Page 1

Politiche migratorie Convegno a Cassino

Case Ater Pontecorvo Incalza la protesta

CASSINO - Politiche migratorie, di questo si è parlato ieri pomeriggio durante un convegno promosso dall’onorevole Anna Teresa Formisano dal titolo “Cittadinanza tra diritti e responsabilità”. Per l’esponente dell’Udc “vanno ripristinati i centri per stranieri e corsi di lingua italiana per i figli di emigrati all’estero”. PAG. 6

PONTECORVO - Sono pronti a manifestare anche con proteste eclatanti gli inquilini delle residenze Ater a Pontecorvo che da anni vivono nei palazzi gestiti dall’azienda territoriale. Topi, infiltrazioni e perdite d’acqua, mancanza d’igiene, sono queste le maggiori “rogne” con le quali sono costretti a convivere ogni giorno. Venerdì un incontro promosso dal comitato case Ater. PAG. 7

ANNO I - N° 66 mARTEdì 18 mAGGIO 2010 dISTRIbuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’ospedale perde pezzi www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ATER FROSINONE Il tapiro del giorno va all’ Ater Frosinone, azienda territoriale per l'edilizia residenziale pubblica che non riesce ad occuparsi della manutenzione ordinaria delle abitazioni che l’azienda stessa gestisce a Pontecorvo. Da mesi ormai le ottantaquattro famiglie che vi abitano non sanno come fare, vivono in condizione davvero poco dignitose tra la mancanza di igiene e le infiltrazioni d’acqua. A tutto questo si aggiunge la paura per un cedimento strutturale emerso a seguito di un sopralluogo tecnico che interesserebbe uno dei tre palazzi. Il comitato a difesa degli inquilini promette battaglia, della questione ha interessato anche i nuovi amministratori del Comune di Pontecorvo.

L’OSCAR DEL GIORNO AI DOWN SPORTIVI L’oscar del giorno va agli atleti down che sono stati i protagonisti della nona maratonina “Corriamo intorno all’abbazia”, l’evento sportivo che si è tenuto nella città di Cassino domenica scorsa. L’ appuntamento interregionale dedicato ai diversamente abili ha attirato in città centinaia di sportivi. Un plauso va a tutte le associazioni e aziende sponsor che hanno permesso la realizzazione di tale evento che ha coinvolto tutta la cittadinanza. La gara è stata inclusa nel circuito “Correndo in Ciociaria”.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione “Ok ai tagli degli stipendi dei consiglieri” Abbruzzese: condivido la proposta della Polverini Roma - ''Sono perfettamente in sintonia con l'iniziativa proposta dal presidente Polverini che punta ad un taglio degli stipendi dei consiglieri e alla razionalizzazione dei i costi, spesso eccessivi, che appesantiscono la macchina regionale ad ogni livello''. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio. ''Occorre fare - prosegue una operazione di riordino degli

enti regionali, tagliando quelli inutili e raggruppando quelli che hanno competenze analoghe. Questo ci permetterebbe un notevole risparmio sui costi di gestione. Stesso dicasi per i consigli di amministrazione delle società partecipate, le quali si trasformano spesso in pletore più utili alla politica che non al servizio che sono chiamate a svolgere. La riforma Brunetta e' un ottimo in-

grediente - aggiunge - per affrontare la crisi economica e per responsabilizzare la classe politica che deve dimostrarsi unita nell'affrontare quelle scelte di razionalizzazione che vanno a beneficio della collettività. In questo senso, la casa trasparente che ha richiamato la presidente Polverini, dovrà avere porte aperte - conclude - per accogliere le istanze dei nostri cittadini''.

Afghanistan, ucciso soldato di Cisterna Massimiliano Ramadù era nato a Velletri ma residente nel comune pontino LATINA - Massimiliano Ramadù, uno dei due soldati uccisi ieri mattina in Afghanistan, era nato a Velletri l'8 febbraio 1977, aveva abitato a Cisterna di Latina fino al luglio scorso per poi trasferirsi a Torino. Ramadù era sposato dal 2009 con Annamaria Pittelli. I suoi genitori, Cesare Ramadù e Laura Massimiliani, vivono ancora a Cisterna di Latina assieme ai due fratelli gemelli di Massimiliano, Franco e Carlo. E purtroppo la notizia alla moglie è arrivata proprio nel comune pontino dov’era rimasta dopo la partenza del marito. Oltre ai due soldati morti, ci sono anche due feriti: Cristina Buonacucina, 27 anni, di Foligno, e Gianfranco Scirè, siciliano, 28 anni. Ora fuori pericolo. I quattro militari erano a bordo di un blindato Lince in una colonna di 130 vei-

coli diretti verso la località di Bala Murghab. Al loro passaggio è esploso una bomba ad altissimo potenziale, di quelli usati spesso per attacchi contro le forze internazionali in Afghanistan. Non c’è stato nulla da fare per i due militari che sono morti sul colpo. Insieme al laziale Ramadù è rimasto sul campo il caporalmaggiore Luigi Pascazio, di 25 anni, della provincia di Bitetto (Bari). Le salme dei due militari uccisi saranno rimpatriate "presumibilmente nella mattinata di mercoledì", ha detto La Russa, il quale ha spiegato che il generale Corcione "sta partendo per l'Afghanistan per occuparsi del ritorno delle vittime di tutto quanto sarà necessario". E non sono mancate le condoglianze del mondo politico. "Voglio

Foschi: gli assessori esterni costano 5 milioni ROMA - ''E'giusto ridurre gli stipendi per i consiglieri e per i dirigenti della regione Lazio. Intanto però, se proprio vogliamo fare due conti occorre spiegare che la giunta Polverini, composta prevalentemente da esterni, 11 su 13 assessori non sono consiglieri regionali, andranno a costare ai cittadini del Lazio 5 milioni di euro in più l'anno. A tanto, infatti, ammontano le indennità complessive sommate di ciascuno dei nuovi assessori. Insomma, la mancata presentazione della lista della Pdl, la pagano i cittadini''. Così, Enzo Foschi, consigliere del Pd, ha commentato l'annuncio odierno della presidente della regione Lazio, Renata Polverini, in merito alla riduzione dello stipendio dei consiglieri regionali. ''Siamo pronti certamente a ridurre - ha affermato Foschi - come già d'altronde accaduto nella scorsa legislatura gli stipendi, ma riteniamo opportuno chiedere segnali di coerenza. Viceversa queste operazioni non sono altro che il classico fumo per nascondere l'arrosto''

2 ANNO I - N° 66 mArtedì 18 mAggIO 2010

Colosseo aperto anche di notte ROMA - Grandi cambiamenti in arrivo al Colosseo: la biglietteria, il bookshop, la caffetteria e i servizi igienici saranno spostati dall'interno del monumento. L’anfiteatro sarà inoltre aperto di notte, il martedì e il sabato, dal mese di giugno al mese di settembre. Ad annunciarlo sono stati il commissario delegato per le aree archeologiche di Roma e Ostia antica, Roberto Cecchi, e il sottosegretario per i Beni culturali Francesco Giro.

esprimere il mio cordoglio alle famiglie dei nostri due soldati deceduti oggi in Afghanistan. Il sacrificio dei militari italiani che ogni giorno prestano servizio, a rischio della loro stessa vita, non è

vano, ma rappresenta l'impegno dello Stato italiano nel processo di pace necessario affinchè in paesi come l'Afghanistan possano trionfare libertà e democrazia. Auguro altresì agli altri due soldati rimasti feriti nella stessa circostanza, una pronta guarigione". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio. "Oggi è il giorno del dolore - ha concluso - e mi auguro che nessuno si permetta di strumentalizzare quanto accaduto con polemiche pretestuose che non rendono onore a chi ha dato la vita per servire il nostro Paese". La procura di Roma, intanto, ha aperto un fascicolo processuale sull'attentato. Strage con finalità di terrorismo il reato iscritto nel fascicolo, affidato al pubblico ministero Giancarlo Amato. Il magi-

strato è in attesa di una prima informativa dei carabinieri del Ros sulla dinamica dell'attentato. I militari uccisi operavano al Regional command west, la zona sotto la responsabilità italiana, un'ampia regione dell'Afghanistan occidentale (grande quanto il Nord Italia) che si estende sulle quattro province di Herat, Badghis, Ghowr e Farah. Per l'Afghanistan è autorizzata la partecipazione di 3.227 militari italiani. Allo stato attuale i soldati italiani dispiegati nella regione ovest del paese asiatico, sono circa 2.800. Dal prossimo mese di giugno arriveranno circa mille uomini, rinforzi decisi dal governo nell'ambito della nuova strategia fortemente voluta dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama e approvata dalla Nato.

La governatrice: la burocrazia regionale va ammodernata ROMA - ''Nella prossima giunta regionale presenterò le linee guida per una legge di attuazione del decreto Brunetta. Il documento è già pronto''. Lo ha detto la presidente delle Regione, Renata Polverini, che ieri mattina mattina, con il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, ha inaugurato il Forum Pa alla nuova Fiera di Roma. ''Abbiamo trovato una macchina ferma dal punto di vista dei processi di modernizzazione - ha aggiunto - quindi stiamo lavorando sulla Pec, e su tutto quello che realizzerà un servizio migliore e

più veloce e che soprattutto produrrà risparmi''. ''Il taglio delle sei direzioni regionali - ha proseguito Polverini - che abbiamo disposto nella prima giunta e' solo l'inizio di un processo per una maggiore efficienza, per una macchina burocratica meno pesante. Nella legge che presenteremo c’è anche l'avvio di un processo di delegificazione: come avevo annunciato in campagna elettorale andremo a fare dei testi unici, dei codici perché purtroppo per imprese e cittadini ha concluso - ci sono troppe leggi accumulate negli anni e una situazione farraginosa''.

