Issuu on Google+

ANNO i1 - N° 112 - mArtedì 17 mAggiO 2011 - distribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

È BALLOTTAGGIO

SPECIALE ELEZIONI ALL’INTERNO - PAGINE 8 E 9 www.lagazzettacassino.it redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione La presentazione della governatrice Renata Polverini avvenuta sabato al Foro Italico

Nelle scuole arriva “Giroguidando” Si tratta di un progetto di educazione stradale che coinvolge i ragazzi delle scuole superiori ROMA - Educazione stradale, principi generali del codice della strada, gli aspetti sia giuridici sia

sociali che scaturiscono dall'uso dell'alcol e delle droghe, ma anche dimostrazioni sull'uso del-

l'etilometri e indicazioni sulle sanzioni per chi guida in stato di alterazione. E' il progetto 'Giro-

guidando per le scuole', promosso dall'Osservatorio regionale per la sicurezza e la legalità, in collaborazione con l'associazione Omniart, presentato al Foro italico dalla presidente, Renata Polverini, dall'assessore regionale alla Sicurezza, Giuseppe Cangemi e dal presidente di Omniart, Matteo Di Raimondo. All'iniziativa ha partecipato anche l'ex Miss Italia, Denny Mendez, testimonial del progetto. Il programma è rivolto agli alunni delle scuole superiori del Lazio (tra i 14 ed i 20 anni) per sensibilizzarli ad una guida responsabile, con particolare riferimento agli effetti causati dall'abuso di alcol e sostanze stupefacenti e prevede, tra gli altri: lezioni su minicar, lo studio del codice della strada e dimostrazioni sull'uso dell'etilometro.

NEL REATINO

AD OPERA DEI RANGERS

Ater e Comune insieme nel recupero di un convento ROMA - "L'Ater dimostra con questo intervento di non limitarsi a costruire case di edilizia popolare, ma di essere in grado di contribuire fattivamente all'impegno della Regione nella lotta all'emergenza abitativa anche recuperando strutture abbandonate per rimetterle a disposizione della cittadinanza, come nel caso dell'ex Convento di Santa Scolastica, a Rieti, dove sono stati restaurati spazi di assoluto pregio architettonico, risalenti alla metà del 1600". Lo ha detto l'assessore alle Politiche per la casa della Regione Lazio, Teodoro Buontempo, a margine della cerimonia

2 ANNO II - N° 112 MARTEDì 17 MAggIO 2011

"Divertirsi va bene, ma in sicurezza - ha sottolineato Polverini perché la vita è la cosa più importante. In queste lezioni vengono insegnate ai ragazzi le norme che devono rispettare, e questo è un messaggio non solo dal punto di vista della prevenzione ma anche della legalità - ha aggiunto la presidente della Regione Lazio - perché spesso le stragi del sabato sera sono frutto di un divertimento eccessivo''. Il primo modulo del progetto ha già coinvolto cinque scuole di tutte le province raggiungendo complessivamente 4 mila giovani. ''Abbiamo voluto presentarlo al Foro italico - ha spiegato Cangemi - perché è uno dei luoghi più significativi per lo sport amato dai giovani. Vogliamo che scelgano il divertimento ma con intelligenza e moderazione''.

di consegna di sette alloggi popolari a Rieti. "L'edilizia pubblica - ha spiegato Buontempo deve alzare il livello del suo standard qualitativo e diventare un esempio per quella privata. Le Ater non possono più essere delle 'Cenerentole', ma devono trasformarsi in aziende che producono e offrono servizi. L'emergenza abitativa è un cancro che dobbiamo affrontare seriamente e in questa prospettiva le Ater sono strumenti di primaria importanza. Quindi, più innovazione, utilizzo di materiali che offrono risparmio energetico, coibentazioni efficaci, fotovoltaico".

Segnali positivi, per l'assessore regionale, dovranno arrivare dai Comuni, "che sono chiamati a mettere a disposizione le aree edificabili. Qui a Rieti, ad esempio, c'è un sindaco di buon senso, come dimostra il recupero del Santa Scolastica, portato a termine insieme all'Ater". La Regione, sottolinea ancora Buontempo, "è in prima linea e garantisce la sua presenza e il suo impegno. Giovedì 21 aprile incontrerò i sette direttori generali delle Ater per mettere a punto il programma triennale in materia di Erp e mi auguro che si possano raggiungere intese significative".

Degrado argini Tevere, partito il rilevamento ROMA - "Questa mattina ho voluto partecipare all'uscita delle volontarie dei Tevere Rangers, che oggi occasionalmente sono tutte donne. I volontari di questa associazione sono persone che hanno a cuore la salute del nostro fiume, perché sono sempre più convinto che il Tevere deve essere restituito a chi lo vive, e le decine di circoli sportivi sulle sponde devono poter collaborare per rendere più vivibile e sicuro, così come hanno iniziato a fare i Tevere Rangers". E' quanto ha dichiarato in una nota l'Assessore agli Enti Locali e Sicurezza della Regione Lazio, Giuseppe Cangemi che insieme a Rosario Vitarelli, Presidente dall'Osservatorio Regionale per la Sicurezza e la legalità questa mattina hanno partecipato all'uscita delle volontarie dei Tevere Rangers che hanno monitorato il tratto il tratto del fiume che va da Ponte Milvio e l'Isola Tiberina. "Ricordo che il progetto, promosso dall'Osservatorio Regionale per la

Sicurezza e la legalità, vede impegnati quaranta volontari che, grazie alla dotazione di un piccolo catamarano e di biciclette, potranno controllare il tratto del fiume che scorre nel tratto centrale di Roma. Durante le prime uscite i volontari hanno iniziato i primi rilevamenti fotografici di alcune situazione di degrado che verranno segnalate alle autorità competenti. E' importante questo tipo di lavoro che stanno effettuando i Tevere Rangers perché dopo un periodo di raccolta di questi dati, inizieremo a fare sulla base del materiale raccolto una seria riflessione sullo stato di salute del fiume. Purtroppo negli ultimi anni il fiume é stato trascurato, per tale motivo questo progetto è un segnale concreto per dargli risalto nella vita della città che a differenza di altre capitali non riesce a trovare spesso un rapporto più stretto con il suo fiume, ma anche perché rappresenta un buon esempio di sicurezza partecipata", ha concluso Cangemi.

Napolitano: una vita per la democrazia

Auto sbanda Morti tre giovani

TEL AVIV - 'Il rafforzamento dei valori e delle istituzioni democratiche in Italia e in Europa e' stato l'impegno di una vita, avendo io speso 43 anni come membro del Parlamento italiano, per dieci legislature, e come membro del Parlamento europeo, in due legislature", ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, all'Università di Tel Aviv, ricevendo il Premio Dan David alla carriera per questo suo impegno.

