Issuu on Google+

ANNO I - N° 211 - SABATO 27 NOvemBre 2010 - DISTrIBuzIONe grATuITA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita gIOrNALe SATIrICO

VIA CASILINA SUD

LICENZE EDILIZIE SOTTO LA LENTE www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI TORTURATORI Che nei giorni scorsi hanno ucciso un gatto nelle campagne di Caira impiccandolo al r a m o d i u n a l b e r o. U n chiaro atto intimidator i o n o n s i s a c o n t r o c h i . Pe r c h i t o r t u r a g l i animali sono previste multe e anche gli arres t i . I n s o m m a u n a t t o s e l va g g i o c o n t r o a n i m a l i indifesi come gatti e cani è un gesto da condannare soprattutto se a commetterlo è stato un adulto e comunque nemmeno un minor e n n e v a s a l v a t o d a q u e s t o g e s t o. S i c u r a mente chi ha fatto questo ha qualche problema e sarebbe opportuno curarsi per evitare il ripetersi di simili gesti.

L’OSCAR DEL GIORNO AL REPARTO DI PEDIATRIA Dai medici, agli infermieri, agli ausiliari, ai quali va riconosciuto un grande apprezzamento per il lavoro encomiabile che ogni giorno svolgono per curare i più piccoli. Il tutto in un ambiente dove regna l’ordine, la tranquillità, l’igiene e , soprattutto, sorriso e disponibilità. Nei confronti dei bambini ricoverati hanno sempre grande affetto, curandoli senza far pesare loro il momento e la circostanza. Un plauso va sicuramente rivolto al responsabile del reparto, il dott. Torriero, che dirige l’unità operativa in maniera egregia.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE In consiglio approvata la costituzione di una società pubblico-privata per trattamento rifiuti

Roma, si a fusione Acea-Ama ROMA - Acea e Ama. Le aziende di Roma. Acqua, luce, pulizia. È su di loro che si concentra la rivoluzione del terzo millennio. Quella che obbliga agli enti pubblici a scendere sotto il 30% di quote di partecipazione. Uno choc culturale prima ancora che economico con il quale però occorre fare i conti. Così, nonostante la delibera sulla «maxi holding» capitolina che prevede un ridemensionamento delle circa 80 aziende comunali senza precedenti, stia per approdare in Consiglio comunale, è su Acea, così come su Ama, che si concentra maggiormente l'attenzione della politica e dell'opinione pubblica. Se da una parte le pa-

role del sindaco Alemanno a margine dell'audizione alla commissione parlamentare d'inchiesta sull'Ecomafia sembrano un fulmine a ciel sereno («nel 2011 sarà fatta la gara per vendere il 40% di Ama») dall'altra si comprende bene come il futuro è tutto lì. Non solo l'obbligo del decreto Ronchi, oggetto comunque di revisione, ma una difficoltà oggettiva per gli enti locali a "mantenere" aziende di servizi che devono oggi competere con colossi mondiali. La linea scelta da Alemanno è chiara. Meglio vendere ai "nostri" privati che far cannibalizzare le aziende dalle multinazionali. Una linea ribadita ieri durante il Consiglio stra-

Roma, dal 2013 verrà pedonalizzato il centro ROMA - Dal 2013 nel “Tridente mediceo” e cioè l'area del centro storico di Roma compresa tra via del Babuino, via del Corso e via di Ripetta, le auto non potranno più parcheggiare e, nella maggior parte delle vie, nemmeno transitare. Così cambia, gradualmente, una delle aree storiche della Capitale che sarà liberata dal traffico ma anche utilizzata per la sperimentazione della raccolta sotterranea dei rifiuti. Non solo, l'area sarà abbellita da una uniformità del colore delle facciate, armonizzate tra loro. Tutto questo sarà possibile grazie all'incremento delle auto elettriche, tra cui i mezzi pubblici, ma soprattutto all'apertura o ampliamento dei parcheggi. L'intera operazione, ha spiegato il sindaco di Roma Gianni Alemanno, «costerà circa 250 milioni di euro ripartiti tra oneri concessori derivanti da opere come la Rinascente e lo Spazio Etoile, fondi stanziati per la manutenzione stradale che verranno convogliati in queste opere e alcuni fondi di Roma Capitale che entro novembre saranno stanziati per piazza Augusto Imperatore»; a questo si aggiungeranno investimenti privati mentre i parcheggi verranno realizzati in project financing. Nel momento in cui verrà ultimato il progetto, comunque, via del Babuino rimarrà transitabile. Nel resto dell'area, e in particolare in 15 strade e nell'intera Piazza di Spagna, dalle 11 in poi cesserà il carico e scarico merci e il traffico sarà interdetto a tutti tranne ai veicoli del trasporto pubblico elettrico, ai veicoli elettrici privati e ai mezzi autorizzati che non includono le auto blu. Per il sindaco Alemanno si tratta «di cambiare l'atteggiamento verso il centro storico: modificare il modello di fruizione di quest'area per realizzare un vero e proprio salto di livello. Se adottassimo solo una serie di divieti si darebbe il via ad una sfida per aggirarli e invece bisogna far capire e comunicare che nel centro storico si vive in un modo magico».

2 ANNO I - N° 211 sAbAtO 27 NOVembre 2010

ordinario dell'Assemblea capitolina proprio su Acea, voluto dall'opposizione. Clima teso, con proteste in piazza contro lo spauracchio di 1.200 esuberi, ma costruttivo. Sono stati infatti approvati importanti ordini del giorno, anche dell'opposizione, come ad esempio quello per la costituzione di una società unica pubblico-privato per la gestione di tutti gli impianti di trattamento dei rifiuti e quello per «attivarsi presso il Parlamento ed il governo per la creazione di una Authority nazionale per l'acqua, al fine di sottoporre al soggetto pubblico il controllo e la regolazione». Alemanno poi ha rassicurato: «Riguardo al futuro delle quote in mano al Comune di Roma voglio essere chiaro: alla luce della evoluzione del quadro normativo (presentazione di due ricorsi pendenti presso la Corte Costituzionale) e alla luce della complessità delle operazioni disposte dal cosiddetto decreto Ronchi, il Comune sta proseguendo gli studi necessari a una corretta analisi della situazione. Su una cosa sicuramente non derogheremo: le azioni di Acea non saranno mai vendute per fare

cassa. Tutte le scelte saranno compiute in un'ottica di rafforzamento della capacità di Acea di produrre servizi migliori a prezzi

deve essere intrapresa subito. E la chiave di volta è non solo nel gas (la gara verrà bandita nel 2011) ma soprattutto nei rifiuti.

più bassi per i propri utenti cittadini. Non appena in base all'evoluzione del quadro normativo e alle nostre analisi finanziarie ed industriali avremo maturato un orientamento riferiremo all'Assemblea capitolina e alla cittadinanza senza nessuna fuga in avanti». Se per la normativa e dunque sulla quota di partecipazione del Comune nelle aziende di servizio si può prendere tempo, la strada per consolidare casse e bilanci di Ama e Acea

«Il pubblico deve entrare a tutti i costi nello smaltimento dei rifiuti - ha detto Alemanno - c'è una volontà da parte del Campidoglio di agevolare l'ingresso di Ama e Acea nella fase dello smaltimento». L'ingresso del pubblico nella gestione delle discariche e degli impianti, avrebbe una doppia funzione: da un lato mantenere la governance pubblica nel business, dall'altro abbassare i costi per le aziende municipalizzate e quindi per i cittadini.

Maratona Roma ‘11, tanti gli stranieri ROMA - La 17esima Maratona di Roma del 20 marzo prossimo, recentemente certificata dalla Federazionei ‘Iaaf road race gold label’ (evento top), ha chiuso ieri il primo step di iscrizioni. Analizzando i dati, spicca l’incremento del 31,7 per cento degli iscritti provenienti dall’estero. È un dato questo che, in prospettiva, potrebbe far registrare un numero di partecipanti stranieri notevolmente superiore a quello delle passate edizioni. La promozione internazionale che gli organizzatori stanno portando avanti da settimane, grazie anche al supporto delle istituzioni locali, sta dando i suoi importanti frutti. Per quanto riguarda gli italiani, il trend è in lieve crescita (+2,7 per cento). Il dato, visto il bacino italiano limitato rispetto a Gran Bretagna, Francia, Germania, Giappone e –soprattutto- Stati Uniti e unito all’elevato numero di maratone italiane in primavera, è più che positivo. L’incremento di iscritti, soprattutto stranieri, significa sviluppo del turismo e, quindi, benefici economici complessivi per la città. Nel periodo di marzo, abitualmente fiacco a livello turistico, si registreranno migliaia di presenze (in media ogni maratoneta porta con sé un accompagnatore soggiornando quattro notti nella Capitale) grazie all’evento romano. La maratona, dunque, potrà rappresentare la prima vera vetrina internazionale dall’annuncio della candidatura di Roma Capitale per l’organizzazione dei Giochi olimpici del 2020.

Incidente sulla A1, traffico bloccato

Stacca il tubo del gas e si barrica in casa

ROMA - Una persona è morta e un'altra è rimasta ferita in un incidente stradale che ha visto il coinvolgimento di un'autovettura. È accaduto questa mattina sull'A1 Milano - Napoli. Autostrade per l'Italia rende noto che il traffico è bloccato dalle 09.20 circa tra Ponzano Romano e Magliano Sabina al km 508 in direzione Milano.

ROMA - Sotto l'effetto della droga si era barricato in casa, minacciando di morte la convivente e anche gli agenti della polizia, che hanno poi fatto irruzione in un appartamento con l'aria ormai satura di gas. È accaduto a Roma, in via Michelotti, nella zona di S. Ippolito. La rabbia del 37enne sarebbe esplosa al “no” ricevuto dalla compagna di fronte all'ennesima richiesta di soldi.


