Page 1

ANNO IV - N° 113 - MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A ULISSE DI GIACOMO

All’indomani della schiacciante vittoria di Rosario De Matteis alla Provincia di Campobasso, e più in generale del centrodestra, un merito va riconosciuto anche al coordinatore regionale del Partito della Libertà Ulisse Di Giacomo. Il senatore, infatti, ha coordinato le ‘forze’ in tutta la regione per ottenere quelli che poi si sono rivelati risultati entusiasmanti per tutto lo schieramento che oltre a conquistare palazzo Magno ha primeggiato nella maggior parte dei comuni chiamati al voto. E’ per questo che il nostro oscar oggi va ad Ulisse Di Giacomo

IL TAPIRO DEL GIORNO AL CENTROSINSITRA

La trattativa è stata lunga. Ma soprattutto inutile, perché il centrosinsitra, ancora una volta, è andato diviso. Lo abbiamo detto tante volte, ora però lo dicono anche loro. E sa tanto di presa per i fondelli, visto che nemmeno questa volta l’unità della coalizione è stata raggiunta. Solo non riusciamo proprio a capire con che faccia adesso nei partiti si auspichi quella compattezza che forse avrebbe dato a tutto lo schieramento maggiori chance di vittoria. Lo sapevano anche prima i segretari regionali che la spaccatura interna li avrebbe penalizzati. E come ogni volta che perdono, il giorno successivo sono tutti pronti a fare mea culpa. Ma quanti errori servono a questo centrosinistra molisano per capire che si devono accordare prima del voto?

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

MONTENERO DI B.

Abuso d’ufficio, assolto l’ex direttore generale dell’Asrem Sergio Florio

Controlli nelle aziende: l’ispettorato del lavoro sospende sei attività

Stalking e furto aggravato I carabinieri arrestano 37enne aquilano

A PAG. 10

A PAG. 9

A PAG. 9

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


SPECIALE ELEZIONI Molise in controtendenza rispetto al dato nazionale. Risale il Pd mentre si registra il tonfo dell’Idv

Sinistra a rischio estinzione CAMPOBASSO – Hanno molto da insegnare queste elezioni provinciali. Al centrosinistra, ancor più che al centrodestra. La vittoria la primo turno di Rosario De Matteis, infatti, rappresenta l’ennesima batosta per questo schieramento eternamente diviso. Ed è una consolazione, seppur magra, per il deputato molisano Silvio Berlusconi, uscito dalla tornata amministrativa con le ossa rotte. Dunque, primo dato da registrare è che il Molise è in controtendenza rispetto al resto del paese, dove invece il centrosinistra si è ripreso una fetta importante dell’elettorato. Il Pdl di Michele Iorio invece è ancora molto forte. E pago dell’esito delle urne, si prepara con maggiore entusiasmo degli avversari ad affrontare le regionali di novembre. Certo, resta l’incognita ricandidatura.

Ma considerato l’affetto dei molisani nei suoi riguardi, il governatore non dovrebbe trovare troppi ostacoli. Anche nell’ipotesi in cui sarà costretto a cedere il testimone (Vitagliano, Di Giacomo?). Gli altri nel frattempo possono riflettere sugli errori commessi: il più clamoroso - e riconosciuto da tutti - quello di non aver saputo trovare la necessaria compattezza. Senza una squadra coesa, nemmeno il migliore degli allenatori riuscirebbe a spuntarla. Ma c’è anche un aspetto che almeno in casa democrats conforta: la rimonta del Pd, oggi il secondo partito dopo il Pdl. Una lezione data soprattutto all’Idv che invece ha fatto un tonfo precipitando a poco più del 6%. Buona anche la performance dell’Adc Molise di Pietracupa e co (5,8%), più che discreta quella del movimento di Massimo

Romano. Costruire democrazia ha ottenuto il 5,4% dei voti, che non è cosa da poco per una lista che non ha grandi sponsor (cioè partiti) alle spalle. Va detto però che i voti, Cd, non li ha presi a Bojano, la casa del presidente Romano, ma nel capoluogo con l’exploit di Michele Durante. Hanno tenuto bene anche i socialisti: l’assessore provinciale uscente, Pietro Montanaro, pur non rientrando nel nuovo Consiglio di via Roma, può consolarsi con un rilevante risultato personale (1069 preferenze). Quello che serve, come ha detto anche il segretario del Pdci, Gianni Montesano, è lavorare per evitare che la sinistra rischi definitivamente di estinguersi. A patto però di ritrovare l’unità. AD

14.295 voti 12,69%

5.442 voti 4,83%

3.620 voti 3,21%

1.007 voti 0,89%

12.429 voti 11,03%

4.994 voti 4,43%

2.966 voti 2,63%

998 voti 0,88%

6.883 voti 6,11%

4.774 voti 4,23%

2.718 voti 2,41%

971 voti 0,86%

6.528 voti 5,79%

4.684 voti 4,15%

2.434 voti 2,16%

898 voti 0,79%

6.085 voti 5,4%

4.138 voti 3,67%

1.865 voti 1,65%

464 voti 0,41%

6.007 voti 5,33%

4.136 voti 3,67%

1.854 voti 1,64%

409 voti 0,36%

6.005 voti 5,33%

4.114 voti 3,65%

1.538 voti 1,36%

347 voti 0,3%


SPECIALE ELEZIONI Tutti i nomi degli eletti a palazzo Magno

Il nuovo consiglio provinciale

54,26%

CAMPOBASSO – A scrutinio concluso si delinea il nuovo consiglio provinciale. Ecco come sarà composto: al Pdl vanno quattro seggi (Gianluca Cefaratti, Rita Colaci, Salvatore Colagiovanni e Carlo Perrella). Primi dei non eletti gli uscenti Crema, Varra e Felice. Per Alleanza di Centro entra a palazzo Magno Luciano Di Biase, mentre resta fuori, in attesa di ‘ripescaggio’, l’ex sindaco di Trivento Corallo. L’Udc elegge Fabio Talucci, per Progetto Molise la spunta l’uscente Salvatore Micone. Per l’Udeur ci sarà Alberto Tramontano, mentre la lista Provincia Amica elegge Bruno Manocchio. In rappresentanza di Fli arriva Donato D’Ambrosio, per Democrazia popolare

l'ex sindaco di Roccavivara, Franco Antenucci. Il chiacchieratissimo Remo Grande fa il bis, accaparrandosi il seggio di Molise Civile, e, nel caso in cui il presidente De Matteis lascerà vuoto lo scranno di palazzo Moffa, si becca anche il posto da consigliere regionale. Oltre a De Matteis tra i sei candidati alla presidenza entrano Micaela Fanelli e Pierpaolo Nagni. Fuori Simone Coscia, Oreste Campopiano e Giovancarmine Mancini. In rappresentanza del centrosinistra entrano Michele Durante (Costruire Democrazia), Antonio Cerio (Alternativ@), Massimo Caravatta, Pietro Testa e Laura Venittelli (Pd).

1 SEGGIO

I DATI DEFINITIVI

30,89%

voti

%

voti

%

voti

%

voti

%

3 SEGGI voti

1 SEGGIO

%

4 SEGGI

1 SEGGIO

1 SEGGIO 1 SEGGIO

6,63%

1 SEGGIO 1 SEGGIO

1 SEGGIO

1 SEGGIO

4,26%

1 SEGGIO 1 SEGGIO 1 SEGGIO

2,34%

1,6%


SPECIALE ELEZIONI Silvestri riconquista Palazzo Colagrosso con circa 700 voti di scarto. Lotta sul filo nei piccoli centri

Bojano resta al centrodestra Bojano conferma Antonio Silvestri con 2.375 preferenze. Con circa 700 voti di scarto, il centrodestra mantiene la tradizione positiva nella città matesina. Gli altri tre candidati, a partire da Gianni Mainelli che si ferma a 1.644 preferenze, passando per Gino Amorosa (1.323) e al giovane Elio Rinaldi del Guerriero Sannita (37), dovranno rimandare i sogni di conquista di Palazzo Colagrosso. Grande battaglia, invece, nei centri minori. A Sepino, non ce la fa Antonio Mosca che cede la fascia a Filomena Zeoli per soli 15 voti. A Vinchiaturo, ritorna sindaco Antonello Tucci (dopo il quinquennio di Giacomo D’Aquila, ex assessore provinciale in quota Idv) che si impone per la miseria di 8 voti su Luigi Valente. A Macchia Valfortore non riesce la riconferma ad Antonio Carozza che con 251 preferenze deve cedere la poltrona di sindaco a Nicola Zingaro che ne ottiene 266: anche qui sole 15 in più.

BARANELLO Marco MAIO

Maria D. LOMBARDI

1.389 voti 91,92%

122 voti 8,07%

BOJANO Palazzo Colagrosso di Bojano Conferma, invece, a Ripabottoni per Michele Frenza che conquista 262 preferenze contro le 106 di Domenico Piedimonte. Altra conferma, quasi all’unani-

mità, infine, per Antonio Alfonso che, a Morrone del Sannio (paese natale di Michele Iorio), conquista 422 voti contro i soli 14 di Pietro Mascitelli.

CIVITACAMPOMARANO

Antonio SILVESTRI

Luigi AMOROSA

2.375 voti 44,15% 1.323 voti 24,59% Gianni MAINELLI

Elio RINALDI

1.644 voti 30,56%

37 voti 0,68%

CAMPOCHIARO

Massimiliano Sasso

Filippo Longo

Antonio CARLONE

Tonino ALBANESE

2 voti 0,68%

0 voti -%

248 voti 52,43%

225 voti 47,56%

Paolo Manuele

Giuseppe Iuliani

199 voti 67,68%

93 voti 31,63%

GUARDIAREGIA

MACCHIA VALFORTORE

Pietro Bianchini

Giovanni MASTROGIOVANNI

Antonio Carozza

Nicola Zingaro

2 voti 0,34%

184 voti 31,61%

251 voti 48,54%

266 voti 51,45%

Fabio Iuliano

396 voti 68,4% MOLISE

MATRICE

Michele Frenza sindaco di Ripabottoni

Michele Cirino

Domenico A. ZAMPINI

333 voti 40,16%

496 voti 40,16%

Franco PALLADINO

Cosimo PEDICINI

18 voti 15,38%

0 voti -%

Domenico CIRELLI

94 voti 80,34%

Carmine BIANCHINI

Angelo VARRIANO

4 voti 3,41%

1 voto 0,85%


REGIONE Ecco i nuovi sindaci di Ururi, Portocannone e San Giacomo degli Schiavoni

