Issuu on Google+

ANNO i1 - N°148 - mERCOLEdì 29 GiUGNO 2011 - distRibUziONE GRAtUitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GiORNALE sAtiRiCO

L’OSCAR DEL GIORNO: SINDACATO FIM-CISL

Senza un nuovo piano industriale lo stabilimento Fiat di Cassino rischia la crisi produttiva e lunghi periodi cassa integrazione. La preoccupazione è stata espressa ieri nell’assemblea della Fim Cisl e della rsu del gruppo Fiat che ha discusso sulle problematiche legate allo stabilimento. Per il segretario della Fim-Cisl, Mario Spigola, si rende “improcrastinabile un incontro con il management Fiat sulla missione produttiva dello stabilimento, considerato soprattutto che la flessione ormai strutturale delle vendite dei modelli Bravo e Delta farà aumentare i periodi di fermo produttivo.".

IL GENIO DELLA MONNEZZA

IL TAPIRO DEL GIORNO: FIAT AUTOMOBILI

La Fiat non vuole pagare ai lavoratori il premio di risultato che si paga a luglio. "Risulta incomprensibile e contraddittoria la scarsa attenzione dedicata ai problemi salariali che i lavoratori in generale pongono, anche in considerazione del fatto che la stessa Fiat ha dedicato tutti gli sforzi economici per l’acquisizione del pacchetto azionario Chrysler e non ha inteso affrontare minimamente gli encomiabili sforzi che i lavoratori hanno fatto perché si raggiungesse questo obiettivo.”

DELITTO DI ARCE

ACQUA PUBBLICA

RIFIUTI

Parla il criminologo Carmelo Lavorino: “L’identikit dei responsabili corrisponde a quello tracciato da noi”

Il consigliere di minoranza Evangelista spinge per una modifica della norma statutaria

Indagi da parte della Finanza sui vertici di “Ambiente Spa” dopo la scoperta di una maxitruffa

A PAG. 5

A PAG. 6

A PAG. 7

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione E’ stato siglato ieri tra il presidente Marco Impagliazzo e la Governatrice del Lazio, Polverini

Accordo per la comunità S.Egidio L’intesa prevede la costituzione di un Osservatorio sperimentale per lo studio delle politiche sociali ROMA -Il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, e il presidente della Comunità di S. Egidio, Marco Impagliazzo, hanno siglato oggi un protocollo d’intesa per la costituzione di un Osservatorio sperimentale regionale per lo studio e lo sviluppo di politiche di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale. Con questo accordo “cercheremo di dare insieme risposte adeguate al fenomeno della povertà - ha spiegato Polverini durante la presentazione dell’intesa – non solo con numeri ma costruendo interventi mirati, perché su questo tema con molto poco, a volte, si possono ottenere grandi risultati”. Il Protocollo, della durata di due anni, dà avvio ad un rapporto di cooperazione per definire, attraverso l’Osservatorio, nuove iniziative di carattere sociale per contrastare le povertà estreme e favorire l’inclusione sociale dei gruppi deboli: studi ed analisi sul fenomeno delle povertà, sperimentare specifiche metodologie di ricerca e analisi, definire percorsi operativi per la risoluzione delle problematiche individuate. “Ci sono alcune categorie - ha aggiunto Polverini - che in questo momento rischiano non soltanto la povertà ma anche l'isolamento, in particolare gli anziani e gli immigrati C'è un impoverimento generale e quindi abbiamo ritenuto di appro-

fittare dell'esperienza della Comunità di Sant'Egidio per dare una risposta importante”. La Comunità di S.Egidio mette a disposizione gratuitamente i propri locali come sede operativa dell’Osservatorio e la Regione si è impegnata a fornire unità di personale qualificato con maturata esperienza nel campo del disagio sociale e del rapporto con le realtà del volontariato. Il presidente

della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, ha sottolineato come questo Osservatorio servirà per capire meglio la povertà e combatterla, mettendo in campo delle politiche che siano incisive. I compiti dell’Osservatorio saranno sia a livello regionale che internazionale. Tra le funzioni a livello regionale: avvio e gestione di un centro studi sul tema della

povertà; attività di censimento e facilitazione delle reti di supporto formale, formazione e aggiornamento sulle tematiche sociali rivolta agli operatori delle reti impegnate nel sociale. Tra i compiti in ambito internazionale: individuazione delle aree di criticità sanitaria e sociale nei paesi in via di sviluppo; programmazione di interventi sociali e sanitari nei paesi in via di sviluppo per una migliore gestione dei sistemi sanitari complessi; formazione a Roma a nei paesi in via di sviluppo di personale sanitario e sociale locale e italiano da impegnare sul posto; formazione a distanza. L’Osservatorio redigerà periodicamente report sul lavoro svolto in merito agli obiettivi e ai compiti assegnati. La presidente Polverini ha poi annunciato che “gli impegni economici sul sociale saranno confermati anche nell’assestamento di bilancio”, mentre l’assessore alle Politiche sociali, Aldo Forte, intervenuto alla presentazione del Protocollo, ha ricordato che “entro l'anno partiranno dei Poli sperimentali di assistenza agli anziani in tutte le province del Lazio”, dopo che si è concluso il primo anno di sperimentazione nel centro di Roma, nei quartieri di Trastevere, Testaccio e l'Esquilino che ha reso possibile di ridurre il “tasso di ospedalizzazione.

FINANZIAMENTI NO0N PIUù SOSPESI

Proroga LLPP,il plauso di Malcotti ROMA - "Esprimo soddisfazione per l'approvazione, in Consiglio regionale, della proposta di legge sulla proroga dei finanziamenti per le opere pubbliche". Lo dichiara, in una nota, Luca Malcotti, assessore alle Infrastrutture e Lavori Pubblici della regione Lazio." La Giunta - continua - ha avuto sempre un atteggiamento coerente: siamo infatti contrari alle proroghe indiscriminate che negli anni precedenti hanno consentito finanziamenti a co-

2 ANNO II - N° 148 MercOledì 29 gIugNO 2011

muni inadempienti a danno di quelli virtuosi. Altra cosa è la facoltà introdotta con l'emendamento della Commissione Lavori Pubblici di concedere proroghe alle opere che sono incomplete non per responsabilità degli enti locali ma per ragioni oggettive quali ricorsi, pareri delle Sovrintendenze o altri organismi. Ringrazio - conclude tutte le forze politiche che,approvando questa norma, ci consentono di completare in fretta piccole e grandi opere

su tutto il territorio". Giovedì 23 giugno il Consiglio regionale del Lazio ha approvato all'unanimità una proposta di legge che prevede la possibilità di mantenere in bilancio il finanziamento per opere pubbliche per le quali siano scaduti i termini per l'indizione della gara d'appalto, in caso di domanda del soggetto beneficiario del finanziamento stesso. Sarà la direzione regionale competente a valutare le motivazioni per cui

Comuni e Province non hanno ancora perfezionato l'iter burocratico e concedere o meno la proroga richiesta. Il provvedimento si applica anche ai finanziamenti concessi prima della data di entrata in vigore della norma approvata oggi. In questa maniera saranno riattivati anche i fondi concessi e poi revocati. In caso contrario le amministrazioni, non solo avrebbero perso fondi importanti per realizzare opere pubbliche, ma rischiavano anche di dover far fronte a eventuali obbligazioni verso terzi, impegni presi proprio in virtù del finanziamento regionale.

4 MILIONI DI EURO

Indennizzi destinati ai produttori di kiwi ROMA -L'assessorato alle Politiche agricole destinerà ai produttori di kiwi danneggiati dal propagarsi della batteriosi, 4 milioni di euro con uno specifico provvedimento all'interno dell'assestamento di bilancio. La somma va ad aggiungersi a 1 milione di euro che, attraverso una delibera approvata la scorsa settimana, prevede la distribuzione degli indennizzi agli agricoltori. Nel dettaglio il contributo a favore delle imprese in caso di estirpazione delle piante dell'actinidia deliciosa (una delle 2 qualità di kiwi prodotte nelle province di Latina, Roma e Viterbo) va da un minimo di 6 euro a un massimo di 50 per ogni pianta estirpata, in base all'età dell'impianto e la specie del kiwi coltivato. Per i vivai: 4 euro per le piante con meno di 2 anni; 6 euro per le piante con più di 2 anni. L'assessore alle Politiche agricole Angela Birindelli, intervenendo all'incontro nazionale che si è svolto il 27 giugno scorso a Latina dal titolo "Kiwi Lazio: un primato del Paese da tutelare", ha sottolineato l'urgenza di un intervento a livello nazionale per rendere più incisiva l'azione di sostegno ai produttori e quella di contrasto alla fitopatia che dalla Regione si sta portando avanti. "Appare chiaro - ha sottolineato la Birindelli - che accanto alle nostre risorse messe in campo, ci sia bisogno di un segnale concreto da parte del ministero. Sono certa che sarà un interlocutore attento e capace di contribuire a risolvere questo e altri problemi dell'agricoltura nella nostra regione".

Rifiuti, Italia a rischio multa

Uccide la moglie e si toglie la vita

BRUXELLES - "Quello che è accaduto di recente dimostra che le autorità italiane non hanno ancora fatto quanto necessario per trovare una soluzione adeguata e definitiva al problema". Lo ha detto il commissario Ue all'ambiente Janez Potocnik, annunciando per i rifiuti in Campania il rischio di incorrere in una nuova procedura d'infrazione che potrà portare a "sanzioni pecuniarie".