REGIONE La governatrice del Lazio si dichiara disponibile, a patto che valga per tutte le regioni

Polverini: “Ok a rifiuti di Napoli” ROMA - Il Lazio è pronto ad aiutare la Campania per superare l’emergenza rifiuti. “Siamo disposti a prenderci i rifiuti di Napoli. Se tutte le regioni sono disposte, anche il Lazio, con le sue criticità, farà la sua parte, dopo approfondimenti tecnici relativi alla qualità e alla quantità dei rifiuti che ciascuna regione può assorbire”, ha promesso la governatrice Renata Polverini, che questa mattina ha partecipato alla riunione con il ministro degli Affari regionali Raffaele Fitto. E se il Veneto e il Piemonte, le due regioni guidate dalla Lega, per il momento si sono dette indisponibili ad accogliere i rifiuti campani, la Polverini esclude che la loro posizione sia “politica”. Intanto, se da un lato la Polverini non nega il suo sostegno alla Campania, dall’altro

è impegnata a risolvere i problemi del Lazio e, in particolare della Capitale, il cui sindaco oggi non ha mancato di battere cassa. “Un accordo con la precedente amministrazione regionale ha stanziato 12 milioni per tre anni per aiutare Roma a migliorare la raccolta differenziata - ha sottolineato Alemanno al termine dell’audizione in commissione ecomafie – e dal 2006 si sono registrati incrementi sempre superiori all’uno per cento: nell’ultimo anno, se tutto va bene, sarà dell’1,3 per cento. Ma nel 2012 saranno necessari nuovi stanziamenti perché la raccolta differenziata nella città possa migliorare”. Una richiesta subito accolta dalla Polverini: “Siccome puntiamo al raggiungimento del 65 per cento della differenziata,

Riasfaltature indecenti: a Roma tutto da rifare ROMA - Asfalto a tocchi, che si può prendere in mano, buono per giocarci a ruzzola, se non fosse ancor più facile farci un ruzzolone. È questo il rischio, specie in motorino, con una buca come quella fotografata l'altra mattina sul Lungotevere dei Pierleoni davanti a piazza Gerusalemme, nella foto che vedete al centro pagina. Ma come le rattoppano le strade? Via Portunse, viale Trastevere e i Lungotevere - un percorso preso a campione dalla periferia al centro - sono stati riasfaltati, e alla grande. Ma bastano quattro gocce, e a novembre si sa che piove, e il manto si spacca, le toppe si sgretolano e l'asfalto torna ad essere di nuovo come grattu-

giato. Piazza Ippolito Nievo, col suo asfalto fresco di bitume, e già di nuovo spaccato, è un po' il simbolo del viaggio dei cronisti sguinzagliati col metro in mano a misurare le "toppe" stappate. E se prosegui per via Bargoni, ti metti le mani nei capelli, sembra una strada di Kabul. Bombardata come quella dopo, via Musolino, la strada dedicata al patriota garibaldino. E non è incuria. Gli interventi ci sono, eccome. Ma è la qualità che ti dà da pensare. E riasfaltatura su riasfaltatura sprofondano i tombini, che si trasformano in un pericolo, come a via Portuense, nel tratto prima di piazzale della Radio. Asfalto in disfacimento e buche, anche in II e III Municipio.

seppur con la gradualità, - ha assicurato - è evidente che tutti i comuni avranno risorse per arrivare il prima possibile a quel-

l’obiettivo”. Alemanno ha poi ricordato che “bisogna procedere all’individuazione di un nuovo sito” alternativo a Malagrotta (“Mi

auguro che la Regione possa favorire la presenza di Ama, di Acea o di altre società pubbliche nella gestione”) e ha annunciato che presto sarà portata in giunta una delibera che dia sei mesi di tempo agli esercizi commerciali della capitale per interrompere l’utilizzo di sacchetti di plastica e sostituirli con buste di carta o in materiale riciclabile. Infine, il primo cittadino della Capitale ha annunciato che entro il 2011 sarà venduto il 40 per cento della società Ama. Quanto al possibile acquirente privato, il sindaco ha precisato che sarà una gara a determinarlo. E a chi gli chiedeva se veda di buon occhio l’ingresso di Manlio Cerroni attuale proprietario della discarica di Malagrotta, ha risposto: “Non lo vediamo male. Cerroni è un ottimo imprenditore”.

Villa Quintili, aperto il percorso ROMA - Dopo il Tempio di Venere e Roma al Foro romano, la Vigna Barberini, le Arcate Severiane al Palatino, apre Villa Quintili all'Appia antica con un nuovo allestimento dei percorsi e nuovi scavi. “Un progetto in divenire”, ha dichiarato all’inaugurazione il sottosegretario ai Beni e alle attività culturali, Francesco Giro che ha aggiunto: “Stiamo lavorando per valorizzare il patrimonio archeologico di Roma. Valorizzeremo il complesso di Santa Maria Nova ma anche Ostia e tutto il territorio intorno la Capitale con una serie di iniziative in collaborazione con la Regione Lazio”. Proprio per la Regione era presente la presidente della commissione Cultura, Veronica Cappellaro. In cantiere anche la valorizzazione del parco naturale dell’Appia Antica e il parco archeologico: due realtà destinate a convivere in maniera sempre più stretta. “Fronteggiare l’abusivismo e rilanciare l’area sotto il profilo sia naturalistico che archeologico – ha proseguito Giro – per condividere progetti e risorse disponibili”. Una collaborazione tesa a promuovere progetti integrati per rilanciare la cultura e incrementare il turismo a Roma e nel Lazio. “La cultura – ha dichiarato il sottosegretario – deve diventare sempre di più

Rita Borsellino all’Abbazia di Fondi

Via al posizionamento di 28.050 cassonetti

FONDI - Nello scenario dell'Abbazia paleocristiana di San Magno, ieri ha fatto il suo ingresso un'ospite d'eccezione. Si tratta dell'eurodeputata Rita Borsellino, sorella del Magistrato Eroe scomparso nella strage di Via D'Amelio a Palermo il 19 luglio 1992. Impegnata ormai da più di 18 anni a fare memoria per diffondere tra i giovani i valori della legalità.

ROMA - È stato presentato, giovedì 18 novembre, presso la sede della Marco Polo il piano di sostituzione e rinnovamento del parco cassonetti stradali con il posizionamento di 28.050 nuovi contenitori su tutto il territorio cittadino. Si tratta di 14.450 contenitori per la raccolta dei rifiuti indifferenziati, 6.800 per la raccolta del multimateriale, 6.800 per la raccolta della carta.

fattore di crescita economica”. Anche il progetto di pedonalizzazione del centro storico di Roma rientra in questo piano di valorizzazione che della Capitale. Giro è poi tornato sul crollo della Domus dei Gladiatori a Pompei: “L’incidente, l’imprevisto, può esserci – ha spiegato il sottosegretario -. Le cause possono essere diverse, ad esempio la scarsità di personale: ci sono meno occhi sul nostro patrimonio culturale. La prevenzione va fatta soprattutto con la presenza fisica, sul campo, coi custodi. E’ un problema, che purtroppo abbiamo ereditato e che dobbiamo superare insieme a quelli di natura economica”. La Villa dei Quintili venne acquistata dallo Stato nel 1985. Era un tratto del paesaggio dell'Appia antica di 24 ettari , privo in quel momento di una sua precisa attrattiva archeologica. In seguito a una campagna di scavi, durata pochi anni, sono emerse delle preesistenze archeologiche di straordinaria bellezza: pavimenti, ambienti, sculture, le piccole Terme, oggetti e materiali della Villa che sono stati uniti a quelli già scavati nei primi decenni del '900, conservati a Roma nel museo delle Terme, che verranno ricollocati nei luoghi di rinvenimento.

3 ANNO I - N° 211 sAbAtO 27 NOVembre 2010


prOVINCIA “Comunichiamo la non violenza” Notevole successo ha riscosso il concorso indetto dall’ufficio Pari Opportunità della Provincia FROSINONE - Un notevole successo per l’Ufficio Pari Opportunità della Provincia di Frosinone retto dal consigliere delegato, Sara Giansanti e per il suo concorso “Comunichiamo la nonviolenza” che si è concluso nel Salone della Provincia di Frosinone con la premiazione dei vincitori. Una giornata speciale per celebrare la “Giornata Mondiale contro la violenza di genere”. Il concorso, bandito per le scuole della provincia di ogni ordine e grado ha visto l’adesione di centinaia di studenti e decine di istituti scolastici. Molti hanno inviato dei materiali, disegni, foto, video e scritti di notevole qualità e dai contenuti molto interessanti. Ad aggiudicarsi il primo premio per la Scuola Primaria sono state le classi VC e VD della Scuola Primaria “A.Carbone” di Sora con l’opera “Essere libere di pensare”. Al secondo

posto le classi VA, VB, VC della scuola della scuola “Luigi Mastrogiacomo” di Ceccano con il video “Quello che le donne non dicono”. Terze classificate le classi VA e VB della Scuola primaria di Castelliri con il video: “Spot… impariamo a non avere paura… mai più preda”. Per la scuola secondaria di primo grado a vincere il primo premio sono state Ludovica Iacovissi, Marta Chianta e Valeria Corsi della Scuola media statale “Luigi Pietrobono” di Frosinone con la poesia dal titolo “La Donna”; primo classificato a pari merito il rap “Lei ha paura” di Silvio Giammarco, Lorenzo Pantano e William Muscedere delle scuola “Evan Gorga” di Broccostella. Al secondo posto la classe IIIC della Scuola Media “Giorgi-Fracco” di Ferentino con il racconto “Francesca e Samera, un’amicizia senza barriere”. Terzi classificati Luana Scaccia, Federico

Graziani, Ilaria Rossi, Noemi Marcoccia, Francesca Dell’Orco e Roberta Viglianti con un’opera di computer art dal titolo: “Denuncia, Stalking, Aiuta ad aiutarti, Combatti, Vortice delle violenza, Stop”, della scuola media “Dante Alighieri” di Alatri. Per la scuola secondaria di secondo grado a vincere è stato il video realizzato da Matteo Paniccia dal titolo “Una mano contro la violenza” dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e Ristorazione “M. Buonarroti” di Fiuggi. Secondo Classificato il racconto “Una volta, in un giorno di sole…” di D’Ermo, in un progetto che ha visto la partecipazione anche di Iovine, Santangelo, Colafrancesco, Kola, Zegarelli, Marsella e Amodio del Liceo Classico “Giosué Carducci” di Cassino. Terzo classificato Marco Fiorini, con l’opera grafico-pittorica “Libertà

di parola , espressione di vita” del Liceo Artistico A.Valente di Sora. Ad illustrare le motivazioni delle premiazioni il presidente di giuria, Marco Odargi. Sono intervenuti durante la manifestazione, Aurelio Spaziani della Questura di Frosinone; Anna Maria Petitti coordinatrice dell’Area dipartimento materno infantile territoriale; Maria Grazia Baldanzi, consigliere comunale di Frosinone; Patrizia Palombo, Presidente della sezione di Ceccano del Telefono rosa; Maurizio Ottaviani, Presidente dell’Aipes; Maria Rosaria Ruggeri, del Centro Antiviolenza di Ferentino; il responsabile Uil Donne, Tarquini; la segretaria provinciale Cgil donne Cossero, la consigliera di pari opportunità della Provincia di Frosinone, Maria Rita Cianfrino. Presenti anche gli Assessori provinciali, Gianluca Quadrini, Giuseppe Paliotta e Antonio Abbate.