NAPOLI - Avevano tutti e tre 19 anni i ragazzi morti domenica mattina a Napoli nell'incidente stradale avvenuto in via Petrarca: a perdere la vita Gianluca Del Torto, Oliviero Russo, Giammaria De Gregorio. L'auto sulla quale viaggiavano, in una curva, e' uscita di strada, probabilmente per l'alta velocita', ha sfondato una balaustra ed ha effettuato un volo di diverse decine di metri, precipitando quasi fino alla sottostante Via Posillipo.


regione Approvato il manuale operativo di europrogettazione e di gestione a cura dell’AICCRE

Un progetto di coesione europea Lo scopo principale è quello di sostenere un progetto seguendo le direttive comunitarie ROMA - Il Manuale operativo di Europrogettazione e Gestione di Progetto, realizzato grazie all’impegno della Federazione veneta dell’AICCRE, sostenuto da AICCRE Nazionale e dal suo Centro di Formazione in Europrogettazione, rappresenta un contributo operativo al processo di promozione, gestione e realizzazione di progetti nel contesto del nuovo periodo di sviluppo della politica di coesione europea e di attuazione dei programmi finanziati dai Fondi Strutturali, con particolare riferimento al nuovo obiettivo Cooperazione Territoriale europea. Il manuale nasce a cavallo tra due periodi di programmazione (il 2000–2006 e il 2007–2013) e si avvale delle esperienze fatte e delle pratiche consolidate nel corso degli ultimi anni nel quadro dei programmi di iniziativa comunitaria INTERREG. Il suo principale obiettivo è tuttavia accompagnare una nuova attività progettuale negli anni a venire e per questo motivo

si basa sui nuovi riferimenti normativi comunitari approvati nel 2006. Il suo approccio operativo ne fa una valida fonte di supporto tecnico e di ispirazione progettuale. Si propone infatti di guidare il lettore, potenziale progettista, attraverso tutto il ciclo di vita di un progetto (con particolare riferimento alla Cooperazione Territoriale Europea), dalla sua concezione iniziale alla sua conclusione, facendo riferimento alle procedure gestionali più comuni ma anche cercando di dare risposte concrete che si possono presentare nelle diverse fasi di sviluppo progettuale. Il contenuto del documento introduce pratiche e metodologie manageriali che possono essere applicate lungo tutto il nuovo periodo di programmazione ma che potranno e dovranno tuttavia essere aggiornati man mano che nuove esperienze progettuali verranno fatte, in particolare da soggetti italiani, nei vari programmi di cooperazione tran-

sfrontaliera, transnazionale ed interregionale. Il documento si potrà infatti arricchire di schede tecniche progettuali, riportanti dati specifici pertinenti ai vari capitoli in cui esso è organizzato. Il manuale va inoltre inteso come valido supporto tecnico per la realizzazione di eventi formativi che potranno mettere insieme operatori del settore pubblico (ad es. Ministeri, Regioni, Enti locali e territoriali, Università, Camere di Commercio, ecc.) e del settore privato (ad es. Associazioni di categoria, Agenzie di sviluppo locale, società di consulenza, ecc.) interessati ad apprendere tecniche di progettazione e a sviluppare possibili idee progettuali da presentarsi nei bandi che saranno pubblicati nei prossimi anni. L’Autore di questo testo è Ivan Sgandurra, consulente nel settore della progettazione comunitaria e per anni apprezzatissimo docente e collaboratore del Centro di Formazione in Europrogettazione (isola di San Ser-

volo, Venezia) che AICCRE ha voluto e sostiene ininterrottamente dal 1999 ad oggi. A lui, i nostri complimenti e i ringraziamenti per la qualità del lavoro svolto, che rafforza l’impegno di questa Associazione, sezione italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa e parte -

IMPEGNATI 130 RAGAZZI A VALLELUNGA

SI DISCUTERÀ ANCHE DELLE COPPIE GAY

Sicurezza stradale, full immersion per studenti ROMA - Una vera e propria full immersion nella Sicurezza stradale. Mercoledì 11 maggio 130 studenti romani hanno passanto un'intera giornata presso il Centro di Guida Sicura ACI di Vallelunga. Si sono cimentati in Prove pratica di guida sicura a bordo di minicar, in Abc del Primo Soccorso e in Corsi sulla sicurezza stradale. L'evento, organizzato dall'Astral, vede unite le forze dell'assessorato alle Infrastrutture e Lavori Pubblici della Regione Lazio e dell'assessorato Trasporti e Mobilità del comune di Roma. "Oggi - ha spiegato l'assessore Malcotti - prende via il nuovo Decennio di iniziative per la Si-

quindi - della grande confederazione europea delle Autonomie Locali, per la diffusione in Italia di una cultura veramente “europea”, che sia anche in grado di farsi proposta e di articolare risorse, partenariati e opportunità per lo sviluppo per il nostro Paese.

curezza Stradale 2011-2012, organizzato dall'Onu, e noi abbiamo pensato di dare il nostro contributo con questa importante iniziativa. Non dimentichiamo - continua - che i ragazzi tra i 18 e i 24 anni sono le maggiori vittime della strada: partiamo quindi dalla prevenzione per mettere un freno a questo trend negativo". I corsi pratici di guida, organizzati dal comune di Roma, riguardano 70 ragazzi; gli altri 60 studenti seguono i corsi organizzati dalla regione Lazio che prevedono, tra gli altri, anche Prove tecniche di primo soccorso tenute dalla Croce Rossa Italiana.

Luterani a Roma per lavori Sinodo ROMA - Si concluderanno a Roma domenica prossima i lavori dell'assemblea del Sinodo della Chiesa Evangelica Luterana in Italia (Celi), iniziati ieri alla presenza della presidente Christiane Groeben e dalla vicepresidente Caroline von Hohenbuhel. Al centro dei lavori di quest'anno l'esame della relazione della Commissione Sinodale sulla benedizione delle unioni di vita non tradizionali e quella della Commissione Sinodale sulla possibile formazione di un corpo pastorale totalmente interno alla Celi. ''Per quanto riguarda la benedizione di persone etero

36 sentinelle a tutela dei parchi

Bimba ingoia metadone. E’ grave

Trentasei 'sentinelle' terranno d'occhio il verde dei parchi della capitale segnalando problemi o individuando chi non rispetta la legge e il decoro delle ville. E' partito stamani il progetto sperimentale che vedra' operatori di associazioni ambientaliste e guardie zoofile girare in bici nelle tre ville piu' grandi e frequentate di Roma: Villa Borghese, Villa Ada eVilla Pamphilj. A inaugurare l'iniziativa il sindaco Alemanno.

Una bimba di due anni e' stata ricoverata in gravi condizioni all'ospedale Grassi di Ostia per averi ingerito del metadone. Secondo quanto si e' appreso da fonti sanitarie la piccola e' in prognosi riservata. In queste ore gli agenti del commissariato di Ostia stanno ascoltando i genitori della bambina per fare luce sulla vicenda. Secondo una prima ricostruzione la piccola avrebbe ingerito la sostanza accidentalmente.

ed omosessuali in comunioni di vita particolari, da non confondersi con la celebrazione nuziale - sottolinea una nota della Chiesa luterana - la Celi ha da tempo iniziato un processo di riflessione sulla realta' delle unioni di vita differenti da quelle della famiglia classica. L'avvio di questo processo e' stato determinato dall'esperienza pastorale che porta quotidianamente a contatto con diverse e nuove forme di convivenza, generando la necessita' di accompagnare persone che cercano supporto nel vivere la loro particolare situazione in Italia''.

