Page 1

Cassino, strisce blu Esposto in Procura

Villa, caso amianto Esplode la protesta

CASSINO - Un esposto alla Procura della Repubblica contro le strisce blu. E’ stato presentato dall’associazione “Le contrade” che denuncia il mancato rispetto delle distanze, così come previsto dal Codice della strada, in prossimità degli incroci. Ma le irregolarità, secondo l’associazione, sarebbero anche altre. PAG. 5

VILLA SANTA LUCIA - Si sentono abbandonati dalle istituzioni e reclamano aiuto e provvedimenti. Se entro breve nessuno si farà sentire, restituiranno le schede elettorali. I cittadini di Villa Santa Lucia sono sul piede di guerra. Ad oggi, per contrastare la realizzazione dell’impianto, nessun provvedimento. PAG. 7

ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034

“Liste pulite” Fuori Roscia? www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A GIANFRANCO PETRILLO Il tapiro del giorno all’assessore comunale di Cassino Gianfranco Petrillo per la scarsa manutenzione in cui versano le strade della Città. Peraltro, l’iniziativa messa in campo nei giorni scorsi dal collega di Giunta, Evangelista che, stanco di aspettare, si è asfaltato le strade da solo, rischia di creare non pochi problemi di equilibrio all’interno della Giunta comunale. Un fatto è certo: molte strade, principali e secondarie della Città martire versano in condizioni davvero disperate per cui sarebbero necessari interventi urgenti e risolutori, dal momento che i cittadini sono stufi di queste situazioni.

L’OSCAR DEL GIORNO ALLA STAGIONE TEATRALE Grandi nomi e artisti di fama nazionale per la prima, grande stagione teatrale presso il teatro Manzoni di Cassino. Il sipario si alzerà per la prima volta sabato prossimo quando andrà in scena “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello, per la regia di Giulio Bosetti. ma in cartellone figurano tanti nomi di artisti eccellenti. Solo per citarne alcuni: Luigi De Filippo, Paola Gassman, Paola Pitagora, Massimo Wertmuller. Venerdì 9 aprile, invece, per la prima volta sul palco del “Manzoni” anche l’opera lirica. Si esibiranno il soprano Rita Cammarano e il tenore Fabrizio Menotta.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Il “parlamentino” ciociaro respinge le ingerenze dei potentati politici capitolini

Frosinone muove guerra a Roma FROSINONE – Convocati dal coordinatore provinciale reggente, Fabio De Angelis, e dal suo vice Giorgio Pongelli, nella giornata di ieri si sono radunati a Frosinone una sessantina di amministratori e di parlamentari del Pdl della provincia ciociara (qualcuno ha coniato il termine di “Parlamentino”) per discutere di una situazione che di fatto è diventata insostenibile, che rischia di produrre rovinosi strappi nel partito e di ripercuotersi negativamente sulla ormai imminente tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio. E lo stesso De Angelis ad illustrare con parole chiare ed inequivocabili lo scopo di questa urgente convocazione degli stati generali pidiellini della provincia: “Nei giorni scorsi ho inutilmente lanciato un appello ai vertici regionali e nazionali del partito affinché si adperassero per rimuovere la condizione di anomalia del Pdl nella nostra provincia. Come è noto, infatti, il Pdl, in provincia di Frosinone, è ancora privo del coordinamento provinciale. Questa situazione stravolge il metodo di selezione delle candidature,

ispirato nel nostro statuto a criteri di partecipazione ed autonomia territoriale determinando due effetti: da un lato impedisce di ersprimere una decisione condivisa sulle candidature nella lista proporzionale e nel listino maggioritario che, per legge, deve cvontenere un rappresentante della nostra provincia; dall'altro potrebbe favorire

Forte: i dati sull’occupazione sono sempre più preoccupanti

Fabio Forte (Udc) FROSINONE - “I dati sull’occupazione nella nostra provincia sono sempre più drammatici”. Commenta così i numeri diffusi in questi giorni nel rapporto della Uil, il consigliere provinciale Fabio Forte. L’esponente dell’Udc, candidato di punta alle regionali di fine marzo, prende spunto dall’ultima analisi sindacale per rilanciare ancora una volta la necessità di una ‘Vertenza Ciociaria’. “Abbiamo rimediato – aggiunge Fabio Forte – l’ennesimo, triste primato che si aggiunge agli altri dati negativi praticamente in

2 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010

ogni settore. In questo caso il dramma è doppio perché il disagio lavorativo coinvolge migliaia di persone che non hanno alcun futuro né prospettive. L’impietoso rapporto Uil dice che siamo ancora in fondo alla classifica, che nel 2009 e rispetto al 2008 c’è stato un aumento della cassa integrazione del 184% e di quella straordinaria del 110%. Ci sono poi quasi 9000 lavoratori interessati. Numeri impressionanti che testimoniano quanto sia grave la crisi nel territorio provinciale che sconta politiche economiche inadeguate. Questi sono i risultati di cinque anni di centrosinistra alle Regione: per quanto riguarda la nostra provincia è un disastro totale. Per questo è ormai indispensabile dar vita ad una vera e propria “Vertenza Ciociaria” chiamo in causa tutte le forze politiche, sindacali, imprenditoriali per cercare di mettere un freno ad un’emorragia che sta diventando devastante. L’Udc è disponibile da subito ad affrontare questo problema per cercare soluzioni che invertano la tendenza al ribasso”.

Pallone: “Fondi Ue, ha ragione Bonino” ROMA - "I fondi Ue sono una grande potenzialità. E’ necessario avere più familiarità con le procedure europee, più organizzazione sul territorio e più presenza a Bruxelles. Così ha dichiarato Emma Bonino il 4 febbraio e così replico anche io all'assessore Di Stefano". E' quanto dichiara l'Europarlamentare e vicecoordinatore regionale PDL, Alfredo Pallone.

candidature paracadutate da personaggi romani che nulla hanno a che vedere con la nostra provincia ma che hanno la presunzione di imporre le loro scelte al nostro territorio. Pertanto, in attesa che ci venga comunicata la ratifica del coordinamento provinciale, abbiamo ritenuto doveroso convocare il coordinamento provinciale opportu-

namente integrato dai rappresentanti più autorevoli del Pdl, negli enti locali e negli organismi istituzionali, al fine di esaminare dettagliatamente tutte le candidature e dare ad esse la necessaria legittimazione politica sul territorio”. Una decisione sacrosanta, più che legittima ma, forse, giunta in clamoroso ritardo. Nell'ambito del Pdl, infatti, le candidature, almeno per quattro quinti sono già belle che decise e resta da assegnare soltanto uno strapuntino. A tal proposito la volata potrebbe essere vinta dal consigliere regionale uscente Sandro De Gasperis con una prodigiosa rimonta. Oltre ai posti nel listino sui quali si è scatenata una bagarre senza precedenti. E che, pertanto, non riuscirà a placare, come per incanto, mugugni, malumori e dolori di pancia. Specialmente in chi (vedi il sindaco di Cassino Bruno Scittarelli), si sente danneggiato da scelte opinabili e, soprattutto, dalle cosiddette “autocandidature” che politici arrembanti hanno messo in campo con il chiaro scopo di forzare la mano ai vertici provinciali e regionali del partito. Al “redde rationem”, in-

somma, che ci sarà di qui a pochissimi giorni (sabato prossimo, alle 12.00, tutti i giochi saranno fatti), saranno in molti a digrignare i denti e a schiumare di rabbia. E non è escluso che possano verificarsi prese di posizione e strappi anche clamorosi. La riunione di ieri, comunque, ha trovato tutti d'accordo su di un punto: sono inaccettabili e pertanto da respingere prontamente al mittente le famose e ricorrenti interferenze capitoline. Le scelte debbono essere fatte sul territorio e dagli esponenti politici che in quel territorio vivono e amministrano. I lanci paracadutati di personaggi che godono potenti amicizie nelle stanze dei bottoni romane non sono più consentiti. Resta sempre molto difficile, comunque, contrastare con successo questo mal vezzo diffuso della politica. Anche perché in loco c'è chi non disdegna affatto di ricorrere ad intrallazzi e di stringere alleanza con il referente nazionale di turno. Anzi... Frosinone dichiara guerra a Roma, insomma. Ma solo tra tre giorni si saprà se tale atteggiamento bellicoso avrà prodotto gli effetti sperati.

Scalia (Pd) insiste sull’aeroporto L’ opera procurerebbe 3 mila nuovi posti di lavoro FROSINONE - Malgrado i segnali inequivocabilmente negativi che arrivano da più parti, l'assessore regionale uscente Francesco Scalia, non ha alcuna intenzione di demordere e continua ad insistere in maniera convinta sulla fattibilità di uno scalo aeroportuale civile nel capoluogo ciociaro. “Un'opera – afferma l'assessore – che può cambiare le sorti economiche della nostra provincia, la cui collocazione è stata già deliberata dalla giunta regionale che ha investito in questo progetto oltre 5 milioni di euro. Aeroporto che significa 3 mila nuovi posti di lavoro, miglioramento dei collegamenti con Roma attraverso l'istituzione di una metropolitana leggera ad alta velocità (FrosinoneRoma in 25 minuti) e numerosi vantaggi nel settore della produzione industriale (nuovo slancio per il settore aeronautico) e del turismo”. Scalia, quindi, non ha alcuna intenzione di mollare un progetto per il quale si è speso da tempo, fin

Francesco Scalia da quando ricopriva la carica di Presidente dell'amministrazione provinciale di Frosinone. E i pareri ripetutamente negativi espressi dal ministero dei trasporti e da vari altri enti (da ultimo anche il consiglio comunale del capoluogo ciociaro, votando una delibera che impone di rimanere fermi fin quando non sarà giunta la valutazione di impatto

ambientale, ha operato una decisa frenata al riguardo) non sembrano turbarlo più di tanto. Così come è convinto del buon operato che ha contraddistinto il mandato della giunta regionale e dell'amministrazione provinciale di centrosinistra. “In questi anni il centrosinistra ha realizzato interventi importanti: penso alle otto nuove scuole, all'apertura del casello di Ferentino, alla superstrada Sora-FrosinoneFerentino ormai in diritturta di arrivo, penso al completamento dell'ospedale di Cassino, Dea di primo livello, alla realizzazione, in soli tre anni e mezzo, di quello di Frosinone, Dea di secondo livello”. Un bilancio decisamente positivo, dunque, quello tracciato dall'assessore regionale uscente. E la realizzazione dell'aeroporto civile a Frosinone potrebbe rappresentare la classica ciliegina sulla torta. Peccanto che in molti tra le alte sfere, anzi quasi tutti, la pensino in maniera diametralmente opposta.

La Polverini visita gli ospedali ROMA - E’ partito il tour negli ospedali pubblici della capitale della candidata del Pdl a presidente della Regione Lazio Renata Polverini. L’ex-sindacalista visiterà il San Filippo, il San Camillo e l’Umberto I. Gli incontri termineranno con la visita, prevista per venerdì, all’ospedale San Giovanni.


