Page 1

Si è insediato ieri il commissario Lolli

“Mamma Napoli” al teatro romano

CASSINO - Si è insediato ieri mattina presso il Palazzo municipale di Cassino il commissario ad acta, Giuseppe Lolli, nominato dal prefetto di Frosinone Paolino Maddaloni. Il dottor Lolli dovrà studiare ed approvare il bilancio di prevsionoe 2010 e tutit i documenti ad esso collegati. Dopo l’incombenza contabile, invece, verrà nominato il commissario che curerà la gestione amministrativa della Città fino alle prossime elezioni. PAG. 6

CASSINO - Questa sera il teatro romano di Cassino si vestirà di suoni, sapori e colori partenopei. Nella splendida cornice del teatro, infatti, va in scena la commedia“Mamma Napoli”, diretta da Emiliano De Martino che rappresenta un vero e proprio atto di amore verso Napoli e i suoi figli, la sua cultura e la sua umanità. Ma una commedia che è anche grido di aiuto dinanzi ai problemi che affliggono la città partenopea. PAG. 8

ANNO I - N° 122 SAbATO 24 LuGLIO 2010 DISTRIbuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel. e Fax 0776.278040 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

I PROFESSIONISTI DELLE CHIACCHIERE www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A ORAZIO PICANO La triglia che voleva fare il delfino è stato protagonista assoluto di una delle pagine più tristi e vergognose che siano state scritte in questi giorni successivi alla fine della legislatura di Bruno Scittarelli. Vederlo brindare alla fine di un’era che segnerà negativamente, comunque vada, la storia della nostra Città, è stato pietoso. Orazio Picano ha avuto così il suo momento di gloria. Almeno questo è quello che lui crede. Dopo anni passati a scimmiottare lo zio Angelo, dal quale per sua sfortuna non ha ereditato proprio nulla, per lui il massimo è stato alzare i calici e brindare alla fine di un’era. Peccato, però, che già dal giorno dopo sia ritornato a fare la triglia della politica. Uno di quelli, insomma, che vivono “senza infamia e senza lode”.

L’OSCAR DEL GIORNO A CIRO RIVIECCIO Perché gli anziani che sono ritornati giorni fa dal soggiorno estivo sono rimasti letteralmente entusiasti dalla impeccabile organizzazione della loro vacanza, curata nei mini dettagli da Rivieccio. Nel corso della vacanza, infatti, hanno potuto usufruire di servizi di primo ordine e, grazie al costante contatto che l’assessore ai Servizi sociali, Ciro Rivieccio aveva con la località marina, gli anziani di Cassino hanno potuto trascorrere dieci giorni di spensieratezza ed allegria. Siamo certi che anche il secondo gruppo, partito ieri mattina, troverà lo stesso tipo di accoglienza.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione “Protesta degli allevatori tutta la mia solidarietà” Abbruzzese dopo il sit in alla Centrale del latte ROMA - ''Voglio testimoniare la mia vicinanza agli allevatori laziali che ieri e hanno manifestato con un sit-in pacifico presso la Centrale del Latte di Roma, condividendo la preoccupazione che ha dato origine alla loro protesta''. E' quanto ha dichiarato in una nota Mario Ab-

bruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio. ''Il settore agroalimentare - ha riferito il presidente - è una delle grandi realtà economiche e produttive del Lazio, in quanto rappresenta quasi il 17% del Pil regionale. Le istituzione hanno il compito e il dovere di eserci-

tare un maggiore controllo sui monopoli e vigilare sul mercato affinché la concorrenza sia leale e i cittadini possano avere le dovute garanzie sulla qualità dei prodotti. La decisione del prezzo del latte non può essere lasciata solo in mano alla Centrale del Latte''.

Foschi: “Non abrogare la legge sul reddito minimo garantito” L’appello del consigliere regionale del Pd ROMA - Il reddito minimo garantito entra nell’agone politico. ''Trovo davvero singolare la proposta odierna di Robilotta di abrogare la legge sul reddito minimo garantito. Certamente è un provvedimento che può essere corretto, migliorato ma non può essere assolutamente cancellato''. La replica di Enzo Foschi, consigliere regionale del Pd alla proposta avanzata da Donato Robilotta, del Coordinamento regionale del Pdl, in merito alla legge sul reddito minimo garantito nel Lazio. ''Questo significherebbe - dichiara Foschi - voler rinunciare a tutto ciò che è venuto grazie al primo vero testo per la riforma del welfare, significherebbe voler tornare indietro e ignorare le esigenze e i diritti di tutte quelle persone che, vista la flessibilità del mercato del lavoro, si trovano senza occupazione o

sono alla ricerca della prima''. ''Quella di Robilotta, poi - conclude il consigliere - di voler attribuire la normativa sul reddito minimo garantito alla sinistra estrema o antagonista appare quanto meno una forzatura e una

falsità, e gli ricordo che simili provvedimenti sono vigenti in tutti gli stati del nord Europa da decenni senza che l'avvicendarsi di governi di diverso colore politico ne abbiamo mai messo in dubbio la validità''.

CAMPIDOGLIO

ANTIMAFIA

La Carovana Alemanno “Per il bilancio della memoria una settimana tocca anche il Lazio è fisiologico” ORVIETO - ''Dopo tanta attesa non credo ci sia la possibilità di nuovi rinvii anche perché c’è un obbligo di legge a meno che il governo non intervenga a spostarlo ulteriormente. Cominceremo lunedì il dibattito generale, una settimana è un tempo abbastanza fisiologico per approvare un bilancio''. Così il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha risposto ai cronisti a margine della firma di un protocollo ad Orvieto, in merito allo stato ''dell'arte'' dell'approvazione del bilancio capitolino. ''Francamente - ha aggiunto - mi sembra che siamo di fronte alle solite schermaglie con cui l'opposizione pensa di ritrovare un ruolo, noi vogliamo parlare di contenuti. Abbiamo ascoltato tutte le proposte costruttive che però non possono tradire il senso di risanamento ed equità di questa manovra''.

ROMA - Tremila chilometri in cinque giorni. Prende il via oggi, dalla Cascina Caccia alle porte di Torino, la ''Carovana di memoria e impegno'', il viaggio dei giovani di Libera, protagonisti del Raduno che si e' tenuto poche settimane fa a Volvera, per per ricordare le vittime delle mafie, sottolineare l'impegno dei testimoni di giustizia e visitare i beni confiscati alla criminalità organizzata. Più di 20 ragazzi da tutta Italia affronteranno un viaggio a bordo di minibus e auto passando da Torino, Roma, Latina, Milazzo, Polistena, Isola Capo Rizzuto, Castel Volturno, per un totale di oltre 3000 km in 5 giorni. La partenza è prevista da Cascina Caccia, bene confiscato alla 'ndrangheta a San Sebastiano Po, paese alle porte di Torino. Prima tappa Roma.

Incendi, in calo del 33% nell’ultimo decennio E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti su dati Istat ROMA - Nell'ultimo decennio si è manifestata una riduzione del 33% della superficie incendiata che è stata in media di quasi 80mila ettari all'anno nel periodo 2000-2009 rispetto ai 118 mila ettari del trentennio precedente. E' quanto emerge da un'analisi della Coldiretti, sulla base dei dati Istat, che evidenzia una riduzione anche rispetto al numero di incendi

2 ANNO I - N° 122 sAbAtO 24 luglIO 2010

che nel periodo 2000-2009 sono stati in media 7033 all'anno rispetto ai 9789 all'anno del trentennio precedente con un calo del 28 per cento. ''La siccità si è dimostrata nel passato la grande alleata degli incendi come dimostra il fatto sottolinea la Coldiretti.Va precisato, però, che la correlazione del numero di incendi e delle superfici interessate con la pioggia e la tempera-

tura massima non è necessariamente elevata in tutti gli anni, in quanto sull'estensione delle superfici percorse dal fuoco incidono numerosi altri fattori, principalmente umani. I buoni risultati ottenuti sono dunque il risultato della responsabilità tra i cittadini ma anche dalla maggiore efficacia dell'attività di prevenzione e controllo''.

Accattonaggio, condannata rom

Tivoli, chiede“il pizzo” arrestato tossico

ROMA – Accattonaggio. A farne le spese stavolta è stata una nomade rumena di 24 anni, condannata dal Tribunale a 3 mesi e con l'obbligo di frequentare i servizi sociali per altri sei mesi, che lo scorso anno nei vagoni della metropolitana cercava di impietosire i viaggiatori per farsi dare l'elemosina utilizzando un minore di anni 4.

ROMA - Si è presentato armato di coltello presso una carrozzeria minacciando il titolare ed intimandogli di consegnarli 5000 euro in contanti. Al netto rifiuto della vittima, C.F. tossicodipendente pregiudicato romano di 37 anni, impugnando il coltello ha chiuso in bagno un dipendente dell'officina per poi colpire il titolare con pugni, calci e fendenti di coltello e scappare a bordo di un'auto dopo avergli anche strappato dal collo una catenina d'oro.


regione Commissione lavoro, la prima a riunirsi Perazzolo: “Partiremo dalle esigenze delle famiglie e del territorio” ROMA - La commissione Lavoro, pari opportunità, politiche giovanili e politiche sociali del Consiglio regionale, presieduta da Maurizio Perazzolo (Lista Polverini), è stata la prima a riunirsi dopo l'insediamento e le elezioni dei presidenti delle 16 commissioni consiliari, avvenuto martedì scorso. All'ordine del giorno la programmazione dei lavori e un primo confronto tra gli otto membri dell'organismo, cinque di maggioranza e tre di opposizione. "Partiremo dalle proposte di legge approvate in commissione e da quelle che non è stato possibile esaminare per la fine anticipata

della legislatura, cercando di migliorarle, ove possibile, tenendo conto che in questo particolare momento che sta vivendo il nostro Paese dobbiamo anche dare risposte alle nuove esigenze e alle richieste del nostro territorio regionale", ha dichiarato in apertura di seduta il presidente Maurizio Perazzolo. "Valorizzeremo la funzione sociale degli asili nido con la nuova proposta di legge - ha aggiunto che rispecchia le nuove esigenze delle famiglie. Saremo il punto di riferimento delle aziende e del mondo del lavoro per salvaguardare il tessuto economico-pro-

CARENZA SANGUE

Le istituzioni insieme per campagna donazione ROMA - L'obiettivo è arduo: trenta mila sacche da raccogliere nei prossimi mesi per far fronte alle emergenze sanitarie del Lazio. Il Campidoglio e la Croce Rossa Italiana raccolgono la sfida e lanciano una campagna pubblica di donazione del sangue che, tra gli altri, coinvolgerà direttamente gli operatori delle organizzazioni di volontariato della Protezione civile convenzionate con il Campidoglio, i giovani del Servizio civile nazionale che prestano servizio in Protezione civile ed il gruppo Donatori dell'I.P.A., l'Istituto di Previdenza ed Assistenza del Comune di Roma.

duttivo del nostro territorio e ci impegneremo per ridurre quel 30% di giovani che non riescono a inserirsi nel mondo del lavoro". Il vicepresidente di minoranza della commissione, Tonino D'Annibale (Pd), ha preannunciato una serie di richieste di audizione "per dare ascolto - ha detto - alle delegazioni dei lavoratori colpiti da questa drammatica crisi e alle categorie più deboli che necessitano di una nuova legge sul welfare e sulle politiche sociali. Quella legge che era già stata approvata in questa commissione nella scorsa legislatura e che io ho appena riproposto al Consi-

