Page 1

ANNO IV - N° 04 - VENERDÌ 7 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A NICOLA ROMAGNUOLO E LUIGI PARDO TERZANO

Una legge regionale per risarcire i danni e i disagi patiti dalle popolazioni bassomolisane dopo l’interruzione del servizio idrico per la contaminazione dell’acqua dell’invaso del Liscione. I consiglieri, Nicola Romagnuolo e Luigi Pardo Terzano, hanno lanciato la proposta che prevede l’esonero dal pagamento degli importi relativi all’ultimo bimestre di fornitura di acqua potabile nei Comuni di Termoli, Portocannone, San Martino in Pensilis, Larino, Ururi, Campomarino, Guglionesi, Petacciato e Montenero di Bisaccia. Nella speranza che l’iniziativa sia appoggiata dell’intero Consiglio, noi la incoraggiamo con l’oscar del giorno.

IL TAPIRO DEL GIORNO A NICOLA CEFARATTI

Sarà pure provvisoria, ma di disagi alla circolazione la rotonda che si trova tra via Tiberio e via San Lorenzo ne sta creando parecchi. Invece che migliorare la situazione, infatti, quella rotatoria, troppo piccola per essere tale e posizionata non esattamente al centro dell’incrocio, l’ha peggiorata ulteriormete. E di traffico lì ce n’è parecchio a tutte le ore del giorno. Ecco perché oggi, dopo le numerose segnalazioni giunte in redazione, siamo ‘costretti’ ad assegnare all’assessore ai Trasporti e alla Mobilità del Comune di Campobasso, Nicola Cefaratti, il suo primo tapiro del 2011. Sperando che così l’inquilino di palazzo San Giorgio si attivi per risolvere il problema.

REGIONE

REGIONE

CAMPOBASSO

Oggi partono i saldi: consigli utili per la caccia all’affare

Molisani prudenti alla guida. Solo il 3,4% di incidenti per colpa

Volata finale per le nostre primarie. Ancora 48 ore per votare

A PAG. 7

A PAG. 2

A PAG. 5

www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO I dati di Assicurazione.it riguardano le denunce dei sinistri alle compagnie nel 2010

I molisani i più bravi al volante CAMPOBASSO – Sono i molisani i più bravi al volante in Italia. Secondo i dati dell’analista di settore Assicurazione.it, solo il 3,84% degli automobilisti in Molise ha denunciato alla propria compagnia, nel 2010, un incidente per colpa e dovrà quindi cambiare classe di merito nell’Rc Auto. Bene anche i lucani (4,76%) e gli emilanoromagnoli (4,94%). In attesa che le compagnie assicurative recepiscano i suggerimenti dell’Isvap per contenere i rincari dei premi, nei primi giorni del 2011 moltissimi automobilisti italiani dovranno fare i conti con il rinnovo della propria polizza Rc auto. Oltre due milioni e mezzo di conducenti, infatti, stando ai dati resi noti oggi da Assicurazione.it, avendo causato un incidente nel corso dell’ultimo anno, saranno obbligati a cambiare classe di merito. Dalle denunce presentate alle assicurazioni risulta che le categorie professionali che hanno causato il maggior numero di incidenti sono stati i medici (6,70% in calo rispetto al 7,37% dello scorso anno) e gli insegnanti (6,66%). Gli automobilisti più prudenti invece sono risultati i vigili urbani (il 4,65% ha causato un incidente) e i sacerdoti (4,98%). A presentare alle proprie compagnie assicurative il numero più alto di denunce di incidente con colpa, così come nel 2010, sono stati i toscani (7,06%) seguiti da siciliani (6,71%) e pugliesi (6,51%). Sopra alla media nazionale (5,89% degli automobilisti che cambierà classe di merito), anche il numero di denunce per incidente con colpa

presentato in Umbria, Piemonte, Lazio e Liguria, tutti superiori al 6%. Gli automobilisti toscani sono, dunque, i più indisciplinati: Pistoia è la provincia più incline alla guida pericolosa (l’8% dei guidatori dovrà cambiare classe di merito), Grosseto invece è quella più virtuosa (poco più del 6% dovrà aumentare classe). Tuttavia, si annuncia un 2011 nero per le famiglie, con una spesa in più di 1.016 euro per ciascun nucleo. Sono gli alimentari, secondo il rapporto dell’Adusbef, quelli che subiranno i maggiori aumenti, fino a 267 euro a famiglia. Seguono i carburanti, con 131 euro nel corso del 2011. I pendolari e i viaggiatori su treno vedranno la loro spesa di viaggio costare 120 euro in più rispetto al 2010. Poi altri aumenti, come se non bastasse: i prezzi dell’Rc auto cresceranno, secondo Adusbef e Federconsumatori, di 105 euro (+10-12%). Aumenti sono previsti anche per le tariffe autostradali (+2%), per quelle del gas (+7-8%) e della luce (+4-5%), per quelle dei rifuiti (+7-8%) e per l’acqua (+5-6%). L’aumento più consistente in termini percentuali è, però, quello del trasporto pubblico locale (+25/30%). La stangata è servita. Adimo

Solo il 3,4% gli incidenti pe r colpa


PRIMO PIANO Class action, da oggi reperibile la modulistica

L’idv diffida Molise Acque Chiesti 1000 euro di risarcimento danni a testa CAMPOBASSO – Sarà un’azione risarcitoria collettiva nei confronti della pubblica amministrazione. Parte oggi da Montenero di Bisaccia, per allargarsi a tutti i comuni del basso Molise colpiti dall’inquinamento dell’acqua potabile proveniente dall’invaso di Guardialfiera, la class action promossa dall’Italia dei Valori in collaborazione con la Lega consumatori e Arco consumatori. Due le direttrici: la prima, per far ottenere un risarcimento di 1000 euro a quei cittadini che durante le vacanze di Natale hanno subito disagi, non potendo utilizzare l’acqua dei loro rubinetti, e la seconda, forse più importante, riguarda il ripristino del regolare servizio idrico. Questa, in particolare, passerà per una diffida che sarà notificata al Tar lunedì – così come annunciato dall’avvocato Domenico De Angelis – e che coinvolgerà ovviamente il presidente di Molise Acque, Stefano Sabatini.

La faccenda insomma si è complicata, nonostante i tentativi di rassicurare gli utenti sui rischi dei trialometani, i sottoprodotti per la disinfezione dell’acqua sospettati di essere addirittura cancerogeni. Gazebo e banchetti, oltre che apertura al pubblico delle sedi del partito e delle due associazioni di consumatori che si sono attivate, permetteranno di raccogliere le adesioni alla class action da sottoporre al tribunale di Roma che dovrà pronunciarsi sul risarcimento da destinare a tutti coloro che nei giorni scorsi (a che se a Campomarino e Petacciato l’acqua non è ancora tornata potabile, almeno fino a ieri, ndr) hanno speso denaro per l’approvvigionamento. Intanto da oggi nella sede dei dipietristi di via Argentieri a Montenero sarà possibile ricevere assistenza e ottenere la modulistica necessaria per avviare le pratiche risarcitorie. L’iniziativa è stata illustrata nel corso di un incontro a cui hanno partecipato il segretario regionale dell’Idv Pierpaolo Nagni, la presidente del circolo di Montenero, Simona Contucci e l’avvocato Domenico De Angelis, in rappresentanza delle associazioni consumatori coinvolte, nonché segretario provinciale Idv di Campobasso. Assunta Domeneghetti

Stefano Sabatini: strumentalizzazione politica CAMPOBASSO – “I disagi sono stati pesantissimi per tutti, ma si è creato un allarmismo attorno a questa vicenda non giustificabile”. Replica così il presidente di Molise Acque, Stefano Sabatini, che all’Idv e alle due associazioni dei consumatori che hanno avviato una class action e che lunedì diffideranno il vertice dell’azienda regionale, risponde con tono pacato ma fermo: “Non abbiamo visto nessuno di loro venirsi ad informare qui da noi, e penso che stiano strumentalizzando politicamente i risultati delle analisi”. Una precisazione però va fatta subito: i trilometani

riscontrati nei rubinetti degli utenti stanno lentamente calando. Ma i dati di Molise acque non sono uguali a quelli dell’Arpa “tanto che oggi – spiega ancora Sabatini – incroceremo i numeri tra le nostre analisi e quelle dei loro laboratori. Ieri erano di 17 microgrammi per litro. Il limite massimo in Molise è di 30, ma è un livello inferiore a quello di altre regioni”. E questo perché ogni territorio può fissarlo in autonomia. Come se la pericolosità di questi sottoprodotti della disinfezione fosse legata alla regione di appartenenza. Insomma, pur non potendo escludere nulla “faremo tutto il possibile per garantire ai cittadini che episodi come questo non si verifichino più. Ognuno è libero di avviare le azioni che vuole – ha concluso il presidente – ma come ho già detto non è un fatto imputabile all’azienda. Ecco perché chiederemo anche noi una perizia”. AD

Emergenza idrica

Romagnuolo eTerzano: una legge per rimborsare i cittadini La proposta: esonero dal pagamento della bolletta dell’ultimo bimestre CAMPOBASSO – I consiglieri regionali Nicola Romagnuolo e Luigi Pardo Terzano presentano una legge regionale finalizzata al ristoro dei danni e dei disagi patiti dalle popolazioni bassomolisane in seguito dell’interruzione del servizio idrico e per la contaminazione dell’acqua dell’invaso

del Liscione. Il provvedimento dispone l’esonero dal pagamento degli importi relativi all’ultimo bimestre di fornitura di acqua potabile nei Comuni di Termoli, Portocannone, San Martino in Pensilis, Larino, Ururi, Campomarino, Guglionesi, Petacciato e Montenero di Bisaccia. Il benefi-

cio è previsto per i cittadini residenti nei comuni interessati dall’emergenza idrica qualora ricorra una delle seguenti condizioni: appartenenza ad nucleo familiare monoreddito, pensionati con età non inferiore a 65 anni e proprietari di immobili adibiti ad abitazione principale. I

Comuni interessati avrebbero quindi il diritto di rivalersi per i mancati introiti (a causa del ridotto pagamento delle bollette d’acqua) sull’azienda competente nella gestione delle risorse idriche molisane e dell’impianto di potabilizzazione dell’invaso del Liscione. Secondo i due consi-

glieri “la Regione potrà dare una risposta forte alle comunità del basso Molise che hanno dovuto fronteggiare delle spese non indifferenti per rifornirsi di acqua minerale per scopi alimentari. Ci auguriamo che sulla proposta ci sia la condivisione di tutto il Consiglio”.


REGIONE L’Ecodem torna a chiedere l’istituzione del registro regionale dei tumori CAMPOBASSO – L’associazione Ecologisti del Molise torna a chiedere l’istituzione del registro dei tumori della popolazione molisana con una lettera aperta al sindaco di Termoli e a tutte le associazioni interessate. La richiesta arriva in virtù della delibera di giunta regionale 1782 del 2004 con la quale si è dato avvio al progetto attuativo e che si è formalizzata con la sottoscrizione nel 2005 di una convenzione con la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori della Regione Molise e che è stata avviata, in via sperimentale all’ospedale San Timoteo, un’attività di programmazione di archiviazione, trasmissione, elaborazione ed analisi dei dati in conformità alle indicazioni operative della Lilt. Inoltre, c’è da tener conto che per istituire un Registro Regionale dei Tumori sono necessari almeno due anni per produrre un dato scientifico attendibile di incidenza ed almeno dieci anni per un dato strutturato e che è stato proto-

collato un odg (numero 238/10 del 24 novembre scorso) del consigliere, Michele Petraroia, che mira a recuperare l’investimento fatto dalla Regione e dal meritorio e prezioso lavoro svolto dal San Timo-

teo di Termoli e dalla Lilt. Una necessità che è fortemente implementata da uno degli studi più approfonditi realizzato dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l’istituto Don Milani di Termoli che ha rilevato la presenza di ti-

pologie tumorali mai osservate prima, soprattutto nelle zone di San Martino in Pensilis, Guglionesi, Portocannone e nel cordone di comuni che circonda Termoli. Lo studio, riferito al 2006 nella valle del Biferno, conclude testualmente: “Appare critica anche la situazione di Guglionesi (incrementi dei tumori nasali negli uomini e del mieloma multiplo nelle donne, delle malattie respiratorie in entrambi i sessi e del diabete nelle donne) e di San Martino in Pensilis (aumenti della mortalità totale, dei tumori totali, dei linfomi non-Hodgkin e delle malattie respiratorie negli uomini, dei tumori del colon-retto nelle donne). Segnali da approfondire provengono inoltre da Campomarino (tumori polmonari nei due sessi) e Ururi (tumori encefalici negli uomini). A Petacciato e Portocannone, l’elevata mortalità per cause maldefinite suggerisce che la qualità della certificazione necroscopica sia inadeguata. Ce n’è abbastanza, non vi pare?