3 ANNO II - N° 112 mArtedì 17 mAGGIO 2011


provincia L’appuntamento, che è stato organizzato dalla Coldiretti, si terrà stamane a Roma

Prima assise dei giovani agricoltori Una massiccia delegazione ciociara sarà presente all’Auditorium per parlare del futuro FROSINONE - I giovani della Coldiretti ciociara saranno presenti in massa questa magttina a partire dalle ore 10,30 a Roma, all’Auditorium della musica di Roma, la prima assise dei giovani agricoltori di Coldiretti. Infatti, proprio in questi giorni, la sede provinciale, grazie al lavoro del segretario di Giovani Impresa, Enzo Sperduti e de le delegato Renzo Roselli, sta lavorando al fine di comporre la massiccia delegazione che dal capoluogo raggiungerà la Capitale per questa riunione dal titolo: “Italia 150: il Paese che si rinnova- La filiera agricola tutta italiana per il ricambio generazionale”. Si tratta della prima grande assise dei

giovani agricoltori che coinvolgerà duemila under 30 – ha commentato il direttore della Coldiretti di Frosinone, Paolo De Cesare – provenienti da tutte le regioni italiane, per affermare la necessità di puntare sul ricambio generazionale per rinnovare e rilanciare il Paese”. Un evento che per dimensioni ed età dei partecipanti è un appuntamento storico per l’agricoltura. La riscossa dell’ economia vera capace di attrarre giovani imprenditori che alla guida delle imprese agricole producono reddito e nuova occupazione. ”Chi sono, perché hanno scelto di lavorare in campagna, cosa produrranno le campagne italiane nel futuro anche come

verranno dai giovani in Assemblea che esporranno dove saranno esposte esperienze concrete di innovazioni impren-

oggi si diventa agricoltori – ha sottolineato Loris Benacquista, presidente Coldiretti Frosinone – sono alcune delle risposte che

PRESTIGIOSA PUBBLICAZIONE INGLESE

CRIMINOLOGIA

Frosinone, si parla di Serial Killer: Il 28 maggio c’è il secondo workshop FROSINONE - L’Istituto di Scienze Psicocriminologiche (Ispc) di Roma, con il patrocinio del sindacato di Polizia R.D.P (Rappresentanza Democratica di Polizia) ha organizzato il 2° Workshop in Criminologia dal titolo “Serial Killer, aspetti socio – psico – criminologici dell’omicidio seriale”. Il worshop si terrà, per la prima volta, a Frosinone il 28 maggio prossimo dalle ore 10.00 alle 17.00. “Gli obiettivi – dichiarano gli organizzatori - saranno quelli di approcciare il didatta alla fenomenologia criminale dei serial killers, analizzare le fattispecie omicidiarie dal punto di vista sociologico, psicologico e criminologico, classificare, secondo recenti protocolli di individuazione, le personalità dei serial killers per dedurne un attendibile criminal profiling ed infine analizzare i casi di cronaca nazionali ed esteri maggiormente significativi dal punto di vista criminologico”. Le lezioni saranno tenute dal Prof. Francesco Barresi, docente dei Master in “Scienze Criminologico Forensi” e "Criminologia e Scienze

4 ANNO II - N°112 mArtedì 17 mAggIO 2011

ditoriali. Una dimostrazione dell’enorme potenziale di crescita che i giovani imprenditori agricoli possono offrire alla ripresa in termini economici ed occupazionali che sarà evidenziato dai risultati degli studi e delle indagini condotti da Coldiretti ed SWG che saranno illustrati nell’occasione”. All’appuntamento saranno presenti esponenti istituzionali e rappresentanti delle forze economiche e sociali, insieme al Presidente della Coldiretti Sergio Marini e al Delegato Coldiretti Giovani Impresa Vittorio Sangiorgio. L’appuntamento si potrà seguire in diretta sul sito della Coldiretti (www.coldiretti.it)

Strategiche" presso l’Università di Roma "La Sapienza" e del Master in "Scienze Criminologiche, Investigative e della Sicurezza" dell'Università “Niccolò Cusano” di Roma. Il corso analizzerà diversi argomenti.

Si focalizzerà l’attenzione sulla fenomenologia dei serial killers e le caratteristiche, si passerà poi ad elencare le classificazioni internazionali (Fbi, Lunde, Rappaport, Holmes et alt.) e le classificazioni delle fasi dell’omicidio seriale (Norris). Spazio anche per il criminal profiling, la tecnica del profilo (Holmes e Holmes), il comporta-

mento e le classificazioni dell'omicidio seriale, il modello motivazionale, il criminale psicotico e psicopatico, la classificazione dei disturbi mentali dei serial killers, i serial killers e la nosografia psichiatrica (Dsm IV) e le perversioni e parafilie. Verranno quindi trattati specifici casi come il mostro di Firenze e verranno trattati diversi temi come i serial killers ed il cinema analizzando gli spunti criminogenetici, la teoria della catarsi, l’ approccio behavioristico, l’arte e serial killer (Manson, Gacy, Ramirez, Schaefer), la personalizzazione, la fantasia ed energia fantasmatica, gli omicidi rituali seriali ed il satanismo criminale (tipologie, motivazioni, classificazioni), Tiv (Ideal Victime Type) , i serial killers satanisti con l’analisi della scena del crimine rituale satanico e l’analisi di un caso pratico che sarà posto all’attenzione dei partecipanti. Al termine del workshop, per cui non è richiesto alcun titolo di ammissione ed il cui costo è di 50 euro, verrà rilasciato attestato di Partecipazione.

Cristo nel labirinto recensito su rivista ALATRI - L’affresco con il “Cristo nel labirinto” ha ottenuto quella che possiamo considerare la definitiva consacrazione internazionale. Infatti, un articolo con alcune foto dedicato al misterioso dipinto conservato in un cunicolo del chiostro di San Francesco è stato pubblicato sul numero di aprile della prestigiosa rivista inglese (e diffusa in tutti i paesi anglofoni) “Caerdroia”, dedicata unicamente allo studio ed alla ricerca sui labirinti di tutto il mondo. Vera e propria “Bibbia” degli appassionati, studiosi e docenti universitari che si occupano di questa materia. La rivista, giunta al 30° anno di pubblicazione, è stata fondata e diretta da Jeff Saward, uno dei massimi esperti viventi in fatto di labirinti. Il ricercatore inglese, già lo scorso anno, dopo aver contattato il ricercatore Giancarlo Pavat, ha mostrato interesse per il labirinto alatrense, ed ha più volte dichiarato che non appena saranno terminati i restauri dell’affresco

verrà personalmente in Italia, per visitare Alatri, l’affresco unico al mondo con il “Cristo nel labirinto” e gli altri monumenti della città. “Il numero di aprile di Caerdroia consta di 56 pagine” spiega lo stesso Saward “contiene il solito mix eclettico di nuove scoperte (tra cui due nuovi labirinti in Francia e ad Alatri in Italia), gli studi di labirinti specifici, riflessioni su questioni dei labirinti scritte dai nostri collaboratori in tutto il mondo”. In Italia la rivista è reperibile soltanto ordinandola direttamente alla redazione in Inghilterra, consultando il sito www.labyrinthos.net.

Infezioni ospedaliere 37mila morti nell’UE

Lampedusa si svuota Partiti i migranti

ROMA - Le mani, gli strumenti chirurgici, i liquidi di infusione e anche l'aria. E' attraverso questi mezzi che si diffondono negli ospedali le infezioni, la complicanza piu' frequente, silente e grave dell'assistenza sanitaria che, spesso, porta alla morte dei pazienti. Infezioni e decessi, in buona parte, evitabili, seguendo delle prassi di igiene.