Cangemi: bene il lavoro con i dirigenti delle carceri ROMA - ''Prosegue la fattiva collaborazione sul lavoro che stiamo portando avanti su diversi fronti con l'amministrazione penitenziaria del Lazio''. E' quanto ha dichiarato in una nota a margine di una riunione operativa con alcuni dirigenti del Provveditorato, Giuseppe Cangemi, assessore regionale agli Enti Locali e Sicurezza. ''I temi della riunione - spiega Cangemi - hanno riguardato l'avanzamento del progetto in collaborazione con Ama Spa per impiegare i detenuti in regime di semi libertà nelle task force di pulitura dei monumenti imbrattati dai vandali dell'arte, il progetto per la creazione dell'Icam (Istituto a custodia attenuata per detenute madri con figli fino a tre anni), e l'esame di alcuni

progetti che possano rappresentare una soluzione ponte per le madri nell'attesa sia realizzato questo tipo particolare di Istituto''. ''Altra tematica - conclude - è stata la ricaduta e l'organizzazione sul territorio regionale per quanto concerne le persone che prima della detenzione erano nella situazione

di essere senza fissa dimora, che con l'approvazione della proposta di legge C.3291 ('Disposizioni relative all'esecuzione presso il domicilio delle pene detentive non superiori ad un anno e sospensione del procedimento con messa alla prova') si ritrovano senza un domicilio dove scontare la pena''.

glio". Annalisa D'Aguanno (Pdl), vicepresidente di maggioranza, ha dichiarato che metterà a disposizione della commissione "l'esperienza acquisita nel campo delle politiche sociali in questi 4 anni spesi come consigliere provinciale di Frosinone e come consigliere comunale di Cassino". Erano presenti alla seduta i consiglieri Isabella Rauti (Pdl), Francesco Pasquali (Pdl), Annamaria Tedeschi (Idv) e Luigi Nieri (Sel). Presente anche la presidente della commissione Cultura, spettacolo e sport, Veronica Cappellaro (Pdl).

WELFARE

Incontro delle Regioni con il ministro Sacconi ROMA - Incontro della Commissione politiche sociali delle Regioni, presieduta dall'assessore ligure Lorena Rambaudi, con Maurizio Sacconi, ministro del Lavoro, Salute e Politiche sociali. Il ministro Sacconi, riferisce una nota della Regione Liguria, intende avviare un rapporto di collaborazione con le Regioni sulle prospettive del welfare. Sacconi si è dichiarato disponibile a valutare i contributi che la Conferenza vorrà presentargli - un primo documento verrà discusso durante la Commissione di mercoledì prossimo - ed ha confermato che nella manovra non sono previste a bilancio quote per il sociale, che però verranno quantificate nella Finanziaria di ottobre

Zingaretti scrive a Tremonti: “L’agricoltura rischia” “La manovra cancella i contributi per le imprese agricole svantaggiate” ROMA - Il presidente della Provincia Nicola Zingaretti ha inviato una lettera al ministro dell'Economia Giulio Tremonti, a quello delle Politiche Agricole, Giancarlo Galan, e ai capigruppo di tutte le formazioni politiche della Camera dei deputati, dove si sta discutendo la manovra finanziaria.

''Ho potuto raccogliere, in questi giorni - dichiara - la fortissima e motivata preoccupazione degli operatori del settore agricolo della Provincia di Roma per la norma contenuta nella manovra finanziaria, attualmente in discussione alla Camera dei Deputati, che cancella il rifinanziamento delle agevolazioni contributive

per le imprese agricole operanti in zone montane e svantaggiate''. ''Sono preoccupazioni che condivido. La cancellazione delle agevolazioni - prosegue il presidente - avrebbe un impatto tremendo su un settore importante dell'economia locale e colpirebbe 120 comuni del territorio romano''.

Ostia, picchia figlio della convivente

Spaccio ai Castelli due in manette

ROMA - Una giovane madre, una cittadina romena trentenne ha denunciato che il proprio figlioletto, di soli sei anni, era stato picchiato dal suo convivente. La donna ha raccontato che mentre si trovava al lavoro, aveva telefonato a casa per sapere cosa stesse facendo il piccolo e durante la conversazione ha sentito il bambino piangere.

ROMA - I carabinieri di Castel Gandolfo hanno arrestato due pusher italiani, entrambi insospettabili, senza precedenti e del posto: un 40enne, commerciante, e uno studente 19enne. Gli arresti sono scaturiti nei pressi di due luoghi di ritrovo della zona. I due, a seguito del controllo, scattato per il loro atteggiamento sospetto, sono stati trovati in possesso di hashish e marijuana.

3 ANNO I - N° 122 sAbAtO 24 luglIO 2010


provincia “Se sono manifestzioni di valore sicuramente saranno finanziate” Abbate replica ai sindaci Giorgio e Di Meo sul’esclusione del Festival Gazzelloni e della Zampogne dalle eccellenze culurali FROSINONE – La cultura in provincia di Frosinone dà segnali di risveglio importanti grazie all’assessore Antonio Abbate che si è fatto portatore di un nuovo modello amministrativo che quest’anno ha visto la Provincia sostenere con propri fondi 13 iniziative di eccellenza. Un cartellone che nei prossimi anni si arricchirà sicuramente. C’è chi di questo modo di amministrare non è contento, il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio e di Acquafondata Di Meo, perché le manifesatzioni che si svolgono in queste due cittadine sono state escluse da questo cartellone, il Festival Gazzelloni e il Festival della zampona. Abbate ha subito replicato: “A restare sorpreso, pur con moderazione, sono io. Mi riferisco alle dichiarazioni del sindaco Gio-

vanni Giorgio circa il Festival Gazzelloni. Secondo il primo cittadino della mia città la manifestazione sarebbe a rischio perché la Provincia di Frosinone, che in questa sede rappresento, non avrebbe dato dei finanziamenti. Forse il sindaco, colto da eccessivo livore per motivi che non sta a me indagare, ha fatto confusione ed ha dimenticato che lo scorso anno, dal governo di centrosinistra che gli sta a cuore, il Festival Gazzelloni non ha preso un centesimo. Quest’anno la proposta è al vaglio della commissione per la legge 32 ed è imminente l’ufficializzazione del risultato. Abbiamo buone speranze, trattandosi comunque di una manifestazione che ha qualche anno (me lo ricordo bene, l’ho fatta nascere io, altrimenti ora non esiste-

rebbe!) che sia finanziata con questo canale. Dunque, per sintetizzare, caro Sindaco Giorgio si chiarisca le idee: centrosinistra lo scorso anno zero fondi al Gazzelloni, centrodestra quest’anno, assessorato Abbate, probabilmente fondi al Gazzelloni. Cos’è meglio? Niente o i fondi? Scommetto che i cittadini avranno già trovato la soluzione a questo rebus: meglio i probabili fondi del mio assessorato allo zero di quello dell’anno scorso sindaco, se ne faccia una ragione. AlsSindaco Di Meo, di Acquafondata, dico che il sistema delle eccellenze, fino a pochi mesi fa, non esisteva perché lo abbiamo applicato noi per primi. I canali con i quali è stato finanziato in passato il Festival di Acquafondata esistono ancora e se i

programmi sono di qualità i sindaci non hanno nulla da temere. La discriminante idelogica, poi, che ha adombrato il Sindaco Di Meo, è sconfessata dai fatti, basta guardare proprio tra le eccellenze in questione, e non sono pochi gli amministratori di centrosinistra che lo hanno notato”.

“Fai come me dona il sangue Ancora sul bilancio anche tu. Antonello Iannarilli” la volta di Patrizi FROSINONE – E’ stata presentata a palazzo Gramsci l’iniziativa promossa dall’Avis, la Provincia di Frosinone e Teleuniverso per la giornata provinciale della raccolta del sangue. Testimonial d’eccezione il presidente Iannarilli che invita i Ciociari ha fare il nobile gesto della donazione. Un videomessagio del presidente andrà in onda sulle frequenze dell’emittente televisiva di Aquino e un manifesto pubblicizzerà l’evento con lo slogan “Fai come me dona il sangue anche tu. Antonello Iannarilli”. Nella giornata del 30 luglio sotto palazzo Gramsci ci sarà una macchina dell’Avis per la raccolta. Iannarilli ha anche scritto una lettera a tutti i dipendenti dell’ante affinchè si rechino a donare: ““Carissimi, il nostro territorio, così come tutto il Lazio, continua a distinguersi negativamente nella donazione del sangue. Secondo dati recenti, ogni giorno, la regione è costretta ad acquistarne circa 100 sacche da altre regioni:

Il Tra di Latina non decide sulle tariffe idriche Ora tocca a Roma

4 ANNO I - N° 122 sAbAtO 24 luglIO 2010

solo nel 2009 ben 36 mila. Una situazione insostenibile, che pone il Lazio ai livelli che in altri territori si registravano almeno 10 anni fa. Si avverte, pertanto, l’esigenza di un effettivo coinvolgimento dell'opinione pubblica e di una opportuna sensibilizzazione verso questi temi. D’estate, inoltre, quando molti donatori vanno in vacanza, la situazione diventa ancora più preoccupante e le scorte si riducono al lumicino. Dinanzi a tale emergenza, di concerto con l’Avis, la Provincia vuole avviare una campagna di sensibilizzazione alla donazione, che inizierà con una giornata di raccolta del sangue in programma per venerdì 30 luglio, dalle ore 8, presso il piazzale antistante il Palazzo della Provincia. Ti chiedo, pertanto, di fare un piccolo gesto per dare concretezza alle aspettative degli amici più bisognosi alleviando così le loro sofferenze. Donare il sangue è un atto volontario e gratuito, è un dovere civico, è una manifestazione di soFROSINONE – Sugli aumenti tariffari dell’acqua in provincia di Frosinone, il Tar di latina se ne lava le mani, scusate l’eufemismo, e rinvia la decisione al Tar di Roma. I giudici amministrativi della città pontina hanno dichiarato la loro incompetenza territoriale inviando tutto il materiale ai colleghi della capitale. Questa la decisone sulla pronuncia

lidarietà verso gli altri che esalta il valore della vita. Io sono un donatore di sangue. Ti invito a fare lo stesso! Firmato: Antonello Iannarilli”. Una bella iniziativa che fa onore all’onorevole di Alatri.

nel merito sul ricorso di Acea contro la delibera del Coviri con la quale era stato ritenuto illegittimo l’incremento retroattivo delle tariffe idriche a 1,27. L’udienza per la decisione nel merito si è conclusa dunque con un nulla di fatto. Su sollecitazione degli avvocati dell’Ato 5, Daniela Di Sora e Massimiliano Fiorini, il Tar di Latina ha deciso di accogliere un’ecce-

zione di incompetenza territoriale e trasferire gli atti al Tar di Roma, presso il quale pende già un altro ricorso sulle medesime questione proposto dall’Acea. Dunque si allungano i tempi per la decisione, tutto a scapito degli utenti. Speriamo che non siano loro a dover pagare, di tasca propria, questa lunga e snervante battaglia.

