Page 1

Il Giro d’Italia tocca oggi il Molise, prima Campobasso e poi Isernia

ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010

Il Gito d’Italia torna in Molise dopo alcuni anni di assenza. La nostra regione sarà attraversata dalla ‘carovana rosa’ nella tappa odierna che prenderà il via da Lucera e terminerà a L’Aquila. A Campobasso i ciclisti dovrebbero arrivare intorno a mezzogiorno (in una forchetta che va dalle 11.30 alle 12.15): saliranno dalla statale per Foggia e, all’altezza di Piazza Molise, prenderanno la tangenziale che li porterà prima a Bojano e poi ad Isernia. Nel capoluogo pentro i ciclisti entreranno ad Isernia nord e, dopo esser passati dinanzi all’Hotel Europa, caserma dei Carabinieri, San Lazzaro, proseguiranno per il Macerone che li condurrà prima a Castel di Sangro e poi a Roccaraso. A PAG. 21

DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: Poligrafica Ruggiero srl - 83100 Avellino - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL CONSERVATORIO PEROSI I concorsi al Conservatorio di Campobasso si pagano. Per presentare domanda di ammissione il ‘Perosi’ chiede dai 100 a i 150 euro. A un giorno dalla scadenza dei due bandi finiti nell’occhio del ciclone per questa tassa (persino il ministero dell’Istruzione ha invitato l’istituto a ridimensionare il contributo) ci chiediamo: ma quanti tra giovani e disoccupati hanno potuto permettersi questo lusso? Ieri un cittadino ha spiegato in una lettera i risvolti giuridici della faccenda. Ipotizzando l’abuso d’ufficio nonché l’illegittimità costituzionale. Ma a via Principe di Piemonte continuano a fare orecchie da mercante…

L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO Per difendere la scuola allievi di Polizia, si mobilita anche il sindaco di Campobasso Gino Di Bartolomeo. Il primo cittadino, preoccupato per l’annunciata prossima chiusura della struttura di via Tiberio, ieri è andato al ministero dell’Interno per incontrare il sottosegretario Nitto Palma e i vertici del dipartimento della Pubblica sicurezza. Big Gino è tornato dalla Capitale con una buona notizia: Roberto Maroni pare infatti intenzionato a revocare l’annuncio fatto qualche giorno fa. Per ora ha fatto sapere che si prenderà qualche giorni di tempo per riflettere. Mondo politico e organizzazioni sindacali quindi tengono le dita incrociate.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO I tagli del governo Berlusconi ora colpiscono la struttura di via Tiberio nel mirino del ministero dell’Interno già dal 2007 Maroni si è preso qualche giorno di tempo per riflettere Forse scongiurata l’ipotesi di chiusura

Scuola di polizia di Campobasso Solo ora la politica si sveglia CAMPOBASSO – Nell’ultima seduta del Consiglio regionale è stato approvato all’unanimità un ordine del giorno a difesa della scuola allievi di Polizia ‘G. Rivera’ dopo che, nei giorni scorsi, è stata paventata la chiusura secondo l’orientamento emerso dal ministero degli Interni. Nell’aula di palazzo Moffa alcuni dei consiglieri di maggioranza sono arrivati a chiedere persino le dimissioni del premier Silvio Berlusconi. Il presidente del Consiglio è stato eletto parlamentare proprio nella circoscrizione molisana, ma lui del Molise si è sempre disinteressato. Eppure il cavaliere non è il solo. A parte la ‘piazzata’ di

Chierchia, Gentile e Terzano, in questi ultimi anni sulla struttura di via Tiberio l’assemblea regionale (come pure i nostri onorevoli) non si è mai proferito parola. Oggi però, che la chiusura sembra imminente, sono tutti pronti a salire sul pulpito per scongiurare la soppressione. Eppure che la ‘Rivera’ fosse una delle scuola a rischio, si sapeva già dai tempi in cui il Molise vantava finanche un proprio ministro (Antonio Di Pietro al dicastero delle infrastrutture, ndr). Era il gennaio del 2007 e il ministero avviò un progetto di razionalizzazione degli istituti di polizia presenti sul territorio nazionale. Un

progetto suddiviso in due fasi: nella prima si chiusero 4 scuole, la seconda non andò mai in porto. Con buona pace della scuola campobassana che ha continuato a sfornare agenti fino a questo momento scampando ai tagli del dipartimento di Pubblica sicurezza che la ritenne, evidentemente conveniente. Ma la coperta in questi anni è diventata sempre più corta, complice una crisi finanziaria mondiale e una recentissima che dalla Grecia si sta spostando sui paesi del Mediterraneo. Ecco perché ora è di nuovo allarme. Dal sindacato di Polizia si è sollevato un coro di no all’annuncio del ministro Roberto Ma-

roni. Secondo il capo del dicastero infatti, la struttura molisana si troverebbe in una collocazione geografica disagevole e inoltre apparirebbe piuttosto complicato reperire i docenti per la formazione dei futuri agenti. Ovviamente le organizzazioni non hanno condiviso tali argomentazioni e hanno replicato spiegando che la struttura è di proprietà del ministero, ha dei costi molto bassi (circa 100mila euro l’anno) e risponde a tutti i requisiti di sicurezza previsti dalla legge. Non si spiega, dunque, la decisione, in netto contrasto con la razionalizzazione dei costi. Il primo a mobilitarsi è stato il sin-

daco di Campobasso Gino Di Bartolomeo che ieri si è recato al ministero dell’Interno per incontrare il sottosegretario Nitto Palma e i vertici del dipartimento della Pubblica sicurezza. Da Roma hanno fatto sapere che valuteranno un eventuale ripensamento. Maroni per ora si è preso qualche giorno di tempo. E proprio a lui ha scritto il consigliere regionale del Pd Michele Petraroia per chiedergli “di scongiurare la chiusura della scuola allievi anche per allontanare il dubbio che questo governo è sensibile solo verso le rivendicazioni del nord”. AD

Concorsi pubblici a pagamento il ‘Perosi’ li revochi Illegittimità costituzionale e abuso d’ufficio i reati ipotizzati da un “privato cittadino ingiustamente danneggiato” dal conservatorio che chiede dai 100 ai 150 euro per presentare domanda di ammissione alle sue selezioni CAMPOBASSO – Oggi si torna a parlare del conservatorio di musica

2 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010

‘L. Perosi’. L’istituto di via Principe di Piemonte è finito nell’occhio del ci-

clone dopo aver bandito due selezioni a pagamento per la formazione di una graduatoria di aspiranti direttori dell’ufficio ragioneria e assistenti amministrativi. Nel primo caso alla domanda di ammissione i candidati devono versare 150 euro (uno solo il posto e pure a tempo determinato) mentre per l’altro il ‘Perosi’ chiede 100 euro. Si tratta in entrambi i casi di somme avanzate a titolo di tassa di partecipazione giustificate dallo stesso presidente Ferraris come contributo per le spese (fitto locali e commissione giudicatrice). Dopo le polemiche, il monito a ridimensionare la cifra, è arrivato persino dal ministero dell’Istruzione. I bandi che scadono domani comunque, sono ancora sul sito del conservatorio. Immutati. Ieri un cittadino che si definisce

‘ingiustamente danneggiato’ ha spiegato, entrando nel merito giuridico della faccenda, le ragioni della polemica e soprattutto perché oggi auspica la revoca. Tanto per cominciare il conservatorio campobassano è un ente di diritto pubblico. Questo significa che non potrebbe, per legge, chiedere soldi agli aspiranti lavoratori. Le norme sull’accesso agli impieghi nelle Pa infatti non prevedono ‘quale requisito propedeutico di partecipazione alla procedura concorsuale, il versamento di alcuna tassa o contributo alle spese amministrative’. Oltre alla violazione dell’articolo 2 della legge del 21 dicembre del ’99 ci sarebbe anche una illegittimità costituzionale per l’inosservanza dell’articolo 23 che dice ‘nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere

imposta se non in base alla legge’. Ma quello che salta subito all’occhio è la disparità di trattamento che la richiesta di denaro comporta per quei cittadini di modeste possibilità economiche che si troverebbero costretti a rinunciare per via della tassa. Il reato di abuso d’ufficio deriverebbe invece dal fatto che ‘un simile comportamento lede l’interesse pubblico al buon andamento e all’imparzialità della Pa, nonché il concorrente interesse del privato a non essere turbato nei suoi interessi costituzionalmente garantiti. E’ evidente l’intenzione di arrecare un danno ingiusto per la perdita di chance come conseguenza dell’attività illegittima della Pa. Di fronte a ingiustizie di tale portata il privato cittadino avrebbe un’unica possibilità: quella di adire il Tar con i notori costi che tutto ciò comporta’. red

Afghanistan, La Russa: “Il ritiro aiuta i terroristi”

Intercettazioni, primo sì alla stretta

ROMA – “Chi oggi parla in maniera strumentale di un’azione nostra che va bloccata non fa altro che dare la mano, oggettivamente e forse inconsapevolmente, ai terroristi”, ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, nella sua informativa al Senato sull’attentato in Afghanistan. “I terroristi hanno pensato solo di incidere sul morale. Ogni nostra debolezza finisce per aiutarli”.

ROMA – La Commissione giustizia del Senato, nonostante gli insulti, le polemiche e le accese discussioni, è riuscita ad approvare nella tarda serata di lunedì l’emendamento del governo al ddl intercettazioni che di fatto riscrive tutta la procedura necessaria ad ottenere l’autorizzazione. Il presidente, Berselli, conta quindi di far approdare il ddl in aula la prossima settimana.


PRIMO PIANO Clamorosa decisione dell’Ordine dei giornalisti: Pasquale Di Bello non potrà esercitare l’attività per dieci mesi

Sospeso il direttore di Nuovo Molise Dopo alcuni espost scatta il cartellino rosso per il responsabile del giornale di Ciarrapico CAMPOBASSO - Clamorosa e durissima decisione del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti del Molise. A seguito di circostanziati esposti presentati contro Pasquale Di Bello, il Consiglio direttivo dell’ordine professionale, presieduto da Antonio Lupo, ha sospeso dall’albo per dieci mesi il direttore di Nuovo Molise. Tradotto in parole povere, Pasquale Di Bello non potrà esercitare la professione per tutto il periodo di sospensione, né direttamente né attraverso pseudonimi. La decisione dell’Ordine provocherà anche un terremoto nelle gerarchie interne del giornale di Ciarrapico, che dovrà immediatamente individuare un nuovo responsabile della redazione molisana. L’incarico di Pasquale Di Bello è durato decisamente poco, solo due mesi. Fu infatti nominato il 20 marzo al posto di Pino Cavuoti, trasferito alla redazione di Termoli. Le motivazioni della sospensione sono da collegare ai numerosi esposti presen-

tati contro Di Bello per diversi suoi articoli in cui si facevano pesanti e ingiustificati apprezzamenti, anche di natura sessista, nei confronti di Manuela Petescia, direttore di Telemolise. Per questi articoli pende sulla testa di Pasquale Di Bello (in compagnia di Ciarrapico) anche una richiesta di rinvio a giudizio, con l’accusa di Stalking, presso il tribunale di Cassino. In diverse occasioni Di Bello era stato violentemente e immotivatamente offensivo nei confronti del direttore di Telemolise, dileggiandola, ledendone l’immagine professionale e oltraggiandola oltre ogni limite, tanto da metterne a rischio anche la serenità personale e familiare. Non si conoscono nel dettaglio le motivazioni della sentenza, ma la durezza della pena inflitta fa capire che l’Ordine dei Giornalisti del Molise ha finalmente deciso di porre un freno ad una forma di giornalismo che cozzava pesantemente sia con le norme deontologiche che con quelle

della civile dialettica tra opinioni diverse. In più occasioni era stato avvertito, ma lui ha continuato imperterrito per la sua strada spesso e volentieri trascurando il rispetto, la dignità e l’onore altrui. Un “castigo” per l’ex segretario provinciale di Alleanza Nazionale, ex addetto alla segreteria della Fusco Perrella, ex addetto stampa del Neuromed dove forse in questi mesi di pausa giornalistica potrà trovare occupazione visti i tanti amici influenti. Per Di Bello non è certo un momento felice. Domenica scorsa, a scrutinio concluso, gli è stato negato il ballottaggio che si terrà domenica. Il direttore di Nuovo Molise infatti si era candidato per un posto nel nuovo Con-

siglio dell’Ordine dei giornalisti non avendo però i requisiti necessari ovvero cinque anni di iscrizione all’albo. Per settimane in barba a quanto qualcuno gli aveva consigliato si è dato da fare per la campagna elettorale. Ma ora oltre al danno la beffa: era l’avversario di Pasquale Lombardi al secondo turno in programma domenica. Invece il ballottaggio gli è stato negato perché le regole sono regole e vanno rispettate. E così per lui si chiudono non solo le porte dell’ordine ma anche quelle della redazione di Nuovo Molise. ia

Candidato per il nuovo Consiglio dell’Odg è stato escluso perché non aveva i requisiti


REGIONE Il nuovo Psi: correremo da soli alle prossime elezioni provinciali L’esecutivo regionale del partito prende le distanze dalla “gestione verticistica del Pdl sul territorio”

CAMPOBASSO – Il nuovo Psi del Molise correrà da solo alle prossime elezioni provinciali di Campobasso. Lo ha annunciato l’esecutivo del partito che “invita le componenti minori del Pdl e gli altri partiti della coalizione ad un confronto sui temi politici segnalati, affinché si avvii il necessario percorso inteso al rinnovo, ai vari livelli, della

classe dirigente regionale, condizione imprescindibile per assicurare una effettiva ripresa economica e produttiva nella regione”. La decisione nasce dalla consapevolezza che “nel Molise, la verticistica gestione del Pdl, di fatto, ha escluso le componenti minori, marginalizzando il loro ruolo politico ed istituzionale”.

