Page 1

ANNO IV - N° 237 - MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A IGNAZIO ANNUNZIATA

L'oscar oggi ce lo giochiamo in casa e lo diamo a quel ‘matto’ del nostro editore, Ignazio Annunziata, per due motivi. Il primo: è stato l'unico, ma davvero l'unico, che, dal primo all'ultimo momento dello scrutinio, ha sempre detto che Michele Iorio avrebbe vinto. Una vittoria sì al fotofinish, ma sacrosanta. Quando tutto faceva temere il peggio, e cioè l'avvento della Troika del pollo Arena, Michele Iorio ha fatto ricorso ai famigerati voti della montagna. Voti che gli hanno consentito di ribaltare il risultato elettorale. Annunziata lo sapeva, e per questo era tranquillo. Ma a lui va riconosciuto anche un altro merito: facendo le ore piccole con la sua redazione, è stato l’unico della carta stampata a pubblicare la notizia della vittoria di Iorio, mentre gli altri si sono dovuti accontentare di dati parziali. E se si pensa che questo giornale è anche gratuito, si spiega come mai, nonostante le migliaia di copie stampate, ieri siamo andati a ruba. Doppio oscar dunque all’editore (e tipografo) Ignazio.

IL TAPIRO DEL GIORNO A ROBERTO RUTA

Il tapiro del giorno a chi potevamo assegnarlo? Ovvio, al regista dell’operazione: Roberto Ruta. Non poteva che beccarselo lui, lo stratega, l’artefice del lento declino del centrosinistra molisano. L’uomo capace, con le sue tattiche, di perdere ogni elezione. Da Termoli a Campobasso, passando per l’ultima ‘taccarata’ delle regionali. Sappiamo già come reagirà nei prossimi giorni. Dopo aver smaltito la sbornia, Ruta dirà che Iorio ha battuto Frattura per pochissimi voti. Giusto. Peccato solo che Roberto non ha capito che gli elettori del centrosinistra sono stufi di perdere per poco. Semmai vorrebbero vincere. E tanto. Ma non ha mai pensato, Roberto Ruta, di farsi definitiva,mente da parte? Ah, già, anche questo l’aveva già fatto. Poi però è tornato sui suoi passi. Con gli stessi, rovinosi, risultati.

Iorio non l’avrebbe mai fatto Sputi al fotoreporter del Quotidiano del Molise. Umiliazioni per una cronista della stessa testata a cui Paolo di Laura Frattura non ha voluto rilasciare commenti sul voto. Insulti alla Gazzetta del Molise durante la diretta di Telemolise dal candidato del listino maggioritario del centrosinistra, Maurizio Pio. Se il vincitore delle primarie, sconfitto da Michele Iorio dopo la lunga maratona elettorale, l’avesse spuntata, il Molise si ritroverebbe con un governatore indegno. Non abbiamo mai usato questo aggettivo per descriverlo. Ma quanto accaduto nella sua sede elettorale durante i festeggiamenti - cominciati troppo in anticipo - è qualcosa che offende la libertà d’informazione. E’ qualcosa che offende tutti. Anche nei giorni scorsi il ‘moderato’ Frattura non ha risparmiato critiche al vetriolo per la stampa ‘nemica’. Questo è infatti il suo giudizio verso chi non parla bene di lui. Michele Iorio, che pure a suo tempo fu attaccato dal Nuovo Molise dell’allora editore Giuseppe Ciarrapico, anche sul piano personale (tirando in ballo i figli che per tutti so’ piezze ‘e core) non

avrebbe mai avuto questo comportamento. Ma lui, Frattura, in un delirio di onnipotenza, suo e di parte dei suoi sostenitori, evidentemente meditava vendetta da settimane. E anche se le cose poi non sono andate come immaginava, si sarà sentito in dovere di poter calpestare anche i diritti dei più deboli. Perché oltre ad essere indegno, è anche un vigliacco. Capace di offendere chi non è nelle condizioni di difendersi. E chi dice che se il fotoreporter, conosciutissimo a Campobasso, o la cronista del Quotidiano avessero avuto una minima reazione, la situazione non sarebbe degenerata in rissa? Questo, ovviamente, è molto meglio che non si sia verificato. Ma se la forza dell’esperienza, come recita lo slogan di Iorio, ha portato fortuna al vincitore, ci insegna anche una lezione: che bisogna avere le palle quadre per rispondere con i fatti (come certamente saprà fare Michè) e non con la violenza verbale. Ignazio Annunziata

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Iorio: “La gioia più grande” L’analisi dei risultati elettorali ed i progetti del governatore riconfermato alla guida del Molise All’indomani di quella che, probabilmente è stata la notte più lunga della sua vita, il nuovo presidente della Regione Molise, Michele Iorio, appare più sereno. Siede dinanzi a giornalisti e sostenitori nella sua sede di Campobasso e pacato analizza i risultati, senza sensazionalismi. “Ora che la tensione si è allentata – ha commentato – la gioia è più grande”. I risultati parlano di un forte astensionismo, quasi il 6% in più rispetto alla tornata elettorale del 2006, e di un voto disgiunto che la dice lunga su quello che si agita nelle menti dei molisani. Iorio non ne fa mistero: “L’invito al voto disgiunto, fortemente caldeggiato dal mio avversario, è stato raccolto. Non me ne meraviglio. Quando i cittadini sono in difficoltà, come in questo momento particolarissimo che stiamo vivendo, è normale che chi governa sia visto come il capro espiatorio”. Ma la tornata elettorale appena terminata offre almeno altri due argomenti di discussione, che costituiscono innegabilmente delle indicazioni precise alla direzione da prendere anche a livello nazionale: Udc e Grande Sud. Il partito di Casini, schierato in regione al fianco di Iorio, ha ottenuto buoni risultati ed è stato determinante per la riconferma del governatore uscente. Lo stesso vale per Grande Sud, destinato a fare innegabilmente da contraltare alla Lega, per ribadire che senza il Mezzogiorno non

si può andare avanti. Dopo pochi minuti, l’analisi cede il posto ai progetti. “Il messaggio dell’elettorato è chiaro, i cittadini si sono espressi a favore della non interruzione del cammino sino ad ora svolto. Tuttavia, i segnali che dobbiamo raccogliere vanno nella direzione di un cambiamento che è necessario. Ridurremo i costi della politica, continueremo all’insegna della sobrietà dell’apparato burocratico. Il patto stabilito per il Molise sarà rispettato, io ne sono il garante”. Sulla composizione della Giunta non si sbottona. Probabile il ricorso ad assessori esterni, sulla

Ecco il (quasi) nuovo Consiglio Poche sorprese a Palazzo Moffa: 18 seggi alla maggioranza e 12 all’opposizione.Velardi e Pietracupa dentro con il listino. Fuori Pallante, Picciano e la lista Cinque stelle che non ha raggiunto il 3%. Scarabeo (oltre 2mila preferenze) deve cedere il posto a Frattura CAMPOBASSO – Il nuovo Consiglio regionale prende forma. Nessuna sorpresa nella ripartizione dei 30 seggi: 18 sono andati al centrodestra e 12 all’opposizione di centrosinistra. Il 56,37% dei voti ottenuto dalla coalizione vincitrice esclude gli ultimi tre candidati del listino del presidente Iorio: Vincenzo Niro (eletto però sul proporzionale con la lista dell’Udeur), Quintino Pallante ed Enrico Fanelli, a vantaggio di Luigi Velardi e Mario Pietracupa. La nuova maggioranza a Palazzo Moffa, in base al risultato delle liste, è così composta: 5 seggi al Pdl, 3 in provincia di Campobasso con Angela Fusco Perrella (la più votata con 4.960 preferenze), Gianfranco Vitagliano e Nicola Cavaliere e 2 in provincia di Isernia con Filoteo Di Sandro e Franco Giorgio Marinelli; 2 seggi a Progetto Molise con Nico Romagnuolo in provincia di Campobasso e Lucio De Bernardo ad Isernia; 2 seggi all’Udc con Giuseppe Sabusco a Campobasso (superato l’assessore uscente Luigi Velardi) e Domenico Izzi a Isernia; 2 seggi all’Adc con Riccardo Tamburro a Campobasso e Vincenzo Bizzarro ad Isernia che subentra a Mario Pietracupa eletto nel listino; 2 seggi per l’“esordiente” Grande

2 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011

Sud entrambi a Campobasso con Antonio Chieffo e Antonio D’Aimmo; uno per Molise Civile a Campobasso con Michele Scasserra che ha preceduto Stefano Sabatini e uno per l’Udeur con Vincenzo Niro. I dodici seggi dell’opposizione sono così ripartiti: uno al candidato presidente sconfitto, Paolo Di Laura Frattura; 3 al Pd, 2 in provincia di Campobasso con Michele Petraroia e Francesco Totaro e uno ad Isernia con Danilo Leva; 3 all’Idv, 2 a Campobasso con Cristiano Di Pietro (2.512 voti per il figlio dell’ex pm) e Carmelo Parpiglia e uno a Isernia con Cosmo Tedeschi; uno per Alternativ@ a Campobasso con Felice Di Donato, mentre il seggio conquistato ad Isernia da Massimiliano Scarabeo (con 2.364 preferenze) va a Frattura; uno per i Socialisti a Campobasso con Gennaro Chierchia (superato Pietro Montanaro); uno a Partecipazione Democratica/Costruire Democrazia a Campobasso con Massimo Romano; uno a Sel a Campobasso con Filippo Monaco e uno a Federazione della Sinistra a Campobasso con Salvatore Ciocca. Restano fuori, infine, la lista Movimento Cinque Stelle (ferma al 2,27%) e La Destra con appena lo 0,86%.

scia di quella che viene vista come una incompatibilità tra l’incarico e la figura del consigliere. Una incompatibilità che Iorio vorrebbe vedere sancita anche nello Statuto della Regione. Tuttavia il presidente è consapevole della necessità di procedere con cautela, per non prestare il fianco alle critiche sull’aumento dei costi istituzionali. Il motto di questa nuova avventura sembra essere uno solo: muoversi. Più celerità nelle decisioni, più snellezza nelle azioni, soprattutto rispetto all’emergenza numero uno che l’esecutivo si troverà ad affrontare: il sostegno all’occupazione giovanile.

LA NUOVA MAGGIORANZA

Michele Iorio 89142 (Presidente) Luigi Velardi 2097 (Listino quota Udc) Mario Pietracupa 2094 (Listino quota Adc) Fusco Perrella 4560 (Pdl) G.Vitagliano 4381 (Pdl) Nicola Cavaliere 4137 (Pdl) Filoteo Di Sandro 3235 (Pdl) Franco G. Marinelli 2608 (Pdl) Nico Romaguolo 2882 (Progetto Molise) Lucio De Bernardo 2829 (Progetto Molise) Giuseppe Sabusco 2746 (Udc) Domenico Izzi 908 (Udc) Riccardo Tamburro 1344 (Adc) Vincenzo Bizzarro 699 (Adc) Antonio Chieffo 3993 (Grande Sud)

Antonio D’Aimmo 1162 (Grande Sud) Michele Scasserra 1694 (Molise Civile) Vincenzo Niro 1853 (Listino quota Udeur) L’OPPOSIZIONE

Paolo Frattura 87637 Michele Petraroia 2839 (Pd) Francesco Totaro 2117 (Pd) Danilo Leva 1556 (Pd) Cristiano Di Pietro 2512 (Idv) Carmelo Parpiglia 987 (Idv) Cosmo Tedeschi 1357 (Idv) Felice Di Donato 960 (Alternativ@) Gennaro Chierchia 1883 (Partito Socialista) Massimo Romano 3294 (Costruire Democrazia) Filippo Monaco 1657 (Sel) Salvatore Ciocca 592 (Federazione della Sinstra)

Scontri a Roma, Bersani contro le“leggi speciali”

Mediatrade, prosciolto Silvio Berlusconi

ROMA - “Nessuna legge speciale sull’ordine pubblico”. Questo quanto affermato da Pier Luigi Bersani, in merito agli scontri romani di sabato. Il segretario del Pd, nel giudicare “sconcertante” la contestuale gestione dell’ordine pubblico ha aggiunto: “Sono necessari interventi che, per via amministrativa, siano in grado di organizzare meglio la prevenzione di incidenti”.

MILANO – Il gup di Milano, Maria Vicidomini, ha prosciolto Silvio Berlusconi dalle accuse di frode fiscale e appropriazione indebita nell'ambito del procedimento su Mediatrade. Per il gup il presidente del Consiglio “non ha commesso il fatto”. A giudizio invece Pier Silvio Berlusconi, Fedele Confalonieri e altri nove imputati accusati di frode fiscale.


