Issuu on Google+

ANNO IV - N° 234 - SABATO 15 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A EDOARDO FALCIONE

Ieri abbiamo consegnato l’oscar del giorno al ministro Raffaele Fitto. Era il nostro modo per dire grazie al titolare del dicastero per gli Affari regionali, molto impegnato in questi mesi per la causa molisana. Talmente tanto da averci fatto ottenere ancora più fondi rispetto a quelli promessi. Oggi però non potevano non assegnare lo stesso riconoscimento al numero uno degli industriali, Edoardo Falcione. Lui, come tutti, sperava che i Fas venissero utilizzati per lo sviluppo di questa regione. Invece, come è noto, saranno impiegati per coprire il buco della sanità. Ma è quasi inevitabile condividere il suo pensiero quando dice “che sì il costo della sanità va drasticamente ridotto, ma non a discapito della qualità dei servizi e tantomeno compromettendo la crescita del Molise che passa anche per infrastrutture, miglioramento del sistema formativo, investimenti per il consolidamento del mondo produttivo, ricerca e innovazione”. Come dargli torto?

IL TAPIRO DEL GIORNO A PAOLO FRATTURA

Adesso la parola passa agli elettori. Ma, a microfoni spenti, non si può fare a meno di analizzare l’insieme e, soprattutto, la qualità dei messaggi di chi prova a scalzare il governatore uscente. Il buon Paolo ha mostrato una comunicazione genuina, frizzante e a tratti simpatica che però è sfociata spesso nell’improvvisazione, ben lontano dal bulldozer elettorale targato Iorio che è riuscito abilmente a schivare le insidie legate al momento poco esaltante del governo “amico” Berlusconi e alla crisi economica che investe anche il Molise. Un esempio? Frattura poteva dimettersi molto prima dalla Camera di Commercio e non in piena campagna elettorale, senza così dare adito a polemiche. Ed è questo uno dei tanti motivi per cui gli consegniamo l’ennesimo tapiro.

REGIONE

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

Ultimi scampoli di campagna elettorale Ieri nelle piazze i comizi finali dei candidati

Accusata di aver avvelenato col compagno le acque del condominio Alla sbarra

Omicidio-suicidio a Guardiaregia Oggi l’autopsia sui corpi dei fratelli Salvatore

A PAG. 2

A PAG. 7

A PAG. 9

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO

Iorio: “La gente è con me” Sul palco con il candidato Governatore gli interventi di De Matteis, Di Bartolomeo e Miccichè

CAMPOBASSO - Una nutrita folla ha sfidato il freddo ieri sera in piazza Prefettura per il comizio conclusivo del candidato Governatore per il centrodestra, Michele Iorio. Esordio scoppiettante con una giovane sostenitrice che, facendo il verso allo spot dell’avversario Frattura, ha elencato tutte le cose che ‘Michè’ ha fatto nel corso degli anni per il Molise. Poi è stata la volta della filiera istituzionale, con gli interventi calorosi del sindaco del capoluogo, Luigi Di Bartolomeo e del presidente della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis. Gianfranco Miccichè, leader di Grande Sud, ha ironizzato sulla incredulità di parte avversa sull’arrivo dei fondi Fas. A quel punto è toccato a Iorio chiudere il cerchio, riprendendo i temi affrontati dai suoi sostenitori. Le misure messe in campo, per le scuole sicure, gli aiuti alle grandi imprese che hanno salvato migliaia di posti di lavoro. “Le forbici per le inaugurazioni le porto sempre in tasca – ha com-

CAMPOBASSO – Il freddo punge. La piazza pian piano si riempie e si colora di arancione sul riflesso del palco. Il palco di Paolo Di Laura Frattura, irradiato dalla presenza di Stefano Sabelli, non certo un novizio dello spettacolo, che scalda subito il pubblico: “È ora di cambiare musica!”. E da lì si alternano i rappresentanti dei partiti della coalizione di Frattura che preparano la strada al candidato presidente, tra cui il segretario nazionale della Federazione della Sinistra, Paolo Ferrero, che nei giorni scorsi ha incontrato i lavoratori della Fiat di Termoli, il cui futuro è sempre più incerto. Dirompente, com’è nel suo stile, il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, che tanto si è speso in questa campagna elettorale. Di ritorno da Roma, dal quel Parlamento che ha riconfermato la fiducia sul filo di lana al governo Berlusconi che “adesso paga cash, mentre ai miei tempi c’era l’amata bustarella per avere il consenso. Voi mi direte che c’azzecca (dipietrisismo) con il Molise? C’azzecca e come. La Conferenza Stato-Regioni ha respinto e rinviato la delibera del Cipe (allegato Infra-

mentato Iorio – serviranno a tagliare il nastro di tutte le opere che ancora realizzeremo”. Non è mancato il riferimento all’invito al voto disgiunto che Frattura ha rivolto ai cittadini molisani: “E’ un messaggio ambiguo – ha spiegato – in quella coalizione la sinistra delle persone serie non c’è. Hanno inventato un vocabolo apposta per me, lo ‘iorismo’. Ma non saranno loro a mandarmi a casa, solo la gente potrà farlo e la gente è con me. I sondaggi ci danno vincitori, ma non solo: ho girato tutte le piazze del Molise, ho visto il consenso crescere sempre di più, man mano che il centrosinistra proseguiva nelle sue stravaganze e con le sue storielle. Abbiamo fatto molto per questa terra che amiamo e, questo voglio dirlo a Di Pietro, lo abbiamo fatto con le mani pulite. Lo stesso Di Pietro a Vasto ha detto che è ora che il Molise torni in Abruzzo, io dico che in Abruzzo ci mandiamo lui. Il Molise ha la sua dignità e deve conservare la propria autonomia”.

Frattura: liberiamo il Molise Il candidato del centrosinistra: vogliamo una Regione che si basi su legalità, regole e merito. E Di Pietro rivela: la Ragioneria dello Stato boccerà i fondi Fas destinati alla sanità

strutture) per la Termoli San Vittore perché i soldi non ci stanno! E Iorio – attacca – è un truffatore politico (e giù applausi)”. Nemmeno i fondi Fas per la sanità sfuggono al mirino dell’ex pm: “Perché, invece di servire allo sviluppo, devono servire a pagare il debito che hanno fatto loro? La Ragioneria dello Stato

non li approverà mai perché sono risorse destinate alle ferrovie. Per cui, quella delibera è valida solo fino a lunedì. Questo dimostra che Iorio sta bene solo nel suo cerchio magico con coloro che si accontentano di un tozzo di pane”. Alla fine, arriva il momento di Frattura, carico a mille, che ritma “Si-può-fare, si-

può-fare” e urla: “Ci siamo!”. E arringa la folla: “Ora basta! I palloncini che sono nell’altra piazza (quelli di Iorio, ndr) sono tutte le balle che ci hanno raccontato in questi dieci anni. I fondi Cipe? Un milione e 350mila balle. Ora basta – ripete – abbiamo la possibilità di esprimere un voto libero per una Regione che si basi

su legalità, regole, merito. Diciamo basta ad una Regione che fa l’imprenditore senza regole e con ‘pantalone’ che paga, vedi zuccherificio, Solagrital, Termolijet e quant’altro. Ora basta, voto libero!”. E il segreto dell’urna è lì ad attendere per confermare o cambiare il futuro del Molise. Antonio Di Monaco


PRIMO PIANO

Vinco io Michele Iorio trascinato dai consensi si prepara a battere un nuovo record C'è solo Formigoni, che è stato eletto tre volte alla presidenza della Regione Lombardia. Un record, ma Michele Iorio incalza e se vince – come è molto probabile dopo le figuracce rimediate da Frattura – eguaglierà e supererà anche Formigoni. Il perchè è presto spiegato. Iorio, rispetto a Formigoni, ha un anno in più di guida di governi regionali. Infatti, durante il quinquennio 95-2000, per circa un anno fu presidente. Quindi quell'anno, insieme a quindici dei tre mandati consecutivi, fa sedici e nessuno, ve lo garantiamo, è mai stato al vertice di una regione per sedici anni, come si avvia a fare

Michele Iorio. Un vero e proprio recordman della politica. E il barometro delle previsioni elettorali è tutto a favore di Michele Iorio. Lo dicono gli addetti ai lavori, ma lo dice anche la gente, tanta di quella gente comune che si ritrova al fianco del presidente. Ci auguriamo che questi pronostici siano rispettati, anche se Frattura ha fatto di tutto e di più per perdere. Dal conflitto di interessi immobiliari, agli incarichi miliardari ricevuto da Comunità Montane e Consorzi Industriali. Comunità Montane ossequiose di fronte al figlio del presidente del consiglio regionale, come quella di Riccia, o Consorzi Industriali

addomesticati dal suocero. Frattura è uno che la carriera l'ha fatta in famiglia, prima quella del padre e poi quella del suocero. Un figlio di papà e un genero d'oro. E a Roma sanno praticamente tutto di lui, tant'è che è già pronto il ribaltone nel Pd molisano. Dopo la quarta sconfitta consecutiva dell'era di Danilo Leva, il segretario della bocciofila del Pd di Fornelli, arriverà un bel commissario che farà piazza pulita di tutta la modesta dirigenza locale del Partito Democratico. Giovane sulla carta, ma vecchia di metodo e stile. Ignazio Annunziata

Michele Iorio

Voto disgiunto: polemica infinita Pionati (Adc): l’appello di Frattura confonde gli elettori. Mentre per il sindaco democrats di Firenze, Renzi,‘Paolo merita la fiducia dei molisani’ E sullo sfondo il botta e risposta tra Leva (Pd) e Di Giacomo (Pdl) CAMPOBASSO – E’ ancora polemica sul voto disgiunto, tanto agognato dal candidato del centrosinistra Paolo Frattura. Dopo l’appello delle segreterie regionali del centrodestra ai cittadini a fare attenzione, e l’affondo del senatore Ulisse Di Giacomo che ha definito “immorale” il comportamento dell’ex presidente di Unioncamere, anche il segretario nazionale dell’Adc, Francesco Pionati, non ha risparmiato critiche. “Non so se si tratta di una resa anticipata – ha detto - oppure di un tentativo di salvare se stesso dal naufragio della coalizione di centrosinistra. Sta di fatto che l’Adc, nel deMatteo nunciare queRenzi sto tentativo maldestro e disperato di confondere gli elet-

tori, invita le forze politiche a spendere queste ultime ore di campagna elettorale nel nome della coerenza, della linearità, della chiarezza e della buona politica. Se questi sono i metodi di chi si propone di governare il Molise poveri noi: l’unico risultato sarà di aumentare la ‘frattura’ tra elettori e istituzioni regionali”. E se da un lato c’è Pionati, dall’altro c’è il sindaco democrats di Firenze, Matteo Renzi che in un video messaggio ai molisani ha detto: “Voi potete incidere nella storia. E’ importante che Paolo abbia la chance di governare questa terra e di sconfiggere un sistema di amicizie e clientele”. Ci ha pensato, invece, il segretario del Pd molisano, Danilo Leva, a replicare a Di Giacomo: “Atteggiamento immorale? Qui di immorale c’è solo la candidatura di Michele Iorio, artatamente anticipata onde evitare lo sbarramento che sarebbe stato lui imposto dal decreto premi e sanzioni. Immorale è chi ha indebitato fino al collo questa Regione e ne ha tartassato la popolazione con la pressione fiscale. Chi ha fallito totalmente nella sua azione amministrativa, ossia Michele Iorio. E prima di parlare di illegalità – continua Leva – il senatore Di Giacomo farebbe bene a rammentare gli atti che il governo regionale, con la complicità degli organi dirigenziali, sta mettendo in campo: dalle 124 assunzioni alle lettere recapitate, a firma di dirigenti, nelle quali

si segnalano fantomatici impegni di spesa di diversi assessori regionali; fino alle informazioni riportate da una tv e da alcuni giornali per i quali la par condicio è carta straccia. La verità – conclude il segretario regionale del Pd – è che il centrodestra è disperato ed è consapevole che se affonda questo sistema di potere, affondano un po’ tutte le sue componenti. Ma solo così, finalmente, il Molise tornerà ad essere una regione sana e libera”. AD

Francesco Pionati


REGIONE

Ordinamento forense: opinioni a confronto Al convitto Mario Pagano un incontro sulla riforma Una occasione, quella di ieri pomeriggio al Convitto Mario Pagano di Campobasso, per trattare dei temi più cari all’Avvocatura, che investono il destino di una intera categoria professionale. Nell’incontro organizzato da A.N.F.- Associazione Forense Campobassana, in collaborazione con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Campobasso, l’A.I.G.A. Molise, il Comitato delle Pari Opportunità, e le Camere Minorili di Campobasso, dal titolo ‘Le associazioni incontrano il Foro’, si è discusso a lungo della riforma dell’ordinamento forense attualmente ferma alla Commissione Giustizia della Camera ed al momento non calendarizzata, né in commissione, né in aula - in un confronto tra le diverse associazioni, presenti con i propri rappresentanti, dai toni spesso accesi. E non a caso, perché alcuni punti contenuti nella riforma ferma alla Commissione Giustizia della Camera, a molti non vanno proprio giù. I relatori, l’avvocato Ester Perifano, segretario generale

Anf; l’avvocato Luigi Pansini, segretario Sindacato Avvocati Bari; l’avvocato Claudio Neri, componente Cnf; l’avvocato Mario Pietrunti, delegato Oua ed il senatore Giuseppe Astore, li hanno affrontati per cercare di comprendere quale è la direzione di una delle più antiche professioni, che risente della crisi economica da un lato e della necessità di un cambiamento dall’altro. Secondo alcuni la strada, però, non è quella indicata dal Cnf. Sul punto Luigi Pansini è stato irremovibile: alcune disposizioni contenute nel testo colpiscono le fasce più deboli dei professionisti: i giovani e le donne. Questo vale soprattutto per quanto riguarda le disposizioni relative ai limiti di reddito per esercitare l’avvocatura e quelle inerenti la specializzazione, che rischiano di rendere ancor più ostico un settore per molti aspetti già in sofferenza. “La sensazione – ha spiegato Ester Perifano - è che si tratti di un restyling in salsa moderna della vecchia disciplina”.

