Issuu on Google+

Pd e Udc chiedono il Consiglio comunale

Grincia:“Uno scontro divenuto intollerabile”

CASSINO - Pd e Udc tornano a chiedere la convocazione del Consiglio comunale per discutere della crisi che sta di fatto parallizzando l’attività amministrativa della Città. Da due mesi all’interno del Pdl si litiga per la guida del Palazzo comunale ma senza una via di uscita. Intanto il bilancio di previsione rimane ancora nel cassetto mentre la scadenza è alle porte. PAG.6

AQUINO - Dopo due giorni di silenzio dal blitz compiuto in Comune ad Aquino da parte delgi agenti del Commissariato di Cassino, il sindaco Antonino Grincia è intervenuto con una lunga nota attraverso la quale rassicura i cittadini circa l’operato della sua Amministrazione e garantisce di lavorare nel giusto. Strali all’opposizione per il livello intollerabile ha cui si è giunti nella lotta politica. PAG.8

ANNO I - N° 91 GIOvEdì 17 GIUGNO 2010 dISTRIbUzIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

IL RETTORE PREDICA IL RISPARMIO DEGLI ALTRI

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALLA ASL Da lunedì prossimo, dopo sole due settimane di attività, il reparto di Ortopedia sarà nuovamente costretto a sospendere i ricoveri per mancanza di medici. Infatti, quelli in servizio in questi quindici giorni hanno già dato fondo alle 120 ore di straordinario messe a disposizione dalla Asl. Per questa ragione il primario si è visto costretto a bloccare i ricoveri. Ora se ne riperalerà il 1° luglio. Ma per l’estate rischia di peggiorare in quanto un ortopedico in servizio presso il “Santa Scolastica” ha terminato il periodo di assunzione a tempo determinato, ragion per cui da qui a qualche settimana si porrà anche un’altra emergenza. A questo punto la Asl non può più ignorare il problema ed intervenire tempestivamente.

L’OSCAR DEL GIORNO A MICHELE NOTARO In una fase di forte crisi economica, dove i trasferimenti statali diminuiscono, a differenza di molte altre città, l’Amministrazione Comunale di Pontecorvo non aumenta le tasse. E’ questa una delle buone notizie emerse durante l’ultimo consiglio comunale quando è stato approvato il bilancio di previsione per il 2010, il primo della maggioranza guidata dal Sindaco Michele Notaro. I numeri, infatti, confermerebbero il rispetto del Patto di Stabilità nonostante non sia stata aumentata alcuna imposta e quindi verranno garantiti gli stessi servizi rispetto allo scorso anno.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione Manovra, i governatori incontrano Berlusconi La Polverini:“Abbiamo trovato disponibilità” ROMA - I governatori del Pdl incontrano il premier sulla manovra. E il presidente Polverini ha dichiarato, all'uscita di palazzo Grazioli che “c’è spazio per riequilibrare gli impegni all'interno della manovra''. E aggiunge: “Abbiamo ribadito le nostre preoccupazioni ma abbiamo trovato grande disponibilità da parte del premier per riequilibrare la manovra mantenendo fermo il vo-

CONSIGLIO REGIONALE

Conferenza del gruppo Lista-Polverini ROMA - Il Gruppo regionale ListaPolverini, nelle persone del capogruppo Enzo Di Stefano e di Angelo Miele, ha indetto la conferenza stampa che avrà luogo venerdì 18 giugno alle ore 11.30, presso la sala Etruschi del Consiglio regionale del Lazio. Durante l’incontro verranno illustrate le linee principali della proposta di Legge regionale che prevede l’eliminazione delle Comunità montane del Lazio.

lume dei tagli”. Già oggi, insieme ai ministri Tremonti, Fitto e Calderoli si dovrebbe aprire un primo tavolo di confronto tecnico per riequilibrare la manovra fra i vari livelli istituzionali. Intanto, prima dell’incontro con il premier la Polverini, ha partecipato all'assemblea di Confcommercio. “Mi pare – riferendosi alla relazione del presidente Sangalli

- che anche le associazioni economiche e sociale stanno cambiando atteggiamento sulla manovra per quello che riguarda il mancato trasferimento alle Regioni. C’è un po’ più di chiarezza, non si parla solo più di sprechi su cui le Regioni stanno già intervenendo, ma ci sono servizi importanti messi a rischio”. A un cronista che le ha chiesto se ci sia il rischio di un aumento delle

tasse, Polverini ha risposto: “Le tasse non le possiamo aumentare. Per il momento stiamo cercando

di far convergere sulla nostra posizione quante più forze possibili”.

“Valle del Sacco, la bonifica procede a pieno ritmo” Le garazie arrivano dal presidente Mario Abbruzzese FROSINONE – Le bonifiche procedono a pieno ritmo. “La Valle del Sacco rappresenta una ricchezza per tutto il territorio e dobbiamo lavorare affinché l’intera area non sia più esposta al rischio di contaminazione pericolose, così come è avvenuto negli ultimi anni”. A parlare è Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale. “L’Ufficio commissariale sull’emergenza - ha continuato - si sta occupando della bonifica della zona Arpa 1 e di quella dove ricade l’ex stabilimento Caffaro (oggi in liquidazione e infestata di benzoino), e della pulizia del Fosso Cupo, aree situate nel territorio di Colleferro, al confine con la provincia di Frosinone. I lavori in questione stanno procedendo a ritmi serratissimi. Si tratta di una

prima fase, particolarmente importante, interessata da bonifiche e messa in sicurezza di circa 30mila ettari. Questo sta a dimo-

strare la concretezza e l’efficienza degli interventi programmati dagli uffici competenti della regionale, che continuano a credere

nella riqualificazione di un territorio martoriato dall’inquinamento industriale. Ma è stato fatto anche un ulteriore passo in avanti. Mi sono impegnato personalmente con l’assessore all’Agricoltura Francesco Battistoni - ha continuato - per far sì che le aziende agricole che restano fuori dalla cosiddetta “zona rossa”, ma che comunque hanno subito abbattimenti di bestiame, sequestro di latte e dei foraggi irrigati con acqua contaminata, continuino ad ottenere i rimborsi per i danni subiti. A tal proposito proprio in questi giorni la Regione Lazio ha concluso l’istruttoria per versare alle aziende agricole la prima tranche delle risorse stanziate ad hoc dall’assessorato all’Agricoltura, per scongiurare il loro fallimento”.

“I tagli? Sono un dramma per i pendolari” Legambiente si appella alla Pisana: “Bisogna fermarli” ROMA - “Il taglio per i treni pendolari contenuto nella manovra del Governo sarebbe drammatico. Per il Lazio in materia di “Servizi ferroviari di interesse regionale e locale in concessione, applicando i parametri di proporzionalità stabiliti dalla manovra, i fondi a disposizione si ridurrebbero per l’anno 2011 a 86,32 milioni di euro, mentre nel 2010 sono stati di 266,1 milioni. Un ta-

2 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010

glio netto del 67,5%, due terzi in meno. Per la Regione sarebbe impossibile colmare il divario, non basterebbero fondi propri né assurdi aumenti dei biglietti del trasporto pubblico”. Inizia così la lettera inviata ieri dal presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati, alla presidente della Regione Renata Polverini, all'assessore regionale ai Tra-

Abusi su un’americana fermato un 54enne ROMA - Una diciannovenne americana in vacanza nella Capitale è stata costretta al rapporto sessuale dal portiere dell'albergo. Le indagini condotte dagli uomini del commissariato Viminale hanno portato al fermo di Polizia giudiziaria di un incensurato 54enne italiano. "Cercavo di reagire, ma mi mancavano le forze perché ero ubriaca. Credo di aver anche urlato", dice la ragazza.

sporti Francesco Lollobrigida, al direttore di Trenitalia Lazio Aniello Semplice e ai Comitati dei pendolari. “Per i treni il conto è presto fatto - prosegue la lettera - oggi sono 963 i convogli che ogni giorno viaggiano sui 1.012 km della rete ferroviaria regionale, grazie al nuovo contratto di servizio stipulato pochi mesi fa tra la Regione e Trenitalia, per un valore

complessivo di 320 milioni di euro all'anno dei quali 215 erogati dalla Regione stessa; dal 2011 ci chiediamo allora se i cittadini laziali rischiano di dover rinunciare a seicento collegamenti ferroviari ogni giorno. Stessa storia che si potrebbe ripetere nel 2012 e nel 2013”.

Stupro seriale, 17 anni a Bianchini ROMA - I giudici del tribunale di Roma hanno riconosciuto colpevole Luca Bianchini, in carcere per alcune violenze sessuali avvenute tra l'aprile e il luglio scorsi nella Capitale. Con la sentenza sono state comminate anche una provvisionale di 150mila euro per ogni ragazza stuprata e 60mila per il Comune, che si è costituito parte civile. A Bianchini non sono state concesse le attenuanti generiche.


provincia Il dirigente del settore economico finanziario in “ferie forzate” FROSINONE – Un mese di riposo forzato. E’ quello che toccerà al dirigente del settore economico finanziario della Provincia di Frosinone, il dottor Ferdinando Riccardi. A disporlo, la giunta provinciale che in base all’articolo 8 del contratto nazionale collettivo di lavoro dei dirigenti degli enti locali ha sospeso il dirigente in via cautelare, fatto salvo lo stipendio come prevede la legge, in attesa che lo stesso chiarisca la sua posizione in merito agli addebiti mossi nei suoi confronti nella relazione vergata dall’ispettore del Ministero dell’economia e delle finanze Vito Tatò. Si è trattao di un atto, hanno motivato gli assessori della giunta, per recepire il provvedimento adottato dal Segretario ge-

nerale di piazza Gramsci, Costanza Staiano, che in base ai rilievi del ministero delle finanze, aveva adottato il procedimento disciplinare nei confronti di Riccardi e contestandogli tutte le irregolarità riscontrate nei suoi confronti. La decisione di giunta è stata presa con la presenza di tutti i componenti, tranne l’assessore alla formazione Ernesto Tersigni, componente Abbruzzese, che si è sempre dichiarato contrario a questo tipo di provvedimento. Infatti, come da copione, è arrivati la critica del

consigliere eretico Eligio Ruggeri: “Non sono assolutamente d’ac-

direttore generale Andreina Raponi?”. Fin qui i fatti, ma vediamo il perrchè si è giunti a questa decisone. Riccardi ha rappresentato in questi mesi una sorta di ostacolo per l’amministrazione Iannarilli. Il presidente, sin dal suo insediamento, ha sempre dichiarato che non riusciva a capire cosa amministrava, quali erano i conti dell’ente, come venivano gestiti i soldi. E Riccardi, da responsabile del settore economico-finaziario, era colui che avrebbe dovuto informarlo. Ma tra

E’ stato sospeso il dottor Ferdinando Riccardi ufficialmente a causa delle contestazioni di Tatò Al suo posto De Santis? cordo con questa caccia alle streghe. E poi perché il provvedimento l’aha assunto il segretario e non il

i due, si vede, non c’era molto feeling, anzi, i bene informati, parlano addirittura di incomunicabilità. Ora che si avvicina il tempo di redigere il bilancio, strumento vitale per la vita dellente Provincia, questa incomunicabilità avrebbe potuto incidere sulla preparazione dell’importante strumento contabile. “Il bilancio lo facciamo noi, come diciamo noi e non certo come lo vorrebbe il dirigente”, questo il concetto espresso dalla maggioranza, mentre Riccardi aveva già approntato una bozza di documento di 200 pagine inviate a tutti i consiglieri e gli assessori. Ora la sospensione, eviterà ostacoli a Iannarilli e la sua maggioranza. Tuttavi il dirigente, uno tosto per la verità, si prepara ad adire vie legali. Inatnto si avvicinano le scadenze per la preparazione e l’approvazione del bilancio. Chi sostituirà Riccardi? Si vocifera di un dirigente vicino a Iannarilli, uno dei neo assunti, il dottor Elvio De Santis. La guerra dei dirigenti ha prodotto la prima vittima.

