Page 1

ANNO 11 - N° 47 - sAbAtO 26 febbrAiO 2011 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO AI CARABINIERI

TU VUÒ FÀ L’AMERICANO Pe r ave r s m a s c h e r a t o d u e g e o me tr i im b r o gl i o n i ch e p u r d i fa vo r ir e i lo r o cl i e nt i fa l s i fi c ava no l e c a r t e. N e l c o r s o d e l l ’ a t t i v i t à i nve s t i g a t i va i c a r a b i n i e r i d e l l a S e z i o n e d i Po l i z i a G i u d i z i a r i a pr es s o la Pr o c ura e d e l l a Co mpagnia di Cassino scoprivano ch e i d u e p r o f e s s i o n i s t i , a b u s a n d o d e l p r o p r i o i n c a r i c o, e s sendo c o nve n z i o n a t i con il Comune di Cassino, falsificavano le pratiche di sanatoria, attraver s o f als e r el a z i o ni r e l a t i ve a l l’as s en z a d i vi nc o l i u r b a n i s t i c i e i d r o g e o l o g i c i , m o d i f i c a n d o, g r a f i c a m e n t e, il corso dei fiumi, aggiungendo negli elaborati, ines isten ti p art i c e l l e c a t a s t a l i a l fine di posizionare gli immobili da sanare alle giuste distanze da lle f asce d i r i s p e t t o.

IL TAPIRO DEL GIORNO AI TECNICI INFEDELI

Avevano ingannato gli impiegati facendo rilasciare permessi regolari che invece erano fuorile gge. I n s o m m a a g g i u s t ava no l e pratiche im p os s i b i l i fa c e n d o o t t en er e ai lo r o c l i e nt i l a s a na t o ria degli abusi edilizi e i pe r m es s i a cos t ru i re t r a e n d o i n inganno i funzionari del Com u n e d i C a s s i n o. E c o s ì d u e g e o m e t r i , c o nve n z i o n a t i c o n g l i enti pubblici, sono finiti agli arresti domiciliari con le accuse di truffa, falsità ideologica comm e s s a d a p u b b l i c o u f f i c i a l e, soppressione, distruzione ed occultamento di atti pubblici pres s o gli ar ch i v i d e i Co m u ni .

TRUFFA

ELEZIONI

UNIVERSITÀ

I carabinieri arrestano due tecnici convenzionati con il comune di Cassino

Nardone (Pdl): “Candidatura legata alla presenza di programma credibile”

Spiridigliozzi: “Essere orgogliosi e difendere l’Ateneo di Cassino”

A PAG. 5

A PAG. 6

A PAG. 7

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE ACQUA

Lo ha chiesto Legambiente Lazio al presidente Renata Polverini

Arsenico,subito l’elenco dei Comuni ROMA - ''Abbiamo chiesto che la presidente Po l v e r i n i , nominata commissaria di governo per l'emergenza arsen i c o, r e n d a i m m e d i a t a mente noto l'elenco dei comuni dove si riscontrano valori oltre i limiti, come prevede l'ordinanza della Presi-

SERVIZIO IDRICO

Zaratti (Sel): la Polverini adotti subito un piano per far fronte all’emergenza ROMA - ''Il Commissario Polverini adotti immediatamente il piano degli interventi per affrontare l'emergenza dovuta alla presenza di arsenico nelle acque. E' necessario pero' garantire da subito ai cittadini una puntuale e certa informazione sulla qualita' delle acque destinate al consumo umano. Credo sia doveroso che in questo momento i gestori del servizio oltre l'invio dei bollettini con le relative fatturazioni indirizzino agli utenti anche una esaustiva informativa dei valori di arsenico''. E' questo il primo pacchetto di misure straordinarie che Filiberto Zaratti,Vicepresidente della commissione ambiente e consigliere di Sinistra ecologia e liberta' con Vendola alla Regione Lazio, chiede alla presidente della Regione Lazio nonche' commissario per l'emergenza arsenico. ''L'audizione in commissione ambiente - spiega Zaratti - ha posto in evidenza come l'emergenza arsenico sia stata condotta senza il coordinamento tra tutti i soggetti che svolgono un ruolo determinante nella gestione del servizio idrico e nella doverosa attivita' di informazione e garanzia ai cittadini utenti”.

2 ANNO 11 - N° 47 SABATO 26 feBBrAiO 2011

denza del Consiglio dei Ministri''. Lo ha dichiarato il presidente di Legambiente L a z i o, L o r e n z o Pa r l a t i c o m mentando i risultati dell'audizione con associazioni e Sindaci svoltasi presso la Commissione Ambiente della Regione Lazio in merito alla concentrazione di arsenico nelle acque potabili. ''L'emergenza - ha aggiunto Parlati - e' seria e la situazione critica, ma almeno dopo mesi c'e' un punto certo sull'arsenico nelle acque potabili: non ci sono altri limiti al di fuori di quello di legge di 10 microgrammi per litro e se le analisi evidenzieranno superamenti su proposta delle ASL, i Sindaci dovranno adottare ordinanze di non potabilita' ai fini del consumo umano''. ''Serve quella chiarezza - ha proseguito il presi-

dente di Legambiente Lazio - che finora e' mancata, i risultati delle analisi delle acque potabili devono essere pubblicati per cittadini e i m p r e s e, m a d eve e s s e r e anche inviata ai comuni una nota chiara ed esplicativa sulle azioni d a i n t r a p r e n d e r e, d e f i -

nendo in accordo con le ASL gli obblighi relativi alle ordinanze di non potabilita'. Abbiamo poi ev i d e n z i a t o l ' e s i g e n z a d i una campagna informativa rivolta ai cittadini, realizzata coinvolgendo medici e associazioni, con l'attivazione di un numero verde regionale

sull'esempio di quanto f a t t o i n p r ov i n c i a d i L a tina''. ''L'acqua e' un diritto imprescindibile ha c o n c l u s o Pa r l a t i - e d e ' una risorsa messa gia' gravemente a dura prova, sulla quale c'e' grande attenzione da parte dei cittadini come sta dimostrando la campagna verso i referendum per l'acqua pubblica. Non si puo' p e r c i o ' t e m p o r e g g i a r e, bisogna agire subito mettendo al centro la tutela della salute pubblica, per questo chiediamo che la Regione condivida subito con le parti sociali anche il piano degli interventi che dovranno e s s e r e m e s s i i n c a m p o, identificando costi e tempi e definendo iniz i a t i ve p e r i l r i s p a r m i o e la tutela delle risorse i d r i c h e. S e r v e u n t a v o l o c o n d i v i s o d a i d i ve r s i a t tori''.

commissione

Sport e Spettacolo della Regione Lazio. “Ma quali 5 milioni di euro per l'istituzione di quattro nuove commissioni? - continua Cappellaro - Le commissioni costano, di spese di funzionamento, solo qualche decina di migliaia di euro in piu' all'anno. E' ora di finirla con questa ipocrisia. Piuttosto ci si concentri sulle consulenze milionarie che ciascuna Agenzia o Ente Regionale elargiscono da anni nonostante all'interno delle stesse siano presenti professionalita' di livello. Sono quelli i costi della politica su cui si puo' e si deve intervenire, cosi' come ha gia' iniziato a fare la Presidente Polverini”'.

INTERVENTO DI VERONICA CAPPELLARO

“Le commissioni consiliari non sono uno spreco” La presidente della Commissione Cultura interviene nel dibattito scatenato dalle opposizioni sui presunti costi ROMA - “Forse sarebbe il caso di finirla con polemiche pretestuose e ridicole. E anche con consiglieri regionali che in modo schizofrenico votano per l'istituzione di nuove commissioni, si fanno votare per prenderne parte e poi escono con comunicati stampa

gridando allo scandalo. Ha perfettamente ragione il presidente Abbruzzese: le commissioni consiliari, se lavorano, non costituiscono uno spreco ma una risorsa importante”'. Lo comunica in una nota Veronica Cappellaro (Pdl), presidente della

Cultura,

Incidente sul lavoro Muore operaio 25enne

Sacchetti plastica, il Tar vieta la vendita

ROMA -Un operaio, di 25 anni, e' precipitato e morto davanti a due colleghi, dopo essere precipitato da un ponte sulla linea ferroviaria RomaNapoli. E' accaduto la notte scorsa a Cisterna di Latina dove il giovane, rumeno, era impegnato in una operazione di disboscamento.L'operaio e' precipitato da un'altezza di alcune decine di metri intorno a mezzanotte e soltanto molte ore piu' tardi il suo corpo e' stato recuperato.

ROMA -IlTar del Lazio conferma del divieto di commercializzazione dei sacchetti in plastica. I giudici della III sezione ter del tribunale amministrativo, presieduti da Giuseppe Daniele, infatti, hanno respinto la richiesta con cui l'Unionplast e quattro aziende produttrici sollecitavano la sospensione del provvedimento con cui il ministero dell'Ambiente ha vietato a partire dal primo gennaio scorso la commercializzazione.


regione AGRICOLTURA Verranno aperti a Civitavecchia, Fondi, Cassino, Fara Sabina e Tarquinia

Sportelli agricoli, ecco le sedi ROMA - ''Civitavecchia, Fondi, Cassino, Fara Sabina e Tarquinia. Queste sono le localita' dove avranno sede i cinque Sportelli Agricoli di Zona (SAZ) attivati in ognuna delle cinque province del Lazio. I siti, che sono stati individuati, nell'ottica del contenimento dei costi, sono tutti nelle piena disponibilita' della Regione Lazio e sono stati scelti dopo un attento

PIANO CASA

Un tavolo tecnico per stilare le graduatorie

BILANCIO

Pagamenti per 579mln a imprese e servizi sociali ROMA - ''Ammonta a 579 milioni il totale dei pagamenti effettuati dalla Regione Lazio nei primi 15 giorni di gennaio per spettanze verso enti locali, imprese e famiglie. "Nonostante le difficoltà economiche e finanziarie in cui ci siamo trovati ad operare - ha spiegato la presidente Renata Polverini - non abbiamo fatto mancare la necessaria attenzione al sociale e al mondo imprenditoriale, facendo fronte ai pagamenti più urgenti che interessano da vicino queste realtà". In particolare, i pagamenti già effettuati dalla Giunta regionale all'insegna della massima trasparenza ed equità sono i seguenti: 167 milioni sono stati erogati per pagare la prima tranche delle fatture pregresse ai fornitori di beni e servizi del sistema sanitario regionale, che hanno sottoscritto l'accordo con la Regione entro il 15 dicembre, a fronte della rinuncia da parte degli stessi creditori del 5 per cento della sorte capitale e di ogni onere e interesse sui crediti certificati.

monitoraggio e dopo un’approfondita analisi delle necessita' dei territori e dei fabbisogni del settore agricolo''. Lo ha dichiarato ieri pomeriggio attraverso una nota diffusa alla stampa, Angela Birindelli, assessore alle Politiche agricole del Lazio, intervenendo su un argomento

che tante polemiche sta suscitando proprio in questi giorni. ''Questa scelta - aggiunge l'assessore - e' il primo passo verso il piano di riorganizzazione e razionalizzazione dei settori decentrati in agricoltura. Fa parte di questo percorso anche un protocollo d'intesa con i comuni dove

sono attivi i 47 sportelli UMA (Utenti Motori Agricoli) presenti capillarmente sul territorio, nei quali, periodicamente, andranno manderemo funzionari regionali dei settori decentrati al fine di garantire a tutti gli operatori agricoli del Lazio un ottimale livello di servizi sul territorio''.

