Issuu on Google+

Parcheggi a pagamento Urbania se ne va

Rapine alle farmacie Sgominata la banda

CASSINO - Il Consorzio Urbania gestirà il servizio dei parcheggi a pagamento fino al prossimo 30 luglio. Dopo tale termine, infatti, subentrerà la ditta che vincerà la nuova gara di appalto indetta dal Comune. Lo ha assicurato ieri il sindaco di Cassino, Bruno Scittarelli, alle organizzazioni sindacali che chiedevano garanzie per i 35 ausiliari dle traffico. PAG.6

PONTECORVO - Sono stati arrestati ieri all’alba dai carabinieri della Compagnia di Pontecorvo i responsabili delle rapine messe a segno nei mesi scorsi nel Cassinate. L’ultimo episodio a Pontecorvo lo scorso 14 gennaio presso un farmacia. Seguivano sempre lo stesso modus operandi. La base a Piedimonte San Germano dove i militari dell’Arma di Pontecorvo hanno trovato un arsenale. PAG. 8

ANNO I - N° 93 SAbATO 19 GIUGNO 2010 DISTRIbUzIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’editoriale

I DUE ALLEATI

Il vero volto di Abbruzzese Mario Abbruzzese come la società di mutuo soccorso. Da giorni, infatti, il presidente del Consiglio regionale del Lazio, sta facendo la questua tra gli imprenditori di Cassino per aiutare l’amico Peppino Ciarrapico ed i suoi quotidiani. L’intenzione, infatti, è quella di creare una cordata che possa salvare il gruppo del Ciarra che ormai naviga in acque tempestose. In cambio il senatore gli offre pubblicità gratis sul suo giornale, raccontando anche il falso: come ad esempio che l’impianto di smaltimento dell’amianto a Villa Santa Lucia non si farà. Perché Abbruzzese, che si fregia del titolo di onorevole anche se onorevole non è, sta facendo tutto questo? E’ incappato anche lui nella rete dei ricatti di Peppino che ha costruito un’azienda con questo modo di fare? Sono gli stessi ricatti-accordi siglati con il costruttore molisano Patriciello, fatti di contratti milionari, appalti e sponsorizzazioni per la campagna elettorale? Sono domande, legittime, che poniamo. E le giriamo anche ai colleghi di Abbruzzese del Consiglio regionale nella cui rassegna stampa figura anche “La “Gazzetta Cassino”, così potranno farsi un’idea di chi è il loro presidente.

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALI OTTO MAZZOLATORI Chiediamo scusa ai nostri lettori perché rischiamo di diventare ripetitivi, ma ancora una volta ci riferiamo agli otto congilieri comunale esponenti del Pdl che ora si sono anche improvvisati mazzolatori. Non hanno gradito, infatti, gli articoli di questi giorni in cui erano protagonisti assoluti ed allora ieri ci hanno minacciato di botte.Il nostro editore,appurata la notizia, si è improvvisamente recato qui a Cassino da quel di Campobasso ,facendo sapere loro che dalle 8 di mattina fino alle 17 era in redazione ad attenderli. Peccato però,che nessuno si sia fatto vedere. Quantomeno avremmo potuto parlarne. Da oggi, comunque, vi garantiamo che non parleremo più di voi, e non perché abbiamo paura di essere picchiati,ma perché vi stiamo facendo una pubblicità gratuita che non meritate. Di rimbalzo , invece, sveleremo ai nostri lettori i segreti del vostro puparo .

L’OSCAR DEL GIORNO A GABRIELE PICANO Nella veste di assessore provinciale è stato lui l’ideatore dei pullman gratis da mettere a disposizione il sabato sera per tutti i ragazzi che vogliono andare a ballare presso le discoteche del pontino. Si tratta, infatti, di un progetto che l’Amministrazione Iannarilli ha accolto e promosso proprio per evitare le stragi del sabato sera. Ci scusiamo, pertanto, con l’assessore Picano per aver attribuito l’iniziativa ad altri i quali, pur di farsi pubblicità, non si sono preoccupoati di avvisarci che non erano stati loro i soggetti di questo progetto.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione Abrogazione Comunità montane La Regione: “Avanti tutta” La proposta di legge, sottoscritta dal gruppo“Lista-Polverini”, è stata presentata ieri mattina nella conferenza stampa che si è tenuta nella sala Etrusca del Consiglio regionale ROMA - Abrogazione delle Comunità montane: la Regione Lazio va avanti su questa linea. La proposta di legge, sottoscritta dal gruppo “Lista-Polverini”, è stata presentata ieri mattina nella conferenza stampa che si è tenuta nella sala Etrusca del Consiglio regionale. Sono 22 gli enti che dovrebbero saltare, con un rispar-

mio di circa 10 milioni di euro l’anno. A salvarsi sarebbe solo quella dell’Arcipelago delle isole Ponziane («Poiché è una risorsa», si dirà durante il meeting). Ad aprire i lavori il consigliere Angelo Miele. «La nostra proposta – dice– è in linea con la volontà della presidente Polverini di ri-

durre le spese. Le Comunità non rispondono più alle funzioni originarie. Spesso comprendono comuni non montani e questo snatura lo scopo per cui erano nate. Per questo abbiamo deciso di risolvere definitivamente la q u e s t i o n e » . Per arrivare a ciò non si userà solo il bastone, ma anche la carota.

«Insieme alla giunta – sottolinea – incontreremo tutti i rappresentanti delle Comunità montane». E aggiunge: «Con il risparmio derivante dai tagli potremmo costruire nuovi asili nido sparsi su tutto il territorio regionale». Ma a quanto ammontano i costi delle Comunità laziali? Secondo i dati Istat, queste, nel 2004 avrebbero speso un totale di quasi 39 milioni e mezzo di euro. «Per la maggior parte sono destinate alla

spese correnti, cioè a quelle per il personale, le strutture e gli amministratori», precisa l’assessore agli Enti locali, Pino Cangemi. «Possiamo ridurre le spese di queste amministrazioni distribuendo le loro funzioni ai Comuni e alle Unioni dei Comuni. Perché non ha senso tenere in piedi Comunità come quella dei Castelli romani». E che fine faranno i 108 dipendenti a tempo indeterminato, più tutti quelli con contratti atipici? Semplice. Potrebbero essere riassorbiti dai Comuni. Inoltre – sempre secondo l’assessore – anche i Comuni al di sotto dei mille abitanti «potrebbero associarsi in modo da ottimizzare il lavoro. Dato che su 378 Comuni 254 sono sotto i 5mila abitanti e 60 addirittura sotto i 1.500». Dello stesso avviso il capogruppo Enzo di Stefano: «Questa legge – afferma – deve essere sottoposta ad un confronto con gli interessati. Il suo obiettivo è la risoluzione dei problemi. Sono d’accordo a trasferire le funzioni delle Comunità ai Comuni. Per quanto riguarda i dipendenti, essi potranno essere una risorsa per questi enti locali». Per Chiara Colosimo, consigliera del Pdl, «le Comunità sono enti di secondo grado i cui membri vengono nominati dai rispettivi consigli comunali, per questo bisogna eliminare gli sprechi della politica. Esse dovevano sopperire alle difficoltà dei piccoli comuni, ma troppo spesso sono state luoghi di sperpero di denaro pubblico».

Infine, la proposta di legge sarà uno dei punti all’ordine del giorno del primo Consiglio regionale.

L’opposizione darà battaglia o voterà insieme alla maggioranza? Non resta che attendere.

Il Pdl: “Sosterremo con convinzione la proposta della Lista-Polverini” ROMA - A sostenere l’iniziativa della Lista Polverini c’è anche il gruppo consiliare del Popolo della libertà. «Condividiamo – si legge in una nota a firma di Carlo de Romanis, vice capogruppo del partito di Berlusconi – le posizioni della presidente Polverini e dell’assessore Cangemi sulla soppressione delle Comunità montane laziali, in quanto essa rientrerebbe negli

2 ANNO I - N° 93 sAbAtO 19 gIugNO 2010

Controlli antidroga per gli autisti ROMA - ''Controlli antidroga e antialcool a Roma per i conducenti dei mezzi dell'Atac, tassisti e vetturini dei calessi''. Questa la direttiva emanata dal Consiglio comunale di Roma Roberto Soldà :“Di certo si tratta di un passo avanti verso un miglioramento auspicabile del servizio, tuttavia va considerato che questo regolamento viene promulgato contemporaneamente alla notizia che presto i biglietti di metro, tram e bus subiranno un aumento del 50%”.

obiettivi di eliminazione degli enti inutili e di risparmio della spesa pubblica». Il Pdl insomma sostiene la proposta di legge della Lista Polverini che è stata presentata ieri mattina alla stampa. «In particolar modocontinua la nota – perché riprende il testo presentato dai gruppi di Forza Italia e Alleanza nazionale nella scorsa legislatura».Comunque, anche De Romanis

è convinto della linea del dialogo. «Il testo – sottolinea – dovrà però essere elaborato con i dati aggiornati e con un confronto con l’Unione nazionale comunità enti montani sulla ricollocazione dei dipendenti delle stesse Comunità». E conclude: «Un lavoro che l’assessore Cangemi saprà svolgere ampiamente e che la maggioranza in Consiglio sosterrà certamente».

Riciclaggio auto di lusso, un arresto APRILIA - Il titolare di un'officina, in cui venivano portate auto di grossa cilindrata per essere contraffatte è stato arrestato dalla polizia per ricettazione e riciclaggio. Il figlio dell'uomo è invece stato denunciato in stato di libertà. Il commissariato Tor Carbone con la squadra di polizia giudiziaria del distaccamento polizia stradale di Aprilia, hanno individuato proprio in città un'officina dove sono state rinvenute e sequestrate numerose autovetture di grossa cilindrata.


provincia Iannarilli scrive ad Acea Ato 5 per riaprire il tavolo delle trattative Dopo la disponibilità dell’azienda a ricapitalizzare,un futuro meno oscuro per la vicenda acqua FROSINONE - Il presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, ha inviato in

queste ore una lettera all’Acea Ato5 Spa per verificare la possibilità di riaprire un tavolo di conciliazione in seguito al mandato ricevuto all’uopo dalla Consulta d’Ambito dell’A.T.O 5. “Nel verbale dell’11 giugno scorso – scrive Iannarilli – la Consulta ha conferito mandato a questa Presidenza di convocare, facendo seguito anche alla disponibilità da Voi manifestata per le vie brevi, il tavolo di conciliazione con la Vs società, teso a verificare, in tale sede ed unitamente ai rappresentanti della Consulta d’Ambito “la disponibilità della Società

alla ricapitalizzazione” e a “definire la gestione relativamente alle annualità 2003-2010, rideterminando, entro il 31/12”2010, il nuovo Piano d’Ambito”. Nella lettera il Presidente Iannarilli, in forza del mandato conferitogli dalla Consulta d’Ambito, rappresenta, nel caso che Acea persista nell’intenzione di sottoporre le vicende afferenti la gestione, relativamente alle annualità 2003-2010 ad un Collegio di Conciliazione, la disponibilità a verificare le ipotesi conciliative, senza che ciò possa comunque implicare “rinuncia,

acquiescenza o riconoscimento alcuni”. In ballo ci sono molte questioni: in primo luogo la tariffa, attualmente a 0,94 euro al mc. L’Acea chiede l’adeguamento a 1,27, però con un cavilli, non intervenire sugli impianti e non pagare gli oneri concessori ai comuni, che vantano anche crediti arretrati. Questa comunque dovrebbe rappresentare una soluzione interlocutoria, in quanto si tratta di una soluzione tampone per continuare a campare per questo anno. L’Acea poi chiede di arrivare ad una tariffa intorno a 1,50 euro al

mc, un prezzo stavolta congruo per la gestione del ciclo dell’acqua secondo l’azienda. Questa posizione naturalmente si scontra con le richieste dei comuni e soprattutto con le esigenze dei cittadini, sui quali, attraverso la bolletta, ricadrebbero tutti gli oneri della gestione. Senza tenere conto, che se l’azienda fuggisse dalla Provincia di Frosinone, si aprirebbe anche la vertenza dei lavoratori impiegati nell’Acea Ato 5, quindi al fine di evitare tutti questi disagi, sarebbe il caso che il tavolo di conciliazione, arrivasse ad un reale e concreto accordo.