Riunione del gruppo consiliare del Pdl Si parlerà forse di rimpasto? FROSINONE - Il capogruppo del Pdl alla Provincia di Frosinone, Giovanni Celli, ha convocato la riunione del gruppo in seguito a una richiesta pervenuta dal Presidente della Giunta Provinciale, Antonello Iannarilli per venerdì prossimo. “Recenti articoli di stampa – dice il capogruppo Celli – parlano di richieste di “rimpasti di giunta” in riferimento al gruppo del Pdl cosa che non è esatta. E’il momento che il gruppo del Pdl si confronti in un’analisi politico – amministrativa, dopo un anno di amministrazione, di importanti avvenimenti che hanno caratterizzato la vita amministrativa e politica sia all’interno sia all’esterno dell’ambito provinciale. Niente di clamoroso, nessuna richiesta di “teste”, nes-

suna dichiarazione di guerra è in corso all’interno del gruppo del Pdl. L’Odg della riunione convocata prevede al punto numero 1 analisi politico-amministrativa; al numero 2; comitato provinciale; al numero 3 varie ed eventuali. E’ stato convocato il gruppo del Pdl – conclude il capogruppo Celli - e dunque i consiglieri: Mario Abbruzzese, Andrea Amata, Anna Lisa D’Aguanno, Antonio Salvati, Ennio Marrocco, Fabio Bracaglia, Gennarino Scaccia, Giuseppe Patrizi, Vittorio Di Carlo, Alessandro Panetta”. aAl di là dell’aspetto formale della rionione, sicuramente non potrà non parlarsi di possibili cambiamenti all’interno della giunta provinciale. I rumors di questi giorni sono

Un uomo di D’Ovidio alla presidenza della Società Interporto FROSINONE – La maggioranza che sostiene il presidente Iannarilli si allarga con un’altra componente. E’ quella che fa riferimento ad Angelo D’Ovidio. Infatti, un uomo dell’ex consigliere regionale, Giuseppe Galloni, avrà a breve un importante incarico: la presidenza della Sif, la Società Interporto di Frosinone, attualmente retta dall’assessore provinciale ai trasporti, Gabriele Picano. Proprio l’assessore Picano ha dato l’importante annuncio: “A fine giugno l’assemblea dei soci della Sif appoverà il bilancio. Io rassegnerò le dimissioni e mi sostituira Giuseppe Galloni. In un primo momento Iannarilli ha individuato nella mia persona colui che poteva presidere l’importante organo. Ho cercato di rimettere in moto l’Interporto, fermo da anni. Ho sbloccato i fondi assegnati dal ministero, fatto ripartire gli scavi archeologici e ho fatto predisporre nuovi bandi, come quello per la manifestazione d’interesse dei privati; il bando per l’appalto finalizzato alla realizzazione della piattaforma intermodale”. Quindi una nomina importante, con un uomo che si dedicherà anima e corpo all’organismo che dovrà dare una struttura molto importante al territorio, una struttura vitale per la crescita e il rilancio economico del nostro territorio.

sempre più insistenti, così come le richiested el gruppo che fa riferimento ad Abbruzzese: i consiglieri vicini al presidente del consiglio regionale reclamano visibilità nell’esecutivo provinciale e certo no deporranno le armi. Chi dovrà lasciare? I nomi per ora sono sempre gli stessi: Picano e Paliotta. I quali sono senza consigliere di riferimento, in quanto Ruggeri e Giannandrea sarebbero passati nel Pdl. Il condizionale è d’obbligo, perché i due comunque continuano a partecipare alle commissioni come capigruppo dell’Udeur e del Mcl. Tra l’altro, non sono stati nemmeno convocati per la riunione. Un bel rebus, che vedremo cosa sortirà. Uno degli assessori sotto la scure del taglio, Gabriele Picano, comun-

que sembra tranquillissimo sulla sua posizione: “Iannarilli mi ha rinnovato la sua fiducia, tra l’altro ol problema è superato dalla mia adesione al Pdl”.

No all’impianto di car fluff ad Anagni L’associazione Codici esulta FROSINONE – L’associazione Codici esulta per la decisione assunta dalla Conferenza dei servizi e che ha deciso di negare l’autorizzazione all’apertura dell’impianto di car fluff ad Anagni. Commenta Luigi Gabriele: “La notizia è degna di attenzione perché inerente alla salvaguardia della salute dei cittadini della Provincia di Frosinone e dell’ambiente. Dalla Conferenza dei Servizi arriva infatti il secco no alla realizzazione dell’impianto, altamente inquinante, di car fluff ad Anagni, l’industria la cui attività avrebbe gravato ancor di più sulle già precarie e compromesse condizioni ambientali e sulla salute dei cittadini del Frusinate. Siamo soddisfatti per la decisione presa dalla Conferenza dei Sindaci – commenta Luigi Gabriele, Segretario Provinciale CODICI Frosinone – perché arriva dopo una dura e lunga battaglia che ci ha visto coinvolti in prima linea a salvaguardia della tutela del diritto imprescindibile alla salute. Anagni, Valle del Sacco e zone limitrofe

sono infatti da lungo tempo in balìa di un disastro ambientale e sanitario che in Italia ha pochi precedenti”. “Ma la vittoria di ieri è un piccolo passo avanti che ci fa ben sperare per il futuro – prosegue Gabriele – Una volta tanto gli interessi economici e di parte non sono andati a scapito della salute dei cittadini”. Purtroppo, la situazione ad Anagni è ancora dai contorni poco chiari soprattutto in merito agli Enti pubblici che avrebbero dovuto procedere con i controlli e il monitoraggio ambientale. “Faremo tutto quello che è in nostro potere perché questa situazione incerta possa definirsi – conclude Gabriele, - auspichiamo che siano individuati i colpevoli del disastro ambientale e sanitario che ha colpito e colpisce tuttora la zona di Anagni e soprattutto procederemo a confrontarci con i vari livelli istituzionali per verificare chi è stato a rompere la catena dei controlli necessari per tutelare la salute dei cittadini”.


provincia “Una sinergia tra le province per contare di più a Roma” L’assessore Paliotta traccia la strada dopo il vertice tra i presidenti a PalazzoValentini FROSINONE L’incontro tra i cinque presidenti delle province del Lazio, prima tra di loro e poi con la Presidente Polverini e’ stato un “uno – due” particolarmente importante. Prima a a Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma, l’incontro preparatorio tra i presidenti provinciali. Iannarilli era accompagnato dall’assessore al riordino istituzionale rapporti con la Regione e le Province del Lazio Giuseppe Paliotta. E’stato presente anche il consigliere Antonio Salvati, portavoce di Iannarilli. Nelle splendide sale di Palazzo Valentini, con ilpPresidente Zingaretti nelle vesti di squisito ospite, lo stesso Zingaretti con Cusani, Iannarilli, Melilli e Meroi hanno convenuto preliminarmente sulla necessità di una forte intesa tra di loro, al di là dei

partiti di appartenenza per chiedere alla Presidente Polverini il riconoscimento del ruolo delle province come unico Ente di governo dell’area vasta tra comuni e regione. Si è poi deciso di chiedere alla regione una calendarizzazione di incontri ogni quindici giorni per affrontare in maniera approfondita il conferimento alle province delle funzioni amministrative, di coordinamento e programmatorie che da troppi anni sono state considerate dalla regione una “concessione” e non, invece, un dovere preciso previsto dalla legge. Urbanistica, Ambiente, Turismo sono state individuate come i primi nodi da sciogliere. Si è poi deciso di richiedere la piena attuazione dell’art. 77 ter della Legge Finanziaria del 2008 al fine di varare un patto di stabi-

lità regionale, che consenta di rimuovere, almeno in parte, i vincoli che gravano sulle Province, soprattutto relativamente alle spese di investimento per lo sviluppo delle infrastrutture e del territorio. Di tutto ciò si è poi parlato con la pre-

Acea non scappa dalla Provincia Ricapitalizzazione per 2 milioni di euro FROSINONE – Soluzione interlocutoria quella stabilita dalla società Acea. L’ente gestore dell’acqua ha deciso di ricapitalizzare Acea Ato 5 per una cifra pari a due milioni di euro, quindi non fugge dalla Ciociaria. Tuttavia si tratta di una somma che servirà soltanto a ripianare il defidìcit accumulato nei primi sei mesi del 2010 e che non da alcune garanzie per il miglioramento del servizio e il pagamento dei canoni concessori ai comuni. La strategia di Acea è quella di comunque arrivare alla riapertura del tavolo di conciliazione per definire in prima istanza l’aumento della tariffa idrica da

FROSINONE – I conti dell’Agenzia “Frosinone Formazione” saranno analizzati, sviscerati e sottolineati con la penna rossa, per gli errori, ove saranno riscontrati, da un’appostita commissione investigativa istituita dalla giunta provinciale. E’ stata approvata un’apposita delibera con cui il dirigente

4 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010

del settore formazione dovrà mettere in piedi questa struttura, composta da personale della Provincia, dell’Agenzia di Formazione e da personale esterno per fare finalmente luce su come veniva amministrata l’ente in house che si occupava di formazione professionale e corsi per l’amministrazione provinciale.

La commissione certo avrà un compito ingrato e complicato: non è mai semplice riuscire a capire come veniva gestito un ente da un’altra amministrazione. L’indagine è certamente utile, però è importante anche far ripartire un settore abbastanza in difficoltà come quello della formazione.

Cpi cerca tre ausiliari per il settore commerciale FROSINONE – Un’azienda che opera nel settore del commercio ha richiesto al Centro per l’impiego di Frosinone la preselezione per tre ausiliari addetti alle operazioni di vendita. Si richiede il possesso di un diploma di scuola superiore e conoscenze informatiche di base, in particolare l’uso del pacchetto office, un’età compresa tra i 18 e i 25 anni. Gli interessati possono dare la loro disponibilità presso gli uffici del Cpi di Frosinone, in via Tiburtina.

Roma costituita dalla Capitale e dai comuni della fascia che confina con Roma che decideranno di aderirvi; 3) la necessità di dotare l’Area Metropolitana della potestà legislativa, con la conseguenza che la Regione Lazio sarebbe appunto “la Regione senza Roma”; 4) la necessità di sciogliere la provincia di Roma aggregando i comuni alle province confinanti. Proprio per sottolineare da un lato la piena intesa, e dall’altro la volontà di essere parti trainanti e particolarmente impegnate nel progetto, si è deciso di tenere incontri pubblici con la presenza di tutti e cinque i presidenti nei capoluoghi di ogni provincia per illustrare l’idea. Il primo si terrà a Frosinone nel mese di Luglio. Paliotta è particolarmente soddisfatto e ringrazia i presidenti.

Aspin,quaderno delle tecniche del commercio internazionale

0,94 eurmo al mc, a 1,27 euro, una cifra che serve per coprire i costi di gestione e che non prevede interventi sugli impianti di fornitura e il pagamento degli oneri concessori. L’obiettivo di Acea è quello di andare a regime con una nuova tariffa che si avvicini intorno a 1,50 euro al mc. Per adesso dunque una sorta di mano tesa, accolta con favore dal presidente Iannarilli che a breve convocherà il Tavolo di conciliazione: “Mi sembra una notizia positiva e un segnale di distensione quello della decisione adottata da Acea di ricapitalizzare, tuttavia i problemi sul tavolo sono ancora tantissimi”.

Commissione d’indagine per l’Agenzia di formazione

sidente Polverini, la quale ha convenuto, dando il proprio assenso su tutto. Se sono rose fioriranno.L’assessore Paliotta ha richiamato l’attenzione su un tema molto significativo e molto discusso: quello del riassetto istituzionale del Lazio, di cui non si è parlato con la Polverini, ma soltanto a Palazzo Valentini. Particolarmente interessante è stata la conclusione unanime della discussione da parte dei Presidenti delle Province, alla luce dei decreti di attuazione della legge sul federalismo, di Roma Capitale, e del varo dell’area metropolitana. Tutti hanno convenuto su alcuni concetti di fondo: 1) il peso preponderante della città di Roma sulla Provincia di Roma e sulle altre province; 2) la necessità di istituire l’Area Metropolitana di

FROSINONE – Soluzione interlocutoria quella stabilita dalla società Acea. L’ente gestore dell’acqua ha deciso di ricapitalizzare Acea Ato 5 per una cifra pari a due milioni di euro, quindi non fugge dalla Ciociaria. Tuttavia si tratta di una somma che servirà soltanto a ripianare il defidìcit accumulato nei primi sei mesi del 2010 e che non da alcune garanzie per il miglioramento del servizio e il pagamento dei canoni concessori ai comuni. La strategia di Acea è quella di comunque arrivare alla riapertura del tavolo di conciliazioneFROSINONE - Aspin, Azienda Speciale per l’Internazionalizzazione della CCIAA di Frosinone, ha pubblicato il 5° Quaderno di Tecniche del Commercio Internazionale dal titolo “Le banche e i servizi per l’internazionalizzazione”. “Il Quaderno approfondisce il sistema creditizio italiano nel mondo e la tematica del supporto che gli istituti bancari all’estero offrono alle imprese italiane, rispondendo all’esigenza di fornire uno strumento alle nostre imprese che si affacciano sui mercati esteri, che stanno valutando strategie di ingresso o che sono già presenti con investimenti e necessitano di informazioni aggiornate e di nuove prospettive” è questo la descrizione delle finalità della pubblicazione offerta dal Presidente di Aspin,

Stefano Venditti, che aggiunge “La scelta di proseguire nella realizzazioni di questi utili strumenti di conoscenza, è stata dettata dal consenso che le edizioni precedenti hanno registrato e dai bisogni espressi dagli attori del mondo produttivo, commerciale e dei servizi”. Sono cinque anni che Aspin propone approfondimenti tematici legati all’export; i primi quattro Quaderni, “Le operazioni documentarie” e “La gestione dei trasporti internazionali” del 2006, “Export finance” del 2007 e “La gestioni delle operazioni doganali” del 2008 hanno riscosso un successo enorme tra le aziende della nostra provincia e sono stati più volte ristampati. Aspin consapevole che il mercato nazionale ed internazionale sta vivendo una velocissima e radicale trasformazione sotto la spinta della concorrenza mondiale delle economie emergenti, cerca di offrire tutti i mezzi atti a migliorare la competitività delle imprese del nostro territorio e la loro capacità decisionale. Definire nuove strategie commerciali o produttive e cogliere occasioni allettanti dipende dalla capacità di saper leggere il contesto in cui si opera e dalla tempestività di valutare tutti gli strumenti da utilizzare: la conoscenza è la chiave del futuro del nostro territorio.

