Page 1

Strisce blu, Urbania lascia il servizio

Pontecorvo, licenze più trasparenti

CASSINO - Il Consorzio Urbania, che gestisce il servizio dei parcheggi a pagamento, ha comunicato che il 30 giugno lascerà l’incarico per mancanza di redditività. Ieri in un incontro tra sindacati e Scittarelli è stata esaminata la situazione dei 36 ausiliari del traffico. Nel nuovo bando di gara il Comune dovrà prevedere la riassunzione del personale. PAG. 6

PONTECORVO - Proteste degli imprenditori per la mancanza di trasparenza negli uffici comunali addetti al rilascio delle licenze edilizie. I costruttori chiedono più rapidità da parte dello sportello unico dell’edilizia e della commissione urbanistica nell’esame e nel rilascio delle concessioni ai richiedenti costretti ad aspettare mesi. PAG. 7

ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’editoriale

Sempre con i lettori Per un guasto alle rotative ieri il giornale non è uscito e ce ne scusiamo con i lettori ma da oggi siamo di nuovo presenti in città con la solita distribuzione gratuita. Se qualcuno avrà pensato male sulla mancata uscita di ieri dovrà ricredersi oggi perchè saremo sempre presenti. Ci potrà fermare solo un guasto tecnico come accade anche in altri giornali di grande tiratura nazionale. Con l’edizione di oggi abbiamo riproposto in fondo al giornale le pagine più interessanti del numero non stampato l’altra notte. Riproponiamo, perciò, le pagine dedicate al grande scienziato di fama mondiale Antonino Zichichi al quale il sindaco Scittarelli ha consegnato le chiavi della città nel corso di una cerimonia in consiglio comunale. Zichichi, ambasciatore di pace, è ora anche cittadino onorario di Cassino. Un vanto per la città decorata di medaglia d’oro al valor militare e messaggera di pace nel mondo. La Gazzetta di Cassino continuerà a dar voce, critica e libera, a tutte quelle forze politiche e sociali che si battono per una informazione corretta e democratica. Saremo pronti a dare spazio e voce a chi condivide la nostra missione.

Jamm bell www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI VANDALI

Per aver imbrattato le pareti di luoghi importanti della città. I muri del corso della repubblica e di via De Nicola ma anche del tribunale, della fontana ed anche del palazzo della curia vescovile. I vandali notturni ma anche diurni con i loro pennarelli di colore nero non risparmiano angoli pur di scrivere frasi sconnesse e inutili. E non solo scrivono sui muri senza distinzione ma poi sporcano anche lasciando per terra bottiglie vuote di birra, di coca cola, chewing gum ed altro. E se lo spazzino non passa per quegli angoli allora tutto rimane per giorni alla mercè del vento e del sole. Insomma il vandalismo notturno non ha colore ma la protesta va solo sui muri.

L’OSCAR DEL GIORNO ALL’UNIVERSITA’ Per la programmazione dell’orientamento per gli studenti che possono esaminare con attenzione le loro scelte future. L’Open days organizzati in questi giorni nelle diverse facoltà stanno registrando interesse da parte degli studenti che numerosi vi partecipano. La scelta di una facoltà universitraria fatta con criterio può portare a percorsi lavoratori importanti in questo momento di grande difficoltà nella ricerca di un posto di lavoro. L’Open Days ad Economia, Giurisprudenza e Ingegneria sono stati accolti con favore dai giovani.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Rottura Fini-Berlusconi, ecco tutti i retroscena Il premier:“Vuoi negare di essere venuto da me e di aver detto che ti eri pentito di aver fondato il Pdl” ROMA - Di conciliazione alla Direzione nazionale del Pdl giovedì scorso c’è stato ben poco. Anzi. In diretta tv, dinanzi a milioni di iscritti, simpatizzanti e semplici curiosi, si è consumato lo strappo tra i presidenti del partito: Silvio Berlusconi e colui che quel partito ha contribuito a fondarlo ma che oggi sente di non appartenervi più, Gianfranco Fini. Benché i toni siano andati oltre il normale democratico confronto politico e, nonostante i tentativi dei vertici del Pdl messi in campo per tentare di “giustificare” lo scontro in nome proprio della democrazia, quello che è accaduto giovedì è stata la conseguenza inevitabile di mesi di scontri , accuse, rimbrotti e dichiarazioni rilasciate a distanza da chi “i panni sporchi dovrebbe lavarli in casa propria”. A conti fatti, però, da quel pubblico ludibrio a cui il Pdl sarebbe stato esposto nelle ultime settimane per colpo dei finiani, e che Berlusconi ha contestato al presidente della Camera, chi ne è uscito con le ossa rotte è stato proprio l’ex presidente di Alleanza nazionale. Che le sue sortite degli ultimi mesi e le esternazioni critiche contro le scelte di programmi del suo partito, gli stessero creando terra bruciata attorno, si era capito già da quei timidi e pochi applausi che, sparuti rappresentanti pieddiellini, gli hanno riservato nel corso del suo intervento. Un intervento interrotto anche da commenti non certo favorevoli e da qualche fischio, mentre tentava di spiegare le ragioni di certe sue dichiarazioni. Ma Fini non ha convinto. Nessuno. E in primis non ha convinto Silvio Berlusconi che non riusciva a celare un certo nervosismo durante l’intervento dell’ex alleato. Più volte Fini ha spiegato di non voler polemizzare, ma in effetti non ha fatto altro, senza ottenere quei consensi che sperava. Tant’è che la sua “fine “ si è consumata poco dopo. Quando Berlusconi ha preso la parola dichiarando: “sentendo Gianfranco mi sembra quasi di sognare”, e ancora “non ho mai ricevuto da parte tua una mano tesa e non ho mai visto

2 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010

alcun atteggiamento collaborativo, Fini ha ceduto. Rosso in viso, ironico nei confronti di quell’Ignazio La Russa che è stato fino a poco tempo fa il trade d’union tra Berlusconi e Fini appunto, si è fatto prendere dalla trebisonda quando il premier gli ha rinfacciato: “Vuoi negare di essere venuto martedì da me e di aver dichiarato in presenza di Letta che ti eri pentito di aver fondato il Pdl?”. “Vuoi negar di aver detto di voler costituire un gruppo indipendente insieme al Parlamento?”. Una escalation di fatti dinanzi ai quali Fini non ha retto. Si è alzato in piedi. Ha puntato il dito contro il premier, ha farneticato qualcosa sulla Sicilia e poi si è risieduto. Ma l’immagine di un uomo, anzi di un politico stroncato solo da se tesso, si è avuta quando Berlusconi a fine discorso gli ha detto: “Se vuoi fare politica ti accoglieremo a braccia aperte nel partito, ma lascia la presidenza della Camera”. E a dire il vero con quel “Che fai mi cacci?” Fini ha davvero toccato il fondo. Un uomo svilito, distrutto dal suo stesso desiderio di protagonismo, da quell’ansia di voler riconquistare la leadership avuta a Fiuggi con la nascita di An. Fini ha perso perché non ha saputo, o voluto, comprendere che l’unanimismo è la vera ricetta vincente del Pdl. Ha ceduto dinanzi alla “superiorità” di Berlusconi che oggi ha dalla sua anche gli ex colonnelli di An. Fino ha perso e con lui quegli undici che hanno votato contro il documento stilato al termine della direzione nazionale. Ha perso soprattutto quando ha dichiarato di non voler lasciare la presidenza della Camera. Ha perso perché non ha pensato a coloro che lo hanno seguito e votato nel Pld e che ora non sanno da che parte stare, perché Fini certi ideali e i valori della destra sociale non si sa se li abbia persi per strada o dimenticati. Ha vinto Silvio Berlusconi e il Popolo della Libertà. I vertici del partito hanno applaudito il suo intervento più volte a conferma di una leadership che oggi più che mai nessuno può scalfire.

Bossi: siamo alla fine di un’alleanza ROMA - "Siamo davanti a un crollo verticale del governo e probabilmente di un'alleanza, quella di Pdl e Lega. Fini, invidioso e rancoroso per le nostre ripetute vittorie ha rinnegato il patto iniziale e non ha fatto altro che cercare di erodere in continuazione ciò che avevamo costruito". Lo dice Umberto Bossi in un'intervista sulla Padania

Lega: test d’italiano per gli stranieri ROMA - Gli extracomunitari che vogliano aprire un negozio devono prima aver superato un esame di italiano: è quanto chiede la Lega, attraverso un emendamento al decreto legge incentivi, affidando alle Regioni il potere di introdurre i nuovi paletti. "Le regioni - si legge nella proposta della deputata leghista Comaroli - possono stabilire che l'autorizzazione al dettaglio sia preceduta dall’esame della lingua italiano”.


PROVINCIA Amata: “Rottura Fini-Berlusconi? Nessuna ripercussione sulla Provincia” Il consigliere del Pdl interviene sui possibili scenari a piazza Gramsci FROSINONE “Il PdL rappresenta un progetto irreversibile e sostenuto dalla maggioranza degli italiani, pertanto non interpreto l’iniziativa di Fini come un attentato al consolidamento di un partito che è forte e robusto ma come espressione di posizioni accrescenti la linea di azione del PdL. Rimane valido il dissenso costruttivo di Fini solo a condizione che non preveda rotture, perché non ci sarebbero argomenti politici a conforto di scelte traumatiche”. Cosi il consigliere provinciale del Pdl, Andrea Amata, commenta le ultime vicende interne al Popolo delle Libertà e la la rottura consumatasi nella direzione nazionale tra i due cofondatori, Fini e Berlu-

sconi. “Il PdL è nato per semplificare il quadro politico anche grazie all’opera del suo cofondatore Gianfranco Fini, che non credo abbia interesse a smentire l’idea che ha generato una forza politica premiata dai cittadini. Il PdL ha risposto all’esigenza storica di unificare il centro e la destra, la cui divaricazione per anni ha favorito l’egemonia della sinistra”. Cosa pensa di queste polemiche? “Certamente il PdL è un partito che va perfezionato, permanendo al suo interno e animando un dibattito sulle regole organizzative e sull’elaborazione della linea politica da condurre. Non è interesse di nessuno anestetizzare il dibattito. Il dato oggettivo che non si

può minimizzare è riferito alla vittoria elettorale che alle Europee e alle regionali il PdL ha ottenuto.

Quindi, mancano i presupposti politici per rivendicare una strategia diversa da quella finora indicata e applicata, che è stata, peraltro, esaltata dai recenti trionfi elettorali”. La corrente dei “finiani” può essere un problema in futuro per il Pdl? “Le correnti hanno una legittimità se organizzate in funzione del perfezionamento e della crescita del PdL, mentre sarebbero nocive e vere e proprie metastasi, qualora prefigurino un percorso alternativo e di lacerazione del quadro politico sancito dalle urne”. Può avere ripercussioni la diatriba sugli assetti amministrativi della Provincia di Frosinone? “Escludo che la nascita della corrente fi-

niana possa avere effetti sull’Amministrazione provinciale, destabilizzando il quadro politico operante da soli 10 mesi. Non vedo consiglieri provinciali disponibili a farsi intruppare in fazioni politiche gestite da Roma per un risiko di potere che ci vedrebbe come pedine manovrate in contrapposizione alle reali esigenze del territorio, che è il nostro unico referente al quale dobbiamo obbedienza. A noi spetta onorare il mandato elettorale ricevuto dal popolo ciociaro, che pretende la riscossione del credito di fiducia concessoci in termini di risposte alle ataviche problematiche di cui soffre la provincia”. Pompeo Di Fazio

Accompagnatore turistico, ecco il bando FROSINONE - La Giunta Provinciale, su proposta dell’assessore al turismo, Massimo Ruspandini, ha approvato il bando pubblico per l’acquisizione dell’attestato di abilitazione all’esercizio della professione di accompagnatore turistico, ai sensi della legge regionale n.14/99. La domanda di ammissione alla prova di esame - redatta sull’apposito modulo, reperibile presso l’Ufficio Turismo della Provincia di Frosinone o direttamente sul sito internet www.provincia.fr.it, firmata di proprio pugno, deve essere inviata, a pena di esclusione, al Settore Turismo della Provincia di

Frosinone, Piazza Gramsci n. 13, 03100 Frosinone, entro il termine perentorio del 27 maggio 2010, mediante raccomandata con avviso di ricevimento oppure mediante posta celere con avviso di ricevimento. A tal fine farà fede il timbro dell’Ufficio postale accettante. La domanda potrà, altresì, essere consegnata a mano all’Ufficio “ Posta in arrivo” della Provincia di Frosinone entro il termine perentorio delle ore 12 del 27 maggio 2010. Alla domanda deve essere allegata la ricevuta del versamento, quale contributo alle spese di organizzazione del concorso, pari a € 100,00, effettuato sul c/c

postale n. 13197033 intestato a “Amministrazione Provinciale di Frosinone – Servizio Tesoreria”, indicando la seguente causale: “Tassa esame accompagnatore turistico”. “Un’occasione da non perdere per chi vuole lavorare nel settore del turismo e un’opportunità concreta per la crescita e lo sviluppo di un settore che può diventare trainante a livello economico nel nostro territorio – ha dichiarato Ruspandini – e che rientra in una strategia portata avanti da questa amministrazione di trasformare la Ciociaria in un a terra in cui la prima in-

Un nuovo centro antiviolenza per donne vittime di maltrattamenti FROSINONE – E’ un fenomeno preoccupante, in crescita spaventosa, quello della violenza sulle donne, che spesso, nelle maggioranza dei casi, si consuma tra le mura domestiche. Proprio per cercare di dare sollievo alle persone che subiscono tali tipi di attacchi, la legge prevede l’istituzione di Centri antiviolenza, con case rifugio per le madri e i piccoli figli. In provincia di Frosinone già ne esiste una di queste case, nella parte nord del territorio ciociaro, gestita da personale specializzato, équipe di professionisti che assistono le ospiti, cercando di ricreare quanto più possibile il clima familiare. Psicologi, assistenti sociali, psicoterapeuti. Visto, comunque e purtroppo è il caso di aggiungere, che il fe-

nomeno è in costante crescita, l’amministrazione provinciale ha pensato bene di istituire un nuovo centro nella parte sud del territorio ciociaro. L’iniziativa è partita dai consiglieri Vittorio Di Carlo e Andrea Amata, il primo con la delega alle politiche sociali, il secondo responsabile dell’emigrazione. “La preoccupante crescita dei casi di violenza sulle donne, soprattutto in ambito familiare – ha spiegato il consigliere Di Carlo – ci ha spinto a pensare di istituire un nuovo Centro antiviolenza per donne maltrattate. Occorre rafforzare il sistema di protezione sociale contro il dilagare di un fenomeno incivile come questo”. “Con il nuovo centro antiviolenza – ha dichiarato il consigliere Amata – andremo a

coprire il maniera capillare l’intero territorio, così da assicurare a tutte le persone che purtroppo sono vittime di tale odioso abuso, la possibilità di fruire di un luogo con personale specializzato”

dustria sia proprio legata alle bellezze storiche e paesaggistiche che possiede”.

Francesco Trina: “Un progetto per anticipare la cig ai lavoratori” FROSINONE – La Provincia di Frosinone si muove in aiuto degli operai delle piccole e medie aziende del territorio in crisi e che devono ricorrere allo strumento della cassa integrazione, che purtroppo, per mancanza di liquidità delle stesse, spesso vine erogata con molto ritardo ai lavoratori. Su iniziativa dell’assessore alle attività produttive dell’ente di piazza Gramsci, Francesco Trina, nei giorni scorsi si è svolta una riunione tra l’assessore e le associazioni sindacali per metter a punto un protocollo che prevede un sietma di anticipazione dei fondi della indennità di disoccupazione attraverso un anticipo degli istituti bancari, poi restituito dall’Inps, in modo che i lavoratori subito, ogni fine mese e dall’inizio del provvedimento di messa in cassa integrazione, ricevano l’indennità. E’ naturalmente un’iniziativa molto apprezzabile. Per ora si tratta del primo steep del progetto, che comunque dovrebbe essere formalizzato nel prossimo mese di maggio. A breve è prevista un ulteriore riunione, allargata anche alle associazioni produttive, Unione Industriale e Federlazio, insieme alle banche, in modo tale da mettere nero su bianco al protocollo d’intesa. “Si tratta di un progetto innovativo e che viene incontro alle esigenze dei lavoratori cassaintegrati del territorio – ha sottolineato l’assessore Trina – Uno strumento in più per fronteggiare la crisi della produzione. Speriamo in tempi brevi di formalizzare il protocollo d’intesa con gli altri partners del progetto. E’ questo, un esempio concreto di come si danno risposte ai cittadini”.