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - Torna a svuotarsi Lampedusa. Oltre 1.300 dei circa 1.700 migranti presenti sull'isola dopo gli sbarchi di venerdì e ieri, sono partiti questa mattina a bordo della nave Excelsior. La nave raggiungerà prima Cagliari, poi Napoli e Genova dove i profughi saranno accompagnati nelle strutture messe a disposizione dalle regioni.


cronaca DRAMMI IN PROVINCIA

DA PARTE DEI CARABINIERI

Roccasecca ed Alvito, muiono tre persone per gravi incidenti

Arresti e denunce per reati contro il patrimonio nel Frusinate

FROSINONE - Domenica nerissima per la sicurezza stradale, con in tragico bilancio di tre morti nel sud della provincia. Il primo scontro si è verificato sulla superstrada Sora – Cassino, nei pressi di Vicalvi, dopo quello avvenuto

sulla Casilina. La vittima, 32 anni, era di Battipaglia. Grave la fidanzata di 24 anni. Poco prima delle 17, per cause al vaglio della Polizia Stradale, si sono scontrati un’Audi A4 ed un camion di una azienda di Salerno adibito al trasporto di verdura. Sull’auto viaggiavano, in direzione Cassino e nei pressi di Vicalvi, due giovani di Battipaglia: G.T. di 32 anni e la sua fidanzata, C.R. di 24. L’impatto è stato terribile ed il giovane campano ha perso la vita, mentre la sua ragazza ha riportato gravi traumi ed è stata elitrasportata in un ospedale della capitale. Il secondo gravissimo incidente stradale si è verificato nel pomeriggio di domenica lungo la Casilina, nel tratto compreso tra i comuni di Aquino e Castrocielo. A perdere la vita è stato

Franco Cocco, 55 anni, di Roccasecca, e la madre Maria Simonelli, di 75 anni. L'uomo è morto sul colpo. La madre invece è stata estratta ancora viva dalle lamiere e trasferita in eliambulanza all'Umberto Primo di Roma, dove ha cessato di vivere poco dopo, a causa della gravità delle ferite riportate. Sul posto oltre che i Vigili del Fuoco del distaccamento di Cassino e diverse ambulanze dell'Ares 118 partite dalla postazioni di Cassino e Pontecorvo, anche i Carabinieri della Compagnia di Pontecorvo e della stazione di Aquino. In base ad una prima ricostruzione della dinamica sembrerebbe che la Fiat Marea, che procedeva in direzione Roccasecca, per evitare l'impatto con una Fiat Punto, si sarebbe ribaltata più volte finendo la corsa contro un albero.

CORENO AUSONIO

80enne scompare di casa: Ricerche anche in montagna FROSINONE - Un ottantenne di Coreno Ausonio, Giuseppe Ruggero, è scomparso domenica da casa. Ricerche in corso da parte delle forze dellìordine di decine di volontari. L'uomo, che soffre di vuoti di memoria, potrebbe aver perduto il senso

dell'orientamento. Una vasta battuta di ricerca è in corso in tutta la zona delle cave e nei boschi che circondano il paese del Cassinate. Alle ricerche, oltre ai Carabinieri e ai Vigili del Fuoco, stanno partecipando decine di volontari.

PIOGGIA E VELOCITÀ

Auto sbanda e finisce in giardino a Piedimonte San Germano Fuoripista senza particolari conseguenze, oggi pomeriggio, per un giovane di Piedimonte San Germano che, probabilmente a causa della velocità e della pioggia che ha reso viscido l’asfalto, è uscito di strada finendo con la sua Ford nel giardino di una casa in via Decorato. Per fortuna, in una giornata

che cha visto nel cassinate due incidenti mortali a poche ore di distanza, in questo caso c’è da raccontare solo di danni e di lievi ferite subito medicate al pronto soccorso di Cassino. A mettere in sicurezza la strada e ad aiutare il giovane ad uscire dal giardino, sono intervenuti i vigili del fuoco di Cassino.

CASSINO - Alatri, i militari della locale Stazione, in esecuzione di ordinanza applicativa di misura cautelare personale emessa dal Tribunale di Frosinone, che concordava pienamente con le risultanze investigative di quell’Arma, traevano in arresto un 48enne di Vico nel Lazio, per i reati di atti persecutori e tentata estorsione in concorso. In concorso con un minore, con più azioni di un medesimo disegno criminoso ed in tempi diversi, in Alatri e Vico nel Lazio, poneva in essere, con il ruolo di istigatore e concorrente morale, condotte reiterate di minaccia, molestia e tentata estorsione ai danni dell'ex coniuge, cagionando in lei e negli altri componenti del nucleo familiare un perdurante stato di ansia e paura ingenerando nella stessa il fondato motivo per l’incolumità propria e dei prossimi congiunti. Lo stesso, inoltre, nell’ambito dello stesso disegno criminoso e sempre in concorso con il minore, poneva in essere atti diretti, in modo non equivoco, tesi a tentare di estorcere, mediante minaccia e con la promessa di un male ingiusto, la somma in danaro di euro 30.000,00 ai danni di due coniugi, residenti in quel centro, proprietari dell’appartamento concesso in locazione alla ex coniuge dell’arrestato, nonché al legale della ex moglie dell’arrestato. Nella circostanza, il minore veniva deferito in stato di libertà all’A.G. minorile di Roma, quale esecutore materiale del delitto. In Filettino, i militari della locale Stazione, ambito attività investigativa intrapresa a seguito del rinvenimento, in località Cerreto di quel centro, di alcuni cuccioli di cane privi di vita, deferivano in stato di libertà una donna ed un uomo del posto, per concorso in uccisione di animali. I predetti, in concorso tra loro, sopprimevano e si disfacevano di alcuni cuccioli partoriti da tre cagne di proprietà della donna.


cassino Gli iscritti aventi diritto al voto erano ben 31800, divisi in 33 sezioni elettorali

Alta l’affluenza alle urne per il rinnovo della giunta Nel rione Colosseo è stata denunciata una 50enne per aver fotografato la scheda votata CASSINO - Afflusso lento ma regolare ai 33 seggi elettorali di Cassino da parte dei votanti. Su un complessivo di 31.671 elettori avevano votato alle ore 15 di ieri. I sei candidati a sindaco hanno votato in maniera scaglionata nella giornata di domenica. Il primo a recarsi alle urne è stato Giuseppe Golini Petrarcone che ha votato alle 10,15 al seggio n.1 di via Santa Libera mentre Iris Volante ha votato al seggio 21 alle 10,30, seguita mezz’ora dopo da Barbara Di Rollo che ha votato nel seggio di Caira. Tra mezzogiorno e l’una hanno votato al seggio 25, al rione Colosseo, Gianni Valente, e Maurizio Russo al seggio 26. Nel pomeriggio, invece, Carmelo Palombo ha votato al

seggio 29 di Antridonati. Affollamento all’ufficio anagrafe del Comune per il rilascio delle tessere elettorali. Ne sono state consegnate un migliaio di cui 200 a cittadini stranieri. Nei seggi sostituiti per rinuncia 74 scrutatori e una decina di presidenti. La polizia ha denunciato una donna di 50 anni che al seggio numero 6, presso la scuola elementare del rione Colosseo, aveva fotografato in cabina col cellulare ha scheda appena votata. Se ne è accorto il presidente del seggio che ha chiamato gli agenti in servizio. Comunque davanti ai seggi si è registrato un via vai di candidati interessati al regolare svolgimento delle votazioni. Sono sei i candidati a sindaco di cui quattro di centrodestra

(Carmelo Palombo, Barbara Di Rollo, Maurizio Russo e Gianni Valente) e due di centrosinistra (Iris Volante e Giuseppe Golini Petrarcone). Iris Volante è a capo di una coalizione mista che comprende l’Udc e Fli insieme a Pd e Psi. Un esperimento politico sotto osservazione anche a livello regionale e nazionale per i risultati che ne usciranno. Un test importante, se avrà successo, da sperimentare anche a Roma nelle comunali del 2013 Comunque, sia il centrodestra che il centrosinistra si presentano divisi e perciò bisognerà vedere se ci sarà un vincitore al primo turno oppure servirà il turno di ballottaggio e quindi ricorrere agli eventuali apparentamenti.

