Page 1

L’Expò Bier delude le aspettative

Cani avvelenati ad Oratino, è polemica

CAMPOBASSO – L’Expò Bier avrebbe dovuto attrarre centinaia di persone nel capoluogo. Ma così non è stato. Scarsa l’affluenza all’iniziativa messa in campo in sostituzione della Notte Bianca. Pochi gli espositori e nessuna vera e propria degustazione. A pag.9

ORATINO - Un cittadino denuncia mancata prevenzione e indifferenza al problema dei cani randagi. Alcuni animali sono morti dopo aver mangiato polpette avvelenate. Un gesto di crudeltà che evidenzia l’indifferenza dell’amministrazione comunale. A pag.9

ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

Io bando da sola all’Arpam

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A MARIO FRATIPIETRO Faceva l’assessore alla Provincia in quota all’Italia dei valori, poi le cose sono andate come sono andate e alla prima elezione utile Mario Fratipietro ha cambiato casacca e si è candidato al Comune nella lista del Pdl, di cui Iorio era già il leader maximo molisano. Anche se il malcontento va avanti da parecchio tempo, oggi il consigliere afferma pubblicamente che fa fatica ad accettare certe decisioni che arrivano dall’alto. Nonostante tutto dice di non volersi dimettere. Ma forse per il bene suo e di tutto il gruppo dovrebbe almeno cambiare partito. Di nuovo. E mentre riflette su tale decisione può consolarsi col nostro tapiro.

L’OSCAR DEL GIORNO AL COMITATO NO INCENERITORI Si sono opposti dal primo momento allo stoccaggio dei rifiuti tossici nella discarica sita nel Comune di Montagano, avallato da una delibera di giunta regionale dello scorso agosto, la quale è stata a sua volta preceduta da tre conferenze di servizio, nelle quali il sindaco, Enrico Galuppo, ha dato altrettanti pareri favorevoli. Il Comitato per il no agli inceneritori nel Molise prosegue nella sua battaglia e questa mattina sarà in piazza Municipio a Campobasso con un banchetto informativo in vista della manifestazione del prossimo 16 ottobre, sul quale potrà esibire anche il nostro oscar.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO

Gianmarco Manca, 32 anni

Francesco Vannozzi, 26 anni

Sebastiano Ville, 27 anni

Marco Pedone, 23 anni

Altri 4 soldati italiani muoiono in Afghanistan Messaggio di Iorio a La Russa: “Si riapre una ferita” CAMPOBASSO – Il presidente della Regione, Michele Iorio, ha inviato al ministro della Difesa, Ignazio La Russa, un messaggio di cordoglio per la morte dei quattro militari italiani in Afghanistan. Questo il testo: “Dolore e

commozione pervadono il cuore e la mente di ogni molisano nell’apprendere che altri quattro giovani militari italiani hanno perso la vita compiendo il proprio dovere di protezione della popolazione, di salvaguardia

Caso Marcegagli Scasserra: solidarietà al nostro presidente nazionale

2 ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010

della libertà e di promozione della pace in Afghanistan. Un’azione posta in essere con non poco eroismo nell’ambito della missione internazionale cui il nostro Paese partecipa sotto l’egida dell’Onu. Il vile attacco ai nostri soldati riapre una ferita nel popolo italiano e in quello molisano – che è già stato colpito direttamente con la scomparsa del giovane Di Lisio – , ma rinvigorisce anche l’orgoglio di tutti e di ciascuno per un contingente che sta operando bene aiutando la popolazione locale e ponendo le basi, con non poche difficoltà, perché in quel paese torni la pace. Un impegno che è anche un combattimento contro quel terrorismo internazionale portato avanti sconsideratamente da alcune frange fondamentaliste islamiche che violano ogni regola del vivere civile e offendono i più elementari

CAMPOBASSO – In merito alla vicenda che vede contrapposti il Giornale e la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, il presidente, Michele Scasserra interviene per esprimere la convinta e piena solidarietà degli imprenditori molisani alla numero uno nazionale. “La libertà di informazione – ha detto Scasserra – va difesa e tutelata in tutti i modi. Ma, in un sistema di reale esercizio della de-

diritti umani. A nome mio personale, e di tutto il Molise, esprimo i sentimenti di più vivo cordoglio e di umana vicinanza ai familiari delle vittime per questo doloroso episodio”. CAMPOBASSO – Il presidente della Regione, Michele Iorio, ha inviato al ministro della Difesa, Ignazio La Russa, un messaggio di cordoglio per la morte dei quattro militari italiani in Afghanistan. Questo il testo: “Dolore e commozione pervadono il cuore e la mente di ogni molisano nell’apprendere che altri quattro giovani militari italiani hanno perso la vita compiendo il proprio dovere di protezione della popolazione, di salvaguardia della libertà e di promozione della pace in Afghanistan. Un’azione posta in essere con non poco eroismo nell’ambito della missione internazionale cui il nostro Paese partecipa

sotto l’egida dell’Onu. Il vile attacco ai nostri soldati riapre una ferita nel popolo italiano e in quello molisano – che è già stato colpito direttamente con la scomparsa del giovane Di Lisio – , ma rinvigorisce anche l’orgoglio di tutti e di ciascuno per un contingente che sta operando bene aiutando la popolazione locale e ponendo le basi, con non poche difficoltà, perché in quel paese torni la pace. Un impegno che è anche un combattimento contro quel terrorismo internazionale portato avanti sconsideratamente da alcune frange fondamentaliste islamiche che violano ogni regola del vivere civile e offendono i più elementari diritti umani. A nome mio personale, e di tutto il Molise, esprimo i sentimenti di più vivo cordoglio e di umana vicinanza ai familiari delle vittime per questo doloroso episodio”.

mocrazia, il diritto di esprimere le proprie opinioni, in modo particolare quando si è chiamati a ruoli di rappresentanza e tutela di interessi diffusi, va salvaguardato senza alcun condizionamento. L’azione posta in essere nei confronti della nostra presidente nazionale, va condannata a prescindere dai risultati che si volevano realmente ottenere perché indicativa di un clima, nelle relazioni, inaccettabile”.

Bersani: pronti a governo di transizione

Cisl e Uil in piazza per chiedere meno tasse

ROMA – “Siamo pronti ad un governo di transizione che cambi la legge elettorale affinché si possa andare a elezioni, guardando avanti e non traccheggiando. Per questo ci dobbiamo rivolgere a tutte le forze interessate a mettere in sicurezza la democrazia italiana”: è questo uno del passaggi più significativi della replica di Pierluigi Bersani nella replica finale all'assemblea del Pd.

ROMA - Oltre 100mila a manifestare con Cisl e Uil, ieri a Roma, per chiedere al governo una riforma fiscale che alleggerisca i lavoratori dipendenti e pensionati. Una Piazza del Popolo gremita, dove hanno sventolato le bandiere bianche e verdi della Cisl e azzure della Uil. “Più sostegno per famiglie, giovani, donne e immigrati”: questo lo slogan scandito dei manifestanti.


PRIMO PIANO Addetto stampa all’Arpam Bando per un solo candidato Risponde all’avviso un unico concorrente E così si riaprono i termini di altri trenta giorni CAMPOBASSO – Davvero una nota dolente questi addetti stampa per gli enti pubblici. Dopo la Provincia di Campobasso e il suo concorso ad personam, cancellato e ripubblicato, siamo andati a vedere che fine ha fatto quello dall’Arpam. Era il mese di maggio e già allora erano saltate all’occhio delle anomalie che il direttore generale Luigi Petracca si affrettò a spiegare, con dovizia di particolari, in una replica che seguì al nostro articolo. In pratica l’ente cercava un giornalista disabile da assumere a tempo indeterminato. Insomma una sistemazione a vita per chi avesse quell’unico requisito che Assostampa e Ordine dei giornalisti definirono una discriminazione bella e buona per la categoria. Evidentemente avevamo ragione noi e loro stando alle ultime notizie. Ebbene l’Arpam ha riaperto i termini dell’avviso pubblico di altri trenta giorni. C’è da chiedersi come mai lo abbia fatto. Pare che a rispondere al bando sia stato un unico candidato. Probabilmente quello per il quale il concorso era

stato confezionato? Effettivamente è singolare che un solo giornalista in tutto il Molise possedesse i requisiti richiesti su centinaia di aspiranti addetti stampa iscritti nelle liste dell’Odg regionale. E’ proprio vero che certe volte a pensare male si sbaglia ma s’indovina. E siccome siamo molto maligni vuoi vedere che la proroga dei trenta giorni serve proprio per reclutare qualche aspirante fittizio per allargare la platea dei concorrenti? Di certo darebbe meno nell’occhio senza però allontanare il sospetto che la trasparenza non abita né all’Arpam né alla Provincia di Campobasso. redazionepolitica

Precari della scuola, avanti con la mobilitazione CAMPOBASSO – La Flc-Cgil torna sulle manifestazioni di venerdì scorso e non esclude altre iniziative. “Sono il primo passo di una mobilitazione che si estenderà nei prossimi giorni nelle scuole, nell’università e nel conservatorio. Questa mobilitazione – spiega il sindacato – intende parlare al Paese perché pone questioni che attengono al futuro delle nuove generazioni che non possono esser condannate all’ignoranza e alla precarietà. La massiccia adesione ha confermato l’interesse per una modalità di lotta capace di durare nel tempo, di allargare le adesioni senza pesare molto in termini di perdita salariale. Nei prossimi giorni – sottolinea la Flc-Cgil – ci saranno altre modalità per la seconda ora di sciopero ed andremo avanti fino a dicembre intrecciando

astensione dal lavoro e iniziative di lotta. L’opposizione all’idea di società che si vuole imporre, da parte del Governo e delle imprese, basata sulla riduzione dei diritti, sarà la questione centrale per unificare movimenti, associazioni e sindacato. Vogliamo riformare il sistema d’istruzione, formazione e ricerca perché non è all’altezza delle sfide che attendono il Paese. Ma quelle del ministro – conclude l’organizzazione sindacale – sono delle controriforme che ci riportano indietro nel tempo. I tagli delle risorse, il peggioramento della qualità dell’offerta formativa, il licenziamento di massa dei precari, l’espulsione della ricerca dalle università, la riduzione delle retribuzioni e la mortificazione della dignità di chi opera nei settori della conoscenza sono le cose vere”.


REGIONE “No agli inceneritori nel Molise” Oggi il banchetto informativo del comitato in piazza Municipio Montagano, località Colle Santo Ianni. In particolare, è stato autorizzato lo stoccaggio di rifiuti pericolosi come acido solforico e solforoso, idrossido di calcio, carbone attivo e filtri dell’olio, pitture e vernici di scarto contenenti solventi organici o altre sostanze pericolose, residui di vernici o di sverniciatori, soluzioni di industrie cinematografiche, solventi, tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mer curio. I quantitativi massimi di trattamento annuo autorizzato arrivano, per singola categoria di rifiuti, fino a 156 tonnellate. A questi si aggiungono una serie infinita di rifiuti

CAMPOBASSO – Il comitato per il no agli inceneritori nel Molise allestirà, questa mattina in piazza Municipio a Campobasso, un banchetto informativo in vista della manifestazione del prossimo 16 ottobre. L’organizzazione, inoltra, ricorda tutte le tappe della vicenda: “Con delibera numero 674 del 6 agosto scorso, la giunta regionale, rispondendo ad una specifica domanda avanzata dalla ditta Giuliani Environment in data 26 gennaio, ha deciso di autorizzare la stessa alla realizzazione e gestione di un centro di stoccaggio di rifiuti in agro di

“non pericolosi” che vanno dalle batterie, ai fanghi e rifiuti acquosi contenenti adesivi, sigillanti, pitture, vernici e inchiostro, ai liquidi antigelo, toner per stampa esauriti, pastiglie per freni, miscele bituminose, scarti in gomma, pneumatici fuori uso, olio e grassi commestibili. Va evidenziato che alla predetta delibera – ha concluso – si è arrivati dopo tre Conferenze dei Servizi tenutesi in data 16 marzo, 3 e 22 giugno 2010 cui, per il Comune di Montagano, ha partecipato il sindaco, Enrico Galuppo, dando in tutti i casi il proprio parere favorevole”.

