professione per tre mesi, se sono presenti “elementi di responsabilità” (nuovo art. 115 comma 2 c.p.p.). Questa sanzione probabilmente sarà il deterrente maggiore per i giornalisti. La legge colpisce anche la persona giuridica, cioè il giornale, l’editore, in caso di violazione della legge a mezzo stampa con una notevole sanzione pecuniaria. Guardare a questa legge con “occhi da giurista” non può non far concludere che l’attività della magistratura sarà resa molto più difficile dalle nuove norme e che la libertà di informazione ne subirà un notevole pregiudizio. Attenzione a dove stiamo portando il diritto e la procedura penale di uno Stato democratico… * Docente di diritto penale dell'Unione Europea nella Facoltà di Economia - Università degli Studi del Molise e Direttore Osservatorio Internazionale di Scienze Criminali "G. Falcone e P. Borsellino" di Roma

Cellula artificiale, Obama avvia l’indagine bioetica

Bersani: Italia nel dramma, la destra lo nega

ROMA – La cellula artificiale richiama anche gli Usa. Il presidente americano Barack Obama ha chiesto alla Commissione Presidenziale per lo Studio della Bioetica di fare delle ricerche sulla cellula artificiale una priorità della sua attività. Obama ha chiesto alla commissione di studiare i benefici di tale scoperta, ma anche i problemi morali connessi.

ROMA – “L’Italia sta vivendo un dramma silenzioso – dice il segretario del Pd, Bersani – uno scivolamento rispetto all’Europa e al mondo ed una dissociazione interna tra nord e sud. Noi convergiamo verso le economie più deboli d’Europa e ci allontaniamo dalle più forti, ma la destra non coglie il problema, lo nega. L’atteggiamento del governo può rivelarsi una colpa storica”.


REGIONE La scandenza slitta al 31 luglio. L’assessore Cavaliere spiega: per evitare problemi di natura tecnica e procedurale e consentire a tutti di partecipare

Bandi Psr, più tempo per le domande CAMPOBASSO – Prorogato al 31 luglio il termine ultime per la presentazione delle domande relative ai bandi del Piano di sviluppo rurale, pubblicato sul Bollettino del 16 dicembre scorso. Due mesi in più “per evitare - ha spiegato l’assessore Cavaliere - il sorgere di problemi di natura tecnica e procedurale e consentire a tutti gli aventi diritto di poter presentare regolarmente la propria domanda”. Si tratta di sette bandi che mettono a disposizione delle aziende agricole molisane

circa 50 milioni di euro. Il primo è rivolto ai giovani agricoltori, a disposizione c’è un milione e mezzo di euro. Beneficiari del secondo sono ancora i giovani che si insediano per la prima volta in agricoltura con un budget complessivo di 6 milioni di euro. Il terzo bando è riservato agli agricoltori ed agli operai agricoli, di età pari o superiore a 55 anni, che escono dal settore agricolo e prevede interventi per 2,1 milioni di euro. Il quarto è destinato agli agricoltori che si avvalgono della consulenza

aziendale; a disposizione 2 milioni di euro . Circa 22 milioni di euro saranno destinati, invece, all'ammodernamento delle aziende agricole, mentre altri 16,5 milioni andranno a favore delle piccole e medie imprese e alle micro imprese che svolgono attività di trasformazione dei prodotti agricoli e forestali. L'ultimo bando, che prevede interventi per 2 milioni di euro, è destinato agli imprenditori che aderiscono a sistemi di qualità riconosciuti quali "Dop", "Igp" e biologico.

Sottopasso di Bojano, il comitato a Velardi: “Vogliamo certezze, non parole”

CAMPOBASSO – Il comitato Sottopasso ferroviario di Bojano ha chiesto all’assessore regionale ai Trasporti, Luigi Velardi, un “formale impegno scritto per la definitiva realizzazione dell’opera, specificando tempi e importi necessari alla realizzazione”. In precedenza, lo stesso Velardi aveva manifestato l’intenzione di intervenire per risolvere l’annosa questione che provoca “l’elevato disagio che mette in serio pericolo la città di Bojano da oltre 50 anni”. È stata, così, premiata “la forte campagna di sensibilizzazione e prevenzione del rischio, attivata sul territorio” del comitato, attra-

verso una serie di incontri “proficui”. Già quest’anno si sono verificati episodi che avrebbero potuto avere un epilogo tragico. Qualche mese fa, in località Sant’Antonio Abate a Bojano, un automobilista, accortosi del passaggio del treno con le sbarre alzate, ha dovuto fermare bruscamente l’auto. Tutto ciò è stata un’ulteriore avvisaglia rispetto all’esigenza di creare passaggi alternativi più sicuri sia per i cittadini che per la circolazione stradale. Di qui la necessità del sottopasso ferroviario a Bojano. Il caso di Bojano, sfortunatamente, non è stato l’unico. Qualche prima fa, le sbarre semoventi del passaggio a livello sono rimaste alzate al transito del treno nella tratta ferroviaria all’altezza di Sessano del Molise. Paura, rabbia e stupore soprattutto negli abitudinari automobilisti che hanno appreso dell’increscioso episodio in poche ore, causando apprensione e sgomento per una problematica andata, tristemente, in onda anche negli anni passati. Ma ora è proprio il caso (non crede, Velardi?) di passare dalle parole ai fatti.

Derivati finanziari, Romano: quali riflessi in Molise dal processo di Milano contro 4 banche? CAMPOBASSO – Il consigliere regionale di Costruire Democrazia, Massimo Romano, chiede di discutere in Consiglio la questione dei derivati finanziari che coinvolgono diverse banche e che potrebbero avere riflessi anche in Molise, attraverso una “mozione citata in oggetto, presentata insieme ai colleghi Petraroia e Leva l’11 agosto 2008, iscritta all’ordine del giorno del Consiglio e ripetutamente rinviata”. In particolare, Romano chiede di conoscere “lo stato dell’indebitamento derivante dalla stipula di contratti finanziari derivati di cui alle delibera di Giunta numero 962 e 1518 del 2007, anche alla luce

delle segnalazioni della Corte dei Conti rese dalla sezione regionale di controllo nella deliberazione numero 30 del 30 luglio 2008”. La stampa nazionale, ricorda Romano, ha riportato nei giorni scorsi le prime indiscrezioni sul processo in corso a Milano a carico di 13 imputati accusati di truffa aggravata e delle quattro banche (JP Morgan, Deutsche Bank, Depfa, Ubs) chiamate a giudizio ai sensi della legge 231/2001. Il consigliere di Costruire Democrazia, “in considerazione della gravità e dei rischi connessi alle circostanze descritte, chiede di consentire immediatamente la discussione del provvedimento citato”.


CAMPOBASSO Incontro in Giunta tra il presidente Iorio ed i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di Polizia

Scuola allievi agenti, la Regione pronta a combattere In questo periodo,a tormentare il Molise non è solo la questione sanità. A tenere banco c’è anche la vicenda relativa alla paventata chiusura della Scuola allievi agenti polizia di Campobasso. A distanza di anni, infatti, il governo nazionale fa sapere di essere intenzionato a sopprimere la struttura molisana in una logica di tagli e quindi di risparmio. Eppure, proprio la scuola di Campobasso è quella che “costa meno”. La struttura è dello Stato, le spese di mantenimento si aggirano interno ai 100 mila euro annui. Somme decisamente basse rispetto a quelle delle altre scuole di Polizia d’Italia. Nella direttiva ministeriale che ne prevede la chiusura contenuti i dettagli, tutti resi noti ieri mattina, in Giunta regionale, durante un incontro delle organizzazioni sindacali di Polizia con il

Presidente Michele Iorio. Certo è che se la soppressione della scuola non verrà scongiurata, l’economia campobassana subirà un duro colpo. E proprio in virtù della possibile perdita di una eccellenza per il Molise che il Governatore Iorio si è detto pronto a combattere, oltre che per la sanità, anche per tutelare la Scuola di Campobasso.“Non esistono le condizioni economiche, logistiche e politiche che giustifichino una eventuale decisione di chiusura della Scuola di Polizia, anche nella logica di riorganizzazione e razionalizzazione portata avanti dal Ministero dell’Interno – ha spiegato Iorio Faremo una battaglia istituzionale e politica per difendere la permanenza di una scuola che ha costi gestionali ridotti e dimostra una ricaduta sul territorio molto elevata. Interesserò della

questione direttamente il Ministro Maroni e sono certo che conoscendo il suo approccio collaborativo alla risoluzione delle questioni, potremo trovare le opportune soluzioni al problema. Come Regione siamo anche disposti ad ipotesi di Accordi di Programma che possano garantire la continuazione dell’attività alla scuola Giulio Rivera”. “La vostra preoccupazione –ha detto ancora

il Presidente Iorio ai sindacalisti - è la nostra preoccupazione; le vostre richieste saranno le nostre richieste al Governo. E’ importante che in questo momento tutte le Istituzioni lavorino all’unisono per scongiurare questo pericolo. In quest’ottica ho già chiesto, con una specifica missiva, alla delegazione parlamentare molisana un forte e compatto intervento presso il Governo

per scongiurare ogni ipotesi di soppressione e dare un futuro a questa scuola”. “La decisone di chiudere la scuola – hanno aggiunto i rappresentanti delle organizzazioni sindacali – è frutto di una scelta politica. L’istituto molisano infatti è efficiente, rispecchia a pieno i criteri innovativi e soprattutto ha un impatto sociale sul territorio non indifferente”.

Palazzo San Giorgio all’unanimità contro la paventata chiusura Anche il Comune di Campobasso, come il Consiglio regionale, scende in campo per difendere la Scuola allievi agenti Polizia di Campobasso dalla possibile chiusura. E lo ha fatto nella seduta monotematica urgente e straordinaria convocata ieri a Palazzo San Giorgio. Voto unanime infatti per scongiurare l’ipostesi della soppressione dell’istituto. Quest’ultimo infatti è necessario per la sicurezza, l’economia e l’immagine del capoluogo di regione. Eliminarlo significherebbe declassare ulteriormente la città. Il primo cittadino di Campobasso, Gino Di Bartolomeo, si è detto pronto a recarsi nuovamente a Roma con il Presidente della Regione Michele Iorio per far sentire la

propria voce. Già nei giorni scorsi il sindaco era stato nella capitale per parlare direttamente con l’attuale segretario del Ministero dell’Interno Nitto Palma. E’ dunque tempo d contrattazione, di trovare un’alternativa a quello che sarebbe un duro colpo per la città. Ed intanto, sempre Di Bartolomeo, ha rinnovato la sua intenzione di contribuire al sostentamento della scuola con un contributo 100 mila euro annui. Procedura che forse non potrà trovare attuazione.

L’Unicef scende in campo per la lotta all’Aids

La Ghirlanda incontra Bartolomeo Terzano Hanno incontrato il dottor Bartolomeo Terzano, specializzato in malattie invettive, i membri dell’associazione Ghirlanda (onlus di famiglie e operatori contro la tossicodipendenza) proprio per affrontare il tema delle patologie che derivano dalla tossicodipendenza. Intanto è già attivo lo sportello di primo

LAVORO

Azienda cerca 2 ingegneri

ascolto dell’associazione. Che nel pieno rispetto della privacy offre informazioni e consulenza sul mondo delle sostanze psicoattive. Lo sportello è aperto il martedì dalle 9 alle 12 e il venerdì dalle 16 alle 19 (per informazioni ci si può rivolgere al numero 0874-438988)

Cerchiamo n.2 giovani ingegneri da assicurare nella città di Campobasso. Si prega di inviare curriculum al seguente indirizzo e-mail: campobasso@armafer.it N. recapiti tel. 0874/413171 fax 416389

Oggi e domani in 453 piazze di tutta Italia l’Unicef scende in campo per chiedere al Governo italiano di aumentare i fondi per la lotta all’HIV/AIDS “Me lo fai un autografo? Potremo così aiutare i bambini a dare un futuro all’Africa” con queste parole l’ambasciatore Francesco Totti lancia oggi in uno spot tv e radio la campagna di mobilitazione dell’Unicef. Una raccolta di firme per chiedere al Governo italiano maggiori risorse economiche per la prevenzione e la cura dell’HIV e AIDS pediatrico; una raccolta fondi attraverso il “minipallone Unicef”, che sarà offerto in cambio di un contributo di €9.90. Nell’ambito di questa iniziativa, verrà lanciato un concorso, con la possibilità per i 3 vincitori di incontrare Totti.


