Page 1

ANNO IV - N° 11 - SABATO 15 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A ROBERTO RUTA

Il programma di Alternativ@ è pronto. Mercoledì la bozza sarà presentata a Campobasso, mentre i segretari del centrosinistra stanno ancora discutendo su come, quando e soprattuto perché stare insieme. Di primarie neanche a parlarne, ma per fortuna qualcuno (Roberto Ruta e gli altri fondatori del contenitore) in questi mesi ha pensato a lavorare e ascoltare i molisani e le loro istanze. Il ‘laboratorio di idee’ ha infatti raccolto centinaia di suggerimenti e proposte sulla gestione del territorio partendo da importanti tematiche. Il risultato sarà presentato la prossima settimana, ma per l’impegno dimostrato assegniamo già da oggi l’oscar all’ex deputato.

IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ITALIA DEI VALORI

Il partito di Antonio Di Pietro continua a perdere pezzi. L’ultimo in ordine cronologico è il consigliere regionale Nicandro Ottaviano che reputa concluso il suo percorso politico nell’Italia dei valori. “Gli obiettivi condivisi che mi avevano portato a credere completamente in un progetto di rinnovamento e di vera alternativa - spiega - sono stati stravolti. Non c’è assonanza tra il mio modus operandi e l’indirizzo” imposto evidentemente dal leader di Montenero. “Demolire senza proporre un’alternativa” come denuncia l’ormai ex dipietrista, è il modo migliore per perdere le elezioni, provinciali o regionali che siano.

REGIONE

CAMPOBASSO

TERMOLI

E’ ufficiale, anche Ottaviano lascia l’Idv per fondare un suo partito?

Tentato furto in via Carducci: ladri d’auto messi in fuga da un passante

Cosib: domiciliari all’ex presidente Antonio Del Torto

A PAG. 2

A PAG. 9

A PAG. 17

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Ottaviano lascia l’Italia dei valori Il consigliere regionale pensa già a un suo movimento e attacca: Lì si demolisce senza fare proposte

CAMPOBASSO – Riceviamo e pubblichiamo nota del consigliere regionale Nicandro Ottaviano con cui annuncia di aver lasciato l’Italia dei Valori. “Il mio percorso politico nell'IDV può ritenersi concluso. Gli obiettivi condivisi che mi avevano portato a credere completamente in un nuovo progetto politico, di rinnovamento e di vera alternativa sono stati nel tempo disattesi e stravolti: sono consapevole che non ci sia più assonanza tra il mio modus operandi, la mia idea di fare politica e l'indirizzo ormai consolidatosi del partito. Decisione sofferta la mia, maturata dopo un lungo periodo di riflessione che mi ha portato gradualmente a prendere le distanze da un par-

tito nel quale non riesco più a riconoscermi: demolire senza proporre un’alternativa realmente perseguibile non si confà al mio modo di essere e di pensare. La politica deve essere finalizzata al ‘per’ e non sistematicamente al ‘contro’. E' mia intenzione intraprendere un nuovo percorso con gli amici che hanno condiviso con me fino ad oggi l'esperienza nell'IDV, impegnandoci con entusiasmo e convinzione per un progetto politico che riconosca le capacità e il merito e che non emargini nessuno. Un percorso politico improntato al buonsenso, orientato al futuro ma saldamente ancorato alle radici della nostra terra”.

Criminalità nei Balcani

A Campobasso la prima conferenza internazionale CAMPOBASSO – Lunedì e martedì si svolgerà a Campobasso la prima Conferenza Internazionale sul tema della criminalità dei Paesi Balcanici promossa da ProAdria, il centro di ricerca e di analisi criminologica per la sicurezza e la stabilità geopolitica dell’area del Sud Est dell’Europa con particolare riferimento all’area adriatica. Una delle priorità emerse dalla Conferenza di Lisbona, ha riguardato proprio la sicurezza nell’area balcanica dove l’Italia e in particolar modo la Regione Molise, giocano un ruolo determinante in termine di mediazione nonché di analisi preventiva dei fenomeni sociali, giuridici, economici, atti a contrastare la diffusione e la radicalizzazione dei fenomeni criminali. Alla conferenza, presieduta dal Presidente della Regione Molise e Vice presidente dell’Euroregione Adriatica, Michele Iorio, e organizzata dalla Consigliera di Parità, Giuditta Lembo, parteciperanno oltre l’Italia con una rappresentanza di tutte le regioni e gli Enti locali che affacciano sull’Adriatico, la Bosnia Herzegovina, il Montenegro, la Serbia, la Grecia, la Croazia, la Slovenia e l’Albania. Il fine è quello di trovare in tempi rapidi una armonizzazione delle procedure dei paesi presenti e un avvicinamento degli ordinamenti giudiziari al fine di potenziare una cooperazione internazionale alla lotta contro la criminalità straniera insediatasi stabilmente in Italia, sostenuta da una sempre maggiore solidità economica e la cui capacità delinquenziale rappresenta un ulteriore concreto pericolo per la collettività europea. La conferenza si articolerà in due giorni di lavori a cui parteciperanno numerosi esponenti del

Lunedì e martedì la due giorni con le delegazioni di Bosnia, Montenegro, Serbia, Grecia, Croazia, Slovenia e Albania

mondo giuridico, istituzionale e politico dei paesi presenti, tra cui i viceministri della Giustizia dell’Albania e della Serbia, il Presidente della Regione Dubrovnik-Neretva, il sottosegretario alla Giustizia Giacomo Caliendo, il magistrato dell’Ufficio Legislativo del Ministero della Giustizia Simonetta Matone, il Sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia Francesco Mandoi, il Dirigente generale della Polizia di Stato Domenico Vulpiani, il generale della Guardia di Finanza Giovanni De Carli unitamente al Comandante di Napoli Gabriele Failla. Le conclusioni della conferenza saranno affidate al Presidente del Comitato Scientifico ProAdria, Rosario Priore.

Sindaci ineleggibili in Regione

Bonomolo: stop ai comuni con più di 2mila abitanti CAMPOBASSO – C’è chi si attiene ad una legge costituzionale e chi è contrario all’ineleggibilità di sindaci e altri amministratori alle cariche regionali. Il consigliere Michelangelo Bonomolo da un lato e l’Anci dall’altro hanno vedute diverse sulla materia. Bonomolo rimarca che “il confronto avviato ben otto anni fa nel Consiglio regionale risulta bloccato. In questo senso, nel marzo scorso, ho provveduto a depositare una proposta di legge organica riguardante la ‘Legge elettorale della Regione Molise ai sensi dell’articolo 122 della Costituzione Italiana e disposizioni in materia di ineleggibilità, incom-

patibilità e decadenza dalla carica di consigliere regionale’. In particolare, nel disegno di legge è prevista l’ineleggibilità per i sindaci e per gli assessori comunali con popolazione superiore ai 2mila abitanti, nonché per i presidenti e gli assessori provinciali, così come previsto quale principio fondamentale dalla legge costituzionale 2 luglio 2004, numero 165, articolo 2 comma 1 lettera a)”. In questo modo, si “dovrà optare in caso di elezione contemporanea quale incarico si ritiene di ricoprire. Mi auguro, dunque – conclude Bonomolo – che il lavoro svolto dalla Commissione tenga conto delle specificità e delle richieste

di confronto provenienti dall’Anci e che possa portare in tempi brevi alla dotazione di una nuova legge elettorale nel nuovo Statuto regionale”. L’Anci Molise, dal canto suo, è critica sull’ineleggibilità dei primi cittadini. “Tutti dicono ‘no’ alle proposte di legge che vedono sostanzialmente esclusi dalla possibilità di candidarsi alle cariche regionali i sindaci e altri amministratori. I sindaci si devono dimettere sei mesi prima dalle relative cariche per potersi candidare. In sostanza, uno sbarramento preventivo utile a limitare i ‘concorrenti’ fra i più temibili. A parte la provocazione, resta la palese viola-

zione della Costituzione e delle disposizioni riguardanti il diritto passivo all’esercizio del diritto elettorale. In particolare, l’articolo 65 del Testo Unico, al I comma prevede espressamente che ‘il sindaco e gli assessori dei comuni compresi nel territorio della regione, sono incompatibili con la carica di consigliere regionale’. La legge regionale, pertanto – concludono – non potendo normare in violazione dei principi disposti dalle leggi cornice nazionali, sarebbe pur nelle differenti interpretazioni e forzature (si vedano i casi Abruzzo e Lombardia, molto diversi fra loro), è palesemente illegittima”.


PRIMO PIANO Testa di legno o testa di jeans: chi c'è alla guida dell'Ittierre? Testa di legno o un vero imprenditore di razza lombarda, la cui intraprendenza potrebbe trasformarsi nel rilancio produttivo per il polo tessile di Pettoranello, da due anni in profondo rosso? In molti si chiedono chi sia davvero Antonio Bianchi, nuovo proprietario della Ittierre. Quello che è certo è che eredita una situazione pesantissima. Dai circa seicento milioni di debito del gruppo It Holding, ereditati dai tre commissari, in due anni si è arrivati a una cifra di gran lunga superiore. In sostanza la gestione commissariale ha accumulato ulteriori passività sul groppone dell'Ittierre. Qualcuno parla di altri centoventi milioni di euro. Una cifra mostruosa, assolutamente irrecuperabile e che finirà per essere pagata dai fornitori e dai fasonisti che resteranno a bocca

asciutta, probabilmente per sempre. E dopo due anni di allegra gestione commissariale, attenta soprattutto agli stipendi dei commissari e agli incarichi da elargire a studi professionali e consulenti di Roma e Milano (costo 120 milioni) ecco che arriva Antonio Bianchi, proprietario del Gruppo Albisetti. Il quale forse sarà sprovveduto, ma qualcosa di finanza la capisce. Infatti è stato attento a creare una nuova società, totalmente separata dalla Albisetti. Non si sa mai. Qualora l'Ittierre si rivelasse un 'puffo' l'altra società non ne subirebbe le conseguenze. Questo nelle intenzioni di Bianchi, che non intende assolutamente mescolare le carte. Albisetti sarà una cosa e Ittierre un'altra, con registri e conti ben separati.

La domanda che sorge spontanea, senza retorica, è la seguente: ma Bianchi ha capito a che gioco sta giocando, oppure sta lì dove sta perchè qualcuno, Vitagliano magari, gli ha promesso qualcosa? Ovvero non è che stiamo giocando allo stesso gioco messo in piedi allo Zuccherificio, o alla Solagrital dove l'assessore

detta legge? Testa di legno o testa di jeans? Chi sarà mai questo Antonio Bianchi? Lo sapremo presto, ma, intanto, la gente finita in esubero si sta organizzando per suonarle – e per bene – ai commissari. Ne vedremo delle belle e la Gazzetta vi dirà tutto. Ignazio Annunziata

Bilancio 2011, lunga discussione un bilancio sano – ha ribadito nel suo intervento l’assessore alla Programmazione Gianfranco Vitagliano – il Molise è ai primi posti nel mezzogiorno registrando segni di ripresa del prodotto interno lordo. Il tasso di disoccupazione è sceso a -0,7%. Tra gli obiettivi del documento, poi, proteggere le realtà regionali dagli impatti dei tagli e della razionalizzazione, non aumentare le tasse ai molisani, preparasi al federalismo fiscale, non più bilanci separati tra enti strumentali ed enti sub regionali’. Insomma una risposta ad una situazione che non sembra assolutamente tra le più drammatiche. Eppure di problemi, in Molise, ce ne sono tanti. Per il consigliere del Pd, Michele Petraroia ‘la manovra La protesta fuori dal Consiglio regionale finanziaria va resa più stringente

CAMPOBASSO - Lunga discussione, ieri a palazzo Moffa, sul documento di finanza pubblica regionale. Tantissimi gli emendamenti presentati, sia dalla maggioranza che dalla minoranza, per modificare il testo approdato sulle scrivanie dei consiglieri regionali al lavoro fino a tarda sera. ‘Parliamo di

sul contenimento della spesa pubblica avviando la semplificazione e il riordino istituzionale degli enti sub-regionali e delle comunità montane. Bisogna accelerare la riforma dei nuclei industriali, sciogliere alcune agenzie e istituti, passando le competenze, il personale e il patrimonio alla stessa Regione o in taluni casi alle Province. Va evitato l’accentramento di funzioni in capo alla Giunta sull’indebitamento e la contrazione di altri mutui. C’è da bandire la gara per il trasporto su gomma senza discriminare imprese, lavoratori e territori. Sulla stabilizzazione del personale va data precedenza ai precari che hanno coperto per anni postazioni in pianta organica presso le strutture regionali evitando scelte politiche di altra natura. Sul diritto allo studio, sul Conservatorio, sull’Istituzione del Registro dei Tumori, sulla bonifica di territori contami-

nati sul Piano dei Rifiuti e altre questioni ambientali bisogna offrire delle risposte concrete’. A guardare al Bilancio ci pensano pure i Giovani Democratici: ‘la Giunta regionale ha ridotto del 75% i fondi per il sostegno agli studenti della scuola dell'obbligo e delle scuole superiori, tagliando quasi 1,2 milioni di euro, ed ha previsto di stanziare solo la misera cifra di 600 euro per la fornitura gratuita dei libri di testo’. Guarda positivamente alla legge finanziaria Michele Scasserra, presidente di Assindustria: “Dalla regione arriva un segnale per la riforma dei consorzi industriali. Proposta l’istituzione di un’Agenzia regionale per lo sviluppo che coordini le strategie di tutti i soggetti pubblici che lavorano per la crescita del nostro territorio. In tal modo potranno esser unificate competenze adesso in capo a una pletora di enti, spesso confliggenti tra loro”.


