Page 1

Cassino, consiglio comunale sul bilancio

Pontecorvo, tavolo tecnico sui rifiuti nocivi

CASSINO - Domani il presidente Mignanelli convocherà il consiglio comunale per il 30 aprile con all’odg la consegna del documento contabile che dovrà poi essere approvato entro il 20 maggio. Nel frattempo,però, dovrà essere risolta la crisi politica ed amministrativa avviata da qualche settimana. PAG. 6

PONTECORVO - Il consigliere comunale di Pontecorvo Fabrizio Falsca interviene sui rifiuti nocivi rinvenuti in contrada Ravano. Entro pochi giorni aprirà un tavolo tecnico con le associazioni ambientaliste riconosciute per stabilire insieme le priorità e un calendario di lavori. L’obiettivo è quello di risolvere il problema dei rifiuti. PAG. 7

ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AGLI ASSENTEISTI Per le assenze ingiustificate nei luoghi di lavoro. Troppo spesso le corsie degli ospedali, gli ambulatori e gli uffici amministrativi sono vuoti o ci sono pochi lavoratori. Gli altri, ufficialmente presenti, sono altrove a fare cose personali a danno dell’utente o del paziente. Così non va. Serve più responsabilità dei dipendenti di enti pubblici o di strutture sanitarie. E le poche volte che si fanno i controlli sarebbe opportuno dare un segnale di responsabilità morale. Polizia, carabinieri, finanzieri dovrebbero essere più attenti, insieme alla magistratura,per controlli più mirati. E controlli anche per quei professionisti che non rilasciano ricevute o fatture dei pagamenti per le loro prestazioni.

L’OSCAR DEL GIORNO AI CARABINIERI Per il controllo antiassenteismo negli ospedali di Cassino e Pontecorvo. E’ scattato da parte dei Carabinieri che hanno bloccato le uscite ed effettuato controlli sulla presenza del personale. I controlli mirati ad accertare le ‘effettive’ presenze dei lavoratori. Questi blitz, però, andrebbero fatti più spesso per una verifica effettiva degli addetti presenti in corsia. Ci sono tanti che entrano ed escono per poi tornare senza alcuna firma sui registri delle presenze. Stessa cosa andrebbe fatta in tutti gli enti pubblici.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Polverini: “Stop alle liste di attesa” Intanto la neopresidente lavora alla composizione della nuova giunta ROMA - Stop alle liste di attesa e occhi puntati sulla sanità. Renata Polverini, presidente della Regione Lazio, ha suggellato così una giornata scandita da tre appuntamenti che l'hanno accompagnata ufficialmente nella sede della Pisana. L'omaggio con la deposizione della corona d'alloro al Sacello del Milite Ignoto al Vittoriano e la visita al Sacrario delle Fosse Ardeatine, hanno preceduto l'entrata nella sede della Regione. Non lascia spazio a dubbi Renata

Polverini, che punta - come emerge dalle sue parole - a rispettare punto per punto quanto promesso in campagna elettorale. E il Presidente sta già lavorando in tal senso, lo ha assicurato, e tra i primi interventi che saranno messi in atto nella sanità, il ''tallone d'Achille'' della Regione, l'eliminazione delle liste di attesa. L'accorpamento delle Asl e' una delle altre priorità della Polverini che mira a una riorganizzazione con l'obiettivo di restituire ai cittadini

un servizio efficiente e soprattutto facilmente accessibile. Del resto il via libera per metter mano al settore critico della Regione la Polverini l'ha avuto da Palazzo Chigi, con la nomina da parte del Consiglio dei Ministri a commissario straordinario alla Sanità del Lazio. Tra i primi a mostrarsi ''collaborativo'' e consapevole del bisogno di lavorare insieme e' stato il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che ha sottolineato la differenza tra Istituzioni e poli-

tica. ''Lo scontro politico tra maggioranza e opposizione avverrà in consiglio regionale, le istituzioni invece debbono trovare il bandolo della matassa e collaborare. Da parte nostra - ha assicurato - pancia a terra per aiutare a risolvere i problemi dei cittadini''. Altro aspetto al centro del dibattito in queste ore, anche alla luce dello scontro Fini-Berlusconi, è la creazione della nuova giunta. Avevo detto che avrei preso il tempo giusto, ma ieri ho ritenuto di non oc-

cuparmi di questo perché bisogna sempre avere davanti le priorità. I dirigenti del Pdl del Lazio erano impegnati nella direzione del partito e quindi abbiamo fatto una giornata di pausa, da oggi pomeriggio ricominciamo''.

Tante le Province Piogge, scongiurato il rischio non in regola col Pec siccità per la prossima estate ROMA - Sono ancora numerosi i casi di Regioni, Province e Comuni italiani non ancora in regola con gli obblighi di legge sulla pubblicazione degli indirizzi di Pec sul proprio sito istituzionale così come nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni. A pochi giorni dal Pec-Day di domani, resta quindi alto il rischio che molti cittadini si trovino nell'impossibilità di dialogare via Pec con le loro amministrazioni. Rispetto a qualche giorno or sono, la situazione è comunque migliorata a seguito dei ripetuti solleciti effettuati da DigitPa e Formez così come grazie alle verifiche ispettive effettuate su mandato del Ministro Brunetta dall'Ispettorato della Funzione Pubblica. Le Regioni, Province e Comuni inadempienti non hanno più alibi, dal momento che già cinque anni or sono il Codice dell'amministrazione digitale prevedeva che tutte le Pubbliche amministrazioni dovessero istituire una casella di Pec per ogni registro di protocollo. Per quanto concerne le Regioni, hanno pubblicato almeno una Pec la Basilicata (8), la Calabria (2), l' Emilia Romagna (32), il Friuli-Venezia Giulia (22), la Lombardia (28), la Puglia (1), l' Umbria (1), la Campania (1) e le Marche (1). 4 Regioni si sono impegnate a pubblicare nelle prossime ore almeno una Pec: Molise, Sicilia, Veneto e Lazio. 7 Regioni non hanno ancora pubblicato nemmeno una Pec: Abruzzo, Liguria, Piemonte, Sardegna, Toscana, Trentino-Alto Adige e Valle d'Aosta.

ROMA - Dovrebbe essere scongiurato il rischio di siccità estiva ''per effetto delle condizioni meteorologiche che hanno prodotto una buona disponibilità idrica potenziale nei bacini idrografici, in particolare è risultata positiva sia al Nord che al Sud la condizione degli Invasi'' secondo il monitoraggio trimestrale dell'Inea. E' quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare tuttavia che il maltempo non ha risparmiato nessun weekend di primavera. La pioggia nei fine settimana di primavera è arrivata dopo un inverno che - sottolinea la Coldiretti - si è posizionato al secondo posto (dopo quello dello scorso anno) nella classifica dei più piovosi degli ultimi 30 anni, sulla base

dei dati dell'Istituto di Scienze dell'atmosfera e del clima (Isac). Le abbondanti precipitazioni, anche se con situazioni eterogenee nelle varie aree del Paese, hanno avuto un effetto generalmente positivo sullo stato di accumulo di risorsa idrica nel suolo che è importante - continua la Coldiretti per l'avvio delle irrigazioni quando le

colture avranno bisogno di acqua per crescere. L'andamento meteorologico, se da un lato ha consentito un buon livello di ricarica idrica ne suoli, ha però provocato disagi e danni nelle campagne a causa delle temperature rigide registrate e degli eventi precipitativi violenti. In generale conclude la Coldiretti - si sono registrati un po' su tutto il territorio dei disagi legati alla impraticabilità dei campi per le semine (molte aziende sono state allagate e aree dei territori rurali sono state oggetto di smottamenti e frane mentre la neve ha isolato diverse aziende agricole e creato difficoltà nel trasporto di latte e nell'approvvigionamento di foraggio per il bestiame.

Abolizione Province, Melilli: “Berlusconi è stato chiaro”

Gasperini: al via una grande opera di riqualificazione

Rendina: riflettiamo sulla festa della Liberazione

ROMA - ''Finalmente il Presidente del Consiglio fa chiarezza rispetto a chi aveva sostenuto fino ad oggi che le abolizione delle province era un punto programmatico della maggioranza di Governo''. Lo dichiara Fabio Melilli, Presidente del Consiglio Direttivo dell'Upi e della Provincia di Rieti, commentando le dichiarazioni del Presidente Berlusconi sulle Province. ''Adesso attendiamo che si affronti finalmente il tema della semplificazione e razionalizzazione del sistema pubblico del nostro Paese, ci sono tutte le condizioni perché il Parlamento, attraverso la carta delle autonomie, e le Regioni, con un'azione coraggiosa, possano eliminare tutti gli enti che si frappongono tra Comuni e Province e Province e Regioni''. ''Solo così - conclude Melilli - riusciremo a restituire ai cittadini la capacità di comprendere facilmente a chi vengono attribuiti i poteri pubblici e di chi sono le responsabilità delle inefficienze''.

ROMA - ''Con il voto in aula Giulio Cesare prende il via la più importante opera di riqualificazione del centro storico mai realizzata. Questa amministrazione realizzerà nuove pavimentazioni, illuminazione e reti di sottoservizio nel tridente; attuerà la riqualificazione di via Veneto e delle sue traverse; procederà alla trasformazione di piazza San Silvestro; alla riqualificazione l'asse Trevi-Lavatore (da Fontana di Trevi passando per via del Lavatore, via in Arcione, via dello Scalone, via delle Scuderie, fino al traforo); e la sistemazione dello spezzone di piazza del Parlamento ancora degradato''. Lo dichiara Dino Gasperini, delegato del sindaco di Roma per il Centro storico. ''E ancora - prosegue - , verranno riqualificate via Borgognona, via Frattina, via Mario de' Fiori; via Belsiana; via del Gambero, via del Moretto, via Bocca di Leone, via del Governo Vecchio, via Due Macelli e via del Tritone. Un'operazione importantissima per il cuore della Capitale, che rappresenta un momento di importante crescita per tutto il centro romano, che da anni attendeva questi interventi''. “Obiettivo, ora - conclude - quello di costituire una cabina di regia che seguirà costantemente la realizzazione di queste opere con i comitati e le associazioni dei residenti e dei commercianti, utilizzando il Tavolo permanente per il centro storico come importante momento di confronto”.

ROMA - Il 25 aprile, la Festa della Liberazione quest'anno, più che mai, dovrà rappresentare per gli italiani una festa laica con la quale riflettere sull'oggi. L'attualità' del messaggio della resistenza, infatti, non è per nulla appannata dal tempo ma acquista nuovi significati in un momento nel quale ''la stessa parola 'liberta'' è stata travisata'' mentre, di fronte alla debolezza della politica e alla necessità di riforme,''si corre il serio rischio di seguire modelli puramente aziendali dove il capo-governante, non utilizzando più i poteri intermedi vuole rivolgersi direttamente al popolo senza, però, che vi siano strumenti e poteri comunicativi imparziali''. Sarà questo, per Massimo Rendina, il senso e l'attualità del 25 aprile che sarà celebrato in tutta Italia con manifestazioni pubbliche e cortei. Rendina, capo partigiano, Cavaliere di Gran Croce e uno dei punti di riferimento dell'Anci (nonché promotore del Centro telematico di storia contemporanea e della Casa della Memoria a Roma), non nasconde le sue preoccupazioni per la situazione del Paese.