CAMPOBASSO Ad allontantanare la famiglia dalla casa alle coste di Oratino gli uomini della Mobile

Raggirano un anziano, rom sfrattati E’ stata la Squadra Mobile di Campobasso ad eseguire il provvedimento di allontanamento di una famiglia rom da un’abitazione di Oratino firmato dal giudice del Tribunale di Campobasso Giovanni Falcione. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, all’origine un caso di circonvenzione di incapace finalizzato alla truffa a danno di un anziano del paese alle porte del capoluogo molisano. La famiglia rom, infatti, avrebbe rilevato la casa in oggetto senza però corrispondere alcuna somma di denaro all’uomo, nonostante regolare atto notarile di vendita. Dunque le indagini e l’epilogo: l’allontanamento degli inquilini dall’abitazione. A scatenare l’attenzione sull’intera vicenda, sulla quale si dovrà comunque far luce, è stata però la mobilitazione di numerosi zingari di Campobasso, che una volta saputo quanto stava accadendo ad Oratino, a bordo di diverse auto si sono spostati a sostegno della famiglia “sfrattata”. E’ stato pertanto necessario anche il supporto della Polizia municipale per evitare che il tutto degenerasse.

Premio Cuoco: domenica la premiazione Si terrà domenica 23 maggio prossimo, nella suggestiva location del castello Angioino, la seconda edizione del “Premio Vincenzo Cuoco”, manifestazione letteraria che premierà i saggi di alto rilievo culturale nazionale e le tesi di laurea incentrate sulla figura e sull’opera del celebre filosofo molisano, originario di Civitacampomarano. L’incontro - presieduto dall’on. Luigi Biscardi, presidente dell’associazione “Vincenzo Cuoco” di Campobasso, ente che ha promosso l’iniziativa - vedrà

la partecipazione del professor Antonio Mucciaccio, past-president del Rotary club di Termoli. La manifestazione è stata curata anche dal comune di Civitacampomarano e dai Rotary club di Campobasso, Larino, Isernia, Termoli, Agnone, Vasto e Nuoro. Alla cerimonia di premiazione saranno presenti, inoltre, le autorità regionali e provinciali, il prefetto della provincia di Campobasso e il sindaco di Civitacampomarano, oltre ai rappresentanti delle associazioni che hanno ideato l’evento.

Agrimercato: ed ora tocca alle aziende produttrici Ridurre i livelli della filiera distributiva per favorire prodotti e produttori locali: questo il senso del passaggio di testimone operato dalla camera di commercio di Campobasso che, dopo una fase sperimentale di sei mesi, cominciata nell’ottobre del 2009, ha consegnato l’innovativo progetto dell’Agrimercato alle aziende produttrici. Un progetto a “catena corta”, realizzabile grazie al sostegno della regione Molise, che permetterà al consumatore di reperire prodotti stagionali locali, frutto del lavoro degli imprenditori molisani e agli agricoltori di beneficiare della “vendita diretta” delle proprie produzioni, in modo da garantire qualità e prezzi ridotti. Un grande esempio di collaborazione sinergica tra le istituzioni, gli enti di categoria e le imprese,

La Pro loco di Toro cambia sede Oggi pomeriggio l’inaugurazione E’ fissata per oggi pomeriggio alle 18 l’inaugurazione della nuova sede della Pro Loco in via Roma a Toro. “L’idea nasce da una riunione con i rappresentanti di tutte le associazioni che vogliono dare nuovo impulso alla Pro Loco, da sempre annoverata tra le più attive, ma che negli ultimi anni ha fatto registrare un calo d’interesse. Questo è il momento della rinascita: la nuova sede dovrà rappresentare un momento di aggregazione non solo ricreativo ma anche culturale, prova ne è l’angolo dedicato alla piccola biblioteca – spiega l’assessore alla Cultura e alle politiche Giovanili Amalia Miozzi - con questo tassello possiamo dire di aver risposto ad un altro punto del nostro programma: il nostro intento è quello di promuovere attività atte a coinvolgere giovani con i quali confrontarci anche attraverso la costituzione di una sorta di consulta dei giovani organizzando incontri periodici onde poter far fronte agli eventuali disagi che gli stessi possono vivere. I giovani vanno ascoltati, spronati e, qualche volta, anche incentivati, solo così si può cercare di ottenere il meglio: se sei il primo a muovere i passi, probabilmente, qualcuno ti seguirà”. “È stato un appello unanime quello dei giovani di Toro che hanno chiesto all’amministrazione un posto in cui incontrarsi, appello subito accolto e messo in atto – aggiunge il sindaco Angelo Simonelli - devo dire che i ragazzi si sono

come ha sottolineato anche Paolo di Laura Frattura, presidente dell’ente camerale campobassano: “Siamo soddisfatti di lasciare il passo ai produttori, che da ora potranno gestire autonomamente un progetto che noi abbiamo voluto fortemente e che adesso vediamo già camminare sulle proprie gambe. Nella nostra idea, la riduzione della catena distributiva è un passaggio importante anche in tema di rispetto ambientale e sviluppo sostenibile, dal momento che la filiera corta permette di abbattere i costi di trasporto delle merci”. Nell’agrimercato di via XXIV maggio di Campobasso, infatti, in virtù del regolamento, i produttori devono contenere il prezzo dei prodotti del 30% più basso rispetto ai valori medi regionali. Sono diciotto, attualmente, le imprese riunite nell’”associazione per la gestione del mercato dei produttori agricoli in vendita diretta di Campobasso”. Lu.a.

adoperati per rendere il locale più accogliente, noi da parte nostra, anche con qualche sacrificio, ci siamo adoperati per l’acquisto di un tavolo da pingpong e un biliardino. Spero soltanto che sia davvero un luogo di ritrovo per i giovani che si vogliono avvicinare alla Pro Loco non solo per la parte ricreativa, ma anche per sposare quelle iniziative messe in atto a favore della collettività. Bisogna credere nelle cose che si fanno e, i risultati saranno quasi certi; l’Amministrazione non solo c’è stata per l’inizio dei lavori, ma rimarrà a disposizione se e qualora i ragazzi dovessero averne bisogno. Un grazie al presidente Michele Miozzi che ha accolto il nostro invito ad adoperarsi e al vicepresidente Francesco Cutrone che fattivamente si è adoperato per la realizzazione dei lavori attraverso il coinvolgimento dei giovani”.

Perla

la mascotte della “Scuola Materna” di Guardialfiera è scomparsa martedì sera a Campobasso in Via Garibaldi

Chi ne ha notizia contatti il 327 6867592


SPETTACOLI Oggi al Blue Note nell’area garden il set del vocalist di Sheffield

Questa notte super Steve E’ la voce ufficiale del dj francese Bob Sinclar

L’attacco della Riserva

CAMPOBASSO - Arriva in Molise una delle voci dance più conosciute in questo momento: Steve Edwards. E’ la voce ufficiale di Christophe Le Friant, meglio conosciuto come Bob Sinclar , il re dei tormentoni. Il cantante britannico ha inciso per Sinclar “World hold on”, “Peace song” e”Together”, tre hit alle quali ci ha abituati il dj francese. Ma in realtà Edwards ha cantato anche in canzoni per Cassius (un duo di dj francesi) in “Sound of violence” e per Axwell in “Watch the sunrise”. Stasera la sua performance al Blue Note è tra le più attese. la data recupera quella annullata alla discoteca Alexander. Ingresso ore 23:00, euro 10,00. Informazioni e prenotazioni 087439530 - 337667648.

D i s c h i

Steve Edwards ha dato la voce a numerosi progetti h o u s e quali: Basement Jaxx, Axwell, Cassius, XPress2, Michael Gray, Kings of tomorrow, Yves La Rock. Con Bob Sinclar però la notorietà è salita alle stelle. “W orld hold on” ha vinto gli Awards nel 2007 come miglior pezzo

SAN GIULIANO DI PUGLIA - Prosegue il tour promozionale de “La musica dei popoli”, il secondo album della Riserva Moac, collettivo molisano che, quasi in random, ha realizzato un disco che, rispetto al primo, vira molto verso l’elettronica, inusuale per una band che della tradizione ne fa principale ispirazione. Questa direzione l’annuncia il primo singolo estratto “Ecce moac”. Stasera l’esibizione si terrà nella piazza di San Giuliano ed ancora una volta, la musica sarà il collante tra le genti.

Finale Kimera festival dance. A febbraio di quest’anno è salito sul palco dell’Ariston con Bob Sinclar per cantare “Peace song”.

Film

Hit

Christophe Le Friant prende il nome dal personaggio interpretato da Jean Paul Belmondo, Bob Saint-Clair nel film del 1973 di Philippe de Broca “Come si distrugge la reputazione del più grande agente segreto del mondo”.

I singoli che Edwards ha cantato per Bob Sinclar: World, hold on (2006) Togeghter (2007) Peace song (2009)

Cena al buio al Move CAMPOBASSO - Per la prima volta in Molise al Move, domenica 23 maggio si terrà “Cena la buio, assaporiamo gli altri sensi”, promossa dalla cooperativa Valori in corso in collaborazione con il CNIS e il CDH. Sperimentare una cena senza luce, accompagnati da non vedenti, sarà un momento che vuole sperimentare un percorso diverso e stimolante verso il cibo. La cena avrà un primo momento di accoglienza nel locale, aperitivo ed illustrazione dell’evento. Subito dopo i partecipanti vengono fatti accomodare nella sala buia dove il personale non vedente li accompagnerà ai tavoli.

CAMPOBASSO - Quarto e ultimo giorno del Kimera film festival. Oggi alle 19:00, dalla Croazia, si proietta Sevdah di Marine Andree. Alle 20:00 la degustazione con prodotti tipici molisani e all 21:00 otto proiezioni per La notte dei corti viventi. Alle 23:40 il lungometraggio Libera nos ab sacro di William Mussini con Salvo De Santis e Michele Manocchio. Alla mezzanotte la proclamazione dei vincitori. In giuria Cloris Brosca, Gabi Martin, Luca Cirasola, Fabio Mastropietro, Vincenzo Lucchese.

Dance TERMOLI - Stasera al Bahia azzurra a Rio Vivo il live dei Cavern e a seguire dance on the beach con Nik Di Palma. Info 3408836502.

Lux CAMPOBASSO - Lunedì 24 maggio chiude “Lux” la mostra di arte contemporanea di Rosario Laterza curata da Silvia Valente. L’esposizione si tiene presso la galleria Limiti inchiusi in via Muricchio all’ex Onmi. Inaugurata l’8 maggio, la mostra segue il tema della luce, giochi di luce, effetti visivi. Ogni sorgente luminosa diventa un mezzo per farne una creazione artistica e per dare un tema a tutte le opere esposte. Informazioni 3337780889.

Lindsay Lohan evita la priogione

Flavio Briatore senza yacht

Con una cauzione di 100mila dollari, Lindsay Lohan evita la prigione. Marsha Revel, giudice di Beverly Hills aveva spiccato per la Lohan un mandato di cattura, perchè non si era presentata a un’udienza per la sua libertà vigilata, pare perchè senza passaporto a Cannes. Il giudice le ha intimato di sottoporsi a test anti-droga settimanali.

