Issuu on Google+

I “ribelli” scrivono al coordinatore Piso

Bravi ragazzi di giorno Pusher di notte

CASSINO - Si sono rivolti direttamente al coordinatore regionale del Pdl, Piso, per chiedere l’avvicendamento alla presidenza del Consiglio comunale di Cassino. Sedici, tra assessori e consiglieri, hanno consegnato un documento programmatico nel quale, senza alzare polveroni o annunciare dimissioni di massa, chiedono la testa di Massimiliano Mignanelli. PAG. 5

CASSINO - Bravi ragazzi di giorno e pusher di notte. Una coppia di Cassino, lei volontaria del Servizio civile presso l’Asl della Città martire, lui cassintegrato dell’indotto Fiat, sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza perché trovati in possesso di 150 grammi di crack e cobret desti9nato al mercato cassinate. La droga era stata appena acquistata a Napoli. PAG. 7

ANNO I - N° 58 SAbATO 08 mAGGIO 2010 DISTRIbuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

L’editoriale

La strana coppia Quel silenzio è stato assordante. Indicativo del fatto che i tempi erano cambiati. Le lotte tra il Ciarra, sovrano un tempo incontrastato nel campo dell’editoria del feudo ciociaro e Zeppieri,che da valvassore sperava di diventare vassallo,erano terminate. La pace, siglata chissà entro quali mura austere, quali reconditi segreti celava? Non c’è voluto molto per capirlo. Perché si sa, certe notizie impiegano poco tempo per diventare di pubblico dominio. Ci chiedevamo come mai, quando abbiamo deciso di portare anche nel Lazio, qui a Cassino, un prodotto giornalistico nuovo, pensato per la gente e realizzato stando dalla parte dei cittadini, i “detentori”del monopolio dell’informazione ciociara, facessero così tanto rumore contro di noi. Minacce ai propri dipendenti se soltanto avessero osato accostarsi alla nostra redazione.Telefonate fatte per conto del“gran capo” a colleghi giornalisti per sapere chi aveva osato passare “col nemico”. Inviti fatti a politici e mestieranti a non dare notizie alla nostra redazione. Tutti assoldati per essere contro di noi. Certo, ora comprendiamo il perché. La torta non doveva essere spartita. Ciarrapico e Zeppieri avevano siglato il patto. Non una tregua. Una pace duratura in nome di grandi interessi economici. Già, perché di questo si tratta.Soldi,soldi ed interessi... Segue a pag.5

Alla corte del Ciarra www.lagazzettacassino.it

IL TAPIRO DEL GIORNO AI PRIMARI DELL’OSPEDALE Strani giochi di potere al “Santa Scolastica”. E forse sarebbe il caso di indagare. Una nota del sindaco di Cassino, Scittarelli, in qualità di presidente della Consulta dei sindaci del Cassinate, invita alla riflessione e sprona la Asl frusinate all’azione imediata. Alcuni dirigenti di reparto, infatti, adotterbebbero strani comportamenti nei confronti dei medici destinati al nosocomio cassinate per sopperire alla carenza di personale, tanto da costringerli dopo poco a rinunciare all’incarico. Addirittura molti rifiuterebbero la nomina. Non sarà perché con la storiella dei reparti al collasso molti medici hanno possibilità di svolgere tranquillamente le loro attività professionali negli studi privati? Ci auguriamo proprio di no...

L’OSCAR DEL GIORNO A ROSALBA VETTRAINO Ospite d’onore al convegno che si è svolto ieri in Comune a Cassino dal titolo “Integrazione attraverso lo sport, una stoccata allla barriere architettoniche”, Rosalba Vettraino ha dato dimostrazione di quanto la volontà sia superiore a qualsiasi disabilità. Nonostante, infatti, un handicap che la costringe a vivere su una sedia a rotelle, la giovane cassinate non ha rinunciato all’amore per la scherma. Con caparbietà e dedizione ha continuato lo sport che ama, diventando campionessa nazionale. Un plauso per la tenacia e la battaglia che va combattendo contro le barriere architettoniche ed i pregiudizi.

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione L’assessore Di Paoloantonio alla prima uscita L’occasione l’ottava Giornata dell’economia organizzata da Unioncamere RIETI - Aperto ieri a Rieti nel corso dell'VIII Giornata dell'Economia organizzata dalla Camera di commercio reatina in collaborazione con Unioncamere il cantiere delle relazioni tra l'Amministrazione regionale, rappresentata da Pietro Di Paoloantonio, oggi alla sua prima uscita pubblica in veste di assessore regionale alle Attività produttive e Rifiuti, ed il Sistema Camerale. Alla presenza di autorità, istituzioni, associazioni di categoria ed imprenditori, il pre-

sidente della Camera di Commercio di Rieti e vicepresidente di Unioncamere Lazio, Vincenzo Regnini, ha annunciato che «oggi si apre il cantiere delle relazioni tra Regione e Sistema Camerale, avviando una collaborazione che, nel rispetto delle reciproche autonomie, ci porterà alla definizione di protocolli per dare risposte certe al mondo dell'impresa, con particolare attenzione alla semplificazione e sburocratizzazione, all'innovazione, all'internazionalizza-

zione». Di Paoloantonio ha risposto favorevolmente alle sollecitazioni del presidente dell'Ente Camerale enfatizzando l' importanza dell'avvenuta riunificazione nell'assessorato alle Attività Produttive della Regione Lazio delle deleghe ascrivibili alle funzioni della Camera di Commercio, precedentemente suddivise in più assessorati. Di Paoloantonio ha detto che «l'esordio che oggi facciamo a Rieti non è casuale, è l'opportunità per dare un segnale dell'at-

tenzione regionale a tutte le province del Lazio», aggiungendo che «la politica ha una grande occasione, perchè oggi il Governo nazionale è omogeneo con l'Amministrazione Regionale e quindi praticare lo sport dello scaricabarile sarà molto complicato, non ci saranno più alibi». «Bisogna recuperare credibilità - ha aggiunto - e dare certezza alle aziende, a partire dai pagamenti della Pubblica Amministrazione, fino all'accesso al credito». Ad illustrare il conte-

nuto dello Studio Polos Osservatorio economico della provincia di Rieti 'Il sistema economico reatino dopo la crisì Paolo Cortese dell'Istituto Guglielmo Tagliacarne.

“Rinviare seduta del consiglio regionale” Il Pd in attesa della sentenza del Tar sull’innalzamento del numero dei membri ROMA - ''Mi chiedo, alla luce del rinvio della sentenza del Tar al prossimo 10 giugno, in merito a se sia legale innalzare il numero dei consiglieri da 70 a 73 se sia opportuno, a questo punto, rimandare anche la convocazione del consiglio regionale del Lazio, già prevista per il prossimo 12 maggio. Altrimenti, come seconda ipotesi, i tre consiglieri dovrebbero perlomeno astenersi dal voto''. Così, Enzo Foschi, consigliere del Pd della regione Lazio, si esprime in merito alla decisione del Tar. ''Il primo adempimento dell'aula, infatti, dovrà essere l'elezione del

presidente - prosegue Foschi - e dell'ufficio di presidenza del Consiglio. Cosa accadrebbe qualora i tre consiglieri aggiuntivi fossero determinanti per il voto finale, in considerazione del fatto che il Tar potrebbe successivamente sospenderli dalle loro funzioni? Sarà annullata quella votazione? E tutti gli atti che nel frattempo saranno approvato dal consiglio regionale saranno anch'essi nulli? E' evidente - conclude Foschi - che c'e' un grande rischio ma sta al centrodestra scegliere la strada migliore per tutelare la piena democrazia e il rispetto della legalità''.

Zingaretti: la protesta nel basso Lazio ha ragioni antiche ROMA - ''Io credo che la rivolta in atto in alcune province del Lazio non sia una rivolta degli enti locali contro la Capitale in senso generico, ma piuttosto una reazione e una critica a una politica sbagliata che la destra ha portato avanti negli ultimi anni, segnata da una cultura egoistica e romanocentrica, che, a mio giudizio, come dico da tempo, danneggia soprattutto la Capitale, che per crescere e svilupparsi ha bisogno di un rapporto positivo di scambio e integrazione con l'area metropolitana e il resto della regione''. E' quanto dichiara in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.''Bisogna voltare pagina e sfruttare

2 ANNO I - N° 58 sAbAtO 8 mAggIO 2010

questa fase riformatrice legata al federalismo afferma - per pensare a dare vita ad un nuovo assetto di governo della Regione che riconosca alla Capitale le sue funzioni e il suo ruolo e costruisca un modello di sviluppo e di governance. Dobbiamo dare vita ad una Capitale Metropolitana e ad una Regione a statuto speciale. E' già passato un anno dall'approvazione della legge sul federalismo e nessuno sa nulla sui decreti attuativi riguardanti Roma Capitale, sui quali va avviato un confronto democratico di merito con tutti gli attori interessati: la Regione, la Provincia e tutti i Comuni del Lazio''.

Letame a sede Pdl, tre le denunce ROMA - Sono tre le persone denunciate dalla Digos per aver imbrattato con letame la zona antistante la sede del Pdl, in via dell'Umiltà. Sono due uomini e una donna appartenenti alla sinistra antagonista riconosciuti nei filmati delle telecamere di vigilanza.Tutti hanno precedenti per reati di ordine pubblico e dovranno rispondere di manifestazione non preavvisata, imbrattamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Gli industriali del Lazio incontrano Frattini ROMA - Gli Industriali del Lazio incontreranno martedì prossimo 11 maggio il ministro degli Affari Esteri Franco Frattini in occasione del Convegno ''Il Made in Italy, il primo Ambasciatore d'Italia. Il Lazio: eccellenze, tra cultura di impresa e innovazione''. L'incontro con il principale rappresentante della Repubblica italiana all'estero, si legge in un comunicato, intende costituire un momento di confronto e riflessione sull'importanza dello straordinario patrimonio di competitività.

“Decentrare a Province alcune funzioni di Roma” ROMA - Decentramento. Questa la ricetta individuata dal sindaco di Roma Gianni Alemanno, per risolvere gli attriti che stanno contrapponendo le province laziali e la Capitale. Alemanno ha spiegato che sono evidenti i flussi e gli scambi tra Roma e il resto del territorio regionale. ''Ci sono indicatori semplici per vedere se le cose vanno bene o male nei rapporti, i flussi commerciali per esempio, oppure il lavoro''. Alemanno ha sottolineato che bisogna considerare la possibilità di decentrare alcune funzioni di Roma Capitale alle province del Lazio, come già avvenuto in parte con i distretti industriali.