PRIMO PIANO

Michè, non farlo, tra un anno verrò con te 46,94%

46,15%

I fumi della notte della sconfitta non si sono ancora diradati, che già si pensa a come rimediare ai guai combinati. E quelli che ci pensano più di tutti, sono proprio gli artefici della sacra alleanza trasversale che doveva abbattere Michele Iorio. La singolare Troika agroalimentare che aveva preparato a tavolino il progetto di 'regicidio'. Di Dario, Colavita e Varrone, avranno ora seri problemi di 'riciclaggio' delle loro attività e delle loro mille iniziative economiche e imprenditoriali. S'erano inventato l'ennesimo 'utile idiota' da mandare al massacro contro Iorio, convinti che metterlo al posto del presidente sarebbe stata una facezia e, invece, hanno dovuto masticare amaro, incassando una sconfitta arrivata

CAMPOBASSO – Il turnover nelle istituzioni non è fisiologico come quello tanto criticato delle squadre di calcio, costrette a far riposare molti uomini a causa delle troppe gare ravvicinate da giocare. Ma a Palazzo Moffa non è affatto così: su 30 consiglieri uscenti, ne sono stati riconfermati ben 17. Eppure, fino all’alba di lunedì, scheda dopo scheda, sorpassi e controsorpassi, la composizione del Consiglio è rimasta in bilico. Le conferme maggiori, alcune fin troppo scontate per la verità, arrivano dalla nuova (si fa per dire) maggioranza di centrodestra. Oltre al presidente Iorio, tornano a Palazzo Moffa Luigi Velardi (Udc) e Mario Pietracupa (Adc) eletti nel listino maggior i t a r i o . Rientro “prepotente” a colpi di preferenze per il Pdl che schierava i grossi calibri della giunta uscente: oltre alla top scorer Angela Fusco Perrella (4.960) anche Gianfranco Vitagliano e Nicola Cavaliere (passato dalla Margherita al Pdl a legislatura in corso) hanno superato quota 4mila. Seguono Franco Giorgio Marinelli e Filoteo Di Sandro da Isernia. Confermatissimo anche Nico Romaguolo con Progetto Molise che la spunta sull’assessore uscente Salvatore Muccilli. Mezza sorpresa nell’Udc con Sabusco che supera l’ex responsabile ai Trasporti, Luigi Velardi ed elegge la new entry Domenico

quando erano sicuri di avere già la vittoria in tasca. Il problema di adesso, per i novelli Bruto e Cassio dei nostri giorni, è come rimettersi in gioco facendo finta di nulla. Il più faccia tosta è senza dubbio Dante Di Dario, ex mister pollo Arena, che avrebbe già telefonato a Iorio per fargli gli auguri e mettersi a sua disposizione, giornale compreso. Dietro di lui, che è il priore del convento, arriveranno docili, docili i fraticelli Colavita e Varrone. Sono uomini che dialogano con le istituzioni e figurarsi se possono stare in minoranza o all'opposizione. Resta l'ideologo Ruta che, dopo aver rimediato l'ennesima batosta, sarebbe proprio il caso che si ritiri a vita privata. Non ne azzecca una che è una. Com-

5,6% bina solo guai e farebbe meglio a starsene in classe a fare il professorino, come prometteva di voler fare. Dopo ave perso Campobasso, Termoli e la Provincia, il professorino ha riperso pure la regione. O è sfigato, o non ci sa proprio fare. Gli diamo un consiglio si tolga di mezzo. Resta l'utile idiota (frase usata da Lenin per definire gli occasionali alleati nelle battaglie politiche) Paolo Di Laura Frattura. Che fosse politicamente idiota, s'era già capito da tempo immemorabile. Trombato alla Regione, come consigliere, trombato alle primarie da sindaco di Campobasso, ritrombato alla Regione, dove s'era illuso di poter soffiare la poltrona a Iorio.

1,29% La previsione che facciamo su di lui è assolutamente credibile. Tempo un annetto e passerà con Michele Iorio. Regista il padre, comincerà a dire che uno come lui, con il suo retroterra culturale e politico, è impensabile che possa dialogare con gli estremisti della sinistra. Dirà che l'emergenza richiede l'unione di tutte le migliori forze in campo. Si inventerà una crisi identitaria, passerà nel gruppo misto e finirà in ginocchio davanti a Michele chiedendo perdono. Nel 2013, o già prima, se si voterà per le politiche, vedrete che Frattura farà il salto all'indietro e tenterà di tornare a casa. Ma quando mai è stato di sinistra? E quelle due torri, se non tornasse a casa, a chi le potrebbe mai vendere? I. A.

Chi entra e chi esce Conferme, new entry e flop Izzi ad Isernia. L’Adc, invece, si conferma con Vincenzo Bizzarro (che prende il posto di Pietracupa eletto nel listino) e Riccardo Tamburro che precede l’ex sindaco di Trivento e assessore provinciale, Pasquale Corallo, oltre ai sindaci Luigi Barbieri (San Giuliano di Puglia) e Michele Frenza (Ripabottoni). Ottimo esordio per Grande Sud di Miccichè, il quale, in campagna elettorale, ha fatto la spola tra il Molise e i palazzi romani, trascinata da un candidato-garanzia come Antonio Chieffo che sfiora le 3mila preferenze, al quale farà compagnia in Consiglio il “nuovo” Antonio D’Aimmo. Tra gli “esordienti” a Palazzo Moffa anche Michele Scasserra (Molise Civile) che scavalca di oltre 200 preferenze il coordinatore Stefano Sabatini e Adelmo Berardo di circa 600. Nella nuova maggioranza, infine, trova spazio l’inossidabile Vincenzo Niro dell’Udeur, passato al centrodestra nella scorsa legislatura. L’opposizione di centrosinistra paga la generale debolezza delle

Doppio salto (da Palazzo San Giorgio a Palazzo Moffa) per Parpiglia

Torna il blocco Pdl con la top scorer Fusco Perrella, Cavaliere, Vitagliano, Di Sandro e Marinelli. Arrivano i nuovi D’Aimmo, Di Pietro jr., Scasserra e Monaco liste che superano di poco il 40%, nonostante le sicurezze rappresentate dal blocco del Pd formato da Petraroia, Totaro e Leva. Tris anche per l’Idv, che forse poteva aspirare ad un risultato complessivo migliore, che fa registrare solo il boom di Cristiano Di Pietro (oltre 2mila e 500 preferenze), seguito da Carmelo Parpiglia (consigliere comunale a Campobasso) che brucia De Angelis per soli 37 voti e Cosmo Tedeschi. Da Palazzo San Giorgio a Palazzo Moffa anche Felice Di Donato (Alternativ@). Ma qui la delusione più cocente è quella di Scarabeo che, nonostante le oltre 2mila e 500 preferenze, a causa dei resti si vede “scippare” il seggio dal presidente sconfitto Frattura, ma anche Erminia Gatti non brilla e deve accontentarsi di “sole” 469 preferenze: sono lontani i fasti delle

elezioni europee del 2009. L’ex Molise Civile, passato con i Socialisti, Gennaro Chierchia, conquista il seggio ai danni dell’ex assessore provinciale, Pietro Montanaro, con uno scarto di poco più di 600 voti e del consigliere uscente, Michele Pangia. Non c’è partita in Costruire Democrazia, con Massimo Romano che supera agevolmente le 3mila preferenze e torna in Consiglio.

Niente ritorno per gli assessori uscenti Muccilli e Picciano

Buon risultato anche per Sel che riesce a piazzare il “nuovo acquisto” Filippo Monaco tra i banchi dell’assise, mentre Mauro Natalini si piazza solo sesto. Un rappresentante, infine, anche per la Federazione della Sinistra con Salvatore Ciocca ai danni del Movimento Cinque stelle: il 2,76% della lista basta per togliere ai “grillini” (fermi al 2,27%) un seggio in Consiglio, il che non rende giustizia agli oltre 10mila voti del candidato presidente, Antonio Federico. Ma la politica si fa anche (e soprattutto) fuori dai palazzi. Adimo


SPECIALE ELEZIONI I COMMENTI

Matteoli: “Iorio punto di riferimento a livello nazionale”

Alfano esulta: “La riscossa del Pdl è partita dal Molise” ROMA - “Un ottimo risultato che dimostra che il Pdl e la nostra coalizione ricominciano a vincere”. Dal Molise la riscossa del partito. Lo aveva ‘promesso’, Angelino Alfano, al popolo azzurro durante l’incontro al Centrum Palce. All’indomani della vittoria di Iorio, il segretario nazionale del Pdl ha rincarato la dose: “ Abbiamo invertito la tendenza e rafforzata la convinzione che il nostro elettorato, un elettorato moderato, è la maggioranza nel Paese. Una lista Pdl sopra il 30 percento, ed una coalizione con 10 punti di vantaggio, è un risultato splendido”.

ROMA - “Dal Molise arriva un segnale politico rilevante per il centrodestra. Una prova di come gli elettori privilegino l’unità dell’alleanza mentre la sperata avanzata del centrosinistra rimane solo nei sogni dei suoi esponenti”. Il ministro delle Infrastrutture, Altero Matteoli, commenta il risultato delle regionali in Molise. “E’ un segnale che va colto ed interpretato anche a livello nazionale - aggiunge -. Michele Iorio, pur nelle difficoltà economiche oggettive in cui ha dovuto operare negli ultimi anni, si conferma politico di razza e vero punto di riferimento per il Pdl”.

Tarzia (Per): “Il risultato del governatore premia la bontà del suo lavoro” CAMPOBASSO – Il risultato ottenuto da Michele Iorio premia la bontà del suo lavoro. E’ quanto pensa Olimpia Tarzia, presidente nazionale del movimento Per (Politica, etica, responsabilità) che durante la campagna elettorale ha dato manforte al governatore che per la terza volta consecutiva si è riconfermato presidente della Regione Molise. “Il movimento – ha detto Tarzia - ha sostenuto con convinzione la candidatura di Michele Iorio, attento ai valori della nostra società e alle tematiche che interessano la famiglia, i giovani e il mondo del lavoro. Con la certezza che insieme si possa collaborare ancora a lungo per delle politiche più attente alle esigenze della società civile, auguro al presidente Michele Iorio un quinquennio florido e ricco di soddisfazioni”.

Pionati (Adc): “Ora non ci ferma più nessuno” CAMPOBASSO – Entusiasta dell’esito elettorale anche il segretario nazionale dell’Alleanza di Centro, Francesco Pionati: “A due anni dalla nascita, l’Adc ottiene in Molise un risultato straordinario oltre il 6,5% - che premia i nostri sforzi per un vero rinnovamento della politica. Credo sia solo l’inizio di una crescita prepotente in tutto il Paese che premierà la nostra coerenza. Una cosa è certa, continua: non ci fermerà nessuno. Ai dirigenti molisani, guidati dall’ottimo Mario Pietracupa, vicesegretario nazionale di Adc, i complimenti più sinceri. Al presidente Iorio gli auguri di buon lavoro”.

4 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011

Grande Sud: “Senza di noi non si va da nessuna parte” ROMA - “Senza il Sud non si vince”. Il coro a tre voci giunge dai parlamentari del Grande Sud, Pippo Fallica, Maurizio Iapicca e Giacomo Terranova. “Il successo di Grande Sud in Molise è la car-

tina tornasole dell’attuale sistema politico italiano: due grandi coalizioni non troppo distanti tra loro e delle forze politiche nuove che interpretano le esigenze precise dei cittadini, in grado di fare la

differenza consentendo la vittoria o la sconfitta di una coalizione”. I tre, quindi, commentano il risultato ottenuto dal partito: “Avere superato il 6,5% dei voti è un risultato entusiasmante”.

Sicurezza, Polizia protesta contro i tagli

Anm: fuori chi fa politica,nuove regole

ROMA - Un centinaio di poliziotti di diverse sigle sindacali manifesta questa mattina davanti alla Camera ed al Senato contro i tagli al comparto sicurezza. Al sit-in gli agenti hanno portato fusti di benzina vuoti organizzando una colletta per chiedere ai cittadini un contributo per l'acquisto di carburante da destinare ai mezzi a secco per mancanza di risorse.

ROMA - Sull'onda dello scandalo della P3, ma anche delle polemiche sui magistrati in politica, l'Associazione nazionale magistrati prepara un giro di vite: fuori chi fa politica, anche negli enti territoriali, o accetta incarichi di vertice nei ministeri o ancora sceglie di candidarsi al Csm; e soprattutto chi è coinvolto in centri di potere affaristico.


SPECIALE ELEZIONI I COMMENTI

Donadi: “Scrivi 5 stelle leggi Berlusconi” ROMA - “In democrazia tutti hanno il diritto di presentare una lista, e gli altri, soprattutto se si è una forza impegnata in politica, hanno il diritto di trarne le considerazioni”. Il preambolo di Massimo Donandi è come un guanto di velluto messo per attutire un sonoro ceffone che, il capogruppo Idv alla Camera, sgancia ai grillini. “In Molise ha vinto il centrodestra grazie al successo, rispettabile ma non privo di conseguenze, del movimento Cinque stelle, che ha sottratto quella percentuale di voti necessaria”. Ancora una volta, conclude, “si scrive Grillo ma si legge Berlusconi”.

Rossi (Federazione sinistra): in Consiglio vivi e vegeti ROMA – Se il centrodestra diventa forza di ‘minoranza relativa’ e le opposizioni possono leggere nel voto tutte le loro contraddizioni e insieme tutte le potenzialità, la Federazione della sinistra - che ha eletto un consigliere regionale - smentisce tutti quelli che davano i compagni per morti. E’ l’analisi di Massimo Rossi, portavoce della federazione, che scrive: “I dati ci inducono ad affermare che quei sondaggi invece che registrare l’orientamento della gente vorrebbero orientarla altrove rispetto alla sinistra che noi rappresentiamo, Speriamo quindi che tanti sentano il ridicolo di indossare il mantello dei negromanti e degli astrologi e più che vaticini cerchino di guardare e raccontare la realtà."

