Page 1

Iresmo, dipendenti costretti a fare le pulizie

Inceneritore a Montagano, nuova protesta

CAMPOBASSO - Situazione al limite nell’Istituto regionale degli studi storici del Molise dove i pochi dipendenti sono costretti a fare anche le pulizie. Dopo Petraroia ora interviene anche Romano che chiede al presidente Iorio di intervenire. A PAG. 5

MONTAGANO – Ancora una protesta questa mattina in località Santo Ianni. Il comitato per il “no” all’inceneritore ribadisce la contrarietà alla delibera di Giunta che ne autorizza la realizzazione. Intanto preoccupazione diffusa per i possibili danni a salute ed ambiente. A PAG.9

ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR AL GRUPPO DEL PDL AL COMUNE

Finalmente un po’ di chiarezza. Quella che spesso manca in politica. Mario Fratipietro - l’ex assessore provinciale dell’Italia dei valori, passato col Pdl a ridosso delle amministrative, ed eletto a Palazzo San Giorgio nella maggioranza di Gino Di Bartolomeo - è fuori dal partito. Lo ha deciso ieri sera il gruppo al Comune di Campobasso, che per questo oggi si porta a casa l’oscar, facendo fronte comune contro il dissidente. In un documento tutti i consiglieri del Pdl hanno dato il benservito al medico con qualche mal di pancia di troppo.

IL TAPIRO DEL GIORNO A MARIO FRATIPIETRO

Ha ‘osato’ esprimere le sue perplessità sul deus ex machina del Pdl molisano il (presidente Michele Iorio) e su buona parte della dirigenza locale senza filtri e per di più in un pubblico Consiglio. Un atteggiamento sconveniente per un eletto nel partito più in vista della regione. Inutile dire che da quel momento per Mario Fratipietro è iniziato il conto alla rovescia. Il suo gruppo già da qualche tempo lo aveva avvisato di rimanere nei binari, lui invece ha voluto oltrepassare le transenne. E’ chiaro che chi milita in un partito deve seguire una certa linea o perlomeno non attaccare i vertici. A meno che non si abbia anche il coraggio di dimettersi. Che a Fratipietro è mancato.

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO L’assessorato alle Politiche sociali replica all’Unione Italiana Ciechi sulla delibera 787 del 27 settembre

Studenti ipo e non vedenti La Regione: il provvedimento riguarda tutto il territorio CAMPOBASSO – La Regione replica al presidente dell’Unione Italiana Ciechi a proposito della delibera di giunta numero 787 del 27 settembre scorso in cui “sarebbe stato disatteso il principio di uguaglianza e parità dei cittadini sancito dalla Costituzione, in base ad una mappatura degli interventi che non terrebbe conto della situazione ‘di fatto’ sull’intero territorio molisano”. “La Regione Molise ha inteso garantire, di concerto con l’Inpdap Molise, interventi di sostegno durante il percorso scolastico, per favorirne l’apprendimento didattico ed agevolarne l’integrazione sociale. Pur riconoscendo – ammette la Regione –

l’omissione di due casi riferiti alla provincia di Isernia, imputabile ad un mero errore materiale, risulta, tuttavia, evidente che i dati citati, riferiti all’anno scolastico 2009/2010, hanno esclusivamente lo scopo di tracciare un quadro della situazione regionale e non rappresentano certo il target cui sono rivolti gli interventi, previsti per l’anno scolastico in corso. Da un’attenta lettura – precisano – si evince chiaramente che il provvedimento è rivolto all’intero territorio regionale, sia per quanto attiene ai destinatari degli interventi, sia per il coinvolgimento, nella gestione del programma, di tutti gli ambiti territoriali,

Programma di sviluppo rurale Entra in funzione lo sportello Agea

CAMPOBASSO – Funziona a pieno regime lo sportello informativo dell’Agea nella sede dell’assessorato regionale all’Agricoltura. Lo comunica l’assessore, Nicola Cavaliere, a conclusione del dovuto percorso di formazione e avviamento del personale addetto all’ufficio. Lo sportello Agea servirà ad accelerare e migliorare il sistema dei pagamenti nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale Molise e sarà aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì.

2 ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010

“Questa iniziativa oltre ad essere a costo a zero per la Regione Molise – ha ricordato Cavaliere – consente la formazione e la specializzazione del nostro personale, con l’obiettivo di promuovere e sostenere la semplificazione, nonché l’avvicinamento dei rapporti e delle comunicazioni, con gli imprenditori agricoli attraverso lo svolgimento, in loco, di tutte quelle attività tecnico, amministrative e finanziarie in favore degli stessi”.

senza alcuna eccezione”. Riguardo, infine, alla richiesta formulata dal presidente dell’Uici, di conoscere quale Ente abbia fornito le informazioni relative ai dati pubblicati, “si comunica che gli stessi sono stati trasmessi alla Regione dall’Ufficio Scolastico Regionale e si specifica che quelli inviati dall’Uici sono riferiti anche a bambini di età inferiore a quella prevista dal Programma, rivolto, per la natura degli interventi proposti, esclusivamente agli scolari e studenti ipo e non vedenti che frequentano, nell’anno scolastico 2010/2011, le scuole pubbliche primarie e secondarie di primo e secondo grado del Molise”.

Unità d’Italia, Iorio presenta le iniziative per i 150 anni CAMPOBASSO – Il presidente della Regione, Michele Iorio, presenterà lunedì prossimo alle 11, nella sede della giunta regionale, le manifestazioni e le iniziative programmate per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. È passato, infatti, quasi un secolo e mezzo dal 17 marzo 1861 in cui il nuovo Parlamento sancì la proclamazione del Regno d’Italia, con capitale a Torino. I festeggiamenti sono un’occasione per celebrare la nascita della nazione, rendere omaggio a tutti i personaggi che hanno dato lustro al nostro Paese portandolo alla ribalta agli occhi del mondo, ma tutto ciò deve avere il chiaro obiettivo di attivare percorsi propositivi nuovi che tengano sempre alta la percezione della nazione attraverso progetti attenti alla creatività e alla produzione culturale, economica e civile. Alla presentazione di lunedì, parteciperà anche il Rettore dell’Università degli Studi del Molise, Giovanni Cannata, presidente dell’apposito comitato tecnico istituito dalla Giunta per la celebrazione dell’evento.

Mediaset, Berlusconi e il figlio indagati

Fli: lettera con minacce di morte a Bocchino

ROMA – Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il figlio Piersilvio e altri dirigenti Mediaset sono indagati a Roma per evasione fiscale e reati tributari nell’ambito di uno stralcio dell’inchiesta milanese sulla compravendita dei diritti tv e cinematografici Mediaset. È di circa dieci milioni di euro l'ammontare della presunta frode fiscale.

ROMA – Inviata una lettera con minacce di morte al capogruppo di Fli alla Camera, Italo Bocchino. A riferirlo la deputata Angela Napoli. La lettera è stata spedita da Lamezia Terme lo scorso 4 ottobre. È scritta a mano e in stampatello: “Caro infame, se riesco a venire a Roma ti faccio la posta e ti sparo un colpo in testa. Viva Silvio, abbasso Fini, l’infame e il traditore”.


PRIMO PIANO Iorio e Vitagliano fanno marcia indietro e s’inventano una nuova società che acquista Arena. Mentre gli unici due concorrenti che potevano subentrare (Aia e Amadori) scappano misteriosamente

Dante Di Dario sa come spennare i suoi polli

CAMPOBASSO - È bastata l’ipotesi di far partire una campagna di stampa sul modello Boffo, che Michele Iorio e Gianfranco Vitagliano hanno fatto marcia indietro, dando il via all’operazione di recupero del polo avicolo di Bojano, a uso e vantaggio di Dante Di Dario. Il manager l’aveva pensata bene. Scaricato e fatto fuori da presidente e assessore, s’è buttato in editoria, inventandosi su due piedi un polo editoriale. Sulla stregua di quello avicolo. E siccome di polli in giro ce ne sono a decine, il gioco gli è riu-

scito perfettamente. Un messaggio Boffiano che non è passato inascoltato. Iorio e Vitagliano hanno pensato bene di far finta di niente di fronte a una di quelle storie che farebbero invidia a Totò. Se i polli non possono tornare a Di Dario, ebbene ci inventiamo una nuova società, magari a Milano, e le facciamo acquistare l’Arena. Quest’ultima, che non è più di Dante Di Dario (ma non è così), trova campo libero e ricomincia a fare quello che Di Dario ha fatto per quindici anni. Alla faccia dei polli

molisani. Intanto, chissà perché, gli unici due concorrenti che potevano subentrare, al posto di Arena, per comprare i polli della Solagrital, sono scappati via misteriosamente. E si tratta di Aia e Amadori. Qualcuno li avrebbe sconsigliati di mettersi in mezzo. Così Solagrital e Arena tornano a produrre e commercializzare polli. Peccato che, ogni anno, qualcuno (la Regione) sia chiamata a ripianare i conti. Ignann

Il manager s’è buttato in editoria, un’operazione che a quanto pare ha funzionato


REGIONE L’assessore regionale Marinelli alla quinta conferenza nazionale a Cernobbio

Poche risorse al turismo CAMPOBASSO - “Si dà tanto valore al settore, ma le risorse investite sono sempre poche”. E’ il grido d’allarme lanciato da Cernobbio dall’assessore regionale al Turismo, Franco Giorgio Marinelli, dove in queste ore si sta svolgendo la quinta Conferenza nazionale del turismo. Un appuntamento a cui ha preso parte anche questo rappresentate della giunta molisana per ribadire quello che va predicando da tempo in terra natia: e cioè che per il suo ramo gli investimenti scarseggiano. Il turismo è soltanto a chiacchiere una linea di sviluppo futuro per la regione, ma ai principi non corrispondono quasi mai contributi fattivi. E non soltanto di tipo economico. Si ricorda a tale proposito quando, qualche mese fa, l’assessore Marinelli denunciò in Consiglio l’eccessiva proliferazione di impianti eolici e che non

poteva promuovere il settore se la dotazione finanziaria era di appena 350mial euro. Il suo pensiero sembra condiviso anche dallo stesso ministro Michela Vittoria Brambilla che lo ha rimarcato durante i lavori sul lago di Como dove ha anche annunciato “che sta nascendo la politica del turismo; Cenerentola si avvia a diventare una principessa ma noi possiamo e dobbiamo fare di più per raddoppiare il contributo del turismo al Pil nazionale”. Poi la storica assistente del premier Berlusconi ha cercato di tranquillizzare le Regioni e gli operatori sulla recente approvazione del Codice del turismo da parte del Consiglio dei ministri annunciando che “a breve comincerà un confronto e sarà sciolto il commissariamento dell’Enit, l’ente di promozione turistica, non appena esaminato

e licenziato il regolamento dell’Enit dalla Conferenza Stato-Regioni”. Ha poi parlato dell’Accordo quadro individuando nelle infrastrutture e nella formazione degli addetti al settore i cardini principali per la ripresa. Nella splendida cornice di Villa Erba erano presenti anche numerose delegazioni e osservatori di paesi stranieri nonché il vicepresidente della comm i s s i o n e europea Antonio Tajani e ministri del turismo stranieri. AD

Addetto stampa all’Arpam Petrecca precisa, ma non convince “Nuovo ulivo”, Messere: “Il Pd non guardi solo al centro” CAMPOBASSO – Non chiede una rettifica, ma di poter formalizzare alcune osservazioni. E già questo la dice lunga sull’affidabilità delle sue dichiarazioni. Al direttore generale dell’Arpam, Luigi Petracca, non è andata proprio giù che la Gazzetta si sia così interessata al suo bando per la ricerca di un addetto stampa. La prima replica arrivò dopo l’articolo del 29 maggio in cui venivano sollevati dubbi sui requisiti decisamente discriminanti individuati dalla struttura regionale per la selezione dei candidati. A noi sembrò subito un bando ad personam, tant’è che agli uffici dell’agenzia arrivò una sola domanda. E Petracca riaprì i termini del

4 ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010

bando, così come richiesto anche dall’Ordine dei giornalisti e dall’Assostampa. ‘Oggi – scrive il direttore – risultano pervenute ben 15 domande di partecipazione’. Sì, ma sempre dopo essersi reso conto, e per sua stessa ammissione (quando dice di aver ‘documentalmente constatato una esigua partecipazione da parte delle categorie interessate’), della scarsissima adesione di aspiranti addetti stampa. Scarsa forse proprio perché discriminate era l’avviso pubblico. E quindi a questo punto continuiamo a domandarci se non fosse stato meglio rifarlo quel bando anomalo, piuttosto che additarci come quelli delle ‘informazioni scarsamente affidabili’.

