Issuu on Google+

ANNO i1 - N° 84 - MARTEDì 12 ApRilE 2011 - DisTRibuziONE gRATuiTA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giORNAlE sATiRiCO

L’OSCAR DEL GIORNO AD ANNALISA D’AGUANNO

PRIMA O POI CI SCAPPA IL MORTO

Per la caparbietà nel portare avanti la campagna elettorale per le comunali di Cassino con un proprio candidato, la manager Barbara Di Rollo, e con un proprio gruppo di liste. Tutto questo a dispetto dell’iniziativa politica del presidente Abbruzzese che va avanti con il suo candidato a sindaco Palombo e 10 liste. Alla D’Aguanno il merito di essersi opposta al suo presidente all’interno del centrodestra e del Pdl in maniera specifica. A lei andrà quasi sicuramente il simbolo del partito con il quale potrà allestire una lista.

IL TAPIRO DEL GIORNO A MARIO ABBRUZZESE

Per la sconfitta per lui e per il centrodestra sulla vicenda Saf. Infatti il centrosinistra ha rieletto i vertici della società di Colfelice con a capo ancora una volta Cesare Fardelli e un cda di centrosinistra. Una sconfitta per il presidente Abbruzzese e per lo stesso presidente della provincia Iannarilli che non hanno saputo far eleggere un loro rappresentante. Adesso ancora tre anni in mano a uomini del centrosinistra la gestione di un impianto così importante.

CRONACA

ELEZIONI

UNIVERSITÀ

Trovato morto nella sua auto un 22enne di San Giorgio a Liri, da stabilire la causa del decesso

E’ sempre caccia ai candidati per la chiusura delle liste, c’è tempo fino a sabato per completare

Il rettore Ciro Attaianese rivolge 9 richieste per l’Ateneo ai candidati a sindaco

A PAG. 5

A PAG. 6

A PAG. 7

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione CONTRO IL PRECARIATO

Una grande affluenza alla manifestazione organizzata sabato scorso

Lavoratori e studenti in piazza Allo slogan “Il nostro tempo è adesso”, per rivendicare tutti il diritto all’occupazione ROMA - Un fiume di gente quello che si è riversato sulle strade e nelle piazze principali della capitale, sabato scorso, per protestare contro ogni forma di precariato nel mondo del lavoro. Ma accanto ai manifestanti che mese per mese combattono con un senso di sfiducia e di attesa per una stabilizzazione che il più delle volte non arriva, c’erano anche tantissimi studenti. Allo slogan “Il nostro tempo è adesso”, hanno sfilato accanto a chi combatte per avere un posto fisso perché anche loro, al termine del cammino di studi possano avere certezze occupazionali.''Anche noi studenti medi e universitari, saremo oggi in piazza per dire che il nos t r o tempo e' adesso. N o n

siamo piu' disposti ad aspettare, siamo stanchi di sentirci dire 'siete il futuro del Paese' mentre si tagliano fondi alle scuole e alle universita'. N o n siamo piu' disposti ad ascoltare, ancora una volta, le barzellette dei politici, che tentano di nascondersi dietro una

squallida ironia perche' incapaci di affrontare i veri problemi di questo Paese''. E' quanto si legge in una nota congiunta della Rete degli studenti e dell'Unione degli universitari che si accingono a scendere in piazza contro il precariato. ''Noi - prosegue la nota vogliamo contare, ora e subito, vogliamo un cambiamento forte nel Paese e lo vogliamo ora. Vogliamo un Paese diverso che non ci costringa ad emigrare all'estero per costruirci un presente ed un futuro. Chiediamo investimenti sostanziali nella formazione e nell'istruzione pubblica, perche' sono questi a garantire, non solo il nostro, ma il futuro di tutto il Paese''. Come studenti, evidenziano ancora, ''viviamo la precarieta' come condizione quotidiana ed esistenziale, per questo saremo in piazza oggi in tutte le citta' italiane''.''Durante la manifestazione di oggi, 9 Aprile, 'il nostro tempo e' adesso. La vita non aspetta'' non manchera' la voce degli studenti, che fanno sapere di mettere in atto un'azione simbolica contro la guerra, al pas-

BILANCIO DELL’ASSESSORE REGIONALE

Mariella Zezza: abbiamo creato oltre 10mila posti di lavoro ROMA - "Il forte impegno della Giunta Polverini sul tema del lavoro è testimoniato da tutte le iniziative avviate in questi mesi. Per "Lavoro Formato Giovani", il nostro piano per incentivare l'occupazione giovanile, abbiamo a disposizione oltre 100 milioni di euro. Proprio per affrontare il tema dell'occupazione giovanile abbiamo inoltre convocato a inizio anno un tavolo con le parti sociali".Lo ha dichiarato l'assessore al Lavoro e Formazione della Regione Mariella Zezza."Sul tema del contrasto al lavoro precario -

2 ANNO II - N° 84 MARTEDì 12 ApRIlE 2011

ha spiegato l'assessore - spiace rilevare come qualcuno non si sia accorto delle azioni concrete già portate a termine in questi mesi. Abbiamo infatti svuotato il bacino degli LSU nella nostra Regione, in maggioranza donne e giovani, alcuni dei quali in attesa di uscire dalla precarietà da oltre 15 anni. Da febbraio è inoltre attivo un avviso del mio Assessorato per la stabilizzazione dei lavoratori precari del valore di 12 milioni di euro. Si tratta di uno strumento che favorisce l'assunzione stabile e l'autoimpiego, sta dando ottimi

risultati e intendiamo presto rifinanziarlo, a dimostrazione di come i giovani accolgano con favore le proposte concrete messe a loro disposizione"."Con la prossima iniziativa - ha aggiunto l'assessore Zezza - sosterremo inoltre i giovani professionisti con meno di 35 anni, i "Consulenti junior", con un impegno di 2 milioni e mezzo di euro. In questo primo anno, grazie alle politiche attive messe in campo dalla Giunta Polverini, sono stati creati circa 10 mila nuovi posti di lavoro".

saggio del corteo davanti all'Istituto tecnico Galilei a Roma in via Conte Verde''. Lo annuncia in una nota il Comitato ''il nostro tempo e' adesso. La vita non aspetta''. Gli studenti, infatti, ''lanceranno degli aeroplanini di carta di colore arcobaleno e srotoleranno uno striscione con la scritta 'La democrazia non si esporta, s'insegna - No ai cacciabombardieri si all'istruzione pubblica''. E' partito da piazza della Repubblica, a Roma, il corteo dei precari organizzato dal Comitato ''Il nostro tempo e' adesso la vita non aspetta'' contro la precarieta'. In piazza operatori dello spettacolo, precari dei call-center, gli archeologi precari, i giornalisti precari e gli studenti. In migliaia stanno sfilando se-

guendo lo striscione d'apertura: ''Il nostro tempo e' adesso. La vita non aspetta''. Il corteo si sta muovendo verso il Colosseo e, tra la folla, spicca un lungo tricolore di oltre 50 metri.

VERSO LA DEFINIZIONE DELLA VERTENZA RITEL

Area crisi a Rieti Vicini alla soluzione ROMA - Giunta regionale del Lazio, presieduta da Renata Polverini, ha approvato su proposta dell'assessore al Lavoro e Formazione Mariella Zezza la delibera per l'accertamento di situazione complessa con impatto sulla politica industriale nel sistema locale del lavoro per la Provincia di Rieti."La richiesta di riconoscimento - ha dichiarato l'assessore Zezza - di crisi industriale complessa per l'area dell'innovazione del Reatino rappresenta un elemento fondamentale verso la soluzione della vicenda Ritel. Si tratta infatti di un ulteriore passo verso la definizione dell'accordo quadro che ci vede impegnati insieme alla Presidenza del Consiglio, al Ministero del Lavoro e al Ministero dello Sviluppo Economico". "L'approvazione di questo provvedimento - ha spiegato l'assessore Zezza - conferma l'impegno preso davanti alle istituzioni locali e ai

160 lavoratori reatini. La Giunta Polverini non solo mantiene le promesse ma lo fa anche individuando la migliore soluzione alle problematiche del territorio. Ritengo infatti decisivo il lavoro costante, silenzioso e lontano dai riflettori che è stato fatto in questi mesi. A compimento del primo anno dal nostro insediamento in Regione credo che l'avvio ad un accordo di programma con il Governo che porterà alla soluzione delle vertenza Ritel sia un'ottima notizia per il mantenimento dei livelli occupazionali e della capacità produttiva della provincia di Rieti"."Continueremo a fare la nostra parte al tavolo Ritel - ha concluso l'assessore Zezza - e confermo la nostra disponibilità ad intervenire direttamente con uno stanziamento importante per favorire il rilancio di un'attività strategica per l'intero tessuto produttivo regionale".

Rapita dal convivente e poi liberata dai Cc

Violenza sessuale L’infermiere è seriale

E' stata sequestrata in casa per due giorni dal suo convivente, un giovane di 22 anni, disoccupato, originario di Napoli. Infine, e' riuscita a procurarsi un cellulare e dare l'allarme. E' accaduto a Minturno, la vittima e' una donna di 33 anni, originaria di Castelnuovo di Napoli, sequestrata in casa dal suo compagno. A liberarla sono stati i militari della stazione di Minturno che hanno fatto irruzione nell'abitazione.

Sono salite a 5 le donne che dicono di aver subito violenza sessuale da Giovanni Piergentili, di 56 anni, caposala dell'ospedale Andosilla di Civita Castellana, arrestato l'8 marzo scorso dagli uomini della Squadra Mobile di Viterbo con l'accusa di aver violentato una paziente ricoverata in day hospital, ancora sotto gli effetti dell'anestesia. La dinamica degli abusi descritta nelle denunce è più o meno la stessa.


regione L’assessore regionale all’Agricoltura plaude al lavoro svolto dalle aziende vinicole regionali

Birindelli: “In Lazio veritas” E punta sul business come nuova forma di sviluppo e di crescita economica per tutti ROMA - Vini e territori del Lazio protagonisti alla 45° edizione del Vinitaly 2011. A Verona la fiera scaligera ospita nei 2500 metri quadrati del padiglione "Palatium" le più significative aziende vitivinicole del Lazio che espongono le loro etichette quali migliori espressioni delle identità territoriali e culturali della nostra regione. La presenza delle aziende al Vinitaly 2011 è organizzata e curata dall'assessorato alle Politiche agricole della Regione Lazio, e da Arsial, con un impegno di spesa del 25% in meno rispetto allo scorso anno per l'organizzazione generale della fiera con una presenza di 15 aziende in più. Sono 104 le aziende produttrici che in questa edizione rappresentano le cinque province: 51 di Roma, 27 di Viterbo, 13 di Frosinone, 12 di Latina e 1 di Rieti. Un intero territorio che giunge al salone internazionale di Verona per immergersi nelle tendenze del mercato, conoscere le ultime innovazioni e creare nuove opportunità di business. "E' proprio il

