Issuu on Google+

ANNO i - N° 170 - VENERDì 8 OttObRE 2010 - DistRibuziONE gRAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication - Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giORNALE sAtiRiCO

CHI LI HA VISTI? www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’AVVOCATO EVASORE Al noto e bravo avvocato di Cassino, hanno detto i finanzieri, che ha evaso 500 mila euro di guadagni alla faccia nostra. E’ conosciuto nell’ambito delle aule giudiziarie, dove ha difeso parecchi indagati ed arrestati, quale penalista affermato. Questa volta, però, dovrà difendersi in prima persona dalle pretese del Fisco italiano: la Guardia di Finanza, infatti, a seguito di controllo, gli ha attribuito un’evasione fiscale per ben cinquecentomila euro di compensi che il professionista avrebbe guadagnato negli ultimi anni ma che avrebbe nascosto all’Amministrazione Finanziaria.Il legale, infatti, non aveva mai presentato le prescritte dichiarazioni dei redditi: in sostanza, per il Fisco era un nullatenente, senza reddito e senza speranza di una vita dignitosa.

L’OSCAR DEL GIORNO AD ANNATERESA FORMISANO All’on. Anna Teresa Formisano per i continui solleciti per la situazione precaria della linea ferroviaria RomaCassino. “La Regione deve convocare un tavolo tecnico con le ferrovie dello Stato per cercare di migliorare la percorrenza sulla linea Roma-Cassino perché i pendolari sono ridotti a viaggiare ancora in condizioni negative”. Lo ha dichiarato l’on. Anna Teresa Formisano (Udc) dopo l’ennesima interrogazione parlamentare al ministro delle infrastrutture e dei trasporti. "Da una parte – dice - il Governo se ne lava le mani scaricando le responsabilità alla Regione Lazio; dall'altra, la società Ferrovie dello Stato assicura che la linea Roma-Cassino è migliorata nell'ultimo triennio. “

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione Federalismo/ Proposte

Sanità/ Una stima di Confindustria

Polverini:”Serve analisi per qualità dei servizi”

A rischio nel Lazio dodicimila posti

ROMA - «Avevamo chiesto di poter valutare il testo sui costi standard in un secondo momento, ci è stato spiegato che è complicato per il Governo portare in Commissione bicamerale i due testi separati». Lo ha detto la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che stamattina ha partecipato alla Conferenza delle Regioni, riferendosi al decreto sui costi standard della sanità che è stato approvato, in forma unificata con gli altri, in Consiglio dei ministri. «Vedremo - ha spiegato - nello spazio di tempo tra la definizione oggi in Consiglio dei ministri e il passaggio in Conferenza Stato-Regioni di recuperare i giorni persi: è una delle indicazioni che daremo. Auspichiamo - ha aggiunto la governatrice - che il buon lavoro fatto sul decreto della fiscalità possa essere fatto anche per i costi standard. Se il Governo ci fa recuperare quei pochi giorni che avevamo chiesto, saremo in grado di trovare soluzioni anche per questa importante questione». Polve-

rini ha spiegato che il decreto è in corso di analisi da parte dei tecnici regionali e che la prossima settimana è stata convocata un'altra riunione. «Per questo - ha spiegato ancora - abbiamo tentato di mantenere i testi separati, perchè non siamo ancora nelle condizioni di esprimere un giudizio nè considerazioni di merito, dalla prossima settimana potremo essere più puntuali. Auspichiamo che i costi standard possano essere, in un tempo stabilito, veramente dei costi a cui si possano allineare tutti perchè parliamo di livelli di salute ai quali tutti devono avere il tempo di arrivare, perchè non vogliamo certo abbassare la qualità dei servizi: secondo me la partita si gioca anche sui tempi. C'è la possibilità di incidere sui testi e il confronto produrrà risultati». Polverini ha infine spiegato di essere andata stamattina a Palazzo Chigi «per questioni di 'domiciliò: ieri sera ci siamo sentiti con la maggior parte dei presidenti e stamattina molto presto sono andata».

Oggi un vertice a Frosinone Il PDL ciociaro mobilitato per la revisionedelpianosanitarioprovinciale ROMA - E’ convocato per domani alle ore 19 il coordinamento provinciale del Pdl di Frosinone durante il quale si discuterà prevalentemente del nuovo piano sanitario presentato, in veste di commissario, dal presidente Polverini.Il coordinamento, presieduto dal capogruppo alla Pisana Franco Fiorito, discuterà attentamente il piano di riordino della rete ospedaliera che ha penalizzato in maniera ingiustificata ed eccessiva il territorio del frusinate. Alcune scelte della Polverini,infatti, alla luce di quanto riportato nel piano sanitario, appaiono eccessivamente penalizzanti per un territorio vasto e popoloso come quello ciociaro.

2 ANNO I - N° 170 veNerdI 08 OttObre 2010

ROMA - “Con il piano di riordino presentato dalla Polverini si perderanno nel Lazio 6-7mila posti di lavoro e considerando l’indotto, si arriverà a 12mila. L’allarme sui gravi rischi occupazionali non viene solo dai sindacati, ma è stato confermato anche dalle stime di Confindustria. Sono cifre spaventose – ha detto il capogruppo del Pd, Esterino Montino- che costituiscono 4 volte il numero dei lavoratori espulsi dall’Alitalia. Sono numeri che descrivono il dramma in arrivo, i cui contorni sono noti a tutte le categorie, che però non hanno avuto ascolto dalla Giunta regionale. Fino ad oggi, hanno trovato solo un muro di chiacchiere. Con la nostra iniziativa di oggi il quadro è più chiaro".. Il dato è emerso oggi nel corso dell’incontro organizzato dal Pd e dall’opposizione in Consiglio regionale con le forze sociali, sindacali e datoriali del Lazio impegnate nel settore sanitario. Nel corso della riunione sono state sollevate obiezioni di merito e di metodo sulla riorganizzazione ospedaliera della Polverini e in particolare è stata sottolineata la mancata concertazione prima della stesura del Piano con i rappresentanti dei territori, i sindacati, le associazioni dei medici e degli imprenditori che lavorano da anni nel comparto della sanità. “La Polverini e la maggioranza non ascoltano nessuno – ha detto il capogruppo di Sel Luigi Nieri- lo abbiamo fatto noi dell’opposizione per capire le osservazioni di chi conosce nel dettaglio i bisogni del territorio. Ne è emerso un quadro drammatico”. Il nostro è un giudizio unanime su un piano confuso del quale non si capisce neanche il senso di marcia – ha detto Giulia Rodano, consigliere dell’IdV - Chiediamo la revoca del decreto e l’apertura immediata di un tavolo di confronto”. All’incontro, oltre ai rappresentanti dell’opposizione in Consiglio regionale, erano presenti delegati di Cgil, Cisl e Uil, Anaao, Fondazione Don Carlo Gnocchi, Aiop, Confindustria sanità, Federlazio, Agc, Legacoop, Aris e Confcooperative”.

Cinema/ Pd:”Vocazione di cinecittà da proteggere” ROMA - «Le preoccupazioni dei lavoratori di Cinecittà che oggi hanno manifestato davanti ai cancelli di via Tuscolana sono legittime e dovrebbero essere le preoccupazioni di un'intera città che non può permettere la perdita della sua vocazione storica più importante quale quella della produzione cinematografica». Lo dichiara il coordinatore del Pd di Roma Marco Miccoli, presente oggi al presidio. «Soprattutto in presenza della crisi economica, serve rilanciare settori come questo e investire in qualità e innovazione per andare incontro alla sfida che il mercato della produzione cinematografica pone oggi a livello internazionale - aggiunge - È giusta quindi la proposta che viene dalla Provincia di Roma di lanciare un tavolo istituzionale che metta tutti al lavoro: istituzioni, sindacati e imprenditori. Il Pd sarà impegnato in prima fila per difendere questo importante asset produttivo della città e i suoi lavoratori; patrimonio professionale che va protetto e sostenuto ad ogni costo».

Filatelia, salone per collezionisti

Fisco, sabato in piazza Cisl e Uil

ROMA - Da venerdì 29 ottobre a domenica 31 ottobre Roma ospiterà al Palazzo dei Congressi dell'EUR la nuova edizione di Romafil, il salone che Poste Italiane organizzano annualmente per i collezionisti di francobolli con un importante convegno commerciale.