A Flavio Briatore è stato sequestrato lo yacht del valore di circa 20 milioni di euro. Sarebbe accusato di contrabbando della barca e indebito utilizzo del carburante. Se i primi accertamenti risultassero veri, il manager potrebbe pagare una multa di 25 milioni di euro e fino a tre anni di carcere. La barca batte bandiera delle isole Cayman.

BREVI ROMA - Martedì 25 maggio la scrittrice di origine molisana Vania Mancini presenta il libro Zingare spericolate al palazzo della Provincia di Roma in piazza Venezia alle 17:00. ROMA - Giovedì 27 al Brancaleone Kein e vj Raster nel set Cinematic fondle. ISERNIA - Venerdì 28 maggio al via la stagione estiva con l’apertura del giardino al discobar La Strada. Sarà il White party il primo evento. In consolle Charles Papa e Pietro rama. ISERNIA - Venerdì 28 maggio presso Le Cave il Casostanzino presenta il live dei Nobraino. BOJANO - Venerdì 28 maggio al Mamamè concerto di Andrea Ra. CAMPOBASSO - Venerdì 28 maggio al Dopolavoro ferroviario tributo in musica a Nicola Arigliano.

11 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010


Droga nelle mutande, 35enne nei guai

Incidente al giro, il Comune replica

SESTO CAMPANO - Nascondeva negli slip cinque grammi di marijuana, beccato 35enne napoletano. L’uomo, fermato dai Carabinieri a bordo della propria auto aveva occultato la droga nelle parti intime. Anche i militari di Agnone hanno fermato un giovane che possedeva hashish.

ISERNIA - “Nessuna colpa sulle cadute avvenute in città durante il passaggio del Giro d’Italia”. Queste le dichiarazioni in merito dell’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Rosa Iorio, che ha invece sottolineato l’ottimo lavoro svolto dai Vigili Urbani e dagli organizzatori.

ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

L’Università torna al centro storico www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A POSTE ITALIANE A Bagnoli del Trigno da qualche giorno è stato chiuso l’ufficio postale. I proprietari dei locali dove era ubicato l’ufficio, nel centro storico del paese, avevano intimato, circa due anni fa lo sfratto, alle Poste. Tuttavia, a detta dei cittadini, nessuno ha valutato nel frattempo eventuali siti disponibili ad accogliere le Poste. Morale della favola: ora gli sportelli sono chiusi. Poste Italiane ora sarà costretta a trovare nel più breve tempo possibile altri locali dove collocare gli uffici postali. Locali che dovranno essere anche messi a norma. Per questo motivo passeranno mesi prima che i cittadini di Bagnoli potranno riavere il loro ufficio postale.

L’OSCAR DEL GIORNO A ENZO PONTARELLI Centro storico, finalmente c’è qualcuno che ha preso la situazione di petto. È il consigliere comunale Enzo Pontarelli che ha illustrato il programma di rilancio del quartiere. Pontarelli ha anche risposto alle opposizioni che, attraverso la stampa, avevano parlato di una maggioranza disinteressata ai problemi della parte antica della città, sottolineando che lui e i suoi colleghi di partito non hanno bisogno di lezioni da parte di nessuno su come si amministra. Il consigliere, infine, ha rassicurato i cittadini: il centro storico tornerà a splendere!

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA L’esponente di maggioranza: “Punteremo sul conservatorio e sull’università”

Niente lezioni dalle minoranze Rilanceremo il centro storico Il consigliere Enzo Pontarelli risponde alle opposizioni e alla stampa locale ISERNIA – “Non ci servono lezioni dalle minoranze, sappiamo come fare per rilanciare il centro storico”. Così Enzo Pontarelli, consigliere comunale del Pdl risponde agli articoli apparsi in questi giorni sulla stampa locale e alle dichiarazioni di alcuni esponenti dell’opposizione. Le polemiche si sono scatenate dopo che l’intera maggioranza nell’ultimo Consiglio comunale ha bocciato un emendamento, presentato dalle minoranze, nel quale si chiedeva di dirottare circa un milione di euro (non vincolati) di avanzo di bilancio per avviare una serie di iniziative per riqualificare il quartiere antico della città. Contro l’amministrazione anche il Comitato civico “Centro Storico” che, in una nota, ha bocciato il bilancio di previsione. “Abbiamo votato contro – ha dichiarato Pontarelli – perché non possiamo basarci su un documento presentato mezzora prima del Consiglio. I citta-

dini, attraverso il loro voto, ci hanno dato fiducia e dunque spetta a noi decidere quale sa-

ranno i provvedimenti necessari per la città. Pontarelli, dunque, ci va giù duro ma “questo non significa – ha dichiarato il consigliere – che ci stiamo disinteressando del centro storico. Anzi posso annunciare che abbiamo già pensato ad una serie di iniziative per rilanciare il quartiere”. Oltre ad un bonus per le famiglie e per i commercianti che decideranno di aprire una nuova attività nel centro storico, infatti, nel quartiere a breve aprirà una succursale del Conservatorio “Perosi” di Campobasso. Dove saranno trasferiti anche alcuni corsi universitari della facoltà di Scienze Politiche. “Il nostro intento – ha proseguito Pontarelli – non è, come ha scritto certa stampa, dare uno schiaffo al centro storico e ai loro residenti. Al contrario, stiamo attuando un programma condiviso, efficiente e condiviso da tutta la maggioranza. In pochi mesi si ve-

Incidenti al Giro Il Comune fa chiarezza ISERNIA -Il comune chiarisce la situazione del tratto di strada relativo alle due rotatorie della statale 17 percorso dalla carovana ciclistica del Giro d’Italia mercoledì scorso. «Si tratta, -ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Rosa Iorio– d’una zona dove sono attivi più cantieri che operano sulla carreggiata e sulle rotonde, quindi un tratto di strada con lavori in corso di completamento. Tale condizione era stata segnalata, e l’alternativa sarebbe stata unicamente quella di negare ai responsabili del Giro la possibilità di far

transitare i ciclisti lungo la statale 17, circostanza inattuabile per gli organizzatori, stante alcune evidenti ragioni di scelta del percorso». Va aggiunto - fa sapere il Minicipio - che è stata la Questura e non la Polizia Municipale a gestire il passaggio della carovana rosa, inclusa l’individuazione degli snodi nevralgici del percorso. La stessa Questura, per presidiare tali luoghi, oltre ad impegnare propri uomini, ha chiesto l’ausilio dei vigili urbani il cui comando ha messo a disposizione ben trenta unità che hanno egregiamente svolto il compito. Un’ora prima del passaggio dei corridori, il Comune ha fatto eseguire la completa pulizia delle strade attraversate dalla corsa rosa. Alcuni ciclisti sono scivolati non per il terriccio o per una insufficiente segnaletica ma solo per il fondo stradale reso viscido dalla pioggia.

dranno i primi risultati e il centro storico tornerà agli antichi splendori. La maggioranza sta lavo-

rando e continuerà a farlo per il bene della città”.

Droga negli slip 35enne nei guai Nascondeva marijuana negli slip, ma non è sfuggita al controllo dei Carabinieri della Stazione di Sesto Campano. Cinque i grammi sequestrati ad un 35enne di Napoli che viaggiava sulla Statale 85. L’uomo è stato segnalato come assuntore di stupefacenti alla Prefettura competente. Analoga segnalazione è stata inoltrata anche dall’Arma di Agnone che ha sequestrato una modica quantità di hashish ad un 23enne, controllato alla guida della propria auto. Contestualmente, di conseguenza, gli è stata ritirata anche la patente di guida.

Carabinieri, visita del procuratore Albano ISERNIA - Il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Isernia Paolo Albano, insediatosi a capo della Procura Pentra il 26 aprile scorso, ieri mattina ha effettuato una visita al Comando Provinciale dei Carabinieri di Isernia. L’Alto Magistrato, ricevuto dal Comandante Provinciale dell’Arma, il Tenente Colonnello Antonio Renzetti, ha incontrato

14 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010

nella sala rapporto del Comando di via Ponte San Leonardo, il Comandante del Reparto Operativo, i tre Comandanti delle Compagnie di Agnone Isernia e Venafro e tutti i Comandanti delle Stazioni operanti sulla provincia. Nell’incontro, il comandante provinciale ha illustrato i risultati conseguiti dall’Arma dei Carabinieri nell’ultimo periodo nella

repressione dei reati con riguardo ai principali fenomeni criminosi perseguiti tra cui l’usura e lo spaccio di stupefacenti, ed i reati contro il patrimonio con particolare riferimento agli arresti operati per rapine perpetrate nei confronti di istituti di credito.

“Isernia...in tombolo” Presentato a Roma

Chirurgia laser, convegno al Neuromed

ISERNIA - Chiusi i lavori che hanno impegnato i rappresentanti della pubblica amministrazione, al Forum PA 2010 “mostra convegno dell’innovazione nelle PA e nei sistemi territoriali” che si è svolto a Roma. Nelllo stand del forum dedicato alla Regione Molise è stato illustrato l’iniziativa “Isernia in…Tombolo”.

“Il Laser nella pratica quotidiana” è il tema del simposio che si svolgerà oggi alle ore 9 presso l’aula Magna del Polo didattico del Neuromed organizzato da Filippo Cardarelli .Il convegno nasce dal tredunion dell’IRCCS di Pozzilli, con il prestigioso Ateneo La Sapienza di Roma e la S.I.L.O. (Società italiana Laser in Odontostomatoloia).


ISERNIA Cittadini sul piede di guerra: il servizio potrebbe essere riattivato solo tra qualche mese

Bagnoli, chiude l’ufficio postale I proprietari del locale dove si trovavano gli sportelli hanno sfrattato le Poste BAGNOLI DEL TRIGNO - A Bagnoli del Trigno da qualche giorno è stato “temporaneamente” chiuso l’ufficio postale. I proprietari dei locali dove era ubicato l’ufficio, nel centro storico del paese, avevano intimato, circa due anni fa lo sfratto, alle Poste. Tuttavia, a detta dei cittadini, nessuno ha valutato nel frattempo eventuali siti disponibili ad accogliere le Poste. Fino ad arrivare a qualche giorno fa, quando lo sfratto è diventato esecutivo. Così, i cittadini del paese altomolisano si sono ritrovati, improvvisamente, senza tutti quei servizi fondamentali per una piccola comu-

Venafro,carenza di personale al Carsic La Cisl: “Problemi nel reparto dei cerebrolesi” VENAFRO – La Cisl manifesta preoccupazione per la situazione lavorativa dei dipendenti dell’Istituto di riabilitazione Carsic di Venafro evidenziata da buona parte del personale (ausiliari, infermieri, tecnici, Medici e personale amministrativo). “Si evidenziano le lamentele espresse dai dipendenti – si legge nella nota del sindacato - in merito allo svolgimento della loro attività lavorativa. I dipendenti lamentano un’organizzazione del lavoro che risente soprattutto della carenza di personale ausiliario. In particolare la carenza di predetto personale (ausiliario) si evidenzia nel reparto dei cerebrolesi (pazienti particolari) figura questa assistenziale quale primo approccio con il paziente.

Tale situazione genera condizioni di stress lavorativo anche per il restante personale. A ciò si aggiunga che non si riesce ancora ad avere un incontro con i vertici aziendali per poter discutere delle problematiche riguardanti l’organizzazione del lavoro, nell’interesse dell’utenza e dei lavoratori tutti. Infatti nella riunione del 19 febbraio 2010 con l’Amministratore Delegato erano stati raggiunti accordi volti a migliorare l’organizzazione del lavoro, accordi che non è stato possibile verificare nonostante le richieste del sindacato. Perdurando questa situazione la CISL FP Molise dovrà porre in essere un utile iniziativa a tutela dei diritti ed interessi del personale dipendente”.

