Page 1

Tragico schianto sulla statale 17 Muore Salvatore Romano Grave l’amico Fausto Salotto

ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Qui la Giunta è tutta da rifare www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A GIUSEPPE ASTORE Uno scambio di cortesie in dolce stil novo tra il senatore Peppino Astore e l’aspirante sindaco di Termoli Filippo Monaco. Il primo starebbe mettendo il bastone tra le ruote al Pd per evitare l’apparentamento e perdere il seggio del suo candidato Antonio Giuditta. Questo per restituire il favore a chi in passato ha usato identica cordialità nei suoi riguardi. Monaco infatti si è speso parecchio per farlo arrivare in Senato al posto di Augusto Massa. All’epoca però oltre alla tessera del Pd era pure militante.

L’OSCAR DEL GIORNO A MICHELE CORALBO L’oscar del giorno va a Michele Coralbo consigliere comunale di Costruire democrazia, che in una nota, oltre ad un consiglio monotematico sulla sicurezza delle scuole, chiede che non si facciano differenze tra studenti. Nella lettera l’ingegnere coglie anche l’occasione per puntare il dito contro i (non) lavori di demolizione del vecchio Romita fermi ormai da tanto tempo. Domande pertinenti su questioni delicate. Più o meno come quelle sollevate qualche mese fa sul nuovo edificio via Facchinetti. Che il circo della politica ha messo a tacere.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Domani pranzo a casa per molte famiglie. Lunedì in Albis si mangia fuori

Pasqua, sull’esodo peserà l’aumento del prezzo carburanti CAMPOBASSO – La Pasqua è ormai alle porte, chiuse le scuole molte famiglie molisane sono già partite. C’è chi ha già cominciato a preparare il pranzo di Pasqua o la gita di Pasquetta. A trascorrere la giornata di festa lontano dai fornelli di casa saranno solo poco più di quattro milioni di italiani, cioè il 2,4% in meno della Pasqua 2009. A Pasquetta andrà un po’ meglio per i ristoratori: sono due milioni e mezzo i clienti attesi, in linea con l’anno scorso. Per completare la giornata di festa, gran parte dei musei, monumenti e siti archeologici statali resteranno aperti. A frequentare i ristoranti saranno soprattutto gruppi di amici. E anche in questo caso il menu fisso, da scegliere nel 71% dei ristoranti, avrà un costo medio è di 39,90 euro (-1,1% sul 2009). La scelta sembra ricadere ancora sulla pasta tradizionale fatta in casa, agnello, colomba e altri dolci locali. Otto italiani su dieci mangeranno a casa, spendendo circa 150 euro a famiglia. In crescita, ma solo in valore e non in quanQuotidiano tità, i consumi alimendel mattino tari, rispetto al 2009. È quanto emerge dalle Registrazione al Tribunale stime della Cia-Con-

di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008

DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010

federazione italiana agricoltori. Nei prossimi giorni di festa gli italiani mangeranno 260 mila tonnellate di carne d’agnello, consumando così, in poche ore, circa il 50% del consumo totale annuo di carne ovina. In questo primo esodo dell’anno, dall’analisi di Expedia (portale dei viaggi on line) per le prossime vacanze di Pasqua, emerge inoltre tanta voglia di Italia. Infatti, oltre al primato di Roma, tra le prime dieci destinazioni più prenotate dai viaggiatori tricolori, spiccano altre quattro mete italiane a tener testa alle classiche capitali europee. Dopo Milano ai piedi del podio – capitale primaverile dello shopping – ampio spazio alla Sicilia, che con Catania e Palermo rispettivamente al sesto e all'ottavo posto della top ten si afferma regione più rappresentata. Napoli, stabile al nono posto della classifica, supera una capitale amatissima e ricercata come Berlino. Tuttavia, la Pasqua 2010 degli automobilisti italiani sarà “salata”, con carburanti che hanno raggiunto prezzi stellari: sopra gli 1,4 euro al litro per la benzina e all’1,2 euro al litro per il gasolio. In pratica listini che contano 2 cent/litro in più rispetto a quelli di un anno fa e che comportano un aumento di 10 euro a pieno, circa. E, mentre il ministero per lo Sviluppo Economico promette una riforma che dovrebbe contribuire a far abbassare drasticamente i prezzi (il sottosegretario, Stefano Saglia, ha detto che verrà “azzerarato il divario esistente

fra il prezzo industriale della benzina in l’Italia e quello della media dei paesi dell’Unione europea”), Adusbef, Federconsumatori e Aduc denunciano “l’ennesima speculazione”. Una bufala, per l’Unione petrolifera, che ritiene la “doppia velocità dei prezzi del greggio di cui spesso parlano le associazioni, una inventata da loro per far presa sul pubblico”.

Numeri utili e consigli per viaggiare sicuri CAMPOBASSO - In previsione dell’ingente traffico delle festività pasquali, i 9 centri di Soccorso stradale dell'Aci, operanti nelle province di Campobasso e Isernia, sono stati ulteriormente potenziati Dunque, maggiore assistenza per gli automobilisti in movimento in questi giorni, l’Automobile Club d’Italia, infatti, ha predisposto un piano d’assistenza straordinario, con la mobilitazione di 5.000 uomini specializzati nell’assistenza tecnica ai viaggiatori, 3.000 mezzi di soccorso e 1.000 centri operativi, che presidieranno strade e autostrade di tutto il territorio nazionale. L’intervento della “Task Force” Aci può essere richiesto, 24 ore su 24 al numero 803.116 (800.116.800 per gli automobilisti stranieri dotati di cellulare estero). E’ inoltre attivo il call center mul-

tilingue “Viaggiare sicuri” che risponde al numero 06.491115 in francese, inglese, tedesco, spagnolo, portoghese e olandese, per soddisfare le esigenze informative di chi viaggia all’estero. Il servizio, frutto della collaborazione dell’Aci con il Ministero degli Affari Esteri, fornisce notizie aggiornate su oltre 200 Paesi del mondo in materia di: sicurezza (microcriminalità, conflitti etnici o sociali, comportamenti consigliati); situazione sanitaria (profilassi, vaccinazioni, strutture mediche); cultura e usanze locali (alimenti e bevande proibiti, tutela di flora e fauna). Le informazioni possono essere consultate anche al sito internet www.viaggiaresicuri.it. Il call center Aci 803.116 è in grado anche di indicare quali sono i percorsi alternativi alle grandi arterie

autostradali per raggiungere la propria destinazione in caso di ingorghi o traffico intenso. Per il week-end di Pasqua le previsioni meteo annunciano tempo variabile su tutta la penisola. Un quadro che richiede a quanti si metteranno alla guida un supplemento di attenzione e prudenza oltre, naturalmente, al rispetto delle regole del Codice della Strada. Aci, poi, fornisce dei consigli per guidare sicuri. Infatti, prima di mettersi al volante non si devono bere alcolici o assumere farmaci che inducono sonnolenza; informarsi sempre su condizioni meteo e viabilità; allacciare le cinture di sicurezza, sia nei sedili anteriori che posteriori; assicurare i bambini agli appositi seggiolini; sistemare bene i bagagli e non appoggiare oggetti pesanti sulla

“cappelliera” posteriore che in caso di brusche frenate possono risultare estremamente pericolosi. Una volta in viaggio bisogna rispettare i limiti di velocità e in ogni caso adeguare la velocità alla situazione (visibilità, stato del veicolo, condizioni della strada e del traffico, situazione meteo); rispettare le distanze di sicurezza che vanno regolate in base alla velocità: maggiore la velocità, maggiore deve essere la distanza dal veicolo che ci precede (a 130 km/h occorrono più di 200 metri per fermarsi); evitare manovre brusche e accelerazioni improvvise, soprattutto su strade bagnate o ghiacciate; non viaggiare in corsia di emergenza; non parlare al “cellulare”, che rallenta i riflessi e allunga lo spazio di frenata fino a 50 metri.

Ru 486, Cota: non sono in contrasto con la legge

De Magistris: “Grillo, incontriamoci”

TORINO – “Sulla Ru486 ho sempre avuto una posizione chiara e mai in contrasto con la legge, invito tutti a rileggere bene le mie dichiarazioni”. Così il neo presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, sul tema della pillola abortiva nella sua prima conferenza stampa dopo la vittoria alle elezioni sul governatore uscente, Mercedes Bresso.

ROMA – “Sono amico di Grillo e condivido la maggior parte delle sue battaglie. Per questo lo invito ad un dibattito sereno e rispettoso, perché credo che la parte migliore del paese debba stare insieme”. Luigi De Magistris, europarlamentare dell’Idv, ha invitato il leader del movimento 5 Stelle ad un confronto per chiarire le incomprensioni degli ultimi giorni.


PRIMO PIANO Il presidente rilancia il dialogo con i tre consiglieri dissidenti che volevano sfiduciarlo. Ma tutto dipende da lui e dalla sua verifica politica (azzeramento)

Palazzo Magno, il Pd vuole un segnale da D’Ascanio CAMPOBASSO – E’ il momento della resa dei conti a Palazzo Magno. Questa volta però a dettare le condizioni sarà il Partito democratico. Oggi più che mai l’appoggio di tutta

la maggioranza provinciale è necessaria al presidente Nicola D’Ascanio che dopo il flop elettorale a Montenero di Bisaccia comincia a vacillare. All’appello lanciato due giorni fa, in

cui il capo dell’esecutivo di via Roma ha in sostanza avanzato una riapertura del dialogo con i tre inquilini ‘dissidenti’ (Annamaria Macchiarola, Costantino Manes Gravina e Piero

Ballottaggio a Termoli

Sull’apparentamento c’è lo zampino di Astore CAMPOBASSO – Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi. Il detto vale anche per i due candidati sindaco di Termoli, Basso Di Brino e Filippo Monaco che l’11 e il 12 aprile se la vedranno faccia a faccia al ballottaggio per la scalata finale al vertice dell’amministrazione. Domani però scadono anche i termini per formalizzare gli eventuali collegamenti di lista. Ma l’apparentamento sembra ancora lontano, entrambi preferirebbero un accordo politico. Monaco in particolare si aspetta, quassi fosse scontato, l’appoggio dell’elettorato pidino senza voler mettere nero su bianco ogni decisione. Già, perché questo avrebbe, sia in caso di vittoria che di sconfitta al secondo turno, conseguenze sulla composizione del Consiglio e sull’assegnazione delle poltrone. Nessun dubbio su chi

dovrà prendere posto in aula, ma con l’apparentamento il Pd guadagnerebbe un seggio. Oltre ad Erminia Gatti insomma, andrebbe in Consiglio anche Laura Venittelli (al posto di Antonio Giuditta nel caso in cui Monaco perda) Il candidato di Partecipazione democratica che fa riferimento al senatore Giuseppe Astore resterebbe così a bocca asciutta. Ecco perché il dipetrista con la tessera del Pd ancora in tasca non può firmare il ‘contratto’ con i democratici che non lo hanno sostenuto fino alle elezioni candidando la Gatti, ma che lo sosterrebbero volentieri adesso per il bene della coalizione. Senza l’alleanza tecnica però, dicono beninformati, non si va da nessuna parte. Monaco evidentemente è convinto di poterne fare anche a meno. AD

Neri) una risposta ufficiale dal quartier generale dei democratici non è ancora arrivata. Ma è quasi scontato che per tornare a ragionare con più serenità di come è stato fatto in quest’ultimo anno e mezzo, una semplice dichiarazione d’intenti non sarà sufficiente. Sarebbe come un film già visto, e anche bruttino. Sedersi attorno ad un tavolo è ancora possibile. E questa, forse, è l’unica buona notizia per il centrosinistra. Ma serve un segno tangibile da parte di Nicola D’Ascanio che assieme all’altro numero uno dell’Italia dei valori, Giuseppe Caterina, ha fatto rimediare una figuraccia al leader Antonio Di Pietro proprio nel suo Comune. A loro due infatti, l’ex pm avrebbe dato mandato per conservare la storia roccaforte rossa. Strappata dal centrodestra di Michele Iorio con Nicola Travaglini al vertice dell’amministrazione. Il Pd dal canto suo non ha mai digerito le decisioni assunte in autonomia dall’ex democratico D’Ascanio. La presidenza del Consiglio ad esempio, ‘regalata’ in cambio dell’assenza in aula al momento di votare la sfiducia nella calda estate del 2008, a Remo Grande prima, e a Carmine Perugini poi. La trasversa-

lità del palazzo che continua a reggersi con i voti dell’Udc, e ancora prima le revoche di assessori, le deleghe esterne ai più ‘meritevoli’, l’operazione Nuova primavera democratica (a proposito, ma che fine ha fatto l’ex candidato sindaco Gaetano Di Niro?), e più in generale quell’atteggiamento di autosufficienza che a questo punto non basta più. Azzerare la giunta e ripartire da lì potrebbe essere la via indicata dal Pd di Danilo Leva. Tornare a discutere della presidenza del Consiglio l’altra ipotesi. L’unico che non dovrebbe temere sarebbe proprio il presidentissimo, che intanto ha già annunciato di voler comunicare qualcosa all’aula nella prima seduta utile in Provincia (12 aprile). Dal bollettino di Palazzo Magno l’ente gode di ottima salute, allo stesso modo D’Ascanio non ha escluso una verifica politica. Che stia già pensando all’azzeramento? AD