Fu uccisa davanti alla figlia, due fermi VITERBO - I carabinieri hanno fermato due persone nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Marcella Rizzello. La donna,30 anni, è stata assassinata nella sua abitazione il 3 febbraio scorso, sotto gli occhi della figlia di 14 mesi. I due fermati sarebbero due pregiudicati, uno dei quali di origine campana. La donna fu ritrovata in una pozza di sangue dal compagno,al ritorno dal locale in cui lavora come barista. Era stata colpita con un'arma da taglio al torace.


provincia Scalia prova a rianimare il “moribondo” Pd ciociaro L’ex presidente della Provincia rivendica i risultati della giunta regionale di centrosinistra FROSINONE – Non può che guardarsi alle spalle, al passato, al ricordo di un’epoca che fu, il Pd della provincia di Frosinone. A quando occupava tutti i ruoli chiave nella gestione della politica locale e regionale. E lo fà con la sua punta di diamante, l’ex presidente della Provincia ed ex assessore della giunta Marrazzo, Francesco Scalia. L’onorevole di Ferentino, con la solita grinta e la riconosciuta passione, rivendica i successi della passata amministrazione regionale e attacca il nuovo esecutivo guidato da Renata Polverini. Un’iniziativa, quella del consigliere regionale del Pd, comune a tutte le altre formazioni “democrat” della regione, per rispondere alle accuse del centrodestra di una pesante eredità di bilancio lasciata dalla giunta di centrosinistra. “Ma quale bilancio

in rosso, nella sanità poi – accusa Scalia – La Polverini ha parlato di un disavanzo di 7 miliardi, facendo credere che fossero debiti lasciati da noi. Falso. La verità è che noi abbiamo ridotto di anno in anno il saldo negativo della sanità, arrivando ad abbatterlo fino a 800 milioni l’anno. Ora è di soli 500 milioni e bisogna intervenire rivedendo convenzioni e rete ospedaliera. Altrimenti dovrà aumentare l’Irap e l’Irpef”. Passa poi all’attacco frontale, l’ex assessore al personale: “La maggioranza è piena di contrasti interni, il che lascia presagire cinque anni di governo tormentato. In primo luogo l’elezione del presidente del consiglio, a cui va il mio augurio, l’amico Mario Abbruzzese. Un’elezione giunta dopo quattro turni di votazione, con i voti determinanti dell’Udc. Se poi il Tar sta-

bilirà l’illegittimità dell’aumento del numero dei consiglieri a 73, sarà invalidata anche l’elezione di Abbruzzese. E poi c’è leslusione di ciociari dalla giunta, un evento sto-

De Angelis: “Monitorare la salute dell’ambiente” FROSINONE – L’inquinamento ambientale è una delle piaghe più gravi che affliggono il territorio della provincia di Frosinone. Discariche, materiale tossico, finanché rifiuti radiattivi, sono stati trovati nelle nostre zone. Proprio il ritrovamento di materiale radiattivo nel Cdr a nel termovalorizzatore di san Vittore, provenienti dall’impianto di Colfelice, hanno destato un particolare allarme. Quali le strategie messe in campo dall’amministrazione provinciale per affrontare il problema? Le spiega l’assessore all’ambiente, nonché vicepresidente

Fondi dal governo per le scuole Il plauso di Quadrini FROSINONE – Il Governo da l’ok al Cipe per lo stanziamento di 358 milioni di euro destinati alla costruzione di nuove scuole e alla manutezione e messa in sicurezza di quelle esistenti e l’assessore provinciale all’edilizia scolastica, Gianluca Quadrini, plaude alla decisione.

Camera di commercio Porte aperte in azienda FROSINONE – La Sala convegni della Camera di commercio di Frosinone ospita stamattina la presentazione dell’evento, “Le aziende aprono ai giovani. Una finestra sullo small business act for Europe”, nell’ambito della Settimana europea delle Pmi. La manifestazione è organizzata dallo Europe Direct Frosinone, in collaborazione con l’assessorato provinciale alle attività produttive, Aspin, Confindustria e Federlazio.

spaziale. Per questo ho deciso di presentare una mozione alla Polverini affinché si esprima su questo argomento”. L’ex presidente della Provincia conclude il suo intervento, guardano in casa propria, in quel Pd che appare alquanto inconsistente nel territorio. E si affaccia all’orizzonte il momento del congresso e l’indicazione del nuovo segretario: “Dovrà essere una persona che garantisca tutti, che si muova in un’ottica unitaria. Un segretario innovativo, desiganto senza guerre interne, anche se è chiaro come gli ultimi appuntamenti elettorali, abbiano decretato i raporti di forza all’interno del pd e stabilito a chi spetta il ruolo di goveno”. Più chiaro di così, Scalia non poteva esserlo. Il timone di comando del Pd ciociaro vira dalla parte degli ex popolari.

La lotta deiVerdi contro la privatizzazione dell’acqua

dell’ente di piazza Gramsci, Fabio De Angelis: “La Provincia sta attuando una politica di prevenzione e tutela che una volta entrata a regime ci permetterà di essere capofila a livello nazionale”. “Grazie ad alcuni protocolli – continua De Angelis – cercheremo di migliorare la qualità del sistema ambientale, verificando impianti produttivi e monitorando il territorio per ripulirlo. Occorre agire in perfetta sintonia con i comuni e con la Asl”. De Angelis si sofferma poi sui rifiuti radioattivi: “Sono rifiuti di derivazione sanitaria. Lo iodio 131 è usato per la cura di determinate patologie e sono entrati nel circuito degli Rsu materiali usati dai singoli utenti. Poi, quantità minime che non avrebbero potuto creare problemi per la salute della popolazione, però bisogna vigilare per impedire invece inquinamenti tossici”. Cosa precoccupa l’assessore all’ambiente della provincia di Frosinone? “Preoccupano quell forme di inquinamento nascosto, fatto sottobosco – conclude De Angelis – come le tante discariche abusive sequestrate in questi ultimi giorni e i siti improvvisati per far fronte all’emergenza rifiuti”. “ Vo r r e i fare un plauso al Governo per questo stanziamento, a dimostrazione della sensibilità per la messa in sucurezza di tutti gli edifici. Ora bisogna programmare gli interventi di messa a norma e quindi distinguere tra quelli che richiedono un semplice intervento tecnico, quelli di ordinaria manutenzione, quelli strutturali e quelli di nuova co-

rico al contrario. E poi la relazione introduttiva della Polverini, zero programmi e tanta propaganda. Tanta Roma e poche province. Anzi, se dovesse entrare in giunta l’Udc, salterebbero fuori i due assessori di Rieti e Viterbo. Una impostazione “romanocentrica” che dovrebbe far venire la pelle d’oca ai territori extrametropolitani. E poi che dire del rimpasto a tempo di record della giunta, proprio se dovessero entrare i rappresentanti del partito di Casini? Un bel casino, non c’è che dire”. Oltre alle critiche, Scalia passa anche a parlare di cose concrete. Non rinuncia al sogno dell’aeroporto a Frosinone: “I numeri ci sono. Con l’aeroporto potremmo rafforzare l’unica industria, che oltre al polo chimicofarmaceutico, ha ancora possibilità di espansione, ossia il settore aero-

FROSINONE - I Verdi della provincia di Frosinone continuano la loro raccolta di firme a favore del referendum contro la privatizzazione dell'acqua. “La nostra provincia - commenta il rappresentante Piero Pera - è sottoposta ogni giorno a disservizi a causa della scarsa manutenzione che dovrebbe effettuare il gestore ovvero l'ACEA ATO 5. Ogni giorno sentiamo sindaci che si lamentano per la mancanza di attenzione da parte del gestore, sulla manutenzione delle condotte, ma le tariffe aumentano comunque, con sempre meno servizi. Siamo vicini al sindaco di Serrone, Maurizio Proietto la cui comunità, per l'ennesima volta, ha subito una fuoriuscita di liquami dalla rete fognaria mettendo a rischio la salute pubblica. Come Verdi chiediamo alla nostra gente di firmare sui banchetti preposti nei vari Comuni i quesiti contro la privatizzazione dell'acqua”. "Acqualatina e Acea ATO 5 - conclude Pera - stanno mettendo in ginocchio la nostra terra: per questo chiediamo alla nostra gente di lottare contro la privatizzazione dell'acqua”. Al di là della battaglia, “acqua pubblica o acqua privata”, a chi spetta la gestione dell’imporatnte e prezioso liquido, sarebbe il caso di interessarsi alla qualità delle prestzioni offerte dai gestori. Non importa chi eroga il servizio, se è un ente pubblico o un’azienda privata, l’importante è che i cittadini usufruiscano di un servizio eccellente, che dai rubinetti delle loro cose esca acqua potabile, ad un prezzo “normale” e che le condutture siano all’altezza di un paese civile e non da terzo mondo. Non è poi una richiesta così impossibile da ottenere!

struzione”. “Bisogna definire i tempi certi di messa a norma delle scuole, attraverso lo strumento dell’anagrafe scolastica prevista dalla legge del 1996 – precisa Quadrini – quello dell’edilizia scolastica è un settore nel quale si intrecciano competenze diversificate: i dirigenti scolastici nel rispettare gli adempimenti previsti per la sicurezza; gli enti locali nel garantire la messa a norma degli istituti di loro proprietà; il ministero dell’istruzione nel completare l’anagrafe delel scuole, la mappatura degli interventi e i

Un patto tra i comuni contro l’inquinamento FROSINONE – L’europarlamentare del Pdl, Alfredo Pallone, si rivolge a tutti i sindaci della provincia di Frosinone affinché facciano fronte comune nella lotta all’inquinamento ambientale. L’onorevole fiuggino propone un“Patto tra comuni”, con il coordinamento dell’amministrazione provinciale per accedere ai fondi europei per abbattere l’inquinamento atmosferico e diminuire la spesa per la bolletta energetica.

tempi di messa a norma degli edifici”. Conclude Quadrini: “I fondi stanziati per l’edilizia rappressentano risorse che non solo hanno una destinazione ben precisa ma hanno una utilità sociale diretta e realizzare interventi mirati, significa rispondere concretamente ed in modo appropriato ad una delle emergenze del nostro sistema scolastico. Come assessore della Procvincia di Frosinone mi attiverò affinché la quota di risorse destinata alle scuole della nostra provincia sia adeguata e rispon-

3 ANNO I - N° 66 mArtedì 18 mAggIO 2010


primo piano “E’ necessario riorganizzare la rete ospedaliera regionale per rendere più efficiente l’offerta dei servizi erogati con una migliore distribuzione sul territorio”

L’ospedale di Cassino in coma Senza medici, ricoveri sospesi CASSINO - Sulla spesa sanitaria e sulla situazione dell’ospedale di Cassino pubblichiamo una nota del vice sindaco Michele Nardone. “Il piano di rientro del disavanzo causato dalla spesa sa-

nitaria della Regione Lazio 2007-2009 è ormai arrivato al capolinea e sta dando vita a notevoli e gravi carenze e disfunzioni in tutti i poli ospedalieri della provincia, soprattutto nell’ospedale di Cassino. Il piano di rientro

prevedeva risultati ambiziosi, tra i quali la riduzione della spesa sanitaria, la riqualificazione della rete ospedaliera e l’incremento dell’offerta di assistenza primaria attraverso un maggiore orientamento al territorio con il potenziamento di strutture residenziali sociosanitarie, di punti territoriali di prossimità e dell’assistenza domiciliare. Ma, ad oggi, senza temere di essere smentiti dobbiamo constatare che nessuno degli obiettivi è stato raggiunto: al contrario, dopo lunghe trattative, obbiettivi e false conclusioni condivise non solo non esiste alcun piano di riordino della rete ospedaliera della provincia, ma quanto resta è un piano assolutamente inadeguato, che disarticola il sistema sanitario e continua ad indicare situazioni incomprensibili che non tengono conto delle esigenze del territorio. Siamo ancora davanti ad un piano che smantella, depotenzia e svuota i nostri ospe-

dali, compromettendone gravemente il normale processo di assistenza sanitaria dei nostri cittadini. Va sottolineato come l’ospedale di Cassino storicamente classificato come provinciale ha sempre svolto una funzione baricentrica tale da intercettare l’utenza del basso Lazio e delle regioni limitrofe come alta Campania alto Molise e parte dell’Abruzzo. Ad oggi però i dati dimostrano una situazione rovesciata a causa del fatto che le regioni citate dispongono esse stesse strutture di primo ordine nel campo delle discipline neurologiche e cardiochirurgiche, mentre il nostro ospedale, pur essendo un polo d’eccellenza, continua a versare in una situazione di collasso con reparti depotenziati o addirittura trasferiti o chiusi per mancanza di personale, disattendendo a tutte quelle necessarie condizioni previste per l’istituzione del Dea di primo livello.”

