Page 1

ANNO i1 - N°147 - mArtedì 28 GiUGNO 2011 - distribUziONe GrAtUitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GiOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO: PROCURATORE MERCONE

Ci sono voluti 10 anni, ma ora, nel registro degli indagati per la morte di Serena Mollicone, sono stati iscritti cinque nomi. Il procuratore della repubblica di Cassino Mario Mercone fa riferimento è quella che vedrebbe indagati l’ex comandante dei carabinieri della stazione di Arce, il figlio, un altro militare, l’ex fidanzato della ragazzina e la madre di quest’ultimo. Intanto appena qualche settimana fa, in occasione del decimo compleanno dell’omicidio, lo stesso procuratore aveva detto che nel corso dell’indagine erano state ascoltate circa 30 persone, molte delle quali come persone informate sui fatti.

IL TAPIRO DEL GIORNO: GLI INDAGATI DI ARCE

Sono soltanto indagati ma qualcuno, o tutti, potrebbero essere gli autori del feroce delitto di Serena Mollicone. In dieci anni hanno sperato di farla franca ma ora il cerchio pare si stia stringendo intorno agli assassini e sarebbe ora. Le indagini vanno avanti e potrebbero riservare delle sorprese.

SINDACO O SACRESTANO? CRONACA

COMUNE

CORPUS DOMINI

Delitto di Arce: svolta nelle indagini, iscritti nel registro degli indagati cinque persone per l’omicidio

Un osservatorio sociale per frenare la diffusione di droga tra i giovani, questa è la misura che si adotterà

“Camminate sulla retta via”, questo il monito dell’Abate durante il tradizionale Corpus Domini

A PAG. 5

A PAG. 6

A PAG. 7

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione La Regione vara un pacchetto che prevede anche il potenziamenti dei presidi sanitari sulle spiagge

Un’estate nel segno della sicurezza Dopo la sperimentazione dello scorso anno ad Ostia il progetto ora approda su tutto il litorale laziale ROMA - Potenziamento dei presidi sanitari sui litorali e assistenza ai bagnanti negli arenili non protetti: il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ha presentato questa mattina ad Ostia, presso lo stabilimento la Vecchia Pineta, l'edizione 2011 di Estate ScuraMare Sicuro. Dopo il progetto sperimentale dello scorso anno lungo il litorale di Ostia, dal 2 luglio fino al 4 settembre Estate Sicura viene estesa a tutto il litorale laziale. ''Dopo la sperimentazione all'ospedale Grassi dello scorso anno - ha detto Polverini - il potenziamento dei presidi sanitari interesserà anche Tarquinia, Civitavecchia, Anzio, Nettuno, Latina con l'impegno concreto delle Asl Rm D, Rm H, Rm F e quelle di Viterbo e Latina. Si tratta dei centri turistici dove l'incremento della popolazione durante la stagione balneare rende necessario rafforzare l'assistenza sanitaria''. All'ospedale Grassi di Ostia, ad Anzio, nei principali presidi sanitari della Asl Rm F, nella Asl di Viterbo, a Tarquinia e presso l'ospedale di Viterbo saranno potenziati gli ambulatori per assistere i codici verdi e bianchi e alleggerire la pressione sui Pronto Soccorso. Con Estate Sicura la Regione Lazio ha voluto quindi replicare e potenziare l'iniziativa degli 'ambulatori aperti nei fine settimana' nelle principali strutture sanitarie della Asl Roma

D, Asl Roma F e Asl di Latina, dopo la sperimentazione fatta a Roma nei mesi scorsi in tre ospedali (Sant'Andrea, San Camillo e San Giovanni). I dati relativi alle aperture nei tre ospedali romani dimostrano infatti che si e' trattata di u n a azione positiva: in poco più di t r e mesi a b biamo registrato b e n 6.212 prestazioni c o n una media di 500 interventi di assistenza erogati per ogni fine settimana. A questo risultato va poi aggiunto il servizio offerto dal nuovo Dottor Cup, che attraverso un numero dedicato in dotazione dei medici i pazienti che necessitano di esami diagnostici in urgenza hanno potuto ottenere i necessari accertamenti entro tre giorni dalla prenotazione della visita. Dall'avvio del servizio sono

state prenotate ben 26.876 prestazioni, con picchi di prenotazione nei mesi con maggior esposizione comunicativa. In poco più di quattro mesi, dunque, si e' riusciti ad ottimizzare il servizio di prenotazione regionale offrendo più di 33mila prestaz i o n i fornite tra il sabato e la domenica o entro i t r e giorni d a l l a prenotazione. Il progetto non riguarda soltanto il potenz i a mento dell'assistenza sul litorale ma anche nelle città: nel centro di Roma, nella Asl Roma A, e' stato già avviato, da maggio, la sperimentazione di apertura degli ambulatori la sera dalle ore 18 alle ore 21. Una sperimentazione che sta proseguendo con successo: sono state 1.147 le prestazioni specialistiche erogate. In particolare: eco-colordoppler dei tronchi sovraaortici ed eco-color-doppler aorta addomi-

nale. Per quanto riguarda, invece, il progetto 'Mare sicuro 2011' è previsto un servizio di sorveglianza a mare nelle spiagge libere, così come presso i principali laghi. ''Tra il 18 giugno e il 18 settembre - ha detto Polverini- saranno garantite 81 postazioni di salvamento tutti i sabato, domenica e festivi. Per la settimana di Ferragosto l'assistenza sarà assicurata tutti giorni". Novità di quest'anno è la particolare attenzione al turismo accessibile, che sarà garantito attraverso l'acquisto di speciali carrozzelle in grado di camminare sulla spiaggia e l'allestimenti di passerelle ad hoc per consentire anche ai disabili di raggiungere la battigia. Nell'occasione, la presidente Polverini ha inoltre assistito all'avvio dei lavori di ripascimento della costa di Ostia Levante. "Per questo tratto di litorale - ha detto Polverini - i finanziamenti regionali ammontano complessivamente a 11,5 milioni di euro". L'iniziativa rientra nel piano triennale regionale degli interventi di ripascimento, che prevede per gli anni 2011-2013 complessivamente 12 interventi dei quali alcuni già in corso, per un impegno complessivo di spesa di circa 26 milioni di euro. Interessati dall'intervento regionale sono i tratti di costa di Anzio, Nettuno, Latina, Formia, Minturno, Fondi, Terracina, Circeo, Pomezia e Ladispoli.

MAPPA DEGLI ESERCIZI DELLA CAPITALE

Enogastronomia, guida ai ristoranti ROMA - La Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, insieme al curatore, Giuseppe Cerasa, ha presentato oggi all’Enoteca regionale Palatium l’ottava edizione della Guida ai Ristoranti di Roma 2011-2012 di La Repubblica, all’evento erano presenti anche l’assessore all’Agricoltura Angela Birindelli e il commissario Arsial, Erder Mazzocchi. Sono oltre tremila i risto-

2 ANNO II - N° 147 MARTEDì 28 gIugNO 2011

ranti recensiti, più di mille pagine con 95 enoteche, 155 pizzerie, 530 botteghe del gusto, 70 pub e 80 locali notturni, 15 prodotti tipici regionali, mercati, botteghe del gusto, ricette originali, negozi gourmet, eccellenze enologiche e alimentari e suggerimenti su dove comprare vino e cibo di Roma e del Lazio. La Guida contiene, inoltre, la sezione “Itinerari del gusto”, con 15 pagine che descrivono

prodotti e locali tipici e tradizionali delle cinque province della Regione. “Questa guida - ha detto Polverini - è uno straordinario strumento per la promozione del nostro territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche. Come Regione abbiamo messo in campo diverse misure e campagne di comunicazione per attuare una politica che vede al centro la qualità dei nostri prodotti. Ma occorre an-

cora di più utilizzare l’enogastronomia laziale per guidare i flussi turistici”. Polverini ha sottolineato, inoltre, come il comparto agricolo sia uno dei punti più avanzati del programma dell’amministrazione regionale: “L’agricoltura è un settore propulsivo della nostra Regione. Il Lazio anche quest’anno in prodotto interno lordo batte le altre Regioni e guardiamo a fondo il settore agricolo. Il ‘made in Lazio’ lo abbiamo coniato perché questa è una Regione che fa fatica ad uscire dalla popolarità di Roma”.

ANCHE A FROSINONE

In arrivo il grande caldo E’ allerta ROMA -E' arrivato il caldo, quello vero, quello che porta con se' le prime ondate di calore. Secondo il bollettino giornaliero diffuso dalla Protezione Civile, domani e dopodomani, saranno quattro le citta' con un livello di allerta 2, bollino arancione (Temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio). Nessun capoluogo ancora ha raggiunto il Livello 3, bollino rosso, (Ondata di calore. E' necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio. Condizioni meterologiche a rischio che persistono per tre o piu' giorni consecutivi, mentre molti hanno a che fare con il Livello 1 (Condizioni meteorologiche che non rappresentano un rischio per la salute della popolazione, ma possono precedere il verificarsi di condizioni di livello 2). Domani e dopodomani sono 4 le citta' in allerta: Bolzano (con una temperatura massima percepita di 34 gradi domani e 33 dopodomani); Brescia (che dopodomani sara' a 33 gradi), Perugia (33 gradi domani e dopodomani) e Torino a quota 37. Ma molte delle citta' italiane avranno a che a fare con l'afa: il 29 giugno la temperatura massima percepira dai bolognesi sara' di 34 gradi, cosi' pure dai fiorentini e a Frosinone. E ancora: 34 gradi a Roma e 35 a Verona. Infine, 33 gradi a Catania, Genova, Latina, Messina, Milano, Palermo, Reggio Calabria e Viterbo, che pure nel monitoraggio sono escluse dal ''rischio''.

Maturità, tutti in classe per il quizzone

Delitto Mollicone, la svolta dopo 10 anni

Dopo un intervallo di tre giorni, i circa 496.000 studenti impegnati negli esami di Maturita' tornano stamani in classe per la terza e ultima prova scritta. Stavolta i ragazzi si dovranno cimentare con il cosiddetto ''quizzone'', un pacchetto di test che, a differenza delle due precedenti prove, sono predisposti non dal ministero ma dalle varie commissioni esaminatrici.