Inoltre, “in questi anni, il Molise ha avuto disponibilità finanziarie considerevoli, gestite spesso al di fuori di chiare e condivise logiche di pianificazione e di corretta programmazione concordata preventivamente nelle sedi politiche”. Per questo, il nuovo Psi “pur ribadendo la sua collocazione nell’ambito del Pdl nazionale

e la volontà di contribuire, in sede locale, alla crescita sociale ed economica del territorio molisano, si dissocia dalla gestione del Pdl del Molise”, mettendone al corrente il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, gli organi nazionali del Pdl e le segreterie politiche dei partiti minori cofondatori del partito unico del centrodestra.

I consiglieri del centrosinistra contro il governatore sull’aumento delle tasse suggerito dal governo Berlusconi per ripianare il deficit sanitario

“Iorio ha fallito su tutta la linea” Il capogruppo del Pd, D’Alete: il presidente non è credibile e non ha il diritto di chiedere ai molisani di protestare CAMPOBASSO – Alla vigilia dell’esame del piano di rientro dal deficit sanitario, i consiglieri regionali del centrosinistra rincarano la dose nei confronti del presidente Iorio, reo di aver costretto il governo nazionale ad imporre nuove tasse ai molisani per sanare il disavanzo. “I molisani caccino Iorio dalla Regione. Ha fallito e non può ripresentare la propria candidatura per un altro mandato. Una regola che inseriremo nello statuto sarà quella di non potersi presentare per più di due mandati”, apre il fuoco il coordinatore regionale dell’Idv, Giuseppe Caterina. “Se l’aliquota regionale dell’Irpef aumenterà dello 0,3% e arriverà all’1,7%, quella dell’Irap salirà dello 0,15% toccando quota 4,97% - ricorda il capogruppo del Pd, Antonio D’Alete – oltre al congelamento di 67 milioni di euro dei Fas, per

il Molise sarà una situazione drammatica, complicata e difficile”. Un punto, è evidente, di non ritorno dopo che “nel 2006 il governo Prodi ha stanziato 405 milioni per il Molise per coprire il debito accumulato fino al 2005, oltre il quale sarebbe dovuto scattare il piano di rientro con il taglio dei posti letto e dei reparti. Poi – aggiunge D’Alete – il governo Berlusconi ha imposto nuove tasse, cioè 180 milioni da restituire in 30 anni, un vero mutuo trentennale per i molisani. Le misure imposte da Iorio nel 2007 sono state dei palliativi in un sistema sanitario che scoppia con un’eccessiva ospedalizzazione sottoposta ad un forte controllo politico e che è privo dei servizi sul territorio”. Il governatore, come si ricorderà, ha detto di essere pronto a tutto per scongiurare nuove tasse per i moli-

CAMPOBASSO – Si è tenuto ieri mattina e proseguirà stamane nello stand della Regione Molise, al forum della Pubblica Amministrazione di Roma, il I workshop sull’individuazione di indicatori che attestano la qualità delle prestazioni ai bambini fornite da pediatri di famiglia e medici di medicina generale. L’evento è stato organizzato dai pediatri di famiglia molisani nell’ambito del medesimo progetto della Presidenza della Regione e coordinato dal professor Alfred Tenore, Direttore del Dipartimento di pediatria dell’Università di Udine, vice presidente della European Academy of Paediatrics, e da Alberta De Lisio, dirigente della Presidenza della Re-

4 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010

sani. “Iorio dice: ‘tutti a Roma!’? E perché? – incalza il capogruppo del Pd –. Il suo piano è stato bocciato dal centrosinistra e dai comitati”. D’Alete snocciola allora la sua ricetta per risollevare la sanità molisana: “Bisogna ridurre il bisogno di ospedalizzazione (250 ricoveri ogni mille abitanti contro una media nazionale di 180 con un costo giornaliero di 800900 euro rispetto ai 100-150 degli altri), costruire strutture alternative agli ospedali, eliminare gli sprechi fatti di clientele e favoritismi, come i due reparti di Chirurgia a Campobasso, ed è assente l’assistenza domiciliare. Iorio non è credibile – sottolinea ancora D’Alete – e non ha diritto di chiedere ai molisani di protestare. Il primo responsabile è lui e deve spiegare ai cittadini come mai, in dieci anni, non ha ridotto le spese e

gli sprechi, mantenendo una bassissima qualità dei servizi con un debito pro capite per i molisani di 1.910 euro”. Il presidente di Costruire Democrazia, Massimo Romano, affonda da par suo: “Se dovessimo commentare le dichiarazioni di Iorio e del suo compare, Di Giacomo, sul fatto che in regione ci sono degli avvoltoi, dovremmo prima chiamare il 118 e poi spiegare ai molisani che i veri avvoltoi sono loro”. Per questo,

L’assessore Muccilli al forum della P.a. per la polizia locale: creiamo una rete di contatti tra i comandi e i servizi gione Molise. Al workshop, oltre ai pediatri molisani, hanno partecipato i pediatri dell’area dell’Euroregione Adriatica. In un momento così delicato per la sanità regionale, questa ampia collaborazione con i medici è un segnale importante di fiducia

nelle istituzioni e di volontà di lavorare insieme. L’assessore regionale, Salvatore Muccilli, sarà presente anche oggi al forum, che comprende anche uno stand della polizia locale molisana. Muccilli parteciperà ad un

“Iorio tragga, quindi, le conclusioni del suo fallimento e si dimetta”. Dimissioni che per il segretario regionale del Pd, Danilo Leva, rappresentano “un atto dovuto per consentire al Molise di sperare in un futuro migliore”. Iorio o no, la realtà attuale è drammatica. Il futuro? Oltre che gridare “al fuoco, al fuoco!”, nessuno osa pianificarlo. D’altronde, chi è senza peccato? Adimo

convegno/seminario sulle tematiche della sicurezza integrata del territorio. “L’iniziativa – ha detto Muccilli – è finalizzata a creare una rete di contatti tra i comandi e i servizi di Polizia Locale, anche al fine di poter condividere informazioni utili e buone prassi organizzative. Inoltre, puntiamo a rafforzare l’addestramento e la qualificazione professionale degli operatori e a condividere un network di esperienze con altre realtà. Si tratta di un momento di approfondimento importante in un più ampio progetto per la definizione di un servizio integrato di sicurezza del territorio che il Molise ed io personalmente vogliamo portare avanti”.

Settimana corta, Fini: “La Camera rischia la paralisi”

Tremonti: non toccherò tasse e pensioni

ROMA – La Camera lavora solo il martedì e il mercoledì. E questo non è normale. Ne è convinto il presidente della Camera, Gianfranco Fini. “No, non è normale. È una cosa complicata”, ha detto Fini, il quale già aveva stigmatizzato alla conferenza dei capigruppo il fatto che la scorsa settimana l’Aula abbia tenuto solo due giorni di votazioni.

ROMA – “È ora di ridurre effettivamente il peso della mano pubblica: l’intervento sui costi della politica è solo l’aperitivo”: lo ha detto il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, riferendosi alla manovra di bilancio cui il Tesoro sta lavorando. Il ministro non è entrato nel dettaglio delle misure specifiche, limitandosi a dire: “Dovranno preoccuparsi solo i falsi invalidi e gli evasori”.


REGIONE Costruzioni, resta la crisi Ma no all’aumento delle tasse L’Acem chiede un’intesa strategica condivisa da Governo e Regione per avviare un piano straordinario di opere CAMPOBASSO – Un anno dopo gli Stati generali delle Costruzioni la situazione non è migliorata af-

Atenei in subbuglio in tutta Italia, Cgil: anche in Molise occupazione del rettorato CAMPOBASSO – Settimana di mobilitazione in tutte le università dello stivale per protestare contro la riforma del ministro Gelmini. Dopo il sit-in di venerdì scorso davanti alla Prefettura di Campobasso, questa mattina la Cgil-Flc terrà un’assemblea in cui sarà proposta l’occupazione simbolica – così come succede in tutti gli atenei d’Italia – del rettorato molisano. Dopo i tagli della scuola (secondo il sindacato di via Mosca l’anno prossimo in Molise si perderanno 350 posti), ora tocca anche all’Università che hanno subito un taglio di oltre un miliardo di euro. Un riduzione pari al 14,7% che colpirà, nel 2011, le finanze degli atenei italiani. “Per il Molise - secondo le previsioni della Cgil – questo significherà che ci saranno a disposizione circa 2 milioni di euro in meno. Si tratta di un taglio che non riguarda solo il salario del personale ma che comporta anche una drastica riduzione delle spese correnti (didattica, ricerca, utenza, affitti, manutenzioni, pulizia, ecc). L’unico modo per ovviare a ciò sarebbe quello di aumentare consistentemente le tasse studentesche. Con conseguenze sul diritto allo studio”. In questa settimana gli atenei sono in subbuglio proprio per via delle poche risorse ad essi destinate dal governo Berlusconi. Ma nella riforma Gelmini ci sono alcuni passaggi – a detta del sindacato - che comporteranno ulteriori problemi ai molti ricercatori universitari che in Molise, come altrove, hanno dichiarato di astenersi da qualsiasi attività di didattica per il prossimo anno. La riforma prevede, infatti, l'introduzione del ruolo di ricercatore a tempo determinato: questo

potrà essere assunto con contratto triennale rinnovabile una sola volta e, al termine del secondo triennio, potrà essere assorbito come professore associato, oppure uscire dall'ambito dell'università. I ricercatori a tempo indeterminato resteranno inevitabilmente fuori. La Cgil regionale chiama tutti a raccolta perché “questo è il momento di mobilitarsi, non a ottobre o novembre, adesso che il DDL è in discussione,prima che il danno venga prodotto. Sbaglia chi si illude di ritagliarsi nel quadro generale soluzioni parziali e di continuare a pensare di cavarsela individualmente. Non c'è soluzione per il diritto allo studio se non si affronta il nodo del finanziamento. Non c'è soluzione ai temi del merito se non si realizza un vero meccanismo di valutazione”.

fatto. Era il 14 maggio 2009 quando per la prima volta tutte le organizzazioni imprenditoriali e sindacali del settore, insieme a quelle della filiera, a Roma concordarono un piano unitario di azioni da sottoporre al Governo ed alle Istituzioni, alla presenza di Berlusconi e di alcuni ministri. Dodici mesi più tardi, i vertici dell’Acem Molise dicono che la crisi che colpisce il settore delle costruzioni rende improcrastinabile l’attivazione di iniziative concrete ed immediate, in altre parole occorre avviare un piano straordinario di opere pubbliche immediatamente cantierizzabili da destinare alle piccole-medie imprese. “A distanza di un anno dagli Stati generali promosso da tutte le associazioni imprenditoriali e dai sindacati per rilanciare il settore edile – ricorda il presidente dell’Acem Angelo Santoro – siamo in presenza di un settore fortemente debilitato che, in assenza di misure adeguate, rischia di ammalarsi di polmonite, con effetti dannosi per tutto il comparto. Un comparto, non va dimenticato, che è unanimemente riconosciuto per la sua valenza sul PIL nazionale e per le sue potenzialità anticicliche”. L’associazione snocciola un po’ di numeri che danno la dimensione di una situazione a dir poco preoccupante: calano gli investimenti in costruzioni del 18%, la nuova edilizia abitativa registra un -30%, l’edilizia non residenziale privata diminuisce del 23%, i lavori pubblici hanno fatto segnare un calo del 16%. Chiari gli effetti di questo stato di cose anche sull’occupazione: 137.000 posti di lavoro persi nel 2009 nel solo settore edile, 210.000 nel comparto costruzioni e settori collegati. A livello locale, stando ai dati Edilcassa nel semestre ottobre 2009-marzo 2010, rispetto allo

stesso periodo dell’anno precedente, si è registrato un calo del 6% della massa salari denunciata; un calo del 13% delle imprese edili attive; una diminuzione del 7% delle ore lavorate ed una flessione del 12% del totale dei lavoratori attivi. “Numeri – osserva il presidente Santoro – che mostrano un ulteriore aggravamento della crisi, per cui diciamo fermamente no ad un possibile aumento di imposte in Regione per finanziare altri servizi, in quanto non possiamo assolutamente sostenerlo né possiamo permettercelo in un momento come questo, altrimenti sarà la fine ”. Altro tasto dolente sono le banche, sempre restie ad aprire i rubinetti del credito nonostante gli accordi tra gli stessi istituti di credito, le varie Regioni e le parti sociali per il rilancio delle piccole e medie industrie. Perl’Acem servono quindi provvedimenti immediati ed efficaci per rinnovare e riqualificare il patrimonio edilizio locale perché diventi il volano capace di rilanciare l’economia nel segno della qualità e sicurezza ed occorrono nuovi finanziamenti per la realizzazione di opere pubbliche. Una buona base di partenza, secondo l’associzione, può essere il Piano casa che, se attuato dai Comuni, può promuovere una serie d’interventi di qualificazione che potrebbero contribuire a rendere più moderno, efficiente, rispettoso dell’ambiente e di qualità il patrimonio edilizio molisano, ma occorrono anche una serie di interventi pubblici che intanto non si intravedono, Anche per questo Santoro, a nome dell’Acem, chiede un’intesa strategica, condivisa da Governo e Regioni, per avviare immediatamente un piano straordinario di opere che abbiano una ricaduta sociale, economica ed occupazionale.