2 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010

Vigilia 25 aprile scritte contro l’Anpi ROMA - Alla vigilia del 25 aprile scritte a Roma contro Alemanno e l'Anpi (Associazione nazionale partigiani italia) e a favore della Rsi. La prima scritta “Alemanno e Anpi infami tutti quanti” è stata vergata sulla tangenziale est, all'altezza del ponte della Salaria, l'altra al Ponte delle Valli recita: “25 aprile onore alla Repubblica sociale italiana”.

Roma, “Sos arte dall’Abruzzo” ROMA - Oltre 100 tra sculture, quadri, crocifissi e reperti abruzzesi dall'età del bronzo al Medioevo. E' la mostra “Sos arte dall'Abruzzo”. L'esposizione, inaugurata a Castel Sant'Angelo dal sottosegretario ai Beni Culturali Giro, dall'arciprete della Papale Basilica di San Pietro cardinale Angelo Comastri e dal presidente della Provincia di Roma Zingaretti, ospita una sezione archeologica, una storico artistica e un'altra dedicata alle opere recuperate dopo il sisma.


PROVINCIA Iannarilli: “Sanità e servizi, le mie richieste alla Polverini” L’incontro durante la cerimonia all’Altare della Patria. “Abbiamo delle esigenze” cerimonia con la Polverini, che poi ci ha incontrato. E’ stato un incontro sulle priorità della nostra Regione, e mi pare che il presidente abbia voluto iniziare con uno spirito di grande collaborazione. Mi sono soffermato sulle priorità della nostra provincia per le quali mi aspetto attenzione da parte della Regione Lazio. Soprattutto ho sottolineato la necessità di ottenere per la Provincia, le deleghe opportune su argomenti specifici che la Regione, oggettivamente, non può conoscere precisamente. In particolare non si può dimenticare che la nostra è una regione molto particolare soprattutto perché c’è Roma, la ca-

FROSINONE – Il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli ha partecipato, insieme a molti altri amministratori locali, alla cerimonia per la deposizione di una corona d’alloro all’Altare della Patria da parte del neo governatore della Regione Lazio, Renata Polverini. La cerimonia è stata l’occasione per un primo incontro tra il presidente Iannarilli e il suo omologo alla Regione e l’onorevole di Alatri non si è fatto sfuggire l’occasione per cominciare a far conoscre alla Polverini tutte le criticità della Ciociaria, chiedendo subito interventi concreti: “Insieme agli altri amministratori del Lazio, ho partecipato alla

pitale. Le esigenze delle province, insomma, devono essere tenute in debito conto. Ho fatto presente alla Polverini che la nostra provincia è stata molto penalizzata dalla crisi della sanità, forse la più penalizzata in questo genere di servizi. E’ la provincia con il maggior numero di cassintegrati a causa della crisi industriale ed ha bisogno delle infrastrutture, lo stesso dicasi per i problemi dei trasporti. Insomma, come ho già avuto modo di esternare in precedenza, dal Presidente Polverini ci attendiamo attenzione per le nostre istanze e oggi l’ho sottolineato”. Pompeo Di Fazio

Nuovo piano Fiat, elogi da palazzo Gramsci FROSINONE - Accolte con grande interesse da parte del numero uno di Palazzo Gramsci, Antonello Iannarilli, le ottime notizie contenute nel nuovo piano industriale della Fiat: “E’ facile immaginare come le notizie diffuse da Fiat circa il rilancio del settore automobilistico, che vedono lo stabilimento sito in provincia di Frosinone tra quelli centrali in tale progetto, destino grande soddisfazione. Lo stabilimento Fiat, infatti, riveste il ruolo principale considerato anche il grande indotto che ha generato, per gli equilibri dei livelli occupazionali del frusinate. Io stesso ho

sempre sostenuto che poco o niente avremmo potuto fare per il rilancio dell’industria se le strategie dei grandi gruppi avessero abbandonato la nostra provincia. E’ chiaro, invece, che in vista delle nuove strategie della Fiat potremo fare tutto quanto è in nostro potere per favorire il ruolo che il colosso torinese è tornato a riconoscere alla Ciociaria. Il nostro apprezzamento va anche a Confindustria Frosinone e al suo presidente Marcello Pigliacelli che ha sempre sostenuto tali strategie”. Anche l’assessore provinciale alle attività produttive, Francesco Trina, in as-

sonanza con il presidente Iannarilli, ha espresso la sua soddisfazione: “Il piano industriale Fiat, particolarmente ambizioso per lo stabilimento cassinate, è un motivo di vanto e di orgoglio per l’intera comunità provinciale. Senza considerare, poi, i possibili benefici che ne potrebbero scaturire, in termini di lavoro e occupazione, non solo per lo stabilimento di Piedimonte ma anche per l’intero indotto. Si tratta di un primo segnale importante che non può passare inosservato, soprattutto da parte delle istituzioni che ancora di più devono continuare a confrontarsi e a collaborare con le asso-

Carta conducenti professionali, la Provincia chiede la proroga FROSINONE – Difficoltà in vita per molti autisti professionali e conducenti di mezzi pesanti. Invano, infatti, sono trascorsi i termini di scadenza per la richiesta della “Carta di qualificazione del conducente” attraverso la presentazione di documenti (primo aprile 2010) ed ora molti conducenti professionali saranno costretti al fermo della loro attività finché non abbiamo conseguito la patente professionale (si tratta di un vero e proprio processo di formazione: corso di 140 ore di cui almeno 10 trascorse in esercitazioni pratiche). Molti di questi conducenti lamentano la mancata pubblicizzazione della scadenza dei termini con mezzi adeguati. Per questi motivi, nel corso della riunione di Commis-

sione consiliare Trasporti della Provincia di Frosinone, il consigliere Eligio Ruggeri ha avanzato la proposta di intervenire per chiedere presso le sedi opportune una proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle documentazioni e, contestualmente, evitare a molti autotrasportatori i gravi pericoli professionali che correrebbero nel periodo nel quale immancabilmente resterebbero privi della “Cqc”.L’assessore al ramo, Gabriele Picano, apprese l’emergenza e la portata del problema, ha dichiarato la sua disponibilità a produrre quanto prima ogni richiesta presso le sedi ministeriali per chiedere la riapertura dei termini per la produzione di documentazioni necessarie ad ottenere la “Cqc”,

nel tentativo di aiutare i tantissimi autotrasportatori della nostra provincia ad evitare un lungo periodo di stop prima che riescano a conseguire la patente aggiuntiva.

ciazioni imprenditoriali per lo sviluppo del territorio”.

Ecco il finanziamento al comune di Sora per illuminazione e strade FROSINONE - L’amministrazione provinciale di Frosinone tramite l’assessore alla formazione e lavoro, il dottor Ernesto Tersigni, ha provveduto a concedere un contributo una tantum di 30.000,00 euro al comune di Sora, per l’esecuzione delle fasi di prolungamento e completamento della rete di illuminazione pubblica e di opere rientranti nei compiti dell’amministrazione, finalizzate al miglioramento della sicurezza della S.P. n.221 Sora- Incoronata- Veroli. In particolare, oltre al completamento della rete di illuminazione pubblica, si provvederà alla costruzione di una cunetta in calcestruzzo, con cordolo terminale di altezza minima di cm.50 che, oltre a garantire alla corretta raccolta delle acque superficiali, avrà funzione di delimitazione e di sostegno della scarpata a monte. Detta realizzazione consentirà anche l’ampliamento della sede stradale in quanto la nuova cunetta sarà ubicata in corrispondenza del fosso in terra e, pertanto, la vecchia banchina stradale potrà essere sistemata per essere resa transitabile; apertura e/o ripristino dei fossi in terra esistenti lateralmente alla strada; pulizia e disostruzione degli attraversamenti stradali. “Un finanziamento – ha dichiarato l’assessore Tersigni - che permetterà di realizzare interventi migliorativi per la qualità della vita e della sicurezza dei cittadini del comune di Sora”

Pec, la Provincia ancora non in regola

Frosinone, La Destra si organizza

FROSINONE - Mentre lunedì prossimo scatterà il pec day,ossia l’entrata in funzione del servizio di posta elettronica certificata,che attraverso il criterio della legalità permetterà di inviare e ricevere ai cittadini e soprattutto alle amministrazioni pubbliche documenti informatici e allegati in tutta sicurezza. La Provincia, insieme all’Asl e all’Università, ancora non si è adeguata. Mentre risultano virtuosi il comune di Frosinone, i carabinieri, il Tribunale, l’Aci, l’Inps, l’Inail.

FROSINONE – Il partito de La Destra della provincia di Frosinone si è ritrovato attorno al suo leader, Antonio Abbate, per analizzare i risultati dell’ultima campagna elettorale, in cui la compagine di Storace ha sostenere la candidata Polverini.“La Destra è stata determinante per la vittoria ,ora è tempo di strutturare il partito in vista del congresso nazionale. Per il tesseramento c’è tempo fino al 20 maggio. Poi elezione dei delegati per il congresso regionale”.

3 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010


PRIMO PIANO Al“Del Prete”colto in flagranza un tecnico radiologo che è stato arrestato. Ieri, dalle prime luci dell’alba, l’operazione coordinata dal comandante dei carabinieri Adolfo Grimaldi per controllare le presenze di medici e infermieri

Assenteismo, blitz negli ospedali di Cassino e Pontecorvo PONTECORVO - Blitz dell’Arma ieri mattina negli ospedali di Cassino e Pontecorvo. L’intensa operazione, mirata a contrastare il triste e dilagante fenomeno dell’assenteismo sul posto di lavoro, di cui tanto si è parlato in questi mesi anche a livello nazionale, ha colpito l’ospedale ‘Del Prete’ di Pontecorvo. Infatti, a seguito delle attività di indagine

condotte dai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Frosinone presso l’Ospedale Civile di Ferentino, ieri mattina i controlli sono stati estesi anche agli ospedali presenti nel Cassinate con l’impiego di circa ottanta uomini. In particolare, sono state eseguite verifiche incrociate tra le effettive presenze del personale al momento degli accertamenti ed i tesserini magnetici (badge) timbrati in mattinata. Presso il nosocomio di Pontecorvo, quindi, è stato tratto in arresto in flagranza per gravi violazioni della legge sull’assenteismo un 51enne tecnico radiologo del posto, C.G. le sue iniziali. L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Intanto, tutte le attività sono al vaglio degli investigatori, che stanno esaminando sia le eventuali responsabilità dei dirigenti preposti al controllo del tecnico arrestato, sia le assenze riscontrate per malattia al fine di verificarne la veridicità. L’operazione di controllo dei carabinieri sui lavoratori delle strutture ospedaliere sono avvenute simultaneamente dalle prime luci dell’alba. In entrambe le strutture sono state presidiate tutte le vie di uscita per controllare se i dipendenti che avevano timbrato il cartellino in ingresso fossero veramente sul posto di lavoro. Disagi per i parenti che si sono recati a far visita ai degenti ricoverati che hanno dovuto attendere molto prima che gli fosse concesso mettere piede nella struttura. Controllati al contempo anche le prenotazioni delle visite mediche, diverse le persone anziane in fila che

attendevano il loro turno. Questo episodio ha generato un certo sconforto nelle due città, in modo particolare a Pontecorvo, ma molta soddisfazione per il lavoro svolto dalle forze dell’ordine contro tali fenomeni illegali e distruttivi per il bene della comunità, in modo particolare quando si ha a che fare con la salute dei cittadini.