REGIONE Lo sancisce la delibera 198 del 22 marzo. Petraroia (Pad) presenta una mozione che chiede la revoca del provvedimento perché viola l’articolo 22 dello Statuto

Regione non più parte civile nei processi agli amministratori CAMPOBASSO – La Regione Molise non si costituirà più parte civile nei processi in cui risultano indagati gli esponenti della stessa giunta o del Consiglio. La delibera di giunta numero 198 del 22 marzo scorso sancisce la rinuncia dell’ente pubblico al proprio diritto di tutelarsi, partecipando al dibattimento giudiziario. In pratica, non si costituirà più come soggetto danneggiato dal reato che intende far valere innanzi al giudice penale la propria domanda di risarcimento o di restituzione. Il consigliere regionale del Pd, Michele Petraroia, presenterà una mozione per chiedere la revoca della delibera, “auspicando un sussulto di responsabilità che porti la

stessa giunta ad annullare l’atto in autotutela per evitare il rischio che qualche magistrato potrebbe decidere di approfondire l’argomento”. Petraroia giustifica la propria iniziativa per annullare l’atto con “la violazione dell’articolo 22 lettera i) dello Statuto regionale”, secondo cui spetta alla giunta di “deliberare, previo parere del Consiglio regionale, sui ricorsi innanzi alla Corte Costituzionale, nonché in materia di liti attive e passive, rinunce e transazioni”. “È ovvio – afferma Petraroia – che, fermo restando la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio, l’obiettivo dell’indagato, oggettivamente, è in contrasto con l’interesse della Regione che po-

trebbe sviluppare nel processo un contradditorio teso ad accertare i fatti e difendere i propri beni materiali e immateriali quali il decoro e la dignità. Chi ha paura della verità? – si chiede –. Chi teme un giusto processo con un dibattimento che non esclude, a priori, la parte civile a tutela della pubblica amministrazione? Si può essere contemporaneamente difensori di se stessi e rappresentanti istituzionali orientati a salvaguardare il bene comune? Domande retoriche – nota Petraroia – nell’Italia del 2010 che non si indigna più nemmeno di fronte all’evidenza plateale dell’ingiustizia. Anzi – conclude – più si calpestano le regole del gioco e più si è ammirati per la destrezza”.

A Vicenza chiude i battenti “Gitando 2010” Molta attenzione ai borghi CAMPOBASSO . Si è conclusa a Vicenza l’edizione 2010 di Gitando, la tradizionale fiera dedicata al campeggio e alle vacanze. Oltre 225 espositori per 25 mila persone che hanno visitato in quattro giorni la fiera. Presenti alla manifestazione l’assessore al turismo della Regione Molise, Marinelli e il Presidente dell’ATM Sansone. Molta attenzione verso i piccoli borghi, il folklore, l’enogastronomia, l’archeologia, il mare e la montagna. “Siamo estremamente soddisfatti, i visitatori sono stati molto interessati alla nostra Regione- continua il Presidente dell’ATM – a molti sconosciuta ma desiderosi di conoscerla e visitarla”. Come ogni anno

Gitando si riconferma una delle vetrine più interessanti per le offerte merceologiche presentate ai visitatori. Molto interessanti sono state anche le proposte e gli itinerari per i disabili. E accanto alla programmazione prevista per i disabili si sono svolte iniziative quali convegni di approfondimento, tornei ed esibizioni sportive, balli, percorsi ad ostacoli e un programma di animazione per i più piccoli. Gli appuntamenti fieristici ai quali l’Assessorato al Turismo della Regione Molise parteciperà saranno:l’”Ecotour” di Chieti dal 24 al 26 Aprile e il “De Smaak Van Italie” di Utrecht (Olanda) dal 4 al 6 giugno. Carla Ferrante

Mercoledì l’aula di Palazzo Moffa dovrà pronunciarsi sul modello assembleare e quello proporzionale

Statuto, in aula l’elezione del presidente CAMPOBASSO – Anche i nodi più intrecciati prima o poi arrivano al pettine. La prossima seduta in Consiglio regionale sarà monotematica sullo Statuto. Mercoledì l’assemblea di Palazzo Moffa è chiamata a pronunciarsi sull’elezione del presidente della Regione. L’articolo 32 della Carta che sta lentamente riscrivendo le regole della democrazia riguarda proprio il governatore e la sua Giunta. Tanti gli emendamenti, da una parte c’è chi vuole che il prossimo presidente venga scelto dai consiglieri eletti, e dall’altro c’è, la maggioranza, che preme per l’elezione diretta. Si deve scegliere tra il modello proporzionale e quello assembleare. Anche se oggi un ritorno al passato appare improbabile.


CAMPOBASSO Il conducente dell’auto è in gravissime condizioni. Lo schianto intorno alle 4 di ieri

Fausto Salotto ricoverato

Venerdì nero sulla Ss17, muore un giovane di Campobasso

Un tamponamento violento e per Salvatore Romano, 30 anni di Campobasso, non c’è stato nulla da fare. La sua vita si è spezzata sulla statale 17 al Km 211 appena dopo le 4 di ieri mattina. Il ragazzo si trovava a bordo di un’Audi A/4, lato passeggero. A condurre l’auto un suo amico quasi 32enne trasferito, a seguito del violento impatto con un camion, all’ospedale Cardarelli del capoluogo. Gravissime le sue condizioni. Dopo un delicatissimo intervento al cranio è stato trasferito nel reparto di rianimazione in prognosi riservata. Sottoposto ad alcune me-

Salvatore Romano

dicazioni anche il 49enne alla guida del mezzo pesante. Secondo una prima ricostruzione, l’Audi si è schiantata contro il camion che trasportava polli. Entrambi i mezzi andavano in direzione Bojano. Immediato l’arrivo di un’ambulanza del 118 che nulla ha potuto fare per il 30enne deceduto sul colpo. Sul posto, per i necessari rilievi, i carabinieri della località matesina ed i vigili del fuoco che hanno provveduto a togliere dalla strada l’Audi ormai ridotta ad un ammasso di lamiere. A determinare l’incidente forse un colpo di sonno del

conducente dell’automobile o l’alta velocità. Proprio su quest’ultima ipotesi si concentrano le attenzioni. Pare che le lancette del contachilometri, dopo l’urto, si siano bloccate intorno ai 200 Km/h. Salvatore Romano era conosciuto nel capoluogo molisano, soprattutto per la sua grande passione per le moto. Spesso trascorreva lunghe giornate sulla sua due ruote in compagnia degli amici. Ed intanto, ieri mattina, i carabinieri hanno inviato il rapporto di quanto accaduto alla Procura di Campobasso per il nulla osta sui funerali.

Col sorriso sempre, anche quando non avevi un dente. Non è ancora chiaro se sia tutto vero, io sto aspettando di rivederti. Di incontrarti per caso col sorriso nuovo, o di chiamarti apposta con la scusa della mia macchina rotta, per rivedere quel sorriso che ha sempre tenuto botta. L'hai toccata tante volte, la vita dico, e tante volte invidiavo la tua voglia di altra. Tremo al pensiero di non sporcarmi di grasso assieme a te e riderci sopra mentre come al solito fai il gradasso. Tatuaggio dal cuore tenero, muscoli dall'abbraccio schivo un unico amore, quello biondo e un sorriso nuovo. Tutto quel sudore a darti per gli altri col sorriso pronto, quello nuovo, tutto quel sudore a cercare di toccarla, la vita dico, e quando la mancavi e ti scivolava addosso, ridevi di te. Non è ancora chiaro se qualcuno ti abbia mai guardato senza sorridere, per cercare di fregarti,

quella voglia di toccarla o il sorriso, che anche quando ti mancava un dente, era lì. E ce lo portavi nelle Pasquette e Ferragosti lontani, nelle trasferte fuori mano, nei Primi maggio solo andata, al mare ustionati, nelle campagne ubriachi di risate, nei nostri incontri impossibili attaccati ad una corda. Nel giorno dei giorni, anche lì me lo hai portato quel sorriso nuovo, con la tua voglia di toccarla, la vita dico. Non è ancora chiaro quanti giorni ti porti via e quanti non arriveranno più sulle nostre foto. Non è ancora chiaro perché ti chiamassero Turiddu, e tutti invidiavano la tua voglia di toccarla, la vita dico. Le canzoni stonate a squarciagola, le rime impossibili in lingua straniera, le sorprese quando ero fuori dal giro, i saluti improvvisi quando non ti stavamo in scia. Ancora una volta te lo sei ripreso, quel sorriso nuovo, e non è ancora chiaro, per quanti giorni te lo porterai via questa volta.


CAMPOBASSO La processione per rivivere la Passione di Gesù Cristo

Le campane sono legate perché nessun suono deve rompere il lutto in cui la cristianità si chiude il giorno del

Venerdì Santo. “Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno”. Cristo sulla croce è morto come un uomo

per il bene di tutti gli uomini. Per salvarli. Un messaggio di perdono, per Lui che ha dato se stesso e che anche con i

chiodi conficcati sulle mani e sui piedi chiede al Padre di salvare chi ha voluto ucciderlo. Ma una parte di quell’umanità lo ha pianto e continua a farlo. Soprattutto durante la processione del Venerdì santo, sempre toccante, sempre straziante. Gesù sul letto di morte viene portato a spalla, a poca distanza c’è la Madonna addolorata. Madre e Figlio in mezzo a una folla di fedeli e di cantori, 700, che intonano il Teco Vorrei. Da decenni ormai. Le parole di Metastasio e le note del De Nigris rimbombano tra i vicoli e le

strade della città. Toccano il cuore, fanno riflettere sul dono della vita, sulla caducità dell’essere umano. Come fa riflettere pure la preghiera del detenuto recitata dietro le sbarre del carcere di via Cavour. E quello uno dei momenti più toccanti di tutta la processione. La preghiera di chi vive recluso diretta a chi sa cos’è la sofferenza. Poi la processione riprende il suo corso. Un po’ com’è la vita. Oggi ancora lutto fino alla mezzanotte. Poi le campane si sciolgono. E’ festa. Cristo è risorto. Il miracolo dei miracoli è compiuto.

Il dolore celebrato: la ritualità del Venerdì Santo molisano in un libro La drammaticità e la carica emotiva del venerdì Santo molisano hanno trovato una degna dimensione letteraria: “il dolore celebrato”, infatti, è il nuovo testo del demologo e antropologo rituale Mauro Gioielli, che documenta attarverso parole, immagini fotografiche e video, la straordinaria portata dei riti pasquali più rilevanti nella nostra regione: le processioni di Campobasso e Isernia. Il libro è stato presentato ieri mattina nell’aula consiliare di palazzo Moffa, alla presenza del presidente del consiglio regionale Michele Picciano, che ne ha seguito e promosso direttamente la pubblicazione: “Quest’opera è espressione della nostra identità religiosa ed etnica - ha detto Picciano- e abbiamo deciso di valorizzare quei sentimenti rappresentati dalle celebrazioni del venerdì santo in cui tutti noi ci riconosciamo. Le pro-

8 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010

cessioni che in questi giorni attraversano le strade di Campobasso e Isernia costituiscono due segmenti fondamentali del rito pasquale e incarnano valori e significati profondi che noi intendiamo tutelare a salvaguardia della nostra appartenenza religiosa e territoriale”. Nel corso della cerimonia è interventuto anche lo storico Giovanni Mascia, che ha spiegato la nascita e l’evoluzione del “Teco vorrei”. Il canto - composto da Pietro Metastasio e musicato da Michele De Nigris - era stato concepito in origine per un ristretto numero di interpreti, prima di assumere quel tono “popolare” che oggi i numerosi “coreuti” campobassani gli conferiscono. Il contributo di Mauro Gioielli, autore del testo, ha approfondito l’analisi del rito isernino: “I lunghi silenzi del cammino processionale, i cori delle varie confraternite e

Pasqua, nove milioni di italiani in vacanza ROMA - Sono 8,9 milioni (il 17,6% della popolazione) gli italiani in vacanza per Pasqua rispetto ai 6 milioni partiti nel 2009. E' quanto risulta da una ricerca dell'Osservatorio nazionale del turismo. Chi va oltre confine preferisce le capitali culturali (60,9 per cento) e le destinazioni balneari (25,1). Tra chi rimane in Italia: 2,5 milioni di italiani scelgono le coste.

l’dentita nascosta degli incappucciati, rivelano la grande intensità emotiva della religiosità popolare, manifestando tutta l’inquietudine dell’uomo che si avvicina al mistero della sofferenza e della morte prima disconfiggerle per tornare alla vita”. Oltre ai testi di Gioielli e Mascia e le numerose fotografie, il libro contiene anche un dvd che raccoglie i momenti più significativi delle due processioni, scanditi dalla voce narrante dell’attore Aldo Gioia. “Il dolore celebrato” – pubblicato dall’editore Palladino - racconta in 96 pagine un pezzo importante di storia molisana, ripercorrendo quel dialogo tra ragione e spirito, tra angoscia e liberazione, cui migliaia di fedeli partecipano nel momento delle rappresentazioni rituali del venerdì santo. l.a.