A Roma wine festival etichette da scoprire ROMA - Dopo il successo delle due precedenti edizioni di Roma Wine Festival anche quest'anno l'appuntamento per gli addetti del settore e per il pubblico - lo scorso anno oltre 5.000 le presenze offrirà un percorso ricco di novità, un serrato programma di workshop condotti dagli esperti del Gambero Rosso, scambi enologici-culturali e occasioni per approfondire, o conoscere per la prima volta, le curiosità dell'affascinante o mondo del vino.


provincia “Non la secessione Rispetto dei territori” Il presidente Iannarilli spiega il progetto “Una Regione delle Province” e manda un avviso alla Polverini FROSINONE – Ci sta proprio bene nei panni di capopolo della rinascita ciociara il presidente dell’amministrazione provinciale Antonello Iannarilli. La sua protesta contro lo strapotere romano e la penalizzazione delle province ormai ha travalicato i confini regionali e sta assumendo una eco nazionale. Ne parlano quotidiani come Il Giornale, La Repubblica, il Corriere della Sera, anche Radiorai. Ma guai a definirla “secessione”, ci tiene a dire il presidente Iannarilli, si tratta semplicemente, se ci passate questo avverbio, di definire un nuovo assetto amministrativo del Lazio che bilanci le esigenze della città di Roma, la capitale d’Italia, a cui tutti vogliono bene, a cui tutti riconoscono il ruolo che ha, con le esigenze dei territori provinciali. Ci ha tenuto l’onorevole di Alatri a spiegare il suo pensiero in occasione della presentazione del Movimento delle automie di Paliotta: “Non è possibile che Roma fagociti

tutte le risorse rispetto alle province. Che Frosinone dipenda dalle decisioni che si prendono a 100 kilometri di distanza da qua per la sanità, i lavori pubblici, l’ambiente. Può un cittadino di Vallerotonda partire dal suo paese e andare in Regione per ottenere una autorizzazione per costruire casa per esempio. Oppure perché Frosinone non ha un’eliambulanza? No, non è più concepibile”. Iannarilli chierisce che la protesta ciociara non è figlia dell’esclusione dalla giunta regionale di esponenti locali, ma è un progetto del suo programam elettorale per la conquista di palazzo Gramsci. Tuttavia coglie l’occasione per togliersi qualche sassolino dalle scarpe nei confronti della Polverini: “Alla neogovernatrice abbiamo dato voti e consensi, l’abbiamo appoggiata, ci aveva promesso un incarico in giunta, non lo ha fatto. Però noi chiediamo attenzione e risposte per questo territorio. Non faremo sconti a nes-

suno. Dopo l’euforia per la vittoria, ora bisogna governare, governare e risolvere le emergenze di questa terra”. Usa un’ammagine forte il persidente Iannarilli: “E’seduta su una bomba la Polverini, viste le emergenze che ci sono da affrontare nel Lazio”. Il presidente è categorico sull’attenzione alla Ciociaria che pretende dall’ex segretario dell’Ugl. Intanto il progetto Regione delle Province va avanti. La prossima settimana incontro tra Frosinone e Rieti. Il piccolo rigagnolo della protesta ciociara, ormai è un fiume in piena, inarrestabile. Anche perché alla basa ha un fondamento giusto: le province del Lazio e i cittadini che abitano questi territori non devono essere penalizzati, ma contare di più e avere più attenzione da un’ente di governo strategico per il territorio come la Regione. Occorre arrivare alla costituzione della ventunesima. Frosinone lo chiede con forza.

Paliotta: “Il nostro progetto per l’autonomia delle Province ha travalicato i confini locali” FROSINONE – All’indomani della grande giornata della presen-

tazione del Movimento per l’Autonomia, l’assessore Paliotta è più raggiante che mai: “La giornata di presentazione del mio progetto per una Regione delle Province è stata un grandissimo succeso, sia in termini di partecipazione che di risonanza sui media. Voglio ringraziare tutta l’amministrazione proviale, i consiglieri, i miei colleghi assessori e il presidente Iannarilli che non hanno mancato di sostenermi. In più i tanti sindaci, amministratori locali e gente comune”. Ormai il progetto della Regione delle Province ha superato i caratteri locali per assumere una connotazione regionale e bipartisan. “Sono contento perché l’idea ormai sta prendendo

Per i comuni il bando per l’acquisto di scuolabus Scadrà il prossimo 30 giugno il bando rivolto ai comuni per l’acquisto di scuolabus rivolto ai comuni. Spiega l’assessore Gianluca Quadrini: “Questo bando rientra nell'ambito del Diritto allo studio per l’anno scolastico 2009/10 e la Provincia impegna € 302.000,00 quale contributo da concedere ai Comuni che vogliono acquistare gli scuolabus ecologici per il trasporto degli alunni. Nello specifico, il contributo massimo concesso ad ogni Comune non può superare €

37.000,00. E’ importante poter andare incontro, soprattutto, alle esigenze dei piccoli Comuni, che possono sostituire i vecchi scuolabus usufruendo del contributo della Provincia. Inoltre, questo bando coniuga la necessità di garantire maggiore sicurezza nel trasporto quotidiano degli alunni con la sostenibilità ambientale abbattendo, di fatto, le emissioni inquinanti nell'atmosfera”. aIl bando è disponibilie sul sito dell’amministrazione provinciale: www.provincia.it

Nasce lo sportello assistenza disabili FROSINONE – Il sindacato Uil di Frosinone si attiva per alleviare le difficoltà dei disabili quando sono costretti ad imbattersi nei meandri della burocrazia. Per dare un’aiuto nei rapporti con gli enti sanitari, amministrativi e previdenziali, la Uil pensionati ha deciso l’apertura di uno sportello handicap, un servizio gratuito di assistenza. Il servizio funzionerà dalle ore 9 alle 13, da lunedì a venerdì.

sempre più piede – ha aggiunto Paliotta – ormai ci sono dentro anche gli altri territori del Lazio, presenti nel salone di rappersentanza anche i colleghi di Rieti, Viterbo, Latina e alcuni amministratori della provincia di Roma. E poi anche alcuni rappresentanti del centrosinistra, come i consiglieri Quadrini e Laura Mate-

riale, segno che se una battaglia è giusta, travalica gli steccati delle appartenenze di partito”. “Ora dobbiamo continuare a crederci – ha concluso l’assessore di Esperia – tutti insieme per costruire e realizzare questo grande progetto, non contro Roma, ma per i territori e per le esigenze dei cittadini che li abi-

tano”. Prossimi appuntamenti del Movimento per l’autonomia: 13 maggio Gaeta, 22 maggio Bassiano, 5 giugno Ceccano. Il 12 maggio l’assessore Paliotta e il presidente Iannarilli, insieme all’omologo di Latina, Armando Cusani incontreranno a Roma il presidente della Provincia di Rieti.

Nasce un sito per informarsi sul precariato scolastico FROSINONE – Una novità per i precari della scuola del territorio ciociaro. Mitecube s.r.l. è una società con sede a Frosinone fondata nel 2009 da 4 giovani provenienti dalla ricerca universitaria nell'area dell'ingegneria dell'informazione e dal mondo economico-gestionale, svolge la sua attività nell'ambito dello sviluppo ed integrazione software su piattaforme desktop, Web e mobile ed è specializzata nel riuso e nella valorizzazione dei dati pubblici. Proprio da questa competenza è nato il 1 maggio 2010 il sito www.voglioilruolo.it, sito di informazione, aggregazione ed analisi dei dati provenienti dalle graduatorie ad esaurimento, ovvero le liste dalle quali il Ministero della Pubblica Istruzione attinge per il reclutamento del personale docente, sia per assunzioni a tempo determinato che per assunzioni a tempo indeterminato ed usufruire, mediante un abbonamento annuale, di tutti i servizi offerti: Navigazione tra le graduatorie; Ricostruzione caratteristiche docenti; Ricerca docente per nome; Province migliori; Consultazione statistiche. Il servizio è rivolto sia ai docenti abilitati e già iscritti nelle graduatorie ad esaurimento, sia a coloro i quali ancora non posseggono l'abilitazione o non sono presenti nelle gra-

Giornata formativa sulla Tremonti ter FROSINONE – Confindustria organizza per giovedì, 13 maggio, una giornata formativa per illustrare i contenuti dellaTremonti ter, le legge sugli incentivi fiscali. L’incontro servirà ad illustrare gli aspetti operativi della normativa, che agevola gli investimenti delle imprese per l’acquisto di macchinari e apparecchiature, con uno sgravio fiscale del 50%. Un incotro per far consocere le linee guida di un progetto che dovrebbe venire incontro alle esigenze dei produttori.

duatorie. Nel primo caso è possibile associare il proprio account Errore. Riferimento a collegamento ipertestuale non valido. al proprio nominativo presente nel sistema per conoscere i dettagli propri e quelli dei docenti inseriti nelle stess graduatorie (abilitazioni, province di inserimento, punteggi). Nel secondo caso, l'utente avrà la possibilità di consultare liberamente la banca dati. In www.voglioilruolo.it è stato ricostruito il database del Ministero della Pubblica Istruzione, andando a raccogliere i dati di 20.000 graduatorie sparse in tutti gli USP (ex Provveditorati) di tutte le province italiane con circa 300.000 docenti precari iscritti. Con www.voglioilruolo.it il docente precario può sapere, con il suo punteggio e le sue abilitazioni, quale sarebbe la provincia migliore in cui inserirsi. Il sito offre una consultazione facilitata ed unificata dei dati, inoltre permette la realizzazione di analisi statistiche di supporto alle decisioni e alle scelte indipendenti del docente precario. Grazie a www.voglioilruolo.it l'utente potrà navigare facilmente e velocemente all'interno di tutte le graduatorie ad esaurimento, di pettine e di coda, tutto comodamente da un solo sito e con un solo click

3 ANNO I - N° 58 sAbAtO 08 mAggIO 2010


primo piano Arnaldo Zeppieri sarebbe dietro una cordata di imprenditori pronti a rilevare i quotidiani appartenenti a Giuseppe Ciarrapico

La strana coppia

Il senatore avrebbe deciso di abdicare. Il figlio, unico erede del patrimonio della casata, avrebbe interessi diversi dall’editoria. Ed allora cosa fare di tutti questi giornali? A.A.A. cercasi acquirente. E l’acquirente, neanche a dirlo, sarebbe quell’Arnaldo Zeppieri da Frosinone che con il Ciarra avrebbe avuto più di un incontro per rilevare le sue testate. Accordi non ancora messi nero su bianco, ma già a

buon punto, stando a quello che dicono alcuni informatori. Arnaldo Zeppieri punta a diventare signore incontrastato dell’editoria. Già proprietario di due quotidiani, di una televisione e di una radio, avrebbe creato una cordata di imprenditori suoi amici per rilevare i quotidiani del Ciarra. Accordi preliminari che sarebbero stati siglati già prima dello scandalo della truffa da venti milioni di euro. Accordi che, proprio dopo questo nuovo terremoto giudiziario, avrebbero subìto un’accelerazione. Ecco perché Zeppieri avrebbe omesso di raccontare le vicissitudini del senatore del Pdl. Non sarebbe conveniente gettare fango su un “bene” che di qui a breve potrebbe diventare di sua proprietà. Ora comprendiamo il perché di certe battaglie combattute insieme. Quelle stesse che un tempo li vedevano l’uno contro l’altro armati. Ecco perché negli ultimi tempi i nemici dell’uno sono diventati anche rivali dell’altro. Troppo alta la posta in gioco per fare un’informazione corretta. Troppo gli interessi economici in ballo per poter raccontare la verità ai lettori. A Zeppieri, però, vorremmo ricordare una cosa. Sono così lontani i tempi in cui costruiva l’attuale ospedale di Cassino e Ciarrapico puntualmente lo attaccava sul suo giornale, accusandolo di

realizzare un’opera destinata al crollo? Ha dimenticato le inchieste, numerose, in cui spiegava con dovizia di particolari, fornite da docenti universitari, che il terreno sul quale è sorto il “Santa Scolasrtica” era simile alle sabbie mobili? E certo, lo ha dimenticato, altrimenti martedì non avrebbe perso tempo a pubblicare, come hanno fatto tutti i quotidiani nazionali, la notizia dell’indagine a carico del suo amico Peppino. E proprio al senatore ora vogliamo dire una cosa. Si è affannato ieri mattina a scrivere in prima pagina di una riunione a Roma organizzata dal Pdl per esprimergli solidarietà. Noi, però, che il mestiere di giornalisti lo facciamo fino in fondo, abbiamo chiesto direttamente al capogruppo del Pdl in Senato, Gaetano Quagliarella il quale ci ha chiarito la faccenda. La riunione di martedì era stata programmata prima che scoppiasse l’affaire Ciarrapico per discutere di altre questioni. E’ stato proprio Peppino a volere che si inserisse all’ordine del giorno l’argomento che lo riguarda, ed i senatori hanno accettato purché spiegasse i termini di tutta questa faccenda. Ma lungi, pertanto, dal volergli esprimere solidarietà. Soprattutto da parte di un partito il cui presidente, Silvio Berlusconi, ha ben chiarito alcuni punti

essenziali già durante le ultime elezioni. “Nessun condannato nelle nostre liste”. Ciarrapico di condanne passate in giudicato ne ha cinque. Ora anche questa nuova indagine. Ripeteremo fino allo sfinimento: Scajola, per molto meno, e senza essere indagato, si è dimesso. Senatore, ma con quale colla si è attaccato addosso lo scranno di Palazzo Madama? I.A.

