Page 1

ANNO i1 - N°181 - sAbAtO 06 AGOstO 2011 - DistribuziONe GrAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GiOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO: ANTONIO SALVATI

Al sindaco di San Giovanni Incarico per aver vinto una battaglia legale contro la Saf che intendeva di non ricevere più i rifiuti ei comuni morosi. Il tribunale di Cassino, però, ha imposto alla Saf d accettarli e così Antonio Salvati ha potuto brindare alla vitoria legale contro una decisione impopolare della Saf.

IL PESCE PUZZA SEMPRE DALLA CAPA

IL TAPIRO DEL GIORNO: IMPIEGATI FANTASMA

La giunta comunale di Cassino ha avviato una ricognizione per scovare i dipendenti fantasma che si aggirano per i vari uffici. Tra permessi speciali, certificati medici e ferie a lavorare ci vanno ben pochi soprattutto d'estte. Allora il comune intende identificare queste persone per assicurare l'efficienza degli uffici. Insoma sta per partire l'operazione antiassenteismo.

www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


regione Mario Abbruzzese difende il Piano casa della Regione Lazio e parla di progetti mirati

Interventi per il settore edilizio Il presidente del Consiglio regionale: solo così colmeremo le aspettative di tutti ROMA - '“Sono convinto che la concretezza e l’attuabilità della nuova legge sul Piano Casa riusciranno a colmare le aspettative che sia i cittadini, sia le associazioni di categoria avevano riposto nel lavoro della Giunta Polverini. I componenti della Commissione Urbanistica prima e tutto il Consiglio regionale del Lazio sono stati impegnati per più di una settimana in un dibattito particolarmente serrato. Ognuno ha avuto modo di esprimere la propria posizione e oggi l’aula ha deliberato un provvedimento normativo che vuole incidere concretamente sulla crescita del Pil regionale. Credo sia giusto esprimere un apprezzamento nei confronti dell’assessore Ciocchetti che in questi giorni, sebbene non siano mancati alcuni momenti di tensione tra maggioranza e minoranza, non si è mai sottratto al confronto. Al di là, poi, delle polemiche fisiologiche che certe scelte determinano inevitabilmente nell’agone politico, la nuova stesura definitiva consta di un impianto normativo che vuole contribuire con grande efficacia al rilancio del settore dell’edilizia residenziale e non”. Lo ha affermato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, al termine della seduta d’Aula che ha portato all’approvazione del Piano Casa.

RENATA POLVERINI

Le opposizioni hanno tentato di boicottare il Piano

“La semplificazione procedurale sarà considerevole - ha continuato Abbruzzese - perché sarà potenziato lo strumento della DIA, mentre per gli interventi più rilevanti sarà accelerato l’iter di concessione del permesso per costruire che, passando attraverso la conferenza dei servizi, giungerà a contenere tutti i pareri necessari nell’arco di una sola giornata lavorativa. I punti di criticità e di scarsa efficacia del Piano casa prodotto dalla prece-

dente legislatura saranno emendati dall’estensione delle possibilità di ampliamento per edifici in zona agricola ed in zona A, senza incidere sul patrimonio ambientale e nel rispetto dei vincoli paesaggistici. Verranno forniti - ha spiegato il presidente Abbruzzese - incentivi all’adeguamento alla normativa antisismica per gli edifici esistenti, si favorirà l’abbattimento e la ricostruzione per rinnovare il patrimonio edilizio

adeguandolo alle attuali esigenze di sostenibilità e verranno elaborati programmi integrati tesi al riordino delle periferie ed alla riqualificazione ambientale del litorale laziale. In ultimo, ma non in ordine di importanza, con l’introduzione del mutuo sociale e le agevolazioni alla ricostruzione ed all’housing sociale, il Piano Casa fornirà una risposta coerente e puntuale all’emergenza abitativa che molti Comuni della nostra regione si trovano a fronteggiare”.

SARA’ VOLANO PER L’ECONOMIA E FONTE DI TUTELA PER LE PERSONE

La Governatrice spiega il progetto ROMA - ''Uno strumento legislativo forte, che va incontro alle esigenze delle persone''. Cosi' il Governatore del Lazio, Renata Polverini, ha ''fotografato'' il Piano Casa nel corso della presentazione nella sede della Regione. ''Quando il Piano casa fu lanciato in questa Regione non ebbe risposta, non ebbe l'impatto giusto, anzi fu limitativo. Quando sono arrivata chiesi di

2 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AgOstO 2011

conoscere che impatto aveva avuto sulle famiglie, e mi fu risposto che arrivarono solo alcune decine di domande''. Ma ora che il Piano c'e' ''rappresenta un volano di rilancio e di sviluppo''. Polverini ne ha elencato gli elementi qualificanti. ''Consente a tutte le famiglie proprietarie di una casa di ampliare fino a 70 metri quadri il

proprio fabbricato, esclusi i centri storici e le aree tutelate, precedentemente tale possibilita' era riservata esclusivamente ai proprietari di ville. Rilancia il settore edile creando occupazione con particolare riguardo alle Pmi, promuove il recupero e il riutilizzo del patrimonio edilizio esistente, in particolare di quello dismesso o non utilizzato, con l'offerta di nuovi alloggi di

edilizia sociale, promuove la sostituzione edilizia, adottata ormai in tutta Europa tranne che in Italia, va incontro alle attese delle associazioni di categoria, in particolar modo di quelle artigiane e delle piccole imprese''. Infine l'ambiente, al centro delle proteste dell'opposizione. ''Rispetto dell'ambiente - ha precisato Polverini - non deroga ai vincoli operanti sul territorio. Sono infatti possibili solo interventi consentiti dagli strumenti di tutela e con i nulla osta delle Sovrintendenze competenti''.

''A fronte di una parte dell'opposizione che non si e' fatta tirare per la giacca, c'e' stata una parte politica che per vari motivi ha cercato di boicottare il provvedimento che, forse perche' legata alla propria storia politica, ha cercato di boicottare questo Piano''. Cosi' il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, durante la presentazione del Piano Casa, nella sede della Regione. ''Mi auguro che i grandi architetti prima o poi si vengano a confrontare con noi.Apprezzo il lavoro fatto da alcuni grandi nomi, altri pero' non li apprezzo perche' hanno regalato dei mostri come quelli di Corviale. Questo e' cio' che le intellighenzie di sinistra hanno fatto, sostenuti dai grandi nomi''. Cosi' il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, nel corso della conferenza stampa sul Piano Casa. ''Noi - ha detto sorridendo Polverini - siamo piu'' semplici, ci siamo rivolti all'ordine e agli architetti che si confrontano sempre, ogni giorno, con le esigenze vere famiglie''. Di qui il vicepresidente della giunta, Luciano Ciocchetti, presente insieme all'assessoreTeodoro Buontempo alla conferenza stampa, ha lanciato una sfida: ''Sfido Fuksas e Cecchini a fare un confronto con noi, leggendosi pero' prima la legge''.

Trichet: l’Italia anticipi i risanamenti

Cosima e Sabrina nella stessa cella

Peggiora di nuovo Piazza Affari, con il Ftse Mib in calo dell'1,9% a 16.680 punti, dopo l'avvio in calo diWall Street e con il differenziale tra Btp e Bund risalito sopra quota 370 punti base. Completamente in rosso il paniere di riferimento, dove non si registrano congelamenti di titoli, con Tenaris (-7,53%), Fiat Industrial (-5,75%) e Fiat (-6,19%) in fondo alla classifica e Generali (-0,24%) maglia rosa. Unicredit cede il 2,7% e Intesa Sanpaolo il 3,13%.

TARANTO - Da oggi Cosima Serrano e sua figlia Sabrina Misseri, accusate dell'omicidio della quindicenne Sarah Scazzi, sono detenute nella stessa cella del carcere di Taranto. Le due donne già da diversi giorni, nelle ore di socializzazione all'interno del carcere, avevano avuto modo di stare insieme


regione Ecco spiegati, punto per punto, i cambiamenti legati all’edilizia della Casa

Tutte le novità della nuova legge Dopo l’ìok del Consiglio regionale la Polverini ne ha spiegato i punti salienti ROMA - Il piano casa e' legge. Dopo una maratona lunga una settimana, con tre sedute notturne, il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mario Abbruzzese, ha approvato nella tarda serata di ieri il provvedimento con 41 voti a favore e 22 contrari. L'approvazione e' stata resa piu' rapida dalla decisione della giunta, contestata dalle opposizioni, di presentare il cosiddetto maxi subemendamento generale che, riscrivendo tutti gli articoli della legge ha fatto decadere i circa 180 emendamenti presentati dall'opposizione. Il piano casa si applica a tutti gli edifici realizzati legittimamente (anche quelli per i quali il titolo edilizio sia stato rilasciato in sanatoria, compresi il caso della formazione del silenzio assenso) e a quelli non ultimati ma che abbiano ricevuto il titolo abilitativo edilizio. La normativa, importante

novita' rispetto alla legge precedente, si applica anche nelle zone agricole e nelle zone piu' urbanizzate delle aree naturali protette. Sono esclusi gli insediamenti urbani storici come individuati dal Piano territoriale paesistico regionale. Sono escluse, inoltre, le aree di rischio idrogeologico molto elevato, i casali e i complessi rurali realizzati in epoca anteriore al 1930, gli edifici costruiti nelle aree del demanio marittimo. Per gli ampliamenti di edifici esistenti e' prevista la possibilita' di monetizzare il mancato rispetto degli standard urbanistici nel caso siano impossibili da realizzare le cosiddette opere di urbanizzazione secondaria necessarie. Possibilita' invece esclusa per i cambi di destinazione d uso. Le norme relative ad ampliamenti, demolizione e ricostruzione, cambi di destinazione d'uso resteranno in vigore per tre anni dalla data di pubblicazione della legge. Gli

ampliamenti sono permessi in aderenza o adiacenza rispetto al fabbricato esistente, ma non in sopraelevazione. Possono comportare anche un incremento delle unita' immobiliari e devono essere realizzati nel rispetto delle altezze e delle distanze previste dalla legislazione vigente. Devono essere realizzati nel rispetto delle normative sulla bioedilizia, qualora comportino l'uso di fonti di energia rinnovabile non inferiore a un kilowatt, l'incremento di cubatura arriva al 30 per cento. In caso di adeguamento dell'intero edificio alla normativa antisismica, le percentuali di ampliamento variano a seconda della localizzazione degli edifici stessi, con incrementi che possono arrivare al 35%. Per i residenziali, rispetto al precedente piano casa, la possibilita' di ampliare l'edificio non e' piu' limitata alle sole abitazioni di dimensione inferiore ai mille metri cubi.