PROVINCIA Settore chimico-farmaceutico in crisi 40 aziende, che occupano 6 mila lavoratori, versano in condizioni di grande criticità

L’Ater mette in vendita 250 appartamenti FROSINONE - Nel corso del 2010 l'Ater, l'Azienda Territoriale di Edilizia Residenziale, l'ex Istituto Autonomo Case Popolari, proseguendo la politica della cosiddetta cartolarizzazione, metterà in vendita ben 250 appartamenti su tutto il territorio provinciale. In particolar modo l'alienazione riguarderà stabili situati a Frosinone, Cassino, Sora, Alatri, Pontecorvo, Colfelice e Piedimonte San Germano. Si tratta, per l'esattezza, di 100 alloggi ex demaniali, di 120 alloggi Erp, 30 alloggi demaniali e 3 locali commerciali, per un totale di 253 unità immobiliari. La vendita, secondo le stime elaborate dai competenti uffici dell'ente, dovrebbe procurare un introito molto vicino ai 7 milioni di euro. L'operazione si prefigge una duplice finalità: consentire agli inquilini che vivono in quelle case da decenni di diventarne finalmente proprietari

e, nello stesso tempo, di procurare all'ente un gettito aggiuntivo di risorse economiche da reinvestire proficuamente: non si può dimenticare che l'Ater è proprietario su tutto il territorio provinciale di 8.000 alloggi da cui canoni di locazione dovrebbero giungere 5 milioni di euro o giù di lì. In questo caso, però, il condizionale è più che mai d'obbligo considerata l'altissima percentuale di morosità riguardo il pagamento dei canoni mensili. Anche in questo campo, però, la nuova dirigenza dell'Ater, con a capo il presidente del consiglio di amministrazione Saverio Coppola, è seriamente intenzionato ad intervenire in maniera concreta per cercare di eliminare una disfunzione annosa che procura all'ente un ingente danno patrimoniale, impedendo di riciclare in maniera virtuosa una parte cospicua di quelle risorse.

FROSINONE - Abbiamo già parlato, nei giorni scorsi, della grave recessione che ha colpito la provincia di Frosinone, di gran lunga la più industrializzata della regione laziale. Tutti i comparti del settore produttivo hanno pagato un oneroso dazio alla crisi che si è concretizzato in periodi lunghissimi di cassa integrazione, in riduzione di personale e, in non pochi casi, in una cessazione a tempo indeterminato delle attività. Non a caso nel comprensorio ciociaro il tasso di disoccupazione ha toccato nel 2009 il 12%, un livello da profondo Sud, che mai si era registrato a queste latitudini. La grave congiuntura economica ha colpito, sia pure in maniera e con effetti diversi, un po' tutti i settori. Persino un colosso come la Fiat (per non parlare, poi, di tutte quelle aziende del varioegato pianeta dell'indotto che gravitano attorno ad essa) ha dovuto piegarsi di fronte ad una congiuntura di enormi proporzioni ricorrendo a frequenti e ripetuti periodi di fermo produttivo che hanno molto colpito la psiche (ma anche il portafogli) delle tute blu. Congiuntura che, per giunta, non accenna ad allentare la morsa anche in questi primi mesi del

2010. C'è stato un settore, però, che nella provincia ciociara ha pagato alla crisi economica un tributo pesantissimo: quello chimico-farmaceutico. Ben 40 aziende, che occupano all'incirca 6 mila lavoratori, versano oggi in condizioni di grande criticità. Basti pensare che di essi 1.947 sono in cassa integrazione ordinaria, 1.170 in cassa integrazione speciale e 1.564 in mobilità. Tra i motivi ricorrenti le ormai note difficoltà aziendali, i processi di ricon-

versione industriale (spesso mai condotti a termine) oppure, più semplicemente, la cessazione definitiva delle attività produttive. Emblematica la situazione della Videocon di Anagni, della quale molto si sta parlando in questi giorni di campagna elettorale, dove i 1.430 lavoratori si trovano tutti in cassa integrazione speciale o in mobilità. Ovvero sia stanno per precipitare nel baratro buio e senza fondo della perdita del posto di lavoro.

La Ciociaria alla Borsa italiana del turismo L’assessore provinciale Ruspandini ha partecipato alla rassegna FROSINONE - La Provincia di Frosinone al lavoro per valorizzare dal punto di vista turistico il territorio. Una serie di azioni, previste da un unico progetto strategico già annunciato dal Presidente della Provincia Antonello Iannarilli, prendono forma. Nei giorni scorsi l'Assessore al Turismo, Massimo Ruspandini, è stato presente in forma ufficiale presso la Bit di Milano (Borsa Italiana del Turismo), a compiere precisi atti. Il primo, frutto di un accordo diretto tra le Presidenze delle Province di Frosinone e Latina, è la dichiarazione d'intenti, effettuata presso lo stand di Latina, presente con un grande spazio alla Borsa di Milano, dagli assessori Massimo Ru-

spandini e Silvio D'Arco. Le due province pensano di mettere in campo un sistema che investa tutto il Lazio meridionale, producendo prodotti comuni e complementari. Si pensa al mare e alla montagna, alle mete religiose ma anche ai percorsi enogastronomici, alle eccellenze storiche e architettoniche, a quelle archeologiche e alle bellezze naturalistiche. Le due province insieme costituiscono un sistema turistico molto vasto e potente. E' stato definito e presto sarà siglato dai Presidenti delle province di Frosinone e di Latina, un protocollo d'intesa che sancisce tale collaborazione. L'assessore Ruspandini, inoltre, ha presentato in via preliminare alla Borsa di Milano anche un

Incontro sull’energia fotovoltaica FROSINONE - Oggi pomeriggio presso la sala di rappresentanza dell'amministrazione provinciale di Frosinone, si terrà un incontro tra l'Agenzia Provinciale Energia Frosinone (APEF) e l'Energesco dal titolo "Il fotovoltaico in provincia di Frosinone, la realizzazione e l'impegno". L'appuntamento è programmato per le 15.

bando di concorso per il Marchio turistico della Provincia di Frosinone. Il Bando di concorso è stato varato oggi dalla Giunta provinciale e tra qualche giorno sarà ufficializzato e presentato al pubblico con una conferenza stampa. L'assessore al Turismo ha anche visitato lo spazio della AtL e ha assunto una posizione critica rispetto alla scelta dell'organismo turistico regionale: "Il Lazio - ha detto Ruspandini - continua a mantenere una posizione evidentemente diversa da quella di tutte le altre regioni italiane che lavorano per valorizzare tutto il loro territorio, specialmente nelle sedi maggiormente rappresentative come quella della Bit di Milano. L'azione dell'Atl,

invece, continua ad essere sostanzialmente nulla per quanto riguarda le province del Lazio (che infatti si stanno tutte attrezzando da sole in un modo o nell'altro) penalizzandoci sostanzialmente rispetto agli altri territori e rappresentando, a nostro avviso anche maluccio, solo la Capitale. Bastava dare un'occhiata e la differenza impressionante, anche solo al colpo d'occhio, tra lo spazio del Lazio, una delle regioni più ricche dal punto di vista turistico, e le altre risultava addirittura imbarazzante. Credo che insieme alle altre province del Lazio si debba mettere in campo una comune attività propositiva che costringa l'Atl a ripensare completamente la sua filosofia dell'evanescenza territoriale".

Due conferenze al Liceo di Alatri ALATRI - Il Preside Prof. Mantovani, il giorno 24 febbraio 2010 terrà la conferenza dal titolo "L'uomo educatore e lo storico" in occasione del 40° anniversario dalla morte di Carlo Minnocci. Mentre il giorno 27 febbraio terrà la conferenza dal titolo "L'uomo e l'esegeta di Dante" in occasione del 50° anniversario dalla morte di Luigi Pietrobono.

3 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010


CASSINO L’associazione “Le Contrade” denuncia la violazione del codice della strada

Strisce blu, ricorso in Procura CASSINO - Le strisce blu, quelle che segnalano i parcheggi a pagamento, avrebbero invaso anche la fascia di rispetto, ossia la distanza minima dei cinque metri dagli incroci in violazione del codice della strada. Lo sostiene in un esposto alla procura della repubblica di Cassino il presidente dell’associazione Le Contrade, Antonio Capaldi, dopo una verifica degli incroci stradali. “In quasi tutte le intersezioni – scrive nell’esposto – la distanza di sicurezza non risulta in alcun modo rispettata, né risultano appositi segnali che indichino le eventuali deroghe. In tal modo l’Amministrazione comunale ha ampliato l’area delle strisce blu a pagamento consentendo alla società appaltante un utile aggiuntivo, che potrebbe integrare un vero e proprio abuso d’ufficio.” Il presidente Capaldi invita poi il magistrato ad acquisire “tutti gli atti amministrativi compiuti per la delimitazione delle aree e delle eventuali deroghe disposte.” Il

Università Convegno CASSINO -Il Dipartimento Impresa, Ambiente e Management (DIAM) dell'Università degli Studi di Cassino organizza il convegno: Modelli organizzativi, sicurezza sul lavoro e responsabilità amministrativa delle imprese. “Tale attività – dicono gli organizzatori - esprime la missione che si pone il DIAM, di coniugare competenze altamente qualificate in ambito sia aziendale sia giuridico capaci di innescare processi di sviluppo e di innovazione tecnologica, giuridica, gestionale, finanziaria ed organizzativa delle imprese industriali, commerciali e di servizi, con attenzione particolare nel bacino di utenza dell'Ateneo.” Il convegno si terrà oggi, con inizio alle ore 15.00, presso l'Aula 1.07 del Polo universitario Folcara, via S. Angelo, Cassino.” Nel corso dell’incontro esperti si confronteranno per discutere del problema della sicurezza sul lavoro spesso sottovalutato.

consorzio Urbania, che si è aggiudicato a luglio dell’anno scorso l’appalto, ha portato a 1380 gli spazi a pagamento in città. Secondo l’associazione la segnaletica utilizzata sarebbe difforme dalla legge oltre al mancato rispetto dei cinque metri dagli incroci e così la polizia stradale, come è accaduto, potrebbe multare le auto, anche se dentro le strisce, per aver parcheggiato in prossimità di un incrocio. L’eventuale multa è di 78 euro oltre ai punti in meno sulla patente. L’associazione contesta anche l’assegnazione incompleta degli spazi agli invalidi. Secondo la legge va riservata una sosta auto ogni 50 posti. L’associazione segnala anche un’altra irregolarità che va a danno degli automobilisti , soprattutto quelli di fuori Cassino. La domenica e i festivi e di notte (dalle 20 alle 8) non si paga ma le macchinette sono sempre in funzione e chi inserisce le monete nel parcometro si ritrova il ticket

Strade bucate Fardelli protesta

stampato che vale per il giorno dopo, dalle 8 in poi. Inutile per chi è di un’altra città. “Anche questo è un abuso e un guadagno in più per la società di gestione – conclude Capaldi - perciò chiederemo al

Comune la documentazione del bando di gara, le varie delibere, la convenzione e il contratto. Mi auspico che la magistratura intervenga a porre fine a questi incassi non dovuti.”

