Page 1

ANNO I - N° 205 - SABATO 20 NOvemBre 2010 - DISTrIBuzIONe grATuITA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita gIOrNALe SATIrICO

UNA CITTA’ BLOCCATA www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A CARTIERA DI CASSINO Per il mancato rispetto delle norme sulla sicurezza del lavoro. Infatti nella cartiera è morto un operaio durante una fase della lavorazione del materiale cartaceo. Probabilmente, le indagini sono in corso, per le non adeguate misure di sicurezza che dovrebbero salvaguardare la vita dei lavoratori. Si ripete così periodicamente il dramma delle morti bianche in luoghi dove si va per lavorare e qualche volta si esce da morto enon da vivo. La sicurezza dovrebbe essere al primo posto in un un luogo di lavoro e in tutti gli ambienti dove ci si muove per motivi vari. Spesso, però non è così e a rimetterci sono sempre gli stessi, i lavoratori indifesi che lasciano nel dramma il resto della famiglia.

L’OSCAR DEL GIORNO AL MUSEO ARCHEOLOGICO Per aver organizzato l’evento Musei in musica al fine di promuovere la cultura e avvicinare sempre più i cittadini all’arte ed ai luoghi che la conservano. Il ministero dei beni culturali quest’anno per la prima volta, ha realizzato il grande evento “Musei in musica” che prevede per il 20 novembre l’apertura straordinaria dei musei fino alle ore 2 del giorno successivo. Il Museo Archeologico Nazionale G. Carettoni di Cassino partecipa all’evento con il concerto che si terrà questa sera alle ore 21.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Siglato l’accordo con Intesa Sanpaolo, per le piccole e medie imprese di Roma e Provincia

Pmi, 600 milioni contro la crisi ROMA - Seicento milioni per le piccole e medie imprese di Roma e provincia. A un anno dal precedente accordo, Uir (Unione industriali di Roma) e Intesa Sanpaolo ne siglano uno nuovo per aiutare le pmi in una fase congiunturale ancora difficile ma più proiettata verso la crescita. Tra gli strumenti previsti, la linea di credito aggiuntiva per la gestione degli insoluti, i programmi di ricapitalizzazione per il rafforzamento patrimoniale, l’allungamento fino a 270 giorni delle scadenze a breve termine e il rinvio delle rate su mutui e leasing. Tre gli obiettivi strate-

gici per cui Ca’ de Sass ha messo a disposizione il plafond: crescita dell’impresa, internazionalizzazione, innovazione. A livello nazionale Intesa Sanpaolo ha siglato un accordo con Confindustria mettendo sul piatto 10 miliardi. Una realtà, quella delle aziende, ben presente nei pensieri del gruppo guidato da Corrado Passera visto che destina la metà dei suoi affidamenti - in totale 460 miliardi - proprio a loro. E nell’economia laziale il mondo imprenditoriale riveste un ruolo importante, se si considera che Roma guida, insieme a Padova, la ripresa dell’ex-

Sviluppo Lazio, a fine mese nominato nuovo presidente

ROMA - Tempi brevi per la nomina dei nuovi vertici di Sviluppo Lazio, l’agenzia regionale che opera per il potenziamento delle attività produttive sul territorio. A quanto si apprende i membri del cda e l’assemblea

2 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010

dei soci dovrebbero riunirsi a fine mese per scegliere il presidente. In pole ci sarebbe l’ex consigliere del Pdl Massimiliano Maselli, rimasto fuori dalle ultime elezioni regionali per la mancata presentazione della lista romana del Popolo della libertà. Anche per le altre agenzie regionali i giochi nel Pdl sarebbero quasi fatti. All’Astral dovrebbe andare Tommaso Luzzi, alla Cotral Adriano Palozzi, all’Arsial Erder Mazzocchi, all’Ater della Capitale Luigi Celori, all’Ater della Provincia di Roma Massimo Cacciotti, all’Aremol Roberto Rastelli, all’Asp-Laziosanità Nicola Palombi, a Lazioservice Bruno Prestagiovanni e alla Lait Donato Robilotta. L’agenzia che gestisce il sistema informatico della Regione potrebbe però essere assegnata ad un esponente dell’Udc. Ai centristi potrebbe andare anche la Filas.

port delle province italiane. Nei primi sei mesi del 2010, ha ricordato il presidente dell’Uir Aurelio Regina, la provincia della Capitale ha fatto un balzo nelle esportazioni del 17,7 per cento su anno, grazie in particolare alla forte crescita del settore della meccanica (+68,1 per cento), della raffinazione del petrolio (+50,8 per cento), della chimica (+49,6 per cento) e della farmaceutica (+36,4 per cento). Nella Regione il peso delle pmi è superiore alla media italiana nelle province di Viterbo e Rieti, al di sotto della media invece in quelle di Roma, Latina e Frosinone. Soddisfatto Regina secondo cui “l’accordo, nella sua rinnovata edizione, accentua la funzione di strumento al servizio della ripresa del sistema produttivo del territorio” ed è “un riconoscimento del progresso

che l’economia romana sta avendo negli ultimi anni”. “Ci sono dati buoni che riguardano l’occupazione - dice ancora Regina - che da un tasso del 10 per cento scende all’8,2 per cento, in linea dunque con la media nazionale”. Intesa Sanpaolo percorre la strada per “avvicinare le banche alle

esigenze vere delle pmi” sottolinea Marco Morelli, direttore generale vicario e responsabile della divisione Banca dei territori. “Da parte nostra aggiunge - c’è la scelta deliberata di continuare a insistere nel settore”. Anche in un “momento difficile” in cui però “si vedono segnali di ripresa”.

Le campionesse della ginnastica invadono la galleria Alberto Sordi ROMA - Flash mob delle campionesse mondiali della nazionale italiana di ginnastica ritmica nella Galleria Alberto Sordi. Le ginnaste azzurre Elisa Santoni, Elisa Blanchi, Daniela Masseroni, Angelica Savrayuk, Giulia Galtarossa, Romina Laurito, Marta Pagnini, Erika Buratti, Andrea Stefanescu, Camilla Bini si sono esibite con palle e cerchi. Ieri mattina alle 12, mentre in galleria tutto scorreva normalmente, all’improvviso i passanti sono stati sorpresi dall’invasione di alcune ragazze che, accompagnate

dalla musica, hanno iniziato a ballare. Erano le ginnaste azzurre - detentrici del secondo titolo mondiale conse-

cutivo, vinto a settembre a Mosca - che hanno il via a una performance di luci ed energia e distribuito al pubblico delle palle luminose per farlo partecipare così all’evento sulle note di Freedom di Aretha Franklin. Lo spettacolo è stato organizzato dalla Edison per festeggiare il traguardo di un milione di clienti residenziali nell’elettricità e nel gas in Italia. Roma rappresenta infatti in assoluto la provincia dove la società elettrica ha raggiunto il maggior numero di nuovi clienti (circa il 10%).

Porsche contromano, centauro investito

Cingalese ferito dal figlio con un’ascia

ROMA - In un incidente sono state coinvolte una Porsche Carrera (con due uomini a bordo) e una moto di grossa cilindrata, avvenuto sulla rampa che da Piazzale Manila porta a viale Pilsudski e Corso Francia. L’auto, secondo i testimoni, avrebbe effettuato un’inversione di marcia e imboccato contromano la rampa, trovandosi davanti la moto, senza poterla evitare.

FIUMICINO - Con un'ascia ha ferito gravemente il padre, un uomo cingalese, dopo averlo visto aggredire la madre sua connazionale per l'ennesima volta. È successo all'Infernetto, quartiere a sud est di Roma, dove i carabinieri di Casal Palocco hanno arrestato il loro giovane figlio, di 19 anni, dopo essere intervenuti a seguito di una chiamata al 112.


REGIONE Accontentati i centristi che premevano, a loro le presidenze di Unionfidi, Bil, Lait e Crel

Società regionali, intesa con l’Udc L'accordo adesso è pressoché totale. Certo, ci sarebbe ancora da sciogliere il nodo relativo all'Ater di Civitavecchia, ma, dopo mesi di discussioni, gossip, malumori, mugugni e trattative, finalmente si sarebbe raggiunta la quadratura del cerchio sulle società e sulle agenzie regionali. Anche le richieste dell'Udc, che in un primo momento aveva rifiutato l'offerta iniziale di Lait, Crel e Filas, sono state soddisfatte. Il segretario nazionale Lorenzo Cesa e il vicepresidente regionale Luciano Ciocchetti e il capogruppo Francesco Carducci nei vari incontri con la governatrice Renata Polverini, avevano più volte manifestato la volontà di avere maggiore

peso nel managmente delle società regionali, anche in considerazione dei sei consi-

da parte del Tar di tre consiglieri del centrodestra. Va bene garantire i candidati

glieri regionali indispensabili alla tenuta della maggioranza alla Pisana dopo l'esclusione

della lista provinciale del Pdl esclusi dalle elezioni, ma i centristi pretendevano mag-

Il Pd capitolino contro aumento tariffe dei taxi ROMA - Nella giornata del "redde rationem" per gli aumenti delle tariffe dei taxi nella Capitale il Pd di Roma ha ribadito, durante una conferenza stampa, che la via maestra da percorrere è quella degli incentivi economici e degli sgravi tributari per il lavoratori delle auto pubbliche. Una strada, questa, che non andrebbe a penalizzare i cittadini della Capitale, diventando anche un vantaggio per gli oltre settemila taxi della città. Al contrario gli operatori vedrebbero aumentare la competitività degli Ncc, esporrebbero i tassisti alla disapprovazione dell’opinione pubblica e vantaggi economici rimarranno incerti. Il Pd capitolino sintetizza in sette punti la proppria proposta: costituzione di un fondo Regione – Roma Capitale per agevolare la riconversione ecologica delle alimentazioni. Una misura che su un parco auto di oltre settemila taxi porterebbe vantaggi alla città per la riduzione consistente dei gas di scarico e ai tassisti considerato i costi notevolmente vantaggiosi di

Metano e Gpl; convenzione assicurativa con Ascoroma la società assicurativa controllata da Roma Capitale; creazione di una rete di officine convenzionate per la manutenzione dei veicoli; provvedimento di sgravio regionale sull’accisa per i carburanti; approvvigionamento carburante nei depositi Atac e visite mediche a carico del comune. Altre misure potrebbero riguardare la facilitazione delle percorrenze riservate. In una fase congiunturale che registra per i lavoratori di altri comparti contratti bloccati da anni in cui le aziende private fanno ampio ricorso alla mobilità e alla cassaintegrazione, laddove non abbiano avviato misure più drastiche come il ricorso ai licenziamenti questo tipo di proposta, per il Pd, risulta essere quella più sensata. Risparmi, quelli proposti, che vengono quantificati in circa 3.000 euro per ogni autovettura. Un risparmio certo contro ipotesi tariffarie non suffragate dal mantenimento dello stesso livello di operatività.

giore sensibilità. Alla fine sono stati accontentati e l'accordo è stato raggiunto. All'Udc andranno le presidenze di Unionfidi, Bil, Lait e Crel. Quattro società per altrettanti nomi. Il poker che i centristi hanno intenzione di calare sul tavolo della governatrice sarebbe costituito da Antonio Zanon, Edoardo Calzoletti, Mario Falconi, Lamberto Trivelloni. La Filas sarà in quota Polverini, mentre il presidente della Bic sarà concordato dalla governatrice col presidente della Camera di Commercio Giancarlo Cremonesi. Per quanto riguarda il Pdl, invece, i giochi sono fatti da tempo. Massimiliano Maselli andrà a Sviluppo Lazio, Tommaso Luzzi all'Astral, Adriano Pa-

lozzi alla Cotral, Erder Mazzocchi all'Arsial, Roberto Rastelli all'Aremol, Bruno Prestagiovanni all'Ater Roma, Massimo Cacciotti all'Ater Provincia di Roma, Luigi Celori ad Autostrade per il Lazio, Nicola Palombi ad Asp-Laziosanità, Donato Robilotta a Lazioservice. A giorni verranno formalizzate le prime nomine. Le altre si faranno man mano che i vari Cda andranno in scadenza. Si comincerà con i presidenti delle Ater, già commissariate. Tra fine novembre e inizio dicembre invece verrà rinnovato il Cda di Sviluppo Lazio, il cui nuovo presidente provvederà poi a nominare presidenti e consigli d'amministrazione delle società controllate.