REGIONE Precari, pochi giorni per non perdere i diritti Una legge del governo Berlusconi dà tempo fino al 21 gennaio per contestare eventuali irregolarità contrattuali ed essere risarciti CAMPOBASSO – “Hai tempo fino al 21 gennaio per non perdere i tuoi diritti”. Giovani Comunisti, Rifondazione Comunista e Giovani Comunisti italiani del Molise sono scesi in piazza con uno stand informativo per mettere al corrente i lavoratori precari che se non impugneranno il loro contratto entro il 21 gennaio, contestando le irregolarità del loro rapporto di lavoro, verranno privati per sempre di questo diritto. Prima dell’approvazione in Parlamento della legge nota come “Collegato Lavoro”, un lavoratore precario

un aiuto alla stesura della raccomandata sono a disposizione gli stessi Giovani Comunisti, Rifondazione Comunista e Giovani Comunisti italiani, nonché la Cgil, i sindacati di base e alcune associazioni. Dopo aver inviato la lettera, nei successivi 270 giorni (9 mesi) esperti e legali valuteranno gratuitamente in dettaglio ogni caso per depositare il ricorso. Ma cosa si può ottenere? Nel caso dei lavoratori a termine, se viene riconosciuta la nullità del contratto, si può avere la trasformazione del rapporto di lavoro a

poteva impugnare il proprio contratto di lavoro e contestarne le irregolarità senza limiti di tempo dopo la scadenza dello stesso. La nuova normativa, invece, introduce termini brevissimi (60 giorni dopo la scadenza), presentandosi come una sorta di “sanatoria permanente” rispetto alle irregolarità dei datori di lavoro. Cosa fare, allora? Entro il 21 gennaio bisogna inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno al proprio ex datore di lavoro in cui si riportano gli estremi del contratto e se ne contesta l’irregolarità. Per

tempo indeterminato e il risarcimento del danno con pagamento fino a 12 mensilità di salario. Nel caso degli altri contratti, si può ottenere comunque un cospicuo risarcimento. Un altro tentativo per confermare la tradizione che, nel nostro Paese, si è sempre sentito il bisogno di tutelare il lavoratore, valutato come la parte più debole rispetto al datore di lavoro privato o pubblico che sia. Per questo motivo, meritevole di precise tutele che possano salvaguardare i suoi diritti. Adimo

La presentazione all’hotel San Giorgio alle 18

Alternativ@, una spanna sopra gli altri I contributi raccolti in questi mesi attraverso i forum tematici sono diventati la bozza di programma. Ruta brucia sul tempo il tavolo dei segretari del centrosinistra CAMPOBASSO – L’annuncio all’inizio dell’estate, il battesimo in una piovosa giornata di settembre. Da allora, per tutti questi mesi, quello che all’inizio era soltanto un germoglio, è diventato una pianta. E adesso quella pianta sta dando i suoi frutti. Mercoledì pomeriggio sarà infatti presentata la bozza di programma di Alternativ@, la creatura dell’ex deputato della Margherita, Roberto Ruta. Passaggio dopo passaggio, il contenitore a cui fin dal primo momento hanno aderito il segretario regionale del Pd, Danilo Leva, il presidente di Costruire democrazia, Massimo Romano e il rappresentate del Partito della Nazione, Massimiliano Scarabeo, ha preso forma. E si è arrivati a si-

4 ANNO IV - N° 11 SABATO 15 GENNAIO 2011

glare un vero e proprio ‘patto’ con i molisani costruito grazie al contributo dei tanti che hanno preso parte ai forum tematici. Alternativ@, infatti, nasce prima di tutto come laboratorio di idee. Partecipazione è stata la parola d’ordine che ha permesso di raccogliere suggerimenti sulle modalità di gestione del territorio, partendo da grandi tematiche (ambiente, cultura, sanità, infrastrutture e lavoro) per poi elaborare le proposte che sono finite, per l’appunto, dentro la bozza che sarà presentata a metà della prossima settimana alle 18 all’hotel San Giorgio. I forum, si ricorda, si sono sviluppati su due livelli: in rete, accedendo al sito www.alternativamolise.net e poi ‘faccia a faccia’ durante i nu-

merosi incontri dei mesi scorsi. Ogni step è stato rispettato. La sintesi dei contributi raccolti finirà in un libricino che sarà distribuito ai molisani in vista delle prossime scadenze elettorali. Il ritorno di Ruta sulla scena politica, insomma, non è passato certo inosservato. E mentre il tavolo dei segretari del centrosinistra non ha ancora sciolto nessun nodo (non si sa nemmeno se si faranno le primarie), l’ex parlamentare, assieme ai suoi, è andato spedito per la strada tracciata mesi fa. Perché nulla venga lasciato al caso. Redazione politica

Fiat, affluenza record per referendum Mirafiori

Wojtyla diventerà beato il primo maggio 2011

TORINO – Affluenza record alle urne delle carrozzerie di Mirafiori per il referendum sull’accordo per il rilancio dello stabilimento Fiat: ha votato oltre il 95% dei lavoratori presenti. Dovrebbe vincere il sì, come prevede anche Berlusconi: “Vincerà il buonsenso”. Susanna Camusso critica l’azienda, denunciando “l’idea antica del comando autoritario della Fiat”.

ROMA - A sei anni dalla morte del papa polacco, il Vaticano annuncia che sarà presto beatificato. Si parla del primo maggio 2011 come termine del processo e sono già iniziati i lavori nella basilica di San Pietro per la realizzazione di una tomba che accoglierà Giovanni Paolo II.

Roberto Ruta


REGIONE Oggi, nella sala della Costituzione della Provincia a Campobasso, la prova del nove ggi, nella sala della Costituzione della Provincia di Campobasso, verrà alla luce la proposta di legge regionale per la istituzione del Parco regionale del Matese molisano. Torna a galla, dopo anni d’immersione nello stagno delle indeterminatezze, l’idea che intorno agli anni Ottanta ebbe la stessa pletorica attenzione e partecipazione con cui oggi, dicevamo, verrà illustrata e commentata. C’è d’augurarsi che non abbia la stessa sorte. Vale a dire che, a lancio in pompa magna ultimato, l’idea del Parco e la proposta di legge non tornino ad inabissarsi. Propendiamo ad escluderlo, vista la mobilitazione amministrativa, sociale, economica, culturale e politica di cui la proposta si fa scudo. Diciamo intanto, e subito, che il massiccio del Matese sotto l’aspetto orografico, geografico, demografico, ambientale, ha tutto per essere un Parco naturale e per diventare una realtà di assoluto interesse per il Molise. Al Parco sono interessati i comuni di Boiano, Campochiaro, Cantalupo del Sannio, Castelpetroso, Castelpizzuto, Cercemaggiore, Cercepiccola, Guardiaregia, Longano, Monteroduni, Pettoranello, Roccamandolfi, San Giuliano del sannio, san Massimo, san Polo Matese, Sant’Agapito, Santa Maria del Molise e Sepino per vedere finalmente realizzabile una politica di valorizzazione e di sviluppo coerente con la storia, con la natura e la cultura locali. Finalmente, anche il destino turistico di Campitello

O

Rispunta l’idea e la possibilità di un Parco naturale del Matese Mai proposta di legge ha raccolto tante speranze e adesioni a sostegno

Matese, inserito in un contesto programmatico di vasto respiro, potrà trovare le giuste coordinate per uscire dallo stallo in cui si trova. Ad una serie di tutele (ambientali, floristiche, faunistiche, idriche, fisiche e geomorfologiche) la politica del Parco prevede iniziative di riqualificazione e valorizzazione dell’eco-

sistema, quindi dell’agricoltura, della pastorizia, del patrimonio forestale, storico, architettonico, artistico e culturale, e la promozione del territorio ai fini didattici e ricreativi. Probabilmente verrà fuori anche la necessità di allestire e gestire un piano edilizio che rispetti le tipologie e le architetture pree-

sistenti e imponga alle nuove di adeguarsi. Problemi da risolvere e cose da fare al Parco certo non mancheranno se davvero, come è auspicabile, esso verrà finalmente alla luce. In che mondo e in quale lasso di tempo lo diranno i tanti che prenderanno parte all’incontro, forse troppi (Riccardo Tam-

burro, Michele Iorio, Aldo Patriciello, Michele Picciano, Salvatore Muccilli, Nicola D’Ascanio, Luigi Mazzuto, Francesco Miranda, Paolo di Laura Frattura, Luigi Brasiello, Michele Scasserra, Domenico Calleo, Amodio de Angelis, Donato Campolieti, Gennaro Marinelli, Amelia Mascioli, Graziano D’Agostino, Guido Di Ninno e Luca Zarantonello ) per avere un quadro d’assieme che, sfrondato dall’enfasi celebrativa, sia facilmente percepibile. Gli organizzatori hanno opportunamente posto le mani avanti annunciando l’iniziativa essere un “Confronto a più voci su un progetto di tutela e sviluppo”. Relatori: Mario Tozzi, presidente del Parco nazionale dell’arcipelago toscano, sul tema “Il parco come presidio di tutela delle ricchezze del territorio”; Giovanni Cannata, rettore dell’università del Molise, su “Il parco: sistema di vincoli o di opportunità?”; Giuseppe Rossi, presidente del Parco nazionale dell’Abruzzo e Molise, su “Processi decisionali nella gestione del territorio: l’esperienza dell’Abruzzo”; Mauro Di Muzio su “Impatto socioeconomico del parco sul territorio”. Dardo

Protocollo d’intesa, vertice tra Asrem, Regione ed Università A breve l’integrazione delle attività didattiche, scientifiche e assistenziali della facoltà di Medicina CAMPOBASSO – L’obiettivo dell’azzeramento del debito sanitario è stato conseguito. Si apre ora una nuova stagione dopo il commissariamento e l’esclusione del consiglio regionale dalle scelte in ambito assistenziale - che verterà sul piano operativo per il 2011. Si è ripartito con un incontro tra il presidente della quarta commissione della Regione Vincenzo Niro, il direttore generale dell’Asrem Angelo Per-

copo e il preside della facoltà di Medicina dell’Università degli Studi del Molise Giovannangelo Oriani. Un vertice che segna l’inizio di un rapporto costante di comunicazione tra Asrem, Università e Regione, utile a fare il punto sullo stato d’attuazione del protocollo d’intesa fra la Regione, l’Ateneo molisano e l’azienda sanitaria per disciplinare l’integrazione tra le attività didattiche, scientifiche e assistenziali della

facoltà di Medicina. Le basi sono chiare: meno soldi e “la necessità di procedere ad una riorganizzazione del sistema sanitario regionale con il contributo di tutte le categorie interessate”, spiega Giancarlo Totaro della federazione italiana medici. La nuova sanità non prevede l’aumento dei posti letto e il 60% delle retribuzioni del personale universitario rimarrà a carico dell’ateneo, con costi nettamente inferiori

rispetto ad altre realtà. La nota diffusa dalla Regione, si spiega che il protocollo impegna le parti a rispettare un tetto massimo di spesa, fissato a 1.8 milioni di euro per anno, obbligando pure l’ente di governo regionale a promuovere le collaborazioni necessarie ad armonizzare il polo medico universitario pubblico con le strutture private di eccellenza presenti sul territorio.