FROSINONE – Non c’è che dire, il bilancio 2010 approvato dall’amministrazione provinciale nei giorni scorsi, continua a far discutere. Da parte della maggioranza che l’ha proposto è tutta una serie di elogi. Anche un veterano della politica come il consigliere del Pdl, di Ferentino, Giuseppe patrizi, ha voluto dire la sua: “Mi complimento con il presidente Iannarilli e con la maggioranza per l’ottimo documento di bilancio che abbiamo approvato nell’ultima seduta del consiglio provinciale. Abbiamo dimostrato di essere diversi dal goveno dello spreco messo in atto dal centrosinistra nei quindici anni che hanno guidato palazzo Gramsci. Noi abbiamo voluto puntare su due direttrici diverse: la tutela del lavoro e la lotta ai privilegi. Abbiamo messo in campo un piano di stabilizzazione triennale per gli Lsu. Mai nessuno lo aveva fatto prima, negli anni scorsi. Abbiamo dato dignità a coloro che hanno vissuto con 550 euro al mese senza contributi pensionistici. Ora noi li abbiamo riscattati. Non solo: tutti i dipendenti part time passeranno a full time. Così si organizza in maniera decente un ente pubblico. Ancora: abbiamo tagliato tutti i privilegi e le rendite di potere e abbiamo investito i fondi per lo sviluppo del territorio. Un solo dato: il confronto del budget a disposizione della presidenza. Con il presidente Iannarilli è passato a 200mila euro. Prima era di 900mila. La differenza è stata spalmata tra i vari settori: cultura, istruzione, edlizia scolastica, lavori pubblici, servizi sociali. Perché noi al territorio ci pensiamo. E poi abbiamo tolto la Cosap, uan tassa medievale. La sinistra, che tanto sbraita, deve solo stare zitta e recitare il mea culpa”.

Tedeschi: “Produttori latte allo stremo”

Valle del Sacco, Codici e Retuvasa parti civili

FROSINONE –“La situazione dei produttori di latte del Lazio è allo stremo, la trattativa sul prezzo del latte è ferma, il tavolo tecnico richiesto dalla Coldiretti per oggi non si è tenuto”. Lo dichiara Annamaria Tedeschi (IdV).“Gli allevatori hanno urgenza di avere una prospettiva, e per loro la sopravvivenza equivale a poco più di 38 centesimi al litro. Le ultime fasi hanno visto la Centrale del Latte proporre 37,40 centesimi,un prezzo che non è sufficiente per coprire i costi di gestione”.

FROSINONE - E’ partito il processo presso il tribunale ordinario di Velletri contro il disastro della Valle del Sacco; il CODICI e la Rete Tutela Valle del Sacco sono stati ammessi come parti civili. “Esprimiamo soddisfazione per come si è espresso il Giudice in merito alle costituzioni depositate il 30 giugno scorso - commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del CODICI – La nostra Associazione si fa così carico degli interessi della cittadinanza”.


provincia “Non fiori, ma opere concrete per il territorio” La Provincia di Frosinone chiede a Renata Polverini maggiore attenzione per il lavoro, l’ambiente e la sanità FROSINONE – Una riflessione a margine della visita del governatore del Lazio Renata Polverini al palazzo della Provincia di Frosinone è certamente d’obbligo. Al di là della giusta soddisfazione per l’attenzione mostrata dal presidente regionale al territorio ciociaro per quanto riguarda la difesa del territorio contro il rischio di dissesto idrogeologico, restano purtroppo in piedi molte altre situazioni. La Ciociaria ha votato in maniera massiccia per la Polverini nelle ultime competizioni elettorali, l’ha riempita di consensi, aspettando l’opportuno cambiamento rispetto al governo

regionale di centrosinistra, ma i primi atti non sono stati molto lusinghieri e si aspettano opportuni cambi di marcia. Già il primo schiaffo è arrivato per la composizione della giunta regionale: nessun esponente ciociaro ne fa parte, mentre tutti gli altri territori sono rappresentati. Non un bel inizio. Poi la vicenda piano sanitario e l’accorpamento di Frosinone con la macroarea di Roma est che significa riduzione di posti letto, ospedale di Frosinone mai Dea di II livello e tagli ovunque, tanto che se uno si sente male a Cassino conviene che se va ad Avezzano o Caserta per essere

curato. Così, cara Renata proprio non va. Ci sentiamo presi in giro. Occorre che tu ti dia una svegliata. Questo territorio adesso pretende le risposte che merita. Quando aprirai il nuovo ospedale di Frosinone? Quando ti deciderai a ridiscutere il piano sanitario per quanto riguarda la Ciociaria? Noi non vogliamo far parte della macroarea Roma est. Vogliamo una sanità d’eccellenza sul posto. Quando ti deciderai a mettere mano alle emergenze ambientali? La situazione della Valle del Sacco grida vergogna. Quando ti deciderai ad affrontare l’emergenza rifiuti? Cerreto, la discarica

di Roccasecca, è lì a dimostrare come questo territorio, soprattutto nel suo estremo lembo meridionale, è ormai una pattumiera. Quando ti deciderai a intervenire sui problemi dell’occupazione? Le tante crisi aziendali stanno uccidendo l’economia del territorio. Quando investirai nella formazione per rilanciare il lavoro? Tutte queste domande attendono una risposta, non in tempi lunghissimi. Noi vogliamo darti il tempo di assestare il governo della Regione Lazio, di avere sul tavolo la situazione chiara dell’intera Regione. Ma rivolgi il tuo sguardo anche a Frosi-

none e alla Ciociaria. Non solo per mezzora, come hai fatto in Provincia. Alcuni autorevoli presenti all’incontro, molto autorevoli è proprio il caso di dire, li abbiamo ascoltati, commentando la tua fretta di andare via, con un ironico: “Se vede che non ce ne tiè di parla”. E invece, cara Renta, devi averne voglia, soprattutto per rispetto della gente che abita qui e che si attende da te l’attenzione che merita e che ti ha riservato, votandoti in massa. Cara Renata, datti una mossa dunque: “Non fiori, come nella foto, ma opere concrete per questo territorio”.

Fondi per manutenzione Crisi della Arduini delle strade, la Provincia Iannarilli scrive batte la Regione alla Polverini

FROSINONE – Provincia di Frosinone batte Regione Lazio sul tema dei finanziamenti per la manutenzione delle strade. Questo è il risultato della sentenza del Tar di Roma che a dato ragione alle provincie del Lazio, capeggiate da Frosinone contro una decisione capestro adotta dalla passata giunta regionale. Infatti l’esecutivo montino aveva deliberato, come prevede la norma, di assegnare i fondi alle province per la manutenzione stradale in base al criterio del numero dei kilometri di rete stradale presente in ciascun territorio. Quale altro criterio altrimenti? Invece gli scienziati della giunta regionale di centrosinistra per venire incontro agli appetiti romanicentrici e, supponiamo noi, per tutelare la Provincia di Roma, ultimo baluardo forte dello stesso colore politico, avevano rovesciato i criteri di assegnazione. Fondi in base alla popolazione residente. Quindi Roma ha fagocitato tutte le risorse avendo un bacino di popolazione indubbiamente superiore e di molto a quello

di tutte le altre province messe insieme. Ma stavolta, ricorrendo alla parabola biblica del Davide contro Golia, le province non sono rimaste a guadare. Hanno impugnato l’atto, si sono presentate davanti al Tar, ed hanno vinto la battaglia. Un successo ancora maggiore per la nostra terra, visto che a capeggiare la rivolta delle amministrazioni provinciali è stata proprio quella che governa palazzo Gramsci, l’amministrazione guidata da Antonello Iannarilli. Contro Roma padrona, oltre alla Lega, c’è anche la battagliera Provincia ciociara, nel cui esecutivo siede Peppino Paliotta, vera a e propria mente di un disegno di riforma amministrativa della Regione Lazio proprio incentrato sul bilanciamento di potere e risorse tra la capitale e i territori extrametropolitani. Per ora in questa battaglia, possiamo indicare un primo risultato: 10 per le province. Marcatore? La Provincia di Frosinone.

FROSINONE - Il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, ha avuto modo questo pomeriggio, di consegnare personalmente al Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini nel Capoluogo per una conferenza stampa, una lettera nella quale segnala la drammatica situazione sconomica dell’Azienda agro-zootecnica “Arduini Alessio” di Ceccano. La missiva è stata indirizzata oltre che alla Presidente Polverini, al Commissario Speciale per emergenza Valle del Sacco Pierluigi Di Palma; al Prefetto di Frosinone, dr. Paolino Maddaloni; al Sindaco del Comune di Ceccano, dr.Antonio Ciotoli; alla Ditta Arduini Alessio di Ceccano; alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone. “Il titolare della Ditta in questione – scrive Iannarilli – minaccia di compiere gesti sconsiderati a causa della mancata erogazione, da parte della Regione Lazio, dei fondi a titolo di indennizzo per l’emergenza nel territorio del bacino del fiume sacco, già da tempo stanziati dalla Direzione Re-

gionale Agricoltura. Questa Amministrazione, consapevole sia delle enormi difficoltà della Ditta Arduini, sia della precisa volontà del titolare di compiere nelle prossime ore atti di particolare gravità, ha già provveduto ad inviare due solleciti di pagamento alla Regione Lazio, risultati purtroppo privi di riscontro. La presente nota – scrive ancora il Presidente – costituisce una precisa denuncia nei confronti di una situazione divenuta ormai insostenibile”.


cassino Comune, si è insediato il Commissario Il funzionario della Prefettura ha iniziato l’esame del bilancio che dovrà approvare CASSINO - Il commissario ad acta Giuseppe Lolli, nominato dal prefetto, si è insediato ieri al comune di Cassino con l’incarico di esaminare e di approvare il bilancio di previsione non essendo stato votato dal consiglio comunale per mancanza del numero legale con la conseguente caduta dell’Amministrazione. Il funzionario della prefettura di Frosinone è stato ricevuto ieri dal sindaco Bruno Scittarelli, dal neo segretario generale Labbadia e dai funzionari amministrativi del Comune. Adesso

tornerà lunedi per iniziare l’esame dello strumento economico finanziario per poi dare il parere favorevole. Probabilmente Lolli esaurirà il suo incarico nel giro di una settimana. Poi il prefetto, su indicazione del ministero degli interni, nominerà il commissario straordinario che dovrà gestire l’Amministrazione fino alle nuove elezioni comunali previste per la primavera del 2011. Comunque si potrebbe votare anche in autunno se il Parlamento approverà la legge per l’anticipo delle elezioni nei molti co-

Università / Nuove proteste

Esami di laurea in maglietta bianca CASSINO - Una maglietta bianca al posto della toga. Una nuova forma di protesta all’Università di Cassino. Ha scelto di manifestare così la preside della facoltà di Economia di Cassino Enrica Iannucci, la quale ha indossato nel corso della cerimonia di proclamazione di diciotto nuovi dottori, una maglietta con sulla parte anteriore una frase scritta in nero “Giù le mani dall’università”. La preside ha infilato la t-shirt con lo slogan per manifestare la completa disapprovazione e indignazione nei confronti della manovra finanziaria che potrebbe penalizzare lo sviluppo della ricerca e della formazione, mettendo a rischio la sopravvivenza di alcuni corsi di laurea. L’atto di protesta simbolico ha avuto come cornice l’Aula 107 del Campus della Folcara; una manifestazione silenziosa per non danneggiare gli studenti e creare disagi alle famiglie. Dopo la discussione delle tesi dei 18 candidati

6 ANNO I - N° 122 sAbAtO 24 LUGLIO 2010

(5 per la laurea magistrale e 13 per la triennale) e la riunione per l’esito finale, la commissione ha fatto il suo ingresso.