In Aquilano 18mila scosse in un anno ROMA - Sono 18 mila le scosse registrate nella zona dell'aquilano dal 6 aprile 2009 a oggi secondo la rete sismica nazionale. E ad un anno dal terremoto, l'attivita' sismica ancora continua ai livelli di 'aftershock', con ''alcuni eventi al giorno'' provocati proprio dal sisma ''madre''. E' quanto fanno sapere all'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).


CAMPOBASSO Michele Coralbo: perché sono ancora fermi i lavori nell’ex sede del Romita in via Scardocchia?

Scuole sicure, serve una concertazione tra enti Riceviamo e pubblichiamo Apprendo delle ultime iniziative del sindaco e della giunta comunale di Campobasso in materia di sicurezza nelle scuole. È interessante e lodevole l’iniziativa di voler costruire nei pressi di Fontana Vecchia un polo scolastico per scuole elementari e medie. Mi auguro allo stesso tempo, che

questo polo non sia la nuova scuola elementare di via Kennedy o via S. Antonio Abate, ma rappresenti quella struttura jolly che ospiterà a turnazione gli alunni e i docenti di quei plessi scolastici che si dovranno realizzano ex novo o che comunque si dovranno adeguando simicamente. È necessaria quindi una programmazione dei lavori di recupero di tutti gli edifici scolastici da avviare unitamente alla realizzazione del nuovo plesso, per scongiurare l’ipotesi che vengano sanate alcune situazione e dimenticate altre, per scongiurare l’ipotesi che si abbiano studenti di serie A e studenti di serie B. Le scuole elementari e medie, rappresentano sicuramente quegli edifici scolastici sotto la diretta responsabilità del sindaco, ma in

quanto ricadenti sul territorio comunale, il sindaco non può dimenticare o sottovalutare la situazione disastrosa degli istituti superiori. E’ necessario per questo coinvolgere la Provincia di Campobasso e il suo presidente, affinché si chiarisca in maniera definitiva il motivo per cui i lavori sulla sede ex scientifico di via Scardocchia sono ormai fermi da mesi, e il perché non si utilizzi quell’area per costruire un polo scolastico per scuole medie superiori che rappresenti, anche in questo caso, quell’edificio jolly che permetterà di porre rimedio al problema della sicurezza anche per le scuole medie superiori. Sarebbe utile e necessario, inoltre chiarire, se il Sindaco, intenda andare nella direzione della realizzazione di pochi grandi poli scolastici.

Raccolgono tartufo nero trasgredendo le regole Padre e figlio multati

Se cosi fosse, sarebbe utile tenere in seria considerazione, il concetto che, la realizzazione dei poli scolastici, è esclusivamente praticabile nelle prime aree periferiche della città, per una ovvia mancanza di spazi nelle aree più centrali. Questo aspetto sconvolgerebbe in maniera significativa i processi di mobilità della città, in quanto la dislocazione delle sedi scolastiche, ora frastagliata e adeguatamente distribuita su tutto il territorio comunale, sarebbe concentrata in pochi siti. Sarebbe quindi indispensabile studiare, o meglio riformulare, un piano della mobilità, ma soprattutto il piano del servizio trasporto urbano, per non generare futuri problemi e disagi ai cittadini, nonché spiacevoli disagi agli stessi studenti e docenti che quotidianamente dovranno recarsi presso le

nuove sedi, e che verosimilmente, non ritrovando in questo futuro assetto la scuola di quartiere dovranno attraversare parte della città per recarsi nelle nuove sedi. Si rende a questo punto necessaria una concertazione tra Comune, Provincia e Regione, per valutare una più complessa strategia di intervento, ma soprattutto per capire che copertura finanziaria possano avere le proposte del sindaco. Bisognerà capire inoltre, quali sono i tempi entro i quali Comune e Provincia intendono dare risposta ai cittadini. Con il gruppo di costruire democrazia, martedi 6 aprile presenteremo richiesta di un consiglio monotematico urgente, affinchè il sindaco riferisca in consiglio comunale e quindi ai cittadini sull’argomento. Ing. Michele Coralbo

In via San Giovanni al posto del pino spunta una rotonda

Ancora un’operazione di successo per il Corpo forestale dello Stato: nel corso di un servizio nella località di Larino, infatti, i berretti verdi del comando locale di Casacalenda hanno colto in flagranza di reato un cinquantenne di Sant’Angelo Limosano, che in compagnia del figlio raccoglieva tartufo nero violando le norme regionali in tema di tutela del patrimonio boschivo e tartufigeno. I due sono stati sorpresi ad eseguire veri e propri scavi con l’utilizzo di una zappa: pratica che può danneggiare in maniera seria, e talvolta irreversibile, il terreno. Per questa ragione a entrambi sono state contestate sanzioni amministrative per un importo di circa 4000 euro. Ai trasgressori, inoltre, sono stati sequestrati oltre 200 grammi di tartufi, ora in possesso della Provincia di Campobasso. l.a.

Semilibertà ad Izzo, condanna definitiva per lo Stato La Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo, lo scorso dicembre, ha condannato l’Italia per aver concesso ad Angelo Izzo la semilibertà. Ora, quella sentenza è diventata definitiva. Lo Stato italiano, in virtù dell’art. 2 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo, ''non ha adempiuto al dovere di adottare tutte le misure necessarie alla protezione della vita delle persone sottoposte alla sua giurisdizione''. La vicenda si riferisce al duplice omicidio di Ferrazzano in cui, nell’aprile del 2005, furono uccise da Izzo Maria Carmela Linciano e Valentina Maiorano (moglie e figlia di Giovanni Maiorano, pentito della Sacra Co-

rona Unita). I familiari delle vittime avevano presentato ricorso nel luglio del 2006. “È definitivamente stabilita, sul piano giuridico e storico la verità che nella concessione della semilibertà ad Angelo Izzo sono state poste in essere gravissime negligenze da parte dello Stato Italiano che, nel suo complesso, non ha tutelato adeguatamente il diritto alla vita ed alla sicurezza di madre e figlia”: a parlare Stefano Chiriatti, legale dei parenti di Maria Carmela e della figlia Valentina, Soddisfazione processuale anche per i familiari. La Corte ha anche stabilito che le autorità italiane dovranno risarcire i familiari delle vittime con 45mila euro per danni morali.

Una volta in quel preciso punto all’incrocio tra via San Giovanni e via Lombardia c’era un pino marittimo, piuttosto alto, diventato negli anni un punto di riferimento. Quasi un luogo d’incontro. E non solo per i residenti della zona. Da un annetto il bell’esemplare di sempreverde non c’è più, è stato reciso alla radice perché ‘pericoloso’. Ora al suo posto, il Comune di Campobasso sta realizzando una rototatoria. Per evitare che altri incidenti si verifichino all’altezza di quel pericoloso incrocio dove fino a ieri non c’era nemmeno un’adeguata illuminazione. Poco più avanti, su via Lombardia la rotonda costruita dopo l’ennesimo investimento di pedoni ha solo bisogno di rifiniture.


SPETTACOLI Oggi in consolle il vocalist Lou Bellucci e il dj Marco Bonucci

Doppio Alexander La discoteca del capoluogo realizza serate oggi e domani CAMPOBASSO - Doppia serata alla discoteca Alexander in contrada Colle delle api. Stasera da M2o e dalla serata Diabolika, due artisti che della musica house ne fanno ragion di vita: il vocalist Lou Bellucci e il dj Marco Bonucci. Due figure nel panorama nazionale che lasciano il segno ad ogni evento. Bonucci si ritaglia la sua fetta di notorietà grazie alle serate come resident negli eventi noti con il marchio di “Muccassassina”, “Scandalo” e “Diabolika”. Stasera dunque evento house di tendenza. Ingresso euro 10,00. Domani, sera di Pasqua, l’Alexander apre con le due piste, quella house (anche sala fumatori) e con la main room con la proposta che scivola dai ‘90 ai giorni nostri. In consolle tutti i dj resident e i vocalist che a turno, suonano nelle due sale durante tutto l’anno: Faustino, Raf, Pippo Venditti, Angelo Frezza, Vito Lolaico, Gianni De Vivo, Edoardo Furno, Andrea Armagno, Miss N@t@li@. Informazioni e prenotazioni palchetto e parcheggio: 087461123. 337667648.

LIVE

RIPALIMOSANI - Domani sera al Blue Note il live dei Noflaizon, nell’ambito del tour promozionale del loro primo disco “A’ tiemp a’ tiemp”. Info 3384971886.

Il tour di Fabi

Carpenter, re house TERMOLI - Questa sera il Divina Glam presso il bowling di via Firenze presenta l’evento house di Pasqua, dallo Studio 54 il dj Kenny Carpenter, re delle consolle di tutto il mondo. Informazioni e prenotazioni 3460659831.

Music&drink

Club ISERNIA - Doppia serata al discobar La Strada. Oggi live di Calibro 35, band che rivisita le colonne sonore dei film polizieschi anni ‘70 e ‘80. Domani “Easter party”, serata dance con i dj Alessandro Roccia e Charles Papa. Info 0865450021.

ISERNIA - Il tour di Niccolò Fabi termina a fine maggio. Ha toccato molti teatri in tutta Italia. In Molise il concerto si terrà domani sera presso Le Cave Cantieri Culturali.Info 3295865831.

Tribute band al Move CAMPOBASSO - Domani sera al Move di via Garibaldi concerto dei Ciao Rino, la tribute band di Rino Gaetano. Il cantautore crotonese, scomparso nel 1981, ha lasciato canzoni che tutti, oggi, ancora cantano. Molte sono state saccheggiate dalla pubblicità, ma restano nella storia come “Mio fratello è filglio unico” o “Nuntereggaepiù”.

Grant pub CAMPOBASSO - Il pub Grant (via Ferrari) si propone oggi e domani con musica selezionata dalla consolle. Nella movida della notte campobassana, oggi e domani playlist di Antonio Manes e Koba.

CAMPOBASSO - Stasera al De Anima in via Barbato after dinner in music. Play Mario Tallari. CAMPOBASSO - Stasera al Cafè Prestige (foto) nella zona industriale ‘cocktail party’.

Alice tiene il Box Office parte bene Salvatores

A giugno nuovo album dei Chemical Brothers

Alice di Tim Burton (foto) arriva a circa 28 mln di euro d’incasso in Italia mentre il drago in 3D, seppur primo, stenta. Buon esordio per Gabriele Salvatores e la sua “Happy family”. Si ferma al primo weekend a circa 6 mln di euro. Al quarto posto c’è “Mine vaganti” di Ozpetek.

Ed Simons e Tom Rowlands, ovvero i Chemical Brothers, pubblicheranno il nuovo album “Further” ai primi di giugno 2010. Dopo “We are the night” del 2007, e “Push the bottom” del 2005 (quello di “Galvanize”), il nuovo disco torna alle vecchie sonorità del duo inglese, di Manchester.

11 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010


Favoreggiamento alla clandestinità in provincia Tenta di ottenere, a tutti i costi, la regolarizzazione fittizia a favore di un cittadino straniero di nazionalità bengalese, ma viene beccato dagli uomini della Questura di Isernia. È accaduto ieri, al termine di un’intensa indagine svolta dall’Ufficio Immigrazione.

L’OSCAR DEL GIORNO AL COMUNE DI SANT’AGAPITO

I piccoli hanno sempre molto da insegnare ai più grandi. E questo non vale soltanto per bambini e adulti. Il discorso, infatti, rimane valido anche per istituzioni e enti politici e sembra calzare a pennello per il caso di Sant’Agapito. L’amministrazione comunale ha infatti rotto il silenzio e l’indifferenza che imperano in regione sul fenomeno del randagismo e ha scelto di affrontare il problema. Adottando un preciso regolamento che disciplina i rapporti tra cittadini e animali in paese, il comune alle porte di Isernia, che conta poco più di mille anime, ha dimostrato quanto a fare la differenza non siano tante le risorse finanziarie ma la voglia di agire concretamente. Nella speranza che anche altre amministrazioni seguano il suo esempio, assegniamo l’oscar del giorno al Comune di Sant’Agapito.

IL TAPIRO DEL GIORNO A TIZIANO DI CLEMENTE

Non perde mai occasione per dare lezioni di storia, di vita, di civiltà, di giornalismo...insomma, lui si intende di tutto, sa tutto e soprattutto è custode di verità assolute. Per questo, i suoi scritti ed i suoi discorsi sono sempre ridondanti di imperativi categorici e di dettami perentori! Tiziano Di Clemente, coordinatore regionale dell’ accreditatissimo P.C.L. Molise, si scaglia questa volta contro chi ha offeso il partigiano Pintor. Ed in parte, sul fatto che non va offesa la memoria storica di chi ha combattuto e perso la vita per la democrazia, ha ragione. Ma il tapiro è per i suoi postulati, per le sue opinioni poste come se fossero evangeliche verità. Un po’ di umiltà e meno ampollosa e catastrofica retorica, no? E se dobbiamo dirla tutto, anche questa foto è un po’ da tapiro!

Consiglio a Venafro, un nulla di fatto Il consiglio comunale di Venafro si è in pratica concluso con un nulla di fatto sui principali punti all’ordine del giorno. Nulla di fatto sui discutibili, stando alle accuse della minoranza, bilanci comunali del 2007 e del 2008. Ma il sindaco scommette: “Prg entro l’anno”.

ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

PRG

Piano regolatore, verso il traguardo www.lagazzettadelmolise.it

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il sindaco Nicandro Cotugno rassicura i cittadini e promette di accelerare i tempi

“Prg, pronto entro la fine del 2010” Se fosse stata una partita di calcio, sarebbe finita con il punteggio di zero a zero. Il consiglio comunale di Venafro si è in pratica concluso con un nulla di fatto sui principali punti all’ordine del giorno. Nulla di fatto sui discutibili, stando alle accuse della minoranza, bilanci comunali del 2007 e del 2008, come nulla di nuovo da registrare anche in merito alla nomina di Buono a consigliere della Pia Unione SS. Annunziata, della quale è in seguito divenuto Presidente. Ma andiamo con ordine. Sui consuntivi non in regola, si era aperto un contenzioso tra amministrazione e opposizione. La vicenda venne fuori nello scorso mese di novembre e si riferisce alle note dei giudici contabili di Campobasso che riguardavano l’esito delle verifiche condotte sui rendiconti 2007 e 2008 del Comune venafrano. “Valutazioni di competenza ed individuazione delle idonee misure correttive da adottare negli esercizi finanziari successivi”. Questo il suggeri-

mento dell’organo di controllo che, secondo le accuse, l’amministrazione municipale avrebbe disatteso, omettendo ad esempio la comunicazione delle note in questione a tutti i componenti del consiglio comunale di Palazzo Cimorelli. In assise la maggioranza ha semplicemente respinto le richieste di verifica di Città Nuova. Sempre Sorbo e company avevano anche fatto richiesta di chiarimenti in merito alla nomina di Antonio Buono alla Pia Unione. “Non è in discussione la figura del presidente Buono - ha chiarito in merito Antonio Sorbo - Quello che a noi non va giù è il modus operandi del sindaco che in casi come questo è tenuto a confrontarsi per le nomina con il resto del consiglio, o almeno con i capigruppo”. Nicandro Cotugno, al contrario, sostiene di aver agito secondo lo statuto, ricusando tutte le accuse, ma è ormai è un fatto che la nomina non sia andata giù anche a qualcuno anche tra i suoi. Alla fine, insomma, nulla da fare: la

maggioranza ha risposto picche anche su questo punto Capitolo Piano regolatore. Il consigliere di minoranza Massimiliano Di Vito lo ha riproposto in odg ripensando alla convenzione che lui stesso, in qualità di assessore al ramo, stipulò con i progettisti addetti alla sua nuova stesura. “Negli ultimi anni – ha spiegato Di Vito – il Prg è stato messo nel dimenticatoio, per questo ho proposto una delibera che possa mettere d’accordo sia maggioranza che opposizione. Serve compattezza su questo argomento, tra quelli certamente fondamentali per il futuro della città”. Anche su questo punto Cotugno ha risposto in tempo reale: “Abbiamo già affrontato il problema tante volte, ora ci rendiamo conto anche noi che serve accelerare. Il Piano regolatore è una cosa seria che ha bisogno dei suoi tempi, di seguire il suo iter. Tuttavia, sono in grado di prevedere che esso vedrà la luce entro la fine dell’anno in corso”. DaCi

Otto giorni di ritardo,109 euro di mora la protesta di un cittadino Tassi di interesse a dir poco esagerati, definiti quasi usurai, a Palazzo san Francesco. Un cittadino ci segnala di aver dimenticato di pagare una tassa comunale, precisamente la tassa unica di costruzione, ma di essere immediatamente andato ad assolvere il suo dovere appena ricevuta la sollecitazione. Il problema è che, nonostante fosse passata poco più di una settimana dalla scadenza, il cittadino ha dovuto pagare più di 100 euro di mora. Non sarà un po’ troppo? Se il Comune fosse così fiscale anche nei suoi oneri, a Isernia sarebbe tutto perfetto!

Giovani e droga, don Ciotti a Isernia Tutti d'accordo nell'annunciare l'importanza dell'incontro del 9 Aprile che vedrà ad Isernia giungere Don Luigi Ciotti, il prete coraggio, che da anni opera sulle dipendenze. Ad oggi il sacerdote piemontese è ritenuto uno dei massimi esperti della tossicodipendenza giovanile. Infatti sempre più spesso lo si vede in tv o in convegni, che trattando di questi temi, vedono in lui un modello vincente da seguire per affrontare, e superare, l'annoso problema delle droghe e delle dipendenze. Sono queste, le parole dei due rappresentanti dell' associazione "Mondo Libero onlus" di Isernia, il dr. Scioli e il dr. De Bartolomeo che con il presidente Mazzuto e l'Assessore alle Politiche Sociali Domenico Izzi sono i promotori del convegno di via Berta. Ad Isernia, l'amministrazione provinciale continua ad organizzare incontri di elevato spessore culturale e sociale, finalizzati ad un percorso di studio di tutte quelle che sono le problematiche giovanili. Ci si augura che il convegno del 9 aprile, porti spunti utili e riflessivi, che permettano a tutti, genitori e non, di interpretare quei segnali di disagio che i ns. giovani ci comunicano ogni giorno.

14 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010

I rischi del web in Commissione europea “Internet è una grande opportunità ma attenzione ai rischi rappresentati dalla pirateria on line, dalla contraffazione dei marchi di fabbrica e al pericolo costituito dal gioco d’azzardo”. L’ europarlamentare Aldo Patriciello interroga la Commissione europea e chiede strumenti di tutela più efficaci per gli utenti e per i settori economici coinvolti.

Randagismo, qualcosa si muove “La regione Molise non ha guadagnato dalla pubblicità che televisioni e giornali hanno dato (e continuano a dare) alla sua sconcertante incapacità, non dico a risolvere il problema del randagismo, ma almeno a tentare di farlo”. Ad insorgere contro il fenomeno del randagismo è l’ Aida&A, associazione italiana per la difesa degli animali e dell’ambiente, di Monteroduni. “Parliamo di una Regione che – afferma Irene Tiburzi dall’associazione-, per estensione territoriale e densità abitativa, dovrebbe trovare il compito molto meno gravoso di altre. Tra deportazione di cani verso il Nord (con spese enormi ed ingiustificate), canili simili a lager divenuti tristemente famosi, inutili quanto dannosi incentivi in denaro per chi adotta uno dei poveretti rinchiusi nei canili, idee incivili quanto inconcludenti come spargere veleno (mettendo in pericolo bambini e altri animali e costringendo i sindaci a bonifiche che aggiungono spese ad amministrazioni già in difficoltà) abbiamo, da tempo, uno splendido ventaglio di esempi di tutto ciò che non si deve fare. Eppure, in una regione dove l’unica proposta che sembra venire dalle amministrazioni (e non solo), e costruire nuovi canili, quasi fosse la panacea di tutti i mali, qualcuno che cerca di usare al meglio le leggi ed il cervello, oltre che il cuore, esiste. Parlo del Comune di Sant’Agapito che - spiega la Tiburziha deciso di adottare un regolamento che dettaglia il corretto rapporto da avere con gli animali che abitano il terreno comunale”. Un Comune che, come sottolinea la portavoce dell’associazione, “crede nei valori etici e culturali della cura e difesa degli animali, promuove il rispetto degli animali da affezione e la corretta convivenza con loro perseguendo gli atti di crudeltà, i maltrattamenti e l’abbandono”. L’iniziativa del Comune di Sant’Agapito è emblematica perché nasce in seno ad un’amministrazione piccola ma intenzionata seriamente a risolvere la problematica del randagismo e, pertanto, dovrebbe essere da esempio per quanti, preda dell’ignoranza e dell’oscurantismo, continuano ad ignorare il fenomeno. E le motivazioni dell’indifferenza all’Aida&A sembrano essere molto chiare: “Non è che non si può agire, che non ci sono soldi, che manca qualcosa, l’unico motivo per cui il randagismo non si combatte –conclude Irene Tiburzi-, perché si insiste caparbiamente nel non fare nulla, é perché questo problema non lo si vuole risolvere”.

Come da tradizione ‘4 aprilante, giorni 40’ Pioggia o sole? Tutti con un orecchio al meteo in questa giornata particolare. Perché come recita un vecchio detto "Quattro aprilante, di giorni 40".Tradizione, infatti, vuole che se piove il 4 di aprile, allora pioverà ininterrottamente per 40 giorni. Speriamo dunque che il tempo domani sia clemente e che nel giorno di Pasqua, splenda il sole in un cielo terso.


ISERNIA Permessi di soggiorno illegali, stroncata attività in provincia Tenta di ottenere, a tutti i costi, la regolarizzazione fittizia a favore di un cittadino straniero di nazionalità bengalese, ma viene beccato dagli uomini della Questura di Isernia. È accaduto ieri, al termine di un’intensa indagine svolta dal personale dell’Ufficio Immigrazione, che è riuscito a stroncare, ancora una volta, una vera e propria attività di favoreggiamento all’immigrazione clandestina. A finire nel mirino degli inquirenti M.S. di 58 anni, residente nella pro-

vincia di Isernia, ma di fatto domiciliato a Roma. L’uomo, denunciato alla Procura della Repubblica pentra per favoreggiamento all’immigrazione clandestina e false dichiarazioni a pubblico ufficiale tra l’altro, avrebbe inoltrato analoghe istanze di emersione anche nella provincia di Roma, nonostante ciò fosse vietato dalla legge. La richiesta di regolarizzazione nel capoluogo pentro era stata inoltrata, qualche giorno fa, presso lo Sportello Unico per l’Immigra-

zione, nonostante il bengalese beneficiario della pratica non avesse mai lavorato, né fosse stato presente nella provincia di Isernia alla data prescritta dalla legge. Solo gli accertamenti eseguiti dal personale del dipendente Ufficio, avviati a seguito di incongruenze scaturite dallo studio della documentazione consegnata, hanno spinto gli agenti ad effettuare più approfondite verifiche, permettendo così di smascherare l’ulteriore azione di emersione fittizia. Attività analoga

era stata portata a termine, solo qualche settimana fa, per l’esattezza il 17 febbraio scorso, sempre dagli uomini della Questura. In quell’occasione erano state denunciate cinque persone intente a favorire extracomunitari, destinatari alcuni anche di decreti di espulsione, altri segnalati per pregiudizi penali. Continuano, intanto, ulteriori accertamenti a carico di cittadini italiani che hanno inoltrato pratiche di emersione probabilmente fittizie in provincia.

Sanità, uno dei tanti drammi per l’Alto Molise L’epilogo per la vertenza sanità dell’Alto Molise è sempre più vicino. La data cruciale sarà il prossimo mercoledì, quando toccherà al Governo centrale dare il responso definitivo sulla spinosa questione della sanità molisana. Sarebbero infatti pronte le verifiche effettuate sulla sanità regionale e gli esiti verranno ufficializzati proprio il 7 aprile a Roma. Ad attendere impazienti il verdetto sono, più di tutti, i cittadini di Agnone che, nelle ultime settimane, sono stati i protagonisti di importanti mobilitazioni. Manifestazioni e proteste che, negli ultimi mesi, si sono letteralmente rincorse per tutta la Regione, da Venafro a Larino fino al centro alto molisano. Punto di riferimento per tutti i comuni limitrofi, la comunità di Agnone teme per la chiusura del presidio ospedaliero locale e, per scongiurare un tale pericolo, è sceso in piazza urlando a gran voce il suo “no” alla proposta del sub commissario alla sanità, Isabella Mastrobuono. Ma il macigno “sanità” è soltanto la punta di un iceberg per l’Alto Molise che fa i conti anche con altre problematiche, di portata non minore, che ne stanno compromettendo la sopravvivenza. Accanto agli alto molisani che, giornalmente, fanno i conti con difficoltà infrastrutturali e occupazionali, con problemi di convivenza sociale e di sconquasso idrogeologico, si schiera l’Italia dei Valori, pronta a sostenere la cittadinanza e a coinvolgerla nel processo decisionale di risanamento.

Agnone, dopo 20 anni torna la Via Crucis A distanza di vent’anni torna oggi ad Agnone la rievocazione storica della Via Crucis Vivente. La rappresentazione è stata organizzata dal Cenacolo Culturale Francescano Camillo Carlomagno, con l’alto patrocinio della Regione Molise (Ass. al Turismo ), Comune e Pro Loco di Agnone, Provincia di Isernia, Ente Provinciale del Turismo di Isernia in collaborazione con le associazioni locali . L'ambientazione nella suggestiva cornice scenografica della nuova Villa Comunale è stata accuratamente realizzata dai signori Fabio Verdone e Mario Catolino, già promotori dell’evento negli anni’80, e dal signor Gabriele Catolino, con il prezioso

contributo di tutti i partecipanti all'evento. Si tratta di uno dei tradizionali appuntamenti della Settimana Santa, volto ad avvicinare i cittadini alla Chiesa, coinvolgendo soprattutto i più giovani con una messa in scena ricca di enfasi, non solo uno spettacolo, dunque, ma un profondo momento di riflessione e meditazione che in passato ha incuriosito e richiamato migliaia di spettatori nella cittadina alto-molisana. La tragedia religiosa della “Via Crucis” sarà interpretata da 150 attori-figuranti, gente comune, che attraverso una profonda analisi introspettiva ed un esame spirituale del personaggio portato in scena con i costumi d’epoca, esemplificando i significati

Pasqua, Roma la meta preferita Roma e' la meta turistica preferita dagli italiani, ma anche inglesi, francesi, spagnoli, danesi, norvegesi e svedesi la mettono sul podio. E' quanto rileva una ricerca di Expedia, portale dei viaggi online, che ha analizzato i dati relativi alle proprie prenotazioni, scoprendo le tendenze e le mete preferite dagli italiani per le vacanze pasquali.

simbolici e traducendo le azioni in immagini descrittive della Passione di Cristo, faranno rivivere e provare al pubblico gli avvenimenti della Via Dolorosa percorsa da Gesù, dall’Ultima Cena, al Golgota, fino alla resurrezione, in tutta la sua sofferenza e agonia, sino alla Sua morte sulla Croce. Articolata in nove atti, la drammatizzazione si svolgerà a partire dalle ore 18:00, in piazza Plebiscito percorrendo le vie cittadine, giungendo fino alla Villa Comunale. Lo scopo della rappresentazione è infatti, quello di coinvolgere gli spettatori in una realtà lontana da quella reale e quotidiana attraverso un paradosso temporale che fonde presente e passato.