CAMPOBASSO L’uomo pensava di farla franca perché utilizzava il servizio di sms anonimi

Minaccia telefonicamente l’ex datore di lavoro campobassano nei guai Pensava di farla franca grazie al servizio di sms anonimi di cui disponeva: non aveva considerato, evidentemente, le enormi risorse e la grande capacità investigativa della polizia postale. Così è finito nei guai un trentaquattrenne della provincia di Campobasso, che si era prodotto in una vera e propria attività di minacce e molestie telefoniche ai danni di un imprenditore molisano – del quale era stato dipendente - e della sua famiglia. Il balordo, infatti, vedeva nella malcapitata vittima il reale motivo della perdita del proprio lavoro: per questa ragione aveva cominciato ad insidiarla con una serie interminabile di sms in modalità

Al bancomat prelievi anomali, Lega Consumatori insorge A lanciare ufficialmente l’allarme è la Lega Consumatori: si va al bancomat per prelevare denaro e la macchinetta non consegna quanto richiesto pur addebitandolo sul conto dell’ignaro cliente. E di vicende come queste ne sono state registrate parecchie tanto che i malcapitati, soprattutto di Termoli, si sono rivolti proprio alla Lega dei consumatori di Campobasso. Da una prima stima sarebbero circa

400 i clienti che si sono ritrovati in tasca una somma inferiore a quella richiesta a fronte di un estratto conto senza nessuno ‘sconto’ di sorta. Ora l’associazione cui si sono rivolti i consumatori ha ipotizzato la possibilità di una class action per la tutela dei cittadini interessati, invitando coloro che si siano già trovati nella stessa condizione dei clienti di rivolgersi nella sede della Lega. Consumatori naturalmente.

anonima. Anche la moglie e la figlia dell’impresario erano finite nel mirino dell’uomo che, certo di non poter essere individuato, utilizzava tranquillamente il proprio telefono cellulare per il perseguimento dei loschi fini. L’acquisizione dei tabulati telefonici e il conseguente esame dei codici identificativi dei messaggi telefonici hanno però reso palese l’utenza telefonica in questione. Il trasgressore è stato quindi deferito alla competente autorità giudiziaria con l’accusa di minacce e molestie. Lu.a.

Appuntamento dalle 18 davanti al Comune

I giovani della Fgci scendono in piazza L’appuntamento tanto atteso è arrivato. Questo pomeriggio la Fgci (Federazione Giovanile Comunisti italiani) terrà un sit-in di protesta e di proposte sulle tematiche giovanili. Il ritrovo è in piazza Municipio a partire dalle 18. Al sit - in parteciperanno altre associazioni giovanili e saranno presenti, inoltre, la consigliera

comunale Adriana Izzi e l'assessore provinciale Nicola Occhionero. Oltre alle proposte in senso stretto quella di oggi pomeriggio sarà anche l’occasione per dimostrare alla classe politica di cosa sono capaci i giovani. I momenti di proposta saranno infatti intervallati da momenti di spettacolo di strada.

Notte dei Musei, un successo per l’iniziativa della Soprintendenza Nel fine settimana si è tenuta la manifestazione denominata “Notte dei Musei”, che ha visto prolungare l’orario di visita dalle 20 alle 2 di notte. La Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Molise non può far altro che registrare il successo delle due iniziative promosse: visite gratuite nei Castelli Pandone di Venafro e Cinque-

centesco di Gambatesa, che ancora ospitano rispettivamente la mostra “Prove per una Pinacoteca” e l’esposizione “Sulla strada del ritorno. Opere del Deposito sisma 2002”. Nonostante il tempo non fosse così clemente c’è stato un grande successo di pubblico a conferma che la strategia di proporre a tutti nuove e sempre più ampie possibilità di conoscere ed

LAVORO

Azienda cerca 2 ingegneri

apprezzare il patrimonio storico ed artistico del nostro Molise è una strategia assolutamente vincente. Nel ricordare che le due mostre sono ancora visitabili gratuitamente nei consueti orari di apertura, la Soprintendenza rimanda ai prossimi appuntamenti, affinché uno degli slogan più fortunati del MiBAC “La cultura è di tutti” diventi una realtà.

Cerchiamo n.2 giovani ingegneri da assicurare nella città di Campobasso. Si prega di inviare curriculum al seguente indirizzo e-mail: campobasso@armafer.it N. recapiti tel. 0874/413171 fax 416389

Alberghi diffusi, se ne parla oggi a Ripalimosani Si terrà stasera alle 19 nella sala consiliare del Comune di Ripalimosani il progetto “Ripalimosani borgo diffuso”, iniziativa volta al recupero e alla valorizzazione sul piano dell’ospitalità del centro storico del paese. E sarà proprio il tema dell’albergo diffuso al centro del dibattito visto che il comune

Ergastolano scagionato da pentiti

Camorra: arrestato il boss Cava

NAPOLI - Scagionato dai pentiti Alberto Ogaristi, 38 anni, condannato con sentenza definitiva all'ergastolo per un omicidio di camorra. Ad uccidere, secondo gli sviluppi delle nuove indagini, non fu quindi Ogaristi ma Luigi Guida, detto 'o drink', gia' in carcere, boss originario del rione Sanita' di Napoli, nominato da Francesco Bidognetti come reggente della cosca per un lungo periodo.

AVELLINO - Salvatore Cava, il capo dell'omonimo clan camorristico di Quindici (Avellino) e' stato arrestato. Cava, 35 anni, inserito nella lista dei cento latitanti piu' pericolosi, e' stato fermato dagli agenti della Squadra Mobile di Avellino e Napoli, a Pago Valle Lauro, a pochi chilometri da Quindici. Il capoclan, che da due anni aveva fatto perdere ogni traccia, si trovava in una villetta del centro irpino al confine con la provincia di Napoli.

di Ripalimosani ha aderito a questo importante sistema d’accoglienza che potrebbe rivelarsi valido volano per il turismo. All’appuntamento saranno presenti, insieme al sindaco Paolo Petti, agli assessori e ai tecnici comunali, i responsabili della Matese per l’Occupazione S.c.p.a.

7 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010


CAMPOBASSO L’opposizione si domanda quali siano le ricadute sulla cittadinanza e il peso economico che i campobassani dovranno sopportare

Sanità e conti in rosso, la minoranza chiede al sindaco di aprire la discussione Sanità e conti in rosso. Cosa succederà sul territorio del capoluogo molisano per riequilibrare i bilanci? Quali le ricadute? Se lo chiedono i consiglieri di opposizione al Comune di Campobasso che, preoccupati per il dissesto finanziario del sistema, chiedono un consiglio monotematico urgente. Una seduta per approfondire le dinamiche che hanno portato il governo della Regione a creare un buco di circa 500 milioni di euro. “È ormai acclarato che lo strabordante deficit della sanità è conseguenza della gestione fallimentare del governo regionale di centrodestra negli ultimi quindici anni – si legge nella nota delle minoranze di Palazzo San Giorgio - questa infelice conduzione degli amministratori del Polo delle Libertà produrrà uno spropositato aumento delle tasse, un taglio indiscriminato dei servizi sanitari essenziali e un rallentamento della già asfittica economia del capoluogo e regionale.

Il malgoverno eliminando le buone pratiche improntate alla sobrietà, al rigore e all’efficienza, lascerà in eredità ai campobassani e a tutti i cittadini molisani (pensionati, lavoratori, imprendi-

tori, commercianti) le tasse più alte d’Italia si legge sempre nella nota - inoltre, la bocciatura del piano di rientro dal deficit della sanità da parte del Consiglio dei Ministri procurerà un ulteriore

innalzamento delle accise su gas, energia, carburanti, Irap e Irpef. Considerata la piena, accertata e solidale predisposizione del Governo Regionale, così come è scritto nel programma del sin-

daco, nei confronti dell’amministrazione comunale di Campobasso invitiamo il primo cittadino a mettere in atto tutte le iniziative politiche per salvaguardare i cittadini di Campobasso dall’inasprimento delle tasse, dai tagli ai servizi e da un ridimensionamento del Presidio Ospedaliero che svuoterebbe ulteriormente le loro tasche. In conclusione, chiediamo al primo cittadino di incalzare il Governo Iorio ad assumersi le responsabilità per aver messo in piedi un sistema sanitario inefficiente (come dimostrano i dati forniti di recente proprio dal governo nazionale) che ha prodotto una voragine nei bilanci regionali e che alimenterà la tassazione a carico dei campobassani a causa del mancato raggiungimento degli obiettivi fissati dal Governo Nazionale”. Carmelo Parpiglia, Antonio Battista, Claudia Neri, Augusto Massa, Maurizio D’Anchise, Pietro Maio, Felice Di Donato, Adriana Izzi

Scavano senza permesso: scatta il deferimento del Corpo Forestale Il progetto era quello di costruire un nuovo impianto di distribuzione di carburanti liquidi e gassosi: peccato che non ci fosse alcun permesso che autorizzasse i lavori sul territorio in

questione. E’ per questa ragione che il corpo forestale dello Stato del comando provinciale di Campobasso, a seguito di controlli capillari e mitrati nel settore edilizio –urbanistico, ha eseguito il sequestro preventivo di un’area di

oltre 1200 metri quadrati sulla quale erano in esecuzione i lavori di scavo che avrebbero dovuto portare alla costruzione della suddetta stazione di rifornimento.I primi accertamenti hanno evidenziato, oltre alla totale assenza delle apposite licenze urbanistiche, anche il

Caccia al tesoro fotografica: focus sul borgo di Campobasso Un modo innovativo per conoscere e apprezzare il borgo della città di Campobasso: si presenta così la prima edizione della “caccia fotografica” ideata dall’associazione “centro storico” del capoluogo. La manifestazione comincerà domani, 20 maggio 2010, anche se le iscrizioni saranno aperte fino alle 12 di sabato 22. Tutti i partecipanti riceveranno una

mail contenente una mappa del borgo e le fotografie da riprodurre con la propria fotocamera digitale. I vincitori del concorso saranno proclamati nel pomeriggio di domenica 23 maggio, ultimo giorno dell’evento, che terminerà con la visita guidata degli iscritti nel centro storico di Campobasso. Lu.a.

mancato rispetto della normativa sui rifiuti. Il proprietario dell’area, nonché committente dei lavori, è stato deferito alla competente autorità giudiziaria insieme ai titolari della ditta che aveva proceduto ai lavori senza autorizzazione: tutti dovranno ri-

spondere dei reati di gestione illecita di rifiuti e di esecuzione di lavori in assenza delle necessarie autorizzazioni ambientali e paesaggistiche. Lu.a.


SPETTACOLI In regione strutture delocalizzate per eventi di gran richiamo

Il Molise al Salone del libro A Torino un incremento di visitatori e strutture adeguate TORINO - La ventitreesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino ha chiuso i suoi battenti lunedì 17 maggio ed è già tempo di consuntivi per un evento che ha catalizzato l’attenzione internazionale del mondo dell’editoria per ben cinque giorni, proponendo un fitto calendario di appuntamenti e incontri dedicati ad appassionati e addetti ai lavori. Proprio come operatore professionale è stata accreditata al Salone anche Altrimedia servizi culturali, società campobassana ormai da più di un decennio attiva soprattutto nel settore bibliotecario ma non solo. Il Salone Internazionale del libro di Torino ha aperto i suoi 50000 metri quadri di esposizione ai libri, a chi li scrive, a chi li pubblica e a chi li legge. Torino in questo ultimo decennio ha seminato strutture ricettive di qualità e infrastrutture integrate con il territorio, in grado di poter essere utilizzate in funzione dell'evento da ospitare. In questo contesto l’esperienza vissuta dallo staff di Altrimedia viene valutata innanzitutto come un punto di partenza per sviluppare una presenza più forte e sempre più qualificata in questa come in altre manifestazione di genere culturale e di livello internazionale. “IL Salone di Torino di quest’anno ha fatto registrare un incremento di visitatori di oltre il 15%, ma anche il numero degli espositori è salito vertiginosamente – dichiara il presidente di Altrimedia Mariano Perrella – Basti pensare che circa una settantina di case editrici non sono riuscite a trovare spazio all’interno dell’im-

Ricezione sul territorio Secondo i dati della Federalberghi, in Italia ci sono 34.155 alberghi per un totale di 1.079.465 camere e 2.201.838 di letti. Nel Molise (secondo dati forniti dall’assessorato alla Attività Produttive della Regione Molise) ci sono 430 strutture ricettive. Nello specifico alberghi (103), residence (13), case vacanza (37), strutture microricettive (75), agriturismo (63), villaggi turistici (4), bed & breakfast (88), rifugi montani (1), ostelli (1), campeggi (16). In totale i posti letto sono 12.662, spalmati su 4.483 km quadri e con 333.552 abitanti. Il Molise ha nelle distanze tutto sommato minime tra loro, un punto di forza, ma va comunque considerato che sono spostamenti da fare.

mensa struttura fieristica. Per chi si occupa di cultura e promozione artistica eventi di portata internazionale come questo permettono di entrare in relazione immediata con realtà produttive ed organizzative importanti. La nostra regione e chi vi opera ha bisogno di momenti di confronto di tale livello, la nostra presenza a Torino è stata studiata e programmata proprio in quest’ottica.” Le giornate al Lingotto iniziano presto, soprattutto per gli operatori professionali e per chi ci lavora. “La qualità degli incontri e delle iniziative offerte dal car-

tellone del Salone 2010 è stata di alto profilo. – ha dichiarato Carmine Aceto, responsabile della comunicazione di Altrimedia – basti pensare solo alla presenza di autori indiani di estremo livello come Sudhir Kakar, Kiran Desai(foto), Indra Sinha o al premio ritirato per la critica da Tzvetan Todorov. Questi sono stati solo alcuni degli eventi più affascinanti da seguire. A livello professionale, tra le conferenze alle quali abbiamo potuto partecipare in quanto operatori del settore, quella che forse resterà impressa maggiormente nella nostra memoria è quella dedicata da IBS, in anteprima nazionale, al lancio in Italia del primo catalogo on line di vendita di ebook. Un evento che oggi magari ancora qualcuno guarda con un filo di scetticismo, ma che segna una tappa storica per il futuro dell’editoria nazionale.” “Conferenze stampa di presentazione e convegni si sono susseguiti a ritmi vertiginosi. Difficile se non impossibile seguirle tutte – ci ha detto Anna Falcone, la responsabile marketing della società campobassana – Siamo riusciti ad ottenere un bel risultato anche in termini di visibilità del nostro brand e del nostro sito, grazie alla voglia e al lavoro davvero instancabile di tutto il nostro staff e della nostra segreteria organizzativa .”