'business' - dichiara l'assessore regionale alle Politiche Agricole, Angela Birindelli - l'attività principale a cui le aziende saranno orientate durante le giornate della fiera. E' il segno della nuova gestione amministrativa dell'agricoltura della Regione Lazio che vuole fare della valorizzazione dei prodotti locali l'asse portante delle sue politiche strategiche. Una gestione amministrativa più trasparente, semplice e concreta, orientata soprattutto a valorizzare i prodotti locali dalle secolari tradizioni, come i nostri vini, e a fare del loro conveniente rapporto qualità-prezzo l'elemento distintivo, in grado di avvicinare un pubblico sempre più vasto di consumatori e sfidare sui mercati i maggiori competitors commerciali. Per questo - conclude l'assessore - il claim scelto, e che rappresenta il nuovo orientamento della Regione Lazio, è "In Lazio Veritas", a indicare un prodotto di qualità, genuino, frutto della passione dei produttori laziali. Il programma della fiera è

ricco di appuntamenti, tutti ideati per promuovere il patrimonio enologico del Lazio, che tra le sue eccellenze vanta 26 DOC, 1 DOCG (Cesanese del Piglio) e 4 IGT. Dieci tavole rotonde accompagneranno la kermesse veronese, insieme agli incontri con i buyers italiani e stranieri. A questi è stata riservata, per la prima volta, un'area dedicata al business, con interpreti professionisti internazionali, al fine di valorizzare al massimo la capacità e la qualità dell'offerta delle aziende presenti. E inoltre 34 degustazioni guidate dai migliori giornalisti specializzati e 9 banchi d'assaggio. Un viaggio unico in grado di accompagnare i visitatori, gli operatori del settore, buyers e appassionati, attraverso i sapori delle terre del Lazio per far conoscere non soltanto la salubrità dei vini ma anche le loro principali caratteristiche distintive legate alla varietà delle caratteristiche naturali dei territori. Il loro assaggio sarà accompagnato, naturalmente, dalla

sapienza enologica di esperti, sommelier e giornalisti gastronomici. In programma anche una degustazione verticale dedicata alle ultime 10 annate di Cesanese del Piglio "Romanico" di Coletti Conti, uno dei migliori rossi italiani. Oltre alle degustazioni, sarà possibile apprezzare la qualità dei vini del Lazio anche in abbinamento ai piatti tipici regionali. Menu a tema, realizzati con le migliori eccellenze di tutte le province laziali, saranno proposti ai visitatori presso lo spazio ristorante gestito dall'Enoteca regionale Palatium. Il vino del Lazio, inoltre, come sinonimo di passione e allegria. Per questo l'elemento caratterizzante dell'intero allestimento del padiglione Lazio è "le viniette", vale a dire una collana di vignette satiriche

realizzate da alcuni autori romani e non solo come Gianfranco Tartaglia (Passepartout), Andrea Pecchia, Marco De Angelis, Lido Contemori, Davide Ceccon, Marilena Nardi, per ironizzare sull'eccessiva retorica che ruota intorno al mondo del vino. Per ogni giorno di attività del padiglione, infine, una web tv visibile al sito www.inlazioveritas.tv, trasmetterà in diretta i contenuti riferiti alle attività e agli eventi in corso.

SUCCESSO DEGLI STAND DELLA NOSTRA REGIONE

Polverini a Vinitaly: La qualità dei prodotti laziali sta crescendo ROMA - VERONA - ''Sono qui per testimoniare la vicinanza della Regione al mondo del vino, nella convinzione che l'enogastronomia sia una buona calamita per attrarre turisti su tutto il territorio regionale''. E' quanto ha dichiarato la presidente Renata Polverini, oggi a Verona in occasione della 45/ma edizione di Vinitaly, dove ha visitato il padiglione della Regione Lazio, come riferisce una nota regionale. Polverini si e' soffermata presso gli stand dei produttori laziali presenti al Vinitaly, accompagnata dall'assessore alle Politiche agricole, Angela Birindelli,dall'assessore alle Attivita' produttive, Pietro di Paolo, e dal commissario straordinario di Arsial, Erder Mazzocchi. ''In Lazio Veritas'' e' lo slogan scelto quest'anno dalla Regione Lazio: ad indicare un prodotto di qualita', genuino, frutto della passione dei produttori laziali. Lo

spazio espositivo, di oltre 2.400 metri quadri - realizzato dall'assessorato regionale alle Politiche agricole e dall'Arsial - e' allestito con un'area conferenza, due punti per le degustazioni e la presentazione di 104 aziende produttrici: 51 di Roma, 27 di Viterbo, 13 di Frosinone, 12 di Latina e 1 di Rieti. “Quest'anno e' aumentato il numero delle aziende laziali presenti a Vinitaly - ha sottolineato la presidente della Regione Lazio - e sta crescendo soprattutto la qualita' della produzione regionale. Bisogna puntare sulla qualita', infatti, come elemento determinante per competere e trainare i consumi della nostra regione”.

Crolla parapetto lungo i Faraglioni

Nuovo sisma E’ allarme tsunami

CAPRI - Incuria e degrado fanno crollare un parapetto di oltre dieci metri lungo una delle strade pubbliche piu' suggestive e panoramiche dell'isola di Capri, in via Tuoro, in una zona residenziale abitata da personalita' di rilievo e intellettuali, italiani e stranieri. Per anni, tra gli altri, in zona ha vissuto lo scrittore e saggista belga Felicien Marceau, membro dell'Accademia di Francia, che dalla sua casa di Tuoro ha scritto un libro su Capri.

TOKYO - Una scossa di 7.1 gradi ha colpito Iwaki, nella prefettura di Fukushima, ed è stato lanciato un allarme Tsunami. La scossa è avvenuta alle 17.17, locali (le 10:17 in Italia). Esattamente un mese fa la stessa zona era stata colpita dal devastante sisma di 9 gradi, seguito da uno tsunami. Per quanto riguarda l'allarme tsunami, la previsione è di onde alte 1 metro nella prefettura di Ibaraki.

3 ANNO II - N° 84 mArtedì 12 AprIle 2011


provincia Annuncio dell’assessore provinciale Abbate in occasione della settimana della Cultura

“Siti a disposizione del ministero” La Provincia di Frosinone ha proposto un ricco calendario di eventi tutti interessanti FROSINONE - "Fino al 17 aprile è possibile godere, in tutta Italia, dello straordinario calendario di proposte incluse nella "Settimana della Cultura". La Provincia di Frosinone è al fianco del Ministero e propone all'interno del ricco calendario di avvenimenti che anche in Ciociaria e nel Cassinate sono presenti in

numero e in qualità considerevoli. Reduci dal grande successo delle "Giornate di Primavera" del FAI, proponiamo tutti e quattro i siti che in quei giorni hanno suscitato un grande richiamo e hanno goduto di un numero enorme di visitatori provenienti soprattutto dalla Capitale. Siti di importanza considerevole che certamente non hanno esaurito il loro appeal e che, anzi, contiamo di proporre all'apertura sistematica tanto è il loro valore". E' quanto ha dichiarato l'Assessore alla Cultura della Provincia di Frosinone, Antonio Abbate. "Dunque invito tutti a visitare lo straordinario "Ciclo pittorico duecentesco custodito nella Chiesa di S.Pietro in Vineis ad

Anagni (presso il Convitto Principe di Piemonte); il Cimitero Napoleonico di Fntechiari che, praticamente, è rimasto uno dei pochissimi esempi del genere al mondo; il sito di archeologiaindustriale "La Ferriera" di Atina; e il Castello Longobardo di Vicalvi. La nostra provincia ha molto da offrire e deve farlo con professionalità, costanza e precisione. Siamo sulla strada giusta e quanto prima inizieremo a raccogliere i frutti di un modello di sviluppo che insieme al Presidente Antonello Iannarilli stiamo costruendo giorno dopo giorno valorizzando in ogni modo le eccellenze, in ogni campo, che la terra di Ciociaria sa e può esprimere".

NE DA’ COMUNICAZIONE L’ASSESSORE PROVINCIALE TRINA

Opportunità di lavoro dall’UE Ecco il nuovo bando FROSINONE - Nuove opprotunità di lavoro dall’Unione europea, per la prima volta potranno partecipare anche i laureandi: “L'Epso, l'Ufficio europeo di selezione del personale, ha pubblicato il bando di concorso per 320 profili amministrativi nelle diverse sedi dell'Unione Europea”. Ad annunciare tale importante novità sono l’Assessore provinciale alle Attività Produttive, Francesco Trina e il consigliere delegato alle Politiche Comunitarie, Giuseppe Patrizi. “La grande novità di questo bando è che potranno partecipare al concorso anche studenti dell'ultimo anno del corso di laurea, che conseguiranno il diploma di laurea entro il 31 luglio 2011. Inoltre le candidature saranno prese in considerazione facendo una distinzione tra i neolaureati ed i profili esperti. Per quanto riguarda i neolaureati si cercano 226 persone, mentre per i profili esperti le posizioni aperte sono 94. Questa importante distinzione permetterà a chi ha almeno 6 anni di esperienza di essere assunto con un grado superiore”. Ai

4 ANNO II - N° 84 MARTEDì 12 ApRIlE 2011

candidati si richiede, oltre al possesso del titolo di studio, la conoscenza di una seconda lingua, a scelta tra inglese, francese e tedesco. Per candidarsi, inoltre, bisogna essere cittadini di uno degli Stati membri dell'Unione europea, godere dei diritti civili, essere in regola con le norme vigenti in materia di servizio militare ed offrire le garanzie di moralità richiesta per le funzioni da svolgere. Gli interessati possono inviare la propria candidatura per una sola delle categorie richieste: Amministrazione pubblica europea, Diritto, Economia, Audit, Finanze e Statistica. I candidati idonei saranno convocati a Bruxelles per svolgere un test di selezione con domande a scelta multipla per valutare le attitudini e le competenze generali dei candidati. La candidatura deve essere inviata entro le ore 12:00 del 14 aprile 2011, seguendo la procedura sul sito eu-careers.eu. Ogni candidato, se ritenuto idoneo, dopo pochi giorni dall'invio della propria candidatura, riceverà una lettera con i giorni in cui è possibile soste-

nere la prova di selezione. Ecco le funzioni che i prescelti dovranno svolgere nelle diverse categorie: Amministrazione Pubblica Europea Agli amministratori spetta il compito di coadiuvare i responsabili delle decisioni nell'attuare la missione dell'istituzione o dell'organo di appartenenza. In generale gli amministratori hanno il compito di coadiuvare i responsabili delle decisioni nell'attuare la missione dell'istituzione o dell'organo di appartenenza e di prestare consulenza giuridica alle unità gestionali e operative del proprio dipartimento, assicurando la conformità con il diritto nazionale e dell'UE. In generale gli amministratori hanno il compito di coadiuvare i responsabili delle decisioni nell'attuare la missione dell'istituzione o dell'organo di appartenenza e di fornire le analisi economiche e/o statistiche necessarie ad avviare, elaborare, gestire e valutare le politiche dell'Unione europea. In generale gli amministratori hanno il compito di

coadiuvare i responsabili delle decisioni nell'attuare la missione dell'istituzione o dell'organo di appartenenza. Essi operano inoltre in campi quali l'audit finanziario, la revisione di rendimento e l'audit interno. I revisori contabili assicurano i servizi di controllo e di consulenza in relazione a tutti i settori operativi dell'Unione europea, onde migliorarne la governance e la gestione. Le loro mansioni possono portarli a intervenire nei 27 Stati membri e anche in paesi terzi. In generale gli amministratori hanno il compito di coadiuvare i responsabili delle decisioni nell'attuare la missione dell'istituzione o dell'organo di appartenenza. Essi operano inoltre in campi quali le procedure finanziarie e di bilancio, l'elaborazione di relazioni, dei conti annuali e di diversi lavori di audit. È loro compito fornire ai servizi i dati necessari per mettere a punto le informazioni finanziarie, controllarne la gestione e assicurare la rendicontazione per tutti i settori operativi dell'Unione europea, nella prospettiva di migliorarne la governance e la gestione. Le loro mansioni possono portarli a intervenire nei 27 Stati membri e anche in paesi terzi. In generale gli amministratori si occupano dell'elaborazione e attuazione del programma statistico per quanto riguarda la metodologia statistica, la gestione e analisi dei dati, le attività di regolamentazione e di coordinamento in campo statistico, la diffusione di informazioni statistiche e la gestione di progetti/processi statistici.

