Page 1

Via Bakù, condanna dura per 8 ragazzi

Teatro Ariston, appello al sindaco

CAMPOBASSO - Dura condanna per 8 giovani coinvolti nel processo Via Bakù. Ieri il giudizio abbreviato al tribunale di Campobasso. Le pene inflitte vanno dai due anni ai quattro anni e otto mesi più multe salatissime per gli imputati. A PAG. 7

CAMPOBASSO - Il rischio è che diventi un complesso di mini appartamenti o, peggio ancora, l’ennesimo centro commerciale. Sinistra ecologia e libertà lancia un appello al primo cittadino Di Bartolomeo affinché interenga per salvare il teatro. A PAG. 9

ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI VIGILI DI BOJANO Le regole, quando ci sono, è giusto che si rispettino e sia sanzionato chi non lo fa. Ma non quando non c’è una chiara indicazione, tanto zelo procura solo danni e arrabbiature. È il caso di un automobilista residente in Toscana, ma che si reca spesso a Bojano, multato per un divieto di sosta. Il bello è che nel punto in cui l’uomo ha parcheggiato l’auto, non c’era alcun cartello, ma solo un instabile e consumato foglio di carta, incollato ad un palo con del nastro adesivo. Alla richiesta di spiegazioni, i vigili non hanno voluto sentire ragioni. Un becero tentativo di far cassa in modo subdolo? Noi sciogliamo il dubbio consegnando loro un bel tapiro.

L’OSCAR DEL GIORNO A VINCENZO CIMINO Una pena andava pur data al direttore editoriale del Gionale Vittorio Feltri. Ridotta da 6 a 3 mesi di sospensione per il caso Boffo grazie alla proposta lanciata ieri all’Ordine dei giornalisti dal consigliere molisano Vincenzo Cimino. Ma Feltri non è il solo a dover meditare sugli ‘abusi’ della sua professione. Oltre a lui anche la prima penna della Voce del Molise, Pasquale Di Bello, è costretto a una pausa forzata per le continue figuracce che, con i suoi scritti, ha fatto fare a tutta la categoria.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Per il caso Feltri, passa la proposta del consigliere molisano Cimino: tre mesi di stop invece di 6

Di Bello sospeso per 10 mesi Ieri l’Ordine nazionale dei giornalisti ha deciso per il neo direttore della Voce del Molise che non potrà esercitare l’attività fino alla sentenza di merito CAMPOBASSO – Che cosa hanno in comune Vittorio Feltri, direttore editoriale del Giornale e Pasquale Di Bello, neo direttore della Voce del Molise? Semplice, entrambi sono stati appena sospesi dall’Ordine nazionale dei giornalisti. Per periodi diversi, per ragioni diverse e con risonanza mediatica chiaramente molto diversa, a entrambi l’Ordine ha vietato di tenere le redini delle rispettive redazioni. Feltri come Di Bello riceverà in queste ore la comunicazione. Tre mesi per il primo e ben dieci per il secondo. Per quanto riguarda il verdetto di Feltri va detto che la proposta di ridurre da 6 a 3 i mesi di ‘punizione’ per l’arcinoto caso Boffo, è stata lanciata dal consigliere molisano Vincenzo Cimino. Mozione (sul tavolo c’erano altre tre proposte) accolta ieri dai colleghi del nazionale. Per essere

precisi sulla proposta Cimino il Consiglio si è spaccato, con 66 favorevoli alla riduzione e 66 contrari. Alla fine ha prevalso l’orientamento meno severo. Discorso a parte per il direttore Di Bello che a poco più di un mese dall’apertura del suo giornale è già costretto a una lunga pausa di riflessione. Avrà tempo per pensare a quanto già l’Ordine molisano gli contestò lo scorso marzo ritenendolo colpevole di gravi atti contro il decoro della categoria, nonché per come dalle colonne del’ex Nuovo Oggi Molise si rivolgeva al direttore di Telemolise Manuela Petescia. Anche allora la sospensione richiesta fu di 10 mesi. Parallelamente a questo procedimento venivano avviati anche quelli penali, tra cui quello per il reato di stalking presso il tribunale di Cassino. Di Bello presentò

ricorso: il primo nel merito che è ancora da discutere, il secondo formale depositato a Roma il 2 luglio, detto anche ‘istanza di sospensiva cautelare’. In buona sostanza si prevede che per casi particolarmente urgenti il condannato chieda di non scontare subito la pena. In questo caso il consiglio nazionale, anziché passare per tutta la trafila burocratica, valuta soltanto che sia stata rispettata la procedura a livello regionale. Che evidentemente è stata rispettata: l’Odg del Molise ha agito nel pieno rispetto delle regole, ecco perché l’istanza di sospensiva di Di Bello è stata rigettata. Appena gli arriverà la comunicazione dovrà fare i bagagli e tornare a Larino a meditare. Almeno fino alla sentenza di merito. Ignazio Annunziata

Nella stessa giornata gli auguri dell’associazione a Castiglione nominato al vertice del Cepli

Italia e Croazia sempre più vicine CAMPOBASSO - Rafforzare la cooperazione tra l’Italia e la Croazia e rilanciare la vicinanza tra le due sponde dell’Adriatico. Con questo obiettivo si è tenuto ieri all’Aiccre l’incontro tra il presidente dell’associazione Michele Picciano e il primo segretario e capo ufficio consolare dell’ambasciata della Repubblica di Croazia a Roma Iva Pavic. “L’Aiccre – ha detto Picciano – con la sua forza europeista sarà al centro della mediazione politica tra enti locali italiani e croati che saranno messi in contatto attraverso il prezioso strumento del gemellaggio”. Il primo segretario dell’ambasciata della Repubblica di Croazia Pavic, ha espresso apprezzamento per questa prospettiva “che diventerà concreta – ha assicurato – perché da subito ci metteremo a lavoro”. La prima importante iniziativa sarà l’avvio del gemellaggio tra Siena e Dubrovnik che farà da apripista alle successive attività che vedranno protagoniste molte città come Milano e Zagabria,

2 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010

L’Aiccre presieduta da Michele Picciano ha promosso questo gemellaggio. A breve una giornata di incontri tra gli enti locali affacciati sull’Adriatico

Michele Picciano Trieste e Fiume, Napoli e Spalato e tanti enti locali anche più piccoli ma non meno importanti nella costruzione della rete europea dei comuni gemellati che dal basso costruiscono i presupposti dell’Europa unita e solidale. L’idea è frutto della consolidata collaborazione tra l’ambasciata di Roma e la Regione Molise: quest’ultima ha dato vita 500 anni fa a tre comunità croate che ancora oggi mantengono la propria identità. Picciano, che si ricorda è anche presidente

del Consiglio regionale, insieme al governatore Michele Iorio, ha incentivato la collaborazione tra le due sponde

dell’Adriatico mettendo a punto svariate attività tra cui un mezzo per avvicinare maggiormente i popoli: un catamarano che da Termoli in poche ore permette di raggiungere la Croazia. Da questa collaborazione adesso l’Aiccre ha deciso di allargare lo spazio e di estendere la prospettiva attraverso il gemellaggio a tutto il territorio nazionale. Sono già settanta le pratiche avviate,

tramite l’associazione, tra Comuni italiani e croati ed è ora in cantiere l’idea di una giornata di incontro tra enti locali dei due paesi affinché possano conoscersi vis a vis. L’iniziativa generale ha avuto il plauso dell’ambasciatore croato in Italia Tomislav Vidosevic, intervenuto telefonicamente all’incontro. Nella stessa giornata Picciano ha fatto i suoi auguri a Giuseppe Castiglione, già vice presidente dell’Aiccre e oggi anche al vertice della Cepli (Confederazione europea dei poteri locali intermedi) in cui è stato nominato. “Castiglione è l’uomo giusto per affrontare e sciogliere questi difficili nodi che segneranno la politica e l’economia europee dei prossimi decenni - ha commentato Picciano - in quanto egli unisce l’esperienza di parlamentare europeo a quella di amministratore ed è soprattutto spinto da un’ampia e sincera visione europeista. Con Castiglione, al quale auguro buon lavoro, lavorerò per valorizzare maggiormente il ruolo dei poteri locali e regionali nella cornice europea”

Berlusconi: “Avanti senza rimpasti”

Bersani: al governo “con chi ci sta”

ROMA - Nessuna intenzione di dare le dimissioni: se Gianfranco Fini vuole mi dovrà sfiduciare in Aula. È questa, secondo diverse fonti della maggioranza, la linea decisa dal premier Silvio Berlusconi al telefono da Seul con alcuni dirigenti e ministri del Pdl, dopo l’incontro fra Umberto Bossi e il presidente della Camera.

ROMA - “Io lo chiamo governo di transizione perché noi vogliamo una ripartenza non una nuova palude, con tratti evidenti di discontinuità”. Così Pierluigi Bersani sull’eventualità di un esecutivo tecnico. Il segretario Pd elenca anche le priorità: legge elettorale, occupazione giovanile e riforma fiscale, assolti i quali si tornerà poi alle urne.


PRIMO PIANO

La lunga marcia del Pd e le scarpe di Danilo Leva I democratici lanciano lo sprint: giro del Molise in cinquantacinque appuntamenti

CAMPOBASSO - Il Partito democratico si rimbocca le maniche. Al via una serie di iniziative che avviano la stagione elettorale: venti giorni di incontri, dibattiti e di confronto “comune per comune, porta per porta”. Con queste parole Danilo Leva magnifica la macchina organizzativa dei democratici, “unico partito con un tasso di radicamento territoriale così elevato e il solo, in Molise, a poter organizzare qualcosa del genere”. Sanità, lavoro, crescita economica e sviluppo delle aree interne, ambiente, green economy e acqua pubblica i temi al centro del dibattito per puntare al governo del paese e della regione. Una ca-

valcata di cinquantacinque appuntamenti che rappresentano l’occasione di un confronto in seno al Pd, ma soprattutto “giornate belle per il centrosinistra e per la democrazia, per la nostra regione e per la nostra gente”. Antonio Battista rimarca il senso del progetto: “tornare a discutere non per denunciare ma per lanciare proposte. Siamo gli unici a lavorare con queste modalità”. Il responsabile dell’organizzazione prospetta “un partito che discute, al suo interno con dei seminari e poi con gli alleati e alternativa sul programma”. Riemergono le note dolenti sulla trattativa dei segretari e sul tavolo di centrosinistra. Dalle crescenti richieste di svolgere le primarie, Leva si smarca con abilità dialettica: “Io sono stato eletto segretario con una consultazione degli iscritti. Del resto le primarie il Pd le ha nello statuto e sono un momento di democrazia partecipata importante”. Tuttavia, continua il segretario, “stiamo lavorando per rimettere insieme i pezzi della coalizione e il percorso è tutto in fieri”. Assurdo dunque parlare dello mo-

dalità di selezione delle candidature, quando la preoccupazione di tutti gli attori è rivolta “a unire una colazione quanto più ampia possibile per tornare ad essere competitivi e a vincere”. Dal Pd arriva pure un richiamo all’ordine, una tirata d’orecchie alle troppe voci configgenti. “È il momento della responsabilità - affonda Leva - non bisogna giocare a fare i furbi o a mettere la bandierina” su qualche poltrona. Un colpo a salve destinato a Romano, ennesimo tentativo di traghettare la coalizione oltre gli scogli rappresentati dalla scelta dei nomi. E pure a Nagni, che avrebbe dovuto e potuto essere più discreto sull’esito, ormai pubblico, degli accordi Pd - Idv. Per bilanciare le grane, ecco la carezza bonaria ad Alternativa, baluardo di quei “mondi esterni ai partiti” fondamentali “per una coalizione ampia”. Pensiero che conferma la politica delle due scarpe dei democratici: il Pd torna tra la gente e prova a correre, ma intanto si tiene stretta la stampella Alternativa. afv

L’AGENDA Oggi, vista ai comuni del cratere con una delegazione di senatori tra cui Nicola la Torre. Domani il Pd sarà in piazza Mercato ad Isernia mentre domenica mattina in piazza Municipio a Campobasso. Gran finale il 29 novembre al teatro Savoia con il segretario nazionale Pierluigi Bersani.

Provincia, tutti d’accordo su D’Ascanio Totonomine Pdl, Pallante: “il presidente esca di scena con dignità” CAMPOBASSO - Cancellare i problemi puntando l’indice. In politica piuttosto che lavorare sulle soluzione, capita spesso di identificare un capro espiatorio. Qualcuno su cui cadono le responsabilità di tutti. Alla Provincia di Campobasso il ruolo tocca al Presidente D’Ascanio che, oltre alle solite frecciate dell’opposizione, si trova pure a dover fare i conti con alleati scomodi e feroci. Cambi di partito e di giunta non hanno di certo rasserenato gli animi, ma Nicolino tiene botta, va avanti. Pur asserragliato continua a guidare un ente che tutti sanno già destinato all’Idv, proprio il partito che più infastidi-

sce il numero uno di palazzo Magno. Nel gran polverone sollevato dai consiglieri transfughi, poteva mancare l’affondo del coordinatore provinciale del Pdl? Quintino Pallante parla di “credibilità dell’istituzione, di competizioni personali e tatticismi”, finendo pure lui per chiedere discontinuità. Pallante però si rivolge direttamente a D’Ascanio: offrendogli la possibilità di un’uscita di scena dignitosa per preservare “la propria dignità personale, oltre che politica”. Il Presidente è al centro di un fuoco incrociato che non fa bene

alla politica e non aiuta il centrosinistra. Epperò non giova neanche al centrodestra che tra punzecchiature varie, deve pure risolvere il rebus interno sulle candidature. Invece Pallante furbescamente questiona su (e non con) D’Ascanio, augurandogli che “il tempo passi in fretta, fino alla naturale scadenza della legislatura”. Punti di vista che sfociano in un’esortazione interna. L’auspicio è che il “centrodestra si metta subito a lavoro sui contenuti del programma e sulle risorse umane da impiegare in un progetto politico ambizioso”. Come dire, spariamo su D’Ascanio ma sarebbe il caso di elaborare qualcosa come Pdl. afv

Chieffo dice no CAMPOBASSO - Pretattica? Forse. Intatto Antonio Chieffo precisa in una nota la sua posizione rispetto ad un’eventuale candidatura alla Provincia di Campobasso. “Ho un bel ricordo degli anni trascorsi in Provincia, dei colleghi amministratori, del personale e dell’attività svolta, ma reputo che un eventuale ritorno, dopo quindici anni di presidenza, non sia prospettabile. Cambiano gli scenari e credo sia giusto che a porre la propria candidatura in un ente importante nel panorama dell’attività amministrativa, quale appunto la Provincia di Campobasso, siano altri autorevoli amici. Diverse le richieste che mi sono pervenute in merito ad una eventuale candidatura ma ribadisco la necessità di lasciare il posto ad altri”.


