Issuu on Google+

ANNO i1 - N° 64 - sAbAtO 19 mArzO 2011 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO AI VIGILI DEL FUOCO

OGGI LE COMICHE Numerosi sono stati gli interventi dei vigili del fuoco e della protezione civile di Cassino per allagamenti e rimozione di alberi pericolanti. Sono giorni di intenso lavoro per i pompieri chiamati ad ogni ora per risolvere situazioni di rischio a causa del maltempo. Mercoledì scorso hanno tratto in salvo una famiglia oltre ad alcuni automobilisti rimasti intrappolati nel fango e nell’acqua.

IL TAPIRO DEL GIORNO AI CANDIDATI ABUSIVI

Ci sono anche i candidati abusivi oltre ai manifesti abusivi affissi un pò dovunque. Molti sono i candidati che forse nemmeno si presenteranno quando si tratterà di ufficializzare le candidature. Intanto sono già apparsi i manifesti delle liste civiche incollati qua e là senza criterio, forse anche senza pagare la tassa per le affissioni. Sarebbe ora di regolamentare queste affissioni da parte dell’ufficio elettorale del comune di Cassino.

CRONACA

ELEZIONI

CASSINO

All’alba frana sull’autostrada all’altezza di Pofi: muore un 50enne casertano, ferito suo figlio

La nuova arrivata Forza del Sud propone come sindaco l’ex asssessore Gianni Valente

Ufficiale l’addio al mercato coperto, verrà abbattuto prima dell’estate. Era in piedi dal 1966

A PAG. 5

A PAG. 6

A PAG. 7

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione ECONOMIA Per il discorso sul rilancio economico fatto dal presidente di Unindustria

Abbruzzese plaude a Regina nomico e sociale del territorio regi on al e, dal l a patrim onializzazione delle imprese all’importanza strategica degli investimenti sulle inf r a s t r u t t u r e. Te m i c e n t r a l i c h e hanno contraddistinto l’ultima fin a n z i a r i a r e g i o n a l e, i n s i e m e a t a n t i a l t r i . Pe n s o p e r e s e m p i o a quelli che hanno riguardato l’istituzione di un fondo di garanzia per il pagamento dei crediti vantati d a l l e i m p r e s e v e r s o l a P. A . e a l l e r i s o r s e m e s s e i n c a m p o p e r f av o r i r e l a r i c e r c a e l ’ i n n ova z i o n e t e c nologica, tanto più importanti per un territorio come il nostro ricco di piccole e medie imprese che hanno bisogno di essere sostenute per esprimere al meglio le proprie potenzialità e competere anche sui mercati internazionali. Sono conv i n t o c h e, i n v i s t a d i t a n t i s i g n i f i cativi appuntamenti che ci

ROMA - “Nell’intervento di ieri, il presidente Regina ha affrontato alcuni dei temi più significativi che dovranno impegnare anche le istituzioni e gli enti locali per il rilancio dello sviluppo eco-

MARUCCIO

Infiltrazioni di camorra molto consistenti nella nostra regione ROMA - "L'operazione della Dia che ha accertato infiltrazioni mafiose nel Lazio sequestrando beni per un valore di oltre 100 milioni di euro apre uno squarcio su tutte le minimizzazioni recenti sul fenomeno. Oggi è chiaro che le infiltrazioni mafiose nella nostra regione sono un fenomeno drammaticamente consistente e per contrastarle occorre un'inversione di tendenza." Lo dichiara in una nota il capogruppo e segretario regionale dell'Italia dei Valori, Vincenzo Maruccio. "Nell'ultimo bilancio regionale - spiega Maruccio - il capitolo dedicato agli oneri connessi al riutilizzo sociale dei beni confiscati è stato dimezzato. In pratica questo vuol dire che i beni immobili che potrebbero essere affidati alle associazioni, che ne farebbero un utilizzo sociale, non possono essere ristrutturati e quindi assegnati. Si apre così la strada della vendita all'asta, magari dopo un periodo di tempo che provocherà il deprezzamento degli stessi. E ad acquistare non potrebbero che essere i soggetti che possiedono maggiore liquidità, cioè le organizzazioni criminali stesse”.

2 ANNO II - N° 64 SABATO 19 mArzO 2011

apprestiamo ad affrontare nel L a z i o – c o m e h a vo l u t o r i c o r d a r e i l presidente Regina – Unindustria saprà essere un valido interlocut o r e. E n o n p o s s o c h e a u g u r a r m i i n qualità di cittadino di questa reg i o n e, o l t r e c h e d i p r e s i d e n t e d e l C o n s i g l i o r e g i o n a l e, c h e p r e s t o n e l p r o p r i o d i r e t t i vo p o s s a e s s e r e r a p presentata anche la provincia di Latina. Sono sotto gli occhi di tutti le difficoltà create da un deficit sanitario che pesa come un macigno sulla progettualità di questa Reg i o n e. E d è p e r q u e s t o m o t i vo c h e si sente più che mai il bisogno di u n a s s o c i a z i o n i s m o c o l l a b o r a t i vo e propositivo”. Lo riferisce con una nota il presidente che Consiglio r e g i o n a l e d e l L a z i o, M a r i o A b b r u z zese che ieri mattina ha preso parte alla prima Assemblea di Unindustria.

RICONOSCIMENTO

Riccardo Muti diverrà cittadino onorario di Roma La Giunta capitolina ha approvato nei giorni scorsi la delibera per conferire la cittadinanza onoraria ROMA - '' La Giunta capitolina, su proposta del sindaco, Gianni Alemanno, ha approvato la delibera per il conferimento della cittadinanza onoraria al maestro Riccardo Muti. Il provvedimento passa ora all'Assemblea capitolina per l'approvazione definitiva. ''Il maestro Muti non e' solo uno dei piu' importanti direttori e interpreti di musica classica dell'intero pianeta. Non e' solo un filologo di ec-

cezionale levatura - afferma il sindaco Gianni Alemanno le cui letture di pagine storiche di musica di Mozart, Salieri, Cherubini, Verdi, Gluck e infiniti altri, sono un punto di riferimento per chi studia musica e per i semplici amanti. Muti e' fra quegli italiani di cui il nostro Paese va fiero, e' un maestro per i giovani e il diamante che brilla nel nostro Teatro dell'Opera''.

Nel provvedimento sono esplicate le motivazioni del prestigioso riconoscimento. Si legge che ''Roma Capitale riconosce al maestro Riccardo Muti di aver costituito, con la sua opera, un eccezionale punto di riferimento per le orchestre e i cantanti lirici di tutto il mondo e di aver

portato un contributo molto importante per il rilancio dell'immagine culturale e musicale della Citta' di Roma''. Inoltre, che ''il talento eccezionale e la particolarissima sensibilita' civile del Maestro sono stati la base anche di numerose manifestazione di pace, trasformando la musica classica in uno strumento di dialogo e promozione sociale''. E, ancora, che ''il maestro Muti, fondamentale punto di riferimento per la vita musicale di molte generazioni, ha contribuito con il suo operato a rafforzare il forte legame tra la musica e i giovani, esaltando gli aspetti educativi e di solidarieta' che la musica stessa puo' portare''. E, infine, che ''il contributo del maestro Muti, la sua creativita', la sue operosa presenza hanno conferito al Teatro dell'Opera di Roma un ruolo di prestigio internazionale collocandolo fra le Istituzioni piu' prestigiose in Italia e all'estero''.

Nucleare, l’Italia va avanti

Giappone, Alitalia abbassa le tariffe

Berlusconi e' preoccupato per le ripercussioni sull'opinione pubblica dell'incidente nucleare in Giappone. In ogni caso, il governo non ha intenzione di fermare il piano di ritorno all'atomo, come hanno affermato diversi ministri. E come invece chiede il centrosinistra, con Bersani e Di Pietro che auspicano un referendum.

Anche l’Alitalia conferma che «per favorire il rientro dei passeggeri senza prenotazione è stata introdotta una tariffa speciale agevolata go show applicabile a tutti i posti non prenotati indipendentemente dalle classi tariffarie disponibili». Visti i problemi sullo scalo di Tokyo, per garantire la massima regolarità dei collegamenti, è stato deciso che i voli partiranno solo dall’aeroporto di Osaka.


regione SANITA’

La Regione concederà gli accreditamenti solo alle strutture che risultano a norma

Bilancio, ok solo a chi è in regola ROMA - Gli uffici della Regione Lazio hanno avviato le procedure, previste dall'assestamento di bilancio regionale, per il rilascio dell'accreditamento definitivo solo ed esclusivamente a quelle strutture sanitarie che rientrano nei parametri previsti dalle norme.

ALEMANNO

Imprese, il Lazio ha grosse potenzialità ROMA - ''E' riuscito da un lato a delineare con chiarezza quali ssono le opportunita' del nostro territorio, ha sottolineato il valore delle Olimpiadi 20202,gli Stati Generali e lo sforzo che stiamo facendo per collaborare fra istituzioni e imprese, dall'altro lato ha sollecitato il Governo ad un grande impegno per una spinta economica complessiva.Come ha detto anche Emma Marcegaglia urgente e' il decreto per le semplificazioni''. A dirlo il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, uscendo dall'Assemblea di Unindustria che poco fa e' terminata a Valmontone, presso il Parco a tema Rainbow Magicland, commentando il discorso del presidente di UnindustriaAurelio Regina. Alemanno ha ricordato che ''oggi abbiamo visto la forza di questo sistema nuovo di imprese e credo sia positivo che questa realta' di faccia sentire”.