Zoggia: “Frattura Ferrero (Prc): “La prossima ha perso per colpa volta le primarie facciamole anche sul programma” di Grillo” ROMA – Se Paolo di Laura Frattura ha perso le elezioni, la colpa è tutta di Beppe Grillo. E’ questo il pensiero di Davide Zoggia, responsabile degli enti locali del Pd, che così commenta la vittoria di Michele Iorio: “Lo scarto di una manciata di voti evidenzia la straordinaria rimonta del centrosinistra in una regione dove il centrodestra ha tradizionalmente vinto con margini amplissimi, recuperando oltre dieci punti rispetto alle elezioni del 2006. Questo risultato conferma che il centrodestra sia a livello nazionale che a livello locale sta segnando il passo e segnala la scelta giusta del candidato Frattura per il centrosinistra che ottiene maggiori consensi rispetto alla stessa coalizione. Il risultato dimostra che il frazionamento dello schieramento alternativo a Iorio e il conseguente risultato conseguito dalla lista Beppegrillo.it (la lista, per la verità, si chiama Movimento 5 stelle, ndr) hanno colpito il centrosinistra, impedendogli di ottenere una storica vittoria. Nello stesso tempo i dati elettorali confermano la necessità di proseguire il lavoro sulla linea scelta dal Partito democratico di realizzare un’alleanza del centrosinistra che sappia lanciare una proposta capace di allargare la coalizione alle forze sociali, ai movimenti civili alle forze politiche e agli elettori moderati per realizzare la ricostruzione democratica, sociale ed economica del Paese”.

ROMA – Anche per Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista “Grillo ha reso possibile la vittoria delle destre berlusconiane”. Ma la sua analisi, va oltre. Tant’è che aggiunge “il voto alla sua lista, a cui va sommato il non voto che ha raggiunto proporzioni enormi, segnala un malessere nel rapporto tra la società e la politica. In particolare tra la società, il centrosinistra e la sinistra. Al di là delle scomuniche nei confronti di Grillo, è quindi necessario dare una risposta politica al disagio di cui Grillo è sintomo. Per questo proponiamo al centro sinistra – in vista delle prossime elezioni – di dar vita alle primarie sul programma: solo dando la parola alla società, costruendo canali di partecipazione democratica sui contenuti che lo schieramento antiberlusconiano esprime, è possibile superare l’attuale situazione di sfascio, di cui Grillo è un sintomo e non certo una causa. Le primarie sul presidente sono state fatte anche in Molise ma evidentemente non risolvono il problema”.

Gd: “Grillo non è causa della sconfitta, il centrosinistra faccia autocritica” CAMPOBASSO - “Osservando i dati delle elezioni regionali del Molise emerge un dato: il voto dei molisani è stato un voto di protesta”. I Giovani democratici commentano così il responso delle urne. “Una protesta contro i 10 anni di malgoverno di Iorio che si è espressa nel forte voto disgiunto pro Frattura, ma anche un forte voto di protesta nei confronti del centrosinistra con l’ascesa del Movimento 5 Stelle e dell’astensionismo”. Dati, gli ultimi due, che spingono i Gd a chiedere autocritica all’interno di una coalizione che non “ha saputo intercettare lo scontento dei propri elettori”.


CAMPOBASSO Tentata truffa, nei guai un 27enne Si finge funzionario dell’intendenza di Finanza per raggirare una donna: denunciato RICCIA - Si sarebbe presentato ad una 49enne di Riccia sotto mentite spoglie, nel tentativo di sottrarle denaro con l’inganno: sostenendo di essere un funzionario della intendenza di Finanza, un 27enne di Lavello avrebbe così contattato telefonicamente la donna per indurla a versargli circa mille euro quale somma necessaria – a suo dire – per la messa a norma della linea telefonica. Ma sono bastati i sospetti della vittima a mandare in fumo i loschi piani di S.S. (questo il nome del giovane): dopo la segnalazione della malcapitata ai carabinieri della stazione locale, il malintenzionato è stato infatti denunciato per tentata truffa.

Operazione anche a Campobasso, dove i militari del nucleo operativo e radiomobile del capoluogo hanno rinvenuto e sequestrato un revolver calibro 7,65 all’interno dell’abitazione di un 81enne. Gli uomini dell’Arma, intervenuti in via Sant’Antonio Abate per sedare un litigio tra due ex coniugi, avevano effettuato la perquisizione domiciliare proprio su segnalazione della donna protagonista dell’accesa lite. Al termine dell’accertamento, per l’anziano – che aveva ricevuto in dono il fucile dal defunto suocero non dichiarandone mai il possesso - è scattata la denuncia per detenzione abusiva di armi.

Elezioni ad alta tensione, Tour nazionale “Raccolta 10 più”: scrutinio tra insulti e baruffe Di Bartolomeo scivola sulla ‘munnezza’ Movimentata la notte elettorale nel capoluogo, non solo per le fasi di spoglio

Mentre il sindaco promuove il Conai in città di differenziata neanche l’ombra

CAMPOBASSO – Sarà stata l’infondata presunzione di aver già la vittoria in tasca, sarà stata la tracotante voglia di sfregiare - prematuramente – avversari veri e presunti con la lama della vendetta, ma i cori da stadio rifilati da sostenitori e affiliati di Paolo di Laura Frattura ad una giovane collega della stampa hanno assunto sin da subito i contorni di una caduta di stile vertiginosa quanto ignobile. Eppure, l’episodio accaduto nella tarda serata di lunedì nella sede elettorale del candidato presidente della Regione per il centrosinistra non è stato il solo ad ‘alta tensione’. Poco più tardi, infatti, una baruffa tra alcuni appartenenti alle diverse fazioni si è verificata all’altezza di villa Flora: parole grosse e spintoni, nulla più. Per fortuna. A qualche chilometro di distanza, poi, sponda termolese, un litigio al seggio numero 17 della scuola di via Volturno aveva infiammato le fasi di spoglio nell’area del litorale: c’era voluto l’intervento della polizia per sedare l’acceso diverbio tra il presidente e ed un rappresentante di lista. Circostanze, queste, che riflettono probabilmente il clima infervorato della campagna elettorale: un clima che qualcuno ha contribuito ad infiammare in maniera forse troppo incauta.

CAMPOBASSO - Raccolta differenziata, i cittadini sono virtuosi ma quanto? Anche a Campobasso la tappa dell’educational tour “Raccolta 10 Più” promosso, per il secondo anno, da Conai (Consorzio nazionale imballaggi), dal ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare e in collaborazione con Anci. L’iniziativa, dal 4 al 29 ottobre, coinvolge 20 capoluoghi di Regione, 90 capoluoghi di Provincia e i Comuni italiani che hanno aderito alla manifestazione. L’obiettivo da raggiungere è quello di informare il maggior numero di cittadini su come fare la raccolta differenziata degli imballaggi (acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, vetro) in modo corretto. Ieri, un gazebo in piazza della Repubblica, permetteva di avere maggiori informazioni attraverso un decalogo per fare una raccolta differenziata di qualità, dieci regole da seguire per differenziare bene e riciclare meglio! In più quattro ragazzi in bici percorrevano le vie della città distribuendo depliant informativi e invitando i cittadini a partecipare all’evento. Ma veniamo ai dati che ci interessano più da vicino. Nel 2010 nella provincia di Campobasso i rifiuti di imballaggio sono stati 3.792 tonnellate rispetto alle 2.964 del 2009, con un incremento del 27,9%. Sull’iniziativa il sindaco Luigi Di Bartolomeo ha commentato: “Abbiamo concesso con grande entusiasmo il patrocinio Conai, perfettamente in linea con le politiche ambientali dell’amministrazione comunale, collaborando per l’ottima riuscita della manifestazione. La tematica ambientale rappresenta una priorità per la nostra amministrazione che ha avviato numerose iniziative per il risparmio energetico, per la raccolta differenziata e il potenziamento delle azioni di sensibilizzazione dei cittadini. Per quanto riguarda la raccolta differenziata è in corso di definizione la procedura per l’ampliamento del centro di raccolta comunale”. Tanto importante la promozione della raccolta differenziata che il gazebo è stato relegato a piazza della Repubblica, sicuramente meno visibile rispetto a piazza Municipio o Prefettura. Nella giornata di ieri inoltre è stato distribuito un questionario sulle abitudini familiari in materia di raccolta differenziata e i cittadini hanno potuto fare proposte per migliorare il sistema di raccolta. Sarebbe interessante avere i dati dei questionari raccolti!

Piero Perrino: pieno successo al Moma di Campobasso Il Moma a Campobasso, in Via Tiberio, moderno centro espositivo, si va meritoriamente segnalando anche per l’attenzione che pone agli artisti molisani concedendo loro i locali per vivaci allestimenti e interessanti mostre di pittura. L’esperimento è riuscito con Elio Cavone e le sue raffinatissime opere; nei gironi scorsi s’è ripetuto con Piero Perrino e le sue cromaticissime pitture. Artisti molisani del panorama moderno, che hanno guadagnato fama e noto-

rietà per la personalità che li distingue, per la loro arte che giunge nitida alla percezione dei visitatori. Piero Perrino è una espressione fortemente dinamica che nella pittura mescola e compendia umori, visioni, illusioni in forma astratta, riuscendo a tradurre sensazioni all’apparenza istintuali, ma fortemente meditati e filtrati dalla sua sensibilità di artista perennemente alla ricerca di motivazioni. Le sue esposizioni si risolvono sistematicamente in un sa-

liscendi emozionale. Non ha mancato di esserlo la mostra inaugurata il 14 ottobre su invito di Mario Campopiano, patron del Moma, con una affollata partecipazione di estimatori dell’artista. Mostra che rimarrà aperta sino al 29 ottobre, visitabile dalle ore 9,30 alle 13 e dalla ore 16,30 alle 20,30. A novembre la mostra si trasferirà a Roma, presso il Club Ferrari, quindi a Firenze alla Ottava Biennale. Un crescendo meritato di successi.

7 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011


CAMPOBASSO Casse a secco, la Polizia chiede una donazione ai cittadini Il Governo nazionale non ha stanziato risorse per sicurezza, difesa e soccorso pubblico. I sindacati di categoria protestano anche nel capoluogo molisano Mancano i fondi per l’acquisto del carburante necessario per continuare a garantire sicurezza ed incolumità, difesa e soccorso pubblico. Gli agenti di polizia sono addirittura costretti ad anticipare i soldi per il trasferimento degli immigrati. Non per ultimo, niente risorse per la sostituzione delle divise. Insomma, un sistema al collasso, determinato dai tagli del Governo nazionale, da quel decreto di stabilità che ha praticamente cancellato oltre tre miliardi e mezzo di euro destinati proprio alla sicurezza, difesa e soccorso pubblico. “Tutto questo – denunciano i sindacati di Polizia di Stato, Penitenziaria, Corpo Forestale e Vigili del Fuoco – per non ascoltare, e

confrontarsi nel merito, con chi materialmente produce sicurezza e difesa, per non colpire gli sprechi e le duplicazioni anziché i fondi indispensabili per democrazia e coesione sociale”. Anche a Campobasso, ieri, la protesta che, in contemporanea, si è animata in tutta Italia. In piazza Prefettura, i rappresentanti delle sigle sindacali di categoria hanno, ancora una volta, cercato di mettere a nudo le difficoltà che attanagliano il comparto rivolgendosi direttamente ai cittadini e chiedendo loro una donazione. Ebbene si. Un contributo, attraverso un bonifico, per ricostituire i fondi per l’acquisto di carburante a cui purtroppo, il Governo, non provvede più. (ms)

Operazione ‘slot machine’, in otto rinviati a giudizio Gli imputati dovranno rispondere di associazione per delinquere, minaccia, violenza ed estorsione E’ stato il gup Maria Rosaria Rinaldi a decidere: otto delle nove persone coinvolte nell’operazione denominata ‘slot machine’ andranno a giudizio. Per G.P. l’avvocato C.Pizzuto ha ottenuto il patteggiamento concordando una pena di 3 anni e 9 mesi ed il trasferimento dalla casa circondariale di Campobasso ai domiciliari. Per tutti gli altri, invece, il prossimo dicembre si aprirà il processo. Ieri, nel Tribunale di viale Elena, l’udienza a cui hanno preso parte quasi tutti gli imputati. In aula A.L. difeso dagli avvocati A.Piunno ed U.Quaranta e detenuto nel carcere del capoluogo; G.L. assistito da Piunno, attualmente agli arresti domiciliari così come M.M. e C.D.A.; P.M. rinchiuso nel penitenziario di via Cavour e difeso dall’avvocato A.Messere; F.M. assistito da Quaranta. Ed ancora. G.I. difeso dal legale G.Melogli e L.L. dagli avvocati Piunno e Quaranta. Tutti, a vario titolo dovranno rispondere di associazione per delinquere, minaccia, violenza ed estorsione. Reati che per la direzione distrettuale antimafia della Procura del capoluogo sono stati perpetrati al fine di dar vita ad un vero e proprio monopolio nel settore delle ‘slot ma-

chine’. Controllare tutta la gestione del settore dei giochi elettronici: questo l’obiettivo dei malviventi che con violenze, pressioni continue ed intimidazioni costringevano in maniera prevaricatoria le malcapitate vittime all’installazione degli strumenti della ditta “Slot machine Molise”, regolarmente registrata ed usata dal gruppo come copertura. In un caso in partico-

lare, i criminali avrebbero addirittura dato fuoco all’attività commerciale di una delle vittime pur di costringerla ad assecondare i loschi piani. In breve tempo i malfattori erano riusciti a mettere in piedi un giro d’affari di quattro milioni di euro nel solo 2010: il 10% andava al gestore degli apparecchi e all’esercente presso cui erano installati le macchinette.