CAMPOBASSO Pdl, superare il fallimento D’Ascanio con il modello vincente della Regione Mucci, Tiberio e Varra accolti dal coordinatore Di Giacomo: “Corretti e responsabili” CAMPOBASSO - “I tre amici che accogliamo certificano il fallimento del centrosinistra e della politica di Nicola D’Ascanio”. Il Pdl capovolge la frittata, lasciando l’incombenza di spiegare

l’apertura a Mucci, Tiberio e Varra, al coordinatore regionale Ulisse Di Giacomo. Sorrisi e pacche sulle spalle non mancano, moltiplicati dalla consapevolezza che - se la situazione del centrosinistra

restasse caotica - il loro partito potrebbe facilmente conquistare anche la Provincia di Campobasso. Per farlo, spiega Di Giacomo, “non abbiamo temuto di investire su chi vive in mezzo alla gente e il consenso se lo guadagnano quotidianamente, risolvendo i problemi”. Del resto, attacca Vincenzo Mucci, siamo stati vittime dell’indole autoreferenziale di D’Ascanio. È lui, conclude Tiberio, il vero col-

pevole dello sfacelo amministrativo, sebbene si sia limitato a gestire il quotidiano, avendo ereditato un ente in salute. A Filoteo Di Sandro non resta che lanciare l’assalto alla Provincia, annunciando pure che altri amministratori si stanno avvicinando al Pdl: un partito in espansione, nonostante la mancanza di dialogo tra Berlusconi e Fini. Un vero modello che con Mi-

chele Iorio è l’unico a poter vincere in Molise. C’è solo da trasferire la politica del fare, anche in via Roma e - visti i numeri del consiglio provinciale - non si capisce perché il Popolo delle libertà non tenti subito la spallata. “Il prossimo obiettivo è il bilancio - taglia corto Di Giacomo - lì vedremo cosa fare”. Poi saranno gli elettori a giudicare. afv

Occhionero a Cordisco: primarie emblema di democrazia L’assessore provinciale alla Cultura interviene nel dibattito interno al Pd “Alla vigilia di importanti scadenze elettorali, quali le provinciali di Campobasso e le regionali del prossimo autunno, c’è bisogno del massimo sforzo di apertura verso l’intera comunità regionale”: Nicola Occhionero, assessore provinciale alla cultura, reputa “azzardata” l’ipotesi espressa dal coordinatore cittadino del Pd di Campomarino, Vincenzo Cordisco, di ‘sacrificare’ le primarie. Un’eventualità che l’esponente della Giunta D’Ascanio giudica “motivata da un ragionamento arretrato rispetto alle urgenze che la fase politica impone a tutti quelli che sono interessati a ridare al nostro Paese e alla nostra regione dignità e slancio per uscire dalle secche dove ci hanno portati oltre tre lustri di berlusconismo”. Per l’assessore, infatti, impegno e dialogo sono le

migliori armi per contrastare clientelismi e vincere il rischio dell’autoreferenzialità. Un percorso che il centrosinistra avrebbe già intrapreso: “I segnali di questi giorni sono incoraggianti. E’ il momento di aprirsi, di dialogare a viso aperto e con la forza delle nostre idee con tutti, dando voce ai cittadini e campo alle questioni unificanti in nome della democrazia. Sono in tanti a ritenere che le primarie siano ancora il miglior sistema per mobilitare amplissimi strati di popolazione, per ridare fiducia e per coinvolgere nella maniera migliore le forze vive della nostra società. Credo – ha continuato Occhionero – che le primarie rappresentino uno dei pochi strumenti di partecipazione effettiva e democratica dei cittadini alla politica”.

Chieffo tenta la fuga, tiene solo Pallante Gli amministratori però dicono De Matteis CAMPOBASSO - Le primarie della Gazzetta fanno discutere il Pdl. A margine della presentazione dei tre consiglieri provinciali passati dal centrosinistra al Popolo della libertà, impazza il totonomine e non mancano opinioni e preferenze. Chi è meglio attagliato per diventare il leader dello schieramento? Tra gli amministratori della maggioranza regionale e comunale, Antonio Chieffo precede Rosario De Matteis, mentre Quintino Pallante paga la recente scissione e la relativa nascita di Futuro e libertà. Interessante la considerazione di Salvatore Micore, eletto in via Roma nelle fila di Progetto Molise: “Se non si trova una convergenza, è bene che sia candidato qualcuno tra i consiglieri attualmente in forza alla minoranza”. Una speranza più che una proposta. Non la pensano infatti allo stesso modo i lettori della Gazzetta, orientati sul duo Pallante - Chieffo, con quest’ultimo impegnato in un tentativo di fuga. Le primarie stanno così trasformandosi da un sondaggio ad un vero e proprio strumento politico, buono a misurare il gradimento come pure la capacità di mobilitazione dei singoli candidati. Nulla di scandaloso, se non l’attestazione di essere entrati nel vivo della sfida, che c’è voglia di partecipare e di far valere la propria opinione. Continuate quindi a votare, scrivendo a primariecb@gmail.com. afv


CAMPOBASSO Tentato furto, ladri messi in fuga E’accaduto la notte scorsa nei pressi di via Carducci, dei balordi nessuna traccia Hanno atteso la complicità del buio per colpire. Ieri notte, nei pressi di via Carducci, alcuni balordi hanno tentato di rubare un’automobile parcheggiata nelle vicinanze di uno dei palazzi della zona. Certi della tranquillità - quantomeno apparente – circostante, due malviventi hanno avvicinato la vettura presa di mira per tentare di forzarne le portiere. Ma, evidentemente, la loro “ricognizione preventiva” non aveva calcolato l’ingresso di un “terzo incomodo” sulla scena del cri-

mine. Proprio mentre tentavano di aprire uno degli sportelli del veicolo con degli arnesi da scasso, i due sono stati infatti sorpresi da un automobilista trovatosi casualmente a transitare da quelle parti. Appena il tempo di notarne la presenza, che i due malfattori se la sono data a gambe, facendo perdere le proprie tracce nel giro di pochi istanti. Sebbene il periodo estivo sia ancora lontano, pare che furti del genere – tentati o messi a segno - siano abbastanza frequenti in quella zona della città.

La guardia medica trasloca in via Toscana Dopo settimane di attesa, è finalmente arrivata dall’Asrem del capoluogo la notizia dello spostamento di sede per guardia medica e 118. Dallo scorso 12 gennaio, infatti, ha aperto in via definitiva il presidio in via Toscana 73, a Campobasso.

Edilizia paralizzata, Cd denuncia: troppo vecchie le perimetrazioni Paralisi del settore dell’edilizia nella città di Campobasso. Questo è l’allarme lanciato da Costruire Democrazia, l’opposizione a Palazzo San Giorgio del capoluogo molisano. La diatriba che questa volta divide maggioranza e minoranza e che tanto fa discutere è la delibera n. 237. Gli esponenti di “Costruire Democrazia denunciano la delibera 237 con la quale il Comune rende attivo un provvedimento nato nel 1985 e cioè le cosiddette “perimetrazioni lucarino”. E con queste perimetrazioni le zone agricole, il 90% delle aree agricole di Campobasso hanno impossibilità ad essere utilizzate con piccoli interventi e questo porta alla paralisi del settore a partire da professionisti, piccole imprese, le maestranze del settore e priva i cittadini di utilizzare , le loro proprietà, il loro terreno. Dopo una cultura di 50 anni in cui i lotti da possedere per poter intervenire erano pari a circa 3000 metri oggi il numero è estremamente aumentato. Si

parla, infatti di quasi 10 ettari da possedere per qualsiasi tipo di intervento dal più piccolo al più grande. Il tutto equivale ad una perequazione pazzesca. Solo il

grande imprenditore è in grado di poter intervenire in costruzioni il piccolo imprenditore o il cittadino non può costruire perché materialmente non possiede il quantitativo di terreno richiesto .Unica conseguenza è l’abusivismo. Ma cosa più importante sottolineata dall’opposizione è che i cittadini non sanno neppure che il territorio è stato convertito in edificabile e dalla padella alla brace, perché dovranno, senza se e senza ma, pagare la relativa tassa per terreni edificabili, ma solo sulla carta, perché in realtà, non possono edificare sui propri terreni in quanto non hanno i quasi 10 ettari richiesti come “condicio sine qua non”. Tanta incertezza continua ad esistere, unico dato presumibilmente certo è che da domani tutti i possessori di terreni delle contrade verificheranno i propri terreni e porranno di sicuro domande precise e vorranno risposte altrettanto precise. cafe

Querelle Conservatorio-Regione Danilo Leva va al Perosi Una questione tutt’altro che chiusa. Il tormentone suscitato nei giorni scorsi dalla volontà dell’Esecutivo di inserire l’Orchestra sinfonica regionale tra le fila della fondazione “Molise cultura” continua a suscitare polemiche. Una decisione, quella posta in essere dall’articolo 22 della finanziaria, che studenti e dirigenti del Conservatorio “L. Perosi” non hanno accolto di buon grado. Ad incontrarli, nella mattinata di ieri, è stato il segretario regionale del Pd Danilo Leva, pronto ad ascoltare le istanze dei ‘delusi’: “La normativa in questione – ha detto Leva – potrebbe avere ripercussioni di stampo politico e clientelare. L’articolo 22, arrivando a programmazione effettuata, rappresenta un impedimento alla possibilità di realizzare quanto già pianificato e alla filiera didattica che ha legato sin ora il conservatorio e l’orchestra in una sinergia assolutamente produttiva, come testimoniano i risultati raggiunti”. Forti critiche anche agli investimenti piuttosto esigui destinati a “Molise cultura”: “La Regione – ha continuato l’esponente del partito democratico - ha stanziato poco più di mezzo milione di euro per la fondazione, a fronte dei 3 milioni che servirebbero per far funzionare la sola orchestra sinfonica, cresciuta in termini di professionalità grazie alla disponibilità dei musicisti e alle economie poste in essere dal Conservatorio. Se si vuole cambiare, allora si dovrebbe agire sulla scia delle politiche attuate dalle altre Regioni, che hanno creato fondazioni ad hoc che da un lato contemplano il coinvolgimento delle istituzioni, ma dall’altro consentono la necessaria autonomia attraverso la partecipazione del Conservatorio. In questa situazione – ha aggiunto Leva – sacrifici fatti von passione e dedizioni per contribuire a portare cultura nel nostro territorio rischiano di venire compromessi per un semplice e utilitaristico tornaconto personale. Un copione già letto, purtroppo. E sempre in concomitanza con gli appuntamenti elettorali”.