FROSINONE - Ci sono anche l'ex fidanzato di Serena Mollicone, Michele Fioretti, 38 anni, e sua madre Rosina Parmigianoni,tra le cinque persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Cassino per le ipotesi di reato di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Gli altri indagati sono Marco l'ex maresciallo dei carabinieri Franco Mottola e suo figlio Marco e Francesco Suprano. Tutti saranno sottoposti al test del dna.


regione L’assessore Aldo Forte ha annunciato la firma del protocollo con l’Università di Cassino

Sociale, accordo Regione-Ateneo Si tratta di un progetto per avviare la ricerca e la didattica nei settori dei servizi sociali collo d'Intesa firmato oggi tra Regione Lazio e Universita' degli Studi di Cass i n o, che mettera' a disposizione dell'assessorato le sue competenze in materia di ricerca e di di-

ROMA - ''Legare in maniera sempre piu' efficace ed efficiente gli interventi agli specifici bisogni che si r e g i s t r a n o s u l t e r r i t o r i o. E promuovere la professio-

dattica nei settori del soc i a l e. Entrando nel d e t t a g l i o, Fo r t e h a s p i e g a t o c h e, d a l l'intesa, esistono gia' tre p r o g e t t i i n c a n t i e r e. ' ' I l primo e' quello di un 'Bi-

nalizzazione degli operatori del non profit''. Q u e s t e, n e l l e p a r o l e d e l l ' a s s e s s o r e a l l e Po l i t i c h e s o c i a l i e Fa m i g l i a , A l d o Fo r t e, l e f i n a l i t a ' d e l P r o t o -

TRA LA PISANA ED IL MINISTERO

ANNUNCIO DELLA POLVERINI

Ambulatori aperti durante i week-end

Affitti sostenibili Intesa raggiunta 'ROMA -'"''La firma dell'accordo di programma col Ministero delle Infrastrutture rappresenta un passo fondamentale, per andare incontro alle esigenze dei cittadini del Lazio, in materia di diritto alla casa''. E' quanto dichiara Teodoro Buontempo, assessore regionale alle Politiche per la Casa del Lazio, dopo la sigla dell'intesa Regione-ministero sul programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile. ''Il piano - spiega Buontempo - ha l'obiettivo di aumentare, attraverso interventi di recupero urbano, il numero degli alloggi a canone moderato, per soddisfare la domanda di quelle famiglie che non riescono ad affittare appartamenti a prezzi di mercato''. I Comuni ammessi al contributo previsto dal Programma sono quelli di: Pontinia (Latina), Sonnino (Latina), Norma (Latina), Vallerano (Viterbo), Lanuvio (Roma), Ariccia (Roma), Valmontone (Roma), Greccio

lancio Sociale', fondato su un principio di responsabil i t a ' s o c i a l e c h e c i p e r m e ttera' da un lato di rendere maggiormente trasparente agli occhi dei cittadini e degli operatori del settore l ' a t t i v i t a ' d e l l ' A s s e s s o r a t o, d a l l ' a l t r o d i m i s u r a r e, g r a z i e a l l ' i n t r o d u z i o n e d i ve r i e p r o p r i i n d i c a t o r i d i p e rf o r m a n c e, l ' e f f i c a c i a e l ' e f ficienza delle nostre azioni e la ricaduta che queste hanno sulle persone e sui territori''. ''Al Bilancio Sociale - ha a g g i u n t o Fo r t e - a f f i a n c h e r e m o u n ' R a p p o r t o s u i s e rv i z i s o c i a l i d e l L a z i o ' e, presso l'Universita', saranno attivati a breve dei master in 'Management dell'impresa sociale'''.

(Rieti), Sora (Frosinone), Rieti, Poli (Roma), Lenola (Latina), Ceprano (Frosinone) e Cerveteri (Roma). ''Si tratta - conclude Buontempo - di un Programma del 2008, che si era inspiegabilmente arenato: questa Amministrazione lo ha ripreso in mano, lo ha riattivato e ora la Regione e' pronta a dare risposte concrete ai cittadini dei Comuni interessati''.

'ROMA -"In poco piu' di tre mesi sono state registrate 6.212 prestazioni con una media di 500 interventi di assistenza erogati ogni fine settimana. A diffondere il dato il governatore del Lazio, Renata Polverini, parlando dei risultati del progetto ''Ambulatori aperti nei fine settimana'' che ha preso il via a Roma negli ospedali Sant'Andrea, San Camillo e San Giovanni da meta' gennaio fino alla prima settimana di maggio e che verra' replicato e potenziato anche quest'estate nelle principali Asl del Lazio coinvolte nel progetto Estate Sicura. ''A questo risultato - ha spiegato Polverini che ha diffuso i dati nel corso della presentazione di 'Estate Sicura' ad Ostia - va poi aggiunto il servizio offerto dal nuovo Dottor Cup: un numero con cui i medici di famiglia hanno potuto ottenere accertamenti sanitari entro tre giorni

P4, Alemanno: querelo Borghezio

Rapina in gioielleria Bottino da un milione

''Borghezio non merita repliche'', ''lo querelero' per diffamazione, non mia personale ma a nome della citta'.Non e' la prima volta che parla a ruota libera al di la' di ogni limite e di ogni logica''.Cosi' il sindaco di Roma Gianni Alemanno, accusato assieme al governatore del Lazio Renata Polverini dall'eurodeputato della Lega di essere ''un burattino'' di Luigi Bisignani,il faccendiere al centro dell'inchiesta sulla P4.

Quattro persone, due donne e due uomini, armati di pistola,hanno rapinato poco dopo mezzogiorno la gioielleria ''Grande'' in corso della Repubblica nel centro di Frosinone. Il bottino e' di circa un milione di euro. Secondo il racconto della vittima,che e' stata legata,figlio di uno dei due titolari, due donne sono entrate nel negozio, fingendosi clienti poi hanno estratto una pistola ed hanno fattoentrareicomplicichehannorubatoiprezioso.

dalla prenotazione della visita per i pazienti urgenti''. Dall'avvio del servizio, a meta' gennaio, fino a fine maggio, sono state prenotate 26.876 prestazioni. In poco piu' di quattro mesi e' stato ottimizzato il servizio di prenotazione regionale offrendo poco piu' di 33 mila prestazioni. Il progetto non riguarda soltanto il potenziamento dell'assistenza sul litorale ma anche nelle citta': nel centro di Roma, nella Asl Roma A, e' stato gia' avviato, da maggio, la sperimentazione di apertura degli ambulatori la sera dalle ore 18 alle ore 21. Una sperimentazione che sta proseguendo con successo: sono state 1.147 le prestazioni specialistiche erogate. In particolare: eco-colordoppler dei tronchi sovraortici ed eco-color-doppler aorta addominale.Unj progetto molto importante cghe va a sostenere le persone, soprattutto anziane, durante l’estate.,

3 ANNO II - N° 147 MARTEDì 28 gIugNO 2011


provincia Il presidente della Provincia e quello dell’aeroporto rispondono picche a Fabio Forte

Adf, la difesa di Iannarilli e Picano Per il primo inquilino di Palazzo Gramsci lo scalo regionale ciociaro è fattibilissimo FROSINONE - "Le esternazioni del consigliere Fabio Forte in merito agli aeroporti del Lazio sono sconcertanti. Egli, infatti, dimostra di non aver ancora capito che l'Aeroporto statale, del quale è stata stabilita la costruzione a Viterbo ormai da diversi anni, non ha nulla a che vedere con il progetto dell'Aeroporto di Frosinone. Quando fu presa quella decisione c'era il governo Prodi, il ministro era il viterbese Fioroni e favorì il suo collegio elettorale ai danni della Ciociaria e del suo seguace Scalia, una circostanza che anche in termini politici si commenta da sola". E' quanto dichiara il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli. "Orbene al distratto Forte, anche al fine di evitare ulteriori confusioni su questo argomento, ricordiamo che a Frosinone si può solo pensare a un aeroporto regionale e che deve prevedere investimenti privati. Il protocollo d'intesa firmato dalla Regione in questi giorni riguarda un'ottemperanza ad accordi presi in quel periodo e non inficia nulla per Frosinone. La faccenda di Viterbo, finanziata dallo Stato, da anni non ci riguarda più. Speriamo che sia chiaro una volta

per tutte. Noi sul progetto Aeroporto di Frosinone, invece, stiamo lavorando seriamente. Guarda caso è stata già convocata dal Presidente Picano una riunione del Cda della società aeroportuale per incontrare i rappresentanti di una importante società esperta del settore e di fama internazionale, al fine di affrontare le numerose criticità che ci sono state segnalate, redigere un cronoprogramma per proseguire nella fase tecnica e, dunque, affrontare come si deve l'ambiziosa possibilità di avere questa infrastruttura a Frosinone. Tanto per dare un'idea del lavoro da svolgere, anche nelle more di un processo che non ci ha visto favoriti negli scorsi anni (appunto, si ricordi che l'Enac ha preferito altri) e molte questioni rimaste irrisolte, per esempio i rapporti con l'Aeroporto Militare presente a Frosinone e che non può essere ignorato come, sostanzialmente, fino ad ora è stato fatto. Si tratta di una criticità nel progetto e va affrontata a dovere. Se poi vogliamo entrare un po' più nel tecnico diremo che ci sono da risolvere anche tante altre questioni importanti. Per enunciarne solo un paio diciamo che devono essere valutate

bene le opportunità offerte dal Codice della Navigazione e della struttura di Adf in funzione di best practices europee ed anche italiane di partnership pubblico-privata anche a fronte del mutato quadro e dell'apertura e della disponibilità attuale della Regione Lazio. Ricordo a tal riguardo che la Regione Lazio è entrata nel capitale sociale dell'Adf spa, e si è assunta un impegno di spesa preliminare. Inoltre diciamo che non è stato identificato un processo di raggiungimento di obiettivi già in fase progettuale (con costi correlati), per poter passare compiutamente da una bella idea a una fase autorizzativa e, infine, alla fase esecutiva. Di questioni aperte ce ne sono tante, se si vuole, come noi vogliamo, veramente pensare di costruire un aeroporto e non soltanto enunciarlo come è stato fatto in passato. Lavoriamo in silenzio e senza proclami, perché siamo abituati a presentare i fatti e non le chiacchiere. Se poi Forte vuole confrontarsi su questo argomento in Consiglio provinciale facciamolo pure ma, sinceramente, non credo che sia molto utile al fine di procedere nella progettazione dell'aero-

porto. In ogni caso, qualsiasi informazione voglia Forte o chiunque altro, è a completa disposizione. "Nella riunione del Cda che si terrà oggi alle ore 15, allargata anche al Presidente della Provincia - afferma Picano, Presidente di Adf - oltre alle necessità già illustrate da Iannarilli ci saranno altre due novità. La prima riguarda la convocazione dell'Assemblea dei soci per l'11 luglio dove si procederà all'ampliamento del capitale sociale per permettere alla Regione Lazio di fare il suo ingresso. La seconda novità riguarda l'invito al Comune di Valmontone a siglare un protocollo d'intesa, visto l'interessamento anche del parco giochi di Valmontone molto favorevole alla costruzione dell'Aeroporto di Frosinone. Per questa iniziativa abbiamo registrato anche il supporto fattivo del Consigliere regionale Miele. Abbiamo anche contattato l'ASI per dar vita all'ultimo lotto di espropri per la realizzazione dell'eliporto. Su tutto il progetto, oltre alla concretezza dell'ingresso della Regione nella società, abbiamo constatato il completo favore della Presidente Polverini".