I pensionati della Cgil eleggono i segretari FROSINONE – Il sindacato dei pensionati della Cgil ha eletto i suoi segretari provinciali. Il comitato direttivo ha indicato Fausta Pelle e Silvio Ascani. I due neo eletti dovranno impegnarsi per avviare un confronto costruttivo con i comuni, i distretti sociali e la Asl per affermare un modello di concertazione finalizzato ad ottenere tutta una serie di vantaggi per i cittadini anziani e più bisognosi. In particolare, scontistica varia su prodotti e servizi e detassazioni.


cassino Pd e Udc chiedono il consiglio comunale Le minoranze vanno all’attacco: “Discutete in assise di questa crisi. La città è senza amministrazione” CASSINO- Critiche all’atteggiamento all’interno del Pdl arrivano anche dall’Udc con un appello dei consiglieri comunali Marino Fardelli e Robertino Marsella che dicono:”Fermatevi, state mettendo in ginocchio la città. Fate chiarezza. O continuate ad amministrare, sbagliando diciamo noi e continuando a deludere i cittadini di Cassino, oppure tutti a casa. Non esistono mezze posizioni. La Città ha tanti problemi, dal mondo imprenditoriale, economico e sociale nonché dalle inchieste della stampa arrivano tanti

campanelli d’allarme, interessanti spunti di riflessione mentre al Comune si continua a giocare in maniera deleteria.” Fardelli e Marsella poi aggiungono: “Si tratta di un balletto istituzionale e politico interno alla stessa maggioranza del tutto privo di dignità. In tutto questo dibattito stucchevole e che da mesi e mesi si ripete sulla stampa e che notiamo poi in ogni consiglio comunale o incontri di capigruppo, chi ne paga le conseguenze è l’intero apparato comunale con i suoi uffici che risultano completamente fermi. Abbiamo chiesto con insistenza due cose chiare e nette a chi governa la Città di Cassino oggi: tutti a casa visto il perdurare dello stato di crisi oppure se avete i numeri venite in consiglio comunale e confrontiamoci sui temi che interessano la Città di Cassino. Ad ogni aria di crisi notiamo che si tende sempre a fare riferimento ai rapporti con l’opposizione. Non vogliamo essere definiti un giorno si ed un giorno no come eventuali collaboratori a progetto della maggioranza che ad oggi non ha i numeri per governare la Città di Cassino. Nessuno pensi di fare affidamento sull’opposizione in sede di bilancio se pensa che aprendo la finestra arrivi planando lo stormo di noi consiglieri di opposizione. Continueremo il nostro lavoro di consiglieri vigilando sulle questioni amministrative facendo come fatto fino ad ora con concrete proposte per il bene della Città, solo dinanzi ad esse accettiamo il confronto democratico.” Fardelli e Marsella insistono:”Ma dove sono le risposte alle nostre centinaia di interrogazione consiliari che in questi quattro come opposizione abbiamo presentato? Abbiamo fatto un meticoloso lavoro come opposizione non solo di denuncia pubblica con le molteplici interrogazioni ma nelle commissioni consiliari abbiamo anche prodotto il nostro contributo di proposta per la risoluzione dei problemi che la Città avverte da troppo tempo oramai. Non si convoca un consiglio comunale oramai da dicembre e in sede di riunioni di capogruppo abbiamo richiesto come consiglieri di opposizione la convocazione di consigli comunali con importanti argomenti da discutere per il bene della città come ad esempio l’inizio della raccolta differenziata, la nuova convenzione del gas metano per l’estensione della rete metanifera nelle periferie, il regolamento della tutela degli animali e del fenomeno del randagismo, temi legati all’urbanistica privata e residenziale convenzionata che possono far smuovere l’economia locale. “

Marrocco sollecita Trenitalia

Casa della Carità

Gravi ritardi sulla Roma-Cassino

Arrivano le suore francescane

i partiti a fare fronte comune e ad intervenire a favore di tutti i pendolari della linea ferroviaria Cassino-Roma, sostenendo soluzioni comuni che affrontino in maniera adeguata ed esaustiva le varie problematiche e pongano fine, una volta per tutte, ai gravi disservizi che quotidianamente gli utenti abituali del treno sono costretti a sopportare. “Mi piacerebbe incontrare i responsabili dell’associazione Aproca che conosco solo per le loro lodevoli iniziative e sacrosante denunce, affinchè si possa iniziare a ragionare attorno ad una proposta forte ed unitaria di cambiamento del servizio sulla Cassino-Roma, da sottoporre alla più grande società di trasporti d’Italia, magari supportata da uno studio qualificato in materia che coinvolga anche l’Università di Cassino. Il tutto condiviso dalle amministrazioni locali, provinciale e soprattutto regionale attraverso un percorso che coinvolga tutti gli interlocutori, pubblici e privati, più importanti. Per chi volesse contattarmi, il mio numero di cellulare è: 335 7275246. La mia e-mail è:tmarrocco@libero.it”.

CASSINO - Nella chiesa parrocchiale di S. Pietro Apostolo al Colosseo, l’Abate Dom Pietro Vittorelli ha presieduto una solenne celebrazione per presentare alla comunità parrocchiale le Suore Terziarie Francescane Regolari. Tre suore di questa congregazione, che sull’esempio di S. Francesco si dedica ai poveri e agli emarginati, giungono nella nostra Diocesi per svolgere il loro servizio presso la Casa della Carità. A concelebrare erano presenti anche Don Giovanni Coppola, Coordinatore della Casa della Carità e Don Fortunato Tamburrini, parroco di S. Pietro, sul cui territorio insiste la Casa; tra i fedeli, anche gli operatori e i volontari della Casa e una parte degli ospiti.Nell’omelia, a commento delle letture liturgiche del giorno, Dom Vittorelli ha parlato della misericordia di Dio che perdona tutti i peccati, anche i più gravi, se solo c’è amore, come la peccatrice del brano evangelico che lava, bacia e profuma i piedi a Gesù, che ama molto perché molto le è stato perdonato. “una valenza salvifica universale ed è capace di salvare non solo loro stesse ma tutta l’umanità”.

CASSINO - “Dopo l’ennesima odissea vissuta lunedì 14 scorso non solo dai nostri concittadini pendolari su uno dei treni della tratta Cassino-Roma, la politica non può più limitarsi a guardare, ma deve sostenere un’azione forte a sostegno di una campagna che metta in primo piano la qualità dei servizi da erogare agli utenti del treno e non le logiche di profitto delle Ferrovie Spa”. Il capogruppo PD della città martire Tommaso Marrocco invita

5 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010

Riapre il Sombrero sulla Flacca CASSINO - È prevista per il 19 giugno l’inaugurazione della stagione estiva del noto locale della riviera di Ulisse “Il Sombrero”. La stagione dancing del Sombrero è affidata quest’anno art director dario vaudo e dal suo staff Art Direction in collaborazione con il sociologo Luca Colantonio e la big family di Riccardo Caparrelli.

Fardelli e Marsella

“Interrogazioni senza risposta” CASSINO -Le interrogazioni senza risposta presentate dai consiglieri comunali (Udc) Fardelli e Marsella riguardano Colonia Solare, Parcheggio Multipiano, Parcheggio Stazione Ferroviaria, Zona Industriale, Mancata Manutenzione Strade cittadine e periferiche e manutenzione verde, Sistemazione Via Pinchera, Raccolta Differenziata, Randagismo, Proposta Attività Estiva per i ragazzi delle scuole materne ed elementari di Cassino (Gabbiano), Scuolabus Comunali, Proposta di ampliamento offerta servizio mensa dal primo all’ultimo giorno di scuola, Proposta Pensiline Fermate Bus, Segnaletica Orizzontale, Proposta di installazione dossi via Mainarde, Proposta Istituzione Sportello Equitalia, Gestione

Villa Comunale, Proposta Giornata della Bicicletta, Proposta Quoziente Familiare, Proposta di una seria politica per le periferie, Parco giochi p.zza Labriola, Piano del Trasporto Pubblico Locale, Piano delle Isole pedonali permanenti, Installazione Bagni Pubblici etc etc, Situazione Cimiteri comunali. “Queste – concludono - sono solo alcune interrogazioni e proposte presentate da inizio anno 2010) ma nessuno si degna a livello istituzionale di avviare un confronto politico ed amministrativo sulle nostre proposte presentate. Se non si ha più la voglia di voler bene alla Città di Cassino che si prenda atto di questa fine e che si ridia voce agli elettori per una nuova stagione amministrativa e politica in Città.”

Università, scioperi Esami sospesi CASSINO - Continua la protesta dei docenti dell’ateneo cassinate contro la manovra finanziaria. lezioni ed esami sospesi in attesa di sviluppi. La situazione è pesante a Ingegneria, Economia e lettere. La protesta è arrivata anche nelle scuole dove gli scrutini sono stati rinviati di qualche giorno. In allarme gli studenti per i ritardi negli esami.


cassinate Il rettore dell’Università di Cassino predica il risparmio e poi ordina auto di lusso

In tempi di vacche magre Attaianese viaggia in Bmw Una nuova vettura che va ad arricchire il parco macchine dell’Ateneo CASSINO -Uno dei primi atti da rettore dell'Università di Cassino, di Ciro Attaianese, è stato quello di dotarsi di una Bmw extra lusso nuova fiammante. Per uno che aveva fatto del rigore, del risparmio, del taglio dei rami secchi, riferiti ai corsi di laurea semi vuoti, il suo cavallo di battaglia, l'acquisto, o addirittura il noleggio di un'auto di questo genere, la riteniamo un'offesa ancor prima che alla pubblica decenza, a se stessi. Di recente ho conosciuto una signora, che ha due figli all'Università, per pagar loro le tasse, ha dovuto vendere i regali che i ragazzi avevano ricevuto alla comunione. Poveri oggetti di oro. E Attaianese spreca. Il parco delle auto blu dell'ateneo cassinate si compone, della suddetta Bmw, una Thesis, una Delta nuovissima, una Thema, una 166, e altre vetturette per i servizi postali, Casi, etc. Cosa ci fanno i vertici dell'università di Cassino con queste auto? Il rettore quindi, risparmia solo se si

tratta degli altri, incurante che il suo ateneo sia a codice rosso per i conti, prova a bloccare le assunzioni, taglia le retribuzioni dei dipendenti, ma non le indennità di carica, i gettoni di presenza, e la benzina per la sua extra lusso. Siamo delusi. Non tanto per l'auto in sè, c'è chi fa di peggio, ma quello che dice un rettore non sono stronzate qualsiasi, tracciano una rotta, lasciano un solco, e se Attaianese mi dice che taglia i rami secchi, il rigore e tutte, a questo punto baggianate, io ci credo. Condividiamo e applaudiamo. Per poi accorgerci che in fondo Attaianese è come i suoi predecessori. Il territorio sta affondando, le aziende stanno chiudendo, la gente ha fame nel senso letterale della parola. Era proprio necessario questo segnale di opulenza pagato con le tasche dei cittadini? Non era il momento, non bisognava farlo, sarebbe stata una forma di rispetto verso tutti: i suoi dipendenti, i suoi studenti, I colonnelli del-

l'ateneo, vanno a pranzo con l'auto di servizio, e vi diciamo anche quale, la Delta. Ma perchè? I magistrati della Procura di Cassino, camminano ancora con una Fiat Tempra, che nemmeno più lo sfasciacarrozze le prende indietro. Abbiamo ancora fiducia nel rettore Attaianese, nelle sue capacità manageriali, ma dia un segnale, che sia davvero di rigore, cominci con il tagliare indennità e auto blu, e passerà da rettore a grande rettore. Come al solito, Ciociaria Oggi, esperto nel manipolare e mistificare la realtà, ha sottolineato che il sindaco Scittarelli ha acquistato una Lancia Thesis per il comune. Non ha scritto della Bmw, forse perché Ciarrapico aspira ad un altro contrattino alla facoltà di giornalismo a Sora, non ha detto che la vecchia 166 del comune era del 1999, ed è andata due volte a fuoco. Questa volta diciamo che ha fatto bene Scittarelli, in confronto ad Attaianese si è comportato da gran signore.