ROMA - La macchina organizzativa di Cisl e Uil gira a pieno ritmo in vista della manifestazione nazionale «Meno fisco per il lavoro. Più lavoro per l'Italia» promossa per sabato prossimo a Roma, a piazza del Popolo, e che si concluderà con i comizi dei due leader, Raffaele Bonanni, e Luigi Angeletti.


regione Una pubblicazione scientifica curata dal presidente di Arkes Rita Padovano

Tevere/ Una risorsa per la valle dell’Aniene ROMA -E’ una pubblicazione scientifica ad alta divulgazione l’ultima ricerca realizzata dall’Associazione culturale “Progetto Arkés”. Inserita nella collana Il mito e la Storia della casa editrice Esedra l’opera tratta gli aspetti geomorfologici, idrici e naturalistici di un ampio tratto della bassa valle del Tevere e mette in evidenza la ricchezza delle fonti di acque oligominerali e termali alcune delle quali vantano una presenza millenaria nella città di Roma; all’analisi delle loro proprietà, al loro valore economico, all’incidenza di questo settore nel mondo della pubblicità, all’impatto della cultura ecologista nel settore dell’edilizia viene dedicata gran parte dello studio. La monografia arricchisce la bibliografia delle opere dedicate a questo fiume che ha occupato un ruolo importante anche nelle arti letterarie di cui si richiamano fatti e aneddoti in vari box. Un’appendice fotografica è stata dedicata all’attraversamento del fiume nella città di Roma. Una scelta editoriale che distingue tutte le recenti pubblicazioni curate da Rita Padovano. Questo volume che ha visto il coinvolgimento delle Autorità di bacino del Tevere, la Segreteria Tecnica del ministero dell’Ambiente – è parte del patrimonio di ricerche volute dalla Regione Lazio – Ass.to alle Attività Produttive. Il lavoro è stato realizzato in collaborazione scientifica con l’Università Aurel Vlaicu di Arad (Romania) ed ha ricevuto il sostegno della Direzione Generale dei Beni e Attività Librarie del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’opera è: Territorio e Terme della bassa valle del Tevere Molti gli autori che hanno collaborato alla realizzazione di questa importante opera di alta divulgazione: Cristina Villani, Antonella Molinaro e Federica Marchetto

(L’acqua e la natura geologica del territorio; Ricchezza e vulnerabilità del territorio), Renata Sanzi (Le caratteristiche delle acque minerali e oligominerali delle acque della bassa valle del Tevere), Sara Petrichella (Arte, design, aspetti tecnico-funzionale degli impianti termali), Francesco Colzi (Economia e marketing delle acque minerali), Roberta Di Ruscio (Acque minerali: motivazioni e risvolti di un moderno fenomeno italiano), Eugenia Tigan e Oana Maria Brinzan ( Le particolarità e le caratteristiche pedologiche e climatiche della flora e della fauna del territorio della bassa valle del Tevere), Antonella Canini e

BOTTICELLE/ Dal Campidoglio arriva il divieto di circolazione ROMA - Il «divieto assoluto di esercizio» per le 'botticellè sull'intero territorio del Comune di Roma. Prevede questo la delibera, sottoscritta da tutti i capigruppo dell'opposizione in Campidoglio, che verrà presentata oggi in Consiglio e che, tra le possibilità per i vetturini, individua anche l'autorizzazione per innovative botticelle elettriche. Ad illustrarla nel corso di una conferenza stampa a via delle Vergini Monica Cirinnà e Massimiliano Valeriani (Pd) e Alessandro Onorato (Udc). «La delibera di Marchi presentata ieri è totalmente inapplicabile - ha detto Cirinnà - perchè non si può tariffare un mezzo illegale, non omologato, senza targa e che si guida senza patente. La nostra delibera prevede, dopo 90 giorni dall'applicazione, la decadenza delle licenze, ma offriamo sette opzioni per la ricollocazione dei lavoratori».

Daniela Leopardi (La flora ripariale del Tevere) Riccardo Gugliotta (Roma: la città del fiume). Alla presentazione della ricerca che avverrà a Roma il 18 ottobre, presso la sala Trevi “Alberto Sordi” del Centro Sperimentale di Cinematografia, vicolo del Puttarello, 25, alle ore 16,30, parteciperanno Il Magnifico Rettore dell’Università Aurel Vlaicu di Arad (Romania) Lizica Mihiut, il Magnifico Rettore dell’Università “La Sapienza” di Roma Luigi Frati, il Preside della Facoltà di Scienze dell’Università Tor Vergata di Roma Maurizio Paci. Ai lavori porterà il saluto la responsabile delle Relazioni

Esterne del Gruppo Cremonini Claudia Cremonini. A moderare i lavori sarà Simona Grossi - Giornalista GR1-Radio Rai. All’iniziativa parteciperanno due assessori della Regione Lazio: quello alle Attività Produttive e Politiche dei Rifiuti Pietro Di Paolantonio e quello dell’Ambiente e sviluppo sostenibile: Marco MatteiCostruito tra storia e tendenza, ecologia ed economia questo volume propone un interessante disamina sulla cultura del benessere che ha reso possibile la nascita di numerose aziende dedicate all’imbottigliamento delle acque minerali che negli ultimi decenni hanno puntato molto a valorizzare il loro brand attraverso studi accurati del packaging che agisce da filtro comunicativo con il consumatore. Infatti, il mondo delle acque minerali, impegna esperti di marketing e pubblicità a lavorare in sincrono, per studiare i comportamenti di consumo e trovare soluzioni che catturino i consensi del pubblico delle bollicine. Come un abito sartoriale sapientemente cucito da mani esperte, la stesura del libro è frutto del lavoro di un qualificato team di esperti, che hanno contribuito a vario titolo e, soprattutto, hanno creduto nella realizzazione del progetto.Vincente il metodo della multidisciplinarietà, adottato da Rita Padovano – Presidente di Progetto Arkés e coordinatrice della ricerca che il 4 novembre riceverà, con una solenne cerimonia, il Dottorato di Honoris Causa in Scienze Umanistiche dall’Università Aurel Vlaicu di Arad - che consente di offrire un articolata e variegata immagine di un territorio, di coglierne la ricchezza e di studiarne le fragilità.Lo studio si inserisce all’interno di un percorso di conoscenza su temi storici ed ambientali che l’Associazione culturale Progetto Arkés da diversi anni sta promuovendo su tutto il territorio della Regione Lazio.

CARO LIBRI / Dove sono i controlli? ROMA - «In questi giorni stiamo assistendo a numerose proteste da parte delle associazioni di consumatori, di famiglie e studenti delle scuole superiori contro il caro libri. In un momento di confusione come questo a causa del riordino dell'orario scolastico e con una crisi economica che da tempo ha colpito tutto il Paese, non possiamo ignorare il grido di allarme lanciato dai cittadini». Lo dice l'assessore alla Scuola della Provincia di Roma Paola Rita Stella. «Il ministero dell'Istruzione - continua - prima dell'inizio dell'anno scolastico aveva promesso l'attivazione di controlli sul territorio per verificare il rispetto del tetto di spesa; ma dalle parole non si è mai passati ai fatti. Dopo la conferma da parte del Ministero del tetto di spesa per i libri sono partiti anche nuovi orari e soprattutto nuove materie. Al liceo scientifico per esempio fisica si studia dal primo anno e questo comporta l'acquisto di un altro libro e il conseguente aggravio economico per le famiglie. Credo che sia giusto incentivare la diffusione dell'e-book, ossia i libri di testo scaricabili da Internet: la normativa emessa dal Ministero prevede che non potranno più essere adottati testi scolastici redatti esclusivamente in versione cartacea». Stella ricorda che «questa Amministrazione sta informatizzando il territorio con il progetto Provincia Wi-Fi, e stiamo pensando di allargare la connessione gratuita alle scuole, con uno sforzo economico enorme. Ma non abbiamo più risorse. Il governo, con la mancata vigilanza, con un riordino dell'orario scolastico e il taglio dei fondi, sta gravando sulle famiglie, permettendo il dilatarsi delle spese per la scuola.

Italia-Cina, scambi beni culturali

Van Gogh, una mostra nella capitale

ROMA - Il ministro della cultura cinese presto di nuovo a Roma per un vertice Italia-Cina interamente dedicato ai beni culturali. La proposta arriva dal ministro Bondi che ne parla al suo omologo cinese Cai Wu durante l'inaugurazione, questa mattina nella sala Iulia del Foro Romano, della Mostra su «I due imperi, l'Aquila e il Dragone».

ROMA - Si apre domani al Vittoriano la grande mostra che dopo 22 anni riporta a Roma il genio di Van Gogh e sono già 70.000 le prenotazioni pervenute agli organizzatori. «Si tratta solo di quelle relative solo ai gruppi», dice il presidente di Comunicare Organizzando, Alessandro Nicosia, che produce le rassegne e gestisce il famoso spazio espositivo romano.

3 ANNO I - N° 170 VENERdì 08 OTTObRE 2010


PROVINCIA Meno bevo alcolici...più vivo La campagna di sensibilizzazione, voluta da Ruspandini, contro le stragi del sabato sera FROSINONE - Da metà novembre a Frosinone si dà il via al progetto “ - BEVO + VIVO” , realizzato e coordinato dal team creativo della GM GROUP di Greta Mariani ed interamente promosso dall’Assessore alle Politiche Giovanili, Massimo Ruspandini, da sempre sensibile ed interessato alle dinamiche sociali dei giovani ed al loro stile di vita. Il progetto nasce dalla volontà di sensibilizzare la nostra società, in particolar modo quella dei giovani che ne rappresentano il futuro. Purtroppo sempre più spesso si mettono alla guida in stato di ebbrezza distruggendo non soltanto la propria vita, ma anche quella degli altri. La campagna di sensibilizzazione sarà semplice ed immediata, supportata da diversi mezzi di comunicazione : “Tovagliette FOOD”, che verranno distribuite gratuitamente nei locali di maggiore aggregazione giovanile di tutta la provincia di Frosinone, sulle quali saranno riportate informazioni utili per coloro che consumano bevande alcoliche, nuove norme del codice della strada e tutti i numeri utili in caso di emergenza e

soccorso. Oltre le tovagliette verrà realizzato uno spot, che verrà diffuso negli stessi locali che aderendo così al progetto ne diventeranno partner. Lo spot, inoltre, verrà proiet-

tato nelle principali sale cinematografiche della Provincia tra le quali Multisala Sisto, Multisala Nestor e verrà mandato in onda in

tutte le tv locali. “Lo spot” “sarà ambientato nella nostra Ciociaria e le prime riprese verranno girate nella nota discoteca OZONE di Anagni sabato 9 ottobre. Protagonisti saranno i giovani della serata che, direttamente coinvolti nella realizzazione di questo progetto, si sentiranno in dovere di sostenerlo per migliorare la realtà in cui vivono”. Allo spot collaboreranno, con “interviste doppie” ed interventi persuasivi, personaggi carismatici dello sport della politica e della società ciociara, dando chiaramente un forte sostegno morale. L’Assessore Ruspandini aggiunge: “Lo spot risulterà di forte impatto emotivo per le immagini dirette e coinvolgenti. Questa campagna di sensibilizzazione , che si presenta in modo molto originale con mezzi moderni , come mai prima d’ora in Provincia di Frosinone, darà un contributo sicuramente significativo alla lotta contro le stragi del sabato sera. Speriamo che ciò rappresenti un ottimo inizio verso il giusto cammino”.