Attori non vedenti a teatro Storia sugli “invisibili” ROMA - Una compagnia di 16 attori non vedenti, ipovedenti e normodotati porta in scena “Condominio Occidentale”, uno spettacolo sulle nuove povertà, in occasione dell’anno europeo dedicato alla lotta a questa minaccia sociale. Un progetto polivalente e versatile, per vedere il nostro tempo con occhi diversi. Dal 30 novembre al 5 dicembre, a Roma al Nuovo Teatro Colosseo di Via Capo D’Africa, prende vita l’adattamento del testo di Paola Musa, vincitore del premio Chàmbery Premier Roman 2009 e premio Primo Romanzo Città di Cuneo 2009, grazie al lavoro di un laboratorio integrato organizzato da TeArca Onlus. Sul palco anche Gerry Longo, concorrente non vedente della nona edizione del “Grande Fratello!. Dietro le quinte Tiziana Sensi, l’ideatrice del progetto che insieme a Longo ha studiato l’utilizzo di tecniche teatrali per cui una persona non vedente può arrivare a muoversi nello spazio con una maggiore padronanza di sé, migliorando l’adeguatezza del disabile visivo nella vita di relazione. Uno spettacolo che ha ricevuto la medaglia del presidente della Repubblica quale premio di rappresentanza, che ha ottenuto il Patrocinio della Comunità Europea per il 2010 European Year for Combacting Poverty and Social Exclusion e quello dell’Unione Italiana Ciechi e che vanta, per la prima volta, del sostegno di Teatro Senza Barriere, un’iniziativa nata al Cinema, che rende lo spettacolo accessibile anche a non vedenti (dotati di una cuffia a onde radio) e non udenti (grazie ad un sistema di didascalie).

Prostituzione, arrestata la “Contessa”

Spaccio fatto in casa, famiglia in arresto

ROMA - «La Contessa», come veniva chiamata, gestiva una vera e propria «casa di appuntamenti».La donna si preoccupava infatti di reclutare avvenenti ragazze, procurare loro i clienti, contrattare e cedere in comodato «d'uso» la sua abitazione.Per C.R., romana di 74 anni, le porte del carcere si sono aperte per reclutamento, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

ROMA - Un'intera famiglia composta da madre, figlio e fidanzata aveva messo su una vera e propria catena di montaggio per il confezionamento e la vendita al dettaglio di cocaina all'interno del loro appartamento. Il terzetto è stato bloccato martedì sera dagli investigatori del Commissariato Romanina, diretti da Antonio Pignataro.

3 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010


prOVINCIA “Diciamo no all’obesità infantile” Provincia e Coni lanciano un progetto di alfabetizzazione motoria per le scuole del territorio FROSINONE - Si è tenuta presso il Salone di Rappresentanza della Provincia di Frosinone, la presentazione del progetto integrato per l’Alfabetizzazione motoria e del progetto “Gioco sport” nella provincia di Frosinone. Presenti gli assessori provinciali allo Sport e alla Pubblica Istruzione, Massimo Ruspandini e Gianluca Quadrini, il presidente del Coni provinciale, prof. Luigi Conte e il rappresentante per l’educazione fisica del Provveditorato agli Studi di Frosinone, Marini. Il progetto di Alfabetizzazione motoria, secondo le linee guida nazionali, concordate tra il Comitato Nazionale Olimpico e il Ministro dell’Università, mira ad attuare un piano di attività motoria per la Scuola Primaria in risposta ai crescenti allarmi della comunità scientifica sulle conseguenze della sedentarietà e di non corretti stili alimentari e di vita tra la popola-

zione giovanile. Il continuità con questo primo progetto è stato pensato anche il progetto “Gioco Sport” per le classi quarta e quinta della Scuola Primaria. “Vogliamo perseguire – ha detto l’assessore allo Sport, Ruspandini - tre grandi obiettivi di intervento: 1) riconoscere la pratica motoria, fisica e sportiva come uno degli strumenti efficaci per un percorso educativo duraturo: 2) identificare l’attività ludico-motoria e di Giocosport come occasione per sviluppare corrette posture, una buona motricità generale ed acquisire stili di vita attivi insieme ad abitudini alimentari corrette; 3) educare alla salute, all’inclusione sociale, all’accoglienza, alla relazione tra i bambini accomunati nel gioco dall’entusiasmo, dall’emozione, dalla scoperta, dall’impegno e dalla pas-

sione”. “Il progetto sperimentale della scuola dell’infanzia – dice l’assessore alla Pubblica Istruzione, Quadrini – mi sembra estremamente interessante e voglio congratularmi con il Coni per l’ottima organizzazione di tutto il progetto al quale partecipiamo con convinzione. Ci poniamo, insieme, l’obiettivo di promuovere il movimento razionale

nelle forme più semplici e l’approccio alle prime forme di attività percettive, sensoriali e coordinative. Per tutto questo l’impegno anche economico messo in campo dai partner è considerevole. Dal prospetto economico riferito alle scuole già coinvolte nel progetto “Gioco Sport” nella nostra provincia si vede come sia stata impegnata la cifra di 275.400 euro suddivise nelle scuole dei vari centri, con una media di 450 euro per classe”. “Con questi progetti – ha detto, tra l’altro, il presidente Conte – contribuiamo in modo concreto ed efficace ad un’armonica, sana e completa crescita dei bambini della Scuola Primaria della nostra provincia. Interveniamo per insegnare loro un sano e dinamico stile di vita personale, sociale e civile e. inoltre, li sollecitiamo nelle diverse forme di talento”.

Pofi,Comune e Provincia unite “Ascolta la Ciociaria”, per il rilancio del Museo preistorico concerto in trasferta a Praga FROSINONE - Quando si dice l’importanza della rete tra enti per migliorare i servizi territoriali. In questo caso in ambito culturale e turistico. E’ quello che stanno facendo la Provincia di Frosinone e il Comune di Pofi, nel cui territorio si trova l’importantissimo Museo Preistorico curato da Italo Biddittu. I due enti si vogliono mettere insieme per rilanciare e far conoscere l’importante struttura culturale e farla conoscere al grande pubblico dei visitatori, così da attrarre turisti e appassionati da fuori regione, ma anche dal territorio provinciale che, forse, ne ignora la stessa esistenza. L’importnate struttura di Pofi ospita 40 espositori che illustrano il percorso preistorico del Lazio meridionale a partire da un milione di anni fa. Visitando le stanze si può conoscere l’Età della Pietra dove vine descritto l’uomo, la fauna e l’ambiente del Lazio meridionale. Ma la peculiarità e il prestigio del museo consiste nella presenza della famosa calotta cranica dell’uomo

4 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010

di Ceprano, Argil, il più antico reperto fossile d’Italia e tra i più antichi d’Europa, circa 800mila anni fa, ritrovato nel 1994 da Biddittu. La struttura di Pofi è gestita dall’associazione Tolerus di Ceccano che vuole farlo inserire in un percorso provinciale della cultura. Ecco perché è intervenuto anche l’assessore Ruspandini. L’obiettivo è quello di rivolgersi alle scuole, mettendo insieme Pof, il museo dell’energia di Ripi e gli altri comuni del circondario. “Il nostro problema. Spiega Ruspandini – è quello di non riuscire a valorizzare le eccellenze che abbiamo. E’ anche una strategia di marketing: dobbiamo vendere bene i nostri prodotti. Serve una pianificazione adeguata che possa colmare lacune storiche”. Speriamo che si possa riuscire nell’intento. Intanto il prossimo 4 dicembre è in programma un convegno proprio nella sede del museo. Che non sia l’inizio della rivincita?

FROSINONE - Storico concerto della rassegna “Ascolta la Ciociaria” sabato 20 novembre alle ore 19,00 presso il Conservatorio di Musica “Jana Deyla” di Praga. La manifestazione, grazie alla magistrale direzione artistica del M° Francesco Marino, farà tappa nella Repubblica Ceca, nei pressi del Castello di Praga nel cuore del centro storico dove ha sede il Conservatorio “Jana Deyla”, in uno dei scenari più suggestivi della città. L’importanza di questo nono evento della stagione concertistica del Festival, patrocinato dalla Provincia di Frosinone, è evidenziato dall’Assessore alla Cultura Antonio Abbate: “Ascolta la Ciociaria è la manifestazione che promuove nel mondo la Provincia di Frosinone. Lo straordinario percorso culturale ideato dal Direttore artistico M° Francesco Marino è apprezzato in Italia e all’estero come dimostrano i concerti effettuati nel frusinate, in Canada, L’Aquila e prossimamente a Praga, Roma, Milano per poi concludersi ad Alatri e Frosinone. La scelta di collegare idealmente genti distanti e diverse realtà artistiche ha consentito una

diffusione straordinaria della nostra cultura, attraverso scenari internazionali mai concretizzati nel passato.” Il M° Francesco Marino illustra il programma del concerto di Praga: “A Praga si esibirà il pianista frusinate Gesualdo Coggi, uno tra i più validi talenti musicali italiani, che eseguirà la Sonata n. 3 Op. 58 di F. Chopin, la Sonata in Si minore di F. Liszt e in prima esecuzione mondiale la Sonata n. 1 in Mi b maggiore che ho scritto esclusivamente per il Conservatorio di Praga. Come compositore sono onorato di rappresentare l’Italia a Praga, in uno dei templi della cultura musicale occidentale.” Il concerto di “Ascolta la Ciociaria” è stato promosso presso il Ministero della Cultura della Repubblica Ceca, il Centro di Cultura Italiana a Praga, la Biblioteca Nazionale e la Biblioteca Comunale di Praga, il Conservatorio di Stato di Praga, il Conservatorio di Musica “Jaroslav Jezek” di Praga, la Facoltà Pedagogica di Charles University, il Dipartimento Esteri della Camera di Commercio Ceco-Italiana, L'Accademia di Musica di Praga, il Municipio di Praga ed altri importanti Enti.

