Issuu on Google+

ANNO i1 - N° 93 - veNerDì 22 Aprile 2011 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNAle sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO A CIRO RIVIECCIO

Per aver allestito una lista forte come Forza del Sud e sceso in campo in questa campagna elettorale senza timore di alcuno e anzi con molta voglia di ottenere risultati importanti per essere l’ago della bilancia nel turno di ballottaggio. Ciro Rivieccio, già corteggiato prima della consegna delle liste da altri schieramenti, lo sarà di più quando si tratterà di fare gli apparentamenti al ballottaggio. Il suo candidato sindaco, Gianni Valente, tira e perciò le prospettive sono interessanti.

IL TAPIRO DEL GIORNO A MASSIMILIANO MIGNANELLI

Che da presidente del consiglio comunale l’anno scorso non si dimise facendo cadere l’amministrazione comunale guidata da Bruno Scittarelli. Dopo aver provocato quello sconquasso adesso Mignanelli si è candidato nella lista del Pdl a sostegno di Carmelo Palombo. Vogliamo sapere a che gioco sta giocando. Se nell’interesse generale o se per fatti personali.

TROMBATO DA SINDACO: PERCHÉ? CRONACA

ELEZIONI

RILANCIO

Incidente sull’A1 tra Frosinone e Ceprano: Muore Paolo Trillò, ex consigliere a Pontecorvo

La politica ricorre ai nomi altisonanti: Dopo Di Pietro e Cesa è la volta di Casini e Vendola

Barbara Di Rollo: “Per rilanciare economia e turismo serve un polo sportivo nel nostro territorio”

A PAG. 5

A PAG. 6

A PAG. 7

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione Abbruzzese commenta l’approvazione in Consiglio del nuovo Piano delle attività estrattive

“Rilanceremo il settore cave” Solo in provincia di Frosinone entro quest’anno scadranno settanta licenze fase di transizione”. Lo ha affermato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio,al termine della seduta dell’Assemblea regionale, che ha approvato a maggioranza lo strategico documento programmatico. “Il Prae è uno strumento fondamentale - ha ricordato Abbruzzese - che consentirà di entrare a regime con la pianificazione di un comparto cardine della nostra dell’economia. Basti pensare che,solo nella provincia di Frosinone, ed in particolare nel Distretto del Marmo di Coreno Ausonio, lavorano ben 90 aziende nel settore estrattivo e della trasformazione dei lapidei, economia che rappresenta circa il 40% del totale provinciale, e che sostiene un’occupazione stabile per oltre 800 addetti ai lavori. Bene ha fatto il presidente della Commissione,Francesco Saponaro, a cui va un plauso per il lavoro svolto in collaborazione con l’assessore Pietro Di Paolantonio, a ricordare all’Aula che

ROMA - “Con l’approvazione in Consiglio del Piano Regionale per le Attività Estrattive, la Regione Lazio ha compiuto un altro importante e concreto passo per rilanciare il settore delle attività estrattive, ma anche di potersi distinguere in positivo rispetto a molte regioni italiane che ancora oggi non si sono dotate di una vera e propria regolamentazione. Lo stesso Lazio aspettava questo piano da più di venti: tante imprese dunque potranno finalmente uscire da una lunga

BEATIFICAZIONE WOJTYLA

Giro di vite sulle attivit commerciali ROMA - Strutture ricettive sotto la lente della Polizia amministrativa da oltre un mese. L'obiettivo e' tutelare i pellegrini in arrivo a Roma per la Beatificazione di Papa Giovanni Paolo II e gli operatori di settore rispettosi delle regole. Gli agenti guidati da Edoardo Calabria stanno attuando un piano sistematico di verifiche orientato nelle zone maggiormente interessate dalla presenza di strutture ricettive, in particolare ''low cost'', tra cui la Stazione Termini e quella a ridosso del Vaticano. Le verifiche viaggiano anche attraverso il ''web'', dalla cui rete gli agenti della Polizia Amministrativa iniziano lo screening delle strutture ritenute ''sospette''. Sono oltre 60 le strutture ispezionate, tra cui prevalentemente bed & breakfast, ostelli ed affittacamere. Sono 22 le licenze di altrettante strutture che sono state sospese con provvedimento del Questore Tagliente per un periodo variabile dai 5 ai 30 giorni con l'obbligo di regolarizzare le attivita' in conformita' alle norme vigenti. Per altri 6 alberghi e' scattata invece la cessazione dell'attivita'.

2 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 AprIle 2011

siamo di fronte a un fatto epocale, che oggi, con questa approvazione, metterà fine, fra le altre cose, alla precarietà e all’incertezza che in questi anni hanno messo in crisi le aziende del comparto.“Il piano,redatto con l’aiuto del Ceri (Centro di Ricerca dell’Università La Sapienza di Roma) - ha sottolineatoAbbruzzese - attraverso l’utilizzo di un sistema informatizzato, fornisce una mappatura completa e l’aggiornamento dinamico su tutto il territorio,cava per cava.Questo servirà,di pari passo, a tutelare i territori, anche da un punto di vista ambientale, in un sistema di scelte razionali e condivise da Province e Comuni interessati”. Ma la Regione Lazio sta portando avanti per le imprese anche un altro importante lavoro: quello sulla modifica della Legge n. 17 del 6 dicembre 2004,norma che disciplina l’attività estrattiva di materiali di cava e torbiera.Con queste variazioni,già passate in Commissione Pmi,si darà vita

ad un intervento normativo che permetterà l’aumento del periodo di proroga da 5 a 7 anni e la possibilità ai Comuni di autorizzare un secondo ampliamento delle attività estrattive in corso per un massimo di due anni.Per non parlare di quello che è previsto dal disegno di legge per contrastare le infiltrazioni malavitose nel tessuto produttivo. Grazie alle modifiche degli articoli della Legge 17 saranno inasprite le sanzioni nei confronti di chi trasgredisce le regole. Ribadisco che sarà mia cura - ha continuato Abbruzzese inserire al più presto all’ordine del giorno del Consiglio regionale l’esame di questo importante provvedimento,che scongiurerà il rischio di chiusura, da qui al 2013, di gran parte delle 350 cave del Lazio. Basti pensare che nel 2011 in provincia di Frosinone è prevista la scadenza di circa 70 autorizzazioni, con gravi ripercussioni sull’attività economica e sui livelli occupazionali”.

POLVERINI ANNUNCIA INTERVENTI

Ospedale di Bracciano, il Tar accoglie il ricorso dell’Amministrazione Per la Governatrice prioritaria la situazione dell’elisoccorso

che il p iano di rientro non e' il Vangelo: e' evidente che ci sono e ci possono essere dei correttivi''. Polverini ha s ottolineato che ' ' qu es ti Comuni hanno scelto la strada del ricorso, per il momento hanno avuto ragione, altri che hanno scelto la via del ricors o hanno p ers o. Pero' alla fine cio' che conta e' che si metta in campo il buonsenso e un sistema che garantis ce la s alu te e al tem p o s tes s o che i conti s iano in ordine. E qu es to è u no dgeli as p etti s u cu i s i va incentrando la p olitica adottata dalla Polverini in materia di riorganizzazione sanitaria.

ROM A - ''Adesso l egger emo atten tamente le motivazioni della sentenza e va l u t e r e m o i l da f ar si : se e' sol o un problema di elisoccorso, mi pare risolv i b i l e ''. C o si ' i l pr esi den te del l a R eg i o n e L a z i o, R en ata Pol ver i n i , a m a r g i n e d e l l e cel ebr azi on i i n C ampi doglio per il Natale di Roma, in merito alla sentenza del Tar che ha accolto il r i c o r so d e l C omun e di B r acci an o sul Pr o n t o S o ccor so del l 'Ospedal e Padr e Pio. ''Mi pare che stiamo andando bene con il piano di rientro - ha detto - questo e' l'importante. Dopodiche', tutti sanno che, al di la' del ricorso presentato dal Comune di Bracciano, ho sempre detto

Donna scomparsa Trovata sgozzata

‘Ndrangheta, sequestro da 190milioni di euro

TERAMO - E' stato portato nella notte all'obitorio dell'ospedale diTeramo il corpo di Carmela Rea, detta Melania,29 anni - originaria del Napoletano,ma residente a Folignano (Ascoli Piceno) - scomparsa il 18 aprile da Ascoli Piceno e trovata morta ieri in una zona boscosa di Ripe di Civitella del Tronto (Teramo). Per il momento le indagini vengono svolte dagli inquirenti teramani,in attesa che si riesca a chiarire se Carmela sia stata uccisa nel luogo in cui è stato trovato il corpo.

REGGIO CALABRIA- Operazione della guardia di finanza e dei carabinieri di Reggio Calabria per il sequestro di beni per un valore di 190 milioni di euro ad una cosca della 'ndrangheta.I finanzieri del Nucleo di polizia tributaria-GicodiReggio,coadiuvatidalloScicodiRoma e in collaborazione con i carabinieri,stanno operando in Calabria,Lombardia,Campania ed a Roma per sequestrare 40 imprese,con tutto il patrimonio aziendale,operanti principalmente nel settore dei trasporti.


regione Saranno destinati al miglioramento delle strutture in termini di sicurezza e comfort

Pendolari, fondi ai Comuni I finanziamenti rientrano nella politica regionale volta a migliorare la qualità dei servizi ROMA - È stato reso pubblico il bando di finanziamento ai Comuni per la realizzazione di interventi a favore del pendolarismo, relativamente a strutture per il miglioramento del trasporto pendolare in termini di sicurezza e comfort a terra dell'utenza. La Regione Lazio, infatti, ha promosso un "programma di interventi straordinari in materia di pendolarismo e mobilità integrata e sostenibile" inerente interventi diretti a favorire il miglioramento della mobilità e degli standard qualitativi del trasporto pubblico locale sul territorio regionale. Il programma di cui trattasi ha diverse finalità. Innanzitutto la promozione di azioni finalizzate allo sviluppo di una mobilità sostenibile ed integrata, poi la promozione di strumenti idonei ad incentivare l'utilizzo del sistema di trasporto pubblico, attraverso l'incremento dell'offerta qualitativa, a livello di affidabilità e di comfort del servizio, la promozione di iniziative per la sistemazione e la messa in sicurezza delle

fermate e dei capolinea degli autobus del trasporto pubblico locale e infine la promozione di processi di partecipazione di associazioni di pendolari e utenti del trasporto pubblico locale, finalizzati al miglioramento dell'offerta e della qualità dei servizi. Il programma sarà attuato attraverso il finanziamento di progetti secondo tre differenti linee di azione. Innanzitutto il "Progetto di Promozione della partecipazione dell'utenza ai processi di efficientamento del Tpl", con l'allestimento di un numero congruo di "Uffici mobili" in grado di stazionare sui principali nodi di scambio per raggiungere l'utenza su tutto il territorio regionale, poi attraverso i "Finanziamenti ai Comuni", finalizzati a fornire servizi aggiuntivi e sussidiari all'ordinario Tpl e attività promozionali sulla mobilità sostenibile. Infine "Finanziamenti ai Comuni", finalizzati alla realizzazione di strutture per il miglioramento del trasporto pendolare in termini di sicurezza e comfort a terra dell'utenza; in quest'ultimo caso, al

fine di consentire un'ampia partecipazione ai benefici di legge da parte dei Comuni in-