Oggi la presentazione del video “Commedia rock” girato nel reparto di psichiatria del Cardarelli CAMPOBASSO – Sarà presentato questa sera alle 18, nella tipografia Lampo Palladino Company, in via Colle delle Api a Campobasso (zona industriale), il video “Commedia Rock”, il cortometraggio girato nel reparto di psichiatria dell’ospedale “A. Cardarelli” di Campobasso, ideato dall’asso-

4 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011

ciazione dei pazienti psichiatrici di “Liberamente insieme” di Campobasso. La realizzazione del cortometraggio è stata possibile grazie al progetto contro il pregiudizio associato alla malattia mentale, presentato lo scorso anno dall’associazione dei pazienti psichiatrici di Campobasso “Liberamente Insieme”

all’assessorato alle Politiche Sociali della Regione Molise. Con il finanziamento ricevuto, l’associazione ha realizzato il cortometraggio girato da una regista professionista con musiche composte da uno degli utenti, in collaborazione con la cooperativa sociale “Laboratorio Aperto”. Accanto a questo

evento, si svolgerà l’estrazione della lotteria di Natale, il cui ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di un furgone. Alla serata parteciperanno il vescovo, Giancarlo Maria Bregantini, l’assessore regionale, Angiolina Fusco Perrella, e il direttore del dipartimento di salute mentale di Campobasso, Franco Veltro.

Gas, bollate in lieve calo

CAMPOBASSO - Riduzione delle bollette energetiche in arrivo. Il movimento Consumatori preannuncia un contenimento della spesa per il consumo di gas, grazie all’introduzione di un diverso sistema di calcolo e al concomitante abbassamento del costo del combustibile sui mercati internazionali. Stime parlando di una flessione dello 0,5% sulla bolletta. Parallelamente su richiesta dell’associazione Imprese gas, è stata sospesa dal Tar una delibera dell’autorità Energia concernente il conguaglio del gas. È fatto obbligo per le imprese di accordare la rateizzazione con la medesima cadenze delle bollette. “Tuttavia - commenta Filippo Poleggi, Legautonomie in attesa che si chiarisca la questione, i consumatori che avessero la necessità di concordare delle rate che abbiano la stessa cadenza delle bollette, sono invitati a rivolgersi alle nostre sedi per richiedere informazioni ed assistenza sin dalla presentazione della richiesta, e per pianificare la rateizzazione delle bollette di conguaglio con il proprio gestore”.

Afghanistan, La Russa: “Il lupo ferito reagisce”

Tremonti: la crisi mondiale non è finita

HERAT (Afghanistan) – “Ci attaccano perchè stiamo restituendo zone di territorio agli afgani. È il lupo ferito che cerca di reagire”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa.“Qui siamo in una zona dove i nostri soldati sono riusciti a riconsegnare fette di territorio agli afgani, creando aree di sicurezza attorno ai villaggi. Proprio per questo, le minacce sono quotidiane”.

ROMA – “La crisi non è finita”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. “È come vivere in un videogame – ha detto –. Vedi un mostro, lo combatti, lo vinci, sei rilassato. E invece ne compare un altro, più forte del primo”. Tremonti ha poi aggiunto: “Adesso diciamo che tutto va bene. Ma siamo sicuri?”.


REGIONE Provincia di Campobasso, domenica il nome del vostro leader

Senza le primarie il Partito democratico fallisce Romano: “Rimettiamo insieme il centrosinistra” Ipotesi di allargamento della coalizione al terzo polo CAMPOBASSO - Domenica si concludono le primarie del centrosinistra organizzate dalla Gazzetta. Per altre quarantotto ore sarà possibile votare il candidato presidente per la Provincia di Campobasso, dopodiché annunceremo il vincitore. Solidamente in testa Nicola D’Ascanio, seguito dal tandem composto dal Guerriero sannita Muccio e da Annamaria Macchiarola. Più staccati Massimo Romano e il segretario dell’Idv Molise Nagni. Ad una classifica tutto sommato definita, non corrisponde nessuna chiarezza sugli scenari dell’alleanza

che cercherà la riconferma al vertice dell’ente di via Roma. A che punto è l’assise dei segretari? “Del tavolo non ho avuto più notizie”, dice Massimo Romano che pure avrebbe gradito il ricorso ai gazebo. “Le primarie andavano fatte, promosse da alcuni partiti” dello schieramento. Il motivo del ritardo o della rinuncia però, “andrebbe chiesto a loro”. Sull’ipotesi di un’apertura al terzo polo, il consigliere regionale di Costruire democrazia frena: “Dobbiamo rimettere insieme i pezzi del centrosinistra e poi vedremo le alleanze”, ma una convergenza tra Pd, Idv, Udc e Fli

Perugini: ai molisani dico aprite gli occhi Il presidente del Consiglio provinciale elenca scandali e approssimazioni del governo Iorio

configura “un percorso irto di difficoltà e incertezze”, conclude Romano. Che le primarie andavano fatte è convinzione diffuso tra i democratici. “Abbandonare le primarie significa riconoscere il fallimento del Pd”, certifica Arturo Parisi, già ministro della Difesa e prodiano doc che aggiunge: “Se non vogliamo farci del male dobbiamo farle e farle bene”. Intanto dalla prossima settimana sarà possibile votare il candidato dello schieramento di centrodestra che vorreste quale leader della colazione dirimpettaia. afv

CAMPOBASSO - “A volte credo di essere in una stanza dove si sta proiettando un film, e vedo soprattutto chi è attore ormai da decenni a fare e rifare sempre le stesse battute, gli stessi errori ma pronti a nascondere tutto con le parole, con le interviste e soprattutto con le bugie”. Il presidente del consiglio della Provincia di Campobasso, Carmine Perugini invia una missiva ai cittadini molisani, esortandoli a valutare e registrare l’attività amministrativa dei vari livelli amministrativi. L’affondo è per “Iorio e per la sua impalcatura di centrodestra, ormai governatori da decenni” nonostante il Molise sia “allo sprofondo”. Secondo l’esponente dei socialisti, la giunta regionale deve fare i conti con “la pessima gestione del terremoto. Il denaro devoluto dallo Stato per risanare i paesi del cratere infatti, è finito nelle provincia di Isernia. Chi ne ha beneficiato il terremoto l’ha visto soltanto in tv”, commenta sarcastico Perugini. E poi ancora “il famoso catamarano, costato 8 milioni di euro, il disinteressamento totale riguardo le attività produttive come l’industria, l’agricoltura, il com-

Continuate a votare alle nostre primarie: primariecb@gmail.com

mercio, il turismo, l’artigianato, la pesca e soprattutto sulla situazione penosa, paralizzata dei precari”. Il presidente del consiglio provinciale ripercorre le politiche della giunta Iorio: “la famosa Turbogas, il caso Cosib con il percolato disseminato nei terreni e buttato in mare. La situazione del Basso Molise, dove da anni usiamo l’acqua della diga del Liscione che non è potabile”. Un dossier di responsabilità, a cui vanno aggiunte “le cinquemila torri eoliche, il fotovoltaico, le biomasse, i termovalorizzatori e chissà, forse anche il nucleare”. Ciliegina sulla torta, Perugini rammenta “gli incarichi super pagati a tecnici o esperti (pochi e intimi) che in nulla hanno migliorato questa regione. O il rinnovo di Pierluigi Lepore allo Iacp, pochi giorni dopo il rinvio a giudizio per truffa e abuso d’ufficio”. Un bilancio che, stando al presidente del consiglio provinciale, è “un grosso macigno al collo della nostra amata terra. Se a questo stato delle cose non si reagisce, vorrà dire che questo è il governo che ci meritiamo”.


CAMPOBASSO I consigli delle associazioni dei consumatori per non incorrere in imbrogli

Saldi, regole d’oro per acquisti sicuri Da oggi, anche a Campobasso, è caccia alla migliore offerta. Partono infatti i tanto attesi saldi. Tagli ai prezzi che potrebbero arrivare anche a dimezzare i costi iniziali della merce. Come ogni anno le associazioni dei consumatori invitano i compratori alla prudenza. Non bisogna, infatti, fidarsi troppo dei prodotti venduti a prezzi stracciati. Ecco allora un elenco di regole d’oro per evitare acquisti sbagliati: fare attenzione ai saldi superiori al 50%, potrebbero nascondere fregature, come ad esempio la vendita di merce dell’anno precedente (che ovviamente potrebbe essere ugualmente un buon affare purché il negoziante informi il cliente); la merce a saldo deve essere tenuta separata fisicamente da quella venduta a prezzo pieno; è obbligatorio esporre sul cartellino il vecchio prezzo, la percentuale di sconto ed il prezzo scontato; il consumatore ha diritto di provare i capi, esclusa la biancheria intima; i negozianti sono obbligati ad accettare il pagamento con carte di credito anche con i saldi; in caso di rifiuto non comprate e segnalate il caso per

Scuola: vacanze finite La campanella suona di nuovo per gli studenti molisani Si ricomincia. La Befana, oltre agli ultimi doni, ha lasciato anche una nota di nostalgia nella giornata conclusiva delle festività natalizie: gli studenti molisani, in anticipo rispetto ai “colleghi” delle altre regioni, torneranno infatti questa mattina tra i banchi di scuola. Un rientro che, come sempre, non mancherà di suscitare qualche rammarico, soprattutto tra i più piccoli: i più restii a rinunciare alle lunghe dormite ed ai pomeriggi liberi dall’incombenza dei “temutissimi” compiti a casa. L’Epifania ha infatti chiuso il capitolo-vacanze scolastiche per circa un terzo delle regioni italiane, tra cui il Molise. Istituti riaperti oggi anche in Calabria, Puglia, Abruzzo, Umbria, Sardegna e nel bolzanino, mentre le festività saranno prolungate fino al prossimo lunedì per alunni e studenti di Campania,

Lazio, Sicilia, Basilicata, Toscana, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Veneto, Piemonte e della provincia di Trento. Per chiudere i libri, adesso, allievi e docenti dovranno attendere il prossimo 21 aprile, data prevista per l’inizio delle vacanze pasquali. La prima campanella del 2011 - musi lunghi e risvegli contrariati a parte, che arrivi con un certo anticipo piuttosto che con un modesto ritardo - segna in ogni caso la classica riproposizione di una routine ormai nota, ai genitori quanto ai ragazzi: la a ripresa di un percorso formativo che, in un modo o nell’altro, è anche un cammino di crescita comune, fatto di prospettive e speranze, curiosità ed emozioni, talvolta non esente da difficoltà e delusioni. Lu.a.

iscritto alla società Servizi Interbancari e a un’associazione di consumatori; conservate lo scontrino, perché costituisce prova di acquisto che obbliga il negoziante a sostituire e/o riparare la merce difettosa o “non conforme”, anche in presenza di cartelli con la dicitura che i capi in svendita non si possono cambiare; la garanzia per vizi occulti e per assenza di qualità promessa è dovuta dal venditore anche nelle vendite a saldo ed è di due anni secondo il Codice del Consumo; anche gli acquisti on line prevedono il diritto di recedere, senza alcuna penalità e senza specificare il motivo, entro 10 giorni dall’acquisto, come ogni altra vendita di beni a distanza; per ogni problema, si consiglia di segnalare il fatto al locale comando dei Vigili Urbani o all’assessorato comunale per il commercio, oltre che alle associazioni dei consumatori a voi più vicine; e, infine, fate attenzione all’ “effetto sforamento”: spesso, infatti, si spende più di quanto si crede si stia risparmiando. Utile sarebbe fare una lista degli acquisti in anticipo, e tenerla sott’occhio nel fare compere.

Lotteria Amnesty, oggi l’estrazione Finanziare le attività promosse in tutela dei diritti umani: questo lo scopo della lotteria di raccolta fondi Amnesty International organizzata dalla circoscrizione Abruzzo e Molise e curata, specificatamente per il capoluogo, dal gruppo di Campobasso. Oggi, nei locali della caffetteria equosolidale Morelia, in via Mons. Bologna, ci sarà l’attesa estrazione: cinque i premi in palio,

per un valore complessivo di circa 650 euro. Ai primi due vincitori, infatti, andranno rispettivamente cesti di produzioni tipiche abruzzesi e molisani, al terzo una confezione di articoli del commercio equo e solidale, mentre al quarto una serie di prodotti offerti dall’associazione “Libera”. L’ultimo premio, invece, prevede una serie di oggetti di Amnesty International.

Esorcismo e guarigione, il convegno Informare la collettività sui temi di grande rilevanza spirituale: l’associazione centro di carità “Il buon Samaritano” ha promosso il convegno ad ingresso gratuito sul tema “esorcismo e guarigione”, che si terrà oggi e domani, alle 18,30, nella sala conferenze della protezione civile molisana, in via S. Antonio Abate 236, a Campobasso. La conferenza, che affronterà argomenti quali occulto, magia e spiritismo, sarà tenuta dal reverendo Corrado Maggia. Per informazioni è possibile rivolgersi al numero 349/5640271

7 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011


CAMPOBASSO Cagnolino in difficoltà si ‘rivolge’ ai Carabinieri Potrà sembrare strano ma è tutto vero. Il fatto è avvenuto a Campobasso qualche giorno fa quando, lungo la strada che attraversa la contrada di San Giovanni dei Gelsi, un piccolo cagnolino, un volpino nero, mentre stava correndo lungo il ciglio della carreggiata probabilmente inseguendo l’auto del suo padrone, ha iniziato dapprima a rallentare fino a fermarsi in una aiuola a poca distanza dal posto di blocco di una pattuglia dei carabinieri. Alla vista dei militari il cagnolino ha iniziato a rotolare e a sgambettare sull’erba, forse in cerca di qualche carezza. Improvvisamente, però, sul lato opposto della strada è sopraggiunto un grosso pastore abruzzese che ha iniziato a guardare con fare minaccioso il piccolo, pronto ad aggredirlo. Il volpino, chiaramente impaurito,

ha così ben pensato di scappar via e di fermarsi proprio tra i due carabinieri. Sentendosi protetto ha iniziato ad abbaiare contro l’altro cane che a quel punto si è allontanato. Scampato il pericolo, il vol-

pino ha iniziato a scodinzolare, forse perché grato ai militari che gli hanno fatto da scudo, fino ad allontanarsi. Increduli i due carabinieri ed i passanti che hanno assistito alla scena.