Colpisce durante il week-end L’assenteismo non è soltanto un male “pubblico”, come spesso siamo soliti etichettare. La tendenza a “dilazionate assenze” sul luogo di lavoro non sembra risparmiare neanche le aziende private, dicono gli esperi del settore. Gli assenteisti sembrano addurre principalmente motivazioni di salute, in modo particolare concentrate a ridosso dei weekend. Nonostante le apposite verifiche e sanzioni atte a tenerlo sotto controllo, in effetti, il fenomeno dell’assenteismo è una piccola “piaga” che tutti conosciamo. Sembra che il tasso medio di assenteismo annuale, secondo un recente studio, si aggiri intorno al 5,13% ma che, con il 4,64%, sia più alto tra gli operai che tra impiegati e

Liberiamo l’acqua i cittadini firmano CASSINO - Appuntamento questa mattina, dalle 10 alle 13, davanti la chiesa di Sant’Antonio e dalle 16 alle 19 nella villa comunale di Cassino. Le associazioni ambientaliste saranno presenti anche oggi in città per raccogliere le firme contro la privatizzazione dell’acqua. L’iniziativa è stata proposta da migliaia di cittadini presenti in tutta Italia.

quadri. Tra l’altro, nel 66% delle aziende la percentuale (2,75%) è di assenteisti è più altra tra le donne, rispetto ai colleghi uomini (1,16%). Il 79,6% delle volte i dipendenti si assentano per motivi di salute, per una durata di tre giorni nel 35,5% dei casi. Ma ben il 35% dei direttori dubita della veridicità delle motivazioni addotte. Per il 53,4% le assenze si concentrano nel week end e nelle feste 9,5%. Tra le cause che maggiormente portano all’assenteismo del personale ci sarebbero, per il 60% l’insoddisfazione/demotivazione al lavoro, per il 10,7% il cattivo rapporto con i superiori e per il 7% il clima aziendale negativo o lo stress.

Servizi pubblici, un corso universitario CA S S I N O - S a ra n n o i n t o t a l e o t t o gli incontri previsti per approfondire, normativa, modalità e affidamento dei servizi pubblici nell’ambito della g e s t i o n e a m m i n i s t ra t i v a . C o n t e n u t i d e l c o r s o e d a s p e t t i d e l l ’ a rg o m e n t o saran n o i l l u strati dal pre s ident e dell ’ A n c i L a z i o , Fa b i o Fi o r i l l o m a r t e d ì al l e 10,30 presso i l Com u ne.

5 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010


CASSINO Pdl, tutti in cerca di una maggioranza Venerdì il consiglio comunale per la presentazione del bilancio LA CRISI Il presidente Mignanelli ha convocato per domani mattina la conferenza dei capigruppo consiliari per fissare l’odg del consiglio comunale del 30 aprile Durante l’assise verrà consegnato ai consiglieri il testo del bilancio da approvare entro il 20 maggio Prima di questa data, però, dovrà essere risolta la crisi Il gruppo dei dieci ribelli chiede la nomina di un nuovo presidente del consiglio comunale Sulla situazione politica nazionale e locale ospitiamo l’opinione di Giuseppe Gentile. A parte la durezza dello scontro fra Berlusconi e Fini fatto in diretta Tv per dimostrare che nel Pd si discute, il documento finale votato dalla Direzione in cui si scomunica ogni forma di dissenso, ricorda tanto quelli che si votavano nel Pci all’epoca del centralismo democratico. Come dice Pisanu, che si è astenuto, è inaccettabile la parte del documento che “vieta il dissenso, che non è il sale ma il senso della democrazia” per cui un partito in cui si vietano le correnti, non è né può essere un partito democratico. Avevamo anticipato che quale fosse stato l’esito dello scontro fra i due fondatori del PdL, la situazione all’interno del partito non sarebbe rima-

sta la stessa; i fatti ci stanno dando ragione per cui , piaccia o no, la stagione del falso unanimismo è finita per sempre. Dopo quello che è successo, a parte i numeri, che al momento danno largamente ragione a Berlusconi, siamo ancor più convinti che la ferita che si è aperta nel PdL è difficile che si rimargina perché profonde sono le differenze sia sul piano politico che personale tra il Cavaliere e Fini che ha dimostrato di non avere padroni e di dire quello che pensa. Una ferita che potrebbe portare anche all’uscita di Fini dal PdL in quanto le cose che ha detto in faccia a Berlusconi sono le stesse che l’Udc dice da due anni e che indussero Casini a non entrare nel Partito della Libertà. Un’ipotesi questa che potrebbe portare alle elezioni anticipate, e, non a caso Bossi è preoccupato perchè possono saltare le riforme compreso quella del federalismo fiscale sulla quale Fini, come Casini, ha non poche riserve. Con la rottura fra Berlusconi e Fini non è escluso che le conseguenze del conflitto si propagheranno oltre che nel Parlamento anche nei vari livelli istituzionali (Regione, Province e Comuni) per cui c’è da aspettarsi in molte realtà locali, compreso Cassino, l’implosione del PdL. Un’implosione che, per la verità, a Cassino già c’è con la crisi aperta dai “dieci”, vicini ad Abbruzzese e la D’Aguanno, che chiedono la testa del presidente del Consiglio Massimiliano Mignanelli. Non c’è dubbio che lo scontro tra Berlusconi e Fini avrà pesanti riflessi anche sulla crisi in atto perché all’interno della maggioranza di governo ci sarà un rimescolamento di posizioni con effetti, ove possibile, ancor più devastanti di quelli dovuti all’esito delle elezioni regionali. Effetti che si ripercuoteranno sulle elezioni comunali dell’anno prossimo dove, quasi certamente, il PdL si presenterà spaccato per cui sarebbe un errore se l’opposizione non sapesse approfittarne. Giuseppe Gentile, già consigliere regionale

Martedi al centro sportivo

Farmacia comunale

Torna la Coppa Speranze Fiat CASSINO - - Torna la Coppa Speranze Fiat di atletica leggera al centro sportivo Fiat di Piedimonte san Germano, gara riservata agli studenti delle scuole medie del frusinate. Saranno oltre un migliaio gli studenti che si cimenteranno nelle gare di cross sulla distanza media di mille metri. “Dopo il grande successo ottenuto nell’edizione 2009 - ha detto nella presentazione il cav. Elio Papponetti, presidente dell’Atletica Fiat Formia, patron della manifestazione - si ripresenta anche per quest’anno il consueto appuntamento con la Coppa Speranze Gruppo Fiat, manifestazione giunta alla ventinovesima edizione e da sempre rivolta alle Scuole Medie Inferiori di gran parte della Provincia di Frosinone e di Latina.” L’appuntamento, d’intesa con gli Uffici scolastici di Frosinone e Latina, è fissato per martedì 27 aprile, presso il centro sportivo dello stabilimento Fiat Group Automobiles di Cassino, all’interno del quale sarà allestito un percorso di corsa campestre di circa mille metri.

Interrogazione sulla gestione “CASSINO - Sulla situazione della Farmacia Comunale di S.Bartolomeo i consiglieri Fardelli e Marsella (Udc) hanno presentato una interrogazione al sindaco. Chiedono di sapere a quanto ammontano gli arretrati relativi alla gestione della Farmacia e se sono stati versati nelle casse del Comune di Cassino e in caso negativo i motivi di tale ammanco. Se esiste una vera e accertata ipotesi cartacea di transazione per i relativi arretrati e su quali basi giuridiche essa si basa. Se il contratto di gestione è stato fedelmente rispettato e quali gli obblighi del Comune e del Gestore che dovevano essere rispettati. La reale situazione in cui versa oggi la gestione della Farmacia S.Bartolomeo anche per non creare ipotetici allarmismi nei confronti di utenti e cittadini.

La festa della Liberazione

Manifestazioni nel cassinate

L’intervento di Tedeschi

Marrocco ”Senza ricordo”

“Sono trascorsi 65 anni dalla Liberazione dell’Italia dal regime fascista e nell’aria si respira sempre più un preoccupante vento revisionista che confonde vittime e carnefici, che accomuna fascisti e partigiani.” Lo sostiene Il Consigliere Regionale IdV Anna Maria Tedeschi che aggiunge:“Dare il dovuto rispetto a tutti i morti non significa dimenticare le responsabilità storiche e politiche della peggiore tragedia del secolo scorso. Dalla lotta combattuta da uomini e donne liberi è nato il nostro Paese, la nostra Democrazia, negli ultimi anni sempre più minacciata. La Costituzione della Repubblica italiana affonda le sue radici nel sacrificio di coloro che diedero la propria vita per la libertà. Ogni tentativo di stravolgerla e adattarla strumentalmente ai voleri ed ai bisogni di pochi nostalgici deve essere stroncato. L’Italia dei Valori vigila e vigilerà affinché questo progetto revisionista non passi. Fare Resistenza oggi significa battersi contro la camorra che minaccia lo Stato di diritto,.”