INTERVENTO A LATINA DELL’ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI

SODDISFATTA L’ASSESSORE ZEZZA

Forte: promuovere il volontariato giovanile ROMA - "Un'iniziativa da lodare e da replicare". Così ha definito l'assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, il 'Campus Solidale' realizzato a Latina dall'associazione Mo.Da.Vi. (Movimento Delle Associazioni di Volontariato Italiano). Una iniziativa di tre giorni (partita lunedì 18), nel corso dei quali circa 550 ragazzi delle scuole superiori del Lazio (tra i 16 e i 18 anni) sono stati coinvolti a Latina in esperienze pratiche di

volontariato. Ragazzi e ragazze che hanno partecipato in prima persona alle attività della protezione civile, in azioni di tutela dell'ambiente o in quelle delle associazioni che assistono i disabili, gli anziani o chi è caduto nella rete delle dipendenze. "L'elemento di forza del Campus Solidale ha aggiunto Forte - sta nel fatto che non si limita a parlare del volontariato attraverso convegni o seminari, ma chiama i giovani ad agire concretamente sul campo. Così da renderli partecipi e

far capire loro che per cambiare le cose a volte basta veramente poco. È questione di una scelta. Una scelta che rifiuta l'egoismo e scommette sulla solidarietà. E lo fa anche partendo da un assunto fondamentale, ovvero che non può esistere una vera ripresa economica senza ripresa sociale". "Il volontariato può rappresentare una grande risorsa per Latina. Una risposta che già esiste e opera sul territorio a quelle che sono alcune carenze dei servizi di tipo assistenziale. E che, però,

teressati, si procede alla pubblicazione del presente "bando di partecipazione".

va sostenuta e integrata maggiormente nella rete di interventi messi in campo dall'amministrazione. Da questo punto di vista la programmazione risulta prioritaria, soprattutto in un momento come quello attuale in cui la città si prepara al voto. Puntare sul volontariato vuol dire prestare attenzione ai problemi della vita quotidiana dei cittadini, soprattutto di chi ha maggiormente bisogno. Così come dei giovani, per la loro formazione non solo lavorativa, ma civica”.

ROMA ROMA "L'accordo tra Governo e Regioni per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga è sicuramente il presupposto fondamentale per garantire ai lavoratori delle aziende in crisi il sostegno al reddito per il 2011 e il 2012. Per questo come Regione Lazio siamo stati parte attiva nella ricerca di un'intesa che ci consentirà di affrontare con maggiore serenità il perdurare della crisi internazionale in atto e di mantenere i livelli occupazionali".Lo ha dichiarato l'assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio Ma-

Ammortizzatori, l’accordo per il 2011 è stato raggiunto

Ricucci, indagini chiuse Rischiano in venti

Atac, dopo Pasqua nuova governance

Concorso in bancarotta fraudolenta per distrazione e dissipazione. Questo il reato ipotizzato, a seconda delle posizioni, dai pm della Procura di Roma per Stefano Ricucci e altre diciannove persone che in passato hanno ricoperto ruoli nel cda della Magiste Real Estate e di altre societa' a questa riconducibili. I pubblici ministeri Giuseppe Cascini e Rodolfo Sabelli hanno depositato gli atti dell'inchiesta, fase che prelude la richiesta di rinvio a giudizio.

''SubitodopoPasquacisara'lanuovagovernanceper Atac.Chi parla di fallimento dell'azienda fa un sabotaggio immotivato alla nostra citta'''.Lo ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno aggiungendo che ''in giunta e' stata approvata una delibera per il conferimento di Atac Patrimonio.Quindinonc'e'nessunfallimento''.Ilsindaco apre anche all'opposizione: ''Facendo seguito alla lettera aperta che il PD mi ha rivolto su Atac,offro la mia disponibilita' ad un confronto con tutte le opposizioni''.

riella Zezza."Si tratta di una buona intesa ha spiegato l'assessore Zezza - che oltre agli ammortizzatori in deroga prevede un impegno diretto delle Regioni per le politiche attive del lavoro e della formazione. L'accordo quadro sui criteri di utilizzo degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2011 che abbiamo sottoscritto in Regione il 31 marzo con tutte le parti sociali si basa infatti sulla razionalizzazione

degli interventi e sulla formazione al servizio del reinserimento nel mercato del lavoro". "Inoltre - ha aggiunto l'assessore Zezza - grazie alle risorse a disposizione abbiamo potuto prevedere ulteriori strumenti a sostegno di lavoratrici, lavoratori e delle loro famiglie, dando seguito al principio del "Lavoro Formato Famiglia" che è tra le priorità della Giunta Polverini".

3 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 AprIle 2011


provincia Il consigliere provinciale del Pdl interviene sulla questione delle parcelle d’oro

Amata: dal Pd solo cattiverie Il componente della maggioranza nega che sia stato versato anche un centesimo ad esterni FROSINONE - In difesa del presidente Antonello Iannarilli sulla questione delle parcelle d’oro pagate ai consulenti esterni, interviene il consigliere provinciale Andrea Amarta che chiarisce: “Le dichiarazioni di questi giorni di un consigliere provinciale dell'opposizione (Pd) e del presidente della componente “Area Riformista” del Pd in merito a fantomatiche “consulenze d’oro” erogate dall’Amministrazione Iannarilli sarebbero comiche se non fossero tragiche per insipienza e, probabilmente, per ingenuità poilitica. Questi due esponenti di altrettante anime del Pd ciociaro non hanno trovato di meglio che inventarsi una fanfaluca brutta e cattiva, probabilmente ben oltre i limiti della diffamazione,

per dipingere una caccia alle streghe nei confronti non si sa bene di chi. La caccia alle streghe nella nostra provincia è finita da tempo. E le streghe sono state cacciate dal popolo ciociaro che ha contestato la stregoneria politica di una sinistra inefficiente e arruffona. E le dichiarazioni di questi giorni, rilasciate al traino di un consigliere provinciale che pur di apparire sulla stampa da tempo non ne imbrocca una giusta, non fanno che confermare la tesi. Non saremo noi a ritirare fuori adesso la storia del disastro ereditato dall'ex Presidente della Provincia perché quella storia è ormai nota a tutti col suo carico di enormi problemi che siete stati capaci di lasciare sulle spalle della cittadinanza. Siete stati un disastro

talmente evidente per questa provincia che il solo pronunciare queste parole appare ormai banale e scontato. Ciò anche per quanto riguarda il personale. L’Amministrazione Iannarilli, infatti, per la prima volta ha determinato e chiarito il costo del personale e delle spese assimilate, e questo fatto a voi deve risultato strano. La famosa delibera alla quale vi appellate per diffondere deliberatamente delle bugie, non destina un centesimo a consulenze! Quella delibera di Giunta (la 409/2010 del 19 novembre 2010 poi ratificata dal Consiglio provinciale) ridistribuisce delle risorse all’interno del bilancio del personale. Di fatto si tratta di una operazione che determina una variazione neutra sulla spesa. Tanto

per essere chiari, il Fondo del Personale non è stato toccato e non poteva essere toccato. E’ evidente che il Presidente di Area Riformista del Pd non sa di cosa parla, probabilmente si è fidato di quanto diceva il suo Consigliere e non ha voluto essere da meno. Per chiarezza nei confronti della cittadinanza e anche per chiarire le idee all'opposizione, ecco come veramente stanno le cose. Con deliberazione della G.P. n. 409 del 19.11.2010 sono state apportate, al bilancio di previsione 2010 le necessarie variazioni, ai sensi dell’art. 175 del D. Lgs. 267/2000. Sul sistema informatico di gestione degli atti amministrativi della Provincia di Frosinone, sono disponibili non solo il testo della deliberazione citata, ma anche

gli allegati di dettaglio della variazione. Nella massima trasparenza, è possibile, da parte di chiunque, constatare che la variazione apportata alle previsioni di bilancio non modifica di un solo centesimo le risorse del personale, men che meno al fondo accessorio del personale! La manovra può essere complessivamente distinta in due parti: la prima variazione riguarda solo aggiustamenti tecnici sui capitoli accesi al trattamento tabellare dei dipendenti, necessario ai fini di una corretta imputazione della spesa del personale sul bilancio previsionale dell’Ente. Praticamente si è voluto esattamente allocare sui pertinenti capitoli di bilancio le somme necessarie per la retribuzione dell’anno 2010”.

NUOVA UBICAZIONE AL CASALENO

CONDOMINIO POPOLARE IN VIALE GRECIA

Interruzione servizio idrico Belle Arti, Quadrini Denuncia di Iannarilli spiega lo spostamento

FROSINONE - “L’interruzione del servizio idrico con queste modalità non si può fare, e poi si consideri che in molti casi si tratta di famiglie indigenti”. Il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, è intervenuto insieme al Consigliere comunale di Frosinone, Danilo Magliocchetti, presso un condominio popolare in Viale Gracia, a Frosinone, in seguito ai reiterati appelli di alcuni cittadini che lamentavano il sigillo da parte di Acea dei loro contatori idrici. “Sono intervenuto insieme ai Carabinieri e alla Polizia Provinciale – dice Iannarilli – perché l’interruzione idrica presso le abitazioni senza il preavviso alle fa-

4 ANNO II - N°93 VENERDì 22 ApRIlE 2011

miglie non si può fare. Dobbiamo anche considerare che in molti casi queste famiglie si trovano in situazioni debitorie nei confronti dell’ente erogatore veramente insostenibili a causa della loro indigenza. Dunque le rateizzazioni che vengono loro concesse nell’ordine di due o trecento euro al mese risultano impossibili da onorare e questi utenti sarebbero continuamente soggetti al taglio dell’acqua qualora la prassi messa in atto dai gestori del servizio idrico dovesse continuare. Per questi motivi presenterò una denuncia per interruzione di pubblico servizio senza preavviso contro il gestore e le forze dell’or-

dine intervenute hanno già oggi ottenuto da diversi cittadini le generalità per essere chiamati a testimoniare quanto è loro accaduto”.