MARIO ABBRUZZESE ALL’INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO

“La scuola ufficiale carabinieri è vanto per il nostro Paese” ROMA - '''La Scuola Ufficiali dei Carabinieri rappresenta un'eccellenza a livello internazionale per la formazione di tantissimi giovani che scelgono di diventare ufficiali dell'Arma del nostro Paese''. Lo ha affermato in una nota il presidente del consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, che ha preso parte all'inaugurazione dell'anno accademico della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. ''Aver preso parte all'inaugurazione dell'anno accademico come rappresentate dell'Istituzione regionale - continua - e' stato per me motivo di grande orgo-

glio. L'accademia rappresenta un patrimonio e una risorsa per tanti uomini e tante donne ai quali le comunita' locali si affidano per la tutela della sicurezza. Senza dimenticare il contributo che forniscono in favore di tutte quelle popolazioni che ancora vivono il dramma della guerra, luoghi in cui i nostri militari sono impegnati nel ristabilire pace e democrazia. L'Arma dei carabinieri e' un fiore all'occhiello del nostro Paese e del Lazio, dove e' in essere una fattiva collaborazione sia con l'istituzione regionale che con quelle locali'”.

Libia, arriva in Italia il primo C-130

Taxi, i sindacati: subito 2 euro a corsa

ROMA -E' atterrato all'aeroporto di Pratica di Mare il primo dei due C-130 dell'Aeronautica proveniente dalla Libia: a bordo 44 passeggeri. Gli italiani sono 24: famiglie, giovani, anziani e bambini. "All'aeroporto di Tripoli la situazione - ha detto un dipendente italiano dell'Eni - e' come se prendessi una casa di 50 metri quadri e ci buttassi dentro 1.000 persone''.

ROMA - "I tassisti non possono attendere altro tempo e non possono più subire le conseguenze per colpa di una sbagliata formulazione della nuova tariffa. Il reddito dei tassisti è bassissimo. E' per questo che chiediamo al nuovo assessore Antonello Aurigemma di stringere al massimo i tempi, anticipando la riunione del 7 marzo.

ROMA - "Abbiamo affrontato i temi più caldi legati all'emergenza abitativa, concordando, tra l'altro, la convocazione di un tavolo tecnico, che metta a punto una proposta concreta per il nuovo bando per la graduatoria degli alloggi Erp, in modo che siano, comunque, garantiti i diritti dei circa 1.800 cittadini che hanno 10 punti nella vecchia graduatoria e che aspettano da anni un alloggio e i diritti di chi entrerà nella nuova graduatoria, che deve far fronte a nuovi bisogni ed emergenze". E' quanto ha dichiarato l'assessore regionale alle Politiche per la Casa, Teodoro Buontempo, al termine della riunione sull'emergenza abitativa, convocata in Regione, con i rappresentanti dell'Amministrazione capitolina e dell'Ater di Roma e con quelli del commissario straordinario per il piano di rientro di Roma Capitale. "Nel corso della riunione - ha sottolineato Buontempo - l'assessore al Patrimonio del Comune, Alfredo Antoniozzi, ha mostrato la piena disponibilità a rimuovere gli ostacoli che finora non hanno consentito la realizzazione nella Capitale di nuovi alloggi per le fasce più deboli della popolazione. Si è anche discusso dell'abbattimento del debito Ici dell'Ater nei confronti del Comune e anche su questo punto c'è stata convergenza di massima con Antoniozzi". "E', infine, molto positiva - ha concluso Buontempo - l'intesa per svincolare le aree Ater, in modo da poter finalmente costruire alloggi di edilizia residenziale pubblica. Ater, Comune e Regione”.

3 ANNO I1 - N° 47 sAbAtO 26 FebbrAIO 2011


provincia “La Regione premia sempre Roma” L’assessore Giuseppe Paliotta critico sulla distribuzione delle risorse destinate all’immigrazione FROSINONE - “Siamo alle solite. la divisione delle risorse finanziarie emanate dalla Regione Lazio premia sempre la Capitale e le sue province.” Esordisce così l’assessore al Riordino istituzionale, Giuseppe Paliotta, peraltro promotore del progetto di una Regione delle provionce, dopo l’ennesima spartizione dei fondi che, a suo dire, andrebbe ancora una volta a tutto discapito delle altre province laziali. “Leggo sulla stampa - continua Paliotta - di un notevole e apprezzabile impegno da parte di coloro che sono più vicini alla Presidente Polverini, volto a trasferire in provincia di Frosinone, risorse finanziarie sempre più importanti e in grado di migliorare le condizioni dei cittadini del nostro territorio. In particolare, questo impegno riguarda il Presidente Abbruzzese. Segnalo quindi, al

Presidente del Consiglio Regionale, una Delibera che va esattamente nella direzione opposta. Ovvero, nella direzione del più consolidato, accanito e perverso romanocentrismo, per il quale si intende qualunque azione che ponga Roma in una posizione privilegiata ri-

spetto alle altre province del Lazio. Mi riferisco alla Delibera n. 513 dell’11 novembre 2010, che assegna 2 milioni e 500 mila euro al Piano distrettuale dei servizi e degli interventi in favore dei cittadini stranieri immigrati. A Roma è andato di fatto il 69,48% delle risorse, a Frosinone il 5,51%. Nella Delibera è stato stabilito di ripartire il 60% dell’importo sul numero degli immigrati presenti sul territorio, il 20% in base alla percentuale degli immigrati sul totale della popolazione, e il 20% in base alla condizione socio-economica delle aree di riferimento. Ha dimenticato, la Giunta Polverini, che in uno studio del Censis, su incarico della Regione Lazio, è stata tracciata la mappa del disagio socio-economico della regione Lazio, da cui emerge un’area di dinamismo socio-economico composto

soprattutto dai Distretti del territorio del Comune di Roma, un’area dell’economia di sussistenza rappresentata in sostanza dai Distretti Reatini e da parte di quelli della provincia di Viterbo, e infine l’ultima, attinente alla precarietà socio-economia, che coinvolge nei fatti, gran parte

dei Distretti delle province di Latina e Frosinone. Ne avrebbe dovuto conseguire la distribuzione dei 2 milioni e mezzo in percentuale maggioritaria ai Distretti di Frosinone e Latina. Temo quindi, fortissimamente, che nulla stia cambiando rispetto al passato”.

Acea Ato5 cerca neo laureati Polo culturale, il sindaco di Alatri ringrazia la Provincia in Biologia ed Ingegneria FROSINONE - ACEA ATO5 Spa Cerca 13 giovani neolaureati in ingegneria/biologia. Le risorse selezionate verranno inserite in attività di Progettazione Rete Idrica, Rete Fognaria ed Impianti di Depurazione, Direzione Lavori su Rete Idrica, Rete Fognaria ed Elettromeccanica, Esercizio Impianti di Depurazione, Manutenzione Elettromeccanica, Esercizio Rete idrica e Fognaria. Tipologia inserimento : Stage Durata: 6 mesi; Età: possono candidarsi neolaureati con età inferiore a 29 anni e residenti nella provincia di Frosinone. Voto di laurea: superiore a 105/110; Titolo di studio richiesto: 1)laurea in Ingegneria: Idraulica – Mec-

4 ANNO 11 - N° 47 sAbAtO 26 febbrAiO 2011

canica – Chimica – Gestionale – Elettrica; 2)Laurea in Biologia; La ricerca è rivolta a persone di entrambi i sessi (L. 903/77). Gli interessati sono pregati di inviare un dettagliato curriculum vitae, con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (D.Lgs 196/2003) al seguente indirizzo di posta elettronica : risorseumane@aceaato5.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo o Acea Ato5 – Ufficio Risorse Umane – Viale Roma s.n.c. 03100 Frosinone. N.B. Verranno tenute in considerazione solo le candidature in linea con i parametri indicati pervenute entro il 15 marzo 2011.

FROSINONE - ALATRI - L’amministrazione comunale, dal sindaco Costantino Magliocca all’assessore alla cultura e vice sindaco Giulio Rossi plaudono al progetto di sviluppo culturale e turistico annunciato dall'Amministrazione Provinciale guidata da Antonello Iannarilli e dall’assessore alla cultura Antonio Abbate. Un fatto per certi versi storico e ambizioso. La Giunta provinciale ha infatti approvato l'atto di indirizzo per la realizzazione di un Polo culturale della Provincia di Frosinone presso la Grancia di Tecchiena, ad Alatri. Un Polo che possa fare della cultura la nuova industria del territorio, in maniera tale da creare una nuova stagione di opportunità di sviluppo, di ricchezza e di occupazione fondate sull'immenso patrimonio artistico e culturale locale. E di questa attenzione verso Alatri e la popolosa realtà di Tecchiena interviene esprimendo soddisfazione anche l’assessore Gianni Padovani. "Una ennesima dimostrazione di vicinanza alla nostra città ed al territorio di Tecchiena – afferma – la volontà dell’Amministrazione Provinciale di creare un polo turistico e culturale con la Grancia di Tecchiena, insieme ovviamente ai privati proprietari, è una strada che sosteniamo con forza. Siamo certi che questo progetto conoscendo la serietà dell’iniziativa possa dare una vera e propria svolta alla valorizzazione della Grancia con un ritorno d’immagine per l’intero territorio". Proprio la Grancia di Tecchiena ad Alatri è stata individuata quale esempio di sito par-

ticolarmente significativo, in quanto rappresenta uno dei più interessanti esempi di architettura settecentesca presenti nel territorio, in posizione strategica rispetto ai flussi abituali che interessano la nostra zona (Montecassino, Casamari e le città di Alatri, Anagni, Ferentino e Veroli) e i flussi previsti nel futuro (Rainbow Magicland e Outlet Faschion District di Valmontone). A due passi dalla uscita della Superstrada Sora-Ferentino e a pochi minuti dal casello autostradale. La proprietà della Grancia ha manifestato interesse per la destinazione proposta dall'Amministrazione provinciale, dichiarandosi disponibile per l'iniziativa.