Melone:“Fondi per agriturismi, Pdl in provincia, la promessa è stata mantenuta” storia di fratelli coltelli FROSINONE - Giovanni Melone, assessore all’agricoltura, aveva promesso un bando di finanziamento per gli agriturismi ed ha mantenuto la parola: “Quando parliamo di potenziamento delle nostre vocazioni, di una loro rivalutazione, il Presidente Antonello Iannarilli e tutti noi lo facciamo pensando a delle soluzioni concrete, non a scopi puramente propagandistici che non portano ad ottenere il benchè minimo risultato in termini di concretezza. La Giunta provinciale ha varato questa mattina il primo bando pubblico di finanziamento a favore dell’Agriturismo, una forma di evoluzione del lavoro dei campi che favorisce molto le ambizioni turistiche dei nostri territori e che vede impegnati un numero sempre crescente di operatori. Il bando, infatti, si pone l’obiettivo di aiutare a diversificare le attività dell’imprenditore agri-

4 ANNO I - N° 170 veNerdì 08 OttObre 2010

colo, per favorire la permanenza sul territorio delle popolazioni rurali, con un particolare pensiero rivolto ai giovani e alle donne, e di migliorare le condizioni di vita nelle zone rurali; valorizzare la funzione ricreativa, sociale e culturale dell’azienda agricola, incrementare le qualità dell’ospitalità valorizzando le risorse enogastronomiche provinciali e la cultura rurale. Naturalmente potranno accedere ai finanziamenti solo coloro che svolgono attività di agriturismo nella pienezza del termine. Cioè coloro che effettivamente hanno in atto produzioni agroalimentari di qualità che vengono servite agli ospiti e che rispettano tutti i parametri del caso. Si tratta di un’iniziativa, tengo a sottolinearlo, che avevamo preso l’impegno di portare a termine anche in sede di Tavolo verde insieme alle rappresentanze dei categoria degli agricoltori della provincia di Frosinone”.

FROSINONE - Non passa giorno che non dobbiamo raccontare storie di ordinario scontro tra i membri della maggioranza che governa palazzo Gramsci. Avevamo registrato l’intervento dell’onorevole Annalisa D’Aguanno che aveva pesantemente attaccato il presidente Iannarilli, reo a suo avviso, di attaccare in maniera pretestuosa la Polverini, accusandola di essere una presidente diddatrice, di non ascoltare i territori quando prende le decisioni, in particolare riguardo al nuovo Piano sanitario. La D’Aguanno ha testualmente detto a Iannarilli, “Accusi di dispotismo la Governatrice, quando tu usi gli stessi modi: non convochi il tavolo di maggioranza, sei sordo alle richieste di rimpasto, l’azione amministrativa della Provincia va rilanciata”. Puntuale, dopo questo attacco, e lo avevamo previsto, è arrivata

la risposta dell’ala del Pdl vicina al presidente Iannarilli. Per bocca del portavoce del presidente, il consigliere Antonio Salvati, è stata sottolineata la bontà dell’azione di governo che sta portando avanti la maggioranza. Secondo Salvati tutto va bene e l’amministrazione sta facendo appieno il suo dovere: tariffe idriche, cosap, precari, i successi più grandi. Ma la D’Aguanno non è d’accordo. E non è d’accordo nemmeno Abbruzzese, che vuole il rimpasto e l’inserimento di Marrocco nella giunta. E dietro le quinte lavora anche Fiorito con la sua componente. Tra l’altro l’onorevole di Anagni sarà attapirato per la chiusura dell’ospedale della sua città. Quindi vorrà prendersi qualche rivincita sul territorio. Come si vede è un Pdl in crisi di nervi. Chissà dove sfociarà questa guerra intestina?

Agenzie per le imprese contro la burocrazia

Nasce l’Api anche nel capoluogo ciociaro

Dalle Agenzie per imprese può venire un reale contributo alla semplificazione. E’ quanto afferma il direttore della Coldiretti Lisi, nel commentare il Regolamento che disciplina le Agenzie per le imprese che sono i soggetti privati cui gli imprenditori si possono rivolgere per ottenere specifiche certificazioni che prendono il posto delle autorizzazioni per la realizzazione, la trasformazione, il trasferimento e la cessazione dell’attività di impresa.

Anche la Ciociaria è terra di conquista per l’Api, il nuovo partito fondato da Francesco Rutelli, dopo l’uscita dal Partito democratico. Alleanza per l’Italia conta più di 1000 amministratori in tutta Italia e più di 100 nel Lazio. Ieri l’inaugurazione ufficiale del partito ciociaro alla presenza del segretario organizzativo regionale, Mino Di Noi, dei responsabili provinciali Wanda Ciaraldi, Dario Desantis e Francesco Rabotti.


PROVINCIA “Voglio nascere anagnino” Il paradosso della maglia di Fiorito indossata cinque anni fa contro Marrazzo FROSINONE - Certe volte il destino è cinico e baro e si diverte a confezionare dei veri e propri paradossi degni del miglior sceneggiatore di film di Holliwood. E ci riferiamo in particolare all’onorevole Franco Fiorito, capogruppo del Popolo delle Libertà alla Regione Lazio. Mister 26mila prefenze. Un vero e proprio plebiscito di voti riversato sull’ex An nelle ultime elezioni regionali, mandato dal popolo a Roma per difendere gli interessi della Ciociaria e sicuramente anche della sua città natale, Anagni. Un uomo battagliero, Fiorito, che nella scorsa consiliatura della Regione Lazio, quella del governo Marrazzo e del centrosinistra, aveva combattuto fino allo stremo per impedire la chiusura dell’ospedale di Anagni contro i tentativi di cancellazione da parte della giunta della Pisana. E nelle sue proteste non aveva lasciato nulla al caso, aveva fatto stampare e distribuire suoi concittadini una maglietta su cui era scritta la frase: “Voglio nascere anagnino!”, per significare che la chiusura del nosocomio avrebbe impedito alle mamme della città dei papi di partorire nella propria città. E la battaglia aveva avuto successo. Anagni aveva continuato a sfornare bimbi proprio

nell’ospedale della città. Ora che lui comanda, capogruppo del partito più importante, il Pdl e presidente della commissione bilancio, è successo quello che sembrava impossibile: Fiorito deve certificare la sconfitta e la chiusura dell’ospedale di Anagni, quello della sua città. E la debacle deve averlo tanto amareggiato che al consiglio comunale straordinario convocato dal

“Ascolta la Ciociaria” entusiasma il Canada FROSINONE - Grande successo per l’assessore Abbate e per la rassegna musicale “Ascolta la Ciociaria”, in trasferta in terra di Canada. Spiega Abbate: “Sono rimasto veramente colpito dall’entusiasmo con cui la comunità ciociara in Canada ha accolto la nostra iniziativa. A Tecumesh, presso il Ciociaro Club of Windsor, abbiamo portato il concerto di Daniele Ingiosi (fisarmonica bayan) e Giovanni Valle (pianoforte) con musiche di Piazzolla, Morricone e Marino inserito nella rassegna “Ascolta la Ciociaria” con la direzione artistica del Maestro Marino e, presso la Chiesa di Sant'Anna, il concerto della Windsor Symphony Orchestra, Ensemble "Voci Ciociare" diretto da John Morris Russel e con Giovanni Valle al pianoforte, con musiche di Novaro, Lavallèe, Marino e Liszt, sempre per la medesima rassegna. Ebbene l’accoglienza dei nostri

connazionali d’oltreoceano a questa iniziativa è stata straordinaria. Da tempo, ci hanno confessato, attendevano un segno tangibile della nostra fratellanza e della grande tradizione culturale che ci accomuna e, finalmente è arrivata. Si tratta, lo voglio sottolineare, solo dell’inizio di un percorso che vedrà molti scambi con i ciociari all’estero”.

sindaco Noto proprio sul tema della chisura dell’ospedale, l’onorevole non si è proprio presentato. Un’assenza che ha fatto molto rumore ed è stata criticata dai più. Forse non avrebbe resisitito all’onta della protesta popolare, chissà con qualche nuova scritta sulla maglietta, tipo “Non nascono più anagnini”. Tant’è, però, presente o no l’onorevole, resta il fatto che l’ospedale sarà chiuso. La vicenda, tuttavia, lascia spazio alla considerazione dell’amaro destino che ha colpito l’onorevole, dello scherzo di cattivo gusto che il il Fato, ha voluto giocare all’amico Franco Fiorito e soprattutto alla sua maglietta. Solo, però, che dopo questo episodio cominciamo a preoccuparci anche noi. La prima t-shirt ha prodotto la chiusura dell’ospedale della sua città, Anagni. Fiorito in quest’ultima campagna elettorale ne ha fatta stampare un’altra con la scritta “Amo la mia terra. Decido il mio fututo”. Se dovesse andare a finire come con la prima, staremmo freschi. Da Fiuggi a San Vittore già stanno incrociando le dita. Con un invito: “Onorevole, da oggi niente più magliette, ripieghi su una più sobria camicia a tinta unita”.