Cambiali agricole, misura a sostegno dei coltivatori

Sciopero alle Poste, arriva lo spettro della Procura La Cisl minaccia un esposto contro “pressioni e minacce” ai dipendenti per lo “smaltimento delle ferie” CAMPOBASSO - Pressioni, minacce e disagi. La questione alle Poste pare essere diventata insostenibile. Tanto da spingere la Cisl a “vagliare la possibilità di presentare un esposto alla Procura della Repubblica”. A comunicarlo è il segretario Antonio D’Alessandro. In una nota, il sindacalista parla di vere e proprie “pressioni e minacce per ‘smaltire’ le ferie, che in realtà non sono altro che ‘ferie d’ufficio’”. Trattamento comunicato da “più di un dipendente” e che avrebbe in sé un risvolto tutt’altro che felice: “Al ritorno dalle ferie si trova tutta la corrispondenza a terra perché non c’è personale sostitutivo che la possa smaltire. Naturalmente l’Azienda si guarda bene di mettere qualcosa di scritto, forse perché sa benissimo che l’imposizione non è lecita”. Ma la Cisl Poste”, continua D’Alessandro, “non si farà mancare neanche lei il coraggio e sta vagliando il comportamento dell’azienda e del suo management per verificare se ci sono gli estremi per presentare un esposto alla Procura della Repubblica, magari solo per guardare le facce caricaturali delle dirigenza nel fingere di non sapere nulla”. Intanto lo sciopero continua anche se “l’azienda sembra vivere in un altro mondo. La dirigenza è così sazia di soldi e tutto ciò che viene in più è grasso che cola e di certo non si sofferma a capire, a discutere, a confrontarsi con coloro che ogni giorno lavorano per far ingrossare i loro conti correnti”. SG

CAMPOBASSO - Il consorzio agrario interprovinciale di Campobasso ed Isernia ha avviato una nuova campagna di supporto alle attività di semina dei cereali che gli imprenditori agricoli avvieranno a breve. Nello specifico, gli agricoltori che acquisteranno prodotti per la semina, dalle sementi ai fertilizzanti passando per gli agrofarmaci, oltre a tutto ciò che attiene la produzione dei cereali, potranno essere agevolati nell’acquisto mediante ‘cambiali agrarie’. Un sistema, questo, che consentirà il pagamento dei prodotti a fine raccolto e senza alcun interesse aggiuntivo. Va tuttavia precisato che la sottoscrizione della

cambiale è legata al tipo di coltura e al suo ciclo di sviluppo. Per quel che riguarda i cereali, la cambiale scadrà il 31 agosto 2012. “Questo strumento – ha spiegato il presidente del consorzio, Giovanni Monaco permetterà alle imprese agricole di raggiungere l’equilibrio finanziario, sia nel breve che nel medio e lungo periodo, a condizioni vantaggiose”. “Un vantaggio – gli ha fatto eco il direttore dell’ente, Fabio Colonna – che inizia sin dall’imposta di bollo, fortemente ridotta rispetto a quella più comunemente usata per i pagamenti posticipati, previsti e ammessi dal nostro sistema legislativo”.


REGIONE Il presidente designato degli Industrali contesta l’uso dei 55 milioni per coprire il disavanzo sanitario

Falcione: i Fas siano impiegati per lo sviluppo della regione CAMPOBASSO – “Siamo veramente sconcertati dalla decisione del Cipe che assegna al Molise 55 milioni di euro del Fas per coprire il disavanzo sanitario”. Il presidente in pectore dell’associazione Industriali, Edoardo Falcione, (come del resto il suo predecessore, Michele Scasserra, candidatosi alle regionali con Molise Civile) critica la destinazione delle risorse destinate alle aree sottoutilizzate

decisa dal governo. “Abbiamo da sempre chiesto – spiega – che i fondi Fas fossero impiegati esclusivamente per finanziare iniziative per lo sviluppo della Regione che è agli ultimi posti nelle classifiche della competitività. Chiediamo a gran voce – incalza Falcione – che il sistema economico del Molise non venga più penalizzato a vantaggio di un sistema sanitario troppo costoso e inefficiente. Per coprire il disavanzo sanitario

abbiamo già subito l’aumento dell’Irap e delle imposte locali, ma evidentemente neanche questo è servito a niente. Non sta a noi indicare come fare – ammette il prossimo presidente degli Industriali – ma una cosa è certa: il costo della sanità va drasticamente ridotto, ma non a discapito della qualità dei servizi. Si intervenga in altro modo – conclude Falcione – ma non depotenziando i servizi o utilizzando le risorse destinate alla crescita e allo sviluppo”.

Il direttore generale dell’assessorato di Cavaliere scrive a tutte le aziende agricole

Siccità 2007, prima del voto arrivano risarcimenti e ringraziamenti Romano punta il dito contro il dirigente Francioni: questa gente dev’essere fermata CAMPOBASSO – L’ombra del voto di scambio si allunga prepotentemente sulle elezioni regionali. Dopo le pesanti accuse del leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, che ha annunciato un esposto alla Procura delle Repubblica di Campobasso, “per i gravissimi episodi di cui sono venuti a conoscenza i candidati dell’Italia dei Valori”, è la volta di Massimo Romano. Il candidato di Costruire Democrazia si scaglia contro il direttore generale dell’assessorato all’Agricoltura, Antonio Francioni. Il dirigente, in una lettera datata 10 ottobre (a sei giorni dal voto e su carta stampata della Regione Molise) si rivolge genericamente a tutte le aziende agricole comunicando che “l’istruttoria delle pratiche di risarcimento per la siccità del 2007 sono “in fase conclusiva” (quindi non ancora concluse) e le relative risorse sono state rese disponibili e saranno liquidate “grazie all’interessamento e all’impegno dell’assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere” . Risorse che ammontano a poco più di tre milioni di euro, di cui circa due milioni “sono stati resi disponibili dal ministero” e la parte rimanente “dalla Regione Molise”. Un tempismo quantomeno “sospetto”. E Romano non le manda a dire: “Francioni è lo stesso che qualche giorno fa, nell’erogare 4 milioni alla Solagrital e 4 allo zuccherificio ha avuto la sfacciataggine di scrivere ‘fermo restando l’assenso del presidente della Regione’. Oggi vado nuovamente in Procura – annuncia Romano – per denunciare questa spudorata intromissione di un dipendente pubblico, il direttore generale, nella competizione politica. Questi comportamenti e questa gente devono essere fermati”. Per evitare che il voto risulti viziato da qualche tornaconto personale, la cui soddisfazione è promessa da chi si candida.

La delibera del commissario straordinario dell’Ente risale a pochi giorni dalle elezioni

Molise Acque verso la privatizzazione? Petraroia attacca: il referendum di giugno ha sancito che l’acqua è un bene pubblico CAMPOBASSO – Si parla da tempo di una riforma per gli enti sub regionali, i quali incidono in maniera significativa sul bilancio del Molise. Basti pensare che nel 2007 sono costati 34 milioni di euro, come si evince dal rendiconto generale della Regione Molise relativo a quell’anno. La domanda che tutti si pongono è se siano davvero utili allo sviluppo del territorio. L’ultimo atto, in ordine di tempo, sembrerebbe indirizzare Molise Acque verso la privatizzazione. Il commissario straordinario, Antonio Francioni, “con delibera commissariale numero 2 del 7ottobre scorso – riferisce il consigliere del Pd, Michele Petraroia – dopo aver

acquisito il parere dell’avvocato Marcello Cardi, ha assunto la decisione di privatizzare il rapporto di lavoro dei propri dipendenti ritenendo non applicabile il decreto legislativo 165/2001”. Inoltre, nello stesso atto “si stabilisce che Molise Acque è un ente pubblico economico dotato di personalità giuridica, di autonomia imprenditoriale e di autonomia statutaria, mentre alla Regione è demandata la semplice vigilanza”. Va da se che “la delibera desta più di una perplessità sia sul piano del merito che su quello metodologico, adottata a pochi giorni dalle elezioni e in assenza degli organismi ordinari rappresenta-

tivi dell’Ente, merita un approfondimento tale scelta – conclude Petraroia – alla luce del pronunciamento referendario di giugno che ha sancito senza se e senza ma che l’acqua è un bene pubblico non privatizzabile”.


CAMPOBASSO E’ iniziato ieri, in Corte d’Assise a Campobasso, il processo a carico di Mirella Palombo, la compagna di Antonio Stillavato, l’uomo condannato in primo grado, nel novembre del 2007, a 3 anni e 10 mesi per tentata strage, danneggiamento ed avvelenamento di acque. Pena confermata in Appello nel settembre del 2009. Per l’accusa la donna è responsabile in concorso di quanto accaduto nel 2003 a Termoli. Durante quell’estate, ad agosto, in una cisterna di acqua potabile di un condominio di via Maratona fu versato del gasolio. Una quarantina le persone prese di mira da Stillavato, il quale non viveva all’interno del palazzo ma era solo proprietario di un garage nello stabile. In quella circostanza, l’uomo, disabile, forzò il lucchetto posto a sigillo della cisterna, svuotando successivamente all’interno il contenitore di gasolio. Obiettivo, forse per questioni personali, un avvelenamento collettivo che avrebbe potuto provocare una vera e propria strage. Quel giorno alcuni condomini, aprendo i rubinetti, notarono

Dopo la condanna del compagno per tentata strage, in Corte d’Assise, si apre il processo a carico della donna

Acqua avvelenata, una termolese alla sbarra che l’acqua era oleosa ed aveva uno strano odore, ma soprattutto, un residente affacciato al balcone vide dei movimenti strani ed in particolare che Stillavato, con l’aiuto della compagna, apriva la cisterna. Immediatamente fu allertato il 113 e gli agenti colsero l’oggi 70enne in flagranza. Dunque, i giudici dovranno stabilire se ci sono state condotte colpose anche da parte della donna, che si era sempre dichiarata estranea alla vicenda. Ieri, nel palazzo di Giustizia di

viale Elena, il pubblico ministero Luca Venturi ha chiesto di acquisire agli atti le testimonianze del precedente processo a carico di Stillavato. I difensori di Mirella Palombo, gli avvocati Roberto D’Aloisio ed Ernesto Incollingo, si sono opposti, ma la Corte ha invece deciso di avvalersi degli atti in questione integrandoli con nuove testimonianze. Il prossimo 2 dicembre verranno ascoltati tutti i testi dell’accusa, mentre a seguire, a parlare, sarà Stillavato.

Genitori condannati a sette anni, Truffa ad un azienda presentato il ricorso in Appello di materiale elettrico, tossicodipendente nei guai E’ stato depositato ieri, dagli avvocati Mara Siravo ed Antonello Veneziano il ricorso in Appello avverso la sentenza di primo grado che ha visto condannare Victoriya Yefimova e Antonio De Marco (genitori di Ginevra, la bambina di due anni morta nella notte tra il 30 ed il 31 dicembre del 2007 a Campolieto per una overdose da metadone) a quattro anni e quattro mesi di reclusione per omicidio colposo con colpa cosciente e tre anni per maltrattamenti. Lo scorso

aprile c’era stato il pronunciamento del giudice Giovanni Falcione. In quella circostanza i genitori della piccola erano presenti in aula, assistiti dai legali Siravo e Veneziano che per loro avevano chiesto l’assoluzione o, in subordine, una condanna per colpa e non per dolo. Quattordici anni ed otto mesi per la donna e sedici anni per il marito, invece, era stata la richiesta dell’accusa, rappresentata dal pm Rossana Venditti.

