Page 11

Frosinone Vigili urbani sul piede di guerra Mastrangeli: “E il sindaco Marini continua a far finta di non vedere”

FROSINONE - Non c’è pace per il sindaco di Frosinone Michele Marini. Ai problemi interni alla sua coalizione che, se non risolti, potrebbero addirittura portare alle elezioni anticipate, adesso si aggiunge il malcontento, del corpo di Polizia municipale, costretto a turini di lavoro snervanti e a condizioni che da anni chiedono interventi senza una soluzione. A “soccorrere” i vigili urbani, il consi-

gliere comunale del Pdl, Riccardo Mastrangeli, che non risparmia critiche all’Amministrazione com u n a l e , completamente disinteressata ai problemi della polizia municipale. “Sono anni, ormai - ha dichiarato mastrangeli,da quando il corpo di polizia locale di Frosinone vive una serie di profonde problematiche cui l’amministrazione non è mai riuscita a porre rimedio.Con la giunta guidata dal sindaco Marini il malcontento strisciante ha, però, raggiunto livelli altissimi. Basti pensare alle recenti prese di posizione di alcuni sindacati che hanno accusato l’amministrazione di aver operato tagli sulle buste paga in relazione alla voce produttività. In particolare ad incidere su questi tagli

sarebbe stata la grave colpa dei vigili di avere comminato poche multe ai cittadini. Ciò vuol significare che siamo davvero arrivati a toccare il fondo se il Comune, per alimentare le proprie casse, deve costringere i propri dipendenti a utilizzare la mano pesante verso i propri cittadini per spillare loro più soldi possibili. Nessuno, però, in amministrazione si chiede in quali condizioni di lavoro vengono sottoposti i vigili urbani, costantemente sotto organico, con ricorsi continui ad ore di straordinario e senza comandante ormai da mesi. A loro si chiedono controlli capillari, multe a raffica quando poi su strada i vigili urbani che vi operano sono davvero scarsi quantitativamente, con poche unità giornaliere che fanno davvero i salti mortali per cercare di controllare quanto possibile un territorio così vasto. Da tempo segnaliamo questo continuo malcontento e questa situazione al limite della sopportazione, ma non ci risulta che l’amministrazione Marini abbia cercato di risolvere gli atavici problemi che caratterizzano il corpo e che lo stanno dilaniando al suo interno.La città ha davvero più bisogno di controlli, perché vi sono alcuni punti critici sulla viabilità

che necessiterebbero di una presenza costante di polizia locale, ma è altrettanto vero che questo governo non ha le risorse economiche per bandire selezioni di concorso in grado di assumere nuove unità operative. Decenza vorrebbe, però, che almeno l’amministrazione non operasse tagli agli stipendi di chi ogni giorno cerca di districarsi tra mille difficoltà operative”.

“Comune assente con i giovani”

Pd, partito da rilanciare

Magliocchetti punta il dito contro la carenza di programmazioni

FROSINONE - Parte dal Comune capoluogo la mozione Marino in vista del Congresso nazionale del Partito democratico. Giovedì scorso, infatti, presso la sede del Partito Democratico di Frosinone, si è svolta la riunione della “mozione Marino” della città di Frosinone, che era stata convocata da Mauro Buschini. Durante il dibattito, peraltro notevolmente partecipato e a cui hanno aderito davvero in molti, è emersa la volontà di dare un contributo forte e determinato alla rinascita del Partito Democratico. Ad Alessandro Martini, presidente del Pd del Comune capoluogo, è stato affidato il compito di coordinare su Frosinone la componente cittadina della mozione Marino. Martini fa sapere che nei prossimi giorni convocherà una riunione per nominare e proporre un coordinamento che lo affiancherà nel lavoro quotidiano al fine di sostenere le ragioni della mozione Marino e dare un apporto importante al Partito Democratico.

