Page 1

Caso Eutelia ora spunta anche la Molise Dati Un ciclone si è abbattuto sulla società romana che opera nel settore delle tecnologie e delle comunicazioni. Da tre anni l’azienda ha stabilito solidi rapporti anche in Molise Mauro Belviso presidente di Molise Dati

Tutti i particolari nell’edizione di Martedì

ANNO III - N° 158 DOMENICA 11 LUGLIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: Poligrafica Ruggiero srl - 83100 Avellino - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

Napolitano ultima spiaggia dei governatori www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL SINDACO DI BARTOLOMEO La scultura di Gino Marotta in Villa dei Cannoni non si tocca. Una parte della città è contraria al fatto che l’opera d’arte dell’artista celebrato in Italia e nel mondo venga spostata altrove dal sindaco di Campobasso Gino Di Bartolomeo. Il primo cittadino, infatti, vorrebbe sostituirla con la statua equestre di san Giorgio. Una spesa ed un gesto inutile anche perché per tanti “toccare la scultura di Villa dei cannoni è un atto barbarico, un gesto volgare, una manifestazione di intolleranza”. L’opera, infatti, rappresenta un simbolo universale. E’ per questo che oggi, il tapiro del giorno va a Gino Di Bartolomeo.

L’OSCAR DEL GIORNO AI GOVERNATORI Non mollano i governatori delusi, nemmeno dopo che Berlusconi e Tremonti gli hanno detto che la manovra finanziaria non si tocca. Sono decisi ad andare fino in fondo, anche a costo di restituire tutte le deleghe della legge Bassanini (trasporti, servizi sociali, interventi alle imprese) con il rischio di paralizzare l’intero Paese. La decisione è stata comunicata anche al presidente Napolitano a cui si sono appellati. Il Capo di Stato ora sembra davvero l’ultima spiaggia prima del voto di fiducia.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Di Pietro jr lancia Di Pietro senior Il figlio dell’ex pm ufficializza la candidatura alle elezioni regionali del 2011 Mimì De Angelis eletto coordinatore provinciale di Campobasso CAMPOBASSO – “Alle elezioni regionali del 2011 il candidato governatore per l’Italia dei Valori sarà Antonio Di Pietro. Non importa se dovremo correre da soli, certo è che chi vorrà stare con noi farà un’unica battaglia per la legalità”. A ufficializzare una notizia che da settimane circola in Molise, è il figlio dell’ex pm di Mani pulite. Cristiano Di Pietro ha lanciato la sfida al presidente uscente Michele Iorio (Pdl) nel corso del primo congresso campobassano che ha eletto l’avvocato Mimì De Angelis coordinatore provinciale oltre ai 12 componenti dell’organismo cittadino. Così facendo, il consigliere provinciale spera anche di mettere a tacere, una

Il senatore Astore attacca: Iorio ora si scopre Masaniello CAMPOBASSO – “A nulla vale annunciare auspicabili ma non realistici risultati positivi dei tavoli tecnici romani o riordinare la sanità molisana con piani operativi, linee guida, atti aziendali tenuti nascosti alla comunità molisana e al dibattito della sua classe dirigente mortificata che non protesta nemmeno più”. E’ durissimo il commento del senatore Giuseppe Astore che invita il presidente della Regione Iorio a dimettersi poiché “non bastano più i proclami, serve invece una vera e propria cultura riformista. Ora il governatore si sta reinventando nei panni di Masaniello capo popolo, deciso a marciare contro Roma alla guida dei molisani, anche perché si è accorto che il Pdl lo considera alla stregua di un appestato e quindi lo sta scaricando in malo modo. Si è rifiutato anche la convocazione di un tavolo istituzionale, con la presenza di tutti gli uomini di buona volontà, rivelando una concezione personalistica nell’uso delle istituzioni e dimenticando che esistono, sopratutto in determinati periodi della storia delle nostre comunità, interessi generali che tutti dobbiamo difendere al di là

delle nostre appartenenze politiche. La nostra regione – spiega ancora Astore - ha condiviso la legge sul piano di rientro del deficit, ha accettato i corposi stanziamenti dello Stato per ripianare il debito, ha firmato il piano della salute ed ha accettato il commissariamento ed anche come penalizzazione l’aumento delle tasse (da gennaio 2011). Il suo sbaglio, frutto di sottovalutazione legata alla peggiore tradizione assistenziale, è stato quello di pensare che gli impegni non si dovessero mai onorare. Probabilmente Iorio è stato anche sfortunato, per essere

incappato nel primo governo a guida leghista e con un ministro dell’Economia come Tremonti, allergici rispettivamente a Meridione e piagnistei. Ecco perché – conclude - prima di andare a chiedere clemenza a Roma, sarebbe opportuno dare una concreta dimostrazione di buona volontà che si sta facendo tutto il possibile per ridurre al minimo i costi e ottimizzare la spesa sulla crescita e lo sviluppo. Tutto quello che il Molise non fa e non farà perché chi lo guida non è culturalmente (cultura politico-amministrativa, ovviamente) sintonizzato su questi temi”.

volta per tutte, le voci sugli inciuci tra lo stesso Tonino Di Pietro e l’attuale governatore molisano. In un infuocato sabato pomeriggio, dentro un affollato hotel Rinascimento, non sono però mancate ‘stoccate’ al presidente della Provincia di Campobasso con cui i dipietristi sono in rotta dopo che quest’ultimo ha escluso l’ex assessore ai Lavori pubblici Pierpaolo Nagni dalla nuova giunta. Come pure gli inviti a ‘rientrare’ nel partito, tutti rivolti al senatore Giuseppe Astore. L’onorevole Anita Di Giuseppe, come pure lo stesso Di Pietro jr, hanno infatti teso la mano al politico di San Giuliano che però sembrerebbe più intenzionato a candidarsi lui stesso per il vertice della Re-

gione Molise. Soddisfatto il nuovo coordinatore De Angelis, che da buon dipietrista mette subito in chiaro: “Qui c’è posto per tutti coloro che hanno a cure il bene comune. Il partito, nella sua centralità (come a dire le decisioni di Tonino non si mettono in discussione, ndr) di propone di ricreare un centrosinistra più forte e compatto senza che però – è questa sembra tutta indirizzata a Nicola D’Ascanio – i singoli cerchino di sopraffare gli altri. Siamo inoltre già al lavoro per introdurre nello statuto una norma che preveda l’incompatibilità tra coloro che rivestono incarichi dirigenziali di qualsiasi livello con i ruoli istituzionali (chissà con chi ce l’ha? Ndr)”.

Scuola, la Cgil chiede un tavolo urgente CAMPOBASSO – Una mannaia quella che sta per abbattersi sul personale della scuola. Se già lo scorso anno sono stati soppressi 487 posti di lavoro nella Regione Molise, oggi si prevede una ulteriore decurtazione di oltre 200 docenti e 150 tra ausiliari, tecnici e amministrativi. A denunciare la situazione è la Flc Cgil che ora chiede la convocazione urgente di un tavolo interistituzionale, per verificare la disponibilità delle risorse e le modalità di utilizzo, in modo da garantire innanzitutto alcune priorità tra le quali lo sdoppiamento di pluriclassi e delle classi numerose, il ripristino del tempo prolungato e l’ampliamento dell’offerta formativa. “In questi giorni – scrive il segretario Sergio Sorella - gli uffici scolastici provinciali sono impegnati nel difficile compito di far quadrare i conti, ma i numeri non consentono di garantire la copertura delle richieste di tempo scuola da parte delle famiglie. Inoltre, per tutto il personale, sia docente che ausiliario, tecnico e amministrativo, la determinazione degli organici è avvenuta sulla base di atti, quali i decreti interministeriali sulle dotazioni organiche, giuridicamente inesistenti. Ciò ha determinato un contenzioso tale da mettere in discussione l’avvio del prossimo anno scolastico. In tale situazione, un’altra certezza è il futuro lavorativo a rischio per centinaia di precari. Questi lavoratori, che hanno superato concorsi, acquisito specializzazioni, e che hanno consentito per anni l’ordinario funzionamento delle scuole, verranno licenziati, cacciati via senza aver diritto ad alcuna forma di ammortizzatore sociale. Una situazione drammatica che si sta consumando nel disinteresse dei più. Come Flc Cgil Molise ricordiamo che lo scorso anno scolastico, a seguito della mobilitazione messa in campo insieme al coordinamento regionale dei precari, la Regione ha stanziato 2,5 milioni di euro volti a limitare l’impatto dei pesanti tagli operati dal governo sugli organici e sul tempo scuola della Regione”. Eppure, nonostante gli sforzi, per Sorella si tratta di una “goccia nel mare che, pur dimostrando la consapevolezza da parte della Regione della drammaticità della situazione, non sempre ha sortito gli effetti desiderati”.