CONTINUA IL TOUR NEI COMUNI

Iannarilli in visita ad Esperia ed Ausonia FROSINONE - Il giro di incontri del Presidente Antonello Iannarilli, accompagnato dall'Assessore Giuseppe Paliotta, con le amministrazioni dei Comuni della provincia di Frosinone ha fatto tappanei giorni scorsi a Esperia e Ausonia. Nell'incontro di Esperia, Iannarilli è stato accolto dal Sindaco, Giuseppe Moretti, dagli Assessori comunali e dai consiglieri di minoranza. Moretti ha espresso soddisfazione per la visita del Presidente e ha ritenuto molto utile potersi confrontare direttamente per presentare le criticità più urgenti da affrontare con la Provincia. Il Sindaco si è soffermato sui costi per la raccolta differenziata, particolarmente onerosi per un comune piccolo nei numeri ma enorme per territorio e caratteristiche orografiche come quello di Esperia. Ha inoltre chiesto interventi alla viabilità locale, nello specifico sulla provinciale per

4 ANNO II - N° 147 mArtedì 28 gIugNO 2011

Badia che collega il bacino di Ceprano alla Cassinomare. Necessario anche un sostegno per l'Estate Esperiana per la quale il Comune ha già chiesto dei fondi alla Comunità montana. Morini e Iannarilli si sono anche confrontati sul piano di ridimensionamento scolastico e le restrizioni di fondi per il personale scolastico contro le quali il Presidente ha già assicurato un ricorso. Morini ha anche voluto sollecitare l'attenzione di Iannarilli sulla necessità di intervento nei regolamenti per le aziende faunistico-venatorie ora responsabili di qualsiasi danno arrecato a persone o cose dalla fauna selvatica, uno stato di cose che rischia di mettere in ginocchio un intero settore. Il Presidente Iannarilli ha assicurato i lavori viari richiesti a breve scadenza come pure interventi presso la Regione che non ha ancora erogato fondi per la raccolta differenziata. Ad Au-

sonia ad attendere Iannarilli c'erano il Sindaco Michele Moschetta, l'Assessore al bilancio Mario Piccolino e quello all'urbanistica Vincenzo Noce e il Consigliere comunale Antonio Tartaglione. Moschetta ha subito rappresentato il problema principale, quello della crisi economica che sta penalizzando fortemente il comparto marmifero.A tal proposito Iannarilli ha immediatamente avanzato la proposta di promuovere presso i Comuni della provincia di Frosinone e le imprese edilizie attraverso le associazioni imprenditoriali, protocolli d'intesa per utilizzare i marmi di Coreno in via preminente per tutte le opere pubbliche del frusinate e del cassinate. Allo stesso modo ha assicurato un interessamento presso gli enti competenti per la messa in sicurezza dei tratti ormai urbani della superstrada dove, secondo un suo progetto dovrebbero essere attuate controlli della velocità tramite il sistema "tutor". Iannarilli ha assicurato un intervento diretto per la valorizzazione del Polo fieristico di Madonna del Piano. Per la manutenzione del centro storico e, in particolare, per far fronte all'improcrastinabile rifacimento del tetto di un'antichissima e preziosa chiesa, interverrà presso la Regione Lazio.

DOPO IL REFERENDUM

Sora ha deciso: che sia acqua pubblica SORA -Il 12 e 13 giugno i cittadini della Provincia di Frosinone, così come la maggioranza assoluta del popolo italiano, hanno esercitato il loro diritto costituzionale a decidere. Hanno deciso: l'Acqua è un bene comune che deve essere gestito pubblicamente. Qualunque tentativo di derubricare la volontà del popolo sovrano a “segnale” per il “palazzo” deve essere respinto e come Coordinamento Provinciale Acqua Pubblica porremo tutto il nostro impegno in questo senso. Non è più tollerabile alcun rinvio: il contratto con ACEA ATO5 S.p.A. deve essere risolto per colpa ed il gestore deve essere chiamato in giudizio a rispondere del proprio operato. Nei prossimi giorni daremo voce al 58% (il 62% a Sora) dei cittadini della provincia di Frosinone incontrando il Presidente Iannarilli e chiedendogli conto dei passi necessari a dare soddisfazione alla volontà popolare. Il Coordinamento Provinciale Acqua Pubblica accoglie con soddisfazione la recente sentenza del TAR, ricordando come già un anno fa richiedeva la definizione delle corrette tariffe per l'oggi e per il pregresso, rilevando che, a termini di legge e di contratto, le tariffe applicabili per gli anni dal 2006 al 2010 siano nettamente inferiori a quelle provvisorie del 2005, come dimostrato senza tema di smentita nel dossier che producemmo allora. Rilevato peraltro come le tariffe per il 2011 non potrebbero comunque essere definite retroattivamente (errare è umano, perseverare è diabolico), nessuno pensi che il nuovo Piano d'Ambito possa essere determinato nelle “sacrestie” di uffici squalificati, mercanteggiando accordi indecenti sulle spalle dei cittadini.

Fratelli uccisi Bianchi resta in carcere

Ruby, i pm parlano di“bordello”

MILANO - Rimane in carcere Riccardo Bianchi, il 21enne che tra mercoledì e giovedì ha ucciso a Milano l'ex fidanzata Ilaria Palummieri, 21 anni, e l'amico Gianluca, 20 anni, fratello di lei. Il gip di Milano Stefania Donadeo lunedì mattina ha depositato il provvedimento con cui ha convalidato l'arresto di Bianchi, che è accusato di violenza sessuale e duplice omicidio volontario.

MILANO-Nonhannousatomezzeparoleometafore i magistrati nel chiedere il rinvio a giudizio di Lele Mora, Emilio Fede eNicole Minetti.Riferendosi al «sistema per compiacereSilvioBerlusconi»incuiMoraera«l'arruolatore»,Fede«ilfidelizzatore»delgirodigiovaniospitiallefeste hannoparlatodiun«bordello».Nellorointerventodavanti algup,ilprocuratoreaggiuntodiMilanoPietroFornoeil pm Antonio Sangermano hanno descritto «un sistema strutturatoperfornireragazzedisponibiliaprostituirsi»


cronaca DOPO DIECI ANNI

Delitto di Arce, cinque indagati per l’omicidio di Serena Mollicone Coinvolto l’ex fidanzato della ragazza, l’ex comandante della stazione dei carabinieri di Arce e suo figlio CASSINO - Ci sono voluti 10 anni, ma da ieri, nel registro degli indagati per la morte di Serena Mollicone, sono stati iscritti altri nomi. Fonti giornalistiche ancora non confermate dalla procura di Cassino, parlerebbero di 5 indagati per l’omicidio e l’occultamento di cadavere della studentessa di Arce trovata morta il primo giugno del 2001 nel boschetto

CASSINO

Isola pedonale, le sbarre bloccano i soccorsi in centro CASSINO - Le sbarre poste a protezione dell’isola pedonale ritagliata nel centro di Cassino bloccano tutti gli automezzi, ma proprio tutti, anche quelli del pubblico soccorso. E’ accaduto sabato sera che una ragazza colta da malore all’interno, proprio dell’isola pedonale, è stata raggiunta dall’ambulanza in ritardo proprio perché, il mezzo di soccorso non poteva transitare per via della sbarra, e del fatto che gli operatori del 118 non avevano il meccanismo né le chiavi che permettevano di alzarla. Forse qualcosa c’è da rivedere nell’organizzazione del sistema. Il nuovo assessore al commercio Mario Costa insieme al collega alla viabilità dovranno rivedere tutta la normativa in cllaborazione con l’associazione dei commercianti. il nuovo sistema automatico di chiusura del corso e delle strade laterali con sbarre automatiche rende problematico ogni soccorso urgente come è accaduto sabato sera con la ragazza colta da malore. Non si può ritardare il soccorso solo perchè le chiavi le ha un dipendente comunale che non può stare di guardia per due giorni.

all’Anitrella. “Non confermo questa notizia ne la smentisco, sull’argomento non ho nulla da dire” ha dichiarato il procuratore Capo Mario Mercone raggiunto telefonicamente. La notizia a cui Mercone fa riferimento è quella che vedrebbe indagati l’ex comandante dei carabinieri della stazione di Arce, il figlio, un altro militare, l’ex fidanzato della ragazzina e la madre di quest’ultimo. Intanto appena qualche settimana fa, in occasione del decimo compleanno dell’omicidio, lo stesso procuratore aveva detto che nel corso dell’indagine erano state ascoltate circa 30 persone, molte delle quali come persone informate sui fatti. Ma si parla di omicidio volontario e occultamento di cadavere come accusa formulata dal magistrato Mario Mercone. La consegna dell’avviso di garanzia è un atto dovuto per consentire ai Carabinieri del Reparto Operativo Provinciale di Frosinone

di poter “effettuare accertamenti tecnici irripetibili”. In pratica, entro sessanta giorni, i cinque indagati dovranno sottoporsi, senza poterlo evitare, al test del Dna. Un esame necessario a capire se tutti e cinque i sospettati possano essere coinvolti nell’uccisione della diciottenne di Arce, avvenuta il primo giugno del 2001. Le persone sottoposte ad indagine sono: Franco Mottola, all'epoca maresciallo e comandante della stazione dei carabinieri di Arce, ora in congedo; il figlio Marco Mottola; il carabiniere Francesco Suprano, all'epoca in servizio presso la stessa stazione dei carabinieri di Arce; Michele Fioretti, di Riipi, allora fidanzato di Serena e la madre di questi, Rosina Partigianoni. Secondo le poche indiscrezioni che trapelano dalla Procura, la povera Serena aveva scoperto un brutto giro di droga nel suo paese, con tanti suoi amici coinvolti, ed era andata dai ca-

rabinieri per presentare denuncia, ma qui sarebbe incappata nel maresciallo e nel suo tentativo di proteggere il figlio. Proprio qui serena sarebbe stata aggredita, ma non uccisa, e all'episodio assistette anche l'altro carabiniere, in servizio quel giorno al pari di un suo collega, suicidatosi poi in circostanze mnai del tutto chiarite, sempre ad Arce. Da valutare, invece, la posizione dell'ex fidanzato della studentessa e della madre del ragazzo. Il papà di Serena, Guglielmo Mollicone, sulla notizia dei cinque indagati per l'omicidio della sua ragazza: "Una gioia indescrivibile. Un qualcosa che non so spiegare. Un importantissimo passo in avanti che servirà a dare un nome e un volto, e in maniera definitiva, a chi ha ucciso la mia Serena"."Il test del Dna - aggiunge il signor Guglielmo - è la prova regina del fatto che i miei sospetti sono sempre stati fondati. Il dottor Mercone e i Carabi-

nieri del Reparto Operativo Provinciale - prosegue ancora il maestro elementare di Arce - hanno dato ascolto alle mie preghiere. Ringrazio inoltre la stampa locale per la costante attenzione data al caso di mia figlia anche quando tutto sembrava perduto».