VERONA - Omicidio-suicidio a Garda (Verona). Un uomo ha ucciso la moglie e poi si è tolto la vita. I Carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda (Verona), che si trovano sul posto, al momento non hanno reso note le generalità delle vittime. Sembra che all'origine del tragico gesto ci siano problemi finanziari.


regione L’assessore Mariella Zezza annuncia un nuovo progetto di formazione per i più giovani

Transizione scuola-lavoro, si parte Si partirà con una serie di iniziative legate all’anniversario dell’Unità d’Italia premiato con la medaglia d'argento dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano". Lo ha dichiarato l'assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio Mariella Zezza intervenendo al Festival del Lavoro in

ROMA - "Porteremo la cultura del lavoro agli studenti delle scuole elementari del Lazio, dove proietteremo il cartone animato "Il lavoro nella Costituzione", realizzato dai consulenti del la-

corso a Treia, in provincia di Macerata, dove è stato proiettato in anteprima il cartone animato dedicato agli articoli della Costituzione che riguardano il lavoro e i lavoratori. "Il Lazio - ha spiegato l'assessore Zezza - sarà la prima

voro e patrocinato dall'assessorato al Lavoro e Formazione della Regione Lazio. Si tratta di un progetto che rientra nelle celebrazioni del 150° anniversario dell'uniità d'Italia,

URGE RIFORMA

Regione italiana a portare l'orientamento nelle scuole medie. Riteniamo questo il primo passo da compiere per consentire giuste scelte scolastiche che diano accesso a concrete opportunità di lavoro. Solo così sarà possibile abbattere la disoccupazione giovanile e riempire il maggior numero possibile di posti di lavoro vuoti. Proprio ieri l'Istat ha reso noto che solo nell'industria e nel terziario ci sono, a livello nazionale, circa 70 mila posti di lavoro liberi, registrando un fenomeno in decisa crescita. Per questo incentiviamo, promuoviamo e finanziamo tutte le iniziative che favoriscono un veloce passaggio dalle aule scolastiche ai luoghi di lavoro".

NUOVE MISURE DA ADOTTARE

Cinema, Pasquali (Fli): Audizione su celiachia subito la nuova legge in Commissione sanità 'ROMA -' ''Gli operatori del settore cinematografico devono poter ottenere dalle istituzioni quelle risposte che attendono per lo sviluppo e la competitivita' di un settore che, da sempre, e' fondamentale per la cultura e l'economia del Lazio''. Lo spiega in una nota Francesco Pasquali, Capogruppo di Futuro e Liberta' alla Regione Lazio. ''Se da un lato la Giunta ha concretamente dato seguito all'importanza di questo obiettivo, la legge di riforma del cinema e dell'audiovisivo sta conoscendo un iter piuttosto rallentato in Commissione. Occorre - aggiunge - percio' non scartare l'ipotesi di accelerare i tempi facendo approdare la discussione direttamente in Aula, come previsto dal Regolamento del Consiglio Regionale. Il cinema-audiovisivo puo' rappresentare una vera opportunita' per il nostro territorio, dal punto di vista imprenditoriale ed occupazionale; oltre a questo, riportare

nella nostra Regione le grandi produzioni puo' fungere da volano per la promozione del nostro territorio anche all'estero. Percio', approvare la legge in tempi brevi appare quanto mai prioritario''.

'ROMA -"''Aiutate i celiaci laziali a spendere i buoni spesa regionali anche nei supermercati''. Il grido di allarme viene dall'Associazione Italiana Celiachia (Aic), ascoltata oggi alla Pisana dalla commissione Sanita', presieduta da Alessandra Mandarelli. Al centro dell'incontro, la richiesta di modificare parzialmente la circolare applicativa di una delibera di giunta datata 2009 che, pur ampliando le modalita' di utilizzo dei buoni per celiaci anche in supermercati ed attivita' commerciali alternative al circuito prettamente farmaceutico, prevede una particolare procedura per le richieste di rimborso, che in tutta la regione al momento viene applicata solo in un ipermercato a Casal Bertone. I soggetti celiaci, che nel Lazio sono 12.400, percepiscono infatti, mediante le Asl di appartenenza, dei buoni mensili dal valore massimo di 130 euro da spendere per l'acquisto di prodotti alimentari senza glutine. ''Apprezziamo questa politica di sostegno della Regione e riteniamo importante poter

Batterio killer, 48 vittime in Europa

Napolitano a Londra incontra la Regina

BERLINO - Il bilancio delle vittime dell'epidemia di Escherichia coli in Europa e' salito a quota 48, 47 delle quali in Germania, quattro in piu' rispetto a venerdi' scorso. Lo ha reso noto oggi l'Istituto Robert-Koch di Berlino. Allo stesso tempo, il numero dei casi complessivi in Germania e' aumentato a 3.901 (tra Ehec e Seu), 184 in piu' rispetto ai 3.717 della settimana scorsa.

LONDRA - Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha raggiunto l'ambasciata d'Italia a Londra. Stamattina a Buckingham Palace incontrerà la regina Elisabetta. E' il primo appuntamento nel programma della visita nel Regno Unito che si concluderà mercoledì a Oxford.

fare la spesa anche al supermercato come tutti, con vantaggi sia economici che di integrazione sociale'', hanno spiegato i rappresentanti dell'Aic. ''Tuttavia - hanno proseguito - l'attuale procedura prevista per gestire alle casse gli acquisti effettuati con il buono regionale scoraggia sia il malato che la maggior parte degli esercizi commerciali a mettere in pratica questa agevolazione''. Per il consigliere del Pd, Enzo Foschi, si tratta di ''richieste sacrosante. E' necessario - ha aggiunto - guardare alle buone pratiche di regioni vicine come la Toscana, dove si e' gia' passati al regime dello scontrino elettronico. Si tratta di favorire un processo anti- discriminatorio nei confronti di una tipologia di pazienti in costante crescita e in maniera trasversale''. La presidente della comissione Mandarelli, con l'assenso di tutti i componenti, ha richiesto una relazione dettagliata sull'argomento al responsabile del procedimento in questione.

3 ANNO II - N° 148 MERCOLEDì 29 gIugNO 2011


provincia Il presidente delConsiglio regionale sgombera il campo dalle polemiche dei giorni scorsi

“Aeroporto,opportunità per il Lazio” Per Mario Abbruzzese non esistono contrasti con le strutture a carattere nazionale FROSINONE - “Sono convinto che il futuro aeroporto di Frosinone, per le sue caratteristiche di scalo regionale e per la sinergia che vede coinvolti pubblico e privato nel finanziamento dell’opera, non possa essere assolutamente in contrasto con una struttura a carattere nazionale e interamente finanziata con fondi pubblici come l’Aeroporto di Viterbo. Anzi, credo piuttosto che le due strutture vadano concepite contestualmente, come un arricchimento infrastrutturale che porterà benefici diffusi sia all’area a nord sia a quella a sud della capitale, contribuendo ad una diversificazione del flusso turistico molto vantaggiosa per l’intero Lazio”. Lo ha riferito il Presidente del Consiglio della Regione Lazio Mario Abbruzzese a margine della notizia di una possibile partecipazione della Regione Lazio nel capitale sociale di ADF. “L’aeroporto di Frosinone– ha aggiunto Abbruzzese – si configurerebbe come infrastruttura regionale complementare e di supporto agli scali

PROTEZIONE CIVILE

In arrivo in tutta la provincia il grande caldo

romani servendo segmenti di mercato specifici, come charter e low –cost, che trovano sempre maggiori difficoltà ad operare sia in grandi aeroporti come quello di Roma Fiumicino, sia in aeroporti di dimensioni ridotte come lo scalo di Ciampino, da anni ben oltre le proprie capacità ricettive. Esso, inoltre, si inserirebbe perfettamente all’interno di un contesto infra-

strutturale, viario e ferroviario già esistente, contribuendo a migliorare anche la capacità d’attrazione turistica attraverso la valorizzazione delle strutture ricettivo-ricreative presenti sul territorio come ad esempio il nuovo parco Rainbow Magicland di Valmontone.”. “Sono convinto – ha concluso il Presidente – che si tratti di una grande opportunità per il Lazio

Meridionale e la Ciociaria. Voglio dunque segnalare la mia piena approvazione e la mia vicinanza al Presidente dell’ADF Picano, al Consigliere Angelo Miele ed a tutti gli amministratori locali che da anni ormai, investono molto del loro capitale politico, nel sostenere un progetto da cui dipendono molte delle speranze di crescita e sviluppo della nostra regione”.