Iannarilli: al Tulliano di Arpino Scuola, non si placa in provincia abbiamo dato un milione e mezzo la protesta contro la Gelmini FROSINONE – Il presidente Iannarilli replica a Fabio Forte in merito alla questione del Convitto di Arpino: “Desidero fare ancora alcune considerazioni sulla vicenda delle scuole di Arpino soprattutto perché mi corre l’obbligo, da Presidente della Provincia, di riportare la vicenda sui binari dell’efficacia delle azioni e distoglierla dalle beghe politiche che, mi rendo conto, in procinto di una campagna elettorale per il ricambio al Comune di Arpino, possono prendere il sopravvento sulle necessità degli studenti che, invece, sono e devono restare prioritarie. L’imperversare del Sindaco Forte che continua ad esternare nervosamente sulla stampa proclami bellicosi, ritengo, sia fuori luogo pur comprendendo il fervore di un agone elettorale alle porte. L’Assessore Quadrini, che fa parte della mia Giunta, non si fa rappresentare da altri, come Forte, con toni da campagna elettorale, ripete. E’ il Presidente che si esprime su questa vicenda e, con esso, l’Assessore al ramo. Come ben sa Forte, la nostra Amministrazione,

4 ANNO I - N° 211 sAbAtO 27 NOVembre 2010

dunque l’Assessorato di Quadrini, ha destinato allo stabile che ospita il Convitto oltre un milione e mezzo di euro. Queste non sono chiacchiere ma sono fatti. Che Forte lo voglia o meno, che a lui faccia comodo o meno. Si tratta, infatti, di una cifra notevole vista la dotazione che l’Assessore Quadrini ha a disposizione. Cifra che, comunque, non basterà a coprire il costo di tutti i lavori da fare. Senza tornare sulle polemiche circa l’inizio dei lavori, delle diatribe con la rettrice del Convitto e altre questioni che a questo punto non ritengo interessino gli studenti e i loro genitori e che, ripeto, possono assumere toni conflittuali per meri interessi elettorali, noi andremo avanti ad occuparci di Arpino e delle sue scuole con il massimo dell’impegno possibile e lo faremo concretamente come concretamente, checché Forte si agiti e ne dica, stiamo assolvendo a tutti i nostri compiti. Sempre tenendo fede a un’unica linea guida, la vicinanza ai cittadini e il perseguimento del loro interesse. In questo caso degli interessi degli studenti e solo i loro”.

FROSINONE - “Siamo alle comiche grottesche da fine impero. Chiediamo al ministro Gelmini di compiere un atto di dignità e responsabilità e di ritirare il ddl che porta il suo nome". E' quanto dichiarano il segretario provinciale dei Giovani Democratici Enrico Pittiglio ed Elisa Ljiljianic, Membro del Cnsu “Questa 'non-riforma' è un inutile e dannoso ammasso di norme burocratiche: il voto altalenante di queste ore alla Camera ne è una conferma. Si lavori a reperire i fondi per il diritto allo studio, per la ricerca, per la riforma della didattica e per i precari. E immediatamente dopo si convochino finalmente le parti sociali, a partire da studenti e ricercatori, per costruire una riforma vera e condivisa della nostra università. Le tante proteste di queste ore, da Palermo a Napoli, da Firenze a Milano,da Bologna a Torino, impongono al governo uno stop. La Gelmini, se ne faccia una ragione. Nessuno provi a fare strumentalizzazioni o a spostare l'attenzione su altre vicende: il ddl Gelmini è un

disegno conservatore e va immediatamente ritirato. Gli interventi legislativi e i tagli massicci al bilancio che propongono i ministri Gelmini e Tremonti vanno contro gli interessi delle nuove generazioni e dell’intero paese, un governo che con arroganza disarmante continua a portare avanti tagli imponenti e una riforma dannosa. Il governo ha paura del futuro, non vuole dare all’Italia un'adeguata classe dirigente e questa pseudo-riforma ne è la prova. Una riforma senza copertura finanziaria, senza investimenti e con il rischio per il nostro territorio del drammatico ridimensionamento dell’ateneo di Cassino. Siamo e saremo al fianco degli studenti e dei ricercatori fino all’ultimo, con forza e passione. C'è chi lotta per avere più ricerca e meno escort, più dignità e meno squallore, più futuro e meno pantano nel quale questo Paese sembra stia precipitando e crediamo che i motivi di fondo che spingono tanti giovani in questi giorni alla protesta siano una spinta sana e positiva”.

Migliorelli, pensiamo ad un partito per tutti

Energia, De Angelis plaude all’Ue

FROSINONE–“IlCongressodelPartitoDemocratico in atto a Frosinone rappresenta una bella opportunità per gli iscritti e per i cittadini.Un’occasione preziosa per rafforzareilradicamentosulterritoriodelPd,rendendolo semprepiùattentoaiproblemieaisuggerimentidellecomunità. Ma anche un passaggio importante nella costruzione di quella alternativa di governo che è l’obiettivo principale del Pd e del centrosinistra.”. E' quanto fa sapere in una nota Lucio Migliorelli.

FROSINONE - E' stata adottata la risoluzione del Parlamento europeo riguardante la nuova strategia energetica europea per il periodo 2011-2020, che rientra nel quadro della più ampia 'Europa 2020: strategia per una crescita intelligente,sostenibile e inclusiva'.“La risoluzione del Parlamento - commenta l'eurodeputato Francesco De Angelis - è importante. Ribadisce che l'efficienza e il risparmio energetico sono priorità economicamente più vantaggiose”.


prOVINCIA Inaugurato il centro antiviolenza Nella giornata contro gli abusi alle donne la Provincia a Sora scende in campo con un servizio concreto FROSINONE – Ci sono diverse modalità di celebrare la Giornata mondiale contro la violenza alle donne. C’è chi sceglie un convegno, chi decide per una campaagna di sensibilizzazione e chi opta per la realizzazione di un qualcosa che alle donne che hanno subito tale atroce esperienza possa servire concretamente, possa aiutarle nel percorso di recupero e di superamento della violenza subita. Si tratta di possibilità di per sé tutte meritevoli di elogio, ma visti i dati snocciolati dal’Istat, per cui in Italia una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, nella sua vita ha subito violenze da parte di un uomo, con 6.743 milioni casi di maltrattamenti e stupri, certamente la scelta di celebrare la giornata con l’inaugurazione di una struttura che permetta di trovare accoglienza, conforto e consulenza per

uscire dal tunnel della violenza subita rappresenta la scelta migliore. Ed è la scelta adottata dalla Provincia di Frosinone che, proprio in occasione della giornata mondiale dedicata al problema, ha deciso, simbolicamente, di inaugurare a Sora una Centro per donne vittime di abusi e una Casa famiglia. L’apertura del Centro è il frutto di una collaborazione proficua tra l’associazione “Risorse Donna” onlus e la Provincia di Frosinone. Una iniziativa voluta dal consigliere con delega alle politiche sociali, Vittorio Di Carlo e sostenuta dal presidente Iannarilli. La struttura, nella garanzia del rispetto dell’anonimato e riservatezza, rappresenta uno spazio di ascolto, sostegno ed accoglienza per le donne che subiscano violenza, maltrattamenti psicologici, fisici o sessuali. Chiamando il numero verde è possi-

bile ottenere colloqui di sostegno telefonici e diretti; servizi di consulenza psicologica, medica e legale; informazione sui servizi sociali e sanitari; sostegno in caso di necessità di ricorso al Pronto soccorso e alle Forze dell’ordine. Inoltre il Centro offre accoglienza e ospitalità temporanea a donne sole o con figli minori che abbiano necessità di allontanarsi dal proprio ambiente di vita. Per le ospiti vengono assicurati alloggio, vitto e assistenza diurna e notturna, interventi per il trattamento problematico o traumatico; protezione, tutela ed assistenza; reinserimento sociale, abitativo e lavorativo; percorsi di recupero psicofisico; sostegno legale, consulenza, assistenza gratuita durante il processo; orientamento ai servizi. Un folto pubblico ha partecipato

alla cerimonia di inaugurazione presso la sede dell’amministrazione provinciale di Sora e non nella struttura vera e propria, di cui non si deve conoscere l’ubicazione per motivi di sicurezza. Presente all’evento, oltre al consigliere provinciale Vittorio Di Carlo, padrone di casa e al consigliere provinciale Andrea Amata, il consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza della Regione Lazio, l’onorevole Isabella Rauti. Inoltre, il sindaco di Sora Cesidio Casinelli, il consigliere provinciale Sara Giansanti, l’assessore ai servizi sociali del comune di Frosinone e presidente dell’accordo di programma del distretto B Massimo Calicchia e altri rappresentanti del’amministrazione comunale di Sora e, naturalmente, i rappresentanti dell’associazione “Risorse donna”, con la presidente Elisabetta Viscogliosi e il suo staff.