Concorso per giovani talenti MIRABELLO - Prende il via oggi “Mirabello in musica”, concorso per giovani talenti giunto alla terza edizione. Il concorso termina il 23 maggio e si svolge a palazzo Spicciati. Le sezioni d’arte: chitarra, pianoforte, musica da camera e Premio Chopin. Gli iscritti sono ottanta e terranno audizioni da oggi sino a domenica, serata in cui si esibiranno i vincitori ai quali saranno assegnate le Borse di studio (euro 4.800).

Rassegna di corti

CAMPOBASSO - Prende il via questa mattina l’ottava edizione del Kimera Film Festival, presso la tipografia Footolampo nella zona industriale. Il programma: ore 11:30 inaugurazione, segue l’incontro con il regista spagnolo Gabi Martin introdotto dal direttore artistico della rassegna Domenico Farina. Del regista, il film Neighbors sarà proiettato alle 17:00. Alle 18.30 il lungometraggio di Marco Wilms Comrade couture. Alle 20:00 buffet a cura di Terre e gusti, alle 21:00 “La notte dei corti viventi” con cinque corti in proiezione (Almas perdidas, Champagne supernova, Mother mine, Hertz, Parking). Alle 22:30 si chiude con Le vie del destino di William Mussini. Domani alle 17:00 presso Bootleg (via IV novembre) incontro con l’attrice Cloris Brosca. Alle 18:30 al via la rassegna. Info 087465276.

Super sexy Kylie con il nuovo disco

Manager Springsteen in cella per 22 minuti

I primi di luglio tutti i negozi del mondo avranno il nuovo disco di Kylie Minogue “Aphrodite”. L’undicesimo lavoro della popstar australiana, sarà anticipato il 28 giugno dal singolo “All the lovers”. Sono dodici le tracce che compongono il disco. Tra gli autori spicca l’italobritannica Luciana Caporaso che ha scritto “Cupido boy”.

E’ l’incredibile richiesta del pm di Milano Benedetti per Claudio Trotta, manager italiano di Bruce Springsteen. I fatti risalgono al 17 maggio 2008, stadio San Siro, il concerto termina alle 23.52 anzichè alle 23:30 come previsto. Per quei 22 minuti Trotta è accusato di distrurbo della quiete pubblica ed inosservanza di provvedimenti di P.A.

11 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010


Lavoro, la provincia pentra tra le peggiori

San Pietro Celestino, Isernia in festa

ISERNIA. Circa il 24 per cento dei cittadini della provincia pentra hanno problemi lavorativi. È quanto emerge da un’indagine condotta dalla Uil. Il dato pone la provincia di Isernia agli ultimi posti della classifica nazionale. Sono sempre di più le persone in cassa integrazione o disoccupate.

ISERNIA - Oggi Isernia festeggia San Pietro Celestino, patrono della città. In occasione della festa patronale e della presenza in città delle spoglie mortali del Santo, il Comune e la Diocesi hanno organizzato un ricco cartellone di eventi. Tra cui ci sarà la tradizionale fiera e la processione.

ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

Allargamento giunta...

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALLA MAGGIORANZA Più che alla maggioranza comunale, questo tapiro va ai “dissidenti” che in questi ultimi mesi volevano l’allargamento della giunta. Anche nell’ultimo Consiglio comunale Melogli non ha ceduto. Tutto resta così com’è. Il tanto atteso ultimatum non c’è stato. Anzi. La maggioranza non è mai stata così compatta. Tutti hanno votato favorevolmente il bilancio di previsione. E i venti di secessione dove sono finiti? Stranezze della politica. Resta il fatto che Melogli ha incassato un’altra vittoria con il minimo sforzo. In un colpo solo porta a casa l’approvazione del bilancio e la fiducia della sua maggioranza. Meglio di così non poteva andare. E i dissidenti invece? Per loro zero tituli.

L’OSCAR DEL GIORNO AL PRESIDENTE PICCIANO È anche merito suo (insieme al presidente Iorio) se per la prima volta Isernia ospita una seduta del Consiglio dei Molisani nel Mondo. Oltre all’importanza dell’incontro c’è da riscontrare anche una massiccia presenza di pubblico che è intervenuto all’aula magna dell’Università. Per quanto riguarda gli interventi da mettere in campo a favore degli emigrati i compenenti del Consiglio sono stati chiari: anche se si trovano a migliaia di chilometri di distanza dobbiamo farli sentire anche cittadini del Molise. E ci stanno riuscendo.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il sindaco, nonostante i malumori della maggioranza,non nominerà altri assessori

Allargamento di giunta, Melogli rimanda tutto a settembre ISERNIA - In questi ultimi giorni ha fatto parlare tanto di sé la maglietta goliardica con cui il giocatore dell’Inter, Marco Materazzi, ha festeggiato la vittoria del campionato. “Nun è successo”, questa la frase stampata sulla tshirt rivolta, in tono ironico, ai tifosi romanisti che nelle utlime giornate di campionato, sperando di aggiudicarsi il tricolore, avevano lanciato lo slogan: “Non succede che non succede, ma se succede”. “Nun è successo”. Avrà pensato alla stessa frase il sindaco Melogli al termine dell’ultimo Consiglio comunale. Ovviamente il riferimento è all’allargamento della giunta e al timore che i consiglieri di maggioranza sfiducias-

sero lo stesso primo cittadino. Melogli, come l’Inter, ha portato a casa la vittoria, ovvero l’approvazione del bilancio di previsione. Per i dissidenti della maggioranza, per dirla alla Mourinho, zero tituli e, soprattutto zero assessorati. E c’era qualcuno che, in questi giorni, ha pensato di potercela fare davvero. Melogli è stato incalzato dai “dissidenti”. Sono trapelate voci sempre più insistenti di un ultimatum al sindaco: o allarghi la giunta o il bilancio non sarà approvato. Ma niente di questo è successo. Il documento economico è stato approvato all’unanimità da tutti i consiglieri di maggioranza, mai così compatta in questi ultimi anni.

Per la rivincita, così come la Roma, anche i consiglieri di maggioranza dovranno aspettare l’autunno. Quando il campionato di calcio ripartirà e quando la politica si risveglierà dal torpore estivo. Melogli, dunque, può andare in vacanza da vincitore. Il suo campionato lo ha chiuso lunedì scorso, durante l’ultimo Consiglio Comunale. La ritrovata compattezza della sua maggioranza è quello che gli serviva per passare un’estate serena. I consiglieri dissidenti, invece, hanno dovuto arrendersi proprio all’ultimo secondo. Forse in questi mesi si rinforzeranno e a settembre, magari, tenteranno di nuovo la scalata verso la giunta.

Lavoro, la provincia pentra tra le peggiori Per la Uil il 24% dei cittadini ha problemi occupazionali

ISERNIA – La provincia pentra tra le peggiori per quanto riguarda le forme di sofferenza e insicurezza lavorativa. È quanto emerge dal sedicesimo rapporto mensile della Uil su “Cassa Integrazione e disagio Occupazionale. Il sindacato pone la provincia di Isernia tra le ultime in classifica con Oltre 2,8 milioni di persone in Italia, pari all'11,5% della forza lavoro, vivono "forme

di sofferenza e insicurezza lavorativa". Circa il 24% degli isernini che vivono in provincia hanno problemi con il lavoro. In Italia, oltre 2,2 milioni le persone in cerca di occupazione (8,8% sul totale della forza lavoro) - si legge nello studio - a cui si sommano gli oltre 679 mila lavoratori e lavoratrici in cassa integrazione (ordinaria, straordinaria e deroga), il 2,7% del totale della forza lavoro". Guardando al territorio, la Uil fa notare come ci siano 9 Regioni con un "tasso di disagio" superiore a quello medio nazionale. Si tratta di Piemonte, Lazio e altre 7 Regioni concentrate nel Mezzogiorno. Il picco si registra in Puglia, con il 17,2%, seguono Campania e Sicilia con il 16,4%. A livello provinciale sono 43 le aree con un tasso di disagio più

alto della media nazionale. E, sempre secondo il sindacato, è "allarme rosso" per Frosinone, dove il tasso di disagio è al 44,6%, con oltre 82 mila persone in sofferenza lavorativa (67 mila in cassa integrazione e 15 mila in cerca di occupazione). Male anche Isernia (24,4%), Sassari (21,8%), Palermo (21,1%) e Agrigento (20,6%). "Di fronte a questi dati occorre che tutti contribuiscano", ammonisce il sindacato. "La Uil - conclude il segretario confederale Guglielmo Loy - indica tre strade da percorrere: un'azione a sostegno di politiche formative straordinarie; una fiscalità di vantaggio nel Mezzogiorno, razionalizzando le risorse nazionali ed europee, finalizzandole al sostegno alle imprese che assumono con contratti di lavoro stabili; l'aumento del reddito per chi vive con poco più di 800 euro al mese perché in Cig".

Grande festa per Celestino V ISERNIA - Oggi il capoluogo pentro festeggia San Pietro Celestino, il suo Santo Patrono. Per l’occasione, e visto che la città ospite in questo mese di Maggio le spoglie del Santone, il Comune e la Diocesi hanno organizzato un ricco cartellone eventi. Per lo svolgimento della fiera e della processione di San Pietro Celestino, il comando della polizia municipale ha predisposto temporanee limitazioni alla circolazione stradale. Pertanto, gli automobilisti prestino attenzione alla segna-

14 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010

letica installata per l’occasione. La processione inizierà alle 17, muovendo dalla chiesa di San Pietro Celestino. Quando transiterà in piazza An drea d’Isernia, ci sarà una sosta in cattedrale con la celebrazione del pontificale presieduto dal Poi proseguirà per fare ritorno alla chiesa di partenza. Intanto è stato ufficializzato il logo dell’annullo filatelico che sarà effettuato oggi, festa di San Pietro Celestino, per ricordare la permanenza delle spoglie del papa isernino nella sua città natale du-

rante il corrente mese di m a g g i o. Il timbro celebrativo raffigura la cattedrale di Isernia sovrastata dal volto di Celestino V. Inoltre, alcune scritte completano l’effigie dell’annullo filatelico dedicato ai festeggiamenti.

Pietrangelo premiato da Giorgio Napolitano

Brasiello presenta Impres@ctiva

Il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, ha inviato un messaggio all'Ispettore della Polizia Penitenziaria, Cesare Pietrangelo, di Isernia per l'onorificenza ricevuta, ieri da Napolitano: “I miei complimenti e anche il mio ringraziamento per l'episodio del 22 maggio 2009 che l'ha vista protagonista di un'azione degna e meritoria”.

Conferenza di presentazione della Camera di Commercio di Isernia e dell’Azienda Sei per presentare il programma di formazione “Impres@ctiva”, che si terrà domani, alle ore 11.. L’ente camerale di Isernia è soggetto attuatore del programma di formazione Impres@ctiva, finanziato dalla Regione Molise.


ISERNIA Il presidente Iorio ha illustrato gli interventi futuri in favore dei corregionali all’estero

Emigrati, una risorsa per il Molise Per la prima volta in città i lavori del Consiglio dei molisani nel Mondo

ISERNIA - I molisani nel mondo sono una risorsa culturale indispensabile per la nostra regione e dobbiamo continuare a lavorare anche per loro. Questo il concetto espresso dal presidente Michele Iorio nel corso della prima giornata di lavori del Consiglio dei Molisani nel Mondo che si sta svolgendo, per la prima volta, ad Isernia presso

l’aula magna dell’Università del Molise. L’intento principale del tavolo di lavoro è quello di stilare una proposta di legge regionale da presentare a Palazzo Moffa per inserire ulteriori modifiche ed integrazioni alla già esistente legge regionale numero 31 del 2006. Interventi di tipo finanziario ma anche sociale che hanno

un unico obiettivo: quello di accorciare le distanze tra il Molise e i suoi emigrati, in tutto circa 600mila. “Stiamo lavorando bene – ha dichiarato il presidente del Consiglio region a l e , Michele Picciano, gli sforzi fatti in questi anni hanno dato i primi risultati ed ora dobbiamo proseguire in questa strada. In passato ho dovuto subire anche pesanti attacchi e critiche da parte della stampa locale a causa dei miei numerosi viaggi all’estero, ma se questo è il risultato sono contento di quello che ho fatto”. Picciano, inoltre, ha annunciato alle tante autorità e