Anche le strutture del Consorzio Ri.Rei sono soggette a questi controlli, e qualora non risultino a norma, saranno sicuramente escluse dall'accreditamento definitivo. E' quanto comunica una nota della Regione Lazio. Tra i centri maggiormente all'attenzione della Regione prosegue la nota - rientra quello di Santa Severa, verso il quale la Presidenza regionale, al di la' delle visite ispettive ordinarie compiute dall'Asl e dalle forze dell'ordine, ha disposto lo scorso 7 febbraio un ulteriore sopralluogo. Dai relativi verbali redatti dall'Asp sono state riscontrate anomalie attualmente oggetto di verifiche da parte degli uffici regionali. Se tali anomalie dovessero essere confermate, difficilmente ai centri del consorzio

PASQUALI (FLI)

Abbruzzese riveda regolamento della Giunta

Ri.Rei potrebbe essere concesso l'accreditamento definitivo. La Regione sta inoltre individuando nuove strutture dove allocare i pazienti attualmente ricoverati presso i centri per i quali e' a rischio l'accredita-

mento, come quello di Santa Severa. Solo grazie alla volonta' della Giunta Polverini - conclude la nota - la Regione sta procedendo alle verifiche per il rilascio degli accrediti definitivi alle strutture sanitarie.

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI RIETI, FABIO MELILLI

“Unindustria, scelta di grande rilevanza politica” ROMA - ''La costruzione di Unindustria che tenta di coniugare le ragioni della Capitale e del Lazio e' una scelta di grande rilevanza politica''. E' quanto dichiara il presidente della Provincia di Rieti, Fabio Melilli, a margine della prima assemblea pubblica di Unindustria che si e' svolta questa mattina aValmontone. 'La relazione del presidente Aurelio Regina - continua - e' stata sicuramente di grande spessore grazie ad un'analisi approfondita delle piu' rilevanti questioni nazionali con un

atteggiamento giustamente severo nei confronti della Governo e della Pubbliche amministrazioni locali. Un unico rilievo da fare sull'eccessiva timidezza nei confronti del Governo in merito alle scelte sulle Energie rinnovabili che lasciano nell'incertezza imprenditori della nostra Regione e mettono a rischio il livello occupazionale che dava segni di forte espansione. Mi sarei aspettato un maggior approfondimento delle problematiche relative ai territori del Lazio che hanno peculiarita' e punti di forza che forse

andavano maggiormente sottolineati''. ''Credo che il presidente Regina, inoltre - prosegue nell'auspicare l'immediata emanazione dei decreti su Roma Capitale sottovaluti il rischio della riduzione della Regione Lazio a soggetto costretto ad occuparsi soltanto del debito della Sanita'. E' certamente condivisibile il rafforzamento dei poteri della Capitale ma se cio' viene attuato senza il necessario equilibrio si rischia di dar luogo all'aumento della distanza della Capitale dai territori della nostra Regione.

Lampedusa, arriva l’esercito

Nuovo reato: omicidio stradale

E’ arrivato mercoledì sera il primo contingente di soldati dell’esercito per garantire la sicurezza attorno al Centro accoglienza di Lampedusa. Saranno cento entro due giorni. E si aggiungeranno ai 350 uomini in divisa che controllano i 2800 tunisini ormai costretti a vivere in baracche strapiene e sporche, a bivaccare in attesa del pasto, di una doccia, di una visita medica.

"Stiamo lavorando per introdurre un nuovo reato: quello di omicidio stradale". Così il Presidente della CommissioneTrasporti della Camera dei Deputati MarioValducci anticipa una delle novità più rivoluzionarie in tema di sicurezza stradale. Si tratta di una proposta,e l'iter legislativo lo spiega lo stesso Valducci: "Nelle prossime settimane presenteremo un provvedimento per introdurre nel codice penale l'omicidio stradale.

ROMA - ''Alla luce dell'odierna convocazione della Giunta per il regolamento sarebbe opportuno, per assicurare un clima piu' disteso e rapporti piu' corretti, che il presidente del Consiglio regionale, Abbruzzese, cosi' come viene puntualmente indicato nell'art. 9, comma 2 del regolamento del Consiglio regionale, ne ripensasse la composizione''. E' quanto afferma in una nota Francesco Pasquali, Capogruppo di Futuro e Liberta' alla Regione Lazio. ''Nella Giunta per il Regolamento, infatti, continua - manca un'adeguata rappresentativita'; non sono presenti MPA, FLI e Misto per quanto riguarda la maggioranza e API, PSI, FDS e Verdi per quanto concerne la minoranza. La richiesta e' rafforzata proprio in virtu' del fatto che alcuni Gruppi consiliari sono presenti addirittura con due consiglieri''.

3 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011


PROVINCIA Concerto per l’Unità d’Italia Suonate nel palazzo della Provincia le musiche di Ennio Morricone e Giuseppe Verdi Jacques Deray, 1983); Love Theme (dal film Il Nuovo Cinema Paradiso, regia: Giuseppe Tornatore, 1988); Gabriel's Oboe (dal film The Mission, regia: Roland Joffà, 1986); Il Buono, Il Brutto, Il Cattivo (dal film Il Buono, Il Brutto, Il Cattivo, regia: Sergio Leone, 1966)e tanti altri. ”L’ Amministrazione provinciale - ha spiegato l’Assessore Abbate - ha voluto dare il proprio contributo alle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, lavorando in sinergia con gli altri enti e con le altre istituzioni che hanno composto il tavolo tecnico che ha dato vita alle manifestazioni “I Giorni della Notte Tricolore”. Abbiamo voluto dare un contributo forte perché crediamo che celebrare, in maniera importante tale ricorrenza significa lanciare un messaggio non solo istituzionale ma soprattutto politico, in un momento in cui alcune forze parlamentari sembrano voler far passare il 17 marzo in tono minore. Invece questa festa va celebrata come inizio di un processo di riscoperta del valore del sentimento della patria”.

FROSINONE - "Le musiche di Ennio Moricone e di Giuseppe Verdi, sapientemente interpretate dal pianoforte del Maestro Nina Feric, hanno fatto da da colonna sonora al concerto organizzato per festeggiare la ricorrenza dell’Unità d’Italia. E’ questo il particolare abbinamento che la Provincia di Frosinone, attraverso l’Assessorato alla Cultura, ha deciso di proporre nell’ambito delle celebrazioni unitarie, “I giorni della Notte Tricolore” giovedì sera alle 18nel pallo della Provincia.In apertura del concerto, il Maestro Nina Feric ha proposto un pout pourri sulle musiche di Verdi in un brano unico. Si tratta di un arrangiamento originale per ricordare i 150 anni dell'Unità dell'Italia. Poi spazio per l'omaggio ad Ennio Morricone, tra l'altro artista originario della provincia di Frosinone. Sono state proposte le più belle colonne sonore del repertorio del compositore ciociaro, in una scenografia particolare che ha previsto anche la video presentazione delle più belle scene cinematografiche: Le Marginal (dal film Le Marginal, regia:

LEGAMBIENTE LAZIO

INIZIATIVA CON LA PROVINCIA DI FROSINONE

“Nucleare, la Polverini esprima immediatamente parere contrario” FROSINONE “La Po l v e r i n i esprima subito il parere contrario alle nuove centrali nucleari n e l L a z i o, i n v i a n d o l o f o r m a lmente al Governo: sarebbe un bel modo per festeggiare i 150 anni dell'unità d'Italia, rispondendo con uno scatto di dignità al dramma che sta vivendo il popolo giapponese”. È netta la richiesta d i L o r e n z o Pa r l a t i , p r e s i d e n t e d i L e g a m b i e n t e L a z i o. I n q u e s t o momento spaventoso per il pop o l o g i a p p o n e s e, s e r v e u n a r i sposta di civiltà, non si possono lasciare i cittadini smarriti e senza chiarezza. La Presidente ha ribadito più volte la contrarietà all'installazione di nuove centrali nucleari nel territorio e il Consiglio regionale poche set-

4 ANNO II - N° 64 SABATO 19 mArzO 2011

timane fa ha votato un ordine del g i o r n o n e t t o i n q u e s t a d i r e z i o n e, che impegna la Giunta. Chiediamo allora che in modo preventivo la Regione Lazio si esprima altrettanto nettamente e immediatamente”. Legambiente Lazio ricorda che poche settimane fa, la Corte Costituzionale aveva sancito in una sentenza la necessità che le Regioni potessero e s p r i m e r e i l p r o p r i o p a r e r e, o b bligatorio anche se non vincol a n t e, p r i m a d e l l a r i u n i o n e d e l l a Conferenza Unificata, dichiarando l'illegittimità costituzionale dell'articolo 4 del decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 31 s u l n u c l e a r e, t a n t o d a c o s t r i n g e r e i l G o v e r n o a u n d e c r e t o c o r r e tt i v o.

Il panino ciociaro di Mac Donald’s fa la sua apparizione FROSINONE - La Provincia di Frosinone continua il suo cammino di investimenti in tutti i settori che ritiene fortemente identitari e giudica strategici per fondare le basi di un ritorno allo sviluppo, secondo un preciso piano di divulgazione voluto dal Presidente Antonello Iannarilli e che abbraccia più settori tra loro concatenati. Tra questi il settore agricolo, che sconta una forte crisi, ed è certamente tra le priorità da curare e salvaguardare. Martedì 15 marzo 2011: la Giunta Provinciale ha approvato due delibere importanti per il settore. La prima riguarda proprio le

eccellenze del comparto agropastorale con l’approvazione del progetto “Fiera delle eccellenze enogastronomiche della Ciociaria e del Lazio”. Si tratta di una iniziativa a cadenza annuale per promuovere le produzioni tipiche, d’origine e tradizionali della Ciociaria e, tramite esse,contribuire anche alla diffusione della conoscenza del territorio investito, sempre dalla provincia, da un forte progetto di lancio turistico. “Grazie all’azione delle organizzazioni agricole ciociare e alla lungimiranza di alcuni operatori locali – dice l’Assessore provinciale all’Agricoltura, Giovanni Melone – dalla metà degli anni

Un cane che vale un milione di euro

Tornano le assunzioni Molte a termine

MILANO - Altro che gioielli o auto di lusso, nella Cina degli ultramilionari il vero status symbol è possedere un cane. Ma non uno qualunque, bensì un mastino tibetano rosso, colore portafortuna da questa parte di mondo, mentre la razza è considerata sacr (i tibetani credono che i cani abbiano l’anima dei monaci e delle monache che non erano abbastanza puri da reincarnarsi in esseri umani) e portatrice di salute e benessere ai proprietari.