Omicidio Olgiata Archiviazione a Iacono

Omicidio Roma, pistola nel Tevere

La Procura di Roma ha chiesto al gip di archiviare la posizione di Roberto Iacono, primo storico indagato per l'omicidio della contessa Alberica Filo della Torre, uccisa nella sua villa dell'Olgiata il 10 luglio 1991. Nel provvedimento, firmato dal pm Francesca Loy, si motiva la richiesta con la caduta di tutti gli indizi dopo la confessione di Winston Manuel Reves, reo confesso.

''Gli ho sparato, poi sono fuggito e ho gettato la pistola nel Tevere''. L'assassino di Roberto Ceccarelli, 46 anni, l'imprenditore romano gia' accusato in passato di truffa, ha confessato nella notte davanti gli uomini della Squadra Mobile di Roma che lo interrogavano dalla tarda serata di ieri. L'assassino, A.P., 70 anni, ha aggiunto il dettaglio di avere gettato la pistola nel Tevere perche' la calibro 22 con la quale e' stato freddato Ceccarelli.


cronaca A CASSINO

A PIGNATARO IN VIA RAVANO

Guasto alla rete idrica Mezza città senza acqua CASSINO - Cassino, guasto alla rete idrica lascia cittadini e rubinetti senz’acqua. Un guasto

alla rete idrica di Cassino ha lasciato i rubinetti asciutti a buona parte degli edifici della città martire. Dalle 8 di questa mattina i tecnici sono al lavoro in Via Marconi all’incrocio con Via S. Libera. Probabilmente il guasto sarà riparato del tutto intorno alle ore 15.00. Disagi per i cittadini che sono rimasti senza acqua nelle abitazioni, m soprattutto per bar e attività commerciali che, per funzionare necessitano di acqua corrente.

Due arresti per traffico di droga CASSINO - All’uscita del casello A/1, i militari del NORM della locale Compagnia, nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio, finalizzati a contrastare lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di “detenzione ai fini di spac-

PIGNATARO - Tragedia domenica a Pignataro che ha stroncato la vita a Michael Evangelista, 22 anni, figlio del proprietario del Bar Giulia in via Ravano, locale distante 500 metri dal luogo dell’incidente.

cio di sostanze stupefacenti“ un uomo ed una donna, entrambi residenti a Bellante (TE). I predetti, bloccati dai militari operanti a bordo di un’autovettura e sottoposti a perquisizione personale e veicolare, venivano trovati in possesso di nr. 96 bussolotti contenenti complessivamente gr.90 (novanta) di

22 enne di San Giorgio trovato morto in auto Indagini dell’Arma Morte che addolora un intero territorio. E’ mistero, però, sulla morte del giovane e su come la stessa possa essere sopraggiunta. Seppur l’incidente ha danneggiato la Punto su cui viaggiava Michael, l’impatto con l’albero non sembra tanto grave da poter uccidere il giovane. Ma

sostanza stupefacente del tipo “eroina”, sottoposta a sequestro. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati associati rispettivamente presso la Casa Circondariale di Cassino e quella di Roma Rebibbia – Sezione femminile, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

ogni sinistro stradale ha una storia a se e anche quello che sembra meno grave può rivelarsi fatale. Non si esclude, però, che il giovane possa essere stato colto da un malore. Gli accertamenti medico legali previsti per i prossimi giorni faranno luce su questo aspetto.

SORA - Il 5 aprile a Sora (FR) è scomparso il giovane Romeo Perruzza, nato a Sora il 28 luglio 1995, cittadina in cui è residente. I familiari, nell’atto di scomparsa presentata presso il Comando Stazione CC di Sora, hanno riferito che l’adolescente martedì scorso, come di consueto, è uscito di casa per recarsi a scuola, dove non è mai arrivato, facendo perdere le proprie tracce. Il personale dipendente del Comando della Compagnia di Sora appena avuta notizia della scomparsa, ha immediatamente predisposto specifici servizi nell’ambito della propria giurisdizione, volti al rintraccio del minore, coinvolgendo nell’attività di ricerca anche le altre Forze di Polizia in ambito locale, provinciale e regionale, che però non hanno permesso, a tutt’oggi, il rintraccio del giovane. Il ragazzo, di corporatura robusta, e’ alto circa 1,80 metri, pesa circa 90 kg, ha i capelli neri lisci di lunghezza media, ha un’apparecchio fisso ai denti e indossa occhiali da vista. Inoltre, al momento dell’allontanamento, indossava una felpa nera con cappuccio, pantalone della tuta nera, cappello nero e scarpe da ginnastica bianche. Con se portava anche uno zaino bianco della “Nike”. Dai primi accertamenti è emerso che il giovane si sarebbe allontanato per raggiungere la capitale. Chiunque abbia notizie al riguardo è pregato di contattare i Carabinieri del Comando Compagnia di Sora, al numero telefonico: 0776-839600

Ricerche su un giovane scomparso di casa

DAL CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO / I COMMENTI DEI CONSIGLIERI ANNALISA D’AGUANNO E ANNAMARIA TEDESCHI

Approvata la legge per cave e torbiere Per le imprese del distretto del marmo finalmente è stata approvata la nuova legge che disciplina in maniera più chiara e certa la tematica delle cave e delle torbiere. “E’ un provvedimento innovativo – spiega l’onorevole Annalisa D’Aguanno – che modifica la legge regionale 17 del 2004, rendendo più trasparente e certo lo svolgimento delle attività delle imprese del settore estrattivo”. La proposta di legge è stata approvata nella Commissione presieduta all’onorevole Francesco Saponaro, ed

ha ricevuto un consenso ampio a dimostrazione della sensibilità delle istituzioni regionali alle problematiche territoriali. “Il tema della regolamentazione delle cave è stato un tema molto seguito dalla sottoscritta – continua la D’Aguanno – sia per dare risposte concrete alle giuste sollecitazioni che sono pervenute dal mondo imprenditoriale in generale, sia per la particolare importanza che il settore riveste nell’area del Cassinate. Il Distretto del Marmo di Coreno, infatti, rappresenta una delle

maggiori realtà imprenditoriali della nostra area e da tempo gli imprenditori locali chiedevano una nuova regolamentazione. Dopo il Prae – conclude la D’Aguanno – gli imprenditori del marmo potranno contare su un nuovo provvedimento che verrà presto portato in consiglio regionale per la sua approvazione”. “Dopo l'esame e l'approvazione all'unanimità in commissione, che ha permesso agli operatori del settore, agli esponenti delle categorie, ai rappresentanti delle Province, di dare il loro contri-

buto, il Piano Regionale delle Attività Estrattive approderà questa settimana in aula. Come vice-presidente della commissione posso dire che il testo licenziato va nel senso di dare prospettive a tutto il comparto e di assicurare i livelli occupazionali già esistenti. In una Provincia come la nostra falcidiata dalla crisi economica è doveroso tutelare le attività già in essere e favorire lo sviluppo di tutto il comparto.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’IdV, Anna Maria Tedeschi.


cassino Continua la caccia ai candidati dell’ultima ora per riempire le liste. Scadenza sabato

Lite nel Pd per le candidature Nel Pdl si lotta per il simbolo CASSINO - Fibrillazioni sia nel Pdl che nel Pd per le candidature ma anche per il simbolo. Ormai il centrodestra andrà con quattro candidati di cui due vicini al Pdl o meglio ai due consiglieri regionali Abbruzzese e D’Aguanno. Sono Carmelo Palombo forte di 10 liste e Barbara Di Rollo a capo di cinque liste. Adesso il rebus è chi avrà il simbolo del Pdl. Forse nessuno dei due oppure la D’Aguanno. Tutto è ancora aperto mentre la campagna elettorale sta entrando già nel vivo. In questi giorni i candidati stanno preparando le liste con l’autentica delle firme. La consegna entro sabato alle 12 alla segreteria del comune di Cassino. nella lista Progetto Cassino ci sarà Bruno Scittarelli ed altri ex. Sempre per il centrodestra il partito di Forza del Sud avrà

candidato a sindaco Gianni Valente. L’unico a non avere problemi è il candidato a sindaco Maurizio Russo che è a capo di cinque liste e correrà da solo nell’ambito del centrodestra e che è in testa ai sondaggi politico-elettorali. Intanto è polemica nel centrosinistra che va alle urne diviso in due tronconi, Giuseppe Golini Petrarcone che guida il movimento Bene Comune che comprende l’Idv, la federazione della sinistra, Sel di Vendola e i movimenti civici, mentre il Pd e il Psi hanno preferito l’alleanza con l’Udc che candida Iris Volante. Ora la minaccia dei ribelli dei due partiti è quella del voto disgiunto. Intanto nel Pd c’è la protesta dei ribelli per le candidature. Chi non si candida non può aspirare ad incarichi in caso di successo.

ELEZIONI COMUNALI / GIOVANNA BUTERA DEL GRUPPO DI ANNALISA D’AGUANNO

Tra i candidati a consigliere anche una donna caporale dell’esercito CASSINO - Ha venticinque anni ed è caporale dell’esercito. Giovanna Butera, candidata consigliere comunale con il gruppo “Responsabilità e Impegno” è una ragazza con le idee chiare e un forte credo. “La legalità, la giustizia e il senso dello Stato, sono le tre motivazioni principali che mi hanno spinto ad entrare nell’Esercito”. E’ molto orgogliosa della sua scelta di vita: “Continuerò a fare carriera nell’Esercito anche perché credo nella forza caratteriale delle donne e voglio dimostrare che possiamo resistere in un mondo difficile e spesso maschilista come quello militare”. La candidata consigliere comunale del gruppo che fa capo all’Onorevole Annalisa D’Aguanno, vuole trasferire le motivazioni che l’hanno spinta a scegliere la carriera militare anche in un

6 ANNO II - N° 84 MARTEDì 12 ApRIlE 2011

impegno per la città. “Mi sono candidata perché credo fortemente nella legalità quale punto primario di cui una nuova amministrazione comunale dovrebbe occuparsi. Uno dei mezzi principali è quello della concertazione delle forze in campo ma anche divulgare il principio di giustizia partendo dalle scuole e quindi dall’educazione a partire dai bambini”. Giovanna Butera, candidata per la prima volta alle elezioni amministrative, ci parla anche della sicurezza: “E’ importante che i cittadini si sentano tutelati e il primo garante deve esserne proprio l’amministrazione comunale. La legalità si assicura anche con un’azione di prevenzione nelle scuole, di intervento sulle strutture urbane come pubblica illuminazione e di risanamento di alcune aree degradate”

