Issuu on Google+

ANNO VIII - N° 282 - VENERDÌ 14 DICEMBRE 2012 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso atto n. 05 del 05/03/2005 - Direttore Responsabile: Franco Boccia - Direttore Editoriale: Diana Esposito Blob di A. Piccirillo sede legale: via Veneto, 113 - 80054 Gragnano (NA) Tel. 0874.438918 - Fax 0874.318087 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it Stampa: Centro Offset Meridionale srl Caserta Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita

GIORNALE SATIRICO

30.000 copie in omaggio

www.lagazzettadelmolise.it | redazione@lagazzettadelmolise.it

L’Oscar del giorno a Michele Iorio

L'Oscar del giorno lo assegniamo al presidente Michele Iorio. A Roma, in qualità di vice presidente della Conferenza delle Regioni, ha ribadito la necessità che la sanità abbia maggiori fondi a disposizione e non come ha fatto il governo che li ha, addirittura, tagliati. Il documento è stato sottoscritto da tutti i governatori perché a rischio è la stessa permanenza in vita del sistema così come oggi è conosciuto. Un passaggio determinante perché sono le regioni a non potere più reggere i servizi essenziali di assistenza.

Il Tapiro del giorno a Massimo Romano

Il Tapiro del giorno lo diamo al consigliere regionale Massimo Romano. Ha risposto al nostro articolo di ieri in merito alla sua non partecipazione in Consiglio sul documento della sanità. Lo ha ritenuto superfluo perché si trattava di un dibattito fine a se stesso. Eppure noi continuiamo a ripetere che la politica, tutta, avrebbe dovuto pensare ad una programmazione sul territorio perché è questo il compito di ciascun consigliere. Se si attende che la casa bruci per dire che la colpa è di altri, non ci si avvede che dopo restano solo i carboni e null'altro.

REGIONE

Troppi mal di pancia sulla legge elettorale che rischia di svanire A PAG. 3

ECONOMIA

L’impianto di Termoli deve continuare a produrre zucchero e non veleni A PAG. 7

SANITÀ

I presidenti delle Regioni contro i tagli del governo “Il sistema non regge” A PAG. 4


TAaglio lto

2 14 dicembre 2012

Election day confermato: si vota il 17 e 18 febbraio CAMPOBASSO. Nel caos dei ricorsi elettorali che hanno caratterizzato le tre regioni impegnate a rinnovare gli organi elettivi, arriva finalmente l’ok dal ministro Cancellieri per il cosiddetto election day del 17 febbraio prossimo. Si voterà dunque per le politiche e le regionali nel Molise per una delle più corte campagne elettorali della storia: mancano infatti 55 giorni alla data delle elezioni. Un evento che ha creato al governo il problema della raccolta delle firme, che è obbligatoria per i partiti e i movimenti che non hanno loro rappresentanti nelle Camere, come il Movimento Cinque Stelle e la destra di Storace. La legge è chiara: un partito senza deputati o senatori per presentarsi in tutte le circoscrizioni deve raccogliere 120mila firme, se le elezioni arrivano alla scadenza naturale, o 60mila se anticipate come in questo caso. Troppe per essere raccolte in poche settimane. Per questo spunta l'ipotesi di un decreto per uno «sconto» già sul tavolo della Cancellieri. Anche nel Molise si svolgeranno dunque le primarie del Pd decise dal segretario Pierluigi Bersani per il 29 e 30 dicembre: primarie aperte per far scegliere agli elettori i parlamentari. «Sarà uno sforzo ai limiti dell'impossibile ma vogliamo davvero cambiare la politica», ha annunciato il vincitore delle primarie. E l'alleato Nichi

chiaro chi saranno i candidati e come saranno messi in lista. Secondo i calcoli il Pd dovrebbe eleggere tra 350 e 400 parlamentari. La scelta sarà su base provinciale e si potrà presentare anche chi non è iscritto al Pd con l'ok delle federazioni provinciali per dare spazio alla società civile. E’ chiaro che nel Molise, data la consistenza numerica della nostra delegazione parlamentare e delle percentuali politiche, i posti a disposizione sono solo

Vendola ha subito apprezzato l'idea annunciando per le stesse due giornate anche le primarie per i candidati del Sel: proprio ieri c’è stata la dichiarazione di Filippo Monaco, capogruppo di Sel in Consiglio regionale, che ha voluto riconfermare la propria appartenenza al partito nonostante la firma sul Manifesto di Massimo Romano. Le regole verranno decise nella direzione di lunedì che si annuncia infuocata. Potrà votare chi ha partecipato alle primarie del 25 novembre o chi si iscrive al Pd, ma non è ancora

È difficile giustificare la figuraccia salendo sugli specchi

Bocche cucite sulle candidature mentre sulla regione grava l’ipotesi dell’appello promosso dall’Udc avverso alla sentenza della Corte Costituzionale

due ma l’appetito non manca e lo voglia di provarci sembra persuadere diversi contendenti. Ma c’è stranamente silenzio da Via Ferrari nonostante la sede sia frequentatissima. Nessuna dichiarazione ufficiale per il momento riguardante le elezioni politiche e quelle regionali: è chiaro che si ragiona per risolvere la candidatura di Paolo Frattura. Silenzio arriva anche dal vincitore del ricorso elettorale, che avrebbe posto ai partiti le sue condizioni, ovvero mano libera sulla composizione del listino e la presentazione della lista del presidente composta da un ampia rappresentanza di personalità del mondo della cultura, del lavoro e dell’impresa. Una proposta che non piacerebbe al presidente del Pd Roberto Ruta che vorrebbe candidare a tutti i costi Francesco Totaro nel listino maggioritario o posizionarlo per un posto in Senato. Ma su tutto grava il fondato pericolo che l’Udc possa appellarsi alla sentenza di Palazzo Spada: nei giorni scorsi c’è stato un consulto tra il segretario dei centristi Di Pietro con l’avvocato Colalillo e l’ipotesi non viene ancora scartata. L’appello potrebbe significare una sospensiva di carattere cautelativo che nemmeno il più perfido degli scrittori potrebbe immaginare circa le conseguenza che avrebbe sulle sorti della regione.

Massimo Romano replica all’articolo de La Gazzetta del Molise

Il consigliere Romano tenta di giustificare la figuraccia rimediata, insieme all’opposizione, in Consiglio regionale arrampicandosi sugli specchi. Tenta, appunto, ma senza riuscirci. Romano ne svilisce il ruolo quando dice che parlar in Aula, e di sanità, in questo momento ha lo stesso valore di un convegno o di una chiacchierata al bar. Complimenti consigliere, pensa questo della massima istituzione della Regione? A prescindere dal risultato finale della discussione, lei aveva il dovere di essere lì quantomeno ad ascoltare, in rispetto anche di chi l’ha votata. Invece no. O si ricorre alle vie giudiziarie (lei aveva proposto di sollevare il conflitto di attribuzione della Regione contro lo Stato, dinanzi alla Corte Costituzionale) o niente! E’ chiaro che il Consiglio regionale non avrebbe potuto fare molto sul piano sanitario, ma almeno una posizione netta e chiara di dissenso nei confronti del commissario Basso l’ha assunta. Un atto politico formale che ha il proprio valore. Una posizione che il centrosinistra non ha assunto e che di certo non gli fa onore. Nessuno si sarebbe sognato di considerare lei e gli altri colleghi di opposizione conniventi con Iorio ed il suo governo qualora aveste votato l’ordine del giorno, ma così facendo, qualche dubbio invece può sorgere. Lei invece, nascondendosi dietro una presunta coerenza ha preferito snobbare l’Aula e quei cittadini che ancora si fidano di chi hanno eletto in Consiglio regionale. Sarà anche intraprendente, preparato e deciso ma forse, consigliere Romano, causa anche la sua giovane età, le manca quel pizzico di saggezza e moderazione, indispensabili nella vita, come in politica che solo l’esperienza può dare. Marianna sole

“Se decide lo Stato e la Regione se ne frega, a che serve discuterne in Consiglio?” Con riferimento all’articolo “L’opposizione e il senso di responsabilità che non c’è”, pubblicato su La Gazzetta del Molise (pg. 3) del 13.12.2012 a firma di Marianna Sole, nel quale si legge, tra l’altro, che in occasione del dibattito consiliare sulla sanità avrei dismesso il ruolo di “contestatore” dimostrandomi disinteressato all’argomento, desidero precisare quanto segue: La scelta del consiglio regionale di discutere di Piano sanitario è un atto doveroso in termini politici ma del tutto ipocrita ed inutile sul piano giuridico ed istituzionale. Ha, in altre parole, lo stesso valore di un convegno o di una chiacchierata al bar (come se il consiglio comunale di Castelbottaccio si occupasse della crisi arabo israeliana: una discussione magari anche stimolante culturalmente ma del tutto priva di effetti sul piano istituzionale). Come è noto, il commissariamento della Regione ed il successivo “commissariamento del commissario” (previo sub commissariamento…) hanno prodotto l’effetto di sottrarre alla Regione qualsiasi potere

in materia di programmazione sanitaria, attratto alle prerogative dello Stato che tramite il commissario si sostituisce all’ente (regione) inadempiente. Per evitare di fare pagliacciate quale quella di far finta di discutere di sanità sapendo benissimo che nessuno ti “ascolta”, ho proposto al consiglio regionale di deliberare la proposizione di un ricorso innanzi alla Corte Costituzionale per sollevare il conflitto di attribuzione della Regione contro lo Stato, rivendicando le prerogative della regione in materia di programmazione sanitaria. Il Consiglio ha bocciato la proposta: come dire, lasciamo fare allo Stato ma facciamo finta che non siamo d’accordo. La verità è che fa comodo a tutti, far finta che se oggi chiudono gli ospedali la colpa è del dott. Basso. Se siamo giunti a questo punto di non ritorno la responsabilità è di chi politicamente ed istituzionalmente avrebbe dovuto razionalizzare e invece ha sperperato. E che oggi, in sanità come su altri temi, tenta –vanamente - di rifarsi una verginità. Ma è davvero operazione dura. Nonostante i professionisti degli ordini del giorno.


TAaglio lto

3 14 dicembre 2012

O I D D A E L A R O T T E L E E G G LE Tappe forzate per il Consiglio regionale: il 20 dicembre l’approvazione dello Statuto e poi l’apertura della sessione di Bilancio CAMPOBASSO. Legge elettorale, addio. Non c’è più tempo e neppure la volontà politica per approvarla. Ormai è evidente a tutti che non c’è nessun interesse ad occuparsene. L’unica proposta, elaborata dal Gruppo dell’Udeur, malgrado la sollecitazione del capogruppo Vincenzo Niro, non è stata ancora assegnata alla Prima Commissione per avviarne l’esame. Il presidente del Consiglio, rispondendo in Aula alla richiesta di Niro, aveva ricordato come ci fosse la necessità di ricostituire la Commissione, dopo le dimissioni del consigliere Frattura. Ricomposizione che tuttavia è avvenuta, con l’ingresso di Scarabeo, ma al momento il testo non è ancora approdato in Commissione. Va tuttavia detto che i tempi sono ormai strettissimi, soprattutto se, come si prevede, il Molise dovesse tornare alle urne a febbraio. Il Consiglio regionale, dal prossimo 20 dicembre avrà una serie di provvedimenti da adottare. Si parte il 20, appunto, con l’approvazione, in seconda lettura, dello Statuto. Un passaggio indispensabile per consentire il via libera definitiva della Carta della Regione. Poi sarà la volta del Bilancio. Nel corso dell’ultima seduta del Consiglio regionale il presidente Pietracupa aveva sottolineato la necessità di avviare la sessione di Bilancio, in modo da giungere all’approvazione del documento contabile entro la fine dell’anno. L’assessore competente Vitagliano, dal canto suo, aveva minimizzato, ipotizzando la possibilità di approvare il Bilancio anche nel corso della prima settimana di gennaio. Una ipotesi, tuttavia che non convince la maggior parte dei consiglieri, a cominciare proprio dal presidente dell’assemblea legislativa che vuole a tutti i costi evitare l’esercizio provvisorio. Dunque l’orientamento è quello di avviare, subito dopo l’approvazione dello Statuto, l’esame del Bilancio. Il problema è che ad oggi la struttura dell’assessorato non avrebbe ancora

Ora le priorità sono altre

La proposta di riforma del consigliere Niro non è stata neppure assegnata alla Prima Commissione

fatto pervenire la documentazione e quindi c’è il timore che eventuali ritardi possano pregiudicare l’approvazione del documento contabile entro i termini, previsti, lo ricordiamo, entro il 31 dicembre. Una situazione di estrema incertezza, quella in cui il Consiglio regionale si trova ad operare. Non c’è chiarezza ancora sulla data delle elezioni. L’ufficialità, tuttavia, non dovrebbe tardare ad arrivare e proprio la mancanza di ufficialità genera un clima di disorientamento.. Dal canto suo, il presidente Pietracupa porta avanti con decisione la linea adottata all’indomani dell’annullamento del voto: nessun atto politico, solo provvedimenti che hanno il carattere dell’urgenza e dell’indifferibilità. Ed al momento, l’unico atto che presenta queste caratteristiche è il Bilancio. Per tutto il resto, compresa la legge elettorale, non c’è tempo, né la possibilità di procedere. Il consigliere Niro aveva sollecitato le forze politiche ad avviare un confronto sull’argomento ed in suo soccorso era giunto, inaspettatamente, l’assessore al Bilancio Vitagliano che aveva invitato tutti a riflettere sulla ne-

cessità di approvare la riforma della legge elettorale prima delle elezioni, prefigurando scenari quasi apocalittici nel caso in cui ciò non si dovesse verificare. Parole cadute nel vuoto. Il presidente del Consiglio ha detto a chiare lettere che le emergenze e le urgenze, al momento sono altre, mentre le forze politiche non hanno minimamente preso in considerazione l’idea di mettersi a discutere e confrontarsi su un tema che di certo non può essere liquidato in poco tempo. Dunque i molisani torneranno al voto con l’attuale sistema elettorale ed il tanto vituperato listino non sarà eliminato. Alla fine i consiglieri da eleggere saranno sedici, visto che quattro andranno direttamente nel maggioritario. Tutto resta invariato, escluso il numero degli eletti. Secondo la legge regionale approvata di recente e secondo lo Statuto che sta per essere approvato in via definitiva, i consiglieri saranno venti e non più trenta e la Giunta potrà essere composta di quattro assessori al massimo che tuttavia potranno essere anche esterni. Che la politica molisana non fosse pronta ad affrontare la materia elettorale lo si era capito da subito. Nessuno, a parte Niro, si è premurato di abbozzare una proposta. Evidentemente fa comodo a tutti andare avanti così, alla giornata. Con molta probabilità se ne riparlerà nel corso della nuova legislatura. I tempi per dare al Molise una legge elettorale al passo con i tempi non sono ancora maturi. ma.sol.


