Page 1

ANNO IV - N° 130 - MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A SALVATORE MUCCILLI

Tutto pronto per l’inizio del primo corso regionale di formazione per aspiranti ausiliari del traffico. L’assessore alla Polizia locale, Salvatore Muccilli, lo ha presentato ieri nella sede della Protezione civile davanti ai 250 giovani che, in questo modo, potranno avere un’opportunità in più di lavoro. Il programma didattico prevede 30 ore di formazione divisi in 6 moduli da 5 ore ciascuno e una verifica finale. I Comuni potranno così attingere dall’elenco degli idonei per inserirli nell’organico della Polizia locale. Con questa iniziativa, Muccilli conferma la priorità che merita la sicurezza urbana e regala anche una potenziale opportunità di lavoro a diversi giovani: l’oscar del giorno c’è tutto.

Scuole sicure: dalla Regione altri 2,2 milioni di euro Così Gino fa il bravo...

IL TAPIRO DEL GIORNO ALLE POSTE ITALIANE

Le difficoltà negli uffici postali continuano. In questi giorni, infatti, ancora problemi per i dipendenti e la clientela che deve riscuotere la pensione. Il passaggio al nuovo sistema operativo denominato Sdp ha mandato in tilt 72 sedi della provincia di Campobasso causando disagi di rilievo agli utenti: file interminabili e tempi rallentati in tutti gli uffici. Persistono inoltre i problemi per le chiusure contabili di fine giornata ed il più delle volte si procede rimandando all’indomani. Evidenti i disservizi che oggi fanno meritare il nostro tapiro alle Poste.

REGIONE

CAMPOBASSO

CAMPOBASSO

Nucleare: l’assessore ai Beni ambientali invita i cittadini a votare sì al referendum

L’Arma festeggia i suoi 197 anni Ricorrenza celebrata alla caserma ‘Frate’

Giovane aggredisce i sanitari del pronto soccorso: denunciato

A PAG. 2

A PAG. 7

A PAG. 7

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Nucleare, oggi la Consulta decide sul quesito riformulato dalla Cassazione Il nuovo presidente Quaranta si sbilancia: non possiamo bloccare il referendum CAMPOBASSO – Battesimo di fuoco per il nuovo presidente della Corte costituzionale, Alfonso Quaranta. Oggi (o al massimo domani), infatti, i giudici della Consulta dovranno decidere se ammettere o meno il nuovo quesito referendario sul nucleare così come riformulato dalla Cassazione nei giorni scorsi. Ma Quaranta mette subito le mani avanti: “Personalmente, ritengo che non sia nei poteri della Corte bloccare il referendum”, anche se “questa tematica sarà sottoposta all'esame specifico della Corte, che domattina ascolterà le parti, inclusa l’Avvocatura dello Stato per conto del governo, che hanno presentato memorie”. Di contro, l’ufficio centrale elettorale della suprema Corte,

nelle motivazioni, ritiene infatti che le nuove norme del decreto omnibus convertito in legge aprono “nell’immediato al nucleare”. In particolare, l’articolo 5 comma 1 “non esprime solo programmi per il futuro, ma detta regole aventi la forza e l’efficacia di una legge che apre nell’immediato al nucleare (solo apparentemente cancellato dalle dichiarate abrogazioni contenute in un provvedimento che completa le sue stesse revisioni abrogative con una nuova disciplina che conserva e anzi amplia le prospettive e i modi di ricorso alle fonti nucleare di produzione energetica)”. Il termine dei dodici mesi, poi, per la Cassazione “è uno spazio di tempo che non

a caso ripropone il tempo di moratoria contemplata dal decreto legge modificato, rivelando con ciò una costanza di intenti energetici nuclearisti e di tempi di loro realizzazione”. Sul comma 8 dello stesso articolo 5, poi, il decreto Omnibus “non espunge il nucleare dalle scelte energetiche nuovamente disciplinate che era e resta obiettivo della richiesta di referendum” e “il riferimento generico da parte del legislatore alla necessità di diversificazioni delle fonti di energia, include la scelta di fonti nucleari invece escluse dalla volontà referendaria”. Anche sulla base di questa valutazioni, oggi arriva il verdetto della Corte. Finale, si spera. Adimo

L’assessore Di Sandro: un sì per dire no all’atomo in Molise CAMPOBASSO – L’assessore regionale ai Beni ambientali, Filoteo Di Sandro, in vista del referendum, prende una posizione netta contro il nucleare. “Invito i cittadini a recarsi alle urne per far sentire la propria voce indicando un ‘Sì’ per dire no al nucleare, un sì per la salvaguardia dell’equilibrio ambientale, un sì per il proprio futuro non dimenticando che proprio il nostro Molise era stato indicato come area idonea alla realizzazione di un impianto”. A questo proposito, Di Sandro ricorda che “tutti i quesiti riguardano da vicino l’interesse dei cittadini, ma più di ogni altro, avverto l’ importanza di quello concernente l’abbandono definitivo del

2 ANNO IV - N° 130 MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011

piano energetico nucleare”. Per questo “ho presentato e sostenuto l’iter della legge regionale su Molise denuclearizzato approvata lo scorso aprile, all’unanimità, dal Consiglio, che escludeva la possibilità di realizzare impianti nucleari sul nostro territorio”. Ma andare a votare, per Di Sandro, è necessario anche se “il governo centrale ha scelto di accogliere le perplessità legate alla realizzazione e sicurezza di tali impianti ed abbia sospeso il programma nucleare, per allontanare definitivamente il percorso energetico che si era scelto di intraprendere. Negli ultimi anni il peso giuridico-legislativo del referendum – conclude l’assessore – è stato offuscato dal mancato raggiungimento del quorum, credo sia arrivato il momento di recuperarne la valenza ed il significato”.

Alfonso Quaranta

Referendum, i comitati al centrosinistra: non è un voto sul governo CAMPOBASSO – “Sarebbe, secondo noi, un grave errore trasformare il voto referendario in un voto pro o contro il governo Berlusconi”. Anche il comitato referendario “2 Sì per l’acqua bene comune” Molise si unisce alla lettera della sezione nazionale dello stesso comitato e di quello “Vota sì per fermare il nucleare” ai leader dei partiti del centrosinistra. “Oggi il quorum è a portata di mano se riusciamo a mantenere il profilo della campagna referendaria che i comitati hanno condiviso sin dall’inizio – scrivono –. In questi sette giorni, dovremo fare tutti gli sforzi possibili per far capire che acqua e nucleare sono temi che riguardano tutte e tutti a

prescindere dalla propria appartenenza politica perché hanno a che fare con la vita quotidiana, con la salute, con la sicurezza di tutte le italiane e gli italiani. Ci auguriamo, quindi, che i partiti che voi autorevolmente rappresentate – sottolineano i comitati – favoriscano e accompagnino questo processo, radicalmente diverso ed autonomo da ogni percorso che si traduca o possa essere ridotto automaticamente in un voto di schieramento. Per questo i nostri due Comitati, di comune accordo – concludono – hanno intenzione di chiudere la campagna referendaria con mille piazze per essere vicini alla gente e continuare a motivare per andare al voto”.

Bersani: il governo presenti le dimissioni

Vertice Pdl-Lega Alfano: alleanza solida

ROMA – “La maggioranza non è più quella uscita dalle elezioni, siamo al ribaltone e al teatrino della politica. Il governo si presenti dimissionario alla verifica parlamentare perché la maggioranza non c'è più nel Paese e siamo all’assenza di governabilità”. È questa la richiesta che il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, fa al governo.

ROMA – “Il rapporto fra la Lega e Pdl, tra Berlusconi e Bossi è solido”, ha detto Angelino Alfano, segretario designato del Popolo delle libertà, uscendo dal vertice di Arcore tra il Pdl e lo stato maggiore della Lega, al quale hanno partecipato, tra gli altri, Berlusconi, Bossi, Ghedini, i ministri Maroni, Tremonti e Calderoli. L’incontro è durato poco più di tre ore.


PRIMO PIANO Scuole sicure, stanziati altri 2,2 mln Iorio ha firmato il decreto per adeguare agli standard di sicurezza sette edifici di Campobasso CAMPOBASSO – Sono in tutto sette le scuole di Campobasso a cui sono destinati gli oltre 2 milioni e 500mila euro stanziati dalla Regione Molise per l’adeguamento alle norme di sicurezza. I fondi nel decreto, firmato dal commissario delegato per la ricostruzione postterremoto, Michele Iorio, vanno a sommarsi a quelli già stanziati con il decreto n. 79 del 2010 (di circa 320mila euro), sempre destinati agli istituti del capoluogo. Si tratta delle stesse scuole per le quali l’amministrazione Di Bartolomeo aveva chiesto i finanziamenti in modo da adeguarli agli attuali standard di sicurezza come previsto dal decreto commissariale n. 35 del 26 aprile 2005. Ecco in che modo la somma sarà ripartita: scuola dell’infanzia e primaria II circolo via D’Amato (420mila euro); scuola primaria Francesco D’Ovidio piazza della Repubblica (700mila euro); scuola dell’infanzia e primaria IV

Romangnuolo: ma servono altre risorse per le case del cratere circolo via Leopardi (280mila euro); scuola primaria Montini via Scarano (560mila euro); scuola primaria via Crispi II circolo (140mila euro); scuola primaria via Crispi II circolo palazzo Nord (280mila euro); scuola primaria D’Ovidio via Roma (140mila euro). “Si tratta di un importante finanziamento per le scuole della città di Campobasso ha spiegato il consigliere regionale delegato alla ricostruzione, Nicola Romagnuolo - per le quali il sindaco Di Bartolomeo si è battuto fin dall’insediamento per ottenere quei fondi che quasi tutte le sedi scola-

stiche della Provincia avevano già ottenuto. Questo decreto conferma l’attenzione della Regione e della struttura commissariale per continuare il programma relativo alla sicurezza degli edifici scolastici del territorio. C’è stato uno sforzo enorme per il reperimento dei fondi da parte del commissario, Michele Iorio. Allo stesso tempo occorre una risposta forte da parte del governo nazionale per i finanziamenti da destinare alle case inserite nella classe di priorità ‘A’. I progetti esecutivi approvati nei Comuni del cratere e fuori dal cratere ammontano a quasi 60 milioni di euro e quindi occorrono risorse adeguate per ultimare tali interventi. Ci si augura che questa ulteriore richiesta presentata dal presidente Iorio al governo centrale e in attesa di essere soddisfatta, non venga minata, come al solito, da qualche solone che già in passato ha creato solo confusione per l’assegnazione dei fondi”.

ORGANICO DOCENTI

Intanto i tagli preoccupano CAMPOBASSO – Se da un lato la notizia dei fondi per l’adeguamento sismico di altre 7 scuole del capoluogo rallegra, dall’altro persiste ancora il problema dei tagli al personale. E soprattutto come garantire il diritto all’istruzione il prossimo anno, dopo che il Miur ha deciso di ridurre ulteriormente per l’anno scolastico 2011-2012 l’organico con 158 docenti in meno e 126 Ata in meno. Si conferma solo l’organico dell’infanzia pari a 548 posti. Mentre gli insegnanti molisani che nel 2006 erano quasi 5mila scenderanno a 4111 unità. Discorso identico per gli Ata: quelli che lavoravano nelle scuole 5 anni fa superavano abbondantemente le 1900 unità, il prossimo anno si

arriverà a 1414. A questi numeri vanno sottratti altri 39 posti che il Miur intende sottrarre in organico di fatto. “Si tratta – denunciano dalla Flc Cgil - di una vera e propria mattanza! Con questi numeri si sta mettendo in discussione la nostra Costituzione. Preoccupa il silenzio assordante nei confronti della situazione drammatica in cui versa la scuola pubblica molisana. Mentre si sperperano risorse ingenti per sanità, ammortizzatori sociali, presunti interventi di salvataggio di attività industriali, c’è un assordante silenzio nei confronti del sistema formativo regionale, devastato dalle politiche governative e ridotto al lumicino”.