REGIONE Presentata la struttura regionale del partito. Ed Erminia Gatti si tiene buona Costruire Democrazia

Api, la pagina nuova del Molise CAMPOBASSO – Terzo polo? “Macchè, potrebbe essere il primo”. Bruno Tabacci, presidente dell’assemblea nazionale di Alleanza per l’Italia, forse dall’alto del 20% attribuito alla cosiddetta formazione di centro dagli ultimi sondaggi, è carico a mille. E con lui Erminia Gatti, neo coordinatrice regionale dell’Api in Molise, presentata ieri a Campobasso con la “benedizione” del parlamentare ex Udc e Rosa Bianca e con l’ufficializzazione dei coordinatori provinciali di Isernia (Massimiliano Di Vito) e di Campobasso (Armando Di Zinno). Ma la Gatti non rinnega affatto Costruire Democrazia, che rappresenta fra i banchi del Consiglio comunale di Termoli. Anzi, se la tiene buona. Lo dimostra la presenza di Massimo Romano, assieme ai consiglieri comunali di Campobasso, Michele Coralbo e Michele Durante. Un progetto, quello dell’Api, che guarda di più al centro, come dimostra la partecipazione dello stesso Romano al movimento alternativ@, che comprende anche Massimiliano Scarabeo, al lavoro per la costituzione del partito della Nazione. Fine del bipolarismo? “C’è bisogno di una via nuova – incalza la Gatti –. In una crisi di fiducia come quella che stiamo vivendo, è necessario dare una risposta. L’Api è un punto di convergenza rispetto alle nostre esigenze di democrazia.

Erminia Gatti

Il primo partito, infatti – sottolinea –, è quello degli astenuti. Alleanza per l’Italia è la terza via, l’alternativa a Berlusconi in Italia e a Iorio in Molise che in dieci anni lascia una regione allo sbando, una terra povera di risorse e con un’economia al collasso. Credo che la nostra regione abbia bisogno di scrivere una pagina nuova, con un modello diverso da quello clientelare e monopolistico di Iorio”. Un modello, seppur agli albori, subito elogiato da Tabacci: “È stata una svolta di qualità la nomina di Erminia, una dirigente con una grande competenza e passione politica; così come quelle dei coordi-

Il cantiere della legalità: l’Italia dei Valori al lavoro Domani a Termoli convegno con Leoluca Orlando e Rosaria Capacchione Tutelare il Molise dalle intromissioni della malavita organizzata e dei suoi interessi: è stato presentato ieri mattina, nella sede campobassana dell’Idv, l’incontro che andrà di scena domani all’hotel Meridiano di Termoli (a partire dalle 18) e che vedrà la partecipazione di Leoluca Orlando, portavoce nazionale dell’”Italia dei valori”, e Rosaria Capacchione, giornalista de “il Mattino” e autrice del libro “l’oro della camorra”. L’iniziativa, che rientra nell’ambito del programma “cantiere per la legalità”, vuole rappresentare una risposta incisiva e determinata al rischio di infiltrazioni mafiose che potrebbero creare un dissesto irreparabile in territorio regionale: “La battaglia per risolvere la delicata questione del Cosib continua – ha spiegato Pierpaolo Nagni – e noi crediamo che il primo passo per regalare opportunità nuove alla nostra regione sia quello di contrastare con tutte le nostre forze la presenza

nemmeno Iorio: “Ha governato pensando che i suoi debiti li pagasse qualcun altro”. Ma elezioni, si diceva, sono il nodo che più interessa. “Serve una nuova legge elettorale: il premio di maggioranza è qualcosa di assurdo che nessun altro Paese ha, cosicché si può vincere anche con il 30%. Sono cose da S.p.A., non certo da democrazia parlamentare. Bisogna poi restituire la possibilità ai cittadini di scegliersi i propri rappresentanti, attraverso le preferenze o i collegi uni o plurinominali. Ma Berlusconi non lo farà mai”. E la disaffezione delle persone verso la politica non può che aumentare. Adimo

di ‘trafficanti di veleni’intenzionati a scaricare rifiuti tossici e pericolosi nel Molise, contando sulla compiacenza di proprietari corrotti per occultare facilmente gli illeciti dentro discariche abusive”. L’affaire legato alla gestione dei rifiuti, la cui criticità è stata senz’altro acuita dall’ombra delle “ecomafie”, rappresentano priorità importanti per la regione: una questione che l’Idv ha scelto di affrontare in prima linea, in tutela dei cittadini e a sostegno di quel concetto di legalità che troppo spesso sembra oscurato dai tentacoli della corruzione: “L’unico modo per combattere le mafie è quello di parlarne – ha detto Cristiano Di Pietro – per istaurare una politica di sensibilizzazione e prevenzione che possa restituire sicurezza, legalità e nuove speranze alla nostra gente”.

Rosaria Capacchione

natori provinciali”. Ma l’esponente nazionale dell’Api sa bene che il contesto politico italiano potrebbe cambiare di qui a poco. “Andiamo verso un nuovo governo o elezioni anticipate. Siamo un soggetto terzo rispetto al Pd, che deve ancora definire la consistenza del proprio elettorato e che ha pagato l’intuizione sbagliata di Veltroni di un partito a vocazione maggioritaria con la convinzione che l’Italia si potesse dividere in due; il Pdl di Berlusconi è giunto all’epilogo per la promessa alla quale hanno creduto gli italiani, cioè di diventare tutti più ricchi. È evidente che non è così”. Nel breve termine, allora, serve “un governo di decantazione perché le elezioni subito sarebbero l’ennesimo referendum di Berlusconi sulla sua persona”. Riguardo ai personalismi, Tabacci non risparmia

La “benedizione” di Bruno Tabacci: “È una svolta di qualità”. Poi l’attacco a Iorio: “Ha governato pensando che i suoi debiti li pagasse qualcun altro”

Bruno Tabacci

Commissariamento Molise: se n’è parlato al Centrum Palace

Il malgoverno della sanità Marino: “Dieci anni di fallimenti” Vecchi problemi; nuovi nodi per la politica regionale. La complessa questione della sanità molisana continua infatti a tenere banco sull’agenda delle priorità. La mancata autosufficienza economica e l’assenza di fondi adeguati alle esigenze della drammatica situazione sanitaria impongono misure urgenti e risposte concrete: il tempo delle attese è scaduto da un pezzo. Dei disagi, delle prospettive non certo esaltanti e delle possibili strade da imboccare per arginare problematiche così spinose si è parlato ieri sera al Centrum Palace hotel di Campo-

Ignazio Marino

basso, nel corso dell’incontro “Il malgoverno della sanità” – iniziativa promossa dall’associazione degli ecologisti democratici e dai giovani democratici del Molise – che ha visto l’illustre partecipazione del senatore Ignazio Marino, presidente della commissione parlamentare di inchiesta sull’efficacia e l’efficienza del servizio sanitario nazionale. Un momento per riflettere sulle gravi falle del sistema molisano, in piena fase di commissariamento e dissesto economico: “La situazione in cui imperversa la sanità regionale – ha detto il senatore Marino – è certamente fi-

glia della pessima gestione operata dalla politica di centro- destra in tutti questi anni. Una politica che ha definitivamente perso, fallendo su tutti i fronti. La sanità in questa regione è stata usata come mezzo per elargire posti di lavoro secondo percentuali a dir poco imbarazzanti e questa è una cosa che non si può accettare, così come non si può accettare che un cittadino debba essere ‘rimbalzato’ dal Cardarelli alla Cattolica per ricevere l’assistenza necessaria. In questo modo – ha continuato l’esponente del partito democratico – le cure vengono ‘spersonalizzate’ ed il diritto alla salute di ogni cittadino rischia di essere calpestato dalle falle di un sistema che necessita di misure d’intervento urgenti”. Nel caso specifico, il presidente della Regione, Michele Iorio, riveste anche la carica di commissario alla sanità: “Una posizione anomala, da cui abbiamo preso le distanze sin dall’inizio” – da detto Marino, che interpellato su una possibile ‘ricetta’ per uscire dalla crisi ha commentato: “Un piano d’azione serio e mirato, che insieme ad investimenti congrui per la ricerca e le strutture possa garantire il progressivo rientro del settore entro parametri rispettabili”.


REGIONE La Regione rimborsa i bieticoltori Stanziati 160mila euro per aiutare i coltivatori che tra il 2008 e il 2009 hanno conferito il prodotto allo Zuccherificio CAMPOBASSO - La Giunta Regionale del Molise su proposta degli assessori alle Politiche agricole e alla Programmazione, Nicola Cavaliere e Gianfranco Vitagliano, ha stanziato 160mila euro per la concessione, ‘in regime di de minimis, dell’aiuto alle aziende che hanno coltivato bietole nel territorio molisano per la campagna agricola 2008/2009 ed hanno conferito il loro prodotto allo Zuccherificio del Molise. “Il deliberato – spiega Cavaliere – prevede il riconoscimento di un tetto massimo di 437 euro per ogni ettaro colti-

vato a barbabietole, con un importo complessivo che non può essere superiore ai 15mila euro in favore di ogni singola azienda. Il provvedimento – prosegue – si è reso necessario per far fronte alle difficoltà di accesso al credito che in questo momento incontrano le aziende agricole regionali e per tamponare gli elevati costi generati dai fattori produttivi ed energetici, nonché per sostenere il comparto nella riorganizzazione e riconversione sia economica che produttiva”. L’atto approvato dalla Giunta regionale dispone, inoltre, l’ac-

Ricostruzione, il Libro bianco anche in rete

CAMPOBASSO – Il libro bianco, presentato all’inizio di questa settimana e che resoconta dettagliatamente come sono stati spesi i fondi della ricostruzione, è disponibile anche sul sito della Regione Molise alla voce Servizio informativo sisma 2002 (http://www.regione.molise.it/WEB/grm/sis.nsf). Lo rende noto la struttura commissariale guidata dal consigliere regionale Nicola Romagnuolo che in un’ottica di trasparenza precisa anche che “il volume è stato curato a titolo gratuito da unità di questa struttura e che l’unico costo affrontato, di € 4.448,25 al netto di Iva, è riferito alle spese tipografiche”.

creditamento dei 160mila euro in favore dell’associazione bieticolo-saccarifera italiana, la quale procederà, per conto della Regione, sia all’individuazione delle aziende che presentano i requisiti per poter accedere all’aiuto in questione, sia alla liquidazione del relativo aiuto. “Con questo provvedimento – ha concluso l’assessore – è stato scongiurato il rischio di danneggiare un importante settore dell’economia regionale, ma soprattutto abbiamo tenuto fede agli impegni presi con i bieticoltori ed i rappresentanti delle associazioni dei produttori”.

EOLICO

L’urlo delle associazioni: ora la legge contro le pale CAMPOBASSO - Le ruspe sono già a lavoro nella valle del Tammaro, ma le centodieci tra associazioni e comitati che danno vita alla la Rete contro l’eolico selvaggio in Molise non demordono. Il pressing sul Consiglio regionale prosegue con un presidio che intende portare avanti l’iter di approvazione della legge n.245/2010 sulla salvaguardia delle aree archeologiche regionali. Lunedì 15 è in

programma l’ennesima contestazione sul crinale della Castagna nei pressi del cantiere della vergogna, mentre cresce il dissenso dei molisani contro l’installazione di nuove pale eoliche. Nei prossimi anni dovrebbero essere addirittura cinquemila, in media più di una per chilometro quadrato. Uno scempio che rischia di dequalificare il patrimonio ambientale

Cgil, incontri e scioperi per salvare la scuola CAMPOBASSO – Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Dov’è finita l’autonomia scolastica? Con la pubblicazione della circolare sulle sanzioni disciplinari, C.M. 88 dell’8 novembre 2010, per il personale ATA, docente del comparto scuola e per i dirigenti scolastici va avanti la politica di vessazioni nei confronti dei pubblici dipendenti portata avanti dal governo.

Intanto in molte scuole della regione ci sono dirigenti scolastici che vogliono porre fine alla contrattazione d’istituto, decidendo d’imperio su materie disciplinate dal CCNL quali l’organizzazione del lavoro del personale docente ed ATA e la distribuzione delle risorse per la valorizzazione professionale. Per discutere dei problemi che ci sono nelle scuole moli-

sane sia sul versante delle sanzioni disciplinari, sia su quello della mancanza di risorse, nonché su quello delle relazioni sindacali e della contrattazione integrativa, la FLC CGIL del Molise organizza un incontro il 12 novembre presso la sede della CGIL in Via Tommaso Mosca 11 a Campobasso. All’incontro parteciperà Americo Campanari del Centro nazionale

FLC CGIL. Sarà un appuntamento che dovrà preparare la manifestazione del 17 novembre, in occasione dello sciopero della prima ora, che la FLC farà insieme agli studenti a Campobasso. Sarà anche l’occasione per approfondire, con i delegati e le RSU, le strategie da adottare per rigettare ogni ritorno all’autoritarismo nelle scuole per far

affermare la cultura della legalità e della contrattazione. Proseguono così le iniziative della FLC CGIL Molise per contrastare le politiche governative che stanno mettendo in ginocchio le scuole, stanno negando un futuro al personale precario, stanno riducendo drasticamente la possibilità di dare agli studenti molisani una scuola pubblica di qualità. Sergio Sorella


CAMPOBASSO Ieri il giudizio abbreviato per otto giovani del capoluogo arrestati nell’ottobre del 2009