Michele Nardone “L’ospedale di Cassino storicamente classificato come provinciale ha sempre svolto una funzione baricentrica tale da intercettare l’utenza del basso Lazio e delle regioni limitrofe come alta Campania alto Molise e parte dell’Abruzzo”

Appello del sindaco alla regione Nardone:“Accorpare le Asl per ridurre le spese” Lazio e all’Azienda sanitaria CASSINO - Da oggi spostamento da Cassino all’ospedale di Sora del servizio di oncologia medica. Ricoveri sospesi da due settimane al reparto Ortopedia dell’ospedale di Cassino per mancanza di medici, per gli stessi motivi rischio di chiusura anche del centro Alzheimer

di Aquino che fa capo al reparto di Geriatria. Questa la situazione di criticità all’ospedale santa Scolastica di Cassino derivata dalla carenza di personale medico e paramedico.Su questa situazione è intervenuto il sindaco Scittarelli con una nota critica verso l’Asl. “E’ intollerabile – scrive - che mentre si continua a disattendere l’attuazione completa del Dea di 1° livello, previsto per il nostro ospedale, si prosegue nel ridimensionamento dello stesso ospedale chiudendo o riducendo i reparti. Pur rappresentando una Unità di tipo semplice, l’oncologia a Cassino comunque costituisce un punto di riferimento per una tipologia di pazienti particolari, colpiti da patologie gravissime e spesso causa di morte. Faccio appello al presidente della

Università, iscrizioni per Erasmus CASSINO - L’Università di Cassino ha pubblicato un avviso di selezione per la partecipazione al Lifelong Learning Programme. Agli studenti selezionati per l’Erasmus 2010/2011 verrà erogata una borsa di studio condizionata all'impegno a svolgere le attività didattico-formative previste in un apposito Learning Agreement e al riconoscimento di esse da parte della struttura didattica.

regione Polverini e ai vertici dell’ASL di Frosinone affinché si proceda alla reale istituzione del Dea di 1° livello prendendo in considerazione quanto proposto all’unanimità dalla Consulta dei Sindaci”. Stesso appello da parte dell’assessore alla sanità Gianfranco Petrillo.

CASSINO - L’assessore Michele Nardone, con delega di vice sindaco, spiega che “è necessario riorganizzare la rete ospedaliera regionale, in quanto renderebbe più efficiente l’offerta dei servizi erogati con una migliore distribuzione sul territorio in un’ottica di elevazione e miglioramento qualitativi e nel contempo permetterebbe risparmi significativi sul fronte delle spese per allineare la spesa sanitaria al circuito virtuoso già realizzato in altre regioni d’Italia,soprattutto del nord, in cui a fronte di una migliore ottimizzazione delle spese si riesce ad erogare un servizio sanitario qualitativamente e quantitativamente più efficiente. C’è bisogno di una inversione che stabilisca nuove linee di indirizzo. Prima di tagliare posti di lavoro, reparti e posti letto, bisogna intervenire su altre voci, come accorpare le Asl riducendo così le spese amministrative, rendere la sanità più facilmente accessibile ai cittadini valorizzando le

Si cerca un tecnico informatico CASSINO -Azienda operante nel settore“ Informatica “ ha chiesto al C.P.I di Frosinone il servizio di preselezione per Tecnico Sistemista Junior con buona conoscenza del Sist. Oper.vo Windows Server e del Sist. Linux Based, precedente esperienza di almeno 1 anno nella gestione di reti informatiche.

eccellenze e le specializzazioni, abbattendo le liste d’attesa e potenziando la rete dei servizi sanitari diversamente erogabili, ottimizzando l’integrazione tra pubblico e privato e recuperando quelle professionalità tagliate e soggette a forme di precariato. Il superamento del precariato all’int e r n o d e l l e strutture sanitarie garantirebbe, infatti, u n a tranquillità operativa all’int e r n o d e l l e strutture. “

5 ANNO I - N° 66 mArtedì 18 mAggIO 2010


cassino Comune, la crisi adesso si complica Trattative di nuovo ferme per l’intransigenza del gruppo dei consiglieri comunali ribelli CASSINO - Sono di nuovo ferme le trattative per chiudere la crisi comunale avviata subito dopo il voto regionale. Il pacchetto di richieste politiche presentate al sindaco Scittarelli dal gruppo dei sedici consiglieri cosiddetti ribelli è ancora al centro del dibattito. Da valutare il programma di rilancio elencato in un documento politico, il rimpasto della giunta e il ricambio della presidenza del

consiglio comunale. Sul programma si è detto d’accordo anche perché ricalca grosso modo quello da lui elaborato da tempo mentre da discutere sul rimpasto e sulla presidenza dell’assise. E poi ci sono le richieste sulla rotazione dei dirigenti comunali per migliorare il meccanismo amministrativo. Ieri sera i ribelli non si sono presentati alla riunione di maggioranza convocata dal sin-

daco e questa matina non si presenteranno alla riunione in Comune convocata in precedenza. Polemico il portavoce Nicola Giangrande:”Non ci piace questo metodo del sindaco di cambiare continuamente le carte in tavola. E’ immotivata la convocazione della riunione di maggioranza quando c’è un discorso avviato con la delegazione trattante sull’intera questione”.

La crisi si allunga nonostante le buone intenzioni dei giorni scorsi A vuoto ieri sera una riunione convocata dal sindaco Nuovo braccio di ferro dei ribelli

La maratonina

Vincono gli africani CASSINO - L’africano Eric Sebahire del Rwuanda della società Campidoglio Roma ha vinto la maratonina di Cassino “Corriamo intorno all’Abbazia” con il tempo di 41’ 18’’, dietro di lui il marocchino Lalami Cherkaoui della Runing Futura Roma in 41’ 33’’, terzo Maarouf Abderrahim Running Futura Roma in 42’ 33’’, quarto Giorgio Calcaterra Running Futura Roma in 42’ 38’’, quinto El Mostafa Rachhi Acsi Campidoglio Roma in 42’ 57’’. Una gara combattuta sul percorso cittadino e poi sulla salita di Montecassino con gli africani a guidare il plotone dei 300 partecipanti nonostante il tempo incle-

mente. la gara femminile è stata vinta dalla marocchina Janat Hanane della Fondiaria-Sai Atletica in 51’25’’, 2. Antonietta D'Urso (Atletica Training Cassino) in 55’. Al terzo posto Anna Bornaschella (Atletica Venafro) in 55’39’’; 4.Iolanda Ferritti (Nuova Atletica Isernia) in 58’39’’; 5. Rosalba Truocchio (Opoa Plus Ultra) in 59’40’’. Nella classifica per società prima la Nuova Atletica Isernia; 2. l’Atletica Amatori Fiat Cassino; 3. l’Avis Campobasso; 4.l’Atina Trail Running; 5.Opoa Plus Ultra Trasacco. La manifestazione è stata organizzata dall’Aprocis di Cassino.

Il torneo di calcio della battaglia Inizia oggi la terza edizione del Torneo di calcio giovanile “I Paesi della Battaglia”, nato per ricordare la fine della guerra nel nostro territorio e inculcare e diffondere nelle giovani generazioni i valori della Pace e della Fratellanza tra i popoli. A questa terza edizione prenderanno il via formazioni di Arce, Ausonia, Cassino, Esperia, Pontecorvo, SS. Cosma e Damiano, S. Elia Fiumerapido, S. Giorgio a Liri, Venafro. Il torneo si articola, come sempre, in tre categorie (Giovanisismi, Allievi e Juniores) e, rispetto alle scorse edizioni, su sollecitazione dei tecnici delle squadre partecipanti, le fasce di età

prese in esame sono quelle della stagione 2010-11; in pratica le categorie in gara nel torneo “I paesi della battaglia” rispettano l’età prevista per le stesse categorie nella prossima stagione sportiva. Anche quest’anno il torneo, organizzato dall’Associazione APD Olivella 1965, con il patrocinio del Comune di Cassino, e la collaborazione del Cassino Calcio, è inserito nel calendario ufficiale FIGC e AIA, sezione di Cassino. Oggi la giornata inaugurale per la categoria Giovanissimi, che alle 17,30 vedrà scendere in campo Cassino-Venafro ed Arce-Pontecorvo.

Convegno sulle politiche migratorie Formisano ha ricordato le leggi approvate durante il suo assessorato regionale

”La Regione ha dimenticato i programmi sull’emigrazione” CASSINO - Riuscito convegno dell’Udc sulle politiche migratorie per iniziativa dell’on. Anna Teresa Formisano con la presenza di esponenti di diversi partiti tra cui il neo consigliere regionale Anna Maria Tedeschi. Presenti i parlamentari Fabio Porta, Antonio Razzi. Jean Leonard Touadi, Gino Trematerra, responsabile nazionale UDC per le Politiche Migratorie. Moderato da Alessio Porcu, direttore di Tele Universo, il convegno è stato introdotto da Marino Fardelli e Mario Pacitto che hanno messo in evidenza la necessità del comune di Cassino di dotarsi di uffici politici e amministrativi per l’accoglienza con l’apertura di uno sportello per avviare il processo di integrazione. L’on. Formisano ha ricordato, invece, le leggi in favore degli emigrati e degli immigrati quando era assessore regionale alle politiche sociali. Ha messo in evidenza la necessità di garantire la cittadinanza italiana agli stranieri che lavorano e che si sono integrati nel tessuto sociale ed economico nazionale. Ha poi sollecitato la regione a ripristinare i corsi di lingua italiana per i figli di emigrati e i centri di accoglienza ormai scomparsi in Italia. “Questo convegno ha concluso - sia di stimolo per il nuovo assessore regionale e che il patrimonio di conoscenze acquisito sulle politiche migratorie non vada disperso”. Presente il neo consigliere regionale Anna Maria Tedeschi.