CAMPOBASSO – L’ex presidente della Comunità montana Molise Centrale, Nicola Messere, vede molto lontana la costituzione del “nuovo ulivo” nel Molise. “Dopo l’assemblea del Pd della scorsa settimana, in cui è passata a maggioranza la linea del segretario e la determinazione che il partito non aderisce ad Alternativ@ di Roberto Ruta, non mi sembra che lo stesso Segretario mantenga un comportamento consono a tali decisioni – afferma –. Si continua a confondere i nostri aderenti e simpatizzanti, partecipando alla presentazione di Forum di Alternativ@ e, quindi, trasgredendo in parte quanto dichiarato in assemblea. Se si vuole veramente creare il nuovo ulivo, come dice il nostro segretario nazionale, Bersani – nota Messere – non basta affermare ‘…bisogna fare una larga alleanza…’, ma partire da alleanze programmatiche definite con la sinistra e con l’Idv e allargare a quanti riterranno di condividere questo percorso, compreso ovviamente Alternativ@. Solo allora si potrà veramente dire che c’è la volontà di uscire dallo ‘Iorismo’, altrimenti sono chiacchiere. Non voglio pensar male, ma se il mio partito pensa di bloccare le alleanza, guardando solo al centro è chiaro che si vuole di fatto precludere la possibilità di realizzare il nuovo Ulivo nel Molise. Mi auguro che la mia percezione – conclude l’esponente del Pd – della strategia politica della dirigenza del mio partito, sia sbagliata. Nel frattempo, ritengo utile che chi ha le stesse preoccupazioni si incontri al più presto per discutere sul da farsi”.

Negazione Shoah, Camere pronte a varare una legge

Base Pmi: Marcegaglia continui l’impegno politico

ROMA – Il Parlamento è pronto a varare una legge contro la negazione della Shoah sollecitata dal presidente delle comunità ebraiche, Pacifici. Schifani e Fini hanno ribadito la disponibilità a discutere un testo in tempi brevi. Gasparri (Pdl) ha chiesto a Pacifici di definire insieme i contenuti. Una legge, dice Veltroni, che va varata rapidamente.

PRATO – Dalla base della piccola e media impresa di Confindustria un invito alla leader, Emma Marcegaglia: continui ad occuparsi di politica. “Noi, presidente, ti chiediamo di continuare a occuparti di politica per una Confindustria equidistante dai partiti”, dice il presidente della “piccola industria”, Vincenzo Boccia. 'La politica e' una cosa troppo importante per lasciarla ai politici”.


REGIONE Dal Molise a Roma contro Governo e Confindustria CAMPOBASSO - Una giornata di mobilitazione generale, di resistenza comune, una protesta contro le politiche del Governo e di Confindustria. Un fronte unico nel pomeriggio di oggi a Roma voluto da Fiom-Cgil, il sindacato dei metalmeccanici, per respingere quello che da più parti è stato definito “un attacco furibondo alle conquiste storiche dei lavoratori”. “Si ai diritti, no ai ricatti. Il lavoro è un bene comune” lo slogan della manifestazione che porterà nella capitale migliaia tra studenti, operai, precari, molti dei quali provenienti dal Molise. Nel mirino anche le decisioni assunte dall’amministratore delegato della

Giornata di mobilitazione organizzata dalla Fiom-Cgil Fiat, Sergio Marchionne. Il nuovo piano del manager della casa automobilistica torinese propone un diverso modello d’investimento: maggiore efficienza in cambio di maggiore flessibilità contrattuale. Un rapporto tra sindacati ed azienda completamente diverso, “necessario” per consentire l’investimento di 20 miliardi di euro in Italia. Condizione che prevede però aumenti minimi dei salari, la cancellazione del saldo del Premio di Risultato di 600 euro e sanzioni verso le Rsu . Insomma, per la Fiom

“un’offesa al contratto nazionale, un modello di sfruttamento estremo, il tutto con il beneplacito dei sindacati filo-confindustriali come Cisl e Uil” Ma quello di oggi sarà un corteo che racchiuderà diverse lotte e forme di resistenza. La contestazione si concentrerà pure sui tagli della riforma Gelmini che rischiano di minare irrimediabilmente la qualità dell’offerta formativa. In regione preannunciati scioperi e partecipazioni alla manifestazione romana. Interverranno esponenti dei Comunisti

Sinistra Popolare, del Partito Democratico, di Rifondazione Comunista. Non da ultima anche l’adesione dell’Italia dei Valori. Il coordinamento regionale del Molise sarà presente con una nutrita delegazione che partirà in mattinata da Termoli per raggiungere la capitale. Soddisfazione è stata espressa dal responsabile del dipartimento provinciale per il lavoro, Costantino Manes, che ha sottolineato la massiccia e convinta adesione ottenuta dai lavoratori del nucleo industriale della località adriatica.

Iresmo, spazziamo via la cultura I (pochi) dipendenti dell’Istituto regionale per gli studi storici del Molise costretti a fare anche le pulizie. La denuncia di Romano: Iorio intervenga tempestivamente CAMPOBASSO – Ricerche, studi e pubblicazioni sulle radici storiche del Molise non sembrano andare per la maggiore. La cultura insomma può aspettare. E nessuno se ne stupisce, del resto questa è la città che a un decente cartellone estivo preferisce una maxi festa della birra! Ma che addirittura adesso i dipendenti dell’istituto regionale debbano anche provvedere alle pulizie sfiora davvero il ridicolo. La denuncia è del consigliere regionale Massimo Romano che dopo gli appelli del collega Michele Petraroia (Pd), appelli caduti nel vuoto, interviene sulla vicenda con una lettera indirizzata al presidente Michele Iorio e al direttore generale Antonio Francioni in cui scrive “che incredibilmente da oltre tre mesi i

locali adibiti a sede dell’Iresmo in via Mazzini sono in un totale stato di impraticabilità ed in condizioni igienico-sanitarie precarie ed indegne, a causa della scadenza del contratto di pulizia stipulato con la ditta incaricata, il cui mancato rinnovo deriva dalla omessa adozione degli atti necessari”. Al presidente di Costruire democrazia risulta che il personale in servizio più che di libri sia armato di scopa e paletta “mansioni che certamente esulano dall’inquadramento degli stessi. Tale circostanza suscita indignazione e preoccupazione per lo stato di degrado in cui l’amministrazione regionale ha relegato il prestigioso istituto di studi storici, triste quanto veritiera metafora della considerazione che la

politica regionale riserva alla cultura”. Ma c’è dell’altro: la dotazione organica al momento risulta composta da sole 2 unità anziché 10 (come disposto dagli articoli 11 e 12 della legge regionale n. 33/04) “un fatto che pregiudica – continua Romano - la funzionalità dell’istituto e la mortificazione della dignità del personale incaricato. Dal 1 luglio 2010, inoltre, il dirigente ed un funzionario amministrativo, responsabile dell’ufficio affari generali e della biblioteca, sono in quiescenza. Non risulta assegnata all’Istituto, ormai da anni, la figura del funzionario contabile, ancorché ripetutamente sollecitata, anche a mezzo di specifiche mozioni consiliari, e di indispensabile necessità, attesi gli adempimenti contabili ammi-

nistrativi obbligatori per legge (predisposizione di bilancio consuntivo 2010 e preventivo 2011, che allo stato sembrerebbero non effettuati)”. Per tutte queste ragioni Romano sollecita un tempestivo intervento del governatore affinché ripristini le condizioni minime di agibilità, sicurezza, e salubrità igienica dei luoghi “e dunque di legalità dell’azione amministrativa con riferimento all’istituto Iresmo, anche con riferimento alla dignità dei funzionari e dipendenti regionali costretti in condizioni vergognose e indegne che si protraggono da mesi, pur a fronte di una spesa pubblica regionale che per altri enti o istituti risulta al contrario particolarmente disinvolta”. redazionepolitica


CAMPOBASSO Ieri auto parcheggiate sui due lati della strada. E i vigili? C’erano ma inutilmente

Multe in Piazza Pepe, è durata poco

La storiella delle multe è durata come il volo di una stella cadente. Se poi alle passeggere buone intenzioni ci si aggiunge anche l’ira dei commercianti si capisce perché Piazza Prefettura, in men che non si dica, è ripiombata nel caos. Ieri mattina, poco prima delle 13 (e le fotografie sono solo in parte eloquenti) era quasi impossibile camminare sul lastricato davanti alla cattedrale, (ri)diventato

un enorme parcheggio. Le file di auto sui due lati della strada partivano sin dalle fioriere sotto il monumento di Gabriele Pepe per arrivare alle altre fioriere che si trovano all’incrocio con via Marconi. E come se non bastasse nello spazio davanti al Savoia c’erano (come spesso accade) almeno un paio di camion o furgoni (gli unici per una giusta causa) che caricavano e scaricavano materiale edile

per i lavori di ristrutturazione degli antichi palazzi che affacciano su quella che una volta era una delle piazze più caratteristiche della città. Ma non è finita qui, perché spesso ad aggravare una situazione già parecchio pesante ci si mettono anche i rappresentanti che si piazzano proprio davanti alle vetrine dei negozi ingombrando perfino i marciapiedi. Insomma un percorso ad ostacoli e tutto

questo sotto l’occhio dei vigili urbani che anche ieri avevano l’auto sulla piazza anche se nessuna delle vetture in sosta vietata era stata multata. La polizia municipale cui l’altro giorno abbiamo regalato il nostro oscar è tornata a non vedere e non sentire. E gli automobilisti senza scrupoli ne approfittano. A danno di un’intera città e dei suoi abitanti.

E intanto tra le fughe del lastricato spuntano pure le erbacce E intanto sempre su Piazza Prefettura il lastricato è sempre più abbandonato a se stesso. Dopo una veloce manutenzione che l’attuale amministrazione aveva avviato qualche mese, la situazione è ripiombata nell’abbandono più totale. Oltre al fatto che

molte pietre non sono ben incollate al suolo e tante hanno gli angoli che sporgono più del dovuto dal livello stradale, ora tra le inesistenti (o quasi) fughe di cemento è spuntata addirittura l’erbaccia. Segno che è da tanto tempo che nessuno le pulisce.

Ente bilaterale del terziario e del turismo: arriva l’ intesa tra le parti sociali Tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro, supporti per la conciliazione e l’arbitrato, promozione della conoscenza degli strumenti contrattuali: questi gli obiettivi principali dell’E.BI.TER.T.CB, ente bilaterale che ha mosso proprio ieri i primi passi verso la costituzione. Il nuovo soggetto sarà regolamentato da un apposito statuto, che rappresenterà lo strumento per lo svolgimento di attività riguardanti le problematiche occupazionali, il mercato del lavoro, la formazione e la qualificazione professionali, nonché lo studio dei fabbisogni occupazionali del territorio. Ieri, nella sede della Confesercenti Provinciale di Campobasso, è stata avviata la pro-

cedura di costituzione dell’ente, con la firma del protocollo d’intesa: all’appuntamento hanno partecipato il presidente provinciale Asec Confesercenti Pasquale Oriente, il segretario regionale Filcams Cgil Franco Spina, oltre ad Alfredo Magnifico, segretario Fisascat Cisl Molise e al segretario Uiltucs Uil Molise, Pasquale Guarracino. Tra le attività svolte dall’ente bilaterale provinciale del terziario e del turismo anche la promozione di iniziative finalizzate al sostegno temporaneo del reddito dei lavoratori coinvolti in processi di ristrutturazione e riorganizzazione. Lu.a.

