Issuu on Google+

Oggi i funerali di Costanzo Muccio

Sì al sottopasso ferroviario Soddisfatto il comitato

CAMPOBASSO – E’ nella chiesa di San Pietro (quartiere San Giovanni) che questo pomeriggio, alle 15.30, verranno celebrati i funerali di Costanzo Muccio, il giovane e brillante ingegnere biomedico che sabato scorso ha perso tragicamente la vita a Cinisello Balsamo. A PAG.7

BOJANO – Il comitato per il Sottopasso ferroviario di Bojano esprime soddisfazione per lo stanziamento di 300mila euro, da parte della giunta regionale, per la costruzione dell’opera. Tuttavia “resterà unito per il prosieguo delle azioni istituzionali, necessarie alla sua concreta realizzazione”. A PAG. 9

ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A GIOVANNI FRATANGELO Sbloccati i lavori della Fondovalle del Rivolo che potrebbe essere terminata a fine anno. A giugno la giunta regionale aveva revocato i finanziamenti alla Comunità Montana Molise centrale nominando, tra le polemiche, commissario straordinario l’ingegner Carleo, nuovo soggetto attuatore dell’opera. Lo sblocco dei lavori dell’arteria - che permetterà alla città capoluogo di dotarsi di un ulteriore collegamento sicuro e agevole alla Bifernina - dà ragione alla Regione e torto all’ex presidente Giovanni Fratangelo, che si era opposto vivacemente a questa soluzione, dopo avere tenuto fermi soldi e cantiere per diverso tempo.

L’OSCAR DEL GIORNO ALLE TENUTE DI GIULIO E’ ufficialmente annoverata tra i migliori vini d’Italia. La Tintilia molisana delle tenute Di Giulio di Campomarino ha infatti ottenuto un meritato riconoscimento durante il concorso Douja d’or, una delle vetrine più importanti d’Europa nel settore enologico. Il Molise Tintilia 2008 ha convinto con il suo carattere deciso anche i palati sopraffini dell’organizzazione nazionale assaggiatori di vino che hanno espresso giudizi più che lusinghieri sul prodotto riscoperto ‘in casa’ soltanto pochi anni fa.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Finita la manifestazione una delegazione accompagnata dal vescovo Bregantini ricevuta dal presidente Iorio

Pro Cattolica, il comitato si convince

CAMPOBASSO – Si sentono rassicurati dalle garanzie date dal governatore Iorio i rappresentanti del comitato pro Cattolica, ricevuti al termine dell’affollata fiaccolata di due giorni fa a Campobasso. “Restiamo in attesa – ha dichiarato il responsabile dell’ufficio stampa, Antonio Chiatto – di conoscere i provvedimenti che il presidente della giunta regionale vorrà prendere in difesa del nostro centro”. Sembra proprio che adesso anche loro si siano convinti di quanto il governatore va ‘predicando’ da settimane. E cioè che nessuna strutture pubblica o privata del Molise chiuderà. “Anche se dovessero rimuovermi dall’incarico di commissario ad acta per la sanità – ha detto in Consiglio regionale poche ore prima della manifestazione guidata dal vescovo Bregantini – mi batterei comunque da governatore di questa regione”. In tutti i

casi si può dire che vertice in giunta, nonostante le polemiche che hanno accompagnato la silenziosa protesta a difesa del centro biomedico, è andato piuttosto bene. Anche se di novità al momento non ce ne sono. Per quelle bisognerà aspettare il tavolo tecnico del 30 settembre a Roma dove Iorio cercherà di

spiegare e far approvare il suo piano di rientro modificato. Un documento strutturato in modo da azzerare il deficit sanitario da 47 milioni di euro, e capace anche di ridistribuire le risorse economiche tra i due poli di eccellenza (Neuromed e Cattolica) affinché non entrino in conflitto con le attività ordinarie che già garantiscono gli ospedali pubblici. Perché il nodo è tutto qui. Solo che fino a quando il ministro Tremonti non ha puntato i piedi (bloccando i fondi Fas per le Regioni con i conti in rosso) nessuno si è preoccupato di controllare come il denaro dei contribuenti venisse utilizzato all’interno di strutture convenzionate sì, ma pur sempre private. I tagli, è inevitabile, ci saranno. E se non sarà Iorio a metterci la faccia, lo farà un commissario esterno inviato dal governo. Ma se saranno gli sprechi a ridursi (nel senso di prestazioni doppione) i centri potranno

Il governatore rassicura sul piano di rientro e sul fatto che gli ospedali (pubblici e privati) non chiuderanno serenamente lavorare in direzione degli obiettivi per i quali sono nati: ovvero l’alta specializzazione e non certo prelievi del sangue. Questo è il messaggio che dal governo stanno tentando di far passare. Con scarsi esiti però (almeno fino a ora), vista la strumentalizzazione politica fatta su questa ben riuscita manifestazione.

Il giorno dopo la fiaccolata interviene Paolo Spina, presidente di Confcommercio Campobasso

Quando è doveroso andare controcorrente Riceviamo e volentieri pubblichiamo. “Forse è il nostro destino, ma siamo costretti per l'ennesima volta ad andare controcorrente. Le convulsioni di questi giorni, con manifestazioni di piazza contro la chiusura di questo o quell'ospedale impongono qualche riflessione. Superando la tentazione di facili autocelebrazioni (da oltre due anni avevamo segnalato l'insostenibilità dei conti sanitari molisani) riflettiamo sulla difficile situazione odierna. E facendo ciò non possiamo non rilevare il complessivo sapore di provincialismo, nel senso di attenzione esclusiva alla propria condizione specifica e di ripiegamento su se stessi, che gli eventi locali propongono. Partiamo dalla così detta battaglia per la Cattolica, promossa da numerosi comitati, sostenuti direttamente o indirettamente dalla stessa Cattolica e avallata e supportata dal vescovo di Campobasso Monsignor Bregantini. Chi ci segue sa quanto siamo stati critici in passato verso la gestione del governatore Michele Iorio. E tuttora riteniamo che spetti agli elettori valutare attentamente la gestione della sanità che Iorio ha voluto e verificare se ci siano stati inefficienze e i sprechi. Ma oggi che Iorio, motu proprio o perché spinto dagli eventi, ha avviato un percorso, peraltro inevitabile, di riduzione delle spese il populismo facile e,

scuserete la franchezza, interessato dei paladini della Cattolica non convince. In primis in questi anni non abbiamo ascoltato una parola,che sia una, sugli aumenti fiscali che hanno colpito i cittadini e le imprese molisane per pagare tra l'altro anche il pié di lista della Cattolica. E coerenza avrebbe voluto, se si hanno davvero a cuore le sorti dei servizi sanitari di prossimità, che Monsignor Bregantini avesse fatto una panoramica sull'intero sistema molisano e non avesse limitato l'attenzione alla sola Cattolica. Questo anche perché non crediamo che gli ospedali di Venafro, Agnone e Larino o l'istituto Neuromed, possano essere ritenuti alla stregua di figli di un dio minore. E invece foglia non si è mai mossa. Oggi, invece, siamo alla mobilitazione totale. Da qui il senso di spaesamento che si prova, anche alla luce di ulteriori e secondo noi logiche considerazioni. La Cattolica era nata come centro di eccellenza, non certo per fare analisi del sangue o le radiografie. Per questo ci sono gli ospedali pubblici che, anzi, hanno sofferto della concorrenza impropria della Cattolica. Un centro che, grazie anche alla attiva partecipazione della politica nel tempo si è venuto trasformando proprio in un ospedale generalista. A riprova di questo basta considerare il tasso di mobilità attiva della Cattolica, cioè il numero di pazienti

che provengono da altre regioni, che nel caso di specie si aggira (ma sono numeri meritevoli anche di approfondimento) intorno al 40%. Un centro di cure di eccellenza, però, dovrebbe esprimere secondo noi ben altri numeri, anche perché non è pensabile che tutti i ricoveri siano riferibili ad interventi particolarmente complessi. E' ovvio, allora, che il Molise un costo del genere, quello per un nuovo ospedale pubblico da affiancare al Cardarelli di Campobasso, non lo avrebbe mai potuto sopportare. E oggi, semplicemente, i nodi sono venuti al pettine. In ogni caso il problema centrale di questa regione è sempre la coerenza. Non poteva andare avanti la Cattolica nella forma che aveva assunto ma non potevano andare avanti neanche gli ospedali pret a porter di Venafro, di Larino o di Agnone. Come non ha alcun senso organizzativo, accademico o di costo la Facoltà di Medicina dell'Università, che va abolita al più presto e sulla quale Iorio deve dare segnali chiari e coerenti. Così come, allargando un attimo l'orizzonte non ha senso nemmeno che l'Università del Molise abbia moltiplicato le proprie sedi sul territorio, con un dispendio che non ha alcuna giustificazione di natura didattica, ed è tutto dire per un'istituzione accademica. Che sia a Isernia, a Campo-

basso o a Termoli, l'Università deve centralizzare tutte le proprie attività. Ed anche facendo così, in un mondo in cui le risorse pubbliche saranno sempre più scarse, avrà comunque difficoltà a sopravvivere. Ma il provincialismo di cui parlavamo all'inizio, il modo di pensare solo alla fetta di torta senza preoccuparsi di chi poi dovrà pagare il conto è talmente intriso nella nostra cultura da impregnare tutti, anche quelli che se ne vorrebbero distinguere. Massimo Romano, ad esempio, politico brillante e promettente allorquando chiede la fermata a Bojano per il treno veloce Roma - Campobasso e non invece la soppressione di quella inutile di Venafro ha una caduta di stile che deve far riflettere su quanto un certo modo di pensare sia diffuso nella nostra comunità. In sostanza, sulla sanità come sui trasporti i molisani devono fare un salto di qualità culturale, inevitabile per sopravvivere al nuovo, difficile mondo verso cui siamo destinati ad andare. Devono ritrovare l'orgoglio della progettualità, del lavoro e del merito, anche a costo di perdere un pronto soccorso sotto casa, una fermata di autobus o una comoda posizione di rendita ormai non più sostenibile. Paolo Spina (presidente Confcommercio Campobasso)


PRIMO PIANO Il presidente del Consiglio regionale proprio non ci rinuncia alla macchina di servizio. Domenica scorsa si è fatto accompagnare a Fossalto e non certo per motivi istituzionali

Festa di pensionamento, Picciano ci va con l’auto blu CAMPOBASSO – In Friuli la Procura ci ha messo le mani per verificare se sussistono danni erariali. Se i nostri politici non si daranno una regolata finirà che anche la magistratura molisana vorrà vederci chiaro. Non stiamo parlando di tangenti, ma di un’abitudine ormai consolidata dei nostri rappresentanti che utilizzano notte e giorno l’auto di servizio. E non certo per fini istituzionali così come prevede il regolamento. L’ultimo avvistamento riguarda il presidente del Consiglio regionale Michele Picciano che ha fatto dell’auto blu un must. Non se ne separa mai. Sia che si tratti di una passeggiata sul corso di Vinchiaturo, sia che debba recarsi ad un party. Forse per darsi un tono, domenica scorsa, il nostro presidente ha pensato bene di farsi accompagnare dall’autista ad

una festa di pensionamento di un ex dipendente regionale. Andarci con la propria auto deve essergli sembrato davvero sconveniente per uno che riveste un ruolo talmente importante. E allora avrà pensato: meglio arrivarci con l’auto blu a Sant’Agnese di Fossalto dove erano in corso i festeggiamenti. E visto che si trattava di una festa per l’appunto ha pensato bene di accendere anche il lampeggiante della macchina. Il suo arrivo ovviamente non è passato inosservato. E poi vogliono farci credere che sono attenti ai costi della politica. Al di là del fatto che ci sarebbe anche un notevole risparmio se ognuno utilizzasse l’auto blu solo per servizio, vien da sé che non si può proprio

fare. Domenica alle 19,30 Picciano è andato ad una festa privata, non certo istituzionale. A spese dei contribuenti. Perché lo straordinario dell’autista e la benzina l’abbiamo pagata tutti noi. E non è certo uno che non se lo può perm e t -

tere considerato lo stipendio non proprio da fame che percepiscono i nostri inquilini di palazzo Moffa.

La giunta stanzia 2,5 mln di euro per i non autosufficienti CAMPOBASSO – E’ stato appena approvato dalla giunta regionale il nuovo Programma di interventi per la non autosufficienza. Le risorse destinate all’intervento ammontano a oltre 2 milioni e 500mila euro. La proposta dell’assessore alle Politiche sociali Fusco Perrella è stata salutata positivamente anche dal governatore Iorio che ha così commentato: “Il provvedimento si inserisce nel solco tracciato dalla programmazione che fino ad oggi abbiamo attuato quanto riguarda l’omogeneità e l’equità nella distribuzione delle risposte. Risposte che abbiamo inteso costruite sui reali bisogni delle persone non autosufficienti e delle loro famiglie. Con questo nuovo programma però facciamo un ulteriore passo in avanti con l’aggiunta di una maggiore semplificazione dei sistemi di accesso e della presa in carico degli utenti, mediante il

Pronto il programma regionale 2010 proposto dall’assessore Fusco Perrella miglioramento della modalità di erogazione dei singoli interventi”. Più nello specifico è entrato l’assessore Fusco Perrella che ha spiegato i dettagli del programma “che prevede: l’attivazione di punti unici di accesso per la non autosuf-

ficienza; l’assistenza domestica; l’assistenza alla persona; l’assistenza domiciliare integrata (Adi); l’assistenza domiciliare Alzheimer (Ada); la teleassistenza; il telecontrollo; il telesoccorso; il sostegno e la promozione della vita indipendente; gli interventi socio-educativi; il sostegno alla mobilità”. La gestione degli interventi è delegata agli ambiti territoriali, ad eccezione del servizio di telesoccorso, garantito direttamente dalla Regione Molise. “Si tratta – hanno concluso Iorio e la Fusco Perrella – di un provvedimento teso ad assicurare programmi assistenziali personalizzati alle persone non autosufficienti residenti nel territorio regionale. Programmi che prevedano, nei casi più particolari, un’opportuna e sapiente integrazione degli interventi e dei servizi a carattere sociale, con quelli sanitari”.