TAaglio lto

4 14 dicembre 2012

SANITÀ

CAMPOBASSO. “Le Regioni ribadiscono l’insostenibilità del Servizio sanitario nazionale dopo gli interventi delle ultime manovre finanziarie e della spending review. I tagli rischiano infatti di mettere a repentaglio l’erogazione di prestazioni fondamentali per i cittadini e per la tutela del diritto alla salute”, E’ quanto si legge in una nota diffusa al termine della Conferenza delle Regioni. “Le Regioni sottolineano comunque la necessità di arrivare ad un nuovo “patto per la salute”, per gli anni 201315, strumento fondamentale – prosegue il comunicato della Conferenza - per un efficace governo della spesa pubblica, come dimostrato dai risultati ottenuti negli ultimi anni. Ma senza la soluzione delle questioni relative alle risorse finanziarie necessarie per l’erogazione dei livelli essenziali di assistenza non solo non sarebbe possibile sottoscrivere il Patto, come abbiamo sempre detto, ma si aprirebbe una situa-

Scontro tra Regioni e Governo sul patto della salute

zione di grave e insostenibile incertezza. Sotto questo profilo nella legge di stabilità devono essere ricercate le condizioni

Iorio: “Nessun confronto se non ci saranno risorse necessarie al Fondo sanitario nazionale”

minime che consentano, attraverso innovazione e riqualificazione dei servizi sanitari, la tenuta del sistema”. “Abbiamo riconfermato con fermezza la decisione della Conferenza – ha affermato a margine dell’incontro il presidente Iorio - di rifiutare ogni confronto utile per la formulazione del Patto della Salute con il Governo se prima non avremo la garanzia dell’appostamento delle risorse che mancano al Fondo Sanitario Nazionale. Relativamente a questa condizione è da escludere anche l’ipotesi di “mini Patto” annunciato sulla stampa dal Ministro Balduzzi”. In relazione poi alle nuove regole ed ai requisiti per l’accreditamento nella sanità pubblica e privata, il Presidente ha evidenziato come nell’incontro si sia deciso anche di richiedere l’urgente apertura di un Tavolo per la rielaborazione dei vari criteri, a cominciare dall’innalzamento dei limiti minimi di popolazione imposti per le strutture ospedaliere e la conseguente individuazione del fabbisogno di posti letto.

I timori. La piccola industria preoccupata sulla proroga del decreto per i lavoratori licenziati per giustificato motivo

L’Api chiama i parlamentari “Rivedere la mobilità” CAMPOBASSO. Allo stato attuale dei lavori parlamentari di fine legislatura, permane una forte incertezza circa la proroga della disposizione (art. 33, comma 23, L. 12/11/2011, n. 183, cosiddetta Legge di stabilità per il 2012) che consente, fino al 31 dicembre 2012, l’iscrizione nelle liste di mobilità per i lavoratori licenziati per giustificato motivo oggettivo da imprese che occupano anche meno di 15 dipendenti. Infatti, gli incentivi per l’assunzione dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità a seguito di licenziamento individuale rimangono attualmente applicabili alle assunzioni, proroghe e trasformazioni effettuate fino al pros-

simo 31 dicembre, mentre l’applicazione degli incentivi medesimi per assunzioni, proroghe e trasformazioni da effettuarsi fino al 31 dicembre 2016 (la Legge n. 92/2012 abroga del tutto la possibilità di iscrizione nelle liste di mobilità a decorrere dal 1° gennaio 2017), è subordinata a specifiche proroghe legislative. "L’API Molise, Associazione della Piccola e Media Industria, preso atto della situazione, ed estremamente preoccupata per le conseguenze pregiudizievoli che la mancata proroga arrecherebbe alle piccole e medie imprese rappresentate, nonché per i gravi ed infausti effetti che il vuoto normativo

riverbererebbe sull’intero mercato del lavoro e dell’occupazione, ha inoltrato oggi una nota ai Parlamentari molisani evidenziando l’urgenza di un rimedio normativo tempestivo, alla stregua di quanto operato negli anni precedenti". La preoccupazione dell’Associazione è tanto più accentuata dalla conside-

razione delle vicende legate all’imminente crisi di Governo ed all’annunciato scioglimento delle Camere che potrebbero lasciare in sospeso l’intera questione a discapito dei lavoratori e delle aziende, tra l’altro in un momento assai critico per l’economia del Paese.


TAaglio lto

5 14 dicembre 2012

Il sogno e il segno del progresso pensati nel 1862

La dichiarazione. Il presidente Iorio

“Nel rispetto delle autonomie, un nuovo sviluppo” CAMPOBASSO. Non più tardi di qualche mese fa era stato anche il presidente della Giunta regionale, Michele Iorio, a sottolineare la necessità, nella salvaguardia delle rispettive autonomie, di realizzare quello sforzo teso a una progettazione complessiva di macro area. "In tempo di federalismo non c'è più spazio per l'enfatizzazione delle differenze e per ribadire continuamente il concetto di autonomia. E'invece imperativo far ricorso a tutte le possibili iniziative che consentano ai territori di svilupparsi lavorando in sinergia tra loro per fare massa critica e creare sviluppo e crescita socio-economica. L'Euroregione Adriatica nasce a Termoli nel 2004 pensando proprio alla realizzazione di un grande organismo che unisca venti milioni di cittadini, appartenenti a varie regioni ed enti locali, a loro volta parte di diversi Stati e accomunati dall'essere bagnati dal Mare Adriatico. Tutti questi soggetti istituzionali, economici, scientifici e culturali sono legati da una storia comune millenaria, da rapporti antichi e da interessi reciproci, che hanno al centro la realizzazione di una concreta politica adriatica in un'ottica mediterranea per creare nuovo sviluppo e crescita diffusa e duratura. Un processo di messa in campo di sinergie comuni a cui il Molise ha lavorato molto e che ha visto in questi anni nascere rapporti stabili tra istituzioni, tra aziende e tra esponenti della cultura. In quest'ottica si inserisce molto bene il rapporto tra Molise, Abruzzo e Marche che si trovano ad essere il baricentro dell'Euroregione Adriatica e possono ben operare, anche all'interno delle politiche nazionali, e nell'ottica federalistica, per trovare progetti comuni, programmi di sviluppo condivisi e iniziative da intraprendere nell'interesse reciproco".

CAMPOBASSO. Oggi si torna a parlare della necessità di guardare a più largo raggio nella realizzazione di opere infrastrutturali gravitanti e serventi più aree. Perchè, allora, non ricordare un volumetto avente per titolo: “Ragionamento del professore Antonio Vincenzo Rossi sulle “Traversate appennine di ferrovia nel Napolitano” pubblicato postumo nel 1865? Rossi era ingegnere capo del genio civile membro della sezione di Napoli del consiglio superiore dei lavori pubblici e scrisse queste righe nel 1862 al Re Vittorio Emanuele II poco prima di morire. “A me pare torni ad onore dell’Italia l’adottare un bene inteso sistema di linee di strade ferrate in ogni sua parte. A disonore il tanto non fare. Dunque la traversata appennina di ferrovia per Capua – Benevento e Campobasso a Termoli è preferibile a tutte le altre; ben soddisfa a tutte le tre condizioni appennina di ferrovie nel Napolitano… quando la commissione delle strade ferrate del Napolitano prendeva in considerazione la ferrovia per le valli del Tammaro e del Biferno, volle vedere come rendere più breve una linea; e delegava perciò due ingegneri del Genio civile per fare gli opportuni studii all’oggetto; e questi trovarono che ben si poteva accorciare la linea nel modo suddetto, senza uopo di gallerie, né di profonde trincee, facendo un’ascesa ed una discesa con pendenza del 15 per mille… Ciò

La regione doveva essere attraversata nella valle del Biferno dalla linea ferroviaria fino a Termoli “che guarda all’altra sponda dell’Adriatico” apre la più breve e rapida comunicazione tra Napoli e Torino; riunisce per la linea più breve Napoli sul Tirreno a Termoli sull’adriatico… Dunque la linea per Capua, Benevento e Campobasso dal Tirreno sale sempre sino al punto culminante nei piani di Bojano; e poi scende sempre fino all’Adriatico. Della nuova linea la lunghezza della salita è di chilometri 105, quella della discesa di chilometri 79… Il porto di Termoli sta ad egual distanza da Spalato, Ragusa e Cattaro, città marittime sulle opposte rive dell’Adriatico. Ed in primo, si getti uno sguardo su la carta nautica del Wild. Si vede, come ad egual distanza dal lido sta profondità maggiore innanzi Termoli che non innanzi a Pescara o Barletta: che Termoli sta quasi ad egual distanza da Spalatro, Ragusa e Cattaro, città marittime su le opposte rive dell'Adriatico; mentre che così non stanno nè Pescara, nè Barletta. In secondo luogo uno sbocco a Termoli, ove è facile migliorarne il porto, fa che tutto il litorale italiano dell'Adriatico resta diviso quasi in tanti tratti eguali, con

vantaggio della navigazione e del commercio; perciocchè la lunghezza di 176 leghe nautiche che sono da Venezia ad Otranto, restano così divise: da Venezia ad Ancona leghe 55, da Ancona a Termoli leghe 48, da Termoli a Bari leghe 43, e da Bari a Brindisi leghe 20. Laddove in Pescara non può stabilirsi che un piccol porto canale, e starebbe vicinissimo ad Ancona; e parimente assai vicino a Bari starebbe un porto in Barletta. “Dunque confidiamo che i Ministri non vogliano negare a duemilioni di abitanti a due provincie e tre circondari italiani una linea ferroviaria che partendosi da Capua, per Benevento e Campobasso scavalcando gli Appennini tra Bojano e Vinchiaturo scendesse a Termoli sull’Adriatico; la quale ha tutte le condizioni indispensabili ad una traversata appennina nel Napolitano; e che non facendosi, resterebbe fatto il più grave errore; e due milioni di abitanti resterebbero ammiseriti". C'è necessità, oggi che siamo nel 2012, di qualche aggiunta? Crediamo sarebbe superflua.

L’intervento. Per il consigliere regionale Michele Petraroia CAMPOBASSO. "Federare il Molise, con l’Abruzzo e le Marche per una programmazione di area vasta che coinvolge tutta la fascia adriatica dalla Romagna alla Puglia, individuando direttrici di sviluppo comuni, favorite da grandi opere infrastrutturali quali la terza corsia autostradale, l’alta velocità ferroviaria, un sistema portuale efficiente, interporti ed aeroporti potenziati, poli universitari d’eccellenza, dorsale interna appenninica stradale e ferroviaria NordSud con distretti produttivi, turistici, economici e ambientali in collegamento tra loro". E' questo il pensiero espresso dal consigliere regionale Michele Petraroia che torna a sottolineare la necessità di un patto federativo con le altre due realtà regionali. "Una programmazione per macro-area che si inserisca nei nuovi quadri comunitari di sostegno per il 2014-2020 evitando duplicazioni costose e collocando il

“Federare il Molise con Abruzzo e Marche” litorale adriatico quale territorio proiettato verso i paesi del Sud-Est europeo che vedono crescere le proprie economie in modo esponenziale e rappresentano il futuro dell’Unione Europea. Ma anche all’interno dei singoli paesi bisognerà riordinare i livelli istituzionali con una semplificazione degli assetti amministrativi, una riduzione dei costi burocratici e un riorientamento della spesa pubblica verso il lavoro e le imprese".