7 ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010


CAMPOBASSO “Perché il Molise non diventi una pattumiera”, protesta a Montagano Il Comitato per il “No” agli Inceneritori nel Molise pronto ad una nuova protesta. L’appuntamento è per queste mattina alla discarica di Montagano. Una manifestazione contro la delibera regionale n.674 del 6 agosto del 2010 che autorizza la ditta Giuliani Environment alla realizzazione e gestione di un centro di stoccaggio di rifiuti pericolosi come acido solforico e solforoso, idrossido di calcio, carbone attivo e filtri dell’olio, pitture e vernici di scarto contenenti solventi organici o altre sostanze pericolose, residui di vernici o di sverniciatori, soluzioni di industrie cinematografiche, solventi, tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio. I quantitativi massimi di trattamento annuo autorizzato arrivano, per singola categoria di rifiuti, fino a 156 tonnellate. A questi si aggiungono una serie infinita di scarti “non pericolosi” che vanno dalle batterie, ai fanghi e rifiuti acquosi contenenti adesivi, sigillanti, pitture, vernici e inchiostro, ai liquidi antigelo, toner per stampa esauriti, pastiglie per freni, miscele bituminose, scarti in gomma, pneumatici fuori uso, olio e grassi commestibili. Se l’impianto verrà costruito la situazione della discarica di località Santo Ianni si aggraverà notevolmente; nell’area, infatti, transiteranno materiali di ogni tipo e di provenienza incontrollabile. Numerose le iniziative messe in campo dal Comitato per scongiurare questa ipotesi. Sull’intera vicenda, recentemente, anche il dissenso di alcuni esponenti politici, tra cui l'assessore provinciale al Turismo Pietro Montanaro. “La realizzazione di questa struttura – ha commentato - andrebbe a compromettere definitivamente, sia dal punto di vista turistico che agricolo, una delle più belle aree della nostra regione. Il termovalorizzatore, e su questo nulla questio, è meno inquinante dei vecchi inceneritori, ma è altrettanto vero che per diventare vantaggioso deve bruciare rifiuti di una

popolazione di sicuro superiore ai 300mila abitanti. Dunque - continua l'assessore Montanaro - l'apertura di un termovalorizzatore a Montagano avrebbe come conseguenza, l'arrivo di numerose quantità di rifiuti (sempre leciti?) anche dalle regioni limitrofe con danni per la salute dei cittadini e con disagi evidenti anche alla già disastrata viabilità molisana”.

Slow E-motion Matese, appuntamento a sabato 23 E’in programma per sabato prossimo, 23 ottobre 2010, la presentazione del progetto “Slow E – motion Matese”, progetto di comunicazione promosso dalla Regione Molise in collaborazione con l’associazione “terre del Matese”. All’incontro - che si terrà nella

sala conferenze Sviluppo Italia Molise, nei pressi del nucleo industriale di Campochiaro – parteciperà anche l’assessore regionale all’ambiente Salvatore Muccilli. Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero 840 038 200.

Bojano: “I platani della piazza simbolo della comunità” I drastici tagli effettuati periodicamente sulle branche principali dei platani rischiano di costituire un danno vitale al processo di fotosintesi delle piante stesse, minando così la loro stessa esistenza: questo l’allarme lanciato dal comitato scientifico del circolo sinistra ecologia e libertà “E. Berlinguer” di Bojano. Per tutelare i grandi alberi, patrimonio e simbolo della comunità matesina molisana, domani, a partire dalle 10,30,

i componenti del circolo scenderanno in piazza con un banchetto informativo per rendere nota ai cittadini la situazione e discutere risultati e prospettive della ricerca, nella speranza di poter ancora contribuire a migliorare la delicata situazione. La relazione tecnicoscientifica curata dal comitato scientifico Sel è già disponibile sul web, ma è possibile richiederla anche mandando una mail all’indirizzo selbojano@yahoo.it

Il circolo di sinistra ecologia e libertà propone nuove soluzioni in tutela dei monumentali alberi


SPETTACOLI Il cartellone dell’associazione Amici della musica chiude a marzo

Stagione di concerti al via Oggi alle 21:00 al Savoia la Filarmonica Ucraina CAMPOBASSO - Era il 1968 quando prendeva il via nel capoluogo la prima stagione di concerti dell’associazione Amici della musica. Ora, la 42ma edizione, prenderà il via stasera al teatro Savoia con l’esibizione dell’orchestra filarmonica ucraina “Sergej Prokofiev”. L’ultima esibizione si terrà il 13 marzo 2011 con gli Swingle sisters. Ma l’intera programmazione prevede esibizioni solo, altre orchestre, quartetti e terzetti. Una proposta che delizia i palati più fini senza esitazioni. L’abbonamento costa euro 90,00 ridotto euro 45,00. Informazioni 0874416374. chp

Montanari all’Alexander

Cena e cabaret CAMPOBASSO La vasta schiera dei talenti comici napoletani, vanta anche quella di Bruno Mariano, giovane cabarettista che ha all’attivo già svariate pertecipazioni ad importanti concorsi e laboratori. Nel 2003 prende forma artistica dopo la partecipazione al laboratorio Totò. Stasera sarà, con il suo show, l’attrazione dell’All In, in via Altobello. Si inizia alle 21:00.

Dance ISERNIA - Stasera al Bunker club è Love stick party. Ad ognuno, all’ingresso verrà dato un braccialetto colorato, rosso per i fidanzati, verde per i single, poi in sala l’alchimia. In consolle Vincenzo Zappitelli (foto), Plattenspieler, Tony V.

CAMPOBASSO - Nuovo weekend ricco di musica alla discoteca Alexander. Questa sera, in consolle salirà il dj Ricky Montanari. Doppia area per il club di colle delle api. In quella commerciale play Angelo Frezza, Pippo Venditti, Valentino, Vito Lolaico, nella privè house play Gianni De Vivo, Gianmarco Pascale, Andrea Armagno, Miss Natalie. Informazioni e prenotazioni 087461123 - 3397531610.

Personale di Laurelli CAMPOBASSO - Presso la galleria Limiti inchiusi in via Muricchio, si inaugura oggi alle 18:00 la personale di Cinzia Laurelli “Mia solo mia”. La mostra resterà aperta sino al 3 novembre (ore 17:30-20:30 escluso martedì e mercoledì). In mostra sono presenti due aspetti a cui l’artista è legata: l’impiego del corpo in relazione al tempo e alla trasformazione, mescolati in maniera apparentemente casuale. Info 3281413929.

Fashion

Cast, rassegna teatrale ISERNIA - La compagnia Cast presenta la rassegna teatrale dedicata a Mario Scarpetta. In scena “O’ vicolo”, di Salvatore Mincione Guarino. Nel nuovo spazio culturale della compagnia, in scena oggi e domani, il 23 e 24, il 30 e 31. Nel mese di novembre, la pièce scelta è “Camere da letto”, di Alan Ayckbourn, in scena nei giorni 13,14,20,21,27,28. Info 3392694897.

CAMPOBASSO - Questa sera al Rudy’s lounge bar di via Gazzani, Discodrink dalle 21:00. Sound dj Charles Papa. Info 360731652.

DISCO

Movida CAMPOBASSO - Al Ragnarok live di Barracuda. CAMPOBASSO - Al Music fashion nella zona industriale serata dancehall con Fiyah revolution e Almighty squad. CAMPOBASSO - Presso Wellness club oggi serata big dancehall.

Teatro: il Governo da’ l’addio all'Eti

20 minuti di Tron Legacy a Festival Roma

ROMA - Chiude i battenti il 25 ottobre a Roma la sede dell'Eti, lo storico Ente teatrale italiano soppresso con la manovra anticrisi del governo. Il personale, si apprende da una nota, viene trasferito nelle sedi del ministero dei Beni culturali. I dipendenti incaricati di 'portare a conclusione le attivita' ancora in essere del soppresso ente', precisa il comunicato, lavoreranno nella sede della direzione generale dello spettacolo dal vivo.

ROMA - Venti minuti di Tron Legacy apriranno il Festival di Roma il prossimo 28 ottobre, in anteprima mondiale. E' quanto ha annunciato ieri, durante la convention della Disney, il direttore generale Paul Zonderland che ha presentato agli esercenti italiani il listino per la stagione 2010 - 2011, e si legge sul sito Giornale dello Spettacolo.it Tron Legacy uscira' in Italia il prossimo 5 gennaio.

CAMPOBASSO - Stasera al De Anima in via Barbato, after dinner, play dj Mario Tallari. FROSOLONE - Cena, animazione e disco oggi al Queen valley. Play Diego Colangelo. CAMPOBASSO - Nuovo appuntamento al Red Passion stasera: night surprise.

11 ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010


Carpinone-Sulmona Mazzuto non ci sta

Auditorium, le verità di Melogli

ISERNIA - Continuano le polemiche dopo la chiusura della linea ferroviaria Carpinone-Sulmona. Dopo il parroco di Carovilli, adesso ad alzare la voce è il Presidente della Provincia, Luigi Mazzuto, che si dichiara pronto a revocare gli accordi presi con Trenitalia se la situazione non si sbloccherà.

ISERNIA - Diversi filoni di inchieste, esposti in varie procure, costi di realizzazione che crescono in maniera esponenziale, ombre della “cricca” sugli appalti. Sono queste le voci che girano attorno l’auditorium di Isernia. Melogli tuttavia predica tranquillità: “Non sono arrivati avvisi di garanzia in Municipio”

ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

A scuola di concretezza www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO L’avevano presentata come un’opera faranoica che avrebbe rilanciato l’economia della città di Isernia. Ed ora, a distanza di qualche anno, dicono che a stento ci sono i fondi per ultimare il primo lotto. In questi giorni siamo costretti a registrare l’ennesima beffa riguardante l’auditorium pentro. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, infatti, ha fatto sapere al sindaco Melogli di non avere soldi per ultimare l’imponente struttura. Per questo motivo, salvo miracoli dell’amministrazione, si procederà solamente alla costruzione della sala teatrale. Addio, dunque, alla galleria commerciale, alla torre luminosa, e al maxicinema. Ma addio, soprattutto, ai sogni di gloria.

L’OSCAR DEL GIORNO A EMIDDIO COCCO L’Ispettore della Squadra Mobile di Isernia, da qualche giorno, è stato nominato anche Segretario Generale Provinciale del Siup (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia). Emiddio Cocco prenderà il posto del segretario uscente Lorenzo Beneduce. Un traguardo importante, dunque, per l’Ispettore di Polizia, che durante questi anni si è contraddistinto per la sua dedizione e professionalità nell’ambito lavorativo. Non a caso è stato anche il protagonista del recente arresto di due pericolosi ladri albanesi. Complimenti Ispettore.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Melogli: “Traguardo importante, nonostante gli esposti in Procura e le lettere a Bertolaso”

Scuole sicure, la struttura di San Lazzaro diventa realtà L’assessore Rosa Iorio: “Da lunedì 198 alunni potranno fare lezione nel nuovo edificio. Entro Natale tutta la San Giovanni Bosco si trasferirà in queste modernissime aule”

ISERNIA – Un altro tassello importante verso la messa in sicurezza di tutte le scuole comunali di Isernia. S’è tenuta ieri mattina, infatti, presso il Comune di Isernia, una conferenza stampa durante la quale il sindaco Gabriele Melogli e l’assessore ai lavori pubblici Rosa Iorio hanno illustrato i dettagli del trasferimento di alcune

classi della “San Giovanni Bosco” nella nuova struttura scolastica di San Lazzaro. “Da lunedì prossimo, dieci moderne aule accoglieranno 198 alunni – ha affermato l’assessore Iorio durante la conferenza –. Altri locali saranno disponibili entro Natale, in modo da consentire il completo spostamento della scuola ele-

mentare “San Giovanni Bosco”, comprese le quinte classi, che al momento stanno facendo lezione presso la scuola media “Giovanni XXIII”. Desidero ringraziare il competente settore comunale per l’ausilio tecnico prestato e la Regione Molise per aver finanziato l’opera. Un ringraziamento particolare lo rivolgo alle mamme di Isernia, che sono state per me uno stimolo continuo e un sostegno fondamentale”. La struttura, costruita mediante le più recenti tecniche antisismiche, in totale potrà ospitare 20 aule da 30 alunni. “L’amministrazione comunale è molto soddisfatta – ha aggiunto il sindaco Melogli –. Abbiamo tenuto fede alle promesse e il nuovo plesso è ormai pronto. Si tratta d’un prefabbricato sicuro e accogliente, il cui costo è stato di circa 2 milioni di euro. Va dato merito all’assessore Rosa Iorio per essersi impegnata costantemente, sia nel reperimento delle risorse economiche presso la Regione sia nel seguire l’intero iter che ha condotto alla realizzazione della

Fonti rinnovabili, Sassi soddisfatto ISERNIA - Progetto “Bike Sharing e Fonti rinnovabili”, il Comune di Isernia in prima linea per la sostenibilità ambientale. Soddisfazione da parte dell’assessore Piero Sassi. “Sono particolarmente felice per il via libera dato dall’esecutivo all’approvazione di questo progetto che proietta la nostra città verso una dimensione moderna, votata all’ecosostenibilità ambientale”. Questo il commento dell’assessore Piero Sassi dopo che la Giunta Comunale di Isernia ha dato l’ok alla realizzazione del progetto preliminare denominato “Bike Sharing e Fonti rinnovabili”, programma proposto agli Enti locali dal Ministero dell’Ambiente. L’iniziativa nasce da una profonda esigenza di realizzare, attraverso l’innovazione tecnologica, una mobilità sempre più ecologica e sostenibile, anche attraverso il noleggio automatico di biciclette a pedalata assistita. Per poter permettere ai cittadini, ma anche ai turisti, di accedere ad un servizio semplice da raggiungere e comodo da usare, le postazioni di fermata saranno quindi dislocate in punti strategici come fermate autobus, la stazione ferroviaria, parcheggi di scambio e punti di attrazione turistica. “Questo progetto – conclude Sassi – oltre a consentire di sviluppare applicazioni altamente tecnologiche nel campo delle energie rinnovabili, finalizzate ad incidere in maniera positiva nell’ambito della mobilità, sarà il fulcro di una nuova politica ambientale avviata dall’Amministrazione Comunale di Isernia con l’adesione formale alla Direttiva Comunitaria “20 20 20”, quella cioè che prevede di ridurre, entro il 2020, di almeno il 20% le emissioni di gas serra.”