DA UNA PROPOSTA DELL’ARCHITETTO VINCENZO RAGO

Verifica pratiche edilizie, urge istituzione di una commissione tecnica comunale CASSINO - E’ urgente l’istituzione di una commissione tecnica comunale per l’analisi delle pratiche edilizie. Lo sostiene l’architetto Vincenzo RAGO, già assessore comunale dell’Udc. Rago sostiene che l’attività edilizia nel nostro territorio è in grave crisi; nel territorio comunale di Cassino si è tenuti al rispetto di un Piano Regolatore vecchio di trent’anni; nelle Zone Agricole non sono più consentite edificazioni se non proposte solo a fini agricoli; l’Ufficio Tecnico Comunale, anche per mancanza di personale, non riesce in tempi brevi a dare risposte a qualsiasi richiesta per realizzazioni edilizie; sono certo che, come previsto dall’ Art. 4 Comma 2 del Testo Unico dell’Edilizia, D.P.R. n°

6 ANNO II - N° 112 mArtedì 17 mAggIO 2011

380 del 6 giugno 2001, è possibile istituire un Commissione Tecnica (Ex Commissione Edilizia) che, collaborando con il Settore Urbanistico Comunale, contribuisca a snellire il procedimento tecnico-amministrativo nel rispetto delle competenze tra gestione ed indirizzo politico. Certamente il tutto dovrà essere previsto nel Regolamento Edilizio Comunale che dovrà indicare gli interventi sottoposti al preventivo parere di tale organo consultivo. Con l’avvento del T.U. n° 380/2001 tutti i Comuni del Cassinate hanno eliminato la Commissione Edilizia Comunale. Per i piccoli Comuni, dove non è presente una grande attività edilizia e gli interventi proposti rara-

mente sono di grande rilevanza, probabilmente l’eliminazione della Commissione ha contribuito allo snellimento delle procedure. Nel nostro Comune, invece, dove vi è ancora una attività con problematiche edilizie ed urbanistiche di una certa importanza, l’istituzione di una Commissione Tecnica contribuirebbe allo snellimento delle procedure e sarebbe un momento di riflessione tecnica qualificata sulle proposte edilizie.” Il nuovo sindaco, dichiara Rago, si dovrà impegnare a prevedere nel Regolamento Edilizio Comunale, l’istituzione di questa Commissione Tecnica che dovrebbe contenere, oltre ai Tecnici Comunali, i rappresentanti dei Professionisti,

residenti nel Comune di Cassino, che operano nel Settore Edile e cioè un Architetto, un Ingegnere, un Geometra ed un Geologo.Gasbarra PD a Cassino per sostenere la candidatura di Iris Volante. “ Iris Volante rappresenta la grande spinta al cambiamento” “Dobbiamo unire tutte le forze, ogni energia per voltare pagina a Cassino e far partire una nuova straordinaria stagione”. Queste le parole del parlamentare del Partito Democratico a Cassino per la chiusura della campagna elettorale della candidata Iris Volante , ed aggiunge: “ Lo possiamo fare coinvolgendo in ogni modo i cittadini ai quali dobbiamo dimostrare che una alternativa esiste, è forte, determinata e pronta per il governo della città. Lo slogan scelto da Iris Volante, ‘Se non ora, quando?’ rappresenta nel migliore dei modi la grande spinta al cambiamento, il desiderio di scrivere una nuova storia con una squadra giovane e unita, che a Cassino esiste e che vuole far vincere il buongoverno”.

Rimpatriati tre malviventi

Truffatori in azione con bancomat

CASSINO - Sant’Elia Fiumerapido ed Atina, in data odierna, i militari delle locali Stazioni, nel corso di servizio di controllo del territorio, intercettavano e controllavano tre individui,due frusinati ed un napoletano, mentre si aggiravano nei pressi di attività commerciali. Ricorrendo i presupposti di legge, gli stessi sono stati proposti alla Questura di Frosinone per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

CASSINO - Piedimonte San Germano, in data odierna, al termine di serrate indagini i Carabinieri della locale Stazione deferivano in stato di libertà due individui frusinati che dopo aver sottratto la carta Bancomat ad una 90enne del luogo, utilizzavano la stessa indebitamente acquistando merce presso diverse attività commerciali del cassinate.


cassino Lettera aperta di chi ha trionfato ad Arpino nella manifestazione internazionale di Latino

Certamen, il “grazie” del vincitore ARPINO - Ringraziamento pubblico con una lettera aperta da parte di Glauco Schettini, vincitore della 31° edizione Certamen Ciceronianum Arpinas. “La prima persona a parlarmi del Certamen Ciceronianum fu, in una mattina di oltre quattro anni fa, la mia professoressa di italiano. Era convinta che avrei dovuto parteciparvi, e forse, chissà, sperava che le cose sarebbero andate come poi sono andate davvero. Forse l’ha sempre sperato anche la professoressa di latino e greco, che, in tre anni di liceo, non ha mai dimenticato di portare dentro al registro, per esporla all’occorrenza come un santino, la cartolina con il busto di Cicerone dell’ultimo Certamen a cui aveva partecipato come accompagnatrice. Ma quando ho firmato il modulo per la partecipazione, contavo soprattutto di vivere una bella esperienza, senza che ne potessi immaginare la conclusione. Di certo, quando dal palco ho

sentito chiamare il mio nome, ci ho messo un po’ a realizzare cosa stesse accadendo – sarà stato il caldo, l’abbraccio di chi mi stava vicino o semplicemente l’emozione – e forse non l’ho veramente capito fino a quando, tornando verso il pullman dopo la cerimonia, non mi è capitato che delle persone mi fermassero lungo la strada. Magari non conosco i loro nomi, ma ricordo le facce di tutti, e spero che sorridano ancora, come facevano in quel momento, se leggeranno queste parole: il modo in cui hanno accolto tutti noi partecipanti ad Arpino ha avuto qualcosa di particolare, ci ha fatti sentire tutti concittadini almeno per quel giorno, e la stima e l’affetto che mi hanno dimostrato resta senza dubbio uno dei ricordi più piacevoli. Probabilmente non è bastato rispondere a più d’un intervistatore per sottolineare a sufficienza la gratitudine che provo per gli ambasciatori che mi hanno ac-

compagnato durante tutta la mia esperienza al Certamen, Luana, Carlo e Federico. Forse l’immagine più bella che mi resta di questi quattro giorni è proprio quella del saluto che mi hanno rivolto alla partenza, con l’entusiasmo e la cortesia che li hanno contraddistinti ininterrottamente. Giusto il tempo, poi, di salire sul pullman, per essere accolto dall’applauso di amici e professori. Vorrei poter fare i nomi di tutti, per ringraziarli dei complimenti e soprattutto della loro simpatia e della loro amicizia: se anche non avessi vinto, la loro presenza sarebbe bastata a fare di questo Certamen un’esperienza più che indimenticabile. Avere ricevuto e ricevere ancora messaggi di congratulazioni, e non solo, dai ragazzi conosciuti ad Arpino è il segno che, oltre il concorso, c’è qualcosa di più grande. Se ne saranno accorti, credo, dai miei racconti, i compagni di scuola: quelli che mi hanno chiamato

mentre tornavo a casa, o quelli che il giorno dopo, nell’attesa che i giornalisti del TG venissero a intervistare me e la professoressa, hanno preparato una vera e propria festa, o quelli che ancora mi fermano lungo i corridoi o per le scale semplicemente per

sorridermi e complimentarsi. E spero se ne siano accorti anche i professori: è al lavoro di tutti loro che si deve la partecipazione di tanti giovani al Certamen, è al loro impegno costante e nascosto che si devono i nostri successi. In molti, in questi giorni, mi hanno stretto la mano e si sono congratulati con me, ma sono io a dover ringraziare tutti loro. Ricevere telefonate di persone che hanno letto il mio nome sul giornale o hanno sentito la mia intervista alla televisione è qualcosa di insolito e divertente, e a sentire parenti, genitori e amici che si sono commossi vedendo il video della premiazione quasi riprovo l’emozione indescrivibile di quei momenti. Non servirebbe a nulla nascondere quanto siano grandi la mia soddisfazione e la mia felicità, ma non posso non sottolineare che molto di esse si deve ai volti e alle parole di tutti coloro che, in questi giorni, hanno condiviso la mia gioia”.