Pedaggi, Alemanno: bene sinergia Pd e Pdl

In manette sei islamici Volevano colpire il Papa

ROMA - ''E' positivo che i parlamentari del Pdl, guidati dal vicepresidente Barbara Saltamartini, e i parlamentari del Pd, guidati dal capogruppo Michele Meta, stiano unendo gli sforzi per evitare ogni forma di pedaggiamento sul Gra''. Lo dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

La Polizia di Stato di Brescia ha arrestato 6 cittadini marocchini appartenenti al movimento fondamentalista islamico Adl Wal Ihsane.Secondo quanto si e' appreso nel mirino immaginario del gruppo di estremisti islamici individuato dalla Polizia c'era anche la figura del Papa, 'colpevole' della conversione del giornalista Magdi Allam.


cronaca Le indagini avviate dalla procura della repubblica nel 2009 dopo l’esposto di un cittadino

Arresti domiciliari per due tecnici convenzionati con il Comune Sono accusati di truffa, falsità ideologica, soppressione, distruzione e occultamento di atti pubblici presso gli uffici comunali di Cassino CASSINO - I militari della Stazione di Cassino e S.Elia F.R. hanno dato esecuzione ad Ordinanza di Custodia Cautelare degli Arresti Domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cassino di due persone, geometri convenzio-

nati con la P.A.: C.S. e F.F., rispettivamente 73/enne e 43/enne da Cassino e da Sant’Elia Fiumerapido. Le stesse sono ritenute responsabili, nell’esercizio della loro professione, di numerosi reati tra i quali, truffe (art. 640

c.p.), falsità ideologica commessa da P.U.(art. 479 c.p.), nonché di soppressione, distruzione ed occultamento di atti pubblici giacenti presso gli archivi di enti pubblici (art. 490 c.p.). L’indagine è stata avviata nel settembre 2009, a seguito di una denuncia presentata da un cittadino.L’attività investigativa condotta dai carabinieri della Sezione di P.G. e della Compagnia di Cassino, hanno permesso di accertare che i due professionisti, abusando

Ad opera dei carabinieri

Cantiere edile sequestrato ad Esperia ESPERIA - Ad Esperia i militari della locale Stazione deferivano in stato di libertà all’a.g. B. M. M., classe 1947, domi-

ciliata in Anzio (RM), legale rapprensentante di una società di Pomezia (RM). Accertamenti effettuati dai militari ope-

CASSINO - I carabinieri di Cassino nel corso di un servizio per il controllo del territorio, traevano in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato in concorso B.F.M., B.I. e F.C., rispettivamente 32/enne, 29/enne e 23/enne tutti cittadini di nazionalità rumena, residenti a Campobasso, s.f.d.;I predetti venivano bloccati dai militari operanti, in questa Piazza Garibaldi, subito dopo aver compiuto, all’interno di un negozio del posto, il furto di

sanare alle giuste distanze dalle fasce di rispetto. Proprio le loro relazioni ufficiali, traevano in inganno il Dirigente del Settore che rilasciava, nel corso degli anni, diversi permessi di costruire in sanatoria ad immobili che invece erano sprovvisti dei dovuti requisiti, modificando così l’assetto urbanistico del territorio. L’indagine consentiva di sequestrare diverse pratiche, nonché le successive Consulenze Tecniche disposte dalla Procura permettevano di accertare tante altre illegittime posizioni, inducendo i funzionari del Comune di Cassino ad attivare le dovute procedure di annullamento di numerosi altri permessi di concessione in sanatoria.

Ad Aquino segnalati quattro giovani per uso di droga ranti consentivano di verificare che in un cantiere della citata impresa, ubicato nella summenzionata località, gli interventi di ristrutturazione di un immobile venivano eseguiti in difformità al progetto approvato per l’esecuzione. Cantiere sottoposto a sequestro preventivo.

AQUINO - Ad Aquino i militari della locale Stazione, nell’ambito servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, traevano in arresto la persona, poiché resasi responsabile del reato di “tentato furto aggravato”: D. A., classe 1959, residente in San Vittore del Lazio (FR). L’uomo veniva bloccato dai militari operanti, nella summenzionata località, mentre tentava di rubare un’autovettura di persona del luogo. L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino. Sempre ad Aquino i carabinieri, nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, segnalavano ai sensi dell’art. 75 d.p.r. 309/1990 quattro giovani. Sottoposti a controllo a bordo dell’autovettura, di proprietà di uno dei giovani, a seguito accurata perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”.

A Cassino

In carcere due rumeni per furto

del proprio incarico (convenzionati con la P.A.) falsificavano le pratiche di sanatoria, attraverso false relazioni relative all’assenza di vincoli urbanistici e idrogeologici, modificando, graficamente, il corso dei fiumi, aggiungendo negli elaborati, inesistenti particelle catastali al fine di posizionare gli immobili da

52enne arrestato mentre tentava di rubare un’auto

Tagliavano alberi sul fiume Rapido un portafogli, contenente la somma di 90 Euro in contanti ed un cellulare marca Sony, in danno di una 26enne del luogo, commessa.La refurtiva è stata recuperata e restituita all’avente diritto. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati ristretti presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’A.G., informata dal summenzionato Reparto.

Due persone in manette per furto di legna CASSINO - A Cassino i carabinieri hanno arrestato nella flagranza del reato di furto in concorso, D.D.V. 67enne e D’ M. 42enne, entrambi del posto. I suddetti venivano sorpresi mentre tagliavano e caricavano su un Fiat Fiorino, degli alberi ridotti a tronchi, esistenti lungo l’argine del fiume Rapido, di proprietà del demanio. Da perquisizione presso l’abitazione del D.D.V. i militari operanti rinvenivano ulteriore legna appena tagliata. La refurtiva, del valore complessivo di circa 500 euro, interamente recuperata. Gli arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


cassino ELEZIONI COMUNALI / Non si smorza la polemica tra vecchi e giovani in vista delle urne di maggio

“Non è un dinosauro chi si candida in un partito dove milita da 20 anni” CASSINO - <Non è un dinosauro chi pone la sua candidatura nel partito al quale appartiene e nel quale ha militato per quasi vent’anni con orgoglio e amore>: è quanto ha dichiarato Giuseppe Sebastianelli, candidato a sindaco del Popolo della Libertà, che ha contribuito a fondare e costruire dal 1993 nella famiglia di Forza Italia. <I dinosauri sono i maleducati che non rispettano innanzitutto sé stessi e il proprio passato e poi anche gli altri e le loro idee, ma sicuramente non sono, e non è accettabile che qualcuno lo possa pensare, gli ex amministratori, spiega in particolare Giuseppe Sebastianelli – e non lo sono né per età, né per idee e progetti, tanto innovativi da essere capaci di catalizzare l’attenzione pubblica e soprattutto interpretare le esigenze dei cittadini. Ai miei colleghi, che hanno ammi-

nistrato il Comune in questi vent’anni e che in molti casi sono “spariti” o hanno fatto posto ad altri, voglio ricordare che non può passare il ragionamento che per far vincere i giovani, gli altri devono ritirarsi dall’agone politico: una scelta simile non sarebbe intelligente neppure per gli stessi giovani che non sarebbero “stimolati” a fare bene e meglio, ma soprattutto non sarebbe plausibile far passare l’idea che l’età anagrafica limita la possibilità di chi ama Cassino come me e si è impegnato per migliorarla come rappresentante di un partito di poter ancora dimostrare la voglia di ascoltare e risolvere i problemi dei cittadini, ammettere gli errori quando necessario ed essere comunque a disposizione della città anche nei momenti di crisi. Quanto alla presenza dei giovani in politica, ritengo che essa sia non

solo importante ma addirittura imprescindibile, come lo è la presenza di tutte le classi della nostra società civile, per una partecipazione totale alla vita pubblica>. <In tanto si è giovani – ha precisato Sebastianelli – in quanto si riconosce e si rispetta la presenza degli “anziani”, in quanto si è orgogliosi della pagina di storia che a Cassino è stata scritta dai nostri padri, in quanto si sogna di lavorare e vivere in questa città e si ammette il grande sforzo fatto dagli amministratori che ci hanno preceduti per esportare nel mondo il suo nome, perché il comandamento cristiano che impone di onorare i genitori, per me, comprende anche la deferenza per chi si è impegnato a costruire il nostro futuro. Ribadisco allora che ci sono tanti modi di essere giovani: per esempio nel dibattito che si è scatenato intorno al cambio del nome dell’Univer-

sità, io ho chiaramente espresso il mio dissenso e in un primo momento mi sono sentito, sì, un dinosauro, ma poi molti hanno difeso come me l’identificazione cittadina dell’Ateneo, che rappresenta la difesa orgogliosa della nostra storia e della nostra essenza. Mi piacerebbe sentire il parere dei giovani in merito, e anche quello del capo delle loro liste civiche>. Infine Giuseppe Sebastianelli propone un paragone con l’ultima edizione del festival della canzone italiana di Sanremo: <Quest’anno al teatro Ariston si respirava, sin dalla prima sera, la vittoria dei giovani, i quali naturalmente hanno portato il loro fondamentale contributo alla manifestazione e alla musica, ma alla fine gli spettatori hanno acclamato vincitore un cantautore che, sebbene sulla carta d’identità non sia più tanto giovane, ha saputo interpretare la vita e i sen-

timenti degli italiani, non “come”, ma meglio di un ragazzo, proprio in virtù della maturità e dell’esperienza dei suoi anni. Allo stesso modo, i cittadini devono pretendere dai politici la capacità di ascolto dei loro problemi quotidiani e di interpretazione di nuove strategie di sviluppo economico e di miglioramento socio-culturale>. <Non è un dinosauro – conclude l’esponente del Pdl – chi ha ancora la voglia giovane di lavorare per il bene pubblico; dinosauro è colui che è capo delle liste civiche e contemporaneamente si dichiara disponibile a rappresentare un partito politico e indossa così magliette diverse nello stesso giorno. Di costoro e di chi non ha rispetto del passato di Cassino i cittadini devono diffidare, anzi il consiglio di Dante sarebbe stato “non ti curar di loro, ma guarda e passa”>.

NEL PDL DUE NOMI AUTOREVOLI PER LA CARICA DI SINDACO

Michele Nardone: ”Mia candidatura legata ad un programma credibile” L’avvocato cassinate, appoggiato dal sindaco capitolino Alemanno, punta forte sulle risorse romane CASSINO - Il candidato a sindaco del Pdl Michele Nardone interviene sulla polemica delle candidature. “Una due giorni intensa, di incontri e riflessioni, con lo staff del Progetto Millennium, nel backstage dei lavori degli Stati generali di Roma Capitale, per tracciare anche per Cassino la possibilità di agganciare la locomotiva di sviluppo di Roma Capitale. Si è trattato di un grande evento, ma soprattutto un momento di concreta possibilità per mettere a punto tanti strumenti utili all’interno del mio ampio progetto per Cassino, al quale con il sindaco Alemanno, sto lavorando ormai già da tempo. Fin da ora occorre individuare nella pianificazione strategica il metodo e lo strumento più adeguato per imprimere un nuovo impulso alla crescita della città e avviare un nuovo ciclo di sviluppo. Cassino, oggi è una

6 ANNO 11 - N° 47 sAbAtO 26 febbrAiO 2011

città interrotta perché ha smesso di guardare al futuro e Roma Capitale è la nostra occasione: una grande locomotiva, e noi dobbiamo agganciarla per salire sul treno della competitività, dello sviluppo e del rilancio sociale, economico ed urbanistico. Se si pensa non solo, alla candidatura di Roma per le Olimpiadi 2020, ma anche la prospettiva di un secondo hub a Fiumicino, bisogna immaginare che tutte le città del basso Lazio possono di fatto inserirsi in questo grande progetto. Che la mia candidatura sia fondata su un progetto credibile e su una visione strategica concreta, lo dimostra il fatto che Sebastianelli abbia riconosciuto la mia candidatura nel Pdl l’unica autorevole insieme alla sua; allo stesso modo, come apprendo dalla stampa, la sua presenza agli Stati Generali di Roma Capitale manifesta una grande attenzione a quello che è il motore fondante del progetto della mia governance per Cassino. La politica deve saper comprendere le esigenze di un territorio e le dinamiche che lo caratterizzano in prospettiva futura. Questo per fare in modo che si avanzino proposte serie e concrete per lo sviluppo di un’area e ragionare per un programma di rilancio. Ecco perché non mi attardo in

tutta quella serie di ragionamenti e tatticismi che in questi giorni sono diventati un pretesto da cavalcare per chi non ha seri programmi da proporre. Ragionamenti contraddittori di Palombo, che si stanno dipanando da soli deflagrandosi in un vero e proprio corto circuito. Così come ritengo che una nuova classe dirigente non significa necessariamente nomi nuovi, volti nuovi, a prescindere dal consenso, dall’esperienza, dalla preparazione. Forse la ricerca di una nuova classe dirigente deve coincidere con un nuovo sistema di amministrare, un maggior coinvolgimento sulle cose da fare, uno spirito di squadra nell’interesse della città, che al momento viene realizzato in un serio progetto portato avanti dall’on. Annalisa D’Aguanno In questo quadro la mia candidatura rimane in piedi, legata non a vuoti simboli, ma a delle liste già pronte, ad un programma nuovo e credibile.”