Carichi eccezionali, strade chiuse CASSINO -Da lunedi a venerdì per il transito di trasporti eccezionali è vietata la sosta nel tratto viario di Viale Europa dall’incrocio con Via Arno e con Via De Nicola onde consentire al mezzo speciale la circolazione in senso contrario a quello normale di circolazione.

muni italiani commissariati come quello di Bologna. Una ipotesi, però, remota poiché il Parlamento ad agosto chiuderà per ferie per riaprire a metà settembre. Intanto è sempre più polemica fra i due gruppi del Pdl che hanno determinato la fine anticipata della consiglia tura. Il portavoce dei ribelli Nicola Giangrande fa rilevare che “il sindaco ha gestito la crisi in maniera superficiale e soltanto quando si è accorto che la situazione era davvero critica ha cercato di riparare al danno ma ormai era troppo tardi. Adesso bisogna ripartire con un nuovo progetto all’interno del Pdl con regole precise ed efficienti per una gestione trasparente del partito e della pubblica amministrazione. Servono programmi condivisibili da tutti.” Contesta, invece, l’azione del gruppo dei ribelli il consigliere comunale del Pdl Tommaso Altrui, vicino a Scittarelli. L’amministrazione – scrive - è caduta per interessi personali. Lo scioglimento di un’ amministrazione costituisce sempre un vulnus per la democrazia, che frena lo sviluppo di una città, che paralizza le attività economiche, che divide i cittadini e che la fa navigare senza rotta e senza un minimo di progettualità. La caduta dell’amministrazione Scittarelli però non coglie di sorpresa in quanto è stata la logica conseguenza di aver dato potere a chi non lo meritava.”

Sponsor la BPC

Gare olimpiche nel golfo di Gaeta CASSINO - Un grande evento di sport, ma anche una straordinaria opportunità di rilancio del territorio. E’ il Campionato Italiano Classi Olimpiche (C.I.C.O.) 2010, che si terrà a Formia e nel Golfo di Gaeta dal 23 al 26 settembre e che è stato presentato ufficialmente ieri in una conferenza stampa che si è tenuta presso la Sala S. Benedetto della Banca Popolare del Cassinate. La BPC, infatti, main sponsor dell’iniziativa, ha ospitato l’incontro ufficiale di presentazione del CICO 2010, uno degli appuntamenti più importanti a livello nazionale per uno sport pieno di fascino come la vela. Il CICO è un evento che da oltre 16 anni la FIV organizza, riunendo nel medesimo luogo tutte le classi olimpiche e realizzando, di fatto, un’olimpiade “nazionale”della vela. Quest’anno, per la prima volta, approda nel Lazio e, per gli equipaggi che vi parteciperanno, vale come qualificazione per la partecipazione alle Olimpiadi di Londra del 2012.

TommasoAltrui “L’Amministrazione è caduta per interessi personali” CASSINO - Secondo l’ex consigliere comunale Pdl Tommaso Altrui:“L’amministrazione è caduta per interessi personali di una persona”. Poi aggiunge:”Lo scioglimento di un’amministrazione costituisce sempre un vulnus per la democrazia, che frena lo sviluppo di una città, che paralizza le attività economiche, che divide i cittadini e che la fa navigare senza rotta e senza un minimo di progettualità. La caduta dell’amministrazione Scittarelli però non mi coglie di sorpresa in quanto è stata la logica conseguenza di aver dato potere a chi non lo meritava. Ma come si può paralizzare le istituzioni, piegarle al gioco del personalismo e non del benessere collettivo e della cittadinanza? Ma come si può decidere le sorti di un’amministrazione eletta democraticamente dai cittadini per il mero interesse di qualche puparo della politica che in cambio ha promesso ruoli politici, istituzionali, e posti di lavoro? Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad una vera e propria compravendita di coscienze e persone al solo scopo di creare il vuoto e far avanzare quella lobby di potenti dei quali i cittadini di Cassino non ne hanno assolutamente bisogno. Ma finalmente è stata fatta chiarezza sul piano politico. A tal proposito invito il Consigliere regionale Annalisa D’Aguanno, unica rappresentante del Pdl di Cassino ad adoperarsi sin dall’inizio per risolvere la situazione, di fare tesoro di questo epilogo,e di unire tutte le forze politiche sane, e sottolineo sane, del centrodestra per mettere in campo una squadra di governo solida. Bisogna fin da subito lavorare per impedire in futuro il ripetersi di situazioni di questo genere, bisogna adoperarsi per la politica vera, quella che tratta il bene dei cittadini e che sia costantemente attenta alle problematiche della città. La poca moralità dei singoli attori di questa brutta storia di pseudo-politica, non deve compromettere l’etica della maggioranza della classe politica del Pdl che proprio in questo episodio, proprio mentre gli stessi esultavano sguaiatamente, ha dimostrato con la propria unione e con implacabile lealtà di avere le carte in regola per essere la classe dirigente del Pdl di Cassino. Ed in ultimo una proposta a tutti i partiti e movimenti civici: un patto morale perché non si consentano più ingressi a persone politicamente scorrette e chiudere soprattutto le porte in faccia a chi predica “la politica del fare”. Nelle prossime settimane, fatta ulteriore chiarezza su ciò che è accaduto, il Pdl di Cassino si adopererà per costruire una proposta programmatica chiara con un alleanza ampia di centro-destra che si impegni a vincere le prossime amministrative.”

S.Angelo, tornei di beach volley C A S S I N O - Pe r i n i z i a t i v a d i C r e scenzi don Aniello, parroco di S. Giovanni Battista di S. Angelo in Theodice si svolgeranno tornei di beach-volley nella Pizza Caravaggi Mazzonna dal 28 luglio al 20 agosto. Il Comune ha disposto la chiusura al traffico veicolare, il divieto di sosta, la rimozione forzata.


cassinate Il presidente del Consiglio regionale pronto a finanziare il progetto della Promozione

Mario Abbruzzese ora tende la mano agli ultras del Cassino Dopo tante chiacchiere,si profila una cordata di imprenditori CASSINO - La più grande fortuna per la città di Cassino è avere come figlio, Mario Abbruzzese. Su di lui in queste ore, sono piovute le contumelie di gente che non ha nulla da fare e poco da dire. Sono i fatti che parlano. Ed allora parliamo di calcio, perchè Cassino ed il Cassino ci stanno a cuore. La notizia del giorno relativamente allo sport, è che un gruppo di ragazzi ha avuto la forza ed il coraggio di costituire una società di calcio, che militerà fondi permettendo, in promozione. Mario Abbruzzese ha trovato i soldi per poter aiutare questi ragazzi: li avevi trovati anche per Murolo: 200 mila euro pronta cassa, ma poi il re della menzogna, insieme al sindaco Scittarelli, rimischiavano le carte e gli euro diventavano 600 mila. Una barzelletta insomma, perpetrata contro la città e suoi sportivi, con il chiaro intento di non voler partecipare al campionato di serie C, con tutti gli annessi e connessi. Mario Abbruzzese si è sempre prodigato per la squadra, ve lo diciamo perchè lo sappiamo per certo. Il presidente del Consiglio regionale, non ha mai fatto chiacchiere, ha messo sempre sul tavolo fatti concreti, come adesso, come in questa avventura in cui questi coraggiosi ragazzi cassinati vogliono cimentarsi. Anche noi amiamo la città di Cassino, e per dimostrarlo con i fatti, a differenza di Scittarelli e compagni, siamo pronti, come gruppo editoriale a sponsorizzare la neonata società di calcio, con un cifra importante e congrua alla categoria che andrà a sostenere, e impegnandoci nell'acquisto del materiale tecnico che occorre per il campionato. Divise, palloni, attrezzature varie. Come Abbruzzese siamo al fianco della città e siamo di farlo. Ignazio Annunziata

Anche l’editore de La Gazzetta si è detto pronto a promuovere e a sostenere il progetto voluto dai tifosi

L’ultima trovata di Cesare Fardelli: smaltire rifiuti radioattivi per far quadrare i bilanci CASSINO - Ha lanciato il sasso ed ha nascosto la mano come suo solito. Parliamo di Cesare Fardelli, inossidabile presidente della Saf di Colfelice. Il buon Cesare, per arrotondare il bilancio della Saf, forse perchè deve fare qualche altra assunzione di amici e parenti, si è invetato la proposta di smaltire anche i rifiuti radiottivi, oggi off limit nell'impianto di Colfelice. Per quanto ne sappiamo, Fardelli potrebbe già essere all'opera nel suo intento, dato che malgrado le telefonate non risponde mai. Fardelli starà sicuramente aspettando che il governo vieti per legge le intercettazioni telefoniche per poter parlare liberamente. Sul presidente Fardelli e sulla sua neo madrina politica Anna Teresa Formisano, pesa come un macigno il fatto di aver ridotto la provincia di Frosinone ad una pattumiera. Nessuno sa mai bene cosa fanno a Colfelice, quanti e quali camion transitano: si è

ovvio, una contabilità esiste, ma è tenuta ben stretta. Ed ora ci vogliono propinare anche i rifiuti radiottivi. Sarebbe ora invece, che la provincia di Frosinone facesse anima e coraggio e sollevasse Fardelli dall'incarico. Ma i cittadini si chiedono: come fa quest'uomo che ha girato in lurgo e largo tutto l'arco costituzionale a stare sempre in sella? Viene il sospetto che proteggere Fardelli sia conveniente e non solo da un punto di vista politico. Fardelli oggi è sotto il mantello di Anna Teresa Formisano questo è vero, ma bisogna comunque dire che il presidente Iannarilli lo tieni al suo posto dallo scorso aprile, e a giudicare dagli sproloqui che fa sui giornali ed in tivvù, il presidente agricoltore non ha alcuna intenzione di rimuoverlo dalla presidenza della Saf. Ed allora vengono i dubbi, i sospetti, le paure. Il dubbio che Iannarilli e compagnia cantando siano in realtà ben

Bilancio provinciale, Colantonio attacca il sindaco di Roccasecca ROCCASECCA - “Ma cosa c’entra una seduta del consiglio provinciale di Frosinone convocata per discutere l’approvazione del bilancio dell’ente e la stabilizzazione degli Lsu, con i finanziamenti al Festival Gazzelloni di Roccasecca, la discarica di Cerreto a Rocca-

secca e l’istituto di ragioneria sempre a Roccasecca?”. E’ questa la domanda che si pone un imbarazzato e stupito Antonio Colantonio, consigliere provinciale di maggioranza, in merito all’intervento durante l’ultima seduta del assise provinciale da parte del sindaco di Roc-

consapevoli, ed anzi, incentivano e condividono i movimenti del presidente, i sospetti che qualcuno ci magni, non fosse altro per un tornaconto politico, e le paure che Fardelli, fottendonese dei suoi conterranei faccia a Colfelice quello che in molti, tra cui la consigliera regionale Idv temono, smaltiscano anche i rifiuti radioattivi. Questo signore, protetto oggi dall'Udc, riesce a fare tutto quello che vuole senza rendere minimamente conto a nessuno, forse solo alla Formisano, dei suoi comportamenti, come presidente della Saf ovviamente. Aspettiamo fiduciosi, anche i risultati dell'inchiesta dei magistrati di Frosinone, che sono riusciti a provare le truffe che Fardelli e la sua cricca facevano ai danni della comunità europea. Ma la domanda, quella vera, quella che davvero conta ed ha un senso, è quella che tutti si fanno: ma Fardelli come fa ad essere sempre presidente? I.A.