DOTAZIONE ATA NEL MOLISE


REGIONE Batterio killer, Coldiretti rassicura Per i vertici dell’associazione molisana la provenienza di frutta e verdura è certificata e non giustifica il calo delle vendite CAMPOBASSO – La psicosi per il batterio killer ha fatto diminuire i consumi di frutta e verdura. Una perdita economica che la Coldiretti ha stimato in circa 3 milioni di euro al giorno, dovuta al blocco delle importazioni. Dall’associazione del Molise però giungono rassicurazioni per i consumatori sulla sicurezza dei nostri prodotti ortofrutticoli. “Partendo dall’assunto che i nostri prodotti sono sicuri – ha detto il presidente regionale della Coldiretti, Amodio De

Angelis – occorre tuttavia fare immediata chiarezza sull’evoluzione dell’epidemia per superare una psicosi generale che rischia di generare effetti devastanti sia per la salute che per l’economia. Anche per quel che riguarda la nostra realtà – ha osservato De Angelis – abbiamo avvertito degli effetti negativi sulle vendite che, seppur ingiustificati vista la genuinità e sicurezza di ciò che coltiviamo, stanno arrecando danni al comparto”. “Grazie alla battaglia della Coldiretti per la trasparenza

dell’informazione sugli alimenti – ha poi osservato il direttore regionale della Coldiretti, Angelo Milo - è oggi possibile riconoscere su tutti i banchi di mercati, negozi e supermercati la provenienza della frutta e verdura in vendita poiché è in vigore l’obbligo di riportare le informazioni relative all'origine, alla categoria, alla varietà, nonché al prezzo della frutta e verdura messe in vendita sia nel caso di prodotti confezionati che in quelli venduti sfusi”.

Aperture domenicali: si passi da 35 a 12 La proposta di legge del consigliere regionale Romano CAMPOBASSO – Il consigliere regionale di Costruire Democrazia, Massimo Romano, ha presentato una proposta di legge regionale finalizzata a ridurre da 35 a 12 le aperture domenicali dei centri commerciali. L’iniziativa prende le mosse da “un’esigenza segnalata da numerose associazioni, anche cattoliche, nonché da alcuni sindacati e da categorie di commercianti, ho presentato una proposta di legge che contiene il numero delle aperture nel limite massimo di quindici, dodici più la facoltà di chiedere una deroga per non più di ulteriori tre giornate”. Romano, poi, spiega i motivi del suo voto

contrario alla legge numero 20 del 2010: “Consentire le aperture domenicali e festive nel numero di addirittura 37 giornate è un fatto che mortifica gli esercizi commerciali dei centri urbani già duramente provati dalla crisi economica, nonché pregiudica il sacrosanto diritto dei lavoratori a godere del riposo domenicale e festivo da dedicare alle famiglie e soprattutto ai figli. Voglio augurarmi – conclude il presidente di Cd – che il Consiglio approvi immediatamente il provvedimento per rispondere ad un bisogno sempre più impellente di migliaia di commercianti e di migliaia di lavoratori del comparto.”

Campopiano: il Molise non resti indietro CAMPOBASSO – Riceviamo e volentieri pubblichiamo nota dell’avvocato Oreste Campopiano (Regione nuova) sull’attuale situazione politica. “C’è un’aria nuova che percorre il Paese. Una nuova passione civica, la volontà di accorciare le distanze tra cittadini e politica, di identificarsi in una speranza, di sentirsi ascoltati, di contribuire ad un grande progetto di rinascita. E’ un’occasione che l’Italia, e con essa il Molise, non può perdere, anzi deve interpretare e raccogliere. E se qui da noi il segnale delle urne è stato più sfumato, perché nascosto da quel collaudato, quanto perverso, modello che distorce i sistemi di rappresentanza (costituito dall’abnorme proliferazione di liste costruite attorno ad un candidato), si è avvertito comunque il disagio,la stanchezza, il rifiuto di parte dell’ elettorato. Allora in previsione del prossimo, delicato appuntamento autunnale, va fatta qualche riflessione politica. In Molise la logica costruita sul binomio centrodestra/centrosinistra è destinata

a premiare sempre e comunque il primo, vuoi perchè tutto il potere economico e politico è nelle mani di una ristrettissima oligarchia da oltre un decennio, vuoi perchè l’altra sponda non è riuscita ad offrire un modello di governo credibile, condiviso e sopratutto concreto. E allora la partita va giocata su questo terreno, stimolando quel ceto medio che fa opinione e consenso e che più degli altri avverte e raccoglie i segnali di disfacimento del sistema. Occorre avviare un discorso completamente nuovo articolato su due distinti livelli: da un lato, allargando la base del consenso al vasto e diffuso dissenso della parte più libera dell’elettorato moderato, invitandola a scendere in campo, a collaborare, a proporre affinchè nasca dal basso un autentico movimento di popolo; dall’altro lavorando su quell’aggregato politico conosciuto come “polo della Nazione” affinchè in Molise non resti ancorato - contro natura – a quel modello di centrodestra che altrove combattono.


REGIONE Ieri la presentazione del programma: i Comuni potranno attingere dalla graduatoria degli idonei

Ausiliari del traffico, in 250 al corso formativo della Regione L’assessore Muccilli: grande attenzione alla sicurezza urbana e agli operatori CAMPOBASSO – Saranno 250 (in maggioranza giovani) gli aspiranti ausiliari del traffico e della sosta pronti a seguire il primo corso di formazione professionale regionale. Le nuove figure professionali andranno eventualmente a rinforzare gli organici delle Polizie locali dei Comuni, i quali potranno attingere dal relativo elenco nominativo degli idonei. La didattica e le modalità di svolgimento del corso sono state presentato ieri, nella sede della Protezione Civile regionale e alla presenza dell’assessore Salvatore Muccilli, del responsabile del progetto, Domenico Esposito e della coordinatrice, Emilia Petrollini. Il

programma prevede 30 ore di formazione divisi in 6 moduli che da 5 ore ciascuno e una ve-

Regione, Petraroia: qual è la situazione contrattuale dei collaboratori esterni? CAMPOBASSO – Il consigliere regionale del Pd, Petraroia, in una nota inviata all’assessore Muccilli, al direttore generale Francioni e alla Procura della Corte dei Conti, chiede chiarezza sugli “atti per le consulenze in essere con professionisti esterni, contratti di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto, prepensionamento incentivato e rispetto delle normative nazionali sul contenimento della spesa pubblica”. Per Petraroia, “nonostante sia trascorso metà 2011, ad oggi non sono ancora stati assegnati gli obiettivi di risultato ai singoli dirigenti che vantano, tra l’altro, la liquidazione della parte di spettanze legata ai risultati dell’annualità 2010”. Nello specifico, il consigliere democrat chiede “l’elenco nominativo dei dipendenti e dei dirigenti regionali andati in pensione che continuano a prestare attività con altre tipologie contrattuali”, oltre ai “chiarimenti circa la quantità dei co.co.co. e dei co.co.pro, in servizio, l’elenco nominativo del personale che ha usufruito del prepensionamento o dell’incentivo alla rottamazione, con la puntualizzazione circa il rispetto delle vigenti norme nazionali sul contenimento della spesa pubblica, sulla pubblicazione dei rapporti di lavoro sul portale telematico, e sui criteri di reclutamento dei consulenti e collaboratori”. E adesso, si attendono risposte.

rifica finale per valutare il livello di apprendimento con 35 domande a risposta multipla.

Sarà considerato idoneo chi risponderà esattamente ad almeno 30 di esse. Le materie oggetto del corso saranno etica comportamentale, tecniche della comunicazione, elementi di primo soccorso, cenni in ambito turistico, nonché elementi di diritto costituzionale, amministrativo, penale e di ordinamento degli Enti locali. L’insieme di tali conoscenze specifiche, infatti, per questa categoria professionale è richiesto dal ministero dell’Interno che punta ad individuare candidati che siano in possesso di determinate qualità morali, psico-fisiche e di un’adeguata preparazione. In questo senso,

la Regione Molise fornisce il proprio contributo a livello formativo per fornire agli Enti locali personale competente e professionale. Per l’assessore Muccilli, la sicurezza urbana “rappresenta uno spazio fondamentale della sfera della convivenza civica, per cui deve essere rivolta grande attenzione agli attori che vi partecipano a vario titolo”. Questo percorso formativo “vuole contribuire alla realizzazione di un sistema amministrativo sempre più efficiente ed efficace” e “nessuna sfera di intervento deve essere lasciata al caso”. Adimo

Economia debole, la Lembo: “Poche donne nel mercato del lavoro” CAMPOBASSO – La consigliera di Parità, Giuditta Lembo, sulla base dei dati diffusi dalla banca d’Italia, ritiene che “la scarsa partecipazione femminile al mercato

del lavoro rappresenta un fattore cruciale di debolezza del nostro sistema economico, se si tiene conto del fatto che oggi il 60% dei laureati è formato da giovani donne, le quali conseguono il titolo di studio in minor tempo dei loro colleghi maschi, con risultati in media migliori. Ciò avviene non solo nelle tradizionali discipline umanistiche – sottolinea –, ma anche in facoltà più tecniche prima predilette dagli uomini. Eppure – prosegue la consigliera – in Italia l’occupazione femminile è attestata al 46% della popolazione in età da lavoro, venti punti meno di quella maschile”. Inoltre, “le retribuzioni delle donne sono, inoltre, a parità di istruzione ed

esperienza, inferiori del 10% a quelle maschili”. E allora, per invertire questa tendenza la Lembo “ritiene necessario individuare degli strumenti che siano in grado di consentire una migliore conciliazione tra vita e lavoro, unita a una riduzione dei disincentivi impliciti nel regime fiscale con due azioni concrete: incentivi fiscali per quanti assumono donne; detrazioni per le donne (specie se mamme) lavoratrici. Urge una riforma seria – conclude la Lembo – dell’organizzazione del lavoro, una riforma che sappia valorizzare il lavoro, attraverso strumenti, quale il telelavoro, che consentano una migliore conciliazione dei tempi di vita”.


CAMPOBASSO Aggredisce sanitari al Cardarelli, scatta la denuncia Tossicodipendente del capoluogo in escandescenza al Cardarelli finisce nei guai Evasione e percosse aggravate: di questo dovrà rispondere il 32enne tossicodipendente campobassano P.A. Accompagnato al Cardarelli da alcuni operatori sanitari della comunità terapeutica “Red 7 novembre” (presso cui stava scontando gli arresti domiciliari), il giovane – che nel nosocomio locale avrebbe dovuto sostenere degli accertamenti - ha

cominciato a dare in escandescenza, scagliandosi proprio contro questi ultimi prima di darsi alla fuga. Un comportamento che ha richiesto l’intervento dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di via Mazzini, anche se di lì a poco è stato lo stesso ragazzo a ripresentarsi spontaneamente al pronto soccorso cittadino. I militari sono interve-

nuti anche a Lucito, dove i carabinieri di Bojano hanno segnalato alla questura di Campobasso due pregiudicati serbi, il 41enne R.D. e il 40enne R.G., per l’emissione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio. I due, domiciliati a Napoli, si stavano aggirando nel centro abitato con fare sospetto e di fronte al controllo della autorità non hanno fornito valide giustifi-

cazioni circa la loro presenza. A Petacciato, invece, i carabinieri della stazione locale hanno segnalato quali assuntori di sostanze stupefacenti due 26enni di

Santa Croce di Magliano, trovati in possesso si 5 grammi di hashish dalle forze dell’ordine. Formalizzata anche in questo caso la proposta di foglio di via obbligatorio.