Teatro Manzoni, al via da sabato una ricca stagione di prosa CASSINO - Data storica quella di sabato 27 febbraio perché tornerà a rialzarsi il sipario al ricostruito teatro Manzoni dopo 67 anni dall’ultimo spettacolo di prosa. La guerra lo ridusse in macerie ma ora è di nuovo pronto ad accogliere gli uomini di teatro. E lo spettacolo sarà di lusso. Alle 21 sarà di scena “Sei personaggi in cerca d’autore “ un grande classico del genio pirandelliano. Ad interpretarlo una grande compagnia teatrale che sta raccogliendo un enorme successo in tutta Italia. Tra gli attori Marina Bonfigli, Edoardo Siravo e Antonio Salines.“Una delle mie preoccupazioni era quale sarebbe stata la risposta del pubblico in una area dove la presenza del grande teatro italiano non era più di casa” dice Fabio Alescio amministratore di Nuove Strategie, società che gestisce il teatro Manzoni. “Ma la nostra scommessa – spiega - è a un passo dall’essere vinta. Da quando abbiamo aperto la campagna abbonamenti abbiamo quasi raggiunto i nostri obbiettivi. I cinque spettacoli previsti in cartellone hanno saputo attrarre e soprattutto risvegliare una voglia di teatro che per troppi anni aveva costretto tutti a raggiungere Roma o Napoli. Oggi c’è la consapevolezza che anche a Cassino sarà possibile assistere a grandi spettacoli teatrali. Il 27 chiuderemo la campagna abbonamenti e sapere che più della metà del teatro sarà garantito dagli abbonati è motivo di incoraggiamento per continuare a investire e programmare. Per questo siamo

Seminario sui diritti umani CASSINO - In vista del 3° Seminario Internazionale Cittadinanza Democratica e Diritti umani, che si terrà a Cassino i giorni 26 e 27 febbraio prossimi, a cura dell’Università, del Comune di Cassino e del Ceim si terrà una conferenza stampa oggi , ore 11,30.Saranno presenti Scittarelli, le ricercatrici Sonia Giusti e Floriana Ciccodicola.

già al lavoro per la stagione autunno inverno 20102011. Devo ringraziare l’amministrazione comunale e quella provinciale per la sensibilità che hanno mostrato sin dall’inizio del nostro lavoro, dimostrando oltretutto grande passione e competenza.”

In commissione il piano colore CASSINO - Il presidente Enrico Iemma ha convocato la Commissione Urbanistica per oggi, alle ore 18.30, presso il Settore Urbanistica per l’esame del seguente ordine del giorno: esame Piano Colore per il centro urbano, le frazioni Caira e S. Angelo in Theodice.

CASSINO - Dopo la polemica tra gli assessori Petrillo e Evangelista sulla riparazione delle strade dissestate interviene il consigliere comunale Marino Fardelli anche a nome della minoranza. “In data 21.01.2010 – scrive - abbiamo depositato presso il Comune di Cassino una nostra proposta di istituire una Task Force per un servizio di pronto intervento per la manutenzione delle strade cittadine e periferiche. Molti cittadini di Cassino centro e delle zone periferiche ci hanno segnalato in più di diverse occasioni la pericolosità di veri e propri crateri stradali, e nonostante molti cittadini in maniera autonoma hanno contattato gli Uffici competenti, ancora oggi non si pone rimedio a questo vergognosa stato in cui versano molte arterie cittadine e periferiche. Ad oggi nonostante l’interrogazione che abbiamo presentato, non solo ai termini del regolamento comunale che impone chi di competenza una adeguata risposta nei 30 giorni stabiliti per Regolamento, non abbiamo ricevuto risposta scritta ma notiamo invece che i problemi legati alle buche e ai ripristini su manto stradale aumentano e chi di competenza non interviene in tempi celeri. Non si può sempre e solo dare la colpa al maltempo oppure alla società che fornisce l’asfalto. Sono oramai scuse che non reggono più.” . “Non si può affrontare la cosa con superficialità e facendo dichiarazioni a mezzo stampa – conclude - che rasentano dell’incredibile tra alcuni assessori comunali, in un tourbillon di competenze tra i vari assessorati e immobilismo politico e gestionale del settore competente. Ma come ebbe modo di affermare a mezzo stampa qualche consigliere comunale di maggioranza alcune settimane or sono, oramai al Comune si pensa solo alle candidature e a nessuno importa più dei problemi della Città.”

5 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010


CASSINATE Dopo il diktat di Berlusconi sulle Liste pulite per l’ex sindaco di Pontecorvo niente più candidatura

Udc : “Roscia sei stato nominato” Conclusa, ancor prima di cominciare, la campagna elettorale per le regionali Si è scatenato il toto-nomi. Tra i corteggiati anche Laura Materiale CASSINO - L’era Roscia sembra essere arrivata al capolinea. Per l’ex primo cittadino di Pontecorvo, infatti, la Regione Lazio ormai è solo un miraggio. Il tentativo messo in atto, dopo le disavventure giudiziarie, di tentare la scalata alla Pisana è stato bloccato in partenza. Per lui, dunque, nessun confronto con l’elettorato. Nessuna prova del nove per riconsiderare il rapporto con i cittadini e per misurarsi ancora con le preferenze. Il plebiscito di circa cinquemila voti che lo portò, alle ultime elezioni comunali, a sedere per la seconda volta sulla poltrona di sindaco a Pontecorvo, resterà soltanto un ricordo. Ora Roscia, non potrà sapere se i cittadini, dopo una condanna a sei anni e dopo l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, sono ancora con lui o se qualcuno lo ha abbandonato strada facendo. Il suo futuro politico, insomma, è stato scritto nelle aule del Tribunale di Cassino. Benché la condanna sia soltanto di primo grado e, come si sa, esiste la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio, il diktat imposto dall’Udc di Casini, è stato chiaro. “Roscia faccia un passo indietro”. Il comunicato ufficiale era già stato diffuso nella tarda serata di lunedì dopo un incontro tra i vertici nazionali. La candidatura di Roscia che, peraltro, è imputato in un altro procedimento penale sempre legato a presunte tangenti all’epoca dei fatti in cui ricopriva la carica di primo cittadino, risultava “scomoda” ed “imbarazzante”. Ancor di più dopo le direttive imposte dal premier Silvio Berlusconi che, a chiare note, aveva detto: “Fuori dalle liste chiunque abbia riportato condanne”. Il messaggio era chiaro. Ed altrettanto lo è stato l’intervento, il primo registrato sul caso Roscia, di Biagio Cacciola dell’Alleanza di centro. La sua sortita sulla vicenda non aveva lasciato spazio a dubbi. Roscia doveva rinunciare. E così è stato. L’ex primo cittadino di Pontecorvo ha capito l’antifona ed ha fatto il famoso passo indietro. Stando ad alcune indiscrezioni,

6

ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010

però, sembra che almeno ieri i suoi ripensamenti non fossero ancora certi, se è vero che qualcuno riferiva di contatti tra lui ed altri politici locali per tentare di essere inserito in qualche lista “di appoggio”. Ma qualora l’eventualità dovesse concretizzarsi, anche per queste aggregazioni, come per le compagini di partito vale la regola delle “liste pulite”. A questo punto si è scatenato il “toto-nomi” e c’è stata la rincorsa a ricoprire quelle caselle rimaste ancora senza indicazione del candidato. Nella tarda serata di lunedì, per la zona nord molti davano quasi per certa la candidaturra di Alessia Savo, sindaco di Torrice e figlia di quel Benito Savo già parlamentare di Forza Italia. I dubbi, però, su un suo inserimento in lista verranno sciolti nelle prossime ore, dal momento che si tratta di una corsa al foto-finish che dovrà portare alla scelta tra Savo e De Santis, ex sindaco di Alatri ed ora capogruppo

dell’opposizione. A ricoprire, invece, il posto lasciato vacante da Roscia, pare sia stata chiamata un’altra donna. Si tratta del sindaco di Castrocielo, Laura Materiale la quale, pur ammettendo di averci pensato un pò sù, ha dichiarato di non voler tradire la sua fede politica. “Benché il mio partito (Pd, ndr) - ha detto Materiale - sia ridotto a pezzi, non ho mai amato coloro che sono passati con estrema facilità da un posto ad un altro. O per meglio dire da un partito all’altro. Non nascondo di essere stata ‘corteggiata’ in tal senso ma, almeno per il momento, resto un attimo a guardare per decidere cosa succederà”. Uno spiraglio aperto? Non lo sappiamo. Nel frattempo non si può fare altro che aspettare. E bisognerà attendere anche per vedere cosa accadrà per l’eventuale inserimento nel listino dell’Udc dell’onorevole Anna Teresa Formisano. Ieri se ne è parlato con insistenza ma soltanto come di

Anna Teresa Formisano

Riccardo Roscia

“voci di corridoio”. Nessuna conferma e nessuna smentita sono arrivate in tal senso. Secondo gli addetti ai lavori questa possibilità esiste anche se si tratta di scelte che debbono essere valutate a Roma tra i vertici del partito. Sono

soltanto due, infatti, i posti a disposizione nel listino per l’Udc ed accontantare tutti, sembra davvero impossibile. Le strategie di partito sono sconosciute ai più e per sapere qualcosa di nuovo bisognerà ancora attendere qualche giorno.

Potano gli alberi ma distruggono le panchine A Piazza San Giovanni attese le “riparazioni” CASSINO - Potano gli alberi e distruggono la piazza. Da più di un mese è stato compiuto un lavoro di potatura in piazza San Giovanni e la zona non è stata ancora messa a posto dopo i danni provocati dai lavori. Nella piazza, gli addetti del Comune, avevano raggruppato i vasi, precedentemente sistemati in loco

Muore dopo il parto Eseguita l’autopsia CASSINO - E’ stata eseguita ieri l’autopsia sulla salma della trentanovenne deceduta lunedì in ospedale dopo aver messo alla luce, lo scorso sabato, il suo terzo figlio. Il medico legale si è riservato sessanta giorni prima di rendere noti gli esiti dell’esame autoptico e chiarire le cause di un decesso tuttora avvolto nel mistero.

per abbellirla e renderla più confortevole. Ma gli interventi di sistemazione hanno distrutto gli arredi urbani. Oggi, infatti, fanno bella mostra di sé al centro dello spazio antistante la chiesa di San Giovanni Battista senza che nessuno intervenga. Lo scenario è paradossale: panchine divelte o rotte a causa della caduta dei rami degli alberi precedentemente potati. I cittadini che frequentano ed abitano questa zona sono infuriati e pretendono che le autorità sistemino immediatamente questa situazione. Uno scempio del genere non può rimanere così per tutto questo tempo, soprattutto se si pensa che a compiere questo atto non sono stati dei cittadini incivili ma proprio coloro che avrebbero dovuto sistemare la zona e renderla più gradevole alla vista.

Queste cose durante i lavori possono capitare. Infatti, può accadere di compiere qualche danno (!), ma il vero problema è che dopo novanta giorni dalla potatura degli alberi, la situazione è rimasta praticamente immutata ed i cittadini non possono usufruire delle strutture. “Ogni volta che fanno un lavoro rompono altre cose e non le rimettono mai a posto”, ha dichiarato un residente. “Io vengo qui ogni giorno per prendere un po’ d’aria - ha aggiunto un pensionato - ora che non ci sono più le panchine dove vado a sedermi? Sono costretto a cambiare zona”. Insomma, una situazione che di certo non contribuisce al decoro e all’immagine di una città. Compito degli amministratori è quello di rendere un paese vivibile, intervenendo nelle zone che richiedono maggiori

interventi di riqualificazione. Non certamente contribuire allo “sfascio”. Perlomeno, si intervenga.

Cassino, fogli di via a due napoletani CASSINO - Hanno trovato la motivazione meno intelligente per giustificare la propria presenza a Cassino: prendere un espresso. Una scusa a cui non hanno creduto le Fiamme gialle che, avviato un controllo, hanno scoperto che si trattava di due pluripregiudicati campani immediatamente allontanati.