La Befana arriva dalla chiesa di Vazzieri Anche al sindaco dolci e carbone La tradizione della Befana si consuma ormai da anni. Le piazze italiane si trasformano e si animano di vocine, quelle dei più piccoli che si precipitano giù dal letto per correre a vedere cosa contiene di buono la calza, appesa davanti ad un caminetto o magari al termosifone e poi di corsa tutti insieme con mamma, papà e fratelli al seguito, nelle piazze ad attendere l’arrivo della Befana. Anche a Campobasso dinanzi alla “Mater Ecclesia” la Befana è scesa appesa ad una corda dal tetto della Chiesa. Cappello a punta, scarpe rotte e la sua mitica scopa di faggina. Durante la discesa caramelle a volontà e, una volta a terra, calze colme di dolciumi per tutti. Si sa la “Festa della Befana” è una delle tipiche feste italiane più apprezzate e più attese dai bambini. Come per le altre ricorrenze anche per l’Epifania le origini nascono in tempi assai remoti.

“Siamo tutti bisognosi, chi più, chi meno, ma tutti abbiamo bisogno di qualcosa”. Padre Antonio del Convento di San Giovanni a Campobasso lo sa bene, perché lui la povertà la conosce. “Vengo da Napoli, dai quartieri Spagnoli e lì la povertà si mostra in tutte le sue più svariate angolature.” E proprio perché il “povero non ha niente e niente chiede, è bello donargli qualcosa senza chiedere nulla

Anticamente la dodicesima notte dopo il Natale, dopo il solstizio invernale, si celebrava la morte e la rinascita della natura, tramite la figura di Madre Natura. La notte tra il 5 e il 6 gennaio, Madre Natura stanca per aver donato tutte le sue energie durante l’anno trascorso appariva come una vecchia strega che volava nei cieli a cavallo di una scopa. Ormai secca era pronta per morire e rinascere l’anno successivo. Ma cosa importante, prima di lasciare la vita terrena, dispensava durante i suoi voli, dolci e doni a tutti, in modo da piantare i semi che sarebbero poi nati durante l’anno. Con l’Epifania si concludono anche i festeggiamenti legati al Natale, “ tutte le feste porta via” recita uno dei tipici ritornelli. E da oggi anche le scuole aprono i cancelli ai ragazzi ,che terminata la pacchia, riprendono un po’ a fatica le attività scolastiche. Tutto torna alla normale ma irrinunciabile quotidianità. Cafe

Coralbo: “In piazza Prefettura il Capodanno della mortificazione” Un Natale spento. Un capodanno sottotono. Michele Coralbo, consigliere comunale di Costruire Democrazia, muove critiche piuttosto dure alla programmazione culturale ideata dall’amministrazione di Palazzo San Giorgio in occasione delle ultime festività natalizie: “Si è consumata la disfatta della politica del governo cittadino – ha detto Coralbo - ed in modo particolare la mortificazione della programmazione culturale, figlia di un immobilismo pressoché totale, nonostante le circa dieci convocazioni dell’apposita commissione nel solo mese di dicembre. La Giunta comunale – ha continuato l’esponente di Cd – ha voluto dare la sferzata finale alla programmazione culturale con l’organizzazione del concerto in piazza Prefettura, un evento seguito da un numero esiguo di persone, ma costato ai cittadini ben 14mila euro: soldi che, al contrario, avrebbero potuto essere impiegati per potenziare i servizi dell’assessorato alla pubblica istruzione e contribuire all’acquisto di materiali di consumo e materiali per l’igiene personale affinché nelle scuole si potesse svolgere regolarmente ogni attività didattica”. Una richiesta presente nella mozione inerente ai servizi a domanda individuale che il gruppo Costruire Democrazia aveva presentato nell’ambito dell’ultimo consiglio, ma non approvata dalla maggioranza. “L’ assessorato – continua Coralbo - sta vagliando inoltre l’ipotesi di trasformare il servizio scuolabus, oggi gratuito, in un servizio a pagamento, mettendo ovviamente le mani nelle tasche delle famiglie campobassane. Viene da chiedersi, a questo punto, se è più giusto sponsorizzare un evento a cui hanno preso parte 30 persone e penalizzare centinaia di famiglie nel diritto allo studio dei loro bambini. E’necessario un repentino cambio di rotta, rivedendo strutturazione e organizzazione delle commissioni, riducendole nel numero e definendo compiti, responsabilità e obiettivi”.

Il consigliere di Cd attacca la programmazione culturale dell’amministrazione Di Bartolomeo

La cena al Convento in cambio” ci spiega Padre Antonio durante i preparativi della cena per i poveri che ormai si ripete da ben quattro anni. Quest’anno saremo in novanta, anche di religioni diverse. C’ è anche qualche marocchino e così niente carne di maiale in tavola, per non offendere la re-

ligione di nessuno. Pensa proprio a tutto Padre Antonio anche a colorare la sala e ad addobbare la tavola con stelle dorate e tovaglie rosse. Sempre presenti le sue collaboratrici che instancabilmente cucinano e preparano le portate e poi c’è la musica dal vivo ma anche re-

gali per la tombola. È commosso Padre Antonio “C’è una grossa differenza, ormai, nella società contemporanea, c’è il vero ricco e il vero povero, non esiste più una via di mezzo, o sei ricco o sei povero”. Ma alla cena del Convento non c’è differenza c’è un posto per tutti a tavola e nel

cuore e un’amicizia che dura anche in seguito. Prima di mangiare Monsignor Bregantini ha officiato la Santa Messa e poi tutti a Tavola! Ed è bello immaginare che, magari, solo per quella sera, solo per un attimo, non c’erano differenze sociali, economiche, senza storie alle spalle, solo un tavolo lungo colorato con tanti amici che ti scaldano il cuore. C.F.


SPETTACOLI In Molise il corso, per 20 persone, tenuto da Fipe, Silb e Confcommercio

C’era una volta il buttafuori Dalla prossima stagione solo chi è iscritto nell’elenco prefettizio potrà lavorare

di Charles N. Papa Sempre più importante la sicurezza nei locali, la gestione delle situazioni violente o inaspettate. Sino ad oggi tutto ciò è gestito dai cosiddetti buttafuori, non sarà più così dalla prossima stagione invernale. Una circoolare del Ministero infatti, posticipa i termini che scadevano il 31 dicembre 2010: DM 17 dicembre 2010: proroga al 30 giugno 2011 del termine per l’impiego del personale addetto ai servizi di controllo nelle attività di trattenimento e spettacolo. Chia-

rimenti del Ministero dell’Interno sull’applicazione del D.M. 6 ottobre 2009. Causa, molte regioni in ritardo con la preparazione dei corsi. Per questo motivo, Fipe, Silb, il Ministro Maroni, d’intesa, hanno spostato i termini. Chi alla data del 6 ottobre 2009 (entrata in vigore del Decreto) già espletava il controllo all’interno dei locali da ballo senza l’iscrizione all’elenco prefettizio, può continuare a farlo sino al 30 giugno 2011, chi invece vuole iniziare questo lavoro, dovrà adeguarsi ai nuovi adempi-

FLASH

CAMPOBASSO - Alle battute finali la mostra “Campobasso fuori le mura” allestita presso la Città nella città. Buon riscontro di pubblico per l’esposizione ideata dall’associaizone Noidea. Quaranta i lavori di Camera chiara e Sei torri. La mostra si potrà visitare sino all’11 gennaio dalle 16.00 alle 20.00, neib festivi 11.00-13.00 e 16.00-20.00, altre info 3932057151.

10 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011

menti. Dunque, finalmente un giro di vite deciso, che fissa paletti importanti nell’ambito dell’improvvisazione di ruoli non propri. Ma la circolare del Ministero specifa inoltre: “Devono ritenersi, invece, essenzialmente esclusi dall’ambito di applicazione del provvedimento i pubblici esercizi in generale, dove non si svolge ordinariamente attività di intrattenimento e/o spettacolo.” Ne consegue che lo svolgimento in modo estemporaneo di tali attività da parte di pubblici esercizi non comporta l’obbligo di utilizzare detto personale. Per i cinema, i teatri, i parchi di divertimento e lo spettacolo viaggiante in considerazione del loro minore impatto per l’ordine e per la sicurezza pubblica, dovrà essere iscritto nell’elenco prefettizio solo il personale a cui sono attribuiti compiti di responsabilità in sala e coordinamento delle maschere o degli addetti ai servizi di accoglienza e assistenza”. In Molise il corso, tenuto da Fipe, Silb e Confcommercio, terminerà la settimana prossima. la formazione ha, per 180 ore, 20 professionisti pronti alla nuova figutra della notte.

Cavern, 10 anni di musica RIPALIMOSANI - Dieci anni di musica, concerti, di affetto dei numerosi fan che la band dei Cavern ha sparsi per il Molise e non solo. Q u e s t a sera al Blue Note il compleanno della band sarà per tutti coloro che li hanno seguiti sempre con affetto a dedizione. Dalle 21.00, e la puntualità degli invitati è richiesta a gran voce dalla band, la serata si svilupperà in un clima di allegria e di regali che i quattro musicisti certamente riceveranno.

Dieci anni fa Cristiano, Damiano, Christian ed Emiliano, hanno deciso di scommettere su un nuovo progetto music a l e , alternando le esperienze che ognuno di loro aveva già in altri gruppi. La scelta musicale vira sul brit pop, quello british che oggi è sempre più accattivante, con variazioni a stelle e strisce, dunque dai Beatles, Doors, Oasis, Verve, Rolling Stones, a Elvis Presley e a tutto il rock dagli anni ‘50. Altre info 087439530.

Cordisco & Jazz Hustlers

CAMPOBASSO - Questa sera al Dopolavoro ferroviario il cartellone “Young Dlf, voglia ‘e sunà” prevede il concerto di Daniele Cordisco in terzetto con Daniele Basirico e Giovanni Campanella, the Jazz Hustlers. Il cartellone è dedicato al compianto Pippo Tiberio. L’ingresso è riservato ai soli tesserati. Inizio previsto per le ore 21.30. Altre info 3495307315.

Appuntamenti Sabato 8 gennaio al teatro Savoia, l’associazione Amici della musica presenta alle 21.00 il concerto dell’orchestra sinfonica dell’Hermitage di San Pietroburgo. A Campobasso presso l’enoteca Vinalia, in via Mazzini, prosegue (sino al 10) la mostra fotografica di Poalo Sapio. A Guglionesi la stagione Atam il 14 mette in scena “L’innocente” con Ivana Monti. La stagione teatrale al teatro comunale di Bojano, prevede lunedì 17 alle 21.00 “Pirandello, personaggio e scrittore” con Silvia Siravo, Raffaello Lombardi, Paola Cerimele (foto) e Lino D’Ambrosio.

Amy Winehouse, nuovi brani nei live in Brasile

Il 2011 sarà l'anno di Lady Gaga?

A più di quattro anni dalla pubblicazione di “Back To Black“, cresce l’attesa per il rilascio del nuovo album di inediti di Amy Winehouse.Sembra che la Winehouse abbia deciso di far debuttare il nuovo materiale in occasione del suo ritonro ai concerti previsto in questo mese in Brasile, il primo concerto completo dal 2008.

Una cosa è certa: nel 2011 si presenterà un bivio non di poco conto nella carriera di Lady Gaga. L'uscita di "Born This Way" il prossimo 23 maggio potrebbe sancire l'effettiva conferma di Lady Gaga a superstar e icona pop internazionale oppure, se le cose non dovessero andare per il meglio, si scioglierà alla velocità con cui tutto il baillamme mediatico l'ha effettivamente spinto.


ANNO IV - N° 04 - VENERDÌ 7 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it L’OSCAR DEL GIORNO ALLA PRO LOCO

Un ricco cartellone di manifestazioni natalizie, con a disposizione un budget esiguo. È questo il merito della Pro Loco di Isernia. L’Epifania, si sa, tutte le feste porta via. Ma con l’addio ai festeggiamenti arriva il momento dei bilanci. Un bilancio senz’altro positivo per la città di Isernia. Tanti gli eventi conclusosi ieri con la gara podistica “Corri con la befana”. Competizione alla quale hanno preso tantissimi cittadini e, arrivata alla sua seconda edizione, la manifestazione è già diventata un evento clou per gli sportivi e per tutti coloro che hanno voluto trascorrere una mattinata diversa. Ma in questi giorni molteplici sono stati gli appuntamenti.

IL TAPIRO DEL GIORNO ALLA GEOMECCANICA

Ieri l’Ittierre, oggi la Geomeccanica. Un’azienda che fino a qualche anno fa rappresentava un esempio di produttività è fallita. Con lei se ne va l’ultimo baluardo di un nucleo industriale, quello di Isernia-Venafro, che ormai è alla corda. Il Tribunale pentro nei giorni scorsi non ha accettato il concordato preventivo proposto dalla proprietà. E così, dopo un anno di tira e molla e di speranza per gli oltre settanta operai. Mesi di parole e di promesse che poi non hanno avuto nessun seguito. Ora i dipendenti, o gli ex dipendenti, si sentono abbandonati. A nulla ora servono le rassicurazioni. La Geomeccanica è fallita e gli operai sono senza lavoro. A loro non resta che sperare negli ammortizzatori sociali.