Plescia, Mascio e Bucci vincono in basso Molise SEPINO

Dopo una piccola parentesi, Luigi Plescia, con la lista civica Uniti per il bene di Ururi, è tornato a capo dell’Amministrazione del Comune bassomolisano. Ha ottenuto 753 voti pari al 38.06%. Plescia, a capo della lista di centrodestra Per il bene di Ururi, torna quindi a guidare amministrativamente uno dei centri colpito dal sisma del 31 ottobre del 2002. A condendere la sua vittoria Iana Puleggi, con la lista Insieme per rinascere che ha ottenuto 667 voti pari al 33.72% e Giovanni Di Lullo, con 558 preferenze pari al 28,21%. Ad Ururi si sono recati alle urne 2037 votanti su 2914 aventi diritto per una affluenza pari al 69,90R; le schede bianche sono state 28, le nulle 31. E i suoi elettori hanno festeggiato per tutta la notte anche con fuochi artificiali. Luigi Plescia, che in principio non aveva intenzione di candidarsi, alla fine ha accettato la sfida vincendola. Per nulla emozionato si è già messo al lavoro per scegliere la sua squadra. A Portocannone Luigi Mascio, sindaco uscente a capo della lista civica Trasparenza, partecipazione e impegno per Portocannone, è stato riconfermato alla carica di primo cittadino ottenendo 1155 preferenze pari al 67,62%, battendo l’altro candido Teresa Licursi che ha riportato 563 voti pari 32,37%. In totale a Portocannone hanno votato 1791 elettori su 2271 aventi diritto con una affluenza pari al 78,86%; le schede bianche sono state 31 mentre le nulle 52. Per Luigi Mascio è stata una vittoria doppia sia per la riconferma sia perché ha sconfitto una concorrente molto agguerrita. A San Giacomo degli Schiavoni invece Rino Bucci, della lista Per il futuro di San Gia-

como è il nuovo sindaco del centro alle porte di Termoli, ottenendo 403 voti pari 42,02%. Al secondo posto Graziano Ceccarelli della lista San Giacomo in Comune con 338 voti pari al 35,24%, e al terzo Attilio (detto Ugo) Galasso della lista Libera San Giacomo, che ha ottenutola

208 preferenze pari 22,73%. I votanti sono stati 982 su 1250 aventi diritto con una affluenza 78,56%; le schede bianche sono state 8 quelle nulle 15. A San Giacomo lo spoglio è andato molto a rilento e solo ieri mattina si sono avuti i risultati per le comunali.

Antonio Mosca

Filomena Zeoli

465 voti 33,69%

480 voti 34,78%

Angelo Tiberio

435 voti 31,52% URURI Luigi Plescia

Iana Puleggi

753 voti 38,06%

667 voti 33,72%

RIPABOTTONI Michele Frenza

Domenico Piedimonte

262 voti 70,81% 106 voti 28,64% Gaetano Matrella

Domenico Ranallo

Gianfranco Di Lullo

558 voti 28,21%

0 voti -% Michele Petti 1 voto 0,27%

1 voto 0,27%

SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI Graziano Ceccarelli

Rino Bucci

338 voti 35,24% 403 voti 42,02% Attilio Galasso

VINCHIATURO Luigi Valente

645 voti 28,98%

Angelo Petrecca

521 voti 23,41%

Angelo Primiani

Antonello Tucci

406 voti 18,24%

653 voti 29,34%

218 voti 22,73% PIETRACATELLA Giovanni Di Vita

MORRONE DEL SANNIO

745 voti 73,98% 262 voti 26,01%

Antonio ALFONSO

Pietro MASCITELLI

422 voti 96,78%

14 voti 3,21%

PORTOCANNONE Luigi Mascio

1.155 voti 67,62%

Luigi Plescia torna sindaco ad Ururi

Lucio Di Ielsi

Teresa Licursi

553 voti 32,37%

SAN BIASE Isabella DI FLORIO

Giovanni CALAMO

120 voti 88,23%

14 voti 10,29%

Massimo BOSCO

2 voti 1,47%

Luigi Mascio è stato riconfermato a Portocannone

Rino Bucci nuovo sindaco di San Giacomo degli Schiavoni


SPECIALE ELEZIONI D’Ascanio fa gli auguri a De Matteis CAMPOBASSO - Il presidente uscente, Nicola D’Ascanio, invia un messaggio beneaugurale al neo eletto capo dell’esecutivo di palazzo magno, Rosario De Matteis ed ai consiglieri eletti che volentieri pubblichiamo: “Egregio presidente De Matteis, le rappresento le mie più sincere congratulazioni per l’affermazione elettorale conseguita nella competizione elettorale del 15 e 16 maggio u.s.. Sono convinto che per le sue doti umane e politiche saprà ben rappresentare un ente di così alto valore storico ed istituzionale quale è la nostra Provincia di Campobasso. Nell’augurare a lei un proficuo lavoro, rivolto alla tutela degli in-

teressi pubblici nonché alla valorizzazione dei beni comuni, che saprà sicuramente svolgere al meglio, mi permetta di estendere in questa medesima circostanza anche ai consiglieri eletti e comunque direttamente ai candidati tutti un vivo apprezzamento per essersi sottoposti con convinzione e sobrietà al giudizio popolare, sovrano ed inappellabile. Resto in attesa che gli organi competenti adottino il provvedimento di proclamazione, così da effettuare rapidamente il conseguente avvicendamento politicoamministrativo e, in rispettoso ossequio al pronunciamento democratico, il relativo passaggio di consegne”.

Nicolino D’Ascanio

Picciano: lo attende un impegno gravoso Il presidente del Consiglio regionale Michele Picciano si congratula con Rosario De Matteis per la vittoria al primo turno nelle elezioni amministrative per la Provincia di Campobasso. “Il neo presidente De Matteis – ha affermato Picciano – deve affrontare un impegno gravoso e di grande responsabilità ma anche suggestivo e stimolante. L’ente che guiderà vive una situazione delicata e necessita di un forte rilancio amministrativo e istituz i o n al e”. Secondo il presidente del Consiglio regionale “questa tornata Michele Picciano elettorale ha mostrato un

tasso di astensionismo preoccupante, con un calo sostanziale rispetto alle elezioni provinciali del 2006. Un dato su cui è bene riflettere e rispetto al quale Rosario De Matteis potrà incidere dall’alto della sua competenza e della sua serietà”. Una stagione che si preannuncia faticosa, sostiene Picciano, “ma sono sicuro che il nuovo presidente della Provincia sia l’uomo giusto al posto giusto. Avere vinto la competizione al primo turno sta a testimoniare la validità dell’impalcatura allestita da De Matteis che ha saputo coagulare intorno alla sua figura e alla sua proposta progettuale tutta l’area del centrodestra. E’ questa la forza della coalizione molisana da anni – ha concluso Picciano – e sarà questa la forza di Rosario De Matteis alla Provincia di Campobasso”.

Le congratulazioni del sindaco Di Brino TERMOLI - Il sindaco Basso Antonio Di Brino si congratula con il neo eletto presidente della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis. “A nome mio e dell’amministrazione comunale di Termoli, mi congratulo con il neo eletto presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, per il successo conseguito nelle elezioni provinciali, un importante riconoscimento delle doti di onestà e capacità già ampiamente dimostrate in passato.

Il sindaco di Termoli Basso Antonio Di Brino


REGIONE Il contratto di appalto dei servizi di pulizia scadrà il prossimo 30 giugno

Lsu scuole, in 115 rischiano il posto Di Sandro scrive ai ministri Gelmini e Tremonti: sono vicino ai lavoratori

Filoteo Di Sandro

Incontro in Giunta tra Iorio e Sciascia E’ stato ricevuto dal governatore Michele Iorio il presidente della Sezione giurisdizionale della Corte dei Conti Michael Sciascia. Ieri, nel palazzo della Presidenza della Giunta, l’incontro in cui Iorio e Sciascia hanno discusso lungamente sulla situazione del Molise e sulle condizioni socio-economiche del territorio, nonché sulle caratteristiche delle amministrazioni pubbliche che in esso operano.

CAMPOBASSO – Sono 115 gli Lsu (Lavoratori socialmente utili) nelle scuole a rischio licenziamento. Il 30 giugno prossimo, infatti, scadrà il contratto di appalto dei servizi di pulizia ed ausiliari stipulati da diverse imprese con il ministero. Per l’assessore regionale all’Istruzione, Filoteo Di Sandro, dopo l’incontro dello scorso 12 maggio con il direttore dell’Ufficio scolastico, “nonostante le sollecitazioni, non si è ancora giunti ad un accordo con i

vertici istituzionali competenti”. Per questo, Di Sandro “ha assunto l’impegno di sollecitare gli organismi competenti inviando (ieri, ndr) una lettera” ai ministri Gelmini e Tremonti. “Esprimo la mia personale vicinanza, come uomo e come politico – afferma Di Sandro – ai lavoratori che stanno vivendo questo difficile momento, nella speranza che il nostro appello venga accolto al più presto e si possano reperire, a livello ministeriale, le risorse necessarie. Sono consapevole del momento di difficoltà economico che il nostro Paese ha dovuto affrontare negli ultimi tempi – conclude l’assessore – ma credo che verranno predisposte tutte le misure necessarie tese ad evitare un ulteriore aggravio della condizione generale delle nostre famiglie.

Ammortizzatori in deroga, attese le prime risorse Ammonta a tredici milioni di euro la prima anticipazione di fondi che dovrà essere trasferita al Molise in base aI recente accordo sottoscritto a Roma con il Ministero del Lavoro circa gli ammortizzatori sociali in deroga valido per l’anno 2011. Risorse corrispondenti al 50% del fabbisogno complessivo stimato e che andranno a sommarsi alla disponibilità finanziaria residua delle precedenti annualità, pari a circa sei milioni e trecentomila euro. Sulla base delle fondi immediatamente disponibili, che ammontano a circa diciannove milioni e trecentomila euro, l’assessore al Lavoro, Angiolina Fusco Perrella, ha già

attivato le procedure di concertazione con le parti sociali, proprio al fine di raggiungere in tempi brevi l’accordo territoriale che disciplinerà l’accesso agli ammortizzatori in deroga per l’anno 2011. L’importante intesa raggiunta a livello ministeriale consentirà di programmare in modo articolato, anche per la corrente annualità, gli interventi di politica attiva e di sostegno al reddito dei lavoratori disoccupati o a rischio disoccupazione a seguito di crisi aziendale, fornendo per quanto possibile risposte adeguate alla situazione di disagio in cui versano i lavoratori interessati.