Parla il senatore del Pdl Ulisse Di Giacomo il quale auspica che Berlusconi ritiri “Il Giornale” dalla vendita abbinata

“Ciarrapico? Un moralista falso e truffaldino” ROMA - Non si placano le reazioni seguite alla notizia della truffa milionaria commessa ai danni dello Stato dall’editore, nonché senatore del Pdl, Giuseppe Ciarrapico. Ad intervenire questa volta un compagno di banco a Palazzo Madama del Ciarra, il senatore molisano Ulisse Di Giacomo. Ecco cosa scrive il coordinatore regionale del Pdl in Molise. “Alla luce degli ultimi avvenimenti di cronaca giudiziaria che ancora una volta coinvolgono il pregiudicato Ciarrapico, e che vengono descritti con dovizia di particolari sulle agenzie di stampa e su tutti i quotidiani nazionali, è opportuno e doveroso fare alcune considerazioni. Il pregiudicato Ciarrapico, con cinque condanne passate in giudicato per gravissimi reati, più volte arrestato e persino affidato ai Servizi sociali per motivi di età, adesso indagato di truffa ai danni dello Stato italiano per venti milioni di euro (soldi delle tasse di noi citta-

dini, che potevano essere utilizzati per le pensioni, per la cassintegrazione, per i disoccupati, per costruire scuole sicure), cosa ci fa ancora sentire in Senato? Certo, non ci aspettiamo che si dimetta; per farlo, bisogna essere come il ministro Claudio Scajola, uomo d’onore e di rispetto, dimessosi senza essere neanche indagato. Nel Lazio e nel Molise da anni subiamo le aggressioni, le menzogne, le diffamazioni, le vessazioni di questo falso moralista, che con i suoi giornaletti pagati con i soldi pubblici (che secondo la Procura di Roma erano intascati in modo truffaldino), si permette di ingiuriare ed infangare chiunque. Ora, dopo le nuove accuse, e alla luce della lettura delle intercettazioni, bisogna riconsiderare la storia degli ultimi anni e le motivazioni alla base degli attacchi che Ciarrapico ha continuato a portare ad un’intera classe dirigente. Questo falso moralista ha sempre trovato, anche nel

Fiorito neo capogruppo del Pdl regionale L'Onorevole Franco Fiorito è stato eletto capogruppo del PdL al Consiglio Regionale Lazio.I consiglieri del partito di Berlusconi hanno eletto all’unanimità l’esponente ciociaro, il secondo candidato più eletto nella regione. Soddisfazione è stata espressa dallo stesso consigliere Fiorito,nonché Coordinatore Provinciale del PdL di Frosinone, al suo secondo mandato alla Regione Lazio, il quale ha già annunciato che lunedì prossimo,10 maggio, il gruppo si riunirà per un primo incontro.

centrosinistra quando intuiva il proprio tornaconto, legittimazione, offrendo come sponda le proprie testate per la “spartizione” degli interessi che ruotavano attorno al territorio. Fino a partecipare a confronti e tavole rotonde moderate da chi, come Ciarrapico, non è neanche giornalista pubblicista, avendo gli ordini dei giornalisti del Lazio e del Molise più volte respinto le sue richieste di iscrizione. Auspichiamo a questo punto che la proprietà del quotidiano “Il Giornale”, alla luce del gravissimo scandalo, prenda gli opportuni provvedimenti, ponendo fine alla sua vendita nelle edicole con i giornali editati dal gruppo Ciarrapico. Quello che però ci angustia di più è che quest’estate l’impavido editore Ciarrapico non potrà solcare i mari con la sua imbarcazione di lusso, anch’essa posta sotto sequestro. Vorrà dire che lo ospiteremo in una casa pagata da tutti noi. Sempre meglio della baracca di

Assenteismo, nuove denunce Assenteismo negli ospedali, conclusa l’operazione da parte dei Carabinieri di Pontecorvo. Sono scattate altre denunce da parte dell’Arma che ha individuato altri dipendenti e medici assenteisti. In riferimento al tecnico radiologo arrestato qualche settimana fa gli inquirenti hanno accertato che gli episodi di assenza dal posto di lavoro risalivano a molto tempo addietro, perpetuati come una sorta di abitudine.

lamiere di Villa Santa Lucia al civico 17 di Via Sacchi dove ha da sempre fissato la propria dimora, e dove i creditori del Banco ambrosiano vanno puntualmente a cercarlo, senza trovarne traccia”.

5 ANNO I - N° 58 sAbAtO 08 mAggIO 2010


cassino Crisi, il documento dei 21 “ribelli” Tra le richieste la presidenza del consiglio comunale e la rotazione dei dirigenti CASSINO -Sarà il coordinatore regionale del Pdl, Vincenzo Piso, a valutare il documento politico-programmatico di fine mandato sottoscritto da 16 consiglieri e 5 assessori di Cassino mirato a risolvere la crisi al comune di Cassino. Toccherà ora a Piso convocare il sindaco Scittarelli per una disamina del documento e per decidere sull’even-

tuale accoglimento delle richieste sollevate dai “ribelli” che fanno capo ai consiglieri regionali Abbruzzese e D’Aguanno. Il documento punta direttamente al nocciolo della questione, ossia “appare necessario sottoporre l’avvicendamento della presidenza del consiglio comunale ai vertici regionali del Pdl essendo la tematica prettamente

politica ed in tale sede risolvibile nell’interesse di un buon governo cittadino”. Nel documento si chiede anche “un rinvigorimento dell’azione dell’esecutivo comunale conseguente ad una opportuna verifica di maggioranza e un potenziamento della struttura dirigenziale con relativa rotazione dei dirigenti e di alcuni funzionari”. I firmatari

chiedono poi al sindaco “un chiaro e forte rilancio amministrativo” indicando gli obiettivi come la riorganizzazione del mercato giornaliero e settimanale, la cantierabilità delle opere finanziate come i parchi tematici, la realizzazione della torre campanara, interventi di rifacimento di piazza Labriola e piazza Diamare, opere di viabilità, regolamentazione della cartellonistica stradale, impianti pubblicitari ed il decoro urbano per una città più vivibile. Inoltre “una più efficiente struttura amministrativa per rispondere alle esigenze dei cittadini con riguardo al settore degli affari legali al fine di evitare inutili e dispendiosi contenziosi, poi l’istituzione di una commissione per i rapporti con la regione Lazio e la Provincia per lo sviluppo del turismo”. E ancora la lotta all’abusivismo e ai parcheggi selvaggi, la manutenzione delle strade, formazione professionale e lavoro.

Interrogativo del sindaco Scittarelli

Ospedale,rebus per i medici che vanno e vengono CASSINO - I medici nominati dall’Asl per l’ospedale di Cassino, dove c’è carenza di personale, dopo pochi mesi o dopo qualche anno se ne vanno. Ci sarà un motivo per questi strani abbandoni. Non saranno i primari i colpevoli di tale resa che poi si trincerano dietro la mancanza di personale per chiudere i reparti e magari per portarsi nei propri studi i pazienti? L’interrogativo lo lascia trasparire in una nota il sindaco. “La Consulta dei Sindaci si è dovuta occupare più volte delle carenze relative ai servizi sanitari offerti, in particolare quelli ospedalieri.” Lo sostiene il sindaco Scittarelli il quale aggiunge:”Ancora

una volta, come a voler rispettare delle date prestabilite, ci troviamo di fronte alla necessità di affrontare l’emergenza in reparti essenziali che chiudono per mancanza di personale, come il caso di Ortopedia al Santa Scolastica. Abbiamo preso atto delle assicurazioni che ci venivano dalla Direzione Aziendale e dalla Direzione Sanitaria del polo D circa gli adempimenti avviati per risolvere la situazione, pur tuttavia, alla luce delle dichiarazioni del Commissario straordinario dell’ASL di Frosinone dott.ssa Costantini, non c’è affatto da essere tranquilli. Il Commissario, a proposito dell’ospedale Santa Scolastica, ha evidenziato un “clima sfavorevole” che sarebbe alla base di molti rifiuti di medici ortopedici che per questo non sarebbero disponibili ad accettare la destinazione Cassino. E’ una rappresentazione abbastanza grave e preoccupante della realtà del Santa Scolastica che ci allarma non poco. Per questo la Direzione Aziendale Asl ha il dovere inderogabile di affrontare con rigore e tempestività la situazione al fine di salvaguardare l’immagine e la funzionalità dell’intero nosocomio. Nulla può o deve essere sottovalutato di fronte all’inderogabile necessità di assicurare servizi sanitari tempestivi ed efficienti nell’interesse esclusivo dei cittadini.”

Le gare domenica ad Atina

RosalbaVettraino (Pechino 2008) al torneo di scherma per disabili CASSINO - Si concludono domenica i tornei di scherma in corso tra Cassino e Atina. Ieri il convegno dal titolo: “L’integrazione attraverso lo sport: una stoccata alle barriere”. Presenti allenatori e tecnici della scherma in sedia a rotelle e atleti, disabili e non. Al convegno sono intervenuti l’on. Anna Teresa Formisano, che ha evidenziato la necessità di promuovere iniziative sportive in favore dei disabili, il maestro Fabio Giovannini, Ct della nazionale italiana di scherma, Angelo Rodio, docente di fisiologia dello sport-handicap all’università di Cassino, Pasquale Barone, presidente del Cip Lazio, Rosalba Vettraino, atleta che ha partecipato alle preliminari di Pechino 2008, e il maestro Sandro Cuomo, Ct della nazionale di Spada della Fis, oltre a Giovanni Capelli della facoltà di Scienze motorie dell’Ateneo cassinate. Domenica ad Atina il Torneo di Spada “Banca Popolare del Cassinate” under 14, gara di preparazione ai Campionati Italiani di Rimini e il Torneo nazionale di scherma integrata di spada a squadre.