Cgil:“Rinnovato il contratto degli edili”

Adempimenti ambientali Serve una proroga

FROSINONE – Sono 25 mila i lavoratori edili della provincia di Frosinone. Per loro arriva una buona notizia. Ad annunciarla Benedetto Truppa, della Fillea CGIL di Frosinone: “E’ stato rinnovato il contratto di lavoro del settore degli edili. Un settore che conta un milione e duecentomila unità in Italia, venticinquemila in Ciociaria. Si tratta di un risultato importante che bilancia le esigenze di retribuzione con quelle della regolarità”.

FROSINONE – Giovanni Cortina direttore della CNA chiede una proroga per la presentazione della modulistica sugli adempimenti ambientali delle imperse: “Se il governo non introdurrà una proroga per l’utilizzo del vecchio modello di dichiarzione ambientale in scadenza il prossimo 30 aprile, l’entrata in vigore della nuova modulistica porterebbe ad una situazione dannosa per le imprese. Mentre il vecchio MUD non è più efficace, il nuovo ancora non è disponibile”.

3 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010


PRIMO PIANO I consiglieri comunali di opposizione dell’Udc, Marino Fardelli e Robertino Marsella, denunciano lo stato di abbandono e la mancata manutenzione dello spazio verde. I cittadini delusi dalla poca attenzione del Comune.

Villa Comunale, il polmone verde che non respira più... CASSINO - Non era una novità, è stato sufficiente trascorrere una giornata in compagnia delle associazioni di protezione civile, sabato scorso, per rendersi conto del degrado in cui versa la villa comunale di Cassino, luogo che dovrebbe essere il fiore all’occhiello della città ma da qualche tempo ormai il luogo più trascurato e preso d’assalto dai vandali. Ecco che arriva sulla scrivania del sindaco bruno Scittarelli una lettera inviata dai consiglieri comunali di opposizione dell’Udc, Marino

Fardelli e Robertino Marsella in merito allo stato di abbandono e alla mancata manutenzione dello spazio verde in oggetto. “Ci siamo recati con i nostri figli all’interno del polmone verde cittadino e abbiamo constatato l’abbandono in cui versa la Villa Comunale. La manutenzione – affermano - non è solo il taglio dell’erba alta ma anche un serio e articolato programma di sostituzione di panchine non in legno ma in ferro, la presenza di bagni pubblici, sistemazione del campo polivalenente. Abbiamo constatato che molti cittadini di Cassino frequentano la Villa ma sono delusi dalla poca attenzione che il Comune di Cassino mostra per renderla sicura, ancora più frequentabile e a misura delle famiglie. Da decenni è presente una struttura abbandonata, è possibile che non si pensa di sistemarla e adibirla a centro servizi con un bar, servizi igienici, servizi per le neo mamme come fasciatoi, servizi tecnologici wirless per giovani studenti, un servizio di fitta-biciclette. Chiediamo - continuano i consiglieri dell’Udc - che in sede di Commissione Ambiente e Manutenzione si possa discutere seriamente su di una proposta seria, articolata e partecipata che prenda anche spunti ascoltando le associazioni ambientaliste e tutti coloro che frequentano giornalmente la Villa Comunale. Tempo addietro, si era

anche paventata da questa maggioranza l’idea di dare in gestione la Villa a privati. Francamente non sappiamo se questa idea è tuttora valida o se ci sono state altre proposte concrete da parte di privati cittadini che intendono curare il verde e dare una sistemata all’area. Vorremmo quindi discutere seriamente della questione e come Udc faremo la nostra parte di proposta in quanto vogliamo bene alla nostra Città e vogliamo discutere di ciò che amiamo”.

“Ora è necessario agire” CASSINO - “Un serio programma di manutenzione della Villa Comunale di Cassino, unico attrezzato polmone verde presente in Città e frequentato da moltissimi cittadini, giovani e famiglie, che chiedono solo giusta attenzione verso un patrimonio della Città”, questo i consiglieri comunali di opposizione dell’Udc, Marino Fardelli e Robertino Marsella, chiedono in una nota scritta al sindaco Bruno Scittarelli. La nota per conoscenza è stata inviata al presidente del consiglio comunale Massimiliano Mignanelli, al Dirigente del Settore Manutenzione Roberto Carnevale e al Segretario Generale Michele Fragnoli. “Fino ad ora - commentano Fardelli e Marsella - da più di un anno abbiamo solo ascoltato più voci dall’Amministrazione Comunale di Cassino su ipotetiche intenzioni per dare decoro e

Acqua bene comune, i cittadini firmano CASSINO - Parte oggi anche a Cassino la raccolta firme contro la privatizzazione dell’acqua. Nei giorni scorsi le associazioni del territorio si sono unite formando un comitato per affrontare insieme la questione. L'obiettivo è raggiungere il numero di adesioni necessario per arrivare a un referendum la prossima primavera.

mettere mano ad un progetto ampio della Villa Comunale. Risulta invece che questa maggioranza, a parte finanziamenti giunti dalla Regione Lazio, non ha soldi per investire in manutenzione ordinaria e straordinaria per la Villa Comunale di Cassino, vero polmone verde all’interno della Città di Cassino. Discutiamo di queste cose serie all’interno della casa comunale e non di poltrone e presidenze che poco importano alla Città e ai cittadini di Cassino. Sindaco, si dia una mossa! La Città è in ginocchio sotto ogni punto di vista e la nostra azione di denuncia pubblica speriamo che possa stimolare almeno la maggioranza a governare la Città di Cassino e che non continui a litigare in quanto i cittadini non ne possono più di vedere l’amata Cassino abbandonata e senza soluzioni”.

Tre giorni senza acqua potabile CASSINO - L a s o c i e t à A c q u a - C a m p a n i a c o m u n i c a ch e “ a c a u s a d i l a v o r i d a e s e g u i re p re s s o i l m a n u f a t t o d i M o n t e Tr o c ch i o 2 s a rà n e c e s s a r i o i n t e r r o m p e r e l a f o r n i t u ra i d r i c a a p a r t i r e d a l l e o r e 8 , 0 0 a l l e o re 1 6 , 0 0 d e i g i o r n i 2 7 e 2 8 a p r i l e e d a l l e o re 9,00 alle ore 16,00 dei giorni 5 e 6 gi u gn o”.

5 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010


CASSINO Comune, nel tunnel della crisi Il capogruppo Udc, Marino Fardelli, favorevole allo scioglimento del consiglio CASSINO - Ancora senza sbocco la crisi al comune di Cassino. Vari esponenti politici da giorni analizzano la crisi ma senza arrivare a proposte concrete. Pubblichiamo una analisi del capogruppo Udc, Marino Fardelli il quale indica, come ultima analisi, lo scioglimento anticipato dell’assise comunale. “Sono pienamente d’accordo con Peppino Gentile che con la sua lucida analisi ha rimarcato ciò che ha ufficialmente asserito l’Udc di Cassino. Meglio tutti a casa. Questa la conclusione di questa storiella che sta disgustando tutti in città, cittadini e addetti ai lavori. Nel gruppo dei 10 ci sono tanti che hanno ricevuto assicurazioni tra chi vorrà fare il presidente del consiglio, chi assessori, chi prossimo candidato a sindaco. Tutte aspirazioni legittime ma in base a quale invocato cambiamento di rotta? Eppure tutti e 10 sono da 4 anni insieme nella stessa maggioranza e mai hanno avvertito l’esigenza di cambiare registro a questa politica che sta affossando la nostra città. Una cosa mi preoccupa leggendo di questi gruppi grandi e piccoli che stanno nascendo in seno alla maggioranza al Comune di Cassino: le richieste per il comando (presidenza e assessorati) nascono da un fine alto per il bene della città oppure perché altri non di Cassino, dietro le

Flash sulla città Indagini sui cartelloni abusivi

quinte, muoveranno le fila per muoversi meglio? Il cambio di passo non può avvenire facendo sostituzioni di presidenti del consiglio o assessori. Evidentemente chi lancia questi proclami non vuole bene alla città o non ne conosce le reali esigenze. Manca una cultura del giusto amministrare partendo dalle cose piccole e i grandi progetti e non si possono decidere le sorti di Cassino campando alla giornata senza una vera progettualità politica ed amministrativa. Noi come UDC di Cassino consigliamo al sindaco di firmare le dimissioni e di andare tutti a casa. Sai, davanti ad un atto del genere del Sindaco, in quanti dell’at-

tuale maggioranza andranno dal primo cittadino a confermare la propria fiducia, perché nessuno di questi della maggioranza vuole andare effettivamente a casa ad un anno dalle elezioni. Noi consiglieri comunali dell’Udc siamo disponibili ad ogni confronto con chi ci chiede un confronto a partire dall’opposizione. Ci sono timidi segnali ma nulla di concreto anche perché francamente non sappiamo con chi dover interagire ad esempio nel Pd. Intanto come gruppo consiliare con la nostra azione di denuncia pubblica portiamo davanti ai fatti in-compiuti la nostra proposta. Anche questo è il lavoro di opposizione. “

La “guerra della pubblicità” a Cassino si allarga su altri fronti. La polizia del commissariato di Cassino avrebbe presentato in procura una lunga e dettagliata informativa contenente presunte irregolarità commesse dagli imprenditori che si occupano dell’istallazione e gestione della cartellonistica pubblicitaria. Una vicenda su cui la procura di Cassino stava già lavorando e che già aveva indagato a vario titolo quattro imprenditori. L’informativa consegnata dalla polizia conterrebbe le presunte irregolarità di tre imprenditori.

La notte rosa, eventi dalle ore 18 La Notte Rosa, concerti, cabaret, artisti di strada, trenino e stand gastronomici in corso della repubblica, viale Dante, piazza Diaz ed altre strade del centro con l’organizzazione dell’associazione culturale Magic event di Cassino. Sarà una serata all’insegna del divertimento. Da segnalare alle 20 in piazza Green la Cover dei Queen e alle 22 in piazza Diamare musica dal vivo con Morandimania Band.

Domani la Maratona di primavera

Strisce blu, Urbania abbandona Il Comune verso un nuovo bando CASSINO - Il consorzio Urbania, che da un anno ha la gestione dei parcheggi a pagamento a Cassino, dal prossimo primo luglio lascerà l’incarico. La comunicazione ufficiale è stata fatta ieri dal sindaco Scittarelli nell’incontro con i sindacati e con i lavoratori. La società avrebbe preso motivato la decisione con i costi troppo alti e per la riduzione del numero dei posti auto dopo l’intervento della polizia stradale che aveva fatto cancellare le strisce blu nei cinque metri vicini agli incroci stradali. La perdita complessiva era stata di una cinquantina di posti. Poi l’inchiesta della magistratura sulla verifica dei parcometri che non sarebbero regolari poiché nei giorni festivi non si paga ma erano ugualmente funzionanti. Mancava poi il collegamento con la postazione presso il comando dei vigili urbani per il controllo quotidiano degli incassi. I sindacati hanno chiesto a Scittarelli la garanzia del posto per i 36 ausiliari del traffico. Adesso il Comune dovrà indire una nuova gara d’appalto e prevedere la riassunzione del personale da parte della ditta vincitrice come era accaduto l’anno scorso quando la Ice-Express aveva lasciato ed era subentrata l’Urbania. Un nuovo incontro con i sindacati è previsto per il 28 aprile.

Tutto pronto per la “Maratona di Primavera”, manifestazione non competitiva organizzata dal Centro Universitario Sportivo in collaborazione con il Comitato per le Attività Sportive e Ricreative dell’Università di Cassino, presieduto dal professor Giovanni Capelli. Domenica 25 aprile centinaia di appassionati saranno impegnati su un percorso di circa 6 chilometri dal corso della repubblica per tornare poi alla villa comunale. “Anche quest’anno - ha tenuto a sottolineare il presidente del Cus, professor Carmine Calce - nonostante leconclamate difficoltà economiche in cui versa il Centro Universitario Sportivo di Cassino, il Consiglio Direttivo ha deciso comunque di delibera favorevolmente in merito all’organizzazione dell’evento, che si è sempre più caratterizzato come una grande festa di sport e a cui hanno partecipato con entusiasmo centinaia di famiglie provenienti da tutto il cassinate”. Gli organizzatori della Maratona di Primavera, in occasione del ventennale, hanno preparato una pubblicazione perraccontare, con immagini e contributi scritti, le attività svolte in questi anni dal Centro Universitario Sportivo di Cassino.

Mutui e rinegoziazioni - Leasing - Fidejussioni Finanziamenti aziendali e personali Cancellazione protesti e banche bati Cassino (FR) - Corso Della Repubblica, 5 SOCIETA DI CONSULENZA E SERVIZI FINANZIARI ATTIVITA’ BANCARIE AZIENDALI

tel. 0776.24557 - fax 0776.326677 - e-mail elabostudio@libero.it


CASSINATE “Differenziamoci dal passato” Gli imprenditori di Pontecorvo chiedono più trasparenza sulle licenze edilizie PONTECORVO - La macchina amministrativa si sta mettendo in moto in città e su diversi fronti. Intanto, i cittadini - e tra loro anche molti imprenditori – tengono sotto controllo le azioni che riguardano l’ente stesso. In particolare, costruttori e imprenditori che puntano al territorio pontecorvese ma dove sembrerebbe non sia sempre semplice ottenere le licenze per costruire. Riportiamo il loro appello rivolto ai nuovi amministratori: “Differenziamoci dal passato – dicono riferendo alla nostra redazione il loro disagio - e distacchiamoci dalle abitudini ereditate dalla vecchia amministrazione”. Gli imprenditori che ci hanno contattato parlano di un’anomalia al Comune di Pontecorvo tra il cosiddetto Sportello Unico per l’edilizia (Suap) e la commissione edilizia comunale (Cec). Secondo l’articolo 5 del Dpr 380/2001, “le amministrazioni comunali, nell’ambito della propria autonomia organizzativa, provvedono a costituire un ufficio denominato sportello unico per l’edilizia che cura tutti i rapporti fra il privato, l’amministrazione e, ove occorra, le altre amministrazioni tenute a pronunciarsi in ordine all’intervento edilizio oggetto della richiesta di permesso o di denuncia di inizio attività. Tale ufficio provvede, in particolare, alla ricezione delle domande per il rilascio di permessi di costruire e di ogni

altro atto di assenso comunque denominato in materia di attività edilizia”. “Analizzando le funzioni di tale sportello – affermano gli imprenditori pontecorvesi – notiamo che tale provvedimento fa riferimento alle responsabilità dei funzionari, ossia essi, respingendo una richiesta edilizia, dovrebbero avere il compito di rilasciare, nero su bianco, le motivazioni di tale

decisione, cosa che non avviene e quindi si preferisce che a rilasciare le licenze sia l’organo Cec che può invece negare la licenza anche senza motivazioni, non consentendo, inoltre, al privato di potersi difendere nelle sedi opportune. A Pontecorvo, quindi, – continuano - è valsa l’abitudine deprecabile che il dirigente del Sue (sportello unico edilizia) si trinceri dietro il pa-

GLI IMPRENDITORI ASSEGNANO IL TAPIRO AL COMUNE Un tapiro subito pronto per i nuovi amministratori qualora decidano di costituire nuovamente la Commissione edilizia comunale. “E’ troppo semplice non assumnersi responsabilità”, dicono gli imprenditori locali, che chiedono più trasparenza nel rilascio delle licenze per costruire. E’ fondamentale comunicare alla controparte il proprio motivato e dettagliato parere, dando la possibilità al privato di potersi difendere nelle sedi opportune. Invitiamo i nuovi amministratori a differenziarci dal passato”.