Il Tribunale respinge il suo ricorso

Digati a Molise Acque, per il Tar nessuna parentopoli Prima con decreto Presidenziale dello scorso 3 maggio (istanza di sospensiva), poi con ordinanza depositata il successivo 12 maggio e a seguito della discussione in pubblica udienza, il Tar Molise ha respinto il ricorso presentato contro Antonio Digati circa la sua carica all’interno di Molise Acque. Digati, nel dicembre del 2010, era stato nominato dal Consiglio regionale membro effettivo del Collegio sindacale dell’azienda speciale con altri due colleghi. A partire da gennaio è però cominciata una campagna di alcune testate giornalistiche telematiche che sostenevano l’illegittimità del provvedimento di nomina del revisore in quanto fratello della moglie del Direttore generale dell’ente Giorgio Marone. Si è addirittura affermato che il tutto era avvenuto sulla base di omissioni ed autocertificazioni non veritiere. Il noto professionista termolese ha dunque dato mandato al suo legale per querelare quanti strumentalmente e dolosamente – a suo giudizio – applicavano una norma riguardante tutt’altra situazione giuridica (ovvero quella degli amministratori dell’ente), affermando, inoltre, che il clamore attributo alla vicenda derivasse da mere strumentalizzazioni politiche, alle quali peraltro era del tutto estraneo. Il Consiglio regionale, investito della verifica dei requisiti di eleggibilità e compatibilità dei sindaci eletti, a seguito di tali fatti, ha provveduto a richiedere formale parere all’avvocatura distrettuale dello Stato di Campobasso circa la situazione, ricevendo dalla stessa parere favorevole alla compatibilità del Digati. A marzo l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, effettuate le verifiche di legge e preso atto del citato parere, ha deliberato “il nulla osta alla elezione”. Ma ad aprile è ripresa la campagna stampa di alcuni siti che hanno preannunciato “a mò di direttore d’orchestra” un ricorso firmato congiuntamente dai tre sindaci/revisori scaduti e da due consiglieri di amministrazione, notificato alla Presidenza del Consiglio regionale ed ai nuovi sindaci. Nei giorni scorsi si è tenuta l’udienza al Tar in cui il dott. Digati difeso dall’avv. Francesco Fimmanò, ha visto riconoscere le sue ragioni. Secondo il pronunciamento del Tar, infatti, “i parametri normativi invocati dai ricorrenti non sono estensibili alla figura del direttore generale”. Francesco Fimmanò


CAMPOBASSO Carabinieri riscontrano irregolarità nell’assunzione dei dipendenti, sei imprese sospese

Operazione dell’Ispettorato al lavoro: pioggia di sanzioni Ancora un’operazione vincente dei carabinieri dell’Ispettorato del lavoro di Campobasso sul territorio provinciale. Lo scorso lunedì, infatti, i controlli portati a termine dai militari per verificare la posizione di molte imprese locali hanno portato all’elevazione di diverse multe, facendo scattare, in alcuni casi, il provvedimento della sospensione. Le ispezioni hanno interessato non solo cantieri edili, ma anche attività commerciali quali bar, pasticcerie, negozi di articoli da regalo e ditte di autonoleggio. In seguito al blitz delle autorità sei imprese sono state sospese perché trovate ad impiegare manodopera irregolarmente: gli accertamenti sull’assunzione dei dipendenti hanno permesso di riscontrare la presenza di sei lavoratori ‘in nero’. Ben ventisei le sanzioni elevate, per un importo complessivo di 13mila euro circa. Un risultato che conferma l’efficacia e l’attenzione dell’operato condotto dall’Arma dei carabinieri, che continueranno anche nelle prossime ore a vigilare sul territorio.

Stalking e furto: 37enne nei guai Arrestato dai carabinieri di Montenero di Bisaccia, dovrà scontare 1 anno e 4 mesi Sulle sue spalle pesava un ordine di espiazione di pena definitiva. Nelle scorse ore - in seguito alla condanna emessa ai suoi danni per stalking e furto aggravato continuato (reati commessi nell’area del centro abruzzese nel 2009 e 2010) - sono stati proprio i carabinieri di Montenero di Bisaccia ad eseguire il provvedimento

nei confronti di un 37enne originario di L’Aquila. L’uomo è infatti stato arrestato dai militari della stazione del centro basso molisano e, dopo gli accertamenti di routine, è stato predisposto il trasferimento in una comunità terapeutica del centro: sarà lì che dovrà scontare la pena detentiva di un anno e quattro mesi.

Riforma scolastica, assemblea sindacale al Pertini Processo di riforma e nuova scuola, precariato ed elezioni rsu: questi alcuni degli argomenti che verranno affrontati e approfonditi nell’ambito dell’assemblea sindacale territoriale che si terrà il prossimo 27 maggio, dalle 11 alle 13, nell’auditorium dell’Itas ‘S. Pertini’ di Campobasso. All’incontro parteciperà anche Pino Turi, segretario nazionale Uil scuola. Il dibattito continuerà a partire dalle 13,30 con iscritti e delegati. Dalle 15 spazio al 1° congresso regionale UIL Scuola Molise.

9 ANNO IV - N° 111 DOMENICA 15 MAGGIO 2011


CAMPOBASSO Abuso d’ufficio, assolto Sergio Florio L’ex manager dell’Asrem ieri presente nel Tribunale di Campobasso difeso dall’avvocato Arturo Messere Abuso d’ufficio, omissione d’atti d’ufficio, inosservanza di provvedimenti dell’autorità giudiziaria: questi i reati contestati all’ex manager dell’Asrem, Sergio Florio, e dai quali, ieri nel Tribunale di Campobasso, è stato assolto. Nel primo pomeriggio, la decisione del collegio penale composto dai giudici Russo, Scarlato e Calabria. Per l’ingegnere partenopeo, difeso dall’avvocato Arturo Messere, il pubblico ministero Fabio Papa aveva chiesto una condanna a 2 anni e 6 mesi. Mentre il suo legale ha ribadito la non responsabilità del suo assistito in relazione ai fatti contestati. A Florio, presente in aula, era stato rimproverato di non aver riammesso in servizio il dottor Previati, licenziato nel 2004 dal precedente direttore generale, Bonomolo. E questo nonostante le sentenze di

primo grado e di appello avessero dichiarato la nullità di quel ‘congedo’. Come dimostrato, però, la Corte d’appello aveva rinviato la questione al Tribunale che a sua volta aveva disposto il reintegro di Previati. E proprio a seguito di tale pronunciamento, Florio riassunse il funzionario. Ieri, ascoltati anche due avvocati nominati dall’Asrem per resistere in giudizio al ricorso presentato dal Previati, costituitosi parte civile ed assistito dall’avvocato Giovanni Santoro.

Le donne che fanno la differenza: Cultura del vino, incontri Ti racconto un libro ospita Ritanna Armeni e dibattiti in città La storia non la fanno solo gli uomini. Ma anche e soprattutto le donne. E allora è tempo di tirare le somme, di capire quanto e in che modo il contributo femminile ha finito per segnare profondamente il corso della storia. Quella che spesso tutti noi diamo per scontato ma che nasconde lotte, sacrifici e coraggio. A ridisegnare la mappa dei meriti ci ha pensato la giornalista e scrittrice Ritanna Armeni che ha messo insieme cento grandi nomi della cultura, della politica e dello spettacolo italiano per un “dizionario al femminile”, che fa il punto sul nostro passato e sul nostro presente, per capire dove stiamo andando e per ricordare da dove siamo partite e quanta strada abbiamo percorso. Nelle pagine del suo Parola di donna l’autrice raccoglie cento voci del privato e del politico, le parole della quotidianità e quelle della filosofia, da abito a zitella, passando per diritti, lavoro, pari opportunità, ma anche desiderio, mamma, sirena, verginità. Tutte rigorosamente reinterpretate dal lessico femminile e che hanno segnato radicalmente la storia del nostro Paese, che magari sono cambiate negli anni, ma che sono attuali più che mai. Si tratta di un libro corale, cui hanno partecipato, sotto l’abile regia di Ritanna Armeni, donne diverse per orientamento politico, professione, stato sociale, tutte accomunate dall’entusiasmo di esserci, dal desiderio di raccontare, di raccontarsi, di capire. E la voce delle donne, spesso percepita solo come un mormorio indistinto o come un canto fatato e affascinante, in questo libro unico e originale diventa parola chiara e distinta, che interpreta il mondo con coraggio e determinazione. La scrittrice sarà ospite di Ti racconto un libro 2011 - laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione, promosso e organizzato dall’Unione Lettori Italiani e dalla Provincia di Campobasso, con la direzione artistica di Brunella Santoli e la collaborazione del Comune di Campobasso domani alle 18e30 nella sala conferenze della Biblioteca provinciale “P.Albino” di Campobasso.

Anche in Molise, sabato prossimo si celebrerà la 1^ Giornata nazionale della Cultura del vino. L’appuntamento è al Centrum Palace di Campobasso alle 16e30. Dalle Alpi alla Mediterraneo, le strutture regionali dell'Associazione italiana sommelier daranno vita, in contemporanea, a una serie di incontri e dibattiti per divulgare la conoscenza del vino al grande pubblico. Un progetto che vedrà impegnati in prima linea medici e ricercatori scientifici, coinvolti negli incontri che evidenzieranno gli aspetti salutistici legati al consumo moderato di questo bevanda. Ma anche storici e sociologi, impegnati a ripercorrere il profilo culturale del "nettare di Bacco". Per finire con l'esercito dei 30.000 sommelier della scuola Ais ai quali spetterà il compito di mostrare il lato edonistico ed emozionale del vino, attraverso le moderne tecniche di degustazione. «Oggi in Italia - afferma il presidente dell'Ais, Antonello Maietta - solo 7 milioni di consumatori conoscono adeguatamente il vino e la cultura che c'è dietro. Gli altri che lo bevono lo fanno in maniera non del tutto consapevole e non sempre hanno gli strumenti necessari per avvicinarsi a questa bevanda nel modo giusto e responsabile. Solo mettendo la cultura al centro del "sistema vino" possiamo ricreare attenzione e curiosità verso questo prodotto, alimentando anche la ripresa dei consumi interni che nel nostro Paese non sono mai stati cosi bassi dal 1950». Infatti, se da una parte il vino italiano corre oltre i confini nazionali confermandosi prima voce dell'agro alimentare - con un fatturato export 2010 di quasi 3,9 miliardi di euro e più di 2,5 miliardi di bottiglie tricolori stappate nel mondo - dall'altra bisogna registrare che i consumi interni sono scesi, per la prima volta, sotto la "storica soglia" dei 40 litri procapite. Un dato che può essere spiegato in primo luogo con la riduzione del potere di acquisto delle famiglie italiane, a seguito della recente crisi economica. In secondo luogo per ragioni esclusivamente culturali legate a una percezione distorta dei valori del vino.