Tornano a crescere i programmi di assunzioni nelle aziende con meno di 250 dipendenti. Nel primo trimestre di quest'anno incremento soprattutto nell'industria manifatturiera e costruzioni. Ma sono a tempo indeterminato meno della metà dei contratti. E solo l'8,4 per cento è per laureati. Tra le professioni hi-skill i più richiesti i tecnici amministrativi e finanziari. I dati dell'ultimo rapporto di Unioncamere.

2000 si è iniziato a puntare alla promozione agroalimentare d’origine, all’aggregazione delle produzioni tipiche e alla richiesta di registrazione delle più autentiche produzioni geografiche della Ciociaria. Mi riferisco, per esempio, alla forte crescita promozionale attivata dalla filiera bufalina della Valle dell’Amaseno, alla registrazione nel registro delle Dop e Igp del fagiolo cannellino diAtina,del peperone cornetto di Pontecorvo, della Passerina del Frusinate e del pecorino di Picinisco. Non dimentichiamo l’unica Docg del Lazio, e cioè quella del vino Cesanese e la Dop del Cabernet di Atina”.


cronaca LA CORSIA NORD CASSINO-FROSINONE CHIUSA SEI ORE PER I SOCCORSI

Frana sull’autostrada: Muore un 50enne Per le piogge all’alba di ieri è avvenuto lo smottamento che ha coinvolto un furgone e un autotreno CASSINO - Frana sull'A1 nel Comune di Pofi, tra Ceprano e Frosinone. Un costone di una collina si è sbriciolato finendo sull'Autostrada e travolgendo un furgone e un Tir. Una persona è morta. La frana si è verificata alle ore 5 al chilometro 633 direzione nord. In un comunicato, Autostrade per l'Italia comunica che a causa della frana è stato chiuso il tratto tra Cassino e Frosinone in direzione Roma. Sul luogo del-

l'evento, oltre alle pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, i soccorsi sanitari e meccanici, è intervenuto il personale della Direzione 6 Tronco di Cassino e le imprese per il ripristino della percorribilità della carreggiata. Autostrade per l'Italia consiglia agli utenti diretti verso Roma, dopo l'uscita obbligatoria a Cassino di percorrere la Strada Statale Casilina e rientrare a Frosinone. Costanti aggiorna-

menti sulle condizioni di viabilità vengono diramati da RTL 102.5 FM, Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV INFOMOVING in Area di Servizio.- È stato riaperto il tratto Cassino-Frosinone, in direzione di Roma, dell'autostrada A1 Milano-Napoli, chiuso intorno alle 6 in seguito ad una frana che ha anche provocato un incidente stradale con un morto e due fe-

riti. Lo ha riferito Autostrade per l'Italia. Una frana si è abbattuta, a causa del maltempo, sulla carreggiata in direzione della capitale al km 633. Sul posto sono intervenuti le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, i soccorsi sanitari e meccanici, il personale della Direzione 6ø Tronco di Cassino e le imprese per il ripristino della percorribilita della carreggiata.

SCOPERTE LE NUOVE DROGHE IN UN NEGOZIO DI CASSINO CASSINO - Risultato straordinario della Compagnia della Guardia di Finanza di Cassino nella lotta alla droga. Nel corso di una complessa azione info-operatva, le Fiamme Gialle hanno posto sotto sequestro oltre decine di capsule contenenti una nuova potentissima droga sintetica. Il sequestro è maturato nel corso di un controllo presso un esercizio commerciale della Città Martire, che deteneva tale prodotto presumibilmente per la vendita. Le Fiamme Gialle, su richiesta degli organi governativi e della Prefettura di Frosinone, erano alla ricerca di sostanze stupefacenti camuffate da incensi e profumatori d’ambiente, ultimamente molto in voga tra i giovani consumatori di sostanze stupefa-

Sequestrati dalla Guardia di finanza bastoncini d’incenso centi. Tali bastoncini d’incenso, che bruciano ed emettono un fumo aromatico

esattamente come quelli legali, contengono però sostanze vietate dalla legge che agiscono sul sistema nervoso centrale. Tali incensi non sono stati rinvenuti tra quelli in vendita, sebbene i militari, dalla documentazione contabile, ne abbiano accertato la vendita di enormi quantità ai clienti del Cassinate. Tra questi, sono state rinvenute le capsule oggetto di sequestro, con-

tenute in confezioni che le celavano sotto la dicitura “fertilizzante per bonsai”. Informata la locale Procura della Repubblica presso il Tribunale, il Sostituto Procuratore Dott. Fabrizio Suriano ha immediatamente disposto la perizia tossicologica, eseguita dalla Dott.ssa Maria Chiara David, Tossicologo Forense dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

Denunciato dalla polizia il titolare di un appartamento Ater affittato agli studenti universitari CASSINO - Era intestatario di un alloggio Ater di Cassino che affittava regolarmente a studenti universitari. Lui, invece, viveva nell'alloggio popolare intestato alla madre defunta. Una situazione su cui la Squadra Informativa del Commissariato di polizia di Cassino ha indagato raccogliendo elementi utili per far scattare un sequestro preventivo convalidato dal P.M. Maria Beatrice Siravo.

L'appartamento è in via Monte Gagliardo ed era già stato al centro di una dura polemica quando, a febbraio, una giovane mamma lo aveva occupato abusivamente. Per giustificare il suo gesto la ragazza aveva riferito agli investigatori che si era introdotta all'interno della casa in quanto era venuta a conoscenza che la stessa era disabitata. L'intestatario 60enne, invece, è indagato per truffa.

60enne cassinate denunciato per truffa: Aveva affittato il suo appartamento concesso dall’Ater


cassino ELEZIONI COMUNALI/Centrodestra diviso e spaccato con quattro gruppi

Forza del Sud candida a sindaco l’ex assessore Gianni Valente CASSINO - Due esponenti di spicco della politica locale Ciro Rivieccio consigliere ed assessore nella passata giunta Scittarelli e l’assessore Gianni Valente, record man delle preferenze alle passate elezioni comunali, hanno presentato ieri il nuovo partito Forza del Sud presente il coordinatore Regionale del Partito, Giovanni Paolo Azzaro. Rivieccio e valente hanno contestato duramente la condotta politica di chi guida il Pdl a Cassino. Quindi l’annuncio di candidare Gianni Valente a sindaco per Forza del Sud. <Nessun incontro ufficiale interno al partito ha ratificato il nome del candidato a sindaco del Popolo della Libertà alle comunali di Cassino; io personalmente, che ho reso pubblica la volontà di candidarmi a sindaco dall’estate scorsa, non ho mai ricevuto risposte, fossero state pure negative sarebbero certo state meglio del silenzio; per la prima volta, dopo vent’anni dalla nascita di questo par-

tito, si vuole far passare l’idea che il rinnovamento derivi dalle liste civiche, a tutti livelli, regionale, provinciale e comunale, e meglio ancora che questo rinnovamento sia gestito dalla stessa persona in tre>. E’ lucida e

scevra da tentennamenti l’analisi di Giuseppe Sebastianelli, che ieri mattina è stato invitato a partecipare alla conferenza stampa di Forza del Sud, quando mancano poco più di tre settimane alle presentazione ufficiale

delle liste e delle candidature per le dichiarato la sua disponibilità a soamministrative di maggio. <Questa stenere la mia candidatura nel Pdl se sera (sabato 19 marzo), per la prima il Pdl arriverà unito e coeso intorno volta – ha aggiunto Sebastianelli – as- al mio nome alle elezioni, ieri ha lesisteremo alla presentazione di un gittimamente reso pubblico il suo candidato a sindaco che la città non eventuale piano alternativo, che si concretizza nella sa ancora classificare in alcun partito Polemico con il PDL candidatura a sindaco di Gianni Vao liste, ma che a giorni alterni, anzi Sebastianelli:”<Nes- lente. Io, per parte nello stesso giorno, sun incontro ufficiale mia, ribadisco che non ci sono elesi presenta come interno al partito menti seri per cui il capo delle liste civiche ed esponente ha ratificato il nome mio partito possa mettermi da parte, del Pdl. L’unico del candidato ma se così dovesse esponente del Pdl – ha ribadito – sono io a sindaco del Popolo essere, in nome del potere di uno solo e ancora una volta della Libertà alle mascherato dalla faccio appello al cospinta al rinnovaordinatore provinelezioni comunali mento dimenticiale e quello di Cassino” cando che regionale affinché rinnovare la polidiano risposte alla mia domanda di potermi candidare tica non è un fatto anagrafico ma di sindaco dopo 18 anni di servizio al- contenuti e programmi, allora io l’interno di Forza Italia prima e del stesso mi sentirò libero di sostenere Pdl dopo. Forza del Sud, che ha già un altro progetto>.

