Issuu on Google+

Poliziotti locali, premi ai più bravi

Scuole più sicure, Pontecorvo attende

CASSINO - Un incontro per fare il punto della situazione sul ruolo e sull’impegno della nuova polizia locale nella regione Lazio e per premiare gli agenti più meritevoli. L’iniziativa, voluta da Anci Lazio, Ateneo cassinate, Regione, Comune di Cassino e dall’associazione Vigili urbani, vivrà un momento di encomio oggi all’Aula Pacis. PAG. 5

PONTECORVO - La sicurezza dei plessi scolastici è una delle emergenze che la nuova Amministrazione Notaro dovrà affrontare. Un impegno che attendono soprattutto i componenti del Comitato cittadino dei genitori i quali hanno chiesto un intervento immediato e risolutivo ai nuovi amministratori perché venga garantita l’incolumità dei loro figli. PAG. 7

ANNO I - N° 40 VENERDÌ 16 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Poligrafica Ruggiero 83100 Avellino (AV)

Le mani sulla città

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AD ANNALISA D’AGUANNO Le è bastato entrare nel novero dei “papabili” alla Giunta regionale del Lazio, per montarsi la testa. Tanto da decidere di non rispondere più al telefono. Al neo consigliere regionale, alla quale senza ironia auguriamo di poter entrare a far parte della Giunta Polverini, vorremmo ricordare che certi meriti si conquistano sul campo e che, una volta conquistati, non di certo si acquisisce il diritto di decidere a chi rispondere e a chi no al telefono. Lo tenga bene a mente la neo consigliera che di meriti, sul campo, almeno per quello che riguarda la recente competizione elettorale, ne ha lasciato ben pochi, essendo stata eletta non perché scelta tra gli altri candidati, ma soltanto perché inserita nel listino bloccato del presidente.

L’OSCAR DEL GIORNO A BRUNO SCITTARELLI Se la crisi, almeno per il momento può attendere, lui per un attimo torna a respirare. Chissà per quanto ancora, però. Benché nnon vorremmo essere nei suoi panni e nei suoi pensieri, apprezziamo il contegno e la tenacia che il primo cittadino sta mantenendo in questo momento di difficoltà per l’Amministrazione da lui capeggiata. Da una parte il gruppo dei “ribelli” che chiedono la testa del presidente del Consiglio, Massimiliano Mignanelli, dall’altra lo stesso Mignanelli che a dimettersi non ci pensa proprio. E Scittarelli media. D’altro canto non può fare diversamente.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE La governatrice Polverini risponde a Montino

Nomine dell’ultima ora I sindacati diffidano Montino

“Altro che risultati, l’eredità della loro gestione è pesante”

Chiesto l’intervento della Corte dei conti ROMA - Per gettare acqua sul fuoco delle polemiche relative a nomine, contratti e assunzioni dopo le elezioni regionali, l’ormai ex vicepresidente della giunta Esterino Montino ha assicurato che tutti le decisioni in “zona Cesarini” sono state prese “nel pieno rispetto della legge”. Ma più che sul mancato rispetto delle norme, le critiche rivolte al centrosinistra riguardavano - e riguardano - l’opportunità di prendere impegni che graveranno sulle spalle della nuova amministrazione. Qualche serio dubbio sulla giunta uscente è più che naturale se si tiene presente che addirittura i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno diffidato Montino dal procedere sul terreno dell’affidamenti di consulenze e incarichi. Cgil, Cisl e Uil - che non

Fotovoltaico, ecco gli obiettivi dell’Acea ROMA - Sono 14,5 i megawatt di potenza installata da fotovoltaico, che diventeranno 25 a fine giugno, per giungere entro la fine dell'anno a circa 40 Megawatt. Sono questi i numeri che il Gruppo Acea, che opera nel settore del fotovoltaico attraverso Acea Reti e Servizi Energetici (Arse), ha presentato a Ecopolis, la manifestazione internazionale dedicata ai temi dell'ambiente urbano e della sostenibilità, in programma alla Nuova Fiera di Roma. I dati, spiega il gruppo in una nota, ''confermano che il settore delle energie rinnovabili è un asset su cui l'azienda intende puntare per il futuro''. Arse dedicandosi alle tematiche del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili ha inoltre realizzato negli anni campagne di sensibilizzazione al risparmio energetico mirate soprattutto alle scuole medie e superiori di diversi Comuni italiani. Le campagne, spiega Acea, hanno previsto la distribuzione di lampade a basso consumo, kit idrici composti di erogatori per doccia abasso flusso e rompi getto aerati per rubinetti oltre al miglioramento della illuminazione nelle stazioni della metropolitana di Roma e l'introduzione dei Led per l'illuminazione votiva dei cimiteri della Capitale.

2

ANNO I - N° 40 VENERDÌ 16 APRILE 2010

Regione, vertice con Berlusconi ROMA - In attesa della proclamazione ufficiale a presidente della regione Lazio, Renata Polverini si è incontrata a Palazzo Grazioli con il premier Silvio Berlusconi. Il vertice si è protratto per una mezzoretta e le agenzie parlano di un“proficuo scambio di idee”. I due avranno sicuramente parlato della composizione della giunta regionale.

ROMA – Non si è fatta attendere la risposta della Polverini alle dichiarazioni del vicepresidente uscente della giunta regionale del Lazio che nella conferenza stampa di commiato da La Pisana aveva elogiato i cinque anni del governo di centrosinistra, enucleando tutta una serie di risultati. Afferma l’ex sindacalista: “Le parole con le quali Esterino Montino ha elogiato il lavoro della giunta regionale uscente destano molta sorpresa. Risulta infatti incomprensibile come un governo regionale che è stato sonoramente bocciato dagli elettori possa avere il coraggio di attribuirsi giudizi vicini all’ottimo. E’ il segno, ulteriore, di una politica vecchia e autoreferenziale, che offende l’intelligenza dei cittadini e ne ignora il giudizio legittimamente espresso con il voto”. Rincara la dose la Polverini: “La verità è purtroppo ben diversa. L’eredità della giunta Marrazzo-Montino è pesantissima, a partire da una spesa sanitaria fuori controllo, per arrivare all’immobilità politica che ha impedito alla giunta uscente di varare alcuna riforma strutturale”. “Visto lo stato disastroso in cui versa la regione Lazio – conclude la neo governatrice - Montino farebbe quindi bene a non dispensare consigli; renderebbe un servizio, piuttosto, se dedicasse maggiori energie ad una un’onesta e serena autocritica politica”.

sono certo pregiudizialmente nemici del centrosinistra - hanno chiesto perfino l’intervento della Corte dei conti. “Dagli atti pubblicati - si legge nella lettera della Triplice datata 13 aprile - risulta che assessori e direttori stanno tentando di nominare come consulenti personaggi esterni o anche vecchi dipendenti andati in pensione per raggiunti limiti di età. Ciò costituirebbe un comportamento di una gravità inaudita, che impegnerebbe la Regione in spese inutili da parte di una giunta ormai priva di reali poteri esecutivi. Si invita la competente procura regionale della Corte dei conti a vigilare, impedendo un inutile sperpero di denaro pubblico”. Pompeo Di Fazio

Frascati, forum sul futuro del lavoro Obiettivo l’offerta formativa per le fasce sociali svantaggiate LAZIO - Dal 15 al 17 aprile Frascati ospita workshop, conferenze e dibattiti sul futuro del lavoro. Il convegno, che rappresenta una tappa importante del progetto EdA, finanziato dalla regione Lazio e elaborato dal comune di Frascati per il territorio dei Castelli Romani, prevede una serie di incontri di carattere formativo. I corsi, completamente gratuiti, sono rivolti agli adulti dai 18 anni in su, compresi gli anziani, e si propongono di facilitare l’accesso all’offerta formativa di destinatari provenienti da fasce sociali svantaggiate, ovvero di target che spesso trovano insormontabili barriere di accesso alle azioni classiche di educazione per gli adulti. L’inserimento sociale sarà inoltre il filo conduttore di fondo dell’intervento formativo predisposto per il forum e il metodo di inse-

gnamento dei docenti, tutti esperti in formazione degli adulti e provenienti dalle università UniRoma1 e UniRoma3, terrà conto della persona inserita nel suo contesto sociale e svilupperà interventi personalizzati che mirano a facilitare il processo di apprendimento ma anche quello più ampio di inserimento e di integrazione socio-economica. Il Comitato Locale, costituito da 17 comuni, dalla Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini, dalla Provincia di Roma, da associazioni, cooperative e sindacati, centri territoriali permanenti, centri di formazione professionale, centri di orientamento al lavoro e università popolari, ha predisposto una serie di azioni concrete a sostegno dell’occupazione che verranno illustrate domani nel corso dei lavori. In que-

sti mesi, attraverso l’attività del comitato locale per l’EdA, le informazioni sulle opportunità formative sono state raccolte, messe in rete e promosse al fine di recuperare i bassi livelli d’istruzione e formazione. Con il forum di Frascati si inaugura un calendario fitto di iniziative che mirano a contrastare i problemi emersi con la crisi occupazionale in atto e favoriscono la crescita personale dei soggetti deboli preoccupandosi della loro integrazione nel mondo del lavoro. Tre giornate di dibattiti, conferenze, tavole rotonde, di orientamento al mondo imprenditoriale, secondo un percorso partecipato per la costruzione di obiettivi ed azioni condivise in virtù della consapevolezza che ognuno ha la possibilità di avere un ruolo effettivo nella promozione del cambiamento.

I Radicali vogliono annullare il voto ROMA - I radicali stanno valutando se esistono le condizioni per chiedere l'annullamento del voto nella regione Lazio. “Occorre una verifica giuridica – spiega Massimiliano Iervolino – e politica al fine di valutare se un eventuale ricorso per chiedere l'annullamento del voto possa avere un esito positivo”.