TERMOLI In discussione il futuro dello stabilimento termolese e le ricadute occupazionali

Fiat, i sindacati chiedono un incontro Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl puntano il dito contro gli atteggiamenti incompresibili e le forzature messi in atto dall’attuale direzione del personale di Rivolta del Re TERMOLI – Ieri si sono riunite le segreterie sindacali di Fim-Fiom-Uilm-Fismic e Ugl per fare il punto della situazione su quanto sta accadendo all’interno dello stabilimento Fiat Powertrain. Dalla discussione è emersa la necessità di intraprendere una serie di iniziative, affinché lo stabilimento di Termoli continui ad essere polo industriale di eccellenza anche dal punto di vista qualitativo del gruppo Fiat. Sono state sottoposte alla direzione del personale alcune linee guida quali: Richiesta di un incontro con FPT Termoli, da te-

nersi presso l’Associazione degli industriali del Molise, sul futuro e le prospettive dello stabilimento, circa i nuovi modelli, relativi investimenti e ricadute occupazionali sul territorio; Situazione attuale ed al momento delicato sulla gestione delle problematiche di stabilimento; Atteggiamenti incomprensibili sulle forzature messe in atto dall’attuale direzione del personale in una realtà come quella di Termoli; Fondamentale e necessaria la serenità e l’equilibrio delle RSU di stabilimento durante lo svolgimento del proprio lavoro all’interno dei pro-

cessi produttivi; Le segreterie territoriali convengono sulla necessità di ripristinare un sistema di relazioni sindacali, nel rispetto dei propri ruoli, funzionale alla risoluzione dei problemi dei lavoratori, nell’interesse del consolidamento e dello sviluppo del tessuto industriale del territorio. Infine, le segreterie territoriali, preoccupate sull’andamento delle future relazioni sindacali industriali, sensibilizzano le strutture nazionali, sia sindacali che datoriali, affinché si torni a lavorare per il raggiungimento di obbiettivi comuni.

Anb e Sada, visite tecniche nei campi di cereali e colza

L’ANB, la SADA Srl organizzano per oggi una visita tecnica ai campi di Cereali e colza , in area Molise e Puglia, per scelte varietali e tecnica di coltivazione. L’appuntamento è fissato presso il distributore ESSO di Lesina-Ripalta sulla S.S. 16 alle

8 e sull’incrocio di Petacciato Marina sempre sulla S.S. 16 alle 8,45. Gli organizzatori ritengono la visita particolarmente interessante perchè coinvolti diversi appezzamenti di terra in aree diverse seminate con colture diverse, e questo rende possibili

valutazioni e confronti immediati. Nel corso della visita sono previsti alcuni interventi che illustreranno quanto emerso dell'attuale campagna e le prospettive tecniche ed economiche della prossima stagione. Il programma prevede alle 9 il ritrovo e registrazione partecipanti presso l’azienda s.s. Sarni Alessandro e Carmine in Contrada “Marinelle” a Montenero di Bisaccia Seguirà la visita ai campi per una valutazione diretta sulla coltura. Alle 10,30 partenza per Lucera località “Paglietta” dove, presso l’azienda Paolucci Dr.Filiberto e figli, ci saranno prove a confronto di varietà di cereali su sodo. Dopo il dibattito e la pausa pranzo, i lavori riprenderanno con una breve presentazione della tecnica di coltivazione del Colza. La visita proseguirà a Castelnuovo della Daunia presso l'azienda Pasquale Venditti e, infine ai campi di Colza presso l’azienda Simone Mascia in località ”S.Andrea Venovo”; a San Severo. I lavori si concluderanno con un dibattito.

Al via la rassegna dei gruppi folk scolastici LARINO - Il dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo statale di Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, professoressa Angela Maria Tosto, alle 16 terrà una confe-

renza stampa pressola sede centrale dell'Istituto.Tema dell'incontro la “Storia e folklore a Larino”, la rassegna di gruppi folk scolastici che si terrà nei giorni 19-20-21 Maggio prossimi.

A Termoli il festival dedicato alla letteratura TERMOLI - Verrà presentato domani alle 10, nella sala consiliare del Municipio, il Festival dedicato alla lettura, intitolato “Leggere per raccontarla”. L’evento rientra nella campagna nazionale il “Maggio del libri”, promossa dal Mibac, iniziata il 23 Aprile scorso e che si concluderà lunedì 23 Maggio, cui ha aderito il Comune di Termoli in collaborazione con le librerie: Abba, Dolce Stil Novo, Fahren-

heit, Gibè, La Luna al Guinzaglio, Il Ponte e The Book Shop. Il festival si svolgerà a Termoli, in Piazza Duomo, dal 20 al 22 maggio, dalle 17 alle 24. Alla conferenza saranno presenti l’assessore alla cultura Michele Cocomazzi, la curatrice dell’evento e del progetto “Molise Cultura” della Regione Molise Maria Assunta Fazzano, ed i rappresentanti delle librerie che hanno aderito all’iniziativa.

Pizza in Piazza, domani si chiude alle 17:30 TERMOLI – Ha preso il via “Pizza in Piazza”, l'avvenimento patrocinato dal Comune di Termoli, dalla FIPE Confcommercio Campobasso e dalla Pro Loco di Termoli. La manifesta-

zione culinaria con degustazione di pizze si concluderà domani e si svolge in Piazza Vittorio Veneto (Piazza Monumento) , anziché in piazza Sant’Antonio, dalle ore 17,30 in poi.


SPETTACOLI L’attore molisano prosegue il tour con buon riscontro di pubblico

“Bossolo”, monologo al Savoia Sul palco Marco Caldoro con il testo di Antonio Palumbo CAMPOBASSO - Questa sera alle 21.00 al teatro Savoia va in scena il monologo di Antonio Palumbo interpretato da Marco Caldoro (foto) “Bossolo”. L’attore molisano si destreggia sul palco, agevolmente, nei panni di un ragazzo del sud, di Bari, stritolato dai tentacoli della malavita. Una storia come tante, tra una madre ed un figlio, in una calda estate del 1964. Marco Caldoro, è uno dei giovani attori sulla scena molisana, tra i più attivi. Molti i suoi lavori al cinema (Moccia, Martelli, Domenici) e in tv in fiction come “Un cane per due”, “Don Matteo”, “La squadra”, “Donna detective”. La sua poliedricità si completa con “Alfredo4”, collettivo trasversale di teatro/musica, in cui è lui il protagonista principale. Lo spettacolo di questa sera è stato realizzato in collaborazione con la Caritas Diocesana di Campobasso. Lo spettacolo, già in scena con successo ad Isernia, ha un booking estivo che lo vedrà in giro per l’Italia sino a settembre. Prevendita al botteghino oggi dalle 20.00, altre info 3384971886.

FOTOGRAFIA

Antonello Luciani secondo in un concorso nazionale ROMA - Prestigioso riconoscimento per il fotografo campobassano Antonello Luciani che si è messo in evidenza in un concorso nazionale: una vetrina importante per una manifestazione di ampio respiro. Luciani ha conquistato il 2° posto, sezione bianco/nero, nel concorso nazionale ‘Le donne nel quotidiano’. Il tema della manifestazione riguardava la donna, protagonista e attrice principale di quelle azioni che quotidianamente la ritraggono come interprete e modello del nostro vivere giornaliero. Con la sua immagine il fotografo campobassano è riuscito a cogliere un momento in grado di raccontare la donna proiettata nel suo futuro e a conquistare l’apprezzamento di una giuria di esperti. Venerdì si sono svolte le premiazioni presso l’aula magna dell’università ‘La Sapienza’ di Roma alle presenza di molte autorità. Antonello Luciani è stato l’unico molisano ad essere premiato e il suo attestato è utile anche per la crescita del movimento fotografico della nostra regione.

Live

Letture RICCIA - Oggi e venerdì prossimo presso la biblioteca comunale di Riccia, alle 16.30 si terranno due incontri letterari organizzati da Gabriella Iacobucci , su testi di Francesco D’Ovidio. Gli incontri si inseriscono in “Il maggio dei libri”.

Nel gotha della house RIPALIMOSANI - Sabato 21 maggio, il Blue Note presenta un evento house di gran rilievo: il set di Tony Humphries, uno dei padri della house music, con David Morales e Frankie Knuckles. Una carriera iniziata negli anni ‘80 e ancora oggi fulgida. Ingresso dalle 23.00, info 337667648.

CAMPOBASSO - Chiude la stagione al Dlf. Il cartellone dedicato a Pippo Tiberio, venerdì 20 maggio presenta il Paolo Recchia trio, con la partecipazione speciale di Alex Sipiagin. Evento jazz che sigilla una stagione di successo per il dopolavoro ferroviario e per “Young Dlf, voglia e sunà”. Altre info e prenotazioni 3495307315.

12 ANNO IV - N° 113 MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011

La Fox è un flop ma è super sexy

Coppia d’assi Hanks-Roberts

Anche se il film è stato un flop, Megan Fox merita lo stesso il biglietto. "Passion Play", la pellicola presentata senza successo al Cinema di Toronto esce direttamente in dvd senza passare dalle sale. Ma l'attrice regala scene sexy nei panni di Lily, una donna-angelo che viene tenuta in gabbia come attrazione in un circo.

Lei lo prende per la camicia e con un body in pizzo nero trasparente ammicca sulla cover di "W Magazine". La coppia in questione è formata da Jiulia Roberts e Tom Hanks, l'uno avvinghiato all'altra per promuovere il film "Larry Crowne" in cui il protagonista è un commesso che dopo il licenziamento, a 45 anni, si iscrive all'università.


ANNO IV - N° 113 - MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO AD ANGELO C AMELE

STAZIONE, MELOGLI PORTA A CASA LA FIRMA

E’ lui uno dei simboli di queste elezioni comunali. Il consigliere provinciale, fondatore storico di Forza Italia in regione è tornato di nuovo a sedere sullo scranno più alto del suo Comune: Bagnoli del Trigno. Camele merita un eloglio speciale, perché a chiedergli di ritornare a competere per la poltrona da primo cittadino sono stati molti elettori. Merito di quanto fatto di buono nelle passate amministrazioni. Il consigliere provinciale, già assessore presso l’ente di via Berta, è da tutti conosciuto per la sua onestà. “Non ho mai raccomandato nessuno e ne vado fiero”, questo quanto ha dichiarato in un recente Consiglio provinciale. Ebbene questa è la politica che piace a tutti. Quella pulita e trasparente.