PIGLIO

L’Aspin per la valorizzazione del vino cesanese FROSINONE - Nei giorni scorsi, a Roma, presso l’enoteca regionale di via Fratina, è stata presentata alla presenza del presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, la guida dei ristoranti di Roma edita da “Repubblica” e curata dal caporedattore della cronaca di Roma dello stesso giornale, Giuseppe Cerasa. “Avevo ricevuto l’invito, direttamente dallo stesso Cerasa – ha detto Stefano Venditti,presidente ddi Aspin, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Frosinone che si occupa di internazionalizzazione proseguendo - ho assistito alla presentazione di un opera che si può definire davvero “mo-

numentale”, completa, ricca e, soprattutto, intimamente laziale ma, ho provato orgoglio e soddisfazione alla vista della sezione “Produttori di vino”. Infatti – continua Venditti che in questi anni, proprio con Aspin, ha saputo organizzare eventi davvero di livello per la valorizzazione delle produzioni enogastronomiche della Ciociaria – nella sezione dedicata ai “Migliori vini del lazio 2011”, a pag 760, di questa stupenda ed unica guida, è possibile trovare una straordinaria conferma insieme ad una graditissima sorpresa. 4 su 6 vini riconosciuti dalla guida, come i migliori vini del Lazio, sono prodotti in provincia di Frosinone: 3

cesanese del Piglio e 1 cabernet di Atina. Alla fine della conferenza stampa sono andato via con una convinzione: il lavoro di questi anni sulla promozione e valorizzazione del Cesanese del Piglio e del Cabernet di Atina svolto da Aspin e dalla CCIAA di Frosinone sta dando i suoi frutti. Il grande lavoro e l’impegno di tanti produttori viene sempre più apprezzato e riconosciuto dentro e fuori l’Italia, dentro e fuori la nostra provincia. Quando una guida riporta testualmente: ”Un’ultima considerazione è doverosa infine su come ben 3 dei migliori 6 vini di questa edizione siano Cesanese del Piglio. Se aggiungiamo poi

che altri 5 Cesanese (ed anche di Olevano e Affile) raggiungono la valutazione di 4 stelle appare chiaro come questo suo storico vitigno sia da riconsiderare con nuova attenzione e come l’intera ara, per la dimensione della qualità che rivela, vada esaminata come una di quelle in più perentoria ascesa della Penisola”. Credo che ogni commento sia superfluo e sono convinto che ogni Ciociaro si deve sentire come i nostri produttori orgoglioso di un risultato del genere che premia qualità, sacrificio, passione ed abnegazione offrendo un’occasione di rilancio notevole della nostra terra e dei suoi prodotti”.


cassino Annunciato dal sindaco, dall’assessore e dal direttore di Exodus in una conferenza

Diffusione della droga tra i giovani, l’osservatorio sociale è la mossa Saranno avviate iniziative in città e sarà attivato subito lo sportello di ascolto per i problemi CASSINO - Un osservatorio sociale permanente come contromisura preventiva alla diffusione delle sostanze stupefacenti tra i giovani. E’ la proposta

lanciata dal sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone e dal direttore della Comunità Exodus Luigi Maccaro in occasione della XXV Giornata mon-

diale di Lotta alla Droga. “Benché l’allarme sociale rispetto al problema droga sembra essersi disinnescato, chi opera sul campo sa bene che la diffusione delle droghe si manifesta in maniera sempre più grave” ha detto Luigi Maccaro e perciò “dobbiamo avere il coraggio di aprire gli occhi sulla città e farci carico, insieme, volontariato e istituzioni, di combattere la diffusione delle dipendenze fra i giovani”. Domani in Parlamento verrà presentata la relazione sullo stato di diffusione della droga in Italia con dati in calo del 20%. Maccaro contesta, però, tali dati e come operatore del settore ribatte:”Il fenomeno, purtroppo, è in costante crescita e molte situazioni sfuggono ai dati statistici perché nel fine settimana in tutta Italia tanti ragazzi fanno abuso di droghe di ogni tipo e di alcool. Per questo

motivo l’osservatorio in città si rende importante per monitorare da vicino il fenomeno che va tenuto sotto controllo.” D’accordo il sindaco Petrarcone nella sintesi di Maccaro e della necessità di un sistema di monitoraggio complessivo della situazione in collaborazione con le scuole e le forze dell’ordine. “La nostra società è ormai una società additiva, si usano sostanze per essere più in forma, per essere più magri, meno stanchi, più empatici, meno ansiosi, per essere apprezzati dagli altri – ha sostenuto Stefania di Russo, medico e assessore alle politiche sociali – perché la droga è diventata bene di consumo e la possibilità di abusare è diventata bandiera di libertà. Dobbiamo costruire una rete di prevenzione efficace che parta dalla

primissima adolescenza”. La prima azione concreta che sarà operativa da subito è l’apertura di un Centro di ascolto per l’età evolutiva, uno sportello gratuito. Il servizio si rivolge a minori, ragazzi, alle loro famiglie, ai loro docenti per problematiche riguardanti gli adolescenti che vivono momenti di difficoltà emotive, relazionali, scolastiche. Responsabile del Centro sarà Marisa Del Maestro della Fondazione Exodus che ha sottolineato l’importanza dell’istituzione di una “rete sociale integrata permanente” per i rapporti tra ragazzi, genitori, insegnanti e operatori della comunità. “L’osservatorio – ha fatto notare infine il presidente del consiglio Marino Fardelli – è previsto dall’art. 4 dello Statuto comunale fin dal 2000 ma mai applicato dalle Amministrazioni precedenti”.

L’EX ASSESSORE PROPONE AL COMUNE LA REVISIONE DELA TASSA

Sebastianelli:”La nuova giunta deve abbassare le tariffe della tarsu alle famiglie bisognose” CASSINO - <C’è un modo per rendere più ‘giuste’ le tariffe sui rifiuti solidi urbani>: il suggerimento alla giunta Petrarcone giunge da Giuseppe Sebastianelli, il quale invita il neo sindaco a riprendere un regolamento di agevolazioni per le famiglie in condizioni disagiate risalente agli anni 2007 – 2008 che hanno visto lo stesso Sebastianelli tra i fautori, anzi a ripartire da quelle norme e a modificarne alcune ‘imperfezioni’, anche alla luce del permanere della crisi socio-economico e occupazionale del territorio.<Il nuovo decreto per lo Sviluppo prescrive che la gestione delle Entrate non spetterà più all’Equitalia ma sarà in capo direttamente al Comune che praticherà la riscossione diretta delle tasse tramite società in house. Nel caso di Cassino, a meno di un mese dall’insediamento della nuova amministrazione comunale, i cittadini si sono visti recapitare le bollette della Tarsu 2011, in un momento peraltro particolarmente ‘pesante’ a causa dell’appuntamento inderogabile con la dichiarazione dei red-

6 ANNO II - N° 147 mArtedì 28 gIugNO 2011

diti, e su questo punto ribadisco che più volte ho parlato della necessità di una migliore calendarizzazione e personalizzazione delle imposte durante l’anno e in base alle esigenze delle singole famiglie. Da ex amministratore comunale – prosegue il già assessore Giuseppe Sebastianelli – vorrei ricordare all’esecutivo che negli anni 2007/2008, per venire incontro ai cassinati e specialmente alle famiglie meno abbienti, firmammo una delibera di giunta d’accordo con le associazioni di categoria. Oggi, lo spirito che animava quella norma, cioè quello di aiutare le fasce deboli, è ancora valido, ma a causa del persistere della crisi è necessario che il nuovo assessore al Bilancio riveda le fasce di agevolazioni, prevedendo più ‘scalini’ economici, per evitare tagli ‘netti’ tra le fasce reddituali. Per fare un esempio concreto, la prima riduzione della delibera in questione prevede la riduzione dell’80% per i nuclei familiari composti da persone con reddito complessivo Irpef pari o inferiore a 7.300,00 euro,

non titolari di beni immobili e con contratto di affitto, ma – spiega Sebastianelli – oggi mi appare evidente che i cittadini che posseggono un euro in più o anche mille non possono essere tagliati fuori di netto dall’agevolazione ed essere considerati ‘ricchi’, perciò propongo alla giunta Petrarcone di scaglionare meglio le diverse fasce socio-economiche stabilendo percentuali graduali di riduzione della Tarsu. Un’altra incongruenza – prosegue Sebastianelli – sta nella riduzione del 40% per le famiglie con reddito Irpef pari o inferiore a 7.300,00 euro titolari solo dell’abitazione principale: credo che avere una casa, senza un lavoro, non permetta di pagare le tasse, per cui la differenza tra le fasce sociali deve essere fatta sempre in base al reddito>. <Rielaborando la Tarsu tenendo conto anche della maggiore area tassabile che adesso ha a disposizione, il Comune avrà il controllo delle entrate nel momento in cui gestirà direttamente la riscossione anche con la costituzione di società in house, po-

tendo così intervenire a favore delle famiglie specialmente nei momenti di crisi economica, così che la tassa sarà considerata ‘giusta’ anche dai cittadini>, ha concluso Giuseppe Sebastianelli.