14 ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010

Bertolaso. Ma ora non è più il nuova struttura”. Un prefabbrimomento delle polemiche. I fatti cato simile a quello realizzato a ci hanno dato ragione”. San Leucio, che tanto e piaciuto E ad un genitore che gli ha a mamme, alunni ed insegnanti, chiesto se l’amministrazione si e che già da diversi mesi è fresta attivando per istituire un quentato dagli alunni della servizio navetta che trasporti gli Ignazio Silone. Nel giro di poco alunni dalla vecchia scuola a più di due anni, dunque, l’assesSan Lazzaro, il sindaco ha risore Iorio ed il sindaco Melogli sposto: “Al momento non ci sono sono riusciti nell’intento di meti soldi per offrire questo servitere in sicurezza tutti gli alunni zio, abbiamo deciso di investire isernini. Un traguardo impori fondi per mettere in sicurezza tante e difficile da raggiungere tutti gli alunni nel più breve se si analizzano le problematitempo possibile. E ci siamo riuche che tutt’oggi, invece, stanno sciti”. affrontando tutti gli altri comuni, compresi alcuni della provincia pentra come Venafro ed Agnone. “Sono stati due anni molto difficili – ha continuato il primo cittadino – in cui abbiamo dovuto ricevere gli attacchi di comitati e pseudopolitici. Attacchi anche scorretti visto che sono stati presentati persino espoL’interno della nuova scuola sti in Procura e a

Gli anziani del D’Acunto: “In balia dei vandali” ISERNIA - A margine della conferenza stampa, svoltasi ieri mattina in Comune, alcuni rappresentanti dell’amministrazione hanno incontrato una delegazione di anziani iscritti nel centro anziani “Sabino D’Acunto”. I pensionati, si ricorda, erano stati trasferiti dal plesso di via Umbria all’edificio che fino all’anno scorso ospitava la scuola elementare “Ignazio Silone”. Una scelta alla quale si erano adeguati, nonostante da sempre hanno chiesto certezze sull’agibilità dell’edifcio, visto che il plesso non era a norma per ospitare gli studenti. Ma ora gli anziani chiedono all’amministrazione di intervenire. “Siamo in balia dei vandali e il riscaldamento non funziona. Il numero degli iscritti quest’anno è calato vertiginosamente”. L’amministrazione, dal canto suo, ha promesso che stilerà una lista delle priorità, in cui saranno inseriti gli interventi più urgenti.

Corse clandestine arrivano in Consiglio

Con il Rotaract si può adottare un angelo

ISERNIA - Durante il Consiglio comunale che si svolgerà lunedì prossimo, a partire dalle 15:30, sarà affrontato anche il problema delle corse clandestine di auto e moto lungo corso Garibaldi. Nell’assise saranno presentati alcuni deterrenti per arginare il fenomeno, come ad esempio rallentatori e segnalatori acustici.

Domenica 17 ottobre 2010, a partire alla ore 10.00, presso il Centro Commerciale “In Piazza” il Rotaract club di Isernia, contemporaneamente a tutti i Rotaract del distretto 2090°, svolgerà attività di informazione e sensibilizzazione sul progetto “Adotta un Angelo” portato avanti dall’Associazione di Volontariato Ce.R.S.


ISERNIA Ieri prima udienza dal Gip. Il sindaco: “Mai ricevuto nessun avviso di garanzia”

Auditorium, solo fantasie malate

ISERNIA – “La cricca nella realizzazione dell’auditorium? Solo fantasie malate”. Queste le dichiarazioni del sindaco di Isernia, Gabriele Melogli, in merito alle notizie circa la presenza di alcuni dei personaggi indagati nell’ambito del filone sulle “Grandi Opere”. Tra queste anche i lavori inerenti il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, compreso l’auditorium isernino. A scatenare le voci sulla cricca l’ormai famoso cartellone, posto all’entrata del cantiere,

in cui compariva il nome di Della Giovampaola e di altri indagati nel filone. Cartellone che, dopo lo scandalo scoppiato a livello nazionale, è stato coperto. Intanto ieri mattina, presso il Tribunale di Isernia, il giudice per le indagini preliminari Cuomo ha chiesto qualche giorno di tempo per decidere se avviare o meno un procedimento giudiziario per il reato di abuso d’ufficio in merito alla stesura del bando per i lavori dell’auditorium. Bando contestato

dall’architetto venafrano Franco Valente che mesi fa presentò un esposto in procura. Il professionista ha chiesto ai magistrati di far luce sull’aumento dei costi dell’opera: da 5 ad oltre 40 milioni di euro, denunciando alcune incongruenze nel bando per l’aggiudicazione dell’appalto. Accuse che non convincono il pm Scioli, che ieri mattina ha chiesto l’archiviazione del caso. Intanto, oltre alla Procura pentra, anche quella di Roma starebbe effettuando dei controlli sull’opera isernina che, secondo notizie di stampa, potrebbe non essere completata, visto che la Presidenza del Consiglio ha fatto sapere che ci sarebbero i fondi per realizzare soltanto il primo lotto. Inchiesta avviata in seguito ad un altro esposto, questa volta presentato dal segretario regionale del Pcl, Tiziano Di Clemente. Ma il sindaco Melogli si è detto sicuro della bontà dell’opera anche perché “fino a questo momento in Municipio non è arrivato nessun avviso di garanzia”.

Chiusura della Carpinone-Sulmona Mazzuto tuona contro Trenitalia La Provincia di Isernia esprime il suo più totale disappunto per la chiusura della storica linea ferroviaria Carpinone-Sulmona e la sua sostituzione con gli autobus. La decisione assunta da Trenitalia rischia, infatti, di intralciare il percorso di sviluppo turistico delineato dall’amministrazione provinciale per il rilancio delle zone interne. Rilancio che passa anche attraverso questo tratto di ferrovia che collega l’Abruzzo e il Molise. Un tragitto ferroviario durante il quale è possibile ammirare un paesaggio di rara bellezza e che perciò si presta allo sviluppo turistico. Per questi motivi il presidente della Provincia, Luigi Mazzuto, intende opporsi fermamente alla decisione assunta da Trenitalia. “Se qualcuno pensa di abbassare definitivamente le sbarre sulla ferrovia “Carpinone-Sulmona” allora – ha affermato il presidente Mazzuto – si sbaglia di grosso. Il tratto in questione rappresenta un pezzo importante della nostra storia e anche su di esso intendiamo basarci per rilanciare, attraverso il turismo, lo sviluppo delle aree interne. Per questo motivo è inaccettabile la decisone di Trenitalia. A questo punto

– ha sottolineato il presidente – mi vedo costretto a chiedere alla Regione di rescindere la convenzione in essere con le Ferrovie per quella tratta. Del resto chi dimostra di essere contro il nostro territorio non merita alcuna considerazione dal punto di vista politico, Trenitalia compresa”. Mazzuto annuncia anche che è allo studio una soluzione alternativa a Trenitalia per rilanciare la tratta Sulmona- Carpinone. “La possibilità di rilanciare la linea ferroviaria – ha aggiunto Mazzuto – potrebbe passare attraverso la stipula di un protocollo di intesa con la Ferrovia Sangritana. Gruppo quest’ultimo che si è dimostrato interessato a gestire la tratta. Naturalmente, per concretizzare il tutto occorre prevedere una convenzione tra Regione Molise e il nuovo gestore interessato a subentrare. Si tratterebbe in definitiva – ha concluso il Presidente - di un accordo che prevederebbe, a parità di impegno finanziario rispetto a quanto viene attualmente corrisposto a Trenitalia, non solo di far funzionare nuovamente la linea ferroviaria ma anche di rilanciarla con importanti risvolti di natura turistica”.

Patronato Acai, una mano ai guidatori più anziani

Novità per quanto riguarda il rinnovo della patente per i guidatori più “attempati”. Dallo scorso 15 settembre, infatti, è entrata in vigore una nuova normativa del Codice della Strada che introduce una nuova fascia d’età, cioè quella che va dagli 80 anni in su. Riassu-

miamo in breve la precedente normativa. Il rinnovo andava fatto ogni 10 anni sino al compimento dei 50 anni, ogni 5 fino ai 70 anni e ogni 3 anni dai 70 anni in su. Adesso però le cose sono cambiate, e per gli ultraottantenni sarà necessario svolgere la visita ogni due anni presso la Commissione medica provinciale. In molti sono spaventati dalle lunghissime liste d’attesa, tuttavia i titolari della patente di guida scaduta, in base all’articolo 59 della legge 120/2010, coloro che ancora devo sottoporsi all’esame possono ottenere dalla Motorizzazione civile un particolare permesso provvisorio. Il patronato Acai di Isernia, diretto dall’assessore provinciale Filomena Calenda, con sede in Via Berta, è a disposizione dei cittadini per maggiori informazioni sulla questione.

Riconoscimenti per gli uffici postali di Carovilli e Pesche Gli uffici postali di Carovilli e di Pesche sono stati premiati per aver raggiunto risultati di eccellenza in alcune tipologie di servizi e prodotti che Poste Italiane mette quotidianamente a disposizione dei suoi clienti. La premiazione degli uffici postali, che si sono particolarmente distinti per settori, è avvenuta nel corso del Meeting dell’Area Territoriale Sud 1 di Poste Italiane, che comprende le regioni Puglia, Basilicata e Molise, tenutosi a Ostuni Marina. Aumentare la soddisfazione dei milioni di clienti che ogni giorno entrano negli uffici postali, migliorare sempre di più la qualità dei servizi: il Meeting ha rappresentato un impor-

Corsi ECDL al Giordano di Venafro

Convegno Neuromed su droga ed alcool

L'Istituto “Antonio Giordano” di Venafro propone, per il secondo anno consecutivo, un corso per il conseguimento della patente europea del computer (ECDL). Con questa nuova opportunità formativa, il “Giordano” si impone come uno degli istituti della provincia, più vicini alle reali esigenze della collettività nel sistema istruzione.

POZZILLI - Il prossimo 29 ottobre, alle ore 9.30 presso l’Aula Magna di Ateneo dell’Università degli Studi del Molise in via Francesco De Sanctis a Campobasso, la Fondazione Neuromed organizzerà un convegno dal titolo “Droga ed Alcol”. Un importante iniziativa, che si terrà proprio in facoltà per sensibilizzare anche i giovani.

tante momento di aggregazione e di confronto finalizzato, tra l’altro, a conoscere le nuove strategie aziendali mirate al miglioramento dei servizi alla clientela. Il responsabile dell’Area Territoriale Sud 1, Letizia Carbonari, che coordina il principale canale di accesso ai prodotti e ai servizi offerti da Poste Italiane attraverso una rete di 9 Filiali e 830 uffici postali, ha dato l’avvio ai lavori davanti ad una platea formata dai vertici aziendali nazionali, dai direttori di Filiale e da 440 collaboratori provenienti dalle tre regioni, selezionati dalle strutture di staff e dai direttori degli uffici postali più rappresentativi dell’intera Area.