PROVINCIA Iannarilli va in soccorso della polizia penitenziaria Il presidente della Provincia visita i manifestanti FROSINONE - Il presidente della Provincia, Antonello Iannarilli, ha visitato in data odierna il personale di Polizia Penitenziaria in stato di agitazione presso la Casa circondariale. Dopo aver incontrato il personale nell’aula magna del carcere ha inviato una lettera al ministro della giustizia e al Dipartimento amministrazione penitenziaria per denunciare una situazione apparsa molto preoccupante: “Il personale di Polizia penitenziaria ha scritto Iannarilli - è sceso in stato di agitazione e sta facendo lo sciopero della fame per protestare contro una situazione che giudica ormai inaccettabile. Denunciano una cronica carenza di organico molto grave, non in coerenza, per capirsi, con quanto accade nella maggior parte delle case circondariali italiane. Il personale, infatti, sostiene di svolgere dei turni massacranti, anche fino a 12 -15 ore lavorative consecutive perché l’organico è troppo sottodimensionato: un

istituto che ospita oltre 500 detenuti, sostengono, non può avere personale in servizio al di sotto della soglia delle 200 unità come è quello di Frosinone. Inoltre la tipologia di detenuti ospitata a Frosinone, per esempio la presenza di diversi pentiti, ha bisogno di molto

personale”. “La mia preoccupazione – conclude il presidente della Provincia di Frosinone - deriva dal fatto che il personale di Polizia penitenziaria non ha alcuna intenzione di recedere dalla forma di protesta che ha adottato, quella dello sciopero della fame che determina, tra l’altro, numerose defezioni ogni giorno per cedimento. Tra pochi giorni, in sostanza, il personale già esiguo si troverà ad essere veramente inesistente per una casa circondariale come quella di Frosinone. Si consideri che attualmente il personale in servizio di notte è di sole 12 unità e che la guardiola, stando a quanto dichiarato dai poliziotti, di notte resterebbe sguarnita. Chiedo, pertanto, un immediato intervento, al fine di controllare l’effettiva esistenza di tutti questi gravi problemi e prendere immediati provvedimenti per evitare le deleterie conseguenze che, temo, possano verificarsi in brevissimo tempo”. Pompeo Di Fazio

Trina: piano casa? aziende penalizzate FROSINONE - Francesco Trina, assessore provinciale alle attività produttive, non usa mezzi termini e si associa alle richieste delle imprese e dei professionisti riguardo al piano casa. “Un piano flop dichiara Trina - che va assolutamente rivisto e che penalizza oltremodo le aziende della Ciociaria che nel campo dell´edilizia arruolano diverse migliaia di dipendenti. Quello approvato dalla regione Lazio, lo scorso agosto, di fatto, è un impedimento legislativo allo sviluppo del territorio. Bisogna ragionare su premi di cubatura più elevati, soprattutto per la demolizione e ricostruzione, procedure burocratiche più snelle ed eliminare i troppi paletti che l´attuale normativa rivolge nei confronti degli ampliamenti nelle zone agricole. Infatti, a distanza di otto mesi dall´approvazione della legge 21/09 il bilancio è assolutamente negativo e le richieste pervenute ai comuni si aggirano solamente sull´ordine di diverse decine in tutta la re-

Atina, torneo di burraco pro Haiti ATINA - La sezione femminile della Croce Rosa Italiana di Cassino ha organizzato ad Atina un torneo di burraco per raccogliere fondi che verranno destinati alle popolazioni colpite, il 12 gennaio scorso, dal terremoto di magnitudo 7,3 che colpì duramente Haiti, uccidendo 270mila persone e provocando un milione e mezzo di sfollati.

gione. Segno evidente che la legge non ha prodotto i risultati sperati”. Altro punto dolente è rappresentato dai capannoni industriali. Spiega Trina: “Attualmente gli ampliamenti riservati ai capannoni industriali non superiori a 1.000 metri quadrati è solamente del 10%; la soglia va innalzata almeno a 2.500 metri quadrati, mentre l´incremento di cubature va portato dal 10 al 20%. La modifica si rende necessaria poiché sono troppe le imprese che di fatto si trovano impossibilitate ad effettuare nuovi investimenti e quindi a creare nuova occupazione”. Riguardo agli impedimenti normativi che penalizzano oltremodo le imprese del territorio l´assessore Trina incontrerà nei prossimi giorni le associazioni di categoria per la redazione di una serie di proposte da sottoporre all´attenzione della nuova giunta regionale e in particolare al nuovo assessore alle attività produttive dell´amministrazione Polverini.

Provincia, gli Lsu protestano al convegno FROSINONE – “In guerra come in amore, ogni mezzo è lecito”. Fedeli a questo assunto, i lavoratori socialmente utili della Provincia di Frosinone, in sit in permanente per chiedere la stabilizzazione nel posto di lavoro, hanno approfittato di un importante convegno in programma presso il salone di rappresentanza di palazzo Gramsci per far sentire ancor più forte la loro protesta. Il salone di rappresentanza della Provincia ospitava il convegno dal tiolo “Presentazione dei risultati del Quarto rapporto della Fondazione Sussidiarietà”. Presenti oltre ai vertici dell’amministrazione provinciale, il professor Luca Antonini, vice presidente della fondazione “Sussidiarietà”, Loreto Policella, della Compagnia delle Opere, i sindaci di Frosinone, Alatri, Sora e Cassino e un folto pubblico di uditori. Ad un certo punto, prima dell’inizio della presentazione del rapporto, uno dei manifestanti è entrato in sala, ha chiesto gentilmente di poter parlare al microfono e ha illustrato i termini della questione che riguarda il futuro lavorativo suo e dei suoi colleghi: “I governi cambiano e le leggi passano, ma per noi lavoratori socialmente utili passano gli anni, 14 per l’esattezza, ci si avvicina ai 50 e le cose non cambiano mai. Dal lontano 1997 prestiamo servizio nell’ente, abbiamo acquisito competenze anche superiori alle realiqualifiche riconosciute, ma questo non può che farci onore, siamo padri e madri di famiglia che vivono con 500 euro al mese. Abbiamo più volte letto parole come monitoraggio, fuoriuscita, tavolo di concertazione, diritti, ma nulla è mai cambiato: Non solo non abbiamo continuato a non vedere riconosciuto il nostro lavoro, ma abbiamo dovuto vedere assunzioni nell’ente di altre figure che ci hanno scavalcato, tanti figli di papà”. Tra l’emozione e la rabbia, il precario ha continuato la “filippica”: Siamo stanchi di essere sussidiati. La nostra dignità va rispettata. Vogliamo la regolarizzazione della nostra posizione lavorativa. Questo chiediamo a Provincia, Regione e Governo: il concreto interessamento affinché si trova la definitiva soluzione per la stabilizzazione”. Il lavoratore precario ha concluso: “Nel rispetto del diritto al lavoro e delle vite precarie di quei lavoratori sempre più poveri ed esasperati e dei gesti disperati di chi si è arreso e non ce l’ha fatta a lottare, noi oggi lottiamo per un lavoro dignitoso e un vero contratto di lavoro”.

Amata: ora dobbiamo fare di più FROSINONE – “Coloro che hanno un rapporto di forte collaborazione con l’amico e riconfermato, con grande successo, consigliere regionale Franco Fiorito, non sono interpreti di un malessere politico nei confronti dell’amministrazione provinciale, ma vogliono incoraggiarne l’azione. La fase preliminare e concomitante alla campagna elettorale ha determinato una fisiologica e competitiva dialettica interna al Pdl che non deve tramutarsi in posizioni bloccanti l’azione amministrativa provinciale, ma sostenerne le potenzialità anche alla luce della filiera istituzionale che il Pdl gestisce con il governo nazionale, regionale e provinciale. La valanga di consensi che il Pdl ha ottenuto è anche espressione di una riconfermata fiducia verso l’amministrazione provinciale che deve avvertire l’obbligo morale di corrispondere all’entusiasmo dirompente manifestato dai cittadini, la cui volontà rappresenta il volano perpetuo per il conseguimento di obiettivi di rilancio della nostra provincia. Accelerare l’azione amministrativa attraverso una pianificazione strategica di esaltazione delle eccellenze

Serrone, grande successo al Vinitaly SERRONE - Successo dei vini Ciociari al Vinitaly 2010. Grande soddisfazione per il riconoscimento ottenuto dall’azienda Giovanni Terenzi, premiata con la “Gran menzione” per il frusinate “Quercia rossa” 2008 insieme ai due vini dell’azienda Colletonno di Anagni con il Cesanese del Piglio Docg “Colle Ticchio” 2008 e il Cesanese doc “San Magno” 2007.

locali, che rappresentano la risorsa imprescindibile da cui far ripartire l’economia territoriale. Un’economia stressata dalla crisi industriale che detiene, comunque, gli anticorpi per reagire, investendo sulle specificità ancorate alla nostra geografia locale. Con la regione Lazio dobbiamo instaurare un rapporto di sinergia, ma senza soggezione, rivendicando il ruolo fondamentale che abbiamo avuto alle ultime consultazioni regionali per la vittoria della Polverini. Con Franco Fiorito, assessore regionale, e Antonello Iannarilli, insieme a tutti coloro che hanno dato il loro contributo alla crescita del Pdl, è auspicabile che si proceda ad una progettualità condivisa. Pertanto, gli impulsi positivi espressi da Franco Fiorito vanno interpretati in un’ottica di squadra proprio per contrastare eventuali individualismi che penalizzerebbero una visione condivisa e realistica del rilancio territoriale. La linea di credito che il popolo ciociaro ci ha affidato merita periodiche rate di risposte in termini di infrastrutture e servizi per onorare una fiducia su cui non sono concepibili ritardi”.