Erba di Grace, abbreviato per quattro giovani Hanno chiesto ed ottenuto il giudizio abbreviato gli avvocati Fazio, Verde, Baranello e Santoro per quattro degli imputati coinvolti nell’inchiesta denominata ‘Erba di Grace’. Una vasta operazione condotta, lo scorso anno, dai carabinieri del capo-

luogo guidati dal capitano Gismondi e che ha interessato, oltre Campobasso, anche Termoli, la provincia di Salerno, Roma ed Ascoli Piceno. I militari hanno scoperto un vasto traffico di droga, in particolare cocaina, cobret, hashish, marijuana, metadone e altro. L'accusa per le persone coinvolte è di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti aggravato. Negli "affari" erano coinvolti interi nuclei familiari. Le persone indagate avrebbero creato una vera e propria rete per lo spaccio. Alcune degli arrestati appartengono allo stesso nucleo familiare. Le persone finite nella maglia dei carabinieri hanno quasi tutte un'età compresa tra i 18 e i 29 anni. La droga veniva ceduta soprattutto a giovanissimi e direttamente nei pressi delle scuole.

9 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011


SPETTACOLI Un locale senza le sette note sarebbe molto meno accattivante

La terapia della musica Sottofondi sonori per curare bimbi, per donne in cinta, nei bar La musica oggi, è il linguaggio universale che accomuna le genti. Anche non conoscendo le parole, la sola melodia aggrega. Provate ad immaginare un qualunque negozio senza musica, oppure un’attività che al telefono, non accompagni l’utente con arie di compositori famosi, o l’ingresso in una banca che non venga sottolineato da Vivaldi o Verdi. Insomma, la musica è un veicolo di emozioni e di stati d’animo che non ha rivali. Fondamentale è spesso, usare composizioni di varia natura come terapia, in vari campi, come per esempio alcune fattorie modello che hanno la filodiffusione nelle stalle, pare venga un latte migliore, o per bimbi grazie a scuole come “Musikarà” nel capoluogo. In Molise l’accademia “Nuccio Fiorda” presenta il corso di preparazione al parto mediante musicoterapia per donne in gravidanza. Il progetto è elaborato dalla musicoterapeuta ed educatice Maria Pia Lemmo. Sarà interessante constatare in seguito, che giovamento hanno avuto le donne gravide. Info 0874698426.

“Duende” live negli Usa “Duende” è il lavoro di Simone Sala, pianista molisano ora in tour negli states. I concerti promozionali, prendono il via oggi a Dallas, si eisbirà poi con la Las Colinas simphony orchestra domani a Garland, il 21 a Irving e il 22 ad Arlington. Si chiude col botto il 23 a Hollywwod. Per Sala è un ritorno quello in America, dove ha studiato dal 2005 al 2009, presso la Southern methodist univesity di Dallas e dove ha consociuto Robert Carter, il direttore dell’orchestra che lo seguirà in tre delle cinque date. Il ritorno in Italia segna l’avvio di un progetto importante, l’apertura di una scuola di musica con l’amico Antonello Carozza.

CAMPOBASSO - E’ sicuramente una delle formazioni musicali più innovative in Molise. Si chiama ‘zampognòrchestra’ ed è formata da quattro musicisti che, suonando la zampogna in tutte le sue tonalità (ognuna ne ha quattro diverse) creano appunto, una sorta di orchestra. Il gruppo è formato da Giuseppe ‘spedino’ Moffa, Aldo Iezza, Antonello Di Matteo, Christian Panichella. Si sono fatti già apprezzare al ‘festival della zampogna’ di Scapoli ed ora, si esibiranno in concerto venerd’ 21 ottobre presso la sala Alphaville in via Muricchio, 1, palazzo ex Onmi.

10 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011

“Saturday night” CAMPOBASSO - Si rinnova il weekend di successo alla discoteca Alexander sabato 22 ottobre. Due piste per offrire tutta la musica di oggi e di ieri. In consolle Mario Tallari, Andrea Palazzo, Raf, Angelo Frezza. Info 337667648.

Teatro CAMPOBASSO - Sabato 22 ottobre inaugura la stagione 2011/12 il Dopolavoro ferroviario . In scena “Naples”, spettacolo in tre quadri con Vincenzo Mercurio, Nuccia Paolillo, Giuseppe Vitolo. Info 3663709881. TERMOLI - Scadono domani le iscrizioni per il laboratorio teatrale della scuola “L’Altrotheatro”, diretta da Ugo Ciarfeo. Il regista molisano festeggia i dieci anni della compagnia che, oltre ad essere fucina di talenti, porta in scena, e con successo, spettacoli teatrali nella cittadina basso molisana. Info 3395364782.

Inaugurazione CAMPOBASSO - Sabato prossimo inaugura la stagione 2011/12 la discoteca Red Passion. Il restyling e il nuovo staff sono le novità dell’anno. Info 3495923670.

Concerto

In scena FERRAZZANO - Sabato e domenica prossimi al teatro del Loto, in scena “Roma ore 11” di Elio Petri con Manuela Mandracchia, Alvia Reale, Sandra Toffolatti, Mariàngeles Torres. Info 0874438772

Susan Sarandon “Papa XVI nazista”

Michael Bublè anticipa il Natale

Per l'attrice americana Susan Sarandon, Papa Benedetto XVI è "un nazista". O almeno questo è quanto ha affermato in un'intervista, attirandosi tra gli altri gli strali della Lega Cattolica, ovvero la più grande organizzazione cattolica per la difesa dei diritti civili. L'attacco da parte dell'attrice è arrivato nell'ambito dell'Hamptons Int. Film Festival.

Un regalo di Natale molto speciale dal crooner più amato della musica e da migliaia di fan. Michael Bublé pubblica il 24 ottobre "Christmas" che include brani come "It's Beginning to Look Alot Like Christmas", "Santa Baby", "I'll Be Home for Christmas", "Have Yourself A Merry Little Christmas", "White Christmas" e "Silent Night".


ANNO IV - N° 237 - MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO A MASSIMILIANO SCARABEO

L'oscar del giorno a Massimiliano Scarabeo, il candidato del centrosinistra che ha preso più voti, ma non ce l'ha fatta per l'incomprensibile questione dei quorum. Ma quando la finiremo e cambieremo questa scellerata legge elettorale regionale che, dividendo in due collegi la regione, fa sì che nello stesso partito, Alternativa, venga eletto a Campobasso uno con 960 voti e resti a casa a Isernia un altro con più di duemilaquattrocento voti? È demenziale e per questo diamo l'oscar a Scarabeo, una sconfitta, la sua, assolutamente ingiusta e immeritata.

IL TAPIRO DEL GIORNO A LUCIO DE BERNARDO

VENAFRO

ISERNIA

RIONERO SANNITICO

Risparmio energetico, Mazzuto porta i sindaci della provincia a Bruxelles Il Tapiro, invece, meritatissimo lo diamo in omaggio a Lucio De Bernardo, allevato come una serpe in seno prima da Tony Incollingo e poi da Luca Iorio. Alla prova dei fatti si è rivelato quello che è: un politico dalle mille facce, senza alcuna credibilità. Si pensi che è, in assoluto, il candidato del centrodestra che è ricorso più di tutti al voti disgiunto. Il campione del voto incrociato. Non si contano le schede che riportano il voto per Frattura e la preferenza per lui. Bella roba. Avrebbe fatto festa sia che vinceva Frattura, sia che vinceva Iorio. È questo il candidato di Progetto Molise che va alla Regione. Una vergogna. Un Tapiro per lui e un consiglio per Iorio: gli dia un bel calcio in quel posto.

Il Molise in miniatura: esposizione permanente nella villa comunale A PAG. 15

Qualità dei servizi e offerta dei prodotti: premiate le Poste di via Roma A PAG. 15

A PAG. 15

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Intanto il presidente Turdò attacca il sindaco Biondi: “Ha violato la privacy dei politici molisani”

“Aeroporto di Cantalupo, al Molise non serve affatto” Dopo la “crociata” contro l'autovelox il comitato Pro Trignina dice no anche all'aviosuperficie CANTALUPO. Non sono passate inosservate le recenti esternazioni del sindaco di Cantalupo nel Sannio, Claudio Biondi, a proposito dell'utilità dell'autovelox “condannato” dalla Prefettura di Isernia. A replicare è Antonio Turdò, presidente del comitato Pro Trignina. “L’accusa ha dell’inverosimile, per la violazione della privacy, che il suo autovelox è corretto e imparziale perché non risparmia i politici ”quelli seduti sulle poltrone romane” e altri politici regionali oppure quelli che “ anelano, aspirano e si candidano a diventare come i primi”, è frutto di una volontà mistificatoria mortificante non solo dell’intelligenza dei lettori, ma soprattutto del

Antonio Turdò e Angelino Alfano

popolo degli automobilisti molisani che stanno subendo e sopportando lo scandalo dell’utilizzo dell’autovelox vessatorio e ispirato solo ed unicamente al principio del fare cassa. La violazione aperta è riferita alle “poltrone romane” dell’onorevole De Camillis oppure del Senatore Di Giacomo. Chi l'autorizza a fare questi riferimenti? C'è qualcuno che la informa su dati sensibili e privati, che divulga nomi e cognomi dei multati? Ma la cosa che più ci offende è sapere che questa sue considerazioni sono venute allo scoperto due giorni prima delle votazioni dopo che abbiamo portato a conoscenza la popolazione molisana della volontà di realiz-

zare l’aeroporto nella piana di Cantalupo, come se lei volesse tagliarmi le gambe. Io le rispondo: questa Regione non ha bisogno di un aeroporto né a Cantalupo nel Sannio e né a nessun posto. Mi sono permesso di rendere edotto anche il segretario della Pdl Nazionale Alfano dell’attività del Comitato ProTrignina Abruzzo e Molise, che ha dichiarato di voler studiare le nostre proposte ed eventualmente sostenerle. Lei è la più retriva espressione della congiura reazionaria esistente nel Molise. La Stampa di Torino ha dedicato un'intera pagina all’Italia degli sprechi facendo riferimento al suo aeroporto di Cantalupo nel Sannio”.

L'ente di via Berta a sostegno dei Comuni del Patto dei sindaci

Progetto del gruppo Scarabeo

Risparmio energetico, Provincia in prima linea

Nella villa comunale di Venafro nasce il “Molise in miniatura”

ISERNIA. Risparmio energetico e fonti rinnovabili: la Provincia di isernia ci crede. E il 29 novembre sarà a Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, per la Cerimonia del Patto dei Sindaci 2011. L’importante momento di interazione tra soggetti istituzionali dell’Unione Europea rappresenta un’occasione estremamente interessante per la condivisione delle esperienze comunitarie in materia di risparmio energetico e di produzione di energia da fonti rinnovabili. “Si tratta di un momento estremamente importante per l’Europa intera – commenta l’assessore provinciale alle Politiche Energetiche, Clementino Pallante – che darà modo di attuare le buone prassi per una concreta politica del risparmio energetico. Come Provincia abbiamo il compito di coordinare la presenza a Bruxelles di tutti i Sindaci che hanno aderito al Patto, che avranno la possibilità di valutare le esperienze di altre realtà europee e di applicarle al proprio territorio, scoprendo quali sono le procedure e le risorse comunitarie per rendere concrete tali azioni”. In tale quadro va ricordato che la Provincia di Isernia, nel settembre 2010, ha sottoscritto l’adesione al Patto dei Sindaci come Struttura di Supporto ufficiale per la sensibilizzazione agli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra, offrendo ai Comuni aderenti l’assistenza per la redazione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e per il rispetto degli altri impe-

gni che gli stessi firmatari hanno preso sottoscrivendo il Patto. “La Provincia di Isernia – aggiunge l’assessore Pallante – nell’ambito del progetto “No day, but today”, vede in tale occasione non solo la possibilità di apprendere i meccanismi per rispondere concretamente agli obiettivi del Patto dei Sindaci, ma anche l’opportunità di attivare programmi di sviluppo e promozione del territorio nel pieno rispetto dell’ambiente”.

Clementino Pallante

Gianni Rivera incontra i ragazzi di Monteroduni MONTERODUNI. Oggi, alle ore 17, presso l’oratorio parrocchiale Sant’Eusanio di Monteroduni, gestito dai padri vocazionisti, sarà ospite la vecchia gloria del calcio italiano Gianni Rivera, responsabile del settore giovanile della Federazione Italiana Gioco Calcio. Incontrerà i giovani dell’oratorio, la scuola calcio parrocchiale, e gli iscritti della Polisportiva Monteroduni e chiun-

que vorrà essere presente all’evento. Non mancherà la partecipazione delle autorità locali e provinciali. Si tratta di un incontro che mira a trasmettere alle nuove generazioni i valori dello sport. Un'iniziativa, quella portata avanti dall'oratorio di Sant'Eusanio, che vuole offrire momenti significativi ai ragazzi, facendoli crescere in maniera sana.