Mutui e rinegoziazioni - Leasing - Fidejussioni Finanziamenti aziendali e personali Cancellazione protesti e banche bati Cassino (FR) - Corso Della Repubblica, 5 SOCIETA DI CONSULENZA E SERVIZI FINANZIARI ATTIVITA’ BANCARIE AZIENDALI

tel. 0776.24557 - fax 0776.326677 - e-mail elabostudio@libero.it


cassinate “Lo abbiamo sostenuto, ora ci aiuti” Il Pdl di Roccasecca plaude ad Abbruzzese e chiede di attivare fondi per lavoro e turismo Maltempo, l’allarme dei coltivatori CASSINATE - E’ allarme nelle campagne della Ciociaria per l’ondata di maltempo che sta caratterizzando questo mese maggio.Temporali e grandine persistenti stanno causando danni irreversibili alle coltivazioni in fase di crescita o raccolta anche nel cassinate. La sofferenza riguarda in particolar modo sono i frutteti. La pioggia potrebbe causare un calo delle produzioni del venti per cento di patate e del dieci per cento di mais con semine da rifare su un terzo del territorio della provincia. Le api restano senza nettare per effetto della pioggia incessante durante la fioritura primaverile, non riescono a raggiungere il polline dei fiori indispensabile per la produzione di miele e la riproduzione delle piante. Questa la stima della Coldiretti provinciale soprattutto considerando il bollettino meteo emesso dalla Protezione Civile per le prossime ore.“Il vento forte, le piogge violente e le grandinate hanno compromesso anche le semine del mais e del pomodoro, decine infatti le aziende che denunciano danni ingenti a frutteti, vigneti ma anche a mais per effetto del nubifragi con caduta di grandine. Le ripercussioni - dicono dalla Coldiretti - si avranno a breve con l’aumento del costo di questi prodotti”.

ROCCASECCA - Il Coordinatore del Pdl di Roccasecca, il dottor Claudio Alfano, sostenitore del neo presidente del consiglio regionale, Mario Abbruzzese, interviene con una nota per rivolgergli “un augurio speciale, affinché - afferma - il suo impegno istituzionale dia uno slancio al territorio e a Roccasecca. La riflessione - dice Alfano – riguarda la grande responsabilità politica che il Pdl Ciociaro si è assunta con l’elezione di Abbruzzese alla presidenza del Consiglio regionale, e di Fiorito, quale capogruppo. Nelle condizioni in cui versa la Provincia, non ci possiamo permettere il lusso di sbagliare. E non sbaglieremo, perchè le persone del “Fare”, come Mario Abbruzzese, hanno una marcia in più, hanno la giusta determinazione a consapevolezza della Responsabilità Istituzionale, e d’indirizzo che la legge gli attribuisce. Sono sicuro continua Alfano - che lascerà il segno in tutte le province del Lazio, Roma compresa. Un uomo di grande attenzione ai problemi della Regione e delle Provincia di Frosinone. Come Pdl di Roccasecca, lo abbiamo sostenuto senza esitazioni di sorta, senza remore: a viso scoperto, per

questo gli rivolgiamo un augurio particolare, affinché si riesca ad ottenere attenzione e soprattutto finanziamenti per risolvere i problemi che ci sono nella nostra comunità, Roccasecca, che necessita di un maggiore sviluppo e attenzione partendo dalle risorse che il territorio offre, puntando, in particolare, sul turismo e sul lavoro per i giovani. Buon lavoro Presidente”. E intanto l’esponente regionale è in piena sintonia con le proposte di riforma del presidente della Re-

gione Polverini che punta ad un taglio degli stipendi dei consiglieri e alla razionalizzazione dei i costi, “spesso eccessivi che – ha detto ieri Abbruzzese - appesantiscono la macchina regionale ad ogni livello. Occorre fare - prosegue Abbruzzese - una operazione di riordino degli enti regionali, tagliando quelli inutili e raggruppando quelli che hanno competenze analoghe. Questo ci permetterebbe un notevole risparmio sui costi di gestione”.

Abitazioni Ater, a Pontecorvo è il caos Ottantaquattro famiglie imprigionate dall’acqua. Momenti di paura per un cedimento strutturale e l’azienda non fa manutenzione PONTECORVO - Case Ater e la guerra infinita. Sono pronti a manifestare anche con proteste eclatanti i residenti di Viale Dante Alighieri a Pontecorvo, che da anni vivono nei palazzi gestiti dall’azienda territoriale per l'Edilizia Residenziale Pubblica di Frosinone. Topi, infiltrazioni e perdite d’acqua, mancanza d’igiene, sono queste le maggiori “rogne” con le quali sono costretti a convivere ogni giorno. Per vincere questa dura battaglia in questi giorni sta nascendo in città un “comitato case popolari” che di fatto si è già attivato nei mesi scorsi per interessare della situazione gli enti preposti. “La situazione è davvero critica – ha detto il portavoce del comitato, Ludovico Zonfrilli -, non c’è ordinaria e straordinaria manutenzione nelle palazzine, di fatto fatiscenti.

Le abitazioni necessitano di interventi urgenti. Ottantaquattro famiglie vivono nel caos più totale, negli ultimi giorni anche il maltempo ha reso la situazione ancor più grave, in alcuni appartamenti

Tennis e salute, la ricetta di Lisi CORENO AUSONIO - Lo scrittore e posturologo Dott. Rodolfo Lisi, originario di Coreno Ausonio, ha da poco dato alle stampe - presso uno dei più noti Editori medico-scientifici italiani Lombardo Editore il suo secondo libro dal titolo “Tennis e salute”. Dopo la prima pubblicazione (“Tennis e scoliosi, stato dell’arte”, apparsa nel 2007 ed accompagnata da positive critiche dal mondo accademico), Lisi ritorna in libreria con un testo sempre dedicato al tennis. All’interno dell’ultima “fatica letteraria”, Lisi affronta alcune tra le patologie più comuni che affliggono il tennista.

Federconsumatori incontra i cittadini PONTECORVO - "Consumo, Consumismo e tutela del Consumatore" di questo si parlerà nell’incontro che si terrà venerdì 28 maggio alle ore 17.00 presso la biblioteca comunale di Pontecorvo. L’appuntamento è patrocinato dal Comune di Pontecorvo ed è stato organizzato dalla Federconsumatori di Frosinone, l'associazione che ha come obiettivi prioritari l'informazione e la tutela dei consumatori ed utenti.

ubicati all’ultimo piano addirittura gli inquilini per contenere le infiltrazioni e salvare l’arredamento sono costretti a contenere l’acqua con bacinelle. Negli scantinati, invece, ci sono due metri d’acqua e nessuno sa cosa fare. La settimana scorsa gli inquilini hanno chiesto anche l’intervento dei vigili del fuoco per verificare la solidità delle tre palazzine interessate. A seguito anche del sopralluogo di un ingegnere è emerso che una delle strutture presenta un piccolo cedimento strutturale, tecnicamente si è verificato lo scivolamento di un angolo del palazzo. Sono state notate anche alcune crepe”. Dopo il sisma de L’Aquila, dove tanto si è parlato del materiale utilizzato per costruire le abitazioni, il timore aumenta, per questo tutti gli inquilini chiedono più attenzione e controlli continui alle strutture. “Bisogna essere più vigili, ne vale la sicurezza di ottantaquattro famiglie. Della questione abbiamo interessato anche l’attuale amministrazione – ha fatto sapere Zonfrilli – e l’Ater che gestisce i plessi. Ma la risposta dell’azienda è stata: “a causa della morosità di alcuni inquilini non abbiamo soldi disponibili per intervenire”, lasciandoci nello sconforto più totale”. Prima mossa del comitato, intanto, venerdì pomeriggio quando alle ore 18.00 si terrà un incontro allargato con gli amministratori delle tre palazzine per decidere le azioni da intraprendere, “non è escluso - ha concluso Zonfrilli che si andrà anche per vie legali”.

Animabike attrae turisti in città PONTECORVO - Quando lo sport diventa attrattivo più di qualsiasi altra cosa. È successo a Pontecorvo dove tre turisti londinesi hanno scelto Pontecorvo per trascorrere le vacanze in Italia. Attratti attraverso il web dalle attività sportive promosse dalla locale associazione Animabike, diretta da Gianfranco Caporuscio, sono rimasti diversi giorni sul territorio assaporando tutte le peculiarità e visitando i monumenti del cassinate.

7 ANNO I - N° 66 mArtedì 18 mAGGIO 2010


Rapina al distributore Bottino da mille euro

Discarica a cielo aperto sul lago di Canterno

FROSINONE - Rapina a mano armata ieri mattina presso il distributore di benzina Esso di viale Roma. Due persone a bordo di una Mini cooper, con il volto semicoperto, hanno strattonato e malmenato un ragazzo che vi lavora facendosi consegnare l’incasso della mattinata.Un bottino a dire il vero magro. Circa mille euro i liquidi contenuti all’interno della cassa e portati via dai due malviventi. Sulla rapina indagano i carabinieri. PAG. 10

FIUGGI - Il lago di Canterno, che è riserva naturale e, dunque, oasi protetta, è ridotto ad una discarica a cielo aperto. A lanciare l’allarme il gruppo Verdi di Canterno che chiedono l’intervento immediato dell’Amministrazione provinciale competente su aree come questa. Inoltre il gruppo dei Verdi sollecita anche l’apertura di una postazione di polizia provinciale per vigilare. PAG. 13

ANNO I - N° 66 mARTEdì 18 mAGGIO 2010 dISTRIbuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

Trattori su Roma www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI L’ascensore inclinato, si sa, è stata una bella trovata. Un modo per collegare la parte bassa della città con il centro storico del Comune capoluogo. Un servizio in più di cui, compresa l’utilità, il sindaco Marini ha pensato bene di farne una risorsa per le casse comunali. Di qui l’idea di stabilire un ticket. Un pedaggio per chi decide di posteggiare l’auto nella zona inferiore di Frosinone e di raggiungere negozi ed uffici del centro a piedi. Un’idea che, neanche a dirlo, ha scatenato l’ira delle minoranze consiliari. A puntare il dito con il primo cittadino e la sua maggioranza, l’esponente del Pdl, Riccardo Mastrangeli il quale ha proposto: “Perché allora non pensare ad un biglietto unico con il quale pagare anche i parcheggi?”

L’OSCAR DEL GIORNO AI PRODUTTORI DI LATTE Marceranno su Roma. Con i loro trattori i produttori di latte della Ciociaria oggi giungeranno nella Capitale, davanti ai cancelli della Centrale del latte, accompagnati dalle loro mucche, per rivendicare maggiori diritti. E, soprattutto, maggiore dignità al loro lavoro. Da tempo, infatti, la Centrale del latte sta imponendo le proprie tariffe di vendita agli agricoltori.Tariffe ritenute dai produttori talmente inadeguate da non permettere nemmeno la copertura delle spese. Insomma, sono tempi duri tra la Ciociaria e la Capitale. Prima la “sommossa” dei politici che chiedono l’autonomia delle province, ora i produttori di latte. Chi sarà il prossimo?