AFFISSIONI

L’Avv. Martini: “Ci sono troppi abusi impuniti” CASSINO - Gentile Direttore, come noto la legge prevede una dettagliata normativa circa la propaganda e le spese elettorali. Tali disposizioni hanno l’ obiettivo, fra l’ altro, di consentire a tutti i candidati di partecipare ad armi pari e lealmente alla competizione elettorale, prediligendo il dibattito e il merito alla vuota pubblicità. Non serve certamente un’ analisi storico giuridica per rendersi conto, più in generale, che questa normativa è stata dettata per esigenze di grande rilievo fra cui quella di garantire la libera e genuina espressione della volontà del corpo elettorale. C’è insomma la preoccupazione che un uso non paritetico dei mezzi pubblicitari, o un uso sproporzionato di denaro, sia causa di un’ indebita pressione psicologica sull’ elettorato e quindi un condizionamento del voto. E’ per questo che è stata prevista l’ ineleggibilità di quel candidato responsabile dell’ abuso di mezzi pubblicitari illegali o che ha fatto spese elettorali non dichiarate. Data l’evidente situazione fuorilegge di qualche candidato il cui volto appare in questi giorni dappertutto, e preoccupati per le esperienze subite durante l’ ultima elezione regionale, abbiamo organizzato un ufficio che ha il compito di raccogliere le violazioni in materia di spese e di pubblicità elettorale per poi, in caso di accertata violazione con la normativa di riferimento, richiedere l’ ineleggibilità del candidato responsabile.E’ peraltro appena il caso di ricordare a tutti che ci sono dei pubblici funzionari che sono tenuti per legge a garantire la regolarità delle competizioni elettorali. Avv. Giuseppe MARTINI

E’ finita in rissa la rielezione di Fardelli

Sora, raduno delle Fiat 500

L’assemblea dei sindaci ha rinnovato i vertici amministrativi della Saf, la Società ambiente Frosinone che si occupa di rifiuti. Il Cda della società era stato eletto nel 2008 quando il centrosinistra amministrava in Provincia. Lo stesso centrosinistra ha riconfermato i propri rappresentanti nonostante in provincia ora governi il centrodestra. E’ stato rieletto Cesare Fardelli con 43 voti su Fabio De Angelis con 31.

L’8 maggio 2011 c’è la manifestazione“5° Raduno Fiat 500 Città di Sora”, passeggiata non competitiva a bordo dell’autovettura rimasta nel cuore di ogni italiano.Coloro che vorranno partecipare, dovranno compilare l'apposito modulo, e dovranno farlo pervenire a mezzo eMail, posta, fax o altro, alla sede dell'Associazione Vita Ciociara,Via SanVincenzo Ferreri,9 03039 Sora (FR), a titolo di prenotazione.


cassino Il rettore dell’Università di Cassino, Ciro Attaianese, presenta delle istanze per l’Ateneo

Nove domande del rettore ai candidati CASSINO - Ai candidati a sindaco per le elezioni amministrative del 15-16 maggio il rettore dell’università ha chiesto di rispondere a 9 domande relative alle esigenze dell’ateneo. “L'Università di Cassino, scrive il rettore Ciro Attaianese, cosciente del prossimo appuntamento elettorale amministrativo, intende rivolgere un appello ai cittadini del comune di Cassino e ai suoi rappresentanti che hanno avanzato la candidatura al ruolo di sindaco. L'appello interpreta nove istanze precise, ispirate al miglioramento del rapporto tra Ateneo, città e cittadini. Nove istanze ispirate al principio di responsabilità, ovvero “fattibili” anche in un momento di crisi economica quale quello attuale e sulle quali non è possibile tergiversare. Sul raggiungimento degli scopi posti da queste istanze l'Ateneo intende costruire il rapporto istituzionale con la prossima compagine governativa.” Per il rettore l'Università di Cassino rappresenta una risorsa qualificata ancorché unica per il territorio. “Questo – continua - è ol-

tremodo evidente leggendo il recentissimo studio 'Progetto IES UNICAS', condotto da docenti dell'Università e disponibile per la consultazione presso l'Ateneo, che mostra chiaramente come l'impatto sociale, culturale ed economico della nostra organizzazione produca effetti ragguardevoli, in termini di risorse aggiunte, per l'economia e dunque per il sostentamento e lo sviluppo locale. L'esperimento del 'piccolo ateneo ciociaro', iniziato oltre trenta anni fa, è diventato una realtà solida, si è confermata e continua nella sua crescita di autorità garantendo ormai un flusso di studenti costantemente superiore alle diecimila unità. Un ulteriore evidenza del favorevole impatto che esiste anche presso la platea dei giovani. Oggi frequentare Cassino non è più e solo una convenienza grazie alla sua prossimità. Dimensioni ridotte e strutture architettoniche moderne e in costante ampliamento, come il Campus Folcara, creano le condizioni per un rapporto efficace tra docente e studente.

Ecco le nove richieste punto per punto CASSINO - Queste le 9 richieste al futuro sindaco di Cassino. 1. Realizzazione dei marciapiedi, dell’impianto di illuminazione e di una pista ciclabile in via Sant’Angelo, la strada di accesso al Campus Folcara. Proposta: istituzione in via Sant’Angelo del senso unico di circolazione per gli autoveicoli.In questo modo quanto richiesto sarebbe realizzabile in maniera facile, veloce e a costi assai contenuti anche grazie al completamento e all’apertura dello svincolo Folcara sulla superstrada Cassino-Sora. 2. Adozione di politiche di incentivazione alla residenzialità a Cassino degli studenti universitari. Proposte: a. monitoraggio dei canoni di affitto;b. definizione e monitoraggio dei livelli essenziali di prestazioni; c. sconto sull’ICI (e sulla futura IMU) degli immobili concessi in fitto a studenti universitari a

condizione che assicurino livelli essenziali di prestazioni predefiniti e concordati. 3. Trasformazione in circolare del servizio autobus che collega la stazione ferroviaria di Cassino con il Campus Folcara, in modo da ridurre a non più di 15 minuti il tempo di attesa massimo da e per il Campus durante tutto l’orario di apertura del Campus. 4. Predisposizione di una segnaletica stradale che consenta il facile raggiungimento di tutte le sedi dell’ateneo a partire dai vari punti di ingresso in città. Osservazione:numerosi sono gli esempi di città che orgogliosamente ostentano la presenza di un’università nel loro territorio con la dizione “città universitaria” che accompagna i cartelli di indicazione in ingresso. 5. Messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali in prossimità delle sedi dell'Ateneo mediante

segnaletica orizzontale, verticale e installazione di impianti semaforici o ripristino della funzionalità di quelli esistenti. 6. Estensione delle zone di utilizzo della rete Unicasnet da parte degli studenti dell’Ateneo attraverso l’installazione di access point nelle principali piazze e strade della città per estendere UWN (UnicasWirelessNetwork). 7. Istituzione di un servizio di bike-sharing con punti di raccolta collocati presso la stazione ferroviaria di Cassino e le sedi dell’Ateneo a cominciare dal Campus Folcara. 8. Riserva di stalli di sosta al personale dipendente dell’Università in prossimità del Rettorato e dei locali in via Mazzaroppi e in via Zamosch. 9. Definizione delle comproprietà in essere tra Comune di Cassino e l’Università: Teatro Manzoni e Parcheggio Multipiano di via Di Biasio.

CANDIDATA PER UDC-PD-PSI-FLI

Iris Volante:”Il nostro obiettivo? Vincere e governare bene la città” CASSINO - “Cassino deve voltare pagina. Il nostro obiettivo è vincere e governare bene la città”. E’ caricata e determinata al massimo la candidata a sindaco Iris Volante, che ieri mattina ha inaugurato la sede del suo comitato elettorale, sita in Corso della Repubblica n. 8 a Cassino. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza di tanti sostenitori, tanti candidati delle liste della coalizione a suo sostegno, tanti amici e cittadini. Alla cerimonia ha presenziato l’on. Anna Teresa Formisano, che nel rivolgere alla candidata il suo in bocca al lupo ha sottolineato: “Oggi inauguriamo il Comitato di Iris Volante, mia amica da tanti anni, affermata professionista, mamma, donna ed ex amministratrice di questa città. E’ una persona che stimo e la quale non ha bisogno della politica per affermarsi. Finalmente – ha continuato l’on. Formisano – Cassino ha un candidato a sindaco donna, la quale ha le giuste conoscenze per governare e per lavorare alla rinascita di questa città. Cassino deve riappropriarsi del suo primato, quello di una città ai vertici della classifica provinciale. Oggi, invece, è il fanalino di coda”. Parlando dinanzi ai numerosi presenti, l’on. Formisano ha ribadito: “Iris Volante

in passato ha amministrato bene; molte realtà vive oggi a Cassino sono state realizzate da Iris quando era assessore. Per lei è un orgoglio essere un ex amministratore”. Poi rivolgendosi alle donne la deputata ha concluso: “Le donne quando vogliono spostano il mondo; le donne se lo vorranno, anche questa volta, riusciranno a smuovere il mondo”. Una battuta l’onorevole la riserva agli avversari: “La Regione non è proprietà privata di qualcuno. Anche l’UDC è al governo della Regione. Il vice presidente, il capogruppo dell’Udc alla Regione e il Segretario nazionale saranno a Cassino la prossima domenica a presentare la candidatura di Iris”. E’ stata, poi, la volta della candidata a sindaco che con voce ferma ha ribadito: “Con tutti i partiti della coalizione condividiamo un progetto vero e innovativo. Con il nostro progetto, che ricalca le esperienze del Nord Europa con a capo una donna, diamo la possibilità alla città di scegliere e di cambiare. La nostra coalizione UDC, PD e PSI è variegata e raggruppa percorsi diversi. Tutto ciò è una ricchezza perché rappresenta le diverse parti della città. Non abbiamo fatto accordi con nessuno; nessuno ha rivendicato poltrone o sedie da oc-

cupare. L’amore per Cassino è il comune denominatore che ci unisce. Questa è un cosa bellissima. Chiunque voglia condividere questo sentimento con noi lo aspettiamo a braccia aperte. Il nostro obiettivo è recuperare Cassino e governarla con equilibrio, moralità, legalità e la rappresentatività di tutti. Al momento della composizione della nuova giunta terremo presente dell’impegno di tutti, perché è giusto che sia così”. Sottolineando il ruolo e l’impegno delle donne ha affermato con forza e decisione: “Le donne credono nelle cose, ci mettono il cuore, la faccia e la determinazione. Lavorerò per esprimere tutto il mondo finora tenuto all’angolo e portare qualcosa di diverso alla città. Sono motivata al massimo, determinata e ottimista”. A chi le chiedeva: “Sarà una campagna difficile?” La candidata a sindaco Iris Volante ha risposto: “Forse sarà pure difficile ma, sicuramente, stimolante. Raggiungeremo la vittoria perché c’è il cuore. In un momento in cui sembrava che non ci fosse partita, abbiamo messo un paletto robusto. Da oggi, tutti insieme, iniziamo una bellissima avventura mettendoci la faccia, la determinazione e le idee per voltare pagina”.

In consiglio regionale il piano delle cave

Presentazione Volante, ci sarà anche Cesa

“Dopo l'esame e l'approvazione all'unanimità in commissione, che ha permesso agli operatori del settore, agli esponenti delle categorie, ai rappresentanti delle Province, di dare il loro contributo, il Piano Regionale delle Attività Estrattive approderà questa settimana in aula. “Lo ha detto Annamaria Tedeschi, consigliere regionale Idv.