Assemblea dei soci per l’aeroporto

Riunione in Comune per il Cassino calcio

FROSINONE - “Nella riunione del Cda dell’aeroporto ci sono novità. Riguarda la convocazione dell’Assemblea dei soci per l’11 luglio dove si procederà all’ampliamento del capitale sociale per permettere alla Regione Lazio di fare il suo ingresso. La seconda novità riguarda l’invito al Comune di Valmontone a siglare un protocollo d'intesa, visto l’interessamento anche del parco giochi.

CASSINO - Imprenditori, sportivi e i cittadini cassinati sono invitati a sostenere il progetto di rilancio, prima ancora che calcistico e sportivo, partecipando all’incontro pubblico in programma alle ore 11 di martedì 28 giugno p.v. presso la sala Restagno del palazzo comunale. La squadra cittadina si è salvata ai play-out al ternine del campionato di Promozione.


cassino La processione del Corpus Domini per le vie di Cassino tra una festa di fiori

Il monito dell’AbateVittorelli: ”Camminare sulla retta via” CASSINO - L’abate Pietro Vittorelli nel corso della celebrazione del Corpus Domini nella chiesa Madre di Cassino ha pronunciato un importante discorso. Ecco il testo. E’ il tempo della mietitura e percorrendo le nostre strade, soprattutto in queste magnifiche giornate piene di luce e di sole, è facile imbattersi in dorati campi di grano ormai maturo o già mietuto e in verdissime e fitte vigne che tra i loro pampini mostrano già la promessa di generosi grappoli di uva. In questo contesto bucolico e ameno è gioioso e consolante celebrare anno dopo anno la grande festa del Corpo e del Sangue del Signore. Una festa dai tanti rimandi poetici, letterari e teologici. Quanti Padri della Chiesa dedicarono pagine intense e pregne di significato al

mistero dell’Eucarestia? E noi stessi, quante volte, sin dall’infanzia, ci siamo soffermati a pensare un po’ incantati, come fosse possibile che in quel pezzetto di ostia ci fosse celato il corpo del Signore Gesù? Alla fine un po’ confusi ci siamo abbandonati nella fede alla parola di Gesù e della Chiesa. In effetti il mistero che contempliamo oggi è ben più profondo di una amena considerazione emotiva legata alle tante processioni del Corpus Domini della nostra vita, alle infiorate, agli altarini e ai bambini che generosamente vestiti da angioletti fanno bella corona a Gesù Eucarestia. Tutto questo è solo ciò che affiora come onda in un mare profondissimo. Tutto parte da quel mistero che celebriamo e contempliamo come evento, come fatto fondante della nostra vita

ESPERTI A CONVEGNO

spirituale e che ricordiamo ogni anno nel Giovedì santo con l’istituzione dell’Eucarestia nell’ultima cena di Gesù. In quella sera, raccolto con i suoi amici più cari, con gli apostoli nel cenacolo, Gesù cerca di spiegare come sarebbe stato possibile che alla sua dipartita avremmo ricevuto un segno, anzi il segno peculiare del suo amore, raccolto in un piccolo pezzo di pane spezzato e in un bicchiere di vino dato. . Lì per lì neanche gli apostoli compresero e ad essi va tutta la nostra solidarietà se ancora oggi anche noi abbiamo qualche difficoltà, ancora dopo duemila anni di predicazione cristiana. Gesù spiega che il suo amore è davvero grande per i suoi fratelli, per i suoi amici, tanto grande che di lì a poco, non esiterà a donare se stesso, a offrirsi immolato sulla croce dove il suo

corpo è rimasto e rimane come simbolo di un amore ineguagliabile ma fissato in una icona. Ben diversa è la forza del segno che egli ci ha lasciato come dono supremo: ben diversa è l’Eucarestia. In essa egli si ripresenta ogni volta vivo e vero e poi ancora dopo che l’abbiamo consumata,

dopo che l’abbiamo mangiata rimane una piccola parte custodita nei tabernacoli per i malati e i moribondi e si offre inerme alla nostra contemplazione e adorazione oppure alla nostra indifferenza. Gesù non reclama, rimane una presenza silenziosa e costante, ferma nelle nostre chiese, oggetto della nostra adorazione se di tanto in tanto entriamo in chiesa e facciamo una visita alla Santa Eucarestia custodita, oppure oggetto della nostra indifferenza se davanti a quell’altare tiriamo dritti, ignari o indifferenti al fatto che Lui è lì presente in mezzo a noi. La profondità della festa odierna è annunciata da Gesù stesso alla folla, come racconta il vangelo secondo Giovanni, dopo aver compiuto il segno della moltiplicazione dei pani, nella sinagoga di Cafarnao.

PRESA DI POSIZIONE DI MIGLIORELLI

Nuove sanzioni Ristrutturare il partito per il lavoro nero E’ questo l’obiettivo del Pd

FROSINONE - Si terrà domani, 28 giugno, alle ore 17.00 presso la sede della CNA di Frosinone , l’incontro con l’Ispettorato del Lavoro di Frosinone per affrontare i temi relativi alle novità normative in materia ispettiva prevista dal “Collegato al Lavoro” e le nuove sanzioni previste per il lavoro nero. L’incontro, riservato alle imprese ed ai consulenti, sarà occasione di confronto con gli operatori sulle tematiche relative all’accesso ispettivo da parte della Direzione Provinciale del Lavoro – Servizio Ispezione del Lavoro presso le imprese. «Con tale iniziativa – spiega Giovanni Cortina (nella foto)

direttore CNA Frosinone – si intende proseguire sulla strada del dialogo costruttivo tra gli organi deputati al controllo ed il sistema delle imprese; lo scopo è anche quello di chiarire le procedure e la documentazione che le imprese debbono possedere presso la propria sede al fine di facilitare il lavoro degli ispettori evitando così fraintendimenti e inutili lungaggini». All’incontro sarà presente il neo direttore della Direzione Provinciale del Lavoro dott.ssa Marzia Valeri e gli ispettori dr.ssa Silvia Iafrate e dr. Enrico Gallo. Per confermare la presenza contattare il n. 0775/82.281. La partecipazione è gratuita.

FROSINONE - "Proprio per sostenere e rappresentare la voglia di cambiamento e la bocciatura del PDL che, anche in Provincia di Frosinone, gli elettori hanno manifestato in modo consapevole e determinato, il Partito Democratico ha l'obbligo morale di cogliere a tutti i livelli le opportunità che il lavoro della Segreteria Nazionale guidata da Pierluigi Bersani sta offrendo, dopo il successo ottenuto nella fase congressuale, ed alla luce di un certosino e costante percorso teso alla costruzione di una linea politica ed organizzativa condivisa e rappresentativa.” Lo sostiene Segreteria Provinciale del Partito Democratico. Poi aggiunge:”È il momento dell'impegno responsabile, non del disimpegno. È intenzione del gruppo dirigente provinciale proseguire nella logica unitaria che ha animato le scelte attuate da un anno a questa parte. I circoli dove si rende necessario l'intervento del livello provinciale sono quelli in cui i risultati elettorali rappresentano un'isola infelice rispetto al dato nazionale. È importante, nell'interesse di tutti nessuno escluso, ricostruire sintonia tra le sedi territoriali ed il consenso popolare attraverso logiche trasparenti ed inclusive

Convenzione con l’Ateneo cassinate

Caira ha ricordato Cesare Fardelli

CASSINO -Lunedì 27 giugno, alle ore 10, l’Assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, firmerà il protocollo di intesa con l’Università degli Studi di Cassino per una collaborazione sui temi del sociale. Nell’occassione, si terrà una conferenza stampa con il Rettore dell'Università degli Studi di Cassino, il professore Ciro Attaianese.

CASSINO - Siè tenuta a Caira nella Chiesa di S.Basilio la commemorazione del Carabiniere Marino Fardelli nell’occasione del 48° Anniversario della Strage di Ciaculli dove persero la vita nella periferia di Palermo sette tra militari e carabinieri in quella che fu definita la prima Strage di Mafia perpetrata nei confronti delle Forze dell’Ordine.

che siano depurate dall'amarezza e la frustrazione che i risultati elettorali deludenti portano con se. La segreteria provinciale ha lavorato per tutti nell'ultimo anno, ereditando una situazione non facile di divisioni e contrapposizioni territoriali segnalata in documenti regionali ufficiali approvati all'unanimità. L'intenzione è di continuare nella direzione scelta coinvolgendo tutti ed attuando misure di emergenza a tutela del Partito solo e sempre nella piena condivisione con i livelli regionali ordinari e di garanzia. L'impegno a costruire una forza libera, plurale ed autenticamente democratica è condiviso così come l'apertura ai giovani che si caratterizza attraverso la concreta volontà di rispettare e tutelare chi li rappresenta prima con il proprio lavoro e poi con le funzioni che ricopre. Il percorso comune non va interrotto, l'appello a discutere nelle sedi opportune è certamente da accogliere e ci sono le condizioni per proseguire un'azione politica difficile ma fondamentale, perché i disastri che il centrodestra di Frosinone compie quotidianamente e la profonda crisi del sistema sociale non possono essere trascurati neanche per un istante."