Andrea Amata: variamo progetti Di Carlo: le donne meritano con una forte valenza sociale attenzioni in più dalle istituzioni FROSINONE – Anche il consigliere provinciale Andrea Amata è stat parte attiva per la realizzazione dell’importante progetto di assistenza alle donne: “Una giornata importante, quella che si è celebrata a Sora con l’inaugurazione del Centro antiviolenza. Una giornata all’insegna della promozione della cultura del rispetto e dell’assistenza per le donne che purtroppo subiscono il reato dei maltrattamenti. Un reato che si consuma sempre più spesso tra le mura di casa, nell’ambiente che dovrebbe essere il luogo sicuro per eccellenza. Ma le statistiche dimostrano l’esatto contrario. La Provincia di Frosinone, a dimostrazione dell’attenzione alle emergenze sociali da parte del presidente Iannarilli, ha voluto dare un segnale concreto di impegno nel contrasto a questo problema. E lo ha voluto fare grazie all’impegno del consigliere Vittorio Di Carlo nel sostenere la nascita di un Centro antiviolenza insieme con l’associazione Risorse Donna Onlus. Iniziative come questa sono importantis-

sime, perché testimoniano l’importanza di creare la rete territoriale tra gli enti pubblici e il privato sociale. Una rete che è finalizzata a sostenere i cittadini di fronte alle emergenze. E’ questa la strada da seguire. Il mio personale ringraziamento va anche all’onorevole Isabella Rauti per la sua presenza a Sora e per il suo impegno giornaliero, da donna prima che da rappresentante delle istituzioni, nella promozione della cultura del rispetto nei confronti del sesso femminile”.

F R O S I N O N E – L’ h a vo l u t o i n prima persona, come consigliere delegato alle politiche sociali, il C e n t r o a n t i v i o l e n z a . S t i a m o p a rl a n d o d i Vi t t o r i o D i C a r l o. S o d d i s f a t t i s s o d e l l ’ i n i z i a t i va : “ I l r e a t o della violenza sulle donne è uno dei crimini più odiosi che putroppo affliggono la nostra società, un crimine in costante aumento. E anche il nostro territor i o, p u r t r o p p o, n o n s i s o t t a r e a questo trend nazionale. Una vera e propria emergenza sociale che mi h a spi n to, i n qu alità di cons igliere delegato alle politiche sociali d e l l a P r o v i n c i a d i Fr o s i n o n e, a d i n t e r v e n i r e. E a f a r l o i n m a n i e r a c o n c r e t a , s o s t e n e n d o, i n s i e m e a l pr esi den te Iannarilli, la nas cita di un C en tr o di accoglienza/Cas a fami gl i a per donne vittim e di abu s i, in collaborazione con l’associaz i o n e R i s o r s e D o n n a o n l u s. E ’ s t a t o, i n o l t r e, u n m i o p r e c i s o i n -

tendimento quello di collocare la struttura nell’area sud della provincia, a Sora, visto che nella nos t r a p r ov i n c i a e s i s t e u n s o l o c e n t r o d e l g e n e r e, a Fe r e n t i n o. I n questo modo abbiamo coperto in m aniera p iù cap illare p os s ibile, la domanda di servizi per le donne in s itu azione di bis ogno. Vo g l i o r i n g r a z i a r e e r i vo l g e r e i miei complimenti all’associazione “Risorse Donna” e al suo staff di qualificate operatrici che gestiranno il Centro. M a , i n p a r t i c o l a r e, vo g l i o r i n g r a z i a r e l ’ o n o r evo l e I s a b e l l a R a u t i , c h e c o n l a s u a a u t o r evo l e p r e s e n z a , h a vo l u t o d a r e l u s t r o a l l ’ eve n t o d i S o r a . L e s u e p a r o l e d i apprezzamento sono uno stimolo a continuare nalla strada che abb i a m o i n t r a p r e s o, r i vo l t a a s o s t e nere le donne nel percorso di recupero del benessere personale e dei p rop ri figli”.


CASSINO Nardone:orgoglioso dell’indicazione di Alemanno CASSINO - Continua il dibattito politico dopo il successo del convegno economico organizzato dall’avvocato Michele Nardone con la partecipazione importante del sindaco di Roma Gianni Alemanno. Un appuntamento che ha colto nel segno e che fa salire le azioni di Michele Nardone soprattutto quando il Pdl dovrà fare le scelte sul candidato a sindaco. Avv. Nardone, la Sala Restagno del Palazzo Comunale gremita dall’inizio alla fine del Convegno «Cassino, avamposto industriale», da Lei fortemente voluto e organizzato con la Fondazione Nuova Italia. Un tema attualissimo, relatori ed ospiti di prestigio e rappresentativi delle diverse competenze, una partecipazione pubblica numerosa ed attenta, che voglio ancora ringraziare. Portare a Cassino temi concreti e sentiti dalla comunità è uno dei miei modi di intendere e fare politica. E’ stato chiaro che il dibattito ha voluto affrontare il tema del Convegno da tutti i punti di vista, da tutte le angolazioni possibili. Esattamente. Si è partiti dall’esame delle dinamiche economico-politiche internazionali, per arrivare – attraverso il quadro degli interventi messi in campo dal governo nazionale – all’analisi del nostro territorio, delle sue potenzialità indu-

striali e delle sue prospettive di sviluppo. Parlare di sviluppo anche in questo momento di crisi? Soprattutto in questo momento di crisi. E’ emerso più volte durante il Convegno come, in questa fase di trasformazioni sociali, sia necessario che la politica, l’impresa ed i lavoratori “facciano sistema” e sappiano convergere al massimo grado le loro rispettive competenze in un clima costruttivo senza mai perdere di vista l’orizzonte finale di sviluppo. Insomma, quella “visione complessiva” cui Lei si riferiva nel suo intervento di apertura del Convegno. Sì. Le sfide ed i limiti della globalizzazione ci impongono di superare le logiche tradizionali delle relazioni industriali e di aprire ad una fase nuova, ad un nuovo contesto di impresa. E’ il punto su cui si è particolarmente soffermato il Sindaco Alemanno nel corso dell’intervento di chiusura dei lavori del Convegno. Il Sindaco Alemanno ha ribadito con convinzione un principio nel quale ha sempre creduto e che, oggi, ritiene ancora più essenziale per elaborare un sistema competitivo, il principio che occorra realizzare forme di partecipazione dei lavoratori nella gestione dell’impresa. Ha evidenziato come sia

compito specifico della politica nazionale e delle forze industriali e sindacali quello di proseguire il lavoro che, in tal senso, è stato già avviato nel tavolo di confronto in merito all’individuazione concreta delle forme in cui detta partecipazione può essere attuata. Il messaggio di Alemanno è stato forte e convinto: i progetti di investimento e di sviluppo industriale, che oggi richiedono scelte nette e decise, devono poter essere conosciuti e partecipati dai lavoratori. A questo proposito, ha voluto ricordare anche

come, ad esempio, alcuni meccanismi di partecipazione dei lavoratori siano stati già pianificati nel quadro delle operazioni di riorganizzazione delle aziende che formano la “holding” di Roma Capitale. Il Sindaco Alemanno ha anche parlato di un’asse industriale tra Roma e Napoli. Veramente ha anche detto qualcosa di più, e cioè che Cassino – in questo asse – è assolutamente centrale. Ha prospettato la strategia di un nuovo territorio industriale, una grande area che si sviluppi partendo dai poli metropolitani di Roma e Napoli, con le loro diverse caratteristiche e peculiarità, e che dia vita ad una fascia intermedia di infrastrutture, di imprese trainanti e di indotto. In questa ottica, la centralità di Cassino non solo è geografica, ma sarà funzionale e strategica per le prospettive del suo territorio. Alemanno ha esortato tutti a sostenere la candidatura di Michele Nardone alla carica di Sindaco. Essere indicato da Alemanno, tenuto conto del suo ruolo di primo livello, quale sindaco di Roma Capitale e indiscusso leader politico nazionale, non mi sembra affatto poco!! Che ne pensa della polemica di Sebastianelli, il quale ha dichiarato che le “benedizioni” deve darle il

posizione Sebastianelli. Successivamente, durante l’Amministrazione Di Zazzo, quando assessore all’Ambiente era GianniValente, si manifestarono le prime prese di posizione contro la gestione sivamente, l’Amministrazione Di Zazzo, dell’Ato dadurante parte dello stesso assessore e della quando assessore maggioranza che,all’Ambiente nel maggioera delGianni 2002,Vadulente, manifestarono le prime presediede di posirantesi l’Amministrazione Scittarelli, inzione gestione dell’Ato di daimpugnare parte dello caricocontro ad unlapool di avvocati stesso assessore e dellaNegli maggioranza che,sono nel l’adesione alla società. ultimi anni maggio del 2002, durante stati convocati, ancora perl’Amministrazione volontà di Gianni Scittarelli, diede incarico adcomunali un pool di avvocati di Valente, diversi consigli sull’argoimpugnare allaad società. Negli ultimi mento finol’adesione ad arrivare una richiesta, firanni convocati, ancora per volontà die matasono da stati 18 consiglieri di maggioranza Gianni Valente,didiversi consigli comunali sull’aropposizione, una nuova assise straordinagomento adarrivare aduna richiesta, firmataIl ria per lafino revisione delle norme statutarie. da 18 consiglieri di maggioranza e opposizione, consiglio comunale si tenne il 16 febbraio di una nuova assise straordinaria perche la revisione 2009: dopo lo scontro al vetriolo si condelle statutarie. Il consiglio comunale si sumònorme tra il sindaco e lo stesso Valente, capotenne il 16 febbraio 2009: dopo lo scontro al ve-

Acquedotto, via alla raccolta firme contro la gestione dell’Acea Ato 5 CASSINO - “Inizia domenica mattina lungo corsoTrieste a Sant’Angelo inTheodice la raccolta delle cittadini amattina favore CASSINO - firme “Iniziadei domenica della pubblica e diretta in del Comune lungogestione corsoTrieste a Sant’Angelo Theodice la del servizio in tutto il tutto il territorio raccolta delleidrico firme dei cittadini a favore della gecomunale. Gianni Valente, Giuseppe Sebastione pubblica e diretta del Comune del servizio stianelli, Franco Evangelista, Emilio Iannetta, idrico in tutto il tutto il territorio comunale. Gianni Orazio Fabio Fiorillo, Franco Aldo Diodati e Valente,Picano, Giuseppe Sebastianelli, EvangePino La Norcia, primi firmatari nelFabio febbraio lista, Emilio Iannetta, Orazio Picano, Fio2010 consiglio comunale rillo, della Aldo richiesta Diodati edel Pino La Norcia, primi per la revisione della2010 norma e la difirmatari nelfebbraio dellastatutaria richiestadel conchiarazione dell’acqua comedella servizio pubsiglio comunale per la revisione norma stablico senza scopo di come lucro,servizio nelle tutarialocale eladichiarazione dell’acqua prossime settimane la nelle stessa inipubblico locale senzaporteranno scopo di lucro, prosziativa anche nelle località dilaCaira, S.iniziativa Michele, sime settimane porteranno stessa Sant’Antonino, Collecedro, e Ananche nelle località di Caira,S.Panaccione Michele,Sant’Antonino,Collecedro,PanaccioneeAntridonati,tutte