SPETTACOLI Sempre più, la curiosità non giustifica il test

Kit anti alcol, un flop in Molise Scarsa la richiesta nei locali da parte dei clienti

FLASH

di Charles N. Papa Siamo alle solite. La prevenzione passa per le mani di Paperino, ovvero, una serie di inadeguatezze che vanno a ledere, sempre più, la sicurezza dei giovani. Lo spostamento di un’ora per la somministrazione di alcol , è ora fissata alle 3:00 (in precedenza alle 2:00), allungando così la possibilità per chi è in discoteca o in altri luoghi aperti, di poter bere. Ovvio è sempre tutto opinabile, le due scuole di pensiero si contrappongono ogni giorno: quella che predilige la scelta che vieta l’uso di alcol dopo le due, consentendo così l’uscita dal locale in condizioni sane oppure, quella che si schiera con il prolungamento alle 3.00, evitando così il nomadismo all’uscita dal

10 ANNO IV - N° 11 SABATO 15 GENNAIO 2011

locale, cioè quel pascolare nevrotico dei più esagitati alla ricerca ancora di alcol. La prevenzione con gli alcol test diventa una barzelletta, anche perchè ricordiamolo, è facoltativo usarlo per l’avventore ma obbligatorio per i gestori. In realtà nulla è cambiato, non sono diminuiti gli incidenti ne sono tante le richieste da parte dei clienti del kit. Insomma, spesso la curiosità di sapere quanto alcol si abbia in corpo, non sempre giustifica la richiesta. L’entrata in vigore della legge ha creato abba-

stanza confusione. Nei locali i cartelli con i codici e i livelli dei tassi ci sono, e da tempo (due anni), un pò confuso l’adempimento di clienti ed esercenti. In altre parole, è fatto obbligo ai locali che chiudono oltre la mezzanotte (e qui cambia la l e g g e ) , q u i n d i anche bar, ristoranti, bed & brea k f a s t , agriturismo, avere a disposizione il kit per eseguire l’alcol test e verificare così il grado alcolemico prima di uscire dal locale. La discoteca aveva già la macchinetta a gettoni in dotazione

grazie alla precedente norma. La difficoltà del primo weekend,era novembre scorso, è stata trovare il kit. Anche le farmacie sono state prese alla sprovvista in quel periodo. Insomma, si vuole responsabilizzare i giovani al bere consapevole, però poi magari sulle strade le pattuglie di Polizia e Carabinieri non sono sufficienti a tamponare incidenti gravi. Ma a prescindere dalle buone intenzioni del Ministero, delle Autorità o di chiunque vigila sull’incolumità del popolo della notte, resta sempre un fattore, quello dei propri limiti, del soggettivo buonsenso, che salva sempre. Ognuno, da solo, decide della propria vita, ognuno, da solo, decide di vivere o morire, spesso a danno di altri. La notte va vissuta, non subita.

CAMPOBASSO - Questa sera alla discoteca Alexander, diretta su M2o, in consolle Renee La Bulgara e Chiara Robiony. I resident che completano l’offerta sono Angelo Frezza, Pippo Venditti, Valentino, Raf, Gianni De Vivo, Lucky Ortoni. Gianmarco Pascale, Andrea Armagno. TERMOLI - Oggi e domani alla Galleria civica in scena le repliche di “La nemica”, opera della compagnia L’altrotheatro diretta da Ugo Ciarfeo. CAMPOBASSO - Questa sera alle 18.30 al Teatro Savoia concerto di Flavio Cucchi e gli Archi di Firenze, nell’ambito del cartellone dell’associazione Amici della musica. Ingresso euro 10,00. BOJANO - Lunedì 17 gennaio alle 21.00 al Teatro comunale in scena “Pirandello, personaggio e scrittore”. Sul palco Lino D’Ambrosio, Paola Cerimele, Silvia Siravo, Raffaello Lombardi, Valeria D’Avorgna. ISERNIA - Oggi e domani (ore 21.00 e 18.00) presso il Proscenio, spettacolo di Eduardo Scarpetta a cura della compagnia Cast “O’ scarfalietto”. TERMOLI - Dalle 23.00 oggi al JetSet, in via Corsica, disco dance con i dj Francesco Rossi, Fabio Galante e Marco Cristiano. CAMPOBASSO - Oggi dalle 22.30 al Rudy’s lounge bar, Soul vibes, selezioni di Jackie Brown.

Per Patty Pravo scrive Giuliano Sangiorgi

Chiara Canzian, in uscita secondo album

"Unisono": si intitola così il nuovo singolo di Patty Pravo che anticipa la partecipazione della cantante alla prossima edizione del Festival di Sanremo con il brano "Il vento e le rose". Il singolo, una morbida ed intensa ballad che esalta a pieno le potenzialità canore della Pravo, è stato scritto da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro

Si intitola "E ti sento" il nuovo singolo di Chiara Canzian che anticipa la pubblicazione del suo secondo disco previsto per la primavera 2011, in uscita ad un anno di distanza dal disco d'esordio della cantante "Prova a dire il mio nome". ancora in fase di registrazione tra Milano e New York, città scelta come sfondo al videoclip del singolo.


ANNO IV - N° 11 - SABATO 15 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO A LUIGI MAZZUTO

Dopo l’esploit su “Il Sole 24 ore” nella speciale classifica dei presidenti della Provincia più amati, piazzandosi al 3°posto, le buone notizie per Luigi Mazzuto non sono finite. Secondo voci di palazzo sarebbe lui il capolista in provincia di Isernia della lista formata dagli amministratori che appoggerà il presidente Iorio alle Regionali. Iorio, infatti, avrebbe deciso di dare fiducia al neopresidente. Il sucesso che ha riscosso tra la gente, infatti, potrebbe incrementare anche il suo elettorato. Una pedina da non farsi scappare per il governatore. Mazzuto, infatti, non è disposto a lasciare l’ente di via Berta ma è pronto ad “immolarsi” per il suo partito.

IL TAPIRO DEL GIORNO AL COMUNE DI VENAFRO

Non si spegne la polemica sugli lsu. Sono ormai mesi che la querelle va avanti e non sembra esserci una soluzione. C’è chi, come il consigliere provinciale e comunale di Venafro, Antonio Sorbo, parla addirrittura di lavoratori socialmente utili “cacciati” dal Municipio e chi, come il consigliere regionale Michele Petroroia si auspica un intervento della Regione Molise. Insomma, in Comune, in merito alla vicenda lsu è caos. Non si riesce ad arrivare ad una soluzione condivisa da tutti e che, soprattutto, preservi e venga in aiuto dei lavoratori. A proposito di lavoratori. Quelli della Sata da ieri sono in sciopero. L’ennesima protesta degli operai avvenuta negli ultimi mesi nella provincia pentra.

ACCORDO STAZIONE

ISERNIA

NUCLEO INDUSTRIALE

Cittadini e politici chiedono l’intervento della Procura

I carabinieri arrestano una coppia di spacciatori in pieno centro

Da ieri in sciopero anche i lavoratori della Sata

A PAG. 14

A PAG. 14

A PAG. 15

www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Dopo le dichiarazioni di Melogli in tanti hanno chiesto un intervento delle autorità

L’ombra della Procura sulla stazione

ISERNIA – Non si parla d’altro in città. Le parole del sindaco Melogli sono rimbombate in tutti gli ambienti politici del capoluogo pentro (e anche oltre). Le “manovre oscure” citate dal primo cittadino hanno provocato

tanti commenti. Manovre oscure contro la convenzione tra Comune e Ferrovie per riqualificare l’area stazione. Manovre oscure che avrebbero un unico obiettivo per il sindaco: quello di dare il via libera alla cementificazione di

tutta l’area. Se il bando pubblicato da Fs, infatti, non dovesse essere modificato presto in pieno centro si potrebbe assistere alla realizzazione non più tre palazzine (come vuole la convenzione) bensì di quindici. Un’ipotesi che tutti vogliono scongiurare ma che ora più che mai potrebbe diventare realtà. Come fare, quali provvedimenti adottare. Un primo passo il primo cittadino lo ha già fatto. Ovvero contattare la società che, per mezzo di Fs, ha messo in vendita l’intera area. Il sindaco ha ottenuto la promessa verbale che il bando sarà modificato e che i terreni inseriti nell’accordo, più l’officina della cultura, non saranno più venduti. Tornando alle manovre oscure, in tanti si chiedono a cosa e soprattutto a chi volesse riferirsi il sindaco. Melogli però è stato chiaro e non ha accusato nessuno. Le sue dichiarazioni, infatti, avevano l’intento di rimarcare il comportamento di alcuni

Spacciavano in centro Coppia arrestata dall’Arma

ISERNIA - Continua l’azione contro lo spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della compagnia di Isernia. In piazza della Re-

14 ANNO IV - N° 11 SABATO 15 GENNAIO 2011

pubblica nei pressi della Stazione Ferroviaria, i militari hanno assistito allo spaccio in diretta di stupefacenti tra una coppia ed un tossicodipendente del capoluogo pentro. Immediatamente intervenuti, hanno recuperato le dosi di droga. Si trattava di “marijuana” per le quali l’acquirente aveva pagato con una banconota da 50 euro. La droga e i contanti sono stati recuperati e posti sotto sequestro. Successivamente sono stati identificati anche i due pusher: si tratta di un 39enne proveniente da un centro della Campania ed una 44enne del posto. Per questi ultimi sono scattate le manette ed immediatamente sono stati trasferiti nella Casa Circondariale di Ponte S.Leonardo e in quella femminile di Chieti.

consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione, che hanno dapprima apprezzato il progetto di riqualificazione della stazione per poi fare improvvisamente un passo indietro. Per motivi, secondo Melogli, non del tutto chiari. Inoltre, non è una novità che le concessioni edilizie, soprattutto quando si parla di palazzine da realizzare al centro di un capoluogo di provincia fanno gola a molti costruttori, soprattutto ai grossi imprenditori provenienti da fuori regione. Melogli, dunque, ha lanciato il sasso. Ora toccherà a qualche altro raccoglierlo. Ma a chi? Diversi cittadini e anche alcuni politici locali sperano che a questo punto intervengano le autorità competenti. Magari proprio il procuratore capo della Repubblica Paolo Albano che da quando è arrivato nel capoluogo pentro si è sempre dimostrato attento alle problematiche e alle istanze della popolazione.

Precari della scuola La soluzione della Cgil ISERNIA - Prosegue l'iniziativa della FLC per la stabilizzazione dei precari della scuola. Una vertenza nazionale per la trasformazione dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato. L'ha promossa la FLC CGIL all'interno della campagna per la stabilizzazione del personale precario. La FLC Cgil del Molise ha organizzato un Assemblea sindacale territoriale presso l Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri Fermi di ISERNIA per il personale con contratto a tempo determinato(PRECARI) docenti ed ATA ceh si è tenuta il 13 GENNAIO 2011 dalle ore 11,45 alle ore 13,45. Numerosa ed attenta è stata la platea che ha seguito con interesse la relazione di Pino La Fratta, responsabile per la segreteria regionale del personale precario, il quale ha illustrato la vertenza per la stabilizzazione dei precari della scuola. Si tratta di una vertenza molto complessa i cui esiti non sono certi perché allo stato attuale i pronunciamenti positivi emessi dal giudice di primo grado sono pochi. “La FLC CGIL non intende mettere a rischio i lavoratori precari, speculando sulle loro legittime aspettative”, hanno dichiarato i rappresentanti del sindacato.

Strisce pedonali a go go in viale dei Pentri

Suap, cambiano le regole per gli enti

Finalmente, ha esclamato qualche residente. Da un paio di giorni, infatti, il Comune di Isernia sta rifacendo la segnaletica orizzontale su diversi arterie stradali del capoluogo pentro. Tra queste viale dei Pentri. Un provvedimento necessario che più volte era stato richiesto dalla cittadinanza, soprattutto nei tratti più pericolosi.

Con l’emanazione del D.P.R. 160/7-92010 sta trovando attuazione la riforma dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP).delineano un quadro normativo che impone ai comuni l’adozione di urgenti misure organizzative intese a conseguire l’accreditamento del SUAP comunale presso il Ministero dello Sviluppo economico.