I nuovi tagli mettono in allerta il sindacato che ora vuole verificare la disponibilità delle risorse stanziate


PRIMO PIANO Mercoledì intanto Conferenza straordinaria prima del voto di fiducia in Senato

Manovra, i governatori da Napolitano CAMPOBASSO – Non si danno per vinti i governatori che il giorno successivo allo ‘strappo’ con il Governo Berlusconi imboccano le scale del Quirinale. Il presidente della Conferenza Stato-Regioni Vasco Errani, e il suo braccio destro, Michele Iorio, assieme ai governatori delusi, hanno informato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, confermando che se la manovra economica non cambierà resti-

In un colloquio con il presidente della Repubblica, le Regioni confermano di voler restituire le deleghe della legge Bassanini A rischio per i tagli della Finanziaria trasporto, sicurezza e servizi sociali tuiranno allo Stato le deleghe della legge Bassanini. Trasporti pubblici locali, interventi per le piccole imprese, servizi per la ricerca, la non autosufficienza, i servizi sociali, gli interventi sull’ambiente sono solo alcune delle funzioni che – come hanno già spiegato in coro non sono più in grado di esercitare a causa dei pesanti tagli previsti dalla Finanziaria. Una manovra che pesa per oltre il 50% sugli enti locali, e in particolare proprio sulle Regioni. Preoccupati per le ricadute sul territorio, i governatori hanno anche fatto sapere che si riuniranno in una conferenza straordinaria mercoledì prossimo,

Titoli in grassetto sulla cialtroneria addebitata agli amministratori regionali del Sud dal ministro Tremonti. E, naturalmente, titoli tutti con una implicita reazione contro, quasi fossimo stati tutti, indistintamente, etichettati con “il vizio di essere trasandati o di comportarci in modo privo di serietà e correttezza nei rapporti umani” (il virgolettato corrisponde alla definizione di cialtroneria tratta dal dizionario della lingua italiana di Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli). In aggiunta il ministro ha usato anche il sostantivo cialtroni, riferendosi ai presidenti delle regioni additate, per cui, per estensione, dovremmo tutti poterci considerare “persone abitualmente sciatte nel fare il proprio lavoro” (sempre da dizionario di cui sopra). Se però ci considerassimo tutti cialtroni sbaglieremmo. Perché non tutti abbiamo la responsabilità di aver amministrato il bene pubblico né quella di averlo fatto male se, come Regione, il Molise è tra le più indebitate, al punto che tutti (in questo caso sì) dovremo pa-

mentre la manovra sarà al vaglio dell’aula di Palazzo Madama, e non escludono di proseguire i lavori del Parlamentino anche il giorno dopo, il giovedì del voto di fiducia al Senato. Intanto, dopo il muro contro muro di due giorni fa, è stato lo stesso presidente della Conferenza a informare telefonicamente il Capo dello Stato delle preoccupazioni dei colleghi-governatori. Un colloquio di pochi minuti in cui Errani avrebbe illustrato le buoni ragioni delle amministrazioni regionali nel confronto con il Governo e la ferma intenzione di proseguire un dialogo vero ed efficace evitando scontri istituzionali. “Fermi restando i

saldi, che non abbiamo mai voluto porre in discussione - ha commentato Errani in una nota successiva all’incontro di ieri con Napolitano - continuiamo a ritenere possibile un riequilibrio dei tagli previsti fra i diversi livelli istituzionali della Repubblica. Abbiamo semplicemente chiesto di rendere la manovra sostenibile in primo luogo per i servizi ai cittadini e per le imprese. Tagliare di circa l’80% i trasferimenti che sono stati la conseguenza della legge delega

Se non cialtroneria, cos’è? gare per gli errori e per la cialtroneria di altri, il cui nome, quando dovremo tornare alle urne per rinnovare il consiglio regionale, troveremo stampigliato sulla scheda e sui manifesti elettorali. Ma andiamo al sodo e a qualche esempio pratico. Se non è a causa della cialtroneria, dopo 42 anni dalla istituzione della Regione, a chi va addebitata la mancata realizzazione di una sede unica e, di conseguenza, la spesa annua di circa 4 milioni di euro per le locazioni? A chi la perdita del finanziamento di circa 3 milioni di euro da parte del comune di Campobasso per la realizzazione di una palazzina di servizio in Via Garibaldi?; a chi la perdita dei finanziamenti regionali (oltre 20 milioni di euro) relativi all’accordo di programma quadro sottoscritto da Iorio e dall’allora sindaco del capoluogo, Di Fabio, per il master plan, per la sanificazione ambientale del torrente

Scarafone, per il collegamento in galleria tra il terminal delle autocorriere e Via san Lorenzo, per il sottopasso di Via Mazzini? L’elenco delle opere pubbliche e degli investimenti pubblici finiti in gloria potrebbe essere steso all’infinito. Né pare sufficiente da parte degli amministratori regionali mettersi al riparo dell’attacco tremontiamo portando a giustificazione il

parere sostanzialmente positivo espresso anche di recente dal Comitato di Sorveglianza sulla chiusura del Por Molise 20002006 e del Comitato di Sorveglianza del Por Fesr 2007-2013 per i risultati fin qui ottenuti. A costoro spetta verificare se le Regioni impiegano i fondi comunitari non già esprimersi sulla qualità della spesa. Perché se andassero a vedere a cosa sono serviti o si

Bassanini significa inevitabilmente perdere qualsiasi possibilità di esercitare le competenze assegnate. Ecco perché le Regioni unitariamente hanno chiesto al ministro dei Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto di iscrivere all’ordine del giorno della prossima Conferenza Stato-Regioni il seguente punto: ‘procedure per il trasferimento dalle Regioni allo Stato delle funziono amministrative già conferite ai sensi dei D.L. attuativi della Legge 59/97’. redazione politica

vuole che servano gli euro di cui il Molise è stato e sarà destinatario, potrebbero mettersi le mani nei capelli. D’altronde siamo o non siamo la regione con il maggior buco nella sanità, con le arterie stradali ridotte a pezzi, con un indice di disoccupazione da primato, con le industrie in crisi e la finanziaria regionale a fare da mutuo soccorso, con una classe politica remunerata oltre ogni limite della decenza? Con ciò vogliamo dire che la disputa non può essere ridotta all’uso delle parole se pertinenti oppure offensive. La questione è nelle cose. E tra le cose che gridano vendetta c’è una sede regionale che manca da 42 anni e da 42 anni il denaro pubblico rimpingua oltre misura il conto corrente bancario dei locatari; l’evanescenza di un accordo di programma che avrebbe dovuto aiutare la città di Campobasso a migliorarsi sul piano urbanistico e funzionale, e la straordinaria constatazione che nessuno ne sa dare una spiegazione. Se non cialtroneria, cos’altro? Dardo


CAMPOBASSO Un’opera d’arte non può essere una pedina da utilizzare nel contrasto tra chi ammnistra e chi ha amministrato in passato la città