A Ceccano arriva lo scuolabus ecologico

Boldi, Brilli e Salvio ospiti del Multisala Sisto

La Provincia di Frosinone ha assegnato al comune di Ceccano un finanziamento di 37mila euro per l’acquisto di uno scuolabus ecologico.“E’ un importante segnale per la nostra città e per tutte le famiglie di Ceccano – ha sottolineato Ruspandini – il mio ringraziamento va all’assessore Quadrini per la collaborazione. Il contributo permetterà al comune di avere un nuovo automezzo,che migliorerà il servizio di trasporto e che va nella direzione della tutela ambientale”.

Una serata di grandi presenza, stasera, presso il cinema multisala Sisto di Frosinone. Infatti saranno presenti gli attori e il cast al completo del film “A Natale mi sposo” con Massimo Boldi. Un evento unico e irripetibile visto che si tratta di un’anteprima rispetto alle altre sale cinematografiche italiane, dove il film andrà in onda il prossimo 26 novembre. Oltre a Boldi, sarà a Frosinone anche Nancy Brilli e Enzo Salvi.


prOVINCIA Riunione sul sistema scolastico L’assessore regionale Sentinelli incontra sindaci e dirigenti degli istituti. Novità in Valcomino FROSINONE - A seguito dell’incontro del 12 novembre scorso presso la Regione Lazio avente ad oggetto “Atto di indirizzo della Regione Lazio sulla programmazione della rete scolastica. Anno scolastico 20112012” sono stati convocati presso la Provincia di Frosinone tutti i Sindaci e i Capi d’istituto della provincia per la presa d’atto delle linee guida che questa provincia utilizzerà per il dimensionamento della rete scolastica 2011 - 2012. L’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione On. Gabriella Sentinelli, ha avuto un lungo colloquio con l’Assessore alla Pubblica Istruzione della Provincia di Frosinone, Gianluca Quadrini, subito prima della riunione dei sindaci e capi di istituto presso il Palazzo Iacobucci, onde meglio approfondire le linee che hanno condotto alla redazione della bozza di dimensionamento per il prossimo anno scolastico. “Tra le novità introdotte dalla bozza di dimensionamento che ora dovrà essere approvata dalla Regione Lazio –

dice l’assessore Quadrini – c’è ne è una particolarissima che vede, per la prima volta nella storia di questa provincia, l’introduzione nella Valle di Comino, di un istituto di un istituto scolastico che può

vantare tutte le autonomie e le dirigenze in loco. Lo abbiamo realizzato mediante un istituto omnicomprensivo che avrà al suo interno dalla scuola primaria a quella superiore con l’Istituto Agrario. Esistono nella regione Lazio altri due esempi del genere, uno della provincia di Latina e un altro nella provincia di Roma. Abbiamo così risposto anche alle pressanti richieste dei rappresentanti politici della Valle di Comino che fanno parte della nostra maggioranza, ottenendo il consenso unanime dell’intera classe politica”. E grande soddisfazione per l’istituzione della scuola superiore in Valcomino è stata espressa dal consigliere provinciale Andrea Amata: “Ritengo un grande risultato quello proposto nella bozza di dimensionamento che, speriamo, ottenga l’approvazione in toto dalla Regione. Nel ringraziare l’Assessore Quadrini che ha dimostrato grande sensibilità per le sacrosante richieste della popolazione della Valcomino che mi sono fatto

carico di riportare con costanza, voglio anche ricordare che stiamo lavorando per attuare anche ad Atina, nel prossimo anno, esperienze similari”. Dopo tante polemiche, partite nello scorso mese di febbraio, per questo piano di dimensionamento scolastico, arriva qualche buona notizia anche per la Valcomino. Sarà contento il sindaco di Casalattico, Giuseppe benedetti, che arrivò persino ad incatenarsi sotto al palazzo della Provincia per protestare contro la chiusura del plesso della sua città, lui candidato alle provinciali con la lista Iannarilli, non ebbe paura di schierarsi contro il suo leader. L’assessore Quadrini, invece, ha operato bene, dimostrando soprattutto attenzione al suo territorio di appartenenza. Nei mesi scorsi l’abbiamo attaccato, non per partito preso naturalmente, ma sta recuperando alla grande, dimostrando capacità nel settore, pur in un periodo di tagli e ristrettezze economiche.

Scalia chiede alla Polverini Nuove stanze e divise centosettanta posti letto per gli uscieri provinciali FROSINONE - “Partono oggi i sopralluoghi dei tecnici della Regione presso gli ospedali della nostra provincia. Dal loro esito conosceremo presto le sorti della sanità frusinate. Ma c’è un elemento da considerare, che è l’ampliamento del margine di manovra della Polverini nel riequilibrio dell’offerta sanitaria regionale. Ammontano infatti a 837 i posti letto per acuti che possono essere riassegnati nel rispetto degli standard previsti dal Governo: oltre ai 347 tagliati in più rispetto al dovuto e ai 240 destinati alla psichiatria ma bocciati dal Governo, la Polverini ha oggi la possibilità di ridistribuire ben 250 posti letto dovuti all’aumento della popolazione certificato dall’ISTAT”. “Ho contestato il sistema delle macroaree poiché lo ritengo un artificio funzionale a spalmare su un’area vastissima gli standard assistenziali stabiliti dal Patto per la Salute per compensare l’eccesso di offerta sanitaria su Roma a discapito delle province. Per fare un solo esempio, la nostra provincia, seconda per estensione alla capitale, ha un

numero di abitanti poco più alto di quelli afferenti alla ASL Roma E, che sono però distribuiti su un territorio ben più esiguo. Con l’applicazione del piano accade però che il rapporto tra posti letto per acuti e numero di abitanti scende nel nostro caso al 2,25 per 1000, mentre nella ASL Roma E si attesta al 9,27 per 1000. In alcune ASL romane il numero di posti letto per acuti cresce addirittura: è il caso dell’ASL Roma B (+7%) e Roma D (+2%). Ugualmente, assistiamo ad un aumento dei posti letto anche in provincia di Latina. La Polverini - continua Scalia - ha oggi in mano un tesoretto di ben 847 posti letto: anche adottando il criterio della mera spartizione matematica sulle cinque province di questo plafond, ha la possibilità di destinarne 1/5, ovvero 170, alla provincia di Frosinone. Invito pertanto la Governatrice ad assegnare questi posti letto in modo tale da operare un riequilibrio che, soprattutto nel nostro caso, può evitare la chiusura dei presidi ospedalieri e garantire i livelli minimi essenziali di assistenza”.

FROSINONE - Aria di cambiamenti a palazzo Gramsci, anche per quanto riguarda l’organizzazione degli uffici e dei servizi. Avevamo già anticipato del trasferimento della stanza del direttore generale, dall’ufficio di fianco alla Presidenza, alla storica sala Pietrobono e il conseguente passaggio delle riunioni della giunta nella sala Cascella al piano terra. Avevamo anche accennato ai malumori che stanno attraversando il palazzo in merito ai cambiamenti del personale ubicato negli uffici: c’è chi non vuole abbandonare l’ufficio nel quale è stato per tanti anni o il compagno di stanza con cui ha condiviso momenti positivi e negativi. Oltre al discutibile intendimento che si sta attuando, cambiare tutto per dare un segnale di differenza rispetto all’amministrazione precedente, comunque c’è un cambiamento e un atteggiamento che ci piace. E’ quello portato avanti da un agguerrito con-

sigliere di maggioranza in merito a come attualmente funziona l’ufficio portineria e quello dei centralinisti. Attualmente, i due servizi si trovano ubicati nella stessa stanza e questo è poco funzionale all’organizzazione e al ruolo di un’amministrazione pubblica. Capita infatti che squilli il telefono e che l’operatore stia facendo sportello al pubblico. O il contrario. Questo non dà un’immagine positiva e funzionale della Provincia. Perciò il consigliere ha preso carta e penna ed ha scritto ai dirigenti per chiedere una separazione delle stanze tra ufficio portineria e centralino, così da migliorare la qualità del servizio. Inoltre, il consigliere ha chiesto che gli uscieri indossino le divise della Provincia tutti i giorni. Anche da questo si vede la funzionalità e l’efficienza di una pubblica amministrazione.


CASSINO Martedì c’è il convegno economico con Alemanno. Ecco il pensiero di Michele Nardone

”Evento importante per città e territorio” CASSINO - C’è attesa negli ambienti politici cittadini per il convegno economico organizzato dall’avvocato Michele Nardone per martedi a Cassino con la presenza del sindaco di Roma Gianni Alemanno. In questa intervista Nadone spiega l’importanza del tema del convegno. L’avvocato Nardone è il probabile candidato a sindaco del Pdl. Avv. Nardone, «Cassino, avamposto industriale» è il titolo del convegno da Lei curato e che si terrà il prossimo 23 novembre, ore 17.00, presso la Sala Restagno del Palazzo Municipale. Esattamente. E’un convegno importante che, in qualità di componente del Consiglio di Amministrazione, ho proposto alla Fondazione Nuova Italia, di cui è Presidente l’On.le Gianni Alemanno. A questo proposito approfitto di questa occasione per ringraziare pubblicamente tutti gli esperti della Fondazione che hanno contribuito a realizzare, con passione e competenza, un evento così importante per la nostra città e per il nostro territorio. Perché questo tema e, soprattutto, perché questo titolo? Ho sempre ritenuto che l’ordine del giorno dell’agenda politica debba essere redatto esclusivamente in base alle priorità espresse dalla comunità: sappiamo tutti che la crisi internazionale che ha coinvolto i mercati economici e finanziari sta avendo inevitabili ripercussioni sul piano industriale e, conseguentemente, sull’occupazione. Ormai la globalizzazione è una condizione acquisita nella realtà economica e produttiva del nostro tempo e, se vogliamo vincere la sfida competitiva lanciata dai mercati internazionali emergenti, dobbiamo riuscire ad elaborare un nuovo modello di strategia d’impresa e, per quanto ci riguarda più da vicino, di impresa industriale. Perché Cassino come ‘avamposto’? Perché crediamo e vogliamo che Cassino rappresenti, proprio per il suo insediamento industriale e geografico, un punto di presidio strategico per l’avvio di una riflessione nuova e condivisa su una nuova concezione del modello di impresa, che sia di riferimento anche per le politiche nazionali.