“Shakespeare in love” in scena ad Anagni

Presentazione del libro di Giorgia Cappella

ANAGNI - Importante appuntamento con il teatro nella splendida Sala della Ragione di Anagni. L’associazione culturale Premium di Roma,organizza l’evento teatrale“Shakespeare, in love”. Protagonista dello spettacolo l’attore Luca Argentero e con un cast d’eccezione: Myriam Catania, Federica Angelozzi, Gabriella Profeta, musiche originali del grande musicista il Maestro Umberto Sangiovanni.

ALATRI - Presentazione ufficiale per il romanzo dal titolo “Io, Te… e Lui” scritto da Giorgia Cappella alla sua prima opera letteraria. All’interno della manifestazione si avrà un ricchissimo programma di intrattenimento, curato dalla stessa autrice. L’appuntamento patrocinato dal Comune di Alatri, si svolgerà presso l’Aula Magna del Palazzo Conti Gentili alle ore 18 di sabato 5 marzo.


cassino Lo sostiene Giuseppe Spiridigliozzi del Coordinamento cittadino PSI

“Mostrare orgoglio: No al cambio del nome dell’Università di Cassino”

CASSINO - Giuseppe Spiridigliozzi del Coordinamento cittadino PSI interviene sulla polemica del cambio del nome dell’Università di Cassino

IL COREOGRAFO

Franco Miseria da Roma a Cassino CASSINO - Il successo di Franco Miseria come coreografo del Festival di Sanremo è stato rimarcato dalla direzione del teatro Manzoni di Cassino e da Fabio Alescio, amministratore unico della Società Nuove Strategie che ha la gestione del teatro. Infatti Franco Miseria è direttore artistico della Scuola di Danza del Teatro Manzoni e tra breve presenterà il suo nuovo progetto della scuola di musical. Franco Miseria deve la sua fama a tante coreografie e regie televisive, teatrali e cinematografiche da lui ideate e realizzate.

proposto dal rettore. “Il cambio della denominazione dell’Università di Cassino, scrive Spiridigliozzi, con l’eliminazione delle parole «di

Cassino», è una questione di “sostanza”: ora lo riconoscono anche quelli che sono d’accordo con la scelta del rettore. Non entro nel merito delle loro valutazioni, le quali, in nessun modo condivisibili, riescono solo ad evidenziare lo sforzo di assecondare il potente di turno - in questo caso, il rettore (deve essere un caso, ma ci sono alcuni “commentatori” che polemizzano solo con i deboli). Deve essere solo aggiunto che coloro i quali vogliono ridurre le resistenze al “cambio di nome” a questioni di “campanile” sono del tutto fuori strada ed evidenziano una analisi della vicenda gravemente superficiale: qui il “campanile” non c’entra nulla, qui c’entra il rispetto di un progetto politico che ha permesso la fondazione dell’Università di Cassino, c’entra il rispetto della dignità di una

città e della sua comunità, centra molto altro di cui si dovrebbe discutere a lungo (ma chissà se il rettore ed i cavalieri dell’accondiscendenza ne hanno voglia). Tuttavia, così è, e Cassino si avvia a scomparire dalla denominazione dell’Università; d’altra parte, in un Paese dove qualche milione di italiani vota per Berlusconi, dove il Parlamento respinge una richiesta di autorizzazione giudiziaria sostenendo, tra l’altro, che la famosa telefonata di Berlusconi alla Questura di Milano è stata fatta per salvaguardare le relazioni diplomatiche tra Italia ed Egitto, come volete che ci si possa meravigliare per il fatto che qualche cassinate sia d’accordo con la scelta di eliminare le parole «di Cassino» dalla denominazione dell’Università? Fosse accaduto in qualsiasi altra

città, ci sarebbe stata una sollevazione popolare. Ed è proprio questo il punto che ora voglio considerare: posto che si tratta di una questione di sostanza, che non riguarda solo l’Università ma coinvolge direttamente Cassino e l’intera comunità territoriale, si renderebbe opportuno che il rettore interloquisca con la città, nello sforzo di individuare una soluzione che sia rispettosa delle esigenze di tutti. A questo proposito, sarebbe importante che a Cassino si costituisse un comitato civico, che possa attivare un canale di interlocuzione con il rettore e che assuma ogni altra iniziativa necessaria per contrastare una scelta inutile (per l’università) e gravemente dannosa (per la città), attivandosi da subito per una raccolta di firme contro l’iniziativa del rettore.”

E’ IL CONTRIBUTO DELL’ENTE PARCO AURUNCI PER CELEBRARE L’ANNIVERSARIO

In ogni comune il “giardino dell’unità d’Italia” CASSINO - Uno spazio verde in ogni comune dell’area protetta con 150 piante del Parco dei Monti Aurunci per celebrare l’anniversario dell’Unità d’Italia. E’ una proposta che l’Ente ha presentato in questi giorni ai sindaci dei comuni che ricadono nell’area protetta per istituire il Giardino dell’Unità d’Italia. Un’area nel centro cittadino

che sarà realizzata con le piante provenienti dal Vivaio e Falegnameria dell’Ente, in ricordo dei 150 anni trascorsi dall’istituzione dello Stato unitario italiano. In tutto saranno 1650 alberi e verranno messi a dimora nei comuni di Ausonia, Esperia Pontecorvo, Pico, Campodimele, Lenola, Fondi, Itri, Formia, Spigno Saturnia ed ora

anche Cassino poiché ricade nell’area del Monumento naturale di Montecassino che il Parco dei Monti Aurunci gestisce dal marzo 2010. “Ci premeva sottolineare l’importanza di questa ricorrenza – dice il Commissario straordinario Iris Volante – attraverso un contributo diretto e per questo abbiamo inviato a tutti i sindaci dei nostri comuni una lettera per coinvolgerli all’iniziativa ed affinché individuino uno spazio da destinare a Giardino per piantarci i 150 alberi che intendiamo donare. Abbiamo scelto questo evento per ribadire l’impe-

Alatri, concerto in biblioteca

Ceccano, l’attività del liceo scientifico

Alla Biblioteca Comunale “Luigi Ceci” di Alatri domenica 27 febbraio, alle ore 18, c’è “Passione e Sentimento” - dal Linguaggio Romantico al Tango Argentino. In programma le esibizioni e l’accompagnamento musicale con Eleonora Iannotta al pianoforte, Marta Innocenzi al flauto e Marcello Iannotta alla chitarra.

Prosegue la terza edizione di “35 mm di Storia”, il seminario di studio con proiezione di citazioni cinematografiche organizzato dal Liceo Scientifico e Linguistico Statale di Ceccano. L'edizione di quest'anno è dedicata al 150° Anniversario dell’Unità d’Italia e sarà condotta da Massimo Cardillo, storico e critico cinematografico.

gno del Parco in favore di uno sviluppo sostenibile in tutto il suo territorio, che si estende da Formia a Cassino. Gli alberi del Vivaio saranno scelti per ogni comune in base alle caratteristiche geomorfologiche – conclude Iris Volante – proprio per consentire alle specie di crescere in un ambiente climatico a loro più opportuno. Ai sindaci abbiamo chiesto anche di valutare l’opportunità di inserire la nostra iniziativa nel calendario delle programmazioni che ogni comune sta predisponendo per celebrare il 150° Anniversario dell’Unità”.

7 ANNO I1 - N° 47 sAbAtO 26 FebbrAIO 2011


cassino Mastronicola prende in giro i lavoratori. Non sono previste assunzioni a tempo indeterminato

Consorzio, la bufala del part-time CASSINO - Man mano che passano i giorni, la vicenda dei precari del consorzio di bonifica Valle del Liri si arricchisce di particolari. Particolari disdicevoli purtroppo, ma pur sempre degni di essere raccontati. Come abbiamo già avuto modo di raccontarvi, il presidente pro tempore dell'ente regionale, Franco Mastronicola, nei giorni scorsi aveva annunciato con tono trionfante di aver raggiunto un accordo con sindacati e lavoratori part time, circa l'assunzione di questi ultimi in via definitiva, a patto che, i lavoratori in questione rinunciassero a tutte le azioni legali nei confronti del consorzio. La proposta di Mastronicola, si configura come un tentativo di "fregare" i lavoratori, infatti il presidente vuole si assumerli, ma farli rimanere ad orario part time per tutta la vita, per questo ha proposto l'assunzione in via definitiva ma a tempo parziale ai 32 lavoratori stagionali. Tanto per fare un esempio, ad un lavoratore del consorzio, Mastronicola ha inviato una lettera dove lo invita all'assunzione però facendolo lavorare solo 5 mesi e mezzo all'anno. Scusate, ma che assunzione sarebbe? Nel documento inviato al precario, si fa riferimento alla sentenza (n. 1635/010) del giudice

del lavoro, dottor Liberato Paolitto, che il 3 dicembre 2010 ha sentenziato: "...la nullità del termine apposto al contratto di lavoro tra le parti concluso in data 14 aprile 1988; convertito in contratto a tempo indeterminato con decorrenza 12 aprile 1988, il contratto di lavoro indicato dai ricorrenti nel ricorso, ed ordina al rappresentante legale del Valle del Liri (Mastronicola) di riammettere parte ricorrente al posto di lavoro già alle sue dipendenze occupato..." La sentenza è ovviamente ancora più dettagliata e prevede anche oneri giudiziari e legali a carico dell'ente. Al di là degli effetti tecnici della sentenza, di cui ovviamente si fanno carico gli avvocati, non possiamo non riscontrare la solita lettura a suo favore che Mastronicola dà a quanto stabilito dal giudice. Il presidente infatti, proprio in questi giorni, come detto, sta invitando i lavoratori precari ad accettare questa sorta di assunzione capestro, che non da ai lavoratori alcuna certezza per il futuro, loro, e delle loro famiglie. Una decina di operai avrebbero già accettato, 2 hanno beneficiato di una sentenza favorevole di cui vi abbiamo riferito, e altri 4 sono in attesa del pronunciamento del giudice del lavoro in quanto parti