Il capogruppo PD Tommaso Marrocco critica il Comune per la mancata programmazione della Liberazione. “Ritengo scrive - che sia questo il momento di reagire contrastando con la forza della ragione chi cerca di minare le fondamenta della democrazia con la sua storia ed i suoi valori. Sono, oltremodo, curioso di sapere cosa si è fatto nelle scuole per ricordare il 25 Aprile di 65 anni fa . E’ mia convinzione che anche nelle sedi della cultura e della formazione si sia abbassata la guardia e molti docenti siano diventati più deboli ed accomodanti : non si può essere superficiali o moderati su questi valori che sono irrinunciabili per il futuro della nostra democrazia.Non possiamo far finta di non sapere che nel nostro paese è in atto una sorta di revisionismo storico, più pericoloso dello stesso Berlusconi, che viene attuato attraverso i giornali, la televisione e che nella fattispecie cerca di denigrare il valore della Resistenza ed il ruolo fondamentale che la stessa ha avuto nel costruire la libertà e la democrazia, “

Mutui e rinegoziazioni - Leasing - Fidejussioni Finanziamenti aziendali e personali Cancellazione protesti e banche bati Cassino (FR) - Corso Della Repubblica, 5 SOCIETA DI CONSULENZA E SERVIZI FINANZIARI ATTIVITA’ BANCARIE AZIENDALI

tel. 0776.24557 - fax 0776.326677 - e-mail elabostudio@libero.it


CASSINATE Parcheggi selvaggi a Pontecorvo. Il sabato è caos. Il Comitato cittadino si attiva

Mancano i vigili, la città si scatena “Necessario stilare un piano regolatore per il traffico e che la polizia municipale scenda in strada”

PONTECORVO - Parte su Facebook la protesta ma tra qualche ora sarà messa in pratica dagli stessi cittadini che non tollerano più i parcheggi selvaggi nel centro della città. “Largo Porta Pia ore 12:00 di un giorno "feriale" qualsiasi... è mai possibile dover fare le "gimkane" tra le vetture parcheggiate in seconda, terza e quarta fila senza che nessuno intervenga?”. È lo sfogo di alcuni membri del comitato cittadino ‘Una nuova era’. “I cittadini di Pontecorvo sono stanchi di dover subire crisi di panico quando de-

vono mettersi in auto anche solo per andare a fare la spesa, al pensiero di dover subire l'inciviltà di alcune persone che non rispettano in alcun modo il codice della strada. Bisogna che qualcuno – affermano in tono severo - intervenga nell'immediato con un piano regolatore per il traffico cittadino e con la messa in forze di agenti di polizia municipale che facciano davvero ciò per cui sono pagati”. “I controlli non esistono denunciano i cittadini -. Confidiamo molto nella neo eletta am-

Sui rifiuti nocivi a Pontecorvo, interviene Falasca

“Un pericoloso malcostume” PONTECORVO - Il consigliere comunale di Pontecorvo Fabrizio Falasca, con delega all’ambiente, interviene in merito ai rifiuti nocivi rinvenuti in Contrada Ravano. Entro pochi giorni – ha fatto sapere - aprirà un tavolo tecnico con le associazioni ambientaliste riconosciute per stabilire insieme le priorità e un calendario di lavori. “E’ uno spettacolo desolante quell’ammasso di rifiuti nocivi e non, che sono stati rinvenuti in Contrada Ravano. Ma la cosa più grave – afferma - è che purtroppo non si tratta di un caso isolato. Voglio ringraziare la locale Compagnia dei Carabinieri per l’intervento puntuale ed efficace, ennesima dimostrazione di professionalità e presenza sul territorio. Il malcostume di lasciare ovunque rifiuti e altro, che inoltre è anche punito dalla legge, si ripete da troppo tempo nel nostro paese ed è da considerarsi come un pericolo serio sia per il nostro ambiente sia per la nostra salute. Sicuramente lo stop alla raccolta degli ingombranti degli ultimi anni, non ha contribuito alla responsabilizzazione dei cittadini, e in breve tempo dovrà essere ripristinata per salvaguardare il decoro e la salute di Pontecorvo. Bene ha fatto il Sindaco Michele Notaro ad appellarsi alla cittadinanza affin-

Finisce in una scarpata con l’auto, 32enne miracolato Incidente sulla strada provinciale 257

ché non si ripetano casi del genere, incitando tutti ad un ritrovato senso civico. Bisogna ricordare ai nostri concittadini che alcuni materiali sono altamente inquinanti e non è pensabile che la nostra città possa essere rovinata dai suoi stessi abitanti. Inoltre è risaputa la pericolosità dell’eternit (amianto) ed invito tutti ad evitare qualsiasi contatto con questo materiale e a rivolgersi alle società preposte per il trattamento dello stesso. La nuova Amministrazione con il Primo Cittadino ed il sottoscritto in prima persona, avvierà un lavoro continuo ed efficace su una nuova cultura ambientalista, avvalendoci della collaborazione di associazioni, comitati e personalità competenti in materia. Subito dopo il tavolo tecnico – ha concluso - ci sarà il coinvolgimento attivo di coloro che vorranno contribuire alla rinascita, alla salvaguardia e alla promozione del nostro territorio, attraverso le iniziative che metteremo in campo. E’ arrivato il momento di pensare al futuro della Città di Pontecorvo e delle prossime generazioni che vi abiteranno, con azioni concrete ma soprattutto lungimiranti, che rendano i nostri concittadini sereni ed orgogliosi di vivere in questo nostro paese.”

PONTECORVO - In pochissimi secondi si è ritrovato in una scarpata all’interno della sua vettura capovolta. Miracolato ieri mattina un 32enne di Badia di Esperia che stava percorrendo la strada provinciale 257, Via Libera, che collega la città di Pontecorvo al Comune di San Giovanni Incarico. Un tratto stradale ritenuto molto pericoloso e che in queste ore ha fatto registrare un sesseguirsi di incidenti per fortuna senza gravi conseguenze. Il 32enne, a bordo di una Pegeout 406 non viaggiava ad una velocità elevata, in quanto sul tratto è possibile viaggiare a 30 Km orari. A farlo

ministrazione che dovrebbe fare un patto con i carabinieri e insieme con i vigili facciano rispettare le più banali norme della convivenza civile”. Intanto proprio questo gruppo di persone promuoverà una campagna per sensibilizzare il cittadini al problema di cui si parlerà giovedì 29 alle ore 18 durante l'Assemblea del Comitato cittadino "Una Nuova Era". In mente l’idea di “un semplice adesivo da applicare sulle auto recante la scritta "io parcheggio bene" che potrebbe servire allo scopo.

Aquino, schierati contro la privatizzazione dell’acqua AQUINO – E’ targata Partito dei Comunisti italiani e Associazione “20 Ottobre” l’iniziativa che svolgerà questa mattina in Piazza San Tommaso ad Aquino per promuovere la campagna contro la privatizzazione del servizio idrico. Dalle ore 9 alle 13 nella piazza principale del paese verrà allestito un banchetto per la raccolta delle firme con le quali si vuole sollecitare l’indizione di un referendum. “Il nostro scopo – spiegano il presidente di “Apc 20 ottobre”, Giuseppe Antonelli e il segretario del Pdci, Pietro Ferone, è quello di sensibilizzare i cittadini su una battaglia che consideriamo di civiltà e che deve vederci tutti impegnati in prima linea. L’acqua, infatti, è un bene comune ed un diritto umano universale. Nessuno può appropriarsene e farci profitti. La nostra battaglia è finalizzata a togliere l’acqua dal mercato e ad eliminare i profitti dell’acqua, perché questo bene va conservato per le generazioni future”. Attraverso la petizione popolare, insomma, si vuole arrivare ad un referendum nel quale proporre ai cittadini tre quesiti. Il primo propone l’abrogazione dell’articolo 23 bis della legge 133 del 2008. “Eliminare questa norma – si legge in un manifesto

illustrativo – significa contrastare l’accelerazione sulle privatizzazioni imposta dal Governo Berlusconi”. Il secondo quesito pone l’abrogazione dell’articolo 150 del decreto legge 152 del 2006, per

favorire nuovamente la ripubblicizzazione del servizio idrico, senza ricorso né alle gare né all’affidamento della gestione a società di capitali. Infine il terzo quesito pone l’abrogazione dell’articolo 154 del decreto legislativo 152 del 2006 per eliminare tutti i profitti dal bene comune acqua.

sbandare sembrerebbe siano stati alcuni pezzi di ferro sparsi sul manto stradale ed ovviamente la pioggia battente di queste ore ha di certo contribuito a rendere il tragitto più pericoloso. Improvvisamente ha perso il controllo della vettura che è scivolata, ribaltandosi, nella scarpata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Pontecorvo. Il ragazzo, per fortuna, è riuscito a liberarsi da solo dalla trappola creata anche dalla presenza della folta vegetazione e alberi. Subito dopo il giovane è stato trasportato al pronto soccorso per ricevere le cure mediche.

San Giorgio a Liri, monumento ai martiri

Aquino e cultura, apre il parco storico

SAN GIORGIO A LIRI - A San Giorgio a Liri l’amministrazione comunale ha varato un programma di manifestazioni per ricordare la liberazione. E’ stata allestita una mostra fotografica sui “Manifesti e giornali d’epoca” nella nuova sede dell’Associazione Combattenti. Il sindaco Della Rosa inaugurerà il monumento ai martiri realizzato e donato dal reduce Gioacchino Domenicone.

AQUINO - Si concluderà oggi, con l’apertura straordinaria del parco storico-naturalistico del Vallone d’Aquino, la settimana della Cultura, l’evento fortemente voluto dal Ministero dei Beni Culturali. Nell’occasione, nell’area verde, sarà attrezzata un’area picnic con gazebo, sedie e tavoli, con un invito al pic-nic. L’iniziativa sostenuta dall’Amministrazione Comunale.

7 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010


Camera di Commercio, rapporto sulle Pmi

Attivo sportello antiusura

FROSINONE - Giovedi 29 aprile, alle ore 15.30, presso la sede dell’ente camerale, verrà presentato il rapporto sull’innovazione ed il trasferimento tecnologico nella piccola e media impresa della provincia. Parteciperanno i presidenti della Camera di commercio e del Palmer Mario Papetti e Paolo Vigo. PAG. 11

FROSINONE - Lo sportello antiusura consentirà di dare risposte concrete alle famiglie che versano in gravi condizioni economiche. Per questo importante strumento è stato siglato un accordo tra la caritas diocesana e l’Amministrazione comunale di Frosinone. Sarà garantita ai cittadini l’anonimato. PAG. 11

ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AGLI SPACCIATORI A quei corrieri della droga che riescono a sfuggire alle forze dell’ordine e ogni tanto bloccati dagli agenti della polizia stradale. Ancora una brillante operazione messa a segno dai militari operanti nella sezione autostradale che nella notte tra venerdì e sabato hanno arrestato un 45enne di Civitavecchia trovato in possesso di grossi quantitativi di droga. Simili operazioni antidroga andrebbero fatte giorno e notte dalle forze dell’ordine in modo da mettere un freno a spacciatori senza scrupoli. Sicuramente il fenomeno si potrebbe controllare più agevolmente a beneficio di tutti.