Ater, riunione con l’assessore Rivieccio

Sfratti, chiesta la sospensione CASSINO - Il problema degli sfratti attivati dall’Ater di Frosinone in tutta la provincia, e che nella città di Cassino riguarda decine di famiglie, per lo più in precarie condizioni economiche e ad elevato disagio sociale, è stato al centro di un incontro tra l’Amministrazione Comunale e l’Ater di Frosinone. Il sindaco Scittarelli, a Roma per precedenti impegni istituzionali, è stato rappresentato dall’assessore Ciro Rivieccio, accompagnato dal consigliere regionale Anna Lisa D’Aguanno, che ha sollevato il problema dell’emergenza sfratti in provincia anche a livello regionale, e dal consigliere Enrico Iemma. Per l’Ater il presidente Saverio Coppola, il direttore generale Giuseppe Tedesco ed i dirigenti Luisanna Giovannini e Nicoletta Paniccia. L’assessore Rivieccio ha ribadito la grave emergenza “determinata dalle decine di intimazioni di sfratto che si ripercuotono direttamente nel Settore dei Servizi Sociali del Comune di Cassino in quanto i provvedimenti di sgombero hanno raggiunto famiglie e persone disagiate, spesso prive di qualsiasi forma di sostegno economico. Una situazione che richiede molta cautela da parte di tutti, anche per evitare tensioni sociali, e quindi la ricerca delle soluzioni più opportune”. Sono state avanzate alcune proposte di soluzione che adesso saranno più attentamente esaminate ed approfondite per consentire di risolvere un grave problema che attanaglia non solo Cassino ma anche molti altri comuni della provincia e centinaia di famiglie.

Mutui e rinegoziazioni - Leasing - Fidejussioni Finanziamenti aziendali e personali Cancellazione protesti e banche bati Cassino (FR) - Corso Della Repubblica, 5 SOCIETA DI CONSULENZA E SERVIZI FINANZIARI ATTIVITA’ BANCARIE AZIENDALI

tel. 0776.24557 - fax 0776.326677 - e-mail elabostudio@libero.it


cassinate Bravi ragazzi di giorno, pusher di notte In manette una coppia della città. Acquistavano la droga a Napoli e la piazzavano nel zona del cassinate Le Fiamme gialle sequestrano 150 grammi di crack e cobret CASSINATE - Volontaria di giorno, pusher di notte. La doppia vita di una giovane 23enne residente a Cassino, smascherata, assieme al suo compagno coetaneo, dalla Guardia di Finanza di Cassino. Ieri mattina in città sono scattate le manette per la giovane coppia di rientro da un viaggio notturno di approvvigionamento di sostanze stupefacenti. I due pusher, conviventi a Cassino, l’uno operaio cassaintegrato di un’azienda dell’indotto Fiat, l’altra volontaria del servizio civile presso l’Asl di Cassino, secondo gli inquirenti, si erano recati presumibilmente a Napoli, nel quartiere Secondigliano, per fare rifornimento di droga che sarebbe poi stata spacciata al dettaglio nell’area cassinate. I due sono stati fermati per un con-

trollo da una pattuglia delle Fiamme Gialle del Nucleo Mobile di Cassino, che ha notato il nervosismo dei due giovani ed ha proceduto alla perquisizione unitamente a personale sanitario, rinvenendo, occultati sulla ragazza, ben 120 ovuli di sostanza stupefacente del tipo cobret e crack, due potentissime e devastanti sostanze derivate dalla cocaina. La “merce” era nascosta nei capi intimi indossati dalla giovane. Ma i controlli in mattinata sono continuati anche nella loro abitazione dove è stato rinvenuto un bilancino di precisione ed altri trenta bussolotti contenenti le medesime sostanze. I militari, pertanto, hanno proceduto all’arresto dei due soggetti: l’uomo è stato associato alla casa circondariale San Domenico di Cas-

sino, la donna, invece, è stata posta agli arresti domiciliari. La droga, complessivamente circa 150 grammi, è stata sottoposta a sequestro come materiale probatorio per il processo e, dopo lo stesso, sarà distrutta. “La loro vita diurna, tuttavia – ha spiegato il comandante Ciccarelli -, era molto

Cuscinetti industriali Skf contraffatti Sequestro record a Casagiove. Denunciati in tre

CASSINO - È vero: il mondo della contraffazione non ha confini. Clonato anche il noto marchio Skf di Cassino. Ieri, la Guardia di finanza di Caserta ha sottoposto a sequestro, in diversi depositi localizzati a Casagiove, circa 180mila cuscinetti volventi

per uso industriale, per un peso complessivo netto di 90 tonnellate, recanti il marchio di fabbrica contraffatto della «Skf», gruppo internazionale svedese leader mondiale del settore che ha anche sede nella città martire. Il valore della merce sequestrata, contabilizzato ai prezzi medi di vendita al cliente finale, si attesta intono ai cinque milioni di euro. Si tratta di uno dei più ingenti sequestri operati in ambito europeo. Il sequestro è scattato al termine di un attento esame dei singoli pezzi, che ha consentito di rilevarne diverse anomalie, quali l’impronta del marchio posto sul dispositivo meccanico e sulla confezione, il Paese di produzione, il carattere utilizzato per le marcature e l’esatta posizione dello stesso; elementi che hanno insospettito sia gli investigatori che il personale specializzato

della stessa azienda produttrice. «Si è trattato - ha spiegato il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, colonnello Francesco Saverio Manozzi - di una importante operazione. Il sequestro ha riguardato parti meccaniche molto delicate, applicate in una molteplicità di campi, dai pattini a rotelle ai bolidi di Formula uno. I cuscinetti contraffatti vanno incontro ad un più rapido decadimento ed improvvisi cedimenti, spesso con gravi conseguenze anche per le persone». Il materiale sequestrato è stato concentrato presso lo stabilimento Skf Italia di Cassino. Sono stati anche denunciati tre soggetti, tutti di origine napoletana, titolari dei depositi di rivendita, responsabili a vario titolo per contraffazione, ricettazione e frode in commercio.

Acqua, nucleare e legalità. L’Idv inizia la raccolta firme Banchetti presenti su tutto il territorio PONTECORVO - Un referendum contro la privatizzazione dell'acqua, l'istallazione della centrale nucleare e il legittimo impedimento. Nel cassinate attivi i banchetti raccolta firme promossi da i locali esponenti dell’Italia dei Valori che sta promuovendo tale iniziativa. Anche a Pontecorvo sarà possibile informarsi e aderire in tre giornate: lunedì 10 maggio presso il mercato in località Pastine; domenica 16 in piazza Porta Pia e lunedì 17 presso il mercato diViale Dante. Ludovico Zonfrilli, esponente locale del partito di Di Pietro invita tutta la cittadinanza ad aderire, “è molto importante firmare per il benessere della comunità, si tratta di tre argomenti fondamentali per il nostro futuro”. “Data l’importanza degli argomenti da

affrontare, credo che non sia una questione politica – ha detto il capogruppo di maggioranza al Comune Ugo Cincis – quindi mi associo alla iniziativa promossa dal cittadino Zonfrilli, sempre presente per la collettività”. “Dicono che con l’acqua privatizzata non ci saranno discriminazioni. Ma un privato non ha interesse a raggiungere zone isolate o difficili da collegare – si legge nelle motivazioni del partito -. Dicono che il nucleare non ha impatti sull’ambiente. Ma una centrale nucleare, oltre alle scorie, utilizza enormi quantità d’acqua, compromettendo l’equilibrio idrogeologico della zona in cui viene costruita. Dicono che con il legittimo impedimento il governo potrà affrontare sereno le riforme. Ma le uniche riforme che interessano a Berlusconi

Unione Cinque Città Euriti vicepresidente AQUINO - Importante incarico per il Consigliere di maggioranza del Comune di Aquino, Giovanni Euriti. Nei giorni scorsi, infatti, il neoeletto presidente della Unione dei Comuni Cinquecittà, Sergio Staci, lo ha nominato vice presidente dell’Unione. Giovanni Euriti, Consigliere Comunale della Città di S. Tommaso dal 1996,dipendente Fiat,coniugato e padre di tre figli,ha già ricoperto in passato gli incarichi di assessore al Consorzio dei Servizi del Cassinate.

sono la reintroduzione dell’immunità parlamentare e l’impunità per i reati di cui è accusato. Ti dicono che la magistratura rimarrà un potere indipendente dello Stato. Ma il magistrato non ha più la possibilità di processare i ministri anche se commettono reato”. Anche l’esponente regionale dell’Italia deiValori Anna Maria Tedeschi sarà presente tra i vari banchetti allestiti a livello regionale.

diversa da quella notturna, fatta di viaggi a Napoli, negli “outlet” della droga, per rifornirsi di quanto serviva ai loro traffici mortali cassinati”. Alla doppia vita, comunque, hanno posto ora fine le Fiamme Gialle ciociare. M.B.

Schiuma bianca nel Liri Martedì i risultati dell’Arpa Nasce il Forum degli ambientalisti PONTECORVO - Un faro che guarda sulla città, questo sarà il costituendo forum delle associazioni ambientaliste che presto nascerà e sarà attivo a Pontecorvo. Importante riunione ieri mattina presso il palazzo comunale dove il consigliere delegato all’ambiente, Fabrizio Falasca, ha incontrato il rappresentante locale di Fare Verde, l’associazione ambientalista sempre attiva sul territorio contro tutte le azioni che contrastano con il benessere dei cittadini. Il primo step, voluto da Falasca, per capire quali le priorità da affrontare. L’amministrazione è in contatto anche con la locale sezione del Wwf e invita tutte le altre organizzazioni e comitati con interesse ecologista a farsi avanti per progettare insieme le attività: tre sono già state individuate, il primo obiettivo, a seguito degli ultimi fenomeni che sembrerebbero inquinanti, monitorare il fiume Liri dall’inizio alla fine del suo corso per quanto compete al territorio comunale di Pontecorvo. Mercoledì prossimo, nel pomeriggio, Falasca incontrerà l’assessore provinciale all’ambiente Fabio De Angelis, intanto l’Arpa Lazio martedì dovrebbe comunicare l’esito dei prelievi effettuati nei giorni scorsi. Altro obiettivo quello di monitorare le discariche a cielo aperto ma il monitoraggio sarà sui cittadini stessi, gli ambientalisti vigileranno anche su come verranno smaltiti i rifiuti di ogni genere. Terzo punto, gli ambientalisti andranno alla

Pontecorvo,“Vola con noi” Il deltaplano appassiona PONTECORVO - “Vola con noi”, si chiama così l’iniziativa promossa da Maurizio Piacitelli e Antonio Castrechini che si svolgerà oggi a Pontecorvo, in località Melfi di sotto, nei pressi del santuario di San Giovanni Battista. Dalle ore 9 alle 19, gli appassionati del deltaplano a motore e paramotore si esibiranno nel cielo della città. Prevista la partecipazioni di molti appassionati provenienti dalle regioni limitrofe.