RACCOLTO L’INVITO DI EX AMMINISTRATORI PER UN CONFRONTO DI TUTTE LE FORZE DEL BENE COMUNE CASSINO - L’’avvocato Giuseppe Golini Petrarcone, candidato a sindaco di Bene Comune ha diffuso un comunicato.” Raccolgo con autentica soddisfazione e faccio mio l’appello all’unità del centro-sinistra , lanciato da un gruppo di ex-consiglieri comunali nell’imminenza delle elezioni amministrative della Città di Cassino. Il progetto di Bene Comune che mi ha candidato a sindaco attraverso una pubblica Assemblea in cui erano presenti tutti i delegati delle forze politiche e dei movimenti civici che hanno condiviso un lungo e fruttuoso lavoro di costruzione politico-programmatica, ha fin dall’origine del suo percorso -nel lontano mese di luglio del 2010- praticato la più ampia apertura e un atteggiamento autenticamente inclusivo nei confronti di tutte le forze del centro-sinistra, nessuna esclusa. Mi piace anzi ricordare come nella carta costitutiva di Bene Comune sono indicati come membri di diritto, non solo i delegati di tutte le forze politiche di centrosinistra

6 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011

(quindi anche del PD e del PSI- che per alcuni mesi hanno ricoperto incarichi di presidenza e di vice – presidenza dell’assemblea); ma anche tutti gli ex consiglieri comunali di centro – sinistra, alcuni dei quali ritrovo oggi tra i firmatari dell’appello all’unità, dopo che avevano inopinatamente disertato le nostre riunioni per sperimentare, in autonomia, percorsi diversi da quelli unitari. Mi faccio perciò interprete della volontà politica più volte espressa dall’assemblea di Bene Comune nel ribadire la piena disponibilità ad un incontro che possa finalmente produrre il quadro più unitario possibile. La sola condizione, di natura metodologica, che Bene Comune ha il dovere morale e civile di ribadire è che vengano avanzate proposte concrete, trasparenti e determinate, anche e soprattutto sul piano delle candidature e delle alleanze. Attendiamo, dunque, proposte precise che,al di là di un generico appello alle comuni responsabilità, definiscano i criteri per dare concreta attuazione a

Petrarcone per l’unità del centrosinistra Si attende la convocazione di un tavolo per la discussione una integrale ricomposizione di tutte le forze del centro-sinistra e che, soprattutto, siano compatibili con la finalità politica fondamentale di inaugurare una stagione di netta discontinuità con la gestione amministrativa precedente e di profondo rinnovamento nei programmi e negli uomini a cui affidare le responsabilità del governo cittadino, dopo i risultati fallimentari della trascorsa consiliatura. Al di fuori di questa essenziale limitazione programmatica e politica, Bene Comune non ha alcuna preclusione ideologica o preconcetta, anche nei

confronti di quelle forze moderate che si riconoscano in questa piattaforma programmatica di alternativa nei contenuti, nei metodi, della affidabilità e nella competenza dei candidati. Salutiamo perciò con grande interesse la possibilità di un dialogo finalmente sgombro da tatticismi e da veti, che spesso hanno avuto il tenore di una pregiudiziale ideologica sulla natura di Bene Comune, ispirata proprio da coloro che hanno perseguito una linea di divisione all’interno del centrosinistra e di subalternità a derive neocentriste o apertamente trasformiste.”

Regala un libro per la festa del papà

Premiati gli alunni per il concorso teatrale

CASSINO - Un Libro in occasione della Festa del Papà. L’autore Fernando Miele dedica questo libro alla Città di Cassino, a tutti gli anziani che da sempre rappresentano il “ceppo” della famiglia, a tutti coloro che credono nei valori di essa e a quanti vogliono tramandare questra festa.

CASSINO - Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, presso il I Circolo Didattico - plesso scolastico di Via Arno a Cassino, ha partecipato alla premiazione della Prima edizione del Concorso didattico teatrale “Il Grinch che rubò il Natale”.


cassino E’ addio per il mercato coperto Tutto pronto per l’abbattimento l’evoluzione mercatale. Dalla vendita dell’immobile il Comune di Cassino ha incassato più di cinque milioni di euro, una somma necessaria per rientrare nei conti in rosso dei debiti fuori bilancio.. Per ripianare debiti per 14 milioni di euro del 2006 la giunta Scittarelli fu costretta a vendere una serie di immobili ma i bilanci continuano a navigare nell’incertezza. E difficoltà le sta riscontrando anche il commissario straordinario Angela Pagliuca che entro il 31 marzo dovrà approvare un bilancio di previsione con molti tagli. Comunque il Comune oltre ai tanti debiti da pagare potrebbe incassare anche crediti ma non ne la capacità. Infatti gli ambulanti dell’ex mercato coperto (una ventina) erano debitori per 270 mila euro per non aver mai pagato l’affitto dei locali nonostante i continui solleciti. Quel contenzioso a seguito di ri-

CASSINO - Prima dell’estate sarà abbattuto l’immobile che fino a un anno fa ospitava il mercato ortofrutticolo quotidiano e al suo posto sorgerà un edificio destinato ad abitazioni civili e ad uffici. Scomparirà così la costruzione circolare a due piani dove dal 1966 venditori ambulanti e clienti s’incontravano ogni giorno per la spesa quotidiana. Ad acquistarlo una società molisana che ha dovuto modificare l’originario progetto che prevedeva un edificio circolare di 15 piani. La regione due anni fa lo bocciò per l’eccessiva volumetria e così il progettista ha dovuto togliere un piano. Erano i 900 metri del pian terreno che nella convenzione sarebbero spettati al Comune per ospitarvi gli ambulanti. Gli ambulanti sono stati già sfrattati un anno fa e né avranno una nuova sede da destinare al cosiddetto “mercato coperto” anche per

corsi e di prescrizioni si è ridotto a 89 mila euro a carico di 6 commercianti. Al decreto ingiuntivo del Comune gli ambulanti hanno fatto opposizione sostenendo di non voler pagare per la mancanza di manutenzione della struttura per tutti gli anni che sono stati in affitto, causa anche di perdite economiche per le carenze igienico-sanitarie. Ma anche perché sono rimasti senza una sede. Adesso gli ambulanti sono sistemati provvisoriamente in piazza San Giovanni e accanto all’immobile in procinto di essere abbattuto. Il problema si pone proprio quando inizieranno i lavori e tutti dovranno andarsene. Il Comune, non essendoci l’Amministrazione, ancora non ha trovato gli spazi necessari. Lo stesso Comune dovrà trovare anche dei locali dove spostare le proprie attrezzature depositate nella struttura del mercato.

A CALTANISSETTA PER IL PREMIO “POETI E SCRITTORI SICILIANI”

La poetessa Mauceri si afferma nella sua Sicilia

CASSINO - C’è un detto pragmatico popolare che recita così: “Il lavoro nobilita l’uomo …”, però è quanto mai vero che l’uomo raggiunge la sua “nobiltà” d’animo nello stesso momento in cui dà sfogo al suo Io, esternando i propri sentimenti .in

versi , facendo dono agli altri delle proprie emozioni che nascono alla vista del volo di un gabbiano, al nascere dell’alba di un mattino, al tramonto autunnale, al sbocciare di un fiore, all’ascolto del nifrire di un grillo, al pianto di un bambino. La collettività sente il bisogno di questi “Homo doctor” che riescono con le loro liriche a fare rivivere attimi sfuggiti del vivere quotidiano. Certamente, poeti non si nasce: d’altro canto come per tutte le attività dell’uomo, semmai si può nascere con una certa inclinazione che con il crescere degli anni, la vita stessa è maestra in siffatto “mestiere”. Gli anni passano ed anche per Concetta Laura Mauceri sono passati, da quando in giovinezza si dilettava per hobby a scrivere sonetti da declamare nelle recite scolastiche. Oggi non è più un hobby, sente la necessità di scrivere quello che sente interiormente; si sofferma per ascoltare lo “sciacquio delle onde”; s’immedesima “sul volo di un gabbiano”; resta sensibile ad ascoltare “il si-

lenzio”, tutto il mondo che la circonda è spunto per dialogare con sé stessa e per evadere dal concreto per la ricerca di un so che. La poetessa e scrittrice ha raccolto in diverse antologie le sue liriche ed i suoi ricordi di gioventù e nel contempo, appassionata qual è dei misteri dell’aldilà, trova occasione d’intrattenersi con individui che hanno vissuto nello stato psicofisico d’ incoscienza, quale può essere lo stato di “coma”, i quali hanno vissuto attimi extra corporali, riferendo sensazioni non comuni. Concetta Laura Mauceri verseggia con uno schema libero, tenendo fede ai principi basilari della metrica, attribuendo ai suoi versi uno stile tipico del tardo novecento, attenta nella ricerca dei vocaboli, facendo trasparire la sua dolce malinconia pervasa da dolci ricordi e da fiduciosa speranza del domani. L’autrice, forte di questi sentimenti e sagace espositrice di momenti salienti della vita quotidiana, negli ultimi anni della sua attività poetica, ha inellato diversi ambiti riconoscimenti letterari che fanno onore, anche a Cassino, Città Martire, che la ospita visto che le sue origine sono siciliane. Proprio è di recente che è ritornata nella sua Sicilia e precisamente in quel di Caltanissetta per ritirare il Primo Premio “POETI E SCRITTORI SICILIANI” della

Furti in Autogrill Quattro arresti

Montecassino, aperta la mostra di ceramiche

FROSINONE - CASSINO. La Polizia Stradale di Frosinone, nel corso di servizi mirati al contrasto della criminalità in ambito autostradale, nella giornata di ieri ha svolto attenti controlli presso le aree di servizio presenti nella tratta autostradale di competenza. Nel corso dell'attività sono stati colti in flagranza ben 4 persone che avevano da poco sottratto negli autogrill merce di vario genere.

CASSINO - Aperta a Montecassino la mostra di opere in ceramica di Pablo Picasso. L’esposizione raccoglie un buon numero di lavori in ceramica creati da Picasso negli anni Cinquanta del secolo passato, ed inoltre anche opere di Manfredo Borsi, Hans Hartung, Kim en Joong e A-Sun Wu: in totale circa 90 opere, che provengono dalla collezione Sapone di Nizza.