IL TAPIRO A GIOVANNI DAVIDE PETROCELLI

Non si è votato nemmeno da solo. Forse avrà pensato che il voto proprio non se lo meritava. Incredibile ma vero, il candidato sindaco di Pizzone ha ottenuto zero preferenze. Un dato che però, ha reso Giovanni Davide Petrocelli ormai famoso in tutta Italia. Non è una cosa che capita spesso e così del caso se ne sono occupati anche i giornali e le agenzie di stampa nazionali. “Eppure era dato per favorito”, commenta qualcuno in modo ironico nel centro dell’Alta Valle del Volturno. Sta di fatto che quella di Petrocelli sembra essere una di quelle liste fantoccio, che serve ai dipendenti pubblici per ottenere un bel mesetto di vacanze. Di certo non un bel modo di fare politica.

CRONACA

SESTO CAMPANO

COMUNALI

Presunta overdose 18enne isernino in fin di vita al Veneziale

Pagano il conto con banconote false Napoletani beccati dai carabinieri

Agnone Il centrodestra si divide Carosella e Zarlenga godono

A PAG. 15

A PAG. 15

A PAG. 16

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Stazione, Ferrovie dello Stato firma la convenzione Melogli soddisfatto: “Una risposta a chi ci ha criticato in questi mesi” ISERNIA – Dopo sei mesi di passione, finalmente Ferrovie dello Stato ha firmato la convenzione con il Comune di Isernia per la riqualificazione dell’area stazione. L’accordo, nero su bianco, firmato nel corso di una riunione tenutasi a Roma è diventato una realtà. “Questa è una risposta a quanti in questi mesi hanno screditato l’operato dell’amministrazione comunale”. Questo il commento del sindaco Melogli che è tornato vittorioso dalla trasferta capitolina. Un’altra dimostrazione che Melogli alla riqualificazione dell’area stazione, e dunque alla convenzione con Ferrovie dello Stato, ci tiene e non poco. Da sempre, insieme all’auditorium, lo ha definito come uno dei futuri fiori all’occhiello della sua amministrazione. E, visto che ci troviamo ancora in clima di votazioni, magari la riqualificazione

dell’area stazione potrebbe rappresentare un bel biglietto da visita per i prossimi impegni elettorali. Ma perché tutto questo tempo per firmare la convenzione? Sono passati infatti sei mesi dall’approvazione da parte del Consiglio comunale dell’accordo. Melogli ha spiegato che si è trattato di problemi burocratici legati a Ferrovie dello Stato e alla ramificazione della stessa in diverse società, tra cui Sistemi Urbani, che sta curando per conto di Fs l’affaire stazione. Ma ora il progetto sembra avere la strada spianata. In base alla convenzione il Comune riceverà da Fs 13.500 metri quadrati di terreno da destinare ad area verde più la cessione dell’Officina della Cultura, in cambio di concessioni edilizie per realizzare tre palazzine, due da quattro piani ed uno da cinque nei pressi di via

Libero Testa. Prevista anche la costruzione di un viadotto pedonale che collegherà corso Garibaldi con la zona retrostante il passaggio a livello. Il Comune, inoltre, è riuscito ad ottenere anche il diritto di prelazione dei terreni su cui dovranno sorgere le nuove costruzioni. Ma per acquistarlo l’ente dovrà sborsare alla società ferroviaria circa tre milioni di euro. Una somma che potrebbe essere messa a disposizione dalla Regione Molise. Melogli, infatti, avrebbe già inviato una lettera al presidente Michele Iorio nella quale ha chiesto alla Regione, in via ufficiale, l’ormai famoso finanziamento da 2 milioni e 800mila euro. Soldi necessari ad acquistare anche la zona su cui Fs vorrebbe realizzare i palazzi, ovvero dove il Comune potrebbe esercitare il diritto di prelazione.

Calenda: infermità gravi permessi retribuiti ai dipendenti ISERNIA – Filomena Calenda, Assessore Provinciale, nonché responsabile del Patronato ACAISede Provinciale di Isernia dichiara che: a seguito dell’entrata in vigore in data 20 novembre 2010 della Legge n. 183 del 4 novembre 2010 con la quale sono state introdotte, all’articolo 24, nuove disposizioni sui permessi retribuiti a favore dei dipendenti che assistono familiari con disabilità grave l’Inps, con circolare n. 45/2011, fornisce un quadro riepilogativo della disciplina in materia di permessi previsti dall’art. 33 della Legge 104/1992 e successive modifiche e integrazioni. Queste sono, preliminarmente , le principali novità introdotte dalla citata legge: - Viene ristretta la platea dei soggetti legittimati a fruire dei permessi per assistere persone in situazione di disabilità grave. -Non è ammessa l’alternatività tra più beneficiari,

14 ANNO IV - N° 113 MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011

in quanto i permessi possono essere accordati soltanto ad un unico lavoratore. La sola eccezione è prevista per i genitori di figli con disabilità grave ai quali è riconosciuta la possibilità di fruire dei permessi in argomento alternativamente, sempre nel limite dei tre giorni per persona disabile. - Non sono più richiesti requisiti della convivenza, della continuità ed esclusività dell’assistenza. - Il lavoratore ha diritto a scegliere, ove possibile, la sede si lavoro più vicino al domicilio della persona da assistere. - Viene prevista la decadenza dal diritto alle agevolazioni in caso di accertamento di insussistenza dei requisiti richiesti dalla normativa in materia. - Viene istituita una banca-dati presso il Dipartimento della Funzione pubblica relativa ai benefici in argomento.

Palladino, album dedicato a Pettine

Continua il maltempo in provincia

È interamente dedicato al grande musicista isernino Giuseppe Pettine il nuovo Cd di Tiziano Palladino, intitolato «Tiziano Palladino plays Giuseppe Pettine», che contiene brani per mandolino solo. Fondatore, direttore e primo mandolino dell’Accademia Mandolinistica Molisana, a soli 19 anni s’è diplomato presso il Conservatorio di Bari.

ISERNIA - Continua il maltempo su tutta la provincia ed in particolare in alto molise, dove anche l’altro ieri sera è sceso qualche fiocco di neve. L’estate dunque sembra proprio che non voglia arrivare. Temperature basse, pioggia, vento causano disagi alla popolazione. Previsti miglioramenti nei prossimi giorni.


ISERNIA Trovato in fin di vita nella sua abitazione, ora è ricoverato nel reparto di Rianimazione

Presunta overdose, grave 18enne Sarebbe stato un mix di sostanze stupefacenti a provocare il malore al giovane ISERNIA - E’ in condizioni gravissime un 18enne del capoluogo pentro ricoverato presso l’ospedale Veneziale di Isernia. Secondo quanto appreso da un’agenzia dell’Ansa sarebbe un caso di presunta overdose. Sempre secondo l’Ansa, sarebbe stato ritrovato dalla domestica privo di sensi nella sua abitazione. Trasferito immediatamente dai sanitari del 118 presso il reparto di Rianimazione il giovane da sabato mattina sta lottando tra la vita e la morte. Al vaglio delle forze dell’ordine le cause del malore. Come detto, non è escluso che si possa trattare di un’overdose. Forse un mix di chetamina e metadone. Il 18enne avrebbe riportato gravi conseguenze ad alcuni organi vitali.

Spaccio di banconote false Nei guai due campani ISERNIA - Erano giunti in provincia di Isernia per spacciare banconote false, denunciati dai carabinieri. Nella giornata di lunedì i due napoletani, di 40 e 28 anni, si erano recati presso un ristoratore di Sesto Campano dove, dopo aver consumato, hanno pagato con un biglietto da cento euro falso. Facendosi consegnare il resto, ovviamente in banconote vere. Dopo la denuncia del commerciante si sono immediatamente messe in moto le indagini dei carabinieri di Isernia e Venafro. Passata qualche ora i due napoletani sono stati denunciati ed allontanati dalla provincia. Su di loro, comunque, stanno indagando anche agenti della Polizia di Stato, anche loro, infatti, avrebbero ricevuto una segnalazione di pagamento con banconote contraffatte. E non è escluso che nelle prossime ore nei loro confronti possano essere emessi altri provvedimenti. Intanto continuano le indagini per far luce su quanto accaduto.

Riapre i battenti la Css ma Volpe resta ancora in carcere ISERNIA. Da oggi torneranno al lavoro i dipendenti della Css di Isernia, la cooperativa si servizi sociali coinvolta in un’inchiesta incentrata su una presunta truffa ai danni della Asl di Foggia. La sede è stata infatti dissequestrata. Nel frattempo il responsabile della cooperativa, Liberato Volpe, resta in carcere. Ma il 23 maggio prossimo il tribunale del Riesame del capoluogo pugliese – su richiesta del suo avvocato di fiducia, Mariano Prencipe – dovrebbe pronunciarsi sulla richiesta di scarcerazione dell’isernino. L’inchiesta, si ricorderà, è stata condotta dalla Guardia di finanza di San Severo. Oltre a Volpe è finito in carcere Giuseppe Contessa, di 40 anni, infermiere della Asl Foggia e consigliere comunale a Sannicandro Garganico, in quota Fli. Secondo l’accusa sarebbero state emesse fatture false per servizi mai erogati. Ciò avrebbe fruttato una cifra vicina al milione di euro. Ma Volpe ha sempre respinto le accuse al mittente. Non solo ha precisato che lui non gestiva direttamente gli affari in Puglia, ma ha anche ricordato che fu lui, in passato, a segnalare alla Asl pugliese che alla sua cooperativa era stata accreditata una somma che non spettava. A pochi giorni di distanza dall’operazione della fiamme gialle, un importante risultato per la Css: il dissequestro dell’immobile. Che consentirà ai dipendenti di tornare al lavoro.

Incendiò 2 tir Condannato a 3 anni e 8 mesi

Era stato arrestato dai carabinieri perché accusato di aver incendiato due tir e danneggiato un’auto di proprietà dell’azienda che lo aveva licenziato: ieri è stato condannato l’uomo, originario della provincia di Campobasso. Il giudice D’Onofrio gli ha inflitto una pena di 3 anni e 8 mesi. Ma il pm aveva chiesto sei anni e mezzo. Ma tutto ciò soddisfa solo in parte il suo avvocato di fiducia, Anelo Fiadino. Non a caso il legale campobassano ha già deciso di ricorrere in appello. Per una serie di motivi. Intanto perché ritiene che il responsabile del rogo - che si verificò un anno fa nello spiazzo dell’azienda di Santa Maria del Molise – non sia il suo assistito. E chiunque sia stato si è di fronte a un danneggiamento

Miranda, riparte il mercatino

Cotugno: l’augurio al comitato feste

Ritorna il mercatino domenicale nel centro della provincia di Isernia. Durante la stagione estiva, infatti, oltre alle classiche bancarelle le strade del paese vedranno sfilare clown ed animatori che organizzeranno giochi per i più piccoli. Il mercatino si svolgerà a luglio, agosto e settembre. Un momento tanto atteso dalla popolazione.