Insomma, Cassino non solo come luogo di esperienza industriale del presente, ma anche come luogo di confronto per l’elaborazione di un nuovo modello di governance industriale per il futuro. A cosa si ispira questo modello? La risposta sintetica a questa domanda sta nel sottotitolo al Convegno, che è “Partecipare per Competere”. Assicurare competitività al mondo delle imprese garantisce stabilità al mondo del lavoro; la garanzia dell’occupazione consente di mantenere un orizzonte personale dei lavoratori ed aumenta il grado di coesione sociale: partire da questa consapevolezza ci fa capire che tra impresa, persona e comunità c’è un legame indissolubile ed interdipendente. Da qui il concetto di partecipazione. Aumentare il livello di partecipazione dei lavoratori nella gestione dell’impresa, sul piano dell’organizzazione come su quello dei risultati aziendali, realizza questa nuova concezione di impresa, come luogo in cui gli interessi degli imprenditori e dei lavoratori, tradizionalmente contrapposti anche per motivi ideologici, sperimentano un nuovo modello di relazione, fondato sulla sintesi e sulla convergenza. Qualcosa del genere già esiste in altri Paesi europei. Sì. Certamente è utile conoscere le iniziative avviate in sistemi economici diversi dal nostro, anche per far tesoro delle eventuali criticità emerse. Personalmente, però, credo che la realtà italiana debba sapersi cercare una soluzione ed un metodo propri, rispettosi della cultura aziendale, sindacale e giuridica che appartiene alla nostra identità nazionale ed al nostro patrimonio di valori. La relazione di chiusura del Sindaco Gianni Alemanno saprà assicurare al Convegno anche quell’apporto di cultura politica ed amministrativa elaborata sull’esperienza di Roma Capitale, che ritengo essere un valore aggiunto per chi, come me, ha in mente una nuova idea di governance locale, fondata sulla partecipazione e sulla sussidiarietà. Appuntamento, allora, a martedì prossimo. Vi aspetto, e ringrazio fin d’ora tutti coloro che vorranno partecipare.

Famiglie in attesa di contributi regionali CASSINO - Buoni libro e borse di studio delle annualità 2008 e 2009 per un totale di circa 100 mila euro che il Comune di Cassino attende da gennaio scorso dalla Regione Lazio per distribuirli alle 450 famiglie richiedenti in base al reddito non superiore a 10.623,93 all’anno. Queste famiglie nei mesi scorsi avevano sollecitato più volte l’assessorato ai servizi sociali impossibilitato ad esaudire le loro richieste per il mancato arrivo dei fondi regionali per mancanza di liquidità di cassa. Ora una delegazione di mamme, soprattutto del rione Colosseo, stanche di aspettare si sono rivolte al commissario straordinario il prefetto Angela Pagliuca per un sollecito alla regione Lazio. Il commissario recependo le problematiche esposte dalle famiglie ha scritto una lettera di sollecito all’assessorato regionale ai servizi sociali per l’invio della somma. Da Roma hanno fatto sapere che nel giro di un mese i fondi stanziati potrebbero essere erogati nonostante le difficoltà di cassa. Ogni famiglia dovrebbe incassare circa 300-500 euro per annualità, una somma di una certa rilevanza per nuclei con un reddito basso. Si tratta soprattutto di famiglie di pensionati o disoccupati. L’ex assessore ai servizi sociali Ciro Rivieccio lancia una proposta al commissario per alleviare i disagi a queste famiglie in difficoltà economiche:”Il Comune di Cassino, attualmente, non è in sofferenza di anticipazione di cassa e di fronte ad un credito certo, come quello della Regione, potrebbe anticipare, anche parzialmente, le somme spettanti a queste famiglie.”

La vittima è Bruno D’Alessandro, 52 anni, di Sant’Angelo in Theodice. Proteste dei sindacati

Tragedia sul lavoro: muore operaio nella cartiera ex Scala CASSINO - Gravissimo incidente sul lavoro a Cassino. Giovedì sera poco prima di mezzanotte, Bruno D’Alessandro, 52 anni residente a Sant’Angelo in Theodice, nativo di Pignataro, sposato e padre di due figli, ha perso la vita schiacciato da un elevatore automatico all’interno della Cartiera di Cassino, ex Scala. L’uomo addetto d un macchinario per confezionamento dei rotoli di carta igienica, si sarebbe introdotto all’interno di una delle colonnine protette da recinzione, per sbloccare l’elevatore, un carrello automatico che porta le scatole confezionate dalle macchine fino al magazzino. Non è ben chiaro come il lavoratore possa essere entrato all’interno

6 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010

delle zona protetta senza che la macchina fosse bloccata dagli appositi sistemi di sicurezza. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri di Cassino e gli ispettori della Asl. Da quando l’uomo è stato trovato cadavere, lo stabilimento ha fermato la produzione rimasta ferma anche ieri mattina. Il vice Presidente del Senato e Commissario del Pd del Lazio, Vannino Chiti, ha espresso in un messaggio «cordoglio e vicinanza» alla famiglia dell'operaio, impiegato in una cartiera di Cassino, morto ieri sera per un incidente sul lavoro. «La normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro esiste - sottolinea Chiti - deve essere applicata e fatta rispettare in ogni sua parte.

Su questo tema l'Italia ha bisogno di un grande cambiamento culturale, che garantisca la piena tutela dei lavoratori, la dignità della persona e il rispetto della legalità». “Voglio esprimere la mia vici-

nanza e il mio personale cordoglio alla famiglia di Bruno D’Alessandro, l’operaio cassinate deceduto ieri sera in cartiera. Le morti bianche, gli incidenti sul lavoro, sono una piaga del nostro Paese, che bisogna curare, soprattutto facendo rispettare il più possibile le normative sulla sicurezza, pensate e realizzate proprio per la tutela e l’incolumità dei nostri lavoratori. Sono sconcertato e allo stesso tempo preoccupato per questo ennesimo lutto. Sulla sicurezza nei luoghi di lavoro dobbiamo assolutamente potenziare la prevenzione e i controlli”. Lo ha affermato con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

Alla BPC il festival Gazzelloni

Questa sera concerto al museo

CASSINO - Conclusione della XVI edizione del Festival Internazionale "S. Gazzelloni". Il concerto si terrà alle ore 18 di domani nella Filiale di Cassino della Banca Popolare del Cassinate.Suoneranno i flautisti Simone Gullotta di Catania e Mario Notaristefano di Taranto, vincitori della XI edizione.

CASSINO - Anche il Museo Archeologico Nazionale di Cassino partecipa all’evento Musei in musica con il concerto che si terrà questa sera alle ore 21, “ Musiche dal Barocco ai Contemporanei”, Chitarra Matteo Catalano, Soprano Antonella D’Avino. Lo rende noto il Direttore del Museo Silvano Tanzilli.


cassinate La stanno facendo soprattutto Sebastianelli,Valente e Giangrande e intanto Cassino è bloccata

La politica dell’”aria fritta” CASSINO - Una città offesa,umiliata,abbandonata da una classe politica, che irresponsabilmente ha affondato l'amministrazione comunale in carica.Ma soprattutto,Cassino è una città bloccata.Bloccata dal commissario prefettizio,che da una parte accoglie, o finge, di accogliere le richieste dei poveri, dei bisognosi,degli indigenti,e dall'altra blocca le opere pubbliche, il piano di zona di San Pasquale, dove dovranno sorgere abitazioni ad edilizia agevolata, finanziate dalla regione Lazio, le strisce blu, che stanno paralizzando il traffico cittadino. Una situazione oramai da terzo mondo. In città non si muove più una foglia,dei tanti cantieri previsti dall'amministrazione Scittarelli, per il rilancio anche economico di Cassino, in realtà è tutto fermo.I finanziamenti tornano indietro, si perdono, svaniscono, solo perchè non si ha il coraggio di proseguire con decisioni già prese da chi rappresenta i cittadini.Come in zona San Pasquale,dove la regione ha previsto dei corposi stanziamenti per la realizzazione di case, di abitazioni per i giovani che ne hanno bisogno, che vogliono mettere sù famiglia. Ed ancora le strisce blu. Commissario prefettizio e dirigenti, non riescono a fare un nuovo bando,a sbloccare una situazione di stallo,che sta via via paralizzando la città.E non possiamo non

Il CaffE’ di Zio Ciro LE SIGARETTE E I MINORI Ad un tabaccaio un ragazzino chiede: “Vende sigarette sfuse?” “Certo che no, si vendono solo a pacchetti”. Dopo molti giorni la moglie del tabaccaio cerca di convincere il marito a vendere sigarette sfuse. Finalmente il tabaccaio si convince ed un giorno si ripresenta il ragazzino. “Vende sigarette sfuse?” “Si, quante ne vuoi?” E il ragazzino: “20”.

fare un riferimento a Giuseppe Sebastianelli,che intasa le caselle postali di inutili comunicati, di aria fritta. Non un problema concreto,non una soluzione,Sebastianelli riesce solo a dormire in tenda, a bloccare qualche strada e a fare le solite bruschette sulla brace. Non si parla di problemi veri, non si fa uno straccio di proposta. Sebastianelli, GianniValente, Giangrande, e compagnia cantando,hanno sulle spalle,e sulla coscienza di aver ridotto la città di Cassino ad un girone dell'inferno dantesco.Hanno,senza la minima dignità politica, omaggiato prima Pizzi, poi Pagliuca, usando sempre i quotidiani locali loro complici, che si svendono per qualche prevenduto, che mistificano la realtà per un centinaio di euro. Accattoni dell'informazione.Amici lettori,L'euro che spendete per comprare i soliti due quotidiani, spendetela per un caffè, per un gelato,è meglio,ci si guadagna di salute.Chi ha ridotto la città ad un cumulo di macerie, i soliti rinnegati del luglio scorso,non hanno il coraggio di parlare dei problemi reali della città,delle preoccupazioni dei cittadini,il commissario prefettizio, è trincerato nel suo ufficio di piazza De Gasperi,non decide, non vuole decidere. Lo capiamo, e per certi versi è condivisibile:ma la città è al buio,interi quartieri hanno la pub-

blica illuminazione fulminata da mesi, le strade sono in uno stato pietoso, non c'è un vigile urbano per strada. Niente di niente. A questa situazione, ci aggiungiamo la Gosaf, che adesso, senza controllo, con le mani libere, tenta di vessare i cittadini, di estorcere danaro che nella maggior parte dei casi non gli è dovuto. C'è la corsa ad arricchirsi, o'professor di Benevento è in pole position, non vuole perdere nemmeno un centesimo.Ed il comune affonda,perde entrate considerevoli dai parcheggi a pagamento, lascia sul lastrico decine di famiglie che avevano un minimo sostentamento dagli ausiliari del traffico.E si parla di modernizzare la macchina comunale,anzi ne parla il solito Sebastianelli,che oramai è a corto di idee,non sa più cosa dire,perchè non prova a spiegare il motivo per cui i vigili urbani non fanno un tubo? Perchè non spiega i motivi per cui 73 lsu sono finiti dietro le scrivanie invece di fare la manutenzione alla città, vera ragione per cui sono stati assunti. Non lo sa Sebastianelli, anzi, finge di non saperlo, come i fingono gli altri suoi colleghi politichetti,che ascoltano i telegiornali e poi ripetono sui due quotidiani, Previo pagamento del prevenduto. Soldi che servono a tradire Cassino e i suoi abitanti. Come fece Giuda L'Iscariota. Ignazio Annunziata