ISERNIA Ieri ennesimo rinvio davanti al Gup. L’avvocato Messere: eviteremo la prescrizione

Piedi d’Argilla, AldoPatriciello chiede un risarcimento da 10 milioni ISERNIA - L’ennesimo rinvio per Piedi d’Argilla. Ieri davanti al giudice per l’udienza preliminare Maria Luisa Messa, si sarebbe dovuto decidere sul rinvio a giudizio o meno degli otto indagati nell’inchiesta principale, iniziata nel 2004 e relativa alla realizzazione della variante di Venafro, primo lotto della Termoli-San Vittore. Tra gli indagati presenti ieri mattina al Tribunale di Isernia e che dovranno rispondere dei reati di frode e truffa anche l’europarlamentare Aldo Patriciello. Dopo un primo rinvio alle 12:30, il giudice ha deciso di aggiornare la discussione al prossimo 22 gennaio, a causa dell’assenza, per motivi di salute, di uno degli indagati. Al tempo stesso, però, l’avvocato di parte civile, Arturo Messere, legale

dell’Anas, ha chiesto ed ottenuto una sospensione del decorso della prescrizione fino alla prossima udienza. Prescrizione che, secondo i tempi ordinari, sarebbe fissata al maggio del 2012, ma lo stesso Messere ha annunciato che riformulerà la richiesta fino a quando il giudice per l’udienza preliminare non si pronuncerà. Anche il giudice Messa, inoltre, si sarebbe detta pronta a aggiornare l’udienza ogni settimana qualora ce ne fosse bisogno. “Voglio essere rinviato a giudizio per dimostrare la mia innocenza ” ha dichiarato l’europarlamentare Aldo Patriciello che ha detto di non avere dubbi sulla qualità del materiale con cui sono stati realizzati i pilastri della variante. Patriciello ha anche annunciato la

Abuso d’ufficio, assolto il sindaco FORNELLI - Il Tribunale Penale di Isernia ha assolto l’ex sindaco Petrarca, diversi amministratori, tra cui l’attuale primo cittadino Giovanni Tedeschi, ed un funzionario comunale dall’accusa di abuso di ufficio risalente al 2006, perché il fatto non sussiste. “Si è fatta chiarezza sulla vicenda sulla quale i nostri avversari politici a suo tempo fecero campagna elettorale”, ha dichiarato il primo cittadino e le altre persone coinvolte. La sentenza del Tribunale di Isernia ha ufficialmente e definitivamente assolto l’ex sindaco di Fornelli Giuseppe Petrarca, unitamente alla ex giunta comunale tra cui

l’attuale primo cittadino Giovanni Tedeschi, brillantemente difesi dall’avocato Carlo Moscato. L’accusa era quella di concorso in abuso di ufficio nella erogazione di sussidi economici straordinari ai cittadini bisognosi. E’ stato proprio l’attuale primo cittadino del popoloso comune della Valle del Volturno, Giovanni Tedeschi, insieme agli ex amministratori a fare un resoconto della vicenda e a trarne le dovute conseguenze. “Il tutto è iniziato nel 2006 – hanno spiegato – con la denuncia proposta dalla cittadina di Fornelli, sig.ra Antonia Centracchio. Da allora ha preso il via l’azione giudiziaria.

richiesta di risarcimento danni in sede civile, pari a 10 milioni di euro, relativa alla società Precal, ovvero la società di famiglia che realizzò i pilastri. I legali dell’europarlamentare, inoltre, hanno già provveduto a denunciare, presso la Procura di Bari, i periti che hanno effettuato l’incidente probatorio “in quanto – ha continuato Patriciello – questi ultimi avrebbero agito in modo molto discutibile”. “Questo processo – ha dichiarato l’europarlamentare – mi piace chiamarlo Piedi di Acciaio, visto che le fondamenta della variante sono solidissime”. Ma sull’incidente probatorio si è soffermato anche l’avvocato Arturo Messere. “Nel dibattimento – ha dichiarato – è stata inserita una prova inconfutabile, relativa ai materiali sca-

denti con cui sarebbero stati realizzati i pilastri. Prove – ha concluso l’avvocato - avvalorate anche dalle trascrizioni delle intercettazioni”. Messere, ha poi ribadito, la volontà dell’Anas di voler evitare la prescrizione. Ma se questo dovesse accadere, lo stesso legale ha annunciato che sarà pronto a richiedere il risarcimento danni anche in sede civile. Dopo le due contrapposte tesi delle parti in causa, dunque, non resta che attendere le decisioni del magistrato. Oltre all’europarlamentare Aldo Patriciello, nell’inchiesta sono coinvolte altre sette persone: il fratello, Gaetano Patriciello, Francesco Furner, Anna Maria Pirollo, Francesco Pirollo, Cesare Di Bucci, Orlando Pallotta e Massimo Zullo. I.A.

Pescopennataro, attesa per Sant’Antonio Abate PESCOPENNATARO - Il cuore della tradizione di una festa antichissima, sicuramente la più onorata in Abruzzo e in Molise. E’ la celebrazione di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali che Pescopennataro, usa celebrare il 16 di gennaio. E così domenica prossima dalle 17,30, con un enorme falò al centro della piazza del paese, inizieranno i grandi festeggiamenti di “Re fuoche de Sant’Antuone”. Il grande fuoco arderà fino a tarda notte e attorno ad esso ad alimentarlo, tutta la comunità e i tanti visitatori che accorreranno per assistere a questa sug-

Pnalm, si riunisce il consiglio direttivo

Sata, sciopero degli 83 operai

PESCASSEROLI - La prima riunione dell’anno 2011 del consiglio direttivo del Parco si terrà il prossimo 18 gennaio presso la sede dell’ente a Pescasseroli. Numerosi e molto importanti gli argomenti di cui l’organo collegiale discuterà e delibererà. Innanzitutto il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2011.

POZZILLI - Altra mobilitazione al nucleo industriale. Questa volta a scioperare sono stati i lavoratori della Sata Spa di Pozzilli. Lo sciopero di otto ore per ogni turno è stato proclamato dalla Fiom Cgl insieme alla Rsu Fiom. L’azienda conta 83 lavoratori ma da circa un anno 40 di questi sono in cig ogni settimana.

gestiva tradizione che sfocia con la degustazione di prelibatezze e prodotti tipici di cui Pescopennataro ne vanta la raffinata produzione. Abbinata alla manifestazione una lotteria con il premio più ambito, quel maialino, che sarà lasciato libero di circolare nella piazza per tutta la serata, fino a quando arriverà il momento dell’estrazione. Vin brulè e canti, scaldati dall’intenso calore del falò, saranno lo scenario naturale di una notte indimenticabile, dal sapore antico, di quelle usanze della gente buona di montagna, degli abitanti di Pescopennataro.

15 ANNO IV - N° 11 SABATO 1 5 GENNAIO 2011


TERMOLI Sarà inaugurato nella sede del Psi il punto d’incontro per chi ha problemi legali o amministrativi

Sportello Sos diritti, oggi la presentazione Il servizio di assistenza gratuito verrà curato da esperti e professionisti del settore TERMOLI – Oggi alle 12, presso la sede di Termoli del Partito Socialista Italiano in via De Gasperi 53, sarà presentato agli organi di informazione del Molise lo Sportello “S.O.S. Diritti”. SOS Diritti rappresenta un concreto esempio del fare solidarietà, che i socialisti offrono ai cittadini meno abbienti e sempre più oppressi da una pubblica amministrazione forte solo con i più deboli. SOS DIRITTI nasce con l’obiettivo di fornire un servizio di assistenza, ovviamente gratuito e aperto a tutti, non soltanto a iscritti e militanti, per contenziosi legali e amministrativi (o anche per semplici reclami o suggerimenti utili), in essere con la Pubblica Amministrazione e con le aziende pubbliche, che verranno curati da professionisti ed esperti di settore. In concreto si tratta di creare uno sportello che offra ai cittadini un'attività utile a risolvere problematiche di vita quotidiana. Quelle istanze, tra quante presentate, che verranno ritenute di particolare rilevanza, o anche in caso di numerose segnalazioni su un unico specifico problema, stimoleranno inoltre l'attività di partito che potrà essere di livello nazionale o locale, in base a dimensione e territorialità della problematica. Il P.S.I., infatti, in aggiunta alla concreta assistenza sui casi specifici, valuterà se attivare iniziative legislative, interrogazioni parlamentari o campagne tematiche. Alla Conferenza Stampa di Termoli, saranno presenti Claudia Bastianelli, coordinatrice degli sportelli e responsabile nazionale del progetto, il responsabile regionale per il Molise di “S.O.S. Diritti” Gianni Santoro, il Segretario regionale del P.S.I. del Molise Marcello Miniscalco ed il Consigliere regionale Michele Pangia.

Sí ai referendum contro la privatizzazione acqua LARINO - Si della Consulta ai referendum contro la privatizzazione dell’acqua promossi dal “Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua”, al quale ha aderito anche Larino Viva. Sì anche ai referendum, promossi dall’Idv di Di Pietro, sul nucleare, che potrà cancellare circa 70 norme contenute nei provvedimenti che, con il governo Berlusconi, hanno riaperto la strada a nuove centrali nucleari e sul legittimo impedimento, quest’ultimo legato al parere della Consulta. I due quesiti del Comitato “sì acqua pubblica” approvati sono: quello riferito

all’abrogazione delle norme del decreto Ronchi-Fitto sulle modalità di affidamento con gara a privati dei servizi pubblici di rilevanza economica; quello teso a cancellare le norme del governo Prodi sulla determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. I componenti di Larino Viva si dicono “felici per questo risultato che ci ha visti lottare con il “Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua” per non permettere a nessuno di appropriarsi di un bene che è di tutti”.

“La vittoria del sì invertirà la rotta della gestione dei servizi idrici” La Corte Costituzionale ha ammesso due quesiti referendari proposti dai movimenti per l'acqua. A primavera gli uomini e le donne di questo paese decideranno su un bene essenziale. La vittoria dei “sì” porterà ad invertire la rotta sulla gestione dei servizi idrici e più in generale su tutti i beni comuni. Attendiamo le motivazione della Consulta sulla mancata ammissione del restante quesito (il n. 2), ma è già chiaro che questa decisione nulla

Open Gates, adesso chi rassicurerà gli agricoltori? GUGLIONESI - A me sembra che quando non si è corretti nell’informazione e nelle azioni, pur giuste, di politici ed ambientalisti, si creano danni irreparabili. Per l’agricoltura del basso Molise quanto tempo ci vorrà per rimediare alle generalizzazioni ed alle notizie allarmistiche? Chi riuscirà a convincere i consumatori che i fanghi, quelli dell’inchiesta “Open Gates”, sono stati versati su circa 200 ettari di più Comuni, a fronte di migliaia di ettari complessivi? (solo Guglionesi supera i diecimila ettari). Chi riuscirà a convincere i consumatori che le sostanze presenti nei fanghi non sono passate nella catena alimentare? Basterà il comunicato stampa della Procura che ha affermato che sono stati fatti i necessari controlli e che, conseguentemente non è stato necessario procedere ad alcun sequestro per impedire le coltivazioni? Chi rassicurerà i cittadini che l’emergenza acqua per la presenza dei trialometani è finita? Chi riuscirà a far sapere che tutti gli acquedotti del mondo, e quindi anche i nostri, vengono controllati quotidianamente e con sistematicità? Chi smentirà alcune notizie assurde come quella che “le carpe sono morte per i trialometani versati nel lago per errore umano”? Chi ha scritto questo o altre cose analoghe sarà capace di correggersi? Ci si saprà affidare, nei media, ad esperti per essere aiutati a recuperare la serenità? Si smetterà di riportare solo le interviste di persone “terrorizzate” che riferiscono di comportamenti assurdi, senza farle seguire da interventi di persone qualificate? Se non ci sarà un’inversione di tendenza molti continueranno ad acquistare l’acqua non solo per berla ma anche per cucinare: cosa assurda oltre che costosa. A tal proposito sarebbe interessante riportare delle indagini fatte da Altroconsumo, sindacato di consumatori. Mi auguro che a tutte queste mie domande ci sia una risposta positiva da parte di chi, in buona fede, si è reso responsabile di comportamenti non corretti dovuti all’ansia ed alla paura. Il vice sindaco di Guglionesi, Antonio Lucarelli

toglie alla battaglia per la ripubblicizzazione dell'acqua e che rimane intatta la forte valenza politica dei referendum. Il Comitato Promotore oggi più che mai esige un immediato provvedimento di moratoria sulle scadenze del Decreto Ronchi e sull'abrogazione degli AATO, un necessario atto di democrazia perché a decidere sull'acqua siano davvero gli italiani. Il Comitato Promotore attiverà tutti i contatti istituzionali necessari per chiedere che la data del voto referendario coincida con quella delle elezioni amministrative della prossima primavera. Da oggi inizia l'ultima tappa, siamo sicuri che le migliori energie di questo paese non si tireranno indietro. Minoranza di Centro Sinistra Comune di Termoli

Class action Idv Si parte con le firme nel pomeriggio PETACCIATO – Questo pomeriggio dalle 17 alle 19 giungerà in Viale Pietravalle, il camper dell’Italia dei Valori per dare informazioni sulla vicenda e per raccogliere le iscrizioni alla class action promossa da IdV, Lega Consumatori e Arco Consumatori, al fine di avviare le pratiche risarcitorie per i danni subiti dalla cittadinanza a causa dell’inquinamento dell’acqua potabile che ha interessato tutto il basso Molise. L’iscrizione, che si potrà effettuare presso la postazione mobile del partito, ha un costo di 5 euro e il risarcimento richiesto è di 1000 euro per ciascun ricorrente.