REGIONE Il fondatore di Alternativ@ ha lanciato ieri i cinque forum per inviare via mail i contributi alla stesura del programma

Ruta: apriamo la stagione della qualità in politica “Percepisco un grande entusiasmo in questi giorni” Leva: la politica ha bisogno di coraggio

CAMPOBASSO – “Inauguriamo la stagione della qualità in politica”. Roberto Ruta guarda già lontano, nonostante la settimana scarsa di vita del movimento Alternativ@. E si affida alla rete per raccogliere i contributi per il programma che sarà il frutto “dell’intelligenza dei molisani, a prescindere dal colore politico”, lanciando l’indirizzo di posta elettronica alternativamolise@gmail.it e annunciando la prossima attivazione di cinque forum: Ambiente e qualità della vita; Cultura, ricerca e formazione; Sanità e servizi sociali; Infrastrutturazione del territorio; Attività produttive e politiche del lavoro. Una sorta di “fase due”, come lo stesso Ruta l’ha definita, mutuando il termine usato nel periodo dell’ultimo governo Prodi, che “ha fatto registrare un notevole entusiasmo, non solo alla presentazione

di venerdì scorso, ma anche nei giorni successivi. Il mio ruolo sarà quello di tenere aperta la nostra sede – si limita a dire – per una squadra che sappia governare. Le primarie sono uno strumento collaudato e utile per mettere insieme sensibilità diverse. In Molise è possibile cambiare musica puntando su competenza, qualità e merito”. Il segretario regionale del Pd, Danilo Leva, rimarca il ruolo del suo partito all’interno del “contenitore”: “Cercheremo di saldare idee politiche diverse attorno ad una piattaforma programmatica. Il Pd lavora ad un’alleanza ampia e inedita: in Molise c’è bisogno di ritrovare persone che non si riconoscono nei partiti. Sbaglia chi pensa che si tratti di una sorta di centrosinistra allargato – precisa – ma è un modo di stare in campo per battere Iorio”. E l’Italia dei Valori e l’Adc? “Adesso devono prevalere le ragioni del futuro. Per l’Adc, resto nel campo dei fatti: abbiamo condiviso la contromano-

vra finanziaria regionale e il giudizio sul fallimento di Iorio”. Per Leva, inoltre, “la politica ha bisogno di coraggio, uscire dallo ‘Iorismo’ non è lineare: è una fase politica e culturale che dura da troppo tempo”. D’accordo il collega di partito, Francesco Totaro: “Il ruolo del Pd è primario, c’è bisogno di cambiare tutto ciò che non va in questa regione con una grande coalizione: non conta soltanto vincere, ma costruire un grosso progetto politico”. Per Massimo Romano di Costruire Democrazia, nell’ipotesi di governo, deve essere fondamentale “il merito delle persone, più che il peso elettorale”. Un progetto di cui vuol far parte anche Massimiliano Scarabeo: “Sentiamo in giro troppe voci autoritarie e non autorevoli e questi personaggi hanno dimostrato di essere incapaci di gestire la cosa pubblica nell’interesse dei cittadini. La sanità è allo sbando, il Ss. Rosario di Venafro sarà riconvertito a Residenza sanitaria assi-

stita, mentre noi – rimarca – con la lista ‘Venafro sarà’ abbiamo profuso l’impegno per difendere la struttura. Il fiume di gente, che ha sfilato per la Cattolica per mantenere un servizio e un punto di ricerca, comprendeva anche personalità autorevoli ed esponenti del clero: questo è un atto palese di violazione democratica”. E, intanto, la crisi continua a mordere: “Non c’è stato il coraggio di rimuovere gli asset dirigenziali dei nuclei industriali ridotti ormai a cimiteri, nominandone solo i custodi; i giovani scappano, le aziende chiudono, i fondi Fas sono distribuiti fra gli amici e la Finmolise vara atti dubbi. Il Partito della Nazione – conclude Scarabeo – è un elemento propulsore di cambiamento e deve distanziarsi dalle vetuste ideologie politiche per mettere al centro i problemi della gente e il patto per il Molise”. I motori sono accesi e il traguardo è il 2011. Adimo

Sospensione contributi, interrogazione di Astore “L’Inps ha chiesto la restituzione a chi ha iniziato l’attività dopo il sisma, nonostante le nuove disposizioni” CAMPOBASSO – Il senatore del gruppo Misto, Giuseppe Astore, presenta un’interrogazione al ministro del Lavoro e al presidente del Consiglio sulla sospensione contributiva dopo il terremoto del 2002. “Quali urgenti iniziative si intendano intraprendere al fine di garantire la revoca delle azioni intraprese dall’Inps che ha chiesto la regolarizzazione della posizione contributiva comprensiva delle sanzioni e interessi a tutti quei soggetti la cui attività autonoma e/o indipendente fosse iniziata dopo il 31.10.2002”, hanno chiesto Astore e la senatrice pugliese, Colomba Mongiello, in Commissione Lavoro. “Sono note le errate interpretazioni dell’Inps che ha intrapreso azioni di recupero bonario coattivo attraverso la notifica di cartelle esattoriali di pagamento e procedimenti giudiziari e – continua Astore – oggi i funzionari di questo importante istituto affermano che non potevano avvalersi della restituzione agevolata anche quei soggetti che già avevano ricevuto cartelle esattoriali per non aver iniziato la restituzione a partire da marzo 2006 così come prevedeva la precedente normativa, nonostante le nuove disposizioni di legge” Inoltre, “con l’interrogazione si chiede al presidente Berlusconi e al suo ministro del Lavoro, di intraprendere azioni precise presso l’Inps, al fine di garantire non solo l’effettività delle disposizioni normative, ma anche di evitare in futuro interpretazioni restrittive o sbagliate che non tengono conto della volontà del Parlamento e del governo stesso. Auspico – conclude Astore – una soluzione urgente a questa questione che è stata oggetto in Parlamento di forti battaglie di coerenza, ma anche di giustizia sociale per dare ai nostri concittadini le stesse opportunità che sono state date ad altri che hanno vissuto lo stesso dramma”.

4 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010

Piano regionale sui rifiuti Oggi la presentazione della proposta di Petraroia CAMPOBASSO – Sarà presentata questa mattina alle 11, nella sala stampa del Consiglio Regionale a Campobasso, la proposta di delibera di Consiglio del consigliere del Pd, Michele Petraroia, sul nuovo piano regionale dei Rifiuti e sulla revoca della Delibera di giunta numero 674/2010 che autorizza la realizzazione di un centro di stoccaggio di rifiuti pericolosi in agro del Comune di Montagano. Interverranno alla presentazione i rappresentanti del Comitato per il No agli inceneritori del Molise, dell’associazione Italia Nostra, degli Ecologisti Democratici del Molise, dell’Altra Italia Ambiente Molise, della Lega Autonomie Locali, del Movimento dei Consumatori, dell’Associazione Insegnanti di Geografia, dell’Associazione Culturale “La Terra”, del Wwf Molise, della Lipu Molise e del Comitato “Proteggiamo il Nostro Territorio”.

Bersani: compravendita di deputati scandalosa

Confindustria: forse il governo non c’è più

ROMA – “È scandalosa questa compravendita che finora ha dato risultati piuttosto scarsi: spero per i milanisti che quella dei calciatori sia più fortunata di quella in Parlamento”. Con questa battuta, Pierluigi Bersani, leader del Pd, ha ribadito le proprie critiche alla strategia della maggioranza per ottenere la fiducia grazie all’arrivo di deputati.

ROMA – “I conflitti personali, un governo che forse non ha più la maggioranza, non aiutano” a concentrarsi sui veri temi come il lavoro, l’occupazione e la crescita. È l’avvertimento lanciato dalla presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, che ha poi ribadito l’invito a fare “le riforme serie che servono al Paese”.


REGIONE Piano di Sviluppo Rurale, primi finanziamenti L’assessore Cavaliere: l’investimento complessivo è di 3,3 milioni di euro CAMPOBASSO – Arrivano i primi finanziamenti relativi al Piano di Sviluppo Rurale. È stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale del 1° settembre la graduatoria relativa alle domande per l’“Accrescimento del Valore Aggiunto dei Prodotti Agricoli e Forestali”. Lo comunica l’assessore regionale, Nicola Cavaliere. Il finanziamento sarà concesso direttamente alle imprese, e sarà pari al 40% della spesa sostenuta per gli investimenti sotto forma di quota capitale o abbuono di interessi. “È una prima importante risposta – ha commentato l’assessore – in favore di quelle aziende che hanno aderito alla misura 1.2.3. del Psr Molise. L’investimento complessivo – spiega Cavaliere –

è pari a circa 3 milioni e 300mila euro, con la possibilità per i beneficiari di ricevere la concessione immediata del 50% del contributo di parte pubblica, mentre la restante parte sarà erogata sulla base degli stati di avanzamento e del saldo finale. A breve si prevede il completamento dell’iter della misura 1.2.1. relativa agli investimenti nelle aziende agricole. Altro importante strumento è il bando relativo alla misura 1.3.3. È previsto un contributo in contro capitale pari al 70% della spesa riconosciuta, con un importo massimo pari a 100mila euro. Per le quattro sotto fasi previste, la dotazione finanziaria è pari a un milione e mezzo di euro”. L’assessore Cavaliere si sofferma sulla convenzione stipulata con Ismea e gli istituti di credito. “Il prossimo 22 settembre procederemo all’apertura di uno sportello Agea, presso la sede dell’assessorato. È prevista, inoltre, a breve la sottoscrizione di un ulte-

riore protocollo d’intesa con l’Ismea, che prevede la creazione di un fondo di garanzia con risorse regionali. Entro l’anno cercheremo di completare il quadro attuativo del Psr. Abbiamo attivato in regime di de minimis un bando per l’acquisto bestiame, agli allevatori viene riconosciuto un contributo a fondo perduto pari a 7mila e 500 euro. Al momento abbiamo già ammesso a finanziamento circa 200 domande per un importo pari a 700mila euro circa. Per i prossimi bandi – precisa l’assessore – potremo arrivare fino a 15mila euro di contributo a fondo perduto in regime di de minimis. Ben vengano proposte costruttive e di aiuto all’intero sistema agricolo regionale – conclude Cavaliere – noi siamo pronti ad ascoltarle e recepirle sempre nell’ambito di un percorso istituzionale riconosciuto e di garanzia in grado di tutelare tutti gli operatori del settore”.

L’ordinanza del commissario straordinario sblocca il cantiere della Fondovalle

Rivolo, venerdì ripartono i lavori CAMPOBASSO – Una buona notizia per la viabilità: dopo anni di fermo ripartono finalmente i lavori sulla Fondovalle del Rivolo grazie all’ordinanza del commissario straordinario Carlea. La ditta esecutrice dovrà completare l’opera e apportare le migliorie necessarie in modo da aprire la strada al più presto possibile. I lavori ripartiranno domani per la precisione. Ma non è stato facile sbloccare una situazione di stallo che si protraeva ormai da tempo. L’assessore Velardi, che ha comunicato ieri la notizia dello sblocco del cantiere del Ri-

volo, ricorda l’iter: a partire dalla delibera di Giunta regionale adottata tra mille polemiche lo scorso giugno che revocava i finanziamenti alla Comunità Montana ‘Molise centrale’ alla quale ha fatto seguito la nomina dell’ingegnere Carlea a commissario straordinario, nuovo soggetto attuatore della Fondovalle. “Oggi i fatti dicono che avevamo ragione - dice con una punta di soddisfazione Velardi - perché fra qualche giorno i lavori verranno riavviati. Il nuovo soggetto attuatore, nella sua autonomia, ha scelto la procedura da seguire. L’importante ora è portare l’opera

Douja D’Or, riconoscimento per il vino Molise Tintilia 2008

a compimento. In tal senso mi adopererò costantemente, in piena collaborazione con l’ingegner Carlea, per fare in modo che non si verifichino interruzioni di alcun tipo e i lavori vengono effettuati con la massima rapidità. Credo – ha concluso l’assessore regionale ai Lavori pubblici - che non siano andate deluse le attese dei comuni di quella zona. Un ringraziamento va ai sindaci, al comitato pro-Rivolo e all’architetto Sardella, che non hanno mai abbassato la guardia ed hanno svolto, con tanta solerzia e impegno, una costante azione di stimolo nei confronti della Regione”.