CASSINO - Presentazione del candidato a Sindaco di Cassino Iris Volante al Teatro Manzoni domenica prossima alle ore 17 con la la partecipazione dei parlamentari Anna Teresa Formisano, Francesco Carducci, Luciano Ciocchetti, Assessore all’Urbanistica e Vice Presidente della Regione Lazio, e del segretario nazionale Lorenzo Cesa.

7 ANNO II - N° 84 mArtedì 12 AprIle 2011


cassinate Atti di violenza, vandalismo e chiasso interminabile stanno tormentando i cittadini del centro

Movida, è ora che si intervenga CASSINO - Prima o poi ci scappa il morto. Non è un augurio il nostro, ma l’ennesimo grido di allarme, che rivolgiamo soprattutto al comune di Cassino, ed al suo commissario Angela Pagliuca. Le notti della movida cassinate diventano sempre più pericolose: sia per chi le fa, e sia per chi le subisce. Le risse, i pestaggi, ma anche gli atti di vandalismo ed intimidatori diventano ogni fine settimana sempre più frequenti. Dalla puntuale e chiarissima cronaca dei redattori del quotidiano “Ciociaria Oggi” abbiamo letto di una rissa avvenuta davanti ad un bar del corso della Repubblica, che ovviamente affaccia su piazza Labriola, avvenuta alle tre di domenica mattina, o sabato notte se vi pare, che coinvolgeva anche gente seduta ai tavoli del bar. Ci chiediamo: ma il bar alle tre di notte, non dovrebbe essere chiuso? E rispondiamo: Si, dovrebbe essere chiuso, e da almeno un’ora. Invece i vandali, proba-

bilmente ubriachi, hanno devastato anche le suppellettili del bar, il quale, se avesse rispettato le ordinanze comunali non avrebbe riportato danni materiali. I bar di Cassino, hanno l’obbligo di chiusura nei week end, e previa autorizzazione da richiedere all’ufficio commercio, alle ore 2, invece non smontano prima delle quattro. Ne conseguono una serie di fatti, anzi misfatti, che i gestori fanno sempre finta di ignorare. La gente che abita al centro è oramai terrorizzata, dopo una certa ora nemmeno ci si può affacciare alla finestra, si rischia di prendere qualche bottigliata in testa, anche se le bevande andrebbero servite, dopo le 23 nei bicchieri di carta. Del bar preso a mattonate, i colleghi della cronaca se ne sono occupati ampiamente. Ad un commercialista di Cassino, tale dottor Iannone, qualche settimana fa, una mano ignota ha tagliato tutte e quattro gli pneu-

CASSINO

Iris Volante inaugura la mostra “NaturArte” CASSINO - Arte contemporanea e patrimonio naturalistico delle aree protette del Lazio per conoscere il territorio in tutta la sua essenza. Sono i contenuti della Mostra di Pittura NaturArte inaugurata sabato mattina al Museo archeologico di Cassino dal Commissario straordinario del Parco dei Monti Auruci e del Monumento naturale di Montecassino, Iris Volante, insieme al direttore del museo archeologico di Cassino, Silvano Tanzilli. La Mostra raccoglie una selezione delle opere che hanno partecipato alla II Edizione del premio NaturArte, tra cui le 8 vincitrici e un quadro commissionato a Fulco Pratesi, er mostrare le molteplici sfaccettature delle aree protette del Lazio; dalla varietà degli ambienti naturali, che sono fortemente legati all’attività agricola, ai paesaggi ricchi di biodiversità passando per le antiche tradizioni. Un connubio quello tra natura, ambiente e agricoltura che sembra suggerire che anche le attività agricole se condotte in modo opportuno, possono contribuire alla conservazione del patrimonio naturalistico. L’esposizione dei dipinti sulle campagne laziali s’inserisce, in pratica, nella settimana della cultura che il Ministero per i beni e le attività culturali ha destinato da oggi, sabato 9 fino al 17 aprile.

8 ANNO II - N° 84 mArtedì 12 AprIle 2011

matici della macchina, neanche a farlo apposta, il professionista cassinate, è in prima persona impegnato nella lotta contro movida selvaggia. Ma la cosa pericolosa, sono le risse ed i pestaggi: dalla finestra di casa sua in piazza Labriola, un noto dirigente di un importante ufficio dello Stato, ha assistito impotente al brutale pestaggio di un giovane da parte di un vero e proprio branco che gli si è accanito addosso lasciandolo sanguinante a terra. Nel week end successivo, si è ripetuta la scena, ma con la variante dell’investimento in auto: in pratica una macchina con quattro ragazzi a bordo, ha dapprima investito un ragazzo sbattendolo a terra, poi, il quartetto è sceso dall’autovettura, non per soccorrerlo ma per dargli il resto. Senza contare le scazzottate che generano nei cittadini paura anche a stare nella propria casa. Carabinieri e polizia fanno quello che possono, a volte

Il borsino

di giovanni trupiano

ERNESTO DI MUCCIO:

E CHI SAL

anche di più: sono costretti a correre da un capo all’altro della città, scrivono fiumi di verbali che finiscono in qualche polveroso cassetto del municipio. E lì, probabilmente ammuffiscono. Non lo diciamo noi, ma la Procura della Repubblica, che a tale proposito ha un’inchiesta aperta. E’ un clima da guerra civile quello che si respira nelle notti cassinati, un clima che si lega con l’anarchia che il comune ha concesso ai boss della movida, leggasi gestori dei bar, i quali se ne sbattono delle regole, delle ordinanze e della legge e fanno quello che vogliono. Eppure non sarebbe difficile far rispettare le regole: i sindaci, nel caso di Cassino il commissario prefettizio, hanno tutti gi strumenti per intervenire, per reprimere, ma nessuno fa nulla. Intorno alla movida girano interessi a sei zeri, di cui i gestori sono i primi beneficiari. E forse non gli unici. Ignazio Annunziata

IL PD DI CASSINO:

Il suo opuscolo destinato agli anziani cassinati, su come evitare le truffe ha riscosso unanimi consensi. Di Muccio ha elencato nel suo libricino, una serie di avvertenze per non incorrere nel solito “soggetto perbene” che con la solita scusa si approfitta dei pochi soldi delle persone più deboli ed indifese.

Ci dispiace dirlo, ma il partito sembra giunto davvero alle comiche finali. I suoi dirigenti locali litigano oramai su tutto, non riescono a trovare uno straccio di intesa nemmeno su cose futili. Questo disorienta l’elettorato di sinistra che si sente di conseguenza, libero di agire come vuole.

IRIS VOLANTE:

UFFICIO MANUTENZIONE ED IGIENE DEL COMUNE DI CASSINO:

Il consenso verso il medico cassinate diventa ogni giorno più palpabile. Segno che la politica, un po’ attendista, un po’ prudente dell’Udc cassinate, paga. Iris da parte sua, ha intrapreso una campagna elettorale con entusiasmo, ma anche con determinazione e coraggio.

I piccioni selvatici che proliferano al cimitero di San Bartolomeo stanno mettendo a dura prova i cittadini di Cassino. Non c’è tomba o loculo, che non sia infestata dagli escrementi di questi volatili. Sarebbe opportuno qualche intervento.

Scontro sull’Appia, grave Karim Capuano

Lavori per la chiesa di San Pietro

VELLETRI - Versa ancora in gravissime condizioni, presso l’ospedale San Camillo di Roma, Karim Capuano, l’ex tronista della trasmissione Mediaset“Uomini e Donne”condotto da Maria De Filippi.Venerdi sera, infatti, mentre percorreva la via Appia, al chilometro 44, è andato a finire con la sua Smart contro un bus. Si trovava in compagnia di un suo amico che ha riportato fratture multiple.

PATRICA - Nel centro storico del paese è stato ufficialmente aperto un nuovo cantiere di lavori questa volta protagonista è la Chiesa di S.Pietro. Lavorando in stretta collaborazione con il Genio Civile, da dove l’ingegnere capo si è adoperato attivamente seguendo l’evoluzione del progetto si è riusciti ad ottenere un finanziamento per il rifacimento del tetto ed altri importanti lavori di manutenzione sulla Chiesa.

CHI S cend e


sport CALCIO PROMOZIONE

Ora sono quattro i successi consecutivi per gli azzurri di Barbabella

Cassino, è trionfo anche ad Arce In trasferta decisiva la rete di Marsella nel finale di gara, la salvezza è oramai in tasca CLASSIFICA SQUADRE

PARTITE

PT G

V

N

RETI P

F

S

SEGNI

64 29 18 7

4 53 23

VALMONTONE

63 28 17 9

2 53 19

COLLEFERRO

57 29 17 3

9 52 35

NUOVA CIRCE

44 28 11 11 6 34 26

BASSIANO

42 29 12 6 11 32 28

SS. PIETRO E P. NUOVA ITRI

41 28 10 8 10 23 25 39 29 11 7 11 47 37

FONTANA LIRI

39 28 10 9

SCAURI MINT.

39 28 11 6 11 31 33

TECCHIENA

38 29 8 11 10 27 36

S.APOLLINARE

38 29 8 11 10 27 41

CASSINO

37 29 8 11 10 32 32

OLEVANO ALTA

36 29 8 11 10 32 32

PONTINIA

32 28 7 11 10 25 26

FONDI

31 29 8

VIS SEZZE

29 28 6 11 11 32 37

BELLEGRA

27 28 6

9 13 20 37

PALIANO

26 28 6

8 14 18 35

ARCE

25 28 5 10 13 23 43

9 34 33

7 14 29 41

Quarto successo consecutivo per il Cassino che vince anche ad Arce ed ipoteca la salvezza. Davvero un ruolino di marcia insperato per gli azzurri che sembravano in difficoltà dopo la squalifica del campo per cinque giornate, infortuni e torti arbitrali ma che hanno saputo reagire in questa parte finale della stagione. A decidere l’incontro è stato nel finale Marsella che non ha fallito l’appuntamento dagli 11 metri. Una partita tutt’ altro che facile per la squadra di Barbabella che contro l’ultima della classe ha faticato non poco ma che alla fine è stata premiata con la rete messa a segno dal suo giocatore più prolifico. Un Cassino in salute che al suo primo anno di Promozione ha dovuto affrontare diversi problemi che pian piano è riuscito a superare e ora ciò che importa che il traguardo della salvezza sia messo in tasca per poi iniziare a progettare un futuro migliore. Non è certo questa la categoria che me-

rita Cassino che si è dovuta però calare in questa stagione in una nuova realtà, sconosciuta negli ultimi quindici anni.