Ricordo dell’incendio alla Fonderia Marinelli AGNONE - Oggi alle ore 17 sarà ricordato l’incendio del 1950 e la successiva ricostruzione della Pontificia fonderia di campane Marinelli. “Succisa viresci”t è il titolo dell’ incontro che si terrà nella sala convegni del Museo delle campane, ed è anche l’augurio che l’Abate Rea trasmise ai fonditori molisani: ad Armando e ai suoi figli Pasquale ed Ettore. Introdurrà i lavori Francesco Paolo Tanzj, presidente del Centro studi Alto Molise, Giuseppe

Pardini docente di Storia contemporanea dell’Università degli studi del Molise illustrerà la storia e le storie del dopoguerra: Montecassino e la fonderia, un destino comune;Anna Ruffo Console regionale dei Maestri del Lavoro, consegnerà il sentito riconoscimento alla famiglia di Salvatore Gambatese, il devoto campanaro che eroicamente nell’opera di spegnimento decedeva colpito da una pietra staccatasi dal tetto. Gli attuali fonditori

Armando e Pasquale scopriranno la targa in ricordo dei sessant’anni dall’incendio alla presenza delle Autorità, della famiglia tutta e delle maestranze.

nità come quella bagnolese, costituita in prevalenza da anziani, che chiaramente vedono da sempre nell’ufficio postale un punto di riferimento. Attualmente non è possibile, quindi, in paese nemmeno pagare una bolletta, per non parlare della riscossione delle pensioni e degli stipendi. La situazione allo stato attuale è la seguente: c’è ancora da trovare il locale dove ubicare l’ufficio postale; una volta individuato il nuovo locale bisognerà adeguare gli impianti alle norme previste dalla legge per ospitare un ufficio pubblico. Forse, quindi, nel giro di uno o due mesi l’ufficio po-

trebbe riaprire. Ma i bagnolesi chiedono che nel frattempo si provveda quantomeno ad attivare uno sportello temporaneo per evitare ulteriori disagi e per poter garantire quei servizi basilari per la sopravvivenza di una piccola comunità che già si trova a fare i conti con il drammatico problema dello spopolamento. Un altro servizio tolto, dunque, ad un piccolo paese della provincia. Nelle zone montane la situazione si fa sempre più drammatica. In aumento i casi in cui i cittadini sono costretti a recarsi ad Isernia per espletare le più banali pratiche burocratiche.

Studenti venafrani saranno politici per un giorno VENAFRO - Mercoledì prossimo, alle ore 11, si svolgerà, presso l’aula consiliare del Comune di Venafro, l’insediamento ufficiale del consiglio comunale dei ragazzi nell’ambito del progetto “Educare alla legalità”, che ha coinvolto le classi terze, quarte e quinti della scuola primaria, I e II della secondaria di primo grado. “Ho ritenuto importante che il progetto in corso presso l’istituto comprensivo statale I circolo, avesse un’investitura istituzionale –ha dichiarato il Presidente del Consiglio Comunale Nico Palumbo -. Non si tratta solo di una questione di forma, ma di un’occasione per portare i ragazzi a vivere un contatto più diretto con la politica e le istituzioni locali. Educare i bambini al rispetto della legalità nel contesto scolastico che vivono quotidianamente significa formare dei cittadini per i quali l’etica del rispetto, verso se stessi, gli altri e le istituzioni, sarà un valore fondamentale della vita. I giovani si avvicinano alla politica quando sono già grandi, con un atteggiamento spesso disilluso e rassegnato. Sempre di più le istituzioni vengono percepite come entità distanti dal cittadino, rispetto alle quali non c’è alcuna interazione. Iniziative come il progetto “Educazione alla legalità”, legato anche alla formazione del consiglio comunale dei ragazzi, servono proprio ad imprimere una inversione di marcia a questo stato di cose. Quello che oggi, magari, può essere percepito come un gioco, un diversivo, può servire a creare una forma mentale improntata alla partecipazione, alla responsabilità del proprio essere individuo e cittadino di una comunità”.

Le orme dei Pooh domani in concerto

Messa in suffragio delle giovani vittime

MACCHIAGODENA - Il concerto de “Le orme dei Pooh”, da oltre 25 anni, official cover band del gruppo di Facchinetti & co., inizialmente in programma per lo scorso weekend, in occasione della festa del santo patrono, poi rimandato a causa del maltempo, si terrà domani alle ore 21 in piazza O. de Salvio a Macchiagodena.

Una giornata dedicata ai giovani morti prematuramente, è l’iniziativa della parrocchia Maria Ausiliatrice di Roccaravindola tenutasi ieri pomeriggio. Una Santa Messa per ricordare le giovani vite umane spezzate da incidenti e eventi tragici, come il terremoto de L’Aquila lo scorso anno che ha spezzato quelle di alcuni giovani molisani.

15 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010


TERMOLI La prossima settimana inizieranno gli interventi di ripristino sulle Sp 16, 40 e 137

Viabilità, la Provincia stanzia 700mila euro Inizieranno la settimana prossima, tempo permettendo, i lavori di ripristino delle strade provinciali Sp -16 che collega Ururi alle piane di Larino, la Sp40 che collega Ururi a San Martino in Pensilis e sulla Sp137 che collega Larino-Fondovalle Biferno, utilizzate dalla azienda Sorgenia Spa per la posa di un cavodotto dell’impianto eolico, sito nell’agro di Ururi, San Martino in Pensilis e Larino. Il presidente del Consiglio provinciale, Carmine Perugini, constatato che Sorgenia ha terminati i lavori di posa e di parziale manutenzione, viste le difficoltà e la pericolosità del transito sin dagli inizi dell'otto-

bre 2009 ad oggi, ha richiesto di far partire i lavori di manutenzione delle tre strade con la massima urgenza. I lavori da effettuare sono di totale ripristino del manto stradale, di allargamento sede viaria in alcuni punti (dove è possibile), di riallineamento di alcune curve più la segnaletica stradale orizzontale. La stima dei lavori da eseguire è pari a 560mila euro per le sp 167 e 40, mentre per la sp 137 la stima è di 150mila euro. “Inoltre – ha affermato Perugini -, nei prossimi mesi ci saranno ulteriori risorse da poter utilizzare per completare il miglioramento viario delle nostre zone”.

Carmine Perugini: “Nei prossimi mesi ci saranno ulteriori risorse da poter utilizzare per completare il miglioramento viario delle nostre zone”

Difesa alberi secolari, Larino Viva plaude al Comune di Portocannone PORTOCANNONE - Qualche settimana fa Larino Viva denunciò lo scempio di alberi perpetrato a Campomarino per far posto ad altro cemento e l'invito inascoltato rivolto al Sindaco Camilleri, con una lettera aperta, per l'apertura di un dialogo proprio sulla questione della difesa degli ulivi e di tutti gli alberi secolari presenti numerosi sul territorio, con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni per la salvaguardia di tale immenso patrimonio. Oggi, invece, Larino Viva porta a conoscenza dell'opinione pubblica un bell’esempio di sensibilità e amore per il territorio e la sua storia dimostrata dagli amministratori di Portocannone che hanno adottato iniziative e ti fanno rimanere a bocca aperta: il riferimento é alle piante che contano 700 anni e qualcuna sfiora i 1000

Accademia italiana della Cucina Presentato il volume sulle tipicità regionali GUGLIONESI - Tenendo fede alla missione di valorizzazione della gastronomia nazionale in tutte le sue espressioni locali, l’Accademia Italiana della Cucina, Istituzione culturale della Repubblica Italiana da oltre cinquant’anni impegnata in difesa del patrimonio culturale, presenta “Le buone tavole della tradizione”: la prima guida ai locali che tutelano la cucina del territorio. Il volume é stato presentato ieri nel ristorante "Ribo", nel corso dell’incontro conviviale organizzato dalla delegazione termolese dell’Aic. Sono 370 le proposte selezionatissime fra trattorie, osterie e ristoranti per riscoprire i piatti della tradizione spendendo in media circa 35 euro. Un’opera che accende i riflettori sulla cucina regionale italiana consegnandoci in dote ben 270 ricette tipiche: questa la risposta dell’AIC alle mode espresse dalle cucine mcdonaldizzate ed etniche. E’ molto più di una Guida dei ristoranti. E infatti sceglie di essere presentata contro stagione, evitando l’affollamento mediatico autunnale. Democratica e gratuita, altra differenza sostanziale, non assegna voti di preferenza ai locali ma preferisce selezionarli rigidamente in partenza: tutti sono delle “buone tavole” e tutti meritano una visita.

16 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010

anni! “Succede nella zona artigianale di Portocannone – scrivono dall'associazione -, dove il Comune ha delimitato un'area verde all'interno della quale giganteggia un bellisimo esemplare di ulivo, del diametro di oltre sei metri, che può essere ammirato da tutti e sta diventando meta di numerose scolaresche. Ebbene, noi crediamo che bisogna in fretta mettersi intorno ad un tavolo e promuovere iniziative simili in difesa di questo importante patrimonio. Grazie alla passione di Pasquale Gianquitto, componente dell'Associazione culturale Larino Viva, che ha scoperto e fotografato molti olivi in vari centri del basso Molise, oggi si può avviare una riscoperta del nostro patrimonio. Ci riserviamo a breve una iniziativa pubblica per parlare di quale idea abbiamo noi in merito”.

Domenica “I Cantori della Memoria” in concerto LARINO - Domani alle ore 21, con ingresso libero presso il Bar “ Il Boschetto”, come evento finale della manifestazione “ Aspettando la festa di San Pardo” sarà possibile assistere ad uno spettacolo musicale in compagnia dei “Cantori della Memoria”che introdurranno l’esibizione di Giuliano Gabriele e Valentina Ferraiuolo. Lo spettacolo musicale è stato organizzato dal Bar “ Il Boschetto” di Larino. “Cantori della Memoria” è il nome del gruppo di musica etnica nato nel 2009 che presenta nel repertorio brani musicali provenienti da un’area comprendente il Gargano e il Basso Molise, altri d’autore scritti o musicati da Marcello Pastorini e infine, come elementi di contaminazione, brani musicali della Puglia meridionale, della Campania e della Calabria, alcuni dei quali, raccolti da Cinzia Minotti e Giuseppe Ponzo.

Del gruppo fanno parte Cinzia Minotti con la sua splendida voce, Gennaro Miozza con la sua potente voce maschile, Mena Giorgetti al flauto, Roberto Mangione alle percussioni, Domenico Ciccone ai tamburi a cornice, Giuseppe Ponzo al mandolino, all’organetto e alla lira Calabrese, Tonino Martino alla fisarmonica, Marcello Pastorini alla chitarra e Igor Verrilli al basso. L’esibizione inizierà con lo spettacolo “C’era na vota nu Re Bifè biscotti e minè..” ideato da Cinzia Minotti che è anche responsabile dell’associazione Alberi Sonori. I Cantori della memoria lasceranno lo spazio a due grandi musicisti “il poeta” dell’organetto Giuliano Gabriele e la “Regina” dei tamburellisti italiani Valentina Ferraiuolo. Gli organizzatori non escludono la presenza di altri artisti.

Referendum IdV, continua la raccolta delle firme

Al via festeggiamenti per il patrono San Pardo

Nel ricordare l’appuntamento per la raccolta firme dei tre referendum proposti dall’Italia dei Valori, queste le date e gli orari delle postazioni per questo finesettimana. Oggi a San Martino in Pensilis dalle 10 alle 13 e a Guglionesi dalle 17 alle 20; Domani a Termoli dalle 17 alle 20 in Piazza Monumento e a Larino per tutta la mattinata nel locale circolo IdV.