CAMPOBASSO – Il vino “Molise Tintilia 2008” delle tenute Di Giulio di Campomarino, ha ottenuto un importante riconoscimento al concorso organizzato dalla Camera di Commercio di Asti “Douja D’or”, una delle vetrine più importanti d’Europa nel settore. L’iniziativa ha come obiettivo principale quello di “diffondere la conoscenza e l’apprezzamento delle eccellenze enologiche, stimolando il miglioramento dei prodotti vitivinicoli e guidando i consumatori nella scelta – attenta e consapevole – dei vini”. I tecnici ed esperti dell’organizzazione nazionale Assaggiatori di Vino, hanno espresso giudizi estremamente lusinghieri sul prodotto molisano, esaltandone i pregi e le caratteristiche organolettiche. “Vedere salire sul palco della Douja D’or un vino della nostra provincia ci inorgoglisce – ha sottolineato il Presidente della Camera di

Commercio di Campobasso, Paolo di Laura Frattura – . Ci piace sottolineare, infatti, come produttori quali le Tenute Di Giulio ci insegnino a credere in un progetto e a portarlo avanti con passione e professionalità. Che la Tintilia identifichi, oggi, sotto l’aspetto vitivinicolo ed enologico, il Molise è ormai un dato di fatto: una vera e propria identità vitivinicola sulla quale gli attori dello sviluppo del nostro territorio, sia pubblici che privati, dovranno puntare ed investire con maggiore decisione ed incisività in quanto, come dimostrano i numerosi riconoscimenti e premi ottenuti nei vari concorsi enologici nazionali ed internazionali da questo vino, la Tintilia può davvero rappresentare l’elemento trainante, non solo dell’intero comparto ma, più in generale, dell’intero sistema agroalimentare sui mercati di tutto il mondo”.


CAMPOBASSO Oggi l’ultimo abbraccio a Costanzo Muccio Fiamme in un centro estetico E’ la Polizia di Campobasso che sta indagando sul principio di incendio che si è sviluppato ieri in un centro estetico di via Crispi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e agli agenti di via Tiberio. Scampato il pericolo sono state raccolte alcune testimonianze. Alla base forse un corto circuito o una cicca di sigarette. Gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi.

Si svolgeranno questo pomeriggio alle 15.30 nella chiesa di San Pietro a Campobasso, i funerali di Costanzo Muccio, l’ingegnere biomedico scomparso tragicamente a Cinisello Balsamo. Ieri sera la salma è rientrata a Campobasso, tra l’immenso dolore dei familiari e degli amici di sempre che ricordano il ragazzo, di soli 25 anni, come una persona solare, dinamica, sempre disponibile. Sabato scorso la disgrazia. L’ingegnere è precipitato dal dodicesimo piano della palazzina in cui risiedeva da qualche tempo. Da una prima ricostruzione pare che, dopo aver fumato una sigaretta, sia stato colto da malore accasciandosi prima sulla ringhiera poi cadendo nel vuoto. Al tragico volo hanno assistito alcuni passanti che hanno subito chiamato un’ambulanza. Ma i sanitari del 118, purtroppo, non hanno potuto far nulla. Il giovane è morto sul colpo. Il 25enne era figlio di Giovanni Muccio, fondatore e presidente del movimento politico Guerriero Sannita ed ex sostituto commissario della Polizia di Stato ora in

I funerali saranno celebrati alle 15,30 nella chiesa di San Pietro a Campobasso

Lavori alla nuova sede del Romita: D’Ascanio fa visita agli studenti

Continua l’opera di restyling della villa in via Petrella

Giusto il tempo di concludere la stagione estiva e quindi di togliere tavolini e sedie dalle aiuole che ecco spuntare gli operai mandati dal Comune per completare la villetta sotto il monumento ai caduti. Le transenne e la rete di protezione furono tolte proprio all’inizio della bella stagione, ma per tanti campobassani fu un’amara

congedo. Costanzo, dopo aver raggiunto brillantemente il traguardo della laurea a Roma si era trasferito in Lombardia per seguire un master universitario, un ulteriore tassello per quella che sarebbe stata certamente una grande carriera. La pausa di sabato sera, al termine di una lunga giornata di lavoro, però, gli è stata fatale. Dall’ospedale la terribile notizia ha raggiunto i genitori del ragazzo e la sorella che si sono precipitati a Milano. Saranno loro che rientreranno con il loro caro in Molise. Un giovane che non c’è più. Numerosi i messaggi di cordoglio alla famiglia Muccio, anche dal mondo politico.

sorpresa scoprire che dopo tanti mesi di lavori, e un impegno di spesa non proprio ridotto, l’area appariva più malandata di come era prima che iniziassero a metterci mano. In realtà c’era ancora molto da fare: andavano messe a dimora le piante e data una sistemata generale all’aiuola che ora si spera diventi più bella di come era prima.

Anno nuovo, scuola nuova; o per meglio dire - struttura nuova. La sede di via Facchinetti del liceo scientifico “A. Romita” di Campobasso, inaugurata già nel corso dell’anno passato per evitare la frammentazione delle sezioni in più istituti, si prepara a ricevere in questi giorni ulteriori lavori di perfezionamento che la renderanno ancor più innovativa. Intanto, ieri mattina, la preside Anna Gloria Carlini ha ricevuto la visita del presidente della Provincia di Campobasso Nicola D’Ascanio e dell’assessore alla pubblica istruzione e all’edilizia scolastica Annamaria Macchiarola, che hanno portato agli studenti l’augurio per il nuovo anno scolastico: “Questa è una struttura d’eccellenza, che risponde ai criteri di sicurezza capaci di rendere tranquille le

famiglie dei ragazzi e invogliare questi ultimi a recarsi a scuola con più piacere – ha detto D’Ascanio - Nonostante ciò, stiamo continuando a lavorare anche per rendere sicuro il vecchio edificio scolastico, che negli ultimi anni ha destato grande preoccupazione. La visita alla nuova sede vuole rappresentare la volontà di invertire il trend negativo che ha caratterizzato il passato, perchè garantire un futuro ai nostri giovani significa anche questo: offrire un’istruzione di qualità in strutture di qualità. Non stiamo parlando di traguardi irraggiungibili, ma di qualcosa che rientra nell’ambito dei servizi essenziali che un’amministrazione deve assicu-

rare ai cittadini”. Sulla stessa linea d’onda l’assessore Macchiarola: “Dopo le vicissitudini degli ultimi tempi, questa scuola può finalmente avvalersi di un edificio all’altezza delle esigenze degli studenti e dei requisiti di sicurezza necessari a garantir loro un percorso formativo che possa svolgersi in totale tranquillità”. Lu.a.

Giornata Templare domenica a Ripalimosani Con il patrocinio del Comune, domenica prossima, Ripalimosani ospiterà la “Giornata Templare”, manifestazione organizzata dal Gran Priorato d’Italia dei Cavalieri Templari. Si tratta di un evento di carattere culturale del tutto particolare ed importante per località alle porte di Campobasso, perché legato ad uno dei beni più preziosi di cui il paese dispone: la copia della Sacra Sindone, conservata nella chiesa madre. Gli studi storici infatti portano ad affermare che i Cavalieri Templari siano stati tra i Custodi della

Sacra Sindone: nelle mani dell'Ordine del Tempio, dai risultati di recenti ricerche presso l’Archivio segreto Vaticano, il lenzuolo sacro sarebbe rimasto per mezzo secolo, dal 1260 al 1314. Alle 17:00, nella Sala del Consiglio Comunale la presentazione del libro “I Templari: il vero segreto” di S.E. Walter Grandis, Gran Priore dell’O.S.M.T.J, alle 18.30 Santa Messa nella Parrocchia di S. Maria Assunta. Al termine della cerimonia d’investitura templare, alle 19.30 deposizione dei fiori presso il Monumento ai Caduti

7 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010


CAMPOBASSO Sì al sottopasso ferroviario a Bojano Soddisfatto il comitato promotore: “Importante traguardo per la collettività” BOJANO – Il sottopasso ferroviario a Bojano si farà. La giunta regionale ha deliberato un finanziamento da 300mila euro in favore dell’opera, fortemente voluta da amministratori e cittadini, e in primis dal Comitato promotore, attivo da anni per portare avanti la sua battaglia: garantire alla città un punto di uscita e di ingresso veloce a mezzi di soccorso e forze dell’ordine. Su proposta dell’assessore, Luigi Velardi, la delibera ha avuto l’ok dell’esecutivo del governatore Iorio, andando così a gettare le basi per la realizzazione di un’opera che sembra diventata davvero necessaria alla popolazione locale. “La somma finanziata dalla giunta non è certamente sufficiente alla realizzazione dell'intera opera – ha affermato Salvatore Muccilli –, ma tra il presidente Iorio e l’assessore Velardi c’è già un intesa per il reperimento degli altri fondi necessari. Quello deliberato in giunta è sicuramente un

primo segnale molto importante, che ha un grande valore soprattutto in questo momento di difficoltà economica”. Il Comitato promotore dell’iniziativa esprime soddisfazione per il provvedimento ringraziando l’assessore Velardi, al

presidente della provincia, D’Ascanio e al sindaco di Bojano. In particolare, l’organismo evidenzia il proprio apprezzamento “per l’azione di cooperazione posta in essere dai vari membri istituzionali, che ha portato al conseguimento dell’im-

Premio Raffaello: Molise ad un passo dal podio Ci saranno anche due molisani a rappresentare la nostra regione al prestigioso “premio Raffaello” – riconoscimento ideato dall’istituto tutela produttori italiani assegnato a sette personalità che hanno raggiunto un’eccellenza nell’ambito della tutela, della valorizzazione e promozione del m”made in Italy”. Maurizio Mastrangelo e Marco Giannantonio, imprendi-

tori molisani a capo dell’azienda enogastronomica Flavour of Italy, sfileranno infatti nell’illustre passerella calcata da personalità di successo come Renzo Piano, Milena Gabanelli e Francesca Schiavone. Il premio verrà assegnato a Fermo il prossimo 25 settembre, sette le sezioni in gara: imprenditoria, pubblica amministrazione, comunicazione, distribuzione, formazione

, creatività e ospitalità. Tutti possono contribuire affinché il Molise ottenga questo ulteriore attestato di merito, basta collegarsi su “facebook premio Raffaello” (al link www.facebook.com/Premio.Raffaello.Eccellenze.MadeinItaly?v =wall) e ciccare sul nome di Maurizio Mastrangelo nella categoria “imprenditoria”. Lu.a.

Internazionalizzazione delle imprese L’Unioncamere individua i Paesi target Anche quest’anno l’Unioncamere Molise organizza una serie di iniziative promozionali per favorire l’internazionalizzazione delle imprese locali. In particolare, si tratta di azioni poste in essere in collaborazione con le strutture camerali italiane e con l’Ice al fine di dare un’immagine univoca del sistema Italia all’estero e per ottimizzare gli interventi. I Paesi target sono stati individuati sulla base del comparto economico da promuovere. In particolare, Agroalimentare: Messico, Perù, USA, Canada, Hong Kong, bacino del Mediterraneo, Emirati arabi, Russia,

Ucraina, Cina, Egitto; Abbigliamento e accessori: Brasile, Russia, Mumbai; Costruzioni, edilizia, complementi: Russia, Giappone, Brasile, Argentina, Marocco, Libia; Filiera oro: Hong Kong; Meccanica: Libia; Ambiente: Cina, Egitto. Gli elenchi degli interventi in programma sono disponibili sul sito www.mol.camcom.it nell’area Internazionalizzazione (missioni del sistema camerale 2010 e Intesa Operativa Ice-Unioncamere 2010). Sul sito sono disponibili anche le singole circolari relative ad alcune delle azioni già in fase di organizzazione.

portante traguardo per la collettività bojanese”. Il comitato ha conseguito, senza dubbio, un prestigioso obiettivo, ma resterà unito per il prosieguo delle azioni istituzionali, necessarie alla concreta realizzazione dell’opera. Fra qualche tempo, al-

lora, si potrà dire addio alle sbarre alzate al passaggio dei treni con passaggi alternativi più sicuri, sia per i cittadini, sia per la circolazione stradale. C’è n’è voluto di tempo e, soprattutto, tante tragedie, per fortuna solo sfiorate.

Servizio Civile, anche il comune di Toro ammesso al bando della Regione

Costruire un percorso di sensibilità nuova dei giovani verso le problematiche sociali: è questa la nobile premessa lanciata dal comune di Toro con la pubblicazione del bando di concorso per la partecipazione al servizio civile nazionale. Il progetto, che rientra nell’ambito della promozione di attività sociali rivolte alle diverse fasce di età, ha lo scopo di favorire il sostegno dei ragazzi e la loro collaborazione per alleviare le condizioni difficili di quei cittadini, presenti sul territorio torese, affetti da difficoltà fisiche, psichiche e sociali. A presentare l’iniziativa il sindaco Angelo Simonelli: “L’obiettivo principale è quello di avvicinare i giovani al mondo del volontariato sociale, anche in vista di nuove prospettive lavorative. E’ importante creare stimoli per i giovani rimasti in paese e ci è sembrato opportuno aderire ad un progetto, quale quello del servizio civile, che tendesse a far conoscere ai nostri giovani il territorio”. Per gli ammessi verrà predisposto un piano di formazione di 45 ore di lezioni teoriche e pratiche, oltre ad un’attività di formazione specifiche di 80 ore. Prevista, alla fine dei corsi, anche una valutazione didattica certificata dal Comune di Toro, oltre che la possibilità di avere un attestato di frequenza del corso generale che verrà rilasciato dall’associazione Anpeas Onlus. Lu.a.