PONTECORVO

Stamane“La fabbrica del Carnevale” al centro commerciale PON TE CO RVO – Tu t t o pro n to per “ L a Fa b b r i c a del Carnevale” al centro commerciale “Il Ponte”. Si t r atta d el l ’ i n i z i a t i va mess a i n c am p o d a l l e a sso c i az i o n i l o c a l i M g b Even ts, Br i d ge In si d e e Taver n a d el Dr a g o c h e quest’anno – di concerto con lo staff Il Ponte - si sono u n i te p er va l o ri z zare l’arte, la storia e la cultu r a c i o c i ar a. U n 'o n da ta d i even ti d i va r i o tipo travolgerà i cittadini per f es teggi ar e i n s i e m e il Car n eval e Po n t e c o rvese, u n even to st o r i c o per l a c i ttà d a s e m p r e noto a livello provinciale e non solo. Tutti i d ettagl i d e l p r o g ram ma s ar an n o i l l u stra ti d ur an te una co nf er en z a s tam p a d i ques ta m atti n a i n p r o g ram ma al l e o r e 1 0 .3 0 , presso il centro commer-

8 ANNO 11 - N° 47 sAbAtO 26 febbrAiO 2011

ciale “Il Ponte” alla presenza d e l l ’ assessor e provinciale alla Cultura, Antonio Abbate e dei dirigenti scolastici locali. Al l a c o n fe re n z a, i n f atti , p re n d e ra n n o par te l e c l a ssi q u i n t e dei l i cei per conoscere più da vicino la storia del “Carnevale pontecorvese”. Alle ore 11.00 seguirà la premiazione dei suoi fondat o ri : G i a c o m o D ’Aver sa; Gi ova n n i D i M assa ( ch e v i h a sc ri t t o u n l i br o) e Luigi Carbone, quest’ult i m o n o n p i ù i n vi ta, i suoi fa m i l i a ri r i ti r eranno il premio. Al l e o r e 1 1 ,3 0, i n f i n e, sarà i n a u g ur ato il “M u s e o d e l C ar n eval e p o n t e c o r ve s e ”, un a mostra fotografica ed espos i z i o n e d e i man i f esti o r i g i n a l i d e l C ar n eval e pontecorvese dagli Anni Sessanta ad oggi.

ricorrenti. Eppure Mastronicola non risparmia quando si tratta dei suoi amici, è stato infatti assunto per un anno, con la possibilità di rinnovo del contratto, il figlio del vice presidente, tale Davide Corsetti. Questo dimostra quello che abbiamo sempre sostenuto, cioè che Mastronicola vuole risparmiare sui lavoratori stagionali, ovvero quelli che si fanno il mazzo in mezzo alle campagne e sui cantieri, per pagare in questo caso, le assunzioni di parenti ed amici. Senza parlare degli avanzamenti di carriera dei dipendenti inquadrati, con il Valle del Liri in coma profondo. Questa è la politica di Mastronicola che proprio non riusciamo a condividere, anche perchè il presidente ha fatto ben poco anche per i consorziati che quotidianamente protestano per l'esosità delle quote che devono sborsare. E a quanto sembra, sono definitivamente tramontati anche i progetti, sempre illustrati in pompa magna ma mai realizzati, relativi alla costruzione di due centraline idroelettriche e 36 impianti fotovoltaici per risparmiare sulle spese dell'energia elettrica. Ignazio Annunziata

Il borsino CHI SALE

di giovanni trupiano BRUNO SCITTARELLI: : almeno quando c'era lui qualcosa funzionava, ora la città è letteralmente allo sbando, ma è stato davvero una vittoria mandarlo a casa anzitempo?

ANDREA VIZZACCARO: E' tornato nel Pd. Il giovane politico ha annunciato che farà di nuovo parte del maggior partito del centro sinistra, era inevitabile. Andrea ha raccolto l'invito, anche perentorio dei suoi affezionati elettori a fare qualcosa di sinistra. E lui lo ha fatto. Come un buon figliol prodigo

I TECNICI DEL COMUNE DI CASSINO:per lo stato di degrado in cui versa il quartiere delle Residenze. Sono oramai tre anni che la via Iannacone è senza la pubblica illuminazione. Ci sembrano davvero troppi.

IL PD DI CASSINO: un partito a dir poco nella bufera. Fanno riunioni su riunioni senza mai giungere a nulla di concreto. Sarebbe ora che qualcuno dicesse qualcosa ai suoi elettori. Se ci siete battete un colpo. he e buone le sue apparizioni sulla stampa.

La Coldiretti apre a Sezze

Moria di delfini per la marea nera

SEZZE - La Coldiretti di Latina ha inaugurato, nei giorni scorsi, la nuova sezione di Sezze Scalo. A presenziare all’incontro, insieme al direttore della Coldirteti di Latina, Saverio Viola, il sindaco di Sezze, Andrea Campoli, il presidente sezionale,Vittorio Del Duca, il Segretario di Zona, Paolo Marchetti ed il Consigliere Ecclesiastico Provinciale di Coldirteti Latina, don Giordano Pisanelli.

I cuccioli di delfini in Alabama e Mississippi, due degli Stati piu' colpiti dalla marea nera originata dall'esplosione della piattaforma Deepwater nel Golfo del Messico, il 20 aprile dello scorso anno, stanno morendo a un ritmo dieci volte superiore rispetto al passato. Lo affermano alcuni scienziati dell'Institute of Marine Mammal Studies di Gulfport, nel Mississippi.

CHI Scende


sport CALCIO SERIE C FEMMINILE

Riparte l’inseguimento dopo lo stop contro il Real Colombo

Le ragazze a caccia del terzo posto L’Asd Cassino tenta il riscatto immediato per restare nelle zone alte della classifica

Il Cassino calcio femminile: va a caccia del terzo posto dopo lo stop inatteso nel big match col Real Colombo. L’Asd Cassino femminile ha ripreso la marcia verso i quartieri nobili della classifica del campionato di serie C regionale. La compagine allenata da Emiliano Branca, protagonista di un inizio di gi-

rone di ritorno scoppiettante, ha ceduto il passo alle avversarie romane del Real Colombo nello scontro clou che avrebbe potuto proiettarla nella lotta per il primato. Una contesa ad esclusivo appannaggio della capolista Fiano Romano che sembra ormai irraggiungibile. Resta la bagarre per la seconda e terza

posizione che riguarda, oltre al Cassino, il Real Colombo ed il Latina. La riscossa azzurra si è concretizzata nelle nove reti rifilate nell’ultimo turno al fanalino di coda Rocca Priora, vittima sacrificale sulla quale la Di Paolo e compagne hanno riversato la frustrazione per l’occasione sfumata una settimana prima. “Quella col Real Colombo – asserisce mister Emiliano Branca – era una sfida che avremmo meritato di vincere, invece l’abbiamo addirittura persa, subendo due reti su altrettanti calci piazzati. La gara, dal punto di vista del gioco e delle occasioni prodotte, è stata completamente dominata dal Cassino. I nostri sforzi offensivi si sono infranti sulla traversa e quando la Di Paolo ha fallito il tiro dal dischetto ho realizzato che si trattava di una giornata storta. Non

BASKET SERIE C2 / L’INTERVISTA

“Se restiamo concentrati vinceremo il campionato” Parola di Mangiante

S

ul campo dell’Alfa Omega, la Banca Popolare del Frusinate Basket Cassino ha portato a casa due pesantissimi punti ai danni del Vigna Pia. Il match è terminato con il punteggio di 71-69 a favore dei Cassinati, dopo un sostanziale equilibrio che ha caratterizzato tutto l’incontro. Il team cassinate, sospinto da un meraviglioso pubblico, ha tenuto duro nei momenti cruciali della gara, soprattutto nelle situazioni di svantaggio. Nei secondi finali è stata fondamentale la compattezza del gruppo biancorosso, nel quale i giovani stanno crescendo costantemente. Una delle promesse del panorama cestistico cassinate è Davide Mangiante. Dopo aver fatto la trafila nelle giovanili, sei ormai da due anni in pianta stabile nel roster della prima squadra. Che tipo di impegno personale richiede?

Sicuramente gli allenamenti sono molto più impegnativi rispetto alle giovanili ma non è un problema per me anche perché mi alleno con giocatori esperti e questo è un grande stimolo per noi giovani a dare sempre il massimo. Domenica scorsa avete raggiunto la vetta della classifica, agganciando la Petriana. Qual è stata la vittoria più emozionate fin ad ora? Non ho dubbi a riguardo. La partita più avvincente è l'ultima vinta sul campo dell’Alfa Omega con un canestro assurdo di Michele (Guida ndr) sulla sirena! Dodici vittorie consecutive, un ruolino impressionante. Qual è il segreto di questa squadra? Se fosse facile, lo capirebbe anche un cavernicolo…l’importante è che il gruppo sia unito fino alla fine.

posso che complimentarmi con le mie ragazze, il cui processo di maturazione ha bruciato le tappe. Questo per noi doveva essere un anno di transizione, un punto di partenza per costruire un gruppo pronto al salto di categoria ed invece queste splendide ragazze hanno dimostrato di avere le carte in regola per ambire quantomeno al terzo posto che potrebbe garantire il ripescaggio in B2. Ci proveremo fino alla fine: nonostante la delusione patita c’è stato il pronto riscatto contro il Rocca Priora ed il gruppo ora è motivato a cogliere un risultato importante anche in casa della Totti S.S., altra formazione in lotta per le posizioni di vertice. Crediamo nel raggiungimento della terza piazza: è questo l’obiettivo per cui ci batteremo fino al termine della stagione”.

Il prossimo impiego sarà in trasferta sul campo della Foresta Rieti. Che partita vi aspetta? La partita con Rieti dovrebbe essere una sfida tranquilla, anche se i reatini si sono rinforzati nell’ultima sessione di mercato. Siamo i favoriti e dobbiamo continuare a vincere, perché ora siamo in vetta alla classifica insieme alla Petriana. Al minimo passo falso sia nostro che loro ci sarà una sola capolista…quindi l’imperativo è massima attenzione! Sei un giovane del '89, un’intera carriera cestistica davanti a te. Quali sono le tue aspettative future? Per il futuro non so cosa aspettarmi. Di sicuro, spero di migliorare di anno in anno e cercare di acquisire un ruolo sempre più centrale in qualsiasi squadra in cui mi troverò. Sei un cassinate doc. Quanto conta per te giocare nella squadra della tua città? Al contrario di quanto mi è stato detto una volta, sono molto orgoglioso di dare il mio contributo ai colori della squadra della mia città. Cassino è una piazza importante che nel passato ha avuto una storia molto significativa con il raggiungimento della serie B, quindi spero di contribuire a riportare i colori della nostra maglia ai livelli di una volta. ALFONSO SALZANO (Sito web Basket Cassino)

Yebda“punta”il Milan: “A San Siro alla pari”

Del Neri:“Juve, ci vuole rivoluzione mentale”

HassanYebda ai microfoni di Radio Marte fa capire che il Napoli è già concentrato in vista del big match contro il Milan: «Noi andiamo lì a giocarcela. Non abbiamo paura di nessuno e rispettiamo tutti dal Milan al Brescia. Siamo consapevoli del nostri mezzi e proveremo a dare il massimo fino alla fine. Abbiamo parlato tra di noi ed abbiamo detto che bisogna subito concentrarsi per la partita di San Siro».