Spaccio di droga, dure condanne per i ragazzi di ‘Via Bakù’ Giudizio abbreviato, ieri in Tribunale a Campobasso, per otto giovani coinvolti nel processo penale denominato “Via Bakù” e che nell’ottobre del 2009 vide finire nei guai 17 persone del capoluogo dedite allo spaccio e all’assunzione di sostanze stupefacenti. Il giudice monocratico Teresina Pepe ha condannato gli imputati per spaccio di modica quantità, con pagamento delle spese processuali. Le condanne -Tre anni ed 8 mesi più il pagamento di una multa di 14 mila euro per Agnese Paparella, difesa dall’avvocato Gaetano Caterina; - quattro anni e due mesi più una multa di 16 mila euro per Alessandro Ciaramella, difeso dagli avvocati Angelo Piunno e Francesco Martino; - quattro anni ed otto mesi più la multa di 20 mila euro per Nicola Fasciano, assistito dall’avvocato Giovanni Grieco; - tre anni e dieci mesi più la multa di 14 mila euro per Fabio Zingarelli; due anni e sei mesi più 6 mila euro di multa per Antonio D’Andrea difeso dagli avvocati Angelo Fiadino, Giuseppina Cennamo e Giuseppe De Rubertis; - tre anni e sei mesi più 5 mila euro di multa per Sabrina Del Rosso, difesa dall’avvocato Maria Assunta Baranello; - tre anni e sei mesi più 5 mila euro di multa per Diego Tallarita, assistito dal-

l’avvocato Carmine Verde; - due anni e sei mesi più una multa da 6 mila euro per Nadine Kalu, difesa dall’avvocato Fabio Albino; Per Zingarelli e D’Andrea disposta la conversione in lavori di pubblica utilità in due comunità terapeutiche, una nel nord Italia, l’altra in Molise. Per Tallarita e Kalu anche l’interdizione per 5 anni dai pubblici uffici. La difesa Tutti gli avvocati hanno richiesto la revoca di custodia cautelare e la remissione in libertà. Per alcuni degli imputati condanne maggiorate rispetto alle richieste del pm, rappresentato in aula dalla dottoressa Rossana Venditti. Entro 90 giorni usciranno le motivazioni. Il commento “Le pene inflitte in primo grado dal Tribunale Monocratico, nella persona della Dott.ssa Teresina Pepe, ai maggiori 'protagonisti' del traffico di stupefacenti, sono state in verità piuttosto severe, tenendo peraltro conto della scelta premiale del rito abbreviato intrapresa da tutti gli imputati”. Questo il commento degli avvocati Angelo Piunno e Francesco Martino che hanno infatti preannunciato appello avverso detta pronuncia di primo grado, insistendo inoltre per la revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari a tutt'oggi applicata al pro-

Violenza e minaccia a pubblico ufficiale riformata la sentenza in appello Era stato condannato in primo grado a 4 mesi con la sospensione per violenza e minaccia a pubblico ufficiale, ma ieri, in Corte d’Appello a Campobasso, i giudici hanno deciso di non doversi procedere per quel reato nei confronti di D.A.M. L’uomo difeso dall’avvocato Daniele Di Gregorio era finito nei guai nel 2004 quando, in un paesino della provincia, era stato fermato dai carabinieri per un controllo. In quella circostanza aveva iniziato a scaldarsi lanciando delle intimidazioni al Co-

mandante della stazione a cui i militari facevano riferimento ma che, in quel momento, non si trovava sul posto. Per l’avvocato Di Gregorio, in assenza di querela da parte del maresciallo, il reato che si sarebbe dovuto ravvisare era quello di oltraggio a pubblico ufficiale e minaccia aggravata e non quello che ha portato alla condanna del suo assistito nel marzo del 2006. Dunque una vittoria per la difesa che ha visto riconosciute le proprie argomentazioni davanti alla Corte.

Shopping domenicale, negozi aperti anche in centro CAMPOBASSO - Apri e chiudi, la gente non ci capisce nulla sugli orari degli esercizi commerciali. L’ultima nuova viene dal Comune che ha approvato un’ordinanza per l’apertura domenicale degli esercizi di vendita al dettaglio su posto fisso. Tre domeniche di

novembre per rianimare lo shopping del centro, inaridito dai due centri commerciali cittadini. Dopo l’apertura a intermittenza della viabilità di Corso Vittorio Emanuele, a palazzo San Giorgio dimostrano di avere particolarmente a cuore la sorte dei commercianti del centro.

prio assistito - il quale ha peraltro già scontato oltre un anno di custodia cautelare in carcere. Proprio nelle giornata di oggi è attesa la pronuncia su quest'ultima istanza da parte della Pepe, su previo parere del pm. Stessa posizione anche per l’avvocato Ceterina. I fatti Le indagini di via Bakù partirono dalla segnalazione di un padre di una delle ragazze poi arrestate. 17 le persone che finirono agli arresti: spacciavano droga in tutta la città rifornendo tossicodipendenti abituali e non. La droga finiva anche nelle mani di professionisti. I pusher si recavano quotidianamente a Napoli, nel quartiere di Scampia, dove acquistavano piccole dosi per trasportarle poi, senza troppe difficoltà, in Molise. Viaggi molto redditizi per i campobassani: una dose, in media, costava circa 13 euro e veniva rivenduta a 35 euro. Al giorno ne venivano spacciate oltre 500. (m.s.)

Multato per un divieto di sosta fantasma: doppia beffa per un automobilista a Bojano Ricevere una multa, si sa, non è mai evento gradito. Figurarsi, poi, se la sanzione deriva dalla presenza di una segnaletica stradale deficitaria e di difficile individuazione per gli automobilisti. Se a questo si aggiunge l’indisponenza di chi, al contrario, dovrebbe interpretare la propria professione, primariamente, come servizio da rendere al cittadino, è facile comprendere lo stato di delusione e il profondo rammarico che hanno colto

Non aveva visto la segnaletica deteriorata e logora, ma i vigili non gli hanno fatto sconti G.G. - cittadino residente in Toscana ma spesso ospite del ‘nostro’ Molise - che lo scorso 19 agosto si è visto infliggere una multa da alcuni vigili urbani di Bojano.

Gli agenti municipali, nella circostanza, hanno contestato all’uomo, che aveva posteggiato la propria auto nei pressi di un parcheggio in piazza della Vittoria per dedicarsi ad alcune spese, una posizione di divieto di sosta. Peccato che il segnale che avrebbe dovuto evidenziuare quel divieto fosse a dir poco invisibile: non c’era alcun cartello, infatti, ma solo un instabile e consumato foglio A4 (per giunta a metà) incollato ad un palo con del nastro adesivo. Un modo curioso – e decisamente improponibile – di segnalare possibili infrazioni. Avvicinatosi al alle guardie municipali per chiedere spiegazioni, l’uomo ha incassato risposte a dir poco seccate, che non hanno lasciato spazio alla comprensione e al buon senso, ma solo ad un disappunto che ha spinto lo stesso G.G. a segnalare lo spiacevole episodio.


CAMPOBASSO La portavoce Vincelli chiede a Di Bartolomeo di occuparsene ‘prima che sia troppo tardi’

Ariston, Sel si appella al sindaco CAMPOBASSO – Ogni abitante di questa città conosce il teatro Ariston. I più fortunati lo ricordano ancora in attività, quando a via Cardarelli passavano le bambine col tutù per il saggio di fine anno o quando Titanic rimase in programmazione per svariate settimane. Senza andare troppo indietro nel tempo, va detto anche che c’è un’altra generazione di campobassani che purtroppo l’interno di quel teatro non l’ha mai neanche visto. Perché l’Ariston è chiuso da anni e nonostante le promesse di fantomatici progetti di rilancio, la sola constatazione che si può fare è che la struttura, ormai fatiscente, resta inaccessibile. Perché? A chiederselo è anche Laura Vincelli, portavoce di Sinistra Ecologia e Libertà, che ricordando il ‘canto del cigno’ dell’Ariston nel 2003 (da Grillo a Fossati passando per Paganini, Fiorello e, successivamente, Samuele Bersani) dice: “In questi otto anni di chiusura, la scorsa amministrazione comunale aveva portato avanti un progetto di acquisto del teatro Ariston all’interno di un programma di rilancio delle attività culturali. Tra i possibili utilizzi dell’Ariston era stata data priorità alla funzione di teatro, considerando anche la notevole capacità che lo caratterizza e contraddistingue, ma si era prevista anche la possibilità di sfruttarne gli spazi per la realizzazione di una pinacoteca cittadina, la galleria d’arte comunale e eventualmente un museo d’arte moderna. E’ evidente che dietro la volontà di valorizzare un ‘luogo di cultura’ come il teatro Ariston ci fosse molto di più di un’operazione di carattere patrimoniale, come ha sostenuto nel 2009 l’assessore Di Domenico”. La trattativa tra l’ex primo cittadino Di Fabio e i possibili soci non andò mai in porto. E il rischio che gli attuali proprietari lo trasformino in un complesso di mini appartamenti o in un ennesimo centro commerciale resta ancora elevato. Ecco perché la Vincelli lancia un appello al sindaco Di Bartolomeo “perché continui ad occuparsi dell’Ariston prima che sia troppo tardi. Dieci giorni fa la Giunta comunale ha approvato i Pisu, progetti integrati di sviluppo urbano. Saranno finanziati dalla Regione infatti rientrano nella programmazione 2007/2013 dei fondi strutturali. Si legge del paternariato allargato territoriale che si è creato e che dovrà collaborare all’attuazione delle linee programmatiche. Dagli obiettivi in questione emerge la volontà di riqualificare e valorizzare spazi del nostro territorio al fine di accrescerne o solidificarne il valore ed è per questo che Sinistra Ecologia e Libertà di Campobasso ritiene che anche il teatro Ariston possa beneficiarne, in quanto luogo imprescindibile della nostra memoria per la funzione culturale che ha avuto nel territorio”.

Sicurezza stradale, alcol test gratuito nei locali Confcommercio e ministero della Salute: insieme per un consumo responsabile CAMPOBASSO - Drink e divertimento. Con l’entrata in vigore della nuova legge sulla sicurezza stradale, i locali che somministrano alcolici e la cui attività si protrae oltre la mezzanotte metteranno a disposizione dei clienti dei precursori per la rilevazione del tasso alcolemico. Il progetto della Confcommercio punta a coniugare svago e sicurezza, facendo leva sull’autocontrollo e sulla responsabilità dei singoli. Livelli di alcol nel sangue superiori a 1.5mg/l porteranno alla confisca del veicolo ma, già dagli 0,5mg/l scatta la multa. Pur nei limiti, inoltre, è possibile il verificarsi di annebbiamenti della vista e rallentamenti dei riflessi. Il grado di tolleranza è infatti soggettivo: dai tre bicchieri di vino per una donna di 60 chili a stomaco pieno, a poco meno di mezzo litro per un uomo di 80 chili. Ecco allo il soccorso del Fipe Confcommercio che di concerto con il Ministero

della Salute ha consentito una stesura più chiara e fruibile delle tabelle che affiancano i misuratori alcolemici. Tabelle e precursori, spiega una nota, consentiranno al cliente di affrontare più serenamente la guida ed evitare, in caso di fermo delle forze dell’ordine, di incorrere nelle sanzioni previste per la guida in stato di ebbrezza. Il Presidente Regionale, Paolo Santangelo saluta l’iniziativa con entusiasmo, soprattutto perché i gestori dei locali: “saranno in grado di assistere i clienti che dovessero richiedere delucidazioni” e aiutarli ad “effettuare i test” prima di mettersi al volante. Plauso anche dalla dottoressa De Cerce dell’Asrem che auspica “la limitazione del numero degli incidenti per guida in stato di ebbrezza” e guarda al progetto come una possibilità concreta “di educare il cittadino ad un corretto rapporto con l’alimento alcol”. afv

Giunta provinciale, Varato il piano neve 2010/2011 La Giunta provinciale ha approvato, nella seduta del 09/11/2010 il Programma di interventi per lo sgombero neve per la stagione invernale 2010/2011. In coerenza con gli indirizzi già assunti lo scorso anno, è stato confermato il ricorso alle imprese agricole per lo svolgimento del servizio affidato a ditte esterne, dando piena applicazione alla cd. Legge di orientamento per il settore agricolo approvata nel 2001 (D. Lgs. 228/2001) che, in sostanza, prevede che le Pubbliche Amministrazioni, al fine di favorire lo svolgimento di attività funzionali alla sistemazione ed alla manutenzione del territorio, alla salvaguardia del paesaggio agrario e forestale, alla cura ed al mantenimento dell'assetto idrogeologico e al fine di promuovere prestazioni a favore della tutela delle vocazioni produttive del territorio, possano stipulare convenzioni con gli imprenditori agricoli. Le quasi 100 postazioni operative per lo sgombero neve ed il trattamento antighiaccio che saranno attivate sul territorio provinciale potranno quindi essere gestite dagli agricoltori che, a tal fine, dovranno presentare una domanda di adesione all’avviso pubblico che sarà pubblicato dalla Provincia di Campobasso la prossima settimana. Gli avvisi saranno affissi presso tutti i Comuni del territorio e, comunque, tutti gli interessati potranno rivolgersi, per informazioni, presso l’Ufficio competente della Provincia, ai numeri: 0874 401336 oppure 0874 401348. La documentazione per partecipare alla selezione sarà, ovviamente, consultabile sul sito della Provincia: www.provincia.campobasso.it Tra le novità di rilievo da sottolineare vi sono

sicuramente: - La conferma del ricorso alle imprese agricole; - la biennalità dell’incarico (2010-2012) che consentirà da un lato alla Provincia di ottimizzare la gestione di questo importante servizio e, dall’altro, agli agricoltori che avranno l’incarico, di garantirsi – anche al fine degli investimenti da fare – un’entrata potenzialmente importante; La spesa preventivata per il solo servizio affidato all’esterno (al quale si aggiunge la parte svolta dalle altre 15 postazioni operative gestite direttamente da dipendenti e mezzi dell’Ente) è di circa 2.500.000,00 euro, a cui vanno ad aggiungersi le spese per l’acquisto di altri beni e servizi (salgemma, etc…). In merito all’approvazione da parte della Giunta della delibera per lo sgombero neve, l’Assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Spina si è detto particolarmente soddisfatto: “Questo è un servizio – ha affermato l’Assessore – che è da sempre un fiore all’occhiello dell’Amministrazione provinciale e che anche negli scorsi anni ha ricevuto riconoscimenti unanimi per la sua efficienza e per la perizia con cui viene condotto. Sindaci, operatori economici e commerciali oltre che i cittadini su questo non sbagliano. Nei mesi invernali siamo una sicurezza per tutti. E sono anche particolarmente contento – ha concluso Spina – per il mantenimento della biennalità degli affidamenti degli incarichi alle imprese o ai singoli agricoltori, che così possono efficacemente integrare il loro reddito svolgendo un servizio fondamentale sulla viabilità interna”.


SPETTACOLI Componente dei Planet Funk dei quali si attende il nuovo disco

Alexander, sempre al top Domani sera ospite il dj e produttore Alex Neri CAMPOBASSO - Da ormai otto anni, la discoteca Alexander ha abituato il popolo molisano, quello della notte, ad eventi house sempre importanti. Sono molti i dj che sono saliti in consolle nella main room o nel privè: Satoshi Tomii, David Morales, Luca Agnelli, Joe T. Vannelli, Jamie Lewis ma solo per citarne alcuni. Domani sera il guest sarà Alex Neri, dj resident al Tenax di Firenze, ma consosciuto in tutto il mondo per le sue doti e capacità al mixer. Componenete dei Planet Funk, band mezza napoletana e mezza fiorentina, Neri fa della versatilità un suo punto di forza. Con i live dei Planet Funk, viene fuori tutta la potenza musicale di Neri & C. che viene poi trasposta sui lettori cd in consolle. Neri ha suonato nei club di tutto il mondo, ai party e festival più importanti, domani tocca la Molise Domani sera il suo set è atteso dai numerosi fans che Neri ha anche in Molise. Sarà possibile prenotare un palchetto ed avere diritto al parcheggio riservato. Informazioni e prenotazioni 087461123 337667648.