casecca Giovanni Giorgio, consigliere del Pd: “Sinceramente mi sono sentito alquanto imbarazzato all’intervento fatto in aula dal consigliere Giorgio, un intervento che non c’entrava assolutamente niente con quello che si stava discutendo. Mi sono sentito imbarazzato come cittadino di Roccasecca, di fronte a questa manifestazione di provincialismo politico e amministrativo”. “Per fortuna – continua Colantonio – ci ha pensato l’assessore Trina a rimettere le cose a posto, allorquando rivolgendosi a Giorgio ha testualmente detto: “scusi, lei, ma chi è? e a che titolo parla?”. “Si perché al sindaco di Roccasecca a Palazzo

Pontecorvo, tutto pronto per il Carnevale estivo

Tedeschi: gli allevatori sono allo stremo

PONTECORVO - L’Associazione FantasticArt in collaborazione con la Pro Loco,ha organizzato la Prima edizione del Carnevale Estivo Pontecorvese.Dall’esperienza del tradizionale Carnevale Pontecorvese (giunto alla 59esima edizione) l’associazione dei carristi presieduta da Pasqualino Rosati,propone per la prima volta la versione estiva.Le serate saranno allietate da maschere,musica e danze del carnevale brasiliano.«Summer Carnival Party … per risvegliare la tua voglia di divertimento».

FROSINONE - “La situazione dei produttori di latte del Lazio è allo stremo, la trattativa sul prezzo del latte è ferma, il tavolo tecnico richiesto dalla Coldiretti per oggi non si è tenuto.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale Annamaria Tedeschi (IdV). “Gli allevatori hanno urgenza di avere una prospettiva, e per loro la sopravvivenza equivale a poco più di 38 centesimi al litro.

Gramsci non lo conosce proprio nessuno, in quanto in un anno di consiliatura non è mai stato presente, un vero e proprio latitante, mentre in comune ci sta tutti i giorni, per un’ora. E i risultati si vedono”. Colantonio passa poi ad analizzare le affermazioni fatte da Giorgio in consiglio: “Ha parlato della discarica di Cerreto prendendosi la giusta replica del sindaco di S. Giovanni Incarico, Antonio Salvati, che gli ha fatto notare l’assenza a tutte le conferenze di servizi sul problema discarica. E’ stato ripreso anche dal vicepresidente De Angelis, che gli ha ricordato di presentarsi agli incontri che hanno per og-

7 ANNO I - N° 122 sAbAtO 24 luglIO 2010


cassino Continuano gli spettacoli al teatro romano di Cassino

Mamma Napoli fra commedia e dramma CASS I N O - Q u e s t a s e ra ( o re 21,30) al teatro romano di Cassino va in s c en a M am ma N a p o l i , c o m me d ia- d r am m a, s c ri t t a e d i r e t t a da Emiliano De Martino con Umbe rt o Po lese, Cl a u d i o L a r d o, C la u d io S o r r en t i no, A n t o ni o A n g risa n o, Ro s s e l l a P u g l i e s e, Paolo il barbone, Romina Zaffiro e con le musiche di Lino Cannavacciu o lo. L o s p e t t a c o l o fa pa rt e d ell’ agenz i a d i M a ra Fu x sempre attenta alle scelte dei prog ra m m i c o m e p e r l o s c e n a ri o d e l teatro romano. “Mamma Napoli” è un atto d’amore verso la città di Napoli e i suoi figli, la sua cultura e la sua umanità… ma è anche un grido di aiuto, un invito alla n o n i n d i f f e r e n z a , d i n a n z i a i probl em i c h e d a se m p r e a ffl i g g o n o la ci ttà p ar ten o p e a e n o n s o l o.Na poli è qui vista come specchio di povertà di valori sociali regnante nelle me tr o po l i mo n d i a l i , d ove t ro p p e vo lte l ’ u n i c o s b o c c o d i so p rav v i venz a è r appr es e n t a t o d a l d e l i n que r e. Q u attr o anime (un

camorrista, un barbone, un giornalista affermato, e una emergente), apparentemente molto diverse tra loro, fo r man o i l mosai co uman o attr a-

verso il quale filtrano i vari colori di un a ci ttà con te s a tra il dolce e l’amaro, la luce e l’oscurità, il bene e il male. Fra commedia e dramma,

filosofia del vivere e omaggio a Salvatore Di Giacom o, e l’ im p ortante ricordo di una tragedia volutamente dim enticata, Mam m a N ap oli è la rappresentazione di quella parte di noi che ancora si commuove dinanzi al s orris o di u n anziano o di u n bam bino s p orco e m aledu cato “Rom ina Zaffiro, giovane giornalis ta ram p ante, vu ole realizzare u n rep ortage im p ortante s u lla città di N ap oli. Per riu s circi, p rova a coinvolgere il famoso ed affermato giornalis ta cam p ano Carlo S orrentino. Nel frattempo, tra i vicoli e le strade della città, si consumano le vicissitu dini qu otidiane del giovane cam orris ta Um berto Poles e e del barbone Paolo. L’ indagine giornalis tica di Rom ina farà s ì che le vite dei quattro personaggi si incrocino e, s p ecialm ente, p orterà alla lu ce u na tragedia rim os s a nella coscienza popolare, la prima tra quelle ferroviarie in Italia e in Europa per nu m ero di vittim e: la s ciagu ra del treno 8017 del 1944, m eglio nota come il disastro di Balvano.

Il 28 luglio nello scenario debutta al teatro

Mariangela D’Abbraccio è la duchessa di Amalfi CASSINO - QMercoledì 28 luglio 2010 nel Teatro Romano di Cassino andrà in scena “La duchessa di Amalfi”. Lo spettacolo, dopo aver riscosso un enorme successo in oltre 23 città italiane nel 2009, torna in tournée con la Compagnia Schegge di Mediterraneo. “La duchessa di Amalfi” nasce da un progetto teatrale di Consuelo Barilari, che ha preso il via nel 2007 con l’obiettivo di mettere in scena un nuovo allestimento teatrale dell’opera di John Webster THE DUCHESS OF MALFI, un classico del teatro elisabettiano, assente dalle scene Italiane da trent’anni. Sontuosi costumi di Guido La più riconosciuta traduzione teatrale de “La duchessa di Amalfi” si deve a Giorgio Manganelli. Giuliana Manganelli, a cui si devono la moderna e agile traduzione e l’adattamento teatrale dell’opera di Webster per questo spettacolo, in omaggio al grande intellettuale italiano nell’ultimo atto mantiene in forma di citazione parti della sua traduzione poetica. Mariangela D’Abbraccio è la Duchessa che recita magistralmente due ruoli quello di Giovanna d’Atragona e del fratello gemello Ferdinando, Duca di Calabria, in que-

8 ANNO I - N° 122 sAbAtO 24 luglIO 2010

sta storia di sangue e amore del XVI secolo ambientata ad Amalfi, Roma e Milano. La trama. Lo spettacolo narra di un episodio di passione finito nella cronaca nera che ebbe largo eco al tempo, avvenuto nello scenario della costiera amalfitana alla fine del XV secolo in una delle maggiori famiglie nobiliari d’Italia. La duchessa Giovanna D’Aragona, vedova giovanissima del duca di Amalfi da cui eredita la reggenza, s’innamora del suo maggiordomo Antonio Bologna, amministratore della sua proprietà. La duchessa lo sposa e da lui ha tre figli, all’insaputa dei suoi due fratelli, Ferdinando suo gemello duca di Calabria, e il Cardinale. In un secondo momento per un banale incidente di percorso la notizia arriva alle orecchie dei due spietati fratelli, scatenando le ire di entrambi e una spirale di feroce e sadica violenza; a portare a termine l’efferata vicenda di sangue e odio fraterno, è il mercenario Daniel De Bosola, ex galeotto al servizio del Cardinale, “deus ex machina” degli avvenimenti, introdotto come spia in casa della duchessa.

La storia dei briganti S.APOLLINARE - Il 25 luglio a Sant’Apollinare si terrà la II edizione della Rievocazione Storica Ottocentesca“… sulle tracce dei Briganti… 2010”.Proposta dall’Associazione Storico Culturale“Capo di Lupo” – Storia Cultura ArteTradizione – AnticaTerra di Lavoro di Cassino (Fr) vedrà la partecipazione delle seguenti Associazioni: “Cannoni e Moschetti“;“Colonna Garibaldi”;“Imago Historiae”;“Capo di Lupo”,“I Maltempo” – Musiche e Canti dal Sud Italia di Formia.

Atina jazz, arriva Ornette Coleman ATINA - Quesera sera ad Atina , ore 21,30, si esibisce per il festival del jazz Two bass quartet con Ornette Coleman, sax, tromba e violino,Tony Falanga al contrabbasso, Al McDowell, basso elettrico, Denardo Coleman alla batteria. Domani sera il concerto evento ECM con Dino saluzzi & friends.


Nuovo ospedale, si affilano le armi

Incendi boschivi in aumento in Ciociaria

FROSINONE-Centrodestra e centrosinistra l’uno contro l’altro armati. Il motivo dle contendere è legato alla nuova tipologia da riconoscere al costruendo ospedale di Frosinone. Le dichiarazioni di Renata Polverini circa il fatto che dovrà essere un Dea di I livello ha scatenato la reazione dell’europarlamentare del Pd, Francesco De Angelis che dice: “Giù le mani dal nuovo ospedale. No al declassamento”. PAG.10

FROSINONE - Aumenta il rischio incendi boschivi a Frosinone e in provincia. D’estate, si sa il rischio di incendi aumenta in maniera esponenziale e, nonostante l’intensificazione dei controlli, da alcune ricerche effettuate su tutte le province d’Italia . è emerso un aumento di rischio incendi negli ultimi anni nella provincia ciociara piuttosto preoccupante. Di qui l’appello lanciato alle istituzioni perché si attivino in tal senso. PAG. 10

ANNO I - N° 122 SAbATO 24 LUGLIO 2010 DISTRIbUzIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A DANIELE COLASANTI

L’assessore comunale di Frosinone si sta attivando seriamente e sta coiunvolgendo associazioni, commercianti e cittadini per la realizzazione del progetto legato al centro commerciale naturale a cui già è stato dato un nome: “Vola in alto”. Si tratta di un impegno concreto e, soprattutto, importante, perché giunge dopo una lunga serie di polemiche e di lettere indirizzate dalle associazioni di categoria al primo cittadoino di Frosinone, Michele Marini, reo di aver perso troppo tempo nella richiesta di finanziamenti. Ma nel corso dell’incontro svoltosi nei giorni scorsi in Comune, Colasanti è stato chiaro: “Basta piangerci addosso. Ognuno di noi deve fare la propria parte. Io la farò perché credo in questo progetto”.