15 ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010


TERMOLI Si registrano numeri significativi anche sui pescherecci della flottiglia termolese

Extracomunitari indispensabili per le marinerie adriatiche “Svolgono solo mansioni di bassa forza, cioè non possono essere né armatori né comandanti dell’imbarcazione”

TERMOLI - Senza i 2.500 lavoratori extracomunitari residenti in Italia, molte imbarcazioni di tante marinerie non potrebbero

salpare perché non raggiungerebbero il numero minimo legale previsto per l'equipaggio che varia in base alla lunghezza e al

tipo di pesca. Lo afferma in una nota la Federcoopesca - Confcooperative, a proposito dei dati Istat sulla presenza degli immigrati, precisando che rappresentano circa il 6,5% del totale degli occupati nel settore della pesca, percentuale raddoppiata negli ultimi sei anni. Si tratta di persone provenienti da Tunisia, Marocco, Algeria e Senegal, concentrate sopratutto nei porti dell'Adriatico dove si pratica lo strascico, da

Porto Garibaldi, a Fano, Rimini, Termoli, Molfetta e naturalmente a Mazara del Vallo in Sicilia in cui e' presente la piu' grande comunità tunisina in Italia, in gran parte impiegata nella pesca. In base al codice di navigazione, precisa Federcoopesca, nella pesca gli stranieri possono svolgere solo mansioni di bassa forza, cioè non possono essere né armatori né comandanti, perché non possono sostenere l'idoneità

per qualifiche professionali riservata solo ai lavoratori comunitari. ''E' un lavoro di fatica e le giovani generazioni di italiani non lo vogliono più fare anche se la paga e' buona - sottolinea il presidente Federcoopesca, Massimo Coccia - spesso si esce all'alba, si sta in mare fino a 12 ore e si riparte anche dopo quattro giorni di fila; ci vuole grande determinazione e capacità di adattamento''.

Di Lena plaude a Stefano Mancinella Comunisti-Sinistra popolare neo segretario regionale dei giovani Idv Domani il primo congresso LARINO – Stefano Mancinelli è il nuovo segretario regionale dei giovani dell'IdV e tra i primi a condividerne e plaudire la nomina e stato Pasquale Di Lena. “La sensazione è stata quella dell’inizio di un nuovo corso così come persona attenta ai fatti che toccano questa mia terra, gli ho subito inviato, con altrettanta gioia, un messaggio di augurio. Ritengo che ne abbia bisogno per arrivare ai traguardi che si è prefissato ed avere i successi che sempre merita chi fa politica con passione ed onestà, lavora per il bene comune e lascia il giusto spazio all’ambizione, perché non sfoci in presunzione e arroganza. Tanto più quando questo impegno è rivolto ai giovani – scrive Di Lena -, le vere vittime di una società basata sul profitto e sul consumo che, insieme, stanno mettendo in crisi il pianeta, con lo spreco delle risorse primarie e della biodiversità. Un pianeta che va impoverendosi sempre di più e rischia di non avere più niente da dare all’animale più vorace che vive sulla terra, l’ultimo arrivato, l’uomo. Il Molise e così Larino, per le loro dimensioni e per la natura delle risorse e dei valori propri del territorio – continua la nota -, nel momento in cui verranno messi nelle mani di una nuova classe dirigente, capace di guardare lontano, fatta possibilmente di folli e di sognatori, come dovrebbero essere i giovani, hanno tutto per diventare un esempio del cambiamento di cui ha forte bisogno il Paese e il mondo nella sua totalità. Un dialogo che va oltre, lontano, molto lontano e che, se giustamente animato e alimentato, in primo luogo con quelli che si riconoscono nelle comuni radici, può

dare risultati incredibili per la sua rinascita e la sua possibilità di diventare un patrimonio dell’umanità. Penso alla nostra Larino ed alla necessità di essere difesa dai rischi pesanti che sta correndo, in mano a una classe dirigente incapace di gestire il presente e, ancor più, di ridare il senso di appartenenza ai suoi cittadini, per renderli partecipi, liberi, e, come tali, protagonisti della costruzione del domani. Una classe dirigente da troppo tempo ormai sottomessa a potentati esterni, portata ad obbedire ed eseguire con la conseguenza di un processo di spoliazione delle sue risorse più importanti e, con esse, del suo ruolo. Stanno qui, nell’essere espressione di questa classe dirigente, le ragioni di quella scarsa

capacità di rappresentanza della onorevole De Camillis, anche se giovane e, per di più, donna, nonostante gli incarichi e i ruoli importanti ad essa affidati. Non è riuscita ad essere quel punto di riferimento proprio per non avere avuto la capacità e la forza di staccarsi da questa classe dirigente, cioè da una mentalità e da una cultura che l’hanno portata ad essere una comprimaria e non la protagonista, come doveva essere, della nostra città e del suo circondario. Se Mancinelli, come io credo, baserà il suo percorso su questi valori - conclude Pasquale Di Lena -, posso dire che questa mia fiducia nell’inizio di un nuovo corso non verrà smentita, ma servirà per il rilancio del ruolo e della immagine della nostra Larino”.

CASACALENDA – Domani, con inizio alle 10, la Sala Convegni della Fondazione “Caradonio Di Blasio”, ospiterà il primo congresso dei Comunisti di Sinistra popolare, il Movimento che fa capo, a livello nazionale, a Marco Rizzo. “I Comunisti di Sinistra Popolare – si legge in un comunicato -, partendo dalla critica dell’attuale contesto sociale governato dalle destre, ma pure dall’autocritica circa gli errori compiuti da una sinistra ormai non più credibile e presentabile, che in questi anni ha sperperato un patrimonio ideale ed umano che sarebbe stato decisivo nella lotta per il lavoro e la pace, lanciano una proposta di società basata sul rafforzamento dei diritti sociali, (primo il lavoro, quindi scuola, sanità, servizi, diritti civili) e sui principi e valori socialisti di eguaglianza, solidarietà, giustizia e responsabilità sociale. La proposta politica è quella di una costituente comunista unitaria, con tutti coloro che condividono la proposta di

una forza politica alternativa che stia senza compromessi da una parte sola: quella dei lavoratori e dei nuovi sfruttati, partendo dalla base, senza ipocriti quanto inutili leaderismi. Una forza che sappia unire il filo rosso delle lotte contro il capitale e le sue rappresentante politiche trasversali. Chi sta con Marchionne – conclude il comunicato non può stare coi lavoratori: occorre dunque una rappresentanza autonoma, coerente nella politica in difesa degli interessi della classe operaia e dei diritti sociali”.

Ortofrutticolo, anche al Molise l’aiuto finanziario nazionale 2010 ROMA – Il ministro delle politiche Agricole e Alimentari e Forestali, Giancarlo Galan, ha stabilito con proprio decreto che anche il Molise rientra nelle regioni con livello di organizzazione inferiore al 20%, così come per la Valle d’Aosta, Liguria, Toscana, Marche, Umbria, Abruzzo, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e la Sardegna. Per l'anno in corso per queste regioni è previsto un aiuto finanziario nazionale uno stanziamento complessivo di 40.000.000,00 euro, e alle organizzazioni di produttori ortofrutticoli che soddi-

sfano le condizioni dettate nell'articolo di legge andrà un importo non superiore al 66,096% dei contributi finanziari effettivamente versati al fondo di esercizio dagli aderenti o dalle medesime organizzazioni, ammesso in via definitiva dalle competenti autorità. Possono beneficiare dell’aiuto finanziario nazionale solo le organizzazioni di produttori che risultano inserite nell’elenco allegato alla domanda di autorizzazione del 29 gennaio 2010. Gli inter venti che dovranno essere realizzati con i fondi dell’aiuto finanziario nazionale devono tendere all’incremento della concentrazione dell’offerta e della base sociale nelle Regioni. Per le organizzazioni di produttori che nell’ambito della richiesta di accesso all’aiuto finanziario nazionale presentano e realizzano un programma di importo superiore al 66,096% dei contributi finanziari

effettivamente versati al fondo di esercizio, gli Organismi pagatori competenti, in fase di valutazione finale del programma, possono elevare la percentuale fino all’80% dei contributi finanziari effettivamente versati al fondo di esercizio approvato in via definitiva, in presenza di economie accertate dagli stessi Organismi pagatori. L’aiuto finanziario nazionale concesso per il 2010 in aggiunta al fondo di esercizio del medesimo anno, non può in alcun modo sostituire i contributi di competenza dei soci e/o dell’organizzazione di produttori al fondi di esercizio. Infine il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali provvede, entro il 1° gennaio 2012, a formulare specifica richiesta alla Commissione europea di rimborso dell’aiuto finanziario nazionale effettivamente erogato nelle Regioni che hanno diritto.


TERMOLI La Cassazione lo ha riconosciuto colpevole dell’uccisione della moglie Giuliana

Omicidio D’Ascenzo, Cianci da ieri in carcere La Suprema corte ha confermato la sentenza della Corte di Assise di Campobasso non accogliendo la tesi della difesa

TERMOLI - Da ieri mattina Pasqualino Cianci é stato rinchiuso in carcere dove deve scontare una pena di 25 anni perchè ritenuto colpevole dell'assassinio per strangolamento della moglie Giuliana avvenuto l'8 Marzo del 2002. La sentenza definitiva é stata emessa alle 19 di giovedì dalla 1 sezione della Corte di

Cassazione la quale ha confermato la sentenza della Corte di Assise di Appello di Campobasso. Proprio questa sentenza era stato motiuvo di ricorso alla Suprema Corte da parte del difensore del Cianci, l'avvocato Domenico Porfido. Un ricorso fondato su diversi motivi di impugnazioni, tra i quali violazione di legge e illo-

gicità e contraddittorietà della sentenza della Corte di Assise di Appello di Campobasso. Il legale della difesa ha sostenuto che la Corte abbia ritenuto utilizzabili alcune dichiarazioni definite “de relato”, cioè dichiarazioni di soggetti che avrebbe riferito quanto detto loro da altre persone (in sostanza hanno riferito su cose sapute da altri, la legge lo vieta); in secondo luogo Porfido ha evidenziate tutta una serie di contraddizioni nella sentenza della Corte d’Appello, ad esempio quando in una pagina riferisce che le mani del Cianci erano protette da una maglia/camicia (per giustificare l’assenza di residui sotto le unghia della moglie) e in altra pagina dice che il Cianci aveva riportato delle unghiature sul

Depuratore del Nucleo Industriale L’opposizione chiede lumi al sindaco

TERMOLI – Ha destato abbastanza clamore la notizia divulgata da un organo di stampa sul depuratore del Nucleo Industriale, dove verrebbero trattati rifiuti, anche speciali, provenienti anche da insediamenti esterni all'agglomerato industriale di Rivolta del Re. I Consiglieri comunali di opposizione Paolo Marinucci, Daniele Paradisi, Antonio Russo, Giacomo Mario Di Blasio, Francesco Caruso, Antonio Giuditta e Filippo Monaco rendono pubblico che “già da qualche mese, dalla determina dirigenziale autorizzativa della Regione Molise dell'ottobre 2009, eravamo venuti a conoscenza della volontà di ampliare l'impianto di depurazione mediante il

trattamento di rifiuti speciali provenienti anche da aree esterne al consorzio. Preso atto di questa volontà, in virtù sia dell'aspetto formale (il Comune di Termoli è tra i soci del Consorzio) sia dell'aspetto sostanziale (Termoli ha nel nucleo il territorio più ampio) abbiamo formalizzato al Sindaco la richiesta di accesso agli atti relativi al depuratore”. Oltre a questo, i Consiglieri di opposizione hanno chiesto sempre al primo cittadino di avere una relazione completa sul sistema di monitoraggio ambientale del Nucleo, sui dati ambientali rilevati e sulle procedure che vengono attivate verso le aziende che non rispettano i dati ambientali. L'amministrazione comunale per conto del segretario generale, ha inoltrato le richieste e le risposte da parte del Nucleo sono state le seguenti: “I Consiglieri comunali non possono accedere agli atti del Consorzio in quanto quest'ultimo non svolge compiti propri del Comune; I dati relativi al sistema di monitoraggio ambientale e agli agenti inquinanti sono disponibili sul sito del consorzio

(anche se le richieste avanzate vanno ben oltre quello che si trova sul sito); I dati relativi ai rifiuti non sono documenti amministrativi e quindi non possono essere consultati dai consiglieri, ma solo dall'autorità di controllo. “Prendendo atto che come consiglieri, nonostante la volontà di approfondire la questione, non abbiamo possibilità di avere accesso ai dati chiediamo con forza al Sindaco e a questa Amministrazione di farsi carico in tempi brevi e certi di questa situazione che va oltre qualsiasi schieramento partitico e riguarda la salute dei cittadini e la tutela del nostro territorio. Inoltre apprendendo sempre dalla stampa che il Sindaco non era a conoscenza di tale autorizzazione, lo invitiamo a porre maggiore attenzione alle richieste avanzate dalla minoranza che, già dal giugno 2010, domandava chiarimenti in merito alla suddetta questione. Agli organi di controllo e alla Procura della Repubblica chiediamo di intervenire mediante indagini conoscitive e volte alla sicurezza ambientale. Dal nostro canto – termina la nota - continueremo a tenere alto lo stato di allerta perché non finisca tutto nel dimenticatoio”. Questa mattina alle 10,30 davanti ai cancelli del Cosib terranno una conferenza stampa.