scoperta delle ‘perle di Pontecorvo’, ossia quelle oasi ancora incontaminate con lo scopo di valorizzarle. “La nostra missione – ha detto Falasca – è quella di promuovere la cultura ambientale per questo abbiamo pensato anche ad una giornata dedicata al recupero dei rifiuti ingombranti che contiamo di eliminare nel

minor tempo possibile. Il Forum sarà sempre attivo con confronti costanti tra le associazioni. Intendo rivolgere un ringraziamento particolare a Giuseppe Ferrara (Fare Verde), sempre presente e attivo per il bene della città”. “Finalmente abbiamo un vero amministratore che mostra interesse verso la tutela ambientale - ha detto soddisfatto Ferrara”. Mary Buccieri

7 ANNO I - N° 58 sAbAtO 08 MAGGIO 2010


Vigili urbani sul piede di guerra

La Regione snobba il Fiuggi festival

FROSINONE - Turni di lavoro snervanti e una serie di problematiche mai risolte per i vigili urbani di Frosinone, ora sul piede di guerra. A difenderli il consigliere comunale del Pdl, Riccardo Mastrangeli, che non risparmia critiche all’amministrazione comunale. Anche i sindacati denunciano la loro posizione, il sindaco avrebbe anche tagliato le retribuzioni perchè avrebbero comminato poche multe ai cittadini. PAG. 11

FIUGGI - Dalla Regione Lazio arriva il primo “no” alla provincia di Frosinone. A fare le spese di quella che i “Verdi di Canterno” considerano una lotta impari è stato il Comune di Fiuggi che si è visto negare la richiesta di finanziamento del “Fiuggi family Festival”. Sconcertati i Verdi: “questa cosa mette subito in chiaro le politiche che attueranno i nuovi amministratori”. PAG. 13

ANNO I - N° 58 vENERdì 08 mAGGIO 2010 dISTRIbuzIONE GRATuITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Tipografia A.I Communication Sessano Del Molise (IS) GIORNALE SATIRICO

Seduta su una bomba

www.lagazzettacassino.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL SINDACO DI FROSINONE Il primo cittadino di Frosinone, Michele Marini, non starebbe dimostrando massimo interesse nei confronti dei più giovani, anzi il Comune sarebbe totalmente assente per quanto riguarda le politiche giovanili. A puntare il dito contro di lui è il consigliere comunale del Pdl, Danilo Magliocchetti, che afferma: “Invece di pensare a litigare e a cercare improbabili equilibri politici pensi piuttosto a fare qualcosa per lo sviluppo sociale. Un capoluogo di Provincia degno di questo nome dovrebbe fare molto di più. A Frosinone, invece, non ci sono progetti, nè iniziative orientate alla crescita delle future generazioni”.

L’OSCAR DEL GIORNO A DANIELE NATALIA Ad Anagni parte la prima sala di lettura per i non vedenti nella biblioteca comunale. L’assessore alla Cultura, Daniele Natalia, ha annunciato questo nuovo progetto rivolto alle fasce più deboli. Il Comune sta acquistando apparecchiature specifiche per gli utenti affetti da tale forma di minorazione visiva e l’allestimento di una postazione di lettura presso la struttura del monte Frumentario sita in Via Garibaldi. Sarà loro quindi possibile la lettura attraverso dei audiobook. L’importante progetto srà possibile grazie ad un importante finanziamento concesso dalla Regione Lazio.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


primo piano

Presentato il bando per accompagnatore turistico “Un’opportunità lavorativa in un settore strategico per il nostro territorio” FROSINONE – “Turismo e lavoro”, un binomio spesso sognato non solo da chi spera di trovare un impiego nel settore, ma anche dai tanti amministratori di terriori ricchi di bellezze artistiche e paeseggistiche per vedere finalmente crescere economicamente le varie realtà locali senza dover attendere ipotetici interventi dall’alto, ma sfruttando appieno le proprie risorse. Un binomio sognati, ma spesso difficile da declinare in atti concreti, anche perché per lavorare in un settore così specistico come quello turistico si richiede una grossa porfessionalità. Proprio per creare occupazione e rilanciare una delle ricchezze più importanti della provincia di Frosinone, i tesori archeologici, architettonici e culturali, è scesa in campo l’amministrazione provinciale, con assessore Massimo Ruspandini. Il responsabile della delega al turismo ha deciso di bandire un concorso per l’acquisizione dell’attestato di abilitazione all’esercizio della professione di Accompagnatore

turistico. Il bando è stato presentato nella sala consiglio di palazzo Gramsci, alla presenza, oltre che dell’assessore, del dirigente del settore turismo Andrea Di Sora e del funzionario Massimo Costantini. L’accompagnatore turistico è una figura che per professione accompagna persone o gruppi nei viaggi attraverso il territorio nazionale o all’estero assicurando un’assistenza che va dalla conoscenza dei luoghi e dei siti oggetto della visita, all’assistenza per ogni aspetto del viaggio. “Si tratta di un’opportunità importante per il nostro territorio e per i tanti giovani che volessero avvicinarsi a questo mestiere, impegnativo ma affascinante – ha sottolineato Ruspandini - Dopo quattro anni in cui non si svolgeva la prova abilitativa, anche per resistenze da parte di gruppi che non volevano che si desse la possibilità ad altri di acquisire il titolo, abbiamo deciso di riavviare l’iter per permettere, attraverso un atto concreto, di dare un’opportunità in più a questo territorio nel difficile per-

corso di valorizzazione delle tante ricchezze artistiche che possiede”. Coloro che otterranno l’abilitazione, dopo aver superato una vera e propria selezione, verranno inseriti in un apposito albo a disposizione di enti locali e agenzie private, che potranno attingervi a seconda delle richieste. La domanda per essere ammessi al concorso abilitativo scade alle ore 12 del 27 maggio, poi occorrerà superare una prova, divisa in due parti: uno scritto e un orale. Per tutte le informazioni sul bando, i relativi moduli di partecipazione e le materie oggetto d’esame: www.provincia.fr.it. “Invito i giovani soprattutto a partecipare al bando, a ottenere l’attestato, perché si tratta di una possibilità veramente importante per un possibile sbocco lavorativo – ha concluso l’assessore - Aggiungo che l’attestato ha validità sull’intero territorio nazionale, quindi vale la pena abilitarsi”. Ancora un tassello aggiunto dall’assessore Ruspandini al suo virtuoso percorso di valorizzazione

Ruspandini:“Invito i giovani a cogliere quest’occasione” “Io ci credo turismo come volano di crescita della provincia di Frosinone. E ci credo non solo perché conosco e apprezzo le tante ricchezze artistiche che possiede, ma soprattutto perché amo la mia terra. Sono orgoglioso di viverci e penso che se tutti conoscessero quali monumenti, tradizioni culturali e artistiche possiede, sarebbero in molti a provare il mio stesso sentimento. Occorre valorizzarlo però questo patri-

monio. E gli enti pubblici devono fare la loro parte. Io ce la sto mettendo tutta. Dopo il marchio turistico, la presenza di stand della Provincia a tutte le rassegne turistiche, ora anche un bando per la qualificazione di personale che opererà nel settore. L’accompagnatore turistico è una figura molto richieste. Invito pertanto i giovani soprattutto ad abilitarsi a questa professione. E’ un’occasione da non perdere”.

delle risorse artistiche e culturali della Ciociaria. Se tutti, ci credessero o ci avessero creduto come a lui, nelle potenzialità turistiche della provincia di Frosinone, tanti

problemi, vedi l’anemica offerta di posti di lavoro nel territorio, o lo spettro delle crisi aziandali, oggi sarebbero potuti essere meno drammatici.

La strategia dell’assessorato Un’azione a trecentosessanta gradi per promuovere il prodotto turistico Ciociaria quella che stà mettendo in atto l’assessore Ruspandini. Presenza massiccia a tutte le iniziative di promozione delle ricchezze artistiche e culturali. Uno stand con il simbolo del leone rampanate e materiale sui monumenti dei 91 comuni del territorio non mancano mai. Vedi la Bit di Milano, o le altre rassegne del nostro territorio. Poi il grande concorso per la realizzazione del marchio turistico della Ciociaria, che sta riscuotendo un enorme successo, più di settanta i lavori arrivati. Sarà difficile per la commissione incaricata scegliere. Ora il bando per la qualifica di accompagnatore turistico, cui seguiranno altri per guida turistica e interprete. L’assessore Ruspandini nel promuovere il turismo locale si sta dimostrando una vera e propria macchina da guerra.

Il bando di concorso La domanda per partecipare al concorso è reperibile sul sito internet della provincia (www.provincia.fr.it), o presso l’Ufficio Turismo della Provincia e deve essere inviata al Settore Turismo della Provincia di Frosinone, piazza Gramsci 13, 03100 Frosinone, entro il termine del 27 maggio, mediante raccomandata o consegnata direttamente a mano. Alla domanda va allegata copia del versamento di 100,00 quale spese per il concorso, effettuato sul

C/c postale n. 13197033 intestato a Amministrazione provinciale di Frosinone, servizio tesoreria, causale “Tassa per accompagnatore turistico”. Per ogni lingua straniera in più 50,00. Prova scritta del concorso su geografia turistica italiana, europea ed extraeuropea, organizzazione e legislazione turistica, valutaria, doganale, delle comunicazioni e trasporti. Per la prova orale, stesse materie, più colloquio in lingua straniera.


Frosinone Vigili urbani sul piede di guerra Mastrangeli: “E il sindaco Marini continua a far finta di non vedere”

FROSINONE - Non c’è pace per il sindaco di Frosinone Michele Marini. Ai problemi interni alla sua coalizione che, se non risolti, potrebbero addirittura portare alle elezioni anticipate, adesso si aggiunge il malcontento, del corpo di Polizia municipale, costretto a turini di lavoro snervanti e a condizioni che da anni chiedono interventi senza una soluzione. A “soccorrere” i vigili urbani, il consi-

gliere comunale del Pdl, Riccardo Mastrangeli, che non risparmia critiche all’Amministrazione com u n a l e , completamente disinteressata ai problemi della polizia municipale. “Sono anni, ormai - ha dichiarato mastrangeli,da quando il corpo di polizia locale di Frosinone vive una serie di profonde problematiche cui l’amministrazione non è mai riuscita a porre rimedio.Con la giunta guidata dal sindaco Marini il malcontento strisciante ha, però, raggiunto livelli altissimi. Basti pensare alle recenti prese di posizione di alcuni sindacati che hanno accusato l’amministrazione di aver operato tagli sulle buste paga in relazione alla voce produttività. In particolare ad incidere su questi tagli

sarebbe stata la grave colpa dei vigili di avere comminato poche multe ai cittadini. Ciò vuol significare che siamo davvero arrivati a toccare il fondo se il Comune, per alimentare le proprie casse, deve costringere i propri dipendenti a utilizzare la mano pesante verso i propri cittadini per spillare loro più soldi possibili. Nessuno, però, in amministrazione si chiede in quali condizioni di lavoro vengono sottoposti i vigili urbani, costantemente sotto organico, con ricorsi continui ad ore di straordinario e senza comandante ormai da mesi. A loro si chiedono controlli capillari, multe a raffica quando poi su strada i vigili urbani che vi operano sono davvero scarsi quantitativamente, con poche unità giornaliere che fanno davvero i salti mortali per cercare di controllare quanto possibile un territorio così vasto. Da tempo segnaliamo questo continuo malcontento e questa situazione al limite della sopportazione, ma non ci risulta che l’amministrazione Marini abbia cercato di risolvere gli atavici problemi che caratterizzano il corpo e che lo stanno dilaniando al suo interno.La città ha davvero più bisogno di controlli, perché vi sono alcuni punti critici sulla viabilità

che necessiterebbero di una presenza costante di polizia locale, ma è altrettanto vero che questo governo non ha le risorse economiche per bandire selezioni di concorso in grado di assumere nuove unità operative. Decenza vorrebbe, però, che almeno l’amministrazione non operasse tagli agli stipendi di chi ogni giorno cerca di districarsi tra mille difficoltà operative”.