Da martedì parte “Il borsino”, politici ed imprenditori messi sotto “esame” CASSINO -Da martedì prossimo, sulle pagine della Gazzetta, apparirà una nuova rubrica, molto semplice e per certi versi molto esplicativa. Si chiamerà "Il borsino". In questa rubrica, metteremo quattro personaggi, politici, amministratori, ma anche imprenditori, con tanto di foto, persone che in qualche modo vivono la vita amministrativa e sociale della città. Due di loro salgono e due scendono, a seconda della "quotazione" che registreremo a seconda di quello che fanno, o non fanno. Si tratta come al solito, di dare con un segnale semplice come la freccetta che sale o scende, una idea di quello che tanti personaggi che si interessano alla vita cittadina, realizzano o cercano di realizzare. La rubrica, non trascurerà nessuno, nel senso che, non bisognerà essere per forza un nome eccellente della politica o della società civile per avere le "attenzioni" del borsino, basterà essere coinvolto a vario titolo, nella vita di tutti i giorni, o in un determinato

evento, o l'aver magari organizzato qualche manifestazione. Poche righe spiegheranno i motivi per cui si sale o si scende, sperando di dare un'indicazione ai nostri lettori di un determinato fatto o evento. Il "borsino" ci accompagnerà nel lungo e, si prevede, tortuoso cammino che porta alle elezioni comunali previste per la prossima primavera. La Gazzetta insomma, si arricchisce di nuove idee, di nuove proposte, che tanti cittadini di Cassino ci propinano per riuscire a capire in modo rapido e senza impegnare troppo la mente, già piena di problemi dovuti a questa perniciosa vacatio legis. Sul frontespizio del nostro giornale, trovate i nostri numeri di telefono, e la nostra casella di posta elettronica, come sempre, siamo al servizio dei cittadini di Cassino, e lo saremo anche con il nostro borsino, ascoltando anche le loro proposte e le loro indicazioni. Solo al servizio del cittadino però, sia chiaro. I. A

D’Aguanno: marmo urge soluzione

Con la testa nel cancello Salvato un labrador

CORENO - “Non si possono abbandonare nell’incertezza mille famiglie ed un intero comparto: occorre una soluzione definitiva per il settore estrattivo di Coreno Ausonio e del resto del Lazio”: la sollecitazione è del consigliere regionale del Pdl, Annalisa D’Aguanno intervenuta a margine dell’incontro di sindaci e imprenditori del Cassinate e del bacino corenese.

FROSINONE - Un labrador ha infilato la testa tra le sbrre di un cancello in via Cavoni a Frosinone. Erano le 21 quando, alcuni vigili urbani lo hanno notato e hanno avvisato il proprietario. Inutili i tentativi fatti per liberarlo, serviva di più. Sono quindi stati chiamati i vigili del fuoco di Frosinone che, prontamente intervenuti, con apposii mezzi hanno vinto la resistenza del ferro e sono riusciti a liberare il cane.

7 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010


CASSINO Tante le irregolarità nel corso degli anni. Così il comune rischia di pagare tutte le spese

Errore sul verbale? La multa è nulla CASSINO - I parcheggi a pagamento a Cassino amministrati… alla carlona. Le multe fatte per anni, infatti, sono facilmente annullabili per irregolarità che potrebbero far prefigurare anche gravi reati commessi da chi gestiva i parcheggi a pagamento e da chi non ha controllato sul loro operato. Basti pensare che in molti casi le strisce blu, quindi le aree che delimitano i parcheggi a pagamento non erano citati nella delibera di giunta in cui si indica. Ma non solo, le multe, per almeno due anni sono state fatte citando errati codici della strada. Lo sanno bene gli avvocati a cui gli automobilisti spesso si sono rivolti per l’annullamento delle multe, tra questi l’avvocato Maria Luisa Abbatecola che negli

ultimi due anni ha avuto come clienti un centinaio di automobi-

listi riuscendo, in tutti i casi ad annullare le multe, ma, in alcuni

di questi ha fatto di più: l’avvocato è riuscito ad ottenere la condanna per il Comune alle spese legali. L’amministrazione, quindi, si aspettava i 38 euro provento della multa, si è trovato invece condannato a pagare spese di giudizio anche per 400 euro. Le mancanze a cui gli avvocati si sono appellati per far annullare le sanzioni amministrative sono tra le più disparate e in alcuni casi anche molto gravi. “Le irregolarità commesse nel corso degli anni per sanzionare gli automobilisti sono state tante: per circa due anni sui verbali veniva indicato un articolo del codice della strada diverso da quello che sanziona il parcheggio a pagamento, ma il motivo di contestazione di

multe più grave, è quello per cui il comune è stato condannato anche al pagamento delle spese processuali riguarda le sanzioni su strade non comprese nell’elenco delle delibera di giunta che individuava le aree di parcheggio da contrassegnare con le strisce blu”. Insomma, alcune strade venivano colorate arbitrariamente di blu e, quindi, senza alcun titolo. Appare strano, o quanto meno singolare come l’amministrazione comunale, oggi commissariata, pur sapendo di non essere in regola, oltre a permettere di sanzionare ingiustamente gli automobilisti, dava incarico anche ai legali di fiducia nel vano tentativo di difendersi davanti al giudice con ulteriore dispendio di risorse economiche.

Cervaro, convegno della BPC sulla No a rifiuti romani economia sostenibile tra crisi e sviluppo nel sito di Cerreto CASSINO - Il ruolo della Banca Popolare del Cassinate in 50 anni di attività. Economia sostenibile tra crisi e sviluppo. E’ questo il tema del convegno che si terrà domani, alle ore 17.00, presso l’Auditorium V. Bellini in Via Prato Piternis, 7 a Cervaro.Il convegno si propone di tracciare un bilancio dei cinquanta anni di attività della BPC su tutto il territorio e, in particolare, nella città di Cervaro in cui, da 36 anni, è presente e attiva una filiale della banca Popolare del Cassinate. In un momento in cui l’economia vive una fase di crisi e stenta a riprendersi, il ruolo delle banche popolari è diventato cruciale e decisivo. Il vero sostegno dato all’economia e al territorio è stato proprio quello offerto dalle banche locali e, in particolare, dalla BPC, che ha continuato a erogare crediti alle imprese e alle famiglie, sostenendo l’economia e le iniziative sociali e culturali, ha continuato a sostenere la produzione e a garantire possibilità di ripresa e di sviluppo attra-

8 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010

verso la formulazione di prodotti studiati sulle specifiche esigenze della clientela. Il convegno sarà anche l’occasione per tracciare le prospettive future e i piani di sviluppo della BPC. Saranno presenti il Presidente della Banca Popolare del Cassinate Donato Formisano, il Direttore Generale Bonaventura Fiorillo, l’Abate e Ordinario di Montecassino dom Pietro Vittorelli, il Dott. Antonio Fazio, già governatore della Banca d’Italia, il Sindaco di Cervaro Ennio Marrocco, il rettore dell’Università di Cassino Prof. Ciro Attaianese, il Prof. Raffaele Trequattrini. Inoltre verrà consegnato al Presidente Donato Formisano un riconoscimento da parte della Città di Cervaro. A coordinare i lavori l’Avv. Otello Zambardi. Nell’occasione, la Città di Cervaro conferirà un premio al presidente della BPC Donato Formisano come segno di riconoscenza per l’impegno profuso a favore dello sviluppo sociale, economico e culturale del territorio.

CASSINO - “Faremo le barricate se la Polverini manderà i rifiuti da Roma alla discarica di Cerreto.” Lo dichiara agguerrito il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio dopo aver saputo del nuovo piano regionale dei rifiuti in cui si prospetta di portare fuori dalla capitale e quindi in altri territori del Lazio i rifiuti. “La discarica di Cerreto – aggiunge il sindaco – è solamente a servizio dell’impianto di Colfelice e perciò è destinata soltanto per i rifiuti dei comuni consorziati. La Polverini dopo averci danneggiato con il piano della sanità che prevede la chiusura di diversi ospedali ci prova ancora con i rifiuti. Adesso diciamo basta perché il nostro territorio è già invaso da diverse strutture per il trattamento dei rifiuti solidi urbani (Colfelice, Roccasecca e San Vittore del Lazio). I cittadini di questa provincia non possono essere trattati così. Adiremo ogni via legale oltre a proteste plateali. Non ci faremo trattare da ultimi dalla regione. Se ciò dovesse essere attuato sarà guerra ad ogni costo. Mi auguro che sia soltanto una ipotesi o una interpretazione errata di questo piano regionale dei rifiuti.”

Sanità, audizione di sindaci ciociari

Tartufo gigante in mostra a Campoli

CASSINO - “Continua il ciclo delle Audizioni della Commissione Sanità con i sindaci dei territori in cui insistono le strutture sottoposte a riconversione e siamo soddisfatti del dialogo civile e costruttivo che si è creato con i rappresentanti della Macroaerea 1 della Provincia di Frosinone Anagni, Atina, Arpino, Ceccano, Ceprano, Ferentino, Isola del Liri e Pontecorvo.

CAMPOLI - Pesa 820 grammi, ed è il più grande tartufo bianco mai trovato nella storia dei tartufai campolesi, che sabato 20 e domenica 21 novembre festeggiano la 26° mostra mercato del pregiato tubero di Campoli Appennino. Saranno presenti anche stands espositivi, mostre fotografiche e di antichi mestieri del centro storico.