3

ANNO I - N° 40

VENERDÌ16 APRILE 2010


PRIMO PIANO Prendeva la “percentuale” per assunzioni a termine destinati a giovani in cerca di occupazione Un operaio è stato radiato dal sindacato e adesso per lui sarebbe pronta la lettera di licenziamento

“Mazzette” in cambio di un posto di lavoro da operaio

CASSINO - Un sistema neppure tanto ben ideato, tipico di chi crede di poter “fregare” il prossimo, lucrando sulle altrui disgrazie e sulle difficoltà di un momento nel quale, la possibilità concreta di un posto di lavoro appare quasi un miraggio. La promessa, chimerica, fasulla e subdola, di far guadagnare un salario “garantito”, seppur attraverso un contratto a termine, con la garanzia di essere rinnovati. Il tutto per arrotondare il proprio di stipendio, sfruttando una certa situazione tipica di chi millanta conoscenze, strumentalizzando un incarico non certamente piovuto dal cielo ma giunto da parte di chi credeva di poter essere ben rappresentato nel far valere i propri diritti. L’errore, umano, è stato quello di fidarsi della persona sbagliata. La fortuna, come male minore, quella di accorgersi in tempo del sistema messo in atto e di demolirlo senza perdere tempo. Solo così, infatti, è stato possibile mettere la parola fine ad una situazione che rischiava di gettare fango ed ignominia

su anni di impegno vissuti sempre dalla parte dei lavoratori nelle battaglie sindacali, per tutelare i diritti di chi suda sulle catene di montaggio per portare a casa uno stipendio. Soltanto in questo modo, è stato smascherato chi avrebbe preso “mazzette” per impiegare, anche per soli tre mesi, giovani in cerca di un’occupazione. Persino laureati disposti a lavorare come operai per mandare avanti la baracca. Niente di più sgradevole che prendere soldi da chi non sa come fare per tirare a campare. Un sistema sottaciuto, bisbigliato, di cui si parlava da tempo, perché certe cose si sa bene come vanno! Una notizia circolata di bocca in bocca uscita fuori dai cancelli e giunta in Città, ad infoltire il lungo elenco dei “furbetti” che credono di aver scoperto il modo di fregare il prossimo. Soprattutto con la pretesa di essere più furbi degli altri e di non venire mai scoperti. Ma chi, in tutti questi anni, ha sudato, faticato e combattutto per creare una realtà credibile ed onesta sul territorio, non poteva certamente fare “orecchie da mercante”. La controffensiva è giunta immediata ed inaspettata per chi presumeva di farla franca. Inchiodato alle proprie responsabilità, non avrebbe potuto far altro che ammettere. E la “sanzione”, per non parlare della perdita di dignità, è stata salatissima. Una radiazione che vale tanto quanto un etichetta da reietto della società. Un marchio difficile da lavarsi dalla pelle e dalla condotta, se poi in queste circostanze di condotta, di morale e di etica si può parlare. Una brutta storia che adesso, neanche a dirlo, avrà i suoi effetti molto più materiali. Forse, si vocifera, anche la perdita del posto di lavoro, come legge del contrappasso per chi prendeva mazzette da chi aveva veramente bisogno di soldi per tirare avanti la propria famiglia. Restiamo sconcertati dinanzi a storie simili, ma quello che spaventa è che oggi, questo episodio è paradigmatico di una consuetudine che svela, in parte, un vaso di Pandora fatto di intrallazzi e di mezzucci che davvero poco si confanno ad una società civile.

Incassava le caparre degli appartamenti per “recuperare” gli stipendi non pagati. Denunciata impiegata immobiliare CASSINO - Non percepiva stipendi da quattro mesi così, stufa di aspettare, ha pensato bene di incassare le caparre versate dai clienti presso l’agenzia immobiliare in cui lavorava, per acquistare appartamenti. E’ stata proprio la denuncia di uno dei nuovi acquirenti a far scattare le indagini da parte delle Forze dell’ordine e scoprire, così, il presunto reato di appropriazione indebita da parte della donna. Un espediente a cui la stessa, stando ad indiscrezioni trapelate, sarebbe stata costretta a ricorrere perché da oltre cento giorni, il proprio datore di lavoro aveva smesso di pagarle il salario. Una promessa di “pagherò” sempre rinviata e mai mantenuta, dinanzi alla quale la donna sarebbe corsa ai ripari per vedersi garntito il minimo indispensabile quotidiano. Di certo, comunque, un sistema che non poteva reggere in alcun modo, tant’è che non è passato neppure troppo tempo perché la faccenda venisse scoperta.

Ma forse all’impiegata dell’Agenzia immobiliare non interessava neppure tanto che questo accadesse. Probabilmente il suo intento era un altro: richiamare l’attenzione del datore di lavoro su una questione che per lei era della massima urgenza. Peccato, però, che a farne le spese sono stati ignari cittadini i quali, dopo aver bloccato l’immobile dei loro sogni, credendo di aver versato parte dell’importo totale dovuto, si sono ritrovati con un pungo di mosche tra le mani. Adesso, su tutta questa storia stanno indagando le Forze dell’ordine per capire se, oltre a quelle presunte, possano esserci state altre appropriazioni da parte della signora residente nella Città martire. Soprattutto bisogna quantificare l’importo che la donna avrebbe intascato. Va da sé che, qualora venissero trovati riscontri, la faccenda approderà nelle aule di Tribunale da dove l’impiegata rischia di uscire con una condanna per il reato di appropriazione indebita ed un risarcimento da

versare a beneficio del proprio datore di lavoro da cui ancora attende di essere pagata. Così vanno certe cose.....

Mediazione digitale, al via un master

Roccasecca, il prefetto “spegne”l’autovelox

CASSINO - Master universitario per la mediazione digitale. Si tratta di un corso inserito nel pacchetto dell’offerta formativa della facoltà di Lettere e filosofia che avrà inizio il prossimo mese di maggio. Il progetto ha come finalità quello di sviluppare le competenze per la progettazione di attività didattiche.

ROCCASECCA - Ennesimo autovelox sotto sequestro. Stavolta la Prefettura di Frosinone ha deciso di “bloccare” l’apparecchio posto lungo la via Casilina nel territorio del Comune di Roccasecca. In base ai rilievi effettuati dalla polizia stradale, infatti, lo stesso non sarebbe conforme a quanto previsto dal Codice della strada.

5 ANNO I - N° 40 VENERDÌ 16 APRILE 2010


CASSINO Senza soluzione la battaglia politica nel Pdl. Mignanelli non si dimette. Dubbi sulla sfiducia

Comune, la crisi può attendere Pausa nelle trattative nel Pdl per uscire dal tunnel della crisi politica avviata dal gruppo vincitore delle elezioni regionali. Mignanelli non intende lasciare la presidenza del consiglio ed ora si punta sulla sfiducia ma non tutti sono d’accordo. Scittarelli nicchia e aspetta. Il voto sul bilancio è l’arma che intendono utilizzare i ribelli del Pdl per convincere Mignanelli alle dimissioni. Ogni ipotesi rimane aperta.

Il Pdl che governa il comune di Cassino è sempre più spaccato sulle decisioni da prendere per uscire dal tunnel della crisi politica determinata dai risultati elettorali. Il gruppo dei dieci, che fa riferimento ai consiglieri regionali D’Aguanno e Abbruzzese, vuole una svolta per completare positivamente questa consigliatura fino alla primavera del 2011. Proprio per questo il gruppo attende dal sindaco risposte precise che,però, non arrivano rispetto alle richieste politiche. E queste riguardano la presidenza del consiglio comunale e un assessorato, in questo caso quello di Antonio Valente oltre un programma di fine legislatura. Il diretto interessato Massimiliano Mignanelli non sembra intenzionato a dimettersi dall’incarico di presidente. Il nodo è proprio qui. Infatti senza le sue dimissioni la crisi permane e il voto sul bilancio diventa un rebus. Il gruppo dei dieci punta proprio sul bilancio come arma convincente. Una riunione del gruppo consiliare di maggioranza dell’altra sera, presenti il sindaco e

TG1 Parlamento Formisano intervistata sul Made in Italy

anche Mignanelli, non ha sortito alcun effetto. Si è parlato anche di sfiducia al presidente ma non tutti sono d’accordo. Nuova riunione ieri sera del gruppo dei dieci per cercare di trovare altre soluzioni. “Siamo ora in una pausa di riflessione”. Hanno detto i componenti del gruppo ribelle.

Non va meglio in casa del Pd dove sono tante le critiche interne sia alla gestione della campagna elettorale che all’interno del gruppo di opposizione. Sia Perna che Di Zazzo sollecitano una riappacificazione per tornare ad essere più forti in vista delle elezioni comunali.

Si parlerà di made in Italy domani mattina su Rai Uno nel programma TG_Parlamento in onda il sabato alle 9,30. In studio l’on. Anna Teresa Formisano che sarà intervistata sul progetto del Made in Italy che sta portando avanti insieme ad altri parlamentari. Infatti la Formisano fa parte di un gruppo di deputati che visita i vari paesi del mondo, nell’ambito delle relazioni internazionali sull’importexport, per promuovere i prodotti italiani.

Appuntamento per sabato mattina davanti il palazzo municipale

A cura dall’associazione vigili urbani

Le Contrade scendono in piazza a manifestare contro l’amianto

Convegno della polizia locale su problematiche e prospettive

“CASSINO - Domani mattina dalle 8 alle 13 in Piazza De Gasperi l'associazione Le Contrade unitamente ai comitati “no amianto” terrà una manifestazione di protesta contro la possibile

CASSINO - L’Associazione nazionale Vigili Urbani, il Comune di Cassino e l’Università degli Studi di Cassino, con il patrocinio della Regione Lazio, dell’Anci Lazio e dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone, organizzano la 2^ giornata Provinciale della Polizia Locale.Tema dell’evento “La nuova Polizia Locale nella regione Lazio”. L’appuntamento è per le ore 9.15 di oggi, nell’Aula Pacis.Durante la cerimonia saranno consegnati gli attestati di encomio per gli operatori di Polizia Locale della provincia di Frosinone che si sono distinti in operazioni di servizio. “Il nostro obiettivo primario, come associazione di categoria – afferma il presideante provinciale AMVU Frosinone, Daniele De Santis - è quello di tutelare il lavoro e la dignità degli operatori della Polizia Locale, al fine di rendere un servizio maggiormente efficiente e più professionale nei confronti dei cittadini.” Ad aprire i lavori sarà il sindaco Bruno Vincenzo Scittarelli il quale evidenzia che “la sopravvenienza di problematiche nuove ed articolate, che spesso richiedono competenze specifiche in settori che apparentemente nulla hanno a che vedere con quelle del Vigile Urbano, impongono un continuo aggiornamento professionale e la capacità di sapere interpretare al meglio le esigenze che tali problematiche richiedono.Per questo esprimo il mio plauso agli organizzatori del convegno e all’impegno dell’associazione a favore dell’aggiornamento professionale di operatori importanti come la polizia Municipale”.

installazione di un impianto di riciclaggio di lastre d'amianto nell’area industriale di Villa Santa Lucia. In una nota i promotori della manifestazione affermano:”L'amianto è un problema di tutti perciò abbiamo invitato i sindaci della consulta, compresi i neo eletti consiglieri regionali, ed esperti nella materia, dell'associazione Italiana esposti amianto (AIEA).” Le associazioni ambientaliste e i comitati “No amianto” in un documento spiegano i motivi della protesta. Si è costituito un coordinamento di cittadine e cittadini del Cassinate teso a unire le diverse realtà costruttive del nostro territorio.Lo scopo del coordinamento è quello di andare “oltre il frammento” e di unire i cittadini rispettando le proprie autonomie, identità e specificità.Il coordinamento vuole una cultura civica che sappia coniugare l’impegno concreto ed i progetti con la quotidianità, sviluppando le proposte e le azioni per il bene comune. Il coordinamento considera che bisogna reagire tutti insieme al degrado morale, civile e ambientale e reagire contro l’inerte accettazione del disfarsi dell’organizzazione politica, amministrativa e sociale in cui spesso è costretto il nostro territorio.”