Archeologia, a Isernia il premio I Sanniti Domani la quinta edizione al palazzo della Provincia ISERNIA - Si terrà domani alle 11, presso il Palazzo della Provincia di Isernia, la quinta edizione del Premio Internazionale di Archeologia “I sanniti” nato dalla collaborazione tra alcuni dei maggiori studiosi della civiltà sannitica-italica ed i Distretti 2090-2100 del Rotary Club International, che ricomprendono le regioni italiane suddette, oltreché l’Albania. Il premio si è tenuto in diversi luoghi d’Italia che hanno ospitato nell’antichità il grande popolo sannitico. La quarta edizione e, quest’anno, la quinta hanno eletto Isernia quale sede: sempre più Isernia diventa luogo di riferimento per il premio, oltreché per il forum interdistrettuale di cultura sannitica – italica. L’evento 2010 è organizzato anche con il patrocinio di Regione Molise, Provincia di Isernia, Comune di Isernia, Soprintendenza ai Beni Culturali del Molise, Gruppo Giovani dell’Associazione Industriali del Molise, e con il supporto di Acqua Sepinia. Il premio è stato istituito per premiare grandi studiosi della civiltà sannitica, favorire la riappropriazione culturale e la coesione delle aree interne, incentivare gli studi sannitici e sabellici. Lo statuto prevede che possa essere altresì attribuito a personaggi nativi dell’area sannitica che si siano distinti per eccezionali meriti. E’ stato attribuito nelle prime tre edizioni ai massimi studiosi di archeologia

sannitica: i proff. Adriano La Regina, Giovanni Colonna, Aldo L. Prosdocimi, e nella IV edizione ad opere di autori giovani.N ella sua V edizione è stato attribuito al professor Antonio Guarino, nato a Cerreto Sannita nel 1914, giurista, avvocato, magistrato, già professore di Diritto Romano, Senatore della Repubblica, Accademico dei Lincei, prestigioso caposcuola di studi sul diritto, la società e la civiltà romana, ai cui albori non fu estranea la civiltà safina, rappresentata dai re sabini di Roma. Simbolo del premio è una statua di bronzo ispirato al “Corridore del Cila”, un bronzetto di atleta in nudità eroica che leva in alto un cinturone di bronzo. Rinvenuto nel 1928 sul Monte Cila alle pendici meridionali del Matese, viene datato al V secolo A.C. e testimonia l’incontro tra le civiltà greca e sannita nel cuore dell’Appennino centromeridionale.

ai politici presenti in aula che nel 2011 sarà organizzata la quarta conferenza internazionale dei molisani nel mondo. Soddisfatto dello sforzo messo in campo anche il vescovo della Diocesi di Isernia –Venafro, Salvatore Visco. “Sono contento – ha spiegato – di come i molisani nel mondo mantengano salde le loro radici cattoliche. Sono a cono-

scenza che queste comunità di emigrati hanno come punto di riferimento e di ritrovo proprio le chiese. Dopo i big, sarà il turno dei ragazzi. Presso l’hotel europa , infatti, è prevista una seduta del Consiglio dei giovani molisani nel Mondo. Ma che cos’è il Consiglio dei molisani nel Mondo e di cosa si occupa? È quell’organismo che promuove interventi a favore dell’emigrazione, cura le relazioni nazionali ed internazionali nel settore e formula proposte per migliorare le condizioni dei molisani nel mondo. Il Consiglio è composto dal presidente della giunta regionale, da dodici rappresentanti delle associazioni e delle federazioni maggiormente rappresentative, da un rappresentante di ognuna delle due Provincie e delle due Camere di Commercio, da un rappresentante dellì’Università del Molise, da un rappresentante dei sindacati, dal presidente del Consiglio dei giovani molisani nel mondo e da molte altre figure che operano nel campo dell’emigrazione.

Neuromed, convegno sul laser nella chirurgia POZZILLI - Il Laser nella pratica quotidiana. E’ questo il tema del secondo meeting dedicato all’odontoiatria, organizzato dal Neuromed di Pozzilli, dall’Università La Sapienza di Roma e promossa dalla Silo (Società Italiana Laser in Odontostomatologia) per sabato prossimo. Un nuovo importante appuntamento che vuole illustrare l’efficienza dell’innovativa tecnologia laser nella diagnosi e nella terapia dentaria. Il convegno, che si svolgerà sabato prossimo presso l’Aula Magna del Polo Didattico Neuromed, sarà un’occasione di confronto tra i diversi ed autorevoli relatori che si esprimeranno sulla materia, ognuno secondo la propria esperienza professionale, di ricerca e di studio. Tra i docenti della Sapienza di Roma e dell’Università degli Studi di Milano, ci saranno i due giovani dottori isernini, Filippo ed Angelo Cardarelli, che parleranno, nello specifico, dell’impiego del laser nella terapia delle perimplantiti. “La scelta del tema di questo secondo incontro – ha dichiarato il dott. Filippo Cardarelli, responsabile scientifico del convegno - è scaturita dalla constatazione che il laser può essere utilizzato quotidianamente perché meno invasivo ed in grado di garantire al paziente maggior confort durante il trattamento, una diminuzione dei tempi operativi, una minor richiesta di anestetici e guarigioni più rapide – elementi, questi, che agevolano moltissimo anche gli interventi sui bambini”. Il dibattito - che si aprirà alle 9 e durerà fino alle 16:30 – sarà quindi un ulteriore passo verso il miglioramento dello standard qualitativo dell’odontoiatria, che può e deve affidarsi a strumenti sempre più sicuri, efficaci e precisi.

La Volturno organizza un soggiorno al mare

Capracotta, lavori in Via dei Faggi

Come ogni anno la Comunità Montana del Volturno organizza il soggiorno marino dedicato alla terza età che si svolgerà, per l’edizione 2010, a Lignano Sabbiadoro dal 6 al 12 giugno.La vacanza, oltre a soffermarsi nella località balneare appena citata, conterà soggiorni anche a Palmanova, Grado, Padova, Ravenna e Venezia.

CAPRACOTTA. Al via i lavori in via dei Faggi. Un lavoro necessario in quanto lungo la stessa sono stati costruiti diversi alloggi residenziali aventi l’accesso pedonale da detta strada che allo stato attuale è in terra battuta e sono assenti i servizi primari, quali rete fognante, idrica, pubblica illuminazione, rete gas.

15 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 APRILE 2010


TERMOLI Un anno fa il sindaco Giuseppe Calabrese fissò anche la base d’asta a dieci milioni di euro

L’isola di Pianosa in vendita? Oggi decide il Parlamento TREMITI – Da oggi l'isola di Pianosa potrebbe essere messa invendita. La notizia non é stata divulgata come un anno fa dal sindaco delle Tremiti, Giuseppe Calabrese, che fisso anche la base d'asta in 10 milioni di euro, ma potrebbe essere ufficializzata oggi dal Parlamento chiamato a votare per la cessione di una parte del territorio alle Regioni e Province di appartenenza mentre altra parte potrebbe essere venduta. Ed ecco che rispunta il nome di Pianosa, isolotto disabitato a metà navigazione tra Italia e Croazia, a 12 miglia dall'Arcipelago delle Tremiti. È un isolotto di 700 metri di lunghezza per 250 di larghezza che dal 1989 é “Zona A” della Riserva marina delle Tremiti, dove praticamente è vietato tutto: non si può pescare né immergersi, non si può attraccare e neppure avvicinarsi a meno di 500 metri ma solo visitata se si é autorizzati. Come detto nel marzo dello scorso anno fu il sindaco Calabrese a lanciare quella che venne definita una provocazione. “La mia non è solo una provocazione, devo far quadrare il bilancio — disse il primo cittadino —. Mi sono rivolto alla Regione Puglia perché mi aiutasse a risolvere i problemi delle Tremiti, ma quando ho chiesto finanziamenti mi hanno risposto picche. Per questo mi vendo Pianosa perché siamo un comune piccolo, se non faccio casino non mi ascoltano. Siamo 400 cittadini con i problemi di 10mila persone: i rifiuti, il porto. Io sono stanco di fare

Biogas, Larinascita chiede trasparenza e coinvolgimento

l'accattone – concluse -, se non ci danno i soldi promessi l'isola andrà all'incanto”. A quei tempi si fece il nome del leader libico Muhammar Gheddafi come possibile acquirente, ma poi non si fece più nulla. A Gheddafi comunque le Tremiti interessano da tempo e precisamente dal 1987 quando rivendicò il possesso dell'intero arcipelago che secondo lui era popolato da discendenti dei libici deportati nel 1911 (anno della guerra italoturca e dell'invasione in Tripolitania) e poi uccisi quasi tutti dal tifo. Ora, se il Parlamento da il via libera, dalla Libia potrebbe arrivare veramente un offerta per l'Isola di Pianosa.

Il sì permetterà la cessione di una parte del territorio alle regioni e Province di appartenenza, mentre un'altra può essere anch’essa ceduta

Nozze in immersione per una coppia di sub ISOLE TREMITI – C'é chi si immerge per professione, chi perché ama ammirare e fotografare l'habitat dei fondali marini e chi perché ci si sposa. E accaduto per due sub, Raffaella e Giancarlo, che hanno detto il fatidico si a 12 metri di profondità alle Isole Tremiti al cospetto di don Francesco Ciabattoni, anche lui subacqueo. Un avvenimento non certo ricorrente ma che certamente si ripeterà in futuro per altre coppie. Infatti proprio il parroco che ha celebrato le nozze ha organizzato per il prossimo 25 giugno un raduno nazionale degli sposi sub. Tutti

Visita guidata alle bellezze di Larino

16 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010

coloro che vorranno sposarsi negli abissi, i fidanzati desiderosi di scambiarsi una promessa d'amore o gli sposi che la volessero rinnovare sono chiamati a raccolta nelle acque delle Tremiti per un unico matrimonio generale che mira ad entrare nel “guinness dei primati”. E per chi vorrà sarà un rito completo, con tanto di scambio degli anelli e con le promesse nuziali che, per ovvi motivi, verranno mimate a gesti. La maxi cerimonia si terrà nelle profondità del mare che bagna Tremiti da anni si trova adagiata una statua di San Pio.

LARINO -In concomitanza con l'appuntamento “Aspettando San Pardo” del prossimo 23 marzo, L'Ecomuseo Itinerari Frentani, in collaborazione con i “Cantori della Memoria” e “Alberi Sonori”, organizza una visita guidata nel centro frentano. Il tour inizierà alle 10:30 dall'Anfiteatro romano con la vi-

LARINO – Torna in cronaca la notizia della concessione, da parte dell’amministrazione comunale frentana, di un’autorizzazione per la costruzione di un impianto biogas nell’agro larinese, il Movimento politico-culturale apartitico LARINascita chiarisce la propria posizione su una questione che riguarda direttamente l’interesse di tutta la comunità. Il Molise degli ultimi anni, come evidenziano le indagini di settore, ha registrato una produzione di energia che copre interamente il fabbisogno energetico molisano e, tra impianti eolici, idroelettrici, fotovoltaici e turbogas sparsi prevalentemente nel basso Molise, riesce a generare un’ingente percentuale di energia in surplus destinata ad alimentare la rete nazionale. La volontà di continuare ad investire nella produzione di energia elettrica potrebbe rivelarsi diabolica e pericolosa perché, suscitando l’interesse economico dei privati proprietari terrieri, provocherebbe l’abbandono di terreni per l’installazione di pannelli fotovoltaici in cambio di considerevoli proventi annuali che la produzione agricola ormai da anni non riesce più a garantire. Tutto ciò con il bene placito delle amministrazioni pubbliche locali che si accontentano di incassare discreti proventi a tutto discapito dell’agricoltura, del territorio, dell’economia locale, quindi, a danno di tutta la comunità che difficilmente ne consegue un vantaggio sia in termini di efficienza del servizio che di risparmio sui costi dell’elettricità ad uso domestico. L’omertoso silenzio usato dalla maggioranza e dall’opposizione a conoscenza del deliberato di Giunta, e gli artifici tesi a negare l’esistenza della delibera, confermano la già nota mancanza di trasparenza politica e gli insormontabili limiti degli amministratori frentani i quali, chiusi nelle stanze del Palazzo, prendono decisioni così importanti aggirando il Consiglio comunale, rifiutando il ragionamento e il confronto con le altre forze politiche e, cosa ancor più grave, senza coinvolgere la cittadinanza. Secondo il Movimento apartitico LARINascita, di principio a favore delle energie rinnovabili, le decisioni su tematiche come questa richiedono necessariamente un coinvolgimento allargato della società civile volto ad aumentare la consapevolezza e il benestare del cittadino. Ci si sarebbe aspettato una preventiva informazione sulla volontà di questa amministrazione comunale di sviluppare Larino sotto il profilo energetico, sulle modalità che erano al vaglio, sulle possibilità di realizzazione. E’ sgradevole e tardivo, quindi, l’incontro con la cittadinanza programmato dall’amministrazione con la società realizzatrice Enerbio s.p.a per illustrare il progetto e i benefici di un impianto da biogas, mentre i lavori sono già iniziati. Anche la richiesta del Consigliere del PD Pino Puchetti, di stimolare la costituzione di un tavolo tecnico che valuti la possibilità di fissare dei parametri e regolamenti l’installazione di impianti di energia rinnovabile sul suolo larinese, trova accoglimento solo parzialmente. Seppure sia da auspicare un quadro normativo in materia, almeno al fine di limitare l’aggressione di ettari vocati all’agricoltura, il regolamento non trova ancora pieno fondamento perché non vi è la coscienza collettiva e una espressa volontà della comunità larinese. Desta stupore e curiosità, infine, la netta controtendenza del Comune di Larino rispetto alle scelte dei comuni limitrofi e su tutti Termoli dove il neo-Sindaco, tra i primi atti della Giunta, ha provveduto a revocare la delibera del suo predecessore con la quale si autorizzava la realizzazione di un impianto di biodigestione anaerobica (biogas) sul territorio comunale sottolineando come una tale concessione avrebbe penalizzato la città adriatica non solo sul piano ambientale ma anche sulla qualità della vita dei cittadini, non solo termolesi. Il Movimento LARINascita, impegnato da tempo nello sviluppo di un progetto nel settore agroalimentare, pretende una maggiore trasparenza da parte dei rappresentanti politici attraverso il coinvolgimento di tutta l’opinione pubblica affinché si raggiunga una soluzione condivisa che possa conciliare sviluppo, ambiente e territorio invece di favorire gli esclusivi interessi dei soliti singoli a discapito della collettività. Movimento politico-culturale apartitico LARINascita

sita ai resti e alle Terme, per poi proseguire alla volta del Borgo Antico per ammirare le bellezze della Cattedrale e del Palazzo Ducale, e tutto accompagnato da musica popolare, poesie e anedotti. Nelle ore pomeridiane gli ospiti, nei pressi del bar “Il Boschetto” prenderanno parte al laboratorio sui fiori di San

pardo che addobberranno i carri trainati da buoi che sfileranno durante le festività del patrono dal 25 al 27 prossimi. In conclusione di giornata sarà possibile visitare alcuni di questi carri. Chi fosse interessato può consultare il sito www.itinerarifrentani.it o telefonare al numero 3406550584.