Che destino avranno i pagamenti Provincia e comune di Sora Sinergia per completare delle borse lavoro del 2009? FROSINONE – In tutto questo baillame sulla formazione, rendicontazione corsi, soldi che rischiano di essere persi, non si parla di un altro fondamentale problema. Quando saranno pagati i ragazzi che nel 2009 hanno partecipato al progetto delle Borse lavoro? Ci si sta dimenticando di loro. Noi vogliamo tenere desta l’attenzione su un problema che non avrà in ballo cifre notevolissime, ma che comunque attiene alla dignità delle persone. Inaftti, 400 circa ragazzi, tra borsisti e tutor, per quattro mesi, lo scorso anno, giornalmente, hanno svolto la loro prestazione

lavorativa, credendo che a conclusione del progetto, come di solito, accade, fatti salvi i tempi tecnici delle rendicontazioni e controlli vari, per la fine dell’anno massimo, dicembre 2009, avrebbero ricevuto il sacrosanto compenso. Certo non una cifra che ti cambia la vita, scarsi duemila euro, ma che per ragazzi disoccupati, comunque rappresnta un bel gruzzolo. Ebbene, a quasi nove mesi dalla conclusione del progetto, di questo compenso, non solo non si è avuto niente, ma addirittura non se ne parla proprio. Le ultime notizie parlavano di liquidazione in concomitanza con l’approvazione del bilancio, giugno 2010. Ad oggi però il bilancio della provincia ancora non è stato approvato, quindi niente denari per i borsisti. La situazione è ormai sempre più confusa e a rimetterci come al solito sono i più deboli, i ragazzi, per i quali vale il detto in voga nelle nostre latitudini, “cornuti e mazziati”. Ossia hanno lavorato e non sono stati pagati. Anche in questo caso, ci si augura una soluzione positiva ed amichevole, senza che i ragazzi siano costretti ad adire per vie legali. Sarebbe una ulteriore beffa, in quanto i soldi del compenso Borse lavoro, se ne andrebbe tutto per pagare l’avvocato.

l’auditorium del Baronio

FROSINONE – Un’azione sinergica tra il comune di Sora e la Provincia di Frosinone per una gestione condivisa dell’Istituto tecnico “Baronio” e per il completamento dell’auditorium. In questo modo la città potrà finalmente riproporre rappresentazioni teatrali, concerti e la famosa sfilata delle mascherine, evento per eccellenza dello storico canevale sorano. Il tutto grazie all’accordo stipulato tra l’assessore comunale alla cultura Bruno La Pietra e quello provinciale alla pubblica istruzione, Gainluca Quadrini. Commentano i due assessori: Con l’impegno diretto del sindaco Casinelli a destinare dal bilancio comunale una somma per l’acquisto

Concerti conclusivi delle masterclass per cantanti lirici FROSINONE – Un fine settimana in musica tra Frosinone e Alatri. Il 18 giugno, presso il Salone del Palazzo dell’Amministrazione Provinciale e oggi, 19 Giugno, alle ore 21.00, presso il cortile del Palazzo Conti Gentili di Alatri, si terranno i concerti di fine master class, il corso di canto curato dal Maestro Donato Di Stefano, cantante d’Opera di fama internazionale, di origine ciociara. L’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone ha organizzato il corso in collaborazione con l’Associazione culturale CI.MUS. (Ciociaria Musicale). Si è trattato di

4 ANNO I - N° 93 sAbAtO 19 gIugNO 2010

un progetto di formazione e qualificazione di alto livello della figura del cantante lirico attraverso un percorso formativo di elevata qualità artistica e flessibilità d’impiego in ambito operistico. Il corso ha avuto sede nella città di Alatri presso la Biblioteca Comunale. Il Comune di Alatri, con la collaborazione dell’ Assessore alla Cultura , dott. Giulio Rossi, ha partecipato allo svolgimento del master class. L’iniziativa è stata rivolta a giovani artisti di tutto il mondo che desiderano formarsi o proseguire lo studio della musica lirica. Il laboratorio, si è svolto nell’arco di

due settimane. Hanno partecipato, tra gli altri, giovani artisti dell’Accademia di Placido Domingo, di Washington. Per gli allievi stranieri è stato inserito lo studio della lingua e dizione italiana che è la base del Melodramma. Il Maestro Donato Di Stefano, peraltro direttore artistico dell’Associazione, a seguito di audizioni da lui stesso tenute, ha ammesso, con la concessione da parte dell’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone una borsa di studio, ad un meritevole giovane cantante lirico del nostro territorio. Alla consegna saranno

Protocollo tra Confindustria, piccole imprese e i notai FROSINONE – Firmato un protocollo d’intesa tra Confindustria, il Comitato permanente per la piccola indistria e il Consiglio notarile di Frosinone Cassino. Obiettivo del protocollo: individuare soluzioni che favoriscano tutte le iniziative utili a massimizzare il sostegno alle piccole e medie imprese.Presenti alla fima, Marcello Pigliacelli per Confindustria, Davide Papa per il Comitato delle piccole e medie imprese e i notai, Rita Maria Caterina Doleatti e Filomena Catanese.

presenti il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli e l’ Assessore alla Cultura , Antonio Abbate.

delle sedie, si è concretizzata di fatto l’ipotesi programmatica che evidenzia la necessità e l’importanza di dotare la città di Sora di un luogo di fruizione culturale. Il nuovo auditorium, che è stato collocato giustamente in posizione baricentrica rispetto alla città e in un contesto senz’altro più proponibile che non quello dov’era ubicato l’ex Capitol, potrà finalmente svolgere l’importante funzione di palcoscenico per nuove proposte culturali e di aggregazione per le tante realtà associative della città che hanno bisogno di spazi dove potersi esercitare e strutturare le performances espressive. In fase di definizione la convenzione tra l’amministrazione provinciale e il comune di Sora che consentirà un utilizzo corretto e più esteso possibile di una struttura dotata di platea e galleria, con camerini, pedana e impianti audio e che attualmente necessita solo delle sedie”.

Frosinone bocciata sulle imprese FROSINONE – Dopo la pubblicazione che colloca la provincia di Frosinone all’ultimo posto nel Lazio e all’ottantesimo in Italia, nella qualità della vita delle imprese, ecco il commento di Augusto Cestra, presidente di Confartigianato Frosinone: “Tutte cose che diciamo da tempo – sostiene Cestra – e per le quali Confartigianato cerca soluzioni stando vicino alle imprese. L’obiettivo è snellire i processi burocratici”.


provincia “Intervenire sulla formazione serve a non perdere altri fondi” FROSINONE – Cerca di fugare tutti i dubbi in merito alle polemiche sul pastrocchio dell’Agenzia di formazione il presidente Iannarilli. Infatti, l’onorevole di Alatri sostiene che non ci sarebbero ulteriori eswborsi per la verifica dei conti, ma che l’azione è necessaria a non perdere ulteriori fondi per il settore formazione: “La delibera approvata dalla Giunta provinciale sulle certificazione delle spese dell’Agenzia di Formazione nell’ultima seduta è molto chiara ed è indispensabile. Se poi, visti alcuni articoli e alcune dichiarazioni uscite sulla stampa, c’è qualcuno che non la capisce io certamente non mi posso sostituire a madre natura. Noi non abbiamo stanziato 150mila euro per fare nuove verifiche sui conti dell’Agenzia, abbiamo

dovuto correre ai ripari, e realizzare un lavoro extra per realizzare e fornire giuste rendicontazioni per il periodo 2 0 0 0 2006, ed evitare di perdere non decine di milioni di euro ma, per la p r e c i s i o n e , 15milioni di euro. Abbiamo più volte detto che i conti dell’Agenzia di Formazione che abbiamo ereditato erano pieni di problemi e la dimostrazione di quanto dicevamo è sotto gli occhi di tutti. Noi

siamo costretti a spendere dei soldi ora per evitare danni ben maggiori. E’ evidente che avremmo preferito risparmiare questi soldi ma la situazione che ci hanno lasciato è tale che siamo costretti ad adottare i provvedimenti che sono chiaramente e lucidamente, con estrema trasparenza ed evidente competenza, espressi nella delibera di Giunta provinciale n.183/2010. In sostanza abbiamo studiato noi come fare a venire fuori da un problema che hanno creato altri. Questa delibera serve ad evitare ulteriori perdite di denaro, se c’è qualcuno che invece pensa che sarebbe meglio perderli questi soldi non so proprio cosa farci, noi siamo qui per fare gli interessi della cittadinanza e li stiamo facendo”. Al di là

Il presidente della Provincia chiarisce i termini della delibera per certificare le spese dell’Agenzia

Il comitato di cittadini contro gli sprechi nel territorio FROSINONE - Il “COMITATO CITTADINI” sta preparando un esposto da inviare alla Corte dei Conti a denuncia del mancato utilizzo della struttura Ecoalbergo in località Porciano a due passi dal Lago di Canterno finanziata con i soldi pubblici e mai utilizzata. Successivamente il “COMITATO CITTADINI” non appena i legali saranno pronti, invierà un altro esposto sempre alla Corte dei Conti per capire il mancato utilizzo di tutte le strutture lungo l'ex ferrovia delle vicinali. "Stiamo preparando un dossier da inviare alla Procura della Repubblica - scrivono i responsabili del Comitato in una nota - su tutti gli sprechi della Provincia di Frosinone e per questo chiediamo ai cittadini di inviarci le segnalazioni alla nostra email com.cittadini@libero.it - garantiamo l'anonimato - i nostri legali valuteranno la fondatezza delle informazioni".

I progetti da rendicontare dal 2000 al 2006 sono 24 per centinaia di corsi

Avviso pubblico per la commissione d’esame per accompagnatore turistico FROSINONE – Scade il prossimo 7 luglio l’avviso pubblico per la selezione di docenti esperti per la costituzione di una commissione d’esame per l’acquisizione dell’attestato di abilitazione all’esercizio della professione di accompagnatore turistico Saranno tenuti in particolare considerazione i titoli di studio e l’esperienza di lavoro in ambito turistico. La Commissione per Accompagnatore Turistico sarà composta da un Docente di Geografia; un

Esperto di Tecnica del Turismo; un Esperto di Disciplina delle Comunicazioni e dei Trasporti;un Esperto in Nozioni sulla Legislazione Valutaria e Doganale; un Docente di Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Cinese, Giapponese, Russo, Arabo, Polacco, Serbo, Svedese, Portoghese e Bulgaro. La Commissione sarà costituita con Determinazione del Dirigente del Settore Attività Culturali, Politiche Giovanili,Turismo, Sport e Spettacolo della Provincia di

delle dichiarazioni di una parte e dell’altra una cosa è certa: bisogna fare in modo di riavviare il settore della formazione professionale in provincia di Frosinone. Lo chiedono gli enti accreditati, lo chiedono le aziende, lo chiedono coloro che vedono nell’apprendimento di conoscenze ulteriori la possibilità di avere più occasioni di lavoro. Dunque, uno sforzo è necessario. Uno sforzo, scevro da qualsiasi ricaduta di parte, ma che vada a incidere sulla crescita di questo disastrato territorio.