Picchia i familiari 30enne in libertà

“Cresce la sofferenza sociale del territorio”

CASSINO – Nessuna restrizione nei confronti di un 30enne di Cassino lasciato libero dopo aver alzato le mani sulla madre e il fratello. L’altra notte l’ennesimo episodio nella sua abitazione. Sembrerebbe che non sia la prima volta, infatti, che il giovane reagisca in maniera violenta nei confronti dei familiari, noto alle forze dell’ordine per la sua dipendenza alla droga. Anche in questa occasione la madre del 30enne, come ogni volta, è stata costretta a chiedere l’intervento dei carabinieri che lo hanno accompagnato in ospedale dove gli sono stati somministrati dei tranquillanti. Poi i medici avrebbero tentato di farlo ricoverare presso il centro di igiene mentale che ha sede a Pontecorvo. Qui il giovane sarebbe stato trasportato in ambulanza ma i sanitari avrebbero, invece, stabilito che non trattandosi di un problema mentale ma da dipendenza alla droga, il 30enne non poteva essere ricoverato ed è dunque tornato in libertà.

AQUINO - “I dati della Provincia di Frosinone sul versante occupazionale versano in una condizione di drammaticità assoluta”. A dirlo è il presidente dell’associazione politico–culturale “20 ottobre” di Aquino, Oreste Della Posta, che fa un confronto tra i dati dei livelli occupazionali negli anni 2008 e 2009 dove si evidenzia una diminuzione del -19% di sesso maschile e del -24% per quanto riguarda il sesso femminile. “Da questi dati – afferma Della Posta - si evince con chiarezza il crollo delle richieste di una nuova occupazione, sempre più lontana, soprattutto dal mondo femminile. Se poi guardiamo ai lavoratori avviati con contratto interinale nel 2008 (7000 avviati) e nel 2009 (2900 avviti) con una diminuzione del ben -40%, si evidenzia la crisi del nostro sistema produttivo ciociaro. E’ da notare che la stragrande maggioranza delle richieste risulta essere a tempo determinato. E’ chiaro che siamo di fronte ad un crollo del sistema economico – capitalistico e la tendenza per il 2010 sembra riconfermare tale andamento. A questo punto è talmente evidente che la priorità assoluta della nostra Provincia, è in primis l’occupazione. Tutti gli altri problemi dovranno esser messi un pò in disparte, utilizzando le risorse disponibili per creare una nuova e più stabile occupazione. In primo luogo occorre stimolare le imprese del nostro territorio a trovare prodotti da poter lanciare sul mercato globale, incentivando la ricerca tecnologica e la diversificazione produttiva. Nella nostra Provincia va anche sviluppato un turismo archeologico – religioso,

A Pontecorvo “I produttori del latte attendono risposte”

6 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010

Il presidente dell’associazione politico-culturale “20 ottobre” , Oreste Della Posta, interviene sulla drammaticità dei dati occupazionali in provincia.“Iannarilli si dedichi a questa priorità”

PONTECORVO - La sezione di Pontecorvo del movimento politico dei Moderati interviene a sostegno dei produttori di latte e chiede con forza l’esito degli incontri successivi alla manifestazione tenutasi presso la Centrale del Latte di Roma organizzata dalla Coldiretti. “Non è possibile – afferma il presidente Domenico Trotta - continuare a lavorare rimettendoci, mentre il latte viene pagato a 0,36 centesimi il costo di produzione è di 0,39 centesimi. Si rischia la paralisi e con sé la perdita di numerosi posti di lavoro. Da anni assistiamo alle promesse della classe politica, da anni gli agricoltori nonostante le proteste vengono illusi, è giunto il momento di fare chiarezza e chi si è assunto degli impegni li porti a compimento. La crisi economica che investe la nazione finisce per coinvolgere anche il settore

che possa portare nuovi posti di lavoro, con annesso un grande piano di risanamento ambientale di cui la Regione Lazio dovrà farsi carico. E’ importante creare subito sinergia tra Regione e Provincia per mettere subito in moto un meccanismo che renda il nostro territorio appetibile con il principio: l’impresa è ricchezza del territorio purché eco compatibile ad una economia legale. Facciamo appello alla Presidente della Regione Lazio Renata Polverini di mettersi subito in cammino – conclude Della Posta - , e per ogni minuto che si perde cresce sempre di più la sofferenza sociale del nostro territorio. Al Presidente della Provincia Iannarilli, chiediamo di lasciar perdere le diatribe interne ai partiti e di dedicarsi alle sofferenze di tutti i ciociari. A qualcuno che è sempre sulla stampa non vogliamo ricordargli nulla perché come cita uno storico film risulta essere solo chiacchiere e propaganda”.

dell’agricoltura, l’unico ancora in grado di svolgere un ruolo di garanzia e l’unico settore su cui è ancora possibile investire per garantire un futuro alle nuove generazioni. Non bastano più le prese di posizione da parte dei politici, sempre pronti a spendere una parola a favore solo quando si avvicinano le elezioni, adesso è il momento di dimostrare concretezza, dimostrare che la politica quando vuole è in grado di correre in soccorso dei settori in crisi. Lavorare per rimetterci - conclude il Presidente dei Moderati Trotta - significa sacrificare tanti anni di duro lavoro, di risparmi. I Moderati chiedono quindi all’Assessore Regionale all’agricoltura risposte immediate come del resto chiedono ai politici eletti alla regione notizie precise e quale sia il loro impegno in seno al Consiglio Regionale".

Topi di appartamento bloccati dai carabinieri

Obiettivo Liri, ancora aperte le iscrizioni

SORA - Denunciati e allontanati dal territorio quattro cittadini rumeni, già noti alle forze dell’ordine, che l’altra notte sono stati fermati dai carabinieri di Sora mentre stavano tentando un furto presso un’abitazione in Viale San Domenico. All’interno del portabagagli posteriore della vettura, rinvenute due valigette contenenti vari strumenti atti ad aprire o a forzare serrature, fra questi un trapano completo di accessori.

PONTECORVO - Sono aperte le iscrizioni al concorso fotografico "Obiettivo Liri". La mostra fotografica dei partecipanti si terrà sia a Sora che a Pontecorvo. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, senza limiti di età e di residenza. Saranno accettate esclusivamente immagini inedite scattate nel periodo 1 gennaio 2009 -20 luglio 2010.


cassinate Il sindaco Grincia ai cittadini “Vi spiego la storia del blitz” Il primo cittadino di Aquino rassicura tutti in merito alla visita della polizia che due giorni fa ha acquisito le deliberazioni approvate dalla Giunta: “Continuiamo a lavorare con la consapevolezza di stare nel giusto. La lotta politica interna adesso ha raggiunto punte intollerabili”

AQUINO - “Il livello della lotta politica ad Aquino nell’ambito dell’Amministrazione comunale, ha raggiunto punte intollerabili e mai viste non solo qui, ma nemmeno nei centri del circondario”. E’ lo sfogo del sindaco di Aquino, Antonino Grincia, che in una nota esterna alcune riflessioni in merito a quanto accaduto due giorni fa quando tre pattuglie del commissariato di polizia di Cassino si sono recate negli uffici comunali per acquisire la documentazione relativa al bilancio previsionale 2010. “Nel giro di due anni, da che ho cominciato questo mandato – afferma -, sono state decine e de-

cine le denunce, gli esposti a magistratura e prefettura, le diffide, le richieste di scioglimento e commissariamento, ricorsi (respinti) al Tar, di uno dei gruppi di opposizione (Risi-Mazzaroppi) in un crescendo che ha del parossistico. Un atteggiamento che persegue non solo il tentativo di riuscire in qualsiasi modo (compreso quello di creare paure varie e vere e proprie intimidazioni tra i componenti la maggioranza) di far cadere l’Amministrazione, ma anche ancor più pervicace di non voler permettere il risanamento finanziario del Comune per far arrivare alla dichiarazione dello stato di dissesto con tutte le conseguenze che ne derivano, in primo luogo la messa in mobilità di dipendenti comunali e l’introduzione automatica del massimo dell’addizionale Irpef. Contro gli ostacoli e i boicottaggi della peggiore specie, e con tanti sacrifici anche personali, l’Amministrazione è riuscita a superare tutti questi ostacoli compresi quelli dei ricorsi alla magistratura contabile e amministrativa, che non ha accolto ri-

corsi contro nostre deliberazioni che, queste sì, per una lunga serie di motivi non rispettavano i tempi regolarmente previsti. I componenti della maggioranza, e di questo li ringrazio, hanno approvato atti anche contro il parere del revisore contabile e del responsabile del servizio, pur di allontanare lo spettro del dissesto. Si sono superati anche questi scogli, nonostante quel gruppo di opposizione annunciava un giorno sì e l’altro pure, che il Consiglio sarebbe stato sciolto, e i tentativi, ripeto, ci sono stati tutti. Bene, oggi – prosegue il primo cittadino - che abbiamo approvato delibere di Giunta Comunale (che poi saranno approvate col voto del Consiglio) con lo schema di bilancio che con grande fatica siamo riusciti a far rientrare nel “patto di stabilità”, con il parere positivo del responsabile del servizio e con il parere positivo del revisore dei conti, quindi tutto regolare, proprio adesso, pensa l’impensabile, cioè tentare di far addirittura sequestrare queste delibere che nell’originale devono essere portate in Consiglio Comunale per l’ap-

“Rifiuti: da minaccia a risorsa” Tedeschi promuove un dibattito ROCCASECCA - "Differenzia il futuro - rifiuti: da minaccia a risorsa", è questo il titolo del convegno-dibattito aperto promosso dal consigliere regionale del Lazio Anna Maria Tedeschi che si svolgerà sabato 19 giugno nel pomeriggio dalle ore 18 presso Piazza Risorgimento a Roccasecca Scalo. Si tratta di un appuntamento patrocinato dal consiglio regionale del Lazio e del circolo dell’Italia dei valori di Roccasecca. Un tema sempre sostenuto con forza dal consigliere Tedeschi anche durante la campagna elettorale quando è scesa più volte in campo accanto ai cittadini a sostegno della tutela ambientale e sulla regolarità dell’impianto di smaltimento per rifiuti che ha sede proprio nel territorio di Roccasecca. Un tema attualissimo, proprio

nelle ultime ore si è discusso, durante la Commissione parlamentare d'inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti, presieduta dall'on Gaetano Pecorella. Si sono tenute una serie di audizioni nell'ambito dell'approfondimento dedicato alla regione Lazio e sono stati ascoltati i presidente delle province e i sindaci di Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo, i

26enne con l’eroina, arrestato a Vallecorsa VALLECORSA - I carabinieri della stazione diVallecorsa, nel corso di servizio di controllo del territorio, hanno segnalato alla Prefettura di un 26enne del luogo, già censito per uso di stupefacenti, poiché trovato in possesso di alcuni gramma di sostanza stupefacente del tipo “eroina”, sottoposta a sequestro. Al predetto, controllato mentre era alla guida della propria autovettura, sono state anche ritirate la patente di guida e la licenza di porto d’armi per uso caccia.

procuratori di Velletri, Cassino, Frosinone e Civitavecchia. Durante l’incontro è emerso che sono tante le società che smaltiscono rifiuti in maniera irregolare, che ne alterano i codici di riconoscimento durante i trasporti “. per consentirne l'occultamento e la distruzione”. Intanto, è a tinte fosche la gestione dei rifiuti nel Lazio fotografata dalla commissione parlamentare d'inchiesta che il 23 di questo mese, per completare il quadro, ascolterà la governatrice Renata Polverini. Quanto alla situazione dei rifiuti nel Lazio, secondo Cerroni, presidente della Co.la.ri, Manlio Cerroni «è tranquilla. Il problema - sostiene - è che qui non paga nessuno. Noi per il servizio che facciamo trasmettiamo fatture che non vengono pagate da una lista infinita di Comuni».

provazione che deve essere fatta entro alcuni giorni. E tutto questo perchè?! Perchè secondo gli estensori della denuncia questi atti sarebbero ”non veritieri e non regolari”. Solo per questo e cioè per quanto dichiarato dai denuncianti, sono state “acquisite” dalla polizia di Stato del Commissariato di Cassino (la cui visita, fatto strano, era stata preannunciata da “qualcuno” in un sito web tutt’ora in rete, in data 8 giugno cioè sei giorni prima della “visita”) copie delle deliberazioni di cui ho detto prima. Ma l’intento era addirittura quello di farle “sequestrare” queste delibere, in modo tale che nemmeno si sarebbe potuto tenere il Consiglio per l’approvazione del bilancio, in spregio al mandato costituzionale e popolare, e ad un compito preciso che ha il Comune, “pena” lo scioglimento. Ripeto, la polizia di Stato ha acquisito le deliberazioni che la Giunta ha approvato alcune settimane fa, sol perchè, in un esposto, chiaramente identificabile, viene asserito che sarebbero “irregolari e non veritiere”. Voglio rassicurare i cittadini – conclude

Antonino Grincia - anche a nome di tutti gli altri membri della maggioranza frastornati dai titoloni, che il Sindaco di Aquino e tutti gli altri membri della compagine amministrativa, stanno lavorando nell’esclusivo interesse della loro città e da loro concittadini, con grande fatica e abnegazione, date le cose che succedono, ma anche con altrettanta determinazione e consapevolezza di stare nel giusto”.