CASSINATE L’avvocato pontecorvese ha già completato lista e programma per le comunali

Ivan Caserta: “Io ballo da solo” La compagine, formata da professionisti ed operai, verrà consegnata domani PONTECORVO - Mentre da più parti si studiano strategie ed alleanze, Ivan Caserta, candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative a Pontecorvo, va sicuro per la sua strada. Il noto professionista, con la benedizione dell’ex sindaco Roscia, consegnerà già domani mattina la sua lista agli impiegati dell’ufficio elettorale del Comune. Ieri sera l’ultima riunione per confermare il programma elet-

Ivan Caserta

torale. Il candidato, data la sua determinazione, non sarebbe neanche stato contattato nei giorni scorso per prendere parte alla riunione dei capolista per indicare insieme un candidato super partes da proporre all’elettorato. L’avvocato Caserta già da tempo, ormai, ha delineato un programma di tutto rispetto a favore della trasparenza amministrativa. Nel suo team figurano non solo professionisti ma anche rappresentanti di varie categorie sociali: artigiani, operai ed agricoltori. Proprio atttraverso queste figure il candidato a sindaco annuncia di voler dar voce a tutte le esigenze della città. “La nostra amministrazione punterà al massimo della trasparenza amministrativa ha detto Caserta - daremo la possibilità ai cittadini di accedere agli atti comunali, rendendoli protagonisti, attraverso il bilancio partecipato, nelle scelte economiche per la crescita del nostro comune”. Il fine, in sintesi, è quello di permettere ai cittadini di partecipare attivamente allo sviluppo ed alla elaborazione della politica municipale. La parte-

Piedimonte, elezioni Sarà battaglia a due? PIEDIMONTE SAN GERMANO - Quadro ancora incerto a Piedimonte San Germano in vista delle prossime elezioni comunali. I cittadini saranno, infatti, chiamati ad esprimere un consenso per designare la nuova amministrazione. Il cerchio potrebbe stringersi attorno a soli due candidati. Si era partiti con quattro capolista ma le ultime voci confermerebbero solo due posizioni: quella dell’ex sindaco Domenico Iacovella e della psicologa terapeuta Patrizia Caccavale, indicata come una nuova promessa dagli esponenti del Pdl locali. Entrambi i candidati a sindaco capeggeranno due liste civiche che ben rappresentano l’elettorato locale con la presenza non solo di professionisti ma anche di rappresentanti di varie categorie sociali, operai, artigiani ed insegnanti. Un faccia a faccia, dunque, che si annuncia interessante. Entrambi i personaggi hanno dimostrato di conoscere bene la realtà territoriale che andrebbero a rappresentare. Una ventata di freschezza porterebbe, invece, la psicologa Caccavale con progetti innovativi in cantiere. Le indiscrezioni delle ultime ore, provenienti da ambienti politici locali, vedrebbero una terza possibile candidata, l’avvocato Lara Capitanio, in difficoltà. La professionista, infatti, non avrebbe trovato tutti i sostenitori per chiudere la lista. Ma restano ancora quattro giorni di tempo per poter consegnare le liste. I cittadini aspettando di conoscere i nomi dei candidati con la speranza di poter essere rappresentati nel migliore dei modi, sfiduciati a seguito del commissariamento che ha generato molti disagi a tutti.

cipazione si realizza innanzitutto su base territoriale. Nel corso di riunioni pubbliche la popolazione di ciascuna circoscrizione è invitata a precisare i suoi bisogni e a stabilire delle priorità in vari campi o settori. Ciò permette di avere una visione più completa della città, attraverso il coinvolgimento dei settori produttivi della stessa. Strumento che sarà certamente utile per risolvere il problema viabilità che sta soffocando il centro cittadino. “Risolveremo la questione - ha detto Ivan Caserta - i cittadini non ne possono più, è tra le priorità del nostro programma. Saremo anche vicini ai commercianti sfiduciati. A causa di questo disagio in molti annunciano la chiusura di attività commerciali ritenute storiche e fondamentali per l’economia del nostro paese. In ultimo, e non per importanza - ha concluso Caserta -, numerosi interventi saranno a favore dell’ospedale civile Del Prete. Vigileremo sulla sua funzionalità e presenza attiva affinchè non venga penalizzato il nostro territorio”.

Aquino, Accertamenti Ici E’guerra in seno al Consiglio AQUINO - “Gli accertamenti Ici per il 2004 emessi dal Comune di Aquino sono di dubbia legittimità”. A dirlo è Paolo Scappaticci, esponente del Pd aquinate, che interviene a seguito degli innumerevoli avvisi di accertamento recapitati alla quasi totalità delle famiglie di Aquino che posseggono una casa di proprietà. “Gli accertamenti fanno sorgere dei Seri dubbi sulla loro legittimità – precisa Scappaticci – in quanto non sono stati firmati dal Segretario Comunale quale responsabile di servizio finanziario bensì dal tecnico comunale geom. Cristini. E certo – continua in una nota Scappaticci - che nell’accertamento non è citata nessuna delibera di Giunta mediante la quale il tecnico comunale risulta

essere stato nominato funzionario preposto, sottoscrivendo gli avvisi di accertamento. A questo punto – afferma - ci domandiamo se si sia trattato solo di una dimenticanza o se effettivamente questo adempimento sia stato omesso. In tal caso, a mio avviso – afferma ancora l’esponente del Pd -, tutti gli avvisi di accertamento sarebbero da ritenersi nulli in quanto sottoscritti da un soggetto che non aveva alcun potere giuridico. Invito a chiarire la vicenda in modo da fugare i nostri dubbi che potrebbero indurre, giustamente e legittimamente, i cittadini a ricorrere per annullare gli avvisi, provocando – conclude nella nota - un ulteriore aggravio delle già sofferenti e martoriate casse comunali”.

Caso amianto, da Villa minacciano: “Restituiremo le schede elettorali” VILLA SANTA LUCIA - “Siamo pronti a rispedire le schede elettorali al presidente della Repubblica, ad ora ci sentiamo abbandonati dalla politica. Tante le promesse, pochi i fatti”. Lo hanno detto i membri del Comitato ‘Villa no amianto’, ancora sul piede di guerra contro l’immobilismo dei politici locali. Continuano, intanto, le riunioni del direttivo riunitosi lunedì sera per decidere i prossimi passi per la salvaguardia del territorio. Nuovi comitati per sostenere la lotta contro l’amianto: è questa l’idea lanciata dagli abitanti di Villa Santa Lucia. La questione, infatti, non interesserebbe solamente Villa Santa Lucia, il Comune che potrebbe ospitare l’incriminato impianto per lo smaltimento dell'amianto, materiale classificato dall'Unione Europea come illegale. Diverse as-

sociazioni ambientaliste, anche da Pontecorvo e dall’aquinate già si starebbero muovendo per sostenere la lotta. “Vorremmo contribuire alla creazione di nuovi comitati negli altri paesi perché ci siamo resi conto – affermano dal direttivo -, durante le nostre campagne informative, che la popolazione ancora non conosce bene i rischi di questo impianto. A tal proposito ci mettiamo a disposizione per fornire tutte le informazioni ai costituenti comitati che intenderanno affiancarci in questa difficile battaglia, un sito di questo genere aumenterebbe la precarietà della salute di tutti gli abitanti del circondario”. Intanto, oggi, appuntamento importante a Villa Santa Lucia, il comitato incontrerà il candidato consigliere alla regione Lazio D'Ovidio, sarebbe stato proprio lui a chiedere

S. Ambrogio, frana Evacuate 5 famiglie

Sicurezza sul lavoro Incontro in Ateneo

SANT’AMBROGIO SUL GARIGLIANO - La pioggia incessante di questi giorni penalizza il nostro territorio, in modo particolare il Comune di Sant’Ambrogio dove ben cinque abitazioni sono state evacuate a causa di uno smottamento del terreno. Ieri mattina è crollato il tetto di una abitazioni a ridosso di una collina in Via Cavour.

CASSINO - ‘Modelli organizzativi, sicurezza sul lavoro e responsabilità amministrativa delle imprese’. Se ne parlerà oggi pomeriggio, alle 15,30, presso il Polo universitario Folcara a cura del Dipartimento Impresa, Ambiente e Management dell'Università degli Studi di Cassino.

un incontro con i membri del Comitato per essere informato della questione. Sempre oggi alcuni membri del Comitato saranno presenti presso la facoltà di Economia e Commercio per volantinare ed informare gli studenti.

7 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010


CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE PER LA PROPAGANDA POLITICO ELETTORALE In vista delle elezioni regionali ed amministrative fissate per i giorni 28 e 29 marzo 2010

previste dal listino. Non saranno riconosciute in alcun modo le commissioni d’agenzia.

in ottemperanza alla Legge n. 28/2000 recante “Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica”

Il PAGAMENTO dovrà essere effettuato contestualmente all’accettazione dell’ordine di pubblicazione: - in contanti - con assegno circolare intestato alla concessionaria

A.I. COMMUNICATION Il mancato adempimento comporterà automaticamente la mancata accettazione di pubblicazione . ai sensi e per gli effetti dell’Art. 1 di tale Legge, nell’ambito della propria autonomia per la raccolta di propaganda elettorale per le elezioni regionali ed amministrative indette per il giorno 28 e 29 marzo 2010 porta a conoscenza degli utenti il seguente Codice di Autoregolamentazione:

1.Nei giorni consentiti dalla Legge n. 28/2000, così come stabilito dal decreto legge n. 131 del 18 settembre 2009 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 20 novembre 2009 n. 271 (fino al 26 marzo, con espressa esclusione dei giorni 27, 28 e 29 marzo 2010), l’editore raccoglierà inserzioni di pubblicità elettorale da pubblicare su “Gazzetta Cassino free press” e “Gazzetta Frosinone free press” secondo le sotto indicate regole.

2. Le inserzioni di propaganda elettorale dovranno essere relative a: a) annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze e discorsi, b) pubblicazioni destinate alla presentazione dei programmi, delle liste, dei gruppi di candidati e dei candidati; c) pubblicazioni di confronto tra i candidati.

Tutte le inserzioni dovranno recare la seguente dicitura: “Messaggio elettorale”

Non saranno accettate inserzioni pubblicitarie elettorali pure e semplici e cioè le pubblicazioni esclusivamente di slogan positivi o negativi, di foto o disegni, di inviti al voto non accompagnati da adeguata, ancorché succinta, presentazione politica dei candidati e/o di programmi e/o di linee, ovvero non accompagnati da una critica motivata nei confronti dei competitori. Per tali inserzioni vi è un espresso divieto legislativo. (art.2 legge 515/93).

3. La richiesta di inserzione elettorale dovrà essere rivolta direttamente ad A. I. Communication Corso della Repubblica n.5, Cassino, tel. 0776.278040, fax 0776. 325688

4. Le richieste di inserzioni elettorali, con gli specifici dettagli relativi alla data di pubblicazione e le eventuali posizioni di rigore, etc., dovranno pervenire (anche in formato elettronico e via e-mail) di norma quattro giorni prima della data richiesta per la pubblicazione.