SPORT CALCIO PROMOZIONE

Il tecnico azzurro Scorsini parla di un solo risultato a disposizione della sua squadra

“La vittoria non può sfuggire” “Guai a sottovalutare l’Arce, ma il Cassino è deciso a conquistare i tre punti” CASSINO - E’ la vigilia di Cassino - Arce, una gara che gli azzurri dovranno provare a vincere ad ogni costo approfittando della classifica corta per abbandonare le retrovie nelle quali sono piombati nell’ultimo mese. Il Cassino che non vince da sei turni e reduce dal pari beffa subìto dal Bellegra a due minuti dalla fine, andrà a caccia del successo che ridarebbe linfa alla classifica risollevando il morale di un gruppo che ha bisogno di inanellare una nuova serie di risultati positivi. Al Salveti, domani pomeriggio, andrà in scena un altro scontro diretto contro una delle compagini più in forma dell’intero lotto: l’Arce in questo primo quarto di tor-

neo è stato capace di riprendere quota dopo un avvio a dir poco disastroso. L’undici di Mollicone, dopo aver rimediato tre sconfitte nelle prime uscite contro Colleferro, Bassiano e SS Pietro e Paolo, ha colto il primo successo stagionale superando in casa il Bellegra alla quarta giornata. Poi, di nuovo buio totale nella trasferta di Paliano persa due a zero e nel successivo turno davanti al pubblico amico con lo Scauri Minturno, prima dei due pareggi consecutivi con Pontinia e Pro calcio Fondi che hanno fatto da preludio alla batosta in casa del Segni(4 a 0 per la capolista). Domenica scorsa, è arrivata la seconda vittoria per i gialloblù che hanno superato di misura,

in piena zona Cesarini, il Sant’Apollinare. Gli arcesi arrivano così alla sfida del Salveti galvanizzati dall’ultimo successo e distanti in classifica solo tre lunghezze, con una rosa rinforzata dagli ultimi innesti regalati al tecnico dal presidente Pescosolido.

“Ci troviamo ad affrontare un altro esame molto duro come l’Arce - esordisce mister Scorsini parlando dei prossimi avversari - nel suo momento di massima esaltazione. La squadra di Mollicone si è notevolmente rinforzata con l’innesto di Di Pietra e può sempre contare su giocatori temibili come Campolo, Pagnanelli e Grillotti. Il Cassino però, in questo frangente, ha bisogno di tornare ad assaporare il gusto di una vittoria che domenica a Bellegra è sfuggita sia a causa della mancanza di cinismo e cattiveria che a seguito di scelte che si sono rivelate infruttuose e delle quali mi assumo la piena responsabilità. Ci siamo complicati la vita da soli, per questo i ragazzi sanno che domani la

concentrazione dovrà restare alta per tutta la durata della gara. Il Cassino deve provare a fare la partita cercando la vittoria senza mollare mai, prendendo esempio da quelle squadre che sembrano vicine al kappao ma che riescono a trovare comunque il colpo di reni che le consente di reagire. Non vogliamo rimanere insabbiati nella bassa classifica: conosciamo le insidie che può nascondere un match così delicato dal quale proveremo a trarre il massimo del beneficio in termini di punti: serve un colpaccio per riprendere il cammino verso lidi più tranquilli e sono convinto che questo Cassino sia pronto ad offrire una prestazione nuovamente convincente”. a.m.

LE SFIDE DEL GIRONE D

CASA CASSINO

La capolista Segni può prendere il largo Per il Valmontone un’occasione d’oro

Stamane la rifinitura Tutta la rosa disponibile

La dodicesima giornata potrebbe consentire alla capolista Segni di prendere il largo e di consolidare un primato che col passare delle giornate diventa sempre più autorevole. L’insidia si chiama Scauri Minturno, che si presenta in casa della prima della classe forte di una sorprendente quinta posizione ottenuta grazie all’ottimo ruolino di marcia interno. Alle spalle del Segni c’è il Bassiano distante due lunghezze che però sarà protagonista sul campo di una diretta concorrente come il Valmontone reduce dall’affermazione in casa di un Colleferro la cui marcia verso il primato ha subito un netto rallentamento dopo le due sconfitte subìte nelle ultime tre uscite e domani in cerca di riscatto sull’ostico campo di un Sezze Setina in netta ripresa. Qualora il Valmontone dovesse riuscire nell’impresa di superare lo scoglio Bassiano, entrerebbe di

diritto nel lotto delle squadre che possono ambire alla promozione in Eccellenza. La quarta forza del girone SS Pietro e Paolo è chiamata a confermarsi compagine di vertice in casa del temibile Fontana Liri. A Sant’Apollinare invece andrà in scena il remake di un entusiasmante testa a testa che nella scorsa stagione si è concluso con l’affermazione di Zollo e compagni sul Paliano, che ora, ripescato in Promozione, si ritrova ultimo in graduatoria ma capace, nell’ultimo turno, di fermare la marcia della capolista Segni. Il Sant’Apollinare ha mal digerito la sconfitta rimediata ad Arce dopo aver sprecato buone occasioni per passare in vantaggio: la posizione di classifica dei gialloblù impone tranquillità ma al “ventre” l’obiettivo è quello di vincere sempre per conquistare la salvezza il prima possibile.

CASSINO - Servirà tutto il calore del pubblico cassinate, troppo spento e rassegnato nelle ultime uscite, per aiutare la squadra a superare questo momento di difficoltà. Contro l’Arce, domani pomeriggio, sarà un vero e proprio scontro diretto che se dovesse concludersi con l’affermazione degli azzurri, potrebbe rilanciarli verso posizioni di classifica più tranquille e consone al valore del gruppo. Stamane, Raia e compagni si ritroveranno allo stadio Salveti per la consueta seduta di rifinitura che avrà inizio alle ore 10, 30. Dutante l’allenamento, mister Scorsini scioglierà gli ultimi dubbi di formaszione. Solo problemi di abbondanza per il tecnico cassinate che recupera i difensori Palombo e Fiorentini oltre al centrocampista Kiszka assenti a Bellegra per squalifica, ritrovando anche Macari che ieri pomeriggio ha svolto una seduta di lavoro a parte, nel giorno in cui il resto del gruppo ha riposato. Sulle scelte del mister potrebbe influire la condizione del manto del Salveti, appesantito dalle copiose piogge dei giorni scorsi: qualora dovesse persistere o addirittura aggravarsi, vedremo in campo un Cassino molto più muscolare.

Dinho fa le ore piccole Ad Allegri non va giù

Porcedda fa avviare un’inchiesta per truffa

«L'ho appreso da voi, nessuno mi ha detto niente. Certo, non va bene. Non sono orari compatibili con quelli di un atleta ma, dopo una trasferta, può anche capitare di tenere più a lungo la scena»: è il commento di Massimiliano Allegri alla 'bravata' di Ronaldinho che ha fatto le ore piccole in un locale milanese.Tuttavia, l'allenatore, nella conferenza stampa che anticipa la partita contro la Fiorentina,non vede elementi ostativi per il rinnovo del contratto al brasiliano.

Truffa aggravata dal danno ingente e falsità materiale i reati ipotizzati dall'inchiesta messa in moto dalla denuncia del presidente del Bologna Sergio Porcedda nei confronti di un broker che avrebbe procurato una falsa fidejussione (intestata alla Bnl) da presentare alla Lega Calcio. Lo stesso presidente, sentito questa mattina per oltre due ore in Procura dal procuratore aggiuntoValter Giovannini, e il Bologna Calcio, figurano come parti offese.

9 ANNO I - N° 205 SAbAtO 20 NOVEMbRE 2010


ANNO i - N° 205 - sAbAtO 20 NOvembre 2010 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

SERVIZI SOCIALI: CIOCIARIA IN APNEA www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A FRANCESCO DE ANGELIS Inaugurerà a giorni l’eurodeputato del Partito democratico il tour voluto dal segretario del Pd, Pierluigi Bersani dal titolo “La pazienza è finita, rimbocchiamoci le maniche”. Ora c’è da capire se questo sfogo da cui discende il progetto sia stato determinato da un “motu proprio” interno al Pd che ha compreso di aver lavorato, e male, soprattutto in provincia di Frosinone o se sia un colmo di pazienza raggiunto per causa del centrodestra. Perché se ad aver determinato il progetto è stata la presa di coscienza di non aver saputo creare un’alleanza forte e costruttiva capace di fronteggiare il centrodestra, allora va bene anche il progetto di riprendere il dialogo con gli elettori. In caso contrario, invece, stiamo parlando del nulla.

L’OSCAR DEL GIORNO A MASSIMO RUSPANDINI Per aver promosso nelle scuole della provincia di Frosinone il progetto di “Alfabetizzazione motoria” contro l’obesità. L’assessore provinciale allo Sport,. infatti, seguendo le linee guida nazionali, concordate tra il Comitato Nazionale Olimpico e il Ministro dell'Università, mira ad attuare un piano di attività motoria per la Scuola Primaria in risposta ai crescenti allarmi della comunità scientifica sulle conseguenze della sedentarietà e di non corretti stili alimentari e di vita tra la popolazione giovanile. In continuità con questo primo progetto è stato pensato anche il progetto “Gioco Sport” per le classi quarta e quinta della Scuola Primaria.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone Da un’indagine è emerso quanto siano in aumento le richieste di sostegno ai Comuni

Diventiamo sempre più poveri I Municipi della Ciociaria non riescono a garantire i budget dei Servizi sociali FROSINONE - Chi pensava che i problemi dal fronte regionale per la nostra provincia fossero legati soltanto al Piano sanitario e a quello dei rifiuti, dovrà ricredersi. E presto. Già, perché, da un’indagine condotta sui 91 Comuni della provincia ciociara, è emerso chiaramente che dalla Regione non arrivano e non arriveranno, almeno entro breve tempo, fondi per sostenere i Servizi sociali. A parlare, come annu7nciavamo, sono i numeri: sempre più persone si rivolgono ai servizi sociali dei Comuni di appartenenza, ma i trasferimenti da parte dello Stato e della Regione sono rimasti pressoché invariati. Un dato allarmante che è la fotografia di una situazione che sembra diventare irrimediabile. Da un lato, infatti, si assiste inesorabilmente all’aumento del numero di famiglie che non riescono a

a fraonteggiare la quotidianità con le risorse economiche a disposizione, dall’altra invece l’imposisbilità degli enti a garantire servizi che per centinaia di nuclei familiari rappresenterebbero una boccata di ossigeno di non poco conto. Mediamente la spesa per i servizi sociali oscilla fra il 10 e il 15 per cento del bilancio comunale, una bella fetta di soldi comunali che i sindaci e gli assessori destinano alle fasce bisognose. Ci sono poi casi particolari come Ceccano, dove a causa delle continue anticipazioni di cassa, pari a tre milioni di euro, il Comune è costretto a spendere pochissimo, non andando oltre il 5 per cento. Caso particolare si verifica al comune di Pontecorvo, dove gli amministratori si sono decurtati l'indennità di carica e hanno destinato soldi a un fondo per disagiati: ventimila euro, spiccioli rispetto al fabbisogno, ma è comunque un segnale positivo. Le

spese maggiori sono assorbite dai ricoveri in Rsa, oppure nel sostegno scolastico, per il disagio psicologico e per gli asili nido. C'è da dire, però, che questi servizi sono il frutto di contributi regionali. Ma ecco i dati dei maggiori comuni della provincia, da nord a sud: Frosinone ogni anno muove oltre dieci milioni di euro, di questi sei milioni sono frutto di trasferimenti, il resto è comunale; subito dopo viene Cassino, con un milione e cinquecentomila euro, di cui settecentocinquantamila di fondi comunali (il restante viene dai trasferimenti regionali); stesso discorso per Fiuggi, dove i movimenti di spesa corrente sfiorano il milione e mezzo; poi viene Anagni, con un milione e trecentomila euro, con un 40% circa di fondi propri. Anagni, fra l'altro, è l'unico centro dove è stato approvato uno specifico regolamento dei servizi sociali.