L’OSCAR A RAIO Il commissario prefettizio Raio, chiamato nei mesi scorsi - dopo il commissariamento del Comune di Pontecorvo - ad amministrare la città, attenendosi alle leggi correnti, aveva provveduto, prima di lasciare l’ente nelle mani del sindaco Notaro, ad eliminare la commissione edilizia comunale. L’organo, a detta degli imprenditori locali, rappresenterebbe “un ulteriore centro di potere nelle mani degli amministratori che così potrebbero decidere a chi far costruire e a chi no”.

rere negativo della Cec senza mai esprimere e comunicare alla controparte il proprio motivato e dettagliato parere come invece prescrive il dpr. Ma il commissario prefettizio Raio qualche mese fa, prima di lasciare il comune nelle mani del sindaco Notaro, aveva provveduto, attenendosi alle leggi nazionali, ad eliminare tale commissione edilizia comunale. Adesso, quindi, la responsabilità dovrebbe cadere nelle mani dei funzionari dell’ufficio tecnico con precise responsabilità”. Per questo gli imprenditori, attraverso la nostra testata, si sono permessi di assegnare loro stessi un tapiro ed un oscar, “quest’ultimo senza dubbio al commissario prefettizio Raio che aveva già provveduto ad eliminare la funzionalità della commissione Cec e un tapiro pronto, invece, nel caso in cui la nuova amministrazione provveda, invece, “a lasciare in piedi una reminiscenza del passato, appunto questa commissione, scaricando qualsiasi responsabilità su di essa, un ulteriore centro di potere nelle mani degli amministratori che così potrebbero decidere a chi far costruire e a chi no”. “Questa non è trasparenza, allora prima che sia troppo tardi – concludono -, invitiamo i nuovi amministratori a differenziarci dal passato”. Vedremo nei prossimi mesi cosa ha in mente il sindaco Notaro e l’assessore all’ Urbanistica Daniele Mattaroccia.

“Nuovi sorrisi” e “L’efficacia Pontecorvo, oggi ultimo saluto a Danilo della relazione educativa” PONTECORVO - Si svolgeranno questo pomeriggio a Castrocielo, nella chiesa di Santa Lucia, i funerali per dare l’ultimo saluto a Danilo Della Posta, il giovane pontecorvese, vittima l’altra sera di un tragico incidente sull’asse attrezzato che dalla superstrada CassinoFormia conduce allo stabilimento Fiat. Un ragazzo buono e lavoratore, così lo ricordano in molti. Da diverso tempo lavorava come meccanico nell’officina del padre, nei pressi dell’uscita del casello autostradale. È successo tutto in pochissimi secondi ma soprattutto senza altri mezzi coinvolti. Danilo era alla guida della sua Smart quando, forse a causa della forte velocità, all’altezza di una rotatoria, ha perso il controllo del veicolo uscendo fuori strada e ribaltandosi più volte. All’arrivo dei soccorsi l’automobilista era sull’asfalto, probabilmente nell’urto era stato scagliato fuori dall’abitacolo. Il terribile schianto, avvenuto intorno alle 20.30, ha causato

delle gravi ferite alla testa. Immediatamente trasportato in ospedale a Cassino, le sue condizioni erano apparse, ai sanitari del 118, subito disperate. Nella notte, purtroppo il giovane è morto. In lutto la città di Pontecorvo, ancora non chiara la dinamica dell’incidente, sul posto oltre gli operatori del 118 sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Cassino.

Diversamente abili, successo per il primo corso formativo CASSINO - La relazione d’aiuto, gli aspetti e le caratteristiche delle diverse patologie e l’attività psicomotoria in acqua per diversamente abili, trattate non solo da un punto di vista teorico ma anche pratico. Di questo si è parlato durante il corso di formazione “L’efficacia della relazione educativa in situazioni di disagio”, promosso dall’Associazione Nuovi Sorrisi, che ha visto il suo momento conclusivo lo scorso fine settimana presso la sala convegni dell’Hotel Rocca di Cassino. L’incontro ha avuto inizio con i saluti e la presentazione del programma della giornata da parte del dott. Paolo Zinicola, presidente dell’associazione. A seguire è intervenuto l’avv. Michele Lanni, Presidente provinciale dell’Acsi – Associazione centri sportivi italiani – che ha brevemente esposto nozioni relative a tutto ciò che riguarda l’associazionismo e le rispettive leggi di riferimento. Subito dopo la parola è passata al Responsabile del Patronato – Associazione Fenalca - Massimo Pomella, il quale ha trattato in maniera sintetica i diversi servizi che il patronato mette a disposizione delle persone che vivono situazioni di disagio e le rispettive famiglie. Entrambe le Associazioni collaborano da tempo con la “Nuovi Sorrisi” accompagnandola e sostenendola nella realizzazione delle diverse iniziative promosse dall’Associazione stessa. Un ulteriore intervento è stato effettuato dalla dott.ssa Flora Arzanese, assistente sociale interna all’Associazione, che ha evidenziato l’importanza del lavoro di équipe, necessario per migliorare l’efficacia dell’intervento nella re-

Comunali Roccasecca, i Moderati si schierano

Bicinaturatour, 1 maggio a Pontecorvo

ROCCASECCA – I Moderati di Roccasecca scenderanno in campo per le prossime consultazioni elettorali. È stato deciso durante l’ultima riunione del comitato direttivo, i Moderati hanno deciso di agire tempestivamente approvando un documento con il quale sin da ora si dichiarano pronti a sostenere la nascita di una lista civica che vada oltre i soliti nomi e soprattutto i soliti schieramenti.

Riflettori accesi sulle due ruote. A Pontecorvo si lavora per organizzare la quarta edizione della Bicinaturatour 2010. La manifestazione avrà luogo in città sabato 1 maggio in città ed ha pensato anche ai più piccoli proponendo Bimbimbici 2010 e ha indetto il concorso di disegno "La mia citta' in bici...com'e' adesso e come vorrei fosse domani".

lazione educativa. Grandi passi avanti per l’attività psicomotoria in acqua per diversamente abili. “Ci sono stati, infatti, - ha spiegato Zinicola - momenti di sperimentazione della capacità di osservazione ed ascolto importanti per un efficace intervento nella relazione educativa, il training induttivo e momenti di dimostrazione attraverso la proiezione di video riguardanti appunto l’attività psicomotoria in acqua con bambini diversamente abili”. Sono state affrontate anche tematiche riguardanti la formazione di “Esecutore di Bls”(Basic Life Support) da parte dell’istruttore Antonio Faiola. In questa fase i partecipanti hanno avuto modo di sperimentare in prima persona le diverse pratiche di primo soccorso (la rianimazione cardiopolmonare;la posizione di sicurezza;ecc..). Il dott. Ermanno D’Onofrio ha invece parlato di un nuovo metodo d’intervento educativo per ragazzi in situazioni di disagio denominato BRosGaMe (blu roses garden method) che nasce presso l’Ospedale Pediatrico di Gornja Bistra in Croazia e può essere utilizzato in tutte le strutture di accoglienza e centri diurni. Per l’Associazione “Nuovi Sorrisi” è stato un momento di consolidamento delle capacità che quotidianamente vengono messe in atto mediante le attività svolte. Considerato il buon esito ottenuto, l’Associazione si propone di organizzare in futuro altri corsi formativi per approfondire in modo ancora più esauriente le tematiche riguardanti il mondo della disabilità e le diverse situazioni di disagio.

7 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010


A Zichichi le chiavi della città CASSINO - Da ieri lo scienziato Antonino Zichichi, uno dei firmatari Manifesto di Erice del 1982, è cittadino onorario di Cassino, città martire della pace. L’onorificenza gli è stata conferita dal sindaco Bruno Scittarelli durante il consiglio comunale appositamente convocato. A lui la pergamena e le chiavi della città quale “ambasciatore di pace” come lo ha definito il sindaco. “Su proposta dell’Abate – ha detto il primo cittadino – abbiamo deciso di conferire la cittadinanza onoraria al prof. Zichichi, per due motivi: primo, perché Cassino è città della pace e città denuclearizzata; secondo, perché l’impegno e l’opera profusa dal prof. Zichichi nella costruzione di un mondo migliore, in cui la pace regni sovrana, trova la sua giusta dimensione in questa città martire, oltre che nel contesto geopolitico mondiale.” Il sindaco ha poi ricordato che Zichichi dopo aver redatto il Manifesto di Erice fondò il comitato internazionale “Scienza per la pace”, con lo scopo di impegnarsi nella lotta contro l’Hiroshima culturale. Il sindaco ha poi aggiunto: “IlProf. Zichichi, ha lanciato una sfida alla scienza e all’uomo, che questa scienza male utilizza. Ha deciso di “umanizzare” la scienza, per renderla al servizio dell’umanità e non contro di essa, come è stato affermato più volte anche dalla Chiesa, attraverso l’opera dei Papi che l’hanno caratterizzata, da Paolo VI a Benedetto XVI. La Città di Cassino, culla della civiltà e della cultura, grazie all’opera del Patriarca San Benedetto da Norcia, patrono d’Europa, Le rende omaggio per questo suo impegno ed è onorata di annoverare tra i suoi figli, fin da ora, l’insigne scienziato, Prof. Antonio Zichichi. Siamo certi che il conferimento della cittadinanza onoraria non rimarrà chiusa in una teca, tanto per accomunare questa città ad un

nome famoso, ma darà sicuramente a Lei, Prof. Zichichi, una nuova forza propulsiva per la conquista di benessere e di pace a favore dell’umanità; e a noi cittadini di Cassino, ai giovani, a tutte le persone impegnate a vari livelli sociali e istituzionali, una carica ad operare per il meglio, ciascuno nel proprio piccolo, per quel mondo migliore che ci insegna a costruire.” A portare il benvenuto è stato il presidente del consiglio comunale Massimiliano Mignanelli. “Il professor Antonino Zichichi, ha detto, scienziato di fama mondiale, pietra miliare della cultura scientifica e paladino della vita dell’uomo, è un cittadino di Cassino. Non a caso, nel suo saggio su Galileo Galilei, ebbe modo di affermare che “i valori della Vita, della Solidarietà tra i popoli, della Carità, del Perdono e dell’Amore verso i nostri simili, fratelli e sorelle, siano i pilastri di una nuova Era di Pace”. Ideali che costituiscono ulteriore conforto e sostegno all’azione diffusiva del messaggio di Pace e Fratellanza che Cassino, “città messaggera di Pace” nel mondo, all’indomani del 15 marzo del 1944 ha raccolto dalle macerie fumanti per ammonire il mondo intero a rifuggire la guerra e a coltivare la Pace. Il professor Zichichi ha messo la sua scienza, la sua forza ed il suo carisma al servizio della Pace e da oggi, quale cittadino onorario di questa città, conferisce a Cassino maggiore forza ed autorevolezza nella sua missione pacifista. La figura, il sapere e l’insegnamento del professor Antonino Zichichi costituiranno un patrimonio per noi tutti ma soprattutto uno stimolo per i nostri giovani a coltivare lo studio delle scienze attraverso il quale comprendere l’importanza della vita e la necessità di operare, nel quotidiano, per renderla migliore per se stessi e per le future generazioni.”

“L’onorificenza a Zichichi trova la sua giusta dimensione in questa città martire oltre che nel contesto geopolitico mondiale.”


Mastrangeli striglia il sindaco Marini

Accompagnatori turistici. Il bando

FROSINONE - Il consigliere comunale Riccardo Mastrangeli in una analisi politica sul Comune invita il sindaco Marini di smetterla con il suo “tirare a campare”. Mastrangeli chiede al primo cittadino di avviare quel programma di opere pubbliche necessarie per far ripartire l’economia. E poi lo sollecita sulla verifica della sua maggioranza. PAG. 11

FROSINONE - La giunta provinciale su proposta dell’assessore Ruspandini ha approvato il bando pubblico per l’acquisizione dell’attestato di abilitazione all’esercizio della professione di accompagnatore turistico. Le domande di ammissione alla prova di esame devono essere inviate entro il 27 maggio agli uffici della Provincia. PAG. 3

ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

Povero Michele tirato per la giacca www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL PD PROVINCIALE Parlano, parlano e parlano, ma fatti zero. All’indomani del voto per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio, a turno i vertici provinciali del Partito democratico si sono guadagnati la loro fetta di notorietà, rilasciando dichiarazioni che avevano tutte un unico comune denominatore: riflettere, riflettere e riflettere. Peccato, però, che a queste riflessioni non abbiano fatto seguito azioni concrete. Un “mea culpa” comune con il quale sono stati ammessi diversi errori, ma alla riorganizzazione capillare del partito nessuno sembra voler mettere mano. E poi si lamentano che i cittadini votino altrove.

L’OSCAR DEL GIORNO A FRANCESCO TRINA Bravo lo è l’assessore Trina. Ma è uno dei componenti della giunta provinciale che si sta segnalando per la bontà e la brillantezza dei progetti che sta portando avanti. L’idea di far anticipare alle banche, che poi verranno saldate dall’Inps, l’assegna di cassaintegrazione per gli operai in cig, merita senz’altro il riconoscimento dell’Oscar.Vuoi mettere il sollievo per le tasche dei poveri operai, la possibilità di avere subito e mensilmente, l’assegno di disoccupazione, senza dovere aspettare lunghi mesi come accade ora prima chhe l’istituti di previdenza sociale si attivi in merito. Complimenti.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Sostanze radioattive nel Cdr prodotto dalla Saf Nota dell’Arpa sul materiale pericoloso. Intanto è stato approvato il bilancio 2010 COLFELICE – E’ passato con soli 27 voti a favore il bilancio 2010 della Società Ambiente Frosinone, su 36 rappresentanti delle amministrazioni comunali, presenti presso i locali di Colfelice. Un bilancio che nei giorni scorsi era stato pesantemente criticato dal vicepresidente della provincia di Frosinone, Fabio De Angelis, secondo il quale ci sono molte anomalie contabili, in particolare sui mancati introiti relativi al riciclo del materiale ferroso e alle ingenti spese di manutenzione. Pochi i sindaci presenti, il che rappresenta senz’altro un vulnus importante. E’ come se molti primi cittadini si siano volutamente disinteressati della vicenda, quando in questi giorni è sotto l’occhio del ciclone. A votare “no” all’approvazione del documento di bilancio, i rappresentanti dei comuni di Cassino, Anagni, San Vittore del Lazio, Sant’Apollinare, Strangolagalli, San Giovanni Incarico, Co-

reno Ausonio e Pignataro Interamna, nonché la Provincia di Frosinone. A favore tutti i rappresentanti dei comuni di centrosinistra. Con questo voto di fiducia incassato, il presidente della Saf, Cesare Fardelli, rimane in sella, anche se non si faranno attendere ulteriori strascichi polemici. Infatti, il secondo punto caldo della discussione, ha riguardato la nota diffusa dall’Arpa Lazio secondo la quale sarebbero presenti quantitativi di materiale radioattivo nel cdr prodotto dalla Saf e depositato presso il termocombustore di San Vittore del Lazio. Ad accendere la polemica, proprio il vicepresidente della Provincia, Fabio De Angelis, il quale ha informato i presenti di aver inoltrato il dossier dell’agenzia di controllo ambientale alla Procura della Repubblica di Cassino e Frosinone. Il presidente della Saf ha dichiarato di non conoscere il suddetto documento e che sa-

rebbe occorso solo approvare il bilancio. Una nuova assemblea sarebbe stata convocata per discutere del problema. Animata la

“Pericoli per personale e territorio” Per i tecnici Arpa mancano sistemi di rilevamento nello stabilimento L’Arpa Lazio, nei suoi costanti interventi di analisi del territorio, ha evidenziato la presenza di materiale radioattivo presso il termovalorizzatore di San Vittore del Lazio proveniente e mescolato al Cdr prodotto a Colfelice. I tecnici hanno rilevato che tale presenza fa ipotizzare la mancanza di un sistema di rilevamento all’entrata che mette a rischio la salute del personale che tratta il materiale in ingresso, nonché una indebita e non quantificata esposizione per la popolazione ed il rischio di contaminazione del territorio che può avvenire nel percorso di trasporto dei materiali sia in arrivo alla Saf che nel tragitto verso san Vittore. In particolare è stata accertata la presenza di Iodio 131 superiore al limite di 1 Bq/grammo considerato come limite di applicazione della norma a materiali radioattivi per avendo tale isotopo un tempo di dimezzamento inferiore a 75 giorni.

discussione seguente, con molti dei presenti che hanno posto l’attenzione nei loro interventi proprio sul problema della gestione

dei rifiuti, chiedendo l’affidamento dei settori produttivi a operatori pubblici, così da evitare che le ditte private guadagnino sullo smaltimento. Inoltre, molti sindaci hanno evidenziato l’ormai inadeguatezza dell’impianto di Colfelice per quanto concerne la raccolta differenziata, dal momento che non accoglie il vetro e propone la raccolta multi materiale a costi eccessivi. Tanto che alcuni enti si rivolgono a ditte private per la differenziata. Dunque, una riunione accesa, interlocutoria sul tema ciclo dei rifiuti in provincia di Frosinone. Per ora è passato il bilancio, ma tante altre saranno le battaglie che si annunciano nei prossimi giorni. Sempre in attesa delle indagini portate avanti dagli organi inquirenti. In tutto questo caos e rimpallo di responsabilità, il cittadino comune si domanda: ma la mia salute chi la tutela? Pompeo Di Fazio

“Debole la gestione della Saf” Contestazione del vicepresidente De Angelis Il vicepresidente dell’amministrazione provinciale, Fabio De Angelis, è colui che in questi giorni ha fatto scoppiare il caso dei bilanci della Saf. Ed ha affondato il colpo ancora durante la discussione per l’approvazione del documento contabile 2010. Oltre 7 milioni di euro per il conferimento dei rifiuti inertizzati alla discarica di Cerreto, a completa gestione privata. Oltre 3 milioni di euro versati all’Eall, azienda che gestisce il termivalorizzatore di San Vittore del Lazio per inviare il Cdr prodotto dallo stabilimento di Colfelice. E ancora: i costi dell’energia elettrica a fronte di 15 milioni di euro di finanziamenti della Regione Lazio per il revamping della struttura che non è stata ancora completamente messa a regime.“Il bilancio è passato – ha sottolineato De Angelis – ma ha dimostrato, vista la scarsa presenza in aula dei sindaci, l’assoluta debolezza della gestione messa in campo sino ad ora dalla Società Ambiente Frosinone”

Il gaudio delle associazioni per l’ambiente Le polemiche di questi giorni fanno cantare vittoria, anche se una vittoria amara, ai rappresentanti delle associazioni ambientaliste che da anni lottano sul territorio. Delle vere e proprie battaglie per chiedere la chiusura della discarica di Cerreto, in una zona, il triangolo Roccasecca - Colfelice - San Giovanni Incarico, divenuto oramai la pattumiera della Ciociaria. Dove rischia seriamente di venir meno un vero e proprio ecosistema naturale e dove aumentano le patologie derivanti dall’inquinamento

ambientale. Per l’associazione Contrasto di Roccasecca, una delle più attive sul territorio, la documentazione prodotta dall’Arpa Lazio sul combustibile derivato dai rifiuti è la dimostrazione che le battaglie condotte in questi anni erano giuste. Che bisogna vederci chiaro a Colfelice. Che la gente ha paura. Che la vita delle persone e la tutela della salute devono essere messe al primo posto rispetto al business. Speriamo sia la volta buona, anche se è già tardi.