L'incremento massimo e' del 20%, per un massimo di 70 metri quadrati di superficie (la cosiddetta Superficie utile lorda). Non ci sono piu' le limitazioni previste della legge precedente sulle aree agricole. Per i non residenziali, lo stesso limite del 20% e' previsto per gli edifici non residenziali, per un massimo di 200 metri quadri per ogni edificio. Nel caso di edifici con destinazione ad attivita' produttive e artigianali il limite e' del 25%, per un massimo di 500 metri quadrati. Chi usufruisce dell'ampliamento dovra' mantenere la destinazione d'uso per almeno 10 anni. ''Sono convinto che la concretezza e l'attuabilita' della nuova legge sul Piano Casa riusciranno a colmare le aspettative che sia i cittadini, sia le associazioni di categoria avevano riposto nel lavoro della Giunta Polverini'' ha affermato Mario Abbruzzese al termine della seduta d'Aula.

INVITI ALLA PRUDENZA

''Un provvedimento chiesto dalla gente'' ha precisato il Governatore del Lazio, Renata Polverini, ''in questa legge - ha detto - ci sono tutto le risposte che i cittadini si aspettano e che la Giunta precedente non e' riuscita a dare, visto l'esiguo numero di domande presentate.Abbiamo ricercato un iter sicuramente diverso da quello che avevamo concordato perche' non ci e' stato consentito di andare avanti, ma sicuramente ci siamo mossi nell'ambito delle regole istituzionali. Quando ci andremo a confrontare nel merito con i ministri Galan e Fitto ha proseguito Polverini - e con tutto il governo su questa legge, sicuramente ci accorgeremo che nel merito gli uffici del ministro sono stati poco attenti''. Ed oggi Renata Polverini illustrera' nel dettaglio il Piano nel corso di una conferenza stampa alle 12 in Regione.

DAL CONSIGLIERE D’ANNIBALE (PD)

Esodo,sarà un week-end Ticket ai disabili Presentata interrogazione da bollino nero 'ROMA -' 'Fine settimana di partenze alle porte, con giornata da bollino nero sabato 6 agosto. E' quanto si legge in una nota della Polizia di Stato. I primi dati dei concessionari autostradali confermano in generale una coincidenza dei flussi veicolari registrati lo scorso anno, sebbene in alcuni tratti lo scorso fine settimana si e' registrato un incremento della mobilita': sull'A4 Torino-Trieste alla barriera di Lisert l'aumento del traffico e' stato del 28% nella giornata di venerdi' e del 23% nella giornata di sabato. Sull'A10 Genova - Ventimiglia si prevede un incremento del traffico del 2,5% nel prossimo weekend. Sull'A4 Milano-Trieste l'incremento previsto e' dell'8% nella giornata di venerdi' e 2,5% sabato. Sulla rete di Autostrade per l'Italia il prossimo sara' il fine settimana d'esodo con piu' elevati volumi di traffico. Analoga situazione sull'A3 Salerno-Reggio C. lungo la

direttrice Nord-Sud. Il traffico pesante sara' fermo ininterrottamente dalle ore 16 di venerdi' 5 agosto fino alle 23 di sabato 6 agosto, per poi scattare nuovamente dalle ore 7 alle 24 di domenica 7 agosto, favorendo cosi' la fluidita' degli spostamenti turistici. Viabilita' Italia, il centro di coordinamento nazionale del Ministero dell'Interno, sara' costantemente attivo da venerdi' per monitorare gli spostamenti ed attuare eventuali interventi in caso di criticita'. La Polizia Stradale rafforzera' i propri dispositivi, in particolare in autostrada, mentre l'Arma dei Carabinieri e le Polizie locali concorreranno nell'attivita' di presidio e controllo sulla restante viabilita'. Anas e concessionari autostradali attiveranno le proprie risorse su strade ed autostrade, attuando le misure preventive pianificate per rendere piu' sicura la circolazione.

'ROMA - ''Grazie all'emendamento presentato dal gruppo Pd in finanziaria e lo stanziamento di 16 milioni di euro p e r l a c a n c e l l a z i o n e d e l l a v e rgognosa tassa sui disabili con reddito Isee non superiore ai 13mila euro credevamo di aver cancellato il ticket sui disab i l i . P u r t r o p p o, t r a s c o r s i 8 mesi senza che gli uffici regionali preposti emanassero una circolare applicativa della nuova norma, i comuni del Lazio e i municipi di Roma assumono comportamenti difformi sull'applicazione del n u o v o d i s p o s i t i v o d i l e g g e. N e consegue che la stessa Regione nega alle strutture che si occupano della cura e della riabilitazione gli importi dovuti''. Lo denuncia il consigliere del Pd alla Regione

Cure on-line, falso medico nei guai

“Ho una bomba” Denunciato turista

Si spacciava come medico e,nascondendosi dietro un 'nickname' di fantasia,attraverso una comunita' online 'formulava improbabili diagnosi' ed elargivarimedi'potenzialmentedannosi'a'decinedi persone' afflitte da patologie 'anche rilevanti'.Protagonista una 24enne di Latina,individuata dopo accertamenti dei carabinieri del Nas di Roma e denunciata per esercizio abusivo della professione sanitaria.

'Cos'hanelbagaglio?'.'Unabomba,mae'uncimeliodi guerra'.Ecosi'ilpasseggero,uncittadinoamericanopresidente di un'Associazione di figli di combattenti della II guerramondiale,e'statodenunciato.Lascenasie'svolta nell'areapartenzedelTerminal5dell'aeroportodiFiumicino.All'attodeicontrollidisicurezzanelbagagliodastiva dell'uomoe'statatrovatalagranatasenza,pero',laspoletta rinvenutainunaltrobagaglioeresainefficaceattraverso l'asportazionedell'innesco.

L a z i o To n i n o D ' A n n i b a l e c h e ha presentato in proposito un'interrogazione alla preseid e n t e R e n a t a Po l v e r i n i ' ' p e r risolvere un problema sempre piu' drammatico e urgente''. ''Centri che svolgono servizi essenziali alla riabilitazione dice D'Annibale - sono cosi' ormai vicini al collasso econom i c o, c o n d e c i n e d i s t r u t t u r e presenti nel Lazio in grande difficolta', mentre quelle presenti fuori Regione che ospitano disabili residenti nel nostro territorio stanno dimettendo i pazienti perche' la G i u n t a Po l v e r i n i n o n t r a s f e r i s c e l o r o l e s o m m e d o v u t e. U n a situazione di grave negligenza che produce un gravissimo disagio sociale pagato in prima persona dai disabili del Lazio''.

3 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AGOstO 2011


provincia Si tratta di specie autoctone del nostro territorio di cui si è occupata la polizia provinciale

Uccelli rapaci rimessi in libertà Iannarilli: abbiamo voluti riportare gli animali, scampati ad incidenti, nel loro habitat naturale FROSINONE - “Assume particolare rilievo le reimmissione in natura di uccelli rapaci, per lo più rari, autoctoni del nostro territorio, avventa questa mattina ad opera della Polizia Provinciale di Frosinone, in collaborazione con la Guardia Forestale del centro veterinario di Fogliano. Da due anni, infatti, abbiamo voluto che gli animali provenienti dalla nostra provincia, salvati in seguito a incidenti o alla pratica incivile di chi spara a specie rare, venissero riportati nel loro ambiente, cioè nelle nostre montagne, nelle nostre valli. Ringrazio il Comandante Belli e l’Assessore provinciale Melone che questa mattina hanno fatto in modo che l’iniziativa della Provincia di Frosinone venisse conosciuta. Considero molto importante, infatti, insieme alla salvaguardia dell’ambiente anche la conservazione di quelle specie che ancora sono custodite nel nostro territorio e che costituiscono un vero e proprio tesoro naturale. Penso, e me ne rammarico, al fatto che per anni e anni tale pratica non sia stata messa in atto e all’enorme patrimonio ani-

male che dalla provincia di Frosinone è stato, per incuria e disinteresse, portato altrove. L’emozionante volo della rarissima aquila dei serpenti sui boschi lussureggianti che coprono le montagne del Cassinate è il simbolo di una bellezza della quale dobbiamo farci portatori, di un valore della nostra provincia che deve essere non solo salvaguardato ma diffuso, reso noto. Quando sento parlare i nostri detrattori di turismo, di rilancio delle bellezze del territorio e guardo la devastazione che per decenni è stata permessa senza che alcuno se ne preoccupasse, non posso che indignarmi. I piani di sviluppo turistico si sono accumulati nei cassetti di questa Provincia e di altri Enti territoriali senza che, nella sostanza, ci si sia preoccupati minimamente del bene primario cui erano destinati. E sono rimasti lettera morta. Le nostre attività, compresa quella del rilascio della selvaggina autoctona nel nostro territorio, partono dal principio che non basta pagare esperti che redigano piani di sviluppo, occorre agire. E noi, da questo punto di vista, è bene che si

ALATRI

Assessori comunali si decurtano lo stipendio

sappia, siamo all’anno zero. Anzi all’anno due, perché sono due anni che abbiamo iniziato a porre attenzione in queste cose. Ovviamente non basta salvare e riprendersi un’aquila, una poiana, un falco pecchiaiolo, due gheppi come è accaduto questa mattina. Occorre un’attenzione all’ambiente a tutto tondo, ed è quello che stiamo facendo, combattendo una battaglia difficile e faticosa. Del resto è sotto gli occhi di tutti cosa è accaduto

negli anni e nei decenni scorsi in questa provincia e quanta bellezza sia stata dilapidata. Va sottolineato, però, che i comportamenti di rispetto per le nostre bellezze sono fondamentali per il futuro e per lo sviluppo di questa terra, senza fanatismi e con competenza, perché, nonostante tutto, abbiamo ancora tanto da salvare e da valorizzare”. E’ quanto dichiara il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli.