6 ANNO I - N° 211 sAbAtO 27 NOVembre 2010

tridonati, tutte gestite dall’Acea Ato 5. In particolare, la petizione sarà condotta dalle associazioni politiche “Cassino la mia gestite dall’Acea Atocittadine 5.In particolare, la petizione città”, “Libertàdalle e benessere”, “Popolo dicittaCassarà condotta associazioni politiche sino” e “Terralanostra”, che si presentano riudine“Cassino mia città”, “Libertà e benessere”, nite sotto slogane“Diventa partecipe “Popolo di lo Cassino” “Terra nostra”, che sidella pretua città”. La città spiegano infatti sentano riunite sottodiloCassino, slogan“Diventa partecipe gli extua amministratori, sempre contrari alla della città”. La città dida Cassino, spiegano infatti privatizzazione e all’ambivalenza della situagli ex amministratori, da sempre contrari alla prizione, è sempre stata ambigua sull’argomento vatizzazione e all’ambivalenza della situazione,è tra il centro città e lesull’argomento periferie, servite sempre stata ambigua tra ilprima cendal Consorzio degli Aurunci e, dal daltro città e le periferie, servite prima dal1996 Consorl’Ato 5, in seguito alla1996 delibera del consiglio zio degli Aurunci e,dal dall’Ato 5,in seguito comunale 89/14 del 28comunale guidato dal sindaco alla deliberan.del consiglio n. 89/14 del Petrarcone. Una scelta,Petrarcone. quest’ultima, fatta con 28 guidato dal sindaco Una scelta, il voto contrario consigliere di opquest’ultima, fattadell’allora con il voto contrario dell’allora consigliere di opposizione Sebastianelli.Succes-

popolo e non devono essere “calate dall’alto”? In verità la considero una polemica sterile, volutamente provocatoria ed anche potenzialmente dannosa per il Popolo delle Libertà. Sebastianelli fa finta di dimenticare che alle passate elezioni comunali io sono stato il candidato consigliere più eletto nella lista PdL e che pertanto il mio incarico di pubblico amministratore è stato sostenuto dalle preferenze popolari, a differenza del suo che è maturato solo per indicazione politica esterna, non passata attraverso il vaglio elettorale. Insomma, una provocazione che non vuole raccogliere ? Proprio così. E’ una provocazione che fa parte di un vecchio modo di fare politica, per usare un eufemismo, fatto di preoccupazioni egoistiche condite da slogan buoni per tutte le stagioni. Una logica che non mi è mai appartenuta. La migliore risposta, invece, la lascio sia a voi, che avete dato notizia di una Sala Restagno affollatissima per tutte le tre ore di durata del Convegno, sia a tutte le persone che incontro e che mi dicono che sto finalmente portando a Cassino una visione politica nuova ed una nuova idea di governance comunale. Con il mio staff sto lavorando ad un laboratorio di idee e progetti concreti.

fila dei firmatari dell’odg a garanzia dell’acqua pubblica, il primo cittadino e il presidente del consiglio comunale si appellarono ad un cavillo burocratico per non approvare il punto. <Riteniamo che non sia più tollerabile la gestione privata di un servizio importantissimo per la città come quello idrico – precisa Giuseppe Sebastianelli – anche in considerazione dell’imminente applicazione del Federalismo comunale che prevede l’amtriolo che si consumò il sindaco e lo stessoVa-in ministrazione delletra entrate direttamente lente, dei firmatari dell’odg a garanzia capocapofila al Comune. Abbiamo constatato nei dell’acqua pubblica, il primo cittadino e–illa giorni scorsi – ha aggiunto Sebastianelli presidente del consiglio comunale si appeldisponibilità del commissario prefettizio a velarono burocratico per rificaread se un è incavillo suo potere revocare la non conapprovare il punto. <Riteniamo che non siale venzione con l’Acea, intanto raccogliamo più tollerabile la gestione privata di unparteserfirme, allo scopo di rendere i cittadini vizio per la città come cipi diimportantissimo una scelta che li riguarda da vicino>. quello idricodi– firme precisa Sebastia-5 La raccolta si Giuseppe sposterà domenica nelli – anche in considerazione dell’immidicembre in località Antridonati; la settimana nente applicazione Federalismo successiva, domenica 12 del dicembre, Sebastiacomunale che prevede l’amministrazione nelli e i suoi sodali saranno a Sant’Antonino; delle entrate in caponella al Coil 19, infine, ladirettamente petizione si svolgerà framune. Abbiamo zione di Caira. constatato nei giorni scorsi – ha aggiunto Sebastianelli – la disponibi-

Sora, Pdl a convegno con Tajani e Cicchitto

Esplorazioni vulcaniche a cura del Cai di Esperia

CASSINO - Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, partecipa al convegno “Il Pdl nel governo degli Enti Locali”. La manifestazione si terrà lunedì 29 novembre 2010, alle ore 18, presso l’Hotel Valentino a Sora.All’incontro parteciperanno il presidente dei Deputati del Pdl Fabrizio Cicchitto, Antonio Tajani.

ESPERIA - Il Club alpino italiano ha organizzato per domani 27 Novembre, un incontro sul tema dei vulcani. A tenerlo sarà il professore Onofrio Di Gennaro che racconterà, presso la Cappella Lauretana alle ore 18, le sue esplorazioni alla volta di questi rumorosi giganti.


cassinate La Procura indaga su progetti edilizi rilasciati in via Casilina sud senza Piani particolareggiati

Licenze “spericolate”, ci risiamo CASSINO - La procura della Repubblica di Cassino, sta indagando su una zona della città, via Casilina Sud, dove erano previsti i cosiddetti piani particolareggiati, ed invece, sono state rilasciate licenze a costruire, ad un imprenditore, tale Iavarone. La zona in questione, è quella a ridosso del centro "Le residenze", alle spalle di un grande ipermercato, e come abbiamo detto, la solita spericolata manovra politica dell'ex assessore al'urbanistica, Giuseppe Sebastianelli, ha concesso al costruttore cassinate, il permesso per realizzare alcune unità abitative, o palazzi se vi piace di più. La magistratura ha evidentemente ritenuto che qualcosa non andasse per il verso giusto, ed è partita la verifica, che dal punto di vista tecnico la sta effettuando un architetto della zona, su mandato della Procura. L'indagine dei giudici cassinati in materia urbanistica non è una novità in senso assoluto: la città di Cassino, in attesa che il suo ex assessore all'urbanistica Sebastianelli, e quello prima di lui, Modesto Della Rosa, si facessero approvare il nuovo piano regolatore generale, hanno fatto crescere la

città, o meglio, le cubature di cemento in modo esponenziale. Tutto è stato fatto a colpi di varianti, San Bartolomeo, dove sorgeva l'ex fornace Cimillo, tanto per fare un esempio, fu acquistata da Bottoni, il quale, dopo aver fatto fare la variante al prg su misura per lui, ha venduto tutto a Fontana e Di Fiore che hanno realizzato alcune palazzine.Varianti su varianti anche per quanto riguarda la zona di Sferracavalli. Anche qua, i soliti colpetti al piano regolatore, hanno permesso ai vari Fontana e Murolo, di realizzare altri palazzi. Palazzi - dormitorio, senza una minima struttura per i cassinati, e con i marciapiedi, se così si possono chiamare, realizzati come opera compensativa ma dove due persone una accanto all'altra non riescono a camminare. Durante il loro mandato, il duo Sebastianelli - Della Rosa, hanno fatto spuntare a Cassino palazzi come i funghi, in qualsiasi zona della città, senza il minimo controllo. Qualcuno ci obietterà che almeno la città ha ricevuto opere compensative in cambio del cemento. Macchè! Ma quale opere compensative, sono stati realizzati solo palazzi su palazzi,

Il CaffE’

Il borsino

ed altri erano initinere. Le opere per i cittadini sono, e resteranno per parecchio tempo al palo, come ad esempio la stazione degli autobus di via Casilina sud: quei pochi mattoni che hanno realizzato, versano in un pietoso stato di abbandono e di incuria. E come non parlare dell' ennesima variante al Prg che Sebastianelli aveva previsto a cavallo tra le zone di Sferracavalli e San Pasquale: migliaia e migliaia di metri quadrati di terreno, sarebbero diventati di colpo, suolo edificabile, arricchendo tra gli altri, molti amici e parenti di qualche amministratore comunale. La cosa era talmente scandalosa, che un gruppo di consiglieri di maggioranza (pensate un po') inviò una lettera all'allora presidente del consiglio comunale Mignanelli, dove veniva invitato a non portare all'ordine del giorno il punto relativo alla variante Sferracavalli, già bella e impacchettata dall'assessore Sebastianelli. Neanche a dirlo, la maggior parte dei guai per l'amministrazione Scittarelli, nacquero proprio all'indomani di quella famosa lettera. Ignazio Annunziata

di giovanni trupiano

CHI SALE

di Zio Ciro LA FONTANA INQUINATA In un paesino del Sud c’è un signore che beve da una fontana inquinata. Un tizio che guarda dalla finestra gli grida che l’acqua non è potabile, ma niente. Grida di nuovo, ma l’altro ancora niente. Allora scende di corsa e grida e quello alla fontana con accento milanese gli risponde: “Scusa, che vuoi?” E l’altro: “No, volevo dire bevete piano che è fredda!”

IRIS VOLANTE Sta svolgendo il suo compito di commissario al parco, con serietà e dedizione. L'aria fresca di Campo di Mele evidentemente fa bene, dato che la Iris, si tiene ben fuori dal marasma politico cassinate.

FERNANDO MIELE il coordinatore della "Rosa di Cassino" svolge un lavoro oscuro, faticoso e con poche risorse. Ma il vecchio Fernando è uno che crede in quello che fa, e ci mette sentimento e passione.