Venerdì un convegno per l’acqua pubblica

Incendio alla Riveco Nessun operaio ferito

MONTECILFONE – Venerdì alle 17:30, organizzato dalla locale associazione diritti degli anziani, in collaborazione col circolo Pd, si terrà il convegno "Acqua in bocca? No. Acqua per tutti". Durante l'incontro saranno raccolte firme per la campagna a sostegno della proposta di legge regionale contro la privatizzazione dell’acqua.

LARINO – Ieri mattina un incendio ha interessato un capannone dell'azienda Riveco delle Piane di Larino che ha causato danni alle strutture ma non, per fortuna, ai dipendenti. Dato l'allarme, il capannone é stato fatto sgomberare e sul posto sono giunte squadre di Vigili del Fuoco di Termoli e Santa Croce di Magliano, carabinieri e Polizia di Stato.


TERMOLI Al centro del vertice nella città emiliana le risorse finanziarie che il governo deve al settore

Nasce a Parma il coordinamento nazionale dello zucchero PARMA – Buone notizie, anche se parziali, provengono dalla riunione del verrtice nazionale dello zucchero che si é tenuto nella sede della Provincia di Parma, a cui hanno preso parte il presidente dello zuccherificio del Molise, Domenico Porfido, il presidente della provincia di Campobasso, Nicola D'Ascanio, oltre che parlamentari, amministratori, imprenditori e sindacati delle quattro province sedi di stabilimenti. Alla base della riunione gli 86 milioni di euro che il governo deve al settore (43 milioni per il 2009 e 43 per il 2010) e che ad oggi non ha ancora elargito e le certezze sul futuro: al termine della riunione é nato il coordinamento nazionale dello zucchero con a capo il vice presidente della Provincia di Parma Pier Luigi Ferrai. Proprio gli 86 milioni di euro sono stati inseriti al primo punto all'ordine del

giorno e durante la discussione é giunta la confortante notizia: il neo ministro Galan ha detto di aver trovato i primi 21 milioni di euro, mentre i restanti 65 dovrebbero essere inseriti nel disegno di legge 2260 in discussione nei prossimi giorni alla Commissione agricoltura della Camera. Alla notizia tutti i presenti hanno preso atto ribadendo, comunque “che si rispettassero gli impegni assunti e ci battiamo per questa filiera, che è una bandiera del made in Italy. Diamo atto che un primo passo sembra essere stato fatto, ma serve anche il resto”. Nessuno a comunque taciuto che serve una scelta del governo il quale deve decidere se “ritiene strategico questo settore e se vuole mantenerlo in vita”. Poi é stato sottolineato che i “ 21 milioni annunciati dal ministro Galan sono un piccolo raggio di sole, ma non mancano i dubbi,

anche perché si avrà certezza solo quando dei 21 milioni ci sarà l’assegno, o il bonifico, al fondo bieticolo nazionale. I 21 milioni servono subito e gli altri 65 al massimo entro giugno, ed è urgente che col ministero si metta insieme un progetto per il dopo 2010”. Dal canto loro Porfido ha detto che bisogna: “Stringere i tempi al massimo su tutta la vicenda“, e D'Ascanio gli ha fatto da sponda ritenendo che “è un problema di dignità e di regole che devono essere riaffermate”. In chiusura dei lavori e sulla nascita del coordinamento nazionale sullo zucchero, Pier Luigi Ferrari ha annunciato che “chiederemo un incontro urgente con il neo ministro Galan, sapendo che c’è da assicurare il dovuto ma che si apre subito anche la questione del dopo, del futuro, un problema serio da affrontare il prima possibile”.

Il ministro Galan ha detto di aver trovato i primi 21 milioni, mentre i restanti 65 saranno forse inseriti in un disegno di legge

Riesumata salma di Cammisa, ucciso un mese fa URURI - A un mese dall'assassinio, è stata riesumata la salma di Antonio Cammisa, il 79enne pensionato di Ururi accoltellato nella sua abitazione nella notte tra il 17 e il 18 aprile. L'apertura della bara é avvenuta ieri mattina per prelevare l'impronta del palmo di entrambe le mani dell'uomo. Ad eseguire il prelievo delle impronte il medico dell’Asrem Matteo Ragni. Il nuovo reperto mancava agli inquirenti che vogliono accertare se una impronta del palmo di una mano trovata sul luogo del delitto appartenga alla vittima. Dell'omicidio sono accusate

Costituito il comitato spontaneo “Sanità per il Molise” TERMOLI – Lunedì scorso è stata ufficializzata la creazione del Comitato spontaneo "Sanità per il Molise", iniziativa voluta dall’Associazione Officina delle Buone pratiche. Al primo incontro di costituzione sono stati presenti il gruppo consiliare del centrosinistra al Comune e una rappresentanza di movimenti ed associazioni di Termoli e zone li-

due cugine romene, Alina Tinu e Magdalena Stoica, ma quell'impronta ritrovata non appartiene a loro. Le diuue donne hanno sempre sostenuto che quella sera in casa, oltre alla vittima, erano presenti altre persone che avrebbero ucciso l'anziano per poi fuggire. La Procura della Repubblica di Larino vuole chiarire definitivamente questo aspetto e, per questo, é stato necessario compiere il nuovo esame sul cadavere. Ora spetta ai Ris porle a confronto con quelle già in loro possesso e dare una risposta.

Corso per amministratore di sostegno, al via le iscrizioni

mitrofe. Durante l'incontro si é discusso dell'attuale della Sanità molisana alla ricerca di risposte e soluzioni. Nella prossima riunione del Comitato, che si terrà il 20 maggio alle 17 nella sede dell’Officina delle Buone Pratiche in via Fratelli Brigida, é stato deciso di coinvolgere varie realtà del sociale ed economico del basso Molise.

Prima comunione Auguri ad Antonio TERMOLI – Festa grande per Antonio Bravo che domenica nella chiesa di San Francesco ha ricevuto il Sacramento della Comunione. Ad Antonio, ai genitori Michela e Gaetano, ai nonni, zii e parenti giungano i più serntiti auguri dalla comunità parrocchiale e dalla redazione de “La Gazzetta del Molise”.

TERMOLI – Sono ancora aperte le iscrizioni al corso per amministratore di sostegno che si terranno nel mese di Giugno. L'adesione al corso, organizzato dal Movimento per la Vita Indipendente, con il patrocinio della commissione regionale della Parità e Pari Opportunità, scade inderogabilmente il 28 maggio. L'iniziativa prevede un percorso formativo della durata di 40 ore ed é mirato a formare la figura dell’amministratore di sostegno che ha il compito di tutelare, con la minore limitazione possibile della capacità d’agire, le persone prive di autonomia nell’espletamento delle funzioni della vita. Il corso, con frequenza obbligatoria, è riservato a 15 aspiranti tra volontari nell’ambito della disabilità, del disagio e dell’emarginazione. Il percorso formativo si terrà presso la sede di “Scuola e Lavoro” in Via de4l Molinello a Termoli e le domande di adesione devono essere presentate a mano entro le 18 del 28 maggio, mentre le selezioni avranno inizio a partire dal 31 Maggio.

Un furgone in manovra ferisce un 78enne pensionato

Nel Borgo Antico la mostra “La cittadella della Carità”

TERMOLI- Un pensionato di 78 anni é rimasto ferito, mentre si trovava nei pressi di Via Inghilterra, dopo essere stato investito da un furgone in manovra. L'anziano, prontamente soccorso, é stato trasportato all'ospedale San Timoteo dove i medici gli hanno riscontrato la frattura del femore disponendo il ricovero e l'intervento chirurgico per ricomporre la frattura.

TERMOLI – Oggi a partire dalle 17 la Cittadella della Carità nel Borgo Antico ospitala mostra “L’albero delle emozioni”. L'appuntamento é organizzato dalla AIMC cittadina, una libera associazione che riunisce docenti, dirigenti ed ispettori della scuola dell’infanzia e di base. Sarà presente il presidente Nazionale dell’AIMC Giuseppe Desideri.

17 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010


Si scaldano i motori per lo slalom Battistini

Basket, questa sera gara 2 delle semifinali

E’ ufficialmente cominciato il countdown per l’edizione numero diciotto dello slalom Città di Campobasso, memorial Gianluca Battistini, che si terrà sabato e domenica nel capoluogo di regione. Ieri mattina, la kermesse organizzata da Aci Campobasso, Tecno Motor e Molise Racing. A PAG. 21

Tutti pronti alla battaglia. Alle 20.30 al Palasabetta di Termoli andrà in scena gara 2 della semifinale play off tra Mens Sana Campobasso e Martino Group Termoli. Si parte dall’1-0 per la squadra del capoluogo di regione e questa sera sarà sicuramente un match differente rispetto a quello di domenica scorsa. A PAG. 22

ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it NELLO SPAREGGIO IL BOJANO AVRA’ ANCHE L’OSTACOLO ‘SINTETICO’ La Lega Nazionale Dilettanti ha deciso: lo spareggio tra il Bojano e la Renato Curi Angolana che deciderà la quarta formazione che andrà ai play out e che affronterà il Centobuchi si giocherà in terra laziale e precisamente a Boville Ernica in un piccolo comune in provincia di Frosinone. Lo stadio, teatro della sfida in programma domenica prossima, è il Comunale "MONTORLI" I lavori di costruzione dello stadio di Boville iniziarono nell'estate 1970, in concomitanza con l'iscrizione delle due squadre locali dell'epoca (Boville e Bovillense) nel campionato di 3^ categoria provinciale e furono completati nel dicembre 1971. Costruito in terra battuta, successivamente è stato migliorato tramite attenti lavori di ristrutturazione. A PAG. 20

DOMANI LA FESTA REGIONALE DE ‘I VALORI SCENDONO IN CAMPO’ Domani mattina a partire dalle ore 10.00, presso l’antistadio di contrada Selva Piana a Campobasso, si terrà la festa regionale de “I VALORI SCENDONO IN CAMPO”, il progetto educativo nato da un accordo tra il Settore Giovanile e Scolastico della Federazione Italiana Giuoco Calcio ed il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, per diffondere tra i giovani i valori fondamentali trasmessi dallo sport. L’iniziativa rivolta agli alunni del secondo ciclo delle scuole primarie(3^, 4^ e 5^) è stata accolta favorevolmente anche quest’anno dagli istituti della nostra regione. A PAG. 20

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

Trivento, congedo con rammarico Per un solo punto sono sfumati i play off. Questa sera intanto ci sarà la cena di addio nante)ha pesato come un macigno, e forse all’inizio era stato sottovalutato. Il calcio purtroppo è anche questo e non sempre le cose vanno come dovrebbero e basta davvero poco(soprattutto in questa categoria)per rovinare tutto. Resta comunque la soddisfazione di aver disputato un torneo ad alti livelli in cui l’Atletico Trivento ha dimostrato, per lunghi tratti della stagione, di avere avuto tutte le carte in regola per puntare al primo posto. Con la partita di domenica si è chiusa un’altra pagina importante della storia del calcio trignino e presto se ne aprirà un’altra che, siamo sicuri, regalerà ancora tante gioie alla tifoseria gialloblù. Ora la società si metterà subito al lavoro per allestire la formazione che parteciperà al terzo campionato consecutivo in serie D. Nei prossimi giorni il presidente Falcione

L’Atletico Trivento ha chiuso la stagione con un po’ di amaro in bocca. Il pareggio casalingo contro il Miglianico ha precluso ai gialloblù la possibilità di conquistarsi un posto nei play off. Un punto, un solo punto ha rovinato la festa alla squadra di Roberto Carannante che avrebbe potuto chiudere il campionato con un traguardo che sarebbe stato il coronamento di una stagione comunque molto positiva dove la squadra di patron Edoardo Falcione ha dimostrato, sul campo, di essere la migliore tra le molisane, giocando un buon calcio e facendo divertire gli spettatori presenti sugli spalti. Purtroppo il punto di penalizzazione inflitto al club gialloblù ad inizio campionato( per una vecchia pendenza economica sorta tra l’allora presidente Griguoli ed il tecnico De Sanctis, predecessore di Caran-

ed il direttore generale Meo avranno un incontro con tutti i giocatori per valutare le singole posizioni e le prospettive di una eventuale riconferma. Al momento l’unica sensazione certa è che il tecnico Roberto Carannante non siederà più sulla panchina trignina. Dopo tre anni sembra essersi concluso un ciclo, l’allenatore di Bacoli è ambizioso e certamente è alla ricerca di una piazza che gli dia la possibilità di “spiccare il volo”. Intanto questo pomeriggio la squadra e lo staff tecnico si troveranno all’Acquasantianni per l’ultima sgambatura,la serata si concluderà con una cena alla presenza della dirigenza gialloblù. Poi il rompete le righe. E per qualcuno dei commensali potrebbe essere l’ultima cena a Trivento. JSV

Roberto Carannante

FIGC-SETTORE GIOVANILE

CALCIO SERIE D

Domani la festa regionale de “I valori scendono in campo”

Domani mattina a partire dalle ore 10.00, presso l’antistadio di contrada Selva Piana a Campobasso, si terrà la festa regionale de “I VALORI SCENDONO IN CAMPO”, il progetto educativo nato da un accordo tra il Settore Giovanile e Scolastico della Federazione Italiana Giuoco Calcio ed il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, per

20 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010

diffondere tra i giovani i valori fondamentali trasmessi dallo sport. L’iniziativa rivolta agli alunni del secondo ciclo delle scuole primarie(3^, 4^ e 5^) è stata accolta favorevolmente anche quest’anno dagli istituti della nostra regione. Sono quattro le scuole partecipanti: il “G.N. D’Agnillo” di Agnone, il terzo circolo “Giovanni

Paolo II” di Termoli, l’Istituto Comprensivo Statale di Ripalimosani ed il Primo Circolo Didattico di Termoli. Circa 130 bambini prenderanno parte ad una giornata all’insegna dello sport e del divertimento alla presenza di autorità sportive ed istituzionali. Il Settore Giovanile e Scolastico del Molise ha sposato in pieno questo progetto formativo e di immagine che unisce, valorizza e raccorda tante e differenziate attività. Un progetto che, in tre anni, coinvolgerà tutte le province italiane, portando nei circoli didattici di grandi e piccole località, i miti, le regole e i valori del calcio, per promuovere l’identità sportiva e culturale di questa nazione. Dopo l'esperienza dello scorso anno, che ha coinvolto 57 province di dieci regioni, quest'anno il progetto si è esteso a 100 province delle 20 regioni d'Italia, per un totale di circa 600 scuole (6 per ogni provincia) ed un coinvolgimento di circa 90.000 alunni. Tutti gli alunni che parteciperanno al progetto, saranno, inoltre, coinvolti nella scrittura della "Carta dei diritti e dei doveri dei tifosi" che verrà ratificata dai componenti dell'Osservatorio Permanente della Formazione.