5. Le tariffe, secondo quanto disposto dall’art.3 del Regolamento del Garante, saranno le seguenti: Testate - Gazzetta Cassino free press - Gazzetta Frosinone free press

Euro a modulo 22.5 + IVA al 4% 22.5 + IVA al 4 %

Il materiale dovrà essere inviato già pronto per la pubblicazione in formato JPG o GIF. Non si praticano sconti quantità, né altri sconti. Per data fissa, o posizione di rigore, festivo, etc. si applicano le maggiorazioni

6. In osservanza delle regole di cui alla legge 28/2000 e dei provvedimenti n. 10/05/CSP e n. 11/05 CSP dell’autorità delle garanzie delle comunicazioni ai fini di GARANTIRE LA POSSIBILITÀ DI ACCESSO IN CONDIZIONI DI PARITA’ e l’equa distribuzione degli spazi tra tutti i soggetti interessati che ne abbiano esigenze informative o precedente carico pubblicitario di altra natura, spazio sufficiente all’esaurimento delle inserzioni regolarmente pagate, verrà attuata la seguente procedura: a) l’Editore comunicherà ai richiedenti l’eventuale mancanza di disponibilità alla pubblicazione per la data o le date indicate. L’Editore concorderà con l’inserzionista i tempi e gli spazi, se diversi da quelli richiesti, per la pubblicazione in altra data; se ciò non fosse possibile l’Editore procederà ad una riduzione proporzionale degli spazi richiesti onde garantire l’accesso a tutte la categorie interessate. b) Analogamente, qualora dovessero verificarsi fenomeni di accaparramento di spazi, l’Editore si riserva, per garantire concretamente la possibilità dell’accesso in condizioni di parità nonché l’equa distribuzione degli spazi tra tutti i soggetti che ne abbiano fatta richiesta, di ristabilire una pari condizione per i richiedenti, procedendo nel modo indicato nel precedente punto a).

7. La vendita sarà effettuata presso l’Editore. Nei testi degli avvisi pubblicitari dovrà apparire il “COMMITTENTE RESPONSABILE SIG. (persona fisica)…”(come da art.3, 2° comma, legge 10/12/93 n. 515). Gli ordini, come da art.3 legge 10/12/93 n.515, dovranno essere effettuati ( e quindi firmati ) da:

a) i segretari amministrativi o delegati responsabili della propaganda, previa la loro identificazione ed attestazione della qualifica;

b) i candidati o loro mandatari.

Qualora il committente della propaganda elettorale a favore di uno o più candidati sia un gruppo, un’organizzazione, un’associazione di categoria, un movimento, un partito, etc., occorre la preventiva autorizzazione ( scritta ) del candidato o del suo mandatario. La fattura andrà emessa a: a) segretari amministrativi o delegati responsabili della propaganda; b) candidati o loro mandatari; c) organizzazione/associazione di categoria, etc., previa autorizzazione, come sopra indicato. 8. L’Editore dovrà rifiutare richieste di propaganda elettorale da parte di Enti della Pubblica Amministrazione ( come da art. 5 legge 10/12/93 n. 515 ). Per tutto quanto non meglio specificato si farà riferimento alla normativa vigente.

L’Editore A. I. Communication


Frosinone, settore chimico in crisi

Arce, Marzilli va da solo

FROSINONE - Quaranta aziende che impiegano all’incirca 6 mila lavoratori del settore chimico-farnmaceutico versano in una situazione di grande precarietà. Esempio tipico la Videocon di Anagni dove i 1.400 dipendenti, tra cassa integrazione e mobilità, stanno per rimanere senza lavoro. PAG. 11

ARCE - Marcello Marzilli, consigliere comunale di opposizione, abbandona il suo gruppo e si dichiara indipendente. La sua intenzione, che diventerà concreta di qui a breve, è quella di costituire un gruppo autonomo dal nome significativo “Arce nel cuore: patto per il futuro”. Rimarrà da solo Marzilli o aggregherà altri al suo carro? PAG. 3

ANNO 1 - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Rebubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettafrosinone.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034

Pdl ciociaro contro Roma www.gazzettafrosinone.it IL TAPIRO DEL GIORNO A EQUITALIA Equitalia è la società che nella provincia di Frosinone, come in altre parti d’Italia, gestisce il servizio di riscossione dei tributi. Ma lo fa in una maniera che il più delle volte è imprecisa, caotica, provocando disfunzioni inenarrabili e soprattutto le giornaliere lamentazioni dei cittadini che sono ormai francamente stufi dei tanti errori che si ripetono con monotona frequenza. L’associazione “Codici” è andata all’attacco della società facendo rimarcare le sue tante sviste che ormai sembrano essere diventate la regola.

L’OSCAR DEL GIORNO A MASSIMO RUSPANDINI L’assessore provinciale al turismo Massimo Ruspandini si sta molto impegnando per il rilancio delle attività turistiche in Ciociaria, una terra ricca di splendide testimonianze storiche, artistiche, architettoniche e paesaggistiche ma ancora poco conosciuta. Nell’ambito di questa intensa e frenetica attività promozionale si è recato presso la Borsa italiana del turismo a Milano dove ha presentato il bando di concorso per il marchio turistico della provincia di Frosinone. Bravo assessore, finalmente un’azione concreta.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Il consigliere provinciale non si sta risparmiando nel suo tour nei comuni ciociari per spiegare l’importanza di consegnare al centrodestra il governo della Pisana

Abbruzzese: “Il Lazio sarà del Pdl” FROSINONE - Mancano poche settimane alle elezioni per il rinnovo del consiglio regionale del Lazio e tutti gli aspiranti consiglieri si stanno dando molto da fare per spiegare ad un elettorato sempre più attento i punti principali del loro programma. Tra i più attivi sicuramente Mario Abbruzzese, consigliere provinciale del Pdl, già capogruppo a Palazzo Gramsci, che non si sta di certo risparmiando visitando in lungo e in largo l'intero comprensorio frusinate, accolto sempre da un entusiasmo che va crescendo ogni giorno di più. Ogni suo incontro si sta trasformando in un successo straripante. Come fa a conquistare così tanto consenso? “La mia candidatura è in linea con i presupposti del progetto politico del Pdl: riformismo, modernità, dialogo, partecipazione dal basso, meritocrazia, cultura del fare. Già con l’elezione al consiglio provinciale è stata riconosciuta la mia capacità di recepire prontamente le esigenze del territorio. Ad ogni elezione c'è stato un forte aumento dei consensi a dimostrazione che ho rispettato le aspettative della campagna elettorale. Un punto di forza, inoltre, è sicuramente l'esser rimasto una persona normale sempre in stretto rapporto con la gente. In ogni occasione ho scelto la politica del fare, amo le sfide, metto entusiasmo ed energia nella politica che da sempre intendo come impegno rivolto al servizio pubblico e al bene del territorio, come potere funzionale alla capacità di programmare con lungimiranza, entrando nel merito delle questioni per affrontare e risolvere i problemi. Oggi siamo di fronte ad una crisi profonda e la politica regionale, così come quella provinciale e nazionale, ha il compito di individuare risposte certe per vincere la sfida del lavoro, della famiglia, dell’occupazione, del sociale, delle infrastrutture, della sanità e del turismo”. Come giudica l'operato del governo regionale di centrosinistra? “La crisi generale si è avvertita sen-

10 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010

Mario Abbruzzese sibilmente nel Lazio e, in particolare, nella provincia di Frosinone, soprattutto a causa di una regione che non ha avuto la capacità, in questi ultimi anni, di dare risposte concrete ai bisogni del mondo economico e dei cittadini. E’ difficile valutare in quale misura le attuali difficoltà delle imprese e del mondo del lavoro siano legate alla crisi mondiale perché l’impatto della crisi nel nostro territorio si inserisce tra le caratteristiche socio economiche già emerse negli anni, quando la provincia di Frosinone si è vista confinata sistematicamente nelle posizioni più basse delle classifiche degli indici socio-economici, delle infrastrutture, della qualità della vita. Le difficoltà che si registrano nel nostro territorio, la disoccupazione, la perdita dei posti di lavoro, la chiusura o la delocalizzazione di alcune aziende, non sono state improvvise. La crisi era latente da anni ma poco si è fatto per impedirla o, almeno, per limitarla. Le amministrazioni di centrosinistra in provincia e in regione hanno collezionato una serie di fallimenti politici e amministrativi che hanno messo il nostro territorio in grave difficoltà, con un peggioramento, negli anni, di tutti gli indici fondamentali dell’economia. E’ noto a tutti che le difficoltà di molte aziende si registrano già da anni, come da anni si parla di problemi, di criticità del sistema e di ritardi nelle soluzioni. La realtà, in questo

Concorso dedicato all’ostia incarnata ALATRI - L’associazione culturale Coro Ernico di Alatri in collaborazione con la Regione Lazio, l’assessorato alla cultura del Comune di Alatri e con la diocesi Anagni-Alatri e la Parrocchia di San Paolo Apostolo ha organizzato la seconda edizione del concorso e relativa mostra di fotografia dedicati al Miracolo Eucaristico dell’Ostia Incarnata.

momento, è che ci sono migliaia di giovani in cerca di lavoro, di famiglie che non hanno un reddito sicuro, di aziende che arrancano e che sono costrette a ridurre personale”. Lei ha detto più volte che il futuro della regione appartiene al Pdl. Per quale motivo? “Perché il Pdl è l’unico in grado di guidare il cambiamento di cui il Lazio ha bisogno. I segnali di ripresa di cui parla l’Ocse sono merito delle politiche anticrisi adottate dal governo Berlusconi e dal ministro Tremonti. A dispetto delle critiche dell’opposizione, la verità è che l’Europa loda il governo italiano che guida la ripresa. Il 'Sole 24 Ore' individua in Tremonti l’uomo dell'anno economico 2009. 'Le Monde' parla in termini altamente positivi dello scudo fiscale. Il governo sta lavorando bene e sicuramente saprà far recuperare all’Italia il passo perduto nella crisi. Ecco perché anche nel Lazio il Pdl deve porre fine al sistema di potere della sinistra, alle storture di cinque anni di amministrazione clientelare e superficiale, alla gestione lottizzata della sanità, alla gestione superficiale delle crisi delle imprese e dei lavoratori, ai ritardi delle infrastrutture della mobilità e della innovazione tecnologica, alle risposte insoddisfacenti sul tema della casa, dell’ambiente e così via di seguito. Questo è il momento delle scelte politiche serie. Non possiamo assolutamente permetterci di sbagliare se vogliamo agganciare la ripresa. Bisogna recuperare il ritardo accumulato e rafforzare la nostra economia”. Che ne pensa della Polverini? “Mi piace la sua concretezza, le sue idee chiare sulla necessità di sostenere il reddito, di sostenere il tessuto industriale, a cominciare dalle piccole e medie imprese, di rendere il servizio sanitario migliore e più equo per tutti. Sono convinto che si tratti del candidato giusto perché la battaglia contro la crisi si vince con le buone idee e con i fatti, con la politica del fare che caratterizza la cultura e la storia del Pdl ad ogni livello”.