SEI AUTORI IN TUTTO

Artisti ciociari espongono alla Biennale FROSINONE - Soddisfazione è stata espressa dal Presidente Antonello Iannarilli e dall’Assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone, Antonio Abbate per la presenza di ben sei artisti ciociari alla Biennale di Venezia. Abbate, presente all’inaugurazione della mostra nella sede romana di Palazzo Venezia, con il preludio di una conferenza stampa fiume di Vittorio Sgarbi, ha potuto ammirare insieme agli autori le opere scelte dalla prestigiosissima istituzione e constatare come la nutrita compagine proveniente dalla provincia di Frosinone sia il corpo sostanziale e più in vista tra gli scultori presenti. “Non c’è dubbio – afferma Iannarilli – che il riconoscimento ai nostri artisti che risalta dalla selezione più ambita in Italia e tra le più

4 ANNO II - N° 148 mERCOLEDì 29 gIugNO 2011

prestigiose del mondo come quella della Biennale di Venezia debba essere tenuta in considerazione strettissima da tutti noi. La capacità che i nostri artisti hanno dimostrato è da considerare un grande valore, da esaltare e sostenere. Cosa che, fino ad oggi, è stata fatta troppo poco se non per niente. Sono convinto della necessità di invertire con decisione la rotta con ogni mezzo a nostra disposizione, a partire dal sostegno alle istituzioni didattiche presenti sul nostro territorio. Ci stiamo impegnando per trovare finalmente una sistemazione degna all’Accademia di Frosinone e la nostra proposta, come è noto, è stata da subito reale”. “Basta considerare come l’enorme totem di Piero Fantastichini sia l’opera che dà il ben-

venuto ai visitatori, collocata all’ingresso ad ergersi nella tromba della meravigliosa scalinata di Palazzo Venezia. La “Chimera” di Patrick Alò e i “Flauti” di Mario Velocci giusto all’ingresso della prima sala delle esposizioni per comprendere il valore della considerazione che gli allestitori hanno per i nostri artisti” ha dichiarato Abbate. Lo stesso per il grande successo ottenuto dal giovanissimo scultore Jacopo Cardillo e il notevole interesse suscitato dalle opere video-sonore del gruppo Hermes Intermedia (Fontana, Poce, Gemini e Murat). Si tratta, credo, di un grande riconoscimento per i nostri artisti, rappresentanti anche di più generazioni, a confermare il valore e l’estro che dalle nostre parti non è mai mancato come pure quello di un’istituzione indiscutibile come è l’Accademia di Belle Arti di Frosinone. Il nostri ringraziamento e le più vive congratulazioni anche a Fausto Roma che ha la sua opera esposta a Venezia e che, da tempo, può essere considerato un vero e proprio ambasciatore della nostra terra nel panorama artistico italiano”.

FROSINONE - È in arrivo anche in Ciociaria il grande caldo. Sulla base delle ultime corse dei modelli matematici disponibili, la Protezione Civile di Frosinone conferma temperature in aumento fino a Giovedi 30 per il rinforzo anticiclonico in origine nord Africano. Da Venerdi 1° Luglio temperature in calo per venti settentrionali e diminuzione del campo barico. Lo stato del cielo si manterrà sereno per gran parte della settimana, mentre nel corso del fine settimana e temporaneamente a metà settimana, saranno possibili addensamenti nuvolosi principalmente sulle zone montuose della fascia appenninica. Umidità in calo nei bassi strati da Venerdi 1° Luglio. Per la giornata di martedi 28 e specialmente mercoledi 29, quindi, si prevedono temperature alte, a livello di allerta uno mentre da giovedì dovrebbero abbassarsi. I consigli degli esperti, per non soffrire troppo il caldo, restano quelli di non stare all'aria aperta tra le 12 e le 18, fare bagni e docce d'acqua fredda per ridurre la temperatura corporea, schermare i vetri delle finestre con persiane, veneziane o tende. Inoltre bere molta acqua, evitare le bevande alcoliche, consumare pasti leggeri, mangiare frutta e verdure fresche, indossare vestiti leggeri e comodi, in fibre naturali.

Accoltella la madre Ragazza in manette

7mila stranieri espulsi in 10 mesi

Ha accoltellato,al culmine di una lite,la madre.I carabinieri hanno arrestato ieri sera ad Ostia un donna di 40 anni, accusata di tentato omicidio. Erano passate da poco le 23 quando in casa e' nata una lite tra le due.Poi la figlia ha preso un coltello e hatentatodicolpirelamadre.Quest'ultima,neltentativo di sfuggire alla furia della figlia, e' scappata in strada e li' e' stata colpita.Passanti hanno chiamato il 112 e la donna e' stata bloccata.

Sono 215 mila persone, in prevalenza donne (118.459 a fronte di 96.541 uomini),gli extracomunitari che la questura di Roma gestisce,curandone la posizione amministrativa ed assicurandone il fotosegnalamento,in stretto raccordo con la polizia scientifica.In 10 mesi sono circa 188.000 i permessi di soggiorno rilasciati, mentre si attestano intorno a 7.000 i provvedimenti di espulsione istruiti per altrettanti cittadini stranieri non in regola.


cronaca L’OMICIDIO DI ARCE

SORA

Parla il criminologo Lavorino: “Il nostro identikit era esatto”

Tenta di uccidere il figlio, arrestato un uomo 61enne

L’esperto fece parte del pool difensivo di Carmine Belli, assolto definitivamente nel 2006 ARCE - «La svolta nelle indagini sull'omicidio di Serena Mollicone dimostra ancora una volta che il profilo criminale da noi tracciato era esatto». A dirlo è il criminologo Carmelo Lavorino, che fece parte del pool difensivo del carrozziere Carmine Belli, assolto in via definitiva nel 2006 dall'accusa di aver ucciso la diciottenne di Arce. Un dossier venne in seguito consegnato alla magistratura. «Tracciammo un profilo comportamentale del soggetto che aveva compiuto il delitto - spiega Lavorino -, con le caratteristiche che avrebbe necessariamente dovuto avere per fare ciò che aveva fatto: caratteristiche ambientali e territoriali. E poi ipotizzammo perchè avesse scelto di far morire Serena e non di salvarla». Secondo Lavorino, le due piste alternative individuate dalla Procura di Cassino, che ha indagato cinque persone, - quella del-

l'ex fidanzato della ragazza con la sua famiglia e quella dei carabinieri - «erano due degli scenari proposti, assieme ad altri». Il criminologo parla di «omicidio in seguito a litigio, con movente di

autoconservazione, fatto per tacitare un testimone», cioè la stessa vittima. Secondo Lavorino, tutte le persone ora indagate vennero già sottoposte all'epoca al test del Dna, ma con le tecniche attuali,

più evolute, l'esame potrebbe dare un risultato diverso. Lo stesso Michele Fioretti, fidanzato all’epoca dei fatti di Serena Mollicone, si è lasciato andare a dichiarazioni di innocenza:"Non l’ho ammazzata io, ci volevamo sposare. Sono esasperato da questa storia. Sono dieci anni che vengo interrogato come persona informata sui fatti". Ma sulle circostanze che hanno portato i magistrati a mettere sotto inchiesta anche lui, emergono alcuni retroscena. Così come sul presunto coinvolgimento del maresciallo e comandante dell'epoca della stazione dei carabinieri di Arce, ora in congedo, e del figlio. E ieri Arce è stata di nuovo invasa da decine di troupe giornalistiche e televisive, mentre a Cassino, dalle parti della procura, si nutre speranza sull'effettiva conclusione della vicenda, a dieci anni dall'omicidio della povera Serena.

SORA - I Carabinieri di Sora hanno tratto in arresto un 61 enne del posto poiché responsabile di tentato omicidio. L’uomo, all’interno della propria abitazione, nel corso di una lite, per futili motivi, ha colpito all’addome con un coltello da cucina di 20 centimetri, il proprio figlio 40 enne. Il malcapitato, prontamente soccorso dal 118, è stato ricoverato presso il locale nosocomio e sottoposto a delicato intervento chirurgico, con prognosi riservata. Le immediate ricerche dei Militari operanti, hanno permesso di rintracciare il 61enne non lontano dalla propria abitazione. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

FROSINONE-NAPOLI

Operazione Antimafia della Polizia FROSINONE- La Digos di Frosinone, in collaborazione con altri specializzati Uffici centrali e territoriali della Polizia di Stato ed avvalendosi del supporto informativo fornito da parte della Agenzia Informazioni Sicurezza Interna, ha svolto una complessa indagine, dapprima sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli - Direzione Distrettuale Antimafia -, e successivamente, della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, su di un gruppo criminale transnazionale finalizzato al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di massa dall’Afghanistan, alla produzione e contraffazione di documenti di identità validi per l’espatrio, all’illecita esecuzione di operazioni nazionali e internazionali, monetarie e di cambio, alla ricettazione sistematica e su vasta scala di

biglietti ferroviari della Trenitalia s.p.a., illecitamente acquistati mediante frode informatica. L’individuata organizzazione, del resto, radicata nella Capitale ed in diverse altre località del centro/nord Italia e organicamente estesa in altri Stati europei, tra i quali, in particolare Grecia, Francia, Germania, Svezia e Regno Unito, assicurava un consistente flusso migratorio dall’Afghanistan, perlopiù, verso la Norvegia ed il Regno Unito ed ha rappresentato un punto di criticità per la sicurezza interna ed internazionale, in quanto in grado di sviluppare una formidabile illecita attività idonea a consentire penetrazioni nello Stato e nel cuore dell’Europa di elementi di milizie talebane, riconducibili a talune organizzazioni jihadiste e/o qaediste, notoriamente operative in Afghanistan e nel nord del Pakistan, oltre

che di elementi potenzialmente pericolosi addestrati in Patria al maneggio di esplosivi. In esito alle indagini il competente G.I.P. del Tribunale di Roma emetteva nel mese di dicembre scorso un provvedimento restrittivo in carcere per 47 dei 50 sodali individuati, ed il mandato d’arresto europeo per quelli localizzati all’estero, oltre che un provvedimento di sequestro, finalizzato alla confisca, di numerosi phone center ed internet point in disponibilità della consorteria, al quale si diede esecuzione il giorno 11 gennaio 2011 mediante la complessa operazione internazione di polizia, meglio nota con la denominazione “Operazione CESTIA”. L’operazione di polizia portò all’immediata cattura in Italia ed all’estero della gran parte degli indagati colpiti dal provvedimento giudiziario restrittivo, ma diversi degli stessi riuscirono

a darsi alla latitanza Successivamente la D.I.G.O.S. di Frosinone, ha svolto serrate investigazioni sul territorio nazionale e, in un più ampio contesto di cooperazione internazionale di polizia, in altri Paesi europei, al fine di localizzare gli elementi datisi alla latitanza, riuscendo finora ad assicurare alla Giustizia. Particolare sforzo investigativo ha richiesto la cattura dello SHAHAB SHER ZAD rifugiatosi sotto falso nome prima in Grecia, ove seppure localizzato nella città portuale di Igoumenitsa riusciva a sottrarsi all’arresto, facendo perdere le proprie tracce sul confine macedone, e, più di recente, in Germania, ove in stretta collaborazione con la Bundespolizei (Polizia Federale) veniva difatti localizzato e arrestato nella Capitale. Sul territorio nazionale, in collaborazione con altre D.I.G.O.S., oltre che in Grecia, Svezia e Francia, in collaborazione con le polizie di questi Paesi, sono in corso impegnative attività dirette alla cattura degli ulteriori 9 latitanti, uno dei quali in questi ultimi giorni localizzato a Copenaghen.