La scultura di Marotta in villa non si tocca Pensare di spostare la scultura (L’albero delle Vita) di Gino Marotta da Villa dei cannoni è una assurdità di cui solo l’ineffabile sistema politico e culturale campobassano può essere capace. Opera studiata e dimensionata (ripetiamo, studiata e dimensionata) interpretando la natura del luogo per sottolinearne il valore ambientale e urbanistico, non può assolutamente finire nella disponibilità umorale di chi temporaneamente amministra la città. Né, soprattutto, può essere considerata una pedina da utilizzare nel contrasto tra chi ha amministrato e chi amministra. Quell’opera d’arte è un simbolo universale (l'Albero della Vita o della Conoscenza cresceva nel giardino dell'Eden è il simbolo dell'unione tra terra e cielo per via delle radici piantate al suolo e i rami rivolti verso il cielo) che mai e poi mai può appartenere a una espressione politica, tanto e così lontana essa è dai deficit culturali di gente che si trova a transitare per Palazzo san Giorgio. Dobbiamo gioco-forza credere che chi ha pensato di trasferire

altrove la scultura per sostituirla con l’anonima statua equestre di san Giorgio non ha dimestichezza con la storia dell’arte, altrimenti saprebbe anche dell’Autore, della sua straordinaria valenza artistica, della sua incidenza nella espressione dell’arte contemporanea e ne sarebbe orgogliosa. Si darebbe da

fare per averlo con sé, affianco a sé, per goderne della fama e della sua opera; farebbe di tutto per arricchire la città di altre sue opere che nel corso del tempo segnerebbero la città nel novero delle realtà periferiche in cui è possibile ritrovare il seme di una generazione eccellente. Toccare la scultura di Villa dei cannoni è

un atto barbarico, un gesto volgare; una manifestazione di intolleranza (oltre che di ignoranza) che, vogliamo credere, il sindaco Di Bartolomeo non voglia ascrivere alla propria gestione che peraltro già si trascina dietro la mancata accettazione e inaugurazione di un altro monumento simbolico della vita campobassana: la rigenerata Fontana Cacciapesci: uno schiaffo al buonsenso e al diritto dei cittadini di riconoscersi in qualcosa che esuli dall’appartenere a questa o quella fazione politica. E ancora per una questione di puntiglio, per una sottesa lotta cultoricida di opposto segno politico. Volendo, la statua di San Giorgio pare fatta apposta per essere collocata in Piazza delle Repubblica, là dove una sciagurata decisione amministrativa ha fatto scempio dello spazio alterandolo e abbruttendolo, meritandosi la determinazione dei Beni ambientali di riportare allo stato quo ante il sito. Una determinazione che però ancora non trova applicazione, resa maggiormente insopportabile da una

parziale correzione. Volendo, si può cogliere l’occasione per sistemare adeguatamente quella piazza su cui affaccia il sito più raffinato di Campobasso: la settecentesca Villa De Capoa. D’accordo, viviamo la transizione politica, economica, sociale e culturale peggiore tra le tante, e tra le tante (fin qui) la peggio interpreta e gestita, ma niente e nessuna causa o ragione può dare il diritto ad alcuno di insultare l’opera e il nome di Gino Marotta artista celebrato in Italia e nel mondo, misconosciuto nella città natale. L’arte non appartiene alla politica e tantomeno alle amministrazioni, essendo la massima espressione di libertà. A.Cu.

Piano Casa, presto in aula con le nuove perimetrazioni Potrebbe essere convocato a cavallo di Ferragosto il consiglio comunale di Campobasso che si dovrà riunire per approvare le nuove perimetrazioni. Il tema è quello del Piano casa e dei nuovi dettami in fatto di edilizia. Da Palazzo San Giorgio fanno sapere che il grosso è stato fatto e che le zone più grandi del capoluogo sono già state passate in rassegna. Insomma manca poco affinché tutto il lavoro sia completo e pronto per essere portato in aula. Anche perché c’è una scadenza che va rispettata, pena il commissariamento. E Gino Di Bartolomeo non ha nessuna intensione di dare in mano al commissario un set-

Domani in Provincia il Forum della Cultura Si terrà domani mattina alle 11 nella sala consiliare della Provincia di Campobasso la conferenza stampa di presentazione di “Pluralismo Cultura Libertà” occasione per parlare anche della mancata erogazione dei contributi riparto Cultura anni 20092010. L’incontro è stato indetto dal presidente del Forum della Cultura Molisana Marialaura Lolli.

tore così importante per la città e che potrebbe addirittura rappresentare un’occasione di sviluppo e di rilancio. E’ chiaro che con le nuove norme contenute nel Piano casa sarà più semplice costruire. Il che significa che i privati che hanno desiderato fare piccole modifiche alla propria abitazione, dopo i passaggi burocratici di rito, potranno realizzare i loro sogni. E attorno a questi sogni c’è tutto un mercato che potrebbe cominciare a riprendere quota: dall’edilizia all’arredamento solo per citarne qualcuno. A quanto pare però il riflesso più interessante della normativa riguarda il calo dei prezzi delle

nuove abitazioni. Si spera che certi paradossi siano giunti al capolinea e che quei quattrocinquemila euro al metro quadrato pagati per un normalissimo appartamento (anche in zone abbastanza ‘sfigate’ del centro) siano solo un brutto ricordo. Perché se c’è un obiettivo che il sindaco intende perseguire quello di ridurre le stangate per assicurare a tutti un tetto. Di qui la grande attenzione alla tempistica del Piano: farsi commissariare significherebbe aver fallito su un tema che ha rappresentato il fulcro della campagna elettorale e di un anno di amministrazione della coalizione di centrodestra.

Fine settimana, la città come un deserto

Non è ancora tempo di grandi esodi ma ieri pomeriggio Campobasso era a dir poco deserta. Vuota via Gazzani, vuoto il Corso. In Viale Elena nemmeno

un‘anima e stesso discorso anche per la Piazzetta e per il parcheggio, di solito affollatissimo, di piazza della Repubblica. Insomma se le grandi città

si svuotano generalmente ad agosto per via delle fabbriche e dei grandi uffici chiusi, in una città come Campobasso tra l’altro vicina al mare si preferisce

partire nei fine settimana e questo è il primo di una stagione che pare iniziata sotto un buon auspicio. Almeno a detta di chi di turismo ci vive.


CAMPOBASSO Nei prossimi mesi, il Civr stilerà le pagelle sui ricercatori degli atenei italiani da cui dipenderanno i fondi per la premialità

Università, bene i brevetti e la produzione scientifica Buona la qualità dei lavori, ma i ricavi sulle invenzioni tardano ad arrivare CAMPOBASSO – Vietato essere improduttivi all’Università. I fannulloni in futuro peseranno sul dipartimento e sull’ateneo cui appartengono: chi se ne starà con le mani in mano rischierà di compromettere il lavoro dei colleghi e di far arrivare meno fondi nella propria università. Lo prevede il decreto sulla valutazione delle attività di ricerca di università ed enti legati al Miur che sta facendo il giro degli atenei in questi giorni per essere presentato a rettori e professori. Il Civr (Comitato di Indirizzo per la Valutazione della Ricerca), sta viaggiando da nord a sud per spiegare come verranno assegnate, nei prossimi mesi, le pagelle relative alla produttività scientifica. Ma quali sono i parametri che saranno presi in considerazione? Innanzitutto saranno valutati tutti i ricercatori. Ognuno dovrà presentare due pubblicazioni. Chi non ha fatto nulla tra il 2004 e il 2008 (il periodo in esame), non potrà tentare di annacquare le carte in nessun modo: riceverà una valutazione negativa che peserà sulla pagella complessiva del proprio dipartimento e ateneo. Vale a dire che, se in una struttura ci sono tante “pecore nere”, i colleghi ne usciranno danneggiati. Il cambiamento è stato voluto dal ministro Gelmini che ha firmato le nuove regole. Durante il prossimo autunno le università saranno tenute a inviare i dati relativi alle pubblicazioni di professori e ricercatori. Nei suc-

Auguri

cessivi diciotto mesi, il Civr produrrà le pagelle del sistema di ricerca. I dati peseranno anche sulla distribuzione dei fondi alle università. In questo modo, sarà facile capire chi lavora e chi no. I voti vanno da 0 a 1. Un lavoro limitato prende zero, uno eccellente uno, uno accettabile 0,5, uno buono 0,8. Se c’è un ricercatore improduttivo, c’è una penalizzazione di 0,5 punti che peserà sulla graduatoria finale che i panelist (coloro che valutano) stileranno dando le pagelle a ricercatori, strutture da cui dipendono, atenei. Nel giro di un anno e mezzo si potrà sapere dove si fa la ricerca migliore con dati recenti e approfonditi. Più il lavoro è innovativo, più ha un peso internazionale, più ha una