Tavenna, ricordato il carabiniere Vincenzo Simone Il militare ucciso insieme ad un civile dalle truppe tedesche in ritirata nel 1943 CAMPOBASSO – Si era presentato nei locali di un’azienda di materiale elettrico del capoluogo sotto mentite spoglie, spacciandosi per dipendente di una nota ditta edile locale incaricato di ‘ritirare’ alcuni rotoli di rame per conto del proprio datore di lavoro. Ma il raggiro ordito dal quarantenne, tossicodipendente del campobassano già noto alle forze dell’ordine, è stato prontamente sgominato dall’intervento della Squadra Mobile di via Tiberio. Gli uomini del comandante Baroni, dopo la se-

gnalazione ricevuta, sono entrati in azione identificando l’uomo e giungendo successivamente all’individuazione del ricettatore, un commerciante di settant’anni proprietario di un magazzino. Inchiodato dalle indagini dei poliziotti, l’anziano ha subito restituito la merce indebitamente acquistata. Nuove indagini sono in corso in queste ore per risolvere altri casi di truffa portati a termine dallo stesso 40enne nei mesi scorsi. Importanti novità in merito potrebbero giungere già nei prossimi giorni.

TAVENNA - Un’atmosfera densa di commozione e profondo rispetto hanno caratterizzato, ieri mattina, la cerimonia di commemorazione del carabiniere Vincenzo Simone e del civile Giuseppe Di Lena, assassinati dalle truppe tedesche il 13 ottobre del 1943. La celebrazione – avvenuta nei locali del comune di Tavenna – è stata presenziata dal generale di brigata Rastelli, dal sindaco Del Gesso, nonché da parenti e concittadini delle due vittime. Presente anche Fausto Tosto, primo cittadino di Colletorto, comune d’origine del militare scomparso. Due i momenti principali della cerimonia. In una prima fase - andata di scena proprio sul luogo del terribile eccidio, ubicato lungo la strada provinciale 163 – le autorità hanno deposto fiori in

memoria degli scomparsi, ricordando la strage compiuta dalle milizie tedesche come gesto di rappresaglia. Nell’occasione tre uomini vennero condotti in un oliveto con il pretesto di scavare quella che,m di lì a poco, sarebbe divenuta la loro tomba. Nelle concitate fasi d’esecuzione Simone e Di Lena caddero esanimi al suolo, mentre il terzo uomo – anch’esso carabinieri – riuscì a darsi alla fuga nonostante le ferite riportate. Un sacrificio indimenticato, che ha significato salvezza per 28 cittadini, liberati dopo esser stati a lungo ostaggio dei tedeschi. L’ultima fase dell’evento si è tenuta presso la chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, dove don Antonio Sigismondi ha ricordato la ricorrenza nel corso della Santa Messa.

7 ANNO IV - N° 234 SABATO 15 OTTOBRE 2011


CAMPOBASSO Omicidio-suicidio di Guardiaregia, oggi l’autopsia GUARDIAREGIA - Ci sono ancora diversi punti oscuri nelle indagini relative all’omicidio suicidio di Guardiaregia. Gli inquirenti sono a lavoro per ricostruire in maniera dettagliata quegli attimi interminabili, per incastrare gli ultimi tasselli di un puzzle complesso. Dubbi e perplessità potrebbero venire in gran parte cancellate dai risultati dell’esame autoptico sui corpi delle vittime, che con ogni probabilità dovrebbe essere eseguito entro la giornata odierna. Dalle prime analisi, ad ogni modo, pare certo che a risultare fatale per il 27enne Antonio Salvatore – assalito dal fratello e carnefice Michele con 12 coltellate – sia stato un colpo ricevuto all’altezza del petto. Nelle scorse ore le indagini coordinate

LARINO

Maltempo e disagi, Vigili del fuoco in azione LARINO – In alcuni casi l’acqua ha raggiunto gli ottanta centimetri. Scantinati, garage, pianerottoli e seminterrati allagati: questa la scomoda eredità che le precipitazioni delle scorse ore hanno lasciato nell’hinterland bassomolisano. Larino, Mafalda e Petacciato i centri più colpiti: è stato in questi comuni che l’intervento dei Vigili del fuoco si è concentrato con maggiore insistenza. I pompieri hanno lavorato a lungo nel corso della notte per riportare la situazione alla normalità: un’impresa non facile, visti gli innumerevoli disagi causati dal maltempo, che ha impegnato il personale del 115 per oltre sei ore. L’allarme è rientrato solo nella mattinata di ieri, anche se le previsioni meteorologiche dei prossimi giorni non sembrano lasciar presagire stabili miglioramenti.

dal sostituto procuratore Fabio Papa hanno portato nuovamente le autorità sulla scena del crimine per cercare di reperire altri elementi utili alla definizione del quadro investigativo. Acquisita la testimonianza del padre dei due fratelli, l’attenzione degli inquirenti si sposterà adesso sull’analisi dei tabulati telefonici dell’assassino e suicida. Restano ancora aperti, dunque, alcuni quesiti. Primo tra tutti quello relativo alla scaturigine della furia omicida che avrebbe portato Michele Salvatore a colpire a morte il fratello minore, prima di togliersi la vita: sarà a questo e ad altri interrogativi che lo scrupoloso lavoro degli investigatori tenterà di dare risposte. I funerali dovrebbero celebrarsi domani, nella parrocchia di San Nicola, a Guardiaregia.

I funerali dovrebbero celebrarsi domenica nella chiesa di San Nicola

Apertura domenicale dei centri commerciali: “Si lede il diritto al voto” I socialisti attaccano il provvedimento comunale “giustificato” dall’VIII edizione della mostra canina CAMPOBASSO – Votare è un diritto sacrosanto. Determinare, o per lo meno aiutare a farlo, il cambiamento nel proprio Paese tramite la Ics sulla scheda elettorale è la base di ogni sana democrazia. Ed è per questo che i socialisti hanno alzato le barricate. Perché decretando l’apertura dei centri commerciali per domenica (ovvero domani), non si fa altro che “negare” ai lavoratori la possibilità di recarsi alle urne. Un vero e proprio affronto, una attacco alla libertà di pensiero ed opinione sferrato dal buon Gino Di Bartolomeo proprio il giorno in cui l’intera regione è chiamata a decidere le sorti della Regione. L’avrà vista lunga il ‘diabolico’ sindaco di Campobasso che, dietro il pretesto di una richiesta esplicita avanzata dal presidente dell’associazione cinofili locale (domenica, tra l’altro, avrà luogo una mostra canina), ha nascosto l’attacco alla Costituzione. Ce lo immaginiamo Gino che, come si legge in una nota firmata dal socialista Giuseppe Scarano, è accusato di fregarsene delle sorti dell’intero Molise. Ce lo immaginiamo, dicevamo, mentre stringe la mano ad Alfano, sorride a Michele Iorio e complotta con Frattura: “Paole’, domenica apriamo i centri commerciali così a Iorio non lo votano”. E qualora il governatore uscente dovesse incavolarsi? “Gli

diciamo che è colpa della mostra canina”. Inverosimile? Allora dobbiamo pensare che qualche informatore segreto ex Kgb o Cia, abbia spifferato al primo cittadino (che qui da ‘diabolico’ diventerebbe semplicemente ‘scaltro’) che “nei centri commerciali votano tutti Frattura”. O peggio: “I dipendenti sono tutti socialisti, facciamoli lavo-

rare”. Inverosimile anche questa. Piuttosto veritiera ci sembra l’ipotesi che, vuoi o non vuoi, ci sono ben due giorni dedicati al voto. Certo, a voler ragionare per massimi sistemi, la “pressione” di cui Scarano parla, ed in un periodo di crisi economica – lavorativa (vedi vertenza Poste, Anas, Eldo), è più di una possibile conseguenza. Come

vero è che a voler spingersi (ed in campagna elettorale tale limite è spesso oltrepassato) al limite del buonsenso per immergersi in ardite e pindariche dietrologie, tale provvedimento avrebbe potuto essere evitato. Tuttavia, senza voler violare alcun diritto o sensibilità, in 20 ore uno 10 minuti li trova. SG

Eldo, solidarietà ai cassintegrati CAMPOBASSO - “Bisogna che la politica torni a occuparsi del tema lavoro con serietà e non per interessi clientelari, che torni a programmare interventi strutturali favorendo il lavoro a tempo indeterminato, limitando il fenomeno della precarietà. Il lavoro deve tornare al centro di ogni ragionamento della classe politica, perché senza lavoro non c’è sviluppo e senza sviluppo non c’è qualità della vita”. Queste le parole di Paolo Di Laura Frattura, candidato presidente del centro sinistra, che ribadisce la necessità di un’occupazione certa in Molise. Pensieri indirizzati, in particolar modo, ai 18 dipendenti rimasti senza lavoro in seguito alla chiusura del punto vendita Eldo. Commenta infatti Frattura, che esprime piena solidarietà ai lavoratori in cassa integrazione, “la chiusura dell’attività commerciale è un fatto preoccupante e un colpo per la società molisana. Un dramma per le 18 persone rimaste senza lavoro, per le famiglie private all’improvviso di una certezza economica, un’altra realtà di

lavoro tutelato che scompare”. Infine un attacco all’operato della classe politica che fino ad ora ha guidato la regione, “negli ultimi dieci anni - conclude Frattura - ha promesso e accontentato gli amici e gli amici degli amici, ignorando i diritti e i problemi di quelli che non erano dalla sua parte. Facendo finta di non sapere che il lavoro è un diritto di tutti”. Anche i dirigenti del partito socialista esprimono solidarietà ai lavoratori della Eldo, considerando preoccupante la chiusura del punto che aggrava ulteriormente la crisi economica e sociale della nostra regione. Il partito “è vicino ai lavoratori e alle loro famiglie. Assicura di non lasciare da solo nessuno attivandosi per affrontare la questione e ricercare possibili soluzioni atte a fermare questa crisi aziendale. È necessario salvaguardare non solo i 18 posti di lavoro ma, la professionalità e la competenza dei lavoratori. Qualità che non possono essere cancellate dall’oggi al domani e che costituiscono un patrimonio per la nostra comunità”. MP

9 ANNO IV - N° 234 SABATO 15 OTTOBRE 2011


SPETTACOLI Si apre con “Naples”, spettacolo in 3 quadri di Antonio Avigliano

Teatro napoletano al Dlf Sabato 22 ottobre prende il via il cartellone invernale STAGIONE

‘Amici della musica’ al via i concerti

CAMPOBASSO - Anche il DLF, Dopolavoro ferroviario, presenta il cartellone invernale dedicato agli spettacoli. Sabato 22 ottobre in scena “Naples”, spettacolo teatrale in tre quadri, con Antonio Avigliano (autore del testo), Vincenzo Mercurio, Nuccia Paolillo, Giuseppe Vitolo. Lo show segue un canovaccio e lascia spazio all’improvvisazione, momento in cui gli attori cionvolgono il pubblico in sala. Ovvio ci sono tutti i classici del teatro napoletano, un genere che ha sempre fatto molta presa sul pubblico molisano. Gli attori ricostruiscono i vari momenti della tradizione teatrale e della canzone partenopea ripercorrendo alcuni stili dell’avanspettacolo.

Zampognòrchestra

In scena FERRAZZANO - Oggi alle 19.30 al teatro del Loto verrà illustrata la stagione 2011/12, alle 21.00 in scena Diego Florio in “L’autodafè del camminanate” tratto da “L’autodifesa” e “The walker” di Arturo Giovannitti.

Scuola di musica

CAMPOBASSO - Oggi il primo concerto della stagione 2011/12 dell’associazione “Amici della musica”. Alle 21.00 al teatro Savoia si esibirà la Sinfonietta Munchen diretta dal maestro indiano Vijay Upadhyaya. Biglietti euro 20,00 e 10,00 al di sotto dei 25 anni. Prevendita oggi dalle 18.00 preso il botteghino del teatro. Info 3283393664.

DISCO CAMPOBASSO - Oggi la discoteca Alexander presenta “Saturday night”, il sabato sera disco. Due le piste: la main room con i dj Raf e Flavio Emme e il privè house con Gianni De Vivo e Lucky Ortoni. Omaggio donna entro le 0.30, info 337667648.

CAMPOBASSO - I suoni della tradizione, della manualità creativa di chi costruisce strumenti, fanno della zampogna e di tutte le sue derivazioni, un punto fermo della musica in Molise. Scapoli ha costruito un museo che conserva per sempre lo strumento ed ogni anno ne fa un festival internazionale. Con queste premesse, la nascita di un gruppo di musicisti che mette insieme diverse tipologie di zampogna, è di buon auspicio per il futuro di chi, con costanza, vuole preservare la tradizione musicale molisana, in ogni sua forma. La nuova creatura si chiama Zampognòrchestra, ed è formata da Giuspeppe ‘spedino’ Moffa, Aldo Iezza (ex Riserva Moac), Christian Panichella, Antonello Di Matteo. La peculiarità del gruppo sta nell’esaltazione del singolo strumento che, potendo emettere anche quattro suoni diversi, crea un’orchestra di 8/16 elementi. Particolare anche la scaletta musicale, che, partendo dal classico, non disdegna il rock e, per i live, non ha limiti, suona sui palchi, o sulla strada. Per ora, un concerto è previsto venerdì 21 ottobre alle 21.00 alla sala Alphaville in via Muricchio, 1 (ex Onmi). chp

CAMPOBASSO - La scuola di musica “Thelonious Monk” compie 20 anni. E’ in via Muricchio presso l’ex Onmi e sono molteplici le attività che ha realizzato nel corso degli anni. Il 3 ottobre hanno preso il via i corsi per ragazzi e adulti con propedeutica musicale per bambini e laboratori di musica d’insieme, fiati e improvvisazione. La struttura ospita anche la sala Alphaville e gli studi di registrazione ‘Monkey’s island’.