TAaglio lto

6 14 dicembre 2012

Il fatto. Il documento è stato firmato da Aldo Patriciello e Bill Newton Dunn a Strasburgo

East Midlands e Molise le due Regioni per lo spazio CAMPOBASSO. Nel quadro della collaborazione da tempo avviata nel settore delle applicazioni spaziali tra la Regione East Midlands (Regno Unito) e la Regione Molise e nell’ambito della partecipazione della Regione Molise alla rete europea Nereus (Rete di regioni europee utilizzatrici di tecnologie spaziali), Sviluppo Italia Molise S.p.A. ha promosso un incontro tra i rappresentanti europarlamentari delle due Regioni: Aldo Patriciello e Bill Newton Dunn svoltosi a Strasburgo, martedì scorso. L’incontro nasce dallo sforzo compiuto dalle due regioni per valorizzare la politica spaziale europea che, attraverso specifiche linee guida, indicano il settore spazio come importante leva per la crescita e la competitività dei territori, riconoscendo il ruolo determinante delle regioni per il raggiungimento degli obiettivi dei più importanti programmi spaziali europei, Galileo e Gmes (ora Copernicus). Linee guida ben espresse nella Comunicazione della Commissione al Consiglio: "Verso una strategia spa-

Sottoscritto un accordo europeo per valorizzare le risorse destinate ai progetti di sviluppo territoriale ziale per l'Unione Europea a beneficio dei suoi cittadini" - COM (2011) 152, anche attraverso il relativo parere richiesto dalla Commissione e di cui l’onorevole Aldo Patriciello è stato relatore per il Parlamento Europeo. All’incontro, oltre ai Parlamentari erano presenti il Prof. Alan Wells dell’Università di Leicester (UK) e Presidente dello Space Research Centre, nonchè Vice Presidente di NEREUS; l’Ing. Domenico Testa, Amministratore Unico di Sviluppo Italia Molise S.p.A.; la Dott.ssa Nelida Ancora, rappresentante della Regione Molise per Nereus e Presidente del Consorzio Geosat Molise. L’On Aldo Patriciello, dopo aver presentato alla luce della politica europea le potenzialità del Molise, tra cui: la collocazione geopolitica al centro dell’Italia e dell’area euro adriatica, il prossimo avvio del progetto Geosat Molise, da poco approvato dal Ministero Università Ricerca Scien-

tifica (MIUR) ed il progetto THE ISSUE (progetto europeo sul trasporto, la salute, e l’ambiente nelle economie urbane), in cui le due regioni Molise ed East Midlands sono partner, ha messo in luce, tra l’altro, la difficoltà ad interagire e collaborare a livello nazionale per ottimizzare le ricadute derivanti dai finanziamenti europei. Dopo una attenta analisi delle due realtà regionali, i due parlamentari hanno convenuto circa le significative affinità dei due territori soprattutto nella promozione della politica di cluster sostenuta dall’Unione Europea, nell’ottica politica della tripla elica (collaborazione tra Università, Impresa, Ente regionale) e nelle competenze maturate nel settore “osservazione terra” prendendo l’impegno di promuovere presso le competenti istituzioni nazionali forme di collaborazione tra i due Paesi basate sul modello sperimentato dalle due regioni.

La manifestazione. In vetrina a Udine presente in Friuli Venezia Giulia, con il patrocinio del Consiglio regionale del Molise ed è stato altresì inserito come evento nel calendario mensile degli appuntamenti promossi dal Comune di Udine. Prosegue dunque, a poche settimane di distanza da un analogo incontro istituzionale legato

alla valorizzazione del territorio, realizzato con successo in Valle d’Aosta, l’impegno del Consiglio regionale per la promozione dell’immagine del Molise in Italia. A conclusione del convegno il presidente Pietracupa assisterà al Concerto natalizio tenuto dal Gruppo etnomusicale molisano il Tratturo di Mauro Gioielli.

redazione@lagazzettadelmolise.it

Fine del mondo o inizio di una nuova era? provvedimenti che tendono a sminuire la figura dello studente; si parla d'investimenti sui giovani e poi abbiamo un tasso di disoccupazione giovanile che supera di gran lunga quello nazionale ed europeo! Abbiamo un piano di offerta formativa e culturale che non è per niente idoneo alle esigenze del mercato nazionale, che porta non solo a una riduzione degli studenti che si laureano nel Molise, ma anche all’aumento vertiginoso degli studenti “stranieri” che vanno ad arricchire nuove terre alla ricerca di un futuro dignitoso e soprattutto di un lavoro; parola che in Italia ha perso completamente valore e soprattutto si-

gnificato. Trattasi del fenomeno “ fisiologico” dell’emigrazione verso realtà extra-regionali ,che sta mandando in rovina il nostro territorio regionale. Per non parlare del fronte della competizione a livello nazionale. Se vogliamo contare a livello nazionale, l’università deve investire capitali, facendo forza sulla qualità dei servizi, sulla qualità del personale e infine sul prodotto ( laureati), garantendo l’incremento dell’offerta formativa e il ritorno economico. L’Unimol è una grande azienda che opera , non solo nel settore culturale per formare gli studenti, ma anche nel settore lavorativo per formarli come liberi professionisti e

come lavoratori competenti nel settore in cui vanno ad operare. Tuttavia se i servizi sono scadenti, il personale non adeguato e il prodotto non soddisfa, si percorre la strada del fallimento del sistema universitario regionale e purtroppo se non facciamo qualcosa, quella sarà la prossima sventura, visto che siamo anche tra gli Atenei fuorilegge. Detto questo porgo i miei più sinceri auguri di buon natale a tutti nella speranza che queste vacanze facciano riflettere sugli errori commessi, per iniziare un nuovo anno ricco di sorprese. Americo Tomeo Studente universitario

@

Ritorniamo a parlare di tematiche che hanno sempre animato il panorama giovanile regionale e nazionale e che hanno sempre evidenziato la rabbia e nello stesso tempo la speranza che qualcosa cambiasse. Torniamo a parlare di aumento delle tasse, diritto allo studio, agevolazioni per gli studenti, investimenti sui giovani e competizione nazionale. In quattro anni le tasse sono aumentate del 28%, colpendo maggiormente le fasce di reddito medie che in passato hanno maggiormente contribuito alla formazione di laureati che hanno trovato uno sbocco lavorativo. Si parla tanto di diritto allo studio e il Molise è l’unica regione che non ha una legge regionale sul diritto allo studio. Si parla di agevolazioni per gli studenti, ma si adottano

CAMPOBASSO. Il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Mario Pietracupa, partecipa oggi a Udine al Convegno su ‘Le tradizioni popolari del Molise’. L’incontro, che si terrà nella Sala ‘Mandrassi’, moderno auditorium nel centro della città friulana, è stato organizzato dall’Associazione abruzzesi e molisani

L E T T E R E

@

L E T T E R E

Le tradizioni popolari regionali ambasciatrici della nostra terra


TAaglio lto La letter@

7 14 dicembre 2012

La questione. Dopo avere detto no alla dismissione, ora bisogna ritrovare le giuste motivazioni ideali

Lo Zuccherificio è un patrimonio di tutta la regione e nostro vanto I lavoratori dello Zuccherificio del Molise S.p.A. collocati, dal 1 Novembre 2012, in cassa integrazione a zero ore, per 12 mesi, ad oggi ancora non percepiscono le indennità previste. A questo si aggiunge (e questo riguarda tutti i dipendenti old e newco) che neanche la tredicesima mensilità e parte delle spettanze del mese di Luglio si sa quando verranno erogate. Ricordiamo che il 25 Ottobre 2012 presso la sede dell'Assessorato al Lavoro della Regione Molise tra il commissario giudiziale a rappresentanza dello zuccherificio del Molise s.p.a. le RSU e le OO.SS. territoriali in presenza del direttore del Servizio Politiche per l'Occupazione hanno sottoscritto la possibilità di accedere alla convenzione tra la Regione Molise e l'Unicredit s.p.a. per l'anticipazione dei trattamenti di CIGS in favore dei lavoratori delle aziende che hanno sede sul territorio della Regione Molise. L' Ad Alfieri ha manifestato, in più occasioni, la volontà di essere autorizzato ad anticipare, tramite la newco, tali spettanze. In quanto, sicuramente, è consapevole che parte dei proventi derivanti dalla vendita dello zucchero sono frutto del lavoro svolto, durante la campagna saccarifera, dai lavoratori oggi in cassa integrazione. Nel mese di Dicembre, si hanno delle scadenza improrogabili: IMU, mutuo, bollette varie, etc etc…oltreché poter trascorrere un Natale più sereno. Vogliamo ricordare ai commissari giudiziali incaricati dott.ssa Mileti e Avv. Musacchio che questa situazione è inaccettabile, chiediamo quindi, di adoperarsi per sbloccare gli intralci procedurali e burocratici e di consentire l'erogazione della cassa integrazione il prima possibile. Ci appelliamo al Pres. Iorio perché ancora una volta si faccia garante dell’accordo sindacale siglato il 6 luglio e il 22 ottobre affinché massimo nella prossima primavera tutti i dipendenti possano rientrare in fabbrica. Ricordando le sue parole : nessuno sarà abbandonato. In vista dell'imminente pubblicazione del bando di gara per la vendita, ci auguriamo, inoltre , che il Presidente vigili attentamente affinché lo zuc-

Caro presidente Iorio, continui ad essere garante di quanto sottoscritto e lasci da parte gli incantatori cherificio venga venduto interamente ad operatori del settore saccarifero, unica garanzia di continuità aziendale. Visto che si è sempre battuto che lo stabilimento continuasse a fare barbabietola, non vorremmo che mentre ci si batte per la continuazione della produzione di zucchero in Molise qualcuno ha altri interessi per quel sito. Invitiamo i lavoratori dello zuccherificio, le rappresentanze politiche e sindacali, i mass media e l'opinione pubblica a prestare la massima attenzione su quello che accadrà nei prossimi mesi allo stabilimento di C.da Pantano basso. Comitato lavoratori avventizi

L’impianto molisano deve continuare a produrre zucchero CAMPOBASSO. Dopo l'approvazione dell'OCM zucchero del dicembre 2005 che ha portato alla chiusura di ben 15 zuccherifici su 19 presenti in Italia e gli sforzi congiunti tra il Governo Prodi e le Regioni del Molise e della Puglia per tenere in vita il settore, ora bisogna fare il possibile per salvare lo stabilimento saccarifero di Termoli. E' quello che chiedono i dipendenti e gli avventizi. Lo zuccherificio del Molise, che è una delle quattro strutture ad oggi rimaste in produzione, merita una particolare attenzione, in quanto lo stabilimento è l'unico rimasto in attività nell'Italia centromeridionale. Un'eventuale chiusura significherebbe una chanches in meno per lo sviluppo dell'agricoltura del meridione e, in particolare, del Molise. Per questo, si chiede l'impegno della Regione perchè il bando di gara che sarà

Va rafforzato il punto specifico del bando di gara di vendita dell’azienda per salvaguardare tutti pubblicato, per l'affidamento a una società esterna, garantisca che la stessa continui a produrre zucchero. Per rispetto di tutti gli sforzi fatti dalla Regione nel passato, per la decisione assunta di non assecondare, allora, la politica europea (si veda cosa è rimasto di quel patrimonio infrastrutturale degli zuccherifici che vi hanno aderito) e per evitare che un punto di riferimento così importante possa venire meno. E' questo lo sforzo che va messo in atto. Certo, è pure altrettanto vero che bisognava mettere in agenda un piano triennale capace di rafforzare la filiera e di guardare anche a nuove linee produttive per lo zucchero: a partire da quello dietetico e finire a quello candito. Dopo tanto clamore negli ultimi mesi

intorno alla gestione dei tecnici ora la politica torni a fare la politica. Tutta, nel suo complesso. Dica cosa vuole che resti di questa produzione in Molise e in Italia. Lo dica subito ma con progetti e impegni alla mano. Quello di Termoli è l'unico Zuccherificio dell'Italia meridionale. Si costruisca intorno ad esso un nuovo progetto di agricoltura della quale tanto ne ha bisogno l'economia regionale e del Paese. E' questo l'impegno che spetta ad una classe politica che sia, nel contempo, dirigente. La zolletta di zucchero non serve più. Lo Zuccherificio deve restare in Molise per continuare la produzione di quel bene prezioso che Alessandro Magno definiva "un miele che non ha bisogno di api".


8 14 dicembre 2012

Campobasso

I numeri della Cgia.

Ceto medio sempre più povero Tra Imu, Irpef, Iva e accise sui carburanti, le famiglie italiane sborseranno circa 726 euro in più rispetto allo scorso anno sono L’introduzione dell’Imu, gli aumenti dell’Iva, delle accise sui carburanti e dell’addizionale Irpef regionale hanno fatto aumentare sensibilmente il peso delle tasse sulle famiglie italiane, con aggravi che quest’anno potranno raggiungere i 726 euro: una vera stangata che, in un momento di profonda crisi economica, rischia di mettere in ginocchio soprattutto il ceto medio. “Se si continua ad agire solo sulla leva fiscale – segnala il segretario dalla Cgia Giuseppe Bortolussi – siamo destinati ad avvitarci in una crisi dalla quale difficilmente riusciremo ad uscirne in tempi brevi. Le famiglie, per far fronte alle scadenze fiscali sempre più pesanti, non spendono più e i consumi sono scesi ai minimi storici. Questa situazione sta spingendo verso la chiusura centinaia e centinaia di migliaia di commercianti ed artigiani che si trovano gli scaffali pieni di merci e di prodotti, ma senza nessuno che entri nei loro negozi. Solo lanciando più soldi in tasca a lavoratori dipendenti e pensionati ab-

biamo forse la possibilità di invertire questa tendenza”. Le simulazioni sono state realizzate dall’Ufficio studi della Cgia di Mestre che, alla luce delle novità fiscali introdotte sia dal Governo Berlusconi sia dall’ Esecutivo guidato dal professor Monti, ha calcolato l’aggravio fiscale che questi nuovi provvedimenti avranno sui bilanci di tre diverse tipologie familiari così composte: Giovane senza familiari a carico Nel 2012 questo operaio, con un reddito poco inferiore ai 20.000 euro e con un’abitazione di 60 mq, subisce un aumento del prelievo fiscale pari a 405 euro. Particolarmente pesanti sono gli aumenti riconducibili all’impennata di accise e Iva sui carburanti (+199 euro) e all’introduzione dell’Imu sulla prima casa (+120 euro). Nel 2013 la maggiore tassazione sul 2012 sarà di 55 euro e scenderà a 16 euro nel 2014. Al termine del triennio, rispetto al 2011, questo operaio pagherà 477 euro in più. Coppia con un figlio Questa famiglia è composta

da un impiegato con un reddito annuo di 22.000 euro sposato con una signora che lavora come commessa presso un negozio. Da questo rapporto di lavoro percepisce 19.000 euro all’anno. Vivono assieme ad un figlio in una abitazione da 115 mq. Per l’anno in corso subiranno un aumento fiscale di 640 euro (anche in questo caso i carburanti e l’Imu saranno le voci di spesa più importanti), mentre nel 2013 registreranno una lieve flessione, pari a 11 euro, rispetto a quanto hanno versato nel 2012. Questo risultato è riconducibile alla “Legge di stabilità” che ha deciso di aumentare le detrazioni Irpef per i figli a carico. Infine, nel 2014 l’aggravio fiscale si attesterà sui 93 euro. Alla luce di ciò, tra il 2011 ed il 2014 l’aumento della tassazione peserà sul bilancio di questa famiglia per un importo pari a 722 euro. Coppia con due figli Questo nucleo familiare è costituito da un impiegato direttivo con un reddito annuo di 50.000 euro sposato assieme ad una signora che fa la casalinga. Da questo matrimonio sono nati due figli e tutti assieme vivono in una abitazione di 115 mq. Quest’anno il carico fiscale aggiuntivo sarà pari a 726 euro (le voci più significative sono i 305 euro di Imu e i 199 euro di maggiori spese per il carburante ), mentre nel 2013, per l’effetto dell’aumento delle detrazioni Irpef per i figli a carico, l’aggravio fiscale sarà negativo. Vale a dire che l’anno prossimo, rispetto al 2012, risparmieranno 61 euro. Nel 2014, invece, saranno costretti a pagare ben 146 euro in più rispetto all’anno precedente. In virtù di tutto questo, gli effetti fiscali delle manovre Berlusconi e Monti costeranno a questa famiglia ben 812 euro di tasse in più.