Simona Antonelli a e Leonardo De Cosmo

che ieri hanno coronato il loro sogno d’amore Felicitazioni da parenti, amici e da ‘La Gazzetta del Molise’

potenzialità anche in termini economici maggiore sarà il voto. Questo per i ricercatori. Per le strutture, peserà il numero di ricercatori in formazione e dipendenti, le loro performance medie, la capacità di attrarre risorse. Lo scopo è arrivare a fornire numeri al ministero che consentano di distribuire al meglio i fondi per la premialità. Ma qual è la valutazione scientifica dei ricercatori dell’ateneo molisano? Il Civr ha stabilito che

nell’area di Scienze chimiche il voto è 0,92 (più che buono), Scienze Biologiche 0,69 (più che accettabile), Scienze Agrarie e Veterinarie 0,71 (più che accettabile), Scienze giuridiche 0,80 (buono), Scienze Economiche e Statistiche 0,76 (più che accettabile), Scienze e tecnologie per la qualità e la sicurezza degli alimenti 0,73 (più che accettabile). Per quanto concerne la propensione alla mobilità internazionale, essa è al di sopra delle medie nazionali delle rispettive aree per Scienze chimiche e Scienze politiche e sociali, e al di sotto in undici Aree, per le quali non c’è alcuna mobilità; l’alta formazione è al di sopra delle medie nazionali delle rispettive Aree per Scienze chimiche e Scienze agrarie e veterinarie, e al di sotto in sette Aree, per sei delle quali non c’è alcuna attività di alta formazione; il livello di successo dei programmi di ricerca banditi dal Miur non è mai al di sopra delle medie nazionali delle rispettive Aree, e al sotto per nove Aree, per cinque delle quali non si evidenzia acquisizione di risorse, mentre a livello internazionale, il livello di successo non è mai al di sopra delle medie na-

zionali delle rispettive Aree, e al sotto per dodici Aree, per undici delle quali non si evidenzia acquisizione di risorse; la capacità di attrazione di fondi da altri soggetti non è mai al di sopra delle medie nazionali delle rispettive Aree, e al di sotto per nove Aree, per sei delle quali non si evidenzia acquisizione di risorse; il finanziamento/cofinanziamento della ricerca su fondi non vincolati della Struttura non è mai al di sopra delle medie nazionali delle rispettive Aree, e al di sotto per dieci Aree, per una delle quali non si evidenzia acquisizione di risorse. Da questi dati (elaborati nelle tabelle sinottiche conclusive), si evince che l’ateneo molisano ha una performance positiva per i brevetti depositati (0,5), mentre sono negative le valutazioni per i ricavi dai brevetti (0), lo spin off (0) e la partnership (0). Segno evidente che il mercato molisano ha ancora difficoltà ad ampliare i propri orizzonti, soprattutto negli investimenti a lungo termine (i brevetti, appunto). In un periodo di crisi economica ancora in atto, forse questo gioco può valere (ancora) la candela. Chi non risica… Adimo

Danneggiano le panchine, denunciata un’altra gang di giovanissimi Dovranno rispondere di danneggiamento aggravato i sei giovanissimi sorpresi dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Campobasso mentre stavano danneggiando alcune panchine comunali. Colti sul fatto, al gruppo di ragazzi, di età compresa tra i 18 ed i 23 anni, non è rimasto che seguire i militari in caserma dove, al termine delle formalità di rito, sono stati tutti denunciati in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Campobasso. Forse la voglia di provare nuove emozioni o semplicemente per spezzare la noia, questa volta per divertirsi, i sei hanno deciso di dare libero sfogo alle loro energie giovanili su delle panchine ed attrezzature sportive in legno, inermi, in un giardinetto di via Pirandello a Campobasso. Purtroppo per loro, però, il gioco è durato poco. Mentre erano intenti a dan-

neggiare le attrezzature, infatti, sono stati sorpresi da una delle pattuglie impegnate proprio in uno dei servizi di prevenzione e repressione degli atti vandalici e dei furti frequenti durante il periodo estivo. Purtroppo, nonostante l’intervento tempestivo dei Carabinieri, alle attrezzature comunali erano stati già arrecati danni per alcune migliaia di euro. Il servizio svolto dai militari negli ultimi giorni, oltre a consentire l’identificazione dei sei autori del danneggiamento delle panchine, ha già permesso di individuare altri 9 giovani, quasi tutti minorenni, responsabili di due furti in una scuola ed un circolo ricreativo; l’intervento dei carabinieri, in quel caso, ha portato anche al recupero dell’intera refurtiva. Per questo motivo i servizi di presidio dell’Arma continueranno e saranno addirittura rafforzati.


ISERNIA A breve gli uffici regionali potrebbero essere trasferiti nell’ex liceo classico

Trasloco di via Farinacci Un affare per Provincia e Regione

ISERNIA - Il presidente Iorio ha annunciato che dal prossimo anno la Regione Molise risparmierà circa 600mila euro di affitti. Questo in seguito alla razionalizzazione della spesa che sta attuando il governatore. In sostanza, molti uffici pubblici re-

gionali saranno ristrutturati sia dal punto di vista organico, in quanto vi è un soprannumero di dirigenti rispetto agli impiegati di livello inferiore, che da quello più prettamente logistico. Ciò significa che dove c’è personale in esubero sono previsti dei trasfe-

rimenti in altre sedi. Non solo. Si cercherà di trovare una nuova collocazione ad uffici dove l’affitto è molto elevato. A Campobasso la rivoluzione è già in atto. Ad Isernia, invece, questa stenta a decollare. Da parte di dipendenti ed utenti degli uffici pubblici c’è stata segnalata una ipotesi che, non solo farebbe risparmiare la Regione, che dovrebbe rapportarsi con un altro ente pubblico e non con un privato, ma porterebbe anche dei notevoli benefici economici alle già disastrose casse dell’ente provinciale. Di cosa si tratta? Semplice, si tratta di un trasferimento di pochi metri di numerosi uffici regionali. Stiamo parlando di quelli di via Farinacci, dove sono ospitati la maggior parte degli uffici regionali in una struttura privata. Questi uffici potrebbero essere spostati nell’edificio storico che fino all’anno scorso ospitava il liceo classico “Fascitelli”,

Iorio-Leva, faccia a faccia alla camomilla CASTEL SAN VINCENZO – Pubblico delle grandi occasioni venerdì sera alla Festa provinciale del Partito Democratico. Di scena il faccia a faccia tra il presidente Iorio ed il segretario regionale del Pd, Danilo Leva. Il governatore è apparso visibilmente stanco per gli impegni romani di questa ultima settimana per tentare di salvare il Molise dalla scure di tagli prevista dal ministro Tremonti. Iorio ha ribadito la sua vicinanza al premier Silvio Berlusconi, il quale non ha mancato di confermare allo stesso governatore la candidatura, in seno al Pdl, nelle prossime elezioni regionali, previste ad autunno. Tra Leva e Iorio c’è stato un confronto sereno che ha abbracciato tutti gli argomenti più scottanti degli ultimi tempi. Contratti esterni, dirigenti, affitti, sanità e tanto altro, sono stati questi gli spunti proposti dal segretario del Pd. Spunti ai quali il presidente Iorio non ha fatto una piega: davanti ad un pubblico di centrosinistra ha risposto in maniera chiara, senza tentennamenti, annunciando che, se ci sarà bisogno di tagli drastici alla spesa pubblica lui non si tirerà indietro. Delle parole che sono piaciute anche al popolo del Pd.

Pasticceria Tedeschi stasera l’inaugurazione Arte e passione, un connubio perfetto per deliziare anche i palati più fini e mettere in piedi una nuova realtà. In via Roma a Pozzilli, infatti, questa sera alle 18:00, verrà inaugurata una Pasticceria, quella delle sorelle Tedeschi. Una vera e propria novità che racchiude una lunga tradizione ed un’alta qualità. Un’azienda di famiglia che ha intenzione di radicarsi sul territorio locale, e non, offrendo prodotti pregiati abbinati alla cordialità. Delizie di ogni tipo ma soprattutto estrema disponibilità per soddisfare qualsiasi richiesta.

visto che tutte le scuole superiori saranno spostate in località Nunziatella. L’edificio in questione è una struttura a due piani, di proprietà della Provincia e in cui sono in via di ultimazione i lavori di ristrutturazione e adeguamento alle norme antisismiche. Si tratta di un palazzo storico situato al centro della città, che ben rispecchia le caratteristiche neces-

sarie per ospitare degli uffici pubblici. Ma la cosa più importante è che, con questo trasferimento, la Regione potrebbe contribuire (mediante il pagamento dell’affitto) a risanare le casse dell’ente di via Berta, afflitto da qualche tempo da numerosi contenziosi ereditati dalle passate amministrazioni, tra le quali dieci anni di gestione Mauro.