Frosinone. Ai Commissari chiamati a far parte delle commissioni spetterà un gettone di presenza, pari a €. 103,29 lordi per seduta, più eventuali rimborsi spese se dovuti. I docenti di lingua straniera parteciperanno alle sole prove orali. Modalità, condizioni ed ulteriori informazioni potranno essere richieste, ai seguenti numeri telefonici 0775. 219274-75 e di fax 0775.219383 o tramite posta elettronica all’indirizzo “dirittostudio@upiprovfr.191.it”.

FROSINONE – Una nota a margine della dichiarazione del presidente Iannarilli sulla rendicontazione dei corsi di formazione arriva direttamente da palazzo Gramsci. La struttura e gli Uffici della Provincia di Frosinone dovranno sobbarcarsi di un enorme lavoro di rendicontazione per evitare la restitu-

zione di circa 15milioni di euro impiegati nei corsi di formazione e non in regola con le rendicontazioni negli anni precedenti che vanno dal 2000 al 2006. Si tratta, infatti, di 24 progetti per un ammontare di circa 400 corsi che devono essere rendicontati tutti in una volta e con tempi strettissimi.


cassino Strisce blu, Urbania lascia a fine luglio Il Comune sta preparando il nuovo bando per la gara d’appalto. I sindacati chiedono garanzie CASSINO - Il consorzio Urbania gestirà il servizio dei parcheggi a pagamento a Cassino fino al prossimo 30 luglio. Poi subentrerà la ditta che si aggiudicherà la nuova gara d’appalto indetta dal Comune. Lo ha comunicato il sindaco Scittarelli alle

organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil che avevano chiesto un incontro per avere garanzie occupazionali per i 35 ausiliari del traffico. Alla riunione erano presenti anche i consiglieri comunali Annalisa D’Aguanno, Nicola Giangrande, Nicola Grossi e Salvatore Secondino e i lavoratori di Urbania e i rappresentanti sindacali di categoria (Alfredo Cocorocchio, Arcangelo Longo, Salvatore Ascione, Francesco Giangrande). Il sindaco ha confermato che la società intende lasciare la gestione del servizio ma che, al tempo stesso, lo assicurerà sino a quando non sarà espletata la nuova gara di appalto. Scittarelli, sollecitato in tal senso dagli stessi ausiliari del traffico, ha assicurato che nel disciplinare di gara per l’affidamento del servizio sarà tenuta in considerazione la possibilità di “tutelare i lavoratori che attualmente prestano servizio con Urbania”. Adesso i sindacati intendono definire con Urbania, in un prossimo incontro, la procedura di mobilità degli ausiliari del traffico. Urbania aveva chiesto per rimanere l’ampliamento dei posti auto dopo la riduzione forzata di una cinquantina di stalli sollecitati dalla polizia stradale perché situati a meno di cinque metri dagli incroci stradali. Il comune, però, non aveva risposto positivamente a questa richiesta e così la ditta ha deciso di lasciare. Poi è ancora in corso l’inchiesta giudiziaria sulla regolarità dei parcometri a seguito di una segnalazione di un’associazione di consumatori con quattro dirigenti di Urbania indagati. Le macchinette, al momento dell’avvio dell’inchiesta, non erano a norma in quanto non collegate con i computer del comando dei vigili urbani per la verifica degli incassi quotidiani e perché nei giorni festivi erano funzionanti nonostante il blocco del servizio.

Mostra al teatro Manzoni

A San Bartolomeo

“Il viaggio fotografico” di Mariangela Forcina

Acqua pubblica Banchetti per le firme

CASSINO - “Un viaggio” è il titolo del reportage fotografico di Mariangela Forcina realizzato nel Vietnam e che ora espone quegli scatti nella hall del teatro Manzoni di Cassino. La mostra fotografica, che è stata organizzata dalla Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni affari), resterà aperta fino a questa sera ma ha già avuto un successo di riscontri da parte dei visitatori. La presidente della Fidapa Claudia Iannarelli ha evidenziato la bravura artistica di Mariangela Forcina sempre alla ricerca di una immagine esclusiva e particolare. E fanno testo le tante foto scattate in varie parti del mondo e in particolare in Asia e in Africa. Il suo scrittore preferito è l’americano Jack Kerouac e una sua frase campeggia sulla locandina della mostra che recita:”Tutti eravamo felici, ci rendevamo conto che stavamo abbandonando dietro di noi la confusione e le sciocchezze e compiendo la nostra unica e nobile funzione nel tempo, andare”. Nel suo “viaggio” Forcina offre una visione del mondo asiatico, o meglio di Thailandia, Laos e Vietnam, attraverso gli scatti di una macchina fotografica gestita con professionalità e ricercatezza. Sono 33 fotografie di grande livello artistico selezionate fra le migliaia scattate nelle terre asiatiche. Sono immagini accompagnate da versi e frasi dello scrittore americano Jack Kerouac, il principale esponente della “beat generation”, il movimento culturale da lui creato tra gli anni ’50-’60. E sui pannelli le citazioni di Kerouac dal libro “Sulla strada”. Lo stile è quello del grande romanzo americano: ricche descrizioni, visioni di paesaggi desolati e senso di libertà del viaggio. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione Mariangela ha deciso di studiare la fotografia in maniera più approfondita, dopo l’iniziale curiosità, frequentando la Scuola romana di fotografia. “La mia esigenza di fotografarescrive sul suo sito – nasce da un istinto di poter dare alle cose che vedo un particolare punto di vista, il quale, molto spesso si basa sulla capacità di cogliere un solo dettaglio dell’immagine generale che può avere maggiore valenza della somma totale delle singole parti.”

CASSINO -Prosegue la raccolta firme per l'acqua pubblica a Cassino. Domenica 20 giugno, i banchetti faranno tappa al quartiere San Bartolomeo: dalle 9:30 alle 12:30 davanti la chiesa. Martedì 15 giugno 2010 il comitato pro referendum acqua pubblica Cassino ha incontrato presso l'ex campo boario di Cassino il Comitato San Bartolomeo, in particolare Gaetano Del Greco, Giovanni Palazzo e Leucio D'agostino. Il comitato condivide le motivazioni e gli obiettivi della campagna referendaria certi di favorire gli interessi del quartiere periferico di Cassino, ancora servito dall'acquedotto comunale ma che con il cambio di gestore vedrebbe gli stessi effetti degli altri quartieri dove il gestore ACEA ATO 5 ha raddoppiato le tariffe. Pertanto il comitato San Bartolomeo e il comitato acqua pubblica Cassino invitano tutti i cittadini di San Bartolomeo a firmare nei banchetti appositamente allestiti domenica 20 giugno.

6 ANNO I - N° 93 sAbAtO 19 gIugNO 2010

In autobus al Fortino di Sperlonga CAS S I NO - D i v erti rsi i n si cu rez z a. Q u e sto l ’o b i e tti v o del l ’i n i z i ati v a v ara ta d a l l ’a s so ci a z i on e cu l tu ral e Si m patia e dal suo presidente Antonio De Ro s a p e r sa b a to 1 9 gi u gn o. D u e pu l l ma n p a r ti ra n n o r i spetti v am en te da Cassino e da Sora alla volta della miti c a d i s co te c a “I l For ti n o” di Sperlonga.

CRISI /COMUNE

Scittarelli: ”Intendo portare a termine la consigliatura” CASSINO - “Non ho mai pensato a dimettermi perché non sono io la causa della crisi, sono ben altri e ben altre le motivazioni”. Il sindaco di Cassino Bruno Scittarelli è perentorio nel respingere tale ipotesi e precisa:”La crisi va discussa in consiglio comunale, se non verrà chiusa prima, e lì ognuno si dovrà assumere le proprie responsabilità perché io intendo portare a termine questa consiglia tura se ci saranno le condizioni ottimali.” La crisi va avanti stancamente da oltre due mesi tra riunioni fra i due blocchi all’interno del Pdl ma senza trovare ancora una soluzione idonea per entrambi i gruppi. Gli otto ribelli vicini a Mario Abbruzzese, che oggi si vedranno di nuovo per definire il percorso della crisi, non intendono rinunciare alle richieste avanzate a suo tempo al sindaco e al partito. E queste riguardano la presidenza del consiglio comunale, un assessorato in più e la rotazione di dirigenti e funzionari comunali oltre ad un programma di fine legislatura. Su questi punti si discute da tempo ma nessuno vuole cedere. Intanto incombe l’approvazione del bilancio di previsione, entro il prossimo 20 luglio, pena lo scioglimento anticipato dell’assemblea e il ritorno al voto. Il consigliere comunale Massimiliano Leva ha proposto una serie di emendamenti allegati al bilancio. “Sono fiducioso – dice Scittarelli - sulla conclusione di questa crisi che sta danneggiando la città. Io sono pronto a discutere con tutta la maggioranza delle eventuali richieste e se ci saranno passi indietro da fare bisognerà farli nell’interesse di tutti.” Aspettano la parola fine a questa lite infinita nel Pdl le minoranze che da tempo chiedono di discutere in consiglio le motivazioni della crisi politica ed amministrativa.