SPETTACOLI In Italia tutto comincia a Roma nel settembre del 2003

La lunga notte di Riccia Sabato si terrà la prima edizione della kermesse di Charles N. Papa RICCIA - Anche Riccia, paesone del centro Molise, si dota della propria Notte bianca. Si terrà sabato 18 settembre, e sarà un pò come in tutti i paesi in cui si tiene: negozi aperti, esibizioni canore o teatrali, sport, mostre. Insomma, tutto come accadde a Roma quando per la prima volta, meno di dieci anni fa, la prima Notte bianca divenne motivo di aggregazione spontanea per quasi 2 milioni di persone (era il 2003). In assoluto però, per la cronaca, la prima Notte bianca in Europa si è tenuta a Berlino nel 1997. Dunque come è già accaduto in molti altri paesi molisani, e come non è accaduto a Campobasso dove l’evento non si tiene da due anni, Riccia, grazie all’associazione Pegasus con il contributo di Regione Molise, Confcommercio, Camera di Commercio e Fipe, realizza la prima edizione della Notte bianca a par-

Blue Note RIPALIMOSANI - L’area garden ancora protagonista al Blue Note Music Club. Sabato 18 protagoniste oltre alla musica, le ragazze che hanno partecipato alle selezioni di Miss Italia Molise. In consolle Pippo Venditti e Angelo Frezza. Info 087439530.

tire dalle 20,30 e sino alle 4,00 del mattino. Un lungo cartellone di eventi si prospetta ai visitatori. Riccia è sicuramente tra i paesi del Molise che si muove sul territorio, per il territorio. Manifestazioni di successo caratterizzano alcuni periodi dell’anno

come il Riccia folk festival o la Festa dell’uva, entrambi caretterizzati da un gran riscontro di pubblico. Nel cartellone allestito per sabato prossimo, molti i live come: La suonata balorda, Voice of the soul, Taraf de Gadjo, Nitro, Born to break, Cantine riunite band. Teatro con Tiziano’s band,

La ricotta (foto), Zona franca. Esibizioni di danza con La maison de la danse, AWKR, Royal dance, Scuola di danza Viganò, Baraonda. Tutto si svolgerà tra via Benevento, piazza Umberto, largo Calemme, largo Garibaldi, piazza Sedati, largo Casale, corso Carmine.

Note di settembre in città CAMPOBASSO - Il cartellone “Note di settembre” in piazzetta Palombo, prosegue oggi con “...catene d’oro...” le più belle canzoni della Campobasso di una volta, eseguite dal gruppo musicale Il giardino dell’allegria. A chiudere, le maitunate, stornelli in rima baciata, tipici del territorio. Domani si torna ai live con l’esibizione della Luigi Farinaccio band (foto). Sabato 18 si terrà invece il contest, gruppi emergenti che si contendono il giudizio di una giuria tecnica: Arx, Betty shakes your popcorn, Enplain, Overflow, tha Lazies, Subliminal versus. Domenica 19 l’attesa esibizione di un gruppo storico molisano, i New Devils, quelli di “Riflessa”.

Festa

Club CAMPOBASSO - Sabato 25 settembre riapre il Move club in via Garibaldi. ISERNIA - Venerdì 1 ottobre inaugura il discobar La Strada con la nuova sala dance.

IO Project MACCHIAGODENA - Sabato alle 17,00 sarà presentato il nuovo “IO project” per il triennio 2010/13. Alle 18,00 verrà inaugurata una mostra e alle 19,30 si terrà il live de IRDFDC.

MATRICE - In lòcalità Santa Maria de Foras, presso il bar La quiete del re Bove, domani si terrà la prima edizione della Festa della birra. Panini, pancetta, affettati e fiumi di birra per tutti. Info 3202786461.

Documentario sul Boss, The promise

Robbie Williams un pò sbadato

E’ stato presentato a Toronto “The promise”, il documentario su Bruce Springsteen e sull’album “Darkness on the edge of town “ del 1978. Il film uscirà il 16 novembre, avrà molte interviste a Springsteen e alla E Street band, effettuate durante le registrazioni del disco. Proveniva dal successo mondiale di “Born to run”.

Stanco, smemorato o preoccupato per qualche problema in famiglia? Robbie Williams è dovuto correre a consultare i suoi 'appunti' dopo essersi inceppato su una strofa della sua hit "Feel". Il cantante era allo stadio di Twickenham, appena fuori Londra, ad un concerto benefico "Help for Heroes" per i militari feriti in missione.

11 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010


Giallo sulla morte di un 65enne

Viene licenziato, incendia l’azienda

POZZILLI - È giallo sulla morte di un 65enne avvenuta la scorsa notte a Pozzilli. I familiari di Antonio del Corpo, questo il nome della vittima, dopo che quest’ultimo era stato colto da un malore, avrebbero tentato di chiamare il 118. A detta dei familiari, però, i soccorsi sono arrivati in ritardo.

SANTA MARIA DEL MOLISE - I carabinieri della Compagnia di Isernia hanno arrestato il responsabile dell’incendio avvenuto il maggio scorso in un’azienda specializzata nel trasporto dei rifiuti. L’uomo avrebbe deciso di vendicarsi del suo datore di lavoro, bruciando camion e auto.

ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

L’ITALIA DEI LAVORI...SBAGLIATI

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALLA CITTÀ DI ISERNIA Il capoluogo pentro guadagna di nuovo la ribaltà nazionale per un primato da non invidiare. Secondo la speciale classifica di Legambiente, infatti, Isernia si trova all’ultimo posto nella speciale riguardante le piste ciclabili. Insieme alla città di Nuoro, infatti, il capoluogo pentro è l’unico comune italiano dove non c’è nemmeno un chilometro di pista dedicata agli amanti delle due ruote. E in un periodo in cui si parla tanto di rispetto dell’ambiente e riduzione dell’inquinamento, il dato, rapportato alle altre città, di certo non è incorraggiante. È arrivato il momento per le istituzioni di darsi da fare. Altrimenti Isernia rischia di perdere il treno...anzi la bici!

L’OSCAR DEL GIORNO A NICANDRO COTUGNO Il comitato Pro Santissimo Rosario chiede le sue dimissioni per le note vicende riguardanti l’ospedale. Ma Cotugno non molla. Anzi, nonostante le critiche, si è messo subito al lavoro ed ha risposto con i fatti. Il sindaco, infatti, è riuscito ad ottenere dalla Regione Molise un milione e settecentomila euro. Somma che sarà stanziata per la ristrutturazione della storica Palazzina Liberty e di piazza del Castello. Due opere storiche di Venafro. Oggi la tenacia e la determinazione del sindaco Cotugno meritano il nostro oscar.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA “Sì alla realizzazione dell’opera ma Regione e Comune modifichino il progetto”

Lotto zero, rischio inquinamento per l’acquedotto comunale Secondo ambientalisti e Italia dei Valori un tratto dell’Isernia-Castel di Sangro dovrebbe sorgere troppo vicino alle sorgenti del fiume Sordo. Si rischia il disastro ISERNIA – Polemiche sul lotto zero della Isernia-Castel di Sangro. Ambientalisti, opposizione comunale, ed in particolare l’Italia dei Valori, si sono incontrati ieri mattina per fare il punto della situazione e, soprattutto, per illustrare alcuni aspetti critici del progetto che ha avuto il via libera dal Comune di Isernia e che ora dovrà essere valutato dalla Regione Molise. La location della conferenza è stata tutt’altro che scontata. L’incontro, infatti, si è tenuto davanti alle sorgenti di San Martino, punto in cui nasce il fiume Sordo e dove, a poca distanza, dovrebbe essere realizzata l’importante arteria stradale che collegherà Pesche con Miranda. “Innanzitutto vorrei chiarire che non siamo contro quest’opera. Anzi, l’Italia dei Valori, ed in testa il presidente Di Pietro, ha sempre sostenuto l’importanza dell’arteria. Il primo lotto deve essere realizzato e anche

celermente. Solo che non possiamo chiudere gli occhi di fronte ad alcuni aspetti che rischiano di avere delle gravi ripercussioni dal punto di vista ambientale”. Questo il commento di Daniele Petrecca, coordinatore cittadino dell’Idv. Ma cos’è che non va? “Esaminando con attenzione il progetto – ha continuato Petrecca – si nota che uno dei pilastri dovrebbe essere realizzato a meno di centro metri dalla sorgente. La distanza minima, invece, secondo le leggi è fissata a non meno di duecento metri. Per questo motivo chiediamo a Comune e Regione di apportare le modifiche del caso”. Per gli esponenti dell’Italia dei Valori se non dovesse essere modificato il progetto i danni ambientali potrebbero essere irreversibili. Le acque di raccolta della strada, infatti, finirebbero nelle falde acquifere che vanno ad alimentare l’unità sorgiva. Questo comporterebbe l’inquina-

Sbarchiamo sulla luna Notte all’osservatorio astronomico SAN PIETRO AVELLANA - “Da Termoli a Venafro via Campobasso-Isernia, sbarchiamo sulla luna”. Questo il titolo della manifestazione, in programma domani e dopodomani dalle ore 19 fino a notte inoltrata, all’osservatorio provinciale “Leopoldo del Re”, situato a San Pietro Avellana. Esperti e studiosi relazioneranno sulla Luna e sugli altri fenomeni astronomici visibili attraverso le strumentazioni in dotazione all’osservatorio astronomico della Provincia di Isernia. Gli appassionati di astronomia e la cittadinanza è invitata a partecipare all’iniziativa.

14 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010

mento delle acque. Non solo. Il Sordo è da sempre il fiume che riempie l’acquedotto cittadino. In sostanza gli isernini, secondo ambientalisti e Idv, nel giro di qualche anno potrebbero trovarsi senza acqua potabile. Dai rubinetti potrebbe uscire solo acqua inquinata. Sulla questione è intervenuto anche il consigliere comunale e provinciale, Cosmo Tedeschi. “Ho inviato al sindaco una interrogazione per far luce sulla vicenda ma, ad oggi, ancora non mi ha risposto. Il prossimo 21 settembre ci sarà una conferenza di servizio alla Regione proprio per discutere sul lotto zero della IserniaCastel di Sangro. Chiediamo all’ente di tenere in considerazione il rischio che stiamo correndo. Per questo motivo è opportuno che il progetto venga modificato”. Progetto che, secondo il consigliere Edmondo Angelaccio, sarebbe troppo oneroso. “Tra tutti

quelli che hanno partecipato alla gara è stato scelto quello più costoso e che peraltro non tiene conto delle problematiche ambientali. Serviranno circa 124 mi-

lioni di euro per realizzare circa cinque chilometri. Alla gara, invece, avevano partecipato anche imprese che avrebbero costruito la strada con circa 70 milioni”.

Programmazione del personale Ancora polemiche in Comune I sindacati chiedono maggiore considerazione verso gli lsu ISERNIA – Programmazione del personale ancora nella bufera a Palazzo San Francesco. Questa volta il motivo della discordia è l’ampliamento di sei ore per una nità dell’ufficio legale. L’altro giorno, presso il municipio, si è tenuta una riunione fra i rappresentanti dei sindacati e quelli dell’amministrazione comunale. Tema dell’incontro, appunto, la programmazione del fabbisogno del personale per il triennio 2010-2012. Fra i punti proposti dall’ente, anche un ampliamento di 6 ore per una unità dell’ufficio legale. “Notata l’entità di tale aumento – ha spiegato Mauro Gioielli, dirigente sindacale, addirittura tripla in confronto alle 2 misere orette previste a favore del personale appartenente al bacino LSU, ho chiesto motivo di questa iniqua ripartizione. Forse l’ufficio legale lamenta qualche parti-

colare difficoltà? Non saranno mica attendibili le voci di corridoio che lo descrivono come una struttura costosa ma poco efficiente? Mi rifiuto di crederlo. Se però fosse vero e l’aumento del monte orario potesse assicurare una migliore funzionalità, ben venga! La parte pubblica ha replicato alle mie osservazioni assicurando che si tratta d’un ufficio pienamente valido e produttivo. Bene, ho commentato, se funziona così com'è, a cosa serve ampliarne il servizio. Quindi ho proposto di utilizzare le fatidiche 6 ore a beneficio dei lavoratori LSU, aggiungendo ad ognuno di loro almeno una ulteriore oretta rispetto alle misere 2 preventivate. Mi auguro che l’amministrazione comunale accolga questo mio suggerimento, sinceramente lontano da demagogia e provocazione”.

Biste ciclabili, Isernia agli ultimi posti

I tratturi molisani sbarcano in Sicilia

ISERNIA - Il capoluogo pentro, insieme alla comune di Nuoro, vanta un non edificante primato. Le due ciità, infatti, sono le uniche in Italia in cui non c’è nemmeno un chilometro di pista ciclabile. Secondo l’inchiesta da Legambiente, invece, è in costante aumento il numero delle persone che decidono di spostarsi sulle due ruote.