Intanto il Codacons offre tutela legale a chi ruba per fame

L’avvocato Bruno Barbieri, presidente regionale, nonché numero due a livello nazionale del Codacons, l'associazione che difende in consumatori, ha lanciato un'iniziativa che farà discutere: "Offriamo tutela legale gratuita a tutte le persone che rubano nei supermercati per colpa della crisi, perché non ha i mezzi per comprarsi nemmeno il pane". Quella che sembrerebbe una provocazione è stata così spiegata dallo stesso legale che ha detto:"Noi riteniamo che in questo momento di crisi ciascuno debba fare la propria parte. In particolare noi, che difendiamo i consumatori, dobbiamo farci carico di quelle persone che hanno commesso reati contro il patrimonio non a scopo di lucro, ma a scopo di necessità. Che si sono macchiati, insomma, dei cosiddetti reati bagatellari, dove il bene rubato ha un valore infimo, molto contenuto". Insomma, l'intento del Codacons non è certo quello di incentivare i piccoli furti: "Le indicazioni che daremo noi – ha concluso Barbieri - sono di rivolgersi a enti come la Caritas, dove spesso la gente si vergogna ad andare. È chiaro: rubare è sbagliato. Ma bisogna anche capire perché lo si fa: il nostro compito è questo".


9

Campobasso

14 dicembre 2012

Tratturo Lucera Castel Di Sangro: il primo round agli ambientalisti Annullate le autorizzazioni ambientali per il tratto di strada in via di realizzazione tra Duronia e Torella del Sannio Il ministero dei Beni Culturali ha annullato le proprie autorizzazioni in favore della realizzazione del collegamento stradale tra l’abitato di Duronia e la Fresilia accogliendo le sollecitazioni dell’associazione culturale ‘La Terra’ che insieme a diversi cittadini e al vicepresidente della commissione Lavoro, Michele Petraroia, era intervenuta in difesa del tratturo Lucera – Castel di Sangro. “Nelle prossime settimane – scrivonpo gli Ecodem - ci dovrà essere una conferenza dei servizi in cui auspichiamo che la Regione Molise intervenga con l’ufficio Tratturi dell’asses-

sorato all’Agricoltura e con gli altri settori coinvolti, per far chiarezza sulle carenze progettuali e sui mancati controlli della Pubblica Amministrazione che hanno determinato una situazione assurda. Gli Ecologisti Democratici del Medio – Molise chiedono una maggiore tutela dei tratturi da occupazioni abusive, cementificazioni, installazioni di pale eoliche, realizzazione di opere pubbliche e devastazioni di ogni genere. È arrivato il momento di dire basta agli scempi e di valorizzare un bene ambientale prezioso e di grande rilievo storico – paesaggistico.

Impianti chiusi a Campitello Matese: situazione aberrante Duro il commento del consigliere provinciale, Durante, che a questo scopo ha presentato documenti sulla programmazione turistica e sportiva dell’ente Mentre la stagione invernale è partita in tutta Italia e le stazioni sciistiche lavorano a pieno regime, gli impianti di Campitello Matese sono desolatamente chiusi. Il consigliere provinciale di Costruire democrazia Michele Durante, che ha già presentato all’attenzione del consiglio documenti riguardanti la programmazione turistica e sportiva della Provincia sulla località montana matesina, interviene nuovamente sul tema: “A Campitello Matese si vive una situazione surreale, gli impianti sono chiusi a fronte di abbondanti precipitazioni nevose e di condizioni climatiche favorevoli, mentre

nel resto d'Italia le stazioni turistiche invernali lavorano a pieno regime ormai dalla fine di novembre. È impossibile solo pensare che, a fronte di tante chiacchiere negli incontri istituzionali, e delle ingenti risorse investite sulle società e consorzi pubblici che dovrebbero garantire le attività e lo sviluppo di Campitello Matese, a tutt’oggi gli impianti di risalita, che sono la base per l'attività turistica invernale, siano chiusi. Invito il presidente De Matteis a farsi promotore di un intervento immediato sugli organi competenti della regione Molise affinché si provveda a:

accertare i motivi di questo inaccettabile ritardo; provvedere a tutte le operatività per dare corso all'apertura degli impianti e con questi della stagione sciistica; di verificare le eventuali responsabilità che stanno generando un grave danno di immagine per la mostra regione e per la stazione sciistica oltre che danni di carattere economico a tutti gli operatori turistici e dell'indotto locale. In un momento di grave difficoltà per il nostro sistema economico abbiamo lo strumento per produrre ricchezza e non lo utilizziamo, anzi lo distruggiamo. Questa è una vergogna tutta molisana”.

L’ufficio marketing de seleziona agenti pubblicitari, con età massima di 38 anni, per le zone di Campobasso, Isernia e Termoli in possesso di partita IVA e auto muniti. La raccolta pubblicitaria è per carta stampata e Quick Reporter, le news in diretta su IPHONE e IPAD. Info: 0874 438918 - fax 0874 318087 E-mail: commerciale@lagazzettadelmolise.it

Chi vorresti come prossimo Presidente della Regione Molise? 336 pagine - € 19,90

di Giuseppe Saluppo Dove acquistare il libro CAMPOBASSO - Via Gorizia, 42 - presso La Gazzea del Molise dal Lunedì al Venerdì, ore 10.00 / 13.00 e 16.00 / 20.00 Presso il Bar del Terminal e presso le Edicole di: Piazza della Repubblica - Via Scardocchia - Via Lombardia ISERNIA - Piazza della Repubblica - presso l’Edicola della Stazione TERMOLI - Via M. Pagano, 46 - Libreria Dolce Stil Novo

Esprimi la tua preferenza: - Michele IORIO - Paolo DI LAURA FRATTURA A L L E - Massimo ROMANO IO D SONDAGG MOLISE - Candidato MOVIMENTO CINQUE STELLE L E D A T T - Altro (una preferenza di tuo gradimento) GAZZE Per rispondere al sondaggio invia un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica redazione@lagazzettadelmolise.it.


10 14 dicembre 2012

Campobasso

La cerimonia alla biblioteca ‘Albino’.

Premio Buldrini: triofano Angiolillo e Laurelli Si chiude in bellezza la dodicesima edizione della rassegna dell’Uli ‘Ti racconto un libro’ CAMPOBASSO. Una scrittura consapevole, più matura, in grado di raccontare un mondo in cui la città o la regione di origine non sono più il centro esclusivo delle proprie esperienze. Un respiro globale che sa raccogliere la molteplicità della vita senza sprofondare nel pessimismo più nero che ha caratterizzato alcuni dei racconti degli anni precedenti. Una crescita culturale e narrativa notevole”. È questo il giudizio unanime della giuria tecnica che ieri ha proclamato Donato Angiolillo e Anastasia Laurelli, per la sezione Giovani e la sezione Scuola rispettivamente, vincitori della dodicesima edizione del

Fabrizio Di Battista

“Michele Buldrini”, il premio regionale di narrativa intitolato allo scrittore molisano, indetto e organizzato dall’Unione Lettori Italiani, Regione Molise e dalla Provincia di Campobasso, nell’ambito di Ti racconto un libroLaboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione. Antonella Cilento, Ivan Cotroneo, Diego De Silva e Antonio Pascale - insieme al Presidente della giuria Rosario De Matteis, Presidente della Provincia di Campobasso, e all’organizzatrice del premio Brunella Santoli, Direttore artistico dell’Unione lettori italiani – non hanno avuto dubbi sui nomi dei vincitori e dei segnalati che, per la sezione Giovani si sono distinti per uno straordinario senso dell’ironia con cui vengono trattati temi importanti e una scrittura vivace e spumeggiante. Più attenti all’introspezione i giovani studenti, che con originalità e grande sensibilità hanno affrontato temi ad alto rischio di retorica. Brillantemente scampato, ovviamente. I componenti della giuria hanno poi letto al pubblico alcune parti dei lavori vincitori. Anche questa dodicesima edizione ha coinvolto i gruppi di lettura dei detenuti degli istituti penitenziari di Campobasso e Larino, che hanno scelto i propri candidati alla tappa finale del premio. Il gruppo di Larino ha indicato Vasco Di Salvo (Pesche, Isernia), per la sezione Giovani, mentre la scelta del gruppo di Campobasso è ricaduta su Anastasia Laurelli del

Per la pubblicità su questo giornale e su Quick Reporter la news in diretta Telefonare allo 0874 438918 E-mail: commerciale@lagazzettadelmolise.it

Le motivazioni della giuria. Vincitore sezione Giovani “Fu così che decidemmo di sequestrare il morto” di Donato Angiolillo (Pietracatella) Il racconto si caratterizza per un’andatura apparentemente piana che lascia seguire bene la storia con uno stile brioso, a tratti spumeggiante e perfino comico. I temi della precarietà e della morte vengono sdrammatizzati e rinarrati in una dimensione rapida e carica di immagini: un concentrato narrativo che promette scritture più lunghe. Si consiglia romanzo.

Segnalato sezione Giovani “Aringhe a colazione” di Giuliana Santoro (Campobasso) Anastasia Laurelli

Liceo classico M. Pagano di Campobasso, per la sezione Scuola. Ai due finalisti indicati dai gruppi di lettura è stata consegnata anche una targa speciale. Altra finalista, segnalata questa volta dalla giuria tecnica, è stata Virginia Paolino del Liceo classico M. Pagano di Campobasso. Tutti i finalisti saranno premiati con un viaggio messo a disposizione dalla Provincia di Campobasso. Il vincitore di ciascuna sezione ha ricevuto una somma in denaro di 500 euro, mentre i segnalati, oltre al viaggio, hanno ricevuto dei buoni del valore di 200 euro per l’acquisto di libri messi a disposizione da due librerie di Campobasso. Con la cerimonia finale del premio Michele Buldrini si chiudono gli appuntamenti della dodicesima edizione di Ti racconto un libro. L’appuntamento è al prossimo anno con nuovi incontri dedicati a tutti quelli che dei libri non sanno proprio farne a meno.

Il racconto viene segnalato per la capacità di coniugare il tema sentimentale e l’ironia, con una notevole vivacità di scrittura e un’abilità particolare nel condurre il gioco degli opposti, fra maschile e femminile, nord e sud, freddezza e calore.

Vincitore sezione Scuola “(In) utili” di Anastasia Laurelli (Liceo Classico M. Pagano Campobasso) Storia del riapprodo di una punk a Campobasso, questo racconto sorprende per la destrezza con la quale riesce a rileggere il tema del recupero delle radici natie, superando i pericoli del vetusto lirismo e giungendo a una forma originale di sentimento del ritorno. Segnalato sezione Scuola “Purezza” di Fabrizio Di Battista (Liceo scientifico S. Croce di Magliano) Uno scrittore si confronta con i prodotti della sua fantasia. “Purezza” è il racconto di una contaminazione. Se la vita è una cosa che strazia il cuore, la fantasia narrativa può ridurti in cenere. E lo scrittore di questo racconto lo sa bene.


11

Campobasso

14 dicembre 2012

Firme in Vaticano contro i “doni di morte” Oltre 250 cittadini molisani protestano contro il taglio dell’abete bianco spedito piazza San Pietro per essere addobbato Ci sono oltre 250 firme nell’appello inviato alla Santa Sede per chiedere di non accettare più “doni di morte” ma di celebrare il Natale senza dover più ricorrere agli alberi veri, strappati alla madre terra per essere ridicolmente addobbati di lucine e palline in piazza San Pietro. A pochi giorni da quella che qualcuno si ostina, paradossalmente, a chiamare “Festa dell’Albero”, arriva il commento dei cittadini che in una nota scrivono: “Incredulità, sgomento ed una crescente rabbia hanno suscitato in noi le immagini dell’Abete Bianco (Abies alba, che si

propaga soltanto per semi la cui fruttificazione tardiva avviene in condizioni ottimali dopo i 20 anni, specie rara in Molise e per questo inserita nella lista delle specie di flora da tutelare) imbracato ed in un attimo ridotto in un pezzo di legno. Perché avremmo dovuto gioire nel vedere un albero così maestoso destinato a diventare un balocco anche se addobbato e ricoperto dallo scintillio di luci e colori? Cosa rimane una volta spente le luci e saziata la nostra sete di vanità? Niente… il vuoto, proprio quello che

nasce dal fatto di non riuscire a riconoscere che è l’albero il dono e noi i suoi custodi. Ci si augura, a questo punto, che quanto accaduto non cada nel dimenticatoio e che il sacrificio di questo albero non sia vano e contribuisca a sollevare ,invece, l’attenzione e il dibattito su un tema così delicato e centrale quale quello della tutela e del rispetto dell’ambiente, del territorio e delle persone che lo abitano. Ci aspettiamo anche che i responsabili di questo scempio siano chiamati a renderne conto all’intera comunità”.