FROSINONE - L’Assessore Provinciale all’Edilizia Scolastica e Pubblica Istruzione Gianluca Quadrini comunica in una nota: " Nei giorni scorsi sono venuto a conoscenza sulla stampa di critiche sulla scelta da parte dell’Amministrazione Iannarilli circa lo spostamento dell'Accademia delle Belle Arti dal centro di Frosinone. Voglio illustrare a tutti la nostra proposta che consiste nello spostare tutta le sezioni dell’Accademia delle Belle Arti in uno stabile vicino allo stadio Casaleno e precisamente a fianco del Conservatorio di Musica Licinio Recine, uno dei centri di cultura principali del territorio che svolge un'intensa attività artistica e culturale rivolta non solo al miglioramento dell'offerta formativa per i propri studenti ma aperta anche all'esterno, per qualificare l'offerta culturale dell'intero territorio. Quindi, la nostra intenzione è quella di creare una cittadella della cultura predisponendo anche un programma per costruire nella

zona strutture destinate a potenziare gli strumenti formativi culturali ed artistici. Insomma, un intervento di razionalizzazione volto a migliorare la situazione legata all’edilizia scolastica con un ubicazione più idonea e con locali che saranno più accoglienti per i giovani studenti e offriranno loro un ambiente didattico efficiente e sicuro. Questo fa parte delle linee programmatiche di governo che l’amministrazione Iannarilli ha messo in campo e che sta perseguendo cercando di ridurre gli sprechi e la frammentazione delle scuole in più edifici e favorendo l’utilizzo di immobili maggiormente rispondenti alle esigenze didattiche degli studenti e del personale docente e non. Infine, voglio ricordare che l’Accademia delle Belle Arti è una scuola che ha un respiro provinciale e quindi, oltre le motivazioni accennate, necessita anche di una locazione aperta in uno spazio più accessibile a tutti."

Salma Arrigoni a Roma Funerali a Pasqua

Obama da Facebook tra economia e web

L'aereo dell'Alitalia proveniente dal Cairo con a bordo la salma diVittorio Arrigoni,il volontario ucciso a Gaza, è giunto all'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino (Roma). Si tratta del volo di linea AZ897. Subito dopo che la bara di Vittorio Arrigoni è stata fatta scendere dall'aereo e caricata su un carrello che l'avrebbe poi portata alla Cargo City per il disbrigo delle pratiche burocratiche, al Leonardo da Vinci si è svolta una breve cerimonia.

La situazione di bilancio americana è insostenibile: tagliare la spesa è necessario per risanare i conti ma i tagli vanno effettuati con lo "scalpello" non con il "machete" altrimenti il rischio è di una nuova recessione. Il presidente Barack Obama, nel quartier generale di Facebook, risponde alle domande che arrivano dal web e a quelle del pubblico.


cronaca TORNAVA IN AUTO A CASA DOPO UN VIAGGIO DI LAVORO A MILANO

PROPOSTA DELLA CANDIDATA

Muore in autostrada l’ex assessore Iris Volante propone comunale di Pontecorvo Paolo Trillò PONTECORVO - E’ morto, l’altra notte in un incidente sull’A1 tra Frosinone e Ceprano, l’ex consigliere Comunale di Pontecorvo Paolo Trillò. L’esponente politico di centrodestra, imprenditore edile, era di ritorno da Milano dove si era recato in aereo per motivi di lavoro. Aveva da poco ripreso l’auto a Fiumicino e stava tornando a Pontecorvo quando è rimasto coinvolto in un incidente stradale poco dopo l’1 della scorsa notte. Il dramma si è consumato al km 625, in carreggiata sud, poco oltre il casello A1 di Frosinone. Quattro le vetture coinvolte e, in seguito all'urto, Paolo Trillò veniva sbalzato fuori dall'auto e finiva sull'asfalto. Soccorso da un medico di pas-

le compostiere in periferia

saggio e poi dal personale del 118 intervenuto in un battibaleno, Trillò giungeva purtroppo cadavere all'ospedale di Frosinone, a causa delle ferite riportate nell'urto sull'asfalto. La salma si trova ora presso l'obitorio dell'ospedale di Frosinone, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sulle cause dell'incidente sono in corso gli accertamenti da parte della Polizia stradale. La notizia della tragedia ha fatto immediatamente il giro della cittadina di Pontecorvo, dove Trillò era molto conosciuto ed apprezzato. Nel 2001 era stato assessore ai Lavori pubblici, poi consigliere comunale; nel 2010 non si era ripresentato, ma aveva continuato a fare politica nel Pdl.

A PONTECORVO

Ladri colti sul fatto dai Carabinieri PONTECORVO - I carabinieri della locale Compagnia, nel corso di predisposti servizi tesi al controllo del territorio ed in particolare al contrasto dei reati predatori, hanno tratto in arresto D.P.N. 42 enne e M.M. 38 enne, entrambi domiciliati in Pontecorvo, perché responsabili di “tentato furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale”. I due sono stati sorpresi dai Militari operanti all’interno di una abitazione del posto mentre tentavano di asportare monili ed altri beni. Nel corso dell’intervento dei Militari operanti, il D.P.N. tentava di opporre resistenza e cercava di dileguarsi, non riuscendo nel suo intento. A Isola del Liri, i Militari della locale Stazione, nel corso di predisposto per il controllo del territorio, hanno

tratto in arresto G.C. 38 enne del posto per evasione. Il prevenuto, in regime degli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai Militari operanti lontano dalla propria abitazione. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino. A Strangolagalli, i Militari della locale Stazione, nel corso di predisposto per il controllo del territorio, hanno intercettato e controllato O.O.A.N. 33 enne cittadino di nazionalità nigeriana domiciliato in Sgurgola, il quale si aggirava con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate del comune di Strangolagalli. Ricorrendo i presupposti di Legge, lo stesso è stato proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

DALLA POLIZIA SULL’A1 A FROSINONE

Sequestrata marijuana (100 kg) nascosta tra le casse di pesce La sostanza stupefacente era stata divisa in 100 pani da un kg l’uno FROSINONE - Le indagini erano già partite da qualche tempo indirizzate verso grossi traffici di sostanze stupefacenti destinate al mercato italiano. Nel mirino degli investigatori un furgone frigo destinato al trasporto di alimenti all’interno del quale erano stati occultati 100 pani da un kg l’uno perfet-

tamente confezionati con del cellophane per impedire la dispersione delle sostanze.Per poter nascondere i 100 kg di marijuana e per confonderne l’odore erano state inserite nel furgone anche diverse casse di ricci di mare e altri prodotti ittici oltre a carne avariata. L’escamotage però non è ser-

vito ad ingannare i poliziotti, che dopo un inseguimento sono riusciti a bloccare il furgone sulla strada statale 148 – Pontina. Il conducente, un quarantacinquenne albanese, ha tentato di fuggire col mezzo ma è stato circondato dalle pattuglie della Polizia di Stato e pertanto costretto a fermare la

marcia. L’uomo è stato perciò arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e la droga sequestrata. L’attività di questa notte si aggiunge ai precedenti sequestri di droga che nei giorni scorsi sono stati eseguiti proprio dalla Squadra Mobile di Frosinone. L’operazione “Liberi dalla droga” ha consentito di stroncare un pericoloso tentativo di immissione di sostanze stupefacenti sul nostro territorio attraverso una positiva collaborazione e coordinamento tra le forze di Polizia sempre più impegnate nel contrasto di fenomeni criminali.

“Smaltisci i rifiuti e aiuta l’ambiente con il compostaggio domestico”. Questo in sintesi il singolare progetto lanciato dalla candidata a sindaco Iris Volante. “La mia proposta interessa, in particolar modo, gli utenti della periferia i quali potrebbero usufruire di contributi per l’acquisto di compostiere al fine di raccogliere il vegetale di scarto degli orti per produrre compost, il fertilizzante naturale da utilizzare come concime. I residenti che dispongono di piccoli spazi verdi potranno trasformare in ottimo terriccio per piante e giardino tutti i rifiuti organici (es. pasta, pane, scarti di verdura, bucce di frutta, erba tagliata del prato, potatura di piccoli arbusti ecc.).” – afferma la dottoressa Volante. “Con questo sistema si riduce il quantitativo di rifiuto da smaltire perché si recupera a monte l'organico, che costituisce la maggiore aliquota dei rifiuti domestici (circa 35%), e si produce compost che può essere utilizzato nel giardinaggio. Un sistema che riduce notevolmente il costo della nettezza urbana e avvia i cittadini di Cassino verso la raccolta differenziata”. “Chi ha la casa con giardino può mettere la compostiera all’esterno. Il processo di compostaggio si ottiene semplicemente disponendo in modo opportuno il rifiuto organico all'interno della compostiera che, favorendo i processi naturali di ossidazione e stabilizzazione attuati dai microorganismi presenti, consente di velocizzare e gestire in modo controllato la trasformazione del rifiuto in compost. Per chi, invece, abita nei condomini si potrebbe pensare di fornire un cassonetto apposito che viene periodicamente svuotato da chi fa il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. E’ mia intenzione – dice ancora la candidata - lavorare perché sia sempre più possibile conciliare le esigenze dei cittadini ad una corretta gestione dei rifiuti”.


cassino Dopo Cesa e Di Pietro ci sono in arrivo Casini, D’Alema,Vendola e Finocchiaro

Parata di big politici da Roma a sostegno dei candidati sindaco Ancora nessuna notizia dal centrodestra per la presenza di qualche nome di riferimento CASSINO - Parata di big per la campagna elettorale a Cassino per il rinnovo del consiglio comunale. Dopo gli arrivi di Lorenzo Cesa per l’Udc e di Antonio Di Pietro per l’Idv ora è la volta di Pierferdinando Casini che sarà a Cassino al teatro Manzoni il prossimo 29 aprile alle ore 17 a sostegno del candidato sindaco Iris Volante. “E’ per me – ha detto l’on. Anna Teresa Formisano – motivo d’orgoglio la presenza di Casini puntuale ad ogni campagna elettorale nonostante i suoi numerosi impegni politici in tutta Italia. Questo dimostra il legame che c’è tra il nostro leader del partito e il territorio cassinate.” Poi Massimo D’Alema per la coalizione Udc-Pd-psi-Fli che appoggia la Volante. Il candidato sindaco Giuseppe Golini Petrarcone soddisfatto del successo registrato con il comizio di Di

Pietro aspetta l’arrivo di Vendola. Dal centrodestra ancora non si hanno notizie della presenza di big. Intanto ieri mattina il commissario straordinario al comune di Cassino, il prefetto Angela Pagliuca, ha ricevuto i candidati a sindaco Iris Volante, Barbara Di Rollo, Giuseppe Golini Petrarcone, Carmelo Palombo, Maurizio Russo e Gianni Valente. E’ stato un incontro cordiale ma il commissario li ha avvertiti ”Non sporcate la città con i vostri manifesti elettorali, rispettate gli spazi assegnati sui tabelloni perché ho già notato una invasione selvaggia e troppi volantini buttati per terra.” E i vigili stanno già provvedendo a rimuovere i manifesti abusivi. Sono già tantissimi i manifesti che coprono quelli degli altri candidati. E su tutti i vigili hanno incollato la fascia “Affissione abusiva”. La commissione elet-

torale ha proceduto al sorteggio degli scrutatori che saranno impegnati nei 33 seggi della città il 15 e 16 maggio e poi nell’eventuale turno di ballottaggio due settimane dopo. Alcune curiosità scorrendo le 29 liste di candidati. Ci sono anche candidati dal nome uguale che può creare qualche confusione. Si tratta di Gabriele Picano, figlio dell’ex parlamentare Angelo Picano, candidato nella lista del Pdl e poi c’è un altro Gabriele Picano candidato nella lista “Giovani Cassino” del candidato sindaco Maurizio Russo. Ci sono due Vincenzo Tiseo, uno candidato nella lista Progetto per Cassino che è stato consigliere ed assessore, e l’altro nella lista Fare Insieme, entrambe di Palombo. Nella lista Noi c’è anche una cantante, Sabrina De Siena, che ha recitato in un musical con Riccardo Cocciante.