7 ANNO II - N° 147 mArtedì 28 gIugNO 2011


cassinate Chi sperava che qualcosa per la Città martire potesse cambiare ha già avuto modo di ricredersi

Era Petrarcone, legislatura del nulla CASSINO - Cosa succede in città? Non succede nulla. Parole scontate, seppur prese in prestito da un vecchio brano della rockstar in disarmo, Vasco Rossi. Cosa succede a Cassino? Nulla. Nulla di nulla. La sfilata del 28 maggio scorso per le vie cittadine, sembra una cartolina scolorita, eppure, tanta gente, anche chi aveva votato Palombo al primo turno, era lì, dietro ad un Petrarcone madido di sudore, speranzosa che invece qualcosa doveva pur succedere. Qualcosina in effetti si è mossa: Petrarcone oltre a sindaco, è stato eletto presidente del Cosilam. Per i cassinati poco cambia. In città la musica è rimasta sempre la stessa, le strade continuano ad essere da terzo mondo, i marciapiedi sconnessi e scassati, i

lampioni al buio, le erbacce che la fanno da padrone in tutte le zone di periferia. Il traffico è peggiorato: non si trova nemmeno un parcheggio a pagarlo oro, e quelli che ci sono, sono appannaggio di negozianti e commesse che fermano l’auto la mattina e la tolgono la sera, e piangono perché non hanno clienti. I marciapiedi continuano ad essere occupati da tavolini e sedie abusive, nessuno controlla, nessuno interviene. Dove sta la task force sbandierata dal sindaco qualche giorno fa? Da nessuna parte. Non c’è un vigile urbano che prenda in mano il taccuino e faccia una sola multa. I poveri diventano sempre più poveri, chi è senza lavoro, perde la speranza di trovarne uno. La fiducia in Petrarcone

scende, sfuma, di certo non abbiamo i numeri, né propiniamo falsi sondaggi, ma quello sviscerato tifo per l’avvocato cassinate la gente non lo fa più. Non vogliamo fare i disfattisti ma Giuseppe Golini Petrarcone fino ad ora è stata una delusione, e questo dimostra un teorema molto semplice, e che il primo cittadino in campagna elettorale ha applicato alla lettera, e cioè, che è più facile scassare che costruire. Nemmeno la sua giunta tecnica, i suoi fidati professionisti hanno fatto nulla che assomigliasse a qualcosa per i cittadini, probabilmente sfogliando carte e documenti si saranno messi le mani nei capelli, ma nei capelli sono rimaste. Sarebbe ora, che il sindaco si svegliasse da questo tor-

pore post elezioni, e facesse qualcosa per la città, oltre alle cerimonie, alle processioni e alle ricorrenze varie. Da un certo punto di vista, Petrarcone ci ricorda un po’ Tullio Di Zazzo, quando strangolato nelle sue improbabili cravatte e nei suoi doppio petto blu che lo facevano ancora più corto, si avviava appresso a Santi e Madonne. Al momento opportuno, però, non lo hanno protetto ed è finito ingloriosamente. Petrarcone sta facendo la medesima cosa. Si che è uno sportivo e gli piace camminare, ma oltre ad essere tale è anche un sindaco, e la sua azione non può certo limitarsi a fare il sagrestano ad ogni festa religiosa. Forse, assorto nei suoi pensieri alle spalle del Santo di turno, il neo sindaco cerca l’ispi-

razione, o un buon consiglio per cominciare a lavorare per la città. Noi possiamo aiutarlo in questo, del resto non ci vuole molto: innanzi tutto c’è da rifondare completamente il corpo di polizia municipale, il 30 giugno scade l’incarico da comandante per Angelo Tomasso, e sarebbe opportuno trovare un comandante vero, avulso dalla politica, e che riesca a ricompattare i vigili urbani. Andrebbe bene anche un Tomasso bis, ma gli sia data carta bianca. Altro piccolo suggerimento, gli ex lsu, vanno rimessi ai posti per i quali sono stati assunti, e soprattutto tornassero a lavorare dato che molti di loro, sono imboscati negli uffici a fare un tubo dalla mattina alla sera. Ignazio Annunziata

GRAVI DUE BAMBINI

CRESCE IL GRUPPO SPOTIVO DELL’ATENEO

Incidente in A1, muore una donna

“Unicas in movimento”, successo senza precedenti

ANAGNI - Tragico incidente stradale, ieri mattina, poco dopo le 11, sull’autostrada del Sole, in direzione sud all’altezza dell’area di Servizio “La Macchia”. Per cause ancora al vaglio degli agenti della Sottosezione della Polizia Stradale di Frosinone una Renault Scenic, con all’interno 5 persone (3 adulti e 2 bambini), si è ribaltata sul margine destro della carreggiata. Una donna è deceduta

8 ANNO II - N° 147 MARTEDì 28 gIugNO 2011

sul colpo mentre le condizioni di salute dei due bimbi hanno destato subito preoccupazione tanto da essere stati elitrasportati presso il “Bambin Gesù” ed il “Gemelli” di Roma. Grave anche un’altra donna, ricoverata allo “Spaziani” di Frosinone. Sul posto sono giunti, oltre alla Polizia ed ai sanitari del 118, anche i Vigili del Fuoco del distaccamento di Fiuggi.

CASSINO - Una manifestazione che ha superato ogni più rosea aspettativa. Unicas in Movimento, ideata dalla prof.ssa Alessandra Zanon, presidente del Centro di Ricerca per la Diffusione della Cultura Scientifica dell’Università di Cassino, e organizzata dal Dipartimento di Scienze Motorie dell’Università di Cassino, è riuscita a portare alla Folcara, in piazza Labriola a Cassino e, infine, presso gli impianti sportivi di Atina il vero popolo sportivo. Tre giornate che sia gli studenti universitari che di tutte le scuole,nonché i bambini,i docenti,appassionati dello sport e cittadini hanno vissuto all’aperto e all’insegna del fitness,dello spinning,scherma,calcio, ginnastica ritmica, basket, tiro con l’arco, arrampicata e nuoto, rigorosamente seguiti da istruttori, giovani laureati e laureandi della facoltà.Iniziata lo scorso 24 maggio,Unicas in Movimento presentava tre appuntamenti in calendario. Dopo il primo al Campus della Folcara, il secondo nel cuore della città di Cassino (piazza Diaz e piazza Labriola), ieri, gli organizzatori della ma-

nifestazione hanno scelto di fare tappa, per l’ultimo appuntamento, agli impianti sportivi del Polo Didattico di Atina. La formula dell’evento è stata quella di sempre: ogni ora dedicata ad una particolare disciplina. Due eventi nell’evento hanno però segnato la giornata conclusiva: la presenza del prof. Paolo Evangelista, docente di Psicologia dello Sport presso la facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Torino e l’inaugurazione della piscina all’interno del Polo Didattico.A dare il via al pomeriggio è stato proprio il docente di fama nazionale, considerato il guru del fitness, nonché personaggio di spicco del Rimini Festival del Fitness, il quale, nelle prime due ore di lezioni, ha sottolineato, in particolare, la psicologia applicata all’attività motoria. L’inaugurazione della piscina è stato l’altro momento che ha caratterizzato la manifestazione. Dopo aver inaugurato la struttura, insieme al direttore amministrativo Ascenzo Farenti, il rettore CiroAttaianese ha affermato:La realizzazione della piscina è una mia idea

proposta quando ero pro rettore. La struttura, oltre ad arricchire il Polo didattico di Atina, è un importante luogo di aggregazione e in questo momento di crisi è un servizio ulteriore che offriamo alle famiglie del territorio. Un nuovo tassello che si va ad aggiungere alle altre strutture sportive qui presenti. Noi ci stiamo impegnando al massimo per promuovere il complesso, ma in questo devono venirci incontro anche gli Enti locali. Unicas in Movimento, seppur alla sua prima edizione,sembra aver occupato un posto importante nel panorama degli eventi promossi dall’Ateneo. La manifestazione, spiega la professoressa Zanon,è riuscita a creare una sinergia importante tra università, città e territorio coinvolgendo le istituzioni e il mondo imprenditoriale,che ha dato un forte contributo alla realizzazione dell’iniziativa. Il legame con il mondo imprenditoriale è stato puntualizzato dal preside Giovanni Capelli, il quale,nell’auspicare che Unicas in Movimento diventi un appuntamento mensile.

Bisignani, ora indaga anche Milano

Donne cinesi ridotte in schiavitù

MILANO - Anche Milano indaga su Luigi Bisignani. La procura del capoluogo lombardo, infatti, ha aperto un fascicolo su un paio di operazioni finanziarie sospette effettuate nel 2010 dall'uomo d'affari. La vicenda non ha però nulla a che vedere con quella della P4 e della «rete» di Bisignani, accusato dai pm napoletani di associazione per delinquere e associazione segreta nell'ambito dell'inchiesta sulla P4.

MILANO - Lavoravano 17 ore al giorno, dalle 9 del mattino alle 2 di notte,quando poi finalmente potevano andare a dormire nella «zona notte» dello stesso laboratorio tessile, nel quale consumavano anche i pasti per i quali gli venivano concessi tre pause di 15 minuti ciascuna. Questa la vita che per alcuni anni hanno fatto tre cittadine cinesi tra i 44 e i 49 anni,clandestine in Italia,che lavoravano in nero con altre e altri connazionali.


sport CALCIO PROMOZIONE

In programma per stamattina un incontro tra dirigenti e assessore allo sport

La Nuova Cassino cerca sostegno Ogni singolo imprenditore o cittadino è invitato a partecipare al rilancio della squadra

L

’Asd Nuova Cassino 1924 comunica che martedì 28 giugno alle ore 11 è in programma, presso la sala Restagno del palazzo comunale, un incontro pubblico in cui i dirigenti del sodalizio cassinate annunceranno, alla presenza dell’assessore allo sport e dei consiglieri comunali, iniziative e programmi per la prossima stagione. Dopo aver raggiunto, a chiusura del primo anno di attività, l’obiettivo prefissato della salvezza, il club calcistico cassinate pianifica la partecipazione per il secondo anno consecutivo al torneo di Promozione regionale. A tal riguardo i dirigenti azzurri hanno perfezionato un piano di consolidamento societario per la realizzazione del quale risulta indispensabile il coinvolgimento del tessuto economico e sociale della città. La società calcistica cittadina ha sostenuto sforzi significativi nell’ultima stagione,

potendo contare soltanto sul sostegno, rivelatosi provvidenziale, del main sponsor Banca Popolare del Cassinate e dei pochi operatori minori che hanno entusiasticamente

sposato il progetto. Il calcio, al pari di tutti gli altri sport ai vari livelli, svolge un importante ruolo di aggregazione giovanile e integrazione sociale, educando al rispetto

verso gli altri, alla leale competizione, al gioco di squadra e al sacrificio. Valori veri che spingono oggi a lanciare un accorato e sentito appello al mondo imprenditoriale, perché, pur nei comprensibili limiti delle possibilità che il periodo comporta, si possano individuare dei seri impegni per un concreto sostegno economico alla società calcistica, al fine di consentire la realizzazione della programmazione per una stagione di rilancio nel campionato regionale di Promozione, possibilmente inquadrata in un più ampio progetto di rilancio di tutto il movimento sportivo della città. Cassino ha bisogno, oggi più che mai, di passioni autentiche, in grado di motivare cittadini e operatori economici a superare questo momento storico difficile per tutti. L’imprenditoria cittadina è in grado di unire le proprie forze per aiutare il calcio e lo sport a non spegnersi. Sarebbe una

vittoria di civiltà, solidarietà e attaccamento alla città, di cui abbiamo bisogno per alimentare la speranza che un futuro sportivo migliore è possibile e che anche il singolo tifoso può fare tanto aderendo attivamente alle iniziative predisposte che verranno illustrate alla città dai dirigenti societari. Pertanto tutti gli imprenditori e i cittadini cassinati sono invitati a sostenere questo progetto di rilancio, che è della città, prima ancora che calcistico e sportivo, partecipando all’incontro pubblico in programma alle ore 11 di martedì 28 giugno p.v. presso la sala Restagno del palazzo comunale. Il messaggio è quello di dare un calcio all’indifferenza e di contribuire a far crescere il territorio nel segno della passione. La vicinanza ed il sostegno della nuova amministrazione all’unica realtà calcistica cittadina dimostrano che anche l’Asd Nuova Cassino 1924 è un bene comune.