La cerimonia domani in Comune.

L’iniziativa.

I colori della vita: lunedì la presentazione del concorso Per non dimenticare i piccoli Angeli di San Giuliano di Puglia e la loro maestra torna l’ottava edizione del concorso ‘I colori della vita’. La presentazione si terrà, come di consueto, nel piccolo comune epicentro del terribile terremoto del 31 ottobre 2002 alle ore 10 (nella scuola a loro dedicata in contrada Uliveto del Marchese). “Il concorso – come scrive la dirigente Fantetti - ha l’obiettivo di tenere vivo il ricordo dei piccoli Angeli e della loro Maestra nel solco della memoria e contemporaneamente favorire sentimenti di speranza e di rinascita”.

Borse di studio Pozzo a 62 studenti molisani Saranno consegnati domani pomeriggio in Comune gli incentivi allo studio ai figli dei soci della società nazionale di mutuo soccorso ‘Cesare Pozzo’. Il denaro andrà a quei ragazzi che hanno conseguito i migliori risultati a completamento del ciclo di studi. Riceveranno il premio in 62

così suddivisi: 19 alle elementari; 15 alla scuola media inferiore; 9 alle superiori; 8 a chi si è laureato in primo livello e 8 per la laurea specialistica. La ‘Cesare Pozzo’, che a livello nazionale ha raggiunto 96.000 soci, in Molise conta 800 famiglie associate per complessivi 3.200 assistiti.

Nel corso del 2012, nell’ambito dell’attività che la caratterizza sempre più come Mutua integrativa sanitaria, ha ulteriormente potenziato la rete delle convenzioni con primarie case di cura, poliambulatori e liberi professionisti, in particolare odontoiatri, distribuiti su tutto il territorio regionale.


Il ristorante-pizzeria più esclusivo nel salotto buono della Campobasso murattiana. Ecco il miglior modo per valorizzare la più prestigiosa piazza cittadina, crocevia di interessi, storia e vita: un gioiello incastonato all'interno del teatro Savoia. Il ristorante Savoia riesce a coniugare perfettamente una raffinatezza e una cucina dallo stile sopraffino a prezzi decisamente normali e alla portata di tutti. Aperto a pranzo e cena dà la possibilità a chiunque di gustare prodotti di prima qualità legati alla stagione anche solo per un pasto veloce con menù fisso personalizzabile. Al suo interno, poi, le ambientazioni stagionali delle sale donano al ristorante Savoia un'atmosfera indimenticabile


ANNO VIII - N° 282 - VENERDÌ 14 DICEMBRE 2012 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

ISERNIA

30.000 copie in omaggio www.lagazzettadelmolise.it | redazione@lagazzettadelmolise.it

La tua copia del libro “Il Molise nel ventennio fascista” a Isernia puoi trovarla all’EDICOLA

DELLA STAZIONE insieme alla tua copia de La Gazzetta del Molise L’EDICOLA

DELLA STAZIONE effettua e riceve bonifici per l’estero Piazza della Repubblica Isernia

Sci di fondo, si riparte da Capracotta


& Blob edizioni presentano

IL MOLISE NEL VENTENNIO FASCISTA

A Natale a l a g e r a r u t l cu

di Giuseppe Saluppo la prima organica ricostruzione della storia della nostra regione durante il periodo fascista “Una ricostruzione piana, organica, completa, ricca di notizie inedite che ci consentono di entrare nel vivo di storiche decisioni politiche che hanno avuto effei direi non solo sul destino della nostra gente ma anche dell’Italia intera”. Dalla prefazione di mons. Gabriele Teti

336 pagine € 19,90

Per acquistare il libro

CAMPOBASSO - Via Gorizia, 42 - presso La Gazzea del Molise dal Lunedì al Venerdì, ore 10.00 / 13.00 e 16.00 / 20.00 Presso il Bar del Terminal Presso le Edicole di: Piazza della Repubblica - Via Scardocchia - Via Lombardia ISERNIA - Piazza della Repubblica - presso l’Edicola della Stazione TERMOLI - Via M. Pagano, 46 - Libreria Dolce Stil Novo

tel. 0874.438918 - commerciale@lagazzeadelmolise.it


15

Isernia

14 dicembre 2012

Il fatto. Il coordinatore dell’Udeur Vincenzo Niro dopo la nomina di Giammatteo a coordinatore

“Il bipolarismo è fallito Riparta la politica” L'avvocato Gianluca Giammatteo è stato nominato coordinatore provinciale dell'Udeur di Isernia. La nomina è stata effettuata dal coordinatore regionale e ufficializzata nel corso di una riunione dei vertici del partito. Giammatteo, venafrano, noto avvocato penalista, avrà il compito di essere il referente per il partito di Mastella in provincia di Isernia per le operazioni relative alle imminenti elezioni politiche, regionali ed amministrative.

A margine della riunione è stato lo stesso coordinatore regionale, Niro, a spiegare la linea del partito. "Ogni nostra scelta politica - ha spiegato -, considerato il particolare momento che stiamo vivendo, avverrà, così come per il passato, e ancora più oggi, su basi esclusivamente programmatiche. Restiamo sempre non disponibili a unioni politiche finalizzate al mero esito elettorale. Abbiamo,

credo tutti verificato, il sostanziale fallimento del sistema bipolare, e permettetemi di ricordare -ha aggiunto - quante volte abbiamo espresso le nostre preoccupazioni, rispetto alle labili resistenze delle coalizioni che, se non tenute insieme da reali vincoli programmatici, si frantumano nelle guerre interne di posizionamento politico-istituzionale". "Sempre più fedeli ai principi ispiratori del pensiero di Don Luigi Sturzo - ha continuato Niro sentiamo la necessità, in questa particolare congiuntura storica, come non mai, di dover dare voce, anche nella composizione delle liste elettorali, a chi voce non ce l’ha. Al mondo delle Associazioni, dei Movimenti, dei Gruppi e dei Singoli cittadini le cui idee non trovano amplificazione, o addirittura vengono soffocate; a loro ci rivolgiamo sia per un coinvolgimento in prima persona che per l’elaborazione di programmi e progetti politici ed amministrativi".

La manifestazione. Lunedì con i Borghi d’eccellenza

L’iniziativa. Dopo il dono dell’albero

Si parte da Scapoli per la via Francigena

Oggi udienza dal Papa per Iorio e il sindaco di Pescopennataro

SCAPOLI – Lunedì 17 dicembre alle ore 10.00 presso la sede comunale di Scapoli, comune capofila del progetto, si terrà l’inaugurazione e la posa della prima cartellonistica identificante del tratto molisano della via Frangigena. Un progetto voluto fortemente dal Ministro Gnudi che ha messo a disposizione dell’associazione dei Borghi d’Eccellenza del Molise e della costituenda associazione Pro vie Francigene nel Sud, di cui Scapoli è Comune capofila con il suo sindaco Renato Sparacino voluta fortemente dal Ministero e dalla struttura di Missione per il rilancio del’immagine dell’Italia, la cui coordinatrice è la dottoressa Flavia Maria Coccia, sia la struttura sia la logistica, proprio a riprova delle forti esternazioni favorevoli che il Ministro ha sempre profuso per il progetto Francigena. Qualche giorno fa la struttura di Missione ha visto di nuovo ospiti i vertici dell’associazione con il suo coordinatore regionale Maurizio Varriano, il Direttore del Comitato tecnico-scientifico, architetto Franco Valente, il coordinatore del progetto, architetto Walter Paolo Di Paola, il sindaco Renato Sparacino, poi ricevuti in Parla-

mento dagli onorevoli, Sabrina de Camillis, Paola Pelino, Silvia Costa, Adriana Polibortone, dall’ex presidente dei Verdi Pecorario Scanio, a riprova dell’interesse trasversale dell’iniziativa, e li si sono dettate le linee guida per il riconoscimento ufficiale e la necessità e volontà di dare immediatamente il segnale forte che il Molise c’è. Tale risultato è stato possibile grazie alla volontà della Presidenza del consiglio regionale del Molise con il presidente Mario Pietracupa ed il suo staff coordinato dalla Dottoressa Rosetta Porfirio, attraverso la richiesta di adesione all’associazione europea delle vie Francigene concretizzata a Lucera lo scorso 27 ottobre all’assemblea dell’associazione stessa e tenutasi nello splendido scenario del teatro Garibaldi. I Comuni coinvolti ed ai quali si chiede espressamente la presenza per la giornata del 17 dicembre alla quale parteciperanno anche organi istituzionali Governativi sono : Venafro, Pozzilli, Montaquila, Monteroduni, Macchia d’Isernia, Isernia, Cersuolo, Scapoli, Valle del Volturno, Fornelli, Rocchetta al Volturno, Cerro al Volturno, Forlì del Sannio, Miranda, Rionero Sannitico, Pettoranello del Molise, Carpinone, Castelpetroso, Santa Maria del Molise, Macchiagodena, Conca Casale, Sesto Campano, Filignano, CastelNuovo al Volturno, Montenero Val Cocchiara, Pizzone, Roccasicura, Carovilli, Pesche, Frosolone, Sessano del Molise, Cantalupo nel Sannio, Castelpizzuto, Longano, Sant’Agapito, Roccamandolfi, Vastogirardi, Pietrabbodante, Chiauci, Civitanova del Sannio, San Massimo, Bojano, San Polo Matese, Campochiaro, Guardiaregia, Sepino, Vinchiaturo, Mirabello Sannitico, Gildone, Jelsi, Gambatesa, Campodipietra, Toro, Pietracatella, Macchia Val Fortore, Tufara, Cercemaggiore, Cercepiccola, San Giuliano del Sannio, Oratino, Casalciprano, Sant’Elia a Pianisi, Sant’Elena Sannita, Spinete, Colle d’Anchise, Baranello, Ferrazzano, Campobasso, Campomarino, San Martino in Pensilis, Civitacampomarano, Petrella Tifernina, Matrice, Montagano, Ripalimosani, Morrone, Guardialfiera, Agnone e con la possibilità di punti d’interesse coinvolgenti altri borghi quali Larino.Un occasione unica per render ancor più unico il ns amato Molise.

Il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, guiderà oggi la delegazione molisana che sarà ricevuta in udienza dal Santo Padre Benedetto XVI alle ore 12.00. Il Presidente Iorio recherà in dono al Papa una campana fusa dalla Fonderia Marinelli avente a tema l’anno della Fede decretato dallo stesso Pontefice. Sarà presente anche un gruppo di pellegrini di Pescopennataro, guidati dal Sindaco Pompilio Sciulli. Pescopennataro, infatti, a nome di tutti i comuni del Molise, ha offerto l’Abete che, appositamente ornato con addobbi natalizi, sarà l’Albero di Natale 2012 di Piazza San Pietro, cuore della cristianità. L’iniziativa del dono dell’Abete di Pescopennataro al Santo Padre è stata patrocinata e sostenuta della Regione Molise che ha messo a disposizione risorse e l’organizzazione dell’Agenzia Regionale di Protezione civile del Molise. Successivamente, alle ore 16.00, il Presidente Iorio sarà in Piazza San Pietro dove interverrà alla cerimonia ufficiale di accensione dell’Albero di Natale.

Prato Gentile, riaperti gli impianti di Capracotta Le prime nevicate che hanno interessato la nostra località hanno consentito la battitura delle piste di Prato Gentile. Gli appassionati dello sci di fondo possono pertanto già beneficiare degli impianti sportivi invernali per questa bella disciplina sportiva e li attendiamo sulle nostre piste, nella nostra bella località. Gli appassionati di ciaspole possono anch’essi già beneficiare della nostra località per passeggiare in una natura ed ambiente incontaminato. Non appena le condizioni di innevamento lo consentiranno si procederà alla apertura degli impianti di Monte Capraro e ne verrà data comunicazione.


16 14 dicembre 2012

Termoli

Il caso. Si inasprisce il contenzioso tra la società di trasporto pubblico urbano e l’amministrazione Di Brino

La Gtm non aspetta più il pagamento e pignora al Comune 367mila euro Il fatto. Per la tassa di smaltimento rifiuti

Evasione dei tributi locali, ora si stanano quanti non pagano

TERMOLI. Si inasprisce il contenzioso tra Gtm, la società che gestisce il trasporto pubblico urbano a Termoli, e l'amministrazione comunale. L'atto di precetto notificato a novembre, in cui si davano precisi termini al pagamento di una fattura da 367.288 euro, non ha sortito i frutti sperati e l'autolinea, non più disponibile ad aspettare il perfezionarsi delle solite partite di giro tra Regione e Comune, ha chiesto a tribunale di Larino di pignorare una somma congrua sul conto corrente della tesoreria comu-

nale. Basandosi sul semplice contratto e sulle fatture, non su titoli esecutivi, il giudice delle esecuzioni mobiliari ha decreto il pignoramento di ben 450mila euro alla Banca dell'Adriatico Spa, che da quest'anno gestisce il servizio della tesoreria comunale. Soldi che l'amministrazione non potrà toccare anche per esigenze particolari, ragion per cui la giunta ha autorizzato il sindaco a stare in giudizio in questa controversia legale, che mira al rimborso dell'Irap nel triennio 2008-2010.