ELEZIONI COMUNALI / IL PSI PRESENTERÀ LA LISTA IL 26 APRILE, PRESENTE LA CANDIDATA SINDACO IRIS VOLANTE

I ribelli del Pd:”Scelta sofferta ma doverosa nell’interesse della nostra città e del partito” Conferenza stampa domani per spiegare le ragioni del sostegno a Petrarcone CASSINO - Conferenza stampa di Progetto Democratico, sabato mattina, alle ore 11, nella sede elettorale di Petrarcone, in via Bembo. Mario Costa, Luigi Polidoro, Fernando Cardarelli, Michele Giannì, Francesco Carlino, Sarah Grieco, Vincenzo Santoro, Roberto Iovine, Laura D’Onofrio, Susanna Di Mambro, gli esponenti del Pd che, in nome del rinnovamento e dell’alternativa a ciò ch’è stato sinora nell’amministrazione di Cassino, non hanno condiviso

6 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 AprIle 2011

la scelta della maggioranza del direttivo del loro partito, illustreranno agli operatori dell’informazione le ragioni per le quali sono scesi in campo a sostegno della candidatura a sindaco di Giuseppe Golini Petrarcone. Una scelta sofferta ma doverosa nell’interesse della città e dello stesso partito, relegato ad un ruolo marginale se non addirittura subalterno. Essi son convinti di rappresentare un punto di riferimento per tanti elettori del Pd che non condividono la

spaccatura a sinistra, operata in nome di già sperimentate logiche perdenti, e vogliono esprimere un voto per l’alternativa alla fallimentare gestione di quella famigerata e famosa “cupola” che nei noveanni di amministrazione scittarelliana ci ha coperto di debiti e ha portato la città in un triste degrado. Il Psi ha annunciato la presentazione della lista per il rinnovo del Consiglio comunale per martedì 26 aprile ore 19 presso l’Hotel

EDRA di Cassino. Interverranno Gianfranco Schietroma, segreteria nazionale PSI, Danilo Iafrate, Segretario Provinciale, Luciano Romanzi Capogruppo PSI alla Regione Lazio. Alla presentazione della lista parteciperà la candidata a sindaco Iris Volante.

Formisano, tutelare identità delle frazioni

Passione vivente a Castrocielo

La deputata Udc Anna Teresa Formisano ha presentato una proposta di legge per tutelare le tipicità delle frazioni e delle località dei Comuni. “A Cassino esistono frazioni come S. Angelo in Theodice o Caira che hanno molti più abitanti di tanti altri piccoli comuni. Abbiamo un patrimonio di infinite tradizioni dalle altrettanto infinite sfaccettature, ognuna diversa a seconda del posto".

CASTROCIELO - Il 22 aprile 2011 a Castrocielo sacra rappresentazione della Passione di Cristo. Ultima cena, Orto degli Ulivi, Processo, Crocifissione gli avvenimenti riproposti della tradizionale rappresentazionecon cui si ricostruisce e commemora il percorso doloroso di Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota. Il tutto sarà trasmesso in diretta televisiva su Tele Universo.


cassino E’ passata in Consiglio Regionale la proposta di legge della giunta Polverini

Approvato l’accreditamento delle strutture sanitarie private La consigliere Annalisa D’Aguanno:”Garantiti i servizi ai cittadini e i posti di lavoro” CASSINO - Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato la proposta di legge di iniziativa della Giunta regionale che interviene sulle scadenze e sulle modalità di accreditamento delle strutture sanitarie e socio-sanitarie private. “La legge, afferma il Consigliere Regionale Annalisa D’Aguanno, si è resa necessaria per le esigenze della sanità della nostra regione e quindi per il territorio del cassinate”. La legge approvata mercoledì prevede oltre all'introduzione di un termine ultimo per gli accertamenti legati alle procedure di rilascio degli accreditamenti, anche un regolamento sul servizio di assistenza domiciliare e criteri di trasparenza e pubblicità sull'esito degli accertamenti

effettuati e sulle strutture accreditate. “Potranno aderire all’accordo, afferma D’Aguanno, le Case di Cura per acuti, quelle per la riabilitazione, la lungodegenza, le neuropsichiatriche. E’ la prima volta che nel Lazio si procede con una norma che consente di accreditare le strutture private non in via provvisoria”. Settemila infatti sono le pratiche giacenti autorizzate e non accreditate che la giunta Polverini ha trovato al suo insediamento. “Le strutture sanitarie accreditate del cassinate, conclude la D’Aguanno, potranno continuare a garantire servizi essenziali per i cittadini. Con questo provvedimento si potranno salvaguardare molti posti di lavoro, ridando quella tranquillità

necessaria agli operatori del settore sanitario”.“Tutti sappiamo quanto il sistema di accreditamento costituisca una parte significativa dei servizi sanitari che vengono erogati ai cittadini. Quella approvata nella serata di ieri in Consiglio è dunque una legge che si rendeva tanto necessaria quanto ineludibile per permettere a tante strutture di poter continuare a garantire servizi che in molti casi rappresentano un patrimonio di esperienze e di specialità che fanno della nostra Regione un punto di riferimento anche a livello nazionale. Questo adempimento - ha ricordato Mario Abbruzzese - è poi una risposta positiva rispetto alla salvaguardia dei livelli occupazio-

nali delle strutture accreditate, anche quelle della provincia di Frosinone, con il sistema sanitario regionale e servirà a ricondurre in un quadro di regole certe la qualità sui requisiti strutturali, tecnologici, professionali ed organizzativi, nonché i controlli sulle prestazioni erogate.Il fatto che l’Aula abbia approvato questo provvedimento individuando una sintesi attraverso la riformulazione dell’articolato, dà atto alla presidente Renata Polverini della disponibilità della Giunta nel trovare massima condivisione su una materia così delicata come è quella che riguarda la salute e le esigenze dei pazienti della nostra regione e della nostra provincia, altresì dell’impegno profuso dalle

forze politiche di maggioranza e di minoranza che si sono confrontate in maniera sì serrata, ma certamente costruttiva”. Lo riferisce con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.

ELEZIONI COMUNALI

“Rilancio del turismo e dell’economia, serve un polo sportivo del territorio” Visita del candidato sindaco Barbara Di Rollo agli atleti in allenamento al centro sportivo di via Appia CASSINO - Entusiasmo, curiosità, partecipazione. E’ così che l’atletica di Cassino ha incontrato ieri la candidata sindaco Barbara Di Rollo che si è recata presso il campo sportivo della città, proprio durante una seduta di allenamento dei bambini, dei ragazzi e di tutti gli appassionati che quotidianamente frequentano la struttura di via Appia. La candidata del gruppo “Responsabilità e Impegno”, ha sentito la necessità di recarsi presso il campo sportivo di Cassino per verificare lei stessa le condizioni di degrado in cui versa. Il ripristino del più grande centro sportivo del cassinate e in particolar modo della pista di atletica, degli spogliatoi e di tutto il complesso,

sono tra gli obiettivi programmatici della candidata sindaco che ha presentato idee progettuali molto ambiziose designando quello di via Appia quale futuro polo sportivo del territorio con la creazione della “Cittadella dello Sport”. Barbara Di Rollo incontrando i cittadini, tra le varie problematiche che sono state sollevate, ha riscontrato proprio il disagio di non poter coltivare la passione per lo sport a causa delle condizioni disastrate in cui versano le strutture. “Sono qui per dire agli sportivi dell’atletica ma anche a tutti quelli che praticano altre discipline come la pallavolo, il basket o il calcio, che è mia intenzione fare di questo luogo un polo sportivo che possa es-

Il presidente Iannarilli denuncia l’Acea

Incidente stradale sull’A1, un ferito

FROSINONE - “La mia azione di oggi rappresenta l’ennesima dimostrazione di vicinanza alla gente e di condivisione dei grandi disagi che l’Acea sta arrecando attraverso l’apposizione dei sigilli ai contatori dell’acqua.A fronte dei numerosissimi appelli giunti presso i miei uffici da ogni dove, perché si mettesse fine ai continui episodi di interruzione del servizio idrico,spesso neanche preannunciata come la Legge prevede.

CASSINO - Scontro tra un camion e una vettura sull'A1 tra Cassino e Pontecorvo. L'incidente si è verificato intorno alle 10,30 lungo la corsia Nord. Nel violento impatto una persona è rimasta ferita in modo grave. Sul posto agenti della polizia stradale e personale del 118. Il ferito è stato trasportato in eliambulanza a Roma. In seguito all'incidente sull'A1 si sono registrati forti rallentamenti.

sere di attrazione per l’organizzazione di manifestazioni e gare di rilievo”. L’allenatore il professor Daniele Palombo e un nutrito gruppo di atleti, hanno partecipato all’incontro chiedendo alla candidata di poter finalmente far sentire la loro voce e di poter essere rappresentati in quella che ormai è diventata una battaglia per la sistemazione almeno della pista di atletica. “Mi sorprendo del fatto che nessuno si sia reso conto della pericolosità della pista, ha detto la candidata sindaco, ci sono tanti ragazzi che frequentano il campo sportivo e ce ne potrebbero essere molti altri ancora se solo si riconsegnasse dignità allo sport della città. “

7 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 AprIle 2011


cassinate Ha sacrificato la sua candidatura a sindaco di Cassino per la rielezione del genitore alla Saf