Sfilata di moda con abiti di cioccolato Modelle in abiti fatti solo con il cioccolato hanno sfilato in Egitto. Gli abiti sono particolari: oltre ad avere forme bizzarre sono fatti anche con il cioccolato. Le 'dolci' creazioni sono state indossate dalle modelle in occasione del primo Salon du Chocolate. La sfilata si e' svolta al Cairo ed ha riscosso un grande successo.

Pnalm, approvato il piano antincendio Il Consiglio Direttivo del Parco si è riunito ieri per discutere di un nutrito e importante ordine del giorno. Dopo le comunicazioni del Presidente Giuseppe Rossi e la Informativa del Direttore, che hanno informato sui principali eventi e sulle iniziative sviluppatisi dal 23 febbraio (ultima riunione consiliare) è stato approvato il Piano Antincendio Boschivo, per il periodo 2010-2014 secondo le direttive-linee guida emanate dal Ministero dell’Interno. E’ stata quindi decisa l’adesione del Parco al GAL – Abruzzo Italico Alto Sangro, che permetterà all’Ente di avere un ruolo attivo e positivo nelle iniziative di promozione economica locale e di partecipare, tra l’altro, alla elaborazione del Piano di Sviluppo Locale, portando le competenze tecniche e le esigenze di compatibilità e sostenibilità territoriale.

15 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010


TERMOLI I coltivatori protestano contro la decisione del ministero di indagare sulla società Terrae

Finanziamenti, i bieticoltori sul piede di guerra FOGGIA – I bieticoltori sono sul piede di guerra dopo la decisione del ministero delle Politiche agricole di costituire una commissione che dovrà far luce sull’utilizzo dei fondi della società Terrae, già Finbieticola, finita nell’occhio del ciclone dopo una sentenza del Tar che accoglie il ricorso presentato dagli agricoltori che chiedono si faccia chiarezza sull’impiego di alcuni finanziamenti. La Coldiretti ha annunciato una massiccia partecipazione all’as-

semblea di tutti i bieticoltori italiani che si terrà a Bologna il 7 aprile, “per dare avvio ad una serie di iniziative tese a sostenere l’emersione della verità nell’interesse dell’intera agricoltura italiana”. “La società Terrae, ex Finbieticola – spiegano dalla Coldiretti - è un fondo dei bieticoltori finanziato dagli stessi per sostenere operazioni di sostegno al settore. Quando abbiamo chiesto ricorso a questo fondo per effettuare un paio di interventi a bene-

Pasqua, con il pesce di stagione il menu della vigilia costa meno È di rigore il pesce in tavola nel menu di magro del venerdì e del sabato santo alla vigilia di Pasqua, e questa tradizione mai come in questo periodo si sposa con il portafoglio. Il segreto, spiegano gli addetti ai lavori é di scegliere, come peraltro avviene con la frutta e verdura, le specie ittiche di stagione che permettono di risparmiare fino al 30%. Aprile, in base ai consigli di Federcoopesca-Confcooperative, è il mese di acciuga, cefalo muggine, dentice, nasello, pesce spada, sardina, sgombro, sogliola, tonno e triglia. Suggerimenti che gli italiani iniziano a recepire, come dimostrano i risultati di un sondaggio online condotto dall'associazione e da cui emerge che il 44,44% consumerà per Pasqua pesce fresco, di cui quasi il 15% di stagione, l'11,11% molluschi, l'11,11% prodotto surgelato e/o congelato, l'11,11% crostacei surgelati e/o congelati e il 22,22% pesci sott'olio-sale e/o in scatola. Quanto ai prezzi al dettaglio delle specie più consumate, in questi giorni si registrano diminuzioni rispetto al mese precedente, in particolare per merluzzo (-5,15%), gamberi (3,19%) e spigola di allevamento (-2,26%); in leggero aumento sono invece cozze (+1,64%), sgombro (+2,42%) e orate di allevamento (+0,93%). Cali dei listini che la Federcoopesca giustifica nel fatto che nei primi mesi dell'anno gli italiani hanno consumato meno pesce, con punte anche del 20%. “Mai come in questo momento - sottolineano dall'associazione - conviene acquistare e preparare in casa prodotto fresco nazionale; complice il calo dei consumi che ha fatto abbassare i prezzi dei prodotti, mangiare pesce oggi è alla portata anche di quelle famiglie che fanno fatica ad arrivare alla terza settimana del mese “. Per i pescatori sicuramente è un periodo di magra, ma confidano in una ripresa dei consumi con l'arrivo della bella stagione.

16 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010

Smaltimento rifiuti pericolosi Casartigiani incontra i cittadini L'associazione moliana Casartigiani e Catafriatica ha tenuto degli incontri a Campomarino e Termoli per illustrare il nuovo sistema di funzionamento della gestione dei rifiuti pericolosi tramite il Sistri. Gli artigiani hanno così appreso quali sono le responsabilità e le procedure per non incorrere in sanzioni.

ficio dello zuccherificio di Termoli, ci è stato risposto che soldi non ce n’erano. Finbieticola in questi anni ha scelto di investire quei fondi sulla riconversione bieticola, sulle biomasse, per l’acquisto dei terreni. Ma noi ci riteniamo parte lesa perchè si tratta di somme distratte per finalità pubbliche”.

“Quando abbiamo chiesto di effettuare interventi a beneficio dello zuccherificio di Termoli, ci è stato risposto che non c’erano soldi”

Il Comitato pro Vietri intensifica le azioni a difesa dell’ospedale LARINO - Alla luce di quanto è scaturito nell'ultimo dibattito, il Comitato Civico Pro Vietri, si sente autorizzato, vista anche la massiccia partecipazione di cittadini, intensifica la sua azione di coordinamento e di stimolo in difesa del nosocomio frentano, che rimane indispensabile per “la salute di un territorio in cui la maggior parte della popolazione vive in forte indigenza, in gravi restrizioni, in condizioni abitative disagiate e in assenza di un lavoro sicuro e dignitoso”. Il Comitato denuncia “la latitanza di una pubblica amministrazione, carente di scelte programmatiche e bloccata da una incredibile sudditanza clientelare, costituisce una pesante palla al piede per chiunque voglia contribuire al riscatto di legittimi e sacrosanti diritti. La necessità di aprire un pubblico dibattito, secondo quanto richiesto dal consigliere regionale Mi-

chele Pietraroia, non riceve consenso nella Giunta Regionale del Molise, dal momento che il presidente Iorio, Commissario, non riesce (forse non vuole!) a trovare l'intesa nell'ambito degli addetti alla elaborazione del cosiddetto"piano di rientro". Il Comitato ritiene evidente che i problemi della Sanità regionale superano ogni confine e citano “le tasse a carico dei molisani, già onerose, lieviteranno a dismisura e il popolo dei poveri aumenterà in modo spaventoso. I fondi Fas, destinati a risollevare le aree sottosviluppate, finiranno per ricoprire gli sprechi operati a favore dei portaborse, dei consulenti, delle feste e delle sagre, delle gratificazioni clientelari. I poveri diventeranno sempre più poveri. I malati saranno costretti a trovare assistenza sempre più fuori regione, speriamo di no! Comunque il Comitato non si fermerà!”.

A pasquetta visite guidate nel borgo antico TERMOLI – Lunedi di pasquetta, organizzate dall'associazione Turismol, si terranno delle visite guidate al Borgo Antico. I gruppi, da un minimo di 5 ad un massimo di 15 persone, partiranno dalla piazzetta Belvedere e visiteranno le suggestive viuzze del Borgio. Gli interessati possono prenotarsi telefonando al 339.8809550 o via email a turismol@alice.it.


TERMOLI L’intesa raggiunta amplia la gamma di offerte dell’azienda

Visure catastali, accordo Poste-Agenzia del Territorio TERMOLI - Ottenere i certificati catastali direttamente negli uffici postali ora è possibile grazie al nuovo accordo tra Poste Italiane e Agenzia del Territorio nell’ambito del programma ”Reti Amiche”. Il servizio è disponibile presso l’ufficio postale Centro, in via Mario Milano, dotato di “Sportello Amico” al quale il cittadino potrà richiedere ed ottenere immediatamente visure catastali, utilizzando il proprio codice fiscale o gli elementi identificativi degli immobili (foglio, particella, subalterno), sia al fine di ottenere informazioni sulla proprietà immobiliare sia per gli adempimenti fiscali. Le visure catastali si richiedono per conoscere i

dati anagrafici del soggetto intestatario dell’immobile (terreno o fabbricato), limitatamente alle persone fisiche, gli identificativi catastali degli immobili intestati al soggetto, i dati relativi alla titolarità ed alla relativa quota di diritto, la rendita catastale e l’ubicazione degli immobili per i beni censiti nel catasto dei fabbricati e i redditi dominicale e agrario per gli immobili censiti nel catasto dei terreni. Si richiedono inoltre per adempiere al pagamento delle imposte. L’intesa amplia dunque la gamma di servizi già offerti da Poste Italiane nel quadro del programma “Reti Amiche”, avviato su iniziativa del Ministero per l’Innovazione nella

Pubblica amministrazione: rilascio del permesso di soggiorno, il pagamento dei contributi previdenziali

e dei bollettini di assicurazione contro gli infortuni domestici e, infine, i servizi Inps Card.

Il servizio è disponibile all’ufficio postale di Termoli in cui è attivo Sportello Amico

Progetto Molise: i termolesi vogliono Di Brino sindaco

TERMOLI - A mente più fredda, ma ancora con l’impegno e con la passione da profondere nella campagna elettorale per il turno di ballottaggio, è questo il momento per Progetto Molise di sottolineare alcuni spunti di analisi rispetto al voto amministrativo appena espresso dalla città di Termoli. Alla grande sod-

disfazione per l’importante risultato di lista, che consolida il movimento quale entità politica ben radicata sul territorio della regione e che avrà l’onere e l’onore di rappresentare le istanze dei termolesi in seno al consiglio comunale con Nicola Camaioni, si aggiunge il dato prettamente politico che vede il consenso riconosciuto al centro destra quale scelta matura ed incontrovertibile da parte dell’elettorato rispetto alle proposte politiche messe in campo dai vari schieramenti. La politica di centro destra ha convinto la maggioranza dei termolesi, le proposte sono state credibili e ritenute concretamente attuabili, l’affidabilità degli uomini marcata ed inoppugnabile. Tuttavia la notazione più importante va fatta rispetto al dato relativo ai candidati sindaci; alcuni fini politologi e tuttologi ritengono che il risultato di Antonio Di Brino deve essere letto quale respingimento da parte dell’elettorato termolese, che non vuole affidargli il prestigioso incarico di primo cittadino. È davvero biz-

zarro considerare un consenso quasi del 46% come una chiara volontà di rifiuto, quando i competitori con missione salvifica hanno racimolato rispettivamente il 27%, il 15%, il 9% ed il 4%, attestandosi con un dato numerico palesemente inferiore. Termoli ha scelto chiaramente chi vuole come sindaco e ha scelto con altrettanta chiarezza qual è la coalizione e quali gli uomini che la dovranno governare per i prossimi cinque anni. Il turno di ballottaggio sarà un sigillo ulteriore ed importante quale imprimatur ad una via già ampiamente tracciata e legittimata dalla gente. Per questo motivo l’impegno e l’attenzione di Progetto Molise, in questi giorni che precedono il turno di ballottaggio, sarà cospicuo e consistente; i candidati sono tornati di nuovo in campo, con la stessa determinazione e pervicacia che ha caratterizzato il loro lavoro di ricerca del consenso, adesso non più personale, ma per la coalizione e per Antonio Di Brino che, per tutto il Movimento, è considerato già come il proprio sin-