Mutui e rinegoziazioni - Leasing - Fidejussioni Finanziamenti aziendali e personali Cancellazione protesti e banche bati Cassino (FR) - Corso Della Repubblica, 5 SOCIETA DI CONSULENZA E SERVIZI FINANZIARI ATTIVITA’ BANCARIE AZIENDALI

tel. 0776.24557 - fax 0776.326677 - e-mail elabostudio@libero.it


ri ali

CASSINATE Scuole a rischio a Pontecorvo, le promesse del sindaco Notaro PONTECORVO - Sicurezza delle scuole, è questa una delle priorità che i nuovi amministratori della città di Pontecorvo dovranno gestire. La questione nei mesi scorsi ha scaldato gli animi dei genitori, preoccupati per l’incolumità dei propri figli. Molti edifici scolastici in città sono pericolanti, come più

volte segnalato dal ‘Comitato dei genitori del primo Circolo di Pontecorvo,’coordinato da Daniela Mancinelli. Maggioranza ed opposizione un mese fa circa, in piena campagna elettorale, avevano preso un preciso impegno: inserire nelle priorità del programma amministrativo la risoluzione di questa

emergenza, perché di emergenza si parla. “Impellenti sono gli interventi per la messa in sicurezza di alcuni plessi non a norma, l’identificazione precisa delle vere mancanze strutturali e un intervento per la revisione degli impianti elettrici e di riscaldamento.Va inoltre appalesata l’effettiva certificazione di agibilità di ciascun istituto del circolo – ha ricordato la coordinatrice Mancinelli. Intanto il Comitato attende un segnale dall’Amministrazione, e tutti gli esponenti si dichiarano molto fiduciosi circa l’impegno del nuovo primo cittadino Michele Notaro: “Speriamo le promesse vengano mantenute, - ha affermato Mancinelli - non si può tacere su una que-

stione così importante”. Intanto, poca chiarezza ancora sull’uso dei finanziamenti concessi negli anni passati al primo circolo didattico. La direttrice dell’istituto scolastico, Maria Luisa Lungo, più volte ha interpellato l’amministrazione comunale per conoscere la verità. Ad oggi, nelle mani della dirigenza scolastica, solo una breve comunicazione, che riporta le cifre stanziate attraverso una delibera del 2008, per la messa in sicurezza degli edifici situati in località Melfi di sopra e per la scuola Salvo D’Acquisto: 50 mila euro per il primo, 60mila per il secondo. Ma ad oggi nessun problema è stato risolto e dei soldi neanche l’ombra. Mary Buccieri

Ettore Urbano sogna il casello A1 Uno studio di fattibilità lungo vent’anni PIEDIMONTE SAN GERMANO Ne avevamo parlato durante la campagna elettorale, quando ogni candidato a sindaco proponeva le sue idee da sottoporre all’attenzione dei cittadini che avrebbero dovuto scegliere un programma amministrativo da elogiare ma questo progetto non era piaciuto a molti o forse non ben compreso: ci riferiamo allo studio di fattibilità relativo all’apertura di un casello autostradale a Piedimonte San Germano, inserito nel programma del neo eletto sindaco Domenico Iacovella. La proposta – si ricorda - scatenò la reazione di alcuni cittadini che ritenevano inutile la realizzazione di tale opera, ritenendo assai più doveroso affrontare emergenze di altro tipo. La questione, però, è stata subìto affrontata dagli esponenti di minoranza al Comune già dal primo consiglio comunale mercoledì scorso. “E’stata una mia idea – ha

svelato il consigliere comunale di maggioranza Ettore Urbano, che vanta esperienze in consiglio regionale -. Si tratta di un’idea che pensa allo sviluppo del territorio da qui a venti anni ed è stata condivisa dal mio gruppo. È uno studio di fattibilità, come riportato nel programma elettorale – ha risposto il consigliere agli esponenti di minoranza – quindi ci tengo a sottolineare che per questa idea attualmente non ci sono soldi impegnati, se questo si vuole insinuare”. Alla maggioranza viene contestata la possibilità di creare un casello dell’A1 proprio a pochissimi chilometri da quelli esistenti a Cassino e Pontecorvo.“Una spesa inutile data la vicinanza dei due caselli – come sostenuto dal consigliere Patrizia Caccavale, a nome di tutta la minoranza -. La nostra realtà industrializzata è complessa, pensiamo a risolvere le emergenze, ossia il lavoro e il sociale”. Urbano,

Oggi primo consiglio a Pontecorvo PONTECORVO - Primo consiglio comunale questa sera a Pontecorvo. Il neo eletto consiglio comunale si riunirà alle ore 19. Un appuntamento tanto atteso dalla cittadinanza, in molti hanno espresso il desiderio di voler partecipare all’assise composta in maggior parte da nuovi esponenti della società civile. All’apertura dell’assise civica avverrà la conferma degli eletti, il giuramento del primo cittadino e la lettura del programma amministrativo con particolare attenzione alle problematiche primarie da affrontare. Atteso il primo confronto tra maggioranza ed opposizione.

Sit-in carcere, paura anche a Cassino CASSINO - Potrebbero essere coinvolti anche gli istituti carcerari di Cassino e Paliano nella protesta messa in atto dai poliziotti nel carcere di Frosinone. Lo sospetta il responsabile del movimento Italia dei Diritti di Frosinone, Giancarlo Flavi. "Per quanto ci riguarda - ha detto il responsabile del movimento guidato da Antonello De Pierro - diamo la massima solidarietà ai poliziotti che vivono sulla loro pelle una situazione difficile e chiediamo al ministro Alfano di occuparsi di questa vicenda. È venuto il momento di risolvere una situazione che non è più sostenibile e che rischia di diventare ogni giorno sempre più esplosiva".

per spiegare la sua idea, ha fatto riferimento al casello autostradale di Ferentino, da poco inaugurato, che ugualmente dista a pochi chilometri di distanza da Frosinone e Anagni. “Il tema della distanza è ininfluente a mio avviso – ha detto – quando vale l’importanza strategica che esso deve ricoprire. Stiamo parlando di pianificazione del territorio. La realizzazione del futuro casello, che verrebbe a costare 20mila euro circa, abbatterebbe l’inquinamento generato dai tir che affollano il nostro territorio. Un nuovo ruolo avrebbe come direttiva la

strada provinciale Piedimonte-Pignataro, bypassando la superstrada Cassino-Formia. Il progetto si può contestare

ma non riderci sopra - ha concluso -. La campagna elettorale è finita, adesso dobbiamo lavorare”. M.B.

Il Festival Gazzelloni tra i banchi ROCCASECCA - “Il Festival…. nelle scuole!”, si chiama così la manifestazione che si sta svolgendo in questi giorni a Roccasecca, organizzata nell’ambito della XV edizione del Festival Internazionale “Severino Gazzelloni”. Destinatari dell’iniziativa dopo le scuole secondarie di I e II grado, sono i bambini delle scuola primaria. A causa dei noti problemi dello scorso anno legati all’influenza e che hanno visto le scuole della Città decimarsi di alunni, l’organizzazione, di concerto con la direzione didattica della scuola, aveva provveduto a posticipare l’iniziativa. Sabato scorso gli alunni della scuola primaria capoluogo hanno potuto assistere così alla favola musicale “La chiave del cuore” con testo e musica originali della compositrice Clara Lombardi per flauti, fisarmonica e voce recitante/soprano. Ad

eseguirla l’oramai noto Trio da camera Harmoniflute composto da Fabio Angelo Colajanni (flauti), Clara Lombardi (fisarmonica) e la straordinaria Federica Carducci (voce recitante/soprano) in veste dei vari protagonisti della favola che hanno affascinato gli alunni – la tartaruga Domilla, la coccinella Mellina, il riccio Lino, la lumaca Rolina, il gatto Dottor Crostino. “E’stupendo parlare ai bambini attraverso la musica” è stato il commento dell’Assessore alla Cultura Dott. Riccardo Riccardi promotore dell’iniziativa. “L’iniziativa nata da tre anni su idea del direttore artistico del festival Fabio Angelo Colajanni riscuote di anno in anno sempre maggiori consensi da parte degli alunni e dei docenti, a testimonianza che anche i ragazzi e i bambini possono e devono essere educati a questo tipo di iniziative”. Grande soddisfazione è stata espressa inoltre anche dall’autrice della favola M° Clara Lombardi, “questa fiaba musicale, dedicata all’infanzia, non ha solo lo scopo di divertire i bambini, ma anche di far conoscere loro l’affascinante storia del flauto e di trasmettere il messaggio dell’amicizia fra i popoli attraverso un linguaggio musicale semplice ed un racconto che permette ai fanciulli di identificarsi con i personaggi della storia”. I prossimi appuntamenti si terranno domani, 17 Aprile, presso la palestra della scuola primaria dello scalo. I disegni che accompagnano il racconto della storia sono stati realizzati da Giorgia Micco.


Polverini: Montino faccia autocritica

Al via la settimana della cultura

ROMA - “Altro che risultati positivi, la verità è purtroppo ben diversa. L’eredità della giunta Marrazzo-Montino è pesantissima, a partire da una spesa sanitaria fuori controllo. Montino, dunque, farebbe bene a dedicare maggiori energie ad una onesta autocritica politica”: questo il commento del Presidente Polverini. PAG. 2

ANNO 1 - N° 40

FROSINONE - Parte anche in provincia di Frosinone la settimana della cultura 2010. L’evento, promosso dal ministero di beni culturali, mira a valorizzare, il patrimonio culturale del nostro paese. In Ciociaria previsti eventi a Sora, Collepardo e Frosinone. L’assessore Abbate: “Occasione da non perdere”. PAG. 10

VENERDÌ 16 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Poligrafica Ruggiero 83100 Avellino (Av)

La villa cade a pezzi www.lagazzettafrosinone.it IL TAPIRO DEL GIORNO A EMMA BONINO Emma Bonino, e con lei i Radicali, non è ancora riuscita a metabolizzare la grave sconfitta patita nelle elezioni regionali del Lazio. Adesso sta valutando, assieme allo stato maggiore del suo partito, se esistono i presupposti giuridici e politici per chiedere l’annullamento delle elezioni. Una mossa disperata che tenta di mettere una pezza ad una sconfitta bruciante che non avevano messo nel preventivo. C’è un detto nostrano che così recita: chi perde rimane sempre a contare. Per Emma e i suoi sodali, evidentemente, i conti debbono ancora finire.