“Comune assente con i giovani”

Pd, partito da rilanciare

Magliocchetti punta il dito contro la carenza di programmazioni

FROSINONE - Parte dal Comune capoluogo la mozione Marino in vista del Congresso nazionale del Partito democratico. Giovedì scorso, infatti, presso la sede del Partito Democratico di Frosinone, si è svolta la riunione della “mozione Marino” della città di Frosinone, che era stata convocata da Mauro Buschini. Durante il dibattito, peraltro notevolmente partecipato e a cui hanno aderito davvero in molti, è emersa la volontà di dare un contributo forte e determinato alla rinascita del Partito Democratico. Ad Alessandro Martini, presidente del Pd del Comune capoluogo, è stato affidato il compito di coordinare su Frosinone la componente cittadina della mozione Marino. Martini fa sapere che nei prossimi giorni convocherà una riunione per nominare e proporre un coordinamento che lo affiancherà nel lavoro quotidiano al fine di sostenere le ragioni della mozione Marino e dare un apporto importante al Partito Democratico.

FROSINONE - E come se non bastasse arrivano anche le critiche per la totale assenza di programmazione in fatto di Politiche giovanili. Ancora una volta il dito puntato contro il primo cittadino del Comune capoluogo, Michele Marini, appartiene ad un esponente del Pdl che in seno al Consiglio comunale siede tra i banchi dell’opposizione. “Quali interventi sono stati attivati in questi anni dall’Amministrazione Marini in favore delle politiche giovanili? Quali efficaci iniziative sono state messe in cantiere per il lavoro,

lo sport e il tempo libero?" A domandarlo, mentre la risposta appare già scontata, è il consigliere comunale del Pdl Danilo Magliocchetti, il quale affonda: “La risposta è fin troppo semplice: nessuna. Sempre più spesso, infatti, i nostri giovani rappresentano la propria delusione per un’amministrazione comunale che non tiene affatto conto delle loro esigenze. Non mi riferisco soltanto alla carenza di iniziative per facilitare, in maniera concreta e tangibile, domanda ed offerta di lavoro, attraverso una virtuosa sinergia con il mondo universitario, e con le opportunità offerte dalla Comunità Europea, ma anche a misure per favorire l’esercizio di discipline sportive e luoghi di incontro o di aggregazione per il tempo libero. Quasi nulla è stato realizzato in questi anni, il che denota la scarsa attenzione dell’attuale amministrazione per le aspettative dei nostri ragazzi. Un capoluogo di provincia degno di questo nome dovrebbe tenere in massima considerazione le nuove generazioni; lo dimostrano gli investimenti sempre crescenti che altri importanti città continuano a fare in favore dei ragazzi, dove le amministrazioni seguono politiche improntate verso lo sviluppo sociale, intellettuale e professionale dei gio-

Cantiere ai Cavoni Per la costruzione della piastra vani. A Frosinone invece, non ci sono progetti ne iniziative orientate alla comunicazione, alla informatizzazione, alla socializzazione, ai percorsi postuniversitari, alla formazione o al sempre crescente disagio giovanile. E’ di tutta evidenza che questa sensibilità verso le politiche giovanili non è particolarmente sentita da chi governa la città, evidentemente troppo impegnato a litigare, a cercare improbabili equilibrismi politici e dialettici al solo fine di conservare le tanto amate poltrone, alla faccia delle aspettative dei giovani”.

FROSINONE - Da domenica, fino al 28 maggio prossimo, cambierà la circolazione intorno al quartiere Cavoni. Lo ha reso noto il Comune, motivando la decisione come conseguenza necessaria dei lavori per la “Piastra attrezzata per il collegamento del quartiere Cavoni con la restante parte della città superando la barriera della S.S. dei Monti Lepini. Il tratto interessato dalle modifiche, sarà quello adiacente all’incrocio che conduce verso Sora e in prossimità dello svincolo di via Berna, limitatamente ai tratti interessati di volta in volta dai lavori e consistente nel parziale

“Il falco di Utrecht” L’ultima fatica di Fabbri

Scuola, quasi duemila rischiano il posto

FROSINONE - “Il falco di Utrecht” è il titolo del libro di Emiliano Fabbri che verrà presentato sabato prossimo 15 maggio. L’appuntamento per tutti gli appassionati del genere è alle 18,30 presso i locali della libreria “Ub!K” del Comune capoluogo. Un’interessante iniziativa che segue una lunga serie di eventi simili, tutti pensati per avvicinare maggiormente i cittadini alla lettura. Perché un buon libro è sempre un viaggio stupendo.

FROSINONE – Sono 1800 i docenti che rischiano di perdere il posto di lavoro soltanto nella regione Lazio. Per evitare che ciò accada Legambiente ha inviato una lettera all’assessore regionale all’Istruzione e al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale nella quale si sottolinea come la politica da adottare verso la scuola deve andare in una direzione opposta da quella intrapresa dal ministro Gelmini.

restringimento di carreggiata nell’imposizione del limite di velocità di 30 Km\h, nel divieto di sorpasso, nel divieto di sosta permanente, nel divieto di transito ai pedoni sui marciapiedi e, ove necessiti, nel senso unico alternato di marcia; Pertanto, nell’area del cantiere, al fine di consentire in sicurezza lo svolgimento dei lavori in corso, verrà applicata dalle ore 6:00 del 10 maggio e fino alle ore 18:00 del 28 maggio, la regolamentazione del traffico veicolare consistente nel parziale restringimento di carreggiata (direzione sud), nell’imposizione del limite di velocità massimo di 30 Km\h.

11 ANNO I - N° 58 sAbAtO 08 mAggIO 2010


frusinate Primo “No” della Regione alla provincia Negati i fondi per il “Fiuggi festival” FIUGGI - Come volevasi dimostrare. Dalla Regione Lazio arriva il primo “No” alla provincia di Frosinone. A fare le spese di quella che i “Verdi Canterno” considerano una lotta “impari” è stato il Comune di Fiuggi che alla richiesta di finanziamento per il “Fiuggi family festival” si è visto rimandare la domanda al mittente. “Presi più a discutere di poltrone che al controllo degli atti per salvaguardare la Provincia di Frosinone - ha dichiarato Piero Pera - gli uomini e le donne della nuova Giunta regionale del Pdl riescono a non far finanziare due progetti , uno del Comune di Fiuggi (Fiuggi Festival 2010) e l'altro del Fiuggi Family Festival (Effe 3) Onlus avente per titolo: "Fiuggi Family Festival evento annuale di esposizione e approfondimento culturale , soprattutto nel campo del cinema e dei Mass media in relazione alle tematiche della famiglia e della vita.” "Come Verdi Lago di Canterno - ha aggiunto Pera - siamo sconcertati da questa cosa che mette subito in chiaro le

Corso sulla sicurezza A Paliano un successo PALIANO - Con la consegna degli attestati di partecipazione alla presenza del sindaco di Paliano, Maurizio Sturvi, dell’assessore alle Attività produttive e alla formazione, Remo Tarquilli, e del Presidente del Consiglio Comunale Sergio Colli, il ciclo di seminari formativi dal titolo “I Comuni della Sicurezza sul Lavoro”, organizzato in collaborazione con il Cna. Dopo quelli di San Giorgio a Liri, Atina e Ceprano, è giunto a compimento, dunque, il corso che l’Amministrazione comunale ha voluto portare anche a Paliano per dare l’opportunità gratuita ad imprenditori e

semplici cittadini di conseguire l’attestazione valida a ricoprire in azienda il ruolo di responsabile del servizio prevenzione e protezione. “I numeri di Paliano parlano di un successo di cifre e di partecipazione: poco meno di 50 partecipanti tra cittadini ed imprenditori. Siamo consapevoli – sottolinea Luigi Mei responsabile della sede di Anagni della Cna provinciale di Frosinone organizzatrice del corso - che la collaborazione con le istituzioni locali è un modo per avvicinare alla comprensione di questa materia a cui la cronaca, spesso nera, dà risalto quotidianamente”.

politiche che attueranno in seno alla Regione Lazio i nuovi amministratori. Come Provincia, fatti fuori dalla squadra di governo, risulta a tutti molto chiaro che le attenzioni saranno rivolte, dai vertici di via Garibaldi, in altri luoghi della Regione lontani dalle esigenze del nostro territorio. Crediamo che il Fiuggi Family Festival sia un appuntamento importantissimo per l'intera cittadinanza sia per ciò che riguarda la parte turistica ma in particolar modo, per l'alta risonanza che un evento del genere ha già riscosso in pochissimo tempo”. “Abbiamo immediatamente - ha concluso Pera - interessato il nostro capogruppo alla Pisana Angelo Bonelli che si attiverà non appena si insedierà il nuovo consiglio il prossimo 12 maggio e chiederà che gli eventi non finanziati vengano messi all'ordine del giorno dell'assestamento di bilancio. Crediamo che Fiuggi e il territorio di Canterno, non possano perdere attenzione e sostegno in questo difficilissimo momento

per la città termale e l'area tutta. Chiediamo maggiore attenzione per il nostro territorio”.

Villa Cicerone: il parco del degrado Strali de La Destra contro Casinelli SORA - Un parco abbandonato al degrado e ripulito alla meno peggio solo per l’occasione della pedalata. A lanciare strali contro l’Amministrazione comunale di Sora, l’esponente de La Destra, Lorenzo Mascolo il quale, proprio commentando gli interventi di ripulitura effettuati in questi giorni all’interno del parco fluviale “Villa di Cicerone”, invita gli amministratori locali a vigilare sempre sullo stato dei luoghi. “Solo ora che il Comune di Sora ha deciso di aderire alla Giornata della bicicletta - ha esordito Mascolo - dovendo permettere l’attraversamento dei ciclisti all’interno del Parco, ci si è ricordati dello stato di abbandono in cui lo stesso versa, intervenendo immediatamente per ripulire l’area. A

parte l’indiscutibile valore sociale dell’iniziativa, fa male riscontrare che gli operai del Comune stiano ripulendo il parco in fretta e furia perché il sindaco Casinelli e l’assessore alle Politiche ecologiche La Pietra devono fare bella figura.Dunque, non importa che nel resto dell’anno la struttura venga presentata a cittadini e turisti (soprattutto in occasione delle Fiere di Sora) in condizioni vergognose: ciò che conta è ben figurare nella Giornata della Bicicletta. Che tristezza! Stamane, nonostante una settimana di lavori, il parco presentava ancora evidenti segni dello stato in cui versa solitamente durante l’anno. Sarebbe il caso che certi patrimoni collettivi venissero rispettati e tenuti in considerazione dodici mesi l’anno”.