SCONTRO SULLA SANITA’

IL TAPIRO DEL GIORNO AI POLITICI

PStavolta non guardiamo né al centrodestra né soltanto al centrosinistra ma facciamo di “tutta un’erba un fascio” come recita l’antico adagio, dal momento che la polemica sull’apertura del nuovo ospedale non ci pace. Non ci piace la “querelle” che vede schierati, gli uni contro gli altri, esponenti del centrodestra e del centrosinistra nel recriminare colkpe e nell’appropriarsi di meriti. Soprattutto non ci piacciono le disquisizioni su quale tipologia di Dea dovrà essere riconosciuta al nosocomio del Comune capoluogo. A noi, come cittadini e, speriamo mai, come probabili utenti e pazienti (nel frattempo facciamo i dovuti scongiuri), non ci interessa proprio nulla se sarà di I o di II livello. A noi interessa che funzioni. Che ci siano medici ed infermieri pronti a garantire qualsiasi emergenza. E soprattutto ci interessa che questo benedetto ospedale apra al più presto. Grazie!

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


Frosinone L’europarlamentare del Partito democratico risponde picche alle dichiarazioni rese nei giorni scorsi

De Angelis:“Giù le mani dall’ospedale Nessuno tocchi il Dea di II livello” Un declassamento non valorizzerebbe la struttura né potrebbe garantire tutti i servizi FROSINONE - “Non basta una semplice apertura se questa ridimensiona il nuovo Ospedale di Frosinone: non bisogna toccare il Dea di II livello che il centro sinistra ha assegnato a questa provincia”. Queste le prime parole dell’europarlamentare Francesco De Angelis in merito alle dichiarazioni del Presidente della Regione Lazio Renata Polverini sulla sanità regionale ed in particolare sull’impegno preso per l’apertura, entro breve tempo, del nuovo Ospedale di Frosinone. “Abbiamo realizzato, con la precedente Giunta Regionale, questa struttura a tempo di record impiegando soli quattro anni ha aggiunto l’europarlamentare del Partito democratico -! Molto spesso in quattro anni non si riesce neppure a fare il progetto, mentre noi abbiamo progettato, finanziato, appaltato, realizzato e completato il Nuovo Ospedale del capoluogo, una struttura di importanza straordi-

naria per la salute dei cittadini della nostra provincia. La Regione adesso deve accelerare i tempi e dare certezze sull’apertura dell’Ospedale, sulle risorse e sul personale. Ma, soprattutto, non deve toccare il Dea di II livello per la provincia di Frosinone, necessario a valorizzare la nuova e moderna struttura ospedaliera e a garantire prestazioni di eccellenza e di alta specializzazione, alzando il livello e la qualità del servizio sanitario. Il nuovo Piano della Regione, ispirato alle macroaree, che senza alcuna logica accorpa Frosinone a Roma Est, toglie di fatto il Dea di II° livello alla provincia di Frosinone, in quanto esso è previsto solo presso il Policlinico di Roma. Il piano approvato dal centro sinistra prevedeva invece due Dea di II° livello per il basso Lazio, uno a Frosinone ed uno a Latina. Questa scelta non può essere cambiata. Ciò che è stato conquistato con fatica

Aumenta in provincia il rischio di incendi FROSINONE - Aumenta il rischio di incendi boschivi a Frosinone e in tutta la provincia ciociara. Come si sa, infatti, sono sempre più fre-

quenti gli incendi boschivi nel periodo estivo ma, secondo un'analisi condotta dalla Forestale, sui dati dell'ultimo triennio (2007-2009) è emerso che su 86 province controllate il 75%

dal centrosinistra nella passata legislatura non può essere ora disperso e cancellato. Sarebbe un danno incalcolabile, per la nostra provincia, se ci venisse scippato il Dea di II livello, facendo aumentare la mobilità dei malati verso altre zone, sia nella capitale, ma anche in altre regioni, e facendo di conseguenza crescere la spesa sanitaria abbassando il livello dell’assistenza. Abbiamo lavorato in questi anni d’intesa con i medici, gli operatori sanitari, i sindaci ed i cittadini, per ammodernare ed elevare il livello del servizio sanitario nella nostra provincia e questo risultato ora non può essere cancellato e messo in discussione”. Dunque un argomento molto scottante quello della riorganizzazione della tipologia da riconoscere al nuovo nosocomio del Comune capoluogo che, sicuramente, scatenerà polemiche a non finire tra centrodestra e centrosinistra.

degli incendi si concentrano prevalentemente su 26 di loro tra cui il frusinate. La provincia di Frosinone si attesta, infatti, come una delle province più “calde” con 118 incendi. Le altre province sono Cosenza con 622 incendi, Salerno con 475, Avellino con 268, Catanzaro con 258, Reggio Calabria con 221, Potenza con 199, Latina con 187, Benevento con 177, Crotone con 144, Caserta e Foggia con 134, Bari con 129, Genova con 111, Napoli con 106, Lucca con 105, Imperia con 104, Roma con 97, Taranto con 90, Campobasso, Matera e Firenze con 86, seguono Lecce con

77, Massa Carrara e Perugia con 73 e Torino con 71. A tal proposito, da oggi, presso la Centrale Operativa Nazionale (Con) del Corpo forestale dello Stato sarà attivata una nuova postazione, dedicata agli 007 del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo (Niab) che avranno il compito di coordinare a livello provinciale le diverse pattuglie investigative e le squadre antincendio. Verranno attivate, a breve, anche apposite Centrali Operative Regionali (Cor) e Provinciali in particolare nelle province più a rischio tra cui quella di Frosinone.


frosinone “Vola in centro”, il centro commerciale naturale è realtà FROSINONE - Si è tenuto presso l’aula consiliare del Comune di Frosinone, l’incontro, organizzato dall’Assessore Daniele Colasanti, di concerto con la Commissione commercio, presieduta dal Consigliere Daniela Testa, con le Associazioni di categoria e i commercianti interessati all’attuazione del piano, finanziato dalla Regione Lazio con € 150.000,00, per la realizzazione del Centro Commerciale Naturale della Città di Frosinone “Vola in centro”. Grande partecipazione ed importanti contributi sono emersi dall’incontro, il cui esito ha ampiamente soddisfatto l’Assessore alle Attività Produttive: “Sono felice di poter dire che a Frosinone, nonostante la crisi abbia fiaccato il commercio (come ovunque in Italia), non ha fiaccato i commercianti, i quali hanno dimostrato attenzione e manifestato l’impegno a dare una sferzata innovativa che consentirà la meritata rinascita del

commercio cittadino. Abbiamo consegnato nei giorni scorsi il piano di marketing e di attuazione finanziaria ai soggetti interessati e abbiamo quindi fatto il punto su quanto occorre per dare attuazione alla prima fase costitutiva del CCN “Vola in centro”, recependo dai presenti contributi utilissimi per far si che la spesa di questo finanziamento non sia vana ma costituisca le fondamenta di bellissima costruzione. Il piano prevede una serie di interventi (con una spesa di 150.000 euro entro il 21 settembre p.v., pena la perdita del finanziamento), che saranno illustrati nei prossimi giorni in un’apposita conferenza stampa allorchè saranno pronti tutti i servizi tecnici per l’attuazione. A grandi linee posso anticipare che il CCN sarà costituito dall’attuale spontanea aggregazione commerciale che si è sviluppata in Via Aldo Moro che sarà “collegata”, tramite l’ascensore inclinato, a quella che si

Anagni,incrementate le deleghe Noto:favorire lo spirito di squadra ANAGNI - Lo aveva anticipato poco tempo fa ed oggi, la rideterminazione organica delle deleghe è realtà: in questo modo il Sindaco di Anagni, Carlo Noto, ha ritenuto di rimodulare le deleghe conferite, in particolare ai consiglieri. “Sin dall’inizio del nostro insediamento –ha spiegato il primo cittadino – la nostra Amministrazione si è distinta per innovazione e sinergia e soprattutto per un forte spirito di squadra che in questo modo amplifica la possibilità di lavorare bene, con il coinvolgimento di tutti e con la specificità di deleghe che vanno a coprire e quindi ad intervenire su tutto il tessuto civico”. Confermati i precedenti ambiti di competenza, incrementati nella specificità delle voci, dunque, le

nuove Subdeleghe ai Consiglieri sono: “Rispetto e Salvaguardia del Centro Urbano” ( al consigliere Mario D’Angeli); “Progetti di Recupero del territorio sub urbano e Qualità della Vita” ( al consigliere Alfredo Cicconi); “Gestione Sede Comunale e Relativi beni strumentali – Cerimoniale” ( al consigliere Simone Pace); “Valorizzazione del territorio urbano attraverso eventi di promozione settoriale” ( al consigliere Vincenzo Ciprani). “Nel ringraziare il Sindaco Noto per la fiducia – è il commento pressoché unanime dei Consiglieri neodelegati – ribadiamo sin d’ora massimo impegno nell’amministrare la città e soprattutto nel lavorare in modo proficuo ed efficiente in questi importanti settori della vita cittadina”.

vorrà creare nel centro storico, la cui porta d’ingresso sarà Piazzale Vittorio Veneto, restituito come piazza alla città. Il progetto è semplicemente meraviglioso e condiviso dai commercianti e dalle Associazioni. Ho apprezzato personalmente i complimenti e gli incoraggiamenti ricevuti da tutti gli interlocutori e voglio cogliere l’occasione per condividerli con l’Assessore Stefania Martini, che mi ha preceduto alla guida del processo e che ha fatto (insieme con i commercianti), il lavoro di preparazione, che adesso io sono chiamato ad attuare. Quello che infine mi preme dire alla città è che impegnerò ogni energia per la completa realizzazione del piano, in questa parte iniziale e in quella che verrà. Se riusciremo ad arrivare in fondo, credetemi, Frosinone sarà attrattiva di flussi turistici al pari di città del calibro di Siena o delle cittadine umbre. Non avremo più nulla da in-

vidiare a queste realtà e per ora abbiamo solo da lavorare per liberarci di questo “peccato capitale”. Quello che non saprò tollerare, ed in questo ho avuto il sostegno di tutti gli interlocutori, sarà una qualsiasi eventuale opposizione strumentale da parte di chicchessia. Come ho avuto modo di dire, gli assessori e le amministrazioni passano, la città e quanto di bello e buono si sarà fatto, resta. La villa comunale è un esempio lampante. Dico a tutti i cittadini che è ora di smetterla di piangerci addosso e di “storce la uocca” o di “move la ciocca” ogni volta che viene presentato qualcosa di nuovo (e anche di rivoluzionario), poiché, così facendo, mi verrebbe da dire una frase che ogni tanto mi viene in mente e cioè che il “frusinate non vuole migliorare altrimenti non avrebbe nulla di cui lamentarsi”. Tutti dovremo fare la nostra parte, nessuno escluso, io la farò perché ci credo!"