INTERVENTO CONCRETO ED EFFICACE

Alfano parla alla Camera Il plauso di Iannarilli FROSINONE -"Gli interventi ieri alla Camera dei Deputati del Presidente Berlusconi e del segretario del nostro partito, Alfano sono stati concreti e molto efficaci. Lo stato di crisi della nazione comporta una presa di coscienza e comportamenti coscienziosi per tutti. Le opposizioni contribuiscano con uno spirito patriottico e repubblicano a uscire dalla crisi economica internazionale. Un appello del segretario del Pdl serio e potente". Lo afferma il Presidente della Provincia di Frosinone, l'On. Antonello Iannarilli (PDL). "Io credo fermamente, con Alfano, che possiamo portare "la nave nella tempesta a dirigersi verso il porto sicuro", crediamo di riuscire ad uscire da questa crisi nera perché crediamo negli italiani e abbiamo nelle nostre mani il mandato che nel

4 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AgOstO 2011

2008 ci hanno dato e che non vogliamo tradire. L'appello di Alfano - prosegue Iannarilli - a replicare il metodo adottato con l'approvazione celere della manovra finanziaria deve far breccia nelle opposizioni che hanno il compito di condividere un metodo per favorire la nazione. A ognuno il suo compito, alle opposizioni quello di dare una mano su deroghe regolamentari, a noi della maggioranza l'assunzione di responsabilità delle scelte contenute nella manovra finanziaria. Un metodo che ha funzionato e che si può ripetere. Le opposizioni facciano delle proposte e non ci dicano che lo fanno da anni, perché non nessuno se ne è accorto. Tutti, ad ogni livello, siamo chiamati a contribuire e ad agire per aiutare il nostro paese, i nostri territori (e mi

riferisco anche alla nostra provincia in crisi garavissima) a riemergere. Abbiamo dalla nostra parte l'ingegno e la forza che ci ha sempre contraddistinti, è indispensabile remare tutti verso la stessa direzione".

ALATRI - In merito alle dichiarazioni fatte circolare a mezzo stampa dall’ex assessoredellagiuntadicentrodestraRemo Costantini, il consigliere con delega al bilancio Emiliano Remolo,risponde in maniera pacata su alcuni punti manifestati in “modo inesatto”, senza, come di consueto, voler innescare polemica alcuna con gli esponenti che hanno governato Alatrinell’ultimoquinquennio.“Vorreiintervenire – ha esordito Remolo - sulla questione sollevata da Remo Costantini, non per avviare un’inutile polemica, quanto per precisare alcuni punti erroneamente evidenziati dall’ex assessore circa la retroattività delle tariffe per i servizi a domanda individuale”.“Le tariffe richiamate, e in particolare quelle per i servizi scolastici (compreso l’asilo nido), approvate dal consiglio comunale nella seduta di qualche giorno fa,entreranno in vigore a partire dal nuovo anno scolastico. Questo per una precisa volontà dell’amministrazione, che,pur avendo la possibilità di applicarle dal primo gennaio,come chiedeva lo stesso Costantini, ha ritenuto di operare questa scelta dolorosa ma resa necessaria dai pesantissimi tagli del governo e da una situazione finanziaria dell’ente largamente deficitaria, cercando di attenuarne gli effetti sulla cittadinanza”.“E questa affermazione – ha continuato il consiglieredimaggioranza-èconfermata dalla previsione di entrata iscritta in bilancio, la quale, basta fare un rapido calcolo matematico, è stata determinata considerando le nuove tariffe vigenti dal prossimo anno scolastico. Un orientamento questo, contrariamente a quanto afferma Costantini, ribadito in Consiglio anche dal Segretario Generale, su espressa richiesta del capogruppo PDL. Conoscendo personalmente l’ex assessore, ritengo che,l’aver attribuito al Segretario dichiarazioni completamente contrarie all’accaduto, sia frutto di un difetto di comunicazione.

Per la terza volta Parolisi tace

Pusher incastrato dalla patente di guida

TERAMO - E' durato poco meno di mezz'ora l'interrogatorio di garanzia dinanzi al gip di Teramo Giovanni Cirillo, di Salvatore Parolisi, indagato per l'omicidio della moglie Melania Rea: il caporal maggiore dell'esercito si è avvalso della facoltà di non rispondere come già accaduto dinanzi al precedente Gip, quello "incompetente" per territorio, di Ascoli.

Unpusheralbanesedi21anni,Z.G.,e'statoarrestatoper detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.Ma ad incastrarloe'stataunapatentefalsificatacheriportavacome scadenza il 2045.E' stato il documento ad insospettire la poliziacheavevafermatol'uomoperuncontrollodiroutine.Inseguitoallaperquisizionedell'autosonorisalitialla suaidentita'eallasuaabitazione,dovee'statotrovatoesequestratounborsonecontenente5,5kgdimarijuanaediversi'ovuli'dicocaina.


cronaca IN PROGRAMMA DOMENICA CON L’ESIBIZIONE DI VIRTUOSI DELL’ANTICO STRUMENTO

Acquafondata/ Lo spagnolo Nunez al festival nazionale della zampogna ACQUAFONDATA - Sarà Carlos Nunez (nella foto) il grande ospite d’onore del 40° Festival della Zampogna che si terrà da domani 5 agosto fino al 7 ad Acquafondata, nel Cassinate. Concerti e incontri con i più grandi musicisti contemporanei, cultori, esperti e costruttori di zampogne nella capitale del triangolo della zampogna tra Lazio, Abruzzo e Molise. In programma l’esibizione di musicisti di alto livello da tutta Italia ed Europa, MBL – Musicisti del Basso Lazio, Carlos Nunez, Gianni Perilli, Marco Iamele, Piero Ricci & Etnofonica, Nuova compagnia del Gargano, Controra oltre, naturalmente, i suonatori di zampogna di Acquafondata che accoglieranno i visitatori e i colleghi. Insieme alla musica popolare saranno protagonisti la mostra di artigianato, di zampogne e ciaramelle e soprattutto gli

zampognari. La partecipazione dello spagnolo Carlos Nunez con la sua gaita è stata fortemente voluta dal direttore artistico del Festival, Benedetto Vecchio. Nunez, parte fondamentale della musica celtica della Galizia, ha collaborato con artisti del livello di Ry Cooder, Sinead O’Connor e The Chieftains. Nella sua musica include elementi berberi e flamenco, con influenze più marcatamente celtiche e tradizionali. Negli ultimi anni si è concentrato soprattutto sulle colonne sonore di famosi film come “Mare Dentro” di Alejandro Amenabar. Ascoltando la musica del virtuoso della zampogna Marco Iamele, componente degli MBL, si è “innamorato” della sua arte e dei suoni che l’artista ciociaro riesce a tirare fuori dallo strumento, e gli ha chiesto di suonare con lui domenica 7. “Questa tra me e Nunez – sottoli-

ARRESTATO DAI CARABINIERI

questa 40° edizione, all’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone, al Presidente dell’Amm.ne Provinciale, all’Assessore Provinciale del Turismo e a tutte le autorità per aver riconosciuto ad Acquafondata il merito che consente oggi di organizzare la 40° edizione del Festival Nazionale con rassegna Internazionale. Questa 40° edizione è stata affidata alla direzione artistica di Benedetto Vecchio che, con oltre 70mila cd venduti con gli MBL, è un vero e proprio ambasciatore della musica popolare ciociara e della zampogna nel mondo. Mio auspicio è che gli enti territoriali sostengano in maniera concreta, con risorse certe, questa manifestazione inserendola tra i “Grandi Eventi” della provincia di Frosinone e della Regione Lazio in occasione della 41° edizione che si terrà nel 2012”.

nea Marco Iamele – è la prima collaborazione internazionale che vede coinvolte le due cornamuse sorelle, ovvero la zampogna e la gaita, che hanno caratteristiche complementari ma non si erano mai incontrate. Mi sento onorato da questa richiesta di collaborazione, che spero di continuare anche in futuro, che mi auguro potrà far riconoscere il vero valore internazionale della zampogna”. Il ricco programma del Festival, presentato da Aurora Folcarelli, è stato annunciato dal sindaco Antonio Di Meo che afferma: “Rivolgo con piacere il mio sentito ringraziamento, anche a nome dei miei concittadini e dell’Amministrazione Comunale, al Presidente del Consiglio Regionale Mario Abruzzese per la sua grande e fattiva sensibilità che ha reso possibile lo svolgimento di

CASSINO

Toglie i sigilli al cantiere Un imprenditore trova 30 mila euro sotto sequestro, arrestato sul conto in banca e li restituisce

FROSINONE - In via Castagnola Vecchia di Frosinone, i militari della Stazione di Frosinone Scalo, nel corso di un predisposto servizio di controllo ai cantieri edili, traevano in arresto in flagranza di reato V.M., 40enne già censito per reati contro il patrimonio e stupefacenti, domiciliato in Alatri, poiché più volte denunciato ed arrestato (in data 09.06.2011) per i medesimi reati

violava nuovamente i sigilli apposti sul cantiere edile della predetta via, danneggiando le cose sottoposte a sequestro e modificando lo stato dei luoghi già sequestrati lo scorso 16 - 25 maggio e 9 giugno. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della locale Compagnia Carabinieri in attesa di rito direttissimo.