Giannini: giù le mani da diabetologia

ISERNIA - Addio al servizio di diabetologia all’ospedale Veneziale. E’ quanto denuncia, Ernesto Giannini, presidente dell’associazione culturale Alterio Spinelli che, insieme, ai vertici regionali e provinciali delle associazioni di malati di diabete hanno incontrato gli organi di stampa davanti al presidio isernino. “Già dalla prossima settimana – ha spiegato Giannini – il servizio potrebbe scomparire, per motivi ancora ignoti. I malati saranno costretti a recarsi presso gli ospedali di Larino e Campobasso. Questo – ha continuato Giannini – provocherà notevoli disagi ai circa 2mila malati di diabete presenti in provincia”. Il presidente dell’associazione ha, inoltre, annunciato che se non dovessero arrivare risposte concrete da parte delle istituzioni sarà pronto ad occupare i locali del reparto di medicina dove sono in cura i diabetici. Giannini, infine, ha spiegato che al momento sono state presentate due proposte per aiutare i malati. La prima, della dottoressa Felice, è quella di rendere indipendente il reparto di diabetologia, che al momento è una branchia del reparto di medicina. Proposta praticamente gratuita. L’altra, invece, ideata dalla dottoressa Iorio prevede una riorganizzazione più ampia e costerà all’Asrem solo 50mila euro.

Viscovo, il paladino de La Gazzetta Giuseppe Viscovo, operante nel settore degli autoricambi da oltre 30 anni, nonché affezionato lettore e difensore de “La Gazzetta”, combatte la crisi economica grazie a prezzi assolutamente competitivi e la vendita diretta al pubblico della sua merce. Potrete leggere una copia del nostro giornale presso l’autoricambi Viscovo,

comodamente seduti a tavolino sotto un ombrellone e magari trovare l’offerta giusta per la vostra automobile mentre sorseggiate un aperitivo, offerto ovviamente da Giuseppe. Viscovo, infatti, ha prezzi molto ridotti. Dalla fabbrica lui vende direttamente al consumatore, abbattendo i costi intermedi.

Notte da incubo al centro commerciale

Poggio, riaperta la Fondovalle Verrino

ISERNIA L’altra notte intorno alle 2 l’allarme interno del centro commerciale “In Piazza” ha cominciato a suonare. Sul posto sono intervenuti gli agenti di sorveglianza, i metronotte e Carabinieri. Convinti che all’interno ci fosse un malvivente, armati di pistole, hanno adottato tutte le misure del caso. Ma era solo un falso allarme.

POGGIO - Dopo la frana, è stata riaperta, limitatamente al traffico leggero per auteveicoli non oltre i 35 q. di portata, la strada comunale di collegamento tra il centro urbano di Poggio Sannita e la F.V. Verrino. Gli automezzi superiori ai 35 quintali dovranno continuare a transitare lungo la strada provinciale n. 7 del Verrino - c.d. "Sprondasino".

11 ANNO III - N° 158 DOMENICA 11 LUGLIO 2010


TERMOLI Ieri i funerali del centauro deceduto in incidente stradale TERMOLI – Si sono svolti ieri, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a Difesa Grande, i funerali di Nicola Carosone, il 33enne termolese deceduto giovedì sera nell'ospedale San Timoteo a seguito delle lesioni riportate in un incidente stradale: la moto con la quale circolava si è scon-

trata con un'autovettura. In un primo momento si era ipotizzato che il corpo del giovane fosse sottoposto ad autopsia ma il Magistrato, dopo aver avuto il rapporto degli agenti della Polizia Municipale che hanno eseguito i rilievi, ha dato il via libera alla riconsegna del defunto ai propri con-

giunti. Intanto in città non si placano le polemiche per due incidenti mortali avvenuti a pochi giorni l'uno dall'altro e costati la vita a due centauri. Intanto l'Amministrazione comunale corre ai ripari come ha fatto intuire l'assessore alla Viabilità, Ennio De Felice. L'amministratore ha fatto in-

tendere che sono allo studio il posizionamento di autovelox, rallentatori dove possibile, la realizzazione di marciapiedi e potenziata la segnaletica stradale. Inoltre, per il periodo estivo, sarà potenziato l'organico della Polizia Municipale con l'assunzione a tempo di co.co.co.

Il colpo messo a segno da una sola persona ha fruttato 8mila euro

Rapina all'ufficio postale di San Giacomo L'uomo che era armato di pistola si sarebbe poi allontanato a bordo di una Panda bianca. Ancora senza esito le ricerche SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI – “Stai calmo, consegnami i soldi e non ti accadrà nulla”. Questa la frase, quasi un rituale in questi frangenti, usata dal rapinatore solitario che ieri mattina ha messo a segno un colpo da circa 8mila euro nell'Ufficio postale di San Giacomo degli Schiavoni, per poi allontanarsi e far perdere le proprie tracce. Tutto è accaduto all'orario di apertura dell'Ufficio quando l'unico impiegato stava per accingersi ad aprire al pubblico. All'improvviso è entrato un uomo a volto scoperto dall'apparente età di 40 anni che indossava pantaloncini e maglietta il quale ha in-

timato all'impiegato, che in quelmomento era il solo presente nel locale, di stare calmo e consegnargli i soldi e, per convincerlo, gli ha mostrato una pistola che portava alla cintola. Al dipendente, alla vista dell'arma, non è rimasto che consegnare il contante contenuto nella cassaforte, circa 8mila euro. Il malvivente, dopo aver “incassato” il denaro lo ha riposto in una busta, poi ha tagliato i fili del telefono, chiuso a chiave il dipendente per poi allontanarsi a bordo di una utilitaria, la stesa con la quale era giunto pochi minuti prima. L'addetto all'ufficio, dopo essersi ripreso dalla comprensibile paura,

con il suo telefonino cellulare ha chiamato le forze dell'ordine ed è scattata la caccia all'uomo. Sul posto sono giunti Gazzelle di carabinieri mentre sulle principali strade di collegamento venivano istituiti vari posti di blocco che, però, non hanno dato alcun esito: del rapinatore nessuna traccia. Il dipendente che ha accusato anche un malessere ed è stato soccorso dai medici del 118, una volta ripresosi, ha dato alcune indicazioni sul malvivente specialmente sul suo accento meridionale, almeno per le poche frasi che ha proferito. Le ricerche continuano anche fuori regione anche se con il passare

delle ore pare difficile che si possa assicurare velocemente il bandito alla giustizia. L'agire a volto scoperto potrebbe indicare che è incensurato man è detto che provenisse da fuori regione.

Unico indizio al vaglio degli investigatori l'auto con la quale è arrivato nei pressi dell'Ufficio postale e che poi è stata usata per la fuga: pare una Panda di colore bianco.

Lavori pubblici: Turdò risponde alla questione bitumazione

Fornitori esterni, interpellanza sull’ammontare del debito comunale

TERMOLI – L’Assessore ai Lavori Pubblici Luigi Turdò risponde in merito alle critiche sollevate dall’ex Assessore Mario di Blasio, sul tema che riguarda gli interventi di bitumazione per alcune zone della città. ”L’Amministrazione Comunale è ben cosciente dell’attuale situazione precaria di alcune strade in città, considerando anche che per tutto l’anno 2009 non è stato attuato nessun intervento di bitumazione e che non esiste nel bilancio del 2010 uno stanziamento di 500.000,00 euro ma l’impegno di stipulare uno specifico mutuo per la realizzazione di tali opere. Si precisa inoltre che a partire dal 01.05.2010, con propria disposizione, la Cassa depositi e prestiti ha deciso che per la concessione di un finanziamento ai Comuni, questi debbano prima di tutto approvare il rendiconto di gestione di esercizio dell’anno precedente. Infine per quanto riguarda il comune di Termoli, tale rendiconto è attualmente al vaglio dell’apposita Commissione consiliare per la definitiva approvazione in Consiglio comunale”.

sono lamentele legate ai tempi lunghissimi per quietanzare le fatture e che un corretto rapporto dell'Amministrazione pubblica con i cittadini e le aziende private non può prescindere dal pagamento delle prestazioni o dei servizi di cui la stessa Amministrazione si avvale, a meno di non causare un grave danno a questi soggetti. Per chiarire la situazione i Consiglieri di minoranza hanno presentato al Sindaco e al Presidente del Consiglio comunale una interpellanza con la quale chiedono di sapere: quali siano i tempi reali per il pagamento delle fatture ai fornitori esterni del Comune, siano essi aziende, società private o singoli professionisti; quale é l'ammontare esatto del debito verso i privati fornitori che il Comune possiede a tutt'oggi, sia in cifra complessiva sia distinguendo per ogni fornitura; quale sia l'ammontare esatto del debito della Città di Termoli verso le società partecipate (ad esempio Tua) e, se esiste, come sia strutturato il piano di rientro da tale debito. Infine chiedono quale sia il debito totale accumulato fino a oggi dal Comune di Termoli sia per il passivo consolidato storico sia per le spese ancora non pagate.