TERMOLI L’ex presidente del Cosib ieri mattina ha lasciato il carcere di Larino

Concessi i domiciliari a Del Torto Arrestato circa un mese fa a seguito dell'inchiesta ‘Open Gates’ per lo sversamento di fanghi non depurati TERMOLI – Ha ottenuto gli arresti domiciliari Antonio Del Torto, l'ex presidente del Consorzio Industriale della Valle del Biferno arrestato lo scorso 6 Dicembre per l'inchiesta “Open Gates”. Il Giudice per le indagini preliminari, Roberto Veneziano, ha accolto la richiesta dei difensori, gli avvocati Luigi Greco e Domenico Bruno, concedendo all'indagato di lasciare il carcere di Larino e quindi ha raggiunto la propria abitazione dove, fino a nuovo provvedimento, resterà agli arresti domiciliari. Del Torto era l'unico indagato rinchiuso in carcere a seguito del provvedimento che, sempre il 6 Dicembre, aveva raggiunto altre 9 persone: trev in carcere a Larino, altrettante ai domiciliari ed altre tre raggiunte da esigenze restrittive. A favorire la decisione del Gip senza dubbio ha influito la decisione di Del Torto di dimettersi da presidente del Cosib e di sciogliere la società

No ai lavoratori disabili, il Tar non concede la sospensiva alla Fiat

Inside a lui riconducibile. Già prima delle festività del passato Natale gli avvocati difensori avevano chiesto la scarcerazione, o in subordine, i domiciliari per il loro assistito ricevendo il diniego da parte dei giudici del Tribunale del Riesame. L'ex presidente del Consorzio Industriale, secondo gli inquirenti, é indagato per reati

Contratto servizio tributi Interrogazione al sindaco

TERMOLI – Lo scorso 31 Dicembre è scaduto il contratto di collaborazione con la società “Assoservizi” per la gestione del servizio tributi del Comune, e la scadenza del contratto, peraltro già prorogato, era da tempo nota all’amministrazione. Nello stesso contratto era previsto, a titolo gratuito, un servizio di “Front office “ a supporto dei cittadini ma

dal primo Gennaio la chiusura dello stesso ha creato non pochi problemi alla collettività, temporaneamente arginati dalla disponibilità e professionalità di alcuni dipendenti, sottratti, tra l’altro, ad altre incombenze. Per questi motivi i Consiglieri comunali di opposizione Filippo Monaco, Paolo Marinucci, Daniele Paradisi, Francesco Caruso, Antonio Giuditta, Antonio Russo e Mario Di Blasio, hanno presentato una interrogazione al Sindaco e chiedono di sapere: “Come mai pur avendo contezza della scadenza del contratto non si è provveduto per tempo ad avviare le procedure burocratiche volte a salvaguardare tale servizio, evitando così situazioni di disagio e confusione ai cittadini. Come intende l’amministrazione comunale garantire tale prestazione senza gravare ulteriormente sulle casse dell’ente e in che tempi”.

a vario titolo quali: danno ambientale e corruzione, nei rapporti con il Coniv di Montenero di Bisaccia, per l’opera di spandimento di fanghi su circa 200 ettari di terreni in più Comuni del basso Molise. Attualmente, in attesa di nuova nomina al vertice, il Cosib é retto con facenti funzioni dal sindaco di Portocannone Luigi Mascio.

Open Day al liceo Iacovitti TERMOLI - Il professor Antonio Franzese, Dirigente Scolastico del Liceo Artistico "B. Jacovitti", invita i genitori e gli alunni delle classi terze delle Scuole Medie del territorio per presentare i percorsi di studio e l'organizzazione della Scuola. L'Open Day si terrà oggi dalle 16 alle 19 nella sede del Liceo Artistico in Via Corsica. Durante l'incontro, nell'Aula Magna, verrà inaugurata la mostra dei lavori degli ex studenti. E' prevista la loro partecipazione per presentare le proprie attività artistiche e professionali.

TERMOLI - E’andato in fumo il tentativo della FIAT di bloccare attraverso un ricorso al TAR del Molise l’avviamento al lavoro di persone disabili nello stabilimento di Termoli dopo che la stessa azienda aveva nello scorso mese di luglio comunicato alla Provincia di Campobasso la sospensione unilaterale degli obblighi occupazionali legati alla convenzione di inserimento lavorativo stipulata nel 2008. In pratica, la FIAT, nonostante la convenzione prevedesse, in base a quanto dettato dalla Legge 12 marzo 1999, n. 68 l’inserimento in azienda di 76 persone disabili nell’arco di dieci anni, nei primi due anni di validità dell’accordo ha disposto l’assunzione di sole sette unità di personale al posto delle venti previste. Una situazione insostenibile che nonostante i reiterati inviti rivolti alla FIAT affinchè desistesse da tale assurdo atteggiamento, aveva portato la Provincia a mettere in atto tutte le procedure previste dalle normative in materia e ad effettuare direttamente la chiamata degli aventi diritto tramite i Centri per l’Impiego. Ed è di giovedì il pronunciamento del Tribunale Amministrativo che ha rigettato la sospensiva richiesta dalla FIAT. Sul pronunciamento del TAR interviene con una propria dichiarazione il Presidente della Provincia D’Ascanio. “Abbiamo più

volte invitato la FIAT a desistere da un ingiustificato atteggiamento di chiusura verso i sacrosanti diritti delle persone disabili e quindi a rispettare le norme di legge che stabiliscono i termini per la loro assunzione al lavoro. Pertanto, il pronunciamento del TAR suona come una bella notizia ma anche come dimostrazione dell’infondatezza di una decisione che toglieva serenità alle famiglie dei tanti soggetti che hanno il pieno diritto di lavorare senza sentirsi di peso a nessuno. L’Amministrazione provinciale si è mossa, come sempre, con la pacatezza ma anche con la forza delle certezze giuridiche che sovrintendono alle nostre decisioni. Convinzioni che ci spingono a proseguire nella nostra azione tesa a dare le giuste e sacrosante risposte ai cittadini che hanno bisogno di chiarezza e trasparenza nel loro dialogo con gli Enti e le Amministrazioni Pubbliche”.

Ugo Ciarfeo porta in scena ‘La Nemica’ TERMOLI – Dal 20 al 23 Gennaio la Galleria Civica ospiterà la rappresentazione teatrale "La Nemica", allestito dalla Compagnia teatrale “Laltrotheatro” diretta da Ugo Ciarfeo. "La nemica" è una commedia in cui si ravvisano elementi anche tragici, che la rendono simile ai drammi euripidei. Gli interpreti sono:

A scuola di astronomia Presto gli incontri

Fai Cisl: ok etichettatura agroalimetare italiano

TERMOLI - L' A.D.R.A.M. Associazione di Divulgazione Astronomica Molisana (A.D.R.A.M.) terrà tre incontri di divulgazione Astronomica nelle scuole medie della città. Gli incontri con alunni e docenti iniziano oggi nella Scuola media A. Schwetizer; sabato prossimo è la volta della Scuola media di Difesa Grande; sabato 4/Febbraio chiude il ciclo la Scuola media O.Bernacchia.

E' stato approvato l'accordo sull’iter parlamentare ddl etichettatura a tutela dell'agroalimentare e dell'occupazione italiana. Augusto Cianfoni, segretario generale della Fai Cisl ritiene: “Positivo il lavoro fatto sinora. Ora la nostra posizione nazionale va difesa in Europa attraverso la compattezza degli attori italiani”. Un altro passo a tutela dei prodotti nazionali.

Elisa Amoruso, nel ruolo di Anna, Pina Bucci, Silvia Caia, Daniela Pipoli, Alessandro Riccobene, Maurizio Cicchetti, Luciano Musacchio, Giovanni Mellone, Stefano Scaramuzzo. Dario Niccodemi. Gli spettacoli, con ingresso libero, si terranno alle ore 21 nei giorni feriali mentre domenica 23 avrà inizio alle 18.

17 ANNO IV - N° 11 SABATO 15 GENNAIO 2011


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 18:58 19:30 20:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta

Ostie agnonesi

Per 50 ferrate o ostie, occorrono: 250 g di farina 00 2,5 dl di acqua un cucchiaio di olio extravergine di oliva una presa di sale 500 g di miele 250 g di zucchero

350 g di cioccolato fondente 50 g di cacao amaro 300 g di mandorle 500 g di gherigli di noci un limone ed un’arancia non trattati una stecca di cannella un cucchiaino di polvere di caffè

Per le ostie, in una ciotola amalgamate farina, olio, sale e acqua, mescolando per evitare che si formino grumi, fino ad ottenere una pastella liscia e omogenea. Ungete l’apposito ferro, fatelo scaldare per bene sul fuoco e fatevi cadere una cucchiaiata del composto che deve essere piuttosto liquido. Chiudete il ferro e fate cuocere l’ostia da entrambi i lati, quindi toglietela delicatamente dal ferro e con le forbici rifilate i bordi fino ad eliminare la pasta fuoriuscita. Mettetela sul tavolo e su di essa appoggiate un peso per evitare che raffreddandosi si accartocci. Continuate così fino ad esaurimento dell’impasto. Per il ripieno, fate sciogliere il miele in una casseruola a bagnomaria, unite lo zucchero caramellato a parte in un pentolino, il cioccolato tagliato a pezzetti, il cacao e continuate la cottura a bagnomaria per 30 minuti, mescolando con un cucchiaio di legno. Quando avrete ottenuto un composto filante, unite le mandorle pelate e tritate a mano, le noci spezzettate, la buccia di limone e di arancia tagliata sottilissima e, per ultimo, un trito di cannella e una spolverata di caffè. Mescolate fino ad ottenere un composto ben amalgamato, lasciatelo insaporire per una decina di minuti, quindi stendetene una cucchiaiata su un’ostia in modo da coprirla interamente, sovrapponeteci un’altra ostia schiacciandola leggermente. Riempite, allo stesso modo tutte le ostie, disponetele a torre di dieci, su ognuna mettete un peso, quindi conservatele in luogo fresco e asciutto. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

COMUNALE 3 Via Toscana, 24 Tel. 0874.65873

SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310

COMUNALE 1 (di appoggio) Via Calabria, 37 Tel. 0874.483629

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CENTRALE - C.so Nazionale, 102 - Tel. 0875.702492 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 10:20 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02

Arrivo 09:23 12:15 15:22 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 13:11 14:15 18:01

Arrivo 07:53 09:22 16:12 17:44 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 17:11 17:40 18:18 21:00

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:10 14:29 17:04 17:29 19:30

Arrivo 09:00 09:23 15:22 16:58 17:30 20:04 20:15 22:26

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,10-17,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,30-12,40(anche 13,30-13,45 -14,00 festivo)-14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