Vigili, ritardo della nomina del comandante La Uilps replica a Vincenzo Greco TERMOLI – L'ex sindaco Vincenzo Greco, non si sa con quale qualifica e per quale motivo ha inviato una lettera al commissario prefettizio Aragno e agli organi d'informazione, con la quale invita, o meglio sollecita, il rappresentante di Governo a prendere in considerazione di applicare la nomina del nuovo comamdante della Polizia Municipale vincitore di concorso. Ma a più di qualcuno “l'interessamento” dell'ex primo cittadino non é piaciuta e tra questi Vincenzo Cannas, segretario Nazionale dell’Unione Italiana Lavoratori della Polizia di Stato. Cannas non lo manda a dire e ha preso carta e penna picchiando duro nei confronti di Greco. “Non voglio entrare nel merito delle vicissitudini politiche sulle quali ha argomentato il dottor Greco in quanto esse sono affidate alla storia e agli elettori di quella città. Ciò che invece mi stupisce, è il "cruccio" che "tormenta" il dott. Greco, e cioè il ritardo che imputa al Comune di Termoli, e per esso

al dirigente competente, per non aver ancora provveduto alla nomina ed insediamento nelle funzioni del nuovo comandante della Polizia Municipale, vincitore del concorso dal dicembre scorso”. Dopo la prenessa il segretario nazionale del Uilps va giù duro. “Se il dottor Greco ha oggi così a cuore le sorti della Polizia Municipale dovrebbe anche spiegare come mai dalla data di decisione e pubblicazione del concorso, data nella quale egli rivestiva la carica di sindaco, siano trascorsi anni per giungere al suo svolgimento. E perché la sensibilità che oggi egli mostra verso chi ritiene stia subendo la lesione di un “diritto soggettivo” non l’ha avuta anche nei confronti di chi ha dovuto aspettare anni prima che il concorso bandito potesse concretamente giungere alla sua conclusione. Francamente, le sue argomentazioni risultano oltre che fuori luogo anche poco convincenti e appaiono come quelle di chi predica bene e razzola male”.

daco. Una considerazione finale riguarda la questione degli apparentamenti; con chiarezza Progetto Molise sposa la linea politica della coalizione sulla scelta di “autosufficienza” della stessa, poiché gli elettori non capirebbero scelte diverse e perché non sarebbe di nessuna utilità visto che i consiglieri comunali di centro destra, in numero probabile di diciannove, sono già pronti ad assumersi ogni responsabilità ed a rispettare i patti politici siglati con la gente di Termoli. Ogni felina intenzione sarà, con eleganza e cortesia, accantonata; non troverà spazio in questa competizione elettorale il detto “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco” poiché il gatto si è infilato da solo in un “cul de sac”.Termoli ha detto chi deve governarla, Termoli sarà governata dal termolese Antonio Di Brino. Questo è l’unico patto che sarà osservato. Il Coordinatore Regionale Cosmo Galasso

Sinistra e Libertà: “Pieno sostegno a Monaco” TERMOLI - Il comitato regionale di Sinistra Ecologia Libertà del Molise (Sel), riunitosi mercoledì 31 marzo, dichiara il pieno ed attivo sostegno al candidato sindaco di Termoli Filippo Monaco, nel turno di ballottaggio dell’11 aprile prossimo contro Di Brino. “Il risultato delle liste di centrosinistra e dei rispettivi candidati sindaci, in particolare quello di Filippo Monaco, – scrive Mauro Natalini, portavoce del comitato regio-

Ufficio elettorale aperto oggi e domani

Riviato l’abbattimento del viadotto Foce dell'Angelo

TERMOLI – In vista dei collegamenti delle liste ai candidati sindaco che vanno al ballottaggio il prossimo 11 e 12 aprile, il segretario generale ha comunicato che l'Ufficio elettorale del Comune resterà aperto anche oggi e domani. Oggi l'orario è dalle 8 alle 14 e dalla 15 alle 19; domani dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 19.

TERMOLI – L'abbattimento del viadotto Foce dell'Angelo non avverà più a breve termine. È stato deciso che l'intervento, se ci sarà, avverrà al termine della stagione estiva. Il rinvio é stato deciso dal Commissario prefettizio, Roberto Aragno, visto che i lavori di abbattimento sarebbero terminati in piena estate causando disagi ai villeggianti.

nale Sel - ci parlano di una Termoli non ancora rassegnata e desiderosa di un cambiamento democratico. Siamo convinti che ciò può essere ancora possibile se tutto il centrosinistra saprà unirsi in un forte ed incondizionato sostegno a Filippo Monaco. Al fine di dare il nostro massimo contributo – conclude la nota ci impegneremo per garantire la presenza del compagno presidente Nichi Vendola nella piazza di Termoli.

17 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010


Oggi le finali del 1° Memorial Scorrano

Torneo delle Regioni, bilancio amaro per il Molise

Tutto pronto per le finali del 1° Torneo di Pasqua di Calcio Giovanile “Memorial Michele Scorrano”, organizzato dalla A.C.D. Primavera in collaborazione con l’A.S. Team Campobasso. A contendersi il primo posto saranno le formazioni della Primavera CB e delle Acli CB. A PAG. 20

Il Lazio batte il Molise e tiene accesa la speranza della qualificazione alla semifinale. Decisiva la gara odierna che vedrà i ragazzi di mister Mutalipassi affrontare la Lombardia. In chiave Molise, l’undici di Marinelli paga il grande dispendio di energie profuse nella gara contro la Puglia. A PAG. 21

ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it CAMPOBASSO A CASA PER PASQUA MARTEDI’ SI TORNA A LAVORARE Ieri mattina c’è stato l’ultimo allenamento in casa Campobasso in seguito al quale il gruppo si è salutato per le festività pasquali. Martedì pomeriggio la ripresa degli allenamenti. In questa settimana il gruppo ha lavorato molto sotto l’aspetto atletico e lo staff tecnico ha sottoposto i rossoblù ad una sorta di richiamo di preparazione in vista dello sprint finale di campionato. Anche se il lupo non ha ormai nulla da chiedere a questo campionato, nessuno è intenzionato a fare brutte figure e pertanto si affronteranno gli ultimi impegni con lo spirito adeguato alla maglia che si indossa. Martedì, alla ripresa degli allenamenti, mister Di Somma inizierà a preparare la delicata sfida di domenica 11 aprile quando il Campobasso sarà di scena sull’ostico campo del Chieti. A PAG. 20

LA KATAY IN CAMPO OGGI A GIOIA DEL COLLE ALLA RICERCA DELLA SALVEZZA E’ stata una settimana di intenso lavoro per la Katay Geotec che si prepara alla trasferta di Gioia del Colle con l’obiettivo di conquistare quel punto che serve per la salvezza aritmetica senza passare dai play out. “Dedizione e concentrazione – esordisce Pino Lorizio, che rientra dopo la squalifica – sono condizioni essenziali per affrontare nel miglior modo l’ultima giornata della regular season. Abbiamo bisogno di giocare senza paura, con determinazione, con l’obiettivo preciso e imprescindibile di ottenere dei punti utili. Possiamo farlo, abbiamo nel nostro dna la capacità di giocare ad alti livelli, per cui dobbiamo solo convincerci delle nostre possibilità.” Riguardo al complesso meccanismo che deciderà le retrocessioni e l’eventuale griglia dei play out tutto dipenderà dai risultati che matureranno nelle tre partite. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

“Il Trivento mi ha dato la forza per non mollare” Dopo dieci mesi il centrocampista Ferreyra è tornato in campo: dietro il suo recupero un momento buio La partita contro il Morro d’Oro ha segnato la fine di un incubo per il centrocampista dell’Atletico Trivento Christian Pablo Ferreyra che per la prima volta in questa stagione è sceso in campo nell’undici titolare. Il brutto infortunio patito la scorsa estate e la susseguente lunghissima riabilitazione hanno penalizzato la stagione del giocatore argentino che ora, in questo finale di campionato, è pronto a dare il suo contributo alla causa gialloblù. Come è stato il suo rientro in campo dal primo minuto dopo quasi un anno di inattività? “Per me è stato come se fossi un debuttante, un bambino che inizia a tirare i primi calci. E’ passato davvero così tanto tempo che stentavo a crederci. Ringrazio di cuore tutti quelli che mi hanno aspettato nel corso di questi lunghi mesi, non è facile al giorno d’oggi trovare un presidente o un allenatore disposti a puntare su un giocatore infortunato. Questo per il mio recupero è stato fondamentale perché avvertire la fiducia e la stima del presidente Falcione e del mister Carannante e di tutta la società mi ha dato la forza per riprovarci, e continuare a lottare e andare avanti.

Non nascondo che c’è stato un momento in cui avevo pensato di mollare tutto, a Trivento ho trovato la spinta che mi ha risollevato”. In questo momento cosa manca al Ferreyra che tutti conosciamo? “So che in questo momento non sono al 100% della condizione, mi manca moltissimo il ritmo partita. Ora dipenderà tutto da me, mentalmente il ritorno in campo sabato scorso mi ha fatto davvero bene. Spero in queste restanti partite di poter dare il mio contributo”. Vedendola sul campo è naturale l’accostamento con il centrocampista argentino Veron. “E’ un giocatore che mi piace tantissimo, anche se come caratteristiche di gioco mi sento più vicino ad Almeyda che a Veron. Abbiamo la stessa età eppure lui riesce a dare ancora tantissimo, un giocatore che ha rifiutato una importante offerta con il Manchester City significa che gioca per passione e non per i soldi. Lui è un grande campione, io nel mio piccolo mi sono tolto diverse soddisfazioni. La somiglianza fisica me l’hanno fatta notare in molti anche se lui è parecchio più alto di me!”. Mancano sei gare alla fine del

campionato, i punti di distacco dalla zona play off attualmente sono tre (con la gara tra Agnone e Civitanovese ancora da recuperare). A suo avviso ci sono ancora i presupposti per poter raggiungere questo traguardo? “In queste ultime sei partite il nostro obiettivo deve essere quello di fare il massimo dei punti a nostra disposizione poi alla fine facciamo i conti. Noi ci proviamo a fare il possibile, questo lo posso assicurare”. Lei lo scorso anno è stato uno dei protagonisti del girone F ed ha vinto il campionato con la Pro Vasto. A suo avviso quali sono le differenze con l’attuale campionato? “Credo che quest’anno il torneo sia un po’ più competitivo. L’anno scorso c’erano due, tre squadre che potevano puntare alla vittoria del campionato e tra queste non c’era la Pro Vasto. Noi siamo usciti fuori nel girone di ritorno e le altre hanno mollato. Quest’anno invece ci sono tantissime squadre che possono attualmente ambire alla vittoria del campionato e questo credo lo renderà più bello ed avvincente perché si deciderà credo nelle ultime giornate”.

Campobasso in vacanza Martedì la ripresa Ieri mattina c’è stato l’ultimo allenamento in casa Campobasso in seguito al quale il gruppo si è salutato per le festività pasquali. Martedì pomeriggio la ripresa degli allenamenti. In questa settimana il gruppo ha lavorato molto sotto l’aspetto atletico e lo staff tecnico ha sottoposto i rossoblù ad una sorta di richiamo di preparazione in vista dello sprint finale di campionato. Anche se il lupo non ha ormai nulla da chiedere a questo campionato, nessuno è intenzionato a fare brutte figure e pertanto si affronteranno gli ultimi impegni con lo spirito adeguato alla maglia che si indossa. Martedì, alla ripresa degli allenamenti, mister Di Somma inizierà a preparare la delicata sfida di domenica 11 aprile

20 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010

quando il Campobasso sarà di scena sull’ostico campo del Chieti. Squadra che al momento detiene il primato in classifica insieme all’altra abruzzese L’Aquila. Gara sulla carta proibitiva, ma i molisani non si recheranno certamente in terra d’Abruzzo per effettuare una gita fuori porta. Anche perché patron Capone ha chiesto massimo impegno sino alla fine. E poi molti atleti si giocano la riconferma per il prossimo anno e questo dovrà essere necessariamente un fattore motivazionale. Alla ripresa del lavoro il tecnico campano potrà contare sull’organico al completo, Cordua incluso, il quale sarà a disposizione per Chieti. Non ci sarà, invece, al all’Angelini lo squalificato Covelli. IR

Ranieri:“Il tridente? Ci può stare” 'Totti sta al cento per cento, gli manca solo il minutaggio partita. Il tridente ci può stare': così Ranieri alla vigilia di Bari-Roma. 'Il tridente va bene se tutti corrono e rimangono compatti', precisa il tecnico della Roma, che comunque non rivela la formazione. 'Per lo scudetto si è aperto un portone, ce la giocheremo sino alla fine'. Poi un commento su Mourinho: 'Capisco la sua tensione, ma stia tranquillo e rispetti le decisioni arbitrali. Non bisogna avere sospetti'.