Bojano- Angolana si giocherà al “Montorli” di Boville Ernica La Lega Nazionale Dilettanti ha deciso: lo spareggio tra il Bojano e la Renato Curi Angolana che deciderà la quarta formazione che andrà ai play out e che affronterà il Centobuchi si giocherà in terra laziale e precisamente a Boville Ernica in un piccolo comune in provincia di Frosinone. Lo stadio, teatro della sfida in programma domenica prossima, è il Comunale "MONTORLI" I lavori di costruzione dello stadio di Boville iniziarono nell'estate 1970, in concomitanza con l'iscrizione delle due squadre locali dell'epoca (Boville e Bovillense) nel campionato di 3^ categoria provinciale e furono completati nel dicembre 1971. Costruito in terra battuta, successivamente è stato migliorato tramite attenti lavori di ristrutturazione, sia nel terreno, trasformato in sintetico di terza generazione, che

nelle infrastrutture. Nell’ottobre 2008, dopo i lavori di adeguamento, è stato reso agibile per il campionato di Serie D. Costruito per 3.000 spettatori, la capienza attuale è limitata a 1.500 posti circa, per motivi di ordine pubblico.Il campo di gioco misura 105 metri per 60. JM

Berlusconi:“Rinuncerei al Milan ma perderei popolarità”

Fuori Grosso e Candreva, Azzurri in 28

'Quasi quasi rinuncio al Milan': il settimanale 'A' racconta così un lungo sfogo fatto da Silvio Berlusconi ad alcuni fedelissimi del Pdl. Il principale cruccio è il 'no' incassato da Van Basten, a cui era stato proposto il ruolo di allenatore per la prossima stagione. 'Vendere il Milan - avrebbe aggiunto - mi costerebbe in termini di popolarità . Quando ho venduto Kakà ho rimesso tre punti alle europee. E con la crisi che c'è non è facile trovare un compratore'.

Gli juventini Fabio Grosso e Antonio Candreva sono i primi due esclusi dalla lista iniziale dei trenta azzurri per Sudafrica 2010. Questa la decisione presa ieri dal commissario tecnico Marcello Lippi che ha ridotto a 28 la rosa dei nazionali. La lista definitiva dei 23 andrà consegnata entro il 1 giugno.

L'attaccante Fusco


S P O RT L’APPUNTAMENTO

Il Giro d’Italia torna in Molise: oggi attraverserà Campobasso e Isernia

Il Gito d’Italia torna in Molise dopo alcuni anni di assenza. La nostra regione sarà attraversata dalla ‘carovana rosa’ nella tappa odierna che prenderà il via da Lucera e terminerà a L’Aquila. A Campobasso i ciclisti dovrebbero arrivare intorno a mezzogiorno (in una forchetta che va dalle 11.30 alle 12.15): saliranno dalla statale per Fog-

gia e, all’altezza di Piazza Molise, prenderanno la tangenziale che li porterà prima a Bojano e poi ad Isernia. Nel capoluogo pentro i ciclisti entreranno ad Isernia nord e, dopo esser passati dinanzi all’Hotel Europa, caserma dei Carabinieri, San Lazzaro, proseguiranno per il Macerone che li condurrà prima a Castel di Sangro e poi a Roccaraso. Il passaggio ad Isernia è previsto intorno all’una, mentre le strade interessante verranno chiuse alla circolazione alle ore 12.00. E’ la tappa più lunga del Giro 2010 con 262 km attraverso gli Appennini. Fino a Isernia (km 116,3) si percorrono strade larghe, prevalentemente rettilinee, veloci, con viadotti e alcune gallerie. Dopo Isernia si affrontano in sequenza le salite di Macerone, di Rionero Sannitico (GPM 1051 km 136,2), di Roccaraso (m 1247 km 156,6) prima di scendere dal Piano delle Cinque Miglia. A Popoli è situato il Traguardo Volante (km 208,3) prima di affrontare il terzo GPM (salita delle Svolte di Popoli m 746 km 217). Si raggiunge quindi L’Aquila per strade diritte e in leggera pendenza attraversando nel finale le zone colpite dal terremoto dell’aprile 2009. In ragione della lunghezza sono previsti due punti di rifornimento fisso: il primo a Bojano (ss. 87 km 89-92) e il secondo a Sulmona (ss. 17 km 192-195). IR

AUTOMOBILISMO

Si scaldano i motori per il “Battistini” Ieri è stata presentata a Campobasso la diciottesima edizione della kermesse in programma nel week end E’ ufficialmente cominciato il count-down per l’edizione numero diciotto dello slalom Città di Campobasso, memorial Gianluca Battistini, che si terrà sabato e domenica nel capoluogo di regione. Ieri mattina, la kermesse organizzata da Aci Campobasso, Tecno Motor e Molise Racing con il patrocinio dell’assessorato allo sport della Regione Molise e valida come tappa del campionato italiano di specialità, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa. Nutrito e qualificato come di consueto il tavolo dei relatori che ha visto le istituzioni, sia politiche che sportive intervenire numerose, a testimonianza della valenza che questo appuntamento ha. Ad aprire i lavori è stato il direttore dell’Aci Campobasso, Giovanni Caturano. <Siamo diventati maggiorenni – interviene - e ogni anno che passa è sempre grande l’emozione di questo momento. La macchina organizzativa è ormai collaudata e tutti quelli che sono impegnati in prima persona riescono a dare un grande contributo alla buona riuscita dell’evento. Lo slalom Città di Campobasso non è una gara qualunque, una semplice gara motoristica. Nella parola Memorial viene riassunta la reale importanza di questa manifestazione che è quella di ricordare Gianluca attraverso una manifestazione sportiva di grande rilevanza. Ci aspettiamo una massiccia adesione di piloti provenienti da ogni parte d’Italia e siamo convinti che in tanti sposeranno la nostra

causa. Come Aci siamo in prima linea anche nella mostra-mercato di auto e moto d’epoca che renderà ancora più importante il prossimo fine settimana>. Soddisfazione è stata espressa anche dalla dottoressa Adriana Di Iorio, intervenuta in rappresentanza della Regione Molise. <Ringrazio gli organizzatori per l’invito alla presentazione di un evento di grande spessore – dice – come ente siamo vicini alle manifestazioni sportive e soprattutto a quelle come lo slalom Battistini che hanno una storia e dei trascorsi importanti. La crisi economica si sente per tutti e quindi abbiamo dovuto attuare una politica differente e fare scelte diverse dando la precedenza a manifestazioni come questa che è di caratura nazionale ed è utile per promuovere la nostra regione in tutta Italia>. <E’ un momento importante perché lo slalom Battistini festeggia il diciottesimo anno di età – argomenta l’assessore provinciale Pietro Montanaro – come ente siamo orgogliosi di poter contribuire a questa kermesse che con il passare del tempo ha saputo ritagliarsi un posto importante nel panorama nazionale e sicuramente anche in questo 2010 saprà raccogliere consensi e applausi come in passato. Secondo me questo è il modo migliore per ricordare Gianluca, ragazzo solare, sempre disponibile e con sani principi morali>. Emozionato, e non poco, l’assessore allo sport del comune di Campobasso, Pasquale Colarusso.

<Sono qui per la prima volta e non posso negare che provo qualcosa di speciale – argomenta – personalmente non conoscevo Gianluca ma era grande amico di mio cognato e toccò proprio a noi dargli la notizia della morte di Gianluca. Fu un momento incredibile e proprio per questo oggi sono orgoglioso di partecipare alla presentazione della manifestazione a lui dedicata. Un saluto affettuoso alla famiglia Battistini da parte del sindaco Di Bartolomeo che è a Roma per lavoro>. Come sempre prezioso e importante il contributo alla conferenza stampa del presidente del Coni Regionale Guido Cavaliere (accompagnato nella circostanza anche dal collega del provinciale Antonio Rosari). <Il memorial Gianluca Battistini è una delle manifestazioni più importanti che si organizzano in città – dice – è una manifestazione consolidata nel panorama nazionale, è un evento validissimo sia sotto il profilo sportivo che sotto quello promozionale e credo che alla famiglia Battistini gli sportivi molisani devono molto. Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente Gianluca, grande appassionato di motori. Dunque, ricordarlo con una gara automobilistica credo sia la cosa più bella. Organizzare questo evento comporta anche sacrifici, non solo economici, e proprio per questo motivo devo fare i complimenti alla macchina organizzativa per quello che ogni anno riesce a fare. Avremo in regione piloti provenienti da ogni parte

Il tavolo della conferenza della penisola e questo contribuirà a far conoscere il Molise in campo nazionale. Come Coni siamo sempre vicini a questa kermesse e il mio augurio è che la collaborazione con l’Aci-Csai, diventata solida e importante, possa essere sempre migliore nel corso dei prossimi anni>. E’ stato già detto tutto – è intervenuto Renzo Battistini un po’ emozionato – sono felice che questa manifestazione spenga la diciottesima candelina e mi auguro che tutto vada per il verso giusto e sia una bella giornata di sport>. Ad illustrare il percorso ci ha pensato Sara De Castro, commissario sportivo nazionale. <Lungo la prova speciale di 3 chilometri e 360 metri che ricade interamente sulla Sp 165 Gildonese ci saranno cinque aree riservate al pubblico, quaranta commissari di percorso (32 di

Per la stampa spagnola Ibra è in vendita

Marotta:“La Juve è da ricompattare”

Il Barcellona avrebbe deciso di mettere in vendita Zlatan Ibrahimovic. Lo scrive il quotidiano sportivo catalano Sport. Secondo il quotidiano, vicino alle fonti blaugrana . l'attaccante svedese ex Inter potrebbe andare a Manchester City, Chelsea o Manchester United. 'Il club analizzerà le offerte che arriveranno per Zlatan'', la cui stagione al Barca è stata sotto tono, scrive Sport, precisando però che 'lo svedese e' libero di decidere se vuole andarsene o rimanere'.

'Non ho ancora firmato ma lo farò tra mercoledì e giovedì'. Beppe Marotta ha annunciato così il suo imminente passaggio alla Juventus. 'La Juventus - dice l'ex dg della Samp - è in una situazione non consona al suo blasone. Non ho la bacchetta magica ma mi auguro un rilancio dal punto di vista sportivo'. Juve da rifondare? 'No, da ricompattare' aggiunge Marotta. Del Neri? 'E'normale che una squadra che vuole puntare in alto cercasse il meglio e Del Neri è additato come uno dei migliori'.

Campobasso e 8 di Benevento), due ambulanze e cinque addetti alla partenza>. Alla conferenza stampa era presente anche il pilota campobassano, due volte campione d’Italia di specialità, Fabio Emanuele. <Correre nella gara di casa sarà una grande emozione – dice – abbiamo fatto delle modifiche alla vettura e quella di Campobasso sarà la mia prima uscita stagionale. Spero di fare bella figura ma soprattutto mi auguro che sia una bella manifestazione nel ricordo di Gianluca>. A chiudere la conferenza ci pensa il vicepresidente dell’Aci Campobasso Luciano Matteo. <Si è lavorato tanto per la buona riuscita della manifestazione – dice – e sono convinto che sarà una grande due giorni di sport. In bocca al lupo a tutti quelli che interverranno>.