CASSINO - Un costruttore edile di Casal di Principe, ma residente a Cassino, ha restituito trentamila euro che, per sbaglio, era stati accreditati sul suo conto corrente bancario da un'industria farmaceutica milanese... Il mandatario del bonifico, un’azienda farmaceutica di Milano, per errore, aveva accreditato la sostanziosa somma sul conto dell’imprenditore. L’uomo, “quarantenne e di grande umanità” come lo descrivono gli impiegati dell’istituto di credito del quale è cliente, consultando l’estratto conto ha subito notato qualcosa di strano. Una cifra elevata, proveniente da un’azienda milanese, era ben impressa sullo stampato. E’ tornato indietro ed ha chiesto al cassiere di verificare la voce. All’impiegato sono bastati pochi

minuti per comprendere che nell’accreditare la cifra, l’azienda farmaceutica aveva commesso un errore. La banca ha informato il cliente di quanto accaduto ed il costruttore di Casal di Principe, senza alcuna remora, ha firmato la liberatoria che dava il nulla

osta alla restituzione di tutta la cifra. Un gesto che ha strappato applausi e pacche sulle spalle in banca. E come non ricordare che Don Peppino Diana lo ha ripetuto fino alla morte che a Casal di Principe “c’è anche tanta gente con sani principi”.


cassino Lo stabilimento di Colfelice aveva minacciato i comuni morosi di non accettarli più

Il tribunale “impone” alla Saf i rifiuti di San Giovanni Incarico Il sindaco Antonio Salvati, del centro confinante, con l’impianto ha presentato ricorso CASSINO - La Saf condannata da un provvedimento del Tribunale a ricevere i rifiuti del comune di San Giovanni Incarico. La Saf di Colfelice è stata condannata dal Giudice ad accogliere i rifiuti di San Giovanni Incarico. “Il Provvedimento n. 1803 del 4.8.2011 con il quale il Presidente del Tribunale di Cassino ha ordinato alla Saf di smaltire, con effetto immediato, i rifiuti provenienti dal Comune di S.G.Incarico, afferma il principio che nessuno ha il potere, tanto meno Fardelli – dichiara Antonio Salvati, sindaco del comune di San Giovanni, - di interrompere un Pubblico servizio. I Dirigenti pro-tempore della Saf, adducendo come motivazione un presunta morosità nei pagamenti, avevano, nei

giorni scorsi, impedito ai camion carichi di rifiuti, provenienti dal Comune di cui sono Sindaco, di varcare i cancelli dell’impianto di Colfelice e scaricare i rifiuti”. L’Unione di Comuni ed il Comune di S.G.Incarico, ipotizzando che si trattasse di una interruzione di un pubblico servizio, avevano subito presentato un ricorso d’urgenza al Presidente del Tribunale di Cassino, il quale stamattina ha accolto in toto le argomentazione dei due Enti e ha ordinato alla Saf di smaltire i rifiuti. Se vi era morosità, la Saf poteva e doveva agire unicamente con gli strumenti giuridici per il recupero di somme che la legge mette a disposizione, ma mai interrompendo un pubblico servizio. Una vittoria per il

sindaco Salvati che si spinge a chiedere le dimissioni di Cesare Fardelli dalla carica di presidente della Società Ambiente Frosinone.

NON C’E’ UNA CONVENZIONE TRA COMUNE DI CASSINO E ASL

Segnaletica selvaggia nel parcheggio dell’ospedale/ Rimozioni illegali CASSINO - La mancanza del protocollo d’intesa tra Asl di Frosinone che gestisce l’ospedale di Cassino comprese le aree pertinenti e il comune di Cassino fa sorgere il sospetto che la sosta delle auto parcheggiate davanti ai divieti non sia selvaggia ma che irregolari, invece, sarebbero la segnaletica stradale e, soprattutto, le azioni punitive quali multe e rimozioni forzate. Decine di auto rimosse e altrettante multe per divieto di sosta sono gli effetti della mancanza di disciplina stradale che quotidianamente si registra nel piazzale dell’ospedale di Cassino. Dalle pagine di questo giornale on line abbiamo spesso attaccato questo fenomeno, la maleducazione e inciviltà di tanti, ma per dovere di cronaca dobbiamo anche segnalare un aspetto che rischia di rendere illegale le rimozioni forzate e le sanzioni amministrative. La mancanza del protocollo d’intesa tra Asl e Co-

6 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AgOstO 2011

mune, infatti, permetterebbe di considerare le aree di parcheggio davanti ed intorno all’ospedale come area pubblica ma non vincolata alle norme del codice della strada. “Allo stato attuale

le rimozioni dettate dai divieti di sosta nei pressi dell’ospedale di Cassino sono illegali”. Lo dichiara il tenente Giuseppe Acquaro (nella foto a destra) vice comandante dei vigili urbani di Cassino, “perché – spiega – la rimozione è la sanzione accessoria di un infrazione principale, che può essere sosta vietata o sosta riservata a portatori di handicap, quindi una autorità che dispone la rimozione di un mezzo lo fa sul presupposto che la segnaletica per la quale si agisce, sia conforme alla legge. Allo stato attuale non è così perché non esiste alcun atto tra comune di Cassino e Asl, che recepisca quel tipo di segnaletica”. Per meglio capire, la segnaletica stradale viene posta su ordinanza sindacale nel territorio comunale. In questo caso l’area antistante all’ospedale è un’area aperta al pubblico passaggio su cui il comune, mancando l’atto, non può agire per quelle infrazioni che presuppongono ordinanza sinda-

cale. “Ben diverso è se le auto vengono parcheggiate in maniera tale da ostruire il normale transito dei mezzi di soccorso. In quel caso, infatti, viene applicata una norma comportamentale che non presuppone l’ordinanza sindacale”. A questo punto viene da chiedersi, cosa succederebbe se le centinaia di persone che si sono viste sotrarre l’auto da un carro attrezzi dovessero fare ricorso?

Filettino: in motoslitta in paese, denunciato

Picinisco, notte bianca per il libro

FILETTINO - Scorrazza per il centro del paese con la motoslitta. Denunciato per disturbo del riposo e della quiete pubblica.I Carabinieri della locae Stazione, a conclusione di attività info-investigativa, hanno denunciato in stato di libertà per disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone V.F., 23enne del posto già censito.

Nel paese di Picinisco arriva oggi il Festival delle Storie e porta scrittori, giornalisti e attori del calibro di Aurelio Picca, Mario Giordano, Sergio Rubini e tanti altri.Alle 21 altre storie, stavolta dell'Italia che va, con Mimmo Gangemi, Francesco Pinto ed Enzo Limardi. Alle 22 l'atteso incontro con Mario Giordano, il giornalista auitore del bestseller "Sanguisughe".


cassino Quarto appuntamento per l’evento nazionale di giovani all’insegna del rispetto dell’ambiente

Iniziato alle TermeVarroniane l’Eqofestival tra musica e natura Domani sera la chiusura con l’attesissimo live dei britannici “Asian Dub Foundation”

CASSINO – Iniziato l'EqoFestival 2011 nella suggestiva cornice della Terme Varroniane. Moltissimi gli appuntamenti da non perdere per questa quarta edizione, e non tutti hanno a che ve-

dere con l’aspetto prettamente musicale. Se infatti l’attesa è grande in vista del concerto live degli ASIAN DUB FOUNDATION, band britannica di origine asiatica considerata fra le migliori al mondo dal vivo, vale la pena scoprire qualche altra curiosità sull’evento. La parola d’ordine è: partecipare. Sabato 6 Agosto, ad esempio EQOFESTIVAL ospita un singolare concerto per api: Hives, di Luigi Marino, uno dei collaboratori del ‘Master in Tecnologie e Arti del Suono’ dell’Università di Tor Vergata. Si tratta della prima esecuzione in Italia di questo progetto sperimentale: il ronzio delle api in un’arnia viene campionato per interagire con i

suoni sintetici prodotti dall’uomo.Interessante anche il programma della sezione Cinema: oltre alle proiezioni indipendenti selezionate, prevede un workshop sulla realizzazione di un corto di qualità a basso costo. Si chiama ‘Il Viaggio Fermo’, di Andrea Fasciani, e ‘usa’ l’EQOFESTIVAL come laboratorio didattico e pratico. Il risultato finale, sarà poi proiettato domenica 7 Agosto al termine dell’ultimo concerto e della manifestazione stessa.‘Partecipare’ è anche il termine chiave di un altro workshop: ‘La Politica non mi interessa’, che semplifica i linguaggi e il senso stesso della politica attraverso una serie di dibattiti e performan-

ces teatrali. Il workshop è inserito nell’area denominata TANA LIBERAMENTE, dove sono previsti diversi laboratori di riciclo artistico e giochi tradizionali.Per chi avesse voglia di un’oasi tranquilla, l’Area Realx offre una biblioTèca dove degustare bevande rigorosamente biologiche sfogliando un buon libro o ascoltando le letture ad alta voce previste. All’interno del parco è allestita anche una babyfarm per i più piccoli, un’area wi-fi per i più impegnati, un’area sport per i più attivi e un mercato dell’artigianato selezionato con cura dallo staff dell’Associazione Eqo; insomma, ce n’è per tutti i gusti e tutte le età.