Il presidente Falcione con Ferreyra Si avvicina la fine del campionato ed inevitabilmente si pensa anche al futuro. Il suo sarà ancora a Trivento? “Non sono un ragazzino e quando si valuta la scelta di una società si analizzano tanti aspetti. Il Trivento mi ha aspettato in questi mesi e ciò sta a significare che crede in me e penso non si accontenti di vedere Ferreyra giocare solo

cinque, sei giornate. La volontà mia, legata anche ad una scelta di tipo familiare, è quella di restare in una società spettacolare che mi ha dato tanto, soprattutto sotto il profilo umano. Trivento per me è la prima scelta e questo lo dico al di là degli obiettivi che la società si porrà per la prossima stagione. Ovviamente la decisione spetterà alla società”. JSV

Stamane le finali del 1° Memorial Scorrano Tutto pronto per le finali del 1° Torneo di Pasqua di Calcio Giovanile “Memorial Michele Scorrano”, organizzato dalla A.C.D. Primavera in collaborazione con l’A.S. Team Campobasso. A contendersi il primo posto saranno le formazioni della Primavera CB e delle Acli CB, mentre per il 3° posto si affronteranno Mirabello e SS. Pietro e Paolo Termoli. Nelle semifinali si sono verificati i seguenti risultati: Primavera CB 2 (10’ Mastrangelo – 38’ Cristofano) Mirabello 1 (50’ Ferrarese <rig>) Arbitro: Severino di CB Acli CB 2 (Magnotta - Palmiero ) SS. Pietro e Paolo 0 Arbitro: Perrotta di CB La finale per il 5° e 6° posto, tra Olimpic Isernia e S. Leucio Isernia, ha visto prevalere la formazione dell’Olimpic Isernia con il punteggio di 2 – 1. Domani, sabato 3 aprile, presso lo Stadio sito in Contrada Selva Piana, con la disputa delle finali si decreterà dunque la squadra che si aggiudicherà il Memorial Michele Scorrano, mentre si completerà la giornata con una serie di incontri dimostrativi della categoria “Pulcini misti” ai quali partecipano ben 8 squadre.

Mister Di Somma

Reja:“Battiamo il Napoli e la salvezza è al 90%” 'Battere il Napoli significa avere poi il 90% di possibilità di centrare la salvezza': lo afferma il tecnico della Lazio, Edy Reja.'Siamo sulla strada giusta, ma ancora dobbiamo fare punti, almeno 7-8. La squadra sta bene, ha trovato un rendimento costante. Certo vincere col Napoli -aggiunge Reja- ci porterebbe molto vicini all'obiettivo. Ho giàdetto che ho lasciato un pezzo di cuore nella città partenopea ma ora penso solo alla Lazio. Mi piacerebbe restare il più a lungo possibile'.


S P O RT CALCIO GIOVANILE

Bilancio amaro per il Molise Si è conclusa senza vittorie l’avventura della rappresentativa juniores al Torneo delle Regioni LAZIO

- MOLISE 4-1

PUGLIA

Pombia (Novara) - Il Lazio batte il Molise e tiene accesa la speranza della qualificazione alla semifinale. Decisiva la gara odierna che vedrà i ragazzi di mister Mutalipassi affrontare la Lombardia. In chiave Molise, l’undici di Marinelli paga il grande dispendio di energie profuse nella gara contro la Puglia e inoltre deve fare i conti con l’abbandono dal rettangolo di gioco per infortunio del capitano e autore del momentaneo gol del pareggio Lemma. Se a ciò viene sommato lo sfortunato autogol di Ricci in chiusura di primo tempo e l’ingenua espulsione nella ripresa di Camputaro la fotografia che ne scaturisce non è certamente delle più nitide. Lazio subito in vantaggio dopo appena 11 minuti. Punizione dalla destra di Volpi per Masella in area che di testa batte Manfredonia. Il pareggio del Molise arriva al 18’. Lemma è bravo a procurarsi un fallo da rigore commesso da Ticcioni, per Fais di Domodossola è calcio dagli undici metri. Sul dischetto si presenta il giocatore della Frentana Larino che con una potente conCapitan Lemma clusione centrale non fallisce il pareggio. Il Lazio non ci sta e al 29’ potrebbe raddoppiare con Franceschi servito dal fondo da Volpi, nella circostanza è bravo Manfredonia a respingere. Quando la gara sembra viaggiare sui binari della parità, ecco il Lazio passare. 44’ punizione dal limite di Volpi a girare, Manfredonia con un gran guizzo evita ai compagni di capitolare, ma la palla raggiunge sulla corsia di destra Lancianese che la rimette a centro, tocco involontario di Ricci il quale tradisce il compagno tra i pali per il gol del raddoppio. Nella ripresa gli uomini di Marinelli calano sotto il profilo fisicio e il Lazio ne approfitta al 25’ quando Volpi in profondità serve Bello che entra in area e batte con un diagonale chirurgico Manfredonia in uscita. Il Molise si sfalda e capitola al 40’. Ubicini ruba palla nella metà campo avversaria, si fa dieci metri palla al piede e una volta arrivato sui trenta metri vede fuori dai pali Manfredonia e lo beffa con un diabolico pallonetto. Reti: 10’ pt Masella (L), 18’ st rig. Lemma (M), 44’ pt aut. Ricci (M), 25’ st Bello (L), 40’ st Ubicini (L). Rappr. Lazio (4-4-2): Barrago, Bello, Chicca, (43’ st D’Orazio), Dezi, (33’ st Ubicini), Franceschi, Lancianese, (23’ st Pagliuca), Masella, Pirolozzi, Ticconi, Tozzi, Volpi, (28’ st Lupi). All. Mutalipassi Rappr. Molise (4-4-2): Manfredonia, Esposito, (32’ pt Ricci), Verruti, Ricamato, Laurelli, Lemma, (24’ pt Piccoli), Camputaro, Balestra, (25’ st Giglio), Dervishi, (1’ st Sisti), Socci, Izzi, (8’ st Potena). All. Marinelli Arbitro: Fais di Domodossola Note: angoli 4-3 per il Lazio. Al 37’ st espulso Camputaro per gioco violento. Ammoniti: Socci, Pirolozzi, Tozzi, Ricamato, Barrago.

- MOLISE 1- 0

Villadossola – Il Molise gioca, la Puglia vince. L’undici di Marinelli malgrado una tambureggiante pressione creata alla porta di Affinito, condita da innumerevoli occasioni da gol, fallite di un niente, capitola negli ultimi tredici minuti. Ad estromettere definitivamente dai giochi qualificazione la rappresentativa molisana una marcatura del neo entrato Longo. La cronaca – Sospinto da uno scatenato Socci sulla corsia di destra, il Molise va vicino al gol al 23’, quando Verruti è bravo a guadagnarsi una punizione dal limite dell’area e battuta a sorpresa da Camputaro per PicL'undici uscito sconfitto nella gara contro il Lazio coli che a due passi dal portiere avversario sfiora il palo. Durante la prima frazione di gioco non si registrano tiri in porta della Puglia allenata dall’ex giocatore Torino, Lorenzo Ferrante. Nella ripresa la musica non cambia, ed è ancora il Molise a rendersi pericoloso. Al 4’Camputaro su punizione serve in area Ricamato che spalle alla porta di testa conclude di un niente sopra la traversa. Tuttavia l’occasione più ghiotta capita a Verruti. Minuto 10, Lemma ruba palla nella metà campo della Puglia, innesca sulla destra Socci che va sul fondo e crossa, il pallone attraversa tutta l’area e trova sul secondo palo Verruti che di testa spedisce incredibilmente fuori. Ed ecco che nel momento migliore dei molisani la Puglia passa. Punizione dai quaranta metri di Di Gioia, palla in area per Longo che con la complicità del vento beffa con un colpo di testa Manfredonia, nell’occasione un tantino fuori dai pali. Nei restanti minuti restanti il Molise butta nella mischia Sisti e Giglio ma il risultato non cambierà. Al 43’ una punizione di Di Gioia (43’) viene deviata in angolo da Manfredonia. La formazione di Marinelli issa bandiera bianca ma esce a testa alta dalla competizione. Le interviste – <E’ stata la migliore partita degli ultimi quattro anni – afferma un amareggiato Mauro Marinelli a fine gara – Mi dispiace soprattutto per i ragazzi che hanno dato davvero il massimo. Per quanto creato durante i novanta minuti non meritavamo la sconfitta, ma il calcio si sa, è anche questo: se non la metti dentro alla fine paghi a caro prezzo>. <Sotto il piano del gioco e dell’intensità è stata una prestazione a dir poco perfetta – commenta il presidente della Figc Molise, Piero Di Cristinzi – Reputo che il risultato finale non abbia premiato chi effettivamente ha prodotto maggiori occasioni da rete. Peccato. Adesso – conclude Di Cristinzi - speriamo di rifarci domani (oggi) contro il Lazio>. Reti: 32’ st Longo Rappr. Puglia (3-4-3): Affinito, Mita, Di Gioia, Marzella, (32’st Garriamone), Campanale, (39’st Ruggiero), Spagna, Mastrorillo, (36’ pt Cimino), Calo’, (25’ st Longo), Ippolito, Bufi, Turitto, (10’ st Russo). All. Ferrante L. Rappr. Molise (4-4-2): Manfredonia, Esposito, (41’st Giglio), Pasciullo,Verruti, (28’st Dervishi), Ricamato, Laurelli, Piccoli, (23’ st Potena), Lemma, Camputaro, Balestra, (37’ st Sisti), Socci. All. Marinelli M. Arbitro: Ibraim di Torino Note: angoli 5-2 per il Molise. Ammoniti: Turitto (P), Camputaro (M), Socci (M), Di Gioia (P), Pasciullo. Recupero: pt: 1’; st: 4’

GINNASTICA RITMICA

A.S.D Futurgimnica Termoli subito vincente Sono iniziate le gare del calendario agonistico della ginnastica ritmica per l 'A.S.D. Futurgimnica di termoli il 7 marzo scorso a dare il via e' stata la gara di serie c con il trio, Battista Raffaella,Carpino Concetta e Vasile Angela. A questa prima competizione si sono subito piazzate al 3° posto confermando subito il loro valore come prima esperienza in gare agonistiche. Il programma su tre attrezzi ( fune e nastro,cerchio e palla) e il corpo libero di squadra prevedeva l'accesso alle finali nazionali che si svolgeranno il prossimo 24 aprile a Pesaro. Ottimi piazzamenti anche nel settore della g.p.t. nelle gare di sincrogym con le atlete: Lanzone Mariagrazia,Caravatta Evita,Iula Benedetta e Mascilongo

Lidia, appartenenti alla prima fascia e che si sono classificate al 2° posto. Invece al 3° posto per la seconda fascia si sono classificate le atlete Catena Federica,Di Bernardo Laura,Di Leonardo Francesca,Macro Greta e Santoianni Pasquale. Un ottimo 1° posto invece per le ginnaste della terza fascia con queste atlete: Costantino Maria, D'Addario Danila,Palumbo Annalisa e Lanciano Tonia. Domenica 21 marzo e' stata la volta delle gare del torneo g.p.t. 1° livello che ha visto protagoniste le giovanissime ginnaste appartenenti al vivaio preagonistico della societa'. le 13 ginnaste in eta' molto piccola non si sono per niente fatte prendere dall'emozione e sulla pedana hanno dimostrato gia' tutto il loro valore riscutendo moltissimi applausi dal

pubblico presente. In pedana sono andate: Aufiero Natasha,Biraschi sara,D'angelo Angelica,D'Adderio Marina,Di Bello Carmen, De Simone Angela,Lanciano Assunta,Lombardo Cristina,Guerra Isabella,Spedaliere Lorena,Verlengia Giusi di 1° fascia ,e Campo Martina e De Santis Alessia di 2° fascia. Pienamente soddisfatta l'insegnante tecnica, prof.ssa Catenaro Daniela per gli ottimi risultati ottenuti in queste prime uscite ufficiali della associazione, il giusto coronamento del tanto lavoro svolto sino ad ora. Il presidente della associazione, Marco Fiorelli ha evidenziato che i tanti sacrifici fatti da queste atlete e dai loro genitori per la presenza costante agli allenamenti che si svolgono durante la settimana e spesso anche il sabato e la domenica, gli

Leonardo:“Tutta aperta la corsa scudetto”

Mourinho: “A Bologna stanchi e infortunati”

La corsa allo scudetto è 'ancora tutta aperta': ne è convinto l'allenatore Leonardo, impegnato domani con il suo Milan a Cagliari.'Gli ultimi risultati non sono stati buoni, ma siamo ancora a 3 punti dalla vetta e a 2 dalla Roma che forse è la squadra più in forma. Inoltre -prosegue Leonardo- avremo la possibilità di preparare una partita alla settimana mentre l'Inter potrebbe giocarne ben 13 da qui alla fine e la Roma 9'. A Cagliari il Milan recupera Huntelaar, Pirlo e Ronaldinho.

A Mourinho non sono piaciuti commenti di stampa e tv per cui ha detto che il campionato 'non è lotta a tre ma tra noi e tante altre cose'.E smentisce.'Chi ha cambiato la mia frase in 'tante altre cose?', si chiede in una nota:'Io no. Non ho neppure diritto di parlare coi tifosi senza che qualcuno ci metta il naso?'. Il portoghese ha parlato poi della gara col Bologna.'Domani siamo soli, stanchi, infortunati, squalificati. Ma noi dobbiamo vincere contro il Bologna una partita molto difficile'.

stage organizzati con campionesse nazionali ed internazionali per potersi perfezionare sempre più, la passione e l'amore che queste atlete mettono per questa disciplina,hanno la giusta risposta con questi brillanti risultati. Le atlete che in questo periodo stanno partecipando a queste gare hanno sicuramente un grande avvenire per il futuro agonistico di questa società sportiva che opera oramai sul territorio da oltre un decennio la ginnastica ritmica non ha la stessa risonanza degli sport più famosi e praticati in Italia, ma con il passare del tempo anche questa bellissima disciplina e tutto il movimento che si sta organizzando anche in una regione piccola come il Molise,porterà a riconoscimenti sempre più significativi.