10 ANNO IV - N° 234 SABATO 15 OTTOBRE 2011

Il trio delle meraviglie per“Expendables 2”

Nuovo singolo per Tiziano Ferro

Un trio di star, in posa per la prima foto ufficiale del film che stanno girando insieme. E' stato proprio Arnold Schwarzenegger a postare l'immagine proveniente dal set di "The Expendables 2". L'ex Terminator è in compagnia di Sylvester Stallone e Bruce Willis e ha così commentato: "Tornati in azione. Sto passando un momento fantastico”.

Finalmente Tiziano Ferro ha rotto il silenzio ed è sbarcato in Rete con il video backstage del nuovo singolo "La differenza tra me e te", registrato negli studi di Los Angeles. Rilassato e in forma il cantautore di Latina attacca con le note basse il brano per arrivare ad un'escalation tra le rime "uno sorride di com’è, l’altro piange cosa non è...”


ANNO IV - N° 234 - SABATO 15 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO A MASSIMO D’ALEMA

L'oscar del giorno va a Massimo D'Alema che, a Isernia, ha finalmente detto la verità: Frattura? Ma chi lo conosce..... Meglio di così non poteva. Se il figlio di papà-genero d'oro della politica molisana voleva un epitaffio migliore sulla sua sepoltura politica non sarebbe riuscito ad ottenerlo da nessuno. D'Alema che dice ai molisani: Frattura? Un problema vostro è stato veramente da oscar delle gaffe politico-elettorali e per questo il nostro premio quotidiano non poteva che andare a Massimo D'Alema.

IL TAPIRO DEL GIORNO A DANILO LEVA

AGNONE

VENAFRO

ISERNIA

Arriva l’ok dal ministero ai Trasporti: riattivate le corse per Cassino Il tapiro, chiaramente, lo diamo in omaggio all'impresentabile (politicamente) Danilo Leva, il terribile ragazzetto segretario della bocciofila del Pd di Fornelli che continua nella sua metodica e inarrestabile opera di demolizione della sinistra molisana. Come un capetto doroteo ha sistemato i suoi bracci, sinistro e destro, nelle società controllate dalla Regione e cucca alla grande dal salvadanaio del consiglio regionale. ma le sorprese non finiscono mai e c'è più di qualcuno che lo dà in caduta libera. Lo stesso D'Alema lo avrebbe oramai archiviato. Chissà se ce la fa ad essere eletto.......

Sprechi e danni ambientali: un manifesto contro la fondovalle Verrino A PAG. 15

Dopo la petizione dei residenti via ai lavori per l’illuminazione a Colle Marino A PAG. 15

A PAG. 15

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA In Alto Molise tornano alla carica per chiedere un collegamento più rapido con l'Adriatico

Fondovalle Verrino, “monumento” allo spreco Il comitato rialza la voce: ”L'opera è inutile, costa troppo e crea problemi ambientali” AGNONE. Torna a far parlare la fondovalle Verrino. O, meglio, torna a parlare Francesco Mazziotta, in passato ispiratore di un comitato che si proponeva di far realizzare il secondo lotto della superstrada dalla parte opposta rispetto all'attuale tracciato. In questi giorni Agnone è stata tappezzata di manifesti. Attraverso i quali si denunciano presunti sprechi e danni ambientali. Vengono sollevati dubbi sulla stabilità geologica dell'arteria stradale e sui vantaggi di questa arteria: il percorso è infatti reputato poco vantaggioso. Ma oltre alla critiche ci sono anche le proposte nel manifesto ispirato da Mazziotta. Ad esempio quella di puntare su progetti alternativi che consentano

di facilitare il collegamento con Villa Santa Maria e quindi con l'Adriatico. E si torna a parla re di Fonodvalle Vella. L'augurio è che l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Carosella sostenga (magari insieme agli altri sindaci dell'Alto Molise), come fatto in passato, queste proposte alternative. Inoltre si chiede che non si proceda con la realizzazione del terzo lotto della Verrino. Il “partito” dei contrari ritiene questa opera poco utile e dispendiosa. Tra l'altro, ad avviso del comitato, non vi sarebbe la copertura finanziaria per completare questa strada. E poi, se proprio ci sono, quei soldi sarebbe più utile utilizzarli per dare un futuro all'ospedale e all'Alto Molise.

Apprezzamento da parte dei tour operator

L'assessore Boggia: “Da lunedì 24 trasporti di nuovo regolari”

Turismo, l'Alto Molise promuove le sue bellezze a Montecatini Terme

Venafro, riattivate le corse per Cassino

ISERNIA. Un successo la trasferta a Montecatini del consorzio Asso Mab, per partecipare alla Borsa del Turismo Sportivo, Attivo, Benessere e Termale, uno degli eventi più importanti, a livello europeo, nell’ambito del turismo alternativo a quello costiero. Il consorzio ha partecipato con uno stand (oltre che con la presenza a un workshop). Lo stand ha messo in mostra le ricchezze ambientali delle riserve Mab e dei tratturi, all’archeologia sannita del complesso di Pietrabbondante, alle peculiarità artistiche e culturali di tutti i sette borghi del consorzio. Per quanto riguarda il workshop, invece, il consorzio ha attivato contatti con una dozzina di tour operator, sia italiani che europei: sono stati messi a punto degli itinerari turistici di uno e più giorni da sottoporre loro attenzione con lo scopo di iniziare una collaborazione in modo che, in futuro, potrebbe sviluppare dei flussi turistici soprattutto per quanto riguarda il settore del trekking e dei beni ambientali. Già a partire dal 2012, se opportunamente pubblicizzato, il territorio dell'Alto Molise potrebbe risultare la vera novità nell’ambito del turismo lento (a piedi o in bicicletta). L’Asso Mab, intende proseguire una politica di promozione e sviluppo del proprio territorio che abbia, come obiettivi fondamentali, la valorizzazione delle proprie risorse e la creazione di un circuito turistico dal quale possano trarne beneficio tutte le attività produttive che lavorano in tale settore. Il Consorzio Asso Mab Alto Molise è nato il 10 ottobre 2006, per volontà dei Comuni di Carovilli, Chiauci, Pescolanciano, Pietrabbondante, Roccasicura, San Pietro Avellana e Vastogirardi e, oltre ad essi, ne fanno parte la Regione, l’Università e il Corpo Forestale.

VENAFRO. “Possiamo affermare che, verosimilmente, da lunedì 24 ottobre le corse da e per Cassino soppresse riprenderanno regolarmente”. È quanto dichiarato dall’assessore ai Trasporti Nicandro Boggia che comunica gli ultimi sviluppi della questione, dopo esserne stato informato dal direttore della ditta di trasporti Sati. “Il Ministero, l’unico competente in materia trattandosi di una tratta statale, in quanto interessa tre

Isernia, la Camera di commercio cerca un esperto di bandi europei ISERNIA. La Camera di commercio di Isernia rende noto che è indetta una selezione per l’individuazione di una figura professionale esperta e preparata in termini di attuazione di progetti finanziati da fondi europei e nazionali, a cui affidare un incarico di CoCoPro per il supporto tecnico organizzativo alla gestione delle azioni programmate nel progetto “PaeSI Insieme: Parlare e Sviluppare Impresa Insieme” a valere sul Fondo Europeo per l’Integrazione 2007-2013 (FEI), per il tramite il

Ministero dell’Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione - Autorità di gestione nazionale del programma. Per partecipare alla selezione deve essere presentata o fatta pervenire alla Camera di Commercio I.A.A. Di Isernia – C.so Risorgimento, 302 Isernia - all’Ufficio Segreteria entro il giorno 25 ottobre 2011 la domanda di ammissione, sottoscritta e redatta in carta semplice sull’allegato modello scaricabile dal sito internet www.camcomisernia.net.

regioni, ha trasmesso alla motorizzazione di Campobasso l’autorizzazione affinché possa essere stipulata la convenzione con la Sati che si era offerta di intraprendere il servizio di trasporto. Già la prossima settimana – prosegue Boggia - la Sati dovrebbe provvedere al collaudo dei mezzi che saranno impiegati per garantire la nuova linea “Campobasso-Roma”. Le corse partiranno da Venafro alle ore 7,15 con arrivo a Cassino

per le 7,45; da Cassino alle ore 14,05 con arrivo a Venafro alle 14,35. Siamo fiduciosi che stavolta il problema, del quale ci siamo interessati già mesi fa pur non avendo diretta competenza, possa essere risolto definitivamente in questo modo consentendo ai tanti utenti di questa tratta di potersi spostare in piena tranquillità, con un servizio puntuale ed efficiente”. Soddisfazione espressa anche dal Sindaco: “Ringrazio l’assessore Boggia al quale faccio un plauso per l’impegno profuso in questa vicenda, nonostante fosse di competenza strettamente ministeriale. È l’ennesima dimostrazione della serietà degli amministratori che in base alle proprie competenze seguono le problematiche della comunità e del territorio cercando di volta in volta le soluzioni più adeguate”.

Colle Marino, partiti i lavori per l'illuminazione pubblica ISERNIA. A buon fine la petizione presentata al Comune di Isernia dall'avvocato Mike Matticoli per conto dei residenti di via Colle Marino. I cittadini della borgata isernina chiedevano che fosse installato un impianto di illuminazione nel tratto di strada tra il civico 92 e l'incrocio con la strada provinciale Marini. Ebbene: da ieri, fa sapere l'avvocato Matticoli, sono “iniziati i lavori per l'installazione di un primo lotto di lampioni, precisamente dall'incrocio con la Sp

Marini e il civico 104. L'assessore ai lavori pubblici Rosa Iorio ha assicurato che entro i prossimi mesi l'impinato sarà completato e la luce arriverà fino al civico 92, punto in cui termina l'impianto preesistente. Un caloroso ringraziamento va all'assessore Iorio per l'immediato intervento da tutti i residenti, anche da quelli che rimarranno al buio ancora per qualche mese, confidenti del fatto che a breve anche il loro tratto di strada sarà illuminato”


TERMOLI Le eccezionali piogge hanno causato danni in molte zone del territorio

Maltempo, il Comune chiede lo stato di grave calamità naturale In contrada Piana del Mulino la furia delle acque ha inondato diverse case coloniche e si è registrata una moria di animali da cortile e di maiali

MONTENERO DI BISACCIA – L’Amministrazione comunale ha predisposto l’invio nella mattina di ieri una formale richiesta di riconoscimento dello stato di grave calamità naturale, al Presidente della Giunta Regionale del Molise, al Prefetto

di Campobasso, all’assessorato all’Agricoltura e Foreste, all’assessorato alla Protezione Civile e all’assessorato ai Lavori Pubblici – settore Acque pubbliche e fossi demaniali. Le eccezionali piogge hanno provocato gravi danni in molte zone del

territorio comunale, come ad esempio nelle contrade Giancola Lemme, Canniviere, Monte Peloso, Colle Rampone, Fontanelle, Dietro Canniviere, Pietra Fracida e Piana del Mulino. Il violento nubifragio, così come constatato a seguito dei sopralluoghi immediatamente predisposti dall’Amministrazione e dai tecnici comunali, ha provocato pesanti ripercussioni nei confronti di abitazioni, colture e attrezzature agricole; risultano irrimediabilmente danneggiati vigneti e uliveti, per i quali sono in corso la raccolta dei prodotti. In Contrada Piana del Mulino, dove convergono i fossi demaniali Chiatalonga e il Canniviere, la furia delle acque ha inondato diverse case coloniche, rimesse di attrezzi agricoli e garage, con gravi danni alle abitazioni, agli arredi, alle autovetture e alle stalle; proprio queste ultime hanno regi-

Chiuso per il fango un tratto della Provinciale 13 E sempre a causa del maltempo il presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, comunica che a seguito delle copiose piogge, che hanno interessato in particolare il Basso Molise, si sono verificati molti smottamenti e colate di terreno sulle strade Provinciali. La situazione più grave è sicuramente un tratto della S.P. 13 di circa 7 km, tra Tavenna e Montenero di Bisaccia, invaso dal fango, che è stato necessario momentaneamente chiudere al traffico. Le squadre di manutenzione della Provincia stanno operando sin dalla serata di giovedì, insieme ad alcune ditte private, per ripristinare le condizioni ordinarie di percorribilità e sicurezza. Tuttavia le criticità sono molteplici e, stante il perdurare delle avverse condizioni atmosferiche, si raccomanda agli automobilisti di usare particolare prudenza nella guida.

strato purtroppo una moria di animali da cortile e di maiali. Ulteriori sopralluoghi da parte dei tecnici comunali saranno

predisposti nel corso dei prossimi giorni, al fine di poter avere un quadro più esaustivo dei danni.