11^ edizione Premio letterario Internazionale, organizzato dall’Associazione che fa capo al Cav. Gaetano Riggio, con la poesia “Sicilia”, scelta dalla Commissione esaminatrice per avere rievocato ricordi della sua infanzia con un linguaggio elegante, ricco di enfasi sui colori e sui profumi della sua terra. Questo alto riconoscimento si aggiunge a quello conseguito in terra calabra, a Borgo Imperiale – il Paese della Poesia – dove, la poetessa ha raccolto un riconoscimento prestigioso in considerazione dell’alto numero di partecipanti, consistente nell’elogio da parte della Commissione per la poesia “OCCASO”, quale migliore componimento poetico della raccolta di poesia cui fa capo. A questi recentissimi riconoscimenti, fa corona, il 1° Premio assegnato dalla Commissione del “Premio di Lettere Scienze e Arti 2010”, organizzatodall’Accademia Internazionale Contea di Modica, per la poesia “Un Segno di pace”. Questi, in ordine di tempo recente, i più significativi riconoscimenti che lasciano preludere in un prossimo futuro altri più ambiti traguardi. Tra l’altro, la poetessa ha pubblicato l’ultima sua raccolta di poesie “Il volto dell’Anima” presente in tutte le librerie, anche on line, che sarà esposto alla Fiera del Libro .

7 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011


cassinate Abbruzzese-D’Aguanno: l’uno contro l’altra armati presentano i loro candidati. Alla faccia del Pdl

Quando la politica diventa tragicomica CASSINO - Siamo alle comiche finali. Alla risata generale. Senza il minimo pudore, questa sera, Mario Abbruzzese, padrone in pectore del Pdl cassinate, e la lady di lega leggera Anna Lisa D'Aguanno, presenteranno in contemporanea i loro candidati sindaco. Al di là della comicità dei due eventi, restano da fare alcune amare considerazioni. E' lampante che i due consiglieri regionali, se ne fottono altamente del partito, dello spirito di squadra ed altre stronzate del genere: i due politici sono animati, e di conseguenza agiscono solo e soltanto per bramosia di potere, per poter incassare quanto ancora in piedi è rimasto di questa martoriata Cassino. Abbruzzese gioca una partita importante, far eleggere il suo "yes man" signi-

fica fare il sindaco di Cassino, oltre che il presidente del consiglio regionale, significa avere ancora di più le mani sulla città, sui suoi affari, sui suoi concittadini. Per Mario Abbruzzese, eleggere Palombo significa avere carta bianca su tutto, sulle decisioni presenti e future, e non importa se il rinnovamento da lui tanto decantato, colpisca solo gente come Scittarelli, o Rivieccio, o Sebastianelli, l'importante che non colpisca il suo pupillo, il suo enfat prodige, che seduto accanto a Scittarelli ha condannato a morte questa città. Per la D'Aguanno è una questione di onore. E' una questione di principio, la lady non riesce a digerire, e ci sentiamo di dire che fa bene, che Abbruzzese faccia il padre padrone del partito, degli uomini,

delle coscienze altrui. Gli fa da contrappeso. Ma il risultato è un disastro, i due hanno solo distrutto un partito, anzi, il partito. Forza Italia prima, e il Pdl poi, sono stati una pietra miliare per questa città, sono stati i movimenti politici che hanno sempre vinto, anzi hanno stravinto. Il Pdl è stato sempre il primo partito, dal lontanto 2001, mai una flessione, mai. I cittadini elettori di centro - destra hanno sempre visto nel partito di Berlusconi, un punto di riferimento importante, da seguire, da votare. Nascosti dietro le sigle delle liste civiche, tanto per salvare la faccia, il duetto regionale ha invece distrutto tutto, ha seminato zizzania, ha finto di volere l'unità di intenti per poi cambiare rotta. Nelle oscure stanze dei pa-

lazzi, nei bugigattoli delle segreterie politiche cittadine, hanno sempre dato la precedenza al do ut des, allo swap degli incarichi, alla ricerca del successo, del risultato personale. Ed eccolo il risultato, si materializzerà questa sera, in due locali di Cassino, dove verranno presentati i due candidati, due poveri disgraziati, politicamente parlando, che già dalla partenza sanno di non contare niente. Senza il Pdl non si andrà da nessuna parte, non è difficile pensare che il futuro sindaco, al di là delle lacerazioni interne al centro sinistra, sarà Petrarcone. Ma pensiamo all'oggi, ed andiamo a vedere queste convention, portiamo anche la famiglia, del resto quattro risate e gratis fanno sempre bene. Ignazio Annunziata

ROCCASECCA

Il borsino Forte: la scuola è stata riaperta ma l’acqua non c’è

ROCCASECCA - “Dopo due annidichiusuradelplessoscolastico di via Lazio, interessato dai lavori per la messa in sicurezza dopo il sisma del 2009, l’Amministrazione comunale di Roccasecca annuncia in pompa magna che è stata finalmente riaperta".A parlare è Bernardo Forte. Consigliere di minoranza Comune di Roccasecca. "Ecco, il mio augurio, è quello che l’apertura sia successiva al fatto che le autorità competenti abbiano rilasciato tutte le idonee certificazioni sullasicurezzadellastruttura,in particolare il collaudo statico. Dicoquestoperchénonostante imieiinterventielemiesollecitazioni per avere dagli uffici del Comunecopiadiquestadocumentazione,finoadoranonho

8 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011

ricevuto nessuna risposta. Sicuramente le autorizzazioni ci saranno, però invito il Sindaco a tirarle fuori,a mostrare gli atti, perchéaltrimenti,senoncifossero, sarebbe da scellerati aver autorizzato la riapertura del plesso senza le idonee certificazioni. Non solo, c’è comunque un aspetto gravissimo in questa situazione: praticamente non funzionano i sistemi di scarico dei servizi igienici. I bidelli, ogni volta che qualcunosirecainbagno,sono costrettiaintervenireconisecchi con l’acqua, dentro e fuori dai servizi igienici. Una situazione allucinante. Che dice il Sindaco in merito? Per un lavorocheècostatooltre300mila euro di soldi pubblici, dei cittadini?”

E CHI SAL

di giovanni trupiano

DOM PIETROVITTORELLI: L'abate ordinario di Montecassino dom PietroVittorelli: Ha assistito commosso alle celebrazioni per l'anniversario della distruzione di Cassino.Al contrario di tanti politici vecchi e nuovi,a cui piaceva fare vetrina quando avevano una carica, il PadreAbate ha invece dato esempio di amore ed attaccamento alla città.

UNA PARTE DEL CENTROSINISTRA: continua nel fuoco di sbarramento al candidato sindaco, Giuseppe Golini Petrarcone. Questa posizione non fa altro che indebolire un centro sinistra, di per sè, già falcidiato dalle tante prime donne presenti nel partito che mirano solo ad un posto al sole. Almeno indicassero un loro candidato.

GIUSEPPE GOLINI PETRARCONE:Nonostante i tanti veti del "suo" centro sinistra, il candidato sindaco dell'Idv prosegue nella sua marcia alla conquista del comune di Cassino. Ha fegato e tanta dignità, quando si deve combattere anche contro i propri alleati bisogna avere le spalle grosse.

IL CONSORZIO DI BONIFICAVALLE DEL LIRI: Le pioggie di questi giorni, hanno dimostrato di quanto labile sia il sistema di drenaggio delle acque piovane nella campagne. Urge porre rimedio, con opere strutturali e non chiacchiere, a questi allagamenti che hanno solo isolato interi nuclei familiari dal resto del mondo.

Celebrata la II giornata del turismo

Aurunci ed Historiale per un progetto condiviso

FIUGGI-LunedìscorsosièsvoltoaFiuggineisaloni del Palazzo della Fonte,la seconda edizione della GiornataProvincialedelTurismo.L'incontroannuale chel'assessorealTurismoMassimoRuspandiniorganizza per confrontarsi con gli operatori sulle strategie da mettere in campo per intraprendere un percorsovirtuosocheportiilnostroterritorioadesaltarelegrandipotenzialitàdellequalidisponepersviluppare tutta una serie di "turismi" possibili.

PARCO DEI MONTI AURUNCI - Una convenzione tra l’Historiale di Cassino, il Museo interattivo della storia della seconda guerra mondiale, ed il Parco regionale dei Monti Aurunci, per promuovere la cultura e lo sviluppo sostenibile delle province di Latina e Frosinone. Si tratta di un progetto complesso al quale il Parco sta lavorando da diversi mesi.

CHI S cend e


sport SCHERMA

Gare individuali e a squadre di sciabola, spada e fioretto. Le premiazioni alle 16

Da oggi via ai campionati di scherma Sulle pedane del Cosilam 500 atleti di 12 regioni per le selezioni agli assoluti italiani CASSINO - Più di 500 atleti di 12 regioni prenderanno parte alle gare nazionali di qualificazione di scherma che si terranno oggi e domani presso il Polo logistico della Fiat di Piedimonte San Germano. L’evento sportivo, curato dal Cus Cassino in collaborazione con la Facoltà di Scienze motorie e il Cosilam, e dalla federazione italiana scherma, vedrà contendersi sulle 25 pedane i più bravi schermitori italiani per la conquista dei posti alle finali dei campionati italiani. Per Cassino gareggeranno Renato Nunziata, Nicolò Sambucci, Maurizio Lischetti e Valerio Massaro che compongono la squadra di spada maschile mentre per quella femminile Francesca Iovine, Marta Zapparato, Giusy Coraggio e Claudia Terranova. Quest’anno la Federazione italiana scherma ha deciso di assegnare a Cassino la “seconda prova di qualificazione zona centro” che da sempre veniva realizzata ad Ancona. Le di-

scipline in cui gli atleti si confronteranno sono: sciabola e fioretto individuale (maschile e femminile) e spada a squadre (Serie C2 maschile e serie C femminile). Le gare inizieranno in mattinata e alle 16 ci saranno le premiazioni. “Saremo all’altezza – dice il Presidente del Cus Carmine Calce – dell’impegno preso e daremo vita a quella che oltre ad essere una competizione diverrà una vera e propria festa della scherma a cui parteciperanno anche i Vigili del Fuoco per i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia e la Confcommercio che sarà presente con stand espositivi”. Il responsabile della sezione scherma del Cus di Cassino e delegato provinciale della Fis, Aldo Terranova, evidenzia come: “Questa manifestazione ha due anime: quella sportiva e quella dello spettacolo. La prima è di livello nazionale e trova conferme nella presenza del Presidente della Fis che verrà a trovarci proprio durante le gare.