VENAFRO. Cominciati a estate ormai inoltrata, per la lentezza con cui l'amministrazione ha dato il via libera ai lavori di riqualificazione e valorizzazione della villa comunale di Venafro, la Scarabeo Nicandro SpA, capofila dell'Ati aggiudicataria del bando, sta procedendo a dare un nuovo volto e nuova vita al polmone verde della città. Il progetto di riqualificazione di Villa Maria prevede una serie di interventi finalizzati a mettere in sicurezza l'area, a dare decoro e sistemazione ad uno spazio verde pubblico che era abbandonato a se stesso ormai da anni. Lo scopo è quello di valorizzare le iniziative socio-culturali, ludico-pedagogiche rivolte ai bambini, nonché eventi sportivi e culturali che ogni cittadino può e vuole mettere in campo. La tecnologia, infine darà un valido aiuto per riuscire nello scopo, visto che all'interno dell'area sarà attivo un sistema di navigazione Internet in modalità wireless. Il progetto comprende anche una zona a tema, “Il Molise in miniatura”, ovvero la riproduzione dei luoghi, monumenti, testimonianze storiche, architettoniche più importanti della nostra regione. Allo studio anche la ricerca di soluzioni operative che possano valorizzare e mettere in rete tutte le iniziative che si vogliono portare avanti e quelle già in programma del Parco Storico Agricolo dell'Olivo di Venafro, che ha, tra le proprie finalità, quella di favorire il turismo di nicchia nel territorio venafrano, oltre ad essere un valido supporto nel coordinamento della produzione di olio extra-vergine di oliva del cultival del posto, assai noto ed apprezzato fin dai tempi della civiltà romana. Un impegno finanziario non indifferente, quello del Gruppo imprenditoriale Scarabeo, che richiede un impiego di mezzi e manodopera per ottenere il risultato che tutti si aspettano e, soprattutto, per rendere fruibile l'intera area il prima possibile. A quel punto, Venafro potrà rivedere nel suo antico splendore Villa Maria, valorizzata e fornita di tecnologie moderne che possono contribuire ad avviare il necessario programma di rilancio di quelle attività, rivolte ai più piccoli, ai giovani e agli anziani. “Una volta terminati i lavori, Villa Maria rimarrà a disposizione della cittadinanza, dello sport e della cultura, e lo sarà in maniera totalmente gratuita”, puntualizzano dalla direzione del Gruppo Scarabeo, "e questo non può che rappresentare un vantaggio per l'intera comunità venafrana”.

Premiato l'ufficio postale di Rionero Sannitico RIONERO SANNITICO. L'ufficio postale di Rionero Sannitico ha ottenuto un importante riconoscimento attribuito nell’ambito del Meeting tra Poste Italiane e Cassa Depostiti e Prestiti, che si è tenuto a Ostuni Marina, sul tema del risparmio postale e la qualità dei servizi mirati alla soddisfazione di milioni di clienti che ogni giorno si recano negli uffici postali.

Nel quadro della manifestazione si è infatti svolta la premiazione degli uffici postali che hanno raggiunto risultati di eccellenza nella vasta gamma di servizi e prodotti offerti quotidianamente alla clientela. L’ufficio postale di Via Roma ha raggiunto un significativo primato nella classifica assoluta, dimostrando di saper offrire servizi di qualità.


TERMOLI Saranno promosse iniziative sostenibili sul piano tecnico ed economico

Pesca, selezione di progetti pilota per i giovani imprenditori Interessa i titolari delle imprese ittiche e di acquacoltura per perseguirne il miglioramento economico, ecologico e sociale La direzione generale della pesca marittima e dell'acquacoltura, in riferimento al decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali indice una procedura per la selezione di progetti pilota presentati da giovani imprenditori ittici che siano volti alla promozione di iniziative sostenibili sul piano tecnico ed economico, e che abbiano l’obiettivo di valorizzare la multifunzionalità dell’impresa della pesca e di acquacoltura per perseguirne il miglioramento economico, ecologico e sociale. Saranno finanziati progetti pilota finalizzati all’integrazione del reddito attraverso l’innovazione dei processi produttivi e/o la diversificazione delle attività. Pertanto si intende: sperimentare, in condizioni simili a quelle reali

del settore produttivo, l’affidabilità tecnica o la vitalità economica di una tecnologia innovativa, allo scopo di acquisire e diffondere conoscenze tecniche o economiche sulla tecnologia sperimentata e il finanziamento disponibile e di 200mila euro. Possono presentare un progetto pilota i titolari di imprese di pesca e acquacoltura, in possesso dei seguenti requisiti: qualifica di imprenditore ittico; età inferiore ai quarant’anni al momento della presentazione della domanda. Nel caso di società ed organizzazioni di pescatori, il requisito anagrafico deve essere posseduto da almeno due terzi dei soci (in caso di società con soli due soci il requisito anagrafico deve essere posseduto da almeno uno di essi) che eserci-

Furto aggravato Arrestato giovane isernino MONTENERO DI BISACCIA - I Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto D.A.F., 28enne da Isernia. L’uomo è stato prelevato presso la comunità terapeutica “Red 7 Novembre”, dove si trovava agli arresti domiciliari presso la comunità terapeutica “Red 7 Novembre”. Le manette sono scattate in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Isernina dovendo lo stesso scontare un anno e 9 mesi di reclusione per il reato di furto aggravato.

tino l’attività di pesca marittima professionale. Alla richiesta di accesso al contributo dovrà essere allegata la seguente documentazione: Autocertificazione, rilasciata dai richiedenti che attesti il possesso dei requisiti, la data d’inizio dell’attività d’impresa, il numero di partita IVA/Codice Fiscale posseduto e il numero d’iscrizione al Registro delle imprese di pesca presso la C.C.I.A.A. competente; Copia del documento di identità in corso di validità del richiedente e di ciascuno dei soggetti per i quali verificare il rispetto dei requisiti anagrafici; Originale o copia del certificato di iscrizione rilasciato dalla Camera di Commercio; Relazione chiara ed esaustiva sul progetto pilota per il quale si richiede il contributo, contenente

le informazioni generali, la descrizione del progetto nel suo complesso in maniera esaustiva ed opportunamente dettagliata dal punto di vista temporale, tecnico e finanziario nonchè i partecipanti (saranno specificate eventuali collaborazioni esterne

Trasferimento cabina Enel, ordinanza della Capitaneria TERMOLI – L’Enel deve eseguire lavori per spostare la cabina elettrica di trasformazione dalla caserma della Capitaneria di Porto nei locali del Mercato Ittico. Per assicurare l’incolumità fisica delle persone e delle cose, il Comandante della Capitaneria ha emanato una propria ordinanza valida fino al 21 Ottobre. La stessa dispone che fino alle 24 del 21 Ottobre l’area interessata ai lavori è vietata al transito e alla sosta di veicoli e pedoni non interessati ai lavori. Nell’area circostante, i veicoli in transito devono prestare la massima attenzione e rispettare la segnaletica presente: eventuali veicli in sosta saranno soggetti a rimozione forzata.

Nuovo saggio dello scrittore guglionesano Antonio Crecchia BASSO MOLISE - La nutrita serie di saggi monografici a firma del poeta e scrittore Antonio Crecchia, iniziata circa vent’anni fa, con uno studio sulla poetica della nota artista ed operatrice culturale milanese, Rosalba Masone Beltrame, cui seguirono corposi volumi critici dedicati al casertano Brandisio Andolfi, al molisano Vincenzo Rossi, al mirabellano Pasquale Martiniello, a Carmine Manzi, di Mercato S. Severino, a Lycia Santos do Castilla, (inedito), ecco un nuovo lavoro esegetico sull’opera letteraria di Silvano Demarchi, di Bolzano, poeta, narratore, critico letterario, traduttore di poeti tedeschi, studioso di rimordine di problematiche religiose, etiche, estetiche, filosofiche e teosofiche. Il volume, di 230 pagine, edito da Cronache Italiane di Salerno, nel settembre scorso, non è in commercio, ma destinato alle maggiori biblioteche, ai critici militanti ed a noti esponenti della cultura italiana.Intanto è in corso di stampa, per i tipi dell’Editrice Ianieri di Pescara, un nuovo importante studio di Crecchia sull’opera scientifico letteraria di Corrado Gizzi, poeta e scrittore, nativo di Guglionesi ma residente a Pescara da oltre sessant’anni, annoverato tra i massimi studiosi di ogni tempo del corpus letterario di Dante Alighieri.

con altri enti e/o le collaborazioni di persone fisiche). Dovranno essere opportunamente descritte, altresì, le risorse umane e finanziarie dell’intero progetto pilota, indicando dettagliatamente le voci di spesa del progetto.

Al via il corso di sperimentazione teatrale SANTA CROCE DI MAGLIANO – Sono iniziati i corsi di sperimentazione teatrale organizzati da Abraxas Lab, scuola interculturale di pratiche teatrali diretta dal regista Nicola Macolino. Gli iscritti avranno la possibilità di partecipare a un progetto di ricerca e di sperimentazione teatrale che terminerà a Maggio 2012 con la presentazione di uno spettacolo finale. Le lezioni si svolgeranno presso lo Stroszek Spazio, sede del centro di ricerca culturale Abraxas. Tre i percorsi formativi: lab1, per bambini/e dai 7 ai 13 anni; lab2 per ragazzi/e dai 14 ai 25 anni; lab3 laboratorio per gli adulti e per gli interessati alla conoscenza dell’arte scenica.

Sprocatti alla trasmissione Chef a Sorpresa TERMOLI – Martedì 25 Ottobre arriva a Termoli il Camper di “Chef a Sorpresa” trasmissione televisiva giunta alla sua 3^ edizione. Lo Chef che collaborerà con la realizzazione della puntata, dedicata all’arte culinaria e ai piatti tipici termolesi è Giorgio Sprocatti del ristorante “La Taverna dell’Orco”. La trasmissione andrà in onda da fine Gennaio 2012 su una TV privata regionale.

Corso per arbitri di basket in carrozzina TERMOLI – La Fipic Molise, in collaborazione con la Fipic Nazionale, ha organizzato il primo corso di abilitazione all’arbitraggio di basket in carrozzina. Gli stage si terranno sabato 22 e gli iscritti sono nove, cinque molisani e quattro di altre regioni Al termine delle lezioni sosterranno un esame. Il corso gratuito è diviso in due parti: una teorica, che si svolgerà venerdì e sabato nella sede del Coni a Campobasso, e l’altra pratica che si terrà venerdì alle 19 a Termoli, nel palazzetto dell’Airino. Docente del corso è Michele Saracino, designato dalla Fipic nazionale arbitri.


TERMOLI I reati ipotizzati sono calunnia aggravata, falsità ideologica e diffamazione

Chiesto rinvio a giudizio per Rocco Giacintucci Parti offese sarebbero il capitano Ugo Sciarretta e il maresciallo Antonio Rinaldi della Polizia Municipale TERMOLI – Sono accuse pesantissime quelle formulate dal Pubblico Ministero del Tribunale di Larino, Lucio Marcantonio, nei confronti dell’ex coordinatore della Polizia Municipale, nella passata amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Greco, Rocco Giacintucci: Calunnia aggravata con l’aggravante, Falsità ideologica e diffamazione. Indagine che la Procura frentana ha portata avanti di propria iniziativa e che ora vede la richiesta di rinvio a giudizio per Giacintucci: l’udienza preliminare davanti al GUP è stata fissata per il 16 Febbraio del prossimo anno. I fatti

fanno riferimento ad un concorso per Vigili ausiliari di alcuni anni fa e sia il Capitano Sciarretta che il Maresciallo Rinaldi, secondo quanto denunciò Giacintucci avrebbero fatto pressioni affinché la società Humangest, che all’epoca gestiva la segnalazione degli aspiranti, per far “assumere” due persone da loro segnalate: per questa vicenda sia il Capitano Sciarretta che il Maresciallo Rinaldi sono stati assolti perché il fatto non sussiste. Ma cosa avvenne a quei tempi? Rocco Giacinticci, con contratto di collaborazione e consulenza con il Comune e la carica di ordinatore del Corpo di

Polizia Municipale, denunciò di concussione Ugo Sciarretta e Antonio Rinaldi con una relazione inviata al’attenzione del Capitano dei carabinieri della Compagnia di Termoli, Fabio Muscatelli, Ugo Sciaretta e Antonio Rinaldi, con cui “manifestava l’intenzione di rendere noto un modo di agire non solo indice di malcostume ma che potrebbe rappresentare ben altro”. In poche parole Sciarretta e Rinaldi avrebbero fatto pressioni su due dipendenti della Humangest, affinché queste favorissero assunzione di due loro conoscenti. Il Giacintucci nella sua relazione scrisse che una delle

Elezioni regionali, alcune considerazioni sul voto dei termolesi

TERMOLI - Partiamo dal dato dell'astensionismo: il 35% dei cittadini non si è recato alle urne rinunciando ad esercitare un proprio diritto – dovere. Una percentuale alta, simbolo di quanti non ne possono più di una politica fatta a immagine e somiglianza dei ricchi e dei potenti, una politica che bada solo ai propri interessi basata su promesse e false illusioni. Dobbiamo prenderne atto: c'è un 35% di cittadini che è stanco, scoraggiato o tal-

mente “schifato” dai meccanismi clientelari che hanno caratterizzato dieci anni di governo di questa regione da non volerne sapere più niente. C'è poi un 59% di cittadini che ha provato a cambiare, ad uscire da un sistema da cui non si è mai sentito rappresentato: 48% è la percentuale di quanti hanno dato la propria adesione a Paolo Di Laura Frattura, ma è anche quell'11% che ha scelto Antonio Federico. Il dato sull'adesione a Frattura assume un significato particolarmente importante proprio nella nostra città di Termoli in cui gli elettori si sono espressi chiaramente accordando a Michele Iorio solo il 39% delle preferenze. Numeri, questi, che sono specchio di un malcontento generale che dovrebbero far pensare il sindaco Di Brino. Invece di festeggiare a suon di spumante e fuochi d'artificio in piazza, non sarebbe meglio prendere atto della disfatta che la sua coalizione ha subito nelle piazze termolesi? Paolo Marinucci Consigliere Comunale - Termoli

due donne M.G.L. recatasi in Comune abbastanza agitata riferì “ditemi cosa devo fare ho paura”. Giacintucci, nero su bianco, riferisce che la “sua mente aveva focalizzato le voci sentite in giro” e chiese alla donna “di chi aveva paura”. “Per tutta risposta la donna serrò le labbra e sollevò il palmo delle mani. Insistetti dicendole lei non faccia nomi, li faccio io, se del caso si limiti a confermare o smentire”. A questo punto Giacintucci scrive che fece subito i nomi di Sciarretta e Rinaldi per “il semplice fatto che dal mio arrivo a Termoli, avevo sentito voci sul modo di agire dei due”. Scrive ancora che la donna