Caira, festa per San Basilio CASSINO - Sabato e domenica festeggiamenti a Caira in onore di San Basilio. Il parroco don Eric insieme al comitato ha organizzato una serie di iniziative civili e religiose. In occasione della festa saranno chiuse al traffico una parte di corso san Basilio e di piazza san Basilio.Domenica sera è in programma la processione.


cassinate Sull’impianto di smaltimento di amianto il presidente del Consiglio si crea una falsa pubblicità

Le bugie di Abbruzzese e le strategie di Ciarrapico A suon di prevenduti dice che la struttura non si farà. Ma non è così CASSINO - Mario Abbruzzese ed i suoi accoliti sono oramai incartati. Sono pronti a tutto pur di trovare una via di uscita alla crisi politica che sta stritolado il comunedi Cassino. Le telefonate che il puparo fa da Roma ai suoi colonnelli sono solo atti di disperazione politica. Anche tra i suoi, in pochi pensano che si possa uscire dalla crisi seguendo il puparo che ha perduto la bussola, e che non riesce a venire a capo di una situazione in cui non doveva nemmeno cacciarvisi. Ma Abbruzzese è abituato a comandare, solo che riesce ad imporre la sua volontà, contro i deboli. Tanto per fare un esempio: durante la campagna elettorale, Franco Fiorito suo collega alla Pisana che non ha ancora pagato quelli che hanno lavorato nella sua segreteria, lo ha, a ragione, letteralmente e pubblicamente triturato per la storia dell'amianto a Villa Santa Lucia, e il puparo che ha fatto? Ha aggredito quel poveraccio di Michele Nadone, e quasi lo menava per le offese, che tali non erano , ma era la verità, e che non Nardone, ma

Fiorito gli aveva rivolto. Ecco chi è il presidente del consiglio regionale del Lazio. Se ci pranzi non ci ceni. Anche i quotidiani di regime ieri mattina lo incensavano per aver smantellato il progetto dello smaltimento dell'amianto nel cassinate. Abbruzzese mente sapendo di mentire, quanto meno non dice la verità in merito all'iter burocratico che ha portato Villa Santa Lucia sull'orlo del disastro ambientale, voluto dal Cosilam e da quel Giuseppe Ciarrapico che è andato anche a prendere in giro gli abitanti della zona. Il pericolo non è per nulla scampato, la dicesse tutta Abbruzzese, tutto quello che hanno fatto, è un mero atto di revoca, ma non si sa bene di cosa, la società che ha investito sull'amianto e su Villa Santa Lucia, ha tutte le autorizzazioni a posto. Il loro progetto, è frutto di anni di lavoro, come minimo i dirigenti dell'azienda ricorreranno al Tar e poi se necessario al Consiglio di Stato, con esiti del tutto imprevedibili. Troppo comodo signor Presidente, usiamo il maiuscolo per rispetto alle isti-

tuzioni, fare la solita passerella sul giornale e dire che il pericolo è scampato. Non è vero. Una sola cosa è vera, che il Cosilam di cui Abbruzzese era presidente, ha ceduto il terreno a questa azienda, senza uno studio, senza un approfondimento, ci ha messo 48 ore per una pratica che solitamente richiede mesi di lavoro. Ed ora, dopo che questa società ha speso soldi, risorse umane e tecnologiche, si tirerà indietro solo perchè il puparo si è messo il cappello da reuccio e ha detto no, non si fa più? Abbruzzese può prendere in giro i suoi 8 amichetti consiglieri di Cassino, che manovra come vuole, ma non chi ragiona e pensa. Perciò, Abbruzzese quanto meno ci risparmi le sue uscite ipocrite e a pagamento sui quotidiani locali, perchè la lotta è ancora dura, e soprattutto ancora lunga e ne vedremo delle belle. E vedremo altresì, se il puparo riuscirà a manovrare anche i fili della protesta dei cassinati stanchi di fare la pattumiera della provincia.

Crolla precisa: Accorpamento delle commissioni mediche non siamo La preoccupazione di Notaro e Narducci una onlus Il Comune di Pontecorvo interpella l’Asl di Frosinone e chiede il sostegno dei sindaci CASSINO - Nessuna serata organizzata con scopi benefici ma soltanto una manifestazione per fare pubblicità all’azienda di famiglia. Si difende la ditta Crolla che produce pasta fatta in casa sugli scopi della serata in piazza Miranda organizzata qualche settimana fa e a cui fu invitato il noto cantante Gigione. “Il nostro unico errore - ha dichiarato uno dei soci azionisti dell’azienda Crolla - è stato quello di non aver bene specificato un passaggio. Sui manifesti che annunciavano la serata, infatti, avevamo scritto che eventuali introiti sarebbero stati destinati ad una struttura sociale della Città martire che si occupa del recupero e della riabilitazione dei bambini con difficoltà. Non per questo, però, ci siamo presentanti come un’associazione onlus, anche perché non lo siamo”. E questo per dire che diversamente dalle associazioni no-profit che organizzano eventi nel segno della solidarietà, il pastificio Crolla non ha “beneficiato di sconti” da parte del Comune. Ciò a dire, insomma, che ha pagato regolarmente la Tosap, l’energia elettrica e quant’altro necessario per organizzare una festa in piazza. Sulla destinazione, poi, di parte dei proventi della serata alla casa-famiglia, hanno voluto precisare che non è stato possibile versare alcunché perché tra spese di palco, onorario a Gigione, spese sostenute per la pasta, sostanzialmente di guadagni non ve ne sono stati.

del territorio affinchè il servizio resti nelle strutture del nosocomio pontecorvese PONTECORVO - “L’accorpamento delle Commissioni di medicina legale presso il Distretto di Cassino, pur rispondendo al cambiamento di piano organizzativo in corso dal 01/01/2010 che vede il trasferimento di molte competenze all’Inps, a nostro avviso rischia di causare notevoli disagi per l’utenza interessata”. Lo affermano in una nota inviata all’Asl di Frosinone, e per conoscenza ai sindaci dei Comuni limitrofi, il sindaco di Pontecorvo Michele Notaro e il consigliere delegato alla sanità Gianluca Narducci. “Il problema – affermano i due amministratori - è che la legge di riforma non è stata minimamente contrastata dalla Conferenza Stato-Regioni, probabilmente perché esclusivamente i Comuni, ossia gli Enti Locali più prossimi ai problemi dei cittadini, possono avere ben chiaro l’impatto devastante per un territorio così frastagliato e polverizzato a causa di tale organizzazione. Non deve trarre in inganno la prospettiva del tutto eventuale e futura tanto decantata per tentare di “addolcire la pillola” dell’invece certo ed immediato disagio arrecato a quanti devono essere sottoposti a visita medica da parte della Commissione in argomento, relativa alla possibilità di ottenere la pensione in 40 giorni (così “si narra”). La realtà è che sino ad oggi gli utenti potevano recarsi nella sede distrettuale della nostra Azienda Sanitaria per loro più vicina territorialmente e la Ausl garantiva loro la visita ambulatoriale e/o domiciliare in 30 giorni. Il sistema attualmente introdotto funziona male e gli utenti lamentano grandi difficoltà per contattare l’Inps che tarda a dare risposte in tempi rapidi, tanto da causare moltissimi reclami soprattutto legati alla protesica. È importante evidenziare che nel solo 2009 all’Ufficio di Pontecorvo sono pervenute circa 1000 domande di invalidità civile e 500 richieste di revisioni di invalidità da parte dell’Inps di Cassino. Risultano inoltre pervenute al medesimo ufficio circa 700 istanze di L. 104/92 e L. 68/99. Molti sono i Comuni che fanno riferimento agli uffici di Pontecorvo: Roccasecca, Colle S. Magno, Castrocielo, Aquino, Pontecorvo, Esperia e Pico. Il concentramento delle Commissioni a Cassino è funzionale esclusivamente all’attività dell’INPS, ma sicuramente non è così per tutti coloro che saranno costretti a percorrere molti chilometri in più per sottoporsi alla visita medica prevista dalla legge, subendo pertanto un notevole ed evidente

Due 50enni di Napoli allontanati dalla città CASSINO – Due ultracinquantenni originari di Napoli “beccati” dai carabinieri del nucleo radiomobile di Cassino mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di attività commerciali del centro. Si tratta di E.V. e A.L. fermati nel corso di un predisposto servizio finalizzato al controllo del territorio. I predetti, ricorrendo ai presupposti di Legge, sono stati proposti per l’irrogazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio.

disservizio, nonché un aggravio di spesa intuibile. Logica e plausibile conseguenza sarà soltanto un incremento esponenziale delle richieste di visita domiciliare da parte di quanti – probabilmente molti – hanno difficoltà logistiche a raggiungere una sede della Commissione più lontana”. Gianluca Narducci, delegato alla Sanità, ha fatto sapere che provvederà a prendere accordi con i Sindaci, per un eventuale incontro con il Dirigente dell’Uoc di Medicina legale, dr. Canali. “Infine, si fa presente che la Struttura di Medicina Legale di Cassino si trova in difficoltà nel reperimento di una nuova sede, mentre nel Presidio Ospedaliero di Pontecorvo sono presenti numerosi locali che possono essere messi a disposizione della Commissione di medicina legale”.

Incidenti sull’A1 Feriti in quattro CASSINATE - Incidenti ieri sull’autostrada del sole. Il primo si è verificato intorno alle sette del mattino nei pressi del casello autostradale di San Vittore del Lazio. Due auto si sono scontrate e quattro persone sono rimaste lievemente ferite, poi trasportate dagli operatori del 118 al Santa Scolastica di Cassino. Altro incidente nel tardo pomeriggio nei pressi del casello di Ceprano.

7 ANNO I - N° 93 sAbAtO 19 gIugNO 2010


cassinate Dieci rapine griffate “Eagle” In manette due pedemontani Ieri all’alba l’operazione dei carabinieri della compagnia di Pontecorvo Da diversi mesi avevano preso di mira supermercati e farmacie nel cassinate

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Le loro rapine erano griffate “Eagle”, particolare che in poco tempo ha portato gli investigatori ad individuare i responsabili di decine di rapine

messe a segno nel cassinate dal 30 ottobre 2009. E’ proprio da questa data, infatti, cioè quando un discount di San Giorgio a Liri subì una rapina, che i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Pontecorvo hanno iniziato una serie di indagini volte a bloccare la banda di “rapinatori seriali” che avevano iniziato una serie impressionante di rapine ai danni di supermercati e farmacie avvenute in vari comuni della provincia di Frosinone, l’ultima a Pontecorvo il 14 gennaio quando fu presa di mira la farmacia Carbone da poco inaugurata, e poi altri colpi a San Giorgio a Liri, Castrocielo, Ceprano, Cassino, Sora e Isola del

Liri. L’importante operazione ha permesso ieri mattina agli uomini del capitano Pierfrancesco Di Carlo di emettere due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due giovani di Piedimonte San Germano, Luciano Quartarone, 29 anni e Rosario Carcaterra di 35 anni (già agli arresti domiciliari e originario della provincia di Napoli) che dovranno rispondere di “rapina aggravata in concorso”, “detenzione e porto in luogo pubblico di armi clandestine”, “porto illegale di armi comuni da sparo” e “ricettazione”. I due agivano con lo stesso modus operandi, uno schema criminale ritenuto estremamente efficace per le loro azioni: iniziale sopralluogo degli “obiettivi” da colpire, esaminando i “pericoli” derivanti dalla presenza delle forze dell’ordine o di dispositivi elettronici di sorveglianza; travisamento dei volti durante i colpi con sciarpe, cappelli, occhiali da vista; utilizzo di armi per spaventare le persone presenti all’interno dei luoghi oggetto di rapina e fuga con una vettura, di solito parcheggiata

nelle vicinanze degli obiettivi da colpire. L’attività di indagine ha consentito così di accertare che i rapinatori avevano a disposizione un impressionante arsenale costituito da un fucile a canne mozze; una pistola semi automatica calibro 9; una pistola revolver, calibro 22; una penna pistola calibro 22 e un copioso munizionamento. A gennaio i due erano stati già arrestati in flagranza a seguito della rapina avvenuta presso la farmacia di Pontecorvo. L’aquila (Eagle), da cui ha preso il nome l’operazione, era uno dei simboli che caratterizzava uno dei due arrestati ed era presente nel giubbotto che era solito indossare. Sequestrata, inoltre, una vettura ed indagate tre persone, mentre altre tre erano già state arrestate nei mesi scorsi. Ieri mattina all’alba la conclusione dell’operazione con l’arresto dei due giovani, condotti presso il carcere di Frosinone, da parte degli uomini del Capitano Pier Francesco Di Carlo, che, in questi mesi, hanno raccolto elementi utili per far scattare le manette ai polsi dei due, con servizi di osservazione, con-

“L' Idv organizza convegni demagogici e propagandistici”