Oggi e domani la campagna sulla Sovranità Alimentare TERMOLI – Oggi e domani Mani Tese, organizzazione non governativa impegnata contro la fame e gli squilibri tra nord e sud del mondo, lancerà con l’evento 100 Piazze la campagna “Food For World”. Si tratta di una campagna triennale sulla Sovranità Alimentare orientata a sostenere il diritto dei popoli di scegliere le proprie politiche agricole, a promuovere un consumo consapevole e a ridurre la fame nel mondo. Anche Termoli é protagonista dell’evento e un gazebo sarà allestito in Piazza Monumento.oggi e domani dalle 17 alle 21. A tutti coloro che lo visiteranno sarà proposta un’azione sim-

bolica, quella dello scambio tra il vecchio “sacchetto di plastica”, simbolo di una spesa “non consapevole” e una nuova “borsina di cotone”, da riempire “consapevolmente” durante gli acquisti. “Siamo convinti - afferma Loredana Pietroniro, fiduciaria della Condotta Slow Food di Termoli e “ambasciatrice” dell'evento a Termoli - che per promuovere “stili alimentari sostenibili” sia importante fare leva sulle abitudini dei consumatori: ciò può avvenire concretamente proprio spiegando come conciliare un’alimentazione sana e variegata con metodi di coltivazione e distribuzione attenti al-

l’ambiente e alle specificità dei singoli paesi produttori. Questo significa promuovere la Sovranità Alimentare”. Gli organizzatori si aspettano una grande partecipazione da parte dei cittadini per i quali è disponibile, oltre alla borsina di cotone, un kit informativo e promozionale caratterizzato da diversi materiali per tutti i target (dai più piccoli ai più grandi consumatori, dai più esperti a chi non conosce il tema della Sovranità Alimentare) e concepito per sensibilizzare ai temi della giustizia economica, sociale ed ambientale di cui Mani Tese si fa portavoce dal 1964”.

dorso delle mani ad opera della moglie; infine si è messo in evidenza come tutto il processo sia stato di natura indiziaria, senza prove certe, e come gli indizi che hanno portato alla condanna sono mere congetture prive di credibilità. Altri esempi portati il fatto che il cane non abbia abbaiato quella mattina non vuol dire che non siano entrati estranei poiché vi era un entrata dal retro non visibile al cane, oppure il fatto che il Cianci abbia usato una pietra per “auto colpirsi” e simulare l’aggressione: qui la Corte d’Appello aveva superato il problema della mancanza di sangue sulla pietra supponendo che la stessa fosse avvolta da uno straccio, ma questa cosa non è provata e comunque il sangue sarebbe

filtrato attraverso il panno lasciando un minimo di tracce, oppure il fatto che gli infissi della casa erano protetti da grate e quindi non poteva entrare nessuno: Porfido ha obiettato che questa tesi non è esatta poiché in cantina vi era una piccola porta - finestra senza grata e sempre aperta. In definitiva i punti cardine dell’accusa, secondo la difesa, erano indizi privi dei requisiti della precisione, gravità e concordanza. Tutte tesi che non hanno convinto i giudici della Cassazione che hanno così confermato la colpevolezza di Pasqualino Cianci che, fino a ieri mattina era ai domiciliari, ed ora si trova ristretto in carcere. Termina così una storia giudiziaria che si portava avanti da otto anni.

La Giunta approva il progetto per il bando del bike-sharing a Termoli TERMOLI – La Giunta comunale ha approvato il progetto preliminare per aderire al bando di finanziamento del Ministero dell’Ambiente, della tutela del territorio e del mare, per la promozione di sistemi di bike-sharing, alimentati da fonti di energia rinnovabili. Il bike-sharing, meglio tradotto come "condivisione della bicicletta" e talvolta indicato come servizio di biciclette pubbliche, è uno degli strumenti di mobilità sostenibile, con questo termine si intende indicare l'esigenza di avere un sistema di mobilità urbana che permette di non gravare eccessivamente sul sistema sociale, in termini di inquinamento atmosferico, acustico e congestione dovuta al traffico veicolare. E’ uno strumento a disposizione delle amministrazioni pubbliche che intendono aumentare l'utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici, integrandoli tra loro con l'utilizzo delle biciclette condivise per i viaggi di prossimità, là dove il mezzo pubblico non arriva o non può arrivare. Il bike-sharing prevede che siano installate delle sta-

zioni in diversi punti della città dove collocare le biciclette. Le biciclette sono bloccate e sono utilizzabili dopo averle sbloccate o con una chiave o con una tessera contactless. Alla fine dell'utilizzo la bicicletta può essere riportata in un'altra stazione o obbligatoriamente nella medesima stazione di partenza (in base al sistema). Un progetto davvero innovativo, che l’Amministrazione Comunale intende portare avanti. In merito il sindaco, Antonio Basso Di Brino, ha dichiarato che: “Il bikesharing è un progetto davvero ambizioso che se finanziato, donerà a Termoli un posto di rilievo nel panorama molisano. Riassume in sé svariate opportunità come promuovere e migliorare i sistemi di mobilità alternativa, i quali andranno a tutelare il rispetto per l’Ambiente, un tema molto sentito da questa Amministrazione, inoltre influirà positivamente allo snellimento del traffico veicolare. Siamo sicuri che nel momento in cui il bando sarà ufficializzato, questa città potrà beneficiare di uno strumento davvero utile e innovativo”.

Lutto in casa Faletra TERMOLI – E' venuto a mancare all'età di 84 anni Gino Faletra, amatissimo padre di Romeo, Governatore della Misericordia di Termoli. Un lutto che ha colpito la moglie Maria Filomena, la nuora Iole, i nipoti Dyego, Rony, Simona, Barbara e Laura. Le sequie si terranno questa mattina alle 10 nella chiesa di San Timoteo. Alla signora Filomena, all'amico Romeo e a tutti i parenti giungano la vicinanza e le più sentite condoglianze dalla redazione de “La Gazzetta del Molise”


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta

La sera precedente, pulite i fagioli e metteteli a bagno in abbondante acqua, pari al doppio del loro volume, un tempo si usava quella piovana, perché più pura e senza minerali. Trascorso il tempo indicato, nella classica “pignata” di terracotta fate cuocere i fagioli, a fuoco moderato, nella stessa acqua in cui li avete tenuti a bagno, con l’aggiunta di sale mezza cipolla e una costa di sedano. Pelate le patate, lavatele e tagliatele a fette dello spessore di un centimetro e mezzo, mettetele in una pentola, coperte di acqua, aggiungete l’altra cipolla, il sedano e il sale necessario e portate a bollore. Quando le patate sono cotte, unite i fagioli con la loro acqua e fate insaporire tutto insieme per alcuni minuti; scolate una parte dell’acqua di cottura e con un cucchiaio di legno “pestate” i fagioli e le patate, fino a farli diventare una crema. Aggiungete un soffritto di olio ventresca a piccoli pezzi e peperoncino piccante. Fate insaporire e gustate la crema di fagioli e patate, fredda o calda, accompagnata a fette di pane casereccio, possibilmente “ascate”. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

COMUNALE 1 Via Calabria, 37 Tel. 0874.483629

SILVESTRI Via Lazio, 10 Tel. 0865.50789

COMUNALE 2 (di appoggio) Via XXIV Maggio, 180 Tel. 0874.66811 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno SPAGNOLETTI - Via Molise, 78 - Tel. 0875.703846 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 05:47 06:49 09:35 12:30 14:12 17:14 17:40 18:23 20:55

Arrivo 07:27 08:39 11:25 14:11 16:02 19:04 19:30 20:13 22:45

Arrivo 07:36 08:15 13:58 15:20 16:20 17:50 18:55 20:30 22:38

Partenza Arrivo 05:50 08:53 07:20 10:10 08:30 11:40 14:15 17:16 16:30 19:25 19:33 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 14:15 14:47 16:45 17:15 18:42 19:40

Arrivo 09:23 12:15 17:30 19:25 20:15 20:44 21:30 22:40

TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

SABATO 16 OTTOBRE 2010

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 07:20 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:53 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:03 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:35 09:00 09:23 15:22 16:02 17:17 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193

Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432

ANNO III - N° 228

21 apr - 20 mag

AUTOBUS

Municipio 0875.7121

18

Toro

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:25 12:08 13:30 14:30 16:00 17:14 18:40 20:48

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia

Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

un peperoncino piccante 150 g di ventresca ½ dl di olio di oliva extravergine

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI

“Patane e fasciuole pestate” di Sessano 300 g di fagioli del pastore 800 g di patate 2 coste di sedano una cipolla

ORARI

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

A D N E G A

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Qualsiasi cosa voi vogliate fare in questa giornata, sarà meglio non avere dubbi e soprattutto sarà meglio non farsi troppi scrupoli, in quanto le persone che vi sono intorno potrebbero non essere così comprensivi con voi, come in passato e quindi vi dovrete rimboccare le maniche e cercare altre vie per raggiungere i vostri scopi! Toro - Forse pensate troppo al vostro lavoro e soprattutto siete molto individualisti, ma in fondo perchè mai dovreste non essere così come siete! Se qualcuno in questa giornata ve lo farà pesare, voi fatelo pesare a loro ancora di più, perché non riescono ad accettarvi così, giusti o sbagliati che siate! Gemelli - In questa giornata potreste essere molto più realisti del solito e cercare di prendere il meglio anche dalle situazioni più complicate. Tuttavia, non potete assolutamente permettere che delle questioni prendano il sopravvento, soprattutto se già si sono presentate in passato e voi dovreste conoscerle bene! Cancro - Forse ci saranno delle questioni economiche o finanziarie in questa giornata, che vi daranno molto da penare, ma non dovete assolutamente abbattervi, in quanto non potreste mai permettere che tali situazioni di vita superficiale, inficino il vostro splendido umore, di cui invece dovreste gioire! Leone - Pensare al passato potrebbe anche essere sconveniente di tanto in tanto, poiché potrebbe ricordarvi che avete lasciato in sospeso qualcosa, qualcosa che andava prontamente risolto e che invece avete lasciato indietro, senza curarvi delle conseguenze che con rammarico incontrerete oggi! Vergine - In questa giornata sarebbe forse meglio prendersi un pochino cura del proprio corpo e della propria salute in generale, in quanto non potete trascurare nulla che riguardi ciò. Invece di correre a destra ed a manca, fermatevi, e riflettete molto attentamente su ciò che avreste da fare e ciò che potreste invece, tranquillamente rimandare! Bilancia - La giornata potrebbe iniziare con qualche piccolo screzio in famiglia, oppure in ufficio o addirittura con un vicino che non vi ha fatto riposare la notte per via di rumori molesti. Ebbene, fareste meglio a prendervi meno sul serio, perché essere troppo concentrati su se stessi potrebbe causare gravi squilibri nei rapporti con gli altri. Scorpione - In questa giornata potreste avere molto tempo per voi ed essere pienamente attivi in qualsiasi situazione. In sostanza sarete la figura di riferimento sia per voi stessi che per gli altri, perché i vostri piani saranno sempre rispettati e favorirete sempre qualche familiare o qualche amico che vi chiederà un favore! Sagittario - Avete bisogno di qualche nozione in più in questa giornata, poiché ci sono questioni molto capillari da affrontare e non sempre avrete le conoscenze necessarie per essere all'altezza della situazione. Solo perché gli altri vi fanno credere che possiate tutto, non vuol dire che sia vero o che possiate trarne beneficio! Capricorno - In questa giornata non vi mostrerete sicuri di voi come al solito ed alcune delle persone più sveglie che vi sono vicino, non potranno fare a meno di notarlo. Non abbiate troppa fretta di essere ciò che non siete, perché sono ben altre risorse quelle che vi serviranno oggi! Osservate il comportamento altrui e capirete anche quale debba essere il vostro! Acquario - Non siete quel tipo di persone che non sa mai come comportarsi, pertanto, la vostra sicurezza e spavalderia, il più delle volte colpisce le persone che ha un carettere diametralmente opposto al vostro. Sarà anche questo il caso, in cui potrete trovare qualcuno di interessante con cui parlare, in questa grigia giornata! Pesci - In questa giornata sarà ben possibile confidare nelle persone che vi sono intorno e che hanno molte più possibilità di riuscita, visto che voi non siete dell'umore adatto per tentare nessuna nuova sfida o avventura. Dovrete pertanto rimettervi alla bontà e alla volontà delle persone che avete vicino, per non perdere mai di vista i vostri obiettivi!