L’OSCAR DEL GIORNO A FRANCESCO TRINA Francesco Trina, assessore provinciale alle attività produttive, sta conducendo una strenua battaglia contro il cervellotico piano casa varato la scorsa estate dalla regione Lazio. “Un piano flop – dichiara Trina – che va assolutamente rivisto e che penalizza oltremodo le aziende della Ciociaria che nel campo dell’edilizia arruolano diverse migliaia di dipendenti”. Adesso che alla Pisana si è insediato un governo di centrodestra, l’assessore provinciale avrà ottime possibilità di far passare quelle modifiche che sono assolutamente indispensabili per favorire lo sviluppo del territorio.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO La possibilità di visitare le ricchezze artistiche del territorio, partecipare a mostre e convegni

Al via anche a Frosinone la settimana della cultura FROSINONE – Al via anche in provincia di Frosinone la Settimana della Cultura 2010. L’evento, promosso dal ministero dei beni culturali e ambientali, mira a valorizzare il patrimonio culturale del nostro paese attraverso eventi di promozione delle bellezze storiche artistiche e culturali. Visite

guidate, accesso gratuito a siti altrimenti inaccessibili e un corollario di iniziative collaterali, gli strumenti di promozione adottati. Anche la Cociaria sarà protagonista della manifestazione, che parte oggi e durerà fino al 25 aprile. A promuovere la partecipazione, l’amministrazione provinciale attraverso l’assessorato alla cultura diretto dall’architetto Antonio A b b a t e. Tre gli appuntamenti più importanti in calendario. Si parte oggi, alle ore 1 7 , 3 0 ,

presso la sala S. Tommaso D’Aquino del comune di Sora con l’incontro di studio dal titolo: “Le fonti d’archivio per lo storico della chiesa e per l’antropologo”. Dopo i saluti dell’assessore Abbate e del vescovo di Sora, monsignor Filippo Iannone, ci saranno gli interventi del professor Filippo Carcione e del professor Giovanni De Vita, dell’Università degli studi di Cassino. Seguirà la presentazione della ricerca “2009. Itinerari etnografici in provincia di Frosinone”, a cura di Elena Nacci, Annarita Leone e Pamela Papetti. Introduce Claudio Basile. Si passerà poi a Collepardo, il giorno seguente, 17 aprile, alle ore 15,30, nella Certosa di Trisulti, nella sala del refettorio. Presentazione della ricerca: “Storia, natura, economia della valle del Sacco”. Dopo il saluto delle autorità, interverranno Rita Padovano, coordinatrice della ricerca e poi seguiranno Anna Ciavardini, Soprintendente Beni Architettonici e paesaggistici del Mi-

nistero per i Beni e le attività culturali; padre Ignazio Mario Rossi, conservatore della Certosa di Trisulti; Alfredo Ballini, presidente della Banca di Credito cooperativo di Fiuggi; Anna Esposito, docente dell’Università La sapienza di Roma; Giampiero Raspa dellIstituto di Storia e Arte del Lazio Meridionale; Sergio Ricciuti, vicepresidente Società italiana di fitoterapia; Franco Bruno, docente dell’Università degli studi La Sapienza di Roma. Sarà presente un rappresentante dell’Assessorato alla Piccola e Media Impresa, Commercio e Artigianato della Regione Lazio- A moderare l’incontro, la giornalista di Radio Rai, Simona Grossi. Conclusione degli appuntamenti il 21 aprile, alle ore 10, presso la sala della cultura di via Ferrarelli a Frosinone. In programma il convegno

dal titolo “I signori di festa, modernità e tradizione dell’istituto festivo”. Dopo il saluto delle autorità, gli interventi di Anna Ciavardini, Soprintendente Beni Architettonici e paesaggistici del Ministero per i Beni e le attività culturali; la prof.ssa Floriana Sacchetti, docente di Tutela dei Beni culturali presso il Liceo Artistico “A.G. Bragaglia” e l’Accademia di Belle Arti di Frosinone; il professor Giovanni De Vita, antropologo e presidente del corso di laurea in Servizio Sociale presso l’Università degli studi di Cassino. Arricchirà il convegno, la mostra “I Signori di Festa”, in programma dal 16 al 25 aprile. Sarà possibile, inoltre, usufruire del servizio delle visite guidate curato dagli alunni del corso di studi in beni culturali del Liceo Bragaglia. Pompeo Di Fazio

Il programma L’assessore Antonio Abbate: “Un’occasione da non perdere” della manifestazione “Ancora una volta la provincia di Frosinone ha voluto aderire a questo tipo di manifestazioni che servono a promuovere le ricchezze locali, come è la Settimana della cultura del ministrero dei Beni culturali e ambientali. Questo a testimonianza di una vivacità intellettuale e di iniziative che sta nascendo in questo territorio. La Provincia, nel suo ruolo di coordinamento, ne sta assumendo la funzione di motore dello sviluppo. Voglio aggiungere un’importante anticipazione. A breve sarà approvato il bando per i finanziamenti alle iniziative culturali del territorio ex l. 32. La riforma del testo della normativa assegna alle province un ruolo di maggiore possibilità di incidere nella ripartizione dei fondi. Ci saranno disponibili circa 650mila euro per finanziare iniziative culturali che avranno un requisito imprescindibile: lasciare un segno di riconoscimento nel territorio”.

Sora 16 aprile 2010 - ore 17,30 Sala S. Tommaso D’Aquino Piazza Indipendenza Incontro di studio Le fonti d’archivio per lo storico della Chiesa e l’antropologo Presentazione della ricerca 2009. Itinerari etnografici in provincia di Frosinone Collepardo 17 aprile 2010 – ore 15,30 Certosa di Trisulti Sala del refettorio vecchio Presentazione della ricerca Storia, natura, economia della valle del Sacco

Frosinone 21 aprile 2010 – ore 15,30 Certosa di Trisulti Sala del refettorio vecchio Convegno I signori di festa, modernità e tradizione nell’istituto festivo Mostra documentaria I signori in festa


FROSINONE La villa comunale sta cadendo a pezzi FROSINONE -“La villa comunale di Frosinone, fiore all’occhiello della prima giunta Marzi, cade letteralmente a pezzi. Da anni non si svolge un’adeguata manutenzione e il risultato è che l’incuria e i pericoli sono all’ordine del giorno”: cosi inizia il suo intervento, polemico amziché no nei confronti del sindaco di Frosinone Michele Marini e della sua giunta, il consiglrere comunale del Pdl Riccardo Mastrangeli. “Basta passeggiare lungo i viali dell’unico parco cittadino per constatare di persona come la pavimentazione sia completamente rovinata. In particolare

sono saltate quasi tutte le pietre bianche che costituiscono il bordo laterale dei vari camminamenti interni alla villa. E’un vero peccato veder ridotta così la villa dopo soli pochi anni dalla sua inaugurazione, poiché è uno dei pochi motivi di vanto di questa nostra città. Qualche mese fa abbiamo appreso con favore che anche l’assessore ai lavori pubblici, Sergio Paris, si sia accorto del problema inerente la manutenzione della villa comunale. Il fatto grave è che, a distanza di pochi anni dalla sua inaugurazione occorre, come annunciato da Paris, già un intervento importante per porre rimedio a dei lavori, evidentemente, mal eseguiti in precedenza. Secondo l’assessore – continua Mastrangeli – visti i risultati poco gratificanti raggiunti con la manutenzione ordinaria del comune, occorre predisporre una gara di appalto specifica per risolvere il problema della pavimentazione saltata nei percorsi pedonali della villa comunale. In ragione di questo ho presentato oggi un’interrogazione per iniziare a quantificare la cifra economica che l’assessore dovrà porre nel bilancio comunale per il rifacimento completo dei chilometri lineari di acciottolato ormai divelto, per la ripulitura completa da scritte, per la sostituzione completa dei lampioni danneggiati, per la sostituzione completa delle panchine danneggiate, per la sostituzione delle piante e/o alberature divelte, morte e non fruibili e per la completa integrazione delle piante ed alberature”.

L’ultima fatica libraria di Massimo Roscia sarà distribuita dalle edizioni Vandenberg “Guido. Diario di bordo di una famiglia che ama il mare” FROSINONE - “Guido. Diario di bordo di una famiglia che ama il mare” l'ultimo libro dello scrittore frusinate Massimo Roscia sarà distribuito in Italia, al prezzo di 25 euro, dalla Vandenberg Edizioni (www.vandenbergedizioni.it). La dinamica casa editrice lucchese, diretta da Anna Morelli, da anni documenta e diffonde l'alta gastronomia internazionale in partenariato con il colosso catalano Montagud Editores e pubblica, tra l'altro, la versione italiana del celebre quaderno di avanguardie culinarie “Apicius”, il periodico di settore, firmato da Javi Antoja de la Rosa, più elegante e autorevole al mondo. E così, accanto alle monografie di artisti dei fornelli del calibro di Ferran Adrià, Pierre Gagnaire, Michel Guèrard, Oriol Balaguer, Michel Roux, Joan Roca, Enrico Cerea e Quique Dacosta, fa la sua comparsa il libro di Massimo Roscia, con quella sua bizzarra e intrigante copertina in cartonato lucido, a scacchi bianchi e rossi. 132 pagine, quattro capitoli (La storia, La vita, I piatti e Le ricette), una suggestiva ed equilibrata mescolanza di testi, fotografie e dipinti, attraverso cui lo scrittore e critico enogastronomico ciociaro racconta la storia di tre generazioni di ristoratori riminesi: dall'osteria del mare di nonno Guido al ristorante stellato di Miramare condotto oggi dai fratelli Luca e Paolo Raschi. Storie di mare, di vita, di

Continua lo sciopero degli agenti carcerari FROSINONE - I poliziotti penitenziari della casa circondariale di Frosinone si sono autoconsegnati in caserma ed hanno iniziato lo sciopero della fame, a causa della cronica mancanza di personale, dei turni massacranti, che arrivano anche a 15 ore giornaliere, e per il mancato pagamento degli straordinari.

sapori; storie di una “cucina spietata che - come scrive Massimo Roscia - sfida, confonde, ferisce, avvolge, scuote, sfinisce il corpo e la mente, annienta, ti risucchia l'anima per poi lasciarti, alla sera, come un naufrago sulla spiaggia. Stremato ma felice”.