FROSINONE “Comune? basta col tirare a campare” Il consigliere Mastrangeli chiede risposte certe al sindaco Marini FROSINONE - Lo avevamo detto in tempi non sospetti: per il sindaco del Comune capoluogo, Michele Marini, inizia una stagione tutta in salita ma,

soprattutto, piena di insidie. Tirato per la giacca dai suoi stessi alleati, il primo cittadino frusinate dovrà comunque prendere una decisione e dovrà farlo in tempi brevi. Da un lato, infatti, il Psi che chiede la testa di Venturi, dall’altro il gruppo di realtà civica” che vuole addirittura l’azzeramento della Giunta e la riduzione del numero degli assessorati. Infine, la sortita del consigliere Riccardo Mastrangeli il quale, dopo un’analisi della situazione interna alla maggioranza, invita Marini a smettela di “tirare a campare”. “Trascorsa la tornata elettorale che ha visto, ancora una volta, il centro sinistra soccombere in maniera pesante rispetto ad un centro destra che ha fatto il pieno dei voti specie nella Città Capoluogo – ha dichiarato Mastrangeli - il primo cittadino è chiamato a dare le prime risposte senza ulteriori rinvii. Bisognerà poi verificare se queste risposte saranno sufficienti a garantirgli la maggioranza numerica in consiglio. Il Sindaco Ma-

rini, in realtà, non sembra avere la forza per accontentare le richieste provenienti da più parti di rivedere l’assetto della giunta e rilanciare in maniera sinergica l’azione amministrativa. Il Sindaco è noto per essere tutt’altro che decisionista, né tantomeno è un politico che affronta di petto i problemi. Cerca sempre la mediazione, cerca di trovare le soluzioni più indolori, ma rischia seriamente di essere sommerso dal suo temporeggiamento infinito. E questa volta il conto alla rovescia non è iniziato dai banchi dell’opposizione, ma da quelli di maggioranza, critica evidentemente della scarsa incisività di governo e stufa di una lenta ma inevitabile agonia amministrativa che rischia di trascinarli stancamente sino alle prossime elezioni. Non tutti, quindi, sembrano voler rischiare di rimanere con il cerino in mano. L’azzeramento della giunta, il rimpasto, il nuovo documento programmatico potrebbero davvero spezzare in maniera definitiva

una maggioranza di governo granitica, solo dal punto di vista numerico ma che, domani, potrebbe non esserlo più nemmeno sotto questo profilo”.

“Campagna amica”, previsto un nuovo successo L’appuntamento oggi, dalle 16 alle 20, nel piazzale della Coldiretti. Entusiasta il presidente Lisi A Frosinone torna il mercatino di “Campagna amica”. Dopo il successo delle edizioni precedenti, la Coldiretti guidata da Gianni Lisi e con “Agrimercato Frosinone”, diretto da Loris Benacquista hanno deciso di riproporre per oggi dalle 16 alle 20, presso il piazzale della sede della Coldiretti, un appuntamento che ha come scopo principale quello di portare alla ribalta, ancora una volta, sicurezza, qualità, tracciabilità, genuinità, territorialità, stagionalità e, soprattutto convenienza. Questo, infatti, il messaggio principale che si vuole trasmettere e di cui Lisi ha spiegato obiettivi e finalità: “ La manifestazione nasce dal successo delle precedenti e dal crescente interesse per queste occasioni di incontro tra i cittadini e i consumatori. Questi ultimi potranno incontrare la qualità, il colore, il sapore dei nostri prodotti, il tutto condito a un prezzo giusto!''.All’evento, infatti, saranno presenti vari

stand provenienti da tutta la Ciociaria, ognuno con i prodotti tipici della propria zona: pane e farine, olio, carne e uova, ortaggi, confetture e mix per dolci, salumi, formaggi, ricotte e latticini, vino, miele, frutta. Per tutti i visitatori la possibilità di acquistarli direttamente dai produttori, ad un prezzo scontato su quello di mercato, con momenti di degustazioni gratuite di vini e salumi. Intanto sono state fissate le altre date del mercato che sono: 22 maggio, 16 giugno ed 17 luglio. “I nostri stand - ha aggiunto Lisi - permetteranno di acquistare, a prezzi davvero interessanti, i prodotti dagli imprenditori presenti, che rappresentano una fetta degli agricoltori che da anni ha fatto della genuinità e della rintracciabilità il dna delle proprie aziende. Auspichiamo una risposta dei cittadini-consumatori adeguata agli sforzi che stiamo profondendo e sono certo che anche questa volta non resteremo delusi. Intendiamo far divenire realtà consolidata il mercato di

campagna amica con prodotti agricoli locali, freschi e di stagione, a “km 0”, perché venduti direttamente dai produttori locali. La Ciociaria non è certo all’anno zero e questo è già un risultato importante, che rappresenta un punto di partenza e non certo di arrivo, al fine di indirizzare politiche sempre più nella direzione dei consumatori, che oggi più di prima vanno d’accordo con gli sforzi dei produttori”. Un’iniziativa che guarda, insomma, alla sana alimentazione e l’offerta di prodotti alimentari “dal prezzo-qualità imbattibile”, che costituiscono il biglietto da visita della manifestazione.“Cercheremo di riprodurre uno spaccato delle nostre realtà agricole – ha concluso il direttore della Coldiretti di Frosinone – dove i bambini possono imparare a conoscere la campagna. L’obiettivo, oltre al risparmio, è quello di far sì che il consumatore trovi prodotti freschi, del territorio, assolutamente controllati e quindi sani”.

Iniziativa di sensibilizzazione per i rifiuti, ecco luoghi e date Una campagna porta a porta completamente gratuita, per sensibilizzare la cittadinanza sulla raccolta dei rifiuti e su quella dei rifiuti solidi urbani in maniera particolare. Si tratta di un’iniziativa messa in campo per debellare il dilagante fenomeno dell’abbandono dei rifiuti ingombranti, per strada e nelle periferie. Per questa ragione l’Amministrazione comunale ha deciso di offrire un servizio gratuito che è stato così calendarizzato: sabato 8 maggio la raccolta sarà effettuata presso il piazzale

San Gerardo (Via San Gerardo); sabato 29 maggio, invece, ci si sposta nel pressi del piazzale antistante la chiesa S. Paolo , nel quartiere Cavoni; Infine, sabato 5 Giugno la raccolta avverrà in piazza Sandro Pertini. I cittadini residenti nel comune di Frosinone, muniti di documento di riconoscimento, possono consegnare gratuitamente, dalle ore 8 alle ore 12 , al personale della Impresa Sangalli presente sul posto, esclusivamente le seguenti tipologie di rifiuto: rifiuti di apparecchiature elettriche

ed elettroniche e rifiuti ingombranti, come mobili, poltrone, materassi, biciclette, sedie, specchi, e le frazioni merceologiche provenienti da apparecchiature elettriche (apparecchi radio, televisivi, registratori, etc.), piccoli e grandi elettrodomestici (es. condizionatori d’aria, lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie etc.), apparecchiature informatiche (es. personal computer compresi mouse e tastiera, stampante e monitor, etc.), le apparecchiature di illuminazione (escluso lampadine).

Frosinone, XI edizione del premio“Mancini”

Pofi, la “due giorni” dei radioamatori

Alle ore 18 di Martedi 27 aprile si terrà, presso il Conservatorio Licinio Refice, la cerimonia di consegna delle borse di studio relative alla XI edizione del Premio "Vinicio Mancini" da parte del Rotary Club di Frosinone , riservata ai nove migliori diplomati nella scorsa sessione. Il programma prevede l'esecuzione di numerosi brani musicali da parte dei premiati. L’appuntamento è divenuto una vera e propria tradizione ed è tanto atteso dai frusinati.

Oggi e domani, in piazza Vittorio Emanuele a Pofi, si terrà il XX Raduno Interregionale dei Radioamatori, organizzato dalla sezione provinciale dei Radioamatori Italiani. Il tradizionale appuntamento avverrà nel corso della XXIII Mostra Mercato del Fiore e per l'occasione verrà allestita una piccola esposizione fotografica e di apparecchiature radio, nei locali in via G. Marconi.

11 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010


FRUSINATE Percosse, lesioni, maltrattamenti continui su un’anziana. Intervento dei carabinieri dopo la denuncia del figlio

Badante violenta, in manette una 54enne di Veroli V E R O L I - M a l t r a t t ava i n m a niera reiterata un’anziana signora non autosufficiente, della quale, essendone la badante, ne av e v a l a c u s t o d i a . Pe r q u e s t o un a 54en n e di Ver ol i è stata arr estata con l ’accusa di mal tr attamenti e lesioni personali dai carabinieri della locale staz i o n e. I m i l i t a r i h a n n o d a t o esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tr i bun al e di Fr osi n on e. Al l ’epi logo penale di ieri si è giunti, poi ch é i mi l i tar i oper an ti , a seguito di una complessa attività info-investigativa, intrapresa a seguito della denuncia sporta dal figlio dell’anziana signora, sono riusciti ad accertare che P.F., queste l e i n i zi al i del l a badante arrestata, m a l t r a t t av a

reiteratamente l’anziana sig n o r a s o t t o p o n e n d o l a a p e rcosse tali da procurargli lesioni giudicate guaribili in dieci giorni. Gesti atroci, come quella di legare l’anziana donna alla spon da del letto con u n p aio di c o l l a n t . . Pe r t a l i r i s u l t a n z e p e nali, lo scorso 13 aprile la donna è stata denunciata in stato di libertà alla Procura d e l l a R e p u b b l i c a p r e s s o i l Tr i b u n a l e d i Fr o s i n o n e c h e, c o n l’emissione dell’Ordinanza in a r g o m e n t o, h a c o n c o r d a t o p i e namente con le risultanze investigative raccolte dai militari oper an ti . L a p r e ve n u t a d o p o l e f o r m a l i t à d i r i t o, è s t a t a c o n d o t t a p r e s s o i l s u o d o m i c i l i o, c o n i l v i n c o l o c o e r c i t i vo p e r s o n a l e degl i ar r e s ti dom iciliari.

Ladro in fuga sull’autostrada Fermato dalla Polizia stradale ANAGNI - Aveva rubato un furgone Iveco a Roma e pensava di farla franca sulla A1 in direzione Napoli. Un 48enne di San Giuseppe Vesuviano (Na) ieri all’alba è stato arrestato dalla Polizia stradale di Frosinone. Gli uomini della sottosezione autostrada hanno, infatti, bloccato il malvivente nei pressi di Anagni. L’uomo viaggiava in direzione

sud e il mezzo rubato sarebbe stato poi destinato al mercato clandestino napoletano. Gli agenti in servizio sono riusciti a bloccare l’uomo, al momento del controllo hanno rinvenuto all’interno dell’abitacolo arnesi atti allo scasso e soprattutto hanno notato un cacciavite immesso nel blocco di accensione del mezzo. Inoltre a rendere evidente l’azione di furto le

ALATRI - Raggiunto l'accordo per la realizzazione della rotatoria della Superstrada Sora-Ferentino sulla strada regionale 155 in località Le Pigne. L'approvazione del progetto c'è stata mercoledì scorso. L'opera è prevista al km 3+020, nei pressi dei Capannoni Zeppieri, dove ora ci sono le uscite con gli impianti semaforici.

L'Astral, azienda che si occupa della manutenzione stradale nel Lazio, ha accettato tutte le richieste pervenute dal Comune di Alatri, che ha presentato anche una domanda per la realizzazione delle opere compensative che saranno indispensabili in seguito alla costruzione della rotatoria.

Sora, i giovani in coro “Fermiamo lo smog” SORA - Si terrà questa mattina dalle ore 10 a Sora, in piazza Indipendenza, una manifestazione del 3° Circolo nell’ambito del progetto di educazione ambientale “Fermiamo lo s mo g c o n 10 0 s t ra d e p e r g i o c a re ”. Un modo per sensibilizzare tutti i c i t t a d i n i ve r s o u n a v e r a c u l t u r a i n dif es a d el l ’ am b i e n t e e d e l l a n a t u r a .

ANAGNI – Si svolgerà oggi pomeriggio, alle 18,00, nel portico del Palazzo Comunale di Anagni, una assemblea pubblica sulla questione dell'inceneritore di “car-fluff” e sull'inquinamento della Valle del Sacco. Il programma della giornata prevede alle 17,00 il raduno dei manifestanti a Porta Cerere e partenza del corteo lungo Via Vittorio Emanuele, fino al Palazzo comunale dove alle 18 ,00 avrà inizio l'assemblea pubblica. Sono stati invitati all’appuntamento il sindaco di Anagni Carlo Noto, l'Assessore all'Ambiente e Vicepresidente della Provincia Fabio De Ange-

serrature forzate in entrambi i lati della vettura. Si tratta dell’ennesimo furto sventato dalla Polizia Stradale di Frosinone, nell’ultimo mese sono stati cinque i mezzi rubati sul territorio provinciale. Questa mattina la convalida dell’arresto, l’uomo dopo le formalità di rito è stato condotto presso il carcere di Frosinone a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Alatri,arriva la rotator ia

Anagni si mobilita contro l’inquinamento lis, il Presidente della Provincia Antonello Iannarilli, il Consigliere Regionale Franco Fiorito e la Presidente della Regione Renata Polverini. Si tratta di una manifestazione organizzata dalle associazioni Diritto alla Salute, Anagni Viva, La Guerra di Piero, Rete per la tutela della Valle del Sacco, Comitato Osteria della Fontana, Comitato Ponte del Papa e Comitato Vox Populi, che hanno fatto quadrato attorno all’emergenza ambientale per tutelare il territorio contro qualsiasi nemico ambientale e che metterebbe in pericolo la salute dei cittadini.