Il consigliere regionale Petraroia, interviene sulla futura decisione del Consiglio di Stato

Eolico selvaggio, “il pronunciamento su Altilia farà giurisprudenza” CAMPOBASSO – “È una delle prime volte in Italia che, sulle fonti rinnovabili, ci si trova al cospetto di una richiesta di messa in esecuzione di una sentenza del Consiglio di Stato per annullare un vincolo archeologico posto dal ministero dei Beni Culturali a tutela di un sito storico considerato, di fatto, patrimonio dell’umanità”. Michele Petraroia commenta così la futura decisione del Consiglio di Stato che venerdì scorso si è riservato di accogliere o meno il ricorso della Essebiesse Power S.r.l. che intende installare 16 torri eoliche nella Valle del Tammaro.“Il pronunciamento su Altilia – spiega – farà giurisprudenza nel bene o nel male, e se ne dovrà tener conto per futuri contenziosi che vedono contrapposti il diritto alla salvaguardia di un bene monumentale nazionale con l’interesse economicistico di un’impresa privata”. L’esito del ricorso, però, è gravato dalla “presenza per la terza volta consecutiva del medesimo magistrato che sullo stesso ricorso si è già pronunciato contro il ministero dei Beni Culturali, nei giudizi del 22 febbraio e del 17 giugno 2010 e il mancato accoglimento

dell’istanza di rinvio presentata dall’Avvocatura Generale dello Stato a nome del ministero che ci induce al massimo della preoccupazione circa l’esito della causa. Ciò che deve essere chiaro – ribadisce Petraroia – è che in Molise, al di là di questo pronunciamento del Consiglio di Stato, proseguirà la mobilitazione contro l’eolico selvaggio, perché non è possibile che vengano installate 5mila torri alte 120 metri in una regione che misura 4 mila chilometri quadrati”. In considerazione di ciò, “è obbligo della Regione recepire le nuove linee guida nazionali sulle fonti rinnovabili, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 18 settembre, così com’è obbligo della Regione rimodulare la legge 22/2009 che disciplina la materia perché parzialmente abrogata dalla Corte Costituzionale. Per questo – conclude – nei confronti che si terranno questa mattina al presidio di porta Tammaro ad Altilia con l’assessore Muccilli e nel pomeriggio a

Castelmauro in un’assemblea popolare promossa dal Comune, ribadirò la necessità di aprire al più presto un confronto istituzionale su queste materie per giungere a una nuova normativa che preservi, salvaguardi e valorizzi il patrimonio storico, paesaggistico, archeologico e culturale del Molise”.


REGIONE Congresso Congresso Sel, Sel,oggi oggi si si elegge elegge il il segretario segretario provinciale provinciale

CAMPOBASSO – In attesa del congresso fondativo nazionale, Sinistra, ecologia e libertà ha già cominciato la sua mobilitazione sui territori. Oggi tocca alla provincia di Campobasso scegliere delegati e organismi dirigenti e di garanzia (provinciali) da inviare all’appuntamento di Firenze che si svolgerà dal 22 al 24 ottobre. Scaldano i motori l’ex sindacalista della Cgil Rino Ziccardi e l’attuale portavoce Vincenzo Noratangelo. L’ele-

zione questa mattina all’hotel San Giorgio dove votano tutti coloro che si sono tesserati nel movimento del governatore della Puglia Nichi Vendola entro il 25 settembre. Nel congresso verranno discussi e approvati sia il documento politico nazionale che quello stilato a livello locale. Dopo il congresso nazionale si conoscerà anche il nome del segretario regionale di Sel Molise che sarà eletto con un’altra riunione prevista qualche settimana dopo.

Agricoltura, aumentano i prezzi per pane, pasta e ortofrutta CAMPOBASSO – L’Unioncamere Molise, nell’ambito delle attività di analisi e studio, per la valorizzazione del patrimonio informativo prezzi del sistema camerale, ha realizzato in collaborazione con la Bmti S.c.p.a. – società che gestisce la piattaforma telematica della Borsa merci telematica Italiana – un documento di “Analisi dei prezzi del settore agricolo a livello locale”. L’aumento dei prezzi dei generi alimentari registrato nel 2008 ha gravato pesantemente sul consumatore finale, che sconta i rincari sui diversi anelli delle filiere: sia l’aumento del prezzo delle materie prime (ad esempio i cereali), sia il rincaro dei costi energetici, hanno dato il via ad una serie di aumenti, a partire dal pane e dalla pasta, fino agli ortofrutticoli freschi e al latte. Lo studio è disponibile sul sito www.mol.camcom.it. Nel 2009 la prima produzione agricola della provincia di Campobasso è rappresentata dai cereali con quasi 63mila ettari investiti per una produzione raccolta di poco inferiore a 1,5

milioni di quintali. Tra le varietà coltivate, spicca il frumento duro al quale è dedicato il 73,4% della superficie investita a cereali nel 2009 per una produzione di un milione di quintali. Con tali valori, Campobasso si posiziona all’8° posto nella classifica nazionale. Rilevanti anche le produzioni di avena (195mila quintali) ed orzo (225mila quintali), per le quali la provincia di Campobasso è rispettivamente al 3° e al 7° posto nella graduatoria nazionale per sup e r f i c i investite. Di notevole importanza, nel settore agricolo provinciale, è anche la coltivazione di olivo. Con 11mila ettari investiti ad olivo e una produzione raccolta di 303mila quintali, Campobasso è al 31esimo posto fra le province italiane per superfici investite ad olivo. Le rese provinciali, sia in termini di produzione di olive che di olio di pressione, sono inferiori rispetto a quelle nazionali, in particolare per l’olio di pressione (14,9 kg di olio per un quintale di olive nel 2009 contro i 17,2 dell’Italia).

La rilevazione è dello studio dell’Unioncamere Molise. Buone le rese per grano duro, orzo e avena

Energia elettrica per le imprese, costi più bassi sul mercato libero CAMPOBASSO – Le imprese che si collocano nelle fasce di consumo più basse di energia elettrica si approvvigionano sul mercato tutelato o di salvaguardia, mentre all’aumentare dei consumi aumentano anche le imprese che stipulano contratti di fornitura sul mercato libero molto probabilmente per spuntare i prezzi migliori. L’Unioncamere Molise, nell’ottica di promuovere la trasparenza e favorire un migliore funzionamento dei mercati, ha realizzato un’indagine, sui costi del servizio di fornitura di energia elettrica pagati dalle categorie produttive, promossa e sostenuta dall’Indis, organismo specializzato di Unioncamere. Si tratta di uno studio di particolare importanza, in quanto ad

oggi non sono disponibili ulteriori documenti di confronto se non quelli realizzati dalla Camera di Commercio di Milano. Da un’analisi più dettagliata del costo dell’energia e mercato di fornitura si evince che il costo di un kWh del mercato libero è inferiore a quello del mercato tutelato. Dietro alcune ipotesi è stato possibile stimare il risparmio attivabile passando dal mercato tutelato a quello libero. Per quel che concerne l’attenzione posta dalle imprese per la ricerca dei fornitori, si è osservato che non esiste una relazione con il mercato di fornitura, ma che piuttosto è dipendente dai consumi energetici, infatti, all’aumentare dei consumi aumenta anche il numero dei fornitori contattati.

L’indagine condotta ha prodotto importanti risultati sia sul fronte dei consumi che su quello dei costi. In particolare, sono stati individuati i settori di attività, come ad esempio i settori della Chimica e plastica e della Metallurgia, che presentano un fabbisogno energetico maggiore rispetto a quello di altri settori. L’indagine ha altresì analizzato gli aspetti qualitativi del mercato dell’energia elettrica. In particolare, si sono indagate la soddisfazione della fornitura di energia elettrica e la predisposizione al cambiamento di fornitore. Il documento “Rapporto sulla domanda di energia elettrica nella regione Molise per l’anno 2009” è scaricabile dal sito www.mol.camcom.it nella sezione Studi e Ricerche.


CAMPOBASSO Una volta scolorite nessuno provvede a rianimarle rimanendo una pericolosa e volgare escrescenza di catrame

L’inutilità elevata a modello Campobasso a strisce colorate Strisce pedonali bianche, rosse, gialle; piatte; rialzate (di poco e di tanto), con cartelli verticali di preavviso e senza cartello. Campobasso presenta un campionario di soluzioni legate al concetto di sicurezza sulle strade da capogiro, e il suo progressivo imbruttirsi va dritto al top. Sì, perché queste strisce multicolore, di varia foggia e di varia fattezza ed altezza, costituiscono un oggettivo imbruttimento della città: sono fatte e distribuite a capocchia, anche a distanza di 50 metri l’una dall’altra. Il nonsenso assoluto. Ce ne sono alcune passabili, là dove, per la pendenza della strada può essere valutato opportuno un segnale, un inghippo che consigli di rallentare; ma ce ne sono molte altre che, al contrario, per la loro inutilità costituiscono oggettivamente un’insidia. E l’insidia, per il codice della strada, è un reato addebitabile al proprietario della

via. Chissà se ne tengono conto al comando dei vigili urbani e, più specificatamente, all’ufficio segnaletica di Palazzo san Giorgio. Chissà se si rendono conto che ci sono taluni automobilisti che a ridosso delle strisce rialzate rallentano, e spesso in maniera improvvisa o eccessiva, e chi, al contrario, va giù con l’accelera-

tore. Anche questa è un’insidia. Ma di grazia, qualcuno strisce così le ha viste a Roma, a Napoli, a Salerno, ad Ascoli Piceno? Noi no. Deve pur significare qualcosa. Dicevamo anche del lato estetico della faccenda. E non c’è dubbio che questa ossessione di strisce bianche, rosse e gialle, questo festival di catrame colorato,renda

la città qualunquista anche in quei pochi spazi, in quelle poche strade in cui esiste un ordine edilizio ed architettonico. Non se ne può più di queste strisce che tentano di rallentare un traffico tra l’altro già di per sé lento, caotico, asmatico. Il codice della strada stabilisce in 40 chilometri orari la velocità nei centri urbani, per cui, tutto questo armamentare strisce e segnali, è pleonastico: uno spreco ingiustificato. Se stiamo ai fatti, alla cronaca, non risulta da nessuna parte che vi siano stati e vi siano incidenti (o tamponamenti) dovuti alla velocità e alla spericolatezza degli automobilisti sulle strade urbane, nei confronti dei quali si renda opportuno una ragnatela di segnali e strisce bianche, rosse e gialle rialzate, alcune tanto, alcune poco, quasi tutte imperfette e abborracciate. Tutt’altro. Nel senso che incidenti e tamponamenti si rischiano quotidianamente per via di queste strisce malfatte e mal posizio-

nate e per il difforme comportamento degli automobilisti tra chi frena e chi accelera. Una maggiore sorveglianza da parte dei vigili urbani sulle strade darebbe risultati migliori e apprezzabili. E la città sarebbe salva da questa ulteriore antiestetica “aggressione”. Non sappiamo quale mente stia partorendo questo programma di sicurezza stradale che, supponiamo, deve pure costare parecchio s’è vero che un metro lineare, della larghezza di 20 centimetri, di segnaletica orizzontale costa circa 10 euro. E infatti, una volta scolorite le strisce, nessuno provvede a “rianimarle”, rimanendo una pericolosa e volgare escrescenza di catrame. Deve essere una mente diabolica se riesce in questo suo disegno di imbruttimento e di surrettizia pericolosità, senza distinguere l’utile dall’inutile, il ben fatto dal mal fatto, il bello dal brutto. Una mente decisamente striata! A.Cu.

Nessuna guerra nel gruppo del Pdl Anzi siamo in piena campagna acquisti Il Pdl a palazzo San Giorgio smentisce le voci che vedrebbero una frattura all’interno del gruppo consiliare. “Non ci sono problemi né guerre – spiegano – c’è solo una persona che continua ad avere un atteggiamento di dissonanza verso le scelte e la politica che sta portando avanti il presidente della Regione Michele Iorio. Nonostante tutto noi del gruppo municipale lo

Riceviamo e pubblichiamo Sono giorni in cui la stampa sta dispiegando tutto il suo potenziale per dimostrare quanto possa diventare uno strumento nelle mani della politica e a quali abissi di squallore si possa giungere per alimentare polemiche e dare un’immagine distorta della realtà. Non mi spiego diversamente i titoli e il contenuto di qualche “quotidiano” che, in riferimento all’ultima assise consiliare, ha ritenuto di porre in evidenza gli esiti di una discussione degenerata, a loro dire, tra me e il capogruppo del partito con il quale sono stato eletto al Comune di Campobasso. Premesso che non ho abbandonato l’aula perché inseguito dalla

abbiamo coinvolto in tutte le attività e reso partecipe delle nostre scelte. Ma se una persona continua ad avere un atteggiamento ostile verso il governatore il gruppo non c’entra nulla”. Insomma il partito più affollato del consiglio comunale prende le distanze da certi comportamenti di singoli consiglieri (in realtà come già espressamente pubblicato ieri la questione riguar-

derebbe solo Mario Fratipietro ex assessore provinciale dell’Italia dei valori poi approdato nelle file del Pdl dove però pare non si sia ancora ambientato). Anche perché questo è un momento piuttosto particolare per il partito che ha avviato una campagna acquisti che pare sia già a buon punto. Si vocifera che un paio di persone stiano passando nel partito del presidente

Iorio (e di quello di Berlusconi visto che si parla di presidenti). Chissà se si tratta di quegli stessi consiglieri pronti a saltare sul carro dei vincitori già qualche mese fa (all’epoca i nomi erano quelli di Claudia Neri e Maurizio Tiberio l’una eletta con l’Italia dei valori e l’altro con una costola del Pd, Nuova primavera democratica partito di cui si sono perse le tracce).