VENAFRO – In occasione dell’inizio del mese di celebrazioni in onore dei Santi Martiri, Nicandro, Marciano e Daria il sindaco Nicandro Cotugno ha voluto esprimere i migliori auguri di buon lavoro al comitato Festa che in questo periodo saranno impegnati per organizzare eventi degni di nota. Anche quest’anno tante manifestazioni.

mediante appicca mento di fuoco. Una formula, questa, che prevede pene più miti. L’avvocato contesta inoltre una testimonianza: a suo avviso la guardia giurata che lo ha riconosciuto, in realtà non poteva vederlo bene. Sia perché era buio, sia perché quando ci si incrocia tra due auto, i fari compromettono la visuale. Dubbi anche sul movente, poiché nella stessa condizione della persona condannata c’erano anche altri dipendenti: anche loro avanzavano dei soldi. E anche loro erano stati licenziati. Inoltre l’azienda, che opera nel settore rifiuti, sembra che i debiti non li avesse soltanto con alcuni dipendenti. Tutto questo l’avvocato Fiadino tenterà di dimostrarlo in appello.

15 ANNO IV - N° 113 MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011


ISERNIA

AGNONE. Tra i due litiganti il terzo gode. I “rumors” della vigilia parlavano di testa a testa tra i due candidati di centrodestra: il sindaco uscente Gelsomino De Vita e Gaetano Mastronardi. Ma alla fine loro due hanno giocato solo per il secondo e il terzo posto. Perché il vincitore è stato lui: Michele Carosella, candidato sindaco di Nuovo Sogno Agnonese. Una lista chiaramente vicina al centrosinistra. Due i fattori che hanno spianato la strada a Carosella. Il primo: l’effetto ospedale. Il secondo: la divisione del centrodestra. In effetti i tagli al San Francesco Caracciolo hanno condizionato non poco questa campagna elettorale. Con il loro voto gli elettori (tra l’altro ha fatto segnare un calo l’affluenza alle urne) hanno voluto dire che a loro avviso la colpa della riorga-

Il centrodestra litiga Carosella vince L’analisi del voto ad Agnone dove ha trionfato il centrosinistra nizzazione del presidio altomolisano va attribuita al centrodestra. Per gli elettori – e per chi ha saputo cavalcare il malcontento in campagna elettorale – l’amministrazione uscente non ha fatto abbastanza per evitare la lenta agonia del Caracciolo. Ciò è testimoniato anche da un altro dato: Nunzia Zarlenga – leader del comitato Il Cittadino c’è - ha preso una montagna di preferenze. Viaggia a vele spiegate verso un assessorato (perché il manuale Cencelli, inventato dalla Dc, piace sia a destra che a sinistra). E poco importa se Il Cittadino c’è ha fatto solo rumore e qualche co-

reografia per l’ospedale: la gente ha voluto comunque premiare l’impegno di chi ha preparato gli striscioni da esporre durante le manifestazioni o è andato in gita a Roma per chiedere l’aiuto di Napolitano. Perché va detto anche questo: l’unico comitato che ha fatto qualcosa di concreto per l’ospedale è quello denominato “articolo 32”. Armando Sammartino e Franco Di Nucci in poche settimane si sono incamminati sulla strada del ricorso e con il sostegno di circa mille cittadini – hanno ottenuto la sospensiva dal Tar. Insomma: alle parole e agli slogan hanno prefe-

rito i fatti. Hanno ottenuto un risultato concreto, che riaccende la speranza della gente altomolisana. Il tutto senza contropartite in cambio: loro, da gran signori, alle Comunali non si sono candidati. Né hanno dato un colore politico alla loro azione. A qualcuno, invece, l’ospedale è andato di traverso. Ai dissidenti. Pensavano che le loro dimissioni (che hanno provocato al caduta di De Vita) rappresentassero una sorta di “nulla osta” per un trionfo elettorale. E invece è stato tonfo. Terzi ed ultimi classificati. Evidentemente l’elettorato ha pensato che loro hanno sfiduciato il sindaco

Ecco chi sono tutti i neo sindaci

Referendum, la campagna di Sel parte da Isernia Oramai manca poco al 12 Giugno e la campagna referendaria entra nel vivo. L’importanza delle questioni poste al vaglio del corpo elettorale italiano è elevatissima. Ma siamo davvero sicuri che sia stata garantita la necessaria informazione ai quattro quesiti referendari? Noi di Sinistra Ecologia Libertà riteniamo che la risposta sia negativa. I mass media hanno totalmente snobbato un appuntamento che, seppur non strettamente politico, chiama i cittadini elettori ad esprimersi su temi cruciali quali la difesa dell’acqua pubblica, la tutela dall’avvio di produzione di energia da fissione nucleare ed il legittimo impedimento. A ciò va aggiunta la strategia del governo nazionale caratterizzata da dichiarazioni equivoche atte a creare un disorientamento dell’opinione pubblica. Per tali ragioni la Federa-

zione provinciale di Isernia di Sinistra Ecologia Libertà ha ritenuto opportuno avviare una campagna informativa a contatto diretto con i cittadini. Domani dalle ore 10.00 presso piazza Celestino V (Fontana Fraterna) ad Isernia saremo a totale disposizione per fornire tutte le delucidazioni in merito ai quesiti oggetto del referendum del 12 e 13 Giugno. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, perché il 12 e 13 Giugno decideremo il futuro di questa e delle successive generazioni e ciò non può che riguardare tutti noi senza esclusione alcuna e a prescindere dalle divisioni politico- partitiche ,vogliamo fornirvi QUATTRO buoni motivi per dire a gran voce e scrivere con fermezza QUATTRO SI’ per il BENE DELL’ITALIA. Sinistra Ecologia Libertà Isernia

per altri interessi, che nulla hanno a che vedere con l’ospedale. Certo è che la frattura insanabile tra le due anime di centrodestra, ha finito per avvantaggiare il centrosinistra. Per una volta i ruoli si sono invertiti: la sinistra, compatta, ha vinto; la destra, divisa e litigiosa, ha perso. Al di là di queste considerazioni, non va comunque trascurato un altro aspetto: la gente ha voluto premiare una persona perbene. Michele Carosella gode di una stima illimitata nella Atene del Sannio. A lui l’augurio di riportare la città altomolisana ai fasti del passato.

14 i centri in provincia di Isernia dove è stato rinnovato il Consiglio regionale. La sfida più importante è stata quella di Agnone. Qui a vincere, quasi a sorpresa è stato Michele Carosella, con la lista civica Nuovo Sogno Agnonese, ed espressione del centrosinistra. Carosella ha battutto il sindaco uscente del centrodestra, Gelsomino De Vita, e Gaetano Mastronardi. Un dato in controtendenza rispetto a quello regionale, così come quello di Capracotta dove a spuntarla per la seconda volta consecutiva è stato il coordinatore provinciale dell’Italia dei Valori, Antonio Monaco. A Colli a Volturno, invece, vittoria al fotofinish di Gianfranco Visco, mentre a Pizzone e Castel San Vincenzo i nuovi primi cittadini sono Letizia Di Iorio e Domenico Di Cicco. A Conca Casale e Forlì del Sannio un vero e proprio plebiscito per Luciano Bucci e Roberto Calabrese. A Macchiagodena, Carpinone e Cantalupo riconfermati i sindaci uscenti, Angelo Iapaolo, Pasquale Sarao e Claudio Biondi. A Pesche, invece, il nuovo primo cittadino sarà Ido De Vincenzi, mentre a Bagnoli del Trigno ritorna sullo scranno più alto del Municipio, Angelo Camele. Due Lombardi alla guida di due Comuni in provincia di Isernia, Giacomo a Roccamandolfi e Francesco a San Pietro Avellana.

In tanti ai funerali diTiziano Berardinelli

Speciale elezioni su Il Molise che va

PETTORANELLO - Folla commossa, sgomento, tristezza ieri pomeriggio a Pettoranello dove si sono svolti i funerali religiosi del giovane commerciante Tiziano Berardinelli, vittima dell’incidente stradale sulla Ss 85. In molti hanno voluto salutare per l’ultima volta il 39enne benvoluto e conosciuto da tanti.

ISERNIA - Speciale elezioni nella puntata odierna de “Il Molise che va” in onda dopo tutti i telegiornali su Tlt Molise. Michele D’Alessio ha intervistato molti dei neo eletti sindaci. Spazio in particolare a Colli e Capracotta, dove la vittoria è arrivata solo al fotofinish. Non poteva mancare Letizia Di Iorio, giovane sindaco di Pizzone.

17 ANNO IV - N° 113 MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Capone jr: ‘Nessuna polemica, vogliamo un summit sereno per ridiscutere la convenzione’

Incontro saltato, segreteria vuota Il Campobasso ha lasciato il Selva Piana ed ha inviato un nuovo fax all’amministrazione L’incontro che era in programma nella mattinata di ieri tra il presidente del Campobasso e il sindaco di Bartolomeo non si è tenuto. Le parti hanno avuto problemi di comunicazione e il summit è saltato. La società rossoblù, sempre nella giornata di ieri, ha inviato un nuovo fax in comune per chiedere di fissare un ulteriore appuntamento. Tuttavia la dirigenza ha provveduto nella mattinata di ieri a liberare la segreteria dello stadio, lasciando così l’impianto di Selva Piana. Le chiavi ancora non sono state riconsegnate materialmente, ma ciò avverrà quando ci sarà l’incontro. Tuttavia la società sembra non voler aprire alcuna polemica con l’amministrazione comunale e ciò si evince dalle parole di Gaudiano Capone: ‘Venerdì avevamo inviato un fax con il quale abbiamo fornito la nostra disponibilità per un incontro. Non abbiamo ricevuto alcun riscontro, forse anche perché sindaco e assessore sono stati impegnati nella campagna elettorale. Per questo nella giornata odierna (ieri ndr) faremo un ulteriore comunicazione per chiedere di fissare un nuovo appuntamento per la riconsegna delle chiavi dello stadio. Ma, ci tengo a puntualizzare, senza alcun tipo di polemica. Si tratta di un atto dovuto perché la conven-

“C’è la necessità di effettuare quei lavori urgenti che la commissione ci ha imposto L’aspetto essenziale, però, riguarda l’installazione della videosorveglianza per ottenere la massima capienza dello stadio” Gaudiano Capone zione è in scadenza e ci sembra normale rimettere la struttura nelle mani dell’amministrazione. C’è la necessità – ha continuato Capone jr – di ridiscutere la convenzione per effettuare quei lavori urgenti che la commissione ci ha imposto. Non c’è alcuna frizione

con l’amministrazione comunale, anzi. Ho provato anche a contattare telefonicamente l’assessore Colarusso, anche se non sono riuscito a parlarci.’ Di quali interventi necessita il Selva Piana e entro quando bisogna effettuarli?