Fiat, la Uilm: preoccupati per i lavoratori sottopagati “La grave ferita che incombe sulla vita quotidiana dei lavoratori che a stento arrivano al 20 del mese in quanto sottopagati,viene ulteriormente allargata non solo dagli atteggiamenti dell’azienda ma anche da parte di quelli che dovrebbero rappresentarli”. Un inizio abbastanza duro quello del comunicato del sindacato Uilm riferito alla Fiat Powertrain. “Atteggiamenti questi che assumono decisioni contrapposte, firmando accordi che offendono la sacra moralità dei lavoratori e di conseguenza degli uomini e delle donne della nostra società. Durante gli ultimi giorni, gira voce che l’azienda intende appropriarsi addirittura dei Par che sono esclusivamente di proprietà dei lavoratori, per spostarli sulle giornate di lunedì 17, martedì 18, giovedì 27 e venerdì 28 Ottobre prossimo venturi. Tutta questa architettura, viene “studiata” per vietare ai lavoratori che intendono espletare secondo coscienza la rappresentanza elettorale del proprio partito politico, di utilizzare i permessi elettorali secondo quelle che sono normative legisla-

tive”. La Uilm ritiene che l’obiettivo di questa filosofia vuole mirare solo ed esclusivamente a spogliare i lavoratori dei giorni di ferie e Par di loro proprietà. “Essendo i lavoratori privati di questi strumenti, gli stessi non hanno più alcuna possibilità di richiedere la giornata di permesso in occasione delle esigenze personali e familiari. Tale condizione, non può che fare altro se non quello di aumentare la loro vulnerabilità”. Poi il sindacato ritiene sia stata una distrazione quella comparsa su un quotidiano regionale da parte di qualche Organizzazione Sindacale che aveva già concordato lo spostamento di alcuni Par. “Crediamo che il sentirsi succubi e menestrelli dell’azienda diventi dequalificante per i lavoratori”. E su possibili accori che gratificano l’azienda penalizzando i lavoratori la Uilm afferma che: “La Uilm, sicuramente non parteciperà a questi banchetti, dove ormai tutto si è ridotto a semplici comunicazioni o addirittura a imposizioni da parte di qualcuno. Vogliamo solo ricordare, con molta umiltà, che i lavoratori vengono

chiamati, se non addirittura obbligati a prestare attività lavorativa durante le ferie del mese di Agosto. Questo i lavoratori lo fanno in quanto è la stessa azienda che lo richiede. Diventa offensivo e repressivo per quei lavoratori che dopo aver dato la loro disponibilità, si vedono usurpati dei propri sacrifici non solo dall’azienda ma addirittura da chi li rappresenta”. Il sindacato ricorda che il proprio vangelo è stato, e sarà, sempre quello del rispetto reciproco e della continuità occupazionale. “Anziché sperperare tempo e risorse per capire, come in comune accordo danneggiare i lavoratori – conclude la Uilm, noi vorremmo confrontarci soprattutto per capire quale futuro aspetta i ragazzi interinali ancora in forza presso il nostro stabilimento e quante possibilità hanno quei ragazzi (dimenticati da tutti) già fuori dalla realtà lavorativa di poter ritornare a lavorare. E’ possibile che nessuno ne parli ?Vuoi vedere che qualcuno ricalca le scelte di qualche mese fa e ci ripresenterà lo stesso film?

Festa di accoglienza per i bimbi della scuola infanzia

A fine mese l’identificazione elettronica dei cani

SANTA CROCE DI MAGLIANO – Nell'area antistante l'Abbazia di Sant'Elena si è svolta una manifestazione didattica per accogliere i bimbi che frequentano la scuola dell'infanzia, con particolare attenzione ai nuovi iscritti. La festa, come ha spiegato l’insegnante Antonella Rosati, è stata incentrata sulla figura di un personaggio chiave che farà da sfondo integratore nella programmazione del corrente anno scolastico che ha come titolo "Un mondo pulito", con esplicito riferimento ad un tema di grande attualità quale l'ambiente. I bimbi, guidati e animati da tutte le insegnati in organico, si sono cimentati in canti, poesie e giochi unitamente ai genitori. Particolarmente suggestivo è stato il dialogo tra una voce misteriosa che rappresentava un oggetto animato, nella fattispecie un aquilone, e i piccoli bimbi che guidati dall'insegnante Di Rocco sono riusciti ad individuarlo. La voce anonima indicava ai bambini attraverso codici come: fuoco, fuocherello, acqua dove poterlo trovare. Quando è sbucato dall'albero, Ecolindo, questo è il nome che è stato attribuito all'aquilone, sui volti dei bimbi si è letta una forte emozione, un raggio di luce che attraverso gli occhietti sembrava parlasse. Il momento ricreativo è terminato con il pranzo a sacco nell'area pic-nic. Il Dirigente scolastico, l'équipe delle insegnanti, i collaboratori ringraziano in primis il Sindaco di San Giuliano di Puglia che ha disposto l'apertura del Santuario con i servizi annessi, la famiglia Nicola Iantomasi che ha collaborato alla riuscita della festa, il signor Andrea Nasillo che ha dato voce all'aquilone nonché tutti i genitori che hanno partecipato con entusiasmo.

SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI – L’Amministrazione comunale rende noto che il prossimo 28 Ottobre alle 8,30, presso il garage comunale, i veterinari dell’ASREM effettueranno l’identificazione elettronica dei cani con l’applicazione di un dispositivo elettronico. L’Amministrazione ricorda che l’identificazione dei cani è obbligatoria e i trasgressori saranno sanzionati con una multa di 80 euro per ogni cane posseduto e non sottoposto all’identificazione. Il costo dell’applicazione del microchip è di 14,05 euro e può essere versato sul conto corrente postale intestato all’ASRM – Servizio veterinario di Termoli, oppure direttamente agli operatori sanitari al momento dell’identificazione. Al proprietario è richiesto la generalità, il codice fiscale e un recapito telefonico. E’ opportuno condurre i cani al guinzaglio e muniti di museruola.

Chiamata d’imbarco per un marittimo TERMOLI - Nuova chiamata d’imbarco diramata dalla Capitaneria di Porto di Termoli. La chiamata è per un marittimo di nazionalità italiana in possesso del titolo di “Capo barca per la pesca costiera” iscritto nel registro pescatori, in regola con la normativa sanitaria vigente, disponibile ad imbarcarsi in qualità di “Comandante” con contratto alla parte sul Motopesca “Nuovo Giuseppe Risorgi”. Gli interessati dovranno presentarsi presso gli uffici della Capitaneria entro le 9,30 del prossimo 19 Ottobre.


TERMOLI Sono state illustrate ieri mattina durante una conferenza stampa

Zuccherificio, le verità di Remo Perna Piena fiducia espressa al socio privato da Vincenzo Iafelice in rappresentanza di imprenditori del settore TERMOLI – “Bisogna che tutti sappiano la verità e non dare retta alle chiacchiere”. Così ieri mattina ha iniziato la sua conferenza stampa Remo Perma nella sala riunioni dello Zuccherificio del Molise. Un incontro con gli organi di informazione regionali a cui hanno presenziato anche l’amministratore dell’opificio e una rappresentanza rifornitori, trasportatori e manutentori. Perna non ha nascosto che le innumerevoli chiacchiere paventate sullo stato delle cose hanno e stanno danneggiando lo Zuccherificio e chi vi opera, compreso l’indotto. “Da qualche tempo – ha sottolineato – non tutti gli Istituti credito ci aprono le casse proprio a causa delle dicerie. Al momento dell’ingresso della GMB investiment come socio di riferimento privato nell’azienda anche i fornitori si sono preoccupati ma poi abbiamo chiarito. Lo Zuccherificio è un bene non solo del Molise ma anche di altre regioni. Lo stabilimento deve acquisire la mentalità imprenditoriale; è una Spa che deve rispettare le leggi e deve, come vogliamo, creare utili”. Poi Remo Perna ha fatto alcuni

conti economici smontando le cifre che fino a ieri sono state fatte. “Il socio pubblico, con le nuove normative, non può più finanziare la società ma, certamente, potrà aiutarci in altri modi. E’ bene che si sappia che da quando siamo entrati in questa società abbiamo ricevuto 5 milioni di euro e nulla più. E quei milioni, più altri due, sono serviti ad onorare una cambiale non pagata dalla vecchia gestione”. E’ un fiume in piena Perna anche se esterna con pacatezza. “Lo Stato

deve ancora darci il finanziamento di 9 milioni di euro ed è anche per questo che fino ad oggi ci sono stati alcuni problemi risolvibili, e siamo andati avanti grazie alla comprensione e pazienza degli agricoltori e rifornitori. Dalla prossima settimana inizieremo a saldare la campagna ai bieticoltori”. E sulle difficoltà Remo Perna è stato molto esaustivo. “Purtroppo qualche difficoltà esiste ancora ma stiamo riemergendo. Abbiamo iniziato gli incontri con i bieticoltori per illu-

strare loro la realtà dei fatti e devo dire che l’accoglienza è stata ottima”. Poi ha annunciato che per la prossima campagna saccarifera si punta a produrre il massimo consentito dalle normative. “Raggiungendo questo obiettivo – ha detto Perna -, lo Zuccherificio del Molise uscirà dal guado”. Ultimo dato illustrato è quello della passività che è pari alla metà del fatturato (33 milioni di euro di debito tra il socio pubblico, fornitori e bieticoltori). Pertanto non c’è tutto quel catastrofismo che si vuol far credere e Remo Perna ha invitato tutti a ricercare la verità e non correre dietro le chiacchiere. A supportare le sue dichiarazioni l’intervento di

Vincenzo Iafelice in rappresentanza di imprenditori che ruotano intorno all’opificio saccarifero. “Con l’avvento del nuovo socio privato ha detto Iafelice – c’è stato un certo allarme e ne abbiamo risentito anche nei rapporti con le banche. Invece posso dir che il nuovo azionariato privato si sta impegnando al massimo e abbiamo piena fiducia nell’operato”. E sui precedenti di Perna imprenditore Iafelice è stato molto esplicito. “Non sono un giudice e non condanno Perna. Io valuto il suo operato da imprenditore che sta dando il massimo per questa azienda, per le maestranze e r l’indotto. Pertanto riconfermiamo la nostra fiducia”.

Mense scolastiche: il servizio parte mercoledì

Parrocchia San Timoteo: da oggi nuovo parroco e sito internet

TERMOLI - In relazione all’avvio del servizio mensa che sarà attivato da mercoledì 19 Ottobre presso i plessi scolastici comunali, interviene l’assessore alle Politiche Sociali Michele Cocomazzi. “Siamo lieti di comunicare come, all’esito dell’incontro avutosi con la CIR Food, ditta aggiudicataria dell’appalto del servizio mensa scolastica, salvo inauspicati eventi imprevisti, il servizio mensa partirà regolarmente dalla data del 19 ottobre prossimo, in tal senso avendo già provveduto l’Assessorato alle Politiche Sociali alle debite ed ufficiali comunicazioni a tutte le dirigenze scolastiche interessate al servizio. Nell’esprimere viva soddisfazione per aver definito l’iter procedurale e di affidamento del servizio, ringrazio sentitamente il Signor Sindaco per l’attenzione e la premura dimostrata avendo personalmente monitorato tutte le fasi utili alla ultimazione della procedura, ciò dimostrando sensibilità e condivisione delle attese di tante famiglie affinché il servizio potesse essere attivato al più presto. Inoltre desidero manifestare l’apprezzamento più sentito ai componenti della Commissione che hanno lavorato alacremente per fare in modo che il servizio partisse il prima possibile. Al momento, abbiamo inteso di non modificare il costo del singolo pasto che resta invariato per importo di 3 euro, riservandoci in seguito migliori valutazioni nel tentativo di sopperire ai fisiologici incrementi di prezzo con la compartecipazione a carico dell’Ente, al fine di contenere eventuali e futuri aumenti a carico dell’utenza. Sono certo che provveduta la pianificazione del servizio nelle sue fasi preliminari di operatività, potrà essere offerta una distribuzione agli utenti assolutamente corrispondente ai migliori parametri di efficienza e qualità. Approfitto per comunicare come nelle prossime settimane convocherò il Comitato Mensa, composto oltre che da esperti anche dai rappresentanti dei genitori, per la definizione dei debiti menù da sottoporre alla condivisione, valutazione ed approvazione dei competenti organi pubblici di controllo. Scusandoci per l’attesa resasi necessaria per l’espletamento del bando, avendo posto in essere tutti gli accorgimenti necessari in modo che venga assolutamente innalzato l’indice di qualità del servizio, mi auguro che tutto quanto predisposto ed offerto incontri presto il consenso e la piena soddisfazione degli utenti”.