CALCIO ECCELLENZA

Il Sora è di nuovo in vetta La trentunesima giornata potrebbe risultare pesantissima nella lotta al vertice del campionato di Eccellenza. Il Frascati viene affossato inopinatamente a S.Cesareo in mattinata ed il Sora, nonostante l’emergenza, non si lascia sfuggire l’occasione di riprendersi immediatamente la vetta e per la prima volta in stagione con il vantaggio massimo di due punti. Dopo un avvio di match equilibrato, l’uno-due all’altezza della mezzora di Perrotti e Scarpato ha fatto la differenza e permesso al Sora di gestire l’incontro contro un Morolo quadrato ma decisamente senza peso offensivo. In avvio di match fa molta fatica la compagine bianconera che non riesce a trovare il modo per scardinare l’attenta retroguardia lepina e non riesce ad

10 ANNO II - N°84 mArtedì 12 AprIle 2011

impensierire Catracchia. Ed al 28’ alla prima vera occasione costruita gli uomini di mister Luiso sbloccano l’incontro. Dei riceve palla sulla trequarti da De Ciantis e con un profondo traversone pesca sul secondo palo il libero Perrotti che, elude la trappola del fuorigioco arrivando in corsa dalle retrovie, e con un perentorio colpo di testa mette alle spalle di Catracchia il pallone del vantaggio sorano. Il Morolo accusa il colpo e dopo due minuti potrebbe capitolare nuovamente quando De Ciantis riceve palla ai venti metri in posizione centralissima da Perrotti e lascia partire un destro che non trova i pali della porta morolense. Il Sora però, forte del vantaggio conseguito, acquista sicurezza e continua ad attaccare con grande

determinazione. Il forcing sorano viene premiato al 35’ quando Perrotti si conquista una punizione al limite che Scarpato con una deliziosa conclusione a giro trasforma andando a pescare l’angolo sotto l’incrocio dei pali alla destra di Catracchia. Quinta perla stagionale di Scarpato e match che di fatto termina qui. Nella ripresa la compagine volsca controlla senza particolari affanni il match ed il Morolo, complice un attacco troppo leggerino, non riesce mai a rendersi realmente pericoloso dalle parti di Rossi anche se mantiene sempre un buon ordine tattico. Mancano tre finali ma questa squadra ha dimostrato che non ha paura di nessuno e che lotterà per quel traguardo che insegue in modo feroce da inizio stagione.

VOLLEY FEMMINILE

E’ serie C per la Stp Volley! Con una splendida affermazione andando ad espugnare l’eterna antagonista sul suo campo, si conclude in maniera trionfale la incredibile cavalcata delle fantastiche ragazze della STP Sant’Elia Volley. E’ serie “C” e con tre turni di anticipo, a suggellare una supremazia mai messa in discussione nell’arco dell’intero campionato. L’incredibile matricola centra la seconda promozione consecutiva su un campo pressoché inviolabile, esaltando lo splendido lavoro fatto da coach Vizzaccaro, artefice unitamente alle sue incredibili atlete di un’impresa che rimarrà nella storia di questa giovane Società e nei cuori dei tantissimi supporters che hanno voluto seguire le loro eroine fin qui, per condividerne gioia e passione per un sogno che di li a poco si sarebbe definitivamente avverato. E così è stato. In una cornice di pubblico dove sembrava che le santeliane giocassero in casa, il match si è consumato in soli tre set, anche questo a dimostrazione della forza e della volontà con la quale le pantere di Sant’Elia volessero mettere definitivamente la parola “fine” a questo campionato. Nulla hanno concesso alle avversarie, già frastornate non più tardi di tre giorni prima da un’altrettanto sonora sconfitta in casa contro le agguerritissime ciociare nel match di semifinale di Coppa Lazio, preludio a quanto sarebbe successo sabato. Non un cedimento, non una sbavatura se non controbattere gli inutili tentativi delle minturnesi più protese a limitare i danni che ad effettuare un gioco efficace e che potesse effettivamente impensierire le avversarie.

Protagoniste dell’incontro, è il caso di dire, proprio tutte. Dalle splendide atlete in campo a quelle che in panchina urlavano continuamente il loro sostegno e perfino al “marine” Valentina Di Nardi, venuta apposta in concedo per gioire insieme alle sue amiche la felicità di un trionfo di cui è stata grande protagonista insieme a tutte le altre. Allora è d’obbligo nominarle tutte queste ragazze, fantastiche interpreti di due anni incredibili, perché tutte hanno avuto il merito di costruire e realizzare, partita dopo partita, quest’incredibile sogno: il capitano e martello Laura Mariani; il libero (e sindacalista) Alessia Angione; le palleggiatrici Rita “Minny” D’Agostino, il “marine” Valentina Di Nardi” e Stefania Mancini; i martelli Sabrina “demolitor” Di Nardi e Tiziana “mentadent” Viola, gli opposti Cinzia “cuba” Milana, Giulia Mancini e Katia Palombo; le centrali Martina Fusaro, Erika Torrice ed Enrica Umbaldo. A loro si unisce coach Vizzaccaro, autore di un immenso lavoro coronato da un successo forse insperato ma sicuramente meritato. E’ stato lui, infatti, con un lavoro paziente e certosino, a forgiare una squadra imbattibile dove ognuna gioca per le altre e tutte insieme per la vittoria finale, in una sinergia e con dei meccanismi perfetti, vero segreto dei successi conseguiti. E venerdì tutti a Sant’Elia per la terz’ultima partita di campionato, assolutamente ininfluente nel risultato ma che si preannuncia indimenticabile per la grande festa che seguirà per festeggiare degnamente le meravigliose protagoniste di quest’impresa: le terribili pantere di Sant’Elia.

Segnalazione Covisoc, società deferite

Ancelotti:“Resto qui anche l’anno prossimo”

I dirigenti di dodici società di A e B e i rispettivi club sono stati deferiti dal Procuratore federale alla Commissione Disciplinare "per non aver utilizzato il conto corrente indicato in sede di ammissione al campionato di competenza,al fine di effettuare il pagamento degli emolumenti dovuti ai propri tesseratì: si tratta di un'adempienza formale, e non sostanziale, che esclude dunque la possibilità di una richiesta di penalizzazione in classifica.

«Un giorno mi piacerebbe allenare Totti, ma non ora»: alla vigilia del ritorno di Champions contro il Manchester United Carlo Ancelotti allontana un futuro immediato in giallorosso. Nell'ultimo fine settimana il capitano della Roma aveva dichiarato di voler esserci quando l'attuale manager del Chelsea si trasferirà nella Capitale. Ma in conferenza stampa l'interessato si è detto convinto che resterà al Chelsea a prescindere dall'esito dell'euroderby con lo United.


ANNO i1 - N° 84 - MARTEDì 12 APRiLE 2011 - DisTRibuziONE gRATuiTA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giORNALE sATiRiCO

L’OSCAR DEL GIORNO ALLE AZIENDE VINICOLE

MAESTRI DI VINO!

Per la qualità dei loro prodotti made in Ciociaria, altamente apprezzati in importanti manifestazioni. Si parla ancora di “Rosso Cesanese”, la “quattro giorni” che ha visto protagonista, quale “eccellenza” internazionale, il Cesanese del Piglio DOCG. Un mix di sapori, colori, armonia e partecipazione, che hanno reso Anagni “Capitale del Vino” e della produzione “Made in Ciociaria”, territorio tutto da valorizzare. Una manifestazione che ha visto il pieno appoggio anche da parte della Regione Lazio, dell’Amministrazione Provinciale, oltre che del Comune di Anagni e degli Enti specializzati nel settore.

IL TAPIRO DEL GIORNO AL PD CIOCIARO

All’indomani della sonora sconfitta riportata dal Partito democratico in provincia di Frosinone per le elezioni che avrebbero dovuto portare al rinnovo del Consiglio regionale del Lazio, dinanzi anche ad alcune inchieste de “La Gazzetta Frosinone” relative a presunte lacerazioni interne al partito ciociaro, i vertici dello stesso si erano impegnati, anche con una certa foga, a smentire certe notizie. In più volevano che fossimo noi giornalisti a svelare, cosa assurda per il nostro codice deontologico, quali fossero le fonti di queste voci. Ebbene, adesso, alla vigilia delle elezioni amministrative è l’europarlamentare del Pd, Francesco De Angelis, che invita i “suoi” a serrare i ranghi e a ritrovare l’unità d’intenti. Chi si sbagliava?

TRIONFO ROSSO

IMPRENDITORIA

ELEZIONI /SORA

Grande successo del Cesanese del Piglio nella manifestazione “Vinitaly” svolta a Verona

Crescono sempre più i giovani imprenditori in terra ciociara: Nella provincia si contano già 150 iscritti

L’Adc di Pionati al fianco di Tersigni (Pdl) per le prossime elezioni comunali di Sora

A PAG.2

A PAG. 2

A PAG.3

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


FROSINONE Grande successo alVinitaly di verona del vino prodotto a Piglio che ha già il marchio Docg

Il Rosso cesanese sbaraglia tutti Venditti: un successo che apre una nuova era per la nostra Provincia e per la sua economia FROSINONE - Commenti e sensazioni, emozioni e valutazioni: si parla ancora di “Rosso Cesanese”, la “quattro giorni” che ha visto protagonista, quale “eccellenza” internazionale, il Cesanese del Piglio DOCG. Una iniziativa già consolidata (l’evento è giunto alla sua seconda edizione), nata dal partenariato instaurato tra il Comune di Anagni, Ente promotore, l’Aspin (Azienda Speciale della Camera di Commercio di Frosinone), l’Associazione per la Gestione della Strada del Vino Cesanese e il Consorzio di Tutela del Vino Cesanese del Piglio, ma anche supportata da privati e Pubbliche Amministrazioni, come l’Amministrazione Provinciale di Frosinone, che ha voluto contribuire all’ottima riuscita della manifestazione. Sostegno e partecipazione da parte degli Amministratori Provinciali che hanno saputo cogliere l’eccellenza dell’iniziativa. Un mix di sapori, colori, armonia e partecipazione, che hanno reso Anagni “Capitale del Vino” e della produzione “Made in

Ciociaria”, territorio tutto da valorizzare. Una manifestazione che ha visto il pieno appoggio anche da parte della Regione Lazio, dell’Amministrazione Provinciale, oltre che del Comune di Anagni e degli Enti specializzati nel settore. Presenti ad Anagni, in momenti salienti dell’evento dedicato al “Rosso” DOCG, amministratori e politici che hanno sostenuto la bontà dell’iniziativa, di cui ancora oggi si parla, non solo negli ambiti del settore, per la valenza e la risonanza internazionale. Soddisfatti, oltre all’Assessore Giuseppe Viti e al Consigliere Vincenzo Ciprani, del Comune di Anagni, ideatori del primo appuntamento con “Rosso Cesanese”, anche il Sindaco di Anagni, Carlo Noto, padrone di casa; l’Assessore al Turismo Daniele Natalia, particolarmente entusiasta per le numerose presenze nel week end dedicato al “Cesanese”; Alessandro Cardinali, nella doppia veste istituzionale di Consigliere al Comune di Anagni, ma anche Assessore Provinciale. Presente anche il

Capogruppo Regionale del Pdl, l’onorevole Franco Fiorito; vice Presidente della Provincia di Frosinone, Fabio De Angelis; l’Assessore al Turismo della Provincia di Frosinone, Massimo Ruspandini; il Consigliere Provinciale del Pdl Andrea Amata e tanti altri politici che hanno voluto seguire i momenti salienti di “Rosso Cesanese”, anteprima al Vinitaly di questi giorni. E si pensa già al futuro, così come ha confermato il Presidente dell’ASPIN, Stefano Venditti: <<Il successo dell’evento testimonia una nuova “era” in provincia di Frosinone, rappresentata proprio dalle eccellenze del territorio. Impegno totale, per il futuro, da parte dell’Aspin>>. Operatori, stampa, produttori, ma anche tanti, numerosissimi partecipanti, turisti, “buongustai”. Entusiasmo e soddisfazione da parte dei ristoratori del centro che hanno registrato tantissime presenze e che hanno visto finalmente “il centro storico valorizzato e affollato”. “Una iniziativa che andrebbe istituzionalizzata e che

dovrebbe essere ripetuta periodicamente”: questo il suggerimento di commercianti e ristoratori di Anagni. L’importanza dell’evento sottolineata soprattutto dalla presenza entusiasta dell’intero comparto produttivo, ospitato nel Palazzo Comunale di Anagni nella Sala della Ragione: circa 40 gli espositori che hanno allestito l’ufficiale presentazione al pubblico, ai giornalisti e agli operatori delle Anteprime DOCG delle aziende vitivinicole e delle cantine del Cesanese del Piglio. Giorni e momenti intensi, dedicati al “bello e al buono”, dove non poteva mancare una serata “di gala”, alla presenza di organizzatori, politici e produttori. Ospiti d’eccezione Alessandro Greco e Charlie Gnocchi di RTL 102.5 che hanno regalato piacevoli sketch di simpatia e spettacolo. E ancora altre giornate ricche di musica, allegria, spettacoli e artisti di strada, naturalmente all’insegna degli incantevoli sapori nostrani. E anche nel 2011…Anagni è stata la Capitale del Vino.