FROSINONE - E come se non bastasse arrivano anche le critiche per la totale assenza di programmazione in fatto di Politiche giovanili. Ancora una volta il dito puntato contro il primo cittadino del Comune capoluogo, Michele Marini, appartiene ad un esponente del Pdl che in seno al Consiglio comunale siede tra i banchi dell’opposizione. “Quali interventi sono stati attivati in questi anni dall’Amministrazione Marini in favore delle politiche giovanili? Quali efficaci iniziative sono state messe in cantiere per il lavoro,

lo sport e il tempo libero?" A domandarlo, mentre la risposta appare già scontata, è il consigliere comunale del Pdl Danilo Magliocchetti, il quale affonda: “La risposta è fin troppo semplice: nessuna. Sempre più spesso, infatti, i nostri giovani rappresentano la propria delusione per un’amministrazione comunale che non tiene affatto conto delle loro esigenze. Non mi riferisco soltanto alla carenza di iniziative per facilitare, in maniera concreta e tangibile, domanda ed offerta di lavoro, attraverso una virtuosa sinergia con il mondo universitario, e con le opportunità offerte dalla Comunità Europea, ma anche a misure per favorire l’esercizio di discipline sportive e luoghi di incontro o di aggregazione per il tempo libero. Quasi nulla è stato realizzato in questi anni, il che denota la scarsa attenzione dell’attuale amministrazione per le aspettative dei nostri ragazzi. Un capoluogo di provincia degno di questo nome dovrebbe tenere in massima considerazione le nuove generazioni; lo dimostrano gli investimenti sempre crescenti che altri importanti città continuano a fare in favore dei ragazzi, dove le amministrazioni seguono politiche improntate verso lo sviluppo sociale, intellettuale e professionale dei gio-

Cantiere ai Cavoni Per la costruzione della piastra vani. A Frosinone invece, non ci sono progetti ne iniziative orientate alla comunicazione, alla informatizzazione, alla socializzazione, ai percorsi postuniversitari, alla formazione o al sempre crescente disagio giovanile. E’ di tutta evidenza che questa sensibilità verso le politiche giovanili non è particolarmente sentita da chi governa la città, evidentemente troppo impegnato a litigare, a cercare improbabili equilibrismi politici e dialettici al solo fine di conservare le tanto amate poltrone, alla faccia delle aspettative dei giovani”.

FROSINONE - Da domenica, fino al 28 maggio prossimo, cambierà la circolazione intorno al quartiere Cavoni. Lo ha reso noto il Comune, motivando la decisione come conseguenza necessaria dei lavori per la “Piastra attrezzata per il collegamento del quartiere Cavoni con la restante parte della città superando la barriera della S.S. dei Monti Lepini. Il tratto interessato dalle modifiche, sarà quello adiacente all’incrocio che conduce verso Sora e in prossimità dello svincolo di via Berna, limitatamente ai tratti interessati di volta in volta dai lavori e consistente nel parziale

“Il falco di Utrecht” L’ultima fatica di Fabbri

Scuola, quasi duemila rischiano il posto

FROSINONE - “Il falco di Utrecht” è il titolo del libro di Emiliano Fabbri che verrà presentato sabato prossimo 15 maggio. L’appuntamento per tutti gli appassionati del genere è alle 18,30 presso i locali della libreria “Ub!K” del Comune capoluogo. Un’interessante iniziativa che segue una lunga serie di eventi simili, tutti pensati per avvicinare maggiormente i cittadini alla lettura. Perché un buon libro è sempre un viaggio stupendo.

FROSINONE – Sono 1800 i docenti che rischiano di perdere il posto di lavoro soltanto nella regione Lazio. Per evitare che ciò accada Legambiente ha inviato una lettera all’assessore regionale all’Istruzione e al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale nella quale si sottolinea come la politica da adottare verso la scuola deve andare in una direzione opposta da quella intrapresa dal ministro Gelmini.

restringimento di carreggiata nell’imposizione del limite di velocità di 30 Km\h, nel divieto di sorpasso, nel divieto di sosta permanente, nel divieto di transito ai pedoni sui marciapiedi e, ove necessiti, nel senso unico alternato di marcia; Pertanto, nell’area del cantiere, al fine di consentire in sicurezza lo svolgimento dei lavori in corso, verrà applicata dalle ore 6:00 del 10 maggio e fino alle ore 18:00 del 28 maggio, la regolamentazione del traffico veicolare consistente nel parziale restringimento di carreggiata (direzione sud), nell’imposizione del limite di velocità massimo di 30 Km\h.

11 ANNO I - N° 58 sAbAtO 08 mAggIO 2010

lagazzettacassino080510a  
lagazzettacassino080510a  

Bravi ragazzi di giorno Pusher di notte I “ribelli” scrivono al coordinatore Piso L’editoriale DISTRIbuzIONE GRATuITA SAbATO 08 mAGGIO 2010...

Advertisement