12 ANNO III - N° 158 DOMENICA 11 LUGLIO 2010

TERMOLI – L'Amministrazione comunale si avvale per il suo funzionamento anche di fornitori esterni sia di servizi che di altre necessità, individuati sia tra le aziende private che tra le aziende partecipate dallo stesso Comune. I Consiglieri di opposizione fanno presente che ci

Capitaneria, controlli a tappeso in mare e sulla terraferma

Al via le visite guidate alla scoperta del Borgo Antico

Termoli - Entra nel vivo il servizio “Mare Sicuro 2010” da parte degli uomini della Capitaneria di Porto. Sia in mare che sulla terraferma ci saranno controlli serrati per tutelare la salute dei bagnanti in mare e in spiaggia. Controlli ci saranno anche nei lidi balneari dove devono essere rispettate alcune regole, e in ristoranti e trattorie per constatare la salubrità dei prodotti ittici.

TERMOLI – Prende il via questa sera l'iniziativa dell'Associazione di promozione culturale Turismol. A partire dalle 22,30 per i residenti della città e turisti ci saranno visite guidate alla scoperta delle bellezze e della storia del Borgo Antico. Iniziativa che sarà garantita tutti i giorni, per tutto il periodo estivo, dalle 18 alle 24.


S P O RT CALCIO SERIE D

Campobasso, speranza ripescaggio ancora viva Mercato fermo: salta anche la trattativa col portiere del Pianura Le possibilità di ripescaggio in Lega Pro per il Campobasso sono ora ridotte al lumicino. Ma la flebile fiammella della speranza resiste ancora viva. E spighiamo il perché. Nella graduatoria stilata delle aventi diritto al ripescaggio, come noto, il Campobasso figura al sedicesimo posto. Alle 12.00 di ieri, termine ultimo per la presentazione dei ricorsi da parte delle società bocciate in prima istanza dalla Covisoc, sono saltate definitivamente 13 società. Alle 11 note si sono aggiunte nelle ultime ore Alghero e Pro Vasto. Il Campobasso, pertanto, sarebbe 3°, ma tra le squadre

che lo precedono tra le aventi diritto c’è anche l’Igea Bellaria che sembra aver rinunciato al diritto al ripescaggio. Quindi la società del capoluogo molisano andrebbe seconda. Ora l’ultima speranza riguarda la regolarità e la positività dei ricorsi presentati da quelle società non ammesse in prima istanza. Se ne dovessero saltare altre due, il Campobasso sarebbe in Lega Pro. Tutto ciò si saprà venerdì 16, ma c’è ancora un altro ostacolo. Il presidente Macalli, infatti, ha fatto sapere che potrebbe esserci la possibilità di ridurre gli organici della Lega per ovviare all’effettua-

zione di massicci ripescaggi. Pertanto la situazione è in costante evoluzione e non c’è ancora nulla di certo e di ufficiale. Bisognerà attendere il prossimo fine settimana per saperne di più. Nel frattempo la società di patron Capone continua a guardarsi intorno sul mercato, senza tuttavia operare colpi importanti. Questo week end sarà importante per alcune trattative. Oltre all’attaccante si sta stringendo per un portiere. Dovrebbe essere sfumata anche la trattativa che portava all’ex numero uno del Pianura, sempre per questioni economiche. IR

Minacce ed intimidazioni a Ferruccio Capone Abbiamo appreso con sconcerto, dal sito web Irpinia News, della minacce al presidente del Campobasso Ferruccio Capone. Di seguito riportiamo l’articolo tratto dal suddetto sito internet. Montella - Il primo cittadino di Montella, Ferruccio Capone, denuncia: minacciati di morte io e imiei familiari. Le intimidazioni per il sindaco di Montella sarebbero state lanciate su un blog online dedicato al Comune montellese. Otto sarebbero i messagi sui quali i militari della Compagnia carabinieri di Montella hanno puntato i riflettori. ‘Non so se c’entri la politica in tutto questo - ha fatto sapere Capone - quel che è certo è che queste minacce sono la conclusione di un clima di odio generale che è stato gettato sulla mia persona in questi ultimi tempi. Adesso è arrivato il momento di abbassare i toni della polemica.’ Poi aggiunge: ‘Non mi fermerò di fronte alle intimidazioni perchè sono sempre stato dalla parte della gente di Montella.’ A Ferruccio Capone la solidarietà della redazione sportiva de ‘La Gazzetta del Molise’. RS

Il Trivento è al gran completo Manca solo un attaccante col vizio del gol. Il prossimo 19 luglio si parte per il ritiro di Rivisondoli Quella appena trascorsa è stata una settimana di assoluto relax in casa Atletico Trivento. Il presidente Edoardo Falcione ed il direttore generale Marco Meo sono in vacanza in Sicilia con le rispettive famiglie, idem il tecnico Francesco Farina che ha scelto il Molise e precisamente Termoli per trascorrere gli ultimi giorni di riposo prima di iniziare la nuova avventura. A differenza di tantissime altre squadre il Trivento partirà in ritiro una settimana prima, la richiesta è stata fatta dal nuovo allenatore che ha bisogno di qualche giorno in più per conoscere la squadra e per consentire al gruppo di familiarizzare quanto più è possibile. Il trainer casertano è stato già a Rivisondoli qualche settimana fa insieme all’ex team manager( neo promosso direttore generale) Domenico Fagnano per visitiare i luoghi e le strutture in cui si svolgerà il ritiro pre campinato. L’unico a lavorare in questi giorni è il segretario/team manager Davide Teti che ha provveduto a presentare a Roma domanda di iscrizione e sta organizzando logisticamente il ritiro affichè tutto sia perfetto. L’Atletico Trivento ha bruciato le tappe in tutto e per tutto: sulla scelta del tecnico, sull’allestimento della rosa, sull’individuazione del luogo del ritiro e sulla data di inizio dello stesso. Insomma in casa gialloblù si è lavorato a 360 gradi e lo si è fatto con scrupolo ma anche tanto entusiasmo non lasciando nulla al caso. La rosa che parteciperà al prossimo campionato di serie D è praticamente pronta: per essere “perfetta” manca solo di un elemento, un attaccante dal gol facile, capace di andare in doppia cifra e di garantire un cospicuo numero di reti. La società trignina si sta movendo sul mercato ma senza

I NUOVI ARRIVI PORTIERI Simone Diofebi 1993 – di proprietà del Chievo Verona (dal Guidonia,serie D) Valentino Mariosi 1991- di proprietà del Lanciano (dal Colleferro, Eccellenza Abruzzo) DIFENSORI Sergio Ruggieri 1985- dal Bojano, serie D Andrea Barbuzzi 1991- di proprietà del Chievo Verona (dal Monterotondo, serie D) CENTROCAMPISTI Armando Iaboni 1979- dal Bojano, serie D Michele Altieri 1989- dal Bojano, serie D Daniele Di Matteo 1986 – Comprensorio Lepino, Eccellenza laziale Alex Cennerilli 1992- dal Real Metauro, Eccellenza Marche ATTACCANTI Nico De Lucia 1984- dal Crescentinese, Eccellenza Piemonte Fabio Di Vito 1983- dall’Olympia Agnonese, serie D Stefano Spagna 1991- dal Sogliano, Eccellenza Puglia

Mister Farina

I RICONFERMATI

fretta e soprattutto senza assilli anche perché lo stesso tecnico Farina ha intenzione di valutare nel ritiro di Rivisondoli il materiale umano a sua disposizione e non è detto che gli uomini che gi sono in rosa possano fare al caso dell’allenatore e del suo schema di gioco. Molti ragazzi della formazione juniores saranno, anche quest’anno, aggregati in prima squadra e diversi di essi partiranno per il ritiro con il riconfermatissimo allenatore Carmine Rienzo che sarà un supporto tecnico per Farina dal momento che conosce alla perfezione il gruppo di under che sono stati protagonisti di una stagione straordinaria. JSV

PORTIERI Christian Quintigliano classe 1988 DIFENSORI Gill Voria classe 1974 Alessandro Varchetta classe 1987 Mariano Mainella classe 1991 Giuseppe Scarano classe 1992 Lorenzo Viglione classe 1990 Andrea Pasqualone classe 1990 Luca Giarrusso classe 1992 Vittorio Polverino classe 1991 CENTROCAMPISTI Antonello Corradino classe 1974 Michele Marino classe 1992 Federico Di Lallo classe 1992 Michele Fratangelo classe 1992

Del Neri: ‘Nulla è irragiungibile’

Baggio pronto a tornare in azzurro

'Scudetto? Non c'e' risultato che non si possa raggiungere'. Ne e' convinto il nuovo tecnico della Juve, Gigi Del Neri.'L'importante e' avere la mentalita' per lottare, un'identita' di gioco, di squadra e di mentalita''. Del Neri si e' espresso cosi' alla vigilia della prima amichevole estiva domani a Pinzolo. 'Siamo nei tempi giusti per la preparazione -aggiunge-. Domani mi aspetto di iniziare a vedere che i giocatori apprendono cio' che si prova in allenamento'.