Marino Fardelli trombato...dal padre CASSINO - La conferma per la terza volta consecutiva alla guida della Saf di Cesare Fardelli, ha lasciato, o meglio sarebbe dire, ha finto di lasciare tutti sorpresi. La faccia più tosta è stata fuor da ogni dubbio, quella del presidente della provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, che non solo ha finto di indignarsi, ma soprattutto è caduto dalle nuvole, dopo che i suoi amici pidiellini avevano votato per il buon Cesare. Senza voler fare falsi moralismi, questo lo lasciamo ad Anna Maria Tedeschi, riteniamo che la cosa abbia avuto dei contraccolpi politici non da poco anche su Cassino, e sulle prossime elezioni amministrative. Marino Fardelli infatti, era in predicato per fare il candidato sindaco per l’Udc, poi improvvisamente è apparsa come una folgorazione, la figura di Iris Volante. Marino Fardelli a

capo della coalizione avrebbe avuto più senso politico, se non altro per i buoni, anzi ottimi rapporti che papà Cesare intrattiene con il centro sinistra, ed a questo punto anche il centro destra. Ed allora, Marino è stato trombato? Riteniamo di si. Ma la trombatura secondo noi, e secondo molti osservatori delle dinamiche politiche cittadine, è stata una trombatura volontaria , ovvero Marino Fardelli ha sacrificato la sua investitura a primo cittadino, in cambio della riconferma del papà alla guida della Saf. Chi come noi, segue la politica cittadina, si è reso conto in questi mesi, che Marino ha è sempre stato coccolato dai vertici cittadini dell’Udc: tanto che appena approdato alla corte di Anna Teresa Formisano, è diventato subito segretario cittadino, scalzando di fatto, quel Mario Pacitti che tanto ha dato, e

PONTECORVO

Un paese sgomento per la scomparsa di Paolo PONTECORVO - Un attimo fatale che non gli ha lasciato scampo quando era a pochi chilometri da casa.Una morte che ha risvegliato ieri mattina la città di Pontecorvo incredula alla notizia della tragica scomparsa di Paolo Trillò. Impreditore edile e politico da decenni,peraltro anche figlio di un ex sindaco, Paolo era persona stimata e benvoluta da tutti. Una persona leale e sincera, che amava dire le cose in faccia, senza troppi giri di parole. Un uomo segnato dalla vita (solo qualche anno fa la tragica scomparsa della moglie stroncata da un male incurabile),eppure sempre con il sorriso sulle labbra. Questi i ricordi che lascerà di sé dopo un terribile incidente stradale che lo ha strappato all’affetto dei figli, della madre e dei fratelli. Nella notte tra mercoledì e giovedì Paolo è rimasto vittima di un incidente stradale verificatosi sulla carreggiata sud dell’A1 nei pressi del casello di Frosinone. Stava rientrando da un viaggio di lavoro a Milano quando,per cause ancora in fase di accertamento,la sua auto si è scontrata con altre tre vetture. Un impatto tremendo. Il suo corpo è stato sbalzato fuori dall’abitacolo e le sue condizioni di salute sono apparse subito molto gravi ai primi soccorritori. E’ deceduto qualche minuto più tardi durante il trasporto presso l’ospedale “Spaziani” del Comune capoluogo dove ai parenti, qualche ora più tardi, è spettato il triste rito del riconoscimento. 55 anni, Paolo era esponente di spicco del Pdl locale. Il suo ultimo impegno nel partito lo aveva visto candidato alle elezioni provinciali del 2009 che poi hanno portato alla vittoria diAntonello Iannarilli. Alla famiglia Trillò le più sentite condoglianze da parte della redazione de “La Gazzetta Cassino”.

8 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 AprIle 2011

continua a dare al partito della vela. Ma la vera incognita è sulle prossime elezioni. Cesare Fardelli, checché se ne dica, è uno che i voti li ha, e ne ha pure parecchi. Se non fosse stato per il Pdl, il buon Cesare starebbe a godersi il sole in quel di Caira, invece il partito di centro destra ha preferito restituirgli la fiducia alla guida di Colfelice. Un caso? In politica mai nulla succede per caso, tutto succede perché studiato a tavolino e nei minimi particolari. Quale sarà la moneta (politica) di scambio che Cesare Fardelli userà per ripagare Abbruzzese e compagni? E’ facile immaginarlo. I voti superflui, e si fa per dire superflui, saranno appannaggio senza ombra di dubbio per il candidato Carmelo Palombo e solo una parte andrà ad Iris Volante. E’ un fatto matematico: se non ci fosse stato l’accordo Saf, Marino sa-

rebbe stato il candidato sindaco, ed allora nulla si poteva lasciare agli “avversari”, ma con questa bella pastetta pronta all’uso siamo certi che il buon Cesare saprà come accontentare tutti. Ed allora togliamo ogni dubbio al cassinate elettore, Marino Fardelli è stato si trombato, ma con la benedizione di tutti, con la consapevolezza che quella trombatura poco peserà sulla futura carriera politica di Marino, ragazzo capace e meritevole, ma purtroppo ancora invischiato nella politica trasversale di quel vecchio marpione di papà Cesare. E’ la politica. E in politica quasi sempre, il fine giustifica i mezzi, l’obiettivo deve essere sempre e solo uno altrimenti si rischia di sbagliare bersaglio. Cesare Fardelli lo sa bene, probabilmente per questo fa sempre centro. Ignazio Annunziata

Costanzo: i lavori sulla provinciale “Taverna 50” sono ancora a “Caro amico” AUSONIA - "La strada provinciale “Taverna 50”, che insiste sul territorio dei comuni di Ausonia e Coreno, dalla provincia di Latina fino all’innesto con la SS630 Cassino-Formia, si trova in una situazione pessima, peggiorata con le ultime piogge invernali, per cui necessita di un intervento di risagomatura, di asfalto, di rifacimento della segnaletica verticale e orizzontale e di barriere e ponticelli nei punti più critici per la sicurezza stradale". A parlare è Simone Costanzo, Consigliere Provinciale del Partito Democratico di Frosinone, che prosegue: "Parliamo di una strada particolarmente trafficata e importante, che attraversa la zona industriale di Ausonia e di Coreno, al centro del distretto industriale del marmo e quindi oggetto del traffico pesante che congiunge i siti estrattivi agli impianti di trasformazione e lavorazione. Gli uffici provinciali, su mia indicazione, in qualità di assessore del collegio, vista la situazione, predisposero un’ intervento impor-

tante di manutenzione che nel 2009 la Giunta di centro sinistra approvò stanziando circa 140.000 euro con le risorse della manutenzione stradale 2009 utile a mettere in sicurezza tale strada. A distanza di due anni chiedo che si facciano al più presto i lavori, che sono stati finalmente appaltati, per migliorare la mobilità e rendere sicura la strada provinciale Taverna

50 per tutti i cittadini del comprensorio. Siamo di fronte all’ennesimo esempio di una pessima gestione del centro destra alla guida dell’amministrazione provinciale che in due anni, non solo non ha programmato nessun intervento sulla viabilità provinciale nel Cassinate, ma addirittura ritarda di anni i lavori già programmati dalla precedente Giunta".

Miasmi da diserbante Paura nel Milanese

Ciancimino in manette per documenti falsi

MILANO - Notte di panico a Settala, nell'hinterland milanese, dove decine di residenti della zona di viale Brianza si sono rivolti al 118 per segnalare un forte fastidio agli occhi, irritazione alla gola e problemi respiratori. E' così scattato l'allarme per le grandi emergenze,per la possibilità che si trattasse di una nube tossica.

AgentidelcentrooperativoDiadiPalermohanno arrestatoaParmaMassimoCianciminosullabase diunfermodispostodalprocuratoreaggiuntoAntonio Ingroia e dei sostituti Nino Di Matteo e Paolo Guido. Ciancimino è accusato di truffa aggravata. Secono la ricostruzione della polizia scientifica avrebbe falsificato un documento, poi consegnato alla magistratura, in cui si faceva il nome dell'ex capo della polizia Gianni De Gennaro.


sport VOLLEY SERIE A2 PLAY-OFF

Emozioni nel trionfo in gara 3 dei sorani contro Phyto Performance

Wow, una Globo da cardiopalma! Interminabile il tie-break: 25-23. Ora sotto con gara 4 sempre a Frosinone per l’aggancio

I

ncredibile girandola di emozioni l’altra sera al Palasport Città di Frosinone con i ragazzi della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che dettano il ritmo ai millesettecentoventi tifosi venuti da tutta la provincia per godersi il meraviglio spettacolo. Si chiude 25-23 in favore della Globo l’infinito e palpitante tie break che conferma che la Gatto band non vuole assolutamente fermarsi rimandando a data da destinarsi l’eventuale passaggio di turno della Phyto Performance Padova. Coach Gatto fa scendere in campo il suo sestetto tipo con capitan Scappaticcio alla distribuzione del gioco opposto ad Anderson, Libraro e Roberts ancora a martellare, Pavan e Polidori al centro della rete e Michele Gatto libero. Mister Montagnani invece persegue la scelta fatta alla fine del secondo set di gara 2 confermando De Marchi opposto al palleggiatore Tiberti, con Koshikawa e Rossa in posto 4, Cricca e Bur-

gsthaler al centro e Garghella alternato in difesa da Zingaro come liberi. Avvio di gara sorridente per la Globo BPF Sora che con un grandissimo Libraro che a ogni gara dimostra sempre più la sua maturità sportiva, è 8-6 al primo technical time out. È subito pronta Padova a sovvertire l’andamento con un turno positivo in battuta di Tiberti e mette a segno un break di 6-0 per l’8-12. Non riesce Sora ad accorciare le distanze al contrario di Padova che allunga ancora fino al 17-24. Il solito Libraro in attacco e con un ace, assieme a Roberts (82% di positività e di perfetto in ricezione e il 67% in attacco nel set), annullano più che possono ma dopo un parziale di 40 De Marchi chiude il game 21-25. 1-0 per gli ospiti e secondo parziale equilibrato e con il livello del gioco che sale a conferma che le due squadre non vogliono né studiarsi né provarci bensì riuscirci. È 8-7 al primo stop obbligatorio e

16-15 al secondo. Sora è sempre avanti fino al 22-19 quando un errore locale e un attacco vincente di Uchikov, appena subentrato a De Marchi, riportano sotto i patavini 22-21. Un primo tempo di Pavan

per il 23-21 e un attacco out di Uchikov per la prima di tre palle set sorane. Annulla Cricca ma poi Padova non passa nella metà campo avversaria perché trova il muro di Libraro che firma il 25-22. 1-1 e terza frazione di gioco che vede tra le fila padovane il ritorno di De Marchi in posto 2 e la sostituzione di Cricca con Sabo sul 4-6. Il punteggio mantiene sempre il galleggiamento non superando mai le 2 lunghezze di vantaggio sia da una parte che dall’altra. Sul 2020, dopo 3 punti consecutivi di Rosso di cui 1 in attacco e 2 a muro, con Libraro e Anderson (6 pt/set) è 23-21. Chiama il time out discrezionale a sua disposizione coach Montagnani e poi rimanda Uchikov in campo che subito mette giù due palle che scottano, 23-23. Sta volta è mister Gatto a chiamare tempo e al rientro Polidori da ai suoi la possibilità di chiudere il set ma poi batte out e si va ai vantaggi. Sul 25-25 Roberts viene murato out da Rosso e poi