cassino Lo chiede al sindaco il consigliere comunale di minoranza Franco Evangelista

Acqua pubblica, adesso serve una modifica allo statuto Richiesto un intervento nel prossimo intervento comunale, la città non può più aspettare CASSINO - Il consigliere comunale di minoranza Franco Evangelista affronta il problema acqua pubblica. <Apprendo favorevolmente la proposta del collega consigliere Ranaldi a proposito della necessità di rendere pubblica direttamente in capo al Comune la gestione di tutto il servizio idrico, e ricordo la petizione di firme attuata da me e Giuseppe Sebastianelli nell’autunno del 2010 nelle periferie della città, dove il problema è particolarmente sentito perché in quei territori la gestione dell’acqua è affidata all’Acea Ato5>: è quanto ha affermato Francesco Evangelista sulla questione ‘acqua pubblica’. <La popolazione di Sant’Angelo, Caira, S.

Michele, Sant’Antonino, Collecedro, Panaccioni, Antridonati – spiega il consigliere di minoranza – ha partecipato numerosa e attiva alla nostra iniziativa che riguardava un problema annoso che adesso l’amministrazione comunale, anche in seguito all’esito del referendum degli scorsi 15 e 16 giugno, non può più rimandare, tenendo anche conto del fatto che la città di Cassino possiede la risorsa dell’acqua, e che tutto il territorio comunale merita di avere uguale trattamento in termini di efficienza del servizio e di tabelle tariffarie. La gestione pubblica era inoltre – ha aggiunto Franco Evangelista – anche un punto del programma elettorale condiviso da

diverse parti politiche, ma soprattutto è un argomento su cui conosciamo bene l’opinione dei cassinati e a soprattutto a loro l’amministrazione deve dare conto>. Evangelista, nel febbraio 2009, fu tra i firmatari dell’ordine del giorno del consiglio comunale che chiedeva la modifica della norma statutaria che prevede la gestione privata, e la dichiarazione dell’acqua come servizio pubblico locale senza scopo di lucro. Adesso ribadisce la sua posizione: <Il sindaco porti subito in consiglio la questione ‘acqua’ e si deliberi affinché sia dichiarata nello statuto comunale un ‘bene pubblico’ e sia gestita dal Comune su tutto il territorio comunale>.

SPONSOR LA BANCA POPOLARE DEL CASSINATE

Gioventù ribelle, ilVolturno, Gaeta e l’Unità d’Italia in una mostra dell’Università al Castello CASSINO - La Banca Popolare del Cassinate è sponsor della mostra “Gioventù ribelle. Il Volturno, Gaeta e l’Unità d’Italia”, che è stata realizzata dall’Università degli Studi di Cassino

6 ANNO II - N° 148 mercOledì 29 gIugNO 2011

con la collaborazione dell���Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano nella prestigiosa sede del Castello angioino di Gaeta. Presenti all’inaugurazione, oltre al rettore

Prof. Ciro Attaianese e al Direttore Amministrativo dott. Ascenzo Farenti, il Presidente della BPC Donato Formisano e il Vice presidente – nonché docente dell’Università di Cassino - Prof. Vincenzo Formisano, il Presidente del Comitato dei Garanti per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità Nazionale Giuliano Amato, il Ministro per la Gioventù Giorgia Meloni, il Presidente dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano Romano Ugolini e il Sindaco del Comune di Gaeta Antonio Raimondi. La mostra è dedicata alle vicende storiche occorse lungo la linea del Volturno. La presenza della Banca Popolare del Cassinate a questo evento

testimonia, ancora una volta, l’attenzione dell’Istituto alla storia del nostro territorio e, per questo, è molto importante la scelta degli organizzatori di dedicare particolare attenzione alle vicende accadute lungo la linea del Volturno. L’attenzione al territorio è rappresentata anche dalla collocazione della mostra in uno dei luoghi più belli della nostra costa, dando così l’opportunità di valorizzare un vero tesoro artistico come il Castello Angioino di Gaeta.La partecipazione della BPC alla realizzazione della mostra costituisce un ulteriore tassello nel rapporto ormai consolidato tra le due istituzioni, in un’ottica di collaborazione a beneficio del territorio.

Frosinone all’assemblea delle province

Foglio Volante, è uscito il numero di Luglio

FROSINONE - Si è chiusa la tre giorni dell’Unione Province italiane a Bruxelles che ha visto anche la partecipazione dell’Assessore al Riordino Istituzionale Giuseppe Paliotta al primo Corso di Formazione rivolto ad amministratori provinciali“ Istituzioni, politiche e strumenti dell’UE per la crescita e la competività della Pubblica Amministrazione”.

CASSINO - È pronto e viene spedito in questi giorni agli abbonati “Il Foglio volante - Mensile letterario e di cul-tura varia” di luglio 2011. Vi si trovano testi di Matteo Bianchi, Loretta Bonucci, Andrea Cacciavillani, Carmelo Cimino, Mariano Coreno, Filippo De Angelis, Lino Di Stefano, Vito Faiuolo, Amerigo Ianna-cone, Pietro La Genga, Mariateresa La Porta, Giuseppe Napolitano.


cassino Una vasta operazione di polizia giudiziaria a tutela dell’ambiente e dell’erario pubblico

Rifiuti, la Finanza indaga sui vertici di “Ambiente Spa” SORA - Una vasta operazione di polizia giudiziaria a tutela dell’ambiente e dell’erario pubblico è stata conclusa nella mattinata odierna dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Frosinone. I militari al comando del colonnello Giancostabile Salato, nell’ambito degli interventi ispettivi svolti a tutela dell’ambiente e delle investigazioni preventive contro l’infiltrazione delle “ecomafie” negli appalti e nella gestione del ciclo dei rifiuti in Ciociaria e nell’Alta Terra di Lavoro, hanno scoperto una maxi-truffa che avveniva attraverso il sistema degli appalti per il noleggio e la manutenzione dei mezzi per la raccolta dei rifiuti solidi urbani e per la cura del verde pubblico nel Comune di Sora. L’inchiesta giudiziaria, iniziata nel 2008 e durata oltre due anni, è stata svolta dalle Fiamme Gialle

sotto le direttive del Dott. Francesco Cerullo, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Cassino. I militari hanno svolto una minuziosa opera di controllo sulla spesa pubblica del Comune di Sora relativa alla gestione della raccolta dei rifiuti, ricostruendo i fatti attraverso l’esame dei bilanci e dei documenti contabili dell’ente locale. Le investigazioni sono state svolte attraverso un’approfondita attività d’analisi della documentazione acquisita sul conto delle imprese oggetto delle indagini e del bilancio comunale di Sora, attraverso l’acquisizione di dichiarazioni rese dalle persone informate sui fatti, nonché con l’ausilio di banche dati telematiche. La truffa, come accertato dalle Fiamme Gialle, veniva perpetrata da due rappresentanti legali di altrettanto società e da quattro dipendenti di una delle

A SAN GIORGIO A LIRI

stesse. Dalle indagini è emersa, per gli anni 2005-2006, una grave frode ai danni dell’Ambiente S.p.a. (a quei tempi impresa a partecipazione maggioritaria del Comune di Sora per la quota del 51%) che si era avvalsa, principalmente, per la manutenzione-riparazione e nolo del parco automezzi in uso alla medesima, del suo socio/fornitore, una società privata successivamente dichiarata fallita. Questa società privata, associata con il Comune di Sora nel capitale dell’Ambiente S.p.a., si sarebbe indebitamente arricchita attraverso una serie di artifizi e raggiri posti in essere da amministratori e dipendenti. E’ stato anche accertato l’utilizzo di carburante pagato dalla Ambiente S.p.A. (e quindi dalla collettività) per autovetture personali. Inoltre, all’amministratore delegato dell’Ambiente Spa è stato contestato

il reato di falso in bilancio in quanto, con l’intenzione di ingannare i soci ed il pubblico, esponeva nel bilancio della società voci non rispondenti al vero. Attraverso questi meccanismi, le persone indagate traevano in inganno il Comune di Sora, socio al 51% dell’Ambiente Spa, cagionando alle casse dell’ente locale un enorme danno. I notevoli introiti hanno permesso, oltre all’indebito arricchimento del socio fallito, a quattro dipendenti della partecipata di ottenere notevoli innalzamenti di livelli retributivi in mancanza di idonee e giustificate motivazioni. Pertanto, al termine degli accertamenti espletati, è stato accertato che i costi non dovuti per gli anni oggetto d’indagine, per l’irregolare gestione economica dell’Ambiente Spa, sostenuti dal Comune di Sora e, quindi, da tutti i cittadini so-

rani, complessivamente ammontano ad oltre un milione d’euro. Il depauperamento della società partecipata dal Comune, deriva dalla rinuncia agli utili e, poi, dalla ricapitalizzazione, che nel tempo l’Ente (Comune di Sora), ha dovuto sostenere, per salvaguardare sia i posti occupazionali che i problemi d’igiene pubblica e decoro urbano. Al termine dell’attività svolta sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria sei soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, del reato di truffa aggravata ai danni dello Stato, ed un soggetto per il falso in bilancio. Gli stessi, ora, rischiano condanne fino a cinque anni di reclusione. La situazione accertata è stata segnalata, tra l’altro, alla Procura Regionale presso la Corte dei Conti di Roma per il recupero del danno erariale quantificato in circa 1.100.000,00 Euro.