FLASH CAMPOBASSO - Prosegue la rassegna organistica “Suoni antichi”, organizzata dall’associazione Cantantibus organis. Domenica prossima alle 18:45 presso la chiesa di S.Antonio, terzo appuntamento in cartellone: il duo flauto e organo con i musicisti Costanza e Crescenzo Grifone. Musiche di Rossi, Marcello, Veracini, Della Ciaja, Bach. Informazioni 3384596462.

L’altrotheatro

TERMOLI - Fervono i preparativi per l’avvio della stagione teatrale della compagnia diretta da Ugo Ciarfeo “L’altrotheatro”. Sei gli spettacoli proposti, uno al mese da novembre 2010 ad aprile 2011. Saranno in scena tutti, in quattro serate ognuno. Il primo, dal 15 al 21 prossimi “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello. Nel contempo, a breve prenderà il via la scuola di teatro con lezioni dal lunedì al venerdì dalle 21:00 alle 23:00. Altre informazioni 3469410583.

Appuntamenti CAMPOBASSO - Il venerdì al Kamaloca è charme electronique. Play Mario Tallari, Andrea Palazzo, Pietro Mucciarone. CAMPOBASSO - Oggi aperitivo cenato al Rudy’s lounge bar in via Gazzani dalle 19:00. Play dj Bit. Domani si replica con il dj Charles Papa. CAMPOBASSO - Il venerdì al Physique dall’aperitivo a seguire. Dj set. CAMPOBASSO - Stasera al De

Anima, after dinner con il dj Flavio Emme. ISERNIA - Stasera al discobar La Strada (foto) serata russian standard party.Play Alessandro Roccia e Pietro Rama. Info 0865450021. CAMPOBASSO -Oggi da Nef caffetteria in via Cannavina è chupito party. SERNIA - Sabato al Bunker club è tequila party. Play Vincenzo Zappitelli e Tony V.

Gerald Clayton trio CAMPOBASSO - Questa sera alle 21:00 al teatro Savoia, il concerto del Gerald Clayton trio, nell’ambito di una doppia proposta jazz a cura dell’associazione musicale Thelonious Monk. Il musicista olandese, salirà sul palco con i suoi musicisti: Joe Sanders e Justin Brown. Ingresso euro 15,00 ridotto euro 10,00. Informazioni e prevendita 087498805.

Sesso e potere CAMPOBASSO - Domani alle 17:30 presso la bibliomediateca in via Alfieri, verrà presentato il libro “Puttanopoli - trans escort veline marchette - sesso e potere nell’onorevole Italia degli anni zero” del giornalista Domenico Guarino (Controradio popolare network). Tristemente e più che mai attuale, il binomio sesso e potere permea tutti gli strati del mondo del lavoro. Guarino sviscera e scopre molti lati ancora oscuri e condivide con il lettore quanto il Belpaese sia misero. Info 0874438536.

Musica: Manson, cd nel 2011

Flashdance diventa un musical

MILANO - Battaglia tra etichette discografiche per assicurarsi l'uscita dell'ottavo album di Marilyn Manson: alla fine l'ha spuntata Cooking Vinyl, distribuita in Italia da Edel, che l'anno prossimo pubblichera' il nuovo lavoro dell'artista. Il contratto prevede la pubblicazione di un album nel 2011 attraverso l'etichetta Hell, etc., joint venture con Cooking Vinyl.

MILANO - Film culto degli anni '80, Flashdance diventa musical e porta sul palcoscenico la storia della determinata ballerina-operaia Alex Owens. Lo spettacolo debuttera' il 10 dicembre al Teatro della Luna di Assago e sara' poi in tour attraverso importanti teatri italiani, terminando con Roma a maggio 2011.

11 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010


Ittierre, Bianchi ha voglia di investire

Assicurazioni false, sgominata la banda

“Pronti a portare lavoro nell’indotto isernino”, queste le dichiarazioni di Antonio Bianchi, amministratore delegato di Albisetti che da qualche giorno è anche il nuovo patron della Ittierre di Pettoranello di Molise. L’ad si è detto pronto ad investire sulla provincia di Isernia.

ISERNIA - La Polizia Stradale del capoluogo pentro, in collaborazione con gli agenti della Questura di Benevento hanno sgominato un giro di assicurazioni automobilistiche falsificate. La complessa indagine può avere dei risvolti clamorosi e potrebbe interessare anche altre regioni.

ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

Mancini: “La Provincia delle banane, dove ognuno fa quello che gli pare” www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALLA STATALE 17 Il nubifragio dei giorni scorsi ha riproposto un problema che più volte abbiamo affrontato. La Statale 17 alla prima pioggia diventa un vero e proprio lago. File interminabili di automobili soprattutto nei pressi del quartiere San Lazzaro. Ancora una volta, dunque, lanciamo un accurato appello alle istituzioni competenti: l’arteria ha bisogno di un rifacimento immediato. Devono essere eliminati i dossi e le buche, che hanno trasformato la statale in una groviera. Lo chiedono gli automobilisti e i cittadini stanchi ormai di dover subire con cadenza quasi quotidiana notevoli disagi. Fino a quando questo non sarà fatto la Statale 17 continuerà a ricevere i nostri tapiri.

L’OSCAR DEL GIORNO ALLA CARITAS DIOCESANA Sono 4.500 le persone che quotidianamente ricevono il vitto, 400 quelle che si rivolgono ai volontari per ricevere vestiti. I poveri in provincia sono in aumento e la Caritas Diocesana sta diventando una realtà indispensabile. Un plauso va a questa associazione guidata da don Salvatore Rinaldi. Il suo braccio destro è Paolo Orabona, che ad Isernia coordinata un centro di primo ascolto. Grazie a loro le famiglie in difficoltà possono continuare a sperare. La Caritas Diocesana è stata la protagonista della puntata di “Molise che va” su Tlt.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il segretario regionale de La Destra: “Dovranno assumere nuovi ingegneri e prima che si faccia il concorso io già so chi è. Il nome lo fornirò a chi di dovere”

“Cardillo nominato ai vertici del Copris, un ente inutile” Mancini contro la nomina del politico nell’ente provinciale: “Dirigerà se stesso”

ISERNIA - Una gestione della cosa pubblica basata su politiche clientelari e nomine di dirigenti di enti che non servono a nulla. Questo il quadro della situazione fatto da Giovacarmine Mancini, segretario regionale de La Destra che ha incontrato i giornalisti. Per quanto riguarda la Provincia di Isernia Mancini ha annun-

ciato la nomina di Cardillo, consigliere comunale di centrodestra, ai vertici del Copris, ente che si dovrebbe occupare della gestione dei rifiuti. Lo stesso, a detta di Mancini, dovrebbe percepire circa 40mila euro all’anno per diciotto ore settimanali. Per il segretario regionale una nomina che non ha

senso visto che il Copris non ha nemmeno un consiglio di amministrazione e che la nuova finanziaria nazionale ha incaricato i comuni e non le province a gestire la raccolta di rifiuti. “Cardillo, in sostanza – ha dichiarato – dirigerà se stesso”. Mancini ha criticato anche le recenti assunzioni avvenute sempre a Palazzo Berta, tra queste un dipendente del Comune di Pesche che “inspiegabilmente si è ritrovato assunto alla Provincia, quando invece l’ente avrebbe dovuto dapprima attivare la reperibilità di personale”. Non solo. Per il consigliere provinciale l’ente di via Berta starebbe assumendo altri ingegneri tra questi “uno che ha la specializzazione in Master in disaster”. “Io già so chi è questo soggetto, nonostante ancora debba farsi il concorso – ha spiegato Mancini – e comunque il nome dell’ingegnere è lo consegnerò a chi di dovere”. Il segretario regionale de La Destra, come sempre, ha analizzato anche la situazione al Comune di Isernia. “Melogli – ha dichiarato – continua a nominare dirigenti di centrosinistra. Prima

Carmosino e adesso De Lellis. Una decisione – ha concluso – che suona come un tradimento degli elettori di centrodestra”. Infine, Mancini ha annunciato che alle prossime regionali e provinciali di Campobasso non ci sarà nessun accordo con il Pdl.

“Andremo da soli per creare una vera alternativa ai molisani stanchi di questo tipo di politica”. Per Mancini quello che sta accadendo in Molise è “un vero e proprio scandalo. Dalla Regione, alla Provincia, ai Comuni, tutto si basa su un sistema clientelare”.

Il Comune assume Il Comune di Isernia ha bandito due concorsi per assumere un geometra (categoria C1) e un ingegnere (categoria D1). L’assunzione è prevista a tempo parziale (18 ore settimanali) e determinato (2 anni, prorogabili). Le selezioni avverranno sulla base dei titoli dei concorrenti e a seguito d’un colloquio volto ad accertare la necessaria professionalità. Per entrambi i concorsi, è indispensabile che i partecipanti pos-seggano, oltre agli altri requisiti previsti dal bando, il dovuto titolo di studio (diploma di geometra o laurea in ingegneria) e l’abilitazione all’esercizio della professione, con iscrizione all’albo da almeno tre anni. Il termine per la presentazione delle domande è fissato al prossimo 3 dicembre. I bandi sono consultabili sul sito web del Comune di Isernia.

Furto nel ristorante, arrestato In manette un 25 rumeno. Si cercano i due complici Prosegue senza sosta l’attività di prevenzione e di contrasto della criminalità da parte della Questura di Isernia. Nel corso degli intensificati servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Isernia Salvatore Torre, volti a prevenire la commissione di reati contro il patrimonio, la Volante è intervenuta, la scorsa notte, nei pressi di Macchia d’Isernia, a seguito di segnalazione di persone incappucciate notate all’interno di un esercizio commerciale. Giunto celermente sul posto, il personale operante coglieva in flagranza una persona nel ten-

14 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010

tativo di forzare la porta di ingresso che alla vista della Polizia si dava a precipitosa fuga a piede unitamente ad altri due suoi complici. Dopo un breve inseguimento uno dei tre malfattori veniva catturato mentre gli altri due risultano ancora da ricercare. Sul posto veniva inoltre ritrovata una autovettura risultata rubata in provincia di Chieti al cui interno venivano rinvenuti altri arnesi atti allo scasso. Per tale motivo R.M. cittadino rumeno di anni 25, è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato e ricettazione in concorso.

Scuola-Lavoro, corsi dell’Azienada Sei

Eolico, in campo anche Sorbo e Cuzzone

ISERNIA - Hanno avuto inizio ieri mattina, presso l'Azienda Speciale SEI della Camera di Commercio di Isernia le attività a favore degli istituti di istruzione secondaria superiore della provincia di Isernia, in particolare con la formazione per dirigenti e tutor scolastici impegnati in progetti di alternanza scuola-lavoro.

ISERNIA - Conferenza stampa questa mattina, alle ore 11:15 presso la Provincia di Isernia, dei consiglieri di Sininistra Ecologia e Libertà, Antonio Sorbo e Marcello Cuzzone. Argomento dell’incontro con i giornalisti la famosa legge “Berardo” sull’installazione di pali eolici in regione. Una legge che non piace agli esponenti Sel.


ISERNIA L’Amministratore delegato Bianchi:“L’azienda ha le potenzialità per tornare ai vertici mondiali”

Ittierre acquisita da Albisetti: “Pronti ad investire in Molise” Ora è ufficiale. La Albisetti di Como sarà il nuovo proprietario di It Holding. Il Ministero dello Sviluppo economico ha, infatti, autorizzato i commissari straordinari della società fondata da Tonino Perna ad accettare l'offerta irrevocabile per l'acquisto del complesso aziendale Ittierre e delle altre partecipate estere. Albisetti, che ha avuto la meglio su Borletti, altro gruppo che ha presentato l’offerta, è una società che produce e commercializza abbigliamento intimo, mare e tempo libero, con un fatturato di circa 60 milioni di euro e 150 dipendenti. "Credo molto in Ittierre - ha sottolineato l'amministratore delegato Antonio Bianchi - e credo che abbia tutte le potenzialità per tornare ad essere leader indiscussa a livello mondiale nella produzione e distribuzione di abbigliamento e accessori di grandi

brand. Il nostro piano industriale - ha aggiunto - prevede la valorizzazione dell'insediamento produttivo di Isernia e, più in generale, le competenze esistenti nel Molise e nel centro sud". L’amministratore delegato ha annunciato di voler mantenere intatti i livelli occupazionali. Una notizia positiva, dunque, per lavoratori e sindacati che da qualche tempo stavano chiedendo garanzie concrete al governo. Ed emergono anche i primi dettagli sull’operazione di vendita. Albisetti si sarebbe aggiudicata It Holding per una cifra di circa venti milioni di euro. Bianchi ha anche annunciato che il suo intento è quello di spostare parte della produzione dai paesi dell’Est proprio nell’indotto isernino, e si è detto pronto ad aprire le porte anche alla Regione Molise qualora, anche se

in minima parte, voglia entrare nell’Ittierre. Firmata anche la vendita del prestigioso marchio Ferrè che è andato al fondo Prodos insieme ad armatori greci Salmar Shipping LTD. Della cordata, successivamente, dovrebbe entrare a far parte anche il colosso coreano Samsung. Dopo la cessione di tutti i rami di azienda, dunque, si chiude l’esperienza dei tre commissari straordinari della Ittierre. Spada, Ciccoli e Chimenti sono entrati in seguito alla crisi finanziaria che ha investito il gruppo tessile di Pettoranello. Crisi dalla quale l’Ittierre sembra stia uscendo definitivamente.