Convegno su territorio, beni culturali e turismo TERMOLI – Si terrà alle 10, nell’ Aula Adriatico dell’Università il convegno sul tema “Territorio, Beni culturali e turismo”. I lavori saranno aperti da Giovanni Cannata, Rettore dell’Università degli Studi del Molise; Paolo De Vita, Preside della Facoltà di Economia; Donatella Cialdea, Preside della Facoltà di Ingegneria; Paolo Mauriello, Preside della Facoltà di Scienze Umane e Sociali. Gli interventi sul tema saranno di Rossano Pazzagli, Monica Meini, Cristiano Oddi, Rossana Bonadei. Alle 12,15 è previsto il dibattito a cui prenderà parte Nicola Magri, responsabile EPT Campobasso. Il Convegno vuole fare il punto e aprire ulteriori riflessioni sul percorso di ricerca avviato in questi ultimi anni nelle discipline di Scienze del turismo, che hanno assunto una connotazione territoriale caratterizzante. Introdotti da un riflessione sul Bel Paese a centocinquanta anni dall’Unità d’Ita-

lia, verranno illustrati i temi relativi alle possibili ed auspicabili integrazioni intersettoriali, quelli su un approccio conoscitivo multidisciplinare, i temi chiave e i nodi critici del rapporto turismo-territorio, la gestione della sostenibilità e l’apporto delle nuove tecnologie. I lavori saranno coordinati da Antonio Minguzzi, presidente C.d.S. Scienze Turistiche e Direttore del Centro Studi sui Sistemi Turistici.

Scade il bando per servizio civile volontario TERMOLI - C’è tempo ancora fino alle 14 di venerdì 21 Ottobre per presentare la domanda per il servizio civile volontario presso la Caritas diocesana di Termoli - Larino. Il progetto “Insieme si può” prevede l’impiego di sei volontari impegnati nelle attività quotidiane della Caritas diocesana: l’accoglienza presso la Mensa solidale, il servizio docce, il Centro di Ascolto e tutti quei servizi dedicati al sostegno delle persone e delle famiglie che vivono in uno stato di disagio economico, sociale e relazionale. Per inoltrare la domanda è necessario compilare gli allegati 2 e 3 scaricabili nel file del bando del servizio civile nazionale (www.serviziocivile.gov.it; www.caritastermolilarino.it) e seguire tutte le indicazioni riportate. La domanda può essere spedita (fa fede il timbro postale) alla Caritas diocesana di Termoli - Larino P.zza Bisceglie, 1 86039 Termoli (CB) o essere consegnata a mano presso la sede Caritas dal lunedì al venerdì dalle 10,30 alle 12,30.

assentì ripetendo “io non so cosa fare, ho paura, sono arrivati davanti alla sede dell’ Humangest con la macchina di servizio dei Vigili Urbani, uno dei due certamente in divisa; il Rinaldi chiedeva la designazione di una certa signora C. mtre Sciarretta della figlia”. Dichiarazioni che sarebbero state smentite dalla stessa M.G.L.: “prciso che a mio modo di vedere non avevo ricevuto alcuna forma di pressione….preciso che solo oggi ho sentito per la prima volta il nome di Antonio Rinaldi”. Per questi motivi è stata ipotizzata l’accusa di calunnia aggravata con l’aggravante. (continua)

Assemblea dei Balneatori sulle concessioni demaniali TERMOLI – Questa sera alle 19, presso la sede della Confesercenti, i balneatori bassomolisani si riuniranno in assemblea per discutere delle ultime novità relative al rilascio delle concessioni demaniali e per organizzare la partecipazione alla manifestazione nazionale dei balneatori, che si terrà sabato 22 Ottobre a Rimini. Pietro D’Andrea, Presidente regionale della Fiba Confesercenti, vista l’importanza del tema trattato, invita a partecipare tutti gli operatori del settore indipendentemente dall’associazione di appartenenza.


ANNO IV - N° 237 - MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Sensibilità e responsabilità

www.lagazzettadelmolise.it VOLLEY, SERIE A2: SODDISFATTO COACH GIANNINI NEL DOPO SORA Entusiasmo e soddisfazione, queste le emozioni trasmesse dal trainer marchigiano Romano Giannini al termine dell’incontro con la compagine sorana. “E’ chiaro che la pallavolo è uno sport di situazioni e non nascondo che ora mi trovo a commentare una vittoria schiacciante in un incontro in cui gli avversari non hanno mai avuto modo di entrare realmente in partita”. Elemento di punta del match, come spiega lo stesso trainer, è stato l’italocubano Maikel Cristobal Cardona: “E’ pur vero, però, che, se nel secondo set, Cardona non avesse invertito la rotta, probabilmente saremmo stati a lungo in campo”. “In occasione della prima giornata di campionato ad Avellino – prosegue il tecnico dei pentri – ho detto ai ragazzi che a me piace tanto questo lavoro e le sue responsabilità. Sono abituato a prendermi le mie: questo accade dal lunedì alla domenica. E chiaramente, dopo una partita come quella di Perugia, in cui abbiamo fatto una figuraccia davanti a tutta Italia e a quanti sono venuti a sostenerci. A PAG. 21

WOMEN’S, IL TECNICO GUERRIERO SORRIDE SOLO A META’ Conquista anche la seconda giornata di campionato il roster che colora di rosa la città di Campobasso: dopo il successo del primo match contro il Pescara, per la Women’s Basket è, dunque, arrivata anche la vittoria sul parquet amico durante l’esordio casalingo. Di contro, a dare davvero filo da torcere alle molisane per l’intera durata della gara, il Panthers Roseto, agguerrito e voglioso di conquistare altri due punti, dopo i primi della settimana scorsa. Una partita, infatti, condotta sul filo del punto a punto con le bianco rosse in lotta per mantenere una distanza mai altissima, segnale di alta professionalità in campo seppure con qualche lacuna difensiva dimostrata dalle locali. Ma la grinta e la determinazione ad onorare il nome di una squadra data tra le favorite, ha spronato alla vittoria portando in doppia cifra elementi di spicco quali Fornaro (19), Costantino (14), Morselli (10) e Ciminelli (10) e assicurando una vittoria che segna, però, l’inizio di una settimana di duro lavoro, come ha, infatti, commentato a referto chiuso coach Guerriero. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT

Lupi, tutti per uno... Non una conferenza stampa ma un modo di far valere l’amore per lo sport, per il calcio in particolare. Presso i locali della Palladino Company non c’era solo il tecnico rossoblù Nicola Provenza ma anche il direttore sportivo Enrico Coscia e tutta la squadra, segnale forte, che fa capire alla piazza che c’è uno spogliatoio compatto che insieme ha deciso di manifestare un disagio ma che, al contempo, ha voglia di continuare con entisiasmo e motivazioni questa avventura.Segnali distensivi giungono dallo spogliatoio rossoblù. A parlare per tutti è l’allenatore che, come ha sottolineato più volte, è semplicemente un portavoce: “Parlo non a nome personale ovviamente ma sono la voce di un gruppo di persone che vedete insieme a me. Quest’oggi rientrati al lavoro qui a Campobasso non abbiamo potuto svolgere la nostra normale seduta di allenamento perché abbiamo trovato i cancelli dello stadio chiusi ed abbiamo saputo solo successivamente, attraverso una comunicazione, che c’erano stati dei problemi a livello dell’impianto idrico. Chiaramente questo non giustifica la chiusura dello stadio perché avremmo potuto svolgere il nostro lavoro altrove. Siamo professionisti e ci atteniamo alle regole e nel momento in cui il silenzio stampa indetto dalla società deve essere mantenuto, i tesserati hanno questo dovere ma c’è un dovere ancora più alto che è quello di fare i conti con la propria dignità, con la libertà di parola e la libertà di espressione. Per cercare di capire questo momento mi piacerebbe che voi afferrasse la concezione di gruppo, di spirito di squadra, e tutto questo lo può capire chi quotidianamente condivide insieme gioie, aspettative, problematiche e sogni. Questo gruppo nel momento in cui ha percepito intorno a sé de-

Segnali distensivi giungono dalla conferenza stampa di ieri nella quale il tecnico Provenza e la squadra sono apparsi uniti e desiderosi di continuare con serenità l’avventura a Campobasso terminati segnali non ha potuto fare a meno di risentirne e non ha mai avuto atteggiamenti fuoriluogo o comportamenti antisportivi, mai. Forse questa difficoltà, questo malessere, può aver creato qualche problematica in un gruppo così giovane, volonteroso e dedito al lavoro, ed allora il senso di smarrimento è stato reso noto perché un gruppo di persone che vivono insieme può esprimere, con un comunicato, un atto di libertà. E questo gruppo vuole ribadire la volontà di proseguire nel fare un calcio fatto di motivazioni, di dedizione, ma dove esistono anche dei diritti e anche la possibilità di farli valere e ci siamo appellati a tutti, anche alla proprietà. Ci siamo appellati soprattutto a due parole chiave: sensibilità e responsabilità. Qesta per noi non è una conferenza stampa, ma un modo di far valere il nostro amore per lo sport, per il calcio. Nel primo istante in cui abbiamo messo piede nel ritiro di San Gregorio Magno abbiamo creduto di portare la nostra professionalità e le nostre motivazioni a servizio di una piazza calcistica di grande tradizione. E allora questa voglia di dire come stanno le cose ma con assoluta serenità, senza offendere alcuno, va oltre i confini di Campobasso perché questi ragazzi, prima ancora che essere calciatori, sono dei giovani che generalmente non sono mai tutelati a sufficienza; e questi giovani, qui, oggi, stanno dando una grandissima dimostrazione. Sono i giovani il vero futuro del calcio, sono loro. La nostra speranza è che possa nascere un fermento nuovo, una spinta nuova verso questa squadra per cercare di invertire una

Oggi la ripresa del lavoro Ci sarà un nuovo staff tecnico? Non c’è stata nel pomeriggio di ieri la ripresa degli allenamenti in casa Campobasso. Cancelli chiusi per il gruppo rossoblù che si è intrattenuto con mister Provenza e con il ds Coscia. Per l’ultima volta? Questo non è ancora dato sapere, visto che il presidente Capone sta prendendo tempo. Evidentemente per ponderare la sua scelta, ma appare inevi-

20 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011

tabile il divorzio con l’allenatore salernitano. Il sostituto dovrebbe essere uno tra Sauro Trillini e Giuseppe Ferazzoli, mentre potrebbe rientrare nella dirigenza anche Bruno Iovino. Questa mattina dovrebbero esserci sviluppi sulla vicenda e il patron Ferruccio Capone dovrebbe giungere nel capoluogo. RS

sorta di tendenza autodistruttiva che sta animando queste giornate. Abbiamo dato tanto e se ci sarà data la possibilità contiunueremo a spenderci con la nostra professionalità, serietà e pacatezza. Io

GIUDICE SPORTIVO 2 GARE Izzo (Ebolitana) Terrenzio (Giulianova) 1 GARA Cosentino (Vibonese) Zolfo (Aversa N.) Marfia (Celano) Bonta (Giulianova) Rinaldi (Paganese) Lacarra (Chieti) Astarita (Ebolitana) Simoncini (L’Aquila) Cucinotta (Milazzo) Clemente (Perugia) Zanchi (Perugia)

scerare determinate situazioni ma noi rispettiamo le disposizioni della società pur ribadendo e sottolineando che la nostra presenza qui, oggi, vale molto più di mille parole”. ANPA

mi sono assunto soltanto l’onore di essere la voce di questo gruppo che probabilmente è stato mortificato nel momento in cui non è stato ascoltato. Capisco che in questo momento la stampa abbia voglia di fare domande e di svi-

GLI ARBITRI DELLA 11^ GIORNATA Melfi - Giulianova

Melidoni di Frattam.

Arzanese - Vigor Lamezia

Intagliata di Siracusa

Catanzaro - Aprilia

Piccinini di Forlì

Chieti - Isola Liri

De Benedictis di Bari

Ebolitana - Milazzo

Fogliano di Perugia

Fano Alma J. - Celano

Zivelli di Torre Annunziata

Gavorrano - Paganese

Minelli di Varese

L’Aquila - Aversa Normanna

Giorgetti di Cesena

Neapolis - Campobasso

Verdenelli di Foligno

Vibonese - Perugia

Ghersini di Genova Riposa: Fondi

Brasile 2014, la Fifa è in ansia per il Maracanà

Zamparini: ‘Il 4-4-2 forse non è adatto’

Preoccupano anche la Fifa i ritardi nei lavori del nuovo stadio Maracana', a Rio de Janeiro, in vista dei Mondiali del 2014. Fonti del comitato organizzatore della Coppa avrebbero rivelato che alcuni specialisti in edilizia della Fifa considerano poco credibile la scadenza di febbraio 2013 per la fine dei cantieri. Avanza sempre piu' insistentemente l'ipotesi che l'apertura dei Mondiali avverra' quindi a San Paolo, nel nuovo stadio di Itaquerao, i cui lavori sono ok..

Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, non ha ancora digerito la brutta sconfitta dei rosa a Milano. I campioni d'Italia si sono imposti con un netto 3-0, ma a preoccupare il patron, che stamane e' volato a Palermo per incontrare il tecnico Devis Mangia, e' soprattutto l'involuzione del gioco. ''A Mangia ho solo detto che questa squadra era costruita pensando ad un altro modulo con un altro allenatore, forse non e' la piu' adatta al 4-42. Io ho solo constatato questo''.

Sab 15:00


S P O RT VOLLEY MASCHILE – SERIE A2

Isernia, la soddisfazione di Giannini Entusiasta il coach della Fenice: ‘Contro il Sora una vittoria schiacciante con gli avversari mai in partita’ Entusiasmo e soddisfazione, queste le emozioni trasmesse dal trainer marchigiano Romano Giannini al termine dell’incontro con la compagine sorana. “E’ chiaro che la pallavolo è uno sport di situazioni e non nascondo che ora mi trovo a commentare una vittoria schiacciante in un incontro in cui gli avversari non hanno mai avuto modo di entrare realmente in partita”. Elemento di punta del match, come spiega lo stesso trainer, è stato l’italocubano Maikel Cristobal Cardona: “E’ pur vero, però, che, se nel secondo set, Cardona non avesse invertito la rotta, probabilmente saremmo stati a lungo in campo”. “In occasione della prima giornata di campionato ad Avellino – prosegue il tecnico dei pentri – ho detto ai ragazzi che a me piace tanto questo lavoro e le sue responsabilità. Sono abituato a prendermi le mie: questo accade dal lunedì alla domenica. E chiaramente, dopo una partita come quella di Perugia, in cui abbiamo fatto una figuraccia davanti a tutta Italia e a quanti sono venuti a sostenerci, ho cambiato assetto, in virtù anche di una scelta societaria concorde con lo staff tecnico di tagliare un giocatore”. Dopo l’analisi di quanto accaduto in campo, un commento va sull’ultimo arrivo

Il capitano Alessio Fiore

in casa isernina. “Cosa cambia l’arrivo di Saitta? Cambia il palleggio che gestisce la palla del secondo tocco. Oggettivamente siamo la squadra con la miglior ricezione del campionato e quel secondo tocco è fondamentale a pallavolo, specie in una partita come quella di domenica in cui abbiamo difeso all’inverosimile (caratteristiche delle squadre di Giannini, dicono i più) emersa proprio nel momento in cui sembrava che la barca stesse per affondare. Sicuramente Saitta – continua il tecnico bianco azzurro – è un palleggiatore di primo livello, non sono io a scoprirlo, forse l’Italia pallavolistica ha dimenticato chi sia, e forse anche lui non ha fatto nulla affinché ciò avvenisse. Io gli ho detto che noi ricorderemo a tutti che lui è il migliori palleggiatore che ci sia”. C’è soddisfazione anche nelle parole del capitano Alessio Fiore: “Una squadra prepara la partita durante la settimana, e noi come tutte le settimane abbiamo lavorato per questo incontro, ci siamo allenati bene, ma mancava qualcosa… quel qualcosa che finalmente è arrivato oggi, in quel rettangolo di gioco. Ci siamo concentrati, non ci siamo preoccupati di chi fosse il nostro avversario, e abbiamo giocato come sappiamo fare”. “La prestazione vista in campo riassume perfettamente il valore del nostro team: –

prosegue il martello tarantino – al contrario di quanti ci davano già per spacciati, noi crediamo fermamente nelle nostre potenzialità”. “Domenica sentivo che le cose sarebbero andate diversamente, anche il mio approccio alla partita è stato diverso: mi sono chiuso in me stesso per trovare la giusta concentrazione e desideravo tanto uscire dalla situazione negativa in cui versava la squadra”. “Il cambio in regia è stato una scelta societaria, noi atleti abbiamo il compito di dare il massimo sempre e comunque – chiosa Fiore, spiegando il cambio di rotta – e come ha detto anche il coach siamo la squadra più performante in ricezione dalla prima di campionato ad oggi, però, in quelle tre partite non siamo stati altrettanto positivi in attacco. Era evidente che ci fosse un problema e oggi si è visto che, modificando alcuni assetti, la squadra ha ripreso a girare al meglio e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”. “Sono convinto – conclude – che questa Isernia la rivedrete spesso, perché noi siamo così. Bisogna cancellare un avvio di campionato non felice e ripartire da martedì, pensando all’incontro di domenica con Milano”.

L’EVENTO

L’EVENTO

Vittoria di carattere del Venafro sul campo del Manfredonia

Nel pomeriggio Rivera sarà a Monteroduni

Nella quarta giornata del campionato nazionale di Serie B, il Venafro Calcio a 5 a Manfredonia si impone per 3 a 1 contro la formazione di casa, con una prova di grande carattere del gruppo, e con il brasiliano Viapiana e il portiere Amoruso protagonisti della giornata. Davanti al proprio pubblico, assai numeroso e caloroso, i sipontini hanno dimostrato di essere una buona squadra, e hanno giocato a viso aperto una partita molto aperta, ricca di emozioni da ambedue le parti, hanno calciato a rete in più di un'occasione, ma hanno trovato un Amoruso che ha disputato una prestazione quasi perfetta, che fa ben sperare di essere il valido erede di Gennaro Piedimonte, che tutti in casa della società della famiglia Scarabeo sono convinti che sia. Se Amoruso è stato impeccabile fra i pali, i suoi compagni hanno giocato con concentrazione e carattere tutti i quaranta minuti dei due tempi di gioco, costruendo nitide occasioni da rete, ma soprattutto hanno dimostrato di essere un gruppo coeso e coriaceo, capace anche di massimizzare il volume di gioco offensivo. Altro protagonista della giornata è stato il pivot Daniel Viapiana, che ha

I festaggiamenti dopo il secondo goal

sbloccato il risultato dopo solo tre minuti di gioco, per poi segnare altre due belle marcature nel secondo tempo, l'ultima ad un minuto dalla fine.Nel primo tempo, terminato col vantaggio dei bianconeri per uno a zero, il match è stato un po' più lento e tattico, per poi diventare assai veloce ed intenso nella ripresa. Un secondo tempo in cui il Venafro inizia molto bene, e, come nel primo tempo, al 4' Vapiana raddoppia, lesto ad approfittare una

deviazione di un avversario su angolo di Cavalcante. I pugliesi provano a rimettere in gioco il risultato con qualche tiro dalla distanza, ma Amoruso fa buona guardia della sua rete, mentre i suoi compagni fanno un buon possesso palla e sono pungenti in attacco. Al 12', però, il numero uno bianconero macchia la sua prestazione impeccabile: un suo rilancio errato a centro campo mette in condizione gli avversari di puntare a rete, e nella mischia

Questo pomeriggio, alle ore 17, presso l’oratorio parrocchiale Sant’Eusanio di Monteroduni, gestito dai padri vocazionista, sarà ospite la vecchia gloria del calcio italiano Gianni Rivera, responsabile del settore giovanile della Federazione Italiana Gioco Calcio. Incontrerà i giovani dell’oratorio, la scuola calcio parrocchiale, e gli iscritti della Polisportiva Monteroduni e chiunque vorrà essere presente all’evento. Non mancherà la partecipazione delle autorità locali e provinciali.

che si crea, Cotrufo accorcia le distanze. Il goal subito, però, non incide sul morale e sulla concentrazione dei venafrani, che gestiscono bene il match: al 19' Viapiana sigla la sua tripletta, dopo un bel driblig sulla destra, e suggella una prstazione di grande carattere di tutto il gruppo. A fine gara il Mister del Venafro, Luca Terenzi, commenta così la partita: “Un'altra grande prestazione quella di oggi, perché abbiamo giocato contro una buona squadra che in casa, poi, è sostenuto da un pubblico assai caloroso e numeroso. C'è

Atp Mosca: Starace subito fuori

Rossi: ‘A Sepang sarà una gara-test’

Potito Starace esce al primo turno del torneo Atp di Mosca (725 mila dollari di montepremi). Il tennista campano e' stato sconfitto 6/3 6/7(5-7) 7/6(7-2) dal francese Jeremy Chardy, proveniente dalle qualificazioni. Il match è durato due ore e cinque minuti. Resta quindi in tabellone il solo Andrea Seppi che oggi per il secondo turno affronterà il tedesco Michael Berrer.

Valentino Rossi, a secco di risultati con la Ducati, userà il prossimo Gp della Malaysia come cartina di tornasole sui progressi fatti dai test invernali a oggi. 'Il circuito di Sepang - dice - mi piace molto anche se le condizioni sono sempre estreme dal punto di vista meteo. In Australia abbiamo faticato più del previsto quindi qui in Malesia speriamo di fare meglio già da venerdì. Potremo verificare come ci troveremo rispetto ai test dell'inverno scorso'.

stata una prova di carattere e di personalità di tutti, cosa che avevo chiesto ai ragazzi prima della partita. Abbiamo giocato un buon calcio a 5, anche se abbiamo sofferto in qualche circostanza, ma è normale visto che mancavano perdine importanti come Moreira e Natale. Un plauso ai ragazzi, sono contento per Viapiana che ha fatto una grande prestazione, con una tripletta, e per Amoruso, ma il merito è stato di tutti, del gruppo. Un bel gruppo che sta crescendo, e grazie ai giocatori più esperti, sta facendo maturare anche i nostri giovani”.

21 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011


S P O RT BASKET FEMMINILE – SERIE B D’ECCELLENZA

Women’s, Guerriero: sorrido a metà Il tecnico delle campobassane: ‘Felice per la vittoria, ma dobbiamo ancora migliorarci’ anche la seconda giornata di campionato il roster che colora di rosa la città di Campobasso: dopo il successo del primo match contro il Pescara, per la Women’s Basket è, dunque, arrivata anche la vittoria sul parquet amico durante l’esordio casalingo. Di contro, a dare davvero filo da torcere alle molisane per l’intera durata della gara, il Panthers Roseto, agguerrito e voglioso di conquistare altri due punti, dopo i primi della settimana scorsa. Una partita, infatti, condotta sul filo del punto a punto con le bianco rosse in lotta per mantenere una distanza mai altissima, segnale di alta professio-

nalità in campo seppure con qualche lacuna difensiva dimostrata dalle locali. Ma la grinta e la determinazione ad onorare il nome di una squadra data tra le favorite, ha spronato alla vittoria portando in doppia cifra elementi di spicco quali Fornaro (19), Costantino (14), Morselli (10) e Ciminelli (10) e assicurando una vittoria che segna, però, l’inizio di una settimana di duro lavoro, come ha, infatti, commentato a referto chiuso coach Guerriero il quale ha sintetizzato la prestazione delle sue giocatrice con un significativo “sorrido a metà”. “Le ragazze avranno sicuramente sentito la pressione dell’esordio casalingo”, ha poi proseguito, “ma non

ci alleniamo così, e soprattutto, non giochiamo così. Al Roseto va il merito di non aver mai mollato, e mai subito, dandoci, così, abbastanza fastidio. Si tratta, comunque, di due punti importanti ma ora dobbiamo pensare a migliorarci, a giocare insieme e a comprendere ancor di più che le tante individualità hanno il loro potenziale se inserite nel contesto”. E da ieri, dunque, è partita la settimana di allenamenti in preparazione alla terza giornata di campionato, nuovamente sul parquet di casa. Di contro ci sarà l’Adriatico Ancona, reduce dalla sconfitta interna subita dal Civitanova Marche.

BASKET – SERIE C REGIONALE

L’APPUNTAMENTO

L’Olimpia Campobasso supera a domicilio l’Isernia

Elio Scotto, miglio realizzatore dell'Olimpia con 17 punti

Al termine di una partita combattuta e senza esclusioni di colpi, l’Olimpia Campobasso regola a domicilio il Globo Isernia ed incamera due punti fondamentali per il prosieguo della stagione. E’ stato sicuramente un derby avvincente, in cui i padroni di casa hanno menato le danze dal primo all’ultimo minuto, senza mai subire un vantaggio avversario. L’inizio è di quelli prorompenti. In meno di un amen, Scotto e compagni sono subito sopra 7-0, con i rivali che immediatamente iniziano a fare i conti con i falli che colpiscono soprattutto Anzini e Facci. La partita è spezzettata. Ogni contatto fisico viene sanzionato e questo rende lo spettacolo poco gradevole. La giostra dei tiri liberi incomincia da presto e le due formazioni sono molto imprecise.