INTESA FIRMATA DAL RETTORE E DALL’ASSESSORE ALDO FORTE

Una mostra Collaborazione sul sociale applauditissima tra Università e Regione Lazio SAN GIORGIO A LIRI - Si inaugura domenica 3 luglio a S.Giorgio a Liri la mostra fotografica di Benedetto Ciacciarelli. L’evento, patrocinato dal comune di S.Giorgio a Liri, si terrà alle ore 19 presso il Centro Polifunzionale “Rosario Livatino”. Oltre all’allestimento della mostra, si svolgerà anche una conferenza di presentazione, nella quale verranno proiettate alcune immagini tratte dai viaggi in Africa ed Australia fatti dall’autore. Coadiuveranno nella presentazione il naturalista Amilcare D’Orsi e il fotografo naturalista ed entomologo Gaetano De Persiis. Nei lunghi viaggi in Africa, in Australia oltre ai numerosi reportage fotografici effettuati nel Parco nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, l’autore focalizza l’attenzione sulla vulnerabilità degli ambienti e delle specie animali a rischio , documentando con immagini di notevole caratura tecnica quanto sia delicato l’equilibrio uomo – natura, anche negli ambienti protetti come i grandi parchi africani, australiani ed italiani. Alcune specie animali in particolare sono state documentate con maggiore attenzione nei loro habitat, specie che attraversano un delicato momento nelle politiche di protezione e tutela che i vari stati stanno attuando: l’orso marsicano e il ghepardo. Le foto della mostra sono state stampate con una tecnica particolare - su lastre di alluminio – anche da questo punto di vista, alla ricerca di continue innovazioni nel percorso di crescita artistica.

CASSINO - Legare in maniera sempre più efficace ed efficiente gli interventi agli specifici bisogni che si registrano sul territorio. E promuovere la professionalizzazione degli operatori del non profit”. Queste, nelle parole dell’assessore alle Politiche sociali e Famiglia, Aldo Forte, le finalità del Protocollo d’Intesa firmato oggi tra Regione Lazio e Università degli Studi di Cassino, che metterà a disposizione dell’assessorato le sue competenze in materia di ricerca e di didattica nei settori del sociale. Forte è poi entrato nel dettaglio e ha spiegato che, dall’intesa, esistono già tre progetti in cantiere. “Il primo è quello di un ‘Bilancio Sociale’. Si tratta di una grande novità, una delle tante introdotte dalla proposta di legge di riforma sui servizi sociali. Il Bilancio, fondato su un principio di responsabilità sociale, ci permetterà da un lato di rendere maggiormente trasparente agli occhi dei cittadini e degli operatori del settore l’attività dell’Assessorato. Dall’altro di misurare, grazie all’introduzione di veri e propri indicatori di performance, l’efficacia e l’efficienza delle nostre azioni e la ri-

Lotta al cinipide, si lavora nei boschi

Denunciati anziani per abusi edilizi

Il Pres. Talone inserito nel tavolo tecnico della Presidenza del Consiglio dei ministri per la lotta al Cinipide. Ottime notizie giungono da Roma, dove questa mattina dopo aver partecipato alla manifestazione nazionale per la lotta al Cinipide, il Presidente della XVIII Comunità Montana dei monti Lepini (Area Romana.

CASSINO - I Militari della locale Stazione, nel corso di predisposto servizio servizio per il controllo del territorio, hanno denunciato in stato di libertà M.S. 81 enne e V.D. 78 enne, due anziani rispettivamente domiciliati in S. Elia Fiumerapido e Cassino, per violazioni delle norme urbanistiche.

caduta che queste hanno sulle persone e sui territori”. “Al Bilancio Sociale – ha aggiunto Forte – affiancheremo un ‘Rapporto sui servizi sociali del Lazio’. Uno strumento per fotografare lo stato di salute dei servizi e delle strutture, interpellando tanto gli operatori del settore quanto chi usufruisce di quei servizi. L’obiettivo è quello di far emergere i punti di forza e di debolezza del sistema, nonché le opportunità di sviluppo sostenibile. Dati certi, quindi, scientificamente raccolti e analizzati, sulla base dei quali individuare le priorità di intervento regionali”.“Infine, presso l’Università, saranno attivati a breve dei master in ‘Management dell’impresa sociale’. È un’azione che si inserisce nel nostro progetto più complesso di valorizzazione del terzo settore, con cui intendiamo far sì che il non-profit superi il modello delle ‘buone azioni’ e si orienti definitivamente verso quello delle ‘azioni di qualità’. Un progetto che vede proprio nella promozione della formazione specializzata – conclude Forte – uno dei suoi punti di forza”.

7 ANNO II - N° 148 mercOledì 29 gIugNO 2011


cassinate Idea bislacca quella dell’assessore Consales: a Cassino l’immondizia la gettano solo i residenti

Controlli dei vigili al... cassonetto CASSINO - Da domani ogni cassonetto per l’immondizia avrà in dotazione anche un vigile urbano, il quale controllerà il certificato di residenza di tutti quelli che vanno a buttare la spazzatura. Chi non risulterà residente verrà opportunamente multato dall’agente della municipale. E’ questa in poche parole, l’idea quanto meno originale, per non dire stronza, del neo assessore alla manutenzione del comune di Cassino, Riccardo Consales. Il neo componente della giunta Petrarcone non poteva avere idea peggiore di quella che ha avuto. Ma andiamo per ordine. Riccardo Consales, dopo circa 3 anni che questa pratica va avanti, si è accorto che i cittadini di San Elia Fiume Rapido, che lui definisce diplomaticamente

“paese limitrofo” pur di non fare la raccolta differenziata della monnezza, si caricano le buste dell’ingombrante e puzzolente carico, fanno poche centinaia di metri e scaricano nel comune di Cassino dove la differenziata non è obbligatoria. Questa pratica, aveva a suo tempo, già fatto girare le palle all’allora assessore Rivieccio che, a differenza di Consales, chiamò le cose con il loro nome e cognome e minacciò denunce. Sia il comune di San Elia, sia i suoi infedeli concittadini se ne sbatterono altamente di Rivieccio e della differenziata e continuarono a scaricare nei cassonetti della Città Martire. Arrivando ad oggi, il buon Consales ed il suo omologo al bilancio presumiamo si chiami Salera, hanno appurato che

Cesare Fardelli e la sua Saf, succhiano più soldi del dovuto ai contribuenti per via del peso della monnezza, che risulta superiore a quello che dovrebbe essere. Che geni. Sono anni ed anni che giornali, ed altri organi di stampa, denunciano che la monnezza pesa più del dovuto, basta ad esempio una pioggia ad appesantire carta e cartone, e che viene pagata dai cittadini, e i due neo assessori se ne accorgono ora. Da uno come Consales ci saremmo aspettati in tutta sincerità, un discorso ben diverso sui rifiuti, sulla raccolta, sullo smaltimento ed anche sullo spazzamento della città. Consales ha finto di ignorare, che la De Vizia ha un contratto decennale con il comune di Cassino, unico nel suo genere.

L’azienda torinese a memoria d’uomo non ha mai lavato un cassonetto, non pulisce le zone periferiche, non raccoglie la spazzatura per giorni e giorni in contrade come Caira, San Angelo, Peola, e tanto altro. Anche l’azienda di don Nicola De Vizia ha le sue ragioni sia chiaro, non si può pretendere che tutto funzioni a meraviglia senza pagare quanto pattuito così come ha fatto Scittarelli fino ad oggi. Il problema della monnezza a Cassino è molto più complesso di come lo illustra Consales ai suoi concittadini, e non si risolve certo con le stravaganti idee dell’assessore competente, che altro non fanno che suscitare ilarità. Se Consales vuole fare una cosa seria, allora facesse davvero controllare il peso dell’immondizia, ci

mettesse una persona fidata, un professionista serio a verificare la quantità effettiva che finisce alla Saf, perché ad oggi tutto si mantiene nel vago, tutto è avvolto nel mistero: Consales dice che la monnezza pesa più del dovuto e addossa la colpa di questo peso eccessivo ai sacchetti galeotti di chi della differenziata se ne sbatte. Se proprio vuole dare un segnale, faccia applicare la legge: c’è un’ordinanza targata Scittarelli, che obbliga i baristi ed altri esercizi simili, a smaltire bottiglie e vetri separatamente, e i negozianti i cartoni degli imballaggi, ma basta guardare un cassonetto per rendersi conto che nessuno lo fa. Questo pesa, non la pacca di cocomero nel sacchetto galeotto. Ignazio Annunziata