Carabinieri: ieri i festeggiamenti La Cattolica all’Itis per le ‘Giornate del volontariato’ per i 197 anni dell’Arma Una ricorrenza solenne e di grande impatto emotivo. Si sono tenute ieri mattina le celebrazioni per i 197 anni dell’Arma dei carabinieri, istituita nel 1814 per decisione di Vittorio Emanuele I di Savoia. L’evento – legato quest’anno ai festeggiamenti per il 150° compleanno dell’Unità nazionale – si

è tenuto a Campobasso presso la caserma ‘E. Frate’, nel cui piazzale, a partire dalle 10 e 30, hanno sfilato militari e mezzi. Nel corso della manifestazione è stato tracciato anche il bilancio dell’attività svolta dalle autorità sul territorio locale. Un compito affidato al generale Gianfranco Rastelli, comandante della Le-

gione Molise, che ha analizzato la situazione sottolineando come gli interventi condotti abbiano portato a risultati estremamente positivi, soprattutto dal punto di vista della diminuzione della criminalità. I dati riferiti all’ultimo anno, in particolare, costituiscono la testimonianza più evidente dell’efficacia dell’arma: diminuzione dei crimini e incremento degli arresti rispetto agli scorsi dodici mesi, sono risultati incontrovertibili. Sicurezza, contrasto ai fenomeni dello spaccio e del consumo di stupefacenti, prevenzione della violenza: sono solo alcune delle problematiche affrontate dal prezioso lavoro dei carabinieri, impegnati ogni giorno per esaudire la richiesta di legalità della comunità e garantire una società migliore. Un servizio che ha contribuito a delineare l’idea di un Corpo più vicino ai cittadini, i quali si affidano in percentuale sempre crescente all’Arma per problematiche di ogni genere ed entità.

Anche la Cattolica di Campobasso, da questa mattina e fino a giovedì, sarà presente alle ‘Giornate del volontariato’ che si svolgeranno all’Itas Pertini di Campobasso. L’associazione “A. Barelli – Amici dell’università Cattolica” allestirà nella hall dell’istituto uno stand informativo, dove sarà possibile ricevere informazioni e incontrare i volontari. Fondata da Armida Barelli nel 1921 l’associazione ha un carattere nazionale promuovendo e sostenendo, in ogni parte d’Italia, l’ateneo del Sacro Cuore. Opera da diversi decenni anche in Molise, organizzando attività di volontariato ospedaliero alla Cattolica e di promozione della salute sul territorio. Collabora con altre realtà per promuovere una cultura illuminata da valori cristiani. Durante la tavola rotonda dedicata al volontariato si parlerà anche degli “Amici della Cattolica” sviluppando il tema “il volontariato che promuove la ricerca e la salute”. Giovedì, poi, gli specialisti della Cattolica parleranno ai giovani dei progressi della medicina e della ricerca scientifica, nell’ambito di un corso di educazione alla salute. E’ prevista la partecipazione di Savino Cannone, Direttore di Sede, e di Antonio d’Aimmo, Dirigente Amministrativo. Il volontariato chiede di potersi sentire parte integrante della comunità, favorendo consapevolmente gli “ultimi”, riconoscendoli come soggetti privilegiati della sua azione. Il suo compito è di sollecitare e promuovere un’attenzione particolare verso le persone povere e bisognose.

7 ANNO IV - N° 130 MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011


CAMPOBASSO Imposta sugli immobili, la riscuote direttamente il Comune Per pagare l’imposta comunale sugli immobili non vanno più utilizzati i bollettini di conto corrente postale intestati all’esatto-

Partiranno oggi, e si concluderanno il 9 giugno, le tre giornate dedicate interamente alla mobilità giovanile, al volontariato e alla conoscenza delle possibilità offerte dalla Commissione Europea grazie alle attività e all’impegno del centro Europe Direct della Provincia di Campobasso, dell’Ufficio scolastico regionale per il Molise e alla collaborazione dell’Itas “Sandro Pertini” del capoluogo regionale. Si tratta di una iniziativa destinata ai dirigenti scolastici e ai docenti referenti della dimensione europea dell’istruzione e dell’associazionismo/volontariato nonché agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. All’Itas Pertini, dalle 9 alle 13 si terrà una serie di incontri dedicati al tema delle ‘giornate europee della mobilità e del volontariato’. Si comincia con un convegno dedicato alle voci della comunità scolastica e associativa, poi sarà il turno delle attività proposte dalle associazioni e dalle scuole locali che saranno opportunamente

rie. A decorrere dal 2011, infatti, l’ici viene riscossa direttamente dal Comune. Il pagamento con il modello

F24 può avvenire in tutti gli uffici postali, gli sportelli bancari e attraverso gli intermediari entratel abilitati. Attraverso l’F24, dunque, il contribuente ha la possibilità di versare con un unico modello, oltre alle imposte erariali (irpef, iva, etc.) e ai contributi previdenziali e assicurativi, anche l' ici, ed inoltre, di compensare l’imposta dovuta con eventuali crediti erariali, previdenziali e assicurativi. Non è consentito il contrario, e cioè compensare eventuali crediti ici con debiti erariali, previdenziali e assicurativi. In ogni caso, per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio tributi del Comune in piazza Cuoco a Campobasso, tel. 0874405449 – 0874405556

Alloggi pubblici, pronto il bando Una lieta notizia per quanti attendevano l’assegnazione degli alloggi d’edilizia residenziale pubblica: il Comune ha infatti pubblicato ieri il bando di concorso per la formazione della graduatoria relativa alla concessione, in locazione semplice, dei suddetti locali, “acquistati, realizzati e recuperati dallo Stato, da Enti pubblici territoriali e dagli II.AA.CC.PP. a totale carico o con il con-

La Provincia da il via alle giornate europee della mobilità Palazzo Magno

pubblicizzate attraverso l’allestimento di alcuni stand visitabili dai docenti e dalle scolaresche. Il tema della mobilità è di certo molto rilevante: la Commissione europea, infatti, sta lavorando ala-

cremente da anni affinché la mobilità giovanile, sia essa dovuta a motivi di studio che di lavoro oppure di esperienza interculturale, divenga sempre più una prassi. Ai più noti programmi comunitari

Youth in Action e Life Long Learning si è aggiunto infatti Youth on the Move lanciato quest’anno a Firenze in occasione della Festa dell’Europa. Secondo la strategia Et2020, infatti, entro il 2020 al-

corso o il contributo dello Stato o della Regione o di Enti pubblici territoriali”. I moduli per la richiesta di partecipazione al concorso possono essere ritirati rivolgendosi allo sportello dell’ufficio alloggi sito in via Cavour n. 5 (dove sarà inoltre possibile reperire le informazioni relative al bando) oppure all’URP di piazza Vittorio Emanuele n. 29.

meno il 50% dei giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni dovrebbe fruire della possibilità di partecipare alle forme di mobilità transfrontaliera in una delle varie fasi del loro percorso formativo. Un obiettivo che potrà essere raggiunto se la mobilità giovanile interesserà ogni anno poco più del 6% degli studenti universitari, il 3,5% di partecipanti a corsi e tirocini professionali, lo 0,5% di studenti della scuola secondaria e poco più dell’1% dei giovani che intendono svolgere un’attività non retribuita all’estero. A questo scopo il centro Europe Direct della Provincia di Campobasso ha confermato il suo impegno e le capacità attivando importanti iniziative secondo le linee guida della Commissione europea. La manifestazione infatti consentirà l’incontro, lo scambio di esperienze, la conoscenza delle opportunità esistenti in tema di mobilità giovanile e valorizzazione dell’apporto quotidiano del mondo scolastico e di quello delle associazioni di volontariato locali.

9 ANNO IV - N° 130 MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 18:58 19:30 20:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta Entratura molisana Un tocco di prosciutto affumicato una piccola muletta una soppressata alcuni cacchi di salsiccia ventricina, a piacere sottaceti (acini d’uva, pera zenghera, peparulesse) e sottoli (carciofini, cipolline, funghi), a piacere olive nere e verdi in salamoia q. b. di olio extravergine d’oliva 4 fette di pane casereccio Mettete i sottaceti per circa 30 minuti in una ciotola con l’acqua, in modo che perdano il sapore forte dell’aceto, quindi sgocciolateli, asciugateli e tagliateli a spicchi. Disponeteli insieme ai sottoli in un piatto da portata, aggiungete le olive e, se vi piace, così come usano ancora oggi fare a San Martino in Pensilis, piselli e fagiolini, lessati in acqua salata e sgocciolati. Condite con un filo d’olio, mescolate e fate insaporire. Affettate gli insaccati così come vuole la tradizione: il prosciutto a tocchi, la soppressata a becco di clarino, la salsiccia e la muletta a fette non troppo sottili e disponeteli in un vassoio. Lasciate intera la ventricina: ognuno se ne servirà direttamente. Gustate quest’antipasto, che racchiude in sé i sapori ed i colori molisani, con fette di pane casereccio. Un antipasto molisano, che racchiude in sé un lungo itinerario gastronomico, legato dal filo rosso della tradizione: dal prosciutto affumicato di Rionero Sannitico alla muletta di Macchiagodena, dalla soppressata di Capracotta alla ventricina di Montenero di Bisaccia, che si esaltano con il sapore acidulo dell’insalata sammartinese. tratta da Molisenda 2010 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

NERILLI Via Monforte, 2 Tel. 0874.311373

SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310

MANZONI (di appoggio) Via Manzoni Alessandro, 89 Tel. 0874.97070

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno D’ABRAMO - Piazza Garibaldi - Tel. 0875.706769

Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 10:20 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02 20:08

Arrivo 09:23 12:15 15:22 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02 22:58

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 13:11 14:04 18:01

Arrivo 07:53 09:22 16:13 17:44 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 17:11 17:40 18:18 21:00

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:10 14:29 17:11 17:29 19:30

Arrivo 08:35 08:35 15:22 16:58 17:30 20:04 20:15 22:26

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35 - 6,15 (festivo) - 6,30 - 7,00 - 7,45 8,05 (anche festivo) - 11,00 (anche festivo) - 12,35 (anche festivo) - 13,45 - 14,10 (anche festivo) - 14,15 - 16,10 - 17,10 (festivo) 17,20 - 18,05 - 19,55 - 20,35 (anche festivo) TERMOLI-CAMPOBASSO 6,10 (anche festivo) - 6,40 - 6,50 - 7,45 8,15 - 8,30 (festivo) - 10,00 - 12,40 - 13,45 - 14,00 (anche festivo) - 14,10 - 16,05 (anche festivo) - 16,20 - 17,10 - 18,40 (anche festivo) - 19,25 - 20,00 - 21,35 (festivo) 22,10 (anche festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 6.30 7.40 9.10 8.05 (anche festivo) 9.15 10.45 14.15 15.25 16.55 17.10 (festivo) 18.20 19.50 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 11.10 12.40 13.50 14.35 (anche festivo) 16.05 17.15 18.30 20.00 21.10 20.05 (festivo) 21.35 22.45 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna

Acquario 21 gen - 19 feb

DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Forse non avete ben capito quale sia il vostro posto all’interno della vostra stessa famiglia e per questo non siete molto popolari. Del resto potreste rimediare in qualche modo e riconquistare la fiducia o l’affetto che provate per la persona che amate o per quelle che vi amano, ed in questo modo creare un nuovo inizio. Toro - Ci sono tanti modi per dimostrare ciò che provate alle persone che avete vicino e dovrete stare attenti a non scegliere quello più sbagliato in quanto tutto potrebbe ritorcersi contro di voi in un baleno e le persone potrebbero poi nel tempo mantenere questa idea sbagliata di voi ed evitare proprio per questo motivo il contatto, di qualsiasi genere. Gemelli - La vostra situazione familiare potrebbe aiutarvi a comprendere molte cose ma soprattutto potrebbe aiutarvi a comprendere il perché di alcuni comportamenti da parte delle persone che dicono di tenerci a voi, nonostante gli obiettivi ostacoli e un obbiettivo comportamento contrario alla disponibilità che invece vi attendereste da queste ultime. Cancro - Non è colpa vostra se tenterete un approccio diverso con una persona che proprio non vuol sentirne di parlare con voi, contrattare o per qualsiasi altra questione di stare con voi, quindi è normale che le proviate tutte se l’altra parte vi interessa davvero. Peccato solo se perderete inutilmente del tempo utile da poter sfruttare magari con qualcun altro. Leone - Le persone sole solitamente più stanno in questa condizione e più vogliono restarci ed è proprio quello che succederà a voi se non muovere un dito o se non proverete a fare quel passo in più verso un’altra persona, per sentirvi vivi e per provare sensazioni che avevate forse ancora scordato. Non abbiate paura di rischiare. Vergine - Non ci sono scusanti per voi se non proverete neppure a capire le ragioni della persona che vi sta affianco e che vi chiede soltanto un po’di tempo per ambientarsi a voi o ad una nuova situazione che per voi non rappresenta un problema, ma magari per qualcun altro si. Avete tutto quello che volete in questa giornata e quindi perché sprecarlo? Bilancia - Le questioni più urgenti che riguardano il vostro lavoro le avete concluse quindi non vi rimane altro da fare se non prendere un pochino più sul serio la vostra posizione sentimentale che è un po’ carente di dialogo. Ci sono questioni da affrontare che sarebbe meglio non dover rimandare ancora a lungo in quanto perderebbero tutto lo slancio per un accordo. Scorpione - Se avete intenzione di vendicarvi di qualche torto subito da parte delle persone a cui volete bene, allora dovreste desistere, poiché soltanto desistendo riuscirete a capire il perché di certi comportamenti. Se invece insisterete, queste stesse persone si indispettiranno e finiranno per non volervi parlare per altro tempo! Sagittario - I vostri impegni potrebbero anche essere rimandati alla luce di alcuni eventi che riguardano non tanto i sentimenti quanto gli affetti sinceri. Un amico o un fratello potrebbe avere bisogno di voi e questo non è certo il momento più adatto per declinare la vostra presenza. Loro per voi ci sono sicuramente stati e quindi non è neppure da voi abbandonare qualcuno. Capricorno - L’impeto non può mai competere con la razionalità e quindi non commettete l’errore di sottovalutare i sentori che il vostro cervello vi ha già mandato una volta. Avreste dovuto ormai imparare la lezione, mentre chi è vicino a voi si aspetta proprio che siate cresciuti e maturati. Raggiungere un altro obiettivo potrebbe sancire la vostra definitiva vittoria. Acquario - Forse non siete ancora pronti per capire le ragioni della persona che avete vicino e che più volte ha tentato di spiegarvi quali siano le questioni che proprio non riesce a sopportare o a prendere in considerazione senza alterarsi. Per questi motivi dovreste essere voi ad andare loro incontro e a non permettere a nessun altro di anticiparvi. Pesci - Ci sono spese impreviste da affrontare e non avete abbastanza liquidità per adempiere a degli impegni che vi eravate assunti. In questi casi potrebbe andare meglio del previsto se sarete sinceri con il vostro creditore forse riuscirete a trovare un accordo e a trovare la soluzione migliore per voi e per loro, senza dover rinunciare ad un sogno o ad un progetto.


ANNO IV - N° 130 - MARTEDÌ 7 GIUGNO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR ALL’AGENZIA DELLE ENTRATE

DETERMINA DETERMINA IN IN BIANCO BIANCO

Facile come un click, sicuro grazie alla tracciatura digitale del messaggio. Comunicare con l’Agenzia delle Entrate di Isernia in modo rapido ed efficace da oggi si può. Infatti, anche la Direzioni provinciale di Isernia dell’Agenzia delle Entrate ha adottato il nuovo servizio di Posta Elettronica Certificata, strumento che consente di inviare e ricevere messaggi di testo ed allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento. L’Agenzia delle Entrate conferma così l’attenzione ad intensificare il dialogo telematico con i contribuenti, puntando sulla semplicità d’uso e sulle garanzie di attendibilità dei contenuti offerte dalla PEC: la posta elettronica certificata semplifica e riduce tempi e costi di esecuzione.

IL TAPIRO DEL GIORNO A POSTE ITALIANE

PIU’ PIU’ TRASPARENTE TRASPARENTE DI DI COSI’! COSI’! Innumerevoli i disservizi che si stanno verificando in questi giorni presso gli uffici postali della provincia di Isernia. Così come in tutta Italia, anche nel territorio pentro molti servizi sono in tilt da mercoledì, a causa di un problema a un software, hanno ricominciato timidamente a funzionare da stamattina. Ma ancora con molte difficoltà, al punto che si sono verificate file interminabili. Ci sono persone che hanno dovuto attendere persino quattro ore per pagare una bolletta. Una situazione che ha fatto scattare l’ira dell’Agcom, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Poste Italiane si scusano e annunciano che i problemi saranno risolti nel minor tempo possibile.

MONTERODUNI

ISERNIA

CASTEL SAN VINCENZO

Giallo sulla morte dell’80enne Spunta un altro testimone

Segnaletica stradale: Il parcheggio dove è vietato parcheggiare

Duro scontro tra il sindaco Domenico Di Cicco e la minoranza comunale

A PAG. 15

A PAG. 14

A PAG. 16

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il documento pubblicato sull’Albo on line ma la pagina è vuota Il sito internet della Provincia

Assunzioni,determina in bianco Svarione del Settore Ambiente della Provincia ISERNIA – Un foglio bianco. Niente di più. Non una frase, una semplice parola. La determina numero 798 del 23 maggio 2011 si commenta da sola, o meglio è incommentabile. Perché? Semplice, perché non c’è scritto nulla. Eppure ci sarebbe da dire e soprattutto da visionare perché la determina in questione ha come oggetto “Selezione pubblica per titoli ed esami per l'assunzione a tempo determinato di 12 collaboratori di vigilanza ambientale part time (18 ore settimanali)”. Documento che, come da regolamento, doveva essere pubblicato sull’Albo Pretorio on line, sul sito internet della Provincia di Isernia. Ed effettivamente così è

stato fatto. Peccato, però, che tutti coloro che non possono recarsi presso l’ente di via Berta ci hanno capito ben poco, visto che una volta cliccato sul link appare, come d’incanto, un enorme paginone bianco. La determina, inoltre, da oggi non sarà nemmeno più visibile su internet. Una volta trascorsi quindici giorni dalla pubblicazione, infatti, i vecchi documenti presenti nell’Albo Pretorio potrebbero essere sostituti con nuovi provvedimenti. Una selezione, dunque, che non ha ottenuto la pubblicità che meritava. Ma come, si parla tanto di disoccupazione e di immobilismo degli enti pubblici, e una volta che c’è la possibilità di assumere ben dodici persone non viene pubblicizzata la determina? E i vertici di via Berta che tanto si stanno adoperando per creare nuovi posti di

lavoro che cosa ne pensano? E’ come trovare una medicina capace di debellare una grave malattia e tenersi il segreto per sé. Un vero e proprio controsenso. Un errore grossolano. Perché di errore si è trattato. Benché ne vogliano dire le malelingue, infatti, sicuramente non si è tentato di nascondere la determina. Una tale manovra sarebbe troppo scontata. Soprattutto alla luce delle critiche che hanno investito il Settore Ambiente e l’assessore al ramo Gino Taccone, aspramente criticato dai consiglieri di Sel, Antonio Sorbo e Marcello Cuzzone e reo, secondo loro, di aver favorito l’assunzione di familiari e compaesani (l’assessore è originario di Sesto Campano). Evviva la trasparenza, dunque. E niente è più trasparente di un foglio completamente bianco.

Un parcheggio dove è vietato parcheggiare paesi, infatti, sono diventati famosi per cose così bizzarre. Mete turistiche molto ambite dagli amanti del web. Ed allora basta recarsi in via Sant’Ippolito (di fronte all’ospedale) dove, in un parcheggio nei pressi del centro commerciale ci sono due segnali, uno sopra l’altro. Il primo indica chiaramente che c’è un parcheggio. Nel secondo, invece, c’è un divieto di sosta. E così il malcapitato automobilista non sa che cosa fare. Parcheggiare o andare via? Un dilemma tutto isernino.

ISERNIA – Una di quelle cose che si vedono solo su internet, sui siti dedicati ai segnali stradali “indecifrabili” e bizzarri. Ma questa volta non serve navigare sul web in cerca di curiosità, né tantomeno recarsi in Australia, paese per eccellenza per quanto riguarda la segnaletica “buffa”. La foto testimonia come anche ad Isernia, in fatto di errori, non sono meno a nessuno. Anche loro ci sanno fare. E forse questo potrebbe essere anche un ottimo modo per pubblicizzare il capoluogo pentro. Molti

14 ANNO IV - N° 130 MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011

Racket, convegno con Tano Grasso

ISERNIA - La giustizia vince con il gioco di squadra. Con questo spirito si giocherà la partita di beneficenza organizzata dalla sezione di Isernia dell’Aiga, l’Associazione italiana giovani avvocati. L’appuntamento è per sabato 11 giugno, a partire dalle 15:30, allo stadio comunale di Miranda, la cui amministrazione ha accolto con interesse l’iniziativa, conferendo anche il patrocinio alla manifestazione. Lo scopo dell’evento è quello di sensibilizzare la cittadinanza a una maggiora vicinanza al sistema giustizia, invitando ad osservare il mondo forense – e più in generale l’ordinamento della giustizia, fatto anche di magistrati e operatori del diritto - con occhi differenti dai soliti luoghi comuni. Solo un rapporto di pura e piena collaborazione tra le anime del mondo giudiziario è in grado di garantire un corretto funzionamento della macchina della giustizia e rendere un servizio nell’interesse della collettività. E una partita di pallone è forse la migliore metafora in grado di trasmettere questo spirito, di cui i giovani avvocati dell’Aiga si fanno portabandiera. La manifestazione prenderà il via l’11 giugno. Dalle 10 (e fino alle 12:30), presso la sala Atene dell’Hotel Europa di Isernia si terrà un convegno imperniato sul tema dell’usura: dalla denuncia al processo penale. Il denaro non può generare denaro: è questo il titolo dell’incontro di approfondimento voluto dall’Aiga con l’apporto tecnico di alcuni “giocatori” magistrati della Nazionale italiana Magistrati, tra cui: Piero Calabrò (tribunale di Monza); Claudio Castelli (presidente Gip tribunale di Milano); Salvatore Dovere (magistrato presso il tribunale di Napoli); Ciro Angelillis (sostituto presso la Procura della Repubblica di Bari). Interverrà all’incontro anche Tano Grasso, presidente onorario della federazione nazionale antiracket.