20 feb - 20 mar

Ariete - Le abitudini non sono mai qualcosa che aiutano un rapporto, pertanto se ne avete qualcuna ed il vostro partner si lamenta per questo, riflettete e soprattutto, smettete con questo tipo di quotidianità. Anche voi vi annoiate in fondo, quindi sarebbe bene apportare qualche buon cambiamento! Toro - Il vostro essere così naturalmente creativi e produttivi, in questa giornata potrebbe dare sui nervi a qualcuno che, dal canto proprio, cercherà di intralciare il vostro cammino. Ci sono sempre persone che per invidia o semplicemente per inerzia, cercano di ostacolare gli altri per non doversi impegnare in prima persona, ma voi sarete più scaltri! Gemelli - In questa giornata avvertirete senza ombra di dubbio qualche affare nell'aria e vi adopererete all'istante per essere i primi a beneficiarne! Siete proprio un passo in avanti agli altri in questo campo e nessuno può lamentarsi della vostra scaltrezza, se non appunto, i vostri diretti concorrenti. Non abbiatevene a male se infatti vi redarguiranno! Cancro - Forse i vostri sentimenti non sono esattamente quelli che vorreste far apparire agli occhi degli altri e questo farebbe di voi dei disonesti, se non fosse che lo fate a fin di bene. Tutto è bene quel che finisce bene diceva qualcuno, ma voi prima o poi dovrete prendere coraggio e dire la verità, almeno a qualcuno, anche indirettamente! Leone - Oggi sarete particolarmente attenti al vostro look ed al vostro aspetto fisico, quindi farete di tutto per apparire al meglio e per vestirvi con un outif per voi perfetto, che vi calzi a puntino. Che ci sia di mezzo l'amore? Questo dovrete scoprirlo da soli e soprattutto cercare anche a parole di conquistare il vostro interlocutore, non solo astrattamente! Vergine - Qualcuno in questa giornata potrebbe ingigantire una questione che altrimenti si ridurrebbe ad una risata, ed ovviamente quella persona sarete voi! Dovete sempre analizzare, anche eccessivamente certe situazioni e questo non è affatto benefico per la vostra sensibilità. Cercate di rilassarvi almeno in serata con un bel film! Bilancia - Siete persone molto gentili quanto volete e per questo nella giornata di oggi, fareste meglio a sfoggiare questa vostra caratteristica con chiunque, poiché non si sa mai chi potrebbe capitarvi a tiro. Le persone che di solito vi circondano vi ricambiano conoscendovi e sapendo che con voi non si può essere scortesi a fronte di un sorriso smagliante! Scorpione - In questa giornata non avrete abbastanza tempo per dirigervi verso i vostri prossimi obbiettivi come vorreste e questo ovviamente potrebbe penalizzarvi a tal punto da dovervi rinunciare, almeno per oggi. Se siete dei perfezionisti è giusto che dedichiate quanto più possibile al vostro sogno di gloria! Sagittario - Oggi capirete di non essere poi così dipendenti dalle altre persone, in quanto siete anche in grado di pensare autonomamente e di risolvere le vostre problematiche senza troppo indugiare. Qualcuno potrebbe risentirsi di questa improvvisa indipendenza ma al contrario a voi gioverà moltissimo, soprattutto per la vostra autostima! Capricorno - Oggi è possibile che vi organizziate per essere un pochino più indipendenti del solito, magari anche dal vostro partner o da qualche amico o addirittura dal vostro capo. Potreste forse avere in mente un progetto tutto vostro, che avrete il diritto di sviluppare anche se non andrà necessariamente a buon fine, ma vi sarà utile per la vostra esperienza! Acquario - Oggi ci penserà qualcuno ad addolcirvi ed a lenire il vostro sconforto o la vostra sgradevole sensazione di non aver combinato molto per voi stessi o per chi vi circonda. E' normale ogni tanto avere dei momenti non proprio al top che si ripercuotono anche nelle vostre relazioni sociali e professionali, ma si tratta solo di una giornata che poi passerà! Pesci - In questa giornata avrete definitivamente modo di riflettere su una questione che già aveva occupato la vostra mente recentemente e che pertanto non avevate risolto visto che si è ripresentata. Questa volta tuttavia, applicherete maggiore intelletto, razionalità ed incisività, pertanto definirete tutto senza possibilità di ritorno!


ANNO IV - N° 11 - SABATO 15 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it CAMPOBASSO SULLE TRACCE DI IANNELLI OGGI LA PARTENZA PER AVERSA Ultimo allenamento settimanale ieri mattina per il Campobasso che ha concluso la preparazione per la gara di domani. Questa mattina ci sarà il risveglio muscolare, mentre nel pomeriggio, alle 16.30, la partenza per la trasferta campana: tappa a Capua in albergo e domani spostamento ad Aversa per la gara pomeridiana. Ieri mattina mister Cosco ha potuto lavorare con tutti gli uomini a sua disposizione e gli unici non convocabili per la prima giornata del girone di ritorno sono Maglione, squalificato, e Ibekwe che tornerà in gruppo la prossima settimana. I rossoblù sono pronti ad affrontare il primo match del nuovo anno ed hanno preparato la gara con dovizia di particolari. Come di consueto lo staff tecnico ha fatto visionare al gruppo i video dell’Aversa, cercando di individuare le caratteristiche degli avversari. Questa mattina il trainer molisano scioglierà gli ultimi. A PAG. 20

SERIE D, EMERGENZA ATTACCANTI PER L’OLYMPIA AGNONESE Nell’anticipo della ventiduesima giornata, terza del girone di ritorno, l’Olympia Agnonese è impegnata sul campo di Santarcangelo di Romagna. La squadra di Massimo Agovino è chiamata a rialzare la testa dopo le tre sconfitte consecutive( maturate contro Real Rimini, Santegidiese e Luco Canistro) che hanno fatto precipitare i granata nelle zone calde della classifica, a soli due punti di vantaggio dai play out. Non è un momento felice per il team altomolisano che nelle ultime settimane è costretto a stringere i denti a causa delle diverse squalifiche ed infortuni vari che stanno incidendo sull’organico a disposizione del tecnico che ogni domenica è costretto a reinventarsi un undici titolare a causa di una rosa ridotta ai minimi termini. A PAG. 21

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Questa mattina il risveglio muscolare e nel pomeriggio la partenza per la trasferta di Aversa

Campobasso sulle tracce di Iannelli La società rossoblù ha richiesto al Milazzo l’attaccante classe ‘86. Ieri prima seduta per Pifano Ultimo allenamento settimanale ieri mattina per il Campobasso che ha concluso la preparazione per la gara di domani. Questa mattina ci sarà il risveglio muscolare, mentre nel pomeriggio, alle 16.30, la partenza per la trasferta campana: tappa a Capua in albergo e domani spostamento ad Aversa per la gara pomeridiana. Ieri mattina mister Cosco ha potuto lavorare con tutti gli uomini a sua disposizione e gli unici non convocabili per la prima giornata del girone di ritorno sono Maglione, squalificato, e Ibekwe che tornerà in gruppo la prossima settimana. I rossoblù sono pronti ad affrontare il primo match del nuovo anno ed hanno preparato la gara con dovizia di particolari. Come di consueto lo staff tecnico ha fatto visionare al gruppo i video dell’Aversa, cercando di individuare le caratteristiche degli avversari. Questa mattina il trainer molisano scioglierà gli ul-

timi dubbi di formazione, anche se sembra avere le idee molte chiare. Alla seduta di ieri ha preso parte anche Pietro Pifano, ultimo arrivato in casa rossoblù. Il centrocampista campobassano resterà in prova alcuni giorni, ma esclusivamente per verificarne le condizioni fisiche. Anche perché mister Cosco conosce le sue caratteristiche e vorrebbe averlo in squadra, soprattutto per la duttilità dell’ex Agnone, che può ricoprire più ruoli, e per la questione under. Sempre in tema mercato la società rossoblù ha richiesto ufficialmente al Milazzo Christian Iannelli, attaccante classe ’86. Visti i buoni rapporti che intercorrono tra i due sodalizi, il Campobasso ha ceduto ai siciliani Marozzi, l’operazione potrebbe andare a buon fine. Iannelli ha sempre disputato campionati di C2, ad eccezione della stagione 2004/2005 in cui ha militato in serie B nelle file del Catania, totalizzando 8 pre-

Il Catanzaro potrebbe ritirarsi dal campionato

senze ed 1 gol. La prossima settimana dovrebbero esserci novità in tal senso. La gara di domani tra Aversa Normanna e Campobasso sarà arbitrata dal sig. Greco di Lecce, coadiuvato da Delle Foglie e Favia, entrambi della sezione di Bari. dim

BERRETTI

20 ANNO IV - N° 11 SABATO 15 GENNAIO 2011

Crisi profonda a Catanzaro, con la squadra che rischia seriamente di chiudere anzitempo l'avventura nei professionisti. La rosa è ridotta al lumicino, con circa una dozzina di elementi, ma non solo. Grossi disagi anche per allenarsi, con lo sciopero dei magazzinieri e l'acqua fredda. Inoltre i giocatori non percepiscono lo stipendio da mesi (si parla di luglio, ndr) e pertanto la situazione potrà solo peggiorare, con la seria possibilità di dover rinunciare alle gare in trasferta per i costi eccessivi. Il Catanzaro, da calendario, già domani dovrà affrontare il Neapolis in Campania e successivamente, sempre in trasferta, è atteso a Melfi e Matera. Si attende la data del 21 gennaio, quando ci sarà l'assemblea dei soci, per decidere la messa in liquidazione del club. Dopodiché tutti liberi e abbandono del campionato. Tuttolegapro

PROGRAMMA GARE E ARBITRI 16^ GIORNATA - GIRONE C

Nella prima di ritorno lupetti di scena a Taranto Per la 16^ giornata, prima del girone di ritorno, del campionato Nazionale Berretti il Campobasso sarà di scena sull’ostico campo del Taranto. I rossoblù sono reduci dal pari casalingo ottenuto sette giorni fa contro il Matera e proveranno a dare continuità ai propri risultati. Il Taranto viaggia nelle zone medio basse della graduatoria con 18 punti ed ha 8 lunghezze in più dei lupetti fermi a 10. All’andata la gara terminò 3-0 in favore dei pugliesi. La squadra di Alfieri proverà a centrare un risultato positivo nel tentativo di scalare posizioni in graduatoria.

LEGA PRO

Christian Iannelli

CLASSIFICA Benevento Andria Bat Napoli Brindisi Neapolis M. Matera V.Lanciano Pescara Aversa N. Taranto Chieti Campobasso Melfi Barletta Foggia

Pt 34 33 30 27 23 23 22 21 21 18 13 10 8 8 6

G 14 14 14 14 14 13 14 14 14 13 14 14 14 14 14

Gara

Arbitro

Assistente 1

Assistente 2

Milazzo - Avellino

Marini (Roma 1)

Bottegoni (Terni)

Maruccia (Avezzano)

Aversa N. - Campobasso

Greco (Lecce)

Delle Foglie (Bari)

Favia (Bari)

Neapolis M. - Catanzaro

Sorocaro (Barletta)

Di Salvo (Barletta)

Di Pietro (Molfetta)

Brindisi - Isola Liri

Strocchia (Nola)

Curatoli (Napoli)

Zuccaro (Napoli)

Latina - Matera

Albertini (Ascoli Piceno)

Mertino (Torre Annunziata)

Ascione (Napoli)

Fondi - Melfi

Di Stefano (Alghero)

Parisse (Avezzano)

Mercante (Agrigento)

Trapani - Pomezia

Abbattista (Molfetta)

Zucca (Carbonia)

D’Apice (Castellammare di S.)

Vigor Lamezia - Vibonese

Saia (Palermo)

Salvato (Messina)

Rizzo (BArcellona P.G.)

Galliani:“Criscito? Ne stiamo parlando”

Droga, Moreno: “Sono colpevole”

''Criscito? Non lo so, credo di no, penso di no, chissa'. Diciamo che stiamo parlando con Preziosi'': e' quanto ha detto l'a.d. del Milan, Adriano Galliani, nel corso della presentazione di Antonio Cassano a Milanello. Per Galliani, ''la squadra e' assolutamente utracompetitiva cosi' com'e'. Se troviamo un Cassano in difesa o a centrocampo, lo prendiamo. La nostra politica e' cercare di inserire giocatori che possano essere all'altezza dei nostri attuali. Farlo adesso e' difficile''.

L'ex arbitro internazionale Byron Moreno, che ai Mondiali 2002 tartasso' l'Italia contro la Corea del Sud (2-1), si e' riconosciuto colpevole di aver importato eroina negli Stati Uniti. L'arbitro ecuadoregno, 41 anni, era stato arrestato il 21 settembre scorso all'aeroporto JFK con sei chili di eroina. Moreno e' comparso davanti ad un tribunale di Brooklyn e ha ammesso di aver cercato di importare la droga. Moreno, che rischia fino a 63 mesi di prigione, dovra' rimanere in carcere.