“Pontecorvo non aumenta le tasse” Le riflessioni di Falasca sul bilancio PONTECORVO - “In una fase di forte crisi economica, dove i trasferimenti statali diminuiscono, a differenza di molte altre città, l’Amministrazione Comunale di Pontecorvo non aumenta le tasse”. E’ questo il commento del consigliere comunale Fabrizio Falasca, che commenta il consiglio Comunale dello scorso 11 giugno, quando è stato approvato il bilancio di previsione per il 2010, il primo della maggioranza guidata dal Sindaco Michele Notaro. “I numeri parlano chiaro e confermano il rispetto del Patto di Stabilità nonostante non sia stata aumentata alcuna imposta. Verranno garantiti gli stessi servizi rispetto allo scorso anno, anzi, col ripristino della raccolta dei rifiuti ingombranti e con l’avvio previsto della raccolta differenziata, i cittadini usufruiranno di ulteriori servizi fondamentali. Questo bilancio, sebbene abbia sulle spalle ancora dieci milioni di debiti con le banche, per i mutui accesi dalle passate amministrazioni, effettua investimenti pari a circa un milione di euro per

Semaforo fuori uso a Roccasecca ROCCASECCA - Da diversi giorni il semaforo posto all’incrocio della strada Casilina, in località bivio di Roccaseccca, zona ad alto traffico, presenta più lampade fulminate. "Colpisce - scrive il consigliere di opposizione Vincenzo Gallinelli - che l’amministrazione comunale non si preoccupi minimamente di intervenire per salvaguardare il buon funzionamento del semaforo, quello sì, un importante strumento a tutela della collettività”.

affrontare le emergenze del paese, come la situazione tragiche delle nostre scuole e la viabilità del centro. E’ stato inoltre risolto – ha detto Falasca - il contenzioso per mancato pagamento che le passate amministrazioni avevano aperto con la XVI Comunità Montana. I servizi sociali, l’ambiente, il turismo hanno ricevuto attenzioni rinnovate, malgrado le esigue disponibilità economiche e gli effetti sul paese si vedranno molto presto. Attraverso una incisiva opera di risparmio energetico in città e di informatizzazione della macchina amministrativa, si ridurranno sensibilmente gli sprechi velocizzando i servizi e l’accessibilità. Le risorse ad ora disponibili sono poche per una città come Pontecorvo, ma il nostro impegno – ha concluso Falasca - , la nostra serietà e la nostra onestà saranno la garanzia per il conseguimento degli obiettivi che ci siamo prefissi per questa legislatura. Questo è il nostro primo bilancio, questo è il nostro nuovo modo di amministrare”.

7 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010


Primo Piano Cassino

Rotatoria di Casilina sud, viabilità più rapida e snella RealizzatadallasocietàTamburrini-Rotondi,CostruzioniGeneralisrldiCassino CASSINO - Una Casilina trasformata in un fiume di auto, camion, autobotti e pullman, segno dell’evoluzione dei tempi rispetto alla strada consolare di duemila anni fa voluta dagli imperatori romani. Per secoli solcata da cavalli, carrozze e carri da trasporto, prima dai romani, poi dai borbonici e papalini e da altri popoli. Ora nell’epoca del trasporto su gomma, sempre più dinamico e veloce, la Casilina è diventata troppo angusta per soddisfare le esigenze dei viaggiatori. I costruttori, però, hanno il compito di rimediare a questi inconvenienti dovuti all’età della progettazione. Prima è intervenuto il Comune costruendo di fronte all’Agip un’ampia rotatoria che immette per la superstrada, per via san Bartolomeo e per l’area di servizio e poi la ditta Tamburrini-Rotondi Costruzioni Generali srl di Cassino, che su progetto e commissione della società Panorama, ha realizzato, di fronte al centro commerciale, una moderna e funzionale rotatoria arricchita dal verde e da una potente illuminazione. La presenza del passaggio obbligato è se-

gnalata dalle bande rumorose, in entrambe le direzioni, dai rilevatori di velocità, dai cartelli luminosi ma

anche dai cosiddetti “occhi di gatto” (luci ai bordi della striscia d’asfalto) e dalla opportuna illumi-

Tamburrini:”Abbiamo reso sicuro un tratto pericoloso della Casilina” CASSINO - “Con questa opera – dichiara il dottore architetto Giuseppe Tamburrini si è cercato di migliorare la viabilità in questa zona che era particolarmente critica. Era un tratto della Casilina con un rettilineo di circa quattro chilometri che permetteva agli automobilisti di accelerare la velocità tanto da rendere il percorso molto pericoloso. Con questa rotatoria, quasi a metà del rettilineo, abbiamo costretto le auto a rallentare e a immettersi con velocità ridotta nel complesso viario che con le opportune segnalazioni porta a varie destinazioni. Ci si può immettere sulla bretella per il centro commerciale Panorama, per l’area delle Residenze e per il

8 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010

quartiere San Bartolomeo e inoltre si può riprendere il percorso della casilina verso Cassino. Un imbuto che fa rallentare ma che rende, comunque, snello il traffico. Soprattutto lo abbiamo reso più sicuro per tutti.” Infatti gli incidenti stradali sono diminuiti su questo tratto rispetto a quando non c’era nulla e per immettersi verso Panorama o verso le Residenze era un problema. La società Ta m b u r r i n i - R o tondi-Costruzioni Generali srl di Cassino, nell’esecuzione dell’opera ha tenuto conto dei problemi legati al traffico e delle varie derivazioni e perciò ha adottato tutti gli accorgimenti tecnici necessari per questo tipo di rotatorie.

nazione palificata. Al centro un vecchio ulivo ad indicare simbolicamente di andare piano come facevano i cavalieri di un tempo. Le modalità di costruzione hanno permesso di agevolare il traffico verso la nuova area delle Residenze che con san Bartolomeo forma un nuovo quartiere di Cassino in fase di forte sviluppo urbanistico grazie all’intervento di un consorzio di costruttori. Bar, negozi, una farmacia e una banca arricchiscono questa area a forte abitabilità. Di questa realizzazione soddisfatto anche il sindaco Bruno Scittarelli. “E’ una struttura viaria – dichiara – moderna e ben disegnata oltre che realizzata con le migliori caratteristiche tecniche. Il traffico, anche se intenso perché immette dal sud verso la città, è più snello e più scorrevole rispetto a prima. Sia questa che quella dell’Agip hanno contribuito a spezzare la velocità e a rendere più sicura la viabilità”. Soddisfatti gli operatori economici del centro commerciale di Panorama e soprattutto la numeorsa clientela e i visitatori della grande struttura di distribuzione.

Ingresso veloce a Panorama CA S S I N O - A beneficiare in primo luogo della rotatoria di via casilina sud è stato il centro commerciale Pa n o r a m a che con q u e s t o nuovo sistema viario ha visto aumentare i visitatori e la clientela. Infatti, grazie agli accorgimenti tecnici adottati dalla ditta costruttrice di Tamburrini e Rotondi, la rotatoria è risultata determinante nello snellimento del traffico ma soprattutto nello smistamento per le diverse destinazioni. Soddi-

sfatti gli automobilisti, dopo l’iniziale titubanza, dello scorrimento rapido su un’arteria a grande traffico proveniente dall’alto casertano e dall’alto molisano oltre che dai comuni confinanti con Cassino.

Svincolo per Folcara, lavori finiti

Svincolo per l’ospedale, apre il 25 giugno

CASSINO- Lo svincolo sulla superstrada per l’università e per il polo scolastico della Folcara è ancora chiuso al traffico. Anche qui la Provincia è in ritardo con la consegna dei lavori nonostante le promesse dell’assessore provinciale ai lavori pubblici Alessandro Cardinali. La bretella interessa gli studenti e gli abitanti della zona. Ora si spera che sia pronta entro settembre quando riapriranno le scuole e l’ateneo.

CASSINO - Llo svincolo tra la superstrada e l’ospedale aprirà il prossimo 25 giugno. . I lavori finanziati consistono nel raddoppio del Ponte di via Vertelle, nella sistemazione della viabilità, dalla superstrada per l’ospedale, con due lotti per circa 2,5milioni di euro. L’inaugurazione si terrà alle ore 16. Finalmente dopo oltre due anni riapre lo svincolo di San Pasquale.


Stilato il rapporto sull’economia ciociara

Droga nella Smart Marinai in manette

FROSINONE - La Camera di Commercio ha stilato il rapporto sulla crescita economica della provincia ciociara e, contestualmente, ha indicato le strade e le progettualità da seguire per rilanciare l’economia locale. In modo particolare è stata puntata l’attenzione sul turismo, vera risorsa economica della provincia di Frosinone su cui sia la CCIAA che l’Amministrazione provinciale stanno lavorando. PAG.10

FROSINONE - Alla vista degli agenti di polizia si sono immediatamente innervositi e non sono riusciti a nascondere il loro disagio.Un atteggiamento che ha insospettito i poliziotti che già poco prima aveva notato una Smart ferma sulla corsia di emergenza.Per questa ragioneglioccupantidell’autosonostatisottopostiaperquisizione. Tra la droga che avevano addosso e quella occultata in auto, erano in tutto 100 grammi di marijuana. In manette sono finiti due marinai. PAG. 12

ANNO I - N° 91 GIOvEdì 17 GIuGNO 2010 dISTRIbuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’OSCAR DEL GIORNO A LEGAMBIENTE

INQUINAMENTO SACCO VIA AL PROCESSO

Per le battaglie che da anni va combattendo per la difesa del territorio e per tutelare la salute dei cittadini. Non da ultimo l’impegno concreto che vede l’associazione ambientalista costituirsi parte civile nel processo relativo alla vicenda dell’inquinamento del fiume Sacco. Prorio ieri, infatti, Legambiente ha annunciato che in quel processo si costituirà parte civile, accanto agli agricoltori, allevatori e ai cittadini della Valle del Sacco terribilmente colpiti dall’inquinamento del fiume. Ma non basta, poiché nella nota con la quale si annunciava la costituzione di parte civile, gli ambientalisti hanno fatto sapere che il loro impegno sarà non soltanto perché venga fatta giustizia perseguendo i colpevoli, ma anche perché la magistratura ordini a chi ha compiuto quello scempio, di bonificare l’intera area.

IL TAPIRO DEL GIORNO ALLA PROVINCIA

Dal suo insediamento l’Amministrazione provinciale non è riuscita ad inaugurare l’auditorium “Cesare Baronio” della città di Sora. Ora, potremmo capire le difficoltà se si trattasse di interventi molto lunghi e di lavori di costruzione da avviare. Ma non è così. Anzi, l’intera faccenda, rischia di diventare grottesca e di gettare nel ridicolo chi ha la responsabilità di intervenire. Questo perché l’auditorium sorano è bello che pronto. Addirittura è stato terminato anche il parcheggio asservito alla struttura. Eppure non può essere utilizzato: sapete il perché? Perché mancano i posti a sedere! Di qui l’appello lanciato da La Destra perché si provveda in tempi brevi, dando la possibilità alla cittadinanza di poter usufruire di una struttura molto importante.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


Frosinone Pubblicato dall’Aspin il “quaderno tecnico” sui nuovi sistemi creditizi a supporto delle aziende

Mercati esteri, le banche ciociare in soccorso delle imprese locali F R O S I N O N E - L’ A s p i n , Azienda Speciale per l’Internazionalizzazione della CCIAA di Frosinone, ha pubblicato il 5° Quaderno di Tecniche del Commercio Internazionale dal titolo “Le banche e i servizi per l’internazionalizzazione”. “Il Quaderno approfondisce il sistema creditizio italiano nel mondo e la tematica del supporto che gli istituti bancari all’estero offrono alle imprese italiane, rispondendo all’esigenza di fornire uno strumento alle nostre imprese che si affacciano sui mercati esteri, che stanno valutando strategie di ingresso o che sono già presenti con investimenti e necessitano di informazioni aggiornate e di nuove prospettive” è questo la descrizione delle finalità della pubblicazione offerta dal Presidente di Aspin, Stefano Venditti, che aggiunge “La scelta di proseguire nella realizzazioni di questi utili strumenti di conoscenza, è stata dettata dal consenso che le edizioni precedenti hanno registrato e dai bisogni espressi dagli attori del mondo produttivo, commerciale e dei servizi”.