Il tecnico bianconero: «La sconfitta di Lecce non ha spiegazioni, ma la stessa squadra una settimana prima aveva prodotto calcio aggressivo con l'Inter. L'importante è avere un piglio diverso a cominciare dalla partita con il Bologna». Mistero sulla formazione: forse cambiamenti in difesa, con Traore a sinistra e Chiellini in mezzo, a centrocampo con Melo out e il ritorno di Marchisio in mezzo.

CALCIO PROMOZIONE

Cassino, vietato dormire sugli allori

G

li azzurri dopo aver pareggiato domenica scorsa sul neutro (frutto della squalifica del campo dopo i fattacci avvenuti nella gara contro Valmontone) di

Carpineto Romano contro la Nuova Circe, saranno di scena ad Itri. I pontini hanno finora collezionato trentaquattro punti in classifica, nove in più del Cassino, che occupa la quartultima posizione in coabitazione con altre squadre. Dopo aver ottenuto quattro punti nelle ultime due gare, la squadra di Barbabella sembra essere in ripresa. Certo non sarà facile giocare altre quattro gare lontano dal Salveti e senza pubblico ma gli azzurri dovranno necessariamente tirare fuori gli attributi per uscire alla grande da questa situazione difficile e ottenere i punti che servono per conquistare la salvezza.

9 ANNO I1 - N° 47 sAbAtO 26 FebbrAIO 2011


ANNO 11 - N° 47 - sAbAtO 26 febbrAiO 2011 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO ADANTONIOABBATE

Il c o n gr es s o d e L a De s t ra c i o cia r a celeb r at o i e r i s e ra p r e s s o l’hotel Cesari ha fatto registrare un a gr o s s a af fl u e n z a d i i s c ri t t i , ma an che d i s i mp a t i z z a n t i e d i pe r s o n e che h a nn o c o n d i v i s o e recepiscono le linee che il partito ha d ecis o d i a s s ume r e ne l l a n o stra provincia. Il merito di tutto questo va riconosciuto al suo segretario provinciale, Antonio Abbate il quale, anche nella veste di a ssesso r e p r ov i n c i a l e a l l a Cul t ur a, s ta p o r ta n d o ava nt i un i mpe gn o ed u n p ro g e t t o d av ve ro con cr eti. D if f on d e r e l e b a s i s o ciali di cui il partito intende farsi promotore e, ancor di più, riflettere ed inter venire su argomenti, com e ad es e mp i o q ue l l o d e l Piano casa, che sono molto delica ti e p ar tic o l a r me nt e s e n t i t i i n questo m o m ent o d i fo rt e c r i s i economica.

IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI

Non solo i provvedimenti anti-inquinamento adottati dal sindaco del Comune di Frosinone appaiono come veri e propri palliativi, che a poco se non a nulla servono per migliorare la qualità dell’aria, ma anche gli studi sugli effetti delle Pm10 si sono arenati. Come d’altra parte qualsiasi cosa sta facendo questa Amministrazione comunale. Eccezion fatta soltanto per qualche piccolo progetto. Così, l’equipe che avrebbe dovuto monitatore l’aria di Frosinone e valutare gli effetti dell’inquinamento sulla nostra salute, non si sa bene che fine abbia fatto. Nel frattempo, però, sono stati pubblicati i dati dell’Oms su quelle conseguenze. Disastrose se si considera che queste poleri sono talmente sottili da vare facile ed agevole accesso nei nostri polmoni. Ed una volta annidate lì le conseguenze sono davvero pericolose.

LO SMOG CHE UCCIDE INQUINAMENTO

SANITA’

POLITICA

Pubblicati dall’Oms dati allarmanti sugli effetti delle polveri sottili nell’organismo Urgono interventi

De Angelis: chiudere l’ospedale di Ceccano è un’azione improponibile Monta la protesta

La Destra ha celebrato il congresso “Alle elezioni amministrative come protagonisti”

A PAG. 2

A PAG. 2

A PAG. 3

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone Il Centro europeo per l’Ambiente pubblica dati allarmanti sugli effetti delle Pm10

Quando si muore di inquinamento Le polveri sottili entrano facilmente nei polmoni causando patologie mortali FROSINONE - Torino, Brescia e Milano. Queste sono le città europee più inquinate, seconde solo a Plovdiv, in Bulgaria. L'Italia non solo domina la classifica ma è anche il paese più presente, con 17 centri nelle prime 30 posizioni. Tra queste, sette città nel 2010 hanno superato la soglia massima consentita di polveri sottili ben 35 volte. Sono Brescia, Milano, Frosinone, Monza, Lucca, Bergamo e Torino. A dare l'allarme è il Centro Europeo Ambiente e Salute Oms sulla base di alcuni recenti dati dell 'Agenzia Europea per l’Ambiente, che confermano le proiezioni effettuate nell'ultimo studio

sulla situazione italiana pubblicato dal centro nel 2006. In questi quattro anni il rilevamento del Pm 2,5 (polveri sottilissime che entrano facilmente nei polmoni raggiungendo la regione alveolare dove può provocare danni molto gravi) è diventato routine in molte città italiane mentre in altre lo sta per diventare. Il centro dell'Oms ha quindi eseguito nuovamente i calcoli basandosi sui dati aggiornati e applicando la stessa metodologia del 2006. Secondo queste proiezioni sono 7mila le morti ogni anno causate dall’inquinamento nella sola pianura Padana, molti di più dei 8 000 decessi

l’anno in 13 città italiane stimati nello studio di quattro anni fa. Marco Martuzzi, responsabile impatto ambientale sulla salute del Centro Europeo Ambiente e Salute della Oms, individua nel traffico uno dei maggiori responsabile: “ Il Pm emesso dal trasporto su strada rappresenta la principale fonte di emissione di particolato nelle aree metropolitane italiane ed il suo impatto continua a rappresentare un problema di sanità pubblica considerevole. In Italia ogni cittadino perde in media 9 mesi di vita per esposizione al particolato”.

Oltre a una significativa perdita di vite – dovute principalmente a malattie cardiocircolatorie, respiratorie e a tumore al polmone – bisogna tenere conto anche della diminuzione della qualità della vita e della perdita di giornate lavorative e di scuola a causa di malattie come bronchiti e asma e dei ricoveri ospedalieri. Come se non bastasse ci rimettiamo anche in soldi. Il centro ha stimato una perdita di circa 28 miliardi di euro all’anno, calcolando i costi della mortalità, delle malattie e degli anni di vita persi. Sarebbe quindi necessaria e urgente un’azione politica per ridurre l'inquinamento. Ma

come e dove intervenire? La soluzione proposta dal Centro Europeo Ambiente e Salute non è una sola, come prevedibile, ma una combinazione di interventi tra cui: razionalizzazione e riduzione del traffico privato, implementazione delle ultime tecnologie nell'ambito di veicoli e carburanti, ispezioni obbligatorie ai veicoli, incentivi fiscali. Altrettanto importanti sarebbero un trasporto pubblico (anche extraurbano) efficiente e pulito e una pianificazione urbana che permetta ai cittadini di muoversi in sicurezza a piedi e in bicicletta.

De Angelis: chiudere Arduini: il Milleproroghe Ceccano è da pazzi ennesima bufala politica FROSINONE - “Chiudere l’Ospedale di Ceccano è una scelta scellerata”. Non usa mezzi termini l’europarlamentare Francesco De Angelis che è tornato sull’argomento del piano sanitario della Polverini ed in particolare sulla chiusura del nosocomio di Ceccano. “Con questa decisione – prosegue De Angelis – si vanifica tutto il lavoro svolto nel centrosinistra negli anni scorsi, per migliorare ed elevare il sistema sanitario provinciale, di cui l’Ospedale di Ceccano, anche per la sua vicinanza territoriale al capoluogo di Frosinone, è un perno importante. Siamo di fronte ad una scelta scriteriata ed illogica: le chiusure di queste settimane hanno evidenziato senza mezzi termini come in particolare l’Ospedale del capoluogo non riesca a soddisfare l’utenza e rischi il congestionamento: file interminabili al pronto soccorso, reparti sovraffollati, assistenza sanitaria al collasso. Proprio in virtù della con-

2 ANNO 11 - N° 47 sAbAtO 26 febbrAiO 2011

tiguità geografica tra Ceccano e Frosinone nel Maggio del 2008 la Regione Lazio sottoscrisse un accordo, ribadito nel Settembre 2009, che prevedeva a Ceccano l’Ospedale riunito di Frosinone, un polo ospedaliero unico di eccellenza, con il Dea di II livello.Tutto questo rientrava in un’ottica provinciale,di un piano che prevedeva il Dea di II livello a Frosinone, il Dea di I livello a Cassino ed il Polo Oncologico a Sora. Oggi invece siamo di fronte solo ad un taglio indistinto e generalizzato, senza un quadro globale, che affossa la sanità provinciale.La scelta di chiudere l’Ospedale di Ceccano con tutti i suoi reparti, compresa la storica Psichiatria,vanifica tra l’altro gli ingenti investimenti che nel passato sono stati fatti al Santa Maria della Pietà: stiamo parlando di più di 22 miliardi di lire concessi dall’allora Giunta Badaloni, che hanno permesso di rendere la struttura moderna ed efficiente”.

FROSINONE - "Singolare e ridicolo provvedimento sta andando in scena nelle stanze della politica nazionale, il " Milleproroghe " avrà ripercussioni anche in ambito Provinciale". Così in una nota Sergio Arduini dell'Associazione Fiamma Frùsino, che prosegue: "Tra le tantissime e caotiche soluzioni adottate vi è quella riguardante le Multe per affissione abusiva. Durante ogni consultazione Elettorale, di qualsiasi livello, le nostre città vengono orribilmente imbrattate da manifesti che raffigurano Partiti e candidati. Con questo "Milleproroghe ", di fatto è stata emanata una antidemocratica Sanatoria. Nello specifico, tutti i partiti coinvolti in queste affissioni abusive risolveranno i loro problemi amministrativi pagando una ridicola multa equivalente a sole 1000 Euro per Elezione. Che fine faranno tutte le contravvenzioni notificate in tutti questi anni a coloro che hanno dato sfoggia nell'imbrattare senza ritegno le nostre cittadine? Alcuni Onorevoli interpellati sullo

specifico caso hanno affermato: Non è giusto ma è opportuno; Attaccare i manifesti è un' esigenza democratica. l ' Ass. FIAMMA FRùSINO e la Federazione Ciociara della FIAMMA TRICOLORE intendono mettere a conoscenza dei cittadini questa ennesima prova di forza messa in scena, in maniera antidemocratica e soprattutto BIPARTISAN, da parte dei maggiori partiti politici della nostra nazione, i più colpiti da queste notifiche. Siamo di fronte all'ennesima dimostrazione che basta avere SOLDI e non IDEE per imporre pensiero e prepotenza politica. Alla luce di queste conclusioni, come si comporteranno le Amministrazioni Comunali alle imminenti elezioni amministrative? Continueranno a Multare? Ci piacerebbe sapere che fine hanno fatto le precedenti contravvenzioni e chi le ha pagate....ma siamo convinti che l'omertà regnerà sovrana".