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


primo piano

Contro Roma, protestano anche le mucche ciociare I produttori di latte conto la Centrale.Tariffe di vendita troppo basse. Il sostegno della politica FROSINONE – Ormai la Ciociaria è un territorio in pieno fermento contro “Roma padrona”. Dopo l’esclusione di rappresentanti locali dalla giunta regionale, da Anagni a San Vittore, si è alzato forte il vento di protesta: “Basta soprusi”. C’è chi ne ha approfittato per rivendicare una legittima battaglia, quella di un nuovo assetto territoriale della Regione, con più autonomia per le province. Ma non solo sulla Regione si lanciano strali di protesta. Ora gridano allo scippo anche le mucche. E se protestano pure loro, di solito conosciute per la loro calma, stiamo proprio alla frutta. Scherzi a parte, è proprio così. Infatti, stamattina, davanti ai cancelli della Centrale del latte di Roma, i produttori di latte dell’intera regione, con i testa quelli ciociari, che sono circa 600, insieme ai loro trattori e alle dirette interessate, le mucche, protesteranno contro i vertici dell’azienda per lo scarso pagamento che ricevono in cambio del prezioso liquido

che fuoriesce dal corpo degli animali, appunto il latte. “La Centrale del latte ignora i produttori – il grido che si leva alto dalla protesta – impone le sue tariffe di vendita agli agricoltori, talmente inadeguate da non permettere nemmeno la copertura delle spese”. Nei giorni scorsi c’è stato un tentativo di arrivare ad un accordo con l’azienda sul prezzo di acquisto al litro, ma senza successo. Ecco dunque il motivo della protesta. Gli esperti della Coldiretti stimano che il costo ideale di un litro di latte dovrebbe essere di 42 centesimi più iva al litro, contro lo 0,35/0,40 dell’accordo siglato di recente, ma che viene rifiutato in toto dai produttori. Spiega il presidente di Coldiretti Frosinone, Gianni Lisi: “Vanno affrontati, oltre al prezzo, altri aspetti quali l’identità e la distintività, in quanto elementi fondamentali con i quali, il latte della campagna, può vincere le sfide della competizione sui mercati. Ritengo che possano dare un importante

contributo in termini di eticità delle produzioni e, grazie ad un possibile e ormai assolutamente necessaria obbligatorietà dell’origine, con l’apposizione di etichette non solo sul latte fresco, ma su quello a lunga conservazione e su tutti i derivati, fornire un contributo in termini di sicurezza alimentare nei confronti dei cittadini consumatori”. A sostegno dei produttori si è schierata tutta la classe politica locale, da destra e da sinistra. Tutta l’amministrazione provinciale, con in testa il presidente Iannarilli e l’assessore all’agricoltura, Giovanni Melone, il consigliere regionale di minoranza Francesco Scalia e il consigliere regionale Franco Fiorito, capogruppo del Pdl alla Pisana: “Siamo a fianco della Coldiretti nella difesa di una realtà economica e occupazionale irrinunciabile per la nostra Regione – ha spiegato Fiorito - Sosteniamo le ragioni dei produttori perché conosciamo le difficoltà del settore ma la buona salute del com-

Il presidente Iannarilli “Io sono al fianco degli allevatori ciociari e farò quanto è in mio potere per conservare uno dei comparti storici delle attività zootecniche ciociare come quello della produzione del latte vaccino. La manifestazione di protesta indetta dalla Coldiretti e che centinaia di allevatori della provincia di Frosinone insceneranno martedì prossimo davanti ai cancelli della Centrale del latte di Roma è la drammatica conseguenza di quanto, già da due anni a questa parte, era stato ampiamente dimostrato dai principali acquirenti del latte ciociaro: l’applicazione della cinica legge del più forte che è sfociata ora nell’insostenibilità della proposta economica. Il prezzo del latte a 0,35 centesimi al litro è evidentemente inaccettabile anche perché insostenibile e mi rivolgerò direttamente all’assessore regionale all’Agricoltura per ottenere massima attenzione nei confronti degli allevatori ciociari in così gravi difficoltà e superare questa contingenza di assoluta gravità, tale da decimare un’importante realtà produttiva della nostra provincia. Ovviamente tutti gli strumenti operativi e consultivi della Provincia di Frosinone sono attivati per sostenere con ogni mezzo gli allevatori ciociari. Credo anche, però, che per superare la contingenza negativa e, soprattutto, per creare un futuro più sicuro una volta superata crisi, non bastino le dichiarazioni di solidarietà ne’ gli strumenti fino ad ora utilizzati. Occorre soprattutto un maggiore potere contrattuale, attualmente ai minimi storici in provincia di Frosinone dopo l’esodo o la chiusura di quasi tutti gli stabilimenti del settore”.

parto lattiero-caseario del Lazio è una garanzia di qualità per i consumatori. Fa bene la Coldiretti a spiegare in modo chiaro e forte qual’è la situazione, quali sono i problemi e quali le soluzioni per rilanciare la produzione locale del latte, perché la tipicità, la qualità e la tracciabilità sono il futuro del mercato e su di esse bisogna

puntare. Ormai, da Frosinone, verso Roma non partono che strali all’indirizzo della capitale. Dopo il vento autonomista, potrebbe iniziare anche la secessione del latte”. Dunque, una nuova battaglia contro Roma. Frosinone, e la gente ciociara, è stanca di essere trattata dalla capitale come il parente povero.

I motivi della protesta

L’assessore Melone

I produttori ciociari lamentano il fatto che la Centrale del latte di Roma paghi molto poco per l’acquisto del latte che poi lavora, trasforma e rivende a prezzi molto alti. E’ stato proposto un accordo ultimamente, ritenuto però non soddisfacente in quanto non garantisce nemmeno la copertura delle spese. Gli esperti della Coldiretti stimano che il costo ideale di un litro di latte dovrebbe essere di 42 centesimi più iva al litro, contro lo 0,35/0,40 dell’accordo siglato di recente, ma che viene rifiutato in toto dai produttori.

“La Provincia di Frosinone sarà insieme agli allevatori che aderiscono alla manifestazione indetta dalla Coldiretti contro il prezzo del latte troppo basso e praticamente imposto dalla centrale del latte di Roma, il maggiore degli acquirenti del latte ciociaro. Contestualmente agiremo su più fronti affinché si riesca a superare questo difficile moe mento collaborea remo tracciare n u o v e per rotte proteggere l’economia legata alla p r o d u di zione latte nella nostra provincia”.


Frosinone L’idea lanciata dall’Amministrazione Marini ha scatenato la reazione di Riccardo Mastrangeli

Ascensore inclinato, arrivano i ticket L’esponente Pdl: perché non pensare ad un biglietto che integri la sosta? FROSINONE - Strali contro l’Amministrazione Marini per la decisione di far pagare il trasporto sull’ascensore inclinato. Ad accusare il primo cittadino e la sua Giunta è l’esponente di minoranza, consigliere del Pdl, Riccardo Mastrangeli, il quale non considera corretto prima offrire un servizio gratuito e poi stabilire un ticket. “L’Amministrazione Marini - ha dichiarato Mastrangeli - sta valutando l’ipotesi di introdurre un biglietto ed un abbonamento per chi fruirà nel prossimo futuro dell’ascensore inclinato. Il rischio è che il successo registrato in questi primi mesi dalla sua entrata in funzione, possa essere in qualche modo ridimensionato. Offrire un servizio gratuito prima per poi, a parità di condizioni, farlo pagare da sempre non viene visto dal cittadino in maniera positiva, nonostante le cifre irrisorie di cui si

parla. Perché allora l’amministrazione non pensa ad una sinergia con la società di trasporto pubblico urbano, (Geaf) e la Società Mobilità e Servizi che gestisce le strisce blu lungo via Aldo Moro ed il sottoutilizzato parcheggio a valle dell’ascensore per creare un unico biglietto integrato? Con una sola spesa il cittadino avrebbe la possibilità di fruire liberamente di tutti e tre i servizi. In questo modo si incentiverebbe davvero una mobilità alternativa, si consentirebbe agli automobilisti di lasciare l’auto nel comodo parcheggio in prossimità dell’impianto che, guarda caso, è desolatamente vuoto proprio perché è a pagamento oppure ai pedoni di muoversi, una volta usciti dall’ascensore, con gli altri mezzi pubblici senza dover pensare di dover acquistare un altro ticket e sborsare altri soldi. Insomma creare un pac-

chetto che includa un biglietto o un abbonamento valido per i tre canali di mobilità fornirebbe un servizio ai cittadini di sicuro successo, aspetto questo che potrebbe essere poi ulteriormente allargato anche al futuro progetto delle biciclette comunali da prendere in affitto. Per incentivare l’afflusso nel centro storico si potrebbe, inoltre, pensare anche a degli sconti da attivare a chi presenta il biglietto o l’abbonamento di questa triade di servizi. Creando alcune convenzioni con determinate attività commerciali, il cittadino potrebbe in qualche modo essere incentivato a recarsi nella parte alta della città. Insomma le possibilità per valorizzare l’ascensore inclinato e, al tempo stesso, cercare di rivitalizzare il centro storico non mancano. A questo punto l’amministrazione ha il dovere di trovare le giuste soluzioni per non ripetere cla-

Rapina al distributore di via Roma Mille euro il bottino prelevato FROSINONE - Rapina a mano armata ieri mattina presso un distributore di benzina. Erano passate da pochi minuti le sette quando due persone sono arroivate, a bordo di una MIni cooper, presso il distributore Esso di viale Roma,. Hanno lasciato la vettura accesa e sono scesi. Avevano il volto coperto semicoperto. Immediatamente si sono avvicinati ad un dipendenre della pompa di benzina, lo hanno strattonato e si sono fatti consegnare il denaro: poco meno di mille euro. Uno dei due aveva anche una pistola che non ha esitato a puntare verso il ragazzo. Dopo aver prelevato il bottino sono fuggiti a bordo della macchina. Sulla rapina indagano le forze dell’ordine nel tentativo di rintracciare la vettura.

Aziende, occasione di dialogo e confronto per futuri manager

morosi flop (vedi Multipiano di viale Mazzini)”.

Un Giro “bagnato” La nona tappa partita da Frosinone caratterizzata da una pioggia battente FROSINONE-Una mattinata all’insegna del rosa e della festa quella vissuta ieri mattina a Frosinone. Il giro d’Italia, infatti, ha fatto tappa nel Comune capoluogo da dove è partito intorno alle 12,40 diretto a Cava dei Tirreni. Fin dalle prime ore, bambini, sportivi, amanti del giro e semplici curiosi si sono ritrovati presso la villa comunale dove hanno potuto partecipare alla festa organizzata e dove hanno scattato foto e ricevuto autografi dagli atleti. Poco prima dell’una, come dicevamo, da Frosinone è partita la nona tappa

FROSINONE-Si terrà questa mattina, con inizio alle ore 11, la conferenza stampa di presentazione dell'evento: “Le aziende aprono ai giovani. Una finestra sullo small business Act for Europe”. Si tratta dell'evento ufficiale programmato in Italia nell'ambito dell'edizione 2010 della “Settimana europea delle Piccole e medie imprese”. L'iniziativa è organizzata da “Europe Direct Frosinone” in collaborazione con l'Assessorato alle Attività Produttive della Provin-

diretta a cava dei Tirreni. Una tappa bagnata quella di ieri. Quando i ciclisti sono arrivati nella Città martire, infatti, la pioggia battente non ha permesso a tutti di poter vedere i beniamini sulle due ruote attraversare il centro cittadino.Dopo 187 chilometrio di corsa, la nona tappa è stata vinta dall’'australiano Matthew Harley Goss, il quale ha tagliato il traguardo dopo una bella volata. Una tappa che sulla carta dove essere semplice ma che, invece, è stata resa complicata dalla pioggia, che ha accompagnato i corridori per tutto il tempo.

cia di Frosinone,con l’Aspin (Azienda Speciale Internazionalizzazione della Camera di Commercio di Frosinone), Confindustria Frosinone e Federlazio Frosinone. La conferenza stampa di presentazione dell'evento si terrà nella Sala Convegni della Camera di Commercio di Frosinone in viale Roma. Un evento importante che mira anche ad indirizzare i futuri imprenditori del domani verso un argomento che acquista sempre maggiore importanza.