BASKET SERIE C

Cassino, Boffelli e Jonikas la tua coppia da sogno CASSINO - La coppia di stranieri della BPF Cassino è risultata la migliore nei due gironi della serie C 2 regionale, l’argentino e il lituano hanno raccolto consensi e premi a conferma delle indubbie qualità messe a

10 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 AprIle 2011

disposizione di tutta la piazza cassinate e non solo. Al termine della regular season nella speciale classifica marcatori il “bombardiere argentino” Santiago Boffelli, 29 anni per 190 cm, ala, ha trionfato con delle percentuali di assoluto prestigio considerando anche che a giocato 4 gare in meno degli altri atleti, in 20 gare disputate la media di 24,3 punti a partita testimonia la perfetta sintonia tra il giocatore e il canestro, terrificanti le sue bombe dalla lunga distanza che spesso hanno spaccato la gara buttando nello sconforto gli avversari. Il buon Santiago con la sua umiltà e professionalità meriterebbe palcoscenici superiori degni della sua classe. Nella stessa classifica al secondo posto ancora un cassinate anche se la nazionalità è lituana, Donatas Jonikas “l’Angelo biondo”, ala 25 enne per 203 cm, infatti occupa la seconda posizione nella classi-

fica marcatori con 19,54 punti a gara in 24 partite giocate. Il giocatore alla prima stagione a Cassino ha dimostrato subito di essersi integrato alla grande infondendo sicurezza a tutto il roster mettendosi al servizio dei compagni guidandoli nei momenti di difficoltà . Coach Luigi Pagano ha saputo gestirli alla meglio sperando di sfruttare le loro enormi potenzialità negli imminenti play-off promozione. Sempre parlando di riconoscimenti è arrivata la notizia dell’assegnazione da parte del sito BASKETINCONTRO.IT del premio come MPV per la Serie C2 a Santiago Boffelli che con i voti dei lettori e degli allenatori si è aggiudicato il premio GIUSEPPE CAPUANO. Boffelli ha preceduto nella classifica Violo ed Odone della Fabiani, Costantini del Borgo Don Bosco, Liberati del Vigna Pia e Forti della Petriana. Le premiazioni si terranno nel corso dell’ALL STAR GAME di C2. Stranieri si ma professionisti seri e preparati che hanno sposato la causa del Cassino Basket. Questo il giusto premio dato ai giocatori che testimonia se ancora ce ne fosse il bisogno del grande lavoro svolta da tutte le figure che gravitano all’interno della società dal magazziniere al Presidente ognuno per le proprie responsabilità e competenze.

Costantino, entrato su Scappaticcio ad alzare il muro, fa il suo dovere e inchioda l’attacco di Rosso per il 27-25. Si apre il quarto parziale con coach Montagnani che rimette Cricca in campo e conferma Uchikov che sul 4-5 ottiene il cambio palla e manda Rosso al servizio. Lo schiacciatore cuneese inanella un filotto di battute che fanno saltare la ricezione sorana e ben 4 ace per un parziale di 9-0 che porta il tabellone sul 4-14. Coach Gatto capisce che oramai il divario è incolmabile e in prospettiva tie break mette a riposo Roberts e Libraro sostituendoli con Scuderi e De Rosas. I neo entrati lavorano molto bene assieme ad Anderson e sotto la regia di Scappaticcio, ma il set si chiuderà comunque con un fallo di formazione sul 16-25 per gli ospiti. Il tie break è fanta-pallavolo con il punteggio andato ai vantaggi e protrattosi fino al 25-23, un quasi record statistico. Roberts apre il quinto game con una pipe e un ace di Libraro fanno segnare il 31. Padova con Uchikov mette a segno il contrattacco e allunga 3-5 ma Pavan mura Cricca per la parità, 5-5. Con un ace di Roberts Sora va al cambio di campo 8-7 e mantiene la lunghezza di vantaggio fino al 13-11 dell’attacco di seconda intenzione di Roberts su difesa di Libraro. Pavan attacca una palla in rete per il 13-12 ma subito dopo Scappaticcio gli ridà fiducia e schianta un primo tempo che vale il match ball. Due errori sorani portano Padova ancora in parità 14-14 e ora si va punto a punto. Sul 17-17 coach Gatto chiama time out e da indicazioni ai suoi ma al rientro il secondo arbitro chiama una invasione di piede a Libraro e la Phyto Performance ha la possibilità di chiudere set e gara. Polidori mura Koshikawa e ancora parità, 18-18. Dopo vari errori da entrambe le parti sia in battuta che in attacco, una parallela di Anderson porta nelle mani del sestetto sorano la possibilità di vittoria.

Ecco le designazioni per la Serie A

“Volete Pastore? Datemi 60 milioni”

Designati i direttori di gara per la 15esima giornata di ritorno della serie A, tutta in programma domani sabato 23 aprile. Sarà Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo l'arbitro designato per Brescia-Milan, in programma alle 19. Palermo-Napoli è stata affidata a Antonio Damato di Barletta, Inter-Lazio sarà diretta da Emidio Morganti di Ascoli e Juventus-Catania (ore 21) affidata a Bergonzi di Genova.

«Pastore? Non bastano più 40-50 milioni. Ne servono almeno 60 per parlare di proposta indecente». Il presidente del Palermo Maurizio Zamparini alza il costo del cartellino del fuoriclasse argentino rosanero dopo la sua splendida prestazione di ieri sera in coppa Italia a San Siro contro il Milan. «Per Hernandez non abbiamo fatto neanche la valutazione, non ha giocato tutto l'anno e ha bisogno di crescere», ha proseguito il presidente a Radio Radio.


ANNO i1 - N°93 - veNerdì 22 APriLe 2011 - distribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO ALLA REGIONE LAZIO

Il provvedimento era di quelli atteso da anni, soprattutto da chi quotidianamente è costretto non solo a fare i conti con i disagi causati dai ritardi dei treni,m ma anche con gli scarsi servizi relativi alla qualità, all’accoglienza e al comfort. Per questo rivolgiamo un plauso alla Regione Lazio e, in modo particolare, all’assessorato ai Trasporti pubblici per aver chiesto ed ottenuto lo stanziamento dei fondi che verranno affidati ai Coimuni e saranno completamente dstinati al pendolarismo, vale a dire alla creazione di strutture ricettive che possano offrire una qualità migliore dei servizi rispetto a quella erogata fino a qualche tempo fa.

IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI

Passerà alla storia come il sindaco delle rassicurazioni e delle promesse andate tutte a vuoto. Soprattutto quando si parla di lavori pubblici. L’altro bluff del sindaco di Frosinone, Michele Marini, stavolta riguarda la piscina comunale della Città. da tempo immemorabile è stato aperto il cantiere per i lavori di ristrutturazione e da altrettanto tempo il sindaco prometteva interventi urgenti e l’apetrura per l’estate. Quale, però? Per la terza stagione consecutiva, infatti, la struttura resterà chiusa. E allora? Tutti al mare....

LA PISCINA CHE NON C’E’ COMUNE

CULTURA

COMUNALI

Lavori fermi alla piscina comunale Mastrangeli: un’altra estate andata persa

Presentato ieri sera l’ultimo romanzo di De Bernardis Apprezzamenti da parte della folta platea

Il candidato sindaco al Comune di Sora Enzo Di Stefano individua tra le priorità i servizi sociali

A PAG.2

A PAG. 2

A PAG.3

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone Mastrangeli interroga sullo stato dei lavori di ristrutturazione e messa in funzione

Piscina comunale, altro bluff Nonostante le rassicurazione di Marini anche quest’anno il complesso resterà chiuso FROSINONE -"Che fine ha fatto la ristrutturazione e la messa in funzione della piscina comunale ex-Enal di via Adige?. Nonostante le ripetute rassicurazioni del Sindaco Michele Marini i fatti, oggettivi e incontestabili, riferiscono che questo progetto, mai iniziato, rappresenta l’ennesimo fallimento di questa amministrazione". E' quanto dichiara in una nota Riccardo Mastrangeli, Consigliere Comunale di Frosinone del Popolo della Libertà. "Che fine ha fatto il consorzio con a capo alcune cooperative che dovevano gestire l’impianto e riaprilo dopo decenni di chiusura al pubblico? Quella struttura rappresentava un patrimonio di molti frusinati

che in estate amavano rilassarsi e tuffarsi in una piscina in posizione centrale che invece continua a restare desolatamente vuota ed abbandonata. I lavori non sono mai partiti e quest’anno sarà la quarta stagione consecutiva dell’era Marini senza aver raggiunto questo obiettivo. Se poi aggiungiamo i dieci anni di precedente amministrazione, l’unico commento possibile è quello che asserisce come il centro sinistra di questa nostra città non abbia avuto la voglia di rinnovare questa importante struttura per i cittadini. Eppure di spazi pubblici all’aperto non ce ne sono, ed in estate i frusinati devono optare per strutture private. Lo stesso stadio

del nuoto è una piscina coperta che d’estate ha scarso appeal . Invece con poche migliaia di euro si sarebbe potuto mettere in funzione una struttura facilmente raggiungibile. Perché nessuno ha il coraggio di riferire le cose come stanno? Perché qualcuno non ci spiega questo ennesimo fallimento? Perché nessuno ha la decenza di informare su opere pubbliche ferme che non vanno avanti e che cadono nel dimenticatoio? Se anche qualcuno avesse voglia di rivedere il progetto, perché lasciare per anni un’area così centrale abbandonata e dequalificata e non realizzarvi altro? La sensazione è che l’amministrazione Marini non solo non abbia la

DE GREGORI IL 31 LUGLIO A FROSINONE

forza di portare a termine idee e progetti di altri, ma non abbia nemmeno le capacità di pensare soluzioni nuove, alternative. Un altro anno è passato infruttuosamente. L’anno prossimo si conclude l’era Marini, con l’attuale Sindaco che amministra da quasi 15 anni ed eppure non si è riusciti a portare a termine il progetto di riqualificare la piscina ex-Enal che in tempi di ristrettezze economiche, come quello attuale, avrebbe fatto comodo a molti cittadini per fruire di uno spazio pubblico a costi modici e dove potersi rinfrescare durante la calda estate. A Frosinone anche questo piccolo sollievo appare un lusso di cui non ci si può permettere".