LARINO – Presentato ieri pomeriggio in Municipio il cartellone dei festeggiamenti del patrono San Pardo, molto atteso nella cittadina bassomolisana. Alla conferenza stampa sono stati presenti l’Assessore alla Cultura, Massimo Starita, il presidente dell’associazione Pia di San Pardo, Michele Provvidenti, e il presidente del comitato festeggiamenti Alberto Pizzi.


TERMOLI Il presidente del Consiglio termolese condanna la relazione della dirigente del settore

Finanze comunali, Montano: grave fuga di notizie TERMOLI - In relazione alle notizie riportate da alcuni organi di informazione sul contenuto di una relazione sullo stato delle finanze del Comune di Termoli a firma della Dirigente del Settore e indirizzata ai vertici dell'Amministrazione comunale e ai Revisori dei Conti, interviene il Presidente del Consiglio Comunale, Alberto Montano che ha diramato una nota. “E’ un fatto estremamente grave che copia di un documento importante sia stato fatto circolare da qualche anonimo delatore interno prima ancora di poter discutere con il sindaco dei contenuti e prima ancora che lo stesso documento fosse portato a conoscenza di tutti i consiglieri comunali che legittimamente devono avere contezza della situazione

finanziaria del Comune. Credo sia indispensabile attivare una indagine interna e verificare eventuali responsabilità relative alla vicenda. Al di là di questo, rimane il dato dello stato di grandissima difficoltà in cui la nuova amministrazione ha trovato le casse comunali e che confermano la correttezza dei richiami che ripetutamente in questi anni erano stati fatti affinché si smettesse di dilapidare risorse e si cambiasse rotta nel modo di amministrare. Oggi questa è la realtà che ci è stata consegnata e appare davvero necessario mettere in campo un’azione responsabile e rigorosa che possa tentare di ovviare ai danni presenti e riportare il Comune ad un migliore equilibrio dei conti. Questo non è facile e richiede un

Fiat, Montezemolo: “Sì ad un tavolo strategico con il Comune” TERMOLI - “Un’iniziativa meritevole della più attenta considerazione”. Così il consigliere di Amministrazione della Fiat Group Spa, Luca Corsero di Montezemolo, ha risposto in una lettera al sindaco Di Brino, accogliendo positivamente l’idea di istituire un tavolo strategico fra Comune di Termoli, Fiat e altri attori. In merito alla risposta di Montezemoli, il primo cittadino ha dichiarato che: “Accogliamo con soddisfazione la considerazione del Presidente Montezemolo. L’interesse della Fiat alla costituzione di un tavolo strategico per ridefinire il ruolo di questa importante azienda nel nostro territorio è il segnale che riannodare rapporti di dialogo con tutti i più importanti attori della nostra realtà è l’unico metodo per trovare insieme soluzioni e strategie che possano consentire alla nostra comunità di guardare con ottimismo al futuro”. Ma in cosa consiste l'iniziativa con-

giunta tra Amministrazione e la casa automobilistica di Torino. Subito dopo l'insediamento il primo cittadino ha esteso un invito ai vertici del Gruppo Fiat per la condivisione di un progetto: la costituzione di un tavolo strategico con il Comune, la Fiat, la Regione Molise, il Governo nazionale, il Nucleo industriale, l’Università degli Studi del Molise, il Politecnico di Torino per la costituzione di un Polo di Alta formazione post universitaria da insediare nel Nucleo Industriale del basso Molise e per l’integrazione dei nuclei della Val di Sangro e di Termoli per creare un unico sinergico distretto dell’Automotive. Il tavolo avrà il compito di disegnare anche una nuova presenza della azienda sul territorio, cercando di coinvolgerla nella costituzione della Fondazione Cultura che il Sindaco Di Brino e l’Assessore Cocomazzi hanno annunciato di voler creare.

grande impegno amministrativo, decisioni coraggiose, rapide ed efficaci e una buona collaborazione tra tutti coloro che operano in Comune, amministratori, diri-

genti e personale. Mettendo in campo una politica delle cose concrete, con pochi annunci e tanti fatti, probabilmente ce la si può fare“.

“Credo che sia indispensabile un’indagine interna e verificare eventuali responsabilità relative alla vicenda”

“Caduti della Grande Guerra” In serata il convegno TAVENNA - “Caduti della Grande Guerra”. Questo il tema di una conferenza organizzato dall'assessore alla Cultura del Comune, Claudio Benedetto, che si terrà alle 17,30 in Municipio. All'evento saranno il primo cittadino e gli Amministratori comunali, il giornalista Massimo Vitale, lo storico e poeta di Tavenna, Antonio Crecchia e il presidente

della locale associazione combattenti, Giuseppe del Gesso. Durante l'incontro oltre alla proiezione di filmati si possono visiponare fotografie, cimeli dell'epoca bellica e i lavori realizzati dai bambini delle scuole primarie che prendono parte al Progetto del Servizio Civile “Pinocchio 2” coadiuvati dalla dottoressa Elisa Di Vito.

Oggi in scena lo spettacolo “Aggiungi un posto a tavola” TERMOLI – Appuntamento con il teatro questo pomeriggio alle 18 nell'Auditorium della parrocchia di Santa Maria degli Angeli, dove sarà messa in scena “Aggiungi un posto a tavola”, spettacolo portato al successo da Jonny Dorelli portata. Una commedia musicale in due atti di Garinei

e Giovannini scritta agli inizi degli anni '70. liberamente ispirata al romanzo "After me the deluge" di David Forrest con musiche di Armando Trovaioli, scene e costumi di Giulio Castellacci e coreografie di Gino Landi. Sul palcoscenico una compagnia di attori di Sulmona diretta dalla regia di

Marisa Zurlo: Fabio Ranalli, Mauro Verrocchi, Andrea di Cosmo, Gianni Cantelmi, Roberta di Censo, Patrizia Salvatore, Patrizia Gabriele e Tonio de Foglio. Cureranno la scenografia Freddy di Cosmo, Mauro Verrocchi, Silvia Lucantoni, Valentina Iafolla e Valentina Grimaldi.

Mostra collettiva degli studenti dell’Artistico TERMOLI - “Primavera dell'Artistico” é il titolo di una mostra collettiva degli studenti dell'Istituto scolastico che verrà inaugurata questa sera alle 19. Organizzatore e curatore dell'iniziativa il professore e artista Nino Barone, che vuole evidenziare la consistenza e l'allegria del fare artistico presente nelle opere esposte dai 13 giovani allievi del Liceo Termolese. “Nel mese della cultura internazionale dei giovani – scrive Barone - non poteva mancare la nostra proposta di presentare lavori artistici realizzati dai giovani del nostro territorio regionale”. Le opere proposte, pitture sculture collages e fotografie, sono state realizzate fuori dai labora-

Incendio in appartamento Anziano medicato in ospedale

Da giugno attivo il servizio di salvataggio sulla costa

TERMOLI – Le fiamme sono divampate improvvisamente dal bagno dell'appartamento ma per fortuna l'intervento dei Vigili del Fuoco ha scongiurato il peggio. Tutto é avvenuto la scorsa notte nei pressi dell'Hotel Somesist dove i Pompieri sono intervenuti per un principio d'incendio subito domato. Il proprietario del locale, colto da malore, é stato curato dai sanitari del San Timoteo.

TERMOLI – La Giunta ha deliberato di istituire il servizio di salvamento per la stagione turistica 2010. Il servizio di salvataggio sarà attivo nei tratti di spiaggia libera con maggior affluenza turistica della costa termolese per il periodo che va dal 20 Giugno al 10 Settembre. La Giunta ha autorizzato la struttura ad avviare le operazioni per la gara ad evidenza pubblica.

tori scolastici ed evidenziano, oltre una buona capacità tecnica individuale, una forte carica emotiva e umana rivolta alla lettura e all'interpretazione dei fatti della contemporaneità. Nella collettiva si possono ammirare opere si: Sara Cervellino, Linda Cilli, Samantha Cordisco, Loris D'Abramo, Cristian D'Amico, Gianluca De Grandis, Antonella Di Vito, Alessandra Landolfi, Fiamma Realini, Mario Rivellino, Andrea Stivaletta, Donatella Stelluti e Luigino Talucci. Le opere sono esposte nell'Officina Solare Arte Contemporanea in Via Marconi fino al 30 Maggio e si possono visionare tutti i giorni dalle 19 alle 21.

17 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010


Giochi della Gioventù, oggi la festa ad Isernia

Basket serie C Dilettanti, in finale c’è già il Francavilla

Il countdown è terminato. E così, questa mattina, lo stadio ‘Lancellotta’ di Isernia aprirà le porte all’esercito dei ragazzi delle scuole medie della provincia pentra per la festa finale dei Giochi della Gioventù, evento in un primo momento fissato per il 15 e, successivamente, rinviato al 22 per le inclementi condizioni atmosferiche previste in quella circostanza. A PAG. 22

Il Francavilla va a vincere anche sul campo del Mola, imponendosi per 71 a 59, e conquista gara due e l’accesso alla finale play off. Dunque per una delle due molisane, Mens Sana o Termoli che si sfideranno domenica sera in gara tre, ore 19.00 a Vazzieri, in finale ci sarà la forte squadra del Francavilla che ha chiuso la stagione regolare al 2° posto. A PAG. 22

ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it CALCIO A 5, CIPRO E’ IL NUOVO ALLENATORE DELLA SCARABEO A poco meno di 5 mesi dall'inizio del prossimo Campionato nazionale di Serie B, previsto per il 25 Settembre 2010, è stato ufficializzato il nuovo Mister della Scarabeo Calcio a 5 Venafro. Mercoledì sera nella sede di Venafro della società della famiglia Scarabeo è stato presentato, alla squadra e alla tifoseria, Mario Cipro, allenatore di provata e lunga esperienza che nella prossima stagione prenderà in cura la squadra maggiore per poterla guidare verso traguardi ambiziosi. Mario Cipro è un 48enne solare ed eloquente che fa delle sue indubbie capacità relazionali un plus per conquistare la fiducia e l'attenzione dei calciatori. La sua carriera come tecnico di calcio a 5 è iniziata molti anni fa: dopo esperienze come calciatore, nel 1995 partecipa, in qualità di mister dello Sporting Cales Club. A PAG. 20

CNU, IERI PRESTAZIONE AD ISERNIA, NEL POMERIGGIO A CAMPOBASSO Ieri sera ad Isernia si è tenuta la cerimonia inaugurale della 64esima edizione dei Campionati Nazionali Universitari. Il Corteo formato dalle rappresentative dei 49 Cus partecipanti, dai delegati del CUSI, ai settori giovanili del Cus Molise e delle società sportive molisane è partita alle ore 19.30 da Piazza della Stazione per snodarsi attraverso via XXIV Maggio sino a Piazza Celestino V, ove si è svolta la manifestazione inaugurale. In chiusura di manifestazione si tenuto il concerto di Piero Ricci, eclettico strumentista molisano considerato uno dei migliori suonatori di zampogna italiani. Oggi si replica nella città di Campobasso, alla manifestazione parteciperanno le massime autorità civili, sportive e religiose, i dirigenti del Cus e il magnifico Rettore dell’Università. A PAG. 21