Ad Anagni parte la prima sala di lettura per non vedenti ANAGNI - “Una iniziativa con la quale si intende riservare massima attenzione alle fasce deboli e nel contempo che doterà la Biblioteca della nostra città, eccellenza nel sistema Interbibliotecario della Valle del Sacco, di una sala di lettura e di strumentazioni specifiche per ipovedenti e non vedenti”. In questo modo l’assessore alla Cultura e vice sindaco di Anagni, Daniele Natalia annuncia l’imminente e importante novità relativa all’acquisto di apparecchiature specifiche per utenti affetti da tale forma di minorazione visiva e l’allestimento di un’apposita di lettura presso la struttura del Monte

Frumentario sita in via Garibaldi. E’ stato proprio il sindaco Carlo Noto a farsi promotore del progetto, progetto che potrà beneficiare della copertura finanziaria dell’Ente Regione, essendone stata riconosciuta la validità. “Si calcola che siano più di un milione, in Italia, le persone con problemi di ipovisione, dagli anziani che hanno subito una diminuzione della loro capacità visiva alle persone più giovani affette da patologie retiniche – spiega l’Assessore Natalia – nonostante questo oggi c'è ancora poca attenzione verso queste forme di minorazioni visive. L'ambiguità di tale condizione può essere causa di disagio sociale e psico-

Isola Liri, nasce un club per vespisti ISOLA LIRI - Una nuova realtà associativa si affaccia sul Liri. Si tratta del “Vespa Club” di Isola del Liri, attivo fin dallo scorso anno e che ha trovato slancio e vitalità grazie all’iniziativa organizzata dalla Pro Loco, “La Vespa Pingeca”, che riguarda proprio il mondo dei “vespisti”. Un gruppo di venti appassionati ha dato così vita al Club, già affiliatosi alVespa Club d’Italia, partecipando a numerosi raduni regionali ed interregionali.

logico e rendere difficili anche i processi di integrazione, portando talvolta a vere e proprie discriminazioni. Con questa iniziativa abbiamo voluto contribuire in qualche modo rendendo possibile la lettura di testi e l’uso degli strumenti informatici da parte di utenti disabili non vedenti e/o ipovedenti” L’apparecchiatura di cui si doterà la biblioteca comunale prevede: audiobook per la lettura di testi e Pc; scanner per audiobook; kit composto da tastiera speciale, programma di abilitazione funzioni avanzate di lettura e di scrittura e di stampante laser; programma di lettura schermo e videoingrandimento.

Auto danneggiate Tre denunce FERENTINO - Danneggiamento e furto. Sono questi i reati contestati a tre giovani rumeni incastrati da alcune telecamere di sicurezza.I carabinieri sono giunti alla loro individuazione dopo che nella notte precendente i tre avevano danneggiato senza motivo alcune auto in sosta, rotto vetri, forato gomme.Addirittura da un’autovettura avevano rubato seicento euro.Il raid si è consumato tra via Bartoli, piazzale Collepero,via Consolare alta,via Ierone.

13 ANNO I - N° 58 sAbAtO 08 mAggIO 2010


sport CALCIO SERIE b

I canarini in casa del fortissimo Cittadella cercano la svolta salvezza che tarda ad arrivare

Frosinone, in campo testa e cuore Vietato fallire ancora: Carboni chiede equilibrio tattico ed un atteggiamento aggressivo CITTADELLA - Frosinone atteso alla prova Cittadella. Oggi pomeriggio i canarini affronteranno in terra veneta i padroni di casa del Cittadella per quella che è, a detta di mister Carboni, una gara si importante ma non decisiva. Di scena quindi al “Tombolato” una sfida molto importante che vede affrontarsi due formazioni in lotta per obiettivi diversi. Mentre i padroni di casa sono in piena lotta per conquistare un piazzamento play-off, i canarini sono ora impelagati nella lotta per non retrocedere in Lega Pro. Paradossalmente la giornata di oggi per quel che riguarda la zona play-out non dovrebbe essere molto influente in quanto tutte le sfidanti sono impegnate in sfide per così dire proibitive. Ma il calcio è bello perché è strano e non è da escludersi una o più sorprese negli incontri odierni. Sperando però che una di queste arrivi dal “Tombolato” di Cittadella e non dagli altri campi, altrimenti per il Frosinone saranno guai. Cittadella e Frosinone si ritrovano di fronte in campionato per la quarta volta nella storia. Il bilancio dei precedenti tre confronti diretti, tutti disputati nella serie cadetta, è favorevole alla compagine laziale che, ancora imbattuta, ha conseguito due successi e un pareggio. Il Cittadella ha visto fermarsi a Modena la striscia di 12 risultati utili consecu-

tivi (9 vittorie, 3 pareggi). La compagine veneta, nelle ultime sette esibizioni interne, ha incamerato 19 dei 21 punti disponibili. Il Frosinone è reduce da 4 sconfitte consecutive. Il complesso laziale ha raccolto soltanto un punto nelle ultime 8 gare disputate lontane dal Matusa. In casa del Cittadella l’unico precedente tra le due squadre in terra veneta è datato 10 gennaio 2009: Cittadella e Frosinone chiusero a reti inviolate un match valido per la 20.a giornata dello scorso campionato cadetto. Tifosi canarini che oggi invece firmerebbero anche con il sangue per uno 0 a 0. Conquistare un punto contro una formazione in forma come l'attuale Cittadella sa-

rebbe molto importante. Per il morale si, ma soprattutto per la classifica. É inutile nascondere infatti che bisogna ritrovare quanto prima la capacità di fare punti, tornare a muovere la classifica anche di un solo punto sarebbe troppo importante. Posta in palio quindi alta su entrambi i fronti e partita che si preannuncia anche abbastanza “calda”. Infatti memore della gara dell'anno (i canarini non avevano più niente da chiedere al campionato ma hanno imposto un pareggio interno ai padroni di casa) scorso al Tombolato tra le due duellanti il giocatore del Cittadella Gennaro Volpe si è così espresso: "Della situazione del Frosinone non ci frega nulla tanto più

Per il Frosinone è il momento di tirare fuori gli artigli

bASKET gIOVANILI

14 ANNO I - N° 58 SAbATO 08 MAggIO 2010

per gli sponsors della manifestazione: la Palestra Fisiogy, Archilletti Moto, Proteus Medica e in ultimo Digitron Italia di Nicola Masotti, da sempre vicina alla Scuola Basket Frosinone". “Complimenti davvero per la riuscita dell'evento - ha aggiunto il direttore organizzativo del Basket Veroli Ferencz Bartocci - assistere alle gare e all'entusiasmo di questi bambini è motivo d'orgoglio per tutti noi, ad iniziare dal presidente Leonardo Zeppieri, che ci spinge a voler dare sempre maggiore attenzione al mondo del minibasket in tutto il territorio della Provincia". Un appuntamento, quello di domenica scorsa, a cui hanno aderito le seguenti società: CMB Colfelice, BK Cassino, Basket Veroli, Isola Liri, Amatori Sora, Pianeta Basket Sora, BK Ferentino e Scuola Basket Frosinone. Si svolgerà invece questo fine settimana il Primo Memorial "Ivan Rossi", Torneo Esordienti. Un appuntamento importante - spiega il responsabile del settore giovanile

Triestina - Reggina Ascoli - Lecce Brescia - Ancona Cesena - Padova Cittadella - Frosinone Gallipoli - Crotone Grosseto - Piacenza Mantova - Modena Sassuolo - Torino Vicenza - Empoli Albinoleffe - Salernitana che l'anno scorso si comportarono male. Faremo loro la guerra sabato". Con queste premesse, la sfida odierna si preannuncia di fuoco. Il Cittadella di mister Foscarini dovrebbe schierarsi con un classico 44-2 con Pierobon tra i pali, linea difensiva formata da Pisani, Nocentini, Cherubin e Marchesan. A centrocampo Pettinari, Musso, Volpe e Carteri. Duo d'attacco con Bellazzini e Ardemagni. A meno di sorprese dell'ultim'ora mister Craboni dovrebbe affrontare l'incontro con un modulo pressoché speculare a quello dei padroni di casa : Tra i pali confermato il pur incerto Sicignano, modulo difensivo affidato a Del Prete, Maietta, Giubilato e Bocchetti. A centrocampo mister Carboni do-

CLASSIFICA Lecce Brescia Sassuolo Cesena Cittadella Torino Grosseto Crotone (-2) Empoli Ascoli Ancona (-2) Modena Albinoleffe Piacenza Reggina Vicenza Mantova Triestina Frosinone Padova Gallipoli Salernitana (-6)

70 63 62 62 60 58 58 56 55 54 51 50 49 48 47 46 44 43 43 42 40 17

vrebbe optare per i “soliti” Troianiello, Bolzoni, Basha e Cariello. Sorti offensive affidate al duo Mazzeo – Santoruvo. Arbitra l'incontro De Marco della di Chiavari. Andrea Mastrantoni

MANIFESTAZIONE PODISTICA

Un successo la festa Minibasket 2010 Nel week end il Memorial “Ivan Rossi” VEROLI - Nello splendido scenario della villa Comunale di Frosinone si è svolta domenica 2 Maggio la Festa Provinciale Minibasket 2010 organizzata dalla Scuola Basket Frosinone, società partner nel capoluogo ciociaro del Basket Veroli. Cinque i campi allestiti per dar modo a circa 220 bambini di disputare partite a ritmo incessante. Non erano certo le varie classifiche di categoria che interessavano, quanto far ritrovare i giovanissimi cestisti tutti insieme a confrontarsi in uno scenario che destava un gran bel colpo d'occhio. Tutti vincitori dunque con l'augurio di ritrovarsi di nuovo insieme per altre iniziative. “Vorrei ringraziare - ha afferma Antonio Efficace, presidente della Scuola Basket Frosinone - per la collaborazione la sensibilità nel concedere l'uso della Villa Comunale l'assessore allo sport del Comune di Frosinone Angelo Pizzutelli, le società che hanno messo a disposizione i canestri. Una menzione particolare

39^ GIORNATA

del Basket Veroli Giuseppe Fontana - che vuole ricordare un amico e grande tifoso della nostra società all'insegna del divertimento e della sportività. Un grazie particolare al nostro allenatore Francesco Calcabrina che l'ha coordinato nelle fasi organizzative e a tutti quanti si stanno operando per la buona riuscita della manifestazione tra i quali il Comitato Provinciale FIP di Frosinone ed il CNA locale per gli arbitri e gli ufficiali di campo, il Comune di Veroli e l'assessore allo sport Giampiero Rotondo per gli impianti". Queste le squadre partecipanti suddivise in 3 gironi. Girone A: Pianeta Basket Sora, A.D. Basket Anagni, Palestrina. Girone B: Scuola Basket Frosinone, Smg Latina, Fortitudo Cisterna. Girone C: Basket Veroli, Tiber Roma, A.B. Latina. Il programma dell'evento è iniziato nella giornata di ieri con le gare eliminatorie presso il Palacoccia di Veroli per proseguire oggi nei campi da gioco di Frosinone, Casaleno,Veroli.