Acqua, impacchettata la Fontana Fraterna

Computer in tilt Disagi alle Poste

ISERNIA – Il Comitato provinciale “Acqua bene Comune” organizza per domani, alle ore 17:30 in piazza Celestino V un flash mob, azione diretta che interesserà il monumento simbolo della città: “La Fontana Fraterna”. Per protestare contro la privatizzazione dell’acqua sarà impacchettata la fontana delle sette cannelle. Presente Alex Zanotelli.

ISERNIA - I cittadini della provincia, ed in particolar modo i clienti delle Poste, stanno segnalando una serie di disagi infiniti, causati dal non funzionamento dei terminali e dall’assenza della rete che permette ai dipendenti di poter lavorare all’interno dei propri uffici aperti al pubblico.


ISERNIA Morte con giallo a Monteroduni Spunta un nuovo testimone Un uomo ha assistito alla lite tra la vittima e un suo conoscente Ma l’autopsia sembra escludere l’ipotesi dell’aggressione MONTERODUNI. Anziché chiarirsi, con il passare delle ore sembra ingarbugliarsi la vicenda che ruota intorno alla morte di un 80enne di Monteroduni. Nelle ultime ore – si legge sull’agenzia Ansa – è spuntato anche un nuovo testimone. Avrebbe assistito al litigio tra la vittima e il presunto aggressore. A questo testimone l’80enne avrebbe detto anche di essere stato aggredito. Fatto sta che l’ambulanza sarebbe stata chiamata circa due ore dopo questo episodio. Forse anche per questo il procuratore capo di Isernia parla di “caso ancora aperto”. Gli inquirenti della procura pentra e gli inve-

stigatori dell’Arma intendono andare sino in fondo. Anche se i primi risultati dell’autopsia sembrano escludere sia un’aggressione, sia un eventuale errore medico. Queste ultime indiscrezioni non hanno tuttavia trovato né conferme né smentite. Al momento, comunque, non vi sarebbero indagati. Evidentemente si aspetta il risultato definitivo dell’esame autoptico prima di decidere se andare avanti o se archiviare il caso. Il medico legale che lo ha effettuato, Maria Rosaria Aromatario, dell’Università La Sapienza di Roma. Dovrebbe consegnare la sua perizia entro sessanta giorni. I primi risultati

dell’autopsia, effettuata al Veneziale sabato scorso, sono stati accolti con soddisfazione da Fulvio Ciafrei, avvocato di fiducia del presunto aggressore. Il legale isernino invita alla cautela, poiché devono es-

sere ancora degli approfondimenti, ma tutto sommato guarda con fiducia agli sviluppi della vicenda. Cauto ottimismo anche da parte del consulente che affianca Ciafrei, il medico legale Serena Di Giorgio. In attesa dell’esito definitivo, i carabinieri della compagnia di Venafro continuano a ricostruire il puzzle. Attraverso le testimonianze e i documenti raccolti intendono ricostruire le ultime ore di vita dell’anziano deceduto al Santissimo Rosario. Presso il presidio ospedaliero venafrano i militari del comandante Falso hanno ascoltato i medici del pronto soccorso e del reparto

di ortopedia, in qualità di persone informate dei fatti. Ai medici del servizio di emergenza l’anziano disse di essere stato percosso da una persona a lui nota. L’80enne, comunque, morì un paio di giorni dopo, alla vigilia di un intervento al femore che si era fratturato. Da quella dichiarazione rilasciata ai medici del pronto soccorso avrebbe preso spunto l’inchiesta. Sembra che i familiari della vittima abbiano ridimensionato l’accaduto, parlando di una semplice spinta. Ma il legale del presunto aggressore ha avuto già modo di chiarire che tra i due c’è stata solo una discussione verbale.

Castel San Vincenzo, parla Domenico Di Cicco: Iannotta rassegnati, la mia elezione è regolare “Sono legittimato dal voto della maggioranza dei cittadini. Il consigliere Iannotta si rassegni a fare la minoranza”. Il sindaco di Castel San Vincenzo, Domenico Di Cicco, risponde alle accuse dell’opposizione. “Non mi ero certo illuso che l’atteggiamento della consigliera Amelia Iannotta sarebbe cambiato dopo la sonora sconfitta in cui lei e la “sua” lista erano incappate alle recenti Amministrative. Tuttavia mi gratifica, e non poco, essere stato nuovamente indicato dalla maggior parte dei cittadini di Castel San Vincenzo (262 contro i 166 della lista rivale) quale sindaco del paese”. Questa la risposta di Domenico Di Cicco, sindaco del Comune dell’alta Valle del Volturno al consigliere di mi-

noranza Amelia Iannotta, che nel Consiglio comunale di insediamento e sulle pagine della stampa locale ha nuovamente “gridato” all’incompatibilità del primo cittadino. “La consigliera in questione – commenta Di Cicco – prosegue esattamente sulla strada che aveva intrapreso nello scorcio di quella parte di legislatura interrotta dal commissariamento dell’ente. Una strada che si è rivelata ostica e perdente, in quanto la maggior parte dei cittadini, con il loro voto, ha platealmente bocciato l’atteggiamento arrogante e distruttivo portato avanti soprattutto dalla Iannotta. Buona parte della cittadinanza di Castel San Vincenzo, quella che la stessa esponente di opposizione nel Consiglio co-

munale di insediamento ha definito “ignorante”, ha votato per la lista da me capeggiata, dimostrando di preferire la concretezza delle idee ed un clima sociale pacifico e disteso alla belligeranza, all’astio, all’acrimonia e all’intolleranza dimostrata più volte dalla Iannotta. Certo è – conclude il primo cittadino – che quel tipo di politica, fatta di insulti ed atteggiamenti irriguardosi specie nei confronti dei cittadini, è inevitabilmente destinata a soccombere. E non lo dice il sindaco, bensì sono stati 262 cittadini che lo hanno asserito chiaramente, esprimendo il proprio voto per la lista “Insieme per Castel San Vincenzo”. Pertanto, la consigliera Iannotta si rassegni a fare la minoranza”.

Venafro, si insedia il sindaco dei ragazzi

Sessano, Viscione nominato cavaliere

VENAFRO. Domani, alle ore 17.00, presso il Municipio, si insedierà il nuovo Consiglio Comunale dei ragazzi. Si tratta della seconda legislatura per Venafro, dopo la prima tornata elettorale svoltasi nel 2008. La fascia tricolore, fa sapere il presidente del consiglio, Nico Palumbo, sarà assegnata alla studentessa Stefania Argenziano.

SESSANO. Il professor Giulio Viscione, di Sessano, è diventato Cavaliere dell'Ordine "Al merito della Repubblica Italiana". Nato da genitori contadinioperai, dei cinque figli è l'unico fortunato a continuare gli studi superiori nell'ambito delle arti figurative e delle arti applicate".E’ stato preside a Venezia, Spoleto e Terni e Narni.

15 ANNO IV - N° 130 MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011


ISERNIA A Roma e a Napoli premiati i comandanti delle stazioni di Agnone e Forlì del Sannio

“Carabinieri, un esempio di fedeltà” Anche nel capoluogo pentro festeggiato il compleanno dell’Arma

ISERNIA - I valori di Salvo D’Acquisto, carabinieri ucciso dai tedeschi per salvare la vita a centinaia di cittadini innocenti sono ancora oggi presenti in ogni militare dell’Arma, che non solo è un esempio di dedizione è sacrificio al lavoro e alla patria, ma è anche un ottimo padre di famiglia, un marito onesto e leale. Sono queste le parole utilizzate dal comandante provinciale dei Carabinieri di Isernia, Antonio Renzetti, nella 197esima ricorrenza della fondazione dell’Arma, svoltasi in piazza Achille Palmerini, nel quartiere San Lazzaro. Oltre al picchetto d’onore schierato al comando del Tenente Crudo, presenti anche le massime autorità militari, politiche e reli-

16 ANNO IV - N° 130 MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011

giose della provincia. A sfilare nella piazza anche i gonfaloni insigniti al valor militare e civile. A fare da cornice alla bella manifestazione tanti cittadini, tra cui molti bambini delle scuole isernine. In analoghe cerimonie svoltesi a Roma e Napoli, sono stati premiati due comandanti di Stazione dipendenti dal Comando provinciale di Isernia per la professionalità e l’impegno profuso nel lungo periodo di comando che tuttora reggono. Si tratta del comandante della stazione carabinieri di Agnone, il luogotenente Francesco Leomanni ed il maresciallo Domenico Ciardiello, comandante della stazione di Forlì del Sannio.

Al termine della manifestazione sono stati resi noti i dati che hanno caratterizzato l’ultimo anno di lavoro del Comando Provinciale dei Carabinieri. Sono state 67 le persone arrestate, 1.080 denunciate. 57,364 i mezzi controllati, 72,875 le persone identificate, .3,767 le infrazioni al Codice della Strada elevate .Infine sono stati 729 i grammi di droga sequestrati. Tra le operazioni più brillanti vanno ricordate quelle legate al traffico di sostanze stupefacenti, ed in particolar modo l’operazione San Leucio e Market 2. Con l’arresto in totale di 14 persone. Molto importante anche l’operazione antiprostituzione che ha portato all’arresto di tre persone.

Due collesi pedalano per le strade italiane

Grande successo per la festa del ricordo

COLLI A VOLTURNO – Franco Di Pasquale ed Enzo Lepore, due ciclisti si sono avviati in sella alla loro bici alla volta di Verona. I due atleti percorreranno 750 chilometri in diverse tappe sull’Adriatica. Dovrebbero essere a Verona tra domani e giovedì. Una messa alla prova dunque delle proprie capacità e potenzialità.

SCAPOLI – L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Sparacino, ha voluto organizzare per il secondo anno consecutivo l’appuntamento con la giornata regionale del ricordo. Svoltasi lo scorso 29 maggio, la celebrazione ha voluto ricordare il sacrificio di tutti i civili che persero la vita nella seconda guerra mondiale ed i militari del Cil.