SANT’ELIA F.R.

Valleluce, domani sera il Panemmollo

RILEVATE IRREGOLARITA’ DALL’ARPA LAZIO

Panaccioni, a settembre sopralluogo dei tecnici per le verifiche ambientali CASSINO - Ispezione dei tecnici dell’Arpa Lazio, della Provincia e del comune di Cassino con l’assessore all’ambiente Riccardo Consales alla discarica Panaccioni chiusa da circa 20 anni presenti i rappresentanti della Saf e il geologo Raffaele Rizzo in rappresentanza del proprietario del terreno. L’area deve essere bonificata ma sulla questione è in atto un contenzioso avviato dal proprietario del terreno Renzo Renzi. Il ministero dell’ambiente ha stanziato la somma di un milione di euro per la bonifica ma finora i lavori non sono ancora iniziati. La recinzione perimetrale è risultata danneggiata e non a norma. Durante il sopralluogo i tecnici non sono riusciti a verificare l’eventuale esistenza dell’impianto di

raccolta del biogas che è uno dei requisiti principali per l’accertamento dell’efficace funzionalità del sistema. La criticità maggiore, che è stata evidenziata anche dai

tecnici dell’Arpa, è la mancanza di un impianto di smaltimento delle acque superficiali. Tutto questo, è stato detto, sarà, oggetto di un intervento da effettuare per migliorare la funzionalità dell’intera discarica. del sui cui è collocata la discarica e dell’assessore all’ambiente del Comune di Cassino Riccardo Consales. Il sopralluogo è stato chiesto dalla Provincia e dall’Arpa Lazio per verificare lo stato di mantenimento della discarica e per esaminare le eventuali criticità che il sito presenta. “Il sopralluogo – ha detto l’assessore Consales – ha permesso di verificare lo stato di mantenimento della discarica solo in alcune sue parti perché la superficie maggiore del sito era ricoperta da vegetazione.. Per

quel che riguarda la zona che siamo riusciti a visitare nel giro di ricognizione non abbiamo riscontrato particolari problematiche legate alla fuoriuscita di percolato e i pozzi di raccolta all’interno delle due vasche sembrano soddisfare i requisiti minimi di funzionalità. Ci siamo, inoltre, riproposti che nel corso di un successivo sopralluogo e seguito di un ulteriore sfoltimento della vegetazione che ne ostruisce il passaggio, saremo in grado di verificare la restante parte del sito. Nel prossimo mese, come Amministrazione, ci recheremo in Regione per stabilire la tempistica necessaria alla caratterizzazione del sito, poiché vorremmo accelerare le operazioni di bonifica della discarica dei Panaccioni.”

Rimessi in libertà un’aquila e altri rapaci

Cinema al Teatro Romano fino al 10

FROSINONE - Sono stati ufficialmente rimessi in libertà e nel proprio ambiente un'aquila reale e altri uccelli rapaci. La riposizione in natura di uccelli rapaci, per lo più rari, autoctoni del nostro territorio, è avvenuta questa mattina ad opera della Polizia Provinciale di Frosinone, in collaborazione con la Guardia Forestale del centro veterinario di Fogliano.

CASSINO - Film sotto le stelle al teatro romano fino al 10 agosto. In programma domenica, ore 21, il film di Checco Zalone “Che bella giornata”. Lunedì toccherà a “Faccio un salto all’Avana” di Brignano; Martedì sarà la volta di “Habemus Papam”; Mercoledì si abbasserà il sipario con la proiezione di “Qualunquemente”, il successone di Antonio Albanese. Prezzo d’ingresso 3 euro.

CASSINO - Appuntamento gastronomico da non perdere nella Frazione Valleluce di S.Elia fiume rapido. Si terrà domenica 7 agosto in P.zza San Nilo a Valleluce la 21^ SAGRA DEL PANEMMOLLO , tradizionale appuntamento gastronomico di mezza estate. Rappresenta da sempre l’occasione per rinnovare l’incontro con la cucina della tradizione contadina, dove l’accostamento di ingredienti semplicissimi da vita ad piatto unico gustosissimo e salutare, magistrale compendio de i canoni della corretta alimentazione. Il piatto è una magistrale realizzazione della c.d. piramide alimentare, esemplificazione ideale di dieta mediterranea. Alla base troviamo l’elemento più povero della tavola (il pane) sapientemente unito ad una minestra di verdure di stagione (verza, fagioli, lenticchie patate) insaporite con salsicce di maiale o cotiche e condite con un filo del locale olio extravergine. Il risultato finale è un piatto poverissimo, di assoluta semplicità, salutistico e di inimmaginabile gusto.

7 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AgOstO 2011


cassinate Da troppo tempo nel comune di Cassino regna il dolce far nulla. Dove sono finiti i 73 Lsu?

Basta chiacchiere, fuori i fannulloni CASSINO - Meglio tardi che mai. Anche gli altri quotidiani cassinati, si sono finalmente accorti che al comune di Cassino c’è gente che non fa un emerito tubo dalla mattina alla sera. Ci riferiamo ovviamente ai dipendenti. Non tutti. Il problema, che la “Gazzetta” ha sollevato già da qualche mese, sembra, almeno secondo quanto riportato da Ciociaria Oggi, circoscritto alla polizia municipale. In effetti, i vigili sono quelli più esposti, nel senso che l’assenza di un agente, seppur per validi motivi, si sente molto di più rispetto all’assenza di un fontaniere, tanto per dirne uno. Non abbiamo commentato, per una sorta di pudore, la propagandistica idea dell’assessore Mario Costa di creare addirittura

una task force di agenti della municipale per il commercio, altrimenti avremmo dovuto fargli fare la figura che meritava. Qualcosa però vogliamo ribadirla. Gli agenti della polizia locale, hanno ragioni diametralmente opposte a quelle dei loro colleghi “civili”: sono pochi, male equipaggiati, e in più, le diverse amministrazioni che si sono succedute, hanno contribuito con la solita politica dei figli e figliastri, a rendere l’ambiente lavorativo ancora più disagiato ed incandescente. Tanto per non giocare con le parole, chi aveva il dovere di mettere armonia all’interno del comando, di trattare tutti allo stesso modo, e di non creare attriti, all’atto pratico ha fatto il contrario, facendo vincere i concorsi a chi dicevano

loro, e sbattendonese altamente di quelli che restavano. L’amministrazione Scittarelli, tanto per dare un nome e cognome alle cose, non si è nemmeno premunita, dopo averlo più volte promesso ed auspicato, di avviare quella transazione amichevole più volte richiesta dai sindacati di categoria. Quindi, se ai vigili di Cassino gli rode un po’ il culo c’è da comprenderli. Non sono da comprendere invece i 73 lsu. Il buon Costa, che è un vecchio volpone della politica, siamo certi che conosce il problema a menadito. Questi signori, e signore, sono stati assunti a tempo indeterminato tra il 2000 ed il 2001. Fu una buona cosa per carità, tante famiglie poterono tirare un sospiro di sollievo. Tante furono le figure professionali

che si piazzarono in postazione fissa: operai, giardinieri, manutentori, falegnami, imbianchini e tanto altro. Ebbene tutta questa gente, almeno la maggior parte di loro, è sparita. Svanita. Certo, sono sempre all’interno del comune, ma quasi nessuno fa il lavoro che gli spetterebbe fare, ed allora troviamo il falegname distaccato al tribunale a fare cosa non si sa, l’operaio a fare da apri porta all’assessore municipale. Si rompe un tubo? C’è da potare gli alberi? Fare le strisce pedonali? Fateci caso, quelli che lavorano sono sempre gli stessi, oramai si conoscono a memoria, saranno in tutto una ventina di uomini che quando c’è da sgobbare li trovi sotto il solleone o sotto la pioggia, sempre loro. Se tanto ci da tanto, ne

mancano almeno una cinquantina, dove sono? cosa fanno? Ed allora, non possiamo non dedurre da questa situazione, che il pesce puzza dalla capa, e Mario Costa ha il suo bel dire se poi in realtà favorisce questo stato di cose. Gli amici lettori sanno che non ci nascondiamo, e che amiamo chiamare le cose con il loro nome: la classe politica cassinate ha creato questa situazione di continua emergenza, di assenteismo e di disagio, rimettere a lavorare a chi spetta di lavorare, significherebbe risparmiare centinaia di migliaia di euro all’anno, e rendere la macchina amministrativa davvero più fluida. Non le chiacchiere di Mario Costa. E del collega Salera. Ignazio Annunziata