“Aree di crisi? Un plauso va all’assessore Trina”

Francesco Trina (Pdl) FROSINONE - “La nostra provincia si è trovata a fronteggiare la crisi con maggiore difficoltà rispetto ad altri territori, e questo ripropone il problema della carenza di infrastrutture. E’ ormai riconosciuto che l’appetibilità di un territorio, lo sviluppo del Pil e dell’occupazione dipendono in maniera determinante dalla efficacia ed efficienza di infrastrutture e servizi logistici”. Questo il commento del consigliere provinciale del Pdl Mario Abbruzzese, che plaude all’iniziativa dell’assessore provinciale alle attività produttive, Francesco Trina che ha riaperto i lavori del gruppo tecnico-operativo nato per analizzare e studiare la competitività territoriale e delle “aree di crisi” in provincia di Frosinone. “Il futuro - continua Abbruzzese - è nelle infrastrutture che incentivano la mobilità, che producono innovazione e competitività, che consentono di fare sistema con altre realtà territoriali, contribuendo in maniera rilevante a creare nuove opportunità di business. Molto stiamo già fa-

cendo all’interno del comitato per il lavoro e lo sviluppo. Anche su mia iniziativa il Consiglio provinciale ha approvato all’unanimità una richiesta ufficiale al governo, affinché la nostra provincia venga individuata quale “area di crisi” e beneficiaria dei vantaggi della legge 99/2009. Nel frattempo, però, bisogna concentrarsi maggiormente sulla capacità di attingere alle importanti risorse provenienti dai fondi strutturali europei, spesso inutilizzati. Ma è prioritario anche procedere al potenziamento del sistema infrastrutturale del nostro territorio, perché esso, assieme alle incentivazioni, costituisce lo stimolo per gli imprenditori a privilegiare un territorio rispetto ad un altro. Per questo stiamo rivendicando con forza la necessità di attivare sul nostro territorio la fermata Tav, un aeroporto leggero ad Aquino ed un aeroporto regionale a Frosinone, infrastrutture che avvicinerebbero il mondo produttivo locale ai mercati nazionali ed nternazionali”.

Frosinone, arrivano Fassino e Fioroni FROSINONE - Giovedì presso il cinema “Nestor” di Frosinone, alle ore 18:00, nel corso di un incontro elettorale interverranno Piero Fassino e Giuseppe Fioroni. I due esponete del Partito democratico parleranno della situazione del Lazio soffermandosi in modo particolare sulla provincia di Frosinone.


FROSINONE Gabriele fa denotare le disfunzioni che caratterizzano l’operato della società che nel compresorio di Frosinone gestisce il servizio di riscossione dei tributi

“Codici” va all’attacco di Equitalia FROSINONE - “Registriamo in ogni parte della provincia di Frosinone fortissime lamentele da parte di cittadini che giornalmente hanno a che fare con il sistema privatistico di riscossione tributi. I cittadini lamentano una cattiva organizzazione territoriale della società Equitalia, che per l'intera provincia di Frosinone, dopo aver chiuso gran parte degli sportelli territoriali, offre, come servizio di sportello e comunicazione all'utenza, i soli uffici del capoluogo. Si registrano file interminabili agli sportelli e disorganizzazione diffusa – commenta il segretario provinciale Codici Frosinone, Luigi Gabriele – che gli utenti sono costretti a subire per concludere o controllare posizioni già sanate in passato. Non di rado accade, infatti, che, per errori organizzativi del sistema di riscossione, i cittadini sono costretti, a proprie spese, a dimostrare l'estraneità ai fatti sollevati dall'ente. E’ raro, secondo le segnalazioni, che i dipendenti di Equitalia facciano dei controlli preventivi sulle cartelle che vengono emesse, molte sono errate in quanto già sgravate presso altri uffici quali Inps, Inail, etc. A titolo esemplificativo, nell'ultimo periodo Equitalia sta inviando diffide di pagamento di tributi iscritti a ruolo (anche di dieci anni fa) già sgravati o condonati

Luigi Gabriele nel 2002 con semplice busta bianca (non raccomandata) attraverso cui si richiede il pagamento di somme per la maggior parte inesatte e/o già versate. Inoltre – prosegue Gabriele – a seguito delle modifiche sulle somme di natura fiscale stabilite dal sistema normativo, sta diventando spregiudicato l'utilizzo, da parte dell'ente riscossore, del cosiddetto 'pignoramento sui beni mobili ed immobili', che, a volte, avviene anche per cifre irrisorie, cagionando dei veri e propri black out finanziari e gestionali, sia ai singoli contribuenti che alle imprese. Tutto ciò ha provocato e

provoca un aumento esponenziale di chiusure di attività, di pignoramenti di beni necessari per le attività imprenditoria o, addirittura, di pignoramenti di beni per mancati pagamenti di fatture di utenze che, nella grande maggioranza dei casi, gli utenti o hanno pagato in ritardo o non hanno pagato per cause legate a disservizi o perché inerenti a somme non dovute. Con tale comportamento e con questa freddezza organizzativa si sta generando una spirale drammatica che vede i cittadini costretti a fare un uso spropositato di richieste di finanziamenti per credito al consumo o, spesso, a rivolgersi a usurai per poter sanare le proprie posizioni con l'ente. Premesso che Equitalia ha il dovere di controllare esattamente la tipologia di somme che gli enti richiedono attraverso il servizio di riscossione e che la propria organizzazione interna è fonte di molti disagi e del malessere economico che sta colpendo i contribuenti, il Codici chiede un intervento del governo e la costituzione di un tavolo urgente di concertazione con la dirigenza dell'ente per pianificare le immediate azioni da intraprendere nei confronti dei cittadini coinvolti. Interventi, questi fondamentali per non far scoppiare una vera e propria bomba sociale” .

“In acqua a tutte le età” Gare regionali di nuoto FROSINONE - Domenica scorsa il capoluogo ciociaro ha ospitato un evento di grande prestigio “L’altra piscina… in acqua a tutte le età”, ossia il campionato regionale invernale di nuoto in vasca da 25 metro, cui hanno partecipato circa 200 atleti nella fascia di età tra i 6 e i 10 anni. Le gare finali si sono svolte nel nuovissimo “Stadio del Nuoto” di Frosinone realizzato in occasione dei Campionati Mondiali di Roma 2009. Un vero e proprio evento nel suo piccolo: questa, infatti, è stata la prima manifestazione ufficiale che si è tenuta nell'impianto comunale. Il pubblico delle grandi occasioni ha tifato per tutti i partecipanti suddivisi nelle varie categorie ed ha applaudito tutti senza discriminaziona alcuna. Oltre ai vincitori è stata premiata anche la società “Helios Sport Village” che lo scorso anno ha conquistato il primo posto sia nella Coppa Italia che nella Coppa Lazio. Alla manifestazione ha preso parte il Presidente della Confsport Italia Paolo Borroni, il Presidente provinciale del Coni Luigi Conte e il noto atleta oimpionico di nuoto Stefano Battistelli. Molto soddisfatto l’assessore municipale allo sport Angelo Pizzutelli che così ha commentato: “Questi eventi testimoniano l’importanza di avere un impianto come lo Stadio del Nuoto. Voglio ringraziare la Federazione Italiana Nuoto per la grande attenzione manifestata nei confronti della nostra città auspicando che altri eventi di portata nazionale si posano disputare nel nostro meraviglioso impianto natatorio”.

Una mostra sulle “morti bianche” FROSINONE - Giovedì 25 febbraio, a Frosinone, presso la Villa Comunale, sarà inaugurata la mostra organizzata da Inail e Anmil dal titolo “No! “Per ogni persona che si riesce a salvare è come se mio marito tornasse in vita: per questo raccontare la sua storia e l'incidente che ha provocato la sua morte è così importante”: le parole sono di Giuditta Cotena, una delle persone ritratte negli scatti del fotoreporter Riccardo Venturi. La storia è una delle tante raccolte per raccontare cosa rimane dopo l'incidente. Giuditta e Nicola si erano trasferiti da Caserta a Reggio Emilia, dove lui aveva trovato lavoro come pastaio. Si erano sposati, avevano avuto la pic-

Neonata morta, condannata la Asl FROSINONE - La Asl di Frosinone è stata condannata ad un maxirisarcimento di 800mila euro, più le spese legali, per la morte di una neonata. Il fatto risale al dicembre del 1995 ed è avvenuto presso l’ospedale di Ceccano. Una brutta tegola per la Asl già in gravi diffocoltà economiche per un episodio di assoluta gravità.

cola Alessia. Poi nel 2005 l'incidente, causato da un'impastatrice priva delle grate di sicurezza. “All'inizio non riuscivo a sentire niente – racconta Giuditta – quel dramma non mi apparteneva. Poi è stata la rabbia a spingermi avanti, finché questa non si è trasformata in un impegno: raccontare, per evitare altre tragedie”. La mostra di Venturi che racconta tante storie è itinerante e dopo Frosinone toccherà altre città delle Penisola, ha lo scopo “di far comprendere i rischi del lavoro e di far conoscere la realtà da affrontare dopo un tragico infortunio, con difficoltà economiche e di reinserimento familiare sociale e lavorativo” ma anche di “restituire di-

Corso di formazione per restauratore FROSINONE - Innova, Azineda specile della Camera di Commercio, ha deciso di prorogare al 1 marzo la data entro la qale sarà possibile presentare domanda per iscriversi al primo conrso per restauratore di mobili antichi. Il corso avrà una durata di 100 ore e si terrà persso la sede di Innova a Frosinone.

gnità ai lavoratori vittime di un infortunio e richiamare l'attenzione su coloro che sono stati protagonisti delle pagine di cronaca ma subito dimenticati. Troppo spesso, infatti, il fenomeno degli infortuni sul lavoro si riduce ad un mero dato statistico che non lascia trasparire il drammatico futuro del lavoratore infortunato”. Nel capoluogo ciociaro sarà possibile visitare la rassegna, e ne vale veramente la pena, fino a domenica 7 marzo, con i seguenti orari: dalle 10.00 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 15.30 alle 19.00. Per maggiori informazioni al riguardo si può contattare la sede Inail di Frosinone telefonando allo 0775.2161.