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

‘Battere il Bojano, come vincere il torneo’ Il centrocampista dell’Angolana Ganje parla dello spareggio salvezza di domenica contro i matesini La rete realizzata domenica scorsa contro il Campobasso è stata pesantissima. Un gol che ha consentito alla Renato Curi Angolana di continuare a sognare la salvezza diretta in serie D. Il talentuoso centrocampista della formazione pescarese Enrico Ganje è senza dubbio uno dei punti di riferimento di questa squadra e la sua esperienza con l’Angolana potrebbe chiudersi ben presto visto che il calciatore camerunense è ambito da numerose piazze tra queste c’è anche il Campobasso: “L’interesse del Campobasso nei miei confronti c’è da tre anni. Non nascondo che mi piacerebbe giocare in una piazza bella e importante come quella di Campobasso, da parte mia c’è la massima disponibilità ma è chiaro che un futuro accordo dipende dalla

volontà di entrambe le parti”. Intanto le sirene di mercato non la distolgono da quello che è l’appuntamento più importante della stagione, lo spareggio contro il Bojano. “Non sarà una partita come tutte le altre. Una gara secca, tutto può succedere. Dobbiamo essere concentrati e giocarci sul campo tutte le nostre carte”. Il terreno in sintetico del campo di Boville vi preoccupa? “Più che il terreno siamo rimasti un po’ perplessi per la scelta del posto. La distanza non è così ravvicinata, anche per il Bojano,forse si poteva scegliere una soluzione migliore”. Nel finale di stagione avete sorpreso un po’ tutti. Nelle ultime sette gare avete conquistato 17 punti e messo al tappeto diverse big, cosa è

cambiato rispetto al girone di andata? “L’arrivo del nuovo allenatore Amaolo ha portato entusiasmo, stimoli, rabbia, grinta, fiducia nei nostri mezzi. Questi elementi l’Angolana in realtà li ha sempre avuti ma lui è riuscito a farci fare quel passo in più che serviva”. Che avversaria è il Bojano? “Il Bojano lo ricordo bene, ci ha battuti sia all’andata che al ritorno. Onestamente allo spareggio mi sarei aspettato un’altra squadra perché loro fino a qualche settimana fa avevano 4,5 punti di vantaggio dalla zona play out e quindi avevano la salvezza tra le mani. E’ una buona squadra e non dobbiamo sottovalutarla assolutamente”. Che stagione è stata questa per te? “Sono sette anni che gioco in

serie D e questa è stata la stagione più sofferta. Dal punto di vista personale posso ritenermi abbastanza soddisfatto: ho realizzato otto reti e per un centrocampista sono un buon bottino. Quando a dicembre sono andati via diversi giocatori che potevano essere utili ho pensato che sarebbe stata dura. Per fortuna le cose sono andate bene, ora manca solo l’ultimo sforzo. Sarebbe bello vincere e credo che un successo domenica per noi equivarrebbe alla vittoria di un campionato”. ARBITRO: Lo spareggio salvezza in programma domani sul neutro di Boville Ernica sarà diretto dal fischietto pugliese Francesco Castrignanò della sezione di Brindisi che sarà coadiuvato da D’Amato di Battipaglia e Zuccaro di Napoli. JSV

Enrico Ganje

CALCIO A 5

Mario Cipro è il nuovo allenatore della Scarabeo

L’allenatore Mario Cipro A poco meno di 5 mesi dall'inizio del prossimo Campionato nazionale di Serie B, previsto per il 25 Settembre 2010, è stato ufficializzato il nuovo Mister della Scarabeo Calcio a 5 Venafro. Mercoledì sera nella sede di Venafro della società

20 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010

della famiglia Scarabeo è stato presentato, alla squadra e alla tifoseria, Mario Cipro, allenatore di provata e lunga esperienza che nella prossima stagione prenderà in cura la squadra maggiore per poterla guidare verso traguardi ambiziosi. Mario Cipro è un 48enne solare ed eloquente che fa delle sue indubbie capacità relazionali un plus per conquistare la fiducia e l'attenzione dei calciatori. La sua carriera come tecnico di calcio a 5 è iniziata molti anni fa: dopo esperienze come calciatore, nel 1995 partecipa, in qualità di mister dello Sporting Cales Club, al corso allenatori di Calcio a 5 tenuto ad Agnano da Vasco Tagliavini, Da allora ha condotto lo Sporting ad una serie impressionante di vittorie nel campionato Juniores, laureandosi campione regionale per cinque volte, con una favolosa Juniores che un cronista napoletano, all'indomani della terza finale vinta in quell'occasione con l'Avellino per 8 a 2, definì "planetaria". Lo Sporting risultò, in quegli anni, anche vincitore di una Coppa Italia Femminile e una Supercoppa maschile. Come tecnico delle squadre giovanili, oltre questi entusiasmanti risultati, è arrivato terzo nel campionato nazionale Juniores, e ha vinto vari titoli provinciali con la rappresentativa degli Allievi. Passato ben presto alle rappresentative maggiori, ha magistralmente guidato diverse rappresentative campane nel centrare il difficilissimo obiettivo nel campionato campano della promozione in Serie B. Nella serie cadetta si è fatto apprezzare per le sue doti umane, ma anche, e soprattutto, per il rigore tecnico e tattico che riesce ad infondere alle compagini che allena. Un particolare curioso, vista la militanza attuale di Benincasa nella Scarabeo Venafro, è che nella Camilla Cales, una squadra di tutti italiani, fu proprio il bomber Danilo Benincasa a vincere la classifica del capocannoniere del girone di pertinenza della serie B nazionale. Nella serie

cadetta, in questa società, Mister Cipro è rimasto per tre anni, togliendosi belle soddisfazioni e collezionando ottimi risultati. Per questo, un tecnico valido ed esperto come Michele Mazzarda lo ha voluto come coadiuvante nelle stagioni 2002-2003 e 2003-2004, nel Bellona, impegnata in A2, che, nel secondo anno, sfiorò di un soffio, perdendo la finale dei play-off, la promozione nella massima serie. Un vero leader che viene riconosciuto tale dai giocatori che guida, ma anche una umanità e una modestia che stimola i calciatori ad impegnarsi al massimo, e che li aiuta anche nei momenti più difficili. Per queste sue doti è da tempo selezionatore della rappresentativa campana femminile, che nel 2004 si è laureata campione d'Italia, battendo in finale la Lazio. Dopo la presentazione ufficiale, così ha commentato l'inizio di questa sua nuova avventura: “Sono stra-felice di sposare questo progetto. Ho conosciuto il presidente Gabriele Scarabeo, persona squisita e nello stesso tempo altamente determinata, con un programma serio, stupendomi per il suo attaccamento allo sport e al territorio. Il giovane staff dirigenziale che lo coadiuva mi è sembrato estremamente valido, competente e dinamico, con l'impressione che cura ogni minimo dettaglio all'interno dell'aspetto organizzativo societario/della società. Conoscevo la piazza di Venafro, e avevo già visto all'opera la squadra, conoscendo bene, per essere stato in passato il loro Mister, Massimo Bosco, Danilo Benincasa e Fabio Esposito. Il presidente Scarabeo mi ha spiegato quali sono le ambizioni societarie e il relativo programma pianificato, e per questo mi sento onorato di essere parte integrante di questo cammino. Del resto, non si poteva non accettare e sposare in pieno un progetto del genere. Ora tocca a me ripagare la fiducia del Presidente e della Società Scarabeo Calcio a 5 Venafro con quello che un po’ tutti si aspettano e, a cominciare già da oggi, lavorerò in funzione di ciò”.

La Juventus è partita per la tournee in Usa

Ovrebo:“Lascio la carriera internazionale”

La Juventus e' partita per gli Usa, dove disputera' 2 amichevoli,a New York e Toronto. Agli ordini di Zaccheroni sono partiti 22 giocatori. Tra i prestiti Bardi e Bernardini (Livorno), Brandao e Ekdal (Siena), Padoin (Atalanta). Tra i big, Del Piero, Diego, Amauri e Trezeguet. Assenti Legrottaglie, che si e' infortunato, e Sissoko, ancora alle prese con le cure per l'ennesimo malanno tendineo. I bianconeri affronteranno i Red Bulls Arena il 23 maggio e la Fiorentina il 25 maggio a Toronto.

L'arbitro norvegese Tom Henning Ovrebo annuncia l'addio alla carriera internazionale. La notizia è sull'edizione online dell'Aftenposten. Ovrebo, 44 anni, è stato protagonista di alcuni errori, ultimo in ordine di tempo il gol in fuorigioco convalidato al Bayern Monaco nei quarti di Champions League costati l'eliminazione alla Fiorentina. In precedenza, agli Europei 2008, durante Italia-Romania annullò per un fuorigioco inesistente, su segnalazione di un guardalinee, un gol di Toni.


S P O RT CUS MOLISE

Cnu oggi tocca a Campobasso Ieri sera si è tenuta la presentazione ad Isernia, nel pomeriggio ci sarà nel capoluogo Ieri sera ad Isernia si è tenuta la cerimonia inaugurale della 64esima edizione dei Campionati Nazionali Universitari. Il Corteo formato dalle rappresentative dei 49 Cus partecipanti, dai delegati del CUSI, ai settori giovanili del Cus Molise e delle società sportive molisane è partita alle ore 19.30 da Piazza della Stazione per snodarsi attraverso via XXIV Maggio sino a Piazza Celestino V, ove si è svolta la manifestazione inaugurale. In chiusura di manifestazione si tenuto il concerto di Piero Ricci, eclettico strumentista molisano considerato uno dei migliori suonatori di zampogna italiani. Oggi si replica nella città di Campobasso, alla manifestazione parteciperanno le massime autorità civili, sportive e religiose, i dirigenti del Cus Molise e il magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise. L’inizio della cerimonia d’apertura è previsto per le ore 18 in Piazza Prefettura dove partirà il corteo inaugurale al quale prenderanno parte le rappresentative dei 49 Cus italiani, i delegati del CUSI, i settori giovanili del Cus Molise e delle società sportive molisane accompagnati dagli sbandieratori e musici “Castel Monforte” e dalla banda del Comune di Gambatesa. Il corteo si fermerà in Piazza Prefettura dove le Autorità porgeranno il saluto inaugurale agli atleti dei diversi Cus d’Italia. La manifestazione sarà animata dalla presenza di Stands gastronomici, di degustazione e di artigianato allestiti in Villa dei

CALENDARIO GARE II GIORNATA BEACH VOLLEY inizio gare ore 9.00 Cittadella dello Sport - Rio Vivo, Termoli Maschili e femminili Sale l’attesa per la coppia Marco Santucci e Michele Galante, già medaglia di bronzo nel 2008 e favoriti nei CNU 2010. Sul fronte femminile tenteranno di conquistare il podio per il Molise la coppia Morena Muzzo e Daniela Boffa dove ad essere favorite sono le coppie: Pini – Bulgarello del Cus Ferrara, e Vanni Di Crescenzo del Cus Teramo. TIRO A SEGNO qualificazioni inizio gare ore 8.30/19.30 Palestra Circolo Tennis Campobasso JUDO individuale maschile inizio gare ore 9.30 PalaUnimol Via Gazzani – Campobasso Maschili: Kg 60- 66- 73- 8190- 100- +100 VELA inizio regate “match rice” ore 10.00 Circolo della Vela - Rio Vivo, Termoli TENNISTAVOLO gironi eliminatoriinizio gare ore 10.00 Palazzetto ITIS Mattei - Iser-

Cannoni e terminerà con la musica del DJ Set prevista in Piazza Municipio. A Termoli è invece

nia Singolare maschile e femminile, doppio maschile/ femminile/ misto Il CUS Molise gareggerà con quattro atleti: Stefano Cosimi (singolo/ doppio), Mauro Bernardo (singolo/ doppio), Francesco Petrella (singolo) e Andrea Pietrunti (singolo). KARATE kata maschile inizio gare ore 11.00 PalaUnimol Via Gazzani – Campobasso Cinture nere e marroni, classi seniores e junores Maschili: kg 55/60- 65- 70- 7683- 90- +90 Occhi puntati sul portabandiera del Cus Molise Giannicola Trivisonno, lo scorso anno medaglia di bronzo a Lignano, che assieme a Fabio Lionelli gareggerà nel Kata. Il Cus Molise cercherà di andare a medaglia anche con Vincenzo Langellotti nel Kumite. PUGILATO semifinali inizio gare ore 16.00 Palazzetto Comunale – Isernia Maschile, seniores I e II serie: Kg 57- 60- 64- 69- 75- 81- 91+91 Femminile, seniores I e II serie: Kg 51- 54- 60- 69

previsto in serata un concerto in spiaggia Bahia-Cala dei Longobardi.