L’OSCAR DEL GIORNO AGLI ECOLOGISTI Per la Giornata Ecologica organizzata dal Centro Sociale Corso Lazio in collaborazione con l’associazione Lega Ambiente. L’intento – hanno spiegato i promotori – è quello di ripulire il corso centrale. E’ possibile smaltire il materiale ingombrante depositandolo presso il parcheggio al lato destro Corso Lazio. Il tutto verrà ritirato dalla società Sangalli, gestore del servizio a Frosinone. Queste giornate ecologiche dovrebbero farsi più frequentemente in modo da ripulire strade, marciapiedi e piazze dalla sporcizia degli incivili.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Via libera all’assunzione di nuovi medici La Regione Lazio ha autorizzato l’Asl all’assunzione di cinquanta medici che saranno dislocati in tutti i presidi sanitari del territorio FROSINONE – Un fulmine a ciel sereno, non c’è che dire. Ma mai come questa volta si tratta di quei fulmini non pericolosi, che intristiscono e impauriscono perché preannunciano temporali e devastazioni. Potremmo paragonarli invece a quelle avvisaglie di pioggia tanto invocata, quando d’estate, soprattutto nel primo pomeriggio, il solleone brucia e toglie il respiro e tutti si augurano l’arrivo di un rinfrescante acquazzone. Sempre per rimanere in ambito metereologico, sembra volgre al sereno il cielo per quanto riguarda la sanità della provincia di Frosinone. Infatti, udite udite, la Regione Lazio ha autorizzato l’Asl a mettere in campo le procedure necessarie per l’assunzione di nuovo personale, in particolare cinquanta medici in più che andranno a essere dislocati in tutti i presidi sanitari del territorio. L’autorizzazione giunta dalla Direzione regionale risorse umane e finanzarie del

servizio sanitario regionale, permetterà così di ovviare al triste e oneroso fenomeno del ricorso all’acquisto di prestazioni aggiuntive del personale dipendente. Una boccata d’ossigeno che comunque non cancella tutte le criticità e le problematiche del settore sanitario di questo martoriato territorio, ma che comunque rappresenta comunque un segnale di inversione di tendenza, a cui dovrà essere certamente dato un seguito, soprattutto per quanto riguarda l’abbattimento delle odiose liste d’attesa per i cittadini, costretti a lunghissime ed estenuati trafile per ottenere le prestazioni dovute, altrimenti dirottati su strutture private o fuori territorio. Non sarà un compito facile per la neo governatrice del Lazio, Renata Polverini, che proprio della sanità ha fatto il cavallo di battaglia della sua vincente campagna elettorale. E che ha deciso, almeno per i primi due anni del suo man-

dato, di non assegnare l’ambitissima delega del settore a nessun assessore, ma di seguirla in prima persona. Ora, però, l’attende la prova dei fatti. La gente è stanca solo delle promesse. Il nuovo personale, secondo i “desiderata” dei vertici dell’Asl di Frosinone, dovrebbe essere in servizio entro tre mesi e “rimpolpare” settori strategici di servizio agli utenti come Pronto Soccorso, Anestesia, Dialisi, Pediatria e Ortopedia. A questo punto l’attesa delle assunzioni di medici fa finalmente sperare, ed anche qualcosa in più, che il nuovissimo ospedale di Frosinone, intitolato a Fabrizio Spaziani, da modernissima cattedrale nel deserto, diventi finalmente operativo e dia quelle risposte che la gente attende da anni in questo territorio. Si tratta di una struttura all’avenguardia, con 367 posti letto, contro i 313 ospitati all’Umberto I, tutte stanze singole. Inoltre il nuovo presidio sarà dotato

“Bisogna eliminare le liste d’attesa” E’ l’impegno preso da Renata Polverini durante la campagna elettorale Ci ha messo la faccia durante la campagna elettorale sul tema della sanità e ora ci sta lavorando sul serio. Renata Polverini ha preso l’impegno con i cittadini del Lazio per risolvere quella che è una vera e propria esigenza ed emergenza, la gestione del sistema sanitario regionale e l’abbattimento delle liste d’attesa. Anche, e soprattutto, in provincia di Frosinone. Il presidente Iannarilli, da quando è stata proclamata governa-

trice della Regione, glielo ricorda un giorno sì e l’atro pure. Scarso personale, insufficienza dei posti letto e delle apparecchiature, necessità di creare poli di alta specializzazione, trasferimento dell’Ospedale di Frosinone dall’Umberto I alla nuova struttura di via Fabi. Ma soprattutto abbattimento delle liste d’attesa e fine dei viaggi della speranza dei ciociari in cerca di cure a Roma o in altre regioni d’Italia.

anche di modernissime apparecchiature come la Tac a 128 slice, che può intervenire anche sul piano cardiologico. Dunque, non resta che aspettare i

prossimi mesi, e, forse, anche Frosinone avrà un sistema sanitario almeno più decente. Ce lo auguriamo di cuore, ma soprattutto se lo augurano i cittadini.

La soddisfazione della Costantini La Regione ha accolto tutte le motivazioni da me presentate Molto soddisfatta della notizia di poter assumere personale, la dottoressa Antonietta Costantini, commissario straordinario dell’Asl di Frosinone. “E’ con vera gioia che ho ricevuto la comunicazione che dà il via libera all’assunzione di nuovi medici – ha sottolineato la dottoressa – sono state pienamente accolte dalla Regione tutte le motivazioni tecniche da me rappresentate a più riprese ed ho fiducia che, dopo la elaborazione del piano strategico, potremo procedere velocemente alle nuove assunzioni. Tutto questo senza incrementare la spesa e con la possibilità di organizzare con più puntualità ed efficienza le attività rese dai servizi, in particolare Pronto Soccorso, Anestesia, Dialisi, Pediatria e Ortopedia, a tutto vantaggio delle aspettative degli utenti. Finalmente una buona notizia per la sanità nella provincia di Frosinone”.

La Cisl critica la gestione del personale Asl Mentre certamente è una bella notizia quella dell’assunzione di nuovi medici all’Asl di Frosinone, il personale già in servizio non è certo soddisfatto di come stanno andando le cose. Infatti, la direzione dell’azienda sanitaria ha comunicato che a causa del taglio dei fondi da parte regionale probabilmente soltanto il 20% del personale avente diritto potrà ottenere un passaggio economico orizzontale, oltre-

tutto relativo al biennio 2006-2007. Altra decurtazione riguarda gli straordinari e le funzioni di coordinamento. In una nota molto critica e ironica, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, Beatrice Moretti e Guido Migliori, rispettivamente, CGIL e CISL, hanno evidenziato che “solo attraverso una colletta tra i dipendenti l’Asl troverà i soldi necessari per il personale”.


FROSINONE Antiusura, intesa tra Caritas e Comune Attivo a Frosinone lo sportello a sostegno delle famiglie in difficoltà FROSINONE - Consentirà di dare le risposte concrete alle famiglie che versano in stato di urgente bisogno. È lo sportello anti usura, attivo a Frosinone e su questa importante tematica ieri mattina, presso l’ufficio del Sindaco Michele Marini è stato firmato un protocollo di intesa con la Caritas Diocesiana Frosinone – Veroli – Ferentino rappresentata dal direttore Marco Toti. “Grazie a questo sportello - ha voluto sottolineare il Sindaco Marini – sarà possibile infatti per quei casi più critici, soprattutto quelli che vedono protagoniste le famiglie ed i loro problemi di vita quotidiana, accedere ad un fondo di garanzia per impedire che da uno stato di bisogno si precipiti nel tunnel dell’usura”. “La Caritas – ha dichiarato Toti - è felice aver attivato, con la firma di questo protocollo, anche con il Comune di Frosinone questa collaborazione per rafforzare una rete territoriale di prevenzione e contrasto al fenomeno dell’usura”. “Questa è una ulteriore iniziativa – ha dichiarato l’assessore alla Polizia Locale Fabio Dialmi, presente alla firma dell’accordo – che va ad aggiungersi alle altre iniziative attivate da questa Amministrazione per garantire ai cittadini una maggiore vivibilità del territorio comunale, promuovere e so-

stenere lo sviluppo di processi di partecipazione attiva dei cittadini per la difesa e lo sviluppo di forme di legalità e cittadinanza democratica”. Lo sportello antiusura si trova all’interno della sede dello Sportello per la Sicurezza Urbana, in via Tiravanti 1 (numero telefonico – 0775 265431). In pratica nel protocollo di intesa si va, inizialmente, a ricordare che il Comune di Frosinone nel 2009 ha aderito

al progetto della Regione Lazio “Fondo per prevenire e combattere il fenomeno usura” con richiesta di contributo per l’attivazione di uno Sportello Antiusura del Comune di Frosinone e che la Caritas Diocesana si è mostrata lieta di aderire al progetto fornendo la collaborazione per la realizzazione di tutte le attività previste dal progetto stesso e che anche la Guardia di Finanza si rendeva disponibile ad un fattivo rapporto di collaborazione. Successivamente si precisa, tra l’altro, che lo sportello garantirà ai soggetti interessati la presenza e la consulenza di personale qualificato; avvocato civilista, penalista, consulente del lavoro, psicologo, esperto bancario, i quali daranno il proprio apporto affinché le vittime dell’usura e o del racket possano avere un punto di riferimento sicuro per uscire dal tunnel attraverso la denuncia non anonima dei reati, resa possibile da una diversa percezione del ruolo di garanzia delle istituzioni che si presentano al cittadino in maniera aperta e non ambigua. Il ruolo centrale dello sportello è quello di raccogliere le denunce dei soggetti interessati, nelle diverse forme, al fenomeno dell’usura e di stabilire un rapporto di solidarietà e di indirizzo verso forme di credito sicure per il recupero della sicurezza

individuale e dell’autostima, condizione necessaria per un corretto approccio alla soluzione della problematica personale. Le consulenze qualificate presenti allo sportello permetteranno ai soggetti a rischio sovra indebitamento e quindi a rischio usura, di attivare processi guidati di piano aziendale che consentano di superare il momento di difficoltà o attraverso il miglioramento del processo dei flussi finanziari oppure attraverso il ricorso a forme di credito agevolate e sicure. A tal senso il comune di Frosinone costituirà un fondo di garanzia anche attraverso la collaborazione della Camera di commercio, delle Associazioni di categoria delle imprese, e dei Sindacati per permettere la stipula di convenzioni con istituti di credito per i soggetti potenzialmente o già coinvolti nel giro dell’usura. La strategia di prevenzione è fondamentale, poiché sarà incentrata su campagne di educazione e informazione nelle scuole del territorio. Parallelamente alla attività di sportello verrà redatto materiale informativo ed organizzati eventi specifici nelle scuole, negli ambienti di lavoro e presso le associazioni di categoria ed eventi pubblici per educare e sensibilizzare al buon uso del denaro. Paola Palleschi

Pmi, i risultati del Progetto Aida

Giornata ecologica

La Camera di Commercio punta sull’innovazione

FROSINONE - “Corso Lazio più pulito”, si chiama così l’iniziativa che si svolgerà oggi a Frosinone. La Giornata Ecologica è stata organizzata dal Centro Sociale Corso Lazio in collaborazione con l’associazione Lega Ambiente. La manifestazione avrà inizio alle ore 08:30 presso il CSA di corso Lazio a Frosinone per la consegna del materiale fino alle ore 13:00 circa. L’intento – hanno spiegato i promotori – è quella di ripulire il corso centrale. E’possibile pure sempre dalle 09:00 alle 12:00 smaltire il materiale ingombrante (escluso elettrodomestici e materiale elettrico) depositandolo presso il parcheggio al lato destro Corso Lazio. Il tutto verrà ritirato alle ore 12:45 dalla società Sangalli, gestore del servizio a Frosinone.