L’esibizione. A San Giuliano di Puglia e Termoli

La Corale della Campolieti e il suo Concerto di Natale La Corale della Scuola Primaria Paritaria “N.M. CAMPOLIETI” di Termoli, diretta dal Maestro Tiziano Albanese, terrà il CONCERTO DI NATALE in due appuntamenti pubblici: SABATO 15 DICEMBRE, alle ore 10,00 presso l’Aula magna della Scuola Primaria di S.Giuliano di Puglia, in occasione delle manifestazioni per il decennale del terremoto; DOMENICA 16 DICEMBRE, alle ore 19,00, presso la Chiesa di San Timoteo di Termoli. Un cardine della proposta educativa della Scuola Primaria N.M. Campolieti è che il bambino cresce e impara a conoscere guardando e seguendo il maestro. Nasce così un rapporto “vitale” che coinvolge sia il bambino che l’adulto. La corale rappresenta un esempio dell’efficacia di tale metodo educativo: l’attenzione al maestro, l’ordine, il silenzio, la sintonia e l’unità fra

le voci dei bambini, sono il segno di un processo educativo in essere che esprime una “bellezza” della quale tutti i convenuti possono fare esperienza. Il Coro eseguirà il seguente repertorio di canti natalizi, in diverse lingue, a una e due voci:

Dc, domenica arriva il segretario Fontana Domenica 16 Dicembre, alle ore 10:00, presso il Ristorante “Giorgione” in Via Rio Vivo, 84 a Termoli, si terrà una Conferenza Organizzativa della Democrazia Cristiana del Molise cui parteciperà il neo Segretario Nazionale della storica DC, On. Gianni FONTANA, eletto di recente al XIX Congresso Nazionale tenutosi a Roma l’11 Novembre scorso.

TERMOLI. Continua la caccia del comune di Termoli ai cosiddetti evasori di tributi locali. Una delle falle maggiori si registra nell'ambito della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Ebbene, grazie a un lavoro di accertamento eseguito sul territorio, dal 2008 in avanti sono emersi altri 465 contribuenti che erano rimasti al coperto. Una somma considerevole per un ente in perenne difficoltà finanziaria, visti anche gli scarsi trasferimenti che lo stato centrale garantisce in virtù della spending review, quasi 280mila euro che entreranno - si spera - ad arricchire le finanze municipali e a finanziare i servizi alla cittadinanza. Il grosso è stato svelato agli occhi dell'amministrazione proprio nel 2012, con 340 nuovi ruoli, mentre i restanti 125 si dividono dal 2008 al 2011. All’atto della trasmissione dei ruoli elaborati dal concessionario si procederà all’accertamento dell’entrata relativa alle addizionali spettanti, oltre eventuali arrotondamenti, nonché all’assunzione dell’impegno di spesa per il compenso spettante al concessionario della riscossione Esattorie s.p.a; Il denaro comincerà ad affluire a partire dal 31 gennaio prossimo, con 4 rate bimestrali. Un'operazione importante quella sulla tassa rifiuti, anche perché dal 2013 entrerà in vigore la Tares, che obbligherà i comuni a coprire l'intero costo del servizio ambientale con il gettito locale e questo vuol dire che meno evasione ci sarà più sarà 'accettabile' la cartella che giungerà nelle famiglie e nelle imprese.


17

Termoli

14 dicembre 2012

Il caso. La ‘rivoluzione’ informatica della Procura

La manifestazione. Da oggi a Larino

Parte l’accesso diretto all’anagrafe

Gusto e qualità con la nona edizione di “Goccia d’oro”

LARINO. Un’autentica rivoluzione informatica quella che il presidente del tribunale Enzo Turco e il procuratore capo di Larino Ludovico Vaccaro stanno compiendo nelle ultime settimane dell’anno, con la collaborazione degli enti locali del circondario e dell’ordine degli avvocati. Al palazzo di giustizia frentano cerimonia con la presenza dei sindaci e dei loro delegati di ben 29 comuni del Basso Molise, tranne Termoli, che ha già attivato il servizio, per l’intesa sull’accesso diretto all’anagrafe, con cui gli uffici inquirenti senza più spendere tempo, risorse e fondi potranno acquisire direttamente i dati delle persone su cui stanno indagando. Un metodo che servirà anche per tutelare la loro privacy. Ma di novità ce ne sono anche altre. In pri-

mis la possibilità per i difensori di poter chiedere eventuali iscrizioni nel registro degli indagati in via telematica, sempre nell’ottica di una maggiore collaborazione e di un ammodernamento della giustizia che renda più efficienti anche i piccoli tribunali come Larino, che con organici ristretti, appena tre Pm, compreso lo stesso Procuratore debbono affrontare 7mila carichi pendenti. Infine, più snelle anche le cause civili, con un altro accordo siglato stavolta dai presidenti dell’ordine forense e del Tribunale sulla trasmissione via mail delle comparse conclusionali e di replica. A tutto questo si aggiunga anche l’attivazione del wireless in tutto il palazzo di giustizia, innovazioni che pongono il tribunale di Larino davvero all’avanguardia.

Montenero, il nuovo mercato coperto MONTENERO DI BISACCIA. Il Sindaco Nicola Travaglini, la Giunta e l’intera Amministrazione comunale invitano la cittadinanza e gli organi di informazione a partecipare alla cerimonia di inaugurazione del Mercato coperto ristrutturato, che si terrà Sabato 15 Dicembre

2012 alle ore 10. Alla cerimonia, oltre al Sindaco e all’Amministrazione comunale, saranno presenti anche le autorità religiose, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e gli esercenti che, ogni giorno, fruiranno della struttura completamente rinnovata.

A a N tale regala cultura 336 pagine € 19,90

di Giuseppe Saluppo

Avrà inizio oggi a Larino una tre giorni tutta dedicata al gusto, alla qualità e alla tradizione. La nona edizione di Goccia d'Oro, la competizione dell'Arsiam (Agenzia regionale per lo sviluppo e l'innovazione dell'agricoltura del Molise - Settore olivicolo di Larino) tra i migliori olii extravergine di oliva del Molise quest'anno sarà infatti accostata a Girolio 2012, il tuor dell'Associazione Città dell'olio, che attraversa in 18 tappe tutta l'Italia. Tantissimi appuntamenti nella cittadina frentana dove per la prima volta si andranno a promuovere i prodotti agricoli e il territorio da dove questi provengono. Una scommessa fortemente voluta dall'Ufficio olivicoltura dell'Arsiam di Larino e recepita dalla Città di Larino, dalla Provincia di Campobasso e dalla Regione Molise. Ci sarà anche l'inaugurazione di "LocalMente" un “percorso-mercato”, allestito all’interno del Palazzo Ducale di Larino dove verranno esposti gli oli extravergini del Molise, i lavori artistici prodotti dell’artigianato locale e si potrà partecipare ad un laboratorio di degustazione dell’olio extravergine d’oliva. Inoltre si potranno degustare i prodotti enogastronomici molisani e acquistare cesti natalizi “a Km 0” il tutto animato da musica e balli popolari. Nella tre giorni importante anche lo spazio dedicato all’arte e alle tradizioni locali Per la prima volta si cerca di promuovere i prodotti agricoli e il territorio da dove questi provengono.

Dove acquistare il libro CAMPOBASSO - Via Gorizia, 42 - presso La Gazzea del Molise dal Lunedì al Venerdì, ore 10.00 / 13.00 e 16.00 / 20.00 Presso il Bar del Terminal Presso le Edicole di: Piazza della Repubblica - Via Scardocchia - Via Lombardia ISERNIA - Piazza della Repubblica - presso l’Edicola della Stazione TERMOLI - Via M. Pagano, 46 - Libreria Dolce Stil Novo


18

Spettacolo

14 dicembre 2012

La eurodance dei favolosi anni ‘90 Regina e Soundlovers in concerto per una serata disco intramontabile di Charles N. Papa

RIPALIMOSANI - La dance anni ‘90 e quella dei ‘70 sono sicuramente quelle che hanno lasciato un segno indelebile nella muisca d’oggi. I ‘70 sono presenti in tantissime produzioni dance contemporanee, i ‘90 vivono ancora di luce propria in virtù anche, della presenza in molti live dei protagonisti ancora attivi artisticamente. Sulla scia dell’evoluzione che i ‘90 hanno seguito, la dance di quel periodo si arricchisce di nuovi generi, con un rigurgito house che spazia nella disco più commerciale, e che affolla le discoteche del periodo. Tornata a nuova vita la disco dei ‘90, sono molti gli artisti che, grazie anche alla diffusione e all’espansione delle radio locali, oramai network, diventano delle star. A questo, si associa la dinamicità delle presenze in club, radio e tv di chi realizza e produce hit. L’Italia ha un posto preponderante a livello mondiale nella musica disco o eurodisco,

tra i tanti nomi che sono ancora oggi famosi, due voci che sono poi la punta di progetti italiani come Regina e Nathalie dei Soundlovers (foto) saranno in concerto il 21 dicembre al Blue Note music club di Ripalimosani. Regina, conosciuta come una delle Sister in “Markette” di Chiambretti, nel 1996 raggiunge l’apice della notorietà reinterpretando la hit dei Fugees di Wyclef Jean, Lauryn Hill e Pras Michel “Killing me softly” e bissando il successo l’anno seguente con “Day by day”. Ancora oggi è presente in molti club in qualità di ospite. I Soundlovers invece, sono quelli di “Surrender”, “Wonderful life” e “We wanna party”, successi planetari. Nel 2006 la cover degli Eight Wonder “I’m not scared” è co-prodotta da Roby Santini, il ragazzo di campagna di “Giovanna e Angiolino”. Una serata vintage dunque, sicuramente apprezzabile, per riscoprire le origini di molte hit moderne. Informazioni e prenotazioni 3383188333 3298038515.

Libri: “Quando la città” CAMPOBASSO - Oggi alle 17.30 alla biblioteca Albino, Isabella Astorri (presidente Molise - Società italiana per la protezione dei beni culturali), presenta il libro di poesie “Quando la città” di Antonio Di Foggia. Introduce Paolo Venti. Intervento musicale del maestro Pasquale Piacente, letture di Alessia Filiberti.

Ultimo spettacolo del cartellone teatrale 2012 al teatro Savoia. “Ben Hur” il 18 e 19 dicembre CAMPOBASSO - Lo spettacolo affronta argomenti seri come l'immigrazione e il razzismo in una chiave inedita e assolutamente brillante. Una delle caratteristiche dell'autore, Gianni Clementi, è riuscire a trattare temi di attualità in modo estremamente semplice, suscitando nel pubblico momenti di profonda riflessione e di grande ilarità. Questa in sintesi la trama dell’ultimo spettacolo per la stagione teatrale 2012 al Savoia. Sarà “Ben Hur” a chiudere il cartellone il 18 e 19 dicembre prossimi. La pièce, di Gianni Clementi con Nicola Pistoia (che cura anche la regia), vede un ex stuntman caduto in disgrazia che cerca di risollevarsi. Informazioni 0874311565. Il botteghino è in piazza Pepe.

Appuntamenti. Aperitivo e dance nei club CAMPOBASSO - Ormai appuntamento scelto dalla movida del venerdì in modo costante, è quello del Cafè Prestige, con la serata aperitivo e a seguire con dj set. Stasera si cena dalle 21.00 e dalle 23.00 la musica dei dj che, a rotazione, propongono la propria playlist. Oggi in consolle Francesco Rocco e Claudio Di Tullio. Info 3292456711. CAMPOBASSO - Il Move è il club che continua ad avere consensi sempre maggiori in chi sceglie l’ultima parte della notte. La serata disco del venerdì è quella di punta del locale di via Garibaldi. Oggi in consolle Alex C., Luca Pizzuti, Andrea Barletta, Emanuele Di Re. CAMPOBASSO - Domani il Kamaloca presenta “Beach party”, serata a tema, il locale sarà allestito come una spiaggia. In scaletta le hit più belle di tutte le estati più bollenti.

Corale di Termoli in doppia serata SAN GIULIANO DI PUGLIA - Domani presso l’aula magna della scuola primaria di S.Giuliano di Puglia si esibirà la Corale della scuola primaria paritaria “N.M. Campolieti” di Termoli. Replica domenica presso la chiesa di San Timoteo a Termoli

Gli Acoustic Tribe al Mama’s Cafè CAMPOBASSO - Domani sera nell’ambito del cartellone natalizio del Mama’s Cafè (via Scardocchia), si terrà il concerto degli Acoustic Tribe, formazione che esegue cover in versione unplugged. Sul palco Antonio Luciano (chitarra acustica, voce), Carlo Fantini (chitarra elettrica), Riccardo Damiani (basso), Oreste Sbarra (batteria). A seguire dj set Jackie Brown. Sabato 22 dicembre live di Power Duo, e a seguire dj Helveg.