Cena di beneficienza presso “Il Ponte”

Appello di Della Posta per la protesta Cgil

PONTECORVO - “Sulle note della solidarietà”, è titolo dell’evento ideato dall'associazione culturale Mgb Events in programma oggi a Pontecorvo che vedrà eccezionalmente esibirsi presso il Centro Commerciale “Il Ponte” la Banda "Davide Delle Cese, Città di Pontecorvo”, con la collaborazione dell'Ipersimply ed il patrocinio del Comune di Pontecorvo.

AQUINO - “Rivolgiamo un accorato appello a tutti i giovani, i precario, i lavoratori, le forze politiche, sociali della provincia di Frosinone a partecipare in maniera massiccia alla manifestazione indetta dalla CGIL per oggi contro i tagli alla scuola e alla cultura”. L’invito arriva dall’associazione “20 Ottobre” per bocca del suo esponente di spicco, Oreste Della Posta.

CHI SCENDE ARTURO BUONGIOVANNI Ha inviato un comunicato dove sembra essere nato ieri. Ha dimenticato il suo recente accanto e per conto dell'amministrazione Scittarelli. Lo preferiamo come scrittore. LA GOSAF La società d'o professor continua a battere cassa. Non si arrende, cerca di scucire danaro a chiunque risulti ancora in vita. In un altra qualsiasi civile realtà, qualcuno sarebbe intervenuto

7 ANNO I - N° 211 sAbAtO 27 NOVembre 2010


CASSINO Posti di lavoro a rischio. Oggi la protesta CASSINO - La provincia di Frosinone ha il record in Italia di ore di cassa integrazione, oltre 13 milioni di ore di senza lavoro. Lo sottolinea il segretario di Cgil-Funzione pubblica Benedetto Truppa alla vigilia della manifestazione nazionale di protesta in programma domani a Roma con lo slogan “Il futuro è dei giovani e del lavoro”. Truppa sottolinea ancora che ogni famiglia ha perso fino ad oggi 6.500 euro di salario nei primi dieci mesi del 2010 mentre 3.000 contratti a tempo determinato non sono stati confermati, soprattutto a giovani e donne. “Sarà quella del 27 novembre – dichiara Truppa - la manifestazione di chi rivendica i diritti dentro e fuori i luoghi di lavoro. La CGIL non accetterà mai lo scambio lavoro diritti, Pomigliano insegna, che la FIAT di Marchionne vuole imporre e Confindustria vuole trasferire in ogni settore

con la gestione delle deroghe al contratto.” Per il segretario della Cgil-Fp le criticità sono riscontrabili soprattutto nel Cassinate. “Un territorio – spiega - dove la crisi a partire dal settore metalmeccanico la stanno pagando soprattutto le

lavoratrici ed i lavoratori. Entro il 2012, se la Fiat non farà nuovi modelli e se l’indotto non diversificherà la produzione, si prevedono tra i 6-7 mila esuberi di personale. Un dramma occupazionale con gravi conseguenze.” Dalla provincia di Frosinone saranno un migliaio i partecipanti alla ma-

nifestazione di Roma. Da Cassino i pullman messi a disposizione dal sindacato partiranno alle 6,30 dal parcheggio di Piazza Green. Intanto sono rischio altri cento posti di lavoro tra la Deco di Castrocielo e la Weber di Aquino. L'onorevole Anna Teresa Formisano lancia l'allarme al Governo sul pericolo di chiusura della Deco Scala di Castrocielo. "L'azienda scrive l'esponente centrista in un'interrogazione al Ministro dello sviluppo economico, Paolo Romani - sembrerebbe intenzionata a chiudere lo stabilimento e vendere la struttura, destinata peraltro ad altra destinazione d’uso. Sarebbe l’ennesimo caso nel territorio della provincia di Frosinone di un’azienda in difficoltà che rischia la chiusura,con tutto quello che ne consegue dal punto di vista economico ed occupazionale.”

Generazione Italia Futuro e Libertà apre sede anche a Cassino CASSINO - Questa mattina alle ore 11, in Via Virgilio 17 a Cassino, verrà inaugurata la prima sede di Generazione Giovani - Futuro e libertà della Provincia di Frosinone .Interverranno l’On. Antonio Bonfiglio, l’On. Fabio Granata, l’On. Alessandro Foglietta e l’Avv. Fabio Bracaglia. “L’apertura della sede cassinate - dichiara il Presidente del Circolo GI , Alessandro Minci - rappresenta il punto di partenza di quel rinnovamento generazionale della politica di cui tanto necessita la nostra Città. Sarà, da subito, un laboratorio attivo di idee e proposte, aperto ai giovani che condividono in pieno i valori contemplati nel “Manifesto per l’Italia” presentato a Bastia Umbra alla Convention di Futuro e Libertà. E’ necessario offrire nuovi stimoli alla nostra città che, al momento, risulta essere “dormiente”.Va riconosciuto che il nostro territorio è stato oggetto della realizzazione di importanti infrastrutture ma, purtroppo, è

stato, soprattutto, vittima di scelte sbagliate che hanno portato i cittadini a non avere più fiducia nei loro rappresentanti e nelle istituzioni. Con l’inaugurazione della sede di Futuro e libertà è doveroso porsi degli obiettivi da perseguire. E’il momento, questo, di invertire drasticamente la rotta e prestare la dovuta attenzione alla cultura, alla ricerca, all’università, punti focali da cui rilanciare il nostro territorio. L’unica via da percorrere è quella che ci porti a ricostruire un modello sociale valido, produttivo e rinnovato anche operando, laddove risultino necessarie, delle scelte difficili.Il punto di partenza del nostro programma sono, sicuramente, i valori del “Manifesto per l’Italia” ma, nostro intento, è quello di interagire, lavorare, cooperare, con tutti i cittadini per un continuo avvicinamento della politica alle reali e quotidiane esigenze. La nostra sede in Via Virgilio, da stamane, è aperta a tutti. “


SPORT CALCIO PROMOZIONE

Il tecnico azzurro Scorsini presenta la difficile trasferta sul campo del Paliano

“Guai ad abbassare la guardia” “Ci vorrà il miglior Cassino per portare a casa la tanto agognata vittoria esterna” CASSINO - La truppa azzurra ha usufruito del venerdì di riposo e si ritroveranno questa mattina allo stadio Salveti per la consueta seduta di rifinitura al termine della quale il tecnico Marco Scorsini scioglierà i dubbi sull’undici anti Paliano che manderà in campo dal primo minuto. La vittoria di domenica scorsa con l’Arce ha rivitalizzato lo spogliatoio cassinate ed il lavoro settimanaole è stato svolto da tutti gli alteti con il morale alto e l’intenzione di ripetersi nello scontro diretto di domani in cui il Cassino si ritroverà di fronte un Paliano ultimo ma reduce da due risultati utili consecutivi(pareggi con Segni in casa e a domicilio del Sant’Apolli-

nare) dopo il cambio di allenatore che ha portato Paolo Lunardini sulla panchina biancorossa. “L’ultima piazza occupata dal Paliano non ci deve ingannare - sentenzia il tecnico cassinate Marco Scorsini alla vigilia dell’impegno - perchè

andremo a giocarci le nostre chance sul campo insidioso di una squadra che si è rinforzata con gli innesti di due/tre giocatori di spessore trovando nuova linfa a seguito del cambio di allenatore. Non sono assolutamente da sottovalutare i risultati che il Paliano è roiuscito ad ottenere negli ultimi due turni. Tra le loro fila tornerà in campo la loro punta di diamante Marino, reduce da un infortunio, proprio nel momento in cui dovremo fare a meno del nostro capitano Angelo raia. Un’assenza che non ci voleva in questo momento ma che obbliga il gruppo a dare ancora qualcosa in più. Il Paliano è una squadra tignosa e cattiva sotto l’aspetto agonistico, molto temibile tra le

mura amiche e che in questo frangente è in netta ripresa dopo un avvio stentato. La classifica così corta ci suggerisce di non abbassare la guardia: commettere nuovamente errori dettati da un calo di concentrazione sarebbe inaccettabile. Pertanto ci vorrà il

Cassino migliore, quello ammirato nel secondo tempo con l’Arce, per avere la meglio e portare a casa altri punti preziosi nel terzo scontro diretto consecutivo che ci troviamo ad affrontare. Ancora non ho deciso a chi affidarmi per sostituire il nostro leader Angelo Raia ma in linea generale ho detto ai ragazzi che occorre una prestazione maiuscola: c’è tanta voglia di conquistare la prima vittoria esterna della stagione, un risultato che ancora ci manca e che abbiamo solo sfiorato in quel di Bellegra. Credo che il Cassino sia pronto per ottenerla, ma dovrà disputare la gara perfetta. Ci vorranno testa, cuore e polmoni, tutte prerogative sulle quali possiamo contare”.

VOLLEY MASCHILE

Prima stagionale tra le mura amiche per i cassinati contro gli esperti ciociari del Ceprano-Frosinone CASSINO - L’attesa è durata due giornate. Al terzo impegno stagionale finalmente gli azzurri della pallavolo saranno impegnati tra le mura amiche in una partita che si prospetta divertente ed emozionante. Gli avversari dei cassinati saranno gli esperti giocatori del Volley CepranoFrosinone’92. Il sodalizio è nato quest’anno dalle ceneri della società frusinate che nella scorsa stagione aveva terminato l’annata con una pesante e perentoria retrocessione dalla Serie D. La compagine ciociara si presenta quest’anno ai nastri di partenza della Prima Divisione con un organico formato da tanti giocatori esperti e qualche giovane interessante, e con buone

potenzialità e prospettive. L’inizio di stagione è stato però a corrente alternata: se nella prima uscita il Ceprano-Frosinone era stato in grado di resistere 5 set ai fortissimi ragazzi del Ferentino, perdendo il tie-break per un nonnulla, nella seconda partita non sono riusciti a fare altrettanto bene, e si sono dovuti accontentare di una sofferta vittoria 3-2 contro i giovanissimi e poco esperti romani del Tivoli-Guidonia. Il cammino della OneToOne Cassino volley è stato molto simile sul piano dei risultati. I ragazzi del duo Pittiglio-Kofler hanno trovato una sconfitta inaspettata giunta al tie-break sul campo della Borghesiana alla prima giornata, per poi riscattarsi e

vincere, sempre al quinto set, in trasferta sul campo della motivatissima ed ambiziosa Boville. Le due formazioni si presentano quindi allo socntro di Sabato 27 con identico piazzamento in classifica, e con tanta voglia di intraprendere un cammino più regolare e più spedito. Rispetto alla gara esterna contro gli ernici, gli azzurri recuperano qualche elemento che aveva dato forfait, e hanno dalla loro parte anche una ulteriore motivazione a fare bene nel primo impegno casalingo: a infoltire il tifo azzurro ci sarà per la prima volta anche il nuovo top-sponsor della squadra, che si adopererà per riuscire a seguire il più possibile la sua formazione durante tutto il campionato,

Inter, guaio J.Cesar Forse torna a gennaio

Rapina ed aggressione a Bernie Ecclestone

APPIANO GENTILE - Continuano i problemi per l'Inter di Benitez. È infatti più grave del previsto l'infortunio di Julio Cesar: si tratta di un serio stiramento muscolare (il club nerazzurro smentisce l'ipotesi di uno strappo). Fermo dalla trasferta di Genova, il numero uno nerazzurro è a forte rischio per il Mondiale per club e potrebbe rientrare in campionato dopo la sosta natalizia.