FROSINONE - Innovazione e trasferimento tecnologico. Sono le parole d’ordine sulle quali la Camera di Commercio di Frosinone ha sviluppato il progetto Aida, in collaborazione con il

Pa.L.Mer. – Parco Scientifico e Tecnologico del Lazio Meridionale. Nato nel 2006, il progetto della Camera di Commercio si rivolge alle piccole e medie imprese della provincia di Frosinone con l’obiettivo di dedicare una maggiore e continua attenzione alle esigenze del sistema imprenditoriale locale. In quest’ottica l’Ente Came-

rale ha, quindi, istituito il Fondo Aida, al fine di finanziare programmi di innovazione tecnologia per le Piccole e Medie Imprese. Nel corso delle quattro an-

nualità sono state numerose le imprese del territorio appartenenti ai principali settori economici, dal grafico al meccanico, dal tessile al cartario, dall’industriale all’ aeronautico, che hanno già beneficiato dei fondi Aida. La missione del fondo è quella di agevolare le aziende che hanno realizzato programmi ed atti-

vità tali da innalzare il loro potenziale di crescita attraverso il sostegno alle politiche di innovazione del processo produttivo e del prodotto. Le agevolazioni hanno riguardato: la ricerca applicata a scopo precompetitivo, il trasferimento di conoscenze ed innovazioni scientifiche (attraverso un Technology Team), l’acquisto dei brevetti e pacchetti tecnologici per risolvere problemi riguardanti i processi produttivi. Giovedì 29 aprile, alle ore 15.30, verrà presentato il bilancio dei primi quattro anni del progetto che vede il Pa.L.Mer. partner per la gestione ed il coordinamento delle attività connesse al Fondo stesso. Dopo la presentazione del progetto, a cura del presidente dell’Ente Camerale Mario Papetti, a parlare sono i titolari delle aziende già beneficiare del Fondo Aida. “La Camera di Commercio – sottolinea il presidente Mario Papetti – ha mostrato nel corso degli anni un vivo interesse per la tematica dell’innovazione tecnologica, rendendola una delle priorità della programmazione pluriennale dell’Ente stesso”.

Eroina sull’A1 Spacciatore in viaggio con 95 dosi FROSINONE - Corriere della droga bloccato dagli agenti della polizia stradale di Frosinone. Ancora una brillante operazione messa a segno dai militari operanti nella sezione autostradale che nella notte tra venerdì e sabato hanno arrestato un 45enne di Civitavecchia trovato in possesso di grossi quantitativi di droga: in tutto 95 le capsule di eroina rivenute all’interno della vettura. L’uomo, originario di Torre del Greco (Na), è stato intercettato dai poliziotti nel territorio di Anagni, mentre viaggiava sull’A1 in direzione nord. Gli agenti al momento del controllo si sono insospettiti

Brendan Gallagher alla Cantina mediterranea

Correndo in Ciociaria, al via la manifestazione

FROSINONE – Si terrà il prossimo 29 aprile presso i locali della “Cantina Mediterranea” un appuntamento musicale davvero da non perdere. Direttamente dall’Australia il cantatrore Brendan callagher si esibirà con la sua chitarra per il piacere di frusinate e non. C’è davvero tanta attesa per l’esibizione di questo aborigeno di Sidney che fa tappa nel Comune capoluogo nell’ambito el secondo toru che lo vede impegnato a livello mondiale.

FROSINONE – Verrà presentato mercoledì prossimo, presso la sede dell’Amministrazione provinciale di Frosinone, la nuova edizione 2010 della competizione agonistica “Correndo in Ciociaria. Si tratta di un appuntamento sportivo che coprirà, attraverso l’individuazione di un circuito, tutto il territorio provinciale. La conferenza stampa di presetazione avverrà alle ore 18 alla presenza delle istituzioni di Palazzo Gramsci.

dalla reazione ansiosa del conducente, per questo sono andati più a fondo perquisendo l’uomo e la vettura. All’interno del giubbotto l’amara sorpresa, il grosso quantitativo di droga una volta messo sul mercato gli avrebbe fatto fruttare oltre 15mila euro, missione che forse il 45enne (G.N. le iniziali) avrebbe dovuto compiere durante il fine settimana nella provincia di residenza. Le capsule di eroina sono state sequestrate mentre per il 45enne sono scattate le manette. In macchina con lo spacciatore anche il figlio 18enne, incensurato e per questo rilasciato.

11 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010


FRUSINATE Il segretario provinciale Abbate traccia il percorso. Solidità, valori fondamentali ed idee alla base dei consensi.

Summit de “La Destra” a Pofi “In crescita, faremo strada” POFI – Un partito in crescita, come dimostrano i dati relativi alle ultime elezioni che hanno portato al rinnovo del Consiglio regionale del Lazio. Un partito che, pertanto, è stato determinante per la vittoria di Renata Polverini alla Pisana. Un partito che vuole continuare su questa strada e che ha intenzione di radicarsi ancora di più sulla provincia di Frosinone. Sono stati questi i temi trattati nel corso del summit svoltosi a Pofi tra il segretario provinciale de La Destra, Antonio Abbate e i componenti dell’esecutivo provinciale, i candidati alle ultime elezioni regionali e tutti i militanti che durante la campagna elettorale hanno dato il loro prezioso e significativo apporto all’incoraggiante risultato ottenuto dal partito. “La Destra si sta consolidando – ha affermato nel suo intervento Abbate – il risultato elettorale ci da la conferma che la nostra politica raccoglie sempre maggiori consensi e che l’elettorato ha apprezzato l’onesta e la coerenza che sta caratterizzando il nostro impegno politico. Siamo stati determinanti per l’elezione della Polverini alla Presidenza della Regione Lazio ed oggi, finalmente, esponenti del nostro partito andranno a far parte dell’esecutivo regionale. Si presenta, dunque un’occasione storica per affermare in modo diretto i nostri valori e dare una precisa impronta all’azione del governo regionale. D’altro canto, anche a livello nazionale, dopo le ultime sortite di Fini, a mio avviso ci si sta aprendo una strada di

primaria importanza: riappropriarci di quella grossa fetta di elettorato che non si riconosce più nella componente finiana di ex alleanzini, ormai troppo distante da una chiara e coerente politica di Destra.” Il summit ha inoltre rappresentato un momento di scambio di considerazioni politiche tra i vari componenti del partito, che hanno tutte trovato spazio nell’ambito di un dialogo interno sempre più teso alla volontà di rappresentare una forza di governo dalle idee chiare. “Il dato che mi conforta è che dalle scorse elezioni regionali è emerso chiaramente che La Destra è presente su tutto il territorio ciociaro, senza alcuna “zona d’ombra” , il che deve portare i nostri militanti ad affermare sempre di più a livello locale le nostre istanze al fine di mantenere ancora più saldo il legame con la popolazione.”A tale scopo è stata quindi ribadita l’importanza della campagna di tesseramento in atto, che si concluderà il 20 maggio e che porterà all’elezione dei delegati regionali, in vista del Congresso Nazionale del partito. “E’fondamentale – ha concluso il segretario – che ci si dia una struttura, che si aprano sezioni, per radicarsi sempre di più sul territorio. La forza de La Destra, in questi pur pochi anni di vita, è stata e deve continuare ad essere il contatto diretto con il cittadino e, in generale, con tutte le realtà locali. Abbiamo intrapreso un cammino che ci porterà lontano, forti dei valori di cui ci sentiamo con orgoglio portatori.”

Dramma licenziamenti: saranno 108 alla Biomedica Foscama FERENTINO – Sono 108 le persone che di qui a breve perderanno il posto di lavoro. 108 famiglie senza più un reddito mensile. Parliamo dei quasi ex dipendenti della “Biomedica Foscama” di Ferentino, l’azienda farmaceutica che produce farmaci metabolici che si avvia alla dismissione dell’attività industriale. Un altro brutto capitolo per la nostra provincia, soprattutto perché legato ad un’attività industriale che operava sul territorio da oltre trent’anni. Benché l’incontro tra le parti sia stato fissato a mercoledì prossimo, purtroppo sembra che non vi siano spiragli di intesa. L’azienda, infatti, ha già comunicato la propria decisione, impossibilitata a trovare soluzioni alternative. Si tratta di una vertenza che va avanti

da diversi mesi e che la scorsa settimana ha vissuto l’ultimo, in ordine cronologico, di tentativi per trovare una soluzione diversa dalla chiusura. I dipendenti, infatti, avevano organizzato un sit-in pacifico di protesta davanti ai cancelli, ma neppure questo è servito a cambiare qualcosa. L’azienda, infatti, avrebbe solamente tentato di dialogare con i dipendenti, tirando fuori dal tavolo delle trattative i sindacati, ma neppure questo è servito. “Siamo davanti alla riprova della mal gestione di un’azienda con l’epilogo tragico della perdita di posti di lavoro e lo smembramento del sito per avere maggiori ricavi da una vendita lottizzata – ha dichiarato afferma Mariano Ranieri della Femca Cisl – uno scempio cui siamo costretti ad

assistere come sindacati davanti all’assenza delle istituzioni.” L’azienda farmaceutica di Ferentino aveva vissuto un periodo buio come quello attuale già nel 2006. Il personale venne messo in mobilità in attesa di un nuovo acquirente. La cordata di imprenditori arrivò, si trattava di una multinazionale Americana, la Lexiton che, inizialmente, sembrava potesse risollevare le sorti dello stabilimento. Purtroppo, però, così non è stato. Il resto è storia e cronaca di questi giorni.Va detto che il dramma della Biomedica Foscama non è solo circoscritto alla nostra provincia, ma anche ad altre zone e ciò in considerazione del fatto che sono numerosissimi i dipendenti residenti nell’area romana.

Sora, il sindaco annuncia: Isola Liri, Vitale contro il sindaco: lavori via a giugno “Ora i nostri assessori dentro il consiglio”

A breve partiranno i lavori sulle strade principali della Città di Sora e sui marciapiedi. Lo ha reso noto il sindaco Cesidio Casinelli, intervenendo su una questione molto spesso sollecitata dai cittadini che lamentavano la scarsa manutenzione di alcune strade del centro cittadino e di marciapiedi,in modo particolare quelli del centro storico.In modo particolare,Casinelli nei giorni scorsi ha inviato una missiva alla Società di gestione di servizi e al Dirigente del III Settore affinchè prendano conoscenza dei progetti depositati presso l’Ufficio Tecnico Comunale per programmare eventuali interventi di competenza. "Si

avverte che, successivamente alla esecuzione dei lavori progettuali da parte del Comune, eventuali autorizzazioni per scavi sulle strade saranno rilasciati con limitazioni precise:a) per i trasversali, il ripristino dovrà essere effettuato su una fascia di almeno 10 mt; b) per i longitudinali, il ripristino dovrà essere effettuato su metà carreggiata.Si invita, pertanto, a prendere contatti con i tecnici comunali con opportuna tempestività, tenendo presente che dei lavori sono già in corso di esecuzione:Via Salceto, Via Bonomi, Via Mezzano e altri saranno eseguiti presumibilmente a partire dal mese di giugno 2010”.