BASKET SERIE C

Cassino a Pagano per sperare A quattro giornate dalla fine la Petriana sempre in testa da sola

La seconda si lega ai festeggiamenti per il 150. dell’Unità d’Italia”. La manifestazione è patrocinata dalla Presidenza del Consiglio della Regione Lazio,

dall’Assessorato allo Sport della Provincia, dai Comuni di Piedimonte San Germano e di Cassino, dalla Camera di Commercio e dal Coni.

VOLLEY SERIE A2 MASCHILE Ottime premesse per il finale:“Ora lavoriamo a ranghi completi”

Globo Sora, tutta la fiducia di capitan Scappaticcio I

n vista dello sprint finale del campionato di A2 di volley ascoltiamo l’autorevole parere di capitan Mario Scappaticcio della Globo Sora con le prospettive e considerazioni della squadra sorana. «Lavoriamo in palestra a ranghi praticamente completi da meno di due settimane. Prima ci è successo di tutto. Non vuole e non deve essere un alibi, ma sfido qualunque squadra a gestire l’emergenza con 4 o 5 giocatori infortunati. Ci sono club che si attrezzano anche

10 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011

per questa evenienza, con un roster di giocatori perfettamente intercambiabili, ma sono eccezioni alla regola. Contro il Gela la squadra ha fatto molto bene, ognuno ha dato il suo contributo, come è giusto che sia nel volley, che è uno sport di squadra e come tale vive di equilibri che tutti contribuiscono a formare. L’individualità può esserci e può fare la differenza, ma da sola non basta, c’è necessità che ognuno si assuma la propria fetta di responsabilità. Noi abbiamo dimostrato di essere

gruppo anche in un momento particolarmente delicato della stagione. E’ facile essere uniti e andare d’accordo quando si vince sempre, ma l’atleta e l’uomo si misurano nei momenti di difficoltà, quando è decisamente meno agevole mantenere la tranquillità. Lo scorso anno siamo arrivati quinti in regular season eppure al ritorno c’era un lieve senso di delusione per un rendimento meno brillante rispetto al girone d’andata. Stagioni come questa, con infortuni e vicissitudini a ripetizione, fanno capire quanto sia bello e purtroppo eccezionale avere un’annata agonistica senza intoppi. Credo che stavolta la squadra meriti un elogio in blocco, ma non va taciuta la grande prova di Libraro, chiamato a giocare in un ruolo non suo e bravissimo a disimpegnarsi».

CASSINO - Dopo il turno di riposo, torna il campionato di serie C2 di Basket, con il Cassino che è dui scena sul parquet del Borgo Don Bosco. Il quintetto di Pagano che nelle ultime quattordici gare ne ha vinte la bellezza di tredici (di cui dodici consecutive) spera di poter riagganciare il vertice della classifica, attualmente distante di quattro lunghezze, ma i biancorri hanno una gara in meno rispetto alla prima della classe. Mancano solo quattro giornate al termine della regular season, tutto è ancora possibile ma è chiaro che non sarà facile chiudere il torneo davanti a tutti. Comunque tutto si deciderà nei play off e il Cassino confida in questa sua grande stagione, per poter finalmente tornare in un campionato che maggiormente gli compete. Intanto il primo obiettivo è quello di vincere domenica, confermare la seconda posizione e magari sperare in un passo falso della Petriana Roma che guida il girone.

Idea per l’Under 21, una squadra per la B

Magath al Wolfsburg, subito in panchina

Le condizioni di Robert Kubica sono ancora migliorate. Il pilota ha superato bene l’ultimo intervento al gomito finalizzato ad una buona ripresa funzionale. Prosegue il programma riabilitativo alla mano, alla spalla e sull’arto inferiore nei confronti del quale hanno espresso soddisfazione il dr. Francesco Lanza ed il dr. Mario Igor Rossello. E’ prevista ancora una fase di attesa nel percorso di guarigione delle multiple fratture riportate.

Felix Magath, esonerato appena mercoledì scorso dallo Schalke 04, è il nuovo allenatore del Wolfsburg, club che aveva condotto al titolo di campione di Germania nel 2009. Lo ha annunciato la società, controllata dal marchio automobilistico Volkswagen. Magath sarà alla guida della squadra già sabato, nella partita contro lo Stoccarda, valida per 27/a giornata della Bundesliga.


ANNO i1 - N° 64 - sAbAtO 19 mArzO 2011 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO AI CIOCIARI

I quali, in occasione dell’Unità d’Italia, hanno fatto svelntolare su balconi e finestre delle proprie abitazioni, il Tricolore. Un messaggio forte ed una lezione ai “potenti” che stavolta è arrivata dal basso. Da chi vive e lavora ogni giorno con grande fatica. Da chi porta avanti una famiglia con un solo stipendio e ancora da chi, tira a campare con il reddito minimo. E’ arrivata dagli operai, dai commercianti, dai professionisti. Dalla gente comune che, lontana dalle polemiche di questi giorni che hanno visto protagonisti chi ci governa in merito all’opportunità o meno di celebrare il 150° anniversario, ha riscoperto l’orgoglio dell’appartenenza alla Patria. E stavolta non c’era nessuna partita da giocare. Grazie a tutti!

IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI

Forse ha gettato la spugna. Ed il guaio è che con lui, hanno smesso di crederci anche coloro che lo hanno votato portandolo al comando della Città di Frosinone e che adesso hanno dovuto ripiegare dinanzi ad una “latitanza amministrativa” senza eguali. Un peccato. Soprattutto se a farne le spese è una Città come Frosinone e chi ci vive. Ma a questo punto, si spera, che non accada nulla di serio. Ci riferiamo al rischio frane che sta interessando la zona dove è stato realizzato l’ascensore inclinato di Frosinone. per fortuna c’è chi vigila su certi episodi e li denuncia, ma è gravissimo che un’Amministrazione, sollecitata dallo scorso 28 febbraio, non abbia preso provvedimenti di sorta per intervenire al più presto.

IL PERICOLO VIENE DALL’ALTO AMBIENTE

MALTEMPO

ECONOMIA

L’ascensore inclinato rischia di franare Numerosi appelli al sindaco Tutti rimasti senza risposta

Le piogge hanno messo in ginocchio Frosinone Mastrangeli accusa Marini

La nuova sfida di Unindustria per il rilancio economico della provincia ciociara

A PAG. 3

A PAG. 3

A PAG. 2

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


FROSINONE Presentati importanti progetti e varie iniziative nel corso della pima assemblea pubblica

Unindustria lancia la sfida Si vuole inaugurare una nuova politica che sia attenta alle priorità del territorio Cerimonia in pompa magna per la prima assemblea pubblica di Unindustria Lazio, l’unione degli industriali e delle imprese che riunisce Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo che si sono date appuntamento tra le fatine e i giganti di antiche civiltà del nuovo parco tematico romano di Valmontone, il Rainmbow MagicLand. Ancora con il cartello “lavori in corso”, il parco ha aperto le porte a circa 3mila visitatori che si sono ritrovati in un ambiente suggestivo, e comunque ben organizzato, per l’importante giornata in cui a prevalere è stato un messaggio di unione e ripartenza che sicuramente è stato recepito dagli industriali, dai rappresentanti sindacali e da quelli politici intervenuti quasi in massa da tutto il Lazio. Ad aprire i lavori di quella che è stata una giornata decisamente intensa e storica è stato il grintoso presidente del nuovo soggetto industriale, Aurelio Regina,

che ha fatto una profonda analisi e una critica approfondita della situazione attuale dell’economia del Paese e del Lazio, dell’industria e dei segnali di ripresa con immancabili richiami, rimproveri e plausi alla politica, alle necessità territoriali e a quelle di categoria. Un discorso mai lento, mai retorico e ricco di spunti per il Lazio, una Regione che ha molto da offrire e che comunque, nonostante questo, stenta ancora nel decollare. Partendo dalla delicata situazione internazionale e dalla crisi nel Mediterraneo, Regina ha puntato poi sul quadro nazionale e sulla crescita che deve necessariamente passare “per una politica che sia attenta alle vere priorità della nazione e dedicata principalmente alla crescita economica e alla riduzione del disagio sociale”. Diversi gli spunti interessanti per approfondire tematiche di primario interesse economico e tra queste quella

del federalismo fiscale che altro non potrà che aumentare le imposte locali. E questo, sottolinea Regina, “mentre la capacità di investimento resta fortemente condizionata dal capitolo di spesa relativo la sanità che nel Lazio assorbe i due terzi delle risorse economiche della regione. L’esigenza di copertura del deficit sanitario - prosegue Regina - ha comportato un ulteriore innalzamento di Irpef e Irap, penalizzando ancora una volta le famiglie, le imprese e la competitività del territorio”. Per il presidente di Unindustria, spiaciuto per l’assenza in sala del governatore del Lazio, Renata Polverini, “pensare di rimettere le imprese al centro dello sviluppo italiano con un peso di imposte dirette e indirette così ingente e così superiore a quelle dei Paesi competitor, è sempre più difficile”. In questo quadro diventa così difficile operare e ancora di più “cambiare

continuamente gli interlocutori” che, nel tempo hanno spesso sottratto risorse e opportunità. Molti, comunque, i fattori che dovranno concorrere per un rilancio definitivo dell’impresa e il sistema delle relazioni industriali sente la necessità di riformarsi “perché le imprese hanno bisogno di governabilità mentre il sistema attuale le sottopone ad un insieme di regole, troppe e complesse, che bloccano i processi e non assicurano il rispetto degli accordi”. In questo quadro, in quello cioè del superamento dei molti ostacoli, è nata Unindustria che dovrà “accelerare partendo dai molti punti di forza tra cui quello della scelta dei nuovi modelli per la politica e per la governance locale”. E poi le infrastrutture, il turismo, i progetti locali e l’importanza che deve continuare ad avere la creatività, aspetto questo che ha sempre caratterizzato l’impresa italiana.