FROSINONE CONTA GIA’ 150 ISCRITTI

Crescono i giovani imprenditori nella provincia ciociara FROSINONE - Crescono i giovani imprenditori in provincia di Frosinone. Il Comune capoluogo ciociaro, infatti, vanta giùà 150 iscritti, segno che i giovani, con un mercato del lavoro in crisi, si “invetano” nuove prospettive occupazionali. «Quest’inverno abbiamo realizzato un’iniziativa di orientamento per i giovanissimi, e i risultati sono stati sorprendenti», racconta Monica Lucarelli, presidente dei Giovani imprenditori di Roma. «Abbiamo riunito nell’aula magna dell’istituto tecnico Fermi di Roma più di 250 ragazzi delle terze medie provenienti da una quindicina di scuole. C’eravamo io e un’altra decina di giovani imprenditori. Bene, superato il momento iniziale di imbarazzo, siamo stati bersagliati da una fittissima serie di domande, tutte appropriate, tutte intelligenti, tutte mirate su un punto: capire cosa fare da grandi e di conseguenza quale tipo di scuola superiore intraprendere. Volevano sapere di tutto, come si diventa architetti, quanto si guadagna facendo un lavoro o quell’altro, sono rimasti sconcertati quando per esempio gli abbiamo raccontato che a Roma ci sono più avvocati dell’intera Francia o quando gli abbiamo detto quante difficoltà incontra chi si laurea in scienze della comunicazione...Ne siamo usciti con un’impressione: sono finiti i tempi in cui si do-

2 ANNO II - N° 84 MARTEDì 12 ApRIlE 2011

veva andare al liceo per fare contenti mamma e papà, non c’è più spazio per mediazioni: bisogna scegliere fin dai tempi della secondaria superiore dove puntare, sennò non si troverà mai un lavoro». Questa delle scelte consapevoli e autonome dai desideri della famiglia è una costante dell’esperienza di Monica da molto tempo prima che assumesse incarichi confindustriali. Figlia di Ennio Lucarelli, tuttora presidente della Ised, uno dei maggiori gruppi informatici dell’Italia centrale, specializzato nei software applicativi di rete con 130 dipendenti, se ne andò da studentessa di ingegneria a Pisa per autoorientarsi lontano dalla famiglia. «Furono anni fantastici», racconta. «Vivevo con altre quattro ragazze, si respirava un’aria di entusiasmo e creatività». Lavorò a Scientia Machinale, uno spinoff della Sant’Anna, poi dopo la laurea fu assunta a Torino dal centro ricerche Fiat. Infine, nel 2003, quando aveva solo 31 anni ma già un’invidiabile esperienza di lavoro, il padre le fece un’offerta che non poteva rifiutare, «ma non mi mise a capo di niente, non voleva fare di me uno dei quei giovani imprenditori che non sanno come fare per gestire l’azienda». Gradino dopo gradino, oggi è responsabile marketing e commerciale della Ised. Da quando, un anno fa, è stata eletta al vertice dei giovani ro-

mani, quello dell’orientamento professionale sempre più anticipato è uno dei punti qualificanti del programma che sta portando avanti. «Un altro capitolo fondamentale e assolutamente collegato, riguarda il reperimento delle risorse pubbliche necessarie per potenziare l’apparato formativo, scuola e università. L’unico modo per farlo, vista la carenza di trasferimenti, è una razionalizzazione delle spese». Questo, come il precedente, è un problema non romano ma nazionale...«Certo, però ogni singola realtà deve dare il suo esempio. E secondo noi spazi per evitare gli sprechi ce ne sono ancora molti, nonostante tutto il lavoro fatto in questi anni. E non parlo della riduzione delle auto blu o di altri interventisimbolo, ma di operazioni molto più consistenti». Per esempio? «Lo sapete che quando cambio medico di famiglia, se vado in un’altra regione, il precedente non viene cancellato perché i database non si parlano? E c’è poi il complesso discorso della liberalizzazione del mercato, con riferimento alle commesse pubbliche». Mentre affronta questi macroproblemi, la Lucarelli, come in ogni apparato elettivo, deve anche difendere la propria costituency. Il suo mandato durerebbe quattro anni, ma ora deve affrontare un passaggio cruciale: da quattro unioni industriali laziali su cinque (si è chiamata fuori Latina che peraltro conta per non più del 10% dell’apparato produttivo della regione) è nata Unindustria, che fra poco dovrà rinnovare i quadri di vertice. Se alla presidenza senior appare scontata la conferma di Aurelio Regina, per i giovani il percorso è più complesso: «Nel nostro caso non conta il numero di addetti, ma ogni azienda vale per un voto, piccola o grande che sia. E non tutte le aziende hanno la possibilità di designare un "giovane"». Il gruppo Giovani di Roma ha 200 iscritti, quello di Frosinone 150, Rieti e Viterbo meno.

Donne col burqa fermate a Parigi

Fini: Che la legge sia uguale per tutti

PARIGI - Donne con il velo integrale niqab, sostenute da militanti di varie associazioni, sono state fermate stamattina davanti alla cattedrale di Notre-Dame, nel centro di Parigi, al primo giorno dell'entrata in vigore della legge che vieta di indossare il burqa. Le due donne con il niqab fermate oggi a Notre Dame con alcuni simpatizzanti sono state sottoposte al provvedimento.

MARSALA (TRAPANI) - "Se la legge è uguale per tutti deve essere uguale per tutti davvero". L'ha detto il presidente della Camera Gianfranco Fini rispondendo a uno studente sulla prescrizione breve. Fini ha poi aggiunto, rivolgendosi agli studenti nella sala dell'Istituto agrario di Marsala (Tp) : "Ricordatevi che sono anche il rappresentante di una idea politica".


SORA L’annuncio è stato dato ieri dal coordinatore De Feo: “Condividiamo il programma”

L’Adc di Pionati affianco a Tersigni Si affilano le armi nel Comune di Sora in vista delle elezioni comunali del prossimo mese SORA - "Anche a Sora l'Adc, condividendo il programma elettorale di Ernesto Tersigni, ha sciolto ogni riserva decidendo di affiancare nella

prossima tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale il candidato a Sindaco del Popolo della Libertà". Ad annunciarlo è stato Enrico

APPELLO ALLE GENERAZIONI FUTURE

Alberto La Rocca: i giovani la nostra grande risorsa SORA - “Per riconquistare la fiducia dei giovani e riavvicinarli alla politica è necessario dare loro possibilità costanti e durature nel tempo”. E’ questa la ricetta proposta dal candidato a sindaco Alberto La Rocca che insiste sull’argomento dicendo: “A differenza delle altre città e regioni, dove i giovani sembrano mostrare interessamento ed entusiasmo verso la politica, a Sora i giovani sono completamente disaffezionati alla vita politica amministrativa della città. Questo perché si sentono ancora fortemente ignorati dall’amministrazione comunale”. Cosa fanno a tal proposito le istituzioni per i giovani? Quali stimoli danno loro per dimostrare che i politici sono anche figure che possono rendere positivi diversi aspetti delle loro vite? “Sora, da questo punto di vista, offre poco ai giovani. E’ dotata – spiega il candidato - di una struttura che muove un passo verso quel coinvolgimento necessario, ovvero il centro “Informagiovani”, al quale i ragazzi possono rivolgersi per avere informazioni e chiarimenti relativi a scuola e università, lavoro e formazione, opportunità all'estero, eppure solo questo non basta a distogliere i ragazzi dall’atteggiamento di disinteresse per il bene comune e malcontento generale

dovuto a prospettive di un futuro incerto, mancanza di strutture adeguate e difficoltà a far valere la propria voce”. Cosa suggerisce? “Innanzitutto andrebbe potenziato l’ufficio del settore Servizi Sociali del Comune e trasformato in un vero contenitore a cui ciascun ragazzo e ragazza della città possa attingere per migliorare la propria condizione.” E’ l’unica soluzione che propone? “No. Io propongo l’istituzione di una Consulta comunale giovanile. Un organo che può veramente promuovere l’aggregazione e riportare l’interesse dei giovani alle problematiche sociali, per contribuire alla nascita di un tavolo permanente grazie al quale istituzioni e rappresentanze giovanili possano confrontarsi direttamente, attraverso degli incontri ciclici di discussione, di denuncia delle problematiche e ricerca di proposte. Come già più volte ribadito il mio leitmotiv è: il cittadino al centro dell’attenzione. In questo caso voglio sottolineare con forza: i giovani al centro dell’attenzione. I giovani devono essere i protagonisti della vita cittadina”. In che modo la Consulta potrebbe aggregare giovani? “La Consulta potrebbe operare anche attraverso un moderno strumento di aggregazione, un portale web dedicato ai giovani.

tro, che questi sentimenti ha insiti nel proprio Dna di forza democratica e responsabile, dopo aver esaminato e valutato gli scenari che si sono delineati in vista delle Amministrative, non ha avuto alcun dubbio nel verificare assonanza assoluta dei propri obiettivi con quelli del progetto politico che intende portare avanti il candidato a Sindaco Ernesto Tersigni (nella foto a sinistra). Il nostro è un atto di responsabilità verso la città di Sora, mai così disastrata e bisognosa di una politica nuova e seria. E' giunto il momento - ha concluso De Feo - di recuperare quel ruolo della politica, che deve essere intesa come perseguimento dell'interesse della collettività".