Rally San Giuliano: lunedì la presentazione

Grande successo per la giornata Paralimpica

Lunedì presso la sede del Coni Regionale in via Carducci a Campobasso, con inizio alle ore 11, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’11° rally di San Giuliano del Sannio importante manifestazione che si correrà i prossimi 23 e 24 ottobre. A PAG 21

Il centro di Campobasso trasformato in uno spazio all’aperto e polivalente dedicato esclusivamente agli sport paralimpici praticati in regione. Un vero e proprio fiume di studenti e di scuole provenienti da tutti i centri del Molise hanno partecipato alla quinta giornata . A PAG 23

ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it CALCIO SERIE D: L’AGNONESE DOMANI RICEVE IL MIGLIANICO In casa Olympia Agnonese si cerca di guardare al bicchiere mezzo pieno, anche se obiettivamente la situazione dei granata è abbastanza delicata,tra squalifiche ed infortuni infatti mancheranno all’appuntamento contro il Miglianico diversi calciatori: Litterio, Bernardi e Di Lullo squalificati, Kettlun e Lizza infortunati. In casa Agnonese però è assolutamente vietato piangersi addosso come conferma il presidente Carmine Masciotra: “ La settimana è stata funestata dalle assurde decisioni del giudice sportivo che hanno colpito la squadra ma anche la società. Purtroppo il calcio è anche questo ma la cosa importante ora è trovare le motivazioni giuste per reagire ed uscire fuori dal momento negativo”. A PAG 21

VOLLEY FEMMINILE: ESORDIO IN TRASFERTA PER L’EFFESPORT Sarà la Clemente Dibenedetto Leonessa Altamura ad ospitare La Fonte del Benessere Resort – Centro Messegue Isernia nella prima giornata del campionato nazionale di serie B/2 femminile. Oggi alle ore 19.00 le atlete allenate da Nello Caliendo scenderanno in campo per l’esordio nella quarta serie nazionale alla quale sono approdate dopo aver vinto, nella scorsa stagione, il campionato regionale di serie C. A questo importante appuntamento la squadra si presenta nel migliore dei modi, come conferma lo stesso coach Caliendo, al suo primo anno sulla panchina pentra. “Tutto è pronto; mi pare che abbiamo la giusta tensione e la giusta condizione”. A PAG 23

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Oggi partirà per Zurigo, in permesso, e rientrerà martedì

Murati il kosovaro condanna gli ultrà serbi L’attaccante del Campobasso è intervenuto sulle vicende di Italia-Serbia. Poi l’attualità: ‘Vogliamo rialzarci presto’ Le sue origini sono kosavare, ma Almir Murati vive ormai da tempo a Zurigo, che è anche la sua città natale. Però conserva le sue tradizioni e la sua lingua e non ha dimenticato nemmeno la guerra che ha martoriato la sua terra. Martedì sera ha visto in tv ciò che è successo a Marassi in occasione della gara tra Italia e Serbia, match sospeso per le violenze dei ‘tifosi’ ospiti, e su questo argomento ha le idee chiare: ‘Nessuna di quelle persone era un tifoso e sono giunti in Italia con il chiaro intento di commettere della violenza. E’ gente che non c’entra con il calcio e sono spinti da motivi politici. Ho sentito che il capo ultrà Ivan ha dichiarato che il loro intento era di con-

testare la squadra serba, ma io penso che invece sono giunti in Italia per ragione riconducibili esclusivamente alla politica. Io a Zurigo – ha continuato Murati – ho molti amici serbi con i quali vado d’accordo e tra noi non c’è mai stato alcun problema. A Genova hanno incendiato la bandiera dell’Albania, non del Kosovo – ci tiene a precisare – e questo fa capire qual era il loro intento.’ Dei giocatori in campo, capitanati da Stankovic, che sono andati sotto la tribuna a fare il gesto nazionalistico delle tre dita cosa pensi? ‘Ritengo che loro abbiano fatto quel gesto per cercare di riportare la calma e per dire ‘noi siamo con voi’, ma non è servito a nulla.’ Con l’attaccante del Campo-

basso la conversazione è poi scivolata su argomenti di più stretta attualità, e anche in questo caso Murati sembra avere le idee chiare. Oggi partirà per Zurigo per un breve permesso a lui concesso dalla società, visto che non torna a casa da molti mesi, e rientrerà nel capoluogo molisano martedì. ‘Dobbiamo rialzare al più presto la testa e impegnarci per fare sempre meglio. Speriamo di riuscirci con il nuovo allenatore.’ Quali sono le tue impressioni sul nuovo mister? ‘Credo che sia un ottimo allenatore e si vede subito da come conduce gli allenamenti. Personalmente spero di fare di più, realizzare più gol per aiutare la squadra.’

La pausa del campionato servirà anche per poter lavorare con maggiore serenità. Almir ‘Da martedì, Murati quando tornerò, mi impegnerò al massimo per cercare di fare bene e alla ripresa del campionato spero di poter tornare a fare gol come le prime partite di campionato. Io lavoro sempre per fare gol e in tal senso molto importante è il lavoro della squadra. Ho bisogno del loro aiuto per fare gol e tutti insieme potremo rialzarci.’ Murati ha concluso l’intervista

scusandosi per il suo italiano non perfetto e ciò evidenzia anche il carattere e la sensibilità della persona. Ciò è stato sottolineato anche da mister Cosco che nella conferenza di presentazione ha sottolineato come Murati sia ‘un ragazzo dolce che ha bisogno d’affetto.’ mdi

LA SQUADRA

II DIVISIONE - GIRONE C

Ieri doppia seduta di lavoro al Selva Piana

Domenica c’è la sosta Ci saranno però due gare

Doppia seduta di allenamento nella giornata di ieri per i rossoblù guidati da Vincenzo Cosco e dal suo ‘fido’ Rossi. In mattinata Minadeo & co. hanno svolto la seduta presso l’antistadio Acli, effettuando un allenamento prevalentemente tattico. Come annunciato mister Cosco ha voluto verificare alcuni movimenti, principalmente offensivi, della squadra, soprattutto per rendersi conto con attenzione delle caratteristiche di ognuno. Nel pomeriggio, invece, lo ‘Special Wolf’ ha messo sotto i torchio i suoi con una seduta esclusivamente atletica. Il gruppo si è allenato a Selva Piana effettuando i balzi sui gradoni dello stadio. Dunque il mister sta facendo

effettuare alla squadra una sorta di richiamo di preparazione vista Mister la pausa di Cosco campionato. Al termine dell’allenamento pomeridiano Vincenzo Cosco si è recato presso l’antistadio dove è stato invitato ad un corso di aggiornamento per allenatori al quale è intervenuto. Questa mattina ci sarà l’ultimo allenamento settimanale e le sedute riprenderanno lunedì. Dim

Come noto domenica il girone C della II divisione osserverà un turno di riposo, tuttavia sono in programma due gare. Si giocherà il recupero della 6^ giornata tra Pomezia e Latina, gara in programma alle 15 al ‘Flaminio’ di Roma. E’ stata, invece, anticipata a domenica la partita Melfi-Avellino valida per l’8^ giornata. La Lega, vista la richiesta avanzata dalla società Melfi in relazione alla concomitanza con altra manifestazione nella città di Melfi, ed a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate, ha disposto che la gara Melfi-Avellino venga anticipata a domenica 17 ottobre, Il match si disputerà allo stadio Comunale “A.Valerio” di Melfi, con inizio alle ore 15. RS

Arrestato l’ex Avellino Biancone per scommesse clandestine

Cristian Biancone

NAPOLI (15 ottobre) - I carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno eseguito la scorsa notte un decreto di fermo emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli a carico di 25 persone, ritenute affiliati o fiancheggiatori dei clan camorristici D'Alessandro ed Afeltra-Di Martino, attivi nella zona di Castellammare di Stabia. Le persone fermate sono tutte indiziate, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti, associazione per delinquere finalizzata all'elusione delle misure di prevenzione

patrimoniale, esercizio di scommesse clandestine, usura, estorsione e riciclaggio di denaro di provenienza illecita. Tra le persone fermate nell'operazione dei carabinieri contro i clan stabiesi c'è l'ex attaccante dell'Avellino Cristian Biancone, 33 anni, che in passato giocava nel Sorrento: è accusato di aver truccato la partita Juve Stabia-Sorrento del 5 aprile 2009 per agevolare il clan camorristico dei D'Alessandro, che gestiva un giro di scommesse clandestine. L'incontro terminò 0 a 1. Secondo l'accusa, Biancone convinse anche il portiere, Vitangelo Spadavecchia, a falsare il risultato; in

cambio, Spadavecchia, che è indagato a piede libero, ricevette, secondo l'accusa, 25.000 euro. Spadavecchia giocò soltanto nella partita di ritorno. Cristian Biancone, il calciatore di 33 anni, fermato ieri mattina, dopo aver giocato nella stagione 2009-2010 nell'Avellino in serie D era attualmente svincolato. Nel corso dell'ultima stagione ha subito diversi infortuni che ne hanno condizionato negativamente il rendimento. Alla fine della stagione il contratto si è risolto e Biancone attualmente era senza squadra. I fatti per i quali è stato fermato riguardano la sua permanenza nel Sorrento Calcio.


S P O RT CALCIO SERIE D

Masciotra: “Inutile piangere, bisogna reagire” Le decisioni del giudice sportivo hanno lasciato il segno ma il presidente dell’Agnonese guarda fiducioso alla sfida casalinga di domani contro il Miglianico GLI ARBITRI DELLA 8^ GIORNATA Santegidiese-Sambenedettese Atessa Val di Sangro-Cesenatico A.Trivento-R.C. Angolana Bojano-Teramo Jesina-Rimini Luco Canistro-B. Fossombrone O.Agnonese-Miglianico Real Rimini-Venafro Recanatese-Forlì Santarcangelo-Civitanovese

In casa Olympia Agnonese si cerca di guardare al bicchiere mezzo pieno, anche se obiettivamente la situazione dei granata è abbastanza delicata,tra squalifiche ed infortuni infatti mancheranno all’appuntamento contro il Miglianico diversi calciatori: Litterio, Bernardi e Di Lullo squalificati, Kettlun e Lizza infortunati. In casa Agnonese però è assolutamente vietato piangersi addosso come conferma il presidente Carmine Masciotra: “ La settimana è stata funestata dalle assurde decisioni del giudice sportivo che hanno colpito la squadra ma anche la