Roberto Baggio conferma la sua disponibilita' a tornare in azzurro. Lo ha detto il procuratore dell'ex fantasista, Vittorio Petrone. Petrone ha confermato un'anticipazione stampa secondo la quale l'ex Divin Codino e' candidato a ricoprire la carica di presidente del Comitato tecnico della Figc. Baggio, dice Petrone, 'attende l'incontro col presidente Abete per approfondire i temi oggetto dell'eventuale incarico che dovrebbe venire nei prossimi giorni'.

Gill Voria ancora in gialloblù

ATTACCANTI Carmine Gugliemi classe1985 Giuseppe Monaco Di Monaco classe 1988 Angelo Lombardi classe 1990 Luigi Palombo classe 1991

13 ANNO III - N° 158 DOMENICA 11 LUGLIO 2010


S P O RT L’EVENTO

Oggi a Cantalupo del Sannio Free Style Experience

Oggi a Cantalupo del Sannio (Isernia) si terrà il Free Style Experience, in occasione del 4° MOTORADUNO DEL MATESE, organizzato dal Moto Club “Lupo” e valido come prova del TTR Molise e Abruzzo. Per la prima volta a Cantalupo nel Sannio (IS) sarà un grande show organizzato dai professionisti del FreeStyle, Andrea Cavina e la FMX International, per intrattenere il vasto pubblico in maniera altamente spettacolare. Uno sport estremo legato al motocross acrobatico, disciplina sempre più richiesta in occasione delle grandi manifestazioni e che consiste in esercizi di bravura con salti spericolati con le moto ad altezze impressionanti. Adrenalina pura per gli appassionati del brivido! Il gruppo di piloti della FMX International conta campioni di livello ita-

liano ed europeo che si sono distinti in numerose manifestazioni e che hanno concluso proprio il mese scorso il tour italiano che li ha visti toccare località rinomate ed appuntamenti tra i più blasonati del mondo motoristico. Nella giornata del Motoraduno, l' area a loro appositamente riservata avrà diverse strutture che comprenderanno una lunga rampa di lancio da dove spiccheranno “il volo” con le potenti moto, una rampa di atterraggio, la più grande d' Europa, giochi pirotecnici e stands per la firma di autografi e la consegna di gadget. Una colorata e simpatica carovana che porterà allegria e divertimento nel fine settimana. Questa è un’occasione, riferisce Il Presidente del Moto Club Lupo Antonio Peccia, di far conoscere il nostro bellissimo territorio e di far conoscere soprattutto uno sport formidabile. Nel dettaglio il giro turistico partirà alle ore 11.45 da Cantalupo nel Sannio con un breve passaggio per le strade del paese per poi percorrere la Strada Statale n. 17 fino al bivio di Santa Maria del Molise per una breve sosta “aperitivo” presso il Bar “Lombardi”. Alle ore 13:00 il giro turistico proseguirà per la volta di Castelpetroso presso il Ristorante la “Fonte dell’Astore” passando per Santa Maria del Molise e attraversando l’area naturale (luogo molto suggestivo grazie alle piccole cascate nonché al laghetto artificiale, esistenti) e per la Strada Provinciale “Camere” per poi immettersi Sulla Strada Provinciale SP37, raggiungendo il Ristorante suddetto. Alle ore 15:30 si ripartirà per la volta di Cantalupo nel Sannio dove ci sa-

ranno le premiazioni e l’estrazione della lotteria locale, nonché verrà offerto il gelato e fette di cocomeri in abbondanza. Agli iscritti verrà offerto una colazione al Bar “La Piazzetta” ed un sacchetto contenente gadget, vari prodotti locali ed un certificato di sconto sui prezzi di listino per eventuali acquisti dei prodotti commercializzati dalla MP SpA (produttore di parquet e scale in legno). Il Menù del pranzo (al costo di € 20,00) comprende: antipasto, due primi, un secondo, contorno, frutta, dolce e caffè. Vino e acqua compresi.

PROGRAMMA Ore 8:30 Apertura iscrizioni Ore 9:00 Apertura iscrizioni prove di guida gratuite su Moto Minicross da CSAS FMI – FAMOTO. Età Massima 14 anni. Ore 9:30 Motor Show Case (manifestazione non competitiva di FMX International Freestyle Team www.andreacavina.com ) Ore 10:00 Degustazioni prodotti locali Ore 11:30 Chiusura iscrizioni Ore 11:45 Partenza per giro turistico Ore 12:15 Aperitivo del LUPO offerto dal Bar “Lombardi” presso l’area naturale circostante Ore 13:30 Pranzo presso il Ristorante “La Fonte dell’Astore” (****) di Castelpetroso (IS) Ore 15:45 Rientro a Cantalupo nel Sannio per le premiazioni con degustazione gelato e cocomerata Ore 17:00 Motor Show Case (manifestazione non competitiva di FMX International Freestyle Team www.andreacavina.com ) Ore 20:30 Visione della finale dei mondiali di calcio su maxi schermo Led Ore 24:00 Chiusura manifestazioni. Durante tutta la giornata della manifestazione ci sarà una esposizione dei Marchi di Moto più prestigiosi.

FISE

BASKET

Andrea Iannetta al Maturity di Manerbio

Tutto pronto a Termoli per il 3vs3

Ancora un impegno di caratura internazionale per il giovane Andrea Iannetta. Il portacolori del Circolo ASD Madonnella è partito giovedì in direzione Manerbio, in provincia di Bresica, per prendere parte al Maturity. Andrea dovrà confrontarsi con cavalieri che giungeranno non solo da tutte le regioni d’Italia ma anche da Germania, Francia e Belgio. Sul campo di gara scenderanno più di 500 cavalli per una settimana di sfide di altissimo livello nel comparto del Reining. Il programma prevede che da oggi e fino a mercoledì 14 si svolgano le qualificazioni, mentre nella giornata di sabato si terranno le finali. L’obiettivo dichiarato per Andrea è quello, quantomeno, di raggiungere il podio in sella ai suoi due cavalli, Jack Little Sailor e Little Sugar Speedy. Le premesse per ben figurare ci sono tutte anche perché Andrea sta attraversando un ottimo momento di forma e di intesa con i suoi cavalli. Dopo la preparazione svolta anche per i Campionati Euro-

14 ANNO III - N° 158 DOMENICA 11 LUGLIO 2010

pei, senza ombra di dubbio, possiamo affermare che il cavaliere campobassano è sicuramente tra i favoriti alla vittoria finale, ma come nella migliore delle tradizioni dello sport solo il campo di gara potrà decretare il migliore della competizione.