ANAGNI

ALL’AUTORE DEL LIBRO FERNANDO RICCARDI

San Magno, è tutto pronto

Opera inedita sul brigantaggio Il plauso di Antonio Abbate

ANAGNI - Si è tenuta ieri mattina la conferenza stampa di presentazione del programma dei festeggiamenti San Magno 2011Estate anagnina, alla presenza del Sindaco Carlo Noto, dell'Assessore alla Cultura, Daniele Natalia, del Presidente del Consiglio Marco Cesaritti e del Presidente della Pro Loco Peppino Scandorcia. Tanti appuntamenti, tante iniziative di livello e gli eventi salienti: La sfilata delle contrade medievali; Gli STADIO in concerto; Il Palio di San Magno; La II edizione di Anagni REPTILES; Serate di teatro dialettale e comico; Spettacoli di danza. Una parentesi a parte per il Festival del Teatro Medievale...con nomi e appuntamenti d'eccezione. E le novità di quest'anno previste nell'estate anagnina: Il PALIO DI SANTA CHIARA, l'11 agosto, con una spettacolare gara di arcieri; La GIORNATA MEDIEVALE, con gli antichi mestieri. Il 31 AGOSTO segna una

8 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AgOstO 2011

data importante: sarà intitolata piazza della Pace...al Beato Giovanni Paolo II, mentre lo spazio adiacente a Piazza Innocenzo III sarà intitolato al Maestro Tommaso Gismondi. Entrambe le cerimonie si svolgeranno solennemente nel corso della giornata. "Nonostante le ristrettezze economiche imposte dalla finanziaria - dichiara l'Assessore Natalia - abbiamo lavorato e proposto un calendario ricco di appuntamenti ed iniziative di livello. Cercando di gratificare un pubblico vasto e soprattutto di proporre un programma degno del prestigio di Anagni".

FROSINONE - “Nell’anno delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con tutto il carico ideologico e valoriale che si trascina dietro questa ricorrenza, compito della storiografia - di una storiografia onesta, attenta e scrupolosa - è quello di far luce, quanto più possibile, sulle vicende e sugli avvenimenti che portarono alla costituzione dello Stato unitario, anche squarciando il velo di una vulgata storica troppo spesso assurta a vera e propria mitografia risorgimentale". Lo afferma l'As-

sessore alla Cultura della Provincia di Frosinone, Antonio Abbate. In tale ambito, un posto di primaria importanza spetta a tutti coloro che si approcciano agli studi sul brigantaggio postunitario, su quel fenomeno troppo riduttivamente rubricato a mero e semplice atto di insubordinazione e malcostume delle genti meridionali contro il nascente Stato unitario e non come anelito di rivolta delle popolazioni del Sud nei confronti del processo annessionistico piemontese, a tratti una vera e propria guerra

di conquista. Per tale motivo, un plauso va rivolto a Fernando Riccardi e alla sua ultima fatica “Il Brigantaggio post unitario. Una storia tutta da scrivere”. Riccardi, la cui passione per il tema del brigantaggio, il cui scrupolo archivistico, il cui certosino lavoro sulle fonti, da tempo ha contribuito con i suoi lavori a chiarire molti aspetti del fenomeno, che anche nel nostro territorio ha avuto modo di manifestarsi con episodi e personaggi di rilievo. Complimenti, inoltre, a tutti gli organizzatori dell’appuntamento: il

Scooterista ucciso Il pensionato in lacrime

Gli atenei italiani ed il nepotismo

MILANO - «Ho passato la vita intera a rispettare le regole, mai un eccesso. E adesso guarda che doveva capitarmi». Vittorio Petronella sospira e non sa nemmeno lui che cos'è quella sensazione che gli chiude lo stomaco. Tutto assieme a tormentarlo. «Ero già a pezzi per quello che è successo, si figuri da quando ho saputo che una bambina è rimasta senza papà... non so più darmi pace”.

ROMA - Marie Curie vinse il Nobel insieme al marito Pierre, e qualche anno dopo lo stesso premio andò alla loro figlia Irene, sempre con il consorte. In famiglia il talento era di casa. Non sempre accade lo stesso dietro quei cognomi che, a scorrere la rubrica telefonica delle università italiane, si ripetono pagina dopo pagina.

sindaco di Colle San Magno Antonio Di Nota e all’intera amministrazione comunale che hanno voluto ospitare l’importante appuntamento culturale, così come alla relatrice, la professoressa Silvana Casmirri, che ha brillantemente illustrato i contenuti del lavoro dell’amico Fernando. Con l’augurio e l’auspicio che l’emergere della verità, in tutte le sue molteplici sfaccettature, serva realmente a costruire una memoria condivisa, la base imprescindibile di una vera, moderna e solidale Nazione italiana”.


sport BASKET SERIE C

Il Ds cassinate Rosario Falanga è scatenato, assestati altri due colpi di mercato

La Bpf Cassino mette altri due tasselli In biancorosso arrivano, dopo Canzano e Confessore, anche Violo (‘87) e Simeoli (‘83) CASSINO - Continua la campagna acquisti della BPF Cassino. Il sodalizio cassinate, grazie al lavoro del nuovo ds Rosario Falanga, aggiunge un nuovo elemento al roster biancorosso per la stagione 2011-2012. Ai piedi dell’abbazia arriva il lungo Francesco Violo, classe 1987, di quasi 2 metri di altezza che si aggiunge agli ingaggi di Canzano e Confessore. Violo, che già all’età di 17 anni ha esordito nella serie C regionale, vanta un curriculum cestistico di tutto rispetto nonostante la giovane età. Infatti, il 24enne laziale è cresciuto nel settore giovanile della sua Scauri riuscendo nel giro di 3 stagioni a fare il triplo salto dalla serie C regionale alla B Dilettanti contribuendo anche a conquistare il 5° posto. Per la stagione 2009-2010 si trasferisce a Venafro (C1), dove trova grande minutaggio e buone percentuali dal campo. Nell’estate del 2010 torna in terra pontina tra le file della Fabiani Formia raggiungendo

la finale playoff valida per l’accesso al campionato C-Dilettanti. Sempre nella scorsa stagione, occupa il secondo posto nella classifica marcatori del girone A laziale. Violo è un giocatore molto duttile, abile da 4, e veloce per contenere anche gli esterni. Anche a lui, va il

più caloroso benvenuto tra i colori cassinati. Si va completando così l’organico dei giocatori agli ordini di Coach Porfidia, con una novità dietro l’altra. E’ così che è arrivato il quarto acquisto per la società cassinate. Dopo Canzano, Confessore e Violo è il momento dell’ingaggio di Roberto Simeoli (nella foto a sinistra) ruolo ala piccola, 195 cm d’altezza nato a Maddaloni nel 1983 con trascorsi in campionati di categoria superiore su tutti l’avventura in serie A1 e A2 con Avellino, poi a Molfetta, Salerno, Melfi e Maddaloni. Fin da piccolo Roberto figlio d’arte, il papà Mario è stato un ottimo giocatore di serie A, si è sempre contraddistinto per le sue doti caratteriali e di leader. Atleta eccellente, buonissimo difensore, ha dalla sua sempre un ottimo atteggiamento e una grandissima umiltà che lo fanno apprezzare sempre da tecnici e compagni di squadra. Eccellente tiratore da tre

punti con buona continuità, Roberto è anche in grado di variare molte altre soluzioni di gioco in fase offensiva. Si distingue anche come portatore di palla, insomma un giocatore a tutto campo capace

in caso di necessità di arrivare ad essere un trascinatore della propria squadra. Un altro tassello al suo posto in un roster che comincia ad essere intrigante, a breve le notizie sui prossimi acquisti.

CALCIO

Il Frosinone abbatte lo Spoleto Test finale per i gialloblu nel ritiro di Norcia. Sabatini, polemica per i gironi

U

ltimo test amichevole per il Frosinone di Sabatini (nella foto a sinistra) impegnato nel ritiro di Norcia. Presso la “Cittadella dello Sport” i canarini hanno affrontato l’ASD Voluntas Spoleto di mister Ezio Brevi, squadra che milita nel campionato di Serie D. Sabatini, che ha dovuto rinunciare a Santoruvo, Artistico, Carrus, Baccolo, Manzoni e Frabotta, schiera il solito 4-3-1-2 con Vaccarecci tra i pali, Catacchini, Vitale, Guidi e Biasi in difesa, Beati, Bottone e il nuovo arrivato Miramontes in mediana, Calderini dietro le punte La Mantia e Aurelio. I canarini si impongono per 2-0 con le reti di Vitale al 15’ e La Mantia al 23’. Nella ripresa girandola di cambi ma il risultato non si sblocca. Buono il primo impatto di Miramontes con i nuovi compagni, per lui un’ora di gioco prima di essere sostituito da Calderini. Frosinone – ASD Voluntas Spoleto 2-0

10 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AgOstO 2011

Frosinone (4-3-1-2) 1° Tempo: Vaccarecci, Catacchini, Vitale, Guidi, Biasi (4’ Cordos), Beati, Bottone, Miramontes, Calderini, La Mantia, Aurelio. Frosinone (4-3-1-2) 2° Tempo: Twardzik, Funari, Formato, Cordos, Roj, Di Dionisio, Amelio, Ucchino, Miramontes (15’ st Calderini), Aurelio, Tavares. Allenatore: Carlo Sabatini AD Voluntas Spoleto: Dominici, Piantoni, Nonni, Fonni, Tempesta, Engiosi, Fazzone, Manni, Garraidoni, Pero Nucco, Tomassini. A disposizione: Capecci, Cianfruglia, Perrone, Schettino, Petroli, Cesari, Gascetti, Fusaro, Fedeli, Ciarilli, Di Giuseppe, Lazzaroni Allenatore: Ezio Brevi Marcatori: 15’ Vitale, 23’ La Mantia. Appena conclusa la quarta e ultima amichevole contro la Voluntas Spoleto, mister Sabatini fa il punto su quello che è

stato il criterio di creazione dei gironi del campionato di Prima Divisione di Lega Pro: “La prima cosa che noto è che non è abbastanza chiaro il criterio utilizzato per realizzare i Gironi, non mi sembra che ci sia stata divisione in verticale o in orizzontale e tanto meno si sia cercato di evitare i derby. Detto questo, è mia abitudine accettare queste cose convinto che dobbiamo sempre pensare a noi stessi. E’ sicuramente un girone interessante e non facile e per questo dovremmo affrontare tutte le gare con lo spirito giusto e sempre a viso aperto”. Torna il derby con il Latina: “ So che il derby è atteso dai tifosi con grande intensità. Personalmente sono abituato a derby infuocati, Padova – Vicenza è un esempio. Arriveremo pronti e determinati anche a questo appuntamento così come daremo battaglia per tutta la durata del campionato. Per quanto ci riguarda e per quello che vedo ogni giorno, siamo pronti a lottare”. Infine problemi per Biasi che è dovuto uscire al 4’ dell’amichevole contro lo Spoleto per un colpo fortuito ricevuto al volto. Si sospetta una piccola frattura del naso che però verrà valutata nelle prossime ore.