LONDRA - Disavventura per il paton della Formula Uno, Bernie Ecclestone che, secondo quanto riporta il tabloid inglese 'The Sun', è stato aggredito e malmenato da quattro malviventi mentre si trovava in compagnia della fidanzata brasiliana Fabiana Flosi davanti alla porta della propria abitazione che gli hanno rubato un orologio e gioielli per un valore di 200.000 sterline (circa 240.000 euro).

ed assicurarle così supporto e incoraggiamento. Visti i presupposti, la partita che si disputerà Sabato 27 Novembre alle ore 18.00 nella palestra dell’I. P. I. A. di Cassino sarà sicuramente un match di buon livello, emozionante e tutto da seguire. Vedremo se i cassinati riusciranno a festeggiare il primo impegno davanti ai propri sostenitori con una vittoria da 3 punti che darebbe morale, sicurezza e ancora più motivazioni alla truppa azzurra.

9 ANNO I - N° 211 SAbAtO 27 NOVEMbRE 2010


ANNO i - N° 211 -sAbAtO 27 NOvembre 2010 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

GLI IMPRENDITORI SI MOBILITANO www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A DANIELE COLASANTI Con un’enfasi senza precedenti lo scorso 3 ottobre l’assessore comunale al Turismo e al Commercio aveva presentato il “Piano marketing” , annunciando grandi cose per il commercio e per l’imprenditoria locale e parlando di uno stanziamento regionale di ben 150mila euro. Ebbene, a tutt’oggi, di quei soldi non se ne ha traccia e nessuno sa o vuole spiegare che fine abbiano fatto. Quei soldi dovevano servire per l’arredo urbano, per la promozione dei prodotti artigianali locali, per il recupero delle botteghe storiche, per migliorare il trasporto urbano, per la tutela dei livelli occupazionali e per informazioni al Consumatore. Caro assessore Colasanti, siamo ancora in attesa di risposte. I cittadini chiedono che fine abbiano fatto questi soldi e voi avete il dovere di rispondere.

L’OSCAR DEL GIORNO AGLI IMPRENDITORI Hanno fatto bene, anzi benissimo, gli imprenditori frusinati i quali, insieme ai colleghi che operano su tutta la provincia di Frosinone si sono associati dando vita ad un organismo che adesso, stante una situazione di precarietà senza precedenti, accompagnata da previsioni che non sono proprio ottimistiche, vuole dialogare direttamente con i politici locali. La prima uscita ufficiale è prevista per lunedì prossimo quando, al termine della riunione, verrà stilato un documento che in un secondo momento verrà sottoposro all’attenzione dei referenti politici che, adesso, non possono proprio tirtasi indietro dinanzi alle loro responsabilità.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone Le associazioni di imprenditori si sono incontrate per stilare un documento programmatico

Nasce “Per Frosinone oggi” Dalla riunione di lunedì prossimo uscirà un piano che verrà sottoposto ai politici FROSINONE - Nell’attuale persistente situazione di difficoltà economica e sociale che continua ad attraversare la nostra provincia, le associazioni imprenditoriali di Frosinone si sono incontrate nelle settimane scorse per definire un documento comune da sottoporre ai referenti politici ed amministrativi del nostro territorio. Il ‘manifesto’ intitolato “Per Frosinone Oggi” sarà presentato in una assise pubblica che si terrà lunedì 29 novembre alle ore 17 presso il Fornaci Cinema Village in via Gaeta a Frosinone. Per la prima volta nella nostra provincia tutte le associazioni imprenditoriali di Frosinone hanno condiviso soprattutto un metodo sul quale richiamare l’operato dei referenti politici del nostro territorio. Si tratta di una le-

vata di scudi molto importante e che giunge in un momento in cui sia a livello comunale che a livello provinciale non vengono adottati provvedimenti per aiutare l’imprenditoria locale. E per imprenditoria non intendiamo soltanto le grazie aziende ma anche quelle che solitamente vengono definite Piccole e medie imprese che, sia nel Comune capoluogo che nella Ciociaria, sono perlopiù a conduzione familiare. Molte di esse, poi, sono legate alle attività commerciali molte delle quali, soltanto nell’ultimo anno sono state costrette a chiudere i battenti per mancanza di fondi per andare avanti. Emblematica, a tal proposito, la situazione del centro storico di Frosinone dove i commercianti denunciano da mesi un calo del mercato pericoloso e quasi irrefrenabile. Eppure l’Am-

ministrazione comunale targata Marini sembra sorda a questo tipo di appelli che giungono da chi rappresenta la linfa vitale del Comune. La speranza di molti era legata alla creazione del Centro commerciale naturale ma anche per questo progetto, il lassismo e la negligenza del governo cittadino, hanno creato una situazione divenuta paradossale. I fondi non si sa bene che fine abbiano fatto, mentre dasl Comune si giustificano che quelli messi a disposizione dovevano essere utilizzati entro la fine del mese di settembre. A ben vedere, in mezzo a tutta questa gazzarra, resta un unico dato certo: di quei soldi resta soltanto una sgenaletica stradale che indica l’esistenza di un centro commerciale che non è mai decollato e non si sa se decollerà mai.

Confartigianato organizza Lucio Migliorelli: il Pd punta alla condivisione corsi di formazione per tutti FROSINONE - “Il Congresso del Partito Democratico in atto a Frosinone rappresenta una bella opportunità per gli iscritti e per i cittadini. Un'occasione preziosa per rafforzare il radicamento sul territorio del Pd, rendendolo sempre più attento ai problemi e ai suggerimenti delle comunità. Ma anche un passaggio importante nella costruzione di quella alternativa di governo che è l'obiettivo principale del Pd e del centrosinistra. Un progetto basato su proposte e soluzioni concrete,

2 ANNO I - N° 211 sAbAtO 27 NOVembre 2010

aperto a tutte le espressioni della società. Quel progetto che è al centro anche del nostro dibattito congressuale, con una scelta unitaria, che punta alla condivisione di idee e progetti. La forza di un Partito con tante anime e un unico scopo, costruire il futuro”. E' quanto fa sapere in una nota Lucio Migliorelli, segretario in pectore del PD provinciale,in vista dell'appuntamento congressuale di dicembre prossimo quando si voterà per il rinnovo dei vertici nazionali.

FROSINONE - Dalla dolce passione per il cibo degli Dei agli adempimenti necessari per la somministrazione di alimenti e bevande, passando per le norme utili sulla contribuzione, pensioni di vecchiaia e di anzianità. Sono i corsi di Confartigianato Imprese Frosinone che in questa stagione autunnale entrano sempre più nel vivo, con l'obiettivo, per ognuno di essi, di individuare e fornire ai propri soci ma anche alle fasce più giovani della società civile, percorsi formativi utili a facilitare l'ingresso nel mondo del lavoro, oppure a favorire e conciliare l'apertura di nuove attività. Proprio per questo, infatti, tutti i corsi attuati e di prossima attuazione, hanno una sezione dedicata alla

formazione di base e proseguono poi con la formazione più avanzata. E' terminato la scorsa settimana, per esempio, con la consegna degli attestati ai numerosi partecipanti, il corso organizzato dal Patronato Inapa: sei incontri di aggiornamenti professionali, aperti anche ai privati, in materia previdenziale e pensionistica, sulle casistiche degli infortuni sul lavoro, su contribuzione, pensioni di vecchiaia e di anzianità, invalidità civile e accompagnamento. In corso di svolgimento, in questi giorni, poi, passando in tutt'altro ambito, è il corso di cioccolateria, realizzato in collaborazione con Innova, l'azienda speciale per la formazione della Camera di Commercio.

Raggira e truffa un anziano. Ricercato

Ferentino, stanziati fondi per rimuovere l’amianto

CECCANO - Ennesima truffa ai danni di un anziano. Un uomo si è presentato dinanzi ad un 84enne ceccanese chiedendogli dei soldi ed esibendo una falsa autorizzazione del figlio. L’anziano ha consegnato la somma richiesta, ben 1.400 euro ma si è accorto troppo tardi di essere stato raggirato. Non gli è rimasto che sporgere denuncia presso gli uffici della stazione dei Carabinieri di Ceccano che stanno indagando sul caso.