TERMOLI La denuncia arriva dalle segreterie provinciali e territoriali della Fials

Carenza di personale nel presidio ospedaliero di Termoli Se perdurerà l'attuale situazione il sindacato eserciterà “ogni diritto, ragione o azione a tutela di tutti i lavoratori e dei cittadini” TERMOLI – Le segreterie provinciale di Campobasso e territoriale di Termoli – Larino, della Federazione Italiana Autonoma Lavoratori in Sanità (FIALS), hanno scritto ai vertici dll'ASReM e della direzione sanitaria dell'Ospedale San Timoteo con la quale denunciano la carenza di personale sia ausiliario sia infermieristico sia tecnico per l’ambito territoriale basso molisano. Mariacristina Magnocavallo e Gianluigi Angelucci fanno presente che si continuano a vivere periodi di grandi incertezze, si ventilano accorpamenti e riduzioni di posti letto di alcune Unità Operative tra Larino -Termoli e la

mancata ridistribuzione del personale provoca comportamenti incerti e contraddittori che si riversano sulla qualità assistenziale sia nei due stabilimenti ospedalieri sia sul territorio. “Nel Presidio Ospedaliero – scrivono i due segretari -, grazie alla scadenza dei contratti a termine, si è creata una situazione di disagio che coinvolge tutti i lavoratori del comparto. Ad oggi la situazione si è notevolmente aggravata in virtù di un invio insufficiente di unità infermieristiche tecniche e di supporto in Strutture che tra circa 10 giorni (inizio periodo estivo) vedranno triplicare il bacino d’utenza, quindi diventerà impossibile

erogare con le attuali risorse qualsiasi tipo di assistenza sanitaria che neanche lontanamente ricordi “i famosi” LEA”. Magnocavallo e Angelucci fanno anche riferimento i piani di turni e ritengono che gli stessi non rispettano le direttive del D.Lgs. 66/2001 tant’è che il personale è costretto a turnare senza avere le dovute ore di riposo. “Alla luce della situazione innanzi evidenziata – scrivono ancora -, preso atto dei rischi e delle conseguenze ipotizzabili quali derivanti dallo stato fisico del personale, logorato dalla necessità di espletamento di ore in straordinario per la copertura dei turni; preso altresì atto delle

I delegati della Fiom discutono sul futuro dello stabilimento termolese TERMOLI – Lo scorso fine settimana si sono riuniti delegate e delegati Fiat Powertrain della Fiom-Cgil di Termoli. Durante l'incontro è stata discussa dell'attuale situazione dello stabilimento di Rivolta del Re e del futuro dell'azienda. “In un contesto socio-economico di crisi come quello italiano – si legge nel documento sindacale, il Piano Industriale della più grande azienda del paese è l’unica garanzia a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori Fiat. E’ poco credibile che Marchionne non abbia idea di quali investimenti fare nell’imminente futuro su alcuni territori (Termoli e altri stabilimenti italiani) e abbia invece chiari progetti finanziari da qui a sei anni in altri Paesi come quello con Chrysler negli Stati Uniti. Quindi si ritiene che la richiesta di un “Piano Industriale” fatta dalla Segreteria Regionale oltre che essere legittima, vada nella giusta direzione per la salvaguardia del futuro anche del nostro territorio. Infatti a Termoli abbiamo da una parte il “Motore” che con la produzione del nuovo twin-air ha perso l’esclusività della produzione del “piccolo ben-

zina”; mentre per il reparto “Cambio”, il vociferato investimento di 25 milioni di euro, rappresenta sì una notizia positiva, ma che da solo non può garantire un durevole futuro produttivo al nostro stabilimento. E' «intollerabile che il governo di uno dei Paesi più industrializzati quale il nostro, sia latitante rispetto agli interessi dei lavoratori italiani. Non è possibile che passi il concetto che nel nostro Paese possa esserci un futuro industriale solo attraverso la repressione dei diritti e la chiusura di intere aree produttive e lavorative”. In chiusura il sindacato fa anche presente che sono due le categorie più colpite: “in Italia solo un giovane su quattro trova occupazione e quasi sempre è precaria; inoltre la crescente inconciliabilità tra lavoro e famiglia, determinata da un “welfare” inadeguato, abbatte inarrestabilmente il tasso di natalità. Dobbiamo essere lungimiranti e deviare da quel futuro di Nazione anziana priva di capacità produttiva…. Non possiamo rassegnarci all’idea di tornare ad essere migranti alla ricerca di lavoro e civiltà altrove!”.

I 99 metodi per vincere al Lotto TERMOLI - Giuseppe Antonelli noto sistemista A.O.S.I. (Albo Oro Sistemistica Italiana) e famoso Lottologo, dopo aver collaborato per anni e anni con le migliori riviste italiane del settore, ha deciso di pubblicare un libro

gravose responsabilità di natura civile e penale insite nella situazione delineata”, invitano e diffidano i destinatari della lettera “il cui impegno si traduce solo in una soluzione temporanea alla continuità assistenziale, per cui é necessario prendere decisioni importanti anche con l’ausilio della Regione per evitare il crollo delle strutture sanitarie basso molisane e provvedere all’immediata soluzione della problematica sopra descritta, dichiarando altresì che, nel perdurare dell’attuale situazione, ci indurrà ad esercitare ogni diritto-ragione-azione a tutela dei diritti di tutti i lavoratori e dei cittadini”.

Ieri sera la messa in suffragio di monsignor Cosmo Francesco Ruppi TERMOLI - La notizia della morte di Mons. Ruppi ha fortemente scosso la comunità diocesana e la coscienza dei singoli fedeli. Il ricordo del Vescovo che ha guidato questa Chiesa locale dal 1980 al 1988 e che portò Giovanni Paolo II a Termoli è ancora vivo nei cuori di tutti. Ieri sera é stata celebrata la S. Messa in suo suffragio. La concelebrazione ha visto la partecipazione di tutti i sacerdoti e religiosi d é stata presieduta dal Vescovo diocesano Monsignor Gianfranco De Luca presso la Cattedrale di Termoli. Tutta la Chiesa diocesana è chiamata a ringraziare il Signore per il dono di questo pastore buono, saggio, forte e generoso per affidarlo alla sua paterna misericordia perché gli doni il premio promesso ai suoi servi fedeli per celebrare in eterno quell’Amore che ha donato e testimoniato in vita.

Presentato il logo per la regata di San Basso TERMOLI. Il prossimo 4 Agosto ci sarà la regata intitolata al patrono San Basso. Gerardo Covella, presidente della sezione di Termoli della Lega Navale, ha indetto un bando di concorso “Disegna il logo per la Regata San Basso”. All'appello hanno risposto molti studenti del Liceo Artistico, coordinati dalla professoressa Ognissanti e con la direzione di preside e vice, Franzese e Barone, presentato molti disegni che son stati sottoposti ad

proprio sul gioco del Lotto e sui suoi lavori. Nel libro ci sono 99 metodi per vincere al gioco del Lotto e viene pubblicato e distribuito on line dalla casa editrice www.lulu.com Il libro viene distribuito in tre versioni: cartaceo, 166 pagine

una giuria. L'elaborato che sarà impresso sul palio è quello realizzato da Roberto Montanaro della IV A. L'annuncio è stato dato in Municipio alla presenza, del sindaco Basso Antonio Di Brino, dell'assessore alla Cultura e Politiche Sociali Michele Cocomazzi, del presidente del Consiglio Comunale Alberto Montano, del dirigente scolastico Antonio Franzese, dal presidente Covella e una rappresentanza della Capitaneria di Porto.

A4 con copertina morbida al prezzo di 16 euro, nel formato e-books a euro 10 e in downlown sempre a 10 euro. Sappiamo che Giuseppe sta già lavorando su un secondo libro dedicato al gioco del Lotto ma nel frattempo ne ha già pub-

blicato ancora uno e di altra natura a cui dopo averlo letto faremo una recensione. Invitiamo gli amici giocatori del Lotto a prendere visione del libro e di paragonare la validità dei metodi di Giuseppe.


TERMOLI La corsa vinta dai Giovani ha vissuti momenti di paura per il ribaltamento di un carro

Carrese, oggi la processione in onore della santa patrona PORTOCANNONE – Non sono preoccupanti le condizioni fisiche dei due giovani rimasti feriti, a seguito del ribaltamento di un carro, durante la carrese disputata domenica. Entrambi fino a ieri erano ricoverati all'Ospedale San Timoteo uno nel reparto di Chirurgia per le fratture riportate ad una costola e al gomito, il secondo in Ortopedia per la frattura di una clavicola. L'incidente ha visto protagonista il carro dei Giovanotti, partito per primo, e che a poche centinaia di metri dal via nell'affrontare una curva ha sbandato rovesciandosi dopo che si era rotto il timone. Tre le persone sbalzate in aria poi pesantemente cadute sul terreno. Attimi di paura perché i tre hanno rischiato di esser travolti dagli altri due carri che erano in competizione. Sono stati bravi i conducenti ad evitare di farli calpestare. “La Beata Vergine Maria SS. di Co-

Due le persone ricoverate in ospedale a Termoli con alcune fratture, ma le loro condizioni non preoccupano stantinopoli, patrona del paese, li ha protetti” le parole a caldo dl sindaco di Portocannone Luigi Mascio che subito si è recato in Ospedale per accertarsi delle condizioni dei due feriti. Per la cronaca la carrese è stata vinta dai Giovani seguiti dai Juvenettil. Oggi il carro vincitore, seguito dagli altri due, porterà in processione l'effige della patrona.

Fermo pesca, la cooperazione Referendum, manifestazione del Si Cobas chiede il recupero dei fondi Il movimento cooperativo chiede al ministro Saverio Romano il recupero di fondi non utilizzati per il settore, attraverso un emendamento, da agganciare al DL “sviluppo”,per sostenere adeguatamente l’attuazione del fermo temporaneo di pesca, indispensabile strumento ecobiologico. Lo rendono noto l’Agci Agrital, la Federcoopesca - Confcooperative e la Lega Pesca, che sottolineano come l’emendamento non preveda alcun aggravio per le casse dello Stato, ma solo una “partita di giro” che fa perno sul fondo di rotazione. Secondo le associazioni l’emendamento potrebbe consentire di destinare all’interruzione temporanea dell’attività di pesca 9 milioni di euro non utilizzati a valere sugli stanziamenti del decreto a sostegno delle imprese di pesca (DM 10 giugno 2010), che si andranno a cumulare ai 13 milioni previsti dal Fondo europeo per il settore (Fep). “Con un plafond di 22 milioni di euro, si può ragionare su una sospensione dell’attività anche di 45 giorni. Le sole risorse comunitarie non consentirebbero, invece, di indennizzare tutte le imprese di pesca, costrette ad una inattività prolungata” concludono i presidenti Buonfiglio (AGCI Agrital), Coccia (Federcoopesca-Confcoopertive), Ianì (Lega Pesca).

Raduno cinofilo a Colletorto e Santa Croce Il Contado del Molise ACSI e il Centro Cinofilo Razze Meridionali (Centro per la selezione funzionale delle antiche razze da lavoro italiane) organizzano il raduno cinofilo non competitivo e al convegno che avranno luogo a Colletorto, il 18 Giugno, e a Santa Croce di Magliano, il 19 Giugno. Ci sarà l’opportunità, in questa occasione, di conoscere meglio le antiche razze da lavoro italiane e in particolare i molossi e i mastini italiani. Per il modulo di adesione, le informazioni utili e il programma completo si può visitare il sito www.ilcontadodelmolise.com.

PORTOCANNONE – Continuano gli incontri per sensibilizzare l'opinione pubblica a partecipare ai referendum e votare sì “all’acqua bene sociale, a tariffe controllate contro la mercificazione dell’acqua, all’ener-

gia pulita per fermare definitivamente l’industria nucleare e di guerra e infine sì alla giustizia sociale contro i privilegi di Stato e dei potenti”. Tra le tante iniziative quella del Si Cobas “Il 12 e 13 Giugno – si

legge nel volantino - quattro sì per l’auto organizzazione sociale - contro i profitti di lobby industriali e finanziarie e lo sperpero delle ricchezze naturali e ambientali a fini privatistici”.