Ruspandini: “Bando regionale sullo sport” FROSINONE - L’assessore Ruspandini ricorda i termini del bando regionale sulle iniziative sportive: “Ritengo utile informare che dal 7 al 31 ottobre si potranno presentare alla Regione Lazio le domande per la concessione di contributi per manifestazioni ed iniziative di promozione delle attività sportive di rilevanza regionale e/o di particolare rilievo internazionale o nazionale organizzate sul territorio regionale. Il relativo bando integrale verrà pubblicato sul B.U.R.Lazio in data 7 ottobre p.v.. Possono richiedere il contributo i seguenti soggetti:CONI;- CIP;- Federazioni Sportive Nazionali;- Associazioni e società sportive a carattere dilettantistico affiliate al CONI, al CIP o agli enti di promozione sportiva;- Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP;- Soggetti giuridici privati specializzati nell’organizzazione di manifestazioni ed iniziative di promozione della

pratica sportiva;- Enti locali;Scuole secondarie di primo e secondo grado del Lazio facenti parte del sistema pubblico di istruzione. L’Avviso che verrà pubblicato il 7 ottobre p.v. riguarda le manifestazioni che si svolgeranno nel corso dell’intero anno sportivo 2011, per la presentazione delle domande sono previste due sole scadenze: una per ciascun semestre dell’anno in cui è previsto lo svolgimento della manifestazione. Pertanto la domanda di contributo, in relazione al periodo di svolgimento della manifestazione, dovrà essere trasmessa, a pena di inammissibilità, entro e non oltre le seguenti scadenze: - per i progetti la cui realizzazione è prevista nei mesi da gennaio a giugno 2011 entro e non oltre il 31 ottobre 2010; - per i progetti la cui realizzazione è prevista nei mesi da luglio, a dicembre 2011, entro e non oltre il 30 aprile 2011”.


cassino Denunciato dalla Finanza

L’assessore Malcotti al Genio civile

Avvocato bravo ma anche evasore fiscale

”La Regione non ha soldi per i Comuni”

CASSINO - E’ conosciuto nell’ambito delle aule giudiziarie, dove ha difeso parecchi indagati ed arrestati, quale penalista affermato. Questa volta, però, dovrà difendersi in prima persona dalle pretese del Fisco italiano: la Guardia di Finanza, infatti, a seguito di controllo, gli ha attribuito un’evasione fiscale per ben cinquecentomila euro di compensi che il professionista avrebbe guadagnato negli ultimi anni ma che avrebbe nascosto all’Amministrazione Finanziaria.Il legale, infatti, non aveva mai presentato le prescritte dichiarazioni dei redditi: in sostanza, per il Fisco era un nullatenente, senza reddito e senza speranza di una vita dignitosa.Tutto questo, però, contrastava con la realtà dei fatti: il professionista, infatti, vantava una storica ed affer-

mata clientela ed era un frequentatore assiduo dei palazzi di giustizia.All’esito della verifica fiscale è stato rilevato che l’avvocato, pur avendo conseguito, nei vari anni oggetto di controllo, redditi per importi di rilievo, nella sostanza era sconosciuto al fisco, risultando “Evasore Totale”.Le operazioni di verifica sono maturate nell’ambito del piano di contrasto all’evasione fiscale del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone, attuato quale polizia tributaria della Repubblica Italiana e rivolta a garantire la giustizia sociale, l’equità per i contribuenti onesti, e la legalità dell’economia ciociara, permettendo alle imprese oneste di fare da traino ad una indispensabile ripresa economica ed occupazionale.

CASSINO - L’assessore regionale alle infrastrutture e lavori pubblici Luca Malcotti ha visitato gli uffici del genio civile di Cassino accolto dal dirigente l’ing. Giuseppe Panarello. Presenti l’abate Vittorelli, i consiglieri regionali Annalisa D’Aguanno e Anna Maria Tedeschi, gli assessori provinciali Paliotta, Cardinali e Picano e i sindaci delcassinate, per il Cosilam Luigi Volante, il presidente del consorzio di bonifica di Cassino Franco Mastronicola, il commissario del parco degli aurunci Iris Volante, per l’università il prof. giovanni de marinis. L’ing. Panarello ha evidenziato la sensibilità dell’assessore Malcotti verso i problemi dell’intero territorio regionale e delle strutture regionali decentrate. Dopo aver ricordato l’attività del genio civile Panarello ha detto:”Se consideriamo la presenza dell’abazia, degli insediamenti industriali della fiat e del suo indotto, dell’universita’, del consorzio di bonifica e del piu’ recente cosilam, un comprensorio che proprio perche’ distante dalla capitale fa sì che il personale dipendente di questo genio civile avverte di rappresentare, amministrativamente, attraverso il proprio lavoro la regione Lazio. Questa struttura, fino al 1972 ministeriale, opera sul territorio dal lontano 1946 – subito dopo l’ultimo conflitto mondiale ed e’ da sempre un indiscusso punto di riferimento. Lo e’ per le amministrazioni locali e la provincia, i comuni e le comunita’ montane, i consorzi, l’universita’ degli studi e i liberi professionisti. Tra i nostri compiti, vi sono funzioni di verifica e controllo tecnico-amministrativo delle norme di edilizia antisismica,compiti di protezione civile - avendo sempre garantito la nostra presenza dopo i terremoti che hanno colpito la nostra regione ed in ultimo quello dell’abruzzo realizzare opere pubbliche finanziate dalla regione urgenti e necessarie.” Quindi i sindaci hanno sollecitato l’assessore sui finanziamenti per le opere pubbliche. La risposta di Malcotti non è stata rassicurante perché li ha invitati ad avviare opere a lungo termine per la mancanza di risorse economiche.

Nel confronto con Marchionne si annunciano dure prese di posizione

Pianeta Fiat: sindacati contro la Newco CASSINO - Anche per lo stabilimento Fiat di Cassino una Newco sul modello di Pomigliano. E’ una ipotesi avanzata dalla Fiat che,però, ha fatto subito arrabbiare i sindacati. “Per me – dice il segretario provinciale della Uilm, Francesco Giangrande- è una sorpresa ma se fosse così non posso che esprimere la contrarietà del nostro sindacato. Se sarà questa la posizione della Fiat lo vedremo quando faremo il confronto per il piano industriale”. Per Giangrande “ogni stabilimento ha le proprie esigenze produttive e i propri modelli” E ieri nella fabbrica cassinate la Uilm ha tenuto un’assemblea per spiegare ai lavoratori l’esito degli incontri con la Fiat. L’ipotesi è stata pubblicata ieri in prima pagina dal quotidiano napoletano Il Mattino e non smentita. Perchè la Newco potrebbe riguardare anche Mirafiori oltre che Cassino. “L'obiettivo della Fiat, scrive il quotidiano di Napoli, è chiudere la partita al più presto e ottenere la più ampia governabilità possibile». Per riuscirci «la risposta potrebbe essere identica a quella della fabbrica alle porte di Napoli: la nascita di altre Newco, una per stabilimento, come già avvenuto a Melfi (Sata), e a Pomigliano (Fabbrica Italia). “Una strada -

6 ANNO I - N° 170 veNerdI 08 OttObre 2010

aggiunge il Mattino - nella quale l'azienda ha mostrato di credere con convinzione e che sarebbe in qualche modo agevolata dall'esigenza di definire nuove missioni produttive». Per la Cgil l’accordo siglato nella fabbrica campana non può essere replicato negli altri stabilimenti del gruppo. Duro il commento del segretario della Fiom, Donato Gatti. “Siamo disponibili – ha detto – al confronto sul progetto di Fabbrica Italia ma Termini Imerese non deve chiudere. Noi chiediamo l’utilizzo pieno degli impianti e la gestione degli orari di lavoro con la flessibilità delle turnazioni senza mettere in discussione i diritti acquisiti dei lavoratori. Comunque no alle Newco”. Attualmente si lavora su 15 turnazioni per cinque giorni a settimana per l’assemblaggio di quattro modelli anche se la Croma uscirà dalla produzione tra qualche mese. Per il 2011 non si prevedono nuovi modelli per il mercato debole come ha ribadito di recente l’ad Marchionne. Infatti la nuova Panda che sarà prodotta a Pomigliano sarà commercializzata all’inizio del 2012 e non più a metà del prossimo anno. Le nuove produzioni del sito di Cassino saranno rese note da Marchionne nell’incontro di fine mese con i sindacati.

Mediateca intitolata a Impastato

Antigone a Frosinone

CASSINO - Il Comune di Ceccano, su iniziativa dell’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, ha deliberato di intitolare l’Auditorium della Mediateca dellaValle del Sacco a Peppino Impastato.Il Sistema Bibliotecario e Documentario “Valle del Sacco” ha aderito all’iniziativa del Comune di Ceccano.