SAN GIORGIO A LIRI

AQUINO

Personale di Benedetto Ciacciarelli

Cartelle pazze sulle imposte per la pubblicità

SAN GIORGIO A LIRI - Si inaugura domenica 3 luglio a S.Giorgio a Liri la mostra fotografica di Benedetto Ciacciarelli. L’evento, patrocinato dal comune di S.Giorgio a Liri, si terrà alle ore 19 presso il Centro Polifunzionale “Rosario Livatino”. Oltre all’allestimento della mostra, si svolgerà anche una conferenza di presentazione, nella quale verranno proiettate alcune immagini tratte dai viaggi in Africa ed Australia fatti dall’autore. Coadiuveranno nella presentazione il naturalista Amilcare D’Orsi e il fotografo naturalista ed entomologo Gaetano De Persiis. Nei lunghi viaggi in Africa, in Australia oltre ai numerosi reportage fotografici effettuati nel Parco nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, l’autore focalizza l’attenzione sulla vulnerabilità degli ambienti e delle specie animali a rischio, documentando con immagini di notevole caratura tecnica quanto sia delicato l’equilibrio uomo – natura, anche negli ambienti protetti come i grandi parchi africani,

8 ANNO II - N° 147 MARTEDì 28 gIugNO 2011

australiani ed italiani. Alcune specie animali in particolare sono state documentate con maggiore attenzione nei loro habitat, specie che attraversano un delicato momento nelle politiche di protezione e tutela che i vari stati stanno attuando: l’orso marsicano e il ghepardo. Le foto della mostra sono state stampate con una tecnica particolare - su lastre di alluminio – anche da questo punto di vista, alla ricerca di continue innovazioni nel percorso di crescita artistica.

AQUINO - Una mozione urgente con la quale chiedere l’immediato annullamento dell’imposta sulla pubblicità. E’ stata presentata nei giorni scorsi, in occasione del Consiglio comunale di Aquino, dal capogruppo di opposizione, Libero Mazzaroppi, il quale ha chiesto la pubblicazione del docuimento integrale nel quale vengono esposte chiaramente le motivazioni della richista. Di seguito il documento presentato nel corso dell’assise cittadina. “Mozione urgente: per l’annullamento delle missive (avvisi di accertamento) e delle bollette emesse dal Comune di Aquino – Globo Tributi S.r.l. (Concessionario Comune di Aquino). Il sottoscritto Cons. Com.le Libero Mazzaroppi, in qualità di Capogruppo Consiliare di

Aquino nel cuore considerato che - la Globo Tributi – Servizio Affissioni e Pubblicità in nome e per conto del Comune di Aquino ha recapitato a tutti gli esercenti di commercio una missiva contenente degli avvisi di accertamento avente per oggetto “pagamento Imposta Comunale sulla Pubblicità anno 2011; verifica pagamenti ultime 5 anni annualità d’Imposta”; nelle missive è richiesto il pagamento degli ultimi 5 anni di Imposta; per le emissioni degli avvisi di accertamento recapitati ai cittadini di Aquino (titolari di attività commerciali), sono stati utilizzati metodi illegittimi e si è operato disinformando la cittadinanza; ritenuto che devono essere rivedute le misurazioni e l’intero patrimonio censito, poiché la quasi totalità delle

somme indicate nella rendicontazione contenuta nel bollettino allegato – dalla Globo Tributi – alla missiva sono sballate; è stato dimostrato, anche allo stesso amministratore della società (che peraltro ha confermato) l’approssimazione e l’inesattezza degli importi richiesti; si chiedeche vengano annullate, immediatamente, tutte le emissioni inviate ai cittadini che, oltre a dover pagare una tassa non dovuta, si sono visti comminare cifre da pagare e somme a recupero di arretrati anche degli ultimi 5 anni di imposta. Si chiede, inoltre, di sottoporre la presente mozione ai voti del Consiglio Comunale del 27.giugno.2011 ai sensi di quanto previsto dallo Statuto del Comune di Aquino e delle normative vigenti che regolano lo status e le attività dei Consiglieri Comunali”.

Scontri ad Atene contro il piano rientro

Manovra economica Tensioni in Governo

ATENE - La polizia greca ha disperso oggi una manifestazione nel centro di Atene contro le misure di austerità lanciando gas lacrimogeni. I manifestanti, un gruppo di giovani, lanciavano bastoni e bottiglie contro gli agenti in piazza Syntagma. Oggi e domani la Grecia sarà di nuovo paralizzata dal primo sciopero generale di 48 ore della sua storia proclamato dai due maggiori sindacati del Paese

MILANO - La manovra economica prende forma. In un vertice a Palazzo Grazioli, governo e maggioranza fanno il punto in vista del varo di giovedì in Consiglio dei ministri. E Silvio Berlusconi prova così ad allontanare lo spettro delle tensioni in seno all'esecutivo.


sport CALCIO PROMOZIONE

Si è tenuto ieri mattina l’incontro tra società e amministrazione comunale

“Dentro nuovi soci per il Cassino” Le parole del presidente Vendittelli aprono all’ingresso di persone motivate in società

I

eri mattina, nella sala Restagno del palazzo comunale si è tenuta la conferenza stampa in cui i dirigenti dell’Asd Nuova Cassino hanno esposto le iniziative da mettere in campo per rilanciare il progetto sportivo che ha preso il via nella scorsa estate. Presenti l’assessore con delega allo sport Danilo Grossi e i consiglieri di maggioranza Emiliano Venturi, Andrea Velardocchia e Rosario Iemma. E’ stato proprio l’assessore Grossi a prendere per primo la parola. «L’amministrazione comunale da poco insediatasi - ha esordito Grossi - intende impegnarsi per fornire un supporto istituzionale e logistico nei confronti di una società che ha dimostrato, già nel suo primo anno di attività, di voler lavorare seriamente per la crescita di un progetto calcistico che necessita del coinvolgimento delle forze migliori della città. C’è bisogno infatti di una maggiore

collaborazione di forze imprenditoriali. Il supporto che l’assessorato intende fornire non riguarda la politica degli spot, quella che sposa progetti che crollano dopo due anni. Vogliamo ripartire dal basso, rilanciando un progetto che parta dal rafforzamento del settore giovanile in modo tale da favorire uno sviluppo graduale che porti risultati concreti a mediolungo termine». Poi la parola è passata al presidente del sodalizio azzurro Mario Vendittelli. Dopo una parentesi iniziale in cui il patron ha illustrato le difficoltà incontrate nel primo anno di attività, ha esposto le iniziative di coinvolgimento sia degli imprenditori che dei semplici appassionati cittadini. «Andare avanti con il solo sostegno della Banca Popolare del Cassinate - ha esordito Vendittelli - è impensabile. Abbiamo tante idee da attuare a cominciare dallo sviluppo di un settore giovanile al-

l’avanguardia, per l’organizzazione del quale ci vogliono programmazione, impegno e lavoro. Ma soprattutto ci vogliono le giuste sinergie con il territorio. Pensiamo ad un piano di coinvolgimento di tutti i commercianti della città: noi ci proviamo con tutti, dagli esercenti alle altre categorie. Abbiamo deliberato che

il consiglio direttivo del club è aperto a tutte quelle forze imprenditoriali che amano lo sport senza secondi fini. Basterebbe davvero poco per allestire una squadra in grado di puntare al salto di categoria. E’ quello che vogliamo e ci proveremo con tutte le nostre forze, coinvolgendo quanti più cassinati possibili alle iniziative

CALCIO A 7

La Pgs Don Bosco “A” si aggiudica sia il derby che l’accesso in finale Nel memorial Dolcino in programma a Gaeta trionfano i piccoli di Mister Miccolo

G

iornata importante per il Girone A del Memorial Dolcino di calcio a 7 riservato alle categorie Pulcini 20012002, realizzato nell'ambito del Meeting Internazionale ...non solo handball a Gaeta in Piazza XIX Maggio. Alle 18.00 derby in famiglia per le due compagini della PGS Don Bosco Gaeta, scese in campo per contendersi il primato del girone e il conseguente accesso alla finale del 30 giugno. Gara inizialmente abbastanza equilibrata, che ha visto man mano prevalere soprattutto sul piano dinamico i ragazzini di Mister Miccolo che chiudono la gara termina con il risultato di 4 a 1. Da segnalare la grande rete al volo di destro di Tommaso Cuomo, un piccolo capolavoro balistico. Nonostante il risultato negativo che li esclude dalla finale la squa-

10 ANNO II - N° 148 mercOledì 29 gIugNO 2011

dra di Mister Emiliano Cernuto si è comportata benissimo in questo Torneo e siamo certi sarà di sicuro protagonista anche nelle finali di consolazione. La prima finalista del 30 giugno è quindi la PGS Don Bosco A di Mister Miccolo (nella foto). Dopo il derby oratoriano alle 19.00 sono scese in campo le compagini giovanili del Formia Calcio e della Nuova Itri, squadre che per effetto del risultato della prima gara, si contendono le posizioni di rincalzo del girone e l'accesso alla finale per il terzo e quarto posto (fattibile solo per il Formia Calcio). La gara è molto bella e la Nuova Itri, che finalmente si sblocca, la fa sua con 4 reti di pregevole fattura. Grande l'impegno dei ragazzini terribili di Mister Licinio De Meo, oggi leggermente sottotono ma sempre vivaci e autori

di un bel gioco. Il risultato delle qualificazioni comunque resta sub iudice in attesa di decisioni della Direzione del Torneo.