Ebbene sì, mi vergogno! roboante minaccia di Colagiovanni, bensì per motivi strettamente personali e professionali, vorrei chiarire che questa volta ritengo che il capogruppo abbia colto decisamente nel segno. Infatti c’è davvero di che vergognarsi a rappresentare un partito che vede tra i suoi principali esponenti i responsabili del disastro economico e, in senso lato, sociale della nostra regione. A questo punto ritengo che la domanda più spontanea che possano farsi gli eventuali lettori di questo mio comunicato è perché non lascio il PDL. Rispondo che,

a mio avviso, io sono un consigliere comunale per espressa volontà degli elettori campobassani e non per grazia ricevuta dai vari responsabili del partito. Credo di non dire nulla di nuovo se sostengo che, in tempi attuali, sia fuori luogo fare appello alle ideologie e alle appartenenze politiche e chiarisco che ho scelto di candidarmi con il PDL semplicemente perché ritenevo, coerentemente, di non poterlo fare in una coalizione che sosteneva le scelte fatte dal presidente dell’IDV. Considero, quindi, i partiti uno strumento indispensabile per

poter partecipare alle competizioni elettorali però ritengo che, nel momento in cui si viene eletti, gli unici titolati a giudicare l’operato di un amministratore sono i cittadini elettori ai quali si dovrebbe il rispetto che meritano in relazione alle scelte che si fanno quando si distribuiscono deleghe e incarichi. Probabilmente, il fatto di non sentirmi “a mio agio” nelle fila del PDL, nasce anche dalle scelte incongrue che sono state fatte, a questo proposito, dai dirigenti del partito che, a mio avviso, non hanno avuto alcuna considerazione della volontà popolare.

Mario Fratipietro

Intanto, per rispetto del mio mandato, continuo a lavorare nella Commissione urbanistica che presiedo con senso di responsabilità e con l’obiettività che caratterizza da sempre il mio operato e dovrebbe essere il cardine dell’attività amministrativa. Non mi sento pertanto fuori luogo se, come ho sempre fatto, esterno tutte le mie perplessità e la mia dissidenza rispetto agli atteggiamenti assunti da taluni fra i componenti della maggioranza al Comune di Campobasso. MARIO FRATIPIETRO, consigliere comunale PDL


CAMPOBASSO Expo Bier? Era meglio la Notte Bianca Nelle intenzioni degli organizzatori c’era l’idea di proporre una manifestazione che avrebbe dovuto coinvolgere tutto il territorio, rappresentando quindi un forte richiamo per la città di Campobasso e per gli altri centri vicini. Le aspettative però sono state deluse. La manifestazione che avrebbe dovuto rimpiazzare la compianta Notte bianca non ha riscosso il successo sperato. Sin dalla prima serata, Expò bier, l’iniziativa messa in campo da Confesercenti Molise, Cultural Project e Comune di Campobasso non è apparsa una scelta felice. Di visitatori ce ne sono stati ben pochi rispetto alle stime degli organizzatori, forse per le temperature già invernali o

molto più semplicemente per lo scarso interesse all’ evento. Eppure dalla presentazione l’iniziativa era apparsa completamente diversa: ci sarebbero stati produttori ed espositori, gli accorsi all’Expò avrebbero potuto ammirare e degustare. In realtà le cose sono andate diversamente: di assaggi neanche l’ombra e amara sorpresa anche per gli amanti della birra. Che non se la sono cavata con meno di 2,50 euro a bicchiere. Se si esclude l’ allestimento in piazza Municipio, gli altri stand lungo il Corso davano solo la possibilità di comprare i soliti panini con salsiccia o porchetta, qualche dolce e i torroni (Natale si avvicina). Poi il paradosso o la cilie-

gina sulla torta se così vogliamo chiamarla: in un gazebo la possibilità di sottoporsi al test alcolemico grazie al supporto di operatori di strada, Polizia Municipale e amici del 112. A questo punto la domanda nasce spontanea: in quanti avranno controllato il proprio stato di ubriachezza? Sicuramente ben pochi se non nessuno. E’ difficile immaginare che qualcuno vada ad una festa della birra e riesca a trattenersi nel bere un bicchiere in più. Perché basta bere davvero un bicchiere in più per mandare in tilt il l’etilometro. Ma non finisce qui. Delusione anche per gli appuntamenti musicali: scarso, scarsissimo pubblico ai piedi dei due palchi (uno sem-

pre in Piazza Municipio, l’altro in Piazza della Vittoria). La cover di Vasco Rossi e le ballerine brasiliane pur se di venerdì sera non sono riusciti a fare il pienone. Ed ancora, nonostante l’autorizza-

zione riservata ai titolari di attività di poter restare aperte fino a tarda notte, nessun negozio ha raccolto l’invito: saracinesche abbassate. La notte bianca era decisamente meglio.

Tre avvelenamenti con polpette letali. Il Comune resta “sordo” agli appelli

Oratino, borgo più bello d’Italia? Non per gli animali Un cittadino denuncia mancata prevenzione e indifferenza al problema dei cani randagi Riceviamo e pubblichiamo Oratino è un piccolo paese caratterizzato da storia, cultura e tradizioni invidiabili. La proverbiale cordialità dei suoi abitanti è incarnata ottimamente dalle diverse attività commerciali e ristorative che ne fanno, da qualche anno a questa parte, un punto di riferimento soprattutto per gli amanti di prelibatezze e buona cucina. Oratino è anche uno dei comuni che aderisce al club dei Borghi più Belli d’Italia. Ora, nessun oratinese vuole affermare che il proprio paese non sia un “borgo bello”. Semmai molti cittadini e rappresentanti della minoranza in consiglio comunale contestano che per essere “belli” non basta avere una tessera prepagata di un’associazione privata (tale è, infatti, quella denominata “I borghi più belli d’Italia”). Per essere “belli”, come borgo, occorrono politiche attive in grado di rendere il borgo stesso vivibile, modernamente legato alla tradizione, culturalmente, economicamente e socialmente emancipato. Magari imponendo prescrizioni per le vecchie costruzioni dei centri storici. Introducendo incentivi per chi volesse sostituire infissi o abbellire manufatti. Sviluppando una cultura dell’ospitalità foriera anche di occupazione per i residenti. Promuovendo eventi culturali

di qualità che abbiano il “borgo” come location e facciano vivere il cuore pulsante del paese. Magari accogliere quei turisti che pur arrivano con un servizio-guida che “accompagni” la visita del paese. Ed è quello (unitamente a molto altro) che manca ad Oratino e dove qualcuno che “abita” in Comune vuole continuare a sostenere – con una equazione insostenibile - che si è belli perché si ha la tessera dei “Borghi più belli d’Italia”. Anche il grado di civiltà e di rispetto non solo verso gli umani, contribuisce a rendere un borgo “bello”. Ebbene, sotto questo aspetto, Oratino, già un paio di anni orsono è salito alla ribalta della cronaca locale e nazionale per un grave episodio di barbarie a danno degli animali. Nell’ottobre del 2008, un episodio di violenza gratuita è stato denunciato dalla “Lega molisana per la difesa del cane”. Secondo quanto raccontato da una socia, un cane randagio è stato seviziato da due delinquenti che lo hanno legato con una corda ad una macchina, lo hanno trascinato sull'asfalto ad alta velocità, e infine ucciso con una fucilata. Passano due anni, cambiano i metodi ma ancora una volta l’inciviltà regna sovrana: alla fine dello scorso mese qualche “benpensante” ha seminato polpette avvelenate in giro per il

paese; almeno tre povere bestiole hanno “abboccato” all’infame tranello. Due cani padronali muoiono stecchiti ed una randagia gravida si salva fortunatamente grazie anche al provvidenziale intervento di alcuni giovani di Oratino. Personalmente, in quanto proprietario di uno dei cani morti avvelenati, oltre a rappresentare la rabbia per un gesto così crudele, ho denunciato l’incuria dell’Amministrazione comunale verso il problema del randagismo. Il 27 maggio ho segnalato al Sindaco e all’ufficio di Polizia Municipale la presenza di troppi randagi che avevano causato danni nel paese e che lasciavano in giro escrementi poco gradevoli. Queste due ultime circostanze, avrebbero richiesto la dovuta attenzione e Paolo De Socio tant’è che, a margine della lettera di segnalazione, ho precisato che: “La dovuta azione preventiva potrebbe evitare anche istintivi ed incivili comportamenti di reazione e di rabbia verso poveri animali che, tutto sommato, hanno come colpa quella di essere stati abbandonati da uomini (animali peggio di loro) e quella di non ricevere, dopo abbandonati, l’attenzione che norme europee, nazionali e regionali pur gli riservano”. Un normale invito che ad oggi non ha avuto alcuna risposta e che, purtroppo, si è rivelato una profezia

nefasta per una povera bestiola che ho accolto in casa con cura ed amore da 8 anni. Avrei voluto semplicemente denunciare quanto accaduto; ribadire che il mio cane (forse) non sarebbe morto se si fosse agito ed operato diversamente. Ho scritto un manifestino e, versando nelle casse comunali i diritti di segreteria, ho chiesto l’affissione del medesimo nelle pubbliche bacheche. “Qualcuno” in Comune, evidentemente, non ha voluto che i manifestini fossero affissi. Forse perché Oratino non si può denigrare. Ma denunciare e sollevare problemi per avviare una seria discussione sulla soluzione degli stessi non è denigrare. E’ civiltà. Da anni mi batto per la tutela degli animali. Ed Oratino, “borgo bello”, dovrebbe essere attento anche a queste problematiche. Ma la non affissione deel mio manifesto-denuncia assomiglia ad una “censura”. Ed allora sorge spontanea una domanda: basta versare dei soldi ad un club per definirsi Borgo più Bello d’Italia? Certamente le “bellezze” di un luogo sono costituite anche da politiche di convivenza con l’ambiente e con gli animali, per dare lustro ad una comunità. Da questo punto di vista di barbari ad Oratino, nel Molise e nel mondo nell’anno domini 2010 ve ne sono veramente ancora troppi. Paolo de Socio


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta In un vaso a chiusura ermetica, mettete i peperoncini lavati, asciugati e tagliati finemente; aggiungete gli spicchi di aglio, se vi piace l’odore, e l’olio. Chiudete ermeticamente e, solo dopo qualche giorno, utilizzate l’“Olio santo” per insaporire i vostri piatti. L’unica accortezza è di rabboccare l’olio man mano che il livello si abbassa. L’”Olio santo”, un condimento, riservato ai palati dal gusto forte, vi gratificherà per lungo periodo. L’olio, un classico condimento mediterraneo, dal gusto genuino e inimitabile; un prodotto antico, legato a ritmi naturali ed a gesti semplici, capace di coniugare gusto e benessere. Quali oli molisani? Quello dal gusto deciso, intenso e fruttato e dal colore giallo tendente al verdognolo o quello delicato, dal gusto armonico piacevolmente dolce, che si contraddistingue per il colore giallo dorato? Il primo, ottenuto dalle olive leggermente acerbe, di cui conserva inalterati i profumi e i sapori fruttati, è un olio di carattere, capace di personalizzare minestre e zuppe. Il secondo, ottenuto dalla frangitura delle olive entro le prime 24 ore dalla raccolta, è un olio adatto a condire preparazioni dal gusto leggero. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

COMUNALE 2 Via XXIV Maggio, 180 Tel. 0874.66811

SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CARUSO - Via Delle Querce, 1/F - Tel. 0875.751898 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591

(DIRETTI)

Partenza 05:47 06:49 09:35 12:30 14:12 17:14 17:40 18:23 20:55

Arrivo 07:27 08:39 11:25 14:11 16:02 19:04 19:30 20:13 22:45

Arrivo 07:36 08:15 13:58 15:20 16:20 17:50 18:55 20:30 22:38

Partenza Arrivo 05:50 08:53 07:20 10:10 08:30 11:40 14:15 17:16 16:30 19:25 19:33 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 14:15 14:47 16:45 17:15 18:42 19:40