CICLISMO

“Io Ciociaria”, conto alla rovescia E’ tutto pronto per la Gran Fondo La gara sarà nazionale ed internazionale e si svolgerà ad Alatri il 17 luglio

E

’ tutto pronto per la seconda edizione della Gran Fondo di Ciclismo Gara

10 ANNO II - N° 147 mArtedì 28 gIugNO 2011

Nazionale ed Internazionale “Io Ciociaria”, che si svolgerà il 17 luglio 2011 nella città ernica. Già

tantissime le iscrizioni per quello che si può definire l’evento ciclistico di Alatri 2011. Partenza e arrivo daViale Duca D’Aosta, il ritrovo la mattina nell’area mercatale di Chiappitto. Ultimata la gara gli atleti potranno usufruire della struttura del Palazzetto dello Sport di via della Sanità, adiacente all’arrivo, e la premiazione e cerimonia si svolgerà a seguire nella zona medesima. Partner istituzionali d’eccezione anche per questo 2011, la Provincia di Frosinone, il Gal Ernici Simbruini, la Camera di Commercio di Frosinone, e ben dodici comuni dell’area nord a comin-

ciare dalla città che ospiterà questo grande evento ciclistico amatoriale. E cioè Alatri nella data del 17 luglio. <Abbiamo scelto Alatri dopo la sede di Fiuggi vista la importanza storica e culturale della città e soprattutto per la grande collaborazione che abbiamo trovato nella passata amministrazione. L’ex assessore allo sport Gianni Padovani ci ha sostenuto in tutto, oggi i nostri nuovi interlocutori della nuova amministrazione mostrano tutti un grande entusiasmo per questo appuntamento sportivo. Arriveranno ciclisti dall’intera Italia, sarà una grande vetrina. E’ tempo ormai di

puntare sui grandi eventi sono questi che riportano ricadure d’immagini. E poi per noi Sport e Turismo forniscono un'analisi approfondita della natura dello sport, la natura del turismo, e il rapporto simbiotico tra i due. IoCiociaria, rappresenta l’amore per questa Terra.Abbiamo raccolto in un Evento la storia, i profumi, i sapori, i colori e la passione di un mondo sconosciuto a tanti e che abbiamo l’onore di presentarvi in un insieme di manifestazioni che non vi darà respiro. L’anno passato la manifestazione che portò in Ciociaria oltre trecento atleti, si svolse nella Città Termale di Fiuggi, questo anno la organizzazione, ha scelto con orgoglio la prestigiosa sede di Alatri. Stiamo definendo i dettagli della oganizzazione a cui collaborano tantissime persone che ringraziamo>. Tutte le informazioni possono essere apprese dall’indirizzo web www.iociociaria.it da dove si possno scaricare anche le modulistiche varie.

Per Gasperini incontro nella sede dell’Inter

Tennis: Ko le Williams, addio Wimbledon

"È stata una bella sorpresa": così ha definito la sua nuova avventura appena cominciata con l'Inter, Giampiero Gasperini, entrando nella sede del club nerazzurro per un incontro con i dirigenti Marco Branca ed Ernesto Paolillo. Gasperini si è presentato all'ingresso della sede in corso Vittorio Emanuele acclamato da qualche decina di tifosi che lo aspettava per incoraggiarlo e dargli il benvenuto e da una selva di telecamere e giornalisti.

Prime sorprese a Wimbledon. Dal torneo femminile esce Serena Williams, testa di serie n. 7 e campionessa uscente. A decretare l'eliminazione della americana agli ottavi di finale è stata la francese Marion Bartoli (n. 9) che si è imposta in due set (6-3, 76). Anche Venus Williams saluta Wimbledon agli ottavi.La tennista statunitense,cinque volte vincitrice sull'erba londinese, è stata eliminata dalla bulgara Tsvetana Pironkova con il punteggio di 6-2 6-3.


ANNO i1 - N°147 - mArtedì 28 giugNO 2011 - distribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO A RENATA POLVERINI

Il progetto “Estate sicura” era qualcosa di cui la nostra regione aveva bisogno. E non solo in fatto di vacanze. Dopo la sperimentazione avviata lo scorso anno lungo il litorale di Ostia, la presidente della Regioen lazio, renata Polverini, ha deciso di estendere il progetto su tutto il territorio regionale, adottando una serie di iniziuative atte a garantire la sicurezza durante il periodo estivo. Sicurezza per i nvacanzieri ma anche e soprattutto per chi resta in città, come la disposizione che impone l’apertura degli ambulatori sanitari anche durante i weekend. Una decisione non da poco soprattutto per gli anziani che d’estate soffrono molto in termini di solitudine ed assistenza.

IL TAPIRO DEL GIORNO A SERGIO PARIS

Purtroppo per lui, ma soprattutto per i cittadini di Frosinone, non lo abbiamo scelto come nostro bersaglio preferito, ma non possiamo fare a meno di citarlo in senso negativo data la situazione di grave disagio in cuio versa la Città di Frosinone. E questo soprattutto per quellon che riguarda i gravi problemi legati alla manutenzione cittadina. Una serie infinita di problematihe a cui si aggiunge, solo ultima in ordine di tempo, quella legata alla manutenzione dei marciapiedi, divenuti praticamente impratiucabili. la gente protesta ma Paris non muove un dito.

IL PERICOLO DIETRO L’ANGOLO www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone I cittadini di Frosinone denunciano la grave carenza manutentiva su tutte le strade principali

Il pericolo arriva dai marciapiedi Oltre ai problemi di manutenzione si aggiungono anche quelli legati alle barriere architettoniche FROSINONE - Dopo l'incidente delle settimane scorse in via Maria che ha causato il ferimento grave di una ragazza del capoluogo torna a far discutere il problema dei marciapiedi in città. Nonostante la sistemazione in via Marco Tullio Cicerone e in viale Tevere i problemi rimangono soprattutto nelle strade più trafficate e centrali del capoluogo. Per passeggiare

SODDISFAZIONE

Dopo la bonifica riaperta Via Amendola FROSINONE - Mercoledì 22 giugno, nella tarda mattinata, è statafinalmente al traffico pedonale e veicolare via Amendola. Come richiesto dal Sindaco Michele Marini, nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana del Centro storico, nel momento del sopralluogo effettuato per verificare lo stato dei luoghi e programmare una serie di attività che serviranno a cambiare volto a quella parte della città. A seguito delle disposizione date dal Sindaco Michele Marini i tecnici del Comune hanno provveduto a sistemare una paratia in legno con tavole e in ferro con reti in via Amendola. Struttura che consente sia la messa in sicurezza della zona nella quale si presentava il distacco di massi e di mattoni proveniente dai ruderi presenti in zona, sia la riapertura della strada. Al contempo si è provveduto a liberare gli spazi adiacenti, piazza Valchera, zona retrostante il Museo Archeologico e via Tiravanti dall’incolta vegetazione e da rifiuti abbandonati dagli incivili.

2 ANNO II - N° 147 mArtedì 28 gIugNO 2011

sui marciapiedi bisogna essere un esperto slalomista. Tra buche onnipresenti, occupazioni abusive, ciclomotori parcheggiati, lampioni, bidoni della spazzatura o segnaletica stradale, i marciapiedi di Frosinone costituiscono la causa diretta di molti incidenti, che puntualmente vengono denunciati agli enti o condomini ma il più delle volte mai risarciti. A quanti è capitato di vedere cittadini su sedie a rotelle elettriche transitare lungo le strade creando un pericolo per sé e per i conducenti di auto? Alcuni marciapiedi sono talmente stretti, infatti, che qualsiasi persona fa fatica a passare, in particolare se con passeggini o sedie a rotelle, per la presenza di lampioni, segnali stradali o cassonetti della spazzatura posizionati proprio in mezzo al marciapiede. La situazione peg-

giora anche per la mancanza di idonei controlli. Molte volte a impedire il transito alle carrozzine sono gli alberi: le radici hanno rotto il cemento rendendo inutilizzabili i marciapiedi. O la folta vegetazione che rende il marciapiede un vero e proprio contenitore di piante, come in via Madonna della Neve. I passanti, quindi, molte volte per impossibilità di transito o per assenza di marciapiedi sono costretti a camminare sul ciglio della strada correndo un rischio serio per la propria incolumità. A questo punto occorre che gli enti istituiscano un'apposita squadra di vigili dedicata alla lotta contro questi fenomeni che possono mettere a repentaglio la salute dei passanti. Come scrivono da anni le associazioni dei consumatori: «L'ente è tenuto ad osservare il principio

del neminem laedere, che impone di mantenere i marciapiedi in condizioni tali da non costituire per l'utente un'insidia o un trabocchetto. Da anni, inoltre, cerchiamo di spingere la cittadinanza a lasciare a casa l'auto, utilizzare i mezzi pubblici e andare a piedi ma la mobilità sostenibile ha bisogno del pedone; il pedone ha bisogno dei marciapiedi; i marciapiedi hanno bisogno di essere liberi e puliti, più decorosi e funzionali per il cittadino. È necessario un rigoroso intervento normativo in materia, che obblighi gli enti proprietari o gestori a mettere la manutenzione in agenda come priorità che deve essere puntuale e ripetuta a intervalli regolari. Non si possono lasciare andare in malora le cose; sicuramente ci sentiremo più cittadini a pieno titolo, e anche più sicuri, tutti».