ARTE

Galleria Nazionale d’Arte Moderna con modelli ciociari S

ta avendo luogo e terminerà il 12 giugno prossimo a Roma una grande mostra alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna dal titolo: “Dante Gabriele Rossetti/Edward BurneJones e il mito dell’Italia nell’Inghilterra vittoriana”. In questo movimento artistico inglese che si può far iniziare nel 1870 all’incirca e che dura per una quarantina d’anni, il ruolo dell’Italia è rilevante, come lo è sempre quando si parla di apporti estetici e artistici. Ma nel movimento artistico in questione c’è però una componente italiana di notevole rilievo che è stata, invece, totalmente e completamente ignorata e trascurata, con gravissima lacerazione del livello qualitativo e informativo che sicuramente detta iniziativa si propone. Non entro nel merito della qualità e della scientificità del contenuto del ponderoso catalogo edito per la mostra epperò, e va detto, vi si evidenzia una lacuna così grossolana e perfino elementare che la relativa fruibilità e la efficienza scientifica medesima ne vengono minate indiscutibilmente alla base e cioè la mancanza dell’indice analitico: e già siffatta lacuna in opere di tale genere e cioè in cataloghi che abbracciano centinaia di nomi e di fatti, è inammis-

7 ANNO II - N° 112 mArtedì 17 mAggIO 2011

sibile e tale da gettare ombre scure anche sulla qualità della iniziativa medesima e comunque sulla validità del catalogo. Ma quanto è anche a dir poco difficilmente comprensibile in questo inno che si fa dell’apporto italiano alla nascita e sviluppo del movimento artistico in esposizione è il fatto che tra le varie sfaccettature di tale apporto manca quello fondamentale e sovente determinante per la nascita stessa di un’opera

d’arte, e cioè la presenza del modello italiano e più esattamente ciociaro. E’, in vero, a dir poco sgradevole dover leggere pagine e pagine di commenti e di interpretazioni per esempio su una scultura famosissima tra i cultori d’arte -e tra l’altro presente, in marmo, nella Galleria Naz. medesima quale suo patrimonio permanente- e cioè l’opera di Frederick Leighton “Atleta che lotta con un pitone” e non informare, poi, che il modello che diede corpo alla scultura e anima all’artista creatore fu Angelo Colarossi senior da Picinisco, tra l’altro sicuramente il modello professionista più noto e più stimato della Londra dell’epoca. Non è comprensibile come mai nel catalogo non si rinvenga traccia della modella forse più amata e più apprezzata proprio da Edward C. BurneJones per parecchi anni e cioè della splendida modella di Atina, Antonia Caira della quale, tra l’altro, il pittore scrisse: “Come Eva e Semiramide… ebbe splendore e solennità: la sua gloria durò dieci anni”. Quale artista ha mai scritto parole simili per una sua modella in tutta la storia dell’arte? Ebbene, non è questa una lacerazione imperdonabile che in tutto il catalogo non venga fatto nessun cenno ad Antonia?

Nessun cenno a Domenico Mancini, a suo figlio Vincent, nessun cenno a Orazio Cervi, a Gaetano Meo, alla colonia di modelli che si assiepavano nel quartiere di Clerkenwell a Londra, a Alessandro De Marco di Picinisco, ricercato e amato proprio, di nuovo, dal Burne-Jones. Una delle opere d’arte più care agli Inglesi e non solo a loro, si chiama ‘The Sluggard’, ‘Il neghittoso, l’eterno stanco’ sempre di Fred. Leighton, una scultura che si ammira alla Tate di Londra. E, di nuovo, ci troviamo di fronte al ritratto del modello che posò per questo capolavoro, dal corpo di un apollo, molto caro all’artista, anche ora un ciociaro di Picinisco, Gaetano Valvona e che nel catalogo (n.69) questa volta, viene menzionano ma in questo modo: Giuseppe Valona, ripetendo acriticamente un errore che si ripete da oltre cento anni. Eppure proprio pochissimi anni fa a Londra è stata tenuta, alla Tate, una mostra della più gande importanza proprio su questa particolare epoca della storia dell’arte inglese e una pagina di essa fu dedicata a Gaetano Valvona, a evidenziarne il contributo dato all’arte inglese col suo corpo e la sua anima. Quindi diventa arduo a questo punto giustificare tali grossolani errori che hanno il solo risultato, tra l’altro, di continuare a tenere in disparte certe realtà e a minimizzarne certe componenti. Si parla di Alfred Gilbert, l’artista che ha scolpito l’Eros o l’angelo della carità che è nel centro della fontana che si leva a Piccadilly Circus e per cui posò Angelo Colarossi junior, lo stesso che ha posato per la scultura che si illustra nel catalogo (n.86) dove però al modello non viene fatto alcun cenno.

Romena rimpatriata dai carabinieri

Ospedale, ricoveri sospesi a Ortopedia

CASSINO - Cassino, i militari dell’Aliquota Radiomobile, nel corso di predisposto servizio per il controllo del territorio, intercettavano e controllavano una 25enne rumena, residente a Napoli, già censita, mentre si aggirava con fare sospetto, nei pressi di attività commerciali di quel centro. Ricorrendo i presupposti di Legge, lo stesso veniva proposto per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio.

CASSINO - Sono sospesi i ricoveri al reparto di ortopedia per la mancanza di medici. Infatti vi sono soltanto tre ortopedici. Intanto sono sospesi anche gli interventi chirurgici per lo sciopero degli anestesisti. Anche questa categoria è in difficoltà perchè sono pochi e le richieste tante. Solleciti alle Asl sono stati inviati dagli ospedali.


cassino Tra 15 giorni si riandrà alle urne per decidere il primo cittadino di Cassino

Palombo e Petrarcone, sfida Carmelo Geremia

PALOMBO Pdl, Mpl, Adc, La Destra, Liste Civiche

Voti:

7356

GIANNI

MAURIZIO

VALENTE

RUSSO

Forza del Sud

Fiamma Tricolore, Noi Sud, La Rondine, Giovani Cassino

Voti:

Voti:

902

957


ANNO i1 - N°112 - mArtedì 17 mAGGiO 2011 - distribuziONe GrAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GiOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO A TUTTI I CANDIDATI

Del centrodestra e del centrosinistra, nessuno escluso, che in queste ultime settimane sono stati impegnati in un campagna elettorale che, per chi l'ha vissuta sulla propria pelle, se fatta seriamente e con grande senso di responsabilità nei confronti delLe persone, è davvero faticosa. Ancor più lo saranno le prossime ore, nella caccia all'ultimo voto e nell'attesa del responso delle urne. A tutti rivolgiamo un in bocca al lupo sperando che chi andrà a governare non si dimenticherà delle promesse fatte.