TERMOLI – Si terrà oggi, con solenne celebrazione eucaristica alle 18, la presa di possesso canonico di don Benito Giorgetta della parrocchia di San Timoteo. La celebrazione, che sarà presieduta dal vescovo diocesano monsignor Gianfranco De Luca, sarà anticipata dall’inaugurazione del primo sito internet parrocchiale per la realtà termolese di San Timoteo. Don Benito Giorgetta entra in parrocchia, quindi, portando con sé la comunicazione e l’apertura ai giovani e all’utenza web. Il Direttore diocesano dell’Ufficio per le comunicazioni sociali, giornalista-pubblicista e scrittore, riporta nel sito internet un editoriale di benvenuto che sintetizza l’intero obiettivo e punto comune di questa nuova chiamata al servizio presbiterale. “Da oggi, giorno nel quale inizia il mio ministero sacerdotale come parroco di san Timoteo si aggiunge, nel vasto panorama sitografico, questa opportunità per la comunità parrocchiale termolese di san Timoteo. È un modo, non certo l'unico o il migliore per provocare una visibilità e donare una presenza e opportunità di contatto, di relazione a distanza. L'essenziale che questa risorsa non spenga e nemmeno offuschi quella della relazione diretta e interpersonale che sono caratterizzanti la vita e il dinamismo di una comunità parrocchiale. Su queste pagine, aperte alla collaborazione di chiunque voglia, anzi, si auspica di tante persone, sarà possibile leggere la vita parrocchiale; vedere attraverso foto, filmati i momenti salienti della vita comunitaria e offrire la propria disponibilità lasciandosi contagiare dal desiderio di essere utili e quindi disponibili alla collaborazione partecipativa anche con un mezzo come internet. Oggi essere visibili anche nel vasto mondo telematico è un modo per abitare questa terra, visto che la tecnica lo permette e, forse, l'evangelizzazione lo impone! Tutto è semplicemente un mezzo, non certo il fine. Il termine ultimo è e rimane preferenzialmente l'incontro con il Cristo nell'intimo del proprio cuore e nel cuore della comunità ecclesiale di cui la parrocchia è una piccola parte per permettere a tutti di sentirsi essere e vivere da Chiesa ossia fraternamente. Con affetto don Benito”.

Mostra personale di Francis Desiderio TERMOLI – Ready – Made di (in)Civiltà è il titolo della mostra personale di Francis Desiderio, curata da Tommaso Evangelista, che viene inaugurata questa sera alle 19 nell’Officina Solare Gallery di Via Marconi e si può visitare fino a Luned’ prossimo dalle 18,30 alle 20,30. Francis Desiderio è un artista italo – belga che vive e lavora a Liegi. E' da sempre affascinato dalle ricerche archeologiche e dalle tracce di civiltà. Dalla memoria, perquisisce la nostra umanità per meglio esprimerla. Dal suo lavoro

di creazione l'artista restituisce .su una forma a volte pittorica ma più spesso scultorea da quello che conviene qualificare come una “forma di archeologia del futuro”. In questo senso le opere restituiscono i fantasmi dello spirito portando gli spettatori verso un dormiveglia dove si mescolano rigore, forze controllate d'espressione, di stati d'animo e sensazioni diverse. Sarebbe utopistico dare un'età o uno stile definito in quanto le sue

opere sono rappresentative di stratificazioni d'umanità. E' impossibile rimanere indifferenti davanti alle opere forzando la meditazione. In una quarantina d'anni di carriera ha al suo attivo più di centocinquanta esposizioni molto apprezzate dal pubblico e dalla critica realizzate in diverse parti del mondo tra le quali: Roma, Venezia, Barcellona, Parigi, Stoccolma, Ottawa, Montreal, Liegi, Bruxselles, New Jork, Toyamura, Pechino, Guadalajara … Termoli.


ANNO IV - N° 234 - SABATO 15 OTTOBRE 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it TRIVENTO, LIGORIO ANALIZZA IL MOMENTO DELLA SQUADRA Il Trivento affila le armi in vista della sfida casalinga di domenica contro la Recanatese. Dopo il mezzo passo falso di domenica a Miglianico la squadra di Massimo Agovino è intenzionata a riprendere la marcia positiva e spedita delle prime giornate. C’è grande voglia di riscatto in casa gialloblù come si evince anche dalle parole del giovanissimo terzino del Trivento Giacomo Ligorio. Il giocatore salentino, classe 1993, proveniente dalla Primavera del Lecce, ha fatto il punto della situazione in casa trignina, tracciando anche un piccolo bilancio personale su questa sua prima esperienza in questo campionato. Siete reduci da un periodo un po’ particolare. Nelle ultime tre gare il Trivento ha perso per strada qualche punticino: colpa della cattiva sorte o di alcuni errori che potevano essere evitati? “Non credo che sia stata solo una questione di sfortuna. Abbiamo commesso degli errori e su questo non c’è dubbio: con la Jesina abbiamo avuto un atteggiamento sbagliatissimo ed abbiamo rischiato di perdere la partita; con il San Nicolò abbiamo avuto un inspiegabile black out nel finale di gara. A PAG. 21

VOLLEY FEMMINILE SERIE B2, ESORDIO CASALINGO PER L’ISERNIA Sarà l’Acqua Amata Turi l’avversario della Fonte del Benessere Isernia nella prima giornata del campionato di serie B/2 femminile. Alle ore 18.30 di questo pomeriggio (arbitri i campani Raffaele Cafaro e Giuseppe Della Gatta), infatti, nel palazzetto dello sport di Isernia, la società presieduta da Mauro De Toma comincerà la sua seconda avventura consecutiva nella quarta serie nazionale. La stagione, però, non inizia sotto buoni auspici per la squadra allenata dal riconfermato coach Nello Caliendo che non potrà disporre dell’opposto titolare Betti Tortora che, nel corso di una delle ultime amichevoli si è seriamente infortunata al ginocchio. La diagnosi formulata dal dr. Raffaele Iorio parla di interessamenti al tendine crociato e, pertanto, è probabile per l’atleta l’intervento chirurgico e quindi uno stop nell’attività di alcuni mesi. Ma, come sempre, Nello Caliendo non fa drammi e pensa positivo. “Mi dispiace molto per Betti, prima di tutto dal punto di vista umano e poi da quello sportivo. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

In serata la rettifica da parte degli stessi protagonisti che ‘allegeriscono’ i commenti

Campobasso, acque turbolente In mattinata il duro comunicato stampa di accusa di calciatori e staff tecnico che ha sancito la frattura Le acque restano agitate in casa Campobasso e nella giornata di ieri sembra essersi consumata anche una frattura, con un tentativo maldestro in serata di renderla ricucibile, tra staff tecnico e società. In mattinata, alle ore 12.46 è giunto un comunicato a firma di calciatori e staff tecnico che riportiamo integralmente. “I calciatori, lo staff tecnico e sanitario, i collaboratori tutti della Pol. Nuovo Campobasso Calcio ritengono doveroso assumere una posizione pubblica e definita rispetto alle vicende calcistiche della squadra che rappresenta la città capoluogo e l’intero Molise a livello professionistico. L’intero gruppo ribadisce che, solo grazie alla propria professionalità, serietà e spirito di servizio, si è riusciti a compensare una serie di problematiche che dal primo giorno di ritiro si sono evidenziate e hanno occupato il percorso quotidiano, nonostante le promesse e le rassicurazioni della proprietà: problemi di logistica, sensazione di assoluta precarietà, totale mancanza dello staff medico durante il ritiro precampionato, accordi disattesi e revocati unilateralmente, un profondo disagio morale e materiale ancor più evidente per i calciatori più giovani, alcuni dei quali alla prima esperienza nel calcio professionistico, ed, allo stato attuale, nessun emolumento percepito da alcun tesserato per le prestazioni

A sinistra il presidente Capone, di fianco mister Provenza professionali fornite dall’inizio della stagione calcistica, nonostante ripetute scadenze annunciate e mai rispettate. L’orgoglio di questo gruppo di lavoro non può essere ferito, ma vuole emergere per spazzare illazioni e soprattutto per difendere la dignità sportiva della città di Campobasso. Le difficoltà con le quali questo gruppo sta convivendo non hanno fiaccato la motivazione di ciascun

LEGA PRO

Deferite alla Disciplinare Vibonese, Fano e Fondi Tre società di Lega Pro - Vibonese, Alma Juventus Fano e Fondi - sono state deferite dal Procuratore federale, esaminati gli atti e valutate le risultanze dell’istruttoria espletata dalla Commissione Criteri Infrastrutturali, alla Commissione Disciplinare Nazionale. Deferiti anche i dirigenti dei tre club: si tratta di Giovanni Caffo per la Vibonese; Antonio Franchi e Paquale Lanzillo per il Fondi e Alberto Caverni e Giorgio D'Innocenzo per il Fano. Inoltre la Lega, vista la richiesta avanzata dalla società Melfi, per la concomitanza con altra manifestazione nella Città di Melfi, ed a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate, ha disposto che la gara Melfi-Giulianova venga anticipata a sabato 22 ottobre 2011 presso lo Stadio Comunale “A. Valerio” di Melfi, con inizio alle ore 15,00. (Tuttolegapro.com)

professionista, nonostante alla stipula del contratto fossero state prospettate ben altre realtà e soprattutto ben altri impegni e scenari. Lo stato del terreno di gioco del Nuovo Romagnoli rappresenta, a nostro avviso, lo specchio fedele del disagio estremo in cui versa il Nuovo Campobasso Calcio. L’assenza di manutenzione rappresenta una ulteriore difficoltà non solo per il rischio di infortuni (già molto alto il prezzo pagato dal nostro Daniele Marino), ma anche per poter sviluppare con dignità e profitto il proprio lavoro di campo. Il tempo delle parole è ormai scaduto, oggi è solo il tempo di rispettare la dignità di professionisti seri e di giovani che vanno tutelati. In tale senso il gruppo di lavoro rendendo pubblico il proprio pensiero si appella alla sensibilità della proprietà chiamandola alla propria responsabilità, ma altresì alle istituzioni della città di Campobasso, alle forze economiche ed imprenditoriali, ed a tutti coloro che hanno a cuore le sorti della squadra della propria città, in special modo agli sportivi ed ai tifosi tutti. Si percepisce oggi sempre più il

Ieri il rompete le righe, martedì la ripresa del lavoro: Mateo torna in gruppo Ieri mattina c’è stato l’ultimo allenamento settimanale in casa Campobasso al termine del quale c’è stato il rompete le righe. Come noto i rossoblù osserveranno domenica il turno di riposo e torneranno in campo domenica 23 ottobre quando sarà in programma la trasferta di Frattamaggiore. Le sedute di allenamento riprenderanno martedì in vista della gara della domenica. Intanto la società ha fatto sapere che il calciatore Mateo, dopo aver recuperato pienamente dall’infortunio, e in seguito a scrupolosi accertamenti che hanno dato esito positivo, è tornato a far parte

del gruppo rossoblù ed ha effettuato ieri mattina l’allenamento insieme ai compagni di squadra. Pertanto il difensore sarà a dispo-

sizione del tecnico Provenza a partire dal prossimo incontro di campionato in programma domenica 23 ottobre. RS

PROGRAMMA GARE E ARBITRI 10^ GIORNATA Aversa Normanna - Aprilia D’Iasio di Matera Celano - L’Aquila Martinelli di Roma 2 Chieti - Melfi Greco di Lecce Fondi - Neapolis M. Casaluci di Lecce Isola Liri - Arzanese Spinelli di Terni Milazzo - Fano De Meo di Foggia Paganese - Giulianova Tardino di Milano Perugia - Catanzaro Ripa di Nocera Inferiore Vibonese - Ebolitana Morreale di Roma 1 Vigor Lamezia - Gavorrano Brasi di Seregno Riposa: Campobasso

rischio che il progetto tecnico economico finanziario possa essere minato in maniera irreparabile. Noi possiamo soltanto continuare a fare con professionalità e dignità il nostro dovere, da uomini di sport e da persone leali, pretendendo lealtà e solidarietà di tutti gli interlocutori all’interno ed all’esterno della società.” FATTI NON PAROLE firmato Enrico Coscia, Michele Di Bari,Nicola Provenza,Luigi Simoni,Clemente Truda, Giuseppe Buongusto,Antonio Colombo, Francesco Lena,Daniele Cirillo, Enrique David Mateo, Sergio Cruz Pereira, Samuele Modica, Simone D'Anna, Luca Piano, Carmine Esposito, Donato Posillipo, Francesco Falcone, Alberto Quadri, Gianfranco Fassari, Pierluigi Scudieri, Alessio Fatticcioni, Luigi Splendido, Albino Fazio, Andrea Sivilla, Errico Altobello, Cosimo Forgione, Giuseppe Todino, Pietro Balistreri, Marco Giannattasio, Vittorio Triarico, Emanuele Calamaio, Rino Iuliano, Remo Capitani, Daniele Marino, Diego Cenciarelli, Roberto Masullo, Bambino Pucella, Antonio Colitti. Il pomeriggio sarà stato turbo-

lento tanto che in serata, alle ore 17.14 è giunto un nuovo comunicato da calciatori e staff tecnico con il seguente oggetto: ‘Rettifica al comunicato dello staff tecnico del 14.10.2011 ore 12:46’. Anche in questo caso lo riportiamo integralmente. “A scanso di equivoci il comunicato dello staff tecnico è solamente il tentativo di richiamare alla responsabilità le Istituzioni locali e l’imprenditoria del capoluogo dopo la conferenza stampa del 1210-2011 che ha visto il nostro presidente dimissionario a causa della solitudine in cui si è trovato in un momento economico cosi drammatico per l’intero panorama nazionale. Pertanto l’appello è che queste due fondamentali entità si compattino per dar man forte alla società di Selva piana e a coloro i quali difendono i colori della propria città con sacrificio e professionalità,richiedendo una più marcata vicinanza e presenza di tutte le componenti(istituzioni,imprenditoria,società,ecc…) al fianco della squadra,in maniera tale da poter proseguire dignitosamente il percorso intrapreso,in un momento cosi delicato per il calcio campobassano. In conclusione non si fa riferimento a nessuna critica e a nessuna frattura tra staff tecnico e dirigenziale della Polisportiva Nuovo Campobasso Calcio che hanno sempre lavorato in piena sinergia per il bene della compagine del capoluogo.” firmato Enrico Coscia, Michele Di Bari,Nicola Provenza,Luigi Simoni, Giuseppe Buongusto,Antonio Colombo, Francesco Lena,Daniele Cirillo, Enrique David Mateo, Sergio Cruz Pereira, Samuele Modica, Simone D'Anna, Luca Piano, Carmine Esposito, Donato Posillipo, Francesco Falcone, Alberto Quadri, Gianfranco Fassari, Pierluigi Scudieri, Alessio Fatticcioni, Luigi Splendido, Albino Fazio, Andrea Sivilla, Errico Altobello, Cosimo Forgione, Giuseppe Todino, Pietro Balistreri, Marco Giannattasio, Vittorio Triarico, Emanuele Calamaio, Rino Iuliano, Remo Capitani, Daniele Marino, Diego Cenciarelli, Roberto Masullo, Bambino Pucella, Antonio Colitti.