Parte “estate sicura”, aumentano in provincia i controlli della polizia FROSINONE - In occasione del periodo estivo, nell’ambito del territorio frusinate, sono stati messi in atto maggiori controlli, durante tutto l’arco della giornata, al fine di prevenire il compimento di attività delittuose. Sono state incrementate le volanti sul territorio, come pure l’impegno di personale con auto civili, con l’obiettivo di contrastare ogni attività delinquenziale. Inoltre, sono stati potenziati i servizi antiprostituzione che hanno consentito di emettere due denunce in stato di libertà per il reato atti osceni in luogo pubblico, a danno di un noto professionista locale e ad una giovane donna di nazionalità romena. I due sono stati sorpresi in atteggiamenti poco decorosi e privi d’indumenti su una pubblica strada. I controlli sulle persone hanno con-

sentito di denunciare sette individui, nei cui confronti erano stati precedentemente emessi provvedimenti di Foglio di via obbligatori dal comune di Frosinone. Altre due persone sono state accompagnate presso gli Uffici della Questura, per essere sottoposte al fermo per identificazione per aver sottratto dei dolciumi da un noto bar. Prosegue inoltre l’attività di prevenzione per le truffe ai danni di soggetti anziani, da parte del poliziotto di quartiere quotidianamente impegnato a recepire le esigenze e le problematiche rappresentate dai cittadini. Una presenza molto più massiccia, dunque, che tranquillizza di molto i cittadini preoccupati, nel periodo estivo, di abbandonare le proprie abitazioni per andare in vacanza.


Meteo

ORARI tRENI

CASSINO

MATTINA

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE SORA

FROSINONE

MATTINA

MATTINA

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta

Barbabietole agrodolci al finocchietto Le barbabietole agrodolci al finocchietto selvatico sono una pietanza molto antica e originaria dell'Alto Adige, e costituiscono una particolare contorno dal sapore aromatico, che si accosta molto bene a dell’arrosto o polpettone, a del bollito o a dei secondi piatti fritti, come ad esempio delle cotolette. Prendete delle barbabietole rosse precotte (le trovate nei supermercati sottovuoto) , e con un coltellino dalla lama liscia, levate loro la buccia esterna. Con una mandolina, tagliatele a fettine sottili direttamente dentro una ciotola. Aggiungete lo zucchero, i semi di finocchietto selvatico, l’aceto di vino bianco e il vino rosso, e mescolate delicatamente fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Lasciate riposare la preparazione coperta e al fresco per un paio d’ore prima di servirla, in modo che le barbabietole abbiano il tempo di assorbire il liquido di condimento. Le barbabietole agrodolci al finocchietto selvatico, saranno ancora più aromatiche se le preparerete al mattino per gustarle la sera, e se non trovate il finocchietto, potete sostituirlo con del cumino.

Tempi preparazione: ---> 10 min

N.persone: ---------> 4

Ingredienti: Aceto (1 cucchiaio) ; Barbabietole (rosse precotte 400 gr) ; Finocchio selvatico (1 cucchiaio) ; Vino ( rosso 180 ml); Zucchero (semolato 50 gr) ;

Numeri utili EMERGENZA 112 113 115 118 1515 800116

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE SANITA’

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

ORARI MEssE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

CASSINO NAPOLI

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

ABBAZIA DI MONTECASSINO ORE 9.00 10.30 12.00

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE 8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE 7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE 9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE 7.30 11.00 19.00

AUtObUs CASSINO - FROSINONE 6.30 7.00 8.15 11.25 14.10 CASSINO - SORA 6.15 8.30 14.10 16.20 17.05 19.01 22.15 CASSINO - GAETA 4.56 6.00 7.01 8.00 8.21 9.16 11.16 12.41 13.10 14.15 15.31 16.31 17.46 19.36 CASSINO - ROMA 6.00 8.30

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI Cassino

ORE 8.30 11.00 18.00

18/23/24 luglio

Ad allietare le calde serate estive, tornano anche quest’anno a Cassino, nel magnifico Teatro Romano, tre importanti appuntamenti con il divertimento e la cultura inseriti nella variegata rassegna di CASSINO ARTE 2010. La rinnovata scelta di spettacoli d’indiscutibile qualità consolida il progetto di sensibilizzazione sul territorio avviato nella scorsa edizione che tende unicamente ad aumentare la visibilità della Rassegna valorizzandola. Selezionati per offrire alla cittadinanza un momento di svago ma anche di piacevole intrattenimento, gli spettacoli teatrali curati da Mara Fux, abbracciando dalla commedia moderna, al recital, alla drammaturgia contemporanea, confermano l’intento di valorizzazione e promozione di un sito classico attraverso l’allestimento di eventi culturali che soddisfino il gusto di quanti più spettatori possibili. Ancora una volta qualità, originalità e cultura vengono evidenziate nella scelta di una rosa di spettacoli attualmente in circuitazione, presenti in importanti festival e persino meritevoli di attenzione internazionale. A conferma dell’intento di permettere a quante più persone di assistere alle rappresentazioni l’organizzazione ha aggiunto al promesso ribasso dei biglietti d’ingresso fissato per tutti gli spettacoli a € 15,00, uno speciale biglietto a € 9,00 per gli studenti, per gli iscritti alle associazioni culturali teatrali e musicali nonché per gli iscritti al CUT il Centro Universitario Teatrale che sotto la direzione artistica di Giorgio Mennoia da anni opera a favore della promozione dell’attività teatrale. Novità assoluta introdotta per la prima volta nella rassegna è invece il connubio con la Iperclub Vacanze che al termine di ciascuno spettacolo con una semplice estrazione tra i presenti, trasformerà il biglietto d’ingresso in un Buono di Soggiorno Vacanza, da utilizzare con la propria famiglia o con amici.

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE 10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.)

ORE 8.30 11.00

tURNI FARMACIE SABATO 17 LUGLIO

RICCIUTI

DOMENICA 18 LUGLIO

PRIGIOTTI

LUNEDI’ 19 LUGLIO

S.ANNA

MARTEDI’ 20 LUGLIO

RICCIUTI

MERCOLEDI’ 21 LUGLIO

PRIGIOTTI

GIOVEDI’ 22 LUGLIO

S.ANNA

VENERDI’ 23 LUGLIO

COSTA

Stasera in tv su Rai uno (ore 21:20)

Un fidanzato in affitto Kate (Debra Messing) deve partecipare alle nozze della sorellastra in Inghilterra. Il nervosismo, però, le affiora per due ragioni per lei molto importanti: non può presentarsi da single ai genitori senza un accompagnatore, e non sa come reagirà a incontrare l'ex fidanzato Jeffrey (Jeremy Sheffield) per il quale nutre ancora forti sentimenti, e che, tanto per complicare le cose, sarà il testimone dello sposo. Assoldato un gigolò (Dermot Mulroney) per la modica cifra di 6000$, Kate vola verso Londra senza sapere che cosa l'aspetterà. Pranzi, cene, addii al nubilato, e un matrimonio con il botto finale. Niente di nuovo sul fronte degli equivoci e dei gossip cinematografici, animati da gruppi di donne e di uomini che sembra sempre si siano incrociati su questo o quell'altro letto. L'idea del "prostituto" (come si definisce il protagonista), dovrebbe essere l'elemento scatenante nelle diverse situazioni, e le battute che nascono, seppur non a raffica, conferiscono un leggero brio alla visione. Le eterne ruvidità fra la natura yankee e quella estremamente british dei luoghi non funzionano alla perfezione, di pari passo con l'interpretazione della protagonista, che perde in simpatia rispetto al suo personaggio da TV-serie. Il suo parallelo ha molto più fascino, forse per quel labbro alzato a là Belmondo, e privo di difetti si mangia L'uomo perfetto di Lucini che esce in contemporanea nelle sale. Niente di nuovo e romanticamente interessante da questo The Wedding Date se non quella vena romantica che, rilassati sul divano con qualche genere di conforto, ci risulta inoffensivamente gradevole.

A D N AGE o n i s s Ca

13 ANNO I - N° 122 sAbAtO 24 LUGLIO 2010


sport BASKET LEGADUE

Firmato il contratto dallo statunitense con passaporto italiano ex Dinamo Sassari

Veroli, preso il play Binetti Coach Cavina: “Un giocatore di esperienza e qualità capace di ricoprire due ruoli” VEROLI - Altro colpo di mercato per la Prima Veroli ha comunicato la sottoscrizionea sottoscritto un contratto annuale per le prestazioni sportive del play maker Anthony Michael Binetti, 183 cm, nato l’8 agosto del 1983 a Renton. «Stiamo continuando la nostra campagna di rafforzamento il commento a caldo del Pre-

Coach Demis Cavina

sidente Zeppieri dopo la firma di Binetti - abbiamo preso un giocatore molto importante. Ho visto il ragazzo molto motivato e questo ritengo che sia un aspetto molto importante. Speriamo di aver messo dentro un altro tassello fondamentale di questo roster». Statunitense con passaporto italiano, è cresciuto negli Stati Uniti nella Seattle Pacific University, ingaggiato in Italia dalla Fortitudo Bologna per i play-off di Serie A 2005-2006, l’anno successivo ha giocato a Castelletto Ticino in LegaDue con Meo Sacchetti allenatore. Il coach biancoblù lo aveva scelto anche per la stagione 2008/2009 per il campionato di serie A con l’Orlandina Basket. Parentesi spagnola nella stagione 2007/2008 per poi tornare in Italia prima a Cantù e, dal mese di gennaio 2009, a Brindisi in Legadue. Point - Guard molto veloce, con buon tiro e buona visione di gioco è capace di dirigere ottimamente

i suoi compagni. A Brindisi ha disputato 13 partite giocando oltre 24 minuti di media, realizzando 7,5 punti con il 34% da due, il 28% da tre, l’80% ai liberi e smistando quasi due assist per gara. Nell’ultima stagione Binetti ha vestito la maglia della Dinamo Banco di Sardegna Sassari conquistando la promozione in Lega A. Nella stagione trascorsa in Sardegna ha disputato 43 incontri, tra regular season e play off, realizzando 264 punti in 910 minuti di impiego con il 60,6% da 2, il 42,7% da 3 e 75,0% dalla lunetta, ai quali ci ha aggiunto 94 rimbalzi, 52 assist e 51 palloni recuperati. Di seguito le dichiarazioni che coach Cavina ha rilasciato a verolibasket.it. «Ormai Binetti è un “paisà”, americano di passaporto ma italiano per esperienza e conoscenza del campionato. Ha influito tanto nella scelta l’aspetto umano, lo conoscevo ma me ne hanno parlato molto

Il nuovo play di Veroli Anthony Michael Binetti bene gli amici di Sassari, confermandomi quello che di buono avevo sentito su di lui. Il ragazzo aveva voglia di tornare in una squadra importante di LegaDue dove nell’ultimo anno ha avuto molto spazio ed è stato determinante nel campionato vin-

cente di Sassari. Sono contento di averlo il prossimo anno, abbiamo preso un giocatore in grado di ricoprire due ruoli, sia quello di playmaker sia quello di guardia, e questo nell’ottica che ci siamo prefissati di prendere giocatori capaci di adattarsi nel roster».

BASKET SERIE A DIL.