“Correndo in Ciociaria ‘10”: a Ceccano trionfa Rachid Ceccano - E' iniziata ad inizio maggio la II edizione del "Correndo in Ciociaria" organizzato dalla Fidal C.P. di Frosinone e la partecipazione dell'Atletica Ceccano che ha organizzato la manifestazione podistica nel Comune. Ai nastri di partenza oltre 200 atleti provenienti da tutta la provincia di Frosinone e le provincie di Latina e Roma, con un percorso di km.10 misto e con lo strappo nella parte finale del percorso di 1,5 KM. Ha dato la partenza alle ore 10,00 in punto con uno sparlo l’Assessore Provinciale allo Sport e Turismo della provincia di Frosinone, Massimo Ruspandini, che ha patrocinato l’evento del ”Correndo in Ciociaria”. Un circuito che ha attraversato la zona del bosco Faito- la Cantinella- il ponte di Ceccano e il centro storico per giungere fino al traguardo dove ha visto vincitore della manifestazione l’atleta Erradi Rachid dell’atletica Colleferro con il tempo di 0 34’26’’ed il primo degli atleti Nella foto Erradi Rachid della società organizzatrice all’undicesimo posto con Peppino Milani. Al 2 posto Buccilli Carmine, s/m Asd Sora Runners Club con il tempo 0 35'01"; 3 Fabrizi Andrea a/m Pod. Amatori Morolo 0 35'45". Alla gara ha presenziato e contribuito Il presidente Fidal Brizzi ha stilato l’ordine di arrivo e le categorie e si sono congratulati con l’ottima organizzazione della manifestazione. La società Atl.Ceccano per bocca di Bucciarelli e collaboratori hanno espresso piena soddisfazione per la presenza raddoppiata degli atleti rispetto all’anno scorso e della qualità dei servizi offerti a tutti gli atleti. A.M.

Gp Spagna, nelle libere volano le Red Bull

Lavezzi sogna lo scudetto con la maglia del Napoli

Red Bull velocissime nella seconda sessione delle libere in vista del Gran Premio di Spagna. Sebastian Vettel è l'unico a scendere sotto il muro dell'1'20" strappando un 1'19"965 davanti al compagno di scuderia Webber. Nelle prove del pomeriggio conferma i passi in avanti del mattino Michael Schumacher che ottiene il terzo miglior tempo davanti alla Ferrari di Alonso (1'20"819).

Il Pocho Ezequiel Lavezzi, idolo dei napoletani, si confessa: «Vorrei anche giocare la Champions in azzurro. L'Europa League un obiettivo che volevamo tutti. Il record di gol? Non ci penso. Con Mazzarri ho un ottimo rapporto, i tifosi del Napoli mi amano dal primo giorno che sono arrivato. Mi piace molto Pazzini. Ora sogno il Mondiale».


sport CALCIO LEGA PRO

Il Cassino domani in campo contro la Cisco Roma nell’ultima gara della stagione

La vittoria della consolazione Tre punti per superare quota cinquanta in classifica: questo l’obiettivo degli azzurri CALCIO LEGA PRO

Al Salveti fischia Moretti di Bari CA S S I N O - U n a t e r n a pugliese dirigerà l’ultima gara di campionato tra Cas s i n o e Ci s c o Ro m a , i n programma domani alle o re 15 al l o s tad i o “G.S a l veti ” . L’ ar b i tr o d e l l a p a rt i t a s a r à i n f a t t i i l s i g. Giacomo Moretti della sezione AIA di Bari, che sarà coadiuvato dal primo assistente s i g. Marco Minardi e dal secondo assistente s i g. Gianluca Pa l a z z o entrambi appartenenti alla sezione AIA di Taranto. Il trentenne Giacomo Moretti d i Bar i , d ove svo l g e la professione di promot o r e f i n a n z i a r i o è l ' a r b itro chiamato a dirigere Cassino Cisco Roma. Al suo secondo anno in CAN Pro h a gi à d i r et t o i l C a ssino lo scorso campio-

CASSINO - Questa mattina il gruppo azzurro sosterrà la seduta di rifinitura al termine della quale mister Maurizio Pellegrino scioglierà gli ultimi dubbi sull’undici che manderà in campo dal primo minuto contro la Cisco Roma. Siamo alla vigilia dell’epilogo di una stagione dalla quale in molti si aspettavano qualcosa in più da questo Cassino: è stato soprattutto il rendimento interno a condizionare la rincorsa play-off

Bica sarà di nuovo titolare?

abbandonata tre settimane fa dopo l’inaspettata sconfitta esterna in quel di Vibo Valentia. I punti conquistati tra le mura amiche del Salveti sono stati infatti soltanto 24, frutto di sette vittorie, tre pari e ben sei battute d’arresto. Una miseria a confronto del bottino raggranellato dalle squadre che hanno preceduto per tutta l’annata gli azzurri in graduatoria e che hanno costruito proprio nei match casalinghi un margine che si è rivelato impossibile da colmare. Per questo la compagine del presidente Clodomiro Murolo ha tutte le intenzioni di chiudere davanti ai propri tifosi con un risultato di prestigio. Mister Pellegrino nella conferenza stampa settimanale ha dichiarato che i suoi ragazzi faranno di tutto per salutare con una vittoria il pubblico che li ha sempre seguiti e sostenuti durante l’arco del campionato. Martinelli e compagni però, si troveranno di fronte una Cisco Roma reduce da tre vittorie consecutive che gode di ottima salute psico-fisica. La compagine di Beppe Incocciati infatti, dopo

I giocatori azzurri in festa dopo un gol un breve periodo di appannamento vissuto ad inizio girone di ritorno, ha ritrovato smalto, brillantezza ed idee che hanno cambiato il volto di una squadra apparsa spietata e cinica nelle gare d’andata, per poi riuscire ad esprimere un gioco avvolgente e spettacolare delle ultime settimane. L’obiettivo dei capitolini è quello di accedere in Prima Divisione attraverso gli spareggi play-off:

il tecnico Incocciati, dopo la partitella d’allenamento del giovedì contro l’Albalonga nella quale si è messo in evidenza il solito Daniel Ciofani(autore di una tripletta e capocannoniere indiscusso del girone con 21 reti), ha dichiarato: “sono soddisfatto, stiamo bene mentalmente e fisicamente e ci apprestiamo a vivere la fase dei play-off con grande convinzione. “ Antonino Massara

VOLLEY

Cassinovolley, una grande stagione chiusa con un pizzico di rammarico Somace, nonostante lo zero in classifica non è tutto da buttare

L’arbitro Giacomo Moretti nato nella partita di e s o r d i o d i m i s t e r Vi n c e n z o Pa t a n i a a M a n f r e donia e terminata a reti i nv i o l a t e. U n p r e c e d e n t e anc h e c o n l a Ci s c o Ro m a in ques ta s tagi o n e, p re c i samente nella gara vinta con tr o l ' I s o l a Li ri p e r 4 a 0. So n o 21 f i n o r a l e d e si gnaz i o n i i n c ate g o r i a c o n un’equa distribuzione dei 3 segni: 8 vittorie intern e, 7 par eggi e 7 v i t t o r i e e s t e r n e. U n d a t o c h e s p i c c a i n ev i d e n z a è quello relativo alle espulsioni: in ben 13 occasioni ha estratto il ca r tel l i n o r o s s o.

CASSINO - Perdendo per 3a0 contro il Breda davanti al proprio pubblico nell’ultimo turno, il CassinoVolley maschile ha terminato il campionato di Prima Divisione, girone C, al quarto posto. Per Di Mambro e compagni si è trattata della terza sconfitta consecutiva. La squadra cassinate è rimasta in partita per un solo set, il più equilibrato, mentre poi sono prevalse le maggiori motivazioni degli ospiti, che avevano ancora una flebile speranza di conquistare il secondo posto (smorzata poi dalla vittoria del Supino sul campo del Castro). Si può dunque parlare di una brutta prestazione degli azzurri, che hanno provato in modo molto poco apprezzabile a reagire alla grinta del Breda. L’allenatore Pittiglio non ha nascosto la delusione per la prestazione dei suoi ragazzi:“Non mi è piaciuto per niente quello che ho visto in campo. Abbiamo giocato senza grinta, senza determinazione,consegnandoci ai capitolini praticamente

senza lottare. Una sconfitta ci poteva stare, ma sinceramente non avrei mai immaginato che fosse arrivata in questo modo”. Poi il mister si è espresso più in generale sul cammino dei suoi: “Nel complesso la sta-

principale di conquistare al più presto la salvezza e la permanenza nella categoria. Invece siamo rimasti in gara praticamente fino alla fine per la possibile conquista del secondo posto valevole per i play-off e siamo riusciti a

Le ragazze della Somace Cassino allenate da Pittiglio gione è andata bene: siamo partiti senza nemmeno una speranza, almeno a giudizio delle persone esterne al nostro sodalizio, con l’obiettivo

fornire grandi prove, come la vittoria in casa contro il Supino allora imbattuto e la splendida prestazione contro il Velletri, in cui abbiamo impegnato i

Il Bayern attacca: “Uefa influenzata dall’Italia”

Il Tuttocuoio di Alvini punta al triplo colpo

Il club tedesco non digerisce l ' e s c l u s i o n e d i R i b e r y, e s p u l s o i n s e mifinale da Rosetti, e alza la voce con Uli H oe ne s s : « Ci s o n o tro p p i i ta l i a n i ch e h a n n o d e g l i i n t e r e s s i . L ' a r b i t r o ch e h a e s p u l s o R i b e r y e ra i t a l i a n o c o s ì c o m e m o l t e a l t r e p e r s o n e ch e svol gono ruoli i mp o r ta n ti , me n tre c'è u n s ol o t e d e s c o » .

E' il Tuttocuoio, club toscano di Ponte a Egola, la squadra rivelazione della stagione dei dilettanti. I neroverdi allenati da Massimiliano Alvini, hanno vinto il girone A dell'Eccellenza conquistando la promozione in Serie D, la Coppa Italia regionale battendo in entrambe le gare la Pistoiese e l’altro ieri hanno ottenuto il pass per la finale di Coppa Italia Dilettanti.

romani fino al quinto gioco e per quasi due ore. Viste le occasioni che abbiamo avuto e non abbiamo sfruttato rimane addirittura un pizzico di rammarico. Ora dobbiamo pianificare bene i nostri passi futuri, dato che lo scenario locale potrebbe subire diversi scossoni”. Si è conclusa anche la difficile stagione delle ragazze della Somace Cassino, che nell’ultimo impegno contro il Milan Club Arce non sono riuscite a cancellare lo 0 dalla casella dei punti realizzati e dunque a capitalizzare nel migliore dei modi i progressi fatti vedere partita dopo partita, come spiega Pittiglio: “Ad inizio stagione le ragazze entravano in campo senza grinta e a volte spaurite; è stato inoltre difficile metabolizzare subito le dinamiche causate dal ricambio generazionale. Pian piano la squadra ha superato i maggiori ostacoli ed è costantemente migliorata. Peccato non averne avuto riscontro nei risultati, ma per il futuro sono molto fiducioso”. Luca Tedeschi

15 ANNO I - N° 58 SABATO 08 mAGGIO 2010



lagazzettacassino080510a