che ci apprestiamo a varare. Dopo un anno di conoscenza dobbiamo tentare il grande salto, formando un organico pronto a vincere riportando il Cassino nelle serie che gli competono». A seguire c’è stato l’intervento del consigliere Emiliano Venturi, uno dei principali artefici della rinascita calcistica cassinate. «Vorrei sottolineare - ha asserito Venturi - la necessità che si ponga fine alle buone intenzioni e che si passi all’atto pratico della concretizzazione delle volontà. E’ da tempo che veniamo accostati a realtà diverse, molti hanno espresso la voglia di subentrare alla nostra associazione facendo intendere che questa dirigenza non ha capacità e forze economiche per andare avanti. Ad oggi però, l’attuale società è l’unica realtà sportiva esistente a Cassino. Pertanto l’invito che sento di rivolgere agli imprenditori locali è che si facciano avanti concretamente invece di fare chiacchiericcio nei bar. L’impegno degli imprenditori sarà sicuramente limitato rispetto agli anni passati e credo che, constatata la vicinanza dell’amministrazione comunale, non ci sia nessun ostacolo per far crescere il progetto. E’ solo una questione di volontà e di condivisione dell’unico programma di rilancio credibile». Ha concluso la conferenza stampa l’intervento del consigliere Andrea Velardocchia, anch’egli storico tifoso azzurro. «Tutti noi sognavamo che il Cassino potesse in poco tempo ricalcare gli scenari importanti di qualche stagione fa. Ormai il calcio professionistico è un sistema pieno di crepe. Pertanto ripartire dalla passione trasmessa dal calcio dilettantistico è un messaggio importante. Occorre creare le basi solide per costruire qualcosa che nel corso degli anni, attraverso un coinvolgimento delle forze produttive della città. Il tutto inserito in un progetto che vuole creare una realtà solida inserita in una dimensione mano affaristica e più umana in cui indentificarsi come cassinati».

Neymar, per il Santos lo vogliono in 5

Trezeguet-Napoli, il giocatore vuole

Cinque club europei sono pronti a pagare i 45 milioni di euro della clausola rescissoria di Neymar. Lo ha rivelato il presidente del Santos, Luis Alvaro de Oliveira Ribeiro, spiegando che le società interessate si sono mosse secondo le regole. Secondo la stampa brasiliana le cinque società che hanno chiesto ufficialmente Neymar sono Real Madrid, Barcellona, Chelsea, Manchester City Anzhi Makhachkala, il ricco club russo nel quale milita Roberto Carlos.

«Trezeguet a Napoli? La volontà del calciatore c'è, adesso conta quella di Bigon». Lo ha detto ai microfoni di Radio Crc Antonio Caliendo, procuratore dell'ex attaccante della Juventus. «Incontrerò il direttore sportivo azzurro, ma per adesso non posso fare alcuna previsione. Il pole position c'è il Napoli perché non tutte le squadre giocano la Champions. Questa competizione ha una grande attrattiva per un calciatore del livello di Trezeguet».


ANNO i1 - N°148 - mercOledì 29 giugNO 2011 - distribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNAle sAtiricO

L’OSCARDELGIORNO ALLAGUARDIADIFINANZA

In un momento in cui uno dei corpi della nostra difesa si trova nell’occhio del ciclone per vicende giudiziarie che colpiscono uno dei suoi generali e che, al momento data la presunzione di innocenza sono ancora tutte da verificare, noi vogliamo rivolgere un plauso alla Guardia di Finanza e, in modo particolare, al Comando provinciale di Frosinone per come svolge con attenzione e con professionaliutà il proprio lavoro. Peraltro i dati pubblicati di recente sul lavoro svolto negli ultimi dodici mesi la dicono lunga sull’attenzione sempre alta che le Fiamme gialle tengono contro il contrasto ai reati fiscali.

IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI

Ci è sembrata davvero risibile la motivazione con la quale il sindaco del Comue capoluogo, Michele Marini, ha tentato di respingere le accuse in merito alla situazione disastrosa in cui versano molte strade cittadine. E ciò per due motivi: uno perché Marini fa bene a ricordare che il sindaco di Frosinone è lui ed è lui responsbaile dello stato dei luoghi della città e della loro manutenzione. Ma poi perché lui sostiene che è tutto a posto quando, invece, la situazione è sotto gli occhi di tutti e non è difficile fare un esame della stessa.

LA SAGRA DEL... COLABRODO www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone Il consigliere Riccardo Mastrangeli risponde picche al sindaco sullo stato delle strade cittadine

“Marini si arrampica sugli specchi” Per l’esponente del Pdl si tratta dell’ennesima prova dell’immobilismo del governo cittadino FROSINONE - "A volte quando si replica ad alcune critiche sarebbe il caso di avere il buon senso e l’onestà intellettuale di accettare le osservazioni sollevate senza cercare di difendere l’indifendibile, anche perché si rischia di cadere nel ridicolo". Lo dichiara in una nota Riccardo Mastrangeli, Consigliere Comunale di Frosinone del Popolo della Libertà, che prosegue: "Ho letto attenta-

DE ANGELIS

Nucleare, ecco il voto dell’Ue REGIONE - “Il voto di oggi del Parlamento europeo sul rapporto Cizelj relativo alla gestione delle scorie nucleari è importante per almeno tre ordini di ragioni”. A dichiararlo è Francesco De Angelis, deputato europeo del Pd e membro della Commissione Industria, Ricerca ed Energia. “Innanzitutto spiega De Angelis - il testo ha il merito di armonizzare le disposizioni in materia di stoccaggio delle scorie nucleari: non più 27 disposizioni nazionali, quindi, ma una disciplina europea monitorata in accordo con i regolatori nazionali degli Stati membri produttori di energia nucleare, quindi più sicurezza e garanzie per i lavoratori del settore e per i cittadini . Inoltre l’assemblea ha approvato due emendamenti chiave presentati dal Gruppo Socialista e Democratico. Il primo stabilisce che i Paesi produttori di energia di origine nucleare non potranno in alcun caso esportare i fusti di scorie nucleari in Paesi terzi, spesso del Terzo Mondo e con ripercussioni drammatiche sui territori e le popolazioni locali. Il secondo emendamento ci dà lo slancio invece per affrontare le future battaglie contro il nucleare, in quanto avanza la richiesta che in fatto di energia di origine nucleare il Parlamento sia a pieno titolo co-decisore assieme al Consiglio”.

2 ANNO II - N° 148 mERCOLEDì 29 gIugNO 2011

mente la replica del Sindaco alle mie osservazioni sul cattivo stato manutentivo delle arterie cittadine. Una critica documentata anche con l’elenco di alcune delle principali strade di Frosinone che versano in condizioni pietose e che tutti i cittadini possono facilmente appurare. La risposta del Sindaco, del resto, non fa che confermare l’immobilismo di questa giunta in questa materia. Il Primo Cittadino, infatti, elenca una serie di strade su cui si è intervenuti e meno male che ammette che la stragrande maggioranza delle strade citate (forse il 95%) ha registrato semplici interventi volti a mettere toppe o brevi tratti di asfalto. Le uniche strade rifatte dall’inizio alla fine sono via De Gasperi, via Ardeatine, via Casilina nord e viale Roma grazie al passaggio del Giro D’Italia di qualche anno fa (oltre a qualche

altra piccola strada periferica). In quattro anni di amministrazione mi pare un bilancio esiguo. Quando si cita viale Napoli sfido chiunque a dimostrare che questa strada non sia piena di avvallamenti e toppe che fanno sobbalzare da dentro l’autovettura qualunque automobilista. Poi si tratta tutti di ripristini parziali e fa sorridere che venga citata via America Latina una strada lunga chilometri dove si è provveduto a riasfaltare solo una striscia di pochi metri (1/3 della carreggiata) verso la fine della discesa dopo alcuni lavori alle condotte. Vien da ridere anche quando si cita persino il viadotto Biondi per segnalare che si è provveduto al rifacimento dei giunti di dilatazione!!! Ma lo stato del manto stradale di questa strada il Sindaco lo ha mai visto o viaggia in elicottero? Si cade poi nel

ridicolo più assoluto quando si giunge alla fase degli annunci. Il Sindaco - continua Mastrangeli - promette che sarà asfaltata la “celebre” via Buscaglia, arteria ubicata nei pressi dell’aeroporto, la piastra Cavoni (ancora?), il ponte di via Ciamarra (ancora?) e cita persino i lavori iniziati sulla Monti Lepini. Cosa c’entrano quest’ultimi quando non si tratta di ordinaria amministrazione ma di un’opera concepita ai tempi della giunta Storace di cui il comune ha beneficiato di fondi regionali? Al di là delle polemiche saranno i cittadini a giudicare. Basta chiedere a qualsiasi automobilista o motociclista che frequenta il Capoluogo cosa ne pensa delle condizioni delle strade. La risposta non sarà certo votata all’ottimismo come il Sindaco cerca, inutilmente, di ostentare".