RITIRO DI GUBBIO

Ferentino annuncia l’ingaggio del giovane pivot Antonio Iannuzzi

Frosinone, distorsione per Guidi La scuola calcio ha perfezionato l’affiliazione con Montecassino

FERENTINO - Ancora un altro colpo di mercato messo a segno dall’ambiziosa Fmc ferentino. Coach Friso si è assicurato, dopo gli arrivi del pivot Fulvio Candido e della guardia Marco Cardillo, un altro tassello per il suo scacchiere tattico. L'Associazione Basket Ferentino ha comunicato infatti di aver ingaggiato per la prossima stagione l'atleta Antonio Iannuzzi pivot classe 1991 in prestito dalla Mens Sana Siena. Nativo di Avellino il centro di scuola senese, 208 cm, lo scorso anno si è diviso tra gli impegni con l'Under 19 d'Eccellenza della Mens Sana e il Cus Siena, formazione di C Dilettanti, nel quale ha giocato 24 partite con 13.5 punti e 9.5 rimbalzi Il centro Antonio Iannuzzi di media per gara. Antonio Iannuzzi farà quindi parte del roster a disposizione di coach Massimo Friso per la stagione 2010-2011: un giovane di prospettiva dagli amplissimi margini di miglioramento, Iannuzzi si giocherà le sue chance di partire titolare proprio con l’altro nuovo arrivo Candido.

14 ANNO I - N° 122 SABATO 24 LUGLIO 2010

GUBBIO - Mentre all’indomani del primo test amichevole gli uomini di Guido Carboni ha svolto una seduta di scarico, scioglimento e defaticamento lavorando esclusivamente in piscina, da ieri Santoruvo e compagni hanno ripreso con intense doppie sedute di lavoro atletico e tattico presso il centro sportivo all’ombra dell’Hotel "Beniamino Ubaldi" di Gubbio. Intanto la tac cui si è sottoposto Nicholas Guidi ha confermato il trauma discorsivo alla caviglia destra, ancora a parte Gennaro Scarlato le cui condizioni comunque migliorano sensibilmente. Anche ieri il gruppo ha continuato a scaglioni con i test impedenziometrici mentre stamattina si sottoporranno, assistiti dal dott. "Gianluca Giorgi ad esami foot-checker per valu-

tare la condizione di forma della pianta del piede di ciascun atleta e dei plantari indossati dagli stessi. La neonata Lega di BInizierà il 22 agosto e terminerà il 29 maggio la stagione rego-

lare della serie B: è quanto ha comunicato il presidente della Lega di serie B Andrea Abodi. Tre i turni infrasettimanali (mercoledì 13 ottobre, martedì 9 novembre e mar-

tedì 1 marzo) e due le settimane di sosta per il periodo invernale. Intanto la Scuola Calcio del Frosinone amplia i propri orizzonti. E' stata conclusa, infatti, in data odierna l'affiliazione con l'A.C. Montecassino, diretta dal presidente Claudio Iemma. Il club canarino con questa unione intende espandere la propria rete di squadre affiliate, allo scopo di ricercare nuovi talenti da inserire nei propri organici. Il connubio con la società cassinate, che da anni opera nel Basso Lazio, potrebbe portare dei benefici importanti; la società del presidente Iemma è infatti una fucina di ragazzi interessanti, che lavora ormai da anni sul territorio al fine di far crescere giovani calciatori.

Inter, Maicon vuole raggiungere Mourinho

“Due scudetti rubati” Totti subito deferito

Dopo le tante voci sul suo futuro Maicon rompe gli indugi e afferma senza mezzi termini di voler lasciare l'Inter: "Voglio andare al Real Madrid", ha dichiarato il brasiliano in un'intervista a Radio Globo. Per me si avvererebbe un sogno - ha aggiunto -, ho già avuto Mourinho come allenatore e l'idea di lavorare ancora con lui mi piace".

Il capitano della Roma Francesco Totti è stato deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per alcune delle frasi dette nel corso della conferenza stampa di martedì scorso: "Magari gli altri sono più forti, ma hanno sempre qualche favore dalla loro. Ci hanno rubato due scudetti". Poche parole sono bastate a far scattare il deferimento.


sport CALCIO

Un piccolo intoppo sulla denominazione del nuovo club ha rinviato ad oggi la presentazione della domanda di ammissione in sovrannumero al torneo regionale: ecco la nuova dicitura

L’Asd Nuova Cassino 1924 stamane verrà iscritta in Promozione Inoltrata la richiesta ai vertici federali nazionali e regionali

CASSINO - Un piccolo intoppo, di quelli assolutamente trascurabili, ha impedito che la nuova società di calcio della città Martire fosse iscritta già da ieri al prossimo campionato di Promozione. I dirigenti Mario Vendittelli ed Emiliano Branca che hanno sposato il progetto dei supporters cassinati, ieri si sono recati a Roma per presentare la domanda d’iscrizione firmata dal sindaco Bruno Scittarelli, con la quale è stata fatta esplicita richiesta di essere ammessi in sovrannumero nel torneo regionale di Promozione. Il

contrattempo ha riguardato la denominazione assunta dal nascente sodalizio, venuto alla luce unicamente grazie alla tenacia ed alla passione dimostrate dagli ultras del Cassino. La Federazione non ha accettato la dicitura Asd Cassino 1924 dal momento che in Figc risulta ancora esistente la società messa in liquidazione dall’ex patron Murolo. Un piccolo intoppo che ha posticipato di ventiquattro ore l’iscrizione in Promozione che verrà formalizzata stamane. E’stato necessario però ripreparare tutta la documentazione con il cambio di denominazione in Asd Nuova Cassino 1924, come successo in altre importante piazze reduci da un fallimento e dalla conse-

guenza perdita di titolo sportivo. Poco male, oggi verrà consegnata la domanda d’iscrizione con i correttivi imposti dalla federazione ed ufficialmente prenderà il via questa nuova esaltante avventura che vedrà protagonisti i supporters azzurri, alcuni dei quali soci fondatori della neonata associazione sportiva nella quale tre rappresentanti della tifoseria organizzata entreranno a far parte del consiglio d’amministrazione in modo da poter vigilare sull’operato di una società che verrà strutturata nei prossimi intensi giorni di lavoro. L’importante è che sono state espletate tutte le formalità che consentiranno all’Asd Nuova Cassino 1924 di essere ammessa ai nastri di partenza del prossimo torneo di Promozione.

I tifosi azzurri saranno gli unici proprietari del Cassino Si tratta di un progetto nuovo ed ambizioso il quale, ripartendo da un campionato di Promozione, intende gettare le basi solide per un futuro di crescita senza affanni e con il coinvolgimento di forze economiche e

sociali attraverso un vero e proprio azionariato popolare dalle rosee speranze. Per la prima volta, quindi, si vuole costruire una società di calcio che sia di tutta la città, in primis dei tifosi. A.M.

bOXE

CALCIO SERIE D

Ad Isola Liri è pugilato internazionale nel dual match tra Italia e Romania Sale l’attesa per l’incontro di Finiello

Boville, iniziato il pre ritiro Alla corte di mister Perilli arriva l’esperto Matrisciano

ziare il Presidente Cav. Frellini Alfredo, il cassiere Capobianco Ernesto, ed il D.S. Gabriele Davide. Per quanto riguarda i dilettanti saranno dieci giovani atleti impegnati sui ring di Ceccano ed Isola del Liri: Iannucci Paolo,Ricci Ivan,FimianiEmiliano,Gaba Elidon,Lorusso Steven, Palmigiani Matteo, Rossi Matteo, Micheli Alessandro, Mauro Simone. Grande attesa in particolare per il peso massimo Paolo Iannucci, l'atleta della F.Valente è infatti uno degli atleti più titolati in italia, essendo anche lui Campione D'Italia Assoluto, ormai presenza stabile della Nazionale Italiana di Damiani. Visti gli interessi che si sono creati intorno all'atleta Isolano i due tecnici hanno rinviato il suo passaggio nei professionisti, in attesa di proposte più interessanti. La serata sarà presentata dal speaker ufficiale della F.Valente Pessia Antonello.

BOVILLE ERNICA - Nel pomeriggio di giovedi 22 luglio è iniziato ufficialmente la nuova stagione del Boville calcio con il pre-ritiro presso lo stadio Montorli. Pre-ritiro della durata di tre giorni durante i quali verranno svolti prevalentemente dei test fisici singoli a cura del preparatore atletico Fabio Genovesi. Seguirà nella giornata di domenica la partenza per per San Donato Valcomino dove la squadra sarà impegnata nel classico ritiro estivo. Mettere benzina nelle gambe e trovare le prime intese tattiche: con questi obiettivi mister Franco Perilli dirigerà le prime, faticose sedute di allenamento. Intanto la società comunica di aver raggiunto ufficialmente Il giovane Paglia l'accordo con il difensore Antonio Matrisciano, proveniente da Isola Liri: un elemento che porterà fisicità ed esperienza nella retroguardia baucana. Dodici gli età di lega a disposizione del mister Perilli nel pre-ritiro. Tra di loro i giovani Luffarelli e Paglia di Boville Ernica sono stati aggregati al gruppo.

ISOLA LIRI - Fervono i preparativi per il consueto incontro di Boxe annuale, che si terrà martedì sera, 27 luglio, in piazza Boncompagni. La Boxe F.Valente ha allestito un programma articolato in dieci incontri dilettantistici con i migliori atleti Isolani e Ceccanesi, contro i pari categoria della nazionale Rumena. Il clou della serata sarà la sfida del professionista pesi leggeri Finiello Vincenzo, il match si disputerà sulla distanza delle 6 riprese da tre minuti. Finiello, ultimo prodotto professionista del vivaio della F.Valente, si dichiara preparato a puntino per il suo debutto, e voglioso di combattere davanti al pubblico della città che lo ha ormai adottato pugilisticamente. Dopo una brillante carriera in maglietta che lo ha incoronato Campione D'Italia Assoluto, e Campione D'Italia Universitario. In accordo con i Maestri Vitale &

Gabriele abbiamo deciso di intraprendere la carriera professionistica. Il passaggio tra i professionisti di Finiello è motivo di vanto di tutto lo staff

della F.valente, che è impegnato quotidianamente nel progetto Boxe ad Isola del Liri. Pertanto oltre ai tecnici, bisogna ringra-

Catanzaro, tante partenze in vista C'è aria di smobilitazione a Catanzaro. Dopo la partenza dell'attaccante Montella (accasatosi alla Salernitana), sono infatti probabili le cessioni del difensore Di Maio e del centrocampista Bruno, entrambi seguiti dalla Nocerina. Valigie pronte anche per la punta Longoni, che è in procinto di accordarsi col Grosseto. Molte richieste anche per capitan Gimmelli e l'attaccante Mosciaro.

Sora, la prima edizione di “sprintando insieme” L’Associazione Sportiva Ciclisti Sorani comunica che la manifestazione sportiva “Insieme sprintando”, 1^ edizione, in programma il 24 luglio 2010, causa problemi tecnici e organizzativi, si terrà non più presso il centro sportivo “G. Panico” – ex Trecce ma lungo viale San Domenico, quartiere Ponte Olmo, con orario di ritrovo alle ore 18 e 30 e inizio competizione alle ore 20 e 30.

15 ANNO I - N° 122 SAbAtO 24 LugLIO 2010


lagazzettacassino240710a  

“Mamma Napoli” al teatro romano Si è insediato ieri il commissario Lolli DISTRIbuzIONE GRATuITA SAbATO 24 LuGLIO 2010 ANNO I - N° 122

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you