Missione in Senegal della Iscos-Cisl Lazio

FROSINONE - L’Iscos/Cisl - Lazio, la sua missione, i progetti finora realizzati nelle aree più povere del Senegal saranno al centro di un dibattito in programma quest'oggi, 16 aprile, presso l’hotel Astor di Frosinone. Con il contributo della regione Lazio, delle strutture sindacali regionali della Cisl e dei fondi ricevuti con le scelte del 5 per mille, l’Iscos ha realizzato nella comunità rurale di Palmarin, un area a sud di Dakar in Senegal, due progetti per venire incontro ai bisogni degli abitanti dei villaggi che vivono condizioni di assoluta povertà. Il primo progetto è stato centrato sullo sviluppo locale attraverso interventi nel settore della pesca con la fornitura di attrezzature per la essiccazione del pesce e la costituzione di un fondo per il microcredito a favore di una associazione di donne, l’acquisto di macchinari per l’agricoltura per la lavorazione del miglio e del mais e la costruzione di un magazzino/negozio per la commercializzazione dei beni di prima necessità nel villaggio di Ngallou. L’altro progetto ha riguardato la costruzione di una scuola materna, completamente arredata, per 150 bambini, aperta all’inizio di novembre 2009 e inaugurata il 27 gennaio scorso alla presenza di numerose autorità civili e religiose del Senegal. Alla cerimonia di inaugurazione ha partecipato una delegazione italiana guidata dal segretario regionale della Cisl Lazio, Dario Roncon, dal Presidente dell’Iscos, Romano Fratarcangeli e dall’amministratore delegato dello Ial Lazio, Giovanni Guerisoli. Il principale partner locale è il responsabile della parrocchia Immaculèe Conception di Palmarin, una parrocchia che raccoglie molti fedeli di questa comunità nella quale vi è una forte presenza di persone di religione cattolica. E’ in attesa di valutazione per l’approvazione da parte della regione Lazio un nuovo progetto per il completamento di una struttura polifunzionale (luogo di incontro per attività sociali e centro di vendita di prodotti di prima necessità), l’acquisto di un mezzo per il trasporto delle merci nella suddetta struttura, la costituzione di un fondo per il microcredito e l’acquisto di altri macchinari agricoli per gli abitanti del villaggio di Diaxanor (Palmarin). Inoltre, tenuto conto dell’enorme potenzialità di sviluppo del settore agricolo per la disponibilità di risorse che pochi paesi hanno (la presenza di tanta acqua, il clima particolarmente adatto per la coltivazione del riso, dei pomodori, delle patate, delle cipolle ecc., con raccolti ogni tre mesi e di tante braccia, soprattutto giovani che non avendo nulla da fare sono costretti ad emigrare), l’Iscos ha avviato un approfondimento per la individuazione di risorse destinate alla cooperazione internazionale da parte della Comunità Europea e del governo italiano per il finanziamento di un progetto di sviluppo nel settore. All’incontro odierno interverranno Dario Roncon, segretario regionale Cisl Lazio e Pietro Maceroni, segretario generale Cisl Frosinone.

Nuovo romanzo di Pierluigi Felli FROSINONE - Domenica 18 aprile, alle18,00, presso il bar coffee house di Corso della Repubblica 74, a Frosinone, Pierluigi Felli presenterà il suo nuovo romanzo dal titolo “West Littoria”. Si tratta di un romanzo epico che racconta la storia del Far West, periodo caratterizzato da eventi e personaggi memorabili.

11 ANNO I - N° 40 VENERDÌ 16 APRILE 2010


FRUSINATE ALATRI - La polizia provinciale ha avviato capillari attività di indagine nella zona adiacente il depuratore di Vallecarchera ad Alatri. Su segnalazione di numerosi abitanti della zona, preoccupatati dalle esalazioni degli ultimi giorni e dalla presenza nell'acqua di sostanza schiumose, la polizia ha attivato il controllo sull'intero sito sino alle sponde del rio per

Alatri, monitorato il depuratore di Vallecarchera accertare le cause degli episodi segnalati. Il sopralluogo ha interessato la zona del depuratore dove è stata accertata una cospicua presenza di sostanze schiumosa provenienti da un bocchettone esterno rispetto all'impianto. E' stata, inoltre, tem-

pestivamente allertata la agenzia regionale Arpa Lazio per i campionamenti di competenza. Sulla stessa questione è stata coinvolta anche la società Acea Ato 5 che gestisce l'impianto di Alatri. Il monitoraggio è proseguito con ulteriori controlli all'interno del sito

Si parte con l’ingresso est. Il sindaco: per noi è la priorità

Sora, strade comunali al via i lavori di rifacimento SORA - Grazie ad una serie di interventi l’amministrazione comunale darà un volto nuovo alle strade di accesso alla città. Si parte con l’ingresso est: il sindaco Cesidio Casinelli e l’assessore ai lavori pubblici Roberto De Donatis rendono noto che sono stati appaltati i lavori di rifacimento del manto stradale e di messa in sicurezza di via Madonna della Quercia per il tratto che va dall’omonima chiesa sino al confine con Broccostella. La ditta che realizzerà l’intervento è l’Ecostrade srl. Per tali lavori il comune ha beneficiato di un finanziamento della regione Lazio di 72.112 euro e utilizzerà fondi comunali per un importo di 10.000 euro. “Questo primo intervento è sicuramente prioritario rispetto agli altri, vista anche la cattiva condizione che presenta il manto stradale – spiega il sindaco –: via Madonna della Quercia è assogget-

tata giornalmente a notevole traffico pesante perché è sia strada di accesso alla città che raccordo tra la superstrada Avezzano-Sora-

Cassino e il centro urbano. Questo sarà il primo di una serie di lavori che permetteranno di migliorare la viabilità urbana”.

Diossina ad Anagni, si cerca la causa ANAGNI - Dalle ultime analisi eseguite dal servizio veterinario della Asl di Anagni sui campioni di uova e di altri prodotti di origine animale, a quanto è dato sapere l’inquinamento da diossina sembrerebbe limitato alla sola località Quattrostrade. Secondo indiscrezioni sembra, infatti, che le analisi effettuate su campioni prelevati non solo nella zona più discussa, ma anche in altre zone limitrofe come San Bartolomeo, abbiano riscontrato una quantità di diossina al di sotto del limite massimo fissato dalla legge. I dati saranno ufficializzati alle autorità preposte. Intanto, non essendo ancora

stata individuata la causa che ha determinato la presenza di diossina nella zona, continua la protesta dei residenti e degli agricoltori di località Quattrostrade che nei giorni scorsi hanno organizzato un simbolico mercatino di prodotti contaminati per attirare l’attenzione delle associazioni di categoria. Il gesto ha provocato l'immediata risposta da parte della Coldiretti che, per bocca del direttore provinciale Gianni Lisi, ha dato la propria disponibilità ad acquistare e smaltire uova ed ortaggi non commestibili, assicurando la propria collaborazione ai produttori danneggiati.

Alatri, omaggio a Fabrizio De André ALATRI – “Tra protesta, amore e ... grido, la musica ... la poesia” omaggio a Fabrizio De Andrè, con Luigi Cialone (voce, chitarra e armonica), Elisabetta Scerrato (voce e pianoforte), Giulio Rossi (voce recitante). Lo spettacolo si terrà sabato 17 aprile 2010, alle ore 18.00, presso la biblioteca comunale.

dove sono state rinvenute le stesse sostanze schiumose. Al momento si è in attesa degli esiti delle analisi dell'Arpa per ogni successivo provvedimento. Nel frattempo anche la polizia provinciale proseguirà nell'attività di monitoraggio.

Ma La Destra passa all’attacco “Casinelli rassegni le dimissioni” SORA - La sezione cittadina de “La Destra” lancia pesanti strali contro l'amministrazione Casinelli accusata di aver dato il via alla stagione dell'asfalto elettorale. “Non passa giorno - si legge in una nota - che l'amministrazione non dia notizia di prodigiose opere di stesura di asfalti e di illuminazione pubblica. Roboanti e dai toni trionfalistici i comunicati che annunciano queste importantissime opere pubbliche, se non fosse per il fatto che in un paese normale sarebbero considerate come opere di routine o di ordinaria amministrazione. Ma i cittadini sanno bene qual è l'intento del sindaco senza consenso. Quello di passare per un valoroso amministratore che tiene al bene della sua città, con opere che sono necessarie per evitare danni all'immagine pubblica e utili al rafforzamento elettorale dei decadenti consiglieri a lui ancora per poco fedeli. Casinelli alle regionali, nonostante il sostegno di 4 assessori e 5 consiglieri, ha raccolto un bottino un po magro, 1050 voti. Ad oggi egli non ha più la maggioranza politico elettorale e da qualche mese nemmeno più la maggioranza dei suoi assessori e consiglieri, i quali fanno come vogliono. E se aggiungiamo che non gode nemmeno più del sostegno del suo partito di riferimento, il Pd, ci sembra ovvio chiedere le sue dimissioni”.