RADIOLOGIA A MEZZO SERVIZIO

IL TAPIRO DEL GIORNO FRANCESCO RAFFA

Se il sindaco di Frosinone semra avere dimenticato i problemi, gravissimi, legati all'alto tasso di inquinamento presente in Città, l'assessore comunale all'Ambiente non è certamente da meno. E lui, forse più del primo cittadino, non ha proprio scusanti dal momento che vanta anche un passato come dirigente all'interno di legambiente, ragion per cui non si comprende come faccia a non preoccuparsi della questione e ad intervenire. E pure velocemente, dal momento che l'estate è alle porte e con l'afa respirare in Città diverrà quasi impossibile.

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frusinate Uno studio che si inserisce nel novero degli eventi per i 150 anni dell’Unità d’Italia

La storia dei giornali a Frosinone Arriva direttamente dall’Osservatorio romano, diffuso dai tempi del Regno d’Italia ad oggi FROSINONE - Quando Frosinone entrò a far parte del Regno d’Italia l’unico giornale disponibile in Città era L’Osservatore Romano, organo ufficiale della Chiesa cattolica, che era diffuso fra il numeroso clero, i funzionari della Delegazione pontificia e le famiglie della locale piccola aristocrazia e dei possidenti legati al potere pontificio. Proprio il 20 settembre del 1870, con la fine del potere temporale della Chiesa, L’Osservatore Romano uscì per l’ultima volta, per protesta, con le pagine interne bianche e interruppe le sue pubblicazioni che riprenderà dopo qualche settimana, il lunedì17 ottobre. A Frosinone, ormai diventata “italiana”, arrivarono subito i giornali nazionali, primo fra tutti La Gazzetta Piemontese di Torino (diventerà in seguito La Stampa) che già aveva ripor-

tato quotidianamente le cronache della cacciata dalla provincia di Frosinone delle truppe papaline e l’avanzata delle colonne italiane lungo la via Casilina in direzione di Roma. Da allora cominciarono ad arrivare a Frosinone anche altri giornali nazionali, per lo più stampati a Roma, come L’Opinione, Il Diritto, Il Popolo Romano, La Libertà ecc… Tutti questi quotidiani di orientamento liberale, e comunque vicini al governo italiano, avevano i loro lettori soprattutto tra i funzionari del nuovo Stato, i militari di stanza nella Città e i giudici e gli avvocati del locale Tribunale. In una Città e in un Circondario dove ancora diversi anni dopo la loro annessione al Regno d’Italia, le relazioni del Sottoprefetto denunciavano che “manca la fiducia sulla stabilità del Governo

italiano e i clericali spargono la voce sulla imminente restaurazione del caduto Governo pontificio. Essi sono creduti ove è maggiore l’influenza dei preti coadiuvata dalla stampa clericale che è diffusa in tutti i Comuni non essendovi prete cui non giunga La Frusta, La Voce della Verità e altro simile periodico (oltre che L’Osservatore Romano), mentre per giornali seri ed onesti arrivano appena nei centri popolosi e sono letti da pochi, avendo scaltramente i preti dato ad intendere che quella lettura faccia incorrere nella scomunica”. Questa situazione di monopolio assoluto dell’informazione da parte delle strutture ecclesiastiche sarà rotta sul finire del 1874 dall’apparire del primo giornale locale, Il Lampo dell’ex garibaldino Aristide Salvatori di Ripi e

dal fiorire, nel corso degli anni ’80 del XIX secolo, di numerosissime iniziative editoriali, sia a Frosinone che nei maggiori centri del Circondario, quasi tutte di tendenze liberaldemocratiche, repubblicane e socialiste. Ciò fu possibile grazie all’estensione anche nei territori dell’ex Stato pontificio dell’editto promulgato da Carlo Alberto il 26 marzo del 1848 sulla libertà di stampa con l’abolizione della censura preventiva, l’eliminazione dei pesi fiscali e la possibilità di pubblicare i giornali senza bisogno di particolari autorizzazioni. Tutto questo però non evitava che da parte dei prefetti e della polizia si potessero esercitare, in molte occasioni, forme di pressioni e di controllo come il sequestro preventivo e minacce di carcerazione dei direttori responsabili.

CONCORSO DELLA COLDIRETTI

DAL PROSSIMO 1° GIUGNO

“Sapere i Sapori”, vince lo Scientifico

Radiologa Part-time all’ospedale Spaziani

FROSINONE - A partire dal prossimo 1° giugno molte delle attività del reparto di Radiologia dell'ospedale «Fabrizio Spaziani» del capoluogo diminuiranno a causa della presa di posizione del personale specialistico di proseguire con il «Per», il Progetto emergenza radiologica. Come «logica» conseguenza, non essendoci altro personale dispo-

2 ANNO II - N° 112 mArtedì 17 mAggIO 2011

Dalla comparsa del Lampo fino alla pubblicazione del Grido della Folla e dell’Azione, alla vigilia della prima guerra mondiale, sono oltre trenta le testate stampate e diffuse a Frosinone, fatto davvero eccezionale se si pensa che allora la Città non contasse più di 10.000 abitanti dei quali quasi l’80% risultavano analfabeti. Oggi quelle testate, conservate presso la Biblioteca Nazionale di Firenze che per legge era destinataria di tutto il materiale a stampa prodotto in quegli anni dalle tipografie di tutto il territorio nazionale, sono presentate per la prima volta al pubblico frusinate perché costituiscono un prezioso e originale contributo alla conoscenza della storia della Città. (a cura di Maurizio Federico dal portale del Comune di Frosinone)

nibile, le varie attività verranno ridotte e ridisegnate. Questo il nuovo quadro riferito agli esami: le mammografie saranno programmate dal lunedì al venerdì; una tac al giorno per un paziente ambulatoriale; Moc attiva e radiologia ambulatoriale tre esami al giorno. Per quanto riguarda, invece, il presidio di Ceccano, il servizio radiografie sarà attivo il martedì e il giovedì (dieci pazienti rx senza mezzo di contrasto e cinque pazienti per la tac), mentre per la risonanza magnetica è previsto solo un turno diurno nei giorni dispari e le ecografie soltanto per tre pazienti ambulatoriali. Una rivoluzione che, inutile sottolinearlo, danneggia ulteriormente gli utenti. L'effetto immediato, manco a dirlo, è

l'allungamento delle liste di attesa. Insomma, pur nell'ottica di assicurare il servizio, appare chiaro che si è di fatto in emergenza. E questo ci riporta alla famosa storia delle proteste sulle indennità aggiuntive con gli anestisisti che non assicurano più le attività chirugiche se non urgenti. L'Azienda sanitaria aveva infatti stabilito di remunerare le prestazioni dei medici di Anestesia e Rianimazione, Radiologia e Pronto Soccorso fissando una cifra (dettata anche dal piano di rientro sanitario della Regione) che finora non ha trovato d'accordo i medici. La speranza è che si giunga il più presto possibile a una soluzione che soddisfi il personale ma anche e soprattutto l'utenza.