Cantina mediterraneo Di scena rock e blues

Abbruzzese incontra il sindaco di Artena

FROSINONE - Rock psichedelico e blues alla Cantina Mediterraneo. Il rinomato locale frusinate si conferma sempre di più uno dei posti dove si esegue buona musica e dove, soprattutto gòli intenditori, possono trascorrere qualche ora per conoscere ed apprezzare le novità del momento. Così è stato sabato scorso con la straordinaria perfomance di Angelo Mataloni del suo quartetto.

ROMA - Ieri il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, ha incontrato il sindaco di Artena, Mario Petrichella e il consigliere comunale e delegato ai rapporti istituzionali, Sergio Di Cori.“Il centro storico del Comune di Artena ha il borgo antico non carrozzabile più esteso d’Europa e dobbiamo impegnarci per la sua valorizzazione, tanto più in considerazione della presenza del parco archeologico Piano della Civita”.

11 ANNO I - N° 66 mArtedì 18 mAggIO 2010


frusinate Il lago di Canterno ridotto a discarica I Verdi: urge una postazione della polizia storie di degrado urbano che troppo spesso finisce per essere ordinario. L’ennesimo scenario che si è aperto davanti ai nostri occhi è a dir poco indecente. Una montagna di rifiuti in particolare bottiglie di vetro, plastica e lattine, accatastati ed alla mercé di alcuni cani randagi che gironzolavano intorno, attratti dagli stessi, fanno da cornice ad un area protetta che dovrebbe essere tutelata e che invece è sempre di più lasciata sola”. “Per queste ovvie ragioni

FIUGGI - Dovrebbe essere uno degli scorci più belli della Ciociaria ed invece è abbandonato al degrado. L’allarme contro l’incuria e l’inciviltà arriva dal gruppo “Verdi di Canterno”, che denunciano una discarica a cielo aperto proprio a ridosso del lago. “Una montagna di rifiuti abbandonati - si legge in una nota dei Verdi - in particolare vetro, plastica e lattine nel cuore dell’area protetta del lago di Canterno. Non è la prima volta che segnaliamo

“Eventi di scherma” Stagione di successi ATINA - L’insieme degli eventi schermistici della manifestazione “Eventi di Scherma” che si sono conclusi in questi giorni, hanno visto il nostro territorio testimone di eventi sportivi di altissimo livello. Partita con la fase regionale della Coppa Italia scherma, proseguita con il convegno “L’integrazione attraverso lo sport” e conclusasi con il trofeo “Alfa Giulietta”, gara nazionale di Scherma Integrata, coronato dal torneo“Banca Popolare del Cassinate”, la manifestazione Eventi di Scheram ha concentrato l’attenzione su un sport che continua a farsi spazio prepotentemente nella nostra provincia. molto alto il livello tecnico evidenziato sulle quindici pedane e grande il numero di atleti partecipanti che si sono affrontati nelle tre armi: spada, fio-

retto e sciabola. L’efficace sinergia di forze tra gli sponsor e lo staff organizzativo messo su dal dottor Aldo Terranova, delegato provinciale della Federazione italiana scherma e responsabile della sezione Scherma Cus Cassino, hanno dato vita ad una manifestazione di alto risultato tecnico che ha saputo ben coniugare l’aspetto agonistico dello sport con quello sociale e culturale. In tal senso è da vedersi la collaborazione con la facoltà di Scienze Motorie di Cassino che non solo ha messo a disposizione l’impianto del Polo Didattico Sportivo Universitario di Cassino per effettuare tutte le gare, ma ha soprattutto voluto e appoggiato un convegno dagli alti contenuti sulla possibilità di abbattimento delle barriere tra normodotati e disabili attraverso lo sport.

-dichiara Piero Pera dei Verdi - chiedo l’intervento della Provincia di Frosinone, quale Ente gestore, per ripristinare il decoro della Riserva naturale Lago di Canterno, onde evitare un deterioramento dell’immagine di un luogo con una straordinaria vocazione turistica”. Ogni giorno, l’area Protetta è oggetto di abbandono di rifiuti di ogni genere e, nonostante il lavoro straordinario che la Guardia Forestale di Fiuggi tutti i giorni svolge per la salvaguardia del territorio,

appare sempre di più lo stato di abbandono della Riserva. “Chiediamo - conclude Pera che la Provincia di Frosinone intervenga a tutela dell’area stanziando risorse finanziarie e umane per il controllo della Riserva. Crediamo che la salvaguardia delle aree protette di tutta la Provincia debbano essere messe in primo piano, all’attenzione della Giunta provinciale stessa e che venga dislocata nei pressi di Canterno, una postazione della Polizia Provinciale”.

Abbellire con i fiori piazze e balconi Il Comune di Paliano indice un concorso PALIANO - La bellezza ed il decoro del paese passano anche attraverso la cura dei particolari. In quest’ottica rientrano anche le immagini che possono trasparire dale abitazioni private quando, grazie all’opera dei proprietari, si contribuisce a rendere ancora più gradevole tutta l’atmosfera. Per queta ragione il Comune e la Pro Loco di Paliano hanno bandito un concorso, il primo, che si prefigge come scopo l’abbellimento dei vicoli e di particolari abitativi esterni (‘astrichigli’, porticati, scale, angoli caratteristici, ringhiere, davanzali, terrazzi e balconi), con decorazioni floreali. L’obiettivo, come si diceva, è incentivare e promuovere i valori ambientali e turistici della città. “L’iniziativa – sottolinea l’assessore alla Cultura e al Turismo Simone Marucci - mira a stimolare i cittadini nel contribuire a rendere più bello e vivibile il paese. Vogliamo favorire un’elevazione della qualità della vita anche attraverso la cura dell’im-

magine del centro storico con una prospettiva di ritorno in senso turistico. Sono convinto che la cura di un territorio parte proprio dalle piccole cose, quelle che vengono maggiormente notate, facciamoci caso, quando visitiamo determinati luoghi; sono proprio quelle che ci inducono maggiormente a rispettarli”.

La partecipazione al concorso, che prevede l’abbellimento a tema libero ed a proprie spese, è totalmente gratuita ed aperta a tutti i residenti o proprietari di immobili nel Centro Storico del Comune di Paliano. La scheda d’iscrizione al concorso, reperibile presso l’ufficio Cultura in Piazza XVII Martiri o presso la Biblioteca comunale, dovrà essere compilata e consegnata nei suddetti uffici entro e non oltre il 5 giugno. La selezione dei vincitori sarà effettuata da una apposita giuria che darà una valutazione mediante l’attribuzione di un punteggio ai parametri indicati nel regolamento. La premiazione dei vincitori avverrà con pubblica cerimonia presso la Sala Esperia in data 30 novembre 2010. I premi: 1° classificato: Euro 100,00; 2°classificato: Euro 100,00; 3° classificato: Euro 100,00; 4° classificato: Euro 100,00; 5° classificato: Euro 100,00

“Codici”: dalla Ciociaria a Roma per lavorare per una società solidale ISOLA LIRI - All’assemblea nazionale di “Codici”, svoltasi nei giorni scorsi a Roma, ha preso parte anche la Provincia di Frosinone con le delegazione di Isola Del Liri con il suo rappresentante Pietro Altobelli e quella di Sora rappresentata da Riccardo Facchini,. Presenti anche le delegazioni di Castelliri rappresentata da Franco Altobelli e di Ceprano con Di Battista. L’Assemblea inoltre ha visto partecipi le delegazione di tutto il territorio nazionale che erano presenti per rinnovare le cariche sociali compresa quella del Segretario nazionale, le attività e le linee programmatiche e politiche della stessa. I lavori dopo vari interventi e propo-

ste da parte dei vari rappresentanti delle delegazioni che hanno preso la parola, deliberano un documento all’unanimità. Il “Codici” ha posto come scopo sociale aggregante quello di intraprendere le attività culturali, politiche e giuridiche per promuovere la tutela dei diritti del cittadino in favore dei soggetti deboli e attraverso una azione che nasce direttamente dalle esigenze espresse dal territorio, secondo un percorso di ascolto e partecipazione. “Oggi più che mai - ha dichiarato Pietro Altobelli - si deve riaffermare la validità delle finalità della nostra organizzazione in favore dei diritti dei cittadini e dei consu-

Un francobollo contro il cancro Domenica allo stadio delle Terme di Caracalla si è tenuta “Race for the Cure”, la mini maratona che ha visto la partecipazione di oltre 50.000 persone, 7.000 delle quali erano infermieri. In questa occasione, infatti, è stato presentato il francobollo speciale dedicato alla professione infermieristica emesso dalle Poste Italiane. Con un sovrapprezzo di 30 centesimi si potrà contribuire alla lotta al tumore al seno.

matori che si svolge attraverso una azione di controllo, proposta e tutela e che si fonda sui principi di eguaglianza, equità, giustizia, legalità in un ottica di solidarietà sociale”. Il Codici, oltre a fare attività di tutela dei diritti, delegata agli sportelli ( che sono uno strumento e non il fine dell’Associazione ), si muove anche sul campo della rivendicazione politica e si pone come punto di riferimento e di aggregazione dei cittadini. “Noi non rappresentiamo la generalità dei cittadini in senso lato - ha concluso Altobelli - il nostro ruolo non è sostitutivo dei partiti, la nostra azione è volta ad affermare una società giusta e solidale”.

Giornata Cultura Iniziative a Paliano PALIANO - Si terrà questo pomeriggio alle 15, presso la ‘Sala Assessori’ del Palazzo Comunale di Paliano, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative organizzate nell’ambito della Giornata della Cultura. Ne danno comunicazione l’assessore al Turismo, Simone Marucci e il presidente della Pro Loco, Massimiliano Trunzo. L’evento avrà luogo sabato e domenica prossimi.