Granci di Città di Castello Oggi Masi di Bari Robilotta di Sala Consilina Sacchi di Macerata Magnani di Frosinone Giuseppe Opromolla di Salerno Castello di Potenza Veronica Vettorel di Latina Bercigli di San Giovanni Valdarno Fanton di Lodi

società. Purtroppo il calcio è anche questo ma la cosa importante ora è trovare le motivazioni giuste per reagire ed uscire fuori dal momento negativo”. Il tecnico dei granata Massimo Agovino è salito agli onori della ribalta nazionale per la sua espulsione nel riscaldamento pre gara. Anche Repubblica nella rubrica “Il Graffio” di Emilio Marrese ha scherzato sull’accaduto con una frase simpaticissima (Massimo Agovino, allenatore dell'Olimpia Agnonese è stato espulso durante il riscaldamento prepartita. Alla notizia Mourinho ha

avuto un attacco di bile). Anche il numero uno del club alto molisano ironizza sulla cosa ma esprime anche una sua teoria che effettivamente potrebbe spiegare il perché l’allenatore campano spesso e volentieri sembra essere la “vittima” prescelta della classe arbitrale: “Beh, siamo entrati nel guinness dei primati. La punizione di Massimo mi sembra eccessiva, almeno stando a quanto mi ha raccontato e non ho motivo per non credere alle sue parole. Ho la sensazione che spesso i direttori di gara siano prevenuti nei suoi confronti. E’ un allenatore esuberante, talvolta sopra le righe, probabilmente questo condiziona a priori il giudizio e l’atteggiamento dei direttori di gara”. Domani c’è la sfida contro il Miglianico. La squadra granata sta crescendo domenica dopo domenica ed il bel gioco inizia a farsi vedere, in più nel prossimo turno gli alto molisani saranno attesi dalla seconda gara casalinga consecutiva, quale migliore occasione per riscattare al “Civitelle” l’immeritata sconfitta

Carmine Masciotra

patita una settimana fa per mano della Jesina proprio dinanzi al pubblico amico. Masciotra appare molto fiducioso: “La squadra ormai da tre domeniche è in ripresa. A Trivento abbiamo giocato una partita bellissima idem contro la Recanatese e domenica contro la Je-

sina è mancato solo il risultato. Stiamo tornado ad essere l’Agnone che tutti conoscono, una squadra che lotta ed esprime un buon gioco, sono sicuro che siamo sulla strada giusta e mi auguro che possiamo disputare un buon campionato”. ANPA

SERIE D- GIRONE F

CALCIO REGIONALE

AUTOMOBILISMO

Oggi l’anticipo tra Sant e Samb

Aic, partite le iscrizioni in Molise

Lunedì la presentazione del Rally di San Giuliano

Nell’ottava giornata la sfida più interessante si giocherà sul neutro di Teramo dove si affronteranno questo pomeriggio, con fischio d’inizio fissato alle 15.00, la Santegidiese e la Sambenedettese. I sostenitori di casa hanno annunciato uno sciopero del tifo poiché non hanno accettato di buon grado la decisione della società vibratiana di giocare la partita in un campo dalla capienza maggiore per consentire l’arrivo di un cospicuo numero di sostenitori ospiti che, secondo le previsioni, saranno circa quattrocento. Intanto nella giornata di ieri la Sambenedettese si è assicurata le prestazioni sportive del portiere Francesco Bortone. Si tratta di estremo difensore nato a Napoli nel marzo del '91 e cresciuto nelle giovanili del Siena. Nella passata stagione ha militato nella formazione Berretti del Real Marcianise. AP

Sono partite le iscrizioni da parte dell’Associazione Italiana Calciatori per la stagione calcistica 2010/2011 per tutti i giocatori appartenenti alla squadre di eccellenza, promozione, prima,seconda e terza categoria della regione Molise. La storia dell'AIC insegna che, l'unione, il senso dell'appartenenza e di partecipazione, la collaborazione, le idee e la

tenacia rappresentano la base sulla quale costruire i diritti e dare dignità alla categoria dei calciatori. L’attività dell’Associazione prevede per i calciatori : 1. la tutela legale da parte dei fiduciari a favore dei calciatori iscritti per quanto concerne controversie con le società di appartenenza (vedi il mancato rispetto degli accordi economici, messa fuori rosa dei calciatori, svincoli); 2. la tutela assicurativa attraverso la gestione delle pratiche di infortunio; 3. l’ assistenza per questioni di carattere disciplinare o comunque connesse con l’ attività sportiva nonché tutte quelle questioni che vedono quale attore protagonista il giocatore stesso. L’adesione all’ AIC, che assiste tutti i calciatori dalla serie A alla terza categoria, ha un costo simbolico e consente a tutti i calciatori di ottenere una tutela specifica e qualificata , oltre alla possibilità di usufruire di numerosi servizi e convenzioni. (Per maggiori informazioni è possibile contattare il fiduciario A.I.C., avv.Francesco Caruso al numero 347/8420569 e all’indirizzo email frncaruso@libero.it )

Mourinho:“ No al ritiro premio alle nazionali”

La Serbia chiede la ripetizione della gara contro l’Italia

No di Mourinho al viaggio dei suoi nazionali a Oviedo per ritirare il premio 'Principe delle Asturie' alla nazionale campione del mondo.Il 'no', spiega il tecnico, 'non e' negoziabile'. Il premio - dei piu' prestigiosi sara' consegnato dal principe Felipe di Borbone, erede al trono. La cerimonia e' venerdi' 23, vigilia di Real-Racing Santander. Cinque campioni del mondo del Real dovevano riceverlo: Iker Casillas, Xabi Alonso, Raul Albiol, Alvaro Arbeloa e Sergio Ramos.

La Federcalcio serba chiedera' all'Uefa la ripetizione della partita contro l'Italia, sospesa dopo 6 minuti per motivi di ordine pubblico. Lo ha detto il presidente della federazione Tomislav Karadzic. 'Il prossimo 18 ottobre - ha detto Karadzic in una conferenza stampa a Belgrado - ci incontreremo con il presidente dell'Uefa Michel Platini e con i componenti del Consiglio, e chiederemo loro che la partita venga rigiocata'.

Lunedì presso la sede del Coni Regionale in via Carducci a Campobasso, con inizio alle ore 11, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’11° rally di San Giuliano del Sannio che si correrà i prossimi 23 e 24 ottobre.

21 ANNO III - N° 228 SABATO 16 OTTOBRE 2010


S P O RT PALLAVOLO FEMMINILE SERIE B2

Atteso l’esordio per l’Effesport Le ragazze di Caliendo questa sera saranno impegnate nella trasferta in terra pugliese di Altamura Sarà la Clemente Dibenedetto Leonessa Altamura ad ospitare La Fonte del Benessere Resort – Centro Messegue Isernia nella prima giornata del campionato nazionale di serie B/2 femminile. Oggi alle ore 19.00 le atlete allenate da Nello Caliendo scenderanno in campo per l’esordio nella quarta serie nazionale alla quale sono approdate dopo aver vinto, nella scorsa stagione, il campionato regionale di serie C. A questo importante appuntamento la squadra si presenta nel migliore dei modi, come conferma lo stesso coach Caliendo, al suo primo anno sulla panchina pentra. “Tutto è pronto; mi pare che abbiamo la giusta tensione e la giusta condizione psico-fisica per poter cominciare questa avventura. Stiamo abbastanza bene, anche se qualche preoccupazione resta per le due atlete che occupano il ruolo di opposto”. In effetti, la presenza di Betti Tortora e Oriana Lauducci, alle prese con malanni di vario genere, potrà essere valutata solo nell’allenamento di rifinitura. Da Caliendo, poi, qualche nota

anche sulle avversarie. “La Leonessa Altamura è una squadra giovane che fa dell’entusiasmo e della combattività le sue armi migliori. Ci troveremo in un ambiente abbastanza caldo ed avremo di fronte una formazione che viene fuori da un vivaio che da diversi anni, a livello di under 18, fa bella figura su tutto il territorio nazionale. Noi, chiaramente, andiamo lì per vincere. Il nostro obiettivo è la salvezza e per conquistarla non vogliamo fare programmi o tabelle: dovremo pensare ad una partita alla volta”. In terra pugliese la squadra sarà seguita e sostenuta da tutta la dirigenza, a cominciare dal presidente Mauro De Toma che, alla vigilia, guarda con ottimismo alla stagione. “Cominciamo questo grosso impegno con le giuste motivazioni. Vogliamo far bene per conservare la categoria, ma anche per far crescere le nostre atlete e anche, con il traino della squadra di B/2, promuovere tutto il movimento che a livello giovanile ci sta dando grandi soddisfazioni”.

Coach Caliendo

CIP MOLISE

Grande successo per la giornata nazionale dello sport paralimpico

CAMPOBASSO – Il centro di Campobasso trasformato in uno spazio all’aperto e polivalente dedicato esclusivamente agli sport paralimpici praticati in regione. Un vero e proprio fiume di studenti e di scuole provenienti da tutti i centri del Molise hanno partecipato alla quinta giornata nazionale dello Sport Paralimpico che per la prima volta è approdata nella città capoluogo di regione. Alunni e docenti hanno potuto cimentarsi in prima persona nei vari sport che si sono impadroniti dell’isola pedonale. La novità dell’edizione di quest’anno è stata la possibilità di praticare i vari sport cercando di capire le varie disabilità. Come? Indossando per esempio una mascherina per conoscere a quali difficoltà va incontro un non vedente, o sedersi su una carrozzina per giocare a basket, tennis o tennistavolo. L’obiettivo della manifestazione era quello principalmente di far comprendere che lo sport abbatte tutte le barriere e che non ci sono limiti alla pratica sportiva. A Campobasso, grazie allo sport, non si è notata più la differenza tra normodotati ed atleti paralimpici, ma solo un gran numero di ragazzi, ragazze e bambini che si sono divertiti nelle diverse postazioni approntate dal Cip Molise in collaborazione con le varie federazioni locali. Un entusiasmo palpabile che ha coinvolto anche i passanti. Il momento cloù della mattinata si è raggiunto con lo spettacolo dei campioni italiani non vedenti di Danza Sportiva, Daniela Vellucci e Carlo Alberto Angelini, provenenti da Roma, che si sono esibiti in un doppio ballo, la rumba e il cha cha cha. Appalusi scroscianti hanno accompagnato tutta la loro esibizione che ha attirato completamente l’attenzione di tutta pizza Municipio.

Altro momento molto importante è stata la premiazione degli atleti paralimpici molisani e dei testimonial nazionali. Un riconoscimento dovuto a chi porta in auge il nome dello sport molisano in campo nazionale ed internazionale. L’interesse mostrato dagli alunni molisani verso il mondo variegato dello sport paralimpico è stato davvero notevole, tanto è vero che diversi sono stati i bambini che si sono avvicinati ai campioni molisani ai quali hanno chiesto sia informazioni sulla loro disciplina sia come poter arrivare a vincere una medaglia a livello nazionale. Una autentica festa dello sport, malgrado un tempo non proprio clemente, che ha unito in un unico abbraccio alunni normodotati e alunni disabili. L’attenzione maggiore dei ragazzi si è concentrata su sport, come ad esempio la scherma, dove hanno potuto provare una emozione diversa: quella di gareggiare seduti su di una carrozzina speciale. La novità, il poter sperimentare in prima persona quello che prova magari il compagno di banco ha reso decisamente più consapevoli e più maturi gli alunni molisani. Oltre al divertimento, infatti, è proprio questo il messaggio che vuole lanciare il Cip con l’organizzazione di queste giornate. Le risate, i volti distesi e sorridenti, il coinvolgimento anche degli insegnanti è stato il maggior premio agli sforzi compiuti dallo staff del Cip e dai numerosi volontari che si sono prodigati affinché la mattinata si potesse svolgere nel migliore dei modi. Per Campobasso ed il Molise era il debutto assoluto in una manifestazione del genere, ma l’esame è stato superato a pieni voti anche se, come nelle migliori tradizioni, si può e si deve migliorare per l’edizione

del prossimo anno. L’aspetto importante da sottolineare è che la popolazione studentesca e i dirigenti scolastici in particolar modo hanno compreso a pieno il messaggio che si voleva divulgare con questa giornata, permettendo ai proprio alunni di prendere parte ad una esperienza formativa di notevole caratura. L’apertura e la chiusura dei giochi è stata affidata alla banda di Montagano e alle majorette della scuola primaria II circolo di Campobasso. Piazza Municipio, poi, si è trasformata in una grande pista da ballo dove tutti, insegnati, alunni, organizzatori, istruttori sportivi ed autorità hanno danzato al ritmo dei tormentoni più gettonati del momento. L’arrivederci è al prossimo anno.


lagazzettadelmolise161010a  

IL TAPIRO DEL GIORNO A MARIO FRATIPIETRO L’OSCAR AL GRUPPO DEL PDL AL COMUNE DISTRIBUZIONE GRATUITA SABATO 16 OTTOBRE 2010 CAMPOBASSO - Situ...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you