S P O RT CALCIO SERIE D

Emergenza attacco per l’Agnonese Ancora problemi di formazione per Agovino oggi a Santarcangelo I granata a caccia del riscatto contro i romagnoli reduci da nove risultati utili

Massimo Agovino

Nell’anticipo della ventiduesima giornata, terza del girone di ritorno, l’Olympia Agnonese è impegnata sul campo di Santarcangelo di Romagna. La squadra di Massimo Agovino è chiamata a rialzare la testa dopo le tre sconfitte consecutive( maturate contro Real Rimini, Santegidiese e Luco Canistro) che hanno fatto precipitare i granata nelle zone calde della classifica, a soli due punti di vantaggio dai play out. Non è un momento felice per il team altomolisano che nelle ultime settimane è costretto a stringere i denti a causa delle diverse squalifiche ed infortuni vari che stanno incidendo sull’organico a disposizione del tecnico che ogni domenica è costretto a reinventarsi un undici titolare a causa di una rosa ridotta ai minimi termini. Sarà così anche oggi in terra romagnola dove c’è

CLASSIFICA

GLI ARBITRI DELLA 22^ GIORNATA Santarcangelo-O. Agnonese Real Rimini-Renato Curi Bojano-Jesina Venafro-Civitanovese L. Canistro-Teramo Santegidiese-Miglianico Sambenedettese- Fossombrone Cesenatico-Forlì Recanatese-A. Trivento Atessa -Rimini

da fare i conti con una vera e propria emergenza in attacco:oltre a Berardi squalificato, Agovino dovrà rinunciare anche a capitan Orlando e Bernardi, reduci da infortuni e sulla strada del recupero. Nell’importante sfida di oggi gli agnonesi saranno chiamati a confrontarsi con la terza forza del campionato, un Santarcangelo, reduce da nove risultati utili consecutivi, che tra le mura amiche è

Bergonzini di Civitavecchia Bertani di Pisao Loiodice di Matera Urselli di Taranto Ghersini di Genova Calogiuri di Lecce Lertua di Tivoli Stazi di Ciampino Martelli di Lanciano Brodo di Viterbo

oggi oggi

una corazzata invincibile e sono i numeri a parlare: otto successi, un pareggio ed una sola sconfitta. Nella formazione di casa dovrebbe rientrare Locatelli che era fuori per infortunio nelle ultime partite. Indisponibile Bacchiocchi, la cui stagione è finita dopo il grave infortunio al ginocchio rimediato domenica scorsa contro la Jesina.; assente per squalifica invece Gregorio. AP

Teramo Rimini Santarcangelo Santegidi. (-1) Real Rimini Jesina Forli’ R. C. Angolana* Civitanovese Sambenedettese Recanatese Olymp. Agnonese Atl. Trivento Atessa VDS Luco Canistro* Venafro Miglianico Fossombrone Cesenatico Bojano

47 44 39 33 33 33 32 31 29 29 29 28 26 26 26 22 18 15 14 8

*Una gara in meno

VOLLEY FEMMINILE SERIE B2

BASKET FEMMINILE SERIE B D’ECCELLENZA

L’Effe Sport stasera in trasferta a Castelfidardo

La Women’s a Monopoli cerca la seconda vittoria del 2011

La dodicesima giornata di andata del campionato di pallavolo di serie B/2 femminile propone una gara in “notturna” per la Fonte del Benessere Isernia impegnata questa sera, nell’inconsueto orario delle 21.15, sul campo della Marche Metalli Castelfidardo. Con diciassette punti in classifica, frutto di sei vittorie e cinque sconfitte, la compagine marchigiana occupa la sesta posizione, immediatamente a ridosso della squadra molisana che può vantare un punto in più. Come la Monteschiavo Jesi, avversaria ad Isernia sette giorni fa, anche la Marche Metalli Castelfidardo ha un passato “nobile”, avendo militato per diversi anni e fino al 2007 nel campionato di serie A/2. “Al di là dei suoi trascorsi, Castelfidardo è una compagine da temere, come peraltro indica la classifica. Da un punto di vista tecnico – afferma il direttore generale della Fonte del Benessere, Rita Iannelli – è una buona squadra che ha nell’opposto il suo punto di forza. Si tratta di una giocatrice brasiliana di esperienza che, quando sta bene fisicamente, è capace di vincere da sola le partite. Per questo motivo il nostro coach Nello Caliendo

ha preparato a dovere l’incontro, per provare a far risultato per riscattare la sconfitta interna di sabato scorso e continuare a mantenere un discreto vantaggio sulla zona-retrocessione. Perché, e ci tengo a ribadirlo, malgrado l’attuale nostro quinto posto in classifica, noi continuiamo a guardarci le spalle, in quanto il nostro obiettivo è e resta la salvezza. Solo quando l’avremo raggiunta matematicamente, potremo giocare con maggior tranquillità e magari provare a toglierci qualche soddisfazione. Ma non prima di allora”. Per quanto riguarda le condizioni della squadra, sembra in netta ripresa fisica l’opposto Betty Tortora che pian piano sta recuperando dai problemi ad una spalla; migliorano anche le condizioni della centrale Marianna Tomassetti, alle prese con la frattura ad un dito che, comunque, non le ha impedito di giocare, con una opportuna protezione. Qualche preoccupazione in più, invece, c’è per la palleggiatrice Stefania Calista che in settimana è stata bloccata dall’influenza che già la scorsa settimana l’aveva costretta a scendere in campo debilitata. Alla fine, comunque, a Castelfidardo Caliendo dovrebbe avere tutte le giocatrici a disposizione.

L'entusiasmo post vittoria contro il Bari ha caratterizzato l'intera settimana di allenamenti in casa Women's Basket. Dopo l'avvincente vittoria contro il roster allora capolista, la squadra del presidente Maiella con i suoi 16 punti è ora la diretta inseguitrice del Gualdo Tadino, prima in classifica con soli due punti in più. A garantire la corsa delle bianco rosse sarà il match di domani sera contro la Vis Monopoli di coach Rafaschieri, squadra contro la quale durante la prima giornata di campionato le ragazze di coach Ladomorzi conquistarono la prima vittoria dell'anno con il risultato di 66-58. Una partita avvincente durante la quale le campobassane dimostrarono al pubblico amico tutto il valore della riformata Women's. A vestire la maglia della squadra mancava ancora Torre, che però, non sarà assente domani sera per l'incontro di ritorno. Non sarà invece in panchina Matilde Capozzi a seguito di una sindrome influenzale. "Durante la settimana di allenamenti appena trascorsa le ragazze hanno lavorato intensamente per affrontare nel migliore dei modi l'incontro con il Monopoli, compagine da non sottovalutare e che ha dimostrato di saper praticare un buon basket" precisa il presidente della Women's Basket continuando affermando che "le ragazze hanno lavorato a pieno regime consce che l'impe-

gno che le attende non è affatto da sottovalutare. Ma sono sempre più convinte che l'intero roster può solo migliorare". E dalla loro parte le ragazze della Women's hanno "cuore, tenacia, costanza lavoro e tanta concentrazione". L'appuntamento sarà, quindi, domenica sera alle ore 18 sul parquet della Vis Monopoli. Un incontro che si svolgerà essendo già a conoscenza del risultato del match clou della giornata: quello tra Bari e Gualdo Tadino che interessa direttamente la Women's Basket Campobasso.

Fabio Ladomorzi


S P O RT BASKET SERIE B DILLETANTI

Le interviste de “La Gazzetta” Tony Saccardo VS Biagio Sergio IN VISTA DEL DERBY

Tony Saccardo Nome: Antonio Cognome: Saccardo Soprannome: Tony Età: 36 Professione: pivot Sposato: si Figli: no Riti scaramantici prima di una partita: si, ma non si dicono! Michael Jordan o Magic Johnson? Michael Jordan Barniani, Bellinelli o Gallinari? Barniani Dan Peterson o Pianigiani? Pianigiani Qualità principali per un cestista? Umiltà e spirito di sacrificio Che farai da grande? Non lo so ma vorrei restare nel mondo del basket Canzone preferita? Nessuna in particolare, ascolto tutta la buona musica La parte di te che meno ti piace? Fisicamente i capelli, caratterialmente sono troppo disponibile Destra o sinistra? Destra La donna più bella del mondo? Mia moglie Programma tv preferito? Le Iene e Chiambretti Night La parolaccia che dici più spesso? *****(censura!) Le tre cose che guardi in una donna? Il carattere, il fisico e gli occhi Bionda o mora? Mora Una cosa che avresti sempre voluto fare e non hai fatto? Continuare gli studi Quella che hai fatto e non avresti voluto fare? Rinunciare alla Nazionale per il mio matrimonio Qual è il giocatore a cui ti ispiri?

A CURA DELLA REDAZIONE SPORTIVA Da piccolo a Paolo Lanza, a Vicenza Il giocatore più forte con cui hai giocato? Mike Penberthy Il miglior presidente che ha avuto? Quello attuale La cosa più bella del tuo sport? La correttezza, quando c’è La più brutta? La scorrettezza, ce n’è tanta Quale poster avevi in camera da piccolo? Nessuno, solo fotografie personali Esiste il doping nel basket? Si Quanto vale per te la famiglia? Da 1 a 100…..110 Cosa fai quando non ti alleni? Tv, internet, giornali…sono molto pantofolaio! La partita che ricordi più volentieri? Caserta-Roma, stagione ’93-94,avevo diciotto anni Qual è la squadra più forte? Reggio Calabria Chi vincerà il campionato? Capo D’Orlando Chi vincerà il derby? Loro Ai tuoi tifosi cosati senti di dire? Di venire al palazzetto e dimostrare la correttezza di sempre

Nome: Biagio Cognome: Sergio Soprannome: bisteccone per gli amici Età: 24 Professione: ala-pivot Sposato: no Figli: no Riti scaramantici prima di una partita: indosso sempre gli stessi intimi Michael Jordan o Magic Johnson? Magic Johnson Barniani, Bellinelli o Gallinari? Gallinari Dan Peterson o Pianigiani? Pianigiani tutta la vita Qualità principali per un cestista? Doti atletiche e una buona visione di gioco Che farai da grande? E’ un bel punto interrogativo. Di sicuro mi dedicherò ad altro, il basket terminerà con la mia carriera da giocatore Canzone preferita? A me me piace o’ blues di Pino Daniele La parte di te che meno ti piace: le gambe Destra o sinistra? Sinistra La donna più bella del mondo? Qui mi gioco il fidanzamento… (punti sospensivi diplomatici) Programma tv preferito?

Biagio Sergio Le iene La parolaccia che dici più spesso? Vaffa… Le tre cose che guardi in una donna? Occhi, sorriso e… (nuovamente diplomatico) Bionda o mora? Mora Una cosa che avresti sempre voluto fare e non hai fatto? Per paura non ho fatto bungy jumping Quella che hai fatto e non avresti voluto fare? Sperperare soldi di qua e di là Qual è il giocatore a cui ti ispiri? Shaquille O’Nell Il giocatore più forte con cui hai giocato? Nando Gentile Il miglior presidente che hai avuto? Il presidente del Maddaloni, anche per legami affettivi La cosa più bella del tuo sport? Credo sia il più spettacolare La più brutta? Non ci sono cose brutte nella pallacanestro Quale poster avevi in camera da piccolo? Charles Barkley Esiste il doping nel basket? Non credo Quanto vale per te la famiglia? Tantissimo, è al primo posto Cosa fai quando non ti alleni? Studio, leggo e chatto La partita che ricordi più volentieri? Un match di play out tra Maddaloni e Catania Qual è la squadra più forte? …Mi tocca essere nuovamente diplomatico con i puntini sospensivi Chi vincerà il campionato? Vedo favorite Francavilla e Reggio Calabria Chi vincerà il derby? Ovviamente noi Ai suoi tifosi cosa ti senti di dire? Di venire al palazzetto e tifare più forte che possono


lagazzettadelmolise150111a  

L’OSCAR DEL GIORNO A ROBERTO RUTA CAMPOBASSO TERMOLI REGIONE IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ITALIA DEI VALORI ANNO IV - N° 11 - SABATO 15 GENNAIO...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you