BERRETTI

Lupetti a Barletta a caccia del riscatto Momento difficile per la Berretti del Campobasso che dopo due sconfitte consecutive è chiamata ad invertire la rotta. Per la 5^ giornata di campionato, in programma questo pomeriggio, la formazione di Di Giacomo viaggerà alla volta di Barletta per affrontare una squadra che in classifica generale ha un solo punto in più dei molisani. I pugliesi sono reduci dal pari di Isola Liri, mentre i molisani dalla brutta sconfitta casalinga contro il Foggia. Per questo i lupetti sono intenzionati a cambiare marcia e ritrovare la via del successo. Red.Sport

CLASSIFICA FROSINONE ISOLA LIRI APRILIA AVELLINO BARLETTA CAMPOBASSO FOGGIA LATINA SORRENTO FONDI AVERSA N. ANDRIA BAT CELANO PAGANESE

Pt 12 8 7 7 7 6 6 6 6 4 4 3 3 1


S P O RT CALCIO SERIE D

Ligorio: so di poter cresce ancora molto Il giovanissimo terzino del Trivento parla della sua prima esperienza in interregionale Il Trivento affila le armi in vista della sfida casalinga di domenica contro la Recanatese. Dopo il mezzo passo falso di domenica a Miglianico la squadra di Massimo Agovino è intenzionata a riprendere la marcia positiva e spedita delle prime giornate. C’è grande voglia di riscatto in casa gialloblù come si evince anche dalle parole del giovanissimo terzino del Trivento Giacomo Ligorio. Il giocatore salentino, classe 1993, proveniente dalla Primavera del Lecce, ha fatto il punto della situazione in casa trignina, tracciando anche un piccolo bilancio personale su questa sua prima esperienza in questo campionato. Siete reduci da un periodo un po’ particolare. Nelle ultime tre gare il Trivento ha perso per strada qualche punticino: colpa della cattiva sorte o di alcuni errori che potevano essere evitati? “Non credo che sia stata solo una questione di sfortuna. Abbiamo commesso degli errori e su questo non c’è dubbio: con la Jesina abbiamo avuto un atteggiamento sbagliatissimo ed abbiamo rischiato di perdere la partita; con il San Nicolò abbiamo avuto un inspiegabile black out nel finale di gara; contro il Miglianico invece siamo stati bravi a ribaltare lo svantaggio ma nel finale abbiamo commesso qualche errore di troppo che ci è costato caro”. Mister Agovino immagi-

ARBITRI 7^ GIORNATA GIRONE F

Giacomo Ligorio

niamo sia molto arrabbiato. “Si è arrabbiato ma soprattutto deluso perché abbiamo perso punti importanti. In settimana abbiamo parlato a lungo di questa situazione: dobbiamo cambiare mentalità e cercare di essere più concentrati fino a

quando l’arbitro non fischia la fine della partita”. Come si trova a Trivento? “Sto bene a Trivento, ho trovato una società seria e persone squisite che non ci fanno mancare nulla. Mi sono ambientato facilmente in un gruppo che in pochi

CSI MOLISE

Novellino di Brescia

Atessa VdS-Santegidiese

Moretti di Foligno

A. Trivento-Recanatese

Castello di Potenza

Civitanovese-Real Rimini

Sassanelli di Bari

Isernia-Jesina

Scarpini di Arezzo

RC Angolana-Sambenedettese

Panarese di Lecce

Riccione-O. Agnonese

Candeo di Este

Teramo-Miglianico

Martire di Grosseto

Vis Pesaro-Luco Canistro

Vingo di Pisa

mesi si è unito molto grazie anche al sostegno dei compagni più grandi che dispensano sempre consigli e aiutano noi più piccoli a farci crescere e questa credo sia una cosa molto bella. Con mister Agovino mi sono trovato bene sin da subito e condivido in pieno il suo gioco”. Per lei questa è la prima esperienza in serie D. Cosa le ha chiesto la società ad inizio stagione? “Sapevo già di avere a che fare con una società seria e questo ovviamente mi ha spinto ancor di più ad accettare Trivento. L’obiettivo che ci è stato chiesto di raggiungere non è certamente quello di vincere il campionato ma, al di là di questo, credo che siamo una buona squadra, possiamo far bene e toglierci belle soddisfa-

zioni”. Come giudica il suo inizio di campionato? “Credo di aver fatto bene ma so perfettamente di poter fare meglio. Ho peccato in qualche errore in fase difensiva. Con l’aiuto di compagni più esperti come Minadeo, Fusaro e Varchetta, che mi danno sempre utili consigli, so di poter crescere ancora tanto e migliorare”. Domenica a Trivento arriva la Recanatese. Che partita sarà? “Sappiamo di avere di fronte un avversario difficile. Dobbiamo assolutamente giocare un’ottima gara e prenderci i tre punti che ci servono per cancellare le deludenti prestazioni delle ultime settimane”. ANPA

ATLETICA LEGGERA

Domani la giornata della programmazione che si terrà presso il santuario di Faifoli Programma Ore 08.45-Accoglienza e registrazione in segreteria Ore 09.00-Saluto di benvenuto del Sindaco di Montagano Ore 09.15-Inizio lavori: “Vivere per passione” Breve catechesi e benedizione del Consulente ecclesiastico CSI

Il Comitato regionale del Molise del Centro sportivo italiano, anche se giunto nel 2011 all’ultimo anno del quadriennio, rappresenta da sempre per tutti i membri, sia il rilancio che la rimotivazione della passione per lo sport e per l’educazione. La scelta del C.s.i. , è la partecipazione alla vita sociale della Comunità di appartenenza. E’ impegnativo ritrovarsi nella dimensione del noi che si costruisce, a partire del contributo di responsabilità di ciascuno per andare verso la condivisione della programmazione, degli obiettivi, delle modalità attuative ed organizzative. Tutto ciò nell’auspicio che tutti possano trovare soddisfazione e protagonismo nelle attività che vengono proposte. Quest’anno la giornata della programmazione si svolge domenica 16 ottobre, presso il Santuario di Faifoli a Montagano (CB), secondo il programma stabilito.

Ancona-San Nicolo

Ore 09.30-Presentazione delle linee di programmazione CSI 2011-2012 -Igino Tomasso Presidente Comitato CSI di Campobasso -Fabrizio Di Lorenzo Presidente Comitato CSI di Isernia -Luigi Palumbo Presidente Comitato Regionale Molise Ore 10.30-Pausa caffè Ore 10.45-Saluto del Presidente Provinciale del CONI Antonio Rosari Ore 11.00-Interventi e confronto Ore 11.15-Mini laboratorio sulla RI-PARTENZA A cura del Professore Leone Leo Ore 13.00-Pranzo (catering) ed animazione

Si svolgerà domani a Formia il 19° Memorial Placanica Anche quest'anno la rappresentativa ragazzi e ragazze della Provincia di Campobasso sarà a Formia per il memorial Placanica. Il tradizionale meeting della città laziale costituisce un buon test di confronto tra le rappresentative provinciali

centro-meridionali. I ragazzi delle società della Provincia di Campobasso sono stati selezionati dal delegato provinciale, Filippo Cantore, che li accompagnerà nel corso dell'evento. Le gare si svolgeranno domani, domenica 16 ottobre.


S P O RT VOLLEY FEMMINILE – SERIE B2

Effe Sport Isernia, si parte Esordio casalingo per la formazione di Caliendo che riceverà nel pomeriggio (18.30) il Turi Sarà l’Acqua Amata Turi l’avversario della Fonte del Benessere Isernia nella prima giornata del campionato di serie B/2 femminile. Alle ore 18.30 di questo pomeriggio (arbitri i campani Raffaele Cafaro e Giuseppe Della Gatta), infatti, nel palazzetto dello sport di Isernia, la società presieduta da Mauro De Toma comincerà la sua seconda avventura consecutiva nella quarta serie nazionale. La stagione, però, non inizia sotto buoni auspici per la squadra allenata dal riconfermato coach Nello Caliendo che non potrà disporre dell’opposto titolare Betti Tortora che, nel corso di una delle ultime amichevoli si è seriamente infortunata al ginocchio. La diagnosi formulata dal dr. Raffaele Iorio parla di interessamenti al tendine crociato e, pertanto, è probabile per l’atleta l’intervento chirurgico e quindi uno stop nell’attività di alcuni

Il coach Nello Caliendo

mesi. Ma, come sempre, Nello Caliendo non fa drammi e pensa positivo. “Mi dispiace molto per Betti, prima di tutto dal punto di vista umano e poi da quello sportivo. Per la nostra squadra – dice il tecnico – è chiaro che è un problema, ma sono convinto che il roster a mia disposizione sia in grado di sopperire ad una assenza seppur importante. Tutto starà a trovare prima possibile i giusti automatismi, visto che dovremo fare qualche cambiamento. Ci vorrà solo un po’ di tempo e tanto lavoro in palestra”. La prima partita è sempre una incognita, vuoi per l’emozione dell’esordio, vuoi per la differente tipologia di preparazione, vuoi per la poca conoscenza dell’avversario. Ma l’allenatore della Fonte del Benessere sembra avere le idee chiare anche su quest’ultimo punto. “Ci troveremo di fronte una formazione ostica. Il Turi è composto da gio-

catrici esperte – afferma Caliendo – e dovremo impegnarci al massimo per poter incamerare i primi punti in classifica”. E, a proposito di graduatoria, quali gli obiettivi stagionali della Fonte del Benessere? “Dire ora dove potremo arrivare, mi sembra un po’ prematuro. Di certo il nostro primo obiettivo è la salvezza, magari da centrare con più tranquillità rispetto alla passata stagione. Ecco – conclude il coach – diciamo che almeno per ora puntiamo a migliorare la posizione dello scorso campionato”. Infine, stando alle indicazioni degli ultimi allenamenti, è possibile abbozzare lo starting-six che dovrebbe comprendere Rossana Montemurro in palleggio in diagonale con Morena Muzzo, Marianna Tomassetti e Ilaria Fraraccio centrali, Valeria Ricciardi e Dina Salpietro schiacciatrici di posto-4, e Daniela Boffa libero.