Arrivo 09:23 12:15 17:30 19:25 20:15 20:44 21:30 22:40

TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 07:20 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:53 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:03 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:35 09:00 09:23 15:22 16:02 17:17 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

Vergine 24 ago - 22 set

Toro - Prendete un bel respiro prima di fare delle azioni di cui potreste pentirvi, se non altro perché chi vi sta intorno, non merita la vostra sfiducia, almeno, non fino a quando non si comportino realmente in modo sleale. Concedete quindi una possibilità a chi vuole dimostrarvi qualcosa e ve lo chieda come un favore!

realizzare qualcosa di importante per voi e per la vostra famiglia, ma dovete impegnarvi di più se volete che tutto vada esattamente secondo i vostri piani. Non potete dare una infarinatura al progetto e poi pretendere che siano altri a preoccuparsene, senza altre linee guida! Cancro - Potrebbe non essere una buona idea dire la verità a tutti i costi ed essere eccessivamente sinceri, anche laddove non serve, ossia, dove andrete a peggiorare una situazione già complicata ed assolutamente risolvibile con un po' di furbizia. Non avranno conseguenze delle piccole bugie, se dette a fin di bene! Leone - Normalmente non applicate molta diplomazia alle vostre relazioni e nemmeno negli affari, in quanto tendete a volere tutto e subito e a non scendere a compromessi. Tuttavia vi dovrete adeguare e non potete di certo fare affidamento sulla enorme pazienza che gli altri vi hanno sempre dimostrato, ma che oggi potrebbe non bastare! Vergine - Farete bene a cercare un po' di pace e tranquillità, poiché ne avete proprio bisogno. Non lasciatevi influenzare dalle opinioni di chi vorrebbe che reagiste ad una situazione che ormai è già bella e logora e che di certo non migliora. Se voi la ritenete conclusa, è giusto che sia così e che ora vi dedichiate a riprendervi! Bilancia - Cercate di non ritrarvi

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

A D N E G A

prendere in considerazione i vostri sentimenti, anche se siete molto impegnati in altro. Non abbiate troppi problemi nell'esprimervi, altrimenti le persone alle quali vi rivolgerete non potranno fare a meno di pensar male di voi, additandovi come insensibili e voi non lo siete affatto!

Gemelli - Avete molte occasioni per

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193

ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

DOMENICA 10 OTTOBRE 2010

21 apr - 20 mag

AUTOBUS

Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432

ANNO III - N° 223

Toro

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:25 12:08 13:30 14:30 16:00 17:14 18:40 20:48

Municipio 0875.7121

10

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia

Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Ariete - Dovreste assolutamente

CAMPOBASSO-TERMOLI

(NON DIRETTI)

500 g di olio di oliva extravergine 5 peperoncini piccanti spicchi di aglio a piacere

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI

“Olio santo”

CIPOLLA (di appoggio) Piazza Cesare Battisti, 11 Tel. 0874.65391 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

ORARI

Bilancia 23 set - 22 ott

troppo nel parlare di sentimenti, in quanto chi vi sta affianco ha proprio bisogno di sentirsi dire certe parole che voi conoscete bene e che quindi non c'è alcuna ragione per nascondere. Evitate di pensare troppo al lavoro, almeno oggi, perché la famiglia viene prima di ogni cosa. Scorpione - La vostra carriera sarà

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

più importante di tutto il resto, in quanto non potete assolutamente pensare di tralasciare le questioni più importanti, come la conclusione di un affare o l'inizio di un nuovo progetto, per dare seguito ai capricci di qualcuno, che non vi porterà di certo a migliorare la vostra situazione nè professionale nè sentimentale! Sagittario - Potreste fare quello che più vi piace, ma l'importante sarà farlo dandosi dei limiti da non oltrepassare! Cercate di non strafare, di non dedicarvi ad un solo obiettivo, un solo progetto o meglio, fatelo lasciando aperte più vie e scrutando bene l'orizzonte. La vostra mentalità non è chiusa, ma di tanto in tanto non siete obiettivi! Capricorno - Soltanto perché chi vi

Capricorno 22 dic - 20 gen

sta intorno oggi si sentirà un pochino più nervoso rispetto agli altri giorni, non giustifica la vostra reazione a catena, nel senso che non dovreste lasciarvi influenzare dall'umore altrui, quindi se vi siete alzati bene, non permettete a nessuno di rovinarvela, a meno di eventi catastrofici! Acquario - Se avete dei piani ben

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

stampati in mente, non perdete il vostro tempo a cercarne altri o a cercare alternative, come qualcuno vi consiglia, ma impegnatevi affinché le vostre idee prendano subito vita, in quanto non saprete mai se sono valide se non le testerete adeguatamente e con le vostre mani! Pesci - Avrete sicuramente delle idee un po' particolari da poter essere sviluppate in modo repentino, ma comunque non vi dovete affatto scoraggiare, poiché la pazienza non vi manca, tuttavia, non dovreste neppure pretendere che gli altri si stendino a zerbino ai vostri piedi, non lasciando loro possibilità di scelta!


Venafro, diversamente abili in rivolta

Isernia, un tasso a spasso per la città

VENAFRO - È ancora polemica tra diversamente abili e amministrazione. Vista l’impossibilità di salire le scalinate del municipio, questa volta i cittadini di Venafro chiedono al sindaco Cotugno e alla sua squadra di spostare il Consiglio comunale, dedicato alle barriere architettoniche, in un altro luogo.

ISERNIA - Un singolare episodio è avvenuto l’altra sera nel capoluogo pentro. Intorno alla mezzanotte ha fatto la sua comparsa un tasso di grandi dimensioni. L’animale “passeggiava” tranquillamente lungo le strade della città. Impauriti i passanti e gli automobilisti che lo hanno visto.

ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

Quattro isernini svelano i segreti di Belen www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL COMUNE DI VENAFRO Fare un Consiglio dedicato all’eliminazione delle barriere architettoniche a cui i diversamente abili non possono partecipare ci sembra un controsenso! Eppure a Venafro succede anche questo. Nella prossima assise civica, in programma giovedì, ampio spazio sarà dedicato proprio alla delicata tematica. Ma come tutti sanno il Municipio è off limit per i cittadini in carrozzella. Per questo motivo i disabili chiedono all’amministrazione comunale e al sindaco Nicandro Cotugno di spostare, almeno per questa volta, la location della seduta. “In questo modo possiamo anche noi prendere parte al Consiglio e far valere i nostri diritti”, hanno fatto sapere.

L’OSCAR A PAOLO, DAVIDE VALENTINA E FABIOLA I quattro giovani isernini sono riusciti a conquistare la ribalta nazionale grazie alla creazione di un blog dedicato alla bellissima Belen Rodriguez. La prossima settimana il nuovo giornale nazionale di gossip “Qui!” ha dedicato ampio spazio ai quattro ragazzi. Dietro il fun club virtuale più cliccato sul web si nascondono anni di duro lavoro e soprattutto enormi capacità informatiche. Un successo che, siamo certi, lancerà Paolo, Davide, Fabiola e Valentina verso traguardi sempre più prestigiosi. A loro va oggi il nostro oscar.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il sito è frutto di un perfetto lavoro di squadra basato su complicate strategie informatiche

Quattro isernini conquistano la ribalta nazionale insieme a Belen Sono i fondatori, creatori e redattori del fan club virtuale più cliccato dedicato alla famosa soubrette. Protagonisti del nuovo settimale di gossip “Qui!”

ISERNIA – Un sogno a volte può trasformarsi in realtà. È quanto accaduto a quattro giovani isernini, che in comune hanno la stessa passione: quella per l’informatica e per la famosissima e bellissima Belen Rodriguez. E così un pomeriggio di due anni fa i quattro ragazzi hanno deciso di aprire un blog (www.belenrodriguez.org) dedicato all’attrice e modella argentina. Nessuno di loro, però, poteva immaginarsi che il sito internet, da lì a breve, sarebbe diventato il primo fan club virtuale di Belen, superando di gran lunga anche

14 ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010

quello ufficiale con circa mille visite al giorno. Un successo che non è passato inosservato a “Qui!”, nuovissimo settimanale nazionale di gossip e cultura generale in edicola dalla prossima settimana. Nel terzo numero che uscirà venerdì è stato dato ampio spazio al blog e ai suoi creatori. L’articolo, infatti, figura anche in copertina. Paolo Loberto, Davide Di Benedetto, Fabiola Loberto e Valentina Mastronardi, sono loro i quattro isernini che gestiscono il sito internet. I primi due, laureati in Informatica, sono i fondatori e i

creatori del gruppo, mentre Fabiola e Valentina sono menzionate nell’articolo di “Qui!”, come content writer, ovvero come redattrici. Davide Di Benedetto ci spiega come è nata questa idea: “Avevo intenzione di creare un sito internet che mi permettesse di capire i meccanismi che regolano il posizionamento delle pagine web sui motori di ricerca. Tecniche fondamentali per una strategia di marketing vincente. Guardano la tv ho visto una delle prime partecipazioni ad un programma italiano di Belen ed ho pensato che proprio lei, di lì a poco, avrebbe conquistato un successo sempre più ampio. Per questo motivo ho pensato che era perfetta per il nostro progetto. E così, insieme a Paolo Loberto, abbiamo acquistato il dominio internet e messo su la piattaforma di blogging. Non è stato facile. Innanzitutto dovevamo reperire delle persone pronte a gestire la parte editoriale del sito. Mentre noi due ci saremmo occupati esclusivamente della parte tecnica. Allora abbiamo pensato a Fabiola e Valentina, due persone fidate su cui sapevamo di poter contare. Da quel momento è partito un lungo lavoro di aggiornamento del blog, ottimizzando periodicamente il sito web e cercando di migliorare il nostro posizionamento sul motore di ricerca. Statisticamente, infatti, l’utente medio non va oltre la visualizzazione della seconda o terza pagina dei risultati di ricerca. Avere, dunque, il nostro blog tra i primi dieci risultati complessivi significava aumentare di conseguenza le visite. E così è stato”. Dietro il sito internet, dunque, c’è un grosso e faticoso lavoro di squadra, possibile solo grazie alle capacità e competenze professionali di Davide e Paolo. I due isernini non a caso nell’ambito professionale lavorano nelle due aziende leader in campo ICT (In-

Paolo Loberto

Davide Di Benedetto Valentina Mastronardi

Fabiola Loberto formation and Communication Technology) del panorama italiano. “Siamo stati contattati dalla rivista – ha spiegato poi Paolo Loberto – in quanto avevano intenzione di fare una recensione dei fan club virtuali più cliccati. E sono rimasti stupiti anche loro dal fatto che il blog riceva più visite rispetto a quello ufficiale -. Sinceramente non pensavano di raggiungere questi risultati ma oggi possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro che abbiamo svolto in questi due anni”. In realtà, il blog per loro è soprattutto un hobby, visto che tutti e quattro nella vita quotidiana svolgono altri lavori. L’aspetto economico, dunque, a loro importa poco.

Quel che conta è “tenere informati i numerosissimi ammiratori di Belen”. Nel blog, infatti, ci sono diverse pagine dedicate alla modella. Foto, biografia, news, fino ad un’ampia sezione in cui ci sono articoli relativi alla vita professionale della bella argentina. Inoltre, i gestori del blog sono in contatto diretto con l’agenzia di management di Belen, dato che molti ingaggi per partecipare a serate ed eventi arrivano direttamente sul sito internet. Ed ora chissà, dopo la ribalta nazionale non è escluso che arrivi un ringraziamento particolare dalla stessa Belen. In effetti è anche grazie a loro piccolo contributo che la bella argentina ha conquistato anche il web!

Un tasso semina il panico a S. Lazzaro

Patto tra osservatorio e Protezione Civile

ISERNIA - Incredibile episodio l’altra sera nel capoluogo pentro. Per le strade del quartiere San Lazzaro ha fatto la sua comparsa un tasso di enormi dimensioni. L’aminale sembrava sembrava spaesato e più di una volta ha attraversato la carreggiata mentre stavano transitando alcuni automobilisti, costretti a frenare per non investirlo.

COLLI A VOLTURNO. Un importante incontro si è svolto presso l’aula consiliare in occasione della firma ufficiale e della stipula della convenzione che legherà per i prossimi mesi l’Osservatorio Ambientale permanente della Biodiversità del paese della provincia di Isernia con la Protezione Civile regionale del Molise.