Sgominata banda che truffava le assicurazioni La Squadra di Polizia Giudiziaria della sezione Polizia Stradale di Isernia , diretta dal Vice Questore Paolo Mancino, in collaborazione con la Squadra di Polizia Giudiziaria della sezione Polstrada di Benevento, atteso il coordinamento della Procura della Repubblica di Benevento, nei giorni scorsi dopo una articolata attività investigativa partita dalla provincia di Isernia ed estesasi in particolar modo proprio nel Beneventano, ha interrotto un sodalizio criminale dedito alla falsificazione di attestati di assicu-

razione per veicoli usati per la circolazione di prova. L’organizzazione criminosa falsificava attestati della compagnia “fomo assicurazioni” inserita nelle black list delle compagnie non abilitate all’esercizio dell’attività assicurativa sul territorio nazionale, per l’assicurazione obbligatoria delle responsabilità civili autoveicoli terrestri. Il consolidato e fraudolento modus operandi permetteva di evadere il pagamento delle polizze di assicurazione e, in particolar modo, garantiva la circola-

zione di una vasta gamma di veicoli per i quali i prezzi delle polizze assicurative, considerata la provincia di residenza, risultavano assai gravosi. Allo stesso tempo l’organizzazione offriva la possibilità, attraverso concessionarie compiacenti, di far circolare amici e clienti “a costo zero” , garantendo notevoli risparmi a danno delle compagnie di assicurazione, ma soprattutto esponendo la collettività ai danni derivanti dalla circolazione di veicoli sprov-

Liquidi tossici nel torrente Vandrella La Forestale presenta una denuncia contro una ditta abruzzese Dall’impianto di compostaggio che si trova in Abruzzo, in località Bocca di Forli, e che smaltisce rifiuti di una serie di comuni abruzzesi, è derivato uno sversamento di prodotti liquidi altamente inquinanti nel torrente “Vandrella”, affluente della Vandra a sua volta affluente del Volturno. Il Corpo Forestale dello Stato sta indagando sull’episodio che, tuttavia, non sarebbe isolato. Ha infatti relazionato il tutto alla Procura della Repubblica di Sulmona in quanto competente in ma-

teria sul territorio e ha denunciato gli autori del misfatto. L’impianto si trova in Abruzzo, proprio ai confini con il Molise e per scolo naturale riversa proprio nella nostra regione, anche se non dovrebbe affatto gettare liquidi inquinanti, probabilmente tossici. Questi controlli costituiscono solo una parte degli accurati provvedimenti messi in atto dal Prefetto di Isernia, Raffaele D’Agostino, per la salvaguardia della salute dei cittadini della provincia di Isernia.

visti di copertura assicurativa. L’indagine si sta sviluppando anche su altre provincie campane.

Cotugno, tempo di bilanci “È un bilancio positivo quello che possiamo tracciare a due anni e mezzo dall’insediamento di questa Amministrazione. Siamo giunti a metà del mandato –sottolinea il Sindaco Nicandro Cotugno- e abbiamo messo a segno obiettivi importanti. Intanto, abbiamo dato alla Città una stabilità politica che mancava da anni ed una dimostrazione di coerenza nei confronti dell’elettorato che ci ha accordato la propria fiducia. La stabilità politica è doverosa per non tradire il mandato elettorale e anche per concretizzare un programma di governo. Questa Amministrazione –aggiunge Cotugno- è un esempio di serietà e trasparenza, qualunque atto o decisione avviene alla luce del sole e non c’è ombra di sostegno o tutela di interessi privati. Sono veramente orgoglioso di questa squadra che sta lavorando bene e in silenzio, senza proclami. Ne è riprova il fatto che Venafro è un cantiere aperto; stiamo facendo molte opere: rifacimento e realizzazione ex novo di strade che, se da un lato, comportano inevitabili disagi alla circolazione ci consegneranno una Città con un decoro urbano rinnovato”.

Primo Trofeo Golf Club Isernia

Filomena Calenda al congresso UE

ISERNIA - Domenica prossima, presso l’Isernia Golf Club in località Zio Carlo, a partire dalle ore 10 si svolgerà il “Primo Trofeo Provincia di Isernia”. La manifestazione, patrocinata dall’Ente di Via Berta, è riservata alle categorie prima e seconda e alle categorie speciali Lady e Senior. Riconoscimenti sono previsti per tutti i vincitori..

Lo sviluppo della collaborazione attiva delle persone più azione nell’elaborazione delle politiche europee al centro del VII Congresso organizzato dall’UE degli Anziani in Germania dal 2 al 4 novembre scorsi. All’incontro ha partecipato per la Provincia di Isernia l’assessore con delega alle politiche per gli anziani Filomena Calenda.

15 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010


TERMOLI Interessati gli studenti degli istituti scolastici della regione in quest’anno scolastico

Via al progetto culturale “F. Jovine e il suo Molise” Il parere dei giovani attraverso la sfida educativa e formativa proposta dalla Provincia e del Comune di Guardialfiera GUARDIALFIERA - "Noi ragazzi vorremmo appassionarci ad azioni creative ed attraenti; a quelle che completano e decorano la nostra disciplina scolastica. Non vogliamo la stramaledetta lezione da imparare a memoria, per poi ripudiarla una volta interrogati. Vogliamo fare nostro ciò che scegliamo di fare con gusto, ciò che ci entra nel sangue e che penetra nelle cellule del nostro vivere verdeggiante”. E' la confidenza resa nove anni fa da un giovane, ormai adulto, stanco dei quattro anni in un Istituto Superiore, privo di passione. "Vogliamo appassionarci - ha proseguito - perché la passione incanta, e perché soltanto la vita incanta". E il Centro Studi Molise 2000 lo avevano intuito già un anno prima, per aver ideato con il Liceo Classico di Termoli, il Progetto Culturale

"F. Jovine e il suo Molise", condiviso ed assunto come sfida educativa e formativa dalla Provincia di Campobasso e dal Comune di Guardialfiera. Quello slancio ameno, in dieci anni, è diventato innesco esplosivo, da rivoluzionare la realtà scolastica in capolavoro di luci. In mezzo al trambusto mediatico e fra il compiaciuto degrado di una società che fa cadere le braccia e che mortifica ogni slancio, i giovani, coraggiosamente, hanno cercato allora e continuano a cercare adesso le rivelazioni. Frugano la veridicità nella storia e nel processo inventivo che persiste e rasserena. Il Progetto "Jovine e il suo Molise è all'undicesima edizione e coincide in quest 'anno scolastico con il 15O mo dell' Unità d'Italia e con la ristampa, da parte della Donzelli Editore, di "Signora Ava ", il grande classico

del romanzo italiano, il libro più molisano e risorgimentale di Francesco Jovine, scrittore fra i più arditi del novecento letterario italiano. Ambientato a Guardialfiera fra il 1859 e il 1861, rivive e narra le vicende legate proprio agli ultimi anni del governo borbonico e al decisivo trapasso alla Monarchia Sabauda. Il ricamo della storia minore, quella della vita quotidiana e semplice del paese, è intrecciata alla declinazione della Storia maggiore, indagata e descritta dall'autore col velo d'una memoria remota tramandatagli dall'affabulazione del babbo, “l'ingenuo rapsodo di un mondo defunto". Garibaldi; Vittorio Emanuele, il re straniero che combatte contro Francesco I di Borbone; le truppe dei vincitori che compiono razzìe e seminano morti; i gruppi bandati dei vinti. L'impatto è brusco. Il pacato

Vertenza Pano-Momentive, iniziato il pignoramento dei beni aziendali “Ho urgente necessità di sapere quali sono le intenzioni della Momentive di Termoli nei miei riguardi a seguito del nuovo assetto societario e dopo l'insediamento della nuova dirigenza”. Inizia così una lettera inviata agli organi di stampa da Roberto Pano, il lavoratore licenziato tre volte e per altrettante reintegrato ma ancora in attesa di vedersi riconosciuto un “diritto” stabilito dalla Corte di Appello di Campobasso circa un anno fa. “Pano sottolinea che non vuole soddisfare una sua curiosità ma soprattutto per predisporre future iniziative legali volte ad ottenere il riconoscimento concreto del suo diritto ribadito dalla Corte di Appello di Campobasso che ha condannato a “...reintegrare il Sig. Pano Roberto al suo posto di lavoro e a corrispondergli il risarcimento del danno mediante pagamento delle retribuzioni globali di fatto dal giorno del licenziamento alla detta reintegrazione, con interessi e rivalutazione monetaria dalla maturazione dei singoli ratei al soddisfo e con regolarizzazione della relativa posizione previdenziale e assistenziale”. Non essendo stata ancora eseguita la sen-

16 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010

tenza, il lavoratore per vedere riconoscere un suo diritto, come hanno sentenziato i giudici, è pronto a rivolgersi agli organi di stampa a livello nazionale, al Presidente della Repubblica Italiana, al Consiglio Superiore della magistratura, alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, e a qualsiasi altra autorità, non escludendo la possibilità di incatenarsi ai cancelli dell'azienda “inadempiente”. Pano conclude la lettera elencando le azioni esecutive nei confronti della Momentive per ottenere quanto gli spetta. Pignoramento presso terzi, e cioè presso i maggiori istituti di cre-

dito della zona: “Non ho trovato niente”; Pignoramento presso terzi, e cioè presso i presunti distributori, nonché clienti, della Momentive: “Le specialità chimiche, sebbene prodotte a Termoli, vengono distribuite da consociate sparse sul territorio europeo e pertanto, sulla carta, risulta che a Termoli non vendono niente”; Pignoramento presso terzi, e cioè ulteriore pignoramento ad altri istituti di credito e presso le Poste centrali; Pignoramento mobiliare all'interno dell'azienda per beni mobili pari a 150.000 euro circa e di tali beni sarà effettuata vendita all'asta e pertanto gli toccherà ancora attendere.

ritmo del paesello, ne esce sconvolto. Masse di giovani partono, don Matteo inneggia alla libertà, i notabili tremano per la sorte dei loro beni. Pietro, denunciato alla Guardia Nazionale, è costretto a fuggire e ad imparare - suo malgrado - a rubare, a saccheggiare, ad uccidere! A rapire la nobile Antonietta e coinvolgerla nella sua vita di brigante in fuga verso lo stato Pontificio. “C'è nel romanzo l'identificazione dei modi di pensare e di agire di quel nostro popolo e la cognizione di quelle radici possenti che vanno

disseppellite e interpretate, per meglio comprendere la successiva e innegabile difficoltà incontrata nel Meridione nel difficile e, forse, mai concluso processo di unificazione nazionale”. Questa attenzione letteraria e storica, scelta per questa edizione del "Progetto", non vuol essere una retorica santificazione del passato. In un tempo che si autodefinisce globalizzato, il Concorso deve offrire ai giovani, l'occasione per rientrare in possesso di una casa e di una cosa comune. Si chiama 1talia!

Tagli alla pesca del tonno, Federcopesca: irresponsabili Sulla posizione che l’Unione europea terrà all’assemblea Iccat stiamo sfiorando il ridicolo, ma visto che da questa decisione dipenderà il lavoro di imprese e pescatori, da ridere c’è ben poco. Se dovesse essere confermata, sarebbe una scelta irresponsabile”. Commenta amareggiato il presidente della Federcoopesca, Massimo Coccia, la richiesta di Bruxelles, su iniziativa del commissario europea alla pesca Maria Damanaki, che propone agli Stati membri un mandato per negoziare presso la Commissione internazionale per la tutela del tonno (Iccat) una ulteriore riduzione delle quote di cattura. La Federcoopesca mette in evidenza come le posizioni del commissario siano contraddittorie. “Se la Damanaki, parlando ad un simposio in Belgio, vede nella collaborazione tra pesca e scienza la chiave per una buona gestione della pesca, quando si tratta di tonno fa dietro front, non considerando le evidenze scientifiche”. I dati

prodotti, spiegano dall’associazione, dal Comitato scientifico dell’Iccat parlano, infatti, di uno stock in forte ripresa, condizione che non giustificherebbe ulteriori tagli di quote. “Quello che, invece, l’Unione europea vorrebbe fare . Conclude Coccia adottando, come ha detto la stessa Damanaki, un approccio precauzionale che ha contraddistinto le scelte politiche comunitarie degli ultimi anni ”.

Al via il servizio della sezione Primavera GUGLIONESI - Per il terzo anno consecutivo il Comune attiva il servizio della Sezione Primavera rivolto alle famiglie con bambini di età compresa tra 24 e 36 mesi, e la data di inizio è fissata per lunedì 22 novembre. Il servizio sarà svolto dalle stesse insegnanti degli anni precedenti, l'iscrizione prevede un costo mensile di 75 euro e i posti a disposizione sono 25. Per iscriversi bisogna compilare apposito modello a cui allegare obbligatoriamente la ricevuta del versamento della quota richiesta. Il pagamento della

quota vale come conferma di iscrizione. Il pagamento dovrà essere effettuato a mezzo bollettino postale sul c.c.p. 10621870 intestato al Comune di Guglionesi - Servizio Tesoreria ed inserire nella causale del versamento la dicitura "Sezione Primavera". La graduatoria verrà redatta in base alla data di presentazione della domanda di iscrizione corredata dalla ricevuta del versamento della quota. Il modello per l'iscrizione si può ritirare presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune.

Divieto di pesca nel lago di Guardialfiera

Al Borgo sagra di vino novello e castagne

GUARDIALFIERA - Il Presidente della Provincia ha disposto a partire da ieri di precludere precauzionalmente, in via temporanea, la pesca sportiva di tutte le specie ittiche nell’invaso di Guardialfiera, nel tratto compreso dal ponte della S.P. 73b – 2^ diramazione Bifernina fino allo sbarramento dell’invaso. Il divieto è stato disposto a seguito della consistente moria di pesci.

TERMOLI – Domani a partire dalle 18,30 torna nel Borgo Antico la sagra “Novello e Castagne”. L'appuntamento é organizzato dagli Amici del Borgo Vecchio, per degustare “vino nuovo delle nostre terre” e il prezzo è di 7 euro e comprende un calice da degustazione, un cartoccio di castagne, una fetta di pane alle noci e una tavoletta di cioccolato fondente.


TERMOLI L’assise civica ha votato all’unanimità un ordine del giorno sul blocco dei conferimenti

Cosib, il Comune: stop ai rifiuti di fuori regione Non passa invece la proposta del centrosinistra di commissariare l'ente e affidare al sindaco la carica di commissario straordinario TERMOLI - Il Consiglio comunale, in seduta monotematica, all'unanimità, ha approvato l'ordine del giorno sul blocco del conferimento rifiuti da altre regioni nel depuratore del Consorzio Industriale. Non è passata incece la proposta del centrosinistra di commissariare il Consorzio e affidare al Sindaco Di Brino l'incarico di commissario straordinario. La maggioranza ha risposto picche ritenendo che se esiste “conflitto d'interesse” dell'attuale presidente del Consorzio Antonio Del

Torto, “sarà accertato eventualmente dalla magistratura” e pertanto non esiste motivo a sufficienza per chiedere il commissariamento dell’Ente. Centrodestra dunque compatto nel dire no all'arrivo di rifiuti da altre regioni e atrettanto compatto nel dire no al commissariamento. Decisione quest'ultima che hafatto storcere la bocca a più di un rappresentante dell'opposizione come nel caso di Filippo Monaco che ha affermato come nella mattina prima del Consiglio alcuni espo-

nenti della maggioranza erano favorevoli al commissariamento. Anche l'onorevole Remo Di Giandomenico, primo firmatario dell'emendamento pro commissariamento, ha detto la sua ponendo il dito nei confronti dei conmportamenti contradditori della maggioranza. “Dovete portare avanti quello che avete scritto nel documento – ha detto Di Giandomenico - e assumere iniziative politiche coerenti con quello che voi avete scritto e ridare a Termoli il suo ruolo”.