Anche il presidente Iorio parteciperà alla cerimonia di oggi Il Presidente della Regione Molise Michele Iorio parteciperà domani, sabato 22 maggio, alle ore 17:30, a Campobasso, in Piazza Vittorio Emanuele, all’inaugurazione di “Casa Molise 2010”. “Casa Molise 2010” è una struttura espositiva realizzata dalla Regione Molise in occasione della sessantaquattresima edizione dei Campionati Nazionali Universitari che si svolgeranno in regione dal 21 al 29 maggio 2010. La struttura ospiterà un punto informativo per gli oltre 6.000 atleti e relativi accompagnatori provenienti da tutte le regioni italiane. Ci sarà anche una sala incontro animata da una serie di eventi con la

KICK BOXING

BASKET FEMMINILE B1 D’ECCELLENZA

Lavori a ritmo serrato per le Final Eight di Coppa Italia Solo due settimane e poi l’intera città di Campobasso si colorerà di rosa, un colore che per tutti gli amanti della pallacanestro femminile molisana vuol dire Women’s Basket , negli ultimi mesi divenuta Caffè Monforte. Procedono infatti a pieno ritmo i preparativi per il grande evento che porterà in città oltre 200 cestiste. Ad esse, si sta poi aggiungendo un numero via via più crescente di allenatori, procuratori, dirigenti federali, giornalisti, amanti della palla a spicchi e, soprattutto, personalità di punta del panorama regionale e nazionale del basket. Tanti gli appuntamenti che si preannunciano, dunque, imperdibili durante le giornate 4-5-6 giugno. L’intera società sportiva presieduta da Luigi Maiella sta, infatti, predisponendo gli ultimi dettagli per il calendario delle attività ricettive in programma per le sette squadre ospiti, e che sarà comunicato nei prossimi giorni. Sono, però, stati conclusi importanti accordi con alberghi e ristoranti che ospiteranno Stefania Lombardo le atlete provenienti da tutta Italia e con le cui squadre sono oramai in fase di conclusione i dettagli di carattere logistico per l’arrivo, la permanenza e la disputa delle gare. Ultimi lavori in corso, invece, per il parquet che ospiterà il grande evento, che continua a prefigurarsi tra le attrazioni principali delle giornate di Corpus Domini nel capoluogo.

presenza degli sportivi e degli artisti di livello nazionale che arriveranno nel Molise in occasione dei Campionati. Previsto poi uno spazio per informazioni turistiche e per la promozione del territorio. In uno spazio attiguo saranno posizionati anche degli stand enogastronomici e dell’artigianato. Oltre al Presidente Iorio, saranno presenti anche il Rettore Università degli Studi del Molise, Giovanni Cannata, il Sindaco della Città di Campobasso,Luigi Di Bartolomeo, l’Assessore regionale al Turismo Franco Giorgio Marinelli, l’Assessore regionale alla Programmazione Gianfranco Vitagliano.

Cinque medaglie per la Fighting Ring Bojano Gli allievi della Fighting Ring Boiano conquistano 5 medaglie nella Coppa del Presidente svoltasi a Rimini lo scorso fine settimana, Luigi Monaco cat. Juniores -69kg, e Antonio Petraroia (Light Contact) cat. Senior 70kg con due eccellenti prestazioni salgono sul gradino

Mourinho:“Voglio vincere per l'Inter”

Van Gaal fa i complimenti al collega Mourinho

Josè Mourinho affida al sito dell'Inter un 'saluto' speciale ai tifosi nerazzurri alla vigilia della finale di Madrid contro il Bayern. ''La Champions League - scrive (in inglese) il tecnico che pare in procinto di andare al Real è la più prestigiosa competizione del mondo: tutti la vorrebbero vincere ma pochi ci riescono. Io la voglio vincere per l'Inter. Se da allenatore potrò aiutare i calciatori e contribuire un po' alla realizzazione di questo sogno, ne sarò enormemente felice''.

Louis Van Gaal fa i complimenti a Mourinho, già suo secondo al Barcellona, alla vigilia della finale di Champions tra Bayern e Inter. ''Lui è sempre stato bravo ha spiegato Van Gaal – tanto è vero che gli ho lasciato allenare la squadra. L'ho scelto perché avevamo filosofie simili. Mourinho preferisce un gioco più difensivo perchè ha poi i giocatori che gli risolvono le partite, ma lui ha fatto dell'Inter una squadra vincente. La mia filosofia è creare un gioco divertente''.

più alto del podio mettendo in riga i rispettivi avversari, sempre nel Light un ottimo 2° posto di Ettore Gentili Cadetti -63kg, nel Semy Contact i cadetti conquistano 2 medaglie con Alex Carbone 2° Class.- 47kg. e Amatuzio Mattia 3° class. +47kg.

21 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010


S P O RT GIOCHI DELLA GIOVENTÙ - ISERNIA

Questa mattina la festa finale Lo stadio ‘Lancellotta’ aprirà le porte all’esercito di ragazzi delle scuole medie della provincia pentra Il countdown è terminato. E così, questa mattina, lo stadio ‘Lancellotta’ di Isernia aprirà le porte all’esercito dei ragazzi delle scuole medie della provincia pentra per la festa finale dei Giochi della Gioventù, evento in un primo momento fissato per il 15 e, successivamente, rinviato al 22 per le inclementi condizioni atmosferiche previste in quella circostanza. La rassegna, organizzata dal Coni di Isernia, rappresenterà l’atto conclusivo di un progetto che ha preso il via con l’inizio dell’anno scolastico nell’ottica del ‘tutti protagonisti, nessuno escluso’. Saranno una ventina gli istituti che si cimente-

ranno nell’evento, coi vincitori che poi saranno premiati, a dicembre, in occasione della cerimonia ‘Le stelle di Natale’. Per loro, previste attività ginniche e giochi con la palla, che rappresenteranno il momento di saggio del lavoro sulle capacità motorie fatto durante l’anno e culminato, in un primo momento, in un ultimo atto interno, istituto per istituto, che ha designato la classe presente sabato nell’impianto del capoluogo pentro. La rassegna, come da tradizione, sarà introdotta da una suggestiva e coreografica cerimonia d’ingresso, che seguirà il protocollo olimpico, contattato dallo staff tecnico

della struttura di via Berta, con tanto di accensione del tripode fatta da un testimonial di levatura internazionale, ultimo tedoforo di un’emozionante staffetta che porterà la ‘sacra fiamma’ sino alle tribune dello stadio isernino. Subito dopo, il senatore Ulisse Di Giacomo, numero uno del movimento olimpico territoriale, darà il via ‘alle danze’, dichiarando ufficialmente aperto l’evento. Che, da consuetudine, vedrà tanta gente assistere alle prove dagli spalti e, all’interno, del programma una pausa coreografica all’insegna di sport, divertimento e magia con un protagonista di tutto punto.

BASKET - SERIE C DILETTANTI

Una molisana in finale troverà il Francavilla Mola 59 Francavilla F. 71 Parziali: 16-18, 32-39, 47-54 Mola: Giuffrè 13, Cipulli 8, Picuno 0, Ciocca 6, Leo 17, Iannone 12, Giampietro 0, Brunetti 2, Di Mola 1, Avelluto ne. Coach: Bray Francavilla F.: Venturelli 13, Risolo 11, Sarli 15, Italiano 7, Grasso 0, Menzione 17, Montagnani 0, Simone 2, Musci 0, Soro 6. Coach: Olive.

GOLF

ATLETICA LEGGERA

Nuovo record nella maratona per Di Monaco 2 ore 37 minuti e 34 secondi è il nuovo primato provinciale di maratona. Il miglior tempo molisano degli ultimi anni, che scavalca il risultato di Pilla Marciano della Atletica Venafro nel 2008 a Napoli. Lo ha stabilito a Porto S. Elpidio, vicino Porto S. Giorgio (AP) domenica scorsa Vincenzo di Monaco, il portacolori della Nuova Atletica Isernia, associazione di podisti della cittadina pentra. L'ottavo posto assoluto, il primo della categoria MM35 e il primo posto tra i non professionisti rendono l'idea della prestazione di Di Monaco che, dopo avere usato la maratona di Londra come allenamento lungo tre domeniche fa, ha dato il colpo vincente domenica scorsa nella Maratona del Piceno, che nasce a Belmonte Piceno nel 1982 in un territorio stupendo e con una grande tradizione sportiva. Mentre Di Monaco stabiliva

il primato, sempre domenica la Nuova Atletica Isernia vinceva il titolo a squadre della “Corriamo verso l'Abazia”, gara di 12 km che dal Centro Commerciale Panorama sulla Via Casilina Sud alle porte di Cassino conduce fino alla celebre Abazia dopo una estenuante salita. Ben 29 gli atleti NAI su 243 ar-

Il Francavilla va a vincere anche sul campo del Mola, imponendosi per 71 a 59, e conquista gara due e l’accesso alla finale play off. Dunque per una delle due molisane, Mens Sana o Termoli che si sfideranno domenica sera in gara tre, ore 19.00 a Vazzieri, in finale ci sarà la forte squadra del Francavilla che ha chiuso la stagione regolare al 2° posto. RS

rivati con la migliore prestazione del solito Giuseppe Ucciferri, arrivato 11°, primo atleta molisano e primo degli “atleti normali”, visto che coloro che lo hanno preceduto erano tutti professionisti. Silvio Marro e Daniela Pellegrino, invece, sono i vincitori delle rispettive categorie MM55 e MF45.

Torneo a squadre ad Isernia L’Isernia Golf Club, affiliata Fig, in località Zio Carlo ad Isernia ha organizzato per oggi 22 maggio un torneo interregionale a squadre di ‘Pitch and Putt’ denominato ‘Centro Italia’. All’evento parteciperanno, oltre all’Isernia Golf Club, il Real Golf Club di Roma, il club ‘La Grotte’ di Frosinone ed il club ‘Il Maggiolino’ di Roma. La manifestazione, riservata a giocatori di 1^ e 2^ categoria, avrà inizio alle ore 10.00. La quota di partecipazione per ogni singolo giocatore è di euro 20,00. Per ulteriori informazioni e per adesioni è possibile contattare la segreteria dell’Isernia Golf Club al numero 334-6485742.