Il team UC AlatriToti R.B. costruzioni parteciperà al 19^ trofeo Atina Bike ATINA - Un importante appuntamento per gli appassionati di ciclismo: la squadra Esordienti del team UC Alatri Toti Trans R.B. Costruzioni, al gran completo, parteciperà domenica 25 al 19° trofeo Atina Bike , in programma ad Atina su un Circuito di Km 5,4 da ripetersi 5 volte per un totale complessivo di Km 27. Il via verrà dato alle tredici e trenta: sulla scorta dei risultati ottenuti domenica scorsa ad Acilia, nella giornata che ha rappresentato il debutto stagionale, le chance di ben fi-

gurare sono affidate in primo luogo a Gabriele Rossi, “secondo classificato” nella prima uscita dell’anno ed astro nascente della compagine ciociara . Ma anche Nicolò Bellotti, Massimiliano Patriarca, Como Alessandro, “i primi anni” Andrea Romano (4° arrivato), Italo Rinna e le donne Emilia Frezza e Marika Bellotti, potrebbero rappresentare altrettante valide pedine alternative nelle mani dei direttori sportivi Gianluca Rossi e Achille Coccia che hanno il compito di preparare gli

Alvito, mons. Antonelli presenta il suo libro ALVITO - Si terrà oggi ad Alvito la presentazione del volume:”Gli ospedali delle parrocchie e degli ordini religiosi esistenti nella Città e Diocesi di Sora dal sec. XI al sec. XIX”. E’ un libro che rivela l’attenzione e lo studio accurati di mons. Dionigi Antonelli, Presidente del Comitato Scientifico dell’Archivio Storico Diocesano. La manifestazione avrà luogo oggi presso il Palazzo Ducale alle ore 17:00.

atleti alle varie competizioni che si svolgeranno in questo 2010. Una rappresentanza della squadra Uc Alatri Categoria Giovanissimi che comprende Patrizia Parravano, Francesco Parravano, Mirko Iafrati e Francesca Recchia, scenderanno in Abruzzo, precisamente a Sulmona per partecipare al VIII Gran Premio S. Panfilo, Organizzato dalla ASD Confetti Pelino Sulmona, su un Circuito di un kilometro da ripetersi a secondo della categoria: la prima partenza è prevista per le ore 9,30.

13 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010


SPORT CALCIO SERIE B

I canarini si giocano una grossa fetta di salvezza sul campo del temibile Albinoleffe

Il Frosinone non può sbagliare Moriero recupera Biso ma perde Basso eTroianiello: serve una reazione per non sprofondare BERGAMO - – I quarantasei punti dell'Albinoleffe e i quarantatre punti del Frosinone non bastano ad entrambe per giocare in tranquillità il match odierno. I tre punti sono d'obbligo per entrambe le squadre ma l'Albinoleffe appare più tonica mentre il Frosinone deve rimuovere dai propri ricordi le recenti prestazioni imbarazzanti, ultima la sconfitta in casa contro il Vicenza. A sei turni dal termine della stagione il Frosinone di Checco Moriero cerca un successo per mettere tre pesanti mattoni sulla salvezza. Una vittoria contro i padroni di casa dell'Albinoleffe non ga-

Basso non sarà del match

rantirebbe ancora la permanenza matematica in B ma, considerando anche le delicate sfide delle dirette rivali, rappresenterebbe un bel passo in avanti. Il rovescio della medaglia però è pesante. In caso di sconfitta si avrebbe un Frosinone con un piede e mezzo nei play-out. Quindi oggi pomeriggio allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia si affronteranno due squadre affamate di punti ben consapevoli dell'importanza del match e pronte a darsi battaglia su ogni pallone. Al termine dell’allenamento il tecnico canarino ha diramato la lista dei 19 convocati: torna disponibile Biso, mentre saranno costretti a dare forfait Basso e Troianiello alle prese ancora con i rispettivi infortuni; assenti anche Stellone per squalifica e Caremi che si sta sottoponendo ad esami specifici; ancora una convocazione per il centrocampista della Primavera Adrian Ucchino. Questi i convocati : Frattali, Sicignano, Ascoli, Bocchetti, Del Prete, Giubilato, Guidi, Maietta, Scarlato, Semenzato, Basha, Biso, Bolzoni, Cariello, Ucchino, Aurelio, Calil, Mazzeo, Santoruvo.I probabili undici in

campo dall'inizio vedono il ritorno in porta di capitan Sicignano, difesa a tre con Maietta, Giubilato e uno tra Guidi e Semenzato. Centrocampo a cinque con Basha, Biso, Bolzoni, Cariello e Mazzeo, Duo d'attacco con Calil e Santoruvo. Il Frosinone come già detto viene dalla bruttissima sconfitta interna contro il Vicenza mentre la squadra di Mondonico viene da due pareggi consecutivi contro Modena e Grosseto. Statistiche alla mano i precedenti ci raccontano di una gara molto incline al pareggio. Nei sette incontri precedenti infatti tra le due formazioni sono ben quattro i pareggi. Mentre sono due le vittorie per il Frosinone ed una sola volta l'Albinoleffe ha conquistato il bottino pieno. L'ultima vittoria del Frosinone risale a maggio duemilanove con i canarini che si imposero per due a zero con le reti di Dedic e Eder. Venendo agli avversari per preparare al meglio la gara contro i ciociari, gli uomini di Mondonico sono stati in ritiro in settimana a Paratico. Il mister dei bergamaschi deve fare i conti con i guai fisici di Previtali e Perico, entrambi in forte dub-

CALCIO ECCELLENZA

Premio di benemerenza al Sora per i suoi oltre 100 anni di attività SORA - Il Presidente del comitato regionale Lazio Melchiorre Zarelli ha comunicato alla società volsca che la Lega nazionale dilettanti, nella persona del Presidente Carlo Tavecchio, ha conferito il premio di benemerenza alla ASD Sora calcio 1907 per i suoi oltre cento anni di attività. E' in effetti il 1907 quando a Sora, all'epoca provincia di Terra di Lavoro, venne fondato il "Club Ginnastica e calcio Sora". In quel tempo il calcio era ancora uno sport poco conosciuto tanto che, nel vasto territorio che va da Roma a Napoli, quella fu una delle primissime squadre di calcio ad essere costituita. Sono pochi nel panorama calcistico nazionale a poter vantare una ultracentenaria storia Il Sora calcio del 1907 calcistica e questo attestato di benemerenza è il giusto riconoscimento alla passione con cui la città di Sora ha sempre sostenuto e seguito le gesta degli atleti in maglia bianconera. L'importante riconoscimento, di cui tutti gli amanti del calcio sorano andranno sicuramente fieri, giunge poi in un momento particolare della storia calcistica bianconera. Dopo i fasti del recente e lungo professionismo la città non si è persa d'animo e con molta umiltà ha voluto ricostruire, ripartendo da zero e senza perdersi di animo, quanto di buono e importante fatto nel panorama calcistico nazionale grazie al sacrificio e alla passione di diverse generazioni di Presidenti, dirigenti e tifosi. Il premio sarà conferito il giorno 15 Maggio 2010 presso l'hotel Hilton Rome Airport.

14 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010

L’avvertimento di Ibra: “Il Barca è più forte” Pe r i l r i t o r n o d e l l a s e m i f i n a l e d i Ch a mp i o n s , l o s v e dese Zl atan I brah i m o v i c " m i n a c c i a " l a s u a e x s q u a d ra n o n o s t a n t e i l p e s a n t e ko d i m a r t e d ì scorso a San Siro: «I favoriti riman i a m o n o i . A b b i a m o u n a s q u a d ra molto migliore e li abbiamo già battu ti . Al Ca mp N o u c i sarà u n a gran de a tmo s f e ra » .

37^ GIORNATA Cesena - Empoli Albinoleffe - Frosinone Ascoli - Piacenza Brescia - Reggina Cittadella - Mantova Crotone - Torino Gallipoli - Salernitana Grosseto - Lecce Sassuolo - Ancona Vicenza - Padova Triestina - Modena bio, che vanno ad aggiungersi ai sicuri assenti Piccinni, Cisse e Bergamelli. Il 3-5-2 dovrebbe comunque essere il modulo di partenza, con Garlini, Foglio e Laner pronti a giocarsi un posto sulla destra. Probabile anche un ritorno di Bombardini, di nuovo disponibile come Bernardini, che potrebbe prendere il posto proprio di Previtali in mezzo al campo. Albinoleffe – Frosinone è stata affidata al Signor Calvarese Gianpaolo della sezione di Teramo. Il fischietto abruzzese dirige per la prima volta i canarini nella stagione in corso. Il Frosinone di Checco Moriero è inguaiato

CLASSIFICA Lecce Brescia Cesena Sassuolo Grosseto Cittadella Torino Empoli Ancona (-2) Crotone (-2) Ascoli Albinoleffe Reggina Piacenza Modena Vicenza Frosinone Triestina Mantova Padova Gallipoli Salernitana (-6)

64 59 59 58 57 57 55 52 50 50 50 46 46 46 46 44 43 42 41 40 37 17

nella lotta per non retrocedere, a Bergamo sicuramente sarà affamato di punti. Speriamo solo che non abbiamo più “fame” i padroni di casa. Andrea Mastrantoni

CALCIO LEGA PRO

Isola Liri, a Brindisi per tentare l’impresa Grossi punta su Fofanà in grande spolvero ISOLA LIRI - sul terreno di gioco dello stadio Franco Fanuzzi l'Isola Liri scenderà in campo per affrontare la formazione di casa del Brindisi, una squadra ben motivata in quanto in piena lotta per entrare nei play off. La gara Brindisi – Isola Liri mette in gioco punti importanti per entrambe le formazioni. Isola viene dalla vittoria interna per uno a zero contro la Vico Equense e Brindisi dalla sconfitta esterna con l'identico minino scarto rimediata in quel di Barletta. Una vera boccata d’ossigeno i tre punti conquistati dal team giudato da Sandro Grossi nell’ultimo turno di campionato che però non consentotno ancora ai biancorossi di ritenersi al sicuro da spiacevoli sorprese. La classifica infatti, per quel che concerne la lotta play-out, è molto corta e comprende almeno sei compagini che si da-

ranno battaglia in questi ultimi tre turni nell’intento di accaparrarsi più punti possibili. I prossimi avversari degli isolani invece sono reduci dalla pe-

Fofanà decisivo colVico Equense sante battuta d’arresto maturata nel derby col Barletta che però non ha precluso ai salentini la possibilità di centrare gli spareggi promozione. Mister

Sandro Grossi conosce bene la formazione del Brindisi ed è soprattutto buon conoscitore e buon amico del centrocampista biancazzurro Imperio Carcione, cassinate di nascita e per tanti anni in forza proprio al Cassino, ed anche per questo sa che la gara di domani non sarà affatto facile. Massima concentrazione quindi per Mangiapelo e compagni che in caso di vittoria potrebbero considerarsi già quasi in vacanza. Grossi dovrà fare a meno del centrocampista Carboni, appiedato dal giudice sportivo per una giornata ma potrà contare sull’apporto di un Fofanà finalmente recuperato ed in grado di procurare pericoli alla difesa brindisina La direzione della gara è stata al signor Coccia Andrea di San Benedetto del Tronto. Assistenti Falanga Antonio e Ciampa Gerardo di Torre del Greco. andr.mastr.

L’olimpionico Merritt positivo agli steroidi I l v e l o c i s t a a m e r i c a n o L a S h aw n M er rit t , vinc it ore dei 400 met ri piani a l l e O l i m p i a d i d i Pe ch i n o , e a t t u a l e campione del mondo in carica sulla specialità, è risultato positivo ad un test antidoping. Lo ha confermato il s u o l e g a l e , i l q u a l e h a p re c i s a t o ch e L a S h aw n h a g i à a c c e t t a t o u n a " s o spens ione t emporanea" dell' at t ivit à.


SPORT CALCIO LEGA PRO

Il capitano azzurro ritiene che l’obiettivo play-off sia difficile ma non impossibile

Cassino, Martinelli non demorde “Questo gruppo non si è mai arreso ed ha l’obbligo di crederci fino in fondo” CASSINO - Il gruppo azzurro ha svolto ieri l’ultima seduta di allenamento che precede la rifinitura in programma questa mattina allo stadio Salveti. La gara col Barletta di domani, dopo la cocente sconfitta di Vibo Valentia, ha ridimensionato le possibilità di vedere il Cassino lottare fino all’ultima giornata di campionato per l’obiettivo dei play-off. Resta il fatto che se gli azzurri vorranno nutrire ancora qualche

L’esultanza del capitano

speranza di agganciare il treno degli spareggi promozione, dovranno per forza di cose battere un Barletta che gode di ottima salute dopo la vittoria ottenuta nel derby col Brindisi che ha consentito ai biancorossi di Sciannimanico di balzare prepotentemente in quarta posizione. Il capitano del Cassino Emanuele Martinelli, che nell’ultima uscita al Salveti col Siracusa ha realizzato la rete che ha sancito la vittoria azzurra, è uno di quelli che ci credono sempre e comunque. L’ex terzino di Benevento e Grosseto ha le idee chiare su come affrontare i prossimi avversari. “Domenica contro il Barletta dovremo scendere in campo con la stessa determinazione e voglia di lottare che hanno contraddistinto le ultime due uscite interne contro Brindisi e Siracusa e poi alla fine dei novanta minuti faremo i conti sperando magari in qualche risultato per noi positivo proveniente dagli altri campi del girone. - ha affermato Martinelli - Quello che mi sento di dire in questo momento, in qualità di capitano di questa squadra, è che

il gruppo non si è mai arreso ed ha tutte le intenzioni di dare il massimo onorando questo campionato fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Anche se obiettivamente il traguardo dei play-off si è allontanato e con questa situazione di classifica appare molto difficile da raggiungere, il Cassino ci proverà ugualmente in quanto gli stimoli nel calcio sono fondamentali ed io ed i miei compagni non abbiamo nessuna voglia di mollare”. Una difesa strenua del gruppo quella adoperata da Martinelli il quale, nella parte del capitano esemplare, ha sostenuto che contro la Vibonese la squadra ha fatto di tutto per ottenere la vittoria. Diverso invece il pensiero di Youssuf Koné, che è stato molto più autocritico e realista nell’asserire che a Vibo Valentia si è verificato un calo di concentrazione inaspettato e talmente evidente da far risultare goffo qualsiasi tentativo di mascherarlo. Sulla sconfitta di domenica scorsa questo è il pensiero di Martinelli. “Purtroppo quando una squadra si

Un’incursione di Martinelli nell’area siracusana trova nella condizione di dover rincorrere le avversarie non può mai sbagliare. - ha dichiarato il capitano azzurro - A Vibo siamo scesi in campo per dare il massimo ma all’atto pratico non siamo riusciti ad incanalare la partita nei binari a noi più congeniali: domenica il Cassino ha disputato una gara apatica però questo non significa che non siamo scesi in campo con la voglia di vincere e di por-

BASKET SERIE C2

CALCIO LEGA PRO

Longo&Pagano: è l’Eurobasket Roma il primo avversario nei play-off Il coach cassinate: “Abbiamo più esperienza e tanta voglia di stupire” CASSINO - Sarà l’Eurobasket Roma il primo avversario da superare per la Longo&Pagano nei quarti di finale dei playoff, in programma tra una settimana. La squadra cassinate ha terminato la stagione regolare al quinto posto, ragion per cui affronterà la quarta dell’altro raggruppamento. Un girone di ritorno esemplare quello disputato dagli uomini di Luigi Pagano, in grado di vincere undici partite su tredici e di accorciare notevolmente il gap con la vetta della classifica. “Probabilmente senza l’emergenza infortuni che abbiamo dovuto affrontare nella prima parte del campionato, oggi saremmo qui a parlare di primo o secondo posto. – ci spiega l’allenatore, mostrando più rammarico che soddisfazione – Sarebbero

bastati due punti in più per la conquista della seconda piazza”. Pagano poi dimostra di conoscere bene il prossimo avversario: “L’Eurobasket è una squadra molto

Una fase del match con la Fortitudo simile alla Fortitudo, l’ultima nostra contendente nella regular season. Fa della freschezza fisica il suo punto di

forza, essendo composta da molti giocatori della juniores under 19, che attualmente sono anche impegnati nell’Interzona. E’ chiaro dunque come un vantaggio per loro stia nel fatto di essere molto più allenati di noi, che di contro però potremmo mettere sul campo una maggiore esperienza. Il loro cammino in campionato è stato praticamente l’opposto del nostro: hanno disputato un’ottima andata perdendo solo due incontri, mentre sono calati nel ritorno, in concomitanza con il campionato juniores”. Dalle parole del mister traspare come gli impegni ravvicinati possano rappresentare, per la compagine romana, un’arma a doppio taglio: sarà interessante capire se nei playoff prevarrà l’allenamento o la stanchezza. La Longo ha

tare a casa tre punti che avrebbero significato tanto in ottica play-off. Finchè la matematica non fornirà il suo verdetto il Cassino ha comunque l’obbligo di crederci e di perseguire un obiettivo che nel caso in cui venisse raggiunto sarebbe paragonabile ad un vero e proprio miracolo sportivo se andiamo ad analizzare le vicissitudini affrontate durante l’arco della stagione”. Antonino Massara

pienamente dimostrato come, con la squadra al completo, possa giocarsela con tutti, ma sono proprio gli acciacchi fisici di qualche importante elemento a preoccupare Pagano. “Questa settimana purtroppo ci siamo allenati malissimo: Cuello accusa problemi ad un polpaccio, Guida è alle prese con una forma influenzale e Valvola ha un dito ingessato a causa di una microfrattura. Le nostre chanches di andare avanti negli spareggi dipendono molto dalla possibilità di allenarci bene e di avere gli uomini chiave in buone condizioni atletiche”. Per fortuna c’è ancora una settimana per sistemare le cose. La sfida con l’Eurobasket sarà al meglio dei due incontri. In caso di un match vinto a testa si giocherà la bella. Luca Tedeschi

Raiola su Balotelli-Inter: “Una situazione persa”

Cassano: “Se segno esulto Lippi chi? Il conduttore? ”

A l t ro c o l p o d i s c e n a s u l l a s i t u a zione d e ll' a t t a c c a n te : i l su o p ro cu ra tore ha definito il rapporto con il club n e ra z z u r ro « U n a s i t u a z i o n e p e r s a , u n a s p i ra l e n e g a t i v a » e h a a t t a c c a t o M o u r i n h o : « D i c e ch e è e d u c a t o , n o n educ a t o: m a ch i g l i h a ch i e sto ma i d i educarlo? Deve allenarlo, e se poi non ti v a b e ne l o m a n d i v i a » .