ANNO VIII - N° 282 - VENERDÌ 14 DICEMBRE 2012 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

30.000 copie in omaggio www.lagazzettadelmolise.it | redazione@lagazzettadelmolise.it

Serie D, Olympia Agnonese in attesa del responso sull’infortunio di Keita

Sport invernali, riapre la pista di sci di Roccamandolfi

Ore di ansia in casa Olympia Agnonese. In altomolise si attendono gli esiti della risonanza magnetica effettuata al Neuromed di Pozzilli dall’attaccante Bubu Keita. Il giocatore maliano, che ha realizzato fino a questo momento sette reti, domenica è stato costretto ad abbandonare anzitempo il rettangolo di gioco di Jesi per un infortunio al ginocchio. In giornata si dovrebbero conoscere gli esiti degli esami medici ma, allo stato delle cose, è quasi certa l’assenza di Keita domenica al Civitelle in occasione della difficile sfida casalinga contro l’Ancona. E così mister Urbano sta studiando soluzioni alternative. La squadra granata, per via della neve, si sta allenando in altri campi limitrofi. Intanto l’allenatore granata ha tastato il polso alla sua squadra nel test amichevole infrasettimanale. L’assenza di Keita porterà sicuramente delle novità nel tridente offensivo dove al fianco di Sivilla e Pizzutelli potrebbe essere impiegato l’under Leonetti. A pag. 21

L’Amministrazione Comunale di Roccamandolfi, comunica, per voce del suo Sindaco Giacomo Lombardi, la riapertura della pista di scii nordico denominata “Centro Fondo Valle Piana” per l’imminente week-end del 15 e 16 dicembre. La pista, inaugurata lo scorso 30 gennaio, è ubicata in località “Guado la Melfa” nei pressi della valle di Campitello di Roccamandolfi, a circa 8 Km dal paese ( 15 minuti). Lunga circa 3,5 Km con percorsi che si alternano tra valli e bosco, il tragitto è quasi completamente turistico e adatto a tutti, con qualche piccola variante di media difficoltà per gli sciatori più esperti. La pista è aperta con formula week-end (sabato e domenica) con la possibilità di noleggiare l’attrezzatura necessaria direttamente sul posto, con una navetta a disposizione che da località “Valle Piana” arriva fino al rifugio (ultimo tratto di strada per raggiungere le piste). Oltre alla pista da sci di fondo, c’è la possibilità di fare passeggiate organizzate, sia con le ciaspole che con gli sci d'alpinismo; per i più piccoli vi è un’area adibita per i BOB. A pag. 22


20

Sport

14 dicembre 2012

Lega Pro - seconda divisione

Campobasso, provato ieri l’undici da opporre al Fondi Mister Vullo è intenzionato a tornare al 4-4-2 e ad affidare l’attacco all’inedita coppa Di Vicino-Konate: Lacheheb ancora out CAMPOBASSO II TEMPO

CAMPOBASSO I TEMPO 4-4-2

3 PASCUCCI 8 RAIS

5 MARINO 1 IULIANO

4-4-2

11 ESPOSITO

6 MINADEO

3 MODICA

9 KONATE 10 DI VICINO

4 CURCIO

5 CANDRINA 1 CATTENARI

7 DI LIBERO

2 PETRASSI

Consueto test del giovedì per il Campobasso che nel pomeriggio di ieri ha affrontato, presso l’antistadio Acli, la Berretti rossoblù. Mister Vullo ha iniziato a provare uomini e schemi in vista della delicata sfida di Fondi: si tratterà del secondo scontro diretto consecutivo dopo quello vinto domenica scorsa contro l’Aversa Normanna. I laziali ritroveranno in panca Eziolino Capuano dopo l’esonero di Provenza e dopo un cambio di allenatore non è mai facile affrontare una squadra. Vullo dovrà rinunciare allo squa-

6 BOI

11 MAZZA 8 D’ALLOCCO

4 COLANTONI

10 SANTAGUIDA

7 MAURIELLO

2 BUSCO

lificato Bussi, e quasi sicuramente al francese Lacheheb: l’attaccante si sta curando dopo l’infortunio rimediato domenica scorsa, ma al momento appare improbabile una sua presenza. Candrina e D’allocco sono tornati a disposizione, ma entrambi sembrano essere non ancora al top della condizione. Ieri il trainer siciliano ha provato la probabile formazione tornando al 4-4-2: in porta è andato Iuliano. La difesa è stata composta da Marino e Minadeo al centro, con Petrassi e Pascucci sugli esterni. In mediana

9 MORANTE

Lacheheb è ancora fermo ai box

hanno operato Curcio e Rais, con Di Libero ed Esposito a presidiare le corsie laterali. Davanti Di Vicino a supporto di Konate. Anche in assenza di Bussi il tecnico non è intenzionato a schierare Morante, sceso in campo nel secondo tempo e ad affidare l’attacco all’inedita coppia Di Vicino-Konate. Con la quale si avrà meno profondità, meno peso specifico, ma maggiore qualità. Nella ripresa c’è stato spazio per gli altri elementi: Cattenari a difesa dei pali. Difesa composta da Boi e Candrina al centro, Busco a destra e

Modica a sinistra. A centrocampo hanno operato Colantoni e D’Allocco in mediana, Mauriello e Mazza sugli esterni. In avanti Santaguida e Morante. Ad assistere all’amichevole, come ormai prassi consolidata, anche il presidente Capone. Oggi ci sarà l’ultima seduta settimanale, prima della rifinitura di domani mattina che precederà la partenza per il Lazio. Quella di Fondi sarà la penultima gara dell’anno, visto che il 2012 si chiuderà con il match interno del 22 dicembre contro il Melfi.

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SUL SETTORE GIOVANILE DEL CAMPOBASSO CON RISULTATI, CLASSIFICHE E PROSSIMI TURNI DI BERRETTI, ALLIEVI E GIOVANISSIMI BERRETTI

ALLIEVI

12^ GIORNATA

GIOVANISSIMI

12^ GIORNATA

ARZANESE-AVERSA NORMANNA ASCOLI-L’AQUILA CHIETI-BENEVENTO FOLIGNO-FONDI FROSINONE-APRILIA LATINA-TERAMO PERUGIA-CAMPOBASSO Squadra in riposo: AVELLINO

1-0 0-2 1-2 4-0 0-1 2-1 4-0

12^ GIORNATA

APRILIA-AVERSA NORMANNA CHIETI-L’AQUILA PESCARA-LATINA FROSINONE-FONDI MELFI-TERAMO CAMPOBASSO-BENEVENTO VIRTUS LANCIANO-LECCE

1-2 2-3 2-1 1-0 0-1 1-2 1-4

ANDRIA-CHIETI ARZANESE-MELFI AVELLINO-JUVE STABIA BARI-AVERSA NORMANNA BARLETTA-SORRENTO BENEVENTO-CAMPOBASSO VIRTUS LANCIANO-LECCE

PROSSIMO TURNO (15.12.2012)

PROSSIMO TURNO (16.12.2012)

PROSSIMO TURNO (16.12.2012)

APRILIA-LATINA AVERSA NORMANNA-FOLIGNO BENEVENTO-ASCOLI CAMPOBASSO-ARZANESE FONDI-FROSINONE L’AQUILA-PERUGIA TERAMO-AVELLINO Squadra in riposo: CHIETI

AVERSA NORMANNA-PESCARA BENEVENTO-APRILIA FONDI-CHIETI L’AQUILA-CAMPOBASSO LATINA-MELFI TERAMO-VIRTUS LANCIANO LECCE-FROSINONE

AVERSA NORMANNA-BARLETTA CHIETI-BENEVENTO JUVE STABIA-VIRTUS LANCIANO MELFI-BARI CAMPOBASSO-ANDRIA SORRENTO-AVELLINO LECCE-ARZANESE

CLASSIFICA

CLASSIFICA

CLASSIFICA AVELLINO FOLIGNO PERUGIA LATINA FROSINONE APRILIA FONDI CHIETI

26 22 21 20 20 19 17 14

TERAMO BENEVENTO ARZANESE CAMPOBASSO L’AQUILA AVERSA N. ASCOLI

14 14 13 12 12 10 0

BENEVENTO FROSINONE LECCE AVERSA N. PESCARA TERAMO LATINA

26 26 25 23 23 22 20

APRILIA CHIETI L’AQUILA MELFI CAMPOBASSO V. LANCIANO FONDI

20 14 13 13 7 4 0

JUVE STABIA BENEVENTO BARI LECCE AVELLINO ANDRIA V. LANCIANO

32 27 24 24 20 19 18

1-1 3-2 1-2 3-0 2-3 4-1 0-2

ARZANESE SORRENTO MELFI CHIETI AVERSA N. CAMPOBASSO BARLETTA

17 16 15 11 6 5 4


21

Sport

14 dicembre 2012

Calcio serie D

Agnonese, ore decisive per stabilire l’entità dell’infortunio di Keita L’attaccante maliano ha accusato un problema al ginocchio: in giornata si conosceranno gli esiti degli esami medici Ore di ansia in casa Olympia Agnonese. In altomolise si attendono gli esiti della risonanza magnetica effettuata al Neuromed di Pozzilli dall’attaccante Bubu Keita. Il giocatore maliano, che ha realizzato fino a questo momento sette reti, domenica è stato costretto ad abbandonare anzitempo il rettangolo di gioco di Jesi per un infortunio al ginocchio. In giornata si dovrebbero conoscere gli esiti degli esami medici ma, allo stato delle cose, è quasi certa l’assenza di Keita domenica al Civitelle in occasione della difficile sfida casalinga contro l’Ancona. E così mister Urbano sta studiando soluzioni alternative.

La squadra granata, per via della neve, si sta allenando in altri campi limitrofi. Intanto l’allenatore granata ha tastato il polso alla sua squadra nel test amichevole infrasettimanale. L’assenza di Keita porterà sicuramente delle novità nel tridente offensivo dove al fianco di Sivilla e Pizzutelli potrebbe essere impiegato l’under Leonetti che domenica nelle Marche ha sostituito proprio l’attaccante di colore dopo l’infortunio. Ma Urbano potrebbe riservare anche una mossa a sorpresa, inserendo in avanti capitan Orlando. Nella rifinitura di domani ogni dubbio verrà chiarito. Intanto si registrano novità

anche per quanto riguarda il fronte societario. Da registrare l’accordo di sponsorizzazione raggiunto tra il club granata e la PaddyPower, un bookmaker di origine irlandese che opera sul mercato italiano dallo scorso maggio 2012 con regolare licenza rilasciata dall’ente dei Monopoli di Stato preposto a regolare il mercato del gioco. Una realtà che da pochi giorni ha esordito sul sito dell’Olympia Agnonese con l’intento di farsi conoscere non solo dai tifosi granata ma anche da tutti i visitatori di ogni parte d’Italia e del mondo che si aggiornano costantemente sulle vicende del team granata. Per saperne di più basta

La prossima avversaria dei granata.

Ancona, arriva Eramo e va via Ambrosini

cliccare sul banner presente nella pagina iniziale www.olympiaagnonese.it/blo g/ e subito si aprirà la pagina di registrazione con tutte le informazioni. ANPA

PaddyPower, bookmaker internazionale, è il nuovo partner del club granata

Termoli, quattro elementi lasciano il gruppo

Continua ad esser vivo il mercato dei dorici, la società getta acqua sul fuoco e conferma la fiducia al tecnico e al diesse In casa Ancona si sta chiudendo una settimana calda, nonostante le temperature polari. Tifosi in subbuglio che hanno chiesto la testa dell’allenatore e del diesse alla luce dei risultati non consoni ad un campionato di vertice, giocatori in rotta di collisione con la società, tante partenze ma anche molti arrivi. Il sodalizio presieduto da Marinelli getta acqua sul fuoco e in un comunicato stampa conferma la fiducia all’allenatore Gentilini ed al diesse Obbedio: “A loro, alla loro voglia di riscatto, il compito di continuare a pilotare l’avventura biancorossa. Con nuovi protagonisti. E’ una rivoluzione tecnica quella che si sta attuando in queste ore all’Ancona. Qualche giocatore se ne è andato, qualcun altro se ne andrà. Giocatori di ottimo livello che per mille mo-

Il difensore Eramo

tivi non hanno trovato ad Ancona la possibilità di esprimersi al meglio”. Questo uno stralcio della lettera pubblicata dal presidente dell’Ancona. Si parlava di mercato e, dopo gli arrivi di Artiaco, Palumbo e Carezza , nelle scorse ore è giunto nelle Marche il difensore centrale Simone Eramo, classe1986, arriva dall’Arezzo e ieri si è unito al nuovo gruppo dopo aver giocato nel pomeriggio di mercoledì in Coppa Italia contro l’Isernia, mettendo a segno due gol, di cui uno su rigore. La notizia del giorno è però rappresentata dall’addio di Alex Ambrosini. L'attaccante non era presente al test svolto nel pomeriggio a Collemarino contro la Juniores. Il giocatore potrebbe accasarsi a Teramo in Lega Pro. AP

L'A.S.D. Termoli Calcio comunica che dalla riapertura delle liste di trasferimento a tutt'oggi sono stati svincolati i calciatori Pierfrancesco De Curtis (difensore, '94), Fabio Di Vito (attaccante, '83), Giuseppe Riella (centrocampista, '94) e Amedeo Testa (difensore, '93). La società ringrazia i suddetti calciatori per il lavoro svolto e l'importante contributo dato alla causa giallorossa augurandogli un grosso in bocca al lupo per un futuro ricco di soddisfazioni.