Nuovo furto alla stazione Ip sul lungomare Cristoforo Colombo

Via delle Tamerici, la giunta approva il progetto per la realizzazione della strada

TERMOLI – I ladri concedono il bis e ripuliscono nuovamente la stazione di servizio IP di Francesco Fiardi che si trova sul lungomare Cristoforo Colombo a poche centinaia di metri dal viadotto Foce dell'Angelo in fase di abbattimento. Dopo quello di alcune notti fa, quando i ladri fecero razzia dei soldi contenuti nelle macchinette videogiochi per un bottino e danni che ammontò a 60mila euro, questa volta sempre dalle macchinette hanno portato via 10mila euro tra con-

TERMOLI – La Giunta municipale ieri mattina ha approvato il progetto per la realizzazione della variante della strada di P.R.G. in via delle Tamerici. La Direzione Generale dei Beni Culturali e del Paesaggio della Regione aveva rilasciato già nei giorni scorsi l’autorizzazione paesaggista affinché si potesse procedere ai lavori. Inoltre, verranno attivate a breve, le procedure per l’espletamento della gara d’appalto per la realizzazione della strada. Viva soddisfazione è stata espressa dal sindaco Di Brino, il quale auspica che i lavori possano terminare entro il prossimo anno, affinché si possa definitivamente risolvere un problema che da anni affligge gli abitanti della zona.

tante e merce. Il furto è avvenuto nella notte tra mercoledì e ieri e la scoperta è stata fatta ieri mattina dal titolare che ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Sul posto si è recata una pattuglia della Polizia di Stato che ha eseguito i rilievi e iniziato le indagini. E sempre sul lungomare un altro furto è stato compiuto nella notte tra domenica e lunedi scorsi quando i malviventi hanno preso di mira il lido “Il Pirata”, da dove hanno portato via un televisore e un computer.

Copertura in eternit alla piscina comunale, la lettera di un termolese

TERMOLI - Sembrerebbe, stando ai fatti, che il direttivo della Termoli Nuoto si sia riunito e abbia deliberato di diramare un comunicato per bocca di uno dei suoi componenti. Quindi, non un comunicato scritto a firma del Presidente, del vicepresidente e diramato dal segretario, come si converrebbe allorquando i legittimati di un'organizzazione associativa sono impossibilitati a renderlo verbalmente in prima persona, bensì una sorta di comunicato verbale affidato ad un membro del direttivo. Sarà azzardato ma, questa sembra essere l'interpretazione che si ricava dal: “rivela la società per bocca di...”. Strano. Funziona così nella Termoli Nuoto? Un'organizzazione come la Termoli Nuoto, sicuramente avrà uno statuto e un regolamento che disciplina il funzionamento degli organi e anche il “chi fa che cosa”. Certo una verifica sarebbe opportuna. Chissà. Sicuramente il Presidente farà chiarezza in casa convocando il direttivo e, come cittadini, non ci stupiremo se la società dovesse far sapere che chi ha diffuso il comunicato esprimeva opinioni, seppur forse largamente condivise, ma del tutto personali. Comunque, al di là di chi ha diffuso le informazioni apparse su un organo d'informazione telematico, è da ritenersi fondata la preoccu-

pazione di quei genitori che temono per la salute dei figli, e che restano increduli nel prendere atto di quanto tempo sia trascorso prima e dopo il 2004 e constatare che il tetto della piscina, in eternit è ancora lì. Al riguardo sorgono spontanee alcune banali domande: Da quanti anni la Termoli Nuoto gestisce l'impianto? Quali erano le condizioni e i termini della convenzione? Cosa ha fatto durante questi anni per migliorare la struttura visto che è stata l'unica società ad avere mano libera sull'impianto? Coma mai la Termoli Nuoto si ricorda solo ora che il tetto in eternit è ancora al suo posto e che, seppure incapsulato dal 2004, andrebbe smantellato? Perchè, visto che conosceva il problema lo stesso viene posto, solo ora, come condizione per il rinnovo della convenzione? Un bando pubblico aperto ad altre associazioni spaventa la Termoli Nuoto? Perchè? La promessa di sostituire il tetto, da parte di chi parla per conto della Termoli Nuoto, è un velato invito all'Ente concedente per evitare di fare un bando di gara? Sono domande lecite da parte di qualsiasi cittadino e ancor di più lo sono per chi ha frequentato per anni la piscina sia come genitore dei bimbi che hanno praticato e praticano lo sport acquatico, sia come diretti fruitori di qualche ora di relax in vasca. Inoltre, i servizi di vasca non sono affatto cambiati nel corso degli anni. Il tempo medio di lezione per un bimbo iscritto ad un corso di scuola nuoto, compreso il pre-vasca (riscaldamento) non raggiunge nemmeno i 60 minuti. Ciò nonostante i costi, per l'iscrizione ai corsi di nuoto, aumentano sempre. Anche per il 2010-2011 si registra un discreto aumento, circa 50 euro. Allora ci si chiede: A che cosa serve questo aumento di rata se il servizio che mi viene offerto è sempre lo stesso, se non addirittura peggiore dell'anno precedente? Se, come sembra, la Termoli Nuoto è una associazione sportiva

non lucrativa, gli eventuali utili che sicuramente ci sono e ci saranno stati, visti i dichiarati 1.500 utenti della piscina, a che cosa sono serviti? Che fine hanno fatto? Perchè non sono stati utilizzati per sostituire il tetto della struttura? Domande che tutti si fanno ed alle quali si potrebbe dare, si spera, una adeguata risposta. Bene farebbe il sig. Bruno Iarace e la sua società ad informare la cittadinanza circa il loro operato nel corso di tutti questi anni e come hanno gestito la Termoli Nuoto. Chi vuole “accreditarsi” nei confronti dell'opinione pubblica e dell'Ente concedente con slanci di magnanimità mostrando disponibilità al miglioramento di una struttura, il tetto della piscina, dovrebbe sapere che alla base c'è la trasparenza a 360°. Il falso moralismo non paga mai. Inoltre, ci si augura che il Sindaco e l'Ente concedente “Comune di Termoli” allo scadere dell'attuale concessione, in realtà potrebbe revocarla anche prima, si affidasse ad un pubblico bando dove sicuramente, nel rispetto delle fondamentali regole di trasparenza e buona amministrazione, potrebbe inserire un articolo nel quale porrebbe come buona condizione la sostituzione del tetto e al contempo dovrebbe vietare la partecipazione a società che nel corso delle loro gestione abbiano mostrato scarsa trasparenza nell'utilizzo delle risorse e di impiego degli utili oltre ad evidenti dubbi di funzionamento. In poche parole, la Termoli Nuoto non dovrebbe poter partecipare al bando. In ultimo, occorre chiarire che i cittadini non amano essere presi in giro da nessuno e anche se spesso si pongono come semplici osservatori dei fatti, sanno bene, a differenza del sig. Bruno Irace e della Termoli Nuoto che ogni moneta ha sempre due facce e se non si vuole rischiare di fare brutte figure, ci si dovrebbe affidare a comunicati studiati, inequivoci e diffusi semmai dalle persone giuste.

Spaccio di droga, arrestato un 58enne di Cerignola

Comune, ricorso al Tar contro l’eolico offshore

GUGLIONESI - Nel pomeriggio di mercoledì, infatti, i carabinieri hanno fatto scattare il blitz contro un uomo di Cerignola, che da diverso tempo spacciava cocaina in Molise. Il 58enne ha tentato la fuga, ma è finito in un burrone, procurandosi così diverse lesioni: le autorità lo hanno trovato con 12 grammi di cocaina ancora addosso. Ora si trova in stato di piantonamento all’ospedale di Termoli.

TERMOLI – Oltre ai rifiuti che vengono smaltiti nella discarica del Cosib, l'Amministrazione comunale guarda anche al possibile atterraggio di un parco eolico. A tal proposito il Sindaco ha annunciato che il Comune si costituirà in giudizio davanti al Tar Molise contro l'atterraggio di un parco eolico off shore nelle acque tra Termoli e Petacciato.

Monsignor De Luca oggi in visita al Municipio TERMOLI - È in programma per mezzogiorno di oggi la visita al Palazzo di città di monsignor Gianfranco De Luca, vescovo della diocesi di Termoli – Larino. Sarà l’occasione per incontrare il Sindaco, la Giunta, i Consiglieri comunali che interverranno e tutto il personale impiegato presso la struttura. Il Vescovo sarà accompagnato dai nove parroci della città giacché questa circostanza rientra nel programma della Visita Pastorale alle comunità ecclesiali cittadine. L’appuntamento è un momento importante ed atteso “grazie al quale - si legge dalla nota del vescovo - potrò recarmi nelle vostre comunità ed intrattenermi nel desiderio scambievole di crescere nell’amore, nella condivisione fraterna di gioie e dolori, delle ansie e delle preoccupazioni”. La visita di oggi assume però un valore ancora più grande in quanto, come annota il Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa: “La Chiesa e la comunità politica, pur esprimendosi ambedue con strutture organizzative visibili, sono di natura diversa sia per la loro configurazione sia per le finalità che perseguono. Il Concilio Vaticano II ha riaffermato solennemente: “Nel proprio campo, la comunità politica e la Chiesa sono indipendenti e autonome l'una dall'altra”. La Chiesa si organizza con forme atte a soddisfare le esigenze spirituali dei suoi fedeli, mentre le diverse comunità politiche generano rapporti e istituzioni al servizio di tutto ciò che rientra nel bene comune temporale. L'autonomia reciproca della Chiesa e della comunità politica non comporta una separazione che escluda la loro collaborazione: entrambe, anche se a titolo diverso, sono al servizio della vocazione personale e sociale dei medesimi uomini. La Chiesa e la comunità politica, infatti, si esprimono in forme organizzative che non sono fini a se stesse, ma al servizio dell'uomo, per consentirgli il pieno esercizio dei suoi diritti, inerenti alla sua identità di cittadino e di cristiano, e un corretto adempimento dei corrispondenti doveri. La Chiesa e la comunità politica possono svolgere il loro servizio “a vantaggio di tutti in maniera tanto più efficace quanto meglio entrambe allacciano tra loro una sana collaborazione, considerando anche le circostanze di luogo e di tempo”.

17 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta

Tenete a bagno lo stoccafisso per tre giorni in abbondante acqua fredda, rinnovandola spesso, fino a quando sarà ben spugnato e dissalato. Trascorso il tempo necessario, diliscate lo stoccafisso, eliminate la pelle e tagliatelo a pezzi. Versate l’olio in un tegame e fatevi soffriggere dolcemente un trito di cipolla sedano e prezzemolo, aggiungete la passata di pomodoro, insaporite di sale e fate cuocere per una decina di minuti. Versate in un tegame di terracotta, basso e largo, un mestolo di sughetto, che deve essere lento e non troppo cotto; disponetevi i pezzi di stocca-fisso in un unico strato e le patate pelate lavate e tagliate a tocchi piuttosto grossi. Coprite con il restante sughetto e fate cuocere, a recipiente coperto, per un’ora ed anche più, senza mai rimestare. Spolverate di pepe macinato al momento, irrorate con un filo di olio a crudo e portate in tavola la “Zuppa”, nello stesso tegame di cottura. Servitela, disponendo sul fondo dei piatti individuali prima le patate e poi lo stoccafisso, ed accompagnandola con fette di pane abbrustolito. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

CARUSO Corso V. Emanuele II, 69 Tel. 0874.415360

SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310

DI TORO (di appoggio) P.zza Gabriele, 32 Tel. 0874.311018 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno SPAGNOLETTI - Via Molise, 78 - Tel. 0875.703846 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 05:47 06:49 09:35 12:30 14:12 17:14 17:40 18:23 20:55

Arrivo 07:27 08:39 11:25 14:11 16:02 19:04 19:30 20:13 22:45

Arrivo 07:36 08:15 13:58 15:20 16:20 17:50 18:55 20:30 22:38

Partenza Arrivo 05:50 08:53 07:20 10:10 08:30 11:40 14:15 17:16 16:30 19:25 19:33 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 14:15 14:47 16:45 17:15 18:42 19:40

Arrivo 09:23 12:15 17:30 19:25 20:15 20:44 21:30 22:40

TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 07:20 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:53 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:03 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:35 09:00 09:23 15:22 16:02 17:17 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193

Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432

ANNO III - N° 250

21 apr - 20 mag

AUTOBUS

Municipio 0875.7121

18

Toro

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:25 12:08 13:30 14:30 16:00 17:14 18:40 20:48

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia

Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

una costa di sedano 4 dl di passata di pomodoro patate a piacere q. b. di sale fette di pane casareccio

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI

Zuppa di stoccafisso e patate 800 g di stoccafisso un dl di olio di oliva extravergine una cipolla un ciuffo di prezzemolo