11 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010


FRUSINATE Marcello Marzilli lascia “Insieme per Arce democratica” e diventa indipendente

Arce, la minoranza cade a pezzi ARCE – Colpo a sorpresa durante il consiglio comunale svoltosi lunedì, presso l’aula consiliare “Antonio Renzi” del Comune di Arce. Il consigliere di minoranza Marcello Marzilli si è ufficialmente reso indipendente dal gruppo “Insieme per Arce Democratica”, esprimendo la volontà di formare un nuovo gruppo dal nome “Arce nel cuore: patto per il futuro”. Marzilli ha poi deciso di non commentare la sua scelta per “mancanza di serenità”. Inaspettatamente, dunque, la sfaldatura si è verificata all’interno dell’opposizione, proprio mentre nei giorni scorsi avevano tenuto banco gli screzi tra la maggioranza e Vincenzo Colantonio, assessore all’ambiente. La pace è stata sancita durante l’assise civica in cui, prima il Sindaco Simonelli ha affermato di non aver “mai preso in considerazione le dimissioni di Colantonio, che gode della fiducia di tutta l’amministrazione, al di là delle discussioni che ci sono state” e

poi lo stesso Colantonio ha confermato quanto già trapelato alla cittadinanza, vale a dire che i motivi delle sue dimissioni sono da attribuire al fatto che altri amministratori (Marco Marzilli ed Emanuele Calcagni) hanno svolto attività inerenti il suo assessorato, a sua insaputa. L’assessore all’ambiente ha poi chiuso il discorso, rimettendosi al servizio dell’amministrazione, considerando come gli autori abbiano riconosciuto i torti da lui stesso subiti. Il consiglio era stato convocato per la nomina del revisore dei conti per il triennio 2010-2012. Quasi all’unanimità (undici voti a favore più una scheda bianca), è stata scelta a ricoprire il suddetto ruolo la dott.ssa Catia Germani. All’inizio della seduta, inoltre, il primo cittadino ha colto l’occasione per informare la cittadinanza delle attività svolte dagli amministratori dall’inizio del nuovo anno e su cosa verrà fatto nell’immediato futuro. Il sindaco ha spiegato come la maggio-

Marcello Marzilli ranza si sia mossa soprattutto in favore della ripresa delle attività scolastiche, con la realizzazione, presso le scuole medie, di una nuova struttura

accogliente e sicura per gli studenti. Sono già pronti, inoltre, i finanziamenti per una ristrutturazione, interna ed esterna, dell’edificio delle

scuole elementari. Per quanto riguarda la scuola materna, invece, l’attuale struttura verrà abbattuta poiché le sue mura non sono a norma, e verrà ricostruita secondo sistemi moderni. Tali lavori dovrebbero andare in appalto nei mesi di maggio o giugno. Simonelli ha poi spiegato come l’amministrazione stia tentando il recupero della strada dei Frassi, vittima di una frana qualche settimana addietro. Un altro obiettivo, da realizzare a breve termine, sarà la riorganizzazione degli uffici comunali, con il recupero di spazio nel primo piano per accogliere l’ufficio anagrafe, così da inserire al suo posto attuale, a piano terra, l’ufficio della forestale. Infine, il Sindaco ha ricordato la nomina del nuovo tecnico comunale, che ha preso servizio la settimana scorsa ed ha poi auspicato di trovare una soluzione, ascoltando anche il parere dei cittadini, alla questione riguardante il noto Palazzo di vetro, attualmente sotto sequestro.

Arrestato con 5,5 kg di hashish

Anagni, monitorata la frana di Porciano

FROSINONE - La scorsa notte i militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Frosinone, in collaborazione con quelli del Norm della Compagnia di Pontecorvo, nel corso di un servizio antidroga hanno arrestato il 28enne sorano, Emilio Mantova, trovato in possesso di sostanze stupefacenti da utilizzare a fini di spaccio. Il giovane fermato mentre si trovava a bordo della propria autovettura, una Fiat Uno, a seguito di perquisizione personale e veicolare è stato trovato in possesso di 5,515 Kg di “hashish”, confezionata in 5 involucri, abilmente occultata all’interno del pannello laterale posteriore sinistro dell'auto. L’arrestato attualmente si trova ristretto presso la Casa Circondariale di Cassino, mentre la droga e l’autovettura sono state sottoposte a sequestro.

ANAGNI - Resta alta l’attenzione sull’emergenza franosa verificatesi a seguito della caduta di un grosso macigno sulla montagna in località Porciano. Il Sindaco di Anagni, dottor Carlo Noto, con il supporto degli uffici comunali di competenza, e con l’Assessore all’Ambiente Guglielmo Retarvi, si sono immediatamente allertati perché si mettesse in moto l’iter di messa in sicurezza, dopo aver tempestivamente interessato gli uffici di competenza dell’ente Regione, in particolare di interesse del Dipartimento Territorio, Dir. Ambiente e Cooperazione tra i Popoli, area difesa del Suolo. Nella mattinata di ieri è stato effettuato il sopralluogo con i funzionari regionali preposti. “Siamo sul problema – spiega il Primo Cittadino – costantemente, con la massima attenzione. Si susseguono riunioni tecniche della massima urgenza, affinché si metta definitivamente in sicurezza l’area. Dalla Regione ci hanno rassicurato in merito alla possibilità di messa in opera di barriere paramassi e di eventuali altri interventi che si dovessero ritenere necessari”. Nelle prossime ore si definiranno i dettagli per l’iter risolutivo.

S. Giovanni Incarico, il turismo di Gurù SAN GIOVANNI INCARICO - "Mi auguro che questo incontro non si risolva soltanto con dei bei discorsi e con delle semplici strette di mano, ma sia un punto di partenza per far emergere nuove idee e nuove proposte per lo sviluppo del nostro territorio": con queste parole Danilo Grossi, direttore di “Gurù”, il periodico distribuito in sette paesi della provincia di Frosinone, ha aperto il dibattito del convegno svoltosi presso il centro polivalente di San Giovanni Incarico. Nel corso dello stesso è stata presentata una proposta di progetto per il bando promosso dall´Anci e dal dipartimento della gioventù per il coinvolgimento dei giovani nella valorizzazione delle specificità territoriali. "Da parte della provincia offro piena collaborazione a manifestazioni come queste che pongono attenzione ad un tema tanto importante come quello del turismo", è stato il commento dell´assessore alla cultura Antonio Abbate. Piena disponibilità è stata data dal consigliere regionale Angelo D´Ovidio. All´incontro, che è stato soltanto il primo di una serie di appuntamenti organizzati dalla redazione di “Gurù” per generare un dibattito intorno alle numerose potenzialità inespresse del territorio e alle possibili vie da percorrere per una crescita non solo turistica ma anche tecnologica e culturale, ha partecipato inoltre il parroco di Pico Giandomenico Valente, il quale ha voluto sottolineare la necessità di una forte collaborazione tra le varie associazioni per portare avanti progetti importanti e costruttivi. Alle associazioni e alle istituzioni, la redazione di “Gurù” ha inoltre offerto un´intera pagina dei prossimi numeri del periodico per esprimere idee e nuove proposte per l´inizio di una collaborazione tra coloro che quotidianamente lavorano per lo sviluppo di questa zona perché un territorio che vuole crescere non può fare a meno del turismo.

13 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010

Con le Poste ai mondiali di calcio FROSINONE - Poste Italiane informa i cittadini di Frosinone e provincia titolari di carta PostePay che è partito il concorso "Vinci un viaggio ai Mondiali Fifa 2010 con Postepay Visa". Ogni mese, giocando almeno due volte, si potrà vincere un viaggio per due persone in Sud Africa.

Litterio rieletto presidente FROSINONE - Il prof. Luigino Litterio è stato rieletto, oper la terza volta, alla presidenza dell’associazione fotografica di Frosinone. «Oggi faccio uno sforzo, ma piacevole, di accettare di nuovo e di andare avanti per un altro triennio 2010/2012 e sarà l'ultimo”. Con queste parole Litterio ha accolto l’elezione.


S P O RT CALCIO SERIE B

Prosegue la preparazione della gara di domenica in casa degli amaranto calabresi

Frosinone, a Reggio senza paura I canarini chiamati a misurare le ambizioni play-off nella tana di una squadra in crisi FROSINONE - Anche quest’anno la serie B si sta confermando tanto appassionante quanto equilibrata e non solo nella lotta alla promozione diretta. Proprio come la stagione precedente, almeno stando ai numeri c'è grande equilibrio nell’attuale lotta per i playoff, che vede dietro l'Ancona, che occupa l'ultimo posto disponibile, almeno cinque squadre raggruppate in tre punti, dai canarini a quota trentotto al temibile Vicenza a quota trentacinque. Numeri da cui si può trarre un’unica conclusione. Chi deve inseguire ha tutto il tempo per agganci e sorpassi e, di conseguenza, chi sta davanti non può sentirsi ancora per nulla tranquillo. Almeno stando ai numeri, forse l’unica vera cartina di tornasole. Prosegue intanto l'avvicinamento alla gara del “Granillo” di domenica dove il Frosinone di mister

Moriero affronterà i padroni di casa della Reggina invischiati nella lotta per non retrocedere. La gara, inizialmente prevista per lunedi alle 20.30, è stata anticipata alle 12.00, un orario decisamente insolito. Le motivazioni della richiesta, formalizzata dalla Reggina calcio e accettata dalla dirigenza del Frosinone, sono legate agli imminenti impegni di qualificazione delle nazionali maggiori ed under 21 che hanno convocato diversi calciatori a disposizione della compagine di mister Roberto Breda. Infatti Carlos Carmona è stato chiamato dal ct del Cile, Marcelo Bielsa, per il doppio impegno casalingo della "Roja" contro la Corea del Nord e il Costa Rica. Si tratterà di due amichevoli di preparazione per i prossimi mondiali di Sudafrica. E nell'immediato dopo gara con il Frosinone, lascerà Reggio Calabria anche Vincenzo

Fiorillo, convocato da Casiraghi per la gara di qualificazione al Campionato Europeo 2009/2011 Italia-Ungheria in programma a Rieti mercoledì 3 marzo. Orario questo delle 12.00 che avrebbe sicuramente penalizzato l'eventuale presenza dei tifosi canarini a seguito della squadra. Problema comunque che non si pone vista la scelta del Casms che nella riunione di sette giorni fa aveva vietato la vendita dei tagliandi per la gara di Reggio al di fuori della regione calabrese. Provvedimento restrittivo che va a penalizzare esclusivamente i tifosi canarini, per giunta dimostratisi correttissimi nel corso di tutte le trasferte in questo campionato. Intanto per gli amaranto in crisi di risultati e soprattutto di gioco, sono ripresi ieri pomeriggio al centro sportivo sant'Agata i lavori di preparazione in vista della sfida con il Frosi-

La grinta di Moriero e Garzya sabato scorso contro l’Empoli none. Breda dovrà far quadrato dopo l'ennesima sconfitta e proverà a recuperare fisicamente qualche uomo, come Castiglia, Costa e Viola, questi due convocati per la sfida alla squadra di Foscarini ma non al meglio. Nel Frosinone rientreranno a disposizione di

Moriero dopo aver scontato il turno di squalifica sabato scorso contro l'Empoli, Del Prete e Santoruvo, due pedine preziose nello scacchiere tattico del mister salentino ben consapevole di giocarsi, nelle prossime due uscite esterne, gran parte delle ambizioni play-off.