Sono cinque anni che Aspin propone approfondimenti tematici legati all’export; i primi quattro Quaderni, “Le operazioni documentarie” e “La gestione dei trasporti internazionali” del 2006, “Export finance” del 2007 e “La gestioni delle operazioni doganali” del 2008 hanno riscosso un successo enorme tra le aziende della nostra provincia e sono stati più volte ristampati. Aspin consapevole che il mercato nazionale ed internazionale sta vivendo una velocissima e radicale trasformazione sotto la spinta della concorrenza mondiale dell e economie emergenti, cerca di offrire tutti i mezzi atti a migliorare la competitività delle imprese del nostro territorio e la loro capacità decisionale. Definire nuove strategie commerciali o produttive e cogliere occasioni allettanti dipende dalla capacità di saper leggere il contesto in cui si opera e dalla tempestività di valutare tutti gli strumenti da utilizzare: la conoscenza è la chiave del futuro del nostro territorio.

Camera di Commercio, pronto il rapporto sull’economia FROSINONE - Si terrà domani mattina alle 11, presso la Sala convegni della Camera di Commercio di Frosinone un incontro per fare il punto della situazione sullo scenario economico della provincia ciociara. Si tratta di un appuntamento che si inserisce nell’ambito della relazione annuale realizzata dalla Camera di Commercio che presenterà il Rapporto strutturale 2009 e il Rapporto sulla capacità attrattiva turistica. Dunque, una reale fotografia dell’economia in provincia di Frosinone. E’ quella scattata dalla Camera di Commercio in collaborazione con l’Istituto “G. Tagliacarne” che, insieme, hanno realizzato il Rapporto Strutturale 2009 e il Rapporto sulla capacità attrattiva turistica della provincia di Frosinone. Pertanto domani mattina alle 11, nella Sala Convegni della sede di via Roma della Camera di Commercio di Frosinone, verranno presentati gli studi elaborati. Ad aprire i lavori sarà il presidente della Camera di Commercio Mario Papetti. Ad analizzare e a commentare i Rapporti sarà Paolo Cortese, responsabile Osservatori economici dell’Istituto g. Tagliacarne. Lo scenario economico e le prospettive di

crescita della provincia, i fattori e le dinamiche economiche, le politiche per riattivare il circuito economico. Saranno, soltanto, alcuni degli aspetti che verranno ampiamente esaminati. Il quadro che emerge dai Rapporti parla di una attuale fase economica delicata, mettendo in luce tutte le criticità e le potenzialità del sistema economico provinciale. Se da un lato, la recessione sta allentando la pressione sul sistema economico nazionale, regionale e locale, dall’altro la ripresa risulta essere debole e discontinua. I Rapporti elaborati dalla Camera di Commercio e dall’Istituto G. Tagliacarne descrivono, inoltre, questioni emerse nel periodo di crisi che appaiono di difficile soluzioni. Alla presentazione del Rapporto Strutturale 2009 e del Rapporto sulla capacità attrattiva turistica della provincia sono stati invitati a partecipare le forze economiche e sociali della provincia. Va detto che il turismo è una risorsa su cui in molti stanno puntando e concentrando le loro energie. In questo ottica, infatti, anche l’Amministrazione provinciale sta elaborando progetti mirati per incentivarlo e promuoverlo al fine di un rilancio economico totale.


frusinate Inquinamento del fiume Sacco, processo al via Legambiente si costituirà parte civile ANAGNI - Legambiente si costituirà parte civile nel processo relativo all’avvelenamento del fiume sacco. A fine giugno, infatti, si aprirà il processo per l'avvelenamento del fiume Sacco, del territorio circostante e delle popolazioni locali esposte per anni a pericolosissime contaminazioni. “L'attenzione deve restare massima - si legge in un comunicato diramato da Legambiente - e come Legambiente ci costituiremo parte civile per essere al fianco degli abitanti perché ottengano vera giustizia, riaffermando il pieno diritto alla legalità ambientale. Ciò significa non solo arrivare alla condanna degli inquinatori, ma costringerli a provvedere con mezzi e risorse adeguati alla completa bonifica dell'area”. È quanto ha affermato il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati, nel corso del quarto appuntamento regionale del “No Ecomafia Tour”

- realizzato con il contributo del Consiglio regionale del Lazio – che ha fatto tappa a Sgurgola (Fr). Il ricordo dell’11 marzo 2005 è ancora vivo, con i sequestri di latte contenente beta-esaclorocicloesano (β-HCH), un prodotto di sintesi del Lindano (fitofarmaco bandito nel 2001 perché potenzialmente nocivo per la salute umana e animale e altamente inquinante) e lo stop alla commercializzazione del bestiame proveniente da più di quaranta aziende di nove Comuni nelle province di Roma e Frosinone. “Per fortuna una buona notizia per la Valle del Sacco arriva dalla recente bocciatura in Conferenza dei servizi dell'inceneritore di residui della rottamazione delle automobili (car-fluff) che era stato proposto ad Anagni -continua Parlati-. Le analisi presentate da Asl e Arpa hanno certificato che l'impianto avrebbe avuto un impatto intollerabile. Per-

severando nella riproposizione di progetti ad alta nocività la Valle del Sacco non potrà mai rialzare la testa, bisogna impegnarsi invece per costruire un futuro diverso che parta dalla bonifica e dalla riconversione delle produzioni inquinanti e valorizzi le produzioni pulite del territorio”. Fra gli obiettivi del “No Ecomafia Tour” ci sono proprio quelli di favorire la nascita di una “eco-cittadinanza” attiva, di un impegno diffuso per la tutela del territorio soprattutto tra le nuove generazioni attraverso incontri formativi con gli studenti del Lazio. Altro fine è quello di sensibilizzare i cittadini sui temi dei traffici illeciti di rifiuti, dell'abusivismo edilizio, degli incendi boschivi, dei disastri ambientali e dell'inquinamento delle acque, rafforzando l'azione dell'Osservatorio Ambiente e Legalità attivo da oltre quattro anni al numero verde 800-911856.

Cna: sulle zone franche siamo stati ingannati SORA - La Cna di Sora, con una nota del Presidente di zona, Luigi Caruso, esprime forte preoccupazione a seguito delle notizie riguardanti un possibile annullamento delle zone franche urbane, che come noto interesserebbero (il condizionale a questo punto è d’obbligo) anche buona parte della Città di Sora. Presidente Caruso, cosa pensa degli sviluppi in atto sulla materia Zone Franche Urbane? “Abbiamo appreso dai giornali dell’interrogazione al Governo da parte della Formisano, e dalla risposta ottenuta dal Ministro dell’Economia. Una risposta che di fatto farebbe svanire più o meno definitivamente ogni speranza circa l’arrivo del Decreto attuativo, e quindi dei fondi tanto attesi, che darebbero quindi effettivo senso alla tanto sbandierata Zona Franca Urbana. Se per il ministro dell’Economia le Zone Franche sono ormai superate dalle Zone a burocrazia zero, allora si dica con chiarezza che decine di amministrazioni locali e migliaia di imprese e cittadini sono stati sinora ingannati, ma chiamare le cose con il loro nome non è evidentemente una qualità propria della politica. Qual è la posizione della CNA in generale sulle ZFU? “Le Imprese del territorio riservano grandi aspettative in tali strumenti a sostegno delle attività economiche, soprattutto se sbandierati in momenti di così grave crisi, nei quali qualunque appiglio può essere utile per non affondare definitivamente. All’inizio di questa oramai lunga e sfiancante storia, vi erano alte aspettative da parte delle Imprese della Città di Sora, seppur nella consapevolezza che il provvedimento avrebbe riguardato un

Liquami per strada, dura ordinanza contro l’Acea SERRONE - Il sindaco di Serrone, Maurizio Proietto, ha firmato ieri una dura ordinanza contro Acea Ato 5 per porre riparo alle “perdite dalla rete fognaria in Via Italia (altezza numero civico 18) e in Via Mazzini (altezza numero civico15), che si protraggono ormai da molto tempo”. Nell'atto il sindaco prende atto della “grave situazione igienico-sanitaria, data dalla

12 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010

presenza di numerose abitazioni nelle immediate vicinanze delle perdite, aggravata dalle condizioni climatiche di questo periodo” e chiede ad Acea Ato 5 “di effettuare un’urgentissimo intervento sulle 2 zone ripetutamente segnalate per eliminare la fuoriuscita di liquami dalla rete fognaria, entro e non oltre 72 ore dal ricevimento della presente”.

Marjiuana, in manette finiscono due marinai ANAGNI - Si erano fermati poco prima dell’una di notte, lungo una piazzola di sosta al chilometro 601 dell'A1, nei pressi del comune di Anagni quando, all’arrivo di una pattuglia della Sottosezione della Polizia Stradale, agli ordini del Sostituto Commissario Fabrizio Di Giovanni, non hanno saputo dare spiegazione circa la loro presenza. Due marinati sono stati tratti in arresto perché trovati in possesso di circa cento grammi di marijuana.

territorio molto circoscritto all’interno della città. La CNA ha posto da subito molta attenzione sull’argomento, organizzando dapprima un convegno sul tema il 12 novembre 2008, poi fornendo agli interessati ogni informazione presso i propri uffici ed infine, non meno importante, offrendo all’Amministrazione Comunale un proprio piano strategico teso ad armonizzare la fase di entrata a regime della ZFU” Di che tipo di armonizzazione si tratterebbe? “Non più di due mesi fa abbiamo consegnato al Sindaco ed all’assessore Paolacci una nostra proposta di convenzione tesa a ridurre il tasso di interesse per prestiti destinati ad investimenti produttivi concessi da Istituti di Credito del territorio ad Imprese localizzate o che intendono localizzarsi al di fuori della Zona Franca. In tal modo e con un esiguo investimento da parte del Comune si potrebbero agevolare oltremodo le Imprese ad investire e creare occupazione. In tal modo si sarebbe potuta compensare adeguatamente la differenza di “trattamento” tra le imprese all’interno della ZFU e quelle posizionate all’esterno. Una questione, quella della del confine interno alla città creato dalla ZFU, che aveva sollevato non poche osservazioni e perplessità da parte di molti operatori. Ora che la ZFU sembra svanire dietro la ritirata clamorosa del Governo, con buona pace delle promesse, dei convegni nazionali e degli sbandieramenti a tutta scala di non meno di un anno fa, speriamo soltanto che il Comune di Sora, pur dovendo subire come altre amministrazioni tale dietro-front, voglia comunque procedere nella strada da noi indicata ed avviare da subito uno strumento alternativo di sostegno agli investimenti, che a questo punto potrebbe riguardare l’intera città”.

Un auditorium nuovissimo senza sedie Accade al “Cesare Baronio” di Sora: apertura rinviata per la mancanza di posti a sedere SORA - L’auditorium “Cesare Baronio” ancora chiuso perchP mancano le sedie. E’ grottesca la situazione che si sta delinenando in quel di Sora e che la Destra, per bocca del suo esponente LOrenzo mascolo, non ha perso tempo a denunciare. “Un paio di settimane fa - ha dichiarato Mascolo - al termine della premiazione dei giovanissimi membri del coro “Insiemecantando” della Scuola Media Edoardo Facchini di Sora, svoltasi nella Sala consiliare del Comune alla presenza del sindaco Casinelli e degli assessori De Donatis e Gabriele, il preside dell’istituto, Petricca, ha rivolto un accorato appello all’Amministrazione comunale chiedendo di provvedere celermente alla realizzazione di un auditorium-teatro in grado di soddisfare le esigenze delle tante associazioni musicali e teatrali della città volsca.L’invito della suddetta docente era diretto sicuramente alle persone giuste, ma l’aggiunta di un piccolo corollario aiuterà a fare maggiore chiarezza, poiché le responsabilità per la mancanza di un teatro-auditorium a Sora sono da attribuire anche a qualcun altro.Molti non sanno che all’interno dell’Istituto commerciale “Cesare Baronio”, edificio realizzato poco più di venti anni fa, è presente in “carne ed ossa” un auditorium nuovo di zecca, sigil-

lato e pronto all’uso! L’infrastruttura, a dir poco fondamentale per Sora, è dotata di circa cinquecento posti, munita di camerini, servizi igienici funzionanti e di quasi tutte le suppellettili, compreso un grande parcheggio all’esterno in piazza XIII Gennaio, necessarie per un luogo dedicato alla cultura.Orbene, come mai è ancora chiuso? Perché mancano, udite udite, le sedie! La motivazione di questo clamoroso papocchio è presto detta: la scuola fu realizzata dall’Amministrazione provinciale di Frosinone, che quindi è attualmente la principale responsabile del ritardo nel completamento dell’auditorium.E allora, carissimi presidente Antonello Iannarilli e soprattutto assessore provinciale all’Istruzione Gianluca Quadrini, come mai a dodici mesi suonati dal vostro insediamento e visto che mancano soltanto le sedie (!!!), l’auditorium non è stato ancora stato consegnato ai Sorani?Non aggiungo altro poiché la vicenda è a dir poco buffa. Per ora resto in attesa della data di apertura della struttura e mi aspetto che essa diventi operativa entro il mese di luglio 2010.Concludo chiedendo pubblicamente appoggio anche al nostro riferimento di partito, l’assessore provinciale alla Cultura nonché segretario provinciale de La Destra Antonio Abbate, affinché segnali il problema ed esorti Quadrini e Iannarilli a risolverlo velocemente.