Riparte dalla Sicilia l’attività dei GAL Europei per sviluppare e portare sul territorio un modello di sviluppo sostenibile, con il quale si vuole rivitalizzare le aree rurali che sono in una situazione di cronico spopolamento. Nel programma di lavoro i territori rurali di diverse regioni d’Europa sono coinvolti diversi attori: Molise e Sicilia in testa.


ISERNIA S.Maria del Molise. Arrestato il responsabile dell’incendio nello stabilimento della Telesia

Perde il posto di lavoro e dà fuoco all’azienda SANTA MARIA DEL MOLISE – Viene licenziato e decide di vendicarsi dando fuoco all’azienda. Brillante operazione quella portata a termine dai Carabinieri di Isernia. Dopo solo due mesi e mezzo di indagini, infatti, i militari hanno individuato il responsabile dell’incendio, avvenuto il 31 maggio scorso a

Santa Maria del Molise, presso lo stabilimento della Telesia, impresa beneventana che svolge attività di trasporto rifiuti. Circa settantamila euro i danni provocati dalle fiamme. Il rogo, infatti, aveva letteralmente distrutto due grossi automezzi, una Mercedes ed aveva interessato anche un fabbricato. A finire in carcere un

51enne della provincia di Campobasso che pochi mesi prima aveva perso il posto ed ha deciso di vendicarsi contro l’ex datore di lavoro. Presso la procura di Isernia, alla presenza del procuratore capo Paolo Albano e dei vertici dell’arma provinciale, ai quali è stata affidata l’indagine, sono stati illustrati i dettagli dell’operazione. “Un risultato raggiunto grazie agli appostamenti, ai pedinamenti e soprattutto – ha spiegato Albano – alla collaborazione dei cittadini. In provincia, infatti, non ci sono fenomeni di omertà, questo facilità il lavoro alle forze dell’ordine. Voglio ricordare ai cittadini che grazie al loro aiuto la giustizia e la legalità saranno una prerogativa di questo territorio”. Fondamentale, ai fini dell’indagine, è stato individuare il movente. In principio, infatti, si è pensato ad un agguato di tipo camorristico. Ma poi le indagini hanno portato gli inquirenti a percorrere la pista della ritor-

Un’ora di attesa per l’ambulanza Giallo sulla morte di un 65enne POZZILLI - È giallo sulla morte di un 65enne avvenuta la scorsa notte a Pozzilli. I familiari di Antonio del Corpo, questo il nome della vittima, dopo che quest’ultimo era stato colto da un improvviso malore, avrebbero tentato di chiamare il 118. Tutto ciò, a detta dei parenti dell’uomo, sarebbe avvenuto intorno alle 4 del mattino. Dopo numerose chiamate e, sempre secondo i familiari, nessuna risposta da parte del centralino del pronto soccorso, gli stessi avrebbero allertato il 113. Una volta allertato l’ospedale Veneziale di Isernia, qui un medico avrebbe chiamato gli operatori di turno del SS Rosario di Venafro, ma il medico che era in servizio prima di potersi muovere avrebbe dovuto ricevere l’ok dalla centrale operativa del 118 di Campobasso. L’unità di pronto soccorso sarebbe quindi giunta sul posto oltre le ore 5, un’ora dopo la prima chiamata quindi. Qui i sanitari non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo a causa di un arresto cardiaco. I familiari della vittima, con molta rabbia e molto dolore,

sostengono che i quasi 75 minuti di attesa per ottenere i soccorsi sarebbero stati fatali al 65enne. Alla luce di questa vicenda, non è escluso che vi sarà l’intervento della magistratura, quanto meno per fare maggiore chiarezza sul decesso e per capire se effettivamente Antonio del Corpo si sarebbe potuto salvare con un intervento più tempestivo.

sione. E così l’attenzione si è spostata su un ex dipendente con il quale l’azienda ha tutt’oggi una vertenza di lavoro. L’uomo già pregiudicato e recidivo, infatti, dopo essere stato licenziato aveva chiesto alla ditta circa 13mila euro di arretrati. Potrebbe essere questa, dunque, la causa che lo ha spinto a compiere l’insano gesto. Dopo le formalità di

rito l’arrestato e stato trasferito presso il carcere di Ponte San Leonardo, dove nelle prossime ore sarà interrogato dal magistrato di turno. Ma il fascicolo ancora non è stato chiuso. Non è escluso, infatti, che l’uomo possa aver agito insieme a qualche complice. Nei prossimi giorni, fanno sapere dalla Procura, potrebbero esserci ulteriori novità.

Antico manoscritto ritorna a Venafro “Un lungo viaggio quello che ha riportato il manoscritto di Giovanni Antonio Monachetti a Venafro”. Queste le parole della Dottoressa Worthen del Des Moines Art Center dell’Iowa, che ha ricostruito così l’iter di “riconoscimento” del prezioso volume, riconsegnato ufficialmente in mattinata nel corso della manifestazione svoltasi presso il Castello Pandone. “Nel novembre del 1943, con l’occupazione delle forze anglo-americane, la Biblioteca fu chiusa al pubblico e i suoi locali furono utilizzati come sede della Polizia militare polacca.. In quel frangente scomparve il manoscritto settecentesco di Benedetto Monachetti dal titolo “Memorie istoriche dell’antica e moderna città di Venafro”, scritte tra il 1693 e il 1710, che finì acquistato da un libraio di Londra. Col tempo e per ignote vie esso pervenne ad una libreria di Bologna, dalla quale l’Università di Campobasso lo ha di recente acquistato e restituito così alla nostra Regione”. Questa la sorte del volume “gemello” del manoscritto “Dominio e Baronaggio della Città di Venafro” che torna a far parte del patrimonio librario della biblioteca, a disposizione di tutti fruitori. Il volume, come ha raccontato alla platea la Dottoressa Worthen, ha attraversato l’Europa prima di finire nell’ “Art Center” dell’Iowa, attraverso le peripezie di un giovane soldato del 120th Combat Engineers (45th Infantry Division). Portato via dalla biblioteca nel novembre 1943, il manoscritto è rimasto in Europa fino alla liberazione del campo di concentramento di Dachau. Solo nei primi anni ’90, presso l’Art Center di Des Moines, sono iniziati gli studi di ricognizione del manoscritto, fino a quando, grazie soprattutto all’ausilio di internet, e al successivo “riconoscimento” pochi mesi fa, dell’Arma speciale dei Carabinieri del Nucleo di Tutela del Patrimonio Culturale e del Direttore della Biblioteca prof. Gargano, è stata appurata l’autenticità dell’opera.

Terremoto, la provincia trema un’altra volta

Venafro Cup, bici e “Sport in Festa”

Un’altra scossa di terremoto è stata avvertita alle ore 17:03 di ieri pomeriggio dai sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La scossa di magnitudo 2.2, avvertita anche dalla popolazione, ha avuto come epicento i monti delle Mainarde. È la seconda scossa, dunque, nel giro di pochi giorni nella Valle del Volturno.

VENAFRO - Dopo il grande successo della seconda edizione della manifestazione “Venafro Cup” di mountain bike, il 18 e 19 settembre nuovo appuntamento con “Sport In Festa”: la rassegna di spettacoli ed esibizioni che vedrà protagonisti gruppi ed associazioni sportive presenti sul territorio. Non mancherà al solito la buona musica.

15 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010


TERMOLI Il seminario di Bruxelles della Commissione Ue ha evidenziato la ripresa del settore ittico

“La mortalità da pesca è in ribasso” Anche se i dati non sono ancora completi, le azioni attuate producono effetto anche se con tempi più lunghi di quelli sperati Durante i lavori del seminario tenuto a Bruxelles dalla Commissione Europea ( Direzione Generale per gli Affari marittimi e la Pesca) é emerso che gli stock ittici sono in ripresa e la mortalità da pesca é in ribasso. Certamente, è stato evidenziato, ancora molto rimane da fare, diversi stock sono ancora in crisi, in Mediterraneo si pescano taglie troppo piccole, su molte zone non si hanno ancora dati sufficienti, ma i relatori hanno evidenziato segni di ripresa, tanto che le proposte sulle opportunità di pesca per il 2011 dovrebbero presentare anche dei segni positivi di contenuti

aumenti dei quantitativi massimi pescabili nel sistema TAC e Quote applicato nei mari europei settentrionali. Nel seminario è, quindi, stata descritta una situazione che appare in evidente contrasto con le motivazioni poste alla base della proposta di nuova riforma della PCP, basate sul fallimento della politica di conservazione finora attuata e sul paventato collasso del sistema pesca europeo in mancanza di sostanziali cambiamenti. I dati della ricerca dimostrano che le azioni attuate stanno avendo effetto, seppure con tempi più lunghi di quelli sperati. “Con tutta la cautela e la

prudenza necessaria – hanno dichiarato José Manuel Gonzalez Gil de Bernab e Giampaolo Buonfiglio, vice presidenti del RAC Mediterraneo, per non vanificare i risultati fin qui ottenuti, e rimarcando ancora una volta l’ampio divario tra l’attenzione e lo stato delle conoscenze tra Mediterraneo e mari nord europei, durante il seminario è stato evidente un linguaggio diverso rispetto al de profundis a cui eravamo ormai abituati parlando di riforma della PCP, tangibile anche nell’atteggiamento della nuova Direttrice della DG Mare Lowri Evans, che ha presieduto l’in-

L’Idv scommette sulle nuove generazioni con Marrollo

MONTENERO DI BISACCIA Si è tenuto il congresso provinciale Giovani Idv di Campobasso, un momento importantissimo non solo per il partito dell’Italia dei Valori, che vuole scommettere sulle nuove generazioni ma soprattutto per la categoria degli under 30. L’appuntamento ha rappresentato un momento di confronto e di programmazione. Molti sono stati i temi affrontati durante il congresso, a partire dal lavoro alla formazione politica, all’organizzazione sul territorio per una diffusione capillare dell’Italia dei Valori. Il tutto in un’ottica di rinnovamento e a coordinatore provinciale dei giovani è stato eletto all’unanimità il montenerese Cristiano Marrollo. Nella sua mozione il neo eletto ha puntato l’attenzione sulla specifica vocazione delle giovani generazioni ad essere sintonizzate con l’innovazione, con il cambiamento, con le trasformazioni, anche repentine, che la nostra società quotidianamente offre. “Le giovani generazioni che aderi-

16 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010

scono all’ Idv – ha dichiarato Marrollo - sono per la stragrande maggioranza estranee a tutte le fratture e le divisioni ideologiche che avevano separato le culture del riformismo italiano nel secolo scorso. I giovani sono figli del loro tempo, concepiscono la mobilità e la comunicazione in termini diversi da quella degli adulti. Il concetto di partecipazione – ha detto ancora è un principio fondamentale del nostro partito. In tale contesto occorre criticamente ripensare ai criteri di selezione della classe dirigente, avendo una costante attenzione al ricambio, evitando il più possibile le dinamiche del passato che hanno contribuito a promuovere una classe di dirigenti politici di mestiere, con ciò riducendo il necessario turn over. Attenzione al ricambio deve significare una forte attenzione alle competenze, alle capacità, al merito delle persone, non limitando il dibattito a una mera questione anagrafica”. Marrollo, unitamente al coordinamento giovani Idv, si è impegnato a promuove azioni mirate all’ avvicinamento dei giovani alla politica, valorizzando l’attenzione all’ascolto delle loro esigenze. Saranno attivati inoltre corsi di formazione politica, occasioni di incontro ed iniziative aggregative di tipo sociale e culturale. Di prossima celebrazione, il congresso giovani di Isernia e quello regionale, fase conclusiva di un percorso all’insegna del rinnovamento e dello slancio che le nuove generazioni sapranno apportare all’Italia dei Valori.

tera riunione consentendo una ampia partecipazione al dibattito e che ha concluso il seminario parlando di ottimismo, partecipazione e disponibilità al dialogo. “Ci auguriamo che quanto emerso nel seminario e gli impatti della PCP che la riforma

proposta rischia di aggravare ulteriormente sia ora attentamente valutato dalla Commissaria Damanaki, e che da questo possa scaturire una ulteriore riflessione sullo stretto legame tra misure tecniche e di gestione e gli aspetti sociali ed economici della pesca europea”.

Acqua e territorio, Larino Viva presente all’incontro LARINO - C’era anche Larino Viva, all’incontro pubblico sul tema: “Dall’Acqua al territorio: dal referendum per l'acqua pubblica ad una proposta per la difesa e lo sviluppo del territorio del Molise”, promosso dalla Federazione del coordinamento della Sinistra. Erano presenti il coordinatore dell’Associazione Franco Sorrentino e Pasquale Di Lena, che sono intervenuti dando il loro contributo al dibattito su un tema, il territorio con le sue risorse e i suoi valori, posto al centro del programma di Larino Viva ed oggetto di varie iniziative, non ultima quella di questa estate, “Acqua e Terra”, che si è svolta presso la

sala consiliare del Comune frentano. Il dibattito, introdotto da Gianni Montesano e Silvio Arcolesse, è stato animato da molti e interessanti interventi, tutti d’accordo sul valore strategico del territorio e la sua centralità nella programmazione di uno sviluppo capace di cogliere le opportunità di questo bene primario del Molise, in grado di dare risposte di reddito e di occupazione e qualità della vita alle nuove generazioni. È stato sottolineato anche lo straordinario successo della raccolta delle firme per i tre quesiti referendari, grazie alle iniziative ed alla capacità di coinvolgimento dei promotori, il Forum

Nazionale dei Movimenti per l’Acqua, che serviranno per cogliere nuovi obiettivi, in particolare una nuova e più forte partecipazione per affrontare e vincere il referendum che verrà indetto. Un incontro partecipato da un pubblico giovane molto attento allo sviluppo del tema oggetto del dibattito.