Solo carbone per Ittierre e Geomeccanica VENAFRO

CARABINIERI

MUSICA

Lettere diffamatorie ricevute da dieci politici di centrodestra

Tenta il furto in un’azienda di Pozzilli, arrestato un operaio

Il notaio Gamberale ci prende gusto e incide l’inno alla provincia

A PAG 15

A PAG. 15

A PAG. 15

www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Se gli operai dell’azienda tessile continuano a sperare, per quelli della Geomeccanica è crisi nera

Ittierre e Geomeccanica la Befana non porta più regali

Niente dolcetti per gli operai di Ittierre e Geomeccanica ma solo tanto carbone. Un carbone che proprio non si meritavano ma che è arrivato comunque. E se gli ottocento dipendenti della Ittierre possono ancora sperare in un fu-

turo migliore e in una Befana più ricca (magari già il prossimo anno), per gli ottanta lavoratori (o ex) della Geomeccanica di Venafro sembra non esserci più nulla da fare. Siamo alle solite. Quando tutto sembra ormai concluso ecco

che accade l’impensabile e la trattativa si blocca. Stesso copione ieri a Roma, presso la sede delle Attività Produttive, nell’incontro che avrebbe dovuto decidere le sorti della Ittierre di Pettoranello. Se l’altra volta fu l’amministratore delegato di Albisetti, Antonio Bianchi, a non presentarsi, questa volta è stato il turno del rappresentante del Ministero del Lavoro. E così la firma congiunta sul piano industriale da parte di nuova proprietà e sindacati slitta di nuovo. Tutto rimandato a lunedì prossimo, quando non saranno ammesse assenze ingiustificate. In ballo ci sono le sorti di circa 800 lavoratori e, in generale, il futuro dell’indotto tessile molisano. Proprio gli operai si sono detti estremamente preoccupati di questi continui rinvii. La prossima settimana, dunque, sarà decisiva per la Ittierre. Anche, perché, dopo la tanto agognata firma, Bianchi si recherà a Milano dove, davanti al notaio Marchetti, acquisterà uffi-

c i a l m e n t e l’azienda. Ma i prossimi giorni saranno importanti anche dal punto di vista economico. Il Consiglio regionale, infatti, dovrà approvare la fideiussione. Dodici milioni di euro in tre anni che potrebbero rilanciare il comparto tessile molisano. Il presidente Iorio, però, è disposto ad elargire il contributo a patto che la nuova proprietà mantenga stabili i livelli occupazionali e che Pettoranello resti il cuore pulsante di un’azienda che è tornata ad avere ambizioni internazionali. Befana con carbone anche per gli ormai ex ottanta lavoratori della Geomeccanica. Il Tribunale di Isernia, infatti, ha rigettato il concordato

preventivo proposto dalla proprietà, ufficializzando, di fatto, il fallimento dell’azienda. Ora i curatori fallimentari dovranno giocarsi le ultime carte per salvare la fabbrica, ma intanto hanno già mosso i primi passi per garantire agli ex operai gli ammortizzatori sociali. Proprio gli operai hanno dichiarato di sentirsi abbandonati dalle istituzioni

Paglione: il federalismo salvaguardi i territori Nelle prossime settimane, salvo problemi che dovessero sorgere all’interno della maggioranza Pdl - Lega che governa l’Italia, arriverà a conclusione il complesso iter di approvazione del federalismo fiscale. E’ opportuno mantenere alto il livello di attenzione in questa fase cruciale per evitare che l’approvazione del federalismo municipale e la relativa individuazione dei fabbisogni standard possa realizzarsi senza tenere nella giusta considerazione la specificità dei territori montani. Per queste ragioni, va assolutamente evitata l’idea di una finanza comunale federalista che trovi il proprio fondamento esclusivo sui cespiti immobiliari proprio perché in montagna essi sono normalmente più bassi rispetto alle città. Sarebbe auspicabile, invece , l’idea, per le zone montane, di una finanza comunale che attinga a più fonti di entrata per mantenere, in ogni caso, un maggiore equilibrio nel gettito. Oltre a ciò, è necessario che venga istituito, contestualmente, un fondo perequativo che serva a garantire la copertura dei

14 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 DICEMBRE 2011

maggiori costi necessari ad assicurare la piena esigibilità dei diritti fondamentali (salute, istruzione, mobilità) anche ai cittadini che vivono nei territori montani. Laprevisione di meccanismi di compartecipazione dei comuni montani al valore aggiunto che può derivare dall’utilizzo generalizzato delle risorse naturali specifiche della montagna, come l’acqua. In questo modo si potrà parlare non solo di federalismo fiscale, ma anche di federalismo ambientale e si può immaginare, concretamente, di alimentare il fondo perequativo per il riequilibrio delle finanze comunali sia con la compartecipazione al gettito Irpef, che con il ritorno di una quota parte dell’Iva. Su queste questioni si gioca la vera partita del federalismo solidale e se non ci sarà una forte e convinta presa di coscienza collettiva da parte della classe politica si rischia di commettere una clamorosa ingiustizia, con il risultato di ritrovarci a festeggiare il 150° dell’Unità d’Italia, con un Paese, paradossalmente, meno unito e più ingiusto. Candido Paglione (Pd)

Corso Risorgimento Lavori ai marciapiedi

Correndo con la Befana Record di partecipanti

ISERNIA - In questi giorni lungo corso Risorgimento (all’altezza del Liceo Scientifico) l’amministrazione comunale ha avviato una serie di interventi riguardanti i marciapiedi. Questi ultimi, infatti, erano stati oggetto di critica da parte di diversi cittadini. Altri interventi a breve anche lungo viale dei Pentri .

ISERNIA - Record di presenze alla seconda edizione di “Correndo con la Befana”. Alla gara podistica che si è svolta ieri mattina nel centro storico del capolugo pentro. Gli atleti hanno dovuto percorrere sei chilometri. Spazio anche per i più piccoli. Per loro un percorso di un chilometro. La Befana, inoltre, ha distribuito doni a tutti i concorrenti.


ISERNIA Venafro. Le missive ricevute da diversi esponenti del centrodestra. Indaga la Digos

Lettere diffamatorie a dieci politici VENAFRO - Dieci politici di Venafro avrebbero ricevuto una lettera anonima, identica per tutti, dal contenuto diffamatorio nei confronti loro e del presidente della Regione Molise, Michele Iorio. La lettera, inviata per posta ordinaria, e' ora nelle mani della Digos di Isernia, che indaga per risalire agli autori. Questa l’agenzia diffusa dall’Ansa e che ha creato sconcerto nel mondo politico venefrano. Anche se non è la prima volta che avvengono fatti simili. Già in passato furono diffusi testi dal contenuto offensivo o diffamatorio nei confronti di esponenti politici o persone in vista. Ovviamente c’è

ancora riserbo su chi siano i destinatari e su cosa ci sia scritto nella missiva. Sembrerebbe, però, che le lettere siano state indirizzate ad esponenti di centrodestra e persone vicine alla maggioranza comunale guidata dal sindaco Nicandro Cotugno. Il clima politico a Venafro, infatti, resta infuocato soprattutto alla luce del ridimensionamento dell’ospedale Santissimo Rosario. Sono in molti che non hanno buttato giù le decisioni assunte, in materia di sanità, dagli organi regionali e spesso l’amministrazione comunale è stata accusata di un presunto immobilismo.

Nelle lettere anonime, comunque, ci sarebbero frasi diffamatorie. Per questo motivo la Digos di Isernia è entrata in possesso del mate-

tanto, è stato stigmatizzato da tutti gli schieramenti politici e in molti hanno già espresso solidarietà ai destinatari delle lettere.

Pozzilli, tenta il furto in un’azienda Arrestato un 24enne operaio POZZILLI - Primo arresto del 2011 operato dai Carabinieri della Compagnia di Venafro che hanno sorpreso nell’area industriale di Pozzilli un 24enne operaio incensurato che, armato di arnesi atti allo scasso si era introdotto nel perimetro di una azienda dell’importante sito produttivo. Ma l’intervento dei militari della Stazione dei Carabinieri di Filignano ha interrotto l’azione del giovane che aveva appena forzato con gli arnesi da scasso alcune porte interne per asportare materiali già in-

Cerro, Fattore ancora protagonista

CERRO AL VOLTURNO - Dopo il meritato successo della mostra di pittura e scultura allestita nella sala convegni di Palazzo Provincia di Isernia, la presentazione delle opere letterarie di Albino Fattore, nei locali dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Cerro al Volturno, ha suscitato il plauso di un pubblico attratto dalle atmosfere esistenziali rappresen-

riale cartaceo ed ha deciso di avviare un’indagine. Le prossime saranno ore decisive per scoprire chi siano i responsabili. Il gesto, in-

tate dallo scrittore molisano, al quale sono stati riservati gli apprezzamenti del sindaco Vincenzo Iannarelli. “Di fatto, i Racconti brevi, di recente pubblicati dall’autore, determinano – ha precisato Fiora Luzzatto nel corso di una circostanziata relazione – la trasmissione del ricordo di personaggi emblematici del passato e di eventi remoti, la cui decifrazione rivela l’esistenza del ricco patrimonio valoriale dell’universo societario contadino”. “Allo stesso modo – ha puntualizzato Ida Di Ianni in un ponderato intervento discorsivo – i componimenti poetici di Seme di speranza contro ogni violenza celebrano le qualità eroiche dei poveri, che, immersi in una sofferta quotidianità, si affaccendano, con dignitosa nobiltà d’animo negli angusti steccati della miseria”. Giulia Cappello, Vincenzo Testa e Domenico Izzi, con una convincente lettura di brani tratti dalla produzione lirico narrativa di Albino Fattore, hanno determinato intense suggestioni memoriali evocatrici di lontane costumanze di vita delle popolazioni agricole. Emiddio Izzi

dividuati. Con la collaborazione dei rinforzi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, subito fatti convergere sul posto per dare man forte ai militi operanti, il giovane è stato dapprima identificato presso la Caserma di Venafro e quindi dopo le indagini del caso, è stato tratto in arresto per tentato furto aggravato ed associato alla Casa Circondariale del capoluogo Pentro, a disposizione della competente autorità giudiziaria subito informata. Sequestrati gli arnesi utilizzati.

Un Inno alla Provincia O Provincia d'Isernia, dal mio cuore, un inno sgorga ricolmo d'amore: sarai sempre nei secoli squisita tutta protesa al progresso e alla vita; Ognor,forti,massicci e senza affanno, due gran giganti, la guardia ti fanno; il gran Matese ti copre all'Oriente, Le Mainarde ti guardano a ponente; * (Rit) O Provincia d'Isernia,dal mio cuore, un inno sgorga ricolmo d'amore: sarai sempre nei secoli squisita tutta protesa al progresso e alla vita; Citta,'paesi , tuoi son assai belli, zone industriali, artigiane e castelli. Pien di folclor son paesane usanze; sai render liete a turista vacanze; *; Uomini illustri pieni di talento, eroi e martiri tu hai in ogni momento; qui nacque papa Celestino Quinto, qual uomo santo da tutti dipinto. *; Qui andava a caccia l' uomo primitivo,l'homo Iserniensis qui visse fattivo; Di San Vincenzo in grandiosa abbazia, un re ed assai papi fecer l'omelia. *; Ricordiam morti dei bombardamenti: gemiti loro ancor purtroppo senti. Vediam santuario in su Castelpetroso, appar da strada fulgido e glorioso. *; ridenti hai boschi,tanta agricoltura, trovi tartufi, se cerchi con cura. anche teniamo l'Universita'. Molti reperti, tante antichità; *; sparse qua e la' si notan molte mura che noi sappiam di sannita fattura; Un teatro grande sta in Pietrabbondante, nel Sannio antico fu tanto importante. *; La tavola osca , tuo trattur famoso, sono due gemme molto doviziose. Tale retaggio ti sia assai di sprone a ben oprar in ogni direzione. *; Tua gente vive di sforzo e fatica; della cultura ed ingegno e' amica. A te facciam solenne giuramento: di te difender, in ogni momento. Giuseppe Gamberale

Ceam, monsignorVisco eletto vicepresidente

Capracotta, la Befana non porta la neve

SERNIA - La vice presidenza della Conferenza Episcopale Abruzzo-Molise (Ceam) - alla cui presidenza è stato eletto l'arcivescovo di Pescara-Penne, Tommaso Valentinetti - è stata assegnata a monsignor Salvatore Visco, vescovo di Isernia-Venafro, la segreteria a monsignor Angelo Spina, vescovo di Sulmona (L'Aquila).

CAPRACOTTA - Poca neve in Alto Molise per questo fine settimana contraddistinto dalla festa dell’Epifania. Le scarse precipitazioni stanno preoccupando gli operatori turistici e l’amministrazione comunale. Anche perché le strutture ricettive sono già tutte prenotate. E molti turisti potrebbero fare dietrofont.