ROCCASECCA – “L' Idv organizza convegni tematici demagogici e propagandistici”. A dirlo è Anna Maria Rossini, coordinatrice della sezione Udc di Roccasecca, che contesta duramente il convegno che si terrà questo pomeriggio organizzato dal consigliere regionale Anna Maria Tedeschi a Roccasecca affermando in una nota quanto segue: “Sono anni che a Roccasecca si parla di raccolta differenziata per sensibilizzare l'opinione pubblica alla responsabilizzazione della tutela dell'ambiente, del riciclo produttivo e del contenimento dei costi della gestione della raccolta che si do-

8 ANNO I - N° 93 sAbAtO 19 gIugNO 2010

vrebbe sostanziare in una riduzione delle tariffe dei Rrssuu, ma a tutt'oggi solo un mucchio di chiacchiere di convegni anche se degni di nota uno con il dott. Montanari contro gli inceneritori ed un secondo, organizzato dall'Unione Cinque Città, esclusivamente per istruire i cittadini alla raccolta differenziata. Quanti investimenti per la "differenziata" anche la Regione Lazio di Marrazzo con la collaborazione di Mario Tozzi, ricercatore del Cnr di Roma e presentatore televisivo Rai Tre e di Corrado Carruba, Presidente dell’Arpa Regione Lazio, investì all' epoca ovvero nel 2008 circa 900mila euro per ridurre le differenze tra il nord, dove da anni la raccolta differenziate è una realtà, e il centro-sud che stenta a decollare, escluse alcune isole felici. Quanti investimenti per una cosa giusta, ma a tutt' oggi per Roccasecca solo costi e niente benefici quanto sono costati alla comunità roccaseccana? Quindi tutte lodevoli iniziative, come la prossima indetta dall'Idc, Anna Maria Tedeschi, che si terrà domani a Roccasecca Scalo," Differenzia il futuro rifiuti: da minaccia a risorsa" che puzza lon-

Aquino, nuova luce per il borgo antico AQUINO - È stato approvato dalla giunta comunale di Aquino il progetto per il nuovo intervento sul piccolo “borgo medievale” che ruota intorno ai resti del castello dei conti di Aquino e della casa di San Tommaso. L’intervento, che sarà finanziato con fondi regionali, riguarderà gli edifici privati che insistono su via San Costanzo e sulla prosecuzione per via “ le forme”.

tano mille miglia di demagogica visibilità ed autoaffermazione, nella considerazione che la prossima primavera ci sarà il rinnovo del Consiglio Comunale. Demagogia, pura e semplice demagogia – afferma Rossini per implementarsi nel tessuto roccaseccano, in vista della prossima tornata elettorale primavera 2011. E' notorio a tutta la cittadinanza che la raccolta differenziata a Roccasecca è in dirittura di arrivo così ha pubblicizzato il neo presidente dell' Unione Cinque Città, Sergio Staci, qualche tempo fa, tanto che si vociferava già dal prossimo mese di luglio e "zacte" la volpina ti organizza un convegno. I problemi a Roccasecca sono proprio tanti che star qui ad elencarli per l' ennesima volta mi sembra oltremodo superfluo, come superfluo l'ennesimo convegno sulla raccolta differenziata. Pensiamo e sollecitiamo la cittadinanza ad aver cura e decoro del proprio paese, a sollecitare gli amministratori a ben gestire la "cosa pubblica" che la campagna elettorale si fa al momento delle elezioni o ci si sta predisponendo il terreno furbescamente?”

trollo e pedinamento. Tanti particolari sono emersi anche grazie all’esame dei tabulati telefonici, utili per conoscere i loro movimenti sul territorio.

Castrocielo, il Comune vende un bene immobile

CASTROCIELO - Il Comune di Castrocielo indice una gara ufficiosa, finalizzata alla vendita a corpo di un lotto di terreno di proprietà comunale: si tratta del lotto numero 1: terreno in Catasto Castrocielo al Fg. n.°6 – Mappale n.°16, ricadente parte in zona agricola e parte in zona agricola di tutela del sistema idromorfologico. Il prezzo a base d’asta è di euro 26.071,20. Il sindaco Laura Materiale fa sapere che sono escluse

Acqua pubblica, firme oggi a Roccasecca ROCCASECCA - L’acqua è un bene comune e un diritto umano universale. Un bene essenziale che appartiene a tutti. Nessuno può appropriarsene, né farci profitti. L’attuale governo ha invece deciso di consegnarla ai privati e alle grandi multinazionali. Noi tutte e tutti possiamo impedirlo. Il Comitato "Acqua Pubblica" oggi pomeriggio sarà anche a Roccasecca per chiedere una piccola firma da parte della cittadinanza, dalle 17 alle 19.30 in Via Roma.

offerte in riduzione del prezzo a base di gara. Gli interessati dovranno far pervenire la propria offerta indirizzandola al “Comune di Castrocielo, via Vittorio Veneto, n.°5 – 03030 Castrocielo (FR)” ed attendendosi alle modalità stabilite dall’avviso di gara. Le istanze dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo dell’Ente, a mezzo servizio postale o a mezzo Corriere, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno: 19/07/2010. La copia integrale dell’Avviso Pubblico e la modulistica di riferimento, allegata al medesimo, potranno essere visionate ed acquisite presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Castrocielo (FR), dal Lunedì al Venerdì, in orario d’Ufficio ovvero sul sito: www.comune.castrocielo.fr.it.


Federpol, una ciociara nel collegio probiviri

Società fantasma Evasi 500mila euro

FROSINONE - Annamaria Cerro di Roccasecca è stata eletta nel Collegio nazionale dei probiviri della Federpol, la Federazione che si ocucpa di investigazioni. Si tratta di un importante riconoscimento per la Cerro, giunto dopo anni di attività. All’assemblea nazionale che si è svolto nei giorni scorsi il vice prefetto Acunzio ha sottolineato il ruolo importante svolto a sostegno delle imprese. PAG.10

CEPRANO - Società fantasma create ad arte da campani giunti a Ceprano con il preciso obiettivo di evadere le tasse. Si tratta del risultato di una vasta operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Ceprano che ieri mattina ha portato alla denuncia a piede libero di sette persone tutte coinvolte, a vario titolo, nella gestione di queste società rette soltanto da “teste di legno”. PAG. 11

ANNO I - N° 93 SABATO 19 GIuGNO 2010 DISTRIBuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO ALLA CISL GIOVANI

Per aver offerto uno spaccato molto importante sull’universo giovanile e sulle prospettive di lavoro. Le discussioni, interessantissime, aperte nel corso del campo scuola organizzato dalla Cisl Giovani di Frosinone e, soprattutto, i risultati di quei confronti, dovranno servire da monito e riflessione per tutti i politici locali. I giovani ciociari non vogliono passare per fannulloni. Non intendono assolutamente essere paragonati a mammoni che rifiutano di andare a lavorare per farsi campare dai genitori. Accettano anche il precariato purché, dicono, sia sinonimo di flessibilità e dia garanzie per il futuro. “Non pensiamo al posto fisso, ma non credano di prenderci in giro parlando di precariato quando questo è assenza di lavoro”.

IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI

Avrà pure salvato la maggioranza di governo ma sulla faccia abbiamo qualche dubbio. Quando si è visto senza numeri e con una coalizione risicata, immaginando già le valigie e quella poltrona da sindaco vuota, non ha cercato di avviare il dialogo all’interno del suo gruppo, ma ha offerto all’Udc la possibilità di fare il “salto della quaglia”, siglando un matrimonio nato tra le peggiori polemiche. Polemiche venute dal centrosinistra, da quello stesso Pd cui Marini appartiene e da alcuni esponenti del partito di Casini che non hanno avuto peli sulla lingua nei confronti dei “colleghi” rei di aver siglato un inciucio. Ma Marini, che tanto vorrebbe essere stratega ma che davvero non lo è, è andato diritto per la sua strada, rimpastando una Giunta in cui è entrato anche l’Udc e mettendo alla porta suoi uomini che sono letteralmente caduti dalle nuvole.

PRECARIATO, IL MALE DEI NOSTRI GIOVANI

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


Frosinone E’ preoccupante lo studio della Cisl Giovani di Frosinone: non siamo fannulloni.Vogliamo garanzie

Giovani e precariato, l’alibi dei politici per mascherare la crisi del lavoro FROSINONE - “In Italia per i giovani ci sono pochi ed inadeguati spazi, rappresentazione distorta, flessibilità che si trasforma in precarietà - ha dichiarato Luca Caliciotti, presidente della Cisl giovani di Frosinone”. Uno spaccato inquietante quello che emrso dai confronti e dai dibattiti avvenuti nel corso del campo scuola promosso proprio dalla Cisl giovani e che denuncia una crescente condizione di precariato nella nostra provincia. D’altra parte, le prime pagine di giornali e telegiornali ne parlano per lo più in senso negativo. “E' proprio duro fare il giovane ai giorni nostri - ha continuato caliciotti -. Bamboccioni e fannulloni, eterni adolescenti, ragazzi del muretto. Chi più ne ha più ne metta. Quanti sono gli stereotipi e le raffigurazioni cucite sulla faccia dei trentenni? A metterle in fila non si finirebbe più di elencarli, il rischio è girarci attorno e vedere che nessuno ci fa più da sponda. Il timore latente è quello di cadere nella più profonda rassegnazione e non parliamo tanto di stati d'animo ma di un fenomeno che rischia di essere classificato come nuova malattia sociale. Non c'è da scherzare, soprattutto se si guarda ai numeri della "generazione zero" che ne è interessata: oltre 2 milioni

di persone nella fascia tra i 26 e i 35 anni, secondo i dati e le ricerche più accreditate, di noi si parla solo attraverso i sondaggi e le statistiche, gli spazi per esprimerci si riducono sempre di più, ci rappresentano come fenomeno deviante di una generazione che non si rimbocca le maniche. Ormai è diventato un tormentone, siamo più considerati come consumatori che come individui, infatti, basta leggere i giornali che i giovani equivalgono a sottopagati, svogliati e precari. Ed è così che, da una situazione sociale e occupazionale difficile, si rischia di non saperne più uscire. Tutti i giorni al Camposcuola Cisl sono stati intensi ed uno dei temi più caldi è stato: “giovani e lavoro, come la stampa e gli esperti li rappresentano”. I Giovani partecipanti, divisi in dieci gruppi, hanno analizzato, commentato e stigmatizzato, tra l’altro, articoli e inchieste di quotidiani e settimanali. Su dieci giornali considerati solo uno, infatti, presentava servizi che davano un'immagine diversa dei giovani puntando su proposte, alternative e incentivi. Ci accusano, commenta Caliciotti, che vogliamo il posto fisso e che ci spaventa la sfida della flessibilità. A parte che ciascuno di noi vorrebbe una maggiore sicurezza per se stesso e per la propria famiglia ma quello del posto fisso non è più un mito a