22

Sport

14 dicembre 2012

Sci

Riapre la pista di Roccamandolfi Inaugurato un anno fa il “Centro Fondo Valle Piana” è ubicato in località Guado la Melfa, a circa 8 chilometri dal paese L’Amministrazione Comunale di Roccamandolfi, comunica, per voce del suo Sindaco Giacomo Lombardi, la riapertura della pista di scii nordico denominata “Centro Fondo Valle Piana” per l’imminente week-end del 15 e 16 dicembre. La pista, inaugurata lo scorso 30 gennaio, è ubicata in località “Guado la Melfa” nei pressi della valle di Campitello di Roccamandolfi, a circa 8 Km dal paese ( 15 minuti). Lunga circa 3,5 Km con percorsi che si alternano tra valli e bosco, il tragitto è quasi completamente turistico e adatto a tutti, con qualche piccola variante di media difficoltà per gli sciatori più esperti. La pista è aperta con formula weekend (sabato e domenica) con la possibilità di noleggiare l’attrezzatura necessaria direttamente sul posto, con una navetta a disposizione che da località “Valle Piana” arriva fino al rifugio (ultimo tratto di strada per raggiungere le piste). Oltre alla pista da sci di fondo, c’è la possibilità di fare passeggiate organizzate, sia con le ciaspole che con gli sci d'alpinismo; per i più piccoli vi è un’area adibita per i BOB. Come punto di riferimento, c’è il rifugio di Guado la Melfa, gestito dall'Associazione “Vivi Roccamandolfi”, nata alla fine dell’anno 2011, con l’obiettivo di promuovere il territorio di Roccamandolfi, con particolare attenzione a quello montano. Ubicato nei pressi delle piste, il rifugio vuole essere una struttura ricettiva ed un punto di accoglienza per chi volesse passare

una giornata nella tranquillità, ma anche per passanti ed escursionisti. Aperto anch’esso solo il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 17.30, è un luogo di completo relax dove è possibile gustare una buona tisana vicino al caminetto e prodotti tipici locali, rifocillarsi prima di un'escursione oppure al ritorno da una passeggiata. Sono in programma corsi per ragazzi con maestri di sci qualificati. Per info e contatti: www.comune.roccamandolfi.is – viviroccamandolfi@gmail.com – facebook, 347.8860554 – 340.5934036 – 348.7954358 – 345.2608730

Cip Molise-basket in carrozzina.

Reso noto il calendario del campionato nazionale di serie B Il torneo prenderà il via il prossimo 12 gennaio, il 20 ci sarà il debutto casalingo a Termoli Finalmente si parte! Ora è ufficiale, la Fly Sport Inail Molise prenderà parte al prossimo campionato nazionale di serie B. Nella giornata di ieri è stato comunicato in via ufficiale il calendario del prossimo torneo cadetto che vedrà per la prima volta in assoluto una formazione molisana tra le new entry del girone del centro-Italia. Le ostilità sportive prenderanno il via il prossimo 12 gennaio 2013, ma si dovrà attendere domenica 20 gennaio per assistere al debutto in campo della Fly Sport Inail Molise che riceverà al PalaSabetta di Termoli la squadra del

progetto Acquamare Crazy Ghosts Battipaglia. Il fischio d’inizio della palla a due è fissato alle ore 11.30. Capitan Giuseppe Maurizio e compagni non vedono l’ora di poter scendere in campo nel torneo cadetto per dimostrare, in un incontro ufficiale, tutto il loro

potenziale e la loro voglia di far bene nel proscenio nazionale del basket che conta. “Ci auguriamo che durante le gare interne al PalaSabetta gli appassionati di basket, gli sportivi e semplici curiosi molisani e non solo possano sostenerci sempre più numerosi. Abbiamo bisogno del calore e del supporto del pubblico di casa in questa nostra avventura che vede il Molise per la prima volta affacciarsi nella disciplina del basket in carrozzina. Confidiamo molto nella buona volontà dei nostri corregionali”. Ha dichiarato il capitano del team molisano Giuseppe Maurizio.

Golf.

Successo per la Christmas Junior-am Nonostante il gran freddo, ed una minaccia di neve fortunatamente scongiurata, ha riscosso un ottimo successo l’ultima gara del 2012 all’Isernia Golf Club, la “Christmas Junior-am”, una Louisiana a squadre nella formula Medal, rivisitata in chiave giovanile. Ispirata alla più popolare e diffusa proam, in cui i capitani delle squadre sono generalmente professionisti, questa formula si contraddistingue perché ha affidato la leadership e l’allestimento dei team ai Junior. Cinque le squadre iscritte, guidate dai seguenti capitani giocatori: Aldo Meola, Fabrizio Formichelli, Matteo Cicchino, Elio Emanuele Mazzocco e Luciano Paolucci, il più giovane in campo. Clima gelido ma mani “calde” per la squadra di Fabrizio Formichelli, composta da Antonio Carlini, Luigi Evangelista e Pino Minutillo, che con 47 punti all’attivo si sono piazzati davanti al team guidato da Elio Emanuele Mazzocco e completato da Mauro Mazzocco, Leonardo Gravina e Carlo Potena, che hanno chiuso il giro con 45 punti. Al termine solito fair play tipico del mondo del golf e poi tutti i partecipanti a godersi il meritato conforto nel caldo della Club House, per un terzo tempo con brindisi benaugurale in vista delle festività. Con questo torneo si chiude con un bilancio molto positivo il calendario 2012 per l’Isernia Golf Club, rinvigorito quest’anno dalla presenza di partner commerciali molto interessati a veicolare il proprio marchio attraverso questa disciplina, sempre più al centro dell’attenzione mediatica. A breve sarà ufficializzato il calendario gare relativo al 2013, ma nel frattempo, per la gioia degli appassionati, l’Isernia Golf Club resterà aperto senza soluzione di continuità per tutto il periodo invernale.


Oroscopo Ariete 21 mar - 20 apr

Toro 21 apr - 20 mag

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

Vergine 24 ago - 22 set

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Sole, Giove e Urano, favorevoli, vi guidano verso il raggiungimento di obiettivi importanti, specie al lavoro. Affrontate i vostri doveri con energia e li porterete a termine molto prima e più facilmente. Se si tratta di lavoro, avete la determinazione necessaria per realizzare i vostri desideri, superando con un balzo ogni ostacolo burocratico. Notizie importanti via mail. Toro - I pianeti nel Sagittario vi gratificano con una supplementare sferzata di energia che voi di certo saprete incanalare correttamente. Se anelate a svolgere mansioni di maggior prestigio, non tiratevi indietro di fronte alle responsabilità che questo comporta. Il buonumore rilassa e semplifica la vita: cercate di rimanere allegri, a prescindere dalle situazioni. Bene l'amore. Gemelli - Complice un'abile organizzazione, ogni cosa funzionerà per il meglio e con somma gioia potrebbero presentarsi anche gradite entrate di denaro extra. Nel pubblico come nel privato, concentrate le vostre forze su nuove strategie e provate a rinnovarvi. Giornata piacevolissima per quanto riguarda l'amore: i vostri progetti e le vostre aspirazioni non verranno deluse. Cancro - Giornata tranquilla. L'opposizione lunare vi sfiora appena: mettendo in campo le vostre buone risorse, avete ottime chance per riuscire. Prendete in considerazione i problemi dettati dalla gestione comune delle risorse finanziarie.A volte le richieste del partner sembrano nate soltanto per soddisfare il bisogno di essere al centro dell'attenzione. Ricordategli che niente è dovuto! Leone - Vivacità e socievolezza, peccato però che una certa vena d'insofferenza v'impedisca di cogliere l'attimo e godere dei momenti migliori. In società, evitate atteggiamenti istrionici: l'eccessivo protagonismo potrebbe risultare sgradito. La mente funziona al massimo dei giri, ma l'impazienza di avere tutto e subito può prendervi in castagna, per cui tenetela a bada.

AGENDA

Scorpione - Prosegue un ottimo momento per i sentimenti: le persone che incontrate sono quasi sempre affascinate da voi.Tuttavia, dovete stare attenti a non legarvi a gente che non conoscete bene a fondo. Nel settore professionale saprete essere creativi, lungimiranti e astuti contemporaneamente, senza per altro perdere una virgola in termini di precisione e organizzazione. Sagittario - Potreste guadagnarvi l'approvazione del partner se, anzichè continuare a delegare, vi faceste carico di alcuni problemi pratici inerenti alla vita di coppia. Puntate sulla tranquillità e l'accordo con la persona amata, cose che, di questi tempi, non sono da disprezzare. Nel lavoro i cambiamenti ci saranno, ma dovrete armarvi di pazienza, qualità piuttosto insolita per voi. Capricorno - Ben protetti dal transito della Luna nel segno, la giornata parte con il piede giusto e i vostri programmi procedono senza intoppi. Vi adopererete per soddisfare un vostro desiderio, ma non dimenticate che esistono anche gli altri. Il cuore batte tranquillo, senza ansie nè turbamenti; i rapporti sentimentali procedono all'insegna dell'armonia, proiettati verso il domani. Acquario - Potreste avvertire la necessità di fare dei cambiamenti, di modificare rapporti e situazioni che ormai forse sembrano essere più un intralcio che altro; ricordate però che non avete a disposizione troppe energie per realizzare i vostri progetti. Attrazioni improvvise vi colgono di sorpresa, mandando il cuore in tilt. Se siete liberi da legami non c'è motivo per non lasciarsi andare. Pesci - Potete realizzare molto con le potenzialità evidenziate dal ritmo astrale: mettete in evidenza il vostro talento, non abbiate paura di esibirvi. Date seguito ai progetti di viaggi o di nuovi interessi! Nel privato, generose dimostrazioni d'affetto vi verranno tributate da una persona conosciuta di recente: sorpresi, ricambierete con identico slancio! Deliziosi programmi serali.

AUTOBUS

Numeri utili CAMPOBASSO Farmacia di turno

ISERNIA Farmacia di turno

CIPOLLA Piazza Cesare Battisti, 11 Tel. 0874.65391

DI TOMMASO C.so G. Garibaldi, 48 Tel. 0865.50891

Tel. 0874.64744 - 0874.65050 - Fax 0874.629847

PICCA (di appoggio) Via Mons. Bologna, 24 Tel. 0874.416177

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

CAMPOBASSO-ROMA

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

AZIENDA TRASPORTI MOLISANA spa Per maggiori informazioni consultare il sito:www.atm-molise.it

Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CAPPELLA - Via Maratona, 1 - Tel. 0875.703233 PARAFARMACIA DI LENA - Tel. 0875.707976 c/c La Fontana (sempre aperta, anche sabato e domenica, orario continuato)

TERMOLI-CAMPOBASSO-FIRENZE IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ, MERCOLEDÌ E VENERDÌ

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Vergine - Una giornata tranquilla è quella che vi attende, con soddisfazioni "speciali" nel settore delle amicizie: approfittatene! Inviti e sorprese allieteranno la giornata; non si esclude, per alcuni, una performance teatrale. Tranquillità nel me'nage di coppia, ma forse vi divertireste di più provando a fare qualcosa di nuovo. Non siete stanchi di fare sempre le stesse cose? Bilancia - La Luna vi rema contro. Alcuni conflitti lavorativi che covano da tempo necessitano di decisioni importanti. Sollecitate le persone coinvolte a prendere posizione. Se avete un'attività autonoma, correggere la tabella di marcia non è sintomo di debolezza, ma il segno che avete imparato a "fiutare" l'aria e a capire come e quando agire. Ritagliatevi del tempo per voi stessi.

ORARI

Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio

VENAFRO-ISERNIA-BOIANO-CAMPOBASSO TERMOLI-RIMINI-FORLI’-IMOLA-BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA

TRENI CAMPOBASSO-TERMOLI Partenza Arrivo 06:00* 07:43* 06:48 08:34 09:40* 11:15* 12:18 14:09 14:14* 15:50* 15:25** 17:08** 17:20* 19:08* 17:50 19:35 18:28(1) 20:09(1) 21:00 22:45

TERMOLI-CAMPOBASSO Partenza Arrivo 05:49* 07:39* 06:49 08:24 12:18 13:59 13:16* 15:00* 15:00* 16:41* 16:17 17:53 17:28* 19:18* 18:40 20:25 20:35 22:20

CAMPOBASSO-ISERNIANAPOLI-ISERNIANAPOLI CAMPOBASSO Partenza IS Arrivo Partenza IS Arrivo 05:16* 06:07* 07:52* 07:38** 11:09** 12:05** 06:28* 07:27* 09:26* 12:11* 14:14* 15:20* 07:27** 08:23** 10:08** 14:10 15:53 17:00 13:16 14:11 16:13 17:11 19:03 20:00 18:00 19:00 21:00 19:30 21:21 22:18 CAMPOBASSO-ISERNIA- ROMA TERMINI-ISERNIAROMA TERMINI CAMPOBASSO Partenza IS Arrivo Partenza IS Arrivo 06:15 08:26 09:19 05:52 06:45 08:53 09:07 11:09 12:05 06:55* 07:45* 09:53* 14:35 16:42 17:42 08:36 09:36 11:40 17:35 19:43 20:43 14:20 15:13 17:27 19:35* 21:21* 22:30* 16:30** 17:26** 19:27** 20:35 22:38 23:32 17:02* 17:57* 19:53* 19:30 20:39 22:54 * NON si effettua la domenica ** Si effettua SOLO la domenica (1) NON si effettua il sabato

CAMPOBASSO-TERMOLI 4,35 - 6,15 (festivo) - 6,30 - 7,00 - 7,45 - 8,05 (anche festivo) 11,00 (anche festivo) - 12,35 (anche festivo) - 13,45 - 14,10 (anche festivo) - 14,15 - 16,00 - 17,10 (festivo) - 17,20 - 18,05 - 19,55 20,35 (anche festivo)

TERMOLI-CAMPOBASSO 6,05 (anche festivo) - 6,30 - 6,50 - 7,45 - 8,15 - 8,30 (festivo) - 10,00 12,40 - 13,45 - 14,00 (anche festivo) - 14,10 - 16,05 (anche festivo) 16,20 - 17,10 - 18,40 (anche festivo) - 19,40 - 20,00 - 22,05 (festivo) 22,10 (anche festivo)

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE



Quotidiano - 14 dicembre 2012