ORARI

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

A D N E G A

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata cercate di non fare troppo le persone difficili in quanto ci sarà qualcuno che avrà bisogno del vostro consiglio e del vostro supporto, pertanto non lasciatevi andare a rancori inutili, ma prestate il vostro soccorso per quanto vi è possibile e per quanto la vostra coscienza ve lo imponga! Toro - In questa giornata sarà al quanto inutile interessarsi a questioni che non vi riguardano, poiché avete ben altro da fare, quindi ci sono occasioni per scherzare ed occasioni per essere seri! Questa sarà una occasione per essere seri, quindi concentratevi e non lasciatevi andare! Gemelli - Forse avete mandato un messaggio contraddittorio o confuso alla persona che vi piace, pertanto questa non ha ben capito di cosa vogliate parlare o cosa vogliate fare. Forse sarà più opportuno incontrarsi di persona e discutere bene, chiarendo se possibile le vostre posizioni, sempre che le abbiate chiare anche voi! Cancro - Questa è un'ottima giornata per prendere tutto alla leggera e per non far pesare a nessuno i vostri piccoli problemini, che senz'altro risolverete con il solito buon umore e positività. Oggi è uno di quei giorni buoni, in cui tutto quello che accade non vi farà cambiare umore e tutto risplenderà sotto i vostri occhi! Leone - In questa giornata avrete molto piacere a provare nuove situazioni, anche se queste potrebbero apparire inizialmente un pochino sconvenienti per la vostra posizione professionale o affettiva. In realtà non si tratta di nulla di troppo provocatorio, solo un po' di divertimento diverso dal solito! Vergine - Se in questa giornata vorrete organizzare un party, è bene che abbiate a disposizione tutto il tempo che vi occorre, altrimenti questa piccola festicciola non riuscirà come previsto e tutti saranno scontenti di voi e voi di voi stessi! Per evitare il malcontento generale, fatevi aiutare da qualcuno! Bilancia - Siete persone molto pratiche e questo è un punto a vostro vantaggio, soprattutto considerando che le persone che vi sono vicino non possono non considerare questo aspetto e questa qualità, che è sempre ben usata e viene fuori al momento giusto, ossia quando occorre, proprio come in questa giornata! Scorpione - Questa è la giornata giusta per attivarsi e risolvere quelle questioni che ormai vi stanno proprio creando dei fastidi e che non potete ignorare. Sia che si tratti di questioni, che di persone, troverete il modo giusto per affrontare le vostre paure e per concludere senza doverci nuovamente tornare sù! Sagittario - Il vostro lavoro è senz'altro molto impegnativo o comunque richiede da parte vostra uno sforzo maggiore perché non siete nelle condizioni fisiche adatte a sostenerlo. Comunque oggi non dovrete preoccuparvene e già questo vi procurerà una enorme felicità, paragonabile soltanto a quella provata con la vostra famiglia! Capricorno - In questa giornata potreste preferire le giornate grigie a quelle allegre e questo perché non avete alcuna intenzione di migliorare la vostra condizione, qualsiasi essa sia. Preferirete la routine, l'abitudine, le solite chiacchiere e le solite facce, in quanto avrete zero stimoli a far di meglio o a cercare di meglio! Oggi gira così! Acquario - In questa giornata troverete molti modi per trascorrere il tempo se non avrete molto da fare a lavoro o se siete in ferie o se vi siete presi una pausa o se siete in pensione. Insomma,troverete nuovi stimoli e vi accorgerete che voi siete molto di più del vostro lavoro e che non sapete fare soltanto quello! Per molti sarà una conquista! Pesci - Ci sono questioni che potrete risolvere molto più velocemente in questa giornata, con l'aiuto della vostra autostima. Prendetevi una pausa dalla negatività e cercate di mantenervi un pochino più in forma, vedrete che il vostro aspetto cambierà e voi sarete più allegri e lo saranno anche le persone che vi circondano!


Sale l’ansia per la 37^ edizione della Su & Giù

Volley, segnali positivi per la Fenice Isernia

D'improvviso mi blocco. E' come se su quella scritta fosse caduta una nuova luce, che la evidenzia in maniera diversa, inusuale. Sto guardando il nuovo giornale societario della Virtus, il “Giallo più Blu” n°65, su cui in un angolo si vede la scritta “Su&Giù”, quella che ha appena catturato il mio sguardo. A PAG. 21

L'entusiasmo lasciato dalla bella prestazione espressa domenica scorsa dalla Geotec Isernia nell'incontro con la capolista, NGN Mobile Santa Croce, è ancora nell'aria. La compagine biancoazzurra ha dimostrato che gli obiettivi fissati all'inizio della stagione sono ben chiari e vengono portati avanti partita dopo partita. A PAG. 22

ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it II DIVISIONE, MISTER COSCO PROVA LA SQUADRA ANTI LATINA Consueto test del giovedì per il Campobasso che si avvicina a grandi passi al big match di domenica. Al Selva Piana arriverà la capolista e i rossoblù sono intenzionati a dare il primo dispiacere stagionale alla formazione di Sanderra. Per questo stanno lavorando alacremente e mister Cosco, come suo solito, non sta tralasciando alcun dettaglio. All’amichevole di ieri hanno presto parte tutti ad eccezione di Gennarelli che sta continuando a lavorare a parte. Di Fiordo e Ibekwe sono pienamente recuperati, mentre per Scudieri, che ha disputato il primo tempo, bisognerà vedere come risponde la spalla in questi ultimi giorni che precedono il match. Il difensore ieri è stato in campo con un corpetto protettivo, ma accusa ancora un fastidio e pertanto bisognerà valutare attentamente le sue condizioni. A PAG. 20

ATLETICA LEGGERA, 34^ VITTORIA STAGIONALE PER LA LAMACHI 34° successo dell’anno per Meriyem Lamachi a Sicignano degli Aburni, in provincia di Salerno, al 4° Memorial Biagio Germano su un percorso ricco di saliscendi di 9 km (4 giri di 2250 metri), l’allieva del tecnico termolese Pasquale Venditti ha vinto agevolmente correndo in 31’07” distanziando di oltre quattro minuti la seconda classifica Palma De Leo del Violetta Club che ha concluso in 35’40”, al terzo posto si è piazzata Teresa Latella del Gio Adventures in 36’55” seguita nell’ordine da Alessia Amore dell’Atletica Isaura Valle dell’Irno quarta in 38’04” e dalle due rappresentanti del Montemiletto Team Runners compagne di squadra della vincitrice con al quinto posto Annamaria Damiano in 38’56” ed al sesto posto Alba Vitale in 39’04”. A PAG. 20

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Per domenica è in dubbio solo Scudieri: se non sarà disponibile a destra andrà Maglione

Il Campobasso attende la capolista Il tecnico Cosco ha provato ieri soluzioni alternative in vista della gara con il Latina COSI’ IN CAMPO NEL 1° TEMPO 4-4-2

1 FURLAN

3 AGRESTA

10 CRUZ

6 BARBATO

8 CAMMAROTA

5 SCUDIERI

4 FAZIO

2 GIUSTI

Consueto test del giovedì per il Campobasso che si avvicina a grandi passi al big match di domenica. Al Selva Piana arriverà la capolista e i rossoblù sono intenzionati a dare il primo dispiacere stagionale alla formazione di Sanderra. Per questo stanno lavorando alacremente e mister Cosco, come suo solito, non sta tralasciando alcun dettaglio. All’amichevole di ieri hanno presto parte tutti ad eccezione di Gen-

COSI’ IN CAMPO NEL 2° TEMPO 4-4-2

11 GALLICCHIO 1 ASCANI 9 IBEKWE

3 POSILLIPO

11 MONTI

6 DI FIORDO

8 CHIAZZOLINO

5 MINADEO

4 CACCIAGLIA

2 MAGLIONE

7 SIVILLA

narelli che sta continuando a lavorare a parte. Di Fiordo e Ibekwe sono pienamente recuperati, mentre per Scudieri, che ha disputato il primo tempo, bisognerà vedere come risponde la spalla in questi ultimi giorni che precedono il match. Il difensore ieri è stato in campo con un corpetto protettivo, ma accusa ancora un fastidio e pertanto bisognerà valutare attentamente le sue condizioni, anche per non rischiare una ricaduta.

Come al solito l’allenatore molisano ha mischiato le carte facendo degli esperimenti che poi possono tornargli utili la domenica. Nella prima frazione di gioco in porta è andato Furlan; difesa composta da Giusti a destra e Agresta a sinistra, con Scudieri e Barbato al centro. A centrocampo hanno operato Fazio e Cammarota in mediana, con Sivilla a destra e Cruz a sinistra. In attacco la coppia Ibekwe-Gallicchio. Il

nigeriano si è mosso bene, anche se deve riprendere il ritmo partita, ed è sulla strada del completo recupero. Durante il primo tempo Giusti ha accusato un risentimento muscolare ed è stato sostituito da Marozzi, con lo spostamento di Sivilla sulla linea difensiva. Nel secondo tempo mister Cosco ha provato un undici che potrebbe essere quello che scenderà in campo domenica, qualora Scudieri non dovesse recuperare. Al suo posto a

10 VISCONTI 9 MURATI

7 TODINO

destra è andato Maglione, a sinistra Posillipo e in mezzo Minadeo e Di Fiordo. Centrocampo con Cacciaglia e Chiazzolino centrali, Todino a destra e Monti a sinistra. In avanti Visconti e Murati. In questa soluzione, però, c’è un under in meno e pertanto potrebbe andare Ascani in porta. Ad ogni modo il trainer di Santa Croce avrà a disposizione l’allenamento odierno e la rifinitura di domani per sciogliere gli ultimi dubbi di formazione.

CALCIO DERIE D

Bojano, il ds Palumbo sollevato dall’inacrico

Carmine Palumbo

E’ durata poco più di tre mesi l’avventura di Carmine Palumbo al Bojano. Ieri mattina il direttore sportivo dei matesini è stato sollevato dall’incarico e questo è il suo laconico commento: “Consapevole della mancanza di risultati mi assumo tutte le responsabilità. Chiedo scusa ai tifosi e auguro al Bojano le migliori fortune”. Carmine Palumbo, paga per tutti. Il diesse ex Trivento sembra in questo momento essere il capro espiatorio di una situazione precaria sotto tutti i punti di vista, non solo legata ai risultati sportivi. La totale assenza di una società alle spalle e tutti i problemi che da ciò ne conseguono, non hanno di certo reso facile l’avvio di stagione della squadra matesina. Palumbo, a nostro modesto avviso, esce dalla scena a testa alta: dopo aver dato il 100% alla causa biancorossa, ricoprendo i ruoli più dispa-

rati dal magazziniere al giardiniere, dal dirigente accompagnatore al punto di riferimento della squadra per qualsiasi problema davvero non si poteva fare di più, specialmente in una “società” che ogni giorno è costretta a fare i conti con mille problemi, in primis di antura economica. Ora resta da valutare la posizione del tecnico Luciano D’Agostino e di diversi calciatori come Giugliano, Galliano e De Palma, legati da un rapporto di profonda stima e fiducia nei confronti del direttore sportivo beneventano. Ai piedi del Matese si aprono dunque nuovi ed inquietanti scenari: il futuro del Bojano è legato ad un filo sottilissimo. Probabilmente l’ingresso di nuove persone in società dovrebbe servire a risolvere la situazione, almeno questa è la speranza della tifoseria matesina. AP

La società respinge le dimissioni di D’Agostino RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:Con la presente si comunica che, a partire dalla data odierna, questa società non si avvarrà più della collaborazione del sig. Carmine Palumbo. Allo stesso vanno i più sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto in questi mesi. Il suo contributo dell’amico Carmine è stato infatti fondamentale in un periodo difficile e importante come quello che il Bojano calcio ha attraversato e di questo gliene saremo sempre riconoscenti. Allo stesso tempo si rende noto che sono state respinte le dimissioni presentate dal tecnico Luciano D’Agostino e dal suo staff composto dal-

l’allenatore in seconda Nicola Facchino, dal preparatore atletico Luigi Signoriello e dal preparatore dei portieri Enzo Capuano. Gli stessi godono della fiducia della società con la speranza che, una volta riorganizzato l’assetto dirigenziale sul quale si sta lavorando, possano essere implementati in organico anche adeguati rinforzi per risalire la classifica e conquistare la salvezza nel campionato di serie D. Nel contempo si comunica il conferimento dell’incarico di direttore sportivo al sig. Tommaso Faccilongo. L’ASD BOJANO

Luciano D'Agostino


S P O RT L’APPUNTAMENTO

Un viaggio che va Su&Giù, semplicemente D'improvviso mi blocco. E' come se su quella scritta fosse caduta una nuova luce, che la evidenzia in maniera diversa, inusuale. Sto guardando il nuovo giornale societario della Virtus, il “Giallo più Blu” n°65, su cui in un angolo si vede la scritta “Su&Giù”, quella che ha appena catturato il mio sguardo. È proprio il nome, “Su&Giù”, “Su&Giù”, che ripetendolo mi suona improvvisamente diverso...lo trovo improvvisamente troppo semplice, quasi infantile, eppure fino ad ora l'ho utilizzato per definire la corsa di tutti, quella che ogni anno richiama migliaia di persone e le sfinisce, le unisce, le cresce; il fatto strano è che non ho mai chiamato questa corsa “corsa”, ho sempre fatto ricorso a quest'ossimoro, questo sostantivo altalenante, “Su&Giù”. Il motivo non lo so: sarà perchè, dopo ben 37 anni (quasi compiuti) questo nome, a cadenza annuale, echeggia per le strade campobassane come un mantra e mette in allerta atleti, amanti dello sport o semplici interessati; sarà per-

chè l'evento ha caratteristiche così uniche e piacevoli da lasciare un piccolo vuoto quando si taglia il traguardo, tanto da far desiderare il suo ritorno, facendo diventare una domenica “diversa” una tradizione radicata nelle menti e nel cuore di molti cittadini. Quindi sarà stato solo questo: come fa un nome così apparentemente elementare a racchiudere un potenziale di ricordi e sensazioni così alto e variegato? E alla fine l'unica sensazione che mi rimane è l'attesa: manca pochissimo, domenica 14 novembre le strade di Campobasso si riempiranno di nuovo di gente che andrà Su e Giù. E nell'edizione n°37, patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Campobasso e dalla Regione Molise, “vola solo chi osa farlo”. Avrete già visto i manifesti, avrete già immaginato di essere in gara e raccogliere le vostre forze e volare, e di fronte a questa vostra inaspettata determinazione vi sarete annotati il punto per l'iscrizione più vicino a casa vostra, o al vostro luogo di lavoro. E la

fatidica domenica, al momento dello sparo, ci saremo davvero tutti, e dopo esserci dati un altro saluto ed un “in bocca al lupo”, partiremo per un viaggio che commuoverà ancora il suo creatore, Nicola Palladino, che stavolta non potrà aspettarci all'arrivo col microfono in mano a tessere il filo della storia della sua creatura, ma da lassù cercherà di spiegarla agli angeli, che forse ignorano che sulla Terra c'è ancora spazio per delle meraviglie.

ATLETICA LEGGERA

TENNISTAVOLO C1 MASCHILE

Lamachi, è sono 34!