Udc Frosinone, martedì La Ciociaria a “Matching 2010” per crescere nel confronto al via il tesseramento FROSINONE - E’ in programma per martedì prossimo inVia del Tufo a Frosinone la convocazione del comitato cittadino dell’Udc di Frosinone. L’inizio dell’incontro è fissato per le ore 18,30. Ne dà notizia il coordinatore cittadino dlel’Udc, Andrea Turriziani, il quale rende noto anche gli argomenti che saranno posti all’ordine del gionro. In primo luogo si discuterà della situazione politica e amministrativa Città Capoluogo. Seguirà l’ analisi della crisi che sta attanagliando il governo Berlusconi e del progetto che

2 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010

l’Udc intende portare avanti a livello nazionale. Infine si procederà con il tesseramento. “Ci terrei, a nome mio personale e a nome dell'intera Udc di Frosinone - scirve Turriziani - a ringraziare pubblicamente il consigliere della seconda circoscrizione Pino Munafò che insistentemente ci ha richiesto di inserire all'odg del Consiglio Comunale la richiesta di intitolare il plesso scolastico dei Cavoni a mons. Boccaccio”.Turriziani sottolinea anche la “bella sinergia che stavolta si è creata tra Comune e Circoscrizione su un tema così toccante per i cuori di tutti”.

FROSINONE -“Conoscere per crescere – To Know, to grow” è lo slogan della sesta edizione di Matching,evento promozionale che si fonda sulla strategia del Btob tra imprese e che avrà luogo a Milano dal 22 al 24 novembre prossimi. Questa è anche la filosofia che ha ispirato Ll Azienda specialedellaCameradiCommerciodiFrosinone,per sostenere nuovamente la partecipazione delle aziende della Provincia alla evento promosso da CompagniadelleOpere,nell’ambitodell’intesaICE – Unioncamere. Selezionare nuovi fornitori e conoscere potenzialiclienti,guardareaimercati,internazionalizzare la propria azienda, fare innovazione sono gli elementi di Matching che quest’anno ospiterà 2.300 operatori pronti a contendersi la sfida dei mercati e

quella della conoscenza. Laformulaèsemprelastessa,quellachesindalla prima edizione del 2005 si è rivelata vincente:dare l’opportunitàalleimpresediconfrontarsiconipropripartnersitalianiedesteri.“Matchingèdiventato un luogo di scambio e di confronto italiano ed internazionalediprimariointeresseperleimprese.E’ un appuntamento multisettoriale che riesce, pertanto, con un unico evento a dare voce alla diversificata struttura economica del nostro Paese – afferma il Presidente diAspin,StefanoVenditti.La chiave di successo della tre giorni di Milano non è da ricercare semplicemente nella possibilità di avereunaagendadiincontriprogrammati,manell’occasione vera di confrontarsi con colleghi,competitors, buyers e potenziali partners”.

Operaio morto La rabbia dei sindacati

Stalking, nei guai 48enne di Alatri

FROSINONE - Cgil, Cisl e Uil esprimono profondo cordoglio per la morte sul lavoro avvenuta alla cartiera Cassino. “E’ il fallimento per tutti - dicono - dopo un periodo nel quale i dati sembravano dare i primi segnali di arretramento negli infortuni. Evidentemente non è sufficiente quanto si sta facendo in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro nella provincia di Frosinone”.

ALATRI - I carabinieri, a conclusione di attività investigativa, hanno denunciato per stalking B.M., 46enne di Alatri. L’uomo, a partire dal mese di dicembre 2009, dopo la separazione dalla moglie, con più azioni persecutive del medesimo disegno criminoso, poneva in essere nei confronti della donna una serie di atteggiamenti minacciosi, intimidatori e di molestia.


frosinone Secondo la Dia avevano interessi nell’edilizia, nella ristorazione, nel commercio e con la droga

L’impero ciociaro dei Casalesi La“piovra”campana aveva messo le mani anche sulla Termoli-San Vittore FROSINONE - Il “colpo” messo a segno dal Governo con l’arresto di Antonio Iovine, ha svelato degli scenari inquientanti che arrivano ad interessare anche Frosinone e tutta la provincia ciociara. Mesi di pedinamenti ed intercettazioni che hanno permesso non solo di mettere le mani sul pericoloso latitante, ma anche di svelare gli affari che i Casalesi hanno fatto e continuavano a fare non solo in Campania, ma in tutta Italia. Lo riferisce un cronista de “Il Sole 24 Ore” che, con dovizia di particolari, spiega quali fossero questi affari e dove venivano condotti. Grazie, infatti, ai sequestri operati nell’ultimo anno e riconducibili al clan, è stato possibile appurare come l'impero dei Casalesi abbia accumulato risorse miliardarie grazie al

controllo diretto o indiretto di attività edili, estrattive, produttive e commerciali, al ciclo illegale dei rifiuti, al controllo degli appalti pubblici, al racket, all'usura e al narcotraffico. Nel vicino Molise, ad esempio, la costruzione della superstrada San Vittore del LazioTermoli, il terremoto del 2002 e l'alluvione del 2003 hanno portato molti finanziamenti e quindi nuovi appalti che alcuni indici, quali i forti ribassi fino al 30% e l'eccessivo ricorso al subappalto, scrive il magistrato della Direzione nazionale antimafia Olga Capasso, “fanno ritenere settore di ingerenza della criminalità organizzata locale e no”. A partire appunto dai Casalesi che qui hanno anche coltivato il traffico illecito di rifiuti. In Liguria i Casalesi, un tempo forti e poi

scemati, hanno ricominciato a fortificare i propri interessi dal 2006 facendo di Sanremo la cabina di regia. Sono però il Lazio, la Toscana e l'Emilia-Romagna le terre promesse dei Casalesi. Nel Lazio i Casalesi hanno “mangiato” dapprima la provincia di Latina (edilizia, ristorazione, turismo, commercio, ortofrutta, imprese edili, importazione parallela di automobili, oltre alle solite attività criminali come truffe carosello, estorsioni, usura e traffico di droga) e poi, con le stesse modalità e interessi, le province di Frosinone e Roma. La Capitale è la grande passione dei Casalesi, che dopo aver investito in commercio, turismo ed edilizia i soldi della droga e dell'usura, hanno scoperto da qualche tempo il grande business dei videogiochi.

“La pazienza è finita” Piano rifiuti, dura nota del Sel De Angelis fa il suo tour “Siamo servitori dell’Impero” FROSINONE - Nell'ambito dell'iniziativa promossa dal Pierluigi Bersani, denominata“La pazienza è finita:rimbocchiamoci le maniche. Porta per porta”, che vedrà il suo culmine con la manifestazione dell'11 Dicembre a Roma,anche nella provincia di Frosinone ci saranno diversi momenti di confronto,dibattito e soprattutto di incontro con i cittadini. L'europarlamentare Francesco De Angelis, per sostenere questa importante iniziativa, che cade, nella nostra provincia, proprio nello stesso periodo dei congressi comunali e provinciale, sarà presente in diversi comuni.

“Tornare a parlare dei problemi della gente - ha detto De Angelis delle false promesse del Governo Berlusconi e delle proposte del PD per l'alternativa di Governo, superando la barriera della comunicazione,riprendendo il contatto con il territorio: è questo lo spirito della campagna nazionale organizzata dal PD e che vedrà una mobilitazione di rilievo anche nella nostra provincia. Il senso comune si sta distaccando dalla politica, c'è un problema di sfiducia, dobbiamo recuperare il rapporto diretto con gli elettori e questa iniziativa è l'occasione per farlo.

FROSINONE - Dura nota del movimento politico Sinistra Ecologia Libertà sul piano regionale dei rifiuti della Polverini. “Il pianosi legge in una nota - prevede l'invio ,vista la saturazione della discarica di Malagrotta, di una parte dei rifiuti della capitale presso la discarica provinciale di Roccasecca. In ordine sparso: il Presidente Iannarilli, alzerà un po' la voce, senza far troppo chiasso, in fondo come per il piano sanitario la sua Alatri è salva. Il presidente del Consiglio Regionale Abbruzzese, troppo impegnato a discutere del sicuramente importante distretto del marmo, non batterà ciglio, nonostante quella discarica è proprio sul territorio che più fortemente di altri lo ha

Colpi di pistola contro un’abitazione

Piano urbanistico, Paliano accelera

FROSINONE - Tre colpi di pistola sono stati sparati contro il portone di un'abitazione situata in via Ferrarelli, località Maniano. Dalle prime indagini potrebbe non trattarsi di un gesto intimidatorio visto che i proprietari dell'abitazione non hanno né precedenti penali nè attività commerciali ed hanno dichiarato agli investigatori di non avere nemici.

PALIANO - Mercoledì prossimo, alle ore 20.30, nella sala comunale di Piazza XVII Martiri, si terrà il secondo incontro per lavviamento del nuovo piano urbanistico. All’incontro interverranno il Sindaco di Paliano, Maurizio Sturvi, il Prof. Mariano Mari del Centro Interdisciplinare dell’Università La Sapienza di Roma, l’Assessore all’Urbanistica del Comune di Paliano, Giancarlo Massimi.

voluto in Regione. Chiedere poi al Roccaseccano Assessore Provinciale Abbate, come pensa di giustificarsi è cosa ardita, visti i suoi numerosi impegni a presenziare convegni e manifestazioni romane. Chissà se l'avranno poi avvertito del Piano. Intanto quello che resta è la drammatica soluzione paventata dalla Giunta Polverini, l'ennesimo smacco ad una provincia che poco meno di anno fa l'ha eletta alla guida della Regione. In tutto questo ciarlare, in tutto questo giustificare, promettere e rilanciare responsabilità il dato inequivocabile è la trasformazione da Provincia del Lazio a Provincia dell'Impero, da cittadini di una Provincia a servitori di un Impero”.

3 ANNO I - N° 205 sAbAtO 20 NOVembre 2010


Meteo

ORARI

SORA

MESSE ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE

FROSINONE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta Arrosto alla panna

Per prima cosa occupatevi della preparazione del vostro pezzo di carne: posizionatelo su un tagliere e disponete sull'arrosto le fette di pancetta per il lungo, fino a coprirne interamente la superficie. Quindi procedete a legare l’arrosto, e aggiungete il rametto di rosmarino. In un tegame abbastanza capiente, mettete a stufare la cipolla finemente tritata insieme all’olio, quando la cipolla sarà diventata trasparente, aggiungete l’arrosto avvolto nella pancetta, fatelo dorare rigirandolo su ogni lato per cinque minuti. Quando si sarà rosolato aggiungete l’aceto e pepate e salate a piacere. Versate quindi la panna, allungate con un po' di brodo e lasciate cuocere l’arrosto chiudendo il tegame con un coperchio.Lasciate cuocere per poco più di un'ora, dopodiché togliete l’arrosto dal tegame e tenetele in caldo, magari coprendolo con una bull. Quindi fate addensare il fondo di cottura e poi filtratelo con colino. A questo punto tagliate l’arrosto a fette e irrorate ciascuna fetta con il sugo di cottura.