13 ANNO I - N° 66 mArtedì 18 mAggIO 2010


sport CALCIO SERIE B

Il Frosinone ha trovato gli equilibri di squadra: zero gol subìti nelle ultime due gare

Carboni e la quadratura del cerchio Il tecnico canarino vola basso:“ Bene la mentalità ma 52 punti potrebbero non bastare” FROSINONE - Ripresa degli allenamenti per Sicignano e compagni che, dopo la bella e sudata vittoria sul Grosseto, si apprestano a preparare nel migliore dei modi la delicatissima trasferta di Ascoli in programma allo stadio “Del Duca” domenica pomeriggio alle ore 15:00. La squadra come ogni ripresa del lunedì ha svolto una seduta di lavoro defaticante basata essenzialmente su esercizi di scarico e scioglimento muscolare in palestra a causa del manto inagibile per il forte acquazzone imbattutosi sul rettangolo verde dell’impianto di Via Fabi. La squadra ha potuto solamente effettuare alcuni giri di campo dopodiché il mister a scopo precauzionale ha fatto rientrare tutti negli spogliatoi e fatto lavorare i ragazzi esclusivamente con gli attrezzi della palestra. Lavoro differenziato per Sicignano, Bocchetti, Stellone e Santoruvo e fisioterapie per Mattia Biso. Grazie al gol del cannoniere ciociaro Santoruvo arrivato in zona Cesarini, ora il

Il tecnico del Frosinone Guido Carboni Frosinone può concentrarsi esclusivamente sulle proprie gare per garantirsi quella salvezza che solamente tre settimane fa appariva quasi insperata senza guardare più di tanto agli altri campi. Carboni capitalizza dunque altri tre punti e, aspetto ancora più importante, senza incassare reti per la seconda domenica di fila. La vittoria seppur giunta all’ultimo respiro contro il

Grosseto permette dunque di dare continuità di risultati. Così dopo il blitz di Cittadella, per il tecnico aretino arrivano altri 3 preziosissimi punti che forse danno la svolta decisiva a questa stagione. Ora la gara con l'Ascoli dove per i canarini sarebbe positivo conquistare anche solo un pareggio (gara che si giocherà di domenica e non di sabato) . Qualche passettino in avanti rispetto alla

gara di Cittadella si è dunque visto e mister Carboni non nasconde la seppur velata soddisfazione: “Ho visto un passettino in avanti come mentalità. Non era semplice giocare sapendo di dover fare a tutti i costi il risultato e sai che non puoi sbagliare. Questo è un buon sintomo. Però godiamoci questa vittoria fino a quando dovremmo pensare alla prossima gara. La gara di Ascoli sarà dura. Anche perché manca il passo più importante.” La classifica in coda si accorcia ancora di più tanto che è difficile ipotizzare una quota salvezza. “Onestamente non sono poi neanche tanto sicuro che a 52 punti si è fuori e bastino per la salvezza. Noi abbiamo un calendario duro. La gara con la Triestina è di quelle da dentro o fuori. Bisogna solo pensare a fare bene sabato ad Ascoli sperando che qualche risultato ci aiuti. Ora dobbiamo solo proseguire su questa strada. Abbiamo trovato una compattezza giusta. Inizio a vedere cose buone.” Un mister Carboni quindi giustamente soddisfatto

ZONA PLAY-OUT Ancona Piacenza Reggina Vicenza Frosinone Triestina Mantova Padova Gallipoli

51 50 50 49 49 47 46 42 40

quello che ha commentato la vittoria importantissima sul Grosseto. Intanto la società Ascoli Calcio ha reso noto che i tagliandi relativi alla gara in oggetto saranno in vendita da lunedi 17 maggio 2010 fino alle ore 19,00 del giorno precedente la gara presso le abituali ricevitorie Lottomatica. Per la gara ad Ascoli mister Carboni recupererà anche tre pedine fondamentali come Del Prete, Maietta e Bolzoni, assenti contro il Grosseto perchè squalificati. Andrea Mastrantoni

VOLLEY TOP POOL

BASKET SERIE A DIL.

Globo Sora, l’under 18 sconfitta con onore dai maestri della Trenkwalder Modena

Fmc Ferentino pensa al futuro Coach Friso vorrebbe restare

SORA - Si è chiusa la splendida stagione dell’Under 18 di Lega della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora ed è stato un atto finale dei più suggestivi ed emozionanti quello che è andato in scena al Palasport di via Aldo Viglione a Cuneo: avversari dei sorani erano infatti gli atleti della Scuola di Pallavolo Anderlini di Modena, uno dei vivai pallavolistici italiani di maggiore storia e palmares. La partita è terminata sul punteggio di 3 set a 0 per i modenesi, così come era terminato il match contro la Bre Banca Lannutti Cuneo, ma a fronte di due incontri persi, è rimasta la grande soddisfazione ed emozione vissuta da Cacciatore e compagni in questa due giorni che rimarrà negli annali della pallavolo sorana. La Trenkwalder Modena si presentava a questo appuntamento con la Top Pool dopo essersi piazzata al terzo posto nel girone H della seconda fase alle spalle delle

14 ANNO I - N° 66 MARTEDì 18 MAggIO 2010

ottime formazioni della Lube Banca Marche Macerata e Sisley Treviso, ma erano stati in grado di costringere i trevigiani due volte al tie-break e di vincere, sempre al quinto

Il bravo Cacciatore set, in casa dei marchigiani. Tra le fila gialloblu da annoverare diversi atleti già convocati con le selezioni nazionali giovanili come Mes-

sori, Bargi e Hendriks. Insomma all’indomani della prestigiosa partita contro i pari età di Cuneo, i ragazzi di mister Cortese si trovano ancora una volta di fronte una formazione di altissimo profilo tecnico e di valori antropometrici importanti. Dopo aver rincuorato i suoi ragazzi, e dopo aver fatto riapparire il sorriso suoi loro musi lunghi spiegando che per diventare più forti bisogna inevitabilmente accusare qualche sconfitta, mister Cortese ci tiene a dirci: “ringrazio tutti i ragazzi per la passione e l’impegno che hanno messo in campo in questi due giorni a eccezionale coronamento di un’intera stagione, ben al di sopra delle righe, che ha visto confrontarci con le realtà dell’eccellenza pallavolistica italiana sin dalla prima gara contro i campioni d’Italia 2009 dell’M.Roma Volley, fino a queste due ultime sfide prestigiosissime contro Cuneo e Modena.” andr.mastr.

FERENTINO - La stagione della Fmc Ferentino si è ormai chiusa da un pò e mentre le altre squadre si sono preparate ad affrontare le gare delle semifinali play-off (gli scontri sono Barcellona-Perugia e San Severo-Siena nel girone B), in casa gigliata è tempo di bilanci e programmazione per il futuro. Tra tutti coloro che sono impegnati nella disamina della fallimentare stagione appena conclusa c’è coach Massimo Friso che da quest’anno, come tutti, si attendeva sicuramente qualcosa di più. «Ma dobbiamo guardare avanti - stigmatizza subito l’allenatore veneto - da parte mia c’è la volontà di continuare e porre subito le basi per la prossima stagione». Un Friso che tronca nettamente dunque qualsiasi ipotesi di separazione dalla società gigliata. Gli chiediamo se a suo parere la società ha la stessa volontà. «Ad oggi non ho avuto segnali diversi al riguardo». Dunque Friso La squadra di Ferentino e Ficchi si sono già seduti a tavolino per guardare avanti, occasione che sarà valsa anche per analizzare quello che è stato e cercare le motivazioni di una stagione negativa, partita con la velleità di puntare alla promozione e finita con la delusione del mancato accesso anche alla fase play-off. «A mio avviso sono principalmente tre i motivi della nostra stagione negativa spiega Friso - in primis va rilevato che in fase di costruzione della squadra, per problemi di mercato, siamo partiti senza un pivot di ruolo, adattando la squadra inizialmente bene solo grazie alla presenza di Ochoa, ma senza di lui i nodi sono venuti al pettine”.

Ranieri, striscioneTotti: “Inter da sanzionare”

La replica di Moratti: “Nella festa ci può stare”

Il tecnico della Roma Claudio Ranieri non ha tardato ad esprimere la sua opinione in merito allo striscione contro il capitano giallorosso Francesco Totti sul pullman-scudetto dell'Interche sfilava in piazza Duomo: «Solo se venissero sanzionati quelli che erano lì. ci sarebbe giustizia. Ci può essere della goliardia ma ricordiamoci di chi ci guarda».

Il presidente dell'Inter Massimo Moratti il giorno dopo il trionfo di Siena: «In un clima di festa puo' scappare una cosa del genere. Faremo in modo che non si ripeta, ma questo non deve alimentare rancore. Mourinho? Le sue lacrime gesto d'affetto. Il suo futuro dopo il Bayern. I complimenti più graditi? Quelli non ricevuti».


sport CALCIO LEGA PRO

La stagione azzurra ai raggi X: fari puntati sui centrocampisti dai piedi buoni

Giannone, luce ad intermittenza Il regista tagliato fuori nel girone di ritorno, per Berardi un rendimento insufficiente CASSINO - Quella appena iniziata si prospetta come la settimana decisiva per la scelta del nuovo direttore sportivo. La società azzurra sembra essere arrivata alla stretta finale. Appena terminato il campionato, gli uomini del presidente Clodomiro Murolo si sono messi subito al lavoro contattando almeno cinque dirigenti di categoria. Dopo una prima scrematura, la rosa dei papabili si è ridotta sensibilmente, tanto da far pensare che nei prossimi giorni verrà annunciato il nome del futuro ds che affiancherà Carmine Gautieri nella incombente campagna acquisti estiva. Nel frattempo proseguiamo con la nostra analisi delle statistiche relative ad ogni singolo giocatore che ha vestito la maglia del Cassino nella stagione appena conclusa. Oggi parleremo dei centrocampisti dai piedi buoni, su tutti Rocco Giannone e Pasquale Berardi. GIANNONE - Il regista arrivato all’ombra dell’Abbazia nella finestra di mercato di gennaio 2009 in prestito dalla Salernitana, dopo aver collezionato 12 presenze ed una rete nella sua pri-

Rocco Giannone missima esperienza azzurra, ha messo insieme, nel corso dell’annata 2009/2010, 27 presente per un totale di 2110 minuti giocati nei quali ha realizzato ben 6 reti. Un contributo importantissimo quello fornito da Giannone nel girone d’andata. Sin dai primi giorni di ritiro infatti, mister Pellegrino ha costruito la squadra attorno all’uomo con maggiore classe ed inventiva. Il centrale di Anzio lo ha ripagato con 3 gol su punizione nelle prime 10 gior-

nate e con diversi assist per i compagni d’attacco. In sostanza, finchè Giannone ha espresso una condizione fisica invidiabile le cose sono girate bene anche per il Cassino. Quando poi inevitabilmente ha patito un calo fisico, tutto il gioco azzurro ne ha risentito. Il mese di gennaio è stato devastante per Giannone: dapprima il rapporto incrinato con Pellegrino, poi la trattativa fallita per il suo passaggio alla Cisco Roma, infine il rigore sbagliato a tempo scaduto contro l’Isola Liri. Tutti episodi che lo hanno relegato a trascorrere la seconda parte di torneo quasi sempre in panchina. Appare improbabile che resti a Cassino anche nella stagione ventura: Giannone e la società sembrano infatti arrivati al punto di una separazione consensuale che consentirà al giocatore di cambiare aria dopo un anno e mezzo ed alla dirigenza di individuare un sosituto davvero all’altezza, magari che prenda meno pause durante un campionato ma che abbia la stessa tecnica sopraffina e visione di gioco del bravo regista romano che, come tutti i calciatori di classe, pecca di