‘I lavori bisogna effettuarli entro i primi di luglio e riguardano principalmente aspetti interni, vale a dire interventi divisori, ristrutturazione dei bagni e tutti quegli adeguamenti alle normative ambientali. Ritengo, però, che l’aspetto essenziale riguardi

l’istallazione della videosorveglianza. Credo sia un passo importante per ottenere la piena agibilità e bisogna affiancarci un progetto di ristrutturazione generale. Ciò al fine di ottenere la massima capienza dell’impianto e penso che questo sia nell’interesse di tutti. Anche perché nel calcio le risorse sono sempre di meno, e il riuscire ad organizzare eventi o amichevoli di un certo spessore potrà contribuire ad incrementare le casse societarie.’ State già lavorando con Coscia? ‘Lui è già operativo e ci vediamo quasi tutte le sere. Stiamo cercando di programmare il futuro: il primo passo riguarda l’assegnazione dei ruoli societari; successivamente si partirà con la scelta dell’allenatore e dei giocatori.’ Si continua a lavorare anche per quel che concerne il settore giovanile. Lunedì pomeriggio si è svolto un nuovo raduno. Sono stati visionati tutti quegli elementi che erano stati selezionati nel precedente incontro con i ragazzi del ’93, ’94 e ’95: è stata effettuata una nuova scrematura e si va verso la composizione delle tre squadre del settore giovanile che saranno obbligatorie per la prossima stagione. RS

Bellomo organizza un Football camp a Roccaraso Appuntamento con il calcio sano e autentico questa estate a Roccaraso, grazie al Football camp di Dario Bellomo, tecnico di provata esperienza in ambito regionale e nazionale (con attività a Venafro, Trivento, Bojano, Termoli, Montenero, Capriatese), e con trascorsi importanti da calciatore (Ascoli, Jesina, Lanciano, Castel di Sangro, Campobasso). Con l’obiettivo di far crescere ulteriormente il mondo del calcio, specie in Molise, e con spiccata attenzione ai settori giovanili, la proposta si articolerà in un incontro imperdibile per chi vuole divertirsi con tanti coetanei, ma sempre con un pallone tra i piedi. L’iniziativa sarà

condotta da uno staff tecnico formato da allenatori FIGC e altamente qualificato per l’insegnamento del gioco del calcio. Tra gli altri figurano Lorenzo Mazzeo (400 presenze tra i professionisti con Avellino, Pescara; da allenatore ha vinto uno scudetto con la Berretti del Torino), Luigi Pasciullo (400 partite tra serie A e serie B con Palermo, Vicenza e Atalanta; ha allenato inoltre, tra i professionisti, il Campobasso); Silvio Paolucci (700 partite tra i professionisti con Ascoli, Ternana, Benevento, Brescia, Palermo e Taranto; ha allenato inoltre la Primavera del Chievo, Avellino e Ternana); Ugo Sarracino (300 partite da pro-

fessionista con Campobasso, Catanzaro, Empoli, Cittadella, Castel di Sangro; ha allenato Olimpia Agnonese e Montenero) e Marco Cervino, tecnico lucerino e preparatore dei portieri di Melfi, Pro Vasto e Foggia. Il campus prevede un turno bisettimanale (dal 26/06 al 09/07) e due turni settimanali (dal 26/06 al 02/07 oppure dal 03/07 al 09/07) con trattamento di pensione completa. Ai partecipanti verrà regalato un kit Erreà comprendente: una felpa per il tempo libero, una polo per il tempo libero, un bermuda per il tempo libero, due divise d’allenamento, una sacca sport. (Luceraweb)

Boateng:“Con Preziosi parlerò subito”

Guidolin:“Non c’è nulla di scontato”

Kevin Prince Boateng si è intrattenuto per una decina di minuti nella sede del Milan di via Turati. Il calciatore non ha risposto alle domande dei cronisti al momento dell'uscita, limitandosi solo a dire "parlerò adesso", in merito alla domanda di un cronista che gli ha chiesto se ha sentito il presidente del Genoa Enrico Preziosi, che possiede il suo cartellino.

Domenica saremo impegnati a scalare la salita piu' dura, affronteremo il Milan che e' la compagine migliore di tutte, la piu' forte": lo afferma Francesco Guidolin che con la sua Udinese e' ad un passo dalla qualificazione ai preliminari di Champions League. Infatti ai friulani bastera' un solo punto, anche in caso di successo della Lazio a Lecce."Sicuramente stiamo bene - aggiunge Guidolin - e cercheremo di opporci al meglio ai campioni d'Italia, ma non c'e' nulla di scontato".

Dario Bellomo

19 ANNO IV - N° 113 MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011


S P O RT

CICLI

Termoli e la magia del Giro d’Italia Una folla festante ha fatto da cornice all’evento che ha attirato in città migliaia di curiosi ed appassionati Un trionfo di colori e su tutti campeggiava il rosa, il simbolo indiscusso del Giro d’Italia. Ieri mattina Termoli ha vissuto una straordinaria giornata di Il vincitore della tappa di ieri festa e di sport e neanche il maltempo è riuscito a Cavendish alla partenza di Termoli fermare i tanti curiosi ed appassionati che si sono recati in migliaia nel centro adriatico per assistere alla partenza della decima tappa, la Termoli-Teramo. Il villaggio del Giro è stato letteralmente preso d’assalto da una folla festante che ha colto l’occasione per strappare autografi e foto con i tanti personaggi noti del mondo dello sport e dello spettacolo. Tra i ciclisti più acclamati i campioni Alberto Contador e Danilo Di Luca ma anche il talento nostrano Davide Appollonio, seguito dai familiari e da un nutrito gruppo di tifosi. Un lungo applauso per la maglia rosa Alberto Contador, accolto con l’esplosione dei coriandoli rosa ed un tributo speciale per l’isernino, in forza al Team Sky, Davide Appollonio, premiato con una targa dal sindaco di Termoli Di Brino, dal presidente regionale della Federazione Ciclistica Italiana Silvestro Belpulsi e dall’assessore allo sport del comune adriatico Giusy Vergallo. Il momento più toccante è stato però prima del registro delle firme, quando si è levato un lunghissimo applauso in memoria di chi questo Giro non lo correrà più, il venticinquenne ciclista belga Wouter Weylandt, caduto rovinosamente al suolo mentre stava percorrendo una discesa lo scorso 9 maggio

in occasione della terza tappa. Dalla commozione si è passati all’emozione, quella di vedere i ciclisti in gara. Infine il momento più atteso, quello della partenza,la bandiera rosa sventolata dal primo cittadino da inizio alla decima tappa. Poi un fiume di biciclette in corsa verso Teramo, accompagnate da urla di incitamento ed applausi festanti. ANPA


S P O RT

ISMO

Ancora un quinto posto per Appollonio Si attende il colpaccio: provaci ancora Davide! Ennesima grande performance per Davide Appollonio che nella tappa partita da Termoli ha ottenuto un nuovo quinto posto. E’ la seconda volta in questa sua prima partecipazione al giro d’Italia che il molisano giunge quinto; ha conquistato anche due sesti posti. Il primo a tagliare il traguardo a Teramo, nella frazione che ha attraversato il Molise, è stato Mark Cavendish. Alle sue spalle lo spagnolo Ventoso, mentre Petacchi è finito terzo. A precedere Appollonio è stato Ferrari. In classifica generale l’isernino è in 121^ posizione con un distacco di 56’44’’ dalla maglia rosa detenuta da Contador. Visto che le prestazioni di Appollonio sono in continua ascesa, l’intera regione resta con il fiato sospeso in attesa del colpaccio. Provaci ancora Davide.


S P O RT CALCIO - SERIE D

Trivento-Favo, l’idillio s’interrompe Ieri pomeriggio l’incontro tra l’allenatore e la società conclusosi con un commovente saluto Massimiliano Favo non sarà l’allenatore dell’Atletico Trivento anche per la prossima stagione sportiva. La decisione è stata presa ieri sera nel corso di un lungo colloquio tenutosi tra la società, capitanata dal presidente Edoardo Falcione, e l’allenatore ex Viterbese. Il sentore di questa scelta era già nell’aria da diversi giorni ma ovviamente nell’ambiente si attendeva l’ufficializzazione da parte del club gialloblù. Il numero uno del Trivento non ha mai nascosto le sue intenzioni di voler riconfermare Favo sulla panchina trignina ma ovviamente questa decisione doveva esser presa di comune accordo con il tecnico il quale, dopo una lunga pausa di riflessione, ha voluto ascoltare le intenzioni della società e soprattutto conoscere i programmi per il prossimo campionato. Nel frattempo Favo ha ricevuto la corte spietata dell’Ancona, corte che sembra continuare a tutt’oggi e, dopo un iniziale rifiuto del mister campano, le strade sono tornate nuo-

Mister Favo

vamente ad incrociarsi. Il trainer campano al termine del campionato aveva dichiarato di attendere una chiamata importante, di lasciare aperta una finestra, quella della “grande occasione”, ma con un occhio sempre rivolto al Trivento, club a cui è rimasto umanamente molto legato. Alla fine le ambizioni hanno prevalso sui sentimenti e dunque Favo ha deciso di non sposare il nuovo progetto del Trivento, incentrato sulla valorizzazione dei giovani e sulla costruzione di una squadra competitiva senza però strafare negli ingaggi (del resto l’esempio recente del Santarcangelo è la prova evidente di come si possano raggiungere obiettivi importanti senza enormi sacrifici economici). L’offerta del Trivento a Favo, seppur economicamente importante, non è bastata a frenare le ambizioni del giovane trainer campano che probabilmente finirà sulla panchina dell’Ancona, con tutti gli oneri ed onori che comporterà una piazza calda che

è pronta a ritornare in fretta nel calcio che conta. Al termine dell’incontro la stretta di mano sincera ed un commosso saluto che la dice lunga sul forte rapporto, soprattutto umano, che si era instaurato tra il presidente Falcione ed il mister. Incassato il no di Massimiliano Favo il club gialloblù dovrà scegliere un nuovo allenatore che, stando alle voci di corridoio, sarà giovane ma con un bagaglio di esperienza alle spalle. Una volta scelto il nuovo tecnico, la società si siederà attorno ad un tavolo, di concerto con il tecnico, per valutare le singole posizioni dei calciatori gialloblù. Il finale di stagione abbastanza deludente ha fatto pendere l’ago della bilancia verso il basso per qualche tesserato che probabilmente si è “bruciato” la riconferma per la prossima stagione. La sensazione comune è che qualche “big” possa fare le valigie e non è da escludersi la partenza, verso club professionistici, di qualche under di valore. ANPA