ISERNIA Venafro. Una diversamente abile: chiediamo all’amministrazione di cambiare la location

“Un Consiglio per i disabili ma non possiamo partecipare” È ancora polemica sulla presenza di barriere architettoniche nel Palazzo del Municipio VENAFRO - Nel prossimo Consiglio comunale, che si svolgerà in prima seduta il prossimo 14 ottobre, tra i tanti punti all’ordine del giorno c’è anche quello riguardante le barriere architettoniche in città. Una problematica che da sempre ha scatenato polemiche e che i diversamente abili sperano venga risolta al più presto. Ma il problema questa volta è un altro. È ormai noto che per i cittadini in carrozzina è impossibile entrare in Comune, dove non ci sono ascensori ma solo una ripida scalinata. Ebbene i diversamente abili, con a capo il loro portavoce Alessandra Amoroso, chiedono all’amministrazione comunale di spostare la location della seduta, visto che anche loro devono partecipare. Ieri in redazione ha telefonata una cittadina venafrana diversamente abile che ha voluto lanciare l’ennesimo appello alla giunta capeggiata dal sindaco Nicandro Cotugno. “Abbiamo il di-

LA DENUNCIA

Ecco il de profundis per la linea Sulmona-Carpinone

ritto di partecipare all’assise civica visto che si parla di barriere architettoniche. E visto che in Comune non possiamo entrare vogliamo che questa seduta

venga fatta in un altro luogo”. Siamo convinti che il sindaco Cotugno sia pronto a raccogliere le istanze dei tanti diversamente abili.

Venafro, nasce il punto informativo Inpdap Il 5 ottobre scorso è stata sottoscritta dal Dirigente Regionale INPDAP – Raffaella Buonsanto – e dal Dirigente della Sede di Isernia – Marco Mancini – convenzione con l’Amministrazione Provinciale di Isernia – per l’apertura di un punto informativo INPDAP presso il Centro per l’Impiego del Comune di Venafro. L’iniziativa, che prenderà il via il prossimo 15 ottobre, consente all’INPDAP di Isernia di lavorare congiuntamente ad operatori INPS già presenti c/o il C.P.I. il giovedì pomeriggio, dalle ore 15:00 alle ore 17:00. I servizi erogati dall’INPDAP saranno ad ampio raggio, in particolare: Ritiro e gestione delle domande di iscritti e pensionati INPDAP relative alla materia pensionistica, previdenziale e creditizia; Consulenza in materia previdenziale, pensionistica e creditizia; Attività di promozione delle iniziative in materia di Welfare e Benefici sociali esistenti sul territorio (Vacanze Studio; Borse di Studio; attività convittuali; assistenza domiciliare agli anziani; Master INPDAP Certificated; convenzioni stipulate a livello regionale; Progetto intergenerazionale “Nonno House” etc.); Ritiro e gestione istanze di variazione anagrafica e/o indirizzo e residenza; Altro. La Convenzione, di cui è prevista una proroga anche per l’anno 2011, prevede indagini di customer satisfaction, al fine di monitorare il reale gradimento dell’utenza del territorio venafrano ed il livello di sinergia/collaborazione dei tre Enti (INPS – INPDAP - Provincia di Isernia).”

“Da lunedì 11/10/2010, la linea ferroviaria Sulmona-Carpinone, vivrà un'altra pagina triste della sua gloriosa ed ultracentenaria storia. Infatti dopo 113 anni, la mannaia, dei tagli alle spese sui trasporti, prevista dalla Legge Finanziaria 2011, colpirà anche il tratto molisano della Transiberiana d’Italia, precisamente da Napoli a Castel di Sangro (AQ) e quindi non sarà più possibile viaggiare sulle due coppie di treni che collegavano la città partenopea con le province di Isernia e l’Aquila. L’associazione Culturale Amici della Ferrovia LE ROTAIE Molise di Isernia, con rammarico esprime il proprio dissenso per la decisione unilateralmente intrapresa dalla Divisione Trasporto Regionale Abruzzo di Trenitalia che “campanilisticamente” ha deciso di tagliare la percorrenza dei treni 3187 e 3347 da Sulmona a Napoli e 3482 e 3488 da Napoli a Sulmona, sostituendoli con corse di pullman nel tratto Napoli-Castel di Sangro, conservando la percorrenza ferroviaria fino a Sulmona. Questo taglio è il preludio ad una futura soppressione definitiva dell’intero collegamento con l’introduzione dell’orario ferroviario invernale in vigore dal 13/12/2010. Ovviamente i più colpiti saranno i pendolari e gli studenti che utilizzavano il treno 3482 che permetteva di raggiungere il capoluogo pentro, giungendovi alle ore 07:35. E’ triste dover constatare che, contrariamente a quanto stanno efficacemente facendo le politiche regionali delle amministrazioni del settentrione, dove si stanno rivalutando le linee secondarie per realizzare un trasporto sempre più efficace e capillare, che consente piccole realtà di provincia di integrarsi con i rispettivi capoluoghi, nella nostra realtà questo “andazzo” non farà altro che favorire la chiusura di gran parte delle ferrovie che ci attraversano, provocando un sovraffollamento di mezzi pesanti sulle strade molisane, rendendole sempre più pericolose per chi le percorre. La nostra Associazione costituita nel 2006 si sta battendo per poter meglio sfruttare le bellezze paesaggistiche della linea ferroviaria “altomolisana”, ma fino ad oggi ha potuto solo constatare la poca sensibilità dimostrata dai nostri amministratori. Nella serata di sabato, presso la stazione di Isernia, alle ore 17:55 si assisterà al “De Profundis” delle automotrici che fino ad oggi si sono faticosamente arrampicate sulla nostra bellissima linea appenninica. Il Presidente di “Le Rotaie” Fabrizio Minichetti

Scapoli, restyling per il Comune

Statale 158, riapre il“Ponte Nuovo”

SCAPOLI. Buone notizie in arrivo per il Comune di Scapoli. La giunta regionale del Molise, accogliendo la proposta avanzata dall’assessore Filoteo Di Sandro, ha stanziato un finanziamento di circa 130mila euro per la sistemazione complessiva dell’edificio che ospita il Municipio che, dunque, subirà un restyling.

COLLI A VOLTURNO - Migliora la viabilità lungo la statale 158 “Valle del Volturno”, soprattutto nei pressi del bivio di Colli, dove, dopo un lungo periodo di attesa e richieste provenienti da più parti, si è deciso di intervenire con fermezza per la sistemazione del “pericoloso” e poco scorrevole “Ponte Nuovo sul Volturno”

15 ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010


TERMOLI Il progetto di legge sul rilancio della competitività è stato discusso in questi giorni alla Camera

“Un provvedimento per l’agricoltura annientato dal Governo” Di Giuseppe: l’etichettatura, in una situazione così difficile, appare sicuramente utile, ma non è di certo risolutiva Si è discusso in questi giorni alla Camera, il progetto di legge 2260 sul rilancio della competitività nel settore agroalimentare. Di rilancio però non vi è alcuna traccia. Un provvedimento completamente svuotato di cui rimangono l’etichettatura e la tracciabilità che rappresentano senza dubbio elementi fondamentali per concretizzare un rapporto più trasparente con il consumatore ma di certo oggetto di trattazione in sede europea. Nessuna traccia di quelle risorse promesse dal Governo e mai reperite. Ad oggi, il numero degli agricoltori è drasticamente diminuito: oggi l’agricoltura da lavoro al 3,8% degli occupati locali, contro il

29,2% dell’industria e il 67% dei servizi. In tutti i provvedimenti varati nel 2010, non c’è stato nulla che riguardasse l’agricoltura: niente risorse per la conferma della fiscalizzazione degli oneri sociali agricoli né per l’esonero dal pagamento delle accise per il gasolio, niente per il settore bieticolosaccarifero che sta ancora aspettando gli 86 milioni di euro promessi, ma mai erogati. Sicuramente gli agricoltori vogliono continuare a produrre qualità a prezzi competitivi nonostante la crisi, ma da soli non possono risolvere alcun problema. Una crisi questa che necessita di interventi immediati, diretti e concreti supportati da

una vera politica economica per l’agricoltura. Allora, il Governo deve fare delle scelte che siano risolutive e determinanti; ci spieghi il Ministro qual è il ruolo che vuole dare al settore agricolo, all’interno dell’economia del Paese. Deve cambiare l’approccio dell’Esecutivo Nazionale nei confronti dell’agricoltura, è necessario un atteggiamento responsabile ed espresso con atti legislativi a favore dell’iniziativa imprenditoriale agricola, atti sostenuti chiaramente da un alleggerimento degli adempimenti inutili che gravano sulle aziende. Esiste una condizione d’emergenza nell’agricoltura italiana che si evidenzia in tutti i com-

La sacra bibbia, la lettera di Dio per noi

Si pensa che la Sacra Bibbia sia un libro complicato e difficile da comprendere, eppure può essere paragonata ad una lettera che un padre scrive ad un figlio che si è ribellato ed è andato via da casa. E’pervasa dal messaggio di amore e di perdono, lo stesso messaggio d’amore e di perdono di Dio per il peccatore: “Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il Suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia la vita eterna” (dal Vangelo di Giovanni capitolo 3 versetto 16). La Sacra Bibbia è il libro per eccellenza, il libro di Dio interamente ispirato, autorevole, infallibile, senza errori e anche se scritta da persone diverse e in epoche diverse, dimostra un’unità perfetta nel suo messaggio d’amore, uno scopo unico, ossia la Redenzione del genere umano per mezzo di Cristo Gesù. Essa è la Parola che ci fa conoscere il pensiero del Padre celeste ed è il punto di riferimento della Verità. È l’unica che ci porta alla conoscenza di Dio, che ci dà indicazioni per camminare sulla retta strada, per avere benedizioni dal Padre celeste che ci ricolma della Sua Grazia, Grazia che è amministrata dallo Spirito Santo in ogni fase della vita, essendo essa una neANNO III - N° 223 cessità generale e irrinunciabile. Essere ricolmi di Spirito è il minimo necessario per una vita cristiana e DOMENICA 10 per la conoscenza della volontà di OTTOBRE 2010 Dio, sapendo che Egli non è “avaro”

16

parti ed esiste poi, una forte difficoltà di accesso al credito, che si è purtroppo aggravata a causa della “stretta” bancaria. Nonostante questa situazione di emergenza, il settore viene considerato un ramo dell’economia italiana poco rilevante e l’attuale Governo non ha prov-

veduto a varare misure reali di rilancio del comparto. L’etichettatura, in una situazione così difficile, appare sicuramente utile, ma non di certo risolutiva. Solo se ci saranno contemporaneamente interventi strutturali seri e decisivi, sia avranno dei cambiamenti favorevoli.