Nazionale, tornano De Rossi e De Sanctis

La Pellegrini annuncia la rottura con Lucas

Tornano Daniele De Rossi e Morgan De Sanctis tra i convocati della nazionale: Cesare Prandelli li ha inseriti nella lista di 24 azzurri chiamati per l'amichevole con la Spagna, in programma a Bari il prossimo 10 agosto. Il romanista rientra in gruppo dopo due esclusioni a carattere disciplinare, per il portiere del Napoli è un ripescaggio al posto dell'infortunato Viviano. Ci sono Cassano e Balotelli, in attacco resta a casa Gilardino.

Federica Pellegrini a Ostia per gli Assoluti di nuoto ha ufficializzato l'interruzione del rapporto con il tecnico francese. «Sicuramente dovremo sentirci, anche telefonicamente, per chiarirci - ha detto ancora la pluricampionessa del mondo -. Io resterò comunque a Verona e farò molti collegiali con la Nazionale». I rapporti tra Lucas, la Fin e la Pellegrini, che oggi compie 23 anni, erano 'rimasti in sospeso' dopo i Mondiali.


ANNO i1 - N°181 - sAbAtO 06 AgOstO 2011 - DistribuziONe grAtuitA Allegato alla Gazzetta del Molise free press - Registrazione Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - Redazione di Cassino: Corso della Repubblica, 5 Tel. 0776.278040 - e-mail: redazione@lagazzettacassino.it - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso - Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita giOrNALe sAtiriCO

L’OSCAR DEL GIORNO: UGL

Il sindacato dell’Ugl e il suo segretario provinciale, Rosa Roccatani, stanno dimostrando grande attenzione e sensibilità verso il comparto sanitario della nostra provincia e, in modo particolare, verso i problemi legati alle carenze e ai disservizi che attanagliano il nostro sistema. Così l’Ugl sta vigilando attentamente anche sul problema del funzionamento del nuovo nosocomio dove tutto sembra, solo all’apprenza, filare liscio ma dove i problemi sono all’ordine del giorno.

IL TAPIRO DEL GIORNO: CARLO MIRABELLA

Dal direttore generale della Asl di Frosinone, Carlo Mirabella, a dire il vero ci attendevamo grandi cose. Non foss’altro perché aveva già retto la Asl ciociara in passato dimostrando grandi qualità di manager. Adesso, però, nostro malgrado, dobbiamo ricrederci. Non solo i deficit e le carenze di un servizio sanitario che in provincia, soprattutto in periodi di ferie come questo, mostra tutte le sue lacune, ma anche le delibere attese da anni, da cinque come nel caso specifico di quella relativa all’adeguamento della progressione economica, che sarebbe piena di violazioni contrattuali. Complimenti...

PERSONALE FANTASMA www.lagazzettacassino.it

redazione@lagazzettacassino.it 10.000 copie in omaggio


frosinone L’Ugl tuona: dopo otto mesi di disattivazione il personale non è stato ancora assegnato

Ospedale, e il personale dov’è? Il segretario Roccatani evidenzia come ci siano voluti sette mesi per redigere una graduatoria FROSINONE -“Inconcepibile; dopo oltre 8 mesi dalla disattivazione delle strutture sanitarie, ancora oggi al personale traslato nell’ospedale di Frosinone non viene definitivamente assegnato”. E’ quanto dichiara il segretario della UGL sanità Frosinone Rosa Roccatani. Ben 7 mesi ci sono voluti per redigere la graduatoria, ora a causa delle ferie estive non sembra poter definire l’ago-

AEROPORTO

Scalia: disponibilità al confronto FROSINONE - "Sono disponibile a qualsiasi confronto sul tema dell'aeroporto". È totale l'apertura con cui il consigliere regionale del PD Francesco Scalia risponde all'invito avanzato dalle associazioni ambientaliste per un confronto sul progetto dell'aeroporto del capoluogo. "In più occasioni, quando ero presidente della Provincia, ho partecipato a dibattiti con le associazioni che oggi mi chiamano in causa. Come ricorderanno, in passato ho preso parte anche a manifestazioni molto animate senza mai tirarmi indietro, come anche oggi intendo fare. Tuttavia, ritengo che, per evitare che diventi solo un'occasione per ribadire posizioni preconcette, a questo confronto debbano partecipare anche il professor Karrer ed il professor Allegrini del CNR, che per un anno hanno monitorato la qualità dell'aria nella zona interessata dal progetto ed hanno redatto il documento preliminare di VAS. La discussione sui problemi di carattere ambientale che la realizzazione dell'aeroporto può comportare conclude Scalia - va infatti condotta sulla base di dati tecnici frutto degli studi già elaborati e non sull'onda di semplici prese di posizione".

2 ANNO II - N° 181 sAbAtO 06 AgOstO 2011

INIZIATIVE A TUTELA

Il questore incontra gli anziani FROSINONE - Ieri mattina, il Questore di Frosinone Giuseppe De Matteis , ha incontrato in Questura i rappresentanti dei circoli anziani presenti nel capoluogo, accompagnati dall’Assessore ai Servizi Sociali Massimo Calicchia (in foto). L’iniziativa ha consentito di delineare le linee principali di un progetto elaborato dalla questura che decollerà nel prossimo mese di settembre. “Sarà infatti diffuso un opuscolo che, oltre a contenere consigli utili per evitare truffe e raggiri, consentirà di conoscere, attraverso un linguaggio semplice, le procedure necessarie ad attivare per ogni istanza i relativi procedimenti – si

legge in una nota della Questura di Frosinone –verranno inoltre organizzati incontri presso i circoli anziani alla presenza di funzionari di Polizia, quali principali recettori delle problematiche rappresentate dagli associati. Massima sarà l’attenzione rivolta alle esigenze di questa categoria sociale al fine di calibrare gli interventi della Polizia di Stato finalizzati a rafforzare il senso di sicurezza. Saranno anche individuati specifici numeri telefonici che potranno essere contattati in caso di bisogno da tutti coloro che ne avranno la necessità”. L’obiettivo della Polizia di Stato è il rafforzamento della

tutela di una fascia debole della società, che proprio in ragione della condizione di solitudine in cui vive, diventa vittima dei malintenzionati che, approfittando della preferenza che gli anziani nutrono per il denaro contante, piuttosto che per le carte di credito, li approccia sapendo di avere dinanzi facili prede. “Proprio il bisogno di comunicare induce le persone anziane a dare la massima fiducia a qualsivoglia interlocutore esclusivamente al fine di soddisfare modo il bisogno di relazionarsi e non sentirsi soli – spiegano dalla Questura - un progetto, quello presentato oggi dalla Polizia di Stato, che attraverso un miglioramento degli strumenti di comunicazione vuole rafforzare la propria vicinanza ad una categoria sociale, appunto quella degli anziani, aiutandoli a superare ogni difficoltà”.

gnata assegnazione. Irrita ancor più che la stragrande maggioranza di questi dipendenti distolti dai lavori pesanti per sopravvenute limitazioni, in età anagrafica spesso datata, erano stati trasferiti e/o assegnati nelle strutture oggi disattivate in quanto l’attività era ritenuta meno gravosa. Al danno si aggiunge la “beffa”, gli stessi dopo aver contratto malattia per causa di servizio, assegnati in servizi meno pesanti, vengono ritrasferiti a Frosinone ed assegnati in reparti di maggiore aggravio con turni h 24 (Medicina Chirurgia ecc….) mettendo, di fatto, maggiormente a rischio la salute dei medesimi, la qualità del servizio, violando peraltro le norme sulla sicurezza (Testo Unico n°81), il tutto perché l’azienda non ha predisposto in tempo utile le graduatorie, non si impegna a redigere la valutazione del rischio delle relative strutture, non effettua un monitoraggio continuo e costante sulla sicurezza sul lavoro. Vero è che la maggior parte del personale addetto alla degenza ospedaliera è veterana, al contrario quello assegnato in compiti non specificatamente sanitari spesso sono juniores e vigorosi. Tutto ciò però, non sembra preoccupare la dirigenza, come non sembra preoccupare garantire i requisiti minimi organizzativi (rapporto volumi di attività e forza lavoro), non preoccupa l’azienda neppure di incidere sul ripristino alle mansioni proprie della qualifica, su quel personale che assunto e inquadrato nel ruolo sanitario espleta mansioni che nulla hanno a che fare con l’assistenza. Eppure la situazione è talmente critica che l’azienda almeno moralmente dovrebbe sentire l’obbligo di incidere su quelle “sacche vuote” utili solo ad accrescere la voce “spesa del personale” in bilancio.