Inaugurato il monumento dedicato a don Giovanni Vecere COLLETORTO - Domenica il Comune e la parrocchia hanno ricordato don Giovanni Vecere inaugurando un artistico busto posizionato dinanzi alla sala polivalente, la “Pia unione”. L’iniziativa è partita da Imola dove don Vecere ha speso il suo ministero sacerdotale per più di 10 anni creando una struttura innovativa per i ragazzi e giovani. Questo il ricordo di don Mario Colavita. “Don Giovanni è stato parroco di Colletorto per 35anni, vi ha lavorato con impegno, gioia e dedizione. Ha messo a disposizione della comunità il suo ingegno e il suo estro, non solo rinnovando la fede ma anche sostenendo le realtà sociali ed economiche del paese. Ha saputo insegnare e vivere da buon sacerdote lavorando per il vangelo e la crescita umana, spirituale e morale dei colletortesi. Si è dato da fare per diffondere la mentalità della cooperativa, così nel 1969 ha messo insieme alcuni produttori di olio e ha fondato la cooperativa-oleificio San Giovanni Battista (oggi conta più di 250 soci) in onore del santo patrono. Nel 1968 gli è venuta la brillante idea di fondare una rivista parrocchiale (innovativa per l’epoca) la buona notizia successivamente chiamata Vita

nostra con l’intento di raggiungere tutti i colletortesi nel mondo. Più di 40anni di storia sono conservate nell’archivio parrocchiale della rivista: matrimoni, battesimi, funerali, prime comunioni, cresime, lauree, eventi sociali e politici possono essere consultati da tutti nel ricco archivio. Oggi Vita Nostra conta circa 1500 abbonati sparsi in tutto il mondo”. Don Giovanni è nato a S.Croce di Magliano il 24 maggio del 1926 è stato ordinato sacerdote a Imola il 3 giugno 1950. I primi anni del suo ministero sacerdotale per i primi 10 anni li ha donati alla chiesa di Imola impegnandosi alacremente attraverso l’animazione con i ragazzi e la creazione di una realtà a cui aveva dato tutte le sue forze ed energie: la Casa del fanciullo, cui è dedicata. Dopo un breve periodo di permanenza, come parroco a Nuova Cliternia, il 22 ottobre del 1966 ha fatto l’ingresso a Colletorto. “In tempi non certo facili per la chiesa cattolica anche in Italia – continua don Colavita -, ricordare figure sacerdotali che hanno lasciato segni positivi nel loro ministero pastorale fa onore alla comunità e alla chiesa stessa. Il sacerdote è essenzialmente l’uomo chiamato alla carità, all’amore, all’abneganzione totale

verso gli altri, perché negli altri vi scorge il volto stesso di Cristo. La carità pastorale è l’indole propria dei sacerdoti nei confronti del popolo affidato. Giovanni Paolo II l’ha definita come dono gratuito dello Spirito Santo e nello stesso tempo compito e appello alla risposta libera e responsabile del presbitero”. Dopo la messa, il vescovo di Termoli-Larino, Gianfranco De Luca, ha inaugurato il monumento a Don Giovanni Vecere in Corso Umberto I, alla presenza del sindaco di Colletorto e alla delegazione del comune di Imola.


ANNO IV - N° 130 - MARTEDÌ 07 GIUGNO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it PRESENTATA IERI L’INIZIATIVA BENEFICA “90’ PER UN SORRISO’ Ieri pomeriggio, presso la sala riunioni del Coni Molise a Campobasso, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della manifestazione a scopo benefico denominata “90’ per un sorriso” che si svolgerà il prossimo 10 giugno, a partire dalle 20.30, presso lo stadio di contrada Selva Piana e che vedrà di fronte la Nazionale Italiana Attori Tv e la Nazionale Italiana Maestri di Sci. La partita servirà per la raccolta fondi a favore del Comitato Italiano Paralimpico del Molise per l'acquisto di attrezzatura sportiva, in particolare carrozzine speciale per far iscrivere la squadra di basket dell'Airino Termoli al campionato nazionale, e per sostenere tutti gli atleti paralimpici che partecipano a campionati nazionali. A PAG. 21

‘SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO’, VINCE LA S. PIETRO E PAOLO La S.Pietro e Paolo di Termoli si aggiudica l’edizione 2011 del “Sei bravo a…Scuola di calcio”, bissando così il successo dello scorso anno. Domenica mattina, presso il campo “Sturzo” di Campobasso si è disputata la finale regionale della manifestazione riservata alla categoria Pulcini. I termolesi, vincitori della fase provinciale di Campobasso, hanno battuto la S.Leucio trionfatrice nella fase provinciale di Isernia. Al cospetto di un caloroso pubblico, composto principalmente dai genitori che hanno fatto sentire a gran voce il proprio sostegno ai ragazzi, la manifestazione ha visto imporsi la S.Pietro e Paolo di Termoli con il punteggio finale di 19-10, risultato che deriva dalla somma dei punteggi accumulati nel corso dei giochi. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

Alcuni under arriveranno dalla Fiorentina, altri dal Genoa. Proseguono i contatti con Corradino

Balistreri, si tratta la comproprietà Il bomber palermitano potrebbe restare a Campobasso: al momento è la priorità Continua a lavorare incessantemente il direttore sportivo del Campobasso Enrico Coscia. Anche se quest’anno, per la prima volta, si è partiti con largo anticipo, il responsabile unico dell’area tecnica non sta tralasciando alcun dettaglio, nell’intenzione di sbagliare il meno possibile soprattutto nell’allestimento della rosa. In questo momento la società è al lavoro per chiudere le residue pendenze con i tesserati della passata stagione. Si stanno effettuando dei colloqui con gli interessati, non solo per archiviare il ‘vecchio’, ma anche in prospettiva futura. Ad ogni modo appare evidente che saranno pochi i riconfermati della passata annata. Soprattutto in virtù delle nuove strategie di programmazione: giovani di qualità e di prospettiva e pochi, ma mirati, innesti di elementi d’esperienza. Neanche i calciatori in età di Lega di proprietà della società sono certi di restare e anche per quest’ultimi bisognerà effettuare delle valutazioni. Gli under, come già riferito, sono stati individuati da Enrico Coscia, ma per ora il direttore sportivo preferisce non fare nomi: ‘E’ evidente che al momento non possiamo far trapelare nulla per il

buon esito delle trattative perché siamo ancora agli inizi di giugno.’ Qualche indicazione, invece, circola sulle società dalle quali potrebbero arrivare gli under. Una di queste sarà sicuramente la Fiorentina, con la quale Coscia ha un rapporto privilegiato. ‘Questo è innegabile – ha continuato il ds – e sicuramente qualche ragazzo arriverà dalla Fiorentina.’ Al momento, però, la Primavera viola è impegnata nelle fasi finali del proprio campionato e le trattative saranno chiuse più avanti. Ottimi rapporti ci sono con il Genoa, ma anche con Juve e Parma. Tra i pochi riconfermati potrebbe esserci Pietro Balistreri. L’attaccante, fortemente voluto dall’ex tecnico Vincenzo Cosco, dovrebbe restare nel capoluogo di regione. ‘L’attenzione al momento – ha dichiarato Coscia – è puntata sulla comproprietà di Balistreri. E’ una scadenza che incombe e pertanto ci stiamo muovendo in tal senso.’ Infine il ds si è detto entusiasta dell’aria che sta respirando nel capoluogo di regione: ‘Sono molto ottimista e soprattutto convinto che la gente recepirà il nostro messaggio.’ Proseguono gli incontri, come ri-

In estate probabile amichevole con i viola

Pietro Balistreri ferito già domenica, con Antonello Corradino che potrebbe tornare a far parte del Campobasso. Da de-

Il ds Coscia cidere in che veste: calciatore, vice allenatore o dirigente le tre ipotesi. mdi

In settimana dovrebbe esserci l’incontro tra la proprietà del Campobasso e l’amministrazione comunale per l’ormai arcinota questione stadio. Come ribadito anche sabato dall’assessore allo sport Colarusso l’amministrazione garantirà i lavori per una capienza di 4000 unità, utile per l’iscrizione, mentre la società vorrebbe una capacità ricettiva maggiore. Anche per poter organizzare eventi. Il primo dovrebbe esserci in estate, durante il periodo dei ritiri. Il Campobasso potrebbe affrontare in amichevole al Selva Piana la Fiorentina, grazie anche all’intercessione di Enrico Coscia che, come noto, ha rapporti diretti con la società dei Della Valle. dim

L’INCHIESTA DI CREMONA

Calcioscommesse, continua ad aggravarsi la posizione di Claudio Furlan

Furlan con la casacca del Campobasso

Si aggrava di in ora in ora la posizione dell’ex portiere del Campobasso Claudio Furlan. La pubblicazione delle intercettazioni rilevano un ruolo chiave del numero uno veneto nella cricca, soprattutto per la sua ‘amicizia fraterna’ con Gianfranco Parlato. Marco Paoloni, inguaiatissimo portiere del Benevento, è in prima linea a organizzare, telefonare e inciuciare coi colleghi per «fare» le partite nel nuovo scandalo scommesse. Questo dice l’inchiesta della procura di Cremona e l’ordinanza del giudice Guido Salvini. Ed è per l’intesa tra il Portogruaro e Claudio Furlan che altri due pezzi da novanta della cricca delle partite truccate quasi esultano, senza sapere di essere intercettati. E’ lui il «mister X» di cui parlano al telefono il pescarese Massimo Erodiani, gestore di sale scommesse, e l’ascolano Gianfranco Parlato, collaboratore del Viareggio. «Poi da domenica prossima... speriamo si fa qualcosa, il mio uomo... il mio uomo fraterno ha firmato con», dice Parlato. «L’ho letto, l’ho letto, Portogruaro», la risposta di Erodiani. Parlato: «A posto quindi». «L’ho letto», ripete Erodiani. La chiosa è di Marco Pirani: «Qui ci sarà da fare alla grandissima», sigilla il dentista anconetano che, con Erodiani stesso e l’ex mediano di Bari e Verona Antonio Bellavista, avrebbe tirato le fila della ghenga. Furlan arriva al Portogruaro lo scorso gennaio, secondo portiere in prestito dal Campobasso. Il

legame con Parlato lo spiega Gianmario Specchia, direttore generale del club del Portogruaro: «Claudio conosce Parlato perché lo stesso Parlato era vice allenatore di Beppe Scienza al Legnano due anni fa, quando Furlan era un tesserato della società. I due probabilmente sono rimasti in contatto anche successivamente». Ha ragione il dg granata, perché il nome del portiere si sovrappone a quello di mister X proprio per una telefonata tra i due, che la procura ascolta. E’l’11 febbraio, Parlato è in auto verso Benevento. Il 13 si gioca Benevento-Viareggio e Erodiani gli ha appena assicurato che la partita è combinata. Lui gira l’informazione all’amico Furlan. Parlato: «Da giù, dove andiamo noi (Benevento, ndr)». Furlan: «Sì». Parlato: «Sono arrivati a noi». Furlan: «Eh». Parlato: «Minchia, a cinque». Furlan: «Oh santo dio». Poi Parlato spiega di non aver partecipato all’organizzazione della combine: «Eh però io son ... son completamente fuori ». E ancora: «No, no, no si sono parlati loro già, non è che tocca a me di arrivare...». La conversazione procede tra salti e mezze frasi, francamente poco comprensibili e rilevanti – si legge sul ‘Corrieredelveneto.it’ . Di sicuro c’è che il portiere jesolano a un certo punto chiede: «Ma, senti. Ma si sono... si sono mossi in maniera pesante o...». Parlato conferma che il «biscotto » tra campani e toscani è pressoché certo. La partita finirà 2-2, come chiesto dagli ammaestratori, che vole-