L’Agci Agrital: soluzioni lontane per il settore

con i suoi figli, ma offre loro un’abbondanza infinita di benedizioni. Il primo passo da compiere per apprendere l’amore divino espresso nel Libro dei libri, "Il voto bipartisan della Camera sulla etichettatura di oriè quello di respingere l’incredulità, perché l’incregine su tutti i prodotti dell'agroalimentare è un elemento cerdulità deriva dalla volontà propria dell’uomo, senza tamente positivo, ma anche se il Senato confermerà lo stesso tener conto della volontà del Supremo Creatore; riorientamento rimarrà solo l'espressione di una volontà polifiutare ciò che la Parola di Dio non stabilisce, perché tica, non una soluzione, dato che la competenza sulla materia allontana dalla volontà del Padre celeste; rifiutare non è degli Stati membri ma della UE - ha dichiarato Giamciò che è il risultato dei pensieri e della volontà paolo Buonfiglio, presidente nazionale AGCI Agrital - Il perdell’uomo, perché sono imperfetti e falsi. La Parola corso per avanzare concretamente sulla trasparenza e ha un fine: condurci a Dio. Dio però è Spirito e cocorrettezza delle informazioni da fornire ai consumatori riloro che leggono la Sua Parola senza lasciarsi guichiederà quindi altri tempi e soluzioni in sede europea, mendare dallo Spirito Santo, non conoscono la Verità, tre in Italia altri problemi rimangono in attesa di urgenti quindi non conoscono Dio. risposte per evitare che la crisi continui ad inghiottire imUno dei suoi scopi più importanti è quello di farci prese e posti di lavoro, e ad erodere il reddito degli agricolconoscere Dio, la Verità, e per il credente essa non è tori. Dal consolidamento degli sgravi previdenziali al fondo di solo il mezzo meraviglioso che il Signore dà per solidarietà, dalle agevolazioni del gasolio per le serre all'ICI esternare i nostri sentimenti nei Suoi confronti, ma per fabbricati rurali, al sostegno dell'imprenditoria giovanile è anche una gran disciplina spirituale e lo strumento ed altro ancora: c'è una vasta gamma di interventi di politica per realizzare la comunione con Lui. Lo stesso Sieconomica in attesa di essere affrontati seriamente, forse gnore Gesù parlando ai Suoi discepoli affermò che meno attraenti per l'opinione pubblica ma di più concreto efLui stesso è la Verità e che dopo la Sua ascensione al fetto sulle imprese, se su di essi si concentrasse l'azione del cielo sarebbe venuto lo Spirito Santo che li avrebbe governo e del parlamento". guidati nella Verità, perché essa possiede forza e vita. La Parola di Dio è, così come afferma S. Paolo nella lettera agli Ebrei, vivente ed efficiente ed è più si sperimenta e la leggeremo quotidianamente per gustare “il affilata di qualunque spada a due tagli, penetra fino alla divicibo celeste” che sazia la nostra anima. Soltanto leggendo la Pasione dell’anima, giudica i sentimenti ed i pensieri. Essa, dunque, rola di Dio sperimenteremo una vita cristiana felice e vittoriosa, mostra chiaramente che il cristiano deve essere guidato dalla conosceremo sempre di più il protagonista principale, il Signor vita di Cristo e non da un codice morale esteriore, perché Gesù Gesù. ne è il centro in tutti gli aspetti della Sua opera di redenzione e Leggerla non come un romanzo d’avventura ma come una letdi tutte le promesse fatte all’uomo; è la Parola incarnata, è la tera inviata dal proprio padre. “Confidati nell’Eterno con tutto il lampada per illuminare il cammino, è la guida nella purezza e fa cuore e non ti appoggiare sul tuo modo di vedere”(Proverbi caevitare il peccato. pitolo 3 versetto 5), questo è l’invito che il Signor Iddio rivolge a Lasciarsi guidare da Essa significa obbedire alla Parola stessa, tutti gli uomini che accettano la Sua guida rivelata nelle Sacre significa ricercare la fede, la giustizia, l’amore, la pace. La cerScritture. tezza della guida di Dio attraverso la Sua Parola deve diventare CHIESA CRISTIANA EVANGELICA COLLE MACuna delle caratteristiche del figliuolo di Dio e sarà ciò che lo diCHIUZZO, VIA DELLE ORCHIDEE, TERMOLI stinguerà dagli altri esseri umani. La convinzione che Egli ci VIA DEI GRECIS ISERNIA guida, presuppone che percorriamo il cammino tracciato dal www.evangelicatermoli.org. Padre celeste e qualunque difficoltà incontreremo sarà superata info@evangelicatermoli.org con l’aiuto divino. Nel leggere la Parola scopriremo la gioia che


TERMOLI Il tracciato stradale è lungo 700 metri ed è costato due milioni e 400mila euro

Inaugurata la nuova variante di accesso a nord della città Dalla prossima settimana inizieranno i lavori per l’abbattimento del viadotto Foce dell’Angelo TERMOLI – E' stata inaugurata ieri mattina la variante che sostituisce il viadotto Foce dell'Angelo che presto verrà abbattuto. Alla cerimonia di inaugurazione sono stati presenti il sindaco, Antonio Di Brino, il presidente del Consiglio comunale, Alberto Montano, l'assessore comunale, Luigi Turdò, l'onorevole Sabrina De Camillis, che con piacere ha tagliato il nastro, il presidente del Consiglio regionale, Michele Picciano, e l'assessore regionale alla Programmazione, Gianfranco Vitagliano, oltre che ad alcuni amministratori comunali e il responsabile della ditta che

ha realizzato l'opera. I lavori per realizzare la strada e la rotonda, costati 2 milioni e 400mila euro, sono durati un anno e due mesi compreso il fermo effettuato per ovvi motivi durante il periodo estivo. Il tracciato è lungo 700 metri e collega Via del Mare con la rotonda del Cimitero, da dove si potrà proseguire per Via Martiri della Resistenza, per il lungomare Cristoforo Colombo, ma solo all'altezza della rotonda dell Hotel Mistral, oppure dirigersi in Piazza del Papa. La nuova strada, per il momento, sarà percorribile solo nelle ore diurne perchè è ancora priva di illuminazione

pubblica in fase di completamento. Da completare anche la rotonda che sarà arredata con un totem con inciso lo stemma della città. Ora le attenzioni sono riposte all'abbattimento del viadotto Foce dell'Angelo, lavori che, secondo le stime, potrebbero iniziare già domani mattina. Per motivi di sicurezza e lavorare senza intoppi, sarà chiuso al traffico il Lungomare Cristoforo Colombo nel tratto compreso tra la rotatoria della Torre Saracena a quella del Mistral e la parte superiore di Via del Mare. Con a demolizione del viadotto, costruito una cinquantina di anni fa, sparirà un altro pezzo di stroria di Termoli.

Sclerosi multipla, torna “Una mela per la vita”

TERMOLI – Anche oggi in Piazza Monumento, al Sannicola e all'ospedale San Timoteo saranno aperti i bancherri di "Una mela per la vita", l'iniziativa per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla. Nell'occasione, i volontari dell'Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) distribuiranno mele e il ricavato finanzierà la ricerca sulla sclerosi e il programma sanitario e sociale Aism 'Gio-

vani oltre la Sm'. Fino al 13 ottobre, inoltre, sarà possibile inviare un contributo di un euro con un sms al 45593 da cellulare personale Tim, Vodafone, Wind, 3 e Coopvoce; oppure chiamare lo stesso numero da telefono fisso Telecom Italia e contribuire con 2 euro. I fondi con sms solidale andranno a sostenere nello specifico il progetto di un nuovo protocollo per la diagnosi della Ccsvi (insufficienza cerebro spinale venosa cronica) e di validazione dell'associazione tra Ccsvi e sclerosi multipla. La sclerosi multipla è una malattia cronica e invalidante, tra le più gravi patologie del sistema nervoso centrale e in Italia colpisce crica 60mila persone, il 50% dei quali sono giovani; si manifesta con disturbi del movimento, della vista e dell'equilibrio. La malattia spesso viene diagnosticata tra i 20 e i 30 anni. L'Aism ha pensato a tutti i giovani, dedicando loro un concorso letterario in collaborazione con la Scuola Holden, offrendo l'opportunità di vincere un corso di scrittura creativa. La manifestazione, che si svolge sotto l'Alto patronato del presidente della Repubblica, è promossa dall'Aism, dalla sua Fondazione e da Unaproa, la principale unione di organizzazioni di produttori ortofrutticoli d'Europa. Tra i testimonial dell'iniziativa quest'anno ci sono personaggi dello sport e dello spettacolo quali Gianluca Zambrotta, Massimiliano Rosolino, Gabriele Greco, Michela Andreozzi e Antonella Ferrari.

Questa mattina la I edizione della Motocavalcata

COLLETORTO – E' tutto pronto nel centro bassomolisano per dare il via questa mattina alla 1^ Motocavalcata organizzata dal Motoclub Moto e Moto Racing, con la collaborazione di un gruppo di appassionati locali coordinati da Pasquale Ritucci. La manifestazione, aperta a moto e quad, si svilupperà su un percorso che oltre a quelli del

Cig in deroga per le cooperative della piccola pesca marittima TERMOLI – In merito aiquestiti presentati relativamente all'applicazione della Cassa integrazione in deroga per i pescatori imbarcati sui natanti delle cooperative della piccola pesca matittima, l'INPS ha diramato una nota di risposta. Potranno essere accolte le domande di integrazione salariale relative al periodo di fermo pesca di cui al Decretodel Ministero de4lle Politiche Agricole del 23 Giugno scorso, anche nel caso in cuiper tali periodi, pur in assenza di attività lavorativa, siano stati versati dalle cooperative interessate i contributi di legge. Dall'accoglimento delle domande di integrazione salariale, discende il diritto delle cooperative al rimborso della contribuzione già versata in favore dei soggetti destinatari della Cig in deroga. E qui è stata avanzata la domaanda di

come dovranno dovranno operare le aziende, alla quale risponde sempre l'INPS. Le cooperative che abbiano effettuato gli adempimenti contributivi per i periodi di Cig in deroga, devono presentare domanda di rimborso e provvedere alla ritrasmissione dei relativi flussi UniErmes con l'attivazione del solo elemento <elimina>. L'elaborazione del flusso comporta l'emissione di un titolo di regolarizzazione a favore dell'impresa per il rimborso della contribuzione versata. Contestualmente le registrazioni Ermes relative ai soggetti fruitori della Cig in deroga verranno annullate. Infine, la contribuzione figurativa, a copertura dei periodi di Cassa autorizzati, verrà accreditata sulle posizioni assicurative individuali a seguito dell'acquisizione del modello SR41.

Molise attraverserà anche territori della Puglia interesserà i territori di Puglia e Molise. Con la nuova formula Hobby Sport, la partecipazione é aperta anche ai non tesserati Fmi, e per loro c'è una valida copertura assicurativa in caso di infortunio. Le iscrizioni aprono alle 8 mentre la partenza è fissata per le 9,30.

17 ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010


Basket, la Mens Sana ospita l’Orlandina

Il Nuovo bk Campobasso fa visita al Ceglie

Dopo l'esordio poco fortunato nel primo turno di regular season, i biancoverdi della Mens Sana ritornano sul parquet del Vazzieri, questa volta nelle vesti di padroni di casa per affrontare l'Upea Capo d'Orlando. La formazione sicula, neopromossa dalla C dil., è una delle pretendenti alla vittoria finale. A PAG. 23

Obiettivo vittoria. Con l’entusiasmo acquisito per l’esordio vincente della prima di campionato, il Nuovo Basket Campobasso è di scena a Ceglie, dove De Falco e compagni cercheranno di dare continuità ai propri risultati. Non sarà un compito semplice per il team allenato da coach Montemurro. A PAG. 23

ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it SERIE D, IL TRIVENTO A CACCIA DELLA PRIMA VITTORIA IN TRASFERTA

AD AGNONE ARRIVA LA CAPOLISTA BOJANO E VENAFRO PER IL PRIMO SORRISO

Per rendere ancora più positiva l’ottima partenza in campionato all’Atletico Trivento manca ancora qualcosa, la prima vittoria lontano dall’Acquasantianni. Infatti la squadra di Francesco Farina in questo avvio di stagione, lontano dal pubblico amico, ha ottenuto un pareggio( a San’Egidio alla Vibrata) e una sconfitta (in casa dell’attuale capolista Jesina). La trasferta marchigiana di Fossombrone rappresenta dunque un’occasione importantissima per i gialloblù non solo per mettere in cassaforte il primo successo stagionale in trasferta ma anche per provare l’aggancio alla vetta della classifica, distante due lunghezze, e occupata dalla Jesina che oggi sarà impegnata al Civitelle di Agnone. Gli avversari hanno totalizzato nelle prime sei giornate sette punti, frutto di una vittoria, quattro pareggi ed una sconfitta. A PAG. 21

Dopo l’ottimo pareggio strappato domenica scorsa a Trivento, l’Olympia Agnonese sarà attesa da un’altra gara difficile: avversaria di turno, anche questa volta, una delle squadre che puntano alla vittoria del campionato. Al “Civitelle” arriva la capolista Jesina che si presenta in terra molisana con un bottino di tredici punti, frutto di quattro vittorie( di cui una conquistata ai danni del Trivento), un pareggio ed una sconfitta maturata nella seconda giornata a Santarcangelo di Romagna. Di contro la squadra di Massimo Agovino, che è una delle imbattute del girone, insegue ancora la prima vittoria stagionale. Il tecnico granata dovrà fare i conti con diverse assenze a cominciare dagli infortunati Scampamorte, Kettlun e Pezone. A PAG. 21

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Carannante cambia uomini e modulo: 4-4-2 con Marozzi e Murati di punta. Il mister: è scattata la molla