cui ci appigliamo e dietro cui ci nascondiamo. Può essere un sogno, un'aspirazione forse. Niente di più. Noi ragazzi e ragazze abbiamo le idee molto chiare, altro che bamboccioni e fannulloni, dateci più stabilità e opportunità vere di cambiamento nel lavoro e vedrete se prenderemo al volo quel treno, noi non siamo giovani per sempre né vogliamo esserlo. Casomai il problema è un altro, è quello di una flessibilità che ti trasforma la vita in precarietà, se fosse regolata, governata, se avesse pesi e contrappesi rispettati da tutti non sarebbe un problema. Da parte dei giovani c'è la disponibilità a cambiare più volte il posto di lavoro nell'arco della vita professionale ma chiediamo almeno la garanzia che vi siano livelli minimi di sicurezza sociale e ammortizzatori in grado di accompagnare le fasi di attesa e reinserimento nel mondo del lavoro. Flessibilità ma anche opportunità chiare, invece, al momento il saldo è tutto negativo. I problemi, noi giovani li abbiamo presenti e li mettiamo tutti in fila: dai ritardi di ingresso nel mercato del lavoro ai salari da fame, dall'abuso dei contratti atipici all'alibi che il datore di lavoro ti sbatte in faccia al primo colloquio sulle esperienze lavorative. Per uscire dalla crisi e dal baratro della rassegnazione come malattia di

una generazione, i ragazzi della CISL chiedono che le esperienze formative e di perfezionamento facciano curriculum per l'inserimento al lavoro, che da un mercato della raccomandazione si passi a una chiamata per titoli e merito. E poi chiedono incentivi e investimenti. Ma mi chiedo chi pagherà quelle pensioni se a noi non permettono di iniziare un percorso lavorativo stabile e continuativo? Si parlava tanto di flexsecurity, oggi è un tema scomparso e l'orizzonte è solo di precarietà e incertezza. L’unica grande certezza emersa in questa settimana di formazione, è che la Cisl è con noi, con i Giovani, ha concluso Luca Caliciotti, la sfida però dobbiamo portarla avanti anche noi. Il sindacato può aprire spazi e accompagnarci in questa battaglia, ma se stiamo insieme è più facile, dobbiamo incentivare lo scambio di esperienze e di collaborazione, mettere in sinergia proposte e idee”. Una situazione preoccupante soprattutto determinata da due modi profondamente diversi di concepire il futuro dei giovani e delle metodologie attraverso le quali ci si approccia dall’una e dall’altra parte. Serve maggiore dialogo, altrimenti si rischia di creare un circolo vizioso dal quale difficilmente sarà possibile trovare soluzioni per una crescita ed una garanzia occupazionale.


Frosinone La Guardia di Finanza ha scoperto un giro di società fittizie create con il solo scopo di evadere le tasse e gestite da “teste di legno”. Distrutti tutti i libri contabili

Dalla Campania a Ceprano per creare società fantasma. Sette denunciati CEPRANO - Falsità in atti pubblici e distruzione di scritture contabili. Sono sette le persone denunciate dalla Guardia di Finanza. E’ di ieri, infatti, la notizia di una vasta operazione sul territorio comunale di ceprano condotta dagli uomini dlele Fiamme gialle i quali, a seguito di un’importante attività investigativa, hanno denuinciato sette persone, tutte di origine campana che avevano costituito una societa’ con il solo scopo di evadere le tasse. Al termine di articolate indagini di polizia giudiziaria svolte nei confronti di una società operante nel settore della meccanica generale, è stato accertato che la stessa mediante artifici e raggiri nonché con il continuo avvicendarsi di amministratori alla

guida della medesima, aveva creato una sorta di meccanismo societario fatto di scatole cinesi che non consentivano l’individuazione dei reali titolari della societa’. In particolare, mediante la cessione di quote sociali, ad intervalli limitati nel tempo e nei confronti di persone compiacenti, cosi’ dette “teste di legno”, la società è stata sottratta per anni al pagamento delle imposte. Gli atti notarili, relativi alle citate cessioni di quote sociali, attestavano falsamente l’avvenuta corresponsione del controvalore in denaro, di fatto mai avvenuta. La società di Ceprano, mediante tale artificio, è riuscita a farla franca per diversi anni, nelle sembianze di “evasore totale”, destinata all’inoperosita’ ed all’abbandono.

L’ispezione fiscale, di concerto con le indagini di polizia giudiziaria, ha permesso di identificare ben sette responsabili con la conseguente segnalazione all’autorita’ giudiziaria, per la commissione dei reati di “falso in atti pubblici” e “distruzione delle scritture contabili”. Oltre 500 mila euro sono stati sottratti all’imposizione fiscale. Intanto prosegue l’arduo compito delle fiamme gialle cepranesi, volto ad una sempre piu’ incisiva azione preventiva e repressiva delle violazioni della medesima natura. Va detto che nelle utlime settimane sono state diverse le operazioni condotte dalla Guardia di Finanza di Ceprano contro evasori fiscali. L’ultima operazione compiuta in tal senso e av-

venuta poco meno di dieci giorni fa si riferisced alla scoperta di un vasto giro di “truffatori” che avevano aperto partite Iva per avviare attività commerciali risultate inesistenti. I titolari, infatti, si erano resi irreperibili e le apparecchiature per le quali erano stati chiesti finanziamenti assolutamente inesistenti. Ma questi non sono stati gli unici casi. Le Fiamme gialle avevano già eseguito altre operazionimolto simili a quella di ieri e scoperto società fantasma create artatamente per evadere il fisco e distrarre i proventi dei contributi in alcune circostanze stanziati dall’Unione europea. Anche per questi altri casi i libri contabili erano stati distrutti per non lasciare traccia in caso di eventuali indagini.

Annamaria Cerro eletta nel Collegio dei probiviri della Federpol nazionale FROSINONE - Lo scorso 11 giugno nel corso dell'Assemblea Generale dei Soci Federpol Federazione Nazionale Istituti Investigazioni - Informazioni Sicurezza sono state tenute le elezioni del Presidente Nazionale, dei Componenti il Collegio dei Probiviri e dei Componenti il Collegio dei Sindaci. Oltre alla riconferma del Presidente uscente Genuario Pellegrino è entrata a far parte del Collegio dei Probiviri Annamaria Cerro di Roccasecca, consulente per le indagini penali è impegnata da anni come dirigente nel settore delle investigazioni e la sicurezza di famosi gruppi nazionali. Nel corso dei lavori è stata ribadita la forte volontà di Federpol di rappresentare le

aziende operanti nel settore e ancora oggi Federpol è la principale organizzazione di categoria. Nel segno del rinnovamento e del ricambio dei dirigenti Federpol vuole continuare ad essere il punto di raccordo e di rappresentanza tra le aziende e le Istituzioni. Ai lavori è intervenuto il Vice Prefetto Acunzo in rappresentanza del Ministero degli Interni il quale ha spronato gli investigatori a specializzarsi sempre di più ed a curare l'aspetto giuridico e professionale. Agli investigatori è delegato un compito delicato e come tale deve essere svolto nel rispetto della legge e con il massimo della professionalità. Non è più tempo di considerare

gli operatori della sicurezza privata come semplici guardiani di supermercati o incaricati all'accoglimento di clienti. Gli investigatori devono occuparsi di indagini devono cioè svolgere quell'attività che gli è riconosciuta dal Testo Unico di Pubblica Sicurezza, per fare ciò c'è bisogno di formazione e specializzazione. Ad Annamaria Cerro che ha già ricoperto all'interno della Federpol la carica di Consigliere per la Regione Lazio e Delegata della Provincia di Frosinone sono giunte le congratulazioni da parte dei massimi organi dirigenti della Federpol per l'importante ruolo che andrà a svolgere, tenendo conto che oggi la Federazione rappresenta circa mille aziende.

Il Psi celebra oggi il congresso Appuntamento all’hotel Cesari FROSINONE - Il Congresso sezionale del Psi di Frosinone sarà celebrato oggi a partire dalle ore 15,30, presso l’Hotel Cesari. Si tratta di un evento che si pone in diretta connessione con lo svolgimento del Congresso provinciale, nell’ambito del complessivo processo di riorganizzazione del Partito, ed è volto alla individuazione di un nuovo gruppo dirigente cui affidare

la guida della strategica sezione del Comune capoluogo. “Oggi – dichiara il Coordinatore protempore, Vincenzo Iacovissi – i socialisti di Frosinone torneranno a riunirisi in sede Congressuale per completare la fase di riorganizzazione del Partito, ponendo quindi termine al periodo di gestione straordinaria”. Dalla lettera di convocazione dell’assise

si evince che i lavori si concluderanno nella stessa giornata del 19 con l’elezione del Segretario e del Comitato direttivo. “Nell’auspicare una nutrita partecipazione – conclude Iacovissi – desidero ringraziare tutti coloro che, in questi mesi precongressuali, hanno lavorato assieme a me nella organizzazione dell’attività del partito finalizzata alla valorizzazione delle istanze socialiste in Città”. Dunque un partito che vuole riorganizzarsi e che vuole continuare a lavorare per il bene della Città di Frosinone, dal momento che i socilisti hanno sempre svolto un ruolo di primo piano all’interno del Comune capoluogo e che, pertanto,

Rubano balle di fieno In due nei guai

La storia della Curva sud in un libro

FROSINONE - Denunciati dai carabinieri un 36enne ed un 32enne per furto aggravato di balle di fieno. Ai due i carabinieri sono risaliti dopo la denuncia presentata nei giorni scorsi da un vicino dei due denunciati per la sparizione di dieci balle di fieno. La refurtiva è stata trovata e consegnata al legittimo proprietario e i due denunciati a piede libero.

FROSINONE - Verrà presentato oggi alle 18 il libro “Cucs Roma Sez. Frosinone .......E Per piacere”. Il libro racconta la Storia della Sezione di Frosinone del Commando ultrà curva sud, dalla sua nascita, dal 1986 ad oggi. "Da tanti anni avevo promesso a me stesso di trovare un modo per mettere a conoscenza delle tantissime persone che mi chiedevano insistentemente notizie su cosa è stato ed è oggi “.

non intendono assolutamente rinucniare a questa eredità. Soprattutto in una fase delicata come quella che sta attraversando attualmente l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marini. Un’Amministrazione di centrosinistra che, alla fine dei conti, con una maggioranza risicata i cui pezzi si sono staccati cammin facendo, è stata costretta a siglare un patto con l’Udc per poter continuare ad amministrare la Città di Frosinone. A ben vedere, però, non è soltanto il Psi che deve ritroivare compattezza e nuovi slanci, ma tutto il centrosinistra. E non solo a Frosinone ma nell’intera provincia ciociara.

11 ANNO I - N° 93 sAbAtO 19 gIugNO 2010


Meteo

ORARI TRENI

CASSINO

MATTINA

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE SORA

FROSINONE

MATTINA

MATTINA

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta

Maccheroni alla chitarra Disponete la farina a conca su di una spianatoia e al centro di essa rompete le uova, aggiungendo un grosso pizzico di sale; impastate energicamente per almeno 10-15 minuti fino ad ottenere una pasta omogenea e compatta. Avvolgetela nella pellicola trasparente e fatela riposare per 1 ora in un luogo fresco.Stendete la pasta fino ad ottenere una sfoglia non troppo sottile (circa 5 mm) e tagliatela della lunghezza e della larghezza dell’insieme dei fili che formano la “chitarra”. Avvolgete la sfoglia su di un matterello leggermente infarinato e poi srotolatela ben distesa sulla chitarra; con il piccolo matterellino usato per questo formato di pasta, premete forte e in modo deciso in modo da recidere la sfoglia in un'unica passata. Procedete nello stesso identico modo per tutte le sfoglie di pasta, e a mano a mano che ricaverete i maccheroni alla chitarra, spargeteli ben aperti su di una spianatoia infarinata per farli asciugare un pò. Nel frattempo iniziate a preparare il sugo; mondate e tritate la cipolla e l’aglio, e fateli soffriggere in un tegame con l’olio, poi unite la passata di pomodoro, il sale, il peperoncino e le olive nere tagliate a rondelle, e fate consumare il tutto fino a che si addensi; prima di togliere dal fuoco la salsa unite le foglie di basilico. Lessate i maccheroni in abbondante acqua salata, poi scolateli al dente e conditeli con il sugo, spolverizzandoli di formaggio pecorino grattugiato.