Alta partecipazione al convegno sulle energie rinnovabili

LARINO – E' stato molto partecipato l'incontro organizzato dal movimento LARINascita che si è tenuto nel Convento dei frati Cappuccini. Si è discusso prevalentemente di energie rinnovabili e della proposta di regolamento del Comune sull'istallazione di impianti per produrre energia elettrica da fonti rinnovabili. Dagli interventi dei presenti non è emersa nessuna posizione contraria alla produzione di energia da fonti rinnovabili attraverso l’utilizzo del territorio larinese purché gli impianti energetici risultino compatibili, oltre che con le disposizioni in materia di sostegno del settore agricolo, con la

valorizzazione delle tradizioni agro-alimentari locali così come del patrimonio culturale e del paesaggio rurale. “E’ necessario – dicono da LARINascita - che il regolamento rappresenti lo strumento utile per fissare dei criteri precisi e il più possibile stringenti, cercando di trovare il giusto equilibrio tra lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili e la conservazione e il supporto delle potenzialità del territorio rurale. Circolo vizioso a tutto discapito della comunità, la quale non solo non guadagnerà nulla dall’installazione di impianti eolici e fotovoltaici in termini di risparmio sulle utenze domestiche, non beneficerà in termini di servizi che il Comune potrà erogare grazie ai fondi introitati dalle autorizzazioni concesse per l’installazione di tali impianti ma si troverà soltanto un deturpamento del paesaggio”. Questi, tra gli altri, i fondamentali principi condivisi da tutti i presenti sui quali verranno stilati degli emendamenti alla proposta di regolamento comunale che prossimamente sarà presentata in Consiglio comunale per la definitiva approvazione. Il prossimo incontro aperto a tutte le forze politiche si terrà oggi alle 19, presso la sede dell’Italia dei Valori”. All'incontro sono intervenuti il coordinatore dell’associazione Larino Viva, Franco Sorrentino, il consigliere comunale di Larino Viva, Giampiero Cataffo, il coordinatore regionale dei giovani dell’Italia dei Valori Stefano Mancinelli, il consigliere comunale e provinciale dell’IdV Antonio Di Bello e la neo-consigliera comunale dell’IdV Laura Giannone.

Unione dei Comuni, via alla raccolta differenziata

Vespe in un’abitazione, pronto intervento dei Vigili del Fuoco

LARINO – Domani pomeriggio alle 17, nella Sala consiliare del Municipio, si terrà la conferenza stampa per presentare il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani “porta a porta” per i Comuni dell'Unione. Il servizio partirà dal prossimo 1° Ottobre e interessa Ururi, San Martino, Campomarino, Guglionesi, Larino, Petacciato, Portocannone, San Giacomo degli Schiavoni.

CAMPOMARINO – I Vigili del Fuoco del distaccamento di Termoli sono dovuti intervenire in una abitazione di contrada Cianaluca per rimuovere un nido di vespe. A chiedere l'intervento al 115 i residenti della casa. I Vigili sono giunti prontamente sul posto e dopo aver indossato abiti protettivi hanno rimosso il nido e bonificato l'area.


TERMOLI Il sindaco chiarisce i motivi della sua assenza al tavolo tecnico della sanità

Di Brino: inutile partecipare alle passerelle da quattro gatti “Non siamo andati alla riunione non per snobbare il tema, ma perché siamo rispettosi delle decisioni del Consiglio comunale”

TERMOLI - Il Sindaco di Termoli, Basso Antonio Di Brino, interviene sulle affermazioni rilasciate dal Consigliere di opposizione organizzatore del proditorio “tavolo tecnico sulla sanità” in merito alla sua mancata partecipazione. “C’è chi già pensa alla sua candidatura alle elezioni regionali e cavalca, strumentalizzandolo,

il tema della sanità. Il nostro obiettivo resta solo quello di dare risposte serie e concrete ai cittadini, attraverso una seria azione amministrativa. La salute non può essere un tema da passerelle politiche e mediatiche. Altri sono i luoghi deputati al confronto e alle scelte. Sia io che il Presidente del Consiglio comunale Alberto

“Sosteniamo la tutela della salute” TERMOLI - Se esiste un criterio attraverso il quale governare per il bene vero della città e dei cittadini, esso è il criterio del bene comune, termine spesso abusato e al quale attribuiamo un significato riduttivo che è quello della somma dei singoli beni individuali. In realtà, matematicamente parlando, il bene comune assomiglia di più ad un moltiplicatore attraverso il quale si espande la condizione di ben-essere (non solo in termini meramente economici) dell’intera comunità. Sulla questione della sanità, allora, qual è il bene comune? Che chiuda la Cattolica impedendo a centinaia di persone di poter usufruire di un servizio che si rende ogni giorno più necessario anche causa dell’elevato numero di tumori e leucemie che si riscontra nel nostro territorio? O che si potenzi la sanità pubblica facendo così modo che le istituzioni assolvano al proprio dovere di tutela della salute pubblica? In questo

caso riteniamo che, come dicevano i latini, in medio stat virtus: la virtù sta nel mezzo e sta cioè nel non chiudere la Cattolica di Campobasso per non impedire ai cittadini molisani di poter usufruire di un servizio medico di qualità e allo stesso tempo nel perseguire con ogni sforzo il miglioramento della sanità pubblica continuando sia a lottare perché sia rispettato l’articolo 32 della nostra Costituzione: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti” e sia a denunciare chi in Molise ha la completa responsabilità del degrado sanitario in cui versa una regione interna, cioè il Governatore e Commissario Straordinario alla Sanità, Michele Iorio, che ha l'impegno morale ed etico di assumersi le sue responsabilità. I consiglieri comunali di opposizione

Caruso: il memorial Sabetta deve tornare a Termoli TERMOLI – Il Memorial di Basket maschile , intitolato a Giuseppe Sabetta, non si tiene a Termoli ma a Campobass. Un appuntamento internazionale istituito per ricordare la memoria di un personaggio di rilievo nel mondo della pallacanestro regionale, è da anni uno degli ap-

puntamenti più attesi dagli appassionati termolesi e molisani. I Consiglieri comunali di opposizione che hanno inviato una mozione al Presiente del Consiglio comunale, primo firmatario Francesco Caruso, ricordano che il torneo è anche un’occasione per rinnovare il ricordo di un concit-

Montano, abbiamo deciso di non partecipare alla riunione indetta da un Consigliere d’opposizione alla quale hanno partecipato, giustamente, solo quattro gatti, non certo per snobbare il tema della sanità o le legittime preoccupazioni dei termolesi, ma perché siamo rispettosi delle decisioni prese all'unanimità dalla maggioranza durante il Consiglio monotematico del’11 Agosto 2010 e dei conseguenti passi amministrativi che con quel voto ci siamo impegnati a realizzare”. In quella sede, infatti il Consiglio comunale chiese al Direttore Generale Asrem di riformulare con immediatezza il piano di razionalizzazione della rete ospedaliera, nella parte riguardante la distribuzione

dei posti letto attribuiti all’ospedale San Timoteo di Termoli, riportando il numero di posti letto al parametro di riferimento nazionale del 3 per mille per abitanti residenti e tenendo inoltre conto di tutte le considerazioni contenute nelle premesse. Inoltre il Consiglio decise di estendere l’invito al Presidente della Regione, nella sua veste di Commissario alla Sanità, per condividere insieme a lui le osservazioni contenute nel documento redatto e consentirgli di farsi parte attiva affinché le problematiche esposte fossero affrontate e risolte con urgenza. Infine bisogna ricordare che il Commissario alla Sanità deve ancora presentare il “piano di rientro” al Governo.

Camper in vendita nel parcheggio dell’ospedale TERMOLI – Circa due mesi fa un nostro lettore ci segnalò la presenza anomala di un camper parcheggiato nel piazzale antistante l'ospedale San Timoteo. L'anomalia della presenza del mezzo nel parcheggio era dovuta che sul lunotto anteriore era esposto un cartello con la scritta “Vendesi” seguita da un numero di tefono cellulare. Dopo appena un giornio dalla pubblicazione del nostro articolo il mezzo venne rimosso dal proprietario o fatto rimuovere dalla dirigenza dell'ospedale. Orbene, a distanza di due mesi, il camper è ricomparso, quasi allo stesso posto ma con una differenza: sul cartello esposto sul lunotto anteriore non vi é più la scritta “Vendesi” ma “Occasione” seguita sempre dal numero telefonico da contattare. La perseveranza di questo “venditore” ad occupare parcheggi riservati agli utenti del nosocomio o parenti in visita ai degenti e a dir poco allucinante. Non tanto per lo spazio che sottrae 24 ore su 24 a chi si reca in ospedale ma perchè ha scelto quel posto per poter trovare acquirenti per il suo mezzo. Come facemmo due mesi or sono, ricordiamo che esiste, e non sembra sia stata ancora revocata, l'ordinanza del Sindaco che fa divieto a caravan e simili, di parcheggiare in città o essere ospitati an aree private. Dunque per entrambi i casi dovrebbero entrare in azione gli Agenti della Polizia Municipale per far rispettare l'ordinanza sia da parte del proprietario del caravan sia dalla dirigenza del nosocomio.

tadino, Giuseppe Sabetta, e rimarcare la sua passione e dedizione, grazie alle quali questa disciplina sportiva si è andata radicando nella realtà cittadina e regionale, e anche per questo il palazzetto comunale di C.da Mucchietti è stato intitolato proprio alla figura di Giuseppe Sabetta. Una manifestazione che nelle sue otto edizioni ha visto la partecipazione delle migliori formazioni del basket italiano ed internazionale, un evento sportivo diventato un punto di riferimento per la pre-season del campionato italiano di Serie A di basket, inserendosi tra le amichevoli “ufficiali” dell’Eurolega. In de-

finitiva Caruso fa presente che visto che “Contrariamente a quanto annunciato dall’assessore allo Sport Vergallo, il memorial “G.Sabetta” non è stato previsto né tra le manifestazioni del cartellone estivo né tra gli eventi sportivi programmati, impegna il Sindaco e la Giunta comunale ad inserire l'avvenimento sportivo tra le prossime manifestazioni in programma; A contribuire alla realizzazione di questo prestigioso appuntamento sportivo, così che sempre più giovani possano appassionarsi a questo sport e scoprire attraverso lo stesso i valori etici, culturali e sociali.

Auto contro scooter, ferito un noto commerciante

Apertura non-stop per le Poste a Difesa Grande

TERMOLI – Guarirà in una trentina di giorni G.M., 66enne notissimo commerciante di Termoli, rimasto ferito a seguito di un incidente stradale. L'uomo stava percorrendo Via Montecarlo con il proprio scooter quando si è scontrato con un'autovettura. Soccorso è stato trasportato e ricoverato al San Timoteo. I rilievi dell'incidente sono stati eseguiti dalla Polizia Municipale.

TERMOLI – L'ufficio postale di Difesa Grande resta aperto per tutto il giorno dalle 8 alle 18,30 dal lunedì al venerdì, mentre nelle giornate di sabato gli sportelli sono aperti al pubblico dalle 8 alle 12,30. Nell'ufficio di Difesa Grande si possono disbrigare vari servizi che l’Ente offre, compreso il trasferimento internazionale di denaro MoneyGram e ricaricare la carta prepagata Postepay.

L’Avis sponsor della “Selecao Termoli” di calcio a 5 TERMOLI – E' stata presentata ufficialmente la squadra di calcio a 5 “Selecao Termoli” sponsorizzata dall'Avis di Termoli. La presentazione della squadra è avvenura nel Centro donatori alla presenza del primario, dottor Pasquale Spagnuolo, della biologa, dottoressa Filomena Zurlo, e di alcuni rappresentanti dell'Avis cittadina: Michele Fanelli, Bruno Ciati, Vittorio Durante e Jenny Gatley. Una sponsorizzazione che ha lo scopo, riuscito, di far avvicinare i giovani alla famiglia avisina termolese che conta attualmente 1.500 donatori. E di questo esercito ora sono entrati a far parte anche i 15 calciatori della “Selecao Termoli” ed i loro dirigenti. La compagine prende parte al campionato di C2 girone A e inizia l'avventura con propositi “bellicosi”. Presidente della società è Daniele Pilla, coadiuvato dal direttore sportivo Nicola Sorvillo, mentre alla guita tecnica della squadra è stato chiamato Antonio Di Gennaro. La squadra è formata da: Giacomo Greco, Emilio Mescia, Matteo Di Gennaro, Roberto Mazzadiello, Giancarlo Giacomo Donato, Vittorio Aprile, Luca Caddeo, Francesco Imartino, Mario Littera, Francesco Niro, Daniele Ciarrocchi, Francesco Lanzone, Marco Colasurdo e Antonio Pizzella. Ai giovani atleti un in bocca al lupo per il loro campionato e tante donazioni nella consapevolezza di compiere un'azione preziosa che da fiducia in se stessi e nel prossimo.