15 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011


TERMOLI Gli ecologisti del Molise si rivolgono direttamente agli organi regionali competenti

“Serve chiarezza sull’emergenza idrica” “Occorre verificare eventuali responsabilità amministrative, tecniche e gestionali di Molise Acque, Asrem e Arpam circa i fatti accaduti”

BASSO MOLISE – Continuano le polemiche sulla recente emergenza idrica che ha interessato alcuni Comuni del basso Molise e gli Ecologisti molisani chiedono di fare chiarezza. “Come mai - chiedono i firmatari del documento - l’intervento dei Comuni è stato così poco tempestivo con un deplorevole ritardo nell’informare la popolazione sui possibili rischi per la salute? Perché non si sono mossi per chiedere interventi alle Autorità dopo aver scoperto dell’inquinamento della diga? Come mai non si sono rivolti a laboratori di analisi chimico-fisiche differenti per accertarsi del reale livello di contaminazione dell’acqua? In che modo ci chiediamo, l’Asrem ha assicurato il rispetto dei requisiti chimici e microbiologici delle acque erogate alle popolazioni e individuato tempestivamente le situazioni di rischio? Perché è rimasta ferma per due mesi dopo aver visto migliaia di carpe avvelenate nell’Invaso del Liscione? Dove sono i riscontri di laboratorio sulla potabilità dell’acqua effettuati dall’Asrem? Molise Acque in che modo ha controllato il buon andamento della gestione del servizio idrico e della potabilizzazione dell’acqua erogata? Tra controlli interni ed esterni – continua il documento - la Regione Molise

anche per il tramite dell’Arpam aveva il dovere di effettuare controlli costanti sulla qualità e sulla potabilità dell’acqua. Perché tali controlli sono stati tardivi e inefficaci? Per quale motivo c’è stata una così scarsa informazione da parte degli organi preposti? Come mai l’intervento riparatore è stato così lento? Fermo restando l’accertamento delle responsabilità in ogni e diversa sede, civile, amministrativa, penale, ecc. che sarà eventualmente perseguita dagli organi preposti, l’Associazione Ecologisti Democratici avanza le seguenti proposte operative: accertamento delle cause connesse con l’inquinamento del fiume Biferno e della diga del Liscione; verifica della necessità di adottare urgenti interventi di bonifica ambientale e ripulitura dell’Invaso del Liscione dalle carcasse delle carpe morte e/o di altri residui di sostanze organiche tossiche e pericolose; bonifica ambientale del fiume Biferno a monte della diga con accertamenti ispettivi su eventuali smaltimenti di rifiuti tossici nei terreni agricoli contigui e/o al fiume e ai suoi affluenti, ivi compreso l’immissione di percolato di discarica; individuazione di provvedimenti di riordino nella funzionalità di Molise Acque, Arpam e Asrem, ciascuna per la propria competenza, finalizzate a un raccordo più efficace che eviti il ripresentarsi di eventi penalizzanti per tanti cittadini nel basso Molise; verifica su eventuali responsabilità amministrative, tecniche e gestionali di Molise Acque, Asrem e Arpam circa i fatti accaduti nel periodo in esame e in particolare sulla mancata rimozione delle migliaia di carcasse di carpe morte nell’invaso del Liscione e alla mancata bonifica ambientale; definizione di un protocollo d’intesa con i Comuni del basso Molise per interventi tesi ad offrire ai sindaci assistenza tecnica, disponibilità di accesso a più laboratori di analisi chimico-fisiche e ogni altro sostegno utile a esercitare con efficacia le proprie funzioni amministrative con particolare riferimento alla salvaguardia della salute umana”.

Oggi convegno su hospice e cure palliative GUARDIALFIERA – Alle 17 nella Sala Ferardi Conedera si terrà un convegno sul tema: “L’hospice e le cure palliative: occuparsi dell’interminabile e paziente voglia di vivere". L'appuntamento è una iniziativa dell’hospice Maria Teresa di Calcutta, in collaborazione con il Centro Studi Molise 2000, l'amministrazione comunale, e con il patrocinio dell’Ordine dei Medici, Infermieri e Psicologi. All'incontro hanno assicurato il proprio intervento il responsabile

16 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011

dell’Hospice di Larino, Mariano Flocco; il presidente dell’associazione "Maria Teresa di Calcutta", Carmine Antonio Travaglini; i presidenti degli Ordini dei Medici, Infermieri e Psicologi, Gennaro Barone, Giovanni Colella e Girolamo Baldassarre; il consigliere regionale Antonio Chieffo e il prefetto Stefano Trotta. L'incontro sarà condotto da Paola Di Sabato, mentre Pina Di Pardo, Aldo Gioia, Arturo Troilo e le Maschere nude svolgeranno delle perfomance artistiche.

Il Prc: giunta poco interessata alla salute dei cittadini TERMOLI – I componenti il direttivo del PRC cittadino hanno divulgato una nota sulla vicenda delle acque non potabili a Termoli e in altri Comuni del basso Molise, e si chiedono come mai l'amministrazione comunale termolese, tanto solerte nel cambiare sensi unici e togliere parcheggi nella città, si è dimostrata così poco interessata nel tutelare la salute dei propri cittadini. “L’emergenza acqua potabile, che ha coinvolto l’intera cittadinanza, ha messo in luce in modo eclatante l’incapacità e l'incompetenza di questa Giunta comunale, in primis del Sindaco e dello “smarrito” Assessore all'ambiente, di gestire situazioni di criticità che hanno messo a grave rischio l’incolumità della popolazione. Innanzitutto – si legge nella nota -, bisogna segnalare il sospetto ritardo con cui il Sindaco interviene a firmare l'ordinanza di divieto di utilizzo dell'acqua corrente a Termoli, questo quando da una settimana altri Comuni limitrofi (Campomarino, Guglionesi, ecc.) ne avevano già proibito l'utilizzo, in modo anche più drastico. Fatto davvero curioso, considerata la comune provenienza delle acque derivanti dal medesimo invaso, che autorizza a ipotizzare un grave e irresponsabile lassismo nell'intervento dell'amministrazione rispetto ad un problema che presumibilmente era preesistente. Come se questo non bastasse, all'ordinanza “fantasma” (e forse tardiva!) emanata dal Sindaco è seguita un'assenza pressoché totale di intervento e di comunicazione nei confronti dei cittadini, i quali non hanno ricevuto né avvisi e né informazioni chiare su quanto stava accadendo e non sono stati neppure messi in condizione di adottare i giusti comportamenti e le giuste precauzioni per prevenire più dannose conseguenze per la propria salute. Si è potuto infatti tranquillamente constatare che moltissimi cittadini erano totalmente ignari dell'ordinanza e che bar, ristoranti, panifici, mense, ecc., per la maggior parte, hanno continuato a produrre e preparare alimenti in assoluta normalità. L’amministrazione evidentemente avrebbe dovuto vigilare con più attenzione e garantire l’approvvigionamento idrico gratuito alla cittadinanza, essendo l’acqua bene primario e diritto inalienabile, istituendo apposite postazioni di rifornimento tramite l’intervento della protezione civile. Questo a tutela del diritto della salute della comunità . Continua ilcomunicato -, oltre al fatto di evitare che ulteriori e onerosi costi gravassero sulle tasche dei cittadini e, in particolar modo, sulle fasce più deboli. Ma tutto ciò, purtroppo per i cittadini termolesi, non è accaduto. La vicenda, passata peraltro sotto il colpevole silenzio delle istituzioni regionali, è tuttaltro che risolta, considerati anche i dati poco chiari e contraddittori diffusi rispettivamente dall'Arpa e da Molise Acque, che ancora non fugano i forti dubbi sull'effettiva potabilità dell'acqua a Termoli. A tutto ciò si aggiunge un'inquietante relazione tra l’anomala moria delle carpe avvenuta da ottobre nell’invaso del Liscione ed il conseguente e pericoloso aumento dei trialometani nelle acque del bassomolise. Risulta pertanto lecito chiedere al sindaco di Termoli se abbia o meno richiesto e predisposto accertamenti in merito a quest’ultima vicenda, a tutt’oggi inspiegata, soprattutto rispetto alla gestione approssimativa e poco trasparente delle procedure da parte di Molise Acque, che ha suscitato già forti reazioni da parte dei Comuni limitrofi. Bisogna ricordare che l'invaso del Liscione, da cui proviene l'acqua dei nostri rubinetti!, è stato definito una “cloaca” in cui scaricano i depuratori di almeno 60 Comuni molisani (...e chissà chi e cos'altro ancora!), perciò risulta ancor più grave e inaccettabile il reiterato silenzio degli enti preposti e l'ignavia dell'amministrazione termolese. Il circolo di Rifondazione Comunista di Termoli, nell'invocare a gran voce le dimissioni di questa Giunta per manifesta incapacità nel tutelare la salute dei cittadini, oltre che, come è ovvio, del presidente della Molise Acque, si attiverà nei modi e nelle forme migliori per organizzare iniziative politiche atte a promuovere la difesa del nostro territorio e della nostra salute. Inoltre – conclude la nota -, il circolo si predisporrà per intraprendere e sostenere azioni legali collettive anche insieme a soggetti ed associazioni, per chiedere conto di quanto accaduto, finanche ad ottenere risarcimenti da parte dei responsabili di tale scandalosa vicenda”.

Ieri saltati i collegamenti con le Tremiti

Seconda cena sociale dell’Avis santacrocese

TERMOLI – A sorpresa ieri mattina non c'é statoil consuetocollegamento dal porto di Termoli con le Isole Tremiti. La nave "Isola di Capraia" é rimasta ancorata in porto ed é stata la Capitaneria a comunicare che per problemi tecnici la corsa sarebbe saltata, ma senza specificare che tipo di guasto ha interessato la motonave. Comunque per oggi il problema potrebbe essere risolto.

SANTA CROCE DI MAGLIANO – Il direttivo della sezione Avis, intitolata al dottor Angelo Tatta, ha organizzato la seconda cena sociale che si terrà alle 20 di domani presso l'agriturismo Torremagliano. Alla cena possono partecipare i donatori, familiari ed amici. L'iniziativa ha lo scopo di iniziare l'anno con una allegra serata ricca di cibo e divertimento con tante sorprese.


TERMOLI La maggioranza respinge le accuse sulle irregolarità nella gestione del Comune

Conti, il Pdl: via all’operazione trasparenza Il capogruppo De Guglielmo: finalmente i cittadini sapranno la verità sullo stato delle finanze pubbliche

TERMOLI - In riferimento alle dichiarazioni rilasciate a fine Dicembre, dal consigliere di minoranza Filippo Monaco agli organi di informazione, relative alle irregolarità e alla “disastrosa” gestione finanziaria dei conti fuori bilancio del Comune di Termoli, attribuiti al corrente anno e all’attuale amministrazione, interviene il Capogruppo del Pdl di Termoli, Fernanda De Guglielmo. “ Mi sembra davvero assurdo che il consigliere Monaco, nonostante sia a conoscenza di tutte le problematicità che attualmente gravano sulle casse dell’Ente, visto che per un determinato periodo di tempo ha ricoperto anche la carica di vice sindaco prima di essere estromesso con disdoro da Greco, si permetta di screditare l’attuale gestione finanziaria. Forse bisognerebbe ricordargli che fin dal primo giorno del suo insediamento, il sindaco Di Brino, è stato messo a conoscenza dai responsabili di tale settore, delle disastrose condizioni economiche del Comune, ereditate dalla passata amministrazione”. Proprio per questo motivo il consigliere De Guglielmo ritiene doveroso far conoscere

alla cittadinanza la reale situazione finanziaria del Comune. “Vi erano mandati di pagamento da emettere per determine dirigenziali di liquidazione, riferite al periodo di Maggio 2009 - Maggio 2010 pari ad € 5.968.783,90. Posizioni riferite a debiti fuori bilancio, non riconosciuti in precedenza, pari ad € 2.686.288,76, di cui fa parte il debito verso la Torno S.p.A a causa della quale, nel mese di Luglio 2009, sono stati pignorati i conti correnti postali dell’Ente, sbloccati nel mese di Settembre 2010, solo grazie all’attuale amministrazione che li ha riconosciuti. Inoltre, sempre durante l’anno 2010, l’attuale esecutivo, ha provveduto anche al pagamento dei debiti riconosciuti negli anni precedenti e non pagati, pari ad € 239.461,74, per un debito totale di € 8.894.534,40. Si precisa altresì che i debiti fuori bilancio pari a € 2.686.288,76, riconosciuti dall’amministrazione Di Brino, sono stati in parte pagati per la somma di € 1.144.409,54”. Spulciando i conti, De Guglielmo entra nel merito anche delle somme da riscuotere riferite alla tassa sui rifiuti (Tarsu) e precisa che, l’importo esatto, all'11 Maggio 2010 ammontava a 3.127.729,37 euro, somma che doveva essere riscossa secondo le seguenti scadenze: 473.898,36 scaduta e non riscossa il 30 Ottobre 2009, 473.898,40 scaduta e non riscossa il 30 Ficembre 2009, 284.339,02 scaduta e non riscossa il 31 Dicembre 2009, 473.898,39 scaduta e non riscossa il 28 Febbraio 2010, 473.898,40 scaduta e non riscossa il 2 Marzo 2010 e 947.796,80 scaduta e non riscossa il 30 Aprile 2010. “La mancata riscossione alle scadenze prestabilite delle proprie entrate – continua De Guglielmo - ha determinato un danno notevole per il Comune, in quanto, l’amministrazione ha dovuto fare ricorso in maniera eccessiva all’utilizzo dell’anticipazione di cassa (forma di finanziamento per il Comune), con un ulteriore aggravio degli interessi passivi. A tal proposito, proprio grazie alla riscossione, avvenuta a partire da maggio 2010, si è potuto in parte fronteggiare il pagamento dei debiti dell’anno 2009. Si ricorda che sempre alla data dell’undici Maggio 2010, vi erano determine di liquida-