Tempi preparazione: ---> 120 min Cottura: ------ >8-10 min N.persone: -----------> 4 Difficoltà: ----> bassa

Ingredienti: Pasta all’uovo (300 gr) ; Passata di pomodori (400 gr); Pecorino grattugiato (4 cucchiai) ; Olive nere (100 gr.); Cipolla (1) ; Olio extravergine di oliva (4 cucchiai) ; Aglio (1 spicchio) ; Basilico (2-3 foglie); Peperoncino macinato (q.b.); Sale (q.b.)

Numeri utili EMERGENZA 112 113 115 118 1515 800116

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE SANITA’

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

ORARI MESSE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

CASSINO NAPOLI

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

ABBAZIA DI MONTECASSINO ORE 9.00 10.30 12.00

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE 8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE 7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE 9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE 7.30 11.00 19.00

AuTOBuS CASSINO - FROSINONE 6.30 7.00 8.15 11.25 14.10 CASSINO - SORA 6.15 8.30 14.10 16.20 17.05 19.01 22.15 CASSINO - GAETA 4.56 6.00 7.01 8.00 8.21 9.16 11.16 12.41 13.10 14.15 15.31 16.31 17.46 19.36

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI Sperlonga 19 giugno: Inaugurazione “Sombrero” È prevista per il 19 giugno l’inaugurazione della stagione estiva del noto locale della riviera di Ulisse “Il Sombrero”. La stagione dancing del Sombrero è affidata quest’anno art director Dario Vaudo e dal suo staff Art Direction in collaborazione con il sociologo Luca Colantonio e la big family di Riccardo Caparrelli. La supervisione naturalmente è sempre della famiglia Cioffi che da anni oramai porta avanti con maestria la gestione del complesso turistico. La programmazione artistica parte con una serie di proposte musicali molto ampie e per tutti i generi allo scopo di accontentare i gusti di vari target . Il Sombrero è dotata di tre piste, quella commerciale house capitanata dal residente Cristian Orlandi giovane promessa e dal guest Tino Venditti con la meravigliosa voce rock and blues di lady noir, poi abbiamo la musica 70/80/90 diretta da Angelo Salemme e Tony An infine la musica salas dal dj El Timbero. Tra le tante novità proposte dal sombrero emerge la campagna di comunicazione del sombrero denominata “I think woman “ progettata da Luca Colantonio. L’iniziativa si snoderà in 13 serate a tema, durante le quali verranno affrontati anche temi sociali di grande attualità e avranno al centro la donna. Per l’inaugurazione è stato scelto il tema del “sentimento nazionale “ realizzato dal maestro della fotografia Fabio Pinchera del “Black and white studios” e interpretato da Francesca Calvani di Cassino e Manuela Di Folco di Roccasecca.

ORE 8.30 11.00 18.00

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE 10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.)

ORE 8.30 11.00

TuRNI FARMACIE

CASSINO - ROMA 6.00 8.30

SABATO 19 GIUGNO

S.BENEDETTO

DOMENICA 20 GIUGNO

S.ANNA

LUNEDI’ 21 GIUGNO

S.BENEDETTO

MARTEDI’ 22 GIUGNO

PRIGIOTTI

MERCOLEDI’ 23 GIUGNO

COSTA

GIOVEDI’ 24 GIUGNO

RICCIUTI

VENERDI’ 25 GIUGNO

S.ANNA

Stasera in tv su Rai Uno (ore 20:00)

CAMERUN - DANIMARCA

(diretta)

Mondiali Sudafrica 2010 0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

I danesi entrano nella vetrina del grande calcio dopo l’esclusione dai Mondiali 2006 e dagli Europei 2008. E lo fanno nel migliore dei modi, vincendo il girone di qualificazione davanti a Portogallo e Svezia. Il c.t., da dieci anni a questa parte, è Morten Olsen. Ma la squadra è ringiovanita e presenta nomi di spicco. Su tutti, il gigante dell’Arsenal Bendtner, a cui si affianca l’ex milanista Tomasson. In difesa il palermitano Kjaer giocherà accanto ad Agger (Liverpool). In mezzo al campo spazio al rodato Poulsen (Juve) e all’esterno dell’Ajax Rommedahl. Per i leoni d’Africa sarà ovviamente Samuel Eto’o (foto a destra) a caricarsi sulle spalle gran parte delle speranze. Con lui dovrebbe completare il tandem offensivo Pierre Webò, del Maiorca. E poi? Il francese Le Guen punterà su Alexandre Song, centrocampista dell’Arsenal, da anni leader difensivo del Camerun. Giocatori importanti in mezzo al campo sono anche M’Bia dell’Olympique di Marsiglia e Jean Makoun del Lione.

A D N AGE o n i s s Ca

13 ANNO I - N° 93 SABATO 19 gIugNO 2010


sport CALCIO SERIE b

La quinta avventura del Frosinone nel torneo cadetto partirà ufficialmente il 18 luglio

Ecco le date del ritiro canarino Intanto il Parma di Ghirardi si fa sotto per Basha, il Novara invece vorrebbe Bolzoni FROSINONE - Tra calciomercato e fantamercato estivo ieri pomeriggio la società canarina del presidente Stirpe ha comunicato tramite il sito ufficiale le date estive del ritiro, questo il testo : “Il Frosinone Calcio comunica che le sedi del ritiro canarino saranno Gubbio dal 18 al 31 luglio e Civitella Roveto dal 3 al 14 agosto. Partirà dunque dalla cittadina umbra in provincia di Perugia l’avventura del Frosinone di mister Carboni per la stagione 2010/2011. La truppa canarina risiederà presso l’Hotel Beniamino Ubaldi, struttura moderna circon-

data da un ampio parco. Il centro sportivo è adiacente all’Hotel e permetterà ad atleti e staff di svolgere al meglio la prima parte di preparazione. Dopo alcuni giorni di riposo, il Frosinone si trasferirà a Civitella Roveto in provincia de L’Aquila dove alloggerà presso l’Hotel la Perla della Valle e presso l’Hotel River. La seconda parte del ritiro avrà inizio il 3 agosto per terminare il 14 dello stesso mese.” Dunque la quinta avventura consecutiva del Frosinone in serie B partirà ufficialmente il 18 luglio. Ma a tenere banco in casa giallo-

Basha è corteggiato anche dal Parma di Ghirardi

blu in questo momento sono soprattutto le trattative legate alle cessioni di Troianiello e Basha. Se per il giocatore italiano il Siena sarà sicuramente la destinazione del prossimo campionato, si è in attesa solo di sbloccare qualche piccolo dettaglio, per Basha sembrerebbe defilarsi clamorosamente un'asta a tre. Migjen Basha (23), ottimo centrocampista svizzero di origini kosovare, è uno degli obiettivi infatti ora anche del Parma di Ghirardi. Attualmente il suo cartellino è in comproprietà tra Rimini e Frosinone – con i ciociari che però da tempo ormai hanno deciso di vendere il talentuoso giocatore soprattutto per la necessità di fare cassa. Certo l'inserimento dell'ultimo istante della società crociata nella trattativa, visto anche il blasone dei nuovi corteggiatori, è di quello che non può lasciare senza quesiti sia il Frosinone che il giocatore stesso. Il Parma dovrà però contrastare la concorrenza di Cesena e Atalanta, che al momento è senza dubbi in pole position. Vedremo chi la spunterà. Gucher ritorna a casa ovvero al Frosinone da dove era stato pre-

Francesco Bolzoni interessa al neopromosso Novara levato nei mesi scorsi venendo inserito nella Primavera del Genova, con la quale ricordiamo ha vinto lo scudetto primavera ben figurando. Ma sull’asse Genova (Genoa) Frosinone ci sono altri movimenti. I gialloblu ciociari vorrebbero Bolzoni e lo hanno chiesto al Genoa,ma la valutazione della metà della promessa della Under 21, reduce da una stagione che non ha risposto alle attese e alle promesse, nonostante nell’ultima parte di torneo cadetto si sia

espresso su livelli discreti conferendo al centrocampo canarino una buone dose di inventiva dettata dagli ottimi fondamentali e dalla sua buona visione di gioco, viene considerata troppo onerosa: 1,3milioni. Il Frosinone sarebbe disposto ad arrivare a 7/800mila euro. Sulla rotta di Bolzoni si è inserito ora anche il Novara che dopo la promozione in B ha chiesto ad alcune società (Genoa in testa) elementi dei settori Primavera. Andrea Mastrantoni

VOLLEY SERIE A2

Globo Sora, altro colpaccio di mercato: preso lo schiacciatore australiano Roberts SORA - La Globo fa sul serio e nonostante siamo ancora in pieno giugno la società del patron Giannetti almeno sul mercato, non sembra avere rivali. Comincia ad alzarsi infatti il tiro della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che spara un colpo sul mercato “straniero” e fa centro, ingaggiando lo schiacciatore australiano Nathan Roberts. Alla sua seconda esperienza nel campionato italiano ma la prima in serie A2 in quanto nella passata stagione militava tra le fila del Pineto, Nathan sarà a disposizione di coach Gatto e dei suoi compagni solo dopo la fine dei mondiali di pallavolo. Infatti Roberts è uno delle bocche da fuoco della rappresentativa australiana allenata dal ct Russell Borgeaud che ai prossimi campionati del mondo, inserita nella poll C, disputerà la prima fase a Modena (2526-27 settembre) assieme a Russia, Puerto Rico e Cameroon. Nathan è nel giro della nazionale dal 2002 quando con l’under 18 partecipò ai campionati del mondo pre-juniores a Xylokastro in Grecia. Nello stesso anno