17 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010


Trentadue nuovo campione d’Italia di corsa su strada

Basket, speciale calendari del girone D

Vincenzo Trentadue allenato dal tecnico termolese Pasquale Venditti è Campione d’Italia di corsa su strada, domenica a Pordenone con la sua società l’Athletic Terni ha conquistato il “ Titolo Italiano Assoluto maschile di Società di Corsa 2010 “ imponendosi nella manifestazione tricolore. A PAG. 22

E’ stato ufficializzato dalla Fip il calendario definitivo del girone D della B dilettanti. Confermato il derby campobassano proprio al primo turno, che sì disputerà domenica 3 ottobre con ritorno il 16 gennaio. A PAG. 23

ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it IL CAMPOBASSO PREPARA LA DIFFICILE TRASFERTA DI BRINDISI Doppia seduta di allenamento nella giornata di ieri per il Campobasso che sta preparando l’insidiosa trasferta di Brindisi. In mattinata il gruppo ha svolto lavoro atletico in palestra, mentre nel pomeriggio i rossoblù sono stati impegnati sul rettangolo da gioco di San Giuliano del Sannio. Seduta, quella pomeridiana, incentrata maggiormente sull’aspetto tecnico-tattico. Punto di vista, questo, tenuto in grande considerazione dall’allenatore di Bacoli. Il tecnico ha provato anche soluzioni alternative, sia di modulo, sia di uomini. Esperimenti che continueranno questo pomeriggio: alle ore 15.00 i rossoblù affronteranno in amichevole i Lupi Molinaro, squadra che prende parte al campionato regionale di Promozione. A PAG. 20

IL VENAFRO DI MISTER URBANO E’ PRONTO A RISCATTARSI Al termine della seconda giornata la classifica è ancora ferma sullo zero. In casa Venafro c’è molto rammarico per le due sconfitte maturate a Forlì e nella gara casalinga contro il Teramo perché c’è la consapevolezza di aver offerto una buona prestazione, punita eccessivamente con alcune disattenzioni difensive e con un calo di concentrazione nei minuti finali. Lo stesso tecnico dei bianconeri Corrado Urbano appare confortato dalla prova offerta dai suoi ragazzi, nonostante il risultato non abbia dato ragione a Keita e compagni ma analizza anche le cause della sconfitta che probabilmente risiedono in un po’ di leggerezza nel gestire il vantaggio: “Siamo stati ingenui a subire due gol, quasi fotocopia, su palle inattive. A PAG. 21

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Oggi test contro i Lupi Molinaro a San Giuliano. Il mister proverà l’undici anti Brindisi

Campobasso pronto alla riscossa I rossoblù stanno lavorando intensamente per preparare nel migliore dei modi la trasferta pugliese Doppia seduta di allenamento nella giornata di ieri per il Campobasso che sta preparando l’insidiosa trasferta di Brindisi. In mattinata il gruppo ha svolto lavoro atletico in palestra, mentre nel pomeriggio i rossoblù sono stati impegnati sul rettangolo da gioco di San Giuliano del Sannio. Seduta, quella pomeridiana, incentrata maggiormente sull’aspetto tecnico-tattico. Punto di vista, questo, tenuto in grande considerazione dall’allenatore di Bacoli. Il tecnico ha provato anche soluzioni alternative, sia di modulo, sia di uomini. Esperimenti che continueranno questo pomeriggio: alle ore 15.00 i rossoblù affronteranno in amichevole i Lupi Molinaro, squadra che prende parte al campionato regionale di Promozione. wL’occasione sarà utile allo staff tecnico per valutare la condizione di forma raggiunta dal gruppo e provare nel contempo differenti soluzioni tattiche che possono poi tornare utili durante le partite. Domenica mancherà all’appello Scudieri e pertanto

Alessandrì junior: ‘E’ un Brindisi da sogno’

Sivilla, sempre tra i migliori non è escluso che Carannante riproponga la difesa a tre con Minadeo, Di Fiordo e Barbato più due esterni che sorreggano difesa e centrocampo.

Il gruppo sta lavorando con intensità in questi giorni per farsi trovare pronto per la difficile trasferta pugliese. IB

Il Brindisi viaggia con il vento in poppa. I pugliesi guidano il girone C a punteggio pieno, trascinati da Alessandro Alessandrì, fratello di Emanuele lo scorso anno a Campobasso. “È un Brindisi da sogno, ma è necessario restare con i piedi per terra”. È la dichiarazione del folletto biancazzurro Alessandro Alessandrì, dopo la terza vittoria in campionato del Brindisi. Alessandrì in realtà qualcuno lo ha definito uno dei migliori acquisti del “nuovo” Brindisi targato Alessandro Galigani. Nelle prime tre giornate Ales- Alessandrì sandrì è sceso in campo da titolare, dando vita a buone prestazioni: “Sono contento per questo. Mi sto allenando con impegno e in campo sto dando tutto quello che posso, per il bene del Brindisi e della città che merita altri palcoscenici.” Intanto questa sera, alle ore 19, presso la sede del club “Football Brindisi 1912”, il presidente dello stesso club Mimino Andriani ha invitato una delegazione di giocatori della squadra di mister Florimbj, oltre al presidente Vittorio Galigani e gli altri dirigenti biancoazzurri per un momento conviviale e di saluto. La società dunque cerca di tenere l’ambiente compatto in vista della gara con i rossoblù molisani.

L’INTERVISTA

Ringrazio i tifosi per gli applausi Domenica tenteremo il colpaccio Il difensore Di Fiordo sul momento della squadra: ci manca solo la vittoria Domenica ha fatto il suo esordio con la casacca rossoblu al Selva Piana. Ed è ha dimostrato subito di che pasta è fatto. Anche se Di Fiordo, ex capitano del Cisco Roma, squadra con la quale la passata stagione ha vinto il torneo di C2 totalizzando 34 presenze, non ha bisogno di dimostrare nulla. Si tratta di un elemento esperto giunto nel capoluogo grazie all’ormai ex direttore sportivo Mauro Traini. Domenica Di Fiordo è stato lungamente applaudito dalla nord, ma per lui non è una novità: ‘Ho sentito gli applausi e questo mi fa enormemente piacere – ha affermato il centrale. Sono contento della mia prestazione anche se non sono ancora al top della forma. Ringrazio i tifosi per gli applausi e spero che

Stefano Di Fiordo

20 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010

al più presto possano allagarsi a tutta la squadra per una vittoria.’ Tornando sulla gara pareggiata domenica Di Fiordo non nasconde il suo rammarico: ‘Chi ha visto la partita contro il Lamezia è consapevole che meritavamo la vittoria, per come abbiamo giocato e per le opportunità create. Sinceramente non ricordo un’occasione nitida che abbiamo concesso ai nostri avversari. Purtroppo in questo momento ad ogni minima disattenzione veniamo puniti. Penso, però, che qui ci sia tutto per poter fare bene: la squadra è buona, esprimiamo un buon gioco e sinora non ci ha messo sotto nessuno, e abbiamo un’ottima società alle spalle.’ Considerato tutto questo, dall’alto della sua esperienza cosa pensa che manchi

al Campobasso? ‘Solamente la vittoria. E’ quella che può darti la convinzione per lavorare sempre meglio e con il giusto entusiasmo. E’ l’unico aspetto che ci manca, perché noi giochiamo bene e creiamo tante occasioni.’ Ora, però, bisogna voltare immediatamente pagina perché domenica i rossoblù sono attesi dalla battaglia di Brindisi, formazione, quella pugliese, capolista in solitario e a punteggio pieno del raggruppamento C. ‘Queste, secondo me – ha concluso Di Fiordo – sono partite che ci tireranno fuori ancora stimoli maggiori, perché sappiamo che andiamo ad affrontare una squadra importante. Ci sarà ancora più impegno per far bene e non è escluso che possiamo fare il colpaccio.’ EB

Lotito:“Nessun caso Zarate”

Napoli: Mazzarri pensa a qualche cambio

'Non c'e' nessun caso Zarate alla Lazio. Il ragazzo e' coccolato dalla societa' e deve solo pensare a giocare'. Cosi' Claudio Lotito. Con queste parole il presidente biancoceleste ha voluto chiudere una volta per tutte le polemiche e i rumors di presunte trattative di cessione per l'attaccante argentino. 'Tottenham? Non c'e' stata alcuna trattativa per Zarate che resta un giocatore fondamentale per la Lazio', ha detto Lotito.

Alla vigilia dell'esordio nella fase a gironi di Europa League contro l'Utrecht il tecnico del Napoli Walter Mazzarri pensa al turnover. 'Qualche cambio ci sara' dice - ma la formazione non la dico in quanto devo fare valutazioni tattiche, tecniche e di salute del gruppo'. L'Utrecht 'e' una squadra di grande tradizione, una compagine che corre, non da' punti di riferimento ed e' ben organizzata. Dobbiamo prenderli con le molle e dare il meglio di noi stessi per batterla'.


S P O RT CALCIO SERIE D

Trivento in campo per la Coppa Italia Nel pomeriggio la squadra di Farina ospita il Teramo La vincente accede ai sedicesimi di finale

Mister Farina

Per l’Atletico Trivento si è aperta una settimana intesa, sotto il profilo del mercato(vedi l’arrivo di Aquaro) ma anche sotto quello del lavoro. La squadra di Francesco Farina infatti sarà, nel giro di quindici giorni, attesa da quattro gare a cominciare da oggi quando all’Acquasantianni andrà in scena, con fischio d’inizio fissato alle 15.00, la gara valevole per il secondo turno della Coppa Italia. Dopo aver superato nella prima fase l’Olympia Agnonese imponendosi al Civitelle per due reti a zero, i gialloblù se la vedranno oggi con il Teramo dell’ex attaccante Davide Borrelli. Dopodichè inizierà il tour de force di campionato con la gara interna

di domenica contro la Recanatese, poi mercoledì sarà la volta del turno infrasettimanale a Jesi dove la partita verrà trasmessa in diretta sul satellite ed infine il ritorno all’Acquasantianni domenica 26 settembre con l’attesissimo derby con il Bojano dei tanti ex. L’infermeria trignina è ancora abbastanza affollata: De Lucia, Fusaro, Viglione e Voria sono gli indisponibili, mentre il neo acquisto Aquaro dovrebbe partire dalla panchina. Probabilmente per l’occasione Farina schiererà le seconde linee, per dare fiato a qualche calciatore, ma anche per mettere alla prova qualche giovane interessante che, in questo momento di grossa diffi-

coltà legato ai vari infortuni, potrebbe mettersi in mostra e ritagliarsi così uno spazio importante nell’undici titolare. Sembra invece non avere particolari problemi il suo collega tramano: l’ampio organico a disposizione di Cifaldi permette di avvicendare i titolari senza far scadere il livello tecnico della squadra. Alcuni cosiddetti rincalzi portano il nome di Orta e Ianni, e questo la dice lunga sul roster a disposizione dell’allenatore ex L’Aquila, una squadra composta da elementi di qualità ed esperienza, costruita per puntare, senza mezzi termini, al salto di categoria. L’incontro dovrà decidere chi proseguirà il cam-

mino per cui, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si procederà con il calci di rigore. A dirigere la gara dell’Acquasantianni tra l’Atletico Trivento ed il Teramo sarà Emanuele Mancini di Fermo, coadiuvato da Mirko Baldisseri di Pesaro e Silvio Flavio Giardini di Jesi. AP

GIUDICE SPORTIVO 1 gara Barbuzzi (Trivento) Di Michele (Miglianico) Ragatzu (Rimini 1912)

CALCIO GIOVANILE

Il Venafro di Urbano è pronto al riscatto Al termine della seconda giornata la classifica è ancora ferma sullo zero. In casa Venafro c’è molto rammarico per le due sconfitte maturate a Forlì e nella gara casalinga contro il Teramo perché c’è la consapevolezza di aver offerto una buona prestazione, punita eccessivamente con alcune disattenzioni difensive e con un calo di concentrazione nei minuti finali. Lo stesso tecnico dei bianconeri Corrado Urbano appare confortato dalla prova offerta dai suoi ragazzi, nonostante il risultato non abbia dato ragione a Keita e compagni ma analizza anche le cause della sconfitta che probabilmente risiedono in un po’ di leggerezza nel gestire il vantaggio: “Siamo stati ingenui a subire due gol, quasi fotocopia, su palle inattive. Cose che avremo modi di analizzare approfonditamente in settimana insieme ai ragazzi che comunque, al di là di tutto, vanno elogiati per quanto fatto in campo. Penso che il Venafro abbia disputato un’ottima partita al cospetto di un avversario che può contare su giocatori di grosso spessore tecnico e tutti con alle spalle campionati di ben altre categorie. Siamo riusciti a impostare il nostro gioco e a ripartire con efficacia e forza d’urto. Ancora una volta siamo stati sfortunati sotto porta, così come accaduto a Forlì. Nel complesso la squadra va elogiata perché ha saputo leggere bene la partita, purtroppo sono giunte le due distrazioni che alla fine si sono rivelate decisive.” La squadra intanto ha ripreso la preparazione in vista del prossimo impegno di campionato. Dopo quella di Forlì un’altra insidiosa trasferta attende il team bianconero che domenica sarà ospite della Civitanovese che è

Kevin Magri delle Acli approda al Chievo E’ stata ufficializzata ieri la cessione del calciatore delle Acli Kevin Magri ,difensore sinistro classe 1995,alla società professionistica del Chievo Calcio. Il calciatore ha già raggiunto la destinazione ed è stato aggregato alla formazione degli allievi nazionali. La società delle Acli di Campobasso è particolarmente soddisfatta di tale trasferimento poiché è stato permesso ad un altro giovane molisano di approdare alla massima serie nazionale di calcio.