Andrea Iannetta

Era difficile prevedere, nel lontano 2003, che lo StreeTermoli diventasse un appuntamento fisso dell'estate cestistica termolese e molisana: sette anni dopo, il torneo 3vs3 è più "vivo" che mai e promette spettacolo e divertimento. Tre categorie in gioco, quella senior, gli U14 e la femminile; le squadre si sfideranno sul playground di via Pianosa (zona S. Francesco) sabato 17 e domenica 18 luglio: in palio, per i vincitori, un soggiorno per un weekend offerto dall'agenzia Lantur Travel più una cena a base di pesce presso il ristorante l'Operà. A tutto questo vanno aggiunte coppe, targhe (MVP e Miglior Giovane), maglie e gadget per tutti. Il 7° StreeTermoli è organizzato in collaborazione con il Comune di Termoli, Assessorato Sport e Cultura, che ha messo a disposizione la struttura, la Fip Molise, che avrà uno stand allestito ad hoc per l'occasione, e tutti quegli sponsor che rendono possibile la manifestazione. Le iscrizioni termineranno giovedì 15 luglio, per informazioni contattare Nicola Rampa al 347/3441670. www.molisebasket.net

Samp: primo allenamento per Antonio Cassano

Infortunio in allenamento per Alessandro Del Piero

Neanche il lunghissimo viaggio di ritorno dalla Polinesia, dove ha trascorso la luna di miele, ha fermato Antonio Cassano. Il fantasista barese, sbarcato giovedì sera a Milano, ieri era già in campo a Bogliasco ad allenarsi con i compagni della Sampdoria. 'Fantantonio', sorridente e abbronzato, è stato salutato da oltre un centinaio di tifosi blucerchiati ed ha svolto un lavoro differenziato preparato appositamente per permettergli di recuperare in fretta dal viaggio.

Alessandro Del Piero ha interrotto l'allenamento odierno per un problema all'inguine. Durante la partitella a Pinzolo, dove la Juventus è in ritiro, il capitano bianconero si è fermato e, scuro in volto, ha lasciato il campo. Il problema che ha costretto Del Piero ad interrompere l'allenamento è un ''leggero affaticamento'' all'inguine destro. Lo ha fatto sapere la società, aggiungendo che il capitano juventino ha sospeso l'allenamento ''in via precauzionale''.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 06:02 06:49 09:30 12:20 14:12 17:13 17:40 20:55

Arrivo 07:40 08:35 11:07 14:11 15:56 19:02 19:30 22:45

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta “Pallotte” in brodo Un l di brodo di gallina 400 g di ricotta di pecora 4 uova q. b. di formaggio pecorino grattugiato un ciuffo di prezzemolo un pizzico di sale

pepe in grani un odore di noce moscata un pugno di farina q. b. di olio per friggere 4 fette di pane casereccio raffermo q. b. di sale

In una terrina, amalgamate la ricotta con le uova e la quantità di formaggio necessaria ad ottenere un composto della giusta consistenza. Aggiungete un trito finissimo di prezzemolo, insaporite con un pizzico di sale ed una spolverata di pepe e di noce moscata macinati al momento ed amalgamate. Con il composto ottenuto e le mani bagnate, formate le “pallotte”, grandi quanto una noce, e rotolatele nella farina. Ponete sul fuoco una padella con l’olio, portatelo alla giusta temperatura e friggetevi le “pallotte”. Appena dorate estraetele con l’aiuto di un mestolo forato e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina. Nel frattempo, fate abbrustolire sulla griglia o in forno le fette di pane, tagliatele a tocchetti e disponetele sul fondo di una capace insalatiera. Aggiungete le “pallotte”, coprite con il brodo bollente e, dopo un’abbondante spolverata di formaggio, portate in tavola. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

COMUNALE 2 Via XXIV Maggio, 180 Tel. 0874.66811

DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625

CIPOLLA (di appoggio) Piazza Cesare Battisti, 11 Tel. 0874.65391 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno MARINO - C.so Nazionale, 42/44 - Tel. 0875.706234 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:44 12:13 13:22 14:40 16:13 17:14 18:40 20:48

Arrivo 07:39 08:23 13:56 15:00 16:25 17:59 18:55 20:30 22:38

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

(NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432

ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

A D N E G A

CAMPOBASSO-NAPOLI

AUTOBUS

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia

Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

Toro 21 apr - 20 mag

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Quella di oggi sarà la giornata giusta per voi, per cercare di provvedere il più possile a certe incombenze burocratiche, come ad esempio spedire una copia di un documento che vi era stato richiesto mesi fa o semplicemente pulire il vostro portamonete dagli scontrini. Qualsiasi azione di liberazione da ostacoli andrà benone! Toro - Sarete molto focalizzati sui vostri obiettivi, tanto che le persone che vi sono affianco, dovranno prendere appuntamento per parlarvi! Altre mille situazioni si svolgeranno sotto i vostri occhi, ma voi sarete sicuramente troppo impegnati per accorgervi di qualsiasi cosa. Attenti alle fregature allora, magari ne potrebbe approfittare qualche malintenzionato! Gemelli - La giornata odierna si svolgerà molto velocemente e voi avrete bisogno di persone che, intorno a voi, siano altrettanto celeri e che siano in grado di tenervi testa. Forse distrarvi non sarà proprio il migliore dei modi per adempiere a quelli che sono i vostri compiti, ma sicuramente potrete raggiungere i vostri sogni se non lo farete! Cancro - E' molto semplice trovare delle distrazioni per voi, altrettanto lo è per gli altri. Tuttavia, però, oggi dipende molto da questa vostra capacità di non lasciarvi coinvolgere da qualcosa di frivolo, poiché siete ad un passo dal raggiungimento di un obiettivo e questo vi sfuggirà se non presterete il massimo impegno e la massima dedizione! Leone - In questa giornata sarà molto importante il supporto dei vostri amici, poiché grazie a questo potrete finalmente ricordare quanto siate fortunati e non lagnarvi più per disgrazie che in realtà non avete! Cercate di azionare il cervello e di farlo lavorare. Vedrete che tanti pensieri non vi verranno e non dovrete crucciarvene! Vergine - Pensate bene ed attentamente in questa giornata, a quello che volete dire, a come dirlo e soprattutto, sull'opportunità di dirlo. Le persone che vi sono intorno potrebbero rivelarsi particolarmente suscettibili e molto più sensibili di voi a certe esternazioni, per cui, non abbiate fretta di esprimervi, poiché di tanto in tanto, fareste meglio a non farlo! Bilancia - Il tempo potrebbe essere un vostro alleato, poiché soltanto questo vi permetterà di conoscere più a fondo una persona sulla quale nutrivate dei pregiudizi o sulla quale non avevate il benché minimo interesse. Probabilmente cambierete la vostra opinione qualsiasi essa fosse e vi renderete conto di quanto sia utile parlare o lasciar parlare! Scorpione - La vostra immaginazione in questa giornata sarà molto fervida e questo potrebbe aiutarvi ad aumentare le attese su qualcosa di incerto, che deve ancora accadere. Ovviamente voi sperate con tutti voi stessi che questa si verifichi, ma non dimenticate di fare i conti con il destino, che a volte è beffardo e si diverte a ritardare! Sagittario - In questa giornata potreste provare un po' di paura, in quanto le persone che vi sono vicino, potrebbero pretendere qualcosa in più dal rapporto che hanno con voi e questo vi spaventa già solo al pensiero! Ogni tanto, lasciate che le emozioni e le sensazioni vi comandino e vi sovrastino! In realtà, se siete adulti almeno, dovrebbe essere il contrario! Capricorno - In questa giornata dovrete assolutamente tagliare tutto ciò che è superfluo alla vostra quotidianità, sia in termini monetari che di relazioni! C'è qualcuno che sapete bene non meritare neppure il vostro saluto, per cui non agitatevi tanto per adempiere alle vostre maniere cortesi ed educate, poiché non vi verrà ricambiata la cortesia! Acquario - Se c'è qualcosa che avete imparato con il tempo, lo dovete soprattutto alla perseveranza delle persone che continuavano ad insegnarvi e che speravano che un giorno, non molto lontano, sareste migliorati di molto! Tutti hanno grandi possibilità dentro di sè e, nel momento in cui decidono di fare un passo in avanti si attivano, per poi non fermarsi più! Ecco, oggi avrete delle possibilità! Pesci - In questa giornata dovreste ripetere e ripetere dentro di voi le grandi lezioni che la vita vi ha già insegnato, in modo tale da non restare delusi nel momento in cui, ciò che sognavate soltanto, non diverrà realtà o meglio, potrebbe diventare realtà con qualche aggiustamento! Accontentarsi nella vita, si rivela spesso essere l'atteggiamento migliore da assumere!

15 ANNO III - N° 158 DOMENICA 11 LUGLIO 2010


lagazzettadelmolise110710a  

Un ciclone si è abbattuto sulla società romana che opera nel settore delle tecnologie e delle comunicazioni. Da tre anni l’azienda ha stabil...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you