FISE - EQUITAZIONE

Nel week end il primo trofeo “Sulle orme dei Sanniti” Sabato 22 e domenica 23, presso Endurance Village situato presso l’Agriturismo La Taverna in Contrada Piana dell’Olmo a Sepino, si svolgerà il 1° Trofeo sulle orme dei Sanniti, tappa Unica Campionato regionale Molise di Endurance e II Tappa Campionato Regionale Campania Cat. Deb. 27 Km. – CEN */R 54 Km. Il programma della manifestazione prevede: ore 08.00 : Apertura segreteria; ore 08.30 : Inizio visite veterinarie; ore 09.00 : Partenza Cat. CEN */R; ore 10.00 : Partenza Cat. Debuttanti; Ore 16.00 : Premiazione. L'endurance è uno degli sport equestri di maggior diffusione al mondo. Le competizioni consistono in corse di resistenza su percorsi di varia natura ed un chilometraggio che varia dai 20 ai 160 km a seconda delle categorie. Una delle peculiarità della disciplina è l'attenzione alla salute del cavallo. Ogni 3035 km infatti l'animale viene sottoposto ad un'accurata visita veterinaria in cui vengono controllati: battito cardiaco, movimento intestinale, respiro e tutti quei parametri metabolici e meccanici che permettono di valutare se le condizioni del cavallo sono idonee per il prosieguo della competizione. Qualora uno di questi fosse fuori norma il cavallo verrebbe eliminato dalla corsa. L'endurance equestre fonda le sue radici nelle marce di resistenza or-

ganizzate all'inizio del secolo scorso nel nostro continente, in cui gli ufficiali di cavalleria delle principali nazioni europee mettevano alla prova i loro migliori soggetti in massacranti percorsi di diverse centinaia di chilometri. Le prime prove di endurance moderno vennero invece disputate a partire dal 1954 in California (Stati Uniti d'America), lungo la Western States Trail, cioè un percorso che ricalcava quello usato tra il 1860 ed il 1861 dai pony-express. Ben presto queste competizioni si diffusero anche in Europa ed in particolare in Francia e Spagna. Nell'86 venne disputato, vicino Roma, il primo campionato mondiale, vinto

dall'amazzone statunitense Sandy Shuler. L'Italia è una delle nazioni più presenti nel medagliere internazionale per opera soprattutto di Fausto Fiorucci che in sella al suo purosangue arabo Faris Jabar è l'atleta più medagliato dell'endurance italiano ed il binomio Fausto Fiorucci/Faris Jabar è il binomio più medagliato a livello mondiale. Con l'interessamento, verso la fine degli anni novanta, di alcuni sceicchi arabi, ed in particolare delle famiglie Al-Maktoum ed Al-Nahjan, cioè le Famiglie Reali dell'Emirato del Dubai e di quello di Abu Dhabi, questo sport vide una notevole quanto improvvisa crescita. L’ Umbria Endurance Equestrian Team (UEET), nato nel 1998, è referente esclusivo per l’Italia del Dubai Equestrian Club (DEC), e prepara i migliori cavalli italiani da endurance, in sella ai quali i cavalieri degli Emirati Arabi Uniti ed i membri della Famiglia Reale hanno conquistato risultati rilevanti. In Italia, Gubbio Endurance dal 1994 e Assisi Endurance Lifestyle dal 2007 sono tra gli appuntamenti di rilievo a livello internazionale di endurance sotto l’egida organizzativa del pluricampione Fausto Fiorucci per Gubbio Endurance e di Gianluca Laliscia, Medaglia d’Oro a Squadre ai Campionati del Mondo 2005 a Dubai per Assisi Endurance Lifestyle.

Stilato il calendario del campionato regionale di Pole Bending - Barrel Racing 2010 Questo il calendario del campionato regionale di Pole Bending Barrel Racing 2010: 23/05/2010 Associazione Samarcanda, Sant’Agapito Isernia 02/06/2010 Cg Quarter Horses Campobasso 18/07/2010 Circolo Ippico Cassandra Campobasso 17/08/2010 Staffoli Horses Agnone Si tratta di una gara contro il tempo dove vengono messe in risalto le doti di velocità ed agilità del cavallo. Bisogna eseguire un percorso a slalom costituito da 6 paletti disposti in linea retta ad una distanza di 6,40 m l’uno dall’altro. I paletti devono essere di legno, devono avere un’altezza di minimo 1,80 m e un diametro di base non superiore a 43 cm. Ogni concorrente può partire sia a destra che a sinistra rispetto alla linea dei paletti; il cavaliere deve galoppare fino al paletto più lontano, girarsi di 180° e compiere uno slalom fino al paletto più vicino alla linea di partenza, quindi girare attorno a quest’ultimo, ricompiere lo slalom e scattare a tutta velocità per lo sprint finale verso il traguardo. Lo slalom viene effettuato con continui cambi di galoppo in cui vengono messe in risalto soprattutto l’elasticità e la precisione del cavallo. Molte sono le amazzoni che si dedicano a questa

specialità della monta western. Il tempo viene calcolato con cronometri elettronici a fotocellula dal momento in cui la narice del cavallo attraversa la linea di partenza fino a quando attraversa la linea d’arrivo, che coincide con quella di partenza. Vince ovviamente chi impiega meno tempo e raggiunge il traguardo eseguendo il percorso in modo corretto senza abbattere i paletti. L’abilità del cavaliere nel compiere uno slalom velocissimo sfiorando i paletti senza farli cadere. E’ una prova sul filo del centesimo di secondo che viene sempre accompagnata dall’incitamento fragoroso del pubblico.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 06:02 06:49 09:30 12:20 14:12 17:13 17:40 20:55

Arrivo 07:40 08:35 11:07 14:11 15:56 19:02 19:30 22:45

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta “Graviuole” con ragù di cinghiale Un kg di polpa di cinghiale q. b. di vino rosso un mazzetto guarnito (prezzemolo salvia rosmarino nipitella) 1 cipolla 1 dl di olio di oliva 1 fetta di lardo di prosciutto

1 litro di passata di pomodori 400 g di semola di grano duro 4 uova 500 g di ricotta di pecora un odore di noce moscata q. b. di sale

Tagliate il cinghiale a pezzi, aggiungete il mazzetto guarnito e mettetelo a marinare per 12 ore in una capace ciotola, coperto con il vino, avendo l’accortezza di rigirarlo di tanto in tanto. Trascorso questo tempo, sgocciolate i pezzi di carne e preparate il ragù: versate l’olio in una “tiella” di terracotta e fatevi soffriggere, dolcemente, un battuto di lardo cipolla e prezzemolo, unite la carne e fatela rosolare a fuoco vivace. Sfumate con il vino della marinata e, appena sarà evaporato, aggiungete la passata di pomodori. Salate e fate cuocere a fuoco lento il ragù. Per i “Graviuole”, versate la farina sulla spianatoia, nella fontana battete le uova con l’olio ed un pizzico di sale, incorporatele alla farina ed ammassate a lungo il composto, fino a renderlo liscio ed elastico. Stendete il panetto ottenuto in due sfoglie molto sottili: sulla prima disponete il ripieno, preparato semplicemente con ricotta amalgamata ad un pizzico di sale e ad una spolverata di noce moscata, formando tanti mucchietti ben distanziati tra loro. Coprite con l’altra sfoglia, premete i bordi con la punta delle dita quindi, con la rotella dentata, ritagliate i “Graviuole”, allargateli sulla spianatoia e fateli asciugare. Ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e, appena bolle, lessatevi i “Graviuole”; scolateli delicatamente, versateli in una “spasa” abbastanza larga e conditeli con abbondante ragù e pecorino. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

GIAMPAOLO Piazza Pepe Gabriele, 39 Tel. 0874.94076

SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310

CASTIGLIONE (di appoggio) Ospedale Veneziale Via XXIV Maggio, 14 centralino 0865.4421 Tel. 0874.65105 Ospedale Cardarelli Municipio centralino 0874.4091 Tel. 0865.50601 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921 Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno MARINO - C.so Nazionale, 42/44 - Tel. 0875.706234 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

A D N E G A

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:44 12:13 13:22 14:40 16:13 17:14 18:40 20:48

Arrivo 07:39 08:23 13:56 15:00 16:25 17:59 18:55 20:30 22:38

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Potreste sentirvi come bisognosi di supporto per il vostro fisico debilitato dallo stress e dalla stanchezza, quindi farete bene a dedicare più tempo a voi stessi e a prendervi delle pause, qualora ne sentiate la necessità. Tuttavia, questa sarà una giornata fortunata sotto più punti di vista, quindi non abbattetevi solo perché vi sentite meno in forma! Toro - Sarete portati a girare alla larga da quei posti che vi stanno stretti e che vi fanno sentire molto poco a vostro agio! Effettivamente farete bene a non frequentare tali luoghi, poiché anche le persone che vi troverete potrebbero darvi fastidio in questo periodo, quindi onde evitare discussioni, cambiate le vostre mete quotidiane! Gemelli - In questa giornata potreste non aspettarvi molto, in quanto partirete già dalla mattinata un pochino incupiti, soprattutto se non avete riposato sufficientemente e se la persona che amate ieri sera non vi ha dato la buonanotte! Tuttavia, troverete intorno a voi un clima sereno e questo vi aiuterà a tornare di buon umore! Cancro - In questa giornata potreste voler trascorrere da soli parte del tempo, invece di chiacchierare di cose, a vostro parere futili, che non vi porteranno a concludere nulla di utile per voi stessi. Effettivamente avete ragione, tuttavia, cercate di non farne parola con gli altri, che potrebbero prendervi per spocchiosi ed egoisti, quali non siete! Leone - In questa giornata avrete finalmente anche voi qualcosa da dire e da fare presente agli altri, così vi riprenderete le vostre rivincite e soprattutto dimostrerete di avere carattere, un carattere forte, che non vi lascerò sopraffare da nessuno! Soprattutto in campo di affari dovrete tirare fuori gli artigli e mostrare anche il peggio di voi! Vergine - Vi chiuderete un pochino in voi stessi, poiché avete proprio bisogno di uno sfogo interiore e non volete farvi vedere dagli altri in queste condizioni, poiché sapete che potrebbero rimproverarvi, dato che intorno a voi tutto va piuttosto bene e non ci sarebbe motivo di avere certe reazioni! Magari siate piùconvincenti con le scuse! Bilancia - Potreste alzarvi un pochino più agitati del solit, in quanto la notte potrebbe non essere stata delle migliori. Vi invitiamo a cambiare cuscino pertanto, magari farete sogni più tranquilli e potrete mostrarvi alle persone che vi circondano quale meraviglioso essere umano siete, invece di restare con il broncio per tutto il giorno! Scorpione - Dovrete evitare di assillare il partner con le vostre insicurezze e la vostra gelosia. Non potete di certo pretendere che questo vi avverta di ogni minimo spostamento o di ogni telefonata che riceve! Siete troppo concentrati su voi stessi e non lasciate spazio alla vita altrui, siete troppo preoccupati che gli altri non vi tradiscano, ma siete voi i primi di solito! Sagittario - Qualcuno potrebbe scambiare la vostra timidezza per generosità. E' vero che spesso vanno di pari passo, ma il vostro non voler parlare o rifiutare per vergogna di non si sa bene cosa, in questa giornata potrebbe trasformarvi in facile preda di chi non si fa scrupoli nel fare richieste a volte anche eccessive, alle quali difficilmente risponderete con un no! Capricorno - Avrete proprio bisogno di staccare dalla solita routine che vi assale e quindi vi dedicherete alle vostre attività preferite! Che sia lo shopping, lo sport o altro non importa, l'importante è che riusciate a scaricare la vostra frustrazione su un oggetto piuttosto che sulle persone che vi sono intorno e che non hanno colpa delle vostre sensazioni! Acquario - In questa giornata qualcuno potrebbe chiedervi un favore e, benché non abbiate assolutamente vogli di farlo, vi sentirete in obbligo morale e la vostra coscienza non vi lascerà in pace se non vi attiverete in merito! Siete generosi è vero, ma spesso siete più spinti ad agire per "dovere" piuttosto che perché lo riteniate giusto! Pesci - In questa giornata vorrete sicuramente che intorno a voi tutto sia più confortevole del solito. Avete bisogno di comodità, per cui userete l'ascensore, le scale mobili, il frullatore, tutto quello che potrà favorirvi la vita insomma! Ogni tanto prendersela alla leggera non fa male anzi, vi permette di ricaricare le energie!

23 ANNO III - N° 116 SABATO 22 MAGGIO 2010



lagazzettadelmolise220510a