Alatri, guerra nel Pd Patrizi contro Moroni Cittadini sfida il rivale alle primarie ed aggiunge: inviatiamo chi ha sparlato di tutti e tutto ad un confronto basato sulla chiarezza ALATRI - Sfidiamo Moroni alle orimarie. Così Patrizio Cittadino che aggiunge: “ L’ultimo candidato alla carica di sindaco della nostra città espresso dal PD ha iniziato la sua avventura politica parlando male di Programma Alatri. Ha iniziato sparlando di quella lista che gli ha permesso prima di diventare consigliere comunale, assessore, vice sindaco e poi addirittura sindaco.Morini infatti ha accusato Programma Alatri di ambiguità, di giocare su altri tavoli, di stare ad assumere una posi-

2 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011

zione duplice, laddove dice ci sarebbe bisogno di chiarezza.E allora, diciamo noi, che la chiarezza la abbiamo sempre chiesta al PD, senza ricevere risposta, ora che è lui il candidato ufficiale del partito, vogliamo sfidare proprio Morini alle primarie da svolgersi il 3 Aprile 2011, come avverrà anche in altre città della nostra regione.D’altro canto se il PD ha aggregato anche altre liste civiche composte da componenti della società civile, se il candidato ha ricevuto l’investitura anche da parte dei tre consiglieri comunali, non

dovrebbe avere timore a sottoporsi all’esame della popolazione che, in caso di vittoria, gli darebbe più forza e convinzione.Con l’accordo esplicito e da sottoscrivere, che il vincitore delle primarie avrà il sostegno anche degli sconfitti e delle liste che rappresentano. Programma Alatri, per esempio, porrà a sostegno della candidatura del vincitore la sua lista e quella interamente formata dalle donne a lei collegata e chiederà il sostegno anche delle altre forze politiche che ad oggi hanno inteso formare una compatta coalizione.Siamo sempre più convinti che uniti non solo riusciamo a battere l’amministrazione uscente, ma diamo alla città una guida capace, seria, competente, grazie alla

quale poter affrontare i numerosi problemi che la attanagliano dalla disoccupazione giovanile alla concreta prospettiva di creare lavoro ed occupazione.Tutti noi infatti siamo convinti che il candidato da battere è Magliocca, la sua politica disastrosa che ha messo in ginocchio la città, ma il PD e adesso Morini, sono della stessa idea? Ci auguriamo di si e allora, con le primarie, avremmo quella chiarezza tanto richiesta e poi una forza compatta ed unita, da Programma Alatri al PD che così riunirebbe anche le due sezioni, con l’UDC, Italia dei Valori, SEL, tutte forze giovani, entusiaste, portatrici di valori sani e condivisibili solo ed esclusivamente in favore della città.O no ?!?!? “

A fine marzo gli eventi per l’Unità d’Italia

Gemellaggio culturale nel segno di Comenius

SORA - Le manifestazioni previste in Piazza Santa Restituta per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia e realizzate in collaborazione con le scuole sono state rinviate causa maltempo al 26 marzo 2011. La cerimonia dell’Alzabandiera con il Picchetto del 41° Reggimento Cordenons prevista per ieri è stata rinviata ad oggi alle ore 11,00, in piazza S. Restituta.

CECCANO - La III B del Liceo Linguistico di Ceccano è partita lunedì mattino, 14 marzo , per il Comenius "Metamorphosis", che vedrà riuniti a Bruges gli allievi del Liceo Scientifico di Ceccano e del Martino Filetico di Ferentino insieme a quelli di altri 4 Paesi Europei, rispettivamente per il Belgio il Sint-Lodewijkscollege di Bruges.


frosinone RISCHIO

Nonostante le sollecitazioni di“Frosinone bella e brutta”nessuno si attiva

L’ascensore inclinato frana FROSINONE- Una situazione che rischia di diventare preoccupante se non addirittura rischiosa per la pubblica incolumità. Una frana, sotto il viadotto Biondi, peraltro segnalata dall’associazione “Frosinone bella e brutta” presieduta da Luciano Bracaglia, rimane lì’, caratterizzata da una continua cadeuta di massi che mettono a repentaglio la vita dei cittadini. Per questa ragione nei giorni scorsi Bracaglia, dopo i solleciti andati tutti a vuoto ha scritto una lettera al primo cittadino di Frosinone, Michele Marini. “Caro sindaco - si legge nella

MALTEMPO

Danni in molti paesi e fiumi esondati

missiva - , con vero rammarico e preoccupazione, questo pomeriggio, ho dovuto constatare che le fatiche e gli sforzi messi in campo dall'associazione che presiedo, nel segnalare con collaborazione idee e proposte per il bene della città, non vengono ripagate con gli interventi necessari. Quello che ci preoccupa maggiormente è che non viene tutelata l'incolumità dei cittadini. Dal 28 febbraio che è stato segnalato: - la frana sotto il viadotto Biondi; - i massi caduti sul lato destro della stazione di valle dell'ascensore inclinato; - la mancanza di una protezione sul greto del fiume; - ed altre minuzie di carattere estetico e di degrado; ancora nulla è stato fatto. Oggi sono precipitati nuovi massi, come si può vedere dalle foto, http://frosinonebellaebrutta.blogspot.com/2011/02/fra

FROSINONE - Il maltempo di questa ore sta creando disagi in tutta la provincia di Frosinone,dalnordalsud,conallagamenti indiversearteriestradalielostraripamento di corsi d’acqua. Hanno rotto gli argini il Garigliano,aCassinoel'Aniene,nellecampagne di Trevi con danni alle colture circostanti. Esondato il fiume Liri invadendo la parte dell'area situata in località Giunture a Cassino dove un’abitazione è rimasta isolata, e per soccorrere le tre persone chesitrovavanoalsuointernosonodovuti intervenire iVigili del Fuoco di Latina con un gommone. Esondato anche il fiume Sacco,nei pressi di Colleferro e tra Supino e Patrica mentre nel nord della Ciociaria, oltre alla pioggia, si è aggiunta anche una tromba d’aria ed una serie di fulmini che hanno danneggiato alcuni contatori Enel a Torre Cajetani lasciando molti abitanti senza energia elettrica.Seri disagi alla circolazione in via Pacciano a Paliano dove una frana ha invaso la strada mentre ad Anagni,adOsteriadellaFontana,iVigilidel Fuoco hanno messo in sicurezza un palo dell’illuminazione.

ne-sotto-viadotto-biondicaduta.html a causa della caduta di un albero infestato dalle edere

che con le piogge si appesantiscono. Mi è stato suggerito, come già

precedentemente segnalato che sarebbe necessaria una manutenzione che elimini le edere infestanti, altrimenti, tutti gli alberi che hanno poca radice, si seccano e precipitano creando le frane. Spero che, alla posa delle transenne a protezione dell'area interessata, faccia seguito un radicale intervento di manutenzione che possa evitare ulteriori cadute di alberi necessari a contenere il terreno ed evitare frane. Resto in attesa di un cortese riscontro in merito e porgo distinti saluti. Luciano Bracaglia”. Fin qui la lettera. Ora consentiteci una riflessione. da cronisti ci auguriamo che questa sia l’ultima volta che scriviamo di questo problema, abituati come siamo, nostro e voistro malgrado, a doverci ritornare per narrare, speriamo davvero di no, tragici fatti di cronaca.

RICCARDO MASTRANGELI CONTRO L’AMMINISTRAZIONE

“E’ bastata una pioggia per mettere in ginocchio la Città di Frosinone” Il consigliere del Pdl punta il dito contro il mal governo cittadino e le inadempienze FROSINONE - "Straripamenti, allagamenti, smottamenti e strade impraticabili. E’ bastata una pioggia copiosa per mettere a nudo tutti i limiti di una città come Frosinone, un territorio fragile a cui si deve aggiungere la scarsa attenzione da parte degli amministratori locali - dichiara Riccardo Mastrangeli, Consigliere Comunale di Frosinone del Popolo della Libertà - Un quadro desolante che ha mostrato ancora una volta tutte le “falle” di un Comune mal amministrato. Ogni volta che piove con una consistenza maggiore del normale, il fiume Cosa esonda in

diversi punti della città specie nella zona tra Maniano e De Matthaeis. In via Ponte La Fontana gli allagamenti dovuti alla piena del fiume Cosa rappresentano, oramai da anni, una certezza. Il Comune cosa ha fatto finora per risolvere questo problema che saltuariamente si ripresenta puntuale ad ogni acquazzone? Niente. Nessun intervento di bonifica spondale, né la realizzazione di appositi parapetti anti esondazione sono mai stati realizzati. Il maltempo, delle ultime ore, probabilmente anche sotto il profilo geologico determinerà i suoi effetti nei prossimi giorni. Anche sotto questo profilo, specie laddove criticità sono state riscontrate anche in passato nulla si è fatto. Basti pensare all’intervento, si fa per dire, di bonifica che il Comune ha operato lungo lo smottamento di via America Latina: nei giorni scorsi una

Arce, allontanati due campani

Borse di studio, partiti i pagamenti

ARCE - I Carabinieri della Stazione di Arce, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno intercettato e bloccato due persone residenti nella provincia di Napoli, mentre si aggiravano con fare sospetto ed immotivamente nei pressi di attività commerciali di quel centro.