Il Regione Molise vince a Sorrento

34° successo dell’anno per Meriyem Lamachi a Sicignano degli Aburni, in provincia di Salerno, al 4° Memorial Biagio Germano su un percorso ricco di saliscendi di 9 km (4 giri di 2250 metri), l’allieva del tecnico termolese Pasquale Venditti ha vinto agevolmente correndo in 31’07” distanziando di oltre quattro minuti la seconda classifica Palma De Leo del Violetta Club che ha concluso in 35’40”, al terzo posto si è piazzata Teresa Latella del Gio Adventures in 36’55” seguita nell’ordine da Alessia Amore dell’Atletica Isaura Valle dell’Irno quarta in 38’04” e dalle due rappresentanti del Montemiletto Team Runners compagne di squadra della vincitrice con al quinto posto Annamaria Damiano in 38’56” ed al sesto posto Alba Vitale in 39’04”. Nella kermesse maschile vittoria per l’ucraino Maksym Obrubanskyy in 28’03” con al secondo posto, il fratello di Meriyem, Abdelkebir Lamachi dell’Atletica Capua in 28’08” davanti a Hakim Radouan del Marocco terzo in 28’19”. Alla 25^ edizione della Salento Half Marathon manifestazione internazionale di corsa su strada di km 21,097 che si è disputata a Collepasso in provincia di Lecce con oltre 800 partecipanti ottimo terzo posto per Zaid Issam, allenato da Pasquale Venditti, il portacolori della Polisportiva Scotellaro Matera ha corso in 1h06’51” superando Giammarco Buttazzo dell’Esercito in 1h07’20” ed i due keniani Ezekiel Kiprotich Meli in 1h08’08’ e James Kibet Kigen in 1h09’37”, la gara è stata vinta da Cosimo Caliandro delle Fiamme Gialle in 1h05’03” davanti al keniano Kimutai Koech in 1h06’31”, tra le donne successo per Soumiya Labani del Marocco in 1h21’32”.

In una giornata particolarmente gelida alla Maratona di New York il freddo ha costretto Corrado Mortillaro ad abbandonare la gara nei pressi del 30° km, prima di lui si erano già fermati al 24° km lo svizzero Viktor Rothlin campione europeo di maratona del 2010 ed al 26° km l’etiope Haile Gebrselassie primatista mondiale di maratona, la gara è stata vinta da Gebre Gebrmariam dell’Etiopia in 2h08’14” e da Edna Kiplagat del Kenya in 2h28’20”.

Continua la serie positiva degli incontri dell’ASD TT Regione Molise nel campionato nazionale di tennistavolo di serie C1 maschile. A Sorrento, infatti, contro la locale squadra, i molisani hanno vinto per 5 - 3, consolidando così, come era negli auspici, la prima posizione in classifica nel girone “N”. La gara, nel complesso molto interessante e piena di bel gioco, non è iniziata in favore del TT Regione Molise in quanto alla prima partita il molisano Agostino Rinaldi è uscito sconfitto dal campano Pietro Cadolini per 3-0. Ci ha pensato poi il capitano Biagio Ciambriello a spronare la squadra del TT Regione Molise, consapevole della maggiore capacità tecnica dei suoi ragazzi. Nelle successive tre partite, così, i molisani sono riusciti ad imporre il proprio gioco e a vincere nettamente e sempre 3-0. Poi l’alternanza di risultati con Agostino Rinaldi che ha perso contro Maurizio De Simone; Daniele Di Leva, il migliore in campo dei molisani, che ha superato facilmente il sorrentino Marco Carrabba; il capitano molisano Biagio Ciambriello che

si è arreso al bravo Maurizio De Simone ed infine di nuovo Daniele Di Leva che ha conquistato il quinto e definitivo punto battendo con un netto 3-0 Pietro Cadolini. Appuntamento a domenica prossima al Centro Federale di Castelpetroso per l’incontro della quarta giornata tra il TT Regione Molise e la Galleria Auchan di Mugnano (NA).

Agostino Rinaldi

KICK BOXINNG

Buon bottino per la Fighting Ring

Meriyem Lamachi

Per la Fighting Ring di Bojano prima uscita stagionale nel Palazzetto dello Sport di Benevento ed il bilancio del team matesino è più che positivo:sette medaglie d’oro,una d’argento ed una di bronzo. Nel Light Contact si sono comportati bene gli esordienti Felice Gentile 3° class e Ovidio Visinescu 1° class. nella categoria Seniores -75 kg GAV, Mattia Amatuzio 1° class. nei cadetti -63 kg 13/15 anni.Ad arricchire il medagliere del Light i già affermati Antonio Petraroia 1° class. -70 Kg GAV e Antonio Monaco 1°class. -63 kg Juniores BMN, la ciliegina è di Jlenia Carbone che tornava alle gare dopo l'operazione al ginocchio, un anno di assenza dalle manifstazioni non hanno scalfito la determinazione di questa atleta è l'avversaria di turno deve arrendersi alla straripante voglia di recuperare il tempo perduto. Maurizio Vitone Senior -69 kg BMN chiude la giornata del Light con un eccellente 2° posto. Nel Semy Contact i Cadetti Marco Abate -42 kg e Alex Carbone +47 si presentano al torneo in una forma smagliante, aggiudicandosi le rispettive categorie.Bronzo per i cadetti Carmine Amatuzio e Riccardo Mainolfi, mentre Antonio Petraroia dopo il primo posto nel light, conquista il bronzo nel semy contact -70 kg GAV.

Calcio, Zamparini: “Vendo il Palermo”

Pugno all'arbitro, squalifica di 5 anni

"Ho dato l'incarico di vendere le quote della società del Palermo". Lo afferma il presidente del club, Maurizio Zamparini. La decisione del patron rosanero sarebbe legata all'arbitraggio del match di ieri con il Milan, vinto dai rossoneri 3-1. Zamparini spiega così i motivi della sua scelta: "Esco sconfitto da un mondo pseudo-sportivo, dove i valori sportivi sono spariti e dove regnano i poteri economici e mediatici di 3-4 club che solo fra loro vogliono con ogni mezzo dividersi gli scudetti".

E' arrivata una pesante squalifica, 5 anni lontano dai campi, per il difensore del Cavola, che domenica scorsa ha colpito al volto l'arbitro, il parmigiano Ferdinando Bocchi, durante la partita con il Real Castellarano, incontro del campionato di prima categoria girone D. In base al referto dell'arbitro, il giudice sportivo ha fermato per 5 anni Simone Fiorani che si era difeso parlando di spinte reciproche. Fiorani ha già annunciato l'intenzione di fare ricorso.

21 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010


S P O RT VOLLEY MASCHILE SERIE A2

La Fenice è convinta dei suoi mezzi Fiore e Caria hanno preso parte alla conferenza stampa infrasettimanale soffermandosi sulla gara persa al tie-break e parlando del prossimo impegno L'entusiasmo lasciato dalla bella prestazione espressa domenica scorsa dalla Geotec Isernia nell'incontro con la capolista, NGN Mobile Santa Croce, è ancora nell'aria. La compagine biancoazzurra ha dimostrato che gli obiettivi fissati all'inizio della stagione sono ben chiari e vengono portati avanti partita dopo partita: salvezza e fare spettacolo per riportare il pubblico al Palasport. Punti che emergono anche dalle dichiarazioni rilasciate oggi nel consueto appuntamento infrasettimanale con la stampa rilasciate dal martello tarantino Alessio Fiore, al secondo anno in biancoazzurro, e dal giovanissimo libero isernino Michele De Caria.Questo il commento di Alessio Fiore: “E’ stata una partita impostata bene, prendiamo positivamente il risultato, con il rammarico di

aver potuto vincere una gara che alla vigilia nessuno avrebbe pronosticato. Quel che conta è che siamo sempre stati in partita, abbiamo peccato di inesperienza, non sfruttando le occasioni che gli avversari ci hanno concesso, a differenza del Santa Croce che invece forte dell’esperienza dei suoi giocatori, è riuscito a ribaltare uno svantaggio di due set e chiudere il quinto vincendo” a proseguito poi parlando della gara di domenica prossima “Abbiamo il giusto spirito e soprattutto una grande voglia di vincere. Fino ad oggi abbiamo sempre effettuato ottime prestazioni, sono convinto che più andremo avanti e meno errori faremo, gara dopo gara il grado di maturità del gruppo sta crescendo visibilmente”. Michele De Caria, al suo esordio in una conferenza stampa, si la-

scia subito l’emozione alle spalle e parla della sua esperienza con la prima squadra “Sono un Isernino doc e sto vedendo realizzato il sogno di una vita, giocare in Serie A con la squadra della mia città. Il mio obiettivo per questa stagione è di fare esperienza, crescere e migliorare le mie qualità e ringrazio i miei compagni che quotidianamente mi aiutano in questo. Se dovesse arrivare il momento dell’esordio dovrò essere bravo a contenere l’emozione facendomi trovare pronto”. Il giovane pentro si sofferma anche sulla gara contro la NGM Mobile Santa Croce “ c’è mancato quel pizzico di cattiveria in più che poteva farci chiudere addirittura la gara in tre set. Non dimentichiamo però che aver preso un punto alla prima della classe è comunque un ottimo risultato”.

L’EVENTO

Alessio Fiore

FISI MOLISE

Entusiasmo alla presentazione Nuove idee per rilanciare l’attività nella regione della Termoli Nuoto

Gagliardi e D'Astuto, presidente FIN, premiano Pompeo Barbieri

E’ stata una vera e propria festa, un appuntamento organizzato per la prima volta dai vertici della società che ha avuto notevole successo e regalato tanto entusiasmo in una sala completamente gremita. E’ stata un successo nei giorni scorsi la presentazione ufficiale delle squadre agonistiche della Termoli Nuoto per la stagione 2010-11 e che ha visto la partecipazione della dirigenza al completo della società, di tutti gli atleti e delle famiglie che hanno fatto da cornice all’evento tenuto presso la sala consiliare del Comune di Termoli. Alla presentazione degli atleti in vista del nuovo anno agonistico, hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni, politiche e sportive e con l’occasione sono stati premiati gli atleti che maggiormente si sono distinti nel corso della stagione 2009-10. “Un grande in

bocca al lupo va proprio ai nostri ragazzi, ai quali va riconosciuto sempre il grande impegno, lo spirito di sacrificio e la passione per questo sport” – ha spiegato Roberto Gagliardi, il presidente della Termoli Nuoto che ha aperto l’appuntamento mondano del club adriatico – “Ringrazio tutte le autorità, la Regione Molise che ci è vicina nelle gare nazionali, l’Amministrazione Comunale che ci ha ospitato, la Fin e tutti gli enti che ci incoraggiano e ci aiutano. Nel nuoto mettiamo passione e amore, voglia di far bene, proviamo a inculcare la mentalità natatoria e restiamo un punto di riferimento nel nuoto molisano. Vogliamo crescere e migliorare, insieme allo staff tecnico, alle famiglie ed agli atleti che gareggiano e che ci hanno regalato in questi anni tante soddisfazioni”. “Porto i saluti della amministrazione termolese” – ha spiegato Stefano Perricone, rappresentante delle istituzioni locali che ha letto l’accorata lettera dell’Assessore allo Sport, Giuseppina Vergallo assente per motivi di lavoro. Anche Vittorio D’Astuto, presidente della FIN ha fatto un grande in bocca al lupo agli atleti della Termoli Nuoto augurando loro un anno ricco di risultati positivi. Gli interventi di Nunzio Cucoro a ricordo dell’amato Vittorio Sciarretta, presidente di lungo corso della Termoli Nuoto e quello “storico” di Antonio Casolino hanno strappato applausi. E poi ci sono state le tante premiazioni, agli atleti migliori dello scorso anno che ha avviato la conferenza stampa di fine anno a bilancio di un annata comunque positiva. La medaglia a Pompeo Barbieri, campione italiano nel CIP ha strappato i giusti applausi della platea così come gli altri riconoscimenti ai migliori atleti della Termoli Nuoto. I commenti finali del responsabile delle attività agonistiche, del direttore tecnico e degli allenatori hanno fatto calare il sipario sulla serata, di buon augurio in vista del nuovo anno che sta per alzare il sipario sui tanti appuntamenti sportivi.

Il Sindaco del Comune di San Massimo, Dott. Alfonso Leggieri, e il Presidente del Comitato Molisano FISI, Antonio Iocca, hanno indetto una riunione nei giorni scorsi per discutere le proposte inerenti l'avvio della prossima stagione invernale. Alla presenza dei Presidenti degli Sci Club Molisani, dei Consiglieri del Comitato FISI e dell’Amministratore Unico Funivie Molise, Arch. Nicola Carovillano, ha avuto inizio la discussione. Il Presidente del COM FISI, Antonio Iocca, ha aperto la seduta, ringraziando il Sindaco del Comune di San Massimo per l’ospitalità e ricordando gli impegni presi con i Presidenti dei Comitati FISI Campano e Pugliese per promuovere la partecipazione dei loro Sci Club alle gare di calendario; i suddetti si sono trovati d’accordo nel dichiarare la propria disponibilità, riconoscendo nella stazione sciistica di Campitello Matese delle buone opportunità per lo sviluppo dello

sci alpino. Il sindaco ha colto l’occasione per ringraziare i presenti, garantendo la massima collaborazione per la riuscita delle attività promosse. L’Amministratore Unico, Arch. Nicola Carovillano, ha dichiarato che verrà fatto tutto il possibile per garantire le migliori condizioni per l’apertura dell’ imminente stagione invernale. A chiusura del dibattito è intervenuto l'Assessore Regionale, Dott. Salvatore Muccilli, che ha dimostrato, fin dagli incontri tenutisi precedentemente, una grande disponibilità e sollecitudine verso la soluzione dei problemi evidenziati dagli Sci Club molisani. Ha, altresì, preannunciato la prossima apertura della seggiovia Anfiteatro, grazie allo sforzo prodotto anche in ambito di Giunta Regionale e che a breve sarà pubblicato il bando di gara d’appalto per la costruzione della seggiovia Capo d’Acqua .

Il tavolo della riunione

22 ANNO III - N° 250 VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010

La Juve ritira le querele contro Moggi e Giraudo

Serbia: si costituisce l’ex n.1 della Federazione

La Juventus ha ritirato la querela presentata contro Antonio Giraudo, Luciano Moggi e Roberto Bettega nell'ambito del processo per i bilanci della vecchia gestione della società bianconera. Il 24/11/09 i tre erano stati assolti in primo grado: la procura di Torino ha presentato un ricorso in appello. Il ritiro comporterà il decadimento di molte delle accuse e, in particolare, quelle legate alla cosiddetta "infedeltà patrimoniale". I giudici dovrebbero discutere solo degli altri reati societari.

Si è costituito oggi alla polizia di Belgrado Zvezdan Terzic, ex presidente della Federcalcio serba (Fss), ricercato per illeciti finanziari legati al trasferimento di calciatori negli anni in cui era a capo dell'OFK di Belgrado, squadra della prima divisione serba. Terzic è stato trasferito in carcere. Secondo l'accusa, si sarebbe impossessato illegalmente di circa 4 mln di euro nelle operazioni di trasferimento di giocatori dalla sua squadra ad altri club. Dal 2008 era irreperibile.


lagazzettadelmolise121110a  

Via Bakù, condanna dura per 8 ragazzi Teatro Ariston, appello al sindaco DISTRIBUZIONE GRATUITA VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010 CAMPOBASSO - Dura c...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you