CASSINO - Sabato 9 0ttobre, con il patrociniodelComunediFrosinoneedell’Assessorato alla Cultura del comune di Frosinone, alle ore 21:00, l’Auditorium ComunaleUmbertoI°inFrosinone,ospiterà lo spettacolo Antigone Circus di Maria Angela Robustelli e Flavia Chiarolanza, con la regia e i costumi a cura di Maria Angela Robustelli.


cassinate Lavorano al massimo metà giornata con il personale ridotto all’osso

Vigili urbani, sconosciuti impiegati a mezzo servizio CASSINO - Qui a Cassino c'è lavoro per la bravissima Federica Sciarelli, conduttrice di"Chi l'ha visto". Quotidianamente riceviamo lamentele dai nostri lettori riguardo l'endemica assenza dei vigili urbani sulle strade della città. Il comando della polizia urbana di Cassino, si compone di circa 35 unità. Togliendone una decina impegnati presso la Procura, il commercio, l'urbanistica, ed altre attività ne rimangono 25. A questi sottraiamo altri 10 tra malattia, riposi, distacchi come amministratori e ne rimangono 15. Oggettivamente sono pochi per una città come Cassino, ma questi 15 dove stanno? Possibile che non si riesce a tenere un vigile urbano ad un incrocio? Possibile che siano spariti anche da davanti le scuole? I vigili urbani di Cassino, sono gli unici in Italia che fanno dalle 8 alle 14, e dalle 14 alle 20; Tranne nei casi in cui bisogna andare a fare qualche sfilata, e allora li trovi in pompa magna a tutte le ore, oppure se devono fare presenza a qualche spettacolo al teatro romano, o davanti la curia diocesana per i festeggiamenti di San Benedetto. La colpa sia chiaro, non è tutta la loro. L'amministrazione Scittarelli infatti, li ha presi

Il Caffè di Zio Ciro FRAINTENDIMENTI Vi voglio raccontare l’ennesimo fatto strano avvenuto durante l’ultima gita dei miei amici anziani. D u ra n t e i l v i a g g i o p e r S i l v i marina l’attenta signora Antonella dei Servizi sociali del Comune di Cassino avvisò i miei amici di non fare scorta di pane p e rch é c o n i l c a l d o e c c e s s i vo si sarebbe indurito. Appena a r rivati p r e s s o l a l o c a l i t à b a l n e a r e , a gruppetti sparivano per tornare ore dopo. Non so perché ma a Silvi marina per u n a s e t t i m a n a n o n s i è t o c c a t o più pane Forse c’è stato un fraintendimento.

in giro ben bene: i vincitori dell'ultimo concorso interno hanno innescato una serie di gelosie e conflitti interni che nessun amministratore è riuscito mai a risolvere. Tra l'altro, alcuni vigili hanno presentato una serie di ricorsi e contro ricorsi che l'allora sindaco Scittarelli aveva promesso di chiudere con una soluzione che avrebbe accontentato tutti. Invece niente, sono stati presi in giro. Ora non hanno stimoli, non hanno voglia di lavorare, di andare in mezzo al traffico, non si sentono protetti da chi invece dovrebbe essere al loro fianco. Indubbiamente hanno ragione. Molti di loro sono stati trattati come operatori di serie B. Però c'è una città che scoppia. C'è un traffico caotico che andrebbe almeno nelle ore di punta regolato, ci sono le occupazioni dei marciapiedi abusive, le macchine sui marciapiedi, davanti ai passi carrabili. E dei vigili nemmeno l'ombra. Qualche giorno fa, una persona sulla sedia a rotelle, ha chiamato il comando per far liberare alcuni scivoli intrappolati dalle auto, niente, non è arrivato nessuno. Il vigile urbano è quello che più dovrebbe stare vicino ai cittadini, lo insegnano già alle scuole materne: i bambini lo ritraggono con

i guanti bianchi indaffarato nel traffico, recitano poesie sul vigile urbano che li guarda sorridente. A Cassino no. I vigili urbani per la gente sono diventati una iattura, fumo agli occhi, sono in assoluto la categoria più bistrattata dei dipendenti comunali. A chi giova tutto questo? Ai vigili sicuramente no, anche perchè ce ne sono alcuni, che conosciamo ma di cui non facciamo i nomi per non innescare altri conflitti, che lavorano sodo, si impegnano per la città. Ma sono pochi, sono anche stufi di fare da tappabuchi in una città che cresce in modo esponenziale. La polizia, i carabinieri, sono costretti a sopperire a queste oramai endemiche mancanze della polizia municipale. C'è effettivamente bisogno di un cambiamento di rotta: i vigili vanno valorizzati tutti, vanno ascoltati, vanno anche incentivati. Ma ritornino sulle strade, ritornino a fare quello che i bambini vedono negli abeccedari. C'è una generazione di giovani cassinati, che è cresciuta con la cultura dell'illegalità, con la convinzione che a Cassino tutto è permesso, tutto si può fare. Questo è il male peggiore, e non ce ne vogliano, ma la colpa è anche dei vigili urbani. I. A.

Ciarrapico e i suoi ex amici Tutti fatti della stessa pasta CASSINO - Secondo voi cari lettori, cosa dovrebbe conservare un uomo, anche una donna chiaro, anche se la sorte gli facesse perdere tutto? Esatto: la dignità. Il rimanere con la testa alta anche davanti alle avversità della vita, alle angherie del caporaletto di turno. Il discorso non riguarda l'oramai svenduto Giuseppe Ciarrapico, ahinoi, senatore di questa Repubblica. Qualche giorno fa, il senatore di Villa Santa Lucia, per far vedere che respirava ancora, dai banchi di palazzo Madama tuonando contro Gianfranco Fini ed i suoi accoliti, li ha invitati a comprarsi il classico copricapo ebreo, la kippah. E' stato criticato, beffeggiato, deriso come meritava. Dopo qualche giorno, lo stesso Ciarrapico che ha fatto? E' andato in senato, e su invito del presidente Schifani ha chiesto scusa. Tutti gli interessati a questa vicenda tragi-comica hanno fatto finta di accettare le sue scuse, che ben sapevano non provenire da un sentimento di pentimento di ravvedimento o altro. E' chiaro che il Pdl nella sua interezza istituzionale lo ha cazziato a dovere. Gli ha ricordato che sta dove sta grazie a Berlusconi, e che proprio ora

che la maggioranza sta cercando di ricompattarsi è meglio che stia zitto. E se proprio deve dire qualcosa chieda scusa. Ed ecco il fustigatore, l'uomo - contro, il grande vecchio gerarca, piegare la schiena e chiedere scusa. Scuse che non valgono nulla, scuse che sanno di presa in giro, non solo a chi era diretto lo sproloquio di palazzo Madama, ma anche nei confronti dello stesso Ciarrapico, uno che non si è mai piegato, anzi che è riuscito a piegare qualcuno. Ma è storia passata, il senatore con il bastone ha bisogno di rimanere in senato, lì vige l'immunità parlamentare, e lui so che lo stanno aspettando al varco. Ed allora ecco le scuse, alla Fantozzi, scuse interessate, scuse ridicole, proprio come le sue offese ai finiani. Tutto passa, anche i tempi in cui quando si diceva Giuseppe Ciarrapico qualcuno tremava, si anche a Cassino, ovvio. Ora non tremano più, Ciarrapico li ha fatti pisciare sotto dalla paura, ora se ne vanno spavaldi e se gli chiedi del loro capo, dicono di non conoscerlo nemmeno. Questi signori, che tutti conosciamo e conoscono, in fondo sono peggio di Ciarrapico stesso. I.A.

Ubriaco in tribunale finisce in manette

Il giudice Imposimato ospite a Cassino

CASSINO - I carabinieri di Cervaro hanno tratto in arresto per “resistenza, violenza a P.U. e ubriachezza” Michele Di Giorgio, 30 anni di Villa Santa Lucia.L'uomo,in evidente stato di alterazione da assunzione di alcool, arrecava grave disturbo all’interno della Sala Udienza del locale Tribunale e, allo scopo di eludere l’intervento dei militari intervenuti su richiesta del Giudice tentava di colpirli.

CASSINO - Oggi pomeriggio,a partire dalle ore 17 l'associazione culturale "Peppino Impastato" di Cassino,promuove un convegno dal titolo: "Aprite i vostri occhi. Alla ricerca della verità".Teatro del convegno sarà la sala Restagno, sita presso il Comune di Cassino.Alla manifestazione politico-culturale interverranno illustri relatori fra cui: Ferdinando Imposimato, Presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione.

7 ANNO I - N° 170 veNerdì 08 OttObre 2010


cassino Università/Acque agitate

Continua la polemica sul piano sanitario

Ricercatori sul piede di guerra

Tedeschi (Idv) contro La Rosa a favore

CASSINO ricercatori della facoltà di Lettere rispondono no all’appello del Senato Accademico: non assumeranno incarichi didattici aggiuntivi. E’ questa la decisione emersa al termine dell’assemblea svoltasi ieri mattina presso la facoltà di Lettere di Cassino. I ricercatori hanno deciso di continuare la protesta e lo stato di agitazione, in linea con i ricercatori degli altri atenei italiani. Per il momento sono intenzionati a non rispondere al bando per l’affidamento del preside della facoltà Sebastiano Gentile. Allo stesso preside hanno comunicato che attenderanno di conoscere gli esiti della discussione del Ddl sulla riforma dell’università fissata al 14 ottobre scorso prima di prendere una decisione defi-

nitiva. “Siamo in attesa di valutare – riferisce Patrizia Tosini, ricercatrice di Lettere – gli emendamenti e le eventuali modifiche all’attuale testo di legge all’esame ora della Commissione Cultura e, successivamente, dell’Aula. Il nostro auspicio è che vengano proposti emendamenti che ammorbidiscano la nostra posizione”. “Ci riserveremo – conclude la ricercatrice – di decidere in merito alla possibilità di svolgere o meno attività didattica per il prossimo anno accademico, sulla base degli esiti e del testo definitivo della legge in discussione”. Lettere ha scelto la linea dura. La facoltà di Ingegneria, invece, ha risposto sì all’appello del Senato garantendo la copertura dei corsi.

San Bartolomeo/ Ater Servizi igienici carenti CASSINO - Servizi igienici sempre carenti nelle case popolari del quartiere san bartolomeo. Questa volta sono rimasti vittime dei continui disagi di queste palazzine, quelle definite le tre torri, un invalido e i propri familiari. Nel loro appartamenti si erano otturate i tubi di scarico e solo per l’intervento immediato, come sempre, di Gianfranco Luciano, uno degli abitanti delle palazzine, si è potuto

8 ANNO I - N° 170 VENERDì 08 OttObRE 2010

risolvere il grave problema per queste persone. Gianfranco ha sub i t o chiamato la ditta EdilCm intorno a mezzanotte e grazie alla buona volontà di un idraulico si è potuto riparare il guasto e rendere usufruibile i servizi igienici della casa dell’invalido. Senza l’intervento di queste p e r s o n e quella famiglia starebbe a n c o r a aspettando gli operai dell’Ater per la riparazione.