PRESSO IL CINEMATEATRO ARCI

Presentato il romanzo Presentato il cartellone di Valentino De Bernardis di “LazioWave” FROSINONE - Mauna Loa presenta con orgoglio la seconda edizione di LazioWave: una manifestazione finalizzata al triplice obiettivo di valorizzare i territori della provincia di Frosinone, promuovere le band emergenti e fornire un concreto sostegno ad iniziative umanitarie. Il festival avrà luogo dal 29 al 31 luglio e vedrà protagonisti artisti noti nel panorama musicale italiano e internazionale affiancati da gruppi emergenti selezionati attraverso un contest preventivo. Un nome fra tutti è quello di Francesco De Gregori: il “Principe” onorerà infatti il palco del festival nella serata conclusiva. I concerti, immersi nella meravigliosa location dei Giardini dell’Acropoli di Arpino (FR), si vedranno contornati da vari stand, come ad esempio un punto di ristoro con bevande e gastronomia, una zona dedicata all’esposizione e vendita di materiale discografico e letterario giovanile e, immancabile sin dalla prima edizione della rassegna, lo stand dell’AMREF, organizzazione che da anni si occupa di portare aiuti alle popolazioni afri-

2 ANNO II - N° 93 VENERDì 22 ApRIlE 2011

cane attraverso la costruzione di nuovi pozzi per l’acqua, l’assistenza sanitaria e scolastica, e che con un mini convegno ed una mostra fotografica presenterà il lavoro svolto fin’ora ed i progetti in fieri. La collaborazione di LazioWave con AMREF ITALIA ONLUS rende il festival ,non solo un veicolo per la campagna di sensibilizzazione nei confronti dei drammi del terzo mondo, ma soprattutto una fonte di concreto impegno e dedizione alla nobile causa: i ricavi dell’intero evento saranno dunque devoluti al fine di consegnare alle popolazioni africane un nuovo pozzo per l’acqua con i servizi sanitari di prima necessità. In questo modo il festival mira al non ultimo fine di continuare a valorizzare sostenere il nostro territorio da un punto di vista artistico, culturale e turistico, ponendo l’accento sulla nostra provincia e sulle strutture ricettive che andranno a supportare questo nostro orgoglioso polo nazionale di aggregazione di eventi di grande portata, non più esclusiva delle grandi città.

FROSINONE - E’ stato presentato ieri, a partire dalle 18,30, dinania da una platea molto affollata ed interessata, presso il Cinemateatro Arci di Frosinone, il nuovo romanzo dello scrittore Valentino De Bernardis. Hanno preso parte all’evento Stefano Barletta, giornalista e relatore della serata, Danilo Di Mario, maestro della Music School e gli attori Barbara Caracci e Massimiliano Chiappini. In una nota pubblicata sul libro, gli scrittori Narenza Motta e Alfonso Cardamone scrivono: “Valentino De Bernardis tratta ancora una volta temi a lui cari: l’amore, l’amicizia, i viaggi, la ricerca della serenità. Nel fare ciò si conferma grande conoscitore delle inquietudini giovanili. Il protagonista del romanzo si reca

frequentemente in Polonia, a Cracovia, dove, grazie ad una cerchia di amici che di volta in volta ritrova, crede di superare le ansie e le insoddisfazioni che lo affliggono qui in Italia. Vive una storia d’amore intensa e passionale che, nel volgersi di poco tempo, si esaurirà e decreterà la sua sconfitta sul piano personale. Si renderà conto che il viaggio intrapreso è …un viaggio dove la solitudine è un ospite inatteso…”. Scrittura gradevole, a tratti spumeggiante, a volte riflessiva, a seconda degli stati d’animo e delle esperienze affrontate dal protagonista.” Un appuntamento che, come dicevamo, ha riscosso grande successo e che si inserisce nel novero degli eventi deidati alla letteratura d’autore.

Per Pasqua previste nuvole

Giappone, la terra trema di nuovo

Ancora un paio di giorni di bel tempo, ma da sabato qualche piovasco fara' capolino su Sardegna e Sicilia e il giorno di Pasqua sara' nuvoloso in gran parte del Belpaese. Secondo le previsioni meteo della Protezione Civile, un campo di alta pressione centrato sulla nostra Penisola garantisce oggi sostanziali condizioni di tempo stabile.

TOKYO - Una violenta scossa di terremoto è stata avvertita a Tokyo. Lo riferiscono testimoni. Il sisma è stato di magnitudo 6. L'epicentro è Chiba, a nord-est di Tokyo, secondo l'Agenzia meteorologica giapponese. La scossa, la cui intensità è stata di 5- sulla scala giapponese di 7, è stata avvertita alle 22:37 locali. A Tokyo i palazzi hanno tremato.


frusinate Per il candidato sindaco di Sora si tratta di un settore che necessita di una riforma

Di Stefano punta sul sociale L’ex consigliere regionale ha in mente un piano di partecipazione condivisa SORA - “L’azione amministrativa di cui, in caso di mia elezione a Sindaco di Sora, mi farò portatore, non potrà non assegnare al tema delle politiche sociali un ruolo di fondamentale importanza. Ritengo, infatti, che in questo campo si debba mettere in atto una vera ed incisiva riforma, affinché si possa tornare ad offrire ai sorani un valido terreno di condivisione, aiuto ed assistenza". Così Enzo Di Stefano candidato a Sindaco di Sora, che prosegue: "Al di là di tutte le dichiarazioni propagandistiche alle quali assistiamo in questi giorni, fortemente condizionate dalle appartenenze politiche e dunque ‘chiuse’ ad interventi esterni, noi saremo in grado di parlare a tutti e di aprirci senza remore a nuove idee e progetti, da qualunque parte essi provengano. Entrando nello specifico, procederemo immediatamente ad un’analisi fortemente realistica dell’attuale situazione: di certo non mancheranno criticità anche dal punto di vista

economico, ma simili problemi potranno essere superati di slancio grazie ad una migliore organizzazione dell’intero settore. A tal fine, dopo le elezioni riuniremo intorno ad un tavolo tutte quelle realtà che sul nostro territorio si occupano di politiche sociali e servizi sociali (volontariato, terzo settore, associazioni, sindacati, Asl, Aipes ecc.), con l’obiettivo di esaminare il quadro generale ed identificare le priorità di intervento. E’ questa la ‘partecipazione condivisa’ che ho in mente, che in più porteremo avanti grazie a nuove collaborazioni, accordi, protocolli d’intesa per conferire maggiore incisività alla nostra azione. Inoltre, ci impegneremo senza riserve al fine di consentire alle risorse di cui disporremo di giungere quanto prima alle persone e ad i nuclei considerati più bisognosi d’assistenza; in tal senso, sarà necessario mettere in campo tutte le misure atte a verificare il corretto utilizzo dei fondi. Le difficili

realtà con le quali dovremo confrontarci sono molteplici: le famiglie che vivono situazioni d’emergenza, il crescente disagio giovanile, le esigenze delle persone anziane, i disabili fisici e mentali, la tossicodipendenza: all’interno di un siffatto contesto, sarà importante promuovere e sviluppare quello spirito di coesione e di aggregazione sociale che oggi incontra notevoli difficoltà ad esprimersi compiutamente, favorendo la seria applicazione del principio di sussidiarietà inteso come aiuto proveniente dai differenti gradini della vita associativa, a partire dalla famiglia stessa. Ecco perché la nuova amministrazione comunale dovrà anzitutto saper ascoltare con grande attenzione tutte le istanze provenienti dal mondo del sociale, dando vera rilevanza, a differenza di quanto accaduto in passato, a tutti i soggetti che da anni si impegnano in questo campo, e facendosi allo stesso tempo promotrice per la crea-

zione di nuovi organi come la Consulta per la Disabilità ed il Disagio Sociale. Di notevole importanza, inoltre, la questione dei finanziamenti, in merito alla quale abbiamo già predisposto un piano che ci permetterà di attirare con maggior facilità le opportunità che di volta in volta ci verranno offerte dagli enti superiori come la Provincia, la Regione e l’Unione Europea; con le aziende private del nostro territorio, invece, cercheremo accordi e partenariati finalizzati, per fare un solo esempio, all’inserimento dei lavoratori disabili. Ribadisco con forza che la Politica Sociale che attueremo non diventerà mai un gioco al ribasso ispirato al compromesso politico, bensì un terreno di confronto senza frontiere o barriere ideologiche, aperto al contributo e all’esperienza di tutti, il cui unico obiettivo sarà quello di restituire ai nostri servizi sociali la centralità che hanno perso e che meritano”.

SI INFIAMMA LA CAMPAGNA ELETTORALE

ACCADE AD ALATRI

Cittadini: Magliocca prende Affissioni selvagge, protesta su Facebook decisioni illegali ALATRI - Riceviamo dall'Avv. Patrizio Cittadini, per Programma Alatri, una lettera avente per oggetto "Riunione Consiglio Comunale di Alatri in violazione art.38 TUEL" ed integralmente pubblichiamo: "Il sottoscritto Avv. Patrizio Cittadini, consigliere comunale in carica e candidato Sindaco alle prossime elezioni comunali di Alatri del 15 e 16 maggio 2011, rileva che, su richiesta del Sindaco, si è riunito il Consiglio comunale di Alatri in seduta straordinaria, con un nutrito ordine del giorno. La seduta del Consiglio e gli argomenti trattati contrastano con le disposizioni dettate dall'art. 38, quinto comma, del D.Lgs.267/2000, che recita: "I consigli durano in carica sino all'elezione dei nuovi, limitandosi, dopo la pubblicazione del decreto di indizione dei comizi elettorali, ad

adottare gli atti urgenti e improrogabili". Il testo della norma è chiaro: la riunione odierna del Consiglio è illegittima, così come illegittimi sono gli argomenti approvati in carenza dei requisiti di 'urgenza'e 'improrogabilità', così come stabilito dal Testo Unico e da univoca giurisprudenza... La decisione del Sindaco e della sua maggioranza desta sconcerto e forte preoccupazione, proprio per la superficialità e l'arroganza della scelta di tenere un Consiglio comunale in periodo elettorale, in evidente violazione dei requisiti previsti dalla legge, e non riconoscendo la illegittimità compiuta quando, all'inizio della seduta, alcuni consiglieri di opposizione hanno chiesto la immediata sospensione dei lavori ed il rinvio del Consiglio, per ottemperare in tal modo a quanto previsto dal-

l'art.38 del Tuel. Di fronte al rifiuto della maggioranza, alcuni consiglieri hanno immediatamente abbandonato l'Aula.Tanto premesso il sottoscritto, unitamente a candidati di altri partiti presenti alle prossime elezioni comunali, chiede alla S.V. Ill.ma un urgente incontro nel corso del quale possano essere rappresentate le ragioni e il forte disagio dei consiglieri di opposizione rispetto alle decisioni illegali assunte dal Sindaco, che rappresentano un vero vulnus per l ordinamento vigente. In attesa di urgente riscontro si porgono deferenti saluti". Questa sera, alle ore 21, presso il ristorante TRE Stelle, presentazione delle liste e dei candidati che appoggiano Patrizio Cittadini, illustrazione del programma e incontro- confronto con la cittadinanza tutta.