Il fuoriclasse della Sampdoria Antonio Cassano senza peli sulla lingua: «Quando vado nella capitale insultan o m e e m i a m adre. Se loro non ris p e t t a n o m e , n o n v e d o p e r ch é i o d o v r e i r i s p e t t a r e l o r o . Pe r i l t i t o l o v e d o f a v o r i t i i n e ra z z u r r i . A i M o n diali tiferò Italia. Lippi? Chi è, il condu ttore tel ev i si v o?» .

Al Salveti fischia Di Ciommo CASSINO - E’ stato designato l’arbitro che dirigerà l’incontro del Salveti tra Cassino e Barletta. Per questa importante sfida è stato scelto Michele Di Ciommo della sezione Aia di Venosa, il quale verrà coadiuvato dal primo assistente Sergio Roccasalvo di Catania e dal secondo assistente Claudio Salvato di Messina. Michele Di Ciommo, arbitro 33enne di Venosa dove svolge la professione di commercialista, ha iniziato molto tardi la sua carriera (alle soglie dei venticinque anni nel 2002) ma ha bruciato letteralmente le tappe e affronta quest'anno la sua seconda stagione in Can Pro. Per lui attualmente un ruolino di 19 gare dirette con netta prevalenza di segni 1 (ben 10) rispetto ai 7 pareggi e le sole 2 vittorie delle squadre in trasferta. Un solo precedente del direttore di gara con gli azzurri risalente alla passata stagione quando si imposero sul Valdisangro per 4 reti a 2.

15 ANNO I - N° 47 SABATO 24 APRILE 2010


Settimana Cultura Museo gratis per tutti

Commercio da salvare a Pontecorvo

CASSINO - Il Museo archeologico della Città martire organizza, nell’ambito della Settimana della Cultura, visite gratuite ai nuovi reperti esposti nel Parco. L’iniziativa avrà luogo domani alle ore 11 presso la struttura ubicata alle pendici di Montecassino. Il direttore del Museo, Silvano Tanzilli, invita tutti a partecipare all’evento in programma. PAG.5

PONTECORVO - Incontro tra i commercianti a Pontecorvo per discutere della riorganizzazione del traffico veicolare e dei parcheggi, sullo spostamento del mercato e sulle iniziative da adottare per rilanciare il settore. All’incontro hanno preso parte il Direttivo dell’associazione dei commercianti e l’assessore comunale Daniele Mattaroccia, che si detto disposto a collaborare. PAG. 7

ANNO I - N° 46 VENERDÌ 23 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

Zichichi ambasciatore di pace www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AD “AMO ROCCASECCA” Avanti il prossimo. Dopo la sortita del primo cittadino di Piedimonte San Germano, Domenico Iacovella e dell’assessore Ettore Urbano, ecco che anche a Roccasecca si fanno avanti per la realizzazione di un’uscita lungo l’Autostrada del Sole. A farsi portavoce di una proposta che più ridicola non si può, è il gruppo nato su Facebook, “Amo Roccasecca” , secondo il quale si tratterebbe di un modo per rilanciare il turismo roccaseccano. Non capiamo se queste proposte siano la conseguenza di un virus che circola nell’aria. Il sospetto è che i politici locali non abbiano altre idee per rilancviare l’economia se non lavorare con la fantasia. C’è qualcuno che lo vorrebbe sotto casa ‘sto casello?

L’OSCAR DEL GIORNO AD ANTONINO ZICHICHI Ha incantato la platea di Cassino lo scienziato Premio Nobel per la fisica, Antonino Zichichi, a cui ieri mattina il sindaco di Cassino Bruno Scittarelli, ha consegnato le chiavi della Città, conferendogli il titolo di cittadino onorario. In un quarto d’ora di intervento il direttore del Centro nazionale Ricerche scientifiche, ha relazionato sull’origine della Terra e sulle emergenze planetarie, soffermandosi sulle possibilità delle scienze di arginare le “ribellioni” del nostro pianeta. Un linguaggio semplice, affascinante ed incisivo che ha lasciato tutti a bocca aperta.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


A Zichichi le chiavi della città CASSINO - Da ieri lo scienziato Antonino Zichichi, uno dei firmatari Manifesto di Erice del 1982, è cittadino onorario di Cassino, città martire della pace. L’onorificenza gli è stata conferita dal sindaco Bruno Scittarelli durante il consiglio comunale appositamente convocato. A lui la pergamena e le chiavi della città quale “ambasciatore di pace” come lo ha definito il sindaco. “Su proposta dell’Abate – ha detto il primo cittadino – abbiamo deciso di conferire la cittadinanza onoraria al prof. Zichichi, per due motivi: primo, perché Cassino è città della pace e città denuclearizzata; secondo, perché l’impegno e l’opera profusa dal prof. Zichichi nella costruzione di un mondo migliore, in cui la pace regni sovrana, trova la sua giusta dimensione in questa città martire, oltre che nel contesto geopolitico mondiale.” Il sindaco ha poi ricordato che Zichichi dopo aver redatto il Manifesto di Erice fondò il comitato internazionale “Scienza per la pace”, con lo scopo di impegnarsi nella lotta contro l’Hiroshima culturale. Il sindaco ha poi aggiunto: “IlProf. Zichichi, ha lanciato una sfida alla scienza e all’uomo, che questa scienza male utilizza. Ha deciso di “umanizzare” la scienza, per renderla al servizio dell’umanità e non contro di essa, come è stato affermato più volte anche dalla Chiesa, attraverso l’opera dei Papi che l’hanno caratterizzata, da Paolo VI a Benedetto XVI. La Città di Cassino, culla della civiltà e della cultura, grazie all’opera del Patriarca San Benedetto da Norcia, patrono d’Europa, Le rende omaggio per questo suo impegno ed è onorata di annoverare tra i suoi figli, fin da ora, l’insigne scienziato, Prof. Antonio Zichichi. Siamo certi che il conferimento della cittadinanza onoraria non rimarrà chiusa in una teca, tanto per accomunare questa città ad un

nome famoso, ma darà sicuramente a Lei, Prof. Zichichi, una nuova forza propulsiva per la conquista di benessere e di pace a favore dell’umanità; e a noi cittadini di Cassino, ai giovani, a tutte le persone impegnate a vari livelli sociali e istituzionali, una carica ad operare per il meglio, ciascuno nel proprio piccolo, per quel mondo migliore che ci insegna a costruire.” A portare il benvenuto è stato il presidente del consiglio comunale Massimiliano Mignanelli. “Il professor Antonino Zichichi, ha detto, scienziato di fama mondiale, pietra miliare della cultura scientifica e paladino della vita dell’uomo, è un cittadino di Cassino. Non a caso, nel suo saggio su Galileo Galilei, ebbe modo di affermare che “i valori della Vita, della Solidarietà tra i popoli, della Carità, del Perdono e dell’Amore verso i nostri simili, fratelli e sorelle, siano i pilastri di una nuova Era di Pace”. Ideali che costituiscono ulteriore conforto e sostegno all’azione diffusiva del messaggio di Pace e Fratellanza che Cassino, “città messaggera di Pace” nel mondo, all’indomani del 15 marzo del 1944 ha raccolto dalle macerie fumanti per ammonire il mondo intero a rifuggire la guerra e a coltivare la Pace. Il professor Zichichi ha messo la sua scienza, la sua forza ed il suo carisma al servizio della Pace e da oggi, quale cittadino onorario di questa città, conferisce a Cassino maggiore forza ed autorevolezza nella sua missione pacifista. La figura, il sapere e l’insegnamento del professor Antonino Zichichi costituiranno un patrimonio per noi tutti ma soprattutto uno stimolo per i nostri giovani a coltivare lo studio delle scienze attraverso il quale comprendere l’importanza della vita e la necessità di operare, nel quotidiano, per renderla migliore per se stessi e per le future generazioni.”

“L’onorificenza a Zichichi trova la sua giusta dimensione in questa città martire oltre che nel contesto geopolitico mondiale.”


PROVINCIA “Alla Provincia nessuna ipotesi di rimpasto” La posizione del presidente Iannarilli FROSINONE – “Questo rimpasto non s’ha da fare. Né ora, né mai”. Sembra quasi prendere in prestito le parole del Manzoni, il presidente dell’amministrazione provinciale di Frosinone, Antonello Iannarilli, in merito a qualsiasi tipo di ipotesi ventilata in questi giorni su un possibile cambio di uomini nella giunta che governa palazzo Gramsci. Una presa di posizione netta e decisa, con il solito stile del deputato di Alatri: “Si è votato per le re-

gionali e non per le provinciali. Dunque se una giunta c’è da formare, è quella che governerà la Pisana per i prossimi cinque anni. E’ la giunta che sta cercando di comporre la presidente Polverini”. Va ancora oltre il presidente dell’amministrazione provinciale: “Se qualcuno ha in testa velleità di diventare assessore, faccia pure le sue richieste, io ascolto tutti. Però stia attento: come posso assegnare la delega, tempo dieci minuti, posso anche ritirarla”. Come dire: uomo

avvisato, mezzo salvato. Comunque l’ipotesi resta in piedi, un passaggio fondamentale sarà sicuramente quello della composizione della giunta regionale, dove si capiranno bene i nuovi rapporti di forza. In questo momento, tutto rimane in stand by, anche perché non c’è una posizione univoca nelle varie richieste di cambiamento, ognuno dice la sua e in questa situazione di incertezza il presidente Iannarilli può continuare ad esercitare la sua leadership.

“La maggioranza è paralizzata” La replica del consigliere di minoranza Torriero FROSINONE – Anche il consigliere di minoranza del partito socialista, Antonio Torriero, veterano della Provincia, già assessore nelle amministrazioni di centrosinistra, ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del bando sui finanziamenti alle iniziative culturali che si è svolto nella sala consiglio. Seduto accanto all’assessore Abbate e ai consiglieri di maggioranza Bracaglia, Colantonio, Giansanti e Panetta, è rimasto in silenzio per tutto il tempo. Alla fine, sfruguliato un pò dai giornalisti presenti, ha preso la palla al balzo per due af-

Pd, congresso provinciale ad ottobre FROSINONE – Ottobre 2010. Segnamoci questa data. A quanto trapela dalla direzione regionale del partito, è questo il mese in cui si celebrerà il congresso provinciale del partito democratico della provincia di Frosinone. Il congresso segnerà il futuro assetto della formazione dei “democrat” che affronterà le sfide dei prossimi anni. Sarà un congresso da resa dei conti. Dalla costituzione ad oggi del partito democratico, in provincia sono state solo sconfitte. Il partito non ha trovato quel necessario scatto in avanti, rimanendo arroccato nelle vecchie divisioni tra Ds e ex Popolari. Dopo quin-

dici anni è stata persa la guida di palazzo Gramsci nel giugno 2009, una debacle bissata a marzo nelle ultime regionali, quando il Pdl ha più che doppiato in termini di consensi il Pd. Si è salvato solo Francesco Scalia, che comunque ha raggiunto un risultato ottimo in termini personali, ma fine a se stesso. Il Pd non governa più nulla. E si sa, quando mancano le poltrone da spartire, si abbandona la nave che affonda. Lo stesso ex presidente, da rumors di corridoio, viene indicato come in rotta di fuga verso l’Udc, anche se lui in persona ha puntualmente smentito. In questi anni la diatriba tra De Angelis e

Coldiretti, novità per gli associati FROSINONE - Nuova convenzione della Coldiretti a vantaggio degi associati. Firmato un protocollo con il Medical center di Arpino per ottenere sconti su determinate prestazioni e servizi medici. Possibile usufruire di visite specialistiche del nutrizionista per ortopedia, ecografie, endocrinologia, oculistica, ematologia, neurologia, neurochirurgia, chirurgia plastica, reumatologia, diabetologia pediatria.

Scalia, ha paralizzato il partito, almeno questa è la critica che viene mossa in questi giorni, da molti dirigenti, che però prima non hanno parlato mai. Forse il Pd dovrebbe cercare di ringiovanirsi nella sua classe dirigente, ricominciare a parlare di cose concrete e vicine ai problemi dei cittadini e non parlare di poltrone, anche perché non ci sono più. Sempre voci di corridoio parlano del prossimo segretario come espressione dell’ala dei bersaniani. Non un bel segnale per il futuro. Sempre una nomina legata alla divisone in correnti e non frutto di una seria discussione sui contenuti.

fermazioni importanti. La prima: “Questa amministrazione, fatte alcune debite distinzioni, come l’assessore Abbate per esempio, che sta svolgendo bene il suo compito, anche dando un’impronta diversa alla gestione del suo settore, si sta caratterizzando per l’estremo immobilismo”. Ha rincarato la dose Torriero: “Sono in carica da un anno ormai, ma qui è tutto fermo. Non c’è nessuna progettualità e nessuna iniziativa concreta. Si va avanti alla giornata, arrancando”. Poi interrogato sul futuro delle elezioni a Supino, i giornalisti lo hanno incoronato nuovo candi-

dato a sindaco del comune di Supino. Il consigliere non ha chiarito proprio precisamente la decisone, ma è rimasto sul filo dell’incertezza, aggiungendo però un chiaro messaggio: “Si parla tanto di ricambio generazionale. Io sarei ben lieto che succedesse, ma dove stanno i nuovi? E soprattutto se sono i cittadini che chiedono alla vecchia guardia di continuare a rappresentarli come tirarsi indietro?”. Dunque, forse il centrosinistra del centro lepino ha già un candidato in pectoris per lo scranno di sindaco per l’anno prossimo.

Cisl: chiediamo maggiore sicurezza sui posti di lavoro FROSINONE - “La crisi può essere considerata un alibi per giustificare l'avanzare di una marea, seppur altalenante, di lavoro nero con tutte le conseguenze sul fronte della sicurezza? Una domanda legittima dinanzi ai casi di morti bianche e ai continui gravi incidenti sui posti di lavoro. Le leggi esistono, dice Domenico di Palma, segretario generale Aggiunto della Cisl di Frosinone, ma non sempre vengono applicate e quindi rispettate. E' una questione di cultura oltre che di formazione. Il sindacato, continua, in maniera pressante denuncia lo stato di una situazione che, aiutata forse dalla crisi ed anche da una non totale possibilità di gestire il sistema dei controlli, sta diventando esplosiva, ampliando gli spazi al lavoro nero, sommerso, irregolare e quindi illegale con gravi conseguenze sul piano della sicurezza e della gestione stessa dei lavori all'interno dei cantieri e dei luoghi di lavoro. Non passa giorno senza un morto o un ferito grave: condoglianze, lamentazioni da ogni parte dalle istituzioni, dagli organismi delegati al controllo. Poi si ritorna alla normalità, favorendo i percorsi della illegalità, con o senza volontà: più il lavoro è irregolare maggiori sono i rischi per i lavoratori. La Cisl continua a chiedere il rispetto delle norme da applicare.

Provincia, aumentano assenze per malattia FROSINONE – Si pensava che il decreto Brunetta, avesse dato un taglio netto al fenomeno dell’assenteismo per malattia nella Pa ponendo fine allo stereotipo del dipendente fannullone, che si limita soltanto a timbrare il cartellino. Invece, se si confrontano i dati delle assenze facendo il confronto tra marzo 2009 e marzo 2010, sono invece aumentate. In Provincia di Frosinone percentuale di assenza per malattia rispetto all’anno scorso in aumento del 68,8%.