FERENTINO - Il Comune di Ferentino ha pubblicato il bando per l'assegnazione di contributi a fondo perduto, finalizzati all'incentivazione di interventi di bonifica, rimozione e smaltimento dell'amianto da manufatti, fabbricati ed edifici civili, produttivi, commerciali e terziari sul territorio comunale. L’ammontare dello stanziamento per l’anno 2010 è pari ad Euro 15.000.


frosinone Sono allarmanti i dati della Prefettura di Roma che riguardano la nostra provincia

Usura, fenonemo in crescita Gabriele (Codici): invitiamo la gente a rivolgersi ai nostri sportelli di ascolto FROSINONE - L’Osservatorio regionale sul monitoraggio del credito della Prefettura di Roma, nei giorni scorsi, ha lanciato l’allarme: nel Lazio, i dati sull’usura sono preoccupanti, il fenomeno registra un crescente incremento: le province maggiormente esposte sono Roma e Frosinone. “Il fatto di cronaca del pensionato di Monte San Giovanni campano ci invita a riflettere– commenta Luigi Gabriele, segretario provinciale Codici Frosinone – è la dimostrazione che quello dell’usura è un problema grave che crea ripercussioni non solo sulle vittime, ma anche sui carnefici. Il caso dell'anziano che ha bruciato 3 case prima di togliersi la vita rappresenta un’eccezione: di solito, infatti, sono gli usurati che ricorrono a gesti estremi. Sentirsi con il fiato sul collo dei “cravattari”, avere la sensazione di aver perso tutto, sentirsi soli ed impotenti dinanzi a chi con

raggiro, artifizio e astuzia, ti priva della dignità prima e della libertà dopo, infatti, può portare a gesti insani e disperati. Per questo motivo da circa sei mesi in collaborazione con tre amministrazioni locali abbiamo attivato 3 sportelli che sono di grandissimo aiuto sia a coloro che sono in una condizione di indebitamento eccessivo, (quindi l'anticamera dell'usura) e sia per coloro che si trovano già all'interno di questo circuito infame. Si può uscire dalla spirale, lo si può fare denunciando ed essendo assistiti da strutture adeguate a sostenere questi casi. Noi vi possiamo aiutare, se non volete per qualsiasi motivo recarvi agli sportelli, almeno chiamateci e cercheremo di darvi un sostegno alla vostra condizione. Gli sportelli si trovano a Sora, Castelliri e Ceprano e i numeri telefonici sono, rispettivamente, 0776/828315; 0776/807350;07751993174”. “Prossi-

mamente – conclude Gabriele – partiremo con una grande campagna di comunicazione all'interno delle scuole e nelle città per presentare il corto che abbiamo realizzato a livello nazionale per raccontare questo bruttissimo dramma che è l'usura”. Un fenomeno che è cambiato in cui spesso si vedono attori insospettabili vicini di casa, direttori di banche amministratori pubblici, insieme alleati per fare profitto sulle disgrazie dei cittadini. Colgo l'occasione per segnalare e lanciare un monito alla provincia di Frosinone ed in particolar modo all'Assessorato Provinciale alle Attività Produttive, che durante un nostro incontro presso la sala del consiglio provinciale, tenutosi nel mese di settembre, si era espressamente impegnato con Codici a fare una campagna informativa, ed invece, come in altre situazioni, ha confermato che la sua parola non è credibile”.

“Ascolta la Ciociaria” I giovani democratici alla Gelmini “Ritiri subito il disegno di legge” applaudita a Praga FROSINONE - La rassegna “Ascolta la Ciociaria” con il concerto effettuato presso il Conservatorio “Jana Deyla”di Praga ha raggiunto un traguardo storico per la cultura frusinate, mai rappresentata in precedenza nella Repubblica Ceca. A corollario di un progetto culturale unico, ideato dal M° Francesco Marino e patrocinato dalla Provincia di Frosinone, l'esibizione del pianista Gesualdo Coggi è stata molto apprezzata dal pubblico, soprattutto in considerazione dell'impegnativo programma proposto: la Sonata n. 3 di F. Chopin, la Sonata in si minore di

F. Liszt e, in prima esecuzione mondiale, la Sonata n. 1 di Francesco Marino. Le sonate di Chopin e Liszt, composte rispettivamente nel 1844 e nel 1852, rappresentano la massima espressione d'arte che i due musicisti hanno dedicato alla forma-sonata; nel caso di Liszt, addirittura l'unica sonata scritta. Presenti al concerto, oltre all'Assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone, Antonio Abbate e al Consigliere provinciale Antonio Colantonio, anche un cospicua delegazione di funzionari e dipendenti della Provincia di Frosinone.

FROSINONE - “Siamo alle comiche grottesche da fine impero. Chiediamo al ministro Gelmini di compiere un atto di dignità e responsabilità e di ritirare il ddl che porta il suo nome”. E' quanto dichiarano il segretario provinciale dei Giovani Democratici Enrico Pittiglio ed Elisa Ljiljianic, Membro del Cnsu. “Questa 'non-riforma' è un inutile e dannoso ammasso di norme burocratiche: il voto altalenante di queste ore alla Camera ne è una conferma. Si lavori a reperire i fondi per il diritto allo studio, per la ricerca, per la riforma della didattica e per i precari. E immediatamente dopo si convochino finalmente le parti sociali, a partire da studenti e ricercatori, per

Regione Lazio, è nato il gruppo Fli

Pofi, Bidittu presenta “Tropico del tempo”

REGIONE LAZIO - “Ho ricevuto oggi una lettera dal consigliere regionale Francesco Pasquali con la quale ha comunicato l’intenzione di costituire un nuovo gruppo consiliare denominato Futuro e Libertà”. Lo riferisce con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.

POFI - Domani pomeriggio, con inizio alle ore 17.00, presso la Sala Conferenza del Museo Preistorico di Pofi "Pietro Fedele", si terrà la presentazione del libro del prof. Italo Biddittu dal titolo "Tropico del Tempo". L'incontro è a cura del prof. Marcello Carlino. Si tratta di un appuntamento culturale da no0n perdere per la sua novità.

costruire una riforma vera e condivisa della nostra università. Le tante proteste di queste ore, da Palermo a Napoli, da Firenze a Milano,da Bologna a Torino, impongono al governo uno stop. La Gelmini, se ne faccia una ragione. Nessuno provi a fare strumentalizzazioni o a spostare l'attenzione su altre vicende: il ddl Gelmini è un disegno conservatore e va immediatamente ritirato. Gli interventi legislativi e i tagli massicci al bilancio che propongono i ministri Gelmini e Tremonti vanno contro gli interessi delle nuove generazioni e dell'intero paese, un governo che con arroganza disarmante continua a portare avanti tagli imponenti e una riforma dannosa”.

3 ANNO I - N° 211 sAbAtO 27 NOvembre 2010


Meteo

ORARI

SORA

MESSE ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE

FROSINONE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta

PANNA COTTA AL COCCO CON COULIS DI LAMPONI

Per preparare la panna cotta al cocco, per prima cosa dovete mettere in ammollo la colla di pesce in acqua fredda e lasciatela ammorbidire completamente. Nel frattempo in un pentolinofate scaldare (ma non bollire) la panna a cui aggiungerete il latte di cocco e lo zucchero. Aggiungete la colla di pesce ben strizzata e mescolate per scioglierla e amalgamate eliminando eventuali grumi.Versate il composto negli stampini (il composto vi basterà per 8 stampini da 100 ml) e metteteli in frigorifero a rassodare per almeno 3 ore. Preparate il coulis (salsa) frullando i lamponi con lo zucchero a velo e passando il tutto al setaccio. Quando la panna cotta sarà compatta, sformatela infilando la lama di un coltellino lungo il perimetro della stessa e immergendo poi lo stampino per qualche secondo in acqua bollente. Capovolgetela su di un piatto da portata, guarnitela con il coulis di lamponi e decoratela ponendo un paio di lamponi sulla sommità, un paio di foglioline di menta e una spolverata di cocco rapè.

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

CASSINO NAPOLI 5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

Latte (di cocco, 400 ml); Colla di pesce (10 gr); Lamponi (200 gr); Zucchero (a velo, 20 gr); Noce di cocco (rapé, q.b.); Menta (qualche fogliolina).

Numeri utili EMERGENZA 112 113 115 118 1515 800116

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE SANITA’

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI

FROSINONE, CINEMATEATRO ARCI

Un uomo si sveglia in una bara, una cassa di legno grezzo. Ha le mani legate ed un bavaglio alla bocca, inoltre ha anche diversi oggetti nella bara, messi lì dalle stesse persone che lo hanno chiuso e seppellitto sottoterra, tra i quali un telefono cellulare, unico mezzo per comunicare con l'esterno. E comunicare con l'esterno è esattamente quello che deve fare secondo i suoi aguzzini: l'idea è infatti che il povero camionista, sepolto non si sa dove nel deserto dell'Iraq, convinca governo o ambasciata a pagare un riscatto per la sua libertà. E soprattutto che lo faccia prima che finisca l'aria. Tutto in una bara. Violenza cerebrale perpetrata a mezzo telefonino, martellamento psicologico da incompetenza da call center, assenza di campo, jingle di attesa, segreterie telefoniche, esaurimento della batteria che fa da contraltare alla violenza fisica da assenza d'aria, serpenti nei pantaloni e strettoie claustrofobiche.

8.30 11.00 18.00

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.) ORE

8.30 11.00

FARMACIE

STASERA IN TV

Rete Quatteo, ore 21.10

FINO A PROVA CONTRARIA

ORE

26/27 NOVEMBRE

CINE D’ESSAI IX EDIZIONE “BURIED - SEPOLTO” INGREDIENTI: Panna (400 ml); Zucchero (120 gr);

ORE

VENERDI’ 26 NOVEMBRE

S.ANNA

SABATO 27 NOVEMBRE

PRIGIOTTI

DOMENICA 28 NOVEMBRE

EUROPA

LUNEDI’ 29 NOVEMBRE S.BENEDETTO

(thriller - 1999)

Nel carcere di San Quentin (California), il giovane nero Frank deve essere giustiziato un minuto dopo la mezzanotte per l'omicidio di una commessa bianca. Vecchio cronista di “nera” in chiusura di carriera all'“Oakland Tribune”, sobrio come un ex alcolizzato, fumatore, marito infedele, padre assente, puttaniere, Steve Everett ha dodici ore di tempo per trovare la prova della sua innocenza. Da una calibratissima sceneggiatura di Larry Gross, Paul Brickman e Stephen Schiff, adattamento del romanzo The crime di Andrew Klavan, Eastwood ha cavato un thriller a orologeria che soltanto critici e spettatori che guardano il dito invece che la luna hanno giudicato meccanico, effettistico, sentimentalmente demagogico. Regia di Clint Eastwood, con James Woods, Clint Eastwood, Diane Venora, Denis Leary.

ANNO I - N° 211 - SABATO 27 NOVEMBRE 2010

MARTEDI’ 30 NOVEMBRE

EUROPA

MERCOLEDI’ 01 DICEMBRE

PRIGIOTTI

GIOVEDI’ 02 DICEMBRE

S.ANNA



lagazzettacassino271110a