CASSINO - Fernando Miele de “La Rosa di Cassino per lo Sviluppo delle Risorse” è solidale con la Regione per le decisioni sulla Sanità. “Amministrare la Sanità – scrive - è compito quanto mai difficile, amministrarla bene è compito arduo.Va dato atto al Presidente della Regione Lazio Renata Polverini di aver le idee ben chiare sul futuro della Sanità nel Lazio, avendo presentato un serio riordinamento logistico che prevede sia una drastica riduzione degli sprechi che un miglioramento delle prestazioni sanitarie in tutto il territorio Laziale, pur trattasi di decisione sicuramente sofferta e impopolare. “La Rosa di Cassino per lo Sviluppo delle Risorse” augura al Presidente Polverini di riuscire ad attuare i provvedimenti previsti dal programma, di realizzarli sia nel Pubblico che nel privato che nell’Accreditato, fiduciosi che gli obbiettivi siano sempre e solo intesi nell’ottica di miglioramento dell’assistenza sanitaria al cittadino.” Sanità, Tedeschi (IdV): "Consiglio regionale il 13 è beffa inutile" “La convocazione del consiglio regionale straordinario sulla sanità per il 13 ottobre, dopo che il decreto sarà approvato dal governo e quindi operativo, rappresenta una chiusura totale alle istanze dei cittadini, tanto più se la decisione è presa con il concorso di illustri esponenti del centrodestra frusinate.” Lo dichiara in na nota il consigliere regionale dell’Italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi. “Lo scempio che si sta compiendo sulla sanità della provincia di Frosinone è reso ancora più grave dalla latitanza di coloro che, con le rassicurazioni sul rilancio della nostra sanità, hanno carpito decine di migliaia di voti. Oggi, mentre non riescono neanche a difendere l’ospedale della propria città, si prestano all’ennesima beffa ai danni dei cittadini, avallando una discussione che il 13 ottobre, giorno della riunione del tavolo tecnico con il governo, sarà inutile.”

Brasiliana aggredisce rivale in amore. Fermata dai carabinieri CASSINO - Ad Aquino, i Carabinieri della locale Stazione, hanno tratto in arresto per “tentato omicidio” D.A.S.N., brasiliana 42enne del posto. Gli accertamenti effettuati dal personale operante, scaturiti a seguito di una segnalazione, permettevano di verificare che la donna poco prima, all’interno degli uffici di un’attività commerciale di proprietà dello stesso convivente, nel corso di una lite ha tentato di accoltellare la segretaria dell’azienda, ritenuta evidentemente dalla sudamericana una rivale in amore, procurandole una ferita alla mano destra. L’evento non si concretizzava per la pronta reazione della vittima, così come evidenziato dalla visione da parte dei Carabinieri delle riprese del sistema di video sorveglianza di cui è dotato la società. L’arrestata è stata associata presso la Casa Circondariale di Roma - Rebibbia.

Marmo, firmato l’accordo sindacale

Un arresto per droga

CASSINO - Siglato nella giornata di ieri a Modena l’accordo per il rinnovo del contratto Nazionale dei lapidei Aniem Confai, scaduto il 31 marzo scorso, che interessa oltre 15000 lavoratori a livello nazionale, circa 1000 in Provincia di Frosinone la maggior parte…

CASSINO - I Carabinieri di Sora, hanno tratto in arresto per furto M.S., B.F.T, classe 1989, M.M., classe 1977 e C.P.E., classe 1989, due dei quali già censiti per analoghi reati, tutti di origine rumena domiciliati presso il campo nomadi di Roma Anagnina.


SPORT CALCIO PROMOZIONE

Effettuato l’ultimo richiamo di preparazione, il Cassino è pronto alla sfida con Itri

Scorsini tiene tutti sulla corda Il tecnico azzurro:“L’autostima è aumentata ma guai a deconcentrarsi” CASSINO - Giornata di riposo quella odierna per la compagine azzurra pronta ad ospitare l’ostica Nuova Itri nella gara valevole per la sesta giornata di campionato. Lo slittamento a mercoledì prossimo del ritorno dei trentaduesimi di Coppa Italia in quel di Ciampino ha giovato alla condizione fisica del gruppo cassinate che aveva bisogno di effettuare l’ultimo richiamo di preparazione. La settimana libera da impegni è capitata al momento opportuno: per questo mister Scorsini ha fatto svolgere un programma di grosso carico atletico e di richiamo sulla forza e sulla brillantezza anche ieri, prima di disputare l’amichevole in famiglia con la formazione juniores. E’ proprio il tecnico azzurro a fare il punto della situazione a due giorni dalla gara con la Nuova Itri.

ognuno di loro può essere chiamato “Sono estremamente soddisfatto in causa per giocarsi la propria del lavoro svolto in questi ultimi tre chance, nonostante i calciatori imgiorni - dice Scorsini - che ci conpiegati finora si stanno comporsentirà di affrontare il ciclo territando in bile che ci maniera egreaspetta forti di gia”. Se la conuna condizione dizione fisica fisica generale del Cassino è più che difinalmente acscreta. La cettabile a sesquadra sta guito di un duro molto bene in lavoro di recuquesto mopero dopo la mento, il capipartenza in ritano Raia si è tardo, anche il allenato regomorale, altro larmente dopo elemento fonaver recupedamentale, è rato dall’affaIl tecnico del Cassino Marco Scorsini molto alto. ticamento della “All’interno dello spogliatoio si settimana scorsa e nel test in famirespira entusiasmo - afferma miglia ho dato spazio a tutti i ventister Scorsini - e questo è sicuradue della rosa per tenerli sulla mente un punto a nostro favore. E’ corda e far capire ai ragazzi che

CALCIO ECCELLENZA

CASA CASSINO

Sora, dopo la delusione di Coppa si pensa alla gara di Tor Sapienza SORA - Dopo il rinvio per l’indisponibilità del Dante Popolla del match con il Ceccano ed il ritorno di Coppa Italia con il Pisoniano perso in malo modo, il Sora inizia a preparare il match casalingo di domenica con il temibile Tor Sapienza attualmente al secondo posto in graduatoria. Mister Pasquale Luiso dovrebbe avere a disposizione l’intera rosa tranne gli infortunati di lunga data Sardellitti e Carosi che sono sulla via del recupero. Il rinvio dell’incontro ha dato la possibilità al trainer bianconero del completo recupero del forte terzino De Ciantis. Le ultime prestazioni dei bianconeri (vittoria con l’Artena e pari nell’andata con il Pisoniano) avevano mostrato una squadra in crescita sia sotto il profilo della brillantezza fisica sia sotto quello della compattezza difensiva, ma la brutta sconfitta nel match di ritorno di Coppa

giusto che i ragazzi aumentino la propria autostima dopo aver ottenuto gli ultimi risultati importanti in casa col Sezze ed a domicilio della Nuova Circe. Allo stesso tempo però è necessario mantenere sempre la concentrazione alta, senza crogiolarci troppo dal momento che abbiamo compiuto solo un piccolo passo verso la maturazione completa. La nostra intenzione è quella mantenere un profilo basso pensando esclusivamente a lavorare sul campo al fine di migliorare col tempo. Anche perchè ci aspetta un impegno ad altissimo tasso di difficoltà. Se l’obiettivo è quello di battere la Nuova Itri, sappiamo che riusciremo ad ottenerlo solo con l’atteggiamento umile, deciso ed aggressivo che ha caratterizzato le ultime prestazioni”. Antonino Massara

giocato a Tivoli ha ancora messo in mostra i limiti della squadra che fa fatica a trovare continuità di risultati e prestazioni. C’è ancora da lavorare molto in casa bianconera dopo le prime cocenti delusioni stagionali subìte e migliorare non solo la fase difensiva ed è ora di inizio a fare subito se non si vuole vivere una stagione di rimpianti. Il calendario però, molto impegnativo per i bianconeri almeno fino alla decima giornata, ha messo sulla strada del Sora un altro avversario molto impegnativo: la rivelazione Tor Sapienza. Per il Sora non si prevede un impegno agevole ma, se si vuole continuare a non perdere la scia della capolista Frascati, l’unico risultato utile per i bianconeri è la vittoria. Sarà importante sfruttare il fattore campo e riuscire a violare finalmente l’imbattuta porta romana.

Il nodo da sciogliere: il sostituto di Kiszka CASSINO - A due giorni dalla sfida del Salveti con la quotata Nuova Itri(quinta in graduatoria con 10 punti nel carniere frutto di tre vittorie, un pari ed una sconfitta) l’unico dubbio di formazione che riguarda il Cassino è quello relativo al sostituto dello squalificato Kiszka. L’eclettico centrocampista azzurro nelle ultime uscite è stato dirottato dalla fascia al centro, impiegato come terzo di centrocampo svolgendo il compito di aiuto alla coppia Raia-Russo nella fase di non possesso e di sostegno a Marsella e De Luca in quella offensiva. Sono alte le probabilità che vedrebbero Scorsini affidarsi a Lombardi: in questo caso il Cassino perderebbe in qualità acquistando in dinamismo nella zona nevralgica. Un’alternativa potrebbe essere quella di affidarsi a Macari anche se l’utilizzo dell’esterno offensivo sbilancerebbe l’equilibrio tattico creato nelle ultime settimane che ha prodotto ottimi risultati. Il nodo verrà sciolto solo al termine della rifiniura che si svolgerà domani mattina sul terreno del Salveti.

Tennis, la Wozniacki nuova numero uno

Ledesma:“Spero tanto di giocare con l’Italia”

La Wozniacki è la prima giocatrice danese a raggiungere la testa del ranking mondiale. Nessun connazionale ci è mai riuscito. L'exploit è stato agevolato da Serena Williams, che non ha più giocato dopo aver vinto a luglio il torneo di Wimbledon. Wozniacki è la terza negli ultimi due anni che ci riesce senza aver vinto alcun torneo dei quattro del Grande Slam.