3 ANNO I - N° 46 VENERDÌ 23 APRILE 2010


PRIMO PIANO L’intervento di Maurizio Ceccaroni, rappresentante provinciale dell’Ugl Metalmeccanici:“noi sindacalisti dovremmo dare l’esempio e l’azienda dovrebbe mantenere un rapporto equidistante dall’altra parte del tavolo”

Mazzette per posti di lavoro “E se questo episodio fosse solo la punta di un iceberg?” P I E D I M O N T E S A N G E RMANO - “Non è che una delle tante realtà che si vive in momenti di totale miseria e penuria di posti di lavoro”. Maurizio Ceccaroni, rappresentante provinciale dell’Unione generale del lavoro Metalmeccanici commenta con queste parole l’articolo pubblicato dalla nostra testata in merito alla vicenda “mazzette per ottenere posti di lavoro”. “Laddove l’offerta non soddisfa la domanda – spiega il sindacalista -, diventano estremamente attuabili comportamenti del tipo di quelli denunciati nell’articolo. Si promette il mantenimento del posto

di lavoro a poveri disgraziati interinali previo congruo esborso di migliaia di euro, per poi vedere vanificata tale promessa, date le precarie condizioni occupazionali. Sarebbe riduttivo ipotizzare che c’è “un responsabile” del deprecabile comportamento da tangentista, senza preoccuparsi minimamente di un contesto dove le svariate sfaccettature di vita quotidiana, possono far prefigurare situazioni simili a quanto accaduto per il posto di lavoro. Ora c’è da dire che tali situazioni – continua Ceccaroni - avvengono oltre che per predisposizione umana, anche per oggettive condizioni

che vengono a crearsi nel contesto, per una non meglio identificata responsabilità dei personaggi coinvolti. Non è possibile che la figura del delegato rsu nelle aziende debba essere definita “intoccabile” per ovvie ragioni di convenienza dell’azienda”. Una condizione questa, a dire di Ceccaroni che spesso fa diventare il “sindacalista” odioso, anziché punto di riferimento agli occhi dei lavoratori che rappresenta. “Troppo spesso - afferma il sindacalista Ugl - qualcuno ritiene di avere la potestà sul destino dei lavoratori anziché dare buon esempio nel posto di lavoro. Ciò però

comporta degli effetti disastrosi, nel caso specifico, la richiesta di mazzette, perché in maniera immeritata e immotivata qualcuno si è sentito troppo forte e sicuro da poter “promettere” una riassunzione. Qualcosa non ha funzionato. E se questa vicenda, in un’azienda mastodontica come la Fiat, fosse soltanto la punta di un iceberg? Non è sufficiente prendere le distanze da fatti del genere, noi della Ugl – aggiunge Ceccaroni - diciamo che c’è la necessità di riappropriarsi di un ruolo ben definito che è quello di tutelare e rappresentare i lavoratori, riconquistando la loro fiducia con atti concreti quando

si affrontano temi di cassa integrazione (rotazione), di professionalità e inquadramento (meritocrazia) di sicurezza sul lavoro (applicazione decreto legislativo 81), di mantenimento del posto di lavoro, di migliori condizioni di vita. Situazioni queste che spesso portano ad assumere inqualificabili comportamenti speculativi “di parte”. “La magistratura farà il suo corso ma noi sindacalisti – conclude - dovremmo dare l’esempio e l’azienda rappresentata dai suoi manager dovrebbe mantenere un rapporto equidistante dall’altra parte del tavolo”.


CASSINO Fiat, quattro vetture e assunzioni Soddisfatti i sindacati del piano industriale presentato da Marchionne per l’economia del territorio con CASSINO - Lo stabilimento Fiat di garanzie per i lavoratori da anni Cassino si conferma un sito d’eccostretti a lunghi periodi di cassa cellenza nel panorama internazio”Dal 2013 una nuova integrazione”. Il piano prevede tra nale delle aziende del settore auto l’altro che l'ultima Bravo lascerà le della casa torinese. Lo sostengono i wagon Bravo linee di produzione nel 2013, sostisindacati territoriali dopo la predue vetture tuita da una nuova wagon per i sentazione del nuovo piano indumercati europei, e da una berlina 3 striale 2010-2014 da parte dell’ad del segmento volumi che finirà anche negli Stati Sergio Marchionne. Saranno quatC e 3 volumi Uniti. La Delta attuale cesserà di tro le nuove vetture da produrre dal una nuova Lancia essere costruita nel 2013. A sosti2012 mentre nei prossimi cinque tuirla arriveranno le nuove medie anni la Fiat prevede una produdel segmento D, di segmento C (wagon e 3 volumi). zione pari a 370 mila vetture. “Un una versione europea Prevista anche una nuova Lancia di numero altissimo – dichiara Fransegmento superiore D, basata sulla cesco – di vetture tanto da far lavodella Chrysler piattaforma large, la stessa che serrare a pieno regime l’impianto. Questo comporterà di conseguenza e un crossover Lancia” virà anche per realizzare la versione «europea» della Chrysler 300 anche l’assunzione di nuovi lavoratori. Adesso attendiamo di conoscere dall’azienda i C che debutterà nel 2011. Infine assolutamente ineparticolari di questo piano così ambizioso. Si tratta dito nella gamma Lancia un crossover di segmento di un programma di investimenti di grande respiro elevato, che debutterà nel 2013.

Piano industriale

In mostra i nuovi reperti archeologici

Comune Crisi in altomare

CASSINO - In occasione della XII settimana della cultura verranno presentati al pubblico, presso il Museo Archeologico Nazionale “G. Carettoni” di Cassino, due tra gli ultimi ritrovamenti effettuati nei territori di Castrocielo ed Aquino, un letto funerario in osso decorato ed un vaso in marmo con la rappresentazione dei segni zodiacali. La manifestazione si svolgerà sabato 24 aprile alle ore 11,00 all’interno delle sale espositive del museo, che si raggiunge facilmente partendo dal centro della città e percorrendo per 1 Km la strada che conduce all’abbazia di Montecassino.Con lo slogan “Gratis nei musei, 10 giorni per scoprire l’arte e l’archeologia”, il nostro Ministero ha voluto ancora una volta evidenziare l’ importante patrimonio archeologico diffuso su tutto il territorio nazionale, e, per quello che ci riguarda, anche il nostro museo e parco archeologico che, con i suoi 4 ettari , rappresenta l’area più estesa e visitabile della provincia di Frosinone.“L’occasione offerta dalla Settimana della Cultura, nella quale dal 16 al 25 aprile sarà possibile visitare gratuitamente il museo e il parco archeologico di Cassino, ha detto il direttore del museo Arch. Silvano Tanzilli, deve rappresentare un’opportunità da cogliere all’istante per vivere un momento di conoscenza sia del patrimonio architettonico della città romana di Casinum, sia dei preziosi reperti della collezione esistente.”

“CASSINO - Proseguono le trattative fra il sindaco Scittarelli e il gruppo dei dieci consiglieri per cercare di risolvere la crisi comunale che va avanti da diverse settimane. Il sindaco ne ha parlato con il presidente della provincia Iannarilli mentre è in attesa di una convocazione da parte dei vertici regionali del Pdl. Il nodo è rappresentato dalla richiesta di dimissioni per il presidente del consuiglio comunale Massimiliano Mignanelli richieste dal gruppo dei dieci. Se queste dimissioni non arriveranno la crisi potrebbe ripercuotersi sul bilancio di previsione che va approvato entro il prossimo 19 maggio. I tempi sono ristretti e perciò il caso dovrebbe risolversi entro la prossima settimana. Scittarelli intende portare a termine la consigliatura e la stessa cosa vogliono fare i componenti del Pdl. Prima, però, va risolta la questione di Mignanelli.

Al museo di via Montecassino

UNIVERSITA’ Open Day a Economia Neo laureati a Ingegneria

Accoglienza ad Economia

Neo laureati a Ingegneria

Tutto pronto per l’Open Day della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Cassino, in calendario per venerdi prossimo, 23 aprile, presso la sede in zona Folcara. Una giornata nella quale tutti coloro che lo desidereranno - e soprattutto gli studenti che si accingono a intraprendere gli studi universitari - avranno la possibilità di conoscere l’Ateneo Cassinate e, in particolare, l’offerta formativa della facoltà di Economia.Tra i partner principali della giornata, la Banca Popolare del Cassinate, che, da oltre cinquant’anni, è un punto di riferimento nel contesto economico locale e da sempre sostiene l’Università di Cassino in tutte le sue attività. Non si tratta semplicemente di sponsorizzazioni, ma di una vera e propria sinergia nella quale la BPC è parte attiva della promozione culturale, della formazione e della crescita professionale degli studenti. La collaborazione tra BPC e Università di Cassino si articola principalmente su quattro fronti: formazione, lavoro, ricerca e master.

Presso l’Aula Magna del Campus Folcara, mercoledì 28 aprile alle ore 14,00, si terrà la seduta di laurea di Ingegneria Civile; Questo è quanto ha comunicato la segreteria del Rettore. Sarà un appuntamento particolarmente importante in quanto presenterà la proclamazione del primo laureato del Corso di Laurea congiunto Dual Degree in Civil Engineering. Il corso, della durata di due anni, consente allo studente di conseguire il doppio titolo di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile presso l'Università di Cassino e di Master of Science Degree in Civil Engineering presso il Polytechnic Institute of New York University. Durante il primo anno, il programma prevede la frequenza del corso presso l’Ateneo italiano, con corsi in lingua inglese, ed il secondo presso il Politecnico statunitense, ospiti presso il College Italia nella città di New York. La tesi poi, come del resto accadrà il prossimo mercoledì, verrà discussa presso l’Università di Cassino. Monica Mancone

Mutui e rinegoziazioni - Leasing - Fidejussioni Finanziamenti aziendali e personali Cancellazione protesti e banche bati Cassino (FR) - Corso Della Repubblica, 5 SOCIETA DI CONSULENZA E SERVIZI FINANZIARI ATTIVITA’ BANCARIE AZIENDALI

tel. 0776.24557 - fax 0776.326677 - e-mail elabostudio@libero.it


CASSINATE Pontecorvo, avrebbe intascato illecitamente un assegno non intestato di 5mila euro

Truffa immobiliare, agente nei guai La vicenda risale al 2006 Il Tribunale di Cassino lo condanna a tre mesi di carcere

PONTECORVO - Tre mesi di reclusione. Questa la condanna inflitta ad un noto agente immobiliare di Pontecorvo che si era intascato in maniera indebita un assegno di 5mila euro che ora dovrà restituire al legittimo proprietario. Il fatto è accaduto esattamente quattro anni fa, nell’aprile 2006 e ieri mattina il giudice monocratico del tribunale di Cassino si è espresso sulla condanna nei confronti del gestore di un’agenzia im-

La proposta di alcuni cittadini in vista delle comunali

Anche Roccasecca sogna il casello ROCCASECCA - Ci risiamo, la tentazione è forte: avere un casello autostradale sotto casa. L’idea piacerebbe a tutti i comuni attraversati dall’Autostrada del Sole ma si tratta di un progetto costoso

e utopico. A volerlo questa volta sono alcuni cittadini di Roccasecca che si starebbero già muovendo, attraverso i social network e incontri informativi, per candidare una gruppo e stilare un programma in vista delle elezioni comunali 2011. Giustificherebbero tale progetto, sulla scia dell’assessore all’Urbanistica del Comune di Piedimonte San Germano, come “rampa di lancio per il turismo. L’uscita del casello A1 – affermano i promotori del gruppo ‘Amo Roccasecca’ - potrebbe sorgere nei pressi dell'ex Avicola Ciociara. Accanto l’uscita un punto informativo che illustri le bellezze naturali, storiche e monumentali di Roccasecca e paesaggistiche di Colle San Magno”.

“Questo è un retaggio del secolo scorso. Gli interventi da fare sono altri” affermano altri cittadini che di questo gruppo prenderebbero in considerazione altri progetti esposti all’attenzione degli elettori, ad esempio ben accolta l’idea di progettare accordi con esercenti e grande distribuzione per la vendita a condizioni particolari di merci deperibili, per categorie particolari: pensionati, studenti fuori sede, lavoratori in cassa integrazione, famiglie disagiate; rafforzare l' assistenza domiciliare integrata a favore di anziani non autosufficienti; realizzare un depuratore allo Scalo visto che ancora oggi molte nuove abitazioni e nuove attività trovano serie difficoltà nel rilascio delle autorizzazioni necessarie; realizzare un museo in ricordo della Battaglia del Melfa. “La politica roccaseccana da vent’anni a questa parte è gestita dai soliti nomi che nel corso degli anni hanno indossato casacche diverse – afferma il gruppo Amo Roccasecca -. Diversi amministratori hanno avuto modo di dimostrare in questi anni che la politica ha un senso solo se si è al potere e per questo a ogni scadenza amministrativa hanno pensato bene di salire sul carro del vincitore. Il risultato, una Città in totale abbandono, degrado, una Città che risente inevitabilmente la mancanza di un’azione amministrativa che non riesce nemmeno a garantire l’ordinaria amministrazione. In questi anni abbiamo assistito a una sorta di scarica barile, le responsabilità erano delle amministrazioni precedenti. Nessuno ha mai avuto il coraggio di iniziare un nuovo percorso politico anzi in qualche occasione la nuova amministrazione ha pensato a modificare se non addirittura distruggere quanto fatto di buono in precedenza”.

resti domiciliari. L’uomo, originario di Napoli, era ospitato in una comunità con sede ad Ausonia, dove stava scontando la pena di un anno per i reati di rapina, evasione e maltrattamenti in famiglia. Gli uomini al comando del capitano Pierfrancesco Di Carlo lo hanno bloccato nei pressi della struttura mentre stava tentando la fuga. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino. Rito per direttissima, invece, ieri mat-

Evade dai domiciliari, 39enne bloccato ad Ausonia ed arrestato dai carabinieri PONTECORVO - Ancora un arresto effettuato dagli uomini della Compagnia di Pontecorvo. Ieri mattina il fermo è stato convalidato nei confronti del 39enne Gaeta Salvatore evaso dagli ar-

ciarne osa troppo. La truffa, però, è stata mascherata da una donna, vittima del raggiro. L’acquirente aveva versato l’importo relativo all’acquisto dell’immobile attraverso tre assegni, uno di questi era senza intestatario. Così l’agente ha ben pensato di intestare l’assegno libero a se stesso, che sarebbe invece dovuto finire nelle tasche dell’imprenditore, affermando peraltro di non aver mai ricevuto il terzo assegno dall’acquirente.

mobiliare attiva nella città. L’agente, come di consueto accade, si stava occupando della vendita di un immobile per conto di un costruttore al quale adesso – ha spiegato l’avvocato Nicola Ottaviani, difensore della parte civile - dovrà ora versare per risarcimento danni la somma di 4mila euro. Non sempre gli affari, quindi, si chiudono nel modo auspicato, per chi lo propone e per chi dovrebbe beneficiarne. L’assurdo è quando chi vorrebbe benefi-

Parcheggi e mercato rionale le priorità per l’Acap PONTECORVO - Presto l’amministrazione comunale di Pontecorvo metterà mano alla riorganizzazione del traffico e dei parcheggi. È quanto emerso durante l’incontro che si è tenuto l’altra sera presso la biblioteca comunale De Andrè dove il neo eletto assessore al Commercio, Daniele Mattaroccia, ha voluto incontrare il direttivo dell’associazione dei commercianti di Pontecorvo (Acap) presieduta da Antonio Marchetti. Durante la riunione sono state tracciate le priorità da affrontare per la rinascita del settore, da diversi mesi in difficoltà a causa di vari fattori che purtroppo hanno determinato la chiusura di vari esercizi commerciali, in modo particolare quelli ricadenti nell’area antica della città. Proprio per questo la proposta di rilancio dell’area in oggetto per l’Acap sarebbe quella di partire dallo spostamento del mercato settimanale che attualmente si svolge ogni lunedì, alternandosi Viale Dante (nei pressi del centro commerciale Il Ponte) e località Pastine (nella periferia della città). “Sarebbe opportuno – ha detto Marchetti - prevedendo la possibilità nel rispetto delle normative in materia, di riportare il mercato nelle zone centrali del paese, per

ridare il giusto valore al centro storico cittadino”. L’assessore Mattaroccia si è da subito dichiarato disponibile al confronto, utile per delineare con i rappresentanti del settore una serie di iniziative da mettere in campo. “La

collaborazione concreta con l’associazione commercianti e con tutti gli operatori economici del settore – ha detto Mattaroccia - è il punto fondamentale per la corretta riuscita di qualsiasi iniziativa atta alla valorizzazione e alla ristrutturazione del settore”.

tina presso il tribunale di Cassino per il 40enne di Pontecorvo, arrestato due giorni fa, sempre dagli uomini dell’Arma, accusato di furto in abitazione privata. L’uomo era stato colto sul fatto mentre tentava di asportare oggetti di valore dall’appartamento. Solo alcune segnalazioni dei cittadini hanno permesso di bloccare la sua missione. Intanto è allarme sicurezza in città. Diversi gli episodi di furti in abitazioni, i cittadini chiedono più controlli, in modo particolare nelle zone periferiche di Pontecorvo.