Premiato a Rieti il“Sulpicio”di Frosinone FROSINONE - La Cordiretti del Lazio ha premiato ieri mattina i ragazzi del Liceo Scientifico Sulpicio di Frosinone, che si sono esibiti nella lavorazione della pasta, nell'ambito dell'edizione 2011 di 'Sapere i Sapori'. "Con questa iniziativa abbiamo raggiunto tre grossi risultati - ha dichiarato Massimo Gargano, presidente di Coldiretti Lazio in primo luogo siamo riusciti a portare in città il mondo rurale, a dare così l'opportunità ai giovanissimi di immaginare uno stile di vita diverso, più sostenibile". "In secondo luogo - ha aggiunto - abbiamo potuto parlare di alimenti e salute, dell'importanza di affidarsi ad una alimentazione sana per sconfiggere

patologie, o fenomeni quali l'obesità giovanile, o l'eccessiva magrezza, in terzo luogo con i ragazzi è stato affrontato un altro tema cruciale, quello della cosiddetta 'reggimentazione' del territorio da parte delle aziende agricole. Che vuole dire? Che l'impresa agricola svolge una funzione prioritaria nella difesa dell'integrità del territorio".

Melania morta dopo colluttazione

Intrappolato nella neve per 70 giorni. Muore

MILANO - Carmela Melania Rea è morta nel Bosco delle Casermette, a Ripe di Civitella (Teramo) dopo una colluttazione rapida, breve. Sono le prime indicazioni emerse dopo il nuovo esame autoptico, effettuato ieri dal prof. Adriano Tagliabracci a Teramo per chiarire alcuni dettagli rispetto all'autopsia effettuata il 21 aprile scorso. Sembra che la vittima non sia stata tramortita dal suo assassino.

WASHINGTON – Jerry McDonald si è accampato in un bosco dell’Oregon a pochi chilometri da una strada statale. La neve lo ha sorpreso e lui è rimasto intrappolato con il suo pick up. Era il 7 febbraio. Lo hanno trovato senza vita dopo quasi 70 giorni. Accanto una sorta di diario su un rudimentale calendario: l’ultima volta che ha scritto qualcosa era il 15 aprile. Poi più nulla.


IL METEO

ORARI TRENI

SORA

CASSINO ROMA

POMERIGGIO SERA NOTTE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

LA RICETTA BAVARESE

Per preparare il bavarese iniziate mettendo a mollo la colla di pesce in acqua fredda. In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Tagliate la stecca di vaniglia a metà per il lungo e ponetela in infusione nel latte, che porterete a sfiorare l’ebollizione. Quando il latte avrà quasi raggiunto l’ebollizione incorporatelo a filo al composto di uova e zucchero, avendo cura di farlo passare attraverso un colino per rimuovere la stecca di vaniglia ed eventuali residui. Mescolate bene e riportate il composto sul fuoco dolce, mescolando fino a che avrà raggiunto la temperatura di 80/82°C. A questo punto togliete dal fuoco e incorporate la colla di pesce ben strizzata. Mescolate fino a che la colla di pesce non sarà completamente sciolta, quindi raffreddate il composto ponendolo a bagnomaria in una ciotola più grande contenente acqua fredda e cubetti di ghiaccio. Quando la crema si sarà raffreddata montate la panna fresca fino a che sarà “semimontata”, deve quindi iniziare a diventare spumosa ma non troppo solida. Incorporate la panna semimontata alla crema con una spatola facendo movimenti delicati dal basso verso l’alto per non farla smontare; quando la panna sarà completamente amalgamata e il composto liscio e omogeneo, ponete il tutto in uno stampo bagnato con dell’acqua. Noi abbiamo utilizzato uno stampo dalla capienza di 1,5 lt. Ponete il bavarese in frigorifero per almeno 5 ore prima di sformarlo. Per facilitare l’operazione immergete lo stampo per pochi secondi in acqua bollente prima di capovolgerlo. Servite il bavarese al naturale oppure accompagnato da frutta fresca a pezzetti o da una coulis di lamponi o frutti di bosco!

NUMERI UTILI EMERGENZA CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE

112 113 115 118 1515 800116

SANITA’ OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422

NUMERI UTILI COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO

FROSINONE

MESSE

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

CASSINO NAPOLI 1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

NAPOLI CASSINO

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

ORE

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI

ORE

FROSINONE, biblioteca provinciale 16-27 MAGGIO

8.30 11.00 18.00

“VIVA L’ITALIA CHE LEGGE!” In occasione della campagna nazionale “Il Maggio dei Libri”- promossa dal Centro per il Libro e la Lettura -, che punta a sottolineare il valore sociale del libro e a stimolare l’abitudine alla lettura, la Biblioteca Provinciale di Frosinone propone per l’anno 2011 una serie di interventi di animazione culturale articolati in dieci giorni dal 16 al 27 maggio p.v. dando vita all’iniziativa denominata “Viva l’Italia che legge. Festival di primavera”, 8. edizione. La manifestazione “Viva l’Italia che legge” è, come di consueto, rivolta a scuole elementari e medie di Frosinone e provincia e consiste in una serie di interventi di animazione culturale che si svolgeranno presso la Biblioteca di via Maria De Mattias con la cadenza di due incontri a giornata. Il tema del Festival, come evidenziato dal titolo, sarà la letteratura dell’Italia Unita; quest’anno, infatti, il progetto intende mettersi in relazione con tutti gli eventi previsti per la celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Le letture saranno tratte dagli scrittori più significativi e famosi della storia d’Italia della seconda metà dell’Ottocento e riadattate ad un pubblico giovanile attraverso le vivaci tecniche di animazione e coinvolgimento degli animatori culturali Davide Fischanger e Cataldo Nalli. I progetti di lettura animata organizzati in questi anni presso la Biblioteca hanno attirato centinaia di studenti, i quali hanno potuto apprezzare una risorsa comunicativa che né la televisione né il computer possono ancora dare: la partecipazione ad un’esperienza viva di animazione di storie, un’esperienza che mette in gioco cervello e cuore, emozione e intelletto, conoscenza e divertimento. E’ forse questo il motivo ed il segreto dell’apprezzamento che insegnanti ed educatori coinvolti in questo progetto manifestano al termine di ogni incontro di letture. Gli insegnanti e i dirigenti scolastici che fossero interessati all’iniziativa, possono contattare l’ Ufficio (0775/837005) per ogni eventuale richiesta di informazioni.

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

Stasera in tv su Rete Quattro (ore 21:10)

LO CHIAMAVANO TRINITÀ

(western - 1970)

Trinità è un pistolero pigro e scansafatiche, ma dalla mano destra davvero letale, suo fratello è Bambino un grosso individuo razziatore di bestiame e dal pugno facile. Bambino pur di razziare l'intera mandria di cavalli del Maggiore Harrison, dopo essersi finto sceriffo del paese, si lascia convincere da sua fratello, ad aiutare una comunità di mormoni a difendere le loro terre dall'assalto del Maggiore, che vuole trasformarle in pascoli per i suoi cavalli. Lo chiamavano Trinità è il film che ha sicuramente rivoluzionato il western all'italiana, introducendo all'interno dell'universo western situazioni ed elementi comici, fino a quel momento estranei e impensabili ad un western. La colonna sonora del Maestro Franco Micalizzi è stata ed è una chicca preziosa delle colonne sonore italiane. Regia E.B. Clucher, con Steffen Zacharias, Bud Spencer, Terence Hill, Gisela Hahn.

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.) ORE

8.30 11.00

FARMACIE SABATO 14 MAGGIO

S.ANNA

DOMENICA 15 MAGGIO

S.BENEDETTO

LUNEDI’ 16 MAGGIO

S.BENEDETTO

MARTEDI’ 17 MAGGIO

EUROPA

MERCOLEDI’ 18 MAGGIO

RICCIUTI

GIOVEDI’ 19 MAGGIO

PRIGIOTTI

VENERDI’ 20 MAGGIO

S.ANNA



lagazzettacassino170511a