Il centrocampistadella Lazio Cristian Ledesma sulle sue ambizioni: «Sono contento che il ct mi stia osservando. Spero di arrivarci anch'io un giorno, ma vivo tutto questo con estrema serenità. La Lazio in vetta? Questo gruppo è cresciuto tanto, domenica dopo domenica. Adesso però, non dobbiamo pensare alla classifica, ma mantenere questo spirito».

9 ANNO I - N° 170 vENERdì 08 OTTOBRE 2010


ANNO i - N° 170 - VENERdì 08 OttObRE 2010 - distRibuziONE gRAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - Fax 0776.325688 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giORNALE sAtiRiCO

VOGLIONO LO SCALPO

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL PD DI FROSINONE Che il partito democratico, nonostante le smentite dei suoi vertici, in provincia di Frosinone abbia grossi problemi interni, è oramai cosa risaputa. E che non abbia la voglia di risolverli. Anche questo è un fatto assodato. Unico dato certo è che il Pd oggi, dinanzi ad una crisi interna al’assise civica ed ormai irreversibile, non prenda posizione, è vergognoso. E lo è in modo particolare per la mancata presa di posizione nei confronti del primo cittadino frusinate, Michele Marini, che andrebbe sbattutto alla porta. Nel pd, però, sanno che compiere un’azione simile significherebbe fare un autogol clamoroso. Ma forse è giunto il momento di dimostrare un po’ più di coraggio e di intervenire all’interno di una situazione che rischia di diventare davvero esplosiva.

L’OSCAR DEL GIORNO AI COMITATI CITTADINI Da tempo stanno portando avanti una vera e propria battaglia contro il degrado che regna sovrano in alcune zone, soprattutto quelle periferiche della Città, e contro le problematiche che attanagliano Frosinone. Da tempo si battono,attraverso comunicati, volantini, incontri di quartieri e tavole rotonde, per migliorare alcune situazioni e tentare di risolvere le criticità del Comune capoluogo. Peccato, però, che nessuno riesca a farsi portavoce delle loro istanze presso l’Amministrazione comunale. Neppure l’ombra di un assessore,ma neanche di un consigliere, che si degni di sposare almeno una delle tante battaglie che i cittadini stanno portando avanti. Loro, comunque, continuano con l’impegno e promettono che alle prossime elezioni amministrative, avranno da dire la loro.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone Nessun partito vuole il sindaco di Frosinone Michele Marini

Marinetto dove lo metto? Il primo cittadino sempre più ostaggio dei falchi De Angelis e Buschini FROSINONE - Michele Marini, sindaco di Frosinone continua ad incartarsi. Il consiglio comunale previsto per ieri sera, alle 18 in prima ed alle 19 in seconda convocazione non si è tenuto. Tutto rinviato. Marini sapeva che se lo avesse fatto, sarebbe stato un suicidio politico. Riconosciamogli un po' di sale in zucca. Gli onori della cronaca, dobbiamo per forza renderli al Pd, il maggiore partito della coalizione che governa il capoluogo. Il Pd frusinate, se potesse, assesterebbe al buon sindaco-giornalista, un bel calcio nel culo e lo manderebbe da dove è venuto, cioè dai popolari. Ma anche dei pazzi come quelli del Pd sanno che mandare a casa Marini anzitempo, equivale a darsi una martellata sugli attributi ed allora fanno melina. Le riunioni si susseguono una all' altra, ma i contenuti sono pochi, triti e ritriti. C'è la questione della sfiducia a Norberto Venturi, presidente del consiglio, con la mozione - barzelletta fortemente voluta dall'Udc e che nessuno ha voluto firmare: i pidiellini tramite Mario Contardi, hanno fatto sapere, con grande coraggio bisogna amettere per

sparare una cazzata del genere, e cioè che non firmare la mozione contro Venturi significa sfiduciare Marini. E che significa? Venturi è Venturi, e Marini è Marini. Due persone diverse, due ruoli totalmente diversi. Ma il Pd vuole creare confusione, vuole poca chiarezza, non ha

Degrado del centro storico Lettera aperta ai giornali FROSINONE - Da Raniero Zinoni, sindacalista per anni e attivista politico riceviamo e pubblichiamo: “"Scrivo per segnalarle quello che a mio avviso è stata l’ultima presa in giro per i cittadini del centro storico di Frosinone. I fatti sono presto detti, da alcuni giorni tutta la parte alta della città era stata invasa da locandine e cartoline che pubblicizzavano “una giornata per il centro storico”. Ma come sono arrivato in largo Turriziani ho visto che il dibattito era incominciato cerano vari esponenti dell’associazione politica che aveva organizzato l’evento c’era l’assessore Colasanti ,il Sindaco di un paese che per mia colpa non ho capito quale fosse, c’erano bandiere e stand ma non c’era la cosa più importante il

2 ANNO I - N° 170 veNerdì 08 OttObre 2010

centro storico. Infatti il luogo della manifestazione era stato spostato, probabilmente in largo San Silverio cosi si chiama la piccola piazza davanti la chiesa della S.S. Annunziata ( e non largo dell’annunziata) si sarebbero presentate poche persone e anche arrabbiate e quindi il partito a preferito un luogo più consono per farsi della pubblicità gratuita. Ma il centro storico non è solo largo Turriziani, anzi credo che tale luogo non sia neppure centro storico visto che è notoriamente fuori dalle mura, malgrado ciò i nostri amministratori “e ora anche i loro vicini” continuano a sponsorizzare e a fare li le manifestazioni che chiamano con coraggio e irriverenza ….. al centro storico. Mentre il vero centro storico muore”.

interesse a risolvere la crisi ed allora manda i suoi cervelli migliori, (pensate ai peggiori) ad agitare le acque in un mare già in burrasca. Intanto il bilancio consuntivo incombe, e Michele Marini non ha i numeri per andare avanti. In fondo è questo quello che vuole il Pd, quello che vogliono De Angelis, Bruschini, e lo stesso Scalia, fino a poco tempo fa padrino di Marini, vogliono mandarlo a casa ed addossargli tutte le responsabilità, vogliono distruggerlo così come lo hanno creato. Marini è sempre più solo, sempre più preda di quei falchi, che si svegliano la mattina e dicono di voler risolvere la crisi. Ma l’unico obiettivo è quello di fare fuori l’attuale primo cittadino del capoluogo ciociaro che a questo punto è sempre più incartato in una crisi senza precedenti che non offre, a quanto sembra, nessuna possibilità di sbocco risolutivo che consenta di portare la legislatura a fine mandato. Una crisi che assume sempre più i connotati del golpe e che tiene sulla graticola Marini, ostaggio di questo o di quel falco di turno.

Eventi sportivi: pronte le richieste FROSINONE - “Ritengo utile informare che dal 7 al 31 ottobre si potranno presentare alla Regione Lazio le domande per la concessione di contributi per manifestazioni ed iniziative di promozione delle attività sportive di rilevanza regionale e/o di particolare rilievo internazionale o nazionale organizzate sul territorio regionale”. A parlare è l’assessore provinciale Massimo Ruspandini che aggiunge: “Il relativo bando integrale verrà pubblicato sul B.U.R.Lazio in data 7 ottobre p.v.. Possono richiedere il contributo i seguenti soggetti:- CONI;- CIP;- Federazioni Sportive Nazionali;Associazioni e società sportive a carattere dilettantistico affiliate al CONI, al CIP o agli enti di promozione sportiva;- Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP;- Soggetti giuridici privati specializzati nell’organizzazione di manifestazioni ed iniziative di promozione della pratica sportiva;- Enti locali;- Scuole secondarie di primo e secondo grado del Lazio facenti parte del sistema pubblico di istruzione. L’Avviso che verrà pubblicato il 7 ottobre p.v. riguarda le manifestazioni che si svolgeranno nel corso dell’intero anno sportivo 2011, per la presentazione delle domande sono previste due sole scadenze: una per ciascun semestre dell’anno in cui è previsto lo svolgimento della manifestazione.

Usura, esperti e polizia a confronto

Ambientalisti, allarme per il fiume Liri

FROSINONE - Stamane alle ore 11.00 presso la sala riunioni della Questura, Palazzina Emanuele Petri, si terrà una conferenza stampa del Dirigente la Squadra Mobile Dr. Carlo Bianchi sul tema dell’ usura. Nel corso dei lavori verrà presentato l’opuscolo dell’ Associazione Onlus S.O.S. Antiusura - Antiracket di Cassino:“Con noi sei più forte di loro”.

SORA - La giunta della Regione Abruzzo scrive ai sindaci dei Comuni di Sora e Balsorano. Affisso in bacheca l'ordinanza di domanda di concessione di derivazione di mod. 110,00 medi di acqua dal fiume Liri per uso idroelettrico della ditta Enersud dal 13 settembre e per 30 giorni è possibile portare opposizioni ed osservazioni.


Meteo

ORARI

SORA

CASSINO ROMA

SERA NOTTE

FROSINONE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta

Biscotti parmigiano e pecorino Versate la farina nella planetaria con i due tipi di formaggio grattugiati e unite anche il burro ancora freddo tagliato a tocchetti; azionate fino a che non si formi un composto omogeneo; aggiungete un pizzico di pepe macinato a fresco e compattate l’impasto in un panetto che coprirete con pellicola trasparente; mettete a riposare in frigo per circa 30 minuti. Prendete il panetto, lasciatelo a temperatura ambiente per circa 10-12 minuti e stendetelo in una sfoglia spessa 3mm e ritagliate tanti biscotti fino a finire l’impasto; disponeteli su delle placche da forno coperte di carta forno e spennellateli con l’albume sbattuto; a vostro gusto decorate i biscotti con pinoli,lamelle di mandorle, semi di sesamo o pistacchi e poi mettete a cuocere in forno caldo a 180° per 10 minuti, o fino a che siano ben dorati in superficie. Togliete dal forno e lasciate freddare su una gratella.

ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO POMERIGGIO

MESSE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

CASSINO NAPOLI

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

ORE

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO

APPUNTAMENTI

ORE

Sant’Angelo in Theodice 10 e 11 ottobre 2010

8.30 11.00 18.00

SAGRA DELLA POLENTA Preparazione: -> 15 min

Cottura: -> 15 min

INGREDIENTI: Burro (150 gr); Farina (00, 130 gr); Sale e pepe (q.b.); Parmigiano (gratt., 100 gr); Pecorino (gratt., 100 gr).

Numeri utili

La Sagra della polenta si svolge ogni anno, la 2° domenica di Ottobre, ad Antridonati, antico borgo rurale del comune di Cassino (FR), nella frazione di S.Angelo in Theodice, organizzata dall'associazione culturale "Andres Donati" con il patrocinio del Comune di Cassino, e con la collaborazione dell'Assessorato all'Agricoltura della Provincia di Frosinone.

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

112 113 115 118 1515 800116

SANITA’ OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA NUMERI UTILI COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

0776 39291 0776 311123 0776 21058 0776 3941 0776 301222 0776 24422 0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091 0776 3081 888088

ORE

8.30 11.00

FARMACIE

EMERGENZA CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.)

SABATO 02 OTTOBRE

S.BENEDETTO

DOMENICA 03 OTTOBRE

RICCIUTI

LUNEDI’ 04 OTTOBRE

S.ANNA

MARTEDI’ 05 OTTOBRE

EUROPA

MERCOLEDI’ 06 OTTOBRE

PRIGIOTTI

GIOVEDI’ 07 OTTOBRE

RICCIUTI

VENERDI’ 08 OTTOBRE

S.BENEDETTO

Stasera in tv su Italia 1 (ore 23:00)

AMERICAN PIE 2

(commedia - 2001)

Sono passati dodici mesi, e Jim, Finch, Stifler, Oz e Kevin - con le loro amiche e fidanzate - si stanno godendo le vacanze estive dopo il primo anno di college: che non è stato ricco di frenetiche esperienze sessuali, come poteva far prevedere l'iniziazione che concludeva il liceo. Al contrario, è stato un periodo piuttosto fiacco, con Oz fidanzato con Heather, Finch che si esercita nel mantra sperando in un secondo incontro con la mamma di Stifler e Jim beccato sul fatto con la conquista dell'ultimo giorno di college dal solito padre importuno e complice. Nonostante la pioggia di difetti e la rozzezza di fondo del prodotto, che spogliato si riduce ad un fuoco di fila di macchiette su uno scacchiere di gag e freddure, la ricetta dimostrava di funzionare scatenando vere e proprie manie. Qui l’alchimia è presto smarrita, non vi sono nuovi personaggi e quelli vecchi si

A D N E G A

4 ANNO I - N° 170 VENERDì 08 OTTOBRE 2010


SPORT BASKET LEGADUE

La stella americana della Prima ha palesato grosse difficoltà di inserimento

Veroli aspetta Scottie Reynolds Da tutta la squadra coach Cavina attende un contributo diverso già da Imola VEROLI- La Prima di coach Cavina si prepara al riscatto in quel di Imola. I giallorossi, accreditati dagli addetti ai lavori dei favori del pronostico per la vittoria finale del campionato, devono trovare ancora una precisa identità di squadra. Tanto da lavorare, dunque, in primis per inserire al meglio il giocatore che tutti aspettano, quello Scottie Reynolds uscito soltanto nel finale del match contro Venezia, palesando però ancora grosse difficoltà di inserimento nel gioco di Cavina. Sicuramente ad incidere in negativo per il prodotto dell’Università di Villanova le due settimane di stop a causa del problema al piede, fattore questo

Demis Cavina che permetterà molto probabilmente di vedere il miglior Reynolds soltanto tra due o tre settimane. Un Reynolds, però, che dovrà calarsi per bene nella nuova realtà, mettendosi

più a disposizione della squadra, limitando la sua “voglia” di strafare in attacco, ma soprattutto cercando di dare un buon contributo anche in termini di impatto difensivo. Normale che nel momento in cui Reynolds riuscirà a dirigere l’orchestra come chiede Cavina, anche Jackson e Rosselli riusciranno ad improvvisare di meno, e a giocare più di sistema. Da rivedere anche il contributo dei lunghi giallorossi, con il 32-24 a rimbalzo contro Venezia che lascia poco spazio alle interpretazioni, ma soprattutto con una esplosività e una cattiveria agonistica che ancora si sono viste soltanto a sprazzi. E’ il caso per esempio di Antanas Kava-

Scottie Reynolds liauskas, che dopo un buon precampionato, ha stentato nella prima uscita di campionato, condizionato da problemi di falli, fattore questo estremamente importante in vista

del proseguio della stagione, e da un duello perso contro i pari ruolo avversari. E se si pensa che domenica prossima a duellare contro Kavaliauskas sarà l’ex Rimini Ebi, per il gigante lituano della Prima Veroli non ci sono certamente da dormire sonni tranquilli. Una lieta notizia riguarda proprio il lungo lituano: è’ nata lo scorso 4 ottobre negli Stati Uniti Alayna Kavaliauskas. Antanas, in permesso dalla società, ha fatto rientro negli Usa lo scorso sabato per rimanere accanto alla moglie Amanda. Il giocatore è tornato in Italia nella giornata di ieri e oggi sarà a disposizione di coach Cavina ed utilizzabile in quel di Imola.

CICLISMO

La U.C. Alatri Toti Trans R.B. Costruzioni tira le somme di un 2010 più che positivo ALATRI - La stagione dei Giovanissimi e degli Esordienti è terminata da poco, e per la Società UC Alatri Toti Trans RB Costruzioni è tempo di fare un bilancio di una stagione lunga, impegnativa e che non ha lesinato soddisfazioni. Siamo molto contenti di come si sono comportati i nostri ragazzi, ha affermato il Team Manager della società "Ciociara" Giancarlo Rossi. Con gli Esordienti abbiamo ottenuto nell?arco dell?anno TRE Vittorie e ben 30 piazzamenti nelle prime dieci posizioni e i titoli di campioni regionale, conquistati da Gabriele Rossi per la categoria maschile ed Emilia Frezza per quello femminile. I ragazzi hanno saputo essere sempre protagonisti, sia nelle gare in pia-

nura che in quelle con la salita, in particolare evidenza si è messo soprattutto il secondo anno Gabriele Rossi, Due vittorie, Nove secondi posti, tre Terzi e Due Quarti, oltre al titolo di campione Regionale e Provinciale - Positiva anche la stagione di Andrea Romano, Una Vittoria, Un Secondo, Due Terzi, Un Quarto e Un Quinto, mentre in crescendo sono andati gli altri componenti della squadra Alatrense, Nicolò Bellotti con vari piazzamenti nei primi cinque, cosi come, Patriarca Massimiliano, Likaj Lucjano, Rinna Italo e la buona prestazione di Coccia Christian, Alessandro Como, l?ultimo arrivato Andrea Panaite e le "Donne" Emilia Frezza suo il titolo Regionale e Provinciale, Ma-

rika Bellotti e Chiara Ciotoli. Ancora meglio è andata nella categoria dei Giovanissimi dove la UC Alatri Toti Trans RB Costruzioni è stata una delle società, grandi protagoniste della stagione con oltre 100 piazzamenti raccolti dai ragazzi di età compresa tra i 7 e i 12 anni. La squadra ha onorato al meglio l?intero calendario Regionale, ha partecipato al Meeting Nazionale di Roma dove ha concluso in trentaseiesima posizione (prima del Lazio) su 217 società partecipanti, grazie ai numerosi piazzamenti dei nostri ragazzi. Una menzione particolare la meritano, Patrizia Parravano (G1) Asia Bellotti, Francesco Parravano e Stefano Ceci (G4) - Valentina Greci, Lauro Ciavardini e

Atalanta, Barreto: “Non temo il Toro”

Frosinone, cordoglio a Diogo Tavares

Edgar Barreto, ovvero il ritrovato faro del centrocampo dell'Atalanta, dopo le ottime prove di questo scorcio di campionato.“Il Toro ha un buon organico, ma se l'Atalanta gioca come sa trovando il filo della continuità di rendimento ha il dovere di esibirsi in scioltezza. Sicuramente la partita saremo chiamata a farla noi, anche se il Torino non si arroccherà dietro come il Frosinone: ci aspetta un confronto a viso aperto".

Il Frosinone Calcio intende esprimere il proprio cordoglio a Diogo Tavares per la scomparsa della cara nonna del calciatore canarino. Tutta la dirigenza, i calciatori, lo staff tecnico, l’ufficio stampa e tutti i collaboratori della società, nessuno escluso, intendono esprimere a Diogo e a tutti i suoi cari tutta la solidarietà e vicinanza in questo momento difficile.

Lorenzo Rossi (G5) - Francesca Recchia, Mirko Iafrati e Mattia Bellotti (G6). "Anche dal punto di vista organizzativo tutto è andato per il verso giusto ? ha continuato ripensando alla stagione appena trascorsa Giancarlo Rossi ? abbiamo proposto con successo la classica degli Allievi "Trofeo S. Sisto Memorial Mario Graziani" valida per lo challenge "Tuttobici".

5 ANNO I - N° 170 vENErDì 08 OTTOBrE 2010


lagazzettacassino081010