FIGC MOLISE-SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

I valori scendono in campo, domani la festa conclusiva Domani, presso il centro sportivo “La Baita” di Ferrazzano, con inizio alle ore 9.30, si terrà la festa finale della terza edizione de I VALORI SCENDONO IN CAMPO, un progetto educativo nato da un accordo tra il Settore Giovanile e Scolastico della Federazione Italiana Giuoco Calcio ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per diffondere tra i giovani i valori fondamentali trasmessi dallo sport e dal calcio in particolare. L’iniziativa si articola su un periodo di tre anni: il primo ciclo, che è partito nel febbraio 2009, è stato rivolto

22 ANNO IV - N° 113 MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2011

ai bambini dagli 8 ai 10 anni. Nei due anni successivi invece il progetto ha compreso, insieme alle elementari, le scuole materne e medie di tutte le regioni italiane, fino a raggiungere circa 250 mila nuclei familiari. In ognuna delle città coinvolte è stato costituito, su iniziativa del Coordinatore Regionale Federale, un Comitato Organizzatore Locale, al quale partecipano in primis le tre istituzioni del territorio coinvolte nella realizzazione del progetto con le proprie emanazioni periferiche: il Settore Giovanile e

Scolastico della Figc, il MIUR (Coordinatori di Educazione Fisica), l’ANCI (Assessori allo Sport dei Comuni). Il valore aggiunto di questa iniziativa sta nell’idea di diffondere tra i giovani valori come l’amicizia, la passione, la correttezza, la lealtà, il sacrificio che sono i principi base trasmessi dallo sport. Al progetto hanno partecipato nove scuole del Molise (Scuola Primaria “Giovanni Paolo II” di Termoli, Istituto Comprensivo Statale di Ripalimosani, Istituto Comprensivo Statale “G.N.D’Agnillo” di Agnone, Scuola Primaria di Bojano, di

Castellone, di Spinete, di Monte Verde, di Colle d’ Anchise e di Campochiaro). Durante la Festa saranno esposti i lavori eseguiti dagli alunni del 2° ciclo delle Scuole Primarie partecipanti, accompagnati dagli insegnanti e dai genitori. Nel corso delle due

ore di presenza sul campo, gli alunni saranno coinvolti in giochi ed intrattenimenti divertenti e, alla presenza di Autorità Civili e Sportive , saranno tutti premiati con simpatici gadget della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Supercoppa italiana, i prezzi per Pechino

Wta, la Sharapova sale al 7° posto

Sono stati resi noti oggi a Pechino i prezzi per la finale della Super Coppa Italiana che si disputera' nello stadio olimpico della capitale cinese, il 'nido d'uccello', il prossimo 6 agosto. Secondo quanto riferisce la televisione cinese CCTV, gli organizzatori locali metteranno in vendita oltre 70.000 biglietti che partiranno da 200 yuan (poco piu' di 20 euro) fino a 4000 (oltre 400 euro). Gli organizzatori hanno assicurato che oltre la meta' dei biglietti sara' venduta a meno di 1000 yuan.

Grazie alla vittoria negli Open d'Italia, Maria Sharapova sale al 7/o posto nella classifica Wta, scavalcando proprio la Stosur battuta ieri nella finale di Roma.Tra le italiane, guadagna 2 posti Flavia Pennetta, ora 19/a. Classifica: 1) Wozniacki (Dan) 10105; 2) Clijsters (Bel) 8115; 3) Zvonareva (Rus) 7675; 4) Azarenka (Bie) 5425; 5) Schiavone (Ita) 5047; 6) Li (Cin) 4775; 7) Sharapova (Rus) 4761; 8) Stosur (Aus) 4645; 9) Kvitova (Cec) 3743; 10) Jankovic (Ser) 3670; 19) Pennetta (Ita) 2495.


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 18:58 19:30 20:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta Alici ripiene impanate Un kg di alici grosse 4 uova q. b. di mollica di pane casereccio raffermo un pugno di pecorino grattugiato un ciuffo di prezzemolo

e una foglia di alloro uno spicchio di aglio q. b. di farina di mais q. b. sale e pepe abbondante olio di oliva per friggere un limone non trattato

Pulite le alici eliminando testa, apritele a libro e privatele della lisca e delle interiora, quindi lavatele velocemente in abbondante acqua fredda e asciugatele con delicatezza tra due canovacci puliti. Per il ripieno, in una terrina sbriciolate la mollica di pane e amalgamatela con 2 uova e il pecorino necessario ad ottenere un composto della giusta consistenza. Aggiungete il prezzemolo, l’alloro e l’aglio tritati, insaporite di sale e di pepe e amalgamate. Adagiate le alici sul piano di lavoro, apritele a libro e, ad una ad una farcitele con il ripieno preparato e coprite con le alici rimaste, premendo leggermente. Per l’impanatura: in un piatto battete le uova rimaste con un pizzico di sale e disponete la farina necessaria in un vassoio di cartone. Immergete le alici nelle uova, poi, passatele nella farina e, quando avrete terminato, friggetele nell’olio ben caldo. Appena dorate, sgocciolatele col mestolo forato e fatele asciugare su carta da cucina. Disponete le alici su un piatto da portata e servitele calde, guarnite da ciuffi di prezzemolo e spicchi di limone. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

GIAMPAOLO Piazza Pepe Gabriele, 39 Tel. 0874.94076

DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625

CASTIGLIONE (di appoggio) Via XXIV Maggio, 14 Tel. 0874.65105

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno SPAGNOLETTI - Via Molise, 78 - Tel. 0875.703846

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 10:20 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 15:22 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 13:11 14:04 18:01

Arrivo 07:53 09:22 16:13 17:44 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 17:11 17:40 18:18 21:00

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:10 14:29 17:11 17:29 19:30

Arrivo 08:35 08:35 15:22 16:58 17:30 20:04 20:15 22:26

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI SI AVVISANO I SIGNORI UTENTI CHE DAL 1 APRILE 2011, IN SEGUITO ALL'APPLICAZIONE DEL PIANO DEI SERVIZI MINIMI APPROVATO DALLA REGIONE MOLISE, LE CORSE SUBIRANNO DIVERSE MODIFICHE SULLE LINEE DI:

Bilancia 23 set - 22 ott

CAMPOBASSO-TERMOLI: TERMOLI-CAMPOBASSO

Scorpione 23 ott - 22 nov

CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO

FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

PERTANTOVI INVITIAMO, PER EVENTUALI INFORMAZIONI, A RIVOLGERVI ALL’AGENZIA INFORMAZIONI SITA AL TERMINAL DI CAMPOBASSO.

Sagittario 23 nov - 21 dic

Tel. 0874.65050 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

20 feb - 20 mar

Ariete - Oggi potreste mantenere la calma nonostante tutto intorno a voi vi ispiri il contrario. Darete prova di grande forza e di grande tenacia, soprattutto riflettendo sul fatto che non ci sono poi tante ragioni per agire diversamente, ossia non prendersela per le piccole cose quotidiane che non hanno importanza! Toro - Le faccende da sbrigare nel lavoro sono davvero molte: ma tu sei organizzato. Procedi in fretta verso la realizzazione dei tuoi obiettivi. Tensioni familiari molto aspre? Un lontano ricordo. In coppia c'è molto brio, entusiasmo, tanta passione. I single scalano la Hit parade dei single più desiderati del reame. Gemelli - La vostra intelligenza è molto viva e certamente siete in grado di superare in astuzia la maggior parte delle persone che conoscete. Ma alle volte questo non basta per convincere qualcuno che la sa molto più lunga di voi e che non vuole assolutamente mancare di dimostrarvelo. Sarà una dura lotta in questo caso! Cancro - In questa giornata starete ad ascoltare molto più volentieri qualcuno che avrà delle cose poco interessanti da dire piuttosto che qualcuno che al contrario sarà ingrado di presentare argomenti di un certo spessore. La ragione è semplice: non volete assillarvi con problemi altrui proprio oggi che magari siete più positivi e felici del solito! Leone - Sicuramente non è mai semplice riuscire a capire a primo impatto qualcuno che ci sta difronte e che non abbiamo mai visto, quindi non potrete pretenderlo nemmeno da voi stessi. Prendetevi del tempo e cercate man mano di scoprire qualcosa in più sull'altro senza forzare a rivelarsi e senza pretendere confessioni! Vergine - Sarete molto attraenti fisicamente in questa giornata, ma forse non altrettanto intellettualmente poiché qualcuno vi lascerà nel bel mezzo del discorso e a voi non farà molto piacere visto che siete abituati a ben altre reazioni. Tuttavia non potete prendervela con voi stessi perché non dipende da voi l'educazione altrui! Bilancia - Oggi potrebbe essere non molto saggio pretendere dagli altri delle reazioni che non si hanno avute per primi, nel senso che non potete pretendere che gli altri restino incantati dal vostro modo di fare se voi per primi non apprezzate il modo di fare altrui. Ognuno è diverso e mantiene il comportamento che più ritiene consono! Scorpione - Il rispetto è la base del rapporto per voi e sarà per questo che in questa giornata vi ricrederete sul conto di una persona che fino a questo momento avevate creduto rispettasse il vostro modo di essere. In realtà la farsa è stata portata avanti per interesse ed è questo che vi farà ancora più male! Sagittario - In questa giornata dovrete trovare le parole più adatte in ogni situazione poiché le persone che vi sono intorno questo si attendono da voi ossia che siate diplomatici, gentili e leali verso tutti! Sicuramente hanno scelto voi perchè siete all'altezza della situazione, quindi niente paura, il panico appartiene ai deboli e agli ignavi! Capricorno - Oggi qualcuno troverà sicuramente la forza difarvi notare delle questioni che vi riguardano e che non avete preso in debito conto ma che avete sottovalutato per superbia. E' giunto il momento di guardarsi indietro, porsi delle domande ma soprattutto cercare delle risposte soddisfacenti che non abbiano in sè altre domande! Acquario - In questa giornata probabilmente prenderete atto di numerose questioni che riguardano il vostro lavoro e tenterete di farvi una specie di piano programmatico da seguire. Le intenzioni sono buone come sempre, ma sbaglierete nel calcolo del tempo perché siete eccessivamente ottimisti! Pesci - In questa giornata non sarete abbastanza certi di una questione per dare addosso a delle persone che forse non c'entrano nulla con i vostri affari e che si troveranno in mezzo per caso. Per evitare figure poco piacevoli e risparmiare la vostra reputazione, fate andare avanti sempre qualcunaltro per sondare il terreno!


lagazzettadelmolise180511a  

IL TAPIRO DEL GIORNO AL CENTROSINSITRA CAMPOBASSO CAMPOBASSO MONTENERO DI B. L’OSCAR DEL GIORNO A ULISSE DI GIACOMO ANNO IV - N° 113 - MERCO...