BASKET SERIE C REGIONALE

Olimpia, a Vazzieri arriva il Globo In serata la squadra di Sabatelli ospiterà l’Isernia e cercherà il riscatto dopo lo stop di Vasto Smaltita la delusione per la sconfitta onorevole di Vasto, l’Olimpia Campobasso è pronta per scendere in campo a Vazzieri questo pomeriggio (palla a due ore 18.30) contro il Globo Isernia. Si tratta di una verifica importante per la squadra allenata da Mimmo Sabatelli che è chiamata ad un pronto riscatto ed a ritrovare immediatamente il sorriso. La settimana è stata piena ed intensa. I giocatori si sono preparati al meglio, consci di un appuntamento importante contro una delle formazioni più forti del torneo che può contare anche sull’ex Alessio Facci. Michele Amico, isernino d’adozione ed assistant coach del team del capoluogo di regione, intanto, fa il punto della situazione, partendo dalla battuta d’arresto fatta registrare in terra abruzzese contro il quintetto allenato da Minora: “A Vasto siamo partiti bene ed abbastanza concentrati, nonostante giocassimo in un palazzetto importante dove la squadra di casa è molto seguita. Abbiamo giocato di lettura e nei primi due quarti siamo andati bene. Poi abbiamo concesso troppi rimbalzi offensivi e secondi tiri. I nostri avversari sono andati avanti nel punteggio e noi non siamo riusciti più a recuperare il gap nell’ultimo quarto. Abbiamo visto e fatto cose molto positive sia in difesa che in attacco. Dobbiamo migliorare, visto che siamo una squadra giovane che deve affinare certi meccanismi. Gli uomini di esperienza devono aiutarci ad accelerare su questo processo. Stiamo lavorando bene e siamo sulla buona strada. I risultati arriveranno sicuramente”. Ha parlato dei giocatori più esperti (Di Carlo, Amatista, Scotto ed Ognjenovic) che sono arrivati a

22 ANNO IV - N° 234 SABATO 15 OTTOBRE 2011

dare una mano alla squadra quest’anno. Come procede il loro inserimento? “Il processo di inserimento dei quattro esperti è buono. Si sono messi a disposizione ed a servizio della causa, magari rinunciando a qualche minuto di gioco per dare spazio ai colleghi più giovani. Sono sempre pronti a spronare i nostri ragazzi e sono sicuro che tutto questo sarà una marcia in più per la squadra”. Ha notato anche lei che Scotto è un altro tipo di giocatore rispetto a quello visto negli anni passati? “Sinceramente penso che le giuste motivazioni ti diano la possibilità di fare queste cose. Dentro di se Scotto ha le motivazioni giuste per sacrificarsi in difesa ed in attacco dove rinuncia anche ad un tiro per fare un passaggio. Al momento debito i tiri che deve prendere li farà e sappiamo come andrà a finire. Lo stesso discorso di Scotto, comunque, vale anche per gli altri”. Il vostro prossimo avversario è Isernia. Che tipo di squadra è quella pentra? “Isernia è una squadra molto alta, giovane e tosta. Giocano in velocità e vanno di squadra. Dobbiamo essere bravi a gestire il ritmo ed avere l’iniziativa sia in difesa che in attacco. Sarà una bella partita e si correrà molto”. Per lei che è isernino d’adozione, questa gara che cosa le suscita? “E’ una partita che ha un sapore particolare. La mia carriera è partita da Isernia con Rosignoli dalle giovanili. Ho fatto un’esperienza anche in prima squadra come assistant coach. Un pochino di emozione ci sarà. Ad Isernia è partito tutto e poi è la mia città adottiva dal

Elio Scotto

1996. C’è emozione e voglia di fare bene”. Per concludere, invece, ci vuole fare un bilancio della sua esperienza nell’Olimpia? “L’esperienza mia è positiva. Stiamo facendo e stiamo programmando tante cose buone. Stiamo continuando con l’obiettivo giovani nelle scuole. A breve entreremo in una scuola per il progetto scuola. Con le giovanili stiamo lavorando bene ed i ragazzi stanno recependo questo messaggio. Ci incontriamo spesso tra di noi anche a tarda sera e quindi oltre alle parole ci sono anche i fatti che testimoniano la volontà di fare bene e di credere in questo progetto”.

Ranieri:“Mazzarri tira l’acqua al suo mulino”

Ranieri:“Le parole di Benitez mi lasciano perplesso”

L'arbitraggio della partita con il Napoli fra i temi toccati nella conferenza stampa del tecnico dell'Inter Ranieri alla vigilia della gara con il Catania. A una domanda su Mazzarri in difesa di Rocchi, ha risposto: ''Ha tirato acqua al suo mulino, sono cose che lasciano il tempo che trovano''. Una battuta, poi, anche su Benitez: ''Dice che aveva ragione a proposito degli infortuni? Certe cose lasciano perplessi. Anche deontologicamente, un allenatore che va via... Noi pensavamo a tutt'altro''.

''Rafa Benitez dice che aveva ragione a proposito degli infortuni? Lasciano perplesse certe cose. Anche deontologicamente, un allenatore che va via... I giocatori pensavano a tutt'altro. Come me''. Lo ha detto l'allenatore dell'Inter Claudio Ranieri durante la conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Catania. Poi parlando del tecnico del Napoli Mazzarri Ranieri ha detto: ''Ha difeso Rocchi?. Ha tirato acqua al suo mulino, sono cose che lasciano il tempo che trovano''.


Meteo Campobasso Mattino

Oroscopo

ORARI TRENI

Pomeriggio

Isernia

Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Capretto al vino bianco Un Kg di capretto ½ dl di olio extravergine di oliva ½ l di vino bianco secco un rametto di rosmarino 2 spicchi di aglio un limone non trattato un ciuffo di prezzemolo q. b. di sale Tagliate a pezzi regolari la carne di capretto e mettetela a marinare per circa un’ora con rosmarino, aglio schiacciato, un po’ di vino e un filo d’olio, avendo l’accortezza di rigirarla di tanto in tanto. Trascorso il tempo necessario, in una padella fate rosolare la carne con gli odori e l’olio, quindi continuate la cottura aggiungendo una parte del liquido della marinata. Salate e quando il capretto vi sembrerà cotto, irroratelo con il succo del limone e il restante vino. Fatelo evaporare, disponete la carne su un piatto da portata, guarnite con fettine di limone e ciuffi di prezzemolo e servite ben caldo questo gustoso piatto primaverile, che esalta il gusto del capretto. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno COMUNALE 3 Via Toscana, 24 Tel. 0874.65873

COMUNALE 1 (di appoggio) Via Calabria, 37 Tel. 0874.483629

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno FORTINI P.zza G. Carducci, 15 Tel. 0865.414123 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

TERMOLI Farmacia di turno CENTRALE - C.so Nazionale, 102 - Tel. 0875.702492 PARAFARMACIA DI LENA - Tel. 0875.707976 c/c La Fontana (sempre aperta, anche sabato e domenica, orario continuato)

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

A D N E G A

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 15:22 17:11 17:40 18:18 21:00

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 17:05 18:58 19:30 21:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

(NON DIRETTI)

Partenza 05:15 06:23 13:11 14:04 14:15 17:00 18:15

Arrivo 08:20 09:50 16:53 17:44 17:36 20:26 21:54

Gemelli 21 mag - 21 giu

Arrivo 08:35 08:35 15:28 17:50 20:30 20:15 22:48

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 11,30-13,30 15,0018,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 15,00-16,3020,00 Venafro: (S.S.85) 13,15-15,35-17,00-20,3022,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 13,45-16,00-17,2520,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 14,10-16,25-18,0021,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 14,30-16,45-18,3021,45-23,15 Termoli: (Terminal) 17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 11.10 12.40 13.50 14.35 (anche festivo) 16.05 17.15 18.30 20.00 21.10 20.05 (festivo) 21.35 22.45 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI

Bilancia 23 set - 22 ott

DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

Vergine - Nella giornata è ben possibile che qualcuno abbia qualcosa da ridire sul vostro comportamento ma ciò non toglie che possiate comunque continuare a comportarvi come meglio credete senza piegarvi ai dettami altrui. In fondo sarà il risultato finale che decreterà se abbiate fatto bene o meno a comportarvi nel modo in cui vi siete fino ad ora comportati, quindi tranquilli e avanti tutta! terà bene da subito, non lasciatevi influenza da quello che vi dicono le persone intorno a voi ossia che andrà sempre peggio, falso! Avete un enorme potenziale a disposizione e se lo volete potete ribaltare tutte le situazioni a vostro sfavore. In questo caso non c’entra la fortuna, ma soltanto l’audacia!

Scorpione - Spesso le persone che vi

Scorpione 23 ott - 22 nov

sono vicino possono fraintendere il vostro modo di fare e voi altrettanto. Ci sarebbe bisogno di un po’ più di impegno ma soprattutto di comunicazione tra voi e le persone in questione. A questo punto non potete fare altro che rincorrerle anche se vi toccherà essere remissivi e faticare molto per convincerle a tornare.

Sagittario - Non è da voi voler pre-

Sagittario 23 nov - 21 dic

varicare gli altri ed allora in questa giornata evitate di prendere posizione su questioni personali che riguardano soltanto voi e la persona che avete davanti. Questa infatti non vi chiederà null’altro che un po’ di comprensione e voi dovrete concedergliela nel momento in cui vedrete che la sincerità nei loro occhi.

Capricorno - Nei giorni seguenti po-

Capricorno 22 dic - 20 gen

treste avere qualche piccola questione in sospeso con i vostri colleghi ed è bene mettere subito in chiaro quale sia la vostra posizione. Non dubitate del vostro carattere ma non dubitate neppure del loro. Cercate una via di mezzo per giungere ad una specie di compromesso dal quale però uscire un pochino più vittoriosi dell’altro!

Acquario - I soldi non sono tutto nella

LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna

ben capito come siete fatti potrebbero sbagliare approccio con voi, ma non si renderanno conto minimamente dello sbaglio che commetteranno a meno che qualcuno non glielo faccia notare. Quel qualcuno non siete voi, quindi se sarete solo in due oggi, è molto probabile che la comunicazione con il vostro interlocutore si interrompa presto!

Bilancia - Se la giornata non promet-

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35 - 6,15 (festivo) - 6,30 - 7,00 - 7,45 8,05 (anche festivo) - 11,00 (anche festivo) - 12,35 (anche festivo) - 13,45 - 14,10 (anche festivo) - 14,15 - 16,10 - 17,10 (festivo) 17,20 - 18,05 - 19,55 - 20,35 (anche festivo) TERMOLI-CAMPOBASSO 6,10 (anche festivo) - 6,40 - 6,50 - 7,45 8,15 - 8,30 (festivo) - 10,00 - 12,40 - 13,45 - 14,00 (anche festivo) - 14,10 - 16,05 (anche festivo) - 16,20 - 17,10 - 18,40 (anche festivo) - 19,25 - 20,00 - 21,35 (festivo) 22,10 (anche festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 6.30 7.40 9.10 8.05 (anche festivo) 9.15 10.45 14.15 15.25 16.55 17.10 (festivo) 18.20 19.50

voi oggi potrebbero aspettarsi qualcosa da voi ma non è detto che riusciate in effetti a portare a termine il vostro piano. Di questo non vi faranno una colpa ma sicuramente la prossima volta non avranno la stessa fiducia fino ad ora riposta in voi e questo è un peccato in quanto potevate davvero costruire qualcosa di importante insieme a loro.

Leone - Coloro che non hanno mai

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30 Campobasso: (Terminal) 6,10-7,30-9,3013,30-16,00 Bojano: (P.zza Roma) 6,30-7,50-10,0013,55-16,20 Isernia: (P.zza Repubbl.) 7,00-8,20- 10,3014,25-16,50 Venafro: (S.S. 85) 7,25-8,45-10,55-14,5017,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,55-11,2015,15-17,40 Roma: (Staz. Tiburtina) 9,25-10,30-13,0016,45-19,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,30 Siena: (P.zza Rosselli) 12,55 Firenze: (P.zza Adua) 14,00

potrebbe elaborare qualcosa di nuovo anche quest’oggi ma le persone che vi sono accanto potrebbero essere un tantino stufe di seguirvi e questo perché ultimamente avete tanto pensate e messo in pratica, ma molto poco concluso o meglio potreste aver concluso ma solo per voi e non per gli altri. A questo punto infatti meglio ridimensionarsi.

Cancro - Tutte le persone intorno a

(NON DIRETTI)

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:37 17:11 17:29 19:30

Toro - Nella mattinata potreste trovare ad attendervi qualche piccola sorpresa, soprattutto potreste trovare delle piccole magagne da risolvere in breve. Infatti c’è qualcuno che non ha svolto i suoi compiti al meglio ed oltre a farvi trovare le cose a metà vi farà anche trovare qualche problema. Tuttavia, se riuscirete nell’impresa avrete molto più successo di quanto ne avreste avuto seguendo il piano originario. Gemelli - La vostra fervida mente

CAMPOBASSO-NAPOLI

NAPOLI-CAMPOBASSO CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Notte Termoli

Ariete CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera

Ariete - Nella giornata di oggi potreste fare i conti con quei sentimenti che avete nascosto per tanto tempo e che ora inesorabilmente verranno fuori e che potrebbero anche ferire qualcuno che contava un po’ troppo su di voi. È giusto mettere dei paletti in quanto non sempre si può pretendere che siate disponibili e reverenziali. Piuttosto dovrebbero ringraziarvi per quanto avete fatto fino ad ora!

Acquario 21 gen - 19 feb

vita ed essere onesti paga molto più che un regalo fatto a se stessi. Talvolta non vi importa niente di spendere e spandere ma poi quando iniziate, sareste capaci di non fermarvi. Oggi proprio potreste commettere un grande errore se vi lascerete andare a facili tentazioni in qualsiasi ambito, dai vestiti alla cucina e non scusatevi nel dire che comprate solo lo stretto necessario!

Pesci - I vostri sogni non sono in di-

Pesci 20 feb - 20 mar

scussione, nessuno li vuole annebbiare, tuttavia se vedete che siete in là con l’età e che non avete ancora dato il via ai vostri progetti, allora fareste bene a cambiare qualcosa, giusto una virgola, anche per riprendere coraggio e per ovviare a certe malelingue. Di solito siete molto più ottimisti, quindi perché cedere ora?

23 ANNO IV - N° 234 SABATO 15 OTTOBRE 2011



Quotidiano - 15 Ottobre 2011