CALCIO REGIONALE

Mister Urbano reduce da due pareggi consecutivi maturati rispettivamente contro due squadre temibili come Sambenedettese e Fossombrone. Il team di Urbano è intenzionato a mettere in cassaforte i primi tre punti della stagione ed in casa venafrana c’è la convinzione di poter centrare questo obiettivo a patto che non vengano più commessi gli stessi errori delle prime due uscite di campionato che hanno condannato il Venafro a due sconfitte che bruciano ancora perché immeritate. AP

Aic:“Su alcune questioni siamo ancora distanti”

Beretta:“Venerdì giorno cruciale”

'E' stato un incontro molto positivo, ma su alcune questioni siamo ancora distanti'. E' la posizione dell'Aic dopo l'incontro odierno in Figc. 'Era solo un incontro tecnico per mettere nero su bianco 6 degli 8 punti su cui c'e' convergenza di intenti. La giornata cruciale sara' venerdi' quando il dibattito sara' anche politico e si andra' ad oltranza', ha detto l'avvocato Umberto Calcagno secondo cui 'la cosa positiva e' l'impegno di Lega e Aic a trovare l'accordo e scongiurare lo sciopero'.

'Lavoreremo ad oltranza finche' non troveremo un accordo soddisfacente per entrambe le parti'. Cosi' il presidente della Lega di A Beretta. 'Venerdi' - ha detto - le parti si incontreranno di nuovo e dovranno assumersi in modo costruttivo delle responsabilita'. Sara' una riunione a ritmo serrato e potrebbe anche non concludersi in quella giornata'. Venerdi' si affrontera' il problema dei trasferimenti coatti che con quello dei fuori rosa e' uno dei nodi rimasti sul tavolo della trattativa.

Domani la presentazione del Campodipietra Domani sera,a partire dalle 19.30, presso il centro sportivo M2 in c.da Selva a Campodipietra, si terrà la presentazione a stampa e tifosi dell’organigramma tecnico e societario del Campodipietra calcio, formazione che parteciperà al prossimo campionato regionale di prima categoria.

21 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010


S P O RT ATLETICA LEGGERA

Trentadue è il nuovo campione d’Italia di corsa su strada L’atleta allenato dal termolese Venditti ha conquistato il prestigioso titolo nella mezza maratona di Pordenone Vincenzo Trentadue allenato dal tecnico termolese Pasquale Venditti è Campione d’Italia di corsa su strada, domenica a Pordenone con la sua società l’Athletic Terni ha conquistato il “ Titolo Italiano Assoluto maschile di Società di Corsa 2010 “ imponendosi nella manifestazione tricolore che prevede tre prove : 10.000 metri in pista, Mezzamaratona sulla distanza di 21,097 km e 10 km su strada, è stata proprio quest’ultima prova a consentire al Club di Vincenzo Trentadue insieme ai compagni

Vincenzo Trentadue con il numero 145

ATLETICA LEGGERA

Successo per la 1^ edizione della Mi-Run a Miranda Gara “amarcord” quella della scorsa domenica a Miranda dove i podisti della Regione si sono riuniti per correre la 1° edizione della Mi – Run – da, una delle ultime gare della stagione agonistica in corso. La tecnologica rilevazione con il microchip dei passaggi sotto l'arco dell'arrivo/partenza per un giorno ha lasciato il posto ai giudici FIDAL, che dopo aver chiamato a voce alta tutti i 75 partecipanti per la “spunta a mano”, hanno contato per ognuno i tre giri previsti per concludere la gara. Gli atleti si sono rincorsi per 8 KM su un percorso caratteristico, tanto bello quanto difficile, perchè comprendeva per buona parte la zona antica del paese con gli impegnativi saliscendi sui sampietrini. Il numeroso pubblico presente ha apprezzato ed incoraggiato lo sforzo degli amatori e di tutti coloro, che si sono voluti comunque misurare nell'unico giro previsto per la gara non competitiva. La 1° edizione è stata vinta da Giammarco Spirito dell'Avis Campobasso, seguito da Marciano Pilla dell 'Atletica Venafro e Armando Romano della Nuova Atletica Isernia. Nella classifica femminile prima Iolanda Ferritti con Daniela Pellegrino e Daniela Perrella al seguito, tutte iscritte NAI. Ha curato l'organizzazione dell'evento la Nuova Atletica Isernia per volere dell'amministrazione comunale e dell'assessore Paolo Tortola. Al termine della giornata di sport lo stesso Comune di Miranda ha offerto a tutti gli atleti ed accompagnatori una apprezzatissima “tartufata”, menù a base di tartufo. Nella foto la premiazione del podio femminile.

di club il ruandese Sylvain Rukundo, Francesco Minerva, Tommaso Vaccina, Marcello Capotosti e Daniel Hofer di aggiudicarsi il prestigioso titolo italiano superando il Running Club Futura e al terzo posto la formazione della Corradini Rubiera che contava sulla presenza del Campione Olimpico Stefano Baldini che al suo ultimo Campionato Italiano ha conquistato a Pordenone il titolo italiano individuale correndo i 10 km in 29’19”, ora il 39 enne Baldini il prossimo 9 ottobre al Giro al Sas

a Trento, nella città del suo manager Gianni De Madonna, correrà il suo ultimo atto agonistico di una lunga e gloriosa carriera. Per Vincenzo Trentadue dopo un’estate condizionata da un’allergia che gli ha limitato non poco la preparazione la conquista di questa maglia tricolore è stata un’ottima iniezione di fiducia, ora nei prossimi giorni inizierà la preparazione per correre una maratona in autunno, specialità dove due anni fa ha conquistato il 12° posto ai Campionati Mondiali Militari.

FITET MOLISE

Ad Ariano Irpino medaglia di bronzo per la coppia Cosimi-Panichella CAMPOBASSO – Altre due medaglie per la Fitet Molise dal torneo nazionale di Ariano Irpino,dopo i successi ottenuti nello scorso fine settimana dai portacolori dello Shalom Petrella Tifernina che hanno conquistato la medaglia di bronzo anche nel raggruppamento a coppie. Il duo formato da Stefano Cosmi e da Antonello Panichella, infatti, è salito sul gradino più basso del podio, dimostrando una ottima intesa ed una determinazione ben marcata. Da evidenziare, poi, l’eccezionale risultato ottenuto da Romualdo Manna, originario di Bojano, portacolori del Cus Torino, formazione che milita in serie A1. Il matesino si è attestato al terzo posto, medaglia di bronzo, nel torneo individuale Assoluto, riservato ai pontisti più forti d’Italia. Un ottimo viatico per il Manna che si accingerà a vivere l’ennesima stagione nella massima serie nazionale insieme ai suoi compagni di squadra. Ovviamente soddisfatto si è detto il presidente Bernardo Cosimi che ha elogiato i suoi “ragazzi” per aver regalato al Molise e all’intero comparto pongistico regionale ulteriori due medaglie di caratura nazionale.

Bernardo Cosimi

CONI MOLISE

“Sport ed ARTE” oggi a Campobasso Il Comitato Regionali CONI Molise presieduto da Guido Cavaliere ha organizzato un incontro culturale dal titolo “Sport ed Arte”. L’evento ,che si svolgerà questo pomeriggio alle ore 17.00 presso la sala riunioni

del comitato in via Carducci a Campobasso, ha lo scopo di raccontare lo sport attraverso la proiezione di celebri opere d’arte presentate e commentate da Domenico Fratianni, Armando Marinelli e Lino D’Ambrosio.

La premiazione femminile

22 ANNO III - N° 202 GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2010

Fiorentino:“Miliardari Russi per la Roma? Solo rumors”

Guardiola:“Messi è il migliore del mondo”

'I rumors sono solo rumors'. Cosi' Paolo Fiorentino sulle voci di un interessamento per la Roma del miliardario russo Leonid Fedun. Il vice ad di Unicredit ha poi precisato: 'faremo una valutazione delle proposte realistiche. I passaporti contano zero, noi valutiamo i progetti. Chi capisce di brand sa che la Roma vale molto, nessuno e' in vantaggio tra gli interessati italiani e quelli stranieri'.

Messi? 'E' il migliore del mondo', parola di Pep Guardiola. Il tecnico del Barcellona, dopo il match di Champions con il Panathinaikos vinto 5-1 dai blaugrana, non ha nascosto l'ammirazione per l'argentino, autore di 2 gol e diverse magie: 'E' il primo di gran lunga, il secondo puo' sforzarsi ma non lo avvicinera''. 'Ci sono giocatori molto bravi -ha detto ancora Guardiola- ma lui e' davanti a tutti'.


S P O RT BASKET - SERIE B DILETTANTI - SPECIALE CALENDARIO

Campobasso, è subito derby Il campionato prenderà il via il prossimo 3 ottobre quando è in programma la stracittadina 1^ GIORNATA

And (03.10.10) Rit (16.01.11)

2^ GIORNATA

And (10.10.10) Rit (23.01.11)

3^ GIORNATA

And (17.10.10) Rit (30.01.11)

Martina F.-Corato Orlandina-Cus Bari N.Bk CB-Mens Sana CB Bernalda-Melfi Ragusa-Ceglie Reggio C.-Francavilla Catanzaro-Benevento

Benevento-Bernalda Melfi-Martina F. Mens Sana CB-Orlandina Cus Bari-Reggio C. Francavilla-Catanzaro Corato-Ragusa Ceglie-N.Bk CB

Martina F.-Catanzaro Orlandina-Benevento N.bk CB-Melfi Cus Bari-Ceglie Bernalda-Corato Ragusa-Francavilla Reggio C.-Mens Sana CB

4^ GIORNATA

5^ GIORNATA

6^ GIORNATA

And (24.10.10) Rit (06.02.11)

Benevento-Ragusa Martina F.-N.Bk CB Melfi-Orlandina Mens Sana CB-Ceglie Francavilla-Cus Bari Corato-Reggio C. Catanzaro-Bernalda

7^ GIORNATA

And (14.11.10) Rit (27.02.11)

Benevento-Martina F. Orlandina-Bernalda Melfi-Reggio C. Mens Sana CB-Ragusa Cus Bari-N.Bk CB Francavilla-Corato Ceglie-Catanzaro

10^ GIORNATA

And (05.12.10) Rit (27.03.11)

Mens Sana CB-Benevento Francavilla-N.Bk CB Corato-Orlandina Ragusa-Martina F. Reggio C.-Bernalda Ceglie-Melfi Catanzaro-Cus Bari

E’ stato ufficializzato dalla Fip il calendario definitivo del girone D della B dilettanti. Confermato il derby campobassano proprio al primo turno, che sì disputerà domenica 3 ottobre con ritorno il 16 gennaio. Previste una sosta di due settimane in occasione di Natale e Capodanno e un’altra di una settimana nel giorno di Pasqua. L’ultima giornata di regular season è prevista per il 17 aprile, dalla domenica successiva via a playoff e playout.

And (31.10.10) Rit (13.02.11)

Orlandina-Catanzaro Melfi-Benevento Mens Sana CB-Francavilla Cus Bari-Corato Bernalda-N.Bk CB Ragusa-Reggio C. Ceglie-Martina F.

Martina F.-Bernalda N.Bk CB-Orlandina Francavilla-Ceglie Corato-Mens Sana CB Ragusa-Cus Bari Reggio C.-Benevento Catanzaro-Melfi

8^ GIORNATA

9^ GIORNATA

And (21.11.10) Rit (06.03.11)

And (07.11.10) Rit (20.02.11)

And (28.11.10) Rit (13.03.11)

Martina F.-Francavilla N.Bk CB-Benevento Bernalda-Cus Bari Corato-Ceglie Ragusa-Melfi Reggio C.-Orlandina Catanzaro-Mens Sana CB

Benevento-Francavilla Orlandina-Martina F. Melfi-Corato N.Bk CB-Catanzaro Cus Bari-Mens Sana CB Bernalda-Ragusa Ceglie-Reggio C.

11^ GIORNATA

12^ GIORNATA

Benevento-Cus Bari Martina F.-Reggio C. Orlandina-Ceglie Melfi-Mens Sana CB N.Bk CB-Corato Bernalda-Francavilla Catanzaro-Ragusa

And (12.12.10) Rit (03.04.11)

And (19.12.10) Rit (10.04.11)

Mens Sana CB-Martina F. Cus Bari-Melfi Francavilla-Orlandina Corato-Benevento Ragusa-N.Bk CB Reggio C.-Catanzaro Ceglie-Bernalda

13^ GIORNATA

And (09.01.11) Rit (17.04.11)

Benevento-Ceglie Martina F.-Cus Bari Orlandina-Ragusa Melfi-Francavilla N.Bk CB-Reggio C. Bernalda-Mens Sana CB Catanzaro-Corato



lagazzettadelmolise160910a