22 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011

Soprattutto il team di Cardinale sbaglia parecchio dalla linea della carità. Inoltre sono innumerevoli le palle perse che consentono ai campobassani di azionare dei contropiede che vanno tutti a buon fine. In questo modo il primo quarto si chiude sul 26-11 che la dice lunga su quello che si vede sul parquet. I secondi dieci minuti continuano sulla falsariga di quelli appena mandati in archivio. Il gioco è sempre interrotto ed entrambe le compagini si vedono caricate di falli. Ognjenovic è tartassato ed è costretto a guardare la contesa dalla panca come il capitano Amatista. Dall’altra parte, nonostante il divario rimanga sempre inalterato, ci pensa Igbanubo a mantenere viva la linea della speranza. Il numero 20 isernino si accolla la squadra sulle sue spalle e fa in modo che il match non sia archiviato prima del tempo. Sul fronte dei ragazzi di Sabatelli, invece, si nota una buona prova di tutto il collettivo, con ogni giocatore che porta il suo fondamentale contributo per la causa. Si arriva al riposo lungo sul 42-29 per i bianchi e con l’impressione che il secondo tempo sarà una battaglia. Le impressioni non vengono smentite. Il livello di intensità sale sempre di più come i contatti. In uno di questi Calcagni prende un colpo ad un occhio ed

Ciminelli, 10 punti

è costretto ad abbandonare la pugna. Isernia si fa sotto tanto da cancellare la doppia cifra di svantaggio, trascinata dal solito Igbanubo e da Rodriguez. Nonostante la pressione, l’Olimpia non cede. Rimane attaccata con tutte le sue forze al vantaggio costruito con una difesa forte e con i canestri dei giocatori meno attesi come Cordisco o Tondi che segnano quando la squadra è in forte apnea. L’ultimo quarto incomincia con l’Olimpia in vantaggio 62-52. La partita diventa ancora più frammentaria. Il duo arbitrale fischia di tutto e ne fanno le spese in pochissimo tempo Facci, Trimarchi, Ognjenovic, Amatista e Giangiacomo De Vincenzo che si accomodano in panchina per sopraggiunto numero di falli. Sono, dunque, le seconde linee a rimanere sul parquet. Il giovanissimo D’Adamo (davvero bravo) trova punti di capitale importanza per i suoi, ma non è da meno Petrone che insieme a Scotto si rivela il top scorer di giornata. Inoltre, nel momento più caldo, è Di Carlo a prendere per mano i suoi compagni ed a mettere quei punti che fanno la differenza e che incastonano il punteggio sul definitivo 80-71. Risultato giusto che premia la voglia di un’Olimpia che potrà regalare tante soddisfazioni ai propri appassionati.

Partirà oggi il progetto minibasket e basket L’iniziativa sarà rivolta alle classi della scuola media Colazza Partirà oggi il progetto "minibasket e basket" organizzato dalla Cestistica Campobasso in collaborazione con la scuola media Colozza. L'iniziativa sarà rivolta alle classi 1^ e 2^ media per un totale di 13 classi che vedrà coinvolti ben 300 ragazzi. Il progetto durerà due settimane per il periodo che va dal diciannove ottobre al tre novembre e si concluderà con una manifestazione finale presso il palazzetto Vazzieri. Mario Greco, uno degli istruttori della Cestistica Campobasso espone le finalità del summenzionato progetto, come al solito nobile nei suoi intenti e nella sua concretizzazione: "Dopo il progetto "Cestisti..ca per un giorno", rivolto ai bambini dai 6 agli 11 anni, questa è un'altra delle diverse iniziative che quest'anno abbiamo pro-

grammato e che realizzeremo con la consueta passione ed attaccamento. L'intento nostro è quello di avvicinare alla pratica del basket i ragazzi dagli 11 ai 13 anni, ponendo la giusta attenzione a quella delicata fascia d'età in cui il Minibasket e Basket si incontrano. Del resto il Minibasket ed il Basket non rappresentano due mondi separati, ma tra essi esiste un imprescindibile legame, e l'incontro avviene senza esasperazioni precoci e con un approccio adeguato e graduale". Presenti in palestra saranno, dunque, lo stesso responsabile del settore minibasket Mario Greco e il responsabile del settore giovanile Michele Amico che avranno il compito di seguire rispettivamente le classi 1° e 2°.

Basket: Virtus-Bryant, resta uno spiraglio

Scherma, i complimenti di Napolitano

La speranza di Claudio Sabatini di portare Kobe Bryant in Italia e' quasi sfumata. La trattativa tra il proprietario della Virtus Bologna e l'agente del giocatore si e' ulteriormente complicata la scorsa notte. Resta solo un piccolo spiraglio. Sabatini ha presentato un ventaglio di proposte: da quella di 10 gare per oltre 3 mln di dollari a quella di 3 partite-esibizione, sempre profumatamente retribuite. Ma e' ormai praticamente certo che non se ne farà nulla.

Il presidente della Repubblica, Napolitano, ha inviato un telegramma di complimenti al presidente del Coni, Petrucci, per celebrare i successi ottenuti dagli azzurri ai Mondiali di scherma conclusisi domenica a Catania dove l'Italia ha eguagliato, con 11 medaglie all'attivo,il record ottenuto a Il Cairo 1949. ''E' stata una straordinaria festa dello sport - ha scritto il capo dello Stato – in cui l'Italia ha saputo offrire anche una mirabile prova di ospitalità e di capacità organizzativa''.


Meteo Campobasso Mattino

Oroscopo

ORARI

Ariete - In questa giornata è ben pos-

TRENI

Pomeriggio

Isernia

Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Spaghetti al sugo di baccalà 600 g di baccalà già spugnato 400 g di spaghetti 4 cipollotti freschi un ciuffo di prezzemolo 200 g di noci sgusciate e tritate

200 g di mollica di pane casereccio raffermo un dl di olio extravergine di oliva grani di pepe, a piacere q. b. di sale

Quando il baccalà, ben dissalato e spugnato, avrà riacquistato l’umidità perduta per l’essiccazione, eliminate le lische più grosse e la pelle, tagliatelo a pezzi regolari e sciacquatelo. Versate l’olio in un tegame e fatevi appassire dolcemente i cipollotti, in precedenza lavati, privati della pellicola esterna e tagliati a rondelle. Dopo 5 minuti aggiungete il baccalà e il prezzemolo tritato, salate e pepate e lasciate cuocere dolcemente, aggiungendo un po’ di acqua calda. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente, quindi mantecateli nel sughetto di baccalà e serviteli, come piatto unico, nello stesso tegame di cottura, dopo averli spolverizzati a pioggia, come fosse formaggio, con le noci triturate molto finemente e la mollica di pane, in precedenza sbriciolata finemente e fritta in una padella con un filo di olio. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno COMUNALE 3 Via Toscana, 24 Tel. 0874.65873

COMUNALE 1 (di appoggio) Via Calabria, 37 Tel. 0874.483629

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno FORTINI P.zza G. Carducci, 15 Tel. 0865.414123 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

TERMOLI Farmacia di turno D’ABRAMO - Piazza Garibaldi - Tel. 0875.706769 PARAFARMACIA DI LENA - Tel. 0875.707976 c/c La Fontana (sempre aperta, anche sabato e domenica, orario continuato)

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

A D N E G A

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 15:22 17:11 17:40 18:18 21:00

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 17:05 18:58 19:30 21:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:15 06:23 13:11 14:04 14:15 17:00 18:15

Arrivo 08:20 09:50 16:53 17:44 17:36 20:26 21:54

NAPOLI-CAMPOBASSO CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Notte Termoli

Ariete CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera

Gemelli 21 mag - 21 giu

Arrivo 08:35 08:35 15:28 17:50 20:30 20:15 22:48

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 11,30-13,30 15,0018,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 15,00-16,3020,00 Venafro: (S.S.85) 13,15-15,35-17,00-20,3022,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 13,45-16,00-17,2520,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 14,10-16,25-18,0021,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 14,30-16,45-18,3021,45-23,15 Termoli: (Terminal) 17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35 - 6,15 (festivo) - 6,30 - 7,00 - 7,45 8,05 (anche festivo) - 11,00 (anche festivo) - 12,35 (anche festivo) - 13,45 - 14,10 (anche festivo) - 14,15 - 16,10 - 17,10 (festivo) 17,20 - 18,05 - 19,55 - 20,35 (anche festivo) TERMOLI-CAMPOBASSO 6,10 (anche festivo) - 6,40 - 6,50 - 7,45 8,15 - 8,30 (festivo) - 10,00 - 12,40 - 13,45 - 14,00 (anche festivo) - 14,10 - 16,05 (anche festivo) - 16,20 - 17,10 - 18,40 (anche festivo) - 19,25 - 20,00 - 21,35 (festivo) 22,10 (anche festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 6.30 7.40 9.10 8.05 (anche festivo) 9.15 10.45 14.15 15.25 16.55 17.10 (festivo) 18.20 19.50 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 11.10 12.40 13.50 14.35 (anche festivo) 16.05 17.15 18.30 20.00 21.10 20.05 (festivo) 21.35 22.45 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI

Bilancia 23 set - 22 ott

DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

delle sorprese, allora questo vuol dire che non vi siete ancora abituati ad esse e che è giunto il momento per voi di imparare a barcamenarvi anche nelle situazioni un pochino più dinamiche e che necessitano di maggiore rapidità. Soprattutto nelle decisioni dovreste essere più lucidi, per non trovarvi sempre a dover chiedere conferme agli altri. solvere in questa giornata, per la maggior parte burocratiche e questo potrebbe ovviamente incidere sul vostro rapporto sentimentale poiché la persona che vi sta accanto vorrebbe sentire la vostra presenza, mentre capirete scarsamente il loro stato d’animo. Anche se vi dovete assentare, siate quanto meno espliciti con le parole.

Vergine - La cosa migliore che potreste fare oggi sarà quella di prendere con le pinze certe decisioni che coinvolgeranno anche altre persone. Infatti non potete semplicemente presupporre che gli altri siano d’accordo con voi o che debbano esserlo per forza, in quanto non potete forzare proprio nessuno a fare qualcosa di cui non sanno nulla, e soprattutto se non hanno abbastanza fiducia in voi. Bilancia - Le vostre promesse sono molto importanti per le persone che vi sono intorno, soprattutto perché queste potrebbero avere dei risvolti nelle vostre relazioni sentimentali. Sapete benissimo quanto possa incidere una promessa su un rapporto, quindi fate attenzione a quello che dite ma soprattutto, se non siete convinti non dimostrate il contrario. Scorpione - Siete persone abbastanza

Scorpione 23 ott - 22 nov

spontanee, quindi quando cercate di nascondere qualcosa a qualcuno, queste generalmente se ne accorgono e vi sgridano, poiché l’onestà che vi contraddistingue non può essere disattesa. Le aspettative e le ambizioni che avete non dovrebbero influenzare i vostri rapporti, a meno che non si tratti di aspettative che riguardano appunto l’amore!

Sagittario - I vostri progetti sono am-

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

biziosi, come sempre e siete anche in grado di portarli avanti da soli, tuttavia in questa giornata sarebbe meglio avere l’appoggio delle persone che vi sono vicino o che quanto meno credono in quello che fate. Infatti ci potrebbero essere dei contrattempi che potrebbero fermarvi per ore se non avrete alcuno a cui rivolgervi!

Capricorno - Spesso siete così timorosi di fare del male che piuttosto che andare avanti tornate indietro rischiando di perderci voi. Oggi non dovrà succedere nulla del genere in quanto non ci sono i presupposti per evitare di ottenere un vantaggio per non fare un torto a terzi, i quali tra le altre cose, non ci avrebbero invece pensato due volte se si fossero trovati nella vostra stessa posizione! Acquario - Oggi potreste avere delle

LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna

Gemelli - Oggi potreste cercare di essere più precisi sia a lavoro che con i sentimenti, in quanto spesso le persone hanno difficoltà ad interpretare i vostri comportamenti, definendoli ambigui. Infatti è ben possibile che non permettiate voi stessi di non capire, perché vi fa comodo lasciare una porta aperta. Ebbene, è appunto troppo comodo un atteggiamento del genere!

Leone - Avete molte questioni da ri-

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30 Campobasso: (Terminal) 6,10-7,30-9,3013,30-16,00 Bojano: (P.zza Roma) 6,30-7,50-10,0013,55-16,20 Isernia: (P.zza Repubbl.) 7,00-8,20- 10,3014,25-16,50 Venafro: (S.S. 85) 7,25-8,45-10,55-14,5017,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,55-11,2015,15-17,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 9,25-10,30-13,0016,45-19,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,30 Siena: (P.zza Rosselli) 12,55 Firenze: (P.zza Adua) 14,00

Toro - Non siate troppo duri con voi stessi se oggi dovrete dire ad una persona che credevate vi piacesse, che non vi piace o che comunque non avete intenzione di uscire ancora con loro. Cercate di trovare le parole giuste e più spontanee, in quanto in questo modo non dovrete pentirvi delle vostre scelte e non vi sentirete in colpa. Nel campo professionale varrà la medesima cosa!

Cancro - Se la vita vi sta riservando

(NON DIRETTI)

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:37 17:11 17:29 19:30

sibile che troviate qualcosa che non vada negli atteggiamenti delle persone di cui solitamente vi fidate. Questo tuttavia non vorrà dire che non possiate più fidarvi ma significa soltanto che dovete prendere meno sul serio le loro parole se vi dovessero risultare pesanti, perché è possibile che stiano attraversando un periodo cosiddetto “no”!

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

piccole ambizioni che non riguardano strettamente il vostro lavoro, quanto piuttosto qualche rivincita personale o qualche sassolino dalla scarpa che vi vorreste togliere. Non avete motivo per non farlo, soprattutto considerando che ci sono ben altre novità che vi attendono e che quindi dovranno essere attentamente valutate alla luce dei vostri rapporti personali.

Pesci - Il dubbio ormai potrebbe essersi impossessato di voi, quindi fino a che non riuscirete a prendere coscienza di quello che è avvenuto e di chi vi possiate sul serio fidare, probabilmente non tenterete neppure di procedere con altre conoscenze. Sbagliato, poiché una possibilità dovrebbe essere concessa a tutti e non solo a chi vi dice l’istinto!

23 ANNO IV - N° 237 MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2011


Quotidiano - 19 Ottobre 2011  

Quotidiano - 19 Ottobre 2011