Controlli Piedimonte, due fogli di via

Roccasecca, case Ater interviene l’Udc

PIEDIMONTE SAN GERMANO - Foglio di via obbligatorio per una coppia che si aggirava con fare sospetto nei pressi della zona industriale di Piedimonte San Germano. Si tratta di una nigeriana di 33 anni (W.O.) e un 31enne di Sant’Ambrogio sul Garigliano (C.M.). I due sono stati intercettati dai carabinieri della locale stazione durante un servizio predisposto per il controllo del territorio.

ROCCASECCA - La sezione Udc di Roccasecca interviene in merito alla questione dell'annosa richiesta di alloggi popolari. “Nessun organo istituzionale si degna di intervenire e di verificare la situazione. Case Ater oggi chiuse e disabitate dagli assegnatari. Questa scandalosa situazione, se vera, dovrebbe portare alla liberazione di parecchi tetti per le famiglie .

7 ANNO I - N° 46 VENERDÌ 23 APRILE 2010


PRIMO PIANO

Provincia, 650mila euro per la cultura Finanziate le iniziative che hanno il requisito della qualità e della promozione del territorio

FROSINONE – La sala del consiglio della Provincia ha ospitato la presentazione di un bando di finanziamento molto atteso dal territorio. I finanziamenti erogati dall’amministrazione provinciale attraverso i fondi regionali ex lege 32, modificata dalla nuove disposizione regionale n. 17 del 2007 e riguardanti

le iniziative culturali promosse dagli enti locali e dalle associazioni. Al tavolo dei relatori, a presentare le linee guida del bando, l’assessore alla cultura dell’ente di piazza Gramsci, Antonio Abbate, insieme al presidente e ai componenti della commissione cultura, rispettivamente il consigliere Fabio Bra-

caglia e i consiglieri Antonio Colantonio, Alessandro Panetta, Sara Giansanti e Antonio Torriero. La parola d’ordine per quanto riguarda l’avviso pubblico in questione sembra essere quella di premiare le eccellenze del territorio, quelle che hanno un valore artistico reale, che siano continuative nel tempo e soprattutto abbiano riconosciuto il marchio della qualità. L’assessore Abbate ha spiegato che la nuova amministrazione intende dare un segno di discontinuità rispetto al passato. Basta con i finanziamenti a pioggià, a qualsivoglia dtipo di iniziativa, ma un’apposità commissione stilerà una graduatoria in base al requisito dell’eccellenza. Più nel dettaglio, il bando della legge 32, ammonta a circa 650mila euro, interamente messi a disposizione dalla Regione. In primo luogo la discontinuità rispetto al passato è data da alcuni adempimenti di natura

Abbate:“Bisogna premiare l’eccellenza” “Abbiamo voluto dare un indirizzo preciso al bando per i finanziamenti alle iniziative culturali del territorio – dichiarato l’assessore Abbate - Premiare e finanziare le iniziative che sono di eccellenza, quelle che hanno una ricaduta in termini di qualità, di continuità, di salvaguardia e promozione del nostro patrimonio artistico e culturale. Poi abbiamo voluto snellire e rendere più trasparenti le procedure di assegnazione dei fondi e infine, per dare la possibilità ai progetti seri e concreti di ottenere i finaziamenti, abbiamo deciso di scorporare dalla legge 17, i cosiddetti grandi eventi, tipo il Festival di Casamari o il Certamen, che sosterremo con il bilancio dell’ente”

Tutti i requisiti per accedere al bando Il bando pubblico che finanzierà le iniziative culturali del territorio è molto chiaro e trasparete. La commissione composta da quattro persone - un funzionario dell’ente, un segretario e due personalità esterne, del mondo dell’Università e del giornalismo attribuirà ai progetti un punteggio in base 100, strutturato su sette criteri di valutazione. 40 punti massimo per il criterio della qualità dell’iniziativa; 10

punti per la localizzazione nei piccoli comuni, meno di 3.000 abitanti, in modo da valorizzare i piccoli centri; 10 punti per l’integrazione con altri soggetti: Università, fondazioni, associazioni; 10 punti per la multidisciplinarietà; 10 punti per la valorizzazione dei centri artistici, teatri, luoghi di aggregazione; 10 punti per attività di tipo coristico, teatrale e bandistico

formale: non più il passaggio in giunta della graduatoria approvata dalla commissione incaricata, per una maggiore corretteza e trasparenza della procedura. Poi le domande potranno essere consegnate anche a mano, non solo spedite. Snellite sia la documentazione da presentare, sia i tempi di assegnazione delle risorse. A giugno, a tenutoi a precisare l’assessore Abbate, già si conoscerà la gradutoria e si cercherà di procedere subito all’assegnazione delle domande. Per la commissione inacricata di valutare i progetti, si pensa a quattro persone: un funzionario interno all’ente, un segretario e due esperti, uno del mondo universitario e uno del giornalismo. Il bando prevede l’assegnazione di un punteggio massimo di 100 punti ripartiti in vari segmenti in cui verrà sviscerato e valutato il progetto presentato. I progetti che raggiungeranno meno di 40 punti, non verranno inseriti in

graduatoria. L’assessore Abbate ha spiegato, inoltre, che per favorire la possibilità di finanziare tutte le iniziative che presentano il requisito della qualità e dell’innovatività, quelle manifestazioni ormai storiche, di qualità eccelsa, tipo il Festival di Casamari, il Certamen, il Liri Bleuse, saranno finanziati con appositi fondi provinciali. Un sistema per conciliare tradizione e innovazione. L’assessore ha inoltre sottolineato che è intenzione dell’amministrazione provinciale arrivare a stilare in maniera preventiva questa graduatoria, già all’inizio di ogni anno, così da poter realizzare un calendario annuale delle iniziative della provincia di Frosinone. Un modo concreto di dare visibilità e concretezza all’offerta turistica e culturale della Ciociaria. Il bando prima di essere operativo dovrà ricevere l’imprimatur della Regione Lazio. Si prevedono una decina di giorni, poi sarà affisso all’albo

“La commissione cultura ha svolto un ottimo lavoro” Il presidente Fabio Bracaglia ringrazia quanti hanno contribuito alla stesura del bando “ Vo r r e i f a r e i m i e c o m p l i menti all’assessore Abbate e ai componenti della commissione Cultura, Colanton i o, G i a n s a n t i , To r r i e r o, Panetta per l’ottimo lavoro svolto – ha spiegato il presidente della commissione cultura, il consigliere Fabio Bracaglia – Il bando per i finanziamenti alle i n i z i a t i ve c u l t u r a l i v u o l e essere uno strumento conc r e t o p e r p r o m u ove r e l e

eccellenze di questa terra. Pe r l ’ a n n o p r o s s i m o p e n siamo di accellerare anc o r a d i p i ù l e p r o c e d u r e, così da avere già a disposizione all’inizio dell’anno già il quadro delle iniziat i ve c h e s i s vo l g o n o i n p r o v i n c i a d i Fr o s i n o n e. I n questo modo potremo vendere il pacchetto Ciociaria ai turisti, con possibili ric a d u t e a l i ve l l o e c o n o mico”


FROSINONE Marini spalle al muro Continua il pressing incalzante di “Realtà civica” Ridurre il numero degli assessori e rifare la Giunta daccapo FROSINONE - Tempi duri per il sindaco di Frosinone, Michele Marini, costretto a destreggiarsi nel pressing sempre più incalzante del gruppo realtà civica. La compagine che fa capo a Claudio Caparrelli, infatti, non intende mollare la presa e dopo tre mesi, torna alla carica con richieste tutt’altro che semplici da gestire: azzerare l’Esecutivo e ridurre il numero degli assessori. Una richiesta che giunge neppure tanto inaspettata se si considera che nel frattempo c’è stata la pausa per le elezioni che hanno portato al rinnovo del Consiglio regionale del Lazio. Adesso, però, Caparrelli e Tucci, tornano all’attacco su un argomento che ritengono di fondamentale importanza per il bene della Città e per una gestione politico-

amministrativa più efficiente. I tempi, insomma, sarebbero maturi per ridurre il numero degli assessori da dieci ad otto, al fine di individuare con oculatezza gli ambiti di intervento sui quali persistono le priorità. Come dire, in buona sostanza, basta con la politica delle poltrone e degli incarichi, e via ad una nuova stagione che abbia come punto di riferimento principale il bene del Comune capoluogo. D’altra parte gli esponenti di “realtà civica” lo hanno scritto nero su bianco in una notan inviata al primo cittadino di Frosinone: “Pur potendo pretendere un assessorato per la nostra compagine - dicono vogliamo che si operi per far crescere Frosinone e per studiare progettualità in vista di un rilancio concreto e fattivo”. . Di qui la richiesta avanzata a Mi-

Fontana: “Gioventù italiana non ha bisogno di profeti” Il presidente provinciale dell’area nord contro chi crtica il movimento FROSINONE - “Gioventù Italiana è il movimento dei ragazzi stanchi del bipolarismo, dei ragazzi che vogliono portare avanti le proprie idee, senza rinnegare un glorioso passato, con gli occhi rivolti al futuro. Sono tanti i giovani che ogni giorno si avvicinano al nostro movimento, ad essi, a tutti i militanti ed al neo presidente dell'area sud Antonio Valerio Fontana, voglio augurare un buon lavoro.” A parlare A parlare è l'attuale presidente provinciale del movimento, nell'area nord,

Enrico Martella il quale aggiunge: “Prima delle elezioni regionali, il nostro movimento è finito spesso sulle pagine di giornale non per le azioni svolte dalla vecchia dirigenza, bensì per l'uscita, da parte di alcuni membri del direttivo, dal movimento. Senza essere avvisati, senza una riunione, leggemmo sui giornali gente che mai avevamo visto scrivere per Gioventù Italiana, leggemmo le loro critiche al movimento e la loro previsione che vedeva un futuro fallimentare per il

movimento. Fin qui la vicenda sembrerebbe una normale uscita, per mancanza di fiducia verso il gruppo, se non fosse per le dichiarazioni fatte in seguito da questi personaggi, i quali senza mezzi termini, senza provare un minimo di vergogna per il loro comportamento, sponsorizzavano candidati del Pdl, sempre criticati nella sede di partito. Vorrei quindi dire a questi cari profeti che il nostro movimento non ha bisogno di gente come loro”.

Casa della cultura, di scena la danza

FROSINONE - Tre appuntamenti con “Recitar danzando – sulla nuova danza”. Questa è la mini rassegna presentata dall’assessore alla Cultura del Comune di Frosinone Narciso Mostarda. Gli appuntamenti, che sono tre, prenderanno il via domani, 23 aprile, con gli spettacoli “Passo duo” proposto da Ambra Senatore e Caterina Basso e “Altro piccolo progetto domestico” di e con

Ambra Senatore. La location è la Casa della Cultura, Ex mattatoio di Frosinone. L’inizio della rappresentazione è fissato per le ore 21. “Passo duo”, progetto vincitore del Premio Equilibrio 2009 della Fondazione Musica per Roma è un progetto di Ambra Senatore (luci: Fausto Bonvini, musiche di Brian Bellott e Zecchino d’oro). “Questo lavoro – dice l’autrice ha due moventi: la volontà di danzare maggiormente rispetto alle mie creazioni precedenti, di cercare un movimento in dinamica e nello spazio dando fiducia al corpo, e il desiderio di dirigere un gruppo per la prima volta. “Passo” ruota intorno a due macroquestioni: da un lato il rapporto tra realtà e finzione, il limite tra il dentro e il fuori della scrittura scenica, tra partitura e imprevisto; dall’altro la relazione, il rapporto

tra individuo e collettività. Giochiamo con la finzione teatrale e con la variazione inaspettata e continua del senso: l’inattesa deviazione della percezione è una componente del gioco teatrale e di fatto, anche la vita pone di fronte al continuo trasformarsi del senso di quello che incontriamo, chiedendoci elasticità, capacità critica e allenamento al dubbio, alla messa in discussione”. “Altro piccolo progetto domestico”, sempre di e con Ambra Senatore (luci: Fausto Bonvini, musiche: Brian Bellott, Domenico Modugno, produzione: Aldes, Festival Interplay) è scandito dal tempo che occorre per la preparazione di una ricetta. Una donna abita uno spazio domestico; cerca l’incontro giocando a citare ed infrangere modelli stereotipati di bellezza. Paola Palleschi

chele Marini di convocare al più presto un incontro con la delegazione di 2realtà civica”, soprattutto per conoscere quelle che sono le intenzioni del sindaco sull’argomento.

Il Psi chiede la testa di Venturi FROSINONE - Il Psi torna a chiede re la verifica politico amministrativa al comune. In una lettera apera al sindaco Marini il Gruppo consiliare socialista ritiene “che la verifica, già iniziata proficuamente e poi interrotta per lo svolgimento delle elezioni regionali, debba presto riprendere al fine di dare un ulteriore slancio all’azione amministrativa. Oltre alla conferma degli argomenti programmatici da noi già indicati quali priorità per il prosieguo della consiliatura, ti segnaliamo - scrivono il capogruppo Gianfranco Coniglio e Vincenzo Iacovissi coordinatore sezionale - un problema politico emerso di recente. Come ricorderai, l’accordo politico di maggioranza di inizio mandato prevedeva l’attribuzione al nostro partito di tre assessorati e della Presidenza del Consiglio comunale. Ebbene, l’attuale Presidente del Consiglio comunale, Norberto Venturi, non rappresenta più il nostro Partito, pertanto ci saremmo aspettati che rassegnasse le dimissioni da tale incarico. Così vorremmo chiedere di inserire nell’agenda della verifica anche la sostituzione del Presidente del Consiglio comunale".

Mille firme per salvare lo sport FROSINONE - “Stiamo velocemente arrivando a quota 1.000 firme, e questo dimostra quanto sia sentito dalla popolazione il problemadell’assenza dei campi di calcio. Infatti tutti ricordano con nostalgia i tanti campi di calcio che esistevano a Frosinone, come quello della Primula, della Polledrara, del Sant'Antonio, della Madonna della Neve, del campo Coni. Spariti ormai da anni e mai più ripristinati. E' giunto il momento che il Comune di Frosinone si faccia carico del problema e realizzi qualcosa di concreto in tal senso. Non è ammissibile che un capoluogo di provincia sia così carente in strutture sportive fondamentali". A parlare il presidente del comitato di quartiere “Vivere Corso Lazio”, Gerli Franco, il quale ha attivato una petizione popolare perché il Comune di Frosinone provveda a dotare il territorio comunale di spazi dedicati allo sport, fondamentali soprattutto per favorire l’aggregazione tra i giovani e perché attraverso la pratica sportiva i ragazzi possano allontanarsi dai pericoli della società.

Studenti francesi in visita a Paliano

Via del Plebiscito chiusa per lavori

PALIANO - la città di Paliano si prepara ad accogliere i ragazzi provenienti da Arques, Comune francese con il quale, da una decina di anni, è stato allacciato un intenso scambio culturale e di reciproca ospitalità attraverso l’Istituto Comprensivo di Paliano di cui è dirigente la Professoressa Patrizia Bottari. Il gruppo dei francesi soggiornerà a Paliano dal 3 al 7 maggio.

FROSINONE - Strade chiuse al traffico per interventi. Lo ha reso noto il sindaco Marini il quale per la giornata odierna, considerato che è previsto un intervento manutentivo lungo via del Plebiscito, al fine di ripristinare parte della pavimentazione in basalto esistente ,sarà necessario interrompere il transito ai veicoli da Piazza della Libertà e anche delle strade successive, vale a dire via XX Settembre e via Ricciotti.;

11 ANNO I - N° 46 VENERDÌ 23 APRILE 2010


lagazzettacassino240410a  

Strisce blu, Urbania lascia il servizio Pontecorvo, licenze più trasparenti L’editoriale L’OSCAR DEL GIORNO ALL’UNIVERSITA’ DISTRIBUZIONE GR...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you