21 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010


S P O RT VOLLEY MASCHILE

Katay, un punto per la salvezza La squadra di Lorizio oggi a Gioia del Colle si gioca la permanenza nel campionato di A2 E’ stata una settimana di intenso lavoro per la Katay Geotec che si prepara alla trasferta di Gioia del Colle con l’obiettivo di conquistare quel punto che serve per la salvezza aritmetica senza passare dai play out. “Dedizione e concentrazione – esordisce Pino Lorizio, che rientra dopo la squalifica – sono condizioni essenziali per affrontare nel miglior modo l’ultima giornata della regular season. Abbiamo bisogno di giocare senza paura, con determinazione, con l’obiettivo preciso e imprescindibile di ottenere dei punti utili. Possiamo farlo, abbiamo nel nostro dna la capacità di giocare ad alti livelli, per cui dobbiamo solo convincerci delle nostre possibilità.” Riguardo al complesso meccanismo che deciderà le retrocessioni e l’eventuale griglia dei

play out tutto dipenderà dai risultati che matureranno nelle tre partite interessate e cioè: Nava Gioia Del Colle – KATAY GEOTEC ISERNIA Quasar Massa- Codyeco Santa Croce Canadiens Mantova – BCC NEP Castellana (riposa Bassano) Sarà proprio la squadra di Lorizio l’ago della bilancia del campionato, ma molto dipenderà anche dai risultati di Massa e Mantova. Con almeno un punto in tasca i biancoazzurri saranno adeguatamente a distanza da Bassano (+6) e scongiureranno i play out se, come è ipotizzabile, Massa e Mantova otterranno vittorie piene e dunque scavalcheranno in classifica i veneti, a quel punto nuovamente penultimi. Se invece almeno una tra Massa e Mantova non dovesse vincere, rimanendo inchiodata in

SCI

KICK BOXING

Coppa Italia 2010: affermazione per i fratelli Monaco I fratelli Luigi (-69 kg) e Antonio Monaco (-63 kg) non tradiscono le previsioni della vigilia e si impongono nella Coppa Italia di Light Contact svoltasi Domenica scorsa a Latina. I due Juniores della Fighting Ring Boiano,con questa eccezionale prestazione, ipotecano la convocazione tra gli Azzurrabbili che parteciperanno ai Campionati del Mondo nel prossimo Autunno. Altre due medaglie dal light, Gentili Ettore Argento nella categ.57 kg e un Bronzo nella categ. Senior -69 kg BMN con Maurizio Vitone. Anche i cadetti del Semy Contact hanno dato il loro contributo: Argento per Alex Carbone -47kg, Bronzo a Marco Abate nei -42 kg. Giornata intensa di emozioni per i preparatori D’Andrea/Carbone vedere salire sul podio sei atleti su sei partecipanti in una competizione Nazionale, è motivo di grande soddisfazione. Per quanto riguarda la Iron Fist di Campobasso,Giuseppe Ricci e Angelo Cretella nel Light +80 kg GAV hanno conquistato due medaglie di Bronzo, il rammarico dei m° Astorri/Pisapia per alcuni grossolani errori arbitrali che hanno negato la soddisfazione di assistere a una finale tutta molisana. Infine per la Karaki Venafro Luca Letizia nella categoria 89 kg Senior si è classificato al terzo posto.

22 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010

Alonso ottimista: “Venerdi’ normale” 'E' stato un venerdi' molto normale con tempi che non significano niente, potevo essere primo secondo o ultimo': cosi' Alonso. Il pilota della Ferrari resta ottimista in vista delle qualifiche e del gp di Malaysia, terza gara del Mondiale di F1. 'Domani speriamo di essere pronti ed avere una macchina perfetta. Non penso che le prestazioni delle vetture possano cambiare molto da un weekend all'altro. Mi preoccupa solo una questione, il caldo'.

penultima posizione, allora la Katay Geotec sarebbe salva a prescindere dal risultato ottenuto a Gioia perché il vantaggio in classifica sarebbe a quel punto uguale o superiore ai sei punti, come recita il regolamento. Solo il verificarsi di una combinazione di risultati, che ovviamente nessuno si augura, potrebbe costringere i biancoazzurri ai play out: sconfitta a Gioia, vittorie di Massa e Mantova, che si affronterebbero a loro volta per i play out (anche in caso di parità punti con Bassano, questi ultimi si piazzerebbero comunque penultimi per minor numero di incontri vinti) e dunque sfida per la salvezza contro Bassano al meglio delle tre partite. Insomma sarà un finale emozionante e, speriamo, a lieto fine.

Lo Sci Club Bojano ha preso parte ai campionati italiani assoluti Da Lunedì 29 Marzo all'Abetone ( Toscana ) fino a ieri, si sono svolte le finali per i Campionati Italiani Assoluti di categoria Allievi e Ragazzi. Le discipline alle quali gli atleti hanno partecipato sono quelle del Super Gigante, dello Slalom Gigante e dello Slalom Speciale. Il contingente dello Sci Club Bojano che si è qualificato e che ha preso parte alle suddette gare è stato formato da : Spina Michela, Perrotta Lucia ( Campionessa Regionale Categoria Ragazzi ), Napoletano Federica ( Campionessa Regionale Categoria Allievi ), D'Andrea Giovanni, Romano Carmine ( Campione Regionale Categoria Allievi ). E’ stata una settimana di gare dove gli atleti migliori d'Italia si sono sfidati per acquisire il titolo di Campione Italiano di categoria Ragazzi e Allievi. Il contingente molisano ha rappresentato meritatamente la nostra Regione Molise. Gli atleti sono stati accompagnati dal loro allenatore Michele D'Aversa oltre al suo collega e Allenatore Claudio Chimismo.

Massa:“Abbiamo lavorato per la gara” 'E' stato un venerdi' difficile da capire, abbiamo fatto un lavoro un po' diverso rispetto alle altre squadre': lo afferma Massa. 'E' difficile essere sicuri di come saranno le qualifiche e la gara', aggiunge il pilota brasiliano della Ferrari che oggi ha realizzato il 15/o tempo. 'Abbiamo girato pensando di sistemare la macchina per la gara. Oggi non eravamo nelle stesse condizioni di Red Bull e McLaren'. Per le qualifiche di domani la Ferrari usera' lo stesso motore dell'Australia.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta

Antipasto pasquale

Un “fiarone” una pigna una soppressata pecorino primaverile a piacere

un tocchetto (filetto di maiale) 8 uova un mazzetto d’insalata primaverile (valerianella, lattughina, barba di frate).

Lavate le foglie d’insalata, sgocciolatele ed asciugatele delicatamente. Rassodate le uova, fatele raffreddare sotto acqua corrente, sgusciatele e tagliatele a spicchi. Adagiate al centro di un piatto da portata l’insalata, contornata con un’affettata di soppressata tagliata a becco di clarino, lamelle di pecorino e fette di tocchetto e completate con spicchi d’uova e guarnite a piacere con foglioline d’insalata. Accompagnate con fette di “Fiarone” e di pigna, che sostituiscono il pane ed esaltano il sapore degli affettati. Le preparazioni ricavate dalle carni di maiale sono il fiore all’occhiello della gastronomia molisana. La “Soppressata”, confezionata con carne magrissima, quella del prosciutto, tagliata a coltello ed arricchita da pochi “occhi” di lardo rosato di prosciutto. Il “Tocchetto”, ricavato dal filetto e curato con vino peperoncino e sale e, poi, infasciato ben stretto nella pelle della vescica, con la stessa cura prestata ad un neonato. Soppressate e tocchetti, insieme a salsicce e cotechini, appesi ad asciugare al “lampadario”, nella fumosa cucina, erano la “grascia” della casa. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO Farmacie di turno CIPOLLA Piazza Cesare Battisti, 11 Tel. 0874.65391

ISERNIA Farmacia di turno DI TOMMASO C.so G. Garibaldi, 48 Tel. 0865.50891

PAOLO Via Monforte, 63 Tel. 0874.416327 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Municipio 0874.4051

Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno MARINO - C.so Nazionale, 42/44 - Tel. 0875.706234 Ospedale San Timoteo - centralino 0875.71591 Municipio - Tel. 0875.7121 Stazione Ferroviaria - Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto - Tel. 0875.746484

A D N E AG

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:40 06:49 08:35 09:30 11:07 12:20 14:11 14:12 15:56 17:13 19:02 17:40 19:30 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:39 06:44 08:23 12:13 13:56 13:22 15:00 14:40 16:25 16:13 17:59 17:14 18:55 18:40 20:30 20:48 22:38 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Sapete benissimo come e quando una questione da semplice e lineare possa diventare complicata e piena di incognite, soprattutto sapete quando una discussione sia passibile di eccesso e quando questa possa iniziare a strabordare! Solitamente siete accorti, ma quando anche voi superate il vostro limite, difficilmente riuscite a controllarvi! Toro - In questa giornata sarete molto abili nel cercare di risolvere le vostre questioni da soli, senza l'aiuto di terzi, che possano in qualche modo agevolarvi la discesa! Questo vi fa onore, in quanto non tutti al posto vostro, si comporterebbero allo stesso modo! E' molto più probabile infatti, che chi vi sta vicino, arrivi prima di voi, proprio perché preferire la via più comoda! Gemelli - Preferite risolvere da voi i vostri problemi di comunicazione, poiché credete che utilizzare terze persone per risolvere un fraintendimento, possa solo che peggiorare la situazione! Effettivamente, non avete tutti i torti, in quanto il passato vi ha insegnato a guardarvi le spalle da certe persone che si sono offerte, ma che poi hanno rivelato la loro vera identità! Cancro - In questa giornata, anche se non volete ammettere che una persona vicino a voi abbia ragione, vi converrà comunque cercare delle buone giustificazioni o quanto meno, cercare di risolvere la situazione con degli accorgimenti non proprio consoni al vostro modo di essere di solito. Certo, è difficile ammettere di avere toppato, ma a volte è necessario! Leone - In questa giornata sarebbe opportuno per voi, cercare di esprimere i vostri sentimenti o almeno le vostre sensazioni, poiché avete un potenziale dentro di voi che, raramente sfruttate! Chi vi sta intorno è ben felice di ascoltarvi e di condividere con voi, qualsiasi tipo di discorso vogliate fare! Incontrare qualcuno che non vedete da tempo inoltre, vi farebbe bene! Vergine - In questa giornata ci sono delle questioni che dovreste affrontare, non tanto perché siano urgenti, ma perché saranno le persone che vi vogliono bene a chiedervelo! Non abbiate timore di prendervi delle responsabilità, in quanto non vi creeranno problemi particolari. Dimostrerete a queste persone, quanto siate in grado di prendervi cura di loro e ciò è già abbastanza! Bilancia - Non è troppo tardi per voi per cercare di esser più razionali e fare un esame di coscienza. Ultimamente avete abbandonato troppe strade, troppi progetti in cui avevate coivolto anche altre persone, che contavano su di voi per avere qualche spiegazione in più. Forse dovreste riconsiderare i vostri obiettivi a questo punto e ridimensionarli in base a quelli di chi vi sta vicino! Scorpione - In questa giornata avrete tutto il diritto di non voler rispondere a certe domande, quindi fatevi furbi, cercate di stuzzicare anche voi chi vorrebbe mettevi in difficoltà! Avete tutte le capacità per farlo, anche perché non sarebbe così difficile rendere pan per focaccia. Non vergognatevi dei vostri risultati, poiché sono certamente migliori di quelli di tanti altri! Sagittario - Questa giornata potrebbe essere perfetta per iniziare un nuovo progetto o per iniziare a prendere in considerazione altre idee, che fino a questo momento non avete avuto occasione di realizzare. Tuttavia, non sarete molto di umore adatto e per questo motivo, non sarete al top del top e questo è un peccato, perché invece potreste ottenere grandissimi risultati! Capricorno - In questa giornata sarete particolarmente adatti per essere presi di mira da quelle persone che hanno bisogno di un appoggio o di una mano per realizzare i propri sogni e che vedranno in voi le persone più adatte per arrivare al proprio obiettivo. Non abbiate remore, se non avete voglia di partecipare, vi converrà dirlo subito, altrimenti non ne potrete uscire fuori! Acquario - In questa giornata, niente sarà così terribile come vi apparirà in un primo momento! Date alle situazioni, modo e tempo per svilupparsi e per dimostrarvi le loro potenzialità! Siete perfettamente in tempo per ottenere quello che volete, dovete soltanto essere più pazienti e cercare di garantire a chi vi sta vicino più tranquillità! Pesci - In questa giornata avrete quella fastidiosa sensazione di aver fatto qualcosa di sbagliato, ma in realtà la vostra si limiterà a restare solo una sensazione! Probabilmente siete troppo condizionati da quello che potrebbero pensare le persone che vi sono intorno e delle quali il parere vi interessa molto più che di quello che pensate voi di voi stessi! Non dovrebbe essere così!

23 ANNO III - N° 76 SABATO 3 APRILE 2010


lagazzettadelmolise030410a  

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio IL TAPIRO DEL GIORNO A GIUSEPPE ASTORE L’OSCAR DEL GIORNO A MICHELE CORALBO DISTRIB...