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

CASSINO NAPOLI 1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

NAPOLI CASSINO

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

ORE

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI

AQUINO, SALA CONSILIARE

ORE

20 NOVEMBRE

PRESENTAZIONE DEL LIBRO

“I DIPINTI”

8.30 11.00 18.00

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.)

INGREDIENTI: Carne bovina (1 kg); Burro (60 gr); ORE

Panna (fresca, 250 ml); Brodo (di carne, q.b.); Cipolla (1); Noce moscata (q.b.); Aceto (6 cucchiai); Pepe (q.b.); Pancetta (a fette, 100 gr); Sale (q.b.).

8.30 11.00

FARMACIE

Numeri utili EMERGENZA 112 113 115 118 1515 800116

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE SANITA’

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

STASERA IN TV Rete Quattro, ore 23.30

COVERT ONE - VIRUS MORTALE

VENERDI’ 19 NOVEMBRE

COSTA

SABATO 20 NOVEMBRE

PRIGIOTTI

DOMENICA 21 NOVEMBRE

S.ANNA

LUNEDI’ 22 NOVEMBRE

COSTA

MARTEDI’ 23 NOVEMBRE

EUROPA

MERCOLEDI’ 24 NOVEMBRE

PRIGIOTTI

GIOVEDI’ 25 NOVEMBRE

S.ANNA

(2006)

Quando un virus sconosciuto comincia a mietere vittime negli Stati Uniti, l’agente segreto Jon Smith entra in azione per rintracciare la fonte del contagio ed isolarla in modo da impedire la morte di milioni di persone. Sarà una corsa affannosa contro il tempo che porterà Smith ad indagare ai vertici del potere e a scoprire verità inimmaginabili… Regia di Mick Jackson. Con Stephen Dorff, Mira Sorvino, Blair Underwood, Sophia Myles.

ANNO I - N° 205 - SABATO 20 NOVEMBRE 2010


SPORT CALCIO SERIE B

Al Matusa arriva la matricola terribile Pescara: i canarini obbligati a vincere per risalire

Frosinone, servono i tre punti Carboni recupera Grippo per la panca , Lodi regista al fianco di Cariello e Bottone FROSINONE - I canarini scenderanno quest’oggi in campo con un solo obiettivo: quello di vincere per gettarsi alle spalle le tre sconfittew consecutive che hanno vanificato il buon lavoro ed il bottino di punti ottenuto nelle prime giornate. La classifica è sempre più corta e contro un avversario diretto per la salvezza come il pescara, che finora ha ben figurato in questeo primo quarto di campionato, non basta solo la prestazione: servono i punti che consentirebbero a Sicignano e compagni di scrollarsi di dosso le recenti paure. Da sfuttare a pieno il fattore matusa, evitando le disattenzioni che hanno spianato la strada alle ultime battute d’arresto. Ieri si è svolta la classica seduta di rifinitura pomeridiana

16^ GIORNATA Ascoli - Varese Atalanta - Crotone Cittadella - Piacenza Frosinone - Pescara Grosseto - Albinoleffe Livorno - Empoli Portogruaro - Siena Sassuolo - Triestina Torino - Modena Vicenza - Padova Novara - Reggina(lunedì) per la truppa di mister Carboni. Lontano da occhi indiscreti, con le porte del Cassaleno rimaste chiuse per l'intera seduta, il tec-

nico di Arezzo ha fatto sostenere ai suoi un'ora di lavoro prettamente tattico, con prove di soluzioni difensive e offensive. Al termine della seduta il tecnico canarino ha diramato la lista dei 22 convocati: tornano in lista Grippo, Scarlato e Di Carmine, fuori la scorsa settimana a causa di malanni, mentre restano a casa Biso per lombosciatalgia e Stellone per i soliti problemi muscolari. Questo l’elenco dei 22 convocati:Portieri: Frattali, Sicignano; Difensori: Ben Djemia, Bocchetti, Cattachini, Guidi, Faccioli, Scarlato, Terranova; Centrocampisti: Basso, Bottone, Cariello, Di Tacchio, Grippo, Gucher, Lodi, Sansone; Attaccanti: Aurelio, Calil, Di Carmine, Santoruvo, Tavares. Per quanto riguarda il modulo

al quale si affiderà carboni, tutto lascia pensare che si vada verso la conferma di Francesco Lodi nel ruolo di regista, così come capitato lo scorso sabato a Padova. Carboni sembra orientato a riproporre l’esperimento (riuscito) di una settimana fa, quando accentrò Lodi assegnando al suo giocatore di maggior talento i compiti del playmaker. Questa soluzione dunque ha fornito delle risposte incoraggianti e allora proprio per questo motivo anche contro il Pescara si rivedrà il Lodi regista dell’ultima trasferta. L’accentramento di Lodi libera un posto sulla fascia destra che verrà occupato da uno tra Aurelio o Basso. Il primo appare in leggero vantaggio sul compagno. Il resto della formazione è praticamente

deciso, con Guidi che rientrerà in di al posto di Ben Djemia e Sansone che sarà ancora l’esterno di sinistra pronto ad aiutare Santoruvo in attacco. E allora il probabile undici antiPescara sembra essere il seguente: Sicignano tra i pali; linea difensiva composta da Catacchini, Terranova, Guidi e Bocchetti; a centrocampo largo a Aurelio (o Basso), Lodi, Bottone, Cariello e Sansone; in attacco confermato ovviamente Santoruvo. Naturalmente, come detto prima, Sansone sarà tra tutti i centrocampisti quello che più di frequente avanzerà il proprio raggio d’azione e allora in questo caso il modulo tattico diventerà un 4-4-2 classico con Lodi e Bottone centrali e Aurelio (o Basso) e Cariello esterni.

SOTTO A CHI TOCCA

Il Pescara di Di Francesco è una squadra in salute reduce dal passo falso interno con l’Ascoli di Castori Il Pescara occupa attualmente l’undicesimo posto in classifica con diciannove punti, frutto di cinque vittorie e quattro pareggi. La formazione biancoazzurra ha mostrato una buona solidità sia nelle gare interne che in quelle esterne riuscendo sempre ad affrontare il proprio avversario senza farsi condizionare dal fattore campo conquistando undici punti in casa e otto punti in trasferta (con una gara in meno). LA SQUADRA – La dirigenza ha operato in maniera oculata sul mercato puntellando l’organico protagonista della promozione nella scorsa stagione.Tra i pali confermato l’esperto Pinna così come il suo secondo Bartoletti. Il reparto difensivo conta sull’esperienza dell’ex Piacenza Olivi e dell’ex Grosseto Mengoni che avranno il compito di far maturare i giovani Alcibiade, giunto in prestito dalla Juventus, e

Sembrioni, cresciuto nel vivaio del Delfino. Sulla fascia destra di difesa spazio a Zanon, all’ex canarino Del Prete, a D’Alterio e all’ex Ascoli Aquilanti, mentre per la corsia sinistra oltre alle conferme di Petterini, Vitale e del giovanissimo Capuano ecco il nazionale Under 21 Mazzotta, prelevato in prestito dal Lecce. Il centrocampo può contare su elementi ottimi per la categoria quali l’ex Brescia Tognozzi, l’esperto Camorani, il classe ’83 Cascione, ingaggiato in estate dalla Reggina, e l’ex Atalanta Ariatti, autentico lusso per il campionato cadetto. Il parco centrocampisti comprende anche alcuni elementi di prospettiva come l’ex Mantova Nicco, il prodotto del vivaio biancoazzurro Zappacosta, il rumeno Stoian ed il talentuoso Verratti, cercato anche da diversi club della massima serie e pronto alla definitiva consacrazione nel calcio che conta.

Sulle corsie laterali mister Di Francesco può contare sulla qualità degli ex sampdoriani Bonanni e Soddimo, sull’ex Grosseto Gessa e sul confermato Carboni. L’attacco punta forte sul bomber Sansovini e sul jolly offensivo Ganci, pronti a subentrare il centravanti Maniero, ingaggiato dalla Juventus, ed il giovane Marinelli. IL TECNICO – Eusebio Di Francesco è stato per anni una bandiera del Piacenza e della Roma vincendo con la formazione capitolina lo scudetto nella stagione 2000/01. Appesi gli scarpini al chiodo nel 2005, assume l’incarico di team manager nella Roma. Successivamente tenta la carriera da direttore sportivo nella Val di Sangro in Seconda Divisione, ma dopo pochi mesi termina il suo rapporto con la società di Atessa.A questo punto Di Francesco decide di intraprendere la carriera da allena-

Colpo Albinoleffe Preso Mingazzini

La classifica del torneo cadetto

Come annunciato da TMW in mattinata, colpo dell'Albinoleffe che si assicura le prestazioni di Nicola Mingazzini, centrocampista ex Bologna e attualmente svincolato. Il giocatore ha sottoscritto un contratto che durerà fino a giugno 2011, con un'opzione per un altro anno. Gran colpo per la compagine di Emiliano Mondonico

Questa la classifica del campionato di serie B alla vigilia della sedicesima giornata: Novara 33, Siena e Reggina 28; Atalanta 27, Empoli 25; Padova 24, Crotone e Varese 22; Livorno e Torino 21; Pescara e Modena 19; Vicenza, Triestina e Frosinone 16; Piecenza, Cittadella e Albinoleffe 15; Ascoli(-3), Grosseto e Portogruaro 14; Sassuolo 12.

tore accettando l’incarico del Lanciano in Prima Divisione nel 2008. La squadra, tuttavia, non riesce ad esprimersi al meglio e nel gennaio 2009 il tecnico pescarese viene esonerato. Nel settembre 2009 viene ingaggiato come direttore tecnico dal Pescara ed il 12 gennaio 2010 ha la grande occasione per mostrare le sue qualità di allenatore subentrando all’esonerato Cuccureddu. In pochi mesi risolleva le sorti della squadra conducendola alla promozione in Serie B dopo la lotteria dei play-off e guadagnandosi il prolungamento del proprio contratto per altri due anni.

5 ANNO I - N° 205 SABATO 20 NOVEmBRE 2010


lagazzettacassino201110a  

IL TAPIRO DEL GIORNO A CARTIERA DI CASSINO L’OSCAR DEL GIORNO AL MUSEO ARCHEOLOGICO ANNO I - N° 205 - SABATO 20 NOvemBre 2010 - DISTrIBuzION...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you