Befana allo zuccherificio, sì alla ripresa e al rilancio dell'azienda TERMOLI – Grande festa ieri mattina per i figli dei dipendenti dello Zuccherificio del Molise che hanno ricevuto i doni della Befana. Ma l'annuale incontro é stato motivo anche per rassicurare i dipendenti sul futuro aziendale e, di riflesso, la loro occupazione. All'incontro sono stati presenti, oltre al presidente della Giunta regionale, Michele Iorio, Remo e Francesco Perna, rappresentanti della proprietà privata, oltre ad assessori regionali e amministratori comunali di Termoli con il sindaco in testa. Durante gli interventi, a precisa domanda sul futuro dello Zuccherificio Remo Perna é stato molto categorico: “Se da un anno siamo qui è con lo scopo di potenziare la struttura ed allargare la società con altri imprenditori con i quali si sono avviati incontri”. Sulla ripresa e rilancio della struttura si é espresso Michele Iorio, il quale ha evidenziato i punti focali del programma: “Stabilizzazione dell’azienda nel mercato nazionale ed europeo, innovazione, riorganizzazione e diversificazione produttiva, implementazione della filiera bieticolo - saccarifera, utilizzo di tecnologie moderne e capaci di rispettare e tutelare l’ambiente”. E Iorio é stato ancora più incisivo quando ha affermato che: “Abbiamo intrapreso il rilancio della produttività che ha portato alla decisione corale di continuare a produrre nello stabilimento di Termoli, di far entrare un nuovo socio privato che scommettesse finanziariamente e direttamente sul futuro dello zucchero molisano, di avviare un nuovo Piano produttivo che porterà alla fine del 2011 ad un sostanziale pareggio di bilancio”. Parole che hanno rassicurato il futuro delle maestranze e l'intero indotto che comprende anche i bieticoltori pugliesi e gli autotrasportatori. Infine il presidente della Giunta si é detto fiducioso e per questo la Regione sostiene finanziariamente lo Zuccherificio e il socio privato Perna, anche se il TAR Molise ha accolto un ricorso contro tale scelta.

zione su cui emettere mandati di pagamento per 5.968.783,90 euro, oltre a dover garantire il regolare pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali. Proprio a riguardo si segnala che, sempre nel mese di maggio 2010, l’amministrazione non avrebbe potuto pagare i propri dipendenti, se non vi fosse stata la riscossione, in quanto, sui conti correnti postali vi era una somma pari a 1.997.066,87 euro, totalmente pignorata per debiti non riconosciuti e quindi non utilizzabile, altresì nella tesoreria comunale non vi erano fondi disponibili e l’unica possibilità era quella di utilizzare l’anticipazione di cassa che però ammontava a soli 279.584.08 euro e quindi insufficiente a tale scopo. Per quanto riguarda quest’ultimo passaggio – precisa il capogruppo consiliare del PdL va detto che nell’anno 2009, gli interessi passivi addebitati al Comune di Termoli, per l’utilizzo dell’anticipazione, ammontavano a 43.379,04 euro per un totale di 357 giorni di anticipazione mentre per l’anno 2010, sono stati addebitati interessi passivi per 6.282,21euro, per un utilizzo pari a 142 giorni. Dal confronto di questi dati si evince che l’attuale esecutivo ha fatto ricorso in maniera molto più contenuta all’utilizzo dell’anticipazione di cassa come forma di finanziamento, rispetto all’anno 2009. Inoltre, si fa presente per dovere di correttezza che l’anticipazione utilizzata nel 2009, è stata in parte ripianata grazie all’entrata “straordinaria” versata dall’azienda Sorgenia S.p.A, di 5.003.400,00 euro e riscossa il 25 Novembre 2009 per 4.000.000,00 euro, il 2 Dicembre 2009 per 1.000.000,00 e il 3 Dicembre.2009 per 3.400,00”. De Guglielmo snocciola cifre su cifre e volendo fare chiarezza precisa che le somme che il Comune doveva incassare da tale ditta ammontavano rispettivamente ad 4.000.000,00 di euro per le misure compensative e a 4.355.599,33 per l’atto di accertamento Ici, del quale è stato riscosso solo 1.003.400,00, a seguito della transazione pattuita con tale società, senza alcun beneficio per la cittadinanza, in quanto le somme versate da Sorgenia sono state funzionali solo a ridurre l’immenso debito accumulato dalla

Flc-Cgil Dottrina sociale della chiesa Assemblea Proseguono gli incontri sindacale il 17 TERMOLI – Terminate le feste natalizie si torna alla quotidianetà e a pensare al futuro. La FLC Cgil del Molise si mette subito ala lavoro ed ha convocato per il 17 Gennaio un’Assemblea sindacale territoriale per il personale con contratto a tempo determinato. All’ordine del Giorno: Personale docente: verso la riapertura graduatorie ad esaurimento; Personale ATA: nuovo Regolamento delle supplenze e aggiornamento delle graduatorie; Operazione 100.000 immissioni in ruolo: le richieste della FLC Cgil; Vertenza per la stabilizzazione del personale precario: istruzioni operative alla luce delle novità della Legge 183/2010. I lavori si terranno nella sede della FLC CGIL di Termoli in via Asia dalle 16,30 alle 18,30.

precedente amministrazione. “Pertanto, a fronte di un importo complessivo da riscuotere di 8.355.599,33 euro, ne sono stati incassati solo 5.003.400,00, e se non ci fosse stato quest’ultimo incasso, i debiti riscontrati all’atto dell’insediamento del Sindaco avrebbero superato l’importo di 11.000.000,00 di euro. Attualmente i pagamenti effettuati dal Comune di Termoli dal mese di Maggio 2010 a Dicembre 2010 ammontano complessivamente a 17.885.645,65 euro, così suddivisi: Spesa corrente 15.185.981,35, Spesa in conto capitale (Investimenti) 1.463.325,18, Spesa per rimborso prestiti 1.236.339,12. Per quanto attiene gli interessi passivi per i ritardati pagamenti, conseguenti all’accumulo dei mandati da emettere per il periodo Maggio 2009 – Maggio 2010, il Comune ha chiesto ed ottenuto da parte dei fornitori, ove possibile, lo storno degli addebiti. Per quanto riguarda il debito nei confronti dell’Inpdap, come già più volte sottolineato dal sindaco Di Brino, stiamo scontando il mancato accantonamento delle precedenti amministrazioni, le quali erano ben a conoscenza della situazione ma, come suggerisce il buon Monaco, ci auguriamo che sia proprio l’Ente preposto della Corte dei Conti a far luce sulla questione. Infine, si invita il consigliere Monaco a ricercare, più attentamente, i protagonisti dell’indebitamento del Comune di Termoli non tra le persone vicine al sindaco Di Brino, bensì fra gli attuali consiglieri dei gruppi di minoranza ed in particolare tra chi ha amministrato Termoli per diversi lustri e lo ha sostenuto in maniera trasversale al ballottaggio nelle ultime elezioni amministrative del 2010”.

I Re Magi alla capanna della Natività TERMOLI – Ieri sera lungo le vie del centro città si è tenuta la rappresentazione vivente dell'arrivo dei Re Magi. Un evento organizzato dall’Associazione Culturale Terzo Millennio e dalla Pro Loco ha coinvolto 30 figuranti che hanno vestito le parti dei personaggi più rappresentativi della narrazione biblica. Il corteo é partito alle 18 dal mercatino di Natale di Piazza Monumento per poi percorrere il Corso Nazionale e raggiungere, passando per via Roma, il Borgo Antico dove é allestita la capanna con la Natività. Nella rievocazione sono stati impiegati anche dei cavalli, gentilmente offerti dall’A.S.D “I cavalieri di Termoli”. Grande soddisfazione è stata espressa da Giuseppe Bucci, presidente dell’ associazione Terzo Millennio, il quale ha sottolineato come tale evento sia stato organizzato in poco tempo e ha ringraziato anche la Pro Loco che ha collaborato in maniera attiva e proficua permettendo la realizzazione della manifestazione.

PETACCIATO - Continua nei locali della parrocchia di Petacciato Scalo il corso sulla Dottrina Sociale della Chiesa (DSC), proposto dal parroco don Marcello Paradiso. Negli incontri precedenti si è registrata la lusinghiera partecipazione di un consistente numero di amministratori locali dei comuni di Montenero di Bisaccia, Petacciato e Mafalda unitamente ai laici particolarmente interessati. Oggi, con inizio alle 19, presso i locali della parrocchia Sacro Cuore di Petacciato Scalo si svolgerà il quinto incontro. Tema del dibattito saranno le parole di Paolo VI “La politica è la forma più alta di carità”, proclamate negli anni settanta. Di tale concetto abbiamo una concezione troppo legata alla saltuarietà, occasionalità, e a un buonismo che non disturba o a una sorta di martirio per pochissimi eletti. L’identificazione della forma più alta di carità con l’impegno politico può sembrare forte, addirittura spiazzare chi di questo impegno ha una visione totalmente diversa, come lotta tra gruppi di potere o tra ideologie contrapposte. A ben riflettere quell’intuizione di Paolo VI, inscritta nel patrimonio genetico dell’esperienza cristiana, invita a una riflessione profonda sul significato più vero della politica. La politica è un impegno consapevole, sia personale che di gruppo, a favore della collettività. Esso è frutto di una innata vocazione alla dedizione assoluta per gli altri, a costo di sacrifici personali. Il politico che vive fino in fondo questa sua vocazione mette a servizio della collettività tutte le sue risorse personali, l’intelligenza, la professionalità, le doti particolari, le inclinazioni naturali del suo carattere; per la collettività sacrifica il suo tempo, la sua carriera professionale o imprenditoriale, sacrifica i suoi amici, spesso gli affetti familiari, un politico che sa farsi anche da parte, quando certe condizioni lo richiedono, da incarichi istituzionali ma che continua a vivere quella passione e impegnarsi nella società civile, caso mai facendo tesoro della sua esperienza a favore delle nuove generazioni. Una tale figura è capace di dimenticare se stesso per mettere al primo posto gli altri, gli interessi collettivi, il bene comune appunto che è come il faro che guida ogni scelta politica. Evidentemente questa è la concezione che consegue al principio sopraesposto.


Meteo

Oroscopo

ORARI

Campobasso Mattino

TRENI

Pomeriggio CAMPOBASSO-TERMOLI

Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

Arrivo 07:42 08:34 11:06 14:11 15:53 18:58 19:30 20:03 23:00

TERMOLI-CAMPOBASSO (DIRETTI)

La Ricetta “Cicerchiata” 5 uova 5 cucchiai di zucchero 5 cucchiai di olio di oliva extravergine 1/2 bicchierino di alcool per liquori q. b. di farina

olio per friggere 500 g di miele mandorle sgusciate e pelate confettini argentati un’arancia e un limone non trattati

In una ciotola, battete le uova con lo zucchero, unite l’olio, l’alcool e la “rasatura” della buccia del limone. Amalgamate bene ed incorporate la farina necessaria a ottenere un composto morbido ed omogeneo. Trasferite l’impasto sulla spianatoia infarinata e lavoratelo a lungo; Fate la “panetta”, avvolgete la “panetta”, con un canovaccio pulito e mettetela a riposare per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, trasferite la pasta sulla spianatoia infarinata, staccatene un pezzo per volta e rotolatelo con una leggera pressione dei palmi delle mani. Tagliate il cilindro ottenuto in tanti pezzi grandi come un cece e friggeteli in una padella con abbondante olio caldo; sgocciolateli dorati e lasciateli asciugare. Ponete sul fuoco una pentola con il miele e fatelo cuocere a calore moderato: quando una goccia, versata in un bicchiere di acqua fredda, si solidificherà, toglietelo dal fuoco, tuffatevi i “cecetti”, aggiungete le mandorle sfilettate e mescolate affinché assorbano, il miele. Versate il composto su un piatto e, con le mani bagnate in acqua fredda, dategli la forma di una corona. Decorate con confettini e bucce di arancia a listarelle sottili. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

COMUNALE 2 Via XXIV Maggio, 180 Tel. 0874.66811

DI TOMMASO C.so G. Garibaldi, 48 Tel. 0865.50891

COMUNALE 1 (di appoggio) Via Calabria, 37 Tel. 0874.483629

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno SPAGNOLETTI - Via Molise, 78 - Tel. 0875.703846 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Partenza 05:49 06:49 12:17 13:17 14:38 16:14 17:12 18:40 20:48

Arrivo 07:38 08:24 13:58 15:00 16:19 17:57 18:49 20:30 22:38

Partenza 06:15 09:15 10:20 14:08 14:40 16:45 17:08 19:02

Arrivo 09:23 12:15 15:22 17:29 19:08 20:15 20:47 22:02

(NON DIRETTI)

Arrivo 08:53 10:10 11:40 17:19 19:54 22:54

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:23 12:56 14:15 18:01

Arrivo 07:53 09:22 17:57 17:44 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI Partenza 05:50 07:15 08:30 14:18 17:00 19:30

Ariete 21 mar - 20 apr

(NON DIRETTI)

(DIRETTI)

Partenza 06:00 06:48 09:30 12:20 14:14 17:11 17:40 18:18 21:00

ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

Partenza 04:56 05:20 12:11 14:10 14:29 17:04 17:29 19:30

Arrivo 09:00 09:23 15:22 16:58 17:30 20:04 20:15 22:26

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,30-7,5010,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,45-10,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,55-11,2013,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,00-9,3014,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,25-13,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,10-17,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,30-12,40(anche 13,30-13,45 -14,00 festivo)-14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini - 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena - 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso - 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

20 feb - 20 mar

Ariete - Prima di iniziare qualsiasi progetto in questa giornata, assicuratevi almeno di avere un piano da rispettare e soprattutto di avere il tempo necessario per metterlo in pratica così come vorreste voi! Dovete fare in fretta, ma non così in fretta come gli altri vi hanno fatto credere. E' ovvio che cerchino tutti di mettervi un po' sotto pressione, per spingervi a dare il cento per cento. Toro - In questa giornata i membri della vostra famiglia saranno tutti elettrizzati, mentre voi invece non sarete particolarmente predisposti a prestare attenzione a quello che vi gira intorno, nonostante possa davvero essere eccitante. Questa è una giornata in cui dedicherete il vostro tempo alla riflessione e alla meditazione poiché non avete ancora ottenuto quello che volete. Gemelli - In questa giornata prenderete qualsiasi tipo di giustificazione per non aiutare qualcuno che si trova in difficoltà, seppur non in modo così grave. Direte a tutti che siete occupati e che il tempo non è mai troppo, ma in realtà non volete stare ad ascoltare ciò che gli altri hanno da dirvi! Se poi vi tacciano di egoismo, non potete lamentarvi, poiché sapete benissimo che è la verità! Tuttavia, prima che finisca la giornata, compierete comunque una buona azione alla luce di questi consigli. Cancro - In questa giornata sentirete forte in voi la necessità di socializzare e di stare a contatto con le persone che conoscete, perché avete bisogno di calore umano. Sia che usiate i mezzi tradizionali, come il telefono o quelli più moderni, come internet, per mettervi in contatto con loro non importa. L'importante è che alla fine riusciate ad ottenere un incontro faccia a faccia e che possiate trascorrere ore liete con le perone a cui volete bene.