Lupi, serve orgoglio e dignità Il Campobasso ospita la corazzata Trapani dopo aver vissuto una settimana di fuoco La settimana è stata pesante e l’avversario di turno è il peggiore che si poteva incontrare in questo momento. Forse tutto questo farà in modo che il Campobasso possa tirar fuori l’orgoglio ferito, riappropriarsi della dignità persa e sfoderare una prestazione decorosa. Questo almeno è quello che si augura l’ambiente rossoblù, il cui entusiasmo appare sopito, ma che è pronto a sostenere la squadra per concedere un’ultima chance a Monti e compagni. Determinante in questo contesto sarà l’apporto del pubblico. Proprio per creare il clima ideale e per fare in modo che quante più persona possano assistere alla gara odierna la società, come noto, ha messo in atto una serie di iniziative per riavvicinare il popolo rossoblù al Selva Piana. I prezzi dei tagliandi sono scesi, per questa domenica, da 13 euro a 10 per il biglietto intero, e da 10 a 7 per quello ridotto. Mentre avranno accesso gratuito i ragazzi fino a 16 anni. Questi ultimi, però, dovranno comunque munirsi del biglietto che potranno ritirare gratuitamente soltanto presso il botteghino del Selva Piana dalle 10 di questa mattina e sino alle 14.30. Per il match odierno mister Carannante avrà tutti gli uomini a sua disposizione: ‘Siamo tutti abili – ha esordito il mister – e non ci saranno assenze per infortunio, se escludiamo i soliti lungodegenti.’ Il tecnico di Bacoli è pronto ad una mini rivoluzione, sia di uomini, sia di modulo. Il Campobasso scenderà in campo con il 4-4-2 e si schiererà con i seguenti elementi: Furlan tra i pali; di-

GLI AVVERSARI

Il Trapani teme la fame dei rossoblù

Sivilla in azione fesa composta da Minadeo e Di Fiordo centrali, con Scudieri e Agresta esterni. A centrocampo opereranno Monti e Cammarota in mediana con Sivilla a destra e Ibekwe a sinistra. L’attacco sarà affidato alla coppia Murati-Marozzi. Un 4-4-2 offensivo visto che gli esterni hanno maggiori propensioni all’attacco. Piccola bocciatura per Barbato, Cacciaglia e Todino che si accomoderanno presumibilmente in panca. Nonostante la settimana di fuoco l’umore del gruppo sembra essere buono: ‘La squadra ha lavorato bene e abbiamo fatto un’ottima rifinitura. Ho visto i ragazzi concentrati e abbiamo lavorato tanto sia tatticamente, sia psicologicamente. Credo che sia scattata

COSI’ IN CAMPO AL SELVA PIANA ALLE 15 4-4-2

3 AGRESTA 6 MINADEO

1 FURLAN

5 DI FIORDO

11 IBEKWE 10 MAROZZI

8 MONTI 4 CAMMAROTA

2 SCUDIERI

7 SIVILLA

ALLENATORE: Carannante

9 MURATI

SQUALIFICATI: Gennarelli

INDISPONIBILI: Gallicchio ARBITRO: Marini di Roma 1 ASSISTENTI: Di Salvo di Barletta e De Pietro di Molfetta

20 ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010

una molla e lo spirito è quello giusto.’ Il Campobasso si troverà di fronte una delle migliori compagini del raggruppamento, anche a detta di mister Carannante: ‘Non sarà una gara facile, non solo per la nostra situazione critica. Il Trapani è un’ottima squadra con individualità importanti. Ci sono quattro, cinque elementi di spessore che conosco molto bene perché hanno giocato con me; poi sono in uno stato di forma importante, sia fisica, sia psicologica e inoltre giocano insieme da molto tempo.’ Ad arbitrare la gara tra Campobasso e Trapani sarà il sig. Marini di Roma 1, coadiuvato da Di Salvo di Barletta e De Pietro di Molfetta. mdi

BERRETTI

Lupetti sconfitti 3-1 a Brindisi Nuovo scivolone per la Berretti del Campobasso che è uscita sconfitta dal rettangolo da gioco del Brindisi con il punteggio di 3-1. Dopo il successo della scorsa settimana sull’Aversa Normanna, la squadra di Valva è tornata immediatamente sui livelli negativi delle prime giornate. Su quattro gare disputate i molisani sono stati sconfitti per tre volte, ottenendo un solo successo.

Marco Nastasi, preparatore atletico del Trapani, non nasconde il suo timore per la gara odierna: “In questo momento è una squadra in crisi di risultati e sono certo che troveremo un ambiente carico; una squadra ed una società che vogliono riscattarsi. Quindi dovremo essere pronti ad una gara dura. Come organico sono una rosa esperta, con gente di categoria che probabilmente non si aspettava di essere invischiata nelle zone basse della classifica. Conosco l’ultimo acquisto Ibekwe con cui ho vinto il torneo di Seconda Divisione a Portogruaro ed è un calciatore importante. La nostra prerogativa principale per questa gara dovrà essere quella di aspettarci un avversario ferito e per questo determinato”. Quale potrebbe essere la chiave di volta per fare risultato a Campobasso. “Affrontare la partita senza timori, con la convinzione che possiamo giocarcela con tutti. E per far questo dobbiamo tenere sempre alta la concentrazione. Dobbiamo scendere in campo determinati a fare risultato fin dal primo minuto di gioco”. Questi i convocati del Trapani per il match odierno: Castelli, Giunta, Filippi, Colletto, Pagliarulo, Lo Bue, Alletto A., Daì, Ficarotta, Cammareri, Barraco, Montalbano, Coco, Pirrone, Calabrese, Di Peri, Domicolo, Cutaia, Lupo, Mastrolilli, Perrone, Madonia. TC

7^ GIORNATA

CLASSIFICA

AVELLINO-POMEZIA AVERSA N-FONDI BRINDISI-NEAPOLIS M. CAMPOBASSO-TRAPANI LATINA-MELFI MILAZZO-ISOLA LIRI VIBONESE-MATERA VIGOR LAMEZIA-CATANZARO

BRINDISI

PROSSIMO TURNO 24 ottobre - ORE 15 CATANZARO-AVERSA N. FONDI-LATINA ISOLA LIRI-NEAPOLIS M. MATERA-MILAZZO MELFI-AVELLINO POMEZIA-BRINDISI TRAPANI-VIGOR LAMEZIA VIBONESE-CAMPOBASSO

13

NEAPOLIS MUGNANO

12

LATINA

11

MELFI

11

TRAPANI

10

POMEZIA

10

MATERA

9

AVERSA NORMANNA

9

AVELLINO

8

VIGOR LAMETIA

8

VIBONESE

6

FONDI

6

ISOLA LIRI

5

CAMPOBASSO

2

CATANZARO

2

MILAZZO

2

Calcio: il Messina non paga il conto all’albergo

Il cileno Cereceda positivo alla cocaina

I calciatori dell'Acr Messina, che milita in Serie D, sono stati sfrattati ieri dall'hotel 'Parco degli Ulivi', dove erano alloggiati. La direzione dell'albergo spiega di aver preso il provvedimento "a causa del mancato pagamento di quanto dovuto per i servizi offerti dall'hotel che ospitava in pensione completa dal 30 agosto scorso lo staff della squadra". Il debito accumulato ammonta a 39.058 euro.

Il nazionale cileno Roberto Cereceda è risultato positivo alla cocaina. Lo ha annunciato la confederazione di calcio sudamericana, che ne è stata informata dal club del difensore, il Colo Colo (serie A cilena). Le controanalisi hanno confermato il primo test, effettuato il 17 agosto per una partita della Coppa sudamericana.Cereceda, attualmente è con la Nazionale cilena negli Emirati Arabi Uniti, rischia due anni di squalifica.


S P O RT CALCIO - SERIE D

Il Trivento insegue la vittoria in trasferta La squadra di Francesco Farina a Fossombrone proverà a conquistare i tre punti fuori casa

Gill Voria

Per rendere ancora più positiva l’ottima partenza in campionato all’Atletico Trivento manca ancora qualcosa, la prima vittoria lontano dall’Acquasantianni. In-

fatti la squadra di Francesco Farina in questo avvio di stagione, lontano dal pubblico amico, ha ottenuto un pareggio( a San’Egidio alla Vibrata) e una sconfitta (in casa dell’attuale capolista Jesina). La trasferta marchigiana di Fossombrone rappresenta dunque un’occasione importantissima per i gialloblù non solo per mettere in cassaforte il primo successo stagionale in trasferta ma anche per provare l’aggancio alla vetta della classifica, distante due lunghezze, e occupata dalla Jesina che oggi sarà impegnata al Civitelle di Agnone. Gli avversari hanno totalizzato nelle prime sei giornate sette punti, frutto di una vittoria, quattro pareggi ed una sconfitta. Per l’occasione il tecnico dei trignini Farina dovrà rinunciare agli infortunati Fusaro, Altieri e De Lucia, quest’ultimo ha ripreso a lavorare a parte ma ancora

deve trovare la migliore condizione. Il trainer casertano potrebbe effettuare qualche variazione rispetto all’undici sceso in campo domenica scorsa in occasione del derby casalingo contro l’Olympia Agnonese, anche perché i gialloblù giovedì dovranno nuovamente scendere in campo a Terni in occasione della Coppa Italia. A dirigere la gara tra Fossombrone e Atletico Trivento è stato designato Francesco Bergonzini di Civitavecchia; a seguito dei tragici fatti avvenuti in Afghanistan, la Figc ha stabilito che prima di tutte le gare del fine settimana verrà osservato un minuto di silenzio per onorare la memoria dei quattro militari italiani caduti a Farah. DI VITO: L’attaccante gialloblù Fabio Di Vito ieri si è sottoposto all’intervento chirurgico dopo la lesione ai legamenti del crociato

CLASSIFICA

7^ GIORNATA Civitanovese-Atessa VdS Forlì-Real Rimini Fossombrone-A. Trivento Miglianico-Bojano O. Agnonese-Jesina Rimini-Santarcangelo R.C. Angolana-Recanatese Sambenedettese-L.Canistro Teramo-Santegidiese Venafro-Cesenatico subita in occasione della partita di Coppa Italia contro il Teramo. L’intervento è stato effettuato ad Arezzo dallo staff guidato dal professor Cerulli. Ora il calciatore termolese dovrà sottoporsi ad una lunga fase di riabilitazione e tornerà a disposizione della squadra all’incirca tra cinque mesi. ANPA

Jesina Civitanovese A. Trivento Rimini Teramo Santarcangelo Sambenedettese Santegidiese O. Agnonese Miglianico Atessa VdS Forlì Fossombrone Luco Canistro Recanatese RC Angolana Real Rimini Cesenatico Bojano Venafro

13 12 11 11 11 10 10 10 8 8 8 8 7 7 7 6 5 4 2 1

VENAFRO

AGNONE

BOJANO

Al “Del Prete” arriva il Cesenatico

Gara proibitiva, al Civitelle c’è la capolista

Matesini a Miglianico per scacciare le paure

Sei partite, cinque sconfitte e un pareggio.Tre gol fatti e dieci subiti. Ultima posizione in classifica con un solo punto. Sono questi i numeri impietosi del Venafro che per uscire dal tunnel buio di risultati non ha scelta: deve vincere la gara odierna contro il Cesenatico. Al “Del Prete” sarà il banco di prova per la squadra di Corrado Urbano che in questi giorni è stata oggetto di critiche piuttosto dure da parte della tifoseria bianconera. A tal riguardo è arrivato puntuale l’intervento del presidente Patriciello in difesa della sua squadra: “In questo inizio di stagione abbiamo disputato 4 gare fuori e 2 in casa, incontrando le squadre più forti del girone. Abbiamo seminato tanto ma raccolto poco. C'è un buon impianto di gioco, ci sono delle potenzialità. Certo, va corretto qualcosa. L'allenatore è preparato e di polso e questo lascia sperare bene sia per la tenuta dello spogliatoio, che del campo. Ai ragazzi chiediamo di continuare a dare il massimo e ad onorare dignitosamente la maglietta bianconera. E' il momento per stringersi tutti intorno alla squadra senza fare processi all'intenzione a questo o quel giocatore.” Venafro- Cesenatico sarà diretta dal fischietto abruzzese Alessandro Martelli di Lanciano. AP

Dopo l’ottimo pareggio strappato domenica scorsa a Trivento, l’Olympia Agnonese sarà attesa da un’altra gara difficile: avversaria di turno, anche questa volta, una delle squadre che puntano alla vittoria del campionato. Al “Civitelle” arriva la capolista Jesina che si presenta in terra molisana con un bottino di tredici punti, frutto di quattro vittorie( di cui una conquistata ai danni del Trivento), un pareggio ed una sconfitta maturata nella seconda giornata a Santarcangelo di Romagna. Di contro la squadra di Massimo Agovino, che è una delle imbattute del girone, insegue ancora la prima vittoria stagionale. Il tecnico granata dovrà fare i conti con diverse assenze a cominciare dagli infortunati Scampamorte, Kettlun e Pezone , a Siciliano che in settimana è stato portato in ospedale per problemi renali, e all’indisponibile Pifano. Insomma una brutta tegola per il tecnico campano che dovrà mandare in campo una formazione nuova rispetto a quella che si è ben comportata una settimana fa nel derby. Agnonese- Jesina sarà diretta da Marco Moro di Latina. AP