14 ANNO I - N° 93 SAbAtO 19 gIugNO 2010

venne reclutato ed entrò a far parte del centro di formazione della nazionale e nel 2003, prima partecipò ai campionati pre-juniores asiatici e poi nuovamente quelli del mondo. Chiamato a far parte della squadra dell’Australian Institute of Sport, che può essere paragonata al nostro club Italia, ha partecipato al massimo campionato di serie del suo continente. Sempre con la maglia della nazionale, nel 2004 è ancora campionato asiatico ma sta volta juniores. Nel 2005 entra a far parte della rappresentativa nazionale maggiore e fa il suo esordio nei campionati asiatici seniores per poi partecipa alle qualificazioni valevoli per i mondiali 2006 in Giappone ai quali l’Australia parteciperà classificandosi solo al 21° posto. Nel 2007 vince con la sua nazionale, classificandosi al primo posto, i campionati asiatici e oceaniani nonché i Giochi del Commowealt, una manifestazione sportiva che si svolge ogni 4 anni tra tutti i membri dell’Impero Britannico. Le esperienze nei club, il giovane opposto passato poi schiacciatore, le ha

vissute tutte al di fuori della sua terra. Nel 2005/2006 ha giocato nel campionato di massima serie in Danimarca nel Marienlyst Odense; la stagione seguente Nathan Roberts con la maglia della nazionale australiana si è trasferito in anche grazie al suo passato da oppoGermania chiamato dallo Wuppertal; sto. È un terminale offensivo impornel 2007/2008 arriva in Portogallo tra tante, molto bravo nella schiacciata le fila del Castelo de Maia; passa, nel della palla alta infatti, grazie a colpi 2008/2009, nel campionato di maslunghi e potenti, riesce spesso a elusima serie Greco nell’Appolan; per dere il muro avversario. Non da meno poi approdare in Italia in quel di Piè la sua abilità sugli attacchi veloci sia neto. Nathan Robers, nato ad Adelaide da zona 4 che in “pipe”, quindi ci sarà nel 1986 e cresciuto sportivamente da divertirsi nel vederlo giocare con nell’USC Lion Volleyball Club, con i Mario Scappaticcio. A muro (con un suoi 200 cm di altezza è uno schiacblock reach di 332cm) la sua fisicità lo ciatore-ricevitore dai grandi mezzi rende giocatore difficile da valicare, atletici (350 cm di spike-reach) ma al mentre in battuta si caratterizza per contempo è giocatore di buona mobiuna salto-rotante molto solida a cui sa lità e rapidità. Gioca lontano dal palalternare battute salto-float tatticaleggiatore per sfruttare le sue doti di mente efficaci. A.M. attaccante da seconda linea, maturate

Juve, secondo colpo: dal Catania preso Martinez

Klose si fa espellere La Serbia ringrazia

Dopo Simone Pepe la Juve mette a segno un altro colpo per il ruolo di esterno di centro campo. E' l'uruguaiano del Catania, Jorge Martinez. A confermare l'operazione è stato l'ad della società etnea Pietro Lo Monaco. «Jorge Martinez è un giocatore della Juventus -ha detto Lo Monaco-, e quindi lo dobbiamo salutare. Voglio fargli i complimenti, perché indosserà la maglia di un club molto importante».

Nel Mondiale delle sorprese cade anche la Germania. I tedeschi, che avevno incantato contro l'Australia all'esordio vincendo 4-0, perdono con la Serbia (1-0). Ma gli uomini di Loew escono tutt'altro che ridimensionati dal match, visto che giocano per quasi un'ora in dieci a causa dell'ingenua espulsione di Klose e sprecano un'infinità di occasioni, fra le quali un rigore, con Lukas Podolski.


sport CALCIO LEgA PRO

Varata l’ultima disperata iniziativa: da lunedì 21 fino a venerdì 25 scatterà una campagna pre-abbonamenti: il presidente chiede una dimostrazione di attaccamento da parte della città

Murolo si aggrappa all’amore dei tifosi Cassino: iscrizione a rischio Il costo fissato in 200 euro per le laterali e 400 per la centrale in questo percorso, necessita di una dimostrazione dell’attaccamento della città tifosa alla sua espressione calcistica. Del resto si chiama “Cassino” e non “Gruppo Sportivo MuFallita l’opera di persuasione di Scittarelli rolo”. Per questo lanciamo questa nuova iniziativa, CASSINO - Clodomiro Murolo e con la speranza di riscontrare un enla S.S. Cassino chiamano a raccolta i tusiasmo tale da fornirci le motivazioni tifosi: “Purtroppo, allo stato attuale per continuare, e magari anche per delle cose, constatiamo risposte negaconvincere qualche imprenditore a tive ai nostri appelli. Il mondo politico collaborare con noi a questo progetto. - disamina il numero uno di Corso Ribadisco la mia volontà – una volta della Repubblica - non ci sta fornendo affiancato da uno o più soci – di proalcun tipo di risultato; parimenti, il paseguire questa avventura con il Casnorama imprenditoriale locale, esclusi sino”. gli storici partner commerciali della Questo il commento presidenziale società, non sembra pensare alla a corredo della nuova e decisiva inicausa azzurra. Le sorti di questa squaziativa: da lunedì 21 fino a venerdì 25 dra sembrano non interessare a nesgiugno scatterà una campagna presuno, ad eccezione di Clodomiro abbonamenti. Una prova di fede per Murolo; destinato al ruolo sacrificale dimostrare attaccamento alla maglia di dover continuare a sopportare gli in questo momento difficile della stooneri passati, presenti e futuri. Appuria azzurra, nonché un sostegno nerata l’indifferenza generale, l’attuale cessario per il club al fine di compagine societaria, per proseguire adempiere le formalità amministra-

tive. Sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento presso la sede sociale di Corso della Repubblica, tutto il giorno dalle 9 alle 19. Il corrispettivo fissato in cambio dell’abbonamento è di 200 euro per le tribune laterali; 400 euro il necessario per assicurarsi la tribuna centrale. La società non ha fissato un obiettivo minimo quantitativo da raggiungere: prerogativa fondamentale per la riuscita dell’iniziativa è la partecipazione del pubblico, nella maniera più ampia possibile. In questo modo, al termine della sessione sarà possibile valutare la risposta della tifoseria e della città in maniera da trarne le oggettive conclusioni. Ai tifosi sottoscrittori verrà rilasciata una ricevuta: come ovvio, qualora il club non dovesse iscriversi al prossimo campionato, il documento permetterà al tifoso di ricevere una immediata restituzione dell’importo versato. L’incontro dell’altro ieri in comune, conclusosi con un nulla di fatto a causa dell’assenza di imprenditori interessati a fornire un aiuto al presidente Murolo, ha de-

Murolo ora chiede una dimostrazione di amore ai tifosi lineato un quadro critico che rischia seriamente di far sparire il calcio a Cassino. La breve dichiarazione con la quale il patron del sodalizio azzurro ha lasciato intendere che se non si farà vivo nessuno disposto a sostenerlo è pronto a non iscrivere la squadra al prossimo campionato, fa da preludio all’ultima disperata iniziativa che la società, di comune accordo col sindaco Scittarelli(a cui 160 imprenditori locali convocati hanno

sCOMMEssE MONDIALI

Sudafrica 2010: test della verità per l’Olanda opposta al Giappone Il successo del Ghana e l’over del Camerun le quote da prendere Oggi torna in campo l’Olanda, dopo un inizio soft rispetto a quanto ci si aspettasse, considerando che la vittoria per 2a0 contro la Danimarca è arrivata grazie ad un autogol e ad una rete nel finale di gara, dopo una prestazione solo discreta di quello che è con-

L’olandese del Liverpool Kuyt

siderato uno degli attacchi più pericolosi della competizione mondiale. Gli orange affrontano, ancora senza la loro stella più luminosa Arjen Robben, un Giappone da prendere con le molle per l’organizzazione difensiva che ha dimostrato nel match vinto con il Camerun e soprattutto per la capacità palesata di saper colpire al momento opportuno con fulminee ripartenze dei suoi avanti. L’1 si gioca a 1,38, ma proprio in virtù della suddetta riflessione, preferiamo il nogoal a 1,60, opzione meglio quotata e che copre, oltre ad una possibile goleada olandese, anche un’eventuale sorpresissima, visto che gli asiatici, in testa alla classifica del gruppo proprio a parimerito con Sneijder e compagni, pagherebbero oro per fare 0-0 e, probabilmente, inizieranno la gara

Usa, pari e proteste 2-2 con la Slovenia Finisce 2-2 la sfida tra Slovenia e Stati Uniti, secondo match del Gruppo C ai Mondiali in Sudafrica. Un pareggio in rimonta per gli Usa, che sfiorano anche la vittoria. Slovenia in vantaggio al 14' con Birsa, poi il raddoppio al 43' con Ljubijankic. Nella ripresa la reazione degli americano con il gol di Donovan che riapre la partita al 49'. All’83' arriva il pareggio firmato da Bradley.

con questo obiettivo. Nel pieno del pomeriggio si gioca Ghana-Australia. Si affrontano l’unica squadra africana convincente all’esordio e la compagine più “massacrata”(0-4 dalla Germania). Già i favori del pronostico sono dalla parte del Ghana, se poi si pensa che gli oceanici saranno privi del loro uomo migliore, Cahill, squalificato, l’1 a 1,90 appare una giocata, magari da fare in singola, da non farsi sfuggire assolutamente. Tale risultato tra l’altro darebbe a Muntari e compagni ottime possibilità di accedere agli ottavi. Completa il quadro giornaliero la sfida tra Camerun e Danimarca, entrambe al palo, con 0 punti, nel gruppo E. Da una parte Eto’o, desideroso di condurre i suoi compagni alla prima vittoria in questa rassegna mondiale iniziata col

Il ghanese dell’Inter Muntari piede sbagliato dopo il flop inaugurale con il sorprendente Giappone; dall’altra Bendtner e in generale la necessità di vincere per entrambe: tutto buono per pensare che qualche gol dovrà pur esserci. In multipla appare buona l’opzione over 1,5 che paga 1,42 volte la posta. Luca Tedeschi

L’Inter avverte Benitez “Maicon andrà via” «Branca e Oriali hanno avvertito Benitez: Maicon andrà via». È quanto sostiene il quotidiano madrileno “As”, secondo cui i due principali responsabili del mercato dell’Inter hanno fatto capire al nuovo allenatore che il brasiliano non potrà essere trattenuto. Benitez vorrebbe trattenerlo, ma i due dirigenti gli hanno detto che è praticamente impossibile.

voltato le spalle), si appresta a lanciare. Un contributo di 200 euro per salvare il Cassino: una cifra considerevole e non alla portata di tutti se si prendono in considerazione quel manipolo di irriducibili che ancora seguono con apprensione e smisurata passione le vicende della propria squadra del cuore. In tutto il trambusto che si è generato negli ultimi, tribolati quindi giorni, i tifosi cassinati hanno seguito con molto distacco la crisi che attanaglia il sodalizio azzurro, quasi in preda ad una rara forma di rassegnazione che affonda le sue radici nei continui e stucchevoli dietro-front che hanno caratterizzato la presidenza Clodomiro Murolo, condita da tante attese e dichiarazioni di facciata e da pochi risultati. Gli stessi tifosi che tre stagioni orsono assediarono Ciro Corcione, il presidente che ha portato il Cassino nel calcio professionistico dopo ventisei lunghi anni e che dopo ingenti sforzi economici venne messo alle strette al punto da costringerlo a cedere la società, sembrano ora stanchi e disillusi. Allo “zoccolo duro” di appassionati sempre presenti sugli spalti del Salveti, viene chiesto uno sforzo considerevole per scongiurare la mancata iscrizione ed il conseguente fallimento. Loro sapranno rispondere con la passione di sempre, gli altri che fanno da contorno nelle grandi occasioni, chissà. La società conosce bene il numero dei “fedelissimi” che non hanno fatto mai mancare il proprio apporto(in media con le altre realtà di Seconda Divisione) e sembra utopistico aspettarsi che 2000 persone accorrano a sottoscrivere l’abbonamento. Una risposta comunque, ci sarà. A patto che non si tratti del solito escamotage architettato per lavarsi la coscienza, il classico pretesto per mollare tutto nel caso non venisse raggiunto il numero di sottoscrizioni non dichiarato, ma desiderato. Antonino Massara

15 ANNO I - N° 93 sAbAtO 19 gIugNO 2010



lagazzettacassino190610a