Fiera di Ceprano, presente la Coldiretti CEPRANO - Anche quest’anno la Coldiretti sarà presente alla Fiera di Ceprano. “Dopo il grande successo della scorse edizioni – ha detto il direttore provinciale Gianni Lisi – continueremo ad essere presenti e a farlo anche in modo più strutturato. Infatti, grazie alla collaudata sinergia con gli amici organizzatori dell’associazione Amici per la Terra di Ceprano, nella giornata di domenica 18 aprile, dalle 10 alle 12, organizzeremo una dimostrazione di raccolta tartufi con cavatore e cane di Campoli Appennino, mentre, nella due giorni della rassegna che prenderà il via sabato 17

aprile, grazie alla disponibilità del centro ippico La Staffa di Aquino, sarà possibile ammirare i pony di Esperia nello stand che Gino Iadecola, titolare del centro ippico, organizzerà. La rassegna – prosegue – ogni anno propone dei miglioramenti concreti che innalzano il livello di qualità di una manifestazione davvero unica nel suo genere. Anche quest’anno organizzeremo degli stand con il meglio delle produzioni. Sono rimasto davvero colpito dall'affluenza notevole che si è registrata lo scorso anno. Essere tra gli enti e le associazioni vicino agli organizzatori rappresenta un motivo di

Ad Arpino si parla della prostata ARPINO - Sabato 17 aprile, alle ore 17.00, organizzata dal Centro poli specialistico “Medical Center” di Arpino, dall’Associazione Nazionale Carabinieri e dal locale Circolo Tulliano, si terrà una conferenza medico-scientifica sulle patologie che interessano la prostata. Relazionerà il dott. Marco Bitelli, urologo e andrologo con cattedra presso l’università Tor Vergata di Roma.

orgoglio per la nostra organizzazione. La specificità del gruppo di imprese di 'Campagna Amica', che da anni abbiamo concretizzato, porta avanti, attraverso diverse iniziative, anche la valorizzazione e la promozione delle produzioni del nostro territorio e quindi ben si coniuga quindi con gli obiettivi della manifestazione degli amici per la terra Francesco De Angelis e Antonio Delle Fratte. Gli Amici per la Terra di Ceprano – conclude non solo vanno ringraziati per l’opportunità che ogni anno offrono ma, se possibile, andrebbero anche imitati in altre zone del territorio.”

13 ANNO I - N° 40 VENERDÌ 16 APRILE 2010


S P O RT CALCIO SERIE B

Mister Moriero spera di poter ripetere l’avvio sprint col Gallipoli anche con i biancorossi veneti

Frosinone pronto per la gara dell’anno IlVicenza a sorpresa esonera Sonetti: torna Maran. Al Matusa dirigerà De Marco di Chiavari FROSINONE - Domani il Frosinone si giocherà molto. Contro il Vicenza la squadra di Checco Moriero deve assolutamente fare risultato. Possibilmente conquistare i tre punti, mettendosi così al riparo quasi definitivamente dal pericolo retrocessione. Una sconfitta al “Matusa” al contrario inguaierebbe e di brutto Santoruvo e compagni. Intanto ieri seduta tattica allo stadio Casaleno alle ore 15.30 e successivamente il mister ha sostenuto la consueta conferenza stampa pre-gara : “Quella di domani è assolutamente una gara da vincere. Una gara quasi decisiva per la lotta salvezza. Tra noi e il Vicenza ci sono solo due punti e una nostra vittoria vorrebbe dire tanto. L'importante sarà non ripetere gli errori commessi contro il Brescia. Lì la squadra non mi è assolutamente piaciuta, abbiamo avuto un atteggiamento sbagliato sin dal primo minuto. Speriamo di poter ripetere la partenza sprint della scorsa gara casalinga contro il Gallipoli”. Mister Moriero poi si augura che la spinta decisiva per vincere l'incontro

venga come al solito dal pubblico del Matusa: “Speriamo che lo stadio sia pieno. Il sostegno del pubblico per noi rappresenta una spinta fenomenale. E sabato, ne sono sicuro, si farà sentire molto.” Sponda Vicenza, clamorosa ed improvvisa svolta in casa biancorossa: torna sulla panchina Rolando Maran al posto di Nedo Sonetti. La società Vicenza Calcio ha comunicato sul suo sito ufficiale che, nella mattinata di ieri, il sig. Nedo Sonetti è stato sollevato dalla conduzione tecnica della Prima Squadra. La formazione biancorossa è stata nuovamente affidata al tecnico Rolando Maran e al suo staff, a cui spetta, con l’unanime contributo di tutti i giocatori, il delicato compito di raggiungere l’imprescindibile traguardo salvezza che consideria alla portata. Intanto ieri mattina la formazione biancorossa è partita alla volta di Frosinone dove ultimerà nelle prossime ore la preparazione in vista della sfida allo Stadio Matusa Ecco l'elenco dei ventidue convocati. Portieri: Fortin, Russo, Cicioni. Difensori: Ferri, Di Cesare,

Anche il tecnico Moriero ha invocato il sostegno della Nord Giani, Minieri, Huth, Brivio. Centrocampisti: Botta, Rigoni N., Braiati, Madonna, Gatti, Carrà, Di Matteo. Attaccanti: Gavazzi, Bjelanovic, Sgrigna, Litteri, Misuraca, Margiotta. Frosinone Vicenza è stata affidata al Signor De Marco Andrea della sezione di Chiavari. Il fischietto ligure ha diretto i canarini già tre volte nella stagione in corso in occasione di

BASKET GIOVANILI

VOLLEY SERIE A2

La Globo Sora pensa alla sfida col Crema Coach Gatto: “Puntiamo alle semifinali” SORA - Il quinto posto è in archivio, con qualche inevitabile recriminazione legata al fatto che per tutta la stagione era un terzo o un quarto. La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora guarda però già avanti, alla fase dei play-off, quella che stabilirà il nome della vincitrice del campionato della serie A2. Nei programmi del club ciociaro non c’era un piazzamento così ambizioso, ma poiché l’appetito vien mangiando a un certo punto si era addirittura prospettata l’ipotesi di competere per la seconda piazza della regular season. I perché di questo evidente calo, non proprio una caduta verticale ma un abbassamento di tensione e un calo nelle prestazioni davvero evidenti, cerchiamo di scoprirli con il coach della squadra sorana, Alberto Gatto, partendo come è ovvio dall’ultima gara casalinga, quella persa in tre set contro il Padova. “Riconosciamo i meriti dei veneti, perché hanno giocato una gara intensa, senza pause,

I4 ANNO I - N° 40 VENERDÌ 16 APRILE 2010

come è nelle loro possibilità. - ha asserito coach Gatto - Ho sempre detto che il Padova è una formazione in grado di esprimere un’ ottima pallavolo. Quest’ anno ha patito nella fase iniziale una crisi d’ identità che in verità non sono mai riuscito a spiegarmi. Probabilmente le teorie di gioco di Bernardi non sono state assorbite dalla squadra, che poi ha faticato nella fase iniziale anche con il nuovo tecnico. Nel finale però, i patavini hanno marciato davvero a buon ritmo, confermando l’ eccellente condizione di forma anche contro di noi”. Ma veniamo alla Globo e alle difficoltà del momento: “Non ci nascondiamo dietro un dito, siamo un po’ in difficoltà. - ha dichiarato Alberto Gatto - La prova più sconcertante è stata oggettivamente quella di Bassano, mentre la sfida con Padova, pur essendosi conclusa con un risultato molto negativo, ha lasciato intravedere qualche progresso. Se analizziamo i primi due set, dobbiamo notare che la differenza hanno fi-

Salernitana – Frosinone 1-2, Empoli – Frosinone 2-0 e Frosinone – Brescia 1-0. Gli Assistenti saranno il Signor Costa Paolo di Palermo e Fittante Enrico di Cosenza. IV Ufficiale sarà il Signor Pagano Stefano della sezione di Torre Annunziata. Si ripete anche con il Vicenza l'iniziativa per donne e studenti, già intrapresa nella vittoria contro il Gallipoli . In occasione della

gara di sabato contro il Vicenza, in programma alle ore 15.30, il Frosinone Calcio è lieto di invitare tutti gli studenti degli istituti della Provincia ad assistere gratuitamente in Curva Nord alla partita dei canarini. La società invita dunque, gli Istituti a comunicare al Frosinone Calcio le adesioni, inviando un fax (al numero 0775/820614) o una mail (all'indirizzo segreteria@frosinonecalcio.com) l'elenco degli studenti interessati. I relativi tagliandi potranno essere ritirati presso il botteghino "Accrediti" dello Stadio Comunale dalle ore 13.00 di sabato prossimo. Con l'occasione si comunica inoltre che sabato sera l'ingresso sarà gratuito per le donne e per i ragazzi fino a 14 anni,(settore Curva Nord e Distinti) previa richiesta del tagliando "omaggio", da richiedere presso la biglietteria, sita in via Aldo Moro, al "Frosinone Point". La società canarina vista l’importanza dell’incontro spera in una massiccia adesione. Andrea Mastrantoni

nito per farla alcuni nostri errori su attacchi“facili”, cosa che peraltro rappresenta un’eccezione alla regola, visto che la Globo attacca con le percentuali migliori del campionato, stando almeno a quanto riferiscono le statistiche di squadra della Lega”. Il coach della Globo pensa alla partita con Crema, con quali prospettive? “Anzitutto con la speranza, credo fondata, di ritrovare il nostro gioco. Poi, con la certezza di aver già affrontato Crema con buoni risultati in stagione, se si eccettua la gara di Coppa, che abbiamo giocato a ranghi ridotti. Se andiamo a vedere le sfide di campionato, a Frosinone abbiamo vinto per 3-0, a Crema abbiamo perso al tiebreak al termine di un ottima gara. Come sempre sarà importante contenere il loro servizio, che davvero è un’arma importante e devastante, ma sono fiducioso. Ce la giocheremo e faremo il possibile per passare il turno ed approdare in semifinale”. andr.mastr.

Proficui test in quel diVenezia per i ragazzi di Iacozza e Grazzini VEROLI - Lo scorso fine settimana, il settore giovanile del BasketVeroli, ha organizzato un pullman per seguire la trasferta della prima squadra impegnata in quel diVenezia. Grazie alla collaborazione con il responsabile del settore giovanile dell' Umana Venezia, Francesco Benedetti, sono state organizzati due incontri amichevoli. Nel primo pomeriggio di sabato si sono incontrate le formazioni Under 17 della Prima Veroli contro la squadra Under 15 dell'Umana Venezia, finora imbattuta nel campionato veneto.“E' stata una bella gara – ricorda l’allenatore ciociaroAlessandro Iacozza - giocata a viso aperto da entrambe le compagini sempre nel reciproco rispetto. Abbiamo disputato 6 quarti da 10 minuti di buona intensità,i ragazzi nonostante il viaggio e la giornata hanno dato il massimo in campo e sono particolarmente Le formazioni diVeroli eVenezia contento dell'impegno messo in campo.Un’occasione di crescita per tutti,infatti credo che solo con il confronto con altre compagini della provincia, della regione e adesso con squadre fuori regione che un settore può migliorare”.In serata la squadra Under 15 della Prima BasketVeroli ha giocato contro la formazione Under 13 dell'Umana Venezia. Questa volta i ragazzi di coach Grazzini, guidati per l’occasione da coach Francesco Calcabrina, si sono imposti con il punteggio di 71 a 68.