vano più di tre gol per puntare sull’«over». «Premesso che la giustizia dovrà fare il suo corso, se eventualmente si dovessero accertare delle responsabilità di Furlan, da parte della società sarebbero presi dei provvedimenti nei suoi riguardi». Giusta premessa quella di Specchia. Il portiere viene indicato nell’ordinanza di Salvini come «partecipante e scommettitore» ma non ci sono, nelle carte del giudice, almeno in quelle note, indizi di un ruolo attivo di Furlan all’interno della cricca di «Last Bet». Il dg del Portogruaro oggi – si legge ancora su ‘Corrieredelveneto.it’ – incontrerà il suo giocatore, ma già domenica lo ha sentito al telefono: si è detto «sereno e estraneo ai fatti». Quanto al rapporto dei calciatori granata con le scommesse e con il gioco più in generale, «credo che non ci siano infiltrati all’interno dello spogliatoio - ha chiuso Specchia nell’intervista rilasciata al ‘Corrieredelveneto.it’ -. Noi dirigenti non ci siamo mai accorti di nulla. Questi ragazzi non hanno il vizio del gioco, non giocano nemmeno a briscola! ». Furlan, in sei mesi, ha giocato due partite: Portogruaro-Empoli 0-1 (14 maggio) e Modena-Portogruaro 3-1 sette giorni dopo. In entrambe ha avuto la sufficienza, e contro l’Empoli ha quasi parato un rigore di bomber Coralli. Perché, allora, il «giubilo» telefonico di Erodiani e Parlato alla notizia dell’ingaggio in Laguna? La risposta tocca ai pm.


S P O RT L’APPUNTAMENTO

90’ per un sorriso, ieri la presentazione Ieri pomeriggio, presso la sala riunioni del Coni Molise a Campobasso, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della manifestazione a scopo benefico denominata “90’ per un sorriso” che si svolgerà il prossimo 10 giugno, a partire dalle 20.30, presso lo stadio di contrada Selva Piana e che vedrà di fronte la Nazionale Italiana Attori Tv e la Nazionale Italiana Maestri di Sci.La partita servirà per la raccolta fondi a favore del Comitato Italiano Paralimpico del Molise per l'acquisto di attrezzatura sportiva, in particolare carrozzine speciale per far iscrivere la squadra di basket dell'Airino Termoli al campionato nazionale, e per sostenere tutti gli atleti paralimpici che partecipano a campionati nazionali. I dettagli della manifestazione, che vedrà come ospite d'onore il Gabibbo di Striscia la Notizia che sarà inviato a bordo campo, sono stati illustrati dallo staff promotore con in testa Adriano Iaverone, presidente del Collegio dei Maestri di sci del Molise e ideatore dell'iniziativa e dal presidente del Coni Molise Guido Cavaliere e dal presidente del Cip Molise Donatella Perrella. Presenti al tavolo della conferenza anche l’assessore allo sport del comune di Campobasso Pasquale Colarusso e Anna Favi, responsabile del settore Marketing e Comunicazione del Nuovo Campobasso Calcio. Come ha sottolineato il presidente del Coni Cavaliere si tratta di un evento importante per educare le persone allo sport come mezzo di evoluzione sociale per cui il contributo economico passa in secondo piano. Con questa manifestazione si è aperta una finestra sul mondo delle persone che vivono situazioni di disabilità e questa è l’occasione di mostrare sensibilità e soprattutto di educare a farlo ricordando che la solidarietà non deve essere legata al solo momento particolare ma è un problema da vivere quotidianamente. La presidente del Cip Molise Perrella infatti ha tenuto a ribadire che grazie alla costante vici-

Il tavolo della conferenza nanza degli enti e delle istituzioni la federazione è riuscita nell’intento di far praticare quotidianamente l’attività sportiva a tutti gli atleti disabili, perché questo è il vero, tangibile, segnale di uguaglianza. La macchina organizzativa sta lavorando già da diverso tempo per la buona riuscita della manifestazione che è stata possibile anche grazie al supporto del Comune del capoluogo e del presidente del Campobasso Calcio Ferruccio Capone, attualmente gestore dell’impianto sportivo che ha dato la massima disponibilità per l’utilizzo della struttura. L’incontro di calcio di venerdì sarà preceduto da una esibizione di diverse discipline sportive e dalla presentazione di alcune delle attività svolte sul territorio dal Comitato Italiano Paralimpico del Molise. Durante l’inter-

vallo, inoltre, ci sarà un incontro di rugby delle giovani leve campobassane. Le varie federazioni sportive molisane, inoltre, hanno assicurato la propria presenza con una delegazione proveniente dai vari settori giovanili. I biglietti potranno essere acquistati in prevendita presso “Timberland” e “Fuorigioco”, presso i due centri commerciali nella zona industriale della città e presso il botteghino dello stadio. Il costo del biglietto d’ingresso è di 5 euro, 10 euro per i soci sostenitori e 2 euro, ridotto, per i bambini fino a 12 anni. ANPA

CALCIO A 5 SERIE B

RUGBY

Cimanuno, è il giorno del nuovo allenatore Cataneo

I ragazzi del Vasto in campo al torneo Città di Atessa

Questa mattina,presso la sede di Albanese Perforazioni, in contrada Pesco Farese a Ripalimosani, alle ore 15,30 saranno presentati a stampa e tifosi il nuovo allenatore della Promoservice Cimauno Domenico Cataneo e tutto lo staff tecnico. La società ha stabilito, inoltre, il nuovo assetto interno: Andrea Luciano è il presidente, Sara Iaciofano la vice. Nel ruolo di tesoriere resterà Monica Mastropietro mentre il ruolo di segretario e responsabile marketing e comunicazione sarà Giose Trivisonno che torna così a svolgere un ruolo operativo nel club. Il direttore generale sarà Gilberto Griguoli, il direttore sportivo Massimo Amodio, Ettore Palladino è responsabile del settore giovanile. Infine, Carmine Aceto ricoprirà il ruolo di responsabile area tecnica.

Non era la prima uscita ufficiale, ma un assaggio del rugby che sarà. Cinque componenti del neonato Vasto Rugby sono scesi in campo sabato scorso al primo torneo “Città di Atessa”, competizione rugbistica che ha messo di fronte la formazione di casa e il Tornimparte, compagine della provincia dell’Aquila. Ma fra gli ospiti d’eccezione del torneo c’erano anche i vastesi, gentilmente invitati dai “cugini” di Atessa. Diversi componenti del direttivo e della squadra hanno accettato volentieri di prendere parte a un pomeriggio a tutto rugby. E per cinque componenti degli arciglioni biancorossi c’è stata anche la possibilità di scendere in campo e confrontarsi con quelli che dal prossimo autunno saranno i loro avversari. Nella gara riservata agli under 14, i vastesi hanno potuto schierare i fratelli Pierangelo e Francesco D’Onofrio Pacheco, figli dell’allenatore e vice presidente Massimiliano D’Onofrio. Per Pierangelo c’è stata inoltre la soddisfazione di marcare ben 3 mete e di ricevere i complimenti degli allenatori delle altre squadre. Nel match fra Tornimparte e Atessa, i padroni di casa hanno ospitato in squadra altri tre arciglioni: Massimiliano D’Onofrio è subentrato nel ruolo di mediano di mischia, l’argentino trapiantato a Vasto Maximiliano Romero è stato schierato primo centro, mentre il giovane Marco Acquarola, all’esordio assoluto, ha potuto “assaggiare” il campo nel ruolo di ala. Per tutti loro una medaglia ricordo al termine del torneo e una enorme soddisfazione generale che si è unita alla felicità di un terzo tempo coi fiocchi offerto dall’Atessa rugby nel locale ritrovo degli alpini. Una cena proseguita con canti e balli fino a tarda sera come nella migliore tradizione ovale. Il club ricorda che per informazioni e adesioni alla squadra si possono contattare i numeri 348 8166698 (Massimiliano), 348 3939050 (Mercurio) per la zona di Vasto e 339 6782182 (Stefano) per il Basso Molise oppure scrivere una email all’indirizzo vastorugbyasd@gmail.como visitare la pagina Facebook della società. Per info e contatti con la stampa contattare il 339 Giocatori e direttivo 6782182


S P O RT FIGC – SETTORE GIOVANILE SCOLASTICO

Sei bravo a…scuola di calcio 2011 La S. Pietro e Paolo di Termoli concede il bis

I ragazzi della San Leucio attendono la premiazione Mastrogiacomo e Valente premiano uno dei protaginisti

Momento di fair play dopo la partita

L'aereoplanino dei vincitori

La S.Pietro e Paolo di Termoli si aggiudica l’edizione 2011 del “Sei bravo a…Scuola di calcio”, bissando così il successo dello scorso anno. Domenica mattina, presso il campo “Sturzo” di Campobasso si è disputata la finale regionale della manifestazione riservata alla categoria Pulcini. I termolesi, vincitori della fase provinciale di Campobasso, hanno battuto la S.Leucio trionfatrice nella fase provinciale di Isernia. Al cospetto di un caloroso pubblico, composto principalmente dai genitori che hanno fatto sentire a gran voce il proprio sostegno ai ragazzi, la manifestazione ha visto imporsi la S.Pietro e Paolo di Termoli con il punteggio finale di 19-10, risultato che deriva dalla somma dei punteggi accumulati nel corso dei giochi( esercizi tecnico -tattici che rappresentano il criterio metodologico applicato nei contenuti del programma) oltre che della partita di calcio finale. Anche quest’anno la manifestazione ha riscosso un notevole successo di partecipati: sono state infatti diciassette le scuole calcio qualificate della regione che hanno preso parte alle fasi provinciali. Al

Non vincitori ma comunque felici

di là del risultato finale comunque a vincere sono stati tutti i ragazzi che hanno dato vita ad una mattinata all’insegna dello sport,del divertimento e del sano agonismo: questo infatti è lo spirito che da sempre anima il “Sei bravo a…Scuola di calcio”. Al termine della manifestazione i ragazzi sono stati premiati dal Coordinatore Federale del Settore Giovanile e Scolastico della Figc Molise Luigi Valente il quale ha sottolineato lo spirito con cui è stata portata avanti la manifestazione in questi ultimi anni: “Non abbiamo premiato i ragazzi con una coppa per sottolineare il valore non competitivo del “Sei Bravo a…Scuola di Calcio”, oggi a trionfare sono stati tutti i ragazzi con le loro famiglie che ogni giorno compiono sacrifici enormi per permettere ai loro figli di coltivare la loro passione. Un plauso va anche a tutti i tecnici che si impegnano per formare questi ragazzi dal punto di vista sportivo ma anche umano”. La squadra vincitrice si è guadagnata l’accesso alla finalissima nazionale che ci sarà a Coverciano nei giorni 18 e 19 giugno prossimi.

I vincitori che approdano alla finale di Coverciano


lagazzettadelmolise070611a  

CAMPOBASSO CAMPOBASSO IL TAPIRO DEL GIORNO ALLE POSTE ITALIANE REGIONE L’OSCAR DEL GIORNO A SALVATORE MUCCILLI ANNO IV - N° 130 - MARTEDÌ 07...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you