De Feo, Coordinatore della segreteria nazionale del partito di Pionati. "Sosterremo con forza Tersigni - ha continuato - mettendo a sua disposizione tutto il nostro bagaglio politico ed esperienziale. Il partito ha deciso all'unanimità di affidare ad Antonio Altobelli la guida della lista che, ne sono assolutamente certo, darà a tutta la coalizione il sostegno necessario per far rinasce la città di Sora, restituendole quel ruolo di Comune capofila delle Valli del Liri, di Comino e di Roveto. Da ogni strato della nostra società abbiamo registrato richieste di rinnovamento della classe dirigente e del modo di esprimere l'azione politica, che deve essere più vicina alle esigenze dei cittadini. Allenza di Cen-

PROGRAMMA INCENTRATO SULL’AMBIENTE SORA - “Il programma amministrativo di cui mi faccio portatore nasce con un obiettivo preciso: migliorare la qualità della vita dei sorani, all’interno di una città ospitale ed estremamente vivibile. In un simile contesto, rivestirà particolare importanza l’ampio progetto che abbiamo messo a punto, che mira all’elevazione della qualità delle nostre aree verdi. Tra gli indicatori ambientali più usati per stabilire il livello della qualità della vita in una città, infatti, occupa notevole rilevanza quello sullo stato generale del verde pubblico presente. Ecco perché riteniamo che la consistenza del verde urbano, la sua varietà ecologica, la frequenza e la qualità della sua manutenzione, la superficie media disposizione delle strutture scolastiche, la presenza e lo stato fitosanitario delle alberature stradali, rappresentino dei parametri fondamentali. Ci doteremo di un piano di gestione del verde pubblico che preveda una programmazione dettagliata ed economicamente sostenibile degli interventi manutentivi e

Enzo Di Stefano punta sull’ecologia “Dobbiamo migliorare la qualità della vita” delle tecniche di miglioramento e gestione del patrimonio arboreo ed arbustivo cittadino". Così in un comunicato Enzo di Stefano (nella foto in basso a destra), candidato a Sindaco di Sora, che prosegue: "Ricordo che nella città di Sora, negli ultimi anni, sono stati compiuti interventi importanti come il Parco S. Chiara, il Parco Antonio Valente, il parco giochi nel Rione Napoli, il Parco Villa Cicerone nella zona della Basilica di S. Domenico, il Parco Nassiriya nell’area dell’ex piano di zona in località S. Giuliano, ed il Parco dell’Orto Barone in via di realizzazione con i Contratti di Quartiere II: non possiamo permettere che un simile tesoro sia abbandonato al degrado e all’incuria. Procede-

Rifiuti spediti in Cina per fare giocattoli

Patente sospesa perché è gay

NAPOLI – Cinque container contenenti rifiuti speciali pronti per essere imbarcati alla volta della Cina sono stati scoperti dagli agenti della Guardia di Finanza in collaborazione con i funzionari dell’ufficio Dogane al porto di Napoli. All’interno dei container c’erano scarti derivanti dalla lavorazione di materiale plastico, che anziché essere destinati ad attività di recupero così come dichiarato nella documentazione che accompagnava il carico.

CATANIA - Gli sospesero la patente di guida perché dichiarò la sua omosessualità: ora i titolari dei ministeri della Difesa e dei Trasporti dovranno versare 20 mila euro come risarcimento danni a Danilo Giuffrida, 28 anni. Lo ha deciso la Corte d’appello civile di Catania, che ha confermato la sentenza di primo grado emessa nel luglio del 2008, ma ha drasticamente ridotto,di 80 mila euro,il risarcimento che inizialmente era stato fissato in 100 mila euro.

remo inoltre alla riqualificazione di tutti gli spazi verdi esterni alle scuole, stimolando, anche a scopo didattico, manifestazioni ed iniziative che accrescano la cultura del rispetto della natura, presupposto fondamentale per uno sviluppo sostenibile del territorio comunale”.

3 ANNO II - N° 84 mArtedì 12 AprIle 2011


sport CALCIO SERIE B

Dopo la batosta di sabato a Crotone, Campilongo cerca di rianimare i suoi

Così proprio non va, Frosinone! Dopo la bella prova con il Siena, inaspettata prestazione deludente. Ora c’è il Padova BASKET LEGADUE

Prima Veroli vince 63 a 62 contro Ferrara Terza vittoria consecutiva per la Prima Veroli. La formazione di Cavina non tradisce le attese e, seppur soffrendo, batte Ferrara sul parquet amico con il punteggio di 63 a 62. I primi punti Veroli li trova solo dopo 4 minuti di gioco grazie alla tripla di Scoonie Penn ma è solo un fuoco di paglia perchè Ferrara allunga ancora grazie ai punti di Matteo Canavesi. Jackson prova a scuotere i suoi scon 4 punti consecutivi e capitan Gatto dalla lunga distanza riporta la Veroli ad un possesso di distanza(10-12). Seconda frazione che si apre con una serie di errori al tiro da una parte e dall'altra e punteggio che rimane invariato fino a quando Brkic non trova i primi due punti del match, quelli che riportano ancora Veroli ad un tiro di schioppo da Ferrara (16-18). È Hoover proprio sulla sirena a mandare a riposo le due squadre sul 33-35 in favore di Ferrara. Al rientro dagli spogliatoi è ancora Ferrara a provare l'allungo grazie ai canestri di Canavesi e Cournouh,Veroli cerca di scuotersi: Jackson e Kavaliauskas riportano i giallorossi sul meno 2 (4244). Dalla lunetta Gamal, per fallo subito da Penn, fa 1/2 (42-45); ancora Kavaliauskas imitato da Penn riportano sopra di uno la Prima (46-45) a poco più di due minuti. Ultimi due minuti per i deboli di cuore: errori da una l'arte e dall'altra,Veroli non riesce a chiudere il conto e Ferrara si mangia la possibilità di sbancare il "palas" con Ndoja. Finisce 63 a 62 per Veroli ma quanta sofferenza. Domenica prossima si va a Scafati in quello che molto probabilmente sarà un vero e proprio spareggio per il quinto posto. Due squadre tra le più in forma del torneo, due squadre che se consideriamo questa seconda parte di stagione sarebbero lassù in testa alla classifica. Ovviamente Veroli ci crede.

E

’ un Frosinone giù di morale quello che ha ripreso ad allenarsi in vista dei prossimi impegni di campionato. I canarini dopo la sconfitta interna ma con onore con il Siena, sono stati battuti nettamente sabato scorso a Crotone. Uno scivolone che fa davvero preoccupare tifosi e addetti ai lavori del clan giallazzurro perché a sette giornate dalla fine del campionato, la squadra di Campilongo non riesce ad avere continuità e manifesta chiari problemi, sia nel finalizzare a rete che nel gestire i risultati. I due punti persi a Trieste allo scadere pesano ancora, ma almeno in quell’occasione si era vista una squadra vogliosa di far bene e abbastanza concreta fino a pochi minuti dal termine. Con il Siena l’11 di Campilongo aveva lottato contro una squadra nettamente superiore uscendo a testa alta dal campo del Comunale. Contro il Crotone la squadra canarina è stata arrendevole e i calabresi hanno dilagato. La

posizione in classifica è sempre la penultima, la salvezza diretta dista ora sette lunghezze, se si vorranno evitare quei play out che oggi rappresenterebbero il

male minore. Sabato al Comunale arriverà il Padova. Inutile dire che il Frosinone ha un solo risultato a disposizione. Serve a tutti i costi un successo per poter credere ancora alla salvezza e

per infiammare questa parte finale di stagione. I veneti sono abbastanza tranquilli in classifica con i loro quarantacinque punti, ma non possono dirsi an-

cora certi della permanenza nella categoria. Il Frosinone dovrà dimostrare di credere ancora nella salvezza tirando fuori una prestazione di grinta e carattere.

CLASSIFICA SQUADRE

PT

ATALANTA SIENA NOVARA VARESE REGGINA VICENZA TORINO LIVORNO PESCARA MODENA EMPOLI GROSSETO PADOVA PIACENZA SASSUOLO CROTONE ALBINOLEFFE CITTADELLA PORTOGRUARO ASCOLI (-6) FROSINONE TRIESTINA

66 58 55 49 48 47 45 45 45 44 44 42 41 40 40 39 37 36 36 33 30

PARTITE

G V N 67 34 17 7

RETI P F S 5 35 19

34 15 10 4 45 24 34 14 11 4 47 23 34 11 13 5 36 22 34 12

9

34 11

8 10 31 31

8 34 29

34 10

8 11 31 36

34 11

8 10 34 35

34 10

9 10 36 36

34 9

8 12 34 45

34 8 11 10 40 43 34 9 12 8 33 28 34 8 12 9 40 36 34 11

5 12 29 32

34 9

7 13 31 32

34 7 10 12 31 36 34 7 13 9 27 32 34 6 14 9 29 37 34 7

8 14 24 39

34 5 12 12 23 36 34 8 10 10 28 33 34 5 11 13 29 43

VOLLEY SERIE A2 PLAY-OFF

L

a Globo Sora chiude subito la pratica Milano espugnando il palasport di Cinisello Balsamo e tornando a casa con in mano la qualificazione ai quarti di finale. Uno 0-3 esterno che non ammette recriminazioni da parte dei lombardi. Le squadre vanno al primo riposo obbligatorio sul punteggio di 8 a 7. Si prosegue con Sora che si porta avanti e sostituendo Roberts con Scuderi. Il confronto viaggia comunque sul binario dell’equilibrio fino al secondo time out tecnico, quando Milano si riporta in vantaggio di una lunghezza sugli ospiti (16-15). Sono ancora gli ospiti a tentare la fuga, portandosi sul 21 a 23; dopo un attacco vincente di Di Manno, coach Fumagalli gioca la carta Jago, al servizio su Shafranovich, ma è Sora che conquista gli ultimi due punti e chiude il set (22-25). Il secondo

Una Globo Sora da sballo! Qualificata ai quarti di finale set vede gli ospiti a mantenere l’iniziativa ed a conquistare il primo time out con tre punti su Milano (5-8). Nuovamente in campo gli uomini di coach Fumagalli si affidano alle difese dell’onnipresente Cauteruccio ed alle schiacciate di Janusek e Di Manno, per continuare a mantenere aperta la speranza di giocare Gara 3. Il compito è arduo, poiché Sora gioca molto bene e resta in vantaggio anche al secondo intervallo tecnico (14-16). Sul 19 pari ancora un cambio tattico al servizio tra Shafranovich e Jago, che

però non riesce nell’intento di piazzare un colpo vincente. Ci prova anche Reggio, in battuta su Vajra, ma in questo caso la rigiocata è favorevole agli ospiti che conquistano un punto pesante e lo doppiano subito dopo murando Janusek per il 20 a 22. Milano dimostra di non essersi ancora arresa e recupera due punti, tenendo aperto il set, che però viene ancora una volta chiuso da Sora sull’errore in battuta di Robbiati (23-25). L’avvio del terzo tempo non è favorevole ai padroni di casa, che vengono fermati dal

Ancora tre giornate per Ibrahimovic

Inler al Napoli? Se ne parla alla fine

Costa cara l'espulsione rimediata da Zaltan Ibrahimovic contro la Fiorentina. L'attaccante del Milan, infatti, è stato squalificato per tre giornate dal giudice sportivo. Ibrahimovic è stato sanzionato con i tre turni di stop (una giornata più due) poiché già diffidato (Ottava sanzione) e per avere inoltre, al 42° del secondo tempo, rivolto ad un assistente un’espressione ingiuriosa.

Gianpaolo Pozzo, patron dell'Udinese, esce allo scoperto annunciando di non aver gradito il trattamento riservato alla formazione friulana nelle ultime due gare.Poi ha parlato anche della situazione di Inler: «Per quanto riguarda il giocatore, abbiamo avuto contatti con la società azzurra. Il discorso sull’eventuale cessione del calciatore si decideranno a fine campionato. Domenica sarò a Napoli a vedere la partita».

muro invalicabile di Pavan e faticano a leggere gli schemi proposti dall’eclettico palleggiatore Scappaticcio, grande ispiratore di tutta la propria squadra. Al primo intervallo tecnico è ancora Sora ad essere davanti ai Milanesi di un punto; la situazione si inverte alcune azioni dopo, quando finalmente CheBanca! Milano riesce a guadagnare una lunghezza sugli avversari (11-10). La fine arriva sul 23 a 25; Globo BP Sora si qualifica per i quarti e CheBanca! Milano conclude il primo anno di serie A2.

5 ANNO II - N° 84 mArtedì 12 APrILe 2011



lagazzettacassino120411a