ALATRI - Riceviamo da Giulio Rossi, fondatore del gruppo facebook "Alatri Abbandonata", ed integralmente pubblichiamo: "Sono trascorsi soltanto pochi giorni dall’inizio della campagna elettorale per il rinnovo del consiglio comunale di Alatri e già sono evidenti i segni che preannunciano una dura battaglia a colpi di “affissione selvaggia”. Forti dell’impunità concessa, per legge, ai partiti politici, alcuni amministratori in carica e giovani politici rampanti si stanno già impegnando ad imbrattare le pensiline alle fermate degli autobus, i cassonetti ed ogni angolo che ritengono possa dargli un po’ di visibilità. Questi signori, per usare lo slogan adottato da un giovane candidato della lista civica che appoggia il Sindaco uscente Magliocca, contrariamente a quanto affermano

Bufera su Tremonti Il premier fa scudo

Picchiato a morte Poliziotti nei guai

MILANO - «Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ribadisce il suo pieno sostegno all'azione del Ministro dell'economia Giulio Tremonti. Grazie alle linee di politica economica, sempre condivise e approvate dal Consiglio dei Ministri, l'Italia ha garantito la tenuta del bilancio dello Stato e con questa la sicurezza del risparmio e la coesione sociale. È una linea che deve essere mantenuta in un contesto di permanenti turbolenze finanziarie nel mondo».

MILANO - Non omicidio volontario, ma preterintenzionale. Insomma, quando l'hanno picchiato non volevano ucciderlo, ma soltanto «dargli una lezione». Quindi, 12 anni di reclusione. Questa, a sorpresa, la richiesta del pm di Milano Isidoro Palma al termine della sua requisitoria al processo ai due agenti della Polfer accusati di aver pestato a morte un clochard il 6 settembre del 2008.

non hanno "un'idea diversa per la città" in quanto ritengono che possa essere commesso ogni abuso a danno dell’intera cittadinanza. Piuttosto che "disquisire" sui problemi della città e su come intervenire per migliorare le cose, pensano soltanto al loro vantaggio personale infischiandosene del prossimo e assumendo atteggiamenti che, se venissero imitati dalle centinaia di concorrenti in lizza, renderebbe sicuramente Alatri un’immensa pattumiera. Poiché dubito che la Polizia municipale, visto che sono coinvolti anche degli amministratori, si attiverà per contrastare questo incivile fenomeno, il mio spassionato consiglio è quello di prendere nota dei nominativi di questi incivili soltanto per non correre il rischio di votarli il 15 e 16 maggio".

3 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 AprIle 2011


sport BASKET SERIE A DILETTANTI

Importanti e meritate le salvezze delle due squadra ciociare

Sì Ferentino e Anagni, siete salve! Le parole commosse del presidente di Ferentino Ficchi:”Abbiamo sofferto, ma che gioia”

U

n gran sospiro di sollievo. E’ quello che deve aver tirato il presidente della FMC, Vittorio Ficchi, dopo aver vinto domenica scorsa a Rieti e aver conquistato la matematica salvezza per il prossimo campionato di A Dilettanti. La stagione si è chiusa per gli amaranto dopo 8 mesi intensi, ricchi di momenti difficili, con il cambio in panchina tra Friso e Gramenzi tra i momenti più delicati della recente storia cestistica amaranto, le tante sconfitte casalinghe e poi la meritata salvezza. L’obiettivo di inizio stagione erano i playoff, ma considerato l’evolversi del campionato, aver raggiunto la salvezza è da considerarsi un ottimo traguardo. Il roster amaranto ha avuto svariati problemi. Alla fine si è riuscito a compattare, ritrovandosi dopo due ko pesanti in casa contro Anagni e Matera, e vincere a Rieti, dove si fronte c’era una squadra che lottava per

non retrocedere (cosa che alla Sebastiani, radiazione esplusa, non succedeva dal 1990). E’ proprio il presidente Ficchi, a commentare il successo dopo aver raggiunto la salvezza, e a gettare le basi per il futuro: “Una vittoria sofferta ma meritata – esordisce Ficchi -. Non partivamo con i favori del pronostico visti gli errori delle ultime due gare. Abbiamo avuto la giusta determinazione, specie dopo l'espulsione di Ochoa. La squadra si è unita e il successo finale è frutto degli

sforzi di un gruppo che ha avuto tanti problemi quest'anno, ma che è riuscito a centrare l'obiettivo, primario, quello della salvezza”. Un successo sì sofferto ma arrivato grazie al grande apporto degli under, elementi fondamentali per la A Dilettanti che verrà (saranno in 5 il prossimo anno). “E' stata la vittoria dei giovani – conferma il presidente gigliato - ma i complimenti vanno ripartiti allo staff tecnico a tutti i giocatori e i miei collaboratori, senza dimenticare i tifosi che ci hanno seguito dappertutto e anche a Rieti non hanno fatto mancare il loro sostegno. Tornando ai giovani, Pongetti è stato decisivo con un quarto periodo che mi ha stupito, Parrillo ha realizzato il tiro libero decisivo nel finale con grande freddezza. Complimenti a loro, a coach Gramenzi per avergli schierati in campo e se ci saranno tutte le possibilità, ripartiremo proprio

da questi due giovani e magari anche da Iannuzzi, sul quale sono certo di poter contare e investire con grande fiducia per l’immediato futuro”. Ora è giusto esaltare la salvezza, ma la testa è già doverosamente proiettata alla prossima stagione: Il mio pensiero, a fine campionato (della durata di appena 8 mesi!), è che al termine di una stagione così complicata per noi, con obiettivi iniziali diversi da quelli poi maturati sul campo, non possiamo che dirci pienamente soddisfatti per come è andata a finire. Troppe partite perse in casa, molte in trasferta e questo alla fine ci ha permesso di salvare il salvabile. Molte squadre che come noi hanno investito molto in estate sono costrette ai playout, altre addirittura sono retrocesse. Una formula così folle non poteva che dare luogo a un campionato assurdo. A noi alla fine sta bene così e ripartire con

entusiasmo per il prossimo futuro”. Scontata ma inevitabile l’ultima domanda per il presidente Ficchi. Da chi si riparte il prossimo anno? “Di sicuro si riparte da Gramenzi. Con lui abbiamo un anno di contratto e siamo orgoglioso e onorati di progettare la stagione con il miglior allenatore della categoria. Ora un po' di meritato riposo per tutti e poi, finiti i playoff e gli altri campionati, ci muoveremo per allestire un nuovo roster, sicuramente con l'intento di regalare ancora grandi soddisfazioni alla città di Ferentino”. La squadra ha avuto una settimana di permesso. Dopo Pasqua il gruppo si ritroverà in palestra. Probabili almeno un paio di settimane di allenamento e qualche amichevole prima del rompete le righe in programma per metà maggio, a chiusura del nono mese di attività agonistica per il Basket Ferentino.

Anagni, il tiro del cuore all’ultimo secondo Un tiro libero di Bendusi ad un secondo dal termine evita il play-out alla Romana Chimici. E’ salvezza matematica

I

l Basket Anagni, al suo primo anno nel campionato di serie A dilettanti, la terza serie italiana, ha festeggiato una meritata salvezza. In un campionato dalla formula più difficile e stressante che sia mai stata ideata, l'Anagni Basket conquista il 6° posto in classifica, ultimo slot per la salvezza senza la roulette dei playout. Non ci credeva nessuno nell'ambiente cestistico. La piccola squadra di provincia, al primo anno in questo difficile campionato, che conferma la maggior parte del roster dell'anno prima, si potrà mai salvare, in un'annata così esasperata da scelte federali altamente proibitive? Si, la Romana Chimici Anagni è salva. E' salva all'ultimo secondo della stagione, è salva con un tiro libero di Nicolò Benedusi ad un secondo e ottantacinque centesimi sul cronometro, al PalaBianchini di Latina. Anagni passa a Latina 88-89 una partita che forse

non meritava di vincere, ma in cui ha creduto ogni secondo, anche ad 1 minuto dal termine con il punteggio fisso sul -7 e con Santolamazza espulso. Latina mette i remi in barca, dopo aver condotto per quasi 39 minuti, con un Soloperto infermabile e conclusioni dall'arco mortifere. Latina si sente sicura, ma i biancorossi si giocano il tutto per tutto. Già si era visto Bruni buttarsi sulla rimessa di Latina, recuperare il pallone e segnare due punti facili. Poi Giampaoli che subisce il 4° fallo da Soloperto mentre si alzava per tirare da tre in transizione: tre tiri liberi. 84-80 Romano (MVP della giornata), sulla rimessa da fondo di Latina, si butta per terra su un pallone vagante. Contesa, palla biancorossa. Benedusi accorcia: 84-82 1 minuto e cinque secondi sul cronometro. Latina subisce fallo, è Amoroso, in lunetta a ridare fiato. Attacco Anagni e Bruni colpi-

sce dall'arco: 86-85. E' Panzini, poi, a mandare in depressione i 200 tifosi anagnini accorsi a Latina: 88-85 con 30 secondi da giocare. Dalla parte opposta, Anagni fa circolare palla, passaggio a Soave in postbasso, raddoppio sul pivot che trova il varco per Romano sull'angolo, lasciato solo, e Romano non perdona: 88-88.

Mascara carica i suoi: “Riscatto a Palermo”

Barzagli:“Juve, ora credi nell’Europa”

Due gol consecutivi e ora un compito molto difficile: sostituire Lavezzi a Palermo.Giuseppe Mascara è uno dei più in forma del Napoli e sabato al Barbera dovrà contribuire al riscatto: «Per me questa è un'esperienza importante nella mia carriera - ha detto a Radio Marte Sto lottando per qualcosa d'importante. Purtroppo domenica con l'Udinese non siamo riusciti a conquistare un risultato positivo».

«Mancano ancora cinque partite. Ora dovremo passare dallo gara in casa contro il Catania e poi avremo la sfida contro la Lazio, uno scontro diretto importante.Per prima cosa però ci attende la battaglia di sabato sera». La Juve ha il dovere di provare a dare il tutto per tutto in queste ultime partite di campionato, e assicurarsi un posto in Europa. Lo sostiene il difensore bianconero Andrea Barzagli.

Attacco Latina, Ferrarese penetra e sbaglia, rimbalzo offensivo e tap-in di Soloperto a 4secondi dalla fine...sbaglia! Rimbalzo Romano, che passa a Benedusi che si invola per il tiro della speranza, ma Rossetti commette fallo! Ad un 1 secondo e 85 centesimi dalla fine della partita, mentre tutti pensavano già ai supplementari! Il PalaBianchini trema sotto il tifo anagnino. Benedusi è freddissimo: segna il primo, sbaglia volutamente il secondo. La Romana Chimici Anagni esplode di gioia e va a festeggiare sotto la curva dei propri tifosi, che in trenta secondi sono passati dal pensiero dei playout alla salvezza diretta! Anagni vince a Latina, conquista il 6° posto, a 32 due punti, insieme a Matera, che però è dietro per differenza punti negli scontri diretti. Anagni vince anche la corona di Miglior Difesa del campionato, con 2060 punti subiti, 68,7 punti di media a partita.

5 ANNO II - N° 93 veNerdì 22 APrILe 2011



lagazzettacassino220411a