Leone - Prima di ripulire completamente la vostra mente da strani pensieri, dovete prima di tutto concludere alcune discussioni con le persone che vi hanno provocato questo stato confusionale. Potrebbe trattarsi sia di lavoro che di questioni affettive, fatto sta che alla fine della giornata dovrete necessariamente trovare una soluzione per non dover più pensare a quello che è successo. Vergine - Se volete liberamente esprimere le vostre opinioni, bisogna che prima decidiate da che parte stare. Continuare a fare la bandiera non vi servirà a essere accettati di più e ad attirare la simpatia delle persone. Per questo è bene che vi facciate un esame di coscienza e rispondiate alle domande che vi porgeranno prima di tutto con sincerità e non per frasi fatte o per sentito dire. Bilancia - In questa giornata sarebbe bene intrattenere delle relazioni sociali con le persone da cui sapete poter ottenere qualcosa soprattutto dal punto di vista lavorativo. Discutere davanti ad un buon pranzo o ad una buona cena alcune questioni potrebbe aiutare da questo punto di vista, perché si sa che con la pancia piena si ragiona meglio! Ancora meglio sarebbe invitare questa persona a casa propria. Scorpione - In questa giornata non dovrete giustificarvi troppo se proprio non avrete voglia di incontrare le altre persone, specialmente i vostri amici, nonostante essi abbiano tutte le migliori intenzioni. Cercate però di trovare le giustificazioni giuste e coincise, perché altrimenti questi potranno capire che la vostra è solo svogliatezza e nient'altro e potrebbero insospettirsi e rimanere delusi dal vostro comportamento poco sincero. Sagittario - In questa giornata dovreste cercare di non essere troppo duri con i colleghi più giovani e meno esperti di voi! In fondo c'è stato un periodo in cui anche voi eravate nella stessa situazione e magari non riuscivate a capire o fare qualcosa al primo tentativo. Adesso ripercuotere le vostre vecchie frustrazioni su di loro non vi aiuterà ad essere persone migliori, ne tanto meno ad istruire come si deve queste reclute. Capricorno - In questa giornata vi farebbe molto bene trascorrere un po' di tempo con i più piccoli, perché avete bisogno di ricaricarvi e di apprendere proprio da loro come ci si comporta a volte, cioè con spontaneità! Ultimamente questa componente manca nei vostri comportamenti, forse perché siete troppo abituati a trattare con persone mature e adulte e non vi ricordate più come era bello poter parlare francamente e senza mezze misure. Acquario - Anche se avete cambiato qualcosa nella vostra vita quotidiana ultimamente, questo non vuol dire che adesso possiate continuare a modificare le vostre abitudini senza che gli altri, chi vi vive intorno, non ne abbia delle ripercussioni! Forse è il caso di considerare meglio questo tipo di opportunità perché alla fine vi ritroverete forse soli ad affrontare una nuova avventura che invece andrebbe vissuta in compagnia. Pesci - In questa giornata non dovrete avere paura dei sentimenti che cresceranno dentro di voi, poiché è una cosa assolutamente normale provare sensazioni nuove affianco a persone nuove! Non fatevi cogliere dall'ansia, perché questo è il momento più opportuno per iniziare nuovi rapporti e nuove conoscenze, nonostante le vostre paure e le vostre insicurezze. Non che dobbiate affrettare i tempi, ma tutto potrebbe evolvere per il meglio.


ANNO IV - N° 04 - VENERDÌ 7 GENNAIO 2011 - DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Agnonese in difficoltà, urgono rinforzi Foto Azzi

www.lagazzettadelmolise.it GAUDIANO CAPONE TRACCIA UN PRIMO BILANCIO DELLA STAGIONE Il 2010 sarà certamente un anno da ricordare per la Campobasso calcistica. L’estate ha riportato il professionismo in città grazie soprattutto alla testardaggine e alla determinazione della famiglia Capone. Abbiamo fatto un punto della situazione con l’amministratore delegato del sodalizio rossoblù Gaudiano Capone, partendo dall’inversione di tendenza che c’è stata nelle ultime gare del 2010: ‘Sono abbastanza soddisfatto per le ultime uscite. Possiamo dire che, tranne l’approccio alla partita di Milazzo, per il resto abbiamo sempre giocato da Campobasso.’ Un bilancio del 2010? ‘Per quanto riguarda il calcio giocato darei al Campobasso un sei. Per effetto del ripescaggio, però, è stato certamente un anno da ricordare, non solo per la società, ma per tutti gli sportivi, i tifosi rossoblù e per l’intero ambiente.’ A PAG 20

CALCIO FEMMINILE: UN ANNO DI ALTI E BASSI PER IL CAMPOBASSO Con l’avvento del nuovo anno arriva il momento di tirare le somme in casa del Campobasso Femminile. Il 2010 è stato un anno di alti e bassi. La stagione 2009/2010 è terminata con un risultato del tutto positivo, un terzo posto che stupisce e va oltre ogni più rosea aspettativa. Traguardo da record, nonostante la lunga e travagliata storia che ha riguardato la società: comincia l’estate e con essa le varie incertezze e perplessità sul futuro della squadra. L’entusiasmo c’è sempre ma bisogna fare i conti con le altissime quote d’iscrizione al campionato nazionale di serie B femminile e con le tanto lontane, quanto onerose, trasferte. Ancora una volta nonostante le vicissitudini estive, l’entusiasmo vince sui problemi economici. A PAG 21

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

L’amministratore delegato del Campobasso è chiaro: ‘Da oggi servirà l’apporto di tutti’

Unità d’intenti per un futuro migliore Gaudiano Capone traccia un primo bilancio della stagione con lo sguardo rivolto al futuro

L’amministratore delegato Gaudiano Capone

Il 2010 sarà certamente un anno da ricordare per la Campobasso calcistica. L’estate ha riportato il professionismo in città grazie soprattutto alla testardaggine e alla determinazione della famiglia Capone. Abbiamo fatto un punto della situazione con l’amministratore delegato del sodalizio rossoblù Gaudiano Capone, partendo dall’inversione di tendenza che c’è stata nelle ultime gare del 2010: ‘Sono abbastanza soddisfatto per le ultime uscite. Possiamo dire che, tranne l’approccio alla partita di Milazzo, per il resto abbiamo sempre giocato da Campobasso.’ Un bilancio del 2010? ‘Per quanto riguarda il calcio giocato darei al Campobasso un sei. Per effetto del ripescaggio, però, è stato certamente un anno da ricordare, non solo per la società, ma per tutti gli sportivi, i tifosi rossoblù e per l’intero ambiente.’ Propositi per il nuovo anno? ‘Ci accingiamo a portare a termine il campionato nel migliore dei modi, centrando l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, che era quello della salvezza, e cercando nel contempo di valorizzare qualche giovane calciatore di pro-

prietà. E’ un periodo in cui molte problematiche attanagliano varie società e questo dispiace a livello umano; penso alle persone che compiono grandi sacrifici e non riescono più a portare avanti i loro progetti. Il Campobasso, per fortuna, non avrà di questi problemi.’ Interverrete sul mercato? ‘In tal senso stanno lavorando il direttore sportivo Molino e il tecnico Cosco. Abbiamo innanzitutto una rosa da sfoltire, ma credo che un paio di elementi possano entrare. Tuttavia ritengono che il gruppo sia buono, partirà qualche giocatore che non ha trovato spazio, ma esclusivamente per il loro bene, non certo perché non sono all’altezza del Campobasso. Ad ogni modo abbiamo tempo sino alla fine di gennaio e valuteremo ogni situazione con calma.’ L’ultimo mese del vecchio anno era stato caratterizzato da qualche incomprensione a livello societario, ma ora sembra essere tornata l’unità d’intenti: ‘E’ un aspetto questo che ci deve essere e ci dovrà sempre essere – ha proseguito Gaudiano Capone – soprattutto per il futuro del Campobasso. Auspico di cuore che ciò prosegua a lungo. Ora ab-

Il gruppo lavora quasi al completo Seduta mattutina ieri per il Campobasso che sta ultimando il richiamo di preparazione necessario per affrontare nel migliore dei modi la seconda parte di stagione. Anche per oggi è in programma un solo allenamento, per lì’indisponibilità di campi, mentre domani dovrebbe esserci un’amichevole. Se non si riuscirà a trovare un terreno da gioco, visto che la Berretti utilizzerà il Selva Piana per il match di campionato, si lavorerà la mattina all’anti-

20 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011

stadio. Ci sarà poi il rompete le righe e il gruppo si ritroverà martedì per iniziare la settimana di lavoro che porterà alla gara di Aversa, match valido per la 1^ giornata del girone di ritorno. All’allenamento di ieri hanno preso parte tutti ad eccezione di Barbato e Agresta, entrambi con la febbre. Almeno ufficialmente, perché il difensore centrale probabilmente ancora non rientra perché in attesa di trovare una nuova sistema-

biamo raggiunto la serenità e confido nell’apporto di tutti per il bene della società. Corre l’obbligo effettuare il consueto appello rivolto alle istituzioni locali, perché, eccezion fatta per la collaborazione con la Provincia, gli altri enti ancora non rispondono. Sembra che qualcosa si stia muovendo al Comune, ma per il momento noi ancora non riceviamo comunicazioni ufficiali.’ In questi giorni molte società sono state deferite per inadempienze economiche: la forza del Campobasso è la solidità che la famiglia Capone ha sempre garantito. ‘L’abbiamo garantita sino a ieri. Oggi è necessario l’apporto di tutti perché, come noto, il periodo lavorativo è molto duro ed è sempre più difficile tirar fuori dei soldi e sottrarli alle proprie aziende. Abbiamo bisogno di una mano concreta da parte delle istituzioni e dell’imprenditoria. Come ha dichiarato mio padre, la nostra società è aperta a tutti: sia per l’acquisizione di quote, sia per sponsorizzazioni; ciò per allargare la ‘famiglia Campobasso’ e fare in modo che ci sia sempre stabilità.’ dim

Ancora differenziato per Gallicchio

zione. Ancora lavoro differenziato per Gennarelli, Ibekwe e Gallicchio. Intanto il giocatore Albino Fazio (classe '90) è stato convocato nella rappresentativa Lega Pro II div. girone C per il match contro la nazionale under 20 Lega Pro che si terrà a Barletta nello stadio "Cosimo Puttilli" martedì 18 gennaio 2011 alle ore 14:30. La gara Girone C-Nazionale under 20 è valevole per il TORNEO QUADRANGOLARE LEGA PRO XXXI edizione.

Premier League: Ancelotti in crisi

Mancini dall’ Inter all’Atletico Mineiro

'Nulla e' perduto, ma certo cosi' si fa davvero dura'. Non e' una capitolazione, ma Carlo Ancelotti sta per gettare la spugna nella sua lotta per il titolo. Dopo il ko in casa del Wolverhampton il Chelsea e' a 9 punti dal Manchester United capolista e la panchina del tecnico italiano e' sempre piu' traballante, come anche quella di Roy Hogdson col Liverpool. 'Sono ancora fiducioso - ha detto l'allenatore del Chelsea a Sky Sport - ma ovviamente dobbiamo fare molto di piu''.

Il presidente dell'Atletico Mineiro Alexandre Kalil ha annunciato su Twitter l'arrivo di Amantino Mancini dall'Inter, senza specificare se si tratti di un prestito o di un trasferimento a titolo definitivo. Kalil si e' limitato a dire che il giocatore restera' 'per tutta la stagione 2011'. Mancini ha gia' giocato nella squadra 'mineira', dal 1999 al 2002, quando lascio' Belo Horizonte per passare al Venezia. L'ex giocatore della Roma e' il sesto colpo di mercato dell'Atletico.