Pasquale Berardi continuità di rendimento. BERARDI - Decisamente un anno buio e da dimenticare in fretta per il centrocampista prelevato in gennaio dalla Paganese. Dopo due eccellenti stagioni da protagonista assoluto in quel di Catanzaro, Berardi si è rivelato soltanto la copia sbiadita del giocatore in grado di fare la differenza in mezzo al campo. Complice una condizione fisica mai ottimale, l’ex primavera barese ha dispensato giocate col

CALCIO SCOMMESSE

CICLISMO

Sudafrica 2010: le quote antepost dei mondiali Manca ormai meno di un mese all’inizio dei Mondiali in Sudafrica e, tra le tante cose, a ricordarcelo sono i vari bookmakers che hanno inserito nei loro palinsesti le quote antepost. Snai, in particolare, quota le vincenti di ciascun girone, le accoppiate che si qualificheranno agli ottavi di finale, il passaggio del turno di ogni singola squadra e i piazzamenti finali di ognuna di esse. E’ tempo di incominciare a darci un’occhiata, per capire se esistono buone occasioni. Il girone A, composto da Francia, Sudafrica, Uruguay e Messico, appare come il più incerto. I transalpini sono sicuramente favoriti per il primo posto nel raggruppamento (1,90 la quota), ma non ci metteremmo le mani sul fuoco, considerando il modo in cui si sono qualificati (grazie alla mano di Henry), l’involuzione tecnica e il caratteraccio dell’allenatore Domenech, che continua a fare scelte discutibili. Se proprio si crede nei galletti

meglio giocarli in accoppiata con una delle altre tre squadre, così da non dover sperare per forza nel loro primo posto: quota 3,00 per il duo Francia-Uruguay e per quello Francia-Messico, 5,00 per Francia-Sudafrica. Nel gruppo B l’Argentina vincente a 1,45 è da inserire in una multipla e in più si possono andare a pescare quotoni: mettendo un gradino più sotto delle altre la Corea del Sud, ipotizziamo che insieme a Messi passerà il turno una tra Nigeria e Grecia, ma vista l’incertezza del girone A (che si incrocerà con il B), non è detto che l’avventura di una delle due formazioni citate si concluda per forza agli ottavi. Ragion per cui occhio a “Nigeria eliminata ai quarti” a 7,00 o “Grecia eliminata ai quarti” a 15,00. Nel girone C è difficile che Usa, Slovenia ed Algeria possano impensierire l’Inghilterra per la prima piazza, tuttavia la quota di 1,28 a favore di Capello è in giocabile. Mette-

remmo invece qualche spiccio sulla vittoria finale degli inglesi, che con il tecnico italiano sono davvero temibili: quota 7,50. Interessante la valutazione di 1,80

per la Germania vincente del gruppo D, ma possiamo fare anche un giochetto: ammesso che l’Australia non passi e che i tedeschi non facciano scherzi, le accoppiate Germania-Serbia e Germania-Ghana pagano en-

contagocce nella sua parentesi cassinate. Eppure a cominciare dalla sfortunata trasferta di Melfi, Berardi è stato sempre utilizzato prima da Sanderra poi da Pellegrino: il bilancio totale parla di 12 presenze condite da una rete segnata all’Igea Virtus negli 869 minuti complessivi in cui è rimasto sul terreno di gioco. Troppo poco per un calciatore dalle sue doti(e dal suo ingaggio!) che si è ritrovato spesso e volentieri avulso dalla manovra azzurra ed incapace di accendere la luce dispensando assist per i compagni del reparto avanzato. Destinato al Cosenza in Prima Divisione, i tifosi cassinati non lo rimpiangeranno affatto. BONACQUISTI - Il giovane acquistato in estate dal Ferentino e giunto nella Città Martire con ottime credenziali, ha raggranellato appena 8 minuti di presenza nell’unica occasione in cui è stato chiamato in causa, nella gara d’esordio in quel di manfredonia. Poi solo qualche panchina e tanta gavetta nella Berretti: l’impressione ricevuta è che non sia pronto per far parte di una rosa di Seconda Divisione. Antonino Massara

trambe 2,75, quindi giocandole singolarmente con la stessa puntata si andrebbe in attivo prendendone una. L’Olanda vincente del raggruppamento E a 1,65 è un altro “pezzo da multipla”(gli avversari sono Danimarca, Giappone e Camerun) così come lo è il Brasile a 1,55 nel gruppo G (dove ci sono pure Portogallo, Costa D’Avorio e Corea del Nord). La nostra Italia non dovrebbe avere problemi a vincere il suo girone (F), ma tralasciamo il basso 1,35. I più critici, convinti che gli azzurri vadano avanti solo fino a quando non affronteranno lo squadrone, giochino “Italia eliminata ai quarti” a 3,00. Infine cerchiamo la sorpresa nel gruppo H, dove all’accoppiata Spagna-Cile a 1,60 preferiamo quella Spagna-Svizzera a 2,90, non comprendendo perché ci sia così scarsa fiducia verso gli elvetici rispetto a quella riposta verso i cileni. Luca Tedeschi

Del Neri saluta la Samp Il tecnico verso la Juve

Ancelotti,amore Chelsea “Resterei altri 10 anni”

Un colloquio in mattinata con il presidente Garrone per sancire l'addio alla Samp. Luigi Del Neri ha comunicato al numero uno doriano che lascerà la panchina ligure per andare alla Juventus, seguendo così le orme dell'ad Marotta. Del Neri ha detto al presidente che l'occasione di allenare la Juve è troppo ghiotta ed importante per lasciarsela scappare.

Altri 10 anni al Chelsea: dopo la conquista della storica doppietta, Carlo Ancelotti spera di firmare presto un nuovo contratto che lo trattenga a Stamford Bridge ancora a lungo. È stato lo stesso tecnico italiano - scrive il Times - ad esprimere il desiderio di prolungare il suo attuale accordo, in scadenza nel 2012.

Il Giro D’Italia a Cassino CASSINO - La nona tappa del Giro d’Italia Frosinone Cava de Tirreni ha visto la carovana della corsa rosa transitare ancora una volta per le strade della Città Martire. Quattro fuggitivi scattati al nono chilometro sono passati per primi sul Corso della Repubblica, con il plotone ad inseguire con un ritardo di due minuti e cinquanta. Tra i battistrtada Cheula, Stamsnijder, Barry e Ignatiev. Il lavoro degli uomini della dell'Htc-Columbia di Andrè Greipel ha consentito al gruppo di recuperare il distacco e di presentarsi sul rettilineo finale per la volata che ha visto imporsi l'australiano Matthew Goss (HTC) su Pozzato e Farrar. Vinokourov ha conservato la maglia rosa. Doveva essere una tappa di recupero, invece le condizioni climatiche l'hanno resa durissima. Spettacolare il testa a testa nel finale tra Vinokourov ed Evans, che era rimasto attardato per un buco nel gruppo.

15 ANNO I - N° 66 MARTEDì 18 MAGGIO 2010


ambulatori specialistici presso il

SAN RAFFAELE CASSINO La prevenzione è al servizio della donna Un efficace programma di prevenzione rappresenta lo strumento principale per tenere sotto controllo il proprio stato di salute. Il San Raffaele Cassino ha studiato tre pacchetti che consentono di effettuare, in un unico appuntamento, un check up completo dedicato alle donne per il mantenimento del loro benessere. Sarà disponibile, inoltre, per le pazienti un medico specialista di branca che possa dare indicazioni sugli esiti dei referti ed eventuali terapie necessarie. La promozione è valida fino al 31 maggio 2010.

Il dott. Alfredo Colucci, direttore sanitario del San Raffaele Cassino, ci ha spiegato in cosa consistono questi esami e perché è necessario effettuarli:

controllo è consigliato ogni due anni a tutte le donne sopra i quarant’anni. Per quelle che hanno alti fattori di rischio, come un pregresso tumore al seno o familiarità, è necessario eseguirlo annualmente. L’ECOGRAFIA MAMMARIA È un test che, associato alla mammografia, consente di diagnosticare gran parte delle patologie nodulari della mammella. Infatti la mammografia riesce ad evidenziare un rilevante numero di lesioni, anche se di piccole dimensioni e l’ecografia mammaria permette di individuare con grande precisione la natura di queste lesioni. È un esame rapido e innocuo che si avvale di una sonda ecografica in grado di emettere ultrasuoni.

LA MOC (Mineralometria ossea computerizzata) È un test utile per conoscere lo stato di salute delle proprie ossa e gli eventuali danni provocati dall’osteoporosi. Questa malattia cronico degenerativa colpisce più della metà degli over 50, soprattutto le donne. È provocata da una progressiva riduzione del calcio presente nel tessuto osseo: le ossa divengono più fragili e pertanto più facili a rompersi, anche in conseguenza di piccoli urti o lievi traumi. Per prevenire i rischi legati all’osteoporosi è consigliabile effettuare annualmente e con regolarità la Moc. Un esame radiologico altamente accurato, rapido ed assolutamente indolore che misurando la densità ossea, aiuta a scoprire se esistono rischi di fratture.

Per appuntamento chiamare, dal lunedì al sabato ore 8.00-19.00 al numero:

0776 394766/394715

LA MAMMOGRAFIA È un esame radiologico utilizzato per identificare tumori e cisti. Permette di individuare il cancro della mammella in fase precoce, quando la sua dimensione è ancora ridotta e molto tempo prima che sia percepibile alla palpazione. La diagnosi precoce di questo tipo di tumore permette di arginarlo riducendone le conseguenze. La mammografia è un esame semplice e grazie alle tecnologie avanzate comporta una bassa esposizione ai raggi X in modo tale che possa essere ripetuto periodicamente senza rischi. Come test di

• Mammografia • Ecografia mammaria • MOC lombare e femorale

• Mammografia • Ecografia mammaria

al prezzo di

60,00

al prezzo di

90,00

• Mammografia • Ecografia mammaria • Ecografia addome completo • RX torace al prezzo di

100,00

L’esecuzione degli esami avverrà nell’arco di un’unica giornata San Raffaele Cassino

Via Gaetano di Biasio, 1 - 03043 Cassino (FR)

Presso la Struttura si possono effettuare, in regime privato, le seguenti visite specialistiche ed esami diagnostici: • Cardiologia con ecocardiografia • Endocrinologia • Medicina preventiva • Neurodiagnostica (EEG, EMG, potenziali evocati) • Neuropsicologia clinica con test mentali • Neurorieducazione • Oculistica • Ortopedia e traumatologia • Otorinolaringoiatria con esami audiovestibolari • Psicologia • Urologia Direttore Sanitario: Dott. Alfredo Colucci

w w w. s a n r a f f a e l e . i t

lagazzettacassino180510a  

Case Ater Pontecorvo Incalza la protesta IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ATER FROSINONE dISTRIbuzIONE GRATuITA mARTEdì 18 mAGGIO 2010 ANNO I - N° 6...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you