DOCUMENTO CONGIUNTO DLELE OPPOSIZIONI CONSILIARI DI SORA

“Urge la bonifica di Via Marsicana” SORA - “In questi ultimi giorni si fa un gran parlare, anche sui mezzi telematici di informazione, delle innumerevoli situazioni di degrado ambientale che attualmente interessano la Città di Sora. Si tratta, senza dubbio, di vere e proprie emergenze che necessitano una urgente e concreta presa di posizione da parte di un’amministrazione comunale che, ogni giorno, racconta di voler cambiare lo stato dei fatti ma che ancora non è nè pronta nè operativa. Tuttavia, è nostro particolare interesse porre all’attenzione di tutti i cittadini una questione dello stesso genere, che ancora non è stata affrontata e risolta: ci riferiamo della discarica di

pneumatici che tutt’oggi insiste sulla zona di Via Marsicana”. Così in un comunicato i consiglieri comunali di Sora Enzo Di Stefano, Massimo Ascione, Lino Caschera, Enzo Petricca, Fausto Baratta. “Riteniamo molto grave permettere che un simile scempio, per di più posto praticamente in centro città, continui a generare disagi per i residenti della zona ma anche per tutti coloro, e sono tanti, che ogni giorno si trovano a percorrere queste strade. A tal proposito, infatti, sottolineiamo che la vicinanza della discarica al cimitero comunale, frequentato giornalmente da moltissimi sorani, amplifica di molto i rischi di carattere ambientale e soprat-

tutto sanitario che si corrono. Basti pensare, visto che siamo appena entrati nella stagione estiva, alle maleodoranti e nocive esalazioni che sono causate dal calore e dai raggi del sole che investono la gomma oppure, cosa anche più grave, agli effetti dell’acqua ristagnante all’interno degli pneumatici, che diventa così un pericolosissimo ricettacolo di batteri ed organismi altamente dannosi per la salute. Crediamo che sia compito degli amministratori agire quanto prima per sanare quella che presto potrebbe diventare una vera emergenza sanitaria”. “Alla luce di quanto appena esposto, pertanto, è nostro dovere sollecitare un tempestivo intervento risolutivo da parte degli enti preposti, al fine di bonificare l’intera area e renderla immune da simili gravi rischi: la salute dei cittadini non può aspettare i comodi di nessuno”.

FIAMMA FRUSINO

Energie rinnovabili, una risorsa FROSINONE - "Dopo il Referendum che ha sancito definitivamente l'abbandono al Nucleare, la vendita delle "rinnovabili" ha avuto una vertiginosa impennata di vendite in tutta la Penisola e questa Provincia risulta tra le prime in questa classifica. Va bene il rinnovabile, ma nell' assoluto rispetto dei residenti e nella salvaguardia dei tratti paesaggistici del territorio". E' quanto afferma in un comunicato Sergio Arduini Presidente Associazione Fiamma Frusino. "Riteniamo che questa elevata espansione di impianti fotovoltaici nel nostro territorio Ciociaro sia senza una seria e adeguata programmazione, occorre perciò un attento monitoraggio sulle nuove istallazioni, le quali oltre al consenso dei residenti dovrebbero ottenere una favorevole valutazione d'impatto ambientale che non vada a deturpare i bellissimi valori paesaggistici e le campagne del nostro territorio. Vorremmo inoltre un preventivo studio per dove stoccare questi pannelli una volta terminata la loro funzionalità ( media 10 anni ) , perchè nessuno ne parla. FIAMMA FRUSINO appoggia questa battaglia unitamente al Coordinamento Reg. della Fiamma Tricolore-Destra Sociale e aggiunge: Tempo fà intervenimmo in merito alla singolare situazione creatasi tra l'amministrazione Provinciale ( vecchia gestione ) e la Società ENERGESCO, nessuno ha replicato, evidentemente la coscienza non è tanto limpida. Torneremo molto presto in argomento, statene certi".

Casalesi, maxi operazione della Dia

Atene, la protesta arriva sul Partenone

Blitz della Dia fin dalle prime ore del mattino. L'operazione colpisce il gruppo camorristico dell'organizzazione dei casalesi direttamente riconducibile al gruppo Schiavone-Russo, che fa capo a Francesco Schiavone detto 'Sandokan' e Giuseppe Russo detto 'ò padrino', egemone nei territori di Casal di Principe, Orta di Atella, Gricignano e Succivo.

MILANO - Un mega striscione sull'Acropoli. E una scritta in greco e inglese. «I popoli hanno il potere e non si arrenderanno mai» si legge sulla collina nel centro di Atene sui cui si innalza il Partenone. Lo striscione è stato appeso da un gruppo di militanti del Pame, sindacato vicino al Partito Comunista di Grecia, non nuovo a questo tipo di manifestazioni, in segno di protesta contro il piano di austerità.


Meteo

ORARI

SORA CASSINO ROMA

SERA NOTTE

FROSINONE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

la ricetta PLUMCAKE SALATO Per preparare il plumcake salato, iniziate setacciando in una ciotola la farina e il lievito, aggiungete quindi il parmigiano grattugiato finemente. Amalgamate bene gli ingredienti ed incorporate il lerdammer grattugiato e la pancetta affumicata a cubetti, mescolate il tutto. Aggiungete poi l’olio extravergine d'oliva a filo. In un’altra ciotola sbattete le uova con la panna e il latte, salate e pepate e aggiungete il liquido così ottenuto al composto di farina, formaggi e pancetta. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a che gli ingredienti non saranno ben amalgamati. Imburrate e infarinate uno stampo da plumcake dalla capacità di un litro e ponetevi l’impasto. Livellatelo con il dorso di un cucchiaio ed infornate in forno già caldo a 180°C per 45/50 minuti, facendo la prova dello stecchino per verificarne la cottura. Quando il plumcake salato sarà cotto aspettate che sia tiepido prima di estrarlo dallo stampo, fatelo poi raffreddare completamente su una gratella. Servite il vostro plumcake salato a fette!

ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO POMERIGGIO

MESSE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

CASSINO NAPOLI 1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

ORE

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

EMERGENZA 112

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE

113 115 118 1515 800116

SANITA’

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

7.30 10.00 11.30 18.00

ORE

7.30 11.00 19.00

ORE

APPuNTAMENTI

29.06 - 03.07

Quest’anno il Liri Blues inizierà il 29 giugno prossimo e si chiuderà il 3 luglio. Organizzato dall’Associazione Duke&Bird con il sostegno del Comune di Isola del Liri e della Provincia di Frosinone si svolgerà nel tradizionale spazio di Piazza de’ Boncompagni. Saranno cinque serate di grande musica e – dimenticavo di dirlo – tutte a ingresso gratuito, come da tradizione. Si apre con il concerto di Eric Bibb Quartet che fa parte della nuova generazione di bluesman che unisce innovazione e tradizione, dando linfa vitale a un genere che spesso si tende ad associare a pochi grandi musicisti, ma che invece è in continuo fermento. Il giorno successivo si esibiranno Albert Lee & Hogan’S Herpes. Lee ha suonato con artisti del calibro di Emmylou Harris, Jackson Browne ed Eric Clapton: un grande “country blues man”. Venerdì 1 luglio è la volta di Sonny Ladreth i cui maestri ispiratori sono Scotty Moore (il chitarrista di Elvis Presley), Chet Atkins e i Ventures. Dopo aver debuttato professionalmente negli anni Settanta nella band del fisarmonicista Clifton Chenier (dove per anni è stato l’unico bianco), Landreth decide di continuare in proprio incidendo due album per l’etichetta californiana Blues Unlimited. Sabato 2 luglio sul palco del Liri Blues si esibirà Bettye Lavette, una delle migliori vocalist di blues e soul viventi, per molti esperti la migliore in assoluto ora che altre regine della black music hanno smesso o intrapreso sentieri diversi dal classico Sixties Soul. Domenica 3 luglio chiuderanno il festival i Colosseum che tornano a calcare la scena italiana in formazione originale, con la voce possente di Chris Farlowe. Insomma, per gli amanti del genere, un evento imperdibile!

STASERA IN TV

IL CASO DELL’INFEDELE KLARA

0776 2981

ORE

SAN GIOVANNI

Canale Cinque, ore 23.30

NUMERI UTILI

S. PIETRO

ORE

0776 3941 0776 24422

ORE

8.30 11.00 19.00

9.30 12.00 19.00

0776 21058 0776 301222

(CHIESA MADRE)

S.ANTONIO

LIRI BLUES 2011 Numeri utili

S.GERMANO

SAN BARTOLOMEO

ISOLA DEL LIRI

CASSINO

9.00 10.30 12.00

Luca è un musicista ed insegnante di musica che vive a Praga da 5 anni e ha una relazione con Klara studentessa vicina alla laurea. Il giovane è decisamente geloso del tutor della ragazza, Pavel, e decide di rivolgersi a un'agenzia investigativa. Denis, il titolare sposato con una donna che ha palesi rapporti con altri uomini, si mette al lavoro con l'aiuto dell'assistente Nina. Non scopre nulla a favore della tesi del tradimento e occulta quei dettagli che potrebbero involontariamente favorire l'ossessione di Luca. Il ragazzo però non riesce più a credere a ciò che Klara gli dice e rischia di rompere definitivamente il rapporto con lei. Roberto Faenza nutre da sempre un rapporto intenso con la letteratura. In questa occasione si ispira a un romanzo di Michal Viewegh che gli offre l'occasione di lavorare su una serie di elementi che lo appassionano. Regia di Roberto Faenza, con Claudio Santamaria, Laura Chiatti, Kierston Wareing.

ANNO 1I - N° 148 - MERCOlEdì 29 gIugNO 2011

8.30 11.00 18.00

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.) ORE

8.30 11.00 CASSINO

FARMACIE LUNEDÌ 27 GIUGNO

COSTA

MARTEDÌ 28 GIUGNO

EUROPA

MERCOLEDÌ 29 GIUGNO

PRIGIOTTI

GIOVEDÌ 30 GIUGNO

S.BENEDETTO

VENERDÌ 01 LUGLIO

S.ANNA

SABATO 02 LUGLIO

COSTA

DOMENICA 03 LUGLIO

EUROPA



lagazzettacassino290611a