S P O RT CALCIO SERIE D

Agnonese, urgono rinforzi A Sant’Egidio alla Vibrata, in stato di emergenza, sono scesi in campo ben sette under granata La squadra di Agovino è in una situazione di classifica non serena, è necessario rinforzare la rosa La sconfitta di misura in casa della Santegidiese, giunta una settimana dopo quella di Luco Canistro, suona come un campanello d’allarme che non può rimanere inascoltato. In terra abruzzese l’allenatore Massimo Agovino ha dovuto fare i salti mortali per metter su una formazione che potesse affrontare dignitosamente la squadra vibratiana: oltre alle assenze degli squalificati Scampamorte e Siciliano e all’infortunio di Bernardi, si è aggiunto, a pochi minuti dall’inizio del match, il forfait di Salvatore che ha accusato il riacutizzarsi di un dolore alla caviglia. Il trainer granata ha dovuto gettare nella mischia il ’93 Iallonardi che non aveva mai giocato in prima squadra. In panchina l’Agnonese aveva a disposizione

sei giocatori in età di Lega, un dato questo che lascia spazio a qualche riflessione specialmente se si considera che a S.Egidio ci fosse in campo una sorta di Juniores, supportata da quattro senior quali Pesce Rojas, Milozzi,Galuppi e Litterio(che è un ’89). Se l’Olympia Agnonese fosse tornata a casa con un punto sarebbe stato un risultato storico per il team granata,vista la situazione di emergenza;purtroppo la beffa è arrivata a quattro minuti dalla fine e la sconfitta in terra abruzzese ha fatto precipitare in classifica gli altomolisani che ora si trovano a soli due punti di distacco dalla zona calda della graduatoria e sono costretti a guardarsi indietro piuttosto che essere in lotta con le squadre in corsa per un posto nei play off. Massimo Agovino da inizio cam-

pionato ha più volte lanciato un monito a tutti coloro che guardavano all’Agnonese come tra le formazioni candidate per il torneo post season. A conclusione del girone di ritorno si è potuto invece ben vedere come il campionato è risultato essere molto più difficile rispetto alle passate stagioni e al momento sono tante le squadre in lotta per un posto nei play off o quelle che vogliono evitare i play out. Al termine del campionato mancano diciotto partite e c’è tutto il tempo per correggere gli errori e porre rimedio ad una situazione difficile ma non drammatica: l’importante è che la società, in primis il diesse Maurizio Sabelli, non prendano sottogamba l’attuale situazione ed intervengano subito sul mercato per dare al tecnico la possibilità

di avere a disposizione un organico numericamente e qualitativamente all’altezza del campionato. Per usare un’espressione “agoviniana”, in questo momento la squadra granata sta affrontando una guerra lanciandio le pietre mentre la maggior parte degli avversari stanno utilizzando fucili e bombe a mano. E domenica al Civitelle, contro il Real Rimini, si preannuncia un’altra dura battaglia, ancora in emergenza con le incognite legate a Bernardi, Salvatore ed Orlando al momento infortunati e Scampamorte influenzato. Mister Agovino, nonostante le precarie condizioni di salute, sarà costretto a sedere in panchina a causa dell’espulsione che il suo vice Nunziata. L’allenatore di San Giuseppe Vesuviano ce la metterà tutta per trasmettere alla sua

Siciliano tornerà a disposizione contro il Real Rimini

squadra la carica giusta per cercare di ritrovare la vittoria che manca dal 12 dicembre e regalare ai tifosi granata la prima gioia del nuovo anno. ANPA

CALCIO FEMMINILE SERIE B

Un anno di alti e bassi per le rossoblù del Campobasso

Paola Piacquadio

Con l’avvento del nuovo anno arriva il momento di tirare le somme in casa del Campobasso Femminile. Il 2010 è stato un anno di alti e bassi. La stagione 2009/2010 è terminata con un risultato del tutto positivo, un terzo posto che stupisce e va oltre ogni più rosea aspettativa. Traguardo da record, nonostante la lunga e travagliata storia che ha riguardato la società: comincia l’estate e con essa le varie incertezze e perplessità sul futuro della squadra. L’entusiasmo c’è sempre ma bisogna fare i conti con le altissime quote d’iscrizione al campionato nazionale di serie B femminile e con le tanto lontane, quanto onerose, trasferte. Ancora una volta nonostante le vicissitudini estive, l’entusiasmo vince sui

problemi economici soprattutto grazie alla caparbietà della presidentessa Paola Piacquadio. A settembre si parte con la preparazione, sulla panchina viene riconfermato mister Ricciardi. La rosa è pressoché la stessa dell’anno precedente, l’unica partenza è quella della Fracassi che lascia Campobasso per cercare fortuna in terra romana. I nuovi arrivi consistono in ragazze provenienti dalla serie C regionale ma comunque validissime, Dhamo dal Larino, Giusti e Guerrera dal Mirabello. Il campionato ha inizio il 10 ottobre in casa. Il calendario però non è molto favorevole, infatti, il Campobasso perde i due scontri iniziali con la RES ROMA e le AQUILE PALERMO che risulte-

Borriello:“La Roma è stata creata per vincere lo scudetto”

Il Milan è già campione d'inverno

''La Roma vuole vincere lo scudetto, e' una squadra creata per vincere''. Borriello non nasconde le ambizioni della Roma, l termine della vittoriosa gara col Catania. Diverso l'umore della presidente Sensi: ''Invito i vostri colleghi a pensarci perche' questa societa' ha bisogno di serenita', non di polemiche aride e sterili e che non esistono. Scusate ma non ne posso piu' per il bene della Roma e per gli insulti che ricevo. Di questi insulti gratuiti risponderanno nelle sedi opportune''.

A una giornata dalla fine del girone d'andata il Milan e' matematicamente campione d'inverno, anche se il Napoli lo puo' raggiungere a pari punti. I rossoneri a quota 39 possono essere appaiati solo dai partenopei (33), che stasera gioca a Milano contro l'Inter nel posticipo. In caso di parita' nel punteggio, i rossoneri sarebbero comunque avvantaggiati dallo scontro diretto (2-1 al San Paolo) e dalla differenza reti, al momento favorevole alla capolista.

ranno essere 1° e 2° del girone. Dopo l’inizio negativo viene fuori l’orgoglio delle ragazze rossoblu che riescono a racimolare durante il loro percorso, tutt’altro che semplice, 7 punti, ai quali si aggiungono i 3 conquistati in casa il 19 dicembre, con i quali la squadra può andare alla sosta più tranquilla, in una posizione della classifica che però, comunque, non rispecchia il vero valore dell’organico. La pausa “natalizia” per le lupette durerà circa due mesi, infatti il ritorno sui campi di gioco è previsto per il 20 febbraio. Pause troppo lunghe però possono ledere la concentrazione e l’entusiasmo. Tuttavia, il Campobasso deve cercare di trovare la tranquillità per poter tornare a posizioni di classifica più alte e meno “rischiose”.

21 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011


S P O RT L’INTERVENTO

Pedemontana, problemi irrisolti Le società di Venafro auspicano che con il nuovo anno vengano eliminati tutti i disservizi E' noto che lo sport è elemento essenziale per una crescita sana dei bambini, per la formazione di una forte individualità nei giovani, che li allontani dai pericoli della droga e dell'abuso dell'alcool, per promuovere il nome della città stessa nel territorio regionale e nazionale. Per farlo, però, per mettere in condizioni chi ha il dovere sociale di farlo, si ha il bisogno di una serie di strutture sportive idonee, che funzionino nella fornitura dei servizi per cui sono state costruite, nella loro finalità sociale. Sorvolando sul fatto che in relazione alla disponibilità di strutture la città di Venafro non certo risplende per essere un modello da prendere come riferimento, dispiace constatare che l'unica struttura sportiva al coperto, degna di essere chiamata tale, soffra da ormai troppo tempo di disfunzioni che ci si augura, e ne siamo certi, vengano risolti in poco tempo. Ci riferiamo a due ordini di problemi contingenti, ed ad uno strutturale, che, se risolto, può indurre un risparmio considerevole nei costi di gestioni dello stesso palazzetto per le casse comunali. In relazione al primo aspetto, ci si riferisce al fatto che in più punti del palazzetto ci

sono delle infiltrazioni di acqua piovana, che se non risolte con celerità possono mettere a rischio la nuova pavimentazione in parquet, recentemente installata; altro aspetto riguarda la mancata fornitura da parte del Comune di Venafro del gasolio necessario al funzionamento dell'impianto idrotermico e di riscaldamento, che ha obbligato le società sportive scriventi ad intervenire a più riprese nel corso della fine del 2010 con propri mezzi nell'assicurare il minimo di servizio di una struttura sportiva, che si traduce in una temperatura non vicina allo zero all'interno del palazzetto, e nella disponibilità di acqua calda per tutti gli atleti delle squadre maggiori che rappresentano la città di Venafro a livello nazionale e per tutte le “promesse” locali . Infatti i componenti di queste società sono state oggetto a più riprese di molteplici lamentele dei genitori dei piccoli atleti che calcano il Pedemontana ed hanno sino ad oggi sopperito ad una mancanza; siamo certi temporanea, del Comune. L'aspetto strutturale di cui si diceva, riguarda l'allaccio alla rete del gas dell'impianto termico, che per sole difficoltà amministrative non può essere

realizzato, visto che la rete cittadina arriva a servire il palazzetto. Pertanto l'augurio è che, in questo 2011, il Comune di Venafro proceda con celerità a risolvere i problemi della mancanza di fornitura di gasolio, chiedono che vengano fatti quegli interventi di manutenzione tesi a sanare le infiltrazioni d'acqua piovana, e che si risolvano i problemi di ordine amministrativo che non permettono di poter allacciare gli impianti idrotermici e di riscaldamento del Palapedemontana alla rete del gas cittadino, in maniera tale da poter ottenere, oltre alla eliminazione totale di qualsivoglia problematica correlata alla fornitura del carburante per il funzionamento degli impianti, anche e soprattutto ad una riduzione nei costi di gestione che attualmente ha il Comune. Crediamo che siano note a tutti le grandi difficoltà delle società sportive che cercano di poter portare con onore il nome di Venafro in giro per l'Italia intera e che cercano di contribuire, per l'appunto, ad una crescita sana di bambini e giovani, in condizioni in cui i bilanci societari sono progressivamente crescenti. E per non farli crescere ulte-

Il Palapedemontana riormente, per le multe che potrebbero arrivare per non avere a disposizione, ad esempio, nelle competizioni acqua calda a sufficienza ed una temperatura adeguata all'interno della struttura durante i vari incontri, per non far decidere le mamme di tenere a casa i propri bambini perché preoccupate della salute dei propri figli, invitiamo i responsabili politici ed amministrativi a sanare queste difficoltà, che ormai vanno avanti da troppo e troppo tempo,

ricordando che ad inizio anno le società scriventi hanno già impegnate le proprie squadre nelle rispettive competizioni sia regionali che nazionali in cui partecipano, e che i corsi delle rispettive Scuole riprendono con l'inizio del Nuovo Anno. Ebbene, è proprio questo il momento in cui il Comune di Venafro potrà determinare in modo concreto la vittoria dello sport! Scarabeo Venafro e Basket Venafro

CALCIO A 5

Inizia male il 2011 per la Scarabeo Un’azione della gara tra Scarabeo e Torremagliano

22 ANNO IV - N° 04 VENERDÌ 7 GENNAIO 2011

Inizia malissimo l'anno per la Scarabeo Calcio a 5 Venafro, che nella quindicesima giornata del campionato nazionale di Serie B ha affrontato a Santa Croce di Magliano i cugini del Torremagliano, ed è stata sconfitta per 13 a 5. Una giornata no quella dei venafrani che hanno affrontato un

Torremagliano che era tutt'altra squadra di quella vista all'andata, con il quintetto base fatto di tutti brasiliani. Ancora assente, per infortunio, nelle file dei bianconeri Massimo Bosco. Il primo tempo è terminato per 5 a 2 per la squadra di casa. Gli ospiti hanno sbagliato diverse occasioni da goal, colpito alcuni

pali, ma la partita non è stata mai in discussione. A fine gara è il preparatore atletico Raffaele Di Cicco che commenta la partita: “C'è poco da dire con questo risultato! Abbiamo affrontato la partita non nel migliore dei modi, trovandoci di fronte una squadra forte, ben organizzata, con il brasiliano

Egea che ha giocato una partita straordinaria. Una sconfitta che non ha giustificazione: i ragazzi erano nervosi, poco concentrati, e hanno giocato male. Fuori casa continuiamo ad avere questi problemi, ed è necessario risolvere al più presto. Complimenti al Torremagliano!”.

Nba: Bargnani trascina Toronto

Basket: Dan Peterson torna e vince

Trascinati da un Andrea Bargnani, i Toronto Raptors hanno vinto 120-105 sul campo dei Cleveland Cavaliers. Il Mago e' risultato il miglior marcatore della sua squadra, con 25 punti in 39'14''. Bargnani ha anche preso 8 rimbalzi e servito 3 assist. Non e' invece andata bene ai New Orleans Hornets di Marco Belinelli. battuti dai Golden State Warriors. 103-110. L'azzurro ha segnato 16 punti. Fra gli altri incontri Nba spicca la vittoria dei Boston Celtics per 105-103 sui San Antonio Spurs.

Ritorno con ampia vittoria per coach Dan Peterson, 75 anni, sulla panchina dell'Olimpia Milano in un Forum di Assago stracolmo per festeggiarlo. Una standing ovation ha accolto Peterson al suo ingresso sul parquet dove, da tecnico, mancava da circa 24 anni. Caserta battuta 98-84 nell'anticipo della 13/ma giornata di serie A. ''Abbiamo fatto molti errori ma abbiamo fatto a nche tanti punti'' ha detto il tecnico a fine gara ai microfoni di Sky.


lagazzettadelmolise070111a  

Molisani prudenti alla guida. Solo il 3,4% di incidenti per colpa Volata finale per le nostre primarie. Ancora 48 ore per votare Oggi parton...

Advertisement