“Stiamo lavorando per tutelare le regioni” REGIONE LAZIO - "Il Presidente Polverini sta lavorando di concerto con gli altri governatori regionali per evitare che la manovra abbia ricadute solo sulle regioni e per garantire una più equa distribuzione del peso che le misure adottate comporteranno".E’quanto dichiara Enzo Di Stefano. "Il collega Astorre – conclude – farebbe bene a prendere atto una volta per tutte che il percorso di cambiamento intrapreso non subirà interruzioni,con buona pace del centrosinistra”.


Meteo

ORARI TRENI

CASSINO

MATTINA

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE SORA

FROSINONE

MATTINA

MATTINA

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta Risotto alla crema di asparagi bianchi

Lavate gli asparagi sotto l’acqua corrente, poi raschiate via la parte esterna più dura (senza toccare le punte), tagliate la parte legnosa, ed eventualmente pareggiateli con l’aiuto di un coltellino o con un o pelapatate.Legate gli asparagi con dello spago da cucina, poi poneteli a lessare per circa 20 minuti in acqua salata in una pentola alta e stretta, dalla quale dovranno fuoriuscire solo le punte, che cuoceranno con il vapore stesso dell’acqua. Trascorsi i minuti, togliete gli asparagi dall’acqua e metteteli a sgocciolare, poi appena saranno tiepidi, tagliate via le punte, mettetele da parte e tagliate i gambi a pezzetti. Ponete in un tegame 2 cucchiai di olio e 20 gr di burro, aggiungete mezza cipolla tritata e fatela dorare, poi aggiungete i gambi di asparagi a pezzetti e dopo qualche minuto fateli stufare assieme ad un mestolo di brodo vegetale; appena il brodo si sarà consumato aggiungete il mascarpone, fatelo sciogliere bene e poi frullate il tutto. In un altro tegame capiente, ponete 2 cucchiai di olio, il restante burro e la restante cipolla tritata, che farete dorare e poi aggiungerete il riso, che farete tostare per qualche minuto; a questo punto, a poco a poco, aggiungete il brodo vegetale, fino a cottura ultimata.Cinque minuti prima della fine della cottura, aggiungete al riso la crema di asparagi bianchi precedentemente preparata, aggiustate di sale e pepate; appena spegnerete il fuoco aggiungete il prezzemolo tritato, mescolate bene e servite immediatamente cospargendo il risotto, volendo, con del Parmigiano Reggiano grattugiato.

Tempi preparazione: ---> 20 min Cottura: ------ >40 min N.persone: -----------> 4 Difficoltà: ----> bassa

Ingredienti: Riso (320 gr) ; Asparagi bianchi (500 gr); Mascarpone (125 gr) ; Brodo vegetale (1 lt); Cipolla grande (1) ; Olio extravergine di oliva (4 cucchiai) ; Prezzemolo tritato (1 cucchiaio); Pepe macinato (a piacere); Sale (q.b.)

Numeri utili EMERGENZA 112 113 115 118 1515 800116

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE SANITA’

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

ORARI MESSE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

CASSINO NAPOLI

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

Abbazia di Montecassino

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

ore 9.00 10.30 12.00

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

San Germano (chiesa Madre)

ore 8.30 11.00 19.00

San Pietro ore 7.30 10.00 11.30 18.00

Sant’Antonio ore 9.30 12.00 19.00

San Giovanni ore 7.30 11.00 19.00

AuTObuS CASSINO - FROSINONE 6.30 7.00 8.15 11.25 14.10 CASSINO - SORA 6.15 8.30 14.10 16.20 17.05 19.01 22.15

San Bartolomeo

APPUNTAMENTI

ore 8.30 11.00 18.00

Cassino 19 giugno: Rock in corso

San Basilio (Caira)

Sabato 19 giugno a Cassino, in piazza Labriola, nuovo appuntamento con “Rock in corso”, che vedrà stavolta l’esibizione dei “Bianco Ciclope”, band del cassinate.

ore 10.00

San Giovanni

Sperlonga 19 giugno:

(Sant’Angelo in Th.)

Inaugurazione “Sombrero”

ore 8.30 11.00

TuRNI FARMACIE

CASSINO - GAETA 4.56 6.00 7.01 8.00 8.21 9.16 11.16 12.41 13.10 14.15 15.31 16.31 17.46 19.36 CASSINO - ROMA 6.00 8.30

SABATO 12 GIUGNO

S.ANNA

DOMENICA 13 GIUGNO

RICCIUTI

LUNEDI’ 14 GIUGNO

S.ANNA

MARTEDI’ 15 GIUGNO

EUROPA

MERCOLEDI’ 16 GIUGNO

COSTA

GIOVEDI’ 17 GIUGNO

RICCIUTI

VENERDI’ 18 GIUGNO

COSTA

Stasera in tv su Canale 5 (ore 21:10)

I CESARONI 3

(2009)

Episodio n.2 - “Garbatella Calibro 9” Giulio prende in antipatia Tamara che con le sue abitudini particolari ha scombinato il ménage di casa Cesaroni e soprattutto ha allontanato suo figlio Marco dalla costosa scuola di musica. Il figlio di Giulio, insieme agli amici Budino e Lorenzo Barilon, cerca di farsi rispettare dal gruppo degli studenti più grandi capeggiato dal violento Ulrico. Con Claudio Amendola, Max Tortora, Antonello Fassari, Elena Sofia Ricci, Alessandra Mastronardi e Matteo Branciamore. Regia di Stefano Vicario, sceneggiatura di Alberto Taraglio.

A D N AGE o n i s s Ca

13 ANNO I - N° 91 GIOVEDì 17 GIuGNO 2010


sport BASKET LEgAduE

Dopo la sconfitta nella finale play-off la società già al lavoro per la prossima stagione

Veroli con lo sguardo al futuro Coach Cancellieri:“E’mancata la ciliegina sulla torta, ripartiremo dalla vittoria in Coppa” VEROLI - La Prima Veroli pensa già al futuro. Dopo un'annata che comunque è andata a finire è stata ricca di soddisfazioni e di grandi risultati sia coach Cancellieri che il patron Zeppieri stanno già pensando alla prossima stagione cestistica. Rammarico a parte per come è terminata la stagione non si può comunque non giudicare positiva la prova di Veroli. Un Veroli che aveva alimentato tante speranze impressionando nelle serie di quarti e semifinale contro Scafati e Reggio Emilia, e che invece, nell’ultimo atto del campionato, ha dovuto inchinarsi ad una Dinamo Sassari che si è mostrata più cattiva, più cinica, meritando la vittoria finale soprattutto per quanto fatto vedere nelle ultime due gare di fronte al pubblico amico. Certo, in casa Prima, squadra che in molti davano come favorita assoluta per la vittoria finale, rimane l’amaro in bocca per una grande occasione sciupata, ma l’andamento della serie di finale lascia poco spazio ad interpretazioni, con una squadra che è mancata in qualche uomo chiave come Rossi, Gigena o Rosselli, e che non ha saputo interpretare soprattutto dal punto di vista

mentale la serie contro gli isolani di coach Meo Sacchetti. “E' un vero peccato – sottolinea l'allenatore verolano - perché il nostro è veramente un gruppo eccezionale, come pochi. La nostra sfortuna è che abbiamo trovato una avversaria nelle nostre stesse condizioni e con una gran voglia di vincere. Io penso che la nostra stagione debba

torta”, spiega Cancellieri che però non trascura di fare riferimenti agli obiettivi della vigilia del campionato che, almeno nelle dichiarazioni, non erano quelli della promozione. “Gli obiettivi vanno fissati ed in maniera chiara. Noi questo lo abbiamo fatto in corsa e ci è servito perché abbiamo fatto una grande crescita che ci ha portato

questo tipo di pressioni e presenze. Certo, hanno avuto molta fortuna nel riuscire a riprendere le energie nel momento che contava. Noi l’avevamo uguale e siamo stati competitivi, ma Sassari è riuscita a dimostrare qualcosina in più”. Cancellieri comunque giudica estremamente positiva la stagione della sua squadra: “Veroli ha giocato una stagione da grandissima protagonista. I risultati parlano chiaro. Ci mancava solo questa ciliegina, ma tutto il resto è stato fatto nella maniera migliore possibile. Chi all’inizio dell’anno non avrebbe firmato per una annata così? La massima serie si poteva raggiungere già quest’anno, e c’è sicuramente dispiacere, ma non rammarico, perché abbiamo provato a fare tutto quello che potevamo. Ringrazio i ragazzi, la società e soprattutto i tifosi. Questa stagione ha confermato Veroli tra le protagoniste della Legadue, una squadra che merita la A1, e se la promozione non è venuta quest’anno verrà l’anno prossimo, perché ormai la società, i tifosi, e tutto l’ambiente sono pronti per fare il salto di qualità. Veroli raggiungerà l’A1 in pochissimo tempo, per poi rimanerci per tanti anni”. Infine il

La Prima Veroli festeggia la vittoria in Coppa Italia essere archiviata più che positivamente. Certo oggi sono tutti, noi per primi, ma il progetto è nato bene, si è sviluppato meglio. Purtroppo è mancata la classica ciliegina sulla

prima alla Coppa Italia e poi a questa finale”. Quanto può aver condizionato l'ambiente? “Ai giocatori sicuramente poco – risponde Cancellieri - perchè sono abituati a

RIPI - E’ in pieno svolgimento il torneo open da 3.000 euro di montepremi del Circolo Tennis Castello di Ripi. Unico torneo open del Lazio a svolgersi su campi in duro, il “Primo trofeo Gelateria Meringo – memorial Giovanni Ferrante Carrante” del neonato circolo di Ripi diretto da Daniele Giuliani ha già messo in mostra dei match molto interessanti dal punto di vista tecnico. Circa settanta gli iscritti alla competizione, oltre venticinque i giocatori di seconda categoria fra cui spiccano le prime tre teste di serie: Andrea Roscioli, Andrea Paciello e Alessio Abbondanzieri. Sono presenti ovviamente anche tutti i giocatori frusinati di rilievo, i vari Alessio Roccagalli, Carlo Venturi, Stefano Peruzzi, Cristiano Compagnone, Alessandro D’Itri e lo stesso Giuliani Daniele; l’esordio per loro è fissato per la giornata di domani con i primi incontri fra i giocatori di seconda categoria. Ieri intanto giornata frenetica piena di doppi turni per i tennisti di quarta. A giocarsi i posti per l’accesso al tabellone di terza (che inizia e praticamente finisce oggi la scrematura per l’accesso al raggruppamento finale) sono Umberto Di Menna (vittorioso al mattino su Lorenzo Parente), Claudio Giuliani (superato Lanzi per ritiro), Tonino Vittigli (vittorioso sul coriaceo Frewa), Luca Togna (giustiziere di Vitiello), Fabrizio Forti (ha superato per ritiro Claudio Gabrielli) e Lorenzo Sciullo, autore di un gran match dove ha battuto la resistenza di Edoardo Minotti del T2 di Frosinone. Forti è sceso in campo contro Togna per decidere chi dei due dovesse proseguire il torneo, idem per Giuliani opposto a Vittigli e per Di Menna opposto a Lorenzo Sciullo, big match della giornata. Oggi come detto l’esordio dei terza categoria. Gabriele Noce se la vedrà col vincente fra Giuliani e Vittigli, Matteo Diamanti incrocerà Di Menna o Sciullo, mentre Freda (3.5 pontino) giocherà contro Forti o Togna. Esordio anche per i cassinati Salvatore, Zambardi, Mascetti, Lorenzo Sforza e Pasquale Pescosolido.