ISOLA LIRI - Tempi duri per il primo cittadino di Isola Liri, Luciano Duro, preso di mira dal neo capogruppo consiliare di “Patto con la città, un nuovo inizio”, nonché esponente del Pdl, Domenico Vitale. Motivo del contendere la mancata nomina dei nuovi assessori dopo le dimissioni che, come si ricorderà, sono state presentate tempo fa dall’ex esecutivo. In effetti l’intervento non è soltanto teso contro Duro e contro i tentennamenti messi in atto per assegnare le deleghe assessorili, quanto contro Lucio Marziale, che Vitale considera unico por-

tavoce dell’ex primo cittadino Quadrini. “Dopo la capitolazione di Morsilli – si legge in una nota di Vitale – finalmente tutti gli assessori hanno firmato le loro dimissioni. Ora, a rigor di logica, in Consiglio comunale a loro dovrebbero subentrare i primi sei non eletti della lista di sinistra. Siamo ala farsa. Voglio ricordare ai cittadini di isola che questa brillante idea è stata partorita dalla mente dell’avvocato Lucio Marziale, divenuto il portavoce dell’ex sindaco Quadrini. Una idea che tutti gli ex assessori hanno accettato, tradendo di fatto il mandato

Pofi, arriva la sagra degli gnocchi

Sora, rinviato evento del 3°circolo didattico

Un appuntamento per buongustai e non. Come ormai da tradizione la cittadina ciociara si appresta ad organizzare, in occasione della ricorrenza del primo maggio, la sagra degli gnocchi intitolata alla memoria di Alberto Tomasi. L’evento, cresciuto nel tempo,riesce a richiamare sempre un gran numero di visitatori, grazie alle sapienti mani delle massaie che preparano gli gnocchi secondo le ricette della tradizione. La manifestazione si aprirà alle 11,30.

Sora - La manifestazione "Cento strade per giocare", organizzata dal 3° Circolo Didattico di Sora in collaborazione con Legambiente e l'Assessorato alla P.I. del Comune di Sora per sabato 24 Aprile, a causa delle avverse condizioni atmosferiche, viene rinviata a data da destinarsi. Ricordiamo che avrebbe dovuto verificarsi in piazza Indipendenza e sarebbe stato un modo per sensibilizzare tutti i cittadini verso una vera cultura, in difesa dell’ambiente e della natura

consegnato loro dagli elettori di Isola Liri. Ma allora io mi chiedo: perché se Isola Liri rientra tra quei Comuni con più di 15mila abitanti non si applica la legge mandando al ballottaggio le due liste che hanno ottenuto il maggior numero di consensi?”

13 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010


SPORT CALCIO SERIE B

I canarini protagonisti dell’ennesima debacle: l’Albinoleffe si impone quattro ad uno

Frosinone, la serie B scivola via Moriero non cambia assetto e viene seppellito dalla tripletta diTorri e dalla rete di Ruopolo Albinoleffe:Pellizzoli, Luoni, Cioffi, Sala, Cristiano, Foglio, Htemaj (Bernardini al 76'), Passoni, Laner, Torri (Bombardini al 59'), Ruopolo A disp: Layeni, Cia, Cellini, Garlini, Maino. All.Mondonico. Frosinone: Sicignano, Bocchetti, Scarlato, Maietta, Del Prete, Basha, Bolzoni (Biso al 51') (Calil al 82'), Cariello, Mazzeo, Aurelio (Giubilato al 70'), Santoruvo. A disp: Frattali, Guidi, Semenzato, Ascoli. All.Moriero. Arbitro: Calvarese Gianpaolo della sezione di Teramo. Marcatori: Torri (28'-37'- 47') , Cariello (55') , Ruopolo (64') Ammonti: Basha (F) Espulsi: Scarlato al 65' per doppio giallo. BERGAMO - L'incubo retrocessione è servito. L'Albinoleffe liquida con un perentorio quattro a uno i ciociari e ora Prima Divisione è ad un passo. Sfida mai in discussione a Bergamo dove i padroni di casa meglio sistemati in campo fanno un boccone di quel che resta di un Frosinone spento ed inguardabile. Al 10’ l’Albinoleffe sfiora la rete con Torri che imbeccato in area da

Ruopolo, non trova la porta spedendo sul fondo. Al 15’ ottimo assist di Mazzeo per Aurelio che da solo davanti Pellizzoli, calcia ma la sfera termina fuori dopo aver attraversato tutto lo specchio della porta. Al 23’ ancora Torri sfiora la rete ma la conclusione fuori equilibrio termina di un soffio sul fondo. Al 25’ Mazzeo supera Cristiano ma manca l’aggancio con la palla a tu per tu con Pellizzoli. Al 27’ gran conclusione su punizione dai 35 metri di Basha, il tiro violento non viene bloccato dal portiere seriano, la palla termina di nuovo sui piedi di Mazzeo ma la conclusione termina fuori. Minuto chiave del match. Sulla ripartenza l’Albinoleffe passa in vantaggio proprio con Torri che si fa perdonare dopo aver fallito le precedenti occasioni infilando di testa dove Sicignano non può nulla. Al 31’ occasione per Aurelio che prova a calciare da distanza ravvicinata ma il tiro diventa un cross sul quale non riesce ad arrivare Santoruvo. Al 37’ l’Albinoleffe raddoppia meritatamente e per il Frosinone di Moriero è già buio pesto. Cross di Luoni dalla destra, torsione di testa di Torri che batte ancora Sicignano. Doppietta di

Torri che porta quindi sul doppio vantaggio la squadra di mister Mondonico. Al 42’ sinistro di Cariello dal limite, Pellizzoli respinge con i pugni. Termina senza altri sussulti la prima frazione di gioco. Frosinone inguardabile in ogni

con un pallonetto batte Sicignano in uscita e realizza così la sua tripletta personale. Al 55’ scatto d’orgoglio del Frosinone che trova la rete con Cariello che con un’azione personale si infila tra la difesa avversaria e di piatto batte

Moriero e Garzya sempre più nella bufera reparto. Al 46’ Santoruvo prolunga di testa per Aurelio che entra in area e spara sull'esterno della rete. E' un fuoco di paglia in fatti l’Albinoleffe va ancora a segno al 47’ con uno scatenatoTorri che

Pellizzoli. Ma il gol è bene dirlo è frutto di una estemporanea azione personale. Continuano infatti i padroni di casa a dominare l'incontro. Al 61’ destro dal limite di Rupolo, la sfera termina sul

fondo. Al 64’ Ruopolo cala il poker. Uno due con Bombardini e a porta vuota mette dentro. Disarmante la semplicità con cui gli avanti di casa bucano la retroguardia canarina. Siamo al 70' ed il match è già virtualmente concluso. C'è tempo però per l'ennesima espulsione della stagione tra le fila dei ciociari. Frosinone che al 65’ infatti resta in dieci per espulsione a seguito di doppia ammonizione di Scarlato. Al 73’ cross dalla destra di Del Prete, colpo di testa di Santoruvo ma Pellizzoli blocca agevolmente. Al 43’ sinistro di Mazzeo a girare da limite, Laieny devia in corner. Gara che va man mano spegnendosi, i titoli di coda arrivano al 90’ senza alcun minuto di recupero concesso da Calvarese. L’Albinoleffe umilia il Frosinone 4-1. Scivolano ancora i ciociari che hanno solo due punti ora sulla zona salvezza ed uno soltanto su qualla play-out. Si allontanano però definitivamente dalla lotta Modena, Piacenza e Reggina. Sicuramente una notizia poco piacevole per i canarini che nel prossimo turno ospiteranno al matusa il temibile Cesena in lotta per la serie A. Andrea Mastrantoni

CALCIO SERIE D

VOLLEY SERIE A2

Boville a Castelsardo con gli uomini contati Morolo, ultima chance contro il Selargius

Globo Sora chiude una stagione destinata a restare nella storia

La quartultima giornata del campionato nazionale di serie D vede oggi lo scontro incrociato tra le squadre ciociare e quelle sarde. Infatti il Boville deve affrontare in terra sarda il CastelSardo calcio e il Morolo sempre in trasferta la forte formazione del Selargius. Inutile dire che sia alla squadra ernica sia alla compagine lepina servono assolutamente i tre punti altrimenti addio sogni di salvezza. Rispettivamente penultimi e ultimi in classifica Boville e Morolo se il campionato si chiudesse oggi sarebbero le formazioni direttamente retrocesse in eccellenza. La speranza però è l'ultima a morire e d entrambe le formazioni sperano almeno di acciuffare i play-out per il rotto della cuffia. Cosa onestamente molto difficile che si realizzi almeno per entrambe.Almeno una delle due formazioni ciociare infatti cosi' come sta la classifica nei bassi fondi la ritroveremo purtroppo il prossimo anno in eccellenza. Sarebbe però una vera disfatta per il calcio ciociaro se entrambe le compagini che ci rappresentano nel torneo di serie d

14 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010

retrocedessero. Venendo alle gare di oggi il Boville di mister Perrotti affronterà come detto il Castelsardo. Negli ambienti blugranata si spera molto in questa gara per poter poi giocarsi tutto nelle ultime tre giornate. Ma i problemi per Perrotti sono innumerevoli. A partire dalla disponibilità della rosa

Il tecnico del Boville Perrotti che tra infortuni e squalifiche è ridotta all'osso ormai da molto tempo. Ultimo indisponibile per infortunio il giovane portiere Mainardi. In partenza per la sardegna

il mister ciociaro ci è apparso anche un po' rassegnato : “Sarà molto dura, siamo a corto di uomini in ogni reparto e dovrò inventarmi una formazione inedita. Speriamo che la fortuna ci dia una mano”. Non molto differenti le parole di mister Luigi Castiello per il Morolo: “Arriviamo a giocarci la salvezza in un momento per noi anche abbastanza positivo se guardiamo agli ultimi risultati, ma domani (oggi per chi legge) molti giocatori non saranno disponibili, peccato.Comunque noi ci crediamo ancora!”. Il Morolo ultimo in classifica dovrà vedersela contro la formazione sarda del Selargius sesti in classifica a quota quarantasette punti. Una eventuale sconfitta, anche a fronte del calendario dei lepini nelle ultime tre gare, vorrebbe dire un arrivederci, quasi irrecuperabile alla categoria. Castiello si affida come sempre ai colpi da solista dell'attaccante macedone Hasa. Castelsardo – Boville è stata affidata al fischietto bresciano Novellino. Selargius – Morolo a Ceccato di Bassano del Grappa. andr.mastr.

SORA - In un Palasport città di Frosinone gremito di tifosi e piccoli pallavolisti la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora saluta tutti con una bella prestazione che non lascia l’amaro in bocca per il mancato passaggio alla semifinale dei play-off promozione in quanto va ad archiviare una splendida stagione sportiva che nessuno si sarebbe mai aspettato.Applausi a scena aperta quindi per i ragazzi di coach Alberto Gatto che da matricola del campionato di serie A2 Tim hanno dato del filo da torcere a tanti blasonati club e atleti entrando non in punta di piedi ma con decisione e determinazione nel più bel campionato di pallavolo del mondo piazzandosi quinti nella classifica generale della regular season, arrivando ai quarti di finale di Coppa Italia e ai quarti di finale dei play-off. Sicuramente la Samgas Crema, che tanto ha meritato, sarà ricordata come la bestia nera di Sora dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia e dopo la sconfitta in questa post season. Gara due dei play-off vede Sora lottare molto più con il cuore che con la tecnica. Primo set vinto dagli ospiti per venticinque a ventidue. Secondo set che vede i padroni di casa della Globo conquistare il parziale giocando almeno in questa frazione una buona pallavolo. Non c'è storia poi però nel successivo terzo e quarto set. Dopo oltre un'ora e mezzo di gioco arriva il match point di Crema che chiude l'ultima frazione decisiva venticinque a quindici. Crema accede così alle semifinali nazionali per accedere in serie A1. Si archivia così, il quarto set ma soprattutto l’incontro che saluta questa splendida prima stagione 2009/2010 in serie A2 della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Un grandissimo applauso a tutti gli indimenticabili protagonisti che hanno scritto un’altra pagine nella storia della pallavolo sorana e anche ai meritevoli avversari che hanno fatto chiudere a testa alta questa magica avventura della Globo. Una realtà sportiva molto importante questa della Globo che giova a tutto lo sport della provincia di Frosinone. Il prossimo anno, stando anche al bel clima che si respirava nel post partita di giovedi sera, sicuramente la società Argos volley di Sora ci regalerà ancora molte emozioni positive. a.m.