Le assenze di Galliano, Tomacelli e Sicignano costringeranno il tecnico del Bojano Luciano D’Agostino ad apportare qualche modifica all’undici titolare. La gara di Miglianico rappresenta uno “scontro-salvezza” per i matesini che oggi affrontano una delle dirette concorrenti per la salvezza e lo fanno con l’obiettivo di conquistare la prima vittoria della stagione che potrebbe dare una virata alla classifica deficitaria dei bifernini e soprattutto riportare una ventata di entusiasmo nell’ambiente. Il Bojano proverà tutte le armi a sua disposizione per tentare il colpo in terra abruzzese anche in vista di un calendario “maledetto” che bedrà nelle prossime settimane affrontare nell’ordine tre “big” del girone Teramo, Rimini e Civitanovese. A dirigere l’incontro è stato designato Guido Buonocore di Nola. AP

ECCELLENZA 6^ GIORNATA Campobasso 1919 - Turris Fornelli - VM Santangiolese F. Larino - Monti Dauni Miletto - Aurora Ururi O.Limosano - Montenero Petacciato - Sesto Campano Real Isernia - Vastogirardi Roccasicura - Roccaravindola

A.Della Valle:“La cittadella viola è un capitolo chiuso”

Tv, 8 milioni di spettatori per gli Azzurri

Per i fratelli Della Valle quello della cittadella viola 'e' un capitolo chiuso'. Lo ha annunciato stamane Andrea Della Valle. 'Io e Diego ci siamo stancati di questo ping pong: da due anni abbiamo un progetto pronto, ma c'e' un presidente della Regione che e' stato chiaro quindi noi ci tiriamo indietro', ha aggiunto l'azionista di maggioranza del club viola il quale ha anche attaccato una cosiddetta 'cricca' che sta prendendo di mira la proprieta' della Fiorentina.

Oltre 8 milioni di spettatori per l'Italia di Prandelli.Il match con l'Irlanda del Nord, finito 0-0,ha nettamente vinto la gara degli ascolti. Venerdi' sera e' stato seguito da 8.287.000 telespettatori pari al 30,43% di share. Su Canale 5 'Io canto',condotto da Gerry Scotti, ha ottenuto uno share del 22,46% con 4.992.000 telespettatori. Bene il film 'Ole'' con Massimo Boldi su Italia 1, con 2.728.000 telespettatori (10,69%). Con il 27.82% di share Rai 1 si conferma pero'leader del prime time.

1-3 oggi 15.00 oggi 15.00 oggi 15.00 0-3 oggi 15.00 oggi 15.00 oggi 15.00

21 ANNO III - N° 223 DOMENICA 10 OTTOBRE 2010


S P O RT PALLACANESTRO SERIE B DILETTANTI

Il Nuovo Basket cerca il bis La squadra campobassana, dopo il successo nel derby, proverà a ripetersi nella gara di Ceglie

Il play Gaido

Obiettivo vittoria. Con l’entusiasmo acquisito per l’esordio vincente della prima di campionato, il Nuovo Basket Campobasso è di scena a Ceglie, dove De Falco e compagni cercheranno di dare continuità ai propri risultati. Non sarà un compito semplice per il team allenato da coach Montemurro quello di prendere i due punti, visto che i rivali odierni vogliono riscattarsi dopo l’inopinata battuta d’arresto fatta registrare in quel di Ragusa. La squadra campobassana, durante la settimana, ha lavorato sodo per farsi trovare pronta a questo appuntamento. L’unico giocatore che ha ancora dei problemi fisici è Luigi Sergio, alle prese con un fastidioso infortunio alla caviglia. Molto probabilmente l’ala campana non verrà rischiata in questa occasione, per consentire un recupero migliore da quest’acciacco che lo affligge da quasi venti giorni. Sulla gara contro il Ceglie del termolese De Sanctis e del brasilano Motta, queste sono le riflessioni di Federico Gaston Gaido: “Andremo a Ceglie per vincere. Sappiamo che giocheremo contro una squadra forte ed in un palazzetto molto caldo dove i tifosi si fanno sentire.

Inoltre i nostri avversari vogliono riscattarsi dopo la sconfitta all’esordio contro Ragusa. Ad ogni modo a noi non manca il coraggio e lotteremo per portare a casa un altro successo”. Sulle ambizioni della sua formazione, il giocatore argentino è molto chiaro: “Personalmente non mi pongo alcun limite. Il nostro obiettivo è quello di lavorare giorno per giorno, con la consapevolezza che dobbiamo sempre migliorarci. Non possiamo adagiarci in alcun modo. Con il lavoro duro in palestra, arriveranno anche i risultati. In questo modo potremo contare sempre di più sull’apporto del nostro pubblico”. Nello spogliatoio regna ottimismo. Tutti credono in un possibile successo in terra pugliese, anche se si spera di non dover soffrire come accaduto nell’ultimo quarto contro la Mens Sana. Su quanto accaduto negli ultimi dieci minuti contro i cugini, questo è il Gaido pensiero: “Io penso che la loro rimonta sia dipesa esclusivamente dal fatto che noi eravamo stanchi per tutto quello che avevamo speso in precedenza. Inoltre anche il fattore inesperienza è contato in quel frangente. Alla fine, però, abbiamo fatto quelle due o tre cose che ci hanno consentito di por-

tare a casa il successo. Onestamente noi meritavamo di più di loro la vittoria”. Un’ultima considerazione il giocatore più esperto della squadra la fa proprio sul derby ormai archiviato, dove è stato considerato dagli addetti ai lavori l’MVP della serata: “E’ stata una partita speciale. Ero carico ed è stato un sogno giocare in quel modo. Il merito di quella vittoria è stato della squadra e delle ottime percentuali che abbiamo esibito soprattutto a cavallo dei due tempi. Ma ora dobbiamo guardare avanti e cercare di prendere questi due punti a Ceglie. Sappiamo che ci aspetta una battaglia, ma siamo consapevoli che possiamo fare risultato contro chiunque”. Intanto la società comunica di aver tesserato per la stagione in corso il giovane talento campobassano Giannamarco Sorrentino, classe 1993, che negli anni passati ha giocato nel settore giovanile della Monte Dei Paschi di Siena. L’arrivo di questo giocatore, che nella passata stagione ha anche esordito in serie A con la casacca dei campioni d’Italia, non farà altro che dare maggiore profondità al roster allenato da coach Gianni Montemurro.

La Mens Sana ospita il Capo d’Orlando Dopo l'esordio poco fortunato nel primo turno di regular season, i biancoverdi della Mens Sana ritornano sul parquet del Vazzieri, questa volta nelle vesti di padroni di casa per affrontare l'Upea Capo d'Orlando. La formazione sicula, neopromossa dalla C dil., è una delle pretendenti alla vittoria finale che intende riguadagnare rapidamente le alte sfere nel panorama cestistico nazionale, dalle quali è discesa un paio di anni fa dopo un lungo periodo di splendore in Lega 1. La formazione diretta in panca da Giuseppe Condello si presenta completa in ogni reparto. E' un mix di giocatori esperti di categoria superiore e di giovani di ottimo livello. Diversi sono gli italo argentini presenti fra le sue fila che a Campobasso cercheranno di bissare il successo conquistato agevolmente domenica scorsa, in casa, al Palafantozzi, contro il Cus Bari. L'Upea gioca una pallacanestro molto redditizia, veloce e senza fronzoli. A ritmare "il corri e tira" la coppia stellare Pablo Albertinazzi e Luca Rossi che si avvale di autentiche bocche da fuoco come Caprari e Moccia e dei rimbalzi di Caruso e del siracusano Agosta (domenica a riposo forzato per un problema ad un gomito).

In casa Mens Sana, la settimana è servita per rimettere a posto le tessere del mosaico biancoverde che domenica hanno subito un rimescolamento. Labella, Benassi e Stijepovic hanno riposato e fatto ricorso alle cure sanitarie necessarie per affrontare la seconda metà della settimana completamente ricaricati. Coach Leonetti ha programmato il lavoro cercando di migliorare soprattutto i meccanismi difensivi che nella stracittadina hanno mostrato, specie nel secondo periodo, una porosità eccessiva, rivelatasi letale rendendo inutile l'entusiasmante rimonta dell'ultimo periodo. La società comunica che il match di oggi sarà sponsorizzato dall'azienda La Molisana che sarà presente nell'Arena con uno stand espositivo con i migliori prodotti della tradizione pastaia regionale. Nel corso dell'intervallo lungo, fra il secondo ed il terzo periodo, approfittando della permanenza delle due squadre negli spogliatoi, si terrà una simpatica gara di tiri fra alcuni spettatori scelti a sorte. I vincitori riceveranno delle confezioni di pasta La Molisana. Sarà presente, inoltre, come già accaduto nel corso dei turni eliminatori di Coppa Italia, uno stand curato dall'Associazione

Italiana delle Persone con Sindrome di Down in occasione della giornata nazionale a loro dedicata, sotto l'alto Patronato della Presidenza della Repubblica. La Mens Sana Campobasso promuove tale progetto teso a sensibilizzare le coscienze per una totale integrazione sia in ambito scolastico che sportivo. Presso la biglietteria dell'Arena sarà possibile sottoscrivere l'abbonamento valido per tutte le partite dei biancoverdi al costo di Euro 50, mentre il singolo tagliando sarà rilasciato al costo di 5 Euro. Palla a due alle ore 18.oo sotto la direzione dei sigg.ri FIMIANI LUCA di MONTEFORTE IRPINO (AV) e ROCA GIOVANNI di AVELLINO (AV).

TENNISTAVOLO

Al via l’attività nazionale per il pongismo isernino

Come ormai per tradizione i campionati nazionali di Tennistavolo sono iniziati con le prime trasferte per i colori bianco-celesti. La squadra di serie B Femminile del Lloyd Italico Isernia ha già svolto, infatti, i primi tre incontri in trasferta, vincendone 2 e perdendo solo con la favorita alla vittoria finale Polisportiva Giovanni Castello

Roma. Il primo incontro è stato vinto 4-1 contro il Terni Tennistavolo grazie alle prodezze di Rosaria Mauriello nettamente di livello superiore e dal gradito rientro all’attività nazionale dell’atleta di Castelpetroso Zappitelli Feliciana. Le ragazze del Lloyd Italico, seguite dal tecnico Carmen Buonviaggio, hanno inizialmente tentennato con la Zappitelli che si è fatta sorprendere dall’umbra Miccioni Giulia. Alla scesa in campo della Mauriello e soprattutto dopo la vittoria al quinto set del doppio con la coppia Mauriello-Zappitelli, però, la squadra isernina ha cambiato registro, dilagando e vincendo le ultime due partite di singolo con due netti 3-0. Discorso diverso per il secondo incontro perso con il punteggio di 4-1 contro il Giovanni Castello Roma che ha schierato la n.82 delle classifiche nazionali Galliano Laura e la n.90 Carassia Claudia. Da notare il punto della bandiera ottenuto nel doppio dal duo Mauriello-Zappitelli e l’esordio anche

come atleta della Buonviaggio. Stesso copione del primo incontro, invece, per il match tra il Lloyd Italico e la squadra capitolina del TT Eureka. Le isernine, pur perdendo la prima partita, hanno poi recuperato e vinto con un perentorio 4-1. La classifica attuale, quindi, vede le ragazze del Lloyd Italico Isernia seconde in classifica. Anche la squadra del TT Regione Molise ha ben iniziato il campionato nazionale di serie C1 maschile, battendo 5-3 l’Amatori Caserta. L’incontro, molto avvincente, ha appassionato il numeroso pubblico presente. Grande la prova degli atleti isernini Ciambriello Biagio, Di Leva Daniele e Rinaldi Agostino, mentre tra i campani spicca il nome di Stanzione Francesco. Da notare che i tre punti lasciati dalla Regione Molise al Caserta sono frutto di altrettante partite finite al quinto set. Oggi a partire dalle ore 10,30 presso il Centro Federale di Castelpetroso, il TT Regione Molise Isernia ospiterà il Pozzuoli.


lagazzettadelmolise101010a  

L’OSCAR DEL GIORNO AL COMITATO NO INCENERITORI L’Expò Bier delude le aspettative IL TAPIRO DEL GIORNO A MARIO FRATIPIETRO DISTRIBUZIONE GRAT...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you