21 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010


S P O RT BASKET - SERIE C DILETTANTI

Mens Sana-Termoli, via alla battaglia Questa sera, 20.30, è in programma gara due delle semifinali play off al Palasabetta Tutti pronti alla battaglia. Alle 20.30 al Palasabetta di Termoli andrà in scena gara 2 della semifinale play off tra Mens Sana Campobasso e Martino Group Termoli. Si parte dall’1-0 per la squadra del capoluogo di regione e questa sera sarà sicuramente un match differente rispetto a quello di domenica scorsa. Anche perché gli adriatici non possono

più sbagliare e metteranno tutto quello che hanno sul parquet. Cuore, grinta, determinazione e agonismo. Queste le armi che la squadra di coach De Florio utilizzerà per cercare di superare la Mens Sana che, dal canto suo, proverà a chiudere subito i conti. La formazione di Salvemini sta bene e nell’ultimo match ha ritrovato anche Benassi, final-

mente ad un livello più accettabile. In caso di vittoria del Termoli, domenica a Vazzieri ci sarebbe la ‘bella’. Proprio alla vigilia di questa gara è giunta un’ottima notizia per la Mens Sana Campobasso. La Italcom, infatti, è finita sotto la lente di SuperBasket, il più autorevole settimanale a diffusione nazionale specializzato sulla pal-

lacanestro, diretto da Claudio Limardi. Nel numero 20, in edicola da ieri, vi è un'intera pagina dedicata alla storia societaria ed alle gesta dei biancoverdi in questa stagione tuttora in atto. Avere meritato l’attenzione da parte di una testata così importante, sotto l'esperta guida del giornalista Enrico Schiavina in collaborazione con l’Ufficio Stampa della

Mens Sana, è un motivo di vanto per dirigenti, atleti, tecnici, appassionati, tifosi. Tornando al match di stasera, c’è da dire che il Palasebetta si preannuncia gremito in ogni ordine di posto e lo spettacolo sarà assicurato, in campo e sugli spalti. Palla a due, come detto, alle 20.30. EB

ATLETICA LEGGERA

FISE

Buone prove per Insogna e Trentadue al Giro dei 6 comuni

Ottimi risultati per la Ippoform al concorso nazionale di Chieti

In Campania e in Veneto si sono ben comportati Alessandra Insogna e Vincenzo Trentadue, atleti dell’allenatore termolese Pasquale Venditti, nella 8^ edizione della gara podistica “Giro dei 6 comuni” con oltre 500 partecipanti ottimo secondo posto di Alessandra Insogna degli Amici del Podismo in 44’33” su un percorso di 11,3 km con partenza e arrivo a Mugnano del Cardinale, in provincia di Avellino, davvero particolare la scelta degli organizzatori di far partire la gara ogni anno da un comune diverso, al terzo posto si è classificata Carmela Febbraio dell’Asd Stufe di Nerone in 44’58” seguita dall’atleta di casa Cathy Barbati del Baiano Runners in 45’23”, la gara è stata vinta da Bruna Santelia del Montemiletto Team Runners in 44’12”, mentre tra i maschi il successo è andato al marocchino Abdelkebir Lamachi in 35’26”. Oltre 1000 partecipanti con 600 tesserati Fidal nella 6^ edizione della “Dieci Miglia del Montello” di km 16,090 con partenza da Giavera del Montello e arrivo a Montebelluna, in provincia di Treviso, ottavo posto per Vincenzo Trentadue dell’Athletic Terni in 54’46”, vittoria per Paolo Zanatta delle Fiamme Oro Padova in 51’12” davanti all’etiope Ayanu Melese Bekele in 51’16” e Paolo Sandali dell’Atletica Sernaglia in 52’16”, tra le donne primo posto per Giovanna Volpato dell’Assindustria Sport Padova in 57’52” e secondo posto per Gloria Marconi della Corradini Rubiera in 58’22”. Da qual-

CAMPOBASSO – Come previsto alla vigilia della partenza per la trasferta teatina gli allievi del tecnico Peppino Di Buono hanno rispettato in pieno i pronostici. Malgrado qualche difficoltà i cavalieri e le amazzoni campobassane si sono ben difesi in tutte le categorie, confermando sul campo di gara il loro ottimo stato di forma. Un plauso va, dunque, rivolto a tutta la selezione del capoluogo di regione che ha nuovamente onorato il vessillo della scuola di equitazione molisana al di fuori dei confini regionali. La cronaca della tre giorni di gara ha visto l’eccellente prova di Chiara Iocca con Galyleo che nella categoria B100, nelle tre giornate, ha percorso altrettanti percorsi netti classificandosi sempre 1° ex. Ugualmente buona la prestazione fatta registrare dal cavaliere Alessio Vitullo su Silabanta che ha strappato un 1° posto ex. nella giornata di sabato, non riuscendo, però, a confermarsi nella giornata di domenica per un errore

22 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010

sull’ultimo salto del percorso. Da sottolineare il positivo esordio stagionale in una gara nazionale per Gabriele Galasso che nella categoria B100 ha ottenuto due percorsi netti nelle giornate di venerdì e sabato. Ormai accertate le loro prestazioni nelle categorie brevetto, Alice Trivisonno e di Vincenzo Cornacchione nell’impegnativa categoria C115 nelle giornate di sabato e domenica; in particolare il giovane cavaliere molisano ha ottenuto il 3 posto nella giornata di sabato, oltre al posto ex al 1° posto ex. nella categoria B110 nella giornata di venerdì. Positivo il commento del tecnico dei giovani cavalieri molisani Peppino Di Buono. Ottimo concorso anche per Michele Ruscitto che nella categoria C130 ha effettuato due percorsi senza errori classificandosi 2° nella giornata di sabato e 4° in quella di domenica. Prossimo appuntamento i campionati regionali (giugno) per le qualificazioni ai campionati italiani di categoria.

Vincenzo Trentadue che settimana è entrato a far parte della scuderia del tecnico Venditti anche il Campione Nazionale Cadetti 2009 del Marocco il 15enne Hamza Laaroussi che lo scorso anno a Meknes ha vinto il titolo nei 1000 metri con il tempo di 2’32”24 superando Mohamed Chaboud in 2’35”37 e Hicham Sghir in 2’36”78.

Fifa: il quarto uomo avrà un ruolo di assistente

Cudicini rinnova con il Tottenham

Dal Mondiale in Sudafrica, il quarto uomo disporrà di maggiori poteri e potrà intervenire direttamente durante la partita. Lo ha deciso l'International board della Fifa, riunitosi a Zurigo. 'Il suo ruolo sarà simile a quello degli altri due assistenti', ha spiegato il segretario generale della Fifa Jerome Valcke. L'International board ha dato inoltre il via libera ai cinque arbitri, ma la sperimentazione non ci sarà ai mondiali in Sudafrica. La norma non è obbligatoria.

Dopo aver recuperato dall'incidente autostradale dello scorso novembre Carlo Cudicini ha prolungato di un anno con il Tottenham. Il portiere -scrive il Daily Mail- si è ripreso dal terribile incidente in moto in cui si era fratturato la frattura dei polsi e aveva riportato lesioni al bacino. Dopo una lunga fisioterapia Cudicini è tornato a allenarsi coi compagni e Redknapp, tecnico degli Spurs, ha deciso di offrirgli un accordo annuale con l'opzione per un rinnovo di un altro anno.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 06:02 06:49 09:30 12:20 14:12 17:13 17:40 20:55

Arrivo 07:40 08:35 11:07 14:11 15:56 19:02 19:30 22:45

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta “Patane e fasciuole pestate” di Sessano 300 g di fagioli del pastore 800 g di patate 2 coste di sedano una cipolla

un peperoncino piccante 150 g di ventresca ½ dl di olio di oliva extravergine

La sera precedente, pulite i fagioli e metteteli a bagno in abbondante acqua, pari al doppio del loro volume, un tempo si usava quella piovana, perché più pura e senza minerali. Trascorso il tempo indicato, nella classica “pignata” di terracotta fate cuocere i fagioli, a fuoco moderato, nella stessa acqua in cui li avete tenuti a bagno, con l’aggiunta di sale mezza cipolla e una costa di sedano. Pelate le patate, lavatele e tagliatele a fette dello spessore di un centimetro e mezzo, mettetele in una pentola, coperte di acqua, aggiungete l’altra cipolla, il sedano e il sale necessario e portate a bollore. Quando le patate sono cotte, unite i fagioli con la loro acqua e fate insaporire tutto insieme per alcuni minuti; scolate una parte dell’acqua di cottura e con un cucchiaio di legno “pestate” i fagioli e le patate, fino a farli diventare una crema. Aggiungete un soffritto di olio ventresca a piccoli pezzi e peperoncino piccante. Fate insaporire e gustate la crema di fagioli e patate, fredda o calda, accompagnata a fette di pane casereccio, possibilmente “ascate”. Piatto tipico della cucina pastorale, meglio conosciuto come “’U pastone”. Un piatto che, ancora oggi, si usa preparare a Sessano e Pietrabbondante. I fagioli sono quelli del “pastore”, piccoli, marroni, con una buccia sottile a puntini, propri delle zone di montagna dell’Alto Molise. La cottura è quella tradizionale con i fagioli, messi a cuocere accanto al focolare nella “pignata” di terracotta, e le patate nel caldaio di rame appeso alla catena. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

CASTIGLIONE Via XXIV Maggio, 14 Tel. 0874.65105

FORTINI P.zza G. Carducci, 15 Tel. 0865.414123

CARUSO (di appoggio) Corso V. Emanuele II, 69 Tel. 0874.415360 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno D’ABRAMO - Piazza Garibaldi - Tel. 0875.706769 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

A D N E G A

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:44 12:13 13:22 14:40 16:13 17:14 18:40 20:48

Arrivo 07:39 08:23 13:56 15:00 16:25 17:59 18:55 20:30 22:38

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata potreste riscontrare la vostra attitudine a definire le questioni in modo sbrigativo, poiché non avrete proprio voglia di trascinarla per le lunghe! giustamente, avete molte cose a cui pensare, quindi perdere del tempo prezioso su una singola questione, sarebbe proprio da incoscienti e voi, pare l'abbiate capito in anticipo! Toro - In questa giornata è possibile che cerchino di scaricare su di voi alcune reponsabilità che, al contrario, dovrebbero invece gravare sulle persone che vi sono intorno e che per prime, si sono poste in prima fila per agire in questo senso. Ora è troppo comodo rivolgersi a voi sapendo che siete persone in grado di reagire e concludere molto meglio di loro! Gemelli - Sarebbe bene dedicarsi anche allo svago, poichè ne avete bisogno, tuttavia, dovrete essere abili nel cercare le persone adatte con le quali condividere tali momenti, altrimenti potreste ottenere l'effetto contrario, ossia potreste essere costretti ad ascoltare per ore problemi altrui di cui non vi importa molto e che vi faranno soltanto pensare ai vostri! Cancro - Potreste dovervi trovare a sopportare delle situazioni che non avevate preventivato e che vi porteranno a distrarvi e a confondervi! Alcune persone infatti, potrebbero diventare più invadenti del solito e cercare di trascorrere con voi molto più tempo, tempo che invece vorreste giustamente utilizzare per altro! Non dovete per forza sopportare! Leone - In questa giornata vi toccherà tirar sù di morale una persona che vi sta a cuore e che si sentirà un pochino giù per vari motivi, professionali o sentimentali! Certo, non siete abilissimi ad ascoltare, ma per oggi farete volentieri uno sforzo, quanto meno per restituire gli innumerevoli favori che questa persona vi ha già fatto! Vergine - Farete bene a fidarvi del vostro istinto, a dispetto di quello che potrebbero dire e pensare le persone che vi circondano! Se avete deciso di fidarvi di qualcuno, al quale siete legati sentimentalmente, nulla vi vieta di fare un tentativo, poiché soltanto in questo modo potrete capire se effettivamente siete in grado o meno di capire una persona! Bilancia - Potreste ricevere un invito, che vi aspettavate già, ma che tardava ad arrivare, solo che non sarete più entusiasti come all'inizio ma anzi, vi risulterà quasi un peso! Se proprio non avete intenzione di partecipare, allora sarà meglio dirlo subito, per non creare false illusioni che poi potrebbero portare addirittura a serbare rancore nei vostri confronti! Scorpione - In questa giornata potreste imparare qualcosa anche solo nell'osservare le persone intorno a voi ed i loro comportamenti. Verrete infatti colpiti dal differente modo di atteggiarsi di talune persone e questo vi spingerà certamente a riflettere su voi stessi. E' un buon allenamento questo, per cercare di cambiare qualcosa che non ci piace di noi! Sagittario - Potrebbero esserci alcuni eventi che cambieranno il vostro modo di fare e questo potrebbe preoccupare le persone che vi sono intorno e che potrebbero non riconoscervi nei vostri atteggiamenti. E' vero che spesso vi si invita ad essere più duri e meno comprensivi con le persone, ma l'essere scontrosi non fa parte del vostro modo di essere! Capricorno - Se in questa giornata troverete particolarmente difficoltosi i compiti che vi verranno assegnati, allora potrete chiedere un supporto da parte delle persone che vi sono vicino, in quanto queste non potranno negarvelo, altrimenti la prossima volta che saranno loro a rivolgersi a voi, potrete liberamente rifiutare, senza sensi di colpa! Acquario - In questa giornata potreste essere sommersi anche voi da qualche impellenza fastidiosa, come ad esempio un incontro di affari con qualcuno che non vi aveva chiesto un appuntamento e che vi costringerà a rimandarne un altro, per questioni di potere! Sono questioni che, oltre ad imbarazzarvi vi infastidiscono, ma per oggi, dovrete stringere i denti! Pesci - Qualcuno verrà particolarmente attratto dalla vostra generosità, poiché la fama vi precede e quindi vi ritroverete con questa persona che vi farà delle richieste e voi, anche se tentati di rifiutare, alla fine accetterete per non sentirvi in imbarazzo a dover dire di no. Ecco, siete i soliti, poi non prendetevela quando vi dicono che siete un po' tonti!

23 ANNO III - N° 113 MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010


lagazzettadelmolise190510a  

L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO DISTRIBUZIONE GRATUITA MERCOLEDÌ 19 MAGGIO 2010 ANNO III - N° 113

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you