Il Lecce vince e allunga Reggina, un punto d’oro

CalciospettacoloCittadella Il Gallipoli non si arrende

Il Lecce sempre più capolista della Serie B dopo il successo in casa del Grosseto. I pugliesi si impongono 3-0 in trasferta grazie ai gol di Giacomazzi, Angelo e Corvia, e si portano a quota 67 punti in classifica. Sei lunghezze in più del Sassuolo.Vittoria 'tennistica' per il Cittadella che travolge 6-0 il Mantova (tripletta di Bellazzini) e raggiunge il Brescia a quota 60 punti.

Questa la classifica della serie B quando resta da giocare Triestina-Modena per completare il 37° turno: Lecce 67, Sassuolo 61, Cittadella e Brescia 60, Cesena 59, Grosseto 57, Empoli e Torino 55, Crotone 53, Ascoli 51, Ancona 50, Albinoleffe 49, Reggina e Piacenza 47, Modena 46, Vicenza 45, Frosinone 43, Triestina 42, Padova e Mantova 41, Gallipoli 40, Salernitana 17.


SPORT CALCIO LEGA PRO

Gli azzurri ospitano il Barletta:è l’ultima occasione per tenere vive le residue speranze play-off

Cassino, il giorno del verdetto Torna Indiveri tra i pali, Mezgour ritrova una maglia da titolare sulla fascia sinistra CASSINO - E’ il giorno della sfida col Barletta e non apparre affatto retorico sottolineare quanto grande sia il rammarico in casa azzurra per non essere stati capaci di sfruttare la favorevolissima occasione gettata alle ortiche domenica scorsa nella sciagurata trasferta di Vibo Valentia. Proprio così, perchè una prestazione diversa in terra calabrese quest’oggi avrebbe offerto al Cassino la chance di superare in classifica i biancorossi pugliesi e di ag-

guantare con ogni probabilità un posto nella griglia dei playoff. A seguito della debacle di sette giorni fa invece, la compagine di Pellegrino ha visto ridursi al lumicino le speranze di raggiungere il treno degli spareggi e di conseguenza la partita odierna che in condizioni diverse sarebbe stata una vera battaglia da dentro o fuori, ha assunto i contorni della classica gara in cui il Cassino non avrà nulla da perdere ma pochissimo da guadagnare. Infatti,

Adil Mezgour torna titolare dopo due panchine di fila CALCIO SCOMMESSE

Le dritte sulla A La domenica bettistica, per quel che concerne la serie A, offre, oltre alle solite quotucce, qualche buona occasione per chi gioca in singola o per chi vuole costruire un moltiplicatore decente inserendo meno eventi. Una tripla che non paga molto ma che stuzzica un bel po’ comprende l’1 di Fiorentina-Chievo (l’1,50 tra le quote basse di giornate è la meno falsa), l’over di Udinese-Siena a 1,73 (presenza del bomber Di Natale, assenza di Zapata e obbligo per i toscani di sbilanciarsi) e il goal di Genoa-Lazio (su alcuni book solo ad 1,50). Tuttavia chi cerca value bets da singola non può non notare come sia alta la valutazione per la vittoria del Genoa, visto il rendimento casalingo del Grifone: 1 a 2,40. Tra le altre sono principalmente due le sorprese ben pagate: la X al primo tempo di Roma-Samp, pensando a come i blucerchiati saranno più duri a morire di quanto dica la quota per la vittoria giallorosa (1,40); la X finale a 4,25 in Bologna-Parma: al di là delle motivazioni non dimentichiamo che si tratta di derby. In multipla buona anche la remunerativa X2. L.T.

anche nel caso in cui gli azzurri dovessero riscire nell’intento di conquistare l’intera posta in palio, si troverebbero nella condizione di dover incrociare le dita e sperare che dagli altri campi giunga una combinazione di risultati a dir poco complicata da realizzarsi, che consenta a Martinelli e compagni di tornare in corsa per l’obiettivo play-off. Senza dimenticare che nel prossimo turno, il penultimo della stagione che precederà l’epilogo casalingo con la Cisco Roma, gli azzurri faranno visita ad una Juve Stabia che avrà bisogno di fare punti per consolidare la prima piazza insidiata da un Catanzaro che non ha evidenziato cenni di cedimento. Per tutti questi motivi il buon senso ed un minimo di razionalità suggerirebbero ai giocatori del Cassino di scendere in campo oggi contro un Barletta in forma ed in serie utile da dieci turni, cercando esclusivamente di onorare la maglia che indossano (anche se è un concetto di difficile comprensione) e di provare a ripetere la conduzione di gara che ha portato ad esprimere un discreto gioco nell’ultima uscita interna col

32^ GIORNATA Aversa - Manfredonia Brindisi - Isola Liri Cassino - Barletta Gela - Vibonese Melfi - Juve Stabia Monopoli - Noicattaro Scafatese - Cisco Roma Siracusa - Catanzaro Vico Equense - Igea V. Siracusa. Poi, se dovessero arrivare tre punti insieme a qualche incrocio di risultati favorevole, saremo tutti contenti: nel caso contrario, per il secondo anno consecutivo dirigenti e tifosi azzurri vedranno svanire un obiettivo che anche in questa stagione rischia concretamente di lasciare tutti con l’amaro in bocca. UNDICI - Per quanto concerne la formazione che Pellegrino manderà in campo dal primo minuto, le uniche novità rispetto alla settimana scorsa dovrebbero riguardare il ritorno di Indiveri tra i pali e quello di Mezgour sulla fascia sinistra in luogo di Vigna. Pro-

CLASSIFICA Juve Stabia Catanzaro (-3) Cisco Roma Barletta (-1) Siracusa Brindisi Cassino Gela Melfi Manfredonia Aversa Normanna Monopoli Scafatese Isola Liri Noicattaro Vibonese (-1) Vico Equense Igea Virtus (-3)

66 64 59 52 51 50 47 45 43 39 37 37 35 35 31 26 23 10

babile conferma quindi per la linea difensiva composta da Lolli, Goisis, Bianciardi e Martinelli, con Conti, Konè e Berardi che agiranno nella zona nevralgica fingendo da sostegno al trio offensivo formato da Bracaletti, Mezgour e Jefferson. Antonino Massara

SOTTO A CHI TOCCA

Il Barletta squadra rivelazione del girone BARLETTA - La compagine allenata da Sciannimanico può essere considerata la squadra rivelazione di questo girone C di seconda divisione. E pensare che ad inizio stagione il sodalizio pugliese ha incontrato più di qualche problema relativo all’iscrizione al campionato a tal punto da vedersi infliggere un punto di penalizzazione alla vigilia della prima giornata. Queste difficoltà di carattere finanziario hanno portato i dirigenti barlettani ad operare una vera e propria rivoluzione rispetto all’annata precedente: è stato scelto un giocatore di categoria ed esperienza per ogni reparto attorno ai quali è stata costruita una squadra formata in netta prevalenza da giovani di prospettiva ed in gran parte sconosciuti ai palcoscenici professionistici. In questo modo, vicino al portiere Di

Masi, al difensore Sportillo, ai centrocampisti Carozza e Muwana ed agli attaccanti

Mister Lello Sciannimanico Fanasca e Cavaliere, sono cresciuti i vari Infantino, Simoncelli, Rescio e Menicozzo i quali, grazie all’ot-

timo lavoro di mister Lello Sciannimanico che già in passato ha dimostrato di saper lavorare molto bene con i giovani al punto da portarli ad un livello di rendimento a dir poco eccellente. Un vero e proprio miracolo sportivo e di competenza calcistica dei dirigenti pugliesi se si analizza il rendimento della squadra in questo torneo: nessuno infatti tra gli addetti lavori ad inizio stagione riteneva possibile che il Barletta, a tre giornate dal termine del campionato, potesse trovarsi quarto in classifica in piena lotta per il traguardo play-off. Dopo un inizio di girone d’andata a corrente alternata, durante il quale i biancorossi si sono ritrovati a ridosso della zona playout, si è verificata l’impennata che li ha portati ad aspirare a qualcosa di più di una salvezza tranquilla. Da record il rendimento in-

Pennetta subito super L’Italia si porta avanti

Play-off Nba: allungano Boston e San Antonio

L'Italia si è aggiudicata il primo p u n t o n e l l a s e m i f i n a l e d i Fe d C u p d i tennis contro la Repubblica Ceca, in c o r s o a l Pa r c o d e l Fo r o I t a l i c o d i Roma. Sul campo in terra rossa dello stadio 'Nicola Pietrangeli' F l a v i a Pe n n e t t a h a s c o n f i t t o L u c i e Hradecka in due set, col punteggio di 6-4, 7-5.

San Antonio si aggiudica gara tre del primo turno dei play off dell'Nba di basket, e si porta avanti 2-1 nella serie contro Dallas. È stato il francese Tony Parker a spingere gli Spurs al successo 94-90 sul quintetto texano, grazie a un finale di partita che ha permesso ai padroni di casa di mettere a segno il sorpasso. Buona la prova di Ginobili:

terno dopo il giro di boa: nelle otto gare disputate al Puttilli Di Masi e compagni hanno pareggiato in una sola occasione vincendo nelle restanti sette uscite. Lontani dalle mura amiche i biancorossi sono stati comunque capaci di tenere botta tanto da portare a dieci la striscia di risultati utili consecutivi. Per la gara del Salveti mister Sciannimanico ha convocato 18 calciatori: indisponibili Sportillo, Carozza, Stefanini, e Fanasca infortunati oltre allo squalificato Muwana. Questo l’elenco completo: Portieri: Di Masi, Vurchio; Difensori: Romeo, Marchetti, Cutrupi, Gambuzza, Legittimo, d'Addato, Lanotte; Centrocampisti: Rescio, Bendjemia, Manganaro, D'Allocco, Menicozzo; Attaccanti: Infantino, Simoncelli, Shiba, Cavaliere. ant.mass.

15 ANNO I - N° 48 DOMENICA 25 APRILE 2010


lagazzettacassino250410a  

L’OSCAR DEL GIORNO AI CARABINIERI Pontecorvo, tavolo tecnico sui rifiuti nocivi DISTRIBUZIONE GRATUITA DOMENICA 25 APRILE 2010 ANNO I - N° 4...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you