Roma,entusiasmo a mille Tifosi in campo aTrigoria

Nuovi guai per il Gallipoli Società deferita con Barba

Entusiasmo alle stelle intorno alla Roma che guida la classifica e domenica giocherà il derby contro la Lazio. Ieri, tre tifosi che si erano arrampicati sul muro di cinta e sono corsi in campo dai giocatori.I tre fans dei giallorossi, si sono fatti qualche foto con i loro idoli e poi sono stati accompagnati all'uscita, sotto lo sguardo dei giocatori, divertiti per l'insolito 'fuori programma'.

Il provvedimento verso l'ex presidente del club salentino «per avere sottoscritto contratto di sponsorizzazione in favore della medesima società calcistica, al fine di eludere gli obblighi di ricapitalizzazione e di conseguenza al fine di raggiungere artatamente il parametro minimo PA previsto per l’ammissione al campionato professionistico di competenza».


S P O RT CALCIO LEGA PRO

Nel consueto test con la Berretti il tecnico azzurro non si scopre tenendo in caldo varie soluzioni

Cassino, Pellegrino mischia le carte Jefferson eVigna realizzano una doppietta, in difesa Merli Sala provato al fianco di Goisis CASSINO - Gli azzurri ieri pomeriggio hanno svolto la consueta amichevole del giovedì con la formazione Berretti. A differenza della settimana scorsa, il tecnico azzurro Maurizio Pellegrino ha preferito mischiare le carte. L’undici cassinate che è sceso in campo nel primo tempo infatti sicuramente non sarà quello che schiererà dall’inizio nella sfida del “Luigi Razza” contro la Vibonese. Appare alquanto improbabile che Pellegrino decida di affidarsi a Bica Badan e Romeo; molto più realistica invece l’ipotesi di un ritorno in campo dall’inizio per Merli Sala, provato al fianco di Giosis al centro della difesa. Una linea arretrata quella proposta ieri, completata da Bianciardi a sinistra e dal rumeno Bica sulla corsia opposta. A centrocampo è stato avanzato Lolli che è andato a completare un reparto che ha in Conti e Konè i due mastini inamovibili pronti a mordere le caviglie degli avversari ed a rilanciare l’azione. Per quanto concerne l’at-

tacco infine, Pellegrino ha dato spazio a Romeo sulla destra, con Vigna sul versante opposto e Jefferson a fungere da punto di riferimento cen-

termine di una irresistibile serpentina in area di rigore, il secondo a conclusione di una bella incursione in area dopo uno scambio in profon-

Andrea Bracaletti ieri è stato schierato con la formazione “riserve” trale. Particolarmente brillanti le prestazioni del centravanti brasiliano, autore di due gol entrambi di pregevole fattura: il primo giunto al

dità con Vigna. Lo stesso esterno toscano aveva aperto le danze realizzando una doppietta nelle primissime battute di gara: l’ex gioca-

tore di Pescara ed Arezzo ha confermato di attraversare un momento di forma psicofisica invidiabile risultando propositivo negli inserimenti ed efficace nelle conclusioni a rete. Nel secondo tempo Pellegrino ha schierato un Cassino super offensivo, con Martinelli e Lorusso terzini, con Giannone, Berardi e Morello a centrocampo e Bracaletti e Mezgour larghi sulle fasce a creare spazi per il centrale d’attacco Bardeggia. Proprio l’argentino ha posto il sigillo sulla quinta marcatura sfruttando un assist dalla destra di Bracaletti. Una interpretazione della decisione operata da Pellegrino di mischiare le carte piuttosto che provare almeno dieci/undicesimi della formazione titolare come successo nelle settimane di preparazione alle sfide con Brindisi e Siracusa, potrebbe essere riconducibile all’intenzione di voler tenere tutti i giocatori della rosa concentrati e pronti a dare il loro contributo nella fondamentale partita di dopodomani in quel di Vibo Valentia.

Una gara che il Cassino dovrà cercare di vincere ad ogni costo a prescindere dagli uomini che verranno mandati in campo. Alla fine siamo quasi certi che Pellegrino si affiderà a nove/undicesimi schierati dall’inizio contro gli aretusei, con l’eccezione di Amadio che andrà a sostituire lo squalificato Indiveri e con Merli Sala che potrebbe tornare titolare dopo una domenica di riposo: in questo caso sarebbe Bianciardi ad accomodarsi in panchina insieme a Mezgour e ad altri pezzi da novanta come Giannone e Morello. Il Cassino tornerà in campo questa mattina per la seduta tattica che precede la rifinitura del sabato durante la quale mister pellegrino scioglierà gli ultimi dubbi di formazione. Rifinitura che verrà effettuata in quel di Lamezia Terme: la squadra infatti partirà alla volta della località calabrese alle 8:30 di domani mattina per poi pernottare in un albergo situato sulla costa tirrenica. Antonino Massara

CALCIO 1^ CATEGORIA

CALCIO 1^ CATEGORIA

Aquino, i play-off non sono lontani Da Tecchiena continuano le minacce

Sant’Apollinare, il Paliano scippa di nuovo la vetta Zollo: “Dalla squadra soddisfazioni inaspettate”

AQUINO - L’Aquino, grazie alle ultime due vittorie contro Ceprano e Posta Fibreno e complici i passi falsi delle squadre che lo precedono in classifica, si è riavvicinato prepotentemente al quinto posto, che varrebbe gli spareggi promozione. Sono solo cinque i punti che separano i bianconeri da Arpino e Veroli, le quali domenica si affrontano nello scontro diretto. E’chiaro dunque come l’Aquino, battendo in casa il Caira, avrebbe la certezza di rosicchiare qualcosa almeno ad una delle due contendenti per un posto playoff. Il quadro sarebbe perfetto per sentire un Eddy Fasani, il mister aquinate, carico in vista del prossimo turno, ma l’allenatore invece ha motivi per essere molto amareggiato.“Vincere con il Caira potrebbe non servire a nulla, - ci spiega il tecnico – perché molto probabilmente la giornata successiva non andremo in trasferta a Tecchiena. Da due mesi io personalmente, la società e i giocatori, riceviamo continuamente delle minacce da parte dei componenti della squadra e dei tifosi del Real Tecchiena. I motivi dell’ingiustificabile astio, a loro dire, stanno nella partita di andata, sospesa e ripetuta e poi da noi vinta grazie ad un calcio di rigore e nelle docce fredde che avrebbero fatto i calciatori avversari nel nostro spogliatoio”. Ricordiamo come all’andata il match Aquino-Tecchiena fu sospeso sull’1a0 per accerchiamento dell’arbitro da parte degli ospiti. La ripetizione della gara ha visto prevalere gli aquinati grazie ad un tiro dagli undici metri, evidentemente contestato dagli avversari. “Ad oggi, pur volendo partire, non abbiamo un mezzo a disposizione per andare a Tecchiena. – continua Fasani – ed escludiamo di andare con le auto. Evidentemente c’è gente che non ha nulla da perdere ed è giusto salvaguardare l’incolumità di tutti. E ancor più grave è il fatto di non aver ricevuto nessuna attenzione da parte della Lega”. Si tratta senza dubbio di episodi che fanno male al calcio e che, purtroppo, non sono nuovi specialmente in queste categorie. L.T.

SANT’APOLLINARE - Basterebbe dire come domenica scorsa ci sia stato l’ennesimo avvicendamento al vertice della classifica, per spiegare quanto appassionante e combattuto, per la conquista della vittoria finale, si stia rivelando il girone H di prima categoria. Il Paliano ha battuto il pericolante Broccostella ed il Sant’Apollinare, in virtù del pareggio ottenuto sul campo del Veroli, è tornato ad inseguire, ad un solo punto di distanza, quando mancano solo quattro turni alla conclusione del campionato. Per la squadra di Zollo il distacco appare assolutamente colmabile e, a vedere il calendario, la sensazione è che tutto si deciderà nello scontro diretto della penultima giornata, in cui il Sant’Apollinare cercherà di sfruttare il vantaggio del fattore campo. Si perché gli avversari che si frappongono alle due contendenti da qui alla partitissima appaiono decisamente alla portata: Fiuggi

in casa e Lapisebamolese in trasferta per i gialloblù, Cervaro fuori e Real Piedimonte davanti al proprio pubblico per il Paliano. Insomma, persa momentaneamente la vetta, Zollo e compagni

Una fase di Veroli-S.Apollinare non hanno di certo perso la grinta, che traspare in modo inequivocabile proprio dalle parole dell’allenatore-giocatore: “Domenica contro il Veroli, risultato a parte, abbiamo disputato una gara per-

Damato fischia a S.Siro Tagliavento per il derby

Zaccheroni:“Contro l’Inter mi aspetto una Juve tosta”

Sarà Damato l'arbitro di Inter-Juventus, anticipo di domani della 15/a giornata di ritorno di Serie A. Il derby di domenica tra Lazio e Roma sarà invece diretto da Tagliavento, mentre Sampdoria-Milan da Rizzoli. L'anticipo di sabato Chievo-Livorno sarà infine arbitrato dall’internazionale Rosetti.

Il tecnico: «Con la salute alla pari la squadra poteva giocarsi questa stagione con i nerazzurri. La partita di domani per noi è importante perchè siamo in crescendo, e possiamo migliorare la nostra classifica. La Champions è un obiettivo al quale teniamo tantissimo, tutti. La squadra, la società e i tifosi».

fetta, come ha sottolineato nelle dichiarazioni post-partita anche il dirigente dei nostri avversari. Abbiamo espresso un ottimo calcio, creando una valanga di palle gol, che però non siamo riusciti a concretizzare. Alla vigilia avrei messo la firma su questo pareggio, ma per come ci siamo comportati contro una signora squadra come il Veroli, posso dire che il punticino ci va stretto. Ora non dobbiamo perder tempo a preoccuparci, ma dobbiamo immediatamente ritrovare la concentrazione per affrontare i prossimi impegni, a partire da quello casalingo contro il Fiuggi. Per avere la possibilità di giocarci il campionato nello scontro diretto con il Paliano è fondamentale non perdere altri punti prima. Ancora non abbiamo vinto o perso nulla, ma mi sento di fare i complimenti ai miei ragazzi, che continuano a darmi delle grosse soddisfazioni, inaspettate ad inizio stagione”. Luca Tedeschi

15

ANNO I - N° 40

VENERDÌ 16 APRILE 2010



lagazzettacassino160410a