CALCIO SERIE D

L’opaco Boville del derby preoccupa mister Perrotti Un Morolo operaio porta a casa un punto che fa morale

Migliorelli del Boville

I4 ANNO I - N° 0 MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010

BOVILLE ERNICA - Domenica sul sintetico del “Montorli” si sono affrontate Boville e Morolo. Le due compagini, che rappresentano la provincia di Frosinone nel massimo campionato dilettantistico nazionale di calcio, hanno faticato molto, seppur per motivi diversi, ad esprimere un livello di gioco quantomeno apprezzabile dimostrando di attraversare un periodo di crisi. Tutte e due stanno disputando un campionato al di sotto delle aspettative e sono attualmente in lotta per non retrocedere di categoria. Se si pensa al Boville del patron Capogna, questa situazione di classifica è addirittura catastrofica viste le aspettative della dirigenza baucana nel pre-campionato. Il Boville è squadra formata da elementi di altissimo spessore. In tutti e tre i reparti la squadra rossoblu può

vantare giocatori di categoria superiore, ma questo solo nella carta. Nella realtà il Boville non è mai riuscito quest'anno a dimostrarsi superiore a nessuno, se non in poche circostanze come la vittoria casalinga di fine 2009 contro la corazzata Fondi. Il centrocampo è il nodo di questa squadra (di tutte?). Molinaro da troppe giornate sembra essere l'unico in forma. Renna gioca cronicamente a ritmi troppo lenti e quando ti viene a mancare l'unico elemento di fantasia come Mattia Perrotti ecco che palle giocabili ai pur fortissimi Carlini e Migliorelli ne arrivano poche. Si c'è molta sfortuna in questo campionato del Boville ma l'impressione è che manchi soprattutto quella cattiveria sportiva che ti permette di fare tue le partite nei momenti più delicati. Ancora non c'è vittoria in que-

sto 2010 per mister Perrotti, e questo preoccupa molto soprattutto in vista dell'avvicinarsi della sfida decisiva contro il Matera di Coppa Italia. Semifinale d'andata martedi prossimo a Matera e ritorno al “Montorli” il 16 marzo. Nel Morolo invece il pareggio nel derby è il classico bicchiere mezzo pieno. Mister Castiello ha la fama di essere un duro, ma in realtà è solo un navigato mister che vuole dai suoi giocatori il meglio in ogni gara, e sa benissimo che il punto strappato al Boville, aldilà di come è andata la gara, è un punto guadagnato. Il Morolo di questa stagione è costretto a navigare nelle zone bassissime di classifica ma a differenza del Boville lottare per la salvezza non rappresenta un mezzo fallimento. Nel derby contro il Boville il Morolo ha dimostrato di saper sof-

frire. I biancorossi hanno giocato tutto il secondo tempo in dieci contro undici ma nonostante ciò non hanno corso quasi mai pericoli veri. Pareggio quello contro il Boville meritato e che fa morale. Hasa si è dimostrato in forma, anche se la voglia di strafare contro la sua ex squadra lo ha penalizzato. Buona la prestazione di tutto il reparto difensivo che nel secondo tempo si è dimostrato in crescita. Tatticamente il Morolo nel secondo tempo ha imbrigliato il Boville, costringendolo a giocare a ritmi bassissimi. Per garantirsi un posto nel prossimo campionato di serie D c'è ancora da sudare, e molto anche. Certo strappare tre punti alla seconda in classifica Flaminia, domenica prossima in casa, sarebbe un bel modo per alleggerirsi il cammino.

Leonardo tifa Chelsea “Carlo è mio amico”

Panucci lascia il Parma “Motivi personali”

Il tecnico del Milan diviso fra vigilia del recupero di campionato contro la Fiorentina e un occhio all'Inter in Champions: "Sono molto legato ad Ancelotti, sono complice della sua storia da tanto tempo. Io tifo per Carlo, ma niente di più". E sul recupero: "Meglio incontrare adesso la Fiorentina rispetto a dicembre".

Ora è ufficiale: Christian Panucci non è più un giocatore del Parma. Questa mattina, dopo un colloquio telefonico con l'amministratore del club Pietro Leonardi, in cui il giocatore ha confermato la decisione già presa nella giornata di ieri, è stato firmato l'accordo che scioglie il contratto che lo legava al club emiliano sino a giugno 2010.


S P O RT CALCIO LEGA PRO

Il tecnico del Cassino, rinfrancato dalla vittoria con l’Aversa, resta con i pedi ben saldi a terra

Sanderra pensa solo alla salvezza “Dobbiamo trovare una migliore condizione ed affinare gli equilibri in campo” CASSINO - La compagine azzurra si è ritrovata in un caldo pomeriggio di sole allo stadio Salveti per la ripresa degli allenamenti. Dopo il fondamentale successo ottenuto domenica ai danni del-

Il tecnico Stefano Sanderra

l’Aversa Normanna, le facce del gruppo azzurro sono apparse molto più distese e tranquille. Sembra infatti definitivamente accantonato il periodo nero che ha gettato il Cassino nella paura di non riuscirsi più a riprendersi da una situazione psicologica e fisica che tra gennaio e febbraio ha gettato ombre sulla gestione societaria e dubbi sulla conduzione tecnica del sodalizio del presidente Murolo. Mister Stefano Sanderra però, nel consueto appuntamento con i cronisti, è apparso pragmatico ed ancora preoccupato della situazione che riguarda la sua squadra. “Contro l’Aversa abbiamo sofferto troppo ma l’importante era conquistare i tre punti che ci conferiscono morale per gli impegni che ci attendono. - ha dichiarato Sanderra - Purtroppo devo fare i conti con problemi che riguardano la condizione fisica di tanti giocatori che non sono al meglio. Molti non hanno i novanta mi-

nuti nelle gambe ma soprattutto non si conoscono tra loro. Per questo dovremo lavorare con maggiore impegno con l’intento di trovare i giusti equilibri tattici in campo. Il Cassino deve crescere anche dal punto di vista caratteriale se vuole gestire nel migliore dei modi le fasi più delicate dei match. Siamo alle prese con una vera e propria emergenza in difesa ma non sono il tipo che è abituato a cercare eventuali alibi: in questa fase occorre fare di necessità virtù ed affrontare ogni impegno senza badare troppo all’avversario che ci troviamo di fronte. Bisogna restare con i piedi per terra e pensare prima di tutto alla salvezza. In questo senso mi aspetto grande professionalità da parte dei giocatori: le ultime quattro partite in calendario saranno durissime perché affronteremo le prime della classe. Sarà fondamentale arrivare a quel punto con la salvezza già in tasca e solo allora potremo toglierci delle

CALCIO SCOMMESSE

Champions: è sfida tra titani Inter-Chelsea monopolizza l’attenzione nel mercoledì sera calcistico. L’importanza e soprattutto la bellezza della sfida, imporrebbero agli appassionati di starsene comodamente in poltrona a gustarsi lo spettacolo, tuttavia proviamo a capire quale sarebbe la soluzione migliore in ambito scommesse. Tra le due, la squadra che si presenta con la condizione psicologica peggiore è senza dubbio quella di Mourinho, per vari motivi: gli ultimi risultati in campionato che hanno permesso a Roma e Milan di rientrare nella lotta scudetto, il nervosismo accumulato per le squalifiche imposte dal giudice sportivo dopo SampInter, la pressione mediatica che in Italia è sempre esagerata, a maggior ragione nei confronti di una squadra che da troppo tempo fallisce in ambito europeo. Tutte queste ragioni ci fanno pensare che, complice il fattore campo, questa volta dalla parte dei nerazzurri, il risultato più probabile sia la X, bancata a 3,15 da Snai. In multipla non dispiace la doppia X2, a quota 1,51. L’altro ottavo di finale di coppa in programma è quello tra Cska Mosca e Siviglia. Anche qui scegliamo la X2 a 1,40, per la forma degli spagnoli e per il fatto che il campionato russo è fermo. Completano il palinsesto un match di lega 2 inglese, chesterfield-crewe, assolutamente da over (1,85) e, soprattutto, due recuperi della nostra serie A. Il più affascinante è senz’altro Fiorentina-Milan, dal pronostico difficile visto il buon momento di gioco di entrambe le compagini. Siamo comunque certi che sarà una partita aperta, perché i rossoneri non si accontenteranno del pareggio, che a poco servirebbe in ottica rimonta sui cugini interisti: ci sta il goal, bancato a 1,70. Andiamo contro i bookies per quanto concerne Udinese-Cagliari. La voglia di allontanarsi dalla zona calda dei friulani e l’ottima classifica dei sardi, che permette loro di giocare in scioltezza, ci orientano verso l’over, pagato 1,90 volte la posta.

Prandelli avverte: “Vogliamo sognare” Il tecnico della Fiorentina: "Leonardo mi piace, la squadra gioca bene. Ma per noi è una grande occasione, possiamo recuperare punti importanti per risalire una classifica che ci penalizza". E sul calendario: "In pochi al mondo giocano quanto noi, ma non abbiamo nessun potere per cambiare le cose".

Il difensore Ivan Merli Sala soddisfazioni”. Intanto l’allenatore romano è alle prese con la ormai consueta emergenza difensiva. per la gara di Scafati infatti non recupereranno gli infortunati Lolli e Sfanò. Con Martinelli ancora fermo

al palo causa squalifica saranno solo quattro i calciatori disponibili nel reparto arretrato: il rientrante Bica Badan, Goisis, Bianciardi e Merli Sala che in sala stampa ha espresso fiducia per la gara di domenica in casa della Scafatese. “E’ stato importante muovere la classifica anche se non abbiamo giocato un buon calcio. - ha esordito il giovane centrale milanese - Mister Sanderra lavora molto bene sulla tecnica ma anche sulla testa dei giocatori riuscendo a tirare fuori da tutti noi gli stimoli giusti. A Scafati ci aspetta una vera battaglia ma rinfrancati dalla vittoria sull’Aversa andremo a giocarci la nostra partita a viso aperto. Sarà fondamentale scendere in campo col giusto approccio: di solito in gare così delicate chi riesce a passare in vantaggio porta a casa l’intero bottino. Sono certo che questo Cassino, una volta affinati i giusti meccanismi in campo, potrà dire la sua fino alla fine della stagione”.

BASKET SERIE C2

Longo&Pagano: play-off ad un passo CASSINO - Longo & Pagano si vendica e batte nettamente l’Alfa Omega con quarantotto punti di vantaggio. Straordinaria prestazione degli uomini di coach Pagano che, nonostante le difficoltà incontrate in settimana con i vari infortuni e con il mancato allenamento proprio per questo motivo di Cuelo Fabian Brown ed altri fondamentali giocatori, è riuscita a vincere, e anche di tanto, contro l’Alfa Omega Ostia attualmente quinta in classifica. Dopo questa vittoria il coach si è dichiarato soddifratto “La partita era molto difficile sulla carta anche perché in settimana non siamo riusciti mai ad allenarci in dieci e abbiamo dovuto sacrificare ancora una volta Cuelo che con dei problemi al ginocchio ha stretto i denti per mettersi a disposizione. Anche loro avevano più o meno i nostri stessi problemi in quanto mancavano i due lunghi”. La partita, dopo un inizio che ha visto la squadra cassinate in svantaggio di tre punti alla fine del

primo quarto, è stata praticamente tutta in discesa. I biacorossi hanno saputo rimontare questo minimo svantaggio e concludere in vantaggio alla fine del secondo quarto. Il terzo ed il quarto invece sono stati una passeggiata “Nel terzo quarto loro hanno avuto un vero e proprio crollo e noi ne abbiamo approfittato” ha inoltre precisato il coach. La partita si è conclusa con il risultato di 103-55 è la soddisfazione è alta. “Il primo obbiettivo per questa partita era quello di vincere per fare punti, poi dovevamo anche vendicarci per la bruciante sconfitta subita in casa loro all’andata (87-63). Con questa vittoria manca solo la matematica per garantirci l’accesso ai play-off”. Un ambiente sereno e ottimista dunque in vista del futuro con la speranza che dopo la regular season i ragazzi della Longo & Pagano possano concludere la stagione con un successo che coronerebbe tutto il buon lavoro svolto da società e giocatori in questa stagione.

Faiella-Scali quinti L’oro è canadese La danza olimpica di Federica Faiella-Massimo Scali si chiude al quinto posto. Per la coppia romana, ai terzi Giochi della carriera, è la consacrazione. Anche se un risultato persino più lusinghiero pareva alla portata. Gli allievi di Mezzadri e Linichuk, quinti in ognuno dei tre segmenti di gara, non riescono a scalare una classifica inamovibile.

Guida e Renzi della Longo

15

ANNO I - N° 0

MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO 2010


lagazzettacassino240210a  

Cassino, strisce blu Esposto in Procura Villa, caso amianto Esplode la protesta IL TAPIRO DEL GIORNO A GIANFRANCO PETRILLO DISTRIBUZIONE GRA...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you