I pidiellini a Di Carlo: sostieni Tersigni

35mm di storia per l’Unità d’Italia

SORA - "Molte volte non basta definirsi uomini di partito ma bisogna dimostrare di esserlo comportandosi come tali. Avremmo volentieri evitato stupidiedinutilipolemiche,maperonordelveroriteniamo opportuno intervenire e ricondurre lo stato dei fatti alla verità".Lo dichiarano in una nota i Consiglieri Comunali del Pdl, Agostino Di Pucchio, componente del Comitato provinciale e Salvatore Meglio,capogruppo Pdl Comune di Sora.

CECCANO - Prosegue la terza edizione di "35 mm di Storia", il seminario di studio con proiezione di citazioni cinematografiche organizzato dal Liceo Scientifico e Linguistico Statale di Ceccano grazie al coordinamento generale della prof.ssa Stefania Alessandrini. L'edizione di quest'anno, intitolata "Oh mia patria sì bella e perduta - Momenti, figure, atmosfere del cinema risorgimentale italiano".


FROSINONE UNITA’ D’ITALIA Il regista Alessandro D’Alatri porterà il suo progetto nei Licei di Frosinone

Il Risorgimento che diventa musica FROSINONE - Il regista Alessandro D’Altri sarà presto nei Licei di Frosinone per promuovere un disco sul nostro Risorgimento. “Siamo una nazione giova n e, a b b i a m o a n c o r a m o l t o d a f a r e. Q u e s t o è uno spettacolo che parla d i f u t u r o, p e r c h é s e n o n

AMBIENTE

Torna oggi la campagna “Liberati dei tuoi rifiuti ingombranti” FROSINONE - Torna la campagna di sensibilizzazione: «Liberati dei tuoi ingombranti». Oggi, dalle ore 7.30 alle ore 13.30, in via Tiburtina, nel parcheggio Cotral, avrà luogo la Giornata di raccolta dei rifiuti ingombranti, oltre che di apparecchiature elettriche ed elettroniche. «Come da impegni assunti con i cittadini di Frosinone – ha dichiarato l'assessore alla tutela dell'ambiente,ai servizi ecologici e alle energie rinnovabili Francesco Raffa - alla luce del successo già riscontrato nelle precedenti giornate di raccolta effettuate nel 2010, visti i positivi risultati e il gradimento dimostrato nei confronti dell'iniziativa torna a Frosinone anche per questo mese la campagna di sensibilizzazione ‘Liberati dei tuoi ingombranti'». L'abbandono di rifiuti per strada è certamente un segno di inciviltà, un problema per l'ambiente e il decoro della città. Per questi motivi l'amministrazione di Frosinone, oltre ad offrire un servizio di ritiro gratuito a domicilio, a seguito di prenotazione telefonica, ha programmato delle giornate nelle quali puoi «liberarti dei tuoi ingombranti».

s a p p i a m o d a d ove ve niamo è molto difficile s a p e r e d ove s t i a m o a n dando”. Lo ha spiegato Alessandro D’Alatri, ieri mattina al Liceo Giulio Cesare di Roma, parlando di Disco Risorgimento – Una storia romantica, lo spettacolo tra m o n o l o g o, memoriale e musica incentrato su Mazzini (Edoardo Sylos Labini) ed altri padri della pat r i a , n a t o p e r l e s c u o l e. Dopo l’anteprima di domani al Liceo Giulio Cesare di Roma, la messa in s c e n a av r à l a p r i m a n a zionale il 2 marzo a di Palazzo della Cancelleria a R o m a , d ove r e s t e r à fino al 5 marzo. Po i g i r e r à i n t o u r i n a l cuni licei italiani (Frosin o n e, Latina ,Rieti, Viterbo, Pomezia) e avrà repliche serali a Tivoli e Latina. Gli spettacoli serali faranno anche tappa a Milano a Palazzo Reale dal 20 al 27 marzo, a To-

rino a Palazzo Reale il 28 marzo e ad Alessandria il 29. “Sono un appassionato ve r o d e l R i s o r g i m e n t o e ho una piccola collezione di documenti – spiega il cineasta -. È una pagina che ho sempre sentito vicina a me, in fondo se ci p e n s i a m o, c i s e p a r a d a l quel periodo solo qualche generazione. Quando

Edoardo mi ha proposto q u e s t o l avo r o h o a d e r i t o immediatamente. È bello ve d e r e M a z z i n i n e l s u o ‘entusiasmo perdentè e mi dispiace non abbia potuto vedere questa Italia repubblicana, che esiste in nome suo». Secondo il regista di la Febbre «studiare e conoscere il Risorgimento per i r a g a z z i è c a t a r t i c o, è

s t a t o f a t t o d a g i ova n i c o m e l o r o, c o m e h a s o t tolineato benissimo Ben i g n i a S a n r e m o, i n u n i n t e r ve n t o c h e m i h a profondamente emozionato”. Lo spettacolo porta in s c e n a p a g i n e d i D a n t e, Fo s c o l o, M a n z o n i , l e l e t tere di Garibaldi ad Anita attraverso la figura di Giuseppe Mazzini e le m u s i c h e d i Ve r d i r i v i s i tate con sonorità elettroniche dal Dj Antonello Aprea, nel cast con Melania Maccaferri ed Elisa Santarossa. “Utilizziamo un formula, n u ova , v i c i n a a i g i ova n i , al loro linguaggio – spiega Labini, che èanche ideatore dello spettacolo . Raccontiamo Mazzini nel 1848, quando ha 43 anni durante la prima guerra d’indipendenza, tra le cinque giornate di Milano e la Repubblica Romana, nella fase in cui il pensiero diventa azione”.

della tradizione, della giustizia sociale, della legalità, della cultura, del lavoro e della partecipazione e che si condensa nell'idea di Nazione come sintesi delle diverse specificità. Nel corso del cogresso sarà fatto il punto sulla delicata situazione nazionale e

sulle iniziative nei governi regionale e provinciale. In particolare, le politiche sociali quali il tema della casa per i meno abbienti, attraverso il mutuo sociale per il riscatto degli alloggi di edilizia popolare. E le politiche culturali messe in atto qui da noi, volte alla riscoperta del patrimonio artistico e alla crescita del territorio. Contemporaneamente si lancerà la volata per le prossime elezioni amministrative in cui molte città e paesi rinnoveranno i consigli comunali. 'La Destra' sarà presente e costituirà la forza decisiva per la vittoria del centrodestra, non disdegnando in alcune realtà di guidare la coalizione. Pronti, naturalmente, anche nel caso di elezioni nazionali, per riportare la Destra autentica in parlamento”.

IERI SERA CONGRESSO ALL’HOTEL CESARI

La politica sociale e le amministrative: le priorità de La Destra Antonio Abbate: il nostro partito sarà presente alle prossime consultazioni elettorali da protagonista FROSINONE - Si è celebrato ieri sera presso l’hotel Cesari di Frosinone il congresso de La Destra ciociara che, grazie all’encomiabiale lavoro svolto dal segretario provinciale, Antonio Abbate, punta sulla diffusione dei principi sociali della politica e mira alle prossime amministrative. “La Destra, la vera destra,

quella sociale - ha spiegato proprio Antonio Abbate pone alla base dell'azione politica l'idea del bene comune, della realizzazione di una comunità legata da vincoli di società e di spirito, fondata sulla solidarietà e sull'etica, invece che sugli interessi individuali. Uno spirito di comunità che si realizza coltivando i valori

Il campione di bocce compie 90 anni

Pescosolido espone da domani a Sora

SORA -Tutti gli amici della Bocciofila“Primavera” di Sora desiderano festeggiare Vincenzo Vincitore, per le sue 90 splendide primavere. Il suo nome,Vincitore, è già tutto un programma. Da qualche anno ha smesso di gareggiare, ma è sempre presente sui campi di gioco, dove molti atleti, provenienti dalle regioni vicine, lo riconoscono come esempio di quello stile di gentiluomo e di vero sportivo.

SORA - Si terrà domenica 27 febbraio 2011, alle ore 18, l’evento di chiusura della mostra “Eyes&flowers” di Bernardo Pescosolido. Patrocinata dall’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Sora la personale dell’artista è stata allestita presso il complesso del Museo Civico della MediaValle del Liri, nella Sala Auditorium in Piazza Mayer Ross. La mostra ha presentato al pubblico 40 infografie.

3 ANNO I1 - N° 47 sAbAtO 26 FebbrAIO 2011


IL METEO SORA

SERA NOTTE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

LA RICETTA SPEZZATINO DI MANZO Per lo spezzatino di manzo cominciate con la la preparazione della carne. Eliminate l’eventuale tessuto connettivo e il grasso in eccesso, poi poggiatelo su di un tagliere, tagliatelo a fette piuttosto spesse e poi a cubetti regolari al fine di ottenere una cottura uniforme. Quindi infarinate leggermente i pezzetti di carne.Una volta ridotta in pezzi, infarinate leggermente la carne. Mondate e tritate la cipolla, la carota e il sedano, quindi ponete in una pentola piuttosto larga il burro e l’olio; quando il burro sarà fuso, aggiungete il trito di verdure che farete rosolare qualche minuto a fuoco moderato. Aggiungete anche i pezzetti di carne e fateli rosolare molto bene assieme alle verdure, quindi versate il vino rosso e lasciate sfumare a fuoco allegro; coprite poi la carne con del brodo (di carne o vegetale), salate, pepate e coprite la pentola con un coperchio. Lasciate cuocere per almeno un’ora e mezza a fuoco dolce, aggiungendo del brodo se necessario. Se al termine della cottura il sugo invece fosse piuttosto liquido, fatelo restringere a fuoco vivo, poi aggiustate eventualmente di sale e spegnete il fuoco. Servite caldo.