ALATRI - Da questa settimana presso la Banca Popolare del Frusinate via ai mandati di pagamento delle borse di studio e fornitura di libri di testo relativi all’anno scolastico 2009/2010. In totale si tratta 110.000 euro di assegni che saranno distribuiti tra circa mille utenti, studenti e famiglie.

squadra di operai ha provveduto a rimuovere la terra finita sul marciapiede e installare delle tavolette di legno alte pochi centimetri, come elementi di contenimento. A quando un muro vero e proprio ed un ripristino del terreno che, nel corso degli anni, è venuto giù mettendo in serio pericolo la staticità del piccolo parcheggio sovrastante di via Brighindi? E’ forse chiedere troppo? Vogliamo parlare delle strade allagate? Nella giornata di ieri in alcuni punti della città, sembrava di essere a Venezia, altro che acqua alta. Pozzanghere grandi come mini laghi si sono formate agli angoli di quasi tutte le arterie del capoluogo. Per non parlare dello stato pietoso in cui versano le strade cittadine e che, in occasione del maltempo, esaltano tutta la loro inadeguatezza con buche che somigliano a voragini, con tappetini bituminosi talmente consumati che le arterie non assorbono l’acqua e con le auto che rischiano di perdere aderenza dopo frenate tutt’altro che brusche. Un territorio così piccolo, come quello di Frosinone, potrebbe essere curato nei minimi dettagli se si investisse di più sulla manutenzione. Invece l’abbandono totale, ogni volta prende il sopravvento e, nelle ondate di maltempo come quella delle ultime ore, provoca danni e disagi oltre il dovuto.

3 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011


sport CALCIO SERIE B

Oggi affronta al Matusa (ore 15) il Torino di Papadopulo in netta crisi

Frosinone, il bivio del campionato Tranne Stellone, tutta la rosa è a disposizione di Campilongo. Arbitra Stefanini

Sale l’attesa per il confronto tra Frosinone e Torino. I giallazzurri vogliono dimenticare la sconfitta rimediata a Modena, ma di fronte troveranno una squadra in crisi e assetata di punti per i play off. Termina 5-0 il test in famiglia con la primavera di Gianluca De Angelis. Questo il tema dell’allenamento pomeridiano sul sintetico di Supino e sotto la battente pioggia abbattutasi in queste ore

anche sull’intera ciociaria. Le reti portano la firma di Biasi (doppietta), Cesaretti, Zigoni e Maisto. È tornato in gruppo Alfredo Cariello mentre sia Masucci che Bianco hanno lavorato a parte. Terapie precauzionali per Baclet a causa delle condizioni di scivolosità del manto dato l’acquazzone. Seduta di rifinitura ieri mattina alle 11.00 presso il Centro Sportivo “La Selvotta” di Su-

pino per Cariello e compagni. La squadra ha svolto una seduta incentrata sul lavoro con la palla. Nessun particolare problema per il tecnico Campilongo che può contare sull’intera rosa a disposizione, eccezion fatta fatta per Roberto Stellone che prosegue nel suo programma di recupero. Al termine dell’allenamento la squadra si è ritrovata presso l’Hotel Bassetto di Ferentino dove proseguirà il ritiro pre gara. Sono 23 i convocati per la sfida con il Torino: Portieri: Frison, Vaccarecci, Sicignano Difensori:Ben Djemia, Bianco, Biasi, Catacchini, De Maio, Guidi, Minelli, Terranova; Centrocampisti: Beati, Biso, Bottone, Cariello, Di Tacchio, Grippo, Pestrin; Attaccanti:Baclet, Cesaretti, Masucci, Sansone, Zigoni. Frosinone – Torino è stata affidata al Signor Stefanini Nicola della sezione di Prato. Gli Assistenti saranno il Signor Schenone Giorgio di Genova e il Signor De Pinto Giuseppe di Bari. Iv Ufficiale sarà il Signor

Baratta Silvio della sezione di Salerno. Gli altri arbitri della giornata: Atalanta – Piacenza Calvarese - Melloni – Iori Iv: Santonocito Cittadella – Ascoli Gallione - Ponziani – Longo Iv: Peretti Crotone – Siena Guida - La Rocca –Argiento Iv: Del Giovane Empoli – Reggina Massa - Vuoto – Paganessi Iv: Irrati Livorno – Grosseto Baracani - Preti – Manzini Iv: Aloisi Pescara – Padova Palazzino - Chiocchi – Zonno Iv: Coccia Portogruaro – Albinoleffe Tozzi - Ciancaleoni – Posado Iv: Bellutti Triestina – Varese Velotto - Marrazzo – Italiani Iv: Corletto Vicenza – Novara Ciampi - Rubino – Masotti Iv: Giacomelli

CLASSIFICA SQUADRE

PT

ATALANTA SIENA NOVARA VARESE REGGINA LIVORNO PESCARA VICENZA GROSSETO PIACENZA TORINO EMPOLI MODENA PADOVA SASSUOLO ALBINOLEFFE CROTONE CITTADELLA PORTOGRUARO FROSINONE ASCOLI (-6) TRIESTINA

60 57 55 47 47 43 42 42 42 41 41 40 38 37 36 36 34 32 30 29 29 28

PARTITE G

V

N

31 17 9

RETI P

F

S

5 35 19

31 15 12 4 45 24 31 14 13 4 47 23 30 11 14 5 36 22 31 12 11 8 34 29 31 11 10 10 31 31 31 11 9 10 34 35 30 12 6 12 33 28 31 11 9 11 36 36 31 10 11 10 29 32 31 11 8 12 31 36 31 9 13 9 40 36 30 8 14 9 40 43 30 8 13 9 34 45 31 9

9 13 31 32

31 9

9 13 27 32

30 7 13 10 29 37 30 7 11 10 31 36 30 7

8 14 24 39

31 6 11 14 28 33 29 8 11 10 23 36 31 5 13 13 29 43

CALCIO GIOVANILI

Tutto il week-end in campo dei giovani canarini D

opo aver sfiorato l’impresa contro la Lazio sette giorni fa sull’insidioso campo di Formello, detenendo la vittoria fino a pochi minuti dalla fine, i ragazzi della Primavera di Gianluca De Angelis sono chiamati a ripetersi nella sfida casalinga contro il Grosseto. Entrambe le squadre sono ferme a quota 18, tre punti fondamentali per prendere le distanze dalla zona bassa della classifica. Anche gli Allievi di

Nando Tasciotti sono attesi da un incontro casalingo. Al Selvotta di Supino domenica mattina arriva l’Avellino. Per i gialloblu i tre punti in palio sono d’oro, dopo aver sprecato tanto in passato infatti il Frosinone deve continuare il trend positivo che l’ha visto protagonista nelle ultime settimane (otto gol segnati nelle ultime due gare). Chiusa la parentesi Nike la decima giornata del campionato dei Giovanissimi Nazionali re-

gala l’atteso big match tra Atletico Roma e Frosinone. Si gioca sul sintetico di Via del Baiardo, domenica pomeriggio, a partire dalle 16.15. Nella gara d’andata i ragazzi di Coppitelli riuscirono ad interrompere la marcia vincente dei capitolini che, al Selvotta di Supino, impattarono nella prima sconfitta stagionale. Turno ancor più ostico per i Giovanissimi Fascia B Elite di Maurilio Trimani che andranno a fare visita all’A.S. Roma. I ca-

narini, rimasti a bocca asciutta sette giorni fa contro la Vigor Perconti, dovranno ora vedersela con una delle formazioni più quotate del girone. Dopo l'importante risultato di 10 a 0 messo a segno la scorsa settimana contro il Foot Ball Team 2010, i Giovanissimi Provinciali Fascia B di Roberto Guerra affronteranno in casa il Casamari Veroli. Si gioca domenica mattina sul sintetico del Selvotta, fischio d’inizio alle 9.30. Ecco in dettaglio il programma gare: PRIMAVERA 7a di ritorno Sabato 19 ore 15 Supino (FR) FROSINONE – GROSSETO

De Rossi, 3 giornate di squalifica in coppa

Sfortuna Iaquinta, stagione finita

È di tre giornate la squalifica inflitta dalla Commissione disciplinare della Uefa al romanista Daniele De Rossi per la gomitata al giocatore dello Shakhtar Donetsk Dario Srna, nel ritorno degli ottavi di Champions League. Di sicuro non è un momento positivo per il centrocampista giallorosso, che nei giorni scorsi aveva fatto notare come fosse diversa “l’aria” di Roma nei suoi confronti.

Stagione finita per l'attaccante bianconero Vincenzo Iaquinta a causa di "un'ampia lesione del muscolo femorale retto" evidenziata oggi dagli esami clinici. La prognosi è di almeno tre mesi. Iaquinta aveva abbandonato ieri l'allenamento accusando un fastidio muscolare. Migliorano invece le condizioni di Martinez, Toni e Traore, che hanno svolto lavoro differenziato.

ALLIEVI NAZIONALI 9a di ritorno Domenica 20 ore 11.30 Supino (FR) FROSINONE - AVELLINO GIOVANISSMI NAZIONALI 10a di ritorno Domenica 20 ore 16.15 – Roma ATL. ROMA – FROSINONE GIOVANISSIMI FASCIA B ELITE 9a di ritorno Sabato 19 ore 14.30 – Trigoria A.S. ROMA - FROSINONE GIOVANISSIMI PROVINCIALI FASCIA B 6° giornata di ritorno Domenica 20 ore 9.30 Supino (FR) FROSINONE – CASAMARI VEROLI

5 ANNO II - N° 64 sAbAtO 19 mArzO 2011



lagazzettacassino190311a