Le parti sociali incalzano il Governo

Moto su preferenziali Ok alla sperimentazione

ROMA - Un accordo in sei punti su pareggio di bilancio, costi della politica, sblocco degli investimenti pubblici, semplificazione nella pubblica amministrazione e riforma del mercato del lavoro.Così le parti sociali si sono presentate all'atteso incontro di questa mattina con il governo. Un "documento comune" che il presidente degli industriali Emma Marcegaglia ha letto al tavolo di IERImattina con l'esecutivo.

E' stata prorogata al 30 settembre la sperimentazione che prevede la possibilità per le moto di transitare lungo alcune corsie preferenziali della capitale.Lo rende noto l'Agenzia per la Mobilità di Roma. La sperimentazione, che riguardava quattro corsie preferenziali, voluta dall'assessore capitolino alla Mobilità Antonello Aurigemma, è iniziata il 3 maggio scorso ed era previsto durasse tre mesi


Meteo

ORARI

SORA CASSINO ROMA

SERA NOTTE

FROSINONE

CASSINO

MATTINO

MATTINO

POMERIGGIO

POMERIGGIO

SERA

SERA

NOTTE

NOTTE

La ricetta ALICI MARINATE

La prima operazione, purtroppo un po' noiosa, è quella di pulire bene le alici, squamandole (dove fosse necessario) con un coltello, eliminando dapprima la testa, per poi passare ad aprirle lungo il ventre a mo' di libro, per poterle successivamente diliscare e pulirle dalle interiora, ottenendo così i filetti; dovreste evitare però di dividere le due metà del pesce. Nel frattempo emulsionate in una tazzina l’olio, l’aceto e il succo dei limoni aggiungendo un pizzico di sale, il pepe, l’aglio e il prezzemolo tritati finemente.In un recipiente mettete un primo strato di marinatura , ed adagiatevi il primo strato di alici , facendo molta attenzione a non romperle; proseguite così fino al termine. Lasciate macerare almeno 5 ore prima di servire.

ABBAZIA DI MONTECASSINO

TRENI

MATTINO POMERIGGIO

MESSE

3.45 4.27 5.04 5.20 5.57 6.32 7.11 7.30 8.03 8.12 8.18 9.10 10.14 10.25 12.11 13.24 14.36 14.39 15.06 15.54 16.21 17.16 18.06 18.25 19.30 20.15 20.18 21.26 21.37 22.16

5.55 6.40 7.07 7.15 7.55 8.35 8.48 8.53 9.40 9.45 9.52 11.25 11.40 12.20 14.40 15.22 16.25 16.46 17.24 17.16 18.22 19.20 19.25 20.40 21.46 21.52 22.35 22.50 23.40 23.48

ROMA CASSINO 5.34 6.15 6.17 6.25 7.25 7.54 8.20 8.25 9.15 10.20 12.47 13.15 13.47 14.15 14.47 15.20 16.15 16.47 17.15 17.47 18.15 18.20 18.47 19.15 19.47 20.15 20.25 21.20 22.20 23.30

7.33 7.37 7.57 8.36 9.29 9.34 9.48 10.49 10.35 12.51 14.44 14.48 15.51 15.42 16.44 17.39 17.50 18.52 18.42 19.44 19.48 20.39 20.44 20.55 21.50 21.56 22.40 23.39 00.44 01.16

CASSINO NAPOLI 1.40 5.23 5.50 6.57 7.59 8.45 9.30 13.54 14.49 15.15 17.13 18.20 18.47 18.54

5.46 7.18 7.42 8.58 9.27 10.37 12.48 15.47 16.28 17.28 19.09 20.20 20.40 21.00

ORE

NAPOLI CASSINO 4.20 5.18 5.51 6.08 6.16 7.50 11.35 12.14 12.20 14.50 15.49 16.50 18.45 19.50

6.30 7.10 7.46 8.11 8.11 9.48 13.25 14.31 14.31 16.55 17.50 18.50 20.13 21.50

9.00 10.30 12.00

S.GERMANO (CHIESA MADRE)

ORE

8.30 11.00 19.00

S. PIETRO ORE

7.30 10.00 11.30 18.00

S.ANTONIO ORE

9.30 12.00 19.00

SAN GIOVANNI ORE

7.30 11.00 19.00

SAN BARTOLOMEO ORE

APPUNTAMENTI

CASSINO

8.30 11.00 18.00

FINO AL 13 AGOSTO!

“GLI ARCHI VILLAGE”

SAN BASILIO (CAIRA)

ORE

10.00

SAN GIOVANNI (SANT’ANGELO IN TH.)

Numeri utili CASSINO

EMERGENZA 112

CARABINIERI POLIZIA VIGILI DEL FUOCO EMERGENZA SANITARIA CORPO FORESTALE SOCCORSO STRADALE

113 115 118 1515 800116

SANITA’

OSPEDALE CLINICA S.ANNA CLINICA VILLA SERENA SAN RAFFAELE PRONTO SOCCORSO GUARDIA MEDICA

0776 39291 0776 311123

STASERA IN TV

0776 21058

La 7, ore 21.30

0776 3941

IL MEDICO DELLA MUTUA (1968)

0776 301222 0776 24422

NUMERI UTILI

COMUNE ABBAZIA UNIVERSITA’ TRIBUNALE AUTOSTRADE VI TRONCO FERROVIE DELLO STATO

Arriva l'estate e la suggestiva atmosfera de "Il Villaggio delle Meraviglie" è alle porte: è tutto pronto per il debutto ufficiale della terza edizione della kermesse più innovativa e importante del centro Italia. Uno spazio di 15.000 metri quadri all'esterno del Centro Commerciale "Gli Archi" a Cassino da vivere quindici giorni su quindici dal 30 luglio al 13 agosto 2011 per un mix di musica, comicità e spettacolo che diverte e intrattiene il pubblico di qualsiasi età. Frutto dell'impegno del Direttore del Centro Commerciale "Gli Archi" Davide Petrucci e del Presidente dell’Associazione degli Operatori del Centro Commerciale Gli Archi Andrea Izzi, il Villaggio delle Meraviglie 2011 animerà le notti estive in un denso susseguirsi di eventi tra arte e divertimento, a partire dal pomeriggio. Quest’anno, infatti, una parte dell’area esterna è interamente dedicata allo sport: tornei di beach soccer, beach volley, corsi di Eco-gym, Spinning, Tiro con l’arco sono solo alcune attività che anticiperanno l’atmosfera unica della serata in programmazione. Per i più piccoli Parco Giochi assistito con strutture gonfiabili e Baby Club, una grande ludoteca all’aperto dove i bambini potranno giocare, costruire, imparare, saltare, correre e festeggiare. Il successo delle edizioni precedenti ha attirato aziende commerciali in primo piano a livello nazionale e internazionale che saranno presenti tra gli stand espositivi, oltre alle attività dedite alla somministrazione di alimenti e bevande. "Musica, incontri, spettacoli, cabaret ed intrattenimento per i più piccoli". Questi gli ingredienti che, con il trascorrere del tempo, hanno siglato il successo de "Gli Archi Village" e il prestigio del centro commerciale “Gli Archi” che per tutta la durata dell’evento sarà aperto fino alle ore 24.00.

0776 2981 0776 311529 0776 2991 0776 32091

Il Dott. Guido Tersilli è un giovane neo laureato in medicina che aspira ad aprire uno studio medico a Roma. È assetato di guadagni in quanto deve capitalizzare i sacrifici fatti dalla madre vedova per farlo studiare. La convenzione con la mutua appare la via più semplice per guadagnare: più mutuati si hanno, più si guadagna in quanto il mutuato, non pagando visita e medicine, pretende che il medico gli prescriva farmaci di ogni tipo, anche i più inutili. Inizia così l'affannosa ricerca di mutuati; con alcuni stratagemmi la madre e la fidanzata Teresa riescono ad avviare l'attività di Guido. Per farsi un po' di esperienza, Tersilli lavora gratuitamente in un ospedale nel quale, grazie al suo arrivismo, riesce ad entrare nelle grazie del primario e delle suore infermiere che decidono di aiutarlo indirizzandogli alcuni pazienti. Ma nel contempo si attira le ire dei colleghi a cui cerca di rubare i mutuati. Regia di Luigi Zampa, con Alberto Sordi, Evelyn Stewart, Bice Valori, Sara Franchetti.

0776 3081 888088

ANNO 1I - N° 181 - SABATO 05 AgOSTO 2011

ORE

8.30 11.00 CASSINO

FARMACIE LUNEDÌ 01 AGOSTO

S.ANNA

MARTEDÌ 02 AGOSTO

EUROPA

MERCOLEDÌ 03 AGOSTO

RICCIUTI

GIOVEDÌ 04 AGOSTO

PRIGIOTTI

VENERDÌ 05 AGOSTO

S.BENEDETTO

SABATO 06 AGOSTO

S.ANNA

DOMENICA 07 AGOSTO

EUROPA


lagazzettacassino060811a  

IL TAPIRO DEL GIORNO: IMPIEGATI FANTASMA L’OSCAR DEL GIORNO: ANTONIO SALVATI ANNO i1 - N°181 - sAbAtO 06 AGOstO 2011 - DistribuziONe GrAtuit...

Advertisement