NUMERI UTILI

CASSINO

EMERGENZA CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE

112 113 115 118 1515 800116

SANITA’ OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

NUMERI UTILI

4 ANNO 11 - N° 47 SABATO 26 fEBBrAIO 2011

CASSINO NAPOLI

ROMA CASSINO

POMERIGGIO

FROSINONE

ABBAZIA DI MONTECASSINO

TrENI

MATTINO

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

MESSE

ORARI TRENI

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

ORE

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI

ORE

FROSINONE, CINETEATRO ARCI

CINE D’ESSAI PRESENTA:

8.30 11.00 18.00

25/26 FEBBRAIO

IN UN MONDO MIGLIORE

Christian non ride e non perdona mai. Rimasto orfano si trasferisce in Danimarca con il padre, nella nuova scuola incontra Elias, timido, pestato dai bulli d'ordinanza, genitori perfetti sul lavoro e meno nella coppia. I due scolaretti cominceranno insieme un cammino verso il male sotto gli occhi impotenti dei pur coscienziosi genitori. Candidato danese per la corsa agli Oscar 2011, In un mondo migliore è l'ultimo film di Susanne Bier, una delle registe scandinave più famose. Come in Dopo Il Matrimonio, la Bier imposta un racconto spola tra famiglia e diverse realtà: povertà e ricchezza. In un mondo migliore quindi è un viaggio a colpi di montaggio alternato tra l'Africa dei medici da campo e la Danimarca opulenta dei borghesi. Allieva di Lars Von Trier, la regista ha qualche lascito del dogma: le zoomate improvvise nei momenti cruciali, ma più che forma porta in dote quel contenuto raggelante e intenso, bollino di qualità dei film danesi. “C'è del marcio in Danimarca” e ovunque. Non esiste primo o terzo mondo: con una regia di minimalismo deciso l'autrice danese evita i sociologismi e suggerisce, con tensione costante e perfetta, che la violenza nasce in qualsiasi luogo e condizione sociale, non c'è contesto o spiegazione socioculturale che tenga. La civiltà e il progresso sociale sono bei vestiti da indossare ma si rovinano quando c'è lutto, morte, sofferenza: tre bestie divoratrici dell'evoluzione simbolo del Nord Europa. I genitori, vessilli della buona educazione, sono la parte più debole e soccombono all'ira dei figli che non riescono pure sforzandosi a guidare, perché l'istinto ha una marcia in più, come le interpretazioni degli adulti di questo film: Mikael Persbrandt, Trine Dyrholm e Ulrich Thomsen, entrambi già visti nel capolavoro Festen. In questo gioco al massacro dei buoni sentimenti, in questa cattiveria malcelata sembra di essere davanti a un grande film. Ma anche i vetri più robusti hanno il proprio punto debole e il martello distruttore è un finale

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.) ORE

8.30 11.00

CASSINO

SABATO 26 FEBBRAIO

COSTA

DOMENICA 27 FEBBRAIO

S.BENEDETTO

LUNEDÌ 28 FEBBRAIO

PRIGIOTTI

MARTEDÌ 01 MARZO

RICCIUTI

MERCOLEDÌ 02 MARZO

S.ANNA

GIOVEDÌ 03 MARZO

S.BENEDETTO

VENERDÌ 04 MARZO

COSTA

Stasera in tv su Italia Uno (ore 21:10)

MADAGASCAR 2

FARMACIE

(animazione - 2008)

Ritroviamo Alex il leone, Marty la zebra, Gloria l'ippopotamo e Melman la giraffa alla deriva nelle remote spiagge del Madagascar, pronti ad imbarcarsi sull'aereo riparato dalla squadra di terribili pinguini per tornare a Central Park. Un atterraggio di fortuna, però, ben prima di arrivare nei cieli americani, li catapulta nel bel mezzo di una pianura africana, ai piedi del Kilimangiaro. Tutto appare come la realizzazione di un sogno: Alex ritrova la famiglia, Marty il branco che ha sempre desiderato, Gloria le attenzioni del prestante Moto Moto e Melman l'opportunità di mostrare un po' di eroismo. L'Africa è dunque meglio di New York City? Di certo non è meno avventurosa. Regia di Eric Darnell, Tom McGrath, con Ben Stiller, Chris Rock, David Schwimmer.


sport CALCIO SERIE B

Oggi pomeriggio (ore 15) in campo al Matusa contro il Grosseto

Frosinone, vincere per sperare Bisogna dare seguito alla bella rimonta di Varese. Out Sansone e Biasi

D Il programma CALCIO LE GIOVANILI

dei gialloblu in campo Il campionato Primavera si ferma per far posto al “Viareggio” e i riflettori sono puntati sugli altri tornei giovanili. E’ la Paganese l’avversaria che disturberà i sonni dei gialloblu in questo weekend calcistico. I Giovanissimi in trasferta e gli Allievi tra le mura amiche domenica, infatti, affronteranno la squadra campana. Sulla carta un impegno accessibile per entrambi. Nelle ultime gare i ’94 di Tasciotti, malgrado i risultati, hanno mostrato segnali di miglioramento. Domenica mattina alle 11.30, davanti al proprio pubblico, i canarini potrebbero avere la chance per tornare a guadagnare punti preziosi. Tutta un’altra storia invece domenica pomeriggio a Cesarano Tramonti: ha il sapore di una sfida di Davide contro Golia il match tra Paganese e Frosinone. Gli undici di Coppitelli si presentano con il comando della classifica ben saldo. Devono far vedere di che pasta son fatti invece i Fascia B Elite di Maurilio Trimani che sabato pomeriggio, al Selvotta di Supino, ricevono il Savio. La qualità non manca tra i ’97 ciociari, che dopo essersi resi protagonisti di un trend positivo, hanno improvvisamente gettato la spugna, ed ormai l’appuntamento con la vittoria manca da un mese. Chissà se la gara contro i ragazzi di mister Canestro riuscirà a dare ai canarini la scossa che tutti si aspettano. Impegnati in trasferta invece i Giovanissimi Provinciali Fascia B di Roberto Guerra che affronteranno il Pro Calcio San Giorgio domenica mattina. Si entra in campo alle 10.30.

opo il bel pareggio sul campo del Varese, il Frosinone riceve la visita del Grosseto, avversaria nota delle ultime stagioni. Ieri seduta di allenamento pomeridiana a porte chiuse per il Frosinone di mister Campilongo. Lontano da occhi indiscreti, il tecnico campano ha fatto sostenere ai suoi una seduta di circa un'ora sul manto erboso in ottime condizioni dello stadio Comunale. Cariello e compagni hanno svolto una seduta prettamente tattica, con simulazione di azioni offensive e difensive e schemi su calci da fermo. Hanno continuato il loro lavoro differenziato Sansone e Biasi; i due non compaiono nella lista dei convocati. Non ci sarà neppure Davide Bottone, che ieri

pomeriggio è stato protagonista di un inconveniente con la sua auto: a seguito di un lieve tamponamento, il mediano canarino ha riportato un leggero colpo di frusta. Lo staff medico, con la dott.ssa Spaziani che ha visitato il calciatore, ha deciso di fermare a scopo precauzionale il centrocampista canarino, che pertanto tornerà ad allenarsi con il gruppo già da domenica. Ecco in dettaglio i 19 convocati, che si sono radunati alle 18 di ieri all'hotel Bassetto di Ferentino. Portieri: Frison, Vaccarecci Difensori: Ben Djemia, Bianco, De Maio, Guidi, Minelli, Terranova; Centrocampisti: Beati, Biso, Cariello, Di Tacchio, Grippo, Pestrin;

BASKET FINAL FOUR (ore 18)

Semifinale,Veroli affronta Venezia Per il Basket Veroli scatta la terza missione Final Four in tre stagioni. In mattinata la comitiva della Prima vola verso Novara, nel pomeriggio prima presa di contatto con lo Sporting Village con l’allenamento di rifinitura e oggi alle 18 il via con la semifinale contro l’Umana Venezia (diretta su RaiSport2). La squadra giallorossa parte al completo per il Piemonte, Kavaliauskas, Brkic e Rosselli hanno tutti recuperato dagli acciacchi accusati nei giorni scorsi: “Kava e Brkic hanno fatto differenziato martedì e il giorno dopo soltanto David ha saltato la parte finale dell’allenamento, mentre Rosselli è guarito dal principio di influenza di inizio settimana”, è il bollettino confortante di Demis Cavina. Il coach verolano fa sapere che tutta la squadra prende con grande serietà la manifestazione tricolore, stato d’animo ancor più giusto per una detentrice, peraltro doppia. C’è lo storico “triplete” da centrare per il club di Zeppieri e le sensazioni sono buone: “La Final Four si gioca in un periodo molto positivo per noi - le parole di Cavina - sapendo comunque benissimo che in semifinale incontriamo la regina del campionato e nell’eventuale finale una tra Casale Monferrato e Imola (Ebi ha salutato per Avellino, ndc) che sono entrambe buone squadre. Sarà un’esperienza prestigiosa, non esiste partecipare ad una Final Four tanto per farlo, ci aspettano partite secche, differenti da quelle che si giocano in

Attaccanti: Baclet, Cesaretti,

Masucci, Stellone, Zigoni.

campionato, gare da dentro o fuori con tanta tensione da affrontare”. Veroli si presenta con le insegne di formazione più in forma del poker insieme a Casale Monferrato, visto il -27 di Jesi da cui è reduce Venezia: “Ma è probabile che Venezia sia anche molto arrabbiata – ribatte il tecnico di Castel San Pietro – Gli ultimi risultati dicono che Casale e Veroli sono le più in forma, però ripeto che queste sono partite particolari, dove conta avere giocatori che sappiano giocare questo tipo di match. Sotto questo punto di vista l’esperienza a disposizione di Venezia, anche a livello di americani, è un gradino sopra, quindi è lei la favorita, la sconfitta di Jesi è stato un incidente. Casale è la più atletica delle quattro e per profondità d’organico è come Venezia. Per quanto riguarda noi, l’obiettivo è allungare la squadra come rendimento, abbiamo ben 6 giocatori in doppia cifra per media-punti e questo non è un dato che capita spesso ad una formazione, però c’è il bisogno, in vista della parte decisiva della stagione, di avere 9-10 giocatori che abbiano continuità di rendimento. In questo senso abbiamo un miglioramento da fare”. Lo si cercherà di raggiungere anche a brevissimo termine. Lunedì scade infatti definitivamente il termine per effettuare operazioni di mercato su giocatori che militano in Legadue (per quelli di Serie A e A Dilettanti il termine è il 31 marzo). E il gm Ferencz Bartocci ammette che la società giallorossa non sta pensando esclusivamente alla Final Four ma pure a rinforzare la squadra per la ripresa del campionato: “Stiamo lavorando su un’operazione in entrata, non sarà facile centrarla ma le cifre che abbiamo messo in ballo sono importanti. E’ una situazione che stiamo seguendo di ora in ora”. Uno il grande indiziato, Fabio Zanelli, la 34enne guardia-ala della Mazzeo San Severo inseguito ormai da mesi dai verolani. La speranza di Via Parco della Rimembranza è di tornare lunedì dal Piemonte con una doppia valigetta: una con la terza coppa, l’altra con il contratto del giocatore.

Mancini indagato per violenza sessuale

Salto con gli sci, Runggaldier d’argento

L'ex calciatore dell'Inter e della Roma Amantino Mancini è indagato dalla Procura di Milano per violenza sessuale e lesioni personali nei confronti di una brasiliana, nota nel mondo della musica e della tv del suo Paese. Secondo l'accusa Mancini ha costretto la donna a subire rapporti sessuali ripetuti, provocandole anche escoriazioni.

Elena Runggaldier ha vinto l'argento nella gara di salto con gli sci al mondiale di sci nordico in corso ad Oslo. L'oro è andato all'austriaca Daniela Iraschko, il bronzo alla francese Coline Mattel. Per la prima volta un atleta italiano riesce a salire sul podio nelle gare dal trampolino. Ai mondiali e alle Olimpiadi, dove è presente la gara maschile, non c'era mai riuscito nessuno.

5 ANNO I1 - N° 47 sAbAtO 26 FebbrAIO 2011


lagazzettacassino260211a  

L’OSCAR DEL GIORNO AI CARABINIERI IL TAPIRO DEL GIORNO AI TECNICI INFEDELI TRUFFA ELEZIONI UNIVERSITÀ ANNO 11 - N° 47 - sAbAtO 26 febbrAiO 2...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you