DISPOSTA DALL’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

Al via la manutenzione lungo la Monti Lepini FROSINONE - Al via nuovi interventi di sistemazione del piano viabile, inseriti nel piano di Governo della Giunta Provinciale capitanata dal Presidente Iannarilli. L’inizio dei lavori annunciato dall’Assessore al ramo Alessandro Cardinali è previsto per martedì notte, ed interesserà la S.R. 156 Monti Lepini, nel tratto compreso tra il ponte dell’autostrada e lo svincolo di accesso al Comune di Patrica. Le operazioni consentiranno fino a giovedì mattina, di fresare e ricaricare il tappetino stradale attraverso il rifacimento dello strato di asfalto più sotterraneo, per poi passare alla sostituzione di quello superficiale e all’apposizione di segnaletica orizzontale. Un’azione programmatica questa, relativa alla manutenzione ordinaria su una porzione della prin-

cipale arteria che conduce al mare, che viene svolta ogni due anni proprio per l’ingente carico del traffico veicolare. “Si tratta di un progetto approvato con Delibera della Giunta Provinciale nello scorso mese di Febbraio – spiega il Presidente Iannarilli – grazie al Decreto Legge 112 del 1998 e alla Legge Regionale emanata l’anno successivo, che hanno attribuito alle Province la gestione delle strade ex Anas. Poi, dal 2003, tali Enti hanno potuto effettivamente assumere le competenze relative alla manutenzione della rete viaria regionale. Un nuova dimostrazione dunque, che testimonia la grande sensibilità di questa Amministrazione verso il problema della sicurezza stradale e, in particolare, verso i notevoli disagi avvertiti dalle persone che risiedono lungo questa strada, a

scorrimento veloce principalmente nella stagione estiva”. I lavori di bitumatura si concluderanno infatti con l’apposizione delle strisce pedonali sui tratti interessati, che vanno dal Km 5,100 al 6,100, dal 6,800 al 7,100 e dal 9,000 al 9,500. “Abbiamo usufruito di fondi provinciali pari a 400mila euro – ha precisato l’Assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Cardinali – e l’affidamento è stato ovviamente effettuato secondo il criterio del prezzo più basso. Le operazioni in notturna si svolgeranno in coincidenza dell’istituzione di un senso unico alternato segnalato con impianto semaforico dalle 21 alle 7 del mattino, con l’obiettivo di non abbassare mai l’attenzione davanti a un problema che è diventato prioritario dopo i ripetuti incidenti stradali avvenuti nel tempo su un’arteria ad alto rischio come la Monti Lepini, spesso intasata dagli ingorghi a ridosso del casello autostradale. Ringrazio quindi il Presidente Iannarilli e i colleghi di Giunta, con i quali condivido il fermo proposito di mettere in campo tutte le azioni necessarie alla tutela della salute pubblica”.

OPERAZIONE DELLA DIGOS

Operazione “Cestia”, nuovi arresti FROSINONE-LaDigosdiFrosinone,incollaborazione con altri specializzati Uffici centrali e territoriali della Polizia di Stato ed avvalendosi del supporto informativo fornito dapartedellaAgenziaInformazioniSicurezza Interna, ha svolto una complessa indagine, dapprimasottoladirezionedellaProcuradella RepubblicapressoilTribunalediNapoli-DirezioneDistrettualeAntimafia-,esuccessivamente,dellaProcuradellaRepubblicapresso ilTribunalediRoma,sudiungruppocriminale transnazionalefinalizzatoalfavoreggiamento dell’immigrazione clandestina di massa dall’Afghanistan,allaproduzioneecontraffazione didocumentidiidentitàvalidiperl’espatrio,all’illecita esecuzione di operazioni nazionali e internazionali,monetarie e di cambio,alla ricettazionesistematicaesuvastascaladibiglietti ferroviaridellaTrenitalias.p.a.,illecitamenteacquistati mediante frode informatica.L’individuata organizzazione,del resto,radicata nella Capitale ed in diverse altre località del centro/nord Italia e organicamente estesa in altri Stati europei,tra i quali,in particolare Grecia, Francia,Germania,SveziaeRegnoUnito,assicuravaunconsistenteflussomigratoriodall’Afghanistan,perlopiù,versolaNorvegiaedil RegnoUnitoedharappresentatounpuntodi criticitàperlasicurezzainternaedinternazionale,inquantoingradodisviluppareunaformidabile illecita attività idonea a consentire penetrazioni nello Stato e nel cuore dell’Europa di elementi di milizie talebane,riconducibili a talune organizzazioni jihadiste e/o qaediste,notoriamenteoperativeinAfghanistan e nel nord del Pakistan,oltre che di elementipotenzialmentepericolosiaddestratiin Patriaalmaneggiodiesplosivi.Inesitoalleindagini il competente G.I.P. del Tribunale di Romaemettevanelmesedidicembrescorso unprovvedimentorestrittivoincarcereper47 dei50sodaliindividuati,edilmandatod’arrestoeuropeoperquellilocalizzatiall’estero,oltre che un provvedimento di sequestro,finalizzato alla confisca,di numerosi phone center edinternetpointindisponibilitàdellaconsorteria, al quale si diede esecuzione il giorno 11 gennaio2011mediantelacomplessaoperazione internazione di polizia,meglio nota con ladenominazione“OperazioneCESTIA”.

Inizia l’era dei cellulari 3D

Atene, la protesta arriva sul Partenone

Fra un paio di giorni, i coreani di Lg presenteranno alla stampa il loro Optimus 3D, il primo smartphone in grado di produrre contenuti (foto e video) tridimensionali. E di mostrarli sul display, capace di offrire un 3D in assenza dei famigerati occhialini, un po' come sul Nintendo 3DS.

MILANO - Un mega striscione sull'Acropoli. E una scritta in greco e inglese. «I popoli hanno il potere e non si arrenderanno mai» si legge sulla collina nel centro di Atene sui cui si innalza il Partenone. Lo striscione è stato appeso da un gruppo di militanti del Pame, sindacato vicino al Partito Comunista di Grecia, non nuovo a questo tipo di manifestazioni, in segno di protesta contro il piano di austerità.


Meteo

ORARI

SORA CASSINO ROMA

SERA NOTTE

FROSINONE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta PASTA E PISELLI Per preparare la pasta e piselli tritate i cipollotti e fateli appassire in un tegame assieme al burro e all’olio, poi aggiungete i piselli freschi sgranati (oppure, se non è stagione, quelli surgelati) e lasciateli cuocere per cinque minuti mescolando di tanto in tanto. Aggiungete il brodo vegetale e poi quando arriverà a bollore, unite la pasta. Mescolate fino a che il brodo non bollirà di nuovo e poi unite il sale; quando la pasta sarà cotta e al dente unite il pepe macinato e la noce moscata. Se preferite una pasta e piselli brodosa aggiungete ancora del brodo, altrimenti gustatela asciutta.

ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO POMERIGGIO

MESSE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

CASSINO NAPOLI 1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

ORE

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO ORE

APPuNTAMENTI

ISOLA DEL LIRI

29.06 - 03.07

LIRI BLUES 2011 Numeri utili CASSINO

EMERGENZA 112

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE

113 115 118 1515 800116

SANITA’

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123

STASERA IN TV

0776 21058

Rete Quattro, ore 21.10

0776 3941

BLOWN AWAY

0776 301222 0776 24422

NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

Quest’anno il Liri Blues inizierà il 29 giugno prossimo e si chiuderà il 3 luglio. Organizzato dall’Associazione Duke&Bird con il sostegno del Comune di Isola del Liri e della Provincia di Frosinone si svolgerà nel tradizionale spazio di Piazza de’ Boncompagni. Saranno cinque serate di grande musica e – dimenticavo di dirlo – tutte a ingresso gratuito, come da tradizione. Si apre con il concerto di Eric Bibb Quartet che fa parte della nuova generazione di bluesman che unisce innovazione e tradizione, dando linfa vitale a un genere che spesso si tende ad associare a pochi grandi musicisti, ma che invece è in continuo fermento. Il giorno successivo si esibiranno Albert Lee & Hogan’S Herpes. Lee ha suonato con artisti del calibro di Emmylou Harris, Jackson Browne ed Eric Clapton: un grande “country blues man”. Venerdì 1 luglio è la volta di Sonny Ladreth i cui maestri ispiratori sono Scotty Moore (il chitarrista di Elvis Presley), Chet Atkins e i Ventures. Dopo aver debuttato professionalmente negli anni Settanta nella band del fisarmonicista Clifton Chenier (dove per anni è stato l’unico bianco), Landreth decide di continuare in proprio incidendo due album per l’etichetta californiana Blues Unlimited. Sabato 2 luglio sul palco del Liri Blues si esibirà Bettye Lavette, una delle migliori vocalist di blues e soul viventi, per molti esperti la migliore in assoluto ora che altre regine della black music hanno smesso o intrapreso sentieri diversi dal classico Sixties Soul. Domenica 3 luglio chiuderanno il festival i Colosseum che tornano a calcare la scena italiana in formazione originale, con la voce possente di Chris Farlowe. Insomma, per gli amanti del genere, un evento imperdibile!

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

(azione - 1994)

Belfast: il gruppo di Ryan, un esaltato terrorista, piazza alcuni ordigni per un attentato. Accorgendosi che vi erano parecchi civili innocenti che rischiavano di morire, Liam interviene cercando di sventare il massacro. Purtroppo nella lotta l'ordigno causa la morte del gruppo, in particolare della sorella di Ryan, fidanzata di Liam. In seguito, Ryan viene catturato mentre Liam fugge in America cambiando il suo nome in James. Vent'anni dopo, Ryan fugge dal carcere. Liam è un agente della squadra artificieri di Boston. Durante la festa di compleanno della piccola figlia di James, nel giorno libero, Liam viene richiamato in servizio per una bomba dentro un PC in una scuola. Prendendo in mano la situazione riesce a salvare la ragazza in pericolo e per questo viene elogiato in televisione. Tra i telespettatori c'è anche Ryan che, riconoscendo l'antico amico-traditore, inizia una lotta senza quartiere contro Liam. Regia di Stephen Hopkins. Con Lloyd Bridges, Jeff Bridges, Tommy Lee Jones.

ANNO 1I - N° 147 - MARTEdì 28 gIugNO 2011

8.30 11.00 18.00

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.) ORE

8.30 11.00 CASSINO

FARMACIE LUNEDÌ 27 GIUGNO

COSTA

MARTEDÌ 28 GIUGNO

EUROPA

MERCOLEDÌ 29 GIUGNO

PRIGIOTTI

GIOVEDÌ 30 GIUGNO

S.BENEDETTO

VENERDÌ 01 LUGLIO

S.ANNA

SABATO 02 LUGLIO

COSTA

DOMENICA 03 LUGLIO

EUROPA


lagazzettacassino280611a  

COMUNE L’OSCAR DEL GIORNO: PROCURATORE MERCONE CRONACA IL TAPIRO DEL GIORNO: GLI INDAGATI DI ARCE CORPUS DOMINI ANNO i1 - N°147 - mArtedì 28...

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you