14 ANNO I - N° 91 gIOvEdì 17 gIugNO 2010

presidente Zeppieri : “Forse era scritto che Veroli dovesse fare ancora un pò di esperienza per salire nella massima serie. Abbiamo fatto comunque una grande stagione, abbiamo vinto la Coppa Italia, siamo arrivati ad un passo dalla promozione, e credo che dobbiamo essere contenti. Da parte mia c’è la voglia di ringraziare tutti, tutti coloro che hanno contribuito a costruire una stagione esaltante che ha confermato Veroli tra le protagoniste assolute del campionato di Legadue”. Andrea Mastrantoni

CALCIO ECCELLENZA

TENNIS

Entra nel vivo il torneo open al circolo del tennis di Ripi

Coach Cancellieri

Sora, la nuova dirigenza al lavoro per creare una società solida e forte che punti al vertice SORA - Si è svolta martedi sera la conferenza stampa della dirigenza del Sora calcio durante la quale è stato ufficializzato il passaggio del titolo sportivo nelle mani degli ex dirigenti. E' stata l'occasione per fare il punto della situazione attuale e di lanciare un appello alla città di Sora affinchè continui a stare vicino alle sorti della squadra di calcio esattamente come ha fatto in maniera egregia per l'annata appena conclusa. Dopo una breve introduzione su quella che è stata la trattativa portata avanti da tempo e che si è conclusa felicemente a casa dell'ex Presidente Borza, appositamente tornato dall'Irlanda, con il passaggio del testimone, la dirigenza tornata al timome della società ci ha tenuto a chiarire che questa è solo una fase di transizione e che si spera nell'arco di qualche giorno di poter costituire una società nuova che possa ambire ad un campionato di vertice. Sono stati i consulenti Ivo Baldassini, in qualità di

legale, e Roberto Polsinelli, in qualità di fiscalista, a spiegare la strada intrapresa per far sì che i debiti che gravavano sulla società siano stati accollati totalmente dall'ex presi-

La tifoseria sorana dente Borza. L'obiettivo ora è quello di formare una società trasparente e professionale con ruoli ben definiti e che possa attrarre l'attenzione dell'imprenditoria locale e anche di fuori Sora. A tal proposito sono stati confermati i

primi contatti con imprenditori sia di Sora che di fuori Sora. Ma non essendoci ancora nulla di definitivo la dirigenza ha preferito non fornire altri dettagli. Sopratutto per non illudere la tifoseria. Se ne saprà certamente di più nei prossimi giorni, anche perchè fino a ieri era praticamente impossibilie chiudere ogni eventuale trattativa. Ecco il perchè dell'appello lanciato in blocco dalla dirigenza per far sì che ora, con una società limpida e trasparente, la città di Sora non si lasci sfuggire l'occasione per ripartire e costruire qualcosa di importante. Inizia ora la fase più delicata e che dovrà necessariamente svolgersi in pochi giorni. C'è da formare una società e sopratutto c'è successivamente il passaggio più importante: quello di costruire una squadra all'altezza delle ambizioni e delle aspettative dei tifosi sorani. La sensazione è che entro una decina di giorni al massimo si dovrà per forza di cose sapere qualcosa di più in merito. andr.mastr.

Il Cile di Bielsa vince sull’Honduras di Suazo

Buffon, è solo un’ernia Si tenta il recupero

E' bastata una rete diJean Beausejour al 34' del primo tempo al Cile per battere l'Honduras. Per i sudamericani, quella di oggi è stata una vittoria storica, un ritorno al successo dopo 48 anni di attesa ad un mondiale. «Siamo felici di aver conquistato i tre punti ma fra pochi giorni avremo una nuova sfida e dovremo vincere anche la prossima», ha detto il cileno Sanchez dell'Udinese.

Il portiere dell'Italia Gianluigi Buffon alle prese con un problema che ha avuto già in passato. Lo staff medico farà di tutto per renderlo disponibile il prima possibile al ritorno in campo. Castellacci: «Fare una prognosi non è possibile, ci proveremo a riportarlo in campo». È comunque ipotizzabile che salti almeno le prossime due partite contro Nuova Zelanda e Slovacchia.


sport TeNNI S

Grande partecipazione allo Sporting Club Cassino per la terza kermesse tennistica

Un successo il torneo Monfreda In finale il giovane Giorgio Portaluri si è imposto sul più quotato Juan PabloVillar CASSINO - Si è concluso solo da qualche giorno il Memorial Mario Monfreda presso lo Sporting Club di Cassino, arrivato alla sua terza edizione. Si tratta di un torneo tennistico che sta acquisendo sempre più popolarità, considerando che insieme a quello che si gioca nel mese di aprile a Frosinone, rappresenta uno degli unici due tornei di alto livello che si svolgono in Ciociaria durante l’anno. Il Memorial Monfreda fa parte infatti del circuito nazionale open, valevole per la classifica ATP. Open ovviamente sta per “aperto” ed indica una precisa

Il vincitore Portaluri

Molto soddisfatti gli organizzatori del terzo Memorial Monfreda organizzazione della manifestazione: ci sono diversi tabelloni, a partire da quello degli N.C. (non classificati), fino ad arrivare alle categorie più alte. I primi classificati di ogni tabellone si qualificano per quello immediatamente successivo, ma ogni categoria ha, alla fine, il suo vincitore. Ad imporsi su tutti e a conquistare dunque il primo premio è stato un promettente giovane di Bari, Giorgio Portaluri di solo diciotto anni,

anche se il ruolo di vera star del torneo va al suo maestro, l’argentino Villar, 394 ATP, sconfitto in finale dall’allievo in tre set, al termine di una gara in cui è sembrato volutamente un po’ “morbido”. “Non ci era mai capitato di veder giocare sui nostri campi un tennista così forte. – ci dice Gianluca Petrucci, maestro di tennis e uno degli organizzatori del memorial – Villar ha contribuito a far si che l’evento avesse ancor più successo ri-

spetto agli scorsi anni: l’obiettivo è stato pienamente raggiunto, visto che il pubblico è risultato circa il triplo rispetto a quello delle passate edizioni. Questi grandi risultati sono stati possibili grazie ai numerosi sponsor che ci hanno sostenuto, senza i quali l’evento non avrebbe avuto vita. Per questo è importante ringraziare tutti”. E noi lo facciamo elencando ad uno ad uno gli sponsor della manifestazione: Euro Calcestruzzi, Hotel La Pace, Ristorante Pizzeria Friends, Dve Alimentari Tabacchi, Raci Energia Solare, Findeling, Angolo di Vino Wine Bar, Secim Marmi, Habitare Arredare Agenzia Immobiliare, Relais Petra, Alutherm, Shopping Junior, Farmacia Ricciuti Franco, Bill Orizons, Cattolica, Lavanderia Velox, Federici Sport, Toylandia, Cdr Gioielleria, Edicola Molle Franco, Bmw Service e Gestimpia. Durante la premiazione finale si è registrata l’importante presenza del Presidente del Comitato Provinciale FIT (Federazione Italiana Tennis), Enzo Rea. Il valore dei premi ammontava

La stella Juan Pablo Villar ad un totale di quattromila euro, ma Gianluca Petrucci già pensa a superare questa soglia, con una promessa: “Il prossimo anno faremo tutti gli sforzi necessari a raddoppiare il montepremi e a far si che il nostro torneo ottenga ancora più popolarità. Per il momento, anche a nome della famiglia Monfreda, proprietaria dello Sporting Club, non possiamo che ritenerci pienamente soddisfatti”. Luca Tedeschi

CAMPIONATI ITALIANI dI BOCCe

I bocciofili ciociari sbaragliano la concorrenza: due titoli di campione italiano ed un secondo posto

Gli atleti ciociari premiati ai campionati di Roma Sabato 5 e Domenica 6 si sono effettuati Presso il Centro Tecnico Federale delle Bocce Italiane i Campionati Italiani assoluti per le Categorie C,D ed A1. Gli Atleti selezionati dalla Commissione Tecnica Provinciale di Frosinone si sono distinti portando a casa un risultato mai ottenuto nella storia delle Bocce Ciociare: 2 titoli di Campione Italiano ed un secondo posto! Nella Categoria C si è aggiudicato il primo posto Al-

fredo Antonucci del C.B. Settignano di Atina, il quale, dopo il girone eliminatorio ha battuto i rappresentanti di Padova per 12/8, Salerno per 12/5, Cosenza per 12/8 ed in finale Macerata per 12/2. Nella stessa Categoria Pietro Visocchi sempre del C.B. Settignano, si fermava al 6° posto battuto in rimonta (vinceva 9/1 ) dal giocatore di Macerata sfiorando la “doppietta” di un primo e secondo posto. Doppietta che invece si

Aversa, è Ferazzoli il nuovo allenatore E' Giuseppe Ferazzoli il successore di Juary sulla panchina dell'Aversa Normanna. Il nuovo allenatore dei campani, lo scorso anno alla guida della Primavera dell'Ascoli, si è legato per una stagione. Nella sua carriera Ferazzoli ha allenato anche il Castel di Sangro, la Cisco Roma, il Rieti e l'Isola Liri. Confermato inoltre il Direttore Sportivo Enzo De Vito per il terzo anno consecutivo.

è ottenuta nella specialità Coppie sempre nella Categoria C con gli Atleti Alberto Zauli e Daniele Carlo del C.B. San Gerardo di Frosinone, i quali si sono laureati Campioni Italiani battendo in finale con un perentorio 12/0 i pur bravi Atleti Mario Vona ed Elio Talocco della Società Polisportiva Tofe di Ferentino. La coppia vincitrice, dopo il girone eliminatorio si è sbarazzata dei rappresentanti di Vigevano per 12/9, Cagliari per12/7, Pesaro-Urbino per 12/8 ed infine, come detto dei “colleghi Ciociari”. Se per quanto riguarda Antonucci la vittoria era attesa in quanto il giovane Atleta non è nuovo a questo genere di risultati avendo già vinto in passato il titolo Italiano nell’individuale Allievi e mietendo successi da due anni a questa parte prima nella Categoria D ed ora nella C e, speriamo, nel prossimo anno nella B e così via a seguire. Per la coppia Daniele-Zauli,

il successo è stato sicuramente atteso e “sperato” ma non così facilmente pronosticabile in quanto i due giovani , pur avendo acquisito il diritto a partecipare per i risultati ottenuti nell’anno in corso, sono stati in ballottaggio con altri Atleti di pari valore e, la lungimiranza della Commissione selezionatrice (vedi anche il secondo posto di Vona-Talocco) oltre che alla loro bravura hanno permesso di conseguire il Titolo Italiano. Gli Atleti sono stati seguiti nella loro avventura vincente dal Presidente del Comitato Provinciale F.I.B. di Frosinone Prof. Giacomo Carinci, e dal Responsabile Tecnico Sig Zauli Andrea (padre del neo Campione Alberto). Il numeroso pubblico presente nel Palazzetto del Centro Federale, si è appassionato molto alle partite dei nostri ragazzi e, anche se provenienti da tutta Italia hanno tifato per loro forse perché giovani, forse perché simpa-

Spagna,crollo clamoroso Colpaccio della Svizzera La Spagna è stata clamorosamente sconfitta per 1-0 grazie ad un gol di Fernandes all'8' del secondo tempo. Inutile l'assalto finale delle Furie Rosse che in più di un'occasione, vedi il palo incredibile di Derdiyok, hanno rischiato anche di subire la rete del doppio svantaggio. Ora gli iberici sono costretti a vincere le altre due parite per superare il turno.

tici o anche perché bravi, fatto sta che alla fine erano tutti soddisfatti della vittoria dei nostri ragazzi. La premiazione è avvenuta alla presenza delle massime autorità della Federazione Bocce con uno scenario eccezionale culminato con l’esplosione di petali tricolori. Un grazie ai vincitori ma anche agli altri che pur partecipando non si sono classificati in quanto il nostro sport è sano, bello, avvincente ma poco trattato dai mass-media e, chi lo pratica conosce i sacrifici sportivi , di tempo dedicato ed economici ai quali si va incontro, per cui forza ragazzi ed un augurio di sempre maggiori affermazioni future. A tal scopo ricordiamo che Frosinone sta organizzando i Campionati Italiani Assoluti Individuali over 60 di Categoria A,B,C e D che saranno effettuati sui campi della nostra Provincia il 25 e 26 Settembre 2010, con semifinali e finali al Palasport di Frosinone.

15 ANNO I